08 Belleggia Selena Viozzi Lucia

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "08 Belleggia Selena Viozzi Lucia"

Transcript

1 08 Belleggia Selena Viozzi Lucia Pietra artificiale La pietra artificiale è un aggregato di materiale minerale o resinoso (leganti e resine artificiali) con l aggiunta di sabbie e frammenti di pietra. E utilizzato in campo edilizio e di arredo, e imita la pietra naturale in elementi decorativi e costruttivi. A differenza della pietra naturale le sue caratteristiche fisiche e meccaniche sono appositamente progettate per soddisfare le esigenze dell utente. Il legante è un materiale inorganico che impastato con acqua forma una massa plastica che serve a tenere insieme il composto naturale presente nel manufatto e che, aderendo a essi ed indurendo, forma un insieme monolitico atto a resistere alle sollecitazioni meccaniche. Un legante può essere aereo o idraulico a seconda che il processo di presa e il processo di indurimento avvengano solamente in ambiente sub-aereo oppure anche in ambiente subacqueo. Alcuni esempi di leganti sono il gesso, il cemento e la calce aerea o idraulica. 1 La resina artificiale si intende in generale un materiale viscoso capace di indurirsi a freddo o a caldo. Vari tipi di resine artificiali sono utilizzati come matrici per i materiali compositi e sono anche impiegate nell edilizia. 2 L uso dei materiali artificiali risale almeno al Rinascimento ( ), quando si tentava di creare decorazioni plastico-architettoniche più resistenti e a minor prezzo. A fine dell Ottocento le malte cementizie ebbero un vero e proprio picco di utilizzo in architettura,, diventando più utilizzate della pietra stessa ad esempio nelle decorazioni dei palazzi civili, soprattutto nel caso di bugnati che coprivano ampie superfici. Tra i vantaggi c'era la possibilità di creare elementi più sporgenti, la possibilità di colorare la malta in fase di lavorazione (e non tinteggiarla dopo la stesura, risparmiando tempo e migliorando la durata futura), per una maggiore resistenza al degrado e un costo inferiore a quello del materiale lapideo. L'uso nel restauro architettonico in Italia risale all'incirca ai primi del Novecento. 3 Possiamo classificare le pietre artificiali secondo la loro macro famiglia di appartenenza, di natura calcarea come il marmo, o di natura silicea come il quarzo e il granito. 1 Materiali lapidei artificiali Wikipedia Resina artificiale 3 Wikipedia Pietra artificiale 1

2 Il marmo è una roccia metamorfica composta prevalentemente di carbonato di calcio. Si forma attraverso un processo metamorfico (trasformazione della struttura minerale) da rocce sedimentarie quali il calcare o la Dolomia. Come pietra artificiale ricavata dal marmo c è il Marmoresina. Il Marmoresina è un materiale sostituivo all utilizzo del marmo naturale, che seppure realizzato per il 90% di marmo ha una maggiore valenza rispetto ad esso. È considerato una pietra artificiale perché attraverso dei processi, il marmo viene sminuzzato e agglomerato con le resine. Il quarzo è una roccia magmatica e presenta una struttura cristallina trigonale costituita da tetraedri silicio-ossigeno. Ha una densità di 2,65 g/cm³ ed è classificabile come un minerale duro, 7 sulla Scala di Mohs. Come pietra artificiale ricavata dal quarzo abbiamo l Okite e il Bretonstone Quartz. Il Bretonstone Quartz come l Okite per le proprietà fisichemeccaniche è molto resistente e la resina di tipo poliestere presente nella composizione ha la funzione di legante tra le particelle di quarzo. Il granito è una roccia intrusiva (rocce magmatiche solidificate all interno della crosta terrestre). Si colloca nelle rocce sovraccariche, ossia con contenuti di quarzo compresi tra il 20 e il 60% ed altri minerali. La densità media del granito è di 2,75 g/cm 3. Come pietra artificiale ricavata dal granito c è lo Stoneglass. Lo Stoneglass è una pietra artificiale costituita da polveri ceramiche e silicio le cui condizioni di formazione sono molto simili a quelle del granito naturale. Ci sono pietre artificiali composte da due o più materiali naturali diversi, come il caso della pietra compatta e il Listotech. La pietra compattata è composta da porfidi, quarzi e graniti. Le materie prime usate sono recuperate dalle lavorazioni delle pietre naturali. Invece l Ecostone come il Terastone è una pietra naturale, eco-compatibile ed ecosostenibile. Innovativo nella composizione poiché oltre a contenere marmo o altri materiali come quarzo, granito, porfido, dioriti o ghiaie, con cemento, ha un elevata percentuale di acqua. Tipi di lavorazione e tecnologie produttive - Tecnologie produttive: L impianto produttivo delle pietre artificiali è stato concepito per ottenere prodotti qualitativamente stabili ed omogenei. Ci sono diversi processi che permettono di ottenere lastre in pietra come quello della vibrocompattazione sottovuoto. La graniglia viene miscelata con la resina ed additivi, la massa così ottenuta è riversata in casseforme e successivamente compattate sottovuoto tramite una pressa (vibrocompattazione). Con questa procedura si ottiene uno sviluppo controllato di calore nonché una reazione chimica della resina, questa riveste completamente la graniglia di pietra naturale e, graniglia e resina si uniscono inseparabilmente diventando una massa omogenea. Dopo la fase di compattazione si ottiene un blocco massiccio di pietra che può essere rimosso dalla cassaforma, Fig. 1 Comportamento delle molecole nella vibrocompattazione sottovuoto 2

3 lavorato come un blocco di pietra naturale. Questa tecnica è utilizzata per produrre la maggior parte di pietre come il Marmoresina, l Ecostone, il Bretonstone Quartz, l Okite e la pietra compattata. Un altra tecnica di produzione è la cristallizzazione. Questo è il caso dello Stoneglass, ottenuto attraverso un procedimento di cristallizzazione di particelle di silicio tramite fusione a 1300 C, un processo molto simile alle condizioni naturali di formazione del granito. Si formano così dei micro cristalli che lo rendono bianco. Per produrre il Listotech, invece, grazie ad un processo produttivo altamente tecnologico, calibrato al millimetro, si plasma una miscela di pietra liquida e ossidi estratti da rocce naturali in stampi sottili e si livella attorno a due trecce di acciaio armonico messe in tensione. Sono necessari 28 giorni di manutenzione perché la mescola raggiunga la consistenza ideale. I moduli, una volta solidificati, vengono tagliati permettendo ai trefoli presenti all interno di esercitare una forza di compressione che aggrega e compatta la materia. - Tipologie di lavorazione: Alcune pietre artificiali presentano caratteristiche fisiche simili a quelle delle pietre naturali e per questo motivo anche le tecniche di lavorazione sono comuni a entrambe le categorie di materiali. Questi procedimenti di lavorazione sono realizzati utilizzando macchinari avanzati che in alcuni casi comprendono l utilizzo di elaboratori elettronici come le macchine a controllo numerico che sono dirette da un computer esterno e concentrano in un macchinario le funzioni come il taglio, la sagomatura, la profilatura, la levigazione, la lucidatura, permettendo anche la realizzazione di forme complesse. Il ciclo di lavorazione delle pietre artificiali inizia con il taglio. Possiamo distinguere diverse tipologie: con sega a disco; a secco; per fresatura; a laser; a getto d acqua; con punta di diamante. Le macchine Water jet compiono tagli o trattamenti della pietra sfruttando la pressione del getto d acqua. Con questo macchinario si ottengono tagli precisi anche con piccoli raggi di curvatura sebbene sia necessario aggiungere per alcune pietre un abrasivo. Il taglio e la sagomatura si ottengono anche per mezzo della contornatrice usata soprattutto per realizzare tavoli e top di cucine e bagno. Per le lavorazioni particolari è impiegata una macchina a filo diamantato, la sagomatrice che permette la realizzazione di superfici curve anche di forma complessa come cilindrica, conica o elicoidale. Nella seconda parte della lavorazione la pietra è sottoposta a trattamenti superficiali. La finitura superficiale è una lavorazione Fig. 2 Taglio water jet 3

4 fondamentale per lo sfruttamento delle possibilità espressive di un prodotto lapideo come il colore, la tessitura, la rugosità e tutti gli attributi estetici che di una pietra possono essere valorizzati. Ci sono diversi tipi di lavorazioni e sono classificate in base alle tecniche impiegate. Le superfici ottenibili mediante lavorazioni meccaniche per urto sono la bocciardatura, spuntatura, rigatura, gradinatura e sabbiatura ovvero quelle eseguite con utensili a percussione come lo scalpello, bocciarde, martelline, raschini. La bocciardatura è una tecnica adottata soprattutto per materiali collocati all esterno per ridurre la scivolosità di zone soggette a calpestio, conferisce alla superficie un aspetto scolpito e in rilievo minimizzando difformità e variazioni cromatiche. L effetto bocciardato si ottiene con la bocciarda, un martello a fitte punte piramidali. La bocciardatura, sia manuale sia meccanica, non è facile ottenerla sugli spigoli perché essendo una lavorazione meccanica per urto, sottopone la parte considerata a forti sollecitazioni che ne provoca la rottura sugli spigoli. Infatti, i materiali bocciardati presentano un piccolo bordo di circa 1 cm generalmente lucidato. La spuntatura è un trattamento della superficie mediante la sua percussione mediante scalpelli di varie dimensioni che determinano sulla superficie un alternanza di zone depresse e zone in rilievo che possono essere uno spuntato debole, medio o grosso, in base al grado di spuntatura richiesto. I materiali più idonei a ricevere la spuntatura e la bocciardatura sono quelli a grana fine o medio fine. La rigatura è una forma di finitura superficiale che si presta per manufatti grezzi, levigati, lucidi o anche precedentemente bocciardati. Consiste nell incisione, con uno scalpello, di rigature larghe circa 8-15 mm, profonde circa 2-5 mm e distanze con interasse di 8-15 mm. La lavorazione è eseguita sia a umido che a secco e gli effetti finali sono differenti poiché la risposta alla luce e l efficacia in certe applicazioni (pavimentazioni esterne), dipende molto dalla lavorazione specifica. L aspetto finale dipende molto dalla profondità dei solchi e dalla nettezza con cui questi solchi sono eseguiti e dall uniformità di aspetto presentata dal materiale. La gradinatura è una variante di rigatura il cui risultato estetico è una superficie striata in modo più fitto e irregolare rispetto la rigatura. Storicamente la gradina è un utensile da taglio, formato da una barra di cm, a sezione rotonda o ottagonale con l estremità di taglio cosparsa di denti di varie dimensioni. Oggi la gradinatura è fatta da uno strumento a forma di rullo. La sabbiatura consiste nel proiettare ad alta pressione e velocità una miscela abrasiva composta da aria e sabbia, o un altro materiale duro. La superficie sabbiata assume un aspetto ruvido ma non tagliente e solitamente viene applicata per la pulizia e il rispristino cromatico delle superfici lapidee annerite e degradate dagli agenti atmosferici. Le superfici ottenibili mediante trattamento termico o conosciuto come fiammatura sono quelle che esposte ad elevate temperature subiscono uno shock termico, in conseguenza del Fig. 3 Marmo e granito bocciardato. Fig. 4 Spuntatura con rigatura orizzontale Fig. 5 Spuntatura rigata a 45 Fig. 6 Marmo sabbiato 4 Fig. 7 Granito fiammato

5 quale vetrifica e scoppia producendo una scabrezza ed un rilievo del tutto caratteristico. Attraverso la fiammatura, il materiale lapideo può raggiungere i 2500 C grazie ad un cannello che funziona con l ossigeno. Non agisce tanto sul colore ma sulla tessitura superficiale dei materiali, conferendo loro una certa morbidezza ed un cromatismo attenuato. La fiammatura è applicata solamente ai graniti e quasi mai ad altri materiali lapidei. I graniti sono aggregati polimineralici e sono quindi contraddistinti da diversi coefficienti di dilatazione ed ognuno di questi contribuiscono all effetto finale. Quindi cristalli di specie diversa reagiscono in maniera diversa l uno dall altro, ma anche riguardo alla struttura di ogni materiale. La dilatazione indotta dalla fiamma è quindi una dilatazione differenziale, e provoca disgiunzioni, sollevamenti e distacchi di cristalli in punti diversi della superficie trattata. Invece i marmi sono costituiti da un unico minerale, il carbonato di calcio, e quindi non è contraddistinto da coefficienti di dilatazione diversi non permettendo così di ricevere il risultato voluto. Le macchine utilizzate per la fiammatura ha un principio di funzionamento simile a quello delle bocciardatrici; utilizzato per lavorature che permettano alle pietre, di solito per usi esterni, di essere resistenti agli agenti atmosferici o dove è presente un elevato livello di calpestio. Le superfici ottenibili mediante trattamenti meccanici con azione da rasamento sono quelle ottenute rasando il materiale con utensili abrasivi come mole, piatti, rulli. Normalmente si fa riferimento a tre principali operazioni: la calibratura, la levigatura e la lucidatura. La calibratura è un trattamento che permette di spianare la superficie, entro i valori di tolleranza ammessi, asportando le eccedenze di materiale e minimizzando le irregolarità. La levigature e la lucidatura sono le operazioni attraverso le quali si porta una superficie ad essere liscia e lucida. Il processo di lucidatura di esplica in due modi differenti a seconda che si tratti del marmo o del granito. Nel marmo avviene per un processo chimico; trattando la superficie con degli acidi ossalici ed acetosella, questa reagisce formando una patina superficiale, dovuta alla reazione del minerale che lo compone e alla riduzione dell apporto dell acqua nella fase finale del trattamento provocando un surriscaldamento del materiale. Per i graniti, invece, la lucidatura è un fenomeno meccanico. Infatti, pur se nella fase finale del processo viene fatto impiego di feltri con ossido di piombo e di stagno, quella che viene chiamata in gergo la chiusura del materiale si ottiene grazie ad una specifica applicazione di abrasivi a grana progressivamente più fine. La lucidatura esalta soprattutto le qualità decorative ed estetiche della superficie delle pietre. Le superfici trattate mediante prodotti chimici rispondono a molteplici esigenze: - azioni di consolidamento o rinforzo - esaltazione o attenuazione di componenti cromatiche, di tessiture e di disegni cromatici 5

6 - incremento alla resistenza ad agenti esterni (acqua, smog, piogge acide) - protezione del materiale dalle varie cause di degradazione superficiale Tra i vari trattamenti chimici prevalgono due applicazioni come la resinatura e la stuccatura. La resinatura è un operazione di consolidamento e di rinforzo mediante il quale i materiali fragili e difettosi sono impregnati di resina pigmentale onde conferire loro maggior solidità e compattezza. Il processo fa uso di resine epossidiche e resine poliestere. Può essere eseguito sia su lastre che su blocchi. La resinatura si applica su una o entrambe le facce della lastra, in funzione della debolezza mostrata dal materiale; l impregnazione sulla faccia posteriore è frequentemente combinata con l applicazione di una rete di rinforzo (resinatura), dove conferire alle lastre la maggior rigidità possibile. La resinatura è un trattamento poco applicato ai graniti; in questo caso il trattamento è necessario per otturare piccoli buchi visibili sulla superficie. La stuccatura è un operazione tipicamente eseguita sui travertini, dove buchi, fratture e cavità vengono sigillati con mastici e stucchi di tonalità adeguate al colore del materiale. Le operazioni di stuccatura possono essere manuali impiegando le classiche spatole da stucco, o automatiche con macchine stuccatrici inserite nelle linee continue di lavorazione. Produzione commerciale dei materiali (tipo e marca) caratteristiche e campi d applicazione: Stoneglass : pietra artificiale che mantiene intatte tutte le caratteristiche del vetro e le unisce alle qualità della pietra. Il risultato è uniforme, un pezzo più duro e robusto della pietra naturale secondo i valori della scala di Mohs. Resistente all abrasione e a qualsiasi attacco chimico, impossibile da macchiare e resiste alle alte temperature. Non contiene né resine né coloranti, tale caratteristica lo rende totalmente ecologico e riciclabile. La cristallizzazione dei suoi componenti avviene senza solventi o resine, non risulta perciò nocivo alla salute. Dimensioni lastre: 3060x1340 cm Spessore mm. Queste misure sono suscettibili di variazioni in base all utilizzo che ne viene fatto. Il prodotto è distribuito dall azienda ARCOM. Bretonstone Quartz e Okite : pietre in quarzo. Caratterizzate da un elevata durezza dovuta alla presenza della pietra naturale, resistenza alla flessione, scarso assorbimento dell acqua. Resistenti ai graffi e antimacchia. Dimensioni lastre: 306x140 cm. Spessore 2-3 cm. L Okite è un materiale prodotto da SEIEFFE Industrie. Il Bretonstone Quartz Dimensioni lastre: da 125x306 cm a 165x330cm. Spessore da 7 a 30 mm. Granuli da 6-8 mm. Fig. 8 piano cucina Stoneglass Fig. 9 Piano cucina Okite 6

7 Il Bretonstone Quartz è prodotto dall azienda BRETON s.r.l. Marmoresina : pietra artificiale la cui graniglia di pietra naturale viene miscelata con la resina ed additivi. Le lastre prodotte permettono di avere piani di grande formato e spessore sottile. Facile ed economica la manutenzione. Dimensione standard: 3050x1250 cm. Spessore mm. Il Marmoresina è un materiale prodotto dalla ditta AGGLONORD s.r.l. Listotech : materiale innovativo costituito da due moduli lineari precompressi formati da una miscela di pietra ricostruita colorata in massa nella quale sono presenti il quarzo, il marmo e la sabbia naturale, e rinforzata da due trefoli di acciaio armonico. Lunghezza assi: m. Spessore 30 mm. Listotech è un materiale prodotto dalla ditta LISTOTECH s.r.l. Pietra compattata: questa pietra presenta una grande resistenza a compressione, flessione, abrasione ed urti; la sua superficie è antiscivolo e antigeliva. È un prodotto resistente al fuoco e fono riducente. La produzione di questo materiale si distingue in tre manufatti, che si differenziano per la lavorazione superficiale. Il consolare ha una superficie burattata, ed è utilizzato negli ambienti rustici; il compact ha invece una superficie liscia e un rigore geometrico, con bordi regolari ed è usato per superfici di grandi dimensioni e spazi commerciali; infine c è il lappato, una superficie perfettamente liscia, patinata e lucida. Le dimensioni variano da un minimo, per le mattonelle di 12,25x6,2 cm; ad un massimo per le lastre di 67,2x33,3 cm. Lo spessore varia da 2,2 a 3 cm. Ecostone e Terastone : particolari pietre che non lasciano residui inquinanti. Hanno un elevata resistenza all usura, alla compressione e agli agenti atmosferici; particolarmente resistenti al caldo, al gelo e al disgelo. Il legante utilizzato è il cemento Portland e il rapporto acqua-cemento è di circa 1/3. Dimensioni lastre: (40x40, 60x60, 60x30) cm. Spessore da 1,5 a 3 cm L Ecostone è un materiale prodotto dalla ditta AGGLO BAGHIN s.p.a. Al Terastone, oltre al cemento, si può aggiungere lattici polimerici o resine per enfatizzare le caratteristiche del prodotto finito. Dimensioni lastre: Max 68x153 cm. Spessore da 15 a 35 mm. Dimensioni mattonelle: (30x30, 40x40, 40x60, 60x60) cm. Spessore da 9,5 a 30 mm. Granuli da mm Il Terastone è prodotto dalla ditta BRETON s.r.l. Fig. 10 Pavimentazioni esterne in pietra compattata 7

8 Esempi di applicazione nel design e nell interior e nel design Le pietre artificiali sono utilizzate per la realizzazione di piani da lavoro, da cucina, e bagno; per rivestimenti e pavimentazioni, davanzali. Le pietre derivate dal quarzo e lo Stoneglass grazie alle loro caratteristiche fisiche-meccaniche e chimiche sono preferite agli altri per la costruzione di piani da lavoro. Il Terastone, oltre ad essere usato per la fabbricazione di lastre e mattonelle, incorporato ad una lamina d acciaio di particolare struttura, da vita al Terastone Steel, un pannello autoportante utilizzato per la costruzione di pavimenti sopraelevati e rivestimenti di pareti. Il Listotech è principalmente applicato in ambienti esterni soprattutto per la pavimentazione di piscine, parchi, terrazzi, balconi. La pietra compattata e l Ecostone, vengono utilizzati principalmente nel campo delle pavimentazioni d interni ed esterni, anche sopraelevati, e per il rivestimento di pareti interne ed esterne, grazie alla loro caratteristica di buna resistenza alla sollecitazione. Limiti delle pietre artificiali Le pietre artificiali ereditano alcuni pregi e difetti delle pietre naturali, anche se alcuni limiti di queste sono stati superati dal lavoro dell uomo. Mentre le rocce che troviamo in natura hanno assunto caratteristiche fisiche negli anni, in base al luogo e al periodo di formazione, le qualità della pietra artificiale sono in parte stabilite dai produttori, che le scelgono in base alle condizioni d uso del prodotto. Ma essendo comunque un agglomerato di materia naturale e leganti vari, le caratteristiche chimiche del prodotto rimangono pressoché invariate rispetto alla roccia e pertanto vanno osservati alcuni accorgimenti per quanto riguarda la manutenzione e la pulizia del manufatto. La pulizia di pietre artificiali a base di marmi non deve mai essere fatta per mezzo di prodotti acidi, come alcol e acido muriatico, che toglierebbero lucidità al manufatto, rendendolo opaco a causa della corrosione della calcite presente naturalmente nel marmo. Anche l aceto e il succo di limone sono da evitare. Gli agglomerati a base di quarzo e granito, materiali formati interamente da silicio e in cui non è presente calcare, invece, pur essendo caratterizzati da un elevata compattezza e resistenza al calore non possono entrare a contatto diretto con oggetti incandescenti o con agenti chimici a ph basico, oltre che con solventi industriali, acido fluoridrico, che scioglie completamente il quarzo, la soda caustica, solventi per vernici e con l acido cloridrico che permette la formazione di macchie e rigonfiamenti sul prodotto. La durezza, la compattezza e l alto peso specifico rendono la pietra artificiale molto resistente alle sollecitazioni; queste caratteristiche vengono infatti sfruttate in tutti i campi d applicazione del materiale. Sono le stesse, però, a renderlo 8

9 poco versatile, in quanto non è malleabile e quindi molto spesso non può essere modellato a piacimento dell utente. Ogni ditta produttrice propone infatti una standard di lavorazioni, che difficilmente subiscono variazioni. La scivolosità è un limite che si presenta quando la pietra, in particolar modo se applicata nella pavimentazione, viene lucidata, soprattutto in presenza di acqua, anche se spesso questi materiali vengono sottoposti a trattamenti specifici per evitare questo tipo di problema. Le pavimentazioni esterne, per la cui realizzazione è utilizzata la pietra artificiale, possono subire nel corso degli anni un erosione superficiale e una variazione delle caratteristiche estetiche, che vengono modificate inevitabilmente, dagli agenti atmosferici. Aspetti sensoriali dei prodotti e dei materiali che hanno spinto i progettisti all uso di questi rispetto ad altri La pietra artificiale è un materiale che presenta alcune caratteristiche meccaniche e sensoriali comuni alla pietra naturale. Qualità che vengono migliorate dall opera dei produttori con l aggiunta di componenti come leganti o pigmenti coloranti. I materiali che abbiamo analizzato hanno diverse tattilità in base alla lavorazione superficiale alla quale vengono sottoposti: se soggette a sabbiatura, bocciardatura, le superfici risultano ruvide; se vengono, invece levigate risultano lisce. Anche la bordatura del prodotto finale cambia in base alla lavorazione a cui è sottoposto. Il bordo di una lastra può essere spigoloso o levigato. La superficie di pietra risulta fredda al tatto, per questo motivo il materiale non è un conduttore di calore, ma bensì un coibentante. A causa della loro compattezza questi materiali risultano molto resistenti a trazione, pressione, flessione, torsione ed a qualsiasi tipo di graffio. La presenza all interno dell agglomerato di resine e materia cementizia migliora queste qualità comuni alla pietra naturale. Il peso specifico si aggira intorno ai valori di quello del marmo o del granito: ad esempio lo Stoneglass ha un peso specifico di 2,7 g/cm3 a fronte di quello del marmo che è di circa 2.5 g/cm3. Percuotendo una pietra il suono che deriva dall urto è sordo, basso, grave ed ovattato, in quanto la vibrazione non si propaga all interno del materiale per la compattezza che lo caratterizza. È fonoassorbente, ma non è un buon isolante acustico. L agglomerato è di per se inodore, qualità costante nel tempo, anche dopo anni di utilizzo, grazie al coefficiente di assorbimento di liquidi molto basso, ed alla completa assenza di porosità. Le pietre ricostruite, costituite da polveri lapidee e leganti, hanno il colore della roccia da cui derivano; risultano perciò visivamente molto simili alla pietra naturale. Gli aggregati lapidei, invece, nel cui composto sono aggiunti pigmenti coloranti (è il caso dell Okite ), assumono il colore del 9

10 pigmento stesso. La gamma di colori è stabilita dalla casa produttrice del materiale. Con le tecniche di lavorazione superficiale, come il processo water jet, si possono conferire al manufatto varie texture. È il caso della pietra compattata, la cui ditta di produzione, applica questo tipo di finitura, su richiesta, in base alle esigenze dell utente. Anche la brillantezza, l opacità e la capacità di riflessione, come abbiamo già detto per l aspetto tattile del prodotto, dipende dalla lavorazione superficiale della lastra. Un materiale lucidato avrà perciò una brillantezza e un coefficiente di riflessione più elevati rispetto ad un materiale sabbiato o bocciardato, o semplicemente levigato senza ulteriori trattamenti, che risulterà più opaco. La brillantezza è una qualità che varia anche in base alle proprietà del materiale lapideo che compone il conglomerato. I manufatti a base di quarzo, ad esempio, essendo questa una roccia a forte concentrazione di silicio, presente sottoforma di cristalli, sono connotate da un elevata brillantezza. Per le applicazioni esterne, vengono utilizzate pietre opache, proprio perchè il trattamento di lucidatura risulterebbe superfluo, in quanto gli agenti atmosferici rischiano di erodere la superficie e alterare le sue caratteristiche e la renderebbero scivolosa e perciò pericolosa. Le superfici lucidate sono invece preferibili per gli interni, perché la loro brillantezza rende prezioso l ambiente. Per concludere, la pietra artificiale, è un materiale funzionale negli ambienti domestici, di lavoro, e in tutti quegli ambienti frequentati da un elevato numero di persone, in quanto permette di svolgere le azioni e le operazioni quotidiane, anche le più semplici, senza richiedere per questo una manutenzione particolare e costante. Tutti i materiali che possono essere catalogati come pietre artificiali, risultano particolarmente gradevoli alla vista ed al tatto, presentano un ottima resistenza a alle sollecitazioni, alla corrosione, ai graffi, all erosione dovuta agli agenti atmosferici. L economicità del materiale è dovuta al fatto che non richiede imballaggio per il trasporto, in quanto durante questa fase le lastre, protette dal trattamento superficiale, non si rovinano Il manufatto artificiale è più economico, anche rispetto alla pietra di origine naturale, in quanto l agglomerato è costituito da materiali di recupero provenienti dalla lavorazione delle rocce. Per questo stesso motivo la pietra artificiale è ecologica, poiché durante la sua produzione l emissione di rifiuti e scarti è minima. Anche le tecnologie produttive hanno un minimo impatto sull ambiente: i macchinari che producono la pietra compattata ad esempio registrano emissioni di CO 2 minime; il processo di cristallizzazione dello Stoneglass, invece, non richiede l applicazione di solventi chimici dannosi e tossici. Due caratteristiche importanti del materiale sono l asetticità e l antibattericità. Queste qualità sono fondamentali per i prodotti commercializzati in pietra artificiale come pavimenti, piani da lavoro, piani da cucina. 10

ORIGINE DELLE ROCCE Magmatiche o ignee sedimentarie metamorfiche

ORIGINE DELLE ROCCE Magmatiche o ignee sedimentarie metamorfiche Prof. Carlo Carrisi ORIGINE DELLE ROCCE In base al processo di formazione le rocce, si possono classificare a seconda della loro origine in tre tipi: Magmatiche o ignee caratterizzate dalla presenza iniziale

Dettagli

SISTEMI DECORATIVI MICROCEMENTI PER PARETI, SOFFITTI E PAVIMENTI

SISTEMI DECORATIVI MICROCEMENTI PER PARETI, SOFFITTI E PAVIMENTI SISTEMI DECORATIVI MICROCEMENTI PER PARETI, SOFFITTI E PAVIMENTI INDICE creatività FINITURE esclusività 1. IL MICROCEMENTO 4 1.1. VANTAGGI E APPLICAZIONI DEL SISTEMA SikaDecor Nature 6 1.2. STRUTTURA DEL

Dettagli

MATERIALI LAPIDEI. 2. Estrazione e lavorazione dei materiali lapidei - Lavorazioni in cava - Lavorazioni in officina - Principali tipi di pietre

MATERIALI LAPIDEI. 2. Estrazione e lavorazione dei materiali lapidei - Lavorazioni in cava - Lavorazioni in officina - Principali tipi di pietre MATERIALI LAPIDEI 1. Caratteristiche e proprietà delle pietre - Classificazione e terminologia - Proprietà principali delle pietre e loro influenza sul tipo di impiego 2. Estrazione e lavorazione dei materiali

Dettagli

cura e manutenzione il prodotto: agglomerato di quarzo indicazioni per la manutenzione

cura e manutenzione il prodotto: agglomerato di quarzo indicazioni per la manutenzione cura e manutenzione il prodotto: agglomerato di quarzo L agglomerato di quarzo è un materiale prodotto sotto forma di lastre da 304 x 140 cm realizzato con tecnologia Bretonstone system attraverso un particolare

Dettagli

Terrazzi e Coperture. Piastre in CLS per Pavimentazioni Esterne. Design & Residenziale

Terrazzi e Coperture. Piastre in CLS per Pavimentazioni Esterne. Design & Residenziale Terrazzi e Coperture Piastre in CLS per Pavimentazioni Esterne Design & Residenziale Design & Residenziale Soluzioni di pregio per spazi esterni Terrazzi e coperture estendono e ricreano il piacere del

Dettagli

Silicato isolstyle per edilizia/bioedilizia. Pareti fredde, umidità, muffa...

Silicato isolstyle per edilizia/bioedilizia. Pareti fredde, umidità, muffa... Pareti fredde, umidità, muffa... Con le lastre in silicato di calcio isolstyle è possibile risolvere definitivamente questi problemi! Le lastre in sono molto leggere, (1) 6 kg/m2 e si posano facilmente

Dettagli

Breve compendio delle ceramiche esistenti e delle loro qualità.

Breve compendio delle ceramiche esistenti e delle loro qualità. Breve compendio delle ceramiche esistenti e delle loro qualità. Materiale sintetico parzialmente o totalmente cristallino solido, inorganico, non metallico, formato a freddo e consolidato per trattamento

Dettagli

ASTIC ASSO ASTR B EPO EPO

ASTIC ASSO ASTR B EPO EPO MA STI CI MASTICS MASTICE/MASTICS Materials Marmo Granito Marmo resina Marmo cemento Pietre calcaree Pietre BLITZ ASTRA 24K EPOX 2000 EPOX PREMIUM IMPREPOX SPEZIAL TAK MASTICE 2000 STONEPOXY THASSOS Travertino

Dettagli

Nome Collezione: 45 colori opachi Rifra, 44 colori lucidi Rifra e 6 essenze legno Rifra.

Nome Collezione: 45 colori opachi Rifra, 44 colori lucidi Rifra e 6 essenze legno Rifra. RI.FRA Mobili S.r.l. 20855 GERNO fraz. di Lesmo (MB) Via Fratelli Cervi, 17/19 Tel. 039.62845.1 Fax 039.62845.33 info@rifra.com Nome Collezione: Designer: Panoramica Prodotto: Componibilità: Finiture:

Dettagli

c d a b M E I S E R F R P i n s i s t e m i d i f f e r e n t i d i m a t r i c e

c d a b M E I S E R F R P i n s i s t e m i d i f f e r e n t i d i m a t r i c e 7 M E I S E R F R P i n s i s t e m i d i f f e r e n t i d i m a t r i c e c d I s o p h t a l ( I P R ) S t a n d a r d R e s i n a p o l i e s t e r e p e r i m p i e g o u n i v e r s a l e F I G.

Dettagli

MISCELA DELLE MATERIE PRIME

MISCELA DELLE MATERIE PRIME LA FABBRICAZIONE DEL VETRO MISCELA DELLE MATERIE PRIME Le materie prime (silice, soda, calce, ossidi, rottami ) allo stato polveroso, sono macinate e mescolate tra loro in modo omogeneo FORMATURA La modellazione

Dettagli

NOBILIUM VEL. Velo per armatura di fibra NOBILIUM SCHEDA TECNICO-COMPARATIVA

NOBILIUM VEL. Velo per armatura di fibra NOBILIUM SCHEDA TECNICO-COMPARATIVA NOBILIUM VEL Velo per armatura di fibra NOBILIUM SCHEDA TECNICO-COMPARATIVA Origine: Il velo è un prodotto relativamente nuovo nel settore edilizio ed è principalmente associato alla fibra di vetro e/o

Dettagli

Lavorazione delle lamiere

Lavorazione delle lamiere Lavorazione delle lamiere Lamiere Utilizzate nella produzione di carrozzerie automobilistiche, elettrodomestici, mobili metallici, organi per la meccanica fine. Le lamiere presentano una notevole versatilità

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DEI MATERIALI

CLASSIFICAZIONE DEI MATERIALI I MATERIALI La tecnologia è quella scienza che studia: i materiali la loro composizione le loro caratteristiche le lavorazioni necessarie e le trasformazioni che possono subire e il loro impiego. I materiali

Dettagli

SEYBILASTIK ADESIVO EPOSSIPOLIURETANICO ADESIVO REATTIVO BICOMPONENTE ALTAMENTE DEFORMABILE PER LA POSA DI PIASTRELLE CERAMICHE E MATERIALI LAPIDEI

SEYBILASTIK ADESIVO EPOSSIPOLIURETANICO ADESIVO REATTIVO BICOMPONENTE ALTAMENTE DEFORMABILE PER LA POSA DI PIASTRELLE CERAMICHE E MATERIALI LAPIDEI ADESIVO EPOSSIPOLIURETANICO SEYBILASTIK ADESIVO REATTIVO BICOMPONENTE ALTAMENTE DEFORMABILE PER LA POSA DI PIASTRELLE CERAMICHE E MATERIALI LAPIDEI OTTIMA LAVORABILITÀ RAPIDO ANTISCIVOLO DEFORMABILE GRANDI

Dettagli

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche CEMENTO ARMATO METODO AGLI STATI LIMITE Il calcestruzzo cementizio, o cemento armato come normalmente viene definito in modo improprio, è un materiale artificiale eterogeneo costituito da conglomerato

Dettagli

Una Gamma Versatile. YalosKer è disponibile nei seguenti formati di base: - 120x150 cm - 150x250 cm - altri formati sono disponibili su richiesta

Una Gamma Versatile. YalosKer è disponibile nei seguenti formati di base: - 120x150 cm - 150x250 cm - altri formati sono disponibili su richiesta Materiale MATERIA Vetroceramica e luce si fondono in YalosKer in una nuova e raffinata traslucenza, che consente agli architetti e ai progettisti di realizzare ambienti suggestivi grazie all attraversamento

Dettagli

DIACRETE. Sistema poliuretanico per pavimentazioni industriali in resina ad elevata resistenza chimica e meccanica

DIACRETE. Sistema poliuretanico per pavimentazioni industriali in resina ad elevata resistenza chimica e meccanica DIACRETE Sistema poliuretanico per pavimentazioni industriali in resina ad elevata resistenza chimica e meccanica Che cosa é? Diacrete rappresenta la soluzione ideale per il mondo delle pavimentazioni

Dettagli

Cornici prefabbricate e casseforme

Cornici prefabbricate e casseforme Cornici prefabbricate e casseforme Tel. 0586 077260 PRESENZA - QUALIFICAZIONE - GARANZIA 3b srl è ben radicata ed estesa sul territorio nazionale mediante un bacino di utenza ricco e in continua crescita.

Dettagli

ESPOSIZIONE A SILICE NELLA LAVORAZIONE DEI MARMI TECNICI Le indagini condotte nel territorio dell azienda USL 3 di Pistoia e USL 11 di Empoli

ESPOSIZIONE A SILICE NELLA LAVORAZIONE DEI MARMI TECNICI Le indagini condotte nel territorio dell azienda USL 3 di Pistoia e USL 11 di Empoli ESPOSIZIONE A SILICE NELLA LAVORAZIONE DEI MARMI TECNICI Le indagini condotte nel territorio dell azienda USL 3 di Pistoia e USL 11 di Empoli Riassunto. Nella lavorazione dei lapidei da circa 15 anni si

Dettagli

Il casco e le sue varianti

Il casco e le sue varianti Casco D+ Liceo Scientifico Statale Federico II Altamura Il casco e le sue varianti E il nostro progetto riguarda 1 L ELMETTO DA LAVORO Domanda: perché si è soliti non rispettare tale cartello?? PERCHE

Dettagli

Rivestimenti e pavimenti in resina

Rivestimenti e pavimenti in resina INDU- STRIA Rivestimenti e pavimenti in resina Funzionalità ed esteticità: un pavimento autolivellante cementizio si adatta ad ambienti civili o commerciali in cui l aspetto estetico è fondamentale senza

Dettagli

MESSA IN OPERA 5.1 5.2 5.3 5.4 5.5 INTERRUZIONI, RIPRESE, MESSA IN OPERA CASSEFORME PREPARAZIONE E PREDISPOZIONE DELLE ARMATURE GETTO

MESSA IN OPERA 5.1 5.2 5.3 5.4 5.5 INTERRUZIONI, RIPRESE, MESSA IN OPERA CASSEFORME PREPARAZIONE E PREDISPOZIONE DELLE ARMATURE GETTO Il calcestruzzo e le strutture armate Messa in opera INDICE 5 MESSA IN OPERA 5.1 5.3 CASSEFORME GETTO 5.2 PREPARAZIONE E PREDISPOZIONE DELLE ARMATURE 5.4 COMPATTAZIONE DEL GETTO MESSA IN OPERA 5.5 INTERRUZIONI,

Dettagli

MARITRANS MD. MARITRANS MD utilizza un esclusivo sistema di indurimento (attivato dall umidità) e diversamente dagli altri sistemi non forma bolle.

MARITRANS MD. MARITRANS MD utilizza un esclusivo sistema di indurimento (attivato dall umidità) e diversamente dagli altri sistemi non forma bolle. MARITRANS MD Data: 01.06.2011 Versione 10 MARITRANS MD è una membrana trasparente in poliuretano monocomponente, alifatica, estremamente elastica e con un alto contenuto di materiali solidi, utilizzata

Dettagli

Le soluzioni Recodi per la progettazione e la realizzazione di pavimentazioni in calcestruzzo ad alta resistenza. Pavimentazioni in calcestruzzo

Le soluzioni Recodi per la progettazione e la realizzazione di pavimentazioni in calcestruzzo ad alta resistenza. Pavimentazioni in calcestruzzo Le soluzioni Recodi per la progettazione e la realizzazione di pavimentazioni in calcestruzzo ad alta resistenza Pavimentazioni in calcestruzzo Sommario 04. Recodi, innovazione e qualità nelle pavimentazioni

Dettagli

Classificazione dei materiali. I materiali impiegati in edilizia appartengono a quattro gruppi: Metallici Polimerici Ceramici Compositi

Classificazione dei materiali. I materiali impiegati in edilizia appartengono a quattro gruppi: Metallici Polimerici Ceramici Compositi Classificazione dei materiali I materiali impiegati in edilizia appartengono a quattro gruppi: Metallici Polimerici Ceramici Compositi Classificazione dei materiali ME_2 PM Classificazione dei materiali

Dettagli

DISCHI SCOTCH-BRITE PER LUCIDATURA (BUFFING)

DISCHI SCOTCH-BRITE PER LUCIDATURA (BUFFING) DISCHI PER MONOSPAZZOLA E LAVASCIUGA 3M propone le migliori soluzioni per il trattamento delle superfici dure, attraverso la sua gamma di prodotti specifici. Decerare, lucidare, manutenere e lavare con

Dettagli

...le lastre in magnesio

...le lastre in magnesio ...le lastre in magnesio Lastre da costruzione per la realizzazione di rivestimenti esterni, prefabbricati leggeri, facciate ventilate, controsoffittature di porticati, pavimenti a secco e vari particolari

Dettagli

CAPITOLO 11 Materiali ceramici ESERCIZI CON SOLUZIONE SVOLTA. Problemi di conoscenza e comprensione

CAPITOLO 11 Materiali ceramici ESERCIZI CON SOLUZIONE SVOLTA. Problemi di conoscenza e comprensione CAPITOLO 11 Materiali ceramici ESERCIZI CON SOLUZIONE SVOLTA Problemi di conoscenza e comprensione 11.10 (a) Le strutture a isola dei silicati si formano quando ioni positivi, come Mg 2+ e Fe 2+, si legano

Dettagli

DI LUCE SEGNALI. FUTURi. di John Borell, Stephen Lee (*) (*)John Borell lavora alla Steel Art Company, costruttore Americano di insegne luminose.

DI LUCE SEGNALI. FUTURi. di John Borell, Stephen Lee (*) (*)John Borell lavora alla Steel Art Company, costruttore Americano di insegne luminose. FUTURi SEGNALI DI LUCE I SISTEMI PER TAGLIO LASER OFFRONO IMPORTANTI VANTAGGI RISPETTO ALLE TECNICHE TRADIZIONALI NELLA LAVORAZIONE DI MATERIALI ACRILICI CON CUI VENGONO REALIZZATE GRAN PARTE DELLE MODERNE

Dettagli

Tondino UD/B Basalnet S Grid 25x25 ( 50 x50) Tondino UD/B ad.migliorata

Tondino UD/B Basalnet S Grid 25x25 ( 50 x50) Tondino UD/B ad.migliorata BARRE IN FIBRA DI BASALTO Le barre hanno un ruolo fondamentale e consolidato in edilizia e vengono utilizzate principalmente come rinforzo del cemento, costituendo così il calcestruzzo armato. La quasi

Dettagli

THERMO RASATURA. Rivestimento minerale ad elevato potere termoisolante per il risanamento delle pareti da muffe, funghi, umidità e crepe

THERMO RASATURA. Rivestimento minerale ad elevato potere termoisolante per il risanamento delle pareti da muffe, funghi, umidità e crepe THERMO RASATURA Rivestimento minerale ad elevato potere termoisolante per il risanamento delle pareti da muffe, funghi, umidità e crepe konstruktive leidenschaft 01.2016 Vimark 2 5 DESCRIZIONE COMPOSIZIONE

Dettagli

MESSA IN SICUREZZA DI SOLAI

MESSA IN SICUREZZA DI SOLAI MESSA IN SICUREZZA DI SOLAI IL PROBLEMA DELLO SFONDELLAMENTO DEI SOLAI Con il termine sfondellame nto dei solai si indica la rottura e il distacco delle cartelle d intradosso delle pignatte (chiamate fondelle)

Dettagli

Pannelli in alluminio composito Rivestimenti Alulife Pale frangisole Sottostrutture Serramenti Controtelai

Pannelli in alluminio composito Rivestimenti Alulife Pale frangisole Sottostrutture Serramenti Controtelai L architettura è l espressione fisica di un modo di essere (Paul Pawson) Pannelli in alluminio composito Rivestimenti Alulife Pale frangisole Sottostrutture Serramenti Controtelai Rivestimenti in Alluminio

Dettagli

Composizione: Sabbia silicea naturale, lavata, ciclonata, vagliata, essiccata e selezionata del fiume Po. Impiego:

Composizione: Sabbia silicea naturale, lavata, ciclonata, vagliata, essiccata e selezionata del fiume Po. Impiego: SABBIA ESSICCATA SILICEA TIPO 503 DEL FIUME PO Produzione di malte da finitura; Produzione di collanti; Produzione d intonaci. - 0 0,3 mm - in mucchio: 1380 kg/m³ SABBIA ESSICCATA SILICEA TIPO 504 DEL

Dettagli

IL QUADRO ELETTRICO INOX. in AMBIENTE ALIMENTARE e FARMACEUTICO

IL QUADRO ELETTRICO INOX. in AMBIENTE ALIMENTARE e FARMACEUTICO IL QUADRO ELETTRICO INOX in AMBIENTE ALIMENTARE e FARMACEUTICO Direttive e norme La direttiva sull igiene dei prodotti alimentari e la HACCP (Hazard-Analysis-Critical-Control-Points) Tra le norme che regolano

Dettagli

PIATTI DOCCIA SLATE E MADERA DESCRIZIONI TECNICHE E NOTE DI INSTALLAZIONE

PIATTI DOCCIA SLATE E MADERA DESCRIZIONI TECNICHE E NOTE DI INSTALLAZIONE PIATTI DOCCIA SLATE E MADERA DESCRIZIONI TECNICHE E NOTE DI INSTALLAZIONE CARATTERISTICHE GENERALI I piatti doccia di CVS delle serie MADERA e SLATE sono realizzati in pietra ricostituita. Si tratta di

Dettagli

RESIN FLOOR INDUSTRIE ALIMENTARI

RESIN FLOOR INDUSTRIE ALIMENTARI TM RESIN FLOOR INDUSTRIE ALIMENTARI RESINFLOOR: QUALITÀ E PROFESSIONALITÀ Dal 1980 in Italia ed Europa creiamo pavimenti e superfici di calpestio e finitura che hanno in comune l utilizzo della resina.

Dettagli

Rasato Fino. Scheda Tecnica. Rivestimento Plastico Spatolato. Caratteristiche. Impiego. Norme d uso. Voce di Capitolato CODICE ARTICOLO 81RA25

Rasato Fino. Scheda Tecnica. Rivestimento Plastico Spatolato. Caratteristiche. Impiego. Norme d uso. Voce di Capitolato CODICE ARTICOLO 81RA25 Rasato Fino CODICE ARTICOLO 81RA25 Rivestimento Plastico Spatolato Scheda Tecnica Caratteristiche Impiego Rivestimento plastico continuo a spessore per finiture rasate ideale per muri esterni. E traspirante,

Dettagli

Sistema criogenico di pulizia tecnica industriale mediante la proiezione di granuli di ghiaccio secco (anidride carbonica solida)

Sistema criogenico di pulizia tecnica industriale mediante la proiezione di granuli di ghiaccio secco (anidride carbonica solida) SVERNICIATURA E SEPARAZIONI CRIOGENICHE IMPIANTI CRIOGENICI SERVIZIO CO2 GHIACCIO SECCO Sistema criogenico di pulizia tecnica industriale mediante la proiezione di granuli di ghiaccio secco (anidride carbonica

Dettagli

MATERIALI SINTERIZZATI

MATERIALI SINTERIZZATI MATERIALI SINTERIZZATI Sono ottenuti con la cosiddetta Metallurgia delle polveri, che consiste nella compattazione e trasformazione di materiali ridotti in polvere in un composto indivisibile. Sono utilizzati

Dettagli

CARATTERISTICHE TECNICHE PRODOTTI

CARATTERISTICHE TECNICHE PRODOTTI CARATTERISTICHE TECNICHE PRODOTTI LASTRE FIREGUARD 13 Utilizzo: protezioni strutturali, riqualificazioni, pareti, contropareti, controsoffitti. Descrizione: le lastre FIR G ARD 13 sono costituite da silicati

Dettagli

Uso residenziale e uso pubblico. Ambienti con umidità permanente e contatto diretto con l'acqua. Non usare in piscine.

Uso residenziale e uso pubblico. Ambienti con umidità permanente e contatto diretto con l'acqua. Non usare in piscine. Scheda tecnica pro-sanit Profilato concavo da collocare nel punto d'incontro tra pareti e pavimenti o tra rivestimenti e vasche da bagno, piatti doccia o altri elementi da bagno. Sostituisce il tradizionale

Dettagli

09/10/2014 MURATURE IN PIETRA

09/10/2014 MURATURE IN PIETRA MURATURE IN PIETRA 11 PREMESSA Le principali qualità della pietra, come il peso elevato, la durezza, la resistenza al fuoco, hanno permesso di ottenere costruzioni solide e durevoli. Di conseguenza, questo

Dettagli

pro-t Scheda tecnica Applicazioni consigliate: Materiali Supporti Caratteristiche

pro-t Scheda tecnica Applicazioni consigliate: Materiali Supporti Caratteristiche Scheda tecnica pro-t Profilato di transizione tra pavimenti. Lamina di metallo a forma di T che si inserisce nel giunto di separazione di due pavimenti diversi e consente di coprire leggere differenze

Dettagli

La Scelta Giusta. Riparazioni Metalliche. Riparazioni Elastomeriche. Riparazioni Ceramiche PER LA RIPARAZIONE DI ALTA QUALITA DI SUPERFICI METALLICHE

La Scelta Giusta. Riparazioni Metalliche. Riparazioni Elastomeriche. Riparazioni Ceramiche PER LA RIPARAZIONE DI ALTA QUALITA DI SUPERFICI METALLICHE www.thortex.co.uk La Scelta Giusta PER LA RIPARAZIONE DI ALTA QUALITA DI SUPERFICI METALLICHE Riparazioni Metalliche Riparazioni Elastomeriche Riparazioni Ceramiche Soluzioni che sono la conseguenza delle

Dettagli

PROTETTIVO UNIVERSALE PER PAVIMENTI ALL ACQUA. Biodegradabile, idro-oleorepellente, antimacchia, antisporco, antiaderente. Per esterni ed interni.

PROTETTIVO UNIVERSALE PER PAVIMENTI ALL ACQUA. Biodegradabile, idro-oleorepellente, antimacchia, antisporco, antiaderente. Per esterni ed interni. UNIVERSALE Biodegradabile, idro-oleorepellente, antimacchia, antisporco, antiaderente. Per esterni ed interni. ALL ACQUA SOGGETTI A FORTE USURA Biodegradabile, idro-oleorepellente, antimacchia, antisporco,

Dettagli

in questo spazio puoi rinnovare un davanzale UNA RIVOLUZIONE in soli 6 mm

in questo spazio puoi rinnovare un davanzale UNA RIVOLUZIONE in soli 6 mm in questo spazio puoi rinnovare un davanzale UNA RIVOLUZIONE in soli 6 mm EASYSILL rinnova soglie e davanzali in un solo giorno senza opere murarie INCREDIBILMENTE SOTTILE Easysill 6mm Thermosill 26,6mm

Dettagli

acqua + legante + aggregati + additivi = conglomerato

acqua + legante + aggregati + additivi = conglomerato EDUCAZIONE TECNICA TECNOLOGIA DEI MATERIALI c acqua + legante + aggregati + additivi = conglomerato paste miscele di leganti e acqua malte miscele di legante, acqua e granuli fini (sabbia) calcestruzzi

Dettagli

VERNICI UV PER ARREDI INTERNI APPROCCIO TECNOLOGICO E SOSTENIBILE

VERNICI UV PER ARREDI INTERNI APPROCCIO TECNOLOGICO E SOSTENIBILE VERNICI UV PER ARREDI INTERNI APPROCCIO TECNOLOGICO E SOSTENIBILE VERNICI UV PER ARREDI INTERNI APPROCCIO TECNOLOGICO E SOSTENIBILE SPECIALIZZAZIONE E PERSONALIZZAZIONE A SUPPORTO DEL CLIENTE Il laboratorio

Dettagli

RICOSTRUZIONE UNGHIE

RICOSTRUZIONE UNGHIE RICOSTRUZIONE UNGHIE Santolo Testa Le unghie non hanno una resistenza infinita, gli agenti patogeni, lo stress e le carenze alimentari (calcio, ferro, vitamine D-B6-B12) possono disidratarle,indebolirle,

Dettagli

https://bioslab.unile.it/courses.html

https://bioslab.unile.it/courses.html https://bioslab.unile.it/courses.html dal Brisi-Borlera (pg. 172-267) LEGANTI: Conglomerati Cementizi CONGLOMERATI CEMENTIZI LEGANTI: Conglomerati Cementizi CALCESTRUZZO (CLS) ARMATO L unione di questi

Dettagli

I processi di tempra sono condotti sul manufatto finito per generare sforzi residui di compressione in superficie. Vengono sfruttate allo scopo

I processi di tempra sono condotti sul manufatto finito per generare sforzi residui di compressione in superficie. Vengono sfruttate allo scopo I processi di tempra sono condotti sul manufatto finito per generare sforzi residui di compressione in superficie. Vengono sfruttate allo scopo diverse metodologie. 1 La tempra termica (o fisica) si basa

Dettagli

Fibra Ceramica. Catalogo generale

Fibra Ceramica. Catalogo generale Fibra Ceramica Catalogo generale La storia della società KERAUNION Nel 1, in Bohemia (oggi Repubblica Ceca) viene fondata la ditta Keraunion per produrre vasellame ed oggetti in vetro e cristallo. Dal

Dettagli

CHIMICA TECNICA PER L EDILIZIA. pecific per il risanamento di murature umide, il ripristino, la protezione e l impermeabilizzazione.

CHIMICA TECNICA PER L EDILIZIA. pecific per il risanamento di murature umide, il ripristino, la protezione e l impermeabilizzazione. CHIMICA TECNICA PER L EDILIZIA pecific per il risanamento di murature umide, il ripristino, la protezione e l impermeabilizzazione. CHIMICA TECNICA, INNOVAZIONE IN CANTIERE Nel settore edile la chimica

Dettagli

Tecnologia dei Materiali e degli Elementi Costruttivi. Leganti, malte per murature, intonaci

Tecnologia dei Materiali e degli Elementi Costruttivi. Leganti, malte per murature, intonaci Tecnologia dei Materiali e degli Elementi Costruttivi Leganti, malte per murature, intonaci Firenze, lunedì 16 ottobre 2006 LEGANTI Materiali che opportunamente ricondotti allo stato di polvere e miscelati

Dettagli

PIETRA ARENARIA NATURALE FLORESTA

PIETRA ARENARIA NATURALE FLORESTA PIETRA ARENARIA NATURALE FLORESTA L Espluga de Francolì, 21 Settembre 2005 Appiano, 2 Novembre 2005 Pagina 1 di 12 CARATTERISTICHE DELLA PIETRA ARENARIA NATURALE FLORESTA E conosciuta anche con il nome

Dettagli

CARATTERISTICHE PIETRE NATURALI e MODALITA DI PULIZIA

CARATTERISTICHE PIETRE NATURALI e MODALITA DI PULIZIA CARATTERISTICHE PIETRE NATURALI e MODALITA DI PULIZIA Cosa sono i Marmi, i Travertini, i Graniti, le Pietre I MARMI, sono rocce metamorfiche, solitamente sedimentarie e per lo più di composizione calcarea,

Dettagli

Blanke Profilo di chiusura

Blanke Profilo di chiusura Dati tecnici Blanke Profilo di chiusura Per la protezione dei bordi in caso di chiusure di rivestimenti al pavimento ed alle pareti Uso e funzioni: Blanke Profilo di chiusura è un profilo speciale per

Dettagli

Il Polim-cryl è il materiale utilizzato per la produzione delle lastre Cover-Life.

Il Polim-cryl è il materiale utilizzato per la produzione delle lastre Cover-Life. Il Polim-cryl è il materiale utilizzato per la produzione delle lastre Cover-Life. Prodotto con una tecnologia tutelata da brevetti internazionali, il Polim-cryl è il risultato della ricerca e dello sviluppo

Dettagli

PROCESSO DI ASSEMBLAGGIO

PROCESSO DI ASSEMBLAGGIO PROCESSO DI ASSEMBLAGGIO La fabbricazione degli elementi meccanici seguita dalla loro unione sono i principali compiti dell industria produttiva. Essenzialmente l assemblaggio consiste nel collegare degli

Dettagli

pietra di Luserna experts

pietra di Luserna experts pietra di Luserna experts Indice Lasciatevi guidare nella ricerca della bellezza, per scegliere con sicurezza ciò che può contribuire a creare ambienti armoniosi in cui vivere, a migliorare la qualità

Dettagli

COME SI REALIZZA UNA STRADA IN TERRA STABILIZZATA UTILIZZANDO UNA FRESA FRANGISASSI STABILIZZANTE ECOLOGICO PER PAVIMENTAZIONI IN TERRA STABILIZZATA

COME SI REALIZZA UNA STRADA IN TERRA STABILIZZATA UTILIZZANDO UNA FRESA FRANGISASSI STABILIZZANTE ECOLOGICO PER PAVIMENTAZIONI IN TERRA STABILIZZATA STABILIZZANTE ECOLOGICO PER PAVIMENTAZIONI IN TERRA STABILIZZATA COME SI REALIZZA UNA STRADA IN TERRA STABILIZZATA UTILIZZANDO UNA FRESA FRANGISASSI COME SI REALIZZA UNA STRADA IN TERRA STABILIZZATA UTILIZZANDO

Dettagli

FUGAMAGICA WOOD. Caratteristiche tecniche. Campi di applicazione

FUGAMAGICA WOOD. Caratteristiche tecniche. Campi di applicazione FUGAMAGICA WOOD Stucco cementizio idrorepellente, ad alte prestazioni e granulometria finissima per la fugatura di piastrelle in legno ceramico. 1504-2 IP-MC-IR Caratteristiche tecniche Prodotto in polvere

Dettagli

SCHEDE - Prodotti, finiture e colori - LASTRE IN CALCIOSILICATO LASTRE IN CALCIOSILICATO LE LASTRE ANTINCENDIO

SCHEDE - Prodotti, finiture e colori - LASTRE IN CALCIOSILICATO LASTRE IN CALCIOSILICATO LE LASTRE ANTINCENDIO 14 LASTRE IN CALCIOSILICATO Tutte le lastre in calciosilicato proposte da ERACLIT sono costituite da una matrice di calciosilicato idrato fatto maturare in autoclave ad alta pressione, rinforzata con speciali

Dettagli

STORIA TOP PORZELANIK BARCELONA

STORIA TOP PORZELANIK BARCELONA PRODOTTO OTTO CON BREVETTO A LIVELLO MONDIALE STORIA TOP PORZELANIK BARCELONA Nasce dall impresa CODIFEL, la quale vanta un esperienza quasi ventennale di innovazione in diversi settori, tra cui l esigente

Dettagli

Direttiva di posa Wecryl 124

Direttiva di posa Wecryl 124 WestWood Qualität + Erfahrung Direttiva di posa Wecryl 124 Sottofondi umidi e bagnati Wecryl 124 Primer per sottofondi umidi Wecryl 124 è una novità assoluta all interno dell offerta di primer per sottofondi

Dettagli

TRATTAMENTO DELLE RIMONTE CAPILLARI

TRATTAMENTO DELLE RIMONTE CAPILLARI TRATTAMENTO LE RIMONTE CAPILLARI INTRODUZIONE: Grazie alle sue ottime caratteristiche tecniche e alla facilità di messa in opera il di POTASSIO viene largamente utilizzato per rendere idrorepellenti i

Dettagli

SOSTENIBILITÀ DEI MATERIALI IN EDILIZIA

SOSTENIBILITÀ DEI MATERIALI IN EDILIZIA SOSTENIBILITÀ DEI MATERIALI IN EDILIZIA Un nuovo utilizzo dei materiali di scarto in edilizia Ridurre il volume dei rifiuti prodotti nei centri urbani, riciclandoli, significa non solo prevenire la contaminazione

Dettagli

Numero 6 /2015 Esposizione a silice nella lavorazione dei marmi tecnici

Numero 6 /2015 Esposizione a silice nella lavorazione dei marmi tecnici Numero 6 /2015 Esposizione a silice nella lavorazione dei marmi tecnici Sul Giornale Italiano di Medicina del lavoro ed Igiene Industriale sono stati pubblicati i risultati delle indagini ambientali condotte

Dettagli

NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE AI PAVIMENTI SOPRAELEVATI. www.rftsrl.eu

NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE AI PAVIMENTI SOPRAELEVATI. www.rftsrl.eu NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE AI PAVIMENTI SOPRAELEVATI www.rftsrl.eu RFT - FOUR x FOUR AUTOCENTRANTE Pavimento sopraelevato STANDARD Pavimento sopraelevato ANTISISMICO L innovazione di FOUR x FOUR consiste

Dettagli

La resistenza di un materiale dal comportamento fragile va analizzata attraverso gli strumenti della meccanica della frattura.

La resistenza di un materiale dal comportamento fragile va analizzata attraverso gli strumenti della meccanica della frattura. La resistenza di un materiale dal comportamento fragile va analizzata attraverso gli strumenti della meccanica della frattura. Il sistema di riferimento è quello di un componente soggetto a carichi esterni

Dettagli

Classificazione. Le plastiche utilizzate in edilizia sono classificate in: - Resine termoindurenti - Resine termoplastiche

Classificazione. Le plastiche utilizzate in edilizia sono classificate in: - Resine termoindurenti - Resine termoplastiche Classificazione Le plastiche utilizzate in edilizia sono classificate in: - Resine termoindurenti - Resine termoplastiche Entrambe raggruppano altre resine differenti per alcun specificità. Resine termoindurenti.

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UD04B ATTIVITÀ 23.70.30 SEGAGIONE E LAVORAZIONE DELLE PIETRE E DEL MARMO

STUDIO DI SETTORE UD04B ATTIVITÀ 23.70.30 SEGAGIONE E LAVORAZIONE DELLE PIETRE E DEL MARMO STUDIO DI SETTORE UD04B ATTIVITÀ 23.70.10 SEGAGIONE E LAVORAZIONE DELLE PIETRE E DEL MARMO ATTIVITÀ 23.70.20 LAVORAZIONE ARTISTICA DEL MARMO E DI ALTRE PIETRE AFFINI, LAVORI IN MOSAICO ATTIVITÀ 23.70.30

Dettagli

24 / 36 / 13 : 24 / 36 / D

24 / 36 / 13 : 24 / 36 / D Via Oberdan, 7 20059 Vimercate (MI) Tel.: +39 039 6612297 Fax : +39 039 6612297 E-mail: info@fiortech.com Partita IVA: 02916370139 La colla trasparente multiuso per le applicazioni più svariate Sito web:

Dettagli

Cos è il nastro autoadesivo?

Cos è il nastro autoadesivo? Cos è il nastro autoadesivo? Per nastro autoadesivo si intende una striscia di materiale che può aderire con la semplice pressione su varie superfici senza la necessità di calore, umettatura od altro.

Dettagli

I cappotti ad elevato spessore: la corretta posa in opera. CONVEGNO AIPE - MADE 2011 6 Ottobre 2011

I cappotti ad elevato spessore: la corretta posa in opera. CONVEGNO AIPE - MADE 2011 6 Ottobre 2011 I cappotti ad elevato spessore: la corretta posa in opera. CONVEGNO AIPE - MADE 2011 6 Ottobre 2011 Che cosa vuol dire IPERISOLAMENTO DISPERSIONI TERMICHE DELL INVOLUCRO minime unbeheizt unbeheizt WSVO

Dettagli

TOP E ACCESSORI PER LA CUCINA CONTEMPORANEA. TOP PER CUCINA Piani di lavoro in laminato in HPL 18 decori diversi

TOP E ACCESSORI PER LA CUCINA CONTEMPORANEA. TOP PER CUCINA Piani di lavoro in laminato in HPL 18 decori diversi TOP E ACCESSORI PER LA CUCINA CONTEMPORANEA 2015 PRONTO TOP Taglio su misura e bordatura in laminato BASI E ACCESSORI Zoccoli, piedini e portaposate ALZATINE SALVAGOCCIA Classiche e moderne con decori

Dettagli

LE SOLUZIONI PAULIN UNI EN 1504 IL RISANAMENTO DEL CEMENTO ARMATO. Un intervento efficace e di lunga durata

LE SOLUZIONI PAULIN UNI EN 1504 IL RISANAMENTO DEL CEMENTO ARMATO. Un intervento efficace e di lunga durata LE SOLUZIONI PAULIN 1. Preparazione del supporto mediante completa asportazione e demolizione con l ausilio di mezzi meccanici o manuali di tutte le parti in calcestruzzo degradate o invia di distacco

Dettagli

Materiali, Sviluppo, Soluzioni. Prodotti di Molibdeno per la industria del vetro

Materiali, Sviluppo, Soluzioni. Prodotti di Molibdeno per la industria del vetro Materiali, Sviluppo, Soluzioni Prodotti di Molibdeno per la industria del vetro H.C. Starck, Molibdeno Materiali come il molibdeno e il tungsteno, sono vitali per le applicazioni di fusione, omogeneizzazione

Dettagli

In epoca romana l uso del vetro si diffuse ampiamente, per contenitori, bicchieri e finestre.

In epoca romana l uso del vetro si diffuse ampiamente, per contenitori, bicchieri e finestre. Prof. Carlo Carrisi Il vetro è un prodotto omogeneo e compatto, ad elevata trasparenza, costituito prevalentemente da silice e materiali fondenti (ossidi di sodio e potassio). Una antica leggenda racconta

Dettagli

0-4. Campi di applicazione. Caratteristiche tecniche

0-4. Campi di applicazione. Caratteristiche tecniche Fugamagica 0-4 Stucco cementizio ad alte prestazioni a granulometria finissima per la fugatura di piastrelle ceramiche da 0 a 4 mm 2 IP-MC-IR Caratteristiche tecniche Prodotto in polvere a base di cemento,

Dettagli

SPAZIO. pavimentazioni e impermeabilizzazioni per poli fieristici ed espositivi

SPAZIO. pavimentazioni e impermeabilizzazioni per poli fieristici ed espositivi SPAZIO pavimentazioni e impermeabilizzazioni per poli fieristici ed espositivi 2015 insieme per EXPO 2015 Forti della decennale esperienza nei lavori di nuove costruzioni e manutenzioni di poli espositivi

Dettagli

LAVORAZIONE PIETRE NATURALI. pavimentazioni e rivestimenti commerciali

LAVORAZIONE PIETRE NATURALI. pavimentazioni e rivestimenti commerciali LAVORAZIONE PIETRE NATURALI pavimentazioni e rivestimenti commerciali L Azienda Italbeola operativa dagli anni 90, si è specializzata nella lavorazione delle pietre naturali. In particola si occupa della

Dettagli

Impermeabilizzare nelle costruzioni a secco FERMACELL

Impermeabilizzare nelle costruzioni a secco FERMACELL Schede tecniche FERMACELL Impermeabilizzare nelle costruzioni a secco FERMACELL Sollecitazione dell umidità Campi di utilizzo Secondo la sollecitazione di umidità cui è sottoposto un elemento costruttivo,

Dettagli

1. Modalità di assorbimento del suono 2. Grandezze caratteristiche dei materiali fonoassorbenti 3. Materiali fibrosi 4. Materiali porosi 5.

1. Modalità di assorbimento del suono 2. Grandezze caratteristiche dei materiali fonoassorbenti 3. Materiali fibrosi 4. Materiali porosi 5. I materiali fonoassorbenti 1. Modalità di assorbimento del suono 2. Grandezze caratteristiche dei materiali fonoassorbenti 3. Materiali fibrosi 4. Materiali porosi 5. Risonatori 1 Modalità di assorbimento

Dettagli

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA.

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT ALPHA ORIENT Il colore è ovunque, basta saperlo cercare. Finitura altamente decorativa

Dettagli

service www.industriacolori.com

service www.industriacolori.com service www.industriacolori.com resin Fino a qualche anno fa, la resina era utilizzata prevalentemente nell edilizia industriale, grazie alla sua elevata resistenza meccanica. Oggi è molto diffusa anche

Dettagli

ELIMINAZIONE PONTI TERMICI E RISCHIO MUFFA

ELIMINAZIONE PONTI TERMICI E RISCHIO MUFFA ISOLAMENTO A CAPPOTTO Scheda: L&C-TS 02 Lime&Cork TECHNIC SCHOOL è un iniziativa aziendale di informazione tecnica rivolta alla diffusione di una cultura dell edilizia di qualità. L isolamento a cappotto

Dettagli

TECNOLOGIE DI LIQUID MOULDING

TECNOLOGIE DI LIQUID MOULDING TECNOLOGIE DI LIQUID MOULDING Tecniche legate alla produzione di materiali compositi, caratterizzate dal flusso di una matrice polimerica termoindurente (resina) attraverso un rinforzo asciutto a base

Dettagli

Idee che prendono forma.

Idee che prendono forma. Idee che prendono forma. Dal progetto in poi... Stratos è una giovane azienda che nasce per dare forma alle idee che, grazie alla versatilità dalle grandi superfici Laminam, creano, trasformano, e rinnovano

Dettagli

Corso di tecnologia Scuola media a.s. 2010-2011 PROF. NICOLA CARIDI

Corso di tecnologia Scuola media a.s. 2010-2011 PROF. NICOLA CARIDI Corso di tecnologia Scuola media a.s. 2010-2011 PROF. NICOLA CARIDI ARGOMENTI TRATTATI: Oggetti materiali e tecnologie Classificazione dei materiali Proprietà dei materiali Proprietà chimico/fisico Proprietà

Dettagli

METALLI FERROSI GHISA ACCIAIO

METALLI FERROSI GHISA ACCIAIO METALLI FERROSI I metalli ferrosi sono i metalli e le leghe metalliche che contengono ferro. Le leghe ferrose più importanti sono l acciaio e la ghisa. ACCIAIO: lega metallica costituita da ferro e carbonio,

Dettagli

BOSTIK ASSEMBLER EFFETTO VENTOSA

BOSTIK ASSEMBLER EFFETTO VENTOSA BOSTIK ASSEMBLER EFFETTO VENTOSA Eccellente adesivo per la costruzione con ottima presa iniziale e ottima resistenza finale. Ideale per un tenace incollaggio a superfici porose di qualsiasi materiale che

Dettagli

Blanke Profilo di chiusura

Blanke Profilo di chiusura Dati tecnici Blanke Profilo di chiusura per la chiusura decorativa e sicura dei bordi nei rivestimenti di piastrelle Utilizzo e funzioni: Blanke Profilo di chiusura è un profilo speciale per la protezione

Dettagli

SISTEMI DI RISCALDAMENTO/ RAFFRESCAMENTO RADIANTE. Garanzia di comfort e risparmio per i vostri clienti. Fino al 20 %

SISTEMI DI RISCALDAMENTO/ RAFFRESCAMENTO RADIANTE. Garanzia di comfort e risparmio per i vostri clienti. Fino al 20 % SISTEMI DI RISCALDAMENTO/ RAFFRESCAMENTO RADIANTE Garanzia di comfort e risparmio per i vostri clienti Fino al 20 % di risparmio sui costi di riscaldamento COMFORT, RISPARMIO E BENESSERE I motivi per scegliere

Dettagli

ADESIT SF. Caratteristiche tecniche. Campi di applicazione. Stucco cementizio a grana finissima per la fugatura di piastrelle ceramiche da 0 a 4 mm.

ADESIT SF. Caratteristiche tecniche. Campi di applicazione. Stucco cementizio a grana finissima per la fugatura di piastrelle ceramiche da 0 a 4 mm. STUCCATURA DELLE FUGHE E SIGILLATURE ELASTICHE Stucco cementizio a grana finissima per la fugatura di piastrelle ceramiche da 0 a 4 mm. 1504-2 IP-MC-IR Caratteristiche tecniche Prodotto in polvere a base

Dettagli

www.rockwool-coresolutions.com Soluzioni innovative per pannelli sandwich con isolamento in lana di roccia

www.rockwool-coresolutions.com Soluzioni innovative per pannelli sandwich con isolamento in lana di roccia www.rockwool-coresolutions.com Soluzioni innovative per pannelli sandwich con isolamento in lana di roccia Da decenni i pannelli sandwich con isolamento in lana di roccia si rivelano estremamente efficaci

Dettagli

ZOTEFOAMS FA LA DIFFERENZA

ZOTEFOAMS FA LA DIFFERENZA ZOTEFOAMS FA LA DIFFERENZA Per maggiori dettagli visitate www.zotefoams.com ZOTEFOAMS PLC, 675 Mitcham Road, Croydon, Surrey, CR9 3AL, Regno Unito Tel: +44 (0) 20 8664 1600 Fax: +44 (0) 20 8664 1616 E-mail:

Dettagli

SOLUZIONI VINCENTI. per il segmento LEGNO. In questa raccolta. Scheda n. Segmento Materiali lavorati Destinazioni d uso 1 LEGNO MDF ANTE PER CUCINA

SOLUZIONI VINCENTI. per il segmento LEGNO. In questa raccolta. Scheda n. Segmento Materiali lavorati Destinazioni d uso 1 LEGNO MDF ANTE PER CUCINA SOLUZIONI VINCENTI per il segmento LEGNO In questa raccolta Scheda n. Segmento Materiali lavorati Destinazioni d uso 1 LEGNO MDF ANTE PER CUCINA 2 LEGNO MDF ANTE PER CUCINA 3 LEGNO MASSELLO ANTE PER CUCINA

Dettagli