Le novità del terzo decreto correttivo

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le novità del terzo decreto correttivo"

Transcript

1 I nuovi obblighi assicurativi delle Stazioni Appaltanti nei confronti dei propri progettisti e verificatori: fondamentale il terzo decreto correttivo ma ancor di più lo sarà il regolamento di attuazione La proposta integrativa di Unitel Di Sonia Lazzini Le novità del terzo decreto correttivo 1 Due sono gli interrogativi principali 1 Le norme di legge (vecchie e nuove) 2 La copertura per i progettisti 3 La copertura per i verificatori 4 Opportuna una polizza personale: perché? 5 La responsabilità amministrativa e la sua assicurabilità 6 Quale soluzione? 7 Le novità del terzo decreto correttivo Sicuramente rispetto all amara delusione del quasi azzeramento dell incentivo alla progettazione, l argomento di questo nostro contendere non riuscirà a far tornare il sorriso ai nostri delusi tecnici, ma almeno, questo lo si può affermare con assoluta tranquillità, il legislatore del terzo decreto correttivo, un piccolo passo avanti rispetto al passato (ma anche al parere contrario del Supremo Organo Giudicante Amministrativo_il Consiglio di Stato) l ha fatto per quanto concerne il pagamento, da parte dell Amministrazione di appartenenza, di contratti di assicurazione a favore dei propri dipendenti tecnici Viene infatti confermato il fatto che la Stazione appaltante deve pagare la polizza dei propri progettisti (art. 90 comma 6), viene segnalato che tra le spese tecniche da prevedere nel quadro economico di ciascun intervento sono comprese l assicurazione dei dipendenti (articolo 92, comma 7 bis_novellato dal decreto legislativo 152/2008), infine,viene, definitivamente,. imposto il pagamento della polizza per i verificatori di progetto (articolo 112, comma 4 bis_novellato dal decreto legislativo 152/2008) I dubbi e le domande che però una tale scelta comporta, possono essere tante e sicuramente, ancora una volta (visto il pasticcio fatto con la richiesta di una polizza indennitaria/risarcitoria_inesistente sul mercato), si ha la netta impressione che il legislatore non abbia voluto interpellare un assicuratore prima di imporre alcuni obblighi. Due sono gli interrogativi principali Proviamo, almeno, a rispondere però a due legittimi interrogativi:

2 Qual è la portata dei nuovi obblighi assicurativi delle Stazioni appaltanti nei confronti dei proprio progettisti e verificatori di progetto, a norma dei novellati articoli 92 e 112 del codice dei contratti? Alla luce quindi delle polizze pagate dalla propria amministrazione, un tecnico comunale può comunque dormire sonni un po più tranquilli o forse è il caso che si attivi anche personalmente, attraverso la sottoscrizione di una copertura assicurativa integrativa a quella pagata dal proprio Ente? Ad entrambe queste domande, cerchiamo ora di dare una risposta che soddisfi l esigenza di tranquillità degli operatori tecnici delle Amministrazioni pubbliche. Purtroppo, dobbiamo subito fare un importante distinzione. Esiste infatti ora una linea di demarcazione invalicabile. A cosa ci riferiamo? Al futuro regolamento di attuazione al quale già la Legge Merloni prima, e ora il codice dei contratti, demanda i particolari fondamentali della reale portata di questi obblighi assicurativi Giusto per non smentire la nostra tradizionale asburgicità, aggiungiamo che comunque la norma di cui all articolo 106 del (vecchio) regolamento di attuazione della Legge 109/94 smi è ancora in vigore (non essendo prevista la sua abrogazione nell articolo 256 del codice dei contratti, ancorché novellato sempre dal terzo correttivo) Ma andiamo con ordine. Le norme di legge (vecchie e nuove) Ecco qui le norme del codice dei contratti con le quale dobbiamo confrontarci (dal 17 ottobre 2008): Decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE Capo IV - Servizi attinenti all'architettura e all'ingegneria (rubrica così modificata dall'articolo 2, comma 1, lettera s), d.lgs. n. 113 del 2007) Sezione I - Progettazione interna ed esterna - livelli della progettazione Art. 90. Progettazione interna ed esterna alle amministrazioni aggiudicatrici in materia di lavori pubblici (artt. 17 e 18, legge n. 109/1994) 5. Il regolamento definisce i limiti e le modalità per la stipulazione per intero, a carico delle stazioni appaltanti, di polizze assicurative per la copertura dei rischi di natura professionale a favore dei dipendenti incaricati della progettazione. Nel caso di affidamento della progettazione a soggetti esterni, la stipulazione è a carico dei soggetti stessi. Art. 92. Corrispettivi, incentivi per la progettazione e fondi a disposizione delle stazioni appaltanti

3 (rubrica così modificata dall'articolo 2, comma 1, lettera t), d.lgs. n. 152 del 2008) (artt. 17 e 18, legge n. 109/1994; art. 1, co. 207 legge n. 266/2005) 7-bis. Tra le spese tecniche da prevedere nel quadro economico di ciascun intervento sono comprese l assicurazione dei dipendenti, nonché le spese di carattere strumentale sostenute dalle amministrazioni aggiudicatrici in relazione all intervento. (comma aggiunto dall'art. 2, comma 1, lettera t), d.lgs. n. 152 del 2008) Art Verifica della progettazione prima dell'inizio dei lavori (art. 30, commi 6 e 6-bis, legge n. 109/ , comma 1-ter, legge n. 109) 4-bis. Il soggetto incaricato dell attività di verifica deve essere munito, dalla data di accettazione dell incarico, di una polizza di responsabilità civile professionale, estesa al danno all opera, dovuta ad errori od omissioni nello svolgimento dell attività di verifica, avente le caratteristiche indicate nel regolamento. Il premio relativo a tale copertura assicurativa, per i soggetti interni alla stazione appaltante, è a carico per intero dell amministrazione di appartenenza ed è ricompreso all interno del quadro economico; l amministrazione di appartenenza vi deve obbligatoriamente provvedere entro la data di validazione del progetto. Il premio è a carico del soggetto affidatario, qualora questi sia soggetto esterno. (comma introdotto dall'art. 2, comma 1, lettera u), d.lgs. n. 152 del 2008) Decreto del Presidente della Repubblica 21 dicembre 1999, n. 554 Regolamento di attuazione della legge quadro in materia di lavori pubblici 11 febbraio 1994, n. 109, e successive modificazioni (G.U. n. 98 del 28 aprile 2000, s. o. n. 66/L) Art. 106 (Polizza assicurativa del dipendente incaricato della progettazione) 1. Qualora la progettazione sia affidata a proprio dipendente, la stazione appaltante assume l onere [del rimborso al dipendente dei due terzi] del premio corrisposto da questi per contrarre garanzia assicurativa per la copertura dei rischi professionali. L'importo da garantire non può essere superiore al dieci per cento del costo di costruzione dell'opera progettata e la garanzia copre il solo rischio per il maggior costo per le varianti di cui all'articolo 25, comma 1, lettera d), della Legge. (ovvio che ora il riferimento è l articolo 32, comma e) del codice dei contratti_ n.d.r.) (ai sensi dell'articolo 145, comma 89, della legge n. 388 del finanziaria che ha modificato l'articolo 17, comma 3, della legge n. 109 del 1994, l'onere deve essere assunto per intero dall'amministrazione) La copertura per i progettisti Detto questo, vediamo quindi che cosa cambia per i progettisti interni La risposta è molto semplice: nulla fino a che non entrerà in vigore il regolamento! Che cosa copre la polizza così come delimitata dall articolo 106 del dpr 554/99?

4 Anche in questo caso la risposta è molto semplice: quasi nulla in quanto l unico rischio della polizza sono i maggiori costi che eventualmente la stazione appaltante potrebbe risentire a causa di un errata progettazione (si presume esecutiva) che abbia generato variante. Ma questa è storia vecchia.e non è questa la sede per fare polemiche sull assoluta inutilità di una tale copertura o sul fatto che, in questo modo, viene comunque coperta una parte della responsabilità amministrativa e non civile del progettista (per buona pace dell art. 3, comma 59, della legge 24 dicembre 2007, n.244 (legge finanziaria 2008)) Quello che invece ci preme è avere uno sguardo al futuro! Ed ecco infatti, come nel regolamento, il nostro legislatore ha inteso caratterizzare il contratto di assicurazione a copertura dei rischi di natura professionale dei progettisti interni alla pa. Si legge infatti nell ultima bozza disponibile: < Polizza assicurativa del dipendente incaricato della progettazione (art. 106, d.p.r. n. 554/1999) 1. Qualora la progettazione sia affidata a proprio dipendente, la stazione appaltante provvede, a fare data dal contratto, a contrarre garanzia assicurativa per la copertura dei rischi professionali, sostenendo l onere del premio con i fondi appositamente accantonati nel quadro economico di ogni singolo intervento ovvero ricorrendo a stanziamenti di spesa all uopo previsti dalla singole stazioni appaltanti. L'importo da garantire non può essere superiore al dieci per cento del costo di costruzione dell'opera progettata e la garanzia copre, oltre ai rischi professionali, anche il rischio per il maggior costo per le varianti di cui all'articolo 132, comma 1, lettera e), del codice.> Questo si che è parlare chiaro! In conclusione, se questo dovesse restare l intendimento del legislatore, allora la Stazione appaltante dovrà pagare una polizza per la copertura dei rischi professionali a totale copertura di tutta la responsabilità civile extracontrattuale (ex art cc), ma, ed è questa un assoluta nota dolente, attenzione (sic) solo dei progettisti (restano fuori dalla pignatta i direttori dei lavori, i responsabili della sicurezza, i collaudatori e i RUP) La copertura per i verificatori Per questa attività, le novità a livello assicurativo, sono di notevole spessore. E crediamo di poter affermare, anche di immediata applicazione (ovvero non bisogna attendere il regolamento) Il perché di questa affermazione è molto semplice: il legislatore ha voluto imporre il pagamento della polizza di responsabilità civile professionale del verificatore di progetto alle Amministrazioni, già nel decreto legislativo 163/2006 smi ovvero elevando tale obbligo dalla fonte secondaria del regolamento (riportiamo qui sotto l art. 54 della seconda bozza) a norma primaria, esprimendo così la volontà di renderla operante con il 17 ottobre Seconda bozza di regolamento

5 Art. 54 Le garanzie 1. Il soggetto incaricato dell attività di verifica deve essere munito, dalla data di accettazione dell incarico, di una polizza di responsabilità civile professionale, estesa al danno all opera, dovuta ad errori od omissioni nello svolgimento dell attività di verifica, avente le seguenti caratteristiche: a) nel caso di polizza specifica limitata all incarico di verifica, la polizza deve avere durata fino alla data di rilascio del certificato di collaudo o di regolare esecuzione: 1. non inferiore al 5% del valore dell opera, con il limite di euro, per lavori di importo inferiore alla soglia stabilita dall articolo 28, comma 1, lettera c) del codice; 2. non inferiore al 10% dell importo dei lavori, con il limite di euro, nel caso di lavori di importo pari o superiore alla predetta soglia. Per opere di particolare complessità può essere richiesto un massimale superiore a euro fino al 20% dell importo dei lavori con il limite di euro. b) nel caso in cui l affidatario dell incarico di verifica sia coperto da una polizza professionale generale per l intera attività, detta polizza deve essere integrata attraverso idonea dichiarazione della compagnia di assicurazione che garantisca le condizioni di cui al punto a) per lo specifico progetto. 2. Il premio relativo a tale copertura assicurativa, per i soggetti interni, è a carico dell amministrazione di appartenenza, che vi deve obbligatoriamente provvedere entro a data di validazione del progetto; il premio è a carico del soggetto affidatario, qualora questi sia soggetto esterno. Indubbiamente anche questo è un notevole passo avanti, rispetto al silenzio del passato: però., viene da chiedersi, perché progettisti e verificatori, si, e tutti gli altri no!...mah E sebbene velocemente, ci auguriamo così di aver riposto al primo punto relativo alla portata innovativa dei nuovi obblighi assicurativi a carico della stazione appaltante. Opportuna una polizza personale: perché? Detto questo e ovviamente promettendoci di tornare sull argomento non appena le notizie sul regolamento si faranno più certe, vediamo di rispondere al dubbio se possiamo affermare che il tecnico possa stare tranquillo oppure se invece, è il caso di segnalare la necessità di operare anche una scelta personale. Non vi può essere alcun dubbio, già da come abbiamo impostato tutto il nostro dialogo, che riteniamo assolutamente insufficienti questi rimedi assicurativi per far fronte a tutte le responsabilità dell universo tecnico della pubblica amministrazione. Ma perché ne siamo così sicuri e quali possono essere le soluzioni? I motivi che ci induco a riflettere sulla scarsa portata delle polizze obbligatorie sono i seguenti. Non sono assicurabili tutte le figure e quindi tutte le attività tecniche I massimali sono parametrati sul valore dell opera e non sull effettiva pericolosità dell attività svolta; (per capirci è come se ci dicessero che dobbiamo essere assicurati per la responsabilità civile mentre siamo alla guida della nostra macchina, calcolando l importo del danno che

6 potremo produrre al valore della vettura: quindi guidando una Cinquecento ci sono possibilità di fare meno danni che non guidando una Ferrari_ ma in quale film???) Sebbene, in virtù della norma costituzionale dell articolo 28, la responsabilità civile diretta dei dipendenti pubblici, si estende anche al proprio ente di appartenenza (questo significa che nella maggior parte dei casi, sarà la pa( o il suo assicuratore), in quanto legittimata passiva, a pagare direttamente i terzi danneggiati; creando quindi un minor bisogno assicurativo del dipendente pubblico, non dimentichiamo che, davanti al giudice civile, ad assoluta discrezionalità del danneggiato, anche il dipendente tecnico potrebbe venir chiamato a rispondere del proprio operato : di conseguenza comunque i massimali di polizza devono essere adeguati; Resta comunque esclusa la copertura per la responsabilità amministrativa da danno erariale, a seguito di sentenza della Corte dei Conti. Quest ultima affermazione merita però un ulteriore, noiosa, precisazione. La responsabilità amministrativa e la sua assicurabilità Dal momento in cui l Amministrazione pubblica si trova a dover risarcire un terzo (qualunque sia stato il giudice competente, quindi sia per la lesione di un diritto assoluto (espropriazioni) _giudice civile_sia per la lesione di un interesse legittimo (appalti)_ Tar e Consiglio di Stato_), tutti gli importi, usciti fuori bilancio dalle casse pubbliche, devono essere segnalati al giudice contabile che,da norme costituzionali, è la Corte dei Conti. La responsabilità, chiamata amministrativa/contabile, davanti a questo giudice è personale. Ma non per questo non assicurabile (come quella penale) in quanto, dottrina e giurisprudenza si trovano d accordo nell affermare che si tratta di una responsabilità a carattere risarcitorio: in pratica il singolo responsabile deve risarcire alla propria amministrazione (o ad altre se interessate) il danno prodotto a seguito del proprio comportamento doloso o gravemente colposo. Ed è questo, a parere di chi scrive, il vero rischio dell attività di un dipendente pubblico, sia esso un tecnico ma anche con funzioni amministrative. Oramai un consolidato orientamento giurisprudenziale ci insegna l assoluta illegittimità del pagamento di una tale copertura da parte dell ente di appartenenza ; l anno scorso anche il nostro legislatore è voluto intervenire con il seguente articolato: art. 3, comma 59, della legge 24 dicembre 2007, n.244 (legge finanziaria 2008): < E nullo il contratto di assicurazione con il quale un ente pubblico assicuri propri amministratori per i rischi derivanti dall'espletamento dei compiti istituzionali connessi con la carica e riguardanti la responsabilità per danni cagionati allo Stato o ad enti pubblici e la responsabilità contabile. I contratti di assicurazione in corso alla data di entrata in vigore della presente legge cessano di avere efficacia alla data del 30 giugno In caso di violazione della presente disposizione, l'amministratore che pone in essere o che proroga il contratto di assicurazione e il beneficiario della copertura assicurativa sono tenuti al rimborso, a titolo di danno erariale, di una somma pari a dieci volte l'ammontare dei premi complessivamente stabiliti nel contratto medesimo> Nulla però impedisce alla singola persona di sottoscrivere per proprio conto, una polizza con pagamento a totale carico della stessa come ci insegna, da ultimo, proprio un giudice contabile:

7 tratto da Corte Conti _ Sezione Giurisdizionale per il Veneto_ con la sentenza numero 756 dell 8 luglio 2008 (il testo intero è stato pubblicato sul sito < Ciò, però, produce non l impossibilità sostanziale e giuridica di stipulare polizze separate a copertura della responsabilità civile verso i terzi e della responsabilità erariale (operazione quest ultima vietata se del pagamento del relativo premio è onerata l Amministrazione pubblica), ma solo una maggiore difficoltà a rinvenire sul mercato società disposte alla stipula alle rigide condizioni prefissate dagli Enti pubblici.> Quale soluzione? Giunti quindi alla fine di questo nostro percorso, ci preme sottolineare che una soluzione a questo problema è già stata trovata da Unitel, la quale, assieme al proprio consulente assicurativo e avvalendosi dell indipensabile supporto di un primario broker assicurativo italiano, sta già studiando un testo di polizza, da proporre alle singole persone, che, nel tener conto di tutte le attuali e future novità legislative, sia in grado di offrire un ampia copertura assicurativa ad un prezzo di assoluta competitività Sonia Lazzini

RESPONSABILITA CIVILE PATRIMONIALE

RESPONSABILITA CIVILE PATRIMONIALE CONVENZIONE NAZIONALE per l assicurazione della RESPONSABILITA CIVILE PATRIMONIALE per Amministratori Segretari Comunali Dirigenti, Funzionari, Dipendenti della PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Premessa La Legge

Dettagli

G P A LE COPERTURE ASSICURATIVE POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PATRIMONIALE

G P A LE COPERTURE ASSICURATIVE POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PATRIMONIALE LE COPERTURE ASSICURATIVE POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PATRIMONIALE Definizione di Dipendente Tecnico: qualsiasi persona, regolarmente abilitato o comunque in regola con le disposizioni di legge per

Dettagli

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI E SOCIETA A PARTECIPAZIONE PUBBLICA acquisto di beni e servizi assunzione personale consulenze ABSTRACT Il quadro di

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI E SOCIETA A PARTECIPAZIONE PUBBLICA acquisto di beni e servizi assunzione personale consulenze ABSTRACT Il quadro di CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI E SOCIETA A PARTECIPAZIONE PUBBLICA acquisto di beni e servizi assunzione personale consulenze ABSTRACT Il quadro di riferimento normativo In questi ultimi anni gli acquisti

Dettagli

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO PARERE N. 7 DEL 04.03. 2010

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO PARERE N. 7 DEL 04.03. 2010 FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO PARERE N. 7 DEL 04.03. 2010 POLIZZE ASSICURATIVE AMMINISTRATORI QUALI SONO ESENTI E DEDUCIBILI IL QUESITO E possibile avere un quadro delle problematiche fiscali

Dettagli

Responsabilità e normativa

Responsabilità e normativa Responsabilità e normativa L elemento!soggettivo!del!fatto!dal!quale!ha!origine!il!danno!può!essere!di!natura: Dolosa fatto commesso con volontarietà ed intenzionalità; Colposa fatto commesso senza intenzionalità

Dettagli

Oggetto: Novità introdotte dalla Legge di stabilità 2016 e Milleproroghe in materia di appalti di lavori, servizi e forniture

Oggetto: Novità introdotte dalla Legge di stabilità 2016 e Milleproroghe in materia di appalti di lavori, servizi e forniture USG 246 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA AREA APPROVVIGIONAMENTI E PATRIMONIO Servizio negoziale Settore supporto e consulenza all'attività dei RUP Via Balbi, 5-16126 Genova tel. 010/20951631 e-mail: supportorup@unige.it

Dettagli

1) SULL OPERATIVITA IN PRIMO O SECONDO RISCHIO DELLE DUE

1) SULL OPERATIVITA IN PRIMO O SECONDO RISCHIO DELLE DUE A.- POLIZZA R.C. PROFESSIONALE 1) SULL OPERATIVITA IN PRIMO O SECONDO RISCHIO DELLE DUE POLIZZE. La polizza Assicuratrice Milanese spa regolamenta il profilo in esame all art. 16 n. 2 delle condizioni

Dettagli

LINEA OPERATIVA PON ATAS. Appalto di forniture e servizi

LINEA OPERATIVA PON ATAS. Appalto di forniture e servizi LINEA OPERATIVA PON ATAS Appalto di forniture e servizi Evoluzione normativa (1) Fino agli anni 70 del secolo scorso la principale fonte normativa di carattere generale in materia di servizi e forniture

Dettagli

B.- LA POLIZZA TUTELA GIUDIZIARIA B1.- Assicuratrice Milanese spa rilascia una tutela legale con le seguenti caratteristiche:

B.- LA POLIZZA TUTELA GIUDIZIARIA B1.- Assicuratrice Milanese spa rilascia una tutela legale con le seguenti caratteristiche: B.- LA POLIZZA TUTELA GIUDIZIARIA B1.- Assicuratrice Milanese spa rilascia una tutela legale con le seguenti caratteristiche: 1) copertura delle spese giudiziali e stragiudiziali, sia civili che penali;

Dettagli

ART. 1. PRINCIPI CARATTERE GENERALE. NORMATIVA.

ART. 1. PRINCIPI CARATTERE GENERALE. NORMATIVA. ART. 1. PRINCIPI CARATTERE GENERALE. NORMATIVA. L Amministrazione Comunale nel rispetto della normativa vigente, intende determinare con il presente regolamento le modalità ed i criteri di conferimento

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l.

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l. CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l. ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO 1. Il servizio, qualificabile come

Dettagli

Decreto 20 marzo 2003, n.108

Decreto 20 marzo 2003, n.108 Decreto 20 marzo 2003, n.108 Ministero delle Attività Produttive. Regolamento recante norme per la ripartizione degli incentivi previsti dall'articolo 18, comma 1, della legge quadro in materia di lavori

Dettagli

CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LE MARCHE

CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LE MARCHE Del. n.141/2014/par CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LE MARCHE nell adunanza del 3 dicembre 2014 composta dai magistrati: Cons. Andrea LIBERATI Presidente f.f. Primo Ref. Valeria FRANCHI

Dettagli

COMUNE DI USSANA. Area Giuridica. DETERMINAZIONE N. 316 in data 23/12/2015

COMUNE DI USSANA. Area Giuridica. DETERMINAZIONE N. 316 in data 23/12/2015 COMUNE DI USSANA Area Giuridica DETERMINAZIONE N. 316 in data 23/12/2015 OGGETTO: Acquisizione di servizi mediante ricorso al mercato elettronico della pubblica amministrazione. Acquisizione espansione

Dettagli

Nursing Up L assicurazione della Colpa Grave a favore degli iscritti. Marzo 2013

Nursing Up L assicurazione della Colpa Grave a favore degli iscritti. Marzo 2013 Nursing Up L assicurazione della Colpa Grave a favore degli iscritti Marzo 2013 L assicurazione della Colpa Grave a favore degli iscritti Agenda Introduzione La Colpa Grave - la rilevanza dell argomento

Dettagli

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO PARERE N. 4 DEL 29.01. 2010. Vertenza giudiziale disciplina fiscale rivalutazione monetaria e interessi

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO PARERE N. 4 DEL 29.01. 2010. Vertenza giudiziale disciplina fiscale rivalutazione monetaria e interessi FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO PARERE N. 4 DEL 29.01. 2010 Vertenza giudiziale disciplina fiscale rivalutazione monetaria e interessi IL QUESITO Il giudice, a conclusione di una causa tra me ed

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. Servizio di Consulenza ed Assistenza Assicurativa (brokeraggio)

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. Servizio di Consulenza ed Assistenza Assicurativa (brokeraggio) CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Servizio di Consulenza ed Assistenza Assicurativa (brokeraggio) Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio di consulenza ed assistenza

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO

AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO mediante scrittura privata per l affidamento del servizio triennale di brokeraggio assicurativo a favore dell

Dettagli

REGIONE PUGLIA. Bari, LORO SEDI

REGIONE PUGLIA. Bari, LORO SEDI Prot. n. Area Politiche per la promozione della salute, delle persone e delle pari opportunità Servizio Politiche Benessere sociale e pari opportunità Bari, Ai Soggetti beneficiari dei finanziamenti di

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO PER LA PROGETTAZIONE E L INNOVAZIONE EX ART. 93, D.LGS. N. 163 DEL 12/04/2006 e s.m.i.

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO PER LA PROGETTAZIONE E L INNOVAZIONE EX ART. 93, D.LGS. N. 163 DEL 12/04/2006 e s.m.i. REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO PER LA PROGETTAZIONE E L INNOVAZIONE EX ART. 93, D.LGS. N. 163 DEL 12/04/2006 e s.m.i. Premessa Ai sensi dell art. 93, comma 7 bis del D.Lgs. 163/2006, l Università

Dettagli

DECRETO BALDUZZI E RESPONSABILITÀ

DECRETO BALDUZZI E RESPONSABILITÀ DECRETO BALDUZZI E RESPONSABILITÀ Assemblea TSRM Ferrara 28 maggio 2013 Avv. Roberta Li Calzi CONCETTO DI RESPONSABILITÀ Obbligo di rispondere di un'azione antigiuridica (contraria alle norme) cioè di

Dettagli

LINEA OPERATIVA PON ATAS. Gli Enti in house - circuito di rimborso

LINEA OPERATIVA PON ATAS. Gli Enti in house - circuito di rimborso LINEA OPERATIVA PON ATAS Gli Enti in house - circuito di rimborso Dir. 18-6-1992 n. 92/50/CEE Direttiva del Consiglio che coordina le procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici di servizi Articolo

Dettagli

favore degli iscritti www.marsh.it

favore degli iscritti www.marsh.it L assicurazione della Colpa Grave a favore degli iscritti www.marsh.it 1 Premessa Che cos è la colpa grave? E una grave negligenza, imprudenza, imperizia o una grave inosservanza di leggi e regolamenti

Dettagli

Autorità Nazionale Anticorruzione

Autorità Nazionale Anticorruzione Parere n.62 del 14/10/2014 PREC 95/14/S OGGETTO: Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex art. 6, comma 7, lettera n) del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 presentata dalla Ecosprint

Dettagli

Procedure negoziate di affidamento dei servizi tecnici

Procedure negoziate di affidamento dei servizi tecnici Procedure negoziate di affidamento dei servizi tecnici Avv. Alessandro Massari Roma, 17 dicembre 2011 Avv. Alessandro Massari 1 LE NUOVE SOGLIE COMUNITARIE DAL 1.1.2012 Nuove soglie approvate con Regolamento

Dettagli

All appaltatore sarà infatti consentito subappaltare a imprese terze in possesso dei necessari requisiti una quota (massima) del 30% dei lavori di

All appaltatore sarà infatti consentito subappaltare a imprese terze in possesso dei necessari requisiti una quota (massima) del 30% dei lavori di Pagamento diretto dei subappaltatori e anticipazione su fattura: due novità che faranno discutere di Massimo Gentile 1. In attuazione di quanto disposto dall articolo 25, comma 3, della Legge 18 aprile

Dettagli

ISTITUTO PER L INNOVAZIONE E TRASPARENZA DEGLI APPALTI E LA COMPATIBILITA AMBIENTALE

ISTITUTO PER L INNOVAZIONE E TRASPARENZA DEGLI APPALTI E LA COMPATIBILITA AMBIENTALE Guida operativa ITACA per l utilizzo del criterio d aggiudicazione dell offerta economicamente più vantaggiosa negli appalti di lavori pubblici di sola esecuzione ROMA, giovedì 20 GIUGNO 2013 1 Le condizioni

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

COMUNE DI MARANO LAGUNARE PROVINCIA DI UDINE DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO

COMUNE DI MARANO LAGUNARE PROVINCIA DI UDINE DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA E BROKERAGGIO ART. 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO ASSICURATIVO Il servizio oggetto del presente disciplinare concerne lo svolgimento dell'attività di brokeraggio per

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO

CAPITOLATO D APPALTO CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO A FAVORE DELL'OPERA NAZIONALE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DEL CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO CIG 6201196CD0

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA Delibera N. 93 COMUNE DI MIRANO Provincia di Venezia Servizio Segreteria CONTRATTI/edb VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: POLIZZA R.C. PATRIMONIALE PER SINDACO, ASSESSORI, DIRIGENTI

Dettagli

AFFIDAMENTI INCARICHI DI SERVIZI TECNICI ATTINENTI ALL'ARCHITETTURA ED ALL'INGEGNERIA

AFFIDAMENTI INCARICHI DI SERVIZI TECNICI ATTINENTI ALL'ARCHITETTURA ED ALL'INGEGNERIA AFFIDAMENTI INCARICHI DI SERVIZI TECNICI ATTINENTI ALL'ARCHITETTURA ED ALL'INGEGNERIA Nel far seguito a quanto emerso nel corso dell'incontro illustrativo delle novità apportate dal Codice dei Contratti

Dettagli

COMUNE DI FERENTILLO Provincia di Terni

COMUNE DI FERENTILLO Provincia di Terni COMUNE DI FERENTILLO Provincia di Terni SERVIZIO AFFARI GENERALI DETERMINAZIONE N. 78 Del 13/12/2013 OGGETTO: Servizio di assistenza per la predisposizione, la gestione e l'esecuzione di contratti assicurativi

Dettagli

Ritardi di Pagamento

Ritardi di Pagamento Ritardi di Pagamento Recepimento Direttiva Late Payments Direttiva 2011/7/UE (Late Payments) Recepita con decreto legislativo 9 novembre 2012, n. 192, recante Modifiche al decreto legislativo 9 ottobre

Dettagli

Roma, 2 agosto 2011 CIRCOLARE N. 113 / 2011 Prot. 468

Roma, 2 agosto 2011 CIRCOLARE N. 113 / 2011 Prot. 468 (K:\TRIENNIO 2009_2011\CIRCOLARI\2011\convenzione reale mutua.doc/ 09/01/12) Roma, 2 agosto 2011 CIRCOLARE N. 113 / 2011 Prot. 468 AGLI ENTI ASSOCIATI SL/AC/pb ASSICURAZIONI ENTI PUBBLICI ECONOMICI ENTI

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 CAPITOLATO D APPALTO

Dettagli

Capitolato per il servizio di consulenza e brokeraggio assicurativo dell Università degli Studi di Camerino. Codice CIG: 03477181F8

Capitolato per il servizio di consulenza e brokeraggio assicurativo dell Università degli Studi di Camerino. Codice CIG: 03477181F8 ALLEGATO 2 Capitolato per il servizio di consulenza e brokeraggio assicurativo dell Università degli Studi di Camerino Codice CIG: 03477181F8 ART. 1 - OGGETTO DELL APPALTO E CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO

Dettagli

O P E R A R O M A N I

O P E R A R O M A N I O P E R A R O M A N I (Azienda Pubblica di Servizi alla Persona) Via Roma, 21 38060 - NOMI (TN) Costituita ai sensi della L.R. 21 settembre 2005, n. 7. DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE Determinazione n. 4

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Determinazione del Dirigente Scolastico (Art. 11 del D. Lgs 163/2006) N. 7071 /A22 del 11/10/2014 Determina a contrarre per l affidamento del Servizio di Assicurazione a favore del Dirigente Scolastico

Dettagli

IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario. Milano, 9 giugno 2011. Ing. Luciano Brusaferro

IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario. Milano, 9 giugno 2011. Ing. Luciano Brusaferro Seminario IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Milano, 9 giugno 2011 Ing. Luciano Brusaferro 1 RIFERIMENTI LEGISLATIVI Codice Contratti Pubblici D. Lgs. 12 Aprile 2006

Dettagli

COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA

COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA Nr. 056 - ORIGINALE COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA PROVINCIA DI UDINE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Indirizzi in merito all attivazione di una Polizza Patrimoniale.- L anno

Dettagli

DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO

DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO ALL. B AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DEL SERVIZIO ASSICURATIVO RELATIVO ALLA POLIZZA TRIENNALE INFORTUNI PER LA SEDE DELLA SOGESID S.P.A. DI ROMA. CIG:

Dettagli

NEwSLETTER. Del 17 marzo 2014

NEwSLETTER. Del 17 marzo 2014 NEwSLETTER Del 17 marzo 2014 La giurisprudenza a seguito delle novità Introdotte con il d.l. 150/2012 (c.d. decreto balduzzi), convertito con modificazioni dalla l. 189/2012 In considerazione delle problematiche

Dettagli

CIRCOLARE N. 25/E. Roma, 26 giugno 2006

CIRCOLARE N. 25/E. Roma, 26 giugno 2006 CIRCOLARE N. 25/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 26 giugno 2006 OGGETTO: Trattamento fiscale delle prestazioni rese da fondi integrativi di previdenza costituiti presso gli enti di cui

Dettagli

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti Premessa - Dallo scorso 1 Gennaio è entrato in vigore il particolare meccanismo c.d. split payment, il quale prevede per le cessione di

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO DI BROKER DI ASSICURAZIONE

DISCIPLINARE D INCARICO DI BROKER DI ASSICURAZIONE DISCIPLINARE D INCARICO DI BROKER DI ASSICURAZIONE L anno duemilaquattordici (2014), il giorno del mese di con la presente scrittura privata da valere ad ogni effetto di legge, TRA Il comune di Campotosto

Dettagli

COMUNE DI CALASETTA PROVINCIA DI CARBONIA-IGLESIAS

COMUNE DI CALASETTA PROVINCIA DI CARBONIA-IGLESIAS COMUNE DI CALASETTA PROVINCIA DI CARBONIA-IGLESIAS C O P I A DETERMINAZIONE DEL SETTORE: Area Amministrativa - Affari Generali Oggetto: QUANTIFICAZIONE DEL LIMITE DI SPESA PER PERSONALE ASSUNTO CON FORME

Dettagli

Circolare N.126 del 31 Luglio 2013

Circolare N.126 del 31 Luglio 2013 Circolare N.126 del 31 Luglio 2013 RC professionisti. Dal 15 agosto diventa un obbligo! Gentile cliente, con la presente desideriamo ricordarle che entro il prossimo 15.08.2013, secondo quanto previsto

Dettagli

Scelte gestionali e diligenza degli amministratori

Scelte gestionali e diligenza degli amministratori 7/2009 Il Caso Scelte gestionali e diligenza degli amministratori IN BREVE Una recentissima sentenza della Cassazione conferma il sistema della responsabilità degli amministratori di società delineato

Dettagli

Monterosa 2000 S.p.A. Sede Legale: Frazione Bonda, 7 13021 Alagna Valsesia (VC) Sede Secondaria: Loc. Punta Indren 11020 Gressoney L.T.

Monterosa 2000 S.p.A. Sede Legale: Frazione Bonda, 7 13021 Alagna Valsesia (VC) Sede Secondaria: Loc. Punta Indren 11020 Gressoney L.T. Sede Legale: Frazione Bonda, 7 13021 Alagna Valsesia (VC) Sede Secondaria: Loc. Punta Indren 11020 Gressoney L.T. (AO) Tel. 0163/922922 Fax 0163/922663 Cod. fisc. e P. IVA 01868740026 e-mail info@freerideparadise,it

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO E CONSULENZA IN CAMPO ASSICURATIVO. All. 1 CAPITOLATO TECNICO

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO E CONSULENZA IN CAMPO ASSICURATIVO. All. 1 CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO E CONSULENZA IN CAMPO ASSICURATIVO All. 1 CAPITOLATO TECNICO INDICE PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO E CONSULENZA

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI Opere Pubbliche e Infrastrutture

SETTORE LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI Opere Pubbliche e Infrastrutture Comune di Oristano SETTORE LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI Opere Pubbliche e Infrastrutture Prot. n del Cat. cl. fasc. Risposta a nota n del All Impresa APPALTO PUBBLICO DI LAVORI DI IMPORTO INFERIORE ALLA

Dettagli

Centro Studi Consiglio Nazionale Ingegneri

Centro Studi Consiglio Nazionale Ingegneri Centro Studi Consiglio Nazionale Ingegneri L estensione dell obbligo di assicurazione agli iscritti all Ordine degli ingegneri (art. 3, comma 5, lettera e) del decreto-legge 13 agosto 2011, n. 138, convertito,

Dettagli

ARTICOLATO DELLA POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PATRIMONIALE RESPONSABILITA AMMINISTRATIVO - CONTABILE

ARTICOLATO DELLA POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PATRIMONIALE RESPONSABILITA AMMINISTRATIVO - CONTABILE ARTICOLATO DELLA POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PATRIMONIALE E RESPONSABILITA AMMINISTRATIVO - CONTABILE 1 PREMESSA La Legge 24 Dicembre 2007 n. 244 (Finanziaria 2008) ha stabilito all articolo 3 comma

Dettagli

La responsabilità da illeciti tributari

La responsabilità da illeciti tributari La responsabilità da illeciti tributari La disciplina della responsabilità amministrativa nei casi di violazioni che abbiano inciso sulla determinazione o sul pagamento del tributo è differente a seconda

Dettagli

PARTE GENERALE. Art. 1 Oggetto

PARTE GENERALE. Art. 1 Oggetto Capitolato di gara (Polizza generale) per l assicurazione della responsabilità civile professionale dei dipendenti del Comune di Firenze incaricati della progettazione dei lavori ai sensi degli art. 90

Dettagli

ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. n. 163/2006 DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. DIRETTIVA GENERALE

ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. n. 163/2006 DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. DIRETTIVA GENERALE Allegato n. 1 alla Delib.G.R. n. 38/12 del 30.9.2014 ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. n. 163/2006 DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. DIRETTIVA GENERALE SOMMARIO

Dettagli

13 maggio 2015 QUOTIDIANO DI SICILIA - TP Pagina 1 di 1

13 maggio 2015 QUOTIDIANO DI SICILIA - TP Pagina 1 di 1 13 maggio 2015 QUOTIDIANO DI SICILIA - TP Pagina 1 di 1 13 maggio 2015 LA SICILIA Pagina 1 di 1 13 maggio 2015 GIORNALE DI SICILIA Pagina 1 di 1 13 maggio 2015 LIBERO Pagina 1 di 2 13 maggio 2015 LIBERO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI PROFESSIONALI DI IMPORTO INFERIORE AD EURO 100.000,00 ATTINENTI I SERVIZI DI ARCHITETTURA ED INGEGNERIA

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI PROFESSIONALI DI IMPORTO INFERIORE AD EURO 100.000,00 ATTINENTI I SERVIZI DI ARCHITETTURA ED INGEGNERIA REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI PROFESSIONALI DI IMPORTO INFERIORE AD EURO 100.000,00 ATTINENTI I SERVIZI DI ARCHITETTURA ED INGEGNERIA IN MATERIA DI LAVORI PUBBLICI E I SERVIZI IN MATERIA

Dettagli

Oggetto: Rinnovo dei contratti per la fornitura di beni e servizi stipulati dalle pubbliche amministrazioni.

Oggetto: Rinnovo dei contratti per la fornitura di beni e servizi stipulati dalle pubbliche amministrazioni. Oggetto: Rinnovo dei contratti per la fornitura di beni e servizi stipulati dalle pubbliche amministrazioni. QUADRO NORMATIVO ( Stralcio in Allegato n.1): L art. 23 della L.62/2005 (Comunitaria 2004) ha

Dettagli

C O N V E N Z I O N E

C O N V E N Z I O N E C O N V E N Z I O N E Il Comune di PONTECAGNANO FAIANO (SA), Capofila dell Ambito Territoriale S4, sito in via M.A. Alfani, Legalmente Rappresentato dalla dott.ssa Giovanna Martucciello, nata a Pontecagnano

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI IMPERIA

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI IMPERIA AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI IMPERIA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL FUNZIONAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI PER L'UTILIZZAZIONE DEL FONDO DI CUI ALL'ART. 93, COMMA 7 bis, DEL DECRETO LEGISLATIVO

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI DIREZIONE GENERALE AVVISO PUBBLICO PER INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL EVENTUALE AFFIDAMENTO DIRETTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER L UNIVERSITA DEGLI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE DI CUI AL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE DI CUI AL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE DI CUI AL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI Art. 1: Ambito di applicazione. CAPO 1 Oggetto e soggetti Il presente Regolamento definisce

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO REPUBBLICA ITALIANA L anno duemila. il giorno. del mese di. nella sede della stazione appaltante sita.., alla via.. n..., avanti a me dott, autorizzato a ricevere atti e contratti

Dettagli

RAPPRESENTANZA LEGALE IN GIUDIZIO DEL COMUNE DI. CALCIANO DINANZI AL TRIBUNALE CIVILE DI ROMA II Sez.

RAPPRESENTANZA LEGALE IN GIUDIZIO DEL COMUNE DI. CALCIANO DINANZI AL TRIBUNALE CIVILE DI ROMA II Sez. CONVENZIONE OGGETTO: DISCIPLINARE PER L AFFIDAMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE PER IL PATROCINIO E LA RAPPRESENTANZA LEGALE IN GIUDIZIO DEL COMUNE DI CALCIANO DINANZI AL TRIBUNALE CIVILE DI ROMA II Sez.

Dettagli

Avv. Sergio Maria Battaglia. Docente AIRA Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio Roma, 28 marzo 2009

Avv. Sergio Maria Battaglia. Docente AIRA Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio Roma, 28 marzo 2009 Avv. Sergio Maria Battaglia Docente AIRA Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio Roma, 28 marzo 2009 I profili di responsabilità nei rapporti banca cliente La violazione degli obblighi Biennio

Dettagli

TAR TOSCANA: NON SEM PRE BASTA LA SOA

TAR TOSCANA: NON SEM PRE BASTA LA SOA TAR TOSCANA: NON SEM PRE BASTA LA SOA di Massimo Gentile Il caso di specie Oggetto del presente approfondimento è una recentissima pronuncia del Tribunale Amministrativo Regionale per la Toscana (sentenza

Dettagli

COMUNE DI VILLA D ALMÉ Provincia di Bergamo

COMUNE DI VILLA D ALMÉ Provincia di Bergamo COMUNE DI VILLA D ALMÉ Provincia di Bergamo Nr. 50 Del 19/04/2004 Cod. Ente 10243 INDIVIDUAZIONE DEI SOGGETTI CUI GARANTIRE LA COPERTURA ASSICURATIVA PER RESPONSABILITÀ CIVILE CON ONERI A CARICO DELL ENTE

Dettagli

Segnalazione ai sensi dell art. 6, comma 7, lettera f), del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 Atto di segnalazione n. 1 del 27 marzo 2013

Segnalazione ai sensi dell art. 6, comma 7, lettera f), del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 Atto di segnalazione n. 1 del 27 marzo 2013 Segnalazione ai sensi dell art. 6, comma 7, lettera f), del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 Atto di segnalazione n. 1 del 27 marzo 2013 Pubblicazione cartacea degli avvisi e dei bandi ex art.

Dettagli

C O M U N E D I V I C E N Z A

C O M U N E D I V I C E N Z A C O M U N E D I V I C E N Z A / 2014 DETERMINA N. 1786 DEL 03/12/2014 INCARICATO ALLA REDAZIONE: Pianalto Patrizia RESPONSABILE DEL SERVIZIO: Missagia Marcello DA INSERIRE NELL ELENCO CONSULENTI E COLLABORATORI

Dettagli

2. La responsabilità dell amministratore è solo verso i condomini o si riverbera anche nei confronti dei terzi?

2. La responsabilità dell amministratore è solo verso i condomini o si riverbera anche nei confronti dei terzi? LE RESPONSABILITÀ DELL AMMINISTRATORE A cura di: Avv. Salvatore Chiacchio Unioncasa 1. In cosa si sostanzia la responsabilità dell amministratore? 2. La responsabilità dell amministratore è solo verso

Dettagli

Circolare N.120 del 4 Settembre 2012. Professioni regolamentate. Più tempo per la copertura assicurativa

Circolare N.120 del 4 Settembre 2012. Professioni regolamentate. Più tempo per la copertura assicurativa Circolare N.120 del 4 Settembre 2012 Professioni regolamentate. Più tempo per la copertura assicurativa Professioni regolamentate: più tempo per la copertura assicurativa Gentile cliente, con la presente

Dettagli

N. 125 Sezione regionale di controllo per l Umbria: parere 23. ottobre 2013: Pres. Sfrecola Rel. Di Stazio -Comune di Gualdo

N. 125 Sezione regionale di controllo per l Umbria: parere 23. ottobre 2013: Pres. Sfrecola Rel. Di Stazio -Comune di Gualdo N. 125 Sezione regionale di controllo per l Umbria: parere 23 ottobre 2013: Pres. Sfrecola Rel. Di Stazio -Comune di Gualdo Cattaneo Comune e provincia Compenso incentivante a funzionari tecnici per progettazione

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli

ARTICOLO 1 Premesse Le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente atto.

ARTICOLO 1 Premesse Le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente atto. SCRITTURA PRIVATA TRA la Diocesi/Parrocchia di..., con sede in..., Via/Piazza,..., codice fiscale/partita iva..., in persona del legale rappresentante pro-tempore, di seguito denominato anche Committente

Dettagli

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Determinazione n. 4/2007 del 29 marzo 2007 Indicazioni sull affidamento dei servizi di ingegneria ed architettura a seguito

Dettagli

DIRITTO DI PARABOLA. Per installare una parabola

DIRITTO DI PARABOLA. Per installare una parabola DIRITTO DI PARABOLA Per installare una parabola non occorrono autorizzazioni La giurisprudenza ha affermato che il diritto alla installazione di antenne riconduce al diritto primario alla libera manifestazione

Dettagli

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COPIA di DELIBERAZIONE della GIUNTA MUNICIPALE N 105 del 29.7.2014 Oggetto: Affidamento dell incarico di assistenza ad un broker di assicurazioni Linee di indirizzo.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CIG 50773444D0 OGGETTO DELL'INCARICO L affidamento ha per oggetto lo svolgimento del servizio di brokeraggio assicurativo professionale,

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA AREA PROGRAMMAZIONE E GESTIONE TERRITORIO COPIA DETERMINAZIONE N. 102 del 17/09/2012 OGGETTO INCARICO PROFESSIONALE PER LA REDAZIONE DI RELAZIONI TECNICHE

Dettagli

Questioni interpretative prospettate dal Coordinamento Nazionale dei Centri di Assistenza Fiscale

Questioni interpretative prospettate dal Coordinamento Nazionale dei Centri di Assistenza Fiscale CIRCOLARE N. 34 /E Direzione Centrale Normativa Roma, 22/10/2015 OGGETTO: Questioni interpretative prospettate dal Coordinamento Nazionale dei Centri di Assistenza Fiscale 2 INDICE 1. PREMESSA 3 2. SANZIONE

Dettagli

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato CONTRATTO FRA IL COMUNE DI GENOVA E... PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO A FAVORE DI MINORI E NUCLEI DI NAZIONALITÀ STRANIERA SEGUITI DALL UFFICIO CITTADINI SENZA TERRITORIO PERIODO...

Dettagli

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DEI SERVIZI GENERALI I Reparto 1 Divisione Piazza della Marina, 4 00196 - Roma www.commiservizi.difesa.it e-mail: commiservizi@commiservizi.difesa.it Tel.: 06/36806378

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA SERVIZIO ASSICURATIVO POLIZZA RCT/RCO

DISCIPLINARE DI GARA SERVIZIO ASSICURATIVO POLIZZA RCT/RCO C o m u n e d i B a r i DISCIPLINARE DI GARA SERVIZIO ASSICURATIVO POLIZZA RCT/RCO Pagina 1 di 7 Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto il servizio assicurativo della responsabilità civile

Dettagli

Allegato 3. Indice generale 1. OGGETTO DEL SERVIZIO... 3 2. SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO... 5 3. OBBLIGHI DEL BROKER... 5 4. OBBLIGHI DI ANSF...

Allegato 3. Indice generale 1. OGGETTO DEL SERVIZIO... 3 2. SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO... 5 3. OBBLIGHI DEL BROKER... 5 4. OBBLIGHI DI ANSF... AGENZIA NAZIONALE PER LA SICUREZZA DELLE FERROVIE CAPITOLATO SPECIALE Procedura aperta per l affidamento del servizio di brokeraggio assicurativo per le esigenze dell Agenzia Nazionale per la Sicurezza

Dettagli

LA SURROGA DELL ASSICURATORE

LA SURROGA DELL ASSICURATORE LA SURROGA DELL ASSICURATORE L ASSICURATORE CHE HA PAGATO L INDENNITÀ È SURROGATO, FINO ALLA CONCORRENZA DELL AMMONTARE DI ESSA NEI DIRITTI DELL ASSICURATO VERSO I TERZI RESPONSABILI. (Art. 1916 C.C.)

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2260

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2260 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2260 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori SANGALLI, BUBBICO e FIORONI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 5 LUGLIO 2010 Modifiche al codice delle assicurazioni

Dettagli

Corte di Cassazione, Sezioni Unite civili, sentenza n. 12898 del 13 giugno 2011

Corte di Cassazione, Sezioni Unite civili, sentenza n. 12898 del 13 giugno 2011 Corte di Cassazione, Sezioni Unite civili, sentenza n. 12898 del 13 giugno 2011 Presidente: dott. Paolo Vittoria; Relatore Consigliere: dott.ssa Roberta Vivaldi IL TERMINE BREVE PER IMPUGNARE DECORRE SOLO

Dettagli

Questionario R.C. Merloni e Normativa

Questionario R.C. Merloni e Normativa Le informazioni trascritte nel presente modulo sono ad uso esclusivo di Euroconsul S.r.l. e verranno trattate con la massima riservatezza al solo fine di ottenere la quotazione del rischio dalle principali

Dettagli

N..REP REPUBBLICA ITALIANA Agenzia Regionale per la Tutela dell Ambiente Dell Abruzzo Contratto di Brokeraggio L anno duemilasei, il giorno del mese

N..REP REPUBBLICA ITALIANA Agenzia Regionale per la Tutela dell Ambiente Dell Abruzzo Contratto di Brokeraggio L anno duemilasei, il giorno del mese N..REP REPUBBLICA ITALIANA Agenzia Regionale per la Tutela dell Ambiente Dell Abruzzo Contratto di Brokeraggio L anno duemilasei, il giorno del mese di, presso la Sede Centrale dell Agenzia Regionale per

Dettagli

Medico (assi)cura te stesso. Milano - 26.3.2011 www.studiolaplacagriva.it. www.studiolaplacagriva.it

Medico (assi)cura te stesso. Milano - 26.3.2011 www.studiolaplacagriva.it. www.studiolaplacagriva.it Medico (assi)cura te stesso. Milano - 26.3.2011 AMBITO ASSICURARSI COME. CIRCA IL PROBLEMA DELLA COLPA GRAVE NELL'ORDINAMENTO GIURIDICO ITALIANO: PROBLEMI DI COPERTURA ASSICURATIVA. Responsabilità del

Dettagli

Con il presente atto: - SOCIETÀ AEROPORTO TOSCANO S.p.A. (inde cit. SAT ), con sede in Pisa, Aeroporto Galileo Galilei, iscritta al n.

Con il presente atto: - SOCIETÀ AEROPORTO TOSCANO S.p.A. (inde cit. SAT ), con sede in Pisa, Aeroporto Galileo Galilei, iscritta al n. Con il presente atto: - SOCIETÀ AEROPORTO TOSCANO S.p.A. (inde cit. SAT ), con sede in Pisa, Aeroporto Galileo Galilei, iscritta al n. 5422 del Registro Società presso il Tribunale di Pisa, capitale sociale

Dettagli

Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania

Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania Determinazione del Dirigente Scolastico/RUP (Art. 11 del D. Lgs 163/2006 e ss.mm.ii) Prot. 1885/B16 Vitulano 20/08/2014 A: Sito Internet Scuola Albo Scuola Albo pretorio Comune di Vitulano (BN) Determina

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA AREA PROGRAMMAZIONE E GESTIONE TERRITORIO COPIA DETERMINAZIONE N. 101 del 17/09/2012 OGGETTO AFFIDAMENTO INCARICO PER LA REDAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE

Dettagli

Prof. Sergio Foà Supervisore Progetto Oplab

Prof. Sergio Foà Supervisore Progetto Oplab In riferimento alla legge Merloni (109/1994 e successive modifiche) ed in particolare a quanto previsto dall art. 17, co. 12, qual è la procedura corretta da esperire per l affidamento di incarichi professionali,

Dettagli

ART. 1 OGGETTO E PRESTAZIONI OGGETTO DELL INCARICO

ART. 1 OGGETTO E PRESTAZIONI OGGETTO DELL INCARICO CAPITOLATO D APPALTO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO DEL CONSIGLIO DELL ORDINE NAZIONALE DEI DOTTORI AGRONOMI E DEI DOTTORI FORESTALI SEDE IN VIA PO, 22

Dettagli

L ASSICURAZIONE DELLA COLPA GRAVE PER IL GRUPPO FERROVIE DELLO STATO ITALIANE 2015 2016. Giugno 2015

L ASSICURAZIONE DELLA COLPA GRAVE PER IL GRUPPO FERROVIE DELLO STATO ITALIANE 2015 2016. Giugno 2015 L ASSICURAZIONE DELLA COLPA GRAVE PER IL GRUPPO FERROVIE DELLO STATO ITALIANE 2015 2016 Giugno 2015 Riferimento normativo Art.3 comma 59 legge 24 dicembre 2007 n.244 (finanziaria 2008) E nullo il contratto

Dettagli

Comune di Bassano del Grappa

Comune di Bassano del Grappa Comune di Bassano del Grappa DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Registro Unico 1358 / 2015 Area A1 - Area Risorse, Sviluppo OGGETTO: DETERMINA A CONTRARRE PER L AFFIDAMENTO DIRETTO DEL SERVIZIO DI ANALISI E COSTITUZIONE

Dettagli

Studio Associato Franchin e Ronchiato

Studio Associato Franchin e Ronchiato News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi DURC in edilizia privata: ripristinata la validità temporale a 90 giorni Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, con la

Dettagli