La risoluzione di uno dei più comuni incidenti in Endodonzia: la frattura di uno strumento

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La risoluzione di uno dei più comuni incidenti in Endodonzia: la frattura di uno strumento"

Transcript

1 L INFORMATORE ENDODONTICO Estratto dal Vol. 8 n 4, 2005 La risoluzione di uno dei più comuni incidenti in Endodonzia: la frattura di uno strumento STEVEN J. COHEN, DDS GARY D. GLASSMANN, DDS RICHARD E. MOUNCE, DDS IL TRIDENTE EDIZIONI ODONTOIATRICHE

2 La risoluzione di uno dei più comuni incidenti in endodonzia: la frattura di uno strumento Steven J. Cohen, DDS, Gary D. Glassman, DDS, Richard E. Mounce, DDS La frattura di uno strumento endodontico aumenta immediatamente il livello di gravità di un caso, qualunque fosse il suo grado di difficoltà in fase preoperatoria. Alle varianti anatomiche eventualmente collocate da Madre Natura nei canali, nelle radici e/o nelle mascelle di quel particolare paziente, si viene infatti ad aggiungere un fattore iatrogeno. La ricerca volta a perfezionare gli strumenti e le tecniche a nostra disposizione per migliorare la qualità dei trattamenti ci ha portati a sviluppare un coltello a doppio taglio, ovvero uno strumento che, da un lato, è in grado di tagliare e sagomare efficacemente la parete dentinale, ma dall altro, fratturandosi, può trasformarsi in un batter d occhio in un incubo per l operatore. Possiamo avvalerci di 10 o 12 diversi strumenti in nichel-titanio per farci strada all interno del sistema canalare ma non esiste un antidoto sicuro per tornare indietro una volta avvenuta la frattura. La prevenzione della frattura è sempre preferibile rispetto a qualsiasi tentativo di rimozione dello strumento fratturato. In proposito è valido il vecchio adagio prevenire è meglio che curare. 1,2 La frattura di uno strumento ha conseguenze significative poiché implica spazi non detersi e non riempiti all interno del sistema dei canali radicolari. Allo stesso modo può determinare una superflua asportazione di un eccessiva quantità di dentina durante i tentativi di rimozione del frammento, asportazione che non sarebbe stata necessaria se non si fosse verificata la frattura. Tale asportazione di dentina comporta il rischio di una perforazione o di una frattura di radice e rende difficile localizzare i canali anche dopo la rimozione del frammento. Il trattamento di tali casi può portare a tre diversi esiti: 1. Lo strumento può essere rimosso. 2. Lo strumento può essere bypassato e rimanere inglobato nel materiale da otturazione. 3. Il canale rimane bloccato. La rimozione dipende dall anatomia canalare, dalla curvatura e dal diametro del canale, nonché dal tipo di metallo, dalla lunghezza e dall ubicazione del frammento fratturato all interno del canale. Per inciso, qualora uno strumento dovesse fratturarsi, è assolutamente controindicato inserire un altro strumento rotante in Ni-Ti nel canale nel tentativo di superare il primo. Il rischio di una frattura del secondo strumento è molto alto e, per contro, le probabilità di superare il primo sono molto, molto scarse. Qualunque fessura di spazio canalare fosse prima disponibile, adesso è occupata dal metallo che ora è incastrato contro le pareti dentinali. Le proprietà che rendono preferibile uno strumento in nichel-titanio costituiscono altrettanti punti deboli. La rotazione è l ideale per attraversare una curva, ma può rivelarsi fatale per lo strumento se le curve dello stesso canale sono più di una (Figg. 1-4). Per quale ragione è tanto comune vedere strumenti fratturati nel terzo medio o nel terzo apicale dei canali mesiali dei molari inferiori, e nella stessa collocazione nelle radici mesiovestibolari dei molari superiori? A causa delle curvature dei canali radicolari! Tipiche di queste radici non sono solo le curve distali (visibili nella rappresentazione bidimensionale di una radiografia periapicale), spesso infatti il canale mesiovestibolare curva leggermente in direzione linguale e il canale mesiolinguale curva leggermente in direzione vestibolare. Queste curve linguali e vestibolari non sono visibili nella radiografia. La prima cosa da fare prima di eseguire il trattamento è individuare la sede Pag. - 36

3 L Informatore Endodontico Vol. 8, Nr a 1b 1c del frammento. È evidente che in quel punto è intervenuta una qualche forza che ha causato la frattura. Se il canale appare diritto, probabilmente esiste una curvatura sul piano dei raggi. Se nel canale è visibile una curva, si può dare per scontato che ce ne sia una seconda non visibile nella radiografia. Ciò naturalmente non tiene conto dei difetti di fabbricazione. Circolano numerosi aneddoti, in cui i clinici raccontano di aver estratto dalla confezione uno strumento nuovo di zecca che, usato per la prima volta, si è immediatamente fratturato. Per quanto sia possibile incappare in difetti di fabbricazione, siamo convinti che la frattura sia dovuta principalmente ad un utilizzo non appropriato dello strumento. Se si crea un sentiero guida con gli strumenti in acciaio prima di utilizzare le lime rotanti in nickel-titanio secondo la tecnica crown down, si Figura 1 a. Il mancato riconoscimento della presenza di una leggera curvatura vestibolare del canale mesiolinguale oltre all evidente curvatura distale, ha provocato la frattura dello strumento nel secondo molare inferiore sinistro. Si notino anche gli strumenti fratturati nel terzo molare. b. Il perfezionamento della cavità d accesso e gli ultrasuoni hanno contribuito a disimpegnare lo strumento per favorirne la rimozione. c. Otturazione del sistema canalare con cemento e iniezione di guttaperca termoplastica. 2a 2b Figura 2 a. Frattura di uno strumento nel terzo medio della radi e mesiale del primo molare inferiore sinistro. b. La cavità d accesso è stata perfezionata, il segmento liberato e una lima mostra la doppia curva di questo canale mesiale. 3a 3b Figura 3 a. Un secondo molare superiore con due radici, in cui si vede una lima fratturata nel terzo apicale della radice vestibolare. b. L otturazione rivela la natura della curva ad S nel terzo apicale della radice. Pag. - 37

4 PROFILO DELL AUTORE. Il Dr. Steven Cohen è istruttore clinico nel Post Graduate Endodontics all università di Toronto, Faculty of Dentistry. Ha lo studio privato a Mississauga, ON, Canada, dove si occupa unicamente di endodonzia. 4a 4b 4c Figura 4 a. In questo premolare inferiore si vedono 4 frammenti di strumento. b. Rimozione di tre pezzi, mentre il quarto frammento resta ostinatamente infilato nel terzo apicale dove il canale curva in direzione linguale. La lima ha bypassato l ultimo frammento. c. Superamento e sigillatura del frammento nella posizione in cui si trova, intorno alla curvatura apicale. Figura 5 a. Un accesso inadeguato ha lasciato un largo triangolo di dentina che restringe l ingresso ai canali mesiali. La fresa di Gates-Glidden è stata forzata al punto che la sua punta si è fratturata nel terzo mesiale del canale. b. Grazie all orientamento delle lame esistenti sulla punta della fresa fratturata, una lima di Hedstrom n 10 ha potuto spingersi oltre il punto in cui si è verificato il blocco. Una sequenza di lime di diametro crescente e ultrasuoni di intensità minima hanno potuto disimpegnare e rimuovere il frammento. Lunghezze Verifica radiografica delle lunghezze di lavoro. c. I canali sono stati ora detersi, sagomati ed otturati con cemento e guttaperca termoplastica. rende minimo l impegno della lima contro le pareti del canale e in questo modo si riduce lo sforzo e la fatica dello strumento, prevenendone la frattura. Esistono numerosi dispositivi e/o sistemi progettati appositamente per la rimozione dei frammenti, che si basano sul principio del tubo. Una volta identificato il frammento fratturato, l estremità coronale viene liberata dalla dentina circostante per mezzo di punte ultrasoniche. Una volta che il tubo è stato collocato sopra l estremità, si attiva un meccanismo di bloccaggio oppure viene applicato un materiale collante. A questo punto il frammento viene estratto. Per quanto alcuni sistemi siano in grado di dare risultati positivi, il principale svantaggio di questa tecnica è che è applicabile soltanto su radici larghe e spesse, poiché generalmente il diametro dei tubi è piuttosto largo. Entrare nel terzo apicale di una radice curva piuttosto piccola può essere quasi impossibile per questo tipo di dispositivi. In casi di questo genere, la strategia migliore consiste nel cercare di bypassare il frammento, cercando di portare una deformazione minima della parete dentinale. TECNICA Fase 1: Visibilità e preparazione dello spazio canalare Sotto il microscopio operatorio, viene praticato l accesso al dente prestando particolare attenzione alla preparazione della cavità d accesso. Tentare la rimozione senza un microscopio operatorio è un operazione che generalmente dà scarsi risultati. Al contrario, usare un microscopio operatorio aumenta notevolmente le probabilità di rimuovere il frammento. Tentare la rimozione in mancanza di una visibilità adeguata comporta un alto rischio di perforazione. Infatti, le curvature canalari, pur se non visibili in 5a 5b 5c Pag. - 38

5 PROFILO DELL AUTORE. Il Dr. Gary Glassman è membro del Royal College of Dentists of Canada, dove ricopre anche il ruolo di esaminatore. Collabora con l Oral Health Journal in qualità di consulente per le pubblicazioni di argomento endodontico e gestisce uno studio privato che pratica esclusivamente trattamenti endodontici a Toronto, ON, Canada. radiografia, possono facilmente indurre il clinico a rimuovere per errore la dentina, anche laddove questo non è necessario ai fini della rimozione dello strumento. 3 La fresa di Gates-Glidden esemplifica una situazione in cui allo strumento viene chiesto più di quanto consenta il suo disegno (Fig. 5). A livello del tetto della camera pulpare si trovava una sporgenza di dentina mentre un altro triangolo di dentina era stato individuato in corrispondenza dell orifizio del canale mesiale. In mancanza di un vero sentiero guida, per quanto un evento del genere sia piuttosto raro, questa fresa di Gates- Glidden si è fratturata in corrispondenza della testa e non dell impugnatura, come accade di solito. La fretta di usare gli strumenti rotanti senza aver prima creato un accesso rettilineo e un vero sentiero-guida è uno dei principali fattori responsabili dello sforzo dello strumento, che può facilmente degenerare in una frattura. Dalla superficie occlusale a livello del cornetto pulpare fino all orifizio, l accesso viene ridefinito scendendo direttamente, per quanto possibile, nello spazio canalare. Questo spazio canalare coronale rispetto al frammento può a questo punto essere preparato. A tal fine occorre usare le frese di Gates-Glidden modificate (avendone cioè rimosso la punta con un disco diamantato) secondo la tecnica crown-down per aprire lo spazio canalare fino al limite del frammento. A questo punto l estremità coronale del frammento dovrebbe essere visibile al microscopio impostato ad un valore compreso tra l ingrandimento medio e alto. lunga e sottile punta in titanio CPR TM #8 (Obtura Spartan, Fenton, Missouri) (Fig. 6g) può essere usata a intensità minima, utilizzandone la punta per rimuovere la dentina tramite movimenti circolari intorno all estremità libera dello strumento. In questo modo la rimozione della dentina avviene in maniera lenta e accurata, usando ad intermittenza aria e acqua con effetto refrigerante. Si procede in questo modo finché una certa lunghezza dello strumento si trova libera nello spazio canalare e si nota un qualche movimento del frammento. A questo punto si può utilizzare una seconda punta di zirconio con rivestimento diamantato, come la CPR-5D (Obtura Spartan, Fenton, Missouri) (Fig. 6h) o la UT-4-S TM o la SP-2S TM (SybronEndo, Orange, CA) (Fig. 6i), attivandone la punta solo quando questa si trova in contatto con il frammento metallico. Il rivestimento diamantato rende questo 6a 6b Figura 6 Lima fratturata nella radice mesiale del molare inferiore (a) e nella radice mesiovestibolare del molare superiore (b). c, d. Lunghezze di lavoro dopo aver rimosso i frammenti. Fase 2: Rimozione della dentina circostante In questa fase è disponibile un intera selezione di punte ultrasoniche. Una 6c 6d Pag. - 39

6 PROFILO DELL AUTORE. Il Dr. Mounce lavora in uno studio endodontico privato a Portland, OR e collabora con Oral Health come consulente per l endodonzia. 6e 6f 6g 6h 6i 6j Figura 6 e, f. Completamento della terapia endodontica. g. Punte CPR TM in titanio (Obtura Spartan, Fenton, MO). h. Punte CPR TM con rivestimento diamantato (Obtura Spartan, Fenton, MO) i. UT 4-S TM e punta SP-2-S TM (SybronEndo, Orange, CA). j. Unità ultrasonica Mini Endo (SybronEndo, Orange, CA). k. Unità Spartan-MTS (Fenton, MO). 6k tipo di punta particolarmente aggressiva se viene in contatto con le pareti di dentina. L applicazione di due diversi tipi di punte metalliche a due frequenze differenti produce generalmente una vibrazione che può far rimbalzare il frammento metallico in direzione coronale all interno del canale. A questo punto occorre fare molta attenzione a rimuovere la dentina esclusivamente lungo la parete esterna, sicura, del canale. Unità ultrasoniche gemelle quali la Mini Endo Unit (SybronEndo, Orange, CA) (Fig. 6j) o la Spartan-MTS Unit (Fenton, Missouri) (Fig. 6K) possono rappresentare la soluzione più efficace, quando le due diverse punte sono state montate e sono pronte per essere attivate. Inoltre, è possibile programmare una sorgente di ultrasuoni per funzionare con acqua mentre l adiacente manipolo ultrasonico lavora a secco. Il getto refrigerante spruzzato ad intermittenza dall irrigatore Stropko TM (SybronEndo, Orange, CA) tramite la siringa aria/acqua e due differenti superfici metalliche attivate sul frammento possono, in molti casi, allentare e perfino rimuovere il pezzo di metallo. Sfortunatamente si tratta di un lavoro piuttosto noioso che spesso occupa l intera durata dell appuntamento (tra i 60 e i 90 minuti). Nel corso di questa procedura capita spesso che le punte ultrasoniche si consumino o si rompano, soprattutto se il caso presenta una certa difficoltà. In questa fase le differenze tra i metalli Pag. - 40

7 L Informatore Endodontico Vol. 8, Nr giocano un ruolo importante. Un frammento in acciaio assorbe materialmente l energia ultrasonica e ben presto inizia a muoversi. Inoltre tende a disimpegnarsi con facilità. Un frammento in nicheltitanio assorbe l energia in corrispondenza o vicino al luogo di contatto con la punta. Può accadere che le lame vengano consumate dall energia applicata e che, quindi, il frammento diventi sempre più piccolo. La caratteristica della memoria, grazie alla quale uno strumento NiTi tende a raddrizzarsi recuperando la forma originaria una volta rimosso dal canale, rappresenta un grosso inconveniente per la rimozione del frammento. Quando la dentina è stata asportata per liberare il punto in cui lo strumento si è arrestato, quest ultimo si raddrizza ulteriormente e si blocca di nuovo. Capita spesso di vedere il frammento di NiTi ridursi sempre più, lama dopo lama, finché, ormai troppo piccolo per essere recuperato, resta depositato nel canale al di là della curva. In questi casi, in cui si verifica un blocco vero e proprio del canale, il frammento può essere liberato solo con un intervento chirurgico (Fig. 7). È importante toccare il frammento il meno possibile, rimuovendo piuttosto la dentina in modo selettivo intorno al frammento. In questo modo lo strumento resisterà alla rottura che si verifica di solito quando la lega di nichel titanio viene toccata direttamente. Inoltre, l energia ultrasonica viene trasmessa al frammento metallico attraverso lo strato sottile di dentina che circonda lo strumento, così da accrescere le probabilità di una rimozione completa. Fase 3: Bypassare, allentare, far rimbalzare Una volta ravvisato un qualche movimento del frammento conseguente all applicazione dell energia ultrasonica, si può utilizzare un piccolo strumento manuale in acciaio al carbonio (.06 o.08) (SybronEndo, Orange, CA) per superare il pezzo allentato. L acciaio al carbonio è particolarmente tagliente ed è più duro sia dell acciaio inossidabile che della lega di nichel titanio. Superato il frammento, si è riguadagnato lo spazio canalare perduto con l iniziale frattura. Tale operazione dovrebbe essere ripetuta aumentando gradualmente il diametro degli strumenti. Man mano che lo spazio canalare si apre intorno al frammento, l energia ultrasonica (punta con rivestimento diamantato) servirà nuovamente a far vibrare il frammento che potrà saltare in direzione coronale all interno dello spazio canalare (Fig. 8). Se il movimento è sufficiente, dovrebbe essere possibile recuperare lo strumento. 7a 7b Figura 7 a. Due lime fratturate, apicale rispetto alla curvatura nel canale mesiale, parzialmente oltre apice nella radice distale. b. I canali sono stati trattati inizialmente in modo convenzionale, poi, nel corso dello stesso appuntamento, si è fatto ricorso alla chirurgia per rimuovere questi frammenti e sigillare gli apici. Pag. - 41

8 La risoluzione di uno dei più comuni incidenti in endodonzia: la frattura di uno strumento 8a 8b 8c 8d 8e 8f Figura 8 a, b. Due molari inferiori con frammenti di lima separati nelle radici mesiali, al di là della curva. c, d. Dopo aver allargato i canali coronalmente ai frammenti, sono stati applicati gli ultrasuoni, alternando punte al titanio e punte allo zirconio. I frammenti sono rimbalzati fuori dai canali mesiali e sono scesi nei canali distali di ciascun dente! e, f. I frammenti sono stati rimossi dai canali distali (dove non erano minimamente impegnati) e i casi sono stati completati. g. Radiografia di controllo dopo tre mesi del primo molare. 8g È importante tener presente che, una volta superato il frammento, la chiave del successo è il mantenimento della pervietà ottenuta. Usare troppa forza e/o utilizzare le lime K di diametro crescente in una successione troppo rapida comporta il rischio di spingere nuovamente giù nel canale il frammento allentato. Nella pratica, potrebbe essere necessario usare un gran numero di lime K (SybronEndo, Orange, CA) per ottenere la pervietà e creare, accanto al frammento, uno spazio che consenta di entrare ripetutamente nella traiettoria canalare in modo da allargarla. Come già accennato, non si deve collocare un altro strumento rotante in nickeltitanio accanto al primo frammento fratturato, soprattutto se questo non è stato rimosso. È preferibile usare con cautela una lima di Hedstrom, muovendola verticalmente su e giù per cercare di tirare a poco a poco il frammento verso l alto. L Hedstrom riesce spesso a scalzare il frammento e a liberarlo mentre una lima K non consente di ottenere gli stessi risultati. Se il frammento non può essere rimosso né per mezzo di ultrasuoni né tramite l Hedstrom (e il canale è sondabile con le lime manuali), è preferibile sagomare manualmente lo spazio canalare apicalmente al frammento senza introdurre alcuno strumento rotante in Nickel Titanio. In questa situazione clinica, anche se il canale è sondabile, il rischio di un altra frattura è molto alto. Pag. - 42

9 L Informatore Endodontico Vol. 8, Nr Limitazioni Una curvatura della radice molto accentuata pone un limite alla quantità di dentina che può essere rimossa lungo le pareti sicure (Fig. 9). La perforazione laterale della radice è piuttosto comune e l esperienza e la conoscenza dell anatomia radicolare insegnano a riconoscere quando è il caso di fermarsi onde non spingere troppo oltre la rimozione della dentina tramite ultrasuoni. Non in tutti i casi si riesce a rimuovere il frammento fratturato. Bypassare e sigillare il frammento nella posizione in cui si trova può portare ugualmente ad un buon esito dell intervento, purché il canale sia completamente deterso intorno all ostacolo e il termine apicale sia sigillato (Figg. 10, 11). D altra parte, un blocco vero e proprio non implica necessariamente il fallimento della terapia. Se la massa dello spazio canalare è completamente inondata di ipoclorito di sodio e se la concentrazione critica di contaminanti batterici all interno del canale è stata ridotta a sufficienza, l organismo può guarire anche intorno a questa radice. Fermo restando quanto detto finora, per rimuovere la stragrande maggioranza degli strumenti fratturati occorrono attenzione, tempo, esperienza e una strumentazione adeguata, in qualunque terzo del canale si sia verificata la separazione. Figura 9 a. Un grosso pezzo di strumento nella radice mesiovestibolare del primo molare superiore sinistro. b. La rimozione di dentina intorno al frammento e il reperimento di un secondo canale mesiovestibolare hanno aiutato nella rimozione di questo pezzo. c. Nella radiografia eseguita dopo l otturazione è evidente l eccessiva svasatura del canale mesiovestibolare, necessaria per rimuovere la lima fratturata. Figura 10 a. Piccolo frammento ubicato nel terzo apicale della radice mesiovestibolare del primo molare superiore sinistro; si nota un piccolo frammento anche in corrispondenza della metà della radice distovestibolare. b. Rimozione del frammento distovestibolare. Riduzione delle dimensioni del frammento nel canale mesiovestibolare e suo superamento in direzione apicale. c. L otturazione incorpora il segmento restante nel materiale. 9a 9b 9c 10a 10b 10c Pag. - 43

10 La risoluzione di uno dei più comuni incidenti in endodonzia: la frattura di uno strumento 11a 11b Figura 11 a. Primo molare inferiore sinistro inviato per il ritrattamento, con un frammento visibile in corrispondenza dell apice della radice mesiale. Si vede anche un minuscolo pezzo di strumento oltre apice, all interno della lesione della radice mesiale. b. La radiografia mostra il blocco vero e proprio nel canale mesiovestibolare. c. Radiografia post-operatoria, effettuata ad otturazione eseguita. d. Al controllo dopo un anno la lesione appare ridotta di dimensioni e il dente asintomatico viene restaurato. 11c 11d Traduzione dell articolo originale Rips, strips and broken tips: handling the endodontic mishap Part I: The separated instrument Oral Health, May 2005:10-20 BIBLIOGRAFIA 1) - Grossman, L.I.: Guidelines for the preventionof fracture of root canal instruments. Oral Surg. Oral Med. Oral Pathol. 28(5):746-52, ) - Tidmarsh, B.G.: Preparation of the root canal. Int. Endod. J. 15(2):53-61, ) - Wong, R., Cho, F.: Microscopic manegement of procedural errors. Dent. Clin. North Am. 41(3):455-79, Pag. - 44

La semplicità è la vera innovazione

La semplicità è la vera innovazione La semplicità è la vera innovazione Vi siete mai sentiti frustrati dalla complessità di certe cose? Un unico strumento NiTi per il trattamento canalare utilizzabile nella maggior parte dei casi Efficacia

Dettagli

LA MIGLIORE PERFORMANCE IN T UTTE LE CIRCOSTANZE

LA MIGLIORE PERFORMANCE IN T UTTE LE CIRCOSTANZE LA MIGLIORE PERFORMANCE IN T UTTE LE CIRCOSTANZE ProTaper Universal è la nuova versione di strumenti endodontici NiTi più famosi nel mondo + Più facile una sola sequenza operativa per ogni tipo di canale

Dettagli

Microchirurgia apicale Parte I: Preparazione del paziente. Incisione e sollevamento atraumatico del lembo

Microchirurgia apicale Parte I: Preparazione del paziente. Incisione e sollevamento atraumatico del lembo L INFORMATORE ENDODONTICO Estratto dal Vol. 2 n 4, 1998 Microchirurgia apicale Parte I: Preparazione del paziente. Incisione e sollevamento atraumatico del lembo JOHN J. STROPKO, DDS IL TRIDENTE EDIZIONI

Dettagli

Dispensa di ANATOMIA DENTALE a uso delle classi prime di indirizzo odontotecnico CAVITÀ ORALE

Dispensa di ANATOMIA DENTALE a uso delle classi prime di indirizzo odontotecnico CAVITÀ ORALE Dispensa di ANATOMIA DENTALE a uso delle classi prime di indirizzo odontotecnico CAVITÀ ORALE La bocca o cavità orale (Fig. 1) è il primo tratto dell apparato digerente. È un organo cavo, di forma ovoide

Dettagli

Thermafil contro System B Analogie, differenze, ottimizzazione, consigli pratici

Thermafil contro System B Analogie, differenze, ottimizzazione, consigli pratici L INFORMATORE ENDODONTICO Estratto dal Vol. 5 n 2, 2002 Thermafil contro System B Analogie, differenze, ottimizzazione, consigli pratici PROF. GIUSEPPE CANTATORE IL TRIDENTE EDIZIONI ODONTOIATRICHE Thermafil

Dettagli

Color Coding System* TipT B ipbook ook Italiano

Color Coding System* TipT B ipbook ook Italiano Color Coding System * Tip TipBook Book Italiano 2 acteongroup.com Introduzione Satelec produce generatori di ultrasuoni da più di 40 anni ed ha sviluppato il primo generatore piezoelettrico per il mercato

Dettagli

Il nichel-titanio in endodonzia

Il nichel-titanio in endodonzia Corso ECM a distanza a cura di SANITANOVA Provider accreditato ECM FAD nazionale n. 12 del 10/06/2010 Il nichel-titanio in endodonzia Responsabile Scientifico del corso: Prof. Giuseppe Cantatore Corso

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata)

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) 1 Spruzzo convenzionale (aria nebulizzata) Una pistola a spruzzo convenzionale è uno strumento che utilizza aria compressa per atomizzare ( nebulizzare

Dettagli

Utensili diamantati con legante galvanico Lavorazione di ghisa grigia e ghisa sferoidale

Utensili diamantati con legante galvanico Lavorazione di ghisa grigia e ghisa sferoidale Utensili diamantati con legante galvanico Lavorazione di ghisa grigia e ghisa sferoidale Efficace ottimizzazione del processo di pulitura della ghisa Grande convenienza economica grazie alla durata ed

Dettagli

Nuovi concetti nelle meccaniche del trattamento ortodontico secondo McLaughlin-Bennet-Trevisi

Nuovi concetti nelle meccaniche del trattamento ortodontico secondo McLaughlin-Bennet-Trevisi In english please En español, por favor Original Article Published on 09-10-98 Nuovi concetti nelle meccaniche del trattamento ortodontico secondo McLaughlin-Bennet-Trevisi Arturo Fortini MD, DDS Massimo

Dettagli

Riabilitazione totale mediante protesi fissa mediante impianti inclinati a 35 evitando la zona atrofica postpost foraminale. (Acocella A.

Riabilitazione totale mediante protesi fissa mediante impianti inclinati a 35 evitando la zona atrofica postpost foraminale. (Acocella A. Alessandro Acocella comunque ci sono solo studi con un follow-up follow up non ancora elevato e comunque i casi vanno accuratamente selezionati evitando parafunzioni e ricordando che gli impianti corti

Dettagli

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT)

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT) PT-27 Torcia per il taglio con arco al plasma Manuale di istruzioni (IT) 0558005270 186 INDICE Sezione/Titolo Pagina 1.0 Precauzioni per la sicurezza........................................................................

Dettagli

Tecnica chirurgica. Cappello di chiusura per TEN. Per la stabilizzazione assiale e la protezione contemporanea dei tessuti molli.

Tecnica chirurgica. Cappello di chiusura per TEN. Per la stabilizzazione assiale e la protezione contemporanea dei tessuti molli. Tecnica chirurgica Cappello di chiusura per TEN. Per la stabilizzazione assiale e la protezione contemporanea dei tessuti molli. Sommario Indicazioni e controindicazioni 3 Impianti 4 Strumenti 4 Piano

Dettagli

INJEX - Iniezione senza ago

INJEX - Iniezione senza ago il sistema per le iniezioni senz ago INJEX - Iniezione senza ago Riempire le ampolle di INJEX dalla penna o dalla cartuccia dalle fiale con la penna Passo dopo Passo Per un iniezione senza ago il sistema

Dettagli

Un offerta di materiali e una gamma di applicazioni di prim ordine. Straumann CARES CADCAM

Un offerta di materiali e una gamma di applicazioni di prim ordine. Straumann CARES CADCAM Un offerta di materiali e una gamma di applicazioni di prim ordine Straumann CARES CADCAM INDICE Offerta di materiali di prim ordine 2 Panoramica applicazioni 6 Caratteristiche e vantaggi Resina nanoceramica

Dettagli

GESTIONE PORT VENOSO

GESTIONE PORT VENOSO GESTIONE PORT VENOSO Il port è un catetere venoso centrale appartenente alla famiglia dei dispositivi totalmente impiantabili composto da una capsula impiantata sottocute e da un catetere introdotto in

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI IL POSIZIONAMENTO DEI BRACKET NELL UTILIZZO DELL APPARECCHIATURA PRE-INFORMATA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI IL POSIZIONAMENTO DEI BRACKET NELL UTILIZZO DELL APPARECCHIATURA PRE-INFORMATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN ORTOGNATODONZIA Direttore: Prof. Vincenzo Piras IL POSIZIONAMENTO DEI BRACKET NELL UTILIZZO DELL APPARECCHIATURA

Dettagli

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI OPERE SPECIALI PREFABBRICATI (Circ. Min. 13/82) ISTRUZIONI SCRITTE (Articolo 21) Il fornitore dei prefabbricati e della ditta di montaggio, ciascuno per i settori di loro specifica competenza, sono tenuti

Dettagli

Oggi l odontoiatra si confronta con pazienti informati

Oggi l odontoiatra si confronta con pazienti informati Protesi removibile ancorata su barra con utilizzo di attacchi calcinabili micro Introduzione Carlo Borromeo Oggi l odontoiatra si confronta con pazienti informati che sempre più spesso arrivano con richieste

Dettagli

Axon. Sistema d impianto con caricamento dall alto per la stabilizzazione posteriore della colonna cervicale e toracica superiore.

Axon. Sistema d impianto con caricamento dall alto per la stabilizzazione posteriore della colonna cervicale e toracica superiore. Tecnica chirurgica Axon. Sistema d impianto con caricamento dall alto per la stabilizzazione posteriore della colonna cervicale e toracica superiore. Sommario Principi AO ASIF 4 Indicazioni e controindicazioni

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

Dott. Mauro Rota Medico Chirurgo Iscritto all Albo dei Medici e Chirurghi

Dott. Mauro Rota Medico Chirurgo Iscritto all Albo dei Medici e Chirurghi Dott. Mauro Rota Medico Chirurgo Iscritto all Albo dei Medici e Chirurghi STUDIO MEDICO DENTISTICO ROTA - Ripa - 20800 - BASIGLIO (MI) Tel: 02 90753222 Fax: 02 90753222 E-mail:maurorota2002@libero.it P.IVA

Dettagli

Un legame stabile. Oliver Brix. Oliver Brix - Eris for E2 - Special Edition

Un legame stabile. Oliver Brix. Oliver Brix - Eris for E2 - Special Edition Oliver Brix Un legame stabile file:///c /infodental.it/articoli/oliver%20brix/art1/art1.html (1 of 17)28/07/2006 16.11.35 Dal 1998 esiste il sistema di ceramica a termopressione IPS Empress 2 per la realizzazione

Dettagli

Hawos Pegasus 230 Volt

Hawos Pegasus 230 Volt olt Pagina 2 Pagina 3 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 6/7 Pagina 7 Pagina 7 Pagina 8 Introduzione a Pegasus Scegliere le dimensioni della macinatura Iniziare e terminare il processo

Dettagli

Originali Bosch! La prima livella laser

Originali Bosch! La prima livella laser Originali Bosch! La prima livella laser per superfici al mondo NOVITÀ! La livella laser per superfici GSL 2 Professional Finalmente è possibile rilevare con grande facilità le irregolarità su fondi in

Dettagli

Shih-Hao Huang, DDS, MS, PhD, From the *Department of Dentistry, School of Dentistry, National Yang-Ming University, Taipei, Taiwan;

Shih-Hao Huang, DDS, MS, PhD, From the *Department of Dentistry, School of Dentistry, National Yang-Ming University, Taipei, Taiwan; L effetto dell uso della diga di gomma sul tasso di sopravvivenza dei denti che ricevono il primo trattamento canalare: studio basato sull intera popolazione nazionale Po-Yen Lin, DDS, MS, MPH,* Yang Chi,

Dettagli

SISTEMA DI CHIODI PER ARTRODESI DELLA CAVIGLIA VALOR 141906-2. Le seguenti lingue sono incluse in questa confezione:

SISTEMA DI CHIODI PER ARTRODESI DELLA CAVIGLIA VALOR 141906-2. Le seguenti lingue sono incluse in questa confezione: IT SISTEMA DI CHIODI PER ARTRODESI DELLA CAVIGLIA VALOR 141906-2 Le seguenti lingue sono incluse in questa confezione: English (en) Deutsch (de) Nederlands (nl) Français (fr) Español (es) Italiano (it)

Dettagli

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future.

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. ATTENZIONE: Utilizzare il prodotto solo per l uso al quale

Dettagli

Catalogo. Ugelli ad alta pressione

Catalogo. Ugelli ad alta pressione Catalogo ad alta pressione 1 Catalogo ad alta pressione Rappresentanza delle ditte per la Repubblica Ceca: USBDÜSEN www.ibos.cz 2 3 BAGGER - MAX lung./larg. /mm/ 1012 G 1 1/4 400-800 800-2500 76 x 33 49

Dettagli

METODO PER LA STESURA DI PROGRAMMI PER IL CENTRO DI LAVORO CNC

METODO PER LA STESURA DI PROGRAMMI PER IL CENTRO DI LAVORO CNC METODO PER LA STESURA DI PROGRAMMI PER IL CENTRO DI LAVORO CNC Riferimento al linguaggio di programmazione STANDARD ISO 6983 con integrazioni specifiche per il Controllo FANUC M21. RG - Settembre 2008

Dettagli

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI?

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? Buona Caccia e Buon Volo, giovani amici di Eureka! Siete tra gli eletti che hanno deciso di passare al livello successivo: site pronti? Questo mese vi proponiamo

Dettagli

tanhαl + i tan(ωl/v) 1 + i tanh αl tan(ωl/v). (10.1)

tanhαl + i tan(ωl/v) 1 + i tanh αl tan(ωl/v). (10.1) 10 - La voce umana Lo strumento a fiato senz altro più importante è la voce, ma è anche il più difficile da trattare in modo esauriente in queste brevi note, a causa della sua complessità. Vediamo innanzitutto

Dettagli

Uno spettroscopio fatto in casa

Uno spettroscopio fatto in casa Uno spettroscopio fatto in casa Angela Turricchia Laboratorio per la Didattica Aula Planetario Comune di Bologna, Włochy Ariel Majcher Centro di fisica teorica, PAS Varsava, Polonia Uno spettroscopio fatto

Dettagli

Placca a maglia LCP ad angolo variabile 2.4/2.7. Parte del sistema LCP ad angolo variabile per avampiede/ mesopiede 2.4/2.7.

Placca a maglia LCP ad angolo variabile 2.4/2.7. Parte del sistema LCP ad angolo variabile per avampiede/ mesopiede 2.4/2.7. Placca a maglia LCP ad angolo variabile 2.4/2.7. Parte del sistema LCP ad angolo variabile per avampiede/ mesopiede 2.4/2.7. Tecnica chirurgica La pubblicazione non è prevista per la distribuzione negli

Dettagli

14. Controlli non distruttivi

14. Controlli non distruttivi 14.1. Generalità 14. Controlli non distruttivi La moderna progettazione meccanica, basata sempre più sull uso di accurati codici di calcolo e su una accurata conoscenza delle caratteristiche del materiale

Dettagli

WQuesto orologio è un modello a W onde radio che riceve le onde radio dell orario standard trasmesso in Germania.

WQuesto orologio è un modello a W onde radio che riceve le onde radio dell orario standard trasmesso in Germania. LQuesto orologio indica con il terminale più corto della lancetta dei secondi, il livello di ricezione e il risultato di ricezione. Lancetta dei secondi Lancetta dei minuti Lancetta delle ore Pulsante

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

Il vantaggio della velocità. SpeedPulse, SpeedArc, SpeedUp. Saldare è ora chiaramente più veloce, offrendoti maggior produttività.

Il vantaggio della velocità. SpeedPulse, SpeedArc, SpeedUp. Saldare è ora chiaramente più veloce, offrendoti maggior produttività. Il vantaggio della velocità SpeedPulse, SpeedArc,. Saldare è ora chiaramente più veloce, offrendoti maggior produttività. Perche velocità = Produttività Fin da quando esiste l'umanità, le persone si sforzano

Dettagli

L'importanza di una corretta carteggiatura

L'importanza di una corretta carteggiatura L'importanza di una corretta carteggiatura La preparazione delle superfici, ed in particolare la carteggiatura, concorrono al risultato finale del trattamento di pitturazione, giocando un ruolo fondamentale

Dettagli

Cos è uno scaricatore di condensa?

Cos è uno scaricatore di condensa? Cos è uno scaricatore di condensa? Una valvola automatica di controllo dello scarico di condensa usata in un sistema a vapore Perchè si usa uno scaricatore di condensa? Per eliminare la condensa ed i gas

Dettagli

PER LA GESTIONE INFORMATIVO

PER LA GESTIONE INFORMATIVO Dipartimento Cardio-Toraco-Vascolare e di Area Critica Direttore Dott. L. Zucchi UNITA DI TERAPIA SEMINTENSIVA RESPIRATORIA (UTSIR) OPUSCOLO INFORMATIVO PER LA GESTIONE A DOMICILIO DELLA TRACHEOSTOMIA

Dettagli

DEMOLIZIONE EDIFICI RAFFORZAMENTI E PUNTELLAMENTI (RISANAMENTI) DISTACCO OPERE ADIACENTI

DEMOLIZIONE EDIFICI RAFFORZAMENTI E PUNTELLAMENTI (RISANAMENTI) DISTACCO OPERE ADIACENTI DEMOLIZIONE EDIFICI 1. DEMOLIZIONI MANUALI E1 DEMOLIZIONI STRUTTURE RAFFORZAMENTI E UNTELLAMENTI (RISANAMENTI) DISTACCO OERE ADIACENTI DEMOLIZIONE VOLTE; DEMOLIZIONE SOLAI IN LEGNO; DEMOLIZIONE SOLAI LATERO-

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

BacPac con LCD. Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia

BacPac con LCD. Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia BacPac con LCD Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia AGGIORNAMENTO FIRMWARE Per determinare se è necessario effettuare un aggiornamento del firmware, seguire questi passi: Con l apparecchio

Dettagli

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento La funzione dei cuscinetti a strisciamento e a rotolamento è quella di interporsi tra organi di macchina in rotazione reciproca. Questi elementi possono essere

Dettagli

Innesti e Tecniche di Riproduzione

Innesti e Tecniche di Riproduzione Data inizio: 7-11-2011 Alberi da frutto Innesti e Tecniche di Riproduzione Sommario Perché innestiamo? 1 Innesto a Spacco 2 Innesto a Corona 3 Innesto a Triangolo 4 Innesti a Occhio 5 Innesto a Spacco

Dettagli

3. Passate la superficie con carta vetrata per facilitare la presa della colla.

3. Passate la superficie con carta vetrata per facilitare la presa della colla. Il lavoro di posa dei rivestimenti murali, è oggi, estremamente semplificato ed è una soluzione di ricambio interessante, in quanto applicare carta da parati non è più difficile che verniciare. Le spiegazioni

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

Vediamo ora altre applicazioni dei prismi retti descritti in O1.

Vediamo ora altre applicazioni dei prismi retti descritti in O1. O2 - I PRISMI OTTICI S intende con prisma ottico un blocco di vetro ottico 8 limitato normalmente da superfici piane, di forma spesso prismatica. Un fascio di luce 9 può incidere su una o due delle sue

Dettagli

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco Ing. Marco Patruno Forum Prevenzione Incendi Milano : 1 ottobre 2014

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE CORREZIONE DELL ALLUCE VALGO 5 METATARSO VARO CON OSTEOTOMIA PERCUTANEA DISTALE Intervento Si ottiene eseguendo una osteotomia (taglio) del primo metatarso o del 5 metatarso

Dettagli

DALLA TEORIA ALLA PRATICA

DALLA TEORIA ALLA PRATICA DALLA TEORIA ALLA PRATICA Comunicare a distanza: il telefono a filo La prima esperienza di telecomunicazione (dal greco tele = distante) si realizza con due piccoli contenitori di plastica, cartone o metallo,

Dettagli

BBC Betonrossi Basic Concrete a cura di Luigi Coppola e del Servizio Tecnologico di Betonrossi S.p.A.

BBC Betonrossi Basic Concrete a cura di Luigi Coppola e del Servizio Tecnologico di Betonrossi S.p.A. 22 IL CONTROLLO DELLA QUALITA DEL CALCESTRUZZO IN OPERA S e i risultati del controllo di accettazione dovessero non soddisfare una delle disuguaglianze definite dal tipo di controllo prescelto (A o B)

Dettagli

Inserti fresa ad HFC NUOVO

Inserti fresa ad HFC NUOVO Inserti fresa ad HFC NUOVO Sgrossatura ad alto rendimento con frese ad inserti HFC [ 2 ] L applicazione principale del sistema di fresatura HFC è la sgrossatura ad alto rendimento. La gamma di materiali

Dettagli

Pinza da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI GYN 50-3 07/2014/EW-IT

Pinza da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI GYN 50-3 07/2014/EW-IT Pinza da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI GYN 50-3 07/2014/EW-IT Introduzione Per eseguire un attenta dissezione nella maggior parte delle fasi operative in laparoscopia, si utilizza

Dettagli

Maggior semplicità per un impianto migliore e più economico

Maggior semplicità per un impianto migliore e più economico lindab ventilation Maggior semplicità per un impianto migliore e più economico TÜV ha testato cinque sistemi di canali e documentato i vantaggi delle diverse soluzioni. Cos è TÜV TÜV (Technischer ÜberwachungsVerein

Dettagli

Come ha detto? Pacchetto didattico sul rumore e sulle lesioni uditive. Esercizi di approfondimento 60 minuti semplici 2009-0303

Come ha detto? Pacchetto didattico sul rumore e sulle lesioni uditive. Esercizi di approfondimento 60 minuti semplici 2009-0303 Come ha detto? Pacchetto didattico sul rumore e sulle lesioni uditive Esercizi di approfondimento 60 minuti semplici Obiettivo Gli studenti sono in grado di approfondire in maniera corretta informazioni

Dettagli

Saldatura ad arco Generalità

Saldatura ad arco Generalità Saldatura ad arco Saldatura ad arco Generalità Marchio CE: il passaporto qualità, conformità, sicurezza degli utenti 2 direttive europee Direttiva 89/336/CEE del 03 maggio 1989 applicabile dall 01/01/96.

Dettagli

Cuscinetti SKF con Solid Oil

Cuscinetti SKF con Solid Oil Cuscinetti SKF con Solid Oil La terza alternativa per la lubrificazione The Power of Knowledge Engineering Cuscinetti SKF con Solid Oil la terza alternativa di lubrificazione Esistono tre metodi per erogare

Dettagli

O5 - LE ABERRAZIONI delle LENTI

O5 - LE ABERRAZIONI delle LENTI O5 - LE ABERRAZIONI delle LENTI Per aberrazione intendiamo qualsiasi differenza fra le caratteristiche ottiche di un oggetto e quelle della sua immagine, creata da un sistema ottico. In altre parole, ogni

Dettagli

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo

Dettagli

Guida agli Oblo e Osteriggi

Guida agli Oblo e Osteriggi Guida agli Oblo e Osteriggi www.lewmar.com Introduzione L installazione o la sostituzione di un boccaporto o oblò può rivelarsi una procedura semplice e gratificante. Seguendo queste chiare istruzioni,

Dettagli

Flauto Polmonare/Lung Flute

Flauto Polmonare/Lung Flute Flauto Polmonare/Lung Flute Modello per TERAPIA, DOMICILIO, IGIENE BRONCHIALE Manuale di istruzioni per il paziente: Il Flauto Polmonare è generalmente indicato per una terapia a pressione respiratoria

Dettagli

Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA

Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA Acquistare una zucca fresca o già secca. Nel primo caso sarà opportuno comprarla in un periodo caldo per godere delle giornate

Dettagli

Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI

Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI A) Vite di regolazione del minimo. B) Getto MAX C) Getto MIN D) Vite corta coperchio camera del galleggiante E) Vite lunga coperchio camera del galleggiante

Dettagli

ATTENZIONE ATTENZIONE AVVERTENZE AVVERTENZE. Italiano

ATTENZIONE ATTENZIONE AVVERTENZE AVVERTENZE. Italiano ITALIANO ATTENZIONE Non utilizzare questo orologio per immersioni, se non dopo essere stati adeguatamente addestrati alle immersioni subacquee. Per ovvi motivi di sicurezza attenersi a tutte le regole

Dettagli

Occhio alle giunture La migliore prevenzione

Occhio alle giunture La migliore prevenzione Occhio alle giunture La migliore prevenzione 1 Suva Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Telefono 041

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate.

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. INDICE La presente guida contiene suggerimenti e indicazioni di carattere generale e a scopo puramente informativo. Non si deve prescindere dal leggere attentamente

Dettagli

IL FERRO Fe. Che cos è la siderurgia? E l insieme dei procedimenti per trasformare i minerali di ferro in Prodotti Siderurgici.

IL FERRO Fe. Che cos è la siderurgia? E l insieme dei procedimenti per trasformare i minerali di ferro in Prodotti Siderurgici. IL FERRO Fe 1 Il ferro è un metallo di colore bianco grigiastro lucente che fonde a 1530 C. E uno dei metalli più diffusi e abbondanti sulla terra e certamente il più importante ed usato: navi, automobili,

Dettagli

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Per pazienti con determinate condizioni cardiache, l impiego di una pompa

Dettagli

CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE

CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE a cura del Consorzio POROTON Italia VERSIONE ASPETTI GENERALI E TIPOLOGIE MURARIE Le murature si dividono in tre principali categorie: murature

Dettagli

PENDII NATURALI E ARTIFICIALI

PENDII NATURALI E ARTIFICIALI PENDII NATURALI E ARTIFICIALI Classificazione del movimento, fattori instabilizzanti, indagini e controlli 04 Prof. Ing. Marco Favaretti Università di Padova Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria

Dettagli

informazioni paziente it Che cos'è un trattamento ortodontico? Informazioni per il paziente che lo inizia

informazioni paziente it Che cos'è un trattamento ortodontico? Informazioni per il paziente che lo inizia informazioni paziente it Che cos'è un trattamento ortodontico? Informazioni per il paziente che lo inizia Buon giorno, prima di affrontare un trattamento ortodontico, desideriamo darle alcune informazioni

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1 Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5 9356197 Edizione 1 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION, dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto SU-5 è conforme alle

Dettagli

LA MOBILITÀ ARTICOLARE

LA MOBILITÀ ARTICOLARE LA MOBILITÀ ARTICOLARE DEFINIZIONE La mobilità articolare (detta anche flessibilità o scioltezza articolare) è la capacità di eseguire, nel rispetto dei limiti fisiologicamente imposti dalle articolazioni,

Dettagli

Applicazione delle grafiche con caratteristiche Comply

Applicazione delle grafiche con caratteristiche Comply Bollettino Istruzioni 5.31 Aprile 2003 Applicazione delle grafiche con caratteristiche Comply Informazioni generali I films 3M a tecnologia Comply rendono le applicazioni più facili per raggiungere un

Dettagli

Analogic transfer system comunication & aesthetic digital smile design (ADSD)

Analogic transfer system comunication & aesthetic digital smile design (ADSD) Analogic transfer system comunication & aesthetic digital smile design (ADSD) Autore_Valerio Bini, Italia Fig. 1_Smile designer e face aesthetic medical team. _Introduzione È oggi possibile stare al passo

Dettagli

Nuovi denti umani dai livelli epigravettiani di Riparo Dalmeri (TN)

Nuovi denti umani dai livelli epigravettiani di Riparo Dalmeri (TN) Preistoria Alpina, 41 (2005): 245-250 Museo Tridentino di Scienze Naturali, Trento 2006 ISSN 0393-0157 Giuliano VILLA & Giacomo GIACOBINI * Laboratorio di Paleontologia Umana, Dipartimento di Anatomia,

Dettagli

Note generali. Norme di sicurezza. Procedura generale di pulizia. Bollettino Istruzioni

Note generali. Norme di sicurezza. Procedura generale di pulizia. Bollettino Istruzioni 3M Italia, Gennaio 2011 Bollettino Istruzioni Applicazione pellicole su vetro Bollettino Istruzioni 3M Italia Spa Via Norberto Bobbio, 21 20096 Pioltello (MI) Fax: 02 93664033 E-mail 3mitalyamd@mmm.com

Dettagli

PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE FORMA DIRETTA CERTIFICATO DEFINITIVO PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE

PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE FORMA DIRETTA CERTIFICATO DEFINITIVO PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE Allegato 5 FONDO ASSISTENZA SANITARIA DIRIGENTI AZIENDE FASDAC COMMERCIALI Via Eleonora Duse, 14/16-00197 Roma PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE FORMA DIRETTA Spazio per l etichetta con il codice a barre (a cura

Dettagli

Lo schema a blocchi di uno spettrofotometro

Lo schema a blocchi di uno spettrofotometro Prof.ssa Grazia Maria La Torre è il seguente: Lo schema a blocchi di uno spettrofotometro SORGENTE SISTEMA DISPERSIVO CELLA PORTACAMPIONI RIVELATORE REGISTRATORE LA SORGENTE delle radiazioni elettromagnetiche

Dettagli

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE In questo congelatore possono essere conservati alimenti già congelati ed essere congelati alimenti freschi. Messa in funzione del congelatore Non occorre impostare la

Dettagli

Informazioni per i pazienti e le famiglie

Informazioni per i pazienti e le famiglie Che cos è l MRSA? (What is MRSA? Italian) Reparto Prevenzione e controllo delle infezioni UHN Informazioni per i pazienti e le famiglie Patient Education Improving Health Through Education L MRSA è un

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

Anatomia della Memoria - Struttura delle funzioni mnesiche -

Anatomia della Memoria - Struttura delle funzioni mnesiche - UNIVERSITÀ DI ROMA LA SAPIENZA I FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA I SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN NEUROLOGIA Anatomia della Memoria - Struttura delle funzioni mnesiche - TESINA DI ANATOMIA DOCENTE Prof.

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

I tiri principali nel badminton

I tiri principali nel badminton I tiri principali nel badminton 4 2 3 5 6 1 Drop a rete 2 Pallonetto (lob) 3 Drive 4 Clear 5 Drop 6 Smash (schiacciata) 1 Traiettoria Definizione Impugnatura 1 Drop a rete Rovescio Sequenza fotografica

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI PRESSOSTATI DIFFERENZIALI

MANUALE DI ISTRUZIONI PRESSOSTATI DIFFERENZIALI Rev. 5 01/07 PRESSOSTATI DIFFERENZIALI STAGNI: SERIE DW Modelli DW40, DW100 e DW160 A PROVA DI ESPLOSIONE: SERIE DA Modelli DA40, DA100 e DA160 A B Modelli DW10 ingresso cavi PESO 6,2 kg A B Modelli DA10

Dettagli

Le professioni nello studio medico dentistico

Le professioni nello studio medico dentistico Le professioni nello studio medico dentistico L assistente dentale AFC L assistente di profilassi La segretaria odontoiatrica L igienista dentale SSS L assistente dentale AFC Requisiti Buona formazione

Dettagli

TIP-ON inside. TIP-ON per AVENTOS HK. Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia. www.blum.

TIP-ON inside. TIP-ON per AVENTOS HK. Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia. www.blum. TIP-ON inside TIP-ON per AVENTOS HK Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia www.blum.com Facilità di apertura con un semplice tocco 2 Comfort di apertura per le

Dettagli

PROTEZIONE DAI CONTATTI DIRETTI ED INDIRETTI

PROTEZIONE DAI CONTATTI DIRETTI ED INDIRETTI PROTEZIONE DAI CONTATTI DIRETTI ED INDIRETTI Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d Ingegneria dell Università

Dettagli

Turbine I-20 Ultra 2 N E I. l t. R r. Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni

Turbine I-20 Ultra 2 N E I. l t. R r. Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni R r INFORMAZIONE PRODOTTO Turbine I-20 Ultra Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni E I - 2 0 N I B U l t U a T a PRESENTAZIONE DEL PRODOTTO L

Dettagli

PENTOLE A PRESSIONE ISTRUZIONI D USO E GARANZIA

PENTOLE A PRESSIONE ISTRUZIONI D USO E GARANZIA PENTOLE A PRESSIONE ISTRUZIONI D USO E GARANZIA LA COTTURA IN PENTOLA A PRESSIONE La pentola a pressione è uno strumento ancora tutto da scoprire, da conoscere e da valorizzare, sia dal punto di vista

Dettagli

V90-3,0 MW. Più efficienza per generare più potenza

V90-3,0 MW. Più efficienza per generare più potenza V90-3,0 MW Più efficienza per generare più potenza Innovazioni nella tecnologia delle pale 3 x 44 metri di efficienza operativa Nello sviluppo della turbina V90 abbiamo puntato alla massima efficienza

Dettagli

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi.

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi. L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA Ci muoviamo insieme a voi. PREMESSA LA ORTHOPÄDISCHE CHIRURGIE MÜNCHEN (OCM) È UN ISTITUTO MEDICO PRIVATO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE

Dettagli