Über uns Ausbildung Zulassung Mitglieder Fortbildung ReNo Azubi Bürger Aktuelles. Über uns.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Über uns Ausbildung Zulassung Mitglieder Fortbildung ReNo Azubi Bürger Aktuelles. Über uns. www.rechtsanwaltskammer-ffm.de"

Transcript

1 Über uns Secondo la legge federale relativa alla professione di avvocato, l Ordine degli Avvocati di Francoforte sul Meno è un organo di diritto pubblico che esercita le proprie funzioni in amministrazione autonoma rivolgendole alle organizzazioni professionali di carattere giuridico e non sottostando a questo riguardo a nessuna disposizione diversa da quella della legge. I suoi interventi possono pertanto essere controllati soltanto dalle autorità giudiziarie e dalla vigilanza statale dell amministrazione territoriale della giustizia. Ad esso competono mansioni sovrane come le funzioni d auto-amministrazione dell avvocatura che rientrano nell ambito di una gestione giuridica regolamentata. L Ordine esercita da un lato le proprie attività nell ambito della libertà d esercizio professionale degli avvocati e dall altra della tutela degli interessi dei cittadini che ricorrono al diritto. L Ordine degli Avvocati è una parte dell autogestione giuridica degli interessi legali fondata sulla divisione delle competenze. Le norme dell ordinamento professionale degli avvocati e l Ordine dell avvocatura specialistica sono emanati dall assemblea costituente eletta a livello nazionale nell ambito del potere statutario conferitogli dalla legge. La verificabilità giuridica delle decisioni della camera è garantita da una giurisdizione d avvocatura indipendente a vari livelli. L organo più elevato è l assemblea collegiale o assemblea di tutti i membri, i cui ruoli fondamentali sono l elezione di un direttivo, la relativa assegnazione degli strumenti per l applicazione delle funzioni della camera e il controllo del rendiconto specifico. L esecuzione di tutte le funzioni di autoamministrazione è garantita dal direttivo al cui vertice viene eletto un presidente ed un presidio. Il direttivo si avvale della possibilità giuridica di nominare delle sezioni preposte all adempimento di una serie di mansioni. Tali sezioni possono esercitare le funzioni di competenza collegiale nell ambito delle relative competenze. Le sezioni, il direttivo e il presidente operano a livello onorifico e si appoggiano ad una gestione commerciale professionale a pieno titolo. L Ordine degli Avvocati di Francoforte sul Meno conta oltre membri ed è il secondo in Ordine di grandezza nella Repubblica Federale Tedesca. A quest organo rispondono tutti gli avvocati che operano nei distretti dei tribunali territoriali di Francoforte sul Meno, Darmstadt, Wiesbaden, Hanau, Gießen e Limburg. L ambito delle loro competenze si estende anche a tutto il territorio del Reno-Meno, peraltro una delle aree economiche di maggiore rilevanza a livello internazionale in Germania. Le attività svolte sono quelle indicate sul sito web Chi siamo.

2 La formazione accademica dell avvocato in Germania è tradizionalmente affidata allo stato. Dopo uno studio universitario la commissione esaminatrice di giustizia indice il primo esame di stato, organizza in seguito il praticantato biennale o auditorato prima dell ammissione dei candidati al secondo esame di stato per gli aspiranti Ausbildung avvocati. A conclusione positiva del secondo esame di stato il giurista (laureato in giurisprudenza che ha superato il secondo esame di stato) è autorizzato senza ulteriori esami d accesso ad intraprendere qualsiasi professione di competenza giuridica come ad es. quella di giudice, pubblico ministero o avvocato. Questo sistema formativo per l accesso all avvocatura si distingue in parte in modo piuttosto chiaro rispetto ad altri paesi in cui molto spesso l abilitazione alle singole professioni giuridiche è regolamentata in modo differente e in particolare l avvio alla professione dell avvocato passa attraverso gli ordini professionali. Da quando però ci si è resi conto che l amministrazione statale, i tribunali e le procure di stato possono accettare solo una piccola parte dei laureati e che la stragrande maggioranza va ad affollare l economia privata ed in particolare gli ordini degli avvocati, la normativa giuridica relativa alla formazione degli avvocati ha saputo trovare una soluzione al problema. Dal 2004 sia nell ambito della formazione universitaria che nel servizio pratico di preparazione e nell elaborazione dei contenuti degli esami si è data molta più importanza ai contatti tra lo studio accademico e la professione dell avvocato. Per garantire la qualità della formazione professionale di chi è all inizio della carriera, l Ordine degli Avvocati di Francoforte sul Meno assicura un equilibrato apporto di contenuti professionali nella formazione mediante l intervento di personale docente esperto con un approccio pratico alle tematiche giuridiche. Pertanto lo sforzo viene concentrato in particolare sulle due università situate in quel distretto e sulla creazione di corsi d argomento giuridico nel servizio di preparazione. La presentazione esemplare delle prospettive e delle modalità di lavoro professionale in base a tematiche singole nei corsi pratici viene svolta esclusivamente da docenti che esercitano la professione dell avvocato e nominati dal Ordine degli Avvocati con cui collaborano per la realizzazione dei corsi. Nel tentativo di rafforzare i rapporti con la professione dell avvocato, anche per l esame di stato è stato notevolmente aumentato anche il numero degli esaminatori proposti dall Ordine degli Avvocati per i due esami.

3 Zulassung L ammissione all esercizio dell avvocatura può avvenire solo attraverso l Ordine degli Avvocati. A conclusione positiva del secondo esame di stato il candidato può, esibendo i propri attestati senza ulteriore documentazione di qualifica, richiedere l iscrizione al Ordine degli Avvocati di Francoforte sul Meno dopo aver provato di aver aperto uno studio legale nel suo distretto. Contemporaneamente esiste l obbligo di contrarre un assicurazione di responsabilità civile di carattere professionale per la copertura dei rischi di responsabilità civile derivanti dall esercizio della professione per danni patrimoniali con un importo minimo assicurato di ,-- e mantenerla per tutta la durata dell ammissione alla professione. La consegna dell abilitazione avviene dopo il giuramento del candidato all ordinamento costituzionale e ai doveri dell avvocatura davanti all Ordine degli Avvocati. L Ordine degli Avvocati è tenuto anche a controllare il ritiro di una licenza esistente ed eventualmente ad eseguirlo se ad es. lo studio legale o l assicurazione di responsabilità civile di carattere professionale non possono più essere mantenute o se esistono altri motivi di carattere personale dell avvocato per cui la legge prevede la revoca della licenza. L ammissione alla professione può essere normalmente mantenuta quando l avvocato ricopre una mansione giuridica di servizio all interno di un azienda in cui mette a disposizione la propria qualifica professionale (sindaco). Una simile attività non è conciliabile con l ammissione contemporanea all esercizio della professione se quest attività, assumendo un ruolo primario, va a collidere con la posizione indipendente dell avvocato. L Ordine degli Avvocati abilita all esercizio della professione anche le società a responsabilità limitata o le società per azioni per l esercizio dell avvocatura che possono pertanto operare sul mercato della consulenza non perché iscritte nel registro delle imprese ma perché autorizzate all esercizio della professione in quanto studi associati. Queste società di professionisti sono a loro volta membri dell Ordine degli Avvocati con tutti i relativi diritti e doveri. Le decisioni dell Ordine degli Avvocati nelle procedure d ammissione e ritiro possono essere verificate a livello legale dal tribunale degli avvocati e quindi dal senato degli avvocati della Corte Suprema Federale.

4 Anche dopo la licenza all esercizio dell avvocatura i membri possono usufruire di una serie di funzioni e servizi offerti dall Ordine degli Avvocati. Mitglieder In questo modo il direttivo del collegio è tenuto ad effettuare servizi di consulenza su tutte le questioni legali sull esercizio dell avvocatura. L Ordine degli Avvocati di Francoforte sul Meno mette perciò a disposizione con tutti i mezzi di comunicazione e in qualsiasi momento delle informazioni sulla condotta degli avvocati nei rapporti giuridici ed anche su problemi specifici nella gestione dello studio legale. L acquisizione di un avvocato di fiducia può servire come punto di riferimento agli avvocati in difficoltà economiche. Su richiesta il direttivo deve inoltre mediare eventuali controversie esistenti tra i membri del collegio e, se richiesto, anche in caso di contesa tra i membri del collegio e i relativi committenti. L Ordine degli Avvocati di Francoforte prende sul serio queste attività di consulenza e mediazione ed ha messo a punto varie procedure per consentire un accomodamento tempestivo degli interessi e una conciliazione extragiudiziale delle vertenze di cui fanno parte la mediazione e la conciliazione relativa alle parcelle, un ufficio di conciliazione ed un collegio arbitrale. Oltre a queste mansioni di carattere legale, l Ordine degli Avvocati di Francoforte sul Meno eroga inoltre servizi ai suoi membri. Ad esempio il direttivo elabora gli aggiornamenti riguardanti il diritto professionale degli avvocati e tutte le informazioni importanti relative all amministrazione della giustizia contemplate nella pubblicazione periodica KAMMER AKTUELL (AGGIORNAMENTI DAL COLLEGIO), in forma elettronica, sulle notizie dal collegio. A vantaggio dei membri è stata istituita sul sito web una borsa del lavoro rivolta agli avvocati e ai collaboratori e una sezione dedicata alle inserzioni. A tutti gli avvocati membri viene rilasciato gratuitamente un tesserino ufficiale che ne attesta lo stato d avvocato e può infine servire come documento di sigla.

5 Fortbildung La garanzia della qualità dei servizi legali è uno degli interessi fondamentali dell Ordine degli Avvocati di Francoforte sul Meno. In tempi di costante evoluzione delle condizioni giuridiche generali gli avvocati devono restare sempre al passo nell interesse dei clienti che ne richiedono l assistenza legale. Il continuo aggiornamento professionale è pertanto previsto dalla legge come dovere degli avvocati, per i quali l aggiornamento professionale è una garanzia fondamentale di qualità anche nella concorrenza con altre attività di consulenza. L Ordine degli Avvocati di Francoforte ha perciò iniziato molto presto ad offrire occasioni di formazione professionale potendo reperire referenti qualificati dal suo interno e dalla magistratura. Il settore della formazione si è quindi separato formando una società indipendente ceduta alla Fondazione dell Avvocatura dell Assia. Inoltre l Ordine degli Avvocati di Francoforte sul Meno è membro dell Istituto Tedesco per l Avvocatura (DAI), un ente per la formazione professionale di tutti i collegi degli avvocati in Germania. FORTBILDUNG geprüft Su iniziativa dell Ordine degli Avvocati di Francoforte sul Meno è stato messo a punto un sigillo di qualità di cui gli avvocati possono entrare in possesso ed utilizzarlo se sono in grado di dimostrare di aver svolto un ampio aggiornamento professionale durato un periodo di tre anni. Un elemento fondamentale delle energiche misure di promozione della qualità dei servizi professionali dell avvocatura tedesca è rappresentato dalle varie qualifiche d avvocato specializzato regolamentate dall ordinamento sulle specialità degli avvocati. Esistono 20 diverse specializzazioni classificate che descrivono un ambito specifico di competenza giuridica ben delimitato. Per entrare in possesso di una di queste qualifiche specifiche i richiedenti devono provare all Ordine degli Avvocati di aver acquisito delle conoscenze teoriche nel settore e di aver affrontato un determinato numero di casi pratici. In alcuni casi il candidato può anche dover sostenere una prova orale nel settore. Le commissioni esaminatrici, in possesso di speciali qualifiche, sono istituite dall Ordine degli Avvocati. L Ordine degli Avvocati di Francoforte sul Meno ha concesso ad ormai circa 3000 colleghi la qualifica di avvocato specializzato. Gli avvocati specializzati sono tenuti a sottoporsi ad un aggiornamento professionale supplementare e per entrare in possesso della qualifica devono provare di aver svolto 10 ore all anno d aggiornamento professionale nel settore specifico.

6 La qualità della prestazione professionale dipende notevolmente anche dall aiuto di impiegati qualificati che seguono il lavoro del personale all interno dello studio dell avvocato e del notaio. L Ordine degli Avvocati offre a questi impiegati un percorso formativo autonomo con un diploma di qualifica che li abilita all esercizio di ReNo Azubi una serie di mansioni tra cui il contatto diretto con il cliente, la gestione dei documenti, la corrispondenza con enti, tribunali, clienti, il controllo di date e scadenze, i pagamenti, i solleciti ecc. L Ordine degli Avvocati di Francoforte sul Meno è la sede legalmente competente del settore della formazione professionale degli impiegati negli studi degli avvocati e dei notai e gestisce le attività di formazione professionale tra cui si annoverano il contratto di formazione professionale e le modifiche essenziali del suo contenuto. L Ordine incarica gli avvocati docenti secondo la direttiva per la formazione professionale. Questi professionisti svolgono attività didattiche per i tirocinanti e i docenti in base ai requisiti della formazione professionale. Una volta all anno L Ordine tiene l esame che consente di accedere alla seconda fase del ciclo di studi e due volte all anno svolge gli esami finali, controlla e promuove il percorso formativo, la formazione professionale, il cambio di qualifica ed è la sede competente per l aggiornamento professionale. Per l appianamento delle controversie derivanti da un rapporto formativo in corso l Ordine degli Avvocati di Francoforte sul Meno in base alla legge sul lavoro costituisce una commissione di conciliazione a cui deve appellarsi prima dell intervento del tribunale del lavoro. In quasi tutti i casi si può arrivare all accomodamento di una controversia mediante un accordo amichevole senza dover procedere legalmente. L Ordine degli Avvocati di Francoforte sul Meno ha elaborato dei contenuti formativi e un esame per conseguire il titolo riconosciuto di diploma d abilitazione in diritto che conferisce agli impiegati che lavorano negli studi legali un aggiornamento qualificato. Con queste misure l Ordine degli Avvocati contribuisce alla creazione di posti di lavoro qualificati e si attiva a tutti i livelli per la creazione di posti di lavoro mediante la partecipazione a manifestazioni per la formazione, a progetti per la realizzazione di posti per la formazione o la creazione di nuove attività educative ( Assistente legale ).

7 Bürger Il lavoro dell avvocato è incentrato sulle persone e sulle imprese che intendono tutelare i loro diritti o difendersi a titolo preventivo. L Ordine degli Avvocati di Francoforte sul Meno interviene anche nel loro interesse. Il bacino d utenza della consulenza legale deve pertanto avere anche accesso alle informazioni e ai servizi dell Ordine degli Avvocati. A questo scopo da molti anni sul sito web dell Ordine è attivo un sistema online di richiesta d informazioni sugli avvocati in cui i cittadini possono identificare il professionista più adatto alle proprie necessità in base alla località e alla specializzazione. La banca dati dà accesso inoltre anche a nominativi di notai e arbitri. Lo stesso servizio è accessibile verbalmente su richiesta telefonica. Il consumatore può reperire dal sito web dell Ordine degli Avvocati anche informazioni relative ai compensi o anche in caso d eventuali divergenze con il proprio avvocato può rivolgersi per iscritto al collegio che cercherà di appianare gli aspetti non chiari nella comunicazione con l avvocato in questione o di tentare una mediazione tra le due parti. A questo scopo, se le due parti lo acconsentono, si possono eseguire anche delle procedure di conciliazione. L Ordine degli Avvocati dispone inoltre di un regolare orario di ricevimento per il pubblico. Mediante il ricorso all Ordine degli Avvocati di Francoforte sul Meno il consumatore può, se lo ritiene opportuno, far controllare l operato del proprio avvocato o di quello avversario. Nella procedura per il ricorso prevista dalla legge. L Ordine è tenuto a verificare le modalità operative e, all occorrenza, intraprendere la misura di vigilanza richiamandolo mediante un biasimo. Se tale misura monitoria non dovesse bastare la vicenda diventa di competenza giuridica. Questa possibilità di verifica riguarda in ogni caso solo i casi di violazione degli obblighi professionali dell avvocato e non entra in merito alle istanze poste dal cliente come argomenti oggetto della controversia. Se secondo un cliente un processo è stato condotto in modo sbagliato e richiede un risarcimento dei danni all Ordine degli Avvocati resta solo la possibilità di una mediazione volontaria.

8 L Ordine degli Avvocati di Francoforte sul Meno intende proporre delle informazioni Aktuelles Le dichiarazioni alla stampa dell Ordine degli Avvocati di Francoforte sul Meno e quelle del Ordine degli Avvocati tedeschi sono reperibili sul sito web. Per la stampa pubblica è disponibile su richiesta per colloqui un incaricato per l opinione pubblica della camera degli avvocati. Una nuova proposta informativa è rappresentata dall iniziativa anche al vasto pubblico, disponibili in particolare in versione elettronica nelle Kammer News (Notizie dal Collegio) e anche nella versione elettronica della pubblicazione KAMMER AKTUELL (AGGIORNAMENTI DAL COLLEGIO) e nel portale delle notizie. Profession.org dell Ordine degli Avvocati di Francoforte sul Meno. Da questa piattaforma si ha accesso mediante un mappamondo ad organizzazioni di carattere legale diffuse in tutto il mondo. Vi sono elencate anche le associazioni che si sono guadagnate la qualifica di legal profession in tutto il mondo e gli avvocati e gli studi associati che svolgono attività internazionali d extranazionali. Particolarmente utili sono le segnalazioni di manifestazioni formative per i confronti a livello internazionale su argomenti di carattere giuridico.

può domandare il riesame della decisione presidenziale alla Commissione per l avvocatura.

può domandare il riesame della decisione presidenziale alla Commissione per l avvocatura. Legge sull avvocatura (LAvv) (del 13 febbraio 2012) 3.2.1.1 IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 12 ottobre 2010 n. 6406 del Consiglio di Stato; visto il rapporto 28 novembre

Dettagli

Consiglio di Stato - Decisione n. 1994/2006. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la seguente DECISIONE

Consiglio di Stato - Decisione n. 1994/2006. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la seguente DECISIONE In tema di riscattabilità del diploma di infermiere professionale (Consiglio di Stato, Decisione 11.4.2006 n. 1994) Il ricorso, trattenuto in decisione all udienza del 13 gennaio 2006, è fondato. Il primo

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2582 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI CIOFFI, FABRIS, ADENTI, CAPOTOSTI, D EL- PIDIO, GIUDITTA, MORRONE, PICANO, ROCCO PIGNATARO,

Dettagli

Il procedimento di mediazione

Il procedimento di mediazione Il procedimento di mediazione 1 Informativa al cliente e procura alle liti (art. 4 D.Lgs. 28/2010, modif. ex art. 84, co. 1, D.L. n. 69/2013, conv., con modif., dalla L. n. 98/2013) INFORMATIVA EX ART.

Dettagli

FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI FUOCO PAOLO ESPERIENZA LAVORATIVA Ministero Giustizia - Nomina del Consiglio Superiore della Magistratura da marzo 2005, sino ad oggi, n.q.

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 5 Regolamento ai sensi dell art. 22 L. n. 247/12 sui corsi per l iscrizione all Albo speciale per il patrocinio davanti alle giurisdizioni superiori IL CONSIGLIO NAZIONALE

Dettagli

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI Deliberazione del Consiglio nazionale dell Ordine dei giornalisti 9 luglio 2014 1. Canale unico di accesso alla professione Per esercitare l attività professionale

Dettagli

Decreto Legislativo 30 gennaio 2006, n. 26

Decreto Legislativo 30 gennaio 2006, n. 26 Decreto Legislativo 30 gennaio 2006, n. 26 Istituzione della scuola superiore della magistratura, nonché disposizioni in tema di tirocinio e formazione dei magistrati ordinari aggiornamento professionale

Dettagli

RISOLUZIONE N. 113 /E

RISOLUZIONE N. 113 /E RISOLUZIONE N. 113 /E Direzione Centrale Normativa Roma, 29 novembre 2011 OGGETTO: Interpello - articolo 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Trattamento tributario dell attività di mediazione svolta ai sensi

Dettagli

1. É istituita presso la Facoltà di Giurisprudenza dell 'V niversità degli Studi di

1. É istituita presso la Facoltà di Giurisprudenza dell 'V niversità degli Studi di \ UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI CAGLIARI REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI CAPO I ISTITUZIONE DELLA SCUOLA Art. 1 - Istituzione della Scuola 1. É istituita presso la Facoltà

Dettagli

Incarico attuale RESPONSABILE U.O. VERTENZE E PROCEDIMENTI DISCIPLINARI MATURITA CLASSICA CONSEGUITA NEL 1983 CON VOTAZIONE DI 60 /60

Incarico attuale RESPONSABILE U.O. VERTENZE E PROCEDIMENTI DISCIPLINARI MATURITA CLASSICA CONSEGUITA NEL 1983 CON VOTAZIONE DI 60 /60 C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI CAMPISI GIUSEPPE matr. 09194 Data di nascita 14 04 1965 Qualifica DIRIGENTE AMMIINISTRATIVO Amministrazione AUSL 6 PALERMO Incarico attuale RESPONSABILE

Dettagli

CURRICULUM. Avv. Giuseppe Frugis, nato a Bari il 21.4.1941, ed ivi residente alla via C. Rosalba 10.

CURRICULUM. Avv. Giuseppe Frugis, nato a Bari il 21.4.1941, ed ivi residente alla via C. Rosalba 10. CURRICULUM Avv. Giuseppe Frugis, nato a Bari il 21.4.1941, ed ivi residente alla via C. Rosalba 10. Laureato in giurisprudenza presso l Università di Bari il 21.4.1970; Avvocato dal 4.5.74 ; Abilitato

Dettagli

2 attività subordinata, in quali giorni, in quali orari ed alle dipendenze di quale datore di lavoro; ove il praticante dovesse intraprendere

2 attività subordinata, in quali giorni, in quali orari ed alle dipendenze di quale datore di lavoro; ove il praticante dovesse intraprendere 2008-2011 IL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TRIESTE RITENUTO CHE: a) L art. 1 DPR 101/90 dispone che la pratica forense deve essere svolta con assiduità, diligenza e che la stessa si svolge principalmente

Dettagli

Parte I Normativa sui compensi dell avvocato

Parte I Normativa sui compensi dell avvocato Parte I Normativa sui compensi dell avvocato D.M. 10 marzo 2014, n. 55. Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione dei compensi per la professione forense ai sensi dell art.13,

Dettagli

REGOLAMENTO Associazione CNCP:Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

REGOLAMENTO Associazione CNCP:Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti REGOLAMENTO Associazione CNCP:Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti Il presente Regolamento viene adottato a norma e per gli effetti dell art. 5 dello Statuto del CNCP e si compone di 22 (ventidue)

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL CONTENZIOSO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL CONTENZIOSO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL CONTENZIOSO Approvato con Delibera della Giunta Provinciale n.122 dell 11.12.2012 In vigore dal 1 gennaio 2013 Pag. 1 di 6 Art. 1 - Avvocatura Provinciale 1. L Avvocatura

Dettagli

PARTE I Normativa sui compensi dell avvocato

PARTE I Normativa sui compensi dell avvocato PARTE I Normativa sui compensi dell avvocato D.M. 20 LUGLIO 2012, N. 140 Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione da parte di un organo giurisdizionale dei compensi per le

Dettagli

Tema II. L attività notarile fra campagna e città. Rapporto Nazionale Germania

Tema II. L attività notarile fra campagna e città. Rapporto Nazionale Germania Peter Bohnenkamp Bocholter Straße 3 46325 Borken Avvocato e Notaio Tel.: 02861/907 907 Fax: 02861/907 90 90 E-mail: anwaltsbuero@bohnenkamp-borken.de Tema II L attività notarile fra campagna e città Rapporto

Dettagli

SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI

SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI LA SCUOLA La Scuola di specializzazione per le professioni legali nasce nel 2001 su iniziativa dell Università degli Studi di Pavia e dell Università

Dettagli

STATUTO DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA ITALIAN UNIVERSITY LINE

STATUTO DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA ITALIAN UNIVERSITY LINE STATUTO DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA ITALIAN UNIVERSITY LINE 1 ITALIAN UNIVERSITY LINE...1 CAPO I...3 Disposizioni generali...3 Art. 1 - Istituzione...3 Art. 2 - Natura giuridica e fonti normative...3 Art.

Dettagli

Tariffa civile (Tabella A)... 20 Tariffa penale (Tabella B)... 22 Tariffa stragiudiziale (compensi indicativi )... 26

Tariffa civile (Tabella A)... 20 Tariffa penale (Tabella B)... 22 Tariffa stragiudiziale (compensi indicativi )... 26 PARTE I Normativa sui compensi dell avvocato D.M. 20 LUGLIO 2012, N. 140 - Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione da parte di un organo giurisdizionale dei compensi per

Dettagli

Il divorzio nel diritto cinese: confronto con il divorzio italiano

Il divorzio nel diritto cinese: confronto con il divorzio italiano STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA ABILITATO AL BILINGUISMO TEDESCO - ITALIANO DALLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO IDONEO ALL ESAME DI STATO DI COMPETENZA LINGUISTICA CINESE

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BERGAMO REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE APPROVATO CON DELIBERA DEL 20 DICEMBRE

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BERGAMO REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE APPROVATO CON DELIBERA DEL 20 DICEMBRE CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BERGAMO REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE APPROVATO CON DELIBERA DEL 20 DICEMBRE 2005 aggiornato con delibere 27.04.2010, 17.07.2012 e 13.11.2012

Dettagli

Regolamento in vigore dal 2 febbraio 2015

Regolamento in vigore dal 2 febbraio 2015 Regolamento in vigore dal 2 febbraio 2015 REGOLAMENTO DI MEDIAZIONE Art. 1) DEFINIZIONI Ai fini del presente Regolamento: - per Organismo di mediazione, o semplicemente Organismo, si intende l Ente del

Dettagli

Città di Torre del Greco

Città di Torre del Greco Città di Torre del Greco Provincia di Napoli Regolamento della pratica forense presso l Avvocatura Municipale del Comune di Torre del Greco CITTÀ DI TORRE DEL GRECO Art. 1 Pratica forense presso l Avvocatura

Dettagli

Nome TOMIO PATRIZIA Indirizzo Via Calepina, 14-38122 Trento - Italia Telefono 0461/281144 Fax 0461/281247 E-mail patrizia.tomio@unitn.

Nome TOMIO PATRIZIA Indirizzo Via Calepina, 14-38122 Trento - Italia Telefono 0461/281144 Fax 0461/281247 E-mail patrizia.tomio@unitn. F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TOMIO PATRIZIA Indirizzo Via Calepina, 14-38122 Trento - Italia Telefono 0461/281144 Fax 0461/281247 E-mail

Dettagli

OBBLIGO DELLA MEDIAZIONE

OBBLIGO DELLA MEDIAZIONE Iscritto al n. 453 del Registro degli organismi deputati a gestire tentativi di conciliazione/mediazione a norma dell'articolo 38 del D.Lgs. 17/01/2003, n. 5 OBBLIGO DELLA MEDIAZIONE Le nuove disposizioni

Dettagli

C O N S I G L I O D E L L O R D I N E D E G L I A V V O C A T I D I B O L O G N A

C O N S I G L I O D E L L O R D I N E D E G L I A V V O C A T I D I B O L O G N A C O N S I G L I O D E L L O R D I N E D E G L I A V V O C A T I D I B O L O G N A REGOLAMENTO PER LE DIFESE D UFFICIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BOLOGNA approvato all adunanza del 1 luglio 2015 e integrato

Dettagli

NORME DI COMPORTAMENTO PER IL TIROCINIO PROFESSIONALE Approvate dal Consiglio dell Ordine dei Dottori Commercialisti di Parma con delibera del 21 dicembre 2006 PREMESSA Le regole e le definizioni che vengono

Dettagli

Struttura giuridica e sede del Tribunale

Struttura giuridica e sede del Tribunale Bundesgericht Tribunal fédéral Benvenuti! Visita del Tribunale federale Tribunale federale Tribunal federal Vista della facciata frontale, Tribunale federale Losanna Foto: Philippe Dudouit L organizzazione

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE *************** ORGANIZZAZIONE NON LUCRATIVA DI UTILITA SOCIALE DENOMINAZIONE SEDE SCOPO DURATA ***** ARTICOLO 1

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE *************** ORGANIZZAZIONE NON LUCRATIVA DI UTILITA SOCIALE DENOMINAZIONE SEDE SCOPO DURATA ***** ARTICOLO 1 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE *************** ORGANIZZAZIONE NON LUCRATIVA DI UTILITA SOCIALE DENOMINAZIONE SEDE SCOPO DURATA ***** ARTICOLO 1 E costituita L Associazione, senza fini di lucro, denominata:

Dettagli

Delega al Governo per la istituzione e la regolamentazione della professione intellettuale di ufficiale giudiziario DISEGNO DI LEGGE

Delega al Governo per la istituzione e la regolamentazione della professione intellettuale di ufficiale giudiziario DISEGNO DI LEGGE Legislatura 16º - Disegno di legge N. 749 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori BERSELLI e BALBONI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 5 GIUGNO 2008 Delega al Governo per la istituzione e la regolamentazione

Dettagli

Art. 71 Nomina e funzioni dei magistrati onorari della procura della Repubblica presso il tribunale ordinario.

Art. 71 Nomina e funzioni dei magistrati onorari della procura della Repubblica presso il tribunale ordinario. REGIO DECRETO 30 gennaio 1941 n. 12 ( indice ) (modificato e aggiornato dalle seguenti leggi: R.D.L. n. 734/43, L. n. 72/46, L. n. 478/46, R.D.Lgs. n. 511/46, L. n. 1370/47, L. n. 1794/52, L. n. 1441/56,L.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO FORENSE

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO FORENSE REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO FORENSE Approvato dall Unione Lombarda degli Ordini Forensi nella seduta del 15.09.2012 a seguito delle modifiche apportate dall entrata in vigore del D.P.R.

Dettagli

REGOLAMENTO DI MEDIAZIONE

REGOLAMENTO DI MEDIAZIONE Regolamento in vigore dal 2/5/2013 REGOLAMENTO DI MEDIAZIONE Art. 1) DEFINIZIONI Ai fini del presente Regolamento: - per Organismo di mediazione, o semplicemente Organismo, si intende l Ente del sistema

Dettagli

STATUTO A.I.R.A. Associazione Italiana Rivenditori Autoveicoli

STATUTO A.I.R.A. Associazione Italiana Rivenditori Autoveicoli A.I.R.A. Associazione Italiana Rivenditori Autoveicoli Via Campostrini 76-37020 Pedemonte (Vr) Tel.: 045/680.16.88 - Fax:045/683.16.84 STATUTO A.I.R.A. Associazione Italiana Rivenditori Autoveicoli A.I.R.A.

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

Testo pubblicato a cura della redazione internet del CED della Corte Suprema di Cassazione. INDICE del D.Lgs. n. 115/1992:

Testo pubblicato a cura della redazione internet del CED della Corte Suprema di Cassazione. INDICE del D.Lgs. n. 115/1992: Testo pubblicato a cura della redazione internet del CED della Corte Suprema di Cassazione INDICE del D.Lgs. n. 115/1992: Art. 1 - Riconoscimento dei titoli di formazione professionale acquisiti nella

Dettagli

Mediatore civile professionista

Mediatore civile professionista Corso di alta formazione per Mediatore civile professionista Le lezioni si terranno presso: Associazione Conciliatori del Veneto Via A. Nobel, 4 333020 Noventa di Piave (VE) Quote di partecipazione: -

Dettagli

Capitolo 14 Z Controlli esterni sulle società per azioni

Capitolo 14 Z Controlli esterni sulle società per azioni Edizioni Simone - Vol. 26 Compendio di Diritto delle Società Capitolo 14 Z Controlli esterni sulle società per azioni Sommario Z 1. I controlli amministrativi. - 2. La Commissione nazionale per le società

Dettagli

Curriculum vitae. Via V. Alfieri, n. 19 50121 Firenze Tel. 055.2345733 2478446 Fax 055.2340485 giallongo@studiogiallongo.it

Curriculum vitae. Via V. Alfieri, n. 19 50121 Firenze Tel. 055.2345733 2478446 Fax 055.2340485 giallongo@studiogiallongo.it Curriculum vitae Dopo aver conseguito la laurea presso la Facoltà di Giurisprudenza dell Università degli Studi di Firenze, sono stato assegnatario di una borsa di studio ministeriale di addestramento

Dettagli

PROFESSIONALE DEL DOTTORE COMMERCIALISTA. a cura di Alessandro Lini Dottore commercialista e Presidente Fondazione Centro Studi UNGDCEC

PROFESSIONALE DEL DOTTORE COMMERCIALISTA. a cura di Alessandro Lini Dottore commercialista e Presidente Fondazione Centro Studi UNGDCEC CODICE DI DEONTOLOGIA PROFESSIONALE DEL DOTTORE COMMERCIALISTA a cura di Alessandro Lini Dottore commercialista e Presidente Fondazione Centro Studi UNGDCEC Deontologia e etica La professione di dottore

Dettagli

REGOLAMENTO ADR SEMPLIFICA

REGOLAMENTO ADR SEMPLIFICA Iscritta presso il Ministero della Giustizia al n. 234 del Registro degli Organismi di Mediazione REGOLAMENTO ADR SEMPLIFICA Articolo 1 Ambito di applicazione e definizioni Il presente regolamento si ispira

Dettagli

Dirigente - Segreteria della II Sezione Giurisdizionale d'appello

Dirigente - Segreteria della II Sezione Giurisdizionale d'appello INFORMAZIONI PERSONALI Nome D'Amaro Daniela Data di nascita 27/09/1975 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio II Fascia CORTE DEI CONTI Dirigente - Segreteria della II

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO MAGISTRALE IN LINGUE E CULTURE PER LA COMUNICAZIONE INTERNAZIONALE (LM37)

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO MAGISTRALE IN LINGUE E CULTURE PER LA COMUNICAZIONE INTERNAZIONALE (LM37) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO MAGISTRALE IN LINGUE E CULTURE PER LA COMUNICAZIONE INTERNAZIONALE (LM37) Art. 1 Oggetto Il presente regolamento, in conformità con i principi e le disposizioni

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI ART. 1 Finalità della Scuola 1. E' istituita, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'università degli Studi di Parma, la Scuola

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA REGOLAMENTO SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA REGOLAMENTO SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA REGOLAMENTO SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI ART. 1 Finalità della Scuola 1. E' istituita, presso il Dipartimento di

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Collaboratore dellʹufficio Indagini della Federcalcio (dal 2003 al 2007).

CURRICULUM VITAE. Collaboratore dellʹufficio Indagini della Federcalcio (dal 2003 al 2007). CURRICULUM VITAE Paolo Del Vecchio Avvocato dello Stato Nato a Napoli il 4 gennaio 1967 Titoli di studio e professionali Laureatosi in Giurisprudenza presso l Università degli Studi di Napoli Federico

Dettagli

CONDIZIONI DI LAVORO...

CONDIZIONI DI LAVORO... NOTAIO 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 4 3. DOVE LAVORA... 5 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 6 5. COMPETENZE... 7 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti lavorativi... 10 Percorso professionale...

Dettagli

IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO

IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO ... Legge sull Università della Svizzera italiana, sulla Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana e sugli Istituti di ricerca (del ottobre 99) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE

Dettagli

AVVOCATI COMUNITARI IN ITALIA, IL GIUDIZIO DELLA CORTE EUROPEA

AVVOCATI COMUNITARI IN ITALIA, IL GIUDIZIO DELLA CORTE EUROPEA (esercitazioni della giovane avvocatura) AVVOCATI COMUNITARI IN ITALIA, IL GIUDIZIO DELLA CORTE EUROPEA La Corte di Giustizia europea ha recentemente affrontato il tema che riguarda la possibilità della

Dettagli

Guida ai reclami della Cassa di Risparmio di Bra.

Guida ai reclami della Cassa di Risparmio di Bra. Guida ai reclami della Cassa di Risparmio di Bra. Aggiornamento ottobre 2015 La Guida è stata redatta in collaborazione con 1.L importanza dei Reclami in CR BRA La sopravvivenza e il successo di ogni azienda

Dettagli

Ordine degli Avvocati di Perugia

Ordine degli Avvocati di Perugia REGOLAMENTO 19 novembre 2015 n. 5 REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA nella seduta del 19 novembre 2015 Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Perugia visto l art. 29, comma 1, lettera

Dettagli

GRUPPO. guida ai reclami

GRUPPO. guida ai reclami GRUPPO guida ai reclami Aggiornamento febbraio 2012 La Guida è stata redatta in collaborazione con 1. L importanza dei Reclami in BPER La sopravvivenza e il successo di ogni azienda dipendono dalla propria

Dettagli

Curriculum vitae della dott.ssa Tamara De Amicis

Curriculum vitae della dott.ssa Tamara De Amicis Curriculum vitae della dott.ssa Tamara De Amicis Titoli di studio Ho conseguito il diploma di maturità classica presso il Liceo ginnasio Orazio di Roma con la votazione massima, ed il diploma di laurea

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BASSANO DEL GRAPPA REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLA PRATICA FORENSE

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BASSANO DEL GRAPPA REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLA PRATICA FORENSE CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BASSANO DEL GRAPPA REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLA PRATICA FORENSE CAPO I Iscrizione al Registro Speciale dei Praticanti 1 Il laureato che intenda avviarsi alla

Dettagli

Art. 1 - Riconoscimento dei titoli di formazione professionale acquisiti nella Comunità europea

Art. 1 - Riconoscimento dei titoli di formazione professionale acquisiti nella Comunità europea INDICE del D.Lgs. n. 115/1992: Art. 1 - Riconoscimento dei titoli di formazione professionale acquisiti nella Comunità europea Art. 2 - Professioni Art. 2 bis - Formazione regolamentata Art. 3 - Formazioni

Dettagli

REGOLAMENTO MEDIAZIONE SETTEMBRE 2013 Approvato con Delibera di Giunta n.49 dell 8 ottobre 2013

REGOLAMENTO MEDIAZIONE SETTEMBRE 2013 Approvato con Delibera di Giunta n.49 dell 8 ottobre 2013 REGOLAMENTO MEDIAZIONE SETTEMBRE 2013 Approvato con Delibera di Giunta n.49 dell 8 ottobre 2013 Art. 1) DEFINIZIONI Ai fini del presente Regolamento: - per Organismo di mediazione, o semplicemente Organismo,

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI GORIZIA

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI GORIZIA ORDINE DEGLI AVVOCATI DI GORIZIA REGOLAMENTO PER LA PRATICA FORENSE approvato dal Consiglio dell Ordine di Gorizia in data 17.04.2008 in vigore dal 02.05.2008 (aggiornato alla seduta del COA di data 21.10.2010)

Dettagli

STATUTO art. 1 art. 2

STATUTO art. 1 art. 2 STATUTO art. 1 COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE E costituita l Associazione Sindacale Provinciale dei Titolari di Farmacia. Essa ha sede in Trento ed assume la denominazione Associazione sindacale dei

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE RECANTE DELEGA AL GOVERNO PER LA RIFORMA ORGANICA DELLA MAGISTRATURA ONORARIA E ALTRE DISPOSIZIONI SUI GIUDICI DI PACE.

DISEGNO DI LEGGE RECANTE DELEGA AL GOVERNO PER LA RIFORMA ORGANICA DELLA MAGISTRATURA ONORARIA E ALTRE DISPOSIZIONI SUI GIUDICI DI PACE. DISEGNO DI LEGGE RECANTE DELEGA AL GOVERNO PER LA RIFORMA ORGANICA DELLA MAGISTRATURA ONORARIA E ALTRE DISPOSIZIONI SUI GIUDICI DI PACE. Art. 1 - (Contenuto della delega) prevedere un unica figura di giudice

Dettagli

www.auge.it auge@auge.it

www.auge.it <Associazione Ufficiali Giudiziari in Europa > auge@auge.it Iniziativa del Senatore Berselli, Presidente della Commissione Giustizia Assegnato alla 2ª Commissione permanente (Giustizia) in sede referente il 1 luglio 2008. Annuncio nella seduta ant. n. 30 del 2

Dettagli

L ORDINAMENTO SPORTIVO ITALIANO CORSO ALLENATORI PRIMO LIVELLO

L ORDINAMENTO SPORTIVO ITALIANO CORSO ALLENATORI PRIMO LIVELLO L ORDINAMENTO SPORTIVO ITALIANO CORSO ALLENATORI PRIMO LIVELLO Principio della pluralità degli ordinamenti giuridici Istituzione o Ordinamento giuridico - Plurisoggettività (composto da soggetti aderenti

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCOLARO LAURA Indirizzo VIA S. SEBASTIANO, 14 98122 MESSINA VIA G. MATTEOTTI, 17 98060 OLIVERI (ME) Telefono

Dettagli

STATUTO (in vigore dal 2013)

STATUTO (in vigore dal 2013) STATUTO (in vigore dal 2013) 1 Costituzione Ai sensi del Codice Civile italiano ed in armonia con i disposti delle norme europee è costituita l Unione Europea Assicuratori di seguito detta Unione. L Unione

Dettagli

LIBERA UNIVERSITA DEGLI STUDI S. PIO V STATUTO DI AUTONOMIA. Sezione prima. Disposizioni generali. Art. 1

LIBERA UNIVERSITA DEGLI STUDI S. PIO V STATUTO DI AUTONOMIA. Sezione prima. Disposizioni generali. Art. 1 LIBERA UNIVERSITA DEGLI STUDI S. PIO V STATUTO DI AUTONOMIA Sezione prima Disposizioni generali Art. 1 1. E istituita in Roma la Libera Università degli Studi S. Pio V, di seguito denominata Università.

Dettagli

PROTOCOLLO ALLA CARTA AFRICANA SUI DIRITTI DELL UOMO E DEI POPOLI RELATIVO ALLA CREAZIONE

PROTOCOLLO ALLA CARTA AFRICANA SUI DIRITTI DELL UOMO E DEI POPOLI RELATIVO ALLA CREAZIONE PROTOCOLLO ALLA CARTA AFRICANA SUI DIRITTI DELL UOMO E DEI POPOLI RELATIVO ALLA CREAZIONE DI UNA CORTE AFRICANA DEI DIRITTI DELL UOMO E DEI POPOLI Gli Stati Parti dell Organizzazione dell Unità Africana

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO POST- LAUREAM

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO POST- LAUREAM REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO POST- LAUREAM CAPO I DISPOSIZIONI COMUNI ART. 1 Tipologie 1. L Università degli Studi del Molise, ai sensi dell art. 114 del Regolamento per l amministrazione,

Dettagli

REGOLAMENTO DI MEDIAZIONE

REGOLAMENTO DI MEDIAZIONE REGOLAMENTO DI MEDIAZIONE Iscritto al n. 817 del Registro degli Organismi di Mediazione presso il Ministero della Giustizia Approvato dal Consiglio di Amministrazione di Aspiin il 10 marzo 2015 Pagina

Dettagli

M in i s te r o d e l l a G i u s t i z i a

M in i s te r o d e l l a G i u s t i z i a M in i s te r o d e l l a G i u s t i z i a MODIFICHE AL D.M. 140/2012 Premessa Con la Riforma delle Professioni ed il Decreto Parametri si è inteso abbandonare una logica di predeterminazione amministrativa

Dettagli

F.A.S.I. Regolamento Gruppo Giudici di Gara

F.A.S.I. Regolamento Gruppo Giudici di Gara F.A.S.I. Regolamento Gruppo Giudici di Gara Definizione Tutti i Giudici di Gara federali sono raggruppati nell organo definito Gruppo Giudici di Gara (G.G.G.). Esso è costituito da: - Il Segretario dei

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI INFORMAZIONI PERSONALI Nome PASQUALETTI Giorgio Data di nascita 28 aprile 1973 Qualifica EP posizione economica EP 1 area amministrativa gestionale Amministrazione Università degli Studi di Macerata Incarico

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI IVREA

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI IVREA ORDINE DEGLI AVVOCATI DI IVREA REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE ****** ****** 1 PREMESSA Chiunque voglia avviarsi alla professione forense deve aver svolto un periodo di pratica professionale

Dettagli

10/02/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 12. Regione Lazio

10/02/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 12. Regione Lazio Regione Lazio DIREZIONE RISORSE UMANE E SISTEMI INFORMATIVI Atti dirigenziali di Gestione Atto di Organizzazione 9 febbraio 2015, n. G01030 Ricerca di professionalità per l'affidamento dell'incarico di

Dettagli

ART. 1 OGGETTO ART. 2 COMPITI E FUNZIONI

ART. 1 OGGETTO ART. 2 COMPITI E FUNZIONI REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO LEGALE DI ATENEO (D.R. N. 293 DEL 8 MAGGIO 2013 COME MODIFICATO DAL D.R. N. 43 DEL 26 GENNAIO 2015) ART. 1 OGGETTO 1. Il presente regolamento disciplina il

Dettagli

Risarcimento dei danni per la non ragionevole durata dei processi: la nuova legge Pinto

Risarcimento dei danni per la non ragionevole durata dei processi: la nuova legge Pinto STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA ABILITATO AL BILINGUISMO TEDESCO - ITALIANO DALLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO IDONEO ALL ESAME DI STATO DI COMPETENZA LINGUISTICA CINESE

Dettagli

Dott. Geom. Francesco Parrinello

Dott. Geom. Francesco Parrinello Workshop Le professioni tecniche nella mediazione Trapani, 08 Ottobre 2011 L' esperienza professionale a servizio della Mediazione A cura del Dott. Geom. Francesco Parrinello Presidente del Collegio dei

Dettagli

Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8

Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Legge 4 agosto 1965, n. 1103 (Gazz. Uff. n. 247-1 ottobre 1965) Regolamentazione giuridica dell'esercizio dell'arte ausiliaria sanitaria di tecnico di radiologia medica La Camera dei deputati ed il Senato

Dettagli

c.ricci@usl11.toscana.it Italiana

c.ricci@usl11.toscana.it Italiana C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome CATERINA RICCI Telefono Fax - E-mail Nazionalità Data e luogo di nascita 29/05/1967 c.ricci@usl11.toscana.it Italiana ESPERIENZE LAVORATIVE Date

Dettagli

Regolamento di certificazione della norma AOMAS:2010

Regolamento di certificazione della norma AOMAS:2010 Regolamento di certificazione della norma AOMAS:2010 Norma AOMAS / Regolamento: revisione 2010 Versione definitiva: 2010-10-10 1 / 12 Informazioni sulla revisione La presente revisione del regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI MACERATA REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE TITOLO I ISCRIZIONE NEL REGISTRO SPECIALE DEI PRATICANTI ART. 1 Il laureato in Giurisprudenza che intenda

Dettagli

Circolare Medì del 13.11.2012 A cura di Riccardo Izzo Responsabile dell Organismo

Circolare Medì del 13.11.2012 A cura di Riccardo Izzo Responsabile dell Organismo Circolare Medì del 13.11.2012 A cura di Riccardo Izzo Responsabile dell Organismo Indice Corsi p. 4 Protocolli d intesa con i Comuni. La mediazione con gli Enti Pubblici p. 5 Convenzioni con ordini Professionali

Dettagli

05217089 carlo.berdini@giustizia.it

05217089 carlo.berdini@giustizia.it INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Fax dell ufficio Email istituzionale Berdini Carlo 29/03/1967 II Fascia Dirigente Direttore

Dettagli

REGOLAMENTO DI MEDIAZIONE

REGOLAMENTO DI MEDIAZIONE Iscritto al n. 23 del Registro degli Organismi deputati a gestire procedure di mediazione ai sensi del D.Lgs. 28/2010 e s.m.i. REGOLAMENTO DI MEDIAZIONE Revisione IX del 15 aprile 2015 - In vigore dal

Dettagli

Riordinamento delle scuole dirette ai fini speciali, delle scuole di specializzazione e dei corsi di perfezionamento

Riordinamento delle scuole dirette ai fini speciali, delle scuole di specializzazione e dei corsi di perfezionamento Testo aggiornato al 9 dicembre 2005 Decreto del Presidente della Repubblica 10 marzo 1982, n. 162 Gazzetta Ufficiale 17 aprile 1982, n. 105 Riordinamento delle scuole dirette ai fini speciali, delle scuole

Dettagli

Guida ai reclami di Banca di Sassari

Guida ai reclami di Banca di Sassari Guida ai reclami di Banca di Sassari Aggiornamento ottobre 2015 1. L importanza dei Reclami in Banca di Sassari La sopravvivenza e il successo di ogni azienda dipendono dalla propria capacità di avere

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE E SISTEMI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE E SISTEMI AMMINISTRATIVI Università degli Studi di Siena Facoltà di Giurisprudenza REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE E SISTEMI AMMINISTRATIVI Art. 1 E istituito presso la Facoltà di Giurisprudenza il Corso

Dettagli

Legge sull Università della Svizzera italiana e sulla Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (del 3 ottobre 1995)

Legge sull Università della Svizzera italiana e sulla Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (del 3 ottobre 1995) Legge sull Università della Svizzera italiana e sulla Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (del ottobre 995) IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE DEL TICINO visti il messaggio

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA

AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA REGIONE DEL VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n. 1420 del 19/12/2013 OGGETTO: Regolamento per l'affidamento di incarichi legali. Il Direttore della SC Legale e Assicurazioni

Dettagli

Pro.Ri.Ti.S. Fondo Europeo per i Rifugiati

Pro.Ri.Ti.S. Fondo Europeo per i Rifugiati Pro.Ri.Ti.S. Fondo Europeo per i Rifugiati Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale STUDIO LAVORO Vademecum aggiornato a giugno 2011 Vademecum per le procedure

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI (emanato con Decreto Rettorale N. 645 del 12/03/2003) ART. 1 - Ambito di applicazione... 2 ART. 2 - Titoli per l accesso...

Dettagli

Notizie dal Consiglio N U M E R O 3 / 2 0 1 3 2 9 M A R Z O 2 0 1 3

Notizie dal Consiglio N U M E R O 3 / 2 0 1 3 2 9 M A R Z O 2 0 1 3 Notizie dal Consiglio N U M E R O 3 / 2 0 1 3 2 9 M A R Z O 2 0 1 3 z DALLE ISTITUZIONI 1. Dal nostro Consiglio - Assemblea bilancio consuntivo 2012 e bilancio preventivo 2013 - S. Messa in ricordo dell

Dettagli

Statuto - Associazione Culturale Mondi Sospesi STATUTO

Statuto - Associazione Culturale Mondi Sospesi STATUTO STATUTO Statuto - Associazione Culturale Mondi Sospesi Art. 1 Denominazione e sede sociale E costituita, a tempo indeterminato, un associazione culturale denominata MONDI SOSPESI. L Associazione non ha

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE SCUOLA DI PREPARAZIONE PER L'ABILITAZIONE ALLA PROFESSIONE DI AVVOCATO

CORSO DI FORMAZIONE SCUOLA DI PREPARAZIONE PER L'ABILITAZIONE ALLA PROFESSIONE DI AVVOCATO CORSO DI FORMAZIONE SCUOLA DI PREPARAZIONE PER L'ABILITAZIONE ALLA PROFESSIONE DI AVVOCATO 1ª EDIZIONE 300 ore 12 CFU Anno Accademico 2014/2015 FORM102 Pagina 1/6 Titolo SCUOLA DI PREPARAZIONE PER L'ABILITAZIONE

Dettagli

Versione Bewilligungsverfahren del 2 dicembre 2013 1

Versione Bewilligungsverfahren del 2 dicembre 2013 1 Ramo Servizi e amministrazione "Gruppo aziendale avvocatura" Avvertenze: - Per facilitarne la leggibilità il presente documento è stato redatto utilizzando la forma maschile. - Per cliente si intendono

Dettagli

Schema di decreto del Ministro della giustizia recante Regolamento recante disposizioni per il conseguimento e il mantenimento del titolo di avvocato

Schema di decreto del Ministro della giustizia recante Regolamento recante disposizioni per il conseguimento e il mantenimento del titolo di avvocato Schema di decreto del Ministro della giustizia recante Regolamento recante disposizioni per il conseguimento e il mantenimento del titolo di avvocato specialista, a norma dell articolo 9 della legge 31

Dettagli

SCHEMA DI DISEGNO DI LEGGE RECANTE DELEGA AL GOVERNO PER LA RIFORMA ORGANICA DELLA MAGISTRATURA ONORARIA E ALTRE DISPOSIZIONI SUI GIUDICI DI PACE.

SCHEMA DI DISEGNO DI LEGGE RECANTE DELEGA AL GOVERNO PER LA RIFORMA ORGANICA DELLA MAGISTRATURA ONORARIA E ALTRE DISPOSIZIONI SUI GIUDICI DI PACE. SCHEMA DI DISEGNO DI LEGGE RECANTE DELEGA AL GOVERNO PER LA RIFORMA ORGANICA DELLA MAGISTRATURA ONORARIA E ALTRE DISPOSIZIONI SUI GIUDICI DI PACE. Art. 1 - (Contenuto della delega) prevedere un unica figura

Dettagli

"IL CONTRIBUTO DEGLI ASSISTENTI SOCIALI NELLA COSTRUZIONE DELLO STATO DI DIRITTO"

IL CONTRIBUTO DEGLI ASSISTENTI SOCIALI NELLA COSTRUZIONE DELLO STATO DI DIRITTO Intervento al Convegno organizzato dall associazione assistenti sociali il 3 dicembre 2011 sul tema "IL CONTRIBUTO DEGLI ASSISTENTI SOCIALI NELLA COSTRUZIONE DELLO STATO DI DIRITTO" Titolo dell intervento:

Dettagli