Sentenza n /2014 pubbl. il 16/12/2014 RG n /2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sentenza n. 14976/2014 pubbl. il 16/12/2014 RG n. 14659/2012"

Transcript

1 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE DI MILANO Sezione specializzata in materia di impresa nella persona del giudice Guido Vannicelli ha pronunciato la seguente SENTENZA nella causa civile di I grado iscritta al n /2012 R.g. promossa da DONATELLA REGINA CARACCINI (c.f. CRCDTL57A53F205H), elettivamente domiciliata in Milano, viale Premuda 21, presso il procuratore e difensore avv. Amedeo ROVATTI, che la rappresenta unitamente all avv. Antonino BONGIORNO GALLEGRA attrice contro CANTIERI NAVALI CERRI S.p.A. (c.f ), elettivamente domiciliata in Milano, piazza Belgioioso 2, presso i procuratori e difensori avv. Alberto NANNI e Vincenzo d'ambra convenuta CONCLUSIONI All'udienza del 16/9/2014 le parti così hanno concluso: l'attrice Voglia il Tribunale Ill.mo preliminarmente ammettere tutti i mezzi istruttori dedotti da parte attrice e non ammessi e in particolare i capitoli di prova da 1) a 7), 9) e 10) e da 18) a 24) dedotti con memoria con tutti i testi indicati nella memoria stessa. 1

2 Nel merito, in accoglimento della domanda attrice, respinta ogni avversaria istanza ed eccezione, voglia il Tribunale adito condannare per le causali dedotte in narrativa la s.p.a. Cerri Cantieri Navali al pagamento in favore dell attrice della somma di ,00 oltre interessi di legge dal , data della messa in mora all effettivo saldo. Porre a carico di parte convenuta, ex art. 91 c.p.c., le spese, i diritti e gli onorari di rappresentanza e di difesa. la convenuta Voglia l Illustrissimo Tribunale adito, respinta ogni contraria istanza, eccezione e/o deduzione, così giudicare: - in via preliminare/pregiudiziale: dichiarare inammissibile la deposizione del sig. Massimo Sigala quale teste, avendo lo stesso sig. Massimo Sigala un interesse in proprio e, comunque, non avendo la capacità a testimoniare ex art. 246 c.p.c. nella presente controversia, quale committente o co-committente effettivo dell imbarcazione per cui è causa; - nel merito: rigettare integralmente le domande, anche istruttorie, svolte dalla Sig.ra Donatella Regina Caraccini nei confronti della convenuta Cerri Cantieri Navali S.p.A., in quanto infondate in fatto e in diritto per i motivi esposti in atti; - in ogni caso: con vittoria di spese, diritti e onorari del presente giudizio, oltre 12,5% per spese generali, IVA e CPA nelle aliquote pro tempore vigenti al momento dell emissione della sentenza, con condanna dell attrice anche al danno da lite temeraria ex art. 96 cod. proc. civ. da liquidarsi in via equitativa in una misura comunque non inferiore ad ,00. Cerri Cantieri Navali chiede inoltre l ammissione dei già dedotti capitoli di prova per testi: 1. Vero che il Sig. Carlo Cerri, nella sua qualità di legale rappresentante della Cerri Cantieri Navali S.p.A., ha avuto i primi contatti con il Sig. Massimo Sigala nel mese di maggio 2010 il quale gli aveva manifestato il proprio interesse all acquisto di un imbarcazione denominata Cerri 86 ; 2. Vero che il Sig. Massimo Sigala ha poi presentato al Sig. Carlo Cerri il dott. Paulo Aurino quale socio in affari ed entrambi tali soggetti hanno manifestato interesse ad acquistare il Cerri 86 ; 3. Vero che la trattativa tra il Sig. Carlo Cerri ed i Sigg.ri Massimo Sigala e Paulo Aurino relativamente alla caratteristiche dell imbarcazione ed al prezzo si è svolta sia presso il cantiere 2

3 della Cerri Cantieri Navali S.p.A. in Avenza (Carrara) sia in Lugano, presso l ufficio del dott. Paulo Aurino ; 4. Vero che ad alcuni degli incontri di cui al capitolo sub 3, era presente anche la Sig.ra Donatella Regina Caraccini che era stata presentata dal Sig. Massimo Sigala al Sig. Carlo Cerri quale propria compagna ; 5. Vero che nel corso di tale trattativa i Sigg.ri Massimo Sigala e Paulo Aurino indicavano la Greatesque Financial Trading Limited con sede in Londra quale soggetto acquirente dello yacht Cerri 86 ; 6. Vero che tutte le istruzioni relative alle caratteristiche del Cerri 86, ed in particolare agli interni, venivano effettuate dal Sig. Massimo Sigala e dalla Sig.ra Donatella Regina Caraccini i quali visitavano periodicamente il cantiere della Cerri Cantieri in Avenza (Carrara) ; 7. Vero che nel corso di tali visite i Sigg.ri Massimo Sigala e Donatella Regina Caraccini indicavano al personale della Cerri Cantieri le caratteristiche che doveva avere la loro cabina ; 8. Vero che i Sigg.ri Massimo Sigala e Donatella Regina Caraccini fornivano al personale della Cerri Cantieri indicazioni scritte su alcune caratteristiche estetiche dell imbarcazione nonché sugli arredi interni come, tra l altro, da del 24 settembre 2010, prodotta sub doc. n. [2] della Cerri Cantieri che mostrata al teste conferma e riconosce ; 9. Vero che in data 9 ottobre 2010 si teneva una riunione presso il cantiere della Cerri Cantieri in Avenza (Carrara) nel corso della quale veniva predisposto un report nel quale vengono indicati i dettagli di vari tipologie di interventi sia esterni che interni all imbarcazione ; 10. Vero che il report della riunione del 9 ottobre 2010 tenutasi presso i cantieri della Cerri Cantieri veniva inviato ai Sigg.ri Massimo Sigala e Donatella Regina Caraccini in allegato alla in data 11 ottobre 2010, prodotta sub doc. n. [3] della Cerri Cantieri che mostrata al teste conferma e riconosce ; 11. Vero che, successivamente alla sottoscrizione del contratto d acquisto da parte della Greatesque Financial Trading Limited di Londra in data 7 ottobre 2010 dell imbarcazione Cerri 86, il Sig. Massimo Sigala ed il dott. Paulo Aurino decidevano di sostituire il Cerri 86 con l imbarcazione 3

4 più grande, denominata Cerri 102 e quindi, veniva sottoscritto il contratto del 20 ottobre 2010 tra la Cerri Cantieri e la Greatesque Financial Trading Limited di Londra. 12. Vero che, a seguito del mancato pagamento di Euro ,00 quale saldo della caparra confirmatoria entro il termine del 5 novembre 2010 da parte della Greatesque Financial Trading Litmited, il Sig. Carlo Cerri ha comunicato al dott. Paulo Aurino che in mancanza di detto pagamento avrebbe incamerato la prima caparra di Euro già versata per l acquisto del Cerri 86 e commutata in acconto caparra parziale per il Cerri 102 e risolto il contratto ; 13. Vero che la Cerri Cantieri Navali S.p.A. ha emesso la ricevuta n. 3/2010 in favore della Greatesque Financial Trading Limited alla quale veniva spedita a mezzo raccomandata internazionale AR n. RA IT in data 10 dicembre 2010, prodotta sub doc. n. [4] e [9] della Cerri Cantieri che mostrata al teste conferma e riconosce ; 14. Vero che la Cerri Cantieri Navali S.p.A. ha registrato nelle proprie scritture contabili il pagamento di Euro ,00 ricevuto in data 16 novembre 2010 dalla Sig.ra Donatella Regina Caraccini quale integrazione della caparra dovuta dalla Greatesque Financial Trading Limited per l acquisto del Cerri 102 di cui al contratto del 20 ottobre 2010 relativo alla costruzione n. 812, come risulta dai bilanci della Cerri Cantieri Navali S.p.A. al 31/12/2010 ed al 31/12/2011, prodotti sub docc. n.ri [10] e [11] che si mostrano al teste. Si indicano quali testi su tutti i menzionati capitoli di prova i Sigg.ri MARCO PAGANI ed ADONE PUCCI, entrambi domiciliati presso Cerri Cantieri Navali S.p.A., Viale Isonzo, 14.1, 20135, Milano. RAGIONI IN FATTO E IN DIRITTO PREMESSO A. che il contenuto della presente sentenza si atterrà rigorosamente al canone normativo dettato dagli artt. 132 co. 2 n. 4 c.p.c. e 118 disp. att. c.p.c., i quali dispongono che la motivazione debba limitarsi ad una concisa esposizione delle ragioni di fatto e di diritto della decisione, specificando che tale esposizione deve altresì essere succinta e possa fondarsi su precedenti conformi; 4

5 A).1 che l'architetto Donatella CARACCINI ha chiesto condannarsi la CANTIERI NAVALI CERRI S.p.A. 1 a restituirle la somma di ,00 2, asserendo di esser stata convinta dal legale rappresentante della società Carlo CERRI 5 -che le aveva rappresentato in cantiere le gravi difficoltà in cui si dibatteva la CNC anche a causa del ritardo nel versamento della caparra di ,00 pattuita- a mutuare alla società convenuta detto importo il 15/11/2010, nella speranza che l'allestimento della CERRI 102 Flying Sport 102, il cui arredo la designer CARACCINI stava curando per conto della committente (ed acquirente) GREATESQUE FINANCIAL TRADING Ltd 3 potesse andare a buon fine; che tuttavia tale somma non le era stata mai restituita "asseritamente a causa del mancato pagamento da parte della società inglese", il che però non autorizzava la CNC a sottrarsi all'immediato pagamento, essendo essa CARACCINI estranea al rapporto principale; A).2 che la CNC, ricostruito l'esatto ruolo nella vicenda di: - Massimo SIGALA (che nell'estate del 2010 aveva rappresentato a Carlo CERRI l'interesse di un suo conoscente all'acquisto di un'imbarcazione mod. Cerri Flying Sport 86 4, ma in corso d'opera apparso personalmente interessato all'acquisto), - Paulo AURINO (presentato appunto dal SIGALA, il quale aveva confermato l'interesse precisando che la barca sarebbe stata da lui acquistata attraverso la GFT che aveva poi in effetti versato il 21/9/2010 la caparra di ,00 e concluso in data 20/10/2010 il contratto di vendita 5 ) e - e l'attrice (all'epoca "compagna" di Massimo SIGALA e indicata dall'aurino quale consulente per l'arredamento dell'imbarcazione) 6, 1. ha protestato l'inverosimiglianza della prospettazione attorea, 1 D'ora in avanti, per brevità, CNC. 2 Oltre agli interessi al saggio di legge dalla costituzione in mora (22/12/2011). 3 D'innanzi, brevius, GFT. 4 Poi sostituita con una (più grande) Cerri Flying Sport 102 comm Cfr. doc. 1 att. 6 Le espressioni sono tratte pressoché letteralmente dalle pagg. 5-6 della comparsa di risposta.

6 2. e dedotto che, allorché si attendeva l'integrazione della caparra sino all'importo di ,00 7, le erano invece pervenuti dal conto della CARACCINI il 15/11/2010 i euro di causa, 3. di cui essa -ritenendo di averli ricevuti in nome e per conto della GFT- aveva poi accusato a mezzo posta ricevuta 8 imputandoli alla mai ricevuta caparra integrativa; che del resto: i. da un lato nello scambio di messaggi di posta elettronica del luglio - agosto 2011 l'aurino nulla aveva eccepito in ordine al fatto che i versati dalla CARACCINI fossero stati imputati a caparra confirmatoria in pro della GFT 9, ii. e dall'altro, allorché neppure entro il 9/9/2011 era intervenuto pagamento alcuno, il contratto si era risolto di diritto a seguito della diffida ad adempiere del 10/10/2011, con diritto della CNC a trattenere la caparra, onde sia la richiesta formulata stragiudizialmente della CARACCINI il 16/12/2011 e la successiva azione dovevano ritenersi temerarie; C. che la CARACCINI nella sua prima replica ha fra l'altro addebitato alla CNC di aver creato "ad arte" la ricevuta datata 16/11/2010 -spedita solo il 19/1/2011 allorquando ormai la GFT si era resa inadempiente all'obbligo di integrare la caparra entro il 31/12/2010- proprio al fine di evitare la restituzione dei euro ricevuti dall'attrice; D. che nella sua memoria del 14/1/2013 la CNC ha allora ridepositato 10 la ricevuta contestata, precisando che era stata spedita con racc. a/r il 10/12/2010 e che l'imputazione a caparra della GFT risultava anche dai propri bilanci; RILEVATO E. che con ordinanza del 23/4/2013 il giudice istruttore ha reso la motivata decisione istruttoria che segue: 7 Il cui termine di pagamento era scaduto il 5/11/ Cfr. la ricevuta del sub doc. 4 conv. 9 Cfr. docc. 5-6 conv. 10 Sub doc. 9. "(...) RITENUTO 6

7 che, pur comprendendosi l'impostazione generale della difesa della convenuta nel senso del ragionevole dubbio (i) che l'attrice abbia potuto realmente finanziare (e per importo pari ai due terzi del compenso sperato) la società costruttrice nonché (ii) circa la genuinità delle dichiarazioni che le persone fisiche a vario titolo 'retrostanti' all'affare sfumato (AURINO, SIGALA, ITEM) potrebbero rendere al giudice, non possa negarsi alla CARACCINI il diritto di sottoporre al Tribunale, che la ammetterà -anche per le ragioni testé evidenziate- col restrittivo criterio della stretta attinenza al thema decidendum, prova orale idonea a sostenere nel processo la propria pretesa restitutoria; che infatti da un lato le peculiarità dei rapporti contrattuali nel settore delle imbarcazioni di lusso (tale per cui il valore della domanda appare comunque non ingente se comparato con le possibilità economiche almeno potenziali delle parti in causa) e dall'altro il principio di prova scritta costituito dalla non contestata fuoriuscita della somma da conto bancario della CARACCINI con l'espressa -e mai contestata dalla percipiente- causale di 'prestito', inducono a ritenere superabile in punto ammissibilità la questione sollevata dalla convenuta in ordine alla prova testimoniale del mutuo (ex art cpv. cod. civ.), e dall'altro, in punto capacità a testimoniare dei testi indicati dalla CARACCINI, il loro difetto di un interesse giuridicamente qualificato che ne possa giustificare l'intervento volontario o coatto nel processo induce a disattendere l'eccezione in tal senso svolta dalla C.N.C., salvo a precisare sin d'ora che si porrà massima attenzione, anche ai sensi degli artt. 331 co. 4 c.p.p. e 372 c.p., nella valutazione dell'attendibilità dei testi stessi e della veridicità delle dichiarazioni da essi rese avanti al giudice; letto l'art. 183 co. 7 c.p.c., AMMETTE - l interrogatorio formale del legale rappresentante della C.N.C. S.p.A. e la prova testimoniale dedotti dalla CARACCINI limitatamente ai capitoli 8 e da 11 a 17 della memoria datata 12/12/2012, con due dei testi ivi indicati (uno dei quali dovrà essere Massimo SIGALA, e l'altro a scelta dell'attrice); - la prova testimoniale dedotta dalla C.N.C. S.p.A. ai capitoli 1-2 e 5 della memoria datata 14/1/2013 nonchè in prova contraria sui capitoli di cui al precedente alinea, con i due testimoni ivi indicati; 7

8 - la prova testimoniale contraria richiesta dall'attrice, anche per interrogatorio formale, sui capitoli di parte convenuta testé ammessi nonché su quelli articolati coi nn & 29 della memoria datata 1 /2/2013, con gli stessi due testi già ammessi (...)"; F. che alle successive udienza dell'11/2 e 11/3/2014, oltre all'interrogatorio formale del legale rappresentante della convenuta Carlo CERRI (il quale, salvo ammettere che effettivamente la CNC si era trovata nel 2010 in grave difficoltà per i pagamenti non effetuatile dalla GFT, ha negato ogni altra circostanza dedotta dalla CARACCINI), sono stati ascoltati Massimo SIGALA, Paulo AURINO, Marco Alessandro PAGANI (all'epoca dei fatti responsabile commerciale della CNC) e il comandante Adone PUCCI (direttore di produzione dei cantieri CERRI), i quali ultimi due tuttavia nulla di specifico e di direttamente appreso hanno potuto riferire in merito al versamento di ,00 oggetto di causa, precisando che ogni rapporto di tipo strettamente contrattuale era stato direttamente intrattenuto dal legale rappresentante Carlo CERRI; che sulle conclusioni definitivamente precisate il 16/9/2014 la causa è infine pervenuta il 10/12/2014 al Tribunale per la decisione; RITENUTO G. che in via istruttoria non può che ribadirsi -anche a fronte delle eccezioni di incapacità a testimoniare di (Paulo AURINO e) Massimo SIGALA lungamente riargomentate dalla convenuta in comparsa conclusionale 11 - quanto già statuito con l'ordinanza riportata al superiore paragrafo E., qui ulteriormente precisandosi che, in difetto di prova del disegno truffaldino (che vedrebbe consapevoli concorrenti l'attrice, il SIGALA e l'aurino) il cui sospetto è stato insufflato dalla convenuta, il primo non ha intrattenuto alcun rapporto contrattuale diretto con la CNC ed entrambi non hanno alcun titolo concreto per poter intervenire nel presente giudizio, oggetto del distinto rapporto di finanziamento (innestato sull'altrettanto distinto rapporto di consulenza di interior design) prospettato dalla CARACCINI; 11 Il che fra l'altro impedisce di accogliere l'interpretazione formalistica resa nelle proprie difese conclusionali della difesa attorea, che le vorrebbe implicitamente abbandonate quantomeno per il teste AURINO (cfr. pagg. 8 e seguenti della memoria conclusionale di CNC). 8

9 che pertanto non v'è motivo per ritenere Massimo SIGALA e Paulo AURINO incapaci di testimoniare ai sensi e per gli effetti dell'art. 246 c.p.c., risolvendosi ogni questione sull'attendibilità delle loro testimonianze ad una valutazione rimessa ex art. 116 c.p.c. al prudente apprezzamento del Tribunale; H. che sotto il profilo documentale, pacifico che il versamento alla CNC in data 15/11/2010 provenne da conto intestato all'arch. CARACCINI, vanno probatoriamente apprezzate in senso favorevole alla prospettazione attorea le circostanze: a) che l'espressa causale del bonifico fu di "prestito" e non di pagamento di un debito della committente / acquirente GFT 12, b) e che la CNC, che di tale causale non ha negato (né lo potrebbe) di aver avuto evidenza, nulla contestò sul punto alla CARACCINI, c) laddove altrettanta valenza probatoria non può invece attribuirsi né alla ricevuta 13 spedita dalla CNC alla committente / acquirente quasi un mese dopo né alle appostazioni contabili della convenuta, d) trattandosi di documenti di cui non v'è prova alcuna che la CARACCINI ebbe evidenza e comunque non a lei indirizzati (a differenza, all'inverso, della documentazione inerente il bonifico) né tantomeno a lei opponibili ex art c.c.; che della vicenda, a conforto degli elementi di prova documentale sopra esaminati, hanno poi dato concorde ricostruzione in udienze diverse Massimo SIGALA e Paulo AURINO, nel senso: - che il secondo era l'unico beneficiario economico della GREATESQUE FINANCIAL TRADING Ltd, laddove il SIGALA era un amico di vecchia data (anche di Carlo CERRI 14 ) da lui incaricato di assisterlo nell'affare e nell'allestimento 12 Cfr. doc. 4 att. 13 Resta fra l'altro incomprensibile come mai, mentre per la prima parte della caparra confirmatoria, la CNC emise alla GFT la fattura di cui al suo documento 1 e, per la stessa identica causale, fu invece rimessa alla committente una mera ricevuta. 14 Mentre CERRI e AURINO non si conoscevano (cfr. nella seguente pagina del testo l'affermazione testuale del SIGALA all'udienza dell'11/2/2014, letteralmente ambigua ma chiara nella sua semantica). 9

10 dell'imbarcazione mentre "la signora CARACCINI si doveva occupare di tutto quanto riguardava gli interni della barca"; - che nel clima confidenziale in essere fra CERRI e SIGALA (che aveva procurato al primo già diversi facoltosi clienti) era maturata la richiesta del primo di un temporaneo sostegno finanziario, effettuata prima al SIGALA stesso e quindi alla sua (allora) convivente qui attrice; - che il SIGALA, personalmente presente alla richiesta (nonché alla successiva comunicazione degli estremi per il bonifico), non aveva dissuaso la CARACCINI dal rispondervi affermativamente per il minor importo di ,00, "perché, fra due amici quali erano AURINO e CERRI, mi sentivo sicuro che i pagamenti sarebbero ripresi e che non appena effettuati quei euro sarebbero stati restituiti"; - che anche l'aurino aveva poi appreso della cosa, ricevendo dal CERRI rassicurazioni nel senso che "saputo di quei euro ricevuti dalla (...) CARACCINI, lui si impegnò con la rata che noi dovevamo ancora pagargli di a rimborsarli immediatamente alla signora"; - che l'affare principale non era poi andato a buon fine per la sopravvenuta impotenza finanziaria dell'aurino e della sua società veicolo a sostenerlo; I. che pertanto, richiamate le considerazioni (in punto spiegazione delle particolarità della vicenda) già spese nel secondo paragrafo dell'ordinanza ritrascritta supra al paragrafo E., deve ritenersi provata sia la conclusione del contratto reale de quo, sia l'inadempimento al proprio obbligo restitutorio da parte della CNC, che dovrà pertanto rendere a Donatella CARACCINI la somma di ,00 mutuata con gli interessi di mora al saggio di legge dalla data della intimazione scritta ad adempiere (22/12/ ); L. che la società convenuta dovrà altresì rifondere alla CARACCINI le spese del giudizio, congruamente liquidabili -giusta il d.m.g. n. 140 del 20/7/2012 e n. 55 del 10/3/2014 entrati medio tempore in vigore 16 e tenuto conto dell'istruttoria svolta ma anche della non particolare difficoltà delle questioni trattate- in complessivi ,18 15 Cfr. doc. 3 att. 16 Prestandosi adesione sul punto a Cass. SS.UU. sent. n del 12/10/

11 (di cui 698,18 per anticipazioni esenti), oltre su ,00 al rimborso forfettario delle spese generali nella misura del 15% nonché sull'imponibile complessivo di ,00 al rimborso del C.p.a. ed alla rivalsa dell'i.v.a. alle rispettive aliquote di legge; P. Q. M. Il Tribunale, definitivamente pronunciando sulla domanda proposta da Donatella Regina CARACCINI nei confronti dei CANTIERI NAVALI CERRI S.p.A. con citazione notificata il 27/2/2012, ogni diversa istanza disattesa o assorbita, 1. condanna la CANTIERI NAVALI CERRI S.p.A. a restituire a Donatella Regina CARACCINI la somma di ,00, oltre agli interessi di mora al saggio di legge tempo per tempo vigente dal 22/12/2011 sino all'effettivo pagamento; 2. condanna altresì la CANTIERI NAVALI CERRI S.p.A. a rimborsare all'attrice le spese del processo, che liquida in complessivi ,18, oltre al rimborso forfettario in ragione del 15% nonché al rimborso del contributo previdenziale di categoria (C.p.A.) ed alla rivalsa dell'i.v.a. alle rispettive aliquote di legge. Così deciso in Milano, il 12 dicembre 2014 il Giudice Guido Vannicelli 11

"Società"), con sede legale in Milano, via Orefici n. 3, C.F. e P. IVA ---, in persona dell'amministratore Unico, signor Mario Rossi, rappresentata

Società), con sede legale in Milano, via Orefici n. 3, C.F. e P. IVA ---, in persona dell'amministratore Unico, signor Mario Rossi, rappresentata TRIBUNALE CIVILE DI MILANO RICORSO EX ART. 702-BIS COD. PROC. CIV. Nell'interesse della società ALFA S.R.L. (nel seguito, "Alfa", ovvero la "Società"), con sede legale in Milano, via Orefici n. 3, C.F.

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Giudice della seconda sezione civile del Tribunale di Udine, dott. Francesco Venier, ha pronunciato, ai sensi dell art. 281 sexies c.p.c., la seguente

Dettagli

Repubblica Italiana. In Nome del Popolo Italiano. sentenza

Repubblica Italiana. In Nome del Popolo Italiano. sentenza Fallimento Revocatoria fallimentare: pagamenti Compensi per prestazioni professionali al difensore Sistemazione concordataria dei debiti Fase prefallimentare Scientia decoctionis - Tutela della posizione

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO di RIMINI sezione CIVILE

TRIBUNALE ORDINARIO di RIMINI sezione CIVILE N. R.G. 4925/2012 TRIBUNALE ORDINARIO di RIMINI sezione CIVILE Oggi 20 novembre 2014, alle ore 10.30, innanzi al Giudice dott. DARIO BERNARDI, sono comparsi: L avv. PRESTIA CRISTIAN per parte attrice il

Dettagli

In nome del Popolo Italiano. il Tribunale di Lecce. sezione I civile SENTENZA

In nome del Popolo Italiano. il Tribunale di Lecce. sezione I civile SENTENZA In nome del Popolo Italiano il Tribunale di Lecce sezione I civile in composizione collegiale, in persona di dott. M. Petrelli dott. A. Esposito dott. C. Invitto presidente giudice giudice relatore ha

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Giudice della seconda sezione civile del Tribunale di Udine, dott. Francesco

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Giudice della seconda sezione civile del Tribunale di Udine, dott. Francesco REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Giudice della seconda sezione civile del Tribunale di Udine, dott. Francesco Venier, ha pronunciato, ai sensi dell art. 429 comma 1 c.p.c., la seguente

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA TRIBUNALE DI TREVISO IN NOME DEL POPOLO ITALIANO SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA TRIBUNALE DI TREVISO IN NOME DEL POPOLO ITALIANO SENTENZA REPUBBLICA ITALIANA TRIBUNALE DI TREVISO IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il giudice dott.ssa Susanna Menegazzi ha pronunciato la seguente nella causa promossa SENTENZA da MARTIGNAGO ADRIANO (C.F. MRTDRN64C02F443X)

Dettagli

Tribunale di Mantova, Sez. II Giudice Designato Dott. Mauro Bernardi Provvedimento del giorno 10 dicembre 2004

Tribunale di Mantova, Sez. II Giudice Designato Dott. Mauro Bernardi Provvedimento del giorno 10 dicembre 2004 22. Negoziazione fuori sede di obbligazioni argentine - Mancata menzione della facoltà di recesso - Nullità del contratto - Sussistenza. Art. 30 d. lgs. 24-2-1998 n. 58 Tribunale di Mantova, Sez. II Giudice

Dettagli

IL TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE FALLIMENTARE. in composizione monocratica, in persona del dott. Giuseppe Di Salvo ha pronunciato la seguente SENTENZA

IL TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE FALLIMENTARE. in composizione monocratica, in persona del dott. Giuseppe Di Salvo ha pronunciato la seguente SENTENZA Tribunale di Roma, Sez. Fall., 7 marzo 2012 IL TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE FALLIMENTARE in composizione monocratica, in persona del dott. Giuseppe Di Salvo ha pronunciato la seguente SENTENZA nella causa

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO SENTENZA TRA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO SENTENZA TRA LA SENTENZA INTEGRALE: SENTENZA CIVILE RG. 111653/2007 Rif,./ civ ord. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Giudice di Pace, della VI Sezione del Mandamento di Napoli, nella persona del Giudice

Dettagli

TRIBUNALE DI BRESCIA ATTO DI CITAZIONE. La società BETA SRL, con sede in Brescia, in via Rende n.4, P.

TRIBUNALE DI BRESCIA ATTO DI CITAZIONE. La società BETA SRL, con sede in Brescia, in via Rende n.4, P. TRIBUNALE DI BRESCIA ATTO DI CITAZIONE La società BETA SRL, con sede in Brescia, in via Rende n.4, P. IVA/C.F..., in persona dell'amministratore unico, nonché legale rappresentante in carica pro tempore

Dettagli

nella causa civile iscritta al n. 1305/99 R.G. avente ad oggetto "risarcimento danni "

nella causa civile iscritta al n. 1305/99 R.G. avente ad oggetto risarcimento danni 45. TRIBUNALE DI LECCE SENTENZA NR 1692/2004 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Giudice Onorario dott.ssa Maria Carmela Tinelli, in funzione di Giudice Unico del Tribunale di Lecce, seconda

Dettagli

TRIBUNALE DI MODENA Sezione lavoro IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

TRIBUNALE DI MODENA Sezione lavoro IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Famiglia regime patrimoniale - Utili spettanti al compartecipe dell impresa familiare Decreto ingiuntivo - Prelievi in addebito dal conto corrente della ditta da parte del compartecipe - Somme non attinenti

Dettagli

MEDIAZIONE ATIPICA E ALBO DEI MEDIATORI (L. 39/1989)" Trib. Reggio Emilia, 17.4.2012 commento e testo

MEDIAZIONE ATIPICA E ALBO DEI MEDIATORI (L. 39/1989) Trib. Reggio Emilia, 17.4.2012 commento e testo MEDIAZIONE ATIPICA E ALBO DEI MEDIATORI (L. 39/1989)" Trib. Reggio Emilia, 17.4.2012 commento e testo P&D.IT La previsione di cui all oggi abrogato art. 6 L. n. 39/1989 in ordine alla necessità di iscrizione

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. TRIBUNALE ORDINARIO di CUNEO SEZIONE CIVILE

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. TRIBUNALE ORDINARIO di CUNEO SEZIONE CIVILE N. R.G. 2288/2011 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE ORDINARIO di CUNEO SEZIONE CIVILE Il Tribunale, nella persona del Giudice dott. Marcello Pisanu ha pronunciato la seguente SENTENZA

Dettagli

Tribunale di Torino Sezione Terza Civile Sentenza 8 11 dicembre 2007, n. 7797 Giudice Di Capua Ricorrente Dagati

Tribunale di Torino Sezione Terza Civile Sentenza 8 11 dicembre 2007, n. 7797 Giudice Di Capua Ricorrente Dagati Tribunale di Torino Sezione Terza Civile Sentenza 8 11 dicembre 2007, n. 7797 Giudice Di Capua Ricorrente Dagati Svolgimento del processo ed esposizione dei fatti Con atto di citazione in opposizione datato

Dettagli

UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE DI CARPI REPUBBLICA ITALIANA In Nome del Popolo Italiano

UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE DI CARPI REPUBBLICA ITALIANA In Nome del Popolo Italiano Assicurazione contratto Premio mancato pagamento - Mancato pagamento di polizza assicurativa contro infortuni estesa ai componenti della famiglia Riduzione del premio per diminuzione del rischio Difetto

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA In nome del popolo italiano. Il Tribunale di Udine, sezione civile, riunito in camera di consiglio nelle persone dei magistrati

REPUBBLICA ITALIANA In nome del popolo italiano. Il Tribunale di Udine, sezione civile, riunito in camera di consiglio nelle persone dei magistrati REPUBBLICA ITALIANA In nome del popolo italiano Il Tribunale di Udine, sezione civile, riunito in camera di consiglio nelle persone dei magistrati dott. Marina IOB Presidente; dott. Andrea ZULIANI Giudice

Dettagli

Sentenza n. 767/2015 pubbl. il 27/06/2015 RG n. 4586/2012

Sentenza n. 767/2015 pubbl. il 27/06/2015 RG n. 4586/2012 N. R.G. 4586/2012 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE ORDINARIO di PRATO Unica CIVILE Il Tribunale, nella persona del Giudice dott. Maria Novella Legnaioli ha pronunciato la seguente

Dettagli

Sono comparsi per la parte ricorrente lavv. Pansini e per la parte. convenuta lavv. Lo Guarro in sostituzione del dott. Luca Morabito giusta

Sono comparsi per la parte ricorrente lavv. Pansini e per la parte. convenuta lavv. Lo Guarro in sostituzione del dott. Luca Morabito giusta Udienza del 20/01/2015 Sono comparsi per la parte ricorrente lavv. Pansini e per la parte convenuta lavv. Lo Guarro in sostituzione del dott. Luca Morabito giusta delega che dimette. L avv. Lo Guarro chiede

Dettagli

* * * * * REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

* * * * * REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Abstract. Il Tribunale adito, relativamente all eccezione sollevata, ritiene la propria competenza a giudicare della controversia ex art. 33, lett. u, c. cons. secondo il quale si presume la vessatorietà

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE TERZA CIVILE

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE TERZA CIVILE REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE TERZA CIVILE in persona del giudice unico dott. Stefano cardinali, ha pronunciato la seguente S E N T E N Z A nella causa civile

Dettagli

* * * * * REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE DI PERUGIA Riunito in camera di consiglio e composto dai signori:

* * * * * REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE DI PERUGIA Riunito in camera di consiglio e composto dai signori: Abstract. Il Collegio, provato all esito dell istruttoria che il modulo d ordine delle obbligazioni in oggetto è stato firmato fuori dai locali della convenuta, osserva che, con carattere assorbente su

Dettagli

Tribunale Ordinario di Verona, Sentenza n. 1458/2015 del 4.06.2015. nella causa civile di II Grado iscritta al n. r.g. 2803/2013 promossa da:

Tribunale Ordinario di Verona, Sentenza n. 1458/2015 del 4.06.2015. nella causa civile di II Grado iscritta al n. r.g. 2803/2013 promossa da: Tribunale Ordinario di Verona, Sentenza n. 1458/2015 del 4.06.2015 nella causa civile di II Grado iscritta al n. r.g. 2803/2013 promossa da: CONDOMINIO GIARDINO (C.F. ), in persona del legale rappresentantepro

Dettagli

Tribunale di Milano. Sezione V Civile. Sentenza 19 febbraio 2009, n. 2334

Tribunale di Milano. Sezione V Civile. Sentenza 19 febbraio 2009, n. 2334 Tribunale di Milano Sezione V Civile Sentenza 19 febbraio 2009, n. 2334 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE DI MILANO SEZIONE V CIVILE In persona del Giudice Istruttore, in funzione

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO di MILANO SESTA SEZIONE CIVILE VERBALE DELLA CAUSA n. r.g. 64615/2013. tra

TRIBUNALE ORDINARIO di MILANO SESTA SEZIONE CIVILE VERBALE DELLA CAUSA n. r.g. 64615/2013. tra N RG 64615/2013 TRIBUNALE ORDINARIO di MILANO SESTA SEZIONE CIVILE VERBALE DELLA CAUSA n rg 64615/2013 BEMA CERAMICHE SRL DEBORAH BETTI CONSUELO BETTI STEFANO BETTI PIERA PELUCCHI tra BANCA POPOLARE DI

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA In Nome del Popolo Italiano sentenza contro IN PUNTO: di parte attrice: di parte convenuta:

REPUBBLICA ITALIANA In Nome del Popolo Italiano sentenza contro IN PUNTO: di parte attrice: di parte convenuta: REPUBBLICA ITALIANA In Nome del Popolo Italiano Il Tribunale di Bolzano in persona del giudice unico dottor Tullio Joppi, ha pronunciato la seguente sentenza nella causa civile n. 4672/2005 R.G.C. promossa

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Giudice Unico del Tribunale di Bari, Quarta sezione civile, GOT Dott. Savino Gambatesa, ha pronunciato la seguente SENTENZA Nella causa civile iscritta

Dettagli

Commento di Emanuela Dona

Commento di Emanuela Dona Preparazione universitaria ed inadempimento del fornitore Sentenza Tribunale Civile di Roma, Sez. VIII, 12 dicembre 2005, pubblicata il 14 dicembre 2005 Commento di Emanuela Dona Sono a tutti noti i messaggi

Dettagli

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO 32. Tribunale di Modena, 11 febbraio 2005, n. 582 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI MODENA SEZIONE CIVILE Composto dai magistrati: Dott. Emilia Salvatore Presidente Est. Dott.

Dettagli

IL CONTRATTO DI APERTURA DI credito IN CONTO CORRENTE CON GARANZIA IPOTECARIA NON E VALIDO TITOLO ESECUTIVO

IL CONTRATTO DI APERTURA DI credito IN CONTO CORRENTE CON GARANZIA IPOTECARIA NON E VALIDO TITOLO ESECUTIVO IL CONTRATTO DI APERTURA DI credito IN CONTO CORRENTE CON GARANZIA IPOTECARIA NON E VALIDO TITOLO ESECUTIVO DATA 2005-5-12 ESTREMI Tribunale dl Udine sezione civile SINTESI La certezza del credito deve

Dettagli

Tribunale di Udine. - sezione civile -

Tribunale di Udine. - sezione civile - Tribunale di Udine - sezione civile - Verbale d udienza Successivamente oggi, 13.1.2014, alle ore 12.00, davanti al giudice istruttore dott. Andrea Zuliani, nella causa iscritta al n 2998/12 R.A.C.C.,

Dettagli

DELIBERA N. 56/11/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX TERELLE/TELECOM ITALIA XXX IL CORECOM LAZIO Nella Riunione del Comitato Regionale per le

DELIBERA N. 56/11/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX TERELLE/TELECOM ITALIA XXX IL CORECOM LAZIO Nella Riunione del Comitato Regionale per le DELIBERA N. 56/11/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX TERELLE/TELECOM ITALIA XXX IL CORECOM LAZIO Nella Riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità. Corecom

Dettagli

******* REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO ILTRIBUNALE DI PERUGIA SECONDA SEZIONE CIVILE IN COMPOSIZIONE COLLEGIALE

******* REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO ILTRIBUNALE DI PERUGIA SECONDA SEZIONE CIVILE IN COMPOSIZIONE COLLEGIALE Abstract. Il Tribunale ha rilevato la nullità dell ordine di acquisto di strumenti finanziari ad alto rischio (bonds argentini) in quanto sottoscritto prima del perfezionamento del contratto di intermediazione

Dettagli

Prot. n 135 Salerno, lì 11 Febbraio 2015

Prot. n 135 Salerno, lì 11 Febbraio 2015 COLLEGIO DEI PERITI AGRARI E DEI PERITI AGRARI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI SALERNO www.collegioperitiagrarisa.it - e-mail:collegio.salerno@pec.peritiagrari.it - collegio.salerno@peritiagrari.it Prot. n

Dettagli

Contratto di sub trasporto, perdita delle cose trasportate e

Contratto di sub trasporto, perdita delle cose trasportate e Contratto di sub trasporto, perdita delle cose trasportate e possibilità per il submittente di far valere in via diretta verso il sub trasportatore la responsabilità risarcitoria del vettore Tribunale

Dettagli

CONDOMINIO (OMISSIS), in persona dell'amministratore pro tempore; avverso la sentenza della Corte d'appello di Trieste, depositata in data (OMISSIS);

CONDOMINIO (OMISSIS), in persona dell'amministratore pro tempore; avverso la sentenza della Corte d'appello di Trieste, depositata in data (OMISSIS); REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE SESTA CIVILE SOTTOSEZIONE 2 Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. GOLDONI Umberto - Presidente Dott. PETITTI

Dettagli

TRIBUNALE DI MODENA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

TRIBUNALE DI MODENA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Filiazione naturale Riconoscimento del figlio naturale: impugnazione Convivenza more uxorio Impotentia generandi al tempo del concepimento Qualificazione dell azione: a) disconoscimento di paternità esclusione

Dettagli

DIRITTO Oggetto della lite è essenzialmente il contenuto del contratto voluto

DIRITTO Oggetto della lite è essenzialmente il contenuto del contratto voluto FATTO Con la citazione introduttiva del giudizio la parte attrice esponeva di avere stipulato con T I s.p.a. il contratto avente ad oggetto la linea ADSL A sulla propria utenza telefonica, onde potere

Dettagli

SENTENZA n REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale di Brindisi, in persona del giudice Dott. Antonio Ivan Natali, ha emesso la

SENTENZA n REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale di Brindisi, in persona del giudice Dott. Antonio Ivan Natali, ha emesso la SENTENZA n REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale di Brindisi, in persona del giudice Dott. Antonio Ivan Natali, ha emesso la seguente S E N T E N Z A nella causa civile iscritta

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE ORDINARIO di MILANO SEZIONE SPECIALIZZATA UIN MATERIA DI IMPRESA B

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE ORDINARIO di MILANO SEZIONE SPECIALIZZATA UIN MATERIA DI IMPRESA B N. R.G. 13980/2011 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE ORDINARIO di MILANO SEZIONE SPECIALIZZATA UIN MATERIA DI IMPRESA B Il Tribunale, nella persona del Giudice dott. ELENA RIVA

Dettagli

A) In data.tizio e CAIO hanno concluso contratto di agenzia. B)Tutti i clienti del portafoglio di TIZIO hanno firmato gli allegati

A) In data.tizio e CAIO hanno concluso contratto di agenzia. B)Tutti i clienti del portafoglio di TIZIO hanno firmato gli allegati 7ULEXQDOH&LYLOHGL«$WWRGLFLWD]LRQH 3HU 7,=,2«se è una società indicare il legale rappresentante pro tempore) nato a..residente in. ( se è una società indicare la sede: con sede in via.) rappresentato e

Dettagli

DELIBERAZIONE n. 10 del 6 febbraio 2015

DELIBERAZIONE n. 10 del 6 febbraio 2015 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXX XXXXXXX /Vodafone Omnitel XX Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente Componente

Dettagli

I concetti di danno da "fermo-tecnico" e di costo per il noleggio (rectius fatture cedute) rimangono distinti, e non possono coincidere.

I concetti di danno da fermo-tecnico e di costo per il noleggio (rectius fatture cedute) rimangono distinti, e non possono coincidere. Sinistro stradale: rimborso del costo del noleggio della vettura sostitutiva Giudice di Pace Livorno, sentenza 07.03.2008 (Enrico Ancillotti) I concetti di danno da "fermo-tecnico" e di costo per il noleggio

Dettagli

* * * * * TRIBUNALE DI TERNI REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

* * * * * TRIBUNALE DI TERNI REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Abstract. Una coppia di coniugi ha citato in giudizio, innanzi al Tribunale di Terni, l agenzia di viaggi dalla quale avevano acquistato una crociera per il loro viaggio di nozze. Gli attori non avevano

Dettagli

Sinistro stradale con tram esula dalla competenza speciale del giudice di pace ( Giudice di Pace Pozzuoli, sentenza 08.03.2004 )

Sinistro stradale con tram esula dalla competenza speciale del giudice di pace ( Giudice di Pace Pozzuoli, sentenza 08.03.2004 ) Sinistro stradale con tram esula dalla competenza speciale del giudice di pace ( Giudice di Pace Pozzuoli, sentenza 08.03.2004 ) Risarcimento danni. Scontro tra treno ed auto. Legge 990/69 - Inapplicabilità.

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. In nome del popolo italiano. Tribunale di Udine. sezione civile

REPUBBLICA ITALIANA. In nome del popolo italiano. Tribunale di Udine. sezione civile REPUBBLICA ITALIANA In nome del popolo italiano Tribunale di Udine la seguente sezione civile Il Tribunale in composizione monocratica, in persona del dott. Andrea ZULIANI, ha pronunciato SENTENZA nella

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. Il Tribunale di Lecce, I sezione civile, in composizione monocratica in

REPUBBLICA ITALIANA. Il Tribunale di Lecce, I sezione civile, in composizione monocratica in REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale di Lecce, I sezione civile, in composizione monocratica in persona del Giudice Unico, dott.ssa Consiglia Invitto ha pronunciato la seguente

Dettagli

Sul giudizio di equità dinanzi al giudice di Pace. Trib. Milano, sez. X civ., sentenza 6 febbraio 2014 (est. Damiano Spera)

Sul giudizio di equità dinanzi al giudice di Pace. Trib. Milano, sez. X civ., sentenza 6 febbraio 2014 (est. Damiano Spera) Sul giudizio di equità dinanzi al giudice di Pace Trib. Milano, sez. X civ., sentenza 6 febbraio 2014 (est. Damiano Spera) GIUDICE DI PACE PRONUNCIA SECONDO EQUITÀ CAUSE DI VALORE NON SUPERIORE AD EURO

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. TRIBUNALE ORDINARIO di FIRENZE. Sezione Lavoro

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. TRIBUNALE ORDINARIO di FIRENZE. Sezione Lavoro REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE ORDINARIO di FIRENZE Sezione Lavoro Il Tribunale, nella persona del Giudice dott. Marilena Rizzo ha pronunciato ex art. 429 c.p.c. la seguente

Dettagli

* * * * * REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

* * * * * REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Abstract. La conclusione di contratti di investimento tra un agente ed un soggetto assicurato espone la compagnia assicuratrice ad una responsabilità solidale, ex art. 2049 c.c., per i danni subiti dall

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Sentenza n. 72/03 Pronunziata il 24.06.2003 Depositata il 24.06.2003 Responsabilità civile Nesso causale Appartamento sovrastante e contiguo a forno Scoppio del forno Asseriti danni Propagazione orizzontale

Dettagli

Cass. civ. Sez. II, Sent., 25/02/2014, n. 4489 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE SECONDA CIVILE

Cass. civ. Sez. II, Sent., 25/02/2014, n. 4489 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE SECONDA CIVILE Cass. civ. Sez. II, Sent., 25/02/2014, n. 4489 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE SECONDA CIVILE Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. TRIOLA

Dettagli

Il contratto di locazione avente ad oggetto un locale commerciale può prevedere aumenti del canone liberi

Il contratto di locazione avente ad oggetto un locale commerciale può prevedere aumenti del canone liberi Il contratto di locazione avente ad oggetto un locale commerciale può prevedere aumenti del canone liberi da parametri legislativi, purché gli stessi risultino inequivocabilmente dal contratto. Corte di

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI BARI TERZA SEZIONE CIVILE Il Tribunale di Bari, Terza Sezione Civile, in composizione

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI BARI TERZA SEZIONE CIVILE Il Tribunale di Bari, Terza Sezione Civile, in composizione REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI BARI TERZA SEZIONE CIVILE Il Tribunale di Bari, Terza Sezione Civile, in composizione monocratica nella persona del giudice istruttore dott.ssa

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI MILANO. ATTO DI CITAZIONE Il sig. Tizio, residente a Milano, in Piazza Duomo 1, C.F. XYZ, rappresentato

TRIBUNALE CIVILE DI MILANO. ATTO DI CITAZIONE Il sig. Tizio, residente a Milano, in Piazza Duomo 1, C.F. XYZ, rappresentato Si avverte che gli atti presentati nel corso della lezione sono stati redatti allo scopo esclusivo di agevolare la comprensione degli istituti processuali trattati e dell attività processuale che verrà

Dettagli

TRIBUNALE DI MILANO. rappresentante pro tempore dr. Alfio Alfino, con sede in Milano, via

TRIBUNALE DI MILANO. rappresentante pro tempore dr. Alfio Alfino, con sede in Milano, via TRIBUNALE DI MILANO Sezione Beta Civile dott. Quintilio RG n. 001/ 11 Nella causa promossa dal signor TIZIO, con l avv. Giustino - attore - contro la società ALFA S.R.L. P. IVA 123456789, in persona del

Dettagli

TRIBUNALE DI CATANIA COMPARSA DI COSTITUZIONE E RISPOSTA. Per: ***********************, rappresentato e difeso congiuntamente e

TRIBUNALE DI CATANIA COMPARSA DI COSTITUZIONE E RISPOSTA. Per: ***********************, rappresentato e difeso congiuntamente e TRIBUNALE DI CATANIA COMPARSA DI COSTITUZIONE E RISPOSTA Per: ***********************, rappresentato e difeso congiuntamente e disgiuntamente dall Avv. ********* e dall Avv. ************** ed elettivamente

Dettagli

Sentenza n. 11452/2014 pubbl. il 30/09/2014 RG n. 72603/2011 Repert. n. 9681/2014 del 30/09/2014

Sentenza n. 11452/2014 pubbl. il 30/09/2014 RG n. 72603/2011 Repert. n. 9681/2014 del 30/09/2014 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI MILANO Sezione specializzata in materia di impresa Sezione A Il Tribunale in composizione collegiale, nella persona dei seguenti magistrati:

Dettagli

PREVENTIVO DI MASSIMA. OGGETTO: Cliente // Controparte (Tribunale di. ) Vertenza risarcimento danni Valore della causa.

PREVENTIVO DI MASSIMA. OGGETTO: Cliente // Controparte (Tribunale di. ) Vertenza risarcimento danni Valore della causa. Verona, Gentile Cliente Via.. C.F... PREVENTIVO DI MASSIMA OGGETTO: Cliente // Controparte (Tribunale di. ) Vertenza risarcimento danni Valore della causa. Come da Sua cortese richiesta, con la presente,

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL GIUDICE DI PACE DI TORINO V SEZIONE CIVILE. Dott. Alberto Polotti di Zumaglia

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL GIUDICE DI PACE DI TORINO V SEZIONE CIVILE. Dott. Alberto Polotti di Zumaglia REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL GIUDICE DI PACE DI TORINO V SEZIONE CIVILE Dott. Alberto Polotti di Zumaglia ha pronunciato la seguente SENTENZA PARZIALE 6288/2012 Nella causa civile

Dettagli

IL COLLEGIO DI NAPOLI. - prof. avv. Giuseppe Leonardo Carriero...membro designato dalla Banca d'italia

IL COLLEGIO DI NAPOLI. - prof. avv. Giuseppe Leonardo Carriero...membro designato dalla Banca d'italia IL COLLEGIO DI NAPOLI composto dai signori: - prof. avv. Enrico Quadri..Presidente - prof. avv. Giuseppe Leonardo Carriero...membro designato dalla Banca d'italia - prof. avv. Giuseppe Conte...membro designato

Dettagli

DELIBERAZIONE n. 23 del 5 maggio 2014

DELIBERAZIONE n. 23 del 5 maggio 2014 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XXXXXXXX XXXXXXXXX XXXXXXXXX XXXXXXXXXX XXX / Fastweb XXX Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente

Dettagli

DELIBERA N. 7/11/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA STUDIO ASSOCIATO XXXX / VODAFONE OMNITEL XXXX

DELIBERA N. 7/11/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA STUDIO ASSOCIATO XXXX / VODAFONE OMNITEL XXXX DELIBERA N. 7/11/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA STUDIO ASSOCIATO XXXX / VODAFONE OMNITEL XXXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO n. Sent. n. R.G. A.C. Sentenza n.98/03 Deciso il 11/09/03 Deposito il 11/09/03 n. Cron. n. Rep. Esecuzione forzata Espropriazione presso terzi Accertamento dell obbligo del terzo Limiti del Giudizio ex

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO di REGGIO EMILIA SEZIONE SECONDA CIVILE VERBALE DELLA CAUSA n. R.G. 7347/2014. tra

TRIBUNALE ORDINARIO di REGGIO EMILIA SEZIONE SECONDA CIVILE VERBALE DELLA CAUSA n. R.G. 7347/2014. tra N. R.G. 7347/2014 TRIBUNALE ORDINARIO di REGGIO EMILIA SEZIONE SECONDA CIVILE VERBALE DELLA CAUSA n. R.G. 7347/2014 F.S. C.B. M.M. M. tra e ATTORE CONVENUTI Oggi 24 giugno 2015 innanzi al dott. Gianluigi

Dettagli

S E N T E N Z A. CONCLUSIONI (omissis)

S E N T E N Z A. CONCLUSIONI (omissis) Competenza e giurisdizione civile Giurisdizione italiana verso lo straniero Clausola di deroga della giurisdizione italiana a favore della giurisdizione della Repubblica di San. Marino Deroga convenzionale

Dettagli

Il Tribunale, nella persona del Giudice dott. Damiano Spera ha pronunciato la seguente

Il Tribunale, nella persona del Giudice dott. Damiano Spera ha pronunciato la seguente 11793 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI MILANO DECIMA SEZIONE CIVILE Il Tribunale, nella persona del Giudice dott. Damiano Spera ha pronunciato la seguente SENTENZA - nella causa

Dettagli

INGIUNZIONE IN MATERIA CIVILE. CONDIZIONI DI AMMISSIBILITÀ. PROVA

INGIUNZIONE IN MATERIA CIVILE. CONDIZIONI DI AMMISSIBILITÀ. PROVA INGIUNZIONE IN MATERIA CIVILE. CONDIZIONI DI AMMISSIBILITÀ. PROVA SCRITTA. CASS. CIV., SEZ. I, 25 NOVEMBRE 2010, N. 23972. Il piano di ammortamento di un contratto di mutuo ha natura di clausola negoziale,

Dettagli

Sentenza. del 23 ottobre 2013 - e. coniugi e consumati

Sentenza. del 23 ottobre 2013 - e. coniugi e consumati Conto corrente cointestato tra coniugi e disciplina della comunione de residuo TRIBUNALE DI BARI - Sentenza del 23 ottobre 2013 - e massima a cura dell Avv. Daniela Angelini Sono esclusi dalla comunione

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Abstract. Allineandosi all attuale orientamento giurisprudenziale in materia di responsabilità del Ministero della Salute per omessa vigilanza sulla produzione e sulla distribuzione dei vaccini e del sangue

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI PERUGIA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI PERUGIA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Abstract. Il risparmiatore che abbia ordinato di acquistare titoli obbligazionari successivamente «crollati» a causa della crisi finanziaria della società emittente, non può vantare alcuna tutela risarcitoria

Dettagli

Tribunale di Torino 22 dicembre 2014, n. 8312

Tribunale di Torino 22 dicembre 2014, n. 8312 Tribunale di Torino 22 dicembre 2014, n. 8312 in persona del Giudice dott. Edoardo DI CAPUA ha pronunciato la seguente: nella causa civile iscritta al n. 34917/2013 R.G.; promossa da: REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

Tribunale di Torino, 1 aprile 2014. Estensore Edoardo Di Capua.

Tribunale di Torino, 1 aprile 2014. Estensore Edoardo Di Capua. Nullità e annullabilità delle delibere condominiali e sostituzione della delibera impugnata con altra legittima. Cessazione della materia del contendere, liquidazione delle spese e soccombenza virtuale

Dettagli

APPELLO CIVILE - APPELLABILITÀ - SENTENZE SECONDO EQUITÀ.

APPELLO CIVILE - APPELLABILITÀ - SENTENZE SECONDO EQUITÀ. APPELLO CIVILE - APPELLABILITÀ - SENTENZE SECONDO EQUITÀ. CASS. CIV., SEZ. III, 11 GIUGNO 2012, N. 9432. Ai fini della ammissibilità dell'appello per le sentenze pronunciate dal giudice di pace secondo

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE DI TORINO Sezione Terza Civile SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE DI TORINO Sezione Terza Civile SENTENZA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE DI TORINO Sezione Terza Civile in composizione monocratica in persona del Giudice dott. Edoardo DI CAPUA ha pronunciato la seguente: SENTENZA

Dettagli

Comitato Regionale per le Comunicazioni

Comitato Regionale per le Comunicazioni ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Comitato Regionale per le Comunicazioni DELIBERA n. 45/2013 TITOLO 1.10.4 1.10.21/552 LEGISLATURA IX Il giorno 28 giugno 2013 si è riunito nella sede

Dettagli

TRIBUNALE DI TORINO SEZIONE PRIMA CIVILE. Il Tribunale di Torino - sezione 1 civile SENTENZA. Contro

TRIBUNALE DI TORINO SEZIONE PRIMA CIVILE. Il Tribunale di Torino - sezione 1 civile SENTENZA. Contro TRIBUNALE DI TORINO SEZIONE PRIMA CIVILE Il Tribunale di Torino - sezione 1 civile in composizione monocratica ha pronunciato la seguente SENTENZA nella causa civile iscritta in primo grado al n.18076

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE DI ROMA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE DI ROMA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE DI ROMA NONA SEZIONE CIVILE in persona del Giudice unico dr. Nicoletta Orlandi ha pronunciato la seguente SENTENZA nella causa di primo grado

Dettagli

Repubblica Italiana In nome del popolo italiano Il Tribunale di Modena, Sezione Prima Civile, riunito nelle persone dei signori:

Repubblica Italiana In nome del popolo italiano Il Tribunale di Modena, Sezione Prima Civile, riunito nelle persone dei signori: Società Amministratori: azione di responsabilità Azione ex art.2395 del terzo cc verso l amministratore di società per danni Nozione - Esecuzione di pignoramento ai danni del terzo in assenza di valido

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. Il Tribunale di Lecce, I sezione civile, in composizione monocratica in

REPUBBLICA ITALIANA. Il Tribunale di Lecce, I sezione civile, in composizione monocratica in REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale di Lecce, I sezione civile, in composizione monocratica in persona del Giudice Unico, dott.ssa Consiglia Invitto ha pronunciato la seguente

Dettagli

********* TRIBUNALE DI PERUGIA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME del POPOLO ITALIANO

********* TRIBUNALE DI PERUGIA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME del POPOLO ITALIANO Abstract. Il medico è responsabile, in solido con la struttura sanitaria presso la quale presta la propria attività professionale, dei danni biologici e morali subiti dal paziente a causa di un intervento

Dettagli

2. Formule di atti giudiziari

2. Formule di atti giudiziari 2. Formule di atti giudiziari Giuliano Scarselli, Giuseppe Camardi 2.1 Formule utilizzabili per promuovere l azione revocatoria ordinaria ex art. 2901 c.c. Revocatoria di donazione successiva al sorgere

Dettagli

DETERMINAZIONE. Determinazione n. 3/2013 Prot. n. 7162. Tit. 1.10.21/490 del 18/02/2013

DETERMINAZIONE. Determinazione n. 3/2013 Prot. n. 7162. Tit. 1.10.21/490 del 18/02/2013 DETERMINAZIONE Determinazione n. 3/2013 Prot. n. 7162 Tit. 1.10.21/490 del 18/02/2013 OGGETTO: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA TRA XXXXX E TELECOM ITALIA LA RESPONSABILE DEL SERVIZIO CORECOM VISTA la l.

Dettagli

DELIBERA N. 19/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX BRUNETTI / TELETU XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le

DELIBERA N. 19/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX BRUNETTI / TELETU XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le DELIBERA N. 19/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX BRUNETTI / TELETU XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

Delibera n. 23 2014. Oggetto: Definizione della controversia GU14 73/2013 XXX XXX/TELECOM ITALIA XXX

Delibera n. 23 2014. Oggetto: Definizione della controversia GU14 73/2013 XXX XXX/TELECOM ITALIA XXX Verbale n. 18 Adunanza dell 8 settembre 2014 L anno duemilaquattordici, il giorno 8 del mese di settembre, alle ore 11.00 in Torino, presso la sede del Corecom, via Lascaris 10, nell apposita sala delle

Dettagli

DELIBERA N. 9/10/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA BONI BONI ERBA & Co XXX / BT ITALIA XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 9/10/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA BONI BONI ERBA & Co XXX / BT ITALIA XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 9/10/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA BONI BONI ERBA & Co XXX / BT ITALIA XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità,

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE DI CROTONE, SEZ. CIVILE in persona del Dott. Michele Sessa ha emesso la seguente SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE DI CROTONE, SEZ. CIVILE in persona del Dott. Michele Sessa ha emesso la seguente SENTENZA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE DI CROTONE, SEZ. CIVILE in persona del Dott. Michele Sessa ha emesso la seguente SENTENZA nella causa civile iscritta al n. 1028 del Ruolo Generale

Dettagli

Tribunale di Verona Sentenza 11.1.2011 (Composizione monocratica - Giudice RIZZUTO)

Tribunale di Verona Sentenza 11.1.2011 (Composizione monocratica - Giudice RIZZUTO) Tribunale di Verona Sentenza 11.1.2011 (Composizione monocratica - Giudice RIZZUTO) SVOLGIMENTO DEL PROCESSO E MOTIVI DELLA DECISIONE Preliminarmente si da atto che lo svolgimento del processo viene riferito

Dettagli

L E R I C O M C O M I T A T O R I S P A R M I A T O R I L E H M A N B R O T H E R S

L E R I C O M C O M I T A T O R I S P A R M I A T O R I L E H M A N B R O T H E R S CONDANNATA DEUTSCHE BANK PER ILLEGITTIMA VENDITA DI POLIZZE ZURICH MAEXTRA Con sentenza pubblicata a luglio 2010 il Tribunale di Milano ha stabilito che la banca collocatrice presso un suo cliente, per

Dettagli

Sentenza n. 3070/2014 pubbl. il 04/03/2014 RG n. 39774/2012 Repert. n. 2538/2014 del 04/03/2014

Sentenza n. 3070/2014 pubbl. il 04/03/2014 RG n. 39774/2012 Repert. n. 2538/2014 del 04/03/2014 Sentenza N. R.G. N. 39774 /2012 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI MILANO SEZIONE SPECIALIZZATA IN MATERIA DI IMPRESA - SEZ. A Il Tribunale, in composizione collegiale nelle persone

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. Finanziario. [Estensore]

IL COLLEGIO DI ROMA. Finanziario. [Estensore] IL COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: Dott. Giuseppe Marziale Presidente Avv. Bruno De Carolis Prof. Avv. Pietro Sirena Avv. Michele Maccarone Prof.ssa Avv. Maddalena Rabitti Membro designato dalla

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Giudice della seconda sezione civile del Tribunale di Udine, dott. Francesco

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Giudice della seconda sezione civile del Tribunale di Udine, dott. Francesco REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Giudice della seconda sezione civile del Tribunale di Udine, dott. Francesco Venier, ha pronunciato, ai sensi dell art. 281 sexies c.p.c., la seguente

Dettagli

Codice del consumo - Vizio strutturale di autovettura nuova - Eccezione di decadenza - Responsabilità del produttore e del venditore

Codice del consumo - Vizio strutturale di autovettura nuova - Eccezione di decadenza - Responsabilità del produttore e del venditore Codice del consumo - Vizio strutturale di autovettura nuova - Eccezione di decadenza - Responsabilità de Codice del consumo - Vizio strutturale di autovettura nuova - Eccezione di decadenza - Responsabilità

Dettagli

IL DIRIGENTE. Determinazione 5/2015. Definizione della controversia Andreoli XXX/ Telecom Italia S.p.A.

IL DIRIGENTE. Determinazione 5/2015. Definizione della controversia Andreoli XXX/ Telecom Italia S.p.A. Determinazione 5/2015 Definizione della controversia Andreoli XXX/ Telecom Italia S.p.A. IL DIRIGENTE VISTA la L. 14 novembre 1995, n. 481, Norme per la concorrenza e la regolazione dei servizi di pubblica

Dettagli

TRIBUNALE DI SANTA MARIA CAPUA VETERE - SEZIONE DISTACCATA DI CASERTA - GIUDICE DOTT. M. SANTISE (22 ottobre 2007)

TRIBUNALE DI SANTA MARIA CAPUA VETERE - SEZIONE DISTACCATA DI CASERTA - GIUDICE DOTT. M. SANTISE (22 ottobre 2007) TRIBUNALE DI SANTA MARIA CAPUA VETERE - SEZIONE DISTACCATA DI CASERTA - GIUDICE DOTT. M. SANTISE (22 ottobre 2007) (omissis) tra F.C. (omissis) e G.G. (omissis) ATTORE e Curatela del Fallimento M.C.G.

Dettagli

UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE DI

UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE DI UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE DI ATTO DI CITAZIONE PER, in persona del legale rappresentante pro tempore, _ ( n a t o / a a, i l _ / _ / _, C. F. :, r e s i d e n t e i n _ ( _ ), Via - CAP: ), con sede

Dettagli

Nella persona della dott.ssa Giovanna Beccarini Crescenzi, in funzione di giudice del lavoro, ha pronunciato la seguente SENTENZA

Nella persona della dott.ssa Giovanna Beccarini Crescenzi, in funzione di giudice del lavoro, ha pronunciato la seguente SENTENZA Repubblica Italiana In Nome del Popolo Italiano Tribunale di Milano Sezione controversie di lavoro Nella persona della dott.ssa Giovanna Beccarini Crescenzi, in funzione di giudice del lavoro, ha pronunciato

Dettagli