AR P A DIGITAL ART SPLATTER-DOLLS FUORI SALONE 2005 IL FUTURO DI MILANO. HOTEL RWANDA GETRÒ. nr. MILIONI DI IMMAGINI CONDIVISE ONLINE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AR P A DIGITAL ART SPLATTER-DOLLS FUORI SALONE 2005 IL FUTURO DI MILANO. HOTEL RWANDA GETRÒ. nr. MILIONI DI IMMAGINI CONDIVISE ONLINE"

Transcript

1 AR P A nr. mensile - 0,00 RIVISTA DIGITALE SULLE NUOVE TENDENZE CULTURALI DEL NOSTRO TEMPO. DIGITAL ART MILIONI DI IMMAGINI CONDIVISE ONLINE SPLATTER-DOLLS LE BAMBOLE CON IL SENSO DELL ORRIDO FUORI SALONE 2005 LE ESPERIENZE DAGLI EVENTI PIÙ GLAMOUR IL FUTURO DI MILANO. LA NUOVA FIERA DI MILANO, IL POLO ESPOSITIVO DI RHO/PERO, È REALTÀ HOTEL RWANDA AL CINEMA, L ULTIMO GENOCIDIO DEL SECOLO BREVE GETRÒ GENOVA RETRÒ E LA VIA DEL PORTO aprile -maggio 2005

2 voody \\ silicato \\ tossicitrato \\ zeolite \\ ossido \\ solfato I BadFriend aspettano i vostri racconti per iniziare l invasione delle soffitte... \\ xilitio \\ crotolo Il tema è libero... \\ lasciati mr ispirare mutandina\\ dalle sensazioni e dalle emozioni Inventa la loro storia o un racconto che li veda protagonisti. provocate dal loro aspetto! La Redazione di ARPANet voody sceglierà le storie migliori per allegarle ad ogni BadFriend! \\ silicato \\ Zeolite tossicitrato \\ zeolite Non perdere l occasione di dare vita a queste strane creature... Ho letto da qualche parte che i cristalli riescono a contenere gli slanci dei sentimenti più forti. Mi chiedo cosa ci possa essere in questo zeolite che sto osservando nella teca del Museo di scienze naturali. Rabbia? Passione? Amore? O forse un sentimento crudele come l odio o il rancore? O forse niente. Se potessi dare una forma a quello che sento oggi, probabilmente il risultato non sarebbe un cristallo. Potrebbe essere una creatura poco equilibrata con un solo grande occhio. Troppo grande e spalancato sul mondo. L altro è stato accecato dalle brutture che ha visto. Una creatura che ha sofferto e che guarda il mondo stranita. Con le dita delle mani \\ ossido \\ solfato e dei piedi legate dai suoi stessi pensieri. Una creatura allo stesso tempo vivace e speranzosa come le foglie a primavera. Se il mio sentire dovesse diventare qualcosa di esterno da me vorrei che fosse bello come questo BadFriend: Zeolite. \\ xilitio \\ crotolo Ora li puoi acquistare su...

3 10 Sommario. aprile -maggio Libri

4 Novità editoriali. Ognuno di questi racconti ha un suo respiro. Un ritmo. Una mano che li ha scritti. Un cuore che li ha sentiti. Una musica che digita note fra i capoversi. Ognuno di questi racconti, brevi, lunghi, brevissimi ha un autore. Che non conosco. Eppure un filo c è: l ho trovato nell ingenuità e nel disagio che serpeggia tra le righe, nella disillusione di frasi brevi, a volte frammenti, poco più che schegge, nella fragilità di sentimento che li accomuna tutti. C è un senso di paura aleggiante in questi autori... Paola Calvetti Berselli estrae da Né con te né senza di te la figura della madre di Nicola, offre la voce narrante al diario di Francesco (e in questo rispetta alla lettera la regola del sequel), ne sviluppa il personaggio che vendica l amico Nicola e tutte le vittime consenzienti e ignare di madri possessive, egopatiche e anaffettive. Ma ne diviene gli stesso vittima, in un inesorabile declino senza possibilità di appello. Non si sfugge al proprio destino mentale, suggerisce l autore in ognuno dei tre racconti. Che hanno un filo unico che li lega. Il senso di morte. Di fine dell amore. Né con te, né senza di te. Appunto... Paola Calvetti Scavando con abilità nelle pieghe dell animo umano per tracciare il conflitto assolutamente individuale di chi, cercando una propria libertà, o forse, soltanto, un proprio posto, non accetta di uniformarsi ad una società solo apparentemente illuminata; conflitto che il protagonista del libro non può che risolvere opponendo, al Bene decantato dagli amministratori della città perfetta, quella sua seconda natura, inquieta ed inumana, ricacciata fino all ultimo in fondo allo specchio. Come il racconto di una vecchia e cara amica, Tutti i colori del Blu ci intenerisce e ci commuove. Con un lessico familiare ricco di parole al gusto di caramelle di zucchero - la protagonista, esule felice in terra normanna, ci insegna come ci si rialza dopo gli sgambetti del destino senza perdere la voglia di ricominciare, mai. Il segreto? Nel Blu dell oceano, ovviamente. Una lettura piacevole e lieve da fare la sera, proprio quando il giorno si fa più dolce Lei che era nata e vissuta all ombra del cemento della città, mangiando tramezzini e yogurt a mezzogiorno, correndo, sempre, per arrivare prima degli altri, come facevano tutti là, perché tutti dovevano arrivare prima, ebbene lei un giorno si era improvvisamente fermata ed aveva deciso che tutto ciò che aveva fatto sino a quel momento poteva bastare, e doveva finire, e finire subito.

5 Editoriale. di Paco Simone In palmo di mano. Non sono poche le persone che sfogliano una rivista cominciando dal fondo, e scorrono, con le dita, i fogli a ritroso, quasi a voler trovare un punto d osservazione alternativo e personale. C è chi predilige le pagine di destra, chi si sofferma su grandi immagini colorate, chi, mentre sfoglia, non può fare a meno di leggere anche le didascalie alle figure. Chi salta qua e là, e poi sbircia più avanti; chi è mancino, e non punta gli sguardi sulla mano che sfoglia; chi, poi, è meticoloso, e si sente costretto a leggere in ordine, dalla prima all ultima pagina; chi, ancora ed è il mio caso evita deliberatamente il sommario, per non guastarsi la sorpresa di scoprire i mondi che le pagine via via creano. In effetti, una rivista digitale sottrae il piacere di sentire la consistenza della lettura tastando lo spessore delle pagine tra i polpastrelli, e non permette di lasciare alla consapevolezza un po istintiva del tatto l arbitrio di muoversi oltre la metà del giornale, o direttamente in fondo, o qui e lì, nel mezzo o nel principio del leggere. Tutto diventa più ragionato: nel file PDF, i segnalibri preimpostati guidano verso mete precise, senza possibilità di errore-errare in libertà tra le altre pagine, prima o dopo l articolo che interessa. Non credo sia del tutto positivo: anche sfogliare progressivamente la rivista utilizzando le barre di scorrimento lascia poco spazio ad una libertà creativa nell atto della lettura che poi è, in fin dei conti, scoperta. I mondi in superfi cie, da un punto di vista diverso: in volo sopra il lago di Lecco, maggio (photo: ARPANet) E così, oltre ad invitare i lettori a stampare queste pagine, per poterle avere in palmo di mano, affinché siano le mani, d istinto, a condurre gli occhi verso ciò che potranno leggervi, ho voluto iniziare l editoriale con il titolo del racconto che si trova più o meno a metà di questo numero. La storia di Sarah Sivieri potrebbe essere quindi il punto di partenza di un percorso di lettura che, dalla Galleria d arte del signor Zimmermann, dove i destini di due persone si incrociano, si inoltri poi nell arte, digitale, raccolta dai molteplici approdi sul web nell articolo di Matilde Cattaneo; da qui, la rotta potrebbe raggiungere le molte pagine dedicate alle esperienze di arte e design del Fuori Salone a Milano, oppure deviare verso un design da mangiare, secondo le intenzioni delle Ciboh, intervistate da Carlotta Vissani. Le connessioni tra un mondo e l altro sono infinite. I mondi anche: perché ogni parola ha un suono che inventa mondi*. * Ogni parola ha un suono che inventa mondi, AA.VV., a cura di Milo De Angelis, Franco Loi, Gino & Michele, Raul Montanari, Aldo Nove, ARPANet, Milano, ARPA. 5

6 dal Web. Tempo fa erano ancora le classiche bambole di pezza e le tradizionali automobiline da collezione ad animare i pomeriggi di bambini e bambine alle prese con i loro passatempi preferiti. Poi i tempi sono cambiati... Nui Podolly: OX: La tecnologia è entrata quasi di prepotenza a far parte di un universo che dovrebbe in teoria rappresentare la spensierata innocenza dell'infanzia, e in questi ultimi tempi hanno preso piede categorie di bambole, pupazzi, oggetti artistici e complementi d arredamento bizzarri, fuori del comune e apparentemente generati dai nostri peggiori incubi e da fantasie umane impregnate di uno spiccato senso del macabro e dell orrido. Il senso del giocattolo tradizionale cambia, divenendo oggetto da collezione più appetibile per l occhio di un adulto piuttosto che per quello di un bambino. Ma (perché per ogni cosa esiste un ma, NdA), questo squadrone di Urban Toys ci affascina, ci stupisce, ci incuriosisce e ci fa spontaneamente esclamare: Questo oggetto è geniale. Bellissimo, anche se in quel momento stiamo tenendo tra le mani, o semplicemente guardando sullo schermo del nostro computer, l'immagine di una tenera quanto mostruosa Ugly Doll piuttosto che due shackers per sale e pepe a forma di fantasmino bianco, con una lacrima che scorre sulla guancia di liscia ceramica. Le proposte sono molteplici, e paiono voler accontentare qualsiasi gusto, a patto che esso esca dagli schemi e non si blocchi di fronte all insanità mentale trasformata in arte, perché è di arte creativa che stiamo parlando. Il Giappone e la Cina, con la loro naturale propensione verso ciò che è cartoon, Anime, Manga e gusto bizzarro, gettano le basi creative, offrono artisti a cascata a cimentarsi nell ideazione di giocattoli atipici. Da qui nasce quasi un gusto per il feticcio, per le edizioni limitate, per i pezzi unici realizzati con materiali e forma ogni volta diversi. È il gusto per il brutto, per il poco attraente, per lo splatter-toy. Ed è boom: una insana passione per bocche cucite malamente con semplice filo nero, per occhi sbilenchi a forma di croce e per canoni di proporzione fisica completamente scardinati. Quindi, sì a pupazzi dalle strane fattezze e dall aspetto alieno, dalle tante braccia e dai colori più accesi. Ed è questa la cosa davvero interessante. In un era in cui i media ci bombardano con improbabili e inaccessibili modelli di bellezza, quello che è brutto riesce a vendere, quello che attinge ispirazione da un senso dello humour dark, cinico e mortifero fa colpo. Ecco imperare le Living Dead Dolls, bambole già con un piede nella fossa; le Little Apple Dolls, ispirate ad una fantasiosa storia con una protagonista d eccezione: una bambina deceduta e dagli occhi vacui che dona vita a una Little Apple Red cascata da un melo; Scared Bears, che da tradizionali giocattoli si trasformano in oggetti di culto orrorifici e crudeli (tra cui spicca Gloomy Bear, un tenero e soffice orsetto artigliato come Freddy Krueger, intento a giocare allegramente con il suo padrone per poi stenderlo al tappeto in maniera davvero poco gentile, tra spargimenti di sangue). Bisogna sempre tenere presente come il cinismo e il senso dell umorismo a tinte fosche siano alla base di tutto. Considerare questi giocattoli come poco educativi o violenti sarebbe sbagliato e snaturerebbe il senso che queste creazioni vogliono avere: una 6. ARPA.

7 Splatter-dolls... di Carlotta Vissani semplice evasione dall ordinario per dare libero sfogo alle contraddizioni umane, alla dicotomia che regna sovrana nell animo di ognuno di noi. È da questo concetto che prende vita un personaggio come quello di Nui Podolly Sheep, un simpatico ariete, dalle fattezze deliziose e dallo sguardo imbronciato, in grado di travestirsi da Lupo, suo rinomato antagonista, per evitare di fare una brutta fine. Tutti prodotti altamente di nicchia che stanno conquistando il proprio spazio sul Web, pur restando nascosti nei loro anfratti ombrosi. Ma ci sono anche prodotti molto più commercializzati, come le "Baby Bratz", totalmente fashion-addicted, con la smania di essere sempre al passo con i tempi e con le ultime mode, perfette nella scelta dei loro accessori kitsch e dal gusto discutibile, a spasso con un gattino nero o una rana verde. Anche venti tra gli stilisti più famosi nel panorama della moda si sono cimentati, in collaborazione con il fashion-magazine di culto negli USA "Visionaire", e il sito "KidRobot", nell ideazione di caricaturali e simpatici micro-pupazzi griffatissimi, che riproducono in qualche modo le loro preferenze stilistiche nel campo della moda. Naturalmente le due edizioni, una nera e una rossa, sono limitate a poche centinaia di pezzi, come spesso succede per gli articoli che nascono e vivono nel campo del collezionismo. Facilissimo è infatti leggere nella descrizione di questi feticci, siano essi pupazzi, lampade, tazze, vassoi, cuscini o Urban Vynils (personaggi di gomma snodabili e generalmente accessoriati) la dicitura "It's Highly Collectible", proprio per la propria natura di pezzi da custodire gelosamente. Generalmente, ogni creazione ha la sua storia personale, ogni personaggio ha qualcosa da dire, ed un suo profilo ben delineato che, nonostante tutto, lascia spazio alla fantasia, ovvero il motore alla base della creatività, sana oppure velata di intelligente pazzia. GLI SPLATTER-TOYS NEL MONDO IN ITALIA? Arrivano gli esclusivi BadFriend, dal progetto della creativa Irene Costa. Pezzi unici, realizzati a mano, in vendita in esclusiva su... ARPA. 7

8 Textures tendenze. Design&nuove Fuori Salone: di Francesca Fasoli Fiori e textures floreali come preziosi broccati, dai mosaici di Bisazza al wallpaper (sfondo) del sito dell Istituto Marangoni. Moda, design e web-design si scambiano forme e idee. La texture-mania ha contagiato tutto il mondo della creatività: sbocciano tappezzerie floreali nella comunicazione online, sulle copertine delle riviste, sulle stoffe dei divani. Bisazza e Marcel Wanders Una scenografia fi abesca, l esaltazione del decoro eccessivo. Marcel Wanders utilizza i mosaici di Bisazza per creare ambienti, oggetti e figure. Lampadario Barokko Sinuosi riccioli barocchi per le lampade e i lampadari in polimetilmetacrilato, tagliati al laser e lavorati a mano. Ruga Design è una società giovane che parte dal design autoprodotto, ma che ha già instaurato importanti contaminazioni e collaborazioni. Moooi Mobili neri di Marcel Wanders. Lo spazio Moooi al SuperStudio è decisamente ispirato ai fi ori e alla natura e così anche tutta la linea esposta. 8. ARPA. Brand van Egmond Candels & Spirits, cristalli Swarovski e rifi niture in nickel per un moderno candelabro ad effetto cespuglio in fi ore.

9 Bombay Sapphire testo testo testo bicchieri etc... Antonella Bersani Fiabesco e fl oreale, un miscuglio di panno lenci, velluto, seta, nastri e fil di ferro per gli oggetti della collezione Il giardino delle delizie, esposti da Pitti Living, padiglione Visconti dell ex Ansaldo. Armani/casa Decoro fl oreale di ispirazione orientale. Industreal Floreale mattonella modulare per creare composizioni. ash.html Driade Rami come riccioli per Chalais. Progetto di Borek Sipek. Tappeto in pura lana vergine 100% con lavorazione tufted a mano. Sito e pubblicità dell Istituto Marangoni. La copertina della rivista Interni

10 Design&mostre. Swarovski Crystal Palace è alla sua quarta edizione. Quest anno, il tema della luce è interpretato da celebri rappresentanti del mondo del design, come Ron Arad, Yves Béhar, Paul Cocksedge, Tom Dixon, Ferruccio Lariani, Chris Levine, Anurée Putman, Karim Rashid e Tokujin Yoshioka. di Francesca Fasoli Voyage, di Yves Béhar 700 kg di installazione destinata al terminal 4 dell aeroporto JFK. Lexus L-Finesse Il giovane architetto Junya Ishigami ha creato la magica ambientazione nel Teatro dell Arte di Milano. Il visitatore si muove lentamente negli spazi attraversando una nebbia impalpabile e luminosa. Chandelier, lampada di Kazuyo Sejima Concept car LF-A 10. ARPA.

11 «Nulla ha senso in biologia, se non alla luce dell evoluzione.» T. Dobzhansky IN-NATUREVOLUTION Mostra-installazione presso il Museo di Storia Naturale. Alcuni diorami del Museo sono stati sostituiti, inserendo monitor e inconfondibili prodotti Bang & Olufsen. ALU c/o SuperStudio Più Uno spazio dove giocare e divertirsi, un prato verde per prendersi una pausa, mangiare un gelato e dondolarsi su un divano appeso al soffi tto. ARPA. 11

12 Coffee Stools dadriade Nelle sale affrescate, Ishi, pouf con rivestimento in pelle di Naoto Fukasawa. OPENAIR DESIGN Per i suoi primi 50 anni, Interni ha chiamato nove progettisti, con la supervisione di Michele De Lucchi, per creare un percorso nel giardino della Triennale che già ospita I bagni misteriosi di Giorgio De Chirico. 12. ARPA.

13 Design&architettura. di Paco Simone La data era stata fissata già 30 mesi prima, alla vigilia dell apertura del cantiere. Dopo dieci milioni di ore lavorative, e consegne intermedie addirittura in anticipo rispetto alla tabella di marcia, la nuova Fiera Milano è una realtà. L area dismessa, di oltre due milioni di metri quadrati, su cui precedentemente sorgeva una raffineria Agip, è stata bonificata e riedificata a tempo di record, dando corpo ad un progetto vagheggiato sin dai primi anni Novanta: fu allora che il committente, l attuale Fondazione Fiera Milano, ritenne di delocalizzare i padiglioni situati nel centro città, permettendone così una destinazione alternativa e, nel contempo, individuò la periferia nord di Milano come posizione ideale per creare il complesso espositivo più grande e moderno del mondo. Il non senso della fiera in pieno centro, per usare le parole del critico d arte Gillo Dorfles, è stato risolto con una brillante operazione di innovazione, non solo nei materiali e nell estetica, ma anche nell approccio metodologico, che ha seguito leggi e procedure del mercato internazionale, consentendo al general contractor di lavorare nella certezza di poter disporre dell area, delle licenze e dei finanziamenti necessari. Un appalto che si è assegnato poco dopo un primo che era anche offerta d acquisto dei terreni della Fiera entro le mura cittadine; per concatenare una trasformazione dopo l altra: con la cordata Citylife, che si è aggiudicata l impegno di mutare completamente aspetto al Polo Urbano entro il 2014, il trasloco di una tra le più riconoscibili istituzioni milanesi ha ingenerato un avvicendamento di nomi di primo piano nello scenario dell architettura contemporanea, da Zaha Hadid a Daniel Libeskind, da Arata Isozaki a Massimiliano Fuksas. Innovazione, eleganza, bellezza. Lo struscio del nuovo secolo è sotto la vela ardita e appariscente disegnata proprio dal geniale architetto italiano. Intorno, raffinate vasche ricolme di ciottoli sommersi nell acqua, cubi d acciaio e vetro, boschetti di bambù, grandi bolle oblunghe sospese, e otto padiglioni grandi ciascuno quanto l intera piazza San Pietro. Ad orientare, sempre, il profilo imbiancato del Monte Rosa, che si intravede puntando l orizzonte attraverso le decine di migliaia di poligoni trasparenti che compongono la splendida onda di vetro, lunga oltre un chilometro. Un percorso che rimarrà gratuito, accessibile a tutti (nei giorni di eventi o manifestazioni fieristiche): il biglietto si pagherà solo all ingresso nei padiglioni. L intento ci dice Luigi Roth, presidente di Fondazione Fiera Milano è di rendere questo luogo un centro di aggregazione. Un posto da vivere, dove passeggiare e chiacchierare, oltre che fare business. Un luogo di socializzazione, secondo il sociologo Guido Martinetti. È lo spirito con cui Fuksas ha ideato il progetto architettonico: Questa Fiera non è una fiera. Questo progetto è un altra cosa. Un esperimento su una situazione. ARPA. 13

14 territoriale, dove tutto è costruito. Di fronte, si trova un autostrada che non è più un autostrada, ma un corso, dove le automobili in coda procedono ad una velocità urbana. Questo posto è un magma. La Fiera, con i suoi due milioni di metri quadrati, non ne è che un tassello, in cui compiere una simulazione di uno spazio urbano senza automobili. Qui trovi luoghi a dimensione umana: caffè, ristoranti, sale riunioni, uffici, alberghi, parchi. La vela, col suo andamento ascendente e discendente a creare vulcani, crateri, cime e depressioni, rappresenta la matrice del corso cittadino, percorribile su e giù per raggiungere, a piedi o sui tapis roulant, i luoghi di una città possibile. Riprende Fuksas: Pensate al cosmo, a quello che vi avviene, ai buchi neri, alle esplosioni delle stelle, ad un mondo che cambia continuamente. La metamorfosi dell ambiente creato da Massimiliano Fuksas è quella che coinvolge ogni persona che camminerà nei suoi spazi: le diverse manifestazioni espositive attireranno visitatori del tutto eterogenei tra loro, che vivranno in maniera assolutamente personale le ingegnose, strane, affascinanti soluzioni partorite dalla mente di un architetto-inventore di un luogo del sogno da vedere ed esplorare. La parola chiave è, forse, proprio metamorfosi, o metamorph (guarda caso, il titolo dato all ultima Biennale di Architettura di Venezia), e non solo per i diecimila litri di vernici fotocatalitiche utilizzate, in grado di trasformare, appunto, lo smog in innocuo, secondo un processo che imita alla perfezione la fotosintesi clorofilliana. Metamorph è lo spazio continuo, la forma organica, il materiale più avanzato e performante, la sostenibilità ambientale, la trasformazione in contrapposizione alla stabilità millenaria dell architettura intesa come insieme di elementi coerenti, regolari, immutabili. Le forme delle nuove creature architettoniche ricordano quelle primitive della scala evolutiva, come quegli animali marini che non hanno un ossatura tradizionale, ma una struttura autoportante. Le parole di Kurt W. Forster, direttore della Biennale del 2004, calzano a pennello per descrivere quelle grandi bolle? fagioli? sottomarini? o, piuttosto, strani animali? che popolano, qua e là, le vasche d acqua riflettenti della nuova Fiera. Dove la pelle di vetro della lunga onda sembra vibrare con la luce; cambia continuamente colore, in base all incidenza dei raggi solari, e al tramonto si infonde di toni caldi, trasformando le superfici scintillanti d acciaio in pareti rosse e arancio. Dove la pioggia renderà la vela ancora più simile ad un onda dell oceano, quando l acqua scivolerà per chilometri trasformando ancora una volta il vetro in materia liquida in movimento. Il progetto d architettura, dunque, contraddistinto da segni forti, è anche, nello stesso tempo, indefinito, perché mutevole al variare delle condizioni atmosferiche, del pubblico che lo frequenta, delle destinazioni d uso. Il Nuovo Polo Fiera, in definitiva, sarà un luogo palpitante, metamorfico, vivo. Come la città di Milano, che si rinnoverà e sorprenderà negli altri grandi interventi urbanistici di un futuro molto vicino. 14. ARPA.

15 . ARPA. 15

16 jumper.it Arte. di Matilde Cattaneo Digital Art! Ho la convinzione che si possa chiamare arte tutto quello che agli occhi dell osservatore risulti tale. Siamo noi a decidere che cosa è arte e che cosa non lo è. Siamo noi a stabilire che è arte un disegno fatto a china, una tela bianca sporcata da strisce di tempera fresca, così come siamo noi a decretare che tutto il mondo della manipolazione digitale, tutto quello che connette e lega a doppio filo la dimensione del disegno, dell illustrazione, della fotografia, della matita e dei tradizionali colori all utilizzo massiccio o meno del computer e dei programmi grafici ad esso connesso (fondamentalmente Photoshop e l animazione 3D), sono pura e vera rappresentazione artistica. Ancora una volta il Web offre siti di grande interesse per quanto riguarda l arte digitale considerata nella sua accezione più generale. Quello che definiamo Digital Art può essere paragonato ad un enorme contenitore di idee creative, di bizzarria cromatica e di molteplicità di forme. Fotomanipolazione, Anime, Oekaki, disegni a matita scansiti e portati sullo schermo (talmente precisi e dettagliati da sembrare quadri, ad un primo sguardo), immagini che vengono trasformate, modificate, arricchite, desaturate, quadri che si compongono accostando elementi che provengono da fonti diverse, uso ingente di textures e brushes create dagli stessi artisti, fumetti e cartoon-characters che nascono come funghi e che sono l espressione di menti artisticamente attive, fotografia allo stato puro incorniciata e spesso firmata tramite watermark signature. E allora ecco che il Web diviene punto di incontro per artisti alle prime armi e per chi ha già esperienza sul campo, quindi professionisti e persone che aspirano a diventarlo o che si dilettano a giocare con la fantasia per poi volerla condividere con gli altri e ricevere un commento, una critica, un suggerimento. Il sistema è generalmente quello dell iscrizione, come ad un normale sito: ogni artista dispone di una pagina da personalizzare su cui può postare le proprie opere, titolarle e attendere che altri le vedano e le commentino. Deviantart è probabilmente la più grande fucina di immagini e arte digitale presente sul Web. Annovera più di 11 milioni di quelle che vengono chiamate Deviazioni e migliaia di Deviant Artists provenienti da tutto il mondo. Un contatore automatico aggiorna in tempo reale il numero di deviazioni che vengono caricate ogni minuto. Decine di communities danno la possibilità agli iscritti di riconoscersi e di affiliarsi ad uno spazio che rappresenti i propri gusti personali; ogni artista ha qualcosa da insegnare all altro e condivide tutorials e materiale per manipolare (a patto che venga poi citato con un link quando il lavoro verrà caricato). Le categorie sono diverse, e offrono immagini spesso degne di nota. Deviantart offre anche la possibilità di acquistare nel suo Online Shop le stampe dei migliori lavori a prezzi abbordabili. PictoPlasma, seguendo le orme di DeviantArt, raccoglie circa settemila character-designs, opera di 900 artisti che si identificano con un nickname e possiedono la loro galleria personale di immagini e, spesso, anche il link ad un website personale più completo. DigitalArt assolve alla stessa funzione, ma presenta una grafica più scarna, semplice, poco colorata, probabilmente per rendere meno difficoltoso il caricamento del materiale. Anche qui la community si presenta ben nutrita:spesso gli artisti non superano i vent anni, ancora più spesso quello che riescono a produrre è sconvolgente per precisione e peculiarità, altre volte è specchio delle loro paure e quindi offre un immaginario dark, oscuro e tetro, sezione che è generalmente sempre presente e gettonata. Jumper offre invece la promozione mensile di una manciata di artisti scovati nei meandri più bui del Web, là dove il talento esiste ma, talvolta, non ha un buon canale di comunicazione. Ecco che, ogni mese, ad ogni artista viene data la possibilità di avere uno spazio proprio che ne aumenti la visibilità, grazie ad una galleria corredata di una scheda di presentazione dell artista come persona e come forza creativa. Anche qui è possibile acquistare le eleganti e preziose stampe fine-art ad alta qualità dei soggetti rappresentati, stampate con cura utilizzando le migliori tecnologie, per farne opere d arte vere e proprie. GLI APPRODI SUL WEB (Esao Andrews) (ecat3) 16. ARPA.

17 pictoplasma, Esao Andrews Interessante, parlando di websites personali, è il sito di Esao Andrews che combina, al di fuori dagli schemi, una componente di cinico humour ad immagini irreali, nate nel mondo dei sogni e degli incubi, e a strane creature animali che si accompagnano ad inusuali figure femminili. Rigorosamente in olio su legno. Nessun membro della sua famiglia aveva mai visto uno dei suoi lavori, né dal vivo né in rete, ma i navigatori avranno certamente apprezzato l operato di questo giovanissimo artista. Lo stesso dicasi per una italiana che si definisce attualmente freelance designer e che si cela dietro il nick di Ecat3, la cui arte stupisce per il suo lato oscuro e per l utilizzo di textures che usurano i soggetti, oltre che per la presenza di elementi meccanici (tubi e ingranaggi) che si incastonano letteralmente nel corpo umano, quasi a decretarne la dipendenza da meccanismi senz anima. Un occasione unica per potersi esprimere, una grande chance per poter condividere una passione e un valido canale che consente, a chi ama l arte ma non la sa maneggiare, di bearsi delle immagini altrui con un semplice click che, per una volta, non resterà un gesto meccanico ma lascerà qualcosa di più profondo. PICCOLO DIZIONARIO TECNICO PER I MENO ESPERTI: Oekaki Tradotto dal giapponese, vuol dire scarabocchio. Gli Oekaki sono generalmente immagini comprese tra i 100 e i 600 pixels per 72dpi. Non sono ideali per la stampa ma si prestano molto bene per la grafica dei siti web e per gli avatars. Brush È, molto semplicemente, un pennello digitale che serve per modificare le immagini e manipolarle. Una vasta e validissima collezione di Brushes di ogni genere e tipo può essere reperita sul sito Texture Potremmo definire texture ogni sfondo utilizzabile per manipolare le immagini. Un ricchissimo sito di texture scaricabili gratuitamente è il seguente: textures.forrest.cz. Watermark signature Letteralmente è la propria fi rma permanente per definire il copyright sull opera. Consiste in una sorta di fi ligrana applicata sull immagine. Trovate un utile tutorial (lezione) al seguente indirizzo: Per chi non può rinunciare ai manga, esiste un mondo intero dedicato solo a loro! E quando arte e animazione si legano Dream Dolphin Enterprise. ARPA. 17

18 Narrativa. di Sarah Sivieri In palmo di mano 18. ARPA. È condivisa opinione che la verità su un uomo risieda negli occhi. Eppure, ancor più veritiere dello sguardo sono le mani, che con maggiore difficoltà sfuggono alla disciplina della menzogna: se abbiamo freddo, non potranno fare a meno di tremare, se siamo colti da vergogna, di farsi di ghiaccio. Le mani, inoltre, parlano della nostra storia, dicono se siamo stati in un campo o dietro ad una scrivania, i loro solchi rivelano l età. Il mutare delle loro linee, se correttamente interpretato, segna le tappe del percorso che il destino aveva in serbo per noi da tempo immemore.

19 Le mani di Jacopo sono di continuo coperte dalla polvere sottile del marmo o dalle schegge intruse del legno. Mute testimoni del talento di uno scultore, provocano abrasioni sulla pelle di Michela, che con lui s intrattiene nel giardino di casa a notte fonda. «Hai sentito anche tu?» «Cosa?» Jacopo allontana le sue labbra da quelle dell amante per porsi in ascolto. «Non so, un rumore».- «È solo il vento».- Solo il vento, un vento sibillino che fa risuonare le frasche e porta un deflagrare di voci lontane, ostili, come di creatura votata ad una fine imminente. Michela, leggendo nell aria i segni di un cattivo presagio, si stringe a Jacopo non per amarlo ma per trattenerlo, quasi il suo corpo le fosse già estraneo, protetto da un inviolabile lontananza. Cerca di restare oltre il lecito, a malincuore s incammina per il vialetto e scompare dietro la siepe. Il ragazzo, in piedi contro una colonna del portico, strappa la linguetta di una lattina di birra e beve lunghe sorsate soddisfatte, lo strepito della coscienza tacitata dallo sforzo fisico di condurre due relazioni parallele. Sua madre compare nel cono di luce dietro le spalle. Ha un aria tra il deluso, lo scontento e l arrabbiato. «Da quanto va avanti questa storia?» «Cosa? Quale storia?» «Non far finta di non capire. Parlo di Michela». Jacopo s incanta con la lattina a mezz aria: dunque il rumore non era il vento. Aspetta una scenata che non viene. «Da un po», è costretto ad ammettere a malincuore. «Fai in modo che finisca. Con una delle due, almeno». Siccome il tono, e soprattutto l oggetto della discussione, è di quelli che non ammettono replica, lui non replica: finisce la birra in compagnia della luna piena di maggio, confermando in cuore la decisione presa fin dal principio....le mani sfuggono alla disciplina della menzogna. I genitori di Michela possiedono una gioielleria nel centro di Milano, un negozio piccolo di cose preziose nel retrobottega del quale ha trascorso innumerevoli pomeriggi a sudare sulla fisica quantistica. Dopo la laurea, di tanto in tanto, ci torna. Oggi l ha fatto per trovare scampo al gelo di gennaio e alla solitudine senza speranza che il forzato allontanamento da Jacopo le ha lasciato in dono. Trattandosi di una relazione clandestina, mai si è confidata con anima viva e soltanto il cuscino della sua stanza ha potuto asciugarle le lacrime. Agli albori dell idillio si era illusa che, con il tempo, la scelta sarebbe caduta su di lei. Le di questo sabato segnano la misura immensa del suo errore di valutazione. Una tenda la separa dal locale adibito all accoglienza dei clienti, nell altra stanza Rossella trilla raggiante: «Non lo so, sono indecisa. Tu cosa dici?» «Non dico niente, amore. Scegli quello che ti piace di più. Possiamo vederne altri?» La commessa fa irruzione nella stanza a passo spedito e apre la cassaforte. Sotto il velluto blu, nella quiete del buio, una decina di anelli riposa nell attesa del dito giusto al quale saldarsi: Jacopo sta acquistando il pegno di fidanzamento al suo amore. Silenziosa, senza emettere un fiato, Michela estrae dalla borsetta una lettera che per due settimane non ha avuto il coraggio di aprire e con un taglierino lacera l involto. Nello stesso momento, in un altra parte d Europa, nel Barrio gotico di Barcellona, per la precisione, una monetina resta sospesa in alto per qualche secondo. Moira chiude gli occhi, nella speranza che nessun turista calpesti la peseta a terra e alteri il corso del suo destino. Moira ha ventidue anni, cinquemila pesetas nel conto in banca, ottimi voti all accademia, due quadri non finiti su un cavalletto, un impiego da cameriera e forse la possibilità di trasferirsi a Berlino. Pensando che. ARPA. 19

20 Narrativa. sia venuto il momento di dare una svolta ad un esistenza che le calza stretta, tenta la sorte: croce, resta a Barcellona, testa, parte per la Germania. Il responso è testa: così vuole la dura necessità, incurante dei suoi dubbi e della paura che sempre accompagna le decisioni più grandi. Raccoglie la monetina da terra, la soppesa, la guarda, la ripone nella tasca della giacca e pianifica lo spostamento. La settimana seguente, un treno diretto a Monaco lascia i binari nebbiosi della Stazione Centrale di Milano. La famiglia di Michela al completo agita le mani, suo padre trattiene a stento un fiotto di lacrime di commozione e d orgoglio: la sua bambina è stata accettata come ricercatrice al prestigioso istituto di fisica Max Planck. Michela non è né triste né felice. Piuttosto, si sente sollevata all idea di frapporre un considerevole numero di chilometri tra lei e Jacopo. Infine, pur non desiderandolo, anche Moira si trova su un treno diretto a Monaco. L intenzione iniziale era di prendere il diretto per Berlino ma, sia che lei sia un po dura d orecchio, sia che la suoneria della sveglia non sia potente abbastanza, si è alzata troppo tardi ed è stata costretta a ripiegare su una soluzione diversa, che comprende un cambio alla stazione di Monaco. Nel dormiveglia nota un signore distinto, sui trentacinque anni, occhieggiare i pennelli che spuntano dalla sacca. «Lei dipinge?» chiede l uomo curioso, tradendo un forte accento tedesco. Moira all inizio non è particolarmente propensa alla chiacchiera, ma quando scopre di dividere lo scompartimento con il signor Zimmermann, proprietario di una galleria nel centro di Monaco, si fa loquace e gli mostra qualcuno dei suoi bozzetti. Giunta in una non meglio precisata stazione al centro della Francia, ha già un lavoro di impiegata nella suddetta galleria e intravede la possibilità di una mostra personale di lì a non molto. L unica cosa che resta da definire è la sistemazione. A Berlino non ci andrà mai. Si addormenta, sprofondata nel sedile, senza accorgersi che, nel palmo della mano sinistra, sotto l indice e in corrispondenza della linea dell amore, una minuscola croce, simbolo di unione eterna, ha cominciato a prendere forma. È maggio, c è la luna piena, una schiera di parenti dal tasso alcolico variabile strilla: «Viva gli sposi, viva gli sposi!» Jacopo e Rossella si baciano e giungono le mani per tagliare la prima fetta dell enorme torta di panna multistrato. Jacopo sembra perfettamente a suo agio nella parte del novello marito innamorato. In realtà, proprio oggi, lo rode il dubbio di non aver fatto la scelta giusta un anno fa, dubbio alimentato dal biglietto di felicitazioni giunto da Michela. Stringe i denti, stringe il manico del coltello e fa affondare la lama nel pandispagna. Se quel giorno, invece di distribuire fettine di dolce, avesse osservato la mano sinistra, avrebbe notato il frastagliarsi della linea della vita in una moltitudine di segni, forieri del dolore che oggi, primo anniversario di matrimonio, gli martella in testa. Per fare una sorpresa a sua moglie, è rientrato dallo studio in anticipo. In una mano ha un mazzo di rose, nell altra una bottiglia di vino, cosicché il biglietto lo deve tenere tra i denti, cercando di non lasciare disgustose tracce di saliva. All ingresso c è una scarpa di Rossella, l altra giace a rovescio qualche metro più in là, seguita da un giacchino leggero, dalla camicetta rosa sul tappeto del soggiorno, da un autoreggente sulla sponda del divano, dall altra nel corridoio notte, da un reggiseno di fronte alla porta della camera. L inequivocabile serie di indizi segnala il fatto che anche per lui è in serbo una sorpresa, non proprio quella che tuttavia si aspettava: Rossella, sul letto, non è sola. Non ha bisogno di entrare 20. ARPA.

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado Esplorare e abitare il territorio con il cuore: esercizi di training sensoriale Siamo veramente «presenti» ai luoghi che abitiamo

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

poesie del rispetto Le muse per una città che si vuole bene

poesie del rispetto Le muse per una città che si vuole bene Una parola sola è come muta Pensiamo le parole: una a una, una parola sola è come muta, ombra d assenza, eco di silenzio. Anche quando è nobile, un nome, la parola assoluta di qualcuno, se è sola, si affanna,

Dettagli

Diario di ventun giorni

Diario di ventun giorni Diario di ventun giorni Tutti i giorni Al mattino appena ti svegli: Ringrazia per essere vivo/a e per la nuova giornata positiva che stai per vivere. Immagina la giornata e i vari impegni. Alzati e, mentre

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato Due sequenze tratte da due film assai diversi e lontani nel tempo: Charlot soldato di Charlie Chaplin (1918) e L attimo fuggente di Peter

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Il melo gentile IL DOTTOR BOSTIK/UNOTEATRO

Il melo gentile IL DOTTOR BOSTIK/UNOTEATRO Il melo gentile IL DOTTOR BOSTIK/UNOTEATRO Di Dino Arru Con Dino Arru e le marionette del Dottor Bostik Regia Dino Arru e Silvano Antonelli Voce narrante Silvano Antonelli Musiche originali Silvano Antonelli

Dettagli

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Scuola dell infanzia di v.le Papa Giovanni XXIII Scuola dell infanzia di Ozzero Scuola dell infanzia di Morimondo propongono ampliamento del progetto

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND

Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND Gigisland I edizione 2011 Luigi Giulio Bonisoli Responsabile della pubblicazione: Luigi Giulio Bonisoli Riferimenti web: www.melacattiva.com www.scribd.com/luigi Giulio

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

Candela bianca. Silvia Angeli

Candela bianca. Silvia Angeli Candela bianca È successo ancora. Il buio della stanza mi chiama alla realtà. Abbandono riluttante le coperte calde, rifugio sicuro e accendo una candela bianca, con la sua fiamma dorata. È successo di

Dettagli

FUNNEL POETICO - Un regalo stupendo ad una persona speciale Vortice di Mini ebook di Poesia

FUNNEL POETICO - Un regalo stupendo ad una persona speciale Vortice di Mini ebook di Poesia FUNNEL POETICO - Un regalo stupendo ad una persona speciale Vortice di Mini ebook di Poesia Sauropoesie.com Sauro Pappi Tutti i diritti di questo mini ebook sono riservati a Sauro Pappi Ma sei libero di

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

Maria Ponticello MA VIE

Maria Ponticello MA VIE Ma vie Maria Ponticello MA VIE racconti odierni www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Maria Ponticello Tutti i diritti riservati Dedicato a Romano Battaglia, che con i suoi libri ha intrattenuto la

Dettagli

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.)

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) Questa è la storia di una donna perseguitata da un eco di una memoria, un sogno

Dettagli

SOMMARIO. I vari tipi di bugie e i motivi per cui si mente 7. I gesti spontanei che tradiscono chi sta mentendo 49

SOMMARIO. I vari tipi di bugie e i motivi per cui si mente 7. I gesti spontanei che tradiscono chi sta mentendo 49 SOMMARIO CAPITOLO 1 I vari tipi di bugie e i motivi per cui si mente 7 CAPITOLO 2 Il volto è la maschera rivelatrice 21 CAPITOLO 3 I gesti spontanei che tradiscono chi sta mentendo 49 CAPITOLO 4 Le parole

Dettagli

Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra

Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra 1 Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra STILEMA / UNOTEATRO di e con Silvano Antonelli collaborazione drammaturgica Alessandra Guarnero Ogniqualvolta si utilizzino e

Dettagli

L AZIONE DI DIFFUSIONE

L AZIONE DI DIFFUSIONE L AZIONE DI DIFFUSIONE 28 Messaggio, 4 marzo 1951 La volontà del Figlio Vedo una luce intensa e odo: Eccomi di nuovo. Attraverso la luce vedo la Signora. Dice: Guarda bene e ascolta quello che ho da dirti.

Dettagli

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO UN INCONTRO CON LA STORIA UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO 5 FEBBRAIO 2015 Villafranca Padovana Classe terza A del plesso Dante Alighieri Insegnante: professoressa Barbara Bettini Il valore della

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan)

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) PROGETTO: Una vita, tante storie Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) Introduzione: Il racconto della propria vita è il racconto di ciò che si pensa

Dettagli

POESIE 1B. Insegnante Responsabile: Prof. Alba D Onofrio

POESIE 1B. Insegnante Responsabile: Prof. Alba D Onofrio POESIE 1B Insegnante Responsabile: Prof. Alba D Onofrio Il sole può essere un amico Quando guardo il sole mentre gioco a pallone appare una luce bianca che sembra un illuminazione. Il sole mi sorride e

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015)

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) Da circa otto mesi sto svolgendo un percorso di letture ad alta

Dettagli

ANNIVERSARIO IN ARRIVO?

ANNIVERSARIO IN ARRIVO? ANNIVERSARIO IN ARRIVO? Scopri chi può aiutarti a sorprenderla! 1 CON QUESTA GUIDA SCOPRIRAI: > Perché festeggiare un anniversario di nozze > Quali sono le coppie più felici > I momenti che ricorderai

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

ANYWAY - IN NESSUN MODO

ANYWAY - IN NESSUN MODO ANYWAY - IN NESSUN MODO Non voglio sapere che devo morire Non avrò bisogno di sapere che devo provare Non imparerò mai come muovermi a tempo Non riesco a sentirlo in nessun modo Non terrò gli occhi aperti

Dettagli

Le attività Fragile (l ombra che resta)

Le attività Fragile (l ombra che resta) Introduzione all uso (per gli studenti) Cari studenti e studentesse di italiano, questo Cdlibro è uno strumento con il quale speriamo di farvi apprezzare lo studio della lingua, di aspetti della cultura

Dettagli

1 Premio sez. Poesia. C era una volta.

1 Premio sez. Poesia. C era una volta. 1 Premio sez. Poesia C era una volta. C era una volta una bimba adorabile ben educata e un sorriso invidiabile. Nulla le mancava, tutto poteva, una vita da sogno conduceva. C era una volta un bimbo adorabile

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO. La mia mamma

AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO. La mia mamma AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO La mia mamma La mia mamma con la giacca in mano, sempre pronta a portarmi ovunque sia, con gli occhioni color terra. Io la guardo e penso a tante

Dettagli

Copyright 2010 Tiziana Cazziero

Copyright 2010 Tiziana Cazziero Voltare Pagina Copyright 2010 Tiziana Cazziero Tiziana Cazziero VOLTARE PAGINA Romanzo Al mio compagno, la persona che mi sopporta nei miei momenti bui. PRIMA PARTE Buongiorno mamma. Buongiorno a te

Dettagli

Le ultime tendenze di Interior Design.

Le ultime tendenze di Interior Design. Le ultime tendenze di Interior Design. Design Group Italia, ideatore insieme a Vimar della linea Eikon Evo, presenta il suo lavoro di ricerca sugli stili abitativi contemporanei. Design Group Italia ha

Dettagli

DESCRIZIONE PERCORSO con il gruppo Medi

DESCRIZIONE PERCORSO con il gruppo Medi PROGETTO L ARTE DEL RACCONTO E DEL SILENZIO DESCRIZIONE PERCORSO con il gruppo Medi Partendo dalla considerazione che il quadro racconta una storia, trasmette emozioni, è traccia di un significato e porta

Dettagli

Inchiostro in libertà

Inchiostro in libertà Autopubblicati Inchiostro in libertà di Roberto Monti Ci sono parole nascoste in noi, elementi celati negli angoli invisibili dell anima. Fondamenta per la logica umana Abbiamo tutti il diritto ai nostri

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

GIORNATA DELLA MEMORIA. Per non dimenticare CINEMA A SCUOLA. Film di R. Benigni

GIORNATA DELLA MEMORIA. Per non dimenticare CINEMA A SCUOLA. Film di R. Benigni 27 gennaio 2013 GIORNATA DELLA MEMORIA Per non dimenticare CINEMA A SCUOLA Film di R. Benigni Attività di approfondimento svolte in VB - Scuola Primaria A. Schmid PRIMA DEL FILM : conversazione con la

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Senza tanti perchè, bevo caffè e annaffio le piante

Senza tanti perchè, bevo caffè e annaffio le piante Senza tanti perchè, bevo caffè e annaffio le piante Francesco Chiarini SENZA TANTI PERCHÈ, BEVO CAFFÈ E ANNAFFIO LE PIANTE poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Francesco Chiarini Tutti i diritti

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua!

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua! Ora puoi studiare ed insegnare musica nella comodità di casa tua! Se stai leggendo questo report vuol dire che ti sei iscritto alla mia lista di utenti interessati a questo nuovo progetto. Mille grazie

Dettagli

Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano

Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano di Redazione Sicilia Journal - 25, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/cinema-la-bugia-bianca-il-dramma-dello-stupro-etnico-raccontato-da-unsiciliano/

Dettagli

LA NATURA E LA SCIENZA

LA NATURA E LA SCIENZA LA NATURA E LA SCIENZA La NATURA è tutto quello che sta intorno a noi: le persone, gli animali, le piante, le montagne, il cielo, le stelle. e tante altre cose non costruite dall uomo. Lo studio di tutte

Dettagli

1. Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini

1. Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini Pag 1 1 Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini Pag 2 Pag 3 La nonna: è il capostipite della famiglia Cantona, insieme al cognato Nicola ha aperto il pastificio di famiglia e lo ha gestito con

Dettagli

Lezione 9. Tema: La comunicazione interculturale. Parte I. 1ª parte:

Lezione 9. Tema: La comunicazione interculturale. Parte I. 1ª parte: Lezione 9 Intervista con la professoressa Elisabetta Pavan, docente di lingua inglese, traduzione e comunicazione interculturale dell Università Ca Foscari Venezia e dell Università di Padova. Tema: La

Dettagli

GIOCHIAMO CHE IO ERO...?

GIOCHIAMO CHE IO ERO...? QUADERNO DIDATTICO GIOCHIAMO CHE IO ERO...? SI APRE IL SIPARIO Il titolo del quaderno, che riprende una delle frasi spontanee più ricorrenti nei giochi dei bambini, esprime da solo la relazione esistente

Dettagli

A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo. Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con

A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo. Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con LEZIONE 1 ESERCIZI GRAMMATICALI A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con Valeria. (conoscersi) venti giorni fa a

Dettagli

Giulia Loscocco. Hao Zhaou

Giulia Loscocco. Hao Zhaou Giulia Loscocco dolce e morbida è piccina piccina e ha il cappello rosso. È sempre triste e certe volte felice. è fatta per essere abitata. La cosa che mi piace di più è il materasso della mia camera.

Dettagli

NOTIZIE DALL INTERNO

NOTIZIE DALL INTERNO Istituto Comprensivo Cantù2 Scuola Primaria di Fecchio Anno 7. Numero 3 Giugno 2012 SCUOLA IN...FORMA Pag. 2 NOTIZIE DALL INTERNO (CURIOSANDO NELLA SCUOLA) A CURA DI ALICE, TABATA, MATTEO CAMESASCA (QUINTA)

Dettagli

PER COMINCIARE TOCCA CON GLI OCCHI, NON CON LE MANI

PER COMINCIARE TOCCA CON GLI OCCHI, NON CON LE MANI PER COMINCIARE CERCA LE OPERE NELLE SALE Su ogni carta trovi il disegno di un dettaglio tratto da un opera in mostra. SCOPRI NUOVE COSE sull arte e gli artisti con le domande, i giochi e gli approfondimenti

Dettagli

La penna è la mia bacchetta magica: fa spuntare dalla carta tutto quello che voglio! Vivian Lamarque

La penna è la mia bacchetta magica: fa spuntare dalla carta tutto quello che voglio! Vivian Lamarque Scrivere è offrire emozioni profumate di fantasia. Aurora Marsotto La penna è la mia bacchetta magica: fa spuntare dalla carta tutto quello che voglio! Vivian Lamarque Le storie sono in giro. Sbucano da

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

p e r g o t e n d a s t r u t t u r e f i s s e ti c o p e r t u r e a u t o prodot v e t r a t e / c h i u s u r e m o b i l i d a g i a r d i n o

p e r g o t e n d a s t r u t t u r e f i s s e ti c o p e r t u r e a u t o prodot v e t r a t e / c h i u s u r e m o b i l i d a g i a r d i n o a r r e d a t o r i d e s t e r n i 2 Il disegno architettonico, come ogni altra espressione creativa, è specchio del proprio tempo. Il progettista di oggi, rispetto ai colleghi che lo hanno preceduto,

Dettagli

ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA TEMPESTA DOPO LA QUIETE. Gli imprevisti e le opportunità dell'essere genitori di un adolescente adottivo

ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA TEMPESTA DOPO LA QUIETE. Gli imprevisti e le opportunità dell'essere genitori di un adolescente adottivo ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA TEMPESTA DOPO LA QUIETE Gli imprevisti e le opportunità dell'essere genitori di un adolescente adottivo «La crisi adolescenziale non lo è più di quanto non lo sia il parto; è

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete Nonni si diventa Il racconto di tutto quello che non sapete Introduzione Cari nipoti miei, quando tra qualche anno potrete leggere e comprendere fino in fondo queste pagine, forse vi chiederete perché

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

arredo complementi giardino la casa che parla di te Coloniale progetta emozioni

arredo complementi giardino la casa che parla di te Coloniale progetta emozioni arredo complementi giardino la casa che parla di te Coloniale progetta emozioni Coloniale progetta emozioni Una storia di viaggi, di scoperte, di incontri e di persone. Un padre, un figlio, un amico, che

Dettagli

VIAGGI NELLE STORIE. Frammenti di cinema. per narrare. L incontro. Percorso di italiano L2 per donne straniere

VIAGGI NELLE STORIE. Frammenti di cinema. per narrare. L incontro. Percorso di italiano L2 per donne straniere VIAGGI NELLE STORIE Frammenti di cinema per narrare L incontro Percorso di italiano L2 per donne straniere Claudia Barlassina e Marilena Del Vecchio Aprile Maggio 2009 VIAGGI NELLE STORIE I PARTE GUARDA

Dettagli

Il Principe Mezzanotte. Scheda di approfondimento. Materiale didattico di approfondimento per insegnanti e operatori

Il Principe Mezzanotte. Scheda di approfondimento. Materiale didattico di approfondimento per insegnanti e operatori Il Principe Mezzanotte Scheda di approfondimento Materiale didattico di approfondimento per insegnanti e operatori La Compagnia Teatropersona ha deciso di creare queste schede per dare l opportunità alle

Dettagli

Contro i miei occhi. È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre.

Contro i miei occhi. È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre. Contro i miei occhi È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre. Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone

Dettagli

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA L obbiettivo di questo laboratorio è quello di rielaborare ed interpretare un antica fiaba usando i significati profondi

Dettagli

sa donare ciò che ha ricevuto e il suo talento non diviene proprietà, ma regalo per gli altri.

sa donare ciò che ha ricevuto e il suo talento non diviene proprietà, ma regalo per gli altri. Presentazione Questa estate ci siamo regalati un corso di Esercizi spirituali al Mericianum di Desenzano tenuti dall Autore che ha l età di uno dei nostri figli. Ora ci arriva un suo libro. È un libro

Dettagli

Sedurla e soddisfarla. Le regole del suo piacere

Sedurla e soddisfarla. Le regole del suo piacere Sedurla e soddisfarla Le regole del suo piacere Disegni realizzati da Denise Maltese. Vincenzo Emanuele Todaro SEDURLA E SODDISFARLA Le regole del suo piacere www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Vincenzo

Dettagli

Io sono una porta semplice, aperta a metà ma capisco che sono fatta per essere spalancata

Io sono una porta semplice, aperta a metà ma capisco che sono fatta per essere spalancata Accogliente, aperta: magari un po a volte mi chiudo ma solo se sono stata distratta a cedere alla routine del quotidiano, non pecco di presunzione solo mi piace avere la disponibilità ad aprire la mia

Dettagli

www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY

www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY Tensioni Max Pedretti NEL NOME DEL MALE copyright 2010, caosfera www.caosfera.it soluzioni grafiche e realizzazione Max Pedretti NEL NOME DEL MALE PROLOGO

Dettagli

Marco Marcuzzi. Pensieri IL SAMARITAN ONLUS

Marco Marcuzzi. Pensieri IL SAMARITAN ONLUS Marco Marcuzzi Pensieri IL SAMARITAN ONLUS PREFAZIONE Questi pensieri sono il frutto dell esperienza di vita e dell intuizione di un amico che ancora oggi coltiva con cura, pazienza e amore la sua anima.

Dettagli

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35 01 - Come Un Cappio Un cappio alla mia gola le loro restrizioni un cappio alla mia gola le croci e le divise un cappio che si stringe, un cappio che mi uccide un cappio che io devo distruggere e spezzare

Dettagli

ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO

ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA (dalle INDICAZIONI NAZIONALI) IL SE E L ALTRO: Il bambino gioca

Dettagli

Annologio di. Definisci le tue mete, permettiti di manifestarle. lascia che l Universo ti porti ai tuoi obiettivi. 1 www.annologio.it - v14.

Annologio di. Definisci le tue mete, permettiti di manifestarle. lascia che l Universo ti porti ai tuoi obiettivi. 1 www.annologio.it - v14. Annologio di. Definisci le tue mete, permettiti di manifestarle e. lascia che l Universo ti porti ai tuoi obiettivi 1 www.annologio.it - v14.1 L annologio è... Pittoresco Creativo Colorato Sorprendente

Dettagli