1.TARIFFE E MODALITA CONCESSIONI CIMITERIALI (Approvate con deliberazione G.C. n. 182 del 20/11/2014) COLOMBARI DURATA DELLA CONCESSIONE : ANNI 30

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1.TARIFFE E MODALITA CONCESSIONI CIMITERIALI (Approvate con deliberazione G.C. n. 182 del 20/11/2014) COLOMBARI DURATA DELLA CONCESSIONE : ANNI 30"

Transcript

1 CITTA DI CASSANO D ADDA Provincia di Milano 1.TARIFFE E MODALITA CONCESSIONI CIMITERIALI (Approvate con deliberazione G.C. n. 182 del 20/11/2014) COLOMBARI DURATA DELLA CONCESSIONE : ANNI 30 TIPOLOGIA 1 Concessione di colombario per persone residenti. - Dal corrispettivo della concessione sono escluse le operazioni di apertura loculo, l inserimento del feretro nel loculo, la sigillatura con lastra in cemento, la posa della lastra marmorea. - L ornamentazione della lastra è effettuata a cura e spese dei concessionari. 2 Concessione di colombario per persone NON residenti - La concessone sarà ammessa solo nel caso il defunto sia nativo di Cassano d Adda o abbia parenti residenti nel Comune di Cassano d Adda. - Dal corrispettivo della concessione sono escluse le operazioni di apertura loculo, l inserimento del feretro nel loculo, la sigillatura con lastra in cemento, la posa della lastra marmorea. - L ornamentazione della lastra è effettuata a cura e spese dei concessionari 3 Rinnovo concessione di colombario per un ulteriore periodo di anni 20 (Venti) Tariffa adeguata all indice Istat In vigore dal 01/1/ , ,00 790,00 Modalità di assegnazione La concessione dei colombari per il defunto è stabilita in anni 30 (trenta) decorrenti dalla data del decesso. L assegnazione del colombario avverrà, direttamente da parte dell Ufficio comunale competente, al momento del decesso seguendo tassativamente l ordine verticale per ciascun gruppo partendo dal basso verso l alto. E consentita la possibilità di tumulare le salme nelle file più accessibili (1 e 2 fila) subordinatamente alla presentazione di un certificato medico rilasciato esclusivamente da uno specialista, al parente prossimo (coniuge, genitore) con problemi di deambulazione. 1

2 E consentita la possibilità di collocare urne cinerarie o cassettina di resti all interno del colombario in cui sia già presente un feretro mantenendo invariata la scadenza. Il concessionario dovrà provvedere al pagamento delle spese per le operazioni di apertura del colombario, l inserimento della cassettina e/o urna cineraria nel loculo, la sigillatura con lastra in cemento. Deroga E possibile derogare a tale principio nei seguenti casi: 1. Al momento del decesso di un coniuge è consentita l assegnazione al coniuge superstite del loculo attiguo in orizzontale o verticale, indipendentemente dall età del coniuge vivente, dando atto che la concessione per quest ultimo è fissata in anni trenta decorrenti dalla data del contratto; 2. Al momento del decesso di un figlio è consentita l assegnazione contemporanea anche dei genitori viventi che superano i 70 anni (settant anni) dando atto che la concessione per questi ultimi è fissata in anni trenta decorrenti dalla data del contratto; 3. Al momento del decesso di un genitore è consentita la concessione contemporanea per anche il figlio vivente che abbia superato l età di 70 anni (settant anni), dando atto che la concessione per quest ultimo è fissata in anni trenta decorrenti dalla data del contratto; 4. Al momento del decesso del fratello è consentita la concessione contemporanea anche per un altro fratello vivente che abbia un età superiore ad anni 70 anni (settant anni), dando atto che la concessione per quest ultimo è fissata in anni trenta dalla data del contratto. Al coniuge vivente che al momento del decesso non abbia richiesto il loculo accanto al defunto sarà possibile, previa richiesta scritta, traslare il feretro del defunto e acquistare due nuovi loculi, uno accanto all altro, stipulando due contratti aventi decorrenza di anni trenta dalla data di stipula del contratto. Il richiedente dovrà versare la quota intera per entrambe i loculi. Per il colombario resosi libero verrà rimborsata una quota proporzionale al periodo non utilizzato sulla base del prezzo pagato, come previsto dall art. 92 del vigente Regolamento comunale del Servizio Cimiteriale. Rinnovo Come previsto dall art. 161 del vigente Regolamento comunale del Servizio Cimiteriale è possibile rinnovare le concessioni trentennali per ulteriori anni 20 (venti) su richiesta del concessionario previo pagamento del canone previsto per il rinnovo e stipula di nuovo contratto. Nel caso di mancata richiesta di rinnovo della concessione il Comune procede all estumulazione d ufficio e il feretro verrà inumato nel campo comune per il tempo minimo necessario alla decomposizione, indi verrà posto nell ossario acquistato dagli eredi. In alternativa alla collocazione nel campo di mineralizzazione i resti possono essere cremati su espressa manifestazione di volontà dei parenti diretti del defunto e/ dagli aventi diritto, con spese a loro carico. Chiunque può rinnovare, anche se persona diversa dall originario concessionario. 2

3 AREE CIMITERIALI DURATA DELLA CONCESSIONE: ANNI 20 1 Area ubicata nel CAMPO COMUNE per sepolture individuali con delimitazione dell area mediante posa di cordolo bianco più lapide di individuazione salma a carico degli eredi (mt. 0,70 X 1,80) 2 Area ubicata sul VIALE con diritto di posa del monumento signorile (mt. 1,10 X 2,10) 3 Area semplice nel CAMPO per sepolture individuali con diritto di posa del monumento (mt. 0,70 X 2,10) Tariffa ventennale prevista dal Piano cimiteriale in vigore dal 01/1/ , , ,00 Modalità di assegnazione La durata della concessione dell area sia nel campo che sul viale è stabilita in anni 20 (venti) decorrenti dalla data del decesso. Deroga Per le sole concessioni di aree ubicate sui viali: al momento del decesso di un coniuge è consentita, ove fosse possibile, l assegnazione contemporanea dell area vicina, indipendentemente dall età dell altro coniuge vivente, dando atto che la concessione per quest ultimo è fissata in anni 20 (venti) decorrenti dalla data del contratto. La richiesta di concessione dovrà essere formulata per iscritto e sarà sottoposta a valutazione da parte dell Amministrazione Comunale per la verifica della disponibilità dell area. Tariffe gratuite Sono gratuite le tariffe relative alle seguenti concessioni cimiteriali: - Area per inumazione salma in campo bambini per la durata di anni venti; - Inumazione prodotti abortivi e/o parti anatomiche riconoscibili. Rinnovo per i contratti in essere Come previsto dall art. 161 del vigente Regolamento Comunale del Servizio cimiteriale sarà possibile, per le aree con diritto di posa monumento, rinnovare le concessioni decennali per ulteriori anni 10 (dieci) fino al raggiungimento massimo di anni 20 (venti), su richiesta del concessionario. Chiunque può rinnovare, anche se persona diversa dall originario concessionario. Per le concessioni in essere che hanno già superato il periodo di 10 anni ma non hanno raggiunto il periodo massimo di anni 20 (venti), su richiesta del concessionario, potrà essere rinnovato il contratto di concessione dell area previa presentazione di istanza scritta all ufficio competente e dietro versamento della somma integrativa calcolata in modo proporzionale al periodo mancante al raggiungimento del periodo massimo di anni 20 (venti). 3

4 In caso di rinnovo dovrà essere applicata la seguente tariffa: 1 Area ubicata nel CAMPO COMUNE per sepolture individuali con delimitazione dell area mediante posa di cordolo bianco più lapide di individuazione salma a carico degli eredi (mt. 0,70 X 1,80) 2 Area ubicata sul VIALE con diritto di posa del monumento signorile (mt. 1,10 X 2,10) 3 Area semplice nel CAMPO per sepolture individuali con diritto di posa del monumento (mt. 0,70 X 2,10) Tariffa adeguata all indice Istat In vigore dal 01/1/2015 Non rinnovabile 182,00/ annue 95,00/annue Nel caso di mancato rinnovo della concessione il feretro verrà esumato a spese degli eredi e i resti saranno posti in ossario in concessione. 4

5 OSSARI DURATA DELLA CONCESSIONE: ANNI 50 CIMITERO CASSANO D ADDA Fila OSSARI GRUPPI: Y1-Y2-J e OSSARI DI VECCHIA COSTRUZIONE GRUPPI. C-D-E-F (in fondo al cimitero) Fila Tariffa adeguata all indice Istat In vigore dal 01/1/2015 Tariffa adeguata all indice Istat In vigore dal 01/1/2015 OSSARI GRUPPI: A-B-C-D-E-F-G-H-I-L-M-N-O-P-Q Tariffa Rinnovo concessione per ulteriori 30 anni adeguata all indice Istat in vigore dal 01/01/2015 FILA 1 900,00 312,00 FILA ,00 390,00 FILA ,00 507,00 FILA ,00 507,00 FILA ,00 488,00 FILA ,00 390,00 FILA 7 900,00 312,00 FILA 8 844,00 293,00 FILA 9 844,00 293,00 FILA ,00 273,00 FILA ,00 254,00 FILA ,00 254,00 FILA ,00 254,00 Tariffa Rinnovo concessione per ulteriori 30 anni adeguata all indice Istat in vigore dal 01/01/2015 FILA 1 788,00 273,00 FILA 2 956,00 332,00 FILA ,00 390,00 FILA ,00 390,00 FILA ,00 371,00 FILA 6 956,00 332,00 FILA 7 788,00 273,00 FILA 8 675,00 234,00 FILA 9 675,00 234,00 FILA ,00 215,00 FILA ,00 195,00 FILA ,00 195,00 FILA ,00 195,00 GRUPPO K 5

6 Fila Tariffa adeguata all indice Istat In vigore dal 01/1/2015 (ingresso cimitero) Tariffa Rinnovo concessione per ulteriori 30 anni adeguata all indice Istat in vigore dal 01/01/2015 FILA 1 900,00 312,00 FILA ,00 507,00 FILA ,00 624,00 FILA ,00 624,00 FILA ,00 624,00 FILA ,00 507,00 FILA 7 900,00 312,00 Fila GRUPPI: L1-L5-L7-O1-O2-O3-O4-O5 (nuova costruzione anno 2012) Tariffa adeguata all indice Istat In vigore dal 01/1/2015 Tariffa Rinnovo concessione per ulteriori 30 anni adeguata all indice Istat in vigore dal 01/01/2015 FILA 1 900,00 312,00 FILA ,00 FILA ,00 507,00 FILA ,00 507,00 FILA ,00 507,00 FILA ,00 390,00 FILA ,00 351,00 FILA 8 900,00 312,00 FILA 9 900,00 312,00 6

7 CIMITERO GROPPELLO Fila GRUPPI costruiti prima del 2009 Tariffa adeguata all indice Istat In vigore dal 01/1/2015 Tariffa Rinnovo concessione per ulteriori 30 anni adeguata all indice Istat in vigore dal 01/01/2015 FILA 1 788,00 273,00 FILA 2 956,00 332,00 FILA ,00 390,00 FILA ,00 390,00 FILA ,00 371,00 FILA 6 956,00 332,00 FILA 7 788,00 273,00 FILA 8 675,00 234,00 FILA 9 675,00 234,00 FILA ,00 215,00 Fila Tariffa adeguata all indice Istat In vigore dal 01/1/2015 GRUPPI costruiti dopo il 2009 Tariffa Rinnovo concessione per ulteriori 30 anni adeguata all indice Istat in vigore dal 01/01/2015 FILA 1 900,00 312,00 FILA ,00 390,00 FILA ,00 507,00 FILA ,00 507,00 FILA ,00 488,00 FILA ,00 390,00 FILA 7 900,00 312,00 FILA 8 844,00 293,00 FILA 9 844,00 293,00 FILA ,00 273,00 Tariffa adeguata all indice Istat In vigore dal 01/1/2015 OSSARI DOPPI GRUPPI (posizionati sopra i colombari) Tariffa Rinnovo concessione per ulteriori 30 anni adeguata all indice Istat in vigore dal 01/01/ ,00 351,00 7

8 CIMITERO CASCINE SAN PIETRO Fila Tariffa adeguata all indice Istat In vigore dal 01/1/2015 Tariffa Rinnovo concessione per ulteriori 30 anni adeguata all indice Istat in vigore dal 01/01/2015 FILA 1 900,00 312,00 FILA ,00 390,00 FILA ,00 507,00 FILA ,00 507,00 FILA ,00 488,00 FILA ,00 390,00 FILA 7 900,00 312,00 FILA 8 844,00 293,00 FILA 9 844,00 293,00 FILA ,00 273,00 Modalità di assegnazione La concessione degli ossari è stabilita in anni 50 (cinquanta) decorrenti dalla data del contratto, salvo rinnovo. All interno dell ossario potrà essere inserita una cassettina di resti mortali e un urna cineraria oppure due urne cinerarie, mantenendo invariata la data di scadenza. Dal corrispettivo della concessione sono escluse le operazioni di apertura dell ossario, l inserimento della cassettina e/o urna cineraria nel loculo, la sigillatura con lastra in cemento. L ornamentazione della lastra è effettuata a cura e spese del concessionario. Rinnovo Sarà possibile rinnovare la concessione dell ossario per ulteriori anni 30 (trenta) fino al raggiungimento massimo di anni 80 (ottanta), su richiesta del concessionario. Chiunque può rinnovare, anche se persona diversa dall originario concessionario. Deroga E consentita la vendita degli ossari alle persone viventi che superino gli anni 70 (settant anni) che esprimono la propria volontà a farsi cremare per mezzo di dichiarazione olografa da presentare all ufficio competente. 8

9 2. TARIFFE PER LE OPERAZIONI CIMITERIALI Categoria di Lavoro INUMAZIONI Inumazione salma con scavo a macchina Escavazione di fossa con mezzi meccanici di piccole dimensioni; Trasporto del feretro dall ingresso del cimitero alla chiesa o in altro luogo interno e sosta per l eventuale funzione religiosa o civile; Trasporto al posto di inumazione; Calo del feretro; Chiusura e riempimento della fossa a mano con terra di risulta dello scavo; Trasporto del terreno eccedente a deposito nell ambito del cimitero in luogo idoneo indicato dal Responsabile comunale per le strutture cimiteriali; Pulizia dell area circostante il posto di inumazione Spandimento eventuale di ghiaino spezzato nell area circostante il posto di inumazione a seconda dei casi e/o necessità fornito dalla ditta aggiudicataria; Ripristino dei cumuli di terra in caso di successivo avvallamento Inumazione salma con scavo a mano Escavazione di fossa a mano; Trasporto del feretro dall ingresso del cimitero alla chiesa o in altro luogo interno e sosta per l eventuale funzione religiosa o civile; Trasporto al posto di inumazione; Calo del feretro; Chiusura e riempimento della fossa a mano con terra di risulta dello scavo; Trasporto del terreno eccedente a deposito nell ambito del cimitero in luogo idoneo indicato dal Responsabile comunale per le strutture cimiteriali; Pulizia dell area circostante il posto di inumazione Spandimento eventuale di ghiaino spezzato nell area circostante il posto di inumazione a seconda dei casi e/o necessità fornito dalla ditta aggiudicataria; Ripristino dei cumuli di terra in caso di successivo avvallamento Inumazione di arti, feti di provenienza ospedaliera o bambini piccoli (nel campo dei bambini) Escavazione di fossa, a mano o con piccoli mezzi meccanici; Ritiro dei resti presso le varie strutture ospedaliere; Trasporto al posto di inumazione; Calo dei resti; Chiusura e riempimento della fossa a mano con terra di risulta dello scavo; Trasporto del terreno eccedente a deposito nell ambito del cimitero in luogo idoneo indicato dal Responsabile comunale per le strutture cimiteriali; Pulizia dell area circostante il posto di inumazione; Spandimento eventuale di stabilizzato nell area circostante il posto di inumazione a seconda dei casi e/o necessità fornito dalla ditta aggiudicataria; Ripristino dei cumuli di terra in caso di successivo avvallamento TUMULAZIONI Tumulazione in colombario Apertura del colombario con rimozione di lapide od altra chiusura; Trasporto del feretro dall ingresso del cimitero per l eventuale funzione religiosa o civile; Trasporto al posto di tumulazione; Tumulazione nel loculo; Tariffa adeguata all indice Istat In vigore dal 01/1/2015 (1,9%) 204,00 300,00 132,00 192,00 9

10 Chiusura del colombario mediante lastra prefabbricata o realizzazione di muro in mattoni e successiva stuccatura e/o intonacatura della parete di chiusura; Posa in opera della lastra di chiusura fornita dal privato o dall ente; Predisposizione e rimozione di eventuali impalcature o attrezzature; Pulizia della zona circostante Tumulazione in cappella o tomba di famiglia Apertura della tomba di famiglia con rimozione di lapide od altra chiusura; Predisposizione di idonee attrezzature per l immissione dei feretri; Trasporto del feretro, dell urna cineraria o della cassetta resti dall ingresso del cimitero per l eventuale funzione religiosa o civile; Trasporto al posto di tumulazione; Tumulazione nel loculo; Chiusura del loculo mediante lastra prefabbricata o realizzazione di muro in mattoni e successiva stuccatura e/o intonacatura della parete di chiusura; Posa in opera della lastra di chiusura fornita dal privato; Rimozione di eventuali impalcature o attrezzature; Pulizia della zona circostante Tumulazione in ossario per resti mortali e/o ceneri Apertura dell ossario mediante rimozione di lapide; Trasporto, dell urna cineraria o della cassetta resti dall ingresso del cimitero per l eventuale funzione religiosa o civile; Trasporto della cassetta fino al posto di tumulazione; Immissione della cassetta nell ossario; Chiusura della celletta mediante lastra prefabbricata o realizzazione di muro in mattoni e successiva intonacatura; Posa in opera della lastra di chiusura fornita dal privato o dall ente Predisposizione e rimozione di eventuali impalcature o attrezzature; Pulizia della zona circostante Apertura di colombario (già occupato) per immissione di cassette con resti mortali o urne cinerarie Apertura del colombario mediante rimozione di lapide e demolizione del muro; Trasporto, dell urna cineraria o della cassetta resti dall ingresso del cimitero per l eventuale funzione religiosa o civile; Trasporto della cassetta fino al posto di tumulazione; Inserimento cassetta per resti mortali nel loculo; Chiusura del loculo mediante lastra prefabbricata o realizzazione di muro in mattoni e successiva stuccatura e/o intonacatura della parete di chiusura; Posa in opera della lastra di chiusura fornita dal privato o dall ente; Predisposizione e rimozione di eventuali impalcature o attrezzature Pulizia della zona circostante. Apertura di ossario (già occupato) per immissione urna cineraria Apertura dell ossario mediante rimozione di lapide eventuale demolizione, ove presente, della lastrina prefabbricata; Trasporto, dell urna cineraria dall ingresso del cimitero per l eventuale funzione religiosa o civile; Trasporto dell urna fino al posto di tumulazione; Inserimento urna cineraria nell ossario già occupato da cassettina di resti Chiusura dell ossario mediante lastrina prefabbricata o realizzazione di muro in mattoni e successiva stuccatura e/o intonacatura della parete di chiusura; Posa in opera della lastra di chiusura fornita dal privato o dall ente; Predisposizione e rimozione di eventuali impalcature o attrezzature; Pulizia della zona circostante Da eseguirsi a carico del privato 132,00 216,00 145,00 10

11 Apertura di tomba di famiglia per immissione di cassette con resti mortali o urne cinerarie Apertura della tomba di famiglia con rimozione di lapide od altra chiusura; Apertura del loculo interno mediante demolizione del muro; Trasporto, dell urna cineraria o della cassetta resti dall ingresso del cimitero per l eventuale funzione religiosa o civile; Trasporto della cassetta fino al posto di tumulazione; Inserimento cassetta per resti mortali nel loculo; Chiusura del loculo mediante lastra prefabbricata o realizzazione di muro in mattoni e successiva stuccatura e/o intonacatura della parete di chiusura; Posa in opera della lastra di chiusura fornita dal privato; Predisposizione e rimozione di eventuali impalcature o attrezzature Pulizia della zona circostante ESUMAZIONI Esumazione ordinaria da campo comune Demolizione del monumento previa raccolta delle foto in ceramica e consegna delle stesse ai parenti Escavazione della fossa con mezzi meccanici di piccole dimensioni, fino in prossimità della cassa, scavo a mano fino al raggiungimento del feretro, pulizia del coperchio e apertura dello stesso al fine di constatare la possibilità di successiva traslazione; Raccolta dei resti mortali ossei che saranno deposti in apposita cassetta di zinco o altro a seconda della successiva collocazione fornita dai parenti, Sistemazione della cassetta in ossario o collocazione dei resti in colombario; Raccolta dei materiali di risulta dal feretro nei cassonetti messi a disposizione dell Amministrazione e trasporto degli stessi alla discarica comunale; Chiusura della fossa utilizzando a completamento terra recuperata da altre lavorazioni a deposito nell ambito del cimitero; Pulizia zona circostante la tomba. Ripristino degli avvallamenti in caso di successivo calo della terra di riporto Esumazioni ordinaria da area viale Demolizione del monumento previa raccolta delle foto in ceramica e consegna delle stesse ai parenti Escavazione della fossa con mezzi meccanici di piccole dimensioni, fino in prossimità della cassa, scavo a mano fino al raggiungimento del feretro, pulizia del coperchio e apertura dello stesso al fine di constatare la possibilità di successiva traslazione; Raccolta dei resti mortali ossei che saranno deposti in apposita cassetta di zinco o altro a seconda della successiva collocazione fornita dai parenti, Sistemazione della cassetta in ossario o collocazione dei resti in colombario; Raccolta dei materiali di risulta dal feretro nei cassonetti messi a disposizione dell Amministrazione e trasporto degli stessi alla discarica comunale; Chiusura della fossa utilizzando a completamento terra recuperata da altre lavorazioni a deposito nell ambito del cimitero; Pulizia zona circostante la tomba. Ripristino degli avvallamenti in caso di successivo calo della terra di riporto Trattamento salme indecomposte con nuova tumulazione Trasporto e tumulazione della salma non mineralizzata, utilizzando casse di cellulosa, in altro luogo designato nello stesso cimitero previo scavo della relativa fossa; Recupero dei rifiuti cimiteriali e loro stoccaggio; disinfezione, assemblaggio e successivo smaltimento; Chiusura della fossa; Pulizia e sistemazione delle aree interessate dai lavori; Da eseguirsi a carico del privato 205,00 216,00 191,00 11

12 Esumazione straordinaria con escavazione della fossa a mano Individuazione della fossa in cui è sepolta la salma da esumare; Asporto ed allontanamento del monumento o manufatto esistente, qualora questo debba essere demolito; Escavazione della fossa a mano fino alla cassa, evitando di riporre la terra di risulta dello scavo sulle tombe vicine Pulizia del coperchio della cassa, ricerca della targhetta contenente le generalità del defunto onde confrontarle con quella dell ordine di esumazione; Raccolta del feretro, che dovrà avvenire con particolare cura; Deposizione del feretro nell eventuale involucro di zinco (non fornito dalla ditta) con applicazione di targhetta metallica riportante i dati di identificazione della salma; Trasporto della salma all uscita del cimitero, se la destinazione è un altro cimitero, oppure in altro luogo designato dello stesso cimitero; Recupero dei rifiuti cimiteriali e loro stoccaggio in apposito locale, triturazione e disinfezione dei rifiuti, immissione dei rifiuti triturati in appositi contenitori ( a carico della ditta ) e deposito in loco, smaltimento; Recupero dei rifiuti cimiteriali (zinco e piombo), stoccaggio in apposito locale, disinfezione, assemblaggio e successivo smaltimento; Chiusura della fossa utilizzando la terra recuperata, avendo cura di reinterrare prima quella venuta a contatto con la cassa esumata; Pulizia e sistemazione dell area interessata dai lavori; ESTUMULAZIONI Estumulazione ordinaria da colombario Rimozione della lastra di chiusura del colombario; Eventuale montaggio di ponteggio a norma di sicurezza o, in alternativa, posizionamento del prospicienti, per la tumulazione in file superiori alla seconda e successiva rimozione; Demolizione della muratura in mattoni o rimozione della lastra in C.A. prefabbricata; Apertura del feretro, raccolta dei resti mortali, loro sistemazione in cassetta di zinco con sigillatura del coperchio, con applicazione di targhetta metallica riportante i dati di identificazione della salma; Sistemazione delle cassette di zinco in cellette, oppure collocazione dei resti mortali nell ossario comune o altro posto indicato dall Ufficio servizi Cimiteriali; Recupero dei rifiuti cimiteriali (legno e resti vestiari) e loro stoccaggio in apposito locale, triturazione meccanica e disinfezione dei rifiuti, immissione dei rifiuti triturati in appositi contenitori ( a carico della ditta ) e deposito in loco, smaltimento; Recupero dei rifiuti cimiteriali (zinco e piombo), stoccaggio in apposito locale, disinfezione, assemblaggio e successivo smaltimento; Pulizia e disinfestazione del loculo e della superficie circostante; posa in opera della nuova lastra di marmo di chiusura; raccolta e trasporto dei materiali di risulta dal feretro presso idoneo punto di raccolta e/o cassonetto messo a disposizione dall Amministrazione Comunale. pulizia e sistemazione dell area Estumulazione straordinaria da colombario Rimozione della lastra di chiusura del colombario; montaggio di eventuale ponteggio a norma di sicurezza per l estumulazione o, in alternativa, posizionamento del monta feretri, per la tumulazione in file superiori alla seconda e successiva rimozione; Demolizione della muratura in mattoni o rimozione della lastra in C.A. prefabbricata; Deposizione del feretro in cassa di zinco ( non fornita dalla ditta ) se 240,00 192,00 192,00 12

13 comunicato con applicazione di targhetta metallica riportante i dati di identificazione della salma; Estumulazioni, trasporto e sistemazione della salma in altro luogo designato nello stesso cimitero indicato dall Ufficio cimiteriale o al cancello per il trasporto ad altro cimitero cittadino o in altro comune; Recupero dei rifiuti cimiteriali (legno e resti vestiari) e loro stoccaggio in apposito locale, triturazione e disinfezione dei rifiuti, immissione dei rifiuti triturati in appositi contenitori ( a carico della ditta ) e deposito in loco, smaltimento; Recupero dei rifiuti cimiteriali (zinco e piombo), stoccaggio in apposito locale, disinfezione, assemblaggio e successivo smaltimento; Pulizia e disinfestazione del loculo e della superficie circostante; Eventuale posa in opera della lastra di marmo di chiusura; Raccolta e trasporto dei materiali di risulta dal feretro presso idoneo punto di raccolta e/o cassonetto messo a disposizione dall Amministrazione Comunale. Pulizia e sistemazione dell area TRASLAZIONI Traslazione di feretri da tomba per trasferimento ad altro cimitero Scavo della fossa; Raccolta del feretro che dovrà avvenire con particolare cura; Deposizione del feretro nell involucro di zinco (non fornito dalla ditta ); Trasporto del feretro fino all uscita del cimitero con mezzo idoneo; Pulizia zona circostante Traslazione di feretri da tomba con successiva tumulazione in colombario all interno del cimitero Eventuale montaggio di ponteggio a norma di sicurezza o, in alternativa, posizionamento del prospicienti per la tumulazione in file superiori alla seconda e successiva rimozione; Estumulazione della salme e deposizione del feretro nell involucro di zinco (non fornito dalla ditta ); Applicazione di targhetta metallica riportante i dati di identificazione della salma sul coperchio; Pulizia zona circostante; Trasporto del feretro nel posto indicato dall Ufficio Servizi Cimiteriali; Apertura del loculo mediante rimozione della lapide; Tumulazione del feretro nel loculo; Chiusura del colombario mediante lastra prefabbricata o mediante realizzazione di muro in mattoni; Formazione di intonaco sulla chiusura del colombario o sigillatura della lastrina prefabbricata; Posa in opera della lastra di marmo di chiusura; Pulizia e sistemazione dell area. Traslazione del feretro da colombario a tomba o viceversa Montaggio di ponteggio a norma di sicurezza o, in alternativa, posizionamento del prospicienti per la tumulazione in file superiori alla seconda e successiva rimozione; Apertura del loculo mediane demolizione del muro e rimozione della lapide; Raccolta del feretro che dovrà avvenire con particolare cura; Trasporto del feretro al posto di nuova tumulazione; Eventuale montaggio ponteggio occorrente per la tumulazione della salma; Rimozione dei rottami e smaltimento negli impianti autorizzati, pulizia della zona circostante. In caso di traslazione da colombario a tomba escavazione della fossa. 204,00 395,00 395,00 13

14 Traslazione del feretro da colombario a colombario Montaggio dell impalcatura occorrente per l estumulazione; Apertura del loculo mediane demolizione del muro e rimozione della lapide Raccolta del feretro che dovrà avvenire con particolare cura; Trasporto del feretro nel nuovo colombario indicato dall Ufficio Servizi Cimiteriali; Tumulazione del feretro; Chiusura del colombario mediante lastra prefabbricato o realizzazione di muro in mattoni e successiva stuccatura e/o intonacatura della parete di chiusura; Pulizia e sistemazione delle aree esterne di entrambi i loculi 383,00 TRASLAZIONE DI RESTI E/O CENERI DA OSSARIO A OSSARIO Operazioni consistenti in: Eventuale montaggio dell impalcatura occorrente per l estumulazione; Apertura dell ossario: rimozione della lapide ed eventuale demolizione del muro (ove presente); Raccolta dell urna cineraria o della cassetta resti; Trasporto dell urna cineraria o della cassetta resti nel nuovo ossario indicato dall Ufficio Servizi Cimiteriali; Immissione della cassetta nell ossario; Chiusura della celletta mediante lastra prefabbricata o realizzazione di muro in mattoni e successiva intonacatura; Posa in opera della lastra di chiusura fornita dal privato o dall ente; Predisposizione e rimozione di eventuali impalcature o attrezzature; Pulizia della zona circostante; 185,00 Pagamento delle tariffe Il pagamento delle tariffe per le operazioni cimiteriali avviene "anticipatamente" (con esclusione di sepolture in cappelle o tombe private ove è facoltà dei concessionari eseguire le estumulazioni da loculi o ossari/cinerari in quanto dette sepolture non hanno scadenza obbligatoria se non il termine di concessione del sepolcreto qualora non venga rinnovato) previo rilascio di regolare nota emessa dal servizio interessato. 14

15 3. TARIFFE E MODALITA PER LA CONCESSIONE DI CAPPELLE E TOMBE DI FAMIGLIA CIMITERO DI CASSANO D ADDA Tipologia e disponibilità Il piano cimiteriale approvato con deliberazione C.C.38 del 22/05/2014 ha individuato all interno del cimitero di Cassano d Adda un area denominata campo C per la realizzazione di tombe di famiglia a 6 posti interrati. Modalità di realizzazione L Amministrazione Comunale provvederà a propria cura e spese alla costruzione del manufatto prefabbricato interrato già posato e in opera. Sarà a carico del concessionario la realizzazione del monumento di copertura della tomba da realizzarsi nel rispetto delle disposizioni contenute nell art. 16 del Regolamento Regionale n. 6/2004 ai punti 2,3,4,5. I monumenti dovranno essere costruiti in modo da permettere l introduzione dei feretri senza manomettere o danneggiare le tombe circostanti e con caratteristiche tali da non creare ostacoli visivi alla percezione dell area in generale e delle tombe limitrofe. L altezza massima del monumento. a sistemazione avvenuta, non dovrà superare cm. 100 rispetto alla quota del vialetto. Il progetto della tomba dovrà essere approvato dall Amministrazione Comunale e realizzato entro 6 mesi dall approvazione. Tariffa Il prezzo di vendita della tomba di famiglia composta dal manufatto prefabbricato già posato in opera è di ,00 (Euro Trentaseimila/00). Saranno a carico del concessionario: - le spese per la realizzazione del monumento di copertura; - le spese per tasse di registrazione del contratto; Modalità di assegnazione Avranno la priorità di concessione della tomba interrata i soggetti che hanno presentato manifestazione di interesse a seguito di bando pubblicato dall Amministrazione comunale in data 07/08/2014, qualora confermino la propria volontà alla concessione mediante atto scritto e protocollato. L assegnazione delle tombe avverrà in ordine cronologico di presentazione al protocollo della conferma di richiesta di concessione. Qualora il numero di tombe poste in concessione sia sufficiente a soddisfare le richieste pervenute, le rimanenti stesse potranno essere cedute in concessione anche a persone non residenti nel Comune purché siano nate o iscritte per nascita a Cassano d Adda ovvero che abbiano congiunti (padre, madre, fratelli, sorelle) o il coniuge sepolti nei cimiteri di Cassano d Adda e frazioni, previa pubblicazione di un avviso pubblico. Verrà predisposto un atto preliminare da sottoscrivere con i richiedenti che verranno interpellati per la conferma della manifestazione di interesse già presentata nel corrente anno, in modo da procedere all assegnazione definitiva delle tombe stesse Durata La concessione avrà durata di anni 99 (novantanove). 15

16 CIMITERO DI GROPPELLO Tipologia e disponibilità Il piano cimiteriale approvato con deliberazione C.C.38 del 22/05/2014 ha individuato all interno del cimitero di Groppello un area da destinare alla realizzazione di n. 6 cappelle familiari a 8 posti da aggiungere a quelle esistenti di cui dovranno avere le medesime caratteristiche costruttive e dovranno essere autorizzate dal Responsabile dell Area Tecnica. Modalità di realizzazione L area assegnata per la realizzazione della cappella familiare è pari a mq. 3,00 x 3,00 per complessivi mq. 9,00 La cappella di famiglia che verrà realizzata dal concessionario non potrà avere una profondità superiore a mt. 3,50 rispetto al piano del cimitero ed un altezza fuori terra di mt. 1,80 dal marciapiede fino ad un massimo mt. 2,00 dal piano dei viali. Fuori terra, oltre alla struttura di chiusura del monumento sarà consentita la realizzazione di n. 2 loculi. Il monumento dovrà essere costruito in modo da garantire l incolumità di coloro che attendono alla manutenzione delle tombe stesse. La costruzione delle opere deve essere in ogni caso contenuta nei limiti dell area concessa e non deve recare pregiudizio alle opere confinanti o ai servizi del cimitero. Entro 90 giorni dalla data di concessione dell area, il concessionario dovrà produrre al Comune il progetto dell opera funeraria che dovrà essere approvato dall Ufficio Tecnico Comunale e dovrà essere composto da: - relazione tecnica dell opera, con particolare riguardo alla qualità dei materiali da impegnarsi, al loro spessore, ai loro collegamenti; - planimetria in scala appropriata (1:20) delineato in pianta, sezione ed elevazione di tutte le facciate a vista; - progetto delle opere da eseguire in sottosuolo con l indicazione del numero e l ubicazione dei loculi; - l indicazione della ditta esecutrice dei lavori. Tariffa Il prezzo di concessione dell area per la realizzazione del monumento familiare è pari a 2.700,00/mq. per un totale di ,00 (Euro ventiquattromilatrecento/00). Saranno inoltre a carico del concessionario: - le spese per la realizzazione del monumento di copertura; - le spese per tasse di registrazione del contratto; Il concessionario in aggiunta a quanto sopra dovrà versare, a garanzia della tempestiva e regolare esecuzione dell opera, un deposito cauzionale di 5.000,00 come previsto dall art. 87 del vigente Regolamento Comunale del servizio cimiteriale approvato con deliberazione C.C. n. 52 del 29/11/2001. Il deposito cauzionale è rimborsato dopo l esito favorevole della regolare esecuzione delle opere da eseguirsi a cura di un tecnico comunale. L opera funeraria dovrà essere iniziata entro 12 mesi dalla data dell approvazione del progetto e portata a compimento, pena la decadenza della concessione, entro il termine massimo di 3 anni dalla data di rilascio della relativa autorizzazione. Modalità di assegnazione Avranno la priorità di concessione dell area per la realizzazione della cappella di famiglia i soggetti che hanno presentato manifestazione di interesse a seguito di bando pubblicato dall Amministrazione comunale in data 07/08/2014, qualora confermino la propria volontà alla concessione mediante atto scritto e protocollato. L assegnazione delle tombe avverrà in ordine cronologico di presentazione al protocollo della conferma di richiesta di concessione. 16

17 Qualora il numero di cappelle poste in concessione sia sufficiente a soddisfare le richieste pervenute, le rimanenti stesse potranno essere cedute in concessione anche a persone non residenti nel Comune purché siano nate o iscritte per nascita a Cassano d Adda ovvero che abbiano congiunti (padre, madre, fratelli, sorelle) o il coniuge sepolti nei cimiteri di Cassano d Adda e frazioni, previa pubblicazione di un avviso pubblico. Durata La concessione avrà durata di anni 99 (novantanove) 17

COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali

COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO COMUNALE (Cimiteri di Legnago e Vigo-Vangadizza) ALLEGATO A) OPERAZIONI CIMITERIALI Cap.

Dettagli

COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali

COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO COMUNALE (Cimiteri di Legnago, Vigo-Vangadizza, San Vito e Canove) ALLEGATO A) OPERAZIONI

Dettagli

SERVIZI CIMITERIALI A RICHIESTA CIMITERO UNICO CAPOLUOGO. Descrizione opere compiute e relativi prezzi unitari

SERVIZI CIMITERIALI A RICHIESTA CIMITERO UNICO CAPOLUOGO. Descrizione opere compiute e relativi prezzi unitari Comune di Pieve di Cento P.zza Andrea Costa, n 17 Pieve di Cento - Provincia di Bologna - C.A.P. 40066 P.I. 00510801202 - C.F. 00470350372 - Tel. 051/6862681 - Fax 051/6862692 III Settore - Ufficio Tecnico

Dettagli

SERVIZI CIMITERIALI A RICHIESTA CIMITERO UNICO CAPOLUOGO. Descrizione opere compiute e relativi prezzi unitari

SERVIZI CIMITERIALI A RICHIESTA CIMITERO UNICO CAPOLUOGO. Descrizione opere compiute e relativi prezzi unitari Comune di Pieve di Cento P.zza Andrea Costa, n 17 Pieve di Cento - Provincia di Bologna - C.A.P. 40066 P.I. 00510801202 - C.F. 00470350372 - Tel. 051/6862681 - Fax 051/6862692 III Settore - Ufficio Tecnico

Dettagli

COMUNE DI SANREMO Ufficio Servizi Cimiteriali AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO COMUNALE

COMUNE DI SANREMO Ufficio Servizi Cimiteriali AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO COMUNALE COMUNE DI SANREMO Ufficio Servizi Cimiteriali AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO COMUNALE Cimitero Comunale di Valle Armea,Cimitero Monumentale della Foce, Cimiteri frazionali

Dettagli

Comune di Castelnovo ne Monti

Comune di Castelnovo ne Monti ALLEGATO A AL CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI NEL CAPOLUOGO E NELLE FRAZIONI DESCRIZIONE DEI SERVIZI E DELLE ATTIVITÀ A SERVIZIO SEPOLTURE ED ATTIVITA CONNESSE A1 -

Dettagli

COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico

COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico OGGETTO: ISTRUTTORIA PER LA DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE CIMITERIALI. IL RESPONSABILE DEL SETTORE PREMESSO che: Le tariffe di

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA Approvato con deliberazione di C.C. n.10 del 29.02.2000 Modificato con deliberazione di C.C. n. 11 del 29.05.2012 Integrato e modificato con deliberazione di C.C. n. 9

Dettagli

OGGETTO: AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI ELENCO PREZZI UNITARI

OGGETTO: AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI ELENCO PREZZI UNITARI OGGETTO: AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI ELENCO PREZZI UNITARI \\cluster\settore4\p_paoli\cimitero38\garaservizicimiteriali\2011 nuova gara\determina approvazione disciplinare\elenco

Dettagli

ELENCO PREZZI. Comune di Scansano Provincia di Grosseto. Servizio di gestione dei cimiteri del Comune di Scansano OGGETTO: Comune di Scansano

ELENCO PREZZI. Comune di Scansano Provincia di Grosseto. Servizio di gestione dei cimiteri del Comune di Scansano OGGETTO: Comune di Scansano Comune Scansano Provincia Grosseto pag. 1 ELENCO PREZZI OGGETTO: Servizio gestione dei cimiteri del Comune Scansano COMMITTENTE: Comune Scansano Scansano, 23/04/2010 IL TECNICO arch. Robrto Bucci PriMus

Dettagli

Le operazioni di esumazione

Le operazioni di esumazione Le operazioni di esumazione Nota informativa allegata a: MODALITÀ DI ESECUZIONE DELLE ESUMAZIONI Le operazioni di esumazione Nota informativa allegata a: MODALITÀ DI ESECUZIONE DELLE ESUMAZIONI 1 PERCHÉ

Dettagli

Servizi Cimiteriali periodo 1.4.2011-31.3.2014. Elenco offerta prezzi unitari

Servizi Cimiteriali periodo 1.4.2011-31.3.2014. Elenco offerta prezzi unitari Città di Portogruaro Provincia di Venezia Area Tecnica Settore Manutenzioni Servizi Cimiteriali periodo 1.4.2011-31.3.2014 Elenco offerta prezzi unitari Data 3.11.2010 Il Responsabile del Procedimento

Dettagli

COMUNE DI VALFLORIANA REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERIALE

COMUNE DI VALFLORIANA REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERIALE COMUNE DI VALFLORIANA PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERIALE Approvato con deliberazione consiliare nr. 20 dd. 22.09.2005, integrato con la deliberazione consiliare nr. 3 dd. 08.02.2010 e

Dettagli

9^ - 10^ - 11^ - 12^ fila 88,00 8 Concessione ventennale ossari/cinerari doppi

9^ - 10^ - 11^ - 12^ fila 88,00 8 Concessione ventennale ossari/cinerari doppi ALLEGATO A TARIFFE CONCESSIONI CIMITERIALI 2012 1 Concessione quarantennale di loculo di 1.610,00 punta. Dal corrispettivo della concessione sono escluse le operazioni di apertura loculo, l inserimento

Dettagli

N Ordine LAVORI E PROVVISTE U.M PREZZI

N Ordine LAVORI E PROVVISTE U.M PREZZI N Ordine LAVORI E PROVVISTE U.M PREZZI 1 Esumazione adulti con Cassone: - rimozione di eventuali alberi, arbusti e quant'altro si rendesse necessario per consentire la - smaltimento del monumento in pietra,

Dettagli

COMUNE DI TIVOLI. Descrizione analitica dei servizi in appalto:

COMUNE DI TIVOLI. Descrizione analitica dei servizi in appalto: COMUNE DI TIVOLI Settore VIII Ufficio Piano Quadro Cimiteriale Capitolato Speciale d Appalto Servizi Funebri Cimiteriali di valenza biennale (24 mesi naturali e consecutivi) Allegato A1al Capitolato Generale

Dettagli

Regolamento Comunale per la concessione dei loculi, delle cellette ossario e cellette cinerarie nel cimitero del capoluogo

Regolamento Comunale per la concessione dei loculi, delle cellette ossario e cellette cinerarie nel cimitero del capoluogo COMUNE DI LIMONE PIEMONTE Provincia di Cuneo Regolamento Comunale per la concessione dei loculi, delle cellette ossario e cellette cinerarie nel cimitero del capoluogo Testo integrato con delibere del

Dettagli

COMUNE DI CUASSO AL MONTE REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA

COMUNE DI CUASSO AL MONTE REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA COMUNE DI CUASSO AL MONTE Provincia di Varese REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA Approvato con delibera del Consiglio comunale n. in data 1 TITOLO I DISPOSIZIONI DI CARATTERE GENERALE Art. 1 Oggetto

Dettagli

Tariffe relative ai servizi cimiteriali a domanda individuale.

Tariffe relative ai servizi cimiteriali a domanda individuale. Comune di Bracciano Tariffe relative ai servizi cimiteriali a domanda individuale. Tariffe relative ai diritti sui servizi a domanda individuale e sulle operazioni da effettuare nei cimiteri comunali;

Dettagli

CONCESSIONI AREA CIMITERIALE

CONCESSIONI AREA CIMITERIALE TARIFFARIO SERVIZI CIMITERIALI ISTITUZIONALI delibera del C.d.A. di AGEC n 44 del 22/12/2007 delibera del C.d.A. di AGEC n 140 del 21/10/2008 delibera del C.d.A. di AGEC n 157 del 25/11/2008 delibera del

Dettagli

TARIFFARIO CIMITERIALE

TARIFFARIO CIMITERIALE TARIFFARIO CIMITERIALE SERVIZI CIMITERIALI a decorrere dall 1.10.2011 SERVIZI CIMITERIALI Tumulazione di feretro in loculo di testa (80 x 80) cm, ubicato in qualsiasi fila dalla 1^ alla 6^ TARIFFA (IVA

Dettagli

C O M U N E DI CREMENAGA PROVINCIA DI VARESE

C O M U N E DI CREMENAGA PROVINCIA DI VARESE 1 Disciplina generale per la concessione di aree e loculi cimiteriali C O M U N E DI CREMENAGA PROVINCIA DI VARESE DISCIPLINA GENERALE PER LA CONCESSIONE DI AREE E LOCULI CIMITERIALI APPROVATO CON DELIBERAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI Approvato con Delibera C.C. n 59 del 28/11/2008 modificato con Delibera C.C. n 45 del 11/09/2012 e modificato con Delibera C.C. n

Dettagli

TARIFFARIO DEI SERVIZI CIMITERIALI. del Comune di Ravenna anno 2015

TARIFFARIO DEI SERVIZI CIMITERIALI. del Comune di Ravenna anno 2015 Comune di Ravenna AZIMUT SpA TARIFFARIO DEI SERVIZI CIMITERIALI del Comune di Ravenna anno 2015 2 3- ATTIVITA' CIMITERIALI Attività - inumazione salme indigenti _ - inumazione salme e/o resti mortali 227,02

Dettagli

CITTA DI CALATAFIMI SEGESTA

CITTA DI CALATAFIMI SEGESTA TESTO EMENDATO CITTA DI CALATAFIMI SEGESTA (Lìbero Consorzio di Trapani) REGOLAMENTO COMUNALE PER I SERVIZI CIMITERIALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 12=_ del MM/ZO^Ì^ Art. 1 DEFINIZIONE

Dettagli

PIANO CIMITERIALE NORMATIVA TECNICA DI ATTUAZIONE

PIANO CIMITERIALE NORMATIVA TECNICA DI ATTUAZIONE COMUNE DI PEREGO Provincia di Lecco PIANO CIMITERIALE NORMATIVA TECNICA DI ATTUAZIONE Contenuti del Piano Cimiteriale Comunale Il Piano Cimiteriale Comunale è redatto ai sensi dell art. 6 del Regolamento

Dettagli

COPIA Comune di Trescore Cremasco Provincia di Cremona

COPIA Comune di Trescore Cremasco Provincia di Cremona COPIA Comune di Trescore Cremasco Provincia di Cremona Determinazione del 16.04.2014 N Generale: 81 N Settoriale: 24 AREA AMMINISTRATIVA UFFICIO OGGETTO: APPALTO LAVORI CIMITERIALI. AFFIDAMENTO DIRETTO

Dettagli

Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI. (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto)

Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI. (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto) Comune di Soave Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto) ALLEGATO A) OPERE CIMITERIALI OPERAZIONI

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER LA CREMAZIONE, L AFFIDAMENTO, LA CONSERVAZIONE E LA DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI

R E G O L A M E N T O PER LA CREMAZIONE, L AFFIDAMENTO, LA CONSERVAZIONE E LA DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI CITTA DI BORDIGHERA Provincia di Imperia R E G O L A M E N T O PER LA CREMAZIONE, L AFFIDAMENTO, LA CONSERVAZIONE E LA DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI Approvato con deliberazione

Dettagli

Regolamento del cimitero comunale

Regolamento del cimitero comunale Comune di Mendrisio Quartiere di Rancate Regolamento del cimitero comunale I. DISPOSIZIONI GENERALI Ubicazione, definizione Art. 1 Il cimitero di Rancate, di proprietà comunale, è situato sul mappale 414

Dettagli

ELENCO PREZZI. Comune di Magliano in Toscana Provincia di Grosseto. Servizio di gestione dei cimiteri del Comune di Magliano in Toscana OGGETTO:

ELENCO PREZZI. Comune di Magliano in Toscana Provincia di Grosseto. Servizio di gestione dei cimiteri del Comune di Magliano in Toscana OGGETTO: Comune Magliano in Toscana Provincia Grosseto pag. 1 ELENCO PREZZI OGGETTO: Servizio gestione dei cimiteri del Comune Magliano in Toscana COMMITTENTE: Comune Magliano in Toscana Magliano in Toscana, 23/04/2010

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI

REGOLAMENTO PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI COMUNE DI SAN PIETRO IN GUARANO (Prov. di COSENZA) IV SETTORE - SERVIZI CIMITERIALI Largo Municipio n 1 87047 San Pietro in Guarano (CS) Tel./Fax 0984.4725.24/44 E-mail: servizicimiteriali@comune.sanpietroinguarano.cs.it

Dettagli

COMUNE DI LEGNAGO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI O COLOMBARI E DI CELLE-OSSARIO NEI CIMITERI COMUNALI

COMUNE DI LEGNAGO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI O COLOMBARI E DI CELLE-OSSARIO NEI CIMITERI COMUNALI COMUNE DI LEGNAGO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI O COLOMBARI E DI CELLE-OSSARIO NEI CIMITERI COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 133 del 15.12.2005 1 REGOLAMENTO PER

Dettagli

INTEGRAZIONE AL REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA Regolamento comunale sulla cremazione, affidamento e dispersione delle ceneri.

INTEGRAZIONE AL REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA Regolamento comunale sulla cremazione, affidamento e dispersione delle ceneri. INTEGRAZIONE AL REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA Regolamento comunale sulla cremazione, affidamento e dispersione delle ceneri. APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N.43 DEL 28.12.2009 TITOLO 1

Dettagli

3.1 APERTURA E CHIUSURA DEGLI ACCESSI DEL CIMITERO MONUMENTALE

3.1 APERTURA E CHIUSURA DEGLI ACCESSI DEL CIMITERO MONUMENTALE 3.1 APERTURA E CHIUSURA DEGLI ACCESSI DEL CIMITERO MONUMENTALE Il servizio di apertura e chiusura degli accessi del cimitero monumentale non verrà effettuato durante tutta la durata contrattuale, ma comincerà

Dettagli

COMUNE DI FAENZA TARIFFARIO ANNO 2015. P:\CIMITERI\Tariffe cimiteriali\2015\tariffe 2015 FAENZA aumento 0,1 no cremazione.xls

COMUNE DI FAENZA TARIFFARIO ANNO 2015. P:\CIMITERI\Tariffe cimiteriali\2015\tariffe 2015 FAENZA aumento 0,1 no cremazione.xls COMUNE DI FAENZA TARIFFARIO ANNO 2015 COPERTINA TARIFFE OPERAZIONI CIMITERIALI + IVA 22% OPERAZIONI CIMITERIALI TARIFFA 2014 TARIFFA 2015 Tumulazione di feretro in loculo comunale o in tomba di famiglia,

Dettagli

COMUNE DI FAUGLIA Provincia di Pisa

COMUNE DI FAUGLIA Provincia di Pisa 1) Inumazione di feretro in campo comune con uso di materiali, mezzi e mano d'opera a carico della ditta appaltatrice, come di seguito specificato: demolizione di eventuali opere esistenti in muratura

Dettagli

NUOVE TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI

NUOVE TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI Allegato E alla DGC n del CITTÀ DI GRUGLIASCO PROVINCIA DI TORINO NUOVE TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI CONCESSIONI LOCULI 40 anni 30 anni 20 anni LOCULI NUOVI 1ª fila dal basso 3.370,00 2.737,00 2.448,00

Dettagli

TABELLA TARIFFE AREA DI SEGRETERIA E SERVIZI GENERALI ANNO 2015

TABELLA TARIFFE AREA DI SEGRETERIA E SERVIZI GENERALI ANNO 2015 TABELLA TARIFFE AREA DI SEGRETERIA E SERVIZI GENERALI ANNO 2015 TARIFFE DI CONCESSIONE AREE CIMITERIALI PER 99 ANNI 20.000 per i lotti doppi aventi dimensioni planimetriche pari a CIRCA mt. 3,70 x 4,40

Dettagli

IMPORTI TARIFFE DIRITTI CIMITERIALI CONCESSIONI

IMPORTI TARIFFE DIRITTI CIMITERIALI CONCESSIONI COMUNE SAN MARTINO BUON ALBERGO (PROVINCIA DI VERONA) UFFICIO POLIZIA CIMITERIALE IMPORTI & TARIFFE DIRITTI CIMITERIALI & CONCESSIONI ANNO 2012 APPROVATE CON DELIBERE DI G.C. NN. 99-100-101 - DEL 08.06.2012

Dettagli

Comune di Castaneda REGOLAMENTO SUL CIMITERO

Comune di Castaneda REGOLAMENTO SUL CIMITERO Comune di Castaneda Cantone dei Grigioni REGOLAMENTO SUL CIMITERO Regolamento sul cimitero Pagina 1 di 11 Indice I GENERALITÀ... 4 SORVEGLIANZA E AMMINISTRAZIONE... 4 Art. 1 Base legale... 4 Art. 2 Autorità

Dettagli

PIANO REGOLATORE CIMITERIALE

PIANO REGOLATORE CIMITERIALE IL TECNICO ESTENSORE IL SINDACO IL SEGRETARIO COMUNALE IN ALLEGATO ALLA DELIBERA N DEL PIANO REGOLATORE CIMITERIALE Comune di GENIVOLTA Provincia di Cremona Allegato n. : B Titolo : 1 NORME TECNICHE DI

Dettagli

LEGGE PROVINCIALE 20 giugno 2008, n. 7

LEGGE PROVINCIALE 20 giugno 2008, n. 7 LEGGE PROVINCIALE 20 giugno 2008, n. 7 Disciplina della cremazione e altre disposizioni in materia cimiteriale (b.u. 1 luglio 2008, n. 27, suppl. n. 1) Art. 1 Oggetto e finalità 1. Questa legge, nel rispetto

Dettagli

COMUNE DI PADOVA CONCESSIONE MANUFATTI E AREE CIMITERIALI. approvato con delibera G.C. n. 642 del 21.12.2010. Servizi Cimiteriali

COMUNE DI PADOVA CONCESSIONE MANUFATTI E AREE CIMITERIALI. approvato con delibera G.C. n. 642 del 21.12.2010. Servizi Cimiteriali COMUNE DI PADOVA Servizi Cimiteriali approvato con delibera G.C. n. 642 del 21.12.2010 Tariffe anno 2011 Manufatti ed aree cimiteriali servizi cimiteriali ed illuminazione votiva cremazioni autorizzazioni

Dettagli

TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI:

TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI: Si riporta il prospetto delle nuove tariffe approvate con Delibera di Giunta n 2010/G/00012 del 4 febbraio 2010 e Delibera di Consiglio 2010/C/00011 del 4 aprile 2010.: TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI: Contributo

Dettagli

COMUNE DI GUIDONIA MONTECELIO DISCIPLINARE DI GESTIONE DEL CIMITERO COMUNALE

COMUNE DI GUIDONIA MONTECELIO DISCIPLINARE DI GESTIONE DEL CIMITERO COMUNALE COMUNE DI GUIDONIA MONTECELIO DEL CIMITERO COMUNALE 1 INDICE 1. SERVIZI PREVISTI... 3 2. OPERAZIONI CIMITERIALI... 3 2.1. ORGANIZZAZIONE DEL PERSONALE - MANSIONI DEL PERSONALE IN SERVIZIO PRESSO IL CIMITERO...

Dettagli

D I O S C O E D I F R E G G I O

D I O S C O E D I F R E G G I O R E G O L A M E N T O D E I C I M I T E R I C O M U N A L I D I O S C O E D I F R E G G I O MUNICIPIO DI OSCO 2 TITOLO I - ORGANIZZAZIONE Art. 1 Definizione, proprietà e amministrazione I cimiteri di Osco

Dettagli

REGOLAMENTO. Comune di Follonica. per la concessione dei sepolcri del Cimitero Comunale. Delibera del Consiglio Comunale n. 52 del 28 giugno 2005

REGOLAMENTO. Comune di Follonica. per la concessione dei sepolcri del Cimitero Comunale. Delibera del Consiglio Comunale n. 52 del 28 giugno 2005 Comune di Follonica per la concessione dei sepolcri del Cimitero Comunale Delibera del Consiglio Comunale n. 52 del 28 giugno 2005 REGOLAMENTO SOMMARIO SOMMARIO Articolo 1 Oggetto dell attività 1 Articolo

Dettagli

REGOLAMENTO SUL CIMITERO

REGOLAMENTO SUL CIMITERO Comune di Selma Cantone dei Grigioni REGOLAMENTO SUL CIMITERO Regolamento sul cimitero Pagina 1 di 12 Indice I. GENERALITÀ...4 II. SORVEGLIANZA E AMMINISTRAZIONE...4 Art. 1 Base legale...4 Art. 2 Autorità

Dettagli

GIUNTA COMUNALE VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 49/2013

GIUNTA COMUNALE VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 49/2013 COMUNE DI OZZANO MONFERRATO Provincia di Alessandria Via Santa Maria 1 15039 OZZANO M.TO (AL) Tel. 0142.487153 Fax 0142.487938 E_mail: segreteria@comune.ozzanomonferrato.al.it P.IVA 00452830060 ORIGINALE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI. Art. 1 Oggetto e finalità

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI. Art. 1 Oggetto e finalità REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI Art. 1 Oggetto e finalità 1. Il presente regolamento disciplina la cremazione, l affidamento, la conservazione

Dettagli

30 ANNI NON RINNOVABILI 30 ANNI NON RINNOVABILI

30 ANNI NON RINNOVABILI 30 ANNI NON RINNOVABILI TABELLA: A DEFUNTI RESIDENTI (o precedentemente residenti da almeno DIECI anni nel Comune di Fivizzano che si siano trasferiti in altro comuneda neno di SEI mesi) O VIVENTI RESIDENTI. (DELIBERA N 5 DEL

Dettagli

ALLEGATO SUB A: TABELLA TARIFFE 2014

ALLEGATO SUB A: TABELLA TARIFFE 2014 ALLEGATO SUB A: TABELLA TARIFFE 2014 TARIFFE DI CONCESSIONE LOCULI CIMITERIALI, OSSARI ETC. Per nuove concessioni trentennali loculi in prima e seconda fila contando dal basso 1.932,00 loculi in terza

Dettagli

REGOLAMENTO ORGANICO DEL NUOVO CIMITERO

REGOLAMENTO ORGANICO DEL NUOVO CIMITERO REGOLAMENTO ORGANICO DEL NUOVO CIMITERO Capo primo Amministrazione e sorveglianza Art. 1 Art. 2 Il Cimitero, proprietà comunale, è amministrato dal Municipio con la collaborazione dei dicasteri competenti,

Dettagli

CONSORZIO CIMITERIALE tra i Comuni di CASORIA ARZANO - CASAVATORE (Provincia di Napoli)

CONSORZIO CIMITERIALE tra i Comuni di CASORIA ARZANO - CASAVATORE (Provincia di Napoli) Bando pubblico per l assegnazione di loculi cimiteriali presso il cimitero consortile dei Comune di Arzano, Casavatore, Casoria. Deliberazione N. 14 del 16/09/2014 - Allegato A L Amministrazione dell Ente

Dettagli

TABELLA MODIFICHE TARIFFE SERVIZI E CONCESSIONI CIMITERIALI ANNO 2015

TABELLA MODIFICHE TARIFFE SERVIZI E CONCESSIONI CIMITERIALI ANNO 2015 TABELLA MODIFICHE TARIFFE SERVIZI E CONCESSIONI CIMITERIALI ANNO 2015 TRASPORTO SALME / CADAVERI 2014 2015 Trasporto salme / cadaveri (vedi rilascio autorizzazione al trasporto) Accoglienza salme / cadaveri

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CIMITERO DEL COMUNE DI GRANCIA ==========================

REGOLAMENTO DEL CIMITERO DEL COMUNE DI GRANCIA ========================== REGOLAMENTO DEL CIMITERO DEL COMUNE DI GRANCIA ========================== INDICE 1. Amministrazione e sorveglianza 2. Suddivisione e utilizzazione dell area del cimitero 3. Disposizioni per il campo comune

Dettagli

COMUNE DI DIMARO PROVINCIA DI TRENTO

COMUNE DI DIMARO PROVINCIA DI TRENTO COMUNE DI DIMARO PROVINCIA DI TRENTO MODIFICAZIONE ED AGGIORNAMENTO DEL REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA IN RELAZIONE ALLE ATTIVITA CIMITERIALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Comune di Caraglio Regolamento comunale di polizia mortuaria Il Presente regolamento di polizia mortuaria sostituisce integralmente il precedente

Comune di Caraglio Regolamento comunale di polizia mortuaria Il Presente regolamento di polizia mortuaria sostituisce integralmente il precedente Comune di Caraglio Regolamento comunale di polizia mortuaria Il Presente regolamento di polizia mortuaria sostituisce integralmente il precedente regolamento approvato con delibera del Consiglio Comunale

Dettagli

Allegato A alla delibera del c.c. n. 56 del 29/11/2012

Allegato A alla delibera del c.c. n. 56 del 29/11/2012 Allegato A alla delibera del c.c. n. 56 del 29/11/2012 INDICE Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Art. 2 DISPOSIZIONI GENERALI Art. 3 DURATA DELLE CONCESSIONI Art. 4 MODALITÀ DI ASSEGNAZIONE Art. 5 DIRITTO

Dettagli

SERVIZI CIMITERIALI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI LAURO (AV)

SERVIZI CIMITERIALI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI LAURO (AV) SERVIZI CIMITERIALI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI LAURO (AV) ARTICOLO 1 (Oggetto dell appalto) L'appalto ha per oggetto l esecuzione di tutte le prestazioni, le opere e le provviste occorrenti

Dettagli

COMUNE DI SAN PIETRO IN CERRO (Provincia di Piacenza) ---------------------------------------------

COMUNE DI SAN PIETRO IN CERRO (Provincia di Piacenza) --------------------------------------------- ORIGINALE N.36/2010 COMUNE DI SAN PIETRO IN CERRO (Provincia di Piacenza) --------------------------------------------- VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Adeguamento tariffe servizi

Dettagli

COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DELIBERAZIONE DI GIUNTA

COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DELIBERAZIONE DI GIUNTA COPIA COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DELIBERAZIONE DI GIUNTA N 38 dell 08/02/2013 Tariffe Servizi Cimiteriali anno 2013. OGGETTO L anno duemiladodici, addì 08 del mese di febbraio in Gaeta e nella

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA Comune di Morciano di Romagna Provincia di Rimini DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA NON PUBBLICA N. 164 IN DATA 23/12/2008 O G G E T T O APPROVAZIONE NUOVE TARIFFE DEI SERVIZI

Dettagli

REGOLAMENTO SUL CIMITERO

REGOLAMENTO SUL CIMITERO Comune di Cauco Cantone dei Grigioni REGOLAMENTO SUL CIMITERO Regolamento sul cimitero Pagina 1 di 12 Indice CAPITOLO 1... 4 GENERALITÀ SORVEGLIANZA E AMMINISTRAZIONE... 4 Art. 1 Base legale...4 Art. 2

Dettagli

CITTÀ DI PORTO SANT'ELPIDIO. norme per la regolarizzazione delle concessioni cimiteriali

CITTÀ DI PORTO SANT'ELPIDIO. norme per la regolarizzazione delle concessioni cimiteriali CITTÀ DI PORTO SANT'ELPIDIO norme per la regolarizzazione delle concessioni cimiteriali integrazione al Regolamento Comunale per i servizi di Polizia Mortuaria e del Cimitero APPROVATO CON ATTO DEL CONSIGLIO

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI.

COMUNE DI GALLIATE REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. COMUNE DI GALLIATE REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. Approvato con deliberazione C.C. n. 47 del 27/11/2008

Dettagli

COMUNE DI SANTO STEFANO DI MAGRA. Provincia della Spezia IL SINDACO

COMUNE DI SANTO STEFANO DI MAGRA. Provincia della Spezia IL SINDACO COMUNE DI SANTO STEFANO DI MAGRA Provincia della Spezia ORDINANZA N. 17 Data 17-02-2014 IL SINDACO VISTI gli artt. 82 e 85 del D.P.R. 285/1990 che attribuiscono al Sindaco i compiti di regolazione, in

Dettagli

Comune di Pistoia TARIFFE CIMITERIALI 2011 2 DIRITTI CONCESSIONI E RICONCESSIONI CIMITERIALI 5 CREMAZIONE

Comune di Pistoia TARIFFE CIMITERIALI 2011 2 DIRITTI CONCESSIONI E RICONCESSIONI CIMITERIALI 5 CREMAZIONE Comune di Pistoia Assessorato all Edilizia Residenziale e Cimiteriale TARIFFE CIMITERIALI 2011 1 OPERE E SERVIZI CIMITERIALI 2 DIRITTI CONCESSIONI E RICONCESSIONI CIMITERIALI 3 4 ILLUMINAZIONE VOTIVA 5

Dettagli

COMUNE DI TRICASE TARIFFE DEI SERVIZI CIMITERIALI 2011

COMUNE DI TRICASE TARIFFE DEI SERVIZI CIMITERIALI 2011 COMUNE DI TRICASE TARIFFE DEI SERVIZI CIMITERIALI 2011 Seppellimento in terra di una salma e di un'urna cineraria Esumazione ordinaria e straordinaria Tumulazione in loculo Tumulazione di resti o ceneri

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE SEPOLTURE PRIVILEGIATE PER I CIMITERI COMUNALE

REGOLAMENTO DELLE SEPOLTURE PRIVILEGIATE PER I CIMITERI COMUNALE REGOLAMENTO DELLE SEPOLTURE PRIVILEGIATE PER I CIMITERI COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. 563 del 16.12.1974 e successivamente modificato con deliberazioni C.C.114 DEL 30.05.1991 e C.C. 28 del

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZI CIMITERIALI COMUNE DI SAN ZENONE AL LAMBRO

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZI CIMITERIALI COMUNE DI SAN ZENONE AL LAMBRO COMUNE DI SAN ZENONE AL LAMBRO Provincia di Milano CAPITOLATO D APPALTO SERVIZI CIMITERIALI COMUNE DI SAN ZENONE AL LAMBRO ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO I servizi che il Comune affida alla Appaltatrice da

Dettagli

COMUNE DI CAPALBIO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

COMUNE DI CAPALBIO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO COMUNE DI CAPALBIO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1. Il presente regolamento disciplina le concessioni di aree e manufatti destinati alle

Dettagli

Comune di Prazzo Provincia di Cuneo. Regolamento comunale di polizia mortuaria

Comune di Prazzo Provincia di Cuneo. Regolamento comunale di polizia mortuaria Comune di Prazzo Provincia di Cuneo Regolamento comunale di polizia mortuaria Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 15 del 31/05/2012 1 Il presente Regolamento di polizia mortuaria sostituisce

Dettagli

COMUNE DI GIORNICO REGOLAMENTO DEL CIMITERO. Giornico, ottobre 1996/ dicembre 1998

COMUNE DI GIORNICO REGOLAMENTO DEL CIMITERO. Giornico, ottobre 1996/ dicembre 1998 1 COMUNE DI GIORNICO REGOLAMENTO DEL CIMITERO Giornico, ottobre 1996/ dicembre 1998 2 INDICE A. Norme generali Art. 1 Basi legali pag. 3 Art. 2 Competenze pag. 3 B. Inumazioni Art. 3 Diritto all inumazione

Dettagli

Delibera CC 68 del 30-09-1996 Modifica ed Integrazione di alcuni articoli del Regolamento di Polizia Mortuaria

Delibera CC 68 del 30-09-1996 Modifica ed Integrazione di alcuni articoli del Regolamento di Polizia Mortuaria Delibera CC 68 del 30-09-1996 Modifica ed Integrazione di alcuni articoli del Regolamento di Polizia Mortuaria CAPO IV TRASPORTO DEI CADAVERI ART. 24 1. Il trasporto di un cadavere, di resti mortali o

Dettagli

COMUNE DI PAESE. Provincia di Treviso REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE E DESTINAZIONE DELLE CENERI

COMUNE DI PAESE. Provincia di Treviso REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE E DESTINAZIONE DELLE CENERI COMUNE DI PAESE Provincia di Treviso REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE E DESTINAZIONE DELLE CENERI Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 6 del 14 marzo 2011 In vigore dal 19

Dettagli

MUNICIPIO DI PONTE TRESA

MUNICIPIO DI PONTE TRESA MUNICIPIO DI PONTE TRESA CH 6988 Ponte Tresa 091 606 16 86 091 606 70 47 info@pontetresa.ch Regolamento Capitolo 1 AMMINISTRAZIONE Art. 1 Ubicazione Il cimitero del Comune di Ponte Tresa si trova alla

Dettagli

Regolamento. dei. contratti. cimiteriali

Regolamento. dei. contratti. cimiteriali COMUNE DI POIRINO Provincia di Torino Regolamento dei contratti cimiteriali Allegato A) alla Deliberazione del Consiglio comunale n. 34 in data 27.11.2002. 1 CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Tumulazioni

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SUI GIARDINI CON CINERARI PER ANIMALI D AFFEZIONE, DENOMINATI

REGOLAMENTO COMUNALE SUI GIARDINI CON CINERARI PER ANIMALI D AFFEZIONE, DENOMINATI Comune di Genova REGOLAMENTO COMUNALE SUI GIARDINI CON CINERARI PER ANIMALI D AFFEZIONE, DENOMINATI CIMITERI PER ANIMALI Approvato con deliberazione C.C. n. 9 del 17 marzo 2015 In vigore dal 9 aprile 2015

Dettagli

COMUNE DI GODEGA DI SANT URBANO PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI GODEGA DI SANT URBANO PROVINCIA DI TREVISO ORIGINALE DELIBERAZIONE N. 54 In data 26/03/2015 COMUNE DI GODEGA DI SANT URBANO PROVINCIA DI TREVISO *************** Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: DETERMINAZIONE TARIFFE PER

Dettagli

REGOLAMENTO SUL CIMITERO

REGOLAMENTO SUL CIMITERO Comune di Braggio Cantone dei Grigioni REGOLAMENTO SUL CIMITERO Regolamento sul cimitero Pagina 1 di 12 Indice CAPITOLO 1... 4 GENERALITÀ... 4 SORVEGLIANZA E AMMINISTRAZIONE... 4 Art. 1 Base legale...

Dettagli

Comune delle Centovalli. Regolamento dei cimiteri di Bordei Camedo Costa s.borgnone Golino Intragna Lionza Moneto Palagnedra Rasa Verdasio

Comune delle Centovalli. Regolamento dei cimiteri di Bordei Camedo Costa s.borgnone Golino Intragna Lionza Moneto Palagnedra Rasa Verdasio Comune delle Centovalli Regolamento dei cimiteri di Bordei Camedo Costa s.borgnone Golino Intragna Lionza Moneto Palagnedra Rasa Verdasio IL CONSIGLIO COMUNALE DEL COMUNE DELLE CENTOVALLI d e c r e t a:

Dettagli

Capitolo I. Definizione - gestione

Capitolo I. Definizione - gestione Capitolo I Definizione - gestione Art. 1 Definizione Il cimitero del Comune di Riva San Vitale sorge sul mappale 1766 RFD di proprietà comunale. E luogo destinato ad ospitare salme, ceneri o resti di salme

Dettagli

REGOLAMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI In vigore dal 01.01.2013 atto CC 45/2012

REGOLAMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI In vigore dal 01.01.2013 atto CC 45/2012 CF e PI 00259290518 http://wwwcivichianait REGOLAMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI In vigore dal 01012013 atto CC 45/2012 TITOLO I POLIZIA MORTUARIA - PRESCRIZIONI D'IGIENE SEPOLTURE E LAPIDI Art 1 Art 2 Art

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa Regolamento recante disciplina sulla conservazione, l affidamento e la dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti. Art. 1 Oggetto

Dettagli

Area Tecnica Lavori Pubblici tel. 0187 697138 fax 0187 699769 lavoripubblici@comune.santostefanodimagra.sp.it AVVISO AI CITTADINI

Area Tecnica Lavori Pubblici tel. 0187 697138 fax 0187 699769 lavoripubblici@comune.santostefanodimagra.sp.it AVVISO AI CITTADINI AVVISO AI CITTADINI OPERAZIONI CIMITERIALI DI ESUMAZIONE ORDINARIA PRESSO I CIMITERI COMUNALI DI SANTO STEFANO DI MAGRA NEL PERIODO MARZO - APRILE 2014 E DA OTTOBRE 2014 A APRILE 2015. Premesso che per

Dettagli

Comune di Sassari Deliberazione della Giunta

Comune di Sassari Deliberazione della Giunta N. del Reg. 13 Comune di Sassari Deliberazione della Giunta OGGETTO DETERMINAZIONE TARIFFE PER ONERI CIMITERIALI PER L'ANNO 2012 L anno duemiladodici addì diciotto mese di gennaio in questo comune, nella

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI INUMAZIONI, ESUMAZIONI ED ESTUMULAZIONI DA EFFETTUARSI NEL CIMITERO DEL COMUNE DI GENZANO DI ROMA

CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI INUMAZIONI, ESUMAZIONI ED ESTUMULAZIONI DA EFFETTUARSI NEL CIMITERO DEL COMUNE DI GENZANO DI ROMA COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA III AREA TECNICA CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI INUMAZIONI, ESUMAZIONI ED ESTUMULAZIONI DA EFFETTUARSI NEL CIMITERO DEL COMUNE DI GENZANO

Dettagli

MODULO OFFERTA PREZZI

MODULO OFFERTA PREZZI MODULO OFFERTA PREZZI ALLEGATO AL CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI INUMAZIONE, TUMULAZIONE, ESUMAZIONE, ESTUMULAZIONE E OPERE ACCESSORIE) DEI CIMITERI DEL COMUNE DI

Dettagli

Comune di Soazza REGOLAMENTO SUL CIMITERO

Comune di Soazza REGOLAMENTO SUL CIMITERO Comune di Soazza Cantone dei Grigioni REGOLAMENTO SUL CIMITERO Legge comunale sulla costruzione di abitazioni a scopo sociale Pagina 1 di 12 Indice I. GENERALITÀ... 4 SORVEGLIANZA E AMMINISTRAZIONE...

Dettagli

COMUNE DI GONZAGA CODICE CIG: 0539680E02 ALLEGATO A) ELENCO PREZZI UNITARI/ COMPUTO METRICO OPERAZIONI CIMITERIALI E MANUTENZIONI

COMUNE DI GONZAGA CODICE CIG: 0539680E02 ALLEGATO A) ELENCO PREZZI UNITARI/ COMPUTO METRICO OPERAZIONI CIMITERIALI E MANUTENZIONI COMUNE DI GONZAGA APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE E MANUTENZIONE DEI CIMITERI DEL COMUNE DI GONZAGA Periodo: 01 gennaio 2011 31 dicembre 2015 CODICE CIG: 0539680E02 ALLEGATO A) ELENCO

Dettagli

T A R I F F E CIMITERIALI. approvate con delibera della Giunta Comunale n. 314 del 11.12.2013. Leverington cemetery, William Trost Richards, 1861

T A R I F F E CIMITERIALI. approvate con delibera della Giunta Comunale n. 314 del 11.12.2013. Leverington cemetery, William Trost Richards, 1861 T A R I F F E Leverington cemetery, William Trost Richards, 1861 CIMITERIALI approvate con delibera della Giunta Comunale n. 314 del 11.12.2013 IN VIGORE DAL 01.01.2014 Tariffe Cimiteriali in vigore dal

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA E SUL CIMITERO. (del 1 giugno 1981) IL CONSIGLIO COMUNALE DI BIASCA

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA E SUL CIMITERO. (del 1 giugno 1981) IL CONSIGLIO COMUNALE DI BIASCA 1 REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA E SUL CIMITERO (del 1 giugno 1981) IL CONSIGLIO COMUNALE DI BIASCA - visti gli art. 181 e 182 RC; - visto il messaggio municipale no. 2 del 31 marzo 1981; decreta: CAMPO

Dettagli

Regolamento comunale dei cimiteri

Regolamento comunale dei cimiteri Regolamento comunale 1 TITOLO I AMMINISTRAZIONE Art. 1 Amministrazione I cimiteri di Aurigeno, Coglio, Giumaglio, Lodano, Maggia, Moghegno e Someo sono amministrati dal Municipio, riservate le competenze

Dettagli

REGOLAMENTO CIMITERIALE

REGOLAMENTO CIMITERIALE COMUNE DI LAVARONE Provincia di Trento REGOLAMENTO CIMITERIALE Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 36 di data 31.08.2007. Modificato con deliberazione consiliare n. 23 dd. 18.09.2013

Dettagli

Regolamento del cimitero del Comune di Lumino

Regolamento del cimitero del Comune di Lumino Regolamento del cimitero del Comune di Lumino Comune di Lumino Regolamento del cimitero del Comune di Lumino 2 CAPITOLO I: Organizzazione del cimitero Art. 1 Autorità competente Art. 2 Registrazione Art.

Dettagli

PROGETTO PER L EFFETTUAZIONE DI SERVIZI CIMITERIALI NEI CIMITERI COMUNALI - triennio 2010 2012 -

PROGETTO PER L EFFETTUAZIONE DI SERVIZI CIMITERIALI NEI CIMITERI COMUNALI - triennio 2010 2012 - Settore 4 servizi tecnici e al patrimonio Provincia di Grosseto COMUNE DI ROCCASTRADA PROGETTO PER L EFFETTUAZIONE DI SERVIZI CIMITERIALI NEI CIMITERI COMUNALI - triennio 2010 2012 - Elaborato C NUOVO

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CIMITERO DI NOVAGGIO

REGOLAMENTO DEL CIMITERO DI NOVAGGIO REGOLAMENTO DEL CIMITERO DI NOVAGGIO SORVEGLIANZA DEL CIMITERO Art. 1 Sono di competenza del Municipio la sorveglianza e la manutenzione del Cimitero. Art. 2 Il Municipio, a tale scopo, nomina la Commissione

Dettagli

! Cosa. Richiesta di esumazione

! Cosa. Richiesta di esumazione Richiesta di esumazione! Cosa Esumazione è il dissotterramento della salma o dei resti mortali, dalla sepoltura situata nel campo comune del cimitero. Le esumazioni ordinarie Con l Ordinanza Sindacale

Dettagli