RASSEGNA WEB DEL 24 aprile 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RASSEGNA WEB DEL 24 aprile 2013"

Transcript

1 RASSEGNA WEB DEL 24 aprile 2013 POLITICA E ISTITUZIONI... 3 SERGIO COFFERATI (PD): LA LUDOPATIA, PROBLEMA SOCIALE MA ANCHE SANITARIO... 3 NEWSLOT E VLT... 3 BPLUS, RINVIATO A DATA DA DESTINARSI RICORSO PER ACCESSO AGLI ATTI GARA SLOT... 3 SCOMMESSE, POKER E ONLINE... 3 GIOCO ONLINE, FATTURATO IN AUMENTO... 3 MERKUR-WIN, ONLINE LA NUOVA PIATTAFORMA CON POKER CASH E A TORNEO "IN ITALIA ANCHE CON LE SCOMMESSE"... 4 BANDO 2000, TAR 'ESCLUDE' TERRYBET... 4 TAR LAZIO, SI ATTENDE ORDINANZA SUI RICORSI BETPOINT E GAMINGVC SULL ATTIVITÀ DEI PVR... 4 FANELLI (ADM) CTD E CED TUTTI DA CHIUDERE PERCHÉ PRIVI DI CONCESSIONE ITALIANA. EFFETTUATI 150 ACCERTAMENTI FISCALI IN UN ANNO... 4 BANDO SCOMMESSE, FANELLI (AAMS): "DOMANI [OGGI, NDR.] LE GRADUATORIE, INTROITO TRA MILIONI"... 5 TURCHI (AAMS): "IL REGIME CONCESSORIO GARANTISCE SISTEMA CONTROLLATO"... 5 PLANETWIN365 PROSEGUIRÀ NELLA SUA AZIONE... 6 GOLDBET VINCE IN CASSAZIONE: "SOTTOLINEATA LA NOSTRA MAGGIORE DISCRIMINAZIONE"... 6 CRONACA... 7 RIUNITI A MILANO GLI STATI GENERALI PER COMBATTERE IL GIOCO D AZZARDO... 7 BERGAMO. IN PIAZZA PER FERMARE L APERTURA DI UNA SALA VLT... 7 GENOVA: ANCORA UN RINVIO PER IL REGOLAMENTO COMUNALE, PROBABILE STRALCIO DELLA NORMA SUI SUBENTRI... 8 MONDO... 8 GIOCO ONLINE IN COMMISSIONE IMCO: TUTELA DEI GIOCATORI E CONTRASTO ALL ILLEGALITÀ, LE CHIAVI PER UNA BUONA REGOLAMENTAZIONE DEL GIOCO D AZZARDO... 8 FJELLNER: PARTIRE DA REGOLE DI BASE, IN PRIMIS LA TUTELA DEL CONSUMATORE... 9 SCHALDEMOSE (IMCO): SUL GIOCO D AZZARDO OCCORRE PIÙ COERENZA E COOPERAZIONE TRA I RELATORI... 9 ANTÓNIO FERNANDO CORREIA DE CAMPOS(IMCO): DEFINIRE I LIMITI DELLA SUSSIDIARIETÀ... 9 DE JONG (IMCO): SFATIAMO L IDEA CHE LA REGOLAMENTAZIONE DEL GIOCO ANNULLERÀ TOTALMENTE L ILLEGALITÀ... 9 A CURA DELL UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE DI GAMENET S.P.A.

2 Rassegna WEB di mercoledì 24 aprile 2013 Pag. 2

3 POLITICA E ISTITUZIONI SERGIO COFFERATI (PD): LA LUDOPATIA, PROBLEMA SOCIALE MA ANCHE SANITARIO (JAMMA 24/04/2013) E fondamentale avere una regolamentazione del gioco che armonizza le leggi dei vari Paesi membri. Va tenuta però in primo piano la tutela dei cittadini. La ludopatia, come si chiama la malattia del gioco d azzardo, sta diffondendosi tra i consumatori coinvolgendo in particolare anche i minori: trasformando un problema sociale anche in un grave problema di carattere sanitario. Queste le parole di Sergio Cofferati (Pd) in Commissione mercato interno e protezione dei consumatori. NEWSLOT E VLT BPLUS, RINVIATO A DATA DA DESTINARSI RICORSO PER ACCESSO AGLI ATTI GARA SLOT (JAMMA 24/04/2013) E stato rinviato a data da destinarsi il ricorso intentato al Tar Lazio da Bplus contro la nota con cui i Monopoli hanno negato l accesso agli atti della gara per le concessioni degli apparecchi da intrattenimento. Nel ricorso sono intervenute per opporsi alle ragioni di Bplus le altre 12 concessionarie degli apparecchi. SCOMMESSE, POKER E ONLINE GIOCO ONLINE, FATTURATO IN AUMENTO (AGICOS 24/04/2013) Il gioco online continua la sua crescita a livello globale, in particolar modo nei mercati regolamentati. Lo rivela l'ultima edizione dell'interactive Gambling Report realizzato dalla Global Betting e Gaming Consultants. GBGC ha calcolato che nel 2012 il 40,4% dei 32,9 miliardi di dollari di ricavi globali realizzati negli Stati Uniti da scommesse sportive, casinò, poker e bingo provengono proprio da operatori online che operano in regime autorizzato,in aumento rispetto al 38% sul fatturato globale realizzato nel E si prevede che il contributo degli operatori autorizzati salirà al 44% del fatturato globale entro il GBGC rileva però grandi variazioni tra regioni e giochi diversi. Per esempio, nei mercati regolamentati nel 2012 il 50% dei ricavi globali sono provenuti delle scommesse sportive, mentre solo il 18% dai giochi da casinò. Analogamente, in Europa occidentale dagli operatori autorizzati sono giunti il 65% dei ricavi dell'online nel 2012, una percentuale che scende al 35% in Europa orientale. Negli Usa, il fatturato globale dei giochi online è stato pari a 38,32 miliardi di dollari (comprese lotterie di stato), ma entro il 2017 la previsione una crescita fino a 49,64 miliardi. MERKUR-WIN, ONLINE LA NUOVA PIATTAFORMA CON POKER CASH E A TORNEO (AGIMEG - 24/04/2013) La nuova piattaforma On-Line completamente targata Merkur è live. Da oggi i giocatori hanno a loro disposizione il Poker, nelle modalità Cash, Sit&Go e Tornei, con una Community più ampia, il tutto grazie alla collaborazione con i maggiori leader di mercato. Nel giro di pochi giorni seguirà l implementazione di Bingo, Casinò Games (Slot On-Line) e Skill Games (Telesina, Scopa, Burraco). I nuovi iscritti riceveranno un Bonus di Benvenuto fino a 500 euro, che darà loro la possibilità di utilizzare immediatamente il 10% della prima ricarica, novità assoluta che solo Merkur offre ai propri clienti. Per chi possiede già un conto di gioco, Merkur ha creato Energy Program, il sistema di fidelizzazione del tutto nuovo che garantisce numerosi privilegi ai giocatori. Avere una piattaforma totalmente targata Merkur è per noi, oltre che un importante strumento di lavoro, un traguardo fondamentale che ci aiuterà a raggiungere obiettivi considerevoli afferma Roberto Ronchi AD di Merkur Interactive Italia. Un altro aspetto per noi sostanziale è il rispetto di legalità e sicurezza, due concetti chiave per lo sviluppo di tutto il nostro business, anche per il comparto On-Line. Il concetto di gioco responsabile rappresenta per Merkur un principio imprescindibile prosegue Ronchi tant è che la nostra azienda è in prima linea per far sì che il gioco rimanga puro divertimento, evitando che sconfini nella dipendenza patologica. lp/agimeg Rassegna WEB di mercoledì 24 aprile 2013 Pag. 3

4 888 "IN ITALIA ANCHE CON LE SCOMMESSE" (AGICOS 24/04/2013) 888 si appresta a lanciare anche in Italia e Spagna la sua offerta di scommesse sportive. Lo ha rivelato il Ceo del gruppo, Brian Mattingley, spiegando che è imminente la firma del contratto con il provider che realizzerà la nuova piattaforma di gioco che prenderà il posto di quella realizzata da Blue Square, il cui 'spegnimento' è previsto entro la fine di maggio. "Il nuovo provider - ha spiegato Mattingley - ha una agenda diversa, e ci permetterà di coprire tutti gli sport e i restanti prodotti in uno spettro più ampio di paesi. Cosa che ci permetterà di ovviare a situazioni come quella spganola e italiana, dove non offriamo scommesse sportive proprio a causa dei vincoli imposti dalla piattaforma di Blue Square". Difficile ancora, secondo Mattingley, ipotizzare un avvicinamento "a colossi delle scommesse del calibro di Ladbrokes o Bet365, ma con la nuova piattaforma abbiamo l'opportunità di crescere in questo mercato. Dovunque ci saranno opportunità, specialmente nei mercati regolamentati, cercheremo di coglierle". Ancora sconosciuto però il nome del fornitore della nuova piattaforma di gioco: "Si conoscerà solo dopo la firma del contratto" ha spiegato Mattingley. Intanto, 888 ha annunciato entrate record nel primo trimestre 2013, in crescita del 9% sul 2012 a 79,3 milioni di euro. In evidenza soprattutto casinò (+13% a 37 milioni di euro, grazie anche al lancio delle slot online in Italia) e poker (+15%, a 18,5 milioni di euro). BANDO 2000, TAR 'ESCLUDE' TERRYBET (AGICOS 24/04/2013) Respinto essendo la disposta esclusione della società ricorrente dalla selezione riconducibile alla mancata osservanza, nella predisposizione della domanda di partecipazione, delle prescrizioni recate dalla disciplina di gara a pena di esclusione il ricorso della società Terrybet presso la seconda sezione del Tar del Lazio contro il provvedimento di esclusione dal bando di gara sulle 2000 nuove agenzie di scommesse. Emerge infatti, secondo i giudici amministrativi che parte ricorrente non ha depositato, nella busta A, la domanda e gli allegati alle Regole Amministrative 1, 2, 3, 4, e 5. Nell udienza del 20 marzo scorso il Tar Lazio aveva concesso alla società Terrybet di proseguire la gara, riammettendola con riserva in attesa della verifica, con una istruttoria, delle motivazioni dell'esclusione, che i giudici avevano chiesto di integrare nella documentazione. TAR LAZIO, SI ATTENDE ORDINANZA SUI RICORSI BETPOINT E GAMINGVC SULL ATTIVITÀ DEI PVR (AGIMEG - 24/04/2013) Sono stati mandati in decisione i ricorsi discussi oggi in camera di consiglio al Tar Lazio intentati da Betpoint e da GamingVC contro le sanzioni erogate dai Monopoli per violazione delle norme della concessione che disciplinano la promozione del gioco telematico. Alla base dei provvedimenti dei Monopoli, vi sarebbero presunte le attività irregolari svolte da due punti di vendita ricariche. In particolare, nel pvr di Betpoint secondo quanto emerso a margine dell udienza sarebbe stato rinvenuto un semplice pc che aveva impostata come home page il sito del concessionario, ma non sarebbe stata riscontrata alcuna attività di raccolta. Le sanzioni ammontano ciascuna a alcune migliaia di euro. Si attente adesso l ordinanza del Tar che dovrebbe arrivare nelle prossime 48 ore. gr/agimeg FANELLI (ADM) CTD E CED TUTTI DA CHIUDERE PERCHÉ PRIVI DI CONCESSIONE ITALIANA. EFFETTUATI 150 ACCERTAMENTI FISCALI IN UN ANNO (AGIMEG 24/04/2013) A margine del convegno Match Fixing: attacco alla credibilità dello sport che si è svolto ieri a Roma presso l Avvocatura di Stato, Roberto Fanelli, direttore per i giochi dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, ha commentato con un redattore di AGIMEG il bando di gara delle 2000 agenzie, la cui aggiudicazione è prevista per oggi. L utile erariale ha dichiarato Fanelli sarà tra i 60 e 70 milioni di euro, al di sopra delle nostre aspettative, che erano infatti di 40 milioni. Quello che ci interessa maggiormente è che si rafforzi la rete legale. Riguardo al fatto che un solo bookmaker internazionale abbia partecipato alla gara, aggiudicandosi un solo diritto, Fanelli ha risposto: per noi l irregolarità sta nei CTD e nei Ced, chiederemo alla polizia di chiudere tutti i centri che non hanno la concessione. Chi non ha autorizzazione e concessione non deve accettare scommesse. Quindi la rete parallela dell operatore che ha partecipato alla gara non può restare aperta. Rassegna WEB di mercoledì 24 aprile 2013 Pag. 4

5 Per quanto riguarda gli accertamenti tributari: Nell arco di un anno sono stati effettuati circa 150 accertamenti su tutto il territorio nazionale, a carico di soggetti diversi. E quanto spiega Roberto Fanelli, Responsabile per le Attività Normative, Legali e Contenziose dei Monopoli, ad Agimeg. Tuttavia la rete parallela conta diverse migliaia di centri. Ci sono dei controlli in corso, poi è inevitabile che si generi un contenzioso tributario. Per Fanelli comunque il contrasto fiscale è al quarto posto, dopo la tutela dell ordine pubblico, quello della rete legale e quello della buona fede. E sulla causa recentemente discussa alla Corte di Giustizia, in cui si discute proprio della necessità per le agenzie di scommesse di avere licenza di pubblica sicurezza e concessione: l impostazione che c è oggi della necessità di avere concessione e licenza è quella corretta. Poi il Legislatore è sovrano. gr/agimeg BANDO SCOMMESSE, FANELLI (AAMS): "DOMANI [OGGI, NDR.] LE GRADUATORIE, INTROITO TRA MILIONI" (GIOCONEWS 24/04/2013) "Domani saranno pubblicate le graduatorie definitive per il bando di gara da 200 nuovi punti scommesse". E' quanto afferma Roberto Fanelli, Direttore Giochi dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, a margine di un incontro sul match fixing organizzato a Roma. "Fra gli ammessi con riserva alcuni saranno esclusi per le offerte troppo basse, altri per i requisiti di partecipazione - ha continuato Fanelli - L introito previsto è tra i 60 e i 70 milioni di euro, molto al di sopra delle aspettative. L obiettivo dell Agenzia è di rafforzare la rete legale, incrementando le azioni di contrasto ai punti di raccolta non autorizzati. Cercheremo di far chiudere tutti i centri collegati a bookmaker esteri senza autorizzazione con l ausilio delle forze di polizia, per tutelare l ordine pubblico e la rete legale. Inoltre, c è un aspetto non secondario di natura fiscale: gli uffici regionali - ha concluso il dirigente dei Monopoli - hanno già provveduto a inviare nell ultimo anno oltre 150 accertmenti tributari su punti vendita di diverse società estere: crediamo che chi opera debba, almeno, pagare le tasse. Non rinunceremo alle azioni necessarie per ottenere la chiusura dei punti non autorizzati", si legge su Agipronews. TURCHI (AAMS): "IL REGIME CONCESSORIO GARANTISCE SISTEMA CONTROLLATO" (GIOCONEWS 24/04/2013) Bene le denunce degli operatori non autorizzati, ma quello che passa nella rete dei concessionari è garanzia di legalità, non solo nei confronti dei giocatori, ma anche degli operatori. Parola di Luca Turchi, dirigente dell ufficio scommesse dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, durante il convegno sul match fixing organizzato a Roma. Purtroppo il fenomeno del match fixing è internazionale e non crediamo sia sconfitto. Stiamo cercando di dare massima informazione e vogliamo controllare tutte le anomalie, che a volte nascondono oltre alle combine anche il riciclaggio di denaro. Già quattro o cinque anni fa mettemmo in piedi un sistema che valutasse in tempo reale i flussi di gioco e con il tempo segnalammo decine di partite, non solo di calcio, facendo delle denunce. Successivamente, grazie al Ministro degli interni Maroni e alla polizia si è creato un iter informativo molto più serrato (con l istituzione dell Unita Investigativa Scommesse Sportive e del Gruppo Investigativo Specializzato Scommesse, ndr) e si è sviluppato il tema del controllo sui flussi di gioco anche per lanciare l allerta anche prima delle partite. Siamo riusciti a creare delle professionalità e oggi diamo un ottimo servizio, ha aggiunto Turchi, come riporta Agipronews. Ma operare in un regime regolamentato e controllato dallo Stato, come quello italiano, ha dei vantaggi indiscussi secondo Turchi: La bontà del sistema concessorio emerge anche in casi come quello di Napoli, con una rete illegale sovrapposta. Il controllo è stato fatto grazie al totalizzatore e anche Fifa e Uefa hanno riconosciuto che i nostri sistemi di controllo sono all avanguardia. Tutti gli operatori devono entrare nell alveo della legalità: se vogliamo andare in fondo, giochiamo con le regole. Aams non è un giocatore, ma un arbitro. Il fenomeno non è stato adeguatamente recepito dal legislatore. Le pene sono ancora lievi, noi abbiamo tentato di farle inasprire, ma non è stato ritenuto opportuno al momento farlo. Per cui l Agenzia delle Dogane sta compiendo ulteriori passaggi per favorire l ingresso di altri operatori, per esempio con la prossima introduzione del palinsesto complementare e la proposta di ulteriori tipologie di scommesse che saranno introdotte solo quando avremo il pieno controllo di tutte le operazioni di gioco, in tempo reale, anche sul palinsesto complementare. Rassegna WEB di mercoledì 24 aprile 2013 Pag. 5

6 PLANETWIN365 PROSEGUIRÀ NELLA SUA AZIONE (JAMMA 24/04/2013) A distanza di due anni dall ennesimo scandalo dedicato al calcioscommesse italiano, PlanetWin365 ringrazia con profonda ironia quanti hanno preferito evitare il confronto, nel corso del convegno Match Fixing: attacco alla credibilità dello sport, con l unico operatore che ha seriamente e tempestivamente denunciato un grave e pericoloso comportamento criminale. Ancor più vogliamo oggi ringraziare quanti hanno preferito declinare in sede istituzionale le proprie responsabilità, preferendo addossare le colpe del fenomeno calcio scommesse a un preciso sistema commerciale, anziché ai propri evidenti limiti. Ci mancavano, in effetti, le testimonianze di chi sarebbe chiamato a coordinare le scommesse sportive e ippiche per la neonata Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Uno schiaffo inferto alle inchieste della DDA di Napoli, che hanno più volte sottolineato e dimostrato gli intrecci attivi tra esponenti di concessionari del betting, criminalità e calcioscommesse. Quanti flussi anomali sono passati sulla rete legale, o presunta tale? Quanti operatori hanno prestato il fianco a tali operazioni? Eppure AAMS dovrebbe conoscere questi dati, o li potrebbe apprendere dai documenti pubblicati nel tempo dai media. E invece nulla. Ringraziamo infine chi, con profondo senso dell ironia, si appresta a discriminare ulteriormente PlanetWin365. L irregolarità sta nei CTD e nei Ced, chiederemo alla polizia di chiudere tutti i centri che non hanno la concessione. Chi non ha autorizzazione e concessione non deve accettare scommesse. Quindi la rete parallela dell operatore che ha partecipato alla gara non può restare aperta. Un chiaro riferimento a PlanetWin365. Ci chiediamo: conosce Roberto Fanelli la discriminazione implicita in tale affermazione? Sa il Sig. Fanelli che esiste una denucia nei confronti dello Stato italiano, recentemente integrata? Sa il Sig. Fanelli che PlanetWin365 non ha alcuna rete parallela? Ma che semplicemente dei liberi imprenditori decidono di offrire i suoi prodotti sul territorio? E che se non lo facessero per operatori riconosciuti in Europa lo farebbero, probabilmente, per operatori assolutamente sconosciuti? Purtroppo crediamo di no! E allora perché, come avviene in altri paesi europei, non riconoscere e autorizzare il ruolo del CED come presidio sul territorio? Così come già riconosciuto anche dalla CGE. GOLDBET VINCE IN CASSAZIONE: "SOTTOLINEATA LA NOSTRA MAGGIORE DISCRIMINAZIONE" (GIOCONEWS 24/04/2013) La sentenza Chiappini (a breve distanza dal caso Antelli) alla Corte di Cassazione conferma ancora una volta le discriminazioni subite da Goldbet e l applicazione della Costa/Cifone. È quanto dichiara il bookmaker austriaco, commentando le motivazioni della sentenza. Questa pronuncia "ripercorre le motivazioni dell ordinanza dell'11 luglio 2012 del Tribunale di Alessandria, impugnata dal Procuratore della Repubblica e analizza, inoltre, anche il contenuto della memoria presentata da Stanleybet che aveva chiesto l accoglimento del ricorso del Pubblico Ministero. Dopo un ampia ricostruzione di quanto espresso in materia dalla Corte di Giustizia, la Cassazione condivide integralmente tutti gli argomenti esaminati dal Tribunale di Alessandria che, richiamando l Ordinanza Zungri, aveva esteso i principi indicati nella sentenza Costa/Cifone anche a GoldBet, discriminata per l'applicazione dell'art. 23 comma 3 dello schema di convenzione giudicato non conforme ai principi comunitari. La Suprema Corte ha respinto, pertanto, il ricorso del Procuratore considerandolo infondato. Essendo la disposizione di cui all art.23 co.3 dello schema di convenzione non conforme (per difetto di chiarezza, precisione ed univocità) ai principi comunitari ed in particolare agli artt.43 e 49 CE recita la sentenza nelle conclusioni i giudici del Riesame hanno ritenuto che dovesse considerarsi illegittimo il diniego di autorizzazione ex art.88 Tulps. Correttamente, pertanto, il Tribunale ha disapplicato, anche nei confronti di GoldBet, la disciplina contenuta nell art.4 della legge n.401", aggiunge il bookmaker. LA DIFESA - Secondo l avvocato Ripamonti che rappresenta la difesa del bookmaker austriaco E stato quasi un bene che la Procura di Alessandria abbia avanzato ricorso e che Stanley abbia depositato in Cassazione una memoria contemplante tesi opposte rispetto a quelle da noi svolte. In tal modo, infatti, si è data la possibilità alla Corte di Cassazione di trattare la fattispecie secondo angolature in parte diverse. Naturalmente siamo molto soddisfatti del tenore della sentenza, le cui argomentazioni sono più che convincenti. Troviamo molto interessante il passo in cui viene sottolineata la maggior discriminazione ai danni di GoldBet, attesa la decadenza delle concessioni e l ulteriore in cui viene fatto riferimento alla Rassegna WEB di mercoledì 24 aprile 2013 Pag. 6

7 illegittimità del diniego basato sulla carenza di concessione in capo a GoldBet, con piena condivisione da parte del Supremo Collegio di quanto argomentato sul punto dal Tribunale del Riesame. CRONACA RIUNITI A MILANO GLI STATI GENERALI PER COMBATTERE IL GIOCO D AZZARDO (JAMMA 24/04/2013) L assessore alle politiche sociali del Comune di Milano Pierfrancesco Majorino e il presidente della commissione consiliare antimafia David Gentili hanno presieduto i primi stati generali di tutte quelle realtà che nella città meneghina combattono la dipendenza patologica da gioco. Tra i partecipanti esperti, associazioni e istituzioni e privati cittadini erano almeno centocinquanta le persone riunite ieri sera all Acquario Civico, per parlare del problema. A rispondere all appello di Palazzo Marino, molti sono convenuti all incontro per raccontare il loro impegno ad arginare un fenomeno tanto grave, come il gioco d azzardo patologico (Gap), che in Italia colpisce almeno 800mila persone. Il neo comitato è ancora sulla carta, ma ha già un programma e conta di incontrarsi ancora per fare il punto della situazione e stabilire quali siano i punti operativi che il Comune vuole raggiungere. Una delle prime richieste che verranno presentate al legislatore sarà quella di togliere le ambiguità presenti nel decreto Balduzzi, per poi trovare intese con altri Comuni e trovare risorse per un aiuto ai consigli di zona dove devono sorgere centri d ascolto. Si pensa anche di coinvolgere la scuola, ma bisognerà trovare nuovi metodi comunicativi, perchè non serve spiegare ai ragazzi che giocare è rischioso, lo sanno già benissimo. Il Comune, dopo il flop dell ordinanza con cui imponeva anche alle sale scommesse di tirare giù la saracinesca al più tardi all una di notte, studia nuove iniziative che scoraggino gli esercenti a rinunciare alle videoslot, sull esempio di Pavia, che assegna un bollino blu agli esercenti virtuosi. Insomma una vera e propria battaglia contro l industria del gioco d azzardo, che in Italia rappresenta la terza in ordine di importanza con circa 100 miliardi di fatturato, ma che è una calamita per la malavita, come dimostrato da recenti inchieste. Ciò è tanto vero che a Milano, ad esempio, come riferisce il numero uno della commissione antimafia, David Gentili, la concorrenza tra sale scommesse è così feroce che le stesse concessionarie si stanno impensierendo. I dati della Camera di Commercio di Milano, dicono che dal 2009 al 2012 le imprese del settore gambling attive nella provincia del capoluogo lombardo sono cresciute del 50%. Lo scorso anno, nella sola città di Milano, si contavano 98 esercizi tra sale scommesse e lotterie, con un aumento del 24,1% rispetto ai dodici mesi precedenti (erano 79). Hinterland compreso, si passa da 131 a 156 sedi d¹impresa (+19,1%). È una crescita di gran lunga superiore alla media italiana del 9,6% (dalle del 2011 alle del 2012). BERGAMO. IN PIAZZA PER FERMARE L APERTURA DI UNA SALA VLT (JAMMA 24/04/2013) Alcuni bergamaschi scenderanno in strada per protestare contro la sala vlt che sta per aprire in via Fratelli calvi al pianterreno del loro palazzo. Una quarantina di persone si è riunita ieri per decidere come bloccare l imminente apertura dei duecento metri quadrati che ospiteranno slot machines e videolottery. «In questi posti vanno sicuramente anche bravissime persone ha premesso una degli inquilini ma attirano anche tanti disperati che per trovare il denaro per giocare farebbero di tutto. Per non parlare poi dei problemi di viabilità, parcheggi e schiamazzi». Il problema è che l ufficio di Polizia ambientale e sociale della Questura rilascia i permessi sull unica base del controllo dei precedenti del titolare della licenza. E la legge nazionale non può essere annullata dal regolamento comunale che vieterebbe queste sale a meno di 400 metri dalle scuole. Giulia Martinelli del Comitato di via Quarenghi ha presentato una bozza di lettera da inviare al questore, che serva anche da base per un ricorso, «anche se ha avvertito finora tutti i Tar hanno bocciato i ricorsi presentati dai comitati di cittadini». La lettera è stata alla fine firmata dai presenti (che si sono poi costituiti Rassegna WEB di mercoledì 24 aprile 2013 Pag. 7

8 in comitato) e sarà distribuita in tutto il quartiere e tra i genitori dei ragazzi delle vicine scuole. Ma bisogna fare di più, ha incitato il consigliere comunale Lorenzo Carminati, presente in rappresentanza dell assessore Enrica Foppa Pedretti: «Noi come Consiglio comunale ci schiereremo dalla vostra parte, e attraverso l Anci porteremo questa petizione fino al Governo per spingerlo a fare una legge nazionale chiara che non smentisca i regolamenti comunali. Ma anche voi che vivete nel quartiere dovete organizzare delle manifestazioni nella strada, per sensibilizzare l opinione pubblica e i mass media». Il consiglio è stato accolto, e già ieri sera sono cominciati i preparativi per una protesta che minaccia di bloccare il traffico in via Palazzolo, forse durante un sabato pomeriggio. Lo stesso tipo di problema si è presentato in questi giorni anche dalla parte opposta della città. Per la precisione al piano terra di un palazzo dove sono iniziati i lavori per trasformare un ex banca in una sala scommesse e che da metà maggio sarà aperta tutti i giorni dalle 10 alle 2 di notte. GENOVA: ANCORA UN RINVIO PER IL REGOLAMENTO COMUNALE, PROBABILE STRALCIO DELLA NORMA SUI SUBENTRI (GIOCONEWS 24/04/2013) Nulla di fatto. Come preannunciato ieri, a Genova si dovrà attendere la seduta del consiglio comunale della prossima settimana fissata per martedì 30 aprile per vedere l approvazione del nuovo regolamento sulle sale da gioco e i giochi leciti, in esame da diverse settimane. Ma, secondo indescrizioni raccolte da Gioconews.it, la bozza che andrà in discussione potrebbe subìre ancora modifiche, andando incontro alle richieste degli operatori, soprattutto in merito ai subentri, questione che aveva fatto emergere da più parti il timore di una progressiva eliminazione di sale giochi e slot da tutta la città. A quanto pare, sarà conservata la distanza dei 300 metri dai 'luoghi sensibili', ma non ci sarà più la necessità di richiedere la Scia in caso di sostituzione o spostamento di un apparecchio. Da parte degli operatori, resta ferma la volontà di collaborare con l'amministrazione comunale per la prevenzione della ludopatia e il contrasto del mercato illegale. MONDO GIOCO ONLINE IN COMMISSIONE IMCO: TUTELA DEI GIOCATORI E CONTRASTO ALL ILLEGALITÀ, LE CHIAVI PER UNA BUONA REGOLAMENTAZIONE DEL GIOCO D AZZARDO (JAMMA 24/04/2013) La prima cosa da tenere in considerazione nella regolamentazione del settore del gioco d azzardo a livello europeo è la maggiore protezione dei consumatori. Così Jurgen Creutzmann interviene nel corso dell esame in Commissione Mercato interno e protezione dei consumatori della Commissione europea sugli emendamenti presentati alla relazione elaborata dal britannico Ashley Fox in risposta al Piano d azione sul gambling messo a punto dalla Commissione Europea nello scorso ottobre. Per Creutzmann Il principio di sussidiarietà è molto importante e va tenuto in debita considerazione anche se vanno recepite anche le sentenze della Corte di Giustizia europea sulle infrazioni delle legistazioni nazionali; la Commissione deve essere guardiana e custode dei Trattati nel rispetto delle pronunce della CGE deve in caso di necessità intervenire. L illegalità va contrastata per aumentare la tutela dei consumatori. Concordo con le proposte dei Popolari su sigilli di qualità per i servizi online, pubblicità non fuorviante, black list per i siti non autorizzati, tutela di determinati utenti anche con autolimitazioni e infine, lotta ai fornitori illegali. L illegalità va affrontata e contrastata. Ad esempio cita Creutzmann il caso della Germania che vuole rilasciare solo un limitato numero di concessioni. E ovvio che tutti quelli che rimarranno fuori si rivolgeranno all offerta illegale e questo va evitato. Condivido tutte le proposte che vanno nella direzione di contrastare l offerta illegale Dovremmo cooperare tutti quanti insieme per armonizzare tutti gli elementi presenti nella relazione di Fox. La procedura delle licenze in danimarca rappresenta indubbiamente un esempio lodevole da prendere in considerazione. Rassegna WEB di mercoledì 24 aprile 2013 Pag. 8

9 FJELLNER: PARTIRE DA REGOLE DI BASE, IN PRIMIS LA TUTELA DEL CONSUMATORE (JAMMA 24/04/2013) Sembra che stiamo discutendo di un attività che non ha alcun problema quando nella realtà non è così afferma duramente Christifer Fjellner, del gruppo dei democratici nel corso dell esame in Ce degli emendamenti presentati alla relazione Imco. Sembra ha proseguito che questa commissione non abbia alcuna intenzione di andare a modificare questa attività sul piano giuridico, quando invece dovrebbe. Sappiamo che gli Stati membri possono scegliere se limitare l offerta istituendo un regime di monopolio oppure aprire il mercato in modo più ampio, tuttavia è necessario far rispettar le regole. La Commissione di fronte a questa situazione di confusione deve essere garante del Trattato. Devono quindi esserci regole di base e qualsiasi sia la vostra scelta dobbiamo tenere in prima considerazione la tutela del consumatore. SCHALDEMOSE (IMCO): SUL GIOCO D AZZARDO OCCORRE PIÙ COERENZA E COOPERAZIONE TRA I RELATORI (JAMMA 24/04/2013) Concordando con molti degli emendamenti presentati e ritengo fondamentalmente che dovremmo avere una relazione coerente; credo sia possibile cooperare per rendere le norme sul gioco d azzardo online più uniformi. ha dichiarato Christel Schaldemose nel corso dell esame in Ce degli emendamenti presentati alla relazione Imco sul gioco. Per quanto riguarda la violazione delle procedure d infrazione penso che occorre anche seguire i casi di infrazione, i servizi giuridici dei vari Stati membri hanno posizioni diverse e occorre vedere la cosa da un punto di vista sia giuridico ma anche politico. Il tema del gioco d azzardo è un tema di grande interesse che va monitorato e nel rispetto del principio di sussidiarietà dovremmo trovare dei conpromessi tra i relatori. ANTÓNIO FERNANDO CORREIA DE CAMPOS(IMCO): DEFINIRE I LIMITI DELLA SUSSIDIARIETÀ (AGIMEG - 24/04/2013) Siamo tutti d accordo sul fatto che esistono delle disuguaglianze di trattamento dichiara in apertura del suo intervento António Fernando Correia De Capos, membro del gruppo dell Alleanza Progressista di Socialisti e Democratici al Parlamento Europeo. Non capisco esplica perchè qualche sistema considerato come monopolio, nonostante abbia un sistema di licenza, sia mal visto rispetto a Paesi che hanno palesemente violato le regole della Ce ma che vengono considerati grandi operatori. Questa disuguaglianza di trattamento tiene ad evidenziare l eurodeputato deve essere eliminata. Nello specifico in questa normativa dobbiamo preoccuparci delle regole praticate da ogni Paese. Dobbiamo dichiara in conclusione avere una mentalità aperta e definire i limiti della sussidiarietà. DE JONG (IMCO): SFATIAMO L IDEA CHE LA REGOLAMENTAZIONE DEL GIOCO ANNULLERÀ TOTALMENTE L ILLEGALITÀ (AGIMEG - 24/04/2013) Quella del gioco d azzardo non è un attività economica normale, il principio di sussidiarietà va tenuto molto in considerazione, ma va detto qualcosa di più. ha affermato Cornelis De Jong nel corso del suo intervento in commissione IMCO Corriamo il rischio di mettere in ognuna delle nostre relazioni eccessiva importanza sull aspetto della repressione e questo è pericoloso. Occorre vedere il mercato interno nel suo insieme, senza farci distratrre da casi individuali: è meglio avere un approccio orizzontale. E molto difficile essere in linea con il principio di sussidiarietà. Il presupposto che regolamentando il settore del gioco si possano risolvere tutti i problemi di illegalità non è assicurato. Non sono convinto che l attività illegale grazie ad una regolamentazione scompaia definitivamente come per magia. La tutela dei cittadini deve essere il nostro primo obiettivo. Rassegna WEB di mercoledì 24 aprile 2013 Pag. 9

dei cosiddetti ambienti dedicati

dei cosiddetti ambienti dedicati In risposta ad una richiesta di Sapar e con una propria circolare del 7 settembre l Amministrazione ha chiarito i vari dubbi interpretativi sugli ambienti dedicati introdotti dal Decreto del 22 gennaio

Dettagli

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte.

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte. N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte (Sezione Seconda) ha pronunciato la presente SENTENZA ex art. 60 cod. proc.

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC. Pagina 1 di 5 REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale, Sezione Quinta ANNO 2004 ha pronunciato la seguente DECISIONE

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente N. 02866/2015REG.PROV.COLL. N. 10557/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE DEL LAZIO -SEZIONE III - SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE DEL LAZIO -SEZIONE III - SENTENZA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE DEL LAZIO -SEZIONE III - N. RS Anno 2009 N.7088 RGR Anno 1996 ha pronunciato la seguente SENTENZA sul ricorso n.7088

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*)

ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*) ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*) «Rinvio pregiudiziale Articolo 99 del regolamento di procedura della Corte Politica sociale Direttiva 1999/70/CE Clausola 5 dell accordo quadro

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

sul ricorso numero di registro generale 6522 del 2007, proposto da:

sul ricorso numero di registro generale 6522 del 2007, proposto da: N. 00513/2015 REG.PROV.COLL. N. 06522/2007 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente ORDINANZA sul ricorso

Dettagli

Il tema principale che giustifica il provvedimento che quest oggi ci. occupa verte sulla possibilità di confusione fra le denominazioni di due

Il tema principale che giustifica il provvedimento che quest oggi ci. occupa verte sulla possibilità di confusione fra le denominazioni di due Il tema principale che giustifica il provvedimento che quest oggi ci occupa verte sulla possibilità di confusione fra le denominazioni di due società, regolamentata dell art. 2564 c.c., che prevede l integrazione

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni;

IL DIRETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni; Prot. n. 4084 AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni; VISTO l articolo 12, comma 1, lettera m), del decreto-legge

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI DIREZIONE GENERALE PER flash 29 L INCLUSIONE E LE POLITICHE SOCIALI PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI Roma, 1 settembre 2014 Il punto di partenza:

Dettagli

TRIBUNALE DI PORDENONE. Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267

TRIBUNALE DI PORDENONE. Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267 TRIBUNALE DI PORDENONE Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267 Il Tribunale, riunito in camera di consiglio nelle persone dei magistrati: - dr. Enrico Manzon - Presidente - dr. Francesco

Dettagli

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Informativa per la clientela di studio N. 131 del 05.09.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014 SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI Bologna, 22 luglio 2014 INQUADRAMENTO NORMATIVO FISCALE La nuova disciplina sulle società tra professionisti non contiene alcuna norma in merito

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO COMUNE DI SOCCHIEVE Prov. Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO Approvato con deliberazione Del C.C. n 29 del 24/8/2007 REGOLAMENTO

Dettagli

La sanzione prevista per chi ha commesso un reato è LA PENA. Essa può essere pecuniaria (tipo multa, denaro) o detentiva (reclusione in carcere).

La sanzione prevista per chi ha commesso un reato è LA PENA. Essa può essere pecuniaria (tipo multa, denaro) o detentiva (reclusione in carcere). Breve percorso sulla Magistratura La Magistratura La funzione giurisdizionale è la funzione dello stato diretta all applicazione delle norme giuridiche per la risoluzione delle controverse tra cittadini

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

VADEMECUM SUI CIRCOLI PRIVATI La disciplina della somministrazione nei circoli privati. Le garanzie costituzionali

VADEMECUM SUI CIRCOLI PRIVATI La disciplina della somministrazione nei circoli privati. Le garanzie costituzionali VADEMECUM SUI CIRCOLI PRIVATI La disciplina della somministrazione nei circoli privati I circoli privati rappresentano, da sempre, un problema nella gestione delle attività di controllo sul territorio

Dettagli

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014.

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014. Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014 Editrice Comitato scientifico: Elisabetta BERTACCHINI (Professore

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ Stagione Sportiva 2014/2015 Tornei organizzati da società Norme, disposizioni

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee IL CONTESTO

Dettagli

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte Corte Europea dei Diritti dell Uomo Domande e Risposte Domande e Risposte COS È LA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO? Queste domande e le relative risposte sono state preparate dalla cancelleria e non

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE N. 01133/2010 01471/2009 REG.DEC. REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A ha pronunciato la presente IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

RISOLUZIONE N. 211/E

RISOLUZIONE N. 211/E RISOLUZIONE N. 211/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma,11 agosto 2009 OGGETTO: Sanzioni amministrative per l utilizzo di lavoratori irregolari Principio del favor rei 1. Premessa Al fine

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

DECLINATORIA DI GIURISDIZIONE E CONTINUAZIONE DEL PROCESSO DAVANTI AL GIUDICE MUNITO DI GIURISDIZIONE (C.D. TRANSLATIO IUDICII)

DECLINATORIA DI GIURISDIZIONE E CONTINUAZIONE DEL PROCESSO DAVANTI AL GIUDICE MUNITO DI GIURISDIZIONE (C.D. TRANSLATIO IUDICII) DECLINATORIA DI GIURISDIZIONE E CONTINUAZIONE DEL PROCESSO DAVANTI AL GIUDICE MUNITO DI GIURISDIZIONE (C.D. TRANSLATIO IUDICII) CORTE DI CASSAZIONE; sezioni unite civili; sentenza, 22-02-2007, n. 4109

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni.

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Il DIRETTORE DELL AGENZIA DEL DEMANIO Vista la legge 7 agosto 1990, n.

Dettagli

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

Il mio ricorso alla CEDU: Come presentarlo e in che modo lo stesso viene gestito

Il mio ricorso alla CEDU: Come presentarlo e in che modo lo stesso viene gestito Il mio ricorso alla CEDU: Come presentarlo e in che modo lo stesso viene gestito La Corte dichiara inammissibili la maggior parte dei ricorsi senza esaminarli nel merito, a causa del mancato rispetto dei

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

Documento. 10 Novembre 2011

Documento. 10 Novembre 2011 Documento 10 Novembre 2011 Rimborso della Tassa di concessione governativa sull utilizzo dei telefoni cellulari: un quadro d insieme delle interpretazioni in essere e sulle possibili soluzioni operative

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE PARERE DELLA COMMISSIONE

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE PARERE DELLA COMMISSIONE COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 28.11.2006 COM(2006)759 definitivo 2004/0218 (COD) PARERE DELLA COMMISSIONE a norma dell'articolo 251, paragrafo 2, terzo comma, lettera c) del trattato CE,

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 DATA DI PUBBLICAZIONE DELL ESTRATTO DEL BANDO SULLA GURI: DATA DI SCADENZA

Dettagli

Alessandro Gandolfo e Valeria De Bonis. Discussion Papers Collana di E-papers del Dipartimento di Economia e Management Università di Pisa

Alessandro Gandolfo e Valeria De Bonis. Discussion Papers Collana di E-papers del Dipartimento di Economia e Management Università di Pisa Discussion Papers Collana di E-papers del Dipartimento di Economia e Management Università di Pisa Alessandro Gandolfo e Valeria De Bonis Il modello italiano di tassazione del gioco d azzardo: linee guida

Dettagli

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Guida all uso www.accessogiustizia.it Altri Servizi SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Lextel SpA L informazione al lavoro. Lextel mette l informazione al lavoro attraverso proprie soluzioni telematiche,

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Art. 54 decreto legge

Art. 54 decreto legge Art. 342 c.p.c. Forma dell appello L appello si propone con citazione contenente l esposizione sommaria dei fatti ed i motivi specifici dell impugnazione nonché le indicazioni prescritte nell articolo

Dettagli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Prot. R.U. 20990 IL DIRETTORE DELL AGENZIA Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni;

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

inform@ata news n.02.14

inform@ata news n.02.14 inform@ata news n.02.14 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO

L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO Firenze, 21 aprile, 12 e 26 maggio 2015 (15,00-18,30) Auditorium Adone Zoli dell Ordine degli Avvocati di Firenze c/o Nuovo Palazzo di Giustizia Viale

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi)

GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi) GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi) Principali norme di riferimento 1) Legge n. 241/1990 - Nuove norme in

Dettagli

Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario

Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario 1) Dati identificativi del denunciante: ACER Associazione dei Costruttori Edili di Roma e Provincia in persona del legale

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n. 16311 - Delega di funzione ed autonoma capacità di spesa

Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n. 16311 - Delega di funzione ed autonoma capacità di spesa 1 di 5 26/09/2011 11.11 Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n. 16311 - Delega di funzione ed autonoma capacità di spesa Giovedì 12 Maggio 2011 13:40 Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n.

Dettagli

I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA

I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA Bologna, 24 febbraio 2014 I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA Il P.O.F. La DIAGNOSI Il PDP Il GIUDIZIO

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Struttura giuridica e sede del Tribunale

Struttura giuridica e sede del Tribunale Bundesgericht Tribunal fédéral Benvenuti! Visita del Tribunale federale Tribunale federale Tribunal federal Vista della facciata frontale, Tribunale federale Losanna Foto: Philippe Dudouit L organizzazione

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

STATUTO DELLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL UNIONE EUROPEA

STATUTO DELLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL UNIONE EUROPEA VERSIONE CONSOLIDATA DELLO STATUTO DELLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL UNIONE EUROPEA Il presente testo contiene la versione consolidata del Protocollo (n. 3) sullo Statuto della Corte di giustizia dell Unione

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza di Pietro Gremigni Consulente aziendale in Milano in breve Argomento Il mese di agosto è considerato di solito il periodo classico di utilizzazione delle

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella

L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella La sentenza n. 12581 del 2010 1 della Corte di cassazione è parte di un gruppo di recenti sentenze 2, le prime a intervenire

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000 Testo originale 0.360.454.1 Accordo tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica italiana relativo alla cooperazione tra le autorità di polizia e doganali Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli