CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE. Verbale n. 6 Adunanza del giorno 26 Settembre 2008

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE. Verbale n. 6 Adunanza del giorno 26 Settembre 2008"

Transcript

1 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Verbale n. 6 Adunanza del giorno 26 Settembre 2008 Presso la sede del Rettorato in Via Duomo 6 in Vercelli, nell adunanza del giorno 26 Settembre 2008, si è riunito il Consiglio di Amministrazione dell Università degli Studi del Piemonte Orientale A. Avogadro, con l intervento dei componenti di seguito indicati: Il Rettore-Presidente Prof. Paolo GARBARINO Il Direttore Amministrativo Dott. Pasquale MASTRODOMENICO I Rappresentanti dei Professori di ruolo di I fascia Prof. Mario CANNAS Prof. Jörg LUTHER I Rappresentanti dei Professori di ruolo di II fascia Prof. Salvatore USSIA Prof. Luigi PANZA Prof. Ciro ISIDORO I Rappresentanti dei Ricercatori Dott.ssa Germana GANDINO Prof. Paolo ALUFFI VALLETTI Prof. Massimo CAVINO I rappresentanti del Personale tecnicoamministrativo Dott. Ezio PERUCCO Dott.ssa Emma ALTOMARE Sig. Valerio MARINUCCI Presente Presente Presente Presente Presente Presente Presente Presente Presente Presente Presente Presente Presente 1

2 I Rappresentanti degli Studenti Sig. Matteo INVERNIZZI Dott. Marco MARCHIONNI Sig. Jacopo SCAFARO Il Rappresentante del Comune di Vercelli Dott. Marzio GRIGOLON Il Rappresentante del Comune di Novara Avv. Diego GRAZIOSI Il Rappresentante della Provincia di Vercelli Prof.ssa Paola BERNASCONE Il Rappresentante della Provincia di Novara Dott. Carlo ROCCIO Delegato dell Assessore all Università, Ricerca, Innovazione e Internazionalizzazione della Regione Piemonte Dott.ssa Mariantonietta RICCHIUTO Il Rappresentante del M.I.U.R. Prof. Pier Maria FURLAN Presente Presente Assente Assente Presente Assente giustificata Assente giustificato Presente Assente giustificato Partecipa alla seduta il pro-rettore, Prof. Cesare EMANUEL. Assistono all adunanza i Dott. Ruggero ANTONIETTI e Mario LUPI, componenti del Collegio dei Revisori dei Conti. Assiste alla riunione la Dott.ssa Chiara Viviani dipendente dell Ateneo, al fine di aiutare il Segretario a raccogliere i dati per la stesura del verbale. Constatata la presenza del numero legale alle ore il Presidente dichiara aperta la seduta. 2

3 INDICE 1. Comunicazioni del Rettore-Presidente pag Approvazione verbale della seduta precedente pag Edilizia e Patrimonio 9.1 Stipula contratto di locazione per Incubatore di Impresa Novara S.c.r.l. pag Ratifica Decreti Rettorali d urgenza 3.1 D.R.U. n. 53 del pag D.R.U. n. 54 del pag D.R.U. n. 55 del pag D.R.U. n. 57 del pag D.R.U. n. 58 del pag D.R.U. n. 59 del pag D.R.U. n. 60 del pag D.R.U. n. 63 del pag Modifica del Regolamento di Ateneo per l Amministrazione, la Finanza e la Contabilità pag Ragioneria 5.1 Variazione n. 6 al bilancio di previsione dell esercizio 2008 pag Personale 6.1 Rimodulazione della programmazione del personale tecnico amministrativo pag Studenti e diritto allo studio 7.1 Modifica al Regolamento per il conferimento del premio ai migliori laureati di ogni Facoltà; pag Didattica 8.1 Attivazione del Master universitario di II livello, di durata annuale, in Medicina dei Disastri (European Master in Disaster Medicine) - VII edizione, presso la Facoltà di Medicina, Chirurgia e Scienze della Salute, per l a.a. 2008/2009 pag Attivazione del master universitario di I livello in Medicina d'urgenza e di area critica per infermieri II edizione, presso la Facoltà di Medicina, Chirurgia e Scienze della Salute, per l a.a. 2008/2009 pag Attivazione, per l anno accademico 2008/2009, del Corso di Master Universitario di I livello, di durata annuale, in Management per i Beni e le Attività Culturali, presso la Facoltà di Economia in collaborazione con Enaip Borgomanero pag Attivazione, presso la Facoltà di Lettere e Filosofia, per l a.a. 2008/2009, del Corso di Master di I livello in Informazione giornalistica, metodi e tecnologie per la comunicazione plurimediale, In collaborazione con l'enaip di Torino pag Attivazione, presso la Facoltà di Scienze MFN per l'a.a. 2008/2009 del master di I livello in "Materiali per energia e ambiente", in collaborazione con il Consorzio per la Ricerca e l Educazione Permanente di Torino (Corep) pag. 92 3

4 10. Accordi, Convenzioni e Contratti per la Ricerca Scientifica 10.1 Approvazione dell accordo di cooperazione internazionale e del relativo protocollo aggiuntivo tra l'ateneo e l Università Europea per il Turismo di Tirana pag Approvazione dell accordo di cooperazione internazionale e del relativo protocollo aggiuntivo tra l Ateneo e l Université Paris 1 Panthéon Sorbonne pag Modifica del Regolamento per il conferimento di assegni per la collaborazione ad attività di ricerca di cui all art. 51, comma 6, della Legge n. 449 del pag Modifica del Regolamento di Ateneo in materia di borse di studio per addestramento e perfezionamento alla Ricerca pag Approvazione Atto integrativo tra Regione Piemonte, Università degli Studi di Torino, Politecnico di Torino, Università degli Studi del Piemonte Orientale e Università di Scienze Gastronomiche per il potenziamento del sistema della ricerca e dell'alta formazione pag Forniture e Servizi pag Centri e Consorzi pag Servizio Prevenzione e Protezione pag Varie ed eventuali pag

5 1. Comunicazioni del Rettore-Presidente 1. Il Presidente rivolge il saluto ai Consiglieri e apre la seduta con il ricordo della Prof.ssa Luciana Tessitore, docente della Facoltà di Farmacia, tragicamente scomparsa in agosto in un incidente di montagna. In memoria della professoressa verrà organizzato nei prossimi mesi un evento scientifico, al quale tutti i Consiglieri sono invitati a partecipare. 2. Il Presidente informa i Consiglieri che si sono svolte le elezioni per il rinnovo degli organi Collegiali dell Ateneo per il triennio accademico Il Presidente comunica i risultati: Comitato per le Pari Opportunità: Rappresentanti del Personale Tecnico Amministrativo: Sede di Alessandria - Startari Antonietta Sede di Novara - Rapa Anna Sede di Vercelli - Coppo Daniela Rappresentanti del Personale Docente: Sede di Alessandria - Gardella Tedeschi Bianca Sede di Novara - Brunelleschi Sandra Sede di Vercelli - Poma Jolanda Le elezioni per la componente studentesca si terranno nei giorni 11 e 12 novembre. Senato Accademico: Rappresentanti dei dipartimenti n. 2 rappresentanti dei Dipartimenti di Ricerca Sociale, Informatica e Scienze Economiche e Metodi Quantitativi: Prof. Fusai Gianluca; Prof.ssa Bianco Maria Luisa ; Rappresentanti del Personale Tecnico Amministrativo: Gallo Barbara Arcisto Marisa Cagliano Gabriele Le elezioni per la componente studentesca si terranno nei giorni 11 e 12 novembre. Non sono ancora pervenuti i risultati delle elezioni avvenute presso i singoli Dipartimenti. Consiglio di Amministrazione Rappresentanti dei Professori di ruolo di I Fascia : Bobbio Andrea Foglio Bonda Pier Luigi Luther Jörg Rappresentanti dei Professori di ruolo di II Fascia: Panza Luigi Isidoro Ciro Cavino Massimo Rappresentanti dei Ricercatori: Invernizzi Anna Chiara Corno Dario Coisson Jean Daniel Rappresentanti del Personale Tecnico Amministrativo Cellerino Francesco Todi Gianmarco Villarboito Roberto 5

6 Le elezioni per la componente studentesca si terranno nei giorni 11 e 12 novembre. Non sono ancora pervenuti i risultati delle elezioni avvenute presso i singoli Dipartimenti. Il Presidente formula a tutti i neo eletti i migliori auguri di buon lavoro. 3. Il Presidente aggiorna il Consiglio sullo stato delle immatricolazioni al 26 settembre. I dati sono ancora parziali, dal momento che il termine ultimo è il 30 settembre e che presumibilmente verrà concessa una proroga al 15 ottobre. Dai dati presenti emergono elementi di soddisfazione, ma anche di preoccupazione, soprattutto per quanto riguarda le lauree magistrali. 4. Il Presidente illustra alcuni documenti legati al quadro generale del sistema universitario come emerge dalla Legge di conversione del D.L. 112/2008 (Legge 6 agosto 2008, n. 133), che, sotto alcuni aspetti ha aggravato la precedente situazione, già fortemente penalizzante per il sistema universitario nazionale. Il Presidente cita alcuni articoli di interesse per l Università, soffermandosi con attenzione sull articolo 16, che riguarda la trasformazione degli Atenei in Fondazioni e sull articolo 66 che riguarda il turnover e i pre-pensionamenti. In particolare sul turnover il Presidente sottolinea che gli effetti negativi si faranno sentire in maniera grave negli anni 2009 e 2010 sia per il personale docente sia per quello tecnico amministrativo. Per meglio esplicitare le problematiche derivanti dalla norma sul turnover il Presidente dà lettura dei commi 7 e 13 dell articolo 66. Dal momento che sulla questione della cessazione le interpretazioni sono controverse, il Presidente informa il Consiglio che la Crui prenderà contatto con il Ministero per una serie di chiarimenti. Il Presidente informa i Consiglieri che la Conferenza dei Rettori il 24 luglio ha approvato una mozione di protesta nella quale la Crui ribadisce ( ) la valutazione fortemente negativa già espressa lo scorso 3 luglio sul significato complessivo del provvedimento e in particolare sui tagli progressivi del FFO collegati alla limitazione del turn over e al riassorbimento delle risorse derivanti dalle cessazioni dal servizio. Valutazione che ha trovato ampio riscontro nelle numerose prese di posizione, istituzionali e spontanee, del mondo universitario. Il Paese deve sapere che con tale misura, se mantenuta e non modificata, si determinerà una condizione finanziaria del tutto incontrollabile e ingestibile, con effetti dirompenti per gli atenei. Si renderà sempre più difficile l ingresso nei ruoli di giovani di valore; peggiorerà il livello di funzionalità delle Università, anche come conseguenza dell ulteriore mortificazione delle condizioni retributive del personale tecnico e amministrativo; diventerà sempre più difficile se non impossibile reggere alla concorrenza/collaborazione in atto a livello internazionale; si annullerà di fatto il fondamento stesso dell autonomia universitaria, come definita negli anni 90, basata sulla gestione responsabile dei budget. È d altra parte evidente che, in un simile contesto, perde qualsiasi credibilità anche la proposta, che andrebbe in ogni caso ben altrimenti approfondita e verificata nelle sue implicazioni e nella sua effettiva attuabilità, di trasformare le università in fondazioni ( ). Il Presidente sottolinea la gravità della situazione che a suo giudizio porterà anche a una serie di proteste forti da parte di tutte le componenti del mondo universitario. Le misure prevedono inoltre il taglio del 30% delle spese complessive per gli Organi di governo (Senato Accademico, Consiglio di Amministrazione, Rettore, pro Rettore, Nucleo di Valutazione, Collegio dei Revisori dei Conti). In merito il Senato Accademico nella nuova composizione fornirà alcune indicazioni al Consiglio di Amministrazione. Il Prof. Jörg LUTHER domanda alcuni chiarimenti a proposito della norma sul turnover. Il Presidente precisa che si tratta di un consistente abbattimento di risorse per il sistema universitario, ma che è in corso una trattativa con il Ministero per tentare di escludere i ricercatori dal blocco del turnover. La Dott.ssa Emma ALTOMARE domanda in che modo possano conciliarsi le norme sul turnover e quelle sul rispetto dei requisiti necessari. Il Presidente ribadisce che il momento è di grande delicatezza e che la Conferenza dei Rettori è chiamata a una 6

7 serie di iniziative non soltanto di protesta, ma anche di proposta e di comunicazione efficace. In particolare il Presidente ritiene che sia importante che la Conferenza dei Rettori si esprima su due aspetti di grande sostanza che sono quello della governance e quello dei diritti e doveri dei professori. Per quanto riguarda le misure previste dal D.L. 112/2008 il Senato Accademico ha aderito alla mozione Crui nel corso della riunione del 15 settembre scorso. Il Presidente domanda al Consiglio di sostenere la mozione Crui del 24 luglio scorso. Il Consiglio concorda. Per ragioni formali la delibera di adesione verrà inserita tra le Varie ed eventuali. 5. Nota Crui accordo quadro MISE ICE CRUI. Il Presidente illustra il documento, trasmesso per posta elettronica a tutti i Consiglieri nei giorni precedenti la riunione. Per ulteriori informazioni il Presidente invita i Consiglieri a rivolgersi alla Dott.ssa Cristina Coloccini presso l Ufficio Ricerca Scientifica e Relazioni Internazionali. 6. Schema di Disegno di Legge approvato dal Consiglio dei Ministri il 1 agosto. Il Presidente sottolinea che si tratta di un provvedimento importante, che dispone la redazione di un testo unico dell ordinamento universitario. 7. Applicazione art. 71 del D.L , n. 112 convertito in legge , n. 133 in merito alle assenze per malattia del personale dipendente delle Pubbliche Amministrazioni. Il Presidente invita i Consiglieri a prendere visione del documento, che riporta alcune notizie sul problema derivante dall eventuale applicazione dell art. 71 della legge 133 in merito alle assenze per malattia del personale dipendente delle Pubbliche Amministrazioni, nel quale potrebbe anche essere compreso il personale docente delle Università. In particolare la nota segnala che secondo una certa interpretazione potrebbe essere decurtato lo stipendio dei docenti universitari, con particolare riferimento all indennità di tempo pieno. In proposito è stato richiesto un parere al Ministero. 8. Bonus Asili Nido per i figli del personale docente. Il Presidente informa i Consiglieri che non si hanno ancora notizie in merito al parere richiesto all Avvocatura dello Stato. 9. Expo Il Presidente informa i Consiglieri della sottoscrizione, avvenuta nei giorni precedenti, dell Accordo tra il Comune di Milano e il Comune di Novara per le iniziative legate a Expo Il testo del documento contiene un esplicito riferimento al ruolo che l Ateneo potrà avere nell ambito di Expo Nei giorni scorsi è avvenuta l istituzione, a Novara, del Comitato organizzatore per Expo Il Comitato è composto dal Comune, dalla Camera di Commercio e dalle Associazioni di categoria. Le linee di intervento principali per la realizzazione del progetto sono due: le opere e gli eventi. Gli eventi sono le manifestazioni che accompagnano il percorso evolutivo e la pubblicizzazione dell Expo 2015 con consistenti finanziamenti. Il Presidente informa i Consiglieri della disponibilità dell Ateneo, manifestata dal pro-rettore che era presente all incontro, all organizzazione degli eventi scientifici e culturali. Gli eventi dovranno avere un respiro internazionale e dovranno essere legati al tema dell Expo: Nutrire il pianeta, energia per la vita. Occorre a questo punto un lavoro di contatto e di coordinamento tra le varie Facoltà per organizzare gli eventi, che dovranno svolgersi a Novara per la questione dei finanziamenti e dell utilizzo del logo Expo Dal punto di vista delle opere il Presidente rileva come le strutture ricettive low cost che verranno realizzate per ospitare i rappresentanti internazionali potrebbero essere poi messe a disposizione e utilizzate come residenze universitarie, analogamente a quanto è avvenuto nella città di Torino con le strutture realizzate per Torino Accordo di programma Alessandria. Il Presidente informa il Consiglio che il Comune di Alessandria si è fatto promotore di una nuova bozza di accordo, che verrà sottoposta a breve anche alla Provincia. Non appena le notizie saranno più certe verrà convocata una riunione con i Presidi e i Direttori di Dipartimento. La proposta del Comune sarebbe 7

8 quella di costituire immediatamente un comitato per la gestione delle risorse messe a disposizione dagli Enti locali. 11. Il Presidente informa i Consiglieri che il CCNL del comparto Università per il biennio è ora all esame presso la Corte dei Conti. 12. Il Presidente cede la parola al pro-rettore, Prof. Emanuel per alcuni aggiornamenti sulla situazione edilizia. Il Prof. Cesare EMANUEL informa i Consiglieri in merito alla proposta di approvazione del contratto di locazione per l Incubatore di Impresa Novara S.c.r.l., presente tra i punti all ordine del giorno della presente seduta. Ad Alessandria prosegue l iter per la realizzazione della nuova Facoltà di Giurisprudenza e a Vercelli dovrebbe essere pronto entro i prossimi giorni il progetto di massima per la realizzazione dell Sula Magna e del Centro congressi. ****************** 2. Approvazione verbale della seduta precedente 6/2008/2 Il Presidente sottopone all approvazione il verbale della seduta precedente, domandando ai Consiglieri di formulare eventuali osservazioni o richieste di correzione. Il verbale, viene approvato senza osservazioni, all unanimità, dai presenti alla riunione del giorno 18 Luglio ****************** Il Prof. Cesare EMANUEL, che dovrà assentarsi per impegni istituzionali legati alla Notte dei Ricercatori, domanda di anticipare la discussione del punto 9.1. Il Consiglio concorda. ****************** 9. Edilizia e Patrimonio 9.1 Stipula contratto di locazione per Incubatore di Impresa Novara S.c.r.l. 6/2008/9.1 Al Presidente del Consiglio di Amministrazione Il Senato Accademico e il Consiglio di Amministrazione, rispettivamente in date 9 e 20 luglio 2007, hanno approvato il progetto di costituzione della Società Consortile Incubatore di Impresa Novara S.c.r.l. ed il relativo Statuto. Lo scopo del progetto è la realizzazione di un incubatore universitario polisettoriale, finalizzato ala promozione della cultura imprenditoriale sul territorio novarese, attraverso la creazione di una struttura in grado di ospitare gli aspiranti imprenditori, agevolare la nascita di nuove imprese e offrire servizi a favore della realtà imprenditoriale e socio economica locale. La Società consortile si propone di dare impulso alla nascita e allo sviluppo competitivo di nuove imprese, fornendo a condizioni agevolate servizi di amministrazione, marketing, fiscali e legali, consulenze, infrastrutture tecnologiche e multimediali, in modo da consentire alle aziende in via di costituzione di avviare la fase di entrata e consolidamento sul mercato. Alla Società consortile partecipano, quali soci fondatori, oltre all Università degli Studi del Piemonte Orientale, la Provincia di Novara, il Comune di Novara, la Camera di Commercio, 8

9 Industria, Artigianato e Agricoltura di Novara, l Associazione Industriali di Novara e la Finpiemonte. La costituzione della Società consortile è in corso di formalizzazione. La sede della Società troverà collocazione in porzione del fabbricato di Via Bovio n. 6 a Novara, di proprietà della Fondazione Novara Sviluppo che l Ateneo intende prendere in locazione per il periodo dal 1 ottobre 2008 al 31 settembre 2014, sulla base di un canone complessivo per tutta la durata della locazione di ,00 euro. Il canone di locazione verrà pagato in via anticipata, in due rate di cui una entro il mese di ottobre e l altra entro il mese di gennaio 2009, al fine di consentire, da parte della Fondazione, l esecuzione dei lavori di ristrutturazione dei locali in questione. L importo di ,00 euro era già stato stanziato sul bilancio 2007 per Trasferimento tecnologico ed è stato riportato sul bilancio 2008 tramite la quota di avanzo di amministrazione vincolata. L Università, a parte gli oneri sopra indicati, non sosterrà ulteriori spese in quanto le spese di gestione dell edifico, quali pulizia, riscaldamento, acqua, energia elettrica, ecc. devono essere interamente poste a carico della costituenda Società consortile Incubatore di Impresa Novara S.c.r.l.. Si prega pertanto codesto Consiglio di Amministrazione di deliberare in merito. OMISSIS IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Considerato che Il Senato Accademico e il Consiglio di Amministrazione, rispettivamente in date 9 e 20 luglio 2007, hanno approvato il progetto di costituzione della Società Consortile Incubatore di Impresa Novara S.c.r.l. ed il relativo Statuto; Preso atto che lo scopo del progetto è la realizzazione di un incubatore universitario polisettoriale, finalizzato ala promozione della cultura imprenditoriale sul territorio novarese, attraverso la creazione di una struttura in grado di ospitare gli aspiranti imprenditori, agevolare la nascita di nuove imprese e offrire servizi a favore della realtà imprenditoriale e socio economica locale; Preso atto che la Società consortile si propone di dare impulso alla nascita e allo sviluppo competitivo di nuove imprese, fornendo a condizioni agevolate servizi di amministrazione, marketing, fiscali e legali, consulenze, infrastrutture tecnologiche e multimediali, in modo da consentire alle aziende in via di costituzione di avviare la fase di entrata e consolidamento sul mercato. Considerato che alla Società consortile partecipano, quali soci fondatori, oltre all Università degli Studi del Piemonte Orientale, la Provincia di Novara, il Comune di Novara, la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Novara, l Associazione Industriali di Novara e la Società Finpiemonte; Considerato che la costituzione della Società consortile è in corso di formalizzazione; Considerato che la sede della Società troverà collocazione in porzione del fabbricato di Via Bovio n. 6 a Novara, di proprietà della Fondazione Novara Sviluppo, che l Ateneo intende prendere in locazione per il periodo dal 1 ottobre 2008 al 31 settembre 2014, sulla base di un canone complessivo per tutta la durata della locazione di ,00 euro; 9

10 Considerato che il canone di locazione verrà pagato in via anticipata, in due rate di cui una entro il mese di ottobre e l altra entro il mese di gennaio 2009, al fine di consentire, da parte della Fondazione, l esecuzione dei lavori di ristrutturazione dei locali in questione; Preso atto che l importo di ,00 euro era già stato stanziato sul bilancio 2007 per Trasferimento tecnologico ed è stato riportato sul bilancio 2008 tramite la quota di avanzo di amministrazione vincolata ; Considerato che l Università, a parte gli oneri sopra indicati, non sosterrà ulteriori spese in quanto le spese di gestione dell edifico, quali pulizia, riscaldamento, acqua, energia elettrica, ecc. devono essere interamente poste a carico della costituenda Società consortile Incubatore di Impresa Novara S.c.r.l.. Visto lo Statuto dell Università; Visto il regolamento per l amministrazione, la finanza e la contabilità; con voto espresso nella forma di legge, all unanimità DELIBERA 1) Di autorizzare la stipula di un contratto di locazione con la Fondazione Novara Sviluppo per porzione del fabbricato di Via Bovio n. 6 per il periodo dal 1 ottobre 2008 al 30 settembre 2014, sulla base di un canone complessivo per tutta la durata della locazione di ,00. I locali saranno utilizzati dalla costituenda Società consortile Incubatore di Impresa Novara S.c.r.l., costituita, quali soci fondatori, dall Università degli Studi del Piemonte Orientale, dalla Provincia di Novara, dal Comune di Novara, dalla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Novara, dall Associazione Industriali di Novara e dalla Finpiemonte. Saranno a carico della costituenda Società consortile Incubatore di Impresa Novara S.c.r.l. tutti gli oneri di gestione dell edificio, quali pulizia, riscaldamento, energia elettrica, acqua, assicurazione,ecc. 2) La spesa graverà sull importo di Euro ,00, già stanziato sul bilancio 2007 per Trasferimento tecnologico e riportato sul bilancio 2008 Tit. 6 Cat. 01 Cap. 026 Trasferimenti correnti a Istituzioni sociali private tramite la quota di avanzo di amministrazione vincolata. 3) Il Rettore è autorizzato ad effettuare con proprio decreto la variazione di bilancio per stornare l importo di ,00 di cui sopra dal Tit. 6 Cat. 01 Cap. 026 al Tit. 3 Cat. 02 Cap. 01 Spese per affitto locali. ****************** Il Prof. Mario CANNAS lascia la seduta alle ore Il Dott. Paolo PASQUINI entra a far parte del Consiglio alle ore

11 3. Ratifica Decreti Rettorali d urgenza 6/2008/3.1 Il Presidente illustra il sotto riportato decreto d urgenza. Decreti Rettorali d Urgenza Repertorio n. 53/2008 Prot. n del 22/07/2008 Tit. III Cl. 11 Oggetto: approvazione Associazione Temporanea di Scopo (ATS) per l attuazione del progetto STEPS - Sistemi e Tecnologie per l Esplorazione Spaziale IL RETTORE PREMESSO CONSIDERATO CONSIDERATO CONSIDERATO CONSIDERATO CONSIDERATO CONSIDERATA VISTA che il Dipartimento di Informatica ha partecipato, in qualità di partner, alla presentazione del progetto STEPS Sistemi e Tecnologie per l Esplorazione Spaziale, in risposta al Bando regionale Legge 34/2004 e Legge 4/2006 Asse 1 Misura Ri.7 Progetti strategici su tematiche di interesse regionale, P.O.R. F.E.S.R Asse 1 Misura I.1.1 Piattaforme innovative, settore Aerospazio ; che l obiettivo della proposta è sviluppare metodi e tecniche che permettano la progettazione di un Lander e di un Rover per missioni di esplorazione spaziale sulla Luna e su Marte, includendo la costruzione di dimostratori virtuali e reali per illustrare il livello tecnico acquisito; che la proposta ha superato la prima fase di selezione; che per la presentazione del progetto definitivo è necessaria la stipula di un Associazione Temporanea di Scopo tra gli enti partecipanti; che i partner del progetto intendono conferire alla società Thales Alenia Space Italia s.p.a. mandato collettivo speciale con rappresentanza, designandola quale soggetto beneficiario e gestore del progetto; che è richiesta la sottoscrizione da parte del Legale rappresentante dell'ente; l urgenza di approvare la sottoscrizione dell Associazione Temporanea di Scopo; l'impossibilità di procedere in tempo utile all'approvazione dell'accordo da parte dei competenti Organi accademici; VISTA la legge n. 168 del 9/5/89; VISTO lo Statuto dell Università degli Studi del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro come modificato con D.R. n. 83 del 19/2/2008; 11

12 DECRETA 1) di approvare l'allegata proposta di Associazione Temporanea di Scopo e il Regolamento per l attuazione del progetto STEPS - Sistemi e Tecnologie per l Esplorazione Spaziale. Il testo si intende approvato anche in presenza di modifiche non sostanziali, che dovessero essere concordate tra le parti prima della sottoscrizione; 2) di autorizzare il Rettore alla sottoscrizione; 3) il presente Decreto sarà sottoposto a ratifica nella prossima seduta dei competenti Organi accademici. Visto: il Direttore Amministrativo Il Rettore Prof. Paolo Garbarino COSTITUZIONE DI ASSOCIAZIONE TEMPORANEA DI SCOPO I sottoscritti: L Ing.Luigi Pasquali, nato a Roma il 2 Ottobre 1957, in qualità di Presidente e Amministratore Delegato della THALES ALENIA SPACE ITALIA S.p.A., (di seguito denominata per brevità TAS-Italia o Mandataria), con sede legale in Roma, Via Saccomuro, 24, capitale sociale ,00 int. vers., codice fiscale ed iscrizione al Registro Imprese di Roma n P.IVA , in forza dei poteri a lui conferiti per la carica con delibera del Consiglio di Amministrazione in data 4m Giugno 2008 (oppure giusta procura rilasciatagli da nella sua qualità di che in estratto autentico si allega al presente atto sub 1); E IL Prof.Profumo Francesco, nato a Savona (SV) il 03/05/1953, residente a Torino, Corso Duca degli Abruzzi, 24 codice fiscale PRF FNC53E03I480 O, domiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante del Politecnico di Torino con sede legale in Torino, Corso Duca degli Abruzzi, 24 capitale sociale Euro int. vers., Codice Fiscale n ed Iscrizione al Registro delle Imprese di Torino n /00 (nel seguito indicata come Politecnico di Torino) E Il Prof.Pelizzetti Ezio, nato a Santhià (VC) il 16/02/1944 residente a Torino, Corso Casale, 311/C, codice fiscale PLZZEI44B16I 337N, domiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interiviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della Università degli Studi di Torino con sede legale in Torino, Via Verdi, 8 capitale sociale Euro int. vers., Codice Fiscale n P.IVA ed Iscrizione al Registro delle Imprese di. n.... (nel seguito indicata come Università degli Studi di Torino o Mandante ), E IL Prof.Garbarino Paolo, nato a Canelli (AT) il 27/02/1954 residente a Vercelli, Via Duomo, 6 codice fiscale GRBPLC54B27B 594 R, domiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della Università degli Studi del Piemonte Orientale con sede legale in Vercelli, Via Duomo, 6 capitale sociale Euro 12

13 int. vers., Codice Fiscale n P.IVA ed Iscrizione al Registro delle Imprese di. n... (nel seguito indicata come Universita degli Studi del Piemonte Orientale o Mandante ), E, nato a il, residente a, Via, codice fiscale, domiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della ALTEC S.p.a. con sede legale in Torino, Corso Marche, 79 capitale sociale Euro int. vers., Codice Fiscale ed Iscrizione al Registro delle Imprese di Torino n (nel seguito indicata come ALTEC o Mandante ), E Il Signor Argondizza Andrea, nato a Torino il 19/05/1070 residente a Torino, Via San Marino, 11, codice fiscale RGNNDR70E19L219 B, domiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della AMET S.r.l. con sede legale in Torino, Via Livorno, 60-Environment Park, capitale sociale Euro ,00 int. vers., Codice Fiscale n ed Iscrizione al Registro delle Imprese di Torino, n /1999 (nel seguito indicata come AMET ) E Il Signor Andrea Paolo Romiti, nato a Torino il 14/07/1971 residente a Cantalupa, Via Coassoli, 27 codice fiscale RMTNRP71L14L219 K, domiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della APR S.r.l. con sede legale in Pinerolo (To) Via Incerti, 10 capitale sociale Euro ,00 int. vers., Codice Fiscale n ed Iscrizione al Registro delle Imprese di Torino n (nel seguito indicata come APR ). E Il Signor Faletti Fulvio, nato a Torino il 25/04/1963 residente a Bandissero Torinese, Strada Berruto, 4bis, codice fiscale FLTFLT63D25L219Q, domiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della Auconel S.r.l., con sede legale in Torino, Via Santa Chiara, 50 capitale sociale Euro ,00 int. vers., Codice Fiscale n ed Iscrizione al Registro delle Imprese di Torino n (nel seguito indicata come Auconel o Mandante ). E Il Signor Lazzeri Danilo, nato a Castelfranco di Sotto (PI) il 04/02/1943 residente a Torino, Via Sondrio, 13/C, codice fiscale LZZDNL43B04C113N, domiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della BLUE Engineering S.r.l. con sede legale in Rivoli (To) Via Alberga, 98 capitale sociale Euro ,00 int. vers., Codice Fiscale n P.Iva ed Iscrizione al Registro delle Imprese di Torino n (nel seguito indicata come BLUE Engineering ). E Il Signor Carcerano Alberto, nato a Torino il 18/04/1985 residente a Torino, Via Galliano, 27, codice fiscale CRCLRT85D18L219Y, domiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della CARCERANO S.p.A. con sede legale in Pianezza (TO) Via Torino, 21 capitale sociale Euro ,00 int. vers., Codice Fiscale n ed Iscrizione al Registro delle Imprese di Torino n (nel seguito indicata come CARCERANO o Mandante ). E Il Signor Baldissin Daniele, nato a Asti (AT) il 08/05/1978 residente a Asti (AT) in Località Valmaggiore 60, codice fiscale BLDDNL78E08A479M, domiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della Compumat S.r.l con sede legale in Torino, Via Quadrello,11/A capitale sociale Euro ,00 int. vers., Codice Fiscale n ed Iscrizione al Registro delle Imprese di Torino n. To (nel seguito indicata come COMPUMAT o Mandante ). 13

14 E Il Signor Marco Ricci, nato a Roma il 27/04/1959 residente a Torino, Corso Gamba, 39 codice fiscale RCCMRC59D27H501B, domiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della ERXA S.r.l. con sede legale in Torino, Corso Svizzera, 185 capitale sociale Euro ,00 int. vers., Codice Fiscale n ed Iscrizione al Registro delle Imprese di Torino n (nel seguito indicata come ERXA o Mandante ). E Il Signor Fabrizio Trentini, nato a Rovigo (RO) il 27/05/1961 residente a Collegno (TO) Via Godetti, 3 codice fiscale TRNFRZ61E27H620C, domiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della EXEMPLAR S.r.l. con sede legale in Torino, Corso Inghilterra, 49 capitale sociale Euro ,00 int. vers., Codice Fiscale n ed Iscrizione al Registro delle Imprese di Torino n (nel seguito indicata come EXEMPLAR ). E Il Signor Antonini Massimiliano, nato a Biella (BI) il 19/07/1972 residente a Pinerolo (TO) Via Savoia, 20 codice fiscale NTNMSM72L19A859D, domiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della HYSYTECH S.r.l., con sede legale in Torino, Strada del Drosso 33/18, capitale sociale Euro ,00 int. vers., Codice Fiscale n ed Iscrizione al Registro delle Imprese di Torino n (nel seguito indicata come HYSYTECH ). E Il Signor Marescalco Giuseppe, nato a Catania (CT) il 25/03/1948 residente a Torino Corso B.Telesio, 14/B, codice fiscale MRSGPP48C25C351S, domiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della Imex.A Consultants con sede legale in Torino, Corso B. Telesio,14/B capitale sociale Euro int. vers., Codice Fiscale e P.IVA n ed Iscrizione al Registro delle Imprese di. n... (nel seguito indicata come Imex.A ). E Il Signor Elio Bava, nato a Cocconato (AT) il 6/10/1940 residente a Torino, Strada delle Cacce, 91 codice fiscale P.IVA , domciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della INRIM, con sede legale in Torino, Strada delle Cacce, 91 capitale sociale Euro int. vers., Codice Fiscale n ed Iscrizione al Registro delle Imprese di. n... (nel seguito indicata come INRIM o Mandante ). E Il Signor De Cecco Filippo, nato a Torino il 17/01/1974 residente a Torino, Corso Tassoni, 45 codice fiscale DCCFPP74A17L219L domiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della NekHems S.r.l. con sede legale in Torino, Via Garibaldi,13 capitale sociale Euro ,00 int. vers., Codice Fiscale n ed Iscrizione al Registro delle Imprese di Torino n (nel seguito indicata come NeKHems ). E Il Signor Caronni Guido, nato a Torino il 04/01/1974 residente a Torino, Via Servasi, 132 codice fiscale CRNGDU74A04L219O, domiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della Neohm Componenti S.r.l. con sede legale in Leini (TO) Via Torino, 217 capitale sociale Euro vers. Euro 768. Codice Fiscale P.IVA n ed Iscrizione al Registro delle Imprese di Torino n. (REA) TO (nel seguito indicata come Neohm Componenti o Mandante ). 14

15 E Il Signor Bellezza Quater Paolo, nato a San Maurizio Canavese (TO) il 14/02/1964 residente a San Maurizio Canavese Via Fatebenefratelli, 8 codice fiscale BLZPLA64B14I024Fdomiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della Nimbus S.r.l. con sede legale in Lombardore (TO) Via Volpiano, 55 capitale sociale Euro ,50 int. vers., Codice Fiscale ed Iscrizione al Registro delle Imprese di Torino n P.IVA (nel seguito indicata come Nimbus ). E Il Signor Telib Haysam, nato a Langenau il 29/10/1980 residente a Torino Corso Rosselli, 99/4 codice fiscale TLBHSM80R29Z112H domiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della OPTIMAD Engineering S.r.L con sede legale in Torino, Corso Castelfidardo,30/A capitale sociale Euro ,00 int. vers., Codice Fiscale n. IT ed Iscrizione al Registro delle Imprese di Torino n (nel seguito indicata come Optimad Engineering ). E Il Signor Andrea Carignano, nato a Torino il 9/06/1970 residente a Torino Via Montevecchio, 4 codice fiscale CRGNDR70H09L219L domiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della SEAC02 S.r.l. con sede legale in Torino, Via Avogadro,4 capitale sociale Euro ,00 int. vers., Codice Fiscale ed Iscrizione al Registro delle Imprese di Torino n (nel seguito indicata come SEAC02 o Mandante ). E Il Signor Sola Alberto, nato a Castelnuovo Don Bosco (TO) il 3/01/1944 residente a Pino Torinese, Strada Pietra del Gallo, 9 codice fiscale SLOLRT44A03C232E, domiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della SICME Motori S.p.A. con sede legale in Torino, Strada del Francese,126/130 capitale sociale Euro ,00 int. vers., Codice Fiscale ed Iscrizione al Registro delle Imprese di Torino n e R.E.A n (nel seguito indicata come SICME Motori o Mandante ). E Il Signor Ferla Claudio, nato a Paderno Dugnano (MI) il 08/01/1949 residente a Assago (MI) Via L.Da Vinci, 12/a codice fiscale FRLCLD49A08G220R domiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della SKYTECHNOLOGY S.r.l. con sede legale in Milano, Via F.Gonin,55 capitale sociale Euro ,00 int. vers., Codice Fiscale ed Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano n (nel seguito indicata come SKYTECHNOLOGY ) E Il Signor Orsucci Gabriele, nato a Torino il 15/04/1965 residente a Torino Strada Antica di San Vito, 18 codice fiscale RSCGRL65D15L219F domiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della SPESSO GASKETS S.r.l. con sede legale in Torino, Strada del Francese, 133 capitale sociale Euro ,00 int. vers., Codice Fiscale ed Iscrizione al Registro delle Imprese di Torino n (nel seguito indicata come SPESSO GASKETS o Mandante ). E Il Signor Gramoccia Luciano, nato a Roma (RM) il 16/09/1956 residente a Roma (RM) Via Gentile da Mogliano, 158 codice fiscale GRMLCN56P16H501H domiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della SRS Eng. Design S.r.l., con sede legale in Torino, Corso Unione Sovietica,612/15a capitale sociale Euro ,00 int. vers., Codice Fiscale n ed Iscrizione al Registro delle Imprese di Torino n (nel seguito indicata come S.R.S. Eng. o Mandante ). 15

16 E Il Signor Zambon Daniele, nato a Torino il 29/08/1954 residente a Torino Via Genova, 64 codice fiscale ZMBDNL54M29L219J domiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della SynArea Consultants S.r.l. con sede legale in Torino, Corso Tortona,17 capitale sociale Euro ,00 int. vers., Codice Fiscale e P.IVA n ed Iscrizione al Registro delle Imprese di Torino n.2234/85 REA n (nel seguito indicata come SynArea ) E Il Signor Pier Luigi Garaffi, nato a Villadeati (AL) il 14/01/1937 residente a Gassino Torinese (TO) Strada Trinità, 26 codice fiscale GRFPLG37A14L931A domiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della Tecnikabel S.r.l. con sede legale in Volpiano (TO) Via Brandizzo,243 capitale sociale Euro int. vers., Codice Fiscale n ed Iscrizione al Registro delle Imprese di Torino n (nel seguito indicata come Tecnikabel o Mandante ). E Il Signor Brasso Valter, nato a Torino il 30/12/1958 residente a Venaria Reale (TO) Via G.Amati, 90/9 codice fiscale BRSVTR58T30L219C domiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della TEORESI S.r.l con sede legale in Torino, Via Perugina, 24 capitale sociale Euro ,00 int. vers., Codice Fiscale n ed Iscrizione al Registro delle Imprese di Torino n (nel seguito indicata come TEORESI ) E Il Signor Crema Pier Giorgio, nato a Cortemilia (CN) il 19/10/1948 residente a Bibiana (TO) Via della Libertà, 15 codice fiscale CRMPGR48R19D062T domiciliato per la sua carica ove appresso, il quale interviene al presente atto nella sua qualità di legale rappresentante della TESEO S.p.A. con sede legale in Druento, Corso Alexander Fleming, 25/27/29 capitale sociale Euro ,00 int. vers., Codice Fiscale ed Iscrizione al Registro delle Imprese di Torino n (nel seguito indicata come TESEO o Mandante ). e nel seguito anche indicate individualmente come la Parte e congiuntamente come le Parti. PREMESSO CHE 1. la Regione Piemonte (di seguito Ente Finanziatore ) ha pubblicato, in data 24 dicembre 2007, il bando per l accesso ai finanziamenti della misura Ri.7 Progetti strategici su tematiche di interesse regionale o sovra regionale nell ambito dell asse Ricerca e innovazione della Legge Regionale n. 34/2004 (di seguito il Bando ); 2. ai sensi dell art. 4.2 del suddetto Bando, i soggetti beneficiari, individuati in aggregazioni già chiaramente definite al momento della presentazione delle candidature, dovranno essere organizzati in una forma giuridicamente riconosciuta (consorzio, ATS o forme similari) ovvero riportare l impegno a costituirsi in associazione entro i termini indicati dalla Regione nella comunicazione di avvenuta concessione del finanziamento; 3. le Parti, considerata la complementarietà delle rispettive competenze, hanno pertanto avviato una collaborazione per la realizzazione di un progetto di ricerca presentato nell area scientifico/tecnologica AEROSPAZIO tematica TECNOLOGIE PER L ESPLORAZIONE SPAZIALE denominato STEPS - Sistemi e Tecnologie per l Esplorazione Spaziale (d ora innanzi il Progetto di Ricerca ) per essere ammessi a beneficiare dei finanziamenti, di cui al precedente punto 1; 16

17 4. ai sensi degli articoli 16 e 20 del Bando le Parti hanno pertanto presentato un progetto preliminare di attività di ricerca intitolato STEPS - Sistemi e Tecnologie per l Esplorazione Spaziale; 5. le Parti, (entro i termini indicati dalla Regione Piemonte nella comunicazione di avvenuta concessione del finanziamento), si sono impegnate a costituirsi in Associazione Temporanea di Scopo (di seguito ATS), ai sensi delle vigenti norme di legge ed hanno conferito mandato collettivo speciale con rappresentanza a TAS-Italia, in qualità di impresa Mandataria, con Politecnico di Torino, Università di Torino, Università del Piemonte Orientale, ALTEC, TEORESI, Skytechnology, SynArea, Carcerano, AMET, Tecnikabel, SICME MOTORI, NEOHM COMPONENTI, SPESSO GASKETS, S.R.S Eng., ERXA, INRIM, Auconel, SEAC02, TESEO, Optimad Engineering, BLUE Engineering, IMEX.A, Compumat, APR, NIMBUS, EXEMPLAR, Nekhem, HYSYTECH, come imprese Mandanti; 6. la Regione Piemonte, con Determinazione n. 132 del 28/05/2008 della Direzione Attività Produttive, ha comunicato che il progetto preliminare di cui al precedente punto 4 è stato ammesso alla seconda fase di valutazione finalizzata alla presentazione ed alla approvazione del progetto definitivo; 7. le Parti, al fine di proseguire la loro partecipazione al progetto, intendono pertanto costituirsi, come previsto dal Bando, in ATS tutto ciò premesso e confermato, le Parti agendo nelle loro indicate qualità CONVENGONO E STIPULANO 1. Le premesse sono parte integrante e sostanziale del presente Atto Costitutivo e ne costituiscono il presupposto essenziale. 2. Tra le Parti viene costituita con il presente atto un Associazione Temporanea di Scopo, ai sensi delle disposizioni di legge, mediante conferimento a tale scopo da parte di Politecnico di Torino, Università di Torino, Università del Piemonte Orientale, ALTEC, TEORESI, Skytechnology, SynArea, Carcerano, AMET, Tecnikabel, SICME MOTORI, NEOHM COMPONENTI, SPESSO GASKETS, SRS Eng., ERXA, INRIM, Auconel, SEAC02, TESEO, Optimad Engineering, BLUE Engineering, IMEX.A, INRIM, Compumat, APR, NIMBUS, EXEMPLAR, Nekhem, HYSYTECH, qualificate come Mandanti, di Mandato Speciale con rappresentanza a TAS-Italia, che accetta, di essere designata Impresa Mandataria capogruppo, affinché, agendo in nome e per conto e nell interesse anche delle Imprese Mandanti: a) presenti il Progetto definitivo di Ricerca e rappresenti le Imprese Mandanti nei confronti dell Ente finanziatore per tutte le operazioni e tutti gli atti di qualunque natura direttamente connessi con il suddetto progetto, fino all estinzione dio ogni e qualsiasi rapporto con l Ente finanziatore; b) in caso di approvazione del progetto definitivo e conseguente ammissione al finanziamento, stipuli con l Ente finanziatore la convenzione di finanziamento e tutti gli atti consequenziali ed accessori per lo svolgimento del Progetto di Ricerca con assunzione dei rispettivi impegni. 3. La presentazione del Progetto definitivo di Ricerca determina la responsabilità solidale delle Parti nei confronti dell Ente finanziatore. 4. Il mandato e la relativa procura come sopra conferiti sono esercitabili dal Presidente ed Amministratore pro tempore di TAS-Italia anche a mezzo di procuratori speciali. 5. All Impresa Mandataria spetta la rappresentanza, anche processuale, nei confronti dell Ente finanziatore per tutte le operazioni e tutti gli atti di qualunque natura dipendenti dalla presentazione 17

18 del Progetto definitivo di Ricerca, fino all estinzione di ogni rapporto; l Ente finanziatore, tuttavia, può far valere direttamente le responsabilità facenti capo alle Imprese Mandanti. 6. Il mandato è gratuito ed irrevocabile; la revoca del mandato per giusta causa non ha effetto nei confronti dell Ente finanziatore. 7. Ferma restando la responsabilità solidale nei confronti dell Ente finanziatore, il presente Mandato non determina di per sé organizzazione o associazione tra le Parti e pertanto ciascuna Parte resterà indipendente e conserverà la propria autonomia nella esecuzione, gestione ed amministrazione delle attività di propria competenza anche in relazione agli adempimenti fiscali ed agli oneri sociali, compresa la presentazione delle fatture che le Parti emetteranno separatamente secondo le proprie quote di lavoro, come descritte nell Allegato A Piano di ripartizione delle attività: STEPS Tabella Pianificazione, Attività e Costi. 8. In caso di fallimento dell Impresa Mandataria, l Ente finanziatore ha facoltà di proseguire il rapporto con altra impresa che sia costituita mandataria nei modi previsti dalle vigenti disposizioni di Legge e che sia di gradimento dell Ente finanziatore stesso, ovvero di recedere dal contratto/convenzione di finanziamento qualora sia stato sottoscritto in caso di approvazione del Progetto definitivo di Ricerca e conseguente ammissione delle Parti al finanziamento. In caso di fallimento di una delle imprese/enti di ricerca Mandanti, l Impresa Mandataria, ove non indichi altra impresa subentrante, in possesso dei prescritti requisiti d idoneità, è tenuta all esecuzione del contratto di finanziamento direttamente. 9. Il presente Mandato si estinguerà automaticamente, senza bisogno di formalità alcuna o di adempimenti, in uno qualsiasi dei seguenti casi: a) nell ipotesi di mancata approvazione del Progetto definitivo di Ricerca e conseguente mancata ammissione al finanziamento da parte delle Imprese associate o comunque nel caso in cui l Ente finanziatore avrà manifestato la volontà definitiva ed inoppugnabile di non procedere alla stipula del contratto/convenzione di finanziamento; b) in caso di approvazione del Progetto definitivo di Ricerca e conseguente acquisizione del finanziamento da parte delle Imprese associate, con l estinzione di tutte le obbligazioni contrattuali e con la liquidazione di tutte le pendenze tra l Ente finanziatore e le Parti; c) in caso di acquisizione del finanziamento da parte delle imprese/enti di ricerca associate, con l estinzione di tutte le obbligazioni contrattuali e con la liquidazione di tutte le pendenze tra l Ente finanziatore e le Parti, nell ipotesi in cui si verifichi una delle cause di risoluzione anticipata del suddetto contratto. 10. Il presente Atto entra in vigore alla data della sua firma e cesserà di avere efficacia alla data di estinzione di tutte le obbligazioni assunte e, successivamente, alla verifica amministrativa contabile effettuata da parte della Ente finanziatore. 11. Per tutte le controversie che dovessero insorgere in relazione al presente Atto costitutivo, comprese quelle inerenti alla validità, interpretazione, esecuzione e risoluzione dello stesso, le Parti dovranno tentare una composizione amichevole che dovrà concludersi entro il termine massimo di 30 (trenta) giorni dalla data in cui la Parte che vi abbia interesse abbia notificato alle altre l insorgere della controversia stessa e la necessità di risolverla ai sensi del presente articolo. In caso di mancato raggiungimento di tale composizione amichevole, la controversia sarà deferita ad un Collegio Arbitrale composto da 3 (tre) membri tutti nominati dal Presidente del Tribunale di Torino. L arbitrato si svolgerà a Torino e sarà rituale. Per tutto quanto non espressamente previsto si applicheranno le norme di cui agli artt. 806 e seguenti del codice di procedura civile. 18

19 Torino il. Per Thales Alenia Space Italia S.p.a. Ing. Luigi Pasquali Data: Per Politecnico di Torino Prof. Gianfranco Chiocchia Data: Per Università di Torino Prof. Elio Pellizzetti Data: Per Università del Piemonte Orientale Prof. Paolo Garbarino Data: Per ALTEC Ing. Luigi Pasquali Data: Per AMET S.r.l. Andrea Argondizza Data: Per APR S.r.l. Andrea Paolo Romiti Data: Per Auconel S.r.l. Fulvio Faletti Data: 19

20 Per BLUE Engineering S.r.l. Danilo Lazzeri Data: Per CARCERANO Alberto Carcerano Data: Per Compumat S.r.l. Daniele Baldissin Data: Per ErXA S.r.l. Marco Ricci Data: Per EXEMPLAR S.r.l. Fabrizio Trentin Data: Per HYSYTECH S.r.l. Massimiliano Antonini Data: Per Imex.A Consultants Giuseppe Marescalco Data: Per INRIM Prof. Elio Bava Data: 20

g"+/\'-t 'i.-1 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA ee-go~. - 8 APR. 2014

g+/\'-t 'i.-1 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA ee-go~. - 8 APR. 2014 UNIVERSITÀ DI ROMA Consigl io di Amministrazione - 8 APR. 2014 Nell'anno duemilaquattordici, addì 8 aprile alle ore 15.55, presso il Salone di rappresentanza, si è riunito il Consiglio di Amministrazione,

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 OGGETTO: Recepimento verbale commissione trattante aziendale del 15.10.2013. L anno Duemilatredici, il giorno ventiquatto del mese di

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

VERBALE N 2/11. In apertura di seduta, previa lettura, viene approvato il verbale n. 1 del 71/02/11.

VERBALE N 2/11. In apertura di seduta, previa lettura, viene approvato il verbale n. 1 del 71/02/11. VERBALE N 2/11 L anno 2011 il giorno 4 del mese di marzo alle ore 12,00 previa osservanza di tutte le formalità prescritte dalle vigenti norme, nella sede del Conservatorio G. Martucci di Salerno si riunisce

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

STATUTO DELLA S.I.A.

STATUTO DELLA S.I.A. STATUTO DELLA S.I.A. Art. 1 È costituita a tempo indeterminato una Associazione sotto la denominazione Società Italiana di Agopuntura S.I.A. Art. 2 La Società Italiana di Agopuntura ha lo scopo di dare

Dettagli

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d);

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO il Regolamento delle attività culturali, sociali e ricreative degli studenti, emanato con decreto rettorale

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

L'Università di Scienze Gastronomiche, nel seguito chiamata UNISG, con. sede legale in Frazione Pollenzo - Bra (CN) e rappresentata in questo atto

L'Università di Scienze Gastronomiche, nel seguito chiamata UNISG, con. sede legale in Frazione Pollenzo - Bra (CN) e rappresentata in questo atto " ACCORDO QUADRO DI COLLABORAZIONE TRA L'UNIVERSITA' DI SCIENZE GASTRONOMICHE E L'UNIVERSIT A' DEGLI STUDI DI TORINO. L'Università di Scienze Gastronomiche, nel seguito chiamata UNISG, con sede legale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento - C.A.P. 38064 Via Roma, 60 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 VERBALE DI DELIBERAZIONE N.

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 140 del 25.09.2013 OGGETTO:Accordo tra Comune di Sarzana e Consorzio Sviluppo Sarzana per la realizzazione dell'edizione 2013 del L anno duemilatredici,

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE CONVEGNO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA Dipartimento di Economia e Management ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI FERRARA IPSOA LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

hol~e; A--fç, ttgr (.. \ g.4 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA 1 7 FEB. 2015 È assente giustificato: sig. Domenico Di Simone. ... OMISSIS...

hol~e; A--fç, ttgr (.. \ g.4 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA 1 7 FEB. 2015 È assente giustificato: sig. Domenico Di Simone. ... OMISSIS... SAPIENZA 1 7 FEB. 2015 Nell'anno duemilaquindici, addì 17 febbraio alle ore 16.00, presso il Salone di rappresentanza, si è riunito il, convocato con nota rettorale prot. n. 0009903 del 12.02.2015, per

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina i procedimenti di selezione,

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017.

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017. Comune di Folgaria Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 70 O G G E T T O AFFIDAMENTO INCARICO ALLA SIG.RA CARLA GANZAROLI DEL COMUNE DI LEGNAGO PER PRESTAZIONI

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013 L accertamento delle cause di scioglimento ai sensi dell art. 2484 c.c. e gli adempimenti pubblicitari conseguenti per Società di Capitali e Cooperative. 1 L art. 2484 c.c., rubricato Cause di scioglimento,

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

SOGGETTI AMMISSIBILI E CARATTERISTICHE DEI PROGETTI

SOGGETTI AMMISSIBILI E CARATTERISTICHE DEI PROGETTI BANDO SVILUPPO DI RETI LUNGHE PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE DELLE FILIERE TECNOLOGICHE CAMPANE - FAQ Frequent Asked Question : Azioni di sistema per l internazionalizzazione della filiera tecnologica

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO

STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO Emanato con Decreto Rettorale n. 623/AG del 23 febbraio 2012 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 52 del 2 marzo 2012 STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI E PRINCIPI Art.

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

D.R. n. 15 del 26.01.2015

D.R. n. 15 del 26.01.2015 IL RETTORE Vista la legge 30 dicembre 2010, n. 240 Norme in materia di organizzazione delle Università, di personale accademico e reclutamento, nonché delega al Governo per incentivare la qualità e l efficienza

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012 VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Verbale n. 1/2012 Il giorno 20 marzo 2012 alle ore 15.00 presso la sede universitaria di Via dei Caniana n. 2, si

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE GIOSUÈ CARDUCCI LICEO CLASSICO, SCIENTIFICO, SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO V.le Trento e Trieste n 26-56048 - Volterra (PI) - tel. 0588 86055 - fax 0588 90203 ISTITUTO STATALE

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE Deliberazione n. 217 del 14/11/2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO CESSIONE IN PROPRIETÀ DI AREA GIÀ CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE NELL AMBITO DEL

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE

... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE CITTÀ DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE n.ili: del 2 8 MRR. 2014 OGGETTO: Concessione di no 2 borse di studio intilolate alla memoria del dotto Mauri zio Vi

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Dipartimento 51 - Dipartimento della Programmazione e dello Sviluppo Economico Direzione Generale 2 - Direzione Generale Sviluppo Economico e le Attività Produttive

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

DECRETO n. 375 del 11/07/2014

DECRETO n. 375 del 11/07/2014 ASL di Brescia Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 - www.aslbrescia.it - informa@aslbrescia.it Posta certificata: servizioprotocollo@pec.aslbrescia.it

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 26 DEL 27.10.2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 26 DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

CONVENZIONE. Tra. Istituto Comprensivo 22 Alberto Mario

CONVENZIONE. Tra. Istituto Comprensivo 22 Alberto Mario ISTITUTO COMPRENSIVO 22 ALBERTO MARIO Piazza Sant Eframo Vecchio, 130-80137 NAPOLITel. 0817519375FAX: 0817512716 C.M. NAIC8BT00NCodice fiscale 80022520631 e-mail: naic8bt00n@istruzione.it naic8bt00n@pec.istruzione.it

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE ISTRUZIONI PER L ISCRIZIONE E IL DEPOSITO DEGLI ATTI AL REGISTRO DELLE IMPRESE - MODULISTICA FEDRA E PROGRAMMI COMPATIBILI - MAGGIO 2014 INDICE E SOMMARIO P r e s e n t a z i o n e 9 N O T E G E N E R

Dettagli

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALLEGATO I parametri e i criteri, definiti mediante indicatori quali-quantitativi (nel seguito denominati Indicatori), per il monitoraggio e la valutazione (ex post) dei risultati dell attuazione dei programmi

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

N. 68/11 del 19 ottobre 2011

N. 68/11 del 19 ottobre 2011 COPIA EDUCATORIO DELLA PROVVIDENZA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE OGGETTO: N. 68/11 del 19 ottobre 2011 ADEGU DEGUAMENTO ALLA NORMATIVA A DI PREVENZIONE INCENDI ENDI: : IMPIANTO

Dettagli

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provìncia de Aristanis Ufficio Tecnico S e r v i z i o l l. p p. - U r b a n i s t i c a - P a t r i m o n i o REGOLAMENTO PER LA VENDITA DA PARTE

Dettagli

COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA Codice ente Protocollo n. 10388 DELIBERAZIONE N. 33 in data: 28.10.2014 Soggetta invio capigruppo Trasmessa al C.R.C. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia/169/2015/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott.ssa Simonetta Rosa dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 9^ legislatura Struttura amministrativa competente: Direzione Competitivita Sistemi Agroalimentari Presidente Luca Zaia Vicepresidente Marino Zorzato Assessori Renato Chisso Roberto Ciambetti Luca Coletto

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 -

SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 - Versione 10/04/15 SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 - Rifiuti dei Beni a base di Polietilene, Piazza di S. Chiara, 49 00186 ROMA) e (facoltativamente) anticipata mezzo fax Il richiedente... In persona del

Dettagli

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Il giorno 23 del mese di aprile dell anno 2013,

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF)

Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) INDICE Articolo 1 - Finalità e natura dell Ente 2 Articolo 2 - Attività dell INAF 3 Articolo 3 - Principi di organizzazione 5 Articolo 4 - Organi 6

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli