UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL MOLISE. LINEE GUIDA PER IL RICONOSCIMENTO DI CREDITI FORMATIVI PER Il TFA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL MOLISE. LINEE GUIDA PER IL RICONOSCIMENTO DI CREDITI FORMATIVI PER Il TFA"

Transcript

1 UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL MOLISE LINEE GUIDA PER IL RICONOSCIMENTO DI CREDITI FORMATIVI PER Il TFA Il riconoscimento dei crediti formativi per l assolvimento delle attività previste dal Tirocinio Formativo Attivo è regolamentato dalle norme previste dall art. 15 del D.M. n. 249/2010 integrato dalle indicazioni fornite dalla Circolare del MIUR n. 549 del 28 febbraio Il Consiglio del Centro Colozza, responsabile del coordinamento delle attività di TFA, ha approvato delle linee di indirizzo in merito ai riconoscimento di CFU e alle conseguenti riduzioni delle attività formative previste nei piani didattici dei corsi di TFA. Le Aree di Attività, previste nei piani didattici dei corsi di TFA attivati presso l Unimol, sono le seguenti: A. Scienze dell Educazione (Area Comune a tutti i TFA) 18 cfu B. Didattiche disciplinari (con laboratori e laboratori pedagogico-didattici) - 18 cfu C. Tirocinio (diretto e indiretto) 19 cfu Nel seguito, in relazione a ciascuna di tali aree si riportano i titoli che possono dar luogo al riconoscimento di crediti e le conseguenti riduzioni delle attività formative. A SCIENZE DELL EDUCAZIONE (AREA COMUNE A TUTTI I TFA) Il riconoscimento di CFU, sia che riguardi insegnamenti nel loro complesso sia che li riguardi solo per una parte, comporta sempre una proporzionale riduzione degli obblighi di frequenza. A1 ABILITATI SSIS Agli allievi in possesso di tale titolo sono riconosciuti i 12 CFU esplicitati nella seguente Tabella c1). Tabella c1) Crediti di Scienza dell Educazione riconosciuti agli abilitati SSIS. INSEGNAMENTO CFU ORE Pedagogia sociale (M-PED/01) 3 cfu 18 ore Storia della scuola e delle istituzioni educative (M-PED/02) 3 cfu 18 ore Didattica generale A (M-PED/03) 3 cfu 18 ore Didattica generale B (M-PED/03) 3 cfu 18 ore A2 ISCRITTI SSIS (NON ABILITATI) Gli insegnamenti, aventi contenuti analoghi a quelli previsti nel piano didattico del TFA, svolti e valutati nel percorso SSIS saranno riconosciuti con la relativa votazione sulla base delle carriere dei singoli interessati. L analogia sarà valutata dal Consiglio di TFA. A3 SPECIALIZZAZIONE SUL SOSTEGNO Agli allievi in possesso della specializzazione sul sostegno, a prescindere dall area della classe, sono riconosciuti i 6 cfu dedicati ai bisogni speciali esplicitati nella seguente Tabella c2). 1

2 Tabella c2) Crediti di Scienza dell Educazione riconosciuti ai possessori di specializzazione sul sostegno. INSEGNAMENTO CFU ORE Pedagogia e Didattica Speciale (M-PED/03) 6 cfu 36 ore A4 MASTER UNIVERSITARIO Il possesso di un titolo di Master Universitario conseguito entro il , nell ambito delle discipline di Scienze dell Educazione a cui fanno riferimento gli insegnamenti previsti nell Area Comune, potrà essere valutato ed essere riconosciuto per un massimo di 3 CFU. Il riconoscimento potrà essere cumulabile con quelli ottenuti per il titolo di Dottorato di Ricerca. A5 DOTTORATO DI RICERCA Gli allievi in possesso del titolo di Dottore di Ricerca conseguito entro il , in una delle discipline di Scienze dell Educazione attinente ad ambiti culturali cui fanno riferimento i settori scientifici disciplinari (ssd) ai quali sono ricondotti gli insegnamenti comuni, possono ottenere il riconoscimento di un massimo di 6 cfu (ai sensi della Nota MIUR n. 549 del 28 febbraio 2013). Tali crediti non sono tuttavia cumulabili con eventuali crediti maturati in riferimento all art. 10 c. 13 del D.M. 249/2010 per l area delle didattiche disciplinari. 2

3 B DIDATTICHE DISCIPLINARI (CON LABORATORI E LABORATORI PEDAGOGICO- DIDATTICI) Il riconoscimento di cfu, sia che riguardi insegnamenti nel loro complesso sia che li riguardi solo per una parte, comporta sempre una proporzionale riduzione degli obblighi di frequenza. La somma dei cfu riconosciuti per le Didattiche disciplinari (con laboratori e laboratori pedagogicodidattici), può essere al massimo uguale a 12, pari a 2/3 di quelli totali previsti dal TFA per l Area. B1 SERVIZIO Per gli allievi che hanno svolto servizio presso la scuola (maturato entro il ) nella specifica classe di abilitazione o in altra classe che comprenda gli insegnamenti previsti nella classe di abilitazione (D.M. n. 249/2010 art. 15 co.13 lett.a)) sono riconosciuti 9 cfu. Il riconoscimento potrà essere distribuito in modo omogeneo tra i 18 cfu previsti complessivamente dall Area delle Didattiche disciplinari (con laboratori e laboratori pedagogico- didattici), ovvero riguardare in toto alcuni laboratori, quando questi non prevedono un esame con votazione, con una ripartizione di eventuali ulteriori cfu residui sulle altre attività. Nel primo caso il piano degli studi degli insegnamenti dell Area richiederà un impegno dimezzato. Conseguentemente, di norma, risulterà dimezzato il monte ore sul quale valutare gli obblighi di frequenza. Il consiglio di TFA valuterà le differenti possibilità e adotterà i provvedimenti conseguenti, dandone tempestiva comunicazione agli allievi. In via transitoria, in attesa della costituzione dei consigli di TFA, la valutazione sarà effettuata dal Consiglio del Centro ricerca e servizio di Ateneo G.A. Colozza. B2 ABILITATI SSIS Gli insegnamenti, aventi contenuti analoghi a quelli previsti nel piano didattico del TFA, svolti e valutati nel percorso SSIS saranno riconosciuti con la relativa votazione sulla base delle carriere dei singoli interessati. L analogia sarà valutata dal Consiglio di TFA. In via transitoria, in attesa della costituzione dei consigli di TFA, la valutazione sarà effettuata dal Consiglio del Centro ricerca e servizio di Ateneo G.A. Colozza. Si evidenzia che questa tipologia di riconoscimento è cumulabile con quella derivante dal servizio (paragrafo B1) fino ad un massimo di 12 cfu. B3 ISCRITTI SSIS (NON ABILITATI) Si applica quanto previsto per gli abilitati SSIS. B4 MASTER UNIVERSITARIO I titoli di Master Universitario conseguiti, aventi contenuti analoghi a quelli previsti nel piano didattico del TFA, potranno essere sottoposti a valutazione per ulteriori riconoscimenti. L analogia sarà valutata dal Consiglio di TFA. Si evidenzia che questa tipologia di titolo può consentire il riconoscimento massimo fino a 3CFU e tale riconoscimento è cumulabile con quella derivante dal servizio (paragrafo B1) fino ad un massimo di 12 cfu. B5 DOTTORATO DI RICERCA Ai sensi della Nota MIUR n. 549 del 28 febbraio 2013 inviata ai rettori e alle direzioni scolastiche regionali, gli allievi in possesso del titolo di Dottore di Ricerca, conseguito entro il , in una delle discipline comprese nell ambito della classe di abilitazione del corso di TFA, possono ottenere il riconoscimento fino a un massimo di 6 CFU nell ambito della disciplina in cui hanno conseguito tale titolo. Sulla base dello specifico corso di Dottorato di Ricerca, il Consiglio di TFA individuerà l insegnamento (o gli insegnamenti) oggetto di eventuale riconoscimento, oppure l eventuale riduzione della frequenza prevista per l insegnamento per il quale dovrà comunque essere previsto lo svolgimento di un esame. Si evidenzia che questa tipologia di riconoscimento è cumulabile con quella derivante dal servizio fino a un massimo di 12 CFU. 3

4 C TIROCINIO Si ricorda che le attività di Tirocinio si suddividono in attività di tirocinio diretto e attività di tirocinio indiretto. Per tutte le classi di TFA attivate presso Unimol per l anno accademico si è stabilita la seguente articolazione delle attività tirocinio diretto e indiretto (Regolamento per lo svolgimento dell attività di Tirocinio nell ambito dei corsi di TFA): Tabella 1 - Articolazione delle attività dirette e indirette del tirocinio Attività CFU Ore a) Tirocinio in classe e attività dirette collegate (Tirocinio diretto) b) Progettazione delle attività di tirocinio, d intesa con l tutor coordinatore 1 25 c) Riflessione, discussione e rielaborazione dell esperienza di tirocinio con il supporto del tutor coordinatore 2 50 d) Laboratori, incontri e forum su tematiche trasversali della professione docente con il supporto del tutor coordinatore 2 50 e) Studio autonomo e autoformazione, con la supervisione del tutor o del tutor coordinatore (studio autonomo; documentazione; preparazione interventi didattici; preparazione schede di osservazione didattiche; preparazione schede per riflessione personale; preparazione e gestione di un portfolio; raccolta materiale, analisi, impostazione della relazione finale) f) Tirocinio in classe dedicato alla disabilità e attività dirette collegate (Tirocinio diretto) 1 25 g) Progettazione delle attività di tirocinio dedicato alla disabilità, d intesa il tutor coordinatore h) Studio autonomo e autoformazione, dedicati alla disabilità, con la supervisione del tutor o del tutor coordinatore TOTALE

5 Nella seguente Tabella 2 sono indicate, in modo esemplificativo, le attività nelle quali può articolarsi il tirocinio diretto (punti a) e f) della Tabella 1). Tabella 2 - Attività di tirocinio diretto 1 attività didattiche a classe intera o con gruppi di allievi (con la supervisione del tutor del tirocinante): ad esempio, lavoro di gruppo, appoggio a gruppi differenziati di allievi, brevi spiegazioni e lezioni, interrogazioni, laboratorio, altre attività e progetti previsti dal POF. 2 attività, monitorate dal tutor del tirocinante, dedicate alla preparazione di materiale didattico. 3 osservazione, nei diversi momenti della vita scolastica, nella classe del tutor (nelle sue ore e/o nelle ore di altri docenti), e/o in altre classi. 4 attività di contesto svolte all interno della scuola quali, ad esempio: partecipazione a organi collegiali, commissioni, gruppi di lavoro, ricevimento studenti e genitori, redazione e correzione di verifiche, partecipazione agli esami. 5 osservazione dei diversi ambienti e spazi di lavoro della scuola e interviste ai diversi operatori della scuola. 6 partecipazione ad attività in sedi anche esterne alla scuola (manifestazioni, conferenze, visite didattiche, gite scolastiche, etc.. Allo svolgimento delle attività 1 e 3 devono essere riservate almeno 50 ore. C 1 RICONOSCIMENTI CFU PER ATTIVITA DI TIROCINIO Il riconoscimento relativo al tirocinio, genericamente inteso, non può superare nel complesso 10 cfu, suddivisi tra cfu per le attività dirette e cfu per le attività indirette. Si precisa che, indipendentemente dall entità dei riconoscimenti, l obbligo sulle attività di tirocinio è pari all 80% delle ore previste come rimanenti sia sul diretto sia sull indiretto. 5

6 C1.1 TITOLI DI SERVIZIO Il servizio maturato presso la scuola, prima della scadenza concorsuale TFA, in qualunque classe di abilitazione secondo quanto previsto dall art. 15, c.13 del D.M. 249/2010 consente il riconoscimento dei cfu e la riduzione dello svolgimento delle attività di tirocinio diretto e indiretto, ad esclusione di quelle dedicate alla disabilità, così come riportato nella Tabella a1.1). Tabella c1.1) - Crediti per servizio nella scuola maturato entro il 4 giugno Giorni di servizio Tirocinio diretto Tirocinio indiretto pari o superiori a ore (1) 8 cfu 200 ore (2) pari o superiori a cfu - 25 ore (3) 4 cfu ore (4) pari o superiori a cfu - 50 ore (5) (1) per la parte rimanente vanno svolte con riferimento alla Tabella 2, almeno 50 ore tra le attività 1 e 3; (2) per la parte rimanente vanno svolte con riferimento alla Tabella 1, 25 ore per attività b) e c), 50 per attività e); (3) per la parte rimanente vanno svolte con riferimento alla Tabella 2, almeno 35 ore per attività 1 e 40 ore per attività 3; (4) per la parte rimanente vanno svolte con riferimento alla Tabella 1, 25 ore per attività b), 50 per attività c), 25 per attività d), 100 per attività e); (5) per la parte rimanente vanno svolte con riferimento alla Tabella 1, 25 ore per attività b), 50 per attività c), 25 per attività d), 150 per attività e); Per gli allievi che hanno maturato o stanno maturando giorni di servizio durante l anno scolastico (dal in corso) è previsto il riconoscimento di CFU esclusivamente per le attività di tirocinio diretto, ad esclusione di quelle dedicate alla disabilità, secondo quanto riportato nella 6

7 Tabella c1.2). Il riconoscimento e la riduzione sono differenziati a seconda che il servizio sia prestato nella specifica classe di abilitazione o in altra classe che comprenda gli insegnamenti previsti nella classe di abilitazione oppure in altra classe di abilitazione. Tabella c1.2) - Crediti per servizio nella scuola maturato o in corso di maturazione nell anno scolastico servizio prestato nella specifica classe di abilitazione o in altra classe che comprenda gli insegnamenti previsti nella classe servizio prestato in altra classe di abilitazione Giorni di servizio Tirocinio diretto Tirocinio diretto pari o superiori a cfu ore 2 cfu - 50 ore (1) pari o superiori a cfu - 75 ore (1) 1 cfu - 25 ore (2) pari o superiori a 90 2 cfu - 50 ore (3) 0,6 cfu - 15 ore (3) pari o superiori a 60 1 cfu 25 ore (4) --- Pari o superiori a 30 0,6 cfu - 15 ore (5) --- (1) per la parte rimanente vanno svolte con riferimento alla Tabella 2, almeno 25 ore rispettivamente per attività 1 e 3; (2) per la parte rimanente vanno svolte con riferimento alla Tabella 2, almeno 30 ore per attività 1 e 35 ore per attività 3; (3) per la parte rimanente vanno svolte con riferimento alla Tabella 2, almeno 25 ore rispettivamente per attività 1 e 3; (4) per la parte rimanente vanno svolte con riferimento alla Tabella 2, almeno 30 ore per attività 1 e 35 per attività 3 (5) per la parte rimanente vanno svolte con riferimento alla Tabella 2, almeno 40 ore rispettivamente per attività 1 e 35 ore per attività 3; In ogni caso almeno il 50% del riconoscimento deve essere acquisito nella stessa classe di abilitazione per la quale il corsista consegue l abilitazione. Il resto può essere riconosciuto anche se in altra classe purché essa comprenda gli insegnamenti previsti nella classe di abilitazione (vedi es. tabella c1.3). Si precisa che il riconoscimento potrà avvenire solo al raggiungimento delle soglie di giorni previsti nella Tabella a1.2). Pertanto, qualora il servizio sia in corso di svolgimento, l allievo dovrà aver maturato il requisito entro e non oltre il Per valutare il servizio riconoscibile si indicano, nella tabella c.1.3), alcuni esempi in relazione alle classi attivate presso Unimol che comprendono insegnamenti previsti nella classe di abilitazione per la quale si concorre: Tabella c.1.3) Classi UNIMOL Classe A029 Classe A036 Classe A043 Classe A057 Classe A546 Classe A060 Classi che comprendono gli insegnamenti previsti nella c di abilitazione di riferimento A030 A037 A050-A051 A013-A040-A060 A545 A059-A057-A012-A013-A040 7

8 C1.2 ABILITATI SSIS Le attività di tirocinio, ad esclusione di quelle dedicate alla disabilità, svolte e valutate nel percorso SSIS, sono riconosciute sulla base delle carriere dei singoli interessati. Il riconoscimento non può, comunque, superare quanto previsto nella Tabella a1) per il servizio pari o superiore a 360 giorni. C1.3 ISCRITTI SSIS (NON ABILITATI) Si applica quanto previsto per gli abilitati SSIS. A2 TIROCINIO A SCUOLA ( DIRETTO E INDIRETTO) DEDICATO ALLA DISA BILITA A2.1 SPECIALIZZAZIONE SUL SOSTEGNO Agli allievi in possesso della specializzazione sul sostegno, a prescindere dall area della classe, sono integralmente riconosciuti i 3 cfu 75 ore del tirocinio dedicato alle disabilità specificati nei punti f), g) h) della Tabella 1. Per gli allievi in possesso della specializzazione sul sostegno conseguita in un grado scolastico diverso da quello della classe di riferimento è previsto il riconoscimento di 1 CFU 25 ore per il solo tirocinio indiretto. A2.2 SERVIZIO Per gli allievi che hanno maturato o stanno maturando giorni di servizio durante l anno scolastico (dal in corso) come insegnanti di sostegno è previsto il riconoscimento di CFU esclusivamente per le attività di tirocinio diretto, secondo quanto riportato nella Tabella seguente: Tabella a2.1 SERVIZIO MATURATO INDIRETTO DIRETTO n. giorni su posto di sostegno > CFU 25 ore 8

PROGETTO DI TIROCINIO CORSO TFA UNIVERSITA' MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA TFA A.A. 2014/2015

PROGETTO DI TIROCINIO CORSO TFA UNIVERSITA' MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA TFA A.A. 2014/2015 PROGETTO DI TIROCINIO CORSO TFA UNIVERSITA' MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA TFA A.A. 2014/2015 Classi di Concorso A012 - A035 - A058 - A074 - A016 Ambito 1 Linee generali per lo svolgimento del tirocinio

Dettagli

5) DOCUMENTAZIONE DA PRODURRE PER IL RICONOSCIMENTO CFU

5) DOCUMENTAZIONE DA PRODURRE PER IL RICONOSCIMENTO CFU GUIDA TFA SAPIENZA a.a. 2014/15 Indice: 1) RIPARTIZIONE MONTE ORE TIROCINIO 2) FREQUENZA DELLE LEZIONI 3) VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE 4) PROVA FINALE E VALUTAZIONE 5) DOCUMENTAZIONE DA PRODURRE PER IL

Dettagli

T.F.A. LINEE GUIDA PER IL RICONOSCIMENTO DI CREDITI FORMATIVI

T.F.A. LINEE GUIDA PER IL RICONOSCIMENTO DI CREDITI FORMATIVI UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA T.F.A. LINEE GUIDA PER IL RICONOSCIMENTO DI CREDITI FORMATIVI Ai partecipanti al TFA possono essere riconosciuti cfu, utili per l assolvimento delle attività formative

Dettagli

U N I V E R S I T A D E G L I S T U D I D I DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE MANIFESTO DEGLI STUDI PER IL TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO

U N I V E R S I T A D E G L I S T U D I D I DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE MANIFESTO DEGLI STUDI PER IL TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO U N I V E R S I T A D E G L I S T U D I D I C A T A N I A DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE MANIFESTO DEGLI STUDI PER IL TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO CLASSE A036 Filosofia, psicologia e scienze dell

Dettagli

U N I V E R S I T A D E G L I S T U D I D I C A T A N I A DIPARTIMENTO DI MATEMATICA E INFORMATICA

U N I V E R S I T A D E G L I S T U D I D I C A T A N I A DIPARTIMENTO DI MATEMATICA E INFORMATICA U N I V E R S I T A D E G L I S T U D I D I C A T A N I A DIPARTIMENTO DI MATEMATICA E INFORMATICA MANIFESTO DEGLI STUDI PER IL TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO CLASSE A059 - SCIENZE MATEMATICHE, CHIMICHE, FISICHE

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA REGOLAMENTO DIDATTICO TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO Classe di abilitazione A025 - Disegno e Storia dell Arte DIPARTIMENTO PATRIMONIO, ARCHITETTURA, URBANISTICA - PAU A.A. 2014-2015 Art. 1 Finalità ed obiettivi

Dettagli

Art. 1 Finalità ed obiettivi dei corsi di TFA

Art. 1 Finalità ed obiettivi dei corsi di TFA REGOLAMENTO DIDATTICO TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO Classe di abilitazione A017 Discipline Economico-Aziendali DIPARTIMENTO DI STUDI AZIENDALI E GIUSPRIVATISTICI A.A. 2011-2012 Art. 1 Finalità ed obiettivi

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANISTICHE MANIFESTO DEGLI STUDI PER IL TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANISTICHE MANIFESTO DEGLI STUDI PER IL TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANISTICHE MANIFESTO DEGLI STUDI PER IL TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO CLASSE A037 - Filosofia e Storia Il tirocinio formativo attivo (TFA) di cui

Dettagli

Art. 1 Finalità ed obiettivi dei corsi di TFA

Art. 1 Finalità ed obiettivi dei corsi di TFA REGOLAMENTO DIDATTICO TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO Classe di abilitazione A345 LINGUA INGLESE DIPARTIMENTO DI LETTERE LINGUE ARTI ITALIANISTICA E CULTURE COMPARATE A.A. 2011-2012 Art. 1 Finalità ed obiettivi

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA MANIFESTO DEGLI STUDI PER IL TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO CLASSE A060 SCIENZE NATURALI, CHIMICA E GEOGRAFIA, MICROBIOLOGIA Anno Accademico 011/01 Il

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSI DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO PARTE NORMATIVA Art. 1 - Accesso 1. L attivazione dell anno di Tirocinio Formativo Attivo è subordinata alla previsione annuale di fabbisogno di

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ATTIVITA DI TIROCINIO PRATICO NELLE SCUOLE

LINEE GUIDA PER L ATTIVITA DI TIROCINIO PRATICO NELLE SCUOLE Università di Pisa TFA Tirocinio formativo attivo 2014-2015 Segreteria didattica LINEE GUIDA PER L ATTIVITA DI TIROCINIO PRATICO NELLE SCUOLE Art. 1 Dati generali... 2 Art. 2 Obiettivi formativi e risultati

Dettagli

Università degli Studi di Catania TFA TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO. Quaderno del tirocinio di

Università degli Studi di Catania TFA TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO. Quaderno del tirocinio di Università degli Studi di Catania TFA TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO Anno Accademico Quaderno del tirocinio di Cognome Nome Data e luogo di Nascita Via Città Recapito telefonico E-mail Abilitazione richiesta

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE Scuola di Specializzazione all Insegnamento Secondario (SSIS)

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE Scuola di Specializzazione all Insegnamento Secondario (SSIS) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE Scuola di Specializzazione all Insegnamento Secondario (SSIS) MODULO DI 800 ORE PER LA FORMAZIONE DI INSEGNANTI DI SOSTEGNO NELLA SCUOLA SECONDARIA Anno accademico 2006-2007

Dettagli

Tirocinio Formativo Attivo (TFA) AREA 3 - TIROCINIO

Tirocinio Formativo Attivo (TFA) AREA 3 - TIROCINIO Università degli Studi di Trento Tirocinio Formativo Attivo (TFA) AREA 3 - TIROCINIO 16 febbraio 2015 Struttura generale del percorso TFA Insegnamenti di scienza dell educazione 18 CFU Insegnamenti di

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO PERCORSO ABILITANTE SPECIALE (PAS)

REGOLAMENTO DIDATTICO PERCORSO ABILITANTE SPECIALE (PAS) REGOLAMENTO DIDATTICO PERCORSO ABILITANTE SPECIALE (PAS) Classe di abilitazione A019 Discipline giuridiche ed economiche DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA A.A. 2013-2014 Art. 1 Finalità ed obiettivi formativi

Dettagli

Sommario ART 1. ATTIVAZIONE TFA... 3 ART. 2 FINALITA E OBIETTIVI FORMATIVI... 3 ART.3 QUADRO DEI CREDITI FORMATIVI UNIVERSITARI E SETTORI SCIENTIFICO

Sommario ART 1. ATTIVAZIONE TFA... 3 ART. 2 FINALITA E OBIETTIVI FORMATIVI... 3 ART.3 QUADRO DEI CREDITI FORMATIVI UNIVERSITARI E SETTORI SCIENTIFICO Regolamento didattico Tirocinio Formativo Attivo (TFA) TECNOLOGIA Classe A033 A.A. 2014/2015 1 Sommario ART 1. ATTIVAZIONE TFA... 3 ART. 2 FINALITA E OBIETTIVI FORMATIVI... 3 ART.3 QUADRO DEI CREDITI FORMATIVI

Dettagli

1. Cos è il PF24? 2. Chi può iscriversi al PF24?

1. Cos è il PF24? 2. Chi può iscriversi al PF24? Università degli Studi di Napoli Federico II FAQ RELATIVE AL PERCORSO FORMATIVO PER L ACQUISIZIONE DI 24 CFU NELLE DISCIPLINE ANTROPO-PSICO-PEDAGOGICHE E NELLE METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE (PF24).

Dettagli

Il tirocinio formativo attivo comprende quattro gruppi di attività: 18 CFU

Il tirocinio formativo attivo comprende quattro gruppi di attività: 18 CFU LINEE GUIDA DIDATTICO-AMMINISTRATIVE CORSO T.F.A. SECONDO CICLO Il presente documento riassume: la normativa nazionale relativa al TFA per le parti di interesse, le decisioni prese a livello Inter-Ateneo

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Specialistica in GIURISPRUDENZA Classe 22/S

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Specialistica in GIURISPRUDENZA Classe 22/S Regolamento Didattico del Corso di Laurea Specialistica in GIURISPRUDENZA Classe 22/S Art.1 Definizioni Nel seguito, quando non ulteriormente specificato, si intende: - per Università o Ateneo, l Università

Dettagli

SCUOLA DI GIURISPRUDENZA Corso di Laurea in Consulente del lavoro e delle relazioni aziendali

SCUOLA DI GIURISPRUDENZA Corso di Laurea in Consulente del lavoro e delle relazioni aziendali SCUOLA DI GIURISPRUDENZA Corso di Laurea in Consulente del lavoro e delle relazioni aziendali Art. 1 Requisiti per l accesso al corso Conoscenze richieste per l accesso Per essere ammessi al corso di laurea

Dettagli

CORSO DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO (TFA) AI SENSI DEL D.M. 249/2010 CLASSE DI ABILITAZIONE A033 REGOLAMENTO DIDATTICO A.A.

CORSO DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO (TFA) AI SENSI DEL D.M. 249/2010 CLASSE DI ABILITAZIONE A033 REGOLAMENTO DIDATTICO A.A. DATI GENERALI Classe di abilitazione Denominazione TFA Facoltà di riferimento ai fini amministrativi Altre Facoltà Sede didattica Università del Salento A033 Tecnologia Facoltà di Scienze Matematiche,

Dettagli

Note: - 1 CFU di insegnamento = 7,5 ore d aula e 17,5 di studio individuale - Si considerano ore da 60 minuti per i laboratori e il tirocinio

Note: - 1 CFU di insegnamento = 7,5 ore d aula e 17,5 di studio individuale - Si considerano ore da 60 minuti per i laboratori e il tirocinio Corsi di specializzazione per le attività di sostegno A.A. 206/207 Direzione del corso: Prof. Marco Lazzari Prof. associato SSD M-PED/03 Laboratori: laboratori affidati a docenti in possesso della specializzazione

Dettagli

Allegato B. A Punteggio per il titolo di accesso alla procedura concorsuale

Allegato B. A Punteggio per il titolo di accesso alla procedura concorsuale Allegato B Tabella di ripartizione del punteggio dei titoli valutabili nei concorsi a titoli ed esami per l accesso ai ruoli del personale docente nella scuola secondaria di I e II grado, nonché del personale

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE DIPARTIMENTO DI LINGUE E LETTERATURE, COMUNICAZIONE, FORMAZIONE E SOCIETÀ

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE DIPARTIMENTO DI LINGUE E LETTERATURE, COMUNICAZIONE, FORMAZIONE E SOCIETÀ UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE DIPARTIMENTO DI LINGUE E LETTERATURE, COMUNICAZIONE, FORMAZIONE E SOCIETÀ Corso di Studio in Scienze della Formazione Primaria CORSO DI STUDIO IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE

Dettagli

SCUOLA DI GIURISPRUDENZA Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza, sede di Ravenna

SCUOLA DI GIURISPRUDENZA Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza, sede di Ravenna SCUOLA DI GIURISPRUDENZA Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza, sede di Ravenna Art. 1 Requisiti per l accesso al corso Conoscenze richieste per l accesso Per essere ammessi al corso

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE. Corso di laurea magistrale in Ingegneria Meccanica

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE. Corso di laurea magistrale in Ingegneria Meccanica UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE Corso di laurea magistrale in Ingegneria Meccanica Classe di laurea magistrale n. LM-33 (Ingegneria meccanica) Dipartimento

Dettagli

CORSO DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO (TFA) AI SENSI DEL D.M. 249/2010 CLASSE DI ABILITAZIONE A060 REGOLAMENTO DIDATTICO A.A.

CORSO DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO (TFA) AI SENSI DEL D.M. 249/2010 CLASSE DI ABILITAZIONE A060 REGOLAMENTO DIDATTICO A.A. DATI GENERALI Classe di abilitazione Denominazione TFA Facoltà di riferimento ai fini amministrativi Altre Facoltà Sede didattica Università del Salento A060 Scienze Naturali, Chimica e Geografia, Microbiologia

Dettagli

LAUREA IN FISICA APPLICATA

LAUREA IN FISICA APPLICATA LAUREA N FSCA APPLCATA Obiettivi formativi specifici l Corso di laurea in Fisica Applicata ha il fine di: offrire una preparazione orientata a fornire una buona capacità di operare in alcuni ambiti professionali

Dettagli

Corso di laurea magistrale in Scienze della formazione primaria (LM -85 bis) RICONOSCIMENTO CREDITI

Corso di laurea magistrale in Scienze della formazione primaria (LM -85 bis) RICONOSCIMENTO CREDITI Corso di laurea magistrale in Scienze della formazione primaria (LM -5 bis) RICONOSCIMENTO CREDITI I crediti richiesti devono corrispondere ad esami universitari o laboratori riportati all interno di un

Dettagli

a.a.2016/2017 Direttore e Responsabile Scientifico Prof. Luigi Guerra

a.a.2016/2017 Direttore e Responsabile Scientifico Prof. Luigi Guerra CORSO ANNUALE DI FORMAZIONE CON VALORE ABILITANTE PER L ACCESSO ALL INSEGNAMENTO NELLA SCUOLA MEDIA INFERIORE E SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE E ALL INSEGNAMENTO DELLA LINGUA INGLESE ED EDUCAZIONE FISICA

Dettagli

Regolamento didattico Tirocinio Formativo Attivo (TFA) Filosofia e Storia (Denominazione) A037 (classe) A.A.2014/2015

Regolamento didattico Tirocinio Formativo Attivo (TFA) Filosofia e Storia (Denominazione) A037 (classe) A.A.2014/2015 Regolamento didattico Tirocinio Formativo Attivo (TFA) Filosofia e Storia (Denominazione) A037 (classe) A.A.2014/2015 1 INDICE Art. 1 - Attivazione TFA Art. 2 - Finalità e obiettivi formativi Art. 3 -

Dettagli

Regolamento didattico Tirocinio Formativo Attivo (TFA) DISCIPLINE GIURIDICHE E ECONOMICHE A019 A.A. 2014/2015

Regolamento didattico Tirocinio Formativo Attivo (TFA) DISCIPLINE GIURIDICHE E ECONOMICHE A019 A.A. 2014/2015 Regolamento didattico Tirocinio Formativo Attivo (TFA) DISCIPLINE GIURIDICHE E ECONOMICHE A019 A.A. 2014/2015 1 INDICE Art. 1 - Attivazione TFA Art. 2 - Finalità e obiettivi formativi Art. 3 - Quadro dei

Dettagli

CONCORSO REGIONALE DOCENTI ABILITATI DLGS N. 59/2017, ART. 17, COMMA 2, LETTERA B)

CONCORSO REGIONALE DOCENTI ABILITATI DLGS N. 59/2017, ART. 17, COMMA 2, LETTERA B) CONCORSO REGIONALE DOCENTI ABILITATI DLGS N. 59/2017, ART. 17, COMMA 2, LETTERA B) Il Decreto Ministeriale prevede che sia pubblicato in ciascuna Regione e per ciascuna classe di concorso, uno specifico

Dettagli

OSTETRICIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI OSTETRICA/O) (L) Titolo: OSTETRICIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI OSTETRICA/O)

OSTETRICIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI OSTETRICA/O) (L) Titolo: OSTETRICIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI OSTETRICA/O) Page 1 of 5 Facoltà: Corso: Ordinamento: DM270 MEDICINA E CHIRURGIA 8471 - OSTETRICIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI OSTETRICA/O) (L) Titolo: OSTETRICIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA

Dettagli

5.6. Ipotesi progettuale di un percorso di lavoro possibile con la classe dell alunno con

5.6. Ipotesi progettuale di un percorso di lavoro possibile con la classe dell alunno con Indice 1. Dati personali e ordine di scuola (istituzioni scolastiche di 1 0 grado e di 2 0 grado) 2.1. Registrazione delle presenze nelle istituzioni scolastiche di 1 0 grado 2.2. Registrazione delle presenze

Dettagli

DISPOSIZIONE DEL DIRETTORE CONCERNENTE LA RIDUZIONE DEL CARICO DIDATTICO PER GLI ALLIEVI DEI CORSI DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO 2014/2015

DISPOSIZIONE DEL DIRETTORE CONCERNENTE LA RIDUZIONE DEL CARICO DIDATTICO PER GLI ALLIEVI DEI CORSI DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO 2014/2015 DISPOSIZIONE DEL DIRETTORE CONCERNENTE LA RIDUZIONE DEL CARICO DIDATTICO PER GLI ALLIEVI DEI CORSI DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO 2014/2015 IL DIRETTORE VISTO il D.M. 10 settembre 2010, n. 249 Regolamento

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Tabella A Tabella di ripartizione del punteggio dei titoli valutabili nei concorsi a titoli ed esami per l accesso ai ruoli del personale docente ed educativo nella scuola dell infanzia, primaria, secondaria

Dettagli

I candidati risultati vincitori nelle selezioni dei precedenti corsi di specializzazione, prioritariamente presso il medesimo Ateneo;

I candidati risultati vincitori nelle selezioni dei precedenti corsi di specializzazione, prioritariamente presso il medesimo Ateneo; Breve descrizione Il corso di specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità, istituito ai sensi dell'art. 13 del D.M. del 10 settembre 2010, n. 249, è un percorso formativo

Dettagli

Regolamento didattico Tirocinio Formativo Attivo (TFA) TECNOLOGIA Classe A033 A.A. 2014/2015

Regolamento didattico Tirocinio Formativo Attivo (TFA) TECNOLOGIA Classe A033 A.A. 2014/2015 Regolamento didattico Tirocinio Formativo Attivo (TFA) TECNOLOGIA Classe A033 A.A. 2014/2015 1 INDICE Art. 1 - Attivazione TFA Art. 2 - Finalità e obiettivi formativi Art. 3 - Quadro dei crediti formativi

Dettagli

Allegato 1 alla domanda di iscrizione in sovrannumero ai corsi di Tirocinio Formativo Attivo (TFA) a.a. 2014/2015

Allegato 1 alla domanda di iscrizione in sovrannumero ai corsi di Tirocinio Formativo Attivo (TFA) a.a. 2014/2015 Allegato 1 alla domanda di iscrizione in sovrannumero ai corsi di Tirocinio Formativo Attivo (TFA) a.a. 2014/2015 AUTOCERTIFICAZIONE TITOLI DI SERVIZIO Il/La sottoscritto/a nato/a a il residente in Via

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANISTICHE MANIFESTO DEGLI STUDI PER IL TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANISTICHE MANIFESTO DEGLI STUDI PER IL TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANISTICHE MANIFESTO DEGLI STUDI PER IL TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO CLASSE A051 - Materie letterarie e latino nei licei Il tirocinio formativo

Dettagli

U N I V E R S I T A D E G L I S T U D I D I C A T A N I A MANIFESTO DEGLI STUDI PER I PERCORSI ABILITANTI SPECIALI A.A. 2013/2014

U N I V E R S I T A D E G L I S T U D I D I C A T A N I A MANIFESTO DEGLI STUDI PER I PERCORSI ABILITANTI SPECIALI A.A. 2013/2014 U N I V E R S I T A D E G L I S T U D I D I C A T A N I A MANIFESTO DEGLI STUDI PER I PERCORSI ABILITANTI SPECIALI A.A. 2013/2014 I percorsi abilitanti speciali (P.A.S.) di cui al D.M. n. 81 del 25.03.2013

Dettagli

REGOLAMENTO DI TIROCINIO NUOVO ORDINAMENTO Approvato dal Consiglio di Corso di Studio il 10 settembre 2013

REGOLAMENTO DI TIROCINIO NUOVO ORDINAMENTO Approvato dal Consiglio di Corso di Studio il 10 settembre 2013 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE Corso di Studio in Scienze della Formazione Primaria REGOLAMENTO DI TIROCINIO NUOVO ORDINAMENTO Approvato dal Consiglio di Corso di Studio

Dettagli

Regolamento didattico Percorso Abilitante Speciale Laboratorio di Informatica Gestionale (Denominazione) C300 (classe)

Regolamento didattico Percorso Abilitante Speciale Laboratorio di Informatica Gestionale (Denominazione) C300 (classe) Regolamento didattico Percorso Abilitante Speciale Laboratorio di Informatica Gestionale (Denominazione) C300 (classe) (Emanato con Decreto Rettore n. 276 del 27/03/2014) INDICE Art. 1 - Istituzione e

Dettagli

Convenzione. tra. gli Ordini dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Pavia, Vigevano e Voghera. l Università degli Studi di Pavia

Convenzione. tra. gli Ordini dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Pavia, Vigevano e Voghera. l Università degli Studi di Pavia Convenzione tra gli Ordini dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Pavia, Vigevano e Voghera e l Università degli Studi di Pavia per lo svolgimento del tirocinio in concomitanza con il

Dettagli

La meccanica quantistica nella scuola secondaria e la formazione degli insegnanti

La meccanica quantistica nella scuola secondaria e la formazione degli insegnanti La meccanica quantistica nella scuola secondaria e la formazione degli insegnanti Giampaolo Lai - Giovanna Puddu Università di Cagliari - Dottorato in Storia, Filosofia e Didattica delle Scienze Roma,

Dettagli

DIPARTIMENTO di Ingegneria e Scienza dell Informazione. REGOLAMENTO PROVA FINALE E CONFERIMENTO DEL TITOLO Corsi di Laurea Magistrale in:

DIPARTIMENTO di Ingegneria e Scienza dell Informazione. REGOLAMENTO PROVA FINALE E CONFERIMENTO DEL TITOLO Corsi di Laurea Magistrale in: DIPARTIMENTO di Ingegneria e Scienza dell Informazione REGOLAMENTO PROVA FINALE E CONFERIMENTO DEL TITOLO Corsi di Laurea Magistrale in: Ingegneria delle Telecomunicazioni Informatica Approvato dal Consiglio

Dettagli

LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE BIOLOGICHE (CLASSE L-13 DELLE LAUREE IN SCIENZE BIOLOGICHE) MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2009/2010 (DM 270/04)

LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE BIOLOGICHE (CLASSE L-13 DELLE LAUREE IN SCIENZE BIOLOGICHE) MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2009/2010 (DM 270/04) LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE BIOLOGICHE (CLASSE L-13 DELLE LAUREE IN SCIENZE BIOLOGICHE) MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2009/2010 (DM 270/04) A partire dall anno accademico 2009/2010 sono attivati il I e II

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA. Corso di laurea in Ingegneria Elettronica

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA. Corso di laurea in Ingegneria Elettronica UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA Corso di laurea in Ingegneria Elettronica Classe di laurea n. L-8 (Ingegneria dell'informazione) Dipartimento Politecnico di Ingegneria

Dettagli

CORSO DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO (TFA) AI SENSI DEL D.M. 249/2010 CLASSE DI ABILITAZIONE A047 REGOLAMENTO DIDATTICO A.A.

CORSO DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO (TFA) AI SENSI DEL D.M. 249/2010 CLASSE DI ABILITAZIONE A047 REGOLAMENTO DIDATTICO A.A. DATI GENERALI Classe di abilitazione Denominazione TFA Facoltà di riferimento ai fini amministrativi Altre Facoltà Sede didattica Università del Salento A047 Matematica Facoltà di Scienze MM.FF.NN. Facoltà

Dettagli

SCUOLA DI ECONOMIA, MANAGEMENT E STATISTICA Sede Di Forlì Corso di Laurea in Economia e Commercio

SCUOLA DI ECONOMIA, MANAGEMENT E STATISTICA Sede Di Forlì Corso di Laurea in Economia e Commercio SCUOLA DI ECONOMIA, MANAGEMENT E STATISTICA Sede Di Forlì Corso di Laurea in Economia e Commercio Art. 1 Requisiti per l accesso al corso Requisiti di accesso Per essere ammessi al corso di laurea è necessario

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA (Mathematics) Classe L-35 Scienze Matematiche

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA (Mathematics) Classe L-35 Scienze Matematiche REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA (Mathematics) Classe L-35 Scienze Matematiche (Emanato con D.R. n. 619 del 07.06.2017 pubblicato all Albo on line di Ateneo in data 08.06.2017 e

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA. Corso di laurea in Scienze della formazione primaria

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA. Corso di laurea in Scienze della formazione primaria UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA Corso di laurea in Scienze della formazione primaria Classe di laurea LM-85 bis - Scienze della formazione primaria DM 270/2004,

Dettagli

REPUBBLICA DI SAN MARINO

REPUBBLICA DI SAN MARINO LEGGE 28 aprile 2005 n.63 REPUBBLICA DI SAN MARINO DISCIPLINA DEI TITOLI DI STUDIO UNIVERSITARI Noi Capitani Reggenti la Serenissima Repubblica di San Marino Promulghiamo e mandiamo a pubblicare la seguente

Dettagli

Facoltà: MEDICINA E CHIRURGIA Corso: SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE (LM) Ordinamento: DM270

Facoltà: MEDICINA E CHIRURGIA Corso: SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE (LM) Ordinamento: DM270 Page 1 of 5 Facoltà: MEDICINA E CHIRURGIA Corso: 8488 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE (LM) Ordinamento: DM270 Titolo: SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE Testo: Scuola di Medicina e Chirurgia

Dettagli

IL PERCORSO FORMATIVO 24 CFU - PF24

IL PERCORSO FORMATIVO 24 CFU - PF24 IL PERCORSO FORMATIVO 24 CFU - PF24 AVVISO: Gli uffici didattici e amministrativi rispondono dell organizzazione del PERCORSO PF24 UNIBA e non delle questioni inerenti le procedure concorsuali o della

Dettagli

U N I V E R S I T A D E G L I S T U D I D I DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLE PRODUZIONI AGRARIE ED ALIMENTARI

U N I V E R S I T A D E G L I S T U D I D I DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLE PRODUZIONI AGRARIE ED ALIMENTARI U N I V E R S I T A D E G L I S T U D I D I C A T A N I A DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLE PRODUZIONI AGRARIE ED ALIMENTARI MANIFESTO DEGLI STUDI PER IL TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO CLASSE A057 Scienze degli

Dettagli

Regolamento Didattico del corso di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno agli alunni con disabilità

Regolamento Didattico del corso di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno agli alunni con disabilità Regolamento Didattico del corso di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno agli alunni con disabilità CAPO I Oggetto Art. 1 Oggetto del regolamento 1. Il presente

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO FACOLTÀ DI ECONOMIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECONOMIA AZIENDALE E DIREZIONE DELLE AZIENDE (classe 84/S) dall a.a. 2005-2005 TITOLO PRIMO

Dettagli

Università degli studi di Milano Bicocca Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea Magistrale in INFORMATICA

Università degli studi di Milano Bicocca Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea Magistrale in INFORMATICA Università degli studi di Milano Bicocca Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea Magistrale in INFORMATICA Offerta formativa Il (classe LM-18) ha, di norma, durata di due anni.

Dettagli

Regolamento didattico Tirocinio Formativo Attivo (TFA) MATEMATICA E FISICA Classe A049 A.A. 2014/2015

Regolamento didattico Tirocinio Formativo Attivo (TFA) MATEMATICA E FISICA Classe A049 A.A. 2014/2015 Regolamento didattico Tirocinio Formativo Attivo (TFA) MATEMATICA E FISICA Classe A049 A.A. 2014/2015 1 INDICE Art. 1 - Attivazione TFA Art. 2 - Finalità e obiettivi formativi Art. 3 - Quadro dei crediti

Dettagli

Istanza per il rilascio della dichiarazione di cui all art. 3, comma 7 del D.M. 616/2017 (24 CFU)

Istanza per il rilascio della dichiarazione di cui all art. 3, comma 7 del D.M. 616/2017 (24 CFU) MODELLO A AL MAGNIFICO RETTORE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO Istanza per il rilascio della dichiarazione di cui all art. 3, comma 7 del D.M. 616/2017 (24 ) Modello riservato a coloro che sono iscritti

Dettagli

Regolamento della Facoltà di Economia per i passaggi interni e trasferimenti:

Regolamento della Facoltà di Economia per i passaggi interni e trasferimenti: Regolamento della Facoltà di Economia per i passaggi interni e trasferimenti: - da corsi del Vecchio Ordinamento ( ex Dm 09/99 -EGA, ED, Economia, Scienze economiche e sociali) a corsi del Nuovo Ordinamento

Dettagli

Scuola di Lettere e Beni culturali

Scuola di Lettere e Beni culturali Scuola di Lettere e Beni culturali REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN STORIA E CONSERVAZIONE DELLE OPERE D'ARTE PARTE NORMATIVA Art. 1 Requisiti per l'accesso al corso Requisiti curriculari

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA GESTIONALE (Engineering management) Classe L-8 Ingegneria dell Informazione

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA GESTIONALE (Engineering management) Classe L-8 Ingegneria dell Informazione REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA GESTIONALE (Engineering management) Classe L-8 Ingegneria dell Informazione Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente Regolamento Didattico

Dettagli

TITOLI GENERALI TITOLI VALUTATI PUNTEGGIO A QUALI CARATTERISRICHE DEVONO CORRISPONDERE PER ESSERE VALUTATI PREMESSA

TITOLI GENERALI TITOLI VALUTATI PUNTEGGIO A QUALI CARATTERISRICHE DEVONO CORRISPONDERE PER ESSERE VALUTATI PREMESSA TITOLI GENERALI TITOLI VALUTATI PUNTEGGIO A QUALI CARATTERISRICHE DEVONO CORRISPONDERE PER ESSERE VALUTATI PREMESSA La valutazione dei titoli, nella domanda di mobilità, è disciplinata dalla relativa tabella

Dettagli

Per l'accesso al corso di laurea magistrale sono altresì richiesti i seguenti requisiti curriculari:

Per l'accesso al corso di laurea magistrale sono altresì richiesti i seguenti requisiti curriculari: SCUOLA DI ECONOMIA, MANAGEMENT E STATISTICA Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in ECONOMIA E POLITICA ECONOMICA Premessa : Il Corso di Laurea Magistrale in Economia e Politica Economica

Dettagli

Ministero dell Università e della Ricerca

Ministero dell Università e della Ricerca Direzione Generale per l Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica Ufficio II Prot. n. 7797 Roma, 24 ottobre 2007 Ai Direttori Conservatori di Musica Ai Direttori Istituti Musicali Pareggiati LORO

Dettagli

Nuova Formazione iniziale degli Insegnanti

Nuova Formazione iniziale degli Insegnanti Nuova Formazione iniziale degli Insegnanti Maria Funicello email: maria.funicello@unibas.it Università della Basilicata Assemblea Con.Chimica-Milano 6 settembre 2016 Prima della Legge 107 Buona Scuola.

Dettagli

Università degli Studi di Perugia. Facoltà di Scienze della Formazione. Corso di Perfezionamento

Università degli Studi di Perugia. Facoltà di Scienze della Formazione. Corso di Perfezionamento Università degli Studi di Perugia Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Perfezionamento in Progettazione, Gestione e Coordinamento dell Oratorio Regolamento didattico ART. 1 - ISTITUZIONE Ai sensi

Dettagli

CORSI SPECIALI PER INSEGNANTI, ATTIVATI AI SENSI DELLA LEGGE 143/2004 REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO. Art. 1

CORSI SPECIALI PER INSEGNANTI, ATTIVATI AI SENSI DELLA LEGGE 143/2004 REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO. Art. 1 CORSI SPECIALI PER INSEGNANTI, ATTIVATI AI SENSI DELLA LEGGE 143/2004 REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO Art. 1 L Università degli Studi di Lecce attiva, organizza e disciplina i Corsi Speciali di durata annuale

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA Corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici pubblici e privati Classe di laurea L-14 DM 270/2004, art. 12 R.D.A. art. 5 RIDD

Dettagli

TFA RICONOSCIMENTO CREDITI. Il tirocinio formativo attivo comprende quattro gruppi di attività:

TFA RICONOSCIMENTO CREDITI. Il tirocinio formativo attivo comprende quattro gruppi di attività: TFA RICONOSCIMENTO CREDITI DM 249/10 - Art. 10. Istituzione e svolgimento del tirocinio per la formazione degli insegnanti della scuola secondaria di primo e di secondo grado - Comma 3. Il tirocinio formativo

Dettagli

1. DEFINIZIONE DEI COMPITI DIDATTICI DEI DOCENTI

1. DEFINIZIONE DEI COMPITI DIDATTICI DEI DOCENTI LINEE GUIDA RELATIVE AL REGOLAMENTO SULL ATTRIBUZIONE, AUTOCERTIFICAZIONE E VERIFICA DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE E DI SERVIZIO AGLI STUDENTI DA PARTE DEI PROFESSORI E DEI RICERCATORI (approvate dal Senato

Dettagli

Area Formazione, Cultura e servizi agli Studenti. Calendarizzazione da lunedì 7 Novembre 2014 a sabato 20 Giugno 2015

Area Formazione, Cultura e servizi agli Studenti. Calendarizzazione da lunedì 7 Novembre 2014 a sabato 20 Giugno 2015 Calendarizzazione da lunedì 7 Novembre 2014 a sabato 20 Giugno 2015 270 ore per gli insegnamenti 180 ore per i laboratori 50 ore di tirocinio indiretto col tutor coordinatore 75 ore TIC 150 ore di tirocinio

Dettagli

Modalità acquisizione dei crediti formativi universitari e accademici di cui all art. 5 del decreto legislativo 13 aprile 2017 n.

Modalità acquisizione dei crediti formativi universitari e accademici di cui all art. 5 del decreto legislativo 13 aprile 2017 n. Roma, 10 agosto 2017 Modalità acquisizione dei crediti formativi universitari e accademici di cui all art. 5 del decreto legislativo 13 aprile 2017 n. 59 l articolo 5, comma 4, del decreto legislativo

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE PROVE FINALI PER I CORSI DI LAUREA EX DM 270/04 (Approvato CCSA del 29 maggio 2015)

REGOLAMENTO DELLE PROVE FINALI PER I CORSI DI LAUREA EX DM 270/04 (Approvato CCSA del 29 maggio 2015) REGOLAMENTO DELLE PROVE FINALI PER I CORSI DI LAUREA EX DM 270/04 (Approvato CCSA del 29 maggio 2015) 1. Riferimenti normativi. 1.1. Decreto Ministeriale 22-10-2004 n. 270, art. 10 (Obiettivi ed attività

Dettagli

Formazione dei docenti per il sostegno didattico

Formazione dei docenti per il sostegno didattico Formazione dei docenti per il sostegno didattico da Schema di decreto legislativo recante norme per la promozione dell'inclusione scolastica degli studenti con disabilità Formazione iniziale dei docenti

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA ATTIVITA DI TIROCINIO FORMATIVO nella PROFESSIONE EDUCATIVA Il Corso di laurea in Scienze dell Educazione dell Università degli Studi di Perugia, si è prefisso l obiettivo di valorizzare e potenziare l

Dettagli

European Center of Education

European Center of Education STRUTTURA DEL MASTER Il Master Training of Educators of Infancy TraE Infancy è composto da complessive 1.500 ore di formazione annue corrispondenti a 60 CFU (crediti formativi universitari) per ciascun

Dettagli

Regolamento didattico Tirocinio Formativo Attivo (TFA) A346 Lingua e civiltà (lingua inglese) A.A.2014/2015

Regolamento didattico Tirocinio Formativo Attivo (TFA) A346 Lingua e civiltà (lingua inglese) A.A.2014/2015 Regolamento didattico Tirocinio Formativo Attivo (TFA) A346 Lingua e civiltà (lingua inglese) A.A.2014/2015 1 INDICE Art. 1 - Attivazione TFA Art. 2 - Finalità e obiettivi formativi Art. 3 - Quadro dei

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA Modello di autocertificazione dei titoli valutabili ai fini della graduatoria finale per l accesso al TFA II ciclo, a.a 2014-2015 (ai sensi dell art. 46 del D.P.R. 445/2000) La presente autocertificazione

Dettagli

Regolamento Prova finale dei Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Umane

Regolamento Prova finale dei Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Umane Regolamento Prova finale dei Corsi di Studio del (emanato con Provvedimento del Direttore del Dipartimento prot. n. 979/I/3 del 27 luglio 2017) Art. 1 Finalità 1. Il presente Regolamento disciplina le

Dettagli

DOMANDA DI IMMATRICOLAZIONE TFA A.A. 2014/2015 CHIEDE DICHIARA

DOMANDA DI IMMATRICOLAZIONE TFA A.A. 2014/2015 CHIEDE DICHIARA Marca da bollo assolta in modo virtuale AL MAGNIFICO RETTORE dell UNIVERSITÀ degli STUDI di UDINE DOMANDA DI IMMATRICOLAZIONE TFA A.A. 2014/2015 Il/La sottoscritto/a (cognome) (nome) nat a Prov. il cellulare

Dettagli

LINEE GUIDA DIDATTICO AMMINISTRATIVE - RICONOSCIMENTO CREDITI PREGRESSI TFA 2014/15

LINEE GUIDA DIDATTICO AMMINISTRATIVE - RICONOSCIMENTO CREDITI PREGRESSI TFA 2014/15 LINEE GUIDA DIDATTICO AMMINISTRATIVE - RICONOSCIMENTO CREDITI PREGRESSI TFA 2014/15 1) TIROCINIO SCOLASTICO Ai sensi del d.m. n. 249 del 2010 il tirocinio ha un valore pari a 19 crediti formativi universitari

Dettagli

Università degli Studi di Perugia. Facoltà di Scienze della Formazione. Corso di perfezionamento

Università degli Studi di Perugia. Facoltà di Scienze della Formazione. Corso di perfezionamento Università degli Studi di Perugia Facoltà di Scienze della Formazione Corso di perfezionamento in progettazione, gestione e coordinamento dell Oratorio Regolamento didattico ART. 1 - ISTITUZIONE Ai sensi

Dettagli

Regolamento didattico Tirocinio Formativo Attivo (TFA) MATEMATICA Classe A047 A.A. 2014/2015

Regolamento didattico Tirocinio Formativo Attivo (TFA) MATEMATICA Classe A047 A.A. 2014/2015 Regolamento didattico Tirocinio Formativo Attivo (TFA) MATEMATICA Classe A047 A.A. 2014/2015 1 INDICE Art. 1 - Attivazione TFA Art. 2 - Finalità e obiettivi formativi Art. 3 - Quadro dei crediti formativi

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE. Corso di laurea magistrale in Ingegneria Gestionale

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE. Corso di laurea magistrale in Ingegneria Gestionale UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE Corso di laurea magistrale in Ingegneria Gestionale Classe di laurea magistrale n. LM-31 (Ingegneria gestionale) Dipartimento

Dettagli

Università degli Studi di Pavia S.I.L.S.I.S. MANIFESTO DEGLI STUDI II EDIZIONE

Università degli Studi di Pavia S.I.L.S.I.S. MANIFESTO DEGLI STUDI II EDIZIONE 2. Università degli Studi di Pavia Scuola Interuniversitaria Lombarda di Specializzazione per l Insegnamento Secondario S.I.L.S.I.S. Sezione di Pavia MANIFESTO DEGLI STUDI 1. Informazioni Generali: Attività

Dettagli

La selezione avviene, per concorso, al momento dell'accesso alla Laurea magistrale.

La selezione avviene, per concorso, al momento dell'accesso alla Laurea magistrale. Formazione insegnanti Come è noto, la SSIS si è interrotta con il ciclo iniziato nel 2007/08. Le nuove modalità di formazione e di reclutamento degli insegnanti sono nel DM 249 del 10 settembre 2010. Se

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA. Facoltà di Scienze MM.FF.NN. MANIFESTO DEGLI STUDI A.A Corso di Laurea in Fisica ex DM 270/04

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA. Facoltà di Scienze MM.FF.NN. MANIFESTO DEGLI STUDI A.A Corso di Laurea in Fisica ex DM 270/04 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA Facoltà di Scienze MM.FF.NN. MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2012-2013 Corso di Laurea in Fisica ex DM 270/04 Presso la Facoltà di Scienze MM.FF.NN. è istituito il corso di

Dettagli

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECONOMIA DEI SISTEMI PRODUTTIVI. Titolo I. Finalità e ordinamento didattico. Art. 1 - Finalità

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECONOMIA DEI SISTEMI PRODUTTIVI. Titolo I. Finalità e ordinamento didattico. Art. 1 - Finalità CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECONOMIA DEI SISTEMI PRODUTTIVI REGOLAMENTO DIDATTICO Titolo I Finalità e ordinamento didattico Art. 1 - Finalità 1. Il Corso di Laurea Specialistica in Economia dei sistemi

Dettagli

2. Il TFA contempla l'acquisizione di 60 CFU, si svolge in un anno accademico e prevede, per ogni classe, quattro tipologie di attività:

2. Il TFA contempla l'acquisizione di 60 CFU, si svolge in un anno accademico e prevede, per ogni classe, quattro tipologie di attività: Regolamento didattico TFA (Classi A/036, A/037, A/039, A/043, A/050, A/051, A/052, A/061, A/245, A/246, A/345, A/346, A/445, A/446, A/545, A/546, A/646) Art. 1 - Ambito di applicazione, struttura del Tirocinio

Dettagli

A.A. ORE TIPOLOGIA ORE ARTICOLAZIONE QUOTA ORARIA PER ORDINE DI SCUOLA. Preparazione c/o l Università con il supervisore:

A.A. ORE TIPOLOGIA ORE ARTICOLAZIONE QUOTA ORARIA PER ORDINE DI SCUOLA. Preparazione c/o l Università con il supervisore: Tirocinio Finalità fondamentale del tirocinio didattico-professionale è la formazione delle competenze legate all esercizio concreto dell attività di insegnamento. Tale finalità è perseguita attraverso

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA. Corso di laurea in Economia e Commercio

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA. Corso di laurea in Economia e Commercio UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA Corso di laurea in Economia e Commercio Classe di laurea n. L-33 Scienze economiche DM 270/2004, art. 12 R.D.A. art. 5 RIDD 1 Art.

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Pedagogia

Corso di Laurea Magistrale in Pedagogia Corso di Laurea Magistrale in Pedagogia A.A. 2017/2018 Coordinatore prof.ssa Letizia Caronia Requisiti curricolari Avere conseguito la Laurea in una delle classi previste dal D.M. 270/04 o dal D.M. 509/99

Dettagli

Convenzione. tra. l Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di. l Università degli Studi di

Convenzione. tra. l Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di. l Università degli Studi di Convenzione tra l Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di e l Università degli Studi di per lo svolgimento del tirocinio in concomitanza con il percorso formativo e per l esonero

Dettagli