EUROCORPORATION Srl VIA DE CATTANI 178 FIRENZE P.IVA: D.U.V.R.I DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHIO INTERFERENZE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "EUROCORPORATION Srl VIA DE CATTANI 178 FIRENZE P.IVA: 05235640488 D.U.V.R.I DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHIO INTERFERENZE"

Transcript

1 D.U.V.R.I EUROCORPORATIONSrl VIADE CATTANI178 FIRENZE P.IVA: DOCUMENTOUNICODIVALUTAZIONE RISCHIOINTERFERENZE Rev.marzo2016

2 INDICEANALITICODELDOCUMENTO 1. Premessa 2. Soggettidiriferimento 3. Imprese 4. Coordinamentodifasilavorative 5. Rischispecificiambientidilavoro 6. Rischiintrodottidapartedell appaltatore 7. Valutazionedelrischiointerferenze 8. Gestionedelleemergenze 9. Stimadeicostiperlasicurezza 10. Conclusioni 11. Dichiarazioniedautocertificazioni 2

3 1PREMESSA Ilpresentedocumentostatoredattoinadempimentoquantorichiestoaisensidell art.26deld.lgs.aprile 2008n.81,secondoilqualelestazioniappaltantisonotenuteredigereildocumentounicodivalutazionedei rischidainterferenze(duvri). Ai fini della redazione del presente documento di definisce per interferenza ogni sovrapposizione di attività lavorativatradiversilavoratoricherispondonodatoridilavorodiversi. Ai fini della promozione, della cooperazione del coordinamento di cui al comma del suddetto articolo, il presenteduvriindicalemisurediprevenzioneprotezioneprevistepereliminareo,oveciònonpossibile, ridurrealminimorischipresentiperl attivitàlavorativaoggettodell appalto,edinparticolarequellidovutialle interferenzetralavoridellediverseimpresecoinvoltenell esecuzionedell opera. Sebbene nel rispetto della piena autonomia organizzativa gestionale, nell esecuzione dei lavori oggetto dell appalto, l impresa appaltatrice tenuta ad attuare oltre che le disposizioni complementari contenute nel presentedocumento,anchetuttelevigentidisposizionidileggeinmateriadiigienesicurezzasullavoro. L impresaappaltatriceinoltretenutaadimpartirealpropriopersonaleoperantepressol aziendacommittente informazioniformazioneadeguateinottemperanzaquantoprevistodald.lgs81/08,nonchérenderloedotto dellemisurepreventiveprotettiveriportatenelpresentedocumento. datori di lavoro, ivi compresi subappaltatori, devono promuovere la cooperazione ed il coordinamento, in particolare: cooperanoall'attuazionedellemisurediprevenzione protezionedairischisullavoroincidentisull'attività lavorativaoggettodell'appalto; coordinano gli interventi di protezione prevenzione dai rischi cui sono esposti lavoratori,informandosi reciprocamente anche al fine di eliminare rischi dovuti alle interferenze tra lavori delle diverse imprese coinvoltenell'esecuzionedell'operacomplessiva.primadell affidamentodeilavorisiprovvederà: verificarel idoneitàtecnico-professionaledell impresaappaltatricedellavoratoreautonomo,attraversola acquisizione del certificato di iscrizione alla camera di commercio, industria artigianato dell'autocertificazionedell'impresaappaltatricedeilavoratoriautonomidelpossessodeirequisitidiidoneità tecnico-professionale fornireinallegatoalcontrattoildocumentounicodivalutazionedeirischichesaràcostituitodalpresente documento preventivo, eventualmente modificato ed integrato con le specifiche informazioni relative alle interferenzesullelavorazionicheladittaappaltatricedovràesplicitareinsededigara. Ilpresentedocumentounicodivalutazionedeirischidainterferenzevieneallegatoalcontrattod opera. Il documento unico di valutazione dei rischi da interferenze verrà aggiornato in funzione dell esecuzione dei lavori,serviziforniture. Ilpresentedocumentodovràessereallegatoalcontrattodisubappaltocomespecificatamenteprevistodall art. 26commadelD.lgs81/08smi 3

4 2.SOGGETTIDIRIFERIMENTO DittaCommittente Nome EurocorporationSrl RappresentanteLegale Sig.AlfredoNoce DatorediLavoro Sig.AlfredoNoce Indirizzo ViaDe Cattani178 Provincia Firenze Città Firenze Telefono Fax R.S.P.P. Sig.AlfredoNoce MedicoCompetente Dott.RindiMaurizio R.L.S Sig.VitoCardillo Addetto/iLottaAntincendio Sig.raCarmenVaccaiSig.raGiovannaNoce Addetto/iPrimoSoccorso Sig.raCarmenVaccaiSig.raGiovannaNoce Addetto/iGestioneEmergenze Sig.raCarmenVaccaiSig.raGiovannaNoce 4

5 3.IMPRESE Leimpresesarannoselezionatevoltapervoltasecondadispecificiaccorditraleparti.Sirimandacomunque alla documentazione inerente requisiti tecnico professionali che la EUROCORPORATION Srl in qualità di Committente,hal obbligodiconoscerericevereincopiaconformeall originale,edinparticolare: VisuraCameraleincorsodivalidità Attestatiinerentelaformazionedelpersonaleaziendaleinmateriadisicurezza Elencodeidipendentichepotrebberoentrarepressolasedeaziendale Idoneitàmedicaallalavorazionideidipendentichepotrebberooperarepressolasedeaziendale. Dichiarazionedell organicomedioannuocopiadellulultimomese Dichiarazionisostitutivespecifiche Si ricorda titolo conoscitivo che qualsiasi lavoratore esterno alla EUROCORPORATION Srl, per l accesso alla medesimadovràesseremunitoditesserinodiriconoscimentopersonale,riportantileseguentiinformazioni: Nomecognome Dataluogodinascita Dittadiappartenenza Datadiassunzione LaEUROCORPORATIONSrl,presavisionedelmedesimodocumento,apporràsullostessoilnumerodelcontratto disubappalto,nonchètimbrofirmaper presavisione,inqualitàdiaziendacommittente. 5

6 4.COORDINAMENTODIFASILAVORATIVE Disposizionigenerali: Ladittaappaltatricedeveoperaresenzaalterareinalcunmodolivellidisicurezzalemisurediprevenzione protezioneesistentineidiversiambientidelladittacommittente,pertantosistabilisceche: Nonpotràessereiniziataalcunaoperazioneall internodeiluoghidilavoro,dapartedell impresaappaltatrice,se nonseguitodiavvenutaautorizzazionedapartedelladirezionedell AziendaCommittente; Nell ambito dello svolgimento di attività in regime diappalto subappalto,il personale occupato dall impresa appaltatricesubappaltatricedeveesseremunitodiappositatesseradiriconoscimentocorredatadifotografia, contenentelegeneralitàdellavoratorel indicazionedeldatoredilavoro(art.26,comma8,d.lgsaprile 2008,n.81).Illavoratorisonotenutiadesporredettatesseradiriconoscimento; Eventualiinosservanzedelleproceduredisicurezzachepossanodarluogoadunpericolograveedimmediato darannoildirittoadentrambeleimpresediinterrompereimmediatamentelavori; referentidellacommittenzadell Appaltatricedeilavoriaffidatiinappalto,potrannointerrompereilrapporto lavorativo,qualoraritenganocheleattivitàsvolte,anchepersopraggiuntenuoveinterferenze,nonsianopiùda considerarsisicure; La ditta appaltatrice tenuta segnalare alla Committente l eventuale esigenza di utilizzo di nuove imprese lavoratoriautonomi.lelavorazionidiquesteultimepotrannoavereiniziosolamentedopolaprimaverifica tecnicoamministrativa,daeseguirsidapartedellacommittente.e assolutamentevietatoilsubappaltosenza l autorizzazionedellacommittenza percorsidestinatialpassaggiodellepersone,leviediesosoleuscitediemergenza,dovrannoesseresempre mantenutesgombredamaterialeodoggettichepossanocostituireintralcioinmododapoteressereutilizzatein ognimomentosenzaimpedimenti.seciòsirendesseinevitabiledurantel esecuzionedeilavori,dovràesserne datapreventivacomunicazionealresponsabiledelserviziodiprevenzioneprotezionedellacommittente,sig. AlfredoNocealfinediindividuareedadottareidoneemisuredisicurezzacompensativeedinmododapoter essereappostalasegnaleticanecessaria;innessuncasopuòessereintrapresainiziativaprimadell ottenimento diformaleautorizzazionedapartedelladirezionedellacommittente. Leattrezzaturedilavoroalimentateelettricamenteutilizzatedall impresaappaltatricepossonoessere collegateneipuntidipresapreventivamenteindicatidallacommittenza; Macchine, attrezzature materiali necessari per lo svolgimento delle attività oggetto del contratto dovranno essereripostedopol usoneiluoghiappositamenteindividuati; Nonconsentitoall Impresaappaltatricel utilizzodiattrezzaturedilavorodiproprietàdelladittacommittente, senonespressamenteautorizzatoformalmentedaquest ultima; L inosservanzadelleproceduredisicurezzachepossanodaluogoadunpericolograveedimmediato,daranno dirittoadentrambeleimprese,diinterromperelelavorazioni 6

7 Disposizioniinmeritoaltrattamentodeirifiuti: E obbligodelladittaappaltatricecontenererifiuti,prodottidalleproprielavorazioni,dalledemolizioni fornituredimateriali,inluoghiinattesadismaltimento. rifiutinonpotrannoesseredepositatiall internodeilocalidell aziendainmanierapermanente,madovranno essereallontanatismaltitinelminortempopossibilesecondoquantoconcordatotraleparti Restanocaricodell appaltatoregliobblighirelativialtrasporto,stoccaggiosmaltimentodeirifiutinel rispettodellanormativavigente Risultavietato: Versareneilavandini,WCdoccesostanzeinquinanti; Ingombrareconmaterialidiscartorifiutipercorsidestinatialpassaggiodellepersone,leviediesodo leuscitediemergenza. 7

8 8 5.RISCHISPECIFICIDELL AMBIENTEDILAVORO Di seguito sono riportate le fasi lavorative ed relativi rischi identificati nella Valutazione del Rischio dell Aziendacommittente:

9 SMALTIMENTORIFIUTO Tabelladivalutazionedeirischi:LAVORIPULIZIALOCALILAVOROINTERNIESTERNI DescrizionedelPericolo Probabilità Magnitudo Rischio Microclima Probabile Lieve BASSO 2 Allergeni Improbabile Grave BASSO 2 Movimentazionemanualedeicarichi Probabile Lieve BASSO 2 Inalazionedipolverifibre Probabile Lieve BASSO 2 Scivolamenti,cadutelivello Possibile Modesta BASSO 2 DISPOSITIVIDIPROTEZIONEINDIVIDUALEOBBLIGATORI lavoratoriaddettiallafasedilavorodevonoindossareobbligatoriamenteseguentidpiconmarcatura CE : Mascherinaantipolvere(ConformeUNIEN149) Scarpedisicurezzaconsuolaimperforabile(ConformiUNIEN ) Occhialiprotettivi(ConformiUNIEN166) Guantiinlattice(ConformiUNIEN ) 9

10 TabellaValutazioneRischi:RACCOLTASMALTIMENTORIFIUTINONPERICOLOSI DescrizionedelPericolo Probabilità Magnitudo Rischio Incidentitraautomezzi Improbabile Grave BASSO 2 Collisione Possibile Modesta BASSO 2 Rischiobiologico Possibile Modesta BASSO 2 Microclima Probabile Lieve BASSO 2 Allergeni Improbabile Grave BASSO 2 Scivolamenti,cadutelivello Possibile Modesta BASSO 2 Punture,tagliabrasioni Possibile Modesta BASSO 2 DISPOSITIVIDIPROTEZIONEINDIVIDUALEOBBLIGATORI lavoratoriaddettiallafasedilavorodevonoindossareobbligatoriamenteseguentidpiconmarcatura CE : Scarpedisicurezzaconsuolaimperforabile(ConformiUNIEN ) IndumentiadAltaVisibilità(ConformeUNIEN471) Guantispecialiantitaglio(ConformiUNIEN1082/2) Cinturadisicurezzadelmezzo(Indossaresempreprimadellapartenza) 10

11 Tabellavalutazionerischio:RACCOLTA/SMALTIMENTORIFIUTIPERICOLOSI DescrizionedelPericolo Probabilità Magnitudo Rischio Incidentitraautomezzi Improbabile Grave BASSO 2 Rumore Probabile Lieve BASSO 2 RischioBiologico Possibile Modesta BASSO 2 Microclima Probabile Lieve BASSO 2 Allergeni Improbabile Grave BASSO 2 Inalazionedipolverifibre Probabile Lieve BASSO 2 Urti,colpi,impatticompressioni Possibile Modesta BASSO 2 DISPOSITIVIDIPROTEZIONEINDIVIDUALEOBBLIGATORI lavoratoriaddettiallafasedilavorodevonoindossareobbligatoriamenteseguentidpiconmarcatura CE : Mascherinaantipolvere(ConformeUNIEN149) Scarpedisicurezzaconsuolaimperforabile(ConformiUNIEN ) IndumentiadAltaVisibilità(ConformeUNIEN471) Guantispecialiantitaglio(ConformiUNIEN1082/2) Cinturadisicurezzadelmezzo(Indossaresempreprimadellapartenza) 11

12 TabellaValutazioneRischi:RACCOLTASMALTIMENTORIFIUTIINGOMBRANTI DescrizionedelPericolo Probabilità Magnitudo Rischio Incidentitraautomezzi Improbabile Grave BASSO 2 Collisione Improbabile Grave BASSO 2 Elettrocuzione Improbabile Grave BASSO 2 Rumorevedivalutazionespecifica) Probabile Modesta BASSO 2 Cadutamaterialedall alto Possibile Grave BASSO 2 Microclima Probabile Lieve BASSO 2 Allergeni Improbabile Grave BASSO 2 Movimentazionemanualedeicarichi Probabile Lieve BASSO 2 Urti,colpi,impatticompressioni Possibile Modesta BASSO 2 DISPOSITIVIDIPROTEZIONEINDIVIDUALEOBBLIGATORI lavoratoriaddettiallafasedilavorodevonoindossareobbligatoriamenteseguentidpiconmarcatura CE : Elmetto(ConformeUNIEN397) Scarpedisicurezzaconsuolaimperforabile(ConformiUNIEN ) Guantispecialiantitaglio(ConformiUNIEN1082/2) Cinturadisicurezzadelmezzo(Indossaresempreprimadellapartenza) Indumentiprotettiviadeguati(ConformeUNIEN ) GiacconeAltaVisibilità(ConformeUNIEN471) 12

13 UFFICI TabellaValutazioneRischi:DIREZIONESEGRETERIA DescrizionedelPericolo Probabilità Magnitudo Rischio Postura Possibile Modesta BASSO 2 Elettrocuzione Improbabile Grave BASSO 2 Inalazionedipolverifibre Probabile Lieve BASSO 2 Punture,tagliabrasioni Possibile Modesta BASSO 2 DISPOSITIVIDIPROTEZIONEINDIVIDUALEOBBLIGATORI lavoratoriaddettiallafasedilavorodevonoindossareobbligatoriamenteseguentidpiconmarcatura CE : Nonsiprevedel'utilizzoobbligatoriodiDPI 13

14 TabellaValutazioneRischi:LAVORIDIUFFICIO DescrizionedelPericolo Probabilità Magnitudo Rischio StressPsicofisico Possibile Modesta BASSO 2 Affaticamentovisivo Probabile Lieve BASSO 2 Elettrocuzione Probabile Lieve BASSO 2 Postura Probabile Lieve BASSO 2 Microclima Probabile Lieve BASSO 2 RumoreVederevalutazionespecifica Possibile Modesta BASSO 2 Scivolamenti,cadutelivello Possibile Modesta BASSO 2 Punture,tagliabrasioni Possibile Modesta BASSO 2 Urti,colpi,impatticompressioni Possibile Modesta BASSO 2 DISPOSITIVIDIPROTEZIONEINDIVIDUALEOBBLIGATORI lavoratoriaddettiallafasedilavorodevonoindossareobbligatoriamenteseguentidpiconmarcatura CE : Nonsiprevedel'utilizzoobbligatoriodiDPI 14

15 TabellaValutazioneRischi:PULIZIAAMBIENTE DescrizionedelPericolo Probabilità Magnitudo Rischio Postura Possibile Modesta BASSO 2 RischioBiologico Possibile Modesta BASSO 2 Elettrocuzione Possibile Modesta BASSO 2 Rumorevedivalutazionespecifica) Possibile Modesta BASSO 2 Microclima Probabile Lieve BASSO 2 Allergeni Improbabile Grave BASSO 2 Inalazionedipolverifibre Probabile Lieve BASSO 2 Scivolamenti,cadutelivello Possibile Modesta BASSO 2 DISPOSITIVIDIPROTEZIONEINDIVIDUALEOBBLIGATORI lavoratoriaddettiallafasedilavorodevonoindossareobbligatoriamenteseguentidpiconmarcatura CE : Guantirischimeccanici(ConformiUNIEN ) Mascherinaantipolvere(ConformeUNIEN149) Scarpedisicurezzaconsuolaimperforabile(ConformiUNIEN ) Indumentiprotettiviadeguati(ConformeUNIEN ) 15

16 TabellaValutazioneRischi:PULIZIASERVIZIIGIENICI DescrizionedelPericolo Probabilità Magnitudo Rischio Postura Possibile Modesta BASSO 2 Allergeni Improbabile Grave BASSO 2 Scivolamenti,cadutelivello Possibile Modesta BASSO 2 Punture,tagliabrasioni Possibile Modesta BASSO 2 DISPOSITIVIDIPROTEZIONEINDIVIDUALEOBBLIGATORI lavoratoriaddettiallafasedilavorodevonoindossareobbligatoriamenteseguentidpiconmarcatura CE : Guantirischimeccanici(ConformiUNIEN ) Mascherinaantipolvere(ConformeUNIEN149) Calzatureantiscivolo(ConformiUNIEN347) 16

17 LOGISTICA/TRASPORTO/MANUTENZIONE TabellaValutazioneRischi:TRASPORTO/MOVIMENTAZIONERIFIUTO DescrizionedelPericolo Probabilità Magnitudo Rischio Postura Possibile Modesta BASSO 2 Rumorevedivalutazionespecifica) Possibile Modesta BASSO 2 Collisione Possibile Modesta BASSO 2 Incidentitraautomezzi Improbabile Grave BASSO 2 Microclima Probabile Lieve BASSO 2 Calore,fiamme,esplosione Improbabile Grave BASSO 2 Urti,colpi,impatticompressioni Possibile Modesta BASSO 2 Vibrazioni Possibile Lieve M.BASSO 1 DISPOSITIVIDIPROTEZIONEINDIVIDUALEOBBLIGATORI lavoratoriaddettiallafasedilavorodevonoindossareobbligatoriamenteseguentidpiconmarcatura CE : IndumentiadAltaVisibilità(ConformeUNIEN471) Cinturadisicurezzadelmezzo(Indossaresempreprimadellapartenza) Scarpadisicurezza(ConformiUNIEN ) 17

18 AUTOFFICINA TabellaValutazioneRischi:MANUTENZIONESTRAORDINARIACAMION Descrizione del Pericolo Probabilità Magnitudo Rischio Calore, fiamme, esplosione Improbabile Grave BASSO 2 Rumore (Vedere valutazione specifica) Probabile Lieve BASSO 2 Cesoiamento, stritolamento Improbabile Grave BASSO 2 Elettrocuzione Probabile Lieve BASSO 2 Gas e vapori Probabile Lieve BASSO 2 Allergeni Improbabile Grave BASSO 2 Getti e schizzi Probabile Lieve BASSO 2 Movimentazione manuale dei carichi Probabile Lieve BASSO 2 Inalazione di polveri e fibre Probabile Lieve BASSO 2 Scivolamenti, cadute a livello Possibile Modesta BASSO 2 DISPOSITIVIDIPROTEZIONEINDIVIDUALEOBBLIGATORI I lavoratori addetti alla fase di lavoro devono indossare obbligatoriamente i seguenti DPI con marcatura CE : Guanti rischi meccanici (Conformi UNI EN ) Mascherina antipolvere (Conforme UNI EN 149) Occhiali protettivi (Conformi UNI EN 166) Cuffia o inserti antirumore (Se necessario da valutazione) Calzature antiscivolo (Conformi UNI EN 347) 18

19 6.RISCHIINTRODOTTIDALL AZIENDAAPPALTRATRICE ELENCODEIRISCHIINTRODOTTI NELL AMBIENTEDILAVORO Scivolamento/urtiperpresenzadiostacolie/o pavimentibagnati MISUREPREVENTIVETUTELADELLA SICUREZZASALUTEDEILAVORATORI Mantenere spazi necessari per lo svolgimento del lavoroedevitarel ubicazioneterradimaterialiche possonocostituireintralcio; percorsidestinatialpassaggiodellepersone,levie di esodo le uscite di emergenza devono essere mantenuteliberedamaterialiodoggettidiqualsiasi generedimensionechepossanocostituireintralcio alpassaggioregolare/diemergenza Segnalarelezonerischioscivolamento; In caso di depositi temporanei si dovrà disporre l immediata raccolta ed allontanamento al termine dellelavorazioni Cadutadimaterialidall alto Duranteillavoroconscale,scaleialtraattrezzatura gliutensilineltempoincuinonvengonoimpiegati dovranno essere riposti in apposite guaine od assicuratiinmododaimpedirnelacaduta. Rischioelettrico Manutenzione delle attrezzature alimentate elettronicamente Limitarel impiegodispinemultipleperalimentarele apparecchiaturediqualsiasipotenza/dimensione. Rischioincendio/esplosione Evitarelapresenzadigrossequantitàdimateriale infiammabile,mantenendoall internodeilocali quantitativiminimiperlalavorazione; Ridurrelesorgentidiinnesco; Rispettareildivietodifumare; Garantireperognisquadralavorativalapresenzadi almenounaddettoalservizioantincendio 19

20 ELENCODEIRISCHIINTRODOTTI NELL AMBIENTEDILAVORO Automezzi MISUREPREVENTIVETUTELADELLA SICUREZZASALUTEDEILAVORATORI Rispettodellenormedelcodicedellastrada; Parcheggiare mezzi in aree non direttamente operative in appositi stalli predisposti. Non parcheggiare automezzi di nessun genere in prossimità degli accessi delle vie di esodo di emergenza Mezzidisollevamenttrasporto Impiego dei mezzi nel rispetto delle loro caratteristiche costruttive; Informazioneformazionedegliaddettisulcorretto utilizzo; Rispettodeilimitidiportataes:gruponte Rischiochimico Corretto utilizzo stoccaggio delle sostanze pericolose (es:prodottiperlalubrificazione/ingrassaggio) Conoscenzadelleistruzioniall usodellenorme precauzionaliriportatesulleetichettedeiprodotti; Formazione dei lavoratori circa le opportune metodiche di lavorazione in presenza di agenti chimici UtilizzodiadeguatiDPIedindumentidalavoro. Rischiocancerogeno Corretto utilizzo stoccaggio delle sostanze pericolose Conoscenzadelleistruzioniall usodellenorme precauzionaliriportatesulleetichettedeiprodotti; Formazione dei lavoratori circa le opportune metodiche di lavorazione in presenza di agenti chimici Inalazionepolveri,fibre,gas,vapori Organizzazionedellavoro UtilizzodiadeguatiDPIedindumentidalavoro. Utilizzo di attrezzature idonee per ridurne la produzionee/odiffusione; UtilizzodiidoneiindumentidalavoroDPI Definire chiaramente le funzioni responsabilità di ogniaddettoinfunzionedellamansionesvoltadella postazionedilavoroutilizzata. Laquantitàdiinformazionicheillavoratorericeve le azioni che chiamato compiere devono essere compatibiliconlesuecapacitàpossibilitàtalida nonprovocareuneccessivostress. 20

21 7.VALUTAZIONEDELRISCHIODAINTERFERENZE OPERAZIONE Accesso del personale dell appaltatore negli ambienti dellacommittenzaconpresenzadi personaleinfasedinormaliattività lavorative Circolazione manovre di automezzi nelle aree esterno agli edificiaziendali Presenzadipedoniall internoe all esternodeilocalidell Azienda Caricoscaricomaterialee attrezzature RISCHIODA INTERFERENZA Interferenza con le normali attività dell impresa committente Investimento di persone, impattotraautomezzi Investimento urti per automezzipresentiinpiazzale esternoinmarciamanovra Inciampourtiperpresenza personaleaziendalechesvolge lenormaliattività Caduta di materiali, schiacciamenti, urti per presenza di personale in transito che svolge la normaleattività MISUREDAADOTTARE Ilpersonaledell appaltatoredeve accedere ai locali di lavori esclusivamente attraversi percorsi negliorariconcordati; Ladittaappaltatricetenuta segnalareeventualizonedipericolo introdotte,provvedendoadinterdire l areadiinterventoaltransitodi personedialtrimezzi. Procederenelleareeesternepasso d uomorispettandolasegnaletica; Non impegnare la zona di carico/scaricomerci,néleviedi esododiemergenza. Segnalareacusticamentelemanovre inretromarcia; Parcheggiareleautomobilinegli appositistallipresentiinazienda Nonsostaredietrogliautomezziin marciamanovra Percorrerelecorsiepedonali Evitarel ubicazioneterradi materialie/oattrezzaturedalavoro chepossonocostituireintralcio eventualmenteinterdirel areadi interventoaltransitodipersone. Segnalareinmodoopportunole zonedipericolo Utilizzodiattrezzatureproprie Leattrezzaturedevonoessere conformiallenormativevigenti benmantenute; L usoesclusivodelpersonaledella dittaappaltatrice 21

22 OPERAZIONE RISCHIODAINTERFERENZA MISUREDAADOTTARE Esposizioneadagentichimici Utilizzodisostanzechimiche Perquantopossibilegliinterventi che necessitano di tali prodotti dovranno essere programmati in modotaledanonesporrepersone terzealpericolo. Divieto di miscelare tra loro prodotti diversi di travasarli in contenitori non correttamente etichettati. Non lasciare in alcun modo prodotti chimici loro contenitori, anche se vuoti, incustoditi. contenitori,esauritelequantità contenute, dovranno essere smaltitisecondolenormevigenti Presenzadimacchinarirumorosi Esposizionerumore Utilizzodiadeguatidispositividi protezione individuale (DPI) secondo quanto previsto dalla valutazione del rischio di esposizionealrumore 22

23 INDICAZIONIOPERATIVE USODEIDPI: DurantetuttelefasidilavorosiricordachenecessarioadoperareDPIsecondadelrischiospecifico presentenellafasedilavorazione.ilresponsabiledelladittainregimediappaltodovràprovvederead impartireaiproprilavoratoriopportunedisposizioniinmerito,edvigilareperilrispettodellestesse. LAVORIINQUOTA: Nelcasodilavoriadunaquotaparisuperiorefattoobbligodiutilizzodiadeguateprecauzione perevitareilrischiodicaduta.qualoranonsianodisponibiliaccorgimentitecnicitalidapoterevitare tale rischio es: parapetti ), il responsabile della ditta in regime di appalto dovrà provvedere individuare ed attuare le adeguate misure tecniche per lo svolgimento dei lavori in sicurezza, provvedendoprecedentementeadinformaretuttilavoratorisuirischipresenti.lacommittenzasi sollevadaqualsiasidannoimputabileadunnonutilizzononcorrettoutilizzodiaccorgimentitecnici dapartedell aziendainappalto. INTERVENTISUIMPIANTIELETTRICI: L intervento su impianti elettrici sotto tensione deve essere effettuato da personale competente, regolarmente formato ed informato, previa autorizzazione della committenza. Qualsiasi lavorazione dovrà essere effettuata dopo aver tolto la tensione, adottando tutte le precauzioni necessarieaffinché che la medesima venga riattivata, anche accidentalmente. fatto divieto esplicito di effettuare derivazionidallelineeprincipali,nelcasodiutilizzodipresemultiple,prolunghecavi,fattoobbligo diutilizzaresoloderivazionimarcateceedutilizzatesecondolapotenzacomplessivaammissibile.tutte leattrezzature,cavicompresi,dovrannoessereadeguatialtipodilavorazioneposizionatiinmaniera taledanoncreareingombro,intralciorischioperlelavorazioni. UTILIZZODIMACCHINARICARRELLIELEVATORI,ETC L utilizzo di tale attrezzature previsto solo dopo autorizzazione da parte della Committenza, che provvederàallaverificadeirequisitiprofessionaliperlosvolgimentoditalimansionies:corsodi formazioni, patentini ecc ). fatto divieto di manomettere, in maniera provvisoria/permanente macchinari,lacommittenzarimettetutteleresponsabilitàalladittainappaltonelcasodidanni imputabili ad un non corretto utilizzo dei medesimi macchinari. La ditta in appalto si impegna ad effettuareuncontrollopreutilizzosututtimacchinariiviconnessiganci,funi,forcheecc. 23

24 1)RISCHIOELETTRICO: L impiantoelettricoinstallatosecondola regolad arte,conformequindiald.m37del22gennaio2008, dotatodidichiarazionediconformità. Il medesimo impianto risulta essere sottoposto regolare manutenzione ed verificato periodicamente nel rispettodituttelenormedisicurezza. 2)RISCHIOINCENDIO: Illivellodirischioincendiostatocalcolato,inbasealledisposizionedelD.M10marzo1998AllegatoIX,edil risultatoditalevalutazioneponel aziendacommittentenellafasciarischiomedio.siricordainoltreche l aziendasoggettacpicomeprevistodallanormativavigente. 3)RUMORE: Illivellodirischiorumorestatocalcolato,inbasealledisposizionedelD.lgs81/08sminelrispettodella normauni9432:2011,edilrisultatoditalevalutazionerisultaesserequellosottoriportato Faselavorativaaziendale LexEffettivo LexCorretto Smaltimentorifiuto 82.1Db 66.2Db Lavorimanualivariogenere 84.3Db 67.3Db Trasportorifiuto 79.8Db Puliziaambiente 74.3Db N.B:livellidiesposizionesoprariportatisiriferisconofasidilavorointerneall aziendaeurocorporationsrl. medesimi sono stati calcolati sulla base di una normale giornata lavorativa dell aziendale, quindi sono da considerarsi esemplificativi per SOLI addetti aziendali. Si raccomanda quindi l utilizzo di otoprotettori soprattuttonellafasedismaltimentorifiutocontrituratoreinfunzione. 24

25 8.GESTIONEDELLEEMERGENZE N INCARICO Nominativo Note Emanazioneordinedi evacuazione Sig.raCarmenVaccai Sig.raGiovannaNoce L Ordinevapresopreviaconsultazionedeivari responsabili dopo una rapida analisi della situazione.l ordinedatosoloselacircostanza rientratraquellegravi. Diffusioneordinedievacuazione Sig.raCarmenVaccai Sig.raGiovannaNoce Ladiffusionedell Ordinedievacuazioneavverrà attraverso l impianto di allerta (sirena suono lungo) che in assenza di elettricità verrà alimentataconbatteriadiriservacaricamento automatico Controllooperazioni dievacuazione Sig.raCarmenVaccai Sig.raGiovannaNoce Durante l evacuazione bisogna integrare gli avvisi dettando calma orientando flussi di pubblicoondeevitaresituazionidipanico Assicurazioneall'esterno delpersonale,deivisitatoricon senzahandicap Sig.raCarmenVaccai Sig.raGiovannaNoce Si dovrà prestare massima attenzione soprattutto al personale/visitatore anziano diversamenteabile Chiamatedisoccorso Sig.raCarmenVaccai Sig.raGiovannaNoce Lachiamatadovràavvenireinmanierarapida coincisa, fornendo tutte le informazioni necessariealsoccorso. Attivazionedegliestintori Sig.raCarmenVaccai Sig.raGiovannaNoce L attivazione deve avvenire solo in caso di pericoloconcreto Controlloperiodicodegli estintori Sig.raCarmenVaccai Sig.raGiovannaNoce Il controllo la revisione degli estintori viene effettuata dai tecnici della società che li ha forniti. Controlloquotidianodella praticabilitàdelleviediuscita deirelativipercorsiper raggiungerle Sig.raCarmenVaccai Sig.raGiovannaNoce Intaledirezionepossibilediffondereanche,in maniera sistematica, avvisi per tutte le maestranze onde creare una situazione di informazione di responsabilizzazione generale. 25

26 componenti delle squadra di emergenza presenti in EUROCORPORATION Srl sono stati adeguatamente formatiinformatisullemisurediprevenzioneincendi,lottaantincendio,dell evacuazionedeilavoratoriincaso dipericolosullemodalitàdigestionedell emergenza,aisensidell art.7.2deld.m.10marzo1998edstato predispostounpianodiemergenzaaisensidel art.commadelsuddettodecreto. contenutiessenzialidelsopracitatopianosonostatiillustratialdatoredilavorodelladittaappaltatrice,chesi faràcaricodiriferirealpropriopersonalecheopereràpressolacommittente. Il personale della ditta appaltatrice dovrà attenersi scrupolosamente alle procedure ed alle norme comportamentalicontenutenelpianodiemergenzasuddettoinparticolare,incasodiinsorgenzadiuna qualsiasisituazionediemergenzaqualiuninfortunio,unprincipiod incendioincasodipericolograve immediatoilpersonaledelladittaappaltatricedovrà: Segnalareimmediatamentel eventoalresponsabiledirepartoalladirezionedell Azienda,precisandoilproprio nomecognomeladittadiappartenenza,lanaturadell emergenza,illuogodell evento,l eventualepresenzadi infortunati, l Azienda provvederà immediatamente all attivazione del piano di emergenza appositamente predisposto; Attenersialleindicazioniimpartitedaisoggettiincaricatidellagestionedell emergenzadellacommittente; Incasodiincendio,inpresenzadifocolaiinfaseinizialediincendio,inattesadell interventodellasquadradi emergenza,ilpersonaledelladittaappaltatricepuòtentareuninterventodiemergenzamiratoallariduzionedel fenomenoimpiegandogliestintoriportatiligliidrantidisponibiliinazienda,masoloqualoranesiaingrado possafarlosenzaalcunpregiudizioperlapropriaedaltruiincolumità. Nelcasoincuivengadatounallarmeimpartitol ordinedievacuazionedeilocalimediantel attivazione dell impiantodiallarmeverbalmente,ilpersonaledeve: Sospendereimmediatamentel attivitàlavorativa; Mettereinsicurezzalemacchinegliimpiantiutilizzati; Metterefuoritensionemacchinarie/oapparecchiatureelettriche; Nonintralciareleviediesodoleuscitedisicurezza; Individuarel uscitapiùvicina; Dirigersiversol uscitadellocalesenzaattardarsisenzaportarealseguitooggettiingombranti; Uscire ordinatamente dall edificio utilizzando le uscite di sicurezza, senza correre od urlare, evitando l insorgeredisituazionidipanicononportarealseguitoborse,pacchi,ombrelliedaltrioggetti ingombranti; Nontornareindietropernessunmotivo Raggiungereilpuntodiraccoltaubicatonelpiazzaleaziendaleadiacentealparcheggioperle operazionidicontrappello; Attenersialleindicazioniimpartitedaisoggettiincaricatidellagestionedell emergenzadella committente; Inpresenzadifumofiamme,quandolecircostanzeloconsentano,adottareleseguentiprecauzioni: Bagnareunfazzolettoportarlosullaboccasulnaso,inmododaproteggereperquantopossibilele vierespiratorie; Sedisponibiliavvolgereindumentidilana(cappotti,sciarpe,scialliecc )attornoallatestainmododa proteggerecapellidallefiamme. L edificiodotatodeiseguentipresidiantincendio: 26

27 PIANOTERRA Descrizione Numero Tipo Ambiente Estintoreportatile 11 polveredakg Magazzino Estintoreportatile 1 polveredakg Scalecollegamentoaipiani Estintoreportatile 2 Co2 Magazzino Estintoreportatile 1 Co2 Ufficipianoterra Manichetta 6 Manichettaconforme Piazzaleesterno Manichetta 1 Manichettaconforme Magazzino PIANOPRIMO Descrizione Numero Tipo Ambiente Estintoreportatile 2 Co2 Uffici Tuttipresidisonopostiinposizionesegnalata,visibilefacilmenteraggiungibile. Intuttalasuperficieaziendalepresenteappositacartellonisticadiemergenza. PlanimetrieEurocorporationSrl 27

28 28

29 29

30 30

31 9.STIMADEICOSTIPERLASICUREZZA Perquantoconcernelastimadeicostidellemisureadottatepereliminareo,oveciònonsiapossibile,ridurreal minimo rischi in materia di salute sicurezza sul lavoro derivanti dalle interferenze delle lavorazioni, nel rispettodiquantoindicatoall art.26c.5deld.lgs.81/08,sirimandaquantospecificatamenteindicatonel contrattodisomministrazionealqualevieneallegatoilpresentedocumento costi per la sicurezza non sono soggetti ribasso la determinazione degli stessi sarà obbligatoriamente allegataalmedesimo,penalacessazionedellostesso. Secondol art.26commadeld.lgs.aprile2008,n.81cosìcomemodificatodald.lgs.n.106/09: Neisingoli contrattidisubappalto,diappaltodisomministrazione,anchequalorainesserealmomentodelladatadientrata invigoredelsuccitatodecretosecondogliarticoli1559,adesclusionedeicontrattidisomministrazionedibeni serviziessenziali,1655,1656e1677delcodicecivile,devonoesserespecificamenteindicatipenadinullitàaisensi dell'articolo1418delcodicecivilecostirelativiallasicurezzadellavoroconparticolareriferimentoquellipropri connessiallospecificoappalto Tali costi finalizzati al rispetto delle norme di sicurezza salute dei lavoratori, per tutta la durata delle lavorazioniprevistenell appaltosarannoriferitirispettivamenteaicostiprevistiper: Garantire la sicurezza del personale dell appaltatore mediante la formazione, la sorveglianza sanitaria, gli apprestamenti(d.p.i.)inriferimentoailavoriappaltati Garantire la sicurezza rispetto ai rischi interferenziali che durante lo svolgimento dei lavori potrebbero originarsiall internodeilocali DelleprocedurecontenutenelPianodiSicurezzaIntegrativoprevisteperspecificimotividisicurezza. Nellamaggiorpartedeicasidifficileprevederel organizzazionelosvolgimentodellesingolelavorazionila valutazionedeirischiperlasicurezzasalutedeilavoratorie,conseguentementerisultadifficoltosalaredazione dipreventivipianiintegratividisicurezza.taledifficoltàrisultaancoramaggiormenteaggravatadaldover definiredeicostidellasicurezzasignificatameneconnessiallesingoleorganizzazioniaziendali. 31

32

33 11.DICHIARAZIONIEDAUTOCERTIFRICAZIONI Il/lasottoscritto/a. Nato/ail residentein... Via/piazza.n... Titolare/LegaleRappresentantedella. Consapevoledellesanzionipenaliprevistedall art.76deldpr28/12/200n 445,circaleresponsabilitàpenali incasodidichiarazionimendaciedusodiattifalsi DICHIARA 1. Diottemperaretuttelenormativelegislativeregolamentarivigentiinmateriadi personale dipendente,nonchétuttoquantoprevistodaicontratticollettivinazionalidicategoriadegliaccordi integrativiterritoriali,sottoscrittidalleorganizzazioniimprenditorialideilavoratorimaggiormente rappresentative. 2. Diaververificatoilrispettodellenormelegislativeregolamentarivigentiinmateriadi personale dipendente dellaazienda/cooperativadicuiintendoavvalermiperlavoriaffidatimiincasodisub appalto). 3. DiconsentireadEUROCORPORATIONSrllaverificadellecircalaregolarepuntualeesecuzione degliobblighievidenziatiesibendo,senzaparticolariformalità,documentazioneidoneatalicontrolli. 4. Diessereconoscenzadellenormedileggesullaprevenzioneprotezionedegliinfortuni,nonché dell igienesuiluoghidilavoro. 5. Diesserestatodebitamenteinformatosulledisposizioniinterneinmateriadisicurezzasullavoro,che tuttirischisonostatiportaticonoscenzadeiproprilavoratori,mezzodellaconsegnadelpresente DUVRI. 6. Diadottaretuttelemisureche,secondolaparticolaritàdellavoro,l esperienzalatecnicasono necessarietutelarel integritàfisicalapersonalitàmoraledeilavoratori. 7. Diosservare,durantel esecuzionedeilavoratoridurantelapermanenzaall internodi EUROCORPORATIONSrl,tuttelenormevigentiinmateriadisicurezzasullavoro,quantoindicatocon l appositasegnaleticatuttelespecifichedisposizioniinmateriadisicurezzaedigieneillustratenel presentedocumento,assumendol obbligodellacostantesorveglianzadelpersonaleimpegnatonei lavorimezzodiuntecnicoresponsabilecheabbial autoritàdiesercitarlanelmodopiùcompleto. 8. costistimatisonoquellidapreventivostipulatodaentrambelepartiadeccezionediquelliperla sicurezzacaricodellacommittenza.eventualidanniimputabiliadunanoncorrettagestionedelle lavorazionidapartedell aziendainappaltosarannooggettodivalutazionespecificatraleduepartiin appositasede 33

34 AllegatoXVIIDlgs.81/08s.m.i. RIFERIMENTO:IDONEITÀTECNICOPROFESSIONALE Ai fini della verifica dell idoneità tecnico professionale le imprese, le imprese esecutrici nonché le imprese affidatarie,oveutilizzinoanchepropriopersonale,macchineattrezzatureperl esecuzionedell operaappaltata, dovrannoesibirealcommittentealresponsabiledeilavorialmeno: Regolareiscrizioneallacameradicommercio,industriaedartigianatoconoggettosocialeinerentealla tipologiadiappalto. Documento di Valutazione dei Rischi di cui all art. 17, comma 1, lettera a) autocertificazione di cui all art.29,comma5,delpresentedecretolegislativo. RegolaredocumentounicodiregolaritàcontributivaDURCdicuialDecretoMinisteriale24ottobre 2007 Dinonessereoggettodiprovvedimentidisospensioneinterdittividicuiall art.14deld.lgs.81/2008 smi; Il/lasottoscritto/a. Nato/a il. residentea... inqualitàdilegalerappresentantedella. vistailcommadell allegatoxviideldlgs81/08s.m.idicuisopra DICHIARA Diessereinpossessodituttaladocumentazionesopracitata,nelrispettodellenormevigentiinmateriadi prevenzione,igienesicurezzasuiluoghidilavoro. TimbroFirma 34

ESTRATTO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI (Applicazione disposizioni Art. 26 del D.Lgs. 81/08)

ESTRATTO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI (Applicazione disposizioni Art. 26 del D.Lgs. 81/08) ESTRATTO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI (Applicazione disposizioni Art. 26 del D.Lgs. 81/08) Appalto per RISTORAZIONE SCOLASTICA COMMITTENTE COMUNE DI CREAZZO DITTA APPALTATRICE

Dettagli

BANDO PUBBLICO CIG: ZC005578E8 CUP: E49E10005480009 DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

BANDO PUBBLICO CIG: ZC005578E8 CUP: E49E10005480009 DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE BANDO PUBBLICO CONTENENTE LE NORME PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE PER GLI UFFICI DEL GAL SULCIS IGLESIENTE CAPOTERRA E CAMPIDANO DI CAGLIARI MISURA 431 DEL PSR SARDEGNA 2007-2013 CIG: ZC005578E8

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (D.U.V.R.I.) COMUNITA ALTO GARDA e LEDRO. Attività di gestione dei CRM/CRZ

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (D.U.V.R.I.) COMUNITA ALTO GARDA e LEDRO. Attività di gestione dei CRM/CRZ DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (D.U.V.R.I.) COMUNITA ALTO GARDA e LEDRO Attività di gestione dei CRM/CRZ Via A. Rosmini, 5/b -38066 Riva del Garda Redazione: febbraio 2012 DECRETO

Dettagli

DUVRI. Per ciascun lotto, i costi della sicurezza, non soggetti a ribasso sono quantificati in 35,00

DUVRI. Per ciascun lotto, i costi della sicurezza, non soggetti a ribasso sono quantificati in 35,00 PROCEDURA, IN ECONOMIA, PER LA SOTTOSCRIZIONE DI ACCORDI QUADRO PER L ACQUISIZIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA ALLE ATTIVITÁ DI VIGILANZA DELL UFFICIO METROLOGIA LEGALE DELLA CCIAA DI VERONA Lotto 1: CIG

Dettagli

SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) E COSTI PER LA SICUREZZA DEL LAVORO

SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) E COSTI PER LA SICUREZZA DEL LAVORO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) E COSTI PER LA SICUREZZA DEL LAVORO (art. 26 del d.lgs. n. 81/2008 - Sicurezza e salute nel luogo di lavoro)

Dettagli

FORNITURA IN NOLEGGIO DI PERSONAL COMPUTER DESKTOP

FORNITURA IN NOLEGGIO DI PERSONAL COMPUTER DESKTOP Agente della Riscossione per le province siciliane DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA (ai sensi dell art. 26, Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81) FORNITURA IN NOLEGGIO DI PERSONAL

Dettagli

AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI

AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI COMUNE DI CAROSINO AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO DI INDIVIDUAZIONE DEI RISCHI E MISURE ADOTTATE PER ELIMINARE LE INTERFERENZE (art. 26, comma 3,

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE COMUNALE E DEGLI EDIFICI DI PERTINENZA COMUNALE

SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE COMUNALE E DEGLI EDIFICI DI PERTINENZA COMUNALE Pag. 1 SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE COMUNALE E DEGLI EDIFICI DI PERTINENZA COMUNALE DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (art. 26, comma 3, D.Lgs. n. 81/20008) 1. PREMESSA Il presente

Dettagli

UBALDO CAMPAGNOLA di AVIO. Azienda Pubblica di Servizi alla Persona DUVRI. Servizio Infermieristico Aziendale

UBALDO CAMPAGNOLA di AVIO. Azienda Pubblica di Servizi alla Persona DUVRI. Servizio Infermieristico Aziendale UBALDO CAMPAGNOLA di AVIO Azienda Pubblica di Servizi alla Persona DUVRI Azienda committente Ubaldo Campagnola di Avio A.P.S.P. Azienda Pubblica di Servizi alla Persona Appalto/Contratto d opera Servizio

Dettagli

VALUTAZIONE RICOGNITIVA DEI RISCHI STANDARD

VALUTAZIONE RICOGNITIVA DEI RISCHI STANDARD DOCUMENTO DI VALUTAZIONE RICOGNITIVA DEI RISCHI STANDARD E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26, co.3-ter

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. SEDE OPERATIVA PISCINA COMUNALE COMUNE DI FIGLINE VALDARNO Gestione Piscina Comunale Data emissione I revisione

Dettagli

La Casa Centro Assistenza Servizi per Anziani Via Baratto 39 36015 Schio (VI)

La Casa Centro Assistenza Servizi per Anziani Via Baratto 39 36015 Schio (VI) Ente committente: La Casa Centro Assistenza Servizi per Anziani Via Baratto 39 36015 Schio (VI) DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI INTERFERENTI Art. 26 D.Lgs. 81/2008 Fornitura di generi alimentari per

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (DUVRI) Ai sensi dell art. 26 comma 3 del D.Lgs. 81/2008 e s.m. Committente Datore di lavoro committente Ditta appaltatrice Datore di lavoro della

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI INTEGRATI DI PORTINERIA, PULIZIA E TAGLIO ERBA PRESSO LA STAZIONE RADIOASTRONOMICA DI NOTO DELL INAF - ISTITUTO DI RADIOASTRONOMIA Codice CIG: 45294604A2

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA PER IL SERVIZIO DI ANIMAZIONE PRESSO LA LUDOTECA CITTADINA FANTASIA

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA PER IL SERVIZIO DI ANIMAZIONE PRESSO LA LUDOTECA CITTADINA FANTASIA COMUNE DI SIENA Allegato B DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA PER IL SERVIZIO DI ANIMAZIONE PRESSO LA LUDOTECA CITTADINA FANTASIA (ai sensi dell art. 26, comma 3 del D.lgs 81/2008)

Dettagli

D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE

D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I. N AN.... DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE Pagina 1 di 9 Documento unico di valutazione dei rischi da interferenze, artt. 26 e 28 D.Lgs 81/2008 Stazione appaltante/ Committente:

Dettagli

D.U.V.R.I. Sfalci e manutenzioni in varie zone cittadine

D.U.V.R.I. Sfalci e manutenzioni in varie zone cittadine COMUNE DI VIAREGGIO Provincia di Lucca UTC D.U.V.R.I. Sfalci e manutenzioni in varie zone cittadine DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE (art. 26 comma 3 del

Dettagli

DUVRI Documento unico di valutazione dei rischi da interferenza

DUVRI Documento unico di valutazione dei rischi da interferenza Rif. Art. 26, comma 3, D.Lgs. 81/2008 Data:18/02/2010 Premessa L affidamento di lavori a fornitori esterni all azienda attraverso contratti d appalto e/o d opera comporta l obbligo per il datore di, qualora

Dettagli

SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA COMUNE DI CERRO AL LAMBRO (Provincia di Milano) UFFICIO TECNICO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) E COSTI PER LA SICUREZZA DEL LAVORO (art. 26

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I. (art. 26 comma 3 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I. (art. 26 comma 3 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.) SERVIZIO DI MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE DEL SISTEMA INFORMATIVO DELL ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I.

Dettagli

Comune di Pontecagnano Faiano (Provincia di Salerno)

Comune di Pontecagnano Faiano (Provincia di Salerno) Comune di Pontecagnano Faiano (Provincia di Salerno) SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEGLI IMPIANTI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE DEL TERRITORIO COMUNALE DOCUMENTO UNICO DI

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D ATTIVITA (D.U.V.R.I.)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D ATTIVITA (D.U.V.R.I.) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D ATTIVITA (D.U.V.R.I.) (Art. 26 comma 3, 5 D lgs. 9 Aprile 2008, n. 81) APPALTO PULIZIA UFFICI COMUNALI, UFFICI GIUDIZIARI, R.S.A. L. ACCORSI

Dettagli

Allegato 2 Documento contenente:

Allegato 2 Documento contenente: COMUNE DI NOVARA SERVIZIO BILANCIO - UNITÀ ECONOMATO PROTOCOLLO DI GESTIONE PER L'ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO GLI STABILI SEDI DI UFFICI E DIPENDENZE COMUNALI PER UN PERIODO DI TRE ANNI

Dettagli

OGGETTO: ALLESTIMENTO DEL SALONE CORSI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI REGGIO CALABRIA D.U.V.R.I.

OGGETTO: ALLESTIMENTO DEL SALONE CORSI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI REGGIO CALABRIA D.U.V.R.I. OGGETTO: ALLESTIMENTO DEL SALONE CORSI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI REGGIO CALABRIA D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (art. 26, comma 3, del D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i.)

Dettagli

LA GESTIONE DELLA SICUREZZA NEI LAVORI IN APPALTO

LA GESTIONE DELLA SICUREZZA NEI LAVORI IN APPALTO LA GESTIONE DELLA SICUREZZA NEI LAVORI IN APPALTO art. 7, D. Lgs. 626/94 Legge delega n 123/2007 art. 26 Testo Unico 1 art.7 D.Lgs. 626/94 Il datore di lavoro, in caso di AFFIDAMENTO DEI LAVORI ALL INTERNO

Dettagli

Documento di Valutazione dei Rischi per SCI CLUB

Documento di Valutazione dei Rischi per SCI CLUB IL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI OCCUPAZIONALI A SUPPORTO DELLE ATTIVITÀ SPORTIVE DI UNO SCI CLUB - Pag. 1 di 15 - RACCOLTA INFORMAZIONI INIZIALI Realtà operativa Dati dello Sci Club, tipologia di

Dettagli

OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali

OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali Lettera Rischi Interferenziali Spett.le Ditta Appaltatrice Ditta Subappaltatrice Luogo, Data 2 OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali In relazione alla necessità di una possibile

Dettagli

COMUNE DI RUDA Provincia di Udine * * *

COMUNE DI RUDA Provincia di Udine * * * COMUNE DI RUDA Provincia di Udine * * * Allegato 9 Documento unico di valutazione dei rischi derivanti da attività affidate ad imprese appaltatrici o a lavoratori autonomi, ai sensi del D.Lgs. 81/2008

Dettagli

CASA PER ANZIANI UMBERTO I AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA PORDENONE

CASA PER ANZIANI UMBERTO I AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA PORDENONE 1 CASA PER ANZIANI UMBERTO I AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA PORDENONE DATORE DI LAVORO AZIENDA APPALTANTE: FLORA EMILIA BOMBEN RSPP: LINO ROSSET DATA DOCUMENTO: GIUGNO 2012 2 ANAGRAFICA AZIENDA

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INDIVIDUAZIONE DEI RISCHI SPECIFICI DEL LUOGO DI LAVORO E MISURE ADOTTATE PER ELIMINARE LE INTERFERENZE (L.123/07 - art. 26 del D.Lgs. 81/08) STAZIONE APPALTANTE:

Dettagli

COMUNE DI FARA GERA D ADDA Provincia di Bergamo c.a.p. 24045 Piazza Roma n. 1 P.IVA 00294190160 Tel. 03633915109 0363391501 Fax 0363398774 D.U.V.R.I.

COMUNE DI FARA GERA D ADDA Provincia di Bergamo c.a.p. 24045 Piazza Roma n. 1 P.IVA 00294190160 Tel. 03633915109 0363391501 Fax 0363398774 D.U.V.R.I. D.U.V.R.I. DOCU M E N T O UNICO DI VALUTAZIO N E DEI RISC HI DA INTERFE R E N Z E (ART. 26 DEL D.LG S N. 81/08) SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI COMUNALI PER IL TRIENNIO 01/07/2010 30/06/2013 Premessa

Dettagli

COMUNE DI CISLIANO. Provincia di Milano D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZ E (ART. 26 DEL D.LGS N.

COMUNE DI CISLIANO. Provincia di Milano D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZ E (ART. 26 DEL D.LGS N. D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZ E (ART. 26 DEL D.LGS N. 81/08) SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI COMUNALI CIG Z7C0D7B416 1 Premessa Il presente documento unico di valutazione

Dettagli

SERVIZIO IGIENE URBANA Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenza

SERVIZIO IGIENE URBANA Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenza Considerazioni generali: Il presente documento viene redatto in ottemperanza alle disposizioni dell art. 26 del D.Lgs. n. 81/08 e s.m.i.., secondo cui le stazioni appaltanti sono tenute a redigere il presente

Dettagli

2) REGOLAMENTO D ACCESSO E COMPORTAMENTO ALL INTERNO DEL CENTRO DI RACCOLTA

2) REGOLAMENTO D ACCESSO E COMPORTAMENTO ALL INTERNO DEL CENTRO DI RACCOLTA ALLEGATO B 1) SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE La presente procedura ha lo scopo di realizzare le condizioni di massima sicurezza per tutti coloro che intendono conferire materiali/rifiuti nel CENTRO DI RACCOLTA

Dettagli

GESTIONE DI ALCUNI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE Durata: 2 anni dalla data di sottoscrizione del contratto

GESTIONE DI ALCUNI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE Durata: 2 anni dalla data di sottoscrizione del contratto Allegato 3 COMUNE DI BORGO SAN LORENZO DOCUMENTO UNICO DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81, art. 26 GESTIONE DI ALCUNI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE RISCHI INTERFERENZA NEGLI APPALTI EX ART.26 c.3 DEL D.Lgs. 81/08 Allegato al contratto di appalto relativo al.

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE RISCHI INTERFERENZA NEGLI APPALTI EX ART.26 c.3 DEL D.Lgs. 81/08 Allegato al contratto di appalto relativo al. (art. 26 comma 3 D.Lgs. 8/8) di 5 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE RISCHI INTERFERENZA NEGLI APPALTI EX ART.26 c.3 DEL D.Lgs. 8/8 Allegato al contratto di appalto relativo al Servizio di accompagnamento su scuolabus

Dettagli

GESTIONE DEGLI APPALTI. Copyright Diritti riservati

GESTIONE DEGLI APPALTI. Copyright Diritti riservati GESTIONE DEGLI APPALTI Copyright Diritti riservati GESTIONE DEGLI APPALTI RIF. D. LGS. 81/08 s.m.i. Articolo 26 - Obblighi connessi ai contratti d appalto o d opera o di somministrazione Titolo IV Cantieri

Dettagli

AFFIDAMENTO SERVIZO DI MANUTENZIONE IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE

AFFIDAMENTO SERVIZO DI MANUTENZIONE IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE ANTHEA S.R.L. VIA DELLA LONTRA 30, 47923 RIMINI (RN) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (EX ART. 26 DEL D.LGS. 81/2008) AFFIDAMENTO SERVIZO DI MANUTENZIONE IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE

Dettagli

COMUNE DI ACQUALAGNA Piazza Enrico Mattei, n. 9 61041 Acqualagna (PU) Tel. 0721/79671

COMUNE DI ACQUALAGNA Piazza Enrico Mattei, n. 9 61041 Acqualagna (PU) Tel. 0721/79671 Ente Committente COMUNE DI ACQUALAGNA Piazza Enrico Mattei, n. 9 61041 Acqualagna (PU) Tel. 0721/79671 Ditta Appaltatrice DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI Documento elaborato ai sensi dell art.

Dettagli

DOCUMENTO UNICO di VALUTAZIONE dei RISCHI da INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO di VALUTAZIONE dei RISCHI da INTERFERENZE (DUVRI) AZIENDA MULTISERVIZI E D IGIENE URBANA S.p.A. Via D Annunzio, 27 16121 GENOVA DOCUMENTO UNICO di VALUTAZIONE dei RISCHI da INTERFERENZE (DUVRI) (ai sensi art. 26 D.Lgs. 81/2008) Ditta Appaltatrice: Oggetto

Dettagli

Il nuovo codice della sicurezza nei cantieri

Il nuovo codice della sicurezza nei cantieri Il nuovo codice della sicurezza nei cantieri Indice della modulistica presente nel CD-Rom SICUREZZA 1. Documento di valutazione dei rischi Come calcolare il rischio Valutazione del rischio/figure professionali

Dettagli

DUVRI. Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze

DUVRI. Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze DUVRI Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze Legge 3 agosto 2007, n. 123 : Misure in tema di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro e delega al Governo per il riassetto e la

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) LOTTO.. A) ANAGRAFICA DELL APPALTO

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) LOTTO.. A) ANAGRAFICA DELL APPALTO ALLEGATO D DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) LOTTO.. A) ANAGRAFICA DELL APPALTO CONTRATTO. DATORE DI LAVORO COMMITTENTE : MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE COMUNE DI LONGONE AL SEGRINO Regione Lombardia - Provincia di Como 22030 - via Diaz,27 Tel. 031/641650 Fax 031/610602 E-mail Info@comune.longonealsegrino.co.it - P.I. 00549780138 AREA AMMINISTRATIVA UFFICIO

Dettagli

D.U.V.R.I. Documento di valutazione dei rischi interferenziali ai sensi dell art. 26, comma 3 del D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i.

D.U.V.R.I. Documento di valutazione dei rischi interferenziali ai sensi dell art. 26, comma 3 del D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i. Comune di Pistoia D.U.V.R.I. Documento di valutazione dei rischi interferenziali ai sensi dell art. 26, comma 3 del D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i. INDIVIDUAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA E MISURE

Dettagli

D.Lgs 9 aprile 2008, n.81

D.Lgs 9 aprile 2008, n.81 D.Lgs 9 aprile 2008, n.81 Definizioni Ai sensi dell art.2 del decreto 81/2008, si precisa che: 1. Datore di lavoro: è il soggetto titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore. Nel caso Suo è la persona

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI ai sensi dell art. 26 comma 3 del D.Lgs 81/2008 Committente: Azienda Ospedaliera Ospedale San Salvatore - Pesaro CONTRATTO DI APPALTO Servizio di

Dettagli

QUALIFICAZIONE DELLA DITTA SPAZI CONFINATI

QUALIFICAZIONE DELLA DITTA SPAZI CONFINATI QUALIFICAZIONE DELLA DITTA SPAZI CONFINATI QUALIFICAZIONE DELL IMPRESA La qualificazione per quanti intendono operare negli spazi confinati (imprese, lavoratori autonomi e imprese familiari) si fonda sul

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

DUVRI Documento di valutazione dei rischi interferenziali ai sensi dell art. 26, comma 3 del D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81

DUVRI Documento di valutazione dei rischi interferenziali ai sensi dell art. 26, comma 3 del D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 Comune di Pistoia - Servizio Segreteria e Affari Generali U.O. Centro Unico Acquisti DUVRI Documento di valutazione dei rischi interferenziali ai sensi dell art. 26, comma 3 del D. Lgs. 9 aprile 2008,

Dettagli

ACCLUSO AL CONTRATTO N... DEL... ai sensi dell art. 26, comma 3 del D.Lgs. 81/08 FORNITURA DI MATERIALE SOSTITUTIVO DELL OSSO

ACCLUSO AL CONTRATTO N... DEL... ai sensi dell art. 26, comma 3 del D.Lgs. 81/08 FORNITURA DI MATERIALE SOSTITUTIVO DELL OSSO Pag. 1 / 12 ACCLUSO AL CONTRATTO N.... DEL... ai sensi dell art. 26, comma 3 del D.Lgs. 81/08 FORNITURA DI MATERIALE SOSTITUTIVO DELL OSSO Il presente documento denominato DUVR-I è redatto ai sensi dell

Dettagli

CAPITOLO 6 MISURE ORGANIZZATIVE

CAPITOLO 6 MISURE ORGANIZZATIVE Pagina 1 di 9 CAPITOLO 6 MISURE ORGANIZZATIVE Organizzazione del lavoro Contratti d appalto e contratti d opera Analisi, pianificazione e controllo Formazione ed informazione Partecipazione Documentazione

Dettagli

Schema funzionale del sistema di valutazione del rischio nei depositi frigoriferi

Schema funzionale del sistema di valutazione del rischio nei depositi frigoriferi Schema funzionale del sistema di valutazione del rischio nei depositi frigoriferi Identificazione pericoli Figure professionali Ambienti Valutazione di esposizione dei rischi Altri rischi antiparassitari

Dettagli

Comune di Roccafranca

Comune di Roccafranca Comune di Roccafranca PROVINCIA DI BRESCIA 25030 Roccafranca (BS) C.F. 00729210179 P.IVA 00576090989 Tel.: 030 7092005-53 Fax: 030 7090235 Sito internet: www.comune.roccafranca.bs.it e-mail: protocollo@pec.comune.roccafranca.bs.it

Dettagli

DUVRI. Individuazione dei rischi e misure adottate per eliminare le interferenze - Art. 26, commi 3 e 5, D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81 D.U.V.R.I.

DUVRI. Individuazione dei rischi e misure adottate per eliminare le interferenze - Art. 26, commi 3 e 5, D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81 D.U.V.R.I. AFFIDAMENTO GESTIONE, IN VIA TEMPORANEA E SPERIMENTALE, DEL SERIVIZO DI ASSISTENZA SPECIALISTICA AGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PER IL PERIODO DAL 01.03.2012 AL 30.06.2012 DUVRI DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE

Dettagli

GARA PNEUMATICI ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO APPENDICE I Obblighi in materi di sicurezza ed igiene del lavoro S O M M A R I O

GARA PNEUMATICI ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO APPENDICE I Obblighi in materi di sicurezza ed igiene del lavoro S O M M A R I O 1 di 5 S O M M A R I O 1 OBBLIGHI DITTA AGGIUDICATARIA... 2 1.1 GENERALITÀ... 2 1.2 OBBLIGHI IN FASE DI GARA... 2 1.3 OBBLIGHI DOPO L AGGIUDICAZIONE... 3 2 RISCHI INTERFERENTI... 4 3 FORMAZIONE OBBLIGATORIA...

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI D.V.R. Capitolo 3 D.V.R. Capitolo 3 Programma per il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI CAPITOLO 3 Programma per il miglioramento nel tempo dei livelli

Dettagli

A.M.I.U. GENOVA s.p.a.

A.M.I.U. GENOVA s.p.a. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I. (art. 7, c.3, D.Lgs 626/94, come modificato dall art. 3, c 1, lett. A della L.123/07, art. 26 Testo Unico sulla sicurezza 81/08) RIFERIMENTO

Dettagli

VERBALE PRELIMINARE DI COORDINAMENTO

VERBALE PRELIMINARE DI COORDINAMENTO 1 di 5 DATA.. Referente di Commessa RdC Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione RSPP Direttore Lavori DL Direttore Operativo DO Ispettore di Cantiere IC Assistente lavori AL Collaudatore

Dettagli

Sicurezza e prevenzione D.lgs 81/08

Sicurezza e prevenzione D.lgs 81/08 Sicurezza e prevenzione D.lgs 81/08 L obbiettivo di tale documento è quello di fornire all amministratore chiarezza proprio sulle responsabilità specifiche del suo ruolo e, non meno importante, di proporre

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI ai sensi dell art. 26 comma 3 del D.Lgs 81/2008 Committente: Azienda Ospedaliera Ospedale San Salvatore - Pesaro CONTRATTO DI APPALTO Servizio di

Dettagli

Ente Autonomo Fiere di Verona Viale del Lavoro 8, Verona

Ente Autonomo Fiere di Verona Viale del Lavoro 8, Verona Ente Autonomo Fiere di Verona Viale del Lavoro 8, Verona DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI(DUVRI) E INFORMATIVA IN MERITO AI RISCHI SPECIFICI PER LE FASI DI ALLESTIMENTO E DISALLESTIMENTO

Dettagli

DUVRI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA (fase preliminare) Art. 26, comma 3, D.Lgs. 81/2008

DUVRI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA (fase preliminare) Art. 26, comma 3, D.Lgs. 81/2008 DUVRI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA (fase preliminare) Art. 26, comma 3, D.Lgs. 81/2008 Oggetto MANUTENZIONE COMPLETA DEGLI IMPIANTI ELEVATORI INSTALLATI NEGLI EDIFICI DELLA

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

AZIENDA COMMITTENTE. ACI Ufficio Provinciale di. Datore di lavoro. Indirizzo CAP CITTA telefono fax DESCRIZIONE DELL ATTIVITA OGGETTO DEL CONTRATTO:

AZIENDA COMMITTENTE. ACI Ufficio Provinciale di. Datore di lavoro. Indirizzo CAP CITTA telefono fax DESCRIZIONE DELL ATTIVITA OGGETTO DEL CONTRATTO: Informazione sui rischi presenti nell ambiente di lavoro Misure da adottare per eliminare/ridurre al minimo i rischi di interferenze (art. 26 del D. Lgs. 9 Aprile 2008 n. 81 e succ. m. i.) Pagina 1/9 Premessa

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Servizio di Prevenzione e Protezione Via Celso Ulpiani (ex palazzo CEDAM) 70125 BARI (Italia) Tel. +39.080.5712425-6 Fax +39.080.5712427 Università degli Studi di Bari Aldo MORO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE

Dettagli

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122 MINISTERO DELLA SALUTE UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE DELL ORGANIZZAZIONE E DEL BILANCIO UFFICIO VIII EX DGPOB LOTTO 2. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DEL COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI QUARTO

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI QUARTO SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI QUARTO DOCUMENTRO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (ART. 26, COMMA 3, D.LGS. N. 81/2008) STAZIONE APPALTANTE: Comune di

Dettagli

COMUNE DI ROMBIOLO. PROVINCIA DI Vibo Valentia

COMUNE DI ROMBIOLO. PROVINCIA DI Vibo Valentia COMUNE DI ROMBIOLO PROVINCIA DI Vibo Valentia Via E. Curiel - 89841 Rombiolo(VV) Telefono: +39 0963367058 - Fax: +39 e-mail: protocollo.rombiolo@asmepec.it D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA CANTIERE DEI LAVORI DI MIRANO (VE) PRESSO I.P.A.B. LUIGI MARIUTTO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA ai sensi dell art. 26 del Decreto Legislativo n. 81 del 9 aprile 2008 come modificato

Dettagli

APPALTO PULIZIA STABILI DI ERP DI PROPRIETA ATC PERIODO ( )

APPALTO PULIZIA STABILI DI ERP DI PROPRIETA ATC PERIODO ( ) AGENZIA TERRITORIALE PER LA CASA DELLA PROVINCIA DI TORINO EX IACP Allegato D _ DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D ATTIVITA (D.U.V.R.I.) (Art. 26 comma 3, 5 D lgs. 9 Aprile 2008,

Dettagli

DOCUMENTO UNICO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI. FORNITURA REAGENTI CHIMICI DI PROCESSO. Premessa... 2. Dati del Committente...

DOCUMENTO UNICO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI. FORNITURA REAGENTI CHIMICI DI PROCESSO. Premessa... 2. Dati del Committente... DOCUMENTO UNICO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI. FORNITURA REAGENTI CHIMICI DI PROCESSO Indice Premessa... 2 Dati del Committente... 3 Dati dell Appaltatore... 4 Rischi specifici e norme generali

Dettagli

D.U.V.R.I. Documento Unico di Valutazione del rischio per l eliminazione delle interferenze.

D.U.V.R.I. Documento Unico di Valutazione del rischio per l eliminazione delle interferenze. SERVIZIO LAVORI PUBBLICI SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA DEGLI IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA SUL TERRITORIO COMUNALE 2013-2018 D.U.V.R.I. Documento Unico di Valutazione del rischio per l eliminazione

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI Coordinamento Servizi Bibliotecari

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI Coordinamento Servizi Bibliotecari UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI Coordinamento Servizi Bibliotecari DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Art. 26 del D.Lgs. 9/04/2008 n. 81 INDIVIDUAZIONE DEI RISCHI, MISURE ADOTTATE

Dettagli

6. COORDINAMENTO E VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

6. COORDINAMENTO E VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Pagina 1 di 5 1. PREMESSA Il presente documento è parte integrante della documentazione contrattuale viene allegato alla documentazione inviata agli offerenti in fase di selezione e deve essere firmata

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER RIDURRE LE INTERFERENZE ART. 26 D.LGS. 81/2008 (CONTRATTO DI APPALTO O CONTRATTO D'OPERA) SOMMARIO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER RIDURRE LE INTERFERENZE ART. 26 D.LGS. 81/2008 (CONTRATTO DI APPALTO O CONTRATTO D'OPERA) SOMMARIO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER RIDURRE LE INTERFERENZE (CONTRATTO DI APPALTO O CONTRATTO D'OPERA) SOMMARIO 1. IDENTIFICAZIONE DEL CONTRATTO... 1 2. DOCUMENTAZIONE ATTESTANTE L IDONEITÀ TECNICO-PROFESSIONALE

Dettagli

10040 - Provincia di TORINO. Ufficio del Responsabile dei lavori Pubblici, Manutenzioni e Patrimonio e-mail roberto.racca@comune.volvera.to.

10040 - Provincia di TORINO. Ufficio del Responsabile dei lavori Pubblici, Manutenzioni e Patrimonio e-mail roberto.racca@comune.volvera.to. Documento unico di valutazione dei rischi da interferenze, derivanti da attività affidate ad imprese appaltatrici o a lavoratori autonomi, ai sensi del D.Lgs. 81/08 art. 26 comma 3. Servizio di sgombero

Dettagli

tel. 0392839921 / fax 0392023582 / e-mail: economato@comune.monza.it codice fiscale / partita IVA 02030880153/0072883096

tel. 0392839921 / fax 0392023582 / e-mail: economato@comune.monza.it codice fiscale / partita IVA 02030880153/0072883096 Documento Uniico dii Valluttaziione deii Riischii dii IInterferenza (DUVRI) Redatto ai sensi dell Art. 26 - Comma 3 del D.Lgs. 81/08 (Testo Unico) ragione sociale COMUNE DI MONZA UFFICIO ECONOMATO Dati

Dettagli

Documento Unico di Valutazione dei Rischi di Interferenza Parte I (Applicazione dell art. 26 del D.Lgs.81/08)

Documento Unico di Valutazione dei Rischi di Interferenza Parte I (Applicazione dell art. 26 del D.Lgs.81/08) Documento Unico di Valutazione dei Rischi di Interferenza Parte I (Applicazione dell art. 26 del D.Lgs.81/08) 1. Premessa Il presente documento di valutazione contiene le principali informazioni/prescrizioni

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Art. 26 del D.Lgs n 81 dei 9 aprile 2008 (ex Legge 3 agosto 2007 n 123) APPALTO: Servizio di Refezione scolastica per la scuola dell infanzia e

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE DI ACCESSO DEPURATORE DI BASSANO DEL GRAPPA

REGOLAMENTO AZIENDALE DI ACCESSO DEPURATORE DI BASSANO DEL GRAPPA Reg. n. 05 REGOLAMENTO AZIENDALE DI ACCESSO DEPURATORE DI BASSANO DEL GRAPPA (Art. 26 D.Lgs. 81/08) In relazione alle disposizioni previste dall art. 26 del D.Lgs. n. 81/2008 comma 1, il quale prevede

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I.

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I. Area Edilizia Servizio Gestione Riscaldamento Scuole ed Edifici Provinciali ***** Capitolato Speciale d Appalto per il Servizio Energetico negli Edifici di Proprietà e Competenza della Provincia di Torino

Dettagli

OBBLIGHI CONNESSI AI CONTRATTI D APPALTO O D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE Documento elaborato ai sensi dell art. 26 del D.Lgs.

OBBLIGHI CONNESSI AI CONTRATTI D APPALTO O D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE Documento elaborato ai sensi dell art. 26 del D.Lgs. CLI:1608 Committente: COMUNITA MONTANA DELL ESINO-FRASASSI via DANTE, FABRIANO - (AN) 0732-6951 Ditta Appaltatrice: ragione sociale indirizzo recapito telefonico e fax OBBLIGHI CONNESSI AI CONTRATTI D

Dettagli

DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIAL ARTISTA:

DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIAL ARTISTA: Allegato F, schema di DUVRI DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIAL ARTISTA:. OGGETTO APPALTO: FORNITURA E INSTALLAZIONE DI OPERE D ARTE PER IL PALAZZO RICERCA E CONOSCENZA DELLA FONDAZIONE

Dettagli

A.O. Ospedale San Carlo Borromeo

A.O. Ospedale San Carlo Borromeo Pre -Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenze Servizio di Prevenzione e Protezione Servizio di assistenza infermieristica, tecnica di supporto e dei servizi alberghieri c/o le comunità riabilitative

Dettagli

ALLEGATO 1) AL DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA E SERVIZI ACCESSORI CIG: 6662047F16

ALLEGATO 1) AL DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA E SERVIZI ACCESSORI CIG: 6662047F16 ALLEGATI AL DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER L APPALTO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA E SERVIZI ACCESSORI ALLEGATO 1) AL DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE

Dettagli

Ente Autonomo Fiere di Verona Viale del Lavoro 8, Verona

Ente Autonomo Fiere di Verona Viale del Lavoro 8, Verona Ente Autonomo Fiere di Verona Viale del Lavoro 8, Verona DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI(DUVRI) E INFORMATIVA IN MERITO AI RISCHI SPECIFICI PER LE FASI DI ALLESTIMENTO E DISALLESTIMENTO

Dettagli

OGGETTO: Comunicazione del Responsabile Esterno del Servizio di Protezione e Prevenzione.

OGGETTO: Comunicazione del Responsabile Esterno del Servizio di Protezione e Prevenzione. OGGETTO: Comunicazione del Responsabile Esterno del Servizio di Protezione e Prevenzione. Addetti Pulizie : Procedure per gli Operatori Esterni / DUVRI. Il sottoscritto, Arch. Filippo Fasulo, in qualità

Dettagli

La Delega di funzioni (Art. 16)

La Delega di funzioni (Art. 16) La Delega di funzioni (Art. 16) Delega di di funzioni - (Art. 16) 1. La delega di funzioni da parte del datore di lavoro, ove non espressamente esclusa, é ammessa con i seguenti limiti e condizioni: a)

Dettagli

C O M U N E D I SAN BENEDETTO DEL TRONTO

C O M U N E D I SAN BENEDETTO DEL TRONTO C O M U N E D I SAN BENEDETTO DEL TRONTO PROCEDURA APERTA PER APPALTO DEL SERVIZIO BIENNALE DI DERATTIZZAZIONE-DISINFESTAZIONE-FUMIGAZIONE RETE FOGNARIA - DEL TERRITORIO ED EDIFICI COMUNALI- CIG. 2474953BD0

Dettagli

1. Oneri stimati per la sicurezza dovuti ai rischi interferenti (ai sensi dell art. 26 comma 5 del D.Lgs. 81/08).

1. Oneri stimati per la sicurezza dovuti ai rischi interferenti (ai sensi dell art. 26 comma 5 del D.Lgs. 81/08). ALLEGATO 4 al Capitolato DISCIPLINARE SICUREZZA STAMPANTI 1. Oneri stimati per la sicurezza dovuti ai rischi interferenti (ai sensi dell art. 26 comma 5 del D.Lgs. 81/08). Oggetto: attività di noleggio

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI PRELIMINARE

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI PRELIMINARE DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI PRELIMINARE (art. 26 comma 3 D.Lgs. 81/08) Committente Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione committente Italia lavoro S.p.A. Ing.

Dettagli

La sicurezza nell ambito dell attività infermieristica

La sicurezza nell ambito dell attività infermieristica La sicurezza nell ambito dell attività infermieristica Obblighi e responsabilità derivanti dal D.Lgs. 81/08 La sicurezza nell ambito dell attività Paolo Troncana infermieristica Attività di R.S.P.P. e

Dettagli

Comune di Nonantola. Via Marconi 11 Nonantola (MO) xxxxx. xxxxx

Comune di Nonantola. Via Marconi 11 Nonantola (MO) xxxxx. xxxxx Documento Unico di Valutazione dei Rischi redatto ai sensi del D.Lgs. 9/4/8 n 81 art.26, comma 3 AFFIDAMENTO PARZIALE DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO PER IL PERIODO 1 SETTEMBRE 214 31 AGOSTO 216.

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DOVUTI ALLE INTERFERENZE

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DOVUTI ALLE INTERFERENZE REGIONE LAZIO AZIENDA SANITARIA LOCALE VITERBO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DOVUTI ALLE INTERFERENZE (Preliminare) (Art. 26 Decreto Legislativo 81/08) GARA PER L AFFIDAMENTO DELLA MANUTENZIONE

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE MUSEO STORICO DELLA FANTERIA DIREZIONE Documento DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE INFORMAZIONI SUI RISCHI SPECIFICI LUOGO DI LAVORO (art. 26, comma 1 lett. b, D.Lgs 81/08) MISURE

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) (Da allegare al Contratto di Appalto)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) (Da allegare al Contratto di Appalto) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) (Da allegare al Contratto di Appalto) Il presente documento unico di valutazione dei rischi da interferenze è redatto ai fini dell adempimento

Dettagli

COMUNE DI ROCCA PRIORA (Provincia di Roma)

COMUNE DI ROCCA PRIORA (Provincia di Roma) COMUNE DI ROCCA PRIORA (Provincia di Roma) APPALTO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA PER LE SCUOLE PUBBLICHE DELL INFANZIA, ELEMENTARI E MEDIE NEL TERRITORIO DEL COMUNE

Dettagli