Il Corriere di Via Pioppa 100

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Corriere di Via Pioppa 100"

Transcript

1 Istituto Comprensivo Statale Don Lorenzo Milani Ferrara Il Corriere di Via Pioppa 100 Notiziario della Scuola Primaria di Pontegradella Anno scolastico 2013/2014 VIII EDIZIONE - Numero 1 - GENNAIO 2014 Indice Una classe 2.0 assegnata alla nostra scuola 1 News poetiche 2 Laboratorio burattini 4 Reportage dalle Scuole dell Infanzia 5 All Archivio Storico Comunale 6 Avventura sullo scuolabus 8 Sulle strade dell arte 9 Noi e le scienze nelle mani 10 Natale al Melo 12 Recita di Natale: intervista ai bambini di seconda 13 Una CLASSE 2.0 assegnata alla nostra scuola Coop Estense, di concerto con l'assessorato Regionale e l'ufficio Scolastico Regionale, a supporto dell'innovazione didattica e tecnologica delle scuole danneggiate dal sisma, con 1 milione di euro ha finanziato 58 "classi 2.0" complete di Lavagne interattive, netbook o tablet per ciascuno studente, nonché percorsi formativi per gli insegnanti. IN EVIDENZA Festa di Natale al Melo 20 dicembre 2013 Per l Istituto Don Milani la scelta è caduta sulla nostra scuola, che ora dispone di strumentazione digitale per l intera classe terza. Gli insegnanti stanno seguendo i corsi di formazione.

2 Cari lettori del Corriere di Via Pioppa 100, ecco a voi il nostro ultimo titolo fresco fresco di stampa: ALLA FINE DI UNA LEZIONE NOIOSA UNA SORPRESA COLORATA E FREDDA Un bel giorno di ottobre mentre facevamo lezione all improvviso ci fu un vento fortissimo che spazzava via tutto. Le foglie si erano staccate tutte insieme dai rami degli alberi e volavano nell aria passando davanti alle nostre finestre. Erano colorate di rosso, giallo, arancione ed erano così tante che sembravano un uragano. Per la nostra classe fu un evento storico, perché non era mai capitato prima. Allora la maestra ci ha fatto scrivere un testo su quel meraviglioso evento naturale che per noi aveva significato l arrivo dell Autunno. Poi ognuno di noi andò alla lavagna a leggere il proprio testo al resto della classe. Le frasi che piacevano di più venivano sottolineate. Alla fine abbiamo avuto l idea di scrivere questa poesia collettiva unendo le nostre frasi migliori. BUONA LETTURA! Le foglie che sembravano uccelli Classe quarta Uno straordinario vortice di foglie ci stupì un mattino d Autunno. Tutti alla finestra per quei colori sublimi: un giallo mischiato con il rosso, un verde mischiato con l arancione. Un vento fortissimo aveva staccato le foglie tutte insieme dagli alberi maestosi del nostro giardino. Volavano verso Est come uno stormo di uccelli colorati. Volavano in tondo, volavano capovolte, volavano in picchiata. Sembrava che i tronchi si staccassero da terra. Ma fu soltanto un tornado di foglie, una bella giornata di vento e colori. Adesso gli alberi sono quasi spogli, d altronde fra poco è inverno. Pagina 2 Il Corriere di Via Pioppa 100

3 Poesia di Natale Classe prima NATALE E LA NASCITA DI GESU BAMBINO IL SUONO DELLE CAMPANE STARE IN FAMIGLIA LO SCAMBIO DEI REGALI UNA BELLA NEVICATA LE CASE CON I TETTI PIENI DI NEVE PREPARARE I DOLCETTI INSIEME UN ALBERO PIENO DI LUCI L ANGELO DELLA NEVE FARE IL PRESEPE L ARRIVO DI BABBO NATALE LO SCAMBIO DEI REGALI LE RENNE DI BABBO NATALE AUGURARE A TUTTI: BUON NATALE!!!! Il Corriere di Via Pioppa 100 Pagina 3

4 Classe quinta Tutti i martedì noi di cl.5^ con le maestre Valeria e Susanna abbiamo preparato, e continuiamo a far evolvere, i nostri burattini. È cominciato tutto la prima o la seconda settimana di scuola. Il primo giorno la maestra Valeria ci aveva già detto che avremmo realizzato dei burattini, ma io mai avrei pensato che saremmo arrivati a questo punto. Il martedì seguente, la maestra ha portato parecchi giornali, nastro adesivo e dei cartoni, quelli che ci sono nella pizza. Dopo ci ha chiamati, ci ha arrotolato un rettangolo di cartone al dito indice e ci ha spiegato che era per fare il collo del nostro burattino, che sarebbe stata e che è tutt ora la parte più importante. Dopo, con la carta da giornale, a b b i a m o f a t t o l a t e s t a accartocciandola, ci abbiamo inserito il collo e poi abbiamo avvolto le nostre teste con il nastro adesivo proprio come facevano gli egizi con le mummie. La settimana dopo gli abbiamo fatto il naso con la stessa tecnica della testa, e poi con dei cartoncini rimasti abbiamo ritagliato le manine, le abbiamo avvolte nel nastro adesivo e la settimana seguente le abbiamo colorate. La maestra Valeria ha portato dei nastri adesivi dei seguenti colori: ROSSO (per la bocca del burattino) - VERDE (per gli occhi del burattino) - AZZURRO (per gli occhi del burattino) - GRIGIO (per gli occhi del burattino) - NERO (per le pupille dei burattini) - BIANCO (per i denti e il bianco degli occhi del burattino. Abbiamo fatto la bocca rossa e per gli occhi del burattino abbiamo usato il colore che a noi piaceva di più, io ho scelto l azzurro. La maestra ci ha dato poi un modello di carta da giornale per fare il vestito da mettere al burattino. La settimana dopo abbiamo attaccato il vestito, dopo aver attaccato i capelli, abbiamo messo le mani e ECCO PRONTO IL NOSTRO BURATTINO! Però le maestre ci hanno comunicato che avremmo fatto uno spettacolo alle scuole d infanzia Agnese Zanardi e Antonio Pacinotti e poi lo spettacolo di Natale al centro Il Melo, allora abbiamo cominciato a scrivere i copioni per la recita. La storia parla di 3 fratellini che fanno il presepe; poiché ci sono poche statuine mettono dei giocattoli che sono: una ragazzina hippy, un pellerossa, un soldato e un aviatore. I personaggi in più però non sono graditi dalle statuine, e da lì nasce una bellissima storia che a me piace moltissimo. Questa storia parla di guerra che poi si trasforma in pace tra i personaggi, e oltretutto è molto divertente. Autrice: Anna Bruschi Pagina 4 Il Corriere di Via Pioppa 100

5 Classe quinta Che emozione alla scuola Pacinotti!! (Testo collettivo cl.5^) Il giorno 6 dicembre 13 noi di classe 5^ siamo andati alla scuola d infanzia Pacinotti per fare uno spettacolo con burattini realizzati da noi. Arrivati, siamo andati in una stanza che i bambini chiamano la buca perché è una stanza a forma rettangolare con dei gradini che scendono e così sembra proprio una buca. La sala era molto ospitale, piena di colori. Abbiamo preparato il telo rosso che sarebbe servito da teatrino, i vari burattini e tutto l occorrente per lo spettacolo. All inizio la nostra compagna Giorgia ha spiegato ai piccoli che lo spettacolo parlava di tre fratellini che stavano preparando il presepe però le statuine erano poche così aggiunsero alle statuine tradizionali, altri personaggi trovati in uno scatolone come un aviatore, un pellerossa, una ragazzina hippy con la chitarra e un soldatino di plastica. In piena notte si svegliarono le statuine del presepe: il primo ad aprire gli occhi fu uno dei pastori e notò subito qualcosa di strano e di diverso nel presepe, una novità che non gli piaceva troppo e da qui incomincia la storia. Ne capitano di tutti i colori, i vari personaggi incominciano a litigare: l angelo con il soldato, la vecchina delle caldarroste con la ragazza hippy, il pellerossa con un pastore, fino a quando non riescono a trovare un accordo e ognuno trova la propria collocazione accanto a Gesù Bambino. Quando abbiamo incominciato lo spettacolo i bambini ridevano e si divertivano, su ogni volto c era il sorriso. Anche noi ragazzi eravamo felici perché avevamo capito, ascoltando l umore dei piccoli, che stavamo lavorando bene. Ci siamo dimenticati di dirvi che la nostra storia natalizia, Allarme nel presepe, liberamente tratta da un racconto di Gianni Rodari, parlava di solidarietà e di accettazione dell altro nella propria diversità. E stata una bella emozione e ci siamo molto divertiti. Avremo la possibilità di rifare lo spettacolo anche dalle suore a Pontegradella. Speriamo di fare ancora bella figura! Alla scuola A. Zanardi di Pontegradella (Testo di Antonio) Il 10 dicembre 13 siamo andati alla scuola d infanzia A.Zanardi di Pontegradella a fare uno spettacolo di burattini intitolato Allarme al presepe. Arrivati lì ci siamo preparati facendo gli ultimi ritocchi alla storia e via!!! Il nostro pubblico erano i bimbi di suor Ancilla, io ero terrorizzato perché pensavo che la commedia andasse male nonostante avessimo già avuto un altra nostra esibizione anche alla scuola Pacinotti. Man mano che la storia andava avanti, il pubblico baby rideva sempre di più: avevamo raggiunto il nostro o- biettivo. Alla fine riconosco che siamo stati molto bravi ma io potevo fare sicuramente meglio. Comunque siamo rimasti tutti contenti, comprese le maestre. E stato molto emozionante lavorare davanti ad un pubblico di bimbi così piccoli. Desidero ringraziare la maestra Valeria e la maestra Susanna per il tempo che hanno passato con noi a insegnarci tutti i movimenti. E stata un emozione fantastica. Il Corriere di Via Pioppa 100 Pagina 5

6 Classe quarta Venerdì 29 novembre noi di classe IV siamo andati all Archivio Storico Comunale, che si trova in una delle vie più vecchie di Ferrara, via Giuoco del Pallone. Il vero motivo della nostra visita era capire come si archiviano i documenti del Comune di Ferrara e l avevamo anche scritto sul quaderno prima dell uscita. Ci interessava capire come fanno a tenere migliaia di documenti senza perderli, sapendo sempre dove sono stati messi. Quest anno infatti studiamo le civiltà antiche, non solo i Sumeri, che hanno inventato la scrittura. E per questo che dalla Storia Antica in poi abbiamo anche documenti scritti. Nell Archivio Storico Comunale si tengono documenti vecchi almeno di 50 anni, ma ci sono anche documenti antichissimi, come quello del 1598 scritto dal segretario del Papa in latino, con una scrittura molto difficile da leggere, per riappropriarsi del Ducato di Ferrara. Il Papa aveva approfittato del fatto che gli E- stensi non avevano più eredi e con quella lettera li mandò via. Queste notizie ce le ha date la signora Poli, la nostra guida, che ci ha anche mostrato questo prezioso documento. La signora Poli ci ha portato in una zona dove non tutti sono autorizzati a entrare. Prima di cominciare la visita ci ha fatti sedere attorno ad un enorme tavolo con una tovaglia verde e ci ha spiegato che cos è un archivio; ci faceva anche delle domande, per cui noi rispondevamo alzando la mano. Poi ci ha mostrato i FALDONI, che sono scatole con dei lacci che contengono tanti documenti. Molti documenti avevano le pagine rotte, perché erano molto vecchie. Poi abbiamo visto i REGISTRI, che sono dei libri grandissimi formati da tanti documenti cuciti insieme. In quella stanza la signora Poli ci ha mostrato un faldone nel quale c erano tutti i documenti originali sulla costruzione della nostra scuola, che ha 102 anni: l acquisto della terra, il progetto con le piantine, i primi registri delle iscrizioni. Li avevamo visti quasi tutti nella storia della nostra scuola scritta da dei vecchi alunni che adesso sono alle superiori. Ma noi ne abbiamo scoperto uno nuovo: una pianta degli interni che nessuno aveva mai visto. Ce la siamo fatta fotocopiare e l abbiamo portata a scuola per ricavare delle informazioni da aggiungere alla storia della nostra scuola. QUI C ERA IL DOCUMENTO DEL PAPA DEL 1598 LA PIANTA DEGLI INTERNI SCOPERTA DA NOI REGISTRO DELLE ISCRIZIONI Pagina 6 Il Corriere di Via Pioppa 100

7 LA TARGA SULLA PORTA ECCO COME FUNZIONANO GLI ARMADI COMPATTI La nostra guida ci ha poi portato a vedere degli enormi armadi di ferro che si chiamano ARMADI COM- tante, ma è stata istruttiva: anche se è stato un po La visita all archivio Storico non è stata molto ecci- PATTI. Questi armadi, girando delle manovelle, difficile capire, ci siamo divertiti e quelli che lavorano là sono stati molto generosi, perché ci hanno fatto scorrono su dei binari del pavimento, così si aprono dei corridoi tra un armadio e l altro dove si può entrare per prendere i faldoni con i documenti. In pra- entrare in un reparto riservato, vietato al pubblico. tica questi armadi stanno sempre uno attaccato Non tutti potevano entrare, noi sì. all altro per occupare poco spazio, ed è per questo che si chiamano compatti. Sembrava che fossero davvero pesanti da muovere, invece non è così: la nostra compagna Nicole, che ha potuto provare a girare una manovella, li ha spostati da sola con molta facilità. Per sapere cosa c è dentro, mettono un etichetta sul fianco di ogni armadio compatto. Alla fine della visita abbiamo visto un vecchio armadio con tantissimi mini cassetti che contenevano delle schede con i nomi e i cognomi delle persone che andavano a scuola tanto tempo fa. C erano anche i voti e le materie. Erano in ordine alfabetico e ce n erano anche di vecchie di 100 anni. Il Corriere di Via Pioppa 100 Pagina 7

8 Il pullmino si guasta, ma non è grave Classe quarta Quando stavamo tornando spensierati dalla visita all Archivio Storico Comunale con lo scuolabus, all improvviso si sentì un grande fracasso. L albero di Finalmente l autista tornò con due bulloni in mano, si trasmissione ci aveva detto ciao ciao. sdraiò di nuovo sotto lo scuolabus e riuscì a fissare il pezzo che si era staccato. Tutti noi gli abbiamo fatto Le ruote smisero di girare e l autista accostò in Via un applauso. Giuoco del Pallone. Quando risalì sul pullmino disse alla maestra che potevamo ripartire perché se si fosse staccato di nuo- Alcuni avevano un po paura, Giorgio invece ha pensato a un programma di nome MythBusters (Miti da vo c era un dispositivo di sicurezza che impediva che sfatare) che parlava del mito dell albero motore. Alcuni avevano pensato che si fosse staccata una ruota l albero cadesse. e tutti si domandavano che cosa fosse successo, ma Dopo aver disdetto il pullmino di soccorso siamo ripartiti, e l autista ci ha detto di stare fermi perché l autista ci disse subito che si era staccato l albero di trasmissione; noi non sapevamo neanche che cosa le vibrazioni potevano far ripetere il guasto. fosse. Alcuni bambini però si muovevano apposta sperando Per colpa del guasto siamo stati fermi una mezz ora. di far staccare i bulloni un altra volta, in modo da Il conducente telefonò per chiedere che un altro pullmino ci venisse a prendere, poi scese con degli at- aspettava per interrogarci in scienze. ritardare l arrivo a scuola dove il maestro Vittorio ci trezzi in mano e si sdraiò sotto il mezzo; quindi si Sfortunatamente non si staccò più niente e arrivammo a scuola puntualissimi. mise a cercare lungo la strada i quattro bulloni che erano saltati via. Intanto noi ci agitavamo, qualcuno gridava Aiuto, aiuto!. Allora la maestra Giovanna ha avuto l idea di farci raccontare delle barzellette per passarci il tempo, ma non facevano molto ridere. All improvviso si sentì un gran fracasso: l albero di trasmissione ci aveva detto ciao ciao... Pagina 8 Il Corriere di Via Pioppa 100

9 Gioca con noi Classe terza Durante alcuni pomeriggi d autunno inoltrato abbiamo giocato, quasi come Arcimboldo, con immagini, parole, prodotti di una stagione ricca di frutti e verdure nati dalla terra. Ed ecco i nostri capolavori. Il bottegaio e suo figlio Il signor Panciaunta Il signor Testa d?uovo Prova a dare un nome a quelli qui sotto Il signor Panciagrossa L intonatissima Miss Il Formaggioso Il Corriere di Via Pioppa 100 Pagina 9

10 UNA BELLA MOSTRA Classe terza Sabato 30 novembre c eravamo tutti a scuola e tutti noi di terza siamo partiti in autobus, il numero 9, per andare in città a vedere la mostra IL RICAMO E LE SCIENZE NELLE MANI e a fare un laboratorio con aghi, fili colorati e stoffe. A piedi siamo passati davanti al castello e al duomo e abbiamo visto in piazza i preparativi per la festa del Natale. Il cotone si può tagliare solo quando la pianta è secca. COTONE La nostra meta era Casa di Stella dell Assassino: questo nome ci ha molto incuriosito e abbiamo pensato in tanti Perché mai si chiamerà così?. Quando siamo entrati eravamo emozionatissimi. Abbiamo visto delle armature, le spade, delle coppe e manichini con i vestiti del Palio di Ferrara. Siamo poi andati su per le scale e al piano di sopra abbiamo visto subito una tavola lunga, così lunga che qualcuno di noi l ha chiamata tavola medioevale, con sopra stoffe, tessuti bellissimi, colorati, ricamati. Elisabetta e Margherita, le nostre guide, ci hanno chiesto Ma cosa c entra la scienza con il ricamo, direte?. E così ci hanno spiegato che i tessuti sono di origine vegetale o animale. C è il cotone, la canapa, il lino che sono fatti con piante, ma anche la seta che è fatta dalla bava del baco di una farfalla. Ci hanno fatto toccare il fiore che produce il cotone: era molto morbido e aveva dei semi grossi e duri. Ci hanno fatto toccare quei quattro tessuti, e ogni pezzo di stoffa aveva per noi una sensazione diversa: la seta è morbida, delicata, setosa!, la canapa è dura, grossa, rigida. La stoffa è fatta di : LINO trama ( fili orizzontali con la navetta ) ordito ( fili verticali ). BACO DA SETA Per saperne di più: la struttura del tessuto Il tessuto si forma dall intreccio dei fili. I fili verticali dell ordito, disposti paralleli e tesi sul telaio, si intrecciano con quelli orizzontali della trama. Il diverso modo di intrecciarsi dei fili costituisce l armatura del tessuto. Pagina 10 Il Corriere di Via Pioppa 100

11 IMPARIAMO A RICAMARE C la ss e te rz a Ci hanno fatto vedere come si usa il telaio con un pedale e quello piccolo fatto da due cerchi: esistono molti tipi di telaio. L IMPREVISTO Al ritorno abbiamo preso l autobus ad un orario sbagliato e così al capolinea durante l attesa abbiamo intervistato l autista. Ti piace il tuo lavoro? Quanti chilometri all ora fa un autobus? Io da grande farò l autista. Che patente occorre per guidare un bus? Per ricamare prima bisogna fare un disegno, poi usare la carta carbone e solo alla fine del progetto si ricama con l ago e fili colorati stando attenti: in un centimetro quadrato ci sono 16 fili di trama e 16 di ordito, questo serve per calcolare lo spazio del disegno e poi del ricamo. La patente D. Allora per guidare un auto? E per guidare un camion? Ci vai in autostrada con questo autobus? C eravamo solo noi e così l autobus era fermo, con il motore spento. Noi abbiamo giocato a guidare con il volante, ad aprire e chiudere le porte, a facciamo finta che Eravamo autisti e passeggeri... Al rientro a scuola abbiamo chiesto alla maestra: Quando faremo la prossima uscita?. RICERCA A SCUOLA A Casa di Stella dell Assassino non c era nessun assassino. E allora? Perché poi si chiama così? Dopo aver fatto merenda ci hanno fatto vedere come si ricama e qualcuno di noi ha subito pensato al peggio, ma quando ci si abitua non è difficile: bisognava andare con l ago in un buchino e uscire dall altro. Abbiamo fatto una indagine storica e abbiamo scoperto che nel 1500 abitava a Ferrara Stella de Tolomei, figlia di Giovanni de Tolomei. I Tolomei erano una famiglia di Assisi che era venuta ad abitare a Ferrara. Tutti quelli che conoscevano Stella, la chiamavano figlia dell Assisino. Abbiamo imparato a cucire e ci siamo divertiti un sacco! Ma poi con il tempo la parola, a forza di dirlo in dialetto, è stata trasformata in Assassino. ASSISINO ASSASSINO Il Corriere di Via Pioppa 100 Pagina 11

12 La nostra festa di Natale sul palco del Centro Il Melo Grazie al Centro Sociale Il Melo, che ancora una volta ci ha concesso l uso della Sala Aurora, abbiamo potuto festeggiare il Natale con le nostre famiglie, presentando le nostre esibizioni all insegna della semplicità e dell amicizia. Il tutto sottolineato dalle note dei nostri flauti e delle nostre chitarre. Sala piena e tanti applausi. Ospiti d onore i bambini della Scuola dell Infanzia Le Margherite. ARTICOLO PUBBLICATO DA ESTENSE.COM Pagina 12 Il Corriere di Via Pioppa 100

13 Recita di Natale Intervista ai bambini di II Classe seconda A me è piaciuto lo spettacolo di burattini dei bambini di quinta. Noi abbiamo suonato il flauto. Anche a me son piaciuti i burattini, perché mi facevano ridere come le renne con gli occhiali A me è piaciuto guardare i burattini perché facevano la guerra Che ridere quando un burattino sbatteva la testa contro una molletta, mentre un bambino suonava la chitarra e un altro il flauto A me è piaciuto alla fine quando abbiamo cantato: prima, seconda, terza, quarta e quinta insieme. I burattini si davano le botte e si lanciavano anche le castagne Mi è piaciuto quando abbiamo fatto gli auguri in inglese e in altre lingue A me è piaciuto lo spettacolino di quarta, perché c erano tante renne e quella che li guidava aveva perso la vista, ma poi Babbo Natale gli ha regalato un paio di occhiali Tra i burattini c era un indiano che diceva sempre aug!! La renna Matilde invece mi è piaciuta perché quando il narratore parlava Matilde apriva le braccia e poi le chiudeva e le riapriva: era molto buffa. I folletti buoni e quello cattivo facevano ridere Il Corriere di Via Pioppa 100 Pagina 13

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA DOPO LE OSSERVAZIONI FATTE DALLE MAESTRE DURANTE I NOSTRI GIOCHI CON IL MATERIALE DESTRUTTURATO SI SONO FORMATI QUATTRO GRUPPI PER INTERESSE DI GIOCO.

Dettagli

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Il piccolo Arco Baleno viveva tutto solo sopra una nuvola. La sua nuvoletta aveva tutte le comodità: un letto con una grande coperta colorata, tantissimi

Dettagli

Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry

Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry I NONNI Obiettivo: riconoscere il sentimento che ci lega ai nonni. Attività: ascolto e comprensione di racconti, conversazioni guidate. Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry Quando Roberto

Dettagli

DAL SEME ALLA PIANTA

DAL SEME ALLA PIANTA SCHEDA N 3 DAL SEME ALLA PIANTA Un altra esperienza di semina in classe potrà essere effettuata a piccoli gruppi. Ogni gruppo sarà responsabile della crescita di alcuni semi, diversi o uguali. Es. 1 gruppo:

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI orecchio acerbo Premio Andersen 2005 Miglior libro 6/9 anni Super Premio Andersen Libro dell Anno 2005 Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI

Dettagli

La scatola dei pensieri sparsi

La scatola dei pensieri sparsi La scatola dei pensieri sparsi In tutte le classi prime di scuola secondaria e, dunque, non solo in quella sperimentale, e stata proposta la creazione de La scatola dei pensieri sparsi(strumento anonimo).

Dettagli

L AULA. Indica con una crocetta gli oggetti presenti nell aula C È CI SONO

L AULA. Indica con una crocetta gli oggetti presenti nell aula C È CI SONO L A SCUOLA PROPOSTE visita alla scuola denominazione di: - persone, ruoli e funzioni - spazi, arredi, oggetti e materiali realizzazione di cartelli plurilingue lettura della piantina della scuola le norme

Dettagli

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania Cara Arianna, ciao, io sono Federica D.L. e abito a Latina e frequento la scuola elementare dell IC Don

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana Via Aurelia, 796-00165 Roma - Italia www.caritasitaliana.it Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana PRIMA SETTIMANA di Avvento

Dettagli

Mauro. Simone. Mamy Jara

Mauro. Simone. Mamy Jara Trebisonda è un programma per ragazzi su RAI 3, dove si fanno dei giochi educativi a cui partecipano ragazzi di una scuola. Stavolta è toccato alla mia classe, la 2^A, e a una di Coldirodi. Noleggiato

Dettagli

TEST LIVELLO B1 QCE COMPRENSIONE ORALE DETTATO ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA.

TEST LIVELLO B1 QCE COMPRENSIONE ORALE DETTATO ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA. TEST LIVELLO B1 QCE NOME COGNOME. CLASSE.. DATA.. COMPRENSIONE ORALE DETTATO. ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA. 1.. Fabio e Barbara si incontrano A) alla stazione di Pisa. B) all aeroporto di

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

IL CAPPELLO MAGICO RITA SABATINI

IL CAPPELLO MAGICO RITA SABATINI IL CAPPELLO MAGICO RITA SABATINI Da quando il signor Bartolomeo aveva perso tutti i suoi capelli era diventato molto triste. Dapprima i capelli erano diventati grigi e avevano iniziato a diradarsi. Poi

Dettagli

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno.

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. NONNO: Sera a tutti. MAMMA: Ciao papà. CASA DI CHARLIE In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. CHARLIE: Ciao nonno. NONNA: Ciao caro. MAMMA: La zuppa

Dettagli

Cari bambini, Mi chiamo x02 e arrivo da Ecopolis, un pianeta lontano anni luce. A causa di un guasto alla mia astronave sono atterrato sulla terra.

Cari bambini, Mi chiamo x02 e arrivo da Ecopolis, un pianeta lontano anni luce. A causa di un guasto alla mia astronave sono atterrato sulla terra. Cari bambini, Mi chiamo x02 e arrivo da Ecopolis, un pianeta lontano anni luce. A causa di un guasto alla mia astronave sono atterrato sulla terra. Che puzza extragalattica c è qui!. Il mio mondo è bello,

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

INDAGINE SUI GIOCHI E SUI GIOCATTOLI Classe 2 a A A. S. 2007/08. Intervista

INDAGINE SUI GIOCHI E SUI GIOCATTOLI Classe 2 a A A. S. 2007/08. Intervista Allegato 11 INDAGINE SUI GIOCHI E SUI GIOCATTOLI Classe 2 a A A. S. 2007/08 Proponi ai nonni e ai genitori la seguente intervista Intervista 1. Con che cosa giocavi? 2. Chi ti comprava i giochi? 3. Ne

Dettagli

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I COLORI Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I colori sono tanti almeno cento: marrone come il legno, bianco come la nebbia, rosso come il sangue,

Dettagli

PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III II QUADRIMESTRE DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI

PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III II QUADRIMESTRE DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III ANNO SCOLASTICO II QUADRIMESTRE ALUNNO/A PROVE DI VERIFICA PERIODO: SECONDO

Dettagli

Dopo il recente evento sismico,le associazioni Incontrarti e Piccole onde hanno avuto l'occasione di proporre alla classe III B della scuola don

Dopo il recente evento sismico,le associazioni Incontrarti e Piccole onde hanno avuto l'occasione di proporre alla classe III B della scuola don Dopo il recente evento sismico,le associazioni Incontrarti e Piccole onde hanno avuto l'occasione di proporre alla classe III B della scuola don Milani un laboratorio sul tema del cambiamento. Stimolati

Dettagli

Componimenti relativi ai primi mesi di scuola da parte degli alunni della classe 1D di scuola sec. di primo grado

Componimenti relativi ai primi mesi di scuola da parte degli alunni della classe 1D di scuola sec. di primo grado Componimenti relativi ai primi mesi di scuola da parte degli alunni della classe 1D di scuola sec. di primo grado 01 LA 1^D Ciao io sono Ludovica e voglio raccontarvi come sono stati questi quattro mesi

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

GLI ALUNNI DELLA I A

GLI ALUNNI DELLA I A GLI ALUNNI DELLA I A Descrivi la festa di Halloween soffermandoti sui preparativi, che l hanno preceduta, sul suo svolgimento e parla delle tue impressioni al riguardo. Con la scuola elementare di Puccianiello

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN 1 CIRCOLO SPINEA ANNO SCOLASTICO 2005-06. Prog. MATEMATICA Gruppo ANNI 5 Periodo MARZO Documentazione di MIELE GIOVANNA

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN 1 CIRCOLO SPINEA ANNO SCOLASTICO 2005-06. Prog. MATEMATICA Gruppo ANNI 5 Periodo MARZO Documentazione di MIELE GIOVANNA SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN 1 CIRCOLO SPINEA ANNO SCOLASTICO 2005-06 Prog. MATEMATICA Gruppo ANNI 5 Periodo MARZO Documentazione di MIELE GIOVANNA Il progetto sulla Terza Dimensione Queste attività si

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5 Ombra di Lupo Chiaro di Luna Tratto da Lupus in Fabula di Raffaele Sargenti Narrazione e Regia Claudio Milani Adattamento Musicale e Pianoforte Federica Falasconi Soprano Beatrice Palombo Testo Francesca

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

A me è piaciuto molto il lavoro in aula computer perché era a coppie e poi ho potuto imparare ad usare il computer. Anche il

A me è piaciuto molto il lavoro in aula computer perché era a coppie e poi ho potuto imparare ad usare il computer. Anche il Noi abbiamo fatto un progetto con il computer che è durato tanto ma è stato bellissimo, perché abbiamo fatto i disegni di una favola. Abbiamo usato un nuovo programma e Luisanna ha creato un nuovo programma

Dettagli

Azione 1 Italiano come L2- La lingua per studiare

Azione 1 Italiano come L2- La lingua per studiare Azione 1 Italiano come L2- La lingua per studiare Disciplina: Scienze Livello: A2 Gruppo 3 Autori: Belfi Antonella, Bolzan Luana, Papi Michela Prerequisiti: comprensione linguistica livello A2 per alunni

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Aldo Moro Scuola dell Infanzia Collodi Corbetta Anno Scolastico 2012-2013

Istituto Comprensivo Statale Aldo Moro Scuola dell Infanzia Collodi Corbetta Anno Scolastico 2012-2013 alla Istituto Comprensivo Statale Aldo Moro Scuola dell Infanzia Collodi Corbetta Anno Scolastico 2012-2013 IL CALENDARIO DELL AVVENTO Collaborando con la Città dei Bambini, ogni sezione ha preparato su

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Come ti immagini gi insegnanti?

Come ti immagini gi insegnanti? a Come ti immagini gi insegnanti? Quello dell insegnante è un ruolo complesso, in cui entrano in gioco diverse caratteristiche della persona che lo esercita e della posizione che l insegnante occupa nella

Dettagli

Circolo Didattico Agrate Brianza Anno scolastico 2008-2009

Circolo Didattico Agrate Brianza Anno scolastico 2008-2009 Circolo Didattico Agrate Brianza Anno scolastico 2008-2009 Progetto realizzato in collaborazione tra: Sezione Azzurri scuola dell Infanzia Via Garibaldi Classe 1B scuola Primaria Omate Classe 1C scuola

Dettagli

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO 6. ABITO A 7. QUESTA E LA MIA FAMIGLIA: 1 8. A CASA

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

LA DIVERSITÀ Obiettivo: accettare la diversità propria e altrui; considerare la diversità come un valore; comprendere un racconto.

LA DIVERSITÀ Obiettivo: accettare la diversità propria e altrui; considerare la diversità come un valore; comprendere un racconto. LA DIVERSITÀ Obiettivo: accettare la diversità propria e altrui; considerare la diversità come un valore; comprendere un racconto. Attività: ascolto di un racconto. La bambola diversa Lettura dell insegnante

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2004 2005 PROVA DI ITALIANO. Scuola Primaria. Classe Seconda. Codici. Scuola:... Classe:..

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2004 2005 PROVA DI ITALIANO. Scuola Primaria. Classe Seconda. Codici. Scuola:... Classe:.. Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Istituto Nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2004

Dettagli

1. Usa le parole per creare i superlativi relativi. Attenzione alle concordanze. Es.: Gatti/animali/agile/terra.

1. Usa le parole per creare i superlativi relativi. Attenzione alle concordanze. Es.: Gatti/animali/agile/terra. 1. Usa le parole per creare i superlativi relativi. Attenzione alle concordanze. Es.: Gatti/animali/agile/terra. I gatti sono gli animali più agili della terra. 1. Gianni/bambino/bravo/classe 2. Barbara/ragazza/

Dettagli

"UN NATALE MAGICO" Farsa in Musica per Bambini di Oreste De Santis

UN NATALE MAGICO Farsa in Musica per Bambini di Oreste De Santis "UN NATALE MAGICO" Farsa in Musica per Bambini di Oreste De Santis *** Attenzione è possibile acquistare il cd musicale ( 20 ) con le canzoni con voce e le basi musicali direttamente dall autore scrivi

Dettagli

Briciola e la pulce: recensioni V B scuola Quasimodo

Briciola e la pulce: recensioni V B scuola Quasimodo Briciola e la pulce: recensioni V B scuola Quasimodo Apro gli occhi e mi accorgo si essere sdraiata su un letto. [ ] La prima cosa che mi viene in mente di chiedere è come mi chiamo e quanti anni ho. È

Dettagli

L amore è un granello di sabbia

L amore è un granello di sabbia L amore è un granello di sabbia Erika Zappoli L AMORE È UN GRANELLO DI SABBIA romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Erika Zappoli Tutti i diritti riservati A Serena e Samuel con la sola vostra

Dettagli

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero:

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero: in Kosovo Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini Numero 01, Gennaio 2009 In questo numero: Benvenuto caro sostenitore! Un regalo per me! I bambini dimostrano quello che sanno sull

Dettagli

Scuola Primaria Pisani Dossi. Istituto Comprensivo Erasmo da Rotterdam ALBAIRATE

Scuola Primaria Pisani Dossi. Istituto Comprensivo Erasmo da Rotterdam ALBAIRATE Scuola Primaria Pisani Dossi Istituto Comprensivo Erasmo da Rotterdam ALBAIRATE Autori: alunni 3^B Anno scolastico 2012-2013 Il 10 maggio abbiamo incominciato questa esperienza. Ci sono 4 materie: italiano,

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA G.RODARI

SCUOLA DELL INFANZIA G.RODARI SCUOLA DELL INFANZIA G.RODARI Camminando all interno della nostra scuola, scopriamo una porta che dà sul nostro giardino aperta! Andiamo a curiosare Ma cosa c è lì per terra?... Una lettera.misteriosa,

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

PADRE MAESTRO E AMICO

PADRE MAESTRO E AMICO PADRE MAESTRO E AMICO Padre, di molte genti padre, il nostro grido ascolta: è il canto della vita. Quella perenne giovinezza che tu portavi in cuore, perché non doni a noi? Padre, maestro ed amico noi

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: Ciao, Flavia. Mi sono divertito moltissimo sabato

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Percorso didattico Cittadinanza e Costituzione Rosa Sergi

Percorso didattico Cittadinanza e Costituzione Rosa Sergi A SCUOLA DI COSTITUZIONE COLORA IL TITOLO BIANCO, ROSSO E VERDE. PER VIVERE BENE IN CLASSE ABBIAMO BISOGNO DELLE DIRITTI REGOLE DOVE VI SONO DEI DIRITTI E DEI DOVERI SENZA LEGGI e REGOLE DA RISPETTARE

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

Edizioni il Molo www.edizioniilmolo.it info@edizioniilmolo.it. A tutti i bambini che diverranno amici di Natalino

Edizioni il Molo www.edizioniilmolo.it info@edizioniilmolo.it. A tutti i bambini che diverranno amici di Natalino Edizioni il Molo www.edizioniilmolo.it info@edizioniilmolo.it A tutti i bambini che diverranno amici di Natalino Prima Edizione Edizioni il Molo, 2014 Via Bertacca, 207-55054 Massarosa (LU) Tel e Fax 0584.93107

Dettagli

L acqua si infiltra. Scuola Primaria- Classe Prima. Dante - Pontedera- I. C. Pacinotti - Insegnante Natalina Grasso

L acqua si infiltra. Scuola Primaria- Classe Prima. Dante - Pontedera- I. C. Pacinotti - Insegnante Natalina Grasso L acqua si infiltra Scuola Primaria- Classe Prima Dante - Pontedera- I. C. Pacinotti - Insegnante Natalina Grasso Schema per costruire il diario di bordo riguardo a precise situazioni di lavoro scelte

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

PORCHIPINO. Periodo attuazione: ottobre/dicembre 2007

PORCHIPINO. Periodo attuazione: ottobre/dicembre 2007 PORCHIPINO Temi: L incontro, lo stare e il partire. La narrazione della storia di Porchipino, un piccolo riccio rimasto solo nel bosco, introduce i bambini al tema dell incontro, dell accoglienza del diverso

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

DI MARIO LODI Analisi e rielaborazione del libro BANDIERA Realizzato dall insegnante Micheletti Angela e dagli alunni di 2 A e B LA FONTE anno

DI MARIO LODI Analisi e rielaborazione del libro BANDIERA Realizzato dall insegnante Micheletti Angela e dagli alunni di 2 A e B LA FONTE anno DI MARIO LODI Analisi e rielaborazione del libro BANDIERA Realizzato dall insegnante Micheletti Angela e dagli alunni di 2 A e B LA FONTE anno scolastico 2013/14 LA STORIA Questa storia comincia il primo

Dettagli

Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE

Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE Saluti alle autorità Presidente dott. Silvagni Segretario di stato alla cultura Segretario

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

Lasciatevi incantare

Lasciatevi incantare Lasciatevi incantare Rita Pecorari LASCIATEVI INCANTARE favole www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Rita Pecorari Tutti i diritti riservati Tanto tempo fa, io ero ancora una bambina, c era una persona

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 5 uscita del 13 febbraio 2015 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via

Dettagli

Giulia Loscocco. Hao Zhaou

Giulia Loscocco. Hao Zhaou Giulia Loscocco dolce e morbida è piccina piccina e ha il cappello rosso. È sempre triste e certe volte felice. è fatta per essere abitata. La cosa che mi piace di più è il materasso della mia camera.

Dettagli

PROVE DI VERIFICA FINE ANNO SCOLASTICO

PROVE DI VERIFICA FINE ANNO SCOLASTICO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 CLASSE TERZA PROVE DI VERIFICA FINE ANNO SCOLASTICO Le prove saranno somministrate negli ultimi quindici giorni di Maggio. 1 Nome... data Pippi festeggia il suo compleanno Un

Dettagli

Lucio Battisti - E penso a te

Lucio Battisti - E penso a te Lucio Battisti - E penso a te Contenuti: lessico, tempo presente indicativo. Livello QCER: A2/ B1 (consolidamento presente indicativo) Tempo: 1h, 10' Sicuramente il periodo degli anni Settanta è per l'italia

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA COLLODI A.S.2013/14 COME SI CREA UN RICORDO NELLA NOSTRA MENTE?

SCUOLA DELL INFANZIA COLLODI A.S.2013/14 COME SI CREA UN RICORDO NELLA NOSTRA MENTE? SCUOLA DELL INFANZIA COLLODI A.S.2013/14 PROGETTO SCIENTIFICO di Marica Loppo Gruppo anni 5 LA MEMORIA è una GRANDE CASA in cui si depositano le informazioni recuperate con l aiuto dei sensi (LE FINESTRE)

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

FLEPY E L ACQUA. Testo e idea: Wilfried Vandaele Illustrazioni: Tini Bauters Traduzione: Stefania Calicchia

FLEPY E L ACQUA. Testo e idea: Wilfried Vandaele Illustrazioni: Tini Bauters Traduzione: Stefania Calicchia FLEPY E L ACQUA Testo e idea: Wilfried Vandaele Illustrazioni: Tini Bauters Traduzione: Stefania Calicchia A G E N Z I A P E R L A P R O T E Z I O N E D E L L A M B I E N T E E P E R I S E R V I Z I T

Dettagli

Unità III Gli animali

Unità III Gli animali Unità III Gli animali Contenuti - Fattoria - Zoo - Numeri Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Roberto racconta L Orsoroberto si presenta e racconta ai bambini un poco di sé. L Orsoroberto ama mangiare il miele,

Dettagli

LA GENIALE BOTTEGA DEL RICICLO

LA GENIALE BOTTEGA DEL RICICLO RIC REI RIU' E LA GENIALE BOTTEGA DEL RICICLO Tre strani e simpatici genietti, tra loro grandi amici, Ric Rei e Riù, se ne andavano in giro per il mondo per vedere se qualcuno poteva aver bisogno, appunto,

Dettagli

Conversazione semi-libera

Conversazione semi-libera Titolo del file: ML05_080212.doc Pseudonimo: DAVID Partecipanti: ML05 DAVID, ML Laurence Data di registrazione: Attività svolte: conversazioni semi-libera; storia per immagini sul pesce; storia per immagini

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA G. PASCOLI - SCUOLA PRIMARIA L. DA VINCI

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA G. PASCOLI - SCUOLA PRIMARIA L. DA VINCI PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA G. PASCOLI - SCUOLA PRIMARIA L. DA VINCI INSEGNANTI DELLA SEZIONE 5 ANNI G. PASCOLI INSEGNANTI DELLE CLASSI 1ª E 5ª DELLA SCUOLA PRIMARIA L. DA VINCI ANNO SCOLASTICO

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987-

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- Anguera, 05 giugno 2010 Ciò che vi ho rivelato qui non l ho mai rivelato prima in nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo in questa terra

Dettagli

Tempo della lezione: 45-60 Minuti. - Tempo di preparazione: Dipendente dai materiali.

Tempo della lezione: 45-60 Minuti. - Tempo di preparazione: Dipendente dai materiali. 8 LEZIONE: Funzioni Tempo della lezione: 45-60 Minuti. - Tempo di preparazione: Dipendente dai materiali. Obiettivo Principale: Illustrare come compiti ripetitivi possano essere organizzati in piccoli

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE 72 Lucia non lo sa Claudia Claudia Come? Avete fatto conoscenza in ascensore? Non ti credo. Eppure devi credermi, perché è la verità. E quando? Un ora fa.

Dettagli

Perché non ho provato

Perché non ho provato Elena Colella Perché non ho provato Sin dai primi giorni, l arrivo di Esther mise sottosopra l intero quartiere. Esther, 30 anni circa. Jeans aderenti e stivali neri in pelle. Maglie scure aderenti. Carnagione

Dettagli

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Mi presento Mi chiamo Lisa Cappellazzo, ho 35 anni e son un insegnante

Dettagli

TEMPO TEMPO. Oggi la maestra ha chiesto ai bambini e alle bambine di pensare a una frase con la parola tempo. Quante idee diverse!

TEMPO TEMPO. Oggi la maestra ha chiesto ai bambini e alle bambine di pensare a una frase con la parola tempo. Quante idee diverse! TEMPO Oggi la maestra ha chiesto ai bambini e alle bambine di pensare a una frase con la parola tempo. Quante idee diverse! OGGI IL TEMPO È BRUTTO. PER FARE QUESTO DISEGNO HO IMPIEGATO TANTO TEMPO. TANTO

Dettagli

un laboratorio, tante emozioni!

un laboratorio, tante emozioni! * Metodologia ludica, interdisciplinare e creativa della musica * un laboratorio, tante emozioni! Progetti di educazione al suono e alla musica presentati da Sandro Malva Fare musica è importante. Psicologi

Dettagli

INTRODUZIONE. La ragazza

INTRODUZIONE. La ragazza 5 INTRODUZIONE La ragazza Il braccio era vicino al telefono. Forse la ragazza aveva cercato di chiamare qualcuno, ma poi non aveva avuto il tempo di farlo. I lunghi capelli neri scendevano sul viso e coprivano

Dettagli