Anno I - Numero 3 Domenica 23 Novembre 2008 NEWSLETTER QUINDICINALE DELL US PRAIA CALCIO 1951

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Anno I - Numero 3 Domenica 23 Novembre 2008 NEWSLETTER QUINDICINALE DELL US PRAIA CALCIO 1951"

Transcript

1 Anno I - Numero 3 Domenica 23 Novembre 2008 NEWSLETTER QUINDICINALE DELL US PRAIA CALCIO 1951 CreDiamoci!!! Tre punti; sono solo tre i punti che dobbiamo recuperare alla capolista Sambiase. Praticamente la differenza sta nello scontro diretto perso al D Ippolito di Lamezia. Poteva essere un punto soltanto: purtroppo la sfortunata partita contro il Roccella ci ha fatto raccogliere meno di quanto meritassimo ed il divario attuale è figlio di quella gara maledetta. Seconda vittoria consecutiva in trasferta: dopo Taurianova anche a Capo Vaticano i ragazzi si impongono meritatamente, sfatando il tabù che vedeva il Praia uscire sconfitto dal manto erboso di Ricadi da tre anni consecutivi. I frutti del lavoro di Mister Giovinazzo cominciano a farsi vedere: si impone il proprio gioco con qualsiasi avversario; si cercano trame interessanti sempre facendo circolare la palla ottimamente. La condizione di alcuni, poi, sta notevolmente migliorando ed i risultati ne sono una riprova. Un/terzo di campionato è andato: i tre punti di distacco si possono recuperare tranquillamente senza farsi prendere dalla smania di raggiungere la vetta al più presto. La calma è la virtù dei forti, diceva un vecchio adagio: calma e tranquillità sono gli ingredienti giusti per raggiungere vittoriosi il traguardo. Con il miglior attacco del campionato e con una fase difensiva che migliora di partita in partita ce la possiamo fare. Forza ragazzi!!! CreDiamoci!!!

2 2 DOMENICA 23 NOVEMBRE 2008 C L A S S I F I C A - P R O S S I M O T U R N O SPONSOR PROSSIMO TURNO LE PARTITE DI OGGI

3 DOMENICA 23 NOVEMBRE 2008 C O P P A I T A L I A D I L E T T A N T I 3 Ed ora la semifinale!!! Il Tabellone I Risultati: Fase a gironi: Paolana - Praia 0-0 Fuscaldo - Paolana 3-0 (a tavolino) Praia - Fuscaldo Turno: Praia - Scalea 0-0 Scalea - Praia 4-5 dtr 3 Turno Andata Amantea - Praia 0-2 Isola C.R. - Rossano 0-1 Taurianovese - Capo Vaticano 0-1 Melitese - Omega Bagaladi Turno Ritorno Praia - Amantea 4-0 Rossano - Isola C.R. 1-0 Capo Vaticano - Taurianovese 4-2 Omega Bagaladi - Melitese Turno Andata Praia - AC Rossano 1-0 Capo Vaticano - Om. Bagaladi 1-1 PRAIA - A.C. ROSSANO 1-0 PRAIA: Cerrato 6, Arona 7, De Masi 6,5, Papaleo 6,5, Stasi 6,5, Scafaro 6, Alessi 6 (41 st Prochilo s.v.), Crucitti 6,5, Mellace 6, Mandarano 7 (24 st Rachid 6), Pizzata 6. All. Giovinazzo 6,5 A disp.: Iorio, De Presbiteris, Spataro, Servidio, Riggi. ROSSANO: Ramunno 6,5, Lavia 6, Tonti 6, Morano 6, Gregorace 6,5, Carrozza 6 (41 st De Santis s.v.), Zangaro 6, Tortora 6, Gallo 6 (14 st Tuoto 6,5), Urso 6,5, Apicella 6 (29 st Nicoletti s.v.). All. Costantino 6 A disp.: Ferro, Blaiotta, Calomino, Cavatorti. ARBITRO: Catona di Reggio Calabria 6 ASSISTENTI: Manco e Crosta NOTE: Terreno in buone condizioni. Spettatori: 150 circa. AMMONITI: Papaleo, Stasi e Scafaro del Praia; Lavia, Tortora e Gallo del Rossano. ANGOLI: 9 1. RECUPERO: 1 pt, 4 +1 st. Il capitano Nicola Mandarano, match winner dell incontro Va al Praia il primo round del doppio confronto contro il Rossano che mette in palio la finale della Coppa Italia Dilettanti 2008/2009. Con un rigore realizzato dal capitano Mandarano i biancoazzurri di mister Giovinazzo archiviano questa gara di andata giocata al Mario Tedesco, guadagnando qualche piccola chance in più per la gara di ritorno. Il risultato sarebbe potuto essere più largo, ma vuoi per le parate di Ramunno, vuoi per la sfortuna, ci si deve accontentare di una sola rete di scarto. E' il Praia a mantenere il pallino del gioco per l'intero incontro: trame di gioco fluide, movimenti giusti dell'intera squadra e Rossano che riesce a mantenere con fatica. Alessi, Mandarano e Crucitti hanno occasioni nitide, ma il risultato non si sblocca. Nella ripresa grazie ad un rigore fischiato per un fallo di mano di un difensore rossoblu Mandarano porta avanti i suoi. Mister Costantino inserisce Tuoto al posto di Gallo, ma il Rossano, nonostante riesca a creare alcune azioni interessanti, non impensierisce Cerrato più di tanto. L'appuntamento per la gara di ritorno è fissato per il 10 di Dicembre allo Stefano Rizzo di Rossano, inizio ore 14:30.

4 4 DOMENICA 23 NOVEMBRE 2008 I T A B E L L I N I 9 GIORNATA: PRAIA - ROCCELLA 2-2 PRAIA: Cerrato 6, Arona 6, De Presbiteris 6, Mellace 6, Stasi 6, Scafaro 6, Crucitti 7, Boncore 6 (19 st Alessi 6), Pizzata 6,5, Mandarano 7, Rachid 6,5. All. Giovinazzo 6,5 ROCCELLA: Macrì 6, Gerasolo 6, Romeo 6, Pistininzi 6, Spanò 6 (42 st Amarù s.v.), Battaglia 6,5, Sgambelluri 6,5, Calabrese 7, Moio 7, Lentini 6,5 (19 st Mammolenti 6,5), Libri 6,5. All. Mazzone 6,5 ARBITRO: Berlingeri di Crotone 5,5 COLLABORATORI.: Badolato e Tallini di Catanzaro NOTE: Terreno in buone condizioni. Spettatori: circa 500. Ammoniti: Macrì e Pistininzi del Roccella. Angoli: 6 1 per il Praia. Recupero: 2 pt, 6 st. Passo falso del Praia di mister Giovinazzo che impatta in casa contro un buon Roccella. Una gara che ha offerto molti spunti di cronaca. Oltre ai gol, infatti, abbiamo annotato sul taccuino diverse azioni da rete, una traversa, un grande gesto di fair play di Rachid. Ma tutto questo lo analizzeremo dettagliatamente. Al termine dell incontro abbiamo avvicinato i due mister. Deluso il tecnico Giovinazzo Non siamo stati in grado di gestire il vantaggio e loro sono stati bravi a crederci e a pareggiare. Anche se abbiamo creato diverse palle gol continua Giovinazzo alla fine contano i gol realizzati e noi ne abbiamo fatti quanti ne hanno fatti loro. In classifica non cambia nulla, dobbiamo accettare il distacco che adesso è salito a sei lunghezze dalla capolista. Sicuramente per vincere serve qualcosa in più. Soddisfatto, invece, il tecnico dei reggini Mazzone Abbiamo creduto nelle nostre possibilità e alla fine contro una grande squadra abbiamo ottenuto un punto importante. Un risultato che premia lo sforzo prodotto dai miei ragazzi. Primo campanello d allarme per il Praia al 5 quando Moio non arriva per poco su un assist di Sgambelluri. Risposta dei locali immediata. Azione spumeggiante che si produce sull out di destra. Mandarano di tacco fa viaggiare Rachid che taglia in area per Pizzata il quale sbilanciato tocca di sinistro ad anticipare il portiere in uscita, ma la palla schizza alta sopra la traversa. Al 15 Macrì è bravo sull inzuccata angolata di Rachid. E una partita ricca di capovolgimenti e così al 16 gli ospiti trovano il gol. Lancio lungo che giunge dalle retrovie, Moio scatta sul filo del fuorigioco, ha il tempo di aggiustarsi la sfera e di battere con un preciso diagonale Cerrato. Vantaggio per i canarini ospiti che gela il M. Tedesco.La reazione del Praia è veemente. Al 19 Crucitti vede Mandarano che non arriva d un niente alla deviazione. Al 31 sempre Crucitti ad ispirare per Rachid che di prima intenzione tira con il cuoio che incoccia in pieno la traversa. Al 37 Macrì si accartoccia sulla punizione dalla lunga distanza di Scafaro. Al 39 il Praia pareggia. Corner battuto da Crucitti e colpo di testa vincente di Rachid. Nella ripresa Praia subito avanti e arriva il gol del vantaggio al primo affondo. Corre il 3 Mellace ispira, Rachid prolunga per Mandarano che al limite dell area piccola resiste ad un difensore avversario e tocca morbido verso la rete vanificando il disperato tentativo di salvataggio di Romeo. Quarta perla in campionato per il capitano del Praia. Neanche il tempo di esultare per i biancoazzurri di casa che i canarini ospiti riequilibrano il risultato. Libri supera in velocità Scafaro che serve al centro per Moio che impegna severamente Cerrato. La sfera è lì in area e arriva a Sgambelluri che insacca. Il Praia non ci sta, vuole vincere. Al 14 ci prova Mandarano con un pallonetto da posizione defilata che termina a lato. Al 30 gol annullato agli ospiti per posizione irregolare di Moio, al 32 Crucitti di testa sfiora il palo e al 38 Rachid con un avversario a terra si rende autore di un gesto di fair play buttando fuori la palla anziché concludere a rete da posizione favorevole. (Virgilio Minniti - Gazzetta del Sud del 10/11/2008) 10 GIORNATA: CAPO VATICANO - PRAIA 0-1 CAPO VATICANO: Giuliano 8, Pedazzo 5 (dal 36 st Pugliese sv), Mondello 6.5, Lanzo 6, Marcianò 6.5, Camillò 5,Ascone 6, Ferla 6.5, Fanelli 6,Nesci 6.5, Pannia 6 (dal 1st Macrillò 7). In panchina: Caronte,Cirillo,Di Costa,Mauro,Mazza. Allenatore: Schiariti 6 PRAIA: Cerrato 6,Arona 7,De Masi 6,Caruso 7 (dal 27 st Alessi sv),stasi 7,Papaleo 6,Crucutti 7, Mellace 5.5 (dal 13 st Spataro 6),Pizzata 6.5,Mandarano 7.5,Rachid 7 (dal 40 st Scafaro sv). In panchina:fagone Pulice, Caracciolo, Prochilo, Petrone.Allenatore: Giovinazzo 7 ARBITRO: Sgrò di Reggio Calabria 6.5 (Giarmaccia di Locri e Ritorto di Reggio Calabria) MARCATORI: 39 st Mandarano (P). NOTE: Espulso al 7 st Mondello (CV) per proteste e al 41 st Papaleo (P ) per proteste. Ammoniti: Pannia (CV),Nesci (CV), Fanelli (CV), Ferla (CV),Ascone(CV), Arona (P),Stasi (P),Mandarano (P),Rachid Giuliano, è stato il migliore in campo, e ciò dimostra che ai punti la vittoria del Praia è legittima. Ma il Capo Vaticano, che sullo 0-0 ha sciupato una ghiotta occasione, ha tanto da recriminare. Nei confronti dell'arbitro soprattutto. Un fuorigioco inesistente segnalato a Nesci, un'espulsione a Mondello ritenuta eccessiva e tante altre decisioni sono state confutate dai locali. Sott'accusa, dunque, finisce Sgrò di Reggio, che ha dato spesso l'impressione di non riuscire a gestire la gara, anche se c'è da dire quella del Praia è comunque una vittoria meritata. Parte subito forte il Praia, però Marcianò su Pizzata e poi Giuliano, su Crucitti prima e Mandarano poi, salvano i suoi. Al 14' Nesci, lanciato a rete e in posizione regolare, viene fermato per fuorigioco inesistente. Il Capo Vaticano fatica nelle ripartenze, e così è ancora il Praia a sfiorare il gol. Ma Giuliano si fa sempre trovare pronto: al 26' salva su Rachid, al 33' viene graziato da Crucitti, che manda fuori, e al 42' si supera su Caruso. Nella ripresa il Capo Vaticano rimane in dieci: Mondello protesta nei confronti dell'arbitro, che senza esitazioni e tra le proteste dei locali estrae il cartellino rosso. In inferiorità numerica i locali si difendono bene e quando il Praia si fa vivo in area di rigore ci pensa ancora Giuliano, che al 16' salva su Crucitti. L'estremo difensore locale è battuto al 33', ma il colpo di testa di Mandarano si infrange sulla traversa. Al 37' l'episodio che potrebbe cambiare il match, però Macrillò, solo davanti a Cerrato, manda incredibilmente a lato. Un minuto dopo è ancora Giuliano a superarsi su Mandarano, che, sugli sviluppi del calcio d'angolo seguente, al 39' anticipa tutti e segna il gol vittoria. Al termine dell'incontro, le poteste dei locali nei confronti dell'arbitro sono state vibranti. Intanto, in segno di protesta contro le ultime direzioni di gara, il dg Morabito ha annunciato le dimissioni, mentre nelle prossime ore è atteso un vertice societario nel corso del quale il sodalizio ricadese potrebbe anche decidere di ritirare la squadra. (Antonino Schinella - Il Quotidiano della Calabria del 17/11/2008) LA PARTITA: PRAIA - BOVALINESE (in onda Mercoledì 26 dalle ore 16 su canale OasiTV - Canale 848 di Sky) Quinta partita tra le mura amiche per la truppa di Mister Giovinazzo. Quest oggi a vender cara la pelle al Mario Tedesco ci sarà la Bovalinese, squadra ostica e pericolosa. Per i biancoazzurri, dopo la partita infrasettimanale di Coppa Italia, ennesimo incontro difficile in un campionato molto equilibrato. Senza lo squalificato Papaleo, tornerà al centro della difesa Scafaro in coppia con Caruso. In attacco i confermatissimi Mandarano e Rachid, con Alessi, ormai pienamente ristabilitosi, pronto ad entrare nella ripresa. Per gli ospiti il dubbio è se riproporre la squadra che ha pareggiato contro la Gallicese oppure far rientrare dal primo minuto Romeo e Vacalebre. Faye è l uomo più pericoloso. LE PROBABILI FORMAZIONI PRAIA BOVALINESE CERRATO 1 EBANISTA ARONA 2 SEMINARA DE MASI 3 CRIACO CARUSO 4 VITETTA STASI 5 COSENZA SCAFARO 6 BARBARO CRUCITTI 7 CARRA MELLACE 8 AVARELLO RACHID 9 ACCINNI MANDARANO 10 FAYE PIZZATA 11 MINNELLA IORIO 12 LEONARDI DE PRESBITERIS 13 GRILLO PROCHIL.O 14 VACALEBRE PETRONE 15 ROMEO CARACCIOLO 16 ALVARO RIGGI 17 SATTA SPATARO 18 MAMMOLITI GIOVINAZZO All. PANARELLO

5 DOMENICA 23 NOVEMBRE 2008 I L P E R S O N A G G I O 5 Rachid: Arriveremo lontano Allora Rachid, primo anno a Praia. Quali sono le tue considerazioni? Mi trovo benissimo. Praia è una cittadina tranquilla e molto accogliente. Peccato per il campo che non è in erba, altrimenti sarebbe tra le migliori piazze dell Eccellenza. Sei uno dei leaders del gruppo. Come vi sentite ad avere la responsabilità di avere un unico obiettivo, la promozione in D? Siamo un ottimo gruppo: abbiamo carattere e la giusta mentalità. Il mix tra veterani e giovani è di quelli giusti, con molto giovani interessanti e vecchietti che in Eccellenza fanno la differenza. Dopo un inizio d anno difficile, ormai sei a tutti gli effetti il partner d attacco di Mandarano. Si, è vero, ad inizio anno ho faticato, vuoi per il recupero da un infortunio, vuoi per i miei obblighi religiosi. Ora però sto bene, la condizione migliora giorno dopo giorno ed i frutti si vedono in campo. Con Mandarano formiamo un ottima coppia d attacco; ci completiamo a vicenda e ci capiamo al volo. Da diverse gare risulti tra i migliori in campo. Ogni domenica scendo in campo per dare il massimo e per raggiungere la vittoria. Con i miei compagni sappiamo che abbiamo una grossa responsabilità e di conseguenza siamo noi che abbiamo più esperienza che dobbiamo essere da esempio per i più giovani. Comunque devo dire che è tutta la squadra che sta disputando ottime partite, perché è sempre il gruppo che vince, mai il singolo. Mister Giovinazzo ti ha voluto a tutti i costi. Ringrazio il mister per la fiducia: appena mi ha chiamato non ho avuto dubbi: scegliere Praia, conoscendo gli obiettivi, è stato di grande stimolo. Contro il Roccella sei stato protagonista di un grande gesto di fair play. Potevi far gol, ma hai buttato la palla fuori avendo visto un avversario a terra. Per me la correttezza è tutto nello sport. E stato un gesto normale e se avessi fatto gol non sarebbe stata una vittoria leale. Grande Rascio! Grazie mille Figurati! Tizaoui Rachid, nato a Casablanca, Marocco, il 24/06/1970. E un veterano di questi campionati, avendo militato in squadre blasonate come la Villese dei record, la Deliese, il Pellaro e la Gallicese. Ha giocato in Serie D con il Bisceglie totalizzando numerose presenze e reti. Tecnica sopraffina, sempre al servizio della squadra, di lui si riconosce la grande correttezza che dimostra quando scende in campo. Primo anno a Praia, dove si è già ambientato alla grande ed è presto diventato un beniamino del pubblico locale. Tre reti realizzate fino ad ora, ma sempre uno dei migliori in campo a fine partita. E chiamato Rascio o Pantera Nera.

6 6 DOMENICA 23 NOVEMBRE 2008 D A L W E B Nome: Vittorio Cognome: Di Maggio Detto: "RE DI MAGGIO" Nato a Palermo il Ruolo: Attaccante Squadre precedenti: Paternò (D), Trapani (D),Comiso (D), Rossanese (D), Trapani (Ecc.), Rossano (Ecc.). Reti realizzate in carriera: circa 70 Squadra attuale: Omega Bagaladi Presenze nella corrente stagione: 10 gol: reti in coppa Italia Profilo tecnico: Giocatore molto dotato tecnicamente che riesce ad esprimersi a meraviglia in qualsiasi posizione della prima linea. Può ricoprire indistintamente il ruolo di punta esterna e anche, a seconda delle esigenze, di trequartista, ruolo che ben gli riesce grazie alla tecnica sopraffina che è nel suo DNA. Il suo nome è legato in maniera inscindibile al gol. Nonostante la giovane età (ha da poco compiuto 26 anni) ha sempre realizzato reti in quantità e pesanti. Anche quest'anno il compagno di reparto risponde al nome di Angelo Corona a cui lo lega un affiatamento speciale sia in campo che fuori. In questa stagione Di Maggio già comanda la classifica cannonieri, con quante reti? Affianco all'8 abbiamo volutamente accostare l'interrogativo perchè Vittorio Di Maggio rivendica la paternità del gol decisivo all'esordio contro la Taurianovese. Quindi sono 9 le reti in campionato, corredate da 4 perle in coppa Italia. Numeri da sballo e se il buongiorno si vede dal mattino...

7 DOMENICA 23 NOVEMBRE 2008 L I N T E R V I S T A 7 Il Consigliere Comunale delegato allo Sport ci espone le linee guida dell amministrazione sull attività sportiva Marsiglia: Lo sport è cultura Abbiamo avuto modo di effettuare una chiacchierata con il Consigliere Comunale delegato allo Sport, Mariano Marsiglia. Piacevole e ricca di spunti, l intervista che ne è scaturita dimostra l importanza che lo sport riveste nella nostra comunità. Allora, Sig. Marsiglia, cominciamo col parlare dei risultati ottenuti dalla squadra che rappresenta Praia nella Regione, naturalmente a livello calcistico Certamente. Fino ad ora possiamo solo ritenere buono il lavoro svolto dalla società sportiva US Praia. La capacità organizzativa di tutta la dirigenza sta portando i primi frutti. Serietà e competenza, poi, fanno il resto. La squadra è in buona posizione e anche se al momento deve inseguire la fiducia è tanta. E comincia ad entusiasmarsi anche il pubblico praiese, molto caldo e passionale. E aggiungerei esigente. Quest anno, dopo lo scorso anno in cui l obiettivo è sfumato troppo presto, e con strascichi polemici infiniti, l indirizzo che ha dato la società è stato abbastanza chiaro: con serietà e lavoro i risultati vengono da soli. Il pubblico lo ha capito e comincia ad affollare le tribune del Mario Tedesco. Da tifoso prima che consigliere allo Sport, non mi può fare altro che piacere. L entusiasmo crea entusiasmo e le vittorie sono figlie di ciò. Inoltre comincia a nascere anche il settore giovanile. Giusto. Il lavoro svolto per anni dalla ottima scuola calcio San Paolo Apostolo, e l accordo che le due società hanno trovato, hanno fatto si che i più giovani vedono nel Praia una società che fa calcio. Imparare le regole di una società vale come insegnamenti di vita: l educazione, il rispetto dei ruoli, la serietà, tutti valori che servono ai nostri ragazzi per crescere in maniera sana. Possiamo benissimo dire che lo sport è cultura: crescere con i valori dello sport equivale ad una crescita culturale. Quale è l impegno che porterà avanti nel ruolo istituzionale che ricopre? Credo che l aggregazione sociale dei ragazzi sia di importanza primaria. Non solo il calcio, però, deve essere preso in considerazione. Il centro polifunzionale permette alla società sportiva pallavolistica, la storica Spes, nonché alla squadra di basket, di effettuare sport in maniera educativa. Dare la possibilità d capire a quale sport si è più adatti, e la garanzia che i genitori hanno di trovare per i propri figli le giuste strutture sono fattori da tenere in considerazione. Si può fare di più, certamente, per accrescere l offerta dell attività sportiva: penso ad esempio alla piscina comunale, già finanziata e prevista per il Penso ancora alla spiaggia che può e deve essere meglio sfruttata per sviluppare quelle attività sportive tipiche della stagione estiva: con gli sport da spiaggia, inoltre, si unisce lo sport al turismo, il che porterà delle opportunità di sviluppo notevoli così come ci risulta è capitato in altre località. Per fare questo, però ci vogliono i fondi. Certamente. Stiamo provvedendo anche a questo, e lavoriamo con le altre istituzioni per far si che gli obiettivi siano comuni. Tornando al calcio, il pubblico di Praia chiede sempre più spesso un manto erboso per il Mario Tedesco. Come rispondiamo a questa richiesta? Che io sappia, la società US Praia ha il preciso intento di far installare il manto in erba sintetica già dal prossimo anno. Certamente lo sforzo sarà immenso, ma credo che la promessa si avveri. Grazie per il tempo dedicatoci.

8 Sponsor Ufficiale US Praia Calcio Media Partners

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 Art. 1 PRINCIPI GENERALI Il football a 9 contro 9 Master (o 7 contro 7) verrà giocato secondo le regole del regolamento ufficiale NCAA per i campionati a 11 giocatori,

Dettagli

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n.

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n. INDICE pag. FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY PREMESSA 3 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA Under 14/12/10/ 8/ 6 TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5 TABELLA RIASSUNTIVA n. 2 6 REGOLAMENTO U14 8 REGOLAMENTO U12

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Matteo Freddi L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Youcanprint Self-Publishing Titolo L arte di vincere al fantacalcio Autore Matteo Freddi Immagine di copertina a cura dell Autore ISBN 978-88-91122-07-0 Tutti

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio Lo sport è caratterizzato dalla RICERCA DEL CONTINUO MIGLIORAMENTO dei risultati, e per realizzare questo obiettivo è necessaria una PROGRAMMAZIONE (o piano di lavoro) che comprenda non solo l insieme

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ Stagione Sportiva 2014/2015 Tornei organizzati da società Norme, disposizioni

Dettagli

SCHEMA SETTIMANA TIPO CON TRE SEDUTE DI ALLENAMENTO

SCHEMA SETTIMANA TIPO CON TRE SEDUTE DI ALLENAMENTO U.S. ALESSANDRIA CALCIO 1912 SETTORE GIOVANILE ALLENAMENTO PORTIERI SCHEDA TIPO DELLA SETTIMANA ALLENATORE ANDREA CAROZZO GRUPPO PORTIERI STAGIONE 2009/2010 GIOVANISSIMI NAZIONALI 1995 ALLIEVI REGIONALI

Dettagli

IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI

IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI appunti dalla lezione del 19 maggio 2002 al Clinic di Riccione relatore Maurizio Cremonini, Istruttore Federale Set. Scol. e Minibasket I BAMINI DEVONO SCOPRIRE CIO DI CUI

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 PERIODO TEMPORALE CONSIDERATO Viene considerata tutta l attività svolta dalla prima settimana di novembre 2012 (5 11 novembre 2012 ), all ultima

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE

LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE La programmazione nel settore giovanile P R O G R E S S I O N I D I D A T T I C H E, S

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

FULGOR ACADEMY 2014-15

FULGOR ACADEMY 2014-15 PRIMI CALCI 2009-2010 OBIETTIVI: Conoscenza del proprio corpo (giochi ed esercizi coordinativi) Rispetto delle regole e del gruppo di cui si fa parte Conoscenza del pallone Capacità di eseguire un gesto

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO M A G A Z I N E PRINCIPI BASE DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO w w w. a l l f o1 o t b a l l. i t IL TUTOR MARIO BERETTA 1959 Milano, è ex calciatore e attuale allenatore professionista. Diplomato Isef e

Dettagli

Uno contro uno in movimento attacco

Uno contro uno in movimento attacco Uno contro uno in movimento attacco Utilizzando gli stessi postulati di spazio/tempo, collaborazioni, equilibrio analizziamo l uno contro uno in movimento. Esso va visto sempre all interno del gioco cinque

Dettagli

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO Le capacità cognitive richieste per far fronte alle infinite modalità di risoluzione dei problemi motori e di azioni di gioco soprattutto

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

SOGGETTO PROMOTORE RCS Mediagroup SpA divisione Quotidiani- con sede in via Rizzoli 8 20132 Milano (di seguito: Promotore )

SOGGETTO PROMOTORE RCS Mediagroup SpA divisione Quotidiani- con sede in via Rizzoli 8 20132 Milano (di seguito: Promotore ) REGOLAMENTO ART.11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001,430 CONCORSO A PREMI DENOMINATO MAGIC+3 CAMPIONATO 2014-2015 PROMOSSO DALLA SOCIETA RCS MEDIAGROUP SPA MILANO CL 410/2014 SOGGETTO PROMOTORE RCS Mediagroup SpA

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI ALTRE DISPOSIZIONI Vengono di seguito fornite le informazioni relative a: campo di gioco attrezzature controlli preliminari modulo CAMP3 componenti delle squadre assenza della squadra o degli Ufficiali

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO ALL. D) REGOLA 5 Persone ammesse nel recinto di gioco 1) Per le gare organizzate dalla LNP, dalla Lega PRO e dalla Lega Nazionale Dilettanti in ambito nazionale sono ammessi

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 04-2013 COMUNICAZIONI

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 04-2013 COMUNICAZIONI COMUNICAZIONI Si comunica che al fine di disporre in tempo utile dei risultati delle gare per poterli trasmettere in tempo a giornali e televisioni locali, si invitano i responsabili delle società che

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Lun 18/05. Ven 22/05 COLORNO. Mer 20/05. Gio 21/05. Mer 20/05. Ven 22/05. Gio 21/05 20.30 170. Gio 21/05. Ven 22/05 21.00 PRO CELLA.

Lun 18/05. Ven 22/05 COLORNO. Mer 20/05. Gio 21/05. Mer 20/05. Ven 22/05. Gio 21/05 20.30 170. Gio 21/05. Ven 22/05 21.00 PRO CELLA. CENTRO SPORTIVO ITALIANO CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI P A R M A P.le Matteotti, 9-43100 PARMA Telefono 0521281226-0521289870 Fax 0521.236626 e-mail: csi@csiparma.it web: www.csiparma.it

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

Unità 1. I Numeri Relativi

Unità 1. I Numeri Relativi Unità 1 I Numeri Relativi Allinizio della prima abbiamo introdotto i 0numeri 1 naturali: 2 3 4 5 6... E quattro operazioni basilari per operare con essi + : - : Ci siamo però accorti che la somma e la

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

In collaborazione con:

In collaborazione con: In collaborazione con: DAY CAMP Peschiera del Garda dal 15 al 20 giugno / dal 22 al 27 giugno / dal 29 giugno al 4 luglio Centro Sportivo Parc Hotel Paradiso Borgo Roma dal 15 al 20 giugno Centro Sportivo

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI PER INIZIARE EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI Dicesi dirigente un signore che dovrebbe non dirigere ma animare; non solo animare ma testimoniare, non solo testimoniare, ma motivare. Insomma,

Dettagli

programmazione didattica modulo 1 OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE: FATTORE TECNICO-COORDINATIVO: passaggio/ricezione colpire la palla al volo

programmazione didattica modulo 1 OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE: FATTORE TECNICO-COORDINATIVO: passaggio/ricezione colpire la palla al volo Schede operative categoria Esordienti CATEGORIA ESORDIENTI società: istruttore: stagione sportiva: RICORDATI CHE In questo mese inizia l attività didattica programmata dopo che nel periodo precedente si

Dettagli

Rassegna del 12/04/2015

Rassegna del 12/04/2015 Rassegna del 12/04/2015 SANITA' REGIONALE 12/04/15 Gazzetta del Sud 21 Nominee "rete" nell'agenda del commissario della Sanità Cannizzaro Paolo 1 12/04/15 Il Garantista Calabria 2 La Regione "licenzia"

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI

ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI Il Regolamento del Giuoco del Calcio corredato dalle Decisioni Ufficiali FIGC e dalla Guida Pratica AIA Edizione 2013 FEDERATION INTERNATIONALE DE FOOTBALL ASSOCIATION (FIFA)

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 03-2013 COMUNICAZIONI

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 03-2013 COMUNICAZIONI COMUNICAZIONI Si comunica che al fine di disporre in tempo utile dei risultati delle gare per poterli trasmettere in tempo a giornali e televisioni locali, si invitano i responsabili delle società che

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

CAMPIONATO ITALIANO CURLING STAGIONE 2014-15

CAMPIONATO ITALIANO CURLING STAGIONE 2014-15 Pagina 1 CAMPIONATO ITALIANO CURLING STAGIONE 2014-15 FINALI NAZIONALI SERIE B MASCHILE DOCUMENTO INFORMATIVO PER IL TEAM MEETING Team Meeting Finali B Maschili Pagina 1 Pagina 2 Sommario 1 INTRODUZIONE...3

Dettagli

World Flying Disc Federation Regolamento dell Ultimate 2013

World Flying Disc Federation Regolamento dell Ultimate 2013 World Flying Disc Federation Regolamento dell Ultimate 2013 Traduzione conforme al WFDF Rules of Ultimate 2013 Versione Ufficiale in vigore dal 1 gennaio 2013 Indice delle Regole Introduzione... 1 1. Spirit

Dettagli

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche Parte Prima Il censimento del calcio italiano Sezione 1 Statistiche 17 La Federazione Italiana Giuoco Calcio Settori Settore tecnico Settore Giovanile e Scolastico Società 14.90 di cui: Professionistiche

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA LE DISEQUAZIONI NON LINEARI

APPUNTI DI MATEMATICA LE DISEQUAZIONI NON LINEARI APPUNTI DI MATEMATICA LE DISEQUAZIONI NON LINEARI Le disequazioni fratte Le disequazioni di secondo grado I sistemi di disequazioni Alessandro Bocconi Indice 1 Le disequazioni non lineari 2 1.1 Introduzione.........................................

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

D: QUALI SONO I REQUISITI DI RESIDENZA PER CHI VUOLE COMPETERE? R: Questo evento è limitato ai residenti in Italia, quindi:

D: QUALI SONO I REQUISITI DI RESIDENZA PER CHI VUOLE COMPETERE? R: Questo evento è limitato ai residenti in Italia, quindi: FAQ D: QUANTE PARTITE VERRANNO GIOCATE PER DETERMINARE I VINCITORI DI OGNI SCONTRO? R: Il torneo prevede dei 5v5 nella Landa degli evocatori in stile "sudden death" (ossia a eliminazione diretta, al meglio

Dettagli

Cenni sul calcolo combinatorio

Cenni sul calcolo combinatorio Cenni sul calcolo combinatorio Disposizioni semplici Le disposizioni semplici di n elementi distinti di classe k con kn sono tutti i gruppi di k elementi scelti fra gli n, che differiscono per almeno un

Dettagli

VADEMECUM GARE. Fipav Monza Brianza CAMPIONATI PROVINCIALI DI SERIE E DI CATEGORIA NORME GENERALI VALIDE PER LA STAGIONE AGONISTICA 2013/14

VADEMECUM GARE. Fipav Monza Brianza CAMPIONATI PROVINCIALI DI SERIE E DI CATEGORIA NORME GENERALI VALIDE PER LA STAGIONE AGONISTICA 2013/14 Fipav Monza Brianza VADEMECUM GARE CAMPIONATI PROVINCIALI DI SERIE E DI CATEGORIA NORME GENERALI VALIDE PER LA STAGIONE AGONISTICA 2013/14 Il presente fascicolo è parte integrante delle Circolari di Indizione

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

COSA CERCA UN CANE IN UN LEADER

COSA CERCA UN CANE IN UN LEADER COSA CERCA UN CANE IN UN LEADER LEADER: 1. Colui che conduce o guida. 2. Colui che ha la responsabilità o il comando di altri. 3. Colui che ha influenza o potere. ESSERE LEADER: Innanzitutto avere una

Dettagli

Quaderno d'allenamento G+S Pattinaggio sul ghiaccio Danza sul ghiaccio Pattinaggio artistico Pattinaggio sincronizzato

Quaderno d'allenamento G+S Pattinaggio sul ghiaccio Danza sul ghiaccio Pattinaggio artistico Pattinaggio sincronizzato Una produzione della Scuola universitaria federale dello sport di Macolin SUFSM 30.910.310 i / Edizione 2002 (02.04) Quaderno d'allenamento G+S Pattinaggio sul ghiaccio Danza sul ghiaccio Pattinaggio artistico

Dettagli

Le soluzioni dei quesiti sono in fondo alla prova

Le soluzioni dei quesiti sono in fondo alla prova SCUOLA MEDIA STATALE GIULIANO DA SANGALLO Via Giuliano da Sangallo,11-Corso Duca di Genova,135-00121 Roma Tel/fax 06/5691345-e.mail:scuola.sangallo@libero.it SELEZIONE INTERNA PER LA MARATONA DI MATEMATICA

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto La Milano che (non) vorrei... 13 aprile 2014 Anche per oggi suona la campanella che annuncia la fine delle lezioni! Insieme ai miei compagni di

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE CENTRO DI TRASMISSIONE DATI (CTD) DI STANLEYBET MALTA (SM) SUL TERRITORIO DELL UNIONE EUROPEA.

REGOLAMENTO GENERALE CENTRO DI TRASMISSIONE DATI (CTD) DI STANLEYBET MALTA (SM) SUL TERRITORIO DELL UNIONE EUROPEA. REGOLAMENTO GENERALE CENTRO DI TRASMISSIONE DATI (CTD) DI STANLEYBET MALTA (SM) SUL TERRITORIO DELL UNIONE EUROPEA. 1) Il presente regolamento è valido dal 10.01.2012, sostituisce ogni altra precedente

Dettagli

Rassegna del 10/04/2015

Rassegna del 10/04/2015 Rassegna del 10/04/2015 SANITA' REGIONALE 10/04/15 Gazzetta del Sud 19 Si alla seconda Cardiochirurgia Calabretta Betti 1 10/04/15 Gazzetta del Sud 21 Donna morta in ospedale, assolti due medici D.m 3

Dettagli

Prossime gare ECCELLENZA - Girone UNICO Giorn Squadre Data Ora Campo R 8. A.S.D.POL. TIRLI IN MAREMMA - POL. TORNIELLA lun ROCCASTRADA

Prossime gare ECCELLENZA - Girone UNICO Giorn Squadre Data Ora Campo R 8. A.S.D.POL. TIRLI IN MAREMMA - POL. TORNIELLA lun ROCCASTRADA ultati ECCELLENZA - GIRONI - Girone UNICO R 5 A.S.D.POL. TIRLI IN MAREMMA - ATLETICO GROSSETO 2012 1-1 R 6 GAVORR TIRRENO CARRELLI SER - C.C. e SPORT POLVEROSA 1-2 Squadra P.Ti G V N P RF RS DR CD Pen

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Soluzione degli esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato

Soluzione degli esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Liceo Carducci Volterra - Classe 3 a B Scientifico - Francesco Daddi - 8 novembre 00 Soluzione degli esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Esercizio. Un corpo parte da fermo con accelerazione

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

In base alla formula di torneo adottata i tornei possono pertanto prevedere lo svolgimento di una o più partite.

In base alla formula di torneo adottata i tornei possono pertanto prevedere lo svolgimento di una o più partite. Formule di gioco La successione di mani necessarie per l eliminazione del penultimo giocatore o per la determinazione dei giocatori che accedono ad un turno successivo costituisce una partita. In base

Dettagli

Capacità Cognitive - Parte I

Capacità Cognitive - Parte I In questo articolo andremo ad analizzare la relazione che intercorre tra le capacità cognitive e le capacità tattiche, trattando in modo dettagliato una possibile progressione didattica realizzabile in

Dettagli

Esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato

Esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Liceo Carducci Volterra - Classe 3 a B Scientifico - Francesco Daddi - 8 novembre 010 Esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Esercizio 1. Un corpo parte da fermo con accelerazione pari a

Dettagli

1 von 6 04.02.2012 18:49

1 von 6 04.02.2012 18:49 1 von 6 04.02.2012 18:49 Serie A Calendario Classifica Statistiche Squadre Alleghe Asiago Bolzano Cortina Fassa Pontebba Ritten Sport Valpellice Val Pusteria Vipiteno Serie A2 Classifica A2 Serie C Serie

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Indice INDICE. Introduzione... 3. Metodologia. Unità didattiche

Indice INDICE. Introduzione... 3. Metodologia. Unità didattiche INDICE Introduzione... 3 Dall educazione motoria al Minivolley 10 Unità didattiche: momenti di un percorso... 4 Metodologia...7 Elementi base del Gioco Minivolley....8 Metodologia Progressione didattica

Dettagli

LA PALLAVOLO, UNO SPORT DI SQUADRA

LA PALLAVOLO, UNO SPORT DI SQUADRA LA PALLAVOLO, UNO SPORT DI SQUADRA Doug Beal, direttore generale di USA Volleyball, ex-capo Allenatore della nazionale degli Stati Uniti Prima di provare ad analizzare i sistemi, la teoria, la tattica

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Rassegna del 28/04/2015

Rassegna del 28/04/2015 Rassegna del 28/04/2015... 28/04/15 Adige 47 Intervista a Diego Mosna - Mosna: «Noi sempre freddi» M.bar. 1 28/04/15 Adige 46 Macerata vuole Lanza... 4 28/04/15 Adige 46 Trento si gioca la finale L'occasione

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

LIBRO DELLE REGOLE UFFICIALI Versione 8.0

LIBRO DELLE REGOLE UFFICIALI Versione 8.0 EDIZIONE IN ITALIANO LIBRO DELLE REGOLE UFFICIALI Versione 8.0 Indice Informazioni sul gioco... 1 1 2 3 Come Iniziare Per duellare hai bisogno delle seguenti cose... 2 Carte del Gioco Carte Mostro... 6

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIALE FEDERAZIONE FANTACALCIO

REGOLAMENTO UFFICIALE FEDERAZIONE FANTACALCIO REGOLAMENTO UFFICIALE FEDERAZIONE FANTACALCIO STAGIONE 2011 2012 INTRODUZIONE Qui di seguito trovate le Regole Ufficiali della Federazione Fantacalcio. Ogni anno, se necessario, vengono modificate e aggiornate

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano?

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? 1. Sofia ha appena ricevuto un e-mail con questo titolo: Se mi dai una mano, arrivo! Secondo te, di che cosa parla il messaggio? Discutine con un compagno.

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Dipartimento della Pubblica Sicurezza Stagione sportiva 2011/2012 Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Determinazione n. 26/2012 del 30 maggio 2012 L Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni

Dettagli

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP).

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP). In questa lezione abbiamo ricevuto Gabriella Stellutti che ci ha parlato delle difficoltà di uno studente brasiliano che studia l italiano in Brasile. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie

Dettagli

Tessera del Tifoso. Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico. Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1

Tessera del Tifoso. Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico. Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1 Tessera del Tifoso Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1 Indice degli argomenti Cos è la tessera del tifoso I punti

Dettagli

Regole del gioco UNO CONTENUTO DELLA CONFEZIONE: 108 Carte così distribuite: 19 Carte di colore Rosso che vanno dallo 0 al 9

Regole del gioco UNO CONTENUTO DELLA CONFEZIONE: 108 Carte così distribuite: 19 Carte di colore Rosso che vanno dallo 0 al 9 Regole del gioco UNO CONTENUTO DELLA CONFEZIONE: 108 Carte così distribuite: 19 Carte di colore Rosso che vanno dallo 0 al 9 19 Carte di colore Blu che vanno dallo 0 al 9 19 Carte di colore Giallo che

Dettagli

PROVE DI APPRENDIMENTO di ITALIANO CLASSE II MEDIA

PROVE DI APPRENDIMENTO di ITALIANO CLASSE II MEDIA PROVE DI APPRENDIMENTO di ITALIANO CLASSE II MEDIA Comprensione della lettura Es. 1 Leggere il testo LA SIGNORINA MONICA e rispondere alle domande Tempo previsto per lo svolgimento : 1 h Punteggio massimo:

Dettagli

Raduno precampionato. 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat. Il referto di gara. Indicazioni per la corre1a compilazione

Raduno precampionato. 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat. Il referto di gara. Indicazioni per la corre1a compilazione Raduno precampionato 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat Il referto di gara Indicazioni per la corre1a compilazione Il referto di gara Il referto di gara rappresenta il documento che completa l incarico arbitrale:

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli