Lo scrittore cremonese si dà al thriller Sandrone Dazieri. Venerdì 11 a Soncino il mostro sacro Franco Cerri

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lo scrittore cremonese si dà al thriller Sandrone Dazieri. Venerdì 11 a Soncino il mostro sacro Franco Cerri"

Transcript

1 GUIDA PROGRAMMI TV da sabato 5 luglio a venerdì 11 luglio 2014 Lo scrittore cremonese si dà al thriller Sandrone Dazieri 10 LUGLIO 1944 Giovedì sotto il Ponte di Po rievocazione del bombardamento di Cremona 70 anni dopo pag. 14 JAZZ FESTIVAL Venerdì 11 a Soncino il mostro sacro Franco Cerri pag. 64 1

2 In questo n u m e ro In copertina lo scrittore cremonese Sandrone Dazieri w w w.piuonline.it p i c re m o n a o n l i n e. i t Supplemento al quotidiano La Provincia Quotidiano di Cremona e Crema Direttore responsabile: Vittoriano Zanolli A cura di: Daniele Duchi Hanno collaborato: Nicola Arrigoni, Fabrizio Barbieri, Barbara Caffi, Cinzia Franciò, Andrea Gandolfi, Ivan Ghigi, Fabio Guerreschi, Meo Mola, Francesco Pavesi, Luca Puerari, Elisabetta Quinzani, Massimo Schettino, Fulvio Stumpo, Mariagrazia Teschi, Tullio Vi n ce n z i ANNO XIII - NUMERO 27 Chiuso in redazione il 4/7/14 Reg. Tribunale n. 382/2002 del 13/4/02 OROSCOPO di Redazione Più 3 Toro, intesa da 10 e lode. Quelle malinconie dei Pesci PRIMO PIANO di Barbara Caffi 4 Dazieri sulla via del thriller PRIMO PIANO di Daniele Duchi 10 Melissa Arici, bella tra le belle IL GRANDE FIUME di Fulvio Stumpo 12 Da Padova a Venezia tra ville antiche e canali luglio 1944, 70 anni dopo ECONOMIA di Andrea Gandolfi 16 Lusso, il Golfo dei Paperoni 17 L agriturismo t i e n e bene. Ma deve crescere a n co ra 18 In Italia cresce la povertà. Sale il rischio per gi ova n i 19 Per l impresa sociale ESTERI di Massimo Schettino 20 La Grande Guerra divide ancora 23 Film Usa, ira nordcoreana. «E un atto di guer ra» ARTE di Mariagrazia Teschi 24 Tattoo: l arte del tatuaggio 25 Tra passato e futuro. Da Immagini Spazio 25 San Pietro in Cerro. 100 artisti al castello 25 Claudio Cabrini passione motocross. Da Caffè in Piazza MUSICA di Fabio Guerreschi 26 Il talento di 120 musicisti DISCHI di Daniele Duchi 28 Piero De Luca & Big Fat Mama. Tutte le sfumature del blues 29 George Ezra, l esordio ispirato da un viaggi o A TAVOLA di Tullio Vincenzi 30 Nel segno delle bollicine Peperoncino Festival. Mix gastronomia- cultura 32 Il ristorante. La Lucciola di Cremona 34 La ricetta. Orzo e trota con salsa di senape e a n e to SALUTE di Luca Puerari 43 Così si origina la metastasi 44 Poca vitamina D 45 Per il genitore viaggiatore in valigia sali e antistaminici 45 Caldo e afa se hai un bebé. Il vero e falso per la salute PAG. 47 I N S E R TO TELE VISIONE Tutti i programmi dal 5 all 11 luglio 2014 BELLEZZA di Cinzia Franciò 46 I bisogni essenziali dei capelli 47 Prova costume, bere acqua aiuta l a s p e t to MODA E STILE di Daniele Duchi 48 Armani tra echi e invenzioni PIANTE E GIARDINI di Elisabetta Quinzani 50 Mela, salutare frutto antiage DESIGN di Daniele Duchi 52 Slide, gli arredi... stravaganti TURISMO di Cinzia Franciò 54 Vivere da contadini 55 Escursioni. Attraversare le Alpi LIBRI di Barbara Caffi 56 Passeggiando per Roma TECNOLOGIA di Ivan Ghigi 58 Il futuro visto da Google 59 Il nuovo Nokia X2 telefono low cost 60 Sarà un autunno di novità per la Xbox e la Pl ays t at i o n CINEMA/DVD di Nicola Arrigoni 62 30enne babysitter per caso SPETTACOLI di Daniele Duchi 64 Il jazz torna nella Rocca STORIE DI SPORT di Fabrizio Barbieri 66 Un torneo Robi Telli show AUTO & MOTORI di Francesco Pavesi 68 Mercedes S Coupé. Ricerca stilistica e tecnol o gi a 69 Ford Edge. Lusso accessibile BORSINO di Redazione Più 72 Oreste, lo stile non si inventa. Giovanni e i loculi del cimitero MISS FANUNKA 2014 A San Daniele Po trionfa Melissa Arici IL RISTORANTE La Lucciola di Cremona pag. 10 pag. 32 2

3 OR OSCOPO Toro, intesa da 10 e lode Quelle malinconie dei Pesci ARIETE Dal 21/3 al 20/4 TO RO Dal 21/4 al 20/5 GEMELLI Dal 21/5 al 20/6 C ANCRO Dal 21/6 al 22/7 Amore: una storia a distanza vi potrà procurare qualche preoccupazione. Cercate di far luce in voi stessi e capire se ne valga veramente la pena! Lavoro: sarete molto bravi nelle professioni indipendenti. Saprete gestire al meglio il vostro tempo e le vostre risorse. Salute: concedetevi piccoli momenti di relax magari in compagnia di un buon libro. Amore: intesa fisica e mentale perfetta. Niente e nessuno comprometterà la felicità e la bellezza dello stare insieme. Lavoro: potrebbero saltare programmi o accordi e sarete costretti a rivalutare ogni cosa verso il fine settimana. Salute: un viaggio sarebbe perfetto per dare risposta alla vostra esigenza di movimento e di scoperta di nuovi orizzonti. Amore: anche se la tentazione di rallentare sarà forte, ce la metterete tutta per far funzionare il rappor to. Lavoro: provate a coinvolgere di più anche chi ha poca voglia di collaborare, soprattutto se vivete in un ambiente in cui la cooperazione è importante. Salute: se praticate sport dovrete fare attenzione soprattutto a giunture, caviglie e gomiti. Amore: il vostro cuore batterà per qualche storia vecchia. Ogni tanto riaprirete l'album dei ricordi e tornerete con la mente a quello che fu. Risvegliatevi presto: la realtà vi aspetta. Lavoro: non mancheranno idee brillanti da realizzare con tempestività. Salute: dovrete prestare particolare attenzione all'alimentazione e all'attività fisica LEONE Dal 23/7 al 22/8 VERGINE Dal 23/8 al 22/9 BIL ANCIA Dal 23/9 al 22/10 S CO R P I O N E Dal 23/10 al 21/11 Amore: vita a due a tratti scossa da qualche incomprensione. L'intimità però funzionerà a meraviglia. Lavoro: la vostra ambizione troverà modo di essere soddisfatta, soprattutto sotto l'aspetto econ o m i c o. Salute: avrete bisogno di ricaricare le batterie, quindi lasciate fuori dalla vostra vita le situazioni in cui lo stress ha la meglio sul p i a c e re Amore: il rapporto di coppia migliorerà e ciò vi renderà felici. Forse si realizzerà quella stabilità che andate cercando da tempo. Lavoro: riceverete un consiglio da un amico, che vi sarà utile per concludere una trattativa di lavoro che portavate avanti da temp o. Salute: un controllo dal dentista vi permetterà di rimediare a una situazione delicata Amore: la relazione di coppia sarà messa alla prova a causa di interferenze esterne. Prendetevi un po' di tempo solo per voi stessi. Lavoro: sarete sotto pressione e le persone intorno a voi continueranno a scaricarvi i loro impegni, decidetevi a dire basta una buona volta. Salute: il troppo stress potrebbe rendervi eccessivamente nervosi e irritabili Amore: vita di coppia all'insegna di maggior equilibrio, complicità, sensualità. Certo per mantenere pace e armonia spesso vi toccherà fare un passo indietro. Lavoro: evitate di far prevalere le vostre idee a tutti i costi. Cercate piuttosto un dialogo costruttivo, senza imposizioni. Salute: concedetevi un ora in più di sonno senza farvi prendere dai sensi di colpa SAGIT TARIO Dal 22/11 al 21/12 C APRICORNO Dal 22/12 al 20/1 ACQ UA R I O Dal 21/1 al 19/2 PESCI Dal 20/2 al 20/3 Amore: andate incontro alla persona amata a braccia aperte senza lasciarvi frenare da dubbi o barriere. In fondo la spontaneità è la miglior cosa. Lavoro: sono previsti aspri scontri con collaboratori e superiori. Cercate di tenervi a distanza di sic u re z z a. Salute: per una alimentazione equilibrata aggiungete verdura alla dieta, purché sia di stagione Amore: il rapporto con la persona amata si farà più profondo e l'affetto scioglierà del tutto i nodi irrisolti di prima. Lavoro: getterete le basi per un nuovo progetto. Dovrete però impegnarvi seriamente e a fondo se vorrete godere dei risultati. Salute: possibile un lieve ma fastidioso irrigidimento della schiena, dovuto in parte alle posture sbagliate Amore: lasciate alla persona amata la possibilità di esprimere liberamente i suoi bisogni, senza metterla alla prova con le vostre cr itiche. Lavoro: quando affronterete certe situazioni, dovrete cercare di essere più positivi o rischierete di smarrire il vostro vero obiettivo e vedervelo sfuggire di mano. Salute: tenete d occhio l accumulo di calorie Amore: non perdetevi in malinconie e nostalgici rimpianti di amori passati. Piuttosto cercate di impegnarvi per migliorare il p re s e n te. Lavoro: dinamici, ispirati e comunicativi, avrete tutte le ragioni per sentirvi al sicuro e per buttare nel dimenticatoio perplessità e p ro b l e m i. Salute: camminate velocemente e sintonizzate i passi col ritmo del respiro

4 PRIMO PIANO Dazieri sulla via del thriller Lo scrittore cremonese debutta in un nuovo genere narrativo Dopo aver rinunciato al personaggio del Gorilla/Socio ha scritto Uccidi il padre LA NOVITÀ IN LIBRERIA di Barbara Caffi Èdifficile per uno scrittore liberarsi dei propri personaggi più celebri, tanto più nella narrativa di genere dove spesso i protagonisti diventano più importanti delle stesse storie. Anche i lettori rinunciano difficilmente ai loro eroi, di cui di romanzo in romanzo, di episodio in episodio vengono a conoscere gusti musicali o gastronomici, dettagli sui rapporti con le donne, idiosincrasie, hobby e così via, ma anche modi di pensare. Il patto tra autori e lettori è quindi di reciproca pigrizia, ed è difficile da rompere. Anche Simenon, che aveva tentato di mandare in pensione il suo Maigret, è stato costretto a richiamare in servizio il suo commissario. Sembra non essere pentito del suo azzardo, invece, Sandrone Dazieri, lo scrittore cremonese che deve la sua fama soprattutto al Gorilla e al suo Socio, due personaggi in uno e oltretutto alter ego dell autore, giusto per confondere ulteriormente le acque. La fine del Socio, ne La bellezza è un malinteso, è stata un colpo per i lettori e una decisione irrevocabile per l autore. A distanza di quattro anni, Dazieri è tornato nelle librerie con un libro, Uccidi il padre, che segna una svolta radicale. Il nuovo romanzo è infatti un thriller e non un noir, supera abbondantemente le cinquecento pagine, ha cambiato il ritmo della scrittura, che si è fatta più aspra, più dura. La stesura del libro è durata un paio d anni, tra non poche difficoltà e qualche ripensamento: «Volevo raccontare delle storie più complesse, volevo mettermi alla prova con delle maggiori esigenze di aderenza alla trama e provare una scrittura oggettiva e non più soggettiva. E siccome sono un autodidatta puro, senza alcuna teoria alle spalle, prima di trovare la strada giusta ho fatto un sacco di esperimenti. Il modello di riferimento è Stephen King, ma certo non mi ci avvicino», ha ammesso recentemente Dazieri in un intervista a «La Provincia». In Uccidi il padre, i protagonisti sono due, e potrebbero fare a gara tra chi ha più problemi. Problemi gravi: crisi di panico, fobie, turbe, traumi che non riescono a superare. Lei si chiama Colomba Caselli, è una poliziotta di trent anni che ha vissuto quello che lei chiama il Disastro e che fatica a riprendersi. Ma è brava, accidenti se è brava. Lui invece è Dante Torre, e da bambino lo hanno rapito. Segue a pag. 6h 4

5 PRIMO PIANO Sulle tracce di un bimbo rapito Due immagini dello scrittore cremonese Sandrone Dazieri «Il mondo è una parete curva di cemento grigio» mondo è una parete curva di cemento grigio. Il mondo ha suoni «I l ovattati ed echi. Il mondo è un cerchio largo due volte le sue braccia aperte. La prima cosa che il ragazzo ha imparato in quel mondo circolare sono stati i suoi nuovi nomi. Ne ha due. Figlio è il nome che preferisce. Ne ha diritto quando fa le cose giuste, quando obbedisce, quando i suoi pensieri sono limpidi e veloci. Altrimenti il suo nome è Bestia. Quando si chiama Bestia, il ragazzo viene punito. Quando si chiama Bestia, il ragazzo ha freddo e fame. Quando si chiama Bestia, il mondo circolare puzza. Se Figlio non vuole diventare Bestia, deve ricordare il posto giusto delle cose che gli sono state affidate e averne cura. Il secchio per i bisogni deve stare sempre appeso alla trave, in attesa di essere svuotato. La brocca per l acqua deve stare sempre al centro del tavolo. Il letto deve rimanere sempre in ordine e pulito, con la coperta ben rimboccata. Il vassoio del mangiare deve stare sempre accanto allo sportello. Lo sportello è il centro del mondo circolare. Il ragazzo lo teme e lo venera come una divinità capricciosa. Lo sportello può aprirsi all improv - viso, o rimanere chiuso per giorni. Lo sportello può far passare cibo, vestiti puliti e coperte, libri e matite, oppure dispensare punizioni. L errore viene sempre punito. Per gli errori piccoli c è la fame. Per gli errori più grandi il freddo o il caldo atroce. Una volta ha avuto così caldo che ha smesso di sudare. È caduto sul cemento pensando di morire. È stato perdonato con un getto di acqua fredda. Era di nuovo Figlio. Poteva di nuovo bere e pulire il secchio ronzante di mosche. La punizione è dura nel mondo circolare. Implacabile e precisa. Così ha sempre creduto sino a quando non ha scoperto che il mondo circolare è imperfetto. Il mondo circolare ha una crepa. Lunga come il suo indice, la crepa si è aperta nella parete, proprio dove la trave con il secchio si innesta nel cemento. Il ragazzo non ha osato guardarla da vicino per settimane. Sapeva che c era, premeva ai confini della sua coscienza, lo bruciava come il fuoco. Il ragazzo sapeva che guardare la crepa era una Cosa Proibita, perché nel mondo circolare tutto quello che non è esplicitamente permesso è vietato. Ma una notte il ragazzo ha ceduto a se stesso. Ha trasgredito per la prima volta da tanto tempo, il tempo sempre uguale del suo mondo circolare. Lo ha fatto con prudenza, con lentezza, studiando le sue mosse. Si è alzato dal letto e ha finto di cadere. Stupida Bestia. Bestia incapace. Ha finto di doversi appoggiare al muro per sostenersi e ha portato solo per un attimo l occhio sinistro a contatto con la crepa. Non ha visto nulla, solo il buio, ma l enormità del suo gesto lo ha fatto sudare di paura per ore. Per ore ha aspettato la punizione e il dolore...». (da Uccidi il padre) La trama Un bambino è scomparso in un parco alla periferia di Roma. Poco lontano dal luogo del suo ultimo avvistamento, la madre è stata trovata morta, decapitata. Gli inquirenti credono che il responsabile sia il marito della donna, che in preda a un raptus avrebbe ucciso anche il figlio nascondendone il corpo. Ma quando Colomba Caselli arriva sul luogo del delitto capisce che nella ricostruzione c è qualcosa che non va. Colomba ha trent'anni, è bella, atletica, dura. Ma non è più in servizio. Si è presa un congedo dopo un evento tragico cui ha assistito, impotente. Eppure non può smettere di essere ciò che è: una poliziotta, una delle migliori. E il suo vecchio capo lo sa. Per questo le chiede di lavorare, senza dare nell occhio, al caso e la mette in contatto con Dante Torre, soprannominato l uomo del silos, un esperto di persone scomparse e abusi infantili. Di lui si dice che è un genio, ma che le sue incredibili capacità deduttive sono eguagliate solo dalle sue fobie e paranoie. Perché da bambino Dante è stato rapito e, mentre il mondo lo credeva morto, cresceva chiuso dentro un silos, dove veniva educato dal suo unico contatto col mondo, il misterioso individuo che da Dante si faceva chiamare Il Padre. Adesso la richiesta di Colomba lo costringerà ad affrontare il suo incubo peggiore. Perché dietro la scomparsa del bambino Dante riconosce la mano del Pa d re. Ma se è così, perché il suo carceriere ha deciso di tornare a colpire a tanti anni di distanza? E Colomba può fidarsi davvero dell'intuito del suo al - l e ato, o Dante la sta conducendo a caccia di fantasmi? Dazieri abbandona il noir metropolitano e costruisce un thriller magnifico, che tiene il lettore incollato dalla prima all ultima pagina in un crescendo costante di tensione e colpi di scena. Uccidi il padre, di Sandrone Dazieri, pagine 564, euro 18, Mondadori 5

6 PRIMO PIANO Il debutto del Gorilla La Milano da bere Attenti al Gorilla (1999). A Milano, nel bel mezzo di una festa, la figlia del padrone di casa fugge in moto con un amico e poco dopo viene ritrovata uccisa. L investigatore privato assunto per occuparsi del servizio di sicurezza, un personaggio bizzarro, segnato da una curiosa particolarità, inizia un indagine destinata a scoprire una serie di intrighi e bugie che mascherano molti segreti. Spunta il cadavere di un albanese Sandrone nei guai La cura del Gorilla (2001). San - drone Dazieri è finalmente guarito dai suoi malanni. Ma per un tipo così è difficile stare lontano dai pasticci. Torna a Cremona, in convalescenza a casa della madre, incontra una ragazza meritevole di seduzione e finisce dritto dritto sul cadavere di un albanese. Sembra uno di quei casi risolto in partenza, però Sandrone, che i particolari li osserva, non è affatto convinto. E il Gorilla va al luna park Lidia va protetta Gorilla blues (2002). Sandro - ne accetta una vacanza di lavoro sul lago Maggiore, come sorvegliante di un piccolo luna park. Ma per il Gorilla-Sandro - ne le cose non vanno esattamente come si aspettava: qualcuno cerca di fare una strage durante un matrimonio in costume, e lui si trova a dover proteggere un giovane soprano, Lidia, prima dalle fiamme, poi dalle attenzioni di un maniaco. Il cuoco si trasforma in detective Si parla di zoomafie Bestie (2010). Un piccolo albergo nelle valli della bergamasca. L omicidio di un ragazzo di passaggio. Un cuoco con trascorsi da rapinatore costretto a reinventarsi investigatore. L om - bra delle Triadi cinesi e della criminalità organizzata. Tra oscuri rimedi orientali e ambientalisti arrabbiati. Un romanzo che affronta il tema delle zo o m a f i e. Un romanzo pensato come film Con Marco Martani Cemento armato (2007). Il Primario è un boss della nuova malavita palazzinaro, perfido, spietato, misterioso come un diamante nero. La sua esatta purezza nel compiere il male lo pone al di sopra degli altri, senza limiti e senza ritegno. Il Primario un giorno entra in contatto con Diego, ragazzo un po ingenuo e sognatore, ma capace di farsi rispettare e deciso a vivere la vita a modo suo. g Continua da pag. 4 Per questo nessuno è come lui quando c è da venire a capo di persone scomparse o di abusi su minori. Ed è per questo che quando alle porte di Roma, in un parco dove le famigliole vanno a fare le giterelle con i panini e l aranciata, viene recuperato un uomo sotto choc, ritrovato il cadavere decapitato di sua moglie e non c è traccia del loro bambino, gli inquirenti mettono in contatto Dante e Colomba e si affidano al loro intuito. Anche questo è un tema tipico di Dazieri: come il Socio/Gorilla, colpito da una forma di dissociazione patologica, anche Dante e Colomba sono a loro modo malati, psichica- 6

7 PRIMO PIANO Dov è finita la ex di Sammy? Il Gorilla fa a pugni Il Karma del Gorilla (2005). Ora che sbarca il lunario come addetto free lance alla sicurezza, il Gorilla passa il tempo a sbronzarsi e a fare a pugni con focosi supporter della guerra in Iraq. A rendergli le cose più complicate riappare Sammy, un vecchio amico che ha un incarico per lui: rintracciare la sua ex fidanzata, scomparsa da anni, e probabilmente finita nei guai. L amnesia del manager Il passato di Santo È stato un attimo (2006). È la vigilia di Natale. Santo si risveglia in uno dei bagni della Scala di Milano dopo essersi fulminato con l'interruttore difettoso. Santo è un manager di successo, direttore della filiale milanese di una multinazionale della pubblicità e ha costruito la sua fortuna su un mix di spregiudicatezza personale e abilità politica. Ma Santo non si ricorda più niente di tutto questo. Un unico volume per i primi tre casi Detective no global Aiuto, Gorilla! (2011). In questo volume sono raccolte le prime tre indagini del Gorilla, l u n i co detective no global, capace di muoversi nei meandri di una Milano ormai non più da bere, ma anche a Cremona, a Torino, sul Lago Maggiore... Assieme a lui, indivisibile, emerso dalle pieghe di una personalità schizofrenica, il Socio: lucidissimo stratega con il quale Sandrone condivide il suo corpaccione. Un suicidio che fa pensare L addio del Gorilla La bellezza è un malinteso (2010). M ilano, inverno. Il sospettato di un piccolo furto si uccide gettandosi sotto un treno della metropolitana. È un gesto che distrugge la tranquillità di Sandrone Dazieri, detto il Gorilla, un uomo che da tempo cerca di essere solo un investigatore al soldo delle assicurazioni e che ha rinunciato del tutto a occuparsi di delitti efferati. Fabio scava nel passato Ad Amsterdam Le madri atroci (2012). Amster - dam, splendida e civilissima capitale europea. Ma anche Amsterdam, luogo di perdizione: quella delle sostanze psicoattive, quella dove il sesso è in vetrina, pronta consegna. Ma per Fabio Amsterdam è solo una cosa: il luogo scelto da sua moglie Daria per togliersi la vita in una stanza d'albergo. Inspiegab i l m e nte. mente fragili. In un mondo in cui la normalità può arrivare a uccidere e ce lo dimostrano ogni giorno episodi agghiaccianti di cronaca nera, il diverso rappresenta la parte sana, se non addirittura la cura. «Non nascondo la mia simpatia per i mostri, per i diversi, per gli emarginati, per chi spesso è messo al bando ha infatti dichiarato lo scrittore cremonese. Per capire questo mondo devi esserne un po fuori, si riesce a vedere meglio ciò che accade. E dal punto di vista narrativo, se chi uccide agisce seguendo dei meccanismi mostruosi, chi è mostro è in grado di comprenderlo maggiormente». Segue a pag. 8h 7

8 PRIMO PIANO g Continua da pag. 7 E c è un altra caratteristica che accomuna Uccidi il padre ai precedenti romanzi di Dazieri: «Cremona. Cre-mo-na. Si rigirò la parola in testa: la sua città natale era un grumo di nostalgia e rimpianti, ma il pensiero di tornarci richiamava i ricordi peggiori. Bizzarro per un posto che veniva considerato uno dei più tranquilli d Italia, settantamila abitanti nella pancia della Pianura Padana, attaccato alle tradizioni e alla sua storia, al torrone e ai violini di Stradivari». Che sia il segno di un legame affettivo che la distanza non spegne o che sia un vezzo narrativo,anche questo romanzo di Dazieri è parzialmente ambientato a Cremona. E in questo caso non solo per restare fedele a un cliché ben consolidato. L idea del libro è nata infatti nelle campagne che circondano la città: «Lo spunto del romanzo ha ricordato Dazieri mi è venuto qui, passavo vicino a Cremona in macchina con un amica quando abbiamo visto una cascina con un silos. La mia amica ne ha apprezzato la bellezza, io ho cominciato a pensare come avrebbe potuto essere la vita di uno rinchiuso in un silos, completamente isolato». L esito è una storia che non deraglia, una corsa contro il tempo per salvare un bambino che si presume nelle mani di un folle. A salvarlo è questo l avvincente paradosso due psicolabili, la poliziotta cui le crisi di fiato tolgono il fiato e un uomo che conosce il dolore e la paura perché li ha provati sulla sua stessa pelle. Due persone ferite e acciaccate, che la vita ha preso a cazzotti, antieroi imperfetti. Ma come il giallo è diventato da tempo terreno fertile per chi vuole parlare della società attuale, così il thriller offre nelle maglie strette di una struttura narrativa che poco concede la possibilità per allargarsi a scenari fantapolitici e inquietanti, che danno vita a un affresco in cui si muovono ex militari, esponenti di superpotenze, agenti di servizi regolarmente deviati. Una partita a scacchi con le ombre, con organismi occulti e paralleli che agiscono alle spalle di una collettività destinata a restare all oscuro di tutto. Il thriller psicologico si sposa così alla spy story, dando vita a un romanzo che tiene incollato il lettore pagina dopo pagina. Oggi Uccidi il padre è in quella che Dazieri definisce la terza fase, quella in cui «il libro è pubblicato e non è più tuo. E di chi lo legge, di chi se lo infila in borsa, di chi lo commenta, di chi lo recensisce, di chi lo consiglia agli amici, di chi lo scarica pirata, di chi lo compra e di chi lo frega. Del libraio, del fattorino di Amazon, del magazziniere, del commesso del supermercato. Di chi lo tiene sul comodino a fare polvere. Di chi lo interpreta all opposto di come tu l hai pensato, e ha ragione lui, perché leggendo la storia si ricrea, ogni volta diversa. Tu puoi solo portarlo un po in giro, accompagnarlo. Speri faccia una gran strada nel mondo, ma sai che potrebbe allo stesso modo fermarsi all angolo della strada. Non hai più nessun controllo su di lui. Puoi solo incrociare le dita e affidarlo a quelli che incontrerà sul suo cammino». E c è da scommettere che sono tantissimi. RIPRODUZIONE RISERVATA 8

9 PRIMO PIANO A destra: la partecipazione di Dazieri alle Co rd e dell A nima A sinistra: sul set cremonese de La cura del Gorilla Da cuoco a scrittore I mille mestieri dell autore cremonese Giovedì prossimo a Leggere è Fico Cuoco, facchino, attivista nell orbita del centro sociale Leoncavallo, correttore di bozze, giornalista, consulente editoriale, esperto di narrativa di genere e di controculture, scrittore: non sarà come Jack London, che fece anche il cercatore d oro e il pescatore clandestino di ostriche, ma anche di Sandrone Dazieri si può dire che ha fatto mille mestieri. Anche se in realtà lui ha sempre voluto fare una cosa sola: scrivere. «La scrittura ha detto è sempre stata un modo per esprimere emozioni che non sarei riuscito a far venir fuori, mi ci sono sempre nascosto dietro. Di fare lo scrittore l ho deciso a anni e anche se ci ho messo molto prima di riuscire a farlo davvero ogni cosa che ho fatto era in qualche modo finalizzata a questo, in tutti i lavori che ho fatto c era la determinazione a diventare scrittore prima o poi. Se ho una dote, è la caparbietà. E poi fare lo scrittore è come essere un atleta, è un lavoro che va fatto con metodo. L ispirazione può esserci, perché in certi giorni si scrive meglio che in altri e tutto va liscio, ma non pensiamo che arrivi la musa a visitarci. Per me fa parte del mestiere non solo la scrittura, ma anche guardare le serie tv e leggere, leggere molto». Cremonese, nato nel 64, sposato con Olga Buneeva (una russa che lo ha messo al tappeto durante una fiera del libro), Sandrone Dazieri scrive a 360 gradi. Oltre che come romanziere, è infatti attualmente responsabile della collana Young Adult della Fabbri. E inoltre autore di sceneggiature cinematografiche (compreso il film La cura del Gorilla tratto dai suoi romanzi e interpretato da Clau - dio Bisio) e televisive, tra cui la serie Squadra antimafia per Canale 5. con il nuovo libro Giovedì prossimo, 10 luglio, Sandrone Dazieri e il suo Uccidi il padre sa - ranno i protagonisti di Leggere è Fico, il ciclo di incontri con gli autori organizzato dall Osteria del Fico e dalla libreria del Convegno e curato da Andrea Cisi e Mario Feraboli con il contributo di Cassapadana e Cremonahotels. L incontro si terrà alle 21 presso l Osteria del Fico in via Guido Grandi; a conversare con lo scrittore sarà Giacomo Guglielmone, giornalista de «La Provincia», oltre che autore del giallo La stagione da Iseo. La rassegna Leggere è Fico proseguirà giovedì 17 luglio, sempre alle 21, con l intervento di S andra Pe t r i g n a n i, che in M arguerite rac - conta la storia irripetibile di Marguerite Duras. 9

10 PRIMO PIANO Melissa Arici, bella tra le belle La 22enne bresciana ha vinto l edizione 2014 di Miss Fanunka Sbaragliata la concorrenza di una trentina di ragazze provenienti da tutto il nord Italia nel decimo anniversario della kermesse organizzata dal patron Giovanni Bagni del Fanunka Beach bar di San Daniele Po di Daniele Duchi Melissa Arici, 22enne bresciana, si è aggiudicata sabato scorso la decima edizione del concorso di bellezza Miss Fanunka organizzato dal patron Giovanni Bagni del Fanunka Beach bar di San Daniele Po e presentato come sempre in modo professionale da Eleonora Busi. Una trentina le aspiranti reginette arrivate da tutto il nord Italia, scremate dalle settanta iniziali dopo la cancellazione (causa maltempo) della pre-selezione che si sarebbe dovuta tenere lo scorso 14 giugno. Nonostante il rammarico per la serata persa, ne ha guadagnato la competizione visto il livello davvero elevato delle partecipanti. Grande la soddisfazione di Giovanni Bagni che con grande perseveranza ha continuato a credere nella sua manifestazione e la presenza tra il pubblico del sindaco Davide Persico testimonia la vicinanza dell amministrazione comunale. Al termine delle sfilate (in abito da sera, in costume e in intimo), la proclamazione: la 16enne lodigiana Beatri - ce Sportellisi è aggiudicata la fascia di Miss Fanunka giuria popolare (vo - tazione effettuata dal pubblico tramite sms); Debora Gambarini (19 anni di Bergamo) è Miss ; Rena - Beatrice Sportelli, Rena ta A ndritco, Andrea Sasu, Eleonora Busi, Giovanni Bagni, Melissa A rici, Claudia Florescu e Debora Gambarini Sotto: il passaggio di testimone tra Giulia Ve n t u r i ( Miss Fanunka 2013, prima a destra in abito nero) e Melissa Arici Le foto della serata sono di Pietro Diotti 10

11 PRIMO PIANO Alcune fasi della sfilata dell edizione 2014 di Miss Fanunka (foto Giuseppe Belli) Qui a destra: la p re s e n t a t r i ce Ele onora Busi co n Melissa Me duri ( M iss Fa nu n ka 2012 ) ta Andritco (24enne di Vicenza) è Miss immagine ; la bresciana Clau - dia Florescu (26 anni) è stata eletta Miss sorriso ; ad Andrea Sasu (24 anni di Bergamo, seconda classificata) sono andate le fasce di Miss eleganza Fanunka e Miss eleganza stella d Europa. Infine la vincitrice Melis - sa Arici si è aggiudicata le fasce di Miss Fanunka 2014, Miss gambe stella d Europa e Miss un volto per il cinema

12 PRIMO PIANO IL GRANDE FIUME Equipaggio misto di navigatori padani Alla voga della Leonida Dal Brenta alla Laguna di Fulvio Stumpo e Ivano Ceruti Da Padova a Venezia tra ville antiche e canali I navigatori padani alla partenza, alla voga e una splendida villa sul Brenta Alla fine della tre giorni di navigazione si è svolta la Vogalonga di Venezia Navigatori padani ai remi. Nei giorni scorsi si è concluso con successo il raid Padova-Venezia via fiume Bacchiglione-canale Piovego--Naviglio Brenta-Canale Malamocco-Litorale interno di Pellestrina e di Lido, poi l 8 giugno i i vogatori hanno corso la 40esima Vogalonga di Venezia. In tutto 180 chilometri. Hanno preso parte al raid sulla Leo- nida della Bissolati Ivano Ceruti, il poppiere, Giorgio Bacciocchi, Luciano Bolzoni, Daniele Tabaglio, Piercarlo Toresani della Bissolati, Giuseppe Bozzetti della Baldesio, Fulvio Stumpo della Flora. Fondamentale la collaborazione di Armando Catullo, Mario Simonetto e Roberto Bocchi La navigazione risulta sempre tranquilla, mentre si iniziano a intravedere le prime case patronali e grandi ville. Verso le 12,10 una breve sosta coi remi, ma in navigazione, ci permette di mangiare qualche frutto e di dissetarci, mentre il caldo si fa afoso, anche se il cielo è ritornato completamente coperto. Dopo diversi chilometri alle 13,15 attraversiamo il paese di Fiesso D Artico. Per diversi tratti il percorso risulta parallelo alla strada, e attraversa proprio nel mezzo parecchi paesi,superiamo alcuni alti ponti e con molta attenzione tre bassi ponti, che ci costringono di togliere solo le forcola del poppiere. Alle 15,50 dopo 16 chilometri da Fiesso approdiamo,a monte della conca di Mira Taglio, in un ramo se- 12

13 PRIMO PIANO condario. Il secondo giorno di navigazione si va da Mira Taglio-Naviglio Brenta-Mira Porte-Gambarare-Oriago conca Maranzani-Fusina-Canale di Malamocco Canale di S. Antonio del Litorale interno di Pellestrina-porto di Chioggia-Sottomarina di Chioggia. Il tempo è sempre bello alle 8,25 riprendiamo a navigare e prima del paese di Oriago passiamo tre ponti girevoli e tre molto bassi,che passiamo, a malapena. Transitiamo davanti a molte altre grandi ville (Mocenigo, Gradenisco, Allegri) e molte altre più lontane. Riprendiamo la navigazione sotto un cocente sole e una ventilazione proveniente dalla vicina laguna veneta che raggiungiamo alle10,45 virando sulla destra, per il Canale di Malamocco. Ammiriamo la vicina Venezia, poi iniziamo la navigazione puntando alla più lontana Chioggia. Diverse grandi navi si profilano in lontananza, mentre alcune ci superano e ci incrociano, causando alte e prolungate onde. Alle 11,25,seguendo le bitte di segnalazione del canale, ci allontaniamo dalla costa, deviando sulla sinistra, entriamo decisamente in mezzo alla laguna, puntando verso la sponda del litorale di Pellestrina. Attraversiamo il grande canale del Porto di Malamocco, ammirando i vari paesini che si susseguono. Alle 16 attraversiamo il canale del Porto di Chioggia, alle 16,40 finalmente approdiamo alla darsena. Il terzo giorno di navigazione si fa rotta da Sottomarina di Chioggia-Coordinamento Vogalonga-Venezia di km.35 Sveglia alle 7, veloce e robusta colazione riprendiamo i remi e navighiamo in senso inverso al percorso fatto ieri pomeriggio. Come al solito, causa la bassa marea, prudentemente,rimaniamo appena fuori dalle bitte di segnalazione dei vari canali paralleli alla costa,per evitare le numerose secche presenti in quel tratto di laguna,sfilando i vari paesini presenti, il sole a tratti, inonda di luce le case e i campanili delle piccole chiese che, lentamente oltrepassiamo,mentre alcuni gabbiani si alzano, al nostro avvicinarsi, volteggiando e stridendo all'impazzata. Ora la calura è rapidamente aumentata. Verso le 10,30 facciamo una breve sosta ancora all ot - tagono di S. Pietro, dove ci rifocilliamo e dissetiamo. Alle 11 ripartiamo e, con una energica remata, attraversiamo il grande canale del porto di Malamocco. Lo spettacolo della laguna, grazie alla splendida giornata, è mozzafiato mentre molto lontano, S. Marco si intravede,tra la foschia, risplendente al sole,è un panorama bellissimo e unico. Superiamo 1 Ot - tagono Alberoni, e lasciamo decisamente sulla nostra destra,le isole Poveglia (disabitata),di S. Spirito,di S. Clemente, e l isola Delle Grazie, favoriti dalle condizioni del mare molto calmo e al buon livello della marea puntiamo direttamente verso l'isola della Giudecca, navigando al largo dell isola Sacca Sessola che ci porta alla Sacca Fisola sede del Coordinamento della Vogalunga. Con questo percorso si risparmiano parecchi chilometri anche se disturbati dal passaggio, ravvicinato di molti grossi motoscafi privati che hanno creato molte onde tumultuose, ostacoli ancora una volta ben superati dalla robusta Leonida, ma impossibili con altre venete. Sono le 13,50 e anche questa avventura è finita. 13

14 PRIMO PIANO 10 luglio 1944, 70 anni dopo Giovedì alle si terrà la rievocazione del bombardamento della stazione di Cremona e del ponte sul Po con DLF e EmmeCi una delle pagine più drammatiche della storia di Cremona durante la Seconda Guer- E stata ra Mondiale. Narrano le cronache: «Anche quella mattina del 10 luglio 1944 era limpida ed il caldo si fece sentire ben presto. Cremona era avvolta in un silenzioso mistero estivo, rotto soltanto dall'improvviso carosello delle macchine tedesche che dalla sponda emiliana del Po arrivavano alla Platzcommandantur sita nel Palazzo Trecchi. Più quieta di tutte le piazze era Porta Milano quella mattina. Chi si fosse fermato un attimo, verso le 10,30 a guardare la vecchia piazza, avrebbe notato nulla di insolito... Improvvisamente però l'ululato della sirena d'allarme... e dal cielo piovevano le prime bombe di grosso calibro sul piazzale di Porta Milano. Due minuti dopo il piazzale di Porta Milano non esisteva che di nome: due bombe erano cadute nel centro della piazza ed avevano tutto sconvolto. Altre tremende tragedie accorsero agli abitanti da via Nazario Sauro a via Naviglio fino al Cimitero e tra gli scali della nostra stazione ferroviaria. Una tragedia che a Porta Milano ebbe il maggior numero di protagonisti, di morti e di superstiti». A settant anni da quella tragedia, che causò anche la distruzione del ponte sul Po, i responsabili del Dopo Lavoro Ferroviario (associazione che unisce il personale in quiescenza a quello in servizio), hanno convenuto fosse maturato il tempo di far ricordare i luttuosi avvenimenti con una cerimonia diversa, che coinvolgesse anche la cittadinanza, così pure duramente provata da quell evento con decine di morti. Il luogo in cui avverrà la rievocazione, giovedì 10 luglio alle ore 21.30, sarà lo spazio di lungo Po Europa delimitato dalla Canottieri DLF, il Po e sotto i due ponti, stradale e ferroviario. Il racconto del bombardamento della stazione e della città di Cremona del 10 luglio 44 vuole per prima cosa ricordare, ricordare per non dimenticare. Nel corso degli anni i ferrovieri hanno sempre organizzato una celebrazione in via San Francesco per i colleghi caduti. Nello stesso giorno si terranno alle 9,30 una cerimonia presso la lapide in piazza Risorgimento; alle 10 Santa Messa presso la chiesa di Sant Ambrogio; alle 11 benedizione del monumento ai caduti in via San Francesco. La parte artistica della rievocazione sarà curata dall Associazione Culturale EmmeCi di Massimo Cauzzi. L Associazione ha già organizzato diverse manifestazioni legate a varie ricorrenze, presso gli spazi di Porta 14

15 PRIMO PIANO A sinistra: gli effetti delle bombe al c i m i te ro A destra: la lo candina della rievo cazione Sotto: il ponte sul Po distrutto Due immagini del b ombardamento avvenuto in piazza Risorgimento e dei soccorritori all op era Mosa e nell ex fabbrica di armi Ar - maguerra di via Castelleone, e la rievocazione del bombardamento della stazione di Cremona nel 2006 negli spazi della stazione ferroviaria. Alla serata, patrocinata da Comune e Provincia di Cremona, parteciperanno Mimma D Avossa, Corrado Braga, Lorenzo Sperzaga, Gianluigi Boldori, Ilaria Cauzzi, Massimo Cauzzi, il Coro Paulli, la scuola Sporting Life di Rossana Bettoli e Monica Salvoldi, e Sophie Hames. Alla realizzazione dell evento collaborano il 10 Reggimento Genio Guastatori della Caserma Col di Lana di Cremona, l Asso - ciazione Ferromodellisti di Cremona, la Federazione Italiana Canottaggio Sedile Fisso (Comitato Provinciale di Cremona), Air Crash Po di Soresina, Piloti Virtuali italiani - Sezione di Cremona e dintorni, e molti altri ancora. Gli organizzatori ringraziano l Archivio di Stato di Cremona e Roberto Caccialanza per il materiale fotografico fornito. Dal 10 al 13 luglio, il Circolo DLF di via Lungo Po Europa ospiterà una mostra fotografica e oggettistica (entrata libera). 15

16 E CO N O M I A Lusso, il Golfo dei Paperoni Spesa media di dollari al mese per articoli voluttuari Nel 2013, tre miliardi di euro sono arrivati nelle casse delle grandi marche italiane IL PARADISO DEL PETROLIO di Andrea Gandolfi Nella regione del Golfo si spendono in media dollari al mese per il lusso. Tra gli abitanti benestanti, la ricerca dell appagamento personale che caratterizza la regione si traduce in elevati livelli di spesa per prodotti e servizi di moda e di bellezza. Che devono essere anche all ultima moda: il 42% delle persone rinnovano il proprio guardaroba due volte al mese. A scattare la fotografia del trend del lusso e degli stili di vita tra gli Stati del Golfo Persico, è il secondo White Paper del gruppo di grandi magazzini Chalhoub, leader in Medio Oriente per lo shopping di lusso. Per le marche italiane dell alto di gamma «i consumatori del Golfo nel 2013 hanno speso circa tre miliardi di euro, prevalentemente là, ma anche in Italia e in Europa», sottolinea il vicepresidente di Altagamma, Armando Branchini, aggiungendo che l area «dovrebbe continuare a crescere nei prossimi anni». «La regione del Golfo spiega il rapporto si configura come un mercato strategico per i grandi brand italiani del lusso, così come per tutti i player del settore in generale. Secondo le previsioni del Fondo Monetario Internazionale, il prossimo anno il prodotto interno lordo della regione crescerà del 4,4%, a fronte di un pil pro capite ai livelli più alti del mondo». Tra gli abitanti benestanti, oltre alla spesa per gli acquisti (2400 dollari mensili), risulta particolarmente elevata anche la loro frequenza: in media il 42% dei consumatori del lusso si concede spese folli per abbigliamento (da una a due volte al mese); il 41% si dedica agli acquisti di calzature e il 37% all acquisto di borse (da due a tre volte al mese). Inoltre, il 78% ama tenersi al passo con gli ultimi trend e il 76% trasforma questo desiderio in un atto d acquisto. «Per tenere il passo con le abitudini dei consumatori della regione del Golfo e anticipare i loro desideri e aspirazioni, i marchi del lusso dovranno attingere al tessuto sociale. E quest ultimo a definire con precisione l e s p e- rienza d acquisto attesa, così come l innovazione nel design del prodotto», commenta il co-ceo Chalhoub Group, Patrick Chalhoub. (Ansa) 16

17 E CO N O M I A Nel 2013, + 4,7% per la cantieristica E il dato europeo L agriturismo t i e n e bene Ma deve crescere ancora Dobbiamo continuare a crescere professionalmente per rispondere ai nuovi mercati e alle nuove esigenze. Ci stiamo preparando per Expo attraverso forme di aggregazione. Abbiamo intrapreso collaborazioni nuove, capaci di legare sempre più food e agriturismo, come quella con Gambero Rosso; e ci stiamo impegnando per la classificazione e il marchio degli agriturismi italiani. Dare un immagine chiara e omogenea dell agriturismo italiano nel mondo è diventato inevitabile, così come includere l agriturismo nelle politiche di promozione del turismo italiano». Lo ha detto il presidente di Agriturist (Confagricoltura) Cosimo Melacca, intervenendo nei giorni scorsi all assemblea della sua associazione. «Malgrado la difficile fase economica ha proseguito continua la corsa degli agriturismi in Italia. Il settore reagisce alla crisi, fa marketing sul web e sui social, propone vacanze attive, si promuove all estero con i consorzi e con le reti. Per quest anno stimiamo 12 milioni di presenze nelle strutture e confermiamo il giro d affari, che si attesta sul miliardo di euro». «Prevediamo inoltre una forte presenza di stranieri, circa il 40% delle presenze totali nelle oltre strutture agrituristiche, un numero più che raddoppiato negli ultimi dieci anni. L aumento di ospiti interesserà soprattutto il Nordovest e le isole, ma Toscana e Alto Adige si confermano i territori dove questa formula di vacanza è più radicata». L associazione agrituristica di Confagricoltura segnala la tendenza ad una polarizzazione tra strutture che si posizionano sul lusso e quelle che focalizzano l attenzione sul connubio con la natura. Le regioni più cliccate sul sito di Agriturist sono Toscana, Sicilia, Veneto, Puglia, Lombardia e Campania; mentre le province più gettonate sono quelle di Siena, Siracusa, Catania, Napoli con la Costiera Sorrentina e Roma. La visibilità su internet coinvolge nove aziende su dieci, le prenotazioni si sono allargate anche a feste ed eventi. Sono moltissime infatti, anche dagli Stati Uniti, le richieste di pacchetti-matrimonio. Con la crisi sono cambiate le abitudini dei turisti che, pur non rinunciando a viaggi e vacanze, si spostano di meno, preferiscono località vicine e si fermano pochi giorni, prenotando sempre più a ridosso della data di partenza e usufruendo del last minute. «Le più colpite dalla fase di difficoltà congiunturale conclude il presidente di Agriturist sono le aziende statiche o scarsamente integrate con le attività del territorio. Tengono il passo, invece, gli agriturismi che offrono ristorazione tipica, attività ricreative e sportive o mirate al benessere della persona, visite ed escursioni. Vincono la sfida quelle che hanno saputo fidelizzare i propri ospiti e quelle che sono riuscite a mantenere nell offerta una forte connotazione agricola». RIPRODUZIONE RISERVATA La cantieristica europea, che realizza gran parte delle navi simbolo del settore crociere, ha registrato nel 2013 un incremento di fatturato del 4,7%. Le compagnie hanno inoltre investito oltre 4 miliardi nella costruzione di nuove navi e in attività di refurbishment. Attualmente i cantieri europei stanno lavorando alla costruzione di 24 nuove navi, la cui realizzazione sarà ultimata nel 2017, per un valore di 12,1 miliardi. «Gli eccellenti risultati ottenuti quest anno confermano la centralità dell Europa nel business crocieristico globale», commenta Pier - francesco Vago, Presidente di CLIA Europe (Cruise Lines International Association). «Nonostante la difficile situazione economica del 2013 sottolinea il segretario generale di CLIA Europe, Ro - bert Ashdown oltre 6 milioni di cittadini europei hanno viaggiato in crociera lo scorso anno, una cifra doppia rispetto a solo dieci anni fa. Le crociere contribuiscono in maniera sostanziale al settore del turismo in Europa, con circa un milione di cittadini extra-ue imbarcatisi da un porto europeo nel 2013». Intanto, il mondo della nautica registra il cambio al vertice della costruttrice di yacht Ferretti (dal 2012 controllata dal Gruppo cinese Weichai). Il cda dell azienda ha nominato come nuovo amministratore delegato Alberto Galassi, che subentra a Ferruccio Rossi. Il cambio, si legge in una nota, «fa parte di un piano di consolidamento e rilancio focalizzato sull ideazione e la realizzazione di nuove gamme di prodotto, oltre che sull'implementazione di nuove strategie commerciali e di marketing. L obiettivo è confermare le imbarcazioni del gruppo nel ruolo di ambasciatrici della tecnologia e dello stile 'made in Italy', conquistando nuove posizioni nei mercati internazionali». Ferretti osserva il neo amministratore delegato «rappre - senta l eccellenza del 'made in Italy' nel mondo in un settore dove stile e tecnologia si combinano con artigianalità, innovazione e bellezza». (A nsa) 17

18 E CO N O M I A Cresce la povertà in Italia, i giovani sono tra le categorie a rischio In Italia cresce la povertà Sale il rischio per giovani Gli italiani più ricchi guadagnano dieci volte di più rispetto a quelli più poveri, e il divario è cresciuto negli anni della crisi. A dirlo è un rapporto Ocse sulle diseguaglianze di reddito, che lancia anche un allarme sull aumento del tasso di povertà tra i giovani. Secondo i dati dell organizzazione parigina, nel 2011 il 10% più ricco della popolazione italiana ha incamerato il 24,4% del reddito nazionale disponibile, mentre il 10% più povero si è dovuto accontentare del 2,4%, ovvero un decimo di quanto guadagnato dalla fascia più alta. Una spaccatura che si è allargata negli anni della crisi, rileva sempre l Ocse, perchè nel 2007 il rapporto era di 9 a 1. L ampiezza del divario tra gli estremi della scala di ricchezza si conferma anche considerando fasce più ampie: il reddito del 20% più ricco è infatti il 39,3% del totale nazionale, mentre quello del 20% più povero arriva appena al di sopra del 7%. In questo scenario, si riscontra inevitabilmente un aumento del tasso di povertà relativa, ovvero della percentuale di nuclei familiari che vivono con meno della metà del reddito mediano nazionale. Nel 2007 era all 11,9%, e negli anni centrali della crisi è salita con passo costante e ininterrotto, toccando nel 2010 un picco del 13%, per poi ridiscendere leggermente, al 12,6%, nel E inoltre cambiata profondamente, rispetto a prima della crisi ma soprattutto rispetto ai decenni scorsi, la distribuzione del rischio di povertà tra le fasce d età. Negli anni Ottanta, il rischio massimo era per gli anziani, per cui il tasso di povertà era oltre 180% di quello medio nazionale, mentre i giovani erano a 104,4% (under 18) e 90,4% (18-25 anni). Nel 2007, i due estremi già si erano avvicinati, con un tasso di povertà a 130% della media generale per i giovanissimi, 105% per i giovani e 124% per gli over 75. E con la crisi, nel 2011, lo scenario si è ribaltato: il tasso di povertà tra gli anziani è appena oltre l 80% di quello medio, mentre quello di under 18 e under 25 è salito rispettivamente a 137,5% e 104,4%. (Ansa) «Dalla Pa soltanto 23 miliardi su 100» «Dopo 15 mesi sono stati pagati dalla pubblica amministrazione solo 23 miliardi a fronte di uno scoperto di circa 100 miliardi». Lo ha sottolineato il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi (nella foto). «Eppure è stato fatto un decreto legge su come pagare questi debiti». Crisi: ben fallimenti al mese Oltre fallimenti al mese: è il bilancio dei primi cinque mesi del 2014 che ha visto crescere in Italia le procedure fallimentari del +18,9% rispetto allo stesso periodo del Da gennaio a maggio imprese sono entrate in fallimento. Lo spiega l Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza. 18

19 E CO N O M I A Il sostegno all impresa sociale è al centro dell intesa siglata nei giorni scorsi tra Unioncamere e Alleanza delle Cooperative Per l impresa sociale Unioncamere e Alleanza Cooperative Garantirel assistenza tecnica alla nascita di nuove imprese offrendo il supporto per elaborare il piano d impresa; assicurare la formazione imprenditoriale e manageriale necessaria allo start-up; mettere a disposizione strumenti di assistenza tecnica per stabilire rapporti con i confidi e le banche, in particolare per l accesso al microcredito. Sono questi i principali contenuti del protocollo d intesa firmato nei girni scorsi a Roma nel corso dell assemblea di Confcooperative-Federsolidarietà dal presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanelloe dal portavoce dell Alleanza delle Cooperative ItalianeSettore sociale,giuseppe Guerini, anche in rappresentanza di Paola Menetti, presidente di Legacoopsociali ed Edoardo De Crescenzo, presidente AgciSolidarietà. «L impresa sociale è un tassello indispensabile al tessuto produttivo del Paese»,ha dettoferruccio Dardanello.«In un momento di crisi come quello che stiamo vivendo, questo modo di fare impresa ha dimostrato di tenere i livelli occupazionali meglio di altre forme e, anzi, di dare opportunità a chi ha perso un lavoro. E la base di un nuovo welfare comunitario che va realizzato per intercettare i nuovi bisogni della società e rispondere con le soluzioni più appropriate. Il protocollo rafforza una collaborazione già solida tra sistema camerale e mondo della cooperazione, che sta dando frutti concreti». «Per il progetto Start up imprenditoria sociale cui hanno aderito 38 Camere di commercio abbia - mo ricevuto oltre 500 idee imprenditoriali valide. Grazie a questo protocollo potremo supportarle meglio». Un accordo triennale Per assistere e favorire il decollo delle start up «Sulla base del protocollo ci impegniamo a favorire affiancamenti (mentoring) tra imprese sociali nascenti e imprese già attive, disponibili a favorire il decollo e a offrire l assistenza a tutte le start up sociali per le procedure di costituzione e per la redazione e la predisposizione dell atto costitutivo e dello statuto», ha precisato commen - tando i contenuti dell accordo sottoscritto e presentato nei giorni scorsi Giuseppe Guerini, portavoce dell'alleanza delle Cooperative Sociali. L intesa avrà una durata di tre anni. Prevede che le parti si impegnino a costituire un Gruppo di lavoro composto indicativamente da tre rappresentanti di Unioncamere e da altrettanti esponenti dell Allean - za Cooperative Italiane Settore Sociale; obiettivo del nuovo organismo sarà naturalmente quello di presiedere all attuazio - ne di quanto previsto nel protocollo stesso. I componenti del gruppo è stato ulteriormente precisato nell intesa opere - ranno a titolo gratuito e avranno anche il compito di proporre possibili ulteriori linee di collaborazione tra Unioncamere e l Al - leanza Cooperative Italiane Settore Social e. Unioncamere prosegue così nella propria m i s s i o n, pur nel clima di incertezza per il futuro delle Camere di Commercio seguito al recente provvedimento governativo sulla pubblica amministrazione, in base al quale gli enti camerali italiani dovrebbero essere drasticamente tagliati, riducendosi ad una sola Camera di Commercio per regione. Intanto, ad un anno dall evento, entrano nel vivo i preparativi per ospitare la nona edizione del congresso mondiale delle Camere di commercio, che si terrà a Torino dal 10 al 12 giugno L evento ha cadenza biennale e porterà nel cuore dell Europa e del Mediterraneo alti rappresentanti delle Camere di commercio di tutto il mondo e businessmen internazionali. RIPRODUZIONE RISERVATA 19

20 ESTERI La Grande Guerra divide ancora Commemorazioni contrapposte nel centenario della scintilla Gavrilo Princip, che uccise Francesco Ferdinando d Austria innescando il conflitto, è un eroe per i serbi che accusano croati e musulmani di revisionismo storico di Massimo Schettino Manifestazioni contrapposte segnate da polemiche fra serbi e musulmani hanno caratterizzato le celebrazioni per il centenario della Grande Guerra. Le note di Haydn, Schubert, Berg, Brahms e Ravel, eseguite dalla Filarmonica di Vienna e dal coro del Teatro nazionale di Sarajevo, diretti dal maestro Franz Welswr-Most, hanno accompagnato nella capitale bosniaca le commemorazioni conclusive, fortemente segnate dalle divisioni etniche anche per un evento accaduto 100 anni fa: per croati e musulmani Gavrilo Princip, il giovane serbo che uccise il 28 giugno 1914 Francesco Ferdinando d Austria e sua moglie Sofia, era un terrorista, per i serbi un combattente per la libertà. Per questo motivo il ricchissimo programma di manifestazioni nella capitale bosniaca è stato completamente disertato dai dirigenti serbi sia della Republika Srpska (Rs, entità a maggioranza serba di Bosnia) sia della Serbia, che hanno organizzato una commemorazione contrapposta. L esponente serbo della presidenza collegiale bosniaca, Nebojsa Radmanovic, e Milorad Dodik, presidente della Republika Srpska (Rs, entità a maggioranza serba di Bosnia) hanno inaugurato nella parte orientale di Sarajevo, il quartiere cittadino che fa parte della Rs, un monumento a Gavrilo Princip. Mentre per i croati e musulmani bosniaci, l attentato fu un atto terroristico, soprattutto perché venne uccisa anche la moglie del granduca Sofia, per i serbi Princip e i suoi compagni della Giovane Bosnia erano combattenti per la libertà. I serbi per questo non hanno partecipato alle manifestazioni dedicate al centenario della Grande Guerra che da alcuni giorni si stanno svolgendo a Sarajevo mostre, concerti, conferenze, dibattiti organizzate dalla Fondazione Sarajevo cuore d Euro - pa, costituita dall amministrazione cittadina, altre istituzioni bosniache e diverse ambasciate occidentali. La Rs e la Serbia hanno invece deciso di organizzare una celebrazione alternativa del centenario a Visegrad. Per Dodik, che accusa i musulmani bosniaci di essere filo- austriaci per «odio patologico verso i serbi», tale celebrazione separata vuole rappresentare un argine forte di fronte ai tentativi revisioni- 20

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Piermario Lucchini. L importante è che sia... sveglio!

Piermario Lucchini. L importante è che sia... sveglio! Piermario Lucchini L importante è che sia... sveglio! Libri Este 2009 Edizioni E.S.T.E. S.r.l Via A. Vassallo, 31 20125 Milano www.este.it info@este.it Prima edizione: novembre 2009 Copertina di Laura

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

2. Fabula e intreccio

2. Fabula e intreccio 2. Fabula e intreccio Abbiamo detto che un testo narrativo racconta una storia. Ora dobbiamo però precisare, all interno della storia, ciò che viene narrato e il modo in cui viene narrato. Bisogna infatti

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS : VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS Un Viaggio indimenticabile attraverso la Storia Venice-Simplon Orient-Express è il treno più famoso del mondo, con una storia ultracentenaria che nasce nel 1864 e prosegue

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

le più belle ville del Mediterraneo

le più belle ville del Mediterraneo le più belle ville del Mediterraneo le ville più belle del Mediterraneo Istria, Mediterraneo verde Dettaglio della penisola istriana Ricchezza della Tradizione Scoprite gli angoli ancora inesplorati del

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira Sardegna Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas Su Balente e sa Emina con Michelangelo Pira presentazione di Bachisio Bandinu Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA CORO VALCAVASIA Cavaso del Tomba (TV) CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA chi siamo Il progetto sulla grande guerra repertorio discografia recapiti, contatti Chi siamo Il coro Valcavasia

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

INTERAZIONE CON LE ALTRE AMMINISTRAZIONI TERRITORIALI

INTERAZIONE CON LE ALTRE AMMINISTRAZIONI TERRITORIALI INTERAZIONE CON LE ALTRE AMMINISTRAZIONI TERRITORIALI 48 Come si diceva non ci si deve dimenticare che la rete provinciale va intesa come substrato per un successivo allargamento, come proposta propedeutica

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64 Problemini e indovinelli 2 Le palline da tennis In uno scatolone ci sono dei tubi che contengono ciascuno 4 palline da tennis.approfittando di una offerta speciale puoi acquistare 4 tubi spendendo 20.

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto La Milano che (non) vorrei... 13 aprile 2014 Anche per oggi suona la campanella che annuncia la fine delle lezioni! Insieme ai miei compagni di

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli