ultima.indd :17:05

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ultima.indd 1 3-05-2010 16:17:05"

Transcript

1 ultima.indd :17:05

2 Disegno in copertina e illustrazioni di Maria Cristina Sidoni 2010 Lexis, Torino isbn ultima.indd :17:06

3 Rosita Ferrato Le Divine Manuale per AMANTI, seduttrici, cortigiane e avventuriere ultima.indd :17:06

4 ultima.indd :17:06

5 sempre a te ultima.indd :17:06

6 ultima.indd :17:06

7 «Ogni amore è lecito quando si tratta di autentico amore». (Oriana Fallaci, Penelope alla guerra) Il mio mausoleo ormai è vuoto. Una luce verde si diffonde sulla volta della cupola dove un giorno io fui sepolta. Sono Rosa Vercellana, la Bella Rosina, l amante ufficiale di Vittorio Emanuele II, sono colei per la quale il re percorreva cunicoli segreti la notte, facendo corse furibonde. A me raccomandava, o almeno così dice la leggenda, di non lavarmi. Il sovrano impazziva per me. Vi parlo da un altro luogo, e vi parlo in un altro modo. Ero una popolana, anche se imparai quel minimo di regole di corte che Vittorio e io detestavamo. In vita non avrei saputo parlare in modo forbito, ma qui posso tutto. E vedo quello che siete oggi. Anche su di me non sapete più molto Dite che fossi molto bella. Non è così. Ero una seduttrice, una donna di potere, forse solo più furba delle altre, e con molto temperamento. Ero soprattutto un amante. L amante del re. Sono morta da anni, ma ancora tutti mi conoscono. Sono fredda come il mausoleo a me dedicato, tanto sono stata calda e vivace nella mia brillante esistenza. Sono stata erotica, sfacciata, crassa e divertente accanto al mio uomo, e ancora mi piace pensarlo. È un epoca, la vostra, di tanti falsi moralismi; quando c ero io era più semplice: le amanti godevano di diversa ultima.indd :17:06

8 8 le divine fama. Erano ufficiali nel loro ruolo, e rispettate, temute, invidiate, desiderate. Ma anche allora dovevano essere più astute delle altre donne, più calde delle altre donne, più leggere delle altre donne, e quando dico «leggere» indico una serie di componenti difficili da tenere in equilibrio. Penso alla cultura, all intelligenza, all arguzia, al divertissement, a tutte quelle caratteristiche che facevano sì che l uomo non si stufasse mai. Erano Divine. I vostri tempi, amiche mie, sono duri le amanti sono crea ture infelici che si battono il petto da mane a sera, chiedendosi: perché non ha scelto me? Sono fantasmi di donne che hanno perso il piacere per la vita, concentrate sull amato e/o sulle strategie fallimentari per acchiapparsi un uomo qualunque. Ai miei tempi era diverso, anche ai tempi delle mie nonne e bis bis bisnonne. Nel Cinquecento c erano le cortigiane: crea ture affascinanti, quanto colte e raffinate e circondate dal potere. Vi parlerò, più in là, di Veronica Franco, veneziana, la mia preferita, una donna e poe tessa che fece girare la testa di nobili e dogi. Io invece fui donna del popolo. Non per questo priva di ingegno e di guizzante brio. In un epoca di conventi e spade, in una Torino noiosa e dai rigidi cerimoniali di corte, sedussi quattordicenne il re Vittorio Emanuele II. Ne divenni amante e moglie morganatica (ovvero, per chi non lo sapesse, una non nobile che sposa un sovrano o un nobile esclusa però, lei e la sua prole, dalla successione dinastica), quindi alla fine mi «convertii» allo stato di legittima consorte, quando tutte le mie voglie e tutti i miei desideri furono soddisfatti. Amavo molto il mio re (l Amore è una componente importante della vita di una donna, mie care), e alla fine lo sposai. Ma non smisi mai, nella mia vita, di coltivare e celebrare l elemento più importante: la mia libertà. Di pensiero, di giudizio, e chi lo sa, magari di frequentare altri uomiultima.indd :17:06

9 incipit 9 ni. (La libertà mia e la libertà sua: permisi anche a lui di non pensarmi, a volte ) La libertà è la condizione dell amante, e deve essere quella dell amato. E partendo da questo concetto straordinario vorrei che senza ulteriori indugi entrassimo in argomento. Non sarò vaga e senza spina dorsale (oggi esistono donne così, soprattutto nel nostro bel bel Piemonte si chiamano «Piere», vi ricordate?). Vi darò i rudimenti, le istruzioni che mi hanno aiutato ad amare la vita e il mio uomo senza diventare un pallido fantasma. Vi insegnerò a vivere bene la condizione di amanti, svelandovene i segreti e gli strumenti che mi hanno sostenuta, per non perdermi nelle illusioni. Per essere sempre ben presente: a me stessa, agli avvenimenti, alla storia. Bel periodo ho vissuto io: i vostri sono tempi di decadenza. E anche le donne, se mi posso permettere, hanno perso tante delle loro armi. Vi guiderò in modo leggero e preciso, vi parlerò di quella leggendaria crea tura che fu la Contessa di Castiglione, della Marchesa de Pompadour e di altre femmine eccellenti. Ma più di tutto, care amiche, vi guiderò nel mentale, nello strumentario psichico dell amante. Crea tura forte, felice e indipendente. Non è da tutti, bisogna avere qualcosa in più. dissero di lei: la Bella Rosina Ecco come parlarono di me alcuni, solo alcuni. Ma colsero bene la mia essenza, le mie doti di «donna pratica, discreta e tenace, duttile e determinata». Uno scrittore, tale Roberto Gervaso, mi ha dedicato addirittura un libro (La Bella Rosina. Amore e ragion di stato in casa Savoia), e da quelle pagine vi leggo alcuni passaggi: «Rosina era una donna comune, normale. Come Vittorio. E questo fu il loro punto d incontro e ultima.indd :30:24

10 10 le divine d accordo. Al re piacque e ne fece la propria amante; si sentì capito da lei, e la volle compagna. Ecco il segreto di un unione durata trent anni. Ecco perché lui la sposò, sia pure morganaticamente. Due anime e due corpi, che si ritr ovavano non solo nell alcova, ma anche davanti a una tavola imbandita, a un caminetto, a un biliardo: ovunque». «Baffuta e generosa» (Aldo Cazzullo). ultima.indd :30:24

11 La cortigiana «Il difficile non è raggiungere qualcosa, è liberarsi dalla condizione in cui si è». (Marguerite Duras, L amante) Apologia della cortigiana, ovvero perché auspicare il ritorno di questa nobile figura Prima di tutto, secondo il mio parere, cortigiana non significa puttana. Nell era di puttanopoli e vallettopoli, si rischia di fare confusione. Nell Italia del berlusconismo, in quella del cattolicesimo estremo e integralista, la valenza della cortigiana, la sua nobilità, non esistono più. Nella mia epoca, io ero tra quelle. Eredità del passato: un passato fatto, in alcuni casi, di raffinatezza, erudizione, charme, cultura e strategia. In altri, di passione o sentimenti palesati, non scandalosi, e senz altro perlomeno rispettabili e quasi sempre rispettati. Vi era anche l abilità nel guidare il proprio maschio, l abilità nel condurlo a sé, non solo con l attrazione fisica di giovinezza e bellezza, ma in un filo invisibile, fatto in alcuni casi di cultura, di comprensione, di modi: il modo di raccontare, di comprendere, di affascinare. Poe tesse, cortigiane d alto rango, amanti di sovrani: tutte avevano in comune una passione. Qual è la differenza fra una servetta qualunque e una Virginia Oldoini, nota come la Contessa di Castiglione, o la celeberrima Madame Pompadour, amante ufficiale e fino alla morte del re di Francia Luigi XV? O tra la celebre cortigiana ultima.indd :17:06

12 12 le divine del Cinquecento Veronica Franco e le puttane a poco prezzo delle zone più malfamate della città? Le prime si sciupano in fretta, le seconde sono amanti raffinate, compagne e confidenti: le elette, le muse, quelle di cui un uomo, anche il più potente, non si stanca mai. Il sesso, certo, e l attesa, l abilità, il savoir faire, le doti dell avventuriera. Ma non solo. Da parte mia, ho preparato un piccolo aiuto per chi volesse, senza troppo sforzo, intraprendere questa difficile quanto piacevole arte. ritratto: Veronica Franco Cortigiana veneziana ( ), fu poe tessa e donna d ingegno, provvista anche di doti politiche e ingegno penetrante. Intellettuale, cortigiana d alto rango, fece parte di uno dei circoli letterari più famosi della sua città. Fronteggiò l Inquisizione, si impegnò attivamente nella vita di Venezia, proponendo addirittura la costruzione di una casa per donne indigenti. Scrisse due volumi di poe sia, pubblicò raccolte di lettere e riunì in un antologia le opere di scrittori famosi. Dopo il successo di questi lavori fondò un istituzione caritatevole a favore delle cortigiane e dei loro figli. Alcuni suoi versi: «Così dolce e gustevole divento quando mi trovo in letto, da cui amata e gradita mi sento, che quel mio piacer vince ogni diletto» (poe sia scritta da Veronica Franco al suo amato Marco Venier) ultima.indd :17:06

13 la cortigiana 13 Breve vademecum: come diventare una perfetta cortigiana La cultura. Studiate, pensate con la vostra testa, difendete le vostre idee. Nei tempi passati, come ad esempio nella Venezia del Cinquecento della celebre Veronica Franco, la cortigiana era più colta delle donne della sua epoca. Anche oggi dovrebbe essere così: un amante che si rispetti deve essere colei che legge, che sa scrivere, sa parlare, si sa comportare. Negli ambienti più diversi. Specialmente negli ambienti altolocati. Con uomini e donne potenti, siano o meno raffinati. Lei sa cambiare registro, tono, a seconda delle circostanze. Sa muoversi, sa parlare, e soprattutto conosce i contenuti dei discorsi, le citazioni, le allusioni. È in grado di tenere testa e consigliare i propri amanti, avendo lei competenza in molte materie, e approfondendo, per passione o per necessità, il campo d azione del proprio uomo. Le idee. Mai essere asservite: con il vostro uomo, il campo dove dovrete essere un «avversario» temibile e all altezza sarà lo scambio di idee. Voi avete le vostre, che difenderete fino alla morte. E se saranno in contrasto con alcune delle sue, meglio ancora. Agli uomini piace il confronto: soprattutto se sono persone di potere, non troveranno uno yes man (anzi una yes woman), ma un competitore di livello. Testa sulle spalle. Ai miei tempi, come ai vostri, la cortigiana ha una vita molto ricca. Non sta a casa ad aspettare la lettera o la telefonata dell amante, non lo mette al centro della propria vita, non si macera pensando a cosa manca alla sua vita o alla sua relazione. Si gode la relazione così com è. Ma non se lo impone: lei è così, e forse con tre bambini e un consorte alla fine scapperebbe via. ultima.indd :17:06

14 14 le divine Perché al centro della sua vita c è lei. Non compensa con la prole un vuoto affettivo, non pretende che un uomo diventi la sua metà perfetta. Ha sviluppato quella tranquillità e un sano cinismo che le permettono di godersi la vita per quella che è. Il suo ostacolo sono i moralismi della società attuale. La rispettabilità della donna maritata, la non liceità riconosciuta dell amante. La sua immagine è quella della donna frustrata, in attesa, desiderosa, in fondo in fondo, di prendere il posto della moglie e rubargli il marito. È anche così. Forse è così per il 90% delle amanti. Non per le cortigiane. I ruoli. La cortigiana non deve essere la consorte o la promessa sposa, e lei stessa se ne deve periodicamente ricordare, per non cadere nell errore. Anche nel caso che ci sia amore, e anche nel caso che tale sentimento sia ricambiato, la nostra non deve perdere il contatto con la real tà. Il cuore del suo uomo spesso le appartiene, ma non agli occhi degli altri; il suo ruolo è differente. È il piacere, è l Altro, è una sfaccettatura diversa. È un ruolo che l uomo gioca in un campo diverso rispetto alla legittima sposa. Una scoperta per alcuni, un abitudine per altri. E se le personalità di ognuno non sono sfere, ma prismi con tante facce, il rapporto con la cortigiana ne costituisce un aspetto, ma non è il tutto. Grazie a lei, l uomo saprà dare voce a un lato di sé che magari diversamente sarebbe stato dimenticato, o non si sarebbe sviluppato. L essere umano, amiche mie, è complesso: la cortigiana riesce anche a far emergere dei lati del sé che diversamente si sarebbero forse atrofizzati. La cortigiana inoltre non deve mai distrarsi, non può. Diciamolo brutalmente: la moglie può distrarsi, l amante non deve fare errori. Se ne fa, viene immediatamente «beccata», e rischia di mandare tutto all aria! ultima.indd :17:06

15 la cortigiana 15 Il pensiero. Mai comportarsi o pensare come una moglie. Iniziare a preparargli la cena o il pranzo come una casalinga con le ciabbatte (le due b sono volute). La cortigiana conosce il cibo di qualità eccellente, e può anche prepararlo (ma eccezionalmente). Non dovrà però pensare di preparargli un pasto per farlo restare. Non dovrà cercare di trasformarsi in moglie o mamma. È la sua amante. A questo proposito, cito la scena di un film meraviglioso, Pane e tulipani, in cui il marito di Rosalba (la protagonista), dopo la fuga di costei a Venezia, rimane da solo per mesi. Ha una casa da portare avanti, due figlioli a cui fare da mangiare, e non riesce ad abituarsi alla routine da uomo singolo. Lui ha un amante leopardata e grassottella, ormai amica di anni, quasi parte della famiglia. «Mimmo, sono la tua amante, mica tua moglie!», risponde lei indignata, rivestendosi dopo l amore: lui le aveva appena chiesto se per piacere poteva qualche volta dargli una stiratina alle camicie! Leggerezza. È la parola d ordine. Sia chiaro: nel modo di prendere la vita, di approcciarsi all altro e alla storia. Non vivere in una bolla affettiva dove l essere da voi amato (sia uomo o donna) sia al centro. La vita è piena di uomini (o di donne), il mondo è pieno di persone. Anche le coppie più affiatate, fidanzate o sposate devono continuare a vedere altra gente, frequentare altre persone. Che in due non si diventi un isola, anche quando ci si ama. Il rapporto con gli altri uomini. (NB: parlerò di uomini per comodità, altrimenti diventa troppo complicato o scandaloso!) La cortigiana non deve fare la moglie neanche dentro di sé, specialmente quando ha scelto di non esserlo. Ha dalla sua la libertà di poter frequentare chi vuole. Anche nel caso lo ami (e che lui ami lei) non ha ultima.indd :17:06

16 16 le divine né l obbligo né il dovere di rimanergli fedele, di evitare di farsi vedere in giro con altri uomini, di dimostrare fedeltà cieca a lui. Anzi. La sua libertà potrà preoccupare l amato. E se lei amasse solo lui, vi chiederete? Attenzione: queste cose gli uomini le sentono, e a volte ne approfittano: esseri primitivi, hanno fiuto da vendere, e basta poco perché si sentano dei padreterni. «L amore per un uomo non va bene nel mestiere di cortigiana», diceva la madre di Veronica Franco alla figlia. «Sarai alla sua mercé». Usate allora la vostra libertà per tenere saldo il vostro cuore, per distrarvi e alleggerirvi la testa: ridimensionando l io dell amato (in lui e dentro di voi). Il gioco. Giocate molto con gli uomini, senza avere l assillo di accasarvi. Ridete molto assieme a loro e, mi raccomando, non tediateli continuamente con recriminazioni inutili: consorti e promesse spose sono già bravissime, in questo! Fascino. Amiche mie, qui andiamo sul difficile: in questi vostri tempi (di puttanaggine) sembrano contare solo giovinezza e bellezza. Il fascino, il mistero, il savoir faire paiono dimenticati. I vostri giornali femminili sono terroristici: sono un attentato alla donna non sposata e non più giovane, mentre donne con spirito e personalità (anche se obiettivamente non bellissime o, diciamocelo, decisamente bruttine) come Camilla Parker Bowles vengono impietosamente massacrate, anche quando dotate di sense of humour, intelligenza e coraggio. Ma che strane crea ture queste giornaliste: hanno in mano un arma potente e la sprecano così. Sono infatti le donne stesse, spesso, a spararsi addosso: sui vostri rotocalchi è frequente, negli articoli e nella titolazione, l uso da parte di chi scrive di espressioni come «tardona» o ultima.indd :17:07

17 la cortigiana 17 «gallina vecchia», e che si parli di attrici bellissime come Michelle Pfeiffer o Sharon Stone non fa differenza. Ma come: siamo dunque così impietose verso noi stesse? Quando riusciremo a difenderci e valorizzarci il più possibile? Di questi tempi, pare che ad essere celebrata sia solo la beltà, mentre è ignorata qualsiasi altra qualità morale e di fascino riferita a una donna. Ricordate: la cortigiana, conscia di questi atteggiamenti, si mette al riparo. Ha dalla sua una testa fine e un potere acquisito, spendibile quando l età non è più verde. È questo che la differenzia dalle puttane di strada. Arrivata a una certa età potrà godere di una certa posizione, conquistata non solo grazie ai favori ricevuti, ma soprattutto alla sua abilità nel vivere. Lo stesso deve valere per qualsiasi donna: guai a chi punti solo su giovinezza e bellezza sono doni, come disse Romy Schneider, che pur possedeva dose di entrambe in abbondanza, che prima o poi bisogna restituire. ritratto: la Contessa di Castiglione «Fui imperatrice per cinque minuti»: ecco, amiche mie, la Contessa di Castiglione dopo un incontro ravvicinato (e intimo, ça va sans dire) con Napoleone III. Creatura affascinante, la Contessa ebbe un ruolo politico fondamentale nella definizione dell alleanza francopiemontese: fu lei il fulcro della strategia di Cavour. Avvenente ma capricciosa, irrequieta, sensuale ed estremamente consapevole della propria bellezza, (di cui però divenne schiava), morì in miseria e in solitudine (anticipazione un po terroristica e non necessaria del futuro della nobildonna, ma monito a tutte coloro che puntano solo su giovinezza e bellezza per avere successo). Era lei quella che, a quanto si narra, coprì tutti gli specchi con un panno pesante ultima.indd :30:51

18 18 le divine Eccovi qualche altra informazione: implicata fin da giovanissima in storie galanti, ambiziosa e intelligente, Virginia Oldoini era cugina di Cavour. Questi, viste le sue doti di intraprendenza e fascino, prima ne fece la sua amante, dopodiché la inviò strategicamente nel 1855 in missione alla corte francese per perorare presso Napoleone III l alleanza franco-piemontese. La missione riuscì: il sovrano ne fu folgorato, e la Contessa ne divenne l amante pressoché ufficiale, suscitando invidie, grande scandalo e la furia dell imperatrice Eugenia, cattolicissima, che arrivò al punto di orchestrare un finto attentato pur di distrarre il consorte dalla rivale italiana. La Oldoini era non solo un po mignotta, ma anche grafomane. Teneva un diario su cui annotava tutti i suoi amori. Accanto ai nomi apparivano anche crocette, simboli e sigle, e non sempre lusinghiere, sulle qualità amatorie dei propri uomini. «PR», ad esempio, significava «Pour Revanche», e apparve proprio accanto al nome del mio Vittorio Emanuele: quando la storia con lui finì, fece sapere al sovrano di avere sostituito il suo ritratto con quello del suo cane. Questo anche, probabilmente, perché il re la amò ma non la scelse: si dice che la Contessa avesse un fondo di malinconia a lui non congeniale. La Contessa di Castiglione fu pretenziosa, e volle esserlo fino alla tomba. Nelle sue ultime volontà chiese infatti di essere sepolta alla Spezia, e senza funzione religiosa né fiori. Senza informare i giornali e le autorità. Anche diretta all aldilà, teneva a un certo gusto: «Voglio essere sepolta», disse, «con una camicia da notte leggera e preziosa, quella che stava tutta nel pugno di una mano, quella che avevo indossato la notte trascorsa con Napoleone III a Compiègne». Qualche gioiello, la sua passione: al collo una collana di perle e ai polsi due braccialetti che tanto ultima.indd :17:07

19 la cortigiana 19 aveva cari, sotto il capo il cuscino di velluto ricamato dal figlio Giorgio quand era bambino, e ai suoi piedi, nella bara, i due cagnolini imbalsamati (povere bestie!). Purtroppo, come vi ho anticipato, non fu previdente e finì povera e sola. Prima divorziò dal marito, poi non fece bene i conti con i propri amanti (primo fra tutti Vittorio Emanuele, che con lei fu poco generoso). Ma, soprattutto, la bella Virginia aveva le mani bucate: la sua dispendiosità le rese la vita sempre più difficile, e quando la bellezza iniziò a declinare, andò in pezzi. Negli ultimi anni della sua vita si stabilì a Parigi, dove trasformò il suo alloggio in un mausoleo del passato e dove morì in miseria nel 1899 senza ottenere, per il suo funerale, niente di quanto aveva chiesto. dissero di lei: «Una donna vissuta nel piacere dell amore. Passionale e superba, amante della libertà e sospinta da un intensa ambizione mondana, con quella bellezza che la rende famosa in Europa e oggetto del desiderio di tanti uomini, così da goderne l amore, passando da una relazione all altra» (Claudio Rendina, Cortigiani e cardinali). Comunque, care amiche, non vi voglio scoraggiare: la bella Oldoini ebbe qualità in abbondanza, e per questo l ho annoverata tra le amanti esemplari. Se non intendete spendere cifre folli dal gioielliere, né morire in miseria (né cadere preda del vizio del gioco come la Bella Otero) anche la Contessa si può rivelare grande fonte di ispirazione. Strategica, cinica, potente, la Oldoini fu una magnifica carogna. Bellissima e abile sotto le lenzuola, non certo un esempio di virtù. ultima.indd :17:07

20 la Divina è sempre in sella ultima.indd :17:07

21 La carogna «Io sono io, e me ne vanto. Non voglio niente dalle altre e per le altre. Io valgo molto più di loro. Riconosco che posso non sembrare buona, dato il mio carattere fiero, franco, libero, che mi fa essere talvolta cruda e dura. C è chi mi detesta, non mi importa. Non ci tengo a piacere a tutti». Questa era la Contessa di Castiglione. Ricordatevi, signore mie, di non cadere nell errore di tante donne votate al martirio: in amore e nella vita, dolcezza e bontà non sempre premiano. Per essere contente di sé, tante volte è necessaria la ferocia. Detto in modo conciso e moderno: muoversi come un boss, per diventare un boss. Vediamo dunque quali doti carognesche deve possedere una buona cortigiana. Il cinismo. Un pizzico di sano cinismo non guasta. Ragazze troppo romantiche, sappiatelo: soccomberete! Non si tratta di diventare insensibili o cattive, ma di saper sempre guardare in faccia la real tà. Un occhio vigile sa capire meglio cosa sta succedendo, un po di sano cinismo permette di elaborare delle strategie senza lasciarsi prendere dallo sconforto. ultima.indd :17:07

22 22 le divine Il bluff. La cortigiana ambiziosa conosce l arte di bluffare per non perdere il controllo. Sa prendere le distanze dalla situazione e da se stessa, o almeno questo è quello che non rivela agli altri. Mostra poco, si sa controllare, non offre agli altri spazio per scoprire le debolezze ed eventualmente attaccare. L amante strategica ha la freddezza maschile del giocatore di poker; non mette subito in piazza i propri sentimenti e le proprie mosse. Seduce gli uomini e va avanti per la propria strada. Approfitta delle proprie armi di maliarda per sedurre e conquistare terreno. E più avanza più esercita potere, come una macchina da guerra o uno schiacciasassi. L arte della guerra. La cortigiana non è un ingenua. Possiede le armi adatte per non farsi ferire. È attenta pur nel suo lasciarsi andare, è gentile ma non tollera le mancanze di rispetto, è acuta osservatrice. Inoltre possiede un elmetto da guerra che la protegge (avete presente, quelli con la punta, della prima guerra mondiale? quelli). Nel caso serva, si mette in trincea e in prima linea. Non è più una bambina, e per questo ha tutti gli strumenti adatti per godersi la vita e non soffrire. Ha una corazza che estrae in caso di necessità, sa difendersi, ma anche abbassare la guardia quando si fida di chi ha di fronte. L arte della guerra non le è sconosciuta. Dispone di strategie in abbondanza per la propria vita: in sintesi, non si fa fregare. La spregiudicatezza. La Contessa di Castiglione visse in un periodo fondamentale per il destino del nostro paese. Come vi ho raccontato, Cavour la mandò a Parigi per sedurre Napoleone III e cambiare le sorti della storia. Giovanissima, bellissima, scatenata, si realizzò non come dama di corte, ma come donna del mondo politico. Cosa vuol dire questo? Che a volte essere spregiudicate fa la ultima.indd :17:07

23 la carogna 23 nostra fortuna: osate, ragazze, ma prima soffermatevi su queste pagine per imparare l abc. È utile, ad esempio, per delle menti giovani e sottili, ispirarsi a dei modelli. Leggete, mie care, e prendete spunto dalle icone dei tempi andati, donne libere, donne avventurose. L attrice Mae West, Lee Miller, la musa di Man Ray: nessuna di loro avrebbe raggiunto quei traguardi se non avesse osato. È un caso che siano state quasi tutte donne libere? Direi di no. L attrice americana Mae West, non bella ma dalle curve generose e di intelligenza pronta, capì molto presto nella vita che il sesso sarebbe stato la sua arma per conquistare il mondo. Incarnò da giovane i desideri maschili, divenne in vecchiaia un icona dei gay e delle drag queen. La signora amava giocare con il linguaggio del suo corpo formoso, ma soprattutto con il linguaggio. Sembrava sempre pronta alla battuta, ma era molto attenta nel preparare ogni sua frase. Così iniziava uno dei suoi appunti, messi insieme per le sue studiatissime battute fuori dal set: «Cose che non farò mai: prendere l uomo di un altra donna. Non intenzionalmente, voglio dire. [ ] Interpretare parti di madre, parti tristi o stupide, parti di moglie virtuosa, tradita o roba del genere. Compatisco le donne deboli, buone o cattive che siano, ma non mi piacciono. Una donna dovrebbe essere forte, sia nella bontà che nella cattiveria». Capito? Ecco un modo di osare. E tenete presente che erano altri tempi: battute come queste erano per l epoca molto osé! La cortigiana deve essere forte, di spirito e di fisico. Forte, ma non aggressiva. È inutile e dannoso imitare il maschio nella manifestazione dell arroganza, perché, come si legge nell Arte della guerra del leggendario geultima.indd :17:07

24 24 le divine nerale cinese Sun Tzu, l aggressività è sempre distruttiva, anche per chi la esercita. E a questo proposito vi dirò una cosa: a me piaceva parecchio accompagnare il re nelle battute di caccia: ero un amazzone infaticabile e dall ottima mira. Sapete chi sceglierei come esempio di amante-guerriera tra le donne dei vostri tempi? La diva di Kill Bill di Quentin Tarantino. come la mantide religiosa, la Divina si cucina l amato e poi se lo mangia! ultima.indd :17:08

25 La carnale Ecco a voi, signore e signorine (e signori), una delle cortigiane più sensuali di tutti i tempi: la Bella Otero; la ballerina gitana che nacque con un nome piuttosto inadatto al physique du rôle, Carolina (mi perdonino le Caroline lettrici), ma che seppe diventare la Divina Otero. La cortigiana più celebre della Belle Epoque. La donna di cui tutti conoscono il nome, ma di cui quasi nessuno conosce la storia. ritrattto: la Bella Otero La Bella Otero nasce povera, da una bellissima zingara spagnola, ed ha un infanzia e un adolescenza difficili, che la abituano a solcare i marosi della vita con un certo spirito d avventura. Da giovanissima impara ad usare il corpo come strumento di potere. È un animalessa, una tigre, un felino sinuoso. Il suo fascino emana dalla sensualità del suo corpo. Muovendo i fianchi, vede sprigionare la magia: in lei stessa, rapita dall estasi del movimento, e negli altri, attirati come calamite. La Otero diventa un afrodisiaco potente. Nessuno le insegna a danzare, semplicemente inizia ultima.indd :17:08

26 26 le divine a muoversi per esprimere la sua essenza, e gli uomini, rapiti, le iniziano a cascare ai piedi e fra le braccia. Tutto comincia così: è la Belle Epoque, epoca di grandi passioni e stordimenti. E la Bella Otero, di emozioni ne provoca, e ne riceve, a non finire. La nostra Carolina ha fortuna, amanti, averi, ricchezze. Uomini potenti ricevono l onore di averla al loro fianco (e nel loro letto): Alberto di Monaco, Alberto di Galles, Edoardo VII, lo scià di Persia, il granduca Nicola di Russia Alcuni si rovinano per lei, altri addirittura arrivano ad ammazzarsi. Per chi fosse curiosa di sapere che fine fece, sappia che la Otero fu affascinante fino a tarda età e morì serenamente, a Nizza, nel (Dimenticavo: pare che le cupole dell Hotel Carlton di Cannes, costruito nel 1912, vennero modellate sulla forma dei suoi seni). Donna dalla sessualità insaziabile, è sensuale e morbida, ama il potere che il suo corpo emana; non è più bella delle altre, ma la sua aura agisce sui sensi degli uomini e a volte delle donne: ne ha alcune come amanti (non vi scandalizzate: ebbe più scelta!) fino a portarli allo stordimento e ad averli alla sua mercé. Tutto nella Bella Otero richiama ai piaceri dell amore: i seni, la figura, il profumo, la voce. Tutto promette, dà lusinghe, piacere, un richiamo all altro. Tutto di lei è in perfetto equilibrio: con naturalezza, questa encantadora strega chi le si avvicina, stordendo la preda in un insieme fatato. E con la Otero come esempio, passiamo a un argomento che vi intrigherà. E interesserà finalmente anche i signori lettori, che fino a ora avranno ascoltato distrattamente «ma come, un libro sulle amanti che non parla di sesso?», avranno segretamente protestato. Eccovi accontentati. ultima.indd :17:08

27 la carnale 27 Il sesso. Sperando (vivamente) che vi piaccia, care lettrici, perdonate la sfrontatezza, niente deve essere proibito. Niente pruderie da verginella: se leggete queste pagine siete delle donne fatte, e come tali dovete comportarvi. Se lui vi piace tanto e avete un rapporto di rispetto reciproco, tutto è lecito. E se tante cose per le consorti sono tabù (forse, se non lo fossero gli uomini non avrebbero bisogno di una cortigiana), a voi niente dovrà scandalizzare. Non dovete provare di essere delle «brave ragazze»: è ovvio, a questo punto, che non lo siete! Buttatevi e divertitevi un mondo. Una raccomandazione importante: niente mamma nel suo letto. Donne, che siate mogli, amiche, fidanzate o concubine, nei rapporti con l uomo siate delle amanti, ribadisco, non delle mamme. Questo, la cortigiana lo sa bene. E, a proposito, la Contessa di Castiglione, grande amatrice e donna di potere, che (come abbiamo visto nelle pagine precedenti) influenzò la politica della sua epoca, coniò questo motto: «Una donna non può mai capire se un uomo l ama veramente, se non gli si concede prima». Che avesse ragione? Io dico di sì. Dunque: il potere del vostro corpo è grande, sappiatelo riconoscere. Non dovete essere più belle delle altre, dovete sentire ed emanare qualcosa di diverso. La Otero stessa fu bella, ma non LA più bella. Da lei emanava una sensualità quasi ferina, che sapeva trasmettere all uomo, che veniva sedotto e scelto, e irretito nella magia che la celebre cortigiana naturalmente emanava. «Pronunciate la parola SESSO a lettere maiuscole quando parlate della Otero. Lei lo trasuda»: lo disse Maurice Chevalier, che di donne se ne intendeva. La Divina Otero trasudava desiderio: lo trasmetteva e lo sollecitava. Prometteva, con i gesti e lo sguardo, piaceri inauditi. E noi dovremmo imitarla, chiederete? Difficile, se non si possiedono naturali sentimenti di lussuria (ma c è chi ne ultima.indd :17:08

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Parco naturale La Mandria

Parco naturale La Mandria Parco naturale La Mandria La favola di Rosa Ciao bambini io sono Turcet, il topolino che vive qui al Castello! Quando ero piccolo mio Nonno Topone mi raccontò la storia del Re Vittorio Emanuele e della

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1)

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Cos è il virtu@le? Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti,

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

LE SFIDE SULLE SPALLE!

LE SFIDE SULLE SPALLE! LE SFIDE Questo quarto incontro vuole aiutare a riflettere sulle sfide che l animatore si trova a vivere, sia in rapporto all educazione dei ragazzi, sia in riferimento alla propria crescita. Le attività

Dettagli

Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso.

Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso. Anna Contardi Ass.Italiana Persone Down www.aipd.it Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso. Esperienze di educazione sessuale per adolescenti con disabilità intellettiva Premessa Esisteun diritto alla

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Vediamo dei piccoli passi da fare:

Vediamo dei piccoli passi da fare: L assertività L assertività è una caratteristica del comportamento umano che consiste nella capacità di esprimere in modo chiaro e valido le proprie emozioni e opinioni senza offendere né aggredire l interlocutore.

Dettagli

Papà Missione Possibile

Papà Missione Possibile Papà Missione Possibile Emiliano De Santis PAPÀ MISSIONE POSSIBILE www.booksprintedizioni.it Copyright 2015 Emiliano De Santis Tutti i diritti riservati Non insegnate ai bambini la vostra morale è così

Dettagli

Perché un libro di domande?

Perché un libro di domande? Perché un libro di domande? Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano. Indira Gandhi Fin dai primi anni di vita gli esseri umani raccolgono informazioni e scoprono il mondo facendo

Dettagli

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna 33 poesie una dedicata al calcio e una alla donna Salvatore Giuseppe Truglio 33 POESIE una dedicata al calcio e una alla donna www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Salvatore Giuseppe Truglio Tutti

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

EDUCARE ALLA SESSUALITA E ALL AFFETTIVITA

EDUCARE ALLA SESSUALITA E ALL AFFETTIVITA EDUCARE ALLA SESSUALITA E ALL AFFETTIVITA Accompagnare i nostri figli nel cammino dell amore di Rosangela Carù QUALE EDUCAZIONE IN FAMIGLIA? Adolescenti Genitori- Educatori Educazione 1. CHI E L ADOLESCENTE?

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

trasmettere un messaggio o un insegnamento introdurre un racconto punti... / 1

trasmettere un messaggio o un insegnamento introdurre un racconto punti... / 1 NOME CLASSE... DATA... Verifica delle conoscenze 1. Chi sono, di solito, i protagonisti delle favole? a animali c uomini b animali umanizzati d oggetti 2. Qual è lo scopo delle favole? a divertire b annoiare

Dettagli

Tullio De Mauro e Dario Ianes (a cura di) Giorni di scuola. Pagine di diario di chi ci crede ancora. Erickson

Tullio De Mauro e Dario Ianes (a cura di) Giorni di scuola. Pagine di diario di chi ci crede ancora. Erickson Tullio De Mauro e Dario Ianes (a cura di) Giorni di scuola Pagine di diario di chi ci crede ancora Erickson Lo sguardo dei bambini 39 Capitolo quinto Lo sguardo dei bambini di Camillo Bortolato Quando

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

Maggio 2014 San Vito. Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane

Maggio 2014 San Vito. Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane Maggio 2014 San Vito Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane PRIMO INCONTRO In cerchio. Presentazione dell attività e delle regole Presentazione (sedute in cerchio). Mi chiamo.la favola/fiaba

Dettagli

Lasciatevi incantare

Lasciatevi incantare Lasciatevi incantare Rita Pecorari LASCIATEVI INCANTARE favole www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Rita Pecorari Tutti i diritti riservati Tanto tempo fa, io ero ancora una bambina, c era una persona

Dettagli

Linguaggio del corpo per la seduzione (per donne che vogliono sedurre uomini)

Linguaggio del corpo per la seduzione (per donne che vogliono sedurre uomini) Linguaggio del corpo per la seduzione (per donne che vogliono sedurre uomini) Come scoprire i significati della comunicazione non verbale per sedurre gli uomini. IlTuoCorso - Ermes srl Via E.De Amicis

Dettagli

Riccardo Dossena UN ALTRA SPERANZA

Riccardo Dossena UN ALTRA SPERANZA Un altra speranza Riccardo Dossena UN ALTRA SPERANZA Autobiografia www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Riccardo Dossena Tutti i diritti riservati Progetto scrivere di Riccardo Dossena. Con il mio

Dettagli

PER LA PREGHIERA (M. QUOIST PARLAMI D AMORE )

PER LA PREGHIERA (M. QUOIST PARLAMI D AMORE ) PER LA PREGHIERA Ho bisogno, ragazzi, della vostra amicizia, come voi avete bisogno della nostra. Ma non ho bisogno che uno dopo l altro mi diciate: ti amo, perché quando verrà il mio Amore, che aspetto,

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA

IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA Associazione culturale per la promozione del Teatro Musicale contemporaneo P.Iva 04677120265 via Aldo Moro 6, 31055 Quinto di Treviso - Tv IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA TERZA VERSIONE autore:

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it 1. Del sogno dell essere sognatore Il primo dovere di un buon Capo è non accontentarsi, essere il più esigente possibile nella

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Contro i miei occhi. È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre.

Contro i miei occhi. È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre. Contro i miei occhi È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre. Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone

Dettagli

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta, Sognando la felicità Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale Tangram Srl Via Verdi, 9/A 38122 Trento www.edizionidelfaro.it info@edizionidelfaro.it

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

IL MORIRE: IL VISSUTO DELLA PERSONA MALATA ED E I SUOI FAMILIARI

IL MORIRE: IL VISSUTO DELLA PERSONA MALATA ED E I SUOI FAMILIARI RIVA DEL GARDA, 14 NOVEMBRE 2013 IL MORIRE: IL VISSUTO DELLA PERSONA MALATA ED E I SUOI FAMILIARI Dott.ssa Mara Marchesoni Hospice Amedeo Bettini Medico Da soli o insieme Tutte le persone sono diverse

Dettagli

Matrimonio e bambini per la coppia omosessuale

Matrimonio e bambini per la coppia omosessuale Matrimonio e bambini per la coppia omosessuale Oscar Davila Toro MATRIMONIO E BAMBINI PER LA COPPIA OMOSESSUALE www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Oscar Davila Toro Tutti i diritti riservati Dedicato

Dettagli

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore.

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore. Vincenzo Cerami* Sono venuto a questo confronto senza preparare nulla. Sentendo gli interventi di chi mi ha preceduto sono tornato con la mente agli anni dell università. Stavo ripensando a Roma. Gli operai

Dettagli

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete Nonni si diventa Il racconto di tutto quello che non sapete Introduzione Cari nipoti miei, quando tra qualche anno potrete leggere e comprendere fino in fondo queste pagine, forse vi chiederete perché

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE

VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE Anselm Grün VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE Vivere le nostre relazioni al di là della morte Queriniana Introduzione Nel nostro convento tengo regolarmente dei corsi per persone in lutto, in particolare

Dettagli

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE FAVOLA LA STORIA DI ERRORE C era una volta una bella famiglia che abitava in una bella città e viveva in una bella casa. Avevano tre figli, tutti belli, avevano belle auto e un bel giardino, ben curato,

Dettagli

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI EURO RUN: IL GIOCO www.nuove-banconote-euro.eu ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato e anche

Dettagli

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI EURO RUN: IL GIOCO www.nuove-banconote-euro.eu ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI - 2 - Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato e

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

UN ANNO DI MUSICA CON IL MAESTRO GIUSEPPE VERDI

UN ANNO DI MUSICA CON IL MAESTRO GIUSEPPE VERDI UN ANNO DI MUSICA CON IL MAESTRO GIUSEPPE VERDI PERCORSO INTERDISCIPLINARE DI MUSICA TECNOLOGIA IMMAGINE ITALIANO STORIA Classi 4 C e 5 B a.s. 2013 /2014 Il 10 ottobre 2013 noi alunni di tutta la Scuola

Dettagli

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo.

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo. Estate_ Era una giornata soleggiata e piacevole. Né troppo calda, né troppo fresca, di quelle che ti fanno venire voglia di giocare e correre e stare tra gli alberi e nei prati. Bonton, Ricciolo e Morbidoso,

Dettagli

Luisa Signorelli offre le risposte alle lettere che arrivano in redazione.

Luisa Signorelli offre le risposte alle lettere che arrivano in redazione. Lettere alla redazione In questa pagina Luisa Signorelli offre le risposte alle lettere che arrivano in redazione. Se avete qualche domanda o qualche dubbio sul mondo della danza scrivete a danza classica@danzaclassica.net

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

Progetto . Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguire virtute e canoscenza.

Progetto <L Apprendista Cittadino >. Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguire virtute e canoscenza. Progetto . Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguire virtute e canoscenza. Le tematiche offerte, gli spunti di riflessione, gli argomenti trattati sono risultati interessanti

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

Io sono una porta semplice, aperta a metà ma capisco che sono fatta per essere spalancata

Io sono una porta semplice, aperta a metà ma capisco che sono fatta per essere spalancata Accogliente, aperta: magari un po a volte mi chiudo ma solo se sono stata distratta a cedere alla routine del quotidiano, non pecco di presunzione solo mi piace avere la disponibilità ad aprire la mia

Dettagli

IL MINIDIZIONARIO. Tutti i diritti sono riservati.

IL MINIDIZIONARIO. Tutti i diritti sono riservati. IL MINIDIZIONARIO Tutti i diritti sono riservati. CIAO A TUTTI, IL MIO NOME È MARCO E PER LAVORO STO TUTTO IL GIORNO SU INTERNET. TEMPO FA HO AIUTATO MIA NONNA A CONNETTERSI CON SUO FIGLIO IN CANADA E

Dettagli

Sessualità coniugale e metodi naturali

Sessualità coniugale e metodi naturali INER-Italia Istituto per l Educazione alla Sessualità e alla Fertilità Sessualità coniugale e metodi naturali Corso di preparazione per animatori di fidanzati e giovani coppie di sposi INER BS www.fecunditas.it

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 questionario di gradimento PROGETTO ESSERE&BENESSERE: EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 classi prime e seconde - Scuola Secondaria di I grado di Lavagno CLASSI PRIME Mi sono piaciute perché erano

Dettagli

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto Indice Cominciamo 7 La curiosità di Alice 9 Un po di imbarazzo 25 Innamorarsi 43 Fare l amore 55 Concepimento 71 Gravidanza 83 La nascita 95 Il nostro corpo: le donne 111 Il nostro corpo: gli uomini 127

Dettagli

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI Lo scrittore Jacopo Olivieri ha incontrato gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola A. Aleardi del plesso di Quinto nelle giornate del 18 e 19 febbraio

Dettagli

Depressione e comportamento suicidario. Opuscolo informativo

Depressione e comportamento suicidario. Opuscolo informativo Depressione e comportamento suicidario Opuscolo informativo Depressione La vita a volte è difficile e sappiamo che fattori come problemi di reddito, la perdita del lavoro, problemi familiari, problemi

Dettagli

Come si fa a stare bene insieme?

Come si fa a stare bene insieme? Come si fa a stare bene insieme? Stare insieme è bello. Alle volte per noi bambini è difficile. Abbiamo intrapreso questo viaggio alla scoperta di un modo migliore per vivere a scuola e non solo. Progetto

Dettagli

Qual è il tuo approccio al lavoro? Che tipo sei? Come affronti le sfide che riguardano in lavoro? (e quindi anche un colloquio di lavoro)

Qual è il tuo approccio al lavoro? Che tipo sei? Come affronti le sfide che riguardano in lavoro? (e quindi anche un colloquio di lavoro) Qual è il tuo approccio al lavoro? Che tipo sei? Come affronti le sfide che riguardano in lavoro? (e quindi anche un colloquio di lavoro) Rispondi alle seguenti domande indicando quale risposta è più vicino

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Una parola per te Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Prima edizione Fabbri Editori: aprile

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

La casa più bella. 20 semplici regole per rendere la tua casa più bella

La casa più bella. 20 semplici regole per rendere la tua casa più bella La casa più bella 20 semplici regole per rendere la tua casa più bella Valeria Pantaleone LA CASA PIU BELLA 20 semplici regole per rendere la tua casa più bella Guida per la casa A mia madre e a Darryl,

Dettagli

Canzoncina. Di qui potete vedere Come sia innocuo il bere. Canto di un amata.

Canzoncina. Di qui potete vedere Come sia innocuo il bere. Canto di un amata. Canzoncina I. C era una volta un tizio A diciottanni prese il vizio Di bere, e per questa china Lui andò in rovina. Morì a ottantant anni e il perché È chiaro a me e a te. 2. C era una volta un piccolo,

Dettagli

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2 Scuola media di Giornico L affettività e la sessualità, tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio Progetto sostenuto dal GLES 2 Dai sensi all azione Sensi Sensazioni Emozioni Sentimenti

Dettagli

Tutti i giorni con me, i miei consigli e le mie ricette

Tutti i giorni con me, i miei consigli e le mie ricette Tutti i giorni con me, i miei consigli e le mie ricette Introduzione... 7 Ti lascio una ricetta... 9 Ottobre... 13 Novembre... 51 Dicembre... 89 Gennaio...127 Febbraio...167 Marzo... 203 Aprile... 241

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

Trascrizione completa della lezione Lezione 002

Trascrizione completa della lezione Lezione 002 Trascrizione completa della lezione Lezione 002 Adam: Salve, il mio nome e Adam Kirin: E io sono Kirin. Adam: e noi siano contenti che vi siete sintonizzati su ChineseLearnOnline.com dove noi speriamo

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

Traduzione di. Claudia Manzolelli

Traduzione di. Claudia Manzolelli Traduzione di Claudia Manzolelli Ai miei genitori, George e Elizabeth Introduzione...1 1. L inizio della fine...9 2. Ritorno all ovile...21 3. Il consulente geriatrico...37 4. Galapagos...43 5. La caduta...51

Dettagli

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini:

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 1 1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 2 Adesso guarda il video della canzone e verifica le tue risposte. 2. Prova a rispondere alle domande adesso: Dove si sono incontrati? Perché

Dettagli

TESTO SCRITTO DI INGRESSO

TESTO SCRITTO DI INGRESSO TESTO SCRITTO DI INGRESSO COGNOME NOME INDIRIZZO NAZIONALITA TEL. ABITAZIONE/ CELLULARE PROFESSIONE DATA RISERVATO ALLA SCUOLA LIVELLO NOTE TOTALE DOMANDE 70 TOTALE ERRORI Test Livello B1 B2 (intermedio

Dettagli

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica 1. Tutti cercano l amore. Tutti anelano ad essere amati e a donare amore. Ognuno è creato per un

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio. Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.com Storia di Milena Lanzetta SE C È UN GIORNO DELLA SETTIMANA CHE FILIPPO

Dettagli

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali)

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Al mare, verso gli undici anni, avevo fatto amicizia con un bagnino. Una cosa innocentissima, ma mia madre mi chiedeva

Dettagli

Attività didattica per le scuole primarie GUIDA PER LA FAMIGLIA

Attività didattica per le scuole primarie GUIDA PER LA FAMIGLIA Attività didattica per le scuole primarie GUIDA PER LA FAMIGLIA CHI È BAMA? Siamo un azienda tutta italiana che da oltre tre decenni rende la vostra quotidianità più comoda e più allegra, grazie a prodotti

Dettagli