CIRCOLARE MENSILE AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CIRCOLARE MENSILE AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE"

Transcript

1 CIRCOLARE MENSILE AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE Delegato Giunta UNGDCEC Diego La Vecchia Presidente Giuseppe Arleo Segretario Rossana Giacalone Membri di Commissione: Alessandro Caronti Filippo d'amico Sebastiano Impallomeni Francesco Saporito Emiliano Capano Luigi Cucurullo Ettore Perrotti Cristiano D'Errico Riccardo Veneziano Francesco Grisolia Silvia Ciampini Marco Mercantelli Carmen Anna Monica Gianfrate Emanuele Garozzo Eleonora Settesoldi GIUGNO 2010

2 Sommario 1. Agevolazioni in conto interessi alle imprese turistiche (Regione Liguria) 2. Agevolazioni in conto mutuo alle imprese turistiche (Regione Liguria) 3. Fondo liquidità sistema camerale regione liguria (Regione Liguria) 4. Fondo di cogaranzia (Regione Emilia Romagna) 5. Fondo Microcredito per le imprese (Regione Sardegna) 6. Incentivi alla competitività (Provincia di Roma) 7. Detassazione degli investimenti (Intero territorio nazionale) 8. Agevolazioni alla innovazione settore terziario, turismo, commercio (Regione Toscana) 9. Agevolazioni alle imprese operanti nel settore commercio (Regione Sicilia) 10. Appendice

3 INCENTIVI ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE PER LA QUALIFICAZIONE E LO SVILUPPO DELL OFFERTA TURISTICA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSE (M. 1A) (REGIONE LIGURIA) - BANDO APERTO AREE AGEVOLATE INTERVENTI AMMISSIBILI INVESTIMENTI AGEVOLABILI ENTITA' INCENTIVI Alberghi, alberghi diffusi, residenze d epoca, residenze turistico-alberghiere, locande, campeggi, villaggi turistici, parchi per vacanze, case per ferie, ostelli per la gioventù, affittacamere in possesso della classificazione attribuita dalla Provincia a norma del Titolo VI, Capo II della legge regionale 7 febbraio 2008 n. 2 (sulla base di quanto previsto dallo specifico regolamento di attuazione), rifugi alpini o escursionistici, case e appartamenti per vacanze, stabilimenti balneari, spiagge libere attrezzate, parchi tematici. Incentivi a sostegno degli interventi volti a qualificare e a sviluppare l offerta turistica ligure Realizzazione, Manutenzione Straordinaria, Ristrutturazione, Acquisto dell immobile in cui si esercita l attività; Interventi mirati al risparmio energetico. Piani di investimento non inferiori ad ,00 e non superiori ad ,00 - progettazione, direzione lavori ed oneri; - acquisto del suolo aziendale; - opere murarie e/o assimilate; - acquisto macchinari, impianti, attrezzature, arredi; - acquisto programmi informatici; - spese capitalizzate per l introduzione di sistemi di qualità interna. Sono ammissibili piani di investimento di importo compreso tra contributo in conto interessi in forma attualizzata, a fronte di un finanziamento concesso dalla Banca, consistente nell abbattimento dell 80% del tasso di riferimento comunitario vigente alla data di stipulazione del contratto di finanziamento. Dott. Emanuele Garozzo

4 INCENTIVI ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE PER LA QUALIFICAZIONE E LO SVILUPPO DELL OFFERTA TURISTICA CONCESSIONE DI AIUTI RIMBORSABILI (M. 1B) (REGIONE LIGURIA) - BANDO APERTO AREE AGEVOLATE INTERVENTI AMMISSIBILI INVESTIMENTI AGEVOLABILI Alberghi, alberghi diffusi, residenze d epoca, residenze turistico-alberghiere, locande, campeggi, villaggi turistici, parchi per vacanze, case per ferie, ostelli per la gioventù, affittacamere in possesso della classificazione attribuita dalla Provincia a norma del Titolo VI, Capo II della legge regionale 7 febbraio 2008 n. 2 (sulla base di quanto previsto dallo specifico regolamento di attuazione), rifugi alpini o escursionistici, case e appartamenti per vacanze, stabilimenti balneari, spiagge libere attrezzate, parchi tematici. Incentivi a sostegno degli interventi volti a qualificare e a sviluppare l offerta turistica ligure Realizzazione, Manutenzione Straordinaria, Ristrutturazione, Acquisto dell immobile in cui si esercita l attività; Interventi mirati al risparmio energetico. Piani di investimento non inferiori ad ,00 e non superiori ad ,00 - progettazione, direzione lavori ed oneri; - acquisto del suolo aziendale; - opere murarie e/o assimilate; - acquisto macchinari, impianti, attrezzature, arredi; - acquisto programmi informatici; - spese capitalizzate per l introduzione di sistemi di qualità interna. Sono ammissibili piani di investimento di importo compreso tra

5 ENTITA' INCENTIVI Alberghi, alberghi diffusi, residenze d epoca, residenze turistico-alberghiere, locande, campeggi, villaggi turistici, parchi per vacanze, case per ferie, ostelli per la gioventù, affittacamere in possesso della classificazione attribuita dalla Provincia a norma del Titolo VI, Capo II della legge regionale 7 febbraio 2008 n. 2 (sulla base di quanto previsto dallo specifico regolamento di attuazione), rifugi alpini o escursionistici, case e appartamenti per vacanze, stabilimenti balneari, spiagge libere attrezzate, parchi tematici. finanziamento pari al 100% di un programma di investimento ammissibile documentato concesso ad un tasso agevolato pari al 2% secondo un apposito piano d ammortamento. Dott. Emanuele Garozzo

6 FONDO LIQUIDITA SISTEMA CAMERALE REGIONE REGIONE LIGURIA BANDO APERTO PMI liguri di ogni settore (industria, artigianato, commercio e cooperazione)_ INIZIATIVE AGEVOLABILI Prospettive di rilancio e sviluppo a fronte di problematiche straordinarie di struttura e gestione finanziaria derivanti dalla recente crisi economica Fondo alimentato dal Sistema Camerale e dalla Regione Liguria per complessivi 3,2 milioni di euro, la cui operatività sarà ripartita tra i confidi dei settori artigianato, commercio, cooperazione e industria TIPO DI FINANZIAMENTI AGEVOLABILI - finanziamento di consolidamento di esposizione bancaria pregressa della banca erogante e/o di banche terze: 1) prestiti chirografari con piano di rientro fino a 60 mesi; 2) operazioni ipotecarie fino a 20 anni; 3) quota garantita da un confidi in primo grado: fino al 50%_ - finanziamenti aggiuntivi a fronte di fabbisogni per il finanziamento del capitale circolante: 1) qualunque forma tecnica, a breve o a medio/lungo termine, chirografaria (fino a 60 mesi) o ipotecaria (fino a 20 anni); 2) quota garantita da un confidi in primo grado: fino all 80%_ ENTITA INCENTIVI Il fondo di garanzia copre sino ad un massimo del 60% del finanziamento, con un limite massimo per impresa di euro ,00, il rischio assunto in primo grado da ogni confidi. Dott. Emanuele Garozzo

7 FONDO DI COGARANZIA (REGIONE EMILIA ROMAGNA) AREE AGEVOLATE INIZIATIVE AGEVOLABILI Fondo di cogaranzia di 50 milioni di euro per sostenere il credito alle imprese del territorio regionale. Sono ammesse le imprese appartenenti a tutti i settori economici Emilia Romagna Le iniziative agevolabili riguardano: - gli investimenti produttivi; - le esigenze di liquidità di breve e medio termine; - operazioni di consolidamento e, più in generale, di ristrutturazione del debito; - operazioni di capitalizzazione, anche in forma di prestito partecipativo; - locazioni finanziarie immobiliari e mobiliari. TIPO DI FINANZIAMENTI AGEVOLABILI L'intervento del Fondo consentirà alle aziende di richiedere una garanzia su finanziamenti ENTITA' INCENTIVI La garanzia complessiva sarà prestata, a seconda della fascia di rating in cui si colloca l'impresa beneficiaria, in misura pari al 50% o all'80% del finanziamento (di durata massima pari a 120 mesi) o del contratto di locazione finanziaria, entro un importo massimo di 1,5 milioni di euro per singola impresa o 750 mila euro per quelle del settore dell'autotrasporto. La convenzione bancaria garantirà, inoltre, tassi di interesse trasparenti e vantaggiosi. Dott. Giuseppe Arleo

8 FONDO MICROCREDITO PER LE IMPRESE (REGIONE SARDEGNA) AREE AGEVOLATE INIZIATIVE AGEVOLABILI La Regione Sardegna ha istituito un Fondo per il Microcredito con l'obiettivo primario di sostenere l'avvio di nuove attività imprenditoriali ovvero di realizzare nuovi investimenti nell'ambito di iniziative già esistenti da parte di tutti quei soggetti che, per condizioni soggettive o oggettive, si trovino in difficoltà ad accedere ai canali tradizionali del credito. Intero territorio regionale Saranno considerate ammissibili le spese: - di funzionamento e di gestione; - risorse umane e le spese generali; - per risorse umane inerenti oneri e retribuzioni sono ammissibili solo qualora su quella risorsa umana non siano già stati concessi sgravi contributivi (es.: legge 407/90, legge n.68/99 ), o bonus assunzionali in base a leggi nazionali o regionali o a progetti a finanziamento statale e/o regionale (es.: Progetto A.R.C.O), nel periodo di durata del finanziamento affinché non sussistano delle sovrapposizioni di finanziamento per la medesima unità lavorativa; - le spese per investimenti fissi limitatamente a macchinari, impianti, attrezzature e mezzi mobili. Sono escluse dal finanziamento le spese relative a mezzi di trasporto merci su strada da parte di imprese che effettuano il trasporto di merci su strada per conto terzi. TIPO DI FINANZIAMENTI AGEVOLABILI I finanziamenti concessi saranno erogati ai destinatari sotto forma di mutui chirografari con le seguenti caratteristiche, tra le altre: durata massima: 60 mesi; tasso applicato: 0%; - garanzie: al momento dell istruttoria della domanda di finanziamento non saranno richieste garanzie reali, patrimoniali e finanziarie, fatta eccezione per le società a responsabilità limitata e le cooperative a responsabilità limitata; ENTITA' INCENTIVI Le proposte potranno avere una dimensione finanziaria compresa tra un minimo di euro e un massimo di euro. Le domande di accesso possono essere presentate, a partire

9 La Regione Sardegna ha istituito un Fondo per il Microcredito con l'obiettivo primario di sostenere l'avvio di nuove attività imprenditoriali ovvero di realizzare nuovi investimenti nell'ambito di iniziative già esistenti da parte di tutti quei soggetti che, per condizioni soggettive o oggettive, si trovino in difficoltà ad accedere ai canali tradizionali del credito. dal 31 maggio 2010 Dott. Giuseppe Arleo

10 INCENTIVI ALLA COMPETITIVITA (PROVINCIA DI ROMA) AREE AGEVOLATE INIZIATIVE AGEVOLABILI I soggetti destinatari delle agevolazioni sono:le micro- imprese, di persone o di capitali; le cooperative sociali e di produzione e lavoro, aventi i requisiti di micro-impresa; le imprese artigiane aventi i requisiti di micro-impresa. Sono ammissibili esclusivamente i progetti presentati da microimprese, nel settore del dei settori del turismo, dell'artigianato e manifatturiero, del terziario produttivo, dei servizi alle imprese e alle persone, volti alla creazione o qualificazione di unità produttive, la cui unità operativa oggetto dell'investimento ricada in: Area Sabina: Fonte Nuova, Marcellina, Mentana, Monteflavio, Montelibretti, Monterotondo, Montorio Romano, Moricone, Nerola, Palombara Sabina, San Polo dei Cavalieri; Area Valle del Tevere: Campagnano di Roma, Capena, Castelnuovo di Porto, Civitella San Paolo, Fiano Romano, Filacciano, Formello, Magliano Romano, Mazzano Romano, Morlupo, Nazzano, Ponzano Romano, Riano, Rignano Flaminio, Sacrofano, Sant'Oreste, Torrita Tiberina. Sono ammissibili le iniziative relative a proposte di investimento facenti riferimento ai seguenti settori: manifatturiero, turismo, immagazzinaggio e comunicazioni, informatica e attività connesse, ricerca e sviluppo, altre attività professionali e imprenditoriali, servizi alla persona, all'impresa, culturali e turistici. TIPO DI FINANZIAMENTI AGEVOLABILI Le tipologie di investimenti ammissibili sono le seguenti: studi di fattibilità, registrazione brevetti, realizzazione marchio aziendale, impianti ed opere murarie di ristrutturazione, acquisto di impianti, macchinari e attrezzature, compresi gli arredi; sistemi informativi integrati, acquisto di software, investimenti al rispetto di tutte le norme di sicurezza dei luoghi di lavoro. ENTITA' INCENTIVI Contributo in conto capitale a fondo perduto non superiore al 50% della spesa ammissibile. Il contributo massimo erogabile non può superare i euro. L'investimento minimo non inferiore a euro. Scadenza 30/06 Dott. Giuseppe Arleo

11 DETASSAZIONE DEGLI INVESTIMENTI - DL N.40/2010 (REGIONE TOSCANA) Imprese che svolgono attività produttive classificabili nella divisione 13 (industrie tessili) o 14 (confezione di articoli di abbigliamento; confezione di articoli in pelle e pelliccia) della tabella ATECO. AREE AGEVOLATE INIZIATIVE AGEVOLABILI TUTTE LE REGIONI Investimenti in attività di ricerca e di sviluppo precompetitivo finalizzate alla realizzazione di campionari. Nelle fasi di realizzazione del campionario sono agevolabili sempre e comunque i costi relativi - alla ricerca ed ideazione estetica; - alla realizzazione dei prototipi; mentre le attività seguenti sono agevolabili solo se collegate alla realizzazione di un prodotto nuovo o sostanzialmente modificato: - preparazione del campionario o delle collezioni; - promozione del campionario; - gestione del magazzino campioni. TIPO DI FINANZIAMENTI AGEVOLABILI I costi ammissibili in misura congrua e pertinente - sono i seguenti: - il personale, limitatamente a ricercatori e tecnici impiegati nella attività di R. & S.; - i servizi di consulenza utilizzati in R. & S.; - le spese generali; - la ricerca contrattuale; - gli strumenti e attrezzature nella misura e per il periodo in cui sono stati utilizzati per la R&S; - costi sostenuti per l acquisto di materiali, forniture e prodotti utilizzati per la R.& S. ENTITA' INCENTIVI L agevolazione spetta esclusivamente ai fini dell IRPEF e dell IRES e non opera ai fini dell IRAP, ed è fruita apportando una variazione in diminuzione della base imponibile del reddito di impresa. La detassazione opera indipendentemente dal risultato di esercizio ottenuto (utile o perdita). Dott.ssa Eleonora Settesoldi

12 INNOVAZIONE SETTORE TERZIARIO E SERVIZI TURISMO E COMMERCIO (REGIONE TOSCANA) AREE AGEVOLATE INIZIATIVE AGEVOLABILI Micro, piccole e medie imprese, singole o associate, anche di nuova costituzione, operanti nel turismo e nel commercio. Regione Toscana Interventi innovativi finalizzati al miglioramento del sistema gestionale delle imprese, compresa l acquisizione di strumentazioni tecnologiche di elevata specializzazione e complessità, utili allo sviluppo ed evoluzione dell azienda e all attuazione di specifici progetti innovativi. TIPO DI FINANZIAMENTI AGEVOLABILI Costi ammissibili: - spese del personale; - costi degli strumenti e delle attrezzature nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto; - costi dei fabbricati e dei terreni nella misura e per la durata in cui sono utilizzati per il progetto; - costi dell innovazione contrattuale, delle competenze tecniche e dei brevetti; - costi dei servizi di consulenza e di servizi equivalenti utilizzati esclusivamente per l attività di ricerca; - spese generali supplementari derivanti direttamente dal progetto. ENTITA' INCENTIVI L agevolazione è concessa nella forma di un aiuto in conto impianti nella misura massima del 25% per le medie imprese e del 35% per le piccole e micro imprese della spesa ritenuta ammissibile. Non possono essere ammessi all agevolazione investimenti inferiori ad Euro e superiori ad Euro Le domande possono essere presentate dal 1 settembre al 30 settembre Dott.ssa Eleonora Settesoldi

13 CONTRIBUTI ALLE IMPRESE DEL SETTORE COMMERCIO PROCEDURA A SPORTELLO (REGIONE SICILIA) Le micro e piccole imprese commerciali, costituite in forma di imprese individuali, societarie e cooperative, appartenenti alle seguenti tipologie di attività: 1) commercio a dettaglio svolto, in sede fissa, da esercizi di vicinato così come individuati al punto e) del comma 1 dell'art. 2 della L.R. 28/99; 2) pubblici esercizi di cui all'art. 5 della L. 287/91 ; 3) commercio a dettaglio su aree pubbliche così come definito dall'art. 1 della L.R. n. 18/95 e s.m.i. SCADENZA AREE AGEVOLATE INIZIATIVE AGEVOLABILI A partire dal 20 giorno successivo alla data di pubblicazione dell avviso nella GURS (28 maggio 2010) e per i successivi 90 giorni. Le imprese beneficiarie devono avere la sede operativa nel territorio della Regione Siciliana. Saranno ammesse soltanto le istanze presentate dalle imprese in possesso del seguenti requisiti: a) iscrizione al registro delle imprese (imprese costituite) o richiesta di iscrizione al Registro delle Imprese e partita IVA ( imprese da costituire); b) autorizzazioni comunali all'esercizio delle attività o comunicazione di inizio attività per le imprese costituite; c) comunicazione di inizio attività o richiesta di autorizzazione (ove necessario) per le imprese da costituire; d) piena disponibilità dell unità commerciale che deve possedere l'agibilità e la destinazione d'uso attività commerciale ; e) concessione pluriennale dell'area pubblica (ove necessaria). Gli aiuti non verranno concessi: - alle imprese controllate, ai sensi dell'art del Codice Civile; - alle imprese agrituristiche; - alle imprese operanti nel settore del commercio all'ingrosso ;

14 - alle imprese commerciali riportate nell art. 2 della L.R. 28/99. INVESTIMENTI AGEVOLABILI Le tipologie d investimento ammissibili per le micro e piccole imprese commerciali appartenenti ai punti 1) - esercizi di vicinato - e 2) pubblici esercizi sono: - acquisto ed installazione di vetrine espositive sia interne che esterne; - acquisto ed installazione di impianti di sicurezza quali sistemi di allarme e videosorveglianza; - acquisto ed installazione macchine, attrezzature e arredi necessari per l'esercizio dell'attività commerciale; - acquisto ed installazione di strutture prefabbricate per svolgere attività commerciale su aree pubbliche concesse all impresa per un periodo di tempo pluriennale; - opere di ristrutturazione del locale commerciale sia interne che esterne che non necessitano di concessione. Le tipologie d investimento ammissibili per le micro e piccole imprese commerciali appartenenti al punto 3) commercio a dettaglio su aree pubbliche - sono: - acquisto ed installazione di macchine, attrezzature, arredi e strutture prefabbricate per svolgere attività commerciale su aree pubbliche concesse per un periodo di tempo pluriennale; - acquisto di autoveicoli destinati esclusivamente all' attività di commercio su aree pubbliche; - acquisto ed installazione di macchine, di attrezzature necessarie per l'esercizio delle attività commerciale da collocare su autoveicoli o da acquistare (autonegozi) o già di proprietà del richiedente. N.B.: Tutte le macchine, le attrezzature, gli arredi e gli autoveicoli da acquistare devono essere nuove di fabbrica ed alle predette spese ammissibili si applicano i seguenti limiti e condizioni: 1) per le micro e piccole imprese commerciali appartenenti al punto 3) commercio a dettaglio su aree pubbliche sono ammissibili: le spese per l'acquisto di un solo autoveicolo per ditta (avente determinate caratteristiche di omologazione). Sono esclusi dal finanziamento autoveicoli a trazione integrale, i motocicli nonché le spese relative alla tassa di immatricolazione del veicolo; 2) le spese relative ai programmi informatici necessari per la gestione dell'attività commerciale, non devono comprendere quelle relative al software

15 di base; ENTITA' INCENTIVI Sono, inoltre, inammissibili le seguenti spese : 1) acquisto di autoveicoli e motocicli per le micro e piccole imprese commerciali appartenenti ai punti 1) - esercizi di vicinato - e 2) pubblici esercizi -; 2) le spese per l'acquisto di utensileria, minuteria e materiale da consumo necessaria allo svolgimento dell'attività commerciale (piatti, bicchieri, posaterie, pentole, tovagliato, ecc.). Ogni impresa potrà presentare una sola istanza per investimenti di importo minimo di 5.000,00 e massimo di ,00 escluso IVA per una o più unità produttive appartenenti alla stessa impresa. Il contributo sarà pari al 50% delle spese ritenute ammissibili. Se l'investimento proposto è superiore ad ,00 escluso IVA la parte eccedente tale importo sarà a carico della ditta richiedente. Le agevolazioni concesse verranno erogare in un unica soluzione. Dott.ssa Rossana Giacalone

16 APPENDICE Il fondo unico regionale per le attività produttive, Regione Umbria, nell art. 11 della legge 598/84 ha avuto una proroga dal 21/04/2010 al 05/07/2010. Dott.ssa Silvia Ciampini

CIRCOLARE MENSILE AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE

CIRCOLARE MENSILE AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE CIRCOLARE MENSILE AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE Delegato Giunta UNGDCEC Diego La Vecchia Presidente Giuseppe Arleo Segretario Rossana Giacalone Membri di Commissione: Alessandro Caronti Filippo d'amico Sebastiano

Dettagli

CIRCOLARE MENSILE AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE

CIRCOLARE MENSILE AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE CIRCOLARE MENSILE AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE Delegato Giunta UNGDCEC Diego La Vecchia Presidente Giuseppe Arleo Segretario Rossana Giacalone Membri di Commissione: Emiliano Capano Alessandro Caronti Silvia

Dettagli

WORKSHOP LA REGIONE SICILIANA PER IL COMMERCIO

WORKSHOP LA REGIONE SICILIANA PER IL COMMERCIO Unione Europea - Repubblica Italiana - Regione Siciliana Assessorato delle attività produttive - Dipartimento delle attività produttive Servizio ex 3S Insediamenti Produttivi WORKSHOP LA REGIONE SICILIANA

Dettagli

CIRCOLARE MENSILE AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE

CIRCOLARE MENSILE AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE CIRCOLARE MENSILE AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE Delegato Giunta UNGDCEC Diego La Vecchia Presidente Giuseppe Arleo Segretario Rossana Giacalone Membri di Commissione: Alessandro Caronti Filippo d'amico Sebastiano

Dettagli

Strumenti finanziari agevolati a sostegno delle PMI. Bergamo, Ottobre 2014

Strumenti finanziari agevolati a sostegno delle PMI. Bergamo, Ottobre 2014 Strumenti finanziari agevolati a sostegno delle PMI Bergamo, Ottobre 2014 Agenda Interventi Nazionali Interventi Regione Lombardia Interventi Regione Piemonte Interventi Regione Puglia 2 Agenda Interventi

Dettagli

FINANZA AGEVOLATA. Obiettivo 2 = Imprese Avviare un attività: elementi fondamentali. Dott. Giorgio Cavallari. 16 ottobre 2007

FINANZA AGEVOLATA. Obiettivo 2 = Imprese Avviare un attività: elementi fondamentali. Dott. Giorgio Cavallari. 16 ottobre 2007 Obiettivo 2 = Imprese Avviare un attività: elementi fondamentali 16 ottobre 2007 FINANZA AGEVOLATA Dott. Giorgio Cavallari FINANZIAMENTI AGEVOLATI IMPRENDITORIA FEMMINILE AUTOIMPIEGO: Lavoro autonomo;

Dettagli

FINANZIAMENTO FONDO MICROCREDITO FSE Per tutta la Sardegna scadenza: 30.10.2014

FINANZIAMENTO FONDO MICROCREDITO FSE Per tutta la Sardegna scadenza: 30.10.2014 FINANZIAMENTO FONDO MICROCREDITO FSE Per tutta la Sardegna scadenza: 30.10.2014 Caratteristiche generali: La Regione Sardegna, con Deliberazione di Giunta Regionale n. 53/61 del 4.12.2009, ha previsto

Dettagli

FONDO MICROCREDITO FSE

FONDO MICROCREDITO FSE FONDO MICROCREDITO FSE DIRETTIVE DI ATTUAZIONE Art. 1- OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI Il presente documento costituisce il riferimento e la base per l attuazione del Fondo Microcredito FSE, che ha l obiettivo

Dettagli

Veneto: L.R. 1/2000 Interventi per la promozione di nuove imprese e di innovazione dell imprenditoria femminile

Veneto: L.R. 1/2000 Interventi per la promozione di nuove imprese e di innovazione dell imprenditoria femminile Veneto: L.R. 1/2000 Interventi per la promozione di nuove imprese e di innovazione dell imprenditoria femminile Scadenze Data iniziale : martedì 17 ottobre 2006 scadenza ad esaurimento In breve Concessione

Dettagli

D I S C I P L I N A R E

D I S C I P L I N A R E D I S C I P L I N A R E per la concessione di contributi in abbattimento del tasso di interesse, a fondo perduto e in abbattimento dei costi di commissione alle piccole/medie imprese, operanti in provincia

Dettagli

PO-FESR 2007-2013 Obiettivo Operativo 3.2.2 Linea di intervento 3.2.2.4

PO-FESR 2007-2013 Obiettivo Operativo 3.2.2 Linea di intervento 3.2.2.4 PO-FESR 2007-2013 Obiettivo Operativo 3.2.2 Linea di intervento 3.2.2.4 Azioni congiunte di tutela, sviluppo sostenibile e promozione imprenditoriale del sistema della Rete Ecologica Siciliana Premessa

Dettagli

FINANZIAMENTI E INCENTIVI PER LE IMPRESE DEL SETTORE TURISTICO

FINANZIAMENTI E INCENTIVI PER LE IMPRESE DEL SETTORE TURISTICO Incontro informativo su FINANZIAMENTI E INCENTIVI PER LE IMPRESE DEL SETTORE TURISTICO Sede di Nocera Frigor Srl - Via Soleto, Martano (Lecce) 8 novembre 2010 Antonio Nocera Nocera Frigor Srl Salvatore

Dettagli

!! "" # $ %! " & & ' # $ ( ' (&! ' % & % # $ % " "" $! ( % ) & ""&! '! # && *(!! '! & ( $! '!! $ % # $ %

!!  # $ %!  & & ' # $ ( ' (&! ' % & % # $ %   $! ( % ) & &! '! # && *(!! '! & ( $! '!! $ % # $ % !! "" #$%! "&&'#$( '(&!' %& %#$% """$!( %)& ""&!'!#&&*(!!'!&( $!'!!$ %#$% DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE OBIETTIVO 2 2000-2006 2006 " % +,-./001%&+23 4' %%% 5& #$ $'6 ASSE 1 4 76 +23 88 +23 78! 7 #

Dettagli

AGEVOLAZIONI PER L IMPRENDITORIA GIOVANILE

AGEVOLAZIONI PER L IMPRENDITORIA GIOVANILE AGEVOLAZIONI PER L IMPRENDITORIA GIOVANILE Disciplina di riferimento DGR n. 2216 del 3 dicembre 2013 (BUR n. 113 del 24 dicembre 2013) Disposizioni Operative Uniche per lo sviluppo del Sistema Produttivo

Dettagli

3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO Gli elementi utili per aprire un attività imprenditoriale Rovigo, 14 maggio 2008

3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO Gli elementi utili per aprire un attività imprenditoriale Rovigo, 14 maggio 2008 3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO Gli elementi utili per aprire un attività imprenditoriale Rovigo, 14 maggio 2008 FINANZA AGEVOLATA Dott. Giorgio Cavallari FINANZIAMENTI AGEVOLATI AUTOIMPIEGO

Dettagli

Startup manifatturiero, microcredito per le imprese giovanili

Startup manifatturiero, microcredito per le imprese giovanili Startup manifatturiero, microcredito per le imprese giovanili Domande online entro il 27 febbraio. La Regione Toscana, con decreto dirigenziale n. 6446 del 15.12.2015, ha approvato e pubblicato, nell'ambito

Dettagli

FONDO DI GARANZIA PER IL MICROCREDITO MODALITA E PROCEDURE PER LA CONCESSIONE DI GARANZIE A FAVORE DI IMPRESE DI NUOVA COSTITUZIONE

FONDO DI GARANZIA PER IL MICROCREDITO MODALITA E PROCEDURE PER LA CONCESSIONE DI GARANZIE A FAVORE DI IMPRESE DI NUOVA COSTITUZIONE ALLEGATO A FONDO DI GARANZIA PER IL MICROCREDITO MODALITA E PROCEDURE PER LA CONCESSIONE DI GARANZIE A FAVORE DI IMPRESE DI NUOVA COSTITUZIONE 1. FINALITA` E OBIETTIVI L iniziativa prevede l utilizzo del

Dettagli

FONDO GARANZIA PER LE PMI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI CAGLIARI

FONDO GARANZIA PER LE PMI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI CAGLIARI FONDO GARANZIA PER LE PMI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI CAGLIARI Il Fondo di Garanzia è stato istituito dalla Camera di Commercio con apposito Regolamento, approvato con deliberazione del Consiglio camerale

Dettagli

ALLEGATO A FONDO DI ROTAZIONE

ALLEGATO A FONDO DI ROTAZIONE ALLEGATO A FONDO DI ROTAZIONE Criteri di Assegnazione dei Finanziamenti (Ai sensi della LEGGE REGIONALE N. 33 del 04.11.2002 artt. 101 e 103 e ai sensi del Regolamento (CE) N. 70/2001 della Comunità del

Dettagli

PROGETTI PER L IMPRENDITORIALITA SELEZIONE DEI BENEFICIARI

PROGETTI PER L IMPRENDITORIALITA SELEZIONE DEI BENEFICIARI PROGETTI PER L IMPRENDITORIALITA SELEZIONE DEI BENEFICIARI POIC (FASE II) Progetti Operativi per l Imprenditorialità Comunale a) Aiuti rimborsabili per l insediamento delle imprese, lo sviluppo occupazionale,

Dettagli

MICROCREDITO PER LE DONNE

MICROCREDITO PER LE DONNE UNIONE COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI BARI UNAGRACO BARI INCENTIVI PER LE IMPRESE: I RECENTI PROVVEDIMENTI NAZIONALI E REGIONALI BANDO PER INVESTIMENTI INNOVATIVI NELLE REGIONI CONVERGENZA MICROCREDITO

Dettagli

La dotazione finanziaria prevista dal Fondo PMI Misura Intervento straordinario per la competitività è pari a 120.000.000 di Euro.

La dotazione finanziaria prevista dal Fondo PMI Misura Intervento straordinario per la competitività è pari a 120.000.000 di Euro. AVVISO per la selezione di progetti da ammettere al finanziamento del Fondo Regionale per lo sviluppo delle PMI campane misura Intervento straordinario per la competitività Sul BURC del 2 novembre 2015

Dettagli

Interventi rivolti alle imprese dei settori turismo, commercio, cultura e terziario.

Interventi rivolti alle imprese dei settori turismo, commercio, cultura e terziario. Firenze 2 ottobre 2014 Interventi rivolti alle imprese dei settori turismo, commercio, cultura e terziario. Settore Disciplina, politiche e incentivi del commercio e attività terziarie DG competitività

Dettagli

STRUMENTI AGEVOLATIVI IN FAVORE DELL IMPRENDITORIA GIOVANILE Legge Regionale n. 57/1999

STRUMENTI AGEVOLATIVI IN FAVORE DELL IMPRENDITORIA GIOVANILE Legge Regionale n. 57/1999 STRUMENTI AGEVOLATIVI IN FAVORE DELL IMPRENDITORIA GIOVANILE Legge Regionale n. 57/1999 Disciplina di riferimento DGR 3929 del 4 dicembre 2007 (BUR n. 1 del 1 gennaio 2008) DGR 2096 del 7 luglio 2009 (BUR

Dettagli

La Regione Toscana a sostegno della creazione di impresa giovanile Prato, 16 novembre 2015 NASCERE E CRESCERE, IMPRESA DA RAGAZZI

La Regione Toscana a sostegno della creazione di impresa giovanile Prato, 16 novembre 2015 NASCERE E CRESCERE, IMPRESA DA RAGAZZI La Regione Toscana a sostegno della creazione di impresa giovanile Prato, 16 novembre 2015 NASCERE E CRESCERE, IMPRESA DA RAGAZZI OBIETTIVO SPECIFICO CREAZIONE DI IMPRESA GIOVANILE SETTORE MANIFATTURIERO,

Dettagli

AGEVOLAZIONI PER L IMPRENDITORIA FEMMINILE

AGEVOLAZIONI PER L IMPRENDITORIA FEMMINILE AGEVOLAZIONI PER L IMPRENDITORIA FEMMINILE Disciplina di riferimento DGR n. 2216 del 3 dicembre 2013 (BUR n. 113 del 24 dicembre 2013) Disposizioni Operative Uniche per lo sviluppo del Sistema Produttivo

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Roma, 29 aprile 2010

CIRCOLARE N. 22/E. Roma, 29 aprile 2010 CIRCOLARE N. 22/E Roma, 29 aprile 2010 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Decreto-legge 25 marzo 2010, n. 40 Articolo 4 Detassazione degli investimenti in attività di ricerca industriale e di sviluppo

Dettagli

PIA Turismo - Aiuti alle grandi imprese e alle PMI per programmi integrati di investimento

PIA Turismo - Aiuti alle grandi imprese e alle PMI per programmi integrati di investimento PIA Turismo - Aiuti alle grandi imprese e alle PMI per programmi integrati di investimento FINALITÀ Destagionalizzazione dei flussi turistici RISORSE DISPONIBILI Euro 15 milioni BENEFICIARI Grande impresa

Dettagli

Riepilogo interventi finanziari a favore dell PMI

Riepilogo interventi finanziari a favore dell PMI Riepilogo interventi finanziari a favore dell PMI Possibilità 1.CREDITO ADESSO 2014 2. SABATINI BIS 3.REGIONE LOMBARDIA - FONDO FRIM 4.BANDO PER L INNOVAZIONE DEL TERZIARIO 5. LOMBARDIA CONCRETA 6. BANDO

Dettagli

Progetto Operativo per l Imprenditorialità Comunale FASE II

Progetto Operativo per l Imprenditorialità Comunale FASE II SEMINARIO INFORMATIVO POIC Progetto Operativo per l Imprenditorialità Comunale FASE II 1 Fase II: selezione, sulla base di appositi dispositivi attuativi e dei progetti comunali approvati nella Fase I,

Dettagli

Sportello Informativo e di Consulenza IMPRESA E LAVORO

Sportello Informativo e di Consulenza IMPRESA E LAVORO Sportello Informativo e di Consulenza IMPRESA E LAVORO Accesso al credito, opportunità di finanziamento e inserimento lavorativo Lo sportello informativo e di consulenza Impresa e Lavoro offre un sostegno

Dettagli

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO NUOVE IMPRESE E INVESTIMENTI PRODUTTIVI Finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto Inail 2014/2015 Contributi per il miglioramento della sicurezza sul lavoro Nuove

Dettagli

SERVIZIO AGEVOLAZIONI E CREDITO INFORMATIVA PERIODICA N. 1/2010 MARZO 2010 LEPSIS A CURA DI LEPSIS

SERVIZIO AGEVOLAZIONI E CREDITO INFORMATIVA PERIODICA N. 1/2010 MARZO 2010 LEPSIS A CURA DI LEPSIS MARZO 2010 A CURA DI LEPSIS Pur essendo posta la massima cura nello studio e nella redazione dell INFORMATIVA nessuna responsabilità viene assunta in merito alle informazioni e commenti forniti. L INFORMATIVA

Dettagli

Mission e obiettivi Invitalia

Mission e obiettivi Invitalia Fare impresa con gli strumenti di Invitalia Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Massimo Calzoni Business Unit Finanza e Impresa Sviluppo, Promozione e Marketing

Dettagli

Fondo centrale di garanzia

Fondo centrale di garanzia Fondo centrale di garanzia 1 Riferimento Legge FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE LEGGE 662/96 ART. 2 COMMA 100 LETT. A); Tre forme di intervento: Garanzia Diretta, garanzia prestata dal

Dettagli

La legge 598/94. Piano di Investimento per i Settori Costruzioni, Commercio e Servizi

La legge 598/94. Piano di Investimento per i Settori Costruzioni, Commercio e Servizi La legge 598/94 La legge 598/94 è rivolta alle micro, piccole e medie imprese, costituite anche in forma di società cooperativa, comprese le imprese artigiane limitatamente al settore D Manifatturiero,

Dettagli

La categoria delle microimprese, delle piccole imprese e delle medie imprese (complessivamente definita PMI) sono così definite:

La categoria delle microimprese, delle piccole imprese e delle medie imprese (complessivamente definita PMI) sono così definite: Direttive per la concessione e l erogazione delle agevolazioni alle imprese in attuazione del P.O. FESR 2007/2013, Obiettivo Operativo 5.1.3, linee di intervento 1, 2 e 5 PMI DI QUALITA PREMESSA L obiettivo

Dettagli

Imprese artigiane, anche in forma cooperativa o consortile.

Imprese artigiane, anche in forma cooperativa o consortile. QUADRO SINOTTICO FINANZIAMENTI IMPRESE BANDI Oggetto Finanziamento Beneficiari Apertura Scadenza Stanziamento Importi finanziabili Legge n. 949/52 Bando INAIL 2014 - Contributo in c/interessi (64% del

Dettagli

I LIBERI PROFESSIONISTI POTRANNO ACCEDERE AI FINANZIAMENTI EUROPEI

I LIBERI PROFESSIONISTI POTRANNO ACCEDERE AI FINANZIAMENTI EUROPEI I LIBERI PROFESSIONISTI POTRANNO ACCEDERE AI FINANZIAMENTI EUROPEI Documento del 15 febbraio 2016 I LIBERI PROFESSIONISTI POTRANNO ACCEDERE AI FINANZIAMENTI EUROPEI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa.

Dettagli

Imprese artigiane, anche in forma cooperativa o consortile.

Imprese artigiane, anche in forma cooperativa o consortile. QUADRO SINOTTICO FINANZIAMENTI IMPRESE BANDI Oggetto Finanziamento Beneficiari Apertura Scadenza Stanziamento Importi finanziabili Legge n. 949/52 Bando INAIL 2014 - Contributo in c/interessi (64% del

Dettagli

BANDI IN EVIDENZA. INTERVENTO FINANZ. Finanziamento agevolato + + Garanzia + Voucher Finanziamento agevolato VAI N. TERRITORIO BANDO SETTORE

BANDI IN EVIDENZA. INTERVENTO FINANZ. Finanziamento agevolato + + Garanzia + Voucher Finanziamento agevolato VAI N. TERRITORIO BANDO SETTORE BANDI IN EVIDENZA N. TERRITORIO BANDO SETTORE 1 2 Regione Lombardia Regione Lombardia MADE IN LOMBARDY (RICERCA E SVILUPPO) FRIM FESR Sottomisura 1 (RICERCA) Manifatturiero Manifatturiero,Costruzioni Servizi

Dettagli

CONTRATTI DI SVILUPPO 2015/2016

CONTRATTI DI SVILUPPO 2015/2016 CONTRATTI DI SVILUPPO 2015/2016 Capitali per lo sviluppo industriale, commerciale e turistico in Italia Finanziamento agevolato e contributo a fondo perduto per grandi progetti di investimento Il Contratto

Dettagli

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO NUOVE IMPRESE E INVESTIMENTI PRODUTTIVI Finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto per nuove imprese Start up innovative (Smart & Start) Nascita e sviluppo società

Dettagli

Circolare Informativa n 45/2012. Microcredito Regione Campania

Circolare Informativa n 45/2012. Microcredito Regione Campania Circolare Informativa n 45/2012 Microcredito Regione Campania e-mail: info@cafassoefigli.it - www.cafassoefigli.it Pagina 1 di 7 INDICE Premessa pag.3 1) Soggetti beneficiari pag. 3 2) Linee di intervento

Dettagli

Riattivazione di una struttura alberghiera con la 488 Turismo

Riattivazione di una struttura alberghiera con la 488 Turismo Il caso pratico 51 di Tommaso Castaldo - Responsabile del servizio «legge 488/92» - Creditalia Sviluppo Impresa S.p.A.. - Società specializzata in finanziamenti agevolati (www.creditalia.it) Programmi

Dettagli

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 2 Febbraio 2014 REGIONE LOMBARDIA

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 2 Febbraio 2014 REGIONE LOMBARDIA NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 2 Febbraio 2014 REGIONE LOMBARDIA ANTICIPAZIONI FINANZIAMENTI AGEVOLATI NUOVA SABATINI PER INVESTIMENTI IN MACCHINARI, IMPIANTI, BENI STRUMENTALI, ATTREZZATURE NUOVE

Dettagli

20/10/2015 Esaurimento fondi

20/10/2015 Esaurimento fondi QUADRO SINOTTICO FINANZIAMENTI IMPRESE BANDI Oggetto Finanziamento Beneficiari Apertura Scadenza Stanziamento Importi finanziabili Bando Microcredito FSE 2015 Finanziamento Agevolato a tasso 0 max 25.000

Dettagli

GUIDA alla Legge 215/92

GUIDA alla Legge 215/92 GUIDA alla Legge 215/92 Cosa è? La legge 215/92 è lo strumento principale di agevolazione attraverso il quale il Ministero dell Industria mette a disposizione dell imprenditoria femminile stanziamenti,

Dettagli

Aiuti agli investimenti iniziali per piccole e medie imprese

Aiuti agli investimenti iniziali per piccole e medie imprese Aiuti agli investimenti iniziali per piccole e medie imprese TERMINI DI PRESENTAZIONE La presentazione avviene mediante la procedura a sportello, fino ad esaurimento risorse. BENEFICIARI 1. Microimprese

Dettagli

NUOVO ACCORDO PER IL CREDITO ALLA PMI

NUOVO ACCORDO PER IL CREDITO ALLA PMI Spett. Clienti, Loro Sedi Treviso, il 16 marzo 2011 Con la presente circolare informativa siamo ad illustrare il nuovo accordo per il credito alle PMI recentemente stipulato tra ABI (Associazione Bancaria

Dettagli

C i r c o l a r e d e l 1 7 s e t t e m b r e 2 0 1 4 P a g. 1 di 10. Il Fondo Unico di Veneto Sviluppo per le PMI

C i r c o l a r e d e l 1 7 s e t t e m b r e 2 0 1 4 P a g. 1 di 10. Il Fondo Unico di Veneto Sviluppo per le PMI C i r c o l a r e d e l 1 7 s e t t e m b r e 2 0 1 4 P a g. 1 di 10 Circolare Numero 31/2014 Oggetto Il Fondo Unico di Veneto Sviluppo per le PMI Sommario La Regione Veneto ha semplificato e razionalizzato

Dettagli

Primi bilanci delle misure di contrasto alla crisi

Primi bilanci delle misure di contrasto alla crisi Primi bilanci delle misure di contrasto alla crisi G. Benedetto Responsabile Direzione Attività Produttive Autorità di Gestione del POR Regione Piemonte L azione di Governo in risposta alla crisi: Interventi

Dettagli

STUDIO COMMERCIALE ROBERTO MY

STUDIO COMMERCIALE ROBERTO MY AGEVOLAZIONI PER LA MICROIMPRESA A CHI SI RIVOLGE Questa agevolazione è rivolta a persone che intendono avviare un attività imprenditoriale di piccola dimensione in forma di società di persone. 1 Sono

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI. Titolo II AIUTI AGLI INVESTIMENTI PER IL SOSTEGNO Contributi in conto interessi/canoni

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI. Titolo II AIUTI AGLI INVESTIMENTI PER IL SOSTEGNO Contributi in conto interessi/canoni UNIONE EUROPEA DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI Nuovo Regime di Aiuto per le Imprese Artigiane della Regione Campania II Bando Titolo II AIUTI AGLI INVESTIMENTI PER IL SOSTEGNO Contributi in conto

Dettagli

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO NUOVE IMPRESE E INVESTIMENTI PRODUTTIVI TITOLO IMPRESE BENEFICIARIE AGEVOLAZIONE PREVISTA TERMINI DI Finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto per nuove Start

Dettagli

Modalità Attuative Fondo Prestiti Rimborsabili

Modalità Attuative Fondo Prestiti Rimborsabili OBIETTIVO COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE PROGRAMMA OPERATIVO 2007-2013 REGIONE LIGURIA Parte Competitività COFINANZIATO DAL F.E.S.R. - FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE ASSE 1 INNOVAZIONE E COMPETITIVITA

Dettagli

Tabella di sintesi/1

Tabella di sintesi/1 SCHEDE SINTETICHE Tabella di sintesi/1 Digitalizzazione R&S Start up innovative e PMI innovative Turismo digitale Incentivo Finanziamenti per progetti di R&S (settore ICT Agenda Digitale) Finanziamenti

Dettagli

LOMBARDIA CONCRETA. DGR X/986 del 29 novembre 2013 e DDG 2185 del 14 marzo 2014 (Bando)

LOMBARDIA CONCRETA. DGR X/986 del 29 novembre 2013 e DDG 2185 del 14 marzo 2014 (Bando) LOMBARDIA CONCRETA DGR X/986 del 29 novembre 2013 e DDG 2185 del 14 marzo 2014 (Bando) LOMBARDIA CONCRETA CONtributi al CREdito per Turismo e Accoglienza 12,4 milioni di risorse regionali di cui: 10 milioni

Dettagli

LOMBARDIA CONCRETA. DGR X/986 del 29 novembre 2013 e DDG 2185 del 14 marzo 2014

LOMBARDIA CONCRETA. DGR X/986 del 29 novembre 2013 e DDG 2185 del 14 marzo 2014 LOMBARDIA CONCRETA DGR X/986 del 29 novembre 2013 e DDG 2185 del 14 marzo 2014 Marzo 2014 LOMBARDIA CONCRETA CONtributi al CREdito per Turismo e Accoglienza 12,4 milioni di risorse regionali di cui: 10

Dettagli

LEGGE REGIONALE 17 marzo 2000 n. 19

LEGGE REGIONALE 17 marzo 2000 n. 19 1 LEGGE REGIONALE 17 marzo 2000 n. 19 BOLLETTINO UFFICIALE REGIONALE 05/04/2000 n. 06 Incentivi per la qualificazione e lo sviluppo dell'offerta turistica. Il Consiglio regionale ha approvato. Il Commissario

Dettagli

TOSCANA. TOSCANAMUOVE "Creazione impresa" A PARTIRE DAL: 15/10/2015. REGIONE TOSCANA "Finanziamenti per l'area di Piombino" SCADENZA: giugno 2016

TOSCANA. TOSCANAMUOVE Creazione impresa A PARTIRE DAL: 15/10/2015. REGIONE TOSCANA Finanziamenti per l'area di Piombino SCADENZA: giugno 2016 TOSCANAMUOVE "Creazione impresa" Disponibile il fondo rotativo che intende sostenere attraverso agevolazioni (finanziamento agevolato a tasso zero e vocuher) per la realizzazione di progetti di investimento

Dettagli

Circolare N. 171 del 9 Dicembre 2015

Circolare N. 171 del 9 Dicembre 2015 Circolare N. 171 del 9 Dicembre 2015 Nuova imprenditorialità: domande sul sito di INVITALIA a partire dal prossimo 13 gennaio 2016 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, a partire

Dettagli

AVVISO PUBBLICO pubblicato il 24.1.2014

AVVISO PUBBLICO pubblicato il 24.1.2014 AVVISO PUBBLICO pubblicato il 24.1.2014 PROGETTI INTEGRATI DI SVILUPPO LOCALE (PISL) Fase II LINEA DI INTERVENTO 5.3.2.3 Azioni per la qualificazione, il potenziamento e l innovazione dei sistemi di ospitalità

Dettagli

PIANO OPERATIVO PER IL SUBENTRO ISMEA

PIANO OPERATIVO PER IL SUBENTRO ISMEA PIANO OPERATIVO PER IL SUBENTRO ISMEA Che cos'è: Il Subentro in agricolturaè uno degli incentivi in favore dell autoimprenditorialità previsti dal Titolo I del Decreto 185/2000 con funzioni attribuite

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 16 gennaio 2012, n. 09/Pres.

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 16 gennaio 2012, n. 09/Pres. L.R. 11/2011, art. 2, c. 96 B.U.R. 25/01/2012, n. 4 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 16 gennaio 2012, n. 09/Pres. Regolamento recante criteri e modalità per la concessione di finanziamenti a condizioni

Dettagli

FINANZA AGEVOLATA - AGOSTO 2015. 1.1 Legge Regionale 18/99 - Interventi regionali a sostegno dell offerta turistica

FINANZA AGEVOLATA - AGOSTO 2015. 1.1 Legge Regionale 18/99 - Interventi regionali a sostegno dell offerta turistica FINANZA AGEVOLATA - AGOSTO 2015 1. BANDI ATTIVI 1.1 Legge Regionale 18/99 - Interventi regionali a sostegno dell offerta turistica FINALITA' Il bando ha l obiettivo di favorire lo sviluppo, il potenziamento

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI VENEZIA ROVIGO DELTA LAGUNARE BANDO BENI STRUMENTALI 2015

CAMERA DI COMMERCIO DI VENEZIA ROVIGO DELTA LAGUNARE BANDO BENI STRUMENTALI 2015 CAMERA DI COMMERCIO DI VENEZIA ROVIGO DELTA LAGUNARE BANDO BENI STRUMENTALI 2015 BUDGET Le risorse finanziarie ammontano complessivamente ad euro 500.000. BENEFICIARI Possono presentare domanda per l accesso

Dettagli

Alla fine del 2013, dopo 8 mesi di attesa, sono stati finalmente rifinanziati con 80 milioni di

Alla fine del 2013, dopo 8 mesi di attesa, sono stati finalmente rifinanziati con 80 milioni di Palermo, 29.01.2014 Oggetto: INVITALIA- contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati per Società di persone e Ditte individuali di nuova costituzione. Alla fine del 2013, dopo 8 mesi di attesa,

Dettagli

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali Bando/Agevolazione: Beni strumentali ("Nuova Sabatini") Obiettivo: incrementare la competitività e migliorare l accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese, attraverso l acquisto di nuovi macchinari,

Dettagli

INCENTIVI ALLE IMPRESE: IL PANORAMA IN TOSCANA

INCENTIVI ALLE IMPRESE: IL PANORAMA IN TOSCANA Luglio 2004 INCENTIVI ALLE IMPRESE: IL PANORAMA IN TOSCANA Agricoltura Piano di Sviluppo Rurale: Misure 1, 9.5, 9.8, 8.1, 8.2 2 OCM Vitivinicolo.3 Credito d imposta per l Agricoltura...3 Artigianato e

Dettagli

FONDO DI ROTAZIONE PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA POR Veneto 2007-2013

FONDO DI ROTAZIONE PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA POR Veneto 2007-2013 FONDO DI ROTAZIONE PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA POR Veneto 2007-2013 Disciplina di riferimento POR Veneto 2007-2013, parte FESR. Asse 1 Linea d intervento 1.2 Ingegneria Finanziaria Azione 1.2.3. DGR

Dettagli

Piano straordinario per l'occupazione.

Piano straordinario per l'occupazione. Piano straordinario per l'occupazione. Il lavoro, il futuro. COMPetitività ASSI MISURA II.1 Innovation Voucher Misura di sostegno Innovation Voucher Categorie di destinatari Favorire la nascita di nuove

Dettagli

Legge 215 (25 febbraio 1992)

Legge 215 (25 febbraio 1992) Legge 215 (25 febbraio 1992) Soggetti beneficiari: Imprese individuali, cooperative, società di persone e società di capitali aventi: a) dimensione di piccola impresa; b) gestione prevalentemente femminile:

Dettagli

COMUNE DI DORGALI Viale Umberto, 37 CAP 08022 - TEL. 0784-927200 FAX 0784-94288 Provincia di Nuoro

COMUNE DI DORGALI Viale Umberto, 37 CAP 08022 - TEL. 0784-927200 FAX 0784-94288 Provincia di Nuoro COMUNE DI DORGALI Viale Umberto, 37 CAP 08022 - TEL. 0784-927200 FAX 0784-94288 Provincia di Nuoro Contributi alle iniziative produttive nell ambito del P.O.I.C. Progetto Operativo per l Imprenditorialità

Dettagli

Tabella di sintesi. Incentivo In vigore dal Attuazione

Tabella di sintesi. Incentivo In vigore dal Attuazione SCHEDE SINTETICHE Tabella di sintesi Incentivo In vigore dal Attuazione Digitalizzazione R&S Voucher IT (Information Technology) 24 dicembre 2013 Credito d imposta 24 dicembre 2013 Artigianato digitale

Dettagli

Fondo di Rotazione per il Polesine PMI Turistiche

Fondo di Rotazione per il Polesine PMI Turistiche Fondo di Rotazione per il Polesine PMI Turistiche (Ex Misura 5.2 Obiettivo 2 1997-1999) DGR n. 362 del 20 febbraio 2007 LR n. 33/2002 e DGR n. 3083/2003 Aree d'intervento Sono ammissibili gli interventi

Dettagli

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese rispondenti ai requisiti di prevalente partecipazione femminile e di dimensione di piccola impresa.

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese rispondenti ai requisiti di prevalente partecipazione femminile e di dimensione di piccola impresa. LEGGE 25 febbraio 1992 n.215 Azioni positive per l imprenditoria femminile OGGETTO Strumento di incentivazione per la diffusione della imprenditorialità femminile che offre un sostegno diretto a tutti

Dettagli

LA PUGLIA A SOSTEGNO DELLE

LA PUGLIA A SOSTEGNO DELLE regione LA PUGLIA A SOSTEGNO DELLE IMPRESE E DEL LAVORO LE NUOVE OPPORTUNITÀ DI INVESTIMENTO E DI AUTOIMPRENDITORIALITÀ NUOVA POLITICA INDUSTRIALE REGIONALE HI-TECH INNOVAZIONE FILIERE MANIFATTURIERO Strategia

Dettagli

dicembre2012 L età dello sviluppo Strumenti finanziari a sostegno delle imprese.

dicembre2012 L età dello sviluppo Strumenti finanziari a sostegno delle imprese. dicembre2012 L età dello sviluppo Strumenti finanziari a sostegno delle imprese. 1. LʼOGGETTO PO FESR 2007-2013 Asse VI. Linea 6.1, azione 6.1.10, Titolo III Medie imprese ed ai Consorzi di PMI per Programmi

Dettagli

FINANZIAMENTI AGEVOLATI REGIONE LOMBARDIA

FINANZIAMENTI AGEVOLATI REGIONE LOMBARDIA FINANZIAMENTI AGEVOLATI REGIONE LOMBARDIA LINEE D INTERVENTO: 1. SVILUPPO AZIENDALE; 2. INNOVAZIONE DI PRODOTTO E DI PROCESSO; 3. APPLICAZIONE INDUSTRIALE DI RISULTATI DELLA RICERCA; 4. CRESCITA DIMENSIONALE

Dettagli

AGEVOLAZIONI ED IMPRESE

AGEVOLAZIONI ED IMPRESE AGEVOLAZIONI ED IMPRESE BANDO ISI INAIL 2016 BENEFICIARI: Pmi, anche individuali,ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura AGEVOLAZIONE:

Dettagli

STUDIO INTERPROFESSIONALE

STUDIO INTERPROFESSIONALE STUDIO INTERPROFESSIONALE 20149 Milano, Via Cuneo 4 21047 Saronno (VA), Vicolo del Caldo 30 * 6902 Lugano Paradiso - CH, V. San Salvatore 10 P.O. Box 461 Tel. 02.967.048.43 - Fax 02.967.048.09 www.interprofessionale.net

Dettagli

FONDO DI ROTAZIONE PER IL SETTORE TURISTICO Legge Regionale n. 33/2002

FONDO DI ROTAZIONE PER IL SETTORE TURISTICO Legge Regionale n. 33/2002 FONDO DI ROTAZIONE PER IL SETTORE TURISTICO Legge Regionale n. 33/2002 Disciplina di riferimento DGR n. 898 del 21 giugno 2011 (BUR n. 49 dell 8 luglio 2011) DGR n. 117 del 31 gennaio 2012 (BUR n. 13 del

Dettagli

= Circolare n. 5 18.09.2014

= Circolare n. 5 18.09.2014 = Scadenze = Circolare n. 5 18.09.2014 + 19 settembre + Invio telematico modello 770/2014 semplificato e ordinario + 25 settembre + Presentazione elenchi Intrastat contribuenti mensili + 30 settembre +

Dettagli

Di seguito riportiamo le pec di ogni ente.

Di seguito riportiamo le pec di ogni ente. FONDO DI ROTAZIONE E operativo il nuovo fondo di rotazione istituito con Delibera della Giunta Provinciale n. 2168 del 11/10/20013 (ex art. 34 ter 1 della Legge Provinciale 13 dicembre 1999, n. 6). Il

Dettagli

Mission e obiettivi Invitalia

Mission e obiettivi Invitalia Una chance per fare impresa: gli strumenti di Invitalia Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Massimo Calzoni Finanza e Impresa Sviluppo, Promozione e Marketing

Dettagli

Circolare fiscale n. 9 del 7 Maggio 2014 2014

Circolare fiscale n. 9 del 7 Maggio 2014 2014 Strumenti per il rilancio dell impresa Ditte individuali I progetti di investimento non devono superare 25.823. La o il titolare della ditta individuale deve aver compiuto 18 anni e deve essere inoccupato.

Dettagli

REGIONE LAZIO Assessorato Bilancio, Programmazione economico-finanziaria e Partecipazione

REGIONE LAZIO Assessorato Bilancio, Programmazione economico-finanziaria e Partecipazione REGIONE LAZIO Assessorato Bilancio, Programmazione economico-finanziaria e Partecipazione Avviso pubblico per la concessione di prestiti a valere sul Fondo per il Microcredito ai sensi dell articolo 1,

Dettagli

REGIONE CALABRIA Dipartimento Attività Produttive

REGIONE CALABRIA Dipartimento Attività Produttive LEGGE 598/94 ART. 11 PACCHETTO INTEGRATO DI AGEVOLAZIONI (PIA) AGEVOLAZIONI PER: INVESTIMENTI CONSOLIDAMENTO DELLE PASSIVITA A BREVE SPESE PER GARANZIA Legge 598/94 - INVESTIMENTI TIPOLOGIA INVESTIMENTI

Dettagli

CIRCOLARE INFORMATIVA MICROCREDITO: PUBBLICATO IN GAZZETTA IL DECRETO MINISTERIALE

CIRCOLARE INFORMATIVA MICROCREDITO: PUBBLICATO IN GAZZETTA IL DECRETO MINISTERIALE CIRCOLARE INFORMATIVA MICROCREDITO: PUBBLICATO IN GAZZETTA IL DECRETO MINISTERIALE Delegato Giunta UNGDCEC Barbara GUGLIELMETTI Presidente Rossana GIACALONE Segretario Deborah RIGHETTI Componenti ANZELMO

Dettagli

Scheda Bandi. Invitalia- Contratto di Sviluppo Programma di sviluppo di attività turistiche

Scheda Bandi. Invitalia- Contratto di Sviluppo Programma di sviluppo di attività turistiche Invitalia- Contratto di Sviluppo Programma di sviluppo di attività turistiche Normativa Ente gestore Data chiusura DM 29/12/2014 Sui Contratti di Sviluppo DM 14/02/2015 N 97 Riforma disciplina del contratti

Dettagli

NUOVA FINANZA PER PMI. Pafinberg S.r.l Via Taramelli, 50 24121 Bergamo Tel: 035 271974 Fax: 035 224607 www.pafinberg.com info@pafinberg.

NUOVA FINANZA PER PMI. Pafinberg S.r.l Via Taramelli, 50 24121 Bergamo Tel: 035 271974 Fax: 035 224607 www.pafinberg.com info@pafinberg. NUOVA FINANZA PER PMI Credito Adesso La migliore soluzione per anticipare i contratti e finanziare il fabbisogno di capitale circolante CREDITO ADESSO Caratteristiche dell intervento A chi si rivolge?

Dettagli

FONDO DI ROTAZIONE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE PMI ARTIGIANE Legge Regionale n. 2/2002

FONDO DI ROTAZIONE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE PMI ARTIGIANE Legge Regionale n. 2/2002 FONDO DI ROTAZIONE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE PMI ARTIGIANE Legge Regionale n. 2/2002 Disciplina di riferimento DGR n. 3985 del 16 dicembre 2008 (BUR n. 106 del 26 dicembre 2008)

Dettagli

NEWSLETTER FINANZIAMENTI - DICEMBRE 2013 - Piemonte

NEWSLETTER FINANZIAMENTI - DICEMBRE 2013 - Piemonte NEWSLETTER FINANZIAMENTI - DICEMBRE 2013 - Piemonte CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI REGIONALI INCENTIVI PER I PROGRAMMI INNOVATIVI FONDO DI REINDUSTRIALIZZAZIONE CCIA CUNEO CONTRIBUTO CERTIFICAZIONE SOA CONTRIBUTI

Dettagli

Nuove imprese a tasso zero - finanziamenti agevolati per nuove cooperative di giovani e donne.

Nuove imprese a tasso zero - finanziamenti agevolati per nuove cooperative di giovani e donne. Nuove imprese a tasso zero - finanziamenti agevolati per nuove cooperative di giovani e donne. È entrata nella sua fase operativa il provvedimento del Ministero dello Sviluppo Economico che prevede la

Dettagli

AVVISO PER LA SELEZIONE DI PROGETTI D IMPRESA DA AMMETTERE AL FINANZIAMENTO DEL FONDO MICROCREDITO DEL COMUNE DI SANTA MARINELLA

AVVISO PER LA SELEZIONE DI PROGETTI D IMPRESA DA AMMETTERE AL FINANZIAMENTO DEL FONDO MICROCREDITO DEL COMUNE DI SANTA MARINELLA AVVISO PER LA SELEZIONE DI PROGETTI D IMPRESA DA AMMETTERE AL FINANZIAMENTO DEL FONDO MICROCREDITO DEL COMUNE DI SANTA MARINELLA ART. 1 PREMESSA E FINALITA DELL INIZIATIVA Il Comune di Santa Marinella,

Dettagli

Scadenziario Friuli Venezia Giulia

Scadenziario Friuli Venezia Giulia EU Azzano Anno 0 Numero 0 N. 1 (Gennaio Febbraio 2008) Periodico di informazione a favore dei cittadini e delle imprese sulle opportunità di finanziamento Comunitarie Nazionali Regionali L Amministrazione

Dettagli

VENETO SVILUPPO NUOVO FONDO UNICO

VENETO SVILUPPO NUOVO FONDO UNICO CIRCOLARE NR. 5/FEBBRAIO 2014 VENETO SVILUPPO NUOVO FONDO UNICO Egregi Signori, Vi informiamo che con D.G.R. n. 2216 del 03.12.2013 (pubblicata nel BUR n.113 del 24/12/2013) la Regione Veneto ha approvato

Dettagli

BANDO COMMERCIO DELLA REGIONE PUGLIA 2013 - Finanziamenti Commercio - Finanziamenti Regione

BANDO COMMERCIO DELLA REGIONE PUGLIA 2013 - Finanziamenti Commercio - Finanziamenti Regione Ai nastri di partenza il nuovo bando della Regione Puglia a favore delle piccole e medie imprese del commercio. Le risorse disponibili sono pari a euro 6.579.387,24 di cui euro 1.000.000,00 riservati ad

Dettagli