ultima.indd :17:05

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ultima.indd 1 3-05-2010 16:17:05"

Transcript

1 ultima.indd :17:05

2 Disegno in copertina e illustrazioni di Maria Cristina Sidoni 2010 Lexis, Torino isbn ultima.indd :17:06

3 Rosita Ferrato Le Divine Manuale per AMANTI, seduttrici, cortigiane e avventuriere ultima.indd :17:06

4 ultima.indd :17:06

5 sempre a te ultima.indd :17:06

6 ultima.indd :17:06

7 «Ogni amore è lecito quando si tratta di autentico amore». (Oriana Fallaci, Penelope alla guerra) Il mio mausoleo ormai è vuoto. Una luce verde si diffonde sulla volta della cupola dove un giorno io fui sepolta. Sono Rosa Vercellana, la Bella Rosina, l amante ufficiale di Vittorio Emanuele II, sono colei per la quale il re percorreva cunicoli segreti la notte, facendo corse furibonde. A me raccomandava, o almeno così dice la leggenda, di non lavarmi. Il sovrano impazziva per me. Vi parlo da un altro luogo, e vi parlo in un altro modo. Ero una popolana, anche se imparai quel minimo di regole di corte che Vittorio e io detestavamo. In vita non avrei saputo parlare in modo forbito, ma qui posso tutto. E vedo quello che siete oggi. Anche su di me non sapete più molto Dite che fossi molto bella. Non è così. Ero una seduttrice, una donna di potere, forse solo più furba delle altre, e con molto temperamento. Ero soprattutto un amante. L amante del re. Sono morta da anni, ma ancora tutti mi conoscono. Sono fredda come il mausoleo a me dedicato, tanto sono stata calda e vivace nella mia brillante esistenza. Sono stata erotica, sfacciata, crassa e divertente accanto al mio uomo, e ancora mi piace pensarlo. È un epoca, la vostra, di tanti falsi moralismi; quando c ero io era più semplice: le amanti godevano di diversa ultima.indd :17:06

8 8 le divine fama. Erano ufficiali nel loro ruolo, e rispettate, temute, invidiate, desiderate. Ma anche allora dovevano essere più astute delle altre donne, più calde delle altre donne, più leggere delle altre donne, e quando dico «leggere» indico una serie di componenti difficili da tenere in equilibrio. Penso alla cultura, all intelligenza, all arguzia, al divertissement, a tutte quelle caratteristiche che facevano sì che l uomo non si stufasse mai. Erano Divine. I vostri tempi, amiche mie, sono duri le amanti sono crea ture infelici che si battono il petto da mane a sera, chiedendosi: perché non ha scelto me? Sono fantasmi di donne che hanno perso il piacere per la vita, concentrate sull amato e/o sulle strategie fallimentari per acchiapparsi un uomo qualunque. Ai miei tempi era diverso, anche ai tempi delle mie nonne e bis bis bisnonne. Nel Cinquecento c erano le cortigiane: crea ture affascinanti, quanto colte e raffinate e circondate dal potere. Vi parlerò, più in là, di Veronica Franco, veneziana, la mia preferita, una donna e poe tessa che fece girare la testa di nobili e dogi. Io invece fui donna del popolo. Non per questo priva di ingegno e di guizzante brio. In un epoca di conventi e spade, in una Torino noiosa e dai rigidi cerimoniali di corte, sedussi quattordicenne il re Vittorio Emanuele II. Ne divenni amante e moglie morganatica (ovvero, per chi non lo sapesse, una non nobile che sposa un sovrano o un nobile esclusa però, lei e la sua prole, dalla successione dinastica), quindi alla fine mi «convertii» allo stato di legittima consorte, quando tutte le mie voglie e tutti i miei desideri furono soddisfatti. Amavo molto il mio re (l Amore è una componente importante della vita di una donna, mie care), e alla fine lo sposai. Ma non smisi mai, nella mia vita, di coltivare e celebrare l elemento più importante: la mia libertà. Di pensiero, di giudizio, e chi lo sa, magari di frequentare altri uomiultima.indd :17:06

9 incipit 9 ni. (La libertà mia e la libertà sua: permisi anche a lui di non pensarmi, a volte ) La libertà è la condizione dell amante, e deve essere quella dell amato. E partendo da questo concetto straordinario vorrei che senza ulteriori indugi entrassimo in argomento. Non sarò vaga e senza spina dorsale (oggi esistono donne così, soprattutto nel nostro bel bel Piemonte si chiamano «Piere», vi ricordate?). Vi darò i rudimenti, le istruzioni che mi hanno aiutato ad amare la vita e il mio uomo senza diventare un pallido fantasma. Vi insegnerò a vivere bene la condizione di amanti, svelandovene i segreti e gli strumenti che mi hanno sostenuta, per non perdermi nelle illusioni. Per essere sempre ben presente: a me stessa, agli avvenimenti, alla storia. Bel periodo ho vissuto io: i vostri sono tempi di decadenza. E anche le donne, se mi posso permettere, hanno perso tante delle loro armi. Vi guiderò in modo leggero e preciso, vi parlerò di quella leggendaria crea tura che fu la Contessa di Castiglione, della Marchesa de Pompadour e di altre femmine eccellenti. Ma più di tutto, care amiche, vi guiderò nel mentale, nello strumentario psichico dell amante. Crea tura forte, felice e indipendente. Non è da tutti, bisogna avere qualcosa in più. dissero di lei: la Bella Rosina Ecco come parlarono di me alcuni, solo alcuni. Ma colsero bene la mia essenza, le mie doti di «donna pratica, discreta e tenace, duttile e determinata». Uno scrittore, tale Roberto Gervaso, mi ha dedicato addirittura un libro (La Bella Rosina. Amore e ragion di stato in casa Savoia), e da quelle pagine vi leggo alcuni passaggi: «Rosina era una donna comune, normale. Come Vittorio. E questo fu il loro punto d incontro e ultima.indd :30:24

10 10 le divine d accordo. Al re piacque e ne fece la propria amante; si sentì capito da lei, e la volle compagna. Ecco il segreto di un unione durata trent anni. Ecco perché lui la sposò, sia pure morganaticamente. Due anime e due corpi, che si ritr ovavano non solo nell alcova, ma anche davanti a una tavola imbandita, a un caminetto, a un biliardo: ovunque». «Baffuta e generosa» (Aldo Cazzullo). ultima.indd :30:24

11 La cortigiana «Il difficile non è raggiungere qualcosa, è liberarsi dalla condizione in cui si è». (Marguerite Duras, L amante) Apologia della cortigiana, ovvero perché auspicare il ritorno di questa nobile figura Prima di tutto, secondo il mio parere, cortigiana non significa puttana. Nell era di puttanopoli e vallettopoli, si rischia di fare confusione. Nell Italia del berlusconismo, in quella del cattolicesimo estremo e integralista, la valenza della cortigiana, la sua nobilità, non esistono più. Nella mia epoca, io ero tra quelle. Eredità del passato: un passato fatto, in alcuni casi, di raffinatezza, erudizione, charme, cultura e strategia. In altri, di passione o sentimenti palesati, non scandalosi, e senz altro perlomeno rispettabili e quasi sempre rispettati. Vi era anche l abilità nel guidare il proprio maschio, l abilità nel condurlo a sé, non solo con l attrazione fisica di giovinezza e bellezza, ma in un filo invisibile, fatto in alcuni casi di cultura, di comprensione, di modi: il modo di raccontare, di comprendere, di affascinare. Poe tesse, cortigiane d alto rango, amanti di sovrani: tutte avevano in comune una passione. Qual è la differenza fra una servetta qualunque e una Virginia Oldoini, nota come la Contessa di Castiglione, o la celeberrima Madame Pompadour, amante ufficiale e fino alla morte del re di Francia Luigi XV? O tra la celebre cortigiana ultima.indd :17:06

12 12 le divine del Cinquecento Veronica Franco e le puttane a poco prezzo delle zone più malfamate della città? Le prime si sciupano in fretta, le seconde sono amanti raffinate, compagne e confidenti: le elette, le muse, quelle di cui un uomo, anche il più potente, non si stanca mai. Il sesso, certo, e l attesa, l abilità, il savoir faire, le doti dell avventuriera. Ma non solo. Da parte mia, ho preparato un piccolo aiuto per chi volesse, senza troppo sforzo, intraprendere questa difficile quanto piacevole arte. ritratto: Veronica Franco Cortigiana veneziana ( ), fu poe tessa e donna d ingegno, provvista anche di doti politiche e ingegno penetrante. Intellettuale, cortigiana d alto rango, fece parte di uno dei circoli letterari più famosi della sua città. Fronteggiò l Inquisizione, si impegnò attivamente nella vita di Venezia, proponendo addirittura la costruzione di una casa per donne indigenti. Scrisse due volumi di poe sia, pubblicò raccolte di lettere e riunì in un antologia le opere di scrittori famosi. Dopo il successo di questi lavori fondò un istituzione caritatevole a favore delle cortigiane e dei loro figli. Alcuni suoi versi: «Così dolce e gustevole divento quando mi trovo in letto, da cui amata e gradita mi sento, che quel mio piacer vince ogni diletto» (poe sia scritta da Veronica Franco al suo amato Marco Venier) ultima.indd :17:06

13 la cortigiana 13 Breve vademecum: come diventare una perfetta cortigiana La cultura. Studiate, pensate con la vostra testa, difendete le vostre idee. Nei tempi passati, come ad esempio nella Venezia del Cinquecento della celebre Veronica Franco, la cortigiana era più colta delle donne della sua epoca. Anche oggi dovrebbe essere così: un amante che si rispetti deve essere colei che legge, che sa scrivere, sa parlare, si sa comportare. Negli ambienti più diversi. Specialmente negli ambienti altolocati. Con uomini e donne potenti, siano o meno raffinati. Lei sa cambiare registro, tono, a seconda delle circostanze. Sa muoversi, sa parlare, e soprattutto conosce i contenuti dei discorsi, le citazioni, le allusioni. È in grado di tenere testa e consigliare i propri amanti, avendo lei competenza in molte materie, e approfondendo, per passione o per necessità, il campo d azione del proprio uomo. Le idee. Mai essere asservite: con il vostro uomo, il campo dove dovrete essere un «avversario» temibile e all altezza sarà lo scambio di idee. Voi avete le vostre, che difenderete fino alla morte. E se saranno in contrasto con alcune delle sue, meglio ancora. Agli uomini piace il confronto: soprattutto se sono persone di potere, non troveranno uno yes man (anzi una yes woman), ma un competitore di livello. Testa sulle spalle. Ai miei tempi, come ai vostri, la cortigiana ha una vita molto ricca. Non sta a casa ad aspettare la lettera o la telefonata dell amante, non lo mette al centro della propria vita, non si macera pensando a cosa manca alla sua vita o alla sua relazione. Si gode la relazione così com è. Ma non se lo impone: lei è così, e forse con tre bambini e un consorte alla fine scapperebbe via. ultima.indd :17:06

14 14 le divine Perché al centro della sua vita c è lei. Non compensa con la prole un vuoto affettivo, non pretende che un uomo diventi la sua metà perfetta. Ha sviluppato quella tranquillità e un sano cinismo che le permettono di godersi la vita per quella che è. Il suo ostacolo sono i moralismi della società attuale. La rispettabilità della donna maritata, la non liceità riconosciuta dell amante. La sua immagine è quella della donna frustrata, in attesa, desiderosa, in fondo in fondo, di prendere il posto della moglie e rubargli il marito. È anche così. Forse è così per il 90% delle amanti. Non per le cortigiane. I ruoli. La cortigiana non deve essere la consorte o la promessa sposa, e lei stessa se ne deve periodicamente ricordare, per non cadere nell errore. Anche nel caso che ci sia amore, e anche nel caso che tale sentimento sia ricambiato, la nostra non deve perdere il contatto con la real tà. Il cuore del suo uomo spesso le appartiene, ma non agli occhi degli altri; il suo ruolo è differente. È il piacere, è l Altro, è una sfaccettatura diversa. È un ruolo che l uomo gioca in un campo diverso rispetto alla legittima sposa. Una scoperta per alcuni, un abitudine per altri. E se le personalità di ognuno non sono sfere, ma prismi con tante facce, il rapporto con la cortigiana ne costituisce un aspetto, ma non è il tutto. Grazie a lei, l uomo saprà dare voce a un lato di sé che magari diversamente sarebbe stato dimenticato, o non si sarebbe sviluppato. L essere umano, amiche mie, è complesso: la cortigiana riesce anche a far emergere dei lati del sé che diversamente si sarebbero forse atrofizzati. La cortigiana inoltre non deve mai distrarsi, non può. Diciamolo brutalmente: la moglie può distrarsi, l amante non deve fare errori. Se ne fa, viene immediatamente «beccata», e rischia di mandare tutto all aria! ultima.indd :17:06

15 la cortigiana 15 Il pensiero. Mai comportarsi o pensare come una moglie. Iniziare a preparargli la cena o il pranzo come una casalinga con le ciabbatte (le due b sono volute). La cortigiana conosce il cibo di qualità eccellente, e può anche prepararlo (ma eccezionalmente). Non dovrà però pensare di preparargli un pasto per farlo restare. Non dovrà cercare di trasformarsi in moglie o mamma. È la sua amante. A questo proposito, cito la scena di un film meraviglioso, Pane e tulipani, in cui il marito di Rosalba (la protagonista), dopo la fuga di costei a Venezia, rimane da solo per mesi. Ha una casa da portare avanti, due figlioli a cui fare da mangiare, e non riesce ad abituarsi alla routine da uomo singolo. Lui ha un amante leopardata e grassottella, ormai amica di anni, quasi parte della famiglia. «Mimmo, sono la tua amante, mica tua moglie!», risponde lei indignata, rivestendosi dopo l amore: lui le aveva appena chiesto se per piacere poteva qualche volta dargli una stiratina alle camicie! Leggerezza. È la parola d ordine. Sia chiaro: nel modo di prendere la vita, di approcciarsi all altro e alla storia. Non vivere in una bolla affettiva dove l essere da voi amato (sia uomo o donna) sia al centro. La vita è piena di uomini (o di donne), il mondo è pieno di persone. Anche le coppie più affiatate, fidanzate o sposate devono continuare a vedere altra gente, frequentare altre persone. Che in due non si diventi un isola, anche quando ci si ama. Il rapporto con gli altri uomini. (NB: parlerò di uomini per comodità, altrimenti diventa troppo complicato o scandaloso!) La cortigiana non deve fare la moglie neanche dentro di sé, specialmente quando ha scelto di non esserlo. Ha dalla sua la libertà di poter frequentare chi vuole. Anche nel caso lo ami (e che lui ami lei) non ha ultima.indd :17:06

16 16 le divine né l obbligo né il dovere di rimanergli fedele, di evitare di farsi vedere in giro con altri uomini, di dimostrare fedeltà cieca a lui. Anzi. La sua libertà potrà preoccupare l amato. E se lei amasse solo lui, vi chiederete? Attenzione: queste cose gli uomini le sentono, e a volte ne approfittano: esseri primitivi, hanno fiuto da vendere, e basta poco perché si sentano dei padreterni. «L amore per un uomo non va bene nel mestiere di cortigiana», diceva la madre di Veronica Franco alla figlia. «Sarai alla sua mercé». Usate allora la vostra libertà per tenere saldo il vostro cuore, per distrarvi e alleggerirvi la testa: ridimensionando l io dell amato (in lui e dentro di voi). Il gioco. Giocate molto con gli uomini, senza avere l assillo di accasarvi. Ridete molto assieme a loro e, mi raccomando, non tediateli continuamente con recriminazioni inutili: consorti e promesse spose sono già bravissime, in questo! Fascino. Amiche mie, qui andiamo sul difficile: in questi vostri tempi (di puttanaggine) sembrano contare solo giovinezza e bellezza. Il fascino, il mistero, il savoir faire paiono dimenticati. I vostri giornali femminili sono terroristici: sono un attentato alla donna non sposata e non più giovane, mentre donne con spirito e personalità (anche se obiettivamente non bellissime o, diciamocelo, decisamente bruttine) come Camilla Parker Bowles vengono impietosamente massacrate, anche quando dotate di sense of humour, intelligenza e coraggio. Ma che strane crea ture queste giornaliste: hanno in mano un arma potente e la sprecano così. Sono infatti le donne stesse, spesso, a spararsi addosso: sui vostri rotocalchi è frequente, negli articoli e nella titolazione, l uso da parte di chi scrive di espressioni come «tardona» o ultima.indd :17:07

17 la cortigiana 17 «gallina vecchia», e che si parli di attrici bellissime come Michelle Pfeiffer o Sharon Stone non fa differenza. Ma come: siamo dunque così impietose verso noi stesse? Quando riusciremo a difenderci e valorizzarci il più possibile? Di questi tempi, pare che ad essere celebrata sia solo la beltà, mentre è ignorata qualsiasi altra qualità morale e di fascino riferita a una donna. Ricordate: la cortigiana, conscia di questi atteggiamenti, si mette al riparo. Ha dalla sua una testa fine e un potere acquisito, spendibile quando l età non è più verde. È questo che la differenzia dalle puttane di strada. Arrivata a una certa età potrà godere di una certa posizione, conquistata non solo grazie ai favori ricevuti, ma soprattutto alla sua abilità nel vivere. Lo stesso deve valere per qualsiasi donna: guai a chi punti solo su giovinezza e bellezza sono doni, come disse Romy Schneider, che pur possedeva dose di entrambe in abbondanza, che prima o poi bisogna restituire. ritratto: la Contessa di Castiglione «Fui imperatrice per cinque minuti»: ecco, amiche mie, la Contessa di Castiglione dopo un incontro ravvicinato (e intimo, ça va sans dire) con Napoleone III. Creatura affascinante, la Contessa ebbe un ruolo politico fondamentale nella definizione dell alleanza francopiemontese: fu lei il fulcro della strategia di Cavour. Avvenente ma capricciosa, irrequieta, sensuale ed estremamente consapevole della propria bellezza, (di cui però divenne schiava), morì in miseria e in solitudine (anticipazione un po terroristica e non necessaria del futuro della nobildonna, ma monito a tutte coloro che puntano solo su giovinezza e bellezza per avere successo). Era lei quella che, a quanto si narra, coprì tutti gli specchi con un panno pesante ultima.indd :30:51

18 18 le divine Eccovi qualche altra informazione: implicata fin da giovanissima in storie galanti, ambiziosa e intelligente, Virginia Oldoini era cugina di Cavour. Questi, viste le sue doti di intraprendenza e fascino, prima ne fece la sua amante, dopodiché la inviò strategicamente nel 1855 in missione alla corte francese per perorare presso Napoleone III l alleanza franco-piemontese. La missione riuscì: il sovrano ne fu folgorato, e la Contessa ne divenne l amante pressoché ufficiale, suscitando invidie, grande scandalo e la furia dell imperatrice Eugenia, cattolicissima, che arrivò al punto di orchestrare un finto attentato pur di distrarre il consorte dalla rivale italiana. La Oldoini era non solo un po mignotta, ma anche grafomane. Teneva un diario su cui annotava tutti i suoi amori. Accanto ai nomi apparivano anche crocette, simboli e sigle, e non sempre lusinghiere, sulle qualità amatorie dei propri uomini. «PR», ad esempio, significava «Pour Revanche», e apparve proprio accanto al nome del mio Vittorio Emanuele: quando la storia con lui finì, fece sapere al sovrano di avere sostituito il suo ritratto con quello del suo cane. Questo anche, probabilmente, perché il re la amò ma non la scelse: si dice che la Contessa avesse un fondo di malinconia a lui non congeniale. La Contessa di Castiglione fu pretenziosa, e volle esserlo fino alla tomba. Nelle sue ultime volontà chiese infatti di essere sepolta alla Spezia, e senza funzione religiosa né fiori. Senza informare i giornali e le autorità. Anche diretta all aldilà, teneva a un certo gusto: «Voglio essere sepolta», disse, «con una camicia da notte leggera e preziosa, quella che stava tutta nel pugno di una mano, quella che avevo indossato la notte trascorsa con Napoleone III a Compiègne». Qualche gioiello, la sua passione: al collo una collana di perle e ai polsi due braccialetti che tanto ultima.indd :17:07

19 la cortigiana 19 aveva cari, sotto il capo il cuscino di velluto ricamato dal figlio Giorgio quand era bambino, e ai suoi piedi, nella bara, i due cagnolini imbalsamati (povere bestie!). Purtroppo, come vi ho anticipato, non fu previdente e finì povera e sola. Prima divorziò dal marito, poi non fece bene i conti con i propri amanti (primo fra tutti Vittorio Emanuele, che con lei fu poco generoso). Ma, soprattutto, la bella Virginia aveva le mani bucate: la sua dispendiosità le rese la vita sempre più difficile, e quando la bellezza iniziò a declinare, andò in pezzi. Negli ultimi anni della sua vita si stabilì a Parigi, dove trasformò il suo alloggio in un mausoleo del passato e dove morì in miseria nel 1899 senza ottenere, per il suo funerale, niente di quanto aveva chiesto. dissero di lei: «Una donna vissuta nel piacere dell amore. Passionale e superba, amante della libertà e sospinta da un intensa ambizione mondana, con quella bellezza che la rende famosa in Europa e oggetto del desiderio di tanti uomini, così da goderne l amore, passando da una relazione all altra» (Claudio Rendina, Cortigiani e cardinali). Comunque, care amiche, non vi voglio scoraggiare: la bella Oldoini ebbe qualità in abbondanza, e per questo l ho annoverata tra le amanti esemplari. Se non intendete spendere cifre folli dal gioielliere, né morire in miseria (né cadere preda del vizio del gioco come la Bella Otero) anche la Contessa si può rivelare grande fonte di ispirazione. Strategica, cinica, potente, la Oldoini fu una magnifica carogna. Bellissima e abile sotto le lenzuola, non certo un esempio di virtù. ultima.indd :17:07

20 la Divina è sempre in sella ultima.indd :17:07

21 La carogna «Io sono io, e me ne vanto. Non voglio niente dalle altre e per le altre. Io valgo molto più di loro. Riconosco che posso non sembrare buona, dato il mio carattere fiero, franco, libero, che mi fa essere talvolta cruda e dura. C è chi mi detesta, non mi importa. Non ci tengo a piacere a tutti». Questa era la Contessa di Castiglione. Ricordatevi, signore mie, di non cadere nell errore di tante donne votate al martirio: in amore e nella vita, dolcezza e bontà non sempre premiano. Per essere contente di sé, tante volte è necessaria la ferocia. Detto in modo conciso e moderno: muoversi come un boss, per diventare un boss. Vediamo dunque quali doti carognesche deve possedere una buona cortigiana. Il cinismo. Un pizzico di sano cinismo non guasta. Ragazze troppo romantiche, sappiatelo: soccomberete! Non si tratta di diventare insensibili o cattive, ma di saper sempre guardare in faccia la real tà. Un occhio vigile sa capire meglio cosa sta succedendo, un po di sano cinismo permette di elaborare delle strategie senza lasciarsi prendere dallo sconforto. ultima.indd :17:07

22 22 le divine Il bluff. La cortigiana ambiziosa conosce l arte di bluffare per non perdere il controllo. Sa prendere le distanze dalla situazione e da se stessa, o almeno questo è quello che non rivela agli altri. Mostra poco, si sa controllare, non offre agli altri spazio per scoprire le debolezze ed eventualmente attaccare. L amante strategica ha la freddezza maschile del giocatore di poker; non mette subito in piazza i propri sentimenti e le proprie mosse. Seduce gli uomini e va avanti per la propria strada. Approfitta delle proprie armi di maliarda per sedurre e conquistare terreno. E più avanza più esercita potere, come una macchina da guerra o uno schiacciasassi. L arte della guerra. La cortigiana non è un ingenua. Possiede le armi adatte per non farsi ferire. È attenta pur nel suo lasciarsi andare, è gentile ma non tollera le mancanze di rispetto, è acuta osservatrice. Inoltre possiede un elmetto da guerra che la protegge (avete presente, quelli con la punta, della prima guerra mondiale? quelli). Nel caso serva, si mette in trincea e in prima linea. Non è più una bambina, e per questo ha tutti gli strumenti adatti per godersi la vita e non soffrire. Ha una corazza che estrae in caso di necessità, sa difendersi, ma anche abbassare la guardia quando si fida di chi ha di fronte. L arte della guerra non le è sconosciuta. Dispone di strategie in abbondanza per la propria vita: in sintesi, non si fa fregare. La spregiudicatezza. La Contessa di Castiglione visse in un periodo fondamentale per il destino del nostro paese. Come vi ho raccontato, Cavour la mandò a Parigi per sedurre Napoleone III e cambiare le sorti della storia. Giovanissima, bellissima, scatenata, si realizzò non come dama di corte, ma come donna del mondo politico. Cosa vuol dire questo? Che a volte essere spregiudicate fa la ultima.indd :17:07

23 la carogna 23 nostra fortuna: osate, ragazze, ma prima soffermatevi su queste pagine per imparare l abc. È utile, ad esempio, per delle menti giovani e sottili, ispirarsi a dei modelli. Leggete, mie care, e prendete spunto dalle icone dei tempi andati, donne libere, donne avventurose. L attrice Mae West, Lee Miller, la musa di Man Ray: nessuna di loro avrebbe raggiunto quei traguardi se non avesse osato. È un caso che siano state quasi tutte donne libere? Direi di no. L attrice americana Mae West, non bella ma dalle curve generose e di intelligenza pronta, capì molto presto nella vita che il sesso sarebbe stato la sua arma per conquistare il mondo. Incarnò da giovane i desideri maschili, divenne in vecchiaia un icona dei gay e delle drag queen. La signora amava giocare con il linguaggio del suo corpo formoso, ma soprattutto con il linguaggio. Sembrava sempre pronta alla battuta, ma era molto attenta nel preparare ogni sua frase. Così iniziava uno dei suoi appunti, messi insieme per le sue studiatissime battute fuori dal set: «Cose che non farò mai: prendere l uomo di un altra donna. Non intenzionalmente, voglio dire. [ ] Interpretare parti di madre, parti tristi o stupide, parti di moglie virtuosa, tradita o roba del genere. Compatisco le donne deboli, buone o cattive che siano, ma non mi piacciono. Una donna dovrebbe essere forte, sia nella bontà che nella cattiveria». Capito? Ecco un modo di osare. E tenete presente che erano altri tempi: battute come queste erano per l epoca molto osé! La cortigiana deve essere forte, di spirito e di fisico. Forte, ma non aggressiva. È inutile e dannoso imitare il maschio nella manifestazione dell arroganza, perché, come si legge nell Arte della guerra del leggendario geultima.indd :17:07

24 24 le divine nerale cinese Sun Tzu, l aggressività è sempre distruttiva, anche per chi la esercita. E a questo proposito vi dirò una cosa: a me piaceva parecchio accompagnare il re nelle battute di caccia: ero un amazzone infaticabile e dall ottima mira. Sapete chi sceglierei come esempio di amante-guerriera tra le donne dei vostri tempi? La diva di Kill Bill di Quentin Tarantino. come la mantide religiosa, la Divina si cucina l amato e poi se lo mangia! ultima.indd :17:08

25 La carnale Ecco a voi, signore e signorine (e signori), una delle cortigiane più sensuali di tutti i tempi: la Bella Otero; la ballerina gitana che nacque con un nome piuttosto inadatto al physique du rôle, Carolina (mi perdonino le Caroline lettrici), ma che seppe diventare la Divina Otero. La cortigiana più celebre della Belle Epoque. La donna di cui tutti conoscono il nome, ma di cui quasi nessuno conosce la storia. ritrattto: la Bella Otero La Bella Otero nasce povera, da una bellissima zingara spagnola, ed ha un infanzia e un adolescenza difficili, che la abituano a solcare i marosi della vita con un certo spirito d avventura. Da giovanissima impara ad usare il corpo come strumento di potere. È un animalessa, una tigre, un felino sinuoso. Il suo fascino emana dalla sensualità del suo corpo. Muovendo i fianchi, vede sprigionare la magia: in lei stessa, rapita dall estasi del movimento, e negli altri, attirati come calamite. La Otero diventa un afrodisiaco potente. Nessuno le insegna a danzare, semplicemente inizia ultima.indd :17:08

26 26 le divine a muoversi per esprimere la sua essenza, e gli uomini, rapiti, le iniziano a cascare ai piedi e fra le braccia. Tutto comincia così: è la Belle Epoque, epoca di grandi passioni e stordimenti. E la Bella Otero, di emozioni ne provoca, e ne riceve, a non finire. La nostra Carolina ha fortuna, amanti, averi, ricchezze. Uomini potenti ricevono l onore di averla al loro fianco (e nel loro letto): Alberto di Monaco, Alberto di Galles, Edoardo VII, lo scià di Persia, il granduca Nicola di Russia Alcuni si rovinano per lei, altri addirittura arrivano ad ammazzarsi. Per chi fosse curiosa di sapere che fine fece, sappia che la Otero fu affascinante fino a tarda età e morì serenamente, a Nizza, nel (Dimenticavo: pare che le cupole dell Hotel Carlton di Cannes, costruito nel 1912, vennero modellate sulla forma dei suoi seni). Donna dalla sessualità insaziabile, è sensuale e morbida, ama il potere che il suo corpo emana; non è più bella delle altre, ma la sua aura agisce sui sensi degli uomini e a volte delle donne: ne ha alcune come amanti (non vi scandalizzate: ebbe più scelta!) fino a portarli allo stordimento e ad averli alla sua mercé. Tutto nella Bella Otero richiama ai piaceri dell amore: i seni, la figura, il profumo, la voce. Tutto promette, dà lusinghe, piacere, un richiamo all altro. Tutto di lei è in perfetto equilibrio: con naturalezza, questa encantadora strega chi le si avvicina, stordendo la preda in un insieme fatato. E con la Otero come esempio, passiamo a un argomento che vi intrigherà. E interesserà finalmente anche i signori lettori, che fino a ora avranno ascoltato distrattamente «ma come, un libro sulle amanti che non parla di sesso?», avranno segretamente protestato. Eccovi accontentati. ultima.indd :17:08

27 la carnale 27 Il sesso. Sperando (vivamente) che vi piaccia, care lettrici, perdonate la sfrontatezza, niente deve essere proibito. Niente pruderie da verginella: se leggete queste pagine siete delle donne fatte, e come tali dovete comportarvi. Se lui vi piace tanto e avete un rapporto di rispetto reciproco, tutto è lecito. E se tante cose per le consorti sono tabù (forse, se non lo fossero gli uomini non avrebbero bisogno di una cortigiana), a voi niente dovrà scandalizzare. Non dovete provare di essere delle «brave ragazze»: è ovvio, a questo punto, che non lo siete! Buttatevi e divertitevi un mondo. Una raccomandazione importante: niente mamma nel suo letto. Donne, che siate mogli, amiche, fidanzate o concubine, nei rapporti con l uomo siate delle amanti, ribadisco, non delle mamme. Questo, la cortigiana lo sa bene. E, a proposito, la Contessa di Castiglione, grande amatrice e donna di potere, che (come abbiamo visto nelle pagine precedenti) influenzò la politica della sua epoca, coniò questo motto: «Una donna non può mai capire se un uomo l ama veramente, se non gli si concede prima». Che avesse ragione? Io dico di sì. Dunque: il potere del vostro corpo è grande, sappiatelo riconoscere. Non dovete essere più belle delle altre, dovete sentire ed emanare qualcosa di diverso. La Otero stessa fu bella, ma non LA più bella. Da lei emanava una sensualità quasi ferina, che sapeva trasmettere all uomo, che veniva sedotto e scelto, e irretito nella magia che la celebre cortigiana naturalmente emanava. «Pronunciate la parola SESSO a lettere maiuscole quando parlate della Otero. Lei lo trasuda»: lo disse Maurice Chevalier, che di donne se ne intendeva. La Divina Otero trasudava desiderio: lo trasmetteva e lo sollecitava. Prometteva, con i gesti e lo sguardo, piaceri inauditi. E noi dovremmo imitarla, chiederete? Difficile, se non si possiedono naturali sentimenti di lussuria (ma c è chi ne ultima.indd :17:08

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Anthony De Mello Istruzioni di volo per aquile e polli

Anthony De Mello Istruzioni di volo per aquile e polli Anthony De Mello Istruzioni di volo per aquile e polli Traduzione di Marco Zappella Nota dell Editore: Il 22 agosto 1998 la Congregazione per la Dottrina della Fede ha emanato una Notificazione, qui pubblicata

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

Un amore che desidera. (di Giacomo Mambriani, 44 anni, Parma)

Un amore che desidera. (di Giacomo Mambriani, 44 anni, Parma) Un amore che desidera (di Giacomo Mambriani, 44 anni, Parma) Lei: A che cosa stai pensando? Io: Lei: Oh, dico a te Io: Eh? Lei: A che cosa stai pensando? Io: Mmmh a niente Lei: Ah a niente Io: Sì, a niente

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Libro gratuito di filosofia

Libro gratuito di filosofia Libro gratuito di filosofia La non-mente Introduzione Il libro la non mente è una raccolta di aforismi, che invogliano il lettore a non soffermarsi sul significato superficiale delle frasi, ma a cercare

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

IL RAPPORTO CON GLI ALTRI

IL RAPPORTO CON GLI ALTRI IL RAPPORTO CON GLI ALTRI Cos è la vita?, è una domanda che molti si pongono. La vita è rapporto, amici miei. Possono essere date altre risposte, e tutte potrebbero essere valide, ma al di là di tutto,

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi Capitolo primo 1. Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie. Lo so che questo una volta ti piaceva e adesso, all improvviso, ti dà fastidio. Lo so che fai finta che non

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi L'equilibrio tra libertà e regole nella formazione dei bambini Incontro Mario Lodi nella cascina ristrutturata a Drizzona, nella campagna tra Cremona

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE LA STREGA ROVESCIAFAVOLE RITA SABATINI Cari bambini avete mai sentito parlare della strega Rovesciafavole? Vi posso assicurare che è una strega davvero terribile, la più brutta e malvagia di tutte le streghe

Dettagli

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale.

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Vite a mezz aria Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Giuseppe Marco VITE A MEZZ ARIA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

CIO CHE SPINGE L UOMO

CIO CHE SPINGE L UOMO CIO CHE SPINGE L UOMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU COME PERCEPIAMO IL MONDO INTORNO A NOI COSA CI SPINGE? Cosa ci fa agire, cosa ci fa scegliere un alternativa piuttosto che un altra, cosa ci attrae e

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

[Pagina 1] [Pagina 2]

[Pagina 1] [Pagina 2] [Pagina 1] Gradisca. 2.10.44 Rina amatissima, non so se ti rivedrò prima di morire - in perfetta salute - ; lo desidererei molto; l'andarmene di là con la tua visione negli occhi sarebbe per me un grande

Dettagli

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI PER INIZIARE EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI Dicesi dirigente un signore che dovrebbe non dirigere ma animare; non solo animare ma testimoniare, non solo testimoniare, ma motivare. Insomma,

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)?

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Molti di voi avranno sentito parlare di gare in cui i cani concorrono in esercizi di olfatto, come la ricerca, o gare di agility e di

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Tempi che corrono. Ore 8.30. Ore 8.32. Milano, giugno 2007

Tempi che corrono. Ore 8.30. Ore 8.32. Milano, giugno 2007 Milano, giugno 2007 Tempi che corrono Ore 8.30 Maria si siede al tavolo con la sua colazione: cappuccio, brioche e una spremuta d'arancia. Comincia a sfogliare il giornale, ma è distratta... Non dalla

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli