VALUTAZIONE DELL EFFICACIA DELL APPARATO STERYBOX IN CONDIZIONI D USO STATICHE E DINAMICHE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VALUTAZIONE DELL EFFICACIA DELL APPARATO STERYBOX IN CONDIZIONI D USO STATICHE E DINAMICHE"

Transcript

1 Centro di Saggio Pagina: 1 di 21 Data di stampa : 07/05/01 Rapporto finale N 01/6708 VALUTAZIONE DELL EFFICACIA DELL APPARATO STERYBOX IN CONDIZIONI D USO STATICHE E DINAMICHE Programma di Studio n.: SAM0291 Contratto n: M01/0621.1MI Committente: TISSIDENTAL VIA SALVATORE QUASIMODO, S. DONATO MILANESE-MI- Apparato in esame: STERYBOX Direttore dello studio:... Data di emissione:... (C. Villa)

2 Centro di Saggio Pagina: 2 di 21 Data di stampa : 07/05/01 Il presente rapporto non può essere riprodotto parzialmente salvo approvazione scritta del laboratorio

3 Centro di Saggio Pagina: 3 di 21 Data di stampa : 07/05/01 INDICE - SOMMARIO pag. 3 - INTRODUZIONE pag. 4 - ARCHIVIAZIONE pag. 5 - PROCEDURE pag. 5 - APPARATO IN ESAME pag. 6 - VALUTAZIONE DELL EFFICACIA DELL APPARATO STERYBOX pag. 7 IN CONDIZIONI D USO STATICHE E DINAMICHE - Procedura sperimentale pag. 8 - Disegno sperimentale pag. 9 - Esecuzione del saggio pag Calcoli ed espressione dei risultati pag Interpretazione dei risultati pag Risultati pag Conclusioni pag APPENDICI pag Appendice n 1: Prova statica pag Appendice n 2A: Prova dinamica in stabulario pag Appendice n 2B: Prova dinamica in microbiologia pag ALLEGATI pag. 19

4 Centro di Saggio Pagina: 4 di 21 Data di stampa : 07/05/01 SOMMARIO Sulla apparato in esame STERYBOX è stato effettuato uno studio al fine di dimostrare l efficacia specifica del sistema quando utilizzato in ambienti a diversa contaminazione ambientale e in diverse condizioni operative. A tale scopo si è proceduto in con il seguente schema: 1 apparato posto in una stanza dello stabulario delle dimensioni di circa 30 m 3 contenente animali (ratti) nella quale non era svolta attività lavorative (prova statica). Sono stati effettuati prelievi di aria dall ambiente, tramite campionatore SAS, e dall apparecchio, utilizzando piastre Petri, ai seguenti tempi : minuti 1 apparato posto in una stanza dello stabulario delle dimensioni di circa 45 m 3 contenente animali (conigli) nella quale era svolta di attività lavorative (prova dinamica) Sono stati effettuati prelievi di aria dall ambiente, tramite campionatore SAS, e dall apparecchio, utilizzando piastre Petri, ai seguenti tempi : minuti- 2 apparati posti in una stanza del settore microbiologico in classe D delle dimensioni di circa 120 m 3 nella quale era svolta la normale attività lavorativa. Sono stati effettuati prelievi di aria dall ambiente, tramite campionatore SAS, e dall apparecchio, utilizzando piastre Petri, ai seguenti tempi : ore Sulla base dei risultati ottenuti, rispettati i criteri di validità del saggio, la apparato in esame, STERYBOX, ha evidenziato una riduzione maggiore del 90% sia in condizioni statiche che dinamiche dimostrando in questo modo l efficacia dell apparato STERYBOX nelle diverse condizioni testate. La procedura dettagliata è riportata nel rapporto di studio 01/

5 Centro di Saggio Pagina: 5 di 21 Data di stampa : 07/05/01 INTRODUZIONE Per incarico della Società TISSIDENTAL è stato condotto uno studio al fine di dimostrare l efficacia di un apparato ideato per la sterilizzazione dell aria in ambienti confinati. Lo studio, eseguito presso il Centro di Analisi e Ricerche Biologiche Biolab S.p.A. di Vimodrone (MI), Via Bruno Buozzi, 2, è iniziato in data ed è terminato in data

6 Centro di Saggio Pagina: 6 di 21 Data di stampa : 07/05/01 ARCHIVIAZIONE Il programma di studio, con eventuali modifiche, i dati grezzi, una copia del rapporto finale, ed eventuali revisioni dello stesso, sono conservati negli archivi Biolab S.p.A. per un periodo di 10 anni dall emissione del rapporto finale. Gli apparati sono stati restituiti al Committente. Il Committente può richiedere, stipulando uno specifico contratto, un estensione del periodo di archiviazione dei materiali (o di parti di essi), o la loro restituzione. PROCEDURE Le procedure utilizzate nello studio sono documentate nel manuale di procedure di Biolab S.p.A.

7 Centro di Saggio Pagina: 7 di 21 Data di stampa : 07/05/01 APPARATO IN ESAME Descrizione La apparato in esame era rappresentata da un strumento a forma di parallelepipedo di colore bianco. Identificazione Denominazione: STERYBOX UVGI Airborne disinfection Codice n.: 901 Matricola n.: /2001 N. di identificazione: 6708 Denominazione: STERYBOX UCIS Ultraviolet Coil irradiation system Codice n.: 901 Matricola n.: /2001 N. di identificazione: 6709 Data di ricevimento: 02/04/01

8 Pagina: 8 di 21 Rapporto di Studio n 01/ VALUTAZIONE DELL EFFICACIA DELL APPARATO STERYBOX IN CONDIZIONI D USO STATICHE E DINAMICHE RICERCATORE PRINCIPALE: Dott. C. Villa

9 Pagina: 9 di 21 PROCEDURA SPERIMENTALE 1. SISTEMA DI SAGGIO 1.1 Apparato STERYBOX 2. TERRENI COLTURALI E REAGENTI 2.1 Tryptone Soya Agar (TSA) MERCK 3. APPARECCHIATURA - Autoclave a vapore FEDEGARI - Termostato MEMMERT - phmetro BEECKMAN - Cronometro ARBORE - Campionatore d aria (SAS) PBI -Piastre Rodac GHIARONI -Piastre Petri PBI

10 Pagina: 10 di DISEGNO SPERIMENTALE Lo studio è stato effettuato procedendo con il seguente schema: 1 apparato posto in una stanza dello stabulario delle dimensioni di circa 30 m 3 contenente animali (ratti) nella quale non era svolta attività lavorative (prova statica). Sono stati effettuati prelievi di aria dall ambiente, tramite campionatore SAS, e dall apparecchio, utilizzando piastre Petri, ai seguenti tempi : minuti 1 apparato posto in una stanza dello stabulario delle dimensioni di circa 45 m 3 contenente animali (conigli) nella quale era svolta di attività lavorative (prova dinamica) Sono stati effettuati prelievi di aria dall ambiente, tramite campionatore SAS, e dall apparecchio, utilizzando piastre Petri, ai seguenti tempi : minuti- 2 apparati posti in una stanza del settore microbiologico in classe D delle dimensioni di circa 120 m 3 nella quale era svolta la normale attività lavorativa. Sono stati effettuati prelievi di aria dall ambiente, tramite campionatore SAS, e dall apparecchio, utilizzando piastre Petri, ai seguenti tempi : ore

11 Pagina: 11 di ESECUZIONE DEL SAGGIO 5.1 Prova statica Durante questa prova nel locale erano presenti 3 castelli di gabbie contenenti ratti., ma non era presente personale che svolgeva normale attività lavorativa. L appartato è stato posizionato lungo una parate della stanza all altezza di circa 1 metro da terra. Dopo l accensione dell apparecchio, ai tempi riportati nel disegno sperimentale, sono stati campionati nell ambiente 90 litri di aria utilizzando un campionatore d aria automatico (SAS), agli stessi tempi sono stati effettuati i campionamenti dall apparecchio posizionando una piastra Petri per 20 secondi all uscita dell aria dall apparecchio. Ogni prelievo è stato eseguito in doppio. Le piastre sono state incubate a 30 C + 1 C per 2 giorni e a 25 C + 1 C per 3 giorni. Al termine di ogni periodo di incubazione è stato determinato il numero di microrganismi presenti su ogni piastra (cfu/piastra) 5.2 Prova dinamica locale stabulario Questa prova è stato effettuata nel locale stabulario conigli nel quale erano presenti 2 castelli di gabbie contenenti conigli, e nel quale era presente personale che svolgeva la normale attività lavorativa. L appartato è stato posizionato lungo una parate della stanza all altezza di circa 1 metro da terra. Dopo l accensione dell apparecchio, ai tempi riportati nel disegno sperimentale, sono stati campionati nell ambiente 90 litri di aria utilizzando un campionatore d aria automatico (SAS), agli stessi tempi sono stati effettuati i campionamenti dall apparecchio posizionando una piastra Petri per 20 secondi all uscita dell aria dall apparecchio. Ogni prelievo è stato eseguito in doppio. Le piastre sono state incubate a 30 C + 1 C per 2 giorni e a 25 C + 1 C per 3 giorni. Al termine di ogni periodo di incubazione è stato determinato il numero di microrganismi presenti su ogni piastra (cfu/piastra)

12 Pagina: 12 di Prova dinamica locale microbiologico Questa prova è stato effettuata nel locale microbiologico in classe D utilizzando due apparecchi. Nel locale erano era presente personale che svolgeva la normale attività lavorativa. Gli apparati sono stati disposti sul banco di lavoro, posizionato al centro della stanza. all altezza di circa 1 metro da terra. Dopo l accensione degli apparecchi, ai tempi riportati nel disegno sperimentale, sono stati campionati nell ambiente 90 litri di aria utilizzando un campionatore d aria automatico (SAS), agli stessi tempi sono stati effettuati i campionamenti dall apparecchio posizionando una piastra Petri per 20 secondi all uscita dell aria dagli apparecchi. Ogni prelievo è stato eseguito in doppio. Le piastre sono state incubate a 30 C + 1 C per 2 giorni e a 25 C + 1 C per 3 giorni. Al termine di ogni periodo di incubazione è stato determinato il numero di microrganismi presenti su ogni piastra (cfu/piastra)

13 Pagina: 13 di CALCOLI ED ESPRESSIONI DEI RISULTATI 6.1 Calcolo della conta batterica (cfu/piastra) Sono stati contati i batteri presenti su ogni piastra e per ogni tempo di incubazione. E stata fatta poi la somma di tutti i microrganismi presenti sulle piastre ed è stata poi calcolata la media tra i due prelievi. 6.2 Calcolo della riduzione percentuale della vitalità Per ogni tipo di locale e per ogni tempo di prelievo è stata calcolata la riduzione percentuale fra il numero di microrganismi presenti nella stanza e il numero di microrganismi trovati all uscita dall apparato applicando la seguente formula: Riduzione % della vitalità = N di M.O nella stanza- N di M.O all uscita apparecchio X 100 N di M.O nella stanza 7. INTERPRETAZIONE DEI RISULTATI Tutto il sistema si considera efficace quando provoca una riduzione percentuale a tutti i tempi considerati e a tutte le condizioni sperimentali effettuate maggiore del 90%

14 Pagina: 14 di 21 RISULTATI I valori di riduzione percentuale per ogni prova effettuata sono riportati nelle sottostanti tabelle: Prova statica TEMPO DI PRELIEVO RIDUZIONE % ( minuti) Prova dinamica stabulario TEMPO DI PRELIEVO RIDUZIONE % ( minuti) Prova dinamica laboratorio microbiologia TEMPO DI PRELIEVO RIDUZIONE % (ore )

15 Pagina: 15 di 21 In Appendice sono riportati i singoli valori numeri trovati per ogni piastra.

16 Pagina: 16 di 21 CONCLUSIONI Sulla base dei risultati ottenuti, rispettati i criteri di validità del saggio, la apparato in esame, STERYBOX, ha evidenziato una riduzione maggiore del 90% sia in condizioni statiche che dinamiche dimostrando in questo modo l efficacia dell apparato STERYBOX nelle diverse condizioni testate.

17 Pagina: 17 di 21 VALUTAZIONE DELL EFFICACIA DELL APPARATO STERYBOX IN CONDIZIONI D USO STATICHE E DINAMICHE APPENDICI

18 Pagina: 18 di 21 Appendice N 1: PROVA STATICA ARIA AMBIENTE APPARATO TEMPO Minuti 1 prova 2 prova media 1 prova 2 prova media

19 Pagina: 19 di 21 Appendice N 2A: PROVA DINAMICA in stabulario ARIA AMBIENTE APPARATO TEMPO Minuti 1 prova 2 prova media 1 prova 2 prova media

20 Pagina: 20 di 21 Appendice N 2B: PROVA DINAMICA in microbiologia Primo apparecchio ARIA AMBIENTE APPARATO TEMPO Ore 1 prova 2 prova media 1 prova 2 prova media Secondo apparecchio ARIA AMBIENTE APPARATO TEMPO Ore 1 prova 2 prova media 1 prova 2 prova media

21 Pagina: 21 di 21 VALUTAZIONE DELL EFFICACIA DELL APPARATO STERYBOX IN CONDIZIONI D USO STATICHE E DINAMICHE ALLEGATI

VALUTAZIONE DELL EFFICACIA DELL APPARATO STERYBOX PER LA DECONTAMINAZIONE BATTERICA DELL ARIA

VALUTAZIONE DELL EFFICACIA DELL APPARATO STERYBOX PER LA DECONTAMINAZIONE BATTERICA DELL ARIA Centro di Saggio Pagina: 1 di 22 Rapporto finale N 01/6708-1 VALUTAZIONE DELL EFFICACIA DELL APPARATO STERYBOX PER LA DECONTAMINAZIONE BATTERICA DELL ARIA Programma di Studio n.: SAM0290 Contratto n: M01/0621.1MI

Dettagli

Centro di saggio Certificazione M.S. 158/245/2005 DRAFT AM1379-5

Centro di saggio Certificazione M.S. 158/245/2005 DRAFT AM1379-5 Pagina: 1 di 7 DRAFT AM1379-5 VALUTAZIONE DELL ATTIVITÀ ANTIMICROBICA SU CANDIDA ALBICANS DI AGENTE INCORPORATO SU LAMINATO D ALLUMINIO SECONDO ASTM E 2180/01 Programma di Studio n.: AM1379 Contratto n:

Dettagli

RELAZIONE DI CONVALIDA CONVALIDA PROCESSO DI LAVAGGIO

RELAZIONE DI CONVALIDA CONVALIDA PROCESSO DI LAVAGGIO Pagina: 1 di 39 RELAZIONE DI CONVALIDA CONVALIDA PROCESSO DI LAVAGGIO COMMITTENTE: NUOVA LAVANDERIA PINO SRL VIA CANCELLO DEI MONACI, 16 S. MARIA LA BRUNA (NA) LUOGO DELLA CONVALIDA: NUOVA LAVANDERIA PINO

Dettagli

Studio per valutazione dell efficacia di prodotto disinfettante secondo l utilizzo dichiarato dal. Committente:

Studio per valutazione dell efficacia di prodotto disinfettante secondo l utilizzo dichiarato dal. Committente: Studio per valutazione dell efficacia di prodotto disinfettante secondo l utilizzo dichiarato dal committente Programma di studio n.: 12/046 Committente: Euroslate Srl Via Pian dei Ratti, 38/A 16040 ORERO

Dettagli

RISPARMIO TOTALE UTILIZZANDO IL METODO MBS : /ANNO

RISPARMIO TOTALE UTILIZZANDO IL METODO MBS : /ANNO CONTROLLO DI UTENSILI PER PROCEDURE HACCP 1. Rilevamento della contaminazione microbica totale in utensili La necessità: In una azienda per la grande distribuzione, il controllo qualità richiede il quotidiano

Dettagli

Spett.le BIOSANITY S.r.l. Via Pian Due Torri, Roma c.a. Dott.ssa Alessia Cottarelli

Spett.le BIOSANITY S.r.l. Via Pian Due Torri, Roma c.a. Dott.ssa Alessia Cottarelli Spett.le BIOSANITY S.r.l. Via Pian Due Torri, 19 00146 Roma c.a. Dott.ssa Alessia Cottarelli VALUTAZIONE DELL ABBATTIMENTO DELLA CARICA MICROBICA PRESENTE NELL ARIA E SULLE SUPERFICI DI LAVORO DOPO TRATTAMENTO

Dettagli

DETERMINAZIONE DELLA CARICA MICROBICA TOTALE (CMT)

DETERMINAZIONE DELLA CARICA MICROBICA TOTALE (CMT) DETERMINAZIONE DELLA CARICA MICROBICA TOTALE (CMT) Protocollo n. 178/2013 COMMITTENTE Farmacia Soldani Salvini CAMPIONI OLIVE CREMA DI BELLEZZA (lotto 27 Marzo 2013) DATA RAPPORTO 06/05/2013 Supervisore

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA R-5041

RAPPORTO DI PROVA R-5041 CertiMaC soc.cons. a r.l. Via Granarolo, 62 48018 Faenza RA Italy tel. +39 0546 670363 fax +39 0546 670399 www.certimac.it info@certimac.it R.I. RA, partita iva e codice fiscale 02200460398 R.E.A. RA 180280

Dettagli

LUOGO E DATA DI EMISSIONE: Faenza, 20/11/2013 NORMATIVE APPLICATE: UNI EN DATA RICEVIMENTO CAMPIONI: 11/10/2013

LUOGO E DATA DI EMISSIONE: Faenza, 20/11/2013 NORMATIVE APPLICATE: UNI EN DATA RICEVIMENTO CAMPIONI: 11/10/2013 CertiMaC soc.cons. a r.l. Via Granarolo, 62 48018 Faenza RA Italy tel. +39 0546 670363 fax +39 0546 670399 www.certimac.it info@certimac.it R.I. RA, partita iva e codice fiscale 02200460398 R.E.A. RA 180280

Dettagli

Ainia Centro Tecnologico Valencia- Spagna. Test in una cella fredda per la conservazione degli alimenti.

Ainia Centro Tecnologico Valencia- Spagna. Test in una cella fredda per la conservazione degli alimenti. Ainia Centro Tecnologico Valencia- Spagna. Test in una cella fredda per la conservazione degli alimenti. Valutazione dell efficacia dei sistemi di disinfezione dell aria AirFree - Cliente: 03-P00457 IMEISON

Dettagli

REPORT VERIFICA POTERE ANTIMICROBICO

REPORT VERIFICA POTERE ANTIMICROBICO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA / UNIVERSITY OF FERRARA DIPARTIMENTO DI MEDICINA SPERIMENTALE E DIAGNOSTICA / DPT. EXP. & DIAGNOSTIC MEDICINE SEZIONE DI MICROBIOLOGIA / SECTION OF MICROBIOLOGY via LUIGI

Dettagli

STUDIO SPERIMENTALE AL FINE DI VALIDARE LA PROCEDURA DI SANIFICAZIONE CON IL SISTEMA HYGIENIO

STUDIO SPERIMENTALE AL FINE DI VALIDARE LA PROCEDURA DI SANIFICAZIONE CON IL SISTEMA HYGIENIO STUDIO SPERIMENTALE AL FINE DI VALIDARE LA PROCEDURA DI SANIFICAZIONE CON IL SISTEMA HYGIENIO Indice. Introduzione Scopo Settori di Applicazione Luogo esecuzione delle prove di laboratorio Metodo: 1 Principio

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA N /7952/CPR

RAPPORTO DI PROVA N /7952/CPR Istituto Giordano S.p.A. Via Rossini, 2-47814 Bellaria-Igea Marina (RN) - Italia Tel. +39 0541 343030 - Fax +39 0541 345540 istitutogiordano@giordano.it - www.giordano.it PEC: ist-giordano@legalmail.it

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA N. 316462

RAPPORTO DI PROVA N. 316462 Istituto Giordano S.p.A. Via Rossini, 2-47814 Bellaria-Igea Marina (RN) - Italia Tel. +39 0541 343030 - Fax +39 0541 345540 istitutogiordano@giordano.it - www.giordano.it PEC: ist-giordano@legalmail.it

Dettagli

LUOGO E DATA DI EMISSIONE: Faenza, 29/08/2014 NORMATIVE APPLICATE: UNI EN 1339 DATA RICEVIMENTO CAMPIONI: 11/07/2014

LUOGO E DATA DI EMISSIONE: Faenza, 29/08/2014 NORMATIVE APPLICATE: UNI EN 1339 DATA RICEVIMENTO CAMPIONI: 11/07/2014 CertiMaC soc.cons. a r.l. Via Granarolo, 62 48018 Faenza RA Italy tel. +39 0546 670363 fax +39 0546 670399 www.certimac.it info@certimac.it R.I. RA, partita iva e codice fiscale 02200460398 R.E.A. RA 180280

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA R-5039

RAPPORTO DI PROVA R-5039 CertiMaC soc.cons. a r.l. Via Granarolo, 62 48018 Faenza RA Italy tel. +39 0546 670363 fax +39 0546 670399 www.certimac.it info@certimac.it R.I. RA, partita iva e codice fiscale 02200460398 R.E.A. RA 180280

Dettagli

R LUOGO E DATA DI EMISSIONE: Faenza, 23/11/2007 NORMATIVE APPLICATE: UNI EN DATA RICEVIMENTO CAMPIONI: 09/11/2007

R LUOGO E DATA DI EMISSIONE: Faenza, 23/11/2007 NORMATIVE APPLICATE: UNI EN DATA RICEVIMENTO CAMPIONI: 09/11/2007 RAPPORTO DI PROVA DETERMINAZIONE DELLA RESISTENZA A COMPRESSIONE (NORMA UNI EN 772-1) DEL PRODOTTO MATTONE COTTOBLOC CON DISTANZIATORI, 21x10.5x5.5 DELLA DITTA "SO.LA.VA. S.p.A.", STABILIMENTO DI PIANDISCO

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA 10/ COPY. Spett.le Codice intestatario CHIMIVER PANSERI SPA VIA BERGAMO, PONTIDA (BG) IT

RAPPORTO DI PROVA 10/ COPY. Spett.le Codice intestatario CHIMIVER PANSERI SPA VIA BERGAMO, PONTIDA (BG) IT RAPPORTO DI PROVA 10/000221666 data di emissione 16/07/2010 Spett.le Codice intestatario 0059651 CHIMIVER PANSERI SPA VIA BERGAMO, 1401 24030 PONTIDA (BG) IT Dati campione Numero di accettazione 10.047275.0001

Dettagli

Centro di saggio Certificazione M.S. 158/245/2005 DRAFT AM1379-4

Centro di saggio Certificazione M.S. 158/245/2005 DRAFT AM1379-4 Pagina: 1 di 7 DRAFT AM1379-4 VALUTAZIONE DELL ATTIVITÀ ANTIMICROBICA SU LEGIONELLA PNEUMOPHILA DI AGENTE INCORPORATO SU LAMINATO D ALLUMINIO SECONDO ASTM E 2180/01 Programma di Studio n.: AM1379 Contratto

Dettagli

Microbial Challenge Test (MCT)

Microbial Challenge Test (MCT) Microbial Challenge Test (MCT) Il Reparto di Microbiologia ha presentato una relazione sul Microbial Challenge Test (MCT), procedura che permette di ottenere dati relativi ai limiti critici di una produzione

Dettagli

Report. Determinazione del potere antimicrobico di una soluzione di Oro Colloidale PRODOTTO: ORO LASER DI FERIOLI. Committente:

Report. Determinazione del potere antimicrobico di una soluzione di Oro Colloidale PRODOTTO: ORO LASER DI FERIOLI. Committente: Report Determinazione del potere antimicrobico di una soluzione di Oro Colloidale PRODOTTO: ORO LASER DI FERIOLI Committente: Tecnosalute di Ferioli Guido Via Ortigara, 3 40015 GALLIERA (BO) Data: 07/03/2011

Dettagli

LUOGO E DATA DI EMISSIONE: Faenza, 20/11/2013 NORMATIVE APPLICATE: UNI EN 1339 DATA RICEVIMENTO CAMPIONI: 11/10/2013

LUOGO E DATA DI EMISSIONE: Faenza, 20/11/2013 NORMATIVE APPLICATE: UNI EN 1339 DATA RICEVIMENTO CAMPIONI: 11/10/2013 CertiMaC soc.cons. a r.l. Via Granarolo, 62 48018 Faenza RA Italy tel. +39 0546 670363 fax +39 0546 670399 www.certimac.it info@certimac.it R.I. RA, partita iva e codice fiscale 02200460398 R.E.A. RA 180280

Dettagli

Report. Determinazione del potere antimicrobico di una soluzione all Argento colloidale

Report. Determinazione del potere antimicrobico di una soluzione all Argento colloidale Report Determinazione del potere antimicrobico di una soluzione all Argento colloidale PRODOTTO: ARGENTO LASER DI FERIOLI REF. AM0904 LOT A1001 100 ppm 100 ml Scadenza 102012 Committente: Tecnosalute di

Dettagli

CONTROLLO DI QUALITA DELL ARIA IN CLEAN ROOM

CONTROLLO DI QUALITA DELL ARIA IN CLEAN ROOM Numero 23 giugno 2013 CONTROLLO DI QUALITA DELL ARIA IN CLEAN ROOM Il controllo della qualità dell aria in ambienti critici, in particolare in ambito farmaceutico e clinico, prevede l utilizzo di attrezzature

Dettagli

Legnaro, 10 ottobre 2016

Legnaro, 10 ottobre 2016 Legnaro, 1 ottobre 216 Verifica del processo di abbattimento di cariche microbiche dopo trattamento con ozono prodotto dallo strumento Sany Water Plus fornito dalla ditta Sanity System Italia S.r.l. Introduzione

Dettagli

Gli audit nei laboratori interni: elementi di valutazione

Gli audit nei laboratori interni: elementi di valutazione Gli audit nei laboratori interni: elementi di valutazione Intervento a cura di: dr. Claudio Monaci OBIETTIVO DELL AUDIT Corretta esecuzione dei metodi analitici; Attendibilità dell esito analitico erogato;

Dettagli

VALUTAZIONE DEL POTERE BATTERICIDA (SANIFICANTE 10)

VALUTAZIONE DEL POTERE BATTERICIDA (SANIFICANTE 10) VALUTAZIONE DEL POTERE BATTERICIDA (SANIFICANTE 10) 1. SCOPO Testare le capacità battericida del SANIFICANTE 10, detergente igienizzante a base di sali quaternari di ammonio, nelle condizioni di sporco

Dettagli

R LUOGO E DATA DI EMISSIONE: Faenza, 10/07/2007 NORMATIVA APPLICATA: UNI EN 1344 DATA RICEVIMENTO CAMPIONI: 13/06/2007

R LUOGO E DATA DI EMISSIONE: Faenza, 10/07/2007 NORMATIVA APPLICATA: UNI EN 1344 DATA RICEVIMENTO CAMPIONI: 13/06/2007 RAPPORTO DI PROVA DETERMINAZIONE DEL CARICO DI ROTTURA TRASVERSALE (NORMA UNI EN 1344, APPENDICE D) DEL PRODOTTO LISTELLO 6x6x25 DELLA DITTA "COTTO CUSIMANO S.p.A.", STABILIMENTO DI SETTINGIANO (CZ). Sperimentazione

Dettagli

CONTROLLO MICROBIOLOGICO AMBIENTALE NELLE SALE OPERATORIE

CONTROLLO MICROBIOLOGICO AMBIENTALE NELLE SALE OPERATORIE Ident.Doc.PRO.8.2.3 Rev. 01 del 10.01.11 Pag 1 di 11 CONTROLLO MICROBIOLOGICO AMBIENTALE NELLE SALE OPERATORIE Procedura REV. DATA REV. DATA REV. DATA 8.2.3 00 10.01.09 01 10.01.11 RGQ DG DG FUNZ. FIRMA

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA R

RAPPORTO DI PROVA R RAPPORTO DI PROVA DETERMINAZIONE DEL CARICO DI ROTTURA TRASVERSALE (NORMA UNI EN 1344, APPENDICE D) DEL PRODOTTO COTTOBLOC 24X12X5,5 ROSATO DELLA DITTA "SO.LA.VA. S.p.A.", STABILIMENTO DI PIANDISCO (AR).

Dettagli

SILICONI PADOVA Sas Via risorgimento, LIMENA (PD)

SILICONI PADOVA Sas Via risorgimento, LIMENA (PD) FOOD PACKAGING MATERIALS MATERIALS 071_FPM_MATs_0_2_REV 07/07/200 1 SILICONI PADOVA Sas Via risorgimento, 29 35010 LIMENA (PD) DM n. 34 del 21.3.73 (SO della GU n. 104 del 20 Aprile 1973), dir. 82/711/CEE,

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA N

RAPPORTO DI PROVA N Istituto Giordano S.p.A. Via Gioacchino Rossini, 2-47814 Bellaria-Igea Marina (RN) - Italia Tel. +39 0541 343030 - Fax +39 0541 345540 istitutogiordano@giordano.it - www.giordano.it PEC: ist-giordano@legalmail.it

Dettagli

7 Minuti 15 minuti. Concentrazione del prodotto erogato 2,0 ml/m 3. Prelievo su lampada scialitica. Prelievo su respiratore. Prelievo su lettino

7 Minuti 15 minuti. Concentrazione del prodotto erogato 2,0 ml/m 3. Prelievo su lampada scialitica. Prelievo su respiratore. Prelievo su lettino Caratteristiche del locale da trattare: Sala operatoria con cubatura dei locali pari a circa 120 m 3 Attrezzature e prodotti utilizzati: Per il trattamento è stato utilizzato il: NOCOLYSE erogato con:

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA CAMPIONAMENTO ACQUA

ISTRUZIONE OPERATIVA CAMPIONAMENTO ACQUA Pagina 1 di 5 ISTRUZIONE OPERATIVA REVISIONE NUMERO DATA REDATTA DA DIR VERIFICATA DA RAQ APPROVATA DA AMM PARAGRAFO REVISIONATO NUMERO MOTIVO 00 15-01-09 Prima emissione 01 22-04-13 4.1.2 01 22-04-13

Dettagli

EVOPDI SRL. PROVA DI EFFICACIA EVO AIR REFRESH (aprile 2016)

EVOPDI SRL. PROVA DI EFFICACIA EVO AIR REFRESH (aprile 2016) EVOPDI SRL PROVA DI EFFICACIA EVO AIR REFRESH (aprile 2016) PRODOTTO TESTATO EVO AIR REFRESH cd. F118 CEPPI MICROBICI TESTATI WDCM 00009 (ATCC 19433) WDCM 00034 (ATCC 25923) ATCC 16022 Dr Simone Bona Somma

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA CAMPIONAMENTO ACQUA

ISTRUZIONE OPERATIVA CAMPIONAMENTO ACQUA Pagina 1 di 6 ISTRUZIONE OPERATIVA REVISIONE NUMERO DATA REDATTA DA DIR (firma) VERIFICATA DA RAQ (firma) APPROVATA DA AMM (firma) PARAGRAFO REVISIONATO NUMERO MOTIVO 00 15-01-09 Prima emissione 01 22-04-13

Dettagli

Inh. Dr. J. Prucha Steinstraße Lollar Tel Fax Relazione Nr. G a.tmd del

Inh. Dr. J. Prucha Steinstraße Lollar Tel Fax Relazione Nr. G a.tmd del Gutachten Nr. G01-0198a.tmd vom 02.08.2001 Seite 1 Istituto l Igiene e l Ambiente Relazione Nr. G01-0198a.tmd del 02.08.2001 Pagina 1 Relazione concernente l effetto disinfettante dell Anolyte prodotto

Dettagli

LUOGO E DATA DI EMISSIONE: Faenza, 24/01/2013 NORMATIVE APPLICATE: UNI EN 1339 DATA RICEVIMENTO CAMPIONI: 21/12/2012

LUOGO E DATA DI EMISSIONE: Faenza, 24/01/2013 NORMATIVE APPLICATE: UNI EN 1339 DATA RICEVIMENTO CAMPIONI: 21/12/2012 CertiMaC soc.cons. a r.l. Via Granarolo, 62 48018 Faenza RA Italy tel. +39 0546 670363 fax +39 0546 670399 www.certimac.it info@certimac.it R.I. RA, partita iva e codice fiscale 02200460398 R.E.A. RA 180280

Dettagli

Caratterizzazione dell aria all interno dello stabilimento sperimentale: sala lavaggio

Caratterizzazione dell aria all interno dello stabilimento sperimentale: sala lavaggio Spett.le BARILLA SPA Via Mantova, 166 Parma Caratterizzazione dell aria all interno dello stabilimento sperimentale: sala lavaggio Verifica dello stato ambientale Determinazione degli inquinanti in ambiente

Dettagli

Classificazione Sigla identificazione Foglio 1 di 5 Prog. CNT Ris. III Arch R-0521 TITOLO

Classificazione Sigla identificazione Foglio 1 di 5 Prog. CNT Ris. III Arch R-0521 TITOLO in convenzione con Classificazione Sigla identificazione Foglio 1 di 5 Prog. CNT Ris. III Arch. +5 120203-R-0521 TITOLO DETERMINAZIONE DELLA RESISTENZA A COMPRESSIONE (NORMA UNI EN 772-1) DEL PRODOTTO

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA R

RAPPORTO DI PROVA R RAPPORTO DI PROVA DETERMINAZIONE DELLA RESISTENZA A FLESSIONE, DELLA RESISTENZA AL GELO E DELLA RESISTENZA A FLESSIONE AL TERMINE DEI 100 CICLI DI GELO/DISGELO DEL PRODOTTO COTTO DI FORNACE DELLA DITTA

Dettagli

Controllo qualità emocomponenti

Controllo qualità emocomponenti L utilizzo degli emocomponenti ad uso non trasfusionale alla luce della recente normativa nazionale e regionale Bologna 18/09/2017 Controllo qualità emocomponenti 1 Dr.ssa Veronica Roverini (TSLB) Controlli

Dettagli

LABORATORIO DI MICROBIOLOGIA. Presentato dalla classe 3^A CH

LABORATORIO DI MICROBIOLOGIA. Presentato dalla classe 3^A CH LABORATORIO DI MICROBIOLOGIA Presentato dalla classe 3^A CH Analisi Ricerca lattobacilli in un campione di yogurt seminato su terreno MRS Ricerca degli streptococchi in un campione di yogurt seminato su

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA N

RAPPORTO DI PROVA N Istituto Giordano S.p.A. Via Rossini, 2-47814 Bellaria-Igea Marina (RN) - Italia Tel. +39 0541 343030 - Fax +39 0541 345540 istitutogiordano@giordano.it - www.giordano.it PEC: ist-giordano@legalmail.it

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA N

RAPPORTO DI PROVA N Istituto Giordano S.p.A. Via Rossini, 2-47814 Bellaria-Igea Marina (RN) - Italia Tel. +39 0541 343030 - Fax +39 0541 345540 istitutogiordano@giordano.it - www.giordano.it PEC: ist-giordano@legalmail.it

Dettagli

Laboratorio Chimico Merceologico

Laboratorio Chimico Merceologico Rapporto di Prova N. 584\215 Albenga 26/1/215 Piazza Marteri della Libertà,3 1727 Pietra Ligure (SV) Numero campione: 584 Data ricevimento: 22/1/15 Data inizio prove: 22/1/15 Data termine prove: 26/1/15

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA. LIVELLO DI POTENZA SONORA di Kart con motore a scoppio per noleggio

RAPPORTO DI PROVA. LIVELLO DI POTENZA SONORA di Kart con motore a scoppio per noleggio Pag. 1 RAPPORTO DI PROVA LIVELLO DI POTENZA SONORA di Kart con motore a scoppio per noleggio Cliente: CRG S.p.A. Via Mantova 4/f 25017 Lonato del Garda Brescia Data delle prove: 09/02/2015 Operatore: M.

Dettagli

Espressione dei risultati per analisi Microbiologiche. Denis Polato

Espressione dei risultati per analisi Microbiologiche. Denis Polato Espressione dei risultati per analisi Microbiologiche Distribuzione dei batteri Distribuzione dei batteri Incertezza di misura Per comprendere al meglio la teoria e la pratica di una misurazione, da cui

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA N

RAPPORTO DI PROVA N Istituto Giordano S.p.A. Via Rossini, 2-47814 Bellaria-Igea Marina (RN) - Italia Tel. +39 0541 343030 - Fax +39 0541 345540 istitutogiordano@giordano.it - www.giordano.it PEC: ist-giordano@legalmail.it

Dettagli

Indagine ambientale per la valutazione della qualità dell aria impianto di Gorizia

Indagine ambientale per la valutazione della qualità dell aria impianto di Gorizia Indagine ambientale per la valutazione della qualità dell aria impianto di Gorizia Committente: ELETTROGORIZIA SPA Via Gregorcic, 24 GORIZIA INDICE 1. INTRODUZIONE 1.1 Scopo e campo di applicazione 2.0

Dettagli

RELAZIONE DI CALCOLO N /8376/CPR

RELAZIONE DI CALCOLO N /8376/CPR Istituto Giordano S.p.A. Via Rossini, 2-47814 Bellaria-Igea Marina (RN) - Italia Tel. +3 041 34 - Fax +3 041 3440 istitutogiordano@giordano.it - www.giordano.it PEC: ist-giordano@legalmail.it Cod. Fisc./Part.

Dettagli

Laboratorio Chimico Merceologico Azienda Speciale per la Formazione Professionale e la Promozione Tecnologica e Commerciale

Laboratorio Chimico Merceologico Azienda Speciale per la Formazione Professionale e la Promozione Tecnologica e Commerciale Regione Rollo, 98-1731 Albenga (Savona) - Tel. e Fax 182 596 Rapporto di Prova N. 9415\214 Albenga 4/9/214 Piazza Marteri della Libertà,3 1727 Pietra Ligure (SV) Numero campione: 9.415 Data ricevimento:

Dettagli

Università di Foggia. Dipartimento di Scienze Agrarie, degli Alimenti e dell Ambiente LABORATORIO DI MICROBIOLOGIA PREDITTIVA

Università di Foggia. Dipartimento di Scienze Agrarie, degli Alimenti e dell Ambiente LABORATORIO DI MICROBIOLOGIA PREDITTIVA Università di Foggia Dipartimento di Scienze Agrarie, degli e dell Ambiente LABORATORIO DI MICROBIOLOGIA PREDITTIVA TARIFFARIO 2015 NORME GENERALI Il "Laboratorio di Microbiologia Predittiva" (LP) del

Dettagli

Data campionamento :

Data campionamento : Rapporto di prova n. TEC236598848_2015 Tipologia di campione IGIENE INDUSTRIALE - campione prelevato ns. tecnici Data ricevimento: Data di fine prove: 27/06/2015 Data inizio prove: Data emissione: 29/06/2015

Dettagli

LUOGO E DATA DI EMISSIONE: Faenza, 30/01/2015 NORMATIVA APPLICATA: ETAG 004:2011 DATA RICEVIMENTO CAMPIONI: 17/12/2014

LUOGO E DATA DI EMISSIONE: Faenza, 30/01/2015 NORMATIVA APPLICATA: ETAG 004:2011 DATA RICEVIMENTO CAMPIONI: 17/12/2014 CertiMaC soc.cons. a r.l. Via Granarolo, 62 48018 Faenza RA Italy tel. +39 0546 670363 fax +39 0546 670399 www.certimac.it info@certimac.it R.I. RA, partita iva e codice fiscale 02200460398 R.E.A. RA 180280

Dettagli

HET CAM TEST VALUTAZIONE DEL POTERE IRRITANTE SU MEMBRANA EMBRIONALE MODALITA Q

HET CAM TEST VALUTAZIONE DEL POTERE IRRITANTE SU MEMBRANA EMBRIONALE MODALITA Q Rapporto di Prova 6/15/01 Pag. 1/7 Milano, 19 gennaio 2015 HET CAM TEST VALUTAZIONE DEL POTERE IRRITANTE SU MEMBRANA EMBRIONALE MODALITA Q METODO: T27C COMMITTENTE: MARIO BERTA BATTILORO di Sabrina Berta

Dettagli

Disinfettante Universale

Disinfettante Universale C O N C E N T R A T O - P R O N T O U S O Disinfettante Detergente Universale per pavimenti, attrezzature, superfici e ambienti Presidio Medico Chirurgico Registrazione n. 19186 del Ministero della Salute

Dettagli

SIN. Controllo delle modifiche

SIN. Controllo delle modifiche Gestione delle domande nell ambito della sottomisura 17.1 del PSRN Assicurazione agricole agevolate - Produzioni vegetali - Campagna assicurativa 2015 Manuale utente agosto 2017 Manuale utente - Edizione

Dettagli

LUOGO E DATA DI EMISSIONE: Faenza, 29/08/2014 TIPO DI PRODOTTO: NORMATIVE APPLICATE: UNI EN 1339 DATA RICEVIMENTO CAMPIONI: 11/07/2014

LUOGO E DATA DI EMISSIONE: Faenza, 29/08/2014 TIPO DI PRODOTTO: NORMATIVE APPLICATE: UNI EN 1339 DATA RICEVIMENTO CAMPIONI: 11/07/2014 CertiMaC soc.cons. a r.l. Via Granarolo, 62 48018 Faenza RA Italy tel. +39 0546 670363 fax +39 0546 670399 www.certimac.it info@certimac.it R.I. RA, partita iva e codice fiscale 02200460398 R.E.A. RA 180280

Dettagli

Identificazione del Rapporto di prova Codice numerico 0168/16 Revisione 000 Emissione Data 15/03/2016 AMM.NE C.LE VALPRATO SOANA

Identificazione del Rapporto di prova Codice numerico 0168/16 Revisione 000 Emissione Data 15/03/2016 AMM.NE C.LE VALPRATO SOANA CHIONO DEL VELIERO S.A.S. L A B O R A T O R I O R I C O N O S C I U T O D A L L A R E G I O N E P I E M O N T E. N. 60 LABORATORIO DI ANALISI CHIMICHE INDUSTRIALI E MERCEOLOGICHE LABORATORIO PETROLCHIMICO

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA N CR rev.1

RAPPORTO DI PROVA N CR rev.1 Z Lab Srl Via Pisa, 5/7 37053 Cerea (VR) Italy Tel. +39 0442 410280 Fax +39 0442 418090 info@zeta-lab.it www.zeta-lab.it C.F./P.IVA 02984950788 Cap. Soc. 80.000 i.v. R.E.A. c/o C.C.I.A.A. Verona 376649

Dettagli

NOVITÀ. il tuo tempo non è mai stato così. importante.

NOVITÀ. il tuo tempo non è mai stato così. importante. 2016 NOVITÀ il tuo tempo non è mai stato così importante. SISTEMA FAST PIPE È arrivata l ora di risparmiare tempo RESISTENTE VELOCE SICURO PRATICO MADEINITALY 2 CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE Tubo termoplastico

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA R

RAPPORTO DI PROVA R RAPPORTO DI PROVA DETERMINAZIONE DELLA LUNGHEZZA E DELLA RESISTENZA ALLA FLESSIONE (NORME UNI EN 1024, 538) DEL PRODOTTO "TEGOLA IN COTTO FATTA A MANO" DELLA DITTA "COTTO ANTIQUA", STABILIMENTO DI CASTEL

Dettagli

Antibiogramma. Dott. Semih ESIN

Antibiogramma. Dott. Semih ESIN Antibiogramma Dott. Semih ESIN Antibiogramma: Indagine di laboratorio per saggiare la suscettibilità di un microrganismo ai farmaci antibatterici A causa della ormai vasta diffusione del fenomeno della

Dettagli

RELAZIONE DI CALCOLO N

RELAZIONE DI CALCOLO N Istituto Giordano S.p.A. Via Rossini, 2-47814 Bellaria-Igea Marina (RN) - Italia Tel. +39 0541 343030 - Fax +39 0541 345540 istitutogiordano@giordano.it - www.giordano.it PEC: ist-giordano@legalmail.it

Dettagli

Concentrazione del prodotto erogato 1,0 ml/m 3. Prelievo su pavimento camera Iperbarica (campione n. 1)

Concentrazione del prodotto erogato 1,0 ml/m 3. Prelievo su pavimento camera Iperbarica (campione n. 1) Caratteristiche del locale da trattare: Sala contenente la camera iperbarica con cubatura dei locali pari a circa 250 m 3 Attrezzature e prodotti utilizzati: Per il trattamento è stato utilizzato il: NOCOLYSE

Dettagli

Analisi microbiologiche

Analisi microbiologiche Analisi microbiologiche INTRODUZIONE Il fine delle analisi microbiologiche effettuate è quello di studiare la distribuzione dei microorganismi che si trovano sui fondali dei fiumi e in forme in sospensione,

Dettagli

LIDL ITALIA S.R.L. Committente. Oggetto. Data 4 febbraio Engineering S.r.l.

LIDL ITALIA S.R.L. Committente. Oggetto. Data 4 febbraio Engineering S.r.l. Comune ALESSANDRIA Provincia ALESSANDRIA Committente LIDL ITALIA S.R.L. Oggetto Indagine ambientale finalizzata alla verifica riguardante l assenza di amianto nei terreni di fondazione della filiale LIDL

Dettagli

PATOGENI EMERGENTI NEL LATTE E PROSPETTIVE PER LA VENDITA DEL LATTE CRUDO

PATOGENI EMERGENTI NEL LATTE E PROSPETTIVE PER LA VENDITA DEL LATTE CRUDO 5 Congresso annuale Mastitis Council Italia PATOGENI EMERGENTI NEL LATTE E PROSPETTIVE PER LA VENDITA DEL LATTE Daminelli P., Cosciani Cunico E., Losio M.N., Finazzi G., Bonometti E., Todeschi S., Boni

Dettagli

5.10. Presentazione dei risultati

5.10. Presentazione dei risultati il titolo (es.."rapporto di Prova "o "Certificato di Taratura"); il nome e l'indirizzo del laboratorio, ed il luogo dove le prove sono state eseguite, se differente dall'indirizzo del laboratorio; una

Dettagli

DUVRI Documento unico di valutazione dei rischi da interferenza

DUVRI Documento unico di valutazione dei rischi da interferenza 1 di 7 DUVRI Documento unico di valutazione dei rischi da interferenza Ai sensi dell Art.26; comma 2 lettera b, comma 3 del D.Lgs.81/08 smi Committente Ditta appaltatrice Istituto Superiore di Sanità Oggetto

Dettagli

PER GLI ISTITUTI DI VIGILANZA PRIVATA

PER GLI ISTITUTI DI VIGILANZA PRIVATA PER GLI ISTITUTI DI VIGILANZA PRIVATA LE NOSTRE SERRATURE ROBO E SIA SONO AL DI SOPRA DI QUANTO RICHIESTO DALLA NORMATIVA CEI EN 50518 PER LA CERTIFICAZIONE DELLE CENTRALI DI TELESORVEGLIANZA CENTRI DI

Dettagli

Sede: Via Antica, 24/ S. Giovanni al Nat. UD Tel r.a. Fax CAMPIONE N

Sede: Via Antica, 24/ S. Giovanni al Nat. UD Tel r.a. Fax CAMPIONE N 33048 S. Giovanni al at. UD Relazione composta da n 5 rapporti di prova CS S.R.L. VIA GORGHI, 13 35010 VILLAOVA DI CAMPOSAMPIERO (PD) Difetti riscontrati prima della prova: essuno Denominaz.campione: VIOOD

Dettagli

ANALISI MICROBIOLOGICA DELLE ACQUE: CONFRONTO TRA IL METODO UNI/EN/ISO DEL 2014 E I METODI APAT-CNR-IRSA 7010C E 7030C DEL 2003.

ANALISI MICROBIOLOGICA DELLE ACQUE: CONFRONTO TRA IL METODO UNI/EN/ISO DEL 2014 E I METODI APAT-CNR-IRSA 7010C E 7030C DEL 2003. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO SCUOLA DI MEDICINA DI TORINO CORSO DI LAUREA IN TECNICHE DI LABORATORIO BIOMEDICO TESI DI LAUREA ANALISI MICROBIOLOGICA DELLE ACQUE: CONFRONTO TRA IL METODO UNI/EN/ISO

Dettagli

Il campionamento delle matrici alimentari: il Pulsifier

Il campionamento delle matrici alimentari: il Pulsifier numero 5 gennaio 2008 Il campionamento delle matrici alimentari: il I microrganismi, tra cui anche i batteri patogeni, aderiscono alla superficie degli alimenti, con vari livelli di affinità. Le apparecchiature

Dettagli

L APPLICAZIONE DEGLI INDICI MICROBIOLOGICI IN VARIE REALTÀ LAVORATIVE: UNA POSSIBILITÀ DI CONFRONTO

L APPLICAZIONE DEGLI INDICI MICROBIOLOGICI IN VARIE REALTÀ LAVORATIVE: UNA POSSIBILITÀ DI CONFRONTO L APPLICAZIONE DEGLI INDICI MICROBIOLOGICI IN VARIE REALTÀ LAVORATIVE: UNA POSSIBILITÀ DI CONFRONTO E. Guerrera*, D. Sarto**, M. Mameli*** * INAIL - Direzione Regionale Umbra - Consulenza Tecnica Accertamento

Dettagli

Milano, 30 gennaio 2012 MACCHINA CAFFE

Milano, 30 gennaio 2012 MACCHINA CAFFE Milano, 30 gennaio 2012 MACCHINA CAFFE SCOPO DEL LAVORO E stata valutata l efficacia del trattamento di sanificazione dell ugello vaporizzatore della macchina per caffè e cappucci ecc. PITTI (Figura 1)

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRETTA DELLA CARICA MICROBICA TOTALE

DETERMINAZIONE DIRETTA DELLA CARICA MICROBICA TOTALE DETERMINAZIONE DIRETTA DELLA CARICA MICROBICA TOTALE Conta diretta con microscopio delle cellule contenute in un volume noto di campione, attraverso l impiego di CAMERE DI CONTA (camera di Thoma o di Burker

Dettagli

VERIFICA IDONEITA' A VENIRE A CONTATTO CON ACQUE DESTINA TE AL CONSUMO UMANO

VERIFICA IDONEITA' A VENIRE A CONTATTO CON ACQUE DESTINA TE AL CONSUMO UMANO Certification M.S. 58/245/2005 RapportoN : AM32 Pagina: 0di 5 Datastampa: 3/04/2006 Rapporto di Sperimentazione AM32.A VERIFICA IDONEITA' A VENIRE A CONTATTO CON ACQUE DESTINA TE AL CONSUMO UMANO Ricercatore

Dettagli

ANALISI MICROBIOLOGICHE DELLE ACQUE PER USO UMANO Riferimenti Normativi e Terreni di Coltura

ANALISI MICROBIOLOGICHE DELLE ACQUE PER USO UMANO Riferimenti Normativi e Terreni di Coltura numero 13 maggio 2009 ANALISI MICROBIOLOGICHE DELLE ACQUE PER USO UMANO Riferimenti Normativi e Terreni di Coltura Il Decreto Legislativo n. 31 del 2 febbraio 2001, con le successive integrazioni e modifiche,

Dettagli

SCHEDA INSEGNAMENTO MICROBIOLOGIA. Biotecnologie. Microbiologia II/I

SCHEDA INSEGNAMENTO MICROBIOLOGIA. Biotecnologie. Microbiologia II/I SCHEDA INSEGNAMENTO MICROBIOLOGIA Corso di Laurea Biotecnologie Denominazione insegnamento: Microbiologia Numero di Crediti: Anno/Semestre: II/I Docente Titolare: Pagliarulo Caterina Dottorandi/assegnisti

Dettagli

R LUOGO E DATA DI EMISSIONE: Faenza, 02/05/2008. Dott. Marco Marsigli Località Le Sode Castel Viscardo (TR)

R LUOGO E DATA DI EMISSIONE: Faenza, 02/05/2008. Dott. Marco Marsigli Località Le Sode Castel Viscardo (TR) RAPPORTO DI PROVA DETERMINAZIONE DELLA LUNGHEZZA E DELLA RESISTENZA ALLA FLESSIONE (NORME UNI EN 1024, 538) DEL PRODOTTO "COPPO IN COTTO FATTO A MANO" DELLA DITTA "FORNACE BERNASCONI LUIGI", STABILIMENTO

Dettagli

PROCEDURA GP GP 00. DATA REDAZIONE FIRMA Nome e Cognome. DATA VERIFICA FIRMA Nome e Cognome. DATA APPROVAZIONE FIRMA Nome e Cognome

PROCEDURA GP GP 00. DATA REDAZIONE FIRMA Nome e Cognome. DATA VERIFICA FIRMA Nome e Cognome. DATA APPROVAZIONE FIRMA Nome e Cognome Pagina 1 di 10 Documento Codice documento GP 00 DATA REDAZIONE FIRMA Nome e Cognome DATA VERIFICA FIRMA Nome e Cognome DATA APPROVAZIONE FIRMA Nome e Cognome Pagina 2 di 10 1. Generalità... 3 1.1 Scopo

Dettagli

Settore Ricerca & Sviluppo

Settore Ricerca & Sviluppo La Cismondi S.r.l. è stata iscritta nell albo dei laboratori altamente qualificati dal Ministero dell Università e della Ricerca scientifica con Decreto n. 2326. Settore Ricerca & Sviluppo DATI del COMMITTENTE

Dettagli

SVILUPPO DI UNA TECNOLOGIA BIOLOGICA INNOVATIVA PER LA RIMOZIONE DEL MERCURIO DA MATRICI AMBIENTALI CONTAMINATE

SVILUPPO DI UNA TECNOLOGIA BIOLOGICA INNOVATIVA PER LA RIMOZIONE DEL MERCURIO DA MATRICI AMBIENTALI CONTAMINATE SVILUPPO DI UNA TECNOLOGIA BIOLOGICA INNOVATIVA PER LA RIMOZIONE DEL MERCURIO DA MATRICI AMBIENTALI CONTAMINATE Valentina Rivelli 1, Isabella Gandolfi 1, Andrea Franzetti 1, Sergio Cordoni 2, Giuseppina

Dettagli

S.T.R. SOCIETA' TRATTAMENTO RIFIUTI LOC. CASCINA DEL MAGO SOMMARIVA PERNO CN COMPOST. Risultati Valore Limite

S.T.R. SOCIETA' TRATTAMENTO RIFIUTI LOC. CASCINA DEL MAGO SOMMARIVA PERNO CN COMPOST. Risultati Valore Limite Rapporto di prova n. AFL110408B-001 Pag. 1/3 RAPPORTO DI PROVA n. AFL110408B-001 Il presente rapporto di prova riguarda esclusivamente il campione analizzato e non può essere riprodotto in toto o parzialmente,

Dettagli

SCHEDA INSEGNAMENTO MICROBIOLOGIA GENERALE

SCHEDA INSEGNAMENTO MICROBIOLOGIA GENERALE SCHEDA INSEGNAMENTO MICROBIOLOGIA GENERALE Corso di Laurea Scienze biologiche Denominazione insegnamento: Microbiologia Generale Numero di Crediti: 9 Anno: II Anno: II Docente Titolare: Pagliarulo Caterina

Dettagli

Regione del Veneto Sezione Sistemi Informativi A39-Monitoraggio Allievi. Modello documento. MU_ModelloManualeUtente_v01.4.dot

Regione del Veneto Sezione Sistemi Informativi A39-Monitoraggio Allievi. Modello documento. MU_ModelloManualeUtente_v01.4.dot Regione del Veneto Sezione Sistemi Informativi A39-Monitoraggio Allievi Patentini fitosanitari consulenza Versione 1.0 Modello documento MU_ModelloManualeUtente_v01.4.dot Nome doc.: Manuale Patentini Consulenza.doc

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA R

RAPPORTO DI PROVA R CertiMaC soc.cons. a r.l. Via Granarolo, 62 48018 Faenza RA Italy tel. +39 0546 670363 fax +39 0546 670399 www.certimac.it info@certimac.it R.I. RA, partita iva e codice fiscale 02200460398 R.E.A. RA 180280

Dettagli

La revisione della Norma UNI Valter Rapizzi

La revisione della Norma UNI Valter Rapizzi La revisione della Norma UNI 10637 Valter Rapizzi rapizzi@professioneacqua.it 1 Il testo della revisione della norma UNI 10637, dal titolo Piscine - Requisiti degli impianti di circolazione, filtrazione,

Dettagli

SUPERCAP SRL VIA DELL'INDUSTRIA, MOMBAROCCIO (PU)

SUPERCAP SRL VIA DELL'INDUSTRIA, MOMBAROCCIO (PU) Food Packaging Materials MATERIALS 09\FPM\MATs\08 10/07/2008 1 Chiusura sintetica denominata "SE38X21, TAPPO SUPERCAP EVOLUTION 38X21, mm SUPERCAP SRL VIA DELL'INDUSTRIA, 11 61024 MOMBAROCCIO (PU) DM n.

Dettagli

L ESPERIENZA DI UNA BANCA NELLA TRANSIZIONE DALLE PIASTRE AI FLACONI. Piera Santoro Banca delle Cornee della Regione Piemonte

L ESPERIENZA DI UNA BANCA NELLA TRANSIZIONE DALLE PIASTRE AI FLACONI. Piera Santoro Banca delle Cornee della Regione Piemonte L ESPERIENZA DI UNA BANCA NELLA TRANSIZIONE DALLE PIASTRE AI FLACONI Piera Santoro Banca delle Cornee della Regione Piemonte Dati bibliografici riportano che la contaminazione iniziale di tutte le cornee

Dettagli

Studio della contaminazione microbiologica nella filiera idrica

Studio della contaminazione microbiologica nella filiera idrica Studio della contaminazione microbiologica nella filiera idrica Luca Rondi (CeTAmb LAB) e Milena Peli (IIS Golgi) 17 dicembre 2010 XVIII Convegno Provinciale di Educazione Ambientale Ambiente e dignità

Dettagli

FASCICOLO TECNICO - PARETI LEGGERE A SECCO

FASCICOLO TECNICO - PARETI LEGGERE A SECCO PROVA AL FUOCO FASCICOLO TECNICO - PARETI LEGGERE A SECCO Il Decreto Ministeriale 16 Febbraio 2007 Classificazione di resistenza al fuoco di prodotti ed elementi costruttivi di opere da costruzione prevede

Dettagli

FASCICOLO TECNICO - SOLAI PROTETTI CON PANNELLI CEILINGROCK

FASCICOLO TECNICO - SOLAI PROTETTI CON PANNELLI CEILINGROCK PROVA AL FUOCO FASCICOLO TECNICO - SOLAI PROTETTI CON PANNELLI CEILINGROCK Il Decreto Ministeriale 16 Febbraio 2007 Classificazione di resistenza al fuoco di prodotti ed elementi costruttivi di opere da

Dettagli

LEGIONELLA Valorizzazione ed implementazione della multidisciplinarietà nell ambito della Legionellosi Dipartimento di Prevenzione ULSS 20, Verona

LEGIONELLA Valorizzazione ed implementazione della multidisciplinarietà nell ambito della Legionellosi Dipartimento di Prevenzione ULSS 20, Verona LEGIONELLA Valorizzazione ed implementazione della multidisciplinarietà nell ambito della Legionellosi Dipartimento di Prevenzione ULSS 20, Verona Problematiche analitiche correlate al prelievo, al trasporto,

Dettagli

FASCICOLO TECNICO - SOLAI PROTETTI CON PANNELLI COSMOS B

FASCICOLO TECNICO - SOLAI PROTETTI CON PANNELLI COSMOS B PROVA AL FUOCO FASCICOLO TECNICO - SOLAI PROTETTI CON PANNELLI COSMOS B Il Decreto Ministeriale 16 Febbraio 2007 Classificazione di resistenza al fuoco di prodotti ed elementi costruttivi di opere da costruzione

Dettagli

Requisiti dei laboratori non annessi alle industrie alimentari e requisiti di un certificato di analisi, interpretazione del risultato.

Requisiti dei laboratori non annessi alle industrie alimentari e requisiti di un certificato di analisi, interpretazione del risultato. Requisiti dei laboratori non annessi alle industrie alimentari e requisiti di un certificato di analisi, interpretazione del risultato. 1 Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province

Dettagli

M gas,cold = massa totale dell'inquinante gassoso su tutto il ciclo con avviamento a freddo (g)

M gas,cold = massa totale dell'inquinante gassoso su tutto il ciclo con avviamento a freddo (g) caldo di 20 minuti. Si può allora ripetere il ciclo con avviamento a caldo. Sono consentiti soltanto una sosta a caldo supplementare e un riavvio del ciclo con avviamento a caldo. 4.5.7.9.Operazioni da

Dettagli

I piani di campionamento ed il Reg. CE 1441/2007 Quando e come

I piani di campionamento ed il Reg. CE 1441/2007 Quando e come Shelf life Criteri di applicazione e di valutazione I piani di campionamento ed il Reg. CE 1441/2007 Quando e come Paolo Daminelli Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell Emilia Romagna

Dettagli