RASSEGNA WEB DEL 24 aprile 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RASSEGNA WEB DEL 24 aprile 2013"

Transcript

1 RASSEGNA WEB DEL 24 aprile 2013 POLITICA E ISTITUZIONI... 3 SERGIO COFFERATI (PD): LA LUDOPATIA, PROBLEMA SOCIALE MA ANCHE SANITARIO... 3 NEWSLOT E VLT... 3 BPLUS, RINVIATO A DATA DA DESTINARSI RICORSO PER ACCESSO AGLI ATTI GARA SLOT... 3 SCOMMESSE, POKER E ONLINE... 3 GIOCO ONLINE, FATTURATO IN AUMENTO... 3 MERKUR-WIN, ONLINE LA NUOVA PIATTAFORMA CON POKER CASH E A TORNEO "IN ITALIA ANCHE CON LE SCOMMESSE"... 4 BANDO 2000, TAR 'ESCLUDE' TERRYBET... 4 TAR LAZIO, SI ATTENDE ORDINANZA SUI RICORSI BETPOINT E GAMINGVC SULL ATTIVITÀ DEI PVR... 4 FANELLI (ADM) CTD E CED TUTTI DA CHIUDERE PERCHÉ PRIVI DI CONCESSIONE ITALIANA. EFFETTUATI 150 ACCERTAMENTI FISCALI IN UN ANNO... 4 BANDO SCOMMESSE, FANELLI (AAMS): "DOMANI [OGGI, NDR.] LE GRADUATORIE, INTROITO TRA MILIONI"... 5 TURCHI (AAMS): "IL REGIME CONCESSORIO GARANTISCE SISTEMA CONTROLLATO"... 5 PLANETWIN365 PROSEGUIRÀ NELLA SUA AZIONE... 6 GOLDBET VINCE IN CASSAZIONE: "SOTTOLINEATA LA NOSTRA MAGGIORE DISCRIMINAZIONE"... 6 CRONACA... 7 RIUNITI A MILANO GLI STATI GENERALI PER COMBATTERE IL GIOCO D AZZARDO... 7 BERGAMO. IN PIAZZA PER FERMARE L APERTURA DI UNA SALA VLT... 7 GENOVA: ANCORA UN RINVIO PER IL REGOLAMENTO COMUNALE, PROBABILE STRALCIO DELLA NORMA SUI SUBENTRI... 8 MONDO... 8 GIOCO ONLINE IN COMMISSIONE IMCO: TUTELA DEI GIOCATORI E CONTRASTO ALL ILLEGALITÀ, LE CHIAVI PER UNA BUONA REGOLAMENTAZIONE DEL GIOCO D AZZARDO... 8 FJELLNER: PARTIRE DA REGOLE DI BASE, IN PRIMIS LA TUTELA DEL CONSUMATORE... 9 SCHALDEMOSE (IMCO): SUL GIOCO D AZZARDO OCCORRE PIÙ COERENZA E COOPERAZIONE TRA I RELATORI... 9 ANTÓNIO FERNANDO CORREIA DE CAMPOS(IMCO): DEFINIRE I LIMITI DELLA SUSSIDIARIETÀ... 9 DE JONG (IMCO): SFATIAMO L IDEA CHE LA REGOLAMENTAZIONE DEL GIOCO ANNULLERÀ TOTALMENTE L ILLEGALITÀ... 9 A CURA DELL UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE DI GAMENET S.P.A.

2 Rassegna WEB di mercoledì 24 aprile 2013 Pag. 2

3 POLITICA E ISTITUZIONI SERGIO COFFERATI (PD): LA LUDOPATIA, PROBLEMA SOCIALE MA ANCHE SANITARIO (JAMMA 24/04/2013) E fondamentale avere una regolamentazione del gioco che armonizza le leggi dei vari Paesi membri. Va tenuta però in primo piano la tutela dei cittadini. La ludopatia, come si chiama la malattia del gioco d azzardo, sta diffondendosi tra i consumatori coinvolgendo in particolare anche i minori: trasformando un problema sociale anche in un grave problema di carattere sanitario. Queste le parole di Sergio Cofferati (Pd) in Commissione mercato interno e protezione dei consumatori. NEWSLOT E VLT BPLUS, RINVIATO A DATA DA DESTINARSI RICORSO PER ACCESSO AGLI ATTI GARA SLOT (JAMMA 24/04/2013) E stato rinviato a data da destinarsi il ricorso intentato al Tar Lazio da Bplus contro la nota con cui i Monopoli hanno negato l accesso agli atti della gara per le concessioni degli apparecchi da intrattenimento. Nel ricorso sono intervenute per opporsi alle ragioni di Bplus le altre 12 concessionarie degli apparecchi. SCOMMESSE, POKER E ONLINE GIOCO ONLINE, FATTURATO IN AUMENTO (AGICOS 24/04/2013) Il gioco online continua la sua crescita a livello globale, in particolar modo nei mercati regolamentati. Lo rivela l'ultima edizione dell'interactive Gambling Report realizzato dalla Global Betting e Gaming Consultants. GBGC ha calcolato che nel 2012 il 40,4% dei 32,9 miliardi di dollari di ricavi globali realizzati negli Stati Uniti da scommesse sportive, casinò, poker e bingo provengono proprio da operatori online che operano in regime autorizzato,in aumento rispetto al 38% sul fatturato globale realizzato nel E si prevede che il contributo degli operatori autorizzati salirà al 44% del fatturato globale entro il GBGC rileva però grandi variazioni tra regioni e giochi diversi. Per esempio, nei mercati regolamentati nel 2012 il 50% dei ricavi globali sono provenuti delle scommesse sportive, mentre solo il 18% dai giochi da casinò. Analogamente, in Europa occidentale dagli operatori autorizzati sono giunti il 65% dei ricavi dell'online nel 2012, una percentuale che scende al 35% in Europa orientale. Negli Usa, il fatturato globale dei giochi online è stato pari a 38,32 miliardi di dollari (comprese lotterie di stato), ma entro il 2017 la previsione una crescita fino a 49,64 miliardi. MERKUR-WIN, ONLINE LA NUOVA PIATTAFORMA CON POKER CASH E A TORNEO (AGIMEG - 24/04/2013) La nuova piattaforma On-Line completamente targata Merkur è live. Da oggi i giocatori hanno a loro disposizione il Poker, nelle modalità Cash, Sit&Go e Tornei, con una Community più ampia, il tutto grazie alla collaborazione con i maggiori leader di mercato. Nel giro di pochi giorni seguirà l implementazione di Bingo, Casinò Games (Slot On-Line) e Skill Games (Telesina, Scopa, Burraco). I nuovi iscritti riceveranno un Bonus di Benvenuto fino a 500 euro, che darà loro la possibilità di utilizzare immediatamente il 10% della prima ricarica, novità assoluta che solo Merkur offre ai propri clienti. Per chi possiede già un conto di gioco, Merkur ha creato Energy Program, il sistema di fidelizzazione del tutto nuovo che garantisce numerosi privilegi ai giocatori. Avere una piattaforma totalmente targata Merkur è per noi, oltre che un importante strumento di lavoro, un traguardo fondamentale che ci aiuterà a raggiungere obiettivi considerevoli afferma Roberto Ronchi AD di Merkur Interactive Italia. Un altro aspetto per noi sostanziale è il rispetto di legalità e sicurezza, due concetti chiave per lo sviluppo di tutto il nostro business, anche per il comparto On-Line. Il concetto di gioco responsabile rappresenta per Merkur un principio imprescindibile prosegue Ronchi tant è che la nostra azienda è in prima linea per far sì che il gioco rimanga puro divertimento, evitando che sconfini nella dipendenza patologica. lp/agimeg Rassegna WEB di mercoledì 24 aprile 2013 Pag. 3

4 888 "IN ITALIA ANCHE CON LE SCOMMESSE" (AGICOS 24/04/2013) 888 si appresta a lanciare anche in Italia e Spagna la sua offerta di scommesse sportive. Lo ha rivelato il Ceo del gruppo, Brian Mattingley, spiegando che è imminente la firma del contratto con il provider che realizzerà la nuova piattaforma di gioco che prenderà il posto di quella realizzata da Blue Square, il cui 'spegnimento' è previsto entro la fine di maggio. "Il nuovo provider - ha spiegato Mattingley - ha una agenda diversa, e ci permetterà di coprire tutti gli sport e i restanti prodotti in uno spettro più ampio di paesi. Cosa che ci permetterà di ovviare a situazioni come quella spganola e italiana, dove non offriamo scommesse sportive proprio a causa dei vincoli imposti dalla piattaforma di Blue Square". Difficile ancora, secondo Mattingley, ipotizzare un avvicinamento "a colossi delle scommesse del calibro di Ladbrokes o Bet365, ma con la nuova piattaforma abbiamo l'opportunità di crescere in questo mercato. Dovunque ci saranno opportunità, specialmente nei mercati regolamentati, cercheremo di coglierle". Ancora sconosciuto però il nome del fornitore della nuova piattaforma di gioco: "Si conoscerà solo dopo la firma del contratto" ha spiegato Mattingley. Intanto, 888 ha annunciato entrate record nel primo trimestre 2013, in crescita del 9% sul 2012 a 79,3 milioni di euro. In evidenza soprattutto casinò (+13% a 37 milioni di euro, grazie anche al lancio delle slot online in Italia) e poker (+15%, a 18,5 milioni di euro). BANDO 2000, TAR 'ESCLUDE' TERRYBET (AGICOS 24/04/2013) Respinto essendo la disposta esclusione della società ricorrente dalla selezione riconducibile alla mancata osservanza, nella predisposizione della domanda di partecipazione, delle prescrizioni recate dalla disciplina di gara a pena di esclusione il ricorso della società Terrybet presso la seconda sezione del Tar del Lazio contro il provvedimento di esclusione dal bando di gara sulle 2000 nuove agenzie di scommesse. Emerge infatti, secondo i giudici amministrativi che parte ricorrente non ha depositato, nella busta A, la domanda e gli allegati alle Regole Amministrative 1, 2, 3, 4, e 5. Nell udienza del 20 marzo scorso il Tar Lazio aveva concesso alla società Terrybet di proseguire la gara, riammettendola con riserva in attesa della verifica, con una istruttoria, delle motivazioni dell'esclusione, che i giudici avevano chiesto di integrare nella documentazione. TAR LAZIO, SI ATTENDE ORDINANZA SUI RICORSI BETPOINT E GAMINGVC SULL ATTIVITÀ DEI PVR (AGIMEG - 24/04/2013) Sono stati mandati in decisione i ricorsi discussi oggi in camera di consiglio al Tar Lazio intentati da Betpoint e da GamingVC contro le sanzioni erogate dai Monopoli per violazione delle norme della concessione che disciplinano la promozione del gioco telematico. Alla base dei provvedimenti dei Monopoli, vi sarebbero presunte le attività irregolari svolte da due punti di vendita ricariche. In particolare, nel pvr di Betpoint secondo quanto emerso a margine dell udienza sarebbe stato rinvenuto un semplice pc che aveva impostata come home page il sito del concessionario, ma non sarebbe stata riscontrata alcuna attività di raccolta. Le sanzioni ammontano ciascuna a alcune migliaia di euro. Si attente adesso l ordinanza del Tar che dovrebbe arrivare nelle prossime 48 ore. gr/agimeg FANELLI (ADM) CTD E CED TUTTI DA CHIUDERE PERCHÉ PRIVI DI CONCESSIONE ITALIANA. EFFETTUATI 150 ACCERTAMENTI FISCALI IN UN ANNO (AGIMEG 24/04/2013) A margine del convegno Match Fixing: attacco alla credibilità dello sport che si è svolto ieri a Roma presso l Avvocatura di Stato, Roberto Fanelli, direttore per i giochi dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, ha commentato con un redattore di AGIMEG il bando di gara delle 2000 agenzie, la cui aggiudicazione è prevista per oggi. L utile erariale ha dichiarato Fanelli sarà tra i 60 e 70 milioni di euro, al di sopra delle nostre aspettative, che erano infatti di 40 milioni. Quello che ci interessa maggiormente è che si rafforzi la rete legale. Riguardo al fatto che un solo bookmaker internazionale abbia partecipato alla gara, aggiudicandosi un solo diritto, Fanelli ha risposto: per noi l irregolarità sta nei CTD e nei Ced, chiederemo alla polizia di chiudere tutti i centri che non hanno la concessione. Chi non ha autorizzazione e concessione non deve accettare scommesse. Quindi la rete parallela dell operatore che ha partecipato alla gara non può restare aperta. Rassegna WEB di mercoledì 24 aprile 2013 Pag. 4

5 Per quanto riguarda gli accertamenti tributari: Nell arco di un anno sono stati effettuati circa 150 accertamenti su tutto il territorio nazionale, a carico di soggetti diversi. E quanto spiega Roberto Fanelli, Responsabile per le Attività Normative, Legali e Contenziose dei Monopoli, ad Agimeg. Tuttavia la rete parallela conta diverse migliaia di centri. Ci sono dei controlli in corso, poi è inevitabile che si generi un contenzioso tributario. Per Fanelli comunque il contrasto fiscale è al quarto posto, dopo la tutela dell ordine pubblico, quello della rete legale e quello della buona fede. E sulla causa recentemente discussa alla Corte di Giustizia, in cui si discute proprio della necessità per le agenzie di scommesse di avere licenza di pubblica sicurezza e concessione: l impostazione che c è oggi della necessità di avere concessione e licenza è quella corretta. Poi il Legislatore è sovrano. gr/agimeg BANDO SCOMMESSE, FANELLI (AAMS): "DOMANI [OGGI, NDR.] LE GRADUATORIE, INTROITO TRA MILIONI" (GIOCONEWS 24/04/2013) "Domani saranno pubblicate le graduatorie definitive per il bando di gara da 200 nuovi punti scommesse". E' quanto afferma Roberto Fanelli, Direttore Giochi dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, a margine di un incontro sul match fixing organizzato a Roma. "Fra gli ammessi con riserva alcuni saranno esclusi per le offerte troppo basse, altri per i requisiti di partecipazione - ha continuato Fanelli - L introito previsto è tra i 60 e i 70 milioni di euro, molto al di sopra delle aspettative. L obiettivo dell Agenzia è di rafforzare la rete legale, incrementando le azioni di contrasto ai punti di raccolta non autorizzati. Cercheremo di far chiudere tutti i centri collegati a bookmaker esteri senza autorizzazione con l ausilio delle forze di polizia, per tutelare l ordine pubblico e la rete legale. Inoltre, c è un aspetto non secondario di natura fiscale: gli uffici regionali - ha concluso il dirigente dei Monopoli - hanno già provveduto a inviare nell ultimo anno oltre 150 accertmenti tributari su punti vendita di diverse società estere: crediamo che chi opera debba, almeno, pagare le tasse. Non rinunceremo alle azioni necessarie per ottenere la chiusura dei punti non autorizzati", si legge su Agipronews. TURCHI (AAMS): "IL REGIME CONCESSORIO GARANTISCE SISTEMA CONTROLLATO" (GIOCONEWS 24/04/2013) Bene le denunce degli operatori non autorizzati, ma quello che passa nella rete dei concessionari è garanzia di legalità, non solo nei confronti dei giocatori, ma anche degli operatori. Parola di Luca Turchi, dirigente dell ufficio scommesse dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, durante il convegno sul match fixing organizzato a Roma. Purtroppo il fenomeno del match fixing è internazionale e non crediamo sia sconfitto. Stiamo cercando di dare massima informazione e vogliamo controllare tutte le anomalie, che a volte nascondono oltre alle combine anche il riciclaggio di denaro. Già quattro o cinque anni fa mettemmo in piedi un sistema che valutasse in tempo reale i flussi di gioco e con il tempo segnalammo decine di partite, non solo di calcio, facendo delle denunce. Successivamente, grazie al Ministro degli interni Maroni e alla polizia si è creato un iter informativo molto più serrato (con l istituzione dell Unita Investigativa Scommesse Sportive e del Gruppo Investigativo Specializzato Scommesse, ndr) e si è sviluppato il tema del controllo sui flussi di gioco anche per lanciare l allerta anche prima delle partite. Siamo riusciti a creare delle professionalità e oggi diamo un ottimo servizio, ha aggiunto Turchi, come riporta Agipronews. Ma operare in un regime regolamentato e controllato dallo Stato, come quello italiano, ha dei vantaggi indiscussi secondo Turchi: La bontà del sistema concessorio emerge anche in casi come quello di Napoli, con una rete illegale sovrapposta. Il controllo è stato fatto grazie al totalizzatore e anche Fifa e Uefa hanno riconosciuto che i nostri sistemi di controllo sono all avanguardia. Tutti gli operatori devono entrare nell alveo della legalità: se vogliamo andare in fondo, giochiamo con le regole. Aams non è un giocatore, ma un arbitro. Il fenomeno non è stato adeguatamente recepito dal legislatore. Le pene sono ancora lievi, noi abbiamo tentato di farle inasprire, ma non è stato ritenuto opportuno al momento farlo. Per cui l Agenzia delle Dogane sta compiendo ulteriori passaggi per favorire l ingresso di altri operatori, per esempio con la prossima introduzione del palinsesto complementare e la proposta di ulteriori tipologie di scommesse che saranno introdotte solo quando avremo il pieno controllo di tutte le operazioni di gioco, in tempo reale, anche sul palinsesto complementare. Rassegna WEB di mercoledì 24 aprile 2013 Pag. 5

6 PLANETWIN365 PROSEGUIRÀ NELLA SUA AZIONE (JAMMA 24/04/2013) A distanza di due anni dall ennesimo scandalo dedicato al calcioscommesse italiano, PlanetWin365 ringrazia con profonda ironia quanti hanno preferito evitare il confronto, nel corso del convegno Match Fixing: attacco alla credibilità dello sport, con l unico operatore che ha seriamente e tempestivamente denunciato un grave e pericoloso comportamento criminale. Ancor più vogliamo oggi ringraziare quanti hanno preferito declinare in sede istituzionale le proprie responsabilità, preferendo addossare le colpe del fenomeno calcio scommesse a un preciso sistema commerciale, anziché ai propri evidenti limiti. Ci mancavano, in effetti, le testimonianze di chi sarebbe chiamato a coordinare le scommesse sportive e ippiche per la neonata Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Uno schiaffo inferto alle inchieste della DDA di Napoli, che hanno più volte sottolineato e dimostrato gli intrecci attivi tra esponenti di concessionari del betting, criminalità e calcioscommesse. Quanti flussi anomali sono passati sulla rete legale, o presunta tale? Quanti operatori hanno prestato il fianco a tali operazioni? Eppure AAMS dovrebbe conoscere questi dati, o li potrebbe apprendere dai documenti pubblicati nel tempo dai media. E invece nulla. Ringraziamo infine chi, con profondo senso dell ironia, si appresta a discriminare ulteriormente PlanetWin365. L irregolarità sta nei CTD e nei Ced, chiederemo alla polizia di chiudere tutti i centri che non hanno la concessione. Chi non ha autorizzazione e concessione non deve accettare scommesse. Quindi la rete parallela dell operatore che ha partecipato alla gara non può restare aperta. Un chiaro riferimento a PlanetWin365. Ci chiediamo: conosce Roberto Fanelli la discriminazione implicita in tale affermazione? Sa il Sig. Fanelli che esiste una denucia nei confronti dello Stato italiano, recentemente integrata? Sa il Sig. Fanelli che PlanetWin365 non ha alcuna rete parallela? Ma che semplicemente dei liberi imprenditori decidono di offrire i suoi prodotti sul territorio? E che se non lo facessero per operatori riconosciuti in Europa lo farebbero, probabilmente, per operatori assolutamente sconosciuti? Purtroppo crediamo di no! E allora perché, come avviene in altri paesi europei, non riconoscere e autorizzare il ruolo del CED come presidio sul territorio? Così come già riconosciuto anche dalla CGE. GOLDBET VINCE IN CASSAZIONE: "SOTTOLINEATA LA NOSTRA MAGGIORE DISCRIMINAZIONE" (GIOCONEWS 24/04/2013) La sentenza Chiappini (a breve distanza dal caso Antelli) alla Corte di Cassazione conferma ancora una volta le discriminazioni subite da Goldbet e l applicazione della Costa/Cifone. È quanto dichiara il bookmaker austriaco, commentando le motivazioni della sentenza. Questa pronuncia "ripercorre le motivazioni dell ordinanza dell'11 luglio 2012 del Tribunale di Alessandria, impugnata dal Procuratore della Repubblica e analizza, inoltre, anche il contenuto della memoria presentata da Stanleybet che aveva chiesto l accoglimento del ricorso del Pubblico Ministero. Dopo un ampia ricostruzione di quanto espresso in materia dalla Corte di Giustizia, la Cassazione condivide integralmente tutti gli argomenti esaminati dal Tribunale di Alessandria che, richiamando l Ordinanza Zungri, aveva esteso i principi indicati nella sentenza Costa/Cifone anche a GoldBet, discriminata per l'applicazione dell'art. 23 comma 3 dello schema di convenzione giudicato non conforme ai principi comunitari. La Suprema Corte ha respinto, pertanto, il ricorso del Procuratore considerandolo infondato. Essendo la disposizione di cui all art.23 co.3 dello schema di convenzione non conforme (per difetto di chiarezza, precisione ed univocità) ai principi comunitari ed in particolare agli artt.43 e 49 CE recita la sentenza nelle conclusioni i giudici del Riesame hanno ritenuto che dovesse considerarsi illegittimo il diniego di autorizzazione ex art.88 Tulps. Correttamente, pertanto, il Tribunale ha disapplicato, anche nei confronti di GoldBet, la disciplina contenuta nell art.4 della legge n.401", aggiunge il bookmaker. LA DIFESA - Secondo l avvocato Ripamonti che rappresenta la difesa del bookmaker austriaco E stato quasi un bene che la Procura di Alessandria abbia avanzato ricorso e che Stanley abbia depositato in Cassazione una memoria contemplante tesi opposte rispetto a quelle da noi svolte. In tal modo, infatti, si è data la possibilità alla Corte di Cassazione di trattare la fattispecie secondo angolature in parte diverse. Naturalmente siamo molto soddisfatti del tenore della sentenza, le cui argomentazioni sono più che convincenti. Troviamo molto interessante il passo in cui viene sottolineata la maggior discriminazione ai danni di GoldBet, attesa la decadenza delle concessioni e l ulteriore in cui viene fatto riferimento alla Rassegna WEB di mercoledì 24 aprile 2013 Pag. 6

7 illegittimità del diniego basato sulla carenza di concessione in capo a GoldBet, con piena condivisione da parte del Supremo Collegio di quanto argomentato sul punto dal Tribunale del Riesame. CRONACA RIUNITI A MILANO GLI STATI GENERALI PER COMBATTERE IL GIOCO D AZZARDO (JAMMA 24/04/2013) L assessore alle politiche sociali del Comune di Milano Pierfrancesco Majorino e il presidente della commissione consiliare antimafia David Gentili hanno presieduto i primi stati generali di tutte quelle realtà che nella città meneghina combattono la dipendenza patologica da gioco. Tra i partecipanti esperti, associazioni e istituzioni e privati cittadini erano almeno centocinquanta le persone riunite ieri sera all Acquario Civico, per parlare del problema. A rispondere all appello di Palazzo Marino, molti sono convenuti all incontro per raccontare il loro impegno ad arginare un fenomeno tanto grave, come il gioco d azzardo patologico (Gap), che in Italia colpisce almeno 800mila persone. Il neo comitato è ancora sulla carta, ma ha già un programma e conta di incontrarsi ancora per fare il punto della situazione e stabilire quali siano i punti operativi che il Comune vuole raggiungere. Una delle prime richieste che verranno presentate al legislatore sarà quella di togliere le ambiguità presenti nel decreto Balduzzi, per poi trovare intese con altri Comuni e trovare risorse per un aiuto ai consigli di zona dove devono sorgere centri d ascolto. Si pensa anche di coinvolgere la scuola, ma bisognerà trovare nuovi metodi comunicativi, perchè non serve spiegare ai ragazzi che giocare è rischioso, lo sanno già benissimo. Il Comune, dopo il flop dell ordinanza con cui imponeva anche alle sale scommesse di tirare giù la saracinesca al più tardi all una di notte, studia nuove iniziative che scoraggino gli esercenti a rinunciare alle videoslot, sull esempio di Pavia, che assegna un bollino blu agli esercenti virtuosi. Insomma una vera e propria battaglia contro l industria del gioco d azzardo, che in Italia rappresenta la terza in ordine di importanza con circa 100 miliardi di fatturato, ma che è una calamita per la malavita, come dimostrato da recenti inchieste. Ciò è tanto vero che a Milano, ad esempio, come riferisce il numero uno della commissione antimafia, David Gentili, la concorrenza tra sale scommesse è così feroce che le stesse concessionarie si stanno impensierendo. I dati della Camera di Commercio di Milano, dicono che dal 2009 al 2012 le imprese del settore gambling attive nella provincia del capoluogo lombardo sono cresciute del 50%. Lo scorso anno, nella sola città di Milano, si contavano 98 esercizi tra sale scommesse e lotterie, con un aumento del 24,1% rispetto ai dodici mesi precedenti (erano 79). Hinterland compreso, si passa da 131 a 156 sedi d¹impresa (+19,1%). È una crescita di gran lunga superiore alla media italiana del 9,6% (dalle del 2011 alle del 2012). BERGAMO. IN PIAZZA PER FERMARE L APERTURA DI UNA SALA VLT (JAMMA 24/04/2013) Alcuni bergamaschi scenderanno in strada per protestare contro la sala vlt che sta per aprire in via Fratelli calvi al pianterreno del loro palazzo. Una quarantina di persone si è riunita ieri per decidere come bloccare l imminente apertura dei duecento metri quadrati che ospiteranno slot machines e videolottery. «In questi posti vanno sicuramente anche bravissime persone ha premesso una degli inquilini ma attirano anche tanti disperati che per trovare il denaro per giocare farebbero di tutto. Per non parlare poi dei problemi di viabilità, parcheggi e schiamazzi». Il problema è che l ufficio di Polizia ambientale e sociale della Questura rilascia i permessi sull unica base del controllo dei precedenti del titolare della licenza. E la legge nazionale non può essere annullata dal regolamento comunale che vieterebbe queste sale a meno di 400 metri dalle scuole. Giulia Martinelli del Comitato di via Quarenghi ha presentato una bozza di lettera da inviare al questore, che serva anche da base per un ricorso, «anche se ha avvertito finora tutti i Tar hanno bocciato i ricorsi presentati dai comitati di cittadini». La lettera è stata alla fine firmata dai presenti (che si sono poi costituiti Rassegna WEB di mercoledì 24 aprile 2013 Pag. 7

8 in comitato) e sarà distribuita in tutto il quartiere e tra i genitori dei ragazzi delle vicine scuole. Ma bisogna fare di più, ha incitato il consigliere comunale Lorenzo Carminati, presente in rappresentanza dell assessore Enrica Foppa Pedretti: «Noi come Consiglio comunale ci schiereremo dalla vostra parte, e attraverso l Anci porteremo questa petizione fino al Governo per spingerlo a fare una legge nazionale chiara che non smentisca i regolamenti comunali. Ma anche voi che vivete nel quartiere dovete organizzare delle manifestazioni nella strada, per sensibilizzare l opinione pubblica e i mass media». Il consiglio è stato accolto, e già ieri sera sono cominciati i preparativi per una protesta che minaccia di bloccare il traffico in via Palazzolo, forse durante un sabato pomeriggio. Lo stesso tipo di problema si è presentato in questi giorni anche dalla parte opposta della città. Per la precisione al piano terra di un palazzo dove sono iniziati i lavori per trasformare un ex banca in una sala scommesse e che da metà maggio sarà aperta tutti i giorni dalle 10 alle 2 di notte. GENOVA: ANCORA UN RINVIO PER IL REGOLAMENTO COMUNALE, PROBABILE STRALCIO DELLA NORMA SUI SUBENTRI (GIOCONEWS 24/04/2013) Nulla di fatto. Come preannunciato ieri, a Genova si dovrà attendere la seduta del consiglio comunale della prossima settimana fissata per martedì 30 aprile per vedere l approvazione del nuovo regolamento sulle sale da gioco e i giochi leciti, in esame da diverse settimane. Ma, secondo indescrizioni raccolte da Gioconews.it, la bozza che andrà in discussione potrebbe subìre ancora modifiche, andando incontro alle richieste degli operatori, soprattutto in merito ai subentri, questione che aveva fatto emergere da più parti il timore di una progressiva eliminazione di sale giochi e slot da tutta la città. A quanto pare, sarà conservata la distanza dei 300 metri dai 'luoghi sensibili', ma non ci sarà più la necessità di richiedere la Scia in caso di sostituzione o spostamento di un apparecchio. Da parte degli operatori, resta ferma la volontà di collaborare con l'amministrazione comunale per la prevenzione della ludopatia e il contrasto del mercato illegale. MONDO GIOCO ONLINE IN COMMISSIONE IMCO: TUTELA DEI GIOCATORI E CONTRASTO ALL ILLEGALITÀ, LE CHIAVI PER UNA BUONA REGOLAMENTAZIONE DEL GIOCO D AZZARDO (JAMMA 24/04/2013) La prima cosa da tenere in considerazione nella regolamentazione del settore del gioco d azzardo a livello europeo è la maggiore protezione dei consumatori. Così Jurgen Creutzmann interviene nel corso dell esame in Commissione Mercato interno e protezione dei consumatori della Commissione europea sugli emendamenti presentati alla relazione elaborata dal britannico Ashley Fox in risposta al Piano d azione sul gambling messo a punto dalla Commissione Europea nello scorso ottobre. Per Creutzmann Il principio di sussidiarietà è molto importante e va tenuto in debita considerazione anche se vanno recepite anche le sentenze della Corte di Giustizia europea sulle infrazioni delle legistazioni nazionali; la Commissione deve essere guardiana e custode dei Trattati nel rispetto delle pronunce della CGE deve in caso di necessità intervenire. L illegalità va contrastata per aumentare la tutela dei consumatori. Concordo con le proposte dei Popolari su sigilli di qualità per i servizi online, pubblicità non fuorviante, black list per i siti non autorizzati, tutela di determinati utenti anche con autolimitazioni e infine, lotta ai fornitori illegali. L illegalità va affrontata e contrastata. Ad esempio cita Creutzmann il caso della Germania che vuole rilasciare solo un limitato numero di concessioni. E ovvio che tutti quelli che rimarranno fuori si rivolgeranno all offerta illegale e questo va evitato. Condivido tutte le proposte che vanno nella direzione di contrastare l offerta illegale Dovremmo cooperare tutti quanti insieme per armonizzare tutti gli elementi presenti nella relazione di Fox. La procedura delle licenze in danimarca rappresenta indubbiamente un esempio lodevole da prendere in considerazione. Rassegna WEB di mercoledì 24 aprile 2013 Pag. 8

9 FJELLNER: PARTIRE DA REGOLE DI BASE, IN PRIMIS LA TUTELA DEL CONSUMATORE (JAMMA 24/04/2013) Sembra che stiamo discutendo di un attività che non ha alcun problema quando nella realtà non è così afferma duramente Christifer Fjellner, del gruppo dei democratici nel corso dell esame in Ce degli emendamenti presentati alla relazione Imco. Sembra ha proseguito che questa commissione non abbia alcuna intenzione di andare a modificare questa attività sul piano giuridico, quando invece dovrebbe. Sappiamo che gli Stati membri possono scegliere se limitare l offerta istituendo un regime di monopolio oppure aprire il mercato in modo più ampio, tuttavia è necessario far rispettar le regole. La Commissione di fronte a questa situazione di confusione deve essere garante del Trattato. Devono quindi esserci regole di base e qualsiasi sia la vostra scelta dobbiamo tenere in prima considerazione la tutela del consumatore. SCHALDEMOSE (IMCO): SUL GIOCO D AZZARDO OCCORRE PIÙ COERENZA E COOPERAZIONE TRA I RELATORI (JAMMA 24/04/2013) Concordando con molti degli emendamenti presentati e ritengo fondamentalmente che dovremmo avere una relazione coerente; credo sia possibile cooperare per rendere le norme sul gioco d azzardo online più uniformi. ha dichiarato Christel Schaldemose nel corso dell esame in Ce degli emendamenti presentati alla relazione Imco sul gioco. Per quanto riguarda la violazione delle procedure d infrazione penso che occorre anche seguire i casi di infrazione, i servizi giuridici dei vari Stati membri hanno posizioni diverse e occorre vedere la cosa da un punto di vista sia giuridico ma anche politico. Il tema del gioco d azzardo è un tema di grande interesse che va monitorato e nel rispetto del principio di sussidiarietà dovremmo trovare dei conpromessi tra i relatori. ANTÓNIO FERNANDO CORREIA DE CAMPOS(IMCO): DEFINIRE I LIMITI DELLA SUSSIDIARIETÀ (AGIMEG - 24/04/2013) Siamo tutti d accordo sul fatto che esistono delle disuguaglianze di trattamento dichiara in apertura del suo intervento António Fernando Correia De Capos, membro del gruppo dell Alleanza Progressista di Socialisti e Democratici al Parlamento Europeo. Non capisco esplica perchè qualche sistema considerato come monopolio, nonostante abbia un sistema di licenza, sia mal visto rispetto a Paesi che hanno palesemente violato le regole della Ce ma che vengono considerati grandi operatori. Questa disuguaglianza di trattamento tiene ad evidenziare l eurodeputato deve essere eliminata. Nello specifico in questa normativa dobbiamo preoccuparci delle regole praticate da ogni Paese. Dobbiamo dichiara in conclusione avere una mentalità aperta e definire i limiti della sussidiarietà. DE JONG (IMCO): SFATIAMO L IDEA CHE LA REGOLAMENTAZIONE DEL GIOCO ANNULLERÀ TOTALMENTE L ILLEGALITÀ (AGIMEG - 24/04/2013) Quella del gioco d azzardo non è un attività economica normale, il principio di sussidiarietà va tenuto molto in considerazione, ma va detto qualcosa di più. ha affermato Cornelis De Jong nel corso del suo intervento in commissione IMCO Corriamo il rischio di mettere in ognuna delle nostre relazioni eccessiva importanza sull aspetto della repressione e questo è pericoloso. Occorre vedere il mercato interno nel suo insieme, senza farci distratrre da casi individuali: è meglio avere un approccio orizzontale. E molto difficile essere in linea con il principio di sussidiarietà. Il presupposto che regolamentando il settore del gioco si possano risolvere tutti i problemi di illegalità non è assicurato. Non sono convinto che l attività illegale grazie ad una regolamentazione scompaia definitivamente come per magia. La tutela dei cittadini deve essere il nostro primo obiettivo. Rassegna WEB di mercoledì 24 aprile 2013 Pag. 9

Ten.Col. Pasquale Arena Comando Provinciale G. di F. Roma I Gruppo - C.te I Nucleo Operativo

Ten.Col. Pasquale Arena Comando Provinciale G. di F. Roma I Gruppo - C.te I Nucleo Operativo Ten.Col. Pasquale Arena Comando Provinciale G. di F. Roma I Gruppo - C.te I Nucleo Operativo 2011 2012 fonte: AAMS Raccolta Vincite Spesa giocatori 2 Entrate «nette» Totale 79,9 61,3 18,5 8,8 scommesse

Dettagli

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE PER IL LAZIO

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE PER IL LAZIO R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE PER IL LAZIO Sezione Seconda ha pronunciato la seguente S E N T E N Z A sul ricorso n.8641/2002 proposto

Dettagli

Delib. n. 190-9.12.2013 N. 115043 P.G.

Delib. n. 190-9.12.2013 N. 115043 P.G. Delib. n. 190-9.12.2013 N. 115043 P.G. OGGETTO: Mozione presentata dai gruppi consiliari PD- Partito Democratico Del Bono Sindaco, Civica per Del Bono Sindaco, Al Lavoro con Brescia, Brescia per Passione,

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA SULL ADOZIONE DEL CODICE ETICO PER LA PREVENZIONE ALLA LUDOPATIA

PROTOCOLLO D'INTESA SULL ADOZIONE DEL CODICE ETICO PER LA PREVENZIONE ALLA LUDOPATIA PROTOCOLLO D'INTESA SULL ADOZIONE DEL CODICE ETICO PER LA PREVENZIONE ALLA LUDOPATIA Tra Risorsa Sociale Gera d Adda in rappresentanza dei 18 Comuni dell Ambito di Treviglio ASL della provincia di Bergamo

Dettagli

Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona

Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona Congresso Commissioni giuridiche ACI- Napoli - Riflessioni su : Patente di guida

Dettagli

COMUNE DI ARGELATO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI ARGELATO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI ARGELATO PROVINCIA DI BOLOGNA ORDINANZA DEL SINDACO ORDINANZA SINDACO / 11 Del 14/10/2015 OGGETTO: DISCIPLINA DEGLI ORARI PER L'ESERCIZIO DELLE ATTIVITA' DI GIOCO LECITO SUL TERRITORIO COMUNALE.

Dettagli

AUDIZIONE DEL SOTTOSEGRETARIO ON. PIER PAOLO BARETTA

AUDIZIONE DEL SOTTOSEGRETARIO ON. PIER PAOLO BARETTA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SUL FENOMENO DELLE MAFIE E SULLE ALTRE ASSOCIAZIONI CRIMINALI ANCHE STRANIERE AUDIZIONE DEL SOTTOSEGRETARIO ON. PIER PAOLO BARETTA ROMA 08 LUGLIO 2015 PALAZZO SAN

Dettagli

GIOCHI, GINESTRA (ASSOSNAI): "AGENZIE IN CRISI: VIA LE TABACCHERIE

GIOCHI, GINESTRA (ASSOSNAI): AGENZIE IN CRISI: VIA LE TABACCHERIE GIOCHI, GINESTRA (ASSOSNAI): "AGENZIE IN CRISI: VIA LE TABACCHERIE SCOMMESSE DA BAR E ROMA - Razionalizzare la rete di scommesse in Italia che "non può sopportare più di 3 mila punti fisici (contro gli

Dettagli

GIOCO D'AZZARDO concetti numeri casi {04/10/2013} CentroStudi

GIOCO D'AZZARDO concetti numeri casi {04/10/2013} CentroStudi GIOCO D'AZZARDO concetti numeri casi {04/10/2013} CentroStudi UN'INDUSTRIA CHE NON CONOSCE CRISI? I DATI DI AAMS RACCOLTA GIOCHI GENNAIO OTTOBRE 2012 70 262 MILIONI DI EURO 38 404 MILIONI DI EURO (APPARECCHI)

Dettagli

POLIZIA DI STATO Questura di Udine. Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale e dell Immigrazione

POLIZIA DI STATO Questura di Udine. Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale e dell Immigrazione POLIZIA DI STATO Questura di Udine Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale e dell Immigrazione Norme principali di riferimento in materia di scommesse e gioco Testo Unico delle Leggi di Pubblica

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la DECISIONE

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la DECISIONE REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la seguente N.2532/2007 Reg.Dec. N. 263 Reg.Ric. ANNO 2002 DECISIONE sul ricorso

Dettagli

Il gioco online in Italia. Carlo Gualandri Presidente e Amministratore Delegato Gioco Digitale e bwin Italia

Il gioco online in Italia. Carlo Gualandri Presidente e Amministratore Delegato Gioco Digitale e bwin Italia Il gioco online in Italia Carlo Gualandri Presidente e Amministratore Delegato Gioco Digitale e bwin Italia Titolo, Le nuove Capri frontiere 8-9 ottobre del mercato consumer, Capri 8 ottobre 2009 Il gioco

Dettagli

9 marzo 2016. Tassazione giochi

9 marzo 2016. Tassazione giochi Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori Nota a cura di Paola Serra Tassazione giochi 9 marzo 2016 Introduzione La tassazione dei giochi ha subito profondi cambiamenti nel tempo, rispondendo alle mutate

Dettagli

Il contrasto al gioco illegale online RISULTATI AL 31 DICEMBRE 2008

Il contrasto al gioco illegale online RISULTATI AL 31 DICEMBRE 2008 AAMS Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato RISULTATI AL 31 DICEMBRE 2008 SOMMARIO 3 LA REALTÀ VIRTUALE 4 IL QUADRO NORMATIVO 5 IL PANORAMA INTERNAZIONALE 7 LE AZIONI DI AAMS 11 RISULTATI OTTENUTI

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Consiglio di Stato Sentenza del 11 settembre 2015, n. 4253 REPUBBLICA ITALIANA

Consiglio di Stato Sentenza del 11 settembre 2015, n. 4253 REPUBBLICA ITALIANA Consiglio di Stato Sentenza del 11 settembre 2015, n. 4253 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) ha pronunciato la presente SENTENZA

Dettagli

ANALISI MERCATO DEL GIOCO E DEL SETTORE NEWSLOT

ANALISI MERCATO DEL GIOCO E DEL SETTORE NEWSLOT ANALISI MERCATO DEL GIOCO E DEL SETTORE NEWSLOT ELABORAZIONE DATI A CURA DEL CENTRO STUDI AUTOMAT INDICE DEL DOCUMENTO AUDIZIONE DR. MAGISTRO ALLA COMMISSIONE FINANZE DELLA CAMERA DEI DEPUTATI...2 SCENARIO

Dettagli

Suprema Corte di Cassazione. sezione lavoro. sentenza 24 aprile 2014, n. 9301

Suprema Corte di Cassazione. sezione lavoro. sentenza 24 aprile 2014, n. 9301 Suprema Corte di Cassazione sezione lavoro sentenza 24 aprile 2014, n. 9301 REPUBBLICA ITALIANAIN NOME DEL POPOLO ITALIANOLA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott.

Dettagli

Comando Provinciale di Arezzo

Comando Provinciale di Arezzo GIOCO D AZZARDO Legislazione sul gioco d azzardo Auditorium Ospedale San Donato Arezzo, 09 maggio 2009 ASPETTI NORMATIVI La normativa di riferimento innanzitutto è il codice penale capo II sezione 1 artt.

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Presentazione del Report In Breve n. 11/2012 alla IV Commissione consiliare 16 maggio 2013

Presentazione del Report In Breve n. 11/2012 alla IV Commissione consiliare 16 maggio 2013 Gioco d azzardo d e dipendenzad Presentazione del Report In Breve n. 11/2012 alla IV Commissione consiliare Lo scopo di una Informativa Breve La collana In Breve fornisce ai Consiglieri regionali informazioni

Dettagli

A conclusione della nostra breve rassegna sul nuovo processo espropriativo immobiliare trattiamo della vendita con incanto.

A conclusione della nostra breve rassegna sul nuovo processo espropriativo immobiliare trattiamo della vendita con incanto. LE ESECUZIONI IMMOBILIARI dopo le varie leggi di riforma del processo civile ed esecutivo in particolare Parte speciale II A conclusione della nostra breve rassegna sul nuovo processo espropriativo immobiliare

Dettagli

dei cosiddetti ambienti dedicati

dei cosiddetti ambienti dedicati In risposta ad una richiesta di Sapar e con una propria circolare del 7 settembre l Amministrazione ha chiarito i vari dubbi interpretativi sugli ambienti dedicati introdotti dal Decreto del 22 gennaio

Dettagli

Circolare N.93 del 22 Giugno 2011. Operatori new slot e VLT: entro il 30.06.2011 l iscrizione all elenco istituito dall AAMS

Circolare N.93 del 22 Giugno 2011. Operatori new slot e VLT: entro il 30.06.2011 l iscrizione all elenco istituito dall AAMS Circolare N.93 del 22 Giugno 2011 Operatori new slot e VLT: entro il 30.06.2011 l iscrizione all elenco istituito dall AAMS Operatori new slot e VLT: entro il 30.06.2011 l iscrizione all elenco istituito

Dettagli

In Collaborazione con LA CARTA DI ROMA

In Collaborazione con LA CARTA DI ROMA In Collaborazione con LA CARTA DI ROMA APPELLO PER UN PIANO D AZIONE GLOBALE PER PROTEGGERE I BAMBINI DEL MONDO E PER FERMARE LA VIOLAZIONE DEI LORO DIRITTI Roma, Italia 3 novembre 2011 Ogni bambino è

Dettagli

Le nuove società di comodo e le conseguenze Iva a cura di Norberto Villa

Le nuove società di comodo e le conseguenze Iva a cura di Norberto Villa Il Punto sull Iva Le nuove società di comodo e le conseguenze Iva a cura di Norberto Villa L articolo 2, co.36-duodocies del D.L. n.138/11 stabilisce che sono considerati non operativi gli enti e le società

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente 1 di 6 30/04/2012 8.25 N. 00556/2012 REG.PROV.COLL. N. 00023/2012 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Veneto (Sezione Prima) ha pronunciato

Dettagli

La correttezza dell assunto pronunciato dal Gup di Milano, viene ribadita

La correttezza dell assunto pronunciato dal Gup di Milano, viene ribadita 1 La Cassazione chiarisce le conseguenze penali della sottrazione agli obblighi di mantenimento (cd. assegno) e l'ambito di applicazione dell'art. 3 della legge n. 54/2006. Corte di Cassazione, Sezione

Dettagli

competenza legislativa concorrente in materia di armonizzazione dei bilanci pubblici e coordinamento della finanza pubblica e del sistema tributario,

competenza legislativa concorrente in materia di armonizzazione dei bilanci pubblici e coordinamento della finanza pubblica e del sistema tributario, Consulta OnLine composta dai Signori: SENTENZA ANNO 2005 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE Valerio ONIDA Presidente Carlo MEZZANOTTE Giudice Guido NEPPI MODONA " Piero

Dettagli

LA REGOLAZIONE TARIFFARIA DEGLI INVESTIMENTI NEI SERVIZI PUBBLICI

LA REGOLAZIONE TARIFFARIA DEGLI INVESTIMENTI NEI SERVIZI PUBBLICI Convegno LA REGOLAZIONE TARIFFARIA DEGLI INVESTIMENTI NEI SERVIZI PUBBLICI Esperienze a confronto e prospettive per i servizi idrici 14 dicembre 2011 Intervento di Luciano Baggiani, Presidente dell ANEA

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

Delibera Numero 36 del 31/03/2016

Delibera Numero 36 del 31/03/2016 COMUNE DI FIORANO MODENESE Provincia di Modena Delibera Numero 36 del 31/03/2016 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto : ISTITUZIONE DEL TAVOLO TECNICO PER LA PROGETTAZIONE DI AZIONI PER

Dettagli

SENTENZA N. 27 ANNO 2013

SENTENZA N. 27 ANNO 2013 Sentenza 27/2013 Giudizio GIUDIZIO DI LEGITTIMITÀ COSTITUZIONALE IN VIA PRINCIPALE Presidente GALLO - Redattore NAPOLITANO Udienza Pubblica del 15/01/2013 Decisione del 13/02/2013 Deposito del 22/02/2013

Dettagli

Intervento del Capo del III Reparto - Operazioni del Comando Generale della Guardia di Finanza Generale di Brigata Stefano Screpanti

Intervento del Capo del III Reparto - Operazioni del Comando Generale della Guardia di Finanza Generale di Brigata Stefano Screpanti Intervento del Capo del III Reparto - Operazioni del Comando Generale della Guardia di Finanza Generale di Brigata Stefano Screpanti 15 aprile 2015 LE FRODI ALL IVA LA LOTTA ALLE FRODI ALL IVA ESIGENZE

Dettagli

LEGGE REGIONALE 21 OTTOBRE 2013 - N. 8 NORME PER LA PREVENZIONE E IL TRATTAMENTO DEL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO

LEGGE REGIONALE 21 OTTOBRE 2013 - N. 8 NORME PER LA PREVENZIONE E IL TRATTAMENTO DEL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO Gruppo Consiliare LEGGE REGIONALE 21 OTTOBRE 2013 - N. 8 NORME PER LA PREVENZIONE E IL TRATTAMENTO DEL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO INDICE Le finalità della Legge... pag. 4 Le squadra... pag. 5 I destinatari...

Dettagli

Le osservazioni di Libera sul Codice delle leggi antimafia

Le osservazioni di Libera sul Codice delle leggi antimafia Le osservazioni di Libera sul Codice delle leggi antimafia Premessa La definizione e l approvazione in tempi rapidi di un testo unico della legislazione antimafia, capace di superare le attuali disfunzioni

Dettagli

proposta di legge n. 348

proposta di legge n. 348 REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA proposta di legge n. 348 a iniziativa del Consigliere Sciapichetti presentata in data 11 luglio 2013 DISCIPLINA DELLE SALE DA GIOCO, LOTTA ALLE SCOMMESSE E AL GIOCO

Dettagli

CIRCOLARE FISCALE N.1/2015

CIRCOLARE FISCALE N.1/2015 Anche per il 2015, gli enti sportivi ( associazioni e società sportive ) sono interessati da rilevanti novità, che vanno a regolamentare alcune situazioni e fattispecie per le quali si avvertiva da tempo

Dettagli

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. (Sezione Seconda Quater) SENTENZA

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. (Sezione Seconda Quater) SENTENZA N. 10136/2014 REG.PROV.COLL. N. 10666/2011 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Seconda Quater) ha pronunciato

Dettagli

Promotori finanziari ed IRAP

Promotori finanziari ed IRAP Promotori finanziari ed IRAP Nuove sentenze e le opzioni di cui dispone il pf PREMESSA Resta sempre vivo l interesse per il tema della debenza, o meno, dell IRAP i capo ai promotori finanziari. Va ribadito

Dettagli

sul ricorso numero di registro generale 1635 del 2011, integrato da motivi aggiunti, proposto da:

sul ricorso numero di registro generale 1635 del 2011, integrato da motivi aggiunti, proposto da: TAR LOMBARDIA - BRESCIA, SEZ. II - sentenza 9 ottobre 2012 n. 1673 N. 01673/2012 REG.PROV.COLL. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia sezione

Dettagli

Ing.%Giovanni%Carboni% %3%ottobre%2013%% 1%

Ing.%Giovanni%Carboni% %3%ottobre%2013%% 1% STORIA%E%ATTUALITÀ%DEL%GIOCO%A%DISTANZA%ITALIANO% Abstract( La presente scheda fornisce una sintesi della storia del gioco a distanza con vincita in denaro in Italia,interminidinormativaedidimensionietrenddelmercato.

Dettagli

Età pensionabile delle donne nel pubblico impiego. Cosa dice esattamente la sentenza?

Età pensionabile delle donne nel pubblico impiego. Cosa dice esattamente la sentenza? www.osservatorioinca.org APPROFONDIMENTI Dicembre 2008 Età pensionabile delle donne nel pubblico impiego. Cosa dice esattamente la sentenza? È discriminatorio mantenere in vigore un regime pensionistico

Dettagli

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo)

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Dott.ssa GIULIA CANDIANI (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Innanzitutto due parole di presentazione: Altroconsumo è una associazione indipendente di consumatori, in cui io lavoro

Dettagli

CODICE DI PROCEDURA CIVILE. Parte prima DISPOSIZIONI GENERALI. Titolo primo DISPOSIZIONI FONDAMENTALI

CODICE DI PROCEDURA CIVILE. Parte prima DISPOSIZIONI GENERALI. Titolo primo DISPOSIZIONI FONDAMENTALI (Avvertenza: testo emendato dalla redazione; Gazzetta ufficiale no. 148 del 20.12.2012 testo emendato e no. 25 del 28.02.2013, nelle quali è indicato il periodo della loro entrata in vigore) CODICE DI

Dettagli

TITOLO: Mediazione tributaria - Chiarimenti e istruzioni operative - Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 9/E del 16 marzo 2012.

TITOLO: Mediazione tributaria - Chiarimenti e istruzioni operative - Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 9/E del 16 marzo 2012. DIREZIONE SERVIZI TRIBUTARI Anno 2012 Circ. n. 31 28.03.2012-31/GPF/FS/om TITOLO: Mediazione tributaria - Chiarimenti e istruzioni operative - Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 9/E del 16 marzo 2012.

Dettagli

Ho l onore di partecipare a questa conferenza, in una sede prestigiosa, assieme a esponenti istituzionali di altri paesi, proprio in un momento storico in cui più intensa e probabilmente proficua è la

Dettagli

ORDINANZA N 247 DEL 07-07-2015

ORDINANZA N 247 DEL 07-07-2015 ORDINANZA N 247 DEL 07-07-2015 Oggetto: DETERMINAZIONE DELL ORARIO DI ESERCIZIO PER LE ATTIVITA DI COMMERCIO IN SEDE FISSA, COMMERCIO SU AREA PUBBLICA, SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato DECISIONE

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato DECISIONE REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la seguente N. 5091/06 Reg.Dec. N. 7869 Reg.Ric. ANNO 2001 DECISIONE sul ricorso

Dettagli

Riportiamo a tutti i nostri clienti quanto scritto da SAPAR sulle disposizioni riguardanti il Decreto BALDUZZI.

Riportiamo a tutti i nostri clienti quanto scritto da SAPAR sulle disposizioni riguardanti il Decreto BALDUZZI. Riportiamo a tutti i nostri clienti quanto scritto da SAPAR sulle disposizioni riguardanti il Decreto BALDUZZI. In osservanza delle disposizioni dettate dal Decreto Balduzzi ai comma 5 e 8 dell art. 7,

Dettagli

Audizione 5 novembre 2015 Legge annuale per il mercato e la concorrenza

Audizione 5 novembre 2015 Legge annuale per il mercato e la concorrenza 1 Audizione 5 novembre 2015 Legge annuale per il mercato e la concorrenza In un momento in cui l economia inizia a riprendersi e il Paese a crescere, sono importanti le parole dell Autorità Garante della

Dettagli

Contributo di Altroconsumo

Contributo di Altroconsumo Contributo di Altroconsumo Audizione sui testi delle risoluzioni in discussione presso le Commissioni riunite VI (Finanze) e X (Attività produttive, commercio e turismo) della Camera dei Deputati, in materia

Dettagli

INVITALIA AGENZIA NAZIONALE PER L ATTRAZIONE DEGLI INVESTIMENTI E LO SVILUPPO DI IMPRESA

INVITALIA AGENZIA NAZIONALE PER L ATTRAZIONE DEGLI INVESTIMENTI E LO SVILUPPO DI IMPRESA INVITALIA AGENZIA NAZIONALE PER L ATTRAZIONE DEGLI INVESTIMENTI E LO SVILUPPO DI IMPRESA IL COMMISSARIO AD ACTA DELIBERAZIONE n.1 del 15.2.2013 PREMESSO CHE: Con sentenza emessa dal TAR del LAZIO sede

Dettagli

contro nei confronti di per l'annullamento

contro nei confronti di per l'annullamento N. 00452/2015 REG.PROV.COLL. N. 00654/2001 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Veneto (Sezione Prima) ha pronunciato la

Dettagli

GARE D AMBITO. IL BANDO DI GARA

GARE D AMBITO. IL BANDO DI GARA GARE D AMBITO. IL BANDO DI GARA Sommario: 1. Premessa. 2. Il modo di scelta per l affidamento del servizio. 3. I requisiti generali. 4. Le regole particolari per la partecipazione alle gare de quibus.

Dettagli

ATTI PARLAMENTARI. Interrogazioni - Nuove direttive sui reparti investigativi speciali

ATTI PARLAMENTARI. Interrogazioni - Nuove direttive sui reparti investigativi speciali ATTI PARLAMENTARI Interrogazioni - Nuove direttive sui reparti investigativi speciali DOCUMENTI COMMISSIONE I MERCOLEDÌ 22 MARZO 2000 Presidenza del Presidente ROSA JERVOLINO RUSSO Interviene il Ministro

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. (Sezione Seconda Quater)

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. (Sezione Seconda Quater) N. 03963/2015 REG.PROV.COLL. N. 02235/2011 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Seconda Quater) ha pronunciato la presente

Dettagli

Articolo 4 (Disposizioni in materia di servizi investigativi privati in Italia. Caso EU Pilot 3690/12/MARKT)

Articolo 4 (Disposizioni in materia di servizi investigativi privati in Italia. Caso EU Pilot 3690/12/MARKT) Articolo 4 (Disposizioni in materia di servizi investigativi privati in Italia. Caso EU Pilot 3690/12/MARKT) L articolo 4 prevede che, allo svolgimento in Italia di servizi trasfrontalieri e di quelli

Dettagli

Il Relatore riferisce quanto segue:

Il Relatore riferisce quanto segue: Il Relatore riferisce quanto segue: Le attività di estetista e le attività di acconciatore trovano ad oggi la propria disciplina rispettivamente nella legge 4 gennaio 1990, n. 1 e nella legge regionale

Dettagli

ricorso cartella triennio 1990-1992 Pag. n. 1 Alla Commissione tributaria Provinciale di Ricorrente:, nato a il e residente in, codice fiscale.

ricorso cartella triennio 1990-1992 Pag. n. 1 Alla Commissione tributaria Provinciale di Ricorrente:, nato a il e residente in, codice fiscale. ricorso cartella triennio 1990-1992 Pag. n. 1 Alla Commissione tributaria Provinciale di Ricorrente:, nato a il e residente in, codice fiscale. Difensore: nato a il e residente in,, codice fiscale. Controparti:

Dettagli

N. 01863/2010 REG. SEN. N. 00464/2010 REG. RIC.

N. 01863/2010 REG. SEN. N. 00464/2010 REG. RIC. N. 01863/2010 REG. SEN. N. 00464/2010 REG. RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio sezione staccata di Latina (Sezione Prima) ha pronunciato

Dettagli

Traduzione dal romeno

Traduzione dal romeno Traduzione dal romeno Ziua pag. 3 Il Presidente della Commissione per Problemi d Immigrazione del Parlamento italiano, Sandro Gozi, ammonisce che, se la situazione continua, l Italia adottera misure dure

Dettagli

AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI IL VICEDIRETTORE DELL AGENZIA

AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI IL VICEDIRETTORE DELL AGENZIA Prot. n. 2013/ 14432 /giochi/ud AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI IL VICEDIRETTORE DELL AGENZIA Visto il decreto legislativo 14 aprile 1948, n. 496, e successive modificazioni, concernente la disciplina

Dettagli

Quale pensi sia la scelta migliore?

Quale pensi sia la scelta migliore? Quale pensi sia la scelta migliore? Sul nostro sito www.respect4me.org puoi vedere le loro storie e le situazioni in cui si trovano Per ogni storia c è un breve filmato che la introduce Poi, puoi vedere

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE DISTACCATA DI OSTIA N. RG. 648-10 REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE DISTACCATA DI OSTIA N. RG. 648-10 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE DISTACCATA DI OSTIA N. RG. 648-10 REPUBBLICA ITALIANA Il Giudice dott. cons. Massimo Moriconi nella causa tra Società in persona del suo legale rappresentante

Dettagli

PARERE IN MERITO AL CONDONO TARSU DEL COMUNE DI LECCE

PARERE IN MERITO AL CONDONO TARSU DEL COMUNE DI LECCE PARERE IN MERITO AL CONDONO TARSU DEL COMUNE DI LECCE A) PREMESSA Il Consiglio Comunale di Lecce con la deliberazione n. 56 del 01 agosto 2012 ha approvato il regolamento per la definizione agevolata della

Dettagli

Le multe per infrazioni al Codice della Strada

Le multe per infrazioni al Codice della Strada Le multe per infrazioni al Codice della Strada Riferimenti normativi Nuovo codice della strada (D.lgs. 30 aprile 1992, n. 285 e successive modificazioni); Regolamento di esecuzione e di attuazione del

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi In occasione del Convegno sull affido Genitori di scorta si nasce o si diventa? - Strade e percorsi

Dettagli

VISTA la direttiva del Ministro dell'economia e delle finanze in data 30 maggio 2002, che ha affidato al direttore generale dell'amministrazione

VISTA la direttiva del Ministro dell'economia e delle finanze in data 30 maggio 2002, che ha affidato al direttore generale dell'amministrazione VISTA la direttiva del Ministro dell'economia e delle finanze in data 30 maggio 2002, che ha affidato al direttore generale dell'amministrazione autonoma dei monopoli di Stato l autorizzazione alla raccolta

Dettagli

A cura di: Giangiacomo Freyrie

A cura di: Giangiacomo Freyrie 1 Buongiorno. La collaborazione con Federcongressi&eventi entra nel vivo e nella fase più operativa. Partiamo dal gruppo dei PCO. Il primo con cui siamo entrati in contatto e con cui abbiamo cominciato

Dettagli

Certi di garantire un sempre puntuale servizio, restiamo a disposizione per ogni eventuale

Certi di garantire un sempre puntuale servizio, restiamo a disposizione per ogni eventuale Alle ditte Clienti Loro sedi Collecchio, 14/04/2014 Oggetto: Informativa n. 3. Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. La presente per informarvi in merito a: Sanzioni per lavoro nero

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/6 MISSIONE IN CALABRIA 11 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 15.00. PRESIDENTE. Buongiorno. La Commissione la ringrazia. Ci scusiamo, ma come sempre siamo in

Dettagli

Circolare N. 154 del 5 Novembre 2015

Circolare N. 154 del 5 Novembre 2015 Circolare N. 154 del 5 Novembre 2015 Reati penali fiscali: per le fattispecie elusive il contribuente va assolto Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che la Cassazione, con una recente

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE ALLE CAMERE

PROPOSTA DI LEGGE ALLE CAMERE PROPOSTA DI LEGGE ALLE CAMERE AI SENSI DELL ARTICOLO 121 DELLA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA E DELLA LETTERA N), COMMA 4), ART. 26 DELLO STATUTO DELLA REGIONE CAMPANIA concernente DISPOSIZIONI

Dettagli

EMAS III Le prospettive dell'eccellenza ambientale

EMAS III Le prospettive dell'eccellenza ambientale EMAS III Le prospettive dell'eccellenza ambientale Adelphi Consult GmbH Managing Director Walter Kahlenborn 1 Per parlare di EMAS bisogna soffermarsi sui problemi che esistono e definiscono gli obiettivi

Dettagli

Direttive UE Direttiva Data Descrizione Direttiva 89/665/CEE

Direttive UE Direttiva Data Descrizione Direttiva 89/665/CEE L appalto pubblico 1. Contesto normativo Direttive UE Direttiva Data Descrizione Direttiva 89/665/CEE 21 dicembre 1989 Coordinamento delle leggi, normative e disposizioni amministrative relative all applicazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI VOLTI ALLA PRODUZIONE DI ENERGIA RINNOVABILE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI VOLTI ALLA PRODUZIONE DI ENERGIA RINNOVABILE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI VOLTI ALLA PRODUZIONE DI ENERGIA RINNOVABILE (Deliberazione della Giunta della Camera di Commercio di Roma n. 59 del 21/04/2008)

Dettagli

PUBBLICITA' E DECORO URBANO. stampa chiudi

PUBBLICITA' E DECORO URBANO. stampa chiudi stampa chiudi PUBBLICITA' E DECORO URBANO Cartelloni abusivi mai rimossi: i comitati per il decoro denunciano sindaco e assessore «Omissione d'atti d'ufficio» e «collocamento pericoloso di cose» i reati

Dettagli

www.ildirittoamministrativo.it NOTA A CONSIGLIO DI STATO SEZIONE TERZA SENTENZA 9 Maggio 2014, n. 2376 A cura di DARIO CARLO ROBERTO GIUNTA

www.ildirittoamministrativo.it NOTA A CONSIGLIO DI STATO SEZIONE TERZA SENTENZA 9 Maggio 2014, n. 2376 A cura di DARIO CARLO ROBERTO GIUNTA NOTA A CONSIGLIO DI STATO SEZIONE TERZA SENTENZA 9 Maggio 2014, n. 2376 A cura di DARIO CARLO ROBERTO GIUNTA Sull esercizio del c.d. potere di soccorso in materia di gare pubbliche Inquadramento della

Dettagli

Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione

Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione Via Arenula 69/70-00186 ROMA - tel. 06 68852036 - fax 06 6869555 www.uidag.it - giustizia@uilpa.it AUDIZIONE PARLAMENTARE DISEGNO DI LEGGE C. 1248 Innanzitutto

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA Provincia di Bologna

COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA Provincia di Bologna COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA Provincia di Bologna ORDINANZA DEL SINDACO ORDINANZA N. 9 Del 29/01/2016 OGGETTO: DISCIPLINA DEGLI ORARI DI FUNZIONAMENTO DEGLI APPARECCHI E CONGEGNI AUTOMATICI CON VINCITA

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. Roma - Prima Sezione SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. Roma - Prima Sezione SENTENZA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio Roma - Prima Sezione nelle persone dei Magistrati: Dott. Giorgio Giovannini Dott. Antonino Savo Amodio

Dettagli

L illegittimità costituzionale dell art. 445 bis c.p.c. in materia di invalidità civile, handicap e disabilità

L illegittimità costituzionale dell art. 445 bis c.p.c. in materia di invalidità civile, handicap e disabilità L illegittimità costituzionale dell art. 445 bis c.p.c. in materia di invalidità civile, handicap e disabilità Nelle controversie in materia di invalidità, cecità, sordità civili, nonché di handicap, disabilità,

Dettagli

CORRISPONDENZA TRA QUOTE DI QUALIFICAZIONE, DI PARTECIPAZIONE E QUOTE DI ESECUZIONE NEGLI APPALTI DI SERVIZI E FORNITURE

CORRISPONDENZA TRA QUOTE DI QUALIFICAZIONE, DI PARTECIPAZIONE E QUOTE DI ESECUZIONE NEGLI APPALTI DI SERVIZI E FORNITURE 1. NULLITÀ DELLA CLAUSOLA DEL BANDO CHE IMPONE LA CORRISPONDENZA TRA QUOTE DI QUALIFICAZIONE, DI PARTECIPAZIONE E QUOTE DI ESECUZIONE NEGLI APPALTI DI SERVIZI E FORNITURE 2. VERIFICA DI ANOMALIA E UTILE

Dettagli

4. PERSONE DANNEGGIATE DA VACCINAZIONI DLOOBBLIGATORIE

4. PERSONE DANNEGGIATE DA VACCINAZIONI DLOOBBLIGATORIE 4. PERSONE DANNEGGIATE DA VACCINAZIONI DLOOBBLIGATORIE 1. I beneficiari 2. L indennizzo aggiuntivo 3. Ulteriore assegno una tantum 4. La domanda 5. Dichiarazione di assistenza prevalente e continuativa

Dettagli

Conclusioni del Garante europeo per la protezione dei dati innanzi al Tribunale dell Unione Europea Caso T-343/13 Lussemburgo, 24 Marzo 2015

Conclusioni del Garante europeo per la protezione dei dati innanzi al Tribunale dell Unione Europea Caso T-343/13 Lussemburgo, 24 Marzo 2015 Conclusioni del Garante europeo per la protezione dei dati innanzi al Tribunale dell Unione Europea Caso T-343/13 Lussemburgo, 24 Marzo 2015 Signori Giudici del Tribunale, Nelle conclusioni di questa mattina,

Dettagli

Quali sono gli effetti concreti della decisione della Corte di Giustizia Europea?

Quali sono gli effetti concreti della decisione della Corte di Giustizia Europea? La corte di Giustizia Europea dichiara che la legislazione italiana in materia di contratti a termine per il personale della scuola OSTA con la normativa comunitaria La Corte di Giustizia Europea dichiara

Dettagli

Bollettino Ufficiale n. 4/I-II del 26/01/2010 / Amtsblatt Nr. 4/I-II vom 26/01/2010 73

Bollettino Ufficiale n. 4/I-II del 26/01/2010 / Amtsblatt Nr. 4/I-II vom 26/01/2010 73 Bollettino Ufficiale n. 4/I-II del 26/01/2010 / Amtsblatt Nr. 4/I-II vom 26/01/2010 73 56384 Deliberazioni - Parte 1 - Anno 2009 Provincia Autonoma di Trento DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE del

Dettagli

Ministero dell economia e delle finanze

Ministero dell economia e delle finanze Protocollo n 2011/30011/giochi/UD Ministero dell economia e delle finanze IL DIRETTORE GENERALE DELL AMMINISTRAZIONE AUTONOMA DEI MONOPOLI DI STATO Visto il testo unico delle leggi di pubblica sicurezza

Dettagli

CORSO PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO

CORSO PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO CORSO PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO L AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO, REQUISITI, REGIME TRANSITORIO DOPO LA LEGGE 220/2012, LA PROROGATIO, L AMMINISTRATORE IN FORMA SOCIETARIA. Rosolen Monia ANNO 2013

Dettagli

Poteri e nuova disciplina della dirigenza tra valutazione e procedimenti disciplinari. Forum PA mercoledì 19 maggio 2010 ore 10,00

Poteri e nuova disciplina della dirigenza tra valutazione e procedimenti disciplinari. Forum PA mercoledì 19 maggio 2010 ore 10,00 Poteri e nuova disciplina della dirigenza tra valutazione e procedimenti disciplinari Forum PA mercoledì 19 maggio 2010 ore 10,00 1 Valutazione Uno dei principali intenti del D.Lgs. n. 150/2009 è stato

Dettagli

Proposta di legge Norme per la prevenzione, il contrasto e il trattamento della dipendenza dal gioco

Proposta di legge Norme per la prevenzione, il contrasto e il trattamento della dipendenza dal gioco Proposta di legge Norme per la prevenzione, il contrasto e il trattamento della dipendenza dal gioco d azzardo patologico, nonché delle problematiche e delle patologie correlate Il progetto di legge regionale

Dettagli

Documento di studio e approfondimento.

Documento di studio e approfondimento. Documento di studio e approfondimento. Insufficiente versamento del saldo dovuto con riferimento alla dichiarazione dei redditi; ravvedimento parziale, conseguenze 1. La fattispecie 1.1 Premessa Le disposizioni

Dettagli

Autorità Nazionale Anticorruzione

Autorità Nazionale Anticorruzione Autorità Nazionale Anticorruzione PROTOCOLLO DI AZIONE VIGILANZA COLLABORATIVA CON L AGENZIA NAZIONALE PER L ATTRAZIONE DEGLI INVESTIMENTI E LO SVILUPPO D IMPRESA S.P.A. (INVITALIA) PREMESSO CHE - L art.

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL GIOCO A DISTANZA AL 29 FEBBRAIO 2012. ANALISI DEI DATI.

COMUNICATO STAMPA IL GIOCO A DISTANZA AL 29 FEBBRAIO 2012. ANALISI DEI DATI. Ministero dell Economia e delle Finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato UFFICIO STAMPA COMUNICATO STAMPA IL GIOCO A DISTANZA AL 29 FEBBRAIO 12. ANALISI DEI DATI. Presentiamo in queste pagine

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SESTA SEZIONE CIVILE - T. Dott. MARIO CICALA - Rel.

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SESTA SEZIONE CIVILE - T. Dott. MARIO CICALA - Rel. 12682 2015 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SESTA SEZIONE CIVILE - T Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. MARIO CICALA - Rel. Presidente - Dott.

Dettagli

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte.

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte. N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte (Sezione Seconda) ha pronunciato la presente SENTENZA ex art. 60 cod. proc.

Dettagli