CAMPAGNA TESSERAMENTO 2014 RESPONSABILI INSIEME

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAMPAGNA TESSERAMENTO 2014 RESPONSABILI INSIEME"

Transcript

1 CAMPAGNA TESSERAMENTO 2014 RESPONSABILI INSIEME

2 CHIUSURA CAMPAGNA TESSERAMENTO 2013 E AVVIO CAMPAGNA TESSERAMENTO 2014 Breve lettura dei dati di chiusura CHIUSURA CAMPAGNA TESSERAMENTO 2013 La Campagna Tesseramento 2013 si chiude con tessere distribuite, 62 in meno rispetto all anno precedente. Il risultato di sostanziale tenuta è da considerarsi positivo, vista la riduzione dello sconto sulle dichiarazioni dei redditi operata dal CAF ACLI. Questa riduzione si temeva potesse incidere sul tesseramento di quei circoli che, impegnati principalmente con i propri volontari nella tenuta del recapito del Patronato e del CAF, paventavano un abbandono da parte dei loro soci. Il dato disaggregato dimostra invece che le tessere dai circoli sono aumentate di 49 unità. I soci hanno continuato a premiare l attività delle nostre strutture di base e a dare valore al senso di appartenenza, al di là delle agevolazioni economiche. La flessione del dato generale è dovuta, invece, alla diminuzione delle tessere dei circoli tematici dei frontalieri (-26) ma soprattutto alla forte flessione delle tessere del circolo Punto Famiglia Aclicolf (-101). Questo dato è in controtendenza rispetto alle sempre più numerose e diversificate azioni aggregative e formative che il circolo ormai da tre anni sta portando avanti ed ai dati degli scorsi anni e dice di una forte crisi del mondo del lavoro anche nel campo delle colf e badanti. E infatti il lavoro il primo e primario problema delle molte donne straniere e non (le italiane sono in netto aumento!) che si avvicinano a questo circolo. Nella situazione attuale un buon numero di esse sono rientrate nei paesi di origine, altre sono sfiduciate per la difficoltà di trovare una collocazione, molte vivono in una situazione lavorativa non regolamentata. Continua ad essere un aumento poco significativo quello delle tessere FAP, grande possibilità di sostegno anche economico al nostro movimento che, peraltro, conta sempre il 70% di soci sopra i 55 anni di età. Su questo punto la FAP, in collaborazione con Patronato, Acliservice e Sviluppo Associativo si vedrà impegnata nel 2014 in una forte azione di promozione del tesseramento e di sviluppo di attività aggregative e di tutela dei nostri soci. Un progetto è stato presentato al Patronato e alla FAP Nazionale che, se finanziato, avrà come obiettivo l incremento di 200 nuovi soci nel corso dell anno. Sempre interessanti i dati che si possono trarre sui nostri. Abbiamo il 39% di over 55 sul totale dei tesserati, e il 39% di over 70, definendo così in modo inequivocabile la fascia d età che si avvicina al nostro movimento, con una maggioranza schiacciante di pensionati. Questo dato continua a dirci della nostra difficoltà di coinvolgere giovani e famiglie giovani nell adesione al movimento. Il 5x1000 del 2011 cercherà di creare spazi e occasioni perché i giovani e le famiglie giovani incontrino le ACLI. Riguardo all US ACLI, il 2013 è stato un anno di grande soddisfazione, le società sportive sono passate da 10 a 16 ed i soci sono aumentati complessivamente di 130 unità. Ma non è solo il dato numerico ad essere interessante. Ancora più importante è stato l avvio di attività significative, in rete fra ASD, sviluppo associativo e circoli di base, che hanno permesso di realizzare progetti interessanti nell ambito dell integrazione sociale e dell aggregazione con il supporto economico del 5x1000. Si sta creando una sinergia significativa fra ACLI e US ACLI che accresce le occasioni di lavoro comune e di valorizzazione del valore sociale, educativo e formativo delle ASD. L AVAL prosegue la propria azione improntata sulla crescita e la valorizzazione della presenza del volontariato nelle ACLI e di rete fra i volontari di tutto il sistema. Il corso per nuovi promotori sociali ha permesso di avvicinare alle ACLI una quindicina di persone, prevalentemente pensionati e casalinghe, che stanno ora trovando il loro spazio di azione all interno del movimento, come volontari attivi, prevalentemente come promotori sociali ma anche come volontari di quartiere. (Continua a pagina 3)

3 (Continua da pagina 2) Le azioni di sviluppo associativo. Le ACLI di Como, nell ambito dello sviluppo associativo, hanno operato, in questi ultimi anni, con l intento di abitare il territorio, creare coesione sociale, favorire l integrazione, attivare le risorse dei cittadini, soprattutto di quelli più fragili, partendo dai bisogni ma anche dalle piccole risorse presenti e mettendosi in rete con le presenze sia acliste che non, con una continua attenzione alla finalità di fondo: esserci come ACLI nei territori, fra la gente, per crescere insieme. Si è scelto di lavorare per sostenere e/o riattivare con alcune realtà di base che avevano le premesse per potersi sviluppare e alcuni territori significativi: il circolo Aclicolf, l associazione Famiglie in Cammino, il circolo di Rebbio, il territorio di Olgiate, Uggiate Appiano. Il metodo sono stati i piccoli passi verso la costruzione di occasioni anche minime per esserci. Lo sforzo aggregativo ha tenuto conto anche della necessità di accrescere la base sociale della nostra associazione ma senza porselo come obiettivo primario. Lo strumento utilizzato è stato, in prevalenza, la progettazione. La progettazione come modus operandi che tenga conto dell analisi del contesto, degli obiettivi da porsi e delle azioni conseguenti da attuare per realizzare questi obiettivi. Una modalità che, oltre ad assicurare la sostenibilità economica, permette di definire chiaramente la finalità del nostro agire, di compiere delle azioni conseguenti e di verificare i risultati raggiunti. Di seguito elenchiamo le principali progettazioni che hanno coinvolto in maniera diretta lo sviluppo associativo: progetto ACLI, porte aperte finanziato con risorse 5x1000 anno 2010: azioni di socializzazione e di formazione in collaborazione con il circolo Punto Famiglia Aclicolf; azioni di sviluppo di comunità sul territorio dell uggiatese in collaborazione con il Circolo Olgiate Appiano; sperimentazioni a sostegno dei lavoratori e delle famiglie colpite dalla crisi del lavoro sul territorio dell olgiatese ed appianese in collaborazione con il Circolo Olgiate Appiano; azioni di integrazione sociale ed aggregazione sul territorio di Rebbio in collaborazione con il Circolo Circoscrizione 3; occasioni di incontro e condivisione con donne a Como in collaborazione con il Circolo Associazione Famiglie in Cammino; restyling sito ACLI; sostegno economico alla realizzazione della pubblicazione su Achille Grandi in occasione dei 130 anni dalla nascita; realizzazione Festacli 2013 con a tema la Campagna Mettiamoci in gioco. progetto Bart! capofila associazione Famiglie in Cammino, finanziato con risorse Bando Associazionismo realizzazione spazio ludoteca per bambini e ragazzi; realizzazione laboratori tematici con materiali di riciclo per bambini e ragazzi; spazio di riflessione e confronto con le famiglie; diffusione logica del baratto, dello scambio e della gratuità a ragazzi, bambini, famiglie. progetto Pista Ciclabile capofila AVAL Como, finanziato con risorse Bando Organizzazioni di Volontariato ricerca e formazione volontari di quartiere; realizzazione occasioni di incontro e di scambio fra volontari di associazioni diverse presenti sullo stesso territorio; azioni di socializzazione e di incontro nel quartiere di via Milano. Nel corso del 2014 le azioni di sviluppo associativo avranno come attenzione prevalente i giovani e le occasioni per metterli in contatto con le ACLI, le giovani famiglie e i nostri soci over 55 e verranno supportate dalle seguenti progettazioni: progetto ACLI, dire fare lavorare finanziato con risorse 5x1000 anno 2011: proseguimento azioni di socializzazione sul territorio dell uggiatese-olgiatese; azioni di incontro, formazione per favorire l avvicinamento dei giovani alle ACLI a partire dal tema del lavoro; azioni di sostegno alle nuove fragilità. (Continua a pagina 4)

4 fondo progettazione territoriale ACLI: la provincia di Como parteciperà al progetto presentato a livello regionale a sostegno dello sviluppo associativo. progetto I Genitori crescono, capofila ACLI finanziato dalla Fondazione Provinciale comunità comasca: all interno di un progetto che ha come azioni prevalenti interventi con i genitori in carcere verrà realizzata un azione di rivitalizzazione del circolo Como Sud (Albate). progetti Artefice e Bottega Lavoro, capofila ACLI presentati su Bandi Emblematici e su bando 383 in fase di valutazione: azioni legate al tema dei giovani e il lavoro. progetto Il tempo che vorrei, capofila Associazione Famiglie in Cammino, in fase di valutazione: azioni di integrazione sociale e di sostegno alla genitorialità nei quartieri di via Milano e Rebbio attraverso i doposcuola e le occasioni specifiche per i genitori. progetto Over 50. Ricchi di esperienza, Protagonisti del futuro presentato dalla FAP di Como e dal Patronato su fondi Patronato nazionale, in fase di valutazione: azioni per favorire l incremento delle deleghe FAP; azioni associative per favorire il coinvolgimento e la partecipazione dei soci alla vita associativa. Le ACLI, Questa Generazione,Famiglie in Cammino, Circolo ACLI COLF e AVAL aderiscono inoltre al progetto di coesione sociale Radici e Ali che opererà sul quartiere di Como Borghi. ACLI COMO CHIUSURA CAMPAGNE TESSERAMENTO 2013 anno 2012 anno 2013 diff. TESSERE ACLI distribuite tramite: presenze territoriali e segreteria circoli di cui Patronato di cui CAF di cui Mondo Colf di cui Progetto Lavoro 4 4 di cui dirigenti e militanti di cui tessere famiglia Circoli Frontalieri Circolo Punto Famiglia ACLICOLF Tessere ACLI FAP Circolo Associazione Famiglie in C CIRCOLI Nulla osta bar TESSERE US ACLI Tessere US ACLI Promocard Coperture assicurative integrative AFFILIAZIONI US ACLI TESSERE AVAL

5 SCADENZE DI INIZIO ANNO 2014 Rinnovo CANONE DI ABBONAMENTO SPECIALE RAI TV 203,70 Da versare, entro il 31 gennaio 2014, su c/c postale 2105 inviato dalla RAI o, in mancanza, richiesto alla sede regionale della RAI competente per territorio. Per individuare la pologia di apparecchi che sono sogge al canone, consultare la specifica tabella della RAI (rifer. nota del Ministero dello Sviluppo Economico- Dipar mento per le Comunicazioni del 22 febbraio 2012). Rinnovo CANONE DI ABBONAMENTO SPECIALE RADIO 29,94 Da versare, entro il 31 gennaio 2014, su c/c postale inviato dalla RAI o, in mancanza, richiesto alla sede regionale della RAI competente per territorio. I circoli che installeranno per la prima volta un apparecchio radio o televisivo dovranno richiedere l'abbonamento SPECIALE RAI, categoria E, compilando e inviando l'apposito formulario predisposto sul sito TASSA DI CONCESSIONE GOVERNATIVA C 4,13 TVA COLORI + BIANCO/NERO 0,70 RADIO Da effe uare, entro il 31 gennaio 2014, con versamento sul c/c postale 8003, intestato all'agenzia delle Entrate - Centro Opera vo di Pescara - Tasse Concessioni Governa ve. ABBONAMENTO SIAE musica d'ambiente Tale abbonamento va effe uato entro il 28 febbraio 2014, l'importo varia a seconda della pologia di apparecchio che si de ene (rif. cap. 1 della Convenzione ACLI- SIAE). ABBONAMENTO A TV SATELLITARE O TV A PAGAMENTO Per i circoli che hanno tale po di abbonamento, fare riferimento ai contra specifici per le associazioni, oppure per i pubblici esercizi, cómunque non per privata dimora. Vi ricordiamo che per gli abbonamen a SKY le Stru ure di base possono usufruire della convenzione s pulata dalla Sede nazionale. Per quali apparecchiature si deve pagare il canone RAI (testo pubblicato sul sito Con nota del 22 febbraio 2012 il Ministero dello Sviluppo Economico-Dipar mento per le Comunicazioni ha precisato cosa debba intendersi per "apparecchi a od ada abili alla ricezione delle radioaudizioni" ai fini dell'insorgere dell'obbligo di pagare il canone di abbonamento radiotelevisivo ai sensi della norma va vigente (RDL 246/1938). In sintesi, debbono ritenersi assogge abili a canone tu e le apparecchiature munite di sintonizzatore per la ricezione del segnale (terrestre o satellitare) di radiodiffusione dall'antenna radiotelevisiva.

6 Ne consegue ad esempio che di per sé i personal computer, anche collega in rete (digital signage o simili), se consentono l'ascolto e/o la visione dei programmi radiotelevisivi via Internet e non a raverso la ricezione del segnale terrestre o satellitare, non sono assogge abili a canone. Per contro, un apparecchio originariamente munito di sintonizzatore -come picamente un televisore- rimane sogge o a canone anche se successivamente privato del sintonizzatore stesso (ad esempio perché lo si intende u lizzare solo per la visione di DVD). Ripor amo di seguito la tabella - elaborata dal Ministero - dove si elencano, a tolo esemplifica vo, gli apparecchi a ed ada abili, sogge al pagamento del canone TV, e gli apparecchi che non lo sono in quanto né a né ada abili alla ricezione del segnale radiotelevisivo. Validità del canone L'abbonamento speciale ha validità limitata all'indirizzo per cui è s pulato, indicato nel libre o di iscrizione; pertanto, chi detenga più apparecchi a o ada abili alla ricezione delle trasmissioni radio televisive in sedi diverse dovrà s pulare un abbonamento per ciascuna di esse (è il caso, ad esempio, delle catene alberghiere, o delle filiali di banca).r.d.l.21/02/1938 n.246 L'abbonamento speciale è stre amente personale: in caso di cessione degli apparecchi o di cessione o cessazione dell'a vità, deve essere data disde a dell'abbonamento alla RAI nei termini e con le modalità specificate. R.D.L.21/02/1938 n.246 e D.L.C.P.S.31/12/1947 n LE ASSOCIAZIONI ALLA PROVA DELLO SPESOMETRO Che cos è lo spesometro E uno strumento di monitoraggio delle operazioni Iva introdo o con il d.l.78/2010, converto dalla l. 122/2010, e mira a far acquisire all Amministrazione Finanziaria da u li non solo ai fini del controllo circa il corre o adempimento degli obblighi Iva (incrociando i da trasmessi dagli operatori commerciali) ma anche in riferimento alla capacità di spesa degli acquiren, così da valutarne la congruità rispe o al reddito dichiarato. Non Profit: i sogge interessa. Per quanto sopra, l adempimento rela vo alla comunicazione meglio nota come spesometro, è des nato a interessare tu i circoli dota di par ta Iva, con riguardo alle operazioni (a ve e passive) rilevan. Per quelle non sogge e ad obbligo di fa urazione (si pensi alla somministrazione-pas o alle cessioni presso gli spacci interni al circolo) la rilevanza opera se il valore unitario dell operazione è pari o superiore alla soglia dei euro. Per ulteriori delucidazioni conta are la sede provinciale

7 ACLI DI COMO QUOTE TESSERAMENTO 2014 Approvate dal Consiglio provinciale del TIPOLOGIA Quote 2014 Tessera ACLI 20,00 Tessera ACLI familiare e giovani fino a 28 anni (stesso stato famiglia) 14,00 Tessera sostenitore 26,00 Tessera dirigente 80,00 Affiliazione ACLI (per tutti i circoli) 30,00 Nulla-osta mescita e affiliazione (per circoli con bar) 250,00 Opzione ACLI su tessera di associazione specifica 10,00 Le quote sono invariate rispetto al 2013 AI PRESIDENTI E DIRIGENTI DEI CIRCOLI ACLI MATERIALI CAMPAGNA TESSERAMENTO In sede provinciale sono disponibili per il ritiro: manifesti 100x70 e locandine della nuova campagna tesseramento. NORMATIVA LEGGE PRIVACY Per essere in regola con la legge sulla privacy è necessario compilare e firmare tutti i campi della domanda di ammissione per tutti i nuovi soci. Ad un successivo rinnovo non sarà più necessario compilare la domanda, sempre che la struttura di base detenga copia della domanda di ammissione degli anni precedenti. RILASCIO TESSERE E AFFILIAZIONE Vi invitiamo a prendere contatto al più presto con Simona ( ) per il rilascio dell affiliazione 2014 e per concordare la modalità di ritiro degli elenchi soci e di consegna delle tessere. CARTA SERVIZI 2014 La nuova Carta Servizi andrà in stampa in questi giorni. Potremo distribuirla a partire dalla fine di gennaio. CONTRIBUTI A SOSTEGNO ATTIVITA ASSOCIATIVE Il costo della tessera è rimasto per il 2014 di 20,00 euro e di 14,00 euro per i giovani fino ai 28 anni e i famigliari di un socio. Eventuali riduzioni ai circoli a fronte di documentate attività associative programmate per il 2014 sono da concordare PER TUTTI (anche per i circoli che ne hanno usufruito nell anno precedente) con il Responsabile Funzione Sviluppo Associativo che è a disposizione anche per definire insieme e supportare le attività associative dei circoli. Contattate al più presto Sonia Manighetti al o al Mensile della sede provinciale ACLI - Red. e Amm.: Como, via Brambilla 35, tel Direttore resp.: Camillo Monti. Reg. Trib. Como n. 217 maggio 1970 Spedizione in A.P. Poste Italiane S.p.A.- D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n.46) art.1, comma 2 DCB Como - Ciclostilato in proprio. Numero 1 del 13 GENNAIO 2014

ACLI Provinciali di Verona Funzione Sviluppo Associativo. NORME TESSERAMENTO ACLI Anno Associativo 2011

ACLI Provinciali di Verona Funzione Sviluppo Associativo. NORME TESSERAMENTO ACLI Anno Associativo 2011 Funzione Sviluppo Associativo ACLI ACLI 2011 TEMA Il tema della Campagna 2011 è: Chiamati al Lavoro. TEMPI Il tesseramento 2011 inizia il 1 gennaio 2011 e termina il 31 ottobre 2011; entro tale data le

Dettagli

CIRCOLARE TESSERAMENTO US ACLI 2010-2011

CIRCOLARE TESSERAMENTO US ACLI 2010-2011 CIRCOLARE TESSERAMENTO US ACLI 2010-2011 Proposta per il Consiglio nazionale del 23 luglio 2010 (deliberata dalla Presidenza nazionale in data 14 luglio 2010) Premessa La presente circolare, la documentazione

Dettagli

NORME TESSERAMENTO ACLI 2013

NORME TESSERAMENTO ACLI 2013 ACLI PROVINCIALI DI VARESE NORME TESSERAMENTO ACLI 2013 Protagonisti per il bene comune NORME TESSERAMENTO ACLI 2013 Per l anno 2013 la Campagna tesseramento promuove lo slogan: Protagonisti per il bene

Dettagli

L art. 17 del D.L. n. 201/2011 convertito nella Legge 214/2011, ha previsto che le imprese e

L art. 17 del D.L. n. 201/2011 convertito nella Legge 214/2011, ha previsto che le imprese e CIRCOLARE A.F. N. 58 del 19 Aprile 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Esercenti attività di impresa: il modello Unico vuole l indicazione della detenzione ovvero la non detenzione di apparecchi per i quali

Dettagli

BANDO SENIOR CAPITAL

BANDO SENIOR CAPITAL BANDO SENIOR CAPITAL BANDO PER L INDIVIDUAZIONE DI ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO, ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE SOCIALE, INTERESSATE A PRESENTARE PROGETTI PER LA REALIZZAZIONE DI UNO SPORTELLO DELLE COMPETENZE

Dettagli

ACCORDO PRELIMINARE DI ADESIONE AL GRUPPO D ACQUISTO. Tra

ACCORDO PRELIMINARE DI ADESIONE AL GRUPPO D ACQUISTO. Tra ACCORDO PRELIMINARE DI ADESIONE AL GRUPPO D ACQUISTO Associazione TVpopolare, con sede legale in Milano, Via Paleocapa n. 6 (Mi), CF e P. IVA n. 97575300153, in persona del legale rappresentante Maurizio

Dettagli

SOCIO. de laverdi. per la musica per la cultura per Milano

SOCIO. de laverdi. per la musica per la cultura per Milano SOCIO de laverdi per la musica per la cultura per Milano laverdi è nata e vive grazie ai Soci Grazie ai Soci (persone, aziende, enti) si è costituita e sviluppata laverdi Partecipare a laverdi significa

Dettagli

bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale

bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale programmati e realizzati con logiche di rete e di collaborazione tra più realtà per fronteggiare situazioni di disagio o esclusione sociale

Dettagli

VADEMECUM PER DIRIGENTI ED OPERATORI DEL CENTRO TURISTICO ACLI

VADEMECUM PER DIRIGENTI ED OPERATORI DEL CENTRO TURISTICO ACLI VADEMECUM PER DIRIGENTI ED OPERATORI DEL CENTRO TURISTICO ACLI www.ctaonline.it 1 CHE COS È QUESTO VADEMECUM Il Vademecum che vi presentiamo non è nient altro che una illustrazione dell associazione. Vogliamo

Dettagli

Nati per Leggere Piemonte. Linee guida per la compilazione del questionario

Nati per Leggere Piemonte. Linee guida per la compilazione del questionario Linee guida per la compilazione del questionario Maggio 2014 Introduzione Gli indicatori e le relative linee guida riportati in questo breve documento sono stati elaborati da Fondazione Fitzcarraldo attraverso

Dettagli

Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010

Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010 Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010 Art.1 Oggetto del bando 1. Il Bando APQ 2010 è promosso dalla Provincia di Novara, Assessorato alle Politiche Giovanili (di seguito Provincia) su finanziamento

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA REGIONE ABRUZZO ECOISTITUTO ABRUZZO. Approvato con Delibera GR n. 349 del 03/05/2010 Sottoscritto in data 17 giugno 2010-07-29

PROTOCOLLO D INTESA REGIONE ABRUZZO ECOISTITUTO ABRUZZO. Approvato con Delibera GR n. 349 del 03/05/2010 Sottoscritto in data 17 giugno 2010-07-29 REGIONE ABRUZZO PROTOCOLLO D INTESA REGIONE ABRUZZO ECOISTITUTO ABRUZZO Approvato con Delibera GR n. 349 del 03/05/2010 Sottoscritto in data 17 giugno 2010-07-29 Progetto sperimentale per la promozione

Dettagli

Bando Sostegno a Programmi e Reti di volontariato 2011 LA FONDAZIONE CON IL SUD

Bando Sostegno a Programmi e Reti di volontariato 2011 LA FONDAZIONE CON IL SUD Bando Sostegno a Programmi e Reti di volontariato 2011 LA FONDAZIONE CON IL SUD Invita a presentare iniziative di Sostegno a Programmi e reti di volontariato nelle Regioni del Sud Italia Sommario Sezione

Dettagli

Regolamento. Premessa. Articolo 1. Gli Affiliati

Regolamento. Premessa. Articolo 1. Gli Affiliati Regolamento Premessa Premesso che il contenuto del documento Informazioni utili per affiliarsi al Sicilia Convention Bureau fa integralmente parte del presente Regolamento, si sottolinea: - che la missione

Dettagli

ITALIA FEST- FEST 2010 FESTIVAL DELLE FESTE ITALIANE

ITALIA FEST- FEST 2010 FESTIVAL DELLE FESTE ITALIANE ITALIA FEST- FEST 2010 FESTIVAL DELLE FESTE ITALIANE REGOLAMENTO GENERALE 1. Premessa 1.1. Il Fest Fest e la sua edizione 2010 intitolata FEST-FEST ITALIA (Festival delle feste italiane) è una realizzazione

Dettagli

BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO

BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO PER L INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITÀ SOCIALE DA FINANZIARSI DALLA FONDAZIONE CON IL CONCORSO DI ALTRI SOGGETTI

Dettagli

L.R. 25 SETTEMBRE 1996 ART. 5 CO. 2 E ART. 21 CO. 3 D.P.R. N. 022/PRES.

L.R. 25 SETTEMBRE 1996 ART. 5 CO. 2 E ART. 21 CO. 3 D.P.R. N. 022/PRES. PROGRAMMA PROVINCIALE FINALIZZATO ALLA SPERIMENTAZIONE DI MODELLI ORGANIZZATIVI INNOVATIVI DEGLI INTERVENTI E DEI SERVIZI DI RETE RIVOLTI ALLE PERSONE DISABILI L.R. 25 SETTEMBRE 1996 ART. 5 CO. 2 E ART.

Dettagli

Le regole per ottenere gli sconti fiscali

Le regole per ottenere gli sconti fiscali Periodico informativo n. 40/2011 Le regole per ottenere gli sconti fiscali Gentile cliente, è nostra cura metterla al corrente, con il presente documento informativo, che con Provvedimento dell Agenzia

Dettagli

LA RETE NAZIONALE DI CONFINDUSTRIA TRA GIOVANI, SCUOLA E IMPRENDITORI

LA RETE NAZIONALE DI CONFINDUSTRIA TRA GIOVANI, SCUOLA E IMPRENDITORI LA RETE NAZIONALE DI CONFINDUSTRIA TRA GIOVANI, SCUOLA E IMPRENDITORI IDEE DI IMPRESA IN GARA UN RACCONTO DI COSA SIGNIFICA FARE IMPRESA ATTRAVERSO UNA PIATTAFORMA WEB DEDICATA E UN VERO E PROPRIO CONTEST

Dettagli

SPECIALE: LO SPESOMETRO PER LE SOCIETA E LE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE IN REGIME FORFETTARIO (L. 398/1991)

SPECIALE: LO SPESOMETRO PER LE SOCIETA E LE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE IN REGIME FORFETTARIO (L. 398/1991) n. 1 Gennaio 2014 SPECIALE: LO SPESOMETRO PER LE SOCIETA E LE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE IN REGIME FORFETTARIO (L. 398/1991) La comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (ex spesometro)

Dettagli

AFFILIAZIONE E TESSERAMENTO 2012 NORME GENERALI

AFFILIAZIONE E TESSERAMENTO 2012 NORME GENERALI AFFILIAZIONE E TESSERAMENTO 2012 NORME GENERALI Dal 1 ottobre 2011 sono aperte le affiliazioni, le riaffiliazioni ed i tesseramenti alla FIKTA per l'anno 2012. Per affiliarsi alla FIKTA, le Associazioni

Dettagli

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA UNA LIM PER TUTTI PREMESSA Nelle scuole dei Comuni di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val d Elsa si è venuta rafforzando negli ultimi anni la collaborazione tra scuola e famiglie. La nascita del Comitato

Dettagli

Corso di Formazione Speaker Sportivo

Corso di Formazione Speaker Sportivo FEDERAZIONE ITALIANA TRIATHLON SETTORE ISTRUZIONE TECNICA Corso di Formazione Speaker Sportivo PALAZZO CONI Via Piranesi, 46 MILANO Sabato 15 febbraio, Sabato 1 marzo, Domenica 16 marzo 1 La FITRI organizza,

Dettagli

1. INDICAZIONI RELATIVE ALLA NORMA TRANSITORIA: iscrizione e contribuzione

1. INDICAZIONI RELATIVE ALLA NORMA TRANSITORIA: iscrizione e contribuzione Milano, febbraio 2008 Circolare n. 2/08 ALLE IMPRESE INTERESSATE Loro Sedi Alla c.a. Amministrazione del Personale Alla c.a. RSU p.c.: Organizzazioni sindacali Associazioni industriali territoriali Oggetto:

Dettagli

Versione del gennaio 2012 DEFINIZIONE DEI COMPITI DEI COMPONENTI DELLA PRESIDENZA DEL CIRCOLO A GRANDI

Versione del gennaio 2012 DEFINIZIONE DEI COMPITI DEI COMPONENTI DELLA PRESIDENZA DEL CIRCOLO A GRANDI Versione del gennaio 2012 DEFINIZIONE DEI COMPITI DEI COMPONENTI DELLA PRESIDENZA DEL CIRCOLO A GRANDI PRESIDENTE: (Art. 22 del Regolamento della Struttura di Base) 1. convoca la Presidenza almeno una

Dettagli

CENTRO SOCIO CUTURALE IL PALAZZONE. Proposta di azione sociale

CENTRO SOCIO CUTURALE IL PALAZZONE. Proposta di azione sociale CENTRO SOCIO CUTURALE IL PALAZZONE Proposta di azione sociale Breve descrizione dell Idea / Progetto /Proposta Il Centro Socio Culturale Il Palazzone nasce in una zona della città legata a doppio filo

Dettagli

IL SOSTEGNO A DISTANZA

IL SOSTEGNO A DISTANZA IL SOSTEGNO A DISTANZA Cos è il Sostegno A Distanza? Prendersi cura di un bambino a distanza significa sostenere le spese necessarie per la sua vita e la sua crescita, dall alimentazione al vestiario,

Dettagli

1. BILANCIO CONSUNTIVO AL 31.12.2003 DELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA DI PREVIAMBIENTE

1. BILANCIO CONSUNTIVO AL 31.12.2003 DELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA DI PREVIAMBIENTE 1. BILANCIO CONSUNTIVO AL 31.12.2003 DELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA DI PREVIAMBIENTE Il bilancio consuntivo al 31/12/03 di Previambiente è stato redatto con l ausilio tecnico del Collegio dei Revisori Contabili

Dettagli

1 AVVISO ANNO 2014 Acquisto beni materiali con finalità sociale ART. 1 PROMOTORE E OBIETTIVI DEL AVVISO ART. 2 TIPOLOGIA DEI PARTECIPANTI

1 AVVISO ANNO 2014 Acquisto beni materiali con finalità sociale ART. 1 PROMOTORE E OBIETTIVI DEL AVVISO ART. 2 TIPOLOGIA DEI PARTECIPANTI 1 AVVISO ANNO 2014 Acquisto beni materiali con finalità sociale ART. 1 PROMOTORE E OBIETTIVI DEL AVVISO La Fondazione della Comunità Salernitana Onlus promuove un avviso in collaborazione con il Fondo

Dettagli

Azione 4. Piano d Azione per la riduzione dei rifiuti nella Grande Distribuzione Organizzata

Azione 4. Piano d Azione per la riduzione dei rifiuti nella Grande Distribuzione Organizzata Azione 4 Piano d Azione per la riduzione dei rifiuti nella Grande Distribuzione Organizzata Protocollo d intesa (Memorandum of Understanding) Comune di Reggio Emilia LIFE10 ENV/IT/307 NO.WA No Waste PROTOCOLLO

Dettagli

IL SOSTEGNO A DISTANZA

IL SOSTEGNO A DISTANZA IL SOSTEGNO A DISTANZA Cos è il Sostegno A Distanza? Prendersi cura di un bambino a distanza significa sostenere le spese necessarie per la sua vita e la sua crescita, dall alimentazione al vestiario,

Dettagli

AVVISO PUBBLICO Progetto Senior Capital Sportello delle Competenze Intergenerazionali

AVVISO PUBBLICO Progetto Senior Capital Sportello delle Competenze Intergenerazionali All. 1 AVVISO PUBBLICO Progetto Senior Capital Sportello delle Competenze Intergenerazionali MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L INDIVIDUAZIONE DI ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO, ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE

Dettagli

MISSIONE SOCCORSO - BANDO 2011 MANTENIMENTO E POTENZIAMENTO DEL PARCO MEZZI DI PRONTO SOCCORSO 1.500.000,00 SCADENZA VENERDÌ 29 LUGLIO 2011

MISSIONE SOCCORSO - BANDO 2011 MANTENIMENTO E POTENZIAMENTO DEL PARCO MEZZI DI PRONTO SOCCORSO 1.500.000,00 SCADENZA VENERDÌ 29 LUGLIO 2011 MISSIONE SOCCORSO - BANDO 2011 SETTORE SALUTE PUBBLICA MANTENIMENTO E POTENZIAMENTO DEL PARCO MEZZI DI PRONTO SOCCORSO NELLE REGIONI PIEMONTE E VALLE D AOSTA 1.500.000,00 SCADENZA VENERDÌ 29 LUGLIO 2011

Dettagli

Oggetto: Adesione al Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors) per l'energia sostenibile.

Oggetto: Adesione al Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors) per l'energia sostenibile. C.C. n. 12 del 14/04/2010 Oggetto: Adesione al Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors) per l'energia sostenibile. Il Sindaco-Presidente riferisce che: 1. nel novembre 2005 la Commissione Europea ha lanciato

Dettagli

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli

PROVINCIA DI PIACENZA Servizio Istruzione e programmazione socio educativa

PROVINCIA DI PIACENZA Servizio Istruzione e programmazione socio educativa PROVINCIA DI PIACENZA Servizio Istruzione e programmazione socio educativa SCHEDA PROGETTO DI QUALIFICAZIONE DELL OFFERTA EDUCATIVA SCUOLA DELL INFANZIA (0-6 ANNI) ANNO FINANZIARIO 2014 1. NOTIZIE DI CARATTERE

Dettagli

BANDO DI CONCORSO. Centri di promozione della legalità. Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia

BANDO DI CONCORSO. Centri di promozione della legalità. Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia BANDO DI CONCORSO Centri di promozione della legalità Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Concorso regionale per la creazione di Centri di promozione della legalità, ai quali saranno assegnati

Dettagli

Progetto e Concorso nazionale. Articolo 9 della Costituzione. Edizione a.s. 2014-15 BANDO E REGOLAMENTO

Progetto e Concorso nazionale. Articolo 9 della Costituzione. Edizione a.s. 2014-15 BANDO E REGOLAMENTO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema

Dettagli

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PREMESSO CHE: Il Panel Inter-Governativo sui Cambiamenti Climatici (IPCC) ha confermato che il cambiamento climatico é una realtà e la cui causa principale é l utilizzo

Dettagli

Largo Parolini n. 65 36061 Bassano del Grappa Tel. 0424-524809 --- Fax 0424 230553 info@ceratoepopolizio.it www.ceratoepopolizio.

Largo Parolini n. 65 36061 Bassano del Grappa Tel. 0424-524809 --- Fax 0424 230553 info@ceratoepopolizio.it www.ceratoepopolizio. Studio Associato Cerato & Popolizio Dottori commercialisti Largo Parolini n. 65 36061 Bassano del Grappa Tel. 0424-524809 --- Fax 0424 230553 info@ceratoepopolizio.it www.ceratoepopolizio.it Dott. Sandro

Dettagli

Bando Educare con gli Oratori n 5 Anno 2015

Bando Educare con gli Oratori n 5 Anno 2015 Bando Educare con gli Oratori n 5 Anno 2015 100.000 per l individuazione di progetti di utilità sociale Finalità della Fondazione La Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus opera nella provincia di

Dettagli

Occhi aperti sul territorio A scuola di cittadinanza anno scolastico 2012-13

Occhi aperti sul territorio A scuola di cittadinanza anno scolastico 2012-13 In caso di mancato recapito ritornare all'ufficio Postale Roma Romanina per la restituzione previo addebito. Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. In L. 27/02/2004

Dettagli

CLUB DEI COMUNI ECOCAMPIONI : CAMPANIA, PUGLIA, SARDEGNA

CLUB DEI COMUNI ECOCAMPIONI : CAMPANIA, PUGLIA, SARDEGNA CLUB DEI COMUNI ECOCAMPIONI : CAMPANIA, PUGLIA, SARDEGNA BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI UN FINANZIAMENTO DI 25.000 EURO A SOSTEGNO DI ATTIVITA DI COMUNICAZIONE LOCALE Il punto 9 dell Accordo Anci Conai prevede

Dettagli

Dote Sport. Le risorse finanziarie destinate alla Dote Junior non potranno andare a compensare fabbisogni relativi alla Dote Teen e viceversa.

Dote Sport. Le risorse finanziarie destinate alla Dote Junior non potranno andare a compensare fabbisogni relativi alla Dote Teen e viceversa. Dote Sport Con D.G.R. X/3731 del 19 giugno 2015 sono stati approvati i criteri e le modalità per l assegnazione della Dote Sport, misura prevista dall art. 5 della l.r. 1 ottobre 2014, n. 26 che intende

Dettagli

1) SOGGETTI AMMISSIBILI

1) SOGGETTI AMMISSIBILI BANDO PER L EROGAZIONE DI UN CONTRIBUTO PER L ORGANIZZAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI UN EVENTO DI PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO GIOVANILE DA PARTE DI ASSOCIAZIONI O GRUPPI INFORMALI GIOVANILI. Ciessevi, Centro

Dettagli

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 UFFICIO SERVIZIO CIVILE SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 Titolo progetto Educare al territorio NaturalMente Ambito/settore di intervento Tipologia destinatari Principale: Bambini e ragazzi tra

Dettagli

PIANO LOCALE GIOVANI DI

PIANO LOCALE GIOVANI DI PROVINCIA DI TORINO PIANO LOCALE GIOVANI DI Airasca, Buriasco, Campiglione Fenile, Cantalupa, Cavour, Cercenasco, Cumiana, Frossasco, Garzigliana, Macello, Osasco, Pinerolo, Piscina, Prarostino, Roletto,

Dettagli

A più voci contro la dispersione scolastica

A più voci contro la dispersione scolastica A più voci contro la dispersione scolastica 1. Contesto dell intervento Abbandoni, interruzioni formalizzate, frequenze irregolari, ripetenze, ritardi : hanno nomi diversi le disfunzioni che caratterizzano

Dettagli

Modalità e requisiti per la definizione delle forme di partecipazione e rappresentanza nei tavoli di programmazione partecipata inerenti il Piano di

Modalità e requisiti per la definizione delle forme di partecipazione e rappresentanza nei tavoli di programmazione partecipata inerenti il Piano di Modalità e requisiti per la definizione delle forme di partecipazione e rappresentanza nei tavoli di programmazione partecipata inerenti il Piano di Zona delle Politiche sociali dell Ambito territoriale

Dettagli

VADEMECUM UFFICIO PACE

VADEMECUM UFFICIO PACE VADEMECUM UFFICIO PACE In questi ultimi anni, in molti comuni italiani, si è andata diffondendo la pratica dell istituzione di un ufficio pace. Ma che cosa sono questi uffici? E di cosa si occupano? Attraverso

Dettagli

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L INDIVIDUAZIONE DI NUOVI SOCI PRIVATI DEL GAL AREA GRECANICA

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L INDIVIDUAZIONE DI NUOVI SOCI PRIVATI DEL GAL AREA GRECANICA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L INDIVIDUAZIONE DI NUOVI SOCI PRIVATI DEL GAL AREA GRECANICA PREMESSO CHE In.Form.A. - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Reggio Calabria, Socio del GAL Area

Dettagli

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 rivolto a soggetti istituzionali rappresentativi del sistema delle scuole dell infanzia della provincia di Trento budget disponibile:

Dettagli

in collaborazione con

in collaborazione con in collaborazione con LINEE GUIDA PER L ASSEGNAZIONE E LA GESTIONE DEI BENI CONFISCATI ALLA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA Giugno 2012 IL RIUTILIZZO DEI BENI CONFISCATI: UN PERCORSO DI RISCATTO CIVILE Vogliamo

Dettagli

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO RELAZIONE DELLE ATTIVITA SVOLTE DAL 01 GIUGNO 2014 AL 31 OTTOBRE 2014 NEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIO-SANITARIO DIURNO POLIVALENTE FONDAZIONE ANTHONY CAMPITELLI QUALE AMMORTIZZATORE SOCIALE E SANITARIO

Dettagli

FEST-FEST ITALIA 2012 5 Edizione del FESTIVAL DELLE FESTE ITALIANE

FEST-FEST ITALIA 2012 5 Edizione del FESTIVAL DELLE FESTE ITALIANE Regolamento FEST-FEST ITALIA 2012 5 Edizione del FESTIVAL DELLE FESTE ITALIANE REGOLAMENTO GENERALE 1. Premessa 1.1. Il Fest Fest e la sua edizione 2012 intitolata FEST-FEST ITALIA (Festival delle feste

Dettagli

AZIONI DI PROMOZIONE, FORMAZIONE E SOSTEGNO PER L AFFIDAMENTO e LA SOLIDARIETA FAMILIARE

AZIONI DI PROMOZIONE, FORMAZIONE E SOSTEGNO PER L AFFIDAMENTO e LA SOLIDARIETA FAMILIARE BORGO RAGAZZI DON BOSCO MOVIMENTO FAMIGLIE AFFIDATARIE e SOLIDALI PROGETTO AFFIDAMENTO FAMILIARE PROPOSTA DI PROSECUZIONE PROGETTO AZIONI DI PROMOZIONE, FORMAZIONE E SOSTEGNO PER L AFFIDAMENTO e LA SOLIDARIETA

Dettagli

Comunità della Paganella

Comunità della Paganella COMUNITÀ della PAGANELLA PROGETTO Sportello Donna Comunità della Paganella Gennaio 2013 PREMESSE Nel 2011 la Comunità della Paganella ha elaborato il progetto intitolato La conoscenza delle donne, nell

Dettagli

Poste Italiane S.p.A. Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 N. 46) Art. 1, Comma 1, Aut. C/RM/38/2011. consulenti.

Poste Italiane S.p.A. Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 N. 46) Art. 1, Comma 1, Aut. C/RM/38/2011. consulenti. Il mensile dell Unasca. L Unione Nazionale Autoscuole e Studi di Consulenza Automobilistica. Poste Italiane S.p.A. Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 N. 46) Art. 1,

Dettagli

Prefettura -Ufficio territoriale del Governo di Cremona

Prefettura -Ufficio territoriale del Governo di Cremona PROTOCOLLO D INTESA SCUOLA SPAZIO DI LEGALITA 1 La Prefettura, le Forze dell Ordine, la Polizia Municipale di Cremona, l ASL di Cremona - Dipartimento Dipendenze, i Dirigenti Scolastici e i Direttori dei

Dettagli

COMUNE di VILLA DEL CONTE. Assessorato alle Politiche Sociali Assessorato all Istruzione. in collaborazione con. Anno Scolastico 2015-2016

COMUNE di VILLA DEL CONTE. Assessorato alle Politiche Sociali Assessorato all Istruzione. in collaborazione con. Anno Scolastico 2015-2016 COMUNE di VILLA DEL CONTE Assessorato alle Politiche Sociali Assessorato all Istruzione in collaborazione con Invita tutti i bambini delle SCUOLE ELEMENTARI di Villa del Conte e di Abbazia Pisani ed i

Dettagli

BANDO. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014

BANDO. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 BANDO per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 BANDO per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 Pagina 1 di 8 1 Chi può presentare

Dettagli

NUOVO REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE AUSER DI QUALITA DELLE UNIVERSITA POPOLARI e DEI CIRCOLI CULTURALI AFFILIATI

NUOVO REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE AUSER DI QUALITA DELLE UNIVERSITA POPOLARI e DEI CIRCOLI CULTURALI AFFILIATI NUOVO REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE AUSER DI QUALITA DELLE UNIVERSITA POPOLARI e DEI CIRCOLI CULTURALI AFFILIATI Il Comitato Direttivo dell AUSER nazionale riunito a Roma in data 24 giugno 2015 - valutando

Dettagli

Nella legge di stabilità 2016 le misure a favore della famiglia e u... Carta dedicata. Sarà la svolta?

Nella legge di stabilità 2016 le misure a favore della famiglia e u... Carta dedicata. Sarà la svolta? Direttore Domenico Delle Foglie Servizio Informazione Religiosa MANOVRA ECONOMICA Nella legge di stabilità 2016 le misure a favore della famiglia e una Carta dedicata. Sarà la svolta? 23 dicembre 2015

Dettagli

CIRCOLARE N. 29/E. Direzione Centrale Gestione Tributi. Roma, 21 Giugno 2016

CIRCOLARE N. 29/E. Direzione Centrale Gestione Tributi. Roma, 21 Giugno 2016 CIRCOLARE N. 29/E Direzione Centrale Gestione Tributi Roma, 21 Giugno 2016 Oggetto: Circolare esplicativa delle regole di determinazione del canone dovuto per le varie casistiche - Articolo 3, comma 1,

Dettagli

REGOLAMENTO LUDOTECA COMUNALE. - Approvato con del. C.C. n. 71-446 del 3.10.2005;

REGOLAMENTO LUDOTECA COMUNALE. - Approvato con del. C.C. n. 71-446 del 3.10.2005; CITTA DI CONEGLIANO PROVINCIA DI TREVISO REGOLAMENTO LUDOTECA COMUNALE - Approvato con del. C.C. n. 71-446 del 3.10.2005; - Data entrata in vigore: 14.10.2005 1 REGOLAMENTO LUDOTECA COMUNALE ARTICOLO 1

Dettagli

La campagna di comunicazione a sostegno dei progetti di raccolta differenziata 2006

La campagna di comunicazione a sostegno dei progetti di raccolta differenziata 2006 La campagna di comunicazione a sostegno dei progetti di raccolta differenziata 2006 Il logo e lo slogan della campagna Obiettivi della campagna: promuovere la raccolta differenziata ed ottenere il corretto

Dettagli

Un concorso di idee per creare nuovi intrecci tra giovani e associazioni. Un Concorso di idee per CREARE nuovi intrecci tra GIOVANI e associazioni

Un concorso di idee per creare nuovi intrecci tra giovani e associazioni. Un Concorso di idee per CREARE nuovi intrecci tra GIOVANI e associazioni 2 Un Concorso di idee per CREARE nuovi intrecci tra GIOVANI e associazioni Un concorso di idee per creare nuovi intrecci tra giovani e associazioni www.volontariatotrentino.it 1 1. Premessa L Associazione

Dettagli

DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO SCUOLA E VOLONTARIATO

DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO SCUOLA E VOLONTARIATO DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO D I R E Z I O N E G E N E R L E P E R L O S T A T U S D E L L O S T U D E N T E, L E P O L I T I C H E G I O V A N I L I E L E A T T I V I T A M O T O R I E

Dettagli

GUIDA ALLA BOLLATURA DEI REGISTRI E LIBRI SOCIALI

GUIDA ALLA BOLLATURA DEI REGISTRI E LIBRI SOCIALI GUIDA ALLA BOLLATURA DEI REGISTRI E LIBRI SOCIALI REGISTRI E LIBRI DA BOLLARE PRESSO IL REGISTRO IMPRESE Il Codice Civile e il DPR 581/1995 prevedono che la bollatura dei libri contabili venga effettuata

Dettagli

WORKSHOP DAY DEL RADIOTV FORUM DI AERANTI-CORALLO

WORKSHOP DAY DEL RADIOTV FORUM DI AERANTI-CORALLO WORKSHOP DAY DEL RADIOTV FORUM DI AERANTI-CORALLO Relazione introduttiva dell avv. Marco Rossignoli Coordinatore di Aeranti-Corallo e Presidente Aeranti Milano 3 novembre 2009 Il passaggio al digitale

Dettagli

REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PROMOZIONE E SOSTEGNO DEL SERVIZIO NIDO FA MILIARE SERVIZIO TAGESM ÜTTER

REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PROMOZIONE E SOSTEGNO DEL SERVIZIO NIDO FA MILIARE SERVIZIO TAGESM ÜTTER COMUNE DI CARANO PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PROMOZIONE E SOSTEGNO DEL SERVIZIO NIDO FA MILIARE SERVIZIO TAGESM ÜTTER Approvato con deliberazione C.C. nr. 28 dd. 29.11.2007. In vigore

Dettagli

BANDO RASSEGNE TEATRALI - ANNO 2015

BANDO RASSEGNE TEATRALI - ANNO 2015 PREMESSA Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, data la presenza attiva sul territorio di Associazioni impegnate nell organizzazione e gestione di Rassegne teatrali, intende sollecitare i soggetti interessati

Dettagli

LO SPORT: UN OCCASIONE PER CRESCERE INSIEME. 22 settembre 2015

LO SPORT: UN OCCASIONE PER CRESCERE INSIEME. 22 settembre 2015 LO SPORT: UN OCCASIONE PER CRESCERE INSIEME 22 settembre 2015 Lo sport può portare qui ma anche se non si diventa campioni: Lo sport è un fattore di prevenzione e promozione del benessere psicofisico e

Dettagli

PROGETTO New Green Generation BANDO DI CONCORSO. (approvato con determina dirigenziale n.87 del 16/01/2013)

PROGETTO New Green Generation BANDO DI CONCORSO. (approvato con determina dirigenziale n.87 del 16/01/2013) PROGETTO New Green Generation BANDO DI CONCORSO (approvato con determina dirigenziale n.87 del 16/01/2013) CONCORSO NGG 1. Premessa Il progetto New Green Generation è stato finanziato dal Programma Azione

Dettagli

E` Mercoledì 10 ottobre 2012

E` Mercoledì 10 ottobre 2012 Corso Formazione /Aggiornamento - MONTECCHIO EMILIA (RE) L attività del Messo Comunale è molto complessa anche in relazione ad una normativa di non facile interpretazione, spesso contraddittoria, e ad

Dettagli

Regolamento. Questo Servizio adotta il seguente regolamento:

Regolamento. Questo Servizio adotta il seguente regolamento: Regolamento L affidamento familiare aiuta i bambini ed i ragazzi a diventare grandi, nutrendo il loro bisogno di affetto e di relazione con figure adulte che si prendano cura di loro, al fine di diventare

Dettagli

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE PREMESSA Il Centro di Servizio VOL.TO, nel perseguire l obiettivo di sostenere e qualificare l attività di

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA SPORT EDUCAZIONE

ASSOCIAZIONE ITALIANA SPORT EDUCAZIONE Milano, 03 settembre 2013 A tutte le società affiliate Oggetto : polizze assicurative AISE Ricordiamo che l esigenza di stipulare delle apposite polizze assicurative per le Società affiliate AISE e per

Dettagli

GESTIONE E COSTITUZIONE DI UNA ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA

GESTIONE E COSTITUZIONE DI UNA ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA GESTIONE E COSTITUZIONE DI UNA ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA Ed. 1 del 02/01/2013 La costituzione di associazioni o società sportive dilettantistiche comporta la redazione dell Atto Costitutivo

Dettagli

IL NUOVO SISTEMA PENSIONISTICO

IL NUOVO SISTEMA PENSIONISTICO IL NUOVO SISTEMA PENSIONISTICO PENSIONI: DAL 1 GENNAIO 2012 è CAMBIAto TUTTO Una nuova riforma pensionistica L evoluzione demografica ha determinato un aumento esponenziale del numero dei pensionati rispetto

Dettagli

PROVE DI COMUNITA PARTECIPATA E SOSTENIBILE

PROVE DI COMUNITA PARTECIPATA E SOSTENIBILE PROVE DI COMUNITA PARTECIPATA E SOSTENIBILE Coesione e gestione sociale dell abitare a Bergamo Paolo Teani Trento, 15 marzo 2014 1 Il contesto Quartiere della malpensata 2 Quartiere estremamente popolarema

Dettagli

SCHEDA DI SINTESI A CURA DEL SUPPORTO NORMATIVO SVILUPPO SOFTWARE WOLTERS KLUWER ITALIA

SCHEDA DI SINTESI A CURA DEL SUPPORTO NORMATIVO SVILUPPO SOFTWARE WOLTERS KLUWER ITALIA SCHEDA DI SINTESI A CURA DEL SUPPORTO NORMATIVO SVILUPPO SOFTWARE WOLTERS KLUWER ITALIA Redditometro 2012 Premessa La rettifica delle dichiarazioni dei redditi delle persone fisiche segue le regole dell

Dettagli

Bando per progetti innovativi di ricerca-azione o formazione proposti da reti di istituzioni scolastiche e formative del Trentino

Bando per progetti innovativi di ricerca-azione o formazione proposti da reti di istituzioni scolastiche e formative del Trentino Bando per progetti innovativi di ricerca-azione o formazione proposti da reti di istituzioni scolastiche e formative del Trentino budget disponibile: 200.000 euro termine per la presentazione dei progetti

Dettagli

IPOTESI DI RIFORMA DEL VINCOLO SPORTIVO

IPOTESI DI RIFORMA DEL VINCOLO SPORTIVO SCHEDA N. 1 IPOTESI DI RIFORMA DEL VINCOLO SPORTIVO Norme da modificare: Regolamento organico. Tempi previsti: Approvazione del Consiglio Federale entro dicembre 2014, entrate in vigore 1 luglio 2015.

Dettagli

DESCRIZIONE ATTIVITA ANNO SCOLASTICO 2010-2011

DESCRIZIONE ATTIVITA ANNO SCOLASTICO 2010-2011 DESCRIZIONE ATTIVITA ANNO SCOLASTICO 2010-2011 1 INDICE 1. PREMESSA 2. OBIETTIVI 3. INCONTRO FORMATIVO PER GLI INSEGNANTI 4. ATTIVITA SUDDIVISE per CLASSI 5. EVENTI ORGANIZZATI: GIORNATE ECOLOGICHE 6.

Dettagli

PR. SCADENZA ADEMPIMENTO NOTE COMMISSIONE PROCEDURE ADEMPIMENTI FISCALI INIZIALI DEL CURATORE

PR. SCADENZA ADEMPIMENTO NOTE COMMISSIONE PROCEDURE ADEMPIMENTI FISCALI INIZIALI DEL CURATORE ADEMPIMENTI FISCALI INIZIALI DEL CURATORE 1 Entro 30 gg. dalla Comunicare all Agenzia delle Entrate la dichiarazione di fallimento sentenza di con modello di variazione dati (art. 35 Dpr 633/72). fallimento

Dettagli

I servizi Inpdap non hanno età Guida per chi è in pensione

I servizi Inpdap non hanno età Guida per chi è in pensione Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica I servizi Inpdap non hanno età Guida per chi è in pensione Gentile pensionata, gentile pensionato, sono lieta di comunicarle

Dettagli

LA CARTA DEI PRINCIPI PER LA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE: CONTESTO ED OBIETTIVI DELL INIZIATIVA CONFEDERALE

LA CARTA DEI PRINCIPI PER LA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE: CONTESTO ED OBIETTIVI DELL INIZIATIVA CONFEDERALE LA CARTA DEI PRINCIPI PER LA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE: CONTESTO ED OBIETTIVI DELL INIZIATIVA CONFEDERALE Annalisa Oddone, Confindustria Confindustria Sardegna Meridionale 12 giugno 2012 CARTA DEI PRINCIPI

Dettagli

- la legge regionale n. 8/1998, art. 25 al comma 2 stabilisce che Il servizio abitativo è gestito

- la legge regionale n. 8/1998, art. 25 al comma 2 stabilisce che Il servizio abitativo è gestito CONVENZIONE TRA ESU DI PADOVA AZIENDA REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO E IL COLLEGIO UNIVERSITARIO GREGORIANUM PER IL SERVIZIO DI ALLOGGIO A STUDENTI UNIVERSITARI TRA ESU di Padova -

Dettagli

Politiche di sostegno dei consumi e Osservatori prezzi

Politiche di sostegno dei consumi e Osservatori prezzi Politiche di sostegno dei consumi e Osservatori prezzi Intervento di: PALMA COSTI Assessore Interventi Economici, Innovazione e Pari opportunità della Provincia di Modena Mercoledì 1 aprile 2009 Camera

Dettagli

Europrogettazione 2014-2020

Europrogettazione 2014-2020 Europrogettazione - Percorso di formazione in progettazione europea per il periodo - 16 e 30 marzo, 13 aprile 2015 Futura Europa - via Pergolesi 8, Milano Futura Europa propone agli enti no-profit e alle

Dettagli

Bando Ricerca Scientifica di particolare interesse sociale n 4 Anno 2015

Bando Ricerca Scientifica di particolare interesse sociale n 4 Anno 2015 Bando Ricerca Scientifica di particolare interesse sociale n 4 Anno 2015 120.000 per l individuazione di progetti di utilità sociale Finalità della Fondazione La Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus

Dettagli

RELAZIONE AL PROGETTO DI LEGGE DI RIFORMA DELLA LEGGE SUL DIRITTO ALLO STUDIO

RELAZIONE AL PROGETTO DI LEGGE DI RIFORMA DELLA LEGGE SUL DIRITTO ALLO STUDIO RELAZIONE AL PROGETTO DI LEGGE DI RIFORMA DELLA LEGGE SUL DIRITTO ALLO STUDIO Ecc.mi Capitani Reggenti, On.li Membri del Consiglio Grande e Generale Con il provvedimento che sottoponiamo al Consiglio Grande

Dettagli

Questa è la mia casa

Questa è la mia casa Questa è la mia casa Percorso di autonomia abitativa Realizzato da: Comune di Ancona e Informagiovani Ancona con amore Progetto a cura del Geom. Elisa Coltrinari Contesto e ragioni dell intervento. Il

Dettagli

COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari Servizio Pubblica Istruzione, Sport e Tempo Libero

COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari Servizio Pubblica Istruzione, Sport e Tempo Libero BANDO PUBBLICO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE OPERANTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI TRIGGIANO - INDIVIDUAZIONE DEI CRITERI - Art. 1 FINALITA Il Comune di Triggiano

Dettagli

incremento dell addizionale regionale irpef per l anno 2011 Incremento dello 0,33% dell aliquota base

incremento dell addizionale regionale irpef per l anno 2011 Incremento dello 0,33% dell aliquota base NEWSLETTER 41 - N. 1 ANNO 2012 incremento dell addizionale regionale irpef per l anno 2011 Incremento dello 0,33% dell aliquota base sospensioni lavoro aziende non iscritte eber e sgravio contrib. retribuzioni

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DISABILI 2014-2016 OLTRE LA CRISI ANNO 2014 SISTEMA DOTALE - AVVISO 3) TIROCINI E ADOZIONI LAVORATIVE

PIANO PROVINCIALE DISABILI 2014-2016 OLTRE LA CRISI ANNO 2014 SISTEMA DOTALE - AVVISO 3) TIROCINI E ADOZIONI LAVORATIVE PIANO PROVINCIALE DISABILI 2014-2016 OLTRE LA CRISI ANNO 2014 SISTEMA DOTALE - AVVISO 3) TIROCINI E ADOZIONI LAVORATIVE 1) RIFERIMENTI NORMATIVI Legge 8 novembre 1991 n. 381: Disciplina delle cooperative

Dettagli

FONDAZIONE DI COMUNITÀ VICENTINA PER LA QUALITÀ DI VITA ONLUS. con sede in Montecchio Precalcino - via Europa Unita, 2 Codice Fiscale N.

FONDAZIONE DI COMUNITÀ VICENTINA PER LA QUALITÀ DI VITA ONLUS. con sede in Montecchio Precalcino - via Europa Unita, 2 Codice Fiscale N. FONDAZIONE DI COMUNITÀ VICENTINA PER LA QUALITÀ DI VITA ONLUS con sede in Montecchio Precalcino - via Europa Unita, 2 Codice Fiscale N. 00946860244 RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SUL BILANCIO

Dettagli

Prot. MPI AOO DRCA UffDir. N. 4385 Napoli, 25 febbraio 2008

Prot. MPI AOO DRCA UffDir. N. 4385 Napoli, 25 febbraio 2008 Ministero della Pubblica Istruzione UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA CAMPANIA DIREZIONE GENERALE Settore Educazione alla Legalità Via S. Giovanni in Corte,7 80132 Napoli Tel.081 2449549 Fax 081 284428

Dettagli

MODULO DI REGISTRAZIONE al V Convegno Nazionale Uno sguardo sul potenziale: riconoscerlo e valutarlo 4-5-6 aprile 2014

MODULO DI REGISTRAZIONE al V Convegno Nazionale Uno sguardo sul potenziale: riconoscerlo e valutarlo 4-5-6 aprile 2014 MODULO DI REGISTRAZIONE al V Convegno Nazionale La quinta edizione del Convegno Nazionale è organizzata dal Laboratorio Italiano di Ricerca e Intervento sullo Sviluppo del Potenziale del Talento e della

Dettagli