Il Piano delle Attività del personale ATA a cura di: Mario Varini, Direttore sga a.s. 2012/2013 (data di redazione 4/9/2013)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Piano delle Attività del personale ATA a cura di: Mario Varini, Direttore sga a.s. 2012/2013 (data di redazione 4/9/2013)"

Transcript

1 Prot. 1313/s3/ci Castellucchio, 28/02/2013 Il Piano delle Attività del personale ATA a cura di: Mario Varini, Direttore sga a.s. 2012/2013 (data di redazione 4/9/2013) VISTO l'art. 53, primo comma, del CCNL 29/1. 1/2007, ii quale attribuisce al Direttore SGA la competenza a presentare all'inizio dell'anno scolastico la proposta del piano delle attività del personale ATA, VISTO il D.lgs. n. 165/2001 art. 25 e la circolare applicativa n. 7 del 13 maggio 2010; VISTO il D.lgs n. 150 del 27 ottobre 2009; VISTO la direttiva di massima comunicata dal Dirigente Scolastico in data 27/02/2013 con prot. n.1290 ; VISTO il Piano dell'offerta formativa vigente deliberate dal Consiglio d'istituto con delibera n. 11 del 31/01/2013 SENTITE le esigenze e le proposte del personale ATA, nella riunione di sevizio del 3 settembre 2012 e tenuto conto dell'esperienza e delle competenze specifiche possedute; CONSIDERATO il numero delle unita di personale ATA in organico per l'a.s.2012/2013 VISTO l'orario delle attività didattiche dei singoli plessi; VISTA la delibera del C.d.I. n.5 del 5/7/2012 che dispone in merito agli orari di funzionamento delle scuole; VISTA la delibera del C.d.I. n.6 del 5/7/2012 con la quale sono state disposte le seguenti dieci giornate di chiusura prefestive: dicembre 2012, luglio 2013 e agosto 2013; \\server\documenti$\area1\personale\ata\piano attivita ATA\PA_ATA_1213\Piano_Attivita_ATA.odt Pag. 1 Di 22

2 RECEPITE le direttive di massima e gli obiettivi assegnati dal D.S. ai sensi dell art. 25 comma 5 del D. Lgs. 165/2001; VISTO il Programma Annuale dell e.f. 2013; VISTA la Circolare MIUR n.6009 del 1/9/2011 e considerato che la stessa è priva di ogni fondamento giuridico in quanto ai sensi dell'art. 14 DPR 275/99 dal 1/9/2000 non vi è più ormai alcun rapporto di gerarchia tra il Ministero e i suoi Uffici periferici e le Istituzioni scolastiche autonome e che la materia non solo non appartiene più alla contrattazione integrativa ma alle prerogative dirigenziali afferenti l'organizzazione degli uffici e la gestione delle risorse umane; CONSIDERATO che nel corrente anno scolastico si darà continuità ed impulso alla riorganizzazione ed all adeguamento dei servizi amministrativi ed ausiliari secondo gli obiettivi del raggiungimento della migliore qualità del servizio reso; TENUTO conto delle richieste di assegnazione ai Plessi avanzate dal personale e delle richieste di flessibilità dell orario di lavoro; il Direttore sga Elabora il seguente Piano della Attività del personale ATA in coerenza con gli indirizzi deliberati nel piano dell'offerta formativa per l'anno scolastico 2012/2013. Il piano è articolato secondo i seguenti segmenti organizzativo-gestionali: a) Modalità di prestazione del servizio b) Criteri per l'assegnazione ai plessi, e per la sostituzione del personale assente, c) Modalità di fruizione di ferie e permessi d) Partecipazione ad assemblee sindacali e servizi minimi in caso di scioperi. e) Attribuzione di compiti di natura organizzativa; f) Proposta per l'attribuzione degli incarichi specifici. g) Proposta per l'attribuzione di attività da retribuire con il Fondo di Istituto h) Sicurezza sui luoghi di lavoro i) Attività di formazione j) Disposizioni generali \\server\documenti$\area1\personale\ata\piano attivita ATA\PA_ATA_1213\Piano_Attivita_ATA.odt Pag. 2 Di 22

3 A) Modalità di prestazione del servizio Orario di servizio, orario di lavoro, chiusure prefestive, ritardi, turnazioni e partecipazione alle attività programmate. Premessa In applicazione dell'art. 51 CCNL 2007, l'orario giornaliero massimo e di 9 ore, comprese le eventuali prestazioni orarie aggiuntive. In caso di prestazione dell'orario giornaliero eccedente le sette ore continuative di lavoro, il personale usufruisce, a richiesta, di una pausa di almeno 30 minuti al fine del recupero delle energie psicofisiche e dell'eventuale consumazione del pasto. Tale pausa deve essere comunque prevista, se l'orario continuativo di lavoro giornaliero e superiore a 7 ore e 12 minuti. In coerenza con le disposizioni di cui al art.33 del C.C.N.L., per il soddisfacimento delle esigenze e delle specifiche necessità dell Istituzione possono essere adottate le sottoindicate tipologie di orario di lavoro che possono coesistere tra di loro: Orario di lavoro ordinario L'articolazione dell'orario di lavoro ordinario integrato dall'estensione oraria utile alla fruizione delle giornate di chiusura prefestive viene disciplinata con apposito ordine di servizio, che varrà per l'intero anno scolastico. Orario di lavoro flessibile (giornaliero) Su specifica richiesta del personale ATA o per disposizione di servizio da parte dell'amministrazione, nel rispetto dell'ammontare giornaliero delle ore di servizio può essere attivato l'istituto della flessibilità oraria. Orario plurisettimanale In caso di necessità l'amministrazione può disporre di eccedere fino a 6 ore il limite massimo dell orario di lavoro ordinario settimanale. Il recupero delle ore/giorni andrà effettuato in periodi di minore concentrazione dell orario. \\server\documenti$\area1\personale\ata\piano attivita ATA\PA_ATA_1213\Piano_Attivita_ATA.odt Pag. 3 Di 22

4 Orario straordinario Premesso che: l'estensione oraria eventualmente disposta dal Direttore sga per la sostituzione dei colleghi assenti o per altre necessità viene gestita con l'attivazione dell'istituto della programmazione plurisettimanale; il numero di giorni utili per fruire delle ferie estive (luglio-agosto) ammonta a 37 (al netto delle festività e delle chiusure prefestive già garantite nel profilo orario di ogni dipendente ATA); per le operazioni di pulizia generale deve essere riservato un congruo numero di giorni di servizio che saranno definiti dal Direttore sga dopo attenta valutazione delle reali necessità distinte per scuola; Alla luce di quanto nelle premesse non è possibile accumulare ai fini di un recupero eventuali prestazioni eccedenti l'orario ordinario di servizio. In caso non sia obiettivamente possibile attivare per qualche prestazione oraria l'istituto della programmazione plurisettimanale, le ore di lavoro straordinario risultanti alla fine dell'anno scolastico saranno retribuite agli aventi diritto mediante accesso all'apposito fondo allo scopo accantonato nelle disponibilità del personale ATA riferite al Fondo di i. Durante i periodi di interruzione delle attività didattiche il personale ATA presterà servizio 6 giorni alla settimana dalle 7:30 alle 13:30. Orario di servizio del personale supplente In caso di supplenze brevi l'orario settimanale di servizio del supplente sarà di 36 ore escludendo pertanto l'effettuazione di prestazioni aggiuntive a recupero dei prefestivi (in tali occasioni il personale supplente verrà posto in ferie d'ufficio). Turnazioni Le turnazioni, laddove possibile, saranno organizzate a richiesta dei C.S. Interessati. L'orario di servizio della giornata è indicato nei prospetti sia individuali che di sede ed sempre consultabile anche dalla propria scheda del Registro presenze. Non è possibile cambiare il proprio turno di lavoro. In caso di particolari necessità personali, è necessario avere l'autorizzazione del Direttore sga, da richiedere anticipatamente. \\server\documenti$\area1\personale\ata\piano attivita ATA\PA_ATA_1213\Piano_Attivita_ATA.odt Pag. 4 Di 22

5 Ritardi Il ritardo sull orario di ingresso comporta l obbligo del recupero entro la stessa settimana. In caso di mancato recupero, attribuibile ad inadempienza del dipendente, si opera la proporzionale decurtazione della retribuzione cumulando le frazioni di ritardo fino a un ora di lavoro o frazione non inferiori alla mezza ora. Chiusure prefestive (deliberate dal CdI) I recuperi dei crediti necessari alla fruizione delle giornate prefestive sono stati organicamente inseriti nella programmazione annuale del servizio ordinario di tutto il personale ATA. Il servizio utile alla fruizione delle giornate di chiusura prefestiva non reso per eventuali assenze del personale, ove possibile, sarà integrato nei rimanenti periodi di servizio ordinario. Il saldo mensile del servizio deve risultare a zero, pertanto al fine di garantire al personale tale saldo, i recuperi di eventuali ed eccezionali crediti derivanti da estensioni orarie, sentiti gli interessati, saranno programmati a cura dell'ufficio entro i termini previsti per la programmazione plurisettimanale dell'orario di servizio. Il personale in part-time potrà fruire delle chiusure prefestive solo se ricadenti nel periodo di servizio; il numero delle stesse sarà rilevato dal servizio ordinario reso nel periodo di attività. Recupero prefestivi: effetti delle assenze Esperite tutte le possibilità e verificato che non è possibile offrire servizi a recupero dei prefestivi, gli stessi saranno proporzionalmente ridotti e il personale interessato, nelle date escluse dai recuperi sarà posto in ferie d'ufficio. Gestione delle attività programmate (Riunioni di servizio, commissioni, ecc.) Premesso che le attività connesse ai casi indicati dovranno essere effettuate preferibilmente durante il normale orario di apertura e chiusura della scuola. \\server\documenti$\area1\personale\ata\piano attivita ATA\PA_ATA_1213\Piano_Attivita_ATA.odt Pag. 5 Di 22

6 Qualora le attività si protraggano oltre la fine del servizio del personale ATA la scuola potrà essere chiusa a cura del docente responsabile: ins. fiduciario o suo delegato (le chiavi da consegnare ai docenti fiduciari sono reperibili in ufficio). Il normale servizio richiesto per garantire tutte le attività programmate connesse al funzionamento ordinario delle scuole sarà gestito utilizzando gli strumenti previsti dal CCNL secondo le seguenti priorità: 1. Flessibilità oraria 2. Programmazione plurisettimanale 3. Estensione oraria da recuperare nel mese successivo (solo in casi eccezionali) A0) DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED AMMINISTRATIVI Organizza la propria presenza in servizio e il proprio tempo di lavoro per 36 ore settimanali secondo criteri di flessibilità, assicurando il rispetto delle scadenze amministrative e la presenza negli organi collegiali nei quali e componente di diritto e nei quali e invitato a partecipare in qualità di tecnico. L'orario è funzionale al raggiungimento degli obiettivi e mira ad una fattiva e sinergica azione di supporto al Dirigente Scolastico per assicurare professionalità nell'azione tecnico-giuridico-amministrativa di propria competenza, L'orario e oggetto di apposita intesa scritta con il Dirigente. A1) ASSISTENTI AMMINISTRATIVI L'orario del personale amministrativo è articolato su 36 ore su sei giorni settimanali ed è svolto nel modo seguente: Servizio antimeridiano dalle ore 7, 30 alle ore 13, 30. Servizio pomeridiano dalle ore 10, 00 alle ore 16, 00. Tale articolazione dell'orario consente il funzionamento dell'ufficio di segreteria per cinque giorni settimanali anche nel pomeriggio. \\server\documenti$\area1\personale\ata\piano attivita ATA\PA_ATA_1213\Piano_Attivita_ATA.odt Pag. 6 Di 22

7 Orario di servizio (inclusa estensione oraria di 100 minuti a recupero delle giornate di chiusura prefestiva) Ass.Amm. Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato AA_1 iti 07:30 13:30 07:30 13:30 09:00 16:00 07:30 13:30 07:30 13:30 07:30 13:30 AA_2 iti 07:30 13:30 07:30 13:30 07:30 13:30 08:20 16:00 07:30 13:30 07:30 13:30 AA_3 iti 07:50 13:50 09:40 16:00 07:50 14:20 07:50 13:50 7:50 14:50 7:50 13:50 AA_4 iti 10:00 16:00 08:00 14:00 08:00 14:00 08:00 14:00 8:00 14:00 8:00 14:00 AA_5 iti (pt 4) 07:30 11:30 07:30 11:30 07:30 11:30 07:30 11:30 07:30 11:30 07:30 11:30 AA_5 itd (pt 2) 10:00 14:00 / 10:00 14:00 / 12:00 16:00 / AA_6 itd 07:30 13:30 07:30 13:30 07:30 13:30 07:30 13:30 07:30 13:30 07:30 13:30 Orario di servizio nei periodi di sospensione delle attività didattiche (vacanze natalizie, pasquali ed estive) Salvo. comprovate esigenze, tutto il personale amministrativo compreso il Direttore sga presterà servizio per 36 ore settimanali su 6 giorni dalle alle Ricevimento del pubblico Si effettua in orario antimeridiano ogni giorno dalle ore 11:00 alle ore 13.00, ed in orario pomeridiano dalle 14:30 alle 15:30 tutti i giorni escluso il sabato. A2) COLLABORATORI SCOLASTICI L'orario dei collaboratori è articolato su 36 ore settimanali. Tale articolazione dell'orario consente il funzionamento dell'ufficio di segreteria per cinque giorni settimanali anche nel pomeriggio. La copertura dell'orario è garantita da cinque Assistenti Amministrativi utilizzando gli strumenti dell'orario ordinario e flessibile. Orario di servizio (vedi prospetti allegati) \\server\documenti$\area1\personale\ata\piano attivita ATA\PA_ATA_1213\Piano_Attivita_ATA.odt Pag. 7 Di 22

8 B) Criteri per l'assegnazione ai plessi, e per la sostituzione del personale assente Considerato che nelle proprie decisioni riferite al personale ATA il Dirigente deve tener conto del ruolo del Direttore sga nella gestione del medesimo personale; Premesso che la procedura di assegnazione delle attività e delle mansioni è una operazione delicata che dovrà essere svolta nel rispetto degli obiettivi a cui un Piano delle attività e che deve tendere a: 1. individuare l equilibrio dei carichi di lavoro da distribuire tra le risorse umane coinvolte, in termini di rispetto delle competenze e delle attitudini di ciascuno 2. creare un sano rapporto relazionale sul posto di lavoro La trasparenza e la chiarezza della procedura, oltre che il rispetto delle competenze, delle capacità e delle disponibilità, consentiranno una maggiore condivisione delle scelte che verranno operate in un clima di sani rapporti relazionali, tali da migliorare la qualità e la quantità del lavoro svolto. Considerato che per tutto il personale ATA la sede di servizio è l'istituto Comprensivo di Castellucchio e che l'attribuzione dei CS ai plessi deve avvenire nel rispetto prioritario delle esigenze di servizio unitamente alle inclinazioni professionali individuali di ogni CS riscontrate direttamente dal Direttore sga in qualità di responsabile del servizio reso da parte del personale ATA. Considerato che la distanza tra la abitazione e la sede di servizio potrebbe causare momenti di rischio sia per il dipendente (incidenti in itinere in particolare durante il periodo invernale) che per la scuola (apertura della scuola) e aumenti di spesa per recarsi sul posto di lavoro da parte del personale, il Direttore sga propone al Dirigente di attivare una modalità di assegnazione dei CS ai plessi che tenga conto quindi anche della vicinanza del plesso assegnato al luogo di residenza del dipendente e che solo dopo aver assegnato le sedi nel rispetto delle presenti premesse, se richiesti, saranno possibili cambi di plesso nella medesima località e di adibire al servizio esterno, segreteria, ufficio di dirigenza un CS che sappia dimostrare: affidabilità, riservatezza, capacità di rapportarsi con il pubblico, conoscenza delle norme-base di legislazione scolastica, Il Direttore sga propone che tale servizio venga affidato al Collaboratore Scolastico addetto alla sede principale che ha effettuato il medesimo servizio nello scorso anno scolastico. \\server\documenti$\area1\personale\ata\piano attivita ATA\PA_ATA_1213\Piano_Attivita_ATA.odt Pag. 8 Di 22

9 PROPOSTA distribuzione dei collaboratori scolastici nei plessi di servizio ic castellucchio (sede) infanzia di castellucchio CS/nome e frazione di utilizzo hh:mm Alunni alunni per CS 43,5 CS_12 32:55 CS/nome e frazione di utilizzo hh:mm CS_2 04:00 CS_13 37:40 CS_19 04:30 CS_14 37:40 totale ore 79:25 totale ore 75:20 primaria di castellucchio secondaria di castellucchio Alunni alunni per CS 75,39 Alunni alunni per CS 105,73 CS/nome e frazione di utilizzo hh:mm CS/nome e frazione di utilizzo hh:mm CS_18 31:40 CS_12 04:45 CS_17 37:40 CS_11 37:40 CS_19 21:10 CS_19 12:00 CS_18st 06:00 CS_2 04:40 totale ore 98:30 totale ore 59:50 infanzia di sarginesco infanzia di campitello Alunni alunni per CS 20,83 Alunni alunni per CS 32,65 CS/nome e frazione di utilizzo hh:mm CS/nome e frazione di utilizzo hh:mm CS_4 37:40 CS_10 37:40 CS_5 07:40 CS_9 17:50 totale ore 45:20 totale ore 55:30 primaria di campitello secondaria di campitello 1/2 t. prol. Alunni alunni per CS 76,47 Alunni alunni per CS 56,07 CS/nome e frazione di utilizzo hh:mm CS/nome e frazione di utilizzo hh:mm CS_1 37:40 CS_7 37:40 CS_9 19:50 CS_8 37:40 totale ore 57:30 CS_2 14:40 totale ore 90:00 primaria di gabbiana tempo pieno primaria di marcaria Alunni alunni per CS 36,11 Alunni alunni per CS 58,04 CS/nome e frazione di utilizzo hh:mm CS/nome e frazione di utilizzo hh:mm CS_6 37:40 CS_16 37:40 CS_5 30:00 CS_2 04:20 totale ore 67:40 totale ore 42:00 primaria di cesole infanzia di casatico Alunni alunni per CS 26 Alunni alunni per CS 38,58 CS/nome e frazione di utilizzo hh:mm CS/nome e frazione di utilizzo hh:mm CS_15 37:40 CS_3 37:40 totale ore 37:40 CS_2 10:00 totale ore 47:40 \\server\documenti$\area1\personale\ata\piano attivita ATA\PA_ATA_1213\Piano_Attivita_ATA.odt Pag. 9 Di 22

10 Sostituzione colleghi assenti In caso di assenza di un Collaboratore scolastico o di un Assistente Amministrativo si procederà tempestivamente alla chiamata di un supplente temporaneo. Solo nel caso in cui si verifichi l'impossibilità di utilizzo efficiente e risolutivo di tale metodo di sostituzione (telefonata tardiva del dipendente assente o altre cause ostative) si procederà ad affidare i servizi al personale in servizio al quale sarà corrisposto un adeguato compenso per intensificazione all'interno del proprio orario di servizio l'entità del compenso sarà definita in sede di contrattazione integrativa. La necessità di attribuire lavoro straordinario è di specifica e esclusiva competenza del Direttore sga e verrà disposto solo dopo aver esperito ogni tentativo di utilizzo di altre modalità. C) Fruizione delle ferie I giorni di ferie spettanti possono essere goduti in modo frazionato, compatibilmente con le esigenze di servizio e, comunque, durante i periodi di interruzione delle attività scolastiche. Tutti i giorni di ferie spettanti dovranno essere fruiti entro e non oltre il termine dell'anno scolastico (31/8/2013) e possono essere interrotti solo ed esclusivamente a seguito di malattia superiore a gg.2 resta pertanto esclusa la possibilità di riservarsi giorni di ferie da fruire nel corso del successivo anno scolastico. I Collaboratori scolastici prima dell'inizio delle ferie riferite ai periodi di interruzione delle attività didattiche (Natale, Pasqua ed estate) dovranno aver completato le operazioni di pulizia generale del proprio plesso. Gli Assistenti Amministrativi prima dell'inizio delle ferie riferite ai periodi di interruzione delle attività didattiche (Natale, Pasqua ed estate) dovranno aver completato le pratiche in corso e formalizzare la consegna dei compiti o doveri d'ufficio richiesti al proprio reparto al Direttore sga o al suo sostituto perché provveda a redistribuire i compiti tra il personale in servizio. Il Dirigente, sentito il Direttore sga emetterà i dispositivi di autorizzazione o di diniego in base ai seguenti criteri: esigenze di servizio, disponibilità e rotazione \\server\documenti$\area1\personale\ata\piano attivita ATA\PA_ATA_1213\Piano_Attivita_ATA.odt Pag. 10 Di 22

11 sia dei giorni di servizio sia dei periodi di ferie. Fatte salve le preminenti esigenze di servizio (sorveglianza e pulizia) le ferie durante l anno scolastico devono essere richieste almeno dieci giorni prima. Il DS sentito il DSGA decreterà l'assenza entro i successivi cinque giorni. L'eventuale diniego del Dirigente dovrà essere motivato. Ogni eventualità particolare sarà risolta in relazione alle esigenze di servizio. Nei periodi di sospensione dell'attività didattica sarà cura del Direttore sga emanare apposite disposizioni di servizio al fine di garantire una presenza minima di CS sufficiente all'espletamento di tutte le attività di pulizia ed sanificazione degli ambienti scolastici. Vacanze natalizie, di carnevale, pasquali. Sede Principale: n.2 Assistenti amministrativi e n. 2 Collaboratori scolastici Plessi scolastici: i CS presteranno servizio per non meno di 3 giorni. Vacanze estive (dal 1/7 al 24/8) (eventuali richieste oltre il 24/8 saranno valutate dal Direttore sga) Sede Principale: n.2 Assistenti amministrativi e n. 2 Collaboratori scolastici Plessi scolastici: i CS presteranno servizio per non meno di 10 giorni. D) partecipazione ad assemblee sindacali e servizi minimi in caso di scioperi. Assemblee sindacali (v. anche art. 13 CCNL 5/8/95) Il personale del comparto scuola ha diritto a partecipare, durante l orario di lavoro, ad assemblee sindacali per 10 ore pro capite per anno scolastico. Può essere tenuta di norma un assemblea al mese. Il capo d istituto ne farà oggetto di avviso, mediante circolare di servizio pubblicata nell'apposita area del sito dell'i.c. di Castellucchio. La dichiarazione apposta dall'interessato farà fede ai fini del computo del monte ore individuale ed è irrevocabile. In caso di partecipazione totale del personale ATA, ferma restando l'intesa con i soggetti sindacali di cui all art. 14 del medesimo CCNL, si può stabilire, di massima, la quota del personale (distintamente per profilo) tenuto ad \\server\documenti$\area1\personale\ata\piano attivita ATA\PA_ATA_1213\Piano_Attivita_ATA.odt Pag. 11 Di 22

12 assicurare, presso la sede centrale, i servizi essenziali relativi alla vigilanza degli ingressi alla scuola, al centralino, ad altre attività indifferibili coincidenti con l assemblea sindacale. Servizi minimi da garantire durante gli scioperi In attuazione della legge 146/90, nel CCNL 1998/2001 sono state individuate le prestazioni indispensabili, che il personale della scuola deve assicurare in caso di sciopero. Con l accordo nazionale decentrato del 8/10/99 sono stati definiti i criteri per la determinazione dei contingenti del personale da prevedere in caso di sciopero. Il personale ATA dovrà garantire il servizio solo in presenza di particolari e specifiche situazioni: attività che si svolgono in particolari momenti dell anno: esami e scrutini finali: sono obbligati a prestare servizio un assistente amministrativo per le attività di natura amministrativa, un assistente tecnico dell area specifica nei casi in cui il tipo di esame prevede l uso dei laboratori e un collaboratore scolastico per l apertura e chiusura dei locali scolastici. pagamento degli stipendi: in questo caso potrà essere richiesta la presenza di un assistente amministrativo e di un collaboratore scolastico. Il dirigente scolastico, sulla base del numero di adesioni allo sciopero, valuterà se sospendere in tutto o in parte il servizio, dandone comunicazione alle famiglie. Per assicurare le prestazioni indispensabili il dirigente scolastico nel caso di adesione totale allo sciopero, contratterà con i rappresentanti sindacali le unità e i nominativi di coloro che dovranno rimanere in servizio (solo in occasione di esami e scrutini finali e pagamento degli stipendi. I dipendenti precettati dovranno essere avvertiti per iscritto almeno cinque giorni prima dello sciopero. Ricevuta la comunicazione il lavoratore obbligato al servizio potrà, qualora non l avesse già fatto, dichiarare la sua volontà di aderire allo sciopero e chiedere se possibile la sostituzione con altre unità. \\server\documenti$\area1\personale\ata\piano attivita ATA\PA_ATA_1213\Piano_Attivita_ATA.odt Pag. 12 Di 22

13 E) Attribuzione di compiti di natura organizzativa Individuazione e Articolazione dei Servizi Amministrativi e Generali Direzione dei servizi generali e amministrativi: Il direttore sga Sovrintende ai servizi generali e amm.vi nell'ambito delle direttive impartite dal D.S. Cura con funzioni di coordinamento, l'organizzazione del personale A.T.A., posto alle sue dirette dipendenze Provvede a redigere i verbali e all'esecuzione delle delibere del C.d.l. Firma, congiuntamente al D.S., tutti i documenti contabili concernenti la gestione autonoma dell'istituzione È segretario della Giunta Esecutiva Firma tutti i certificati che non comportino vantazioni discrezionali e ne rilascia copia Svolge attività di formazione e aggiornamento nei confronti del personale Cura l'attività istruttoria diretta alla stipulazione di accordi, convenzioni, contratti con soggetti esterni È consegnatario dei beni mobili Collabora con il D.S. alla redazione del Programma Annuale Firma mandati e reversali Cura le variazioni al Programma Collabora alla redazione del Conto Consuntivo Gestisce le schede di progetto Gestisce il fondo per le minute spese Cura l'attività istruttoria relativa agli acquisti Tiene i registri contabili e il Registro dei contratti Funzioni aggiuntive del Direttore sga Coordina e partecipa agli atti vita-progettuale relativa.all'ampliamento dell'offerta formativa, curando tutta la parte amministrativa e contabile e assicurando il coordinamento con il personale di segreteria Consulenza alla contrattazione integrativa di istituto Predisposizione bozza degli atti deliberativi da sottoporre all'esame del Consiglio di Istituto Predispone bozza relazione Programma Annuale per D,S, Predisporre bozza relazione Conto Consuntivo per D.S, \\server\documenti$\area1\personale\ata\piano attivita ATA\PA_ATA_1213\Piano_Attivita_ATA.odt Pag. 13 Di 22

14 Segreteria Servizi Amministrativi I profili professionali del personale ATA sono individuati dalla tabella A del C.C.N.L. sottoscritto in data 24 luglio 2003 per il quadriennio normativo 2002/2005, in particolare ci si sofferma sul profilo professionale dell assistente amministrativo, che si inserisce nell area B: 1. svolge attività specifiche con autonomia operativa e responsabilità diretta; 2. nelle istituzioni scolastiche ed educative dotate di magazzino può essere addetto, con responsabilità diretta, alla custodia, alla verifica e alla registrazione delle entrate e delle uscite del materiale e delle derrate in giacenza; 3. esegue attività lavorativa richiedente specifica preparazione professionale e capacità di esecuzione delle procedure, anche con l utilizzazione di strumenti di tipo informatico, pure per finalità di catalogazione; 4. ha competenza diretta della tenuta dell archivio e del protocollo; 5. oltre alle attività e alle mansioni espressamente previste dall area di appartenenza, all assistente amministrativo possono essere affidati incarichi specifici, che comportano l assunzione di ulteriori responsabilità, rischio o disagio, necessari per la realizzazione del Piano dell Offerta Formativa (P.O.F.), così come stabilito dal piano delle attività. 6. Tutti gli Assistenti amministrativi hanno compiti di collaborazione amministrativa caratterizzati da autonomia e responsabilità operativa. 7. In particolare l'assistente Amministrativo, SARZI SARTORI MARIANGELA, sostituisce il Direttore SGA nel caso dì assenza o impedimento. 8. Tutti gli assistenti amministrativi sono incaricati del trattamento dei dati personali, sensibili e giudiziari, secondo le regole previste dal decreto legislativo 196/2003. L'incarico, costituisce attribuzione di compiti connessi all'esercizio delle mansioni previste nel profilo professionale. \\server\documenti$\area1\personale\ata\piano attivita ATA\PA_ATA_1213\Piano_Attivita_ATA.odt Pag. 14 Di 22

15 Assegnazione di uffici e competenze Area 1 Ufficio personale DOCENTE assegnato all'assistente Amministrativo FOSTINI LEA Area 1 Ufficio personale ATA assegnato all'assistente Amministrativo SILIGARDI CECILIA Area 1 Ufficio alunni assegnato all'assistente Amministrativo PANZANI GIULIANA Area 1 Collaborazioni generiche con gli altri Ass.Amm.vi FRANCHINI DONATA (itd) TESSADRI PAOLA (itd) Area 2 Ufficio Affari generali, gestione della corrispondenza e dell'informazione assegnato all'assistente Amministrativo GIOVANNA PIAZZA Area 2 Contabilità e patrimonio assegnato all'assistente Amministrativo SARZI SARTORI MARIANGELA Tenuta registri obbligatori Nelle more della definizione relativa alla forma che un registro digitale deve assumere, si considerano registri i documenti creati mediante interrogazione delle banche dati che gestiscono e conservano i provvedimenti amministrativi dell'ic di Castellucchio. Tali documenti (files pdf) opportunamente firmati con la firma digitale del Il servizio amministrativo vengono conservati negli archivi digitali dell'ic di Castellucchio. Registro Protocollo corrispondenza riservata Registro del protocollo informatico Registro delle circolari interne (di durata annuale) Programma annuale Conto consuntivo Giornale di cassa Partitari delle entrate delle uscite responsabile Dirigente AA_4 AA_4 DSGA DSGA AA_3 AA_3 \\server\documenti$\area1\personale\ata\piano attivita ATA\PA_ATA_1213\Piano_Attivita_ATA.odt Pag. 15 Di 22

16 Registro residui attivi e passivi Registro Inventario Registro di magazzino Registro c/c/postale Registro del fondo per le minute spese Registro dei contratti Registro dei decreti Registro dello stato di servizio del personale ATA Registro dello stato di servizio del personale DOCENTE Registro delle assenze del personale ATA Registro delle assenze del personale DOCENTE Registro perpetuo dei certificati Registro dei contratti per supplenze itd Registro delle matricole di carriera scolastica degli alunni Registro dei verbali del consiglio d'istituto Registro dei verbali della giunta esecutiva Registro dei verbali del collegio docenti Registro dei verbali dei consigli di classe Registro dei verbali dei revisori dei conti Registro dei verbali RSU Registro degli infortuni Registro delle presenze del personale (badge) Registro dei controlli sulle autocertificazioni Registro consegna chiavi AA_3 AA_3 AA_3 AA_3 DSGA DSGA/AA_3 AA_2 AA_5 AA_2 AA_5 AA_2 AA_1 AA_2 AA_1 AA_4 AA_4 AA_4 Coord.di classe AA_3 Coll. del DS AA_1 DSGA AA_4 AA_5 (*) in fase di rigenerazione per effetto della digitalizzazione degli archivi Utilizzo della rete internet: utilizzo di servizi istituzionali in rete, ricerche documentali, attività collaborativa e di condivisione. Al fine di ottimizzare i servizio mediante un confronto diretto con i colleghi di altre scuole tutto il personale amministrativo è autorizzato, esclusivamente per motivi di servizio, all'utilizzo degli strumenti di social networking che di volta in volta ritiene opportuni utilizzando i servizi internet e le dotazioni hardware dell'ufficio. Tutto il personale amministrativo è in possesso di un indirizzo appartenente al da utilizzare esclusivamente per motivi di servizio. \\server\documenti$\area1\personale\ata\piano attivita ATA\PA_ATA_1213\Piano_Attivita_ATA.odt Pag. 16 Di 22

17 F) Incarichi specifici ATA La complessità della scuola dell'autonomia - relativamente alla gestione amministrativa, contabile e dei servizi tecnici e ausiliari - richiede: un particolare impegno specifiche esperienze e competenze professionali. Tali Incarichi specifici, nell ambito dei profili professionali, comportano l assunzione di responsabilità ulteriori. Saranno pertanto attribuite ai Collaboratori Scolastici che prestano servizio presso le scuole dell'infanzia ed ai Collaboratori scolastici incaricati all'assistenza di alunni con disabilità certificate. Per la quantificazione dei compensi si rimanda alle tabelle allegate al contratto integrativo a.s. 2012/2013. Redazione e monitoraggio del piano triennale per la trasparenza, valutazione e merito e Redazione del Piano Disaster Recovery e continuità operativa AA_4 Compenso lordo dipendente equivalente alla indennità corrisposta ai colleghi ex-art.7 sullo stipendio Collaboratori scolastici (no art.7) Scuola dell'infanzia minuti x settimana CS_2 600 CS_ CS_5 460 CS_ CS_ CS_ CS_ Nel caso detti incarichi siano attribuiti a collaboratori scolastici che hanno frequentato e superato i corsi di formazione ex-art.7 non sarà attribuito il riconoscimento economico a carico del Fondo di Istituto in quanto già retribuito nella retribuzione mensile. Partecipazione del personale ATA ai progetti del POF L'attribuzione di compiti e incarichi specifici riferiti ai progetti del POF (attività curricolari ed extracurricolari) può essere effettuata esclusivamente se tali attività risultano specificatamente previste e richieste nella scheda progetto redatta dal responsabile del progetto, approvata dal Collegio Docenti e dal CdI. Criteri e modalità per la verifica di efficienza ed efficacia dell'attività. \\server\documenti$\area1\personale\ata\piano attivita ATA\PA_ATA_1213\Piano_Attivita_ATA.odt Pag. 17 Di 22

18 Il personale collaboratore scolastico deve provvedere alla piccola manutenzione dei beni mobili ed immobili; alla periodica verifica dello stato d uso di porte, infissi, rubinetteria, scarichi, interruttori, prese di corrente, punti luce, ecc. segnalando guasti o inefficienze, e tenere un registro nel quale annotare i singoli interventi effettuati. Sono previsti incontri di monitoraggio in itinere per la valutazione dei risultati di fase ed adeguamento pianificazione e la produzione, da parte del personale assegnatario, di una relazione finale sulla conduzione delle attività previste nella funzione. G) Fondo d'istituto del personale ATA Il fondo di Istituto e comunque ogni altro stanziamento destinato alla retribuzione di prestazioni (non necessariamente oltre l orario di lavoro, ma richiedenti maggior impegno professionale), sono finalizzati a: valorizzare e sviluppare le molteplici risorse umane migliorare l'organizzazione complessiva dei servizi amm.vi, e generali Gli obiettivi sono: promuovere l'elaborazione e l'attuazione di progetti volti a migliorare il livello di funzionalità organizzativa, amministrativa, tecnica e dei servizi generali; garantire prestazioni aggiuntive per l ordinario funzionamento dei servizi scolastici ovvero per fronteggiare esigenze straordinarie; incentivare attività intese, secondo il tipo e il livello di responsabilità connesse al profilo, ad assicurare il coordinamento operativo e la collaborazione alla gestione per il funzionamento degli uffici, e dei servizi; retribuire prestazioni conseguenti alle assenze del personale in attesa della sostituzione del titolare; realizzazione di forme flessibili di svolgimento dell'orario di lavoro (turnazioni, orario plurisettimanale, etc.) al fine di corrispondere alle esigenze didattiche ed organizzative previste dal POF. \\server\documenti$\area1\personale\ata\piano attivita ATA\PA_ATA_1213\Piano_Attivita_ATA.odt Pag. 18 Di 22

19 Fondo di Istituto personale ATA Proposta incarichi per attività aggiuntive e/o di intensificazione I parametri indicati nelle seguenti tabelle rappresentano la proposta del Direttore sga da considerare se confermati al fine del calcolo del relativo compenso che sarà oggetto di contrattazione integrativa di istituto. Assistenti Amministrativi registro e pagelle Assistenti Amministrativi iscrizioni on-line restonsabili di area Traspare nza Albo Pretorio Mercato elettroni co demateri supporto alizzazio nuovi AA ne on-line AA_1 0, AA_2 0, AA_3 0, AA_ AA_5 pt 4/6 AA_5 itd su pt 2/6 0,67 0,33 Collaboratori scolastici Collaboratori scolastici servizi esterni gg x settimana orario spezzato scavalco unità collaborazio ne con i docenti CS_1 1 CS_ CS_3 1 CS_4 1 CS_5 5 1 CS_6 5 1 CS_7 1 CS_8 1 CS_ CS_10 1 CS_11 1 CS_ CS_13 1 CS_14 1 CS_15 1 CS_16 CS_17 pt 1 0,5 CS_17 iti su pt CS_18 pt CS_18 iti su pt CS_19 3 0,5 \\server\documenti$\area1\personale\ata\piano attivita ATA\PA_ATA_1213\Piano_Attivita_ATA.odt Pag. 19 Di 22

20 Indicatori area amministrativa Tutti i documenti amministrativi devono contenere le sigle di chi lì ha redatti e di chi ha battuto il testo, ai sensi della L 241/90. Tutti i documenti amministrativi devono essere archiviati in modo accessibile ai colleghi: sì raccomanda dì effettuare il salvataggio su una cartella del server per visualizzare in piè pagina il percorso di ricerca. Tutti i documenti devono essere gestiti ne! rispetto del D. Lgs n. 196 del 30 giugno 2003 (codice privacy) sia nei formato elettronico che in quello cartaceo, fn particolare, si raccomanda dì mantenere una gestione riservata delle password di accesso e di conservare i documenti cartacei negiì appositi armadi dotati di chiusura. Il pagamento degli stipendi, sempre che vi sia disponibilità finanziaria assegnata dai MIUR, deve essere effettuato entro le scadenze che vengono fissate dal SIDI. La trasmissione del T.F.R. deve essere predisposta entro 15 giorni dalla cessazione dei rapporto di lavoro. Le scadenze amministrative e fiscali devono essere rispettate a seconda dell'area di appartenenza. modello DURC deve essere richiesto on-line prima della all'emissione del buono d'ordine (verificare la data di scadenza ed eventualmente richiederne un altro prima della liquidazione). II CIG deve essere riportato nel buono-d'ordine o contratto e nel mandato di pagamento H) Sicurezza sul luogo di lavoro. Tutto il personale è tenuto ad osservare le norme di sicurezza e di tutela della salute sui luoghi di lavoro, stabilite dal D.L.vo 81/2008 mediante l'applicazione di ogni cautela, prevenzione ed eventuale uso di attrezzature antinfortunistiche utili ad evitare danni a sé o a terzi durante lo svolgimento delle proprie mansioni. \\server\documenti$\area1\personale\ata\piano attivita ATA\PA_ATA_1213\Piano_Attivita_ATA.odt Pag. 20 Di 22

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE GIOSUÈ CARDUCCI LICEO CLASSICO, SCIENTIFICO, SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO V.le Trento e Trieste n 26-56048 - Volterra (PI) - tel. 0588 86055 - fax 0588 90203 ISTITUTO STATALE

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015 Istituto Comprensivo Statale Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado Piazzale della Civiltà Tel. 0828/941197 fax. 0828/941197 84069 ROCCADASPIDE (Salerno) C.M. SAIC8AH00L Email-dirdirocca@tiscali.it

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

PART TIME DOCENTI DI RUOLO. GUIDA E MODELLO DI DOMANDA. SCADENZA 15 MARZO 2015

PART TIME DOCENTI DI RUOLO. GUIDA E MODELLO DI DOMANDA. SCADENZA 15 MARZO 2015 PART TIME DOCENTI DI RUOLO. GUIDA E MODELLO DI DOMANDA. SCADENZA 15 MARZO 2015 di Lalla, Orizzonte scuola 23.2.2015 Scade il 15 marzo la domanda per la richiesta di part time. I requisiti e le modalità

Dettagli

GUIDA SUL PART TIME. Requisiti e modalità per inoltrare la domanda

GUIDA SUL PART TIME. Requisiti e modalità per inoltrare la domanda GUIDA SUL PART TIME Il termine per la presentazione della domanda per la richiesta di part time è generalmente fissata al 15 marzo di ogni anno. I docenti interessati devono inoltrare la domanda, per il

Dettagli

SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO

SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO Ufficio VI -Area amministrazione e gestione delle risorse finanziarie Corso Ferrucci n. 3 10138 Torino SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO

Dettagli

Guida sul part time personale di ruolo (trasformazione del contratto da tempo pieno a tempo parziale). Presentazione domande entro il 15 marzo

Guida sul part time personale di ruolo (trasformazione del contratto da tempo pieno a tempo parziale). Presentazione domande entro il 15 marzo Liceo Primo Levi _- S. Donato Milanese Guida sul part time personale di ruolo (trasformazione del contratto da tempo pieno a tempo parziale). Presentazione domande entro il 15 marzo Scade il 15 marzo la

Dettagli

I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED

I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED AMMINISTRATIVI: QUALE CONVIVENZA PER LA MIGLIORE FUNZIONALITÀ DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA 1 A cura di Maria Michela Settineri IL

Dettagli

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA a cura del Nucleo Promozione e Sviluppo Responsabile: Cesare Hoffer Il presente documento non ha la pretesa di essere

Dettagli

Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90

Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90 Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90 ART. 1 SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI 1. Ai sensi della legge 12 giugno 1990, n. 146, i servizi pubblici da considerare

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione)

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione) 1 REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale della Sanità Dipartimento regionale per la pianificazione strategica ********** Servizio 1 Personale dipendente S.S.R. LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Indice (cliccabile) Premessa Terziarizzazione Regole per la definizione degli organici di ciascun profilo o DSGA o Assistenti Tecnici

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP)

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP) REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT.75 CONFERIMENTO E REVOCA DI INCARICHI AL PERSONALE DELLA CATEGORIA EP E 76 RETRIBUZIONE DI POSIZIONE E RETRIBUZIONE DI RISULTATO DEL CCNL 16.10.2008

Dettagli

SEDE PROVINCIALE DI FOGGIA. Gilda degli Insegnanti. Guida pratica per le RSU Gilda-Unams

SEDE PROVINCIALE DI FOGGIA. Gilda degli Insegnanti. Guida pratica per le RSU Gilda-Unams SEDE PROVINCIALE DI FOGGIA Gilda degli Insegnanti Guida pratica per le RSU Gilda-Unams Guida pratica per le RSU Gilda-Unams A cura di Gina Spadaccino Indice Introduzione pag. 1 I diritti delle RSU pag.

Dettagli

IPOTESI DI PIATTAFORMA UNITARIA. FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, CONFSAL/SNALS CCNL ANINSEI 2010-2012

IPOTESI DI PIATTAFORMA UNITARIA. FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, CONFSAL/SNALS CCNL ANINSEI 2010-2012 IPOTESI DI PIATTAFORMA UNITARIA FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, CONFSAL/SNALS CCNL ANINSEI 2010-2012 Art. 2 - Procedure per il rinnovo del CCNL PARTE PRIMA Titolo I Il sistema delle relazioni sindacali

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO v. Marconi, 62 15058 VIGUZZOLO (AL) Tel. 0131/898035 Fax 0131/899322 Voip 0131974289 Mobile 3454738373 E_mail: info@comprensivoviguzzolo.it

Dettagli

Protocollo n. 8077/A26/1 Milano, 31/10/2014

Protocollo n. 8077/A26/1 Milano, 31/10/2014 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE V I A D E A N D R E I S Sede: Via L. De Andreis, 10-20137 MILANO Tel.: 0288447156 (centralino) Fax: 0288447157 Codice Mecc. MIIC8DW00R Cod. Fiscale 80126130154 Protocollo n.

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089 ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 04345204 0434520089 PROT. n. 199/B19 Pordenone, 15 gennaio 2014 Ai Sigg. Genitori Oggetto:

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DEI DIPENDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI

UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DEI DIPENDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DEI DIPENDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 (Campo di applicazione) 1. Il presente Contratto

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Allegato alla Deliberazione n. 1576 del 19/11/2012 REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Art. 1 OGGETTO E DESTINATARI Il presente regolamento

Dettagli

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE.

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. IL SEGRETARIO GENERALE con la capacità e con i poteri del privato

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Sottoscritto definitivamente in data 20 dicembre 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

Carta dei servizi scolastici. Patto educativo di corresponsabilita. Premessa

Carta dei servizi scolastici. Patto educativo di corresponsabilita. Premessa Allegato 1. Carta dei servizi scolastici Patto educativo di corresponsabilita Premessa Il patto educativo di corresponsabilità ribadisce i contenuti presenti nella Carta dei Servizi dei P.O.F. precedenti.

Dettagli

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Definizione Riposi compensativi La banca ore è un istituto contrattuale che consiste nell accantonamento, su di un conto

Dettagli

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche. A.N.A.AM. Scuola. Associazione Nazionale Assistenti Amministrativi

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche. A.N.A.AM. Scuola. Associazione Nazionale Assistenti Amministrativi A tutti i Colleghi Assistenti Amministrativi delle Segreterie Scolastiche Italiane RIVENDICHIAMO LA QUALIFICA DI VIDEOTERMINALISTA CON UNA PETIZIONE ON LINE AL MINISTERO. Lavoriamo con il computer ma non

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricada durante gli scrutini di fine anno

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricada durante gli scrutini di fine anno Indicazioni operative per quanto riguarda l adesione allo sciopero proclamato da FLC Cgil, CISL scuola, UIL scuola, SNALS e GILDA per due giornate consecutive in concomitanza con l effettuazione degli

Dettagli

REGOLAMENTO DEL PART-TIME

REGOLAMENTO DEL PART-TIME REGOLAMENTO DEL PART-TIME (approvato con deliberazione di Giunta comunale n. 279 del 14/11/2012, integrato con deliberazione di Giunta comunale n. 311 del 17/12/2013 e, da ultimo, modificato con deliberazione

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

REGOLAMENTO SUL PART TIME PER IL PERSONALE DEL COMPARTO DEL S.S.N.

REGOLAMENTO SUL PART TIME PER IL PERSONALE DEL COMPARTO DEL S.S.N. REGOLAMENTO SUL PART TIME PER IL PERSONALE DEL COMPARTO DEL S.S.N. ART.1 Finalità L Azienda U.L.S.S. 20, alla luce delle nuove disposizioni legislative e contrattuali, con il presente regolamento supera

Dettagli

Regolamento per la gestione dei contratti di lavoro part-time (approvato con determinazione n 172 del 15.4.2013) Art. 1 - Oggetto

Regolamento per la gestione dei contratti di lavoro part-time (approvato con determinazione n 172 del 15.4.2013) Art. 1 - Oggetto Regolamento per la gestione dei contratti di lavoro part-time (approvato con determinazione n 172 del 15.4.2013) Art. 1 - Oggetto Il presente Regolamento disciplina le procedure per la trasformazione del

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

Art.1 (Oggetto) Art.2 (Definizioni)

Art.1 (Oggetto) Art.2 (Definizioni) REGOLAMENTO SULLA TUTELA DELLE PERSONE E DI ALTRI SOGGETTI RISPETTO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI emanato con decreto direttoriale n.220 dell'8 giugno 2000 pubblicato all'albo Ufficiale della Scuola

Dettagli

a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche

a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche 1)Pubblicata nel B.U. 7 novembre 1995, n. 51. Art. 1 (Ambito di applicazione) (1) Tutte le istituzioni scolastiche

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART-TIME, DELLE INCOMPATIBILITA' E DEI SERVIZI ISPETTIVI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART-TIME, DELLE INCOMPATIBILITA' E DEI SERVIZI ISPETTIVI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART-TIME, DELLE INCOMPATIBILITA' E DEI SERVIZI ISPETTIVI Approvato con D.G. N.40 DEL 10.04.2000 Modificato con D.G. N.79 DEL 04.11.2002 Modificato con D.G. N.70 DEL 13.11.2006

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 DOMANDA DI ISCRIZIONE Al Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 _l_ sottoscritt in qualità di padre

Dettagli

Progetto Formazione e informazione dei rappresentanti di classe

Progetto Formazione e informazione dei rappresentanti di classe Progetto Formazione e informazione dei rappresentanti di classe Guida pratica del rappresentante dei genitori a cura dell Associazione Per maggiori informazioni consultare il sito www.genitoriescuola.it

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Pasian di Prato (UD) - Via Leonardo da Vinci, 23 - C.A.P. 33037 tel/fax: 0432 699954 e-mail: ddpasian@tin.it udic856004@istruzione.it udic856004@pec.istruzione.it

Dettagli

Principali tipi di assenza docenti con contratto di lavoro a tempo indeterminato

Principali tipi di assenza docenti con contratto di lavoro a tempo indeterminato Tipo di assenza e fonti A) Ferie Art. 13 CCNL 2007. B) Festività soppr. artt.14 ccnl 2007 e art.1, lett.b, L.937/77 Principali tipi di assenza docenti con contratto di lavoro a tempo indeterminato Durata

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO PART TIME PER RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE QUESITO (posto in data 23 marzo 2014) Sono una dipendente a tempo indeterminato dal 2010, trasferita in mobilità nel luglio 2011 presso un Azienda Sanitaria

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Campo di applicazione Art. 3 Contingente che può essere destinato al tempo

Dettagli

SEDE PROVINCIALE DI LATINA

SEDE PROVINCIALE DI LATINA Trasformazione contratto di lavoro in regime Part Time Scadenza: 15.3.2013 L'amministrazione scolastica costituisce rapporti di lavoro a tempo parziale sia all'atto dell'assunzione sia mediante trasformazione

Dettagli

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricadono durante degli scrutini di fine anno

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricadono durante degli scrutini di fine anno Indicazioni operative per quanto riguarda l adesione allo sciopero proclamato da FLC Cgil, CISL scuola, UIL scuola, SNALS e GILDA per due giornate consecutive in concomitanza con l effettuazione degli

Dettagli

Comune di Isola del Liri

Comune di Isola del Liri SERVIZIO 1 - SEGRETERIA DEL SINDACO U.R.P. AFFARI GENERALI E PERSONALE AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO, AI SENSI DELL ART. 110, COMMA 1, DEL D. LGS. 267/2000, DI N. 1

Dettagli

ARIENZO Regolamento per l'ordinamento degli Uffici e dei servizi

ARIENZO Regolamento per l'ordinamento degli Uffici e dei servizi Comune di ARIENZO Regolamento per l'ordinamento degli Uffici e dei servizi Comune di Arienzo - Regolamento per l'ordinamento degli uffici e dei servizi Pagina 1 INDICE Art. 1-Oggetto del regolamento Art.

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale 1. I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati, a richiesta, nei

Dettagli

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81)

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81) Mod. 4 bis - Prest. DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53 d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18 comma 1 lettera r d.lgs. 09/04/2008 n. 81) Alla Sede INAIL INAIL TIMBRO DI ARRIVO Data di spedizione

Dettagli

ALLE OO.SS. DEL COMPARTO SCUOLA ALL' U.R.P.

ALLE OO.SS. DEL COMPARTO SCUOLA ALL' U.R.P. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Ufficio Scolastico Provinciale di Roma Via Luigi Pianciani, 32 00185 Roma sito: http:/www.lazio.istruzione.it/csa/csa_roma.shtml

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Legge Regionale 28 giugno 2013 n. 15 - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Legge Regionale 12 marzo 2015 n. 7 - Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

OrizzonteScuola.it 1

OrizzonteScuola.it 1 1 2014 Orizzonte Scuola S.R.L. Via J. A. Spataro 17/A 97100 Ragusa (Rg) - Sicily E-mail: redazione@orizzontescuola.it http://orizzontescuola.it 2 INDICE LE SUPPLENZE DI COMPETENZA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011 Sottoscritto definitivamente in data 5 settembre 2012 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO GINNASIO STATALE "M. T. CICERONE" RMPC29000G Via Fontana Vecchia, 2 00044 FRASCATI tel. 06.9416530 fax 06.9417120 Cod.

Dettagli

Gas-acqua - Rinnovo del c.c.n.l.

Gas-acqua - Rinnovo del c.c.n.l. Gas-acqua - Rinnovo del c.c.n.l. Con l'ipotesi di accordo 14 gennaio 2014 le Parti stipulanti (Anfida, Anigas, Assogas, Confindustria Energia, Federestrattiva, Federutility con Filctem-Cgil, Femca-Cisl,

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

VERBALE DI RIUNIONE. si sono incontrate in ordine al rinnovo della Contrattazione Integrativa Aziendale ai sensi dell'art 21 del vigente CCNL.

VERBALE DI RIUNIONE. si sono incontrate in ordine al rinnovo della Contrattazione Integrativa Aziendale ai sensi dell'art 21 del vigente CCNL. VERBALE DI RIUNIONE II giorno 18 febbraio 2005 la Banca di Roma S.p.A. e la Rappresentanza Sindacale Aziendale UGL Credito dell'unità Produttiva Riscossione Tributi della Provincia di Frosinone si sono

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

ORARIO DI LAVORO DEI LAVORATORI MOBILI NEL SETTORE TRASPORTI

ORARIO DI LAVORO DEI LAVORATORI MOBILI NEL SETTORE TRASPORTI ORARIO DI LAVORO DEI LAVORATORI MOBILI NEL SETTORE TRASPORTI Sommario: 5064.0 QUADRO GENERALE 5064.1 ORARIO DI LAVORO 5064.1.1 Durata dell'orario di lavoro settimanale 5064.1.2 Riposi intermedi 5064.1.3

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

inform@ata news n.02.15

inform@ata news n.02.15 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it inform@ata news n.02.15 la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti GUIDA OPERATIVA Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti Dicembre 2014 INDICE INTRODUZIONE... 2 PERMESSI PER CONCORSI, ESAMI, AGGIORNAMENTO... 3

Dettagli

Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF)

Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) INDICE Articolo 1 - Finalità e natura dell Ente 2 Articolo 2 - Attività dell INAF 3 Articolo 3 - Principi di organizzazione 5 Articolo 4 - Organi 6

Dettagli

Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale

Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale 1 - Individuazione qualifiche e numero di rapporti di lavoro a tempo parziale Il rapporto di lavoro a tempo parziale, anche se a tempo

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL.

VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL. ISTITUTO COMPRENSIVO DI CESIOMAGGIORE sc. dell Infanzia di Pez, sc. primarie di Cesio, Soranzen, San Gregorio nelle Alpi, sc. sec. di I gr. di Cesiomaggiore VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL. e

Dettagli

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI 1 All. 2) GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 La Scuola Comunale dell Infanzia assume e valorizza le differenze individuali dei bambini nell ambito del processo

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli