REGOLARITA DEI VETTORI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLARITA DEI VETTORI"

Transcript

1 AUTOTRASPORTO ANALISI OPERATIVA DELLA NORMATIVA DI SETTORE A SEGUITO DELLE MODIFICHE APPORTATE DALLA LEGGE DI STABILITÀ L 190/2014 REGOLARITA DEI VETTORI Riferimenti normativi: Decreto Legge 25 giugno 2008, n.112, Art. 83-bis commi 4-bis, 4-ter, 4-quater, 4-quinquies, 4-sexies Decreto Legislativo 25 novembre 2005, n. 286, Articolo 6-ter La Legge 23 dicembre 2014, n. 190 ( Legge di Stabilità ) contiene una revisione della normativa in materia di autotrasporto. In particolare tra le modifiche apportate all Art. 83-bis DL 112/2008, vi sono una serie di disposizioni che introducono, a certe condizioni e sotto certi profili, il principio della responsabilità solidale dei committenti per i mancati adempimenti da parte dei vettori degli obblighi retributivi, previdenziali e assicurativi. Il committente, ossia l impresa che stipula o nel nome della quale è stipulato il contratto di trasporto con il vettore (d.lgs 286/2005 Art.2) non assume gli oneri dell obbligazione solidale con il vettore, se effettua la verifica della regolarità del fornitore rispetto agli adempimenti in questione. Tale verifica si esegue, per il momento, acquisendo dal vettore, che è tenuto a fornirla, un attestazione rilasciata dagli enti previdenziali dalla quale risulti il corretto versamento dei contributi assicurativi e previdenziali, ossia il D.U.R.C. Il D.U.R.C. deve essere acquisito alla stipula del contratto di trasporto e la data di emissione non deve essere anteriore a 3 mesi. Il committente che non effettua la verifica della regolarità del vettore è obbligato in solido con il vettore e con ciascuno degli eventuali sub-vettori per i mancati versamenti entro il limite di un anno dalla cessazione del contratto e limitatamente alle prestazioni ricevute nel corso della durata del contratto. In caso il contratto di trasporto sia stipulato in forma non scritta, il committente che non esegue la verifica della regolarità del vettore assume anche gli oneri relativi all inadempimento degli obblighi fiscali e alle violazioni del Codice della Strada (d.lgs 285/1992) commesse nell espletamento del servizio di trasporto per suo conto eseguito.

2 Inoltre, per effetto della disposizione di cui al d.lgs 286/2005 Art. 6-ter Disciplina della sub-vettura : In caso di sub-vezione il vettore assume gli oneri e le responsabilità gravanti sul committente connessi alla verifica della regolarità del sub-vettore rispondendone direttamente. Allo stesso modo, il sub-vettore che viola il divieto di affidare ad altro vettore lo svolgimento della prestazione di trasporto assume gli oneri e le responsabilità gravanti sul committente connessi alla verifica della regolarità del secondo sub-vettore, rispondendone direttamente. Si sottolinea che, in caso di sub-vezione il committente è tenuto alla verifica della regolarità dei soli primi vettori acquisendo il loro D.U.R.C. e, quindi, non è necessario acquisire l attestazione di regolarità degli eventuali subvettori, ma richiamare nei documenti contrattuali tale adempimento in capo ai primi vettori. Le disposizioni in esame prevedono che entro 6 mesi dall entrata in vigore della Legge 190/2014 (indicativamente giugno 2015) per effetto dell adozione di una delibera del Presidente del Comitato centrale dell albo nazionale delle persone fisiche e giuridiche che esercitano l autotrasporto, la verifica della regolarità dei vettori sarà assolta mediante consultazione di un apposita sezione del portale internet attivato dal Comitato centrale. Per quanto attiene al rapporto tra le imprese di spedizione e i loro clienti, si osserva quanto segue: i clienti non assumono mai la responsabilità solidale per le eventuali inadempienze retributive, previdenziali, assicurative e fiscali dell impresa di spedizione, iscritta o meno all Albo dell autotrasporto per conto terzi, pur assumendo l impresa di spedizione la veste di vettore contrattuale e, conseguentemente, la responsabilità vettoriale. La responsabilità solidale ex Art. 83-bis, è posta in capo solo al committente dell impresa di autotrasporto che materialmente esegue il servizio. Di conseguenza l impresa di spedizioni non è tenuta a fornire, ai sensi e per gli effetti dell Art. 83-bis, l attestazione relativa alla sua regolarità. Resta peraltro inteso che un impresa di spedizioni, nell ambito delle buone relazioni commerciali con i propri clienti, è libera di fornire, a semplice richiesta, documenti idonei a dimostrare la propria serietà ed affidabilità.

3 DOMANDE & RISPOSTE Chi è tenuto alla verifica della regolarità dei vettori? Il committente è tenuto a verificare la regolarità del vettore in ordine all adempimento degli obblighi retributivi, previdenziali e assicurativi. Il committente è l impresa che stipula o nel nome della quale è stipulato il contratto di trasporto con il vettore. Le imprese di spedizioni nella loro veste di committenti delle imprese di autotrasporto sono tenute - e ne hanno tutto l interesse - a verificare la regolarità dei propri vettori con i quali stipulano contratti di trasporto. Come si effettua la verifica della regolarità dei vettori? Il committente esegue la verifica della regolarità del vettore acquisendo dallo stesso un attestazione, rilasciata dagli enti previdenziali, dalla quale risulti il regolare versamento dei contributi assicurativi e previdenziali. Tale attestazione corrisponde nei fatti al D.U.R.C, documento unico regolarità contributiva, che deve avere data non anteriore a 3 mesi alla stipula del contratto. Quando deve essere svolta la verifica della regolarità dei vettori? La verifica della regolarità del vettore deve essere svolta preliminarmente alla stipula del contratto. In caso di contratti di durata ad esempio di un anno, in attesa dell adozione della delibera di cui al comma 4- quater è consigliabile acquisire con regolarità il D.U.R.C. secondo il periodo di validità (ogni 3 mesi). Quali sono i rischi della mancata verifica della regolarità dei vettori? Il committente che non esegue la verifica della regolarità del vettore è obbligato in solido con lo stesso e con gli eventuali sub-vettori a corrispondere ai lavoratori i trattamenti retributivi e agli enti competenti i contributi previdenziali e i premi assicurativi. Inoltre, in caso di contratto verbale, la responsabilità solidale si applica anche per le inadempienze fiscali e per le violazioni al codice della strada commesse dal vettore. L obbligazione solidale decade, decorso un anno dalla cessazione del contratto di trasporto. Il committente è obbligato in solido per i mancati adempimenti dei vettori (e degli eventuali sub-vettori) dovuti limitatamente alle prestazioni ricevute nel corso della durata del contratto di trasporto.

4 L impresa di spedizioni è tenuta a fornire il DURC ai propri clienti? L impresa di spedizioni non è tenuta a fornire ai propri clienti il D.U.R.C. ai fini e per gli effetti di cui all Articolo 83-bis. Infatti, l impresa di spedizioni, stipulando contratti di trasporto con i vettori, riveste il ruolo di committente sul quale ricadono gli oneri e le responsabilità conseguenti alla mancata verifica della regolarità dei vettori. In questo l impresa di spedizioni, per effetto stesso delle disposizioni normative, tutela i propri clienti dagli effetti delle disposizioni in oggetto. L impresa di spedizioni è tenuta a fornire ai propri clienti l attestazione relativa alla propria regolarità solo nel caso stipuli con i propri clienti contratti che hanno ad oggetto esclusivamente prestazioni di trasporto su strada, rivestendo nel caso la veste di autotrasportatore e dovendo dunque essere iscritta all Albo nazionale delle persone fisiche e giuridiche che esercitano l autotrasporto di cose per conto terzi avendo il possesso di un parco veicolare. Resta per altro inteso che un impresa di spedizioni, nell ambito delle buone relazioni commerciali con i propri clienti, è sempre libera di fornire, a semplice richiesta, documenti idonei a dimostrare la propria serietà ed affidabilità. La risposta da fornire al cliente può essere del seguente tenore: Con riferimento alla Vostra richiesta di fornirvi il DURC per adempiere a quanto previsto dalla nuova normativa in materia di autotrasporto 1, precisiamo che la normativa di cui trattasi non riguarda la fattispecie del nostro rapporto, in quanto i servizi a Voi prestati non sono di mero autotrasporto, ma rientrano nella più ampia categoria dei servizi logistici. Vi assicuriamo pertanto che per effetto dei nostri rapporti la Vostra azienda non potrà essere in alcun modo chiamata a rispondere a titolo di solidarietà per eventuali mancati versamenti previdenziali, assicurativi e fiscali. 1 a versione - Chiarito che nessuna norma impone a Voi di chiedere il DURC ed a noi di inviarvelo, restiamo comunque a Vostra disposizione per qualsiasi ulteriore approfondimento. 2 a versione Chiarito che nessuna norma impone a Voi di chiedere il DURC e a noi di inviarvelo, provvediamo comunque a inviarvi il nostro DURC che attesta la nostra assoluta regolarità. 1 Legge 23 dicembre 2014, n.190, articolo 1 commi di modifica del D.Lgvo 21 novembre 2005, n.286 e dell articolo 83 bis del D.L. n.112/2008 convertito dalla Legge n.133/2008 e succ.mod.

5 L impresa di spedizioni è tenuta a fornire ai clienti il DURC dei vettori di cui si avvale? L impresa di spedizioni non è tenuta a fornire ai clienti il D.U.R.C. dei vettori di cui si avvale in quanto nei confronti dei clienti non scatta alcuna responsabilità solidale per le inadempienze degli autotrasportatori che eseguono materialmente il servizio. Il vettore è obbligato a fornire il DURC degli eventuali sub-vettori? Parimenti, il primo vettore non è obbligato a fornire al suo committente il D.U.R.C. dell eventuale sub-vettore in quanto in caso di subvezione la responsabilità solidale per le eventuali inadempienze del sub-vettore ricade solo sul primo vettore. Il committente deve eseguire anche la verifica della regolarità dei vettori stranieri? Ai sensi per gli effetti delle disposizioni normative in esame il committente non è tenuto ad eseguire la verifica della regolarità dei vettori stranieri. Si ritiene che la normativa non si possa applicare che agli autotrasportatori iscritti all Albo e dunque nazionali; questo sarà evidente in particolare quando la verifica avverrà consultando direttamente il sito web dell Albo stesso. Inoltre, né il Ministero dell Interno, in relazione ai controlli su strada, né il Ministero dei Trasporti hanno fornito disposizioni in merito alla eventuale documentazione da richiedere agli autotrasportatori stranieri.

LA VERIFICA DELLA REGOLARITÀ DELLE IMPRESE ISCRITTE ALL ALBO DEGLI AUTOTRASPORTATORI ALLA LUCE DELLE NUOVE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE

LA VERIFICA DELLA REGOLARITÀ DELLE IMPRESE ISCRITTE ALL ALBO DEGLI AUTOTRASPORTATORI ALLA LUCE DELLE NUOVE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE LA VERIFICA DELLA REGOLARITÀ DELLE IMPRESE ISCRITTE ALL ALBO DEGLI AUTOTRASPORTATORI ALLA LUCE DELLE NUOVE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE di Maurizio PIRAINO * Il legislatore con l art. 1: comma 92, lettera

Dettagli

LA VERIFICA DELLA REGOLARITÀ DELLE IMPRESE ISCRITTE ALL ALBO DEGLI AUTOTRASPORTATORI ALLA LUCE DELLE NUOVE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE

LA VERIFICA DELLA REGOLARITÀ DELLE IMPRESE ISCRITTE ALL ALBO DEGLI AUTOTRASPORTATORI ALLA LUCE DELLE NUOVE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE LA VERIFICA DELLA REGOLARITÀ DELLE IMPRESE ISCRITTE ALL ALBO DEGLI AUTOTRASPORTATORI ALLA LUCE DELLE NUOVE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE di Maurizio PIRAINO * Il legislatore con l art. 1: comma 92, lettera

Dettagli

Autotrasporto: contributi per investimenti e formazione

Autotrasporto: contributi per investimenti e formazione Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 65 26.02.2015 Autotrasporto: contributi per investimenti e formazione Categoria: Finanziaria Sottocategoria: 2015 Categoria: Autotrasportatori

Dettagli

Studio Commerciale - Tributario Fabrizio Masciotti. Oggetto:

Studio Commerciale - Tributario Fabrizio Masciotti. Oggetto: Roma, 14/09/2015 Spett.le Cliente Studio Commerciale - Tributario Fabrizio Masciotti Dottore Commercialista e Revisore Contabile Piazza Gaspare Ambrosini 25, Cap 00156 Roma Tel 06/41614250 fax 06/41614219

Dettagli

OGGETTO: Novità in tema di autotrasporto merci

OGGETTO: Novità in tema di autotrasporto merci Informativa per la clientela di studio N. 17 del 28.01.2015 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Novità in tema di autotrasporto merci La Legge di Stabilità è intervenuta nel settore dell autotrasporto

Dettagli

NEWS CONFINDUSTRIA UDINE SU LEGGE N. 190/14

NEWS CONFINDUSTRIA UDINE SU LEGGE N. 190/14 NEWS CONFINDUSTRIA UDINE SU LEGGE N. 190/14 30 dicembre 2014 Autotrasporto merci in conto terzi Ripristino libertà negoziale corrispettivi contratti di trasporto Legge 23 dicembre 2014 n. 190 La legge

Dettagli

A tutti i sigg.ri Clienti Loro sedi. Reggio Emilia, lì 17 dicembre 2014 CIRCOLARE N. 51/2014

A tutti i sigg.ri Clienti Loro sedi. Reggio Emilia, lì 17 dicembre 2014 CIRCOLARE N. 51/2014 Dott. Sandro Guarnieri Dott. Marco Guarnieri Dott. Corrado Baldini Dott. Cristian Ficarelli Dott.ssa Elisabetta Macchioni Dott.ssa Sara Saccani Dott.ssa Monica Pazzini Reggio Emilia, lì 17 dicembre 2014

Dettagli

Fiscal News N. 22. Appalti: abrogata la responsabilità solidale. La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News N. 22. Appalti: abrogata la responsabilità solidale. La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 22 23.01.2015 Appalti: abrogata la responsabilità solidale Categoria: Finanziaria Sottocategoria: 2015 Con l articolo 28, commi da 1 a 3 del Decreto

Dettagli

Al Comitato di Presidenza Al Consiglio Direttivo Alla Commissione Legale Alla Commissione Sindacale Alle Associazioni Territoriali

Al Comitato di Presidenza Al Consiglio Direttivo Alla Commissione Legale Alla Commissione Sindacale Alle Associazioni Territoriali Roma, 17 dicembre 2015 Al Comitato di Presidenza Al Consiglio Direttivo Alla Commissione Legale Alla Commissione Sindacale Alle Associazioni Territoriali Circolare n. 160/2015 Oggetto: Verifica della regolarità

Dettagli

PRINCIPALI NOVITÀ IN MATERIA DI LAVORO E PREVIDENZA

PRINCIPALI NOVITÀ IN MATERIA DI LAVORO E PREVIDENZA PRINCIPALI NOVITÀ IN MATERIA DI LAVORO E PREVIDENZA Di seguito si riepilogano le principali novità in materia di lavoro e previdenza, contenute nella legge di stabilità 2015 TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO

Dettagli

AUTOTRASPORTO. Emendamento irricevibile del Governo nella Legge di Stabilità

AUTOTRASPORTO. Emendamento irricevibile del Governo nella Legge di Stabilità Modena, 27 novembre 2014 AUTOTRASPORTO. Emendamento irricevibile del Governo nella Legge di Stabilità La Commissione Bilancio della Camera, nella seduta di ieri, 26 novembre 2014, ha approvato l emendamento

Dettagli

"La Legge di stabilità e la riforma dell'autotrasporto

La Legge di stabilità e la riforma dell'autotrasporto Effetti della Legge di stabilità sul settore dell'autotrasporto internazionale e in regime CMR e le novità introdotte in tema di capacità finanziaria e negoziazione assistita 1 A. VERIFICA DELLA REGOLARITÀ

Dettagli

Autotrasporto Legge di stabilità 2015 Nuove normative in materia di autotrasporto

Autotrasporto Legge di stabilità 2015 Nuove normative in materia di autotrasporto Autotrasporto Legge di stabilità 2015 Nuove normative in materia di autotrasporto AVV. UMBERTO GIUSTI 1 Analisi legge di stabilità Legge 23 dicembre 2014, n. 190 Comma 150-151 Fondi autotrasporto Comma

Dettagli

APPROFONDIMENTO. Documento Unico di Regolarità Contributiva

APPROFONDIMENTO. Documento Unico di Regolarità Contributiva Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali DURC: Circolare n. 35 dell'8 ottobre 2010 Circolare n. 35 dell'8 ottobre 2010 Indicazioni in materia di Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC)

Dettagli

Verso la formalizzazione del contratto di trasporto: contratto scritto, tariffe e costi minimi, le responsabilità condivise, documentazione accessoria

Verso la formalizzazione del contratto di trasporto: contratto scritto, tariffe e costi minimi, le responsabilità condivise, documentazione accessoria Verso la formalizzazione del contratto di trasporto: contratto scritto, tariffe e costi minimi, le responsabilità condivise, documentazione accessoria Caso 2 Basta solo un contratto scritto per commissionare

Dettagli

Oggetto: Responsabilità solidale negli appalti.

Oggetto: Responsabilità solidale negli appalti. Bologna, 05/03/2013 Circolare n. 4/2013 Oggetto: Responsabilità solidale negli appalti. A seguito della circolare n. 2/E dell 1 marzo 2013 dell Agenzia delle Entrate, che ha precisato e risposto ad alcune

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 27 28.01.2015 2 Le novità in tema di autotrasporto Le novità introdotte dallo Sblocca Italia e della Legge di Stabilità 2015 Categoria: Autotrasportatori

Dettagli

Novità del DL 133/2014 convertito L. 164/2014 (c.d. Sblocca Italia ) Autotrasporto

Novità del DL 133/2014 convertito L. 164/2014 (c.d. Sblocca Italia ) Autotrasporto 24.2014 Dicembre Novità del DL 133/2014 convertito L. 164/2014 (c.d. Sblocca Italia ) Autotrasporto Sommario 1. DISPOSIZIONI IN MATERIA DI AUTOTRASPORTO... 2 1.1 Contributi alle imprese di autotrasporto...

Dettagli

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N. 13 del IL REGIME DI SOLIDARIETA NEGLI APPALTI

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N. 13 del IL REGIME DI SOLIDARIETA NEGLI APPALTI Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro N. 13 del 16.10.2013 IL REGIME DI SOLIDARIETA NEGLI APPALTI PREMESSA Il regime di solidarietà negli appalti è stato interessato negli ultimi mesi

Dettagli

2) E nel caso in cui non sia obbligatorio presentare il DURC, i lavoratori autonomi come dimostrano la loro regolarità contributiva?

2) E nel caso in cui non sia obbligatorio presentare il DURC, i lavoratori autonomi come dimostrano la loro regolarità contributiva? 1) Nel caso di Lavori Pubblici, da svolgersi ad opera di lavoratori autonomi (con o senza dipendenti), è la Stazione Appaltante a dover richiedere il DURC, visto che il Dlgs 494/96 e s.m.i. art. 3 comma

Dettagli

Art. 6 D.lgs. 163/ Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

Art. 6 D.lgs. 163/ Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Art. 6 D.lgs. 163/2006 - Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture L art. 6 disciplina composizione e funzioni dell Autorità di vigilanza sui contratti pubblici Art.

Dettagli

CIRCOLARE n. 19/2012

CIRCOLARE n. 19/2012 CIRCOLARE n. 19/2012 RESPONSABILITA DEL COMMITENTE E DELL APPALTATORE PER DEBITI FISCALI -LA NUOVA DISCIPLINA- I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE (Circ. 08/10/2012 n. 40) 1.PREMESSA 3 2. AMBITO DI

Dettagli

B. Appalti privati soggetti al rilascio di concessione o di denuncia inizio attività (DIA)

B. Appalti privati soggetti al rilascio di concessione o di denuncia inizio attività (DIA) DURC Documento Unico di Regolarità Contributiva Il DURC è il certificato che, sulla base di un'unica richiesta, attesta contestualmente la regolarità di un'impresa per quanto concerne gli adempimenti INPS,

Dettagli

Circolare n 20 del 11/10/2013

Circolare n 20 del 11/10/2013 Circolare n 20 del 11/10/2013 LA RESPONSABILITÀ FISCALE NEI CONTRATTI DI APPALTO Riferimenti: Art. 29, comma 2, D.Lgs. n. 276/2003 Art. 35, commi da 28 a 28-ter, DL n. 223/2006 Art. 50, DL n. 69/2013 Art.

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA: I SOGGETTI OBBLIGATI, LE MODALITA DI RICHIESTA, I REQUISITI E LE FORME DEL DURC

DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA: I SOGGETTI OBBLIGATI, LE MODALITA DI RICHIESTA, I REQUISITI E LE FORME DEL DURC DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA: I SOGGETTI OBBLIGATI, LE MODALITA DI RICHIESTA, I REQUISITI E LE FORME DEL DURC NORMATIVA Legge N. 266/2002 Decreto Legislativo N. 273/2003 Convenzione 15 aprile

Dettagli

Il documento unico di regolarità contributiva

Il documento unico di regolarità contributiva Il documento unico di regolarità contributiva D.U.R.C. A CURA U.O. LAVORO E PREVIDENZA GIUGNO 2008 Riferimenti normativi attuali D.L. 25 settembre 2002, n. 210 convertito nella L. 22.11.2002, n. 266 Art.

Dettagli

APPALTI: LIMITATA LE RESPONSABILITÀ SOLIDALE TRA APPALTATORE E SUBAPPALTATORE

APPALTI: LIMITATA LE RESPONSABILITÀ SOLIDALE TRA APPALTATORE E SUBAPPALTATORE APPALTI: LIMITATA LE RESPONSABILITÀ SOLIDALE TRA APPALTATORE E SUBAPPALTATORE a cura Federico Gavioli Il decreto legge 3 giugno 2008, n. 97, convertito dalla legge 2 agosto 2008, n. 129, modifica nuovamente

Dettagli

APPALTI. Regimi di solidarietà

APPALTI. Regimi di solidarietà APPALTI Regimi di solidarietà Viste le recenti e numerose modifiche che regolano la solidarietà negli appalti, di seguito forniamo un riepilogo delle normative che regolano tale responsabilità del committente

Dettagli

Circolare numero 145 del 17/11/2010

Circolare numero 145 del 17/11/2010 1 di 5 18/11/2010 10:30 Versione Testuale Circolare numero 145 del 17/11/2010 Direzione centrale Entrate Dirigenti centrali e periferici Direttori delle Agenzie Coordinatori generali, centrali e Roma,

Dettagli

NOVITA IN MATERIA DI RESPONSABILITA SOLIDALE TRA APPALTANTE, APPALTATORE E SUBAPPALTATORE. 01/07/2008 www.studiolaplaca.it

NOVITA IN MATERIA DI RESPONSABILITA SOLIDALE TRA APPALTANTE, APPALTATORE E SUBAPPALTATORE. 01/07/2008 www.studiolaplaca.it NOVITA IN MATERIA DI RESPONSABILITA SOLIDALE TRA APPALTANTE, APPALTATORE E SUBAPPALTATORE A.1 Solidarietà passiva dei debitori attiva dei creditori A.2 Solidarietà passiva debitori soggetti plurimi medesima

Dettagli

Anno 2013 N. RF233. La Nuova Redazione Fiscale RESPONSABILITÀ SOLIDALE PER I DEBITI RETRIBUTIVI E CONTRIBUTIVI

Anno 2013 N. RF233. La Nuova Redazione Fiscale RESPONSABILITÀ SOLIDALE PER I DEBITI RETRIBUTIVI E CONTRIBUTIVI Anno 2013 N. RF233 www.redazionefiscale.it ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale Pag. 1 / 5 OGGETTO RESPONSABILITÀ SOLIDALE PER I DEBITI RETRIBUTIVI E CONTRIBUTIVI RIFERIMENTI DL 76/2013 CONV. IN L. 99/2013;

Dettagli

Responsabilità solidale dell appaltatore: le modifiche del DL n. 83/2012 (art. 13 ter DL n. 83/2012, Legge n. 134/2012)

Responsabilità solidale dell appaltatore: le modifiche del DL n. 83/2012 (art. 13 ter DL n. 83/2012, Legge n. 134/2012) Responsabilità solidale dell appaltatore: le modifiche del DL n. 83/2012 (art. 13 ter DL n. 83/2012, Legge n. 134/2012) Con il DL n. 83/2012, convertito con legge n. 134/2012 il legislatore ha introdotto

Dettagli

STUDIO ASSOCIATO PIROLI

STUDIO ASSOCIATO PIROLI STUDIO ASSOCIATO PIROLI Commercialisti - Avvocato Mediatori - Revisori Contabili P.za Caduti di Via Fani, 31 03100 FROSINONE Tel. e Fax +39 0775/855781--0775/859337-0775/210264 e-mail info@piroli Partita

Dettagli

IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE di concerto con IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE

IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE di concerto con IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE Decreto del Ministero dell economia e delle finanze 25 febbraio 2008, n. 74 Regolamento concernente l'art. 35, commi da 28 a 34, del D.L. 04/07/2006, n 223, convertito, con modificazioni, dalla Legge 04/08/2006,

Dettagli

FITA Unione Nazionale Imprese di Trasporto Sede Nazionale 00162 Roma Piazza M. Armellini, 9/A Tel (06) 441881 Fax (06) 44249506 E Mail : fita@cna.

FITA Unione Nazionale Imprese di Trasporto Sede Nazionale 00162 Roma Piazza M. Armellini, 9/A Tel (06) 441881 Fax (06) 44249506 E Mail : fita@cna. FITA Unione Nazionale Imprese di Trasporto Sede Nazionale 00162 Roma Piazza M. Armellini, 9/A Tel (06) 441881 Fax (06) 44249506 E Mail : fita@cna.it Sede di Bruxelles ISB 36-38, Rue Joseph II 1000 Bruxelles

Dettagli

3) Sul piano economico, viene prevista, in via derogatoria, la possibilità di un anticipazione sul compenso previsto per l appalto di lavori.

3) Sul piano economico, viene prevista, in via derogatoria, la possibilità di un anticipazione sul compenso previsto per l appalto di lavori. Nell ambito dell attività di assistenza in tema di contratti pubblici, si segnalano recenti novità normative introdotte dalla legge n. 98 del 9 agosto 2013 (pubblicata in GU in data 20 agosto 2013), di

Dettagli

Periodico informativo n. 95/2013. Responsabilità solidale negli appalti: ambito applicativo

Periodico informativo n. 95/2013. Responsabilità solidale negli appalti: ambito applicativo Periodico informativo n. 95/2013 Responsabilità solidale negli appalti: ambito applicativo Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza del fatto

Dettagli

STATO DELLA LEGISLAZIONE VIGENTE AL 24 GIUGNO 2008 IN MATERIA DI RESPONSABILITA TRA GLI OPERATORI ECONOMICI

STATO DELLA LEGISLAZIONE VIGENTE AL 24 GIUGNO 2008 IN MATERIA DI RESPONSABILITA TRA GLI OPERATORI ECONOMICI STATO DELLA LEGISLAZIONE VIGENTE AL 24 GIUGNO 2008 IN MATERIA DI RESPONSABILITA TRA GLI OPERATORI ECONOMICI IMPIEGATI NELL ESECUZIONE DI CONTRATTI DI APPALTO E/O SUB APPALTO DI LAVORI PUBBLICI E PRIVATI

Dettagli

LA RESPONSABILITA SOLIDALE NELL APPALTO E NEL SUBAPPALTO

LA RESPONSABILITA SOLIDALE NELL APPALTO E NEL SUBAPPALTO LA RESPONSABILITA SOLIDALE NELL APPALTO E NEL SUBAPPALTO A CURA U.O. CONTRATTUALISTICA E FISCALITA 9 GIUGNO 2008 NOZIONE DI RESPONSABILITA SOLIDALE Con la responsabilità solidale: più soggetti sono ugualmente

Dettagli

Oggetto: Lavoro Responsabilità negli appalti D.M , n. 74, su G.U. n. 90 del

Oggetto: Lavoro Responsabilità negli appalti D.M , n. 74, su G.U. n. 90 del Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica 00198 Roma - via Panama 62 - tel. 06/8559151 - fax 06/8415576 e-mail: confetra@confetra.com - http://www.confetra.com Roma, 22 aprile 2008

Dettagli

Oggetto Disposizione transitoria per l emersione di lavoratori extracomunitari. Articolo 5 del decreto legislativo n. 109/2012.

Oggetto Disposizione transitoria per l emersione di lavoratori extracomunitari. Articolo 5 del decreto legislativo n. 109/2012. DIREZIONE GENERALE DIREZIONE CENTRALE RISCHI Circolare n. 48 Roma, 2 ottobre 2012 Al Ai Dirigente Generale Responsabili di tutte le Strutture Centrali e Territoriali e p.c. a: Organi Istituzionali Magistrato

Dettagli

Lucca, 27 febbraio 2015 Legge di Stabilità 2015 e D.L. «Sblocca Italia»: Novità in materia di autotrasporto per conto di terzi

Lucca, 27 febbraio 2015 Legge di Stabilità 2015 e D.L. «Sblocca Italia»: Novità in materia di autotrasporto per conto di terzi Lucca, 27 febbraio 2015 Legge di Stabilità 2015 e D.L. «Sblocca Italia»: Novità in materia di autotrasporto per conto di terzi Avv. Carlo Fiumanò Avv. Emanuela Valentini Dott. Francesco Fiumanò 1. QUADRO

Dettagli

Documento Unico di Regolarità Contributiva (D.U.R.C.)

Documento Unico di Regolarità Contributiva (D.U.R.C.) Segnalazioni Direzione Programmazione Strategica, Politiche Territoriali ed Edilizia agosto 2013 Documento Unico di Regolarità Contributiva (D.U.R.C.) cos è il DURC? Il DURC (Documento Unico di Regolarità

Dettagli

RESPONSABILITA IN SOLIDO DELL APPALTATORE A CURA U.O. LAVORO E PREVIDENZA - GIUGNO 2008

RESPONSABILITA IN SOLIDO DELL APPALTATORE A CURA U.O. LAVORO E PREVIDENZA - GIUGNO 2008 RESPONSABILITA IN SOLIDO DELL APPALTATORE A CURA U.O. LAVORO E PREVIDENZA - GIUGNO 2008 LE NORME L'appaltatore risponde in solido con il subappaltatore della effettuazione e del versamento delle ritenute

Dettagli

RESPONSABILITA E CORRESPONSABILITA TRA COMMITTENTI ED IMPRESE NEGLI APPALTI DI LAVORI CASSA EDILE PISA - AREA DURC ON LINE E APPALTI

RESPONSABILITA E CORRESPONSABILITA TRA COMMITTENTI ED IMPRESE NEGLI APPALTI DI LAVORI CASSA EDILE PISA - AREA DURC ON LINE E APPALTI RESPONSABILITA E CORRESPONSABILITA TRA COMMITTENTI ED IMPRESE NEGLI APPALTI DI LAVORI La responsabilità solidale negli appalti Per responsabilità solidale negli appalti, di natura contributiva e retributiva,

Dettagli

ELEZIONI COMUNALI 2016 VADEMECUM

ELEZIONI COMUNALI 2016 VADEMECUM CITTÀ DI CASSANO D ADDA Città metropolitana di Milano ELEZIONI COMUNALI 2016 VADEMECUM Normativa e modulistica per le spese ed i finanziamenti della campagna elettorale In vista delle prossime elezioni,

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA gli articoli 76, 87, quinto comma, e 117, secondo comma, lettera h), della Costituzione;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA gli articoli 76, 87, quinto comma, e 117, secondo comma, lettera h), della Costituzione; Schema di decreto legislativo contenente disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, recante Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché

Dettagli

Relazione illustrativa

Relazione illustrativa Relazione illustrativa 1 La disciplina introdotta dai commi da 28 a 34 dell articolo 35 decreto legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito dalla legge 4 agosto 2006, n. 248, ha la finalità di coinvolgere

Dettagli

SPECIALE AUTOTRASPORTI C/TERZI: COSA HA CAMBIATO LA LEGGE DI STABILITÀ 2015

SPECIALE AUTOTRASPORTI C/TERZI: COSA HA CAMBIATO LA LEGGE DI STABILITÀ 2015 SPECIALE AUTOTRASPORTI C/TERZI: COSA HA CAMBIATO LA LEGGE DI STABILITÀ 2015 Sul Supplemento ordinario n. 99 alla Gazzetta Ufficiale n. 300 del 29 Dicembre scorso, è stata pubblicata la Legge 190 del 23

Dettagli

RESPONSABILITA TRIBUTARIE NEI CONTRATTI DI APPALTO 4. RESPONSABILITA SOLIDALE NEI CONTRATTI DI TRASPORTO

RESPONSABILITA TRIBUTARIE NEI CONTRATTI DI APPALTO 4. RESPONSABILITA SOLIDALE NEI CONTRATTI DI TRASPORTO NEWSLETTER n.19 13 febbraio 2015 RESPONSABILITA TRIBUTARIE NEI CONTRATTI DI APPALTO E RESPONSABILITA SOLIDALE NEI CONTRATTI DI TRASPORTO ALLA LUCE DELLE NOVITA DEL DECRETO SEMPLIFICAZIONI E DELLA LEGGE

Dettagli

RESPONSABILITA DEL COMMITTENTE E DELL APPALTATORE PER I DEBITI FISCALI. LA NUOVA NORMA SECONDO I CHIARIMENTI DA PARTE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE.

RESPONSABILITA DEL COMMITTENTE E DELL APPALTATORE PER I DEBITI FISCALI. LA NUOVA NORMA SECONDO I CHIARIMENTI DA PARTE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE. RESPONSABILITA DEL COMMITTENTE E DELL APPALTATORE PER I DEBITI FISCALI. LA NUOVA NORMA SECONDO I CHIARIMENTI DA PARTE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE. PREMESSA Per effetto della nuova disciplina in ambito di

Dettagli

LA RIFORMA DELL AUTOTRASPORTO ALLA LUCE DELLA LEGGE DI STABILITÀ 2015 (L. 190/2014)

LA RIFORMA DELL AUTOTRASPORTO ALLA LUCE DELLA LEGGE DI STABILITÀ 2015 (L. 190/2014) LA RIFORMA DELL AUTOTRASPORTO ALLA LUCE DELLA LEGGE DI STABILITÀ 2015 (L. 190/2014) Mercoledì 4 marzo 2015 Bologna Prof. Avv. Stefano Zunarelli stefano.zunarelli@studiozunarelli.com La Legge 190/2014 (Legge

Dettagli

Giornata di Approfondimento per i Lavori in Edilizia. Pisa, 26 maggio 2016

Giornata di Approfondimento per i Lavori in Edilizia. Pisa, 26 maggio 2016 Giornata di Approfondimento per i Lavori in Edilizia Pisa, 26 maggio 2016 L Intervento Sostitutivo Giornata di Approfondimento per i Lavori in Edilizia Pisa, 26 maggio 2016 L Intervento Sostitutivo Il

Dettagli

Appalto, debiti tributari e responsabili solidale

Appalto, debiti tributari e responsabili solidale RIFERIMENTI NORMATIVI Art. 35 del D.L. 4 luglio 2006, n. 223, come modificato dall articolo 13-ter del D.L. 22 giugno 2012, n. 83 (convertito con L. 7 agosto 2012, n. 134) Comma 28 e 28-ter, art. 35, D.L.

Dettagli

Circolare N.145 del 3 novembre Contratti pubblici. Per importi non superiori a euro, l autocertificazione può sostituire il Durc

Circolare N.145 del 3 novembre Contratti pubblici. Per importi non superiori a euro, l autocertificazione può sostituire il Durc Circolare N.145 del 3 novembre 2011 Contratti pubblici. Per importi non superiori a 20.000 euro, l autocertificazione può sostituire il Durc Contratti pubblici: per importi non superiori a 20.000 euro,

Dettagli

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE. DURC Documento Unico di Regolarità Contributiva

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE. DURC Documento Unico di Regolarità Contributiva SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE DURC Documento Unico di Regolarità Contributiva 1di 40 COSA E Certificato che attesta contestualmente la regolarità degli adempimenti previdenziali assicurativi assistenziali

Dettagli

CIRCOLARE N. 411 D. DEL 30 MAGGIO 2000

CIRCOLARE N. 411 D. DEL 30 MAGGIO 2000 CIRCOLARE N. 411 D. DEL 30 MAGGIO 2000 Oggetto: Istruzioni in merito all applicazione del decreto legge 28 marzo 2000, n. 70, convertito con modificazioni nella legge 26 maggio 2000, n. 137. Nella Gazzetta

Dettagli

Anche se la Legge non lo indica esplicitamente, ma comunque precisato nella circolare del Ministero del Lavoro e della previdenza Sociale n 24/07 è da

Anche se la Legge non lo indica esplicitamente, ma comunque precisato nella circolare del Ministero del Lavoro e della previdenza Sociale n 24/07 è da Il tesserino di riconoscimento Dott. Ing. Andrea Bassi L introduzione del tesserino di riconoscimento è avvenuto ad opere del DL 4 luglio del 2006 n 223 art. 36-bis comma 3 convertito con modificazioni

Dettagli

Circolare Informativa n 52/2013 CERTIFICAZIONE DEI CREDITI E RILASCIO DEL DURC

Circolare Informativa n 52/2013 CERTIFICAZIONE DEI CREDITI E RILASCIO DEL DURC Circolare Informativa n 52/2013 CERTIFICAZIONE DEI CREDITI E RILASCIO DEL DURC Pagina 1 di 6 INDICE Premessa pag.3 1) Oggetto e ambito di applicazione pag. 3 2) Modalità di rilascio del DURC pag.3 3) DURC

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL II SETTORE RISORSE STRATEGICHE

IL RESPONSABILE DEL II SETTORE RISORSE STRATEGICHE Albo Pretorio online n. Registro Pubblicazione Pubblicato il SETTORE II RISORSE STRATEGICHE Servizio Economico Finanziario UFFICIO SEGRETERIA GENERALE DETERMINAZIONE n. 36 DEL 01/07/2014 Prot. Gen. Determina

Dettagli

Responsabilità solidale negli appalti. Dott.ssa Elisa Salvadeo

Responsabilità solidale negli appalti. Dott.ssa Elisa Salvadeo Responsabilità solidale negli Dott.ssa Elisa Salvadeo Art. 13-ter D.L. n. 83/2012 La responsabilità fiscale negli è disciplinata dall art. 35 del D.L. n. 223 del 2006 (convertito nella Legge n. 248/2006).

Dettagli

OGGETTO: Appalti: la responsabilità solidale per il pagamento dell Iva e delle ritenute

OGGETTO: Appalti: la responsabilità solidale per il pagamento dell Iva e delle ritenute Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Appalti: la responsabilità solidale per il pagamento dell Iva e delle ritenute Gentile Cliente, Le inviamo la presente per comunicarle che l amministrazione finanziaria

Dettagli

A tal fine è stato necessario aggiornare le diciture sui certificati riguardanti il periodo di validità.

A tal fine è stato necessario aggiornare le diciture sui certificati riguardanti il periodo di validità. INAIL: le novità sul DURC L'INAIL, con la nota del 20 settembre 2013, fornisce alcuni chiarimenti in merito alle modifiche alla disciplina del DURC, con particolare riferimento ai contratti pubblici, apportate

Dettagli

I VEICOLI (ANCHE AZIENDALI) IN COMODATO LACOMUNICAZIONE ALLAMOTORIZZAZIONE

I VEICOLI (ANCHE AZIENDALI) IN COMODATO LACOMUNICAZIONE ALLAMOTORIZZAZIONE A TUTTI I SIGNORI CLIENTI LORO SEDI Circolare informativa n. 29 Vignola, 3 ottobre 2014 OGGETTO: I VEICOLI (ANCHE AZIENDALI) IN COMODATO LACOMUNICAZIONE ALLAMOTORIZZAZIONE art. 94, commi 3 e 4-bis, D.Lgs.

Dettagli

Telef.: Fax: Telef.: Fax:

Telef.: Fax: Telef.: Fax: STUDIO CIDDA GRONDONA DOTTORI COMMERCIALISTI - REVISORI LEGALI DOTTORI COMMERCIALISTI - REVISORI LEGALI Dott. Mauro ROVIDA Dott. Luca Andrea CIDDA Dott. Francesca RAPETTI Dott. Pietro GRONDONA Dott. Luca

Dettagli

RESPONSABILITA DEL COMMITTENTE (O APPALTANTE) E DELL APPALTATORE

RESPONSABILITA DEL COMMITTENTE (O APPALTANTE) E DELL APPALTATORE RESPONSABILITA DEL COMMITTENTE (O APPALTANTE) E DELL APPALTATORE A cura dell U. O. Lavoro e Previdenza Settembre 2006 PRIMA PARTE L APPALTO L APPALTO è il contratto col quale una parte assume, con organizzazione

Dettagli

Circolare N.28 del 25 Febbraio 2014

Circolare N.28 del 25 Febbraio 2014 Circolare N.28 del 25 Febbraio 2014 Fuoribusta, lavoro in nero ed orari di lavoro. Le sanzioni applicabili Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che è stato recentemente pubblicata una

Dettagli

I VEICOLI (ANCHE AZIENDALI) IN COMODATO E LA COMUNICAZIONE ALLA MOTORIZZAZIONE

I VEICOLI (ANCHE AZIENDALI) IN COMODATO E LA COMUNICAZIONE ALLA MOTORIZZAZIONE INFORMATIVA N. 247 03 OTTOBRE 2014 ADEMPIMENTI I VEICOLI (ANCHE AZIENDALI) IN COMODATO E LA COMUNICAZIONE ALLA MOTORIZZAZIONE Art. 94, commi 3 e 4-bis, D.Lgs. n. 285/92 Art. 247-bis, DPR n. 495/92 Circolari

Dettagli

NOTA INFORMATIVA N. 24/2013

NOTA INFORMATIVA N. 24/2013 Dottori Commercialisti Associati ASSOCIATI: GIOVANNI ALBERTI Professore Ordinario di Economia Aziendale in quiescenza CLAUDIO UBINI ALBERTO CASTAGNETTI ELISABETTA UBINI PIAZZA CITTADELLA 6 37122 VERONA

Dettagli

ESTRATTO DA REGOLAMENTO (CE) 1071/2009 OMISS.. Articolo 2 Definizioni

ESTRATTO DA REGOLAMENTO (CE) 1071/2009 OMISS.. Articolo 2 Definizioni ESTRATTO DA REGOLAMENTO (CE) 1071/2009 OMISS.. Articolo 2 Definizioni Ai fini del presente regolamento, si intende per: 1) «professione di trasportatore di merci su strada», la professione di un impresa

Dettagli

CIRC. L DURC e responsabilità solidale tra le imprese

CIRC. L DURC e responsabilità solidale tra le imprese CIRC. L.149 - DURC e responsabilità solidale tra le imprese Eventuali denunce contributive non veritiere da parte delle imprese non influenzano il rilascio del DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva)

Dettagli

VERIFICA DELL IDONEITA TECNICO PROFESSIONALE

VERIFICA DELL IDONEITA TECNICO PROFESSIONALE VERIFICA DELL IDONEITA TECNICO PROFESSIONALE DEFINIZIONI art. 89 D.Lgs. 81/08 e ss.mm.ii. IDONEITÀ TECNICO-PROFESSIONALE: possesso di capacità organizzative, nonché disponibilità ibilità di forza lavoro,

Dettagli

STUDIO DE ALEXANDRIS Commercialisti Revisori Legali Avvocati

STUDIO DE ALEXANDRIS Commercialisti Revisori Legali Avvocati Circolare Studio Prot. N 32/12 del 06/11/12 MD/gc Monza,lì 06/11/2012 A Tutti i C l i e n t i LORO SEDI Oggetto : RESPONSABILITA SOLIDALE NEGLI APPALTI Riferimenti: Articolo 13-ter del DL n. 83 del 2012

Dettagli

Art. 126-bis. Patente a punti. (1) (2) - Gruppo Agenti Sara Mercoledì 05 Settembre :04 -

Art. 126-bis. Patente a punti. (1) (2) - Gruppo Agenti Sara Mercoledì 05 Settembre :04 - Art. 16-bis. Patente a punti. (1) () - Gruppo Agenti Sara Mercoledì 0 Settembre 007 11:0-1. All'atto del rilascio della patente viene attribuito un punteggio di venti punti. Tale punteggio, annotato nell'anagrafe

Dettagli

Protocollo del 23 luglio 2007 su previdenza, lavoro e competitività. Prime istruzioni.

Protocollo del 23 luglio 2007 su previdenza, lavoro e competitività. Prime istruzioni. Direzione centrale delle Prestazioni Roma, 31-12-2007 Messaggio n. 30923 Allegati 2 OGGETTO: Legge 24 dicembre 2007, n. 247 Norme di attuazione del Protocollo del 23 luglio 2007 su previdenza, lavoro e

Dettagli

Federazione Italiana Giuoco Handball

Federazione Italiana Giuoco Handball Federazione Italiana Giuoco Handball PALLAMANO DISCIPLINA OLIMPICA Segreteria Generale Circolare n. 3/2014 Roma, 4 aprile 2014 Alle Società Affiliate Agli atleti e tecnici Ai Signori Consiglieri Federali

Dettagli

LAVORO A PROgETTO E LAVORO OCCASIONALE D.L.vo 10 settembre 2003, n. 276

LAVORO A PROgETTO E LAVORO OCCASIONALE D.L.vo 10 settembre 2003, n. 276 Lavoro a progetto e lavoro occasionale 1. D.L.vo 10 settembre 2003, n. 276. Attuazione delle deleghe in materia di occupazione e mercato del lavoro, di cui alla legge 14 febbraio 2003, n. 30 (Suppl. ord.

Dettagli

AUTOTRASPORTO MERCI: RESPONSABILITA, SICUREZZA E CONTROLLI

AUTOTRASPORTO MERCI: RESPONSABILITA, SICUREZZA E CONTROLLI AUTOTRASPORTO MERCI: RESPONSABILITA, SICUREZZA E CONTROLLI Le recenti modifiche alla normativa dell autotrasporto merci hanno riguardato, oltre ai costi minimi di esercizio, agli accordi di settore e ai

Dettagli

Roma, 28 aprile 2017

Roma, 28 aprile 2017 Direzione generale Direzione centrale rapporto assicurativo Circolare n. 18 Roma, 28 aprile 2017 Al Dirigente generale vicario Ai Responsabili di tutte le Strutture centrali e territoriali e p.c. a: Organi

Dettagli

2. Le novità introdotte dalla Legge n. 190 del 2014

2. Le novità introdotte dalla Legge n. 190 del 2014 LA NOVELLA NORMATIVA IN TEMA DI RESPONSABILITA TRIBUTARIA SOLIDALE NEL CONTRATTO DI TRASPORTO di GENNARO DI GENNARO Sommario: 1. Premessa. - 2. Le novità introdotte dalla Legge n. 190 del 2014. - 3. La

Dettagli

LA RESPONSABILITA SOLIDALE FISCALE NEGLI APPALTI

LA RESPONSABILITA SOLIDALE FISCALE NEGLI APPALTI LA RESPONSABILITA SOLIDALE FISCALE NEGLI APPALTI Udine 25 gennaio 2013 A cura di Marcello Orsatti fiscalista di Confindustria Udine SCALETTA DELL INTERVENTO RIFERIMENTI NORMATIVI E DI PRASSI AMBITO SOGGETTIVO

Dettagli

Delibera n. 66/2016. VISTA la direttiva 2009/12/UE del Parlamento europeo e del Consiglio dell 11 marzo 2009, concernente i diritti aeroportuali;

Delibera n. 66/2016. VISTA la direttiva 2009/12/UE del Parlamento europeo e del Consiglio dell 11 marzo 2009, concernente i diritti aeroportuali; Delibera n. 66/2016 Proposta di revisione dei diritti aeroportuali dell Aeroporto internazionale Falcone e Borsellino di Palermo - periodo tariffario 2016-2019. Conformità ai Modelli di regolazione approvati

Dettagli

nato/a a il, via n. C.A.P., avente la sede in indirizzo n., indirizzo PEC,mail,

nato/a a il, via n. C.A.P., avente la sede in indirizzo n., indirizzo PEC,mail, Mod antimafia 2 AUTOCERTIFICAZIONE ANTIMAFIA (art. 88 co. 4-bis e art. 89 D. Lgs. 159/2011) Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto notorio (artt. 46 D.P.R. 28.12.2000 n. 445) Il/La sottoscritto/a

Dettagli

ERRONEA QUALIFICAZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO I RICORSI AL COMITATO REG.LE PER I RAPPORTI DI LAVORO

ERRONEA QUALIFICAZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO I RICORSI AL COMITATO REG.LE PER I RAPPORTI DI LAVORO ERRONEA QUALIFICAZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO I RICORSI AL COMITATO REG.LE PER I RAPPORTI DI LAVORO Avverso i provvedimenti degli ispettori del, gli interessati hanno facoltà di ricorrere, nei modi e nei

Dettagli

Autotrasporto di cose per conto di terzi Regolamento per l applicazione delle sanzioni disciplinari ex art. 21 della Legge n.

Autotrasporto di cose per conto di terzi Regolamento per l applicazione delle sanzioni disciplinari ex art. 21 della Legge n. Autotrasporto di cose per conto di terzi Regolamento per l applicazione delle sanzioni disciplinari ex art. 21 della Legge 06.06.1974 n. 298 Art. 1 Avvio del procedimento L Ufficio Trasporti Privati del

Dettagli

S E A V OGGETTO: I VEICOLI IN COMODATO E LA COMUNICAZIONE ALLA MOTORIZZAZIONE CIVILE

S E A V OGGETTO: I VEICOLI IN COMODATO E LA COMUNICAZIONE ALLA MOTORIZZAZIONE CIVILE Bergamo, ottobre 2014 CIRCOLARE N. 18/consulenza aziendale OGGETTO: I VEICOLI IN COMODATO E LA COMUNICAZIONE ALLA MOTORIZZAZIONE CIVILE Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) ha fornito

Dettagli

Le novità introdotte alla disciplina del trasporto in ambito nazionale e l'impatto sulle coperture assicurative

Le novità introdotte alla disciplina del trasporto in ambito nazionale e l'impatto sulle coperture assicurative Le novità introdotte alla disciplina del trasporto in ambito nazionale e l'impatto sulle coperture assicurative Claudio Perrella c.perrella@lslex.com L'intervento mira a) a disciplinare il superamento

Dettagli

APPALTO E SOMMINISTRAZIONE

APPALTO E SOMMINISTRAZIONE 11 dicembre 2012 APPALTO E SOMMINISTRAZIONE A cura dell Avv. Mauro Nebiolo Vietti Studio Associato Nebiolo Vietti Negrini e Associati Torino via Brofferio 1 www.studionvn.it 1 ELEMENTI DISTINTIVI DELL

Dettagli

DIREZIONE GENERALE CENTRALE SERVIZIO GESTIONE DELLA SPESA REGIONALE IL RESPONSABILE MARCELLO BONACCURSO

DIREZIONE GENERALE CENTRALE SERVIZIO GESTIONE DELLA SPESA REGIONALE IL RESPONSABILE MARCELLO BONACCURSO DIREZIONE GENERALE CENTRALE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIO SERVIZIO GESTIONE DELLA SPESA REGIONALE IL RESPONSABILE MARCELLO BONACCURSO TIPO ANNO NUMERO REG. / / DEL / / e p.c. Al Capo di Gabinetto del

Dettagli

COMUNE DI ANTRONA SCHIERANCO Provincia VERBANO-CUSIO-OSSOLA ANNO FINANZIARIO 2015

COMUNE DI ANTRONA SCHIERANCO Provincia VERBANO-CUSIO-OSSOLA ANNO FINANZIARIO 2015 COMUNE DI ANTRONA SCHIERANCO Provincia VERBANO-CUSIO-OSSOLA ANNO FINANZIARIO 2015 Responsabile. Ufficio Tecnico DETERMINAZIONE n. 41/TEC OGGETTO: Affidamento incarico, mediante cottimo fiduciario, al Dott.

Dettagli

COMUNE DI NERVIANO. Regolamento per l applicazione delle sanzioni amministrative relative alle violazioni di: Regolamenti ed Ordinanze Comunali.

COMUNE DI NERVIANO. Regolamento per l applicazione delle sanzioni amministrative relative alle violazioni di: Regolamenti ed Ordinanze Comunali. COMUNE DI NERVIANO Regolamento per l applicazione delle sanzioni amministrative relative alle violazioni di: Regolamenti ed Ordinanze Comunali. INDICE Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art.

Dettagli

Entro 5 gg. dalla. contestazione o dalla notifica, Nuovo Max.

Entro 5 gg. dalla. contestazione o dalla notifica, Nuovo Max. Comma Massimo, per violazioni commesse di notte: al al 1/2 del 6 12 169,00 679,00 169,00 680,00 118,30 340,00 225,33 906,67 157,73 453,33 6 12 422,00 1.695,00 422,00 1.697,00 295,40 848,50 562,67 2.262,67

Dettagli

Articolo 1 - Stazione Appaltante

Articolo 1 - Stazione Appaltante Guardia di Finanza REPARTO TECNICO LOGISTICO AMMINISTRATIVO SICILIA - Ufficio Amministrazione - Sezione Acquisti- (Via Cavour, 2 90133 Palermo Tel. 091/7442046 P.e.c. PA0520000p@pec.gdf.it) OGGETTO: DISCIPLINARE

Dettagli

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE. di concerto con IL MINISTRO DELL'INTERNO

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE. di concerto con IL MINISTRO DELL'INTERNO MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 5 maggio 2017 Modifica del decreto 6 ottobre 2011 relativo agli importi del contributo per il rilascio del permesso di soggiorno. IL MINISTRO DELL'ECONOMIA

Dettagli

Il sottoscritto (cognome) (nome) (codice fiscale) nato a (luogo) (prov.) (data) residente a. (prov.) (indirizzo)

Il sottoscritto (cognome) (nome) (codice fiscale) nato a (luogo) (prov.) (data) residente a. (prov.) (indirizzo) OGGETTO: RICHIESTA ISCRIZIONE ALBO PROFESSIONISTI AL COMUNE DI ESTE Il sottoscritto (cognome) (nome) (codice fiscale) nato a (luogo) (prov.) (data) residente a (prov.) (indirizzo) Recapiti (telefono) (fax)

Dettagli

Responsabilità del committente e dell appaltatore per i debiti fiscali Nuova disciplina Ulteriori chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Responsabilità del committente e dell appaltatore per i debiti fiscali Nuova disciplina Ulteriori chiarimenti dell Agenzia delle Entrate rag. MARIO SALVADOR rag. ANTONIO BERGAMO dott. FRANCESCO PADRONE DOCENTE DI ISTITUZIONI DI ECONOMIA PRESSO L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE dott. ANNA MARIA SALVADOR dott. CLAUDIA SALVADOR Portogruaro,

Dettagli

COMUNE DI ANTRONA SCHIERANCO Provincia VERBANO-CUSIO-OSSOLA ANNO FINANZIARIO 2015

COMUNE DI ANTRONA SCHIERANCO Provincia VERBANO-CUSIO-OSSOLA ANNO FINANZIARIO 2015 COMUNE DI ANTRONA SCHIERANCO Provincia VERBANO-CUSIO-OSSOLA ANNO FINANZIARIO 2015 Responsabile. Ufficio Tecnico DETERMINAZIONE n. 202/TEC OGGETTO: Affidamento incarico, mediante cottimo fiduciario, al

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 322 09.12.2015 Regime forfettario: come cambia dal 2016 A cura di Devis Nucibella Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Contribuenti minimi

Dettagli

VISTI gli articoli 117, terzo comma, e 118 della Costituzione;

VISTI gli articoli 117, terzo comma, e 118 della Costituzione; SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE RIORDINO DELLE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE VIGENTI IN MATERIA DI INCENTIVI FISCALI, PREVIDENZIALI E CONTRIBUTIVI IN FAVORE DELLE IMPRESE MARITTIME VISTI gli articoli

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO D APPALTO

SCHEMA DI CONTRATTO D APPALTO SCHEMA DI CONTRATTO D APPALTO PER LAVORI PUBBLICI DA REALIZZARSI DA PARTE DI SOGGETTI PRIVATI CHE ASSUMONO IN VIA DIRETTA L ESECUZIONE, A TOTALE CURA E SPESE, DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA/SECONDARIA

Dettagli