I certificati bianchi: Uno strumento di competitività per le imprese

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I certificati bianchi: Uno strumento di competitività per le imprese"

Transcript

1 Una pubblicazione realizzata da FIRE per l efficienza energetica nelle imprese e negli enti I certificati bianchi: Uno strumento di competitività per le imprese

2 Realizzazione e disclaimer La presente guida è stata realizzata nel dalla FIRE con il contributo di Avvenia, ENEL Distribuzione, ENEL Energia, Gewiss, Turboden H- Reii Demo, Yousave. Il documento è liberamente diffondibile, purché nella sua interezza. Parti di contenuto, singole tabelle e figure sono diffondibili purché sia citata la fonte FIRE. Per quanto ogni attenzione sia stata posta nella predisposizione del documento, la FIRE e i soggetti co- finanziatori non possono essere ritenuti responsabili per eventuali errori od omissioni e per eventuali danni derivanti dall uso del documento. Hanno partecipato alla redazione: Dario Di Santo, Enrico Biele.

3 pagina 3 di 42 Sommario La FIRE in sintesi... 5 Obiettivo dell opuscolo... 6 Glossario e definizioni di interesse... 7 I certificati bianchi Quanto vale l incentivo Come si calcolano i risparmi di energia Dimensione minima dei progetti Effetto dei TEE sui risparmi di energia Esempio 1 - settore civile Esempio 2 - settore industriale I progetti presentabili Alcuni esempi per il settore civile Alcuni esempi per il settore industriale Cumulabilità Chi può richiedere i certificati bianchi Distributori (obbligati e non) Società di servizi energetici Utenti finali Come accedere all incentivo Accesso tramite accordo con distributori o SSE Accesso diretto Accreditamento Iscrizione al registro del GME ed eventualmente alla piattaforma di mercato Accesso alla piattaforma Efficienza energetica Presentazione di una PPPM... 28

4 pagina 4 di 42 Presentazione di una RVC Vendita dei TEE Approccio misto Elementi sugli accordi commerciali Casi di successo Avvenia: AGC Automotive Italia Enel Distribuzione sostiene chi investe in efficienza energetica Gewiss: illuminazione sostenibile per il parco di Milano Turboden: recuperi di calore in una fonderia Yousave: Fonderia Pandolfo Gli attori istituzionali coinvolti Per approfondimenti Procedure e accesso al meccanismo Guide operative Compravendita dei titoli FAQ sul meccanismo e chiarimenti Formazione specialistica FIRE sui certificati bianchi Link utili Istituzioni coinvolte Associazioni di distributori, ESCO ed energy manager Energy manager ed EGE Co- finanziatori di questa guida Gli autori... 41

5 pagina 5 di 42 La FIRE in sintesi La Federazione Italiana per l'uso Razionale dell'energia FIRE è un'associazione tecnico- scientifica indipendente e senza finalità di lucro, fondata nel 1987, il cui scopo è promuovere l'uso efficiente dell'energia, supportando attraverso le attività istituzionali e servizi erogati chi opera nel settore e promuovendo un'evoluzione positiva del quadro legislativo e regolatorio. La FIRE gestisce dal 1992, su incarico a titolo non oneroso del Ministero dello Sviluppo Economico, la rete dei circa energy manager individuati ai sensi della Legge 10/91, recependone le nomine e promuovendone il ruolo attraverso varie iniziative. La compagine associativa circa cinquecento soggetti fra società, enti e persone fisiche è uno dei punti di forza della Federazione, in quanto coinvolge esponenti di tutta la filiera dell'energia, dai produttori di vettori e tecnologie, alle società di servizi e ingegneria, dagli energy manager agli utenti finali di media e grande dimensione. Alcuni fra gli oltre 450 associati della FIRE: A2A calore e servizi S.r.l. - ABB S.p.A. - Acea S.p.A. - AXPO S.p.A. - Banca d'italia - Banca Popolare di Sondrio - Bticino S.p.A. - Burgo Group S.p.A. - Certiquality S.r.l. - C.G.T. S.p.A. - Cofely Italia S.p.A. - Comune di Aosta - Comune di Venezia - CONI Servizi S.p.A. - CONSIP S.p.A. - CPL Concordia Soc. Coop - DNV S.r.l. - Egidio Galbani S.p.a. - ENEL Distribuzione S.p.A. - ENEA - ENI S.p.A. - Fenice S.p.A. - Ferrero Energhe S.p.A. - Fiat Group Automobiles - Fiera Milano S.p.A. - FINCO - FIPER - GSE S.p.A. - Guerrato S.p.A. - H3G S.p.A. - Heinz Italia S.p.A. - Hera S.p.A. - Intesa Sanpaolo S.p.A. - ISPRA - Italgas S.p.A. - Lidl Italia s.r.l. - Manutencoop Facility Management S.p.A. - Mediamarket S.p.A. - M&G Polimeri Italia - Omron Electronics S.p.A. - Pirelli Industrie Pneumatici S.p.A. - Politecnico di Torino - Provincia di Cremona - Publiacqua S.p.A. - RAI S.p.A. - Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. - Rockwood Italia S.p.A. - RSE S.p.A. - Schneider Electric S.p.A. - Siram S.p.A. - STMicroelectronics S.p.A. - TIS Innovation Park - Trenitalia S.p.A. - Turboden S.p.A. - Università Campus Bio- Medico di Roma - Università Cattolica Sacro Cuore - Università degli studi di Genova - Università degli studi di Roma Tor Vergata - Vodafone Omnitel N.V. - Wind Telecomunicazioni S.p.A.

6 pagina 6 di 42 Obiettivo dell opuscolo Lo scopo di questa pubblicazione è fornire informazioni e stimoli per l utilizzo del principale meccanismo di incentivazione per l efficienza energetica: i certificati bianchi, detti anche titoli di efficienza energetica (TEE). Si tratta di uno schema particolarmente interessante soprattutto nel settore dell industria, per quanto applicabile in tutti gli ambiti. Questo meccanismo consente infatti di rendere molto convenienti interventi di efficientamento dei processi industriali, con un impatto anche molto forte sulla redditività degli investimenti. Nonostante sia stato introdotto nel 2004, lo schema dei TEE è ancora poco conosciuto e utilizzato. Questo opuscolo mira a presentarlo, illustrarne gli effetti e offrire delle indicazioni utili su come sfruttarne le opportunità. L opuscolo che è rivolto prevalentemente agli utenti finali, alle società di servizi energetici e ai produttori di tecnologie efficienti è stato scritto in modo da essere fruibile da imprenditori, decisori e manager, oltreché da tecnici, ai quali fornisce gli elementi per approfondire il funzionamento del meccanismo. In questa pubblicazione non vengono trattati i certificati bianchi dedicati alla cogenerazione ad alto rendimento (CAR) che prevedono regole differenti, stabilite dal D.M. 5 settembre 2011.

7 pagina 7 di 42 Glossario e definizioni di interesse AEEGSI (Autorità per l energia elettrica, il gas ed il sistema idrico): l'aeegsi è un organismo indipendente che si occupa di regolazione e controllo nei settori dell energia elettrica, del gas naturale e più recentemente dell efficienza energetica e dei servizi idrici. Nel meccanismo dei certificati bianchi svolge attività di regolazione con particolare riferimento agli aspetti di copertura degli oneri di gestione e controllo del meccanismo, definizione delle sanzioni, indirizzi al GME e definizione delle modalità operative per la definizione del corrispettivo per i grandi progetti. Per approfondimenti: Certificati bianchi: rappresentano il principale schema nazionale di incentivazione per l efficienza energetica negli usi finali in termini di obiettivi complessivi. Riferimento: D.M. 28 dicembre 2012 (Determinazione degli obiettivi quantitativi nazionali di risparmio energetico che devono essere perseguiti dalle imprese di distribuzione dell energia elettrica e il gas per gli anni dal 2013 al 2016 e per il potenziamento del meccanismo dei certificati bianchi). Per informazioni: e Certificati bianchi CAR: sono l incentivo previsto per la cogenerazione ad alto rendimento (CAR). Sono riconosciuti con regole differenti da quelle valide per gli altri interventi e descritte in questa guida. Per informazioni: e certificati/certificati Bianchi e CAR/Pages/default.aspx Distributore: è la persona fisica o giuridica che effettua l attività di trasporto dell energia elettrica attraverso le reti di distribuzione affidate in concessione in un ambito territoriale di competenza, o in sub- concessione dall impresa distributrice titolare della concessione, e la persona fisica o giuridica che si occupa dell attività di trasporto di gas naturale attraverso reti di gasdotti locali per la consegna ai clienti finali.

8 pagina 8 di 42 Per approfondimenti: motore di ricerca distributori sul sito AEEGSI: EGE (Esperto in Gestione dell Energia): si tratta di una figura i cui requisiti sono definiti dalla norma UNI CEI per la quale è possibile avvalersi di certificazione terza da parte di organismi di certificazione accreditati. Essa raccoglie le competenze dell energy manager e diventerà obbligatoria per la partecipazione diretta allo schema da parte degli utenti finali. Per approfondimenti: ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile): ente pubblico che si occupa di ricerca in numerosi settori quali innovazione tecnologica, fonti rinnovabili e temi ambientali e contemporaneamente svolge attività di agenzia, quali supporto alla Pubblica Amministrazione e supporto nella gestione dei meccanismi incentivanti per l efficienza energetica. Nel campo dei certificati bianchi effettua la valutazione dei progetti e supporta il GSE nelle attività di verifica sugli stessi, svolge attività informative e formative rivolte agli operatori e contribuisce alla predisposizione di nuove schede. Per approfondimenti: Energy manager: è la figura fondamentale per tenere sotto controllo i consumi e i costi energetici nelle organizzazioni e consente di accedere in modo diretto allo schema dei certificati bianchi. La nomina dell energy manager obbligatoria secondo la legge 10/91 per le industrie con consumi annui sopra i tep e negli altri settori oltre i tep deve essere inviata alla FIRE ogni anno (entro il 30 aprile per i soggetti obbligati dalla legge 10/91). Per approfondimenti: italia.org ESCO (Energy Service Company): persona fisica o giuridica che fornisce servizi energetici, ovvero altre misure di miglioramento dell'efficienza energetica, nelle installazioni o nei locali dell'utente e, ciò facendo, accetta un certo margine di rischio finanziario. Il pagamento dei servizi forniti si basa, totalmente o parzialmente, sul miglioramento dell'efficienza energetica

9 pagina 9 di 42 conseguito e sul raggiungimento degli altri criteri di rendimento stabiliti. Le ESCO sono certificabili secondo la norma UNI CEI Per approfondimenti: italia.it/esco_index.asp GME (Gestore dei mercati energetici): è una società del Gruppo GSE che si occupa della gestione dei mercati in ambito energetico, tra cui i mercati ambientali. Ha realizzato e gestisce la piattaforma elettronica di scambio dei certificati bianchi (spot e bilaterali) e ne cura il registro. Per approfondimenti: Grandi progetti: sono progetti con vita tecnica superiore ai venti anni che consentono di ottenere risparmi superiori ai 35 ktep/anno. Vengono valutati direttamente dal Ministero dello sviluppo economico e presentano due benefici: la possibilità di ottenere un coefficiente premiante fino al 30% (50% per le aree metropolitane) e di usufruire del ritiro a prezzo fisso dei TEE. Per approfondimenti: GSE (Gestore dei servizi energetici): dal 3 febbraio 2013 il GSE è il soggetto responsabile delle attività di gestione, valutazione e certificazione dei risparmi correlati a progetti presentati nell ambito del meccanismo dei certificati bianchi, come previsto dal D.M. 28 dicembre 2012 in attuazione del D.Lgs. 28/11. Il GSE svolge nel meccanismo anche altri compiti di primaria importanza (e.g. predisposizione e valutazione nuove schede, controlli, verifica obiettivi). Per approfondimenti: MSE (Ministero dello sviluppo economico): è il Ministero che ha in carico la gestione di settori di rilevanza strategica per il Paese, quali sono le comunicazioni, le attività produttive e in particolare le risorse energetiche e la gestione delle stesse. Ha prodotto, di concerto con il Ministero dell Ambiente e della tutela del territorio e del mare, il D.M. 28 dicembre 2012 che ha definito i nuovi obiettivi nazionali di risparmio energetico dal 2013 al 2016 e ha riorganizzato il meccanismo dei certificati bianchi.

10 pagina 10 di 42 Per approfondimenti: Obiettivi annuali di efficienza energetica: sono gli obiettivi quantitativi nazionali annui di risparmio energetico che devono essere perseguiti, mediante il meccanismo dei certificati bianchi, dai distributori obbligati come definiti dall art.3 del D.M. 28/12/12. Per approfondimenti: anchi_28_dicembre_2012.pdf PPPM (proposta di progetto e programma di misura): per i progetti di miglioramento dell efficienza energetica complessi, per i quali non esistono schede semplificate di valutazione dei risparmi, il proponente deve presentare una proposta, la PPPM, in cui descrive il progetto, l algoritmo di calcolo dei risparmi a partire da alcune grandezze misurate (consumi energetici, produzione, dati climatici, etc.). Una volta approvata la PPPM è possibile presentare una RVC per la richiesta dei certificati bianchi. Per approfondimenti: Responsabile per la conservazione e l uso razionale dell energia: vedere energy manager. RSE (Ricerca sul sistema energetico): è una società del Gruppo GSE, che sviluppa, tra le altre cose, attività di ricerca nel settore elettro- energetico, con particolare riferimento ai progetti strategici nazionali finanziati con il Fondo per la Ricerca di Sistema. Nel meccanismo dei certificati bianchi supporta il GSE nella valutazione dei progetti e contribuisce alla predisposizione di nuove schede. Per approfondimenti: web.it SGE (Sistema di Gestione dell Energia): sistema definito dalla norma ISO e basato sul ciclo Plan- Do- Check- Act, analogo al sistema di gestione ambientale (norma ISO 14001) e di qualità (norma ISO 9001), ma focalizzato sull energia. Dal momento che consente alle organizzazioni che lo adottano di conseguire benefici energetici, ambientali ed economici non trascurabili è

11 pagina 11 di 42 consigliato in tutte le realtà medio- grandi. Gli utenti finali con SGE ISO certificato, purché non soggetti all obbligo di nomina dell energy manager, possono accedere in modo diretto ai certificati bianchi. Per approfondimenti: italia.it/50001.asp. RVC (richiesta di verifica e certificazione dei risparmi): è la domanda per l ottenimento dei certificati bianchi, presentata per via informatica attraverso la piattaforma del GSE. Per approfondimenti: Soggetti obbligati: sono i distributori con più di utenti serviti, che devono presentare entro il 31 maggio di ogni anno un numero di certificati bianchi corrispondente all obbligo riferito all anno precedente. Per approfondimenti: Soggetti volontari: soggetti che partecipano volontariamente al meccanismo dei certificati bianchi, procedendo alla predisposizione dei progetti. Sono i distributori non obbligati, le società controllate dai distributori, le società di servizi energetici, gli utenti finali che procedono alla nomina dell energy manager o si dotano di un sistema di gestione dell energia ISO Per approfondimenti: anchi_28_dicembre_2012.pdf SSE (Società di servizi energetici): si tratta delle società, comprese le imprese artigiane e le loro forme consortili, che alla data di avvio (la data del raggiungimento della soglia minima) del progetto hanno come oggetto sociale, anche non esclusivo, l offerta di servizi integrati per la realizzazione e l eventuale successiva gestione di interventi. In futuro diventerà obbligatorio certificare una SSE in base alla norma UNI CEI per poter partecipare allo schema dei certificati bianchi, portando a coincidere le SSE con le ESCO. Per approfondimenti: ienzaenergetica

12 pagina 12 di 42 TEE (titoli di efficienza energetica): vedere certificati bianchi. TEP (tonnellata equivalente di petrolio): è un unità di misura dell energia usata soprattutto con riferimento ai bilanci energetici (territoriali o aziendali), in quanto esprime i consumi energetici primari o in usi finali con un unica unità per ciascun vettore energetico (elettricità, gas, gasolio, etc.). In termini di equivalenze energetiche un tep corrisponde a circa kwh elettrici, kwh termici e m 3 di gas naturale. Per approfondimenti: italia.org.

13 pagina 13 di 42 I certificati bianchi Lo schema dei certificati bianchi è stato creato con un doppio scopo: fissare degli obiettivi di miglioramento dell efficienza energetica per il sistema Paese; consentire di incentivare con indice di costo- efficacia ottimale gli interventi di efficientamento energetico in tutti i settori e per la maggior parte delle tecnologie disponibili. Relativamente al primo punto la Figura 1 mostra come all interno dello schema dei TEE rientri buona parte degli interventi previsti per il raggiungimento dei target nazionali al 2016 e al Obie%vi'nazionali'e'obblighi'sui'TEE'(ktep)'!25.000!!!20.000!! Fonte:!elaborazioni!FIRE!!15.000!!!10.000!!!5.000!!!"!!!! 2005! 2006! 2007! 2008! 2009! 2010! 2011! 2012! 2013!! 2015! 2016! 2017! 2018! 2019! 2020! Obie2vi!nazionali! Obie2vi!TEE! Figura 1. Obiettivi nazionali sull efficienza energetica e target TEE. Gli elementi fondanti dello schema sono: i TEE vengono riconosciuti per cinque anni (otto anni per interventi sull involucro edilizio, dieci anni per la cogenerazione CAR); i distributori di energia elettrica e gas naturale con più di utenti serviti, ossia i soggetti sottoposti all obbligo, che rappresentano la domanda di TEE sul mercato;

14 pagina 14 di 42 i soggetti che possono ottenere i certificati bianchi e venderli ai soggetti obbligati per ricavarne un incentivo, chiamati soggetti volontari (sono ad esempio gli utenti finali con energy manager nominato, le società di servizi energetici SSE e i distributori non obbligati); l andamento di domanda e offerta dei TEE sul mercato, che negli ultimi anni ha garantito un prezzo alto e stabile dei certificati; la presenza di un obiettivo annuale crescente, che supporta lo sviluppo della green economy e la riduzione dei consumi finali di energia. Per quanto riguarda l aspetto incentivante, lo schema prevede che ad ogni progetto che venga presentato e approvato sia riconosciuto un numero di certificati bianchi corrispondente al risparmio addizionale 1 conseguito. Ogni certificato vale 1 tep e può essere venduto a un soggetto obbligato o a un trader sulle piattaforme di scambio spot e bilaterale gestite dal GME. La vendita del certificato corrisponde dunque a un incentivo per l utente finale o l operatore che lo vendono e determina un flusso di cassa addizionale a quello legato al risparmio energetico. Lo schema funziona dunque sulla base di un mercato costituito da una domanda e un offerta di TEE, dal cui incrocio dipende il prezzo dei certificati e dunque l entità dell incentivo. Lo schema dei TEE è complesso, in quanto complicato e variegato è il mondo dell efficienza energetica, ma per progetti di dimensioni medio- grandi è possibile partecipare senza particolari sforzi rivolgendosi ai distributori obbligati o alle SSE. È inoltre possibile, laddove i risparmi conseguibili siano adeguati, investire nella formazione di risorse interne e proseguire in autonomia. Maggiori informazioni su come partecipare e su quanto vale l incentivo sono fornite nei capitoli seguenti. 1 Per calcolare i risparmi conseguiti lo schema tiene conto della media di mercato delle prestazioni delle singole tecnologie e dei requisiti minimi da normativa, e dei consumi ex- ante.

15 pagina 15 di 42 Quanto vale l incentivo Ogni certificato bianco ottenuto può essere venduto sulla piattaforma spot o su quella dei contratti bilaterali del GME. La Figura 2 mostra l andamento del prezzo dei TEE nel corso degli anni. Nel tempo sono stati inseriti dei correttivi che rendono più stabile il prezzo e consentono una maggiore crescita dello stesso. Il contributo tariffario viene riconosciuto ai soggetti obbligati quando presentano i certificati bianchi in loro possesso per la verifica del conseguimento dei rispettivi target annuali. Viene alimentato da un apposita componente tariffaria pagata da tutti i consumatori di energia elettrica e gas. Andamento&mercato&GME&TEE&prezzi& Prezzo&TEE& & 150" 140" 130" 120" 110" 100" 90" 80" 70" 60" 50" 40" 30" 20" 10" 0" 25/07/2006" 24/10/2006" 16/01/2007" 27/03/2007" 05/06/2007" 28/08/2007" 06/11/2007" 29/01/2008" 08/04/2008" 17/06/2008" 09/09/2008" 18/11/2008" 17/02/2009" 28/04/2009" 01/07/2009" 22/09/2009" 01/12/2009" 02/03/2010" 11/05/2010" 20/07/2010" 19/10/2010" 07/03/2006" 16/05/2006" Data&sessione& 11/01/2011" 22/03/2011" 31/05/2011" 30/08/2011" 15/11/2011" 07/02/2012" 17/04/2012" 31/05/2012" 07/08/2012" 06/11/2012" 05/02/2013" 16/04/2013" 25/06/2013" 17/09/2013" 03/12/2013" Elaborazioni"FIRE"su"daC"AEEG"e"GME" 04/03/" Sessione"31/5" Contributo"tariffario" Tipo"III" Tipo"II" Tipo"I" Figura 2. Andamento del prezzo dei TEE dal 2006 a marzo. Fonte: FIRE su dati GME. Il prezzo dei TEE medio annuo negli ultimi tre anni è risultato superiore ai 100 euro a TEE.

16 pagina 16 di 42 Come si calcolano i risparmi di energia Gli esempi precedenti si riferiscono a un risparmio unitario: ma come si calcolano i risparmi effettivi legati a un intervento di efficientamento? La formula è la seguente: R!"" = R!"#$" C!""#$ tau Il risparmio lordo può essere calcolato in tre modi: progetti standard: è funzione del numero di unità installate o sostituite e non sono richieste misure dei consumi (schede standard in Tabella 1 a pagina 19); progetti analitici: è funzione di alcune grandezze misurate (e.g. produzione termica, consumo di combustibile, etc.); le modalità di calcolo sono definite nelle schede analitiche (Tabella 1); progetti a consuntivo: è necessario presentare una proposta di modalità di calcolo del risparmio (PPPM) prima dell avvio di un progetto 2 per poter calcolare i risparmi e richiedere i TEE; sono sempre previste delle misure. Il coefficiente di addizionalità C addiz assume valori minori o uguali a 1. È massimo quando la baseline legislativa e di mercato per il progetto considerato coincide con la situazione precedente all intervento. C addiz è definito nelle schede di valutazione, mentre va determinato dal proponente nei progetti a consuntivo. Un elemento importante è il coefficiente di durabilità tau, che riconosce un moltiplicatore dei TEE ottenuti rispetto al risparmio addizionale annuale conteggiando i risparmi attesi dopo i cinque o gli otto anni di riconoscimento dei TEE (vedi Figura 3). Il valore del tau è definito nelle schede di valutazione o nelle linee guida del meccanismo e varia fra 1 e 4,58 in funzione della tecnologia. 2 Individuato ad esempio dalla data di collaudo, ma sono possibili altre opzioni in funzione del progetto considerato.

17 pagina 17 di 42 Effe$o&del&tau& Ipotesi&di&intervento&con&risparmi&di&100&tep/anno&e&tau=3,36& 400" 350" 300" 250" 200" 150" Fonte:"FIRE" 100" 50" 0" 1" 2" 3" 4" 5" 6" 7" 8" 9" 10" 11" 12" 13" 14" 15" 16" 17" 18" 19" 20" TEE"ante"tau" TEE"con"tau" Figura 3. Effetto del tau sui TEE ottenuti per un progetto con vita tecnica di 20 anni. Dimensione minima dei progetti Per presentare un progetto è necessario che si raggiungano le seguenti dimensioni minime (come R eff, ossia incluso il tau): 20 tep per progetti standard; 40 tep per progetti analitici; 60 tep per progetti a consuntivo. Effetto dei TEE sui risparmi di energia Ogni tep risparmiato dall utente finale vale circa 800 euro su elettricità e gas consumati nel settore civile e circa 650 euro per le imprese di media taglia. Per dare un indicazione su quanto i TEE impattano sugli investimenti in efficienza energetica facciamo due esempi, sottolineando che il contributo effettivo varia molto in funzione della tecnologia prescelta (che impatta su tau e risparmio unitario) e del settore di impiego (che influenza addizionalità e fattore di utilizzo).

18 pagina 18 di 42 Esempio 1 - settore civile Si considera un progetto con pay- back time di 5 anni in assenza di incentivi. L investimento richiesto per risparmiare un tep/anno è di euro 3. Ipotizziamo un tau=2,65. TEE con addizionalità piena: 100 euro x 1 tep x 2,65 x fattore attualizzazione 4,33 = euro in 5 anni, pari al 29% del costo di investimento e con pay- back ridotto a meno di 4 anni. Un progetto con pay- back time minore risulterà ancora più beneficiato dai TEE (stesso flusso di cassa dell incentivo, ma minore costo di investimento). Il tau considerato è tipico nel terziario per interventi sugli impianti; nel caso dell involucro è più usuale un tau=2,91. In un caso reale, infine, l addizionalità è spesso inferiore al 100%, per cui il beneficio si riduce proporzionalmente. Esempio 2 - settore industriale Si considera un progetto con pay- back time di 4 anni in assenza di incentivi, dunque in genere non considerato interessante. L investimento richiesto per risparmiare un tep/anno è di euro 4. Ipotizziamo un tau=3,36. TEE con addizionalità piena: 100 euro x 1 tep x 3,36 x fattore attualizzazione 4,33 = euro in 5 anni, pari al 61% del costo di investimento e con pay- back ridotto a circa 2 anni. Un progetto con pay- back time minore risulterà ancora più beneficiato dai TEE (stesso flusso di cassa dell incentivo, ma minore costo di investimento). Il tau di 3,36 considerato è tipico nell industria (scende a 2,65 per motori e azionamenti elettrici). L addizionalità sugli interventi di processo è inoltre spesso piena o comunque elevata. Questo spiega il grande interesse dei certificati bianchi per progetti in questo settore. 3 Nel caso di intervento effettuato alla fine della vita tecnica della soluzione esistente nel calcolo occorrerebbe considerare solo l extracosto della tecnologia efficiente rispetto a quella di baseline, aspetto che renderebbe il progetto più interessante economicamente. 4 Vedi nota 3.

19 pagina 19 di 42 # Tipologia intervento Tipo Unità per Unità scheda 1 tep 2T Scaldaacqua elettrici - > scaldaacqua a gas S Scaldacqua 5 3T Caldaia unifamiliare ad alta efficienza S Caldaia T Scaldaacqua più efficienti S Scaldacqua 6 5T Vetri doppi S m T Isolamento di pareti e coperture S m T Fotovoltaico inferiore a 20 kw S kw p 1-2 8T Solare termico per acqua calda sanitaria S m T Inverter pompaggio S kw T Decompressione gas naturale A T Pompe di calore aria- aria S Abitazione T Inverter pompaggio oltre 22 kw A T Regolatori di flusso per illuminazione pubblica S kw T Condizionatori ad aria sotto i 12 kw S kw f T Isolamento pareti e coperture S m T Cogenerazione (casi particolari nel civile) A T Teleriscaldamento A T Sistemi centralizzati per la climatizzazione A T Pompe di calore acqua calda sanitaria S Pompa di calore T Illuminazione gallerie stradali S km galleria - 29Ta Illuminazione stradale ad alta efficienza S m 2 illuminato - 29Tb Corpi illuminanti ad alta efficienza per strade S m 2 illuminato - 30E Installazione di motori elettrici IE3 S kw E Inverter per sistemi ad aria compressa A E Inverter per sistemi di ventilazione A E Rifasamento distribuito motori elettrici S Motore E Ricompressione meccanica del vapore A E Refrigeratori industriali A E UPS per industria e settore civile S kva E Caldaie a biomassa unifamiliari S Abitazione E Sistemi domotici S m 2 calpestabile E Isolamento termico serre agricole S m 2 telo E Riscaldamento a biomassa serre agricole S m 2 suolo E Trasporti metano - > biometano A E Auto elettriche S Auto - 43E Auto ibride S Auto - 44E Auto a metano S Auto - 45E Auto a GPL S Auto - 46E Illuminazione di zone pedonali a led S Sistema illuminante 6-51 La colonna che riporta le unità per tep serve a facilitare una prima valutazione dei risparmi conseguibili con gli interventi collegati. Spesso è presente un intervallo di valori, in quanto i risparmi possono dipendere da parametri come la zona climatica, la tipologia di tecnologia adottata, la destinazione d uso degli edifici coinvolti o i turni di lavoro industriali. Per le schede analitiche è impossibile indicare dei valori. S sta per scheda standard, A per scheda analitica. Tabella 1. Schede standard e analitiche in vigore e valori di riferimento. Fonte: FIRE.

20 pagina 20 di 42 I progetti presentabili Qualunque intervento che migliori l efficienza energetica negli usi finali può essere ammesso allo schema dei certificati bianchi, purché non si tratti di un mero adeguamento normativo di un impianto, o di una semplice ottimizzazione gestionale. Il meccanismo risulta dunque molto flessibile, potendo accogliere progetti micro, come quelli legati alla sostituzione di lampade, e progetti macro, come le reti di teleriscaldamento o miglioramenti dei processi produttivi industriali. Lo schema promuove inoltre il ricorso alle fonti rinnovabili per usi termici. La Tabella 1 alla pagina precedente riporta gli interventi riconosciuti dalle schede standard e analitiche, cui si aggiunge la cogenerazione ad alto rendimento incentivata secondo il D.M. 5 settembre Altre tipologie di progetto richiedono la procedura a consuntivo. Alcuni esempi per il settore civile Una Pubblica Amministrazione o un azienda del terziario, come un gestore di patrimoni immobiliari, una banca o un organizzazione della grande distribuzione organizzata, potrebbe presentare interventi come i seguenti: Installazione di tecnologie efficienti nella pubblica illuminazione: sono disponibili le schede 17T, 28T, 29Ta, 29Tb e 46E. La 17T riguarda i regolatori di flusso luminoso, le 28T, 29Ta e 29Tb l efficientamento della pubblica illuminazione su strade destinate al traffico motorizzato e la 46E è relativa a sistemi a led in luogo di lampade a vapori di mercurio in aree pedonali. Coibentazione delle pareti esterne degli edifici (intervento indicato nel caso di manutenzione straordinaria sulle murature o nuove costruzioni): sono disponibili le schede 6T e 20T sull isolamento termico.

OSSERVAZIONI FIRE SULLA CONVERSIONE IN LEGGE DEL D.L. 24 GIUGNO 2014 N. 91

OSSERVAZIONI FIRE SULLA CONVERSIONE IN LEGGE DEL D.L. 24 GIUGNO 2014 N. 91 OSSERVAZIONI FIRE SULLA CONVERSIONE IN LEGGE DEL D.L. 24 GIUGNO 2014 N. 91 Documento presentato il 9 luglio 2014 nell ambito delle Audizioni presso le Commissioni 10 a e 13 a del Senato. Contenuti La proposta

Dettagli

www.fattoriedelsole.org

www.fattoriedelsole.org Convegno del 6 novembre 2014, Sala Tulipano Fer ed Efficienza: gli obblighi e gli adempimenti annuali degli operatori elettrici e dei Progetti di Efficienza Energetica 11.50. 12.10 gli obblighi e gli adempimenti

Dettagli

Incentivi per l efficienza energetica

Incentivi per l efficienza energetica Incentivi per l efficienza energetica Dario Di Santo, FIRE Roma, 29 novembre 2015 Cos è la FIRE? La Federazione Italiana per l uso Razionale dell Energia è un associazione tecnicoscientifica che dal 1987

Dettagli

L incentivo dei certificati bianchi ed esempi realizzativi

L incentivo dei certificati bianchi ed esempi realizzativi L incentivo dei certificati bianchi ed esempi realizzativi Enrico Biele, FIRE Convegno Conversione energetica delle biomasse: stato dell arte e aggiornamenti normativi. Cremona, 26 febbraio 2015 Cos è

Dettagli

Certificati bianchi: il concetto e le esperienze

Certificati bianchi: il concetto e le esperienze Certificati bianchi: il concetto e le esperienze Enrico Biele, FIRE Klimaenergy 2012 20 settembre 2012, Bolzano Cos è la FIRE La Federazione Italiana per l uso Razionale dell Energia è un associazione

Dettagli

Certificati bianchi: tra complessità, revisioni ed aspettative il meccanismo cresce e promuove la competitività del sistema paese.

Certificati bianchi: tra complessità, revisioni ed aspettative il meccanismo cresce e promuove la competitività del sistema paese. Certificati bianchi: tra complessità, revisioni ed aspettative il meccanismo cresce e promuove la competitività del sistema paese. In dieci anni scambiati 26milioni di certificati (TEE), di cui 6milioni

Dettagli

EFFICIENZ@ ENERGETICA OGGI E DOMANI. finanziamenti, tecnologie per l efficienza energetica: focus industria

EFFICIENZ@ ENERGETICA OGGI E DOMANI. finanziamenti, tecnologie per l efficienza energetica: focus industria Anie Energia - EnergiaMedia Modena 29 aprile 2014 EFFICIENZ@ ENERGETICA OGGI E DOMANI finanziamenti, tecnologie per l efficienza energetica: focus industria Marco De Min Direzione Mercati Unità Produzione

Dettagli

I fondamenti del meccanismo dei Titoli di Efficienza Energetica e le opportunità per un accelerazione degli investimenti in efficientizzazione

I fondamenti del meccanismo dei Titoli di Efficienza Energetica e le opportunità per un accelerazione degli investimenti in efficientizzazione I fondamenti del meccanismo dei Titoli di Efficienza Energetica e le opportunità per un accelerazione degli investimenti in efficientizzazione Enrico Biele, FIRE I NUOVI CERTIFICATI BIANCHI PER GLI INVESTIMENTI

Dettagli

Microcogenerazione: tecnologie e mercato

Microcogenerazione: tecnologie e mercato Microcogenerazione: tecnologie e mercato Enrico Biele, FIRE Convegno Eurac - Fiera Bolzano Microcogenerazione diffusa Bolzano, 27 marzo 2015 Cos è la FIRE? La Federazione Italiana per l uso Razionale dell

Dettagli

Efficienza energetica nell industria: opportunità e strumenti

Efficienza energetica nell industria: opportunità e strumenti energetica nell industria: opportunità e strumenti Enrico Biele, FIRE Convegno: efficienza energetica, un giacimento da esplorare 23 ottobre 2013, Ferrara Cos è la FIRE La Federazione Italiana per l uso

Dettagli

I nuovi incentivi per l efficienza energetica. Enrico Biele, FIRE

I nuovi incentivi per l efficienza energetica. Enrico Biele, FIRE I nuovi incentivi per l efficienza energetica Enrico Biele, FIRE Cos è la FIRE La Federazione Italiana per l uso Razionale dell Energia è un associazione tecnico-scientifica che promuove per statuto l

Dettagli

Risparmio energetico ed efficienza energetica. perché l'energia più economica è quella che non si consuma

Risparmio energetico ed efficienza energetica. perché l'energia più economica è quella che non si consuma Risparmio energetico ed efficienza energetica perché l'energia più economica è quella che non si consuma L importanza dell Efficienza Energetica e del Risparmio Energetico Importazioni energetiche 2012

Dettagli

Industria, occupazione, efficienza energetica: normativa, tecnologie e buone pratiche

Industria, occupazione, efficienza energetica: normativa, tecnologie e buone pratiche Anie Energia Napoli, Energy Med - 28 marzo 2014 Industria, occupazione, efficienza energetica: normativa, tecnologie e buone pratiche I certificati bianchi per l efficienza energetica in ambito industriale

Dettagli

I Certificati Bianchi Risultati raggiunti

I Certificati Bianchi Risultati raggiunti I Certificati Bianchi Risultati raggiunti Costantino Lato Direttore Efficienza e Energia Termica Seminario FIRE 19 e 20 marzo 2015 Il gruppo GSE Autorità per l energia elettrica, il gas ed il sistema idrico

Dettagli

I certificati bianchi: aspetti generali e attori coinvolti

I certificati bianchi: aspetti generali e attori coinvolti I certificati bianchi: aspetti generali e attori coinvolti Enrico Biele, FIRE Convegno Efficienza energetica: normative ed opportunità per P.A. ed imprese 27 giugno 2013, Lomazzo (CO) Cos è la FIRE La

Dettagli

Guida ai Titoli di Efficienza Energetica o Certificati Bianchi. Luglio 2013 - Confidenziale

Guida ai Titoli di Efficienza Energetica o Certificati Bianchi. Luglio 2013 - Confidenziale Guida ai Titoli di Efficienza Energetica o Certificati Bianchi Luglio 2013 - Confidenziale Cosa sono i titoli di efficienza energetica I TEE sono un meccanismo di incentivazione introdotto in Italia a

Dettagli

Venerdì, 27 febbraio 2015 INCENTIVAZIONI TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA. prof. ing. Maurizio Fauri

Venerdì, 27 febbraio 2015 INCENTIVAZIONI TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA. prof. ing. Maurizio Fauri Venerdì, 27 febbraio 2015 INCENTIVAZIONI TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA D. Lgs. n.102 del 4 luglio 2014 Il 19 luglio 2014 è entrato in vigore il Decreto Legislativo n.102 del 4 luglio 2014 di "Attuazione

Dettagli

LE NOVITA NEL SISTEMA DEI CERTIFICATI BIANCHI TEE

LE NOVITA NEL SISTEMA DEI CERTIFICATI BIANCHI TEE LE NOVITA NEL SISTEMA DEI CERTIFICATI BIANCHI TEE 22.02.2013 Rupert Rosanelli Legale rappresentante SYNECO srl Offerta: consulenza - progettazione - servizi Team interdisciplinare CONSULTING Team TECNICO

Dettagli

Consulenza e Gestione TEE - Generare valore economico dall efficienza energetica

Consulenza e Gestione TEE - Generare valore economico dall efficienza energetica JPE2010 ha ottenuto la certificazione secondo la UNI CEI 11352, la norma italiana che stabilisce i requisiti per le società che svolgono il ruolo di Energy Service Company Jpe 2010 S.c.r.l. E.S.Co. Via

Dettagli

OSSERVAZIONI FIRE SUL RECEPIMENTO DELLA DIRETTIVA 2012/27/UE. Documento presentato il 6 maggio 2014 alle Audizioni presso la X Commissione del Senato.

OSSERVAZIONI FIRE SUL RECEPIMENTO DELLA DIRETTIVA 2012/27/UE. Documento presentato il 6 maggio 2014 alle Audizioni presso la X Commissione del Senato. OSSERVAZIONI FIRE SUL RECEPIMENTO DELLA DIRETTIVA 2012/27/UE Documento presentato il 6 maggio 2014 alle Audizioni presso la X Commissione del Senato. Contenuti Osservazioni generali... 2 Osservazioni particolari...

Dettagli

CERTIFICATI BIANCHI DAVIDE FRACCARO / 328 9489871 MATTEO SCANTAMBURLO / 393 2010250

CERTIFICATI BIANCHI DAVIDE FRACCARO / 328 9489871 MATTEO SCANTAMBURLO / 393 2010250 CERTIFICATI BIANCHI DAVIDE FRACCARO / 328 9489871 MATTEO SCANTAMBURLO / 393 2010250 mitigazione efficientamento mitigazione adattamento mitigazione rinnovamento mitigazione adattamento Divisione Energia

Dettagli

Il meccanismo dei certificati bianchi

Il meccanismo dei certificati bianchi KEY ENERGY RIMINI 9 NOVEMBRE 2012 Il meccanismo dei certificati bianchi Ing. Luigi De Sanctis, luigi.desanctis@enea.it ENEA-UTEE/IND ENEA - UTEE 1 Il meccanismo dei certificati bianchi L uso razionale

Dettagli

Ministero dello sviluppo economico

Ministero dello sviluppo economico Efficienza Energetica e FER termiche: le politiche. 8 febbraio 2013 Enrico Bonacci Obiettivi SEN al 2020: Fonti Rinnovabili Obiettivo sviluppo rinnovabili al 2020 Incidenza energia rinnovabile su consumi

Dettagli

Workshop Industria. Le iniziative per diffondere l efficienza energetica nell industria. Donata Susca Enel Distribuzione SpA

Workshop Industria. Le iniziative per diffondere l efficienza energetica nell industria. Donata Susca Enel Distribuzione SpA Workshop Industria Le iniziative per diffondere l efficienza energetica nell industria Donata Susca Enel Distribuzione SpA Agenda Titoli di efficienza energetica: contesto normativo Indagine Fire-Enel

Dettagli

L obbligo delle diagnosi energetiche per le grandi imprese e gli energivori

L obbligo delle diagnosi energetiche per le grandi imprese e gli energivori L obbligo delle diagnosi energetiche per le grandi imprese e gli energivori Dario Di Santo, FIRE Roma, 26 giugno 2015 Cos è la FIRE? La Federazione Italiana per l uso Razionale dell Energia è un associazione

Dettagli

ELETTROGREEN POWER S.r.l.

ELETTROGREEN POWER S.r.l. PRESENTAZIONE ATTIVITA Latina, 18 settembre 2012 PRESENTAZIONE ATTIVITA Elettrogreen Power fondata a Genova nel 2006; qualificata come E.S.Co. dal 2006; costituita da un team di ingegneri e dottori in

Dettagli

Risparmio energetico ed efficienza energetica. perché l'energia più economica è quella che non si consuma

Risparmio energetico ed efficienza energetica. perché l'energia più economica è quella che non si consuma Risparmio energetico ed efficienza energetica perché l'energia più economica è quella che non si consuma L importanza dell Efficienza Energetica e del Risparmio Energetico Importazioni energetiche 2012

Dettagli

Informazione, formazione e certificazione. di Francesco Belcastro

Informazione, formazione e certificazione. di Francesco Belcastro Newsletter FIRE Quindicinale n.17 Roma 15 ottobre 2014 SOMMARIO Pag.2 Keyenergy: FIRE presenta il convegno sui certificati bianchi e designa il vincitore del Premio Convegni FIRE a Smart Energy: disponibili

Dettagli

Il meccanismo dei certificati bianchi: schema e mercato

Il meccanismo dei certificati bianchi: schema e mercato dei certificati bianchi: schema e mercato Dario Di Santo, FIRE Corso GovernEE Bologna, 24 giugno 2013 Cos è la FIRE La Federazione Italiana per l uso Razionale dell Energia è un associazione tecnico-scientifica

Dettagli

Introdotto dai DD.MM. 20 luglio 2004 e ss. mm. (gas e energia elettrica) Ha come obbiettivo il risparmio energetico presso gli usi finali dell energia

Introdotto dai DD.MM. 20 luglio 2004 e ss. mm. (gas e energia elettrica) Ha come obbiettivo il risparmio energetico presso gli usi finali dell energia Introdotto dai DD.MM. 20 luglio 2004 e ss. mm. (gas e energia elettrica) Ha come obbiettivo il risparmio energetico presso gli usi finali dell energia I soggetti obbligati al raggiungimento degli obbiettivi

Dettagli

CERTIFICATI BIANCHI:

CERTIFICATI BIANCHI: Divisione CERTIFICATI BIANCHI: UNO STRUMENTO PER FINANZIARE L EFFICIENZA ENERGETICA Ing. Alessio Schiavon Edilvi spa Divisione ESCO schiavon@edilvi.it Forum Green Economy 2014 Roma, 4/5 giugno 2014 EDILVI

Dettagli

Attori e competenze per gestire al meglio l efficienza energetica nel settore industriale: Energy Manager ed ESCo.

Attori e competenze per gestire al meglio l efficienza energetica nel settore industriale: Energy Manager ed ESCo. Attori e competenze per gestire al meglio l efficienza energetica nel settore industriale: Energy Manager ed ESCo. 6 a Giornata sull efficienza energetica nelle industrie Enrico Biele, FIRE 14/05/13, Milano

Dettagli

Enrico Biele, FIRE Buone pratiche per la gestione dei consumi energetici in azienda

Enrico Biele, FIRE Buone pratiche per la gestione dei consumi energetici in azienda e altri incentivi per l efficienza energetica Enrico Biele, FIRE Buone pratiche per la gestione dei consumi energetici in azienda 11/06/14, Camera di Commercio di Como Cos è la FIRE La Federazione Italiana

Dettagli

Investimenti, tecnologie e servizi incentivabili ai sensi del Fondo Energia Reggio Emilia, 1 luglio 2015

Investimenti, tecnologie e servizi incentivabili ai sensi del Fondo Energia Reggio Emilia, 1 luglio 2015 Investimenti, tecnologie e servizi incentivabili ai sensi del Fondo Energia Reggio Emilia, 1 luglio 2015 Agenda 1- Il Gruppo CertiNergy e CertiNergia 2- Il meccanismo dei Titoli di Efficienza Energetica

Dettagli

I PROMOTORI I DESTINATARI OBIETTIVI I SETTORI. Società di servizi energetici accreditate presso l Autorità Energia Elettrica e Gas AEGG

I PROMOTORI I DESTINATARI OBIETTIVI I SETTORI. Società di servizi energetici accreditate presso l Autorità Energia Elettrica e Gas AEGG 3 I PROMOTORI Società di servizi energetici accreditate presso l Autorità Energia Elettrica e Gas AEGG I DESTINATARI - Sistema Produttivo - Pubblica Amministrazione - Cittadini OBIETTIVI Incentivare il

Dettagli

Efficienza energetica nelle strutture ricettive

Efficienza energetica nelle strutture ricettive Efficienza energetica nelle strutture ricettive Dario Di Santo, FIRE Padova, 14 maggio 2015 Cos è la FIRE? La Federazione Italiana per l uso Razionale dell Energia è un associazione tecnicoscientifica

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA LA MIGLIORE OPPORTUNITA D INVESTIMENTO IN AZIENDA

EFFICIENZA ENERGETICA LA MIGLIORE OPPORTUNITA D INVESTIMENTO IN AZIENDA BIOENERGY ITALY - 05 MARZO 2014 - CREMONA EFFICIENZA ENERGETICA LA MIGLIORE OPPORTUNITA D INVESTIMENTO IN AZIENDA Fiorenzo Rainone Romano CHI SIAMO Elettrogreen Power Fondata a Genova nel 2006; qualificata

Dettagli

CERTIFICATI BIANCHI e EFFICIENZA ENERGETICA requisiti - potenziali - esempi pratici

CERTIFICATI BIANCHI e EFFICIENZA ENERGETICA requisiti - potenziali - esempi pratici CERTIFICATI BIANCHI e EFFICIENZA ENERGETICA requisiti - potenziali - esempi pratici Bolzano 28.03.2015 sulla strada dell efficienza energetica Molti concetti! Energia sostenibile Energy Management Aziendale

Dettagli

Titoli di efficienza energetica: opportunità per le imprese

Titoli di efficienza energetica: opportunità per le imprese Mod. E03 Certificati bianchi TEE Titoli di efficienza energetica: opportunità per le imprese ing. Fabio Minchio, Ph.D. 4 giugno 2013 f.minchio@3f-engineering.it Efficienza energetica Efficienza energetica

Dettagli

Il meccanismo dei certificati bianchi tra prospettive e novità

Il meccanismo dei certificati bianchi tra prospettive e novità Il meccanismo dei certificati bianchi tra prospettive e novità Enrico Biele, FIRE Workshop- Klimaenergy 2015 27 marzo 2015, Bolzano Cos è la FIRE La Federazione Italiana per l uso Razionale dell Energia

Dettagli

ESCo Energy Service Company

ESCo Energy Service Company ESCo Energy Service Company Chi sono le ESCo. Le ESCo. (Energy Service Company) sono Società di Servizi Energetici (SSE) che realizzano progetti di ristrutturazione energetica finalizzati a ridurre al

Dettagli

PUNTO ENERGIA _ Industrie o terziario di grandi dimensioni

PUNTO ENERGIA _ Industrie o terziario di grandi dimensioni PUNTO ENERGIA _ Industrie o terziario di grandi dimensioni Incentivazione del risparmio energetico nell industria tramite i Certificati Bianchi Linea Guida per accedere al contributo PREMESSA La legislazione

Dettagli

Progetti di Efficienza Energetica nell industria: Esempi di riduzione del Pay Back grazie al contributo dei Certificati Bianchi

Progetti di Efficienza Energetica nell industria: Esempi di riduzione del Pay Back grazie al contributo dei Certificati Bianchi 14 Workshop del programma T.A.C.E.C. Come generare cassa grazie al nuovo decreto sui certificati bianchi Milano, 27 febbraio 2013 Progetti di Efficienza Energetica nell industria: Esempi di riduzione del

Dettagli

Energy manager ed EGE. Francesco Belcastro, FIRE

Energy manager ed EGE. Francesco Belcastro, FIRE Energy manager ed EGE Francesco Belcastro, FIRE Cos è la FIRE? La Federazione Italiana per l uso Razionale dell Energia è un associazione tecnico-scientifica che dal 1987 promuove per statuto efficienza

Dettagli

DM Certificati bianchi 2013-2016

DM Certificati bianchi 2013-2016 DM Certificati bianchi 2013-2016 Certificati bianchi Bilanci e proposte a sette anni dall avvio ENEA 20 dicembre 2012 Div. Efficienza Energetica - DGENRE Dipartimento per l Energia Ministero dello Sviluppo

Dettagli

Incentivi all efficienza energetica: verso il nuovo conto termico e i nuovi certificati bianchi

Incentivi all efficienza energetica: verso il nuovo conto termico e i nuovi certificati bianchi Incentivi all efficienza energetica: verso il nuovo conto termico e i nuovi certificati bianchi Enrico Biele, FIRE Terza convention annuale SECEM Bologna, 23 maggio 2016 Cos è la FIRE? La Federazione Italiana

Dettagli

Conto termico: regole applicative e novità

Conto termico: regole applicative e novità Conto termico: regole applicative e novità Enrico Biele, FIRE Convegno Klimaenergy-TIS Bolzano, 26 marzo 2015 Cos è la FIRE? La Federazione Italiana per l uso Razionale dell Energia è un associazione tecnico-scientifica

Dettagli

Certificati bianchi: nuove regole Dario Di Santo, FIRE

Certificati bianchi: nuove regole Dario Di Santo, FIRE Certificati bianchi: nuove regole Dario Di Santo, FIRE Convegno GSE Roma, 7 febbraio 2013 Cos è la FIRE La Federazione Italiana per l uso Razionale dell Energia è un associazione tecnico-scientifica che

Dettagli

Il percorso dell efficienza di CSE

Il percorso dell efficienza di CSE Il percorso dell efficienza di CSE Consulenza, Ottenimento TEE, Sistemi di gestione, Studi di fattibilità Cremona, 8 maggio 2013 I partner di Edison in Efficienza Energetica: CSE CSE è una società di consulenza

Dettagli

Il meccanismo dei TEE e la procedura operativa per l accesso

Il meccanismo dei TEE e la procedura operativa per l accesso Il meccanismo dei TEE e la procedura operativa per l accesso Enrico Biele, FIRE 27 novembre 2015, Bolzano Seminario TIS Innovation Park Tutto sui certificati bianchi nell industria" Cos è la FIRE? La Federazione

Dettagli

Incentivi e fondi per l'efficientamento energetico della PA: ESCO, FTT ed energy manager

Incentivi e fondi per l'efficientamento energetico della PA: ESCO, FTT ed energy manager Incentivi e fondi per l'efficientamento energetico della PA: ESCO, FTT ed energy manager Enrico Biele, FIRE Procedure per realizzare progetti di efficientamento nella Pubblica Amministrazione: FTT, EPC

Dettagli

Riqualificazione energetica di edifici e industrie

Riqualificazione energetica di edifici e industrie Riqualificazione energetica di edifici e industrie Dario Di Santo, FIRE Milano, 8 aprile 2015 Cos è la FIRE? La Federazione Italiana per l uso Razionale dell Energia è un associazione tecnicoscientifica

Dettagli

Università di Pavia gruppo di ricerca in Energetica Elettrica

Università di Pavia gruppo di ricerca in Energetica Elettrica Università di Pavia gruppo di ricerca in Energetica Elettrica Pavia, 18 dicembre 2014 Efficienza Energetica e Certificati Bianchi per interventi nell ambito del servizio aria compressa Inquadramento generale

Dettagli

Certificati bianchi: le nuove proposte dell Autorità per potenziare l efficacia del meccanismo

Certificati bianchi: le nuove proposte dell Autorità per potenziare l efficacia del meccanismo Fonti rinnovabili ed efficienza energetica: le prospettive per le Aziende dei servizi pubblici locali Convegno Federutility 10 dicembre 2010, Roma Certificati bianchi: le nuove proposte dell Autorità per

Dettagli

I mercati per l ambiente

I mercati per l ambiente I mercati per l ambiente Il piano «20-20-20» A marzo 2007, il Consiglio Europeo si è prefissato di raggiungere entro l anno 2020: a)la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra di almeno il 20%

Dettagli

COSA SONO I TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA

COSA SONO I TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA 1 COSA SONO I TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA Il meccanismo dei TEE è stato introdotto con i Decreti Ministeriali 20 luglio 2004 e recentemente modificato con il Decreto Ministeriale 28 dicembre 2012 che

Dettagli

Diagnosi energetica. Dario Di Santo, Daniele Forni, FIRE. Webinar FIRE, 16 aprile 2015

Diagnosi energetica. Dario Di Santo, Daniele Forni, FIRE. Webinar FIRE, 16 aprile 2015 Diagnosi energetica Dario Di Santo, Daniele Forni, FIRE Webinar FIRE, 16 aprile 2015 Cos è la FIRE? La Federazione Italiana per l uso Razionale dell Energia è un associazione tecnicoscientifica che dal

Dettagli

TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA (CERTIFICATI BIANCHI)

TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA (CERTIFICATI BIANCHI) TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA (CERTIFICATI BIANCHI) Normativa di riferimento Decreti ministeriali del 24 Aprile 2001 (elettrico e termico) Decreti ministeriali del 20 Luglio 2004 (elettrico e termico)

Dettagli

AEIT. sez. Trentino Alto Adige Sudtirol. Marco De Min direzione Mercati Elettricità e Gas Autorità per l Energia Elettrica il Gas ed i Sistemi Idrici

AEIT. sez. Trentino Alto Adige Sudtirol. Marco De Min direzione Mercati Elettricità e Gas Autorità per l Energia Elettrica il Gas ed i Sistemi Idrici AEIT sez. Trentino Alto Adige Sudtirol Efficienza energetica e Conto Termico nuovi obiettivi per i certificati bianchi il DCO dell AEEG sul rimborso in tariffa Marco De Min direzione Mercati Elettricità

Dettagli

Energy manager: sempre più integrati con il core-business

Energy manager: sempre più integrati con il core-business Energy manager: sempre più integrati con il core-business Stefano D Ambrosio, FIRE Parma, 10 maggio 2016 Cos è la FIRE? La Federazione Italiana per l uso Razionale dell Energia è un associazione tecnicoscientifica

Dettagli

1.125 ENTI UNITI INCEV PER

1.125 ENTI UNITI INCEV PER 1.125 ENTI UNITI INCEV PER AFFRONTARE IL FUTURO Strumenti e Finanziamenti per raggiungere l obiettivo 20-20-20 ILPATTO DEISINDACI Il Patto dei Sindaci è la principale iniziativa Europea rivolta alle Autorità

Dettagli

I TEE come strumento per lo sviluppo dell efficienza energetica

I TEE come strumento per lo sviluppo dell efficienza energetica I TEE come strumento per lo sviluppo dell efficienza energetica 3 conferenza annuale FIRE Titoli di efficienza energetica a portata di mano Roma, 10 aprile 2014 1 Ing. Giacomo Cantarella Agenda Il Gruppo

Dettagli

Incontro con le aziende del settore industriale e terziario

Incontro con le aziende del settore industriale e terziario Comuni di Airuno, Brivio Incontro con le aziende del settore industriale e terziario Brivio, 25 giugno 2015 Sportello Energia Dal mese di maggio 2015 è aperto lo sportello energia : lo Sportello Energia

Dettagli

CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO. Museo del Patrimonio Industriale 7 marzo 2014 - BOLOGNA

CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO. Museo del Patrimonio Industriale 7 marzo 2014 - BOLOGNA CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO Museo del Patrimonio Industriale 7 marzo 2014 - BOLOGNA Ottenere e valorizzare i Certificati Bianchi per i propri progetti di Efficienza Energetica

Dettagli

INCENTIVI: Titoli di Efficienza Energetica, Conto Termico, altri strumenti finanziari

INCENTIVI: Titoli di Efficienza Energetica, Conto Termico, altri strumenti finanziari INCENTIVI: Titoli di Efficienza Energetica, Conto Termico, altri strumenti finanziari Strumenti di incentivazione a favore delle P.A. Ing. Francesco Pradella Direttiva 2012/27/UE Formulare obiettivo nazionale

Dettagli

Risparmiare si può. Energy. Service COmpany. con un Progetto Integrato di Efficientamento Energetico. Imperia, 11 luglio 2014

Risparmiare si può. Energy. Service COmpany. con un Progetto Integrato di Efficientamento Energetico. Imperia, 11 luglio 2014 Risparmiare si può con un Progetto Integrato di Efficientamento Energetico Energy Imperia, 11 luglio 2014 Service COmpany CORE BUSINESS DI AURA ENERGY Nuova mission Nel 2012 Aura Energy, conseguentemente

Dettagli

yousave Certificati bianchi nell industria siderurgica Milano, 14 maggio 2013 6 a Giornata sull efficienza energetica nelle industrie Gruppo innowatio

yousave Certificati bianchi nell industria siderurgica Milano, 14 maggio 2013 6 a Giornata sull efficienza energetica nelle industrie Gruppo innowatio yousave Gruppo innowatio Certificati bianchi nell industria siderurgica Milano, 14 maggio 2013 6 a Giornata sull efficienza energetica nelle industrie Lo schema societario Managing & operative Partners

Dettagli

Consulenza e Gestione TEE Generare valore economico dall efficienza energetica

Consulenza e Gestione TEE Generare valore economico dall efficienza energetica Consulenza e Gestione TEE Generare valore economico dall efficienza energetica Chi siamo Siamo una società dinamica e flessibile con esperienza pluriennale nel settore delle energie rinnovabili. La nostra

Dettagli

TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA (CERTIFICATI BIANCHI)

TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA (CERTIFICATI BIANCHI) TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA (CERTIFICATI BIANCHI) ing. Filippo Colorito, ENEA-UTEE/GRT BARI filippo.colorito@enea.it Bari, 18 Aprile 2012 ENEA-UTEE 1 ENEA. La missione ENEA è l Agenzia nazionale per

Dettagli

Insieme per crescere

Insieme per crescere Insieme per crescere La gestione dei TEE. Aspetti contrattuali e criticità per ESCO ed Energy Manager Alessandra Mari Rödl & Partner Smart Energy Expo - Verona, 9.10.2014 Rödl & Partner 11.03.2013 1 I

Dettagli

18 settembre, Latina. Alessandro Ficarazzo Settore Sostenibilità Area QHSE Certiquality srl. a.ficarazzo@certiquality.

18 settembre, Latina. Alessandro Ficarazzo Settore Sostenibilità Area QHSE Certiquality srl. a.ficarazzo@certiquality. I Sistemi di gestione dell energia: la norma ISO 50001:11 18 settembre, Latina Alessandro Ficarazzo Settore Sostenibilità Area QHSE Certiquality srl a.ficarazzo@certiquality.it 02 80 69 17 91 QUALITY ENVIRONMENT

Dettagli

Certificati Bianchi Titoli di Efficienza Energetica

Certificati Bianchi Titoli di Efficienza Energetica Certificati Bianchi Titoli di Efficienza Energetica Dott.ssa Valeria Paoletti I certificati bianchi sono stati istituiti per raggiungere gli OBIETTIVI NAZIONALI di risparmio energetico, finalizzati all

Dettagli

Il meccanismo dei Certificati Bianchi e il ruolo del GSE. Ing. Davide Valenzano

Il meccanismo dei Certificati Bianchi e il ruolo del GSE. Ing. Davide Valenzano Il meccanismo dei Certificati Bianchi e il ruolo del GSE Ing. Davide Valenzano Roma, 27 novembre 2013 www.gse.it Agenda Cosa sono i titoli di efficienza energetica Contesto normativo di riferimento Le

Dettagli

I TEE come strumento per riqualificare i processi industriali

I TEE come strumento per riqualificare i processi industriali I TEE come strumento per riqualificare i processi industriali Domenico Santino ENEA, Unità Tecnica per l Efficienza Energetica 3 a Conferenza annuale FIRE Roma 10 aprile 2014 Sommario Evoluzione dei TEE

Dettagli

VERSO IL 2020 INCENTIVI FISCALI PER F.E.R.

VERSO IL 2020 INCENTIVI FISCALI PER F.E.R. VERSO IL 2020 INCENTIVI FISCALI PER F.E.R. Relatore Ing. Massimo Lazzarini massimo.lazzarini@ecomenergia.it Contenuti Detrazione fiscale per interventi di ristrutturazione edilizia Detrazione fiscale Riqualificazione

Dettagli

Certificati Bianchi: una leva finanziaria a portata di mano

Certificati Bianchi: una leva finanziaria a portata di mano 10 Conferenza Responsible Care Chimica e Innovazione La Gestione Efficiente dell Energia Bologna, 12 giugno 2012 Certificati Bianchi: una leva finanziaria a portata di mano Esempi di casi reali e considerazioni

Dettagli

Progettare un mondo migliore

Progettare un mondo migliore La Energy Service Company soci del sole srl è una società di servizi energetici operante su tutto il territorio nazionale. Grazie alla collaborazione di ingegneri esperti nel settore, la E.S.Co. soci del

Dettagli

I TEE come strumento di promozione dell efficienza energetica

I TEE come strumento di promozione dell efficienza energetica I TEE come strumento di promozione dell efficienza energetica 10 anni di esperienze DAVIDE MARIANI CHI E ASSOEGE? (..E CHI SONO GLI EGE) Associazione degli Esperti Gestione Energia certificati ai sensi

Dettagli

Le responsabilità gestionali del GSE nell ambito del meccanismo dei certificati bianchi

Le responsabilità gestionali del GSE nell ambito del meccanismo dei certificati bianchi Le responsabilità gestionali del GSE nell ambito del meccanismo dei certificati bianchi Davide Valenzano Responsabile Unità Attività Regolatorie e Monitoraggio 14 Workshop del Programma T.A.C.E.C.: Come

Dettagli

I certificati bianchi e il risparmio energetico nel settore edilizio

I certificati bianchi e il risparmio energetico nel settore edilizio La sfida energetica: un opportunità per le imprese di costruzioni Convegno ANCE 21 settembre 2010, Roma I certificati bianchi e il risparmio energetico nel settore edilizio Marcella Pavan Responsabile

Dettagli

TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA

TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA L offerta di E.ON Energia Titoli di Efficienza energetica: COSA SONO Definizione I Titoli di Efficienza Energetica (TEE), detti anche Certificati Bianchi attestano il risparmio

Dettagli

Direttiva efficienza: uno stimolo per i sistemi ad aria compressa?

Direttiva efficienza: uno stimolo per i sistemi ad aria compressa? Direttiva efficienza: uno stimolo per i sistemi ad aria compressa? Stefano D Ambrosio, FIRE Pavia, 18 dicembre 2014 Cos è la FIRE? La Federazione Italiana per l uso Razionale dell Energia è un associazione

Dettagli

Certificati Bianchi: normative e benefici economici. Simone Mura Customer Relations simone.mura@tholosgreen.com

Certificati Bianchi: normative e benefici economici. Simone Mura Customer Relations simone.mura@tholosgreen.com Certificati Bianchi: normative e benefici economici Simone Mura Customer Relations simone.mura@tholosgreen.com Risparmio energetico Paesi Ocse-11 Il grafico mostra il risparmio energetico generato da interventi

Dettagli

Efficienza energetica: nuovi obiettivi con il rilancio dei certificati bianchi

Efficienza energetica: nuovi obiettivi con il rilancio dei certificati bianchi AMBIENTE E RISORSE ARTICOLO 100 N. 6-26 marzo 2013 IL SOLE 24 ORE www.ambientesicurezza24.com Il GSE è diventato il soggetto responsabile della corretta implementazione del sistema Efficienza energetica:

Dettagli

Concepire oggi l energia del futuro

Concepire oggi l energia del futuro Concepire oggi l energia del futuro ISO 50001, Audit e Diagnosi Energetica da obbligo normativo a fattore di successo 22 ottobre 2014 TRIGENIA S.R.L. Trigenia è una ESCo (Energy Service Company) attiva

Dettagli

Conferenza Internazionale Riuso Sostenibile del Patrimonio Edilizio Torino, 5 giugno 2007 L ENERGIA: CHIAVE DI VOLTA DEL RIUSO EDILIZIO SOSTENIBILE Marco Filippi Dipartimento di Energetica, Politecnico

Dettagli

Stato e prospettive dell efficienza energetica in Italia Alessandro Costa Fondazione Centro Studi Enel

Stato e prospettive dell efficienza energetica in Italia Alessandro Costa Fondazione Centro Studi Enel Stato e prospettive dell efficienza energetica in Italia Alessandro Costa Fondazione Centro Studi Enel «La ripresa vuole efficienza» Roma, 27 novembre 2013 Fondazione Centro Studi Enel Istituzione, senza

Dettagli

ESCo Energy Service Company

ESCo Energy Service Company ESCo Energy Service Company Chi sono le ESCo. Le ESCo. (Energy Service Company) sono Società di Servizi Energetici (SSE) che realizzano progetti di ristrutturazione energetica finalizzati a ridurre al

Dettagli

mitigazione efficientamento mitigazione adattamento adattamento mitigazione rinnovamento mitigazione

mitigazione efficientamento mitigazione adattamento adattamento mitigazione rinnovamento mitigazione CERTIFICATI BIANCHI mitigazione efficientamento mitigazione adattamento mitigazione rinnovamento mitigazione adattamento come trasformare questa confusione in un vantaggio? quale opportunità? etica come

Dettagli

INTRODUZIONE ALLE TECNOLOGIE PER L EFFICIENZA ENERGETICA - INCENTIVI

INTRODUZIONE ALLE TECNOLOGIE PER L EFFICIENZA ENERGETICA - INCENTIVI Attuazione del Piano di Efficienza Energetica del Porto di Venezia Linea d azione 3, Task 3.1.d Workshop 2 - Tecnologie per l efficienza energetica INTRODUZIONE ALLE TECNOLOGIE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

LE PROSPETTIVE DEI CERTIFICATI BIANCHI E DEL NUOVO CONTO ENERGIA TERMICO

LE PROSPETTIVE DEI CERTIFICATI BIANCHI E DEL NUOVO CONTO ENERGIA TERMICO LE PROSPETTIVE DEI CERTIFICATI BIANCHI E DEL NUOVO CONTO ENERGIA TERMICO La normativa di riferimento Ing. Loris Morsucci Ancona, 05/04/2013 IL MECCANISMO DEI CERTIFICATI BIANCHI Politica energetica nazionale

Dettagli

Produttività energetica

Produttività energetica Produttività energetica Dario Di Santo, FIRE Enermanagement 2015 Cos è la FIRE? La Federazione Italiana per l uso Razionale dell Energia è un associazione tecnicoscientifica che dal 1987 promuove per statuto

Dettagli

Maurizio Cenci. Come ACEA supporta le Imprese per una maggiore efficienza energetica. 8 a Conferenza di Responsible Care

Maurizio Cenci. Come ACEA supporta le Imprese per una maggiore efficienza energetica. 8 a Conferenza di Responsible Care 8 a Conferenza di Responsible Care Strumenti finanziari per supportare lo Sviluppo Sostenibile dell Industria. Come ACEA supporta le Imprese per una maggiore efficienza energetica Maurizio Cenci Direttore

Dettagli

www.fire-italia.org Incentivare e supportare l efficienza energetica Stefano D Ambrosio, FIRE Conferenza Enermanagement Milano, 20 novembre 2013

www.fire-italia.org Incentivare e supportare l efficienza energetica Stefano D Ambrosio, FIRE Conferenza Enermanagement Milano, 20 novembre 2013 Incentivare e supportare l efficienza energetica Stefano D Ambrosio, FIRE Conferenza Enermanagement Milano, 20 novembre 2013 Cos è la FIRE La Federazione Italiana per l uso Razionale dell Energia è un

Dettagli

Programma di risparmio energetico

Programma di risparmio energetico Programma di risparmio energetico Ridurre gli sprechi per ottenere risparmi CO2save per T.E.E. (certificati bianchi) Energy MAnagement COmpany Chi siamo Siamo Energia&Progetti Srl una Energy MAnagement

Dettagli

Osservazioni FIRE in occasione della consultazione sull aggiornamento delle linee guida nel meccanismo dei certificati bianchi

Osservazioni FIRE in occasione della consultazione sull aggiornamento delle linee guida nel meccanismo dei certificati bianchi 1 di 14 Osservazioni FIRE in occasione della consultazione sull aggiornamento delle linee guida nel meccanismo dei certificati bianchi Premessa... 3 Punto 2. Gli obiettivi 2017-2020... 4 Punto 3. Soggetti

Dettagli

I Titoli di Efficienza Energetica (TEE) )per le imprese agricole

I Titoli di Efficienza Energetica (TEE) )per le imprese agricole I Titoli di Efficienza Energetica (TEE) )per le imprese agricole Domenico Santino ENEA, Unità Tecnica per l Efficienza Energetica L EFFICIENZA ENERGETICA, LE RINNOVABILI AGRICOLTURA Rimini 4 novembre 2010

Dettagli

Programmi di incentivazione nel settore dell energia

Programmi di incentivazione nel settore dell energia Programmi di incentivazione nel settore dell energia Giuseppe Tomassetti, FIRE Roma, 10 dicembre 2014 Cos è la FIRE? La Federazione Italiana per l uso Razionale dell Energia è un associazione tecnicoscientifica

Dettagli