NOTA INTEGRATIVA STRUTTURA E CONTENUTO DEL BILANCIO. Nota Integrativa Struttura e contenuto del bilancio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NOTA INTEGRATIVA STRUTTURA E CONTENUTO DEL BILANCIO. Nota Integrativa Struttura e contenuto del bilancio"

Transcript

1 Nota Integrativa

2 Nota Integrativa Struttura e contenuto del bilancio NOTA INTEGRATIVA STRUTTURA E CONTENUTO DEL BILANCIO Il bilancio è costituito dallo Stato Patrimoniale, dal Conto Economico e dalla presente Nota Integrativa ed è corredato dalla relazione sulla gestione redatta dal Consiglio di Amministrazione. La Nota integrativa, che ha la funzione di esporre i criteri di valutazione adottati in sede di redazione di bilancio, contiene le informazioni richieste dal Provvedimento 19 aprile 2001 del Ministero del Tesoro, del Bilancio e della Programmazione Economica (di seguito anche: Atto di indirizzo) e da altre leggi applicabili con particolare riferimento agli articoli 2426 e 2427 del codice civile; essa inoltre fornisce tutte le informazioni complementari ritenute necessarie a dare una rappresentazione del bilancio veritiera e corretta, in ossequio a quanto previsto dall art del codice civile in materia di redazione del bilancio e dall art bis per i principi di redazione del bilancio. Alla presente Nota Integrativa, pertanto, è allegato il prospetto dell evoluzione storica del Patrimonio. Il bilancio e tutti i dati contenuti nella Nota Integrativa sono espressi in unità di Euro conformemente al dettato dell art. 2423, comma 5 c.c. come sostituito, a decorrere dal 1 gennaio 2002, dall art. 16, comma 8, lettera a), D. Lgs. 24 giugno 1998, n

3 PARTE A) - CRITERI DI VALUTAZIONE Nota Integrativa Parte A) La valutazione delle voci è fatta secondo prudenza e nella prospettiva della continuazione dell attività della Fondazione. Con riferimento all art bis, secondo comma, codice civile, si comunica che i criteri di valutazione non sono stati modificati rispetto al precedente esercizio. Sezione 1 Illustrazione criteri di valutazione Immobilizzazioni materiali Sono iscritte al costo di acquisto, inclusi i costi accessori, gli incrementi per interventi straordinari e l I.V.A. Esse sono sistematicamente ammortizzate in ogni esercizio in relazione alla loro residua possibilità di utilizzazione, con la sola eccezione dei beni mobili d arte, atteso che il valore di tali beni tende piuttosto ad apprezzarsi nel tempo, e che non si prevede un esaurimento della loro utilità futura. Le immobilizzazioni che, alla data della chiusura dell esercizio risultano durevolmente di valore inferiore a quello reale sono svalutate fino al raggiungimento di tale minor valore. In ottemperanza a quanto previsto dal Decreto Legge n. 223/06 convertito in Legge n. 248 del 4 agosto 2006, all articolo 36, comma 7, si è proceduto all attribuzione di una quota pari al 20% del costo storico riferito agli immobili edifici, al valore dei terreni essendo questi ultimi non più ammortizzabili per il principio che gli stessi non esauriscono nel tempo il loro valore (conforme al principio contabile n. 16); la norma richiamata, di natura innovativa, stabilisce che il fondo ammortamento rimanga attribuito alla voce fabbricati. Immobilizzazioni immateriali Sono iscritte al costo di acquisto comprensivo degli oneri accessori e dell I.V.A. e al netto degli ammortamenti. Le immobilizzazioni sono ammortizzate per un periodo non superiore a cinque esercizi. Immobilizzazioni finanziarie Le immobilizzazioni consistenti in partecipazioni sono valutate in base al costo di acquisto, con la sola eccezione delle n azioni relative alla conferitaria Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno S.p.a. per le quali, in luogo del costo di acquisto, è stato assunto il valore di conferimento di cui alla Legge n 218/90; le ulteriori n azioni della conferitaria, riacquistate a seguito della liquidazione della Holding FINCARI S.p.a., seguono la regola generale della valutazione in base al costo. Le partecipazioni che, alla data di chiusura dell esercizio, risultano durevolmente di valore inferiore a quello di costo sono svalutate fino al raggiungimento di tale minor valore. Il valore originario verrà ripristinato se nei successivi esercizi verranno meno i motivi della svalutazione effettuata. Il verificarsi di tali circostanze verrà, di volta in volta, illustrato nella nota integrativa. Non sono più presenti in bilancio altri strumenti finanziari, atteso che in data 19 dicembre 2006 le obbligazioni I.M.I. sono scadute. Strumenti finanziari non immobilizzati - Gestioni patrimoniali individuali Le gestioni patrimoniali individuali sono iscritte in base ai rendiconti di gestione ricevuti dalla Società di Gestione del Risparmio al termine dell esercizio ed accolgono la valorizzazione, alla data 10

4 di bilancio, degli strumenti finanziari di cui si compongono le singole masse gestite al netto della fiscalità, delle commissioni di gestione e negoziazione, e delle altre spese operative. Il risultato della gestione è distinto dagli altri interessi percepiti ed è esposto in bilancio al netto della ritenuta d imposta ed al lordo delle commissioni di gestione e di negoziazione. Al riguardo si fa presente che la commissione di overperformance viene contabilizzata sotto la voce commissioni di gestione. Le commissioni di gestione e di negoziazione sono iscritte nel conto economico a voce propria sotto la voce oneri. Con riferimento ai dividendi relativi ad azioni estere incluse nei patrimoni gestiti, la Fondazione richiede i rimborsi a fronte delle maggiori ritenute d imposta operate all estero rispetto a quanto previsto dai rispettivi Trattati contro le doppie imposizioni. Detti rimborsi vengono contabilizzati solo nel momento di effettiva percezione (criterio di cassa ), attesa la loro incertezza nell an alla data di chiusura dell esercizio. Come consentito dall Atto d indirizzo, le predette voci di bilancio sono contabilizzate con scritture riepilogative riferite alla data di chiusura dell esercizio in conformità ai rendiconti ricevuti. Crediti e debiti I debiti sono esposti al valore nominale. I crediti sono esposti al presumibile valore di realizzo, così come indicato all art. 2426, comma 1, punto 8 del codice civile. Disponibilità liquide I crediti verso banche sono iscritti al valore nominale, aumentato degli interessi maturati alla data di chiusura dell esercizio e diminuito delle spese relative ai conti correnti bancari. Ratei e risconti I ratei ed i risconti, attivi e passivi, sono determinati in base alla competenza temporale, tenendo conto delle condizioni e dei tassi dei singoli rapporti. Fondi per rischi ed oneri I fondi oneri evidenziano passività determinate sulla base degli impegni a carico della Fondazione per effetto di disposizioni di legge o contrattuali, mentre i fondi rischi costituiscono presidi a fronte di passività potenziali o inesigibilità di crediti dell attivo. Trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato (TFR) Il TFR è costituito per la copertura dell intera passività maturata nei confronti dei dipendenti in conformità alla legislazione vigente ed ai regolamenti interni. Tale passività viene rivalutata sulla base dei parametri di indicizzazione stabiliti per legge. Fondo per il volontariato La voce comprende l accantonamento al Fondo per il volontariato così come previsto dall art. 15, comma 1, della legge 266/91 e successive modificazioni ed integrazioni. Per quanto concerne le modalità di calcolo del predetto accantonamento si rinvia a quanto precisato nella relativa sezione a commento delle voci di Conto economico nella nota integrativa. 11

5 Nota Integrativa Parte B) PARTE B) INFORMAZIONI SULLO STATO PATRIMONIALE ATTIVO Sezione 1 Immobilizzazioni materiali ed immateriali Immobili Il valore rappresentato in bilancio di è così costituito: per la voce fabbricato ed per la voce terreno, per complessivi , dell immobile sito in Ascoli Piceno, in Corso Mazzini n. 190; l immobile, riconosciuto di interesse storico ed artistico ai sensi della legge n 1089/1939, è utilizzato in parte come sede della Fondazione ed in parte per la locazione alla conferitaria per l esercizio dell attività bancaria; per la voce fabbricato ed per la voce terreno, per complessivi , dell immobile Auditorium San Francesco di Paola e San Giovanni ad Templum; tale immobile viene esclusivamente utilizzato per manifestazioni culturali ed artistiche; per la voce fabbricato ed per la voce terreno, per complessivi , dell immobile di Amandola sito in via Matteotti angolo via Marconi e distinto nel Catasto dei Fabbricati al foglio 43 con la particella 297. La porzione di immobile è stata acquistata dalla Carisap S.p.A, in data 29 dicembre 2006, per atto notaio Maria Enrica Silenzi. Successivamente allo scorporo e fino all esercizio chiuso il 30/09/1999 sui suddetti immobili non sono stati calcolati ammortamenti. Nel presente esercizio è proseguito l ammortamento con aliquota dell 1% per la sola voce fabbricati, in ossequio al disposto di cui all articolo 36 del D. L. 223/06, in considerazione della sistematicità nel tempo della quota ammortamento e dell inesistenza di cambiamenti in merito alle stime effettuate nella determinazione della residua possibilità di utilizzazione del cespite. Mobili Per quanto attiene i beni mobili strumentali si precisa che gli arredi sono ammortizzati con aliquota del 15%, mentre le attrezzature e le macchine d ufficio sono ammortizzati al 20%. Per quanto attiene, invece, ai beni mobili d arte, scorporati nell esercizio 1999/2000 dai beni mobili strumentali, si precisa che gli stessi, diversamente da quanto avvenuto fino all esercizio chiuso il 30/09/1999, non sono ammortizzati, atteso che, se da un lato il loro valore tende piuttosto ad apprezzarsi nel tempo, dall'altro non si prevede un esaurimento della loro utilità futura. Immobilizzazioni Immateriali La voce è costituita da software (anche relativo al sito web) acquistato a partire dall esercizio 2004 con licenza d uso a tempo indeterminato. Nel corso dell anno 2006 si è proceduto all acquisto del software OS1 che viene utilizzato dagli uffici della Fondazione per esigenze di contabilità ed analisi di bilancio. Si precisa infine che per tutte le sopra indicate immobilizzazioni, non sono state effettuate rivalutazioni, svalutazioni ed eventuali riclassificazioni. 12

6 IMMOBILIZZAZIONI costo storico fondo amm valore netto costo storico fondo amm.to costo storico fondo amm valore netto MATERIALI 31/12/05 31/12/05 31/12/05 inc dec inc dec /12/06 31/12/06 31/12/06 arredamento attrezzature macchine d'ufficio beni mobili d'arte beni mobili Immobile Ascoli Piceno C.so Mazzini terreno immobile Ascoli Piceno C.so Mazzini Auditorium S. Francesco di Paola terreno auditorium S. Francesco di Paola Immobile Amandola Via Matteotti terreno immobile Amandola Via Matteotti beni immobili TOTALE IMMOBIL. MATERIALI IMMOBILIZZAZIONI costo storico fondo amm valore netto costo storico fondo amm.to costo storico fondo amm valore netto IMMATERIALI 31/12/05 31/12/05 31/12/05 inc dec inc dec /12/06 31/12/06 31/12/06 software TOTALE IMMOBIL. IMMATERIALI costo storico fondo amm valore netto costo storico fondo amm.to costo storico fondo amm valore netto IMMOBILIZZAZIONI 31/12/05 31/12/05 31/12/05 inc dec inc dec /12/06 31/12/06 31/12/06 TOT. GEN. IMMOBILIZZAZIONI

7 Sezione 2 Immobilizzazioni finanziarie Partecipazioni Le partecipazioni sono considerate immobilizzazioni finanziarie in quanto sono mantenute nel patrimonio della Fondazione a scopo di stabile investimento. PARTECIPAZIONI DI CONTROLLO IN SOCIETA' STRUMENTALI società partecipata Caffè Meletti srl sede legale Ascoli Piceno oggetto sociale amministrazione di beni immobili di rilevante valore storico ed artistico risultato ultimo esercizio (2005) perdita di esercizio 2005 ultimo dividendo percepito non è mai stato percepito alcun dividendo % di possesso valore di bilancio 97% Caffè Meletti S.r.l. Per quanto riguarda la valutazione della partecipazione nella società strumentale Caffè Meletti S.r.l. si ricorda che, ai sensi di quanto previsto al paragrafo 10.6 dell Atto di indirizzo, la Fondazione, nel corso dell esercizio 2004, procedette alla svalutazione del costo storico della stessa (costo di acquisto, oltre versamenti a fondo perduto di tempo in tempo effettuati dalla Fondazione), avendo maturato il convincimento, dopo sette anni consecutivi di risultati negativi di gestione, che il patrimonio della partecipata fosse oramai compromesso in modo durevole dalle perdite accumulate nel corso degli anni. Si ricorda altresì che la svalutazione della partecipazione fu operata assumendo come parametro di riferimento il patrimonio netto della Caffè Meletti S.r.l. così come risultante dal bilancio approvato dalla predetta società al 31 dicembre Si fa inoltre presente che in data 28/9/2006 si è proceduto al versamento in conto capitale di , importo che ha incrementato in bilancio il valore della partecipazione detenuta dalla Fondazione. PROSPETTO MOVIMENTAZIONE DELLA PARTECIPAZIONE Valore della partecipazione al 31/12/ Incrementi: Versamento di capitale Decrementi: Valore della partecipazione al 31/12/

8 ALTRE PARTECIPAZIONI (non di controllo in società non strumentali) società sede legale oggetto sociale risultato ultimo dividendo % di valore di partecipata ultimo es. percepito possesso bilancio Carisap Spa Ascoli Piceno attività creditizia utile di nell'es relativo all'esercizio 2005 pagato nel % Intesa Casse del Centro Spa Spoleto (PG) partecipazioni in enti creditizi utile di nell'es non è mai stato percepito alcun dividendo 0,74% Asteria Srl Ascoli Piceno sviluppo tecnologico e ricerca applicata alle imprese perdita di nell'es non è mai stato percepito alcun dividendo 0,31% Totale: Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno S.p.a. Per quanto riguarda la partecipazione nella Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno S.p.a. si precisa che n azioni sono state valutate in base al prezzo di conferimento ex Lege n. 218/1990 ( 483,76 cadauna) e n azioni rinvenienti dalla liquidazione della Holding Fincari S.p.a. in base al prezzo di riacquisto ( 621,52 cadauna). Il prezzo medio di ogni singola azione sulla base del valore di bilancio risulta essere quindi di 495,63. Il Patrimonio di vigilanza della Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno S.p.a. al 31/12/2005 desunto dalla nota integrativa, parte F) informazioni sul patrimonio, risulta pari ad ; conseguentemente, la quota di patrimonio di vigilanza ad oggi attribuibile ad ognuna delle azioni totali è pari ad 586,01. Il Patrimonio netto della Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno S.p.a. al 31/12/2005, desunto dalla nota integrativa, è pari ad (comprensivo dell utile dell esercizio): conseguentemente, la quota di patrimonio netto ad oggi attribuibile ad ognuna delle azioni totali è pari ad 639,59. Dopo il conferimento iniziale la partecipazione si è così movimentata: - azioni rivenienti dal conferimento nella CARISAP s.p.a n prima cessione a CARIPLO s.p.a. (ottobre 1996) n (-) - conferimento nella Holding FINCARI s.p.a. n (-) - seconda cessione a CARIPLO s.p.a. (luglio 1998) n (-) - riacquisto dalla liquidazione Holding FINCARI s.p.a. (marzo 2000) n (+) - consistenza attuale (pari al 34% del capitale sociale) n

9 Intesa Casse del Centro S.p.a. La Fondazione ha proceduto, nel corso del mese di luglio 2005, alla sottoscrizione di n azioni della Holding Intesa Casse del Centro S.p.a. ad un prezzo per azione pari ad 1,3115, per complessivi , pari allo 0,739% del capitale sociale della stessa Holding. La determinazione del predetto prezzo è stata effettuata mediante l utilizzo del metodo patrimoniale complesso con verifica reddituale, in quanto ritenuto più idoneo ad esprimere sia gli aspetti patrimoniali sia le prospettive reddituali della società oggetto di valutazione. Quali metodi di controllo sono stati utilizzati il metodo dei flussi finanziari attualizzati (DDM) e il metodo reddituale. Attraverso l applicazione del metodo patrimoniale complesso con verifica reddituale e del valore derivante dalla media dei risultati dei due metodi di controllo, il valore economico della Holding Intesa Casse del Centro S.p.a. è risultato essere pari ad migliaia di Euro, corrispondente ad un valore per azione pari al suindicato prezzo di 1,3115. La composizione del patrimonio netto della partecipata al 31/12/2005 (ultimo bilancio approvato) risulta essere il seguente (valori espressi in migliaia di euro): PATRIMONIO NETTO DELLA PARTECIPATA capitale sovrapprezzi di emissione riserve ( ) azioni proprie riserve da valutazione strumenti di capitale utile (perdita) di esercizio TOTALE Asteria S.r.l. La valutazione della partecipazione nella Asteria S.r.l. è stata effettuata al costo; la composizione del patrimonio netto della partecipata al 31/12/2005 (ultimo bilancio approvato) risulta essere il seguente: PATRIMONIO NETTO DELLA PARTECIPATA capitale riserva sovrapprezzo azioni riserva di rivalutazione riserva legale riserve statutarie riserva per azioni proprie altre riserve ( 1) utili (perdite) portati a nuovo ( ) utile di esercizio perdita di esercizio ( ) TOTALE La percentuale di possesso del capitale sociale della partecipata si è ridotto allo 0,31% (contro lo 0,41% dell esercizio 2004) in quanto la Fondazione non ha partecipato alla sottoscrizione dell incremento del capitale sociale deliberato dalla partecipata stessa. 16

10 Titoli di debito In bilancio non esiste il saldo al 31/12/2006 in quanto i titoli di debito immobilizzati, rappresentati da obbligazioni I.M.I. 7,10%, sono scaduti in data 19/12/2006 (cod. Isin: IT954302): nell esercizio 2005 i titoli di debito erano iscritti al prezzo di costo per un valore di Al riguardo si evidenzia una minusvalenza per l importo di che rappresenta la differenza tra quanto rimborsato ed il prezzo di acquisto iscritto in bilancio all 1/1/

11 Sezione 3 Strumenti finanziari non immobilizzati Strumenti finanziari affidati in gestione patrimoniale individuale A partire dal mese di luglio 2003 è iniziata l operatività della gestione patrimoniale individuale con il conferimento alla società di gestione CAAM S.g.r. (già Nextra Investments Management S.g.r.) della liquidità riveniente dallo svincolo dei Fondi Comuni (Fondi GEO). La composizione del portafoglio gestito è compatibile con gli obiettivi di rischio-rendimento della Fondazione, riferiti ad un orizzonte temporale di medio-lungo termine, in grado di generare sufficienti flussi finanziari per coprire gli impegni erogativi assunti. La composizione del portafoglio è la seguente: - per un minimo dell 85% del patrimonio affidato: gestione a capitale protetto, mercati azionari ed obbligazionari area Euro, massima esposizione azionaria pari al 60%; - per un massimo del 15% del patrimonio affidato: gestione in fondi alternativi secondo la asset allocation indicata dalla Nextra Alternative Investments, società dedicata esclusivamente alla gestione di investimenti alternativi e da CAAIPG Sgr. Nel corso dell esercizio l evoluzione della gestione patrimoniale individuale è stata la seguente: VARIAZIONI ANNUE GESTIONI PATRIMONIALI INDIVIDUALI GESTIONE PATRIMONIALE INDIVIDUALE ESISTENZE INIZIALI AL 1/1/ AUMENTI CONFERIMENTI RISULTATO DI GESTIONE (AL LORDO DELLE COMMISSIONI DI GESTIONE E NEGOZIAZIONE ED AL NETTO DELLE IMPOSTE SOSTITUTIVE) DIMINUZIONI PRELIEVI COMMISSIONI DI GESTIONE COMMISSIONE DI OVERPERFORMANCE COMMISSIONI DI NEGOZIAZIONE RIMANENZE FINALI AL 31/12/ RISULTATO DI GESTIONE (AL NETTO DELLE COMMISSIONI DI GESTIONE E NEGOZIAZIONE ED AL NETTO DELLE IMPOSTE SOSTITUTIVE) La gestione patrimoniale individuale è valorizzata in bilancio al prezzo di mercato sulla base dei rendiconti di gestione ricevuti dalla CAAM Sgr e riferiti al 31/12/2006, al netto della fiscalità e degli oneri di gestione (comprensivi della commissione di overperformance) e negoziazione. E possibile evincere la composizione della predetta valorizzazione al 31/12/2006 come da tabella che segue: 18

12 COMPOSIZIONE PATRIMONIO GESTITO AL 31/12/2006 GESTIONE PATRIMONIALE INDIVIDUALE PORTAFOGLIO LIQUIDITA' PLUS/MINUS SU OPERAZIONI DA REGOLARE 0 PROVENTI DA ACCREDITARE 0 ONERI DA ADDEBITARE IMPOSTE ESERCIZIO COMMISSIONI DI GESTIONE MESE DI DICEMBRE TOTALE PATRIMONIO FINALE

13 COMPOSIZIONE PORTAFOGLIO GESTITO ( ) Codice ISIN Descrizione Valore Mobiliare Divisa Quantità Prezzo di Mercato Controvalore Euro AT ERSTE BANK AG EUR 8.490,000 47, ,50 AT OMV AG EUR 7.735,000 49, ,50 AT VOESTALPINE AG EUR 4.750,000 85, ,50 BE KBC GROUPE SA EUR 5.014,000 78, ,10 BE MOBISTAR SA EUR 6.199,000 67, ,00 BE DEXIA SA EUR ,000 19, ,84 BE FORTIS GROUP BELGIO SA EUR ,000 26, ,22 BE BELGACOM SA EUR ,000 27, ,65 DE BASF AG EUR 6.381,000 64, ,51 DE CONTINENTAL AG EUR 5.531,000 74, ,38 DE DEUTSCHE POST AG EUR ,000 20, ,64 DE FRESENIUS AG EUR 1.830, , ,50 DE PUMA AG EUR 1.744, , ,00 DE DAIMLERCHRYSLER AG EUR 9.564,000 43, ,96 DE THYSSENKRUPP AG EUR ,000 17, ,72 DE ALTANA AG EUR 4.508,000 46, ,00 DE E.ON AG EUR 4.525,000 87, ,75 DE DEUTSCHE LUFTHANSA AG EUR ,000 12, ,40 ES BANCO BILBAO VIZCAYA ARG EUR ,000 15, ,32 ES J37 BANCO SANTANDER CENTRAL H. EUR ,000 11, ,20 ES FOMENTO DE CONST Y CONT SA EUR 8.639,000 47, ,10 ES ENDESA SA EUR ,000 22, ,06 ES GAMESA CORP TECNOLOGICA SA EUR ,000 12, ,72 ES INDITEX SA EUR 8.101,000 27, ,55 ES GESTEVISION TELECINCO SA EUR ,000 21, ,52 ES REPSOL YPF SA EUR ,000 24, ,42 ES E18 TELEFONICA SA EUR ,000 12, ,71 FI TIETOENATOR OYJ EUR ,000 30, ,05 FI SAMPO OYJ-A EUR ,000 14, ,92 FI FORTUM OYJ EUR ,000 15, ,60 FI NESTE OIL OYJ EUR 7.842,000 23, ,96 FI KONE OYJ-B EUR 6.880,000 33, ,40 FR AIR FRANCE-KLM EUR ,000 18, ,92 FR TOTAL SA EUR 2.648, , ,60 FR BOUYGUES SA EUR ,000 41, ,60 FR SUEZ SA EUR ,000 26, ,60 FR NEOPOST SA EUR 2.506,000 84, ,20 FR VINCI SA EUR 5.933,000 72, ,45 FR VIVENDI UNIVERSAL SA EUR ,000 26, ,20 FR CHRISTIAN DIOR SA EUR 5.509,000 75, ,90 FR SOCIETE GENERALE SA EUR 3.672, , ,80 FR BNP PARIBAS SA EUR 5.623,000 68, ,05 FR FRANCE TELECOM SA EUR ,000 20, ,85 FR PAGESJAUNES GROUPE SA EUR 9.962,000 21, ,38 GRS ALPHA BANK A.E. EUR ,000 24, ,30 GRS EFG EUROBANK EUR ,000 26, ,00 GRS COSMOTE MOBILE TELEC. EUR ,000 18, ,44 GRS OPAP SA EUR ,000 29, ,80 IE IRISH LIFE & PERMANENT PLC EUR ,000 17, ,12 IE BANK OF IRELAND EUR ,000 13, ,06 IE DEPFA BANK PLC EUR ,000 12, ,22 IE00B06H8J93 ANGLO IRISH BANK CORP PLC EUR ,000 12, ,68 NL KONINKLIJKE KPN NV EUR ,000 8, ,18 NL PHILIPS ELECTRONICS NV EUR ,000 26, ,50 NL ABN AMRO HOLDING NV EUR ,000 22, ,16 20

14 NL ING GROEP NV EUR ,000 29, ,40 LU ARCELOR SA EUR ,000 20, ,05 Totale ,16 IT UNICREDITO ITALIANO ORD EUR ,000 5, ,77 IT MEDIASET SPA EUR ,000 8, ,35 IT FONDIARIA-SAI ORD EUR 7.185,000 27, ,85 IT ITALCEMENTI ORD EUR ,000 15, ,48 IT CAPITALIA SPA EUR ,000 4, ,11 IT ENEL SPA RAG EUR ,000 6, ,55 IT ENI SPA RAG EUR ,000 23, ,35 IT BANCO POP VERONA E NOVARA EUR ,000 17, ,40 Totale ,86 IT NEXTRA TOTAL RETURN H.F. EUR 3, , ,84 IT NEXTRA MED VOLATILITY H.F. EUR 4, , ,33 IT NEXTRA LOW VOLATILITY H.F. EUR 7, , ,26 IT NEXTRA BETA HEDGE H.F. EUR 3, , ,18 IT NEXTRA EQUITY HEDGE H.F. EUR 7, , ,48 Totale ,09 IT BTP 2.75% EUR , , ,95 IT SCIC 2 A1 FRN EUR ,000 99, ,62 IT BOT ANN EUR ,000 99, ,00 IT BOT ANN EUR ,000 99, ,00 IT SCIP 2 A5 FRN EUR , , ,25 IT BOT SEM EUR ,000 99, ,00 IT BOT ANN EUR ,000 98, ,50 IT CTZS ZCPN EUR ,000 95, ,00 IT BOT ANN EUR ,000 97, ,00 IT BOT SEM EUR ,000 99, ,00 IT BOT ANN EUR ,000 97, ,00 IT BTP 6.00% EUR , , ,40 XS TELECOM ITALIA FRN EUR , , ,38 XS MONTEPASCHI FRN EUR , , ,01 XS AUTOSTRADE FRN EUR , , ,86 Totale ,97 XS BAXTER 5.75% EUR , , ,23 XS BAT INT FIN FRN EUR , , ,26 XS ELEC DE FRANC FRN EUR , , ,35 XS CADBURY SCHWEPP FRN EUR , , ,52 XS DEUTSCHE TEL FIN FRN EUR , , ,76 XS SANTANDER FRN EUR ,000 99, ,96 XS BANQUE PSA FIN FRN EUR ,000 99, ,65 ES BANCAJA 3 A2 FRN EUR , , ,80 Totale ,53 TOTALE ,92 21

15 COMPOSIZIONE PORTAFOGLIO GESTITO ( ) CODICE ISIN Descrizione Valore Mobiliare DIVISA Quantita Prezzo di Mercato Controvalore in Euro LU ENIS EUROPE BETA NEUT.M.V. EUR ,76 518, ,16 IT NEXTRA EQUITY HEDGE H.F. EUR 7, , ,24 IT NEXTRA LOW VOLATILITY H.F. EUR 7, , ,15 IT CA AIPG MULTI ARBITRAGE EUR 4, , ,45 IT NEXTRA MED VOLATILITY H.F. EUR 4, , ,91 Totale ,91 AT BOEHLER UDDEHOLM AG EUR 6.901,00 53, ,10 FR TOTAL SA EUR 6.408,00 54, ,20 PTBCP0AM0007 BANCO COMMERCIAL PORTUGUES EUR ,00 2, ,00 FR SCOR OLD EUR ,00 2, ,76 PTEDP0AM0009 ELECTR. DE PORTUGAL S.A. EUR ,00 3, ,76 DE DEUTSCHE LUFTHANSA AG EUR ,00 20, ,25 GRS EFG EUROBANK EUR ,00 27, ,16 IE BANK OF IRELAND EUR ,00 17, ,50 ES J37 BANCO SANTANDER CENTRAL H. EUR ,00 14, ,30 DE BASF AG EUR 4.335,00 73, ,75 ES FOMENTO DE CONST Y CONT SA EUR 4.110,00 77, ,00 DE PORSCHE AG EUR 328,00 964, ,68 ES E18 TELEFONICA SA EUR ,00 16, ,24 FI KESKO OYJ EUR 7.823,00 40, ,46 FR FRANCE TELECOM SA EUR ,00 20, ,65 GRS ALPHA BANK A.E. EUR ,00 22, ,90 DE COMMERZBANK AG EUR ,00 28, ,15 NL ARCELOR MITTAL NV-PARIS EUR 9.593,00 31, ,14 DE THYSSENKRUPP AG EUR 8.462,00 35, ,78 DE DEUTSCHE BANK AG EUR 2.974,00 101, ,16 FR BOUYGUES SA EUR 6.183,00 48, ,29 FR LAFARGE SA EUR 2.667,00 112, ,90 DE DEUTSCHE POST AG EUR ,00 22, ,44 NL ABN AMRO HOLDING NV EUR ,00 24, ,75 DE HANNOVER RUECK. AG EUR 8.532,00 35, ,56 DE MUENCHENER RUECKVER AG EUR 2.269,00 130, ,98 DE DEUTSCHE TELEKOM AG EUR ,00 13, ,76 FR SOCIETE GENERALE SA EUR 2.270,00 128, ,00 BE BELGACOM SA EUR 8.695,00 33, ,15 NL UNILEVER NV-CVA EUR ,00 20, ,40 DE RWE AG EUR 3.461,00 83, ,50 ES INDITEX SA EUR 7.057,00 40, ,17 FR MICHELIN B EUR 3.966,00 72, ,00 BE DEXIA SA EUR ,00 20, ,75 NL KONINKLIJKE KPN NV EUR ,00 10, ,13 BE FORTIS GROUP SA EUR 8.841,00 32, ,71 DE HYPO REAL ESTATE HOLDING EUR 5.930,00 47, ,20 FI METSO OYJ EUR 7.359,00 38, ,16 ES GESTEVISION TELECINCO SA EUR ,00 21, ,06 FR BNP PARIBAS SA EUR 3.335,00 82, ,75 FR VIVENDI SA EUR 9.180,00 29, ,80 ES REPSOL YPF SA EUR ,00 26, ,60 DE MAN AG EUR 3.817,00 68, ,82 FR NEOPOST SA EUR 2.172,00 95, ,80 22

16 BE MOBISTAR SA EUR 3.154,00 64, ,10 FR NATIXIS EUR 8.297,00 21, ,16 AT OMV AG EUR 3.848,00 42, ,52 FR VALLOUREC SA EUR 727,00 220, ,10 ES RED ELECTRICA DE ESPANA EUR 4.726,00 32, ,74 FR IMERYS SA EUR 2.085,00 67, ,00 FI WARTSILA OYJ-B EUR 3.425,00 40, ,25 NL SBM OFFSHORE NV EUR 5.217,00 26, ,85 DE CONTINENTAL AG EUR 1.515,00 88, ,50 FR CHRISTIAN DIOR SA EUR 1.597,00 80, ,75 Totale ,59 IT SNAM RETE GAS EUR ,00 4, ,47 IT INTESA SAN PAOLO SPA EUR ,00 5, ,00 IT ENEL SPA EUR ,00 7, ,52 IT CAPITALIA SPA EUR ,00 7, ,06 IT UNICREDITO ITALIANO SPA EUR ,00 6, ,20 IT MEDIASET SPA EUR ,00 8, ,90 IT ENI SPA EUR ,00 25, ,52 IT AEM SPA EUR ,00 2, ,92 IT ITALCEMENTI ORD EUR 6.128,00 21, ,64 Totale ,23 XS BANQUE PSA FIN FRN EUR ,00 99, ,20 XS DEUTSCHE TEL FIN FRN EUR ,00 100, ,68 XS CADBURY SCHWEPP FRN EUR ,00 100, ,84 XS SANTANDER FRN EUR ,00 99, ,48 ES BANCAJA 3 A2 FRN EUR ,32 100, ,15 Totale ,35 IT CTZS ZCPN EUR ,00 97, ,00 IT BOT SEM EUR ,00 98, ,00 IT BOT ANN EUR ,00 97, ,00 IT BTP 6.00% EUR ,00 101, ,16 IT BOT ANN EUR ,00 97, ,00 IT BOT ANN EUR ,00 99, ,00 IT BOT ANN EUR ,00 98, ,50 IT BOT ANN EUR ,00 98, ,05 IT BOT SEM EUR ,00 99, ,00 XS AUTOSTRADE FRN EUR ,00 100, ,42 IT BTP 2.75% EUR ,00 99, ,55 IT SCIP % 2 A5 25 EUR ,00 76, ,50 IT BTP 5.00% EUR ,00 100, ,60 Totale ,78 TOTALE ,86 23

17 Sezione 4 Crediti DESCRIZIONE IMPORTI di cui esigibili a 12 mesi credito imposta IRPEG esercizi 93/94 e 94/ credito d imposta riveniente dalla liquidazione FINCARI S.p.a crediti per acconti Ires e Irap crediti diversi crediti v/inps TOTALE Credito imposta IRPEG esercizi 93/94 e 94/95: Il credito in parola fu iscritto in seguito all applicazione, nelle dichiarazioni dei redditi per gli esercizi 1993/1994 e 1994/1995, della riduzione dell aliquota IRPEG al 50% ai sensi dell art. 6 del D.P.R. n 601/73. In particolare esso si compone come segue: - credito es. 93/ credito es. 94/ A fronte di tali crediti esiste un contenzioso con l Amministrazione Finanziaria che non ha accettato i criteri adottati dalla Fondazione in sede di dichiarazione dei redditi, in merito al quale vengono forniti maggiori ragguagli nel paragrafo a commento della sezione 3 del passivo (Fondi per rischi ed oneri). Credito d'imposta rinveniente dalla liquidazione FINCARI S.p.a. Il credito d imposta emerso dalla liquidazione della Holding FINCARI s.p.a. scaturisce dalla compensazione tra i debiti tributari e contributivi della società con i crediti di imposta vantati dalla società stessa. La quota originaria di (pari a ) assegnata alla Fondazione in sede di liquidazione si è ridotta all attuale importo di a seguito di un versamento di (pari a 3.383) da parte del liquidatore. Per l attuale credito di imposta, l avv. Anello, liquidatore, sta seguendo la procedura di rimborso in ossequio agli accordi intercorsi in sede di assemblea dei soci del 06/03/2000. Crediti per acconti Ires e Irap Per quanto riguarda la voce Crediti per acconti Ires e Irap, esposta per , si precisa che la stessa si riferisce: - quanto a agli acconti IRAP per l anno 2006, versati alle prescritte scadenze; - quanto a agli acconti IRES per l anno 2006, versati alle prescritte scadenze. Credito diversi: Per quanto riguarda la voce Crediti diversi, esposta per , si precisa che la stessa si riferisce a: 24

18 per anticipazione su erogazioni di competenza dell esercizio 2007; - 55 per conguaglio fiscale relativo ad un membro dell Organo di Indirizzo; quale importo deliberato per l esercizio 2006 dalla Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno S.p.a. per compartecipazione alle spese sostenute dalla Fondazione finalizzate al trasferimento della sede amministrativa ed all abbattimento delle barriere architettoniche. Sezione 5 Disponibilità liquide L ammontare di rappresenta la giacenza al 31/12/2006 del conto corrente intrattenuto presso la Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno S.p.a., comprensivo delle competenze maturate alla chiusura dell esercizio. Sezione 7 Ratei e risconti attivi Al 31/12/2006 tale voce risulta come di seguito composta: Risconti attivi - assicurazioni Misurano proventi e oneri la cui competenza è anticipata o posticipata rispetto alla manifestazione numeraria e/o documentale; essi prescindono dalla data di pagamento o riscossione dei relativi proventi e oneri, comuni a due o più esercizi e ripartibili in ragione del tempo. Alla data del 31/12/2006, non sussistono ratei e risconti aventi durata superiore a cinque anni. 25

19 Nota Integrativa Parte C) PARTE C) INFORMAZIONI SULLO STATO PATRIMONIALE PASSIVO Sezione 1 Patrimonio Variazioni annue della voce Fondo di dotazione Consistenza iniziale al 1/1/ Incrementi 0 di cui: - per trasferimento riserve 0 - per altre cause 0 Utilizzo 0 Consistenza finale al 31/12/ Variazioni annue della voce Riserva da rivalutazione e plusvalenze Consistenza iniziale al 1/1/ Incremento 0 Utilizzo 0 Consistenza finale al 31/12/ La Riserva da rivalutazione e plusvalenze risulta costituita, in conformità alle disposizioni recate dall art. 9 D. Lgs. 153/99, dalle plusvalenze realizzate in seguito alla cessione della partecipazione nella società bancaria conferitaria, al netto degli oneri connessi all'operazione. Sotto il profilo fiscale, tale plusvalenza non è stata assoggettata ad alcuna imposizione diretta, per effetto delle disposizioni recate dall art. 13, D. Lgs. 153/99. Tale normativa è stata peraltro confermata dalla decisione del 22 agosto 2002 della Commissione delle Comunità Europee (G.U.U.E. 1 marzo 2003, L55). In particolare la Commissione ha ritenuto che l attività di gestione del proprio patrimonio e l utilizzazione del reddito che ne deriva per l erogazione di contributi non rappresenta un attività economica e non qualifica le fondazioni come imprese. Di conseguenza le agevolazioni introdotte dal citato D. Lgs. 153/99 a favore delle fondazioni, non costituiscono aiuti di Stato e non sono dunque in contrasto con la normativa comunitaria. 26

20 Variazioni annue del conto Riserva obbligatoria Consistenza iniziale al 1/1/ Incrementi Utilizzo 0 Consistenza finale al 31/12/ Come disposto dal decreto del Ministero dell Economia e delle Finanze del 23 marzo 2007, l accantonamento alla riserva obbligatoria ex art. 8, comma 1, lettera c), del decreto legislativo 17 maggio 1999, n. 153 è stato determinato, anche per l anno 2006, nella misura del 20% dell avanzo di esercizio di Variazioni annue del conto Riserva per l integrità del patrimonio Consistenza iniziale al 1/1/ Incrementi Decrementi 0 - per utilizzo 0 - per trasferimento ad altro fondo 0 Consistenza finale al 31/12/ Trattasi della riserva facoltativa prevista al punto 14.8 dell Atto di indirizzo, finalizzata alla conservazione del Patrimonio. L accantonamento alla riserva per l esercizio 2006, coerentemente con quanto previsto dal decreto del Ministero dell Economia e delle Finanze del 23 marzo 2007, è stato calcolato nella misura massima (15% dell avanzo di esercizio di ). Sezione 2 Fondi per l attività d istituto Fondo di stabilizzazione delle erogazioni Il fondo di stabilizzazione delle erogazioni ha la funzione di contenere la variabilità delle erogazioni d esercizio in un orizzonte temporale triennale. Il fondo è stato istituito nell esercizio 2005, mediante accantonamento a valere sul conto economico per Il fondo, nel corso dell esercizio 2006 ha registrato un incremento per : atteso che la Fondazione ha assunto, nel corso dell anno 2006 impegni per erogazioni a valere sull esercizio 2007, per un importo pari ad , e che gli strumenti finanziari non immobilizzati sono affidati ad un unica Gestione Patrimoniale Individuale, il fondo in parola è stato incrementato per assicurare il mantenimento degli impegni di erogazione a fronte della variabilità del risultato di esercizio. 27

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 ROMA SOLIDALE ONLUS Codice fiscale 08060901009 Partita iva 09559981007 BORGO PIO 10-00193 ROMA RM Numero R.E.A. 1176430 Fondo di dotazione Euro 350.000 Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C.

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

Fondazione Luca Pacioli

Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli LE NOVITÀ DELLA RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO SUL BILANCIO D ESERCIZIO BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA Documento n. 15 del 28 aprile 2005 CIRCOLARE Via G. Paisiello, 24 00198 Roma

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

Capitolo 7 Le scritture di assestamento

Capitolo 7 Le scritture di assestamento Edizioni Simone - vol. 39 Compendio di economia aziendale Capitolo 7 Le scritture di assestamento Sommario 1. Il completamento. - 2. Le scritture di assestamento dei valori di conto secondo il principio

Dettagli

LE IMPOSTE SUL REDDITO

LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO Il risultato che scaturisce dal bilancio redatto in base alla normativa del codice civile rappresenta il valore di partenza a cui fa riferimento la disciplina

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Imposte sul reddito Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio.

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio. IL BILANCIO DELLE IMPRESE Le imprese sono aziende che hanno come fine il profitto. Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO:

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: STATO PATRIMONIALE ATTIVO: + ATTIVO IMMOBILIZZATO: Investimenti che si trasformeranno in denaro in un periodo superiore ad un anno + ATTIVO CIRCOLANTE: Investimenti che

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE Nome e cognome.. Classe Data I beni strumentali Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE di Marcella Givone 1. Costituzione di azienda con apporto di beni strumentali, sia in natura disgiunti

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE

PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE Documento

Dettagli

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Reg. Imp. 12815 Rea 104630 COSEV SERVIZI S.P.A. Sede in VIA PETRARCA, 6-64015 NERETO (TE) Capitale sociale Euro 471.621,00 I.V. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Premessa Signori Soci/Azionisti,

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011 Ditta 005034 Data: 05/04/2013 Ora: 15.13 Pag.001 A.I.R. - ASSOCIAZIONE ITALIANA RETT - ONLUS VIALE BRACCI 1 53100 SIENA SI ESERCIZIO DAL 01/01/2012 AL 31/12/2012 BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA AI SENSI DELL'ART.2435

Dettagli

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO ATTIVO A) CREDITI VS STATO E ALTRI AA.PP. PARTECIPAZIONE FONDO DI DOTAZIONE B) IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 Costi di impianto ed ampliamento 2 Costi

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM Il conto economico che abbiamo esaminato fino ad ora si presenta a sezioni contrapposte: nella sezione del DARE vengono rilevati i costi, e nella

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

I componenti straordinari di reddito

I componenti straordinari di reddito I componenti straordinari di reito Possono essere così classificati: - PLUSVALENZE E MINUSVALENZE. Si originano nel caso di cessione di un cespite, se il valore contabile è diverso dal prezzo di vendita.

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI. Documento interpretativo n. 1del Principio contabile 12 Classificazione nel conto economico dei costi e ricavi

PRINCIPI CONTABILI. Documento interpretativo n. 1del Principio contabile 12 Classificazione nel conto economico dei costi e ricavi OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e del Consiglio Nazionale dei Ragionieri modificati dall OIC in relazione alla riforma del diritto

Dettagli

POPOLARE VITA S.p.A.

POPOLARE VITA S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA IN FORMA MISTA, A PREMIO UNICO CON RIVALUTAZIONE ANNUALE DEL CAPITALE (TARIFFA N. 560) Orizzonte Sicuro Il presente Fascicolo Informativo, contenente: la Scheda Sintetica;

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

Composizione e schemi del bilancio d esercizio

Composizione e schemi del bilancio d esercizio OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Composizione e schemi del bilancio d esercizio Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15)

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) Allegato alla Nota Informativa Pagina 2 di 8 - Pagina bianca Edizione 03.2015 Documento sul regime

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI La stampa dei registri contabili tenuti con sistemi meccanografici deve essere effettuata entro 3 mesi dalla scadenza prevista per la presentazione della

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA Attesto che il Senato della Repubblica, il 21 dicembre 2007, ha approvato il seguente disegno di legge, d iniziativa del Governo, già approvato dal Senato e modificato dalla Camera

Dettagli

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37 Le novità civilistiche e fiscali per la stesura del bilancio di Stefano Chirichigno e Vittoria Segre Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti.

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. LINEA INVESTIMENTO GUIDA AI PRODOTTI Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti!

Dettagli

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Associazione dei contabilicontroller diplomati federali 6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35 L originale Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Piano dei conti svizzero

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 giugno 2015 OGGETTO: Modifiche alla disciplina dell IRAP Legge di Stabilità 2015 2 INDICE Premessa... 3 1) Imprese operanti in concessione e a tariffa...

Dettagli

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina APPROCCIO PER COMPONENTI E SEPARAZIONE TERRENO- FABBRICATI NEI BILANCI REDATTI CON LE NORME CODICISTICHE ALLA LUCE DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI di Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica

Dettagli

BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2012 NOTA INTEGRATIVA

BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2012 NOTA INTEGRATIVA MEP S.p.A. Sede in Milano (MI), Piazza del Liberty, n. 2 Capitale sociale Euro 10.372.791 interamente versato Codice Fiscale 13051480153 Iscritta al Registro dell Imprese di Milano al n. 1611128 BILANCIO

Dettagli

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

9) promozione della cultura e dell'arte ; 10) tutela dei diritti civili ; 11) ricerca scientifica di particolare interesse sociale svolta

9) promozione della cultura e dell'arte ; 10) tutela dei diritti civili ; 11) ricerca scientifica di particolare interesse sociale svolta Le ONLUS Secondo le previsioni dell'art. 10 del decreto 460/97 possono assumere la qualifica di Onlus le associazioni riconosciute e non, i comitati, le fondazioni, le società cooperative e tutti gli altri

Dettagli

MONDO ACQUA S.P.A. Nota integrativa ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2013

MONDO ACQUA S.P.A. Nota integrativa ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2013 MONDO ACQUA S.P.A. Codice fiscale 02778560041 Partita iva 02778560041 VIA VENEZIA n. 6/B - 12084 MONDOVI' CN Numero R.E.A. 235902 - CN Registro Imprese di CUNEO n. 02778560041 Capitale Sociale 1.100.000,00

Dettagli

Uscita dal regime dei minimi

Uscita dal regime dei minimi Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 08 03.03.2014 Uscita dal regime dei minimi A cura di Devis Nucibella Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Contribuenti minimi Dopo

Dettagli

DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO

DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO Art 2484 Cause indipendenti dalla volontà dei soci Cause dipendenti dalla volontà dei soci Dichiarazione amministratori da eseguire senza indugio Delibera assembleare Iscrizione

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

Relazione di valutazione

Relazione di valutazione Tribunale Civile e Penale di Milano Esecuzioni Immobiliari N. 10967/2009 RG Giudice: dott. Boroni Valentina * * * * Con provvedimento del Giudice dott. Boroni Valentina del 24 giugno 2010 il sottoscritto

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI e SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 24 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 3) Rettifiche

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

Dott. Massimiliano Teruggi. Studio Coda Zabetta, Mongiardini& Partners-Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi

Dott. Massimiliano Teruggi. Studio Coda Zabetta, Mongiardini& Partners-Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi IL TRATTAMENTO FISCALE DEI COMPENSI AGLI AMMINISTRATORI 1 Inquadramento degli amministratori persone fisiche: a. rapporto di collaborazione b. amministratore e lavoro dipendente c. amministratore e lavoro

Dettagli

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA Prospetto di cui all'art. 8, comma 1,D.L. 66/2014 (enti in contabilità finanziaria) Bilancio di Previsione 2015 E I Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa 0 0 E II Tributi 0

Dettagli

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 4 giugno 2014

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 4 giugno 2014 CIRCOLARE N. 14/E Roma, 4 giugno 2014 OGGETTO: Le perdite e svalutazioni su crediti La nuova disciplina ai fini IRES e IRAP introdotta dall articolo 1, commi 158-161, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE

18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE CONTENUTO 18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE CONTENUTO L utilizzo durevole è il criterio per classificare le partecipazioni come immobilizzazioni finanziarie. Le tipologie

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes)

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) INDICE INTRODUZIONE L EVOLUZIONE DELLO STANDARD OGGETTO, FINALITÀ ED AMBITO DI APPLICAZIONE DELLO STANDARD LA RILEVAZIONE DI IMPOSTE RILEVAZIONE DEGLI EFFETTI

Dettagli

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE Le immobilizzazioni immateriali sono caratterizzate dalla mancanza di tangibilità

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

Immobilizzazioni materiali

Immobilizzazioni materiali OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Immobilizzazioni materiali Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l.

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Esercizio 2014 433 Dati di sintesi ed indicatori di bilancio della Banca Popolare di Milano 435 Schemi di bilancio riclassificati: aspetti generali

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE Allegato 18 Modulo prenotazione garanzia PON - Pagina 1 di 25 FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE PROCEDURA DI

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi Si è ritenuto di precisare che nel caso di un prestito obbligazionario che prevede un unico rimborso alla scadenza o di obbligazioni senza cedola (zero

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli