ALLEGATO A CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ALLEGATO A CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO"

Transcript

1 ALLEGATO A CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA RIORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO UFFICIALE DI DIFFUSIONE SU INTERNET DELLE INFORMAZIONI TURISTICHE RELATIVE AL TERRITORIO DEL CIRCONDARIO EMPOLESE VALDELSA IMPORTO COMPLESSIVO A BASE DI GARA: ,00 (IVA esclusa) Empoli, il 24/03/2010

2 SOMMARIO Art. 1 Premessa 4 Art. 2 - Risorse esistenti 4 Art. 3 - Oggetto e obiettivi dell'appalto 6 Art. 4 Disposizioni di riferimento 6 Art. 5 - Prestazioni e strumenti 7 Art. 6 - Caratteristiche dei servizi e degli strumenti oggetto dell appalto 8 Art. 7 Condizioni di ammissibilità alla gara 13 Art. 8 - Importo base stimato dell appalto 14 Art. 9 - Durata del contratto e tempi di esecuzione delle prestazioni 15 Art Fatturazione Pagamenti 15 Art Modalità di presentazione dell offerta tecnica 16 Art Offerta economica 17 Art Criteri di aggiudicazione 17 Art. 14 Verifiche di regolare esecuzione in corso di contratto 18 Art Penali e risoluzione 19 Art Spese a carico dell impresa 20 Art. 17 Diritti sulle opere dell ingegno 20 Art. 18 Stipula del contratto 20 Art. 19 Subappalto 20 Art. 20 Cauzione, responsabilità ed assicurazione 21 Art. 21 Trattamento dei dati personali 21 Art Assicurazioni obbligatorie antinfortunistiche e assistenziali - Responsabilità del contraente 22 Art Spese contrattuali 23 Art Aumento o diminuzione della prestazione 23 2

3 Art Recesso 24 Art Foro competente 24 Articolo 27 - Norme di rinvio 24 3

4 Art. 1 Premessa Negli ultimi anni si sono imposti all attenzione generale nuovi modelli di diffusione on line delle informazioni turistiche. Grazie all'utilizzo di linguaggi di scripting come Javascript, di elementi dinamici e di fogli di stile (CSS) per gli aspetti grafici, sono state create applicazioni web che assomigliano sempre di più ad applicazioni tradizionali per computer, consentendo ad una platea sempre più allargata di clienti di partecipare in prima persona al processo comunicativo. La trasformazione dei turisti da semplici fruitori di informazioni a co-redattori, capaci di popolare con i propri contenuti testuali e multimediali un dato sito, l introduzione di sistemi per fruire delle informazioni on line attraverso supporti diversi dal computer o attraverso canali alternativi ai tradizionali portali internet, impongono di trasformare radicalmente le classiche strategie di marketing on line, utilizzando allo scopo professionalità altamente specializzate. Il Circondario Empolese Valdelsa intende pertanto chiedere al mercato un coinvolgimento nella riorganizzazione del servizio ufficiale di diffusione su internet delle informazioni turistiche relative al territorio del Circondario Empolese Valdelsa (LR. 38/1997), facendo leva altresì sulle applicazioni informatiche che hanno reso possibile lo sviluppo dei nuovi modelli di marketing relazionale negli ultimi anni. Art. 2 - Risorse esistenti Il panorama delle informazioni turistiche sull Empolese Valdelsa si presenta piuttosto ricco e vario. Per quanto riguarda le fonti informative istituzionali on- line, va innanzitutto citato il portale toscananelcuore.it, dell Ente Circondario Empolese Valdelsa, a cui si accede dai domíni internet: Altre informazioni di fonte istituzionale sono reperibili sui canali tematici culturale, turistico e cartografico (beni turistici e storici georeferenziati) dell Ente Circondario Empolese Valdelsa (di seguito Circondario E.V. ): e presso i siti istituzionali dei Comuni del territorio:

5 oltreché dei sistemi locali turistico-museali: Sistema Museale Valdelsa Fiorentina - Le Terre del Rinascimento - della Provincia di Firenze - con la sua Agenzia per il Turismo (APT) - di particolare interesse per l accesso alle informazioni inerenti l ospitalità e della Regione Toscana - di particolare interesse per la possibilità di estrapolare, integrandolo nel sito di destinazione, il sistema di booking on line. Altre Url di rilievo per la documentazione relativa agli operatori economici di interesse turistico sono: (banca dati delle aziende del vetro); (banca dati delle aziende produttrici di ceramiche); del Consorzio Turistico di Montespertoli e (banca dati delle aziende agricole di produzione del vino e dell olio e documentazione sulla Strada dell Olio e del Vino del Montalbano). Ancora, a proposito delle banche dati relative alle aziende di interesse turistico del territorio, va menzionata la disponibilità presso il Circondario E.V. di un indirizzario aggiornato delle aziende di ristorazione. Completano il quadro dei siti internet di interesse turistico quelli accessibili dalle seguenti Url: realizzato dall Ente Cassa di Risparmio di Firenze e di particolare interesse per la documentazione su alcuni itinerari escursionistici; (sezione tempo libero ), con informazioni sempre aggiornate sugli eventi del territorio. Per quanto riguarda la documentazione fotografica si segnala la disponibilità presso il Circondario E.V. di circa duecento fotografie digitali archiviate su Cd-rom e Dvd inerenti prevalentemente il patrimonio museale dell Empolese Valdelsa. Per la documentazione video si segnala il video dal titolo 100 itinerari più uno, con una descrizione di alcuni itinerari tematici nell Empolese Valdelsa, realizzato dall Ente Cassa di Risparmio di Firenze e la puntata di Sereno variabile realizzata da RaiTre e dedicata all Empolese Valdelsa. Oltre alle informazioni di pubblico dominio disponibili sul web vanno citate, come fonti di immediato interesse turistico, alcune pubblicazioni cartacee di carattere divulgativo: - Empolese e Valdelsa, edita dal Touring Club Italiano nell ambito della collana Itinerari, Le Terre di Leonardo e Boccaccio. Guida all Empolese Valdelsa, a cura di Felici Editore oltre a varie pubblicazioni a carattere turistico realizzate da alcuni Comuni del Circondario; - le cartoguide sull Empolese Valdelsa, edite in quattro lingue a cura dell Apt di Firenze; - quattro brochure sugli Itinerari museali nell Empolese Valdelsa, edite in quattro lingue, a cura del Circondario E.V.; - la cartografia Itinerari nel verde, con i percorsi trekking del territorio di Montaione; - la pubblicazione con i testi descrittivi degli Itinerari nel verde ; - la pubblicazione Il Montalbano a piedi e in bicicletta ; 5

6 - la guida sulle Vie Romee, a cura dell Ente Cassa di Risparmio di Firenze, in fase di realizzazione; - la pubblicazione "La Via Francigena - il percorso da Castelfiorentino alle porte di Siena" - a cura di Alessandra Angeloni (editore Betti - Siena 2010); - la Guida ai prodotti tipici dell Empolese Valdelsa, edita in italiano e in inglese a cura dell Agenzia per lo Sviluppo Empolese Valdelsa; - la pubblicazione - A Firenze con i bambini, a cura del Touring Club Italiano; - alcuni articoli su riviste specializzate (Mototurismo, ecc.) dedicati all Empolese Valdelsa; - varie pubblicazioni di tipo specialistico sui beni museali, artistici e architettonici del territorio, a cura dei singoli Comuni e dell Ente Cassa di Risparmio di Firenze. Per quanto riguarda gli eventi si dà notizia che mensilmente viene inoltre pubblicata in cartaceo e sul web una locandina con gli eventi del territorio denominata Circondario Eventi. Art. 3 - Oggetto e obiettivi dell'appalto Il Circondario Empolese Valdelsa intende ottimizzare e innovare il canale istituzionale di informazione turistica al fine di assicurare: -una maggiore efficienza del servizio di informazione turistica, intesa come ridotto investimento pubblico nel tempo e massima valorizzazione del patrimonio informativo già disponibile sul territorio e sulla Rete, con particolare riferimento al pieno recupero e utilizzo, anche attraverso collegamenti, di tutte le informazioni esistenti nel canale di comunicazione turistica toscananelcuore.it e riguardanti il territorio amministrato; -un elevata facilità d uso del nuovo strumento di alimentazione, gestione e pubblicazione delle informazioni turistiche relative al territorio amministrato su internet; -una maggiore efficacia del servizio di informazione turistica, intesa come massima valorizzazione nel tempo dei contenuti informativi di stretto interesse locale e massimizzazione del numero di utenti dell informazione. L'appalto ha dunque per oggetto l acquisizione dei servizi e degli strumenti, o dei diritti per il loro utilizzo, necessari per la produzione, riorganizzazione e pubblicazione sul sito internet delle informazioni di interesse turistico relative al territorio degli undici comuni del Circondario Empolese Valdelsa. Art. 4 Disposizioni di riferimento Per la stesura del presente capitolato speciale d appalto si è tenuto conto dei seguenti riferimenti normativi: -direttiva 19 dicembre 2003 Sviluppo ed utilizzazione dei programmi informatici da parte delle pubbliche amministrazioni ; -L.R. n. 1/2004 della Regione Toscana; -legge 9 gennaio 2004, n. 4 (Legge Stanca); -D.P.R. 1 marzo 2005, n. 75; -D. Lgs. 7 marzo 2005, n. 82 Codice dell Amministrazione digitale ; -D.M. 8 luglio 2005 Requisiti tecnici e i diversi livelli per l accessibilità agli strumenti informatici ; 6

7 -D.Lgs 163/2006 Codice dei contratti pubblici di lavori, servizi, forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE; -direttiva n. 8/2009 Razionalizzare e ridurre i siti della PA ; -deliberazione G.E. n. 76 del con cui il Circondario E.V. ha approvato il Progetto di sviluppo turistico per l area del Circondario Empolese Valdelsa ; -Piano Strategico di Sviluppo Turistico della Provincia di Firenze , integrato dal Progetto per l area del Circondario Empolese valdelsa , approvato dalla Provincia di Firenze con deliberazione C.P. n.16 del 8 febbraio 2010; -deliberazione G.E. n. 25 del con cui il Circondario E.V. ha approvato il Programma Locale sulla Società dell Informatica e della Conoscenza (PLSI) e il progetto Turismo e promozione territoriale sviluppo portale toscananelcuore.it e sua integrazione con aspetti di promozione di tradizioni e tipicità locali ; -deliberazione G.E. n. 60 del con cui il Circondario E.V. ha approvato l aggiornamento del Patto per lo Sviluppo Locale (PASL) del Circondario Empolese Valdelsa, per la proposta del progetto Turismo e promozione territoriale sviluppo portale toscananelcuore.it e sua integrazione con aspetti di promozione di tradizioni e tipicità locali ; -deliberazione G.E. n. 83 del con la quale il Circondario Empolese Valdelsa ha approvato le Linee progettuali e il piano finanziario per la riorganizzazione del servizio ufficiale di informazione turistica del territorio del Circondario Empolese Valdelsa su Internet. Evoluzione del portale toscananelcuore.it ; -determinazione n. 505 del con cui il Dirigente Responsabile del Settore Affari Generali ha individuato nella procedura del cottimo fiduciario, di cui all art. 125 del D. Lgs. 163/2006 Codice dei contratti pubblici di lavori, servizi, forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE, previo espletamento di gara informale, la procedura più idonea per la selezione di un offerta coerente con le linee progettuali di cui al punto precedente e ha approvato uno schema di avviso pubblico per acquisire manifestazioni di interesse all affidamento del servizio di progettazione e gestione dell informazione turistica dei Comuni che compongono il Circondario Empolese Valdelsa su internet. Art. 5 - Prestazioni e strumenti L appalto prevede la fornitura delle prestazioni e dei servizi di seguito indicati: 1) progettazione tecnica/strutturale del nuovo sito, compresa la progettazione del modello di organizzazione della redazione e del sistema editoriale per l alimentazione, gestione e pubblicazione dei contenuti; 2) progettazione grafica; 3) fornitura del Content Management System (di seguito CMS); 4) produzione e integrazione immagini fotografiche digitali; 5) servizi redazionali necessari per la prima pubblicazione del sito completo dei contenuti informativi indicati nel presente capitolato e nell offerta tecnica; 6) prima pubblicazione del sito completato ai sensi del precedente punto 4); 7) traduzione e integrazione nel sito dei testi tradotti in lingua inglese; 8) pubblicazione definitiva del sito completo della versione in lingua inglese; 9) formazione e documentazione. La fornitura di quanto previsto ai punti 1), 2), 3), 4), 5), 6), 7) e 8). deve avvenire entro 60 giorni dalla data di stipula del contratto. 7

8 Art. 6 - Caratteristiche dei servizi e degli strumenti oggetto dell appalto 1. PROGETTAZIONE TECNICA STRUTTURALE La progettazione tecnica-strutturale comprende: a) la definizione di un piano di organizzazione della redazione, che stabilisca le modalità di aggiornamento e gestione dei contenuti informativi e argomenti le linee guida del nuovo sistema editoriale in rapporto agli obiettivi di cui al precedente art. 3; b) la definizione dell architettura funzionale, che dovrà prevedere il rispetto dei seguenti requisiti: I. GENERALI: sistema di accesso e gestione utenti a policy di ruolo multilivello e multisezione, per permettere a soggetti diversi di aggiornare le informazioni di competenza, con profilo di contributore, redattore, recisore o amministratore; la prima configurazione delle policy di accesso deve essere effettuata dall aggiudicatario; sistema di rilevazione e visualizzazione delle statistiche di accesso al sito, articolate in base alla tassonomia dei contenuti; eventuale accesso differenziato dai dispositivi mobili; II. DI FUNZIONAMENTO E INTERAZIONE: funzionalità di ricerca full-text o per approssimazione su tutte le risorse del cms (inclusi i file), consultabilità della mappa del sito, presenza della barra del percorso; modelli e funzioni per la stampabilità di pagine e/o aree e/o documenti del sito, per consentire agli utenti di scaricare su supporto cartaceo alcuni materiali promozionali; inclusione di barre social per lo sharing dei contenuti sui principali social network e per l invio di feedback immediati da parte dell utenza; possibilità scambio di flussi informativi tra il sistema e servizi informativi esterni in formato standard e universale (per es. feed RSS); ove necessario, rispetto delle Specifiche delle componenti tecniche, funzionali e di comunicazione per l integrazione di siti esterni al portale e con la Campagna Voglio Vivere Così definite da Fondazione Sistema Toscana (il relativo documento è scaricabile all indirizzo internet: sezione Bandi, Concorsi e Avvisi Pubblici ). III. DI REDAZIONE: sistema di inserimento ed editing dei testi WYSIWYG usabile senza la conoscenza dei comandi HTML e configurato in modo da: -poter utilizzare per la formattazione del testo le caratteristiche specifiche del foglio di stile proprie della classificazione e tipologia scelta per tale tipo di contenuto; -poter associare per la gestione dell ipertesto le risorse presenti nel sistema o esterne, siano essi altri contributi editoriali, immagini, file audio, video o documenti; qualora i file debbano essere inseriti ex novo si deve poter operare senza perdere il contesto di editing di partenza. 8

9 Sistema di inserimento e gestione risorse informative generiche (tutti i tipi di contenuti: contributi editoriali, file multimediali, documenti): -inserimento singolo e multiplo dei file; -possibilità di associare le risorse tra loro (gallerie) e alla tassonomia del sistema con possibilità di più assegnazioni per elemento; -impossibilità di eliminare le risorse informative qualora utilizzate o correlate, a garanzia dell integrità referenziale delle associazioni; Sistema di inserimento e gestione di immagini: -inserimento singolo e multiplo delle immagini con adattamento del formato alle dimensioni previste dai template sia mediante ridimensionamento proporzionale dell intera immagine sia mediante porzione di immagine ottenuta con taglio automatico predefinito o manuale; Sistema di inserimento e gestione di audio-video: -inserimento singolo e multiplo dei file multimediali (audio e video) nei più comuni formati con, ove necessario, conversione automatica nel formato che offra maggiori garanzie di accessibilità; -funzione di inclusione di video tramite codice embedded per audiovisivi presenti su risorse esterne, a partire da e c) la definizione dell architettura tecnologica del nuovo sistema, che dovrà prevedere il rispetto dei seguenti requisiti: sviluppo su strumenti a codice aperto, disponibili attraverso licenza copyleft, da ospitarsi sui server di proprietà dell Ente in ambiente Linux/Apache; implementazione sistema CMS, ove necessario comprensivo di RDBMS, web based accessibile attraverso i più comuni browser (Ms Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Crome, ecc.) dai più diversi dispositivi di accesso, sia fissi che mobili; rispetto standard raccomandati del W3C (HTML, XHTML, CSS, ecc..): rispetto, ove necessario, degli standard di cooperazione applicativa (Url: regionale - e delle Specifiche delle componenti tecniche, funzionali e di comunicazione per l integrazione di siti esterni al portale e con la Campagna Voglio Vivere Così, sopra richiamati; d) la revisione dell infoarchitettura generale presente nell attuale realizzazione di toscananelcuore.it. La nuova infoarchitettura dovrà prevedere una pagina di presentazione generale (homepage) da cui il visitatore, scegliendo tra una delle lingue opzionabili, potrà accedere alle varie informazioni presenti sul sito. Le sezioni (canali) del sito potranno essere le seguenti: -località -come arrivare -dove dormire -dove mangiare -itinerari turistici eno-gastronomici 9

10 nella natura -prodotti tipici -attività -bambini -da vedere -eventi -servizi turistici -trasporti -numeri utili Dovrà in ogni caso essere possibile da parte dell amministratore di sistema la modifica diretta sulla strutturazione ad albero del sito. Le sezioni del sito saranno articolate in pagine standard, integralmente di tipo informativo (ovvero pagine contenenti documenti web) e pagine miste, contenenti sia pagine standard che sezioni speciali, che presuppongono la presenza di data-base e/o un interazione con l utente finale o con altri soggetti. Tutte le sezioni presenti nel sito dovranno essere create in lingua italiana e inglese. Ogni pagina dovrà avere una struttura standard. In generale, la struttura dei percorsi di navigazione dovrà essere semplificata al massimo, riducendo al minimo i livelli gerarchici e privilegiando la presentazione in forma scalare (con link per approfondimenti) di tutte le informazioni appartenenti ad una medesima categoria all interno di un unica pagina. dovranno essere previste interazioni: - con il portale dell Agenzia per il Turismo (Apt) della Provincia di Firenze per l accesso agli elenchi delle strutture ricettive; - con i portali dei Comuni e dei sistemi museali del territorio; -con gli altri portali indicati al precedente art. 2 per l accesso mirato alle relative banche dati. Dovrà essere assicurato l inserimento in iframe dell application booking (la cui pubblicazione è prevista a breve termine) del portale regionale turismo.intoscana.it per l accesso al sistema di prenotazione diretta delle strutture ricettive. Dovrà infine essere assicurato il rispetto delle Specifiche delle componenti tecniche, funzionali e di comunicazione per l integrazione di siti esterni al portale e con la campagna voglio vivere così, sopra richiamate, con particolare riferimento alla struttura dell asset di tipo evento. 2) PROGETTAZIONE GRAFICA La progettazione grafica deve prevedere il rispetto dei seguenti requisiti: presentazione di 3 bozze di layout grafico e la selezione, a cura della stazione appaltante, del layout più idoneo; utilizzo del logotipo attuale e dei domini Internet registrati; format multilingue, con almeno la versione italiana e inglese dei testi; approccio informativo con ricerca testuale e cartografica; articolazione degli spazi in modo da favorire la documentazione fotografica e video, con lunghezza ridotta delle parti testuali; progettazione modulare della grafica delle pagine in base a dimensione e contenuti; definizione di un numero minimo di immagini digitali per pagina; 10

11 definizione dei contenuti costantemente in evidenza; gestione di campagne con banner multiformato schedulabili per inizio e durata di pubblicazione. Visualizzazioni contestualizzabili alla navigazione; Sistema di georeferenziazione compatibile con gli standard GPS in grado di creare mappe di punti di interesse collegabili con le risorse del cms; rispetto delle norme e delle direttive sulla realizzazione, accessibilità e usabilità dei siti Internet secondo quanto definito da: - Legge 9 gennaio 2004, n. 4 (Legge Stanca), D.P.R. 1 marzo 2005, n. 75, Decreto Ministero Innovazione e Tecnologie dell 8 luglio 2005, ed ogni altro provvedimento loro collegato. Si ricorda che il non rispetto della Legge 4/2004 nello sviluppo di applicazioni Web per la Pubblica Amministrazione è motivo di nullità dei contratti (cfr. art.4 c.2); - Linee guida per l'accessibilità dei contenuti Web (WCAG) Mobile Web Best Practices Direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per l innovazione e le tecnologie del 27 luglio 2005 recante Qualità dei servizi online e misurazione della soddisfazione degli utenti. 3) PRODUZIONE E INTEGRAZIONE IMMAGINI FOTOGRAFICHE DIGITALI Il servizio di produzione e integrazione delle immagini fotografiche digitali dovrà essere realizzato nel rispetto dei seguenti requisiti: dovranno essere prodotte almeno 120 immagini digitali raffiguranti i principali prodotti turistici del territorio; le immagini dovranno enfatizzare gli aspetti di bellezza paesaggistica, di ruralità e tipicità del territorio, suggerendo la percezione del viaggio in questi luoghi come esperienza unica; le immagini dovranno rappresentare, nelle proporzioni che saranno indicate dal Circondario E.V., i seguenti soggetti: - prodotti tipici, paesaggi, borghi e castelli, gli 11 Comuni del Circondario, sentieri e segnaletica, impianti e attività sportive; le immagini dovranno essere complete di didascalie in lingua italiana e inglese; le immagini dovranno essere effettuate con un illuminazione adeguata per una perfetta visibilità e riconoscibilità dell oggetto in tutti i suoi particolari, evitando in particolare ogni effetto di rifrazione della luce; le immagini dovranno risultare perfettamente messe a fuoco e cromaticamente corrette; la risoluzione dovrà essere adatta alla stampa del formato A4 a 300 DPI; sulle immagini non dovranno comparire soggetti (cordoli, attrezzature utilizzate per il restauro, impianti, fili, ecc.) in contrasto con il carattere evocativo e promozionale delle stesse; le foto in esterno dovranno essere effettuate in giornate soleggiate e dovranno essere esposte correttamente. Dopo l integrazione all interno del sito, le immagini, opportunamente classificate in base alle sezioni del sito, dovranno essere consegnate al Circondario E.V. su DVD. Il Circondario E.V. si riserva la facoltà di non accettare le immagini fotografiche digitali che non soddisfano i requisiti sopra indicati. 11

12 Infine dovranno essere integrate nel sito almeno 200 immagini fotografiche digitali di proprietà e in disponibilità del Circondario E.V. e delle altre Amministrazioni interessate. 4) SERVIZI REDAZIONALI PER LA PRIMA PUBBLICAZIONE DEL SITO I servizi redazionali per la prima pubblicazione dei sito comprendono tutto ciò che è necessario per garantire la fruibilità delle informazioni previste secondo gli standard indicati nell offerta tecnica e nel presente capitolato speciale d appalto (produzione, rielaborazione e integrazione nel sito di tutte le informazioni testuali e di altro genere necessarie a documentare esaustivamente le varie sezioni del sito, secondo quanto stabilito nel presente capitolato e nell offerta tecnica, adattamento grafico, conversione formati, link alle varie banche dati, ecc.), compreso dunque innanzitutto il recupero, anche attraverso collegamenti, e la rielaborazione delle risorse informative disponibili di cui al precedente art. 2, inerenti il territorio amministrato. Dovranno in ogni caso essere assicurati la trasposizione su Google Maps e la pubblicazione sul sito delle mappe così ottenute dalle mappe originali, descrittive degli itinerari escursionistici e reperibili alla pagina internet: Le mappe dovranno essere affiancate in modo comprensibile per il lettore dai testi descrittivi delle singole tratte o itinerari ad anello. Per la pubblicazione definitiva delle varie informazioni è necessaria la preventiva validazione del Circondario, con riferimento sia alla correttezza dei contenuti, sia alla effettiva fruibilità delle stesse, sia alla correttezza formale delle modalità di presentazione delle stesse. 5) TRADUZIONE E INTEGRAZIONE NEL SITO DEI TESTI TRADOTTI La traduzione dei testi in lingua inglese deve avvenire nel rispetto dei seguenti requisiti: traduzione a cura di un traduttore di madrelingua inglese; adattamento dei testi originali in funzione del particolare canale di comunicazione prescelto (internet); tono della comunicazione adeguato ai requisiti stilistici e alle aspettative degli utenti anglofoni; eventuale adeguamento linguistico, culturale e di comunicazione delle componenti grafiche del sito; traduzione di parole chiave, titoli e descrizioni in funzione delle esigenze di posizionamento sui motori di ricerca e directory. Il Circondario E.V. si riserva la facoltà di non accettare la traduzione che non soddisfa i requisiti sopra indicati. Dovrà quindi essere assicurata l integrazione nel sito della versione testuale tradotta in lingua inglese. 6) FORMAZIONE E DOCUMENTAZIONE Dovrà essere assicurata la fornitura: a) dei seguenti servizi formativi: intervento formativo per l amministratore di sistema di almeno 4hr; intervento formativo per le redazioni periferiche di almeno 6hr; follow-up di 2 ore dopo 1 anno dalla consegna per le redazioni periferiche. b) della seguente documentazione: 12

13 manuale operativo con sezioni differenziate per l amministratore di sistema (creazione e l aggiornamento delle sezioni della infoarchitettura, gestione degli utenti) e per le redazioni periferiche (inserimento e gestione dei contenuti); documentazione delle strutture dati; dichiarazione dei diritti concessi sugli strumenti software e sulle risorse informative gestite; dvd contenente le fotografie digitali commissionate. Art. 7 Condizioni di ammissibilità alla gara Per essere ammessi alla gara, i concorrenti devono presentare, nel termine prescritto dall'invito, i documenti ivi indicati. Gli offerenti non devono trovarsi nelle condizioni previste dall art 38, dalla lettera a) alla lettera m ter) del D.Lgs. n. 163/2006 o in una delle situazioni previste dall art. 34, c.2 del D.Lgs n. 163/2006, non devono incorrere nel divieto di cui all art. 13 del D.L. 4 luglio 2006 n. 223, come sostituito dalla Legge n. 4 agosto 2006 n. 248 e devono possedere i requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnico-professionale di cui agli artt. 41 e 42 del D.Lgs. n. 163/2006 specificati in seguito. Si precisa inoltre che ai sensi del D.L. n. 210/2002, convertito con modificazioni in Legge n. 266/2002, Disposizioni urgenti in materia di emersione del lavoro sommerso e di rapporti di lavoro a tempo parziale i soggetti che si avvalgono dei piani individuali di emersione sono esclusi dalle gare di appalto pubblico fino alla conclusione del periodo di emersione. È vietata qualsiasi modificazione della composizione delle associazioni temporanee e dei consorzi rispetto a quelle risultanti dall impegno presentato in sede d offerta, salvo quanto previsto ai commi 18 e 19 dell art. 37 del D.Lgs. n. 163/2006. È vietato al concorrente partecipare alla gara in più di un associazione temporanea o consorzio ordinario di concorrenti, ovvero partecipare alla gara anche in forma individuale qualora il concorrente stesso partecipi alla gara medesima in associazioni o consorzio, ai sensi dell art. 37, comma 7 del D.Lgs. n. 163/2006. I consorzi di cui all art. 34 comma 1 lett. b) del D.Lgs. n. 163/2006 (consorzi tra società cooperative di produzione e lavoro e tra imprese artigiane) ed i consorzi di cui all art 36 del D.Lgs n. 163/2006 (consorzi stabili), sono tenuti ad indicare, in sede di offerta, per quali consorziati il consorzio concorre; a questi ultimi è vietato partecipare in qualsiasi altra forma alla medesima gara. Per essere ammessi alla presente procedura i concorrenti dovranno, a pena di esclusione, possedere i seguenti requisiti: 1. di capacità tecnico-professionale: disponibilità di prestatori di servizi con le caratteristiche professionali di seguito indicate: a) Web developer (esperto di applicazioni web e multimediali), con esperienza minimo triennale nella realizzazione di siti e conoscenza approfondita dei seguenti temi: -metodologia UML -complesso dello standard XML -linguaggi e tecniche di programmazione -ambienti tecnici di sviluppo e delle tecniche di analisi di dettaglio 13

14 -linguaggi C e Java e interfacce di programmazione CGI, NSAPI, Java Servlet, Java Server Page, JDBC -tecniche di dsegn dialogo applicazione/utente in ambienti grafici (GUI) quali MSWindows, HTML, Javascript, Java Applet, JSP -UML e tecniche di modellazione OO -marketing su web -sviluppo e uso di siti Web -progettazione e sviluppo di applicazioni Web -World Wide Web -composizione e ritocco di immagini -composizione e ritocco multimediale -realizzazione di applicazioni internet -metodi per il rilascio del sistema -programmazione -protezione dei dati -creazione e manutenzione di base dati -processo di sviluppo del software -definizione dell architettura di una soluzione b) traduttore italiano-inglese specializzato nella traduzione di siti web, con esperienza almeno biennale nella traduzione di siti internet dall italiano in inglese e buona conoscenza web-marketing; c) fotografo, con esperienza almeno biennale nella realizzazione di immagini fotografiche digitali per la documentazione e promozione di prodotti turistici e buona conoscenza del territorio dell Empolese Valdelsa; in caso di sostituzione del personale con le caratteristiche professionali sopra previste, il soggetto affidatario dovrà garantire e dimostrare, attraverso la presentazione di curriculum vitae, che il personale sostituto possegga i requisiti professionali corrispondenti a quelli del personale sostituito; 2. di capacità economico finanziaria: cifra d affari realizzata negli esercizi finanziari 2007, 2008 e 2009 di importo almeno pari a ,00 (Iva esclusa). Art. 8 - Importo base stimato dell appalto L importo base stimato dell appalto è fissato in ,00 (IVA esclusa) comprensivo di tutte le attività preventivate necessarie alla progettazione e implementazione del servizio. Al finanziamento del predetto importo si provvede: -quanto a ,00 con risorse stanziate sul bilancio di previsione 2010 del Circondario Empolese Valdelsa; -quanto a 4.000,00, con risorse stanziate sul bilancio di previsione 2011 del Circondario Empolese Valdelsa. Per il presente appalto non sono rilevabili rischi interferenti per i quali sia necessario adottare relative misure di sicurezza, per cui non è necessario redigere il DUVRI e non 14

15 sussistono di conseguenza costi della sicurezza, in quanto i servizi oggetto della presente procedura negoziata non vengono eseguiti all interno dei locali e/o uffici del Circondario. Per l espletamento del presente appalto non sussistono costi della sicurezza di cui all art. 86, comma 3 bis del D.Lgs. n. 163/2006. Art. 9 - Durata del contratto e tempi di esecuzione delle prestazioni Il contratto ha durata di n. 6 mesi dalla data di stipula. La tempistica delle varie prestazioni è indicata di seguito: a) entro 10 giorni dalla data di stipula del contratto: 1. incontro per definizione del piano di lavoro e della infoarchitettura definitivi; b) entro 40 giorni dalla data di stipula del contratto: 1. presentazione di 3 bozze di layout grafico; 2. predisposizione del layout grafico definitivo; 3. realizzazione architettura del sito; 4. servizio fotografico; 5. servizi redazionali necessari per la pubblicazione del sito completo dei contenuti informativi indicati nel presente capitolato e nell offerta tecnica; 6. pubblicazione del sito in un area non accessibile al pubblico, per la validazione da parte del Circondario E.V.; 7. prima pubblicazione del sito completato ai sensi del precedente punto 5); c) entro 60 giorni dalla data di stipula del contratto: 1. traduzione e inserimento testi in lingua inglese; 2. pubblicazione on-line in uno spazio non accessibile agli utenti del sito definitivo, per la verifica di regolare esecuzione da parte del Circondario; 3. pubblicazione on line, sui domini registrati previsti, del sito definitivo, completo della versione tradotta in lingua inglese. d) entro 6 mesi dalla data di stipula del contratto: 1. formazione e consegna documentazione. Il Circondario può inoltre apportare, anche in fase di esecuzione, delle variazioni all articolazione temporale presentata dal soggetto affidatario sulla base di esigenze verificatesi successivamente all aggiudicazione. Art Fatturazione Pagamenti I pagamenti vengono effettuati entro il termine di 30 (trenta) giorni dalla presentazione delle relative fatture, previa verifica di regolare esecuzione del progetto presentato, con la seguente tempistica: -75% dell importo complessivo dell offerta economica a conclusione positiva della verifica di regolare esecuzione della fase di cui alla lettera b) del precedente art. 9; 15

16 -15% dell importo complessivo dell offerta economica a conclusione positiva della verifica di regolare esecuzione della fase di cui alla lettera c) del precedente art. 9; -saldo definitivo dell importo dovuto, a conclusione positiva della verifica di regolare esecuzione della fase di cui alla lettera d) del precedente art. 9. Le fatture devono essere intestate al Circondario Empolese Valdelsa, Ufficio Turismo, piazza della Vittoria, 54, Empoli (FI), codice fiscale Nel caso siano state contestate inadempienze all impresa, il Circondario E.V. può sospendere, ferma l applicazione delle eventuali penali, i pagamenti fino a che il soggetto affidatario non sia in regola con gli obblighi contrattuali. Art Modalità di presentazione dell offerta tecnica L offerta tecnica dovrà contenere gli elementi indicati di seguito, argomentando per ciascuno di essi il rispetto delle caratteristiche e dei requisiti previsti al precedente art. 6: 1. un piano di organizzazione della redazione, che specifichi le linee guida del nuovo sistema editoriale e, più in dettaglio, le modalità di integrazione delle informazioni su base territoriale in funzione degli obiettivi di riorganizzazione del servizio di cui al precedente art. 3, comprese eventuali strategie per l implementazione di soluzioni innovative nella direzione dei principali progressi tecnologici in atto nel settore; 2. una descrizione dell architettura funzionale del nuovo sistema editoriale, per specificare tutte le funzionalità che si intendono implementare con il nuovo strumento; 3. una descrizione dell architettura tecnologica del nuovo sistema editoriale, con la descrizione degli strumenti proposti per assicurare il rispetto dei requisiti di sistema previsti; 4. una presentazione descrittiva e figurata del nuovo sito, comprendente: -progetto di revisione grafica; -mappa del sito, completa di tutti i percorsi di navigazione; -struttura standard di ogni pagina, con numero minimo di immagini digitali previste -soluzioni e strategie per assicurare: piena accessibilità del sito usabilità del sito indicizzazione elevata nell ambito dei principali motori di ricerca stampabilità di pagine e aree del sito fruizione da parte dei dispositivi mobili 5. una descrizione dei nuovi contenuti integrati nel sistema comprendente l indicazione: -del numero minimo (nel rispetto di quanto previsto al precedente art. 6) n. 3) di immagini digitali realizzate ex novo e integrate nel sistema; -del numero minimo di immagini digitali complessivamente integrate nel sistema; -delle eventuali caratteristiche aggiuntive rispetto ai requisiti previsti per il servizio di produzione e integrazione immagini fotografiche digitali di cui al precedente art. 6 n. 3), a garanzia di elevata qualità delle immagini integrate nel sito; 16

17 -dei contenuti che saranno pubblicati attraverso strumenti di pubblico dominio, specificando gli strumenti di pubblicazione (es. immagini digitali pubblicate su Google immagini, mappe pubblicate su Google Maps, testi pubblicati su Wikipedia, ecc.); 6. un modello per la formazione del personale del Circondario e degli altri soggetti (se già identificabili) previsti nel Piano di organizzazione della redazione. Qualora non si riuscisse dalla documentazione fornita a valutare la rispondenza alle indicazioni di cui al modello delineato nel presente articolo l offerta tecnica sarà penalizzata. L offerta tecnica potrà contenere qualunque altro materiale illustrativo idoneo a documentare esattamente ed in dettaglio le caratteristiche tecniche della proposta e dovrà essere sottoscritta dal professionista o titolare o legale rappresentante dell offerente. Art Offerta economica L offerta economica dovrà indicare l importo (Iva esclusa), a corpo, per tutti i servizi e gli strumenti indicati nel presente capitolato speciale d appalto e nell offerta tecnica al fine di riorganizzare il servizio ufficiale di diffusione su internet delle informazioni turistiche relative al territorio del Circondario Empolese Valdelsa. L importo non dovrà superare, a pena di esclusione, la cifra di ,00 (IVA esclusa). Art Criteri di aggiudicazione L appalto è aggiudicato in base al criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell art. 83 del D. Lgs. n. 163/2006. Alle offerte saranno attribuiti i relativi punteggi sulla base dei criteri di seguito indicati: ELEMENTI DI VALUTAZIONE PUNTEGGIO ASSEGNABILE (TOTALE 100 PUNTI) Offerta economica 30 Offerta tecnica 70 Precisazioni circa i metodi di valutazione degli elementi sopra indicati: A) Offerta economica (massimo 30 punti) I 30 punti saranno assegnati in base alla seguente formula: 30 X valore dell offerta più bassa pervenuta / valore dell offerta B Qualità dell offerta tecnica proposta (massimo 70 punti) I 70 punti saranno assegnati in base alla seguente formula: 70 X valore dell offerta/valore dell offerta migliore pervenuta il valore di ciascuna offerta è determinato come da tabella seguente: 17

18 Criteri generali di valutazione Punteggio massimo 1. coerenza dell offerta rispetto agli obiettivi generali dell appalto di 25 cui all art. 3 del presente capitolato 2. strategie per l implementazione di soluzioni innovative nella 10 direzione dei principali progressi tecnologici in atto nel settore 3. qualità e quantità immagini digitali integrate nel sito 9 4. idoneità del Piano di organizzazione della redazione a valorizzare 8 il contributo dell associazionismo locale nella pubblicazione dei contenuti 5. utilizzo di strumenti di pubblico dominio per la pubblicazione dei 7 contenuti 6. garanzie in tema di posizionamento sui principali motori di 6 ricerca 7. utilizzo di strumenti di affiliazione web per la creazione di una 5 rete di diffusione informativa Nel caso in cui l offerta tecnica non raggiunga un punteggio minimo di 42/70, non verrà valutata l offerta economica. Il Circondario E.V. valuta la congruità delle offerte in relazione alle quali sia i punti relativi al prezzo, sia la somma dei punti relativi agli altri elementi di valutazione, sono entrambi pari o superiori ai quattro quinti dei corrispondenti punti massimi previsti dal presente capitolato speciale d appalto. In ogni caso, si riserva di valutare la congruità di ogni altra offerta che, in base ad elementi specifici, appaia anormalmente bassa. Quando un offerta appaia anormalmente bassa, il Circondario E. V. richiede all'offerente le giustificazioni ritenute pertinenti in merito agli elementi costitutivi dell'offerta medesima. Il Circondario E.V. si riserva la facoltà di non aggiudicare l appalto, qualora nessuna delle offerte pervenute corrisponda ai requisiti previsti nel presente capitolato e a quanto stabilito nella lettera d invito e comunque ove lo richiedano motivate esigenze di interesse pubblico. Art. 14 Verifiche di regolare esecuzione in corso di contratto E oggetto di verifica di regolare esecuzione da parte del Circondario E.V. il rispetto, durante l esecuzione del contratto: a) della tempistica prevista al precedente art. 9; b) della completezza e della coerenza delle prestazioni e degli strumenti forniti rispetto a quanto indicato nel presente capitolato speciale d appalto e nell offerta tecnica. Nel caso di verifica di regolare esecuzione non positiva ai sensi delle precedenti lettere a) e b) sarà possibile: 1. dichiarare le prestazioni e/o gli strumenti forniti rivedibili, in quanto seppur non perfettamente aderenti a quanto stabilito nel presente capitolato speciale d appalto e nell offerta tecnica possono essere resi conformi alle prescrizioni fissate. A tale fine il Circondario E.V. assegnerà al soggetto affidatario un tempo non superiore a 15 giorni solari entro il quale le prestazioni e/o gli strumenti forniti dovranno essere resi conforme alle prescrizioni fissate. 18

19 Il Circondario E. V. procederà alla nuova verifica di regolare esecuzione entro 30 giorni dalla scadenza del termine assegnato. Qualora nel tempo assegnato il soggetto affidatario non provveda ad adeguarsi alle prescrizioni fissate si procederà all applicazione delle penali di cui al successivo art. 15; 2. dichiarare la verifica di regolare esecuzione negativa in quanto le prestazioni e/o gli strumenti posti in esame risultano non conformi alle prescrizioni fissate. In caso di verifica di regolare esecuzione negativa il Circondario E.V. potrà concedere un ulteriore termine di 15 giorni solari per la rimozione delle cause che hanno determinato l esito negativo della verifica. Il Circondario E.V. procederà ad una nuova verifica entro i successivi 30 giorni solari dalla scadenza del termine. Qualora nel tempo assegnato il soggetto affidatario non provveda ad adeguarsi alle prescrizioni fissate e la verifica di regolare esecuzione risulti sempre negativa il Circondario E.V. procede alla risoluzione immediata del contratto, ai sensi dell articolo 1456 del c.c. Art Penali e risoluzione Il Circondario procederà all applicazione delle penali come di seguito riportato nelle seguenti ipotesi: a) verifica di regolare esecuzione non positiva ai sensi del precedente articolo 14 qualora nel tempo assegnato il soggetto affidatario non provveda ad adeguarsi alle prescrizioni fissate: penale pari al 5% dell importo massimo contrattuale; b) ritardo nell esecuzione delle prestazioni e nella fornitura degli strumenti previsti rispetto alla tempistica stabilita nel precedente art. 9: 0,5% dell importo massimo contrattuale, per ogni giorno di ritardo. Parimenti sarà applicata la medesima penale giornaliera nel caso in cui le suddette prestazioni e gli strumenti previsti siano forniti nei termini stabiliti ma in difformità a quanto dettagliatamente indicato nel presente capitolato speciale d appalto e nell offerta tecnica. Si prescinde dall applicazione delle penali nel caso di forza maggiore tempestivamente comunicato dal soggetto aggiudicatario, nonché in tutti i casi in cui è stata concessa dal Circondario E.V. specifica autorizzazione scritta alla variazione dei termini stabiliti per l esecuzione delle prestazioni e la fornitura degli strumenti. Nelle ipotesi di ritardo ai sensi delle precedenti lett. a) e b) le penali vengono applicate dal giorno successivo alla scadenza del termine e vengono comunicate dal Dirigente Responsabile unico del procedimento con lettera raccomandata A/R. In tutti gli altri casi il Dirigente Responsabile unico di procedimento provvederà a contestare l inadempimento all aggiudicatario e ad applicare la penale, ove ritenga che le motivazioni addotte, da inviarsi al Circondario entro 5 giorni consecutivi dalla contestazione, non siano sufficienti ad escludere l imputabilità dell inadempimento all impresa. In caso di applicazione delle penali, il Circondario E. V. ha facoltà di rivalersi sui pagamenti dovuti all aggiudicatario in relazione al presente contratto ovvero di incamerare in tutto o in parte la cauzione definitiva. Qualora l importo complessivo delle penali erogate sia superiore al 10% dell importo contrattuale è facoltà per il Circondario E. V. risolvere il contratto in danno dell appaltatore. 19

20 Il contratto si risolve oltre che nei casi su citati anche qualora si verifichino le ipotesi di cui agli artt. 135 e 136 del D.Lgs. n. 163/2006, relative a reati accertati, revoca attestazione di qualificazione, grave inadempimento, grave irregolarità e grave ritardo. Nell ipotesi di risoluzione del contratto il Circondario E. V. ha il diritto di incamerare la cauzione definitiva, senza pregiudizio delle ulteriori azioni alle quali l inadempimento degli obblighi assunti dall affidatario possa dar luogo. Art Spese a carico dell impresa Sono da considerarsi a carico del soggetto affidatario le spese di viaggio, di trasporto, di consegna, di personale, di materiali e altro necessario per la fornitura delle prestazioni e degli strumenti previsti, nonché ogni altra spesa che si renderà necessaria durante l esecuzione del contratto. Art. 17 Diritti sulle opere dell ingegno Le implementazioni sugli strumenti rilasciati con licenza copyleft (CMS e suoi componenti) sono soggette ai vincoli contenuti nei relativi contratti riguardanti il rilascio di opere derivate. Tutte le risorse informative (testi, traduzioni, foto, documenti, audiovisivi, dati cartografici, ecc..) prodotte nell ambito di questo appalto, qualora non assoggettabili ad altri vincoli derivanti dallo strumento esterno su cui eventualmente si è concordato di pubblicarle (per es. Wikipedia, Google Maps/Heart, Panoramio, YouTube) rimarranno di proprietà del Circondario E.V. che si impegna a renderle disponibili alla collettività con licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-condividi allo stesso modo 2.5 Italia Il soggetto affidatario, qualora decida di avvalersi di risorse informative esterne, dovrà occuparsi di verificare il diritto effettivo di usabilità delle stesse ed il rispetto delle eventuali condizioni a cui tale diritto è assoggettato. Nel servizio di informazione che si va a realizzare deve essere pubblicato, in evidenza, un disclaimer che esprima chiaramente i vincoli di utilizzo a cui tutte le componenti strumentali o informative dovranno sottostare. Art. 18 Stipula del contratto Il Circondario E. V. procede altresì all aggiudicazione definitiva solo dopo aver verificato, mediante l acquisizione del documento unico di regolarità contributiva (DURC), la regolarità contributiva ed assicurativa del soggetto risultato provvisoriamente aggiudicatario, riferita alla data di presentazione dell offerta, nonché il rispetto degli adempimenti di cui all art. 16 comma 1 della L.R. n. 38/2007. Il soggetto affidatario resta impegnato all eventuale aggiudicazione e stipula del contratto fin dal momento della presentazione dell offerta, mentre il Circondario E.V. resta impegnato dal momento dell approvazione dell aggiudicazione. Art. 19 Subappalto E ammesso il subappalto, ai sensi dell art. 27, comma 3 del D.Lgs. n. 163/

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

COTTIMO FIDUCIARIO PER TRASLOCO BIBLIOTECA, CENTRO MULTIMEDIALE AL CENTRO ILPERTINI INDETTO CON DETERMINAZIONE 1.597/2011 - CIG 3638406B9A

COTTIMO FIDUCIARIO PER TRASLOCO BIBLIOTECA, CENTRO MULTIMEDIALE AL CENTRO ILPERTINI INDETTO CON DETERMINAZIONE 1.597/2011 - CIG 3638406B9A COTTIMO FIDUCIARIO PER TRASLOCO BIBLIOTECA, CENTRO MULTIMEDIALE AL CENTRO ILPERTINI INDETTO CON DETERMINAZIONE 1.597/2011 - CIG 3638406B9A DITTA: 3. CORTESI REQUISITI GIURIDICO-AMMINISTRATIVI - BUSTA A

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 22 DEL 3 GIUGNO 2008

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 22 DEL 3 GIUGNO 2008 Giunta Regionale della Campania Area Generale di Coordinamento Istruzione - Educazione - Formazione Professionale - Politica Giovanile e del Forum Regionale della Gioventù - Osservatorio Regionale del

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE E DI COMUNITÀ ISTITUTO PENALE MINORENNI DI LECCE

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE E DI COMUNITÀ ISTITUTO PENALE MINORENNI DI LECCE MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE E DI COMUNITÀ ISTITUTO PENALE MINORENNI DI LECCE Contratto in forma pubblica amministrativa per l affidamento del Progetto VIVERE IN COMUNITÀ ANNO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI FORNITURE, DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI FORNITURE, DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA Art.1 Oggetto Il presente regolamento, adottato ai sensi dell art. 6 del Regolamento per l amministrazione e la contabilità disciplina l acquisizione di forniture e servizi in economia del Consorzio Interuniversitario

Dettagli

prot. 2015/558 Brindisi, 24.07.2015

prot. 2015/558 Brindisi, 24.07.2015 prot. 2015/558 Brindisi, 24.07.2015 Al sito web della Fondazione All Albo della Fondazione Alle Ditte interessate Oggetto: P.O. PUGLIA F.S.E. 2007/2013 - Avviso Pubblico n.3/2015 Progetti di rafforzamento

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara RIPARTIZIONE SERVIZIO TECNICO UFFICIO MANUTENZIONE ORDINARIA UFFICIO MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Università degli Studi di Ferrara RIPARTIZIONE SERVIZIO TECNICO UFFICIO MANUTENZIONE ORDINARIA UFFICIO MANUTENZIONE STRAORDINARIA BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA DI LAVORI - CONTRATTO APERTO PER LA MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA NON PROGRAMMATA DEGLI EDIFICI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA ANNO 2009 CODICE CIG: 0274255262

Dettagli

COMUNE DI PALERMO CAPITOLATO D APPALTO

COMUNE DI PALERMO CAPITOLATO D APPALTO COMUNE DI PALERMO CAPITOLATO D APPALTO ART. 1 DEFINIZIONI Nel presente capitolato ed, in genere, in tutta la documentazione, sarà usata la terminologia di seguito specificata: - Aggiudicatario : il soggetto

Dettagli

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città Prot. n. Cagliari, Spett. le Via Cap - Città OGGETTO: Procedura di affidamento diretto del servizio in economia inerente all imputazione sul SIL Sardegna dei dati relativi allo stato di attuazione degli

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA E TRIBUTI Tel.081 8853222 Fax 081 8858336 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA E TRIBUTI Tel.081 8853222 Fax 081 8858336 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA E TRIBUTI Tel.081 8853222 Fax 081 8858336 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso

Dettagli

Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5

Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5 SCHEMA CONTATTO D APPALTO - art. 279 D.P.R. 207/2010 CONTRATTO D APPALTO Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5 L.R. 11.05.2007 n. 9 - e la Società,

Dettagli

COMUNE DI PEDRENGO Provincia di Bergamo

COMUNE DI PEDRENGO Provincia di Bergamo Prot. n. 12687 Pedrengo, lì 23 Dicembre 2009 PROCEDURA APERTA - BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA DEL VERDE PUBBLICO: TAGLIO ERBA, POTATURA ALBERI E SIEPI PERIODO 01/01/2010-31/12/2012

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI)

SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI) SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI) Tra il Comune di RHO (di seguito, Comune ), in persona

Dettagli

Allegato b) all avviso - SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato b) all avviso - SCHEMA DI CONTRATTO Allegato b) all avviso - SCHEMA DI CONTRATTO SCRITTURA PRIVATA PER L ESECUZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE E MARKETING COORDINATO DEL PROGETTO ESPERIENZE DI RISO E DI VINO NELLA TERRA DEI LONGOBARDI

Dettagli

AVVISO PUBBLICO CUP C83D15001140005 CIG 63626511B5 1) OGGETTO DELL APPALTO

AVVISO PUBBLICO CUP C83D15001140005 CIG 63626511B5 1) OGGETTO DELL APPALTO AVVISO PUBBLICO UNIONCAMERE LAZIO: AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA IN ECONOMIA A MEZZO DI COTTIMO FIDUCIARIO PER L AFFIDAMENTO IN ECONOMIA DEL SERVIZIO STUDIO, ANALISI, MONITORAGGIO, ASSISTENZA TECNICA, COMUNICAZIONE

Dettagli

ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO

ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO EDISU PIEMONTE COTTIMO FIDUCIARIO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE, INSTALLAZIONE E GESTIONE DEL SITO WEB ISTITUZIONALE DELL EDISU PIEMONTE CIG [3650361530] CAPITOLATO TECNICO

Dettagli

CITTA DI CINISELLO BALSAMO VIA XXV APRILE, 4

CITTA DI CINISELLO BALSAMO VIA XXV APRILE, 4 CITTA DI CINISELLO BALSAMO VIA XXV APRILE, 4 20092 Cinisello Balsamo (MI) Tel.02/660231 Fax 02/66011464 www.comune.cinisello-balsamo.mi.it E indetta con Determinazione Dirigenziale n.246 del 06/03/2007

Dettagli

I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA

I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA PROCEDURA APERTA FINALIZZATA ALLʹAFFIDAMENTO DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO

Dettagli

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE ALLEGATO B Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE 1 INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 ART. 7 ART. 8 ART. 9 ART. 10 ART. 11 ART.

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO ( COD: CIG ) Articolo 1

CAPITOLATO TECNICO ( COD: CIG ) Articolo 1 OGGETTO: Servizio di manutenzione presidi antincendio, con concessione d uso, installati presso gli edifici comunali. Periodo 01.07.2014 / 30.06.2015. ( COD: CIG ) CAPITOLATO TECNICO Articolo 1 Stazione

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DEL SITO WEB UFFICIALE DELLA ARECHI MULTISERVICE SPA

CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DEL SITO WEB UFFICIALE DELLA ARECHI MULTISERVICE SPA Prot. n 11123 del 19/12/2012 INDAGINE PRELIMINARE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DI OPERATORI ECONOMICI CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DEL SITO WEB UFFICIALE

Dettagli

BANDO DI GARA Gara d appalto per la fornitura di energia elettrica (CIG: 534907118)

BANDO DI GARA Gara d appalto per la fornitura di energia elettrica (CIG: 534907118) BANDO DI GARA Gara d appalto per la fornitura di energia elettrica (CIG: 534907118) I AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Società appaltante: TALETE S.p.A. Indirizzo

Dettagli

OGGETTO: SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E L ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI POLIZIA MUNICIPALE

OGGETTO: SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E L ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI POLIZIA MUNICIPALE CITTÀ DI RAGUSA www.comune.ragusa.it SETTORE XIV Corpo di Polizia Municipale Via M. Spadola n 56 97100 Ragusa Tel. 0932 244211 676771 Fax 0932 248826 e mail polizia.municipale@comune.ragusa.it OGGETTO:

Dettagli

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Codice Identificativo Gara (CIG) 5493686D17. denominazione UNIVERSITA DEGLI STUDI SUOR ORSOLA BENINCASA UNISOB

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Codice Identificativo Gara (CIG) 5493686D17. denominazione UNIVERSITA DEGLI STUDI SUOR ORSOLA BENINCASA UNISOB BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Codice Identificativo Gara (CIG) 5493686D17 1. Amministrazione aggiudicatrice: denominazione UNIVERSITA DEGLI STUDI SUOR ORSOLA BENINCASA UNISOB indirizzo VIA SUOR ORSOLA

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO SPAZIO FAMIGLIA BUBU SETTETE

CAPITOLATO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO SPAZIO FAMIGLIA BUBU SETTETE CAPITOLATO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO SPAZIO FAMIGLIA BUBU SETTETE periodo: NOVEMBRE 2014/MAGGIO 2015 e NOVEMBRE 2015/ MAGGIO 2016 (CIG n. ZF6110FF72) 1 1. Oggetto dell appalto

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE AGENZIA TOSCANA NOTIZIE PIAZZA DUOMO, 10-50122 Firenze Tel. 055 438 4714 Fax 055 438 4800

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE AGENZIA TOSCANA NOTIZIE PIAZZA DUOMO, 10-50122 Firenze Tel. 055 438 4714 Fax 055 438 4800 REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE AGENZIA TOSCANA NOTIZIE PIAZZA DUOMO, 10-50122 Firenze Tel. 055 438 4714 Fax 055 438 4800 AVVISO PER LA INDIVIDUAZIONE DEGLI OPERATORI ECONOMICI PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA

Dettagli

COMUNE DI CORATO (Prov. di Bari)

COMUNE DI CORATO (Prov. di Bari) COMUNE DI CORATO (Prov. di Bari) BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA procedura: art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, decreto legislativo n. 163 del 2006 criterio: offerta del prezzo più basso mediante

Dettagli

BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA CITTÀ DI REGGIO CALABRIA SETTORE PROGRAMMAZIONE ECONOMICA E FINANZIARIA Servizio Appalti e Contratti BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO, IN FAVORE DEL COMUNE DI REGGIO CALABRIA,

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI DELLA GARA A PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI COMUNICAZIONE INTEGRATA

CAPITOLATO D ONERI DELLA GARA A PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI COMUNICAZIONE INTEGRATA CAPITOLATO D ONERI DELLA GARA A PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI COMUNICAZIONE INTEGRATA ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto il servizio di comunicazione e di promozione

Dettagli

BANDO DI GARA. 4. Criterio di aggiudicazione: Criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa (art. 83 D.Lgs. 163/2006)

BANDO DI GARA. 4. Criterio di aggiudicazione: Criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa (art. 83 D.Lgs. 163/2006) BANDO DI GARA 1. Amministrazione appaltante: Comune di Lanciano Avvocatura Comunale Servizio Appalti Forniture e Servizi P.zza Plebiscito, 1 66034 Lanciano telefono 0872/707602-707227 Fax 0872/717573 sito

Dettagli

COMUNE DI RECANATI AREA TECNICA. Procedura aperta per: REALIZZAZIONE DI N. 12 ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE

COMUNE DI RECANATI AREA TECNICA. Procedura aperta per: REALIZZAZIONE DI N. 12 ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE COMUNE DI RECANATI AREA TECNICA Procedura aperta per: REALIZZAZIONE DI N. 12 ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA NEL PEEP I LOTTO F LOCALITÀ LE GRAZIE (FOGLIO 58 PART. 805) DISCIPLINARE DI GARA Requisiti

Dettagli

BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA CITTÀ DI REGGIO CALABRIA SETTORE PROGRAMMAZIONE ECONOMICA E FINANZIARIA Servizio appalti e contratti BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO, IN FAVORE DEL COMUNE DI REGGIO CALABRIA,

Dettagli

GIUNTA REGIONALE D ABRUZZO L AQUILA Servizio Appalti Pubblici e Contratti BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA

GIUNTA REGIONALE D ABRUZZO L AQUILA Servizio Appalti Pubblici e Contratti BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA GIUNTA REGIONALE D ABRUZZO L AQUILA Servizio Appalti Pubblici e Contratti BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE NEI LOCALI SEDE DEL SETTORE RISORSE AGRICOLE E FORESTALI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la fornitura del servizio di assistenza domiciliare a favore degli

Dettagli

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N. 181 NONCHÉ PER IL SERVIZIO DI STOCCAGGIO E CUSTODIA DEGLI

Dettagli

COMUNE DI VOLVERA 10040 - Provincia di Torino

COMUNE DI VOLVERA 10040 - Provincia di Torino COMUNE DI VOLVERA 10040 - Provincia di Torino Ufficio Patrimonio e-mail contratti@comune.volvera.to.it BANDO DI GARA PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DI VIA CASTAGNOLE

Dettagli

Ente appaltante:comune di Firenze - Direzione SERVIZI TECNICI. via GIOTTO n. 4 - CAP 50100 Firenze (Fi) - Tel. 0552624231 -

Ente appaltante:comune di Firenze - Direzione SERVIZI TECNICI. via GIOTTO n. 4 - CAP 50100 Firenze (Fi) - Tel. 0552624231 - Comune di Firenze - Direzione SERVIZI TECNICI BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA Ente appaltante:comune di Firenze - Direzione SERVIZI TECNICI via GIOTTO n. 4 - CAP 50100 Firenze (Fi) - Tel. 0552624231 -

Dettagli

Procedura negoziata per l appalto DEL SERVIZIO DI POTATURE DI ALBERI E ARBUSTI LUNGO LA STRADA COMUNALE DELLA SASSA.

Procedura negoziata per l appalto DEL SERVIZIO DI POTATURE DI ALBERI E ARBUSTI LUNGO LA STRADA COMUNALE DELLA SASSA. COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA P.Iva/C.F. 00344340500 AREA TECNICA Ufficio Gare Urp e Suap Tel. 0588/31625 Fax 0588/31615 E.mail: utc@comune.montecatini.pi.it comune.montecatini.vdc@

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 CAPITOLATO D APPALTO

Dettagli

CAPITOLATO D'ONERI PER SERVIZI DI INTERPRETARIATO E TRADUZIONE

CAPITOLATO D'ONERI PER SERVIZI DI INTERPRETARIATO E TRADUZIONE CAPITOLATO D'ONERI PER SERVIZI DI INTERPRETARIATO E TRADUZIONE 1. Oggetto della gara Oggetto del presente capitolato è la fornitura di servizi di interpretariato e traduzione per le attività della Provincia

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PER FORNITURA TRIENNALE DI GAS MEDICINALI

DISCIPLINARE DI GARA PER FORNITURA TRIENNALE DI GAS MEDICINALI DISCIPLINARE DI GARA PER FORNITURA TRIENNALE DI GAS MEDICINALI Articolo 1 - SOGGETTI AMMESSI A PARTECIPARE ALLA GARA Sono ammessi a presentare offerta i prestatori di servizi singoli o imprese temporaneamente

Dettagli

COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo)

COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo) COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo) SCHEMA Concessione in esclusiva, dell uso di spazi pubblicitari su elementi di arredo urbano e segnaletica direzionale privata e pubblica nel territorio

Dettagli

COMUNE DI. Capitolato d Oneri per la Fornitura di contatori di energia elettrica BT monofase e trifase

COMUNE DI. Capitolato d Oneri per la Fornitura di contatori di energia elettrica BT monofase e trifase COMUNE DI FRANCAVILLA DI SICILIA P R O V I N C I A D I M E S S I N A Ente del Parco Fluviale dell Alcantara Area Tecnica Lavori Pubblici Servizio Idroelettrico Piazza Annunziata n. 3 98034 Francavilla

Dettagli

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI STABILI SEDE DEGLI UFFICI DEL CONSIGLIO REGIONALE IN TRIESTE LOTTO UNICO PERIODO TRE ANNI Articolo 1 PROCEDURA DI GARA L aggiudicazione

Dettagli

COMUNE DI CHIOPRIS VISCONE

COMUNE DI CHIOPRIS VISCONE COMUNE DI CHIOPRIS VISCONE Provincia di Udine AREA TECNICA AMMINISTRATIVA BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA" CUP I51B07000100002 - CIG 01633608ED ---------------------------------------------- OGGETTO:

Dettagli

Provincia di Milano. Area Gestione Territorio BANDO DI GARA. 1.STAZIONE APPALTANTE: COMUNE DI BARANZATE Via Conciliazione, 19 C.A.P.

Provincia di Milano. Area Gestione Territorio BANDO DI GARA. 1.STAZIONE APPALTANTE: COMUNE DI BARANZATE Via Conciliazione, 19 C.A.P. BANDO DI GARA 1.STAZIONE APPALTANTE: COMUNE DI BARANZATE Via Conciliazione, 19 C.A.P. 20021 2.PROCEDURA DI GARA: procedura aperta ai sensi dell art. 55 del D.Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. CODICE IDENTIFICATIVO

Dettagli

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato CONTRATTO FRA IL COMUNE DI GENOVA E... PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO A FAVORE DI MINORI E NUCLEI DI NAZIONALITÀ STRANIERA SEGUITI DALL UFFICIO CITTADINI SENZA TERRITORIO PERIODO...

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO CENTRO SOCIALE POLIFUNZIONALE IN FAVORE DI PERSONE DIVERSAMENTE ABILI DI ETA COMPRESA TRA I 18-65 ANNI

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO CENTRO SOCIALE POLIFUNZIONALE IN FAVORE DI PERSONE DIVERSAMENTE ABILI DI ETA COMPRESA TRA I 18-65 ANNI COMUNE DI MUGNANO DEL CARDINALE (Provincia di Avellino) AMBITO TERRITORIALE A6 ISTITUZIONE SOCIALE BAIANESE VALLO di LAURO Organismo di gestione del Piano di zona sociale L.n. 328/00 Prot. n. 2576 del

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI SOCIALI A SOGGETTI TERZI ART.1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI SOCIALI A SOGGETTI TERZI ART.1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI SOCIALI A SOGGETTI TERZI ART.1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1. Il Comune di Bari, nell esercizio delle sue funzioni, provvede alla gestione dei servizi sociali, qualificati

Dettagli

CONTRATTO D APPALTO. Tra l Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente e la Società., sede in ( ), per

CONTRATTO D APPALTO. Tra l Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente e la Società., sede in ( ), per CONTRATTO D APPALTO Tra l Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente e la Società, sede in ( ), per l affidamento del servizio di ritiro trasporto e smaltimento rifiuti speciali non pericolosi e

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CITTA DI VITTORIO VENETO Provincia di Treviso Comando Polizia Locale e Protezione Civile CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA LOCALE ART. 1 OGGETTO

Dettagli

relative agli affidamenti secondo le regole di cui al D.M. 3 aprile 2013, n. 55 (Regolamento in materia di emissione, trasmissione e ricevimento

relative agli affidamenti secondo le regole di cui al D.M. 3 aprile 2013, n. 55 (Regolamento in materia di emissione, trasmissione e ricevimento CONTRATTO DI FORNITURA DI LICENZA D USO DI PROGRAMMA INFORMATICO PER LA GESTIONE ECONOMICA DEL PERSONALE E DEI SERVIZI DI INSTALLAZIONE ED AVVIAMENTO, DI FORMAZIONE DEL PERSONALE, DI ASSISTENZA TECNICA

Dettagli

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITÀ UFFICIO PREVENZIONE E CONTROLLO AMBIENTALE

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITÀ UFFICIO PREVENZIONE E CONTROLLO AMBIENTALE DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITÀ UFFICIO PREVENZIONE E CONTROLLO AMBIENTALE via Vincenzo Verrastro, 5-85100 POTENZA dirigente: ing. Maria Carmela BRUNO tel. 0971668875,

Dettagli

LE ASSICURAZIONI DI ROMA MUTUA ASSICURATRICE ROMANA

LE ASSICURAZIONI DI ROMA MUTUA ASSICURATRICE ROMANA LE ASSICURAZIONI DI ROMA MUTUA ASSICURATRICE ROMANA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELL APPALTO INTEGRATO PER LA PROGETTAZIONE ESECUTIVA ED ESECUZIONE DEI LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA DI PALAZZO

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE UFFICIO SEGRETERIA GENERALE E AFFARI ISTITUZIONALI SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI U.O.C. ASSICURAZIONI

COMUNE DI FIRENZE UFFICIO SEGRETERIA GENERALE E AFFARI ISTITUZIONALI SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI U.O.C. ASSICURAZIONI 1 COMUNE DI FIRENZE UFFICIO SEGRETERIA GENERALE E AFFARI ISTITUZIONALI SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI U.O.C. ASSICURAZIONI PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ASSICURATIVI DEL COMUNE DI FIRENZE

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO

AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO mediante scrittura privata per l affidamento del servizio triennale di brokeraggio assicurativo a favore dell

Dettagli

DISCIPLINARE RDO n. 759230

DISCIPLINARE RDO n. 759230 Prot.n. 1842 del 23/02/2014 DISCIPLINARE RDO n. 759230 Potenziamento ed Integrazione degli alunni con disabilità e BES Progetto per la qualificazione dell offerta dell integrazione scolastica degli alunni

Dettagli

BANDO DI GARA (PROCEDURA APERTA)

BANDO DI GARA (PROCEDURA APERTA) BANDO DI GARA (PROCEDURA APERTA) per l affidamento della esecuzione dei lavori di importo inferiore alla soglia comunitaria con il criterio del prezzo più basso Determina Ufficio Tecnico n. 216 del 01/06/2016

Dettagli

BANDO DI GARA. 3) Luogo, descrizione, importo dei lavori, oneri sicurezza e modalità di

BANDO DI GARA. 3) Luogo, descrizione, importo dei lavori, oneri sicurezza e modalità di BANDO DI GARA C.I.G. assegnato dall autorità di Vigilanza sui contratti pubblici:n 0373559E9F 1) Stazione appaltante: INPS Direzione Regionale UMBRIA UTR Via Mario Angeloni, 90-06124 Perugia Telefono:

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE. Strada delle Scotte n. 15 53100 Siena P.IVA 00388300527. Bando di gara

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE. Strada delle Scotte n. 15 53100 Siena P.IVA 00388300527. Bando di gara AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE Strada delle Scotte n. 15 53100 Siena P.IVA 00388300527 Bando di gara 1. Stazione appaltante: Azienda Ospedaliera Universitaria Senese (AOUS), telefono 0577/585010

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA ESECUZIONE LAVORI DI ADEGUAMENTO ALLE NORME DI SICUREZZA DELLA SCUOLA ELEMENTARE DOMENICO NARDONE NEL COMUNE DI GRAVINA IN PUGLIA Determinazione a contrattare n. 266 DEL

Dettagli

CITTA DI CINISELLO BALSAMO. BANDO DI GARA PER LA FORNITURA DI UN SISTEMA DI SERVER E DI UN CLUSTER AD ALTA AFFIDABILITA PER IL CENTRO SISTEMA SISCoTEL

CITTA DI CINISELLO BALSAMO. BANDO DI GARA PER LA FORNITURA DI UN SISTEMA DI SERVER E DI UN CLUSTER AD ALTA AFFIDABILITA PER IL CENTRO SISTEMA SISCoTEL CITTA DI CINISELLO BALSAMO BANDO DI GARA PER LA FORNITURA DI UN SISTEMA DI SERVER E DI UN CLUSTER AD ALTA AFFIDABILITA PER IL CENTRO SISTEMA SISCoTEL 1 AMMINISTRAZIONE APPALTANTE Comune di Cinisello Balsamo;

Dettagli

Art. 1: Oggetto dell appalto

Art. 1: Oggetto dell appalto Art. 1: Oggetto dell appalto Il presente capitolato ha per oggetto il servizio di consulenza e brokeraggio assicurativo, ed in particolare: o il servizio di assistenza, consulenza e gestione del programma

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA approvato con Delibera Commissariale n. 28 del 26/09/2011

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTAL ALLEGATO 4 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 3 DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI PROCEDURA APERTA PER FORNITURA DEL SISTEMA INFORMATIVO INTEGRATO DI GESTIONE DELLE ENTRATE (S.I.G.E.

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI PROCEDURA APERTA PER FORNITURA DEL SISTEMA INFORMATIVO INTEGRATO DI GESTIONE DELLE ENTRATE (S.I.G.E. 1 COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI PROCEDURA APERTA PER FORNITURA DEL SISTEMA INFORMATIVO INTEGRATO DI GESTIONE DELLE ENTRATE (S.I.G.E.) DISCIPLINARE DI GARA Il giorno 12.03.2008 alle ore

Dettagli

BANDO DI GARA INSTALLAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI ED OPERE ACCESSORIE

BANDO DI GARA INSTALLAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI ED OPERE ACCESSORIE BANDO DI GARA INSTALLAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI ED OPERE ACCESSORIE Cuggiono (MI) Via Ugo Foscolo e Scuola Media 1 SEZIONE I: ENTE AGGIUDICATORE 1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO: E.E.S.CO.

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE.

CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE. CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE. Articolo 1 Oggetto dell appalto 1. L appalto ha per oggetto la progettazione,

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER: FORNITURA DI CARTOGRAFIA NUMERICA ALLA SCALA 1:500 DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FIRENZE E SUO AGGIORNAMENTO DISCIPLINARE DI GARA

PROCEDURA APERTA PER: FORNITURA DI CARTOGRAFIA NUMERICA ALLA SCALA 1:500 DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FIRENZE E SUO AGGIORNAMENTO DISCIPLINARE DI GARA COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI PROCEDURA APERTA PER: FORNITURA DI CARTOGRAFIA NUMERICA ALLA SCALA 1:500 DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FIRENZE E SUO AGGIORNAMENTO DISCIPLINARE DI GARA Il

Dettagli

REGOLAMENTO UNICO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI SOCIALI A SOGGETTI TERZI PER I COMUNI DELL AMBITO S3 (EX S5)

REGOLAMENTO UNICO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI SOCIALI A SOGGETTI TERZI PER I COMUNI DELL AMBITO S3 (EX S5) EBOLI CAPOFILA Altavilla Silentina Battipaglia Campagna Contursi Terme Eboli Oliveto Citra Postiglione Serre Sicignano degli Alburni Provincia di Salerno A.S.L. Salerno REGOLAMENTO UNICO PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

COMUNE DI BARLASSINA BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39

COMUNE DI BARLASSINA BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39 COMUNE DI BARLASSINA Prot. 13057 (PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA) BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39 1. ENTE LOCATORE Comune di Barlassina

Dettagli

Settore Amministrativo. U.O. Provveditorato Economato. Capitolato speciale di appalto per:

Settore Amministrativo. U.O. Provveditorato Economato. Capitolato speciale di appalto per: Settore Amministrativo U.O. Provveditorato Economato Capitolato speciale di appalto per: affidamento del servizio di brokeraggio assicurativo in favore di ARPA Lombardia, per la durata di 36 (trentasei)

Dettagli

ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN

ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN PORTALE WEB NELL AMBITO DELLA MISURA 2.6. DEL POI ENERGIA FESR 2007 2013

Dettagli

PROVINCIA DI LIVORNO

PROVINCIA DI LIVORNO Allegato B PROVINCIA DI LIVORNO CATITOLATO SPECIALE D APPALTO Art.1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio di sorveglianza presso la sede distaccata degli uffici della

Dettagli

BANDO DI GARA. Mediante offerta economicamente più vantaggiosa

BANDO DI GARA. Mediante offerta economicamente più vantaggiosa Città di Martano Prov. di Lecce Хώρα Μαρτάνα Ελλάς τού ερεντού Piazzetta G. Matteotti n. 11-73025 MARTANO (Lecce) - tel 0836-575272 - fax 572347 www.comune.martano.le.it - E-Mail: tecnico@comune.martano.le.it

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA

SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA Allegato D SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA CIG 0456191CB5 Agenzia Italiana del Farmaco 1 Agenzia

Dettagli

PROVINCIA DI SIENA SERVIZI ALLA PERSONA CULTURA POLITICHE DEL TURISMO

PROVINCIA DI SIENA SERVIZI ALLA PERSONA CULTURA POLITICHE DEL TURISMO PROVINCIA DI SIENA SERVIZI ALLA PERSONA CULTURA POLITICHE DEL TURISMO BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE E CONDUZIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI ADIBITI A GIOCO DI CALCIO CIG -

Dettagli

Art. 2 Durata dell affidamento

Art. 2 Durata dell affidamento COMUNE DI FIRENZE Direzione Ambiente Servizio di controllo ed informativo del patrimonio arboreo del Comune di Firenze Servizi connessi alla gestione tecnico-amministrativa in applicazione del Regolamento

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA NEGOZIATA PREZZO QUALITA REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA PRESSO ALCUNE SALE OPERATORIE DELL AZIENDA OSPEDALIERA

Dettagli

COMUNE DI MONTE SAN GIOVANNI IN SABINA

COMUNE DI MONTE SAN GIOVANNI IN SABINA COMUNE DI MONTE SAN GIOVANNI IN SABINA MEDAGLIA D ARGENTO AL VALOR CIVILE Provincia di Rieti Via R. Margherita 2 Cap.02040 - Tel.0765/333312-3 fax 0765/333013 E-MAIL comunemsg@tiscalinet.it COD.FISC./PARTITA

Dettagli

DISCIPLINARE DI FORNITURA DEL SERVIZIO DI STAMPA DI LOCANDINE E MANIFESTI PER PROMOZIONE EVENTI FINALI NELL AMBITO DEL PROGETTO ALP CAMPUS GIOVANI

DISCIPLINARE DI FORNITURA DEL SERVIZIO DI STAMPA DI LOCANDINE E MANIFESTI PER PROMOZIONE EVENTI FINALI NELL AMBITO DEL PROGETTO ALP CAMPUS GIOVANI DISCIPLINARE DI FORNITURA DEL SERVIZIO DI STAMPA DI LOCANDINE E MANIFESTI PER PROMOZIONE EVENTI FINALI NELL AMBITO DEL PROGETTO ALP CAMPUS GIOVANI FINANZIATO DALL U.P.I. ALL INTERNO DEL PROGRAMMA AZIONE

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 26 DEL 30 GIUGNO 2008

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 26 DEL 30 GIUGNO 2008 Allegato B al D.D. n. 272 del 09.06.08 CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA REALIZZAZIONE DI SPOT E AUDIOVISIVI PER L AGC SVILUPPO ATTIVITA SETTORE PRIMARIO- SETTORE SPERIMENTAZIONE, INFORMAZIONE,

Dettagli

REGOLAMENTO UNICO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI FORNITURE E LAVORI A SOGGETTI TERZI

REGOLAMENTO UNICO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI FORNITURE E LAVORI A SOGGETTI TERZI ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DELL AMBITO TERRITORIALE DI MARTANO PIANO SOCIALE DI ZONA 2010-2012 REGOLAMENTO UNICO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI FORNITURE E LAVORI A SOGGETTI TERZI Approvato dal Coordinamento

Dettagli

71037 Monte Sant Angelo Piazza Roma n. 2 Telefono 0884/566242-0884/566244 0884/566220 Telefax 0884/566212

71037 Monte Sant Angelo Piazza Roma n. 2 Telefono 0884/566242-0884/566244 0884/566220 Telefax 0884/566212 71037 Monte Sant Angelo Piazza Roma n. 2 Telefono 0884/566242-0884/566244 0884/566220 Telefax 0884/566212 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Procedura aperta ai sensi degli artt. 3 c. 37, 54, 55 ed

Dettagli

Regolamento per l acquisizione in economia di beni, servizi e lavori. 1 Oggetto del Regolamento. 2 Modalità di acquisizione in economia

Regolamento per l acquisizione in economia di beni, servizi e lavori. 1 Oggetto del Regolamento. 2 Modalità di acquisizione in economia Regolamento per l acquisizione in economia di beni, servizi e lavori 1 Oggetto del Regolamento 1. l presente regolamento disciplina le modalità, i limiti e le procedure per l acquisizione in economia di

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA E DIOREZIONE NAZIONALE DEGLI ARMAMENTI Direzione dei Lavori e del Demanio

MINISTERO DELLA DIFESA SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA E DIOREZIONE NAZIONALE DEGLI ARMAMENTI Direzione dei Lavori e del Demanio MINISTERO DELLA DIFESA SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA E DIOREZIONE NAZIONALE DEGLI ARMAMENTI Direzione dei Lavori e del Demanio BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

Dettagli

ALLEGATO E Schema di cottimo fiduciario della fornitura con posa di porte automatiche e relativa manutenzione Cig 6091932551

ALLEGATO E Schema di cottimo fiduciario della fornitura con posa di porte automatiche e relativa manutenzione Cig 6091932551 ALLEGATO E Schema di cottimo fiduciario della fornitura con posa di porte automatiche e relativa manutenzione Cig 6091932551 L anno duemila., il giorno ( ) del mese di., in. presso la sede dell., via.,

Dettagli

La realizzazione dei lavori

La realizzazione dei lavori 131 Nel caso di lavori da aggiudicare con il criterio del prezzo più basso, di importo pari o inferiore alla soglia comunitaria, se il bando prevede l esclusione automatica delle offerte anomale e il numero

Dettagli

SERVIZIO SISTEMA INFORMATIVO

SERVIZIO SISTEMA INFORMATIVO AVVISO DI GARA DINAMICA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA DI PERSONAL COMPUTER ALL-IN-ONE SUPERCOMPATTI PER LA BIBLIOTECA COMUNALE A.LAZZERINI - CIG 0514619507 IL DIRIGENTE DEL SISTEMA INFORMATIVO

Dettagli

CITTA DI BAVENO Provincia del Verbano Cusio Ossola. Ufficio TURISMO

CITTA DI BAVENO Provincia del Verbano Cusio Ossola. Ufficio TURISMO CITTA DI BAVENO Provincia del Verbano Cusio Ossola Ufficio TURISMO DISCIPLINARE PER LA GARA D APPALTO PER SVILUPPO ED IMPLEMENTAZIONE DEL NUOVO PORTALE WEB PER IL TURISMO (PWT) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE:

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. Affidamento incarico Responsabile Servizio Protezione e Prevenzione (RSPP) CIG ZAC14E789D

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. Affidamento incarico Responsabile Servizio Protezione e Prevenzione (RSPP) CIG ZAC14E789D SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Servizio Protezione Civile CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Affidamento incarico Responsabile Servizio Protezione e Prevenzione (RSPP) CIG ZAC14E789D ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

BANDO di GARA CIG (Codice Identificativo Gara) n. n. 5292558506

BANDO di GARA CIG (Codice Identificativo Gara) n. n. 5292558506 SINALUNGA Via Costarella, 214/a (Tel. 0577 630908 fax 0577 631279) www.istitutoredditi.it BANDO di GARA CIG (Codice Identificativo Gara) n. n. 5292558506 1) ENTE APPALTANTE Denominazione, indirizzi, contatti:

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE NUOVE INFRASTRUTTURE E MOBILITA - BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE NUOVE INFRASTRUTTURE E MOBILITA - BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE NUOVE INFRASTRUTTURE E MOBILITA - BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA Ente appaltante: Comune di Firenze - Direzione Nuove Infrastrutture e Mobilità - via Mannelli n.119/i CAP

Dettagli

PUBBLICO INCANTO CODICE IDENTIFICATIVO GARA (CIG): 483027877F BANDO DI GARA INTEGRALE

PUBBLICO INCANTO CODICE IDENTIFICATIVO GARA (CIG): 483027877F BANDO DI GARA INTEGRALE ACOSET S.p.A. PUBBLICO INCANTO Energy Service Contractor per la fornitura dell energia elettrica, l esercizio, la manutenzione ordinaria e straordinaria, preceduti ad interventi di adeguamento normativo

Dettagli

Comune di Firenze - Direzione Risorse Finanziarie. Ente appaltante: Comune di Firenze - Direzione Risorse

Comune di Firenze - Direzione Risorse Finanziarie. Ente appaltante: Comune di Firenze - Direzione Risorse Comune di Firenze - Direzione Risorse Finanziarie BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA Ente appaltante: Comune di Firenze - Direzione Risorse Finanziarie - Servizio Centrale Acquisti P.O. Autoparco, Viale

Dettagli

R E G I O N E B A S I L I C A T A Dipartimento Salute, Sicurezza e Solidarietà Sociale, Servizi alla Persona e alla Comunità

R E G I O N E B A S I L I C A T A Dipartimento Salute, Sicurezza e Solidarietà Sociale, Servizi alla Persona e alla Comunità D.G.R. N. CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI MANUTENZIONE ED IMPLEMENTAZIONE SOFTWARE, ASSISTENZA E CONSULENZA DEL NODO REGIONALE DELLA BANCA DATI BOVINA INFORMATIZZATA DI CUI AL REGOLAMENTO CE

Dettagli

AVVISO A PRESENTARE OFFERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DI UFFICI E IMPIANTI CON UTILIZZO DI PRODOTTI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE

AVVISO A PRESENTARE OFFERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DI UFFICI E IMPIANTI CON UTILIZZO DI PRODOTTI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE AVVISO A PRESENTARE OFFERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DI UFFICI E IMPIANTI CON UTILIZZO DI PRODOTTI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE CIG 63723158AF L Azienda Servizi Integrati S.p.A., con sede

Dettagli

COMUNE DI GENZANO DI ROMA

COMUNE DI GENZANO DI ROMA Lì, Spett.le OGGETTO: invito a formulare offerta per l affidamento ex art. 125 comma 11,del D.Lgs. 163/2006 del SERVIZIO DI GESTIONE DEI SINISTRI DERIVANTI DA RESPONSABILITÀ CIVILE E VERSO PRESTATORI D

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DEL SISTEMA INFORMATIVO E STATISTICO SANITARIO BANDO DI GARA. Appalto di Servizi

MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DEL SISTEMA INFORMATIVO E STATISTICO SANITARIO BANDO DI GARA. Appalto di Servizi MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DEL SISTEMA INFORMATIVO E STATISTICO SANITARIO BANDO DI GARA Appalto di Servizi SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZO E PUNTI

Dettagli