Il Corriere di Via Pioppa 100

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Corriere di Via Pioppa 100"

Transcript

1 Istituto Comprensivo Statale Don Lorenzo Milani Ferrara Il Corriere di Via Pioppa 100 Notiziario della Scuola Primaria di Pontegradella Anno scolastico 2013/2014 VIII EDIZIONE - Numero 1 - GENNAIO 2014 Indice Una classe 2.0 assegnata alla nostra scuola 1 News poetiche 2 Laboratorio burattini 4 Reportage dalle Scuole dell Infanzia 5 All Archivio Storico Comunale 6 Avventura sullo scuolabus 8 Sulle strade dell arte 9 Noi e le scienze nelle mani 10 Natale al Melo 12 Recita di Natale: intervista ai bambini di seconda 13 Una CLASSE 2.0 assegnata alla nostra scuola Coop Estense, di concerto con l'assessorato Regionale e l'ufficio Scolastico Regionale, a supporto dell'innovazione didattica e tecnologica delle scuole danneggiate dal sisma, con 1 milione di euro ha finanziato 58 "classi 2.0" complete di Lavagne interattive, netbook o tablet per ciascuno studente, nonché percorsi formativi per gli insegnanti. IN EVIDENZA Festa di Natale al Melo 20 dicembre 2013 Per l Istituto Don Milani la scelta è caduta sulla nostra scuola, che ora dispone di strumentazione digitale per l intera classe terza. Gli insegnanti stanno seguendo i corsi di formazione.

2 Cari lettori del Corriere di Via Pioppa 100, ecco a voi il nostro ultimo titolo fresco fresco di stampa: ALLA FINE DI UNA LEZIONE NOIOSA UNA SORPRESA COLORATA E FREDDA Un bel giorno di ottobre mentre facevamo lezione all improvviso ci fu un vento fortissimo che spazzava via tutto. Le foglie si erano staccate tutte insieme dai rami degli alberi e volavano nell aria passando davanti alle nostre finestre. Erano colorate di rosso, giallo, arancione ed erano così tante che sembravano un uragano. Per la nostra classe fu un evento storico, perché non era mai capitato prima. Allora la maestra ci ha fatto scrivere un testo su quel meraviglioso evento naturale che per noi aveva significato l arrivo dell Autunno. Poi ognuno di noi andò alla lavagna a leggere il proprio testo al resto della classe. Le frasi che piacevano di più venivano sottolineate. Alla fine abbiamo avuto l idea di scrivere questa poesia collettiva unendo le nostre frasi migliori. BUONA LETTURA! Le foglie che sembravano uccelli Classe quarta Uno straordinario vortice di foglie ci stupì un mattino d Autunno. Tutti alla finestra per quei colori sublimi: un giallo mischiato con il rosso, un verde mischiato con l arancione. Un vento fortissimo aveva staccato le foglie tutte insieme dagli alberi maestosi del nostro giardino. Volavano verso Est come uno stormo di uccelli colorati. Volavano in tondo, volavano capovolte, volavano in picchiata. Sembrava che i tronchi si staccassero da terra. Ma fu soltanto un tornado di foglie, una bella giornata di vento e colori. Adesso gli alberi sono quasi spogli, d altronde fra poco è inverno. Pagina 2 Il Corriere di Via Pioppa 100

3 Poesia di Natale Classe prima NATALE E LA NASCITA DI GESU BAMBINO IL SUONO DELLE CAMPANE STARE IN FAMIGLIA LO SCAMBIO DEI REGALI UNA BELLA NEVICATA LE CASE CON I TETTI PIENI DI NEVE PREPARARE I DOLCETTI INSIEME UN ALBERO PIENO DI LUCI L ANGELO DELLA NEVE FARE IL PRESEPE L ARRIVO DI BABBO NATALE LO SCAMBIO DEI REGALI LE RENNE DI BABBO NATALE AUGURARE A TUTTI: BUON NATALE!!!! Il Corriere di Via Pioppa 100 Pagina 3

4 Classe quinta Tutti i martedì noi di cl.5^ con le maestre Valeria e Susanna abbiamo preparato, e continuiamo a far evolvere, i nostri burattini. È cominciato tutto la prima o la seconda settimana di scuola. Il primo giorno la maestra Valeria ci aveva già detto che avremmo realizzato dei burattini, ma io mai avrei pensato che saremmo arrivati a questo punto. Il martedì seguente, la maestra ha portato parecchi giornali, nastro adesivo e dei cartoni, quelli che ci sono nella pizza. Dopo ci ha chiamati, ci ha arrotolato un rettangolo di cartone al dito indice e ci ha spiegato che era per fare il collo del nostro burattino, che sarebbe stata e che è tutt ora la parte più importante. Dopo, con la carta da giornale, a b b i a m o f a t t o l a t e s t a accartocciandola, ci abbiamo inserito il collo e poi abbiamo avvolto le nostre teste con il nastro adesivo proprio come facevano gli egizi con le mummie. La settimana dopo gli abbiamo fatto il naso con la stessa tecnica della testa, e poi con dei cartoncini rimasti abbiamo ritagliato le manine, le abbiamo avvolte nel nastro adesivo e la settimana seguente le abbiamo colorate. La maestra Valeria ha portato dei nastri adesivi dei seguenti colori: ROSSO (per la bocca del burattino) - VERDE (per gli occhi del burattino) - AZZURRO (per gli occhi del burattino) - GRIGIO (per gli occhi del burattino) - NERO (per le pupille dei burattini) - BIANCO (per i denti e il bianco degli occhi del burattino. Abbiamo fatto la bocca rossa e per gli occhi del burattino abbiamo usato il colore che a noi piaceva di più, io ho scelto l azzurro. La maestra ci ha dato poi un modello di carta da giornale per fare il vestito da mettere al burattino. La settimana dopo abbiamo attaccato il vestito, dopo aver attaccato i capelli, abbiamo messo le mani e ECCO PRONTO IL NOSTRO BURATTINO! Però le maestre ci hanno comunicato che avremmo fatto uno spettacolo alle scuole d infanzia Agnese Zanardi e Antonio Pacinotti e poi lo spettacolo di Natale al centro Il Melo, allora abbiamo cominciato a scrivere i copioni per la recita. La storia parla di 3 fratellini che fanno il presepe; poiché ci sono poche statuine mettono dei giocattoli che sono: una ragazzina hippy, un pellerossa, un soldato e un aviatore. I personaggi in più però non sono graditi dalle statuine, e da lì nasce una bellissima storia che a me piace moltissimo. Questa storia parla di guerra che poi si trasforma in pace tra i personaggi, e oltretutto è molto divertente. Autrice: Anna Bruschi Pagina 4 Il Corriere di Via Pioppa 100

5 Classe quinta Che emozione alla scuola Pacinotti!! (Testo collettivo cl.5^) Il giorno 6 dicembre 13 noi di classe 5^ siamo andati alla scuola d infanzia Pacinotti per fare uno spettacolo con burattini realizzati da noi. Arrivati, siamo andati in una stanza che i bambini chiamano la buca perché è una stanza a forma rettangolare con dei gradini che scendono e così sembra proprio una buca. La sala era molto ospitale, piena di colori. Abbiamo preparato il telo rosso che sarebbe servito da teatrino, i vari burattini e tutto l occorrente per lo spettacolo. All inizio la nostra compagna Giorgia ha spiegato ai piccoli che lo spettacolo parlava di tre fratellini che stavano preparando il presepe però le statuine erano poche così aggiunsero alle statuine tradizionali, altri personaggi trovati in uno scatolone come un aviatore, un pellerossa, una ragazzina hippy con la chitarra e un soldatino di plastica. In piena notte si svegliarono le statuine del presepe: il primo ad aprire gli occhi fu uno dei pastori e notò subito qualcosa di strano e di diverso nel presepe, una novità che non gli piaceva troppo e da qui incomincia la storia. Ne capitano di tutti i colori, i vari personaggi incominciano a litigare: l angelo con il soldato, la vecchina delle caldarroste con la ragazza hippy, il pellerossa con un pastore, fino a quando non riescono a trovare un accordo e ognuno trova la propria collocazione accanto a Gesù Bambino. Quando abbiamo incominciato lo spettacolo i bambini ridevano e si divertivano, su ogni volto c era il sorriso. Anche noi ragazzi eravamo felici perché avevamo capito, ascoltando l umore dei piccoli, che stavamo lavorando bene. Ci siamo dimenticati di dirvi che la nostra storia natalizia, Allarme nel presepe, liberamente tratta da un racconto di Gianni Rodari, parlava di solidarietà e di accettazione dell altro nella propria diversità. E stata una bella emozione e ci siamo molto divertiti. Avremo la possibilità di rifare lo spettacolo anche dalle suore a Pontegradella. Speriamo di fare ancora bella figura! Alla scuola A. Zanardi di Pontegradella (Testo di Antonio) Il 10 dicembre 13 siamo andati alla scuola d infanzia A.Zanardi di Pontegradella a fare uno spettacolo di burattini intitolato Allarme al presepe. Arrivati lì ci siamo preparati facendo gli ultimi ritocchi alla storia e via!!! Il nostro pubblico erano i bimbi di suor Ancilla, io ero terrorizzato perché pensavo che la commedia andasse male nonostante avessimo già avuto un altra nostra esibizione anche alla scuola Pacinotti. Man mano che la storia andava avanti, il pubblico baby rideva sempre di più: avevamo raggiunto il nostro o- biettivo. Alla fine riconosco che siamo stati molto bravi ma io potevo fare sicuramente meglio. Comunque siamo rimasti tutti contenti, comprese le maestre. E stato molto emozionante lavorare davanti ad un pubblico di bimbi così piccoli. Desidero ringraziare la maestra Valeria e la maestra Susanna per il tempo che hanno passato con noi a insegnarci tutti i movimenti. E stata un emozione fantastica. Il Corriere di Via Pioppa 100 Pagina 5

6 Classe quarta Venerdì 29 novembre noi di classe IV siamo andati all Archivio Storico Comunale, che si trova in una delle vie più vecchie di Ferrara, via Giuoco del Pallone. Il vero motivo della nostra visita era capire come si archiviano i documenti del Comune di Ferrara e l avevamo anche scritto sul quaderno prima dell uscita. Ci interessava capire come fanno a tenere migliaia di documenti senza perderli, sapendo sempre dove sono stati messi. Quest anno infatti studiamo le civiltà antiche, non solo i Sumeri, che hanno inventato la scrittura. E per questo che dalla Storia Antica in poi abbiamo anche documenti scritti. Nell Archivio Storico Comunale si tengono documenti vecchi almeno di 50 anni, ma ci sono anche documenti antichissimi, come quello del 1598 scritto dal segretario del Papa in latino, con una scrittura molto difficile da leggere, per riappropriarsi del Ducato di Ferrara. Il Papa aveva approfittato del fatto che gli E- stensi non avevano più eredi e con quella lettera li mandò via. Queste notizie ce le ha date la signora Poli, la nostra guida, che ci ha anche mostrato questo prezioso documento. La signora Poli ci ha portato in una zona dove non tutti sono autorizzati a entrare. Prima di cominciare la visita ci ha fatti sedere attorno ad un enorme tavolo con una tovaglia verde e ci ha spiegato che cos è un archivio; ci faceva anche delle domande, per cui noi rispondevamo alzando la mano. Poi ci ha mostrato i FALDONI, che sono scatole con dei lacci che contengono tanti documenti. Molti documenti avevano le pagine rotte, perché erano molto vecchie. Poi abbiamo visto i REGISTRI, che sono dei libri grandissimi formati da tanti documenti cuciti insieme. In quella stanza la signora Poli ci ha mostrato un faldone nel quale c erano tutti i documenti originali sulla costruzione della nostra scuola, che ha 102 anni: l acquisto della terra, il progetto con le piantine, i primi registri delle iscrizioni. Li avevamo visti quasi tutti nella storia della nostra scuola scritta da dei vecchi alunni che adesso sono alle superiori. Ma noi ne abbiamo scoperto uno nuovo: una pianta degli interni che nessuno aveva mai visto. Ce la siamo fatta fotocopiare e l abbiamo portata a scuola per ricavare delle informazioni da aggiungere alla storia della nostra scuola. QUI C ERA IL DOCUMENTO DEL PAPA DEL 1598 LA PIANTA DEGLI INTERNI SCOPERTA DA NOI REGISTRO DELLE ISCRIZIONI Pagina 6 Il Corriere di Via Pioppa 100

7 LA TARGA SULLA PORTA ECCO COME FUNZIONANO GLI ARMADI COMPATTI La nostra guida ci ha poi portato a vedere degli enormi armadi di ferro che si chiamano ARMADI COM- tante, ma è stata istruttiva: anche se è stato un po La visita all archivio Storico non è stata molto ecci- PATTI. Questi armadi, girando delle manovelle, difficile capire, ci siamo divertiti e quelli che lavorano là sono stati molto generosi, perché ci hanno fatto scorrono su dei binari del pavimento, così si aprono dei corridoi tra un armadio e l altro dove si può entrare per prendere i faldoni con i documenti. In pra- entrare in un reparto riservato, vietato al pubblico. tica questi armadi stanno sempre uno attaccato Non tutti potevano entrare, noi sì. all altro per occupare poco spazio, ed è per questo che si chiamano compatti. Sembrava che fossero davvero pesanti da muovere, invece non è così: la nostra compagna Nicole, che ha potuto provare a girare una manovella, li ha spostati da sola con molta facilità. Per sapere cosa c è dentro, mettono un etichetta sul fianco di ogni armadio compatto. Alla fine della visita abbiamo visto un vecchio armadio con tantissimi mini cassetti che contenevano delle schede con i nomi e i cognomi delle persone che andavano a scuola tanto tempo fa. C erano anche i voti e le materie. Erano in ordine alfabetico e ce n erano anche di vecchie di 100 anni. Il Corriere di Via Pioppa 100 Pagina 7

8 Il pullmino si guasta, ma non è grave Classe quarta Quando stavamo tornando spensierati dalla visita all Archivio Storico Comunale con lo scuolabus, all improvviso si sentì un grande fracasso. L albero di Finalmente l autista tornò con due bulloni in mano, si trasmissione ci aveva detto ciao ciao. sdraiò di nuovo sotto lo scuolabus e riuscì a fissare il pezzo che si era staccato. Tutti noi gli abbiamo fatto Le ruote smisero di girare e l autista accostò in Via un applauso. Giuoco del Pallone. Quando risalì sul pullmino disse alla maestra che potevamo ripartire perché se si fosse staccato di nuo- Alcuni avevano un po paura, Giorgio invece ha pensato a un programma di nome MythBusters (Miti da vo c era un dispositivo di sicurezza che impediva che sfatare) che parlava del mito dell albero motore. Alcuni avevano pensato che si fosse staccata una ruota l albero cadesse. e tutti si domandavano che cosa fosse successo, ma Dopo aver disdetto il pullmino di soccorso siamo ripartiti, e l autista ci ha detto di stare fermi perché l autista ci disse subito che si era staccato l albero di trasmissione; noi non sapevamo neanche che cosa le vibrazioni potevano far ripetere il guasto. fosse. Alcuni bambini però si muovevano apposta sperando Per colpa del guasto siamo stati fermi una mezz ora. di far staccare i bulloni un altra volta, in modo da Il conducente telefonò per chiedere che un altro pullmino ci venisse a prendere, poi scese con degli at- aspettava per interrogarci in scienze. ritardare l arrivo a scuola dove il maestro Vittorio ci trezzi in mano e si sdraiò sotto il mezzo; quindi si Sfortunatamente non si staccò più niente e arrivammo a scuola puntualissimi. mise a cercare lungo la strada i quattro bulloni che erano saltati via. Intanto noi ci agitavamo, qualcuno gridava Aiuto, aiuto!. Allora la maestra Giovanna ha avuto l idea di farci raccontare delle barzellette per passarci il tempo, ma non facevano molto ridere. All improvviso si sentì un gran fracasso: l albero di trasmissione ci aveva detto ciao ciao... Pagina 8 Il Corriere di Via Pioppa 100

9 Gioca con noi Classe terza Durante alcuni pomeriggi d autunno inoltrato abbiamo giocato, quasi come Arcimboldo, con immagini, parole, prodotti di una stagione ricca di frutti e verdure nati dalla terra. Ed ecco i nostri capolavori. Il bottegaio e suo figlio Il signor Panciaunta Il signor Testa d?uovo Prova a dare un nome a quelli qui sotto Il signor Panciagrossa L intonatissima Miss Il Formaggioso Il Corriere di Via Pioppa 100 Pagina 9

10 UNA BELLA MOSTRA Classe terza Sabato 30 novembre c eravamo tutti a scuola e tutti noi di terza siamo partiti in autobus, il numero 9, per andare in città a vedere la mostra IL RICAMO E LE SCIENZE NELLE MANI e a fare un laboratorio con aghi, fili colorati e stoffe. A piedi siamo passati davanti al castello e al duomo e abbiamo visto in piazza i preparativi per la festa del Natale. Il cotone si può tagliare solo quando la pianta è secca. COTONE La nostra meta era Casa di Stella dell Assassino: questo nome ci ha molto incuriosito e abbiamo pensato in tanti Perché mai si chiamerà così?. Quando siamo entrati eravamo emozionatissimi. Abbiamo visto delle armature, le spade, delle coppe e manichini con i vestiti del Palio di Ferrara. Siamo poi andati su per le scale e al piano di sopra abbiamo visto subito una tavola lunga, così lunga che qualcuno di noi l ha chiamata tavola medioevale, con sopra stoffe, tessuti bellissimi, colorati, ricamati. Elisabetta e Margherita, le nostre guide, ci hanno chiesto Ma cosa c entra la scienza con il ricamo, direte?. E così ci hanno spiegato che i tessuti sono di origine vegetale o animale. C è il cotone, la canapa, il lino che sono fatti con piante, ma anche la seta che è fatta dalla bava del baco di una farfalla. Ci hanno fatto toccare il fiore che produce il cotone: era molto morbido e aveva dei semi grossi e duri. Ci hanno fatto toccare quei quattro tessuti, e ogni pezzo di stoffa aveva per noi una sensazione diversa: la seta è morbida, delicata, setosa!, la canapa è dura, grossa, rigida. La stoffa è fatta di : LINO trama ( fili orizzontali con la navetta ) ordito ( fili verticali ). BACO DA SETA Per saperne di più: la struttura del tessuto Il tessuto si forma dall intreccio dei fili. I fili verticali dell ordito, disposti paralleli e tesi sul telaio, si intrecciano con quelli orizzontali della trama. Il diverso modo di intrecciarsi dei fili costituisce l armatura del tessuto. Pagina 10 Il Corriere di Via Pioppa 100

11 IMPARIAMO A RICAMARE C la ss e te rz a Ci hanno fatto vedere come si usa il telaio con un pedale e quello piccolo fatto da due cerchi: esistono molti tipi di telaio. L IMPREVISTO Al ritorno abbiamo preso l autobus ad un orario sbagliato e così al capolinea durante l attesa abbiamo intervistato l autista. Ti piace il tuo lavoro? Quanti chilometri all ora fa un autobus? Io da grande farò l autista. Che patente occorre per guidare un bus? Per ricamare prima bisogna fare un disegno, poi usare la carta carbone e solo alla fine del progetto si ricama con l ago e fili colorati stando attenti: in un centimetro quadrato ci sono 16 fili di trama e 16 di ordito, questo serve per calcolare lo spazio del disegno e poi del ricamo. La patente D. Allora per guidare un auto? E per guidare un camion? Ci vai in autostrada con questo autobus? C eravamo solo noi e così l autobus era fermo, con il motore spento. Noi abbiamo giocato a guidare con il volante, ad aprire e chiudere le porte, a facciamo finta che Eravamo autisti e passeggeri... Al rientro a scuola abbiamo chiesto alla maestra: Quando faremo la prossima uscita?. RICERCA A SCUOLA A Casa di Stella dell Assassino non c era nessun assassino. E allora? Perché poi si chiama così? Dopo aver fatto merenda ci hanno fatto vedere come si ricama e qualcuno di noi ha subito pensato al peggio, ma quando ci si abitua non è difficile: bisognava andare con l ago in un buchino e uscire dall altro. Abbiamo fatto una indagine storica e abbiamo scoperto che nel 1500 abitava a Ferrara Stella de Tolomei, figlia di Giovanni de Tolomei. I Tolomei erano una famiglia di Assisi che era venuta ad abitare a Ferrara. Tutti quelli che conoscevano Stella, la chiamavano figlia dell Assisino. Abbiamo imparato a cucire e ci siamo divertiti un sacco! Ma poi con il tempo la parola, a forza di dirlo in dialetto, è stata trasformata in Assassino. ASSISINO ASSASSINO Il Corriere di Via Pioppa 100 Pagina 11

12 La nostra festa di Natale sul palco del Centro Il Melo Grazie al Centro Sociale Il Melo, che ancora una volta ci ha concesso l uso della Sala Aurora, abbiamo potuto festeggiare il Natale con le nostre famiglie, presentando le nostre esibizioni all insegna della semplicità e dell amicizia. Il tutto sottolineato dalle note dei nostri flauti e delle nostre chitarre. Sala piena e tanti applausi. Ospiti d onore i bambini della Scuola dell Infanzia Le Margherite. ARTICOLO PUBBLICATO DA ESTENSE.COM Pagina 12 Il Corriere di Via Pioppa 100

13 Recita di Natale Intervista ai bambini di II Classe seconda A me è piaciuto lo spettacolo di burattini dei bambini di quinta. Noi abbiamo suonato il flauto. Anche a me son piaciuti i burattini, perché mi facevano ridere come le renne con gli occhiali A me è piaciuto guardare i burattini perché facevano la guerra Che ridere quando un burattino sbatteva la testa contro una molletta, mentre un bambino suonava la chitarra e un altro il flauto A me è piaciuto alla fine quando abbiamo cantato: prima, seconda, terza, quarta e quinta insieme. I burattini si davano le botte e si lanciavano anche le castagne Mi è piaciuto quando abbiamo fatto gli auguri in inglese e in altre lingue A me è piaciuto lo spettacolino di quarta, perché c erano tante renne e quella che li guidava aveva perso la vista, ma poi Babbo Natale gli ha regalato un paio di occhiali Tra i burattini c era un indiano che diceva sempre aug!! La renna Matilde invece mi è piaciuta perché quando il narratore parlava Matilde apriva le braccia e poi le chiudeva e le riapriva: era molto buffa. I folletti buoni e quello cattivo facevano ridere Il Corriere di Via Pioppa 100 Pagina 13

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

ANCHE QUEST ANNO È GIÀ NATALE

ANCHE QUEST ANNO È GIÀ NATALE ANCHE QUEST ANNO È GIÀ NATALE Il percorso didattico dedicato al Natale ha la finalità di far vivere con maggiore consapevolezza le tradizioni natalizie, dando un significato appropriato ai simboli del

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi L'equilibrio tra libertà e regole nella formazione dei bambini Incontro Mario Lodi nella cascina ristrutturata a Drizzona, nella campagna tra Cremona

Dettagli

LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI)

LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI) LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI) STORIE PICCINE PICCIO' (dai 2 ai 5 anni) Una selezione di storie adatte ai piu' piccoli. Libri per giocare, libri da guardare da gustare e ascoltare. Un momento di condivisione

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to

ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to Progetto educativo "Le quattro stagioni" ANNO 2011-2012 Il progetto Le stagioni al nido intende proporre ai bambini un viaggio nelle stagioni e nel tempo finalizzato

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

Consigli di lettura alla Libreria "Rinascita"

Consigli di lettura alla Libreria Rinascita Consigli di lettura alla Libreria "Rinascita" Pagine d Estate: proposte di letture per l estate 2014 Quest'iniziativa vuole incentivare il gusto per la lettura e avvicinare i preadolescenti ai testi di

Dettagli

2011 Alma Edizioni. Materiale fotocopiabile

2011 Alma Edizioni. Materiale fotocopiabile Proponiamo alcune possibili attività didattiche da fare in classe con i calendari di Domani, in cui sono riportati gli eventi significativi della cultura e della Storia d Italia. 2011 Alma Edizioni Materiale

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Esperienze con l elettricità e il magnetismo

Esperienze con l elettricità e il magnetismo Esperienze con l elettricità e il magnetismo Laboratorio di scienze Le esperienze di questo laboratorio ti permettono di acquisire maggiore familiarità con l elettricità e il magnetismo e di sperimentare

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini.

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini. A) Le feste italiane Naturalmente la più grande festa per i bambini e gli italiani è Natale. In Italia non mancano mai l albero di Natale, il presepio e molti regalini: la sera della Vigilia, il ventiquattro

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

ANNO, MESI, SETTIMANE E CALENDARIO

ANNO, MESI, SETTIMANE E CALENDARIO ANNO, MESI, SETTIMANE E CALENDARIO Iniziamo il percorso ricordando agli alunni le motivazioni che hanno spinto gli uomini a creare sistemi di misurazione del tempo, come fatto già per l orologio. Facciamo

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse Unità 3 41 Il Vesuvio Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse affresco - Pompei Capri Il golfo di Napoli Pompei Napoli Pompei Capri 42 L imperfetto indicativo L alternanza passato prossimo e imperfetto

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano?

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? 1. Sofia ha appena ricevuto un e-mail con questo titolo: Se mi dai una mano, arrivo! Secondo te, di che cosa parla il messaggio? Discutine con un compagno.

Dettagli

Unità uno. barche e vento. I colori. Le parti del corpo. I numeri. da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali.

Unità uno. barche e vento. I colori. Le parti del corpo. I numeri. da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali. Unità uno I numeri da 0 a 10 Che tempo fa? 1 I colori Le parti del corpo I numeri da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali Gli animali (2) I giorni, i mesi, le stagioni barche e vento Da dove

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

La Matematica con il Contafacile Impariamo giocando

La Matematica con il Contafacile Impariamo giocando La Matematica con il Contafacile Impariamo giocando SCUOLA.. A cura dell insegnante Liliana Del Papa e della prof.ssa Maria Pia Saitta classe 1 ª Care colleghe, questo quaderno nasce dal desiderio di condividere

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Scuola dell Infanzia H. C. Andersen Anno Scolastico 2012-2013 Sezione 2 mista Insegnanti: Martinelli, Tenace

Scuola dell Infanzia H. C. Andersen Anno Scolastico 2012-2013 Sezione 2 mista Insegnanti: Martinelli, Tenace Scuola dell Infanzia H. C. Andersen Anno Scolastico 2012-2013 Sezione 2 mista Insegnanti: Martinelli, Tenace Ogni giorno abbiamo modo di osservare come i bambini possiedono intuizioni geometriche, logiche

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA Regoli di Nepero Moltiplicazioni In tabella Moltiplicazione a gelosia Moltiplicazioni Con i numeri arabi Regoli di Genaille Moltiplicazione

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

PROGETTO ALIMENTAZIONE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO

PROGETTO ALIMENTAZIONE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO PROGETTO ALIMENTAZIONE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO PERCORSO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ALLA SCOPERTA DEL CIBO E DELLE ABITUDINI ALIMENTARI, IN PARTICOLARE SULLA COLAZIONE DEI BAMBINI IN ETA' SCOLARE

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi Evelina De Gregori Alessandra Rotondi al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze per la Scuola secondaria di primo grado UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Test d'ingresso NUMERI

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli