Proposte elaborate in occasione di

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Proposte elaborate in occasione di"

Transcript

1 Proposte elaborate in occasione di Documento a cura di

2 Padova, 1 ottobre 2011 Questo documento sviluppato nell ambito del Meeting delle nuove classi dirigenti, propone al Comitato Scientifico di Venezia con il Nordest Capitale Europea della Cultura 2019 delle linee guida frutto di due anni di lavoro svolti nel territorio attraverso convegni, seminari ed azioni sperimentali (come il Festival delle Città Impresa) che hanno coinvolto oltre 500 associazioni culturali e di categoria economica, fondazioni, aziende, enti pubblici ed istituzioni, fondazioni bancarie, università e singoli studiosi, ricercatori e giovani studenti. A tutti loro va un ringraziamento, con l auspicio che, sotto la guida del Comitato Istituzionale questo supporto possa essere di qualche utilità. Il presente documento, che non ha pretese di completezza per poter essere continuamente aggiornato, ed è frutto della disponibilità di chi ha contribuito alla sua elaborazione, rappresenta comunque il pensiero di una rete articolata di soggetti rappresentativi di un ampia rete partecipativa che ha coinvolto in particolare le realtà del Veneto, del Friuli Venezia Giulia e del Trentino. La responsabilità di quanto riportato è integralmente di Nordesteuropa Editore che ha curato e rielaborato testi ed idee tenendo conto di molte osservazioni, proposte e suggestioni emerse nel corso di questi anni e del lavoro svolto nel corso della prima giornata del Meeting, il 23 settembre scorso. Filiberto Zovico Editore Nordesteuropa.it Direttore del Festival delle Città Impresa Si ringraziano per aver contribuito a questo documento: Enrico Albertini, direttore Rete Sicomoro; Dino Altieri, amministratore delegato Svei SpA; Franco Antiga, fondatore Tipoteca Italiana e presidente Fondazione Veneto Banca; Luca Baldin, direttore Fondazione Mazzotti; Davide Banzato, direttore Musei Civici Padova; Luca Baraldi, Fondazione Collegio San Carlo; Stefano Baroni, responsabile Comunicazione Confartigianato Vicenza; Luca Beccario, consigliere comunale, Comune di Schio; Paolo Bellamoli, CUOA; Sara Bellini, presidente di MIK Italia; Alice Bergamin, direttore amministrativo Italiana Strategie; Claudio Bertorelli, presidente Centro Studi USINE; Gianluca Bisol, direttore generale Bisol; Michele Bocchese, presidente della Sezione Moda di Confindustria Veneto; Renato Bocchi, direttore del Dipartimento di progettazione architettonica, Università IUAV di Venezia; Paolo Boschini, Adacta Studio Associato; Patrizia Boscolo, vicedirettore Arteven, Circuito Teatrale e di Danza del Veneto; Roberto Bottoli, presidente Lanificio Bottoli; Franco Calabretto, direttore artistico Danza Musica Associazione Teatro Comunale Giuseppe Verdi Pordenone; Paolo Caldana, sezione turismo - sezione commercio Confcommercio Imprese per l'italia Verona; Giuseppe Caldiera, direttore generale Fondazione Cuoa; Giovanni Calvi, Linda Canè, Linc Studio; Maria Rosa Cappozzo, Associazione culturale Ludus Musicae; d. Gianmatteo Caputo, direttore Museo diocesano di Venezia; Annalisa Carrara, direttore Artistico Fondazione Teatro Civico di Schio; Dino 2

3 Casagrande, direttore Museo della Bonifica di San Donà di Piave, Massimo Casagrande, PR Consulting; Luca Casarotto, fondatore di Cosca Design; Roberto Casarotto, curatore CSC Casa della Danza di Bassano del Grappa; Italo Cati, ricercatore e giornalista; Giacomo Cavalieri, Adacta Studio Associato; Silvia Cavinato, ufficio pellegrinaggi Diocesi di Vicenza; Ferruccio Cazzanelli, segretario Consigli di Territorio Area Nord Est, UniCredit; Pierluigi Cecchin, presidente Teatro Astra La Piccionaia -I Carrara, Teatro Stabile di Innovazione; Monica Celi, direttore Museo di Storia Naturale e Archeologia di Montebelluna; Renato Chisso, assessore alle Politiche della Mobilità e alle Infrastutture, Regione Veneto; Aldo Cibic, architetto e designer, Cibicworkshop; Pier Giacomo Cirella, segretario generale Fondazione Teatro di Vicenza, Isabella Collalto de Croy, Conte Collalto; Gianpiero Comolli, direttore Altamarca Treviso; Gigi Copiello, opinionista; Paolo Corposanto, Ferrovie a Nordest; Ten. Cpl. Roberto Machella, Presidente del Military Historical Center; Giorgio Cracco, segretario generale Istituto per le Ricerche di Storia Sociale e Religiosa; Nico Cunial, presidente IPA Pedemontana del Grappa e Asolano; Milena D Agostino, responsabile dell'ufficio per la pastorale del turismo, Patriarcato di Venezia; Maria Teresa Dal Bo, esperta di comunicazione e progettazione; Cinzia dal Brolo, giornalista; Fabio Luca Dalla Nese, UBS Italia, Padova; Luigi Dalla Via, sindaco Comune di Schio; Silvia De March, coordinatrice dell'associazione Enzimi; Claudio De Monte Nuto, presidente Starting4; Paolo De Muri, Adacta Studio Associato; Luca De Muri, Adacta Studio Associato; Ivana De Toni, responsabile Rete museale Alto Vicentino; Michela Del Fabro, MEP; Federica Destro, Università di Padova, Dipartimento di Economia; Alessandro Di Paolo, Università di Padova; Renzo di Renzo, direttore artistico Treviso Design; Pierluca Donin, direttore Arteven; Giuliana Ericani, dirigente Musei Civici Bassano; Gino Alberto Faccioli, direttore Istituto Superiore di Scienze Religiose "Santa Maria di Monte Berico"; Giorgio Fanesi, presidente Consorzio Mobilità Veneto; Sabrina Fantini, direttore generale Frontiere; Erika Faresin, Laboretica; Elena Fattambrini, Associazione culturale Ludus Musicae; Silvia Fattore, sindaco di Villanova di Camposampiero; Ludovico Ferro, direttore scientifico Fondazione Corazzin; Annamaria Fiengo Assessore alla cultura, Comune di Thiene; Angela Fiorella, dirigente dell area delle produzioni culturali e dello Spettacolo- Comune di Venezia; Luisa Flora, PR Consulting; Paolo Floretta, Centro Studi Antoniani, della Basilica del Santo e del Messaggero di Sant'Antonio; Elena Fornasier, Adacta Studio Associato; Barbara Franchin, fondatore ITS#Ten Trieste; Ruggero Frezza, presidente M31; Maria Luisa Frisa, direttore del corso di laurea in Design della Moda, Università IUAV Venezia; Giovanni Battista Furlan, presidente Net Engineering SpA; Alberto Garlini, Pordenonelegge.it; Francesco Gasparini, direttore Museo Diocesano di Vicenza; Fausto Gelati, presidente Teatro Comunale di Lonigo; Michele Ghionna, Teatro stabile di Verona; Graziella Giacon, architetto e designer; Giulia Gionfriddo, Adacta Studio Associato; Federico Gitto, presidente Associazione Ferrovie a Nordest ; Riccardo Giunta, Vodafone; Paolo Gubitta, docente Università di Padova e direttore MBA Imprenditori CUOA; Orazio Iacono, direttore Direttrice Asse Orizzontale di RFI; Mariapaola La Caria, presidente P.R. Consulting Srl; Daniele Lago, designer, Lago SpA; Nazzareno Leonardi, presidente Pedemontana.Vi Turismo; Giuseppe; Lupi, Adacta Studio Associato; Alfonso Malaguti, presidente AGIS Triveneto - Associazione generale Italiana Spettacolo; Giuseppe Mannella, Adacta Studio Associato; Andrea Marella, Università di Padova; Paola Marini, coordinatrice Musei d'arte e Monumenti Comune di Verona; Paolo Marsiglio, responsabile settore Museo Civico Castelfranco Veneto; Alessandro Martin, presidente Consorzio di promozione e sviluppo turistico Marca Treviso; Sergio Maset, direttore di ricerca Studio Tolomeo; Franco Migliorini, esperto Pianificazione dei Trasporti; Maurizio Milan, Vodafone; Stefano Miotto, Direttore Confindustria Veneto Siav; Paolo Monaco, direttore CNA Provinciale Vicenza Maria Pia Morelli, presidente dell Istituto di studi e ricerche su Antonio Canova e il Neoclassicismo; Filippo Nalon, Responsabile 3

4 Ufficio Cinema e Relazioni Esterne MPX, Padova; Filippo Nani, Medialab Srl; Alessandro Nencha, direttore sviluppo immobiliare, Save; Endrio Niero, Venezia Città Metropolitana; Cristiano Olivotto, M3; Laura Pagliara, Pordenonelegge.it; Cristina Palumbo, consulente artistica Fondazione di Venezia; Lauro Paoletto, direttore La Voce dei Berici ;Mirco Paoletto, Collegio universitario Don Nicola Mazza; Marina Parente, ricercatrice, condirettrice Brand dei Sistemi Territoriali, Politecnico di Milano; Sergio Pascolo, architetto e docente IUAV; Mauro Passarin, conservatore Museo del Risorgimento e della Resistenza di Vicenza; Francesco Peghin, vicepresidente delegato per la ricerca e innovazione di Confindustria Veneto; Vincenzo Pellegrini, avvocato, Presidente di Numeria SGR s.p.a.; Piergiorgio Piccoli, direttore Artistico Teatro Spazio Bixio e Associazione Culturale Theama Teatro; Laura Pierantoni, Politecnico di Milano; Silvia Pietribiasi, con sigliere comunale, Comune di Schio, Andrea Porcheddu, giornalista critico di teatro e docente universitario presso lo IUAV di Venezia, Domenica Primerano, vicedirettore Museo Diocesano Tridentino; Federico Pupo, direttore organizzativo Teatro Comunale di Treviso,Teatri e Umanesimo Latino; Silvia Rita Sedita, docente di Marketing, Università di Padova; Veronica Rodenigo, collaboratrice Il Giornale dell'arte e Nordesteuropa.it; Luca Romano, direttore Local Area Network, Padova; Claudio Ruggiero, Erredue Studio, Francesco Russo; vicepresidente Area Science Park, Isabella Sala; Gallerie di Palazzo Leoni Montanari di Vicenza; Matteo Salin, Ash Multimedia; Giuliana Salmaso, Silvestrin Salmaso Architects; Anna Chiara Sanmarti, ufficio pellegrinaggi Diocesi di Vicenza; Saverio Sbalchiero, consulente e docente internazionale di Brand Design; Francesco Sbetti, urbanista Società Sistema Snc; Anna Scalfi, artista; Rosa Scapin, direttore Operaestate Festival Veneto; Anna Scavezzon, imprenditrice settore Beni Culturali; Giovanni Scolaro, consigliere comunale, Comune di Schio; Giancarlo Scottà, europarlamentare e membro della Commissione Agricoltura al Parlamento; Dino Secco, presidente Vicenza è; Cristiano Seganfreddo, direttore Fuoribiennale; Livio Semolič, presidente Unione Economica Culturale Slovena; Paolo Sgreva, Adacta Studio Associato; Carlo Spezzapria, Managing Director Rtm Breda S.r.l.; Serenella Spinacè, stilista; Silvano Stefanutti, presidente Fondazione Villa Russiz; Alex Terzariol, presidente ADI Nordest; Michele Tomasella; Dario Tomasi, presidente consiglio comunale, Comune di Schio; Franco Tonato, Adacta Studio Associato; Gianluca Toschi, docente Università di Padova e ricercatore Fondazione Nord Est; Gianvittore Vaccari, sindaco Comune di Feltre; p.giorgio M. Vasina, direttore del Museo d'arte e di pietà popolare Comunità di Monte Berico; Giampietro Vecchiato, vicepresidente Ferpi, docente di Relazioni Pubbliche, Università di Padova; Luca Vignaga, presidente AIDP-Gruppo regionale Triveneto; Diego Xausa, Adacta Studio Associato; Francesca Xausa, ingegnere; Michele Zaccaria, Adacta Studio Associato; Camillo Zadra, provveditore Museo della Guerra di Rovereto; Damaso Zanardo, presidente Venezia Città Metropolitana; Guido Zovico, festival Biblico di Vicenza. Si ringraziano per il contributo fornito i relatori del Festival delle Città Impresa Alberto Abruzzese, sociologo; Fabio Achilli, Commissione Cultura ACRI; Milo Adami, regista; Massimiliano Alajmo, ristoratore; Monica Amari, docente di Cultural Planning al Politecnico di Milano; Giorgia Andreuzza, assessore al Turismo, Provincia di Venezia; Mauro Annunziato, direttore Unità Supervisione e Controllo di Sistemi Energetici - Enea; Stefano Antonelli, training and HR Development Director, Ferrero; Enrico Aprico, ad Employees Only; Rita Assogna, Presidente Itwiin; Jacques Attali, Università di Parigi Dauphine e École Polytechnique ; Antoni Attard, responsabile progetti europei del St James Cavalier Centre for Creativity di Malta; Ferdinando Azzariti, curatore del Salone d Impresa; Laura Badalucco, docente Università Iuav e designer; Guido Baglioni, presidente del Cesos; Loredana 4

5 Baldisser, Sindaco di Asolo; Francisco Baralle, direttore generale ICGEB; Angelo Barbagallo, produttore Bibi Film Tv; Maria Rita Barbera, costumista; Raffaele Barberio, direttore Key4biz; Bruno Barel, avvocato e consigliere Numeria SGR; Marco Bassani, consulente di branding, cofondatore di Perceptioning Project ; Diego Basset, Direttore Veneto Nanotech; Emanuela Bassetti, presidente Civita Tre Venezie; Daniela Basso, giornalista; Alessio Belgrado, Sindaco di Maniago; Gabriella Belli, direttore Musei Civici Veneziani; Jordi Bellmunt, paesaggista e docente presso l ETSAB Barcellona; Marco Bellocchio, regista; Paolo Benzi, Faber Film; Gualtiero Bertelli, musicista; Mario Bertolissi, ordinario di diritto costituzionale Università degli Studi di Padova; Stefano Besco, Università di Padova; Marco Bettiol, docente Università di Padova; Alberto Bevilacqua, direttore CSS Teatro stabile di innovazione del FVG; Ennio Bianco, vicepresidente Unindustria Treviso; Mauro Biffaro; Pierangelo Biga, centro Di Competenza per la valutazione degli Asset Intangibili Nord Est Intangibles; Pier Angelo Biga, ad ICM Research; Gianluca Bisol, direttore generale Bisol; Roberto Bissoli, consigliere Veneto Sviluppo; Paola Bizzarri, scenografa;; Renato Bocchi, docente Università IUAV Venezia; Luisa Bocchietto, presidente ADI Associazione per il Disegno Industriale; Andrea Boitani, Università Cattolica di Milano; Barbara Bonaventura, socio fondatore e vicepresidente Aicel; Aldo Bonomi, presidente Consorzio AA. Ster; Agostino Bonomo, presidente Confartigianato Vicenza; Giovanni Bonotto, direttore creativo Bonotto s.p.a.; Francesco Bonsembiante, JOLEFILM; Francesco Borga, past president Veneto Sviluppo; Mara Borriero, già presidente AIDDA Veneto T.A.A.; Italo Bosa, Fondazione La Fornace dell Innovazione; Fausto Bosa, vicepresidente Confartigianato AsoloMontebelluna; Francesca Bosa, Bosa Ceramiche; Sandro Boscaini, presidente Masi; Andrea Boschetti, Metrogramma architetti; Dario Bovo, Consorzio Venezia Ricerche; Diego Bravar, amministratore delegato Ital TBS spa; Fratel Lino Breda, monaco Comunità di Bose; Mario Brenta, docente e regista; Ferruccio Bresolin, economista e docente Università Ca Foscari di Venezia; Antonello Briosi, vicepresidente Confindustria Trento; Mario Brunello, musicista; Carlo Brunetti, Vicepresidente API plastic - Bassano (VI); Paola Budel; Paolo Burgi, paesaggista; Edoardo Bus, responsabile comunicazione Banco Popolare; Maria Rita Busetti, sindaco di Thiene; Alessandro Calligaris, presidente Confindustria Friuli Venezia Giulia; Luigi Campello, direttore generale Electrolux Italia; Carlo Canato, direttore Istituto Regionale Ville Venete; Ilaria Capua, direttore del Laboratorio di referenza nazionale /OIE/FAO per l'influenza aviaria, IZSVe; Francesco Careri, architetto; Massimo Carraro, amministratore delegato di Morellato e Sector; Alessandra Carrillo, International Marketing Manager Crawford & Company; Loris Casadei, editore di CasaDeiLibri e d.g. Porsche Italia; Roberto Casarotto, curatore progetti internazionali di Operaestate Festival Veneto e Associate director del network Aerowaves, Londra; Luca Casarotto, designer e blogger, Youngdesigner.it; Maurizio Castro, senatore; Maurizio Casubolo, partner Palladio Finanziaria; Piero Cavigliasso, amministratore delegato Consorzio Proplast; Giuliano Cazzola, vicepresidente Commissione Lavoro; Maurizio Cecconi, amministratore delegato Villaggio Globale; Pier Luigi Celli, direttore generale Luiss; Gabriele Centazzo, amministratore delegato Valcucine; Guido Cerasuolo, Mestiere Cinema; Matjaz Četrtrič, Rebollium Sinefinis d.o.o.; Medardo Chiapponi, docente Università Iuav; Maria Chiarvesio, docente Università degli Studi di Udine; Renato Chisso, assessore alla Mobilità e alle Infrastrutture Regione del Veneto; Antonio Cianci, consigliere per l Innovazione del Ministro Brunetta; Mario Cichetti, direttore Consorzio Prosciutto di San Daniele; Stefano Cimatti, Sindaco di Bassano del Grappa; Maurizio Cini, presidente Confindustria Pordenone; Roberto Cipresso; Luca Ciriani,già assessore alle Attività produttive Regione Friuli Venezia Giulia ; Alessandro Ciriani, presidente Provincia di Pordenone; Lina Cocco, Assessore Comune di Schio; Gabriele Colangelo, fashion designer; Franco Conte, già assessore all urbanistica della Provincia di Treviso; Cristiano Contin, presidente CNT Italia;; 5

6 Marialuisa Coppola, assessore all Economia e Sviluppo Regione Veneto; Mauro Corinaldi, imprenditore ed esperto di comunicazione; Giancarlo Corò, docente Università Ca' Foscari Venezia; Mauro Corona, scrittore; Pietro Costa, designer, Coscadesign; Giovanni Costa, presidente Cariveneto; Paolo Costa, presidente dell Autorità portuale di Venezia; Rocco Cristofolini, rappresentante Confindustria Trento e componente del Consiglio Nazionale Giovani Imprenditori di Confindustria; Nico Cunial, sindaco di Crespano del Grappa; Giovanni da Pozzo, presidente Camera di Commercio di Udine; Gianantonio Da Re, sindaco Vittorio Veneto; Ambrogio Dalla Rovere, già vicepresidente Fondazione Cariverona;; Michelangelo Dalto, direttore artistico PAESAGIRE; Giulia d'amaro Valle; Giovanni Damiani, Università di Trieste; Roberto Daneo, curatore Dossier Nordest Capitale Europea della Cultura 2019 ; Elio De Anna, assessore alla Cultura Regione Friuli Venezia Giulia; Alessandro De Biasio, presidente Whydotcom Group; Chiara De Cristan; Maria Teresa De Gregorio, Regione Veneto; Pietro Francesco De Lotto, consigliere del Comitato Economico e Sociale Europeo Bruxelles; Erri De Luca; Cesare De Michelis, presidente Marsilio Editori; Gianni De Michelis, presidente Ipalmo; Danilo De Nardi, segretario Confcommercio Veneto; Christian De Pol, direttore Fondazione La Fornace dell Innovazione; Patrizio Dei Tos, legale rappresentante Labor Legno; Fulvio Del Tin Del Tin Armi Antiche; Caterina Della Torre, presidente AIDDA FVG; Massimo Di Carlo, gallerista, presidente ANGAMC; Renzo di Renzo, Treviso Design; Ilvo Diamanti, Università degli Studi di Urbino "Carlo Bo"; Roberto Ditri, presidente Fiera di Vicenza; Bruno Dolcetta, urbanista e docente Università IUAV Venezia; Stefano Donadello, presidente BIM Piave Nuove Energie; Riccardo Donadon, amministratore delegato H Farm; Elena Donazzan, assessore all'istruzione Regione del Veneto; Alison Driver, cultural manager British Council Roma; Soumitra Dutta, fondatore di Luca Emanueli, Università di Ferrara; Edi Fabbro, Innovative projects Manager dell Electrolux Global Technology Center (Porcia/Pordenone); Franc Fabec, presidente Associazione agricoltori Kmečka zveza; Vincenzo Fabris, Direzione Urbanistica e Paesaggio Regione Veneto; Corrado Facco, direttore generale Fiera di Vicenza; Celso Fadelli, fondatore e presidente Intertrade Europe Group; Raffaella Fagnoni, Università di Genova; Stefano Fantoni, già direttore Sissa; Franco Farinelli, presidente Associazione Geografi Italiani; Giuseppe Fasiol, commissario alla Riforma Settore Trasporti Regione del Veneto; Giorgio Fasol, collezionista; Tiziana Favero, IPA Montello-Piave- Sile; Marzio Favero, sindaco Montebelluna; Roberto Fedeli, direttore tecnico di Ferrari gt; Patrizia Felluga, presidente Consorzio Vini Collio e Carso; Gian Arturo Ferrari, presidente del Centro per il Libro e la Promozione della lettura; Joao Ferreira Nunes, architetto paesaggista; Silvia Ferri de Lazara, presidente Fondazione March, Ludovico Ferro, direttore scientifico Fondazione Corazzin; Gabriele Ferron; Laura Fincato, presidente delegato Comitato Expo Venezia; Marino Finozzi, assessore al Turismo Regione del Veneto; Peppe Fiore, Format Department Wildside; Lorenzo Fiori, Direzione Strategie, Finmeccanica; Enrico Fontanari, docente Università IUAV Venezia; Giorgio Fossati, fondatore Film Commission Torino Piemonte; Fabio Franceschi, presidente Grafica Veneta; Marco Franchin, PST Galileo progetto BAN Veneto; Sonia Fregolent, sindaco di Sernaglia della Battaglia; Leopoldo Emilio Freyrie, architetto e presidente del Dipartimento Esteri del Consiglio Nazionale Architetti; Maria Luisa Frisa, direttore del corso di laurea in Design della Moda, Università IUAV, Venezia; Carlo Fumian, Università di Padova; Roberto Furlan, presidente Camera di Commercio Padova; Giovanni Battista Furlan, presidente Net Engineering; Raffaello Galiotto, designer; Alfonso Gambardella, docente Università Bocconi; Cherubino Gambardella, Seconda Università degli Studi di Napoli; Massimo Garlatti Costa, regista Raja Films; Alberto Garlini, scrittore e curatore Pordenonelegge.it; Sergio Garribba, consigliere per le politiche dell energia del Ministro dello Sviluppo Economico; Mirco Gasparotto, presidente Arroweld; Matteo Gatto, direttore della progettazione di Expo 2015 s.p.a.; Danilo Gerotto, 6

7 dirigente settore Urbanistica della Provincia di Venezia; Vincenzo Gervasio, consigliere CNEL alle Infrastrutture e Energie Rinnovabili; Michele Giacalone, presidente di Green Energy Solution; Francesco Giacomin, presidente Fondazione La Fornace dell Innovazione; Massimo Giordano, assessore allo Sviluppo Economico Regione Piemonte; Antonio Girardi, direttore Centro Produttività Veneto; Francesco Girondini, sovrintendente Fondazione Arena di Verona; Federico Gitto, presidente associazione Ferrovie a Nordest; Vicenzo Giuffrè, Università Mediterranea Reggio Calabria; Linda Gobbi; Gian Luca Gortani, direttore Confartigianato Udine; Marco Gottardo, direttore dell Associazione Albergatori Termali Abano Montegrotto; Roberto Grandinetti, Università di Padova, Ires; Andrea Granelli, presidente e fondatore di Kanso; Riccardo Grassi, cofondatore di Studio Zeta Milano; Giuseppina Grimaldi, componente Consiglio Nazionale ConfapiD; Tomas Grohé, già coordinatore progetti IBA Emscher Park; Paolo Gubitta, docente Università di Padova e Direttore MBA Imprenditori CUOA; Giorgio Guerrini, presidente Nazionale R.ETE. Imprese Italia; Guido Guerzoni, docente Università Bocconi; Federica Guidi, direttore generale di Ducati Energia e già presidente nazionale Giovani Imprenditori di Confindustria; Alejandro Gutierrez, architetto; Michaela Haberlander, FilmFernsehFonds Bayern; Joseph Haviv, managing member Protostar Partners LLC Sao Hosoe, designer; Willi Husler, esperto internazionale di trasporti, IBV AG Zurig; Rossana Illy Bettini, giornalista; Riccardo Illy, presidente Gruppo Illy; Alessandro Isaia, responsabile Comunicazione e Marketing Fondazione Torino Musei; Nobuyuki Kaya, Università di Kobe, Giappone; Lissa Kinnaer, coordinatrice di Réseau des Arts di Brussels; Jan Kleihues, architetto Kleihues e Kleihues Berlino; Anniina Koivu, Abitare; Aleš Kristančič, Consorzio vini Brda; Kengo Kuma, architetto; Daniele Lago, art-director Lago Spa; Francesco Lago; Claudio Lamanna, Università di Trento; Enrico Lando, regista; Giovanni Lanzone, direttore Master di Business Design, Domus Academy Milano; Bernard Lassus, architetto paesaggista; Luigi Latini, docente Università IUAV Venezia; Gianni Lazzari, amministratore delegato Habitech; Francesca Lazzari, assessore all Urbanistica Comune di Vicenza; Nicola Leonardi, editore Rivista di Architettura The Plan; Enrico Letta, vicesegretario partito Democratico; Massimo Lippi, amministratore delegato Infracom Italia; Bruno Lizotte, design Manager Key Accounts dell'industrial Design Center europeo di Electrolux.; Andreina Longhi, amministratore delegato Agenzia Attila; Sergio Los, architetto; Daniele Luchetti, regista; Camilla Lunelli, responsabile comunicazione e rapporti esterni Cantine Ferrari; Mario Lupano, vicepreside Facoltà di Design e Arti, Università IUAV, Venezia; Carlo Magnani, architetto, professore Università IUAV Venezia e presidente Uniscape; Chiara Magri, coordinatrice didattica del Corso di animazione CSC Piemonte; Gino Malacarne, preside Facoltà di Architettura Aldo Rossi, Università di Bologna; Massimo Malaguti, direttore generale PST Galileo (PD); Mara Manente, direttore CISET, docente Università Ca Foscari; Francesco Manfio, Gruppo Alcuni; Sergio Manfio, Gruppo Alcuni; Alberto Maniero, sindaco di Conegliano; John Mankins, Artemis Innovation Management Solutions LLC, Washington, USA; Paolo Mantovani, presidente del Gruppo Giovani di Confindustria Vicenza; Franco Manzato, Assessore alle Politiche dello Sviluppo Economico; Chiara Marangoni, conservatore dell'archivio Jole Veneziani, Fondazione Bano- Palazzo Zabarella; Mauro Marcantoni, sociologo e giornalista; Piergaetano Marchetti, presidente Rcs; Fabio Marchetti, vicepresidente Provincia di Udine; Enrico Marchi, presidente SAVE; Antonello Marega, direttore Centro Ricerche e sviluppo Gruppo Tecnica, docente IUAV; Massimo Maresca, Facoltà di Statistica Università di Padova; Francesco Marinelli, presidente di Ecoaction; Daniele Marini, Università di Padova e direttore Fondazione Nord Est; Riccardo Marini, city designer leader Edinburgh; Daniele Marini, docente Università di Padova e direttore scientifico Fondazione Nord Est; Sara Marini, Università IUAV Venezia; Ettore Martin; Morena Martini, assessore all'istruzione Provincia di Vicenza; Giannino Marzotto, 7

8 Associazione "Progetto Marzotto"; Luca Marzotto, amministratore delegato Zignago Holding; Matteo Marzotto, presidente Enit; Sergio Maset, direttore di ricerca Tolomeo Studi e Ricerche; Alberto Masetti Zannini, the Hub Milano; Roberto Masiero, docente Università IUAV Venezia; Andrea Massa, vicepreside della Facoltà di Ingegneria e direttore del Gruppo di Ricerca ELEDIA; Paolo Mattei, amministratore delegato Cartiere del Garda; Predrag Matvejevich, scrittore e docente Università la Sapienza, Roma; Carlo Mazzacurati, regista; Christopher John Meade, codirettore dell'institute for the Future of the Book; Beny Meier, architetto; Tiziano Mellarini, assessore Provincia autonoma di Trento; Massimo Melucci, Facoltà di Statistica Università di Padova; Gianni Menotti; Paolo Meoni, artista e regista; Stefano Micelli, Università Ca Foscari di Venezia e direttore di Venice International University; Ezio Micelli, Università IUAV di Venezia; Giancarlo Michellone, presidente di AREA Science Park; John Micklethwait, direttore Economist; Franco Migliorini, esperto Pianificazione dei Trasporti; Giuseppe Milan, direttore Unindustria Treviso; Vittorio Mincato, presidente Camera di Commercio di Vicenza; Alessandro Minello, docente di economia dello sviluppo Ca Foscari Venezia; Michele Modesti, Università di Padova; Luca Molinari, architetto e curatore Padiglione Italia Biennale Architettura 2010; Roberto Molinaro, Assessore Regione FVG; Carlo Montanaro, direttore Accademia di Belle Arti di Venezia; Francesco Morace, presidente Istituto di ricerca Future Concept Lab; Roberto Morelli, già direttore di Nordesteuropa.it; Federico Morello, studente, fondatore FriuliAdd; Mario Moretti Polegato, presidente Geox; Mauro Moretti, amministratore delegato Ferrovie dello Stato; Francesca Morichini, HR Director, Bialetti Industrie; Giustino Moro, presidente Fondazione Fabbri; Leonardo Muraro, presidente Provincia di Treviso; Daniela Murelli, corporate social responsability Sanpellegrino; Giancarlo Muzzarelli, assessore Attività Produttive Emilia-Romagna; Vladimir Nanut, direttore scientifico MIB ; Marzia Narduzzi, amministratore delegato Pier; Giorgio Natalino, presidente nazionale Confartigianato ; Marco Navarra, Università di Siracusa; Francesco Nazari Fusetti, presidente cofondatore di ScuolaZoo; Michele Noal, assessore Sviluppo Economico, Provincia di Treviso; Giannola Nonino, ad Nonino Distillatori spa; Riad Ohanian, 20th Century Fox; Silvia Oliva, Fondazione Nordest; Alessandro Olivi, assessore all Industria, Artigianato e Commercio della Provincia Autonoma di Trento; Angelo Ornella, capogruppo del progetto sul fotovoltaico a concentrazione e cogenerazione; Giorgio Orsoni, Sindaco di Venezia; David Orzan, imprenditore; Boris Pahor, scrittore; Juan Manuel Palerm Salazar, architetto paesaggista e visiting Università IUAV Venezia; Domenico Palmieri, presidente Associazione Italiana Politiche Industriali; Giorgio Palmucci, ad Tivigest Hotels & Resorts; Carmela Palumbo, direttrice generale dell'ufficio Scolastico Regionale per il Veneto; Antonio Paoletti, presidente CCIAA di Trieste; Sergio O. Paolin, presidente Artigianato artistico CNA provinciale e regionale; Marco Paolini; Sandro Parenzo,produttore televisivo e presidente Casinò di Venezia; Sergio Pascolo, Università IUAV di Venezia; Giovanni Pavan, presidente Camera di Commercio di Pordenone; Cristina Pedicchio, docente Università di Trieste e presidente CBM; Francesco Peghin, già presidente Confindustria Padova; Alessandro Pegoretti, Università di Trento; Francesco Pegoretti, acconciatore; Vincenzo Pellegrini, avvocato, Presidente di Numeria SGR s.p.a.; Gianluca Peluffo, 5+1AA Alfonso Femia; Gianluca Peluffo; Eugenio Perazza, amministratore unico Magis; Francesco Peroni, Rettore Università di Trieste; Jacques Perrin, già direttore di Ceram Sophia-Antipolis; Piero Persi, Industries SpA; Henrique Pessoa, paesaggista; Enrico Peterlunger, Università di Udine; Tiziana Pettenuzzo, direttrice CESAR; Michelangelo Pistoletto; Giorgio Pizzolato, vicesindaco di Schio; Carla Poli, Centro Riciclo Vedelago; Guido Pomini, presidente Confcommercio Treviso; Franca Porto, segretaria regionale Cisl; Emma Posey, direttrice di BLOC - Galles, Gran Bretagna; Gianni Potti, presidente ConfindustriaSI Veneto; Mario Pozza, vicepresidente Camera di Commercio di Treviso; Luigi Prestinenza Puglisi, critico d architettura e 8

9 docente presso l Università di Roma La Sapienza; Paolo Preti, direttore del master Piccole imprese della Sda Bocconi; Federica Preto, direttore artistico Fondo Plastico; Tiziana Prevedello Stefanel, Fondazione Oderzo Cultura; Robert Princčič; Alessandro Profumo, già amministratore delegato UniCredit Group; Giulio Prosser, presidente Consorzio Rovereto in Centro; Giovanni Puiatti, Puiatti s.r.l.; Laura Puppato, Consiglio Regione Veneto; Daniela Rader, assessore Comune di Schio; Davide Rampello, presidente Fondazione Triennale di Milano; Carlo Ratti, architetto; Mauro Reini, docente Università di Trieste; Tiziano Remor, P-One; Carla Rezzadore, associazione Crisalide Sos Scuola Famiglia ; Riccardo Riccardi, assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia; Claudio Rigo, responsabile Nord Est UniCredit; Jonathan Robinson, The Hub; Giuseppe Roma, direttore Censis; Luca Romano, direttore Local Area Network, Padova; Luigino Rossi, presidente Associazione Amici di Giorgio Lago; Maurizio Rossi, cofondatore H-Farm; Simonetta Rubinato, senatrice; Andrea Ruckstuhl, amministratore delegato, Bovis Lend Lease Italia; Enzo Rullani, docente di Economia della Conoscenza e presidente TedisCenter, VIU; Dimitrij Rupel, già ministro degli Affari Esteri, Slovenia; Philip Rylands, direttore Collezione Peggy Guggenheim; Pier Luigi Sacco, Università IUAV di Venezia; Francesco Sacco, docente Università Bocconi; Gildo Salton, persidente Ascopiave; Gianluca Salvatori, presidente Manifattura Domani; Mirano Sancin, direttore generale PST Kilometro Rosso; Denis Santachiara, designer; Roberto Santolamazza, direttore Treviso Tecnologia; Giancarlo Saran, assessore alla Cultura della Città di Castelfranco Veneto; Vendemiano Sartor, presidente Treviso Tecnologia; Saverio Sbalchiero, consulente e docente internazionale di Brand Design; Giuseppe Sbalchiero, presidente Confartigianato Imprese Veneto; Francesco Sbetti, direttore tecnico scientifico della Fondazione Venezia 2000; Rosa Scapin, direttore Operaestate Festival Veneto; Emanuele Scarello; Gabriele Schiavon, designer; Attilio Schneck, presidente Provincia di Vicenza; Marco Scippa, chief HR Officer, Elica ; Luca Scivoletto, regista; Giancarlo Scottà, europarlamentare; Dino Secco, vicepresidente Provincia di Vicenza; Cristiano Seganfreddo, direttore di Fuoribiennale; Federica Seganti, assessore al Turismo, Regione Friuli Venezia Giulia; Giuliano Segre, presidente Fondazione di Venezia; Livio Semolič, presidente Unione Culturale Economica Slovena SKGZ; Michele Serra; Jerszy Seymour, designer; Fabio Sforza, sindaco di Pieve di Soligo; Flavio Sgambaro, vicepresidente Unindustria Treviso; Roberto Siagri, presidente Eurotech; Michela Signori, ideatrici del progetto Il vino e ; Marco Simonit; Vittorio Sodano, truccatore; Luca Sofri, fondatore e direttore Il Post; Enzo Spaltro, docente di Psicologia del Lavoro e direttore dell Università delle Persone; Michael Spence, Premio Nobel Economia 2001; Nicola Sergio Stefani, assessore alla Cultura Comune di Pieve di Soligo; Massimo Stella, imprenditore Estel ; Stefano Stenta, Presidente sistema moda Confartigianato, vicepresidente Ente Fiera di Vicenza; Riccardo Szumski, presidente Savno; Anna Tabone, international Sales Director, Camper & Nicholson Marinas; Erilde Terenzoni, sovrintendente archivistico per il Veneto; Emilio Terpin, presidente Autovie Venete; Alex Terzariol, presidente ADI Nordest; Gianmaria Testa; Irene Tinagli, docente Università Carlos III, Madrid; Giorgio Tinazzi, Università di Padova; Stefan Tischer, architetto paesaggista; Andrea Tomat, presidente di Confindustria Veneto; Renzo Tondo, presidente Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia; Clara Tosi Pamphili; Amberlea Trainor, cultural Manager Place, Belfast, Irlanda; Franco Traverso, presidente e amministratore delegato di Silfab; Tiziano Treu, senatore; Vitaliano Trevisan, Flavio Trinca, Veneto Banca; Paolo Troncon; Marco Turco, regista; Carlo Urbinati, titolare Foscarini; Cecilia Valmarana, RAI Cinema; Cristian Valsecchi, project manager Mart; Alessandro Vardanega, presidente Unindustria Treviso; Achille Variati, sindaco di Vicenza; Monique Veaute, presidente Fondazione RomaEuropa; Maria Silvia Venturini Fendi, presidente Fendi e Alta Roma; Monique Vervaeke, sociologa, ricercatrice École Normale Supérieure, Parigi; Federico Verzegnassi, componente di giunta 9

10 Camera di Commercio di Udine; Bruno Vianello, presidente e amministratore delegato Texa; Ferdinando Vicentini Orgnani, A.L.B.A. Produzioni; Paolo Vidali, direttore del Fondo Regionale per l Audiovisivo del FVG; Luca Vignaga, presidente AIDP Triveneto; Gianluca Vigne, amministratore delegato Areatecnica; Gian Mario Villalta, direttore artistico Pordenonelegge.it; Claudio Violino, assessore alle Risorse rurali, agroalimentari e forestali, Regione FVG; Federico Vione, amministratore delegato Adecco; Maria Rosa Vittadini, Università IUAV di Venezia; Maurizio Vogliazzo, Politecnico di Milano; Bruno Voglino, consulente televisivo; Jimmy Wales, fondatore di Wikipedia; Charles Weston Baker, head of Department Residential International, Savills UK; Giuseppe Zaccaria, rettore dell Università degli Studi di Padova; Francesca Zaccariotto, Presidente provincia di Venezia; Franco Zagari, docente Università Mediterranea Reggio Calabria; Luca Zaia, presidente della Regione Veneto; Sergio Zambon, fashion designer; Floriano Zambon, assessore al Turismo Provincia di Treviso; Arrigo Zanardo, presidente Impa; Damaso Zanardo, presidente Venezia Cittàmetropolitana; Valentina Zanatta, direttore patrimonio Edizione Property Spa; Stefano Zanatta, presidente Confartigianato AsoloMontebelluna; Roberto Zancan, docente UQAM Montreal; Emanuela Zandonai, Zandonai editore; Massimo Zanon, presidente Confcommercio del Veneto; Andrea Zanotti, presidente di FBK ; Battista Zardet, presidente Consorzio BIM Piave; Marino Zorzato, vicepresidente e Assessore al Territorio, alla Cultura, agli Affari generali della Regione Veneto; Roberto Zuccato, presidente Confindustria Vicenza; Francesco Zurlo, Politecnico di Milano, esperto di design dei sistemi territoriali; Ruscelli, Urban City Manager Comune di Parma Hanno contribuito alle attività di sviluppo di idee e progetti sulla candidatura: Adacta Studio Associato, Adecco, Aidda Associazione Imprenditrici e Donne Dirigenti D Azienda, Aidp Associazione Italia per la Direzione del Personale, Alca Technology, Allianz, Al Picaron, Andritz Hydro, Antiruggine, Apindustria Vicenza, Area Science Park, Arearecnica, Arredo3, Arta Treviso Cerca Arte, Ascopiave, AscoTLC, Ascom Servizi Vittorio Veneto, ASDI Coltello Maniago, Associazione Amici di Giorgio Lago, Azalea Promotion, Banca di Udine, Banco Popolare, Baxi, BCC Friuli Centrale, BCC Pordenonese, BCC San Giorgio e Meduno, BHR Treviso Hotel, BIM Piave, Bisol, Bisson Auto, Bluenergy Group, Bosa, Camera di Commercio Padova, Camera di Commercio Pordenone, Camera di Commercio Udine, Carrozzeria Riva, Cbm, Centro Espressioni Cinematografiche, Centro Polifunzionale di Gorizia, Centro Produttività Veneto, Centro Servizi e Spettacoli, Centro Studi Usine, Ciaghi Libero & C., Cibic workshop, CISL Friuli Venezia Giulia, CISL Veneto, Città di Asolo, Città di Castelfranco Veneto, Città di Montebelluna, Città di Pordenone, Città di Trieste, Città di Udine, Città di Vicenza, Città di Vittorio Veneto, Cna Vicenza, CNEL, CNT, Coldiretti Treviso, Collegio Mazza, Collegio Vescovile Dante Alighieri, Comodamente, Consorzio del prosciutto di San Daniele, Comune di Maniago, Comune di Pieve di Soligo, Comune di Possagno, Comune di Reana del Rojale, Comune di Rovereto, Comune di Schio, Comune di Tavagnacco, Comune di Trieste, Comune di Udine, Conergy Italia, Confartigianato Asolo Montebelluna, Confartigianato Giovani Imprenditori Veneto, Confartigianato Vicenza, Confartigianato Udine, Confcommercio Schio, Confcommercio Unascom Treviso, Confederazione Italiana Agricoltori, Confindustria Padova, Confindustria Trento, Confindustria Veneto, Confindustria Vicenza, Corriere del Veneto, Corriere della Sera, Corriere del Trentino, De Pretto Industrie, Diskos, DITEDI, Domus, EAS, Egea, Electrolux, Ersa, Esperimentiamoci, Etra, Exibart, Fabian, Fas, Federazione dei Comuni Camposampierese, FERPI, Festival Biblico, Festival della Cittadinanza, Festival delle Città Impresa, Fiera di Vicenza, F.lli Ferrari Ventilatori Industriali, Fondazione Arena di Verona, Fondazione 10

11 Canova, Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, Fondazione Claudio Buziol, Fondazione Corazzin, Fondazione CRUP, Fondazione CUOA, Fondazione di Venezia, Fondazione Francesco Fabbri, Fondazione La Fornace dell Innovazione, Fondazione March, Fondazione Nord Est, Fondazione Teatro Civico di Schio, Fracasso, Friulano Tipicamente Friulano, Fuoribiennale, Galileo, Gallo Pubblicità, Geox, GPS Packaging, Gottardo, Grafica Veneta, Gruppo ADN Kronos, Gruppo Mastrotto, Guanxi net, Hatitech, Hausbrandt, H-farm, Hub Rovereto, IAL Friuli Venezia Giulia, I Bibanesi, ICM, Il Piccolo, Industries, Infracom, IPA del Camposampierese, IPA Montello-Piave-Sile, Ipermela, Istituto Canova, IUAV, La7, Lago, Lafer, Leonardo Cimolin, Local Area Network, Learn, Legnopan, Luxy, M31, Manifattura Domani, Man, Marsilio, Mart, Masi Agricola, Massi Mago 1883, Master, Medialab, Mep, Metadistretto della Bioedilizia, Metadistretto Veneto dei Beni Culturali, MIB, NH Hoteles, Numeria sgr, OMC, onecare Europe. Opera Estate Festival Veneto, Opera Pia del Tempo, Ordine degli Architetti Treviso,Paesagire, Pal Zileri, Pordenonelegge.it., Porsche, PR Consulting, Provincia di Pordenone, Porto di Venezia, Provincia Autonoma di Trento, Provincia di Treviso, Provincia di Trieste, Provincia di Udine, Radio24, Recoaro, Regione del Veneto, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, SAV, Save, Sbalchiero & Partners, Scuola Italiana Design, Sella Farmaceutici, Siderforge, Sissa, Sorelle Ramonda, Stonefly, SKGZ, Skilled, Stevanato Group, Studio Altieri, Studio Esseci, TDM Demotech, TDV Treviso Design, Technogel, Technos, Telecom Italia, Telwin, Texa, Trentino Sviluppo, Trivellato, Udine Far East Film Festival, Unindustria Treviso, Unioncamere del Veneto, Unioncamere Friuli Venezia Giulia, Unione Industria Pordenone, Università Ca Foscari di Venezia, Università degli Studi di Padova, Università degli Studi di Trento, Università degli Studi Trieste, Università degli Studi di Udine, Usine Centro Studi, Valcucine, Valenia, Valex, VDP Fonderia, Veneto Banca, Veneto Sviluppo, Venzo Stampi, Verona Contemporanea, Verona Fiere, Vetreria ATCT, Vicino Lontano, Videotec, Villa Contarini Fondazione G.E. Ghirardi, Villa Russiz, Viviradio, Voith, Unicredit, Zermiglian, Zordan. Un ringraziamento a Laboretica che ha prodotto il documento relativo alla responsabilità sociale della candidatura. 11

12 PREMESSA 1 La metropoli Il Nordest è profondamente cambiato negli ultimi trent anni. Se negli anni 80 si intravvedeva la nascita di un nucleo metropolitano nelle aree di Padova, Treviso e Venezia, nel corso degli anni successivi quello che potremmo chiamare il nucleo centrale della nuova metropoli si è esteso ormai da Vicenza a Venezia a sud e da Schio-Valdagno fino a Pordenone a nord. Se il passante di Mestre costituiva allora la tangenziale della Padova Venezia Treviso, sarà ora la Pedemontana (compreso l asse Conegliano Pordenone Portogruaro) a definire quello che potrebbe essere chiamato il Grande raccordo anulare della metropoli Nordest. E peraltro ormai evidente che questo stesso ulteriore confine è destinato ad essere superato nei prossimi anni da nuovi raccordi con il Trentino (Valsugana o Valdastico) e tra Pordenone e l alto Friuli. In pochi anni, quindi, da Trento a Udine, da Verona a Trieste, si è venuta definendo una grande area metropolitana che ha come suo punto di riferimento centrale (anche nell immaginario globale) Venezia. Pur essendo quest area ormai parte integrante di quella che è stata definita da Eugenio Turri la metropoli padana, essa ha delle sue peculiarità che affondano le radici nella storia della Serenissima Repubblica e che si traducono oggi nella cultura imprenditoriale che ha dato vita al fenomeno Nordest. Se questa è la realtà presente e futura, se questo territorio ha un destino metropolitano e se infine si vuole cercare di tracciare una trama che permetta a questa metropoli di non essere una accozzaglia confusa ma una vera e propria piattaforma di sviluppo, è necessaria una svolta culturale che, come fu per Genova 2004 e Torino 2006, ridisegni l organizzazione del territorio, le sue funzioni e individui le linee per un nuovo possibile sviluppo industriale e culturale. 2 Venezia: la nuova capitale In questo disegno che fa da sfondo al progetto di candidatura, la capitale è, e non può altro che essere, Venezia. Inutile qui soffermarsi sulla storia che già basterebbe a giustificare questa scelta, così come è evidente la notorietà internazionale del capoluogo lagunare. Il significato di Venezia Capitale, dentro questo progetto, va però rinnovato. Negli anni dello sviluppo del Nordest si è infatti determinata una frattura tra Venezia e l entroterra. Mentre Venezia ha mantenuto il suo fascino ma si è venuta via via trasformando in una sorta di museo aperto ad orde di turisti mordi e fuggi, il Nordest contadino ha assistito ad una esplosione di produzione e di ricchezza che ha determinato uno spostamento dei centri di potere economico, finanziario e politico. In questa situazione Venezia non riconosceva il Nordest, ed il Nordest non riconosceva Venezia. Venezia con il Nordest Capitale Europea della Cultura significa ricomporre questa frattura, restituire a Venezia tutta la sua centralità e riconnetterla al territorio vasto che in essa si riconosce, significa contribuire a ricostruire un ruolo basato sulla produzione culturale, sulla ricerca scientifica, sullo sviluppo di nuove industrie a tecnologia evoluta. Già oggi, grazie in 12

13 particolare alle attività della Biennale ed ai grandi lavori di ingegneria idraulica del Mose, ci sono le premesse per dare avvio ad una nuova fase di sviluppo, ma il percorso di candidatura da qui al 2019 deve cercare di moltiplicare la Venezia produttiva a scapito della Venezia location di eventi culturali. Ma c è anche l altra Venezia, quella di Mestre e Marghera, che ha segnato la storia del novecento. Fare di Venezia la Capitale Europea della Cultura significa anche proseguire con maggiore determinazione nel reinventare l altra metà. Se su Marghera, per la complessità della questione, andrà aperta una riflessione a parte (anche se verrebbe naturale pensarla come sede di una nuova industria cinematografica e/o sede di industrie di tecnologia avanzata come era nelle intenzioni del Vega), su Mestre la prossima realizzazione dell M9, potrà costituire un motore culturale capace di porsi come centro di narrazione contemporanea della storia e dello sviluppo industriale di quest area. 3 I due assi dello sviluppo E notorio che il Nordest si sia sviluppato nel corso dei primi anni lungo quello che è l asse autostradale A4-A22. Lì vi erano le città, tutto il resto era provincia. Gli ultimi trent anni hanno profondamente modificato questa geografia, determinando in maniera confusa la nascita di un nuovo asse che da Rovereto, passando per Schio, Thiene, Bassano, Castelfranco, Cittadella, Conegliano e Pordenone arriva fino ad Udine e al distretti di Manzano. E l ormai famosa pedemontana, sede del più imponente sviluppo industriale degli ultimi anni e ed area che necessita sempre più di collegamenti infrastrutturali veloci e sostenibili. La Capitale Europea della Cultura 2019 potrà puntare a svilupparsi quindi non solo lungo l asse delle città, ma lungo entrambi queste due direttrici, prendendo con ciò atto sia di una realtà di fatto che di un fiorire di vitalità culturale e di imprenditorialità creativa che rendono la pedemontana, secondo uno studio del prof. Pier Luigi Sacco, il distretto culturale evoluto più dinamico del Nordest. 4 Far viaggiare (veloce e sostenibile) merci, idee e persone La Capitale del 2019 dovrà portare un altra innovazione fondamentale nel costruire l assetto metropolitano del Nordest, e cioè un efficiente e moderno sistema di trasporti ferroviario metropolitano e di Alta Velocità. Siamo ormai giunti infatti, con la Pedemontana, Valdastico Sud, Valsugana e Pordenone Sequals- Tarvisio, al completamento del disegno del trasporto stradale del Nordest e non è pensabile altro sviluppo di trasporto interno e di collegamento basato sull asfalto. Il Nordest del 2019 dovrà invece recuperare l enorme ritardo accumulato negli ultimi 20 anni sul trasporto ferroviario, portando l Alta Velocità almeno fino a Venezia (ed ammodernando la linea fino a Trieste per permettere collegamenti rapidi con quella che dovrà essere un altra città-polo del progetto) e strutturando un sistema ferroviario di trasporto metropolitano che innervi dall Alto Adige a Belluno e Cortina, dal Trentino a Bassano, da Gorizia a Trieste, l intera pianura veneta. 13

14 La svolta culturale nei trasporti e nella logistica del Nordest del 2019 dovrà essere quindi all insegna della sostenibilità, costruendo una fitta rete di collegamento ferroviario e tramviario che metta in rete porti ed aeroporti, città e centri minori, diminuendo quindi l impatto ed il caos provocato da tir e auto. Con altrettanta determinazione andrà completata la fitta rete già avviata di piste ciclabili recuperando una tradizione di trasporto ecocompatibile che trova nelle nostre regioni grandissimo seguito. Se queste sono le esigenze sul piano interno e le realistiche proposte realizzabili da qui al 2019, è evidente che il tema dei collegamenti internazionali sia verso Est che verso Nord impongono non solo realizzazioni come il tunnel del Brennero ma una progettualità ed iniziative che permettano di costruire uno sbocco verso i Paesi della nuova Europa, sia lungo il percorso della Pontebbana sia attraverso la Slovenia. In questo senso va definitivamente chiarito che, anche per le scelte di Paesi chiave come l Austria, non hanno più senso progetti autostradali pensati in altre fasi dello sviluppo e che tutti i collegamenti vanno ripensati in chiave ferroviaria. Queste opere sono indispensabili anche per la rivitalizzazione del sistema portuale dell alto Adriatico che potrebbe diventare un propulsore notevole dello sviluppo complessivo dell area. Il Nordest del 2019 dovrà vedere anche lo sviluppo ed il completamento delle reti di banda larga per i cittadini e per le imprese. L obiettivo che si dovrebbe cercare di raggiungere è di rendere per il 2019 quest area come l area europea più sviluppata in termini di connettività. Se questa manifestazione dovrà essere il motore di un nuovo sviluppo questo è indubbiamente uno degli obiettivi che potranno far si che Venezia Nordest 2019 sia la capitale dei giovani e delle idee. 5 La Green Valley La riflessione sui trasporti, elemento essenziale per connettere un progetto pensato a rete, rimanda ad un altra opzione di fondo che dovrà caratterizzare il contesto nel quale si collocherà la Capitale Europea della Cultura, ovvero il tema della sostenibilità e del rapporto tra produzione e paesaggio. Vanno recuperate in questo senso le riflessioni che Mario Rigoni Stern svolgeva a proposito della necessità del costruire ciò che è necessario per vivere nel nuovo contesto metropolitano, cercando però di rimettere mano agli aspetti più disastrosi sul piano ambientale della precedente fase di sviluppo. Costruire riordinando e recuperando, potrebbe essere il leit-motiv. Recuperare i capannoni vuoti ad altre funzioni, abbatterli laddove deturpanti e non più necessari per costruire con nuovi criteri che consentano densificazione e recupero di spazi vuoti, pretendere architetture di qualità che rendano attrattive le nuove aree ed i litorali per un turismo ed una residenzialità internazionale di alto livello. Il nostro territorio, conosciuto per essere il Nordest dei capannoni, dovrà, nel 2019, essere conosciuto per essere il più grande laboratorio europeo di recupero del paesaggio industriale. 14

15 6 Dal catering alla produzione culturale La Capitale Europea della Cultura non dovrà essere un grande evento, ma un processo di costruzione di nuove identità, di relazioni e percorsi, di insediamento e sviluppo di produzioni culturali evolute. Con ciò affermiamo l esigenza di interpretare il percorso che porterà Venezia con il Nordest al 2019 come occasione per dare vita ad una rivitalizzazione del tessuto industriale sviluppando un tessuto di imprese che dal cinema ai nuovi media, dal design all artigianato dei maestri d arte, dalla tecnologia alla ricerca, permetta di recuperare il meglio della nostra cultura industriale manifatturiera ed enogastronomica per ricollocarle nei nuovi contesti competitivi globali. Le grandi mostre ed i grandi eventi, quello che cioè viene definito catering culturale, dovranno essere uno degli elementi che saranno serviti in occasione della Capitale Europea della Cultura, ma l essenza del percorso verso il 2019 dovrà riguardare la trasformazione di fondo di quel tessuto imprenditoriale che già oggi ci permette di essere riconosciuti nel mondo, spesso attraverso brand industriali o prodotti enogastronomici, come territorio di cultura e creatività. In questo senso, la Biennale di Venezia, unico grande soggetto di valore culturale contemporaneo riconosciuto a livello globale, va pienamente sostenuta come motore di questo nuovo sviluppo, rafforzando il suo rapporto con l intero territorio e con il tessuto industriale. 15

16 7 Le reti culturali Costruire un modello a rete significa immaginare una metropoli organizzata su due livelli: a. un primo livello che valorizza e costruisce punti di eccellenza internazionale. Le eccellenze si costruiscono sulla base di vocazioni territoriali e su investimenti realizzati negli anni dai singoli territori, operando scelte che permettano di evitare duplicazioni. Per citare degli esempi, se Venezia rappresenta attraverso la Biennale l eccellenza nella cultura del contemporaneo, Trieste può diventare il punto di eccellenza nella cultura scientifica, Pordenone dei Festival letterari, Rovereto nello sviluppo di tecnologia sostenibile, Treviso nel design, Trento dell Economia, etc. Ogni territorio può e deve sviluppare una sua specifica eccellenza metropolitana e la Capitale a rete deve cercare di sostenere ed assecondare questi sforzi. b. Un secondo livello riguarda il tessuto diffuso di arte e cultura, dove, data la natura originariamente policentrica del Nordest, vanno costruiti dei veri e propri percorsi di tipo turistico che evidenzino caratteri, storia, tradizioni e specificità di questo territorio. Dal percorso del turismo religioso che potrebbe valorizzare e contribuire a rinnovare le profonde radici cristiane che da Aquileia a Venezia, da Padova a Trento hanno segnato la storia ed i costumi dell intero Nordest, a quello della Grande Guerra che, percorrendo l intero fronte bellico, racconti e rielabori la memoria delle drammatiche vicende che hanno segnato e segnano la nostra storia e cultura; dal percorso dei poli espositivi e delle grandi mostre a quello del vino e del turismo enogastronomico, dai percorsi delle terme a quelli della natura e della montagna. La ricchezza culturale e storica e di città d arte (basti pensare al Palladio, alle città murate, 16

17 all Arena di Verona o a Cividale, Asolo o Aquileia) necessita di essere organizzata attraverso altrettanti percorsi che permettano di attrarre un turismo di qualità che renda giustizia a questo immenso patrimonio che, promosso e gestito in maniera isolata e campanilistica come avviene oggi, rappresenta un occasione mancata di sviluppo. 8 La big society della cultura Un sistema a rete si rende indispensabile anche per gestire la nuova fase che il mondo delle attività culturali si troverà ad affrontare e che sarà segnato dalla fine della prevalenza dell intervento pubblico e delle fondazioni bancarie nelle attività culturali. La grande occasione che si presenta al Nordest nella fase in cui la scarsità di risorse finanziarie potrebbe determinare la chiusura di moltissime attività culturali (dai musei alle mostre, dal teatro al cinema), è quella di sperimentare nuovi modelli di funzionamento basati su criteri di efficienza, aggregazione e costruzioni di reti di servizi, in cui logiche e criteri di produttività ne siano alla base. L intervento dei privati, delle aziende e delle nuove forme mutualistiche che già oggi caratterizzano molta parte della vita culturale del Nordest, andranno rafforzate ulteriormente. Qualunque sia il giudizio sul rapporto pubblico-privato in campo culturale, questo tipo di scelte saranno inevitabili, pena la desertificazione della vita culturale in particolare nelle realtà di minori dimensioni. Venezia con il Nordest Capitale Europea della Cultura 2019 rappresenterà l occasione per sperimentare e dare attuazione a questi nuovi modelli organizzativi, creando così un luogo europeo di sperimentazione di una società che, a intervento pubblico limitato, punta sulla cultura per il suo rilancio e sviluppo. 9 Una nuova identità da vivere e comunicare Il brand Nordest non esiste a livello internazionale, ed a livello nazionale è sinonimo di capannoni, evasori fiscali, imprenditori dinamici ma ignoranti e tendenzialmente xenofobi. Il brand Venezia è internazionalmente riconosciuto ma associato prevalentemente ad una città cartolina ed alle sue gondole. Il mutamento che si è realizzato in questi anni nel Nordest e che fa di questo territorio la terra prima in Italia per accoglienza e gestione dei flussi migratori, tra i primi in termini di contribuzione fiscale, area con il maggior numero di imprese creative e di produzione culturale, necessità un processo di ricostruzione identitaria e di comunicazione globale. La Venezia che, attraverso la Biennale, è produttrice di cultura e capitale di questo territorio, necessita una narrazione che valorizzi questi elementi ed un processo che collochi l intera Venice Region come polo mondiale di innovazione e creatività. Le strategie di costruzione del brand dovranno tenere conto degli elementi di criticità ed essere orientati ad una operazione di comunicazione globale (e non solo europea) che agisca a più livelli attraverso il pieno coinvolgimento delle comunità locali, delle imprese internazionalizzate e delle grandi istituzioni culturali dell intero territorio. 17

18 10 Per un candidatura socialmente responsabile Quando si parla di grandi eventi - e di conseguenza dei progetti e interventi ad essi collegati - non si parla di accadimenti i cui effetti e ricadute saranno visibili solo ed esclusivamente nel periodo di svolgimento. Uno degli aspetti fondamentali di un grande evento è infatti che queste ricadute ed effetti non avranno solamente un impatto legato principalmente alle potenzialità di sviluppo economico- turistico di un territorio, ma avranno anche un impatto in termini di valori, comportamenti sociali ed effetti sulla vita quotidiana del cittadino che abita in quel territorio e del turista che lo visiterà. A maggior ragione, essendo la Cultura, intesa in senso lato, l elemento motore di questa iniziativa, non si può prescindere dal pensare a come far sì che tali effetti e ricadute siano il più possibile positivi. Innanzitutto si può quindi pensare ad un sistema di gestione e di organizzazione dell evento ispirato a principi etici e della Responsabilità Sociale d'impresa (RSI) basato sui sette principi elaborati dall International Organization for Standardization. 18

19 LE LINEE DI FONDO 1 FAR CRESCERE IL NORDEST 1.1 Report sull industria culturale e creativa A cura di Cristiano Seganfreddo (Fuoribiennale/Progetto Marzotto) L industria culturale e creativa è l'economia di riferimento europea. Comprende un comparto molto ampio e significativo che, schematicamente, va dai settori culturali di base come le attività performative e visive, al patrimonio storico-artistico-architettonico, alle industrie e attività creative, aziende ed imprese ad alto valore aggiunto di produzione come il design, la moda, la pubblicità, software e videogiochi, l architettura, o l artigianato fino alle industrie culturali dove le attività economiche sono strettamente collegate alle attività artistiche come la cinematografia, la televisione, la radio, la musica e l editoria. Il Consiglio Europeo di Lisbona, ancora nel 2000, definiva la linea guida dello sviluppo economico europeo nell economia della conoscenza. Ovvero in una economia basata su ricerca, creatività e cultura dove si suggeriva agli stati membri di promuovere ambienti favorevoli alla creatività e all innovazione e a fare di tali questioni una priorità politica di lunga durata. Il Rapporto Jan Figel, elaborato nel 2006 dalla Commissione Europea, analizzava la dimensione dei mercati culturali e creativi in Europa. Emergeva che la cultura svolge un ruolo determinante per la crescita, la competitività, lo sviluppo sostenibile, l innovazione, l occupazione, la coesione sociale. Il rapporto europeo andava oltre, dimostrando che la cultura pesa di più di gomma, automobile o ITC. Il turnover del settore culturale e creativo ha, infatti, raggiunto 654 miliardi di euro, contribuendo al PIL europeo per una percentuale pari a 2,6%, e la crescita del settore è maggiore del 12,3% rispetto alla crescita generale dell economia europea, con 5,8 milioni di persone (il 3,1% del totale della popolazione occupata). Le ultime rivelazioni sul tema del volume dell industria creativa in Europa vedono raddoppiare i dati sovraesposti. In Italia l industria creativa fattura quasi il 5% della ricchezza prodotta (68 mld di euro) e dà lavoro a un milione e mezzo di persone (il 5,7% dell occupazione nazionale). Superiore, ad esempio, al settore della meccanica e dei mezzi di trasporto. Sono i dati de L'Italia che verrà - Industria culturale, made in Italy e territori, realizzato da Unioncamere e da Fondazione Symbola, il primo rapporto in Italia dare una visione concreta e puntuale del peso della cultura nell economia nazionale. Il rapporto, che dovrebbe essere un manuale di testo per amministratori e stakeholder, ci dice che la cultura non è un fattore inutile alla crescita o marginale. Ci dice che la cultura e la creatività ci danno da mangiare. E lo faranno sempre di più. Ci racconta con dati reali che le performance migliori dal punto di vista della crescita derivano proprio da questo settore ampio, considerato trainante per l economia italiana. La crescita del valore aggiunto delle imprese del settore della cultura è stata del 3%, 10 volte tanto l economia italiana nel suo complesso (+0,3%). Dato che si riflette sul numero di occupati: saliti di quasi un punto percentuale (+0,9%, +13 mila posti) a fronte della pesante flessione del 2,1% subita a livello complessivo. Ancora: il saldo della bilancia commerciale del sistema 19

20 produttivo culturale nel 2010 ha registrato un attivo per 13,7 miliardi di euro. A livello di economia complessiva, invece, la bilancia indicava -29,3 miliardi. L export di cultura vale circa 30 miliardi di euro e rappresenta l 8,9% sull export complessivo nazionale; l import è pari a circa 16 miliardi di euro e costituisce il 4,5% del totale. In questo scenario europeo ed italiano proviamo a far ricadere un ragionamento sul Nordest. I dati anche qui parlano chiaro. Una intuizione di qualche anno fa di parlare del Nordest come uno dei cuori pulsanti dell industria creativa mondiale, ha trovato un riscontro numerico. Al tempo è stata fatta una prima mappatura attiva del Veneto immateriale dove, qualitativamente, erano state mappate oltre 4500 realtà eccellenti o significative (Progetto del Distretto culturale evoluto di Pierluigi Sacco e mappatura di Fuoribiennale). Questo comparto oggi rappresenta a Nordest quasi il 25% dovuto ad una fortissima presenza dell artigianato manifatturiero e ad attività collegate al made in Italy classico, fashion e arredamento. Il solo Veneto ha una incidenza del valore aggiunto del sistema produttivo locale pari o superiore al 6%, dovuto alla presenza trasversale di contenuti creativi in tutte le produzioni, dalla meccanica al tessile, dall occhialeria all oro e non alla produzione dei settori culturali di base, pur molto presenti sui territori. Basti pensare alla graduatoria delle province italiane (sempre della Fondazione Symbola-Unioncamere) per incidenza percentuale del valore aggiunto del sistema produttivo culturale sul totale dell economia dove abbiamo Pordenone seconda con l 8%, Vicenza terza con il 7,8, Treviso sesta al 7,2, Verona con il 6,2, Padova il 5,7...Milano per capirci ha il 7%. Questo significa che produciamo manifattura avanzata e creativa in termini beni, prodotti e servizi ad alto valore aggiunto. Questa è la somma non solo dei vari Diesel, Bisazza, Zamperla, Geox, Lotto o Luxottica ma anche di tanti, tantissimi piccoli, unbranded che costituiscono esperienze di eccellenza produttiva progettuale in molti ambiti produttivi. Oggi il tema è come rendere consapevole e attivo questo immenso patrimonio e questa potenzialità produttiva, collegata alla piattaforma storica artistica architettonica locale, in una dimensione di e da Capitale Europea. Come dice Sacco, l innovazione non dipende solo dall investire in Ricerca e Sviluppo o in Itc. La capacità innovativa dipende dalla capacità di creare un ambiente favorevole alla crescita e alla circolazione di reti. Solo se creiamo condizioni favorevoli, che sia contemporanee nel software, continuerà lo sviluppo del territorio. Ecco, in sintesi, alcune proposte operative, emerse dal workshop del 23 settembre. Comunicazione strategica e internazionalizzazione Aumentare la consapevolezza interna della rete creativa e culturale locale con la creazione di un linguaggio comune. Dobbiamo convincerci che questo è il futuro del territorio. Il futuro è già nel territorio. Le nuove ville palladiane del sono le imprese creative. Diffondere la potenzialità del territorio con sistemi di rappresentazione contemporanea e internazionale durante le manifestazioni internazionali. Non in modo naif e folkloristico. Diffusione di messaggi attraverso la rete delle imprese ad alto valore aggiunto per farle veicolo territoriale. Solo a Ny sono presenti più di 200 imprese del nordest tra la quinta strada e Soho! 20

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Nominativo / SCS AZIONINNOVA SPA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BOLOGNA UNIVERSITA' LA

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CUNEO

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CUNEO GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 9^ legislatura Struttura amministrativa competente: Direzione Competitivita Sistemi Agroalimentari Presidente Luca Zaia Vicepresidente Marino Zorzato Assessori Renato Chisso Roberto Ciambetti Luca Coletto

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA Graduatoria Docenti aspiranti all UTILIZZAZIONE nei LICEI MUSICALI Anno Scolastico 0/ Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA sul posto o sulla quota orario assegnata nell anno scolastico 0/ (docenti titolari

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI Giovedì 28 agosto 2014: inizio operazioni ore 10,00 PROV. 1 CISCO EMANUELA 02/02/1982 VI 2 RONCAGLIA FRANCESCA 06/03/1983 VI 3 PAGLIAMINUTA

Dettagli

MODENA MODENA 1 MODENA 1 MODENA 1 RAVENNA 1 REGGIO EMILIA REGGIO EMILIA 1 RIMINI 1 PARMA 1 PARMA 1 FORLI CESENA 1

MODENA MODENA 1 MODENA 1 MODENA 1 RAVENNA 1 REGGIO EMILIA REGGIO EMILIA 1 RIMINI 1 PARMA 1 PARMA 1 FORLI CESENA 1 Posti disponibili A 245 CIACCI Angela pos.214 punt.70,20 CHEILAN Claria Marie pos.221 punt.70,00 MELLI CREMONINI Elisabetta pos.210 punt.70,50 MUCCHINO Valentina pos.212 punt.70,30 APPIGNANESI SIMONA pos.224

Dettagli

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI LISTE REGIONALI SEZ. 1 SEZ. 2 SEZ.3 SEZ.4 SEZ. 5 SEZ. 6 SEZ. 7 SEZ. 8 SEZ. 9 SEZ. 10 SEZ. 11 SEZ. 12 SEZ. 13 TOTALE LISTA N. 1 CANCELLERI Giovanni Carlo 72 103 104 106 70 53 90 91 59 86 77 89 96 1096 LISTA

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO

INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO Area Affari Generali Servizio Società Partecipate INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO Di seguito si riportano i dati relativi alle partecipazioni in società

Dettagli

XVI COPPA 4 STILI CITTA' DI TRENTO - pomeriggio

XVI COPPA 4 STILI CITTA' DI TRENTO - pomeriggio Trento dal 27/05/2012 al 27/05/2012 RIEPILOGO 100 Dorso Esordienti A Femminile - Serie 1) DONINI Valentina 00 RARI NANTES TRENTO 1'125 2) BAZZANELLA Chiara 00 2001 TEAM ASD - ROVER 1'153 3) CRISTOFALETTI

Dettagli

Elenco per Classe. Pr. Alunno Data Nasc.

Elenco per Classe. Pr. Alunno Data Nasc. Classe: 3A TERZE E QUARTE NUOVO ORDINAMENTO LICEO SCIENTIFICO STATALE "P. RUGGIERI" MARSALA 1 ANGILERI VITO 11/02/1999 2 ARISTODEMO MARCO 17/03/1999 3 BONFRATELLO SAMUELE 26/06/1999 4 CAMAGNA MICHELE 12/05/1999

Dettagli

DIALOGHI SUL COMPORRE

DIALOGHI SUL COMPORRE TORRI DELL ACQUA 2 workshop di composizione assistita da computer. Seminari, lezioni e concerti dal 28 al 30 dicembre presso le Torri dell'acqua di Budrio Il fondamentale ruolo interpretato dalle Torri

Dettagli

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale CDS Master Organizzazione: Trionfo Ligure - Genova RISULTATI 100 METRI MASTER F Serie Unica VILLA GENTILE - 18 Maggio 2013 Ora Inizio: 16:26 - Vento: +0.4 1 4

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

D E C R E T A 3 D ADDARIO TEODOLINDA AD01 ITC CASALBORDINO 5 DI BIASE LUCIA AD01 IM LANCIANO 6 DI BLASIO TERESA AD01 ITIS VASTO

D E C R E T A 3 D ADDARIO TEODOLINDA AD01 ITC CASALBORDINO 5 DI BIASE LUCIA AD01 IM LANCIANO 6 DI BLASIO TERESA AD01 ITIS VASTO Prot. n. AOOUSPCH2813 IL RESPONSABILE DELL UFFICIO VI VISTO il proprio atto n. 2462 del 22 luglio 2013, con il quale sono stati individuati i posti di sostegno agli alunni in situazione di handicap negli

Dettagli

DETERMINAZIONE N 1 DEL 2009

DETERMINAZIONE N 1 DEL 2009 Oggetto: approvazione graduatoria finale della selezione pubblica per titoli per il reperimento di figure professionali necessarie al funzionamento dell ufficio di Piano e per attività e servizi previsti

Dettagli

CI INTERESSA visione, strategia, politiche

CI INTERESSA visione, strategia, politiche CI INTERESSA visione, strategia, politiche 45 Convegno Santa Margherita Ligure Grand Hotel Miramare 5 6 giugno 2015 La politica e le politiche sono cose molto diverse. La prima troppo spesso sembra attenta

Dettagli

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 Sortino Consuelo Pisano Antonino Impellizzeri Giulia Petriglieri Emilio Silvestro Federica Ciadamidaro Rocco graphic design 3 / triennio lunedì

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

IL GRUPPO DI LAVORO E GLI AUTORI DEGLI APPROFONDIMENTI

IL GRUPPO DI LAVORO E GLI AUTORI DEGLI APPROFONDIMENTI IL GRUPPO DI LAVORO E GLI AUTORI DEGLI APPROFONDIMENTI ALLEGATO II 1 0 R A P P O R T O S U L L A F O R M A Z I O N E N E L L A P A : I L G R U P P O D I L A V O R O E G L I A U T O R I D E G L I A P P

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

PROFESSORI DELLO STAT

PROFESSORI DELLO STAT PROFESSORI STABILI ORDINARI > Giuliani p. Matteo, ofm Dottorato in Scienze dell Educazione con indirizzo catechetica Catechetica e Didattica della religione Responsabile del Servizio Formazione Permanente

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Festival Fin da Piccoli Nutrire le menti: incontri e dialoghi sui primi tre anni di vita

Festival Fin da Piccoli Nutrire le menti: incontri e dialoghi sui primi tre anni di vita Festival Fin da Piccoli Nutrire le menti: incontri e dialoghi sui primi tre anni di vita Trieste, 4-6 settembre 2015 Il Comune di Trieste, il Centro per la Salute del Bambino Onlus (CSB) e il Gruppo Nazionale

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2

Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2 Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2 Esordienti 2004-05 Femmine (50 mt) anno Società TEMPO 1

Dettagli

Atleta Societa Punt. Class. Punt. Class. Punt. Class. Punt. Class. Punt. Class. Punt. Class.

Atleta Societa Punt. Class. Punt. Class. Punt. Class. Punt. Class. Punt. Class. Punt. Class. Women 1 SCARMIN SARA T. BIKE 18 9 2 9 2 CHERUBIN LAURA G.C. BICIVERDE 10 10 1 0 0 BARINI ELISA TEAM ESTE BIKE ZORDAN 10 0 4 10 1 POZZATO MARTA ASD G.S. PORTO VIRO 0 0 3 0 0 Women 2 DE LORENZO POZLUISA

Dettagli

A012 PORRECA Patrizia A058-A060-A074 Pisticci 101 95 95 DOP. A016 COLLETTA Olga Ren. A072- Sostegno Policoro 46 40 Senza sede

A012 PORRECA Patrizia A058-A060-A074 Pisticci 101 95 95 DOP. A016 COLLETTA Olga Ren. A072- Sostegno Policoro 46 40 Senza sede Altra Classe di Sede e A012 PORRECA Patrizia A058-A060-A074 Pisticci 101 95 95 DOP A016 COLLETTA Olga Ren. A072- Sostegno Policoro 46 40 Senza sede A017 GAUDIANO Domenico A039 ITC"Ol."MT 299 Matera 305

Dettagli

D I S P O N E. GF\D:\Documents and Settings\All Users\Documenti\Documenti\NOMINE 2012-2013\GRADUATORIA DEFIN UTILIZZ E ASS PROVV 2012-13.

D I S P O N E. GF\D:\Documents and Settings\All Users\Documenti\Documenti\NOMINE 2012-2013\GRADUATORIA DEFIN UTILIZZ E ASS PROVV 2012-13. Prot. n. 6028 C2CU, 05.09.2012 IL DIRIGENTE VISTO il CCNI sulle utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA sottoscritto per l anno scolastico 20122013 in data 2382012;

Dettagli

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE CONVEGNO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA Dipartimento di Economia e Management ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI FERRARA IPSOA LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli

COGNOME NOME DATA NASCITA PRV NASCITA PUNT. UTI PUNT. EXTIT SCUOLA DI RICONF. COD. PREC CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T

COGNOME NOME DATA NASCITA PRV NASCITA PUNT. UTI PUNT. EXTIT SCUOLA DI RICONF. COD. PREC CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 CLASSE DI CONCORSO:A017 DISCIPLINE ECONOMICO AZIENDALI ANZIVINO MARILENA 07/12/1968 FG 30,00 0,00 CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T

Dettagli

Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014

Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014 Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014 Tipo Posto Cod. Tipo Posto Posto Cognome Nome Punteggio COMUNE AN 1 VICARI

Dettagli

Con l Europa investiamo nel vostro futuro

Con l Europa investiamo nel vostro futuro Facilitatore ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE ELENA DI SAVOIA PIERO CALAMANDREI ISTITUTO TECNICO STATALE TECNOLOGICO ECONOMICO CHIMICA MATERIALI E BIOTECNOLOGIE SANITARIE AMBIENTALI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

ASSEGNAZIONE DOCENTI AI PLESSI, ALLE CLASSI, ALLE SEZIONI, ALLE DISCIPLINE

ASSEGNAZIONE DOCENTI AI PLESSI, ALLE CLASSI, ALLE SEZIONI, ALLE DISCIPLINE A.S. 2013-14 ASSEGNAZIONE DOCENTI AI PLESSI, ALLE CLASSI, ALLE SEZIONI, ALLE DISCIPLINE SCUOLA INFANZIA COLLE INNAMORATI Doc. curricolari Sostegno IRC Sezione A Cattelan Cristina Ranieri Paola (antimer.)

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/2015. CLASSE - 4^A MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (elettr./elettronico) MATERIA D INSEGNAMENTO

ANNO SCOLASTICO 2014/2015. CLASSE - 4^A MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (elettr./elettronico) MATERIA D INSEGNAMENTO CLASSE - 4^A MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (elettr./elettronico) BATTAGLIA FRANCESCO MATEMATICA Giovedì / 08.58 09.56 CECCHINI ANTONELLA INGLESE Riceve su appuntamento CEOTTO PIETRO TECN MECC ed APPLIC

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : VENEZIA

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : VENEZIA GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA BASILICATA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : MATERA

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA BASILICATA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : MATERA GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE 25 foto di Sophie Anne Herin GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ALTRE PAROLE PER DIRLO Diamo corpo e parola alla forza delle donne Libere di scegliere Libere di desiderare Libere di

Dettagli

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala.

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala. Fo oto Erio Piccaglian ni Teatro alla S Scala L opera italiana nel panorama mondiale Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014 ASK: CHI, PERCHE, COSA Siamo

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

1. CINELLI ANNA MARIA 15/04/57 PN 151,00

1. CINELLI ANNA MARIA 15/04/57 PN 151,00 INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 NOTA ESPLICATIVA I PUNTEGGI PER I DOCENTI INCLUSI NELLA PRESENTE GRADUATORIA SONO DETERMINATI NEL SEGUENTE MODO: 1) PER I DOCENTI GIA' TITOLARI SULLA

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Foglio1. PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi)

Foglio1. PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi) PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi) Autorizzazione/Atto Contenuto Destinatario Documentazione ANNA MARCHI MAZZINI Autorizzazione

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

LICEO GINNASIO "I. KANT" IV A V A. Composizione Consigli di Classe A.S. 2011-12. Classe: CINTI MARIA CARLA. Italiano GALLORO FELICIA.

LICEO GINNASIO I. KANT IV A V A. Composizione Consigli di Classe A.S. 2011-12. Classe: CINTI MARIA CARLA. Italiano GALLORO FELICIA. LICEO GINNASIO "I. KANT" Composizione Consigli di Classe A.S. 2011-12 IV A CINTI MARIA CARLA GALLORO FELICIA CINTI MARIA CARLA CINTI MARIA CARLA TEDESCHINI ALESSANDRA CRISTOFORI PAOLA MATTONI ANNAMARIA

Dettagli

PUNT. TOT. DICHIARATO PREC.

PUNT. TOT. DICHIARATO PREC. 1 A016 NUCIFORA LAURA 24/06/1962 205,00 ITG JUVARA SIRACUSA 1 A018 LASAGNA GIORGIO 11/09/1956 DOP 200,00 LIC.ART. NOTO 2 A018 GULINO MARIA TERESA 06/08/1961 DOP 118,00 LIC.ART. LENTINI 3 A018 INTERLANDI

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

In cl. Ri s. Cod. Tip o. Su ppl en za

In cl. Ri s. Cod. Tip o. Su ppl en za Cod. Tip o In cl. Ri s Post o Cognome Nome Data Nascita Punt eggi o AN 1 PROIETTI MANCINI SIMONA 30/09/1975 200 AN 2 CALCATERRA LUCIA 24/09/1969 198 AN 3 COPPOLA MARIA TERESA 25/06/1962 196 AN 4 MARCON

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI PIEMONTE - VALLE D'AOSTA LIGURIA UNIONE COMMERCIO E TURISMO PROVINCIA DI 1 PF1335_PR418_av214_1 SAVONA ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI DELLA 2 PF1085_PR313_av214_1 PROVINCIA DI ALESSANDRIA ASCOM-BRA ASSOCIAZIONE

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

GRADUATORIA DOCENTI DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE (GIA' D.O.P.) - SCUOLA SECONDARIA II GRADO NOTA ESPLICATIVA

GRADUATORIA DOCENTI DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE (GIA' D.O.P.) - SCUOLA SECONDARIA II GRADO NOTA ESPLICATIVA INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 NOTA ESPLICATIVA I PUNTEGGI PER I DOCENTI INCLUSI NELLA PRESENTE GRADUATORIA SONO DETERMINATI NEL SEGUENTE MODO: 1) PER I DOCENTI GIA' TITOLARI SULLA

Dettagli

1 BONOLI ALESSANDRA 12/02/56 RA 199,00 *** 2 MARABINI PAOLA 14/12/55 RA 190,00 3 TADOLINI MARCO 30/12/56 BO 186,00

1 BONOLI ALESSANDRA 12/02/56 RA 199,00 *** 2 MARABINI PAOLA 14/12/55 RA 190,00 3 TADOLINI MARCO 30/12/56 BO 186,00 INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 NOTA ESPLICATIVA I PUNTEGGI PER I DOCENTI INCLUSI NELLA PRESENTE GRADUATORIA SONO DETERMINATI NEL SEGUENTE MODO: 1) PER I DOCENTI GIA' TITOLARI SULLA

Dettagli

CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE INFORMAZIONI PERSONALI Nome DAL ZOTTO FIORENZA Indirizzo Via Bologna n. 4/9, Mirano Venezia cap. 30035 Telefono 340.75.42.966 349.50.68.205 Fax 041.54.11.201 E-mail

Dettagli

Elenco candidati ammessi al collquio per il conferimento dell'incarico di responsabile Ufficio "Stampa" (Determinazione n. 117 del 25/02/2014)

Elenco candidati ammessi al collquio per il conferimento dell'incarico di responsabile Ufficio Stampa (Determinazione n. 117 del 25/02/2014) Elenco candidati ammessi al collquio per il conferimento dell'incarico di responsabile Ufficio "Stampa" (Determinazione n. 117 del 25/02/2014) Caschera Finanzio AMMESSO De Ritis Gianni AMMESSO Degl'Innocenti

Dettagli

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er.

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er. Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co Tipo d. Incl. Po Posto Tip o Ris sto Cognome Nome Data Nascita Prov.

Dettagli

FREQUENZA COMPORTAMENTO CONOSCENZE ABILITÀ-ORIGINALITÀ APPRENDIMENTO max. 3 punti 0-1-2 punti max. 10 punti max. 10 punti media

FREQUENZA COMPORTAMENTO CONOSCENZE ABILITÀ-ORIGINALITÀ APPRENDIMENTO max. 3 punti 0-1-2 punti max. 10 punti max. 10 punti media Commissione 1 - COMMISSIONE AFFARI ESTERI (AFET) CHAIR: Ilaria BLASUCCI, Alessandro IANNAMORELLI TOTALE INCONTRI: CALCIOTTI LUDOVICA VAIANA VALENTINA DI CASTRO MATTEO VERNICA DIANA LE LUCA MARIANNA SBARDELLA

Dettagli

GRADUATORIA DOCENTI DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE (GIA' D.O.P.) - AD USO INTERNO - SCUOLA SECONDARIA II GRADO NOTA ESPLICATIVA

GRADUATORIA DOCENTI DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE (GIA' D.O.P.) - AD USO INTERNO - SCUOLA SECONDARIA II GRADO NOTA ESPLICATIVA INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 NOTA ESPLICATIVA I PUNTEGGI PER I DOCENTI INCLUSI NELLA PRESENTE GRADUATORIA SONO DETERMINATI NEL SEGUENTE MODO: 1) PER I DOCENTI GIA' TITOLARI SULLA

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

TURNI DI GUARDIA FARMACEUTICA NOTTURNA E FESTIVA Orario di apertura delle farmacie:

TURNI DI GUARDIA FARMACEUTICA NOTTURNA E FESTIVA Orario di apertura delle farmacie: Pagina 1 di 2 T U R N O N 1 : DAL 27/02/2015 AL 06/03/2015 CAMPAGNALTA DI SAN MARTINO DI LUPARI Via Brenta, 35 FARMACIA COMUNALE CAMPAGNALTA 049-595.21.29 S.MICHELE D/BADESSE di BORGORICCO Piazza Giovanni

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

GRADUATORIA DEFINITIVA (rif. Bando prot. 1738/C7 del 09/05/2014) Alessandria, 28 luglio 2014 - prot. 2820/C7 ARCHI (VIOLINO JAZZ) - IDONEI

GRADUATORIA DEFINITIVA (rif. Bando prot. 1738/C7 del 09/05/2014) Alessandria, 28 luglio 2014 - prot. 2820/C7 ARCHI (VIOLINO JAZZ) - IDONEI GRADUATORIA DEFINITIVA (rif. Bando prot. 1738/C7 del 09/05/2014) Alessandria, 28 luglio 2014 - prot. 2820/C7 ARCHI (VIOLINO JAZZ) - IDONEI NOME PUNT. ARTISTICO TOT TITOLI DI STUDIO TITOLI DI SERVIZIO PUNT.

Dettagli

Progetto Le piazze del sapere per apprendere sempre ottobre 2011 febbraio 2012

Progetto Le piazze del sapere per apprendere sempre ottobre 2011 febbraio 2012 Città di Caserta Assessorato alla Cultura Progetto Le piazze del sapere per apprendere sempre ottobre 2011 febbraio 2012 Caserta, Sala Giunta del Comune 04 ottobre 2011 ore 16,00 Riunione con le associazioni

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE RELIGIONE 9788842674061 CONTADINI M ITINERARI DI IRC 2.0 VOLUME UNICO + DVD LIBRO DIGITALE

Dettagli

4 (01:35:20) (2-91) CUS BARI(A) Binetti Saverio Boccuto Alberto Altamura Dionisio Piromallo Alfonso Giampietro Giovann +0:1:60

4 (01:35:20) (2-91) CUS BARI(A) Binetti Saverio Boccuto Alberto Altamura Dionisio Piromallo Alfonso Giampietro Giovann +0:1:60 GARA 3 del 22 Ore 15:00 QUATTRO CON Senior A M Finale 1 CAMPIONATI UNIVERSITARI MONATE (Codice 7 mt.500 N.Eq. 6 N.Isc. 6) 1 (01:33:60) (4-55) Wurzel Marius (1) Casetti Andrea (1) Palma Jacopo (2) Banti

Dettagli

Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n.

Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n. Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n. 613 di data 12 novembre 1992 è stata affidata in concessione

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE Classe: 1 A U SEI 17,75 No No Mo ITALIANO GRAMMATICA 9788842448839 GINI GIANNI / SINGUAROLI MASSIMILIANO GRAM.COM / EDIZIONE BLU - VOL. UNICO U B.MONDADORI 25,20 No Si No ITALIANO ANTOLOGIE 9788826814865

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CHIETI

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CHIETI GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

CLASSE DI CONCORSO:A019 DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMIC. CLASSE DI CONCORSO:A024 DISEGNO E STORIA DEL COSTUME

CLASSE DI CONCORSO:A019 DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMIC. CLASSE DI CONCORSO:A024 DISEGNO E STORIA DEL COSTUME CLASSE DI CONCORSO:A017 DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI BARONI SILVANA 06/03/1962 VV 262,00 C D DI VITO GREGORIO 12/09/1957 VV 193,00 C D DRAMISSINO ROSALBA 07/06/1960 CS 176,00 C D ** FIAMINGO ANTONIA

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Ufficio XIII Ufficio scolastico di Vicenza Borgo Scroffa, 2 36100 Vicenza ATTIVITA'

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

COMUNE DI MENCONICO PROVINCIA DI PAVIA

COMUNE DI MENCONICO PROVINCIA DI PAVIA COMUNE DI MENCONICO PROVINCIA DI PAVIA Via Capoluogo, 21-27050 Menconico (PV) Tel. 0383574001 - Fax 0383574156 P. IVA/C.F. 01240140184 Prot. n. 797 Menconico, 15 luglio 2010 Spett.le - COMUNE DI VARZI

Dettagli

DEBITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PIANO DEI PAGAMENTI EX ART. 6, COMMA 9, D.L. 35/2013 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI IN L.

DEBITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PIANO DEI PAGAMENTI EX ART. 6, COMMA 9, D.L. 35/2013 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI IN L. DEBITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PIANO DEI PAGAMENTI EX ART. 6, COMMA 9, D.L. 35/2013 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI IN L. 64/2013 Fatture in C/Capitale non estinte alla data dell'8 Aprile 2013 1 F.lli

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Ufficio XVI - Ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia Ufficio Educazione Fisica e Sportiva ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Prof. PAOLO SECLÌ Docente di Attività motoria per l età evolutiva

Dettagli

Il Mobile Significante 2015 XII edizione

Il Mobile Significante 2015 XII edizione Internazionale Fondazione Aldo Morelato sull arte applicata nel mobile. Il Mobile Significante XII edizione I Luoghi del relax 2.0 oggetti d arredo per il relax domestico Art. 1 Tema del concorso Lo spazio

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA RELIGIONE 9788839302229 MARINONI GIANMARIO / CASSINOTTI DOMANDA DELL'UOMO (LA) - VOLUME UNICO - EDIZIONE AZZURRA / CORSO DI RELIGIONE

Dettagli

POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va

POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va di Alberto Pagliarino e Nadia Lambiase Una produzione di Pop Economy Da dove allegramente vien la crisi e dove va Produzione Banca Popolare

Dettagli