mwendo n 12 IL GIORNALE DI Cosa troverai in questo numero Editoriale Anna al lavoro Lavori in corso Progetto emergenza freddo Rassegna stampa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "mwendo n 12 IL GIORNALE DI Cosa troverai in questo numero Editoriale Anna al lavoro Lavori in corso Progetto emergenza freddo Rassegna stampa"

Transcript

1 mwendo IL GIORNALE DI Pubblicazione bimestrale di informazione dell associazione CAMMINO INSIEME - Febbraio Sede di Milano: Stefano Francese - Progetto Grafico: Mario Celotti - Direttore Responsabile: Dario Dilucia La Perna - Redazione: Stefano Francese, Maria Donata Annovi, Francesca Tel, Francesca Biraghi, Dario Dilucia La Perna, Luca Turati associazione mwendo Febbraio 2010 Numero 12 n 12 Cosa troverai in questo numero Editoriale Anna al lavoro Lavori in corso Progetto emergenza freddo Rassegna stampa News ed eventi In bacheca Come sostenerci PAG 1

2 EDITORIALE PAG 2 RESPIRIAMO MILANO Ultimo numero del giornale, circa due mesi fa; Partire su Milano, ora basta chiacchiere è tempo d attivarsi. Analizziamo, stiliamo una lista di nomi di enti da affiancare, creiamo contatti e iniziamo a lavorare: lo Statuto lo vuole! E chiamasi volontariato. Ci mettiamo al tavolo con quel monitor e mouse a ordinare idee e ad iniziare le ricerche del caso. Testa tra le mani. È sera e c è silenzio e turbinio d idee al tempo stesso ed ecco, qualcuno ci invia una richiesta di volontari per l accoglienza di senza fissa dimora in una casa comunità chiamata Centesimus Annus. Progetto Emergenza Freddo, periodo gennaio, febbraio, marzo 2010: ci chiedono se siamo pronti a dare una mano. Cosa? Proprio noi? Che stavamo aspettando? Signor sì, signore: nulla di più gradito! Da diverse settimane e fino alla fine di marzo è lì in quella vecchia scuola di Cascina Monluè, ogni venerdì sera. I volontari aiutano e respirano la storia di tutta questa gente. Respirano Milano. Onlus sì - onlus no, creazione e tenuta del registro volontariato di, l assicurazione dei volontari - e via con i preventivi, roba salata per le nostre esili spalle. Cose strutturali, basilari pietre angolari dello sviluppo dell associazione: fondamentale starci attenti, questa l idea di partenza. Idea rivista, idea integrata: vedo l entusiasmo delle persone, le serate sempre full d iscritti, non se ne ha mai a basta di trasportare quei sacchi di rifiuti fuori dalla mensa, non ti stanchi d ascoltare le difficoltà d inserimento lavorativo di un ragazzo che lotta per inviare del denaro alla famiglia al suo paese e provi a dargli un suggerimento: Guarda, forse quella cooperativa può fare al caso tuo, chiamali lunedì! Chissà mai che si sblocchi qualcosa: sei lì che ci speri con lui. Speranza oltre l apparente impotenza. Doodle, il calendario che registra l iscrizione dei volontari. Sono 34 le persone che si sono già iscritte almeno una volta. La lista degli otto volontari serali fa presto a venir completata. Altre persone aspettano di entrare in Doodle e registrarsi. Va bene lo sviluppo dell associazione, ma qui s è creato un bagaglio d esperienza importante e forte d entusiasmo e di completa partecipazione: abbiamo le persone e le persone ci sanno fare. Idea rivista e punto di partenza per tutto quello che verrà: per onlus, registro e assicurazioni c è sempre tempo. L attività va consolidata e portata avanti, e va sviluppato ogni potenziale contatto. Il progetto Emergenza Freddo finisce tra un mese ma ci sarà dell altro. Tanta gente la fuori: star con loro, e il cuore si scalda. Stefano Francese

3 3 PAG REPORTAGE DALL AFRICA ANNA AL LAVORO. RIPARTONO LE ADOZIONI E IL FINANZIAMENTO DELLE CASE DEI MEDICI Anna Makoga si è messa a lavoro, e sta producendo quelli che padre Francesco chiama rapporti sui progetti; il suo è un lavoro sintetico, puntuale ed efficiente. È quanto di più importante serviva all associazione, ai suoi donors, amici e sostenitori. Anna presenta tutti i documenti in modo molto preciso, spiega le ragioni dei ritardi o dei documenti non inviati, presenta i passi a venire del progetto; e ringrazia l associazione per tutto quanto fatto in questi primi anni di vita. ADOZIONI A DISTANZA Abbiamo ricevuto nei giorni scorsi i report di 28 dei 35 ragazzi sostenuti con il programma di adozione a distanza; insieme ai report Anna ha inviato le fotografie dei ragazzi, accompagnate in molti casi da una letterina di ringraziamento indirizzata ai genitori sostenitori in Italia. Con Padre Francesco si sta valutando la possibilità di aprire questo programma ad altri bambini della Missione: lavora molto per passaparola, e, con questa filosofia, siamo riusciti a contagiare altre persone che hanno sposato la causa dei ragazzi di Wasa. CASE DEI MEDICI Abbiamo ricevuto le prime immagini che fotografano lo stato avanzamento lavori nella costruzione delle case dei medici. I nuovi edifici stanno sorgendo a pochi metri di distanza dal dispensario realizzato da MWEN- DO nel Abbiamo cassa per portare a termine il finanziamento dei lavori che vede ad oggi un erogazione di circa il 50 % dell importo complessivo richiesto dalla missione di WASA. Comincia a intravedersi la fase due del progetto: l arrivo dei medici e la messa in opera dei servizi sanitari delle strutture realizzate.

4 LAVORI IN CORSO PAG 4 La pagina dei lavori in corso al 26 febbraio 2010 I progetti in corso ad oggi vedono come beneficiaria la comunità di WASA, nel distretto di IRINGA in Tanzania. Parliamo complessivamente di circa persone. Si tratta di progetti di sviluppo gestiti in un contesto sociale stabile. La controparte locale di è la Missione Cattolica di WASA, retta dalla Diocesi di IRINGA nella persona di Padre Francesco Msofu. Alla controparte è affidata la gestione dei fondi inviati da per il raggiungimento delle finalità di progetto. Si riporta nelle tabelle seguenti il dettaglio informativo sui progetti in corso. Tabella 1- Stato di avanzamento economico/quantitativo al 26 febbraio 2010 dei progetti in corso a WASA PROGETTO OBIETTIVO PROGETTO STATO DI AVANZAMENTO Costruzione 5 nuove sale presso dispensario missione Finanziamento di euro ,00 Finanziamento e lavori conclusi Adozione a distanza Adozione di 45 bambini orfani di uno o entrambi i genitori 35 adozioni in corso per un sostegno totale pari ad euro ,00 Costruzione edifici per il personale medico Finanziamento di euro 6.271,00 Inviati ad oggi euro 3.000,00. Sostegno a SHIDEPHA per attività agricole e di allevamento Finanziamento di euro 1.500,00 Progetto non ancora partito Tabella 2- Stato di avanzamento descrittivo al 26 febbraio 2010 dei progetti in corso a WASA PROGETTO STATO (*) ANNOTAZIONI Costruzione 5 nuove sale presso dispensario missione Lavori conclusi Progetto terminato Costruzione edifici per il personale medico Sviluppo Ripartono tutti i lavori di costruzione. Si attende per il prossimo mese un report sullo stato avanzamento lavori Sostegno a SHIDEPHA per attività agricole e di allevamento Non iniziato In attesa del preventivo dei costi da sostenere per l avvio delle attività, da parte di SHIDEPHA (*) Su questo tipo di progetti di sviluppo nella regione di WASA distinguiamo i seguenti stati di avanzamento, sulla base della comunicazione periodica con la Missione locale: 1. Non iniziato: non è ancora partito il finanziamento del progetto 2. In fase di avvio: approvvigionamento materiali e impiego risorse umane 3. Sviluppo: lavori avviati e a pieno regime 4. In fase di conclusione: conclusione lavori e invio rendiconti a Per ogni ulteriore informazione su descrizione progetti, dettaglio spese e obiettivi degli stessi è possibile scaricare i documenti di progetto dal sito (pagina WASA) o richiedere informazioni scrivendo a

5 5 PAG IN CAMMINO PROGETTO EMERGENZA FREDDO UNA ESPERIENZA UMANA COINVOLGENTE! Ormai sono passati due mesi dall inizio del progetto emergenza freddo in cui Mwendo si è impegnato con l Associazione Centesimus Annus a garantire la copertura di tutti i venerdì sera fino all ultimo week-end di marzo. L obiettivo del progetto è sostanzialmente quello di dare assistenza continuativa tutte le sere e le notti della settimana da gennaio a marzo ad un gruppo di senzatetto, circa una sessantina. Sono in gran parte stranieri, prevalentemente dell africa sub-sahariana, ma ci sono anche sudamericani, tunisini, marocchini e profughi iracheni e afgani. Può sorprendere, ma nel gruppo di senzatetto c è anche un nutrito gruppo di italiani (circa il 10%). Un ruolo chiave nel progetto è giocato dal centro di ascolto della stazione centrale, al quale tutti i senzatetto di Milano si rivolgono per farsi assegnare un centro di prima accoglienza. La sede dell Associazione Centesimus Annus nei pressi della cascina Monluè, già casa di seconda accoglienza, si è offerta di partecipare al progetto per la seconda volta. I senzatetto a cui è stata assegnata la sede dell Associazione Centesimus Annus devono presentare tre documenti ai volontari che presidiano l ingresso un documento rilasciato dal centro d aiuto, un documento sanitario che attesta il superamento di controlli sanitari preliminari e, da quest anno per effetto delle nuove direttive del governo, il permesso di soggiorno valido (l anno scorso non era obbligatorio). Una volta accettati all interno del centro, i volontari registrano gli ingressi sul libro delle presenze e mettono a disposizione un sacco a pelo e un asciugamano che conserveranno per tutta la permanenza presso la struttura. L attività dei volontari durante la sera comprende anche la preparazione della cena con prodotti raccolti dal Banco Alimentare (pasta, sughi, formaggi, scatolame, budini, sale, olio, risotti etc.), gestione delle docce e assistenza generale agli ospiti. Il giovedì sera c è un medico che visita gratuitamente tutti i ragazzi che lo desiderano, mentre i giovedì e venerdì sera un gruppo di volontari fornisce lezioni di italiano, dato che molti di loro non conoscono affatto o conoscono appena la nostra lingua. Di notte, un paio di volontari rimangono a dormire presso il centro per presidiare la struttura e per dare le colazioni. Gli orari sono fissati e tendenzialmente vengono sempre fatti rispettare l ingresso presso il centro è ammesso dalle alle 23; la cucina chiude alle e alle 8.30 del mattino, con l eccezione della domenica, tutti gli ospiti devono lasciare la struttura. Il tutto è gestito da un numero di volontari che varia da un minimo di 6 ad un massimo di 10 persone per ciascuna serata. Un impegno non facile da garantire in modo continuativo. Eppure, è stato sufficiente un invito da parte nostra per suscitare l interesse di ben 46 persone, tra amici e conoscenti. Di questi già in 34 hanno partecipato attivamente all iniziativa! Sono numeri da capogiro considerando che il progetto

6 IN CAMMINO PAG 6 è stato proposto una settimana prima che partisse! E stata forse questa la prima piacevolissima sorpresa del progetto - a Milano c è tanta voglia di fare volontariato e di mettersi in gioco per gli altri, basta sollecitare e le persone si lasciano coinvolgere con grande entusiasmo! L esperienza, al di là delle attività e delle mansioni concrete richieste dall accoglienza, è anche molto coinvolgente dal punto di vista relazionale ci sono momenti nella serata in cui si scambiano battute o ci si intrattiene con qualcuno dei ragazzi a parlare, spesso in italiano qualche volta in inglese, talvolta con l aiuto di interpreti improvvisati anch essi ospiti della struttura. E così l attività di accoglienza si trasforma in una attività di conoscenza e approfondimento di storie, culture, popoli, e lingue molto diverse dalle nostre, ma con un unico fattore comune proviamo tutti le stesse emozioni, dalla gioia alla paura, dalla rabbia alla sorpresa, dal disperazione alla speranza, in quanto siamo tutti uomini, indipendentemente dalla nostra provenienza. In queste settimane, abbiamo avuto l opportunità di conoscere esperienze di vita straordinarie ragazzi che hanno deciso di lasciare la propria famiglia, la propria casa, la propria terra per scappare da realtà in cui non gli rimane altra scelta. D altra parte non si può prescindere dal fatto che i fenomeni immigratori sono intrinsecamente collegati alla disparità enorme di condizioni di vita delle persone nel mondo, dovute alla presenza di guerre, povertà, governi oppressori, carestie e calamità naturali. Ignorare o sottovalutare questo aspetto favorisce e fomenta il pregiudizio e la discriminazione. Parlando con loro, ci si rende conto che la loro vita richiede scelte molto più difficili, e molto più coraggiose di quante ne siano richieste dalla nostra. Si impara ad ammirarli per le loro capacità di affrontare le difficoltà, e che difficoltà, della vita. Per comprendere meglio vi cito un esempio - una sera, un ragazzo giovanissimo afgano della etnia pasthun che non conosceva una parola di italiano e di inglese ci chiese, con l aiuto di un altro ragazzo improvvisato interprete lui di etnia farsi, di scrivere il suo curriculum. Era evidente la difficoltà e precarietà della sua condizione catapultato in un mondo nuovo con una cultura completamente diversa dalla sua senza soldi, senza lavoro, senza casa e per di più senza conoscere l italiano. Per noi forse neanche immaginabile. Eppure i suoi occhi erano pieni di voglia di riscatto e ogni tanto, mentre trascrivevamo il suo curriculum, accennava qualche sorriso quasi a volerci ringraziare. Chissà cosa avrebbe potuto raccontare della sua storia in Afghanistan, della sua partenza e del suo lungo viaggio attraverso la Grecia per poi giungere fino a Milano, lì, al centro Centesimus Annus a pochi passi dalle nostre tiepide case. Anche questa, come tante altre, è una storia che sarebbe degna di essere raccontata per intero per abbattere i pregiudizi molto diffusi sugli immigrati e promuovere una cultura che faccia dell accoglienza e del rispetto dell uomo in quanto tale elementi cardine della vita di tutti noi. Questa è forse una delle lezioni più importanti che si impara vivendo il progetto insieme a loro. Dario Dilucia La Perna

7 7 PAG RASSEGNA STAMPA A cura di Dario Dilucia La Perna - Tutti gli estratti degli articoli di questa pagina sono consultabili sul sito di, pagina Cronaca, nella loro versione integrale (http://www.mwendo.org/mwendo/cronaca.html) SECONDO RAPPORTO SUI CENTRI PER MIGRANTI IN ITALIA A più di dieci anni dall istituzione dei centri per migranti in Italia, la gestione generale sembra ispirata a un approccio ancora emergenziale. I servizi erogati, in generale, sembrano essere concepiti nell ottica di soddisfare a malapena i bisogni primari, tralasciando le molteplici istanze che possono contribuire a determinare una condizione accettabile di benessere psicofisico. Al momento dell entrata in vigore del pacchetto sicurezza e con il conseguente allungamento dei tempi di detenzione nei CIE da 2 a 6 mesi, non erano previsti adeguamenti nell erogazione dei servizi. Fonte: L ULTIMO VIAGGIO DEI DANNATI DEL SAHARA Una coperta arrotolata e in mezzo alle pieghe, tanta polvere e due occhi neri. Amina ha nove mesi e viaggia nascosta in quel fagotto perché il sole non la bruci. Da dieci giorni e nove notti la mamma la stringe tra le braccia, preoccupata che i sobbalzi, la stanchezza o un colpo di sonno la facciano scivolare dal camion. Mariana Djallo, 8 anni, sta accovacciata sui sacchi di canapa con altri 150, uomini, donne e bambini. Quando fa buio e qualcosa intorno la spaventa, cerca la mano della sorellina di cinque anni e del cuginetto di tre. Fonte: MELTING POT PER IL PRIMO MARZO 2010 Era il primo maggio 2006 quando milioni di indocumentados riempirono le piazze degli USA per dar vita a quello che poi è rimbalzato in ogni angolo del mondo con il nome di un dia sin nosotros, un giorno senza di noi. Allora, solo pochi anni fa, milioni di migranti senza documenti rivendicavano la centralità del loro lavoro, della loro presenza, nel funzionamento della più grande economia del mondo. E l eco di quella marcia non ha smesso di rimbombare ancora tra i diversi continenti, fino a prendere forma nei giorni nostri nelle 24 ore senza immigrati, la giornata senza di noi del primo marzo Fonte: UGANDA - CHI GUADAGNA DALL AIDS Farmaci antiretrovirali rubati e rivenduti al mercato nero. Oltre 40 milioni di dollari sottratti al Fondo globale per l Hiv e girati su conti privati. Nonostante gli sforzi del paese, la lotta all Aids in Uganda segna il passo. Mentre, nel caos generale, a guadagnarci sono le case farmaceutiche Fonte: TANZANIA OSPITA : CONFERENZA MONDIALE SUL CLIMA Dar es Salaam, 10 feb. - La Tanzania ospitera dal 24 al 26 febbraio una conferenza mondiale sui cambiamenti climatici. Organizzata tra gli altri dal Servizio nazionale per la Protezione ambientale, la conferenza esaminera, alla luce del recente vertice di Copenhagen, le strategie da adottare per ridurre gli effetti del surriscaldamento del pianeta. Nella capitale Dar es Salaam arriveranno da ogni parte del mondo rappresentanti di organizzazioni governative e non, studiosi, politici e ricercatori. Alcune sessioni speciali dedicate ai cambiamenti climatici in Africa, spiegano gli organizzatori, esamineranno i fenomeni della desertificazione e delle ripercussioni sull ambiente causate dallo sfruttamento delle risorse naturali da parte delle multinazionali. Fonte: TANZANIA, VARATA CAMPAGNA ANTI-MALARICA Dar Es-Salaam, 18 feb. - Zinduka (Svegliati, in lingua kiswahili) e l esortazione della campagna anti-malarica avviata dal governo della Tanzania. Il via ufficiale e stato dato dal presidente, Jakaya Kikwete, il quale ha ricordato che nel Paese ogni giorno la malaria fa 290 vittime. Non e ammissibile, ha detto Kikwete, un fallimento in questa vera e propria guerra che dobbiamo condurre vigorosamente e vincere definitivamente. La malaria, endemica in questo Paese, miete vittime soprattutto tra i bambini al di sotto dei cinque anni di eta. Fonte:www.agi.it/dossier/afro--notizie-dallafrica/

8 NEWS ED EVENTI PAG 8 I PRIMI CONCRETI PASSI VERSO LA MOSTRA FOTOGRAFICA DI MWEN- DO AL TEMPIO D ORO! Finalmente anche la nostra Associazione potrà inserire a calendario una prima ed ufficiale mostra fotografica interamente dedicata a Wasa, ai volti e ai sorrisi dei suoi bambini, al dispensario e ai progetti realizzati ed a tutto il contesto africano con i suoi incredibili paesaggi e colori che hanno caratterizzato la nostra trasferta nell agosto Maurizio del Tempio d oro, storico locale milanese in Zona Loreto, ci ha dato piena disponibilità per organizzare la nostra mostra a partire dalla seconda metà di aprile: il locale, da anni attivo nel sociale e noto anche per il forte legame con l associazione Emergency, è senza dubbio un ambiente allegro, giovane ed alla mano, luogo ideale per trascorrere piacevoli ore gustandosi pietanze etniche, ma non solo, e bersi una birra in compagnia! Quale migliore location avremmo potuto immaginare per la mostra di Mwendo?! Ora dobbiamo solo organizzarci per allestire al meglio la mostra fotografica, definendo le tematiche e le linee guida del reportage che vorremo realizzare, facendo un accurata selezione delle migliaia di fotografie da stampare, e cercando di creare un allestimento sobrio e semplice che si adatti alle immagini e all ambientazione del locale. L inaugurazione della mostra fotografica, che ci coinvolgerà tutti con un ricco happy hour nella serata di sabato 24 aprile 2010 Al Tempio d Oro, sarà senz altro l occasione per Mwendo di avviare la campagna soci 2010, invitando tutti i già soci ed amici a rinnovare la propria quota associativa, ma soprattutto sarà un ottima opportunità per coinvolgere e sensibilizzare tutti i numerosi e fedelissimi clienti del Tempio d Oro che non hanno mai avuto occasione di conoscerci direttamente. Maggiori dettagli sulle modalità e gli orari della serata vi saranno comunicati non appena possibile! Chiunque volesse segnalarci contatti fidati di stampatori e/o tipografi o avesse a disposizione materiale utile all allestimento della mostra fotografica può contattarci all indirizzo Francesca Biraghi

9 9 PAG FRANCESCHINO IN ITALIA Arriverà in Italia il prossimo 10 aprile padre Francesco Msofu, missionario a WASA e grande amico di nonché referente di tutti i progetti del villaggio. L obiettivo è portarlo a Milano due o tre giorni di modo che tutti i soci, i donatori e i sostenitori delle adozioni a distanza abbiano l occasione di incontralo di persona e di fargli ogni domanda utile a conoscere meglio il contesto su cui lavora MWEN- DO. L incontro potrebbe coincidere con l assemblea annuale dei soci DOCUMENTARIO PROGETTO EMER- GENZA FREDDO SUL SITO DI! E disponibile sul sito di Mwendo nella sezione CENTESIMUS ANNUS VOLONTARIATO A GONFIE VELE Continua ad altissimi livelli la partecipazione dei volontari all accoglienza dei senza fissa dimora presso la casa comunità Centesimus Annus nell ambito del progetto del Comune di Milano Emergenza freddo. Si era partiti con l obiettivo di garantire ogni venerdì sera una squadra di minimo cinque volontari. Nel corso di tutti gli incontri (finora sei) non siamo mai andati al di sotto delle otto presenze. Ben fatto davvero! BACHECA MOSTRA FOTOGRAFICA AL TEM- PIO D ORO, SI FA IL 24 APRILE È in via di concretizzazione una mostra fotografica dove la nostra associazione potrà presentare e mantenere presso il locale Tempio d oro di Milano circa 40 fotografie scattate durante l ultimo viaggio realizzato a WASA. L obiettivo è sensibilizzare i frequentatori del locale sulle attività di. Nel corso della serata inaugurale, che si terrà il 24 Aprile, potranno essere raccolte le adesioni soci per l anno A breve verranno forniti maggiori dettagli sull organizzazione dell evento. VOLONTARIATO A MILANO CO- PERTURA ASSICURATIVA VO- LONTARI È iniziata la ricerca di preventivi da parte di compagnie d assicurazione, per la copertura delle attività di volontariato su Milano da parte della Milano, un bellissimo documentario che racconta le storie, le esperienze, i problemi e i punti di vista di alcune persone coinvolte nel progetto Emergenza Freddo dell anno scorso. Ecco il link: nostra associazione. L obiettivo è trovare un pacchetto assicurativo agevolato, in grado di coprire su base annua un gruppo di volontari, a rotazione. A chiunque fosse a conoscenza di Vi invitiamo a diffondere il materiale a chiunque possa essere interessato a conoscere un pò più a fondo un aspetto nascosto della nostra città. compagnie in grado di praticare tariffe favorevoli a un ente di volontariato quale il nostro, chiediamo di segnalarci tale possibilità. MWEN DO RI MWEN DO RI NGRAZIA NGRAZIA * ANNA MAKOGA perchè finalmente abbiamo un volontario attivo a WASA; PADRE FRANCESCO MSOFU per la determinazione, la costanza e l attenzione dimostrata nello spiegare Anna che cos è, com è nata ed i progetti portati avanti in questi tre anni. In particolare, formandola sul lavoro da svolgere come volontario dell Associazione. CENTESIMUS ANNUS e tutti i suoi referenti, *per la disponibilità ad affiancare i nostri volontari del venerdì sera e per averci iniziato al volontariato \\

10 COME SOSTENERCI PAG 10 RICORDA DI SOSTENERCI ISCRIVITI SUBITO PER L ANNO 2010! Quota minima di adesione = Euro 10,00. Puoi semplicemente sostenere, o diventarne volontario attivo. Entra a far parte di un gruppo di amici sempre più numeroso e in movimento! Scarica la Domanda di adesione (pagina Chi Siamo ) ed esegui il bonifico on line. SE VUOI SOSTENERE DIRETTAMENTE I PROGETTI O FARE UN ADOZIONE A DISTANZA PUOI EFFETTUARE UN BONIFICO PRESSO: Associazione CAMMINO INSIEME Banca popolare di Milano Agenzia 389 N Conto 808 CIN:J ABI:05584 CAB: IBAN IT 77 J PER INFORMAZIONI, SUGGERIMENTI E CURIOSITÀ: Amministrazione e gestione Associazione - Area Progetti - Adozioni a distanza - Giornalino e Informazione - Eventi e Fund Raising -

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit.

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. NID Non profit Innovation Day Università Bocconi Milano, 12 novembre 2014 18/11/2014 1 Mi presento, da dove vengo? E perché

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

PARMA PER GLI ALTRI ONG

PARMA PER GLI ALTRI ONG PARMA PER GLI ALTRI ONG «Il bisogno degli Altri, del prossimo che non può attendere il futuro per concretizzarsi. Quando? Ora, ma a piccoli passi : la goccia che riempie i mari, che cade in continuazione,

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

La Fame: una sfida da affrontare

La Fame: una sfida da affrontare La Fame: una sfida da affrontare La fame nascosta La fame è tra le minacce più grandi dell'umanità. Colpisce oltre 850 milioni di persone in tutto il mondo. Ciononostante, quante volte i giornali pubblicano

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto La Milano che (non) vorrei... 13 aprile 2014 Anche per oggi suona la campanella che annuncia la fine delle lezioni! Insieme ai miei compagni di

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Tatsiana: possiamo finalmente superare molti pregiudizi nei confronti degli altri, che sono diversi solo apparentemente

Tatsiana: possiamo finalmente superare molti pregiudizi nei confronti degli altri, che sono diversi solo apparentemente Buongiorno, mi chiamo Tatsiana Shkurynava. Sono di nazionalità bielorussa, vivo in Italia a Reggio Calabria. In questo breve articolo vorrei raccontare della mia esperienza in Italia. Tutto è cominciato

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale Fondazione Comunità Solidale approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? chi è la persona senza dimora povertà assoluta e povertà relativa Di cosa parleremo:

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione

COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione UNICEF Centro di Ricerca Innocenti COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione Per ogni bambino Salute, Scuola, Uguaglianza, Protezione Firenze, 15 marzo 2004 UNICEF Centro

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Sostegno alla scuola St. Augustine

Sostegno alla scuola St. Augustine Con il ricavato della vendita del calendario del 2014 (2.500 euro), il Fermi ha potuto fare una donazione alla Scuola Secondaria St.Augustin di Isohe (Sud Sudan) per l acquisto di un computer, una stampante,

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di di Vicenza e Verona quamproject Caritas Diocesana Bellunese, Veronese, Vicentina IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

Informazioni sulle modalità di collaborazione al Progetto Avvocato di Strada

Informazioni sulle modalità di collaborazione al Progetto Avvocato di Strada Informazioni sulle modalità di collaborazione al Progetto Avvocato di Strada Uno degli obiettivi istituzionali del Progetto Avvocato di Strada è quello di esportare il proprio modello nelle città dove

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Giacinto Bonanome. Scuola dell Infanzia Asilo Nido Integrato

Giacinto Bonanome. Scuola dell Infanzia Asilo Nido Integrato Centro d Infanzia Giacinto Bonanome Via San Marco 217 37050 Isola Rizza (Vr) Asilo Nido Integrato Progetto psicopedagogico DELLA SEZIONE API Anno scolastico 2013/2014 Centro d Infanzia Giacinto Bonanome

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

ORGANIZZA Corsa podistica non competitiva su strada di km. 6.

ORGANIZZA Corsa podistica non competitiva su strada di km. 6. ASSOCIAZIONE MEZZAMARATONA DEL GIUDICATO DI ORISTANO REGOLAMENTO CORSA PODISTICA NON COMPETITIVA SU STRADA L Associazione MEZZAMARATONA DEL GIUDICATO DI ORISTANO, con il patrocinio del Comune e della Provincia

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di Ministero della Giustizia Dipartimento dell Amministrazione Penitenziaria Ufficio di Esecuzione Penale Esterna di Vicenza e Verona

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA.

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. Avere il sospetto o essere a conoscenza che una donna che conosciamo è vittima di violenza da parte del compagno/marito/amante/fidanzato (violenza intrafamiliare)

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

In collaborazione con:

In collaborazione con: In collaborazione con: DAY CAMP Peschiera del Garda dal 15 al 20 giugno / dal 22 al 27 giugno / dal 29 giugno al 4 luglio Centro Sportivo Parc Hotel Paradiso Borgo Roma dal 15 al 20 giugno Centro Sportivo

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

Il Numero e la Tessera Social Security

Il Numero e la Tessera Social Security Il Numero e la Tessera Social Security Il Numero e la Tessera Social Security Avere un numero di Social Security è importante perché è richiesto al momento di ottenere un lavoro, percepire sussidi dalla

Dettagli