FORUM DELLE ASSOCIAZIONI GIOVANILI DELLA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FORUM DELLE ASSOCIAZIONI GIOVANILI DELLA"

Transcript

1 REGOLAMENTO DEL PROVINCIA DI ROMA. FORUM DELLE ASSOCIAZIONI GIOVANILI DELLA CAPO - I NORME GENERALI Art. 1 : Oggetto e finalità del regolamento Il presente regolamento disciplina il funzionamento del "Forum delle Associazioni giovanili, istituito con deliberazione del Consiglio Provinciale di Roma n. 155 del e successive modifiche ed integrazioni, per incentivare forme di partecipazione che consentano ai giovani di rappresentare i propri bisogni e le proprie aspirazioni, formulare istanze e proporre iniziative e azioni alla Provincia di Roma. Lo Statuto del Forum delle Associazioni giovanili approvato con deliberazione del Consiglio Provinciale di Roma n. 155 del e successive modifiche ed integrazioni, costituisce presupposto essenziale e parte integrante del presente atto. Art. 2: Compiti e attribuzioni I compiti e le attribuzioni del Forum sono quelli definiti dall art. 4 dello Statuto del Forum stesso. CAPO II - ORGANI SEZIONE I - COMPOSIZIONE, NOMINA ED ELEZIONE Art. 3 : Struttura del Forum. Il Forum è costituito da: 1. L Ufficio di coordinamento 2. L Assemblea generale 3. Il Coordinamento Operativo Tutte le funzioni dei componenti gli organi sono a titolo gratuito. Art. 4 : Ufficio di coordinamento del Forum L Ufficio di coordinamento del Forum è composto da: 1. l Assessore alle Politiche Giovanili della Provincia di Roma; 2. il Presidente o un componente della Commissione Consiliare della Provincia di Roma competente per materia; 3. il Dirigente del Servizio Politiche Giovanili della Provincia di Roma; Tutti i componenti dell Ufficio di coordinamento del Forum possono essere sostituiti da un delegato appositamente individuato, di volta in volta, con formale lettera di incarico.

2 Art. 5: Assemblea Generale del Forum L'assemblea è composta dai rappresentanti designati dalle Associazioni giovanili aderenti al Forum. Le aggregazioni giovanili per aderire al Forum debbono essere in possesso dei requisiti di cui alla lettera a) dell art. 2 dello Statuto del Forum stesso. L adesione viene formalizzata compilando il modulo allegato al presente regolamento, indirizzato all Assessore alle Politiche Giovanili della Provincia di Roma, modulo che sarà reso disponibile anche attraverso l utilizzo di strumenti informatici. Art. 6: Il Coordinamento Operativo del Forum Il Coordinamento Operativo del Forum è costituito dall Ufficio di coordinamento, dai Responsabili dei Coordinamenti di zona eletti dall Assemblea integrato dai Coordinatori dei tavoli tematici (art. 2 lettera g dello Statuto) e da eventuali gruppi di studio (art. 2 lettera h dello Statuto). Sono istituiti i Coordinamenti Operativi di Zona che corrispondono alle seguenti zone del territorio provinciale di Roma secondo la suddivisione del territorio provinciale effettuata dalla Giunta Provinciale con Delibera n. 504/12 del : zona 1 : Civitavecchia, Allumiere, Anguillara Sabazia, Bracciano, Canale Monterano, Cerveteri, Fiumicino, Ladispoli, Manziana, Santa Marinella, Tolfa, Trevignano Romano; zona 2 : Monterotondo, Fiano Romano, Campagnano di Roma, Capena, Castelnuovo Di Porto, Civitella San Paolo, Filacciano, Fonte Nuova, Formello, Magliano Romano, Mazzano Romano, Mentana, Monteflavio, Montelibretti, Montorio Romano, Moricone, Morlupo, Nazzano, Nerola, Palombara Sabina, Ponzano Romano, Riano, Rignano Flaminio, Sacrofano, Sant Angelo Romano, Sant Oreste, Torrita Tiberina; zona 3: Tivoli, Affile, Agosta, Anticoli Corrado, Arcinazzo Romano, Arsoli, Camerata Nuova, Canterano,Capranica Prenestina, Casape, Castel Madama, Cerreto Laziale, Cervara di Roma, Ciciliano, Cineto Romano, Gerano, Guidonia Montecelio, Jenne, Licenza, Mandela, Marano Equo, Marcellina, Percile, Pisoniano, Poli, Riofreddo, Rocca Canterano, Rocca Santo Stefano, Roccagiovine, Roiate, Roviano, San Gregorio da Sassola, Sambuci, San Polo dei Cavalieri, Saracinesco, Subiaco, Vallepietra, Vallinfreda, Vicovaro, Vivaro Romano. zona 4: Velletri, Albano Laziale, Ariccia, Artena, Bellegra, Carpineto Romano, Castel Gandolfo, Castel San Pietro Romano, Cave, Ciampino, Colleferro, Colonna, Frascati, Gallicano nel Lazio, Gavignano, Genazzano,Genzano di Roma, Gorga, Grottaferrata, Labico, Lanuvio, Lariano, Marino, Monte Porzio Catone, Montecompatri, Montelanico, Nemi, Olevano Romano, Palestrina, Rocca di Cave, Rocca di Papa, Rocca Priora, San Cesareo, San Vito Romano, Segni, Valmontone, Zagarolo, Pomezia, Anzio, Ardea, Nettuno.

3 Tenuto conto della specificità del Comune di Roma e della sua articolazione in Municipi, per il territorio del Comune di Roma il numero dei coordinamenti di zona è fissato nel numero di due, la cui individuazione sarà effettuata in accordo con lo stesso Comune di Roma. I Coordinamenti Operativi di Zona raggruppano le Associazioni giovanili che aderiscono al Forum e che hanno sede nella zona di riferimento e sono formati da un rappresentante di ciascuna Associazione. Per ciascun Coordinamento sono eletti all interno due responsabili un maschio e una femmina che durano in carica un anno. Ciascun responsabile non può coprire tale incarico per più di due anni consecutivi. Sulla base degli indirizzi programmatici approvati vengono individuate ogni anno le aree tematiche. Ai tavoli tematici possono aderire trasversalmente le Associazioni dei diversi coordinamenti di zona. Ogni tavolo tematico è rappresentato da un coordinatore eletto all interno del tavolo stesso con durata in carica di un anno. Ciascun coordinatore non può coprire tale incarico per più di due anni consecutivi Con riferimento a singoli progetti che interessino trasversalmente i coordinamenti di zona, le aree tematiche possono essere individuate anche dai gruppi di studio con nomina ugualmente di un responsabile del tavolo con durata in carica di un anno. Ciascun responsabile non può coprire tale incarico per più di due anni consecutivi Se il singolo progetto trova l accordo delle parti, viene presentato per essere inserito nel Programma Annuale delle Iniziative del Forum. SEZIONE II ATTRIBUZIONI Art. 7: Attribuzioni dell Ufficio di coordinamento All Ufficio di coordinamento competono i seguenti compiti: 1. sviluppare ed attuare gli indirizzi programmatici concordati con l'assemblea; 2. proporre l'eventuale costituzione di gruppi di studio ; 3. promuovere iniziative pubbliche, convegni, dibattiti, ricerche in materia di politiche giovanili; 4. favorire la costituzione di un sistema informativo integrato fra Amministrazione Provinciale e Comuni della Provincia di Roma, giovani e Associazioni giovanili, rispetto ai bisogni emergenti sul territorio comunale ed agli interventi ad essi relativi. L Ufficio di coordinamento è presieduto dall Assessore alle Politiche giovanili della Provincia di Roma, il quale ha la rappresentanza del Forum giovanile e svolge i seguenti compiti: 1. definisce l'ordine del giorno del Coordinamento Operativo del Forum; 2. convoca e presiede il Coordinamento; 3. costituisce eventuali gruppi di studio ; Art. 8: Attribuzioni dell'assemblea Compete all'assemblea: 1. eleggere i responsabili dei Coordinamenti Operativi di Zona; 2. definire annualmente in accordo con l Ufficio di coordinamento gli indirizzi programmatici;

4 3. formulare proposte e suggerimenti su tematiche riguardanti le esigenze e le istanze della comunità giovanile locale. Art. 9: Attribuzioni del Coordinamento Operativo del Forum. Il Coordinamento Operativo del Forum è l organo esecutivo del Forum ed espleta le funzioni previste all art. 2. Inoltre può nominare rappresentanti per la partecipazione a Forum, Consulte, Sessioni di carattere extraprovinciale (regionale, nazionale, europeo, internazionale). Nella prima seduta procede a: - individuare gli indirizzi programmatici al fine dell approvazione nelle successive sedute del programma annuale delle iniziative; - sulla base degli indirizzi programmatici approvati, individuare le aree tematiche e quindi procedere alla nomina dei coordinatori dei tavoli tematici. Di quanto sopra, viene data pubblicità anche avvalendosi di strumenti informatici. Nelle successive sedute, il Coordinamento Operativo del Forum formalmente costituito procede all approvazione del programma annuale delle iniziative, sulla base di quanto richiesto dall Ufficio di coordinamento, dai Coordinatori di zona, dai Coordinatori dei tavoli tematici e dagli eventuali gruppi di studio. Tenuto conto della specificità del Comune di Roma e della sua articolazione in Municipi, i progetti interessanti il territorio del Comune di Roma, saranno inviati anche all Assessorato competente in materia di politiche giovanili del Comune di Roma. I progetti inseriti nel Programma annuale delle iniziative, congiuntamente ai loro preventivi di spesa, seguiranno per l erogazione economica l iter amministrativo previsto dalla normativa vigente. SEZIONE III - FUNZIONAMENTO Art. 10: Il Coordinamento Operativo del Forum. La convocazione del Coordinamento avviene tramite comunicazione inviata per posta elettronica all'indirizzo o fax indicato dai componenti o tramite posta, in caso di impossibilità di utilizzo dei precedenti sistemi, con preavviso di 20 giorni. Nella comunicazione sono indicati il luogo, la data e l'ora della riunione e l'elenco degli argomenti da trattare. La sede del Forum è presso l Amministrazione Provinciale di Roma. Della convocazione è data notizia a tutti i Consiglieri della Provincia di Roma. L avviso di convocazione è pubblicato sul portale istituzionale dell Amministrazione Provinciale al fine di consentire la partecipazione, senza diritto di voto, di tutte le associazioni interessate.

5 La convocazione e la presidenza del Coordinamento spetta all Assessore alle Politiche giovanili della Provincia di Roma o, in caso di sua assenza od impedimento, al Presidente della Commissione Consiliare della Provincia di Roma competente in materia. Riunioni straordinarie possono essere convocate dall Assessore alle Politiche Giovanili della Provincia di Roma con preavviso di 10 giorni. Riunioni consultive possono essere convocate su richiesta di almeno 1/4 dei responsabili di coordinamento. Art. 11:Validità delle sedute e votazioni Le sedute del Coordinamento sono valide se interviene almeno la metà dei componenti (nominati od eletti), arrotondato per eccesso. Se nel corso dei lavori viene meno, per qualsiasi ragione, il numero di componenti sopra richiesto per rendere valida l'adunanza, la seduta è sciolta. In mancanza del numero legale non può essere validamente assunta alcuna decisione. Le questioni trattate si intendono approvate se ottengono la maggioranza assoluta dei voti dei presenti. Le votazioni sono effettuate in forma palese per alzata di mano. Art. 12:Verbali delle sedute Della seduta del coordinamento operativo è redatto verbale sintetico dal segretario nel quale sono indicati: 1. la data, l'ora ed il luogo della riunione; 2. i componenti presenti ed assenti; 3. i rappresentanti delle Associazioni giovanili che hanno presenziato alla riunione ai sensi del precedente art. 11 ; 4. gli argomenti trattati e le decisioni conclusivamente assunte; 5. l'esito della votazione. Art. 13:Modifiche del regolamento. Eventuali modifiche del regolamento potranno essere sottoposte all approvazione del Consiglio Provinciale, su richiesta dei 2/3 dei componenti il Coordinamento Operativo del Forum e sulla base del Regolamento del Consiglio Provinciale approvato con Deliberazione del Consiglio Provinciale n. 202 del e successive modifiche ed integrazioni.

Situazione secondo la vecchia regola. Altitudine al centro

Situazione secondo la vecchia regola. Altitudine al centro Altitudine: In base alla nuova : 1) Da 601 metri tutti i terreni sono Affile 684 Esenzione per tutti i terreni Esenzione per tutti i terreni Agosta 382 Esenzione solo per coltivatori diretti e imprenditori

Dettagli

FASCIA a) Comuni con popolazione fino a 3.000 abitanti

FASCIA a) Comuni con popolazione fino a 3.000 abitanti COMUNI DELLA PROVINCIA DI ROMA suddivisi nelle FASCE previste dalla legge 7 aprile 204 n. 56 (*) FASCE PREVISTE DALL'ART., COMMA 33, della legge n. 56/204 2 3 4 5 6 7 8 9 0 2 3 4 5 6 7 8 9 20 2 22 23 24

Dettagli

Roma, la sua Provincia e il SUAP

Roma, la sua Provincia e il SUAP Roma, la sua Provincia e il SUAP 1. Situazione al 7 settembre 2012 Condizionati dall avvio del 1 ottobre della procedura telematica e dal conseguente obbligo di non accettare più SCIA cartacee, il 53%

Dettagli

/2/3/4/ /2/3/4/ /2/3/4/ /2/3/4/5

/2/3/4/ /2/3/4/ /2/3/4/ /2/3/4/5 Comune COMUNI PROVINCIA DI ROMA Funzionario Archeologo Telefono email 01 Affile 02 Agosta 03 Albano Laziale 04 Allumiere 05 06 Anguillara Sabazia Anticoli Corrado 07 Anzio 08 Arcinazzo 09 Ardea 10 Ariccia

Dettagli

Provincia di Roma: dati comunali

Provincia di Roma: dati comunali Provincia di Roma: dati comunali 126 Graf. 25 - Provincia di Roma ROMA Fonte: SISTAR-LAZIO 127 Quali i sono i comuni della provincia di Roma? Quanti abitanti ci sono? Tab. 42 - Popolazione residente per

Dettagli

Roma, la sua Provincia e il SUAP

Roma, la sua Provincia e il SUAP Roma, la sua Provincia e il SUAP Situazione al 01 maggio 2017 A seguito dell avvio della procedura telematica e del conseguente obbligo di non accettare più SCIA cartacee (1 ottobre 2011), ad oggi il 40%

Dettagli

Roma, la sua Provincia e il SUAP

Roma, la sua Provincia e il SUAP Roma, la sua Provincia e il SUAP Situazione al 22 luglio 2016 A seguito dell avvio della procedura telematica e del conseguente obbligo di non accettare più SCIA cartacee (1 ottobre 2011), ad oggi il 40%

Dettagli

Federazione Lavoratori della Conoscenza CGIL

Federazione Lavoratori della Conoscenza CGIL Municipio/Comune Zona corrispondente FLC CGIL Indirizzo e-mail NB La legenda si riferisce alla precedente articolazione territoriale in 19 Municipi Roma Municipio 1 Roma Centro-Ovest-Litoranea romaovest@flcgil.it

Dettagli

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2014

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2014 REGIONE AGRARIA N : 1 REGIONE AGRARIA N : 2 ALTO ANIENE Comuni di: AFFILE, AGOSTA, ANTICOLI CORRADO, ARCINAZZO ROMANO, ARSOLI, CAMERATA NUOVA, MANDELA, CANTERANO, CAPRANICA PRENESTINA, CERRETO LAZIALE,

Dettagli

ORDINE DEGLI ARCHITETTI DI ROMA E PROVINCIA REGOLAMENTO DEL DECENTRAMENTO. ART. I Il Decentramento

ORDINE DEGLI ARCHITETTI DI ROMA E PROVINCIA REGOLAMENTO DEL DECENTRAMENTO. ART. I Il Decentramento ORDINE DEGLI ARCHITETTI DI ROMA E PROVINCIA REGOLAMENTO DEL DECENTRAMENTO ART. I Il Decentramento L Ordine degli Architetti di Roma e Provincia per meglio promuovere le esigenze dei singoli cittadini e

Dettagli

ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI E CONSERVATORI DI ROMA E PROVINCIA REGOLAMENTO DEL DECENTRAMENTO

ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI E CONSERVATORI DI ROMA E PROVINCIA REGOLAMENTO DEL DECENTRAMENTO ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI E CONSERVATORI DI ROMA E PROVINCIA REGOLAMENTO DEL DECENTRAMENTO ART. I Istituzione L Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori

Dettagli

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2014 Settore residenziale. ROMA a cura dell Ufficio Statistiche e Studi

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2014 Settore residenziale. ROMA a cura dell Ufficio Statistiche e Studi NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre Settore residenziale a cura dell Ufficio Statistiche e Studi data di pubblicazione: 28 novembre periodo di riferimento: primo semestre

Dettagli

ELENCO ALLEGATI ALLA CONVENZIONE DI GESTIONE

ELENCO ALLEGATI ALLA CONVENZIONE DI GESTIONE 1 CONVENZIONE DI GESTIONE rel. 1.1 Garanzie tecnico economiche del gestore rel. 1.2 Documentazione deposito cauzionale rel. 2 DISCIPLINARE TECNICO rel. 2.1 Modalità di avvio del S.I.I. rel. 2.2 Mutui pregressi

Dettagli

SINDACATO DI VOTO. Tra. Affile, Agosta, Albano Laziale, Allumiere, Anguillara Sabazia, Anticoli

SINDACATO DI VOTO. Tra. Affile, Agosta, Albano Laziale, Allumiere, Anguillara Sabazia, Anticoli SINDACATO DI VOTO Tra - i comuni di: Affile, Agosta, Albano Laziale, Allumiere, Anguillara Sabazia, Anticoli Corrado, Arcinazzo Romano, Ardea, Ariccia, Arsoli, Artena, Bellegra, Bracciano, Camerata Nuova,

Dettagli

TRIBUNALE DI TIVOLI (Comuni che fanno parte del circondario di Tivoli)

TRIBUNALE DI TIVOLI (Comuni che fanno parte del circondario di Tivoli) TRIBUNALE DI TIVOLI (Comuni che fanno parte del circondario di Tivoli) Affile Agosta Articoli Corrado Arcinazzo Romano Arsoli Camerata Nuova Canterano Casape Castel Madama Cerreto Laziale Cervara di Roma

Dettagli

AVVISO PUBBLICO LA CITTA' METROPOLITANA DI ROMA CAPITALE RENDE NOTO CHE

AVVISO PUBBLICO LA CITTA' METROPOLITANA DI ROMA CAPITALE RENDE NOTO CHE AVVISO PUBBLICO Rinnovo delle Commissioni e delle Sottocommissioni Elettorali Circondariali della Città metropolitana di Roma Capitale - Designazione dei componenti da parte del Consiglio metropolitano.

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento del Forum delle Associazioni Giovanili della Provincia di Roma

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento del Forum delle Associazioni Giovanili della Provincia di Roma PROVINCIA DI ROMA Regolamento del Forum delle Associazioni Giovanili della Provincia di Roma Adottato con delibera del Consiglio Provinciale n. 216 del 20/11/2007 Aggiornato con delibera del Consiglio

Dettagli

CASERME CARABINIERI PROPRIETA' CANONE ATTUALE. AFFILE Proprietà Privata ,44. AGOSTA Proprietà Privata 6.272,20

CASERME CARABINIERI PROPRIETA' CANONE ATTUALE. AFFILE Proprietà Privata ,44. AGOSTA Proprietà Privata 6.272,20 IMMOBILI IN USO ALL'ARMA DEI CARABINIERI CASERME CARABINIERI PROPRIETA' CANONE ATTUALE AFFILE Proprietà Privata 24.650,44 AGOSTA Proprietà Privata 6.272,20 ALBANO LAZIALE Proprietà Privata 137.116,38 ALLUMIERE

Dettagli

Relazione sullo stato dei trasferimenti dei servizi comunali dell ATO 2 Lazio Centrale Roma al Servizio Idrico Integrato

Relazione sullo stato dei trasferimenti dei servizi comunali dell ATO 2 Lazio Centrale Roma al Servizio Idrico Integrato Relazione sullo stato dei trasferimenti dei servizi comunali dell ATO 2 al Servizio Idrico Integrato Aggiornamento 30 giugno 2012 Relazione stato acq_agg giu2012 SOMMARIO 1. Premesse... 1 2. Stato dei

Dettagli

Bacino Competenza Anguillara Sabazia, Bracciano, Canale Monterano, Manziana, Trevignano Romano

Bacino Competenza Anguillara Sabazia, Bracciano, Canale Monterano, Manziana, Trevignano Romano Centri per l impiego di Roma e provincia Albano Laziale - Centro per l'impiego di Albano Laziale Bacino Competenza Albano Laziale, Ariccia, Castel Gandolfo, Genzano di Roma, Nemi Via San Francesco, 28-00041,

Dettagli

La presenza di imprenditori nordafricani e asiatici in provincia di Roma. 3 trimestre 2012

La presenza di imprenditori nordafricani e asiatici in provincia di Roma. 3 trimestre 2012 La presenza di imprenditori nordafricani e asiatici in provincia di Roma 3 trimestre 2012 La presenza di imprenditori nordafricani e asiatici in provincia di Roma 3 trimestre 2012 A cura di: Lo studio

Dettagli

Roma e provincia attraverso la statistica. Edizione 2013

Roma e provincia attraverso la statistica. Edizione 2013 Roma e provincia attraverso la statistica Edizione 2013 Roma e provincia attraverso la statistica Edizione 2013 Roma e provincia attraverso la statistica Edizione 2013 Direttore responsabile: Dott. Pietro

Dettagli

I NUOVI SERVIZI DEI CENTRI PER L IMPIEGO

I NUOVI SERVIZI DEI CENTRI PER L IMPIEGO I NUOVI SERVIZI DEI CENTRI PER L IMPIEGO DEDICATI ALLE IMPRESE FIANO ROMANO 19 18 BRACCIANO GUIDONIA CERVETERI FIUMICINO 21 22 23 16 20 15 17 SUBIACO ROMA PRIMAVALLE ROMA TIBURTINO ROMA TORRE ANGELA ROMA

Dettagli

OPERA PIA ASILO SAVOIA Istituzione Pubblica di Assistenza e Beneficenza Legge 6972 del 17 luglio 1890

OPERA PIA ASILO SAVOIA Istituzione Pubblica di Assistenza e Beneficenza Legge 6972 del 17 luglio 1890 OPERA PIA ASILO SAVOIA Istituzione Pubblica di Assistenza e Beneficenza Legge 6972 del 17 luglio 1890 PROGRAMMA TALENTO & TENACIA: CRESCERE NELLA LEGALITA - AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI N. 6 GIOVANI

Dettagli

I migliori eventi in città da lunedì 6 marzo a domenica 12 marzo! Vai al sito Roma Weekend

I migliori eventi in città da lunedì 6 marzo a domenica 12 marzo! Vai al sito Roma Weekend I migliori eventi in città da lunedì 6 marzo a domenica 12 marzo! Vai al sito Roma Weekend Questa settimana: Festa della Donna a Roma: Musei ad ingresso gratuito e Cinema al MAXXI! Festa della Donna per

Dettagli

Sapienza-Università di Roma Sezione di Medicina Legale, Unità di Ricerca in Patologia Forense, Medicina Necroscopica ed Istopatologia.

Sapienza-Università di Roma Sezione di Medicina Legale, Unità di Ricerca in Patologia Forense, Medicina Necroscopica ed Istopatologia. PROTOCOLLO ORGANIZZATIVO TRA LA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TIVOLI ED I SERVIZI DI MEDICINA LEGALE PRESENTI SUL TERRITORIO DI COMPETENZA DEL CIRCONDARIO Le parti Procura della Repubblica di Tivoli Sapienza-Università

Dettagli

ALLEGATO A SEZIONE 1-formato richiesta CdL Nome Cognome Numero di iscrizione Ordine Cdl Spett.le CPI Oggetto: Richiesta requisiti per assunzioni agevolate Con la presente Vi chiediamo di poter conoscere

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Lazio

Bollettino Ufficiale della Regione Lazio Repubblica Italiana Bollettino Ufficiale della Regione Lazio Disponibile in formato elettronico sul sito: www.regione.lazio.it Legge Regionale n.12 del 13 agosto 2011 Data 26/08/2014 Numero 68 Periodicità

Dettagli

Roma e provincia attraverso la statistica

Roma e provincia attraverso la statistica Roma e provincia attraverso la statistica Edizione 2009 ESTRATTO Roma e provincia attraverso la statistica Edizione 2009 ESTRATTO Roma e provincia attraverso la statistica Edizione 2009 - ESTRATTO Direttore

Dettagli

Le richieste di accesso al sistema di agevolazione tariffaria potranno essere effettuate a partire dall 11 aprile e fino al 31 luglio.

Le richieste di accesso al sistema di agevolazione tariffaria potranno essere effettuate a partire dall 11 aprile e fino al 31 luglio. PROVINCIA DI ROMA Assessorato alle Politiche dei Trasporti e della Mobilità Dipartimento VI Governo del Territorio e della Mobilità Servizio 3 Pianificazione dei sistemi di mobilità e trasporto pubblico

Dettagli

Art. 1 Oggetto dell accordo

Art. 1 Oggetto dell accordo ACCORDO PER L ADESIONE ALLA PIATTAFORMA NODO DEI PAGAMENTI ELETTRONICI DELLA CITTA METROPOLITANA DI ROMA CAPITALE NELLA QUALITA DI INTERMEDIARIO TECNOLOGICO FACENTE PARTE DEL SISTEMA PAGOPA DI AGID TRA:

Dettagli

ART. 1 REQUISITI DI AMMISSIONE

ART. 1 REQUISITI DI AMMISSIONE PROGRAMMA TALENTO & TENACIA. CRESCERE NELLA LEGALITA - AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI UN BENEFICIARIO PER L EROGAZIONE DI UNA BORSA DI STUDIO INTITOLATA A PAOLO MORALES PER LA FREQUENZA GRATUITA DI

Dettagli

Analisi del Trasporto Pubblico Locale a livello regionale Dati del triennio Regioni del Centro Italia

Analisi del Trasporto Pubblico Locale a livello regionale Dati del triennio Regioni del Centro Italia 1553 Analisi del Pubblico Locale a livello regionale 80 1554 Analisi del Pubblico Locale a livello regionale 81 Analisi del Pubblico Locale a livello regionale 2.2 Enti committenti comunali Si riportano

Dettagli

La presenza di imprenditori nordafricani e asiatici in provincia di Roma. 1 semestre 2013

La presenza di imprenditori nordafricani e asiatici in provincia di Roma. 1 semestre 2013 La presenza di imprenditori nordafricani e asiatici in provincia di Roma 1 semestre 2013 La presenza di imprenditori nordafricani e asiatici in provincia di Roma 1 semestre 2013 A cura di: Lo studio è

Dettagli

ALLEGATO D CANONI DI CONCESSIONE D'USO BENI STRUMENTALI E MUTUI agg. luglio 2008

ALLEGATO D CANONI DI CONCESSIONE D'USO BENI STRUMENTALI E MUTUI agg. luglio 2008 Confronto ricavi attesi e ricavi reali 2003-2008 Nuova tariffa media 2009-2032 ALLEGATO D CANONI DI CONCESSIONE D'USO BENI STRUMENTALI E MUTUI file: All D canoni e mutui.xls Il presente tabulato contiene

Dettagli

Roma e provincia attraverso la statistica. Edizione 2009

Roma e provincia attraverso la statistica. Edizione 2009 Roma e provincia attraverso la statistica Edizione 2009 Roma e provincia attraverso la statistica Edizione 2009 Roma e provincia attraverso la statistica Edizione 2009 Direttore responsabile: Dott. Pietro

Dettagli

La presenza di imprenditori nordafricani e asiatici in provincia di Roma. 2 semestre 2013

La presenza di imprenditori nordafricani e asiatici in provincia di Roma. 2 semestre 2013 La presenza di imprenditori nordafricani e asiatici in provincia di Roma 2 semestre 2013 La presenza di imprenditori nordafricani e asiatici in provincia di Roma 2 semestre 2013 A cura di: Lo studio è

Dettagli

CURRICULUM PROFESSIONALE

CURRICULUM PROFESSIONALE CURRICULUM PROFESSIONALE Dott.ssa Ada Lo Savio Requisiti culturali posseduti: Laurea Economia e Commercio Idoneità corsi Segretari Comunali e Provinciali 1962 1971: Direttore di Servizi Finanziari di uffici

Dettagli

Relazione sullo stato dei trasferimenti dei servizi comunali dell ATO 2 Lazio Centrale Roma al Servizio Idrico Integrato

Relazione sullo stato dei trasferimenti dei servizi comunali dell ATO 2 Lazio Centrale Roma al Servizio Idrico Integrato Relazione sullo stato dei trasferimenti dei servizi comunali dell al Servizio Idrico Integrato Aggiornamento 30 gennaio 2015 file: Relazione stato acq_agg gen2015 file: Relazione stato acq_agg gen2015

Dettagli

PUBBLICAZIONE RISULTATI

PUBBLICAZIONE RISULTATI Dipartimento XIV Governo della Mobilità e Sicurezza stradale Servizio 2 Vigilanza sulla attività di motorizzazione civile e autotrasporto ALLEGATO A 1/12 AVVISO PUBBLICO BANDO DI CONCORSO PER IL RILASCIO

Dettagli

Università Roma Tre Facoltà di Scienze della formazione Corso di laurea in Servizio Sociale e Sociologia L.39 A.A. 2012-2013

Università Roma Tre Facoltà di Scienze della formazione Corso di laurea in Servizio Sociale e Sociologia L.39 A.A. 2012-2013 Università Roma Tre Facoltà di Scienze della formazione Corso di laurea in Servizio Sociale e Sociologia L.39 A.A. 2012-2013 Lezione del 6 Dicembre 2012 Servizi Sociali della Giustizia (slide 3-10) Tirocinio

Dettagli

Relazione sullo stato dei trasferimenti dei servizi comunali dell ATO 2 Lazio Centrale Roma al Servizio Idrico Integrato

Relazione sullo stato dei trasferimenti dei servizi comunali dell ATO 2 Lazio Centrale Roma al Servizio Idrico Integrato Relazione sullo stato dei trasferimenti dei servizi comunali dell al Servizio Idrico Integrato Aggiornamento 31 gennaio 2016 STO ATO2 Roma Segreteria Tecnico Operativa della Conferenza dei Sindaci dell

Dettagli

Gli effetti della riorganizzazione del recapito postale nella provincia di Roma

Gli effetti della riorganizzazione del recapito postale nella provincia di Roma AceA Cobas AceA assoc. per la tutela dei diritti della persona 0236538806, fax 0236538808 Cobas lavoro privato/cobasposte organizzazione sindacale tel 0677591926 0670452452 Fax 0677206060 tel 0227080806

Dettagli

Relazione sullo stato dei trasferimenti dei servizi comunali dell ATO 2 Lazio Centrale Roma al S.I.I.

Relazione sullo stato dei trasferimenti dei servizi comunali dell ATO 2 Lazio Centrale Roma al S.I.I. Relazione sullo stato dei trasferimenti dei servizi comunali dell al S.I.I. Aggiornamento 19 aprile 2016 STO ATO2 Roma Segreteria Tecnico Operativa della Conferenza dei Sindaci dell Ambito Territoriale

Dettagli

Relazione sullo stato dei trasferimenti dei servizi comunali dell ATO 2 Lazio Centrale Roma al S.I.I.

Relazione sullo stato dei trasferimenti dei servizi comunali dell ATO 2 Lazio Centrale Roma al S.I.I. Relazione sullo stato dei trasferimenti dei servizi comunali dell al S.I.I. Aggiornamento 2 gennaio 2017 STO ATO2 Roma Segreteria Tecnico Operativa della Conferenza dei Sindaci dell Ambito Territoriale

Dettagli

"Convenzione di cooperazione regolante i rapporti tra gli enti locali ricadenti nell ambito territoriale ottimale Lazio centrale Roma"

Convenzione di cooperazione regolante i rapporti tra gli enti locali ricadenti nell ambito territoriale ottimale Lazio centrale Roma "Convenzione di cooperazione regolante i rapporti tra gli enti locali ricadenti nell ambito territoriale ottimale Lazio centrale Roma" testo della Convenzione di Cooperazione già sottoscritto dagli Enti

Dettagli

La raccolta dei rifiuti la raccolta dei rifiuti in tonnellate e %

La raccolta dei rifiuti la raccolta dei rifiuti in tonnellate e % Ufficio statistica La raccolta dei rifiuti la raccolta dei rifiuti 2012-13-14 in tonnellate e % la raccolta procapite dei rifiuti Comuni Ricicloni 2013 una ricerca di Legambiente e Provincia di Roma Si

Dettagli

CENTRI PER L IMPIEGO DI ROMA E PROVINCIA

CENTRI PER L IMPIEGO DI ROMA E PROVINCIA CENTRI PER L IMPIEGO DI ROMA E PROVINCIA Centro per l Impiego Roma Cinecittà bacino di competenza: Ex Municipi Roma I, Roma II, Roma VI, Roma IX, Roma X, Roma XI, Roma XVII Viale Rolando Vignali, 14 00173

Dettagli

Il presente Avviso stabilisce le modalità ed i termini per l accesso a tale sistema di agevolazione tariffaria.

Il presente Avviso stabilisce le modalità ed i termini per l accesso a tale sistema di agevolazione tariffaria. PROVINCIA DI ROMA Assessorato alle Politiche dei Trasporti e della Mobilità Dipartimento VI Governo del Territorio e della Mobilità Servizio 3 Pianificazione dei sistemi di mobilità e trasporto pubblico

Dettagli

REGOLAMENTO FORUM GIOVANILE

REGOLAMENTO FORUM GIOVANILE REGOLAMENTO FORUM GIOVANILE COMUNE DI MINERVINO MURGE (Aggiornato nel mese di marzo 2012) CAPO I - FINALITA E SCOPI Art. 1 Istituzione E istituito dal Comune di MINERVINO MURGE (BA), con Deliberazione

Dettagli

Piano di Bacino Secondo Rapporto Allegati

Piano di Bacino Secondo Rapporto Allegati Presidente Enrico Gasbarra Assessorato alle Politiche della Mobilità e dei Trasporti Assessore Michele Civita Dipartimento VI Governo del Territorio e della Mobilità Servizio 3 "Pianificazione Direttore

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI TARIFFARIE PER L ACQUISTO DI ABBONAMENTI AL SISTEMA DI TRASPORTO INTEGRATO METREBUS LAZIO

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI TARIFFARIE PER L ACQUISTO DI ABBONAMENTI AL SISTEMA DI TRASPORTO INTEGRATO METREBUS LAZIO PROVINCIA DI ROMA Assessorato alle Politiche della Mobilità e Trasporti Dipartimento XIV Governo della Mobilità e Sicurezza Stradale Servizio 3 Pianificazione dei sistemi di mobilità e trasporto pubblico

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE DISTRETTI SOCIOSANITARI RMG

AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE DISTRETTI SOCIOSANITARI RMG 1 AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE DISTRETTI SOCIOSANITARI RMG Comuni Capofila: Monterotondo Guidonia Tivoli Carpineto Romano Olevano Romano San Vito Romano HOME CARE ALZHEIMER Programma integrato sovradistrettuale

Dettagli

Programma integrato sovradistrettuale per i malati di Alzheimer e loro familiari

Programma integrato sovradistrettuale per i malati di Alzheimer e loro familiari RMG3 Tivoli RMG1 Monterotondo RMG2 Guidonia M. RMG4 Olevano R. RMG5 San Vito R. RMG6 Carpineto R. AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE DISTRETTI SOCIOSANITARI RMG Comuni capofila: Monterotondo Guidonia Tivoli

Dettagli

ANNESSO DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA DEI VINI ROMA

ANNESSO DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA DEI VINI ROMA ANNESSO DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELLA DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA DEI VINI ROMA ART. 1 (Denominazioni e vini) La denominazione di origine controllata Roma è riservata ai vini che rispondono

Dettagli

CITTA METROPOLITANA DI ROMA CAPITALE SINDACA METROPOLITANA

CITTA METROPOLITANA DI ROMA CAPITALE SINDACA METROPOLITANA CITTA METROPOLITANA DI ROMA CAPITALE SINDACA METROPOLITANA L anno duemilasedici il giorno ventotto del mese di dicembre, la Sindaca metropolitana, Avv. Virginia Raggi, con l assistenza giuridico-amministrativa

Dettagli

La presenza di imprenditori nordafricani in provincia di Roma. 2 trimestre 2011

La presenza di imprenditori nordafricani in provincia di Roma. 2 trimestre 2011 La presenza di imprenditori nordafricani in provincia di Roma 2 trimestre 2011 La presenza di imprenditori nordafricani in provincia di Roma 2 trimestre 2011 A cura di: Lo studio è stato realizzato dal

Dettagli

Art. 1 REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE AL BANDO

Art. 1 REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE AL BANDO BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI N. 652 DISPONIBILITÀ TERRITORIALI PER PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO EX LEGGE 264/1991 Chiunque, persona fisica o giuridica,

Dettagli

COMUNE DI SAN PANCRAZIO SALENTINO

COMUNE DI SAN PANCRAZIO SALENTINO ALLEGATO A ALLA DELIBERA CONSILIARE N. 15 DEL 08/05/2012 COMUNE DI SAN PANCRAZIO SALENTINO ( PROVINCIA DI BRINDISI ) REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CONSULTA PER LE POLITICHE GIOVANILI 1 INDICE

Dettagli

436929 30 Cinecittà/Tiburtino 7.000,00. 366936 28 Cinecittà/Tiburtino 5.808,82. 298729 27 Pomezia 7.000,00. 204762 27 Pomezia 7.

436929 30 Cinecittà/Tiburtino 7.000,00. 366936 28 Cinecittà/Tiburtino 5.808,82. 298729 27 Pomezia 7.000,00. 204762 27 Pomezia 7. 436929 30 Cinecittà/Tiburtino 7.000,00 366936 28 Cinecittà/Tiburtino 5.808,82 298729 27 Pomezia 7.000,00 204762 27 Pomezia 7.000,00 282530 27 Frascati 7.000,00 294527 26 Cinecittà/Tiburtino 7.000,00 132566

Dettagli

Dipartimento III Servizi per la formazione, il lavoro e la promozione della qualità della vita. BARCODE Punteggio CPI. 1309 13 Primavalle

Dipartimento III Servizi per la formazione, il lavoro e la promozione della qualità della vita. BARCODE Punteggio CPI. 1309 13 Primavalle 1309 13 Primavalle 1420 14 Cinecittà\Tiburtino 4197 14 Primavalle 4632 14 Cinecittà\Tiburtino 5080 14 Cinecittà\Tiburtino 5146 12 Primavalle 5924 14 Cinecittà\Tiburtino 12360 12 Albano Laziale 12657 6

Dettagli

Provincia cap Località Piazza

Provincia cap Località Piazza Provincia cap Località Piazza 00040 ALBANO LAZIALE Piazza Mazzini 00051 ALLUMIERE Piazza della Repubblica ANGUILLARA SABAZIA piazza del Molo 00061 ANGUILLARA SABAZIA Via di Pizzo Morronto 00042 ANZIO Piazza

Dettagli

Anticipazioni province

Anticipazioni province Anticipazioni province Amm.ne Provinciale Importo Richiesto Importo Ammesso RIETI 5.727.595 3.579.803 VITERBO 800.000 682.902 TOTALE 6.527.595 4.262.704 Comuni Roma Ente Importo richiesto Importo ammesso

Dettagli

Dipartimento VI Governo del territorio, della mobilità e della sicurezza stradale Direzione

Dipartimento VI Governo del territorio, della mobilità e della sicurezza stradale Direzione 1 Rocca di Papa 49 Riqualificazione parco Lendisberg Am Dech 2 San Vito 6 Opere di stabilizzazione e recupero della costa nord-est del centro storico 3 Marino 106 Marino - accessibilità 4 Nazzano 60 Riqualificazioni

Dettagli

Regolamento del Forum Giovani

Regolamento del Forum Giovani Regolamento del Forum Giovani Approvato Indice Art. 1 Finalità Art. 2 Composizione del Forum Art. 3 Organi Art. 4 Assemblea del Forum Art. 5 Presidente Art. 6 Gruppo di Coordinamento Art. 7 Gruppi di lavoro

Dettagli

COMUNE DI ARTEGNA PROVINCIA DI UDINE

COMUNE DI ARTEGNA PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI ARTEGNA PROVINCIA DI UDINE REGOLAMENTO COMUNALE DELLA CONSULTA GIOVANILE Approvato con delibera di C.C. n. 33 del 15/10/2015 1 Articolo 1 - Istituzioni e scopi 1.E istituita dal Comune di Artegna

Dettagli

LE MULTE NEI COMUNI DEL LAZIO Comune per Comune le sanzioni per infrazioni stradali accertate

LE MULTE NEI COMUNI DEL LAZIO Comune per Comune le sanzioni per infrazioni stradali accertate PROVINCIA: FROSINONE Acuto 3.000 1,6 Alatri 118.282 4,0 Alvito 410 0,1 Amaseno 33.443 7,6 Anagni 18.150 0,8 Aquino 1.336 0,2 Arce 465 0,1 Arpino 52.057 6,9 Atina 503.565 110,5 Ausonia 379.576 143,9 Belmonte

Dettagli

STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE DEL COMUNE DI BRA

STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE DEL COMUNE DI BRA STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE DEL COMUNE DI BRA CAPO I NORME ISTITUTIVE E ATTRIBUZIONI Art. 1 Istituzione E istituita dal Comune di BRA, con Deliberazione del Consiglio Comunale n 63 in data 28-09-

Dettagli

IL DIRETTORE REGIONALE DELLA DIREZIONE POLITICHE SOCIALI E FAMIGLIA. Su proposta del Dirigente dell Area Integrazione Socio-Sanitaria,

IL DIRETTORE REGIONALE DELLA DIREZIONE POLITICHE SOCIALI E FAMIGLIA. Su proposta del Dirigente dell Area Integrazione Socio-Sanitaria, OGGETTO: Riparto ai Comuni del Lazio delle risorse concernenti il concorso finanziario della Regione agli oneri sostenuti dai Comuni per la partecipazione alla spesa per le attività riabilitative erogate

Dettagli

COMUNE DI VIESTE Provincia di Foggia STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE

COMUNE DI VIESTE Provincia di Foggia STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE COMUNE DI VIESTE Provincia di Foggia STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE INDICE CAPO I - NORME ISTITUTIVE E ATTRIBUZIONI ART. 1 - ISTITUZIONE ART. 2 - ATTRIBUZIONI CAPO II - ORGANI DELLA CONSULTA GIOVANILE

Dettagli

Elenco Comuni antitransgenici

Elenco Comuni antitransgenici Assessorato alle Politiche della Scuola Elenco Comuni antitransgenici Anguillara Sabazia: Deliberazione del Consiglio Comunale n.84 del 18/12/2002 Oggetto: Organismi Geneticamente Modificati Agosta: Deliberazione

Dettagli

DOTAZIONE AUTOMEZZI E ATTREZZATURE aggiornata al 30/09/2014 1/8

DOTAZIONE AUTOMEZZI E ATTREZZATURE aggiornata al 30/09/2014 1/8 n. Comune G.C./ Associazione Marca Modello Targa Modulo AIB Spargisale 1 Affile GRUPPO COMUNALE Mazda B2500 CC245DH FIRECO 8864 400/48S MATR. 2 Agosta GRUPPO COMUNALE Mazda B2500 CC203DH 274 Lama spazzaneve

Dettagli

COMUNE DI ZAFFERANA ETNEA (Provincia di Catania)

COMUNE DI ZAFFERANA ETNEA (Provincia di Catania) COMUNE DI ZAFFERANA ETNEA (Provincia di Catania) STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE COMUNALE Statuto della Consulta Giovanile Comunale approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n 68 del 22/11/2005

Dettagli

PROGETTO RETE CIVICA PROVINCIALE IN RETE

PROGETTO RETE CIVICA PROVINCIALE IN RETE PROGETTO RETE CIVICA PROVINCIALE COMUNI IN RETE SINTESI PROGETTUALE A G E N Z I A S V I L U P P O P R O V I N C I A INDICE 1 Origine e scenario di intervento... 3 1.1 Premessa... 3 1.2 Genesi del Progetto...

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO DELLA CONSULTA GIOVANILE DEL COMUNE DI GRADO

Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO DELLA CONSULTA GIOVANILE DEL COMUNE DI GRADO Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO DELLA CONSULTA GIOVANILE DEL COMUNE DI GRADO Approvato con deliberazione consiliare n.57 dd. 28.09.2007 ART.1 - COSTITUZIONE E FINALITA E istituita dal

Dettagli

Arsoli Ciampino 08-16 - 21 giugno c/o la sede in Via Folgarella 88 dalle 7,30 alle 10,30

Arsoli Ciampino 08-16 - 21 giugno c/o la sede in Via Folgarella 88 dalle 7,30 alle 10,30 AVIS GIUGNO luogo e orario Albano Laziale 09-giu Arsoli Ciampino 08-16 - 21 giugno c/o la sede in Via Folgarella 88 dalle 7,30 alle 10,30 Frascati 15-giu Genzano di Roma 22-giu Gerano Grottaferrata 23

Dettagli

BIC Notes. Opportunità d'impresa nella distribuzione agroalimentare. BIC Notes Dicembre numero 5

BIC Notes. Opportunità d'impresa nella distribuzione agroalimentare. BIC Notes Dicembre numero 5 BIC Notes Dicembre 00 - numero 5 BIC Notes Quaderno trimestrale su creazione d impresa e sviluppo locale Dicembre 00 - Numero 5 Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - 70% - DCB Roma

Dettagli

1/4/2014

1/4/2014 Le piazze corrispondenti alla tua ricerca sono: 212 Regione Provincia CAP Località Piazza Giorni LAZIO ROMA 00020 AGOSTA Chiesa S. Maria Assunta 5 e 6 aprile LAZIO ROMA 00041 ALBANO LAZIALE Ospedale "Regina

Dettagli

REGOLAMENTO CONSULTA PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO

REGOLAMENTO CONSULTA PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO PROVINCIA DI LIVORNO REGOLAMENTO CONSULTA PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO Approvato con deliberazione del Consiglio Provinciale n. 224/21.12.2006 In vigore dal 1 febbraio 2007 SOMMARIO Articolo 1 - Compiti

Dettagli

Regolamentazione dell offerta dei servizi taxi e noleggio con conducente

Regolamentazione dell offerta dei servizi taxi e noleggio con conducente Provincia di Roma Regolamentazione dell offerta dei servizi taxi e noleggio con conducente Gennaio 2008 nccitaliani.wordpress.com 1 Premessa Il presente rapporto descrive la metodologia sviluppata per

Dettagli

Regolamentazione dell offerta dei servizi taxi e noleggio con conducente

Regolamentazione dell offerta dei servizi taxi e noleggio con conducente Provincia di Roma Regolamentazione dell offerta dei servizi taxi e noleggio con conducente Gennaio 2008 www.nccitaliani.it 1 Premessa Il presente rapporto descrive la metodologia sviluppata per il calcolo

Dettagli

M illumino d impresa. L imprenditoria femminile a Roma e provincia: una lunga tradizione di successi

M illumino d impresa. L imprenditoria femminile a Roma e provincia: una lunga tradizione di successi M illumino d impresa L imprenditoria femminile a Roma e provincia: una lunga tradizione di successi 0 M illumino d impresa L imprenditoria femminile a Roma e provincia: una lunga tradizione di successi

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE DEI GIOVANI. Art. 1 Costituzione e finalità

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE DEI GIOVANI. Art. 1 Costituzione e finalità Allegato alla deliberazione consiliare n. 45 del 18/04/2012 REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE DEI GIOVANI Art. 1 Costituzione e finalità Il Comune di Senigallia riconosce nei giovani

Dettagli

CONSIGLIO DELLE AUTONOMIE LOCALI DELLA LOMBARDIA REGOLAMENTO INTERNO. Articolo 1 (Principi generali)

CONSIGLIO DELLE AUTONOMIE LOCALI DELLA LOMBARDIA REGOLAMENTO INTERNO. Articolo 1 (Principi generali) CONSIGLIO DELLE AUTONOMIE LOCALI DELLA LOMBARDIA REGOLAMENTO INTERNO Articolo 1 (Principi generali) 1. Il presente regolamento disciplina, nel rispetto dello Statuto d autonomia e della legge regionale

Dettagli

Argomenti: Redditi 2015 su dati del MEF

Argomenti: Redditi 2015 su dati del MEF Febbraio 2017 Argomenti: Redditi 2015 su dati del MEF rielaborazione dell uff. di statistica comunale Al 28 Febbraio 2017 siamo 38.525-18.378 maschi e 20.147 femmine M F T M F T M F T M F T M F T M F T

Dettagli

COMUNE DI NERVIANO (Città Metropolitana di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONSULTA GIOVANI

COMUNE DI NERVIANO (Città Metropolitana di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONSULTA GIOVANI COMUNE DI NERVIANO (Città Metropolitana di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONSULTA GIOVANI Approvato con deliberazione n. 85/C.C. del 30.11.2016 e modificato con deliberazione n. 73/C.C. del 25.7.2017

Dettagli

REGIONE LAZIO BANDO PUBBLICO

REGIONE LAZIO BANDO PUBBLICO REGIONE LAZIO ASSESSORATO AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE, CACCIA E PESCA DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE, CACCIA E PESCA (In attuazione del Regolamento (UE) N. 1305/2013) BANDO PUBBLICO

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna NUOVO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE DELLO SPORT

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna NUOVO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE DELLO SPORT COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Provincia di Bologna NUOVO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE DELLO SPORT approvato con deliberazione consiliare nr. 55 del 25/05/2010 1 NUOVO

Dettagli

LA PROVINCIA DI ROMA PER CHI CERCA LAVORO I NUOVI SERVIZI PER L IMPIEGO

LA PROVINCIA DI ROMA PER CHI CERCA LAVORO I NUOVI SERVIZI PER L IMPIEGO LA PROVINCIA DI ROMA PER CHI CERCA LAVORO I NUOVI SERVIZI PER L IMPIEGO I CENTRI PER L IMPIEGO SE STAI CERCANDO LAVORO LA PROVINCIA DI ROMA FA PER TE! Domanda e offerta di lavoro si incontrano nei Centri

Dettagli

C Ardea I Fiumicino J Formello N Guidonia Montecelio P Mentana R Monterotondo U Pomezia W Sacrofano Y Tivoli

C Ardea I Fiumicino J Formello N Guidonia Montecelio P Mentana R Monterotondo U Pomezia W Sacrofano Y Tivoli Roma Dintorni Localita vicine a Roma C Ardea I Fiumicino J Formello N Guidonia Montecelio P Mentana R Monterotondo U Pomezia W Sacrofano Y Tivoli Castelli Romani: zone turistiche vicino a Roma Posta a

Dettagli

Conferenza dei Comuni dell Ambito Territoriale Ottimale della Provincia di Sondrio REGOLAMENTO

Conferenza dei Comuni dell Ambito Territoriale Ottimale della Provincia di Sondrio REGOLAMENTO Conferenza dei Comuni dell Ambito Territoriale Ottimale della Provincia di Sondrio REGOLAMENTO 1 INDICE Art.1 Oggetto, funzioni e sede...3 Art.2 Attribuzioni...3 Art.3 Funzionamento della Conferenza...3

Dettagli

STATUTO ASSOCIATIVO. 3.2 L'Associazione, opera per delega della F.I.Cr., nel territorio dei comuni di:

STATUTO ASSOCIATIVO. 3.2 L'Associazione, opera per delega della F.I.Cr., nel territorio dei comuni di: A.S.D. Roma STATUTO ASSOCIATIVO Art. 1 - DENOMINAZIONE - SEDE LEGALE - DURATA. Art. 2 - SCOPO 1.1 L' Associazione è denominata " - Associazione Sportiva Dilettantistica Roma in breve A.S.D. Roma. 2.1 L

Dettagli

5^ edizione Bando delle Idee GRADUATORIA FINALE con contributo assegnato

5^ edizione Bando delle Idee GRADUATORIA FINALE con contributo assegnato 97 78 INDIRIZZO CAP CITTA' INIZIATIVA Società Cooperativa Sociale Integrata a.r.l. Risposte Piazza Santa Croce, 4 02032 Fara in Sabina (Ri) Il vecchio orto Culturale di Promozione sosenibile del territorio

Dettagli

Città di Desenzano del Garda. Approvato con deliberazione di C.C. n. 45 del 18/06/2004 Aggiornato con deliberazione di C.C. n.

Città di Desenzano del Garda. Approvato con deliberazione di C.C. n. 45 del 18/06/2004 Aggiornato con deliberazione di C.C. n. Città di Desenzano del Garda Approvato con deliberazione di C.C. n. 45 del 18/06/2004 Aggiornato con deliberazione di C.C. n. 81 del 30/09/2009 I N D I C E ART. 1 - ISTITUZIONE... 1 ART. 2 - FINALITA...

Dettagli

9 SISTEMA INSEDIATIVO MORFOLOGICO Gli obiettivi, il metodo e le elaborazioni

9 SISTEMA INSEDIATIVO MORFOLOGICO Gli obiettivi, il metodo e le elaborazioni 9 SISTEMA INSEDIATIVO MORFOLOGICO 1 9.1 Gli obiettivi, il metodo e le elaborazioni Il PTPG interpreta ed indirizza la morfologia del sistema insediativo provinciale nella duplice dimensione d area vasta

Dettagli

PIANO SPOSTAMENTI CASA - LAVORO Deliberazione Giunta Comunale N 1003 del 8 Settembre 2000

PIANO SPOSTAMENTI CASA - LAVORO Deliberazione Giunta Comunale N 1003 del 8 Settembre 2000 PIANO SPOSTAMENTI CASA - LAVORO Deliberazione Giunta Comunale N 1003 del 8 Settembre 2000 UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI ROMA "ROMA TRE" PIANO SPOSTAMENTI CASA - LAVORO Deliberazione Giunta Comunale N 1003

Dettagli

AVVISO PUBBLICO. 3. III^ fascia a favore dei Comuni o Unioni di Comuni superiore a 10.000 abitanti (che dovranno compilare lo schema di domanda C).

AVVISO PUBBLICO. 3. III^ fascia a favore dei Comuni o Unioni di Comuni superiore a 10.000 abitanti (che dovranno compilare lo schema di domanda C). AVVISO PUBBLICO ALLEGATO 1 Avviso pubblico Contributi sulla spesa di acquisto di attrezzature necessarie per il potenziamento dei corpi e servizi di polizia locale L.R. n. 1/2005 art. 8, comma 1, lettera

Dettagli

Regione Provincia CAP Località Piazza Giorni. LAZIO ROMA GALLICANO NEL LAZIO Chiesa Sant' Andrea 6, 7 e 8 dicembre

Regione Provincia CAP Località Piazza Giorni. LAZIO ROMA GALLICANO NEL LAZIO Chiesa Sant' Andrea 6, 7 e 8 dicembre 1 di 5 Regione Provincia CAP Località Piazza Giorni LAZIO ROMA 00010 GALLICANO NEL LAZIO Chiesa Sant' Andrea LAZIO ROMA 00010 MONTELIBRETTI Piazza della Repubblica LAZIO ROMA 00010 MORICONE Piazza Nazionale

Dettagli

COPIA CONFORME ALL'ORIGINALE

COPIA CONFORME ALL'ORIGINALE NUMERO PRIORITA' CODICE INTERV. COMPETENZA TERRITORIALE PRESA IN CARICO S.I.I. alla data del 31/01/08 PARCO PROGETTI PER L'ATO 2 DI CUI ALL'ALLEGATO "A" D.G.R. N 668 DEL 3/8/2007 FINANZIATO DALLA REGIONE

Dettagli