SITI WEB E INTERFACCE VIDEO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SITI WEB E INTERFACCE VIDEO"

Transcript

1 Gioco didattico sul web per il castelllo di Thiene Castletime è un serious game progettato esplicitamente per il web, fruibile da desktop e tablet attraverso i principali browser maggiormente utilizzati dagli utenti della Rete. Rivolto in particolare a studenti della scuola primaria, nasce con la finalità di integrare con approfondimenti individuali o collettivi l esperienza di visita al Castello di Thiene. La scelta del meccanismo ludico rende l esperienza di approfondimento interattiva e coinvolgente, stimola la creatività e la partecipazione degli studenti, favorisce la condivisione delle conoscenze acquisite relativamente al patrimonio culturale, naturale e antropologico del territorio. Il tema dell acqua, scelto come filo conduttore del percorso di gioco, fornisce il pretesto per toccare diversi ambiti tematici legati alle attività produttive, alla storia, agli aspetti ecologici e naturali, allo sviluppo e trasformazione del territorio in un continuo dialogo tra passato e presente.

2 Gioco didattico sul web per il castelllo di Thiene IL MECCANISMO L ESPEDIENTE NARRATIVO Una goccia d acqua accompagna il giocatore nel suo viaggio esplorativo e lo introduce alle varie prove da affrontare, portandolo alla scoperta dell importanza dell acqua, ora come nei tempi passati. LA NAVIGAZIONE Nell interfaccia principale si ritrovano gli elementi tipici del videogioco: la mappa draggabile, il navigatore, le icone che indicano lo stato di avanzamento del gioco (i livelli risolti), quelle che rimandano alla homepage, alle istruzioni di gioco, e infine le icone di download e upload. Tutti gli elementi grafici bianchi sono selezionabili e permettono l accesso ai vari giochi da risolvere, in un continuo percorso di andata e ritorno alla mappa.

3 Gioco didattico sul web per il castelllo di Thiene IL MECCANISMO IL QUIZ, IL DRAG AND DROP I giochi di approfondimento sono stati ricondotti a due tipi: quello del drag and drop che consiste nel trascinamento di oggetti sullo schermo e quello del quiz con domande a risposta multipla (previa visione di un filmato di approfondimento). DOWNLOAD E UPLOAD Il gioco prevede due step: il primo consiste nel completamento della mappa, che di volta in volta si arricchisce di una texture studiata ad hoc per ogni elemento del complesso, il secondo prevede l accesso ad altri contenuti attraverso il download di schede di lavoro da colorare, completare, fotografare e caricare in rete. Tutti i lavori saranno visualizzati e condivisi in una gallery creata appositamente per Castletime.

4 Gioco didattico sul web per il castelllo di Thiene RAPPRESENTAZIONE LA MAPPA Si è scelto di rappresentare la mappa della proprietà del castello e dei suoi dintorni in proiezione 2d, scegliendo per ogni elemento del complesso la rappresentazione in pianta o in prospetto a seconda della proiezione che risultava più efficace per l identificazione dell elemento. Tutte le texture sono state trattate con colori piatti eliminando ombre e altri effetti e puntando all essenzialità degli oggetti. Gli elementi che rimandano ai diversi giochi sono trattati con una campitura bianca, poiché il bianco dà l idea di livello non completo e conferisce all interfaccia grafica una più chiara organizzazione. Una volta completati i vari livelli, le aree sensibili assumono una colorazione più marcata e in sintonia con il resto della mappa.

5 Gioco didattico sul web per il castelllo di Thiene RAPPRESENTAZIONE LE SEZIONI DI GIOCO Anche per le schermate di gioco sono state utilizzate immagini e colori bidimensionali. Solo per la sezione della cedraia si è scelto di costruire un modello 3d, più efficace per illustrare gli elementi architettonici che compongono la struttura e per poterne ricostruire l ipotetica chiusura invernale. LE ICONE E IL PERSONAGGIO DELLA GOCCIA Per quanto riguarda le icone, l obiettivo era renderle il più possibile intuitive utilizzando elementi semplici quali rettangoli cerchi e quadrati, distinguendo chiaramente le varie zone di colore, eliminado quasi del tutto ombre, gradienti, sfumature, trasparenze. La stessa logica si ritrova nel personaggio della goccia. L idea di partenza è stata la rappresentazione grafica di una molecola d acqua con i suoi legami, a cui sono state date sembianze antropomorfe. In questo caso la combinazione di cerchi è risultata più efficace, e lo studio dell espressione del volto ha permesso una minore astrazione del personaggio.

6 Design del sito web per Th&Ma architettura Per il re-design del sito si è deciso di lavorare sulla leggibilità ed eleganza della pagina partendo da alcuni principi quali l essenzialità e la comunicazione della filosofia dello studio. I lavori sono presentati non solo mostrando il risultato finale ma anche raccontando l approccio adottato di volta in volta a seconda delle caratteristiche peculiari e della complessità del progetto. Alcune scelte grafiche sono state fatte nell ottica di costruire un immagine coordinata dello studio individuando così degli elementi (quali formato del layout e colori) che permettono una facile riconoscibilità dello studio Th&Ma. Infine, si è cercato di evitare elementi che potessero appesantire la pagina (fondi e banner colorati) e rendere difficoltosa la navigazione (elementi ridondanti e menù ripetitivi), lavorando su un layout leggero e funzionale.

7 Design del sito web per Th&Ma architettura IL MECCANISMO IL MENU La barra del menu principale è posizionata nella parte alta della pagina. Per semplificare la navigazione e dare una lettura più immediata dei contenuti si è scelto di utilizzare un menu a discesa per l accesso alle voci di secondo livello. Questo permette di semplificare la navigazione e dare una lettura più immediata dei contenuti. La barra resta fissa e sempre visibile in tutte le pagine. LA SELEZIONE Ci sono due modalità di accesso alle informazioni: i testi (barra principale del menu e lista di categorie nelle schede dei lavori) o le immagini (lavori in ordine cronologico o divisi per categorie). Anche l accesso alla galleria di immagini per il singolo lavoro avviene selezionando l immagine rappresentativa del lavoro, all interno della scheda.

8 Design del sito web per Th&Ma architettura RAPPRESENTAZIONE IL LAYOUT DELLE PAGINE Gli elementi grafici sono ridotti all essenziale per una migliore lettura dei contenuti. La pagina dei lavori in ordine cronologico inquadra un percorso potenzialmente infinito, sempre implementabile. Si tratta di una ideale linea del tempo che scorre in verticale e alla quale si agganciano i vari lavori. I lavori divisi per categorie, a seconda del tipo di intervento, sono presentati come un mosaico di icone, con scorrimento in blocco in orizzontale.

9 Design del sito web per Th&Ma architettura RAPPRESENTAZIONE I COLORI DEI TESTI Il font scelto è un sans serif semplice e leggibile che si avvicina molto a quello utilizzato per il logo. Per una maggiore caratterizzazione le voci principali del menù sono in bold mentre tutti gli altri testi sono in regular. Le combinazioni di colori si rifanno in parte a quelli del logo (grigio), con l introduzione del blu per i link. I testi sono in scala di grigi. GRIGIO LOGO GRIGIO TESTO GRIGIO SFONDO MENU BLU LINK BIANCO TESTO MENU I COLORI DELLE IMMAGINI La pagina è in scala di grigi, il colore è utilizzato per la selezione di un testo o di un immagine.

10 Prototipo di apparato informativo per una rete di edifici monumentali e musei Realizzato in collaborazione con MeLa Media Lab (IUAV) Il Museo di Castelvecchio rappresenta il caso studio per la realizzazione di un sistema informativo che parla del museo e delle sue collezioni, oltre che dei riferimenti a opere e luoghi dell intera città di Verona. Il modello digitale di Castelvecchio è l oggetto da interrogare. Ogni parte del modello racconta la sua microstoria, in un sistema aperto che può essere sempre aggiornato. Il modello non è usato come contenitore virtuale delle collezioni del museo, ma diventa strumento conoscitivo e interpretativo a disposizione di studiosi, docenti, studenti, cittadini e turisti. Questo presupposto permette di prendere in considerazione delle relazioni di senso tra alcune opere di Castelvecchio e alcuni personaggi e luoghi di Verona o del territorio circostante che attualmente non sono presenti nel museo reale. La rete di nuove connessioni potrebbe costituire un nuovo tipo di database, in cui la catalogazione non riguarda la singola opera o il singolo autore, ma la singola storia raccontata.

11 Prototipo di apparato informativo per una rete di edifici monumentali e musei IL MECCANISMO IL MENU La pagina principale non presenta scritte di alcun genere. L accesso alle informazioni avviene tramite aree sensibili associate alle diverse parti del modello digitale. I CONTENUTI È possibile visualizzare i contenuti sottoforma di brevi video che si aprono in una nuova finestra, sovrapposta alla pagina principale.

12 Prototipo di apparato informativo per una rete di edifici monumentali e musei RAPPRESENTAZIONE IL COLORE Il modello è reso con linee nere su fondo bianco e ha una leggera texture di mattoni in scala di grigi. Solo gli elementi selezionabili sono colorati, anche se si è scelto di utilizzare delle tinte neutre per una resa non fotorealistica. LE CORNICI Il confronto tra i vari documenti (modello digitale, disegni di Carlo Scarpa, foto storiche degli allestimenti precedenti) avviene all interno di finestre dal bordo grigio molto sottile o a tutto schermo senza bordo. Le finestre sono affiancate e messe l una dentro l altra.

13 Modelli digitali delle città di Trento e Lisbona inseriti all interno di un prototipo per l esplorazione in real-time. MIC-My Ideal City 2010 Realizzato in collaborazione con MeLa Media Lab (IUAV) MIC è un progetto sperimentale che l Unione Europea ha finanziato per verificare l uso di ambienti virtuali condivisi nell ambito di un confronto pubblico sui temi della costruzione della città del prossimo futuro. Il progetto ha coinvolto quattro musei della scienza Museo Tridentino di Scienze Naturali, Ciênca Viva di Lisbona, Experimentarium di Copenhagen e Bloomfield Science Museum di Gerusalemme e il Laboratorio Multimediale MeLa dell Università IUAV di Venezia, che si è occupato del coordinamento artistico e della realizzazione degli ambienti virtuali delle città di Trento e di Lisbona.

14 Modelli digitali delle città di Trento e Lisbona inseriti all interno di un prototipo interattivo per l esplorazione in real-time. MIC-My Ideal City 2010 IL MECCANISMO La formula narrativa più accattivante e coinvolgente è sembrata essere quella del videogame: mondi virtuali esplorabili in rete da più utenti attraverso mouse o joystick e tastiera. Gli avatar possono comunicare tra di loro all interno delle città virtuali. L esplorazione parte dall hub in cui l utente può scegliere il proprio avatar e decidere da quale città iniziare l esplorazione. I collegamenti tra le quattro città avvengono attraverso passaggi istantanei in prossimità di particolari portali.

15 Modelli digitali delle città di Trento e Lisbona inseriti all interno di un prototipo interattivo per l esplorazione in real-time. MIC-My Ideal City 2010 RAPPRESENTAZIONE Per limitazioni tecniche si è deciso di rappresentare le città attraverso un modello semplificato fatto di quinte scenografiche. La città reale è rappresentata per parti significative che ne permettono una chiara riconoscibilità. La città ideale è rappresentata dai cortili (di totale invenzione) che si aprono dietro le facciate della città di Trento o dalle stanze scavate nei piani terra degli isolati della città di Lisbona. Si può notare la prevalenza dell immagine mappata, applicata alla geometria stessa, e la preferenza per una mappatura fatta di foto e non di immagini artificiali. Nel trattamento delle immagini la desaturazione e la successiva colorazione, l accentuazione del contrasto e della grana, la sfocatura, l oscuramento hanno la funzione di ampliare il campo delle possibilità di interpretazione.

16 Design del sito web per l unità di ricerca in Rappresentazione, Università Iuav di Venezia. www2.iuav.it/urrappresentazione 2009 Realizzato in collaborazione con MeLa Media Lab (IUAV) I docenti e i laboratori afferenti all unità di ricerca si occupano di Rappresentazione in ambiti diversi, dal disegno al rilievo, alla semiotica, al digitale e multimediale. La grafica del sito è studiata in modo da preservare l identità del singolo gruppo (rappresentato da un segno grafico diverso, anche se simile a tutti gli altri), pur mantenendo una percezione unitaria dell ambito di ricerca (grafica e movimenti con leggerissime differenze).

17 Design del sito web per l unità di ricerca in Rappresentazione, Università Iuav di Venezia. www2.iuav.it/urrappresentazione 2009 IL MECCANISMO IL MENU La pagina principale contiene elementi grafici leggermente diversi tra loro, caratterizzati da un costante movimento circolare con piccole variazioni di velocità. Ognuno di questi simbolisegni-icone identifica una persona o un gruppo di ricerca. Tutti i contenuti si sovrappongono sulla stessa pagina, senza mai perdere il contatto con la situazione di partenza. LA SELEZIONE Gli elementi grafici sono molto semplici all inizio, ma diventano più complessi ogni volta che si fa una selezione. Il meccanismo dello zoom determina la messa a fuoco di un dettaglio e aumenta la ricchezza di particolari grafici, come in un cambio di scala.

18 Design del sito web per l unità di ricerca in Rappresentazione, Università Iuav di Venezia. www2.iuav.it/urrappresentazione 2009 RAPPRESENTAZIONE LA Linee sottili con parole e immagini agganciate rendono gli elementi della pagina stilizzati. La messa a fuoco distingue gli oggetti in primo piano rispetto a quelli che rimangono sullo sfondo. I COLORI In generale gli oggetti sono in scala di grigio su fondo bianco. Le immagini sono a colori, ma molto desaturate, in modo da non creare troppo contrasto con l uniformità di toni della pagina.

19 Interfaccia per il Palazzo della Ragione di Padova 2008 Realizzato in collaborazione con MeLa Media Lab (IUAV) Intento principale del progetto è raccontare un architettura complessa e stratificata ad un pubblico il più vasto possibile, sperimentando un tipo di interfaccia intuitiva, basata più sulle immagini che sui testi. Oltre a ricollocare il manufatto architettonico nel contesto che lo ha prodotto, si propone visivamente una lettura sintetica e sincronica dei contenuti. Dello stesso lavoro è stata realizzata una versione non interattiva (video) per - la mostra Galileo. Immagini dell universo dall antichità al telescopio, Palazzo Strozzi, Firenze 13 marzo-30 agosto 2009; - l esposizione internazionale Segunda Bienal de Canarias, Arquitectura, Arte y Paisaje, Isole Canarie, 3 marzo-5 maggio 2009.

20 Interfaccia per il Palazzo della Ragione di Padova 2008 IL MECCANISMO IL MENU Eliminazione del classico menu a tendina. L intera pagina diventa meccanismo di accesso alle informazioni, attraverso titoli che ruotano intorno alle sezioni principali del progetto. LA SELEZIONE La selezione dei contenuti può avvenire secondo due modalità: la parola chiave in movimento sullo schermo o l area sensibile sull immagine. I CONTENUTI È possibile visualizzare i contenuti sottoforma di immagini, immagini e testo, video.

21 Interfaccia per il Palazzo della Ragione di Padova 2008 RAPPRESENTAZIONE OPACO-TRASPARENTE Visualizzazione del modello del palazzo nella versione opaca per l esterno e nella versione al tratto per evidenziare le pareti interne affrescate. SOVRAPPOSIZIONE Lettura simultanea di più immagini a opacità differente (modello nelle varie configurazioni storiche, ingrandimento del singolo affresco sull intero modello). DESATURATO-COLORATO Gli affreschi, divisi per categorie, sono evidenziati con un fondo giallo (effetto spot), rispetto alla desaturazione del resto della parete affrescata.

22 Video Masterplan e Project and building Il video Masterplan è stato realizzato in occasione della partecipazione al concorso internazionale di progettazione per la ricostruzione del teatro della commedia di Baku. Si è deciso di presentare il progetto preliminare non tanto come fotografia, attraverso l uso di render fotorealistici, bensì proprio come processo, illustrando le varie fasi della costruzione, la loro complessità, la necessità indispensabile di un coordinamento assoluto. Il video Project and building è stato realizzato in occasione della fiera Abitare il Tempo (Verona, Ottobre 2012) dove si è allestito uno spazio espositivo per la presentazione del progetto di ricostruzione del teatro. Entrambi i video, seppur realizzati in due momenti diversi e per scopi differenti raccontano il progetto attraverso l uso e la mescolanza di varie tecniche di rappresentazione.

23 Video Masterplan e Project and building LO STORYBOARD Masterplan Obiettivo del video era quello di presentare il progetto (articolazione degli spazi, funzioni e complessità dei percorsi e collegamenti) proprio come processo costruttivo. Per una migliore comprensione dei contenuti il testo è stato ridotto al minimo, attraverso l uso di parole chiave. Project and building Obiettivo del video era quello di mostrare la ricostruzione del teatro mostrando in parallelo sia la fase di progettazione (con schizzi, disegni, render e rilievo laser scanner) che la fase di costruzione (con foto di materiali di realizzazione e foto di cantiere).

24 Video Masterplan e Project and building RAPPRESENTAZIONE Masterplan Tutte le immagini sono presentate a schermo intero su fondo bianco e il passaggio dall una all altra avviene attraverso la dissolvenza incrociata. Nella prima parte del video predomina la vista assonometrica del modello digitale semplificato del teatro mentre nella seconda parte alcune viste prospettiche acquerellate si alternano a render che riproducono lo stesso punto di vista. Project and building Le immagini sono inquadrate da tre finestre che dividono lo schermo in tre parti uguali e occupano in altezza circa 1/3 dell altezza totale. In momenti differenti ogni immagine può occupare una, due o tre finestre comparendo e muovendosi con ritmi differenti, conferendo così dinamicità alla narrazione. Per una maggiore uniformità di linguaggio le immagini sono state virate tutte verso i toni del giallo, del blu e del verde mentre laddove si è ritenuto che il colore fosse l informazione predominante sono stati mantenuti i colori originali.

25 Video Il bambino di Fidene per il Museo di Storia della Medicina, Università La Sapienza di Roma Realizzato in collaborazione con Marco Mason e Federica de Rocco. Il progetto è un remake di un documentario sul ritrovamento dello scheletro di un bambino, risalente a 1800 anni fa, su cui era stata praticata una tecnica, avanzatissima per l epoca, di trapanazione del cranio. Nel nuovo percorso espositivo al Museo di Storia della Medicina la sepoltura è stata ricostruita così come si presentava al momento del ritrovamento. Il video e la ricostruzione della sepoltura consentono di illustrare in modo scientificamente completo il suo significato dal punto di vista della storia della patologia, dell antropologia fisica e dell archeologia.

26 Video Il bambino di Fidene realizzato per il Museo di Storia della Medicina, Università La Sapienza di Roma LO STORYBOARD La vicenda del ritrovamento del cranio del bambino con un foro del diametro di 6 cm è narrata tramite il montaggio di spezzoni del vecchio documentario, foto degli scavi e immagini del modello digitale del cranio. Brevi testi descrittivi accompagnano tutto il filmato. RAPPRESENTAZIONE Il filmato è tutto giocato sul montaggio di immagini del vecchio documentario e immagini nuove, tramite dissolvenze incrociate e lenti zoom. Non sono stati fatti viraggi e manipolazioni, ma si è preferito mantenere i colori originali del materiale a disposizione.

27 Video per la mostra Leonardo. L uomo vitruviano tra arte e scienza., Gallerie dell Accademia, Venezia. Video Il documento Video Il contesto 2009 Realizzato in collaborazione con MeLa Media Lab (IUAV) L allestimento si proponeva come percorso graduale alla scoperta di un unica opera: il disegno dell Uomo vitruviano di Leonardo. Il percorso si snodava attraverso tre piccole stanze comunicanti. Nella stanza centrale era posizionato il disegno e nelle stanze alle estremità erano proiettati due filmati (riferimenti figurativi e culturali per la lettura dell opera). La visione del disegno originale di Leonardo non poteva avvenire senza prima aver visionato uno dei due filmati.

28 Video per la mostra Leonardo. L uomo vitruviano tra arte e scienza., Gallerie dell Accademia, Venezia LO STORYBOARD IL DOCUMENTO Il famoso disegno dell uomo vitruviano è raccontato attraverso il confronto con gli antecedenti e le influenze posteriori e con lo studio di geometria e proporzioni. IL CONTESTO L opera è fortemente legata al suo tempo. Si offre una panoramica di ricerche e scoperte a cavallo tra Quattrocento e Cinquecento. I temi riguardano lo studio della natura, la riscoperta dell antico, l invenzione della prospettiva, i progressi nel calcolo matematico, la scoperta dell America, le nuove macchine per la guerra, lo studio della città, l invenzione della stampa.

29 Video per la mostra Leonardo. L uomo vitruviano tra arte e scienza., Gallerie dell Accademia, Venezia RAPPRESENTAZIONE I COLORI Ad eccezione dei disegni di Dürer, lasciati volutamente nei suoi colori originali nella sezione dedicata allo studio della natura, i colori predominanti sono i grigi, il bianco brillante e il giallo. GLI EFFETTI In entrambi i filmati non c è quasi niente di statico, ma tutto ha un movimento lentissimo, con effetti di sovrapposizione in semitrasparenza, zoom e pan. Le sezioni dei video sono identificate da parole-chiave posizionate in basso a sinistra, le cui lettere passano dal grigio al bianco con lo scorrere del tempo del singolo filmato.

30 Video per la mostra Architettura delle facciate: le chiese di Palladio a Venezia., Iuav, Aula Magna Tolentini, Venezia. Video Nuvole Video Proporzioni Video Alcune fonti antiche Video Rilievi nel passato 2008 Realizzato in collaborazione con MeLa Media Lab (IUAV) A 500 anni dalla nascita di Andrea Palladio, lo Iuav ha ospitato una mostra sui rilievi delle quattro facciate di chiese veneziane progettate dall architetto: San Francesco della Vigna, San Pietro di Castello, San Giorgio Maggiore e il Redentore. L esposizione in versione stampata dei documenti era integrata dalla proiezione di quattro filmati che analizzavano i rapporti dimensionali e proporzionali delle facciate, nonchè i riferimenti ai canoni del trattato palladiano e ad alcune architetture del passato. I filmati proponevano una nuova modalità di analisi e confronto, non più per accostamento, ma per sovrapposizione.

31 Video per la mostra Architettura delle facciate: le chiese di Palladio a Venezia., Iuav, Aula Magna Tolentini, Venezia LO STORYBOARD NUVOLE Si è scelto di utilizzare le nuvole di punti per rendere graficamente (dopo semplificazione dei dati e trattamento dell immagine) il rapporto tra esterno e interno delle chiese. PROPORZIONI I rapporti proporzionali tra ordine maggiore e minore, colonne e interassi nelle quattro facciate sono messi in evidenza in maniera dinamica e con un confronto diretto con le pagine de Quattro libri dell architettura di Palladio. ALCUNE FONTI ANTICHE L analisi mette in evidenza il riferimento, compositivo e proporzionale, ad alcune opere del passato, dai Mercati Traianei, al Tempio di Augusto a Pola, all Arco dei Gavi a Verona. RILIEVI NEL PASSATO Il confronto tra tutti i rilievi delle facciate eseguiti nel passato mette in evidenza le incongruenze con il rilievo di precisione possibile con i moderni strumenti.

32 Video per la mostra Architettura delle facciate: le chiese di Palladio a Venezia, Iuav, Aula Magna Tolentini, Venezia RAPPRESENTAZIONE I COLORI Lo sfondo nero identifica le analisi sulle facciate così come rilevate con scansione laser e restituite in digitale. Sfondi colorati sono stati scelti per i confronti con documenti del passato, per dare uniformità a disegni eterogenei. GLI EFFETTI Il superamento del confronto per accostamento di documenti avviene con l uso delle sovrapposizioni in semitrasparenza. Le analisi risultano arricchite e di più immediata comprensione.

33 Progetto grafico per Il contract italiano va a teatro: quando aziende eccellenti fanno rete, presso fiera di Verona Abitare il tempo Realizzato in collaborazione con Studio Sandini In occasione della fiera di Verona è stato allestito uno spazio per raccontare il progetto di ristrutturazione del Teatro della Commedia Musicale di Baku nel suo insieme (tempi, modalità, soluzioni progettuali e impiantistiche, scelta dei materiali ), per presentare al mercato i protagonisti e per suggerire alle imprese italiane un vero e proprio metodo di lavoro. Sono stati esposti in fiera disegni, schizzi, render, bozzetti, foto delle fasi di realizzazione di tutti gli elementi decorativi e foto di cantiere. Nei pannelli realizzati si è fatto poco uso del testo raccontando le scelte progettuali, le fasi e le competenze messe in campo per un architettura così complessa come è quella del teatro, attraverso le immagini e il raffronto diretto con gli oggetti presenti sui tavoli espositivi.

34 Progetto grafico per Il contract italiano va a teatro: quando aziende eccellenti fanno rete, presso fiera di Verona Abitare il tempo IL LAYOUT I pannelli bifacciali, posizionati a circa 1,60 m da terra, mettono in evidenza la complessità del progetto, la stratificazione delle informazioni, la capacità di mettere insieme competenze diverse. La fascia di sinistra pari a 1/4 della larghezza totale accoglie schizzi, disegni di dettaglio, foto e render mentre nel resto della tavola è lasciato spazio a piante, sezioni e prospetti a grande scala. Il titolo della tavola è posizionato in basso, a chiusura e per dare maggiore risalto alle immagini. I vari elementi architettonici o decorativi sono mostrati con più modalità rappresentative (schizzo-disegno, foto-disegno; foto-render...). Il font utilizzato è un font a bastone per il titolo mentre per le didascalie dei disegni si è scelto un font in corsivo che rimandasse all idea di appunti scritti a mano sulla tavola.

35 Progetto grafico per Il contract italiano va a teatro: quando aziende eccellenti fanno rete, presso fiera di Verona Abitare il tempo I COLORI I colori prevalenti sono il grigio e il giallo. Il grigio viene usato come colore di base che dà omogeneità al pannello mentre la parte su cui si vuole porre attenzione è colorata. Tutte le immagini sono state manipolate e virate verso questi colori ad eccezione delle tavole sul rilievo dove le immagini laser scanner sono state lasciate con i loro colori originali per una questione di riconoscibilità dello strumento utilizzato e di lettura delle informazioni.

36 Grafica coordinata per Viridalia. Poster cm 70x100 Locandina cm 33x49 Cartolina cm 11x16 Depliant cm 29 (aperto 58)x21 L obbiettivo era quello di costruire un layout che fosse flessibile nelle diverse edizioni e che richiamasse l identità del luogo, il Castello di Thiene, presso il quale si svolge la rassegna. Per una migliore leggibilità si è optato per un font a bastone su fondo bianco. IL POSTER E LA LOCANDINA La verticalità del layout è stata accentuata con l inserimento a destra dell immagine floreale che fa da chiusura e da sfondo, con la silhouette della torre che chiude il lato sinistro e slancia la composizione e attraverso la formattazione in colonne del testo che riporta il programma dell evento.

37 Grafica coordinata per Viridalia LA CARTOLINA E IL DEPLIANT Si è giocato sulla composizione di spazio positivo (pieno) e negativo (vuoto). Le informazioni sono collocate su tre lati, mentre il quarto lato, sulla destra, viene sfondato dall immagine floreale. Il vuoto centrale è quindi evidenziato per negazione e diviene lo spazio che ospita l immagine. Sia l immagine floreale che i colori del testo, costituiscono l elemento flessibile che può essere cambiato nelle varie edizioni dell evento. L elemento di riconoscibilità del luogo è dato dalla silhouette di una delle torri del castello che si ritrova su poster, locandina, cartolina e depliant.

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Le interfacce aptiche per i beni culturali

Le interfacce aptiche per i beni culturali Le interfacce aptiche per i beni culturali Massimo Bergamasco 1, Carlo Alberto Avizzano 1, Fiammetta Ghedini 1, Marcello Carrozzino 1,2 1PERCRO Scuola Superiore Sant Anna, Pisa 2IMT Institude for Advanced

Dettagli

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) 1 LA LUCE NELLA STORIA Nell antica Grecia c era chi (i pitagorici) pensavano che ci fossero dei fili sottili che partono dagli

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

" Regolamento LE VOSTRE FOTO A RACCOLTA!

 Regolamento LE VOSTRE FOTO A RACCOLTA! ALL OUR YESTERDAYS Scene di vita in Europa attraverso gli occhi dei primi fotografi (1839-1939) 11 aprile - 2 giugno 2014 Pisa, Museo della Grafica, Palazzo Lanfranchi LE VOSTRE FOTO A RACCOLTA! Ognuno

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

attraverso l impiego convenzionale di linee, numeri e simboli Il disegno rappresenta un elemento chiave del ciclo di vita di un prodotto CAM CAM

attraverso l impiego convenzionale di linee, numeri e simboli Il disegno rappresenta un elemento chiave del ciclo di vita di un prodotto CAM CAM Il disegno tecnico di un oggetto è in grado di spiegarne: - la forma, - le dimensioni, - la funzione, - la lavorazione necessaria per ottenerlo, - ed il materiale in cui è realizzato. attraverso l impiego

Dettagli

MANUALE D USO Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Italiangas

MANUALE D USO Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Italiangas MANUALE D USO Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Italiangas Uso del Manuale Il nuovo Manuale fornisce ai vari settori le indicazioni riguardanti le applicazioni per un uso corretto

Dettagli

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive 1 MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive Cos è un servizio di e-learning SaaS, multimediale, interattivo

Dettagli

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp. CATTANEO & Co. - BG SC_I 01/2005 S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.it Realizzare un connubio perfetto fra

Dettagli

DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad

DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad Attraverso questo applicativo è possibile visualizzare tutti gli ingressi del DVR attraverso il cellulare. Per poter visionare le immagini

Dettagli

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars Trave Angelina TM Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Trave Angelina TM Un idea brillante, applicata ad un prodotto industriale Slanciata,

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

guida all'utilizzo del software

guida all'utilizzo del software guida all'utilizzo del software Il software Gestione Lido è un programma molto semplice e veloce che permette a gestori e proprietari di stabilimenti balneari di semplificare la gestione quotidiana dell?attività

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Progetto Mappa CET Versione 1.0 del 08-12-2010

Progetto Mappa CET Versione 1.0 del 08-12-2010 Progetto Mappa CET Versione 1.0 del 08-12-2010 La capacità di godere richiede cultura, e la cultura equivale poi sempre alla capacità di godere. Thomas Mann 1 Oggetto Il progetto consiste nella creazione

Dettagli

Figura 1 - Schermata principale di Login

Figura 1 - Schermata principale di Login MONITOR ON LINE Infracom Italia ha realizzato uno strumento a disposizione dei Clienti che permette a questi di avere sotto controllo in maniera semplice e veloce tutti i dati relativi alla spesa del traffico

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Dal menù a tendina File, scegliere l opzione Open

Dal menù a tendina File, scegliere l opzione Open IMPORTAZIONE DA AUTOCAD A ILLUSTRATOR Dal menù a tendina File, scegliere l opzione Open Impostare come Tipo file Autocad drawing.dwg L importazione di file.dwg permette di definire la scala di rappresentazione

Dettagli

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC Barra di Formattazione Barra Standard Barra del Menu Intestazione di colonna Barra di Calcolo Contenuto della cella attiva Indirizzo della cella attiva Cella attiva Intestazione

Dettagli

Sono secoli che viviamo del futuro

Sono secoli che viviamo del futuro Sono secoli che viviamo del futuro La Toscana a Expo Milano 2015 LA TOSCANA A EXPO 2015 (1-28 MAGGIO) "Sono secoli che viviamo nel futuro" è questo il claim scelto dalla Toscana per presentarsi ad Expo

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

MANUALE D USO LEXUN ver. 5.0. proprietà logos engineering - Sistema Qualità certificato ISO 9001 DNV Italia INDICE. 6. Flash top 6 C.

MANUALE D USO LEXUN ver. 5.0. proprietà logos engineering - Sistema Qualità certificato ISO 9001 DNV Italia INDICE. 6. Flash top 6 C. Pag. 1/24 INDICE A. AMMINISTRAZIONE pagina ADMIN Pannello di controllo 2 1. Password 2 2. Cambio lingua 2 3. Menù principale 3 4. Creazione sottomenù 3 5. Impostazione template 4 15. Pagina creata con

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE FINSTRAL Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE 2 Oscuramento e protezione visiva nel rispetto della tradizione Le persiane, oltre al loro ruolo principale di elemento

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

Guida all uso del portale dello studente

Guida all uso del portale dello studente Guida all uso del portale dello studente www.studente.unicas.it Versione 1.0 del 10/04/2010 Pagina 1 Sommario PREMESSA... 3 PROFILO... 7 AMICI... 9 POSTA... 10 IMPOSTAZIONI... 11 APPUNTI DI STUDIO... 12

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro)

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Quando si realizzano dei documenti visivi per illustrare dati e informazioni chiave, bisogna sforzarsi di

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della cultura UFC Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera realizzata per l Ufficio federale della cultura Luglio 2014 Rapport_I Indice

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Catturare una nuova realtà

Catturare una nuova realtà (Interviste "di LuNa" > di Nadia Andreini Strive - 2004 Catturare una nuova realtà L opera di Ansen Seale (www.ansenseale.com) di Nadia Andreini (www.nadia-andreini.com :: nadia@nadia-andreini.com) Da

Dettagli

Come Usare PrinterApp 3D. PrinterApp 3D

Come Usare PrinterApp 3D. PrinterApp 3D PrinterApp 3D PrinterApp3D (3DPa) ha lo scopo di creare un legame tra chi ha la passione di costruire, smontare, capire, partecipare (makers) e chi il mondo dei makers lo conosce e lo vive ogni giorno,

Dettagli

Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design

Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design Dove: Principioattivo Via Melzo 34, 20129 Milano Giorni/Orari apertura: 14/19

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

Creazione di un disegno realistico con CorelDRAW

Creazione di un disegno realistico con CorelDRAW Creazione di un disegno realistico con CorelDRAW Hugo Hansen L'autore L'autore Hugo Hansen vive appena fuori dalla splendida città di Copenhagen. Esperto professionista nell'ambito del design grafico,

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

Omegna.doc. Laboratorio Fotografico. missione 1 - paesaggio urbano-industriale: la IRMEL. a cura di FRANCESCO LILLO

Omegna.doc. Laboratorio Fotografico. missione 1 - paesaggio urbano-industriale: la IRMEL. a cura di FRANCESCO LILLO Laboratorio Fotografico Omegna.doc missione 1 - paesaggio urbano-industriale: la IRMEL a cura di FRANCESCO LILLO Associazione Culturale Mastronauta progetto PER FARE UN ALBERO Laboratorio Fotografico Omegna.doc

Dettagli

MANUALE DI RIFERIMENTO

MANUALE DI RIFERIMENTO - Dominio Provinciale Tecnologia dei Processi UALE DI RIFERIMENTO Procedura COB Import tracciato Ministeriale Preparato da: Paolo.Meyer Firma Data Verificato da: Carlo di Fede Firma Data Approvato da:

Dettagli

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni ADOBE READER XI Guida ed esercitazioni Guida di Reader Il contenuto di alcuni dei collegamenti potrebbe essere disponibile solo in inglese. Compilare moduli Il modulo è compilabile? Compilare moduli interattivi

Dettagli

Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design

Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design Come si trovano oggi i clienti? Così! ristorante pizzeria sul mare bel Perchè è importante

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Dati da conferire da Assegnisti, Dottorandi e Ricercatori TDet

Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Dati da conferire da Assegnisti, Dottorandi e Ricercatori TDet Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Dati da conferire da Assegnisti, Dottorandi e Ricercatori TDet IMPORTANTE: se non si dispone già di un profilo nel portale ministeriale loginmiur.cineca.it,

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari Sistema Regionale ECM Pagina 1 di 7 1 Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari 1. Presentazione: L evento, destinato alle figure professionali di Tecnici

Dettagli

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 -

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - L esposizione universale è, per eccellenza, il luogo delle visioni del futuro. Nutrire il pianeta, Energia per la vita è l invito

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli

Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (articolo 21, comma 4, d.lgs. n.

Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (articolo 21, comma 4, d.lgs. n. PROTOCOLLO Responsabile del procedimento 14,62 Al Ministero per i beni e le attività culturali Soprintendenza..... Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento Il team di ricerca Mario Ambel (Responsabile) Anna Curci Emiliano Grimaldi Annamaria Palmieri 1. Progetto finalizzato alla elaborazione e validazione di un modellostandard - adattabile con opportune attenzioni

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Taranto in short. Bando

Taranto in short. Bando Taranto in short Bando L Associazione culturale Mente Acrobatica con il sostegno dell Associazione Palio di Taranto e del Castello Spagnolo di Statte, organizza per il mese di Luglio 2015 la seconda edizione

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI 6.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si articola in quattro fasi. Il Valutatore deve: 1 leggere il questionario;

Dettagli

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Progetto Nazionale di Educazione al Patrimonio 2011-2012 Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Presentazione Sul presupposto che si conserva

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

ore in presenza C:\Users\Sabina01\Desktop\CONSIGLIO ACCADEMICO\CA 2014\Delibere 2014\Delibere CA del 17 Marzo 2014\piani di studio PAS all 1

ore in presenza C:\Users\Sabina01\Desktop\CONSIGLIO ACCADEMICO\CA 2014\Delibere 2014\Delibere CA del 17 Marzo 2014\piani di studio PAS all 1 1 GRUPPO 07/A Arte della fotografia e della grafica pubblicitaria 10/D ARTE DELLA FOTOGRAFIA E DELLA CINEMATOGRAFIA 65/A tecnica fotografica 13/D ARTE DELLA TIPOGRAFIA E DELLA GRAFICA PUBBLICITARIA Laboratori

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole Guida rapida Cos è GeoGebra? Un pacchetto completo di software di matematica dinamica Dedicato all apprendimento e all insegnamento a qualsiasi livello scolastico Riunisce geometria, algebra, tabelle,

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Nitro Reader 3 Guida per l' utente

Nitro Reader 3 Guida per l' utente Nitro Reader 3 Guida per l' utente In questa Guida per l'utente Benvenuti in Nitro Reader 3 1 Come usare questa guida 1 Trovare rapidamente le informazioni giuste 1 Per eseguire una ricerca basata su parole

Dettagli

Presentazioni efficaci: come si usa prezi?

Presentazioni efficaci: come si usa prezi? Presentazioni efficaci: come si usa prezi? a cura di Lorenzo Amadei (amadei@iol.it) versione 5 febbraio 2013 Cos è prezi Prezi (http://prezi.com/) è un applicazione online per creare presentazioni. In

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

Liceo Mazzini - La Spezia a. s. 2010/11. classe 3 A Docente: Amadei Simonetta Laboratorio della comunicazione

Liceo Mazzini - La Spezia a. s. 2010/11. classe 3 A Docente: Amadei Simonetta Laboratorio della comunicazione Liceo Mazzini - La Spezia a. s. /11 classe 3 A Docente: Amadei Simonetta Laboratorio della comunicazione Nell ambito della programmazione di Laboratorio della Comunicazione, la nostra classe ha svolto

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate

Dettagli

Regole semplici per creare una buona presentazione

Regole semplici per creare una buona presentazione Regole semplici per creare una buona presentazione di Maria Rosa Mazzola Alla cl@sse 2.0 G.B. Piranesi Roma A.S. 2011-12 Le presentazioni offrono la possibilità di organizzare in modo sintetico i dati

Dettagli

ma quanto è antico quest osso?

ma quanto è antico quest osso? ATTIVITÀ: ma quanto è antico quest osso? LIVELLO SCOLARE: primo biennio della scuola secondaria di secondo grado PREREQUISITI: lettura e costruzione di grafici, concetti di base di statistica modello atomico,

Dettagli

Guida Così si aggiornano i programmi Microsoft

Guida Così si aggiornano i programmi Microsoft Guida Così si aggiornano i programmi Microsoft Informazione Navigare in Internet in siti di social network oppure in siti web che consentono la condivisione di video è una delle forme più accattivanti

Dettagli

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale dell edificio. Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale e parapetti Legenda

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli