IL RENDICONTO FINANZIARIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL RENDICONTO FINANZIARIO"

Transcript

1 INFORMATIVA N APRILE 2016 BILANCIO IL RENDICONTO FINANZIARIO Art ter, Codice civile Principio contabile OIC n. 10 Il rendiconto finanziario è un (utile) documento che fornisce interessanti informazioni circa la situazione finanziaria dell impresa dell esercizio di riferimento. Per la redazione del rendiconto finanziario l OIC ha emanato nel 2014 uno specifico Principio contabile. Merita sottolineare che per il bilancio 2015 la redazione del rendiconto finanziario è soltanto raccomandata, mentre a decorrere dal bilancio 2016 lo stesso rappresenta un obbligo per le società che redigono il bilancio in forma ordinaria (risultano esonerate infatti le società che redigono il bilancio in forma abbreviata e le c.d. micro imprese ). In particolare la risorsa finanziaria di riferimento per la predisposizione del rendiconto è rappresentata dalle disponibilità liquide, i cui flussi sono classificati nelle seguenti aree: - gestione reddituale; - attività di investimento; - attività di finanziamento.

2 IF n. 118 pagina 2 di 8 L analisi della performance di un impresa rappresenta, come noto, un attività molto importante per la verifica della capacità di sopravvivenza della stessa. A tal fine assume rilevanza la determinazione degli indici di bilancio dell area patrimoniale / economica dell impresa. A ciò si affianca l analisi finanziaria finalizzata a verificare l adeguato utilizzo delle risorse finanziarie a supporto dell attività esercitata. Anche in tale contesto sono disponibili una serie di indicatori tramite i quali, oltre a poter valutare la capacità dell impresa di coprire gli impieghi tramite adeguate forme di finanziamento, è possibile esaminare la relazione tra le fonti di finanziamento e gli investimenti effettuati (o che intende effettuare). Nell ambito della valutazione finanziaria assume rilevanza, soprattutto nell attuale periodo di crisi, anche l analisi dei flussi finanziari ed in particolare dei flussi di cassa. Ciò è affidato al c.d. cash flow ed al rendiconto finanziario. Quest ultimo consente all impresa di verificare le entrate / uscite che la stessa ha generato (ed è in grado di generare) durante l esercizio nonché di evidenziare la variazione intervenuta nella liquidità aziendale. In altre parole, il rendiconto finanziario rappresenta il documento che evidenzia le variazioni finanziarie intervenute tra 2 esercizi e fornisce utili informazioni sulla dinamica economico / finanziaria e patrimoniale dell impresa. L Organismo Italiano di contabilità (OIC) ha dedicato uno specifico Principio contabile (OIC n. 10) al rendiconto finanziario. Come precisato nel Principio contabile in esame, il rendiconto finanziario: è un prospetto contabile che presenta le cause di variazione, positive / negative, delle disponibilità liquide avvenute in un determinato esercizio; fornisce informazioni utili al fine di valutare la situazione finanziaria della società nell esercizio di riferimento e la sua evoluzione negli esercizi successivi; permette di valutare: le disponibilità liquide prodotte / assorbite dalla gestione reddituale; la capacità della società di affrontare gli impegni finanziari a breve termine; la capacità della società di autofinanziarsi. Merita evidenziare che per il 2015, la redazione del rendiconto finanziario è soltanto raccomandata, mentre a partire dal 2016, il D.Lgs. n. 139/2015, attuativo della Direttiva n. 2013/34/UE, modificando l art. 2423, C.c., ha introdotto l obbligo di predisposizione in capo alle società che redigono il bilancio in forma ordinaria. Come prescritto dall art bis, C.c sono esonerate dal rendiconto finanziario le società che redigono il bilancio in forma abbreviata. Analogo esonero è previsto dal nuovo art ter, C.c. per le c.d. micro-imprese. CONTENUTO DEL RENDICONTO FINANZIARIO Tra le principali novità contenute nel Principio contabile OIC n. 10 va evidenziato l abbandono dell impostazione del rendiconto basata sul capitale circolante netto, sostituto con il riferimento alle disponibilità liquide rappresentate da: depositi bancari e postali; assegni, denaro e valori in cassa; depositi bancari e postali, assegni, denaro e valori in cassa espressi in valuta estera. Tale riferimento risulta allineato con il nuovo art ter, C.c., in base al quale dal rendiconto finanziario devono risultare, per l esercizio in corso e per quello precedente, l ammontare e la composizione delle disponibilità liquide, all inizio e alla fine dell esercizio, ed i flussi finanziari dell esercizio derivanti dall attività operativa, da quella di investimento, da quella di finanziamento, ivi comprese, con autonoma indicazione, le operazioni con i soci.

3 IF n. 118 pagina 3 di 8 TIPOLOGIE DI FLUSSI (AREE DEL RENDICONTO) I flussi finanziari che determinano le variazioni delle disponibilità liquide vanno distinti nelle seguenti aree: gestione reddituale, comprendente i flussi che derivano dall acquisizione, produzione e distribuzione di beni e della fornitura di servizi e gli altri flussi non ricompresi nell attività di investimento e di finanziamento. Il flusso finanziario della gestione in esame può essere determinato con il metodo indiretto o con il metodo diretto; attività di investimento, comprendente i flussi collegati all acquisto / vendita delle immobilizzazioni materiali, immateriali e finanziarie e delle attività finanziarie non immobilizzate; attività di finanziamento, comprendente i flussi che derivano dall ottenimento o dalla restituzione di disponibilità liquide sotto forma di capitale di rischio o di capitale di debito. La somma algebrica delle suddette aree (flusso di cassa di periodo) deve coincidere con la variazione delle disponibilità liquide verificatesi nell esercizio. Gestione reddituale +/- Attività di investimento +/- Attività finanziaria = Flusso di liquidità di periodo = Disponibilità liquide iniziali +/- Disponibilità liquide finali = Variazione disponibilità liquide dell esercizio Merita evidenziare che i flussi finanziari vanno presentati al lordo del loro ammontare, vale a dire senza compensazioni, salvo ove diversamente indicato, per non alterare la significatività del rendiconto. Per quanto riguarda la classificazione di alcune specifiche voci l OIC n. 10 raccomanda di indicare distintamente: gli interessi pagati e incassati, tra i flussi della gestione reddituale, salvo particolari casi in cui essi si riferiscono direttamente ad investimenti / finanziamenti; i dividendi incassi e pagati, rispettivamente nella gestione reddituale e nell attività di finanziamento; i flussi finanziari relativi alle imposte sul reddito, da classificare nella gestione reddituale indicando le varie tipologie in entrata e in uscita (ad esempio tra i flussi finanziari in uscita il pagamento delle imposte, tra i flussi in entrata i rimborsi d imposta); i flussi finanziari in valuta estera, iscrivendoli nel bilancio della società al cambio del giorno in cui ha luogo il flusso. Va inoltre evidenziato che: i flussi finanziari derivanti da derivati di copertura vanno presentati nella medesima categoria dei flussi finanziari dell elemento coperto; le operazioni non monetarie sono escluse dal rendiconto finanziario (ad esempio, emissione di azioni per acquisizione di una società controllata, conversione dei debiti in capitale, permuta di attività). GESTIONE REDDITUALE L ammontare del flusso finanziario derivante dalla gestione reddituale costituisce l anello di congiunzione tra aspetto economico e finanziario della gestione. Quest ultima è collegata con le operazioni di acquisto, produzione, cessione di beni / fornitura di servizi, ossia con le operazioni che originano ricavi / costi per la produzione di ricavi. La gestione reddituale dovrebbe essere la prima fonte tramite la quale l impresa crea liquidità. Generando un flusso positivo l impresa è in grado non solo di finanziare gli investimenti ma anche di rimborsare i finanziamenti.

4 IF n. 118 pagina 4 di 8 Il flusso finanziario della gestione reddituale, come sopra accennato, può essere determinato con il metodo indiretto / diretto. Metodo indiretto In base a tale metodo, partendo dal risultato d esercizio (utile o perdita) sono apportate una serie di rettifiche per tener conto delle componenti che non hanno generato flussi finanziari. In sintesi il flusso finanziario generato dalla gestione reddituale può essere così determinato. Utile (perdita) dell esercizio + imposte sul reddito +/- elementi della gestione di finanziamento e di investimento 1. Utile (perdita) dell esercizio prima delle imposte sul reddito, interessi, dividendi e plus / minusvalenze da cessione +/- Rettifiche per elementi non monetari che non hanno avuto contropartita nel Capitale Circolante Netto 2. Flusso finanziario prima delle variazioni del CCN +/- Variazioni Capitale Circolante Netto 3. Flusso finanziario dopo le variazioni del CCN +/- Altre rettifiche 4. Flusso finanziario dopo le altre rettifiche Flusso finanziario della gestione reddituale Come specificato dall OIC n. 10 le rettifiche riguardano i seguenti elementi. Anno n+1 Anno n Elementi non monetari Variazioni intervenute nel Capitale Circolante Netto Operazioni i cui effetti finanziari vanno ricompresi nell attività di investimento / finanziamento Ammortamenti di immobilizzazioni, accantonamenti a fondi rischi e oneri, accantonamenti TFR, svalutazioni per perdite durevoli di valore, utili non distribuiti relativi a partecipazioni in società collegate valutate con il metodo del patrimonio netto. Variazioni di rimanenze, di crediti verso clienti e di debiti verso fornitori e di ratei e risconti attivi / passivi. In particolare: l incremento / decremento dei crediti è sottratto / sommato all utile (perdita); l incremento / decremento dei debiti è sommato / sottratto all utile (perdita); l incremento / decremento delle rimanenze è sottratto / sommato all utile (perdita); l incremento dei ratei passivi è sommato all utile (perdita) dell esercizio. Plusvalenze / minusvalenze derivanti dalla cessione di attività. Metodo diretto Tale metodo consiste nell esporre i flussi finanziari in entrata / uscita lordi derivanti dalle attività della gestione reddituale. ATTIVITÀ DI INVESTIMENTO Le attività di investimento comprendono i flussi finanziari derivanti dall acquisto / vendita di: immobilizzazioni materiali, immateriali e finanziarie; attività finanziarie non immobilizzate.

5 IF n. 118 pagina 5 di 8 In particolare i flussi derivanti dalle suddette operazioni sono distintamente separati in: flussi in uscita relativi all acquisto di immobilizzazioni, pari all ammontare complessivo degli acquisti rettificati dalla variazione dei debiti verso fornitori di immobilizzazioni; flussi in entrata relativi alla vendita di immobilizzazioni, pari al corrispettivo di cessione (valore contabile aumentato della plusvalenza o ridotto della minusvalenza) rettificato dalla variazione dei crediti verso clienti per immobilizzazioni; incassi o pagamenti relativi all attività di investimento. In particolare, i flussi finanziari generati / assorbiti dall attività di investimento derivano da: acquisti / vendite di fabbricati, impianti, attrezzature o altre immobilizzazioni materiali; acquisti / vendite di immobilizzazioni immateriali (brevetti, marchi, concessioni, ecc.); acquisizioni / cessioni di partecipazioni in imprese controllate / collegate; acquisizioni / cessioni di altre partecipazioni; acquisizioni / cessioni di altri titoli, inclusi Titoli di Stato / obbligazioni; erogazioni di anticipazioni e prestiti fatti a terzi e incassi per il rimborso. Va evidenziato che nella stesura del rendiconto finanziario occorre prestare attenzione alle variazioni da includere nell attività di investimento che potrebbero essere già state ricomprese nelle variazioni classificate nell area della gestione reddituale ciò al fine di evidenziare in modo unitario le risorse finanziarie generate dall operazione di acquisto / vendita. Dall area in esame è possibile desumere la liquidità generata / assorbita dagli investimenti effettuati nell esercizio dall impresa. La presenza di un saldo negativo denota la necessità per l impresa di finanziare l attività di investimento. In una situazione equilibrata gli investimenti dovrebbero essere finanziati in parte dalla liquidità generata dalla gestione reddituale e in parte attingendo a fonti di finanziamento a medio / lungo termine. ATTIVITÀ DI FINANZIAMENTO L attività di finanziamento è utile per comprendere le disponibilità liquide incassate o corrisposte a titolo di capitale di rischio o di capitale di debito. A titolo esemplificativo, l OIC n. 10 elenca i seguenti flussi generati dall attività di finanziamento: incassi relativi all emissione di azioni / quote rappresentative del capitale di rischio; pagamento di dividendi; pagamenti per il rimborso del capitale di rischio; incassi / pagamenti derivanti dall emissione / rimborso di prestiti obbligazionari, titoli a reddito fisso, accensione o restituzione di mutui e altri finanziamenti a breve / lungo termine; incremento / decremento di altri debiti, anche a breve / medio termine, aventi natura finanziaria. Dall area in esame è possibile verificare la liquidità generata / assorbita dalle fonti di finanziamento (interna, dai soci ovvero esterna, da soggetti terzi). In particolare, se il flusso risulta negativo l impresa utilizza risorse finanziarie al fine di rimborsare i finanziamenti / distribuire dividendi ai soci. STRUTTURA / REDAZIONE DEL RENDICONTO FINANZIARIO Come evidenziato dal Principio contabile in esame, il rendiconto finanziario va presentato in forma scalare. In particolare è possibile scegliere tra 2 schemi di riferimento, i quali: si distinguono per la rappresentazione dei flussi derivanti dalla gestione reddituale; l uno caratterizzato per l adozione del metodo diretto, l altro del metodo indiretto; si accomunano per la rappresentazione dei flussi derivanti dall attività di investimento e di finanziamento. Le categorie precedute da lettere maiuscole e i subtotali preceduti da numeri arabi non possono essere raggruppati. Va inoltre evidenziato che:

6 IF n. 118 pagina 6 di 8 ai fini della chiarezza e della rappresentazione veritiera e corretta della situazione finanziaria è possibile aggiungere ulteriori flussi finanziari rispetto a quelli previsti negli schemi; al fine di fornire una migliore descrizione delle attività svolte / favorire la chiarezza del rendiconto, i singoli flussi finanziari presentati nelle categorie precedute da lettere maiuscole possono essere ulteriormente suddivisi / raggruppati. Per poter redigere il rendiconto finanziario è necessario disporre dello Stato patrimoniale di 2 esercizi consecutivi, del Conto economico, della Nota Integrativa nonché di ulteriori informazioni utili per la redazione dello stesso (ad esempio, plus / minusvalenze cessione beni strumentali, crediti / debiti collegati alla cessione / acquisto beni strumentali, ecc.). Come sopra accennato dal rendiconto finanziario è possibile desumere il contributo apportato / assorbito, nell esercizio di riferimento, dalle singole aree della gestione. In particolare il flusso complessivo dell esercizio può essere: positivo (le entrate monetarie sono risultate superiori alle uscite monetarie) e pertanto nell esercizio si è generato un incremento di liquidità; negativo (le entrate monetarie sono risultate inferiori alle uscite monetarie) e pertanto nell esercizio si è verificata una diminuzione di liquidità. Il risultato potrebbe essere anche un pareggio nel caso in cui le entrate monetarie corrispondono alle uscite monetarie; in tal caso nell esercizio non si è generata alcuna variazione, positiva / negativa, della liquidità. ATTIVITÀ ESEMPLIFICAZIONE Stato patrimoniale Incrementi / decrementi Terreni e fabbricati Impianti e macchinari Materie prime Prodotti in corso di lavorazione e semilavorati (4.290) Crediti verso clienti (1.287) Disponibilità liquide (4.641) Risconti attivi Ratei attivi (186) Totale attività (9.801) PASSIVITÀ Patrimonio netto: Capitale sociale Riserve Utile (perdita) (3.550) Fondi per rischi e oneri Trattamento di fine rapporto (27) Debiti verso banche (1.427) Debiti verso fornitori (5.773) Debiti tributari (3.300) Ratei passivi Risconti passivi (324) Totale passività (9.801)

7 IF n. 118 pagina 7 di 8 Valore della produzione Conto economico 2015 Ricavi delle vendite e delle prestazioni Variazione delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione e semilavorati (4.290) Incremento impianti per lavori interni 600 Altri ricavi e proventi Costi della produzione Costi di acquisiti per materie prime Costi per servizi Costi per godimenti di beni di terzi Per il personale - stipendi TFR Ammortamenti e svalutazioni - ammortamenti delle immobilizzazioni immateriali - ammortamenti delle immobilizzazioni materiali svalutazione dei crediti 290 Variazione delle rimanenze di materie prime (345) Accantonamenti per rischi 210 Differenza tra valore e costi della produzione Altri oneri finanziari Interessi e altri oneri finanziari (3.463) Proventi e oneri straordinari Minusvalenze (300) Risultato prima delle imposte Imposte sul reddito dell esercizio (600) Utile (perdita) dell esercizio 750 Va evidenziato che nel 2015 la società: ha ceduto per 81 un bene strumentale del costo storico di 981 ammortizzato per 600 (l operazione ha generato una minusvalenza di 300); ha acquistato beni strumentali per complessivi Sulla base dei predetti dati il rendiconto finanziario va così predisposto. A. Flussi finanziari derivanti dalla gestione reddituale (metodo indiretto) 2015 Utile (perdita) dell esercizio 750 Imposte sul reddito 600 Interessi passivi / interessi attivi Dividendi (1.281) Plusvalenze / minusvalenze derivanti dalla cessione di attività Utile (perdita) dell esercizio prima d imposte sul reddito, interessi, dividendi e plus/minusvalenze da cessione 2.832

8 IF n. 118 pagina 8 di 8 Rettifiche per elementi non monetari che non hanno avuto contropartita nel CCN Accantonamenti ai fondi 210 Accantonamenti al TFR Ammortamenti delle immobilizzazioni Flusso finanziario prima delle variazioni del CCN Variazioni del capitale circolante netto Decremento / incremento delle rimanenze Decremento / incremento dei crediti vs clienti Decremento / incremento dei debiti verso fornitori (5.773) Decremento / incremento ratei e risconti attivi 78 Decremento / incremento ratei e risconti passivi Flusso finanziario dopo le variazioni del CCN Altre rettifiche Interessi pagati (3.463) Imposte sul reddito pagate (3.900) Dividendi incassati Utilizzo TFR (2.317) 4. Flusso finanziario dopo le altre rettifiche 545 Flusso finanziario della gestione reddituale (A) 545 B. Flussi finanziari derivanti dall attività di investimento Immobilizzazioni materiali Investimenti (3.840) Prezzo di realizzo disinvestimenti di immobilizzazioni materiali 81 Flusso finanziario dell attività d investimento (B) (3.759) C. Flussi finanziari derivanti dall attività di finanziamento Mezzi di terzi Decremento / incremento debiti verso banche (1.427) Flusso finanziario dell attività di finanziamento (C) (1.427) Decremento / incremento delle disponibilità liquide (A +/- B +/- C) (4.641) Disponibilità liquide all Disponibilità liquide al Flusso gestione reddituale 545 Flusso attività di investimento Flusso attività di finanziamento Flusso di liquidità = Disponibilità liquide Disponibilità liquide Variazione disponibilità liquide

TEMI SPECIALI DI BILANCIO. Il rendiconto finanziario OIC 10

TEMI SPECIALI DI BILANCIO. Il rendiconto finanziario OIC 10 TEMI SPECIALI DI BILANCIO Il rendiconto finanziario OIC 10 Parma, 1 Ottobre 2014 1 Indice 1. Finalità del principio 3 2. Ambito di applicazione 4 3. Definizioni 5 4. Contenuto e struttura 6 5. Classificazione

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 09 05.03.2014 Il rendiconto finanziario nel nuovo OIC 10 Aggiornamento principi contabili Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Aggiornamento

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

OIC 10: La redazione del rendiconto finanziario Sintesi delle principali novità

OIC 10: La redazione del rendiconto finanziario Sintesi delle principali novità OIC 10: La redazione del rendiconto finanziario Sintesi delle principali novità L OIC ha deciso di dedicare al rendiconto finanziario un apposito principio contabile tenuto conto della sua valenza informativa.

Dettagli

OIC 10 Rendiconto finanziario

OIC 10 Rendiconto finanziario Daniela Toscano (Dottore Commercialista in Cuneo) OIC 10 Rendiconto finanziario 1 Il Principio contabile OIC 10, pubblicato il 4 agosto 2014 e applicabile ai bilanci al 31 dicembre 2014, è dedicato allo

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

NOVITA BILANCIO DI ESERCIZIO 2014

NOVITA BILANCIO DI ESERCIZIO 2014 NOVITA BILANCIO DI ESERCIZIO 2014 a cura di Maria Chiara Ronzani - Area Fiscale APINDUSTRIA VICENZA 30/01/2015 - Sala Convegni Apindustria Vicenza 1 Sommario DEPOSITO BILANCIO E NOTA INTEGRATIVA IN FORMATO

Dettagli

LE PRINCIPALI INNOVAZIONI DEL DOCUMENTO OIC

LE PRINCIPALI INNOVAZIONI DEL DOCUMENTO OIC S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL PRINCIPIO OIC 10 SUL RENDICONTO FINANZIARIO LE PRINCIPALI INNOVAZIONI DEL DOCUMENTO OIC IDA D ALESSIO 24 APRILE 2015 Rispetto al precedente OIC 12: Cambiamenti

Dettagli

IL RENDICONTO FINANZIARIO. Prof. Luca Fornaciari

IL RENDICONTO FINANZIARIO. Prof. Luca Fornaciari IL RENDICONTO FINANZIARIO Prof. Luca Fornaciari 1 SOMMARIO 1. Finalità e Normativa di riferimento 2. Ruolo del Rendiconto nel Bilancio d esercizio 3. Contenuto, Struttura e Metodi d analisi 4. Logiche

Dettagli

Esercitazione n. 24. Lidia Sorrentino

Esercitazione n. 24. Lidia Sorrentino Esercitazioni svolte 2010 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 24 Analisi per flussi: il rendiconto finanziario Conoscenza: componenti di reddito monetari e componenti di reddito non monetari; flussi corrispondenti

Dettagli

L analisi economico-finanziaria del bilancio Indici e flussi

L analisi economico-finanziaria del bilancio Indici e flussi Università Politecnica delle Marche Dipartimento di Management Sergio Branciari s.branciari@univpm.it Simone Poli s.poli@univpm.it L analisi economico-finanziaria del bilancio Indici e flussi San Benedetto

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

Nota integrativa al Bilancio chiuso al 31-12-2014

Nota integrativa al Bilancio chiuso al 31-12-2014 Nota integrativa al Bilancio chiuso al 31-12-2014 Nota Integrativa parte iniziale Ai sensi delle disposizioni del codice civile in tema di bilancio si forniscono le informazioni seguenti ad integrazione

Dettagli

TEMI SPECIALI DI BILANCIO. Il rendiconto finanziario: aspetti definitori, tecniche di redazione e riferimenti normativi. Parma, 26 novembre 2012

TEMI SPECIALI DI BILANCIO. Il rendiconto finanziario: aspetti definitori, tecniche di redazione e riferimenti normativi. Parma, 26 novembre 2012 TEMI SPECIALI DI BILANCIO Il rendiconto finanziario: aspetti definitori, tecniche di redazione e riferimenti normativi Parma, 26 novembre 2012 Dott. Luca Fornaciari luca.fornaciari@unipr.it 1 Il rendiconto

Dettagli

IL RENDICONTO FINANZIARIO

IL RENDICONTO FINANZIARIO IL RENDICONTO FINANZIARIO Dott. Nicola LUCIDO Commercialista in Pescara Ricercatore area aziendale Fondazione Nazionale dei Commercialisti Arezzo 5 ottobre 2015 LA NOSTRA AGENDA 1.La definizione di rendiconto

Dettagli

CONSORZIO ENERGIA LIGURIA Bilancio al 31/12/2014 CONSORZIO ENERGIA LIGURIA

CONSORZIO ENERGIA LIGURIA Bilancio al 31/12/2014 CONSORZIO ENERGIA LIGURIA CONSORZIO ENERGIA LIGURIA Sede legale: VIA PESCHIERA 16 GENOVA (GE) Iscritta al Registro Imprese di GENOVA C.F. e numero iscrizione 01323550994 Iscritta al R.E.A. di Genova n. 400879 Capitale Sociale sottoscritto

Dettagli

11-09-2014 Ragioneria A.A. 2014/2015

11-09-2014 Ragioneria A.A. 2014/2015 1 ü Rigidità dello schema e sua struttura ü Attivo B) Immobilizzazioni ü Attivo C) Attivo circolante ü Attivo D) Ratei e risconti attivi ü Passivo A) Patrimonio netto ü Passivo B) Fondi per rischi e oneri

Dettagli

ENTRIAMO IN AZIENDA 3

ENTRIAMO IN AZIENDA 3 ENTRIAMO IN AZIENDA 3 Imprese industriali sistema informativo di bilancio e imposizione fiscale TOMO 1 IL SISTEMA INFORMATIVO DI BILANCIO M O BILANCIO D U L O 3 BILANCIO D ESERCIZIO ANALISI PER INDICI

Dettagli

Capitolo 2. L analisi dei flussi finanziari

Capitolo 2. L analisi dei flussi finanziari Capitolo 2 L analisi dei flussi finanziari 2.1. Lo sviluppo equilibrato di un attività alberghiera Molte attività alberghiere nascono da iniziative familiari, nelle quali capitali anche relativamente modesti

Dettagli

L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI

L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI Prof. Luigi Trojano L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI L analisi dei flussi finanziari ha la finalità di evidenziare e interpretare le variazioni intervenute nella situazione patrimoniale e finanziaria

Dettagli

Franco Colzi Stefano Guidantoni

Franco Colzi Stefano Guidantoni Franco Colzi Stefano Guidantoni Firenze, 26 marzo 2015 In applicazione dell'articolo 2423, il rendiconto finanziario viene considerato documento obbligatorio S. Guidantoni 2 Comprendere più approfonditamente

Dettagli

COLLEGIO DEI GEOMETRI DELLA PROVINCIA DI MODENA. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2014

COLLEGIO DEI GEOMETRI DELLA PROVINCIA DI MODENA. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2014 COLLEGIO DEI GEOMETRI DELLA PROVINCIA DI MODENA Sede in VIA SCAGLIA EST 144-41100 MODENA (MO) Nota integrativa al bilancio al 31/12/2014 Premessa La presente nota integrativa è redatta in ossequio a quanto

Dettagli

(Cash Flow Statements)

(Cash Flow Statements) RENDICONTO FINANZIARIO IAS 7 (Cash Flow Statements) 1 SOMMARIO Concetti generali sul Rendiconto Finanziario Come si fa a redigere un Rendiconto Finanziario? 2 1 Concetti generali sul Rendiconto Finanziario

Dettagli

Analisi per flussi Il rendiconto finanziario

Analisi per flussi Il rendiconto finanziario Analisi per flussi Il rendiconto finanziario Ruolo dei flussi finanziari nelle analisi di bilancio Forniscono nuovi elementi per la valutazione dell assetto economico globale Permettono una migliore interpretazione

Dettagli

Analisi di Bilancio per flussi

Analisi di Bilancio per flussi Analisi di Bilancio per flussi Premessa L analisi della situazione economica, patrimoniale e finanziaria dell azienda attraverso il bilancio si conclude con l analisi dei movimenti di risorse finanziarie

Dettagli

INFRATARAS SPA IN LIQUIDAZIONE. Controllata da Comune di Taranto Societa' per azioni con socio unico

INFRATARAS SPA IN LIQUIDAZIONE. Controllata da Comune di Taranto Societa' per azioni con socio unico Sede in TARANTO - VIA CESARE BATTISTI 1016, 1018 Capitale Sociale versato Euro 516.400,00 Iscritto alla C.C.I.A.A. di TARANTO Codice Fiscale e N. iscrizione Registro Imprese 90110860732 Partita IVA: 02255820736

Dettagli

13.10.2003 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea

13.10.2003 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 261/31 35. Informazioni sui valori contabili contenuti in differenti classificazioni di rimanenze e l ammontare delle variazioni in queste voci di attività è utile per gli utilizzatori del bilancio.

Dettagli

Danilo Scarponi - Sandro Biondini 10/04/2008 Pagina 1 di 26

Danilo Scarponi - Sandro Biondini 10/04/2008 Pagina 1 di 26 Linee guida metodologiche per la determinazione sintetica dei flussi di cassa e la redazione del Rendiconto finanziario che espone le variazioni nella situazione patrimoniale e finanziaria in termini di

Dettagli

Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario. anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti

Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario. anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti 1 Il Conto Economico Il prospetto di CE può essere redatto:

Dettagli

FONDAZIONE SAN SALVATORE. Sede in VIA PIAVE 67-45036 FICAROL0 (RO) Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2014

FONDAZIONE SAN SALVATORE. Sede in VIA PIAVE 67-45036 FICAROL0 (RO) Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2014 Reg. Imp. 01209290293 Rea 136127 FONDAZIONE SAN SALVATORE Sede in VIA PIAVE 67-45036 FICAROL0 (RO) Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2014 Premessa Signori Consiglieri, il presente bilancio,

Dettagli

Bilancio al 31/12/2014

Bilancio al 31/12/2014 Informazioni generali sull impresa Denominazione: Dati anagrafici Sede: Capitale sociale: 0,00 Capitale sociale interamente versato: Codice CCIAA: FONDAZIONE OAGE PIAZZA SAN MATTEO 18 GENOVA GE sì Partita

Dettagli

Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico

Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico per la classe 4 a Istituti tecnici e Istituti professionali 01. Crediti verso soci per versamenti

Dettagli

Biblioteca di Economia aziendale. per il secondo biennio e il quinto anno. Istituti tecnici del settore economico

Biblioteca di Economia aziendale. per il secondo biennio e il quinto anno. Istituti tecnici del settore economico Biblioteca di Economia aziendale PIANO DEI CONTI DI UN IMPRESA INDUSTRIALE IN FORMA DI SOCIETÀ PER AZIONI Documento Piano dei conti BILANCIO DI UN IMPRESA INDUSTRIALE IN FORMA DI SOCIETÀ PER AZIONI STATO

Dettagli

FONDAZIONE DELL'ORDINE DEGLI INGEGNERI. Relazione sulla gestione alla relazione economico patrimoniale al 31/12/2014

FONDAZIONE DELL'ORDINE DEGLI INGEGNERI. Relazione sulla gestione alla relazione economico patrimoniale al 31/12/2014 FONDAZIONE DELL'ORDINE DEGLI INGEGNERI Sede in VIA CEFALONIA 70-25100 BRESCIA (BS) Fondo di Dotazione dell Ordine degli Ingegneri di Brescia Euro 51.661,00 I.V. Relazione sulla gestione alla relazione

Dettagli

Temi speciali di bilancio

Temi speciali di bilancio Università degli Studi di Parma Temi speciali di bilancio Il rendiconto finanziario L analisi per flussi -Nuovi elementi per la valutazione dell assetto economico globale -Migliore interpretazione indici

Dettagli

CORSO IFRS International Financial Reporting Standards. IAS 7 Rendiconto finanziario

CORSO IFRS International Financial Reporting Standards. IAS 7 Rendiconto finanziario CORSO IFRS International Financial Reporting Standards IAS 7 Rendiconto finanziario SCHEMA DI SINTESI DEL PRINCIPIO CONTABILE SINTESI ANALISI DETTAGLIATA ESEMPIO DI PREDISPOSIZIONE DEL RENDICONTO IAS 7

Dettagli

L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI

L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI Salvatore Nucci, gennaio 2011 L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI L analisi dei flussi finanziari ha la finalità di evidenziare e interpretare le variazioni intervenute nella situazione patrimoniale

Dettagli

METELLIA SERVIZI SRL UNIPERSONALE. Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2014. redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c.

METELLIA SERVIZI SRL UNIPERSONALE. Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2014. redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c. Sede in CAVA DE' TIRRENI viale GUGLIELMO MARCONI, 52 Capitale Sociale versato e 100.000,00 C.C.I.A.A. SALERNO n. R.E.A317123 Partita IVA: 03734100658 Codice Fiscale: 03734100658 Nota Integrativa al bilancio

Dettagli

Nota Integrativa ENERGIAINRETE S.P.A. Bilancio abbreviato al 31/12/2014. Introduzione alla Nota integrativa. Criteri di formazione

Nota Integrativa ENERGIAINRETE S.P.A. Bilancio abbreviato al 31/12/2014. Introduzione alla Nota integrativa. Criteri di formazione ENERGIAINRETE S.P.A. Sede legale: VIA GEN. GIRLANDO, N. 5/B COMISO (RG) Iscritta al Registro Imprese di RAGUSA C.F. e numero iscrizione 01549410882 Iscritta al R.E.A. di RAGUSA n. 128556 Capitale Sociale

Dettagli

OPERAZIONI DI RETTIFICA FINANZIARIO

OPERAZIONI DI RETTIFICA FINANZIARIO OPERAZIONI DI RETTIFICA NEL Sottotitolo RENDICONTO FINANZIARIO Riferimenti FEDERCOOP NULLO BALDINI Soc. Coop. Indirizzo Via Faentina, 106 48123 Ravenna Tel.: 0544 509511 Fax: 0544 509598 Ufficio Consulenza

Dettagli

PEGASO 03 S.R.L. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro

PEGASO 03 S.R.L. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro PEGASO 03 S.R.L. Sede in VIA CAGLIERO N. 3/I-3/L CARIGNANO TO Codice Fiscale 08872320018 - Numero Rea TO 1006893 P.I.: 08872320018 Capitale Sociale Euro 1.000.000 i.v. Settore di attività prevalente (ATECO):

Dettagli

IL BILANCIO DI ESERCIZIO

IL BILANCIO DI ESERCIZIO IL BILANCIO DI ESERCIZIO CHE COS E UN BILANCIO Il bilancio è un insieme di documenti che illustrano la situazione economica, finanziaria e patrimoniale dell impresa a tutti i soggetti interessati. CHI

Dettagli

Esempi scritture contabili Costituzione Spa

Esempi scritture contabili Costituzione Spa Esempi scritture contabili Costituzione Spa 1 Esempi scritture contabili Vincolo 25% 2 Esempi scritture contabili Versamento restante parte del capitale sociale 3 Esempi scritture contabili Registrazione

Dettagli

Modello e Teoria del Bilancio di Esercizio ALLOCAZIONE DI VALORI NEGLI SCHEMI DI BILANCIO. Normativa italiana

Modello e Teoria del Bilancio di Esercizio ALLOCAZIONE DI VALORI NEGLI SCHEMI DI BILANCIO. Normativa italiana ALLOCAZIONE DI VALORI NEGLI SCHEMI DI BILANCIO Normativa italiana 1. Allocazione di valori nello Stato patrimoniale Si proceda all individuazione delle poste di Stato patrimoniale nelle quali trovano iscrizione

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Sessione ordinaria 2012 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca M730 - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO

Dettagli

Bilancio al 31/12/2014

Bilancio al 31/12/2014 Informazioni generali sull impresa Denominazione: Dati anagrafici Sede: Capitale sociale: 10.000,00 Capitale sociale interamente versato: Codice CCIAA: DOCCIA SERVICE S.R.L. PIAZZA VITTORIO VENETO 1 SESTO

Dettagli

FANCY PIXEL SRL. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro

FANCY PIXEL SRL. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro FANCY PIXEL SRL Sede in VIA SARAGAT N.1 FERRARA FE Codice Fiscale 01910420387 - Numero Rea P.I.: 01910420387 Capitale Sociale Euro 20.000 Forma giuridica: SOCIETA' A RESPONSABILITA' LIMITATA Settore di

Dettagli

GLI SCHEMI DI BILANCIO. Stato Patrimoniale Conto Economico Nota integrativa

GLI SCHEMI DI BILANCIO. Stato Patrimoniale Conto Economico Nota integrativa GLI SCHEMI DI BILANCIO Stato Patrimoniale Conto Economico Nota integrativa Art. 2423 Obbligo di redazione del bilancio Art. 2424 Schema obbligatorio dello Stato Patrimoniale Art. 2427 Contenuto della nota

Dettagli

Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini. Rendiconto Finanziario GIA-L03

Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini. Rendiconto Finanziario GIA-L03 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Facoltà di Ingegneria prof. Stefano Pedrini Rendiconto Finanziario GIA-L03 Analisi dei flussi di cassa Attraverso l analisi dei flussi di cassa (o del cash flow) è possibile

Dettagli

Le principali novità dei principi contabili OIC

Le principali novità dei principi contabili OIC Le principali novità dei principi contabili OIC. OIC 29 Cambiamenti di principi contabili, cambiamenti di stime contabili, correzione di errori, eventi e operazioni straordinarie, fatti intervenuti dopo

Dettagli

IL RENDICONTO FINANZIARIO

IL RENDICONTO FINANZIARIO IL RENDICONTO FINANZIARIO Arezzo, 04 aprile 2014 1 IL RENDICONTO FINANZIARIO Resoconto di tutte le entrate ed uscite di denaro avvenuto in un certo periodo di tempo per effetto di: risultato della gestione;

Dettagli

Rendiconto O.U.A. 2013. Il rendiconto OUA 2013 presenta un risultato di sostanziale pareggio, sia in termini economici che

Rendiconto O.U.A. 2013. Il rendiconto OUA 2013 presenta un risultato di sostanziale pareggio, sia in termini economici che Rendiconto O.U.A. 2013 Premessa Il rendiconto OUA 2013 presenta un risultato di sostanziale pareggio, sia in termini economici che finanziari. È opportuno precisare che tale risultato, dipeso anche dall

Dettagli

Copyright Esselibri S.p.A.

Copyright Esselibri S.p.A. CAPITOLO QUARTO LA GESTIONE E IL PATRIMONIO DELLE AZIENDE DI EROGAZIONE Sommario: 1. Introduzione. - 2. La gestione nelle aziende di erogazione. - 3. L aspetto finanziario della gestione. - 4. L aspetto

Dettagli

GAL OLTREPO' MANTOVANO SOC.CONS.ARL

GAL OLTREPO' MANTOVANO SOC.CONS.ARL GAL OLTREPO' MANTOVANO SOC.CONS.ARL Sede in PIAZZA PIO SEMEGHINI 1-46026 QUISTELLO (MN) Codice Fiscale 02277540205 - Numero Rea MN 000000239049 P.I.: 02277540205 Capitale Sociale Euro 27.200 i.v. Forma

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DELLO STATO PATRIMONIALE a cura Giuseppe Polli giuseppe_polli@virgilio.it

LA RICLASSIFICAZIONE DELLO STATO PATRIMONIALE a cura Giuseppe Polli giuseppe_polli@virgilio.it LA RICLASSIFICAZIONE DELLO STATO PATRIMONIALE a cura Giuseppe Polli giuseppe_polli@virgilio.it è disponibile un semplice ed utilissimo software sull analisi di bilancio predisposto dall autore in vendita

Dettagli

Bilancio al 31/12/2014

Bilancio al 31/12/2014 ASSOCIAZIONE ITALIANA GASTROENTEROLOGI & ENDOSCOPISTI DIGESTIVI OSPEDALIERI Sede in VIA N. COLAJANNI 4-00100 ROMA Stato patrimoniale attivo 31/12/2014 31/12/2013 A) Immobilizzazioni I. Immateriali 24.229

Dettagli

Adelante Dolmen società cooperativa sociale. Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21. Registro delle Imprese di Milano

Adelante Dolmen società cooperativa sociale. Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21. Registro delle Imprese di Milano Adelante Dolmen società cooperativa sociale Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21 Registro delle Imprese di Milano Codice fiscale e numero di iscrizione 12237260158 Numero di iscrizione all Albo delle

Dettagli

SOCIOSANITARIA SONNINESE S.R.L. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2009

SOCIOSANITARIA SONNINESE S.R.L. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2009 SOCIOSANITARIA SONNINESE S.R.L. Reg. Imp. 02329330597 Rea 162878 Sede in PIAZZA GARIBALDI SNC - 04010 SONNINO (LT) Capitale sociale Euro 10.000,00 i.v. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2009

Dettagli

Sommario. Parte prima. Il modello di bilancio civilistico: aspetti economico-aziendali e giuridici. 1. Funzioni e principi del bilancio di esercizio

Sommario. Parte prima. Il modello di bilancio civilistico: aspetti economico-aziendali e giuridici. 1. Funzioni e principi del bilancio di esercizio INDICE COMPLETO Sommario Parte prima Il modello di bilancio civilistico: aspetti economico-aziendali e giuridici 1. Funzioni e principi del bilancio di esercizio Funzioni del bilancio e principi di redazione

Dettagli

Novità del DLgs. 18.8.2015 n. 139 in materia di bilancio d esercizio

Novità del DLgs. 18.8.2015 n. 139 in materia di bilancio d esercizio Circolare 27 del 15 ottobre 2015 Novità del DLgs. 18.8.2015 n. 139 in materia di bilancio d esercizio INDICE 1 Premessa... 3 2 Documenti che compongono il bilancio... 3 2.1 Contenuto del Rendiconto finanziario...

Dettagli

ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 16 RENDICONTO FINANZIARIO A cura di N. Pecchiari

ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 16 RENDICONTO FINANZIARIO A cura di N. Pecchiari 1 ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 16 RENDICONTO FINANZIARIO A cura di N. Pecchiari ESERCIZIO (1) Variazioni del reddito, patrimonio, CCN e cassa Si ipotizzi di analizzare il bilancio della azienda BETA chiuso

Dettagli

Contabilità generale e contabilità analitica

Contabilità generale e contabilità analitica 1/5 Contabilità generale e contabilità analitica La sfida della contabilità analitica è di produrre informazioni sia preventive che consuntive. Inoltre questi dati devono riferirsi a vari oggetti (prodotti,

Dettagli

IL BILANCIO DELLE AZIENDE NO-PROFIT

IL BILANCIO DELLE AZIENDE NO-PROFIT Master in Gestione ed innovazione nelle Amministrazioni Pubbliche Facoltà di Giurisprudenza di Verona IL BILANCIO DELLE AZIENDE NO-PROFIT Appunti delle lezioni Dott. Vinicio TREDICI Dipartimento di Scienze

Dettagli

IMERA SVILUPPO 2010 SOC. CONSORTILE A.R.L. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2011

IMERA SVILUPPO 2010 SOC. CONSORTILE A.R.L. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2011 IMERA SVILUPPO 2010 SOC. CONSORTILE A.R.L. Reg. Imp. 96015140823 Rea 259417 Sede in VIA GARIBALDI 2 C/O UFFICI COMUNALI - 90018 TERMINI IMERESE (PA) Capitale sociale Euro 100.000,00 di cui Euro 79.250,00

Dettagli

Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale

Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale Il tema assegnato per la seconda prova di Economia aziendale nell'indirizzo I.G.E.A. è incentrato sulla differenza tra reddito

Dettagli

R O S S I & A S S O C I A T I C o r p o r a t e A d v i s o r s

R O S S I & A S S O C I A T I C o r p o r a t e A d v i s o r s R O S S I & A S S O C I A T I C o r p o r a t e A d v i s o r s Main Office: Via S. Radegonda, 8 - Milano www.rossiassociati.it Tel +39 02.874271 Fax +39 02.72099377 NEWS SETTIMANALE Ottobre 2015 nr. 1

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO AL 31.12.2005

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO AL 31.12.2005 COMUNICATO STAMPA PREMUDA: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO AL 31.12.2005 RISULTATI CONSOLIDATI DI GRUPPO AL NETTO QUOTE DI TERZI Utile /mil 25,4 ( /mil 24,8 nel 2004) Cash

Dettagli

UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE SECONDA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali

UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE SECONDA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE SECONDA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali Professore a contratto Dottore di ricerca in Economia Aziendale

Dettagli

Schema di stato patrimoniale. Analisi dei contenuti dello stato patrimoniale. Stato patrimoniale - ATTIVO. Stato patrimoniale - ATTIVO

Schema di stato patrimoniale. Analisi dei contenuti dello stato patrimoniale. Stato patrimoniale - ATTIVO. Stato patrimoniale - ATTIVO Analisi dei contenuti dello stato patrimoniale analisi bilancio 1 Schema di stato patrimoniale ATTIVO PASSIVO A) Crediti verso soci A) Patrimonio netto B) Immobilizzazioni B) Fondi per rischi e oneri C)

Dettagli

Bilancio 2011: adempimenti e principali novità

Bilancio 2011: adempimenti e principali novità Bilancio 2011: adempimenti e principali novità Bilancio abbreviato Ancona Sede Confindustria, giovedì 15 marzo 2012 Relatore: Dott. Paolo Massinissa Magini Ambito soggettivo Ai sensi dell art.2435-bis

Dettagli

Bilancio al 31/12/2014

Bilancio al 31/12/2014 Informazioni generali sull impresa Dati anagrafici Denominazione: MAGVENEZIA SOCIETA' COOPERATIVA Sede: VIA TASSO 15/A VENEZIA VE Capitale sociale: 603.175,00 Capitale sociale interamente versato: no Codice

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2015

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2015 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2015 Risultati del Gruppo FNM - Utile netto di Gruppo: 20,353 milioni di euro - EBIT: 18,656 milioni di euro

Dettagli

Analisi di bilancio per indici

Analisi di bilancio per indici Analisi di bilancio per indici Al 31/12/n la Carrubba spa, svolgente attività industriale, presenta la seguente situazione contabile finale: SITUAZIONE PATRIMONIALE Software 20.000,00 Fondo ammortamento

Dettagli

NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO CHIUSO AL 31/12/2014

NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO CHIUSO AL 31/12/2014 AIC Associazione Italiana Celiachia Piemonte Valle d Aosta - ONLUS Sede in Torino (TO) Via Guido Reni, 96 int. 99 Codice Fiscale 97581930019 P Iva 08710070015 REA 1038379 NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO CHIUSO

Dettagli

ASSOCIAZIONE L.E.O. ONLUS Via Pietro Castelli n. 77-98100 Messina Codice Fiscale: 02956900837 Partita I.V.A.: 02956900837

ASSOCIAZIONE L.E.O. ONLUS Via Pietro Castelli n. 77-98100 Messina Codice Fiscale: 02956900837 Partita I.V.A.: 02956900837 ASSOCIAZIONE L.E.O. ONLUS Via Pietro Castelli n. 77 98100 Messina Codice Fiscale: 02956900837 Partita I.V.A.: 02956900837 SITUAZIONE PATRIMONIALE AL 30 GIUGNO 2009 ATTIVO A) CREDITI VERSO ASSOCIATI PER

Dettagli

IL BILANCIO D ESERCIZIO I PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO

IL BILANCIO D ESERCIZIO I PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO IL BILANCIO D ESERCIZIO documento aziendale di sintesi, di derivazione contabile, rivolto a vari destinatari, che rappresenta in termini consuntivi e con periodicità annuale le modalità di determinazione

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Sessione ordinaria 2012 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca YMER - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO SPERIMENTALE Progetti MERCURIO e SIRIO

Dettagli

S.R.R. TRAPANI PROV NORD SOC. CONS. P.AZ

S.R.R. TRAPANI PROV NORD SOC. CONS. P.AZ S.R.R. TRAPANI PROV NORD SOC. CONS. P.AZ Sede in C/DA RIGALETTA MILO-VIALE CROCCI 2 ERICE (TP) Codice Fiscale 02484440819 - Numero Rea TP 174377 P.I.: 02484440819 Capitale Sociale Euro 120000.00 Settore

Dettagli

Bilancio d Esercizio

Bilancio d Esercizio Bilancio d Esercizio 2 Stato Patrimoniale 2005 2004 ATTIVO Importo Importo Spese di costituzione - - Software 142 8.282,00 Altre - - Immobilizzazioni immateriali 142 8.282,00 Terreni e fabbricati 181.000,00

Dettagli

Concetto di flusso. Flusso (variazione) dal 1/1/X al 31/12/X

Concetto di flusso. Flusso (variazione) dal 1/1/X al 31/12/X Concetto di flusso Valore dell elemento patrimoniale al 1/1/X Valore dell elemento patrimoniale al 31/12/X Flusso (variazione) dal 1/1/X al 31/12/X Il prospetto di sintesi di rappresentazione dei flussi

Dettagli

bilancio sintetico a stati comparati, Rendiconto finanziario, portafoglio sbf

bilancio sintetico a stati comparati, Rendiconto finanziario, portafoglio sbf Temi in preparazione alla maturità Analisi di bilancio, bilancio sintetico a stati comparati, Rendiconto finanziario, decisioni aziendali, portafoglio sbf di Rossana MANELLI ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIA:

Dettagli

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Il Piano Economico Finanziario Il piano economico-finanziario costituisce la porzione più

Dettagli

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE LE SCRITTURE DI RETTIFICA E ASSESTAMENTO 1 LA COSTRUZIONE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO Dalla raccolta delle informazioni contabili alla loro sintesi L esercizio La competenza

Dettagli

ESERCITAZIONE: CONTABILITA E BILANCIO

ESERCITAZIONE: CONTABILITA E BILANCIO ESERCITAZIONE: CONTABILITA E BILANCIO L Alba Spa è società svolgente attività industriale e al 31/12/n prima di procedere alle scritture di assestamento di bilancio presenta le seguenti situazioni contabili:

Dettagli

RATEI ATTIVI E PASSIVI

RATEI ATTIVI E PASSIVI RATEI ATTIVI E PASSIVI Costituiscono ratei attivi o passivi rispettivamente i crediti o debiti, relativi a ricavi o costi di competenza dell esercizio che si chiude e di esercizi successivi, i quali avranno

Dettagli

FASE UNO SRL UNIPERSONALE

FASE UNO SRL UNIPERSONALE Reg. Imp. 03085840928 Rea 245496 FASE UNO SRL UNIPERSONALE Sede in VIALE TRENTO 69-09100 CAGLIARI (CA) Capitale sociale Euro 120.000,00 i.v. Nota integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2012 redatta in

Dettagli

DELIBERAZIONE N 573 DEL 31 DICEMBRE 2013 ALLEGATO G

DELIBERAZIONE N 573 DEL 31 DICEMBRE 2013 ALLEGATO G SCHEMA DI RENDICONTO FINANZIARIO anno 2014 SCHEMASCHEMA DI RENDICONTO FINANZIARIO anno 2014 OPERAZIONI DI GESTIONE REDDITUALE (+) risultato di esercizio 0 - Voci che non hanno effetto sulla liquidità:

Dettagli

TOSCANA CINA INSIEME BILANCIO DI ESERCIZIO AL 31/12/2009

TOSCANA CINA INSIEME BILANCIO DI ESERCIZIO AL 31/12/2009 TOSCANA CINA INSIEME Codice fiscale 93057760501 PIAZZA MARTIRI DELLA LIBERTA, 33-56127 PISA BILANCIO DI ESERCIZIO AL 31/12/2009 Gli importi presenti sono espressi in centesimi di euro STATO PATRIMONIALE

Dettagli

IL PROCESSO DI CONSOLIDAMENTO DEI BUDGET

IL PROCESSO DI CONSOLIDAMENTO DEI BUDGET IL PROCESSO DI CONSOLIDAMENTO DEI BUDGET Il sistema di pianificazione aziendale integrato. 1. Scenari ambientali, previsionali generali, bilanci passati Riferimenti ambientali Posizionamento strategico

Dettagli

ANALISI DELLA DINAMICA FINANZIARIA: COSTRUZIONE E INTERPRETAZIONE DEL RENDICONTO FINANZIARIO

ANALISI DELLA DINAMICA FINANZIARIA: COSTRUZIONE E INTERPRETAZIONE DEL RENDICONTO FINANZIARIO ANALISI DELLA DINAMICA FINANZIARIA: COSTRUZIONE E INTERPRETAZIONE DEL RENDICONTO FINANZIARIO 1 COSTRUZIONE DEL RENDICONTO FINANZIARIO E UNO STRUMENTO CHE INDIVIDUA LE DINAMICHE DEL CAPITALE METTENDO IN

Dettagli

A) VALORE DELLA PRODUZIONE

A) VALORE DELLA PRODUZIONE CONTO ECONOMICO A) VALORE DELLA PRODUZIONE: 1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni merci conto vendite - resi su vendite - ribassi e abbuoni passivi 2) Variazioni delle rimanenze di prodotti in corso

Dettagli

L analisi dei flussi finanziari. 1. I flussi finanziari 1/5

L analisi dei flussi finanziari. 1. I flussi finanziari 1/5 focus modulo 4 lezione 50 La gestione finanziaria La correlazione tra investimenti e finanziamenti L analisi dei flussi finanziari 1. I flussi finanziari I flussi finanziari che hanno origine dall attività

Dettagli

FONDAZIONE ABIO ITALIA ONLUS NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO CHIUSO AL 31/12/2011

FONDAZIONE ABIO ITALIA ONLUS NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO CHIUSO AL 31/12/2011 FONDAZIONE ABIO ITALIA ONLUS Sede in MILANO VIA DON GERVASINI 33 Codice fiscale 97384230153 NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO CHIUSO AL 31/12/2011 Fondazione ABIO Italia Onlus è stata costituita il 9 maggio

Dettagli

FONDAZIONE ABIO ITALIA ONLUS

FONDAZIONE ABIO ITALIA ONLUS FONDAZIONE ABIO ITALIA ONLUS Sede in MILANO VIA DON GERVASINI 33 Codice fiscale 97384230153 NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO CHIUSO AL 31/12/2013 Fondazione ABIO Italia Onlus è stata costituita il 9 maggio

Dettagli

Esame di Stato 2014 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale

Esame di Stato 2014 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale Esame di Stato 2014 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale Il tema assegnato per la seconda prova di Economia aziendale (nell'indirizzo Giuridico

Dettagli

L ANALISI PER FLUSSI E LA COSTRUZIONE DEL RENDICONTO FINANZIARIO

L ANALISI PER FLUSSI E LA COSTRUZIONE DEL RENDICONTO FINANZIARIO L ANALISI PER FLUSSI E LA COSTRUZIONE DEL RENDICONTO FINANZIARIO L ANALISI PER FLUSSI Oggetto di studio: Analizza le VARIAZIONI intervenute in un FONDO da un esercizio all altro impieghi FLUSSI fonti Aggregato

Dettagli

FONDAZIONE COMUNITARIA DEL VCO Sede Legale: Via san Remigio 19 - Verbania Codice Fiscale 93026470034

FONDAZIONE COMUNITARIA DEL VCO Sede Legale: Via san Remigio 19 - Verbania Codice Fiscale 93026470034 FONDAZIONE COMUNITARIA DEL VCO Sede Legale: Via san Remigio 19 - Verbania Codice Fiscale 93026470034 Nota integrativa al Bilancio d esercizio chiuso al 31 dicembre 2011 Criteri di formazione Il bilancio

Dettagli

IL RENDICONTO FINANZIARIO

IL RENDICONTO FINANZIARIO IL RENDICONTO FINANZIARIO Commissione Finanza Presidente Palombo Gianluca Membri Gabellini Andrea Marigliani Mauro Meschini Massimiliano Perello Giovanni Maria Sartucci Gabriele Luglio 2015 INDICE 1) Il

Dettagli

CONSORZIO POLO TECNOLOGICO MAGONA. Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2012 redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c.

CONSORZIO POLO TECNOLOGICO MAGONA. Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2012 redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c. Sede in CECINA - VIA MAGONA, ND Fondo consortile Euro 186.000 di cui versato Euro 172.114 Iscritta alla C.C.I.A.A. di LIVORNO Codice Fiscale e N. iscrizione Registro Imprese 01228620496 Partita IVA: 01228620496

Dettagli

EUROLEADER Soc.Cons. r.l. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2011

EUROLEADER Soc.Cons. r.l. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2011 EUROLEADER Soc.Cons. r.l. Codice fiscale 02225450309 Partita iva 02225450309 VIA CARNIA LIBERA 1944, 15-33028 TOLMEZZO UD Numero R.E.A. 244558 Registro Imprese di UDINE n. 02225450309 Capitale Sociale

Dettagli