S.T.U. MASSA LUBRENSE S.P.A. UNIPERSONALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "S.T.U. MASSA LUBRENSE S.P.A. UNIPERSONALE"

Transcript

1 S.T.U. MASSA LUBRENSE S.P.A. UNIPERSONALE Sede in Piazza Vescovado MASSA LUBRENSE Sede operativa: Via Severo Caputo, 14 fax: Numero Registro Imprese di Napoli e Codice fiscale REA Napoli Capitale sociale di cui versato DISCIPLINARE D ONERI PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA PISCINA COMUNALE E DEL LOCALE COMMERCIALE ANNESSO DELL IMPIANTO SPORTIVO IN MASSA LUBRENSE S.AGATA SUI DUE GOLFI, VIA REOLA 1

2 Art. 1 - OGGETTO DELLA CONCESSIONE La S.T.U. Massalubrense S.p.A. (di seguito indicata come Società o Concedente), ente appaltante dell'impianto Sportivo per lo Sport ed il Tempo Libero situato a Massa Lubrense in S.Agata sui due Golfi - Via Reola, intende affidare in concessione la gestione della piscina e del locale commerciale annesso. Le gestioni riguardano: - piscina semiolimpionica (12,5 x 25 m.) con relativi servizi; - locale con porticato ed area esterna da adibire a pubblico esercizio e/o altre attività compatibili con l impianto sportivo (di seguito definito locale commerciale ). In allegato, è riportata la planimetria dell'intero complesso con la delimitazione delle superfici assegnate alla piscina ed al locale commerciale. La zona individuata come Area STU disponibile potrà essere assegnata ad uno dei due gestori a seguito di valutazione di eventuali progetti corredati piano d investimento ed utilizzo (opzionali) presentati in fase di gara per parte od intera superficie. L assegnazione sarà effettuata ad insindacabile valutazione della STU Massalubrense SpA. L area parcheggio è invece assegnata in parti uguali ai due gestori. I locali tecnici vengono assegnati al gestore della piscina che avrà l obbligo di garantirne l utilizzo anche al gestore del locale commerciale per le proprie necessità. Le eventuali precisazioni sull utilizzo delle aree, locali ed impianti di competenza/responsabilità di ciascun gestore dovranno essere richieste formalmente al Concedente che si farà carico di fornire i chiarimenti in forma scritta. Art. 2 - PRESCRIZIONI TECNICHE PER LA GESTIONE DEGLI SPAZI DEDICATI ALL ATTIVITA SPORTIVA I Concessionari potranno adibire tutti gli spazi di competenza ad attività sportive, ricreative, riabilitative, benessere e salute o attività assimilate. Per le gestioni dovranno essere rispettati il complesso della normative igienico sanitario in materia. I Concessionari dovranno: a) mettere a disposizione del Comune di Massa Lubrense le strutture sportive e il personale necessario per eventuali manifestazioni a carattere cittadino o sovracomunale (fino ad un massimo di gg. 5 giorni per ogni anno); b) garantire l apertura della struttura e degli impianti natatori almeno nei periodi indicati nel progetto di gestione e nelle fasce orarie ivi indicate. Il gestore della piscina avrà l accesso alle aree di competenza attraverso il locale commerciale nello spazio riportato sulla planimetria allegata, in tale spazio potrà di attrezzare la reception. Per i fabbisogni di acqua ed elettricità si potrà far ricorso a sottocontatori oppure ad utenze separate. Art. 3 - OBBLIGAZIONI DEI CONCESSIONARI I Concessionari prenderanno in carico la struttura nello stato in cui si trova, visionata al momento del sopralluogo obbligatorio e dovranno, per la parte di competenza, assumere l obbligo a propria cura e spese ad effettuare: 2

3 a) le opere di finitura e di adeguamento a norme di legge; b) la realizzazione dei progetti presentati in fase di gara; c) la messa in funzione del complesso procedendo con la pulizia generale e di tutti i locali della vasca, la sanificazione iniziale, il riempimento iniziale della vasca e quant altro necessario per l uso corretto della struttura e la sistemazione delle aree a verde; d) la pulizia dei locali tecnici degli impianti, il lavaggio e del contro-lavaggio dei filtri; e) la pulizia dell intera struttura nel rispetto delle prescrizioni dell ASL; f) la disinfezione con prodotti adeguati e la filtrazione dell acqua della piscina secondo quanto disposto dalla normativa vigente nazionale e regionale, secondo le disposizioni e le prescrizioni della ASL anche al fine di salvaguardia della salute degli utenti; g) l arredamento degli spazi natatori e la realizzazione del programma di gestione; h) la richiesta e l ottenimento di tutti i pareri, delle autorizzazioni/licenze e dei titoli abilitativi necessari per l esercizio delle attività programmate; i) l acquisizione ed il rispetto di tutte le autorizzazioni ISPESL, antincendio, autorizzazione agli scarichi, ecc. per l esercizio dell impianto; j) l apertura al pubblico per almeno 2000 ore all anno; k) la voltura di tutti i contratti di fornitura di energia elettrica, di fornitura di acqua, non oltre 10 giorni dal verbale di consegna; l) tutte le spese di gestione del complesso comprese le aree a verde; m) la custodia e la gestione della piscina con la presenza di assistenti ai bagnanti, abilitati a norma di legge, in numero sufficiente a garantire l incolumità dei bagnanti stessi; n) l arredamento del locale ad uso di pronto soccorso con presidi farmacologici ed attrezzature necessarie secondo quanto prescritto dalla ASL. Art. 4 - SPECIFICHE RELATIVE AGLI ONERI DI MANUTENZIONE I Concessionari per le parti di competenza avranno la responsabilità della manutenzione ordinaria e periodica dei locali e degli impianti, oltre che della manutenzione straordinaria. Assumeranno gli oneri di legge relativamente all obbligo del mantenimento e delle verifiche degli impianti di terra, degli impianti per la protezione dalle scariche atmosferiche e degli impianti antincendio. Restano a carico del Concedente gli interventi di manutenzione straordinaria che riguardano il fabbricato e le unità di trattamento aria nella loro interezza. La manutenzione ed ogni altro intervento che si rendesse necessario dovranno essere eseguiti nel rispetto delle norme e delle leggi vigenti ed in particolare delle norme C.E.I, UNI-CIG e di quelle di prevenzioni incendi. I Concessionari avranno cura di registrare gli interventi di manutenzione effettuati e trasmetterne annualmente una copia al Concedente. I Concessionari dovranno garantire il buon funzionamento di tutte le attività, la sicurezza degli utenti ed il decoro del centro natatorio sportivo. Art. 5 - ONERI A CARICO DELLA S.T.U. Massalubrense S.p.A. Restano a carico della società tutti gli oneri relativi alla manutenzione straordinaria come sopra specificato. Gli interventi di manutenzione straordinaria saranno effettuati in date da concordarsi con i Concessionari. Qualora i Concessionari richiedano l'effettuazione dei lavori fuori dai normali orari di lavoro delle ditte o comunque richiedano modalità d'intervento 3

4 particolarmente onerose per soddisfare le proprie esigenze, dovranno concorrere alle spese nei limiti delle maggiorazioni conseguenti alle proprie richieste. Art. 6 - CONTROLLO DELLA GESTIONE I rappresentanti della STU Massalubrense S.p.A. potranno visionare in qualsiasi momento la struttura per rendersi conto dello stato di mantenimento dei locali e degli impianti. I Concessionari dovranno fornire alla società una relazione annuale sull andamento delle attività che si sono svolte nell impianto ed in particolare, per quanto riguarda la piscina, i dati di affluenza disaggregati per le singole fasce di utenti. Art. 7 - ONERI ED OBBLIGHI SPECIALI A CARICO DEI CONCESSIONARI Il Concessionario dell impianto natatorio, per l uso e l esercizio dello stesso, dovrà attenersi a quanto previsto dal Decreto Ministeriale 18 marzo 1996, oltre alle prescrizioni della C.T.C.V.L.P.S. VV.FF. ed ASL. Dovrà, in particolare, ottemperare a quanto previsto dal citato Decreto Ministeriale 18 marzo 1996 relativamente all art. 19 (gestione della sicurezza) e all art. 14 (piscine). Dovrà nominare il responsabile tecnico addetto alla sicurezza e gestire le strutture e gli impianti con personale qualificato, secondo le disposizioni delle vigenti normative e le istruzioni impartite dagli Enti preposti al controllo, in particolare per gli impianti elettrici e di illuminazione I Concessionari si assumeranno ogni onere di buon mantenimento degli impianti elettrici e di illuminazione con riferimento alle norme CEI ed alla legge n. 37/2008 in relazione alla completa applicazione e al rispetto del Decreto Legislativo 81/2008. Art. 8 - TARIFFE Le tariffe di accesso alla piscina da parte degli utenti saranno regolate unicamente dal Concessionario con l'obbligo di applicare speciali sconti per bambini, ragazzi fino a quattordici anni, diversamente abili ed anziani (over 65 anni). Art. 9 - FUNZIONAMENTO DELLA STRUTTURA - PENALITA Il verificarsi di manchevolezze o inadempimenti anche parziali nel servizio, imputabili ai Concessionari od ai propri collaboratori e derivanti da inosservanza delle prescrizioni contenute nel presente capitolato, nelle norme tecniche (o quant'altro qui richiamato) o delle norme di legge, di regolamenti o di atti amministrativi in materia saranno contestati dal Concedente a mezzo lettera Raccomandata A.R. (o fax) entro 60 gg. naturali e consecutivi, decorrenti dalla conoscenza del fatto. I Concessionari avranno facoltà di presentare le proprie memorie giustificative o difensive sull'inadempienza riscontrata nei successivi quindici giorni. Esaminate dette memorie, il Concedente, a insindacabile giudizio, applicherà le relative sanzioni pecuniarie da versare sul c/c della società. In mancanza il Concedente potrà rivalersi sulla cauzione (escussione della fideiussione in tutto od in parte). Ferma restando l'applicazione delle più gravi sanzioni previste dalle norme di legge, di regolamento o di atti amministrativi (nazionali, regionali o locali) in materia e ferma restando l'applicazione delle più gravi sanzioni penali od amministrative degli organi competenti, la Società si riserva di applicare una penale rapportata alla gravità dell'inadempimento sotto il profilo del pregiudizio arrecato al regolare funzionamento del 4

5 servizio e del danno di immagine provocato al Concedente, oltre che al valore delle prestazioni non eseguite o non esattamente eseguite, salvo il risarcimento del danno ulteriore. Per ciascuno dei seguenti casi di inadempimento le penali vengono così individuate: Qualora nei periodi di apertura programmati il complesso risultasse inagibile, anche parzialmente, per qualsiasi causa imputabile ai Concessionari, fatti salvi i casi di forza maggiore, verrà applicata una penale mensile di 500,00 (cinquecento/00) al Concessionario inadempiente. Qualora non fossero effettuati gli interventi previsti dall art.4, sarà applicata una penale di 200,00 (duecento/00) per ogni singola contestazione (scritta) da parte della Società. Art FUNZIONAMENTO DELLA STRUTTURA MODIFICHE E fatto esplicito divieto ai Concessionari di modificare e trasformare ad usi diversi la struttura, nonché ad apportare migliorie e/o modifiche agli impianti senza la preventiva autorizzazione della Società. Qualsiasi violazione a detta norma comporterà la risoluzione del contratto. Le realizzazioni progettuali presentate in fase di gara, le attrezzature, gli arredi e le migliorie apportate alle strutture ed agli impianti, autorizzate o meno dalla società, rimarranno, alla scadenza dei contratti, di proprietà della Società stessa senza la necessità di corrispondere per esse alcun corrispettivo ai Concessionari. Il Concessionario, a propria cura e spese, dovrà adeguare il locale commerciale secondo le normative vigenti ed avrà cura di ottenere i vari pareri ed autorizzazioni per il funzionamento dello stesso. Art. 11 SALVAGUARDIA, SICUREZZA E SALUTE DEI LAVORATORI, APPLICAZIONE DEI CONTRATTI COLLETTIVI DI LAVORO DI CATEGORIA. I Concessionari saranno tenuti all osservanza e all applicazione dei contratti collettivi di lavoro di tutte le norme relative alle assicurazioni obbligatorie, antinfortunistiche, previdenziali ed assistenziali nei confronti del proprio personale, sollevando la Società da ogni responsabilità anche in merito ad eventuali infortuni e eventuali controversie derivanti e conseguenti ai rapporti di lavoro che intercorreranno tra i Concessionari ed i propri dipendenti. I Concessionari, prima dell inizio dei lavori ed ogni successiva variazione, saranno tenuti a comunicare i nominativi e le qualifiche del personale utilizzato. La Società provvederà alla richiesta del D.U.R.C.. Qualora i Concessionari non risultassero in regola con gli obblighi di cui sopra, la Società procederà alla risoluzione del contratto. Alla parte inadempiente verranno addebitate le maggiori spese sostenute dalla Società. L esecuzione in danno non esclude eventuali responsabilità civili o penali dei Concessionari. Art CORRISPETTIVO DEL CONTRATTO I Concessionari corrisponderanno alla S.T.U. Massalubrense S.p.A. i corrispettivi offerti nel procedimento di gara di evidenza pubblica. Tali corrispettivi saranno fissi per i primi 5

6 quattro anni. Alla fine del primo quadrienno si procederà come riportato nel bando di gara. I corrispettivi dovranno essere corrisposti mensilmente entro la data di scadenza di ciascun mese tramite versamento/bonifico su c/c postale/bancario intestato alla: S.T.U. Massalubrense Spa Unipersonale. Art DIVIETO DI CESSIONE DEL CONTRATTO E vietata la cessione ed il subappalto del contratto, pena la sua risoluzione. E' fatta eccezione, previa autorizzazione scritta del Concedente, per le sottoelencate attività accessorie e complementari, attivare rapporti contrattuali con terzi: pulizia e minuto mantenimento manutenzioni civili e degli impianti tecnologici trattamento acqua ed analisi di laboratorio giardinaggio Le imprese esecutrici dovranno essere in possesso di adeguati requisiti ed esperienza specifica nei rispettivi settori di competenza e dovranno osservare le norme di sicurezza di cui a D.lgs. n. 81/2008 ed i successivi aggiornamenti in materia. I Concessionari dovranno trasmettere il contratto con la ditta unitamente a dichiarazione sostitutiva comprovante il possesso dei requisiti di legge previsti per il settore con dovuto anticipo rispetto all'inizio dell'attività specifica. La Società, in ogni caso, riconoscerà soltanto i Concessionari come responsabili del servizio, i quali risponderanno in proprio di eventuali inadempimenti da parte dei subappaltatori/contraenti. ART.14 - INTESTAZIONE DI LICENZE, AUTORIZZAZIONI E CONTRATTI Le licenze, le autorizzazioni amministrative e sanitarie relative alle due gestioni (piscina e locale commerciale), i contratti per la fornitura di energia elettrica, per la fornitura di gas e la fornitura di acqua, dovranno essere intestati, per il periodo di vigenza del rapporto concessorio, ai Concessionari, i quali saranno tenuti ad espletare in proprio tutte le incombenze amministrative richieste. I suddetti atti abilitativi avranno durata coincidente con quella del rapporto concessorio. ART.15 DOCUMENTAZIONE DA TENERE NELLA SEDE DELL'IMPIANTO Il Concessionario della piscina avrà l'obbligo di tenere nella sede dell'impianto la seguente documentazione: nominativo del Referente dell'impianto con recapito telefonico; documenti relativi alla sicurezza contro gli infortuni sul lavoro di cui al D.lgs. 81/2008 e s.m. e i.; registro analisi chimico-fisico delle acque; registro interventi di manutenzione e controlli effettuati, in cui è riportata la data delle attività, la natura e gli esiti; registro delle pulizie dei locali con indicata la data delle attività, gli esiti e le date degli eventuali controlli con i relativi esiti. Art. 16 GARANZIA - CAUZIONE I Concessionari dovranno impegnarsi, per la parte di competenza, a gestire il complesso sportivo per tutta la durata della concessione. A garanzia di tale impegno, nonché dell adempimento di tutte le obbligazioni assunte, i Concessionari dovranno, alla firma del 6

7 contratto, a titolo di cauzione, costituire una fideiussione bancaria od assicurativa rilasciata da primarie compagnie di assicurazione a favore della S.T.U. Massalubrense S.p.A. dell importo di Euro ,00 (eurotrentamila/00). Tale fideiussione dovrà prevedere l'escussione da parte della S.T.U. Massalubrense S.p.A. a semplice richiesta scritta e la rinuncia, da parte dei Concessionari, all'eccezione di cui all'art comma 2 del Codice Civile. La mancata consegna della garanzia in originale determinerà la decadenza dell'aggiudicazione e non si procederà alla stipula del contratto. Il Concedente potrà incamerare in tutto od in parte la cauzione a ristoro dei danni derivanti dal mancato adempimento degli obblighi contrattuali nonché dei danni causati all'impianto dai Concessionari o da terzi per negligenza dei medesimi. Art RESPONSABILITA I Concessionari saranno esclusivi responsabili per eventuali danni che in relazione al servizio prestato potranno essere arrecati alla S.T.U. Massalubrense S.p.A., a terzi o cose di terzi, nonché agli utenti o a terze persone connessi alla gestione del centro sportivo. A tal fine dovranno, prima della sottoscrizione degli atti di concessione, stipulare apposita polizza assicurativa per responsabilità civile verso terzi (e specificatamente verso gli utenti), includendo tra i terzi anche la STU Massalubrense SpA e l Amministrazione Comunale. I massimali delle polizze dovranno essere come di seguito riportati. Per la gestione dell impianto natatorio, i massimali della polizza non dovranno essere inferiori a: per sinistro pari ad Euro ,00 (eurotremilioni/00); per danni a utenti, dipendenti e terzi, a persona non inferiore ad Euro ,00 (euroduemilioni/00); per cose non inferiore ad Euro ,00 (eurounmilione); e polizza assicurativa contro incendi, atti vandalici e dolosi (il massimale della polizza non dovrà essere inferiore ad Euro ,00 (euroduemilioni/00). Per la gestione del locale commerciale, i massimali delle polizze non dovranno essere inferiori a: per sinistro pari ad Euro ,00 (euroduemilioni); per danni a dipendenti e terzi, a persona non inferiore ad Euro ,00 (eurounmilione/00); per cose non inferiore ad Euro ,00 (eurocinquecentomila/00); e polizza assicurativa contro incendi, atti vandalici e dolosi (il massimale della polizza non dovrà essere inferiore ad Euro ,00 (euroduemilioni). Ferma restando l'intera responsabilità dei Concessionari anche per eventuali maggiori danni eccedenti detti massimali. Copie delle polizze dovranno essere trasmessi al Concedente prima della stipula del contratto. Copie delle quietanze di pagamento relative alle polizze di cui sopra dovranno essere tempestivamente consegnate al Concedente. Gli estremi della polizze assicurative saranno riportati nei contratti. Art. 18 RISOLUZIONE DEL CONTRATTO Il Concedente avrà la facoltà di risolvere il contratto al Concessionario inadempiente nei seguenti casi: 7

8 1. gravi e ripetute violazioni degli obblighi contrattuali da parte del Concessionario nonostante le formali contestazioni (max n. 2 in un anno solare) del Concedente; 2. arbitraria sospensione od abbandono del servizio da parte del Concessionario; 3. negligenza ed inaffidabilità del Concessionario nel regolare svolgimento dei servizi oppure in caso di qualsiasi subappalto non autorizzato; 4. nel caso di dichiarato fallimento, di cessione in parte o in tutto degli obblighi derivanti dall'appalto da parte del Concessionario senza il consenso del Concedente ed in tutti i casi previsti dalla normativa vigente; 5. accertata mancanza del pagamento delle quietanze relative alle polizze assicurative. In ogni caso sarà sempre fatto salvo il risarcimento di eventuali danni derivanti dalle inadempienze. Per l'applicazione delle disposizioni del presente articolo il Concedente potrà rivalersi su eventuali crediti del Concessionario, nonché sulla fideiussione di cui al precedente all'articolo 16. In caso di gravi inadempienze, debitamente contestate, il Concedente avrà facoltà, previo avviso scritto, di sostituirsi anche indirettamente al Concessionario, in tutto od in parte, nell'esercizio della gestione, con diritto di rivalersi dei maggiori oneri derivanti. In tal caso, il Concedente potrà avvalersi sia del personale alle dipendenze del Concessionario, sia degli impianti/arredi, sia di tutte le attrezzature esistenti, accertati con verbale di consistenza redatto in contradditorio, o comunque in presenza di due testimoni qualora il Concessionario non sia presente con un proprio rappresentante. Il Concessionario, ai sensi dell'art del Codice Civile, potrà domandare la risoluzione del contratto per eccessiva onerosità, per il verificarsi di avvenimenti straordinari ed imprevedibili, predisponendo adeguata documentazione di controprova. Art CONTROVERSIE Per ogni controversia che potesse insorgere tra Concessionari e Concedente è competente il Foro di Torre Annunziata. Art SPESE CONTRATTUALI Tutte le spese inerenti e conseguenti al presente atto sono a carico dei Concessionari. Art DURATA DELLA CONCESSIONE I contratti avranno durata di anni quattro più quattro non prorogabili. I Concessionari avranno comunque la facoltà di partecipare alla gara per il nuovo affidamento. I primi quattro anni saranno finalizzati alla fase di avviamento ed al recupero dell investimento iniziale come da progetti corredati di preventivi da presentare in fase di gara. Alla fine del primo quadriennio è previsto il rinnovo per ulteriori quattro anni. Nel caso di rinuncia al rinnovo si ricorrerà ad un altro bando. Il contratto si risolve automaticamente alla scadenza. E' vietato il rinnovo tacito del contratto; trova applicazione quanto stabilito con I'articolo 44 della legge 23/12/1994 n 724, potranno essere concordate soltanto proroghe tecniche nelle more dell espletamento di nuova gara. Al termine del rapporto concessorio i Concessionari dovranno restituire gli impianti in buono stato di conservazione ed efficienza come utilizzati nel periodo di gestione. 8

9 Art CONSEGNA DEI BENI A seguito della stipula del contratto che disciplina il rapporto concessorio il Concedente procederà alla consegna dei beni ai Concessionari redigendo contestualmente apposito verbale da cui dovrà risultare lo stato di conservazione dei medesimi. Identica operazione dovrà essere effettuata al momento della restituzione dei beni da parte dei Concessionari. I Concessionari avranno l'obbligo di consegnare l'impianto in buone condizioni, salvo il naturale invecchiamento, in mancanza la Società potrà addebitare agli stessi le spese da sostenere per il ripristino necessario. Resta inteso che tutte le migliorie e l'attrezzaggio dell'impianto comprensivo di tutto l'arredo, realizzati dai Concessionari, dovranno essere resi in buone condizioni al Concedente senza alcun indennizzo ai Concessionari. Art. 23 DOMICILIO DELL'APPALTATORE I Concessionari, agli effetti del presente appalto, eleggeranno il proprio domicilio in Massa Lubrense all'indirizzo da comunicare prima della stipula dei contratti. Art. 24 NORME TRANSITORIE E FINALI Per quanto non previsto dal presente capitolato valgono le disposizioni contemplate nel vigente Codice Civile e dalla legislazione in materia. Massa Lubrense, 1 Dicembre 2011 S.T.U. Massalubrense S.p.A. Il Presidente Avv. Liberato Mazzola 9

SCHEMA DI CONVENZIONE OGGETTO: CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PISCINA COMUNALE UBICATA NELLA CITTADELLA SPORTIVA DEI MONTI ROSSI

SCHEMA DI CONVENZIONE OGGETTO: CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PISCINA COMUNALE UBICATA NELLA CITTADELLA SPORTIVA DEI MONTI ROSSI SCHEMA DI CONVENZIONE OGGETTO: CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PISCINA COMUNALE UBICATA NELLA CITTADELLA SPORTIVA DEI MONTI ROSSI Art. 1 - OGGETTO DELLA CONCESSIONE Il Comune di Nicolosi,

Dettagli

CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO - PISCINA COMUNALE DI SUNA

CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO - PISCINA COMUNALE DI SUNA CITTÀ DI VERBANIA Provincia del Verbano Cusio Ossola CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO - PISCINA COMUNALE DI SUNA CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO PISCINA COMUNALE

Dettagli

Allegato C COMUNE DI PISA

Allegato C COMUNE DI PISA Allegato C COMUNE DI PISA CAPITOLATO D'ONERI PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI INSTALLAZIONE, MANUTENZIONE E GESTIONE DI IMPIANTI PUBBLICITARI A MESSAGGIO VARIABILE O MAXISCHERMI SU AREE DI PROPRIETA DEL COMUNE

Dettagli

COMUNE DI SEGARIU Provincia del Medio Campidano Via Municipio 11- Telefono 070/9303923 Telefax 070/9302306 Servizi Finanziari

COMUNE DI SEGARIU Provincia del Medio Campidano Via Municipio 11- Telefono 070/9303923 Telefax 070/9302306 Servizi Finanziari 1 COMUNE DI SEGARIU Provincia del Medio Campidano Via Municipio 11- Telefono 070/9303923 Telefax 070/9302306 Servizi Finanziari DISCIPLINALE PER L AFFIDAMENTO IN LOCAZIONE DI UN CAPANNONE PER ESSERE ADIBITO

Dettagli

CONCESSIONE D USO DI IMPIANTI PUBBLICITARI INSISTENTI PRESSO I CENTRI SPORTIVI DI PROPRIETÀ DEL COMUNE DI MILANO ED IN GESTIONE A MILANOSPORT

CONCESSIONE D USO DI IMPIANTI PUBBLICITARI INSISTENTI PRESSO I CENTRI SPORTIVI DI PROPRIETÀ DEL COMUNE DI MILANO ED IN GESTIONE A MILANOSPORT CONCESSIONE D USO DI IMPIANTI PUBBLICITARI INSISTENTI PRESSO I CENTRI SPORTIVI DI PROPRIETÀ DEL COMUNE DI MILANO ED IN GESTIONE A MILANOSPORT S.p.A. CONTRATTO tra Milanosport S.p.A., con sede in Milano,

Dettagli

Schema di convenzione per l affidamento in gestione della palestra della scuola

Schema di convenzione per l affidamento in gestione della palestra della scuola Schema di convenzione per l affidamento in gestione della palestra della scuola L anno, nel giorno ( ) del mese di, presso la sede del Comune di Capannori (LU), con il presente atto da valere ad ogni effetto

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE DEL PALAZZETTO DELLO SPORT PACETTI

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE DEL PALAZZETTO DELLO SPORT PACETTI CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE DEL PALAZZETTO DELLO SPORT PACETTI ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha come oggetto l affidamento in gestione del palazzetto dello sport

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO CONVENZIONE PER LA GESTIONE DELLA PISCINA COMUNALE SCOPERTA SITA IN GIUNCARICO.

SCHEMA DI CONTRATTO CONVENZIONE PER LA GESTIONE DELLA PISCINA COMUNALE SCOPERTA SITA IN GIUNCARICO. SCHEMA DI CONTRATTO CONVENZIONE PER LA GESTIONE DELLA PISCINA COMUNALE SCOPERTA SITA IN GIUNCARICO. Addì lì presso la sede dell Istituzione Comunale Laboratorio Gavorranoidea sono presenti da un lato il

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI E SCHEMA DI CONTRATTO

CAPITOLATO D ONERI E SCHEMA DI CONTRATTO CAPITOLATO D ONERI E SCHEMA DI CONTRATTO INDIVIDUAZIONE DI UN OPERATORE ECONOMICO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE E DELLA RELATIVA MANUTENZIONE DI UNA FLOTTA DI BICICLETTE A PEDALATA ASSISTITA

Dettagli

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto dell Appalto è il Servizio di affissione

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA SPORTIVA COMUNALI DI V.LE RIMEMBRANZE.

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA SPORTIVA COMUNALI DI V.LE RIMEMBRANZE. SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA SPORTIVA COMUNALI DI V.LE RIMEMBRANZE. Art. 1 - OGGETTO E DURATA 1. La presente convenzione ha per oggetto la concessione dell uso

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

Allegato C. 1. Il Comune di Forni Avoltri, di seguito denominato Comune, intende procedere all affidamento della gestione della

Allegato C. 1. Il Comune di Forni Avoltri, di seguito denominato Comune, intende procedere all affidamento della gestione della associazione intercomunale alta val degano val pesarina comuni di: Comeglians Forni Avoltri Ovaro Prato Carnico Rigolato Allegato C COMUNE DI FORNI AVOLTRI PROVINCIA DI UDINE CAPITOLATO D ONERI GESTIONE

Dettagli

CONTRATTO DI CONCESSIONE IN GESTIONE STRUTTURA DOLOMITI ADVENTURE PARK IN LOCALITA SANTAVIELA

CONTRATTO DI CONCESSIONE IN GESTIONE STRUTTURA DOLOMITI ADVENTURE PARK IN LOCALITA SANTAVIELA COMUNE DI FORNI DI SOPRA PROVINCIA DI UDINE CONTRATTO DI CONCESSIONE IN GESTIONE STRUTTURA DOLOMITI ADVENTURE PARK IN LOCALITA SANTAVIELA L anno duemilaquattordici il giorno ---- del mese di ------- (00.00.2014)

Dettagli

Servizio Contratti e Appalti

Servizio Contratti e Appalti 1 SETTORE AFFARI GENERALI Servizio Contratti e Appalti CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO DURATA TRIENNALE 2 INDICE INDICE 2 Art. 1 OGGETTO

Dettagli

ALLEGATO F FRA VISTI PREMESSO

ALLEGATO F FRA VISTI PREMESSO ALLEGATO F SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI LADISPOLI E LA COOPERATIVA SOCIALE TIPO B, Al SENSI DELL'ART. 5 LEGGE 381/91, PER LA GESTIONE DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DI LADISPOLI

Dettagli

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA COPIA COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA DELIBERAZIONE N. 41 in data: 02.10.2012 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: AFFIDAMENTO A DITTA SPECIALIZZATA DEL SERVIZIO DI

Dettagli

COMUNE DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI SETTORE 3 URBANISTICA, SUAP, PATRIMONIO, MANUTENZIONE IMMOBILI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

COMUNE DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI SETTORE 3 URBANISTICA, SUAP, PATRIMONIO, MANUTENZIONE IMMOBILI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Allegato 2 alla Determina Dirigenziale n. 88 del 21/05/2013 COMUNE DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI SETTORE 3 URBANISTICA, SUAP, PATRIMONIO, MANUTENZIONE IMMOBILI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

Dettagli

C O M U N E D I V I A D A N A. Provincia di Mantova

C O M U N E D I V I A D A N A. Provincia di Mantova C O M U N E D I V I A D A N A Provincia di Mantova AVVISO ESPLORATIVO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LA CONCESSIONE DEI LOCALI POSTI IN VIA AL PONTE NEI PRESSI DEL CENTRO SPORTIVO COMUNALE PER LA

Dettagli

COMUNE di SAN COLOMBANO AL LAMBRO BORGO INSIGNE (Titolo Araldico) Provincia di MILANO

COMUNE di SAN COLOMBANO AL LAMBRO BORGO INSIGNE (Titolo Araldico) Provincia di MILANO COMUNE di SAN COLOMBANO AL LAMBRO BORGO INSIGNE (Titolo Araldico) Provincia di MILANO PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER UN PERIODO DI 48 MESI CUP B44I11000010004

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PROCEDURA APERTA PER LA CONCESSIONE D USO DI IMPIANTI PUBBLICITARI INSISTENTI PRESSO I CENTRI SPORTIVI DI PROPRIETÀ DEL COMUNE DI MILANO ED IN GESTIONE A MILANOSPORT S.P.A. APPALTO 03/2014 - CIG 5877649564

Dettagli

I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA

I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA PROCEDURA APERTA FINALIZZATA ALLʹAFFIDAMENTO DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO

Dettagli

SCHEMA di CONTRATTO per l AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVI DELL A.S.P. GIOVANNI CHIABÀ.

SCHEMA di CONTRATTO per l AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVI DELL A.S.P. GIOVANNI CHIABÀ. SCHEMA di CONTRATTO per l AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVI DELL A.S.P. GIOVANNI CHIABÀ. L anno ( ) il giorno ( ) del mese di ( ) Premesso che l Azienda Pubblica per i Servizi

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. Affidamento incarico Responsabile Servizio Protezione e Prevenzione (RSPP) CIG ZAC14E789D

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. Affidamento incarico Responsabile Servizio Protezione e Prevenzione (RSPP) CIG ZAC14E789D SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Servizio Protezione Civile CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Affidamento incarico Responsabile Servizio Protezione e Prevenzione (RSPP) CIG ZAC14E789D ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

COMUNE DI SPOTORNO Provincia di Savona. AREA TERRITORIO AMBIENTE E LAVORI PUBBLICI Servizio Patrimonio e Demanio CAPITOLATO

COMUNE DI SPOTORNO Provincia di Savona. AREA TERRITORIO AMBIENTE E LAVORI PUBBLICI Servizio Patrimonio e Demanio CAPITOLATO COMUNE DI SPOTORNO Provincia di Savona AREA TERRITORIO AMBIENTE E LAVORI PUBBLICI Servizio Patrimonio e Demanio CAPITOLATO SERVIZIO DI GESTIONE DEL BAR RISTORANTE SITUATO PRESSO GLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

Dettagli

COMUNE DI RIMINI Direzione Risorse Finanziarie Settore Tributi ed Economato

COMUNE DI RIMINI Direzione Risorse Finanziarie Settore Tributi ed Economato Direzione Risorse Finanziarie Settore Tributi ed Economato U.O. Economato SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER IL COMUNE DI RIMINI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Il Responsabile (Dott.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ANIMAZIONE E SOCIALIZZAZIONE DI AD PERSONAM

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ANIMAZIONE E SOCIALIZZAZIONE DI AD PERSONAM CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ANIMAZIONE E SOCIALIZZAZIONE DI AD PERSONAM ART. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto il servizio di animazione e socializzazione rivolto

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI)

SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI) SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI) Tra il Comune di RHO (di seguito, Comune ), in persona

Dettagli

Ufficio Gare, Contratti e Acquisti CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO

Ufficio Gare, Contratti e Acquisti CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO Art. 1 Finalità Il presente capitolato ha per oggetto l affidamento, da parte della Bari Multiservizi S.p.a. (in seguito, per semplicità, denominata società),

Dettagli

Gestione Patrimonio Agricolo - Forestale Regionale BANDITE DI SCARLINO

Gestione Patrimonio Agricolo - Forestale Regionale BANDITE DI SCARLINO AFFIDAMENTO SERVIZIO GESTIONE PARCHEGGIO A PAGAMENTO CON CUSTODIA LOC. VAL MARTINA NEL COMUNE DI SCARLINO CAPITOLATO D ONERI 1) Oggetto appalto : servizio di gestione del parcheggio pubblico a pagamento

Dettagli

COMUNE di FORMIA Provincia di Latina

COMUNE di FORMIA Provincia di Latina COMUNE di FORMIA Provincia di Latina ALLEGATO AL BANDO DI GARA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA EDUCATIVA E TRASPORTO SCOLASTICO A FAVORE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE

Dettagli

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 - OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato ha per oggetto l appalto del servizio professionale di consulenza

Dettagli

COMUNE DI SESTO ED UNITI

COMUNE DI SESTO ED UNITI COMUNE DI SESTO ED UNITI Provincia di Cremona Gestione RSA Casa Soggiorno Nolli-Pigoli Allegato alla delibera G.C. n. 184 del 27.10.2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DELL IMMOBILE COMMERCIALE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN VIA F.LLI CALVI. TRA

CONTRATTO DI LOCAZIONE DELL IMMOBILE COMMERCIALE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN VIA F.LLI CALVI. TRA CONTRATTO DI LOCAZIONE DELL IMMOBILE COMMERCIALE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN VIA F.LLI CALVI. TRA IL COMUNE DI CALOLZIOCORTE: - Sede legale: 23801 Calolziocorte (Lc), p.za V. Veneto n. 13 - Cod.Fisc.

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTAL ALLEGATO 4 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 3 DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

Dettagli

BENICOMUNI SRL CONCESSIONE COMMERCIALE. - con atto notaio Federico Tassinari n. 51415/2012 il Comune di Imola ha conferito

BENICOMUNI SRL CONCESSIONE COMMERCIALE. - con atto notaio Federico Tassinari n. 51415/2012 il Comune di Imola ha conferito BENICOMUNI SRL Società soggetta all'attività di direzione e coordinamento da parte del Comune di Imola CONCESSIONE COMMERCIALE Atto n. del Premesso che: - con atto notaio Federico Tassinari n. 51415/2012

Dettagli

COMUNE DI UBOLDO Provincia di Varese AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE TEMPORANEA DI AREE ALL INTERNO DELLA MINICAVA

COMUNE DI UBOLDO Provincia di Varese AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE TEMPORANEA DI AREE ALL INTERNO DELLA MINICAVA COMUNE DI UBOLDO Provincia di Varese AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE TEMPORANEA DI AREE ALL INTERNO DELLA MINICAVA Deliberazione di Consiglio Comunale n. 7 del 28/01/2014, esecutiva, avente ad oggetto

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO per l affidamento del servizio di:

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO per l affidamento del servizio di: Settore Bilancio-Tributi-Patrimonio-Economato-Risorse Umane Servizio Patrimonio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO per l affidamento del servizio di: Responsabile Servizio Protezione e Prevenzione (RSPP) finalizzato

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR. ALLEGATO 1 PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR. Pag. 1/7 PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO

Dettagli

CAPITOLATO PER LA GESTIONE IN CONCESSIONE DI UN SERVIZIO DI NOLEGGIO BICICLETTE NEL PARCO DI MONZA.

CAPITOLATO PER LA GESTIONE IN CONCESSIONE DI UN SERVIZIO DI NOLEGGIO BICICLETTE NEL PARCO DI MONZA. CAPITOLATO PER LA GESTIONE IN CONCESSIONE DI UN SERVIZIO DI NOLEGGIO BICICLETTE NEL PARCO DI MONZA. 1. OGGETTO Il concedente affida al concessionario in esclusiva la gestione dell esercizio di noleggio

Dettagli

Schema di convenzione per la disciplina della gestione in concessione dell impianto sportivo comunale CAMPI DI TENNIS E DI CALCETTO in Erice capoluogo

Schema di convenzione per la disciplina della gestione in concessione dell impianto sportivo comunale CAMPI DI TENNIS E DI CALCETTO in Erice capoluogo Schema di convenzione per la disciplina della gestione in concessione dell impianto sportivo comunale CAMPI DI TENNIS E DI CALCETTO in Erice capoluogo L anno, il giorno del mese di, in Erice, nella sede

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE E SORVEGLIANZA SANITARIA AI SENSI DEL D. LGS.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE E SORVEGLIANZA SANITARIA AI SENSI DEL D. LGS. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE E SORVEGLIANZA SANITARIA AI SENSI DEL D. LGS. 81/2008 ART. 1. OGGETTO DEL SERVIZIO L incarico comporta lo svolgimento di

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO COMUNE DI GUASILA.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO COMUNE DI GUASILA. ALLEGATO 2 AL BANDO DI GARA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO COMUNE DI GUASILA. Art. 1 Norme regolatrici dell appalto L appalto ha per oggetto l

Dettagli

COMUNE DI PALESTRINA

COMUNE DI PALESTRINA COMUNE DI PALESTRINA CAPITOLATO SPECIALE DI ONERI PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA AI PORTATORI DI HANDICAP PRESSO LE SCUOLE DELL OBBLIGO NONCHE ASSISTENZA DOMICILIARE HANDICAPPATI E ANZIANI PRE SCUOLA E

Dettagli

ART. 4 MODALITA DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO

ART. 4 MODALITA DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO CAPITOLATO D ONERI REGOLANTE L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE PER ANZIANI E DIVERSAMENTE ABILI ART. 1 OGGETTO DURATA DELL APPALTO Oggetto dell appalto è l affidamento del servizio di

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 CAPITOLATO D APPALTO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA P.Iva/C.F. 00344340500

CAPITOLATO SPECIALE. COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA P.Iva/C.F. 00344340500 PROCEDURA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO INERENTE LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DEL COMUNE DI CON ONERI DI ALLESTIMENTO E MANUTENZIONE CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 OGGETTO DELLA CONCESSIONE

Dettagli

SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZAASSICURATIVA (BROKERAGGIOASSICURATIVO) CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO

SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZAASSICURATIVA (BROKERAGGIOASSICURATIVO) CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO Provincia Regionale di Catania Ufficio Provveditorato-Economato (codice fiscale 00397470873) SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZAASSICURATIVA (BROKERAGGIOASSICURATIVO) CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO ART.

Dettagli

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL BOCCIODROMO COMUNALE SITO A MORETTA IN VIA MARTIRI DELLA LIBERTA N. 8

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL BOCCIODROMO COMUNALE SITO A MORETTA IN VIA MARTIRI DELLA LIBERTA N. 8 CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL BOCCIODROMO COMUNALE SITO A MORETTA IN VIA MARTIRI DELLA LIBERTA N. 8 L anno duemilaquindici, addì del mese di, in Moretta, in una sala del Palazzo Comunale TRA a) nato

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER IL COMUNE DI TRECATE PER PERIODO 2015-2018.

CAPITOLATO D ONERI PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER IL COMUNE DI TRECATE PER PERIODO 2015-2018. CAPITOLATO D ONERI PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER IL COMUNE DI TRECATE PER PERIODO 2015-2018. Art.1 Oggetto dell incarico L incarico ha per oggetto il servizio di assistenza per la gestione

Dettagli

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010 Allegato 1 CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento da parte

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. Vista la proposta di Capitolato predisposta dal competente ufficio comunale e che allegato alla presente ne fa parte integrante;

LA GIUNTA COMUNALE. Vista la proposta di Capitolato predisposta dal competente ufficio comunale e che allegato alla presente ne fa parte integrante; LA GIUNTA COMUNALE Premesso: - che il comune di Mese è proprietario di un area sportiva sita in via Vanoni, all interno della quale c è una pizzeria; - che il citato centro sportivo e la pizzeria sono

Dettagli

Comune di S. MARGHERITA LIGURE (GENOVA) Piazza Mazzini n. 46 - TEL. 0185/205.1 - FAX 0185/280982 www.comune.santa-margherita-ligure.ge.

Comune di S. MARGHERITA LIGURE (GENOVA) Piazza Mazzini n. 46 - TEL. 0185/205.1 - FAX 0185/280982 www.comune.santa-margherita-ligure.ge. Comune di S. MARGHERITA LIGURE (GENOVA) Piazza Mazzini n. 46 - TEL. 0185/205.1 - FAX 0185/280982 www.comune.santa-margherita-ligure.ge.it CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CUCINA E DEL REFETTORIO SCOLASTICI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CUCINA E DEL REFETTORIO SCOLASTICI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CUCINA E DEL REFETTORIO SCOLASTICI (Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 32 del 20/05/2015) Art. 1 Individuazione dei locali L Amministrazione Comunale,

Dettagli

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO PULIZIA/CUSTODIA DELLA PALESTRA TREPALLE

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO PULIZIA/CUSTODIA DELLA PALESTRA TREPALLE CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO PULIZIA/CUSTODIA DELLA PALESTRA TREPALLE TRA lo Sporting Club Livigno, A.S.D. (C.F/P.IVA. N. 92007190140) con sede in Livigno, in Plazal Dali Schola n. 25, nella

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA FORNITURA DI: GESTIONE DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DELLE ZONE ERBOSE PER L AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA E L OSPEDALE DI CONSELVE

Dettagli

Comune di Lazise Provincia di Verona --- CAPITOLATO SPECIALE

Comune di Lazise Provincia di Verona --- CAPITOLATO SPECIALE CAPITOLATO SPECIALE PER LA CONCESSIONE DEL CHIOSCO DENOMINATO LA CAPANNINA E DELL AREA ADIACENTE DI PROPRIETÀ DEMANIALE SITI IN PACENGO DI LAZISE IN LOCALITA LUNGOLAGO DELLE GUGLIE SUBORDINATA ALLA PREVENTIVA

Dettagli

DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO D'ONERI CAPITOLATO D ONERI per L AFFIDAMENTO DELL INCARICO del SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO per l'istituto BATTISTI di COGLIATE per la DURATA di ANNI UNO ART. 1 - OGGETTO L appalto ha

Dettagli

FORNITURA MATERIALE ELETTRICO

FORNITURA MATERIALE ELETTRICO S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A ALLEGATO 1) FORNITURA MATERIALE ELETTRICO REDATTO DALL ASSISTENTE TECNICO SORANZO LORIS VISTO: IL DIRETTORE S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A Arch. Antonietta PASTORE

Dettagli

COMUNE DI PISTOIA CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE DELLE PALESTRE MASOTTI E MONTEOLIVETO

COMUNE DI PISTOIA CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE DELLE PALESTRE MASOTTI E MONTEOLIVETO COMUNE DI PISTOIA CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE DELLE PALESTRE MASOTTI E MONTEOLIVETO ART. 1 OGGETTO DELL AFFIDAMENTO Forma oggetto della concessione la gestione del complesso dei beni

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE. Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO

CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE. Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO Il presente capitolato ha per oggetto l affidamento alla Società

Dettagli

ART. 7 Gestione del Punto Ristorazione e Vendita

ART. 7 Gestione del Punto Ristorazione e Vendita CAPITOLATO D'ONERI CONCESSIONE DI UN PUNTO DI ESPOSIZIONE E VENDITA DI PRODOTTI AGROALI-MENTARI DEL PANIERE DELLA PROVINCIA DI TORINO PRESSO IL BORGO MEDIEVALE DI TORINO ART. 1 - Oggetto Il presente capitolato

Dettagli

CITTÀ DI CASORATE PRIMO Provincia di Pavia Via a Dall Orto, 15

CITTÀ DI CASORATE PRIMO Provincia di Pavia Via a Dall Orto, 15 CITTÀ DI CASORATE PRIMO Provincia di Pavia Via a Dall Orto, 15 Tel 02/905 19511 - Fax 02 / 905 16593 AVVISO PUBBLICO PER LA LOCAZIONE DELL'AMBULATORIO IN VIA C. MIRA N. 6 Località: Casorate Primo, via

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO Servizio Sanitario Nazionale Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO Il presente Capitolato Speciale ha per

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ALLEGATO D) CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ESTERNO DI SUPPORTO AL RESPONSABILE DELLA PREVENZIONE E PROTEZIONE NEL LUOGO DI LAVORO PER IL TRIENNIO 2011/2013. ART. 1 OGGETTO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

COMUNE DI AMASENO PROVINCIA FROSINONE APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA ORDINARIA E STRAORDINARIA DI VIE E PIAZZE DEL TERRITORIO COMUNALE.

COMUNE DI AMASENO PROVINCIA FROSINONE APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA ORDINARIA E STRAORDINARIA DI VIE E PIAZZE DEL TERRITORIO COMUNALE. Allegato D COMUNE DI AMASENO PROVINCIA FROSINONE APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA ORDINARIA E STRAORDINARIA DI VIE E PIAZZE DEL TERRITORIO COMUNALE. PERIODO 01/07/2015 30/06/2017. CIG: 61757348E CONVENZIONE

Dettagli

CONTRATTO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI BAR INTERNI AL CENTRO SPORTIVO COMUNALE CASATE COMO VIA VIRGILIO N. 16

CONTRATTO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI BAR INTERNI AL CENTRO SPORTIVO COMUNALE CASATE COMO VIA VIRGILIO N. 16 CONTRATTO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI BAR INTERNI AL CENTRO SPORTIVO COMUNALE CASATE COMO VIA VIRGILIO N. 16 L anno il giorno ( ) del mese di presso., in, Via, tra, con sede in, Via

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PERIODO: 01/10/2015 30/09/2020. Art.1 OGGETTO DEL SERVIZIO

CAPITOLATO D ONERI SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PERIODO: 01/10/2015 30/09/2020. Art.1 OGGETTO DEL SERVIZIO CAPITOLATO D ONERI SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PERIODO: 01/10/2015 30/09/2020 Art.1 OGGETTO DEL SERVIZIO Il servizio ha per oggetto lo svolgimento dell attività di brokeraggio assicurativo

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER IL COMUNE DI VIGNATE

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER IL COMUNE DI VIGNATE COMUNE DI VIGNATE (Provincia di Milano) CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER IL COMUNE DI VIGNATE CIG. N. ZA10803E45 Via Roma 19-20060 Vignate (MI)

Dettagli

ATTO ACCESSIVO ALLA CONCESSIONE DI CUI ALLA DETERMINAZIONE N. DEL. L anno duemiladodici e questo dì del mese di TRA

ATTO ACCESSIVO ALLA CONCESSIONE DI CUI ALLA DETERMINAZIONE N. DEL. L anno duemiladodici e questo dì del mese di TRA ATTO ACCESSIVO ALLA CONCESSIONE DI CUI ALLA DETERMINAZIONE N. DEL L anno duemiladodici e questo dì del mese di in Firenze per il presente atto TRA - il Comune di Firenze, codice fiscale n. 01307110484,

Dettagli

COMUNE DI CELENZA SUL TRIGNO Prov. di CHIETI

COMUNE DI CELENZA SUL TRIGNO Prov. di CHIETI COMUNE DI CELENZA SUL TRIGNO Prov. di CHIETI C.F. 83000210696 C.so Umberto I tel. 0873958131 fax 0873958702 P.IVA 00248510695 e-mail:tecnico@celenzasultrigno.com *Medaglia d Argento al Merito Civile* UFFICIO

Dettagli

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S.

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. Servizio per la fornitura di prestazioni di radioterapia su pazienti in trattamento presso l Istituto Oncologico Veneto. * * * * * * CIG N.1136442D97

Dettagli

R E G I O N E B A S I L I C A T A Dipartimento Salute, Sicurezza e Solidarietà Sociale, Servizi alla Persona e alla Comunità

R E G I O N E B A S I L I C A T A Dipartimento Salute, Sicurezza e Solidarietà Sociale, Servizi alla Persona e alla Comunità D.G.R. N. CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI MANUTENZIONE ED IMPLEMENTAZIONE SOFTWARE, ASSISTENZA E CONSULENZA DEL NODO REGIONALE DELLA BANCA DATI BOVINA INFORMATIZZATA DI CUI AL REGOLAMENTO CE

Dettagli

COMUNE DI FONTANELLA. Provincia di Bergamo. Oggetto: SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA ED ESECUZIONE

COMUNE DI FONTANELLA. Provincia di Bergamo. Oggetto: SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA ED ESECUZIONE Allegato 7 determinazione n. 68 del 04/05/2012 COMUNE DI FONTANELLA Provincia di Bergamo Oggetto: SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA ED ESECUZIONE DEL SISTEMA DI VIDEO-SORVEGLIANZA REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI

CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI (Provincia di Brindisi) Assessorato ai Servizi Sociali Via De Gasperi - Tel. 0831-955400 Fax 0831-955429 Allegato determina n.101 /SS-2015 CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO

Dettagli

PROVINCIA DI SIENA SERVIZI ALLA PERSONA CULTURA POLITICHE DEL TURISMO

PROVINCIA DI SIENA SERVIZI ALLA PERSONA CULTURA POLITICHE DEL TURISMO PROVINCIA DI SIENA SERVIZI ALLA PERSONA CULTURA POLITICHE DEL TURISMO CAPITOLATO D ONERI PER LA GESTIONE E CONDUZIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI ADIBITI A GIOCO DI CALCIO 1. Oggetto della concessione.

Dettagli

Comune di CORNATE D'ADDA Provincia di Monza Brianza

Comune di CORNATE D'ADDA Provincia di Monza Brianza CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO DEL COMUNE DI CORNATE D ADDA. PERIODO 01 OTTOBRE 2015 30 SETTEMBRE 2019. CODICE CIG: Z0F15E6444 1 INDICE N. ART. DESCRIZIONE

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO Art. 1 OGGETTO DELL INCARICO Il presente capitolato disciplina l'incarico inerente il servizio professionale di

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE. Concessione per l affidamento del Servizio di ristoro a mezzo distributori automatici

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE. Concessione per l affidamento del Servizio di ristoro a mezzo distributori automatici UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE Concessione per l affidamento del Servizio di ristoro a mezzo distributori automatici CAPITOLATO D ONERI CIG: 39919884B5 1/10 SOMMARIO ART. 1 Pag.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO SERVIZI ISTITUZIONALI E ALLE IMPRESE UFFICIO GARE,ASSICURAZIONI,CONTRATTI E LEGALE Tel 0583 428707 Fax 0583 428589 e-mail GARE@COMUNE.CAPANNORI.LU.IT Piazza Aldo Moro, 1-55012 Capannori (LU) (www.comune.capannori.lu.it)

Dettagli

COMUNE DI CASIER CAPITOLATO D ONERI. per il servizio di noleggio full service di macchine fotocopiatrici digitali per gli Uffici comunali

COMUNE DI CASIER CAPITOLATO D ONERI. per il servizio di noleggio full service di macchine fotocopiatrici digitali per gli Uffici comunali COMUNE DI CAER CAPITOLATO D ONERI per il servizio di noleggio full service di macchine fotocopiatrici digitali per gli Uffici comunali Art. 1 Oggetto dell appalto L appalto ha per oggetto il noleggio full-service

Dettagli

Capitolato Amministrativo

Capitolato Amministrativo ALLEGATO C Capitolato Amministrativo Relativo al bando di gara per l affidamento del Servizio di realizzazione, personalizzazione, erogazione, monitoraggio e rendicontazione dei voucher sociali del valore

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI. Fornitura professionale di manodopera a termine OGGETTO. Area 02 Organizzazione e sviluppo COMMITTENTE/CONTRAENTE

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI. Fornitura professionale di manodopera a termine OGGETTO. Area 02 Organizzazione e sviluppo COMMITTENTE/CONTRAENTE CAPITOLATO SPECIALE D ONERI OGGETTO Fornitura professionale di manodopera a termine COMMITTENTE/CONTRAENTE RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Area 02 Organizzazione e sviluppo Dott.ssa Marte Guglielmi DEFINIZIONI

Dettagli

C.I.S.A. Consorzio Intercomunale Socio Assistenziale Rivoli Rosta Villarbasse

C.I.S.A. Consorzio Intercomunale Socio Assistenziale Rivoli Rosta Villarbasse CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA - SOSTEGNO, AUTONOMIA E COMUNICAZIONE A FAVORE DI ALUNNI IN SITUAZIONE DI DISABILITÀ FREQUENTANTI LE SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA

Dettagli

COMUNE DI MONREALE REGOLAMENTO. per la CONCESSIONE e l UTILIZZO delle PALESTRE SCOLASTICHE

COMUNE DI MONREALE REGOLAMENTO. per la CONCESSIONE e l UTILIZZO delle PALESTRE SCOLASTICHE COMUNE DI MONREALE REGOLAMENTO per la CONCESSIONE e l UTILIZZO delle PALESTRE SCOLASTICHE PREMESSA Scopo del presente regolamento è di favorire e promuovere l apertura delle palestre scolastiche comunali

Dettagli

Articolo. 1 Oggetto del servizio... 2. Articolo. 2 Requisiti... 3. Articolo. 3 Videoterminali 3. Articolo. 4 Esami clinici e biologici...

Articolo. 1 Oggetto del servizio... 2. Articolo. 2 Requisiti... 3. Articolo. 3 Videoterminali 3. Articolo. 4 Esami clinici e biologici... Articolo. 1 Oggetto del servizio... 2 Articolo. 2 Requisiti.... 3 Articolo. 3 Videoterminali 3 Articolo. 4 Esami clinici e biologici... 3 Articolo. 5 Rapporto con i lavoratori.... 3 Articolo. 6 Cause di

Dettagli

C I T T À D I P O T E N Z A

C I T T À D I P O T E N Z A 1 C I T T À D I P O T E N Z A Unità di Direzione Gestione Patrimonio - Manutenzioni e Servizi Tecnologici AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL CHIOSCO SITUATO NELL AREA INTERNA AL PARCO DI MONTEREALE PER LE

Dettagli

Comune di Cagliari Area Gestione del Territorio ASSESSORATO AI SERVIZI TECNOLOGICI

Comune di Cagliari Area Gestione del Territorio ASSESSORATO AI SERVIZI TECNOLOGICI Comune di Cagliari Area Gestione del Territorio ASSESSORATO AI SERVIZI TECNOLOGICI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA FORNITURA ANNUALE DI ENERGIA ELETTRICA PER LE UTENZE RELATIVE A TUTTI GLI EDIFICI

Dettagli

COMUNE DI BRINDISI SETTORE PUBBLICA ISTRUZIONE, SPORT

COMUNE DI BRINDISI SETTORE PUBBLICA ISTRUZIONE, SPORT COMUNE DI BRINDISI SETTORE PUBBLICA ISTRUZIONE, SPORT CONVENZIONE TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE E LA ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE D USO DEL COMPLESSO SPORTIVO

Dettagli

ALLEGATO B) Codice CIG 2472764D64

ALLEGATO B) Codice CIG 2472764D64 ALLEGATO B) CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE IN GESTIONE DEL SERVIZIO PER LA DISTRIBUZIONE DEL MATERIALE DEL PARCO E DEI PRODOTTI DEL CIRCUITO CARTA QUALITA - Codice CIG 2472764D64 L anno 2011 il giorno

Dettagli

COMUNE DI VALENZA (AL)

COMUNE DI VALENZA (AL) COMUNE DI VALENZA (AL) Servizi Finanziari VIA BOLOGNA 36/A-15048 VALENZA Tel. 01 31 94 92 35 - Fa x 0 13 19 503 2 4 GARA RELATIVA AL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO IL DIRIGENTE Dott.ssa Sara MARCHETTI

Dettagli

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DEI SERVIZI GENERALI I Reparto 1 Divisione Piazza della Marina, 4 00196 - Roma www.commiservizi.difesa.it e-mail: commiservizi@commiservizi.difesa.it Tel.: 06/36806378

Dettagli

www.ater.vr.it., protocolloatervr@legalmail.it.

www.ater.vr.it., protocolloatervr@legalmail.it. A.T.E.R. Azienda Territoriale per l Edilizia Residenziale della Provincia di VERONA Piazza Pozza 1/c,d,e - 37123 VERONA telefono 045-8062411 telefax 045-8062432 E-mail: info@ater.vr.it www.ater.vr.it.,

Dettagli

CONTRATTO APPALTO LAVORI EDILI PRIVATI

CONTRATTO APPALTO LAVORI EDILI PRIVATI Ai Termini di legge Ristruttura Semplice si riserva tutti i diritti sul presente modello con divieto di riproduzione senza autorizzazione Via Mons. Razzoli 84-54028 - Villafranca in Lunigiana (MS) Tel.

Dettagli

COMUNE DI GAMBATESA Provincia di Campobasso

COMUNE DI GAMBATESA Provincia di Campobasso COMUNE DI GAMBATESA Provincia di Campobasso REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI BENI IMMOBILI, MOBILI E ATTREZZATURE COMUNALI Approvato con Delibera del C.C. n. del INDICE Art. 1 Oggetto Art. 2 Impianti sportivi

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PROVINCIA DI FIRENZE. Contratto di appalto per la fornitura di/il servizio di. CIG REPUBBLICA ITALIANA

SCHEMA DI CONTRATTO PROVINCIA DI FIRENZE. Contratto di appalto per la fornitura di/il servizio di. CIG REPUBBLICA ITALIANA Repertorio n. Fasc. n. /2011 PROVINCIA DI FIRENZE Contratto di appalto per la fornitura di/il servizio di. CIG REPUBBLICA ITALIANA L anno duemilaundici (2011) addì ( ) del mese di, in Firenze, in una sala

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI BANDO DI GARA. PER LA REALIZZAZIONE E GESTIONE DEL SERVIZIO BAR-RISTORO NEI LOCALI DELL IPSSCT Sassetti-Peruzzi di Firenze

CAPITOLATO D ONERI BANDO DI GARA. PER LA REALIZZAZIONE E GESTIONE DEL SERVIZIO BAR-RISTORO NEI LOCALI DELL IPSSCT Sassetti-Peruzzi di Firenze CAPITOLATO D ONERI BANDO DI GARA PER LA REALIZZAZIONE E GESTIONE DEL SERVIZIO BAR-RISTORO NEI LOCALI DELL IPSSCT Sassetti-Peruzzi di Firenze Il presente capitolato d oneri disciplina la concessione d uso

Dettagli