UNGHERIA CONGIUNTURA ECONOMICA E COMMERCIO ESTERO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNGHERIA CONGIUNTURA ECONOMICA E COMMERCIO ESTERO"

Transcript

1 UNGHERIA CONGIUNTURA ECONOMICA E COMMERCIO ESTERO 2012 Agenzia per la promozione all estero e e l internazionalizzazione delle imprese italiane Ufficio di Budapest Maggio 2013

2 IL QUADRO CONGIUNTURALE Congiuntura economica Il PIL ungherese nel 2012 ha subito un calo dell 1,7% rispetto all anno precedente, secondo i dati pubblicati dall Ufficio Centrale di Statistica ungherese (KSH). Per il 2013 la Banca Centrale ungherese (NBH) e la World Bank prevedono una crescita del PIL rispettivamente dello 0,5% e dello 0,4%, mentre il FMI prevede un PIL stabile nel 2013 ed una crescita dell 1,2% nel Principali dati Il PIL nel 2012 ha registrato una diminuzione dell 1,7% rispetto al Tale dato rappresenta la prima contrazione dell economia ungherese dal 2009, dopo la crescita dell 1,7% registrata nel Dopo un calo uniforme nei primi tre trimestri del 2012 (rispettivamente 1,3%, -1,5% e 1,4%), nel 4 trimestre si è verificata una flessione più accentuata (-2,7%). Il debito pubblico dell Ungheria nel 2012, secondo i dati diffusi dall'agenzia per la Gestione del Debito Pubblico (AKK), ha raggiunto miliardi di fiorini (circa 71,6 miliardi di euro), con una contrazione dell 1,1% rispetto al Il debito interno, con una quota del 59,1% del debito totale, è aumentato del 16,2% rispetto al 2011, mentre il debito esterno, la cui quota è del 40,9%, è diminuito del 18,1% rispetto all anno precedente. Il peso del debito pubblico sul PIL nel 2012 è stato del 79%. Il deficit pubblico, secondo i dati rilasciati dall Ufficio Centrale di Statistica ungherese, è ammontato a 567 miliardi di fiorini nel 2012 (circa 2 miliardi di euro), in diminuzione rispetto ai miliardi di fiorini (6,1 miliardi di euro) del Complessivamente nel 2012 il rapporto tra deficit e PIL è stato pari al 2%. La bilancia commerciale ha generato nel corso del 2012 un consistente attivo di 6,8 miliardi di euro (-3,4% rispetto al 2011). L interscambio per l intero 2012 ha registrato un valore pari a 153,4 miliardi di euro, denotando un incremento dello 0,3% rispetto all anno precedente. La quotazione media del fiorino rispetto all euro nel 2012 è stata di 289,42 HUF / 1 Euro. Il fiorino ungherese, dopo aver raggiunto il massimo di 321 HUF/Euro all inizio di gennaio, si è lentamente rafforzato, oscillando tra i HUF/Euro nel primo semestre e i HUF/Euro nel corso del secondo semestre

3 Il Tasso di sconto, che era del 7% ad agosto 2012, è stato abbassato gradualmente all attuale 4,75%. Il Tasso di disoccupazione si è attestato al 10,9% nel 2012, restando invariato rispetto al Il numero dei disoccupati è di 476 mila unità, 7 mila in più rispetto all anno precedente (+1,5%). Il tasso di inflazione medio per l intero anno è stato del 5,7%, in crescita rispetto al 3,9% registrato nel L inflazione, dopo aver toccato il 6,6% nel settembre 2012, ha poi mostrato segnali di calo nell ultimo trimestre, attestandosi al 5% in dicembre. Il tasso medio dell indice dei prezzi al consumo è cresciuto nel 2012 del 5,7% rispetto al Il prezzo degli alcolici, bevande e tabacco ha registrato l incremento maggiore (+12,7%), mentre per le voci energia elettrica ed altri beni e gas ed altri combustibili la crescita dei prezzi è stata pari al 7,2% ed al 6,2% rispettivamente. I consumi privati hanno registrato un calo dell 1,4% Nel 2012 la produzione lorda industriale è calata dell 1,7% (nel 2011 era cresciuta del 5,6%). Le esportazioni di prodotti industriali sono diminuite dello 0,7%, mentre le vendite domestiche hanno subito un calo del 3,9%. La produzione agricola nel 2012, secondo la stima dell EIU, è calata del 21,3% rispetto al Il volume degli investimenti nel 2012 è calato del 5,2% rispetto al Gli investimenti nell edilizia sono diminuiti del 10,6%, mentre gli investimenti per impianti e macchinari sono aumentati dell 1,8% Il settore dell edilizia continua il trend negativo registrato a partire dal Nel 2012 ha evidenziato un calo del 5,9% rispetto all anno precedente; il numero di edifici e di opere di ingegneria civile costruiti è diminuito rispettivamente del 7,6% e del 4%. Nel settore del turismo nel 2012 sono stati registrati 21,6 milioni di pernottamenti, con un incremento del 4.8% rispetto al 2011, e 8,3 milioni di arrivi (+3,6%). Il numero di ospiti ungheresi è cresciuto dello 0,9%, il numero degli ospiti stranieri dell 8,2%. 3

4 Principali indicatori macroeconomici Tasso di disoccupazione 11,2% 10,9% 10,9% Produzione industriale* 110,6 105,6 98,3 Settore edilizia* 89,6 92,1 94,1 Indice dei prezzi al consumo* 104,9 103,9 105,7 Indice dei prezzi alla produzione industriale* Indice dei prezzi alla produzione dei prodotti agricoli* Salario medio lordo reale (in HUF) Salario medio netto reale (in HUF) 104,5 104,2 104,3 116,8 119,3 115, * anno precedente = 100 Fonte: Ufficio Centrale di Statistica (KSH) 4

5 Commercio estero Bilancia Commerciale Secondo i dati pubblicati dall Ufficio Centrale di Statistica ungherese (KSH), il valore totale dell interscambio dell Ungheria per l intero 2012 è stato di 153,4 miliardi di euro, con un leggero incremento rispetto al 2011 pari allo 0,3%. Il valore delle esportazioni è stato di 80,1 miliardi di euro (+0,1% rispetto al 2011), quello delle importazioni di 73,3 miliardi (+0,5%). La bilancia commerciale, quindi, ha generato un attivo di 6,8 miliardi di euro, in diminuzione del 3,4% rispetto al Interscambio Ungheria Mondo (in milioni di euro) Var % Import ,5% Export ,1% Interscambio ,3% Saldo ,4% (Fonte KSH) Nell interscambio globale del 2012, la graduatoria dei Paesi partner commerciali dell Ungheria vede al primo posto la Germania, che detiene una quota del 24,9% dell interscambio totale, seguita da Austria (6,3%), Russia (5,8%), Slovacchia (5,7%), e Italia (4,6%). Il volume dell interscambio di questi cinque Paesi è pari al 47,3% dell interscambio totale. La Germania conserva quindi nettamente la prima posizione, con un valore di 38,2 miliardi di euro. La posizione favorevole della Russia è soprattutto legata alla consistente dipendenza ungherese dai prodotti energetici; tale dato è evidenziato anche dal forte disavanzo registrato dalla bilancia commerciale con la Russia. Tra i primi dieci Paesi partner dell Ungheria, la Slovacchia è il Paese che nel 2012 ha registrato una crescita maggiore, +11,8% rispetto all anno precedente, con una quota che è passata dal 5,1% del 2011 al 5,7% del L Italia, seppure in calo del 2,8% rispetto al 2011, si conferma quinto partner commerciale. 5

6 Interscambio commerciale ungherese per Paese (in milioni di euro) Paese Quota di Variazione 2012 / 2011 mercato (%) 1 Germania ,9% +2,7% 2 Austria ,3% +3,8% 3 Russia ,8% - 4 Slovacchia ,7% +0,1% 5 Italia ,6% -3,8% 6 Romania ,5% -4,1% 7 Polonia ,3% +1,1% 8 Francia ,1% -0,3% 9 Rep. Ceca ,7% +3,2% 10 Paesi Bassi ,4% +3,6% (Fonte: KSH) Esportazioni ungheresi Export per Paese Le esportazioni ungheresi nel 2012, con un valore di 80,1 miliardi di euro, sono cresciute dello 0,1% rispetto al Le quote delle esportazioni secondo le aree geografiche sono distribuite come di seguito: L 88,2% verso i Paesi europei; il 6,4% verso i Paesi asiatici; il restante 5,4% verso America, Africa, Australia ed Oceania. Nella classifica dei principali Paesi di destinazione dell export magiaro, la Germania resta il primo mercato di sbocco, con 20 miliardi di euro ed una quota del 25%, con una crescita dell 1,2% rispetto al La Romania resta il secondo mercato, con un valore di 4,8 miliardi di euro ed una quota del 6%. Seguono la Slovacchia, che ha importato merci ungheresi per un valore di 4,7 miliardi di euro (quota del 5,9%), e l Austria, con 4,6 miliardi di euro (quota del 5,8%), che evidenzia una crescita del 2,6% rispetto all anno precedente. L Italia, sebbene con un calo del 6,7% rispetto al 2011, mantiene la quinta posizione; ha importato merci dall Ungheria per un valore di 3,7 miliardi di euro e detiene una quota del 4,6%. Questi cinque mercati rappresentano il 47,3% del valore totale delle esportazioni ungheresi. 6

7 Export Ungheria Mondo (in milioni di euro) Quota di Variazione 2012 / Paese mercato (%) 1 Germania % +1,2% 2 Romania % -0,7% 3 Slovacchia ,9% +0,6% 4 Austria ,8% +2,6% 5 Italia ,6% -6,7% 6 Francia ,6% -0,3% 7 Regno Unito ,2% -9% 8 Rep. Ceca ,9% +4,4% 9 Polonia ,8% -0,6% 10 Russia ,2% -0,8% (Fonte: KSH) Export per settore Il settore trainante dell export ungherese è quello dei macchinari e mezzi di trasporto, una voce che rappresenta il 53,4% delle esportazioni magiare. La struttura merceologica dell export ungherese è la seguente: Macchinari e mezzi di trasporto, con un valore di 42,7 miliardi di euro ed una quota del 53,3%; Prodotti manifatturieri, con 24,9 miliardi di euro ed una quota del 31,1%; Alimentari, bevande e tabacchi, con 6,5 miliardi di euro ed una quota dell 8,2%; Carburanti ed energia elettrica, con 3,2 miliardi di euro ed una quota del 4%; Materie prime, con 2,7 miliardi di euro ed una quota del 3,4%; Il settore macchinari e mezzi di trasporto risulta, tra tutti i settori, l unico ad aver subito una diminuzione delle esportazioni rispetto al 2011 (-5,5%), mentre gli altri settori hanno registrato tutti un segno positivo, nell ordine: materie prime: +11,8%; carburanti ed energia elettrica: +9,5%; alimentari, bevande e tabacchi: +8,7%; prodotti manifatturieri: +6,4%; 7

8 Importazioni Import per Paese Le importazioni ungheresi nel 2012, con un valore di 73,3 miliardi di euro, sono cresciute dello 0,5% rispetto al Le importazioni sono distribuite secondo le seguenti aree geografiche: L 83,3% proviene dai Paesi europei; il 13% dai Paesi asiatici; il restante 3.7% da America, Africa, Australia ed Oceania; I principali Paesi fornitori sono: la Germania, con 18,1 miliardi di euro ed una quota del 24.8% dell import totale dell Ungheria, la Russia, con 6,4 miliardi (quota dell 8,7%), l Austria, con 5 miliardi (quota del 6,9%), la Slovacchia, con 4,1 miliardi (quota del 5,6%) e la Polonia, con 3,5 miliardi (quota del 4,7%). L Italia, che si posiziona al sesto posto, ha esportato merci in Ungheria per un valore di 3,3 miliardi di euro, e detiene una quota del 4,5%. Import Ungheria Mondo (in milioni di euro) Paese Quota di mercato Variazione (%) 1 Germania ,8% +4,5% 2 Russia ,7% +0,5% 3 Austria ,9% +4,9% 4 Slovacchia ,6% +3,5% 5 Polonia ,7% +2,7% 6 Italia ,5% -0,2% 7 Paesi Bassi ,1% -1,2% 8 Francia ,6% -0,2% 9 Rep. Ceca ,5% +1,7% 10 Romania ,8% -11,2% (Fonte: KSH) 8

9 Import per settore Per quanto concerne la composizione merceologica dei prodotti importati, l Ungheria, nel 2012, ha importato soprattutto macchinari e mezzi di trasporto, seguiti dai prodotti manifatturieri. Queste due voci rappresentano il 72,7% del valore totale delle importazioni del Paese. La struttura merceologica dell import magiaro risulta così composta: Macchinari e mezzi di trasporto, con 33,2 miliardi di euro ed una quota del 45,4%; Prodotti manifatturieri, con 24,9 miliardi di euro ed una quota del 34,1%; Carburanti ed energia elettrica, con 9,3 miliardi di euro ed una quota del 12,7%; Alimentari, bevande e tabacchi, con 3,9 miliardi di euro ed una quota del 5,3%; Materie prime, con 1,8 miliardi di euro ed una quota del 2,5%; I settori che hanno evidenziato una crescita rispetto al 2011 sono: carburanti ed energia elettrica (+3,4%), prodotti manifatturieri (+2,4%), alimentari, bevande e tabacchi (+0,2%). Hanno invece subito un calo le importazioni di macchinari e mezzi di trasporto (-1,6%) e di materie prime (-0,2%). Interscambio commerciale Italia Ungheria L interscambio commerciale dell Italia con l Ungheria nel 2012 è stato di 7 miliardi di euro, di cui 3,3 miliardi di export, e 3,7 miliardi di import, con un saldo negativo per l Italia di 448 milioni di euro. Le nostre esportazioni sono diminuite dello 0,2% rispetto al 2011, mentre le importazioni registrano una contrazione maggiore (-6,7% rispetto all anno precedente). Interscambio Italia - Ungheria (in milioni di euro) Variazione 2012/ 2011 (%) Export ,2% Import ,7% Totale ,8% Saldo % (Fonte: KSH) L Italia si è confermata al quinto posto nella classifica dei partner commerciali dell Ungheria, preceduta da Germania, Austria, Russia e Slovacchia, e seguita da Romania, Polonia, Francia, Repubblica Ceca e Paesi Bassi. Tuttavia, la quota di mercato dell Italia è passata dal 4,8% del 2011 al 4,6% del

10 Analizzando la composizione delle esportazioni italiane verso l Ungheria per macrosettori, secondo i dati dell Ufficio Centrale di Statistica ungherese, la parte più consistente, pari a 1,7 miliardi di euro (con una quota del 53,6%), è costituita dai prodotti manifatturieri (il cui valore è diminuito dell 1,3% rispetto all anno precedente), evidenziando in ordine di importanza i seguenti settori: prodotti in ferro e in acciaio (234,3 milioni di euro), metalli non ferrosi (180,1 milioni di euro), prodotti chimici organici (166,6 milioni di euro), prodotti in metallo generici (141 milioni di euro), filati ed altri prodotti tessili (133 milioni di euro), medicinali e articoli farmaceutici (115,6 milioni di euro), carta e cartone (84,8 milioni di euro), materie plastiche in forme primarie (77,3 milioni di euro), altre materie plastiche (63,4 milioni di euro). Al secondo posto, con 1,2 miliardi di euro (+2,1% rispetto al 2011 ed una quota del 36,5%) troviamo macchinari, mezzi di trasporto e relativa componentistica, e in particolare: macchinari ed attrezzature per uso industriale (431,6 milioni di euro), macchinari ed attrezzature per la produzione di energia (239,8 milioni di euro), macchinari ed impianti per la produzione di energia elettrica (188,5 milioni di euro), veicoli stradali (156,4 milioni di euro), macchinari per industrie specialistiche (121,7 milioni di euro), macchinari per la lavorazione dei metalli (21,2 milioni di euro). Seguono alimentari, bevande e tabacchi con 220,5 milioni di euro (+2,8% rispetto al 2011 ed una quota del 6,7%), con i seguenti settori in ordine di importanza: mangimi per animali con esclusione dei cereali (40,5 milioni di euro), bevande (37,9 milioni di euro), prodotti ortofrutticoli (35 milioni di euro), prodotti alimentari e preparati generici (27,4 milioni di euro), cereali e prodotti derivati (24,9 milioni di euro), caffè, tè, cacao, spezie (16,1 milioni di euro), carne e prodotti a base di carne (14,1 milioni di euro). Le materie prime occupano il quarto posto, con 70,5 milioni di euro (+7,5% rispetto al 2011 ed una quota del 2,2%). La categoria carburanti ed energia elettrica occupa il quinto posto fra i grandi gruppi di beni italiani esportati in Ungheria, con 32,6 milioni di euro (in calo del 36,1% rispetto all anno precedente ed una quota dell 1%). La voce predominante è costituita da petrolio, prodotti derivati dal petrolio e materiali correlati (32 milioni di euro). Se andiamo ad analizzare la composizione dell export ungherese verso l Italia per macrosettori nel 2012, rileviamo che i flussi più consistenti in termini di valore sono i seguenti: 1,5 miliardi di euro di macchinari, mezzi di trasporto, che registrano una diminuzione del 12% rispetto al 2011; 1,3 miliardi di euro di prodotti manifatturieri (- 5,4%), 598,4 milioni di euro di prodotti alimentari, bevande e tabacco (+4,4%), 360,8 milioni di euro di materie prime (-5,7%), 17 milioni di euro di carburanti ed energia elettrica (-3,6%). 10

UNGHERIA CONGIUNTURA ECONOMICA E COMMERCIO ESTERO. Gennaio-Settembre 2013

UNGHERIA CONGIUNTURA ECONOMICA E COMMERCIO ESTERO. Gennaio-Settembre 2013 UNGHERIA CONGIUNTURA ECONOMICA E COMMERCIO ESTERO Gennaio-Settembre 2013 Agenzia per la promozione all estero e e l internazionalizzazione delle imprese italiane Ufficio di Budapest Dicembre 2013 IL QUADRO

Dettagli

REPORT UNGHERIA. QUADRO MACROECONOMICO E COMMERCIO ESTERO ICE AGENZIA - Ufficio di Budapest Marzo 2016

REPORT UNGHERIA. QUADRO MACROECONOMICO E COMMERCIO ESTERO ICE AGENZIA - Ufficio di Budapest Marzo 2016 REPORT UNGHERIA 2015 QUADRO MACROECONOMICO E COMMERCIO ESTERO ICE AGENZIA - Ufficio di Budapest Marzo 2016 REPORT UNGHERIA 2015 Sommario Quadro macroeconomico 1 Congiuntura economica 1 Altri dati 2 Principali

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE Ungheria. I. Semestre 2010

NOTA CONGIUNTURALE Ungheria. I. Semestre 2010 NOTA CONGIUNTURALE Ungheria Congiuntura economica Commercio estero I. Semestre 2010 Istituto nazionale per il Commercio Estero Sezione per la promozione degli Scambi dell Ambasciata d Italia East-West

Dettagli

REPORT UNGHERIA. QUADRO MACROECONOMICO E COMMERCIO ESTERO ICE AGENZIA - Ufficio di Budapest Maggio 2017

REPORT UNGHERIA. QUADRO MACROECONOMICO E COMMERCIO ESTERO ICE AGENZIA - Ufficio di Budapest Maggio 2017 REPORT UNGHERIA 2016 QUADRO MACROECONOMICO E COMMERCIO ESTERO ICE AGENZIA - Ufficio di Budapest Maggio 2017 REPORT UNGHERIA 2016 Gentile Imprenditore, insieme allo staff dell Ufficio ICE di Budapest, sono

Dettagli

3. Il Commercio Internazionale

3. Il Commercio Internazionale 27 Bollettino di Statistica 3. Il Commercio Internazionale Aumenta l export napoletano Nei primi nove mesi del 2011 il valore a prezzi correnti delle esportazioni della provincia di Napoli ammonta ad oltre

Dettagli

Commercio estero e attività internazionali delle imprese 2014

Commercio estero e attività internazionali delle imprese 2014 Commercio estero e attività internazionali delle imprese 2014 L'edizione 2014 dell'annuario statistico realizzato dall'istat e l'ice fornisce un quadro aggiornato sulla struttura e la dinamica dell'interscambio

Dettagli

COMMERCIO CON L ESTERO

COMMERCIO CON L ESTERO 16 aprile 2012 Febbraio 2012 COMMERCIO CON L ESTERO A febbraio si rileva un aumento dello 0,1% rispetto al mese precedente per le esportazioni, determinato da una crescita dello 0,5% delle vendite verso

Dettagli

IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL I TRIMESTRE 2012

IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL I TRIMESTRE 2012 IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL I TRIMESTRE 212 Nei primi tre mesi del 212 il valore delle esportazioni italiane di merci è aumentato del 5,5 per cento rispetto allo stesso periodo del 211 per un totale

Dettagli

AMBASCIATA D ITALIA BRASILIA CONSOLATO GENERALE D ITALIA SAN PAOLO. Ufficio dell addetto finanziario

AMBASCIATA D ITALIA BRASILIA CONSOLATO GENERALE D ITALIA SAN PAOLO. Ufficio dell addetto finanziario San Paolo, 5 gennaio 2017 Oggetto: Il commercio estero brasiliano nel 2016 Sintesi: Nel 2016 la bilancia commerciale brasiliana ha registrato il surplus più elevato dal 2006 (47,7 miliardi di dollari).

Dettagli

Esportazioni 3 trimestre Var.% Imp. 2016/2015. Italia ,9% +0,5% Puglia Brindisi

Esportazioni 3 trimestre Var.% Imp. 2016/2015. Italia ,9% +0,5% Puglia Brindisi L interscambio commercialee della provincia di Brindisi, archivia il 3 trimestre 2016 con una aumento dei flussi esportativi (rispetto al 3 trimestre 2015) del (+15,7%) al contrario, i dati relativi alle

Dettagli

PRINCIPALI INDICATORI MACROECONOMICI DELLA ROMANIA NEL TERZO TRIMESTRE DEL 2013

PRINCIPALI INDICATORI MACROECONOMICI DELLA ROMANIA NEL TERZO TRIMESTRE DEL 2013 PRINCIPALI INDICATORI MACROECONOMICI DELLA ROMANIA NEL TERZO TRIMESTRE DEL 2013 Secondo i dati provvisori diffusi dall Istituto Nazionale di Statistica (INS), il Prodotto Interno Lordo (PIL) della Romania

Dettagli

INTERSCAMBIO UE/IRAN

INTERSCAMBIO UE/IRAN Settembre 2017 INTERSCAMBIO UE/IRAN 2015-2016 Valore delle esportazioni e delle importazioni degli Stati membri (EU28) EXPORT EXPORT IMPORT IMPORT INTERSCAMBIO INTERSCAMBIO 2015 2016 2015 2016 2015 2016

Dettagli

LE ESPORTAZIONI AGRICOLE E DELL INDUSTRIA ALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA. Gennaio 2016

LE ESPORTAZIONI AGRICOLE E DELL INDUSTRIA ALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA. Gennaio 2016 LE ESPORTAZIONI AGRICOLE E DELL INDUSTRIA ALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA Gennaio 2016 DATI CONGIUNTURALI: I PRIMI NOVE MESI DEL 2015 2 LE ESPORTAZIONI REGIONALI NEL 2015 Nei primi nove mesi del 2015 l

Dettagli

IL COMMERCIO ESTERO IN PROVINCIA DI UDINE anno 2015

IL COMMERCIO ESTERO IN PROVINCIA DI UDINE anno 2015 Centro Studi Ufficio Statistica e Prezzi IL COMMERCIO ESTERO IN PROVINCIA DI UDINE anno 2015 Aprile 2016 Via Morpurgo 4-33100 Udine - Tel. +39 0432 273223 273224 - fax +39 0432 512408 - email: unioncamerefvg@ud.camcom.it

Dettagli

3. L interscambio con l estero 3. L INTERSCAMBIO CON L ESTERO

3. L interscambio con l estero 3. L INTERSCAMBIO CON L ESTERO 3. L INTERSCAMBIO CON L ESTERO 22 3.1 L interscambio e il saldo della bilancia commerciale I dati Istat complessivi riferiti al commercio estero del 2014 confermano la ripresa dell interscambio commerciale.

Dettagli

L interscambio commerciale con l estero della provincia di Bergamo nel primo trimestre 2014

L interscambio commerciale con l estero della provincia di Bergamo nel primo trimestre 2014 L interscambio commerciale con l estero della provincia di Bergamo nel primo trimestre 2014 Servizio Studi della Camera di Commercio di Bergamo 26/06/2014 Le esportazioni originate dalla provincia di Bergamo

Dettagli

Scheda riassuntiva Francia.

Scheda riassuntiva Francia. Scheda riassuntiva Francia. Quadro generale. Totale importazioni 2006 533.972 (milioni di dollari) Totale esportazioni 2006 488.884 (milioni di dollari) Totale importazioni dall'italia 33.688 (milioni

Dettagli

Bollettino Mezzogiorno Sardegna

Bollettino Mezzogiorno Sardegna Bollettino Mezzogiorno 01 2017 Sardegna INDICE IL QUADRO MACROECONOMICO 1.1 Struttura economica ed andamento del Pil in Sardegna 1.2 Occupazione e disoccupazione in Sardegna LE IMPRESE 2.1 Struttura e

Dettagli

Provincia di Barletta Andria Trani

Provincia di Barletta Andria Trani Provincia di Barletta Andria Trani COMMERCIO ESTERO IV TRIMESTRE 2011 A cura di Settore Sviluppo Produttivo, Agricoltura e Aziende agricole Servizio Promozione IV Trimestre 2011 Pagina 1 Note Generali

Dettagli

COMMERCIO CON L ESTERO

COMMERCIO CON L ESTERO 17 febbraio 015 Dicembre 014 COMMERCIO CON L ESTERO Rispetto al mese precedente, a dicembre 014 si registra un aumento dell export (+,6%) e una diminuzione dell import (-1,6%). L aumento congiunturale

Dettagli

il Commercio Estero in Friuli Venezia Giulia anno 2016

il Commercio Estero in Friuli Venezia Giulia anno 2016 il Commercio Estero in Friuli Venezia Giulia anno 2016 maggio 2017 Via Morpurgo 4-33100 Udine - Tel. +39 0432 273200 273219 - fax +39 0432 509469 - email: statistica@ud.camcom.it Indice Il contesto internazionale

Dettagli

Import-export della provincia di Brindisi

Import-export della provincia di Brindisi Import-export della provincia di Brindisi (Dati al I trimestre 2014) L export brindisino nel primo trimestre 2014 registra un +0,7% rispetto al primo trimestre 2013 mentre la regione Puglia registra un

Dettagli

Presentazione Annuario Istat-Ice 2016

Presentazione Annuario Istat-Ice 2016 Presentazione Annuario Istat-Ice 2016 Commercio estero ed attività internazionali delle imprese Giorgio Alleva Presidente dell Istituto Nazionale di Statistica Outline Le principali novità dell Annuario

Dettagli

Esportazioni destag. Esportazioni (grezzo) Importazioni destag. Importazioni (grezzo)

Esportazioni destag. Esportazioni (grezzo) Importazioni destag. Importazioni (grezzo) Il commercio estero di beni nella provincia di Cremona - 2 trimestre 2015 - Dati generali I dati ISTAT del secondo trimestre 2015 sul commercio estero, ancora provvisori, indicano che nel periodo aprile-giugno,

Dettagli

SPAGNA Il settore alimentare

SPAGNA Il settore alimentare Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane (in gestione transitoria) Nota settoriale SPAGNA Il settore alimentare Ufficio ICE di Madrid Dott.ssa Carmen Barrantes

Dettagli

Internazionalizzazione delle imprese

Internazionalizzazione delle imprese Internazionalizzazione delle imprese italiane: contesto ed opportunità 24 Febbraio 2015 Business Analysis Pio De Gregorio, Responsabile Anna Tugnolo, Senior Analyst Dopo un 2013 difficile, le esportazioni

Dettagli

ESPORTAZIONI NEL VERBANO CUSIO OSSOLA: LE VENDITE ALL'ESTERO DIMINUISCONO DEL 34% NEL 2009

ESPORTAZIONI NEL VERBANO CUSIO OSSOLA: LE VENDITE ALL'ESTERO DIMINUISCONO DEL 34% NEL 2009 1 ESPORTAZIONI NEL VERBANO CUSIO OSSOLA: LE VENDITE ALL'ESTERO DIMINUISCONO DEL 34% NEL 2009 Premessa In questo rapporto si intende esaminare la dinamica del commercio estero nella provincia del Verbano

Dettagli

Nota sull andamento dell interscambio commerciale nel primo quadrimestre 2014

Nota sull andamento dell interscambio commerciale nel primo quadrimestre 2014 Nota sull andamento dell interscambio commerciale nel primo quadrimestre 2014 I dati Eurostat relativi al primo quadrimestre 2014 indicano un calo dell'interscambio tra Italia e rispetto allo stesso periodo

Dettagli

4 IL COMMERCIO INTERNAZIONALE

4 IL COMMERCIO INTERNAZIONALE 4 IL COMMERCIO INTERNAZIONALE 4.1 Il commercio con l estero Nel periodo gennaio dicembre il valore delle esportazioni della provincia di Napoli ha registrato un aumento del 6,7% rispetto allo stesso periodo

Dettagli

Il commercio estero in provincia di Cremona Dati trimestrali in migliaia di euro - provvisori Dati grezzi Dati destagionalizzati

Il commercio estero in provincia di Cremona Dati trimestrali in migliaia di euro - provvisori Dati grezzi Dati destagionalizzati Il commercio estero di beni nella provincia di Cremona 1 trimestre 2015 Dati generali I dati ISTAT del primo trimestre 2015 sul commercio estero, ancora provvisori, indicano che nel periodo gennaiomarzo,

Dettagli

Il commercio estero in provincia di Cremona Dati trimestrali in milioni di euro provvisori per il 2016 ed il

Il commercio estero in provincia di Cremona Dati trimestrali in milioni di euro provvisori per il 2016 ed il Il commercio estero di beni nella provincia di Cremona 2 trimestre 2017 Dati generali I dati di fonte Istat del secondo trimestre 2017 sul commercio estero, ancora provvisori, indicano che nel periodo

Dettagli

Repubblica Dominicana Congiuntura Economica

Repubblica Dominicana Congiuntura Economica Repubblica Dominicana Congiuntura Economica Nel 2011 il prodotto interno lordo della Repubblica Dominicana ha raggiunto i 55,61 miliardi di dollari registrando una crescita del 4.5% rispetto ai valori

Dettagli

VARIAZIONI E CONTRIBUTI ALLA VARIAZIONE DELL'EXPORT NAZIONALE 47,5 30,3 19,7 8,5 5,9 2,3

VARIAZIONI E CONTRIBUTI ALLA VARIAZIONE DELL'EXPORT NAZIONALE 47,5 30,3 19,7 8,5 5,9 2,3 LE ESPORTAZIONI NEL PRIMO SEMESTRE 2017 AUMENTO IN LIGURIA DEL 19,7% Nel primo semestre del 2017 in Italia le vendite di beni sui mercati esteri risultano in aumento dell 8,0% rispetto allo stesso periodo

Dettagli

Il saldo della bilancia commerciale risulta positivo ed è pari a 18 miliardi e 454 milioni di euro.

Il saldo della bilancia commerciale risulta positivo ed è pari a 18 miliardi e 454 milioni di euro. I SEMESTRE 2015: CRESCITA DELL EXPORT IN LIGURIA DEL 7% Nel primo semestre 2015, rispetto allo stesso periodo del 2014, in Italia le vendite di beni sui mercati esteri risultano in sensibile espansione

Dettagli

Focus: giugno 2016. quadro macroeconomico scambi commerciali con l Italia. Centro Studi Federlegno Arredo Eventi SpA

Focus: giugno 2016. quadro macroeconomico scambi commerciali con l Italia. Centro Studi Federlegno Arredo Eventi SpA Focus: giugno 2016 quadro macroeconomico scambi commerciali con l Italia Centro Studi Federlegno Arredo Eventi SpA QUADRO MACROECONOMICO INDICATORE 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 Popolazione (milioni)

Dettagli

DELLE ESPORTAZIONI. La provincia di Modena ha esportato merci per 10,7 miliardi, con un aumento del 2,6%

DELLE ESPORTAZIONI. La provincia di Modena ha esportato merci per 10,7 miliardi, con un aumento del 2,6% indicatori 35 In positivo indicatori il bilancio DELLE ESPORTAZIONI 2013 La provincia di ha esportato merci per 10,7 miliardi, con un aumento del 2,6% MAURA MONARI Sia Prometeia sia il Bollettino Economico

Dettagli

I dati Import-Export II Trimestre 2015

I dati Import-Export II Trimestre 2015 In collaborazione con il Consorzio Mantova Export Comunicato stampa Mantova, 22 settembre I dati Import-Export II Trimestre Nel primo semestre dell anno, secondo i dati Istat, si conferma la ripresa del

Dettagli

Bollettino Mezzogiorno Basilicata

Bollettino Mezzogiorno Basilicata Bollettino Mezzogiorno 02 2017 Basilicata INDICE IL QUADRO MACROECONOMICO 1.1 Struttura economica ed andamento del PIL 1.2 Occupazione e disoccupazione LE IMPRESE 2.1 Struttura e dinamica imprenditoriale

Dettagli

Bollettino Mezzogiorno Sardegna

Bollettino Mezzogiorno Sardegna Bollettino Mezzogiorno 02 2014 Sardegna INDICE IL QUADRO MACROECONOMICO 1.1 1.2 Struttura economica ed andamento del Pil in Sardegna Occupazione e disoccupazione in Sardegna LE IMPRESE 2.1 2.2 Struttura

Dettagli

09.16 RAPPORTO MENSILE

09.16 RAPPORTO MENSILE 09.16 RAPPORTO MENSILE Settembre 2016 Crescita economica, Imprese 1 Mercato del lavoro 3 Inflazione 5 Commercio estero 6 Turismo 8 Credito 9 Frutticoltura, Costruzioni 10 Congiuntura internazionale 11

Dettagli

Previsioni (variazioni %)

Previsioni (variazioni %) Previsioni (variazioni %) 1 dollari per barile; 2 livelli; 3 valori percentuali Elaborazioni CSC su dati Eurostat, Fmi, Cpb, TR Elaborazioni CSC su dati Fmi Paesi Emergenti: Pil (variazione % e peso sul

Dettagli

L INTERSCAMBIO COMMERCIALE DELLA TURCHIA NEI PRIMI DIECI MESI DEL 2013 FONTE: TUIK ELABORAZIONE ICE ISTANBUL

L INTERSCAMBIO COMMERCIALE DELLA TURCHIA NEI PRIMI DIECI MESI DEL 2013 FONTE: TUIK ELABORAZIONE ICE ISTANBUL 02.12.2013 L INTERSCAMBIO COMMERCIALE DELLA TURCHIA NEI PRIMI DIECI MESI DEL 2013 FONTE: TUIK ELABORAZIONE ICE ISTANBUL Nei primi dieci mesi del 2013 il disavanzo dell interscambio commerciale della Turchia

Dettagli

IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL 2011

IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL 2011 IL COMMERCIO ESTERO DELL ITALIA NEL 211 I dati più recenti diffusi dall Istat rivelano che nel quarto trimestre 211 il prodotto interno lordo dell Italia ha subito una flessione dello,7 per cento rispetto

Dettagli

LA BILANCIA DEI PAGAMENTI DELLA TECNOLOGIA DELL ITALIA NEL 2015

LA BILANCIA DEI PAGAMENTI DELLA TECNOLOGIA DELL ITALIA NEL 2015 17 ottobre 2016 LA BILANCIA DEI PAGAMENTI DELLA TECNOLOGIA DELL ITALIA NEL 2015 Questa pubblicazione è stata curata da Arcangela De Cata, Enrico Tosti e Simonetta Zappa. 1. L andamento della bilancia dei

Dettagli

ESPORTAZIONI Distribuzione merceologica

ESPORTAZIONI Distribuzione merceologica BILANCIA COMMERCIALE IN PROVINCIA DI UDINE La bilancia commerciale della provincia di Udine conferma per il 2016 un solido saldo commerciale attivo pari a 2.339 milioni di euro riveniente dalla differenza

Dettagli

Import-export della provincia di Brindisi

Import-export della provincia di Brindisi Import-export della provincia di Brindisi (Dati al I trimestre 2013) L export brindisino nel primo trimestre 2013 registra un -5,7% rispetto al primo trimestre 2012 mentre la regione Puglia registra un

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 26/2017

COMUNICATO STAMPA 26/2017 AI GIORNALI E CORRISPONDENTI DELLE PROVINCE DI BIELLA E VERCELLI LORO SEDI COMUNICATO STAMPA 26/2017 EXPORT: NEL 1 TRIMESTRE 2017 AUMENTO SOSTENUTO PER BIELLA E VERCELLI Le vendite all'estero crescono

Dettagli

Bollettino Mezzogiorno Basilicata

Bollettino Mezzogiorno Basilicata Bollettino Mezzogiorno 01 2016 Basilicata INDICE IL QUADRO MACROECONOMICO 1.1 Struttura economica ed andamento del Pil 1.2 Occupazione e disoccupazione LE IMPRESE 2.1 Struttura e dinamica imprenditoriale

Dettagli

Interscambio commerciale Turchia Mondo 2016

Interscambio commerciale Turchia Mondo 2016 Interscambio commerciale Turchia Mondo 2016 TURCHIA/MONDO 2015 2016 Var% IMPORTAZIONI 207.234.359 198.601.934-4,2% ESPORTAZIONI 143.838.871 142.606.247-0,9% INTERSCAMBIO 351.073.230 341.208.181-2,8% SALDO

Dettagli

VOLUME Suddivisione per Macroregioni e Macrosettori

VOLUME Suddivisione per Macroregioni e Macrosettori 2 Marzo 215 FOCUS VOLUME Suddivisione per Macroregioni e Macrosettori VOLUME VOLUME Volumi - per area geografica di destinazione (var. % gen- Paesi UE 6,9 2,6 Paesi extra UE 4,2-1,7 Mondo 5,4,6 Volumi

Dettagli

10.16 RAPPORTO MENSILE

10.16 RAPPORTO MENSILE 10.16 RAPPORTO MENSILE Ottobre 2016 Crescita economica, Imprese 1 Mercato del lavoro 3 Inflazione 5 Commercio estero 6 Turismo 8 Credito 9 Frutticoltura, Costruzioni 10 Congiuntura internazionale 11 Autori

Dettagli

Clicca qui per scaricare gli allegati della rubrica "Sicilia nei numeri"

Clicca qui per scaricare gli allegati della rubrica Sicilia nei numeri Clicca qui per scaricare gli allegati della rubrica "Sicilia nei numeri" Nel primo semestre del 2009 l interscambio della Sicilia con l estero ha registrato un notevole ridimensionamento, superiore al

Dettagli

Bollettino Mezzogiorno Sardegna

Bollettino Mezzogiorno Sardegna Bollettino Mezzogiorno 01 2014 Sardegna INDICE IL QUADRO MACROECONOMICO 1.1 Struttura economica ed andamento del Pil in Sardegna 1.2 Occupazione e disoccupazione in Sardegna LE IMPRESE 1.3 Struttura e

Dettagli

Comunicato stampa del 24 marzo 2017

Comunicato stampa del 24 marzo 2017 Comunicato stampa del 24 marzo 2017 Brusca frenata dell export in Sardegna: tengono le esportazioni nei Paesi dell Ue grazie al siderurgico, ma la domanda di prodotti sardi è in caduta libera Il 2016 si

Dettagli

Annuario statistico Commercio estero e attività internazionali delle imprese Edizione 2014

Annuario statistico Commercio estero e attività internazionali delle imprese Edizione 2014 29 luglio 2014 Annuario statistico Commercio estero e attività internazionali delle imprese Edizione 2014 Nota per la stampa L edizione 2014 dell Annuario statistico Commercio estero e attività internazionali

Dettagli

Fatti & Tendenze - Economia 5/2017 IL SETTORE DELLA ROBOTICA IN ITALIA NEL 2016

Fatti & Tendenze - Economia 5/2017 IL SETTORE DELLA ROBOTICA IN ITALIA NEL 2016 Fatti & Tendenze - Economia 5/2017 IL SETTORE DELLA ROBOTICA IN ITALIA NEL 2016 maggio 2017 1 IL SETTORE DELLA ROBOTICA NEL 2016 1.1 L andamento del settore nel 2016 Nel 2016 l industria italiana della

Dettagli

Bollettino Mezzogiorno Sicilia

Bollettino Mezzogiorno Sicilia Bollettino Mezzogiorno 01 2016 Sicilia INDICE IL QUADRO MACROECONOMICO 1.1 Struttura economica ed andamento del Pil 1.2 Occupazione e disoccupazione LE IMPRESE 2.1 Struttura e dinamica imprenditoriale

Dettagli

L INTERSCAMBIO CINA ITALIA

L INTERSCAMBIO CINA ITALIA L INTERSCAMBIO CINA ITALIA L interscambio commerciale tra Cina e Italia e cresciuto negli ultimi anni con tassi lievemente decrescenti (+31,9 nel 2006, +27,7 nel 2007, +21,9 nel 2008), per poi subire gli

Dettagli

Resta vivace il ciclo delle esportazioni modenesi nel 2 trimestre del 2006 I quantitativi esportati settore per settore ed i mercati di destinazione

Resta vivace il ciclo delle esportazioni modenesi nel 2 trimestre del 2006 I quantitativi esportati settore per settore ed i mercati di destinazione Modena, 26 settembre 2006 Prot. 20/06 Agli Organi di informazione COMUNICATO STAMPA Resta vivace il ciclo delle esportazioni modenesi nel 2 trimestre del 2006 I quantitativi esportati settore per settore

Dettagli

01.17 RAPPORTO MENSILE

01.17 RAPPORTO MENSILE 01.17 RAPPORTO MENSILE Gennaio 2017 Crescita economica, Imprese 1 Mercato del lavoro 3 Inflazione 5 Commercio estero 6 Turismo 8 Credito 9 Frutticoltura, Costruzioni 10 Congiuntura internazionale 11 Autori

Dettagli

A cura del Servizio Studi Padova, marzo 2017

A cura del Servizio Studi Padova, marzo 2017 La dinamica dell export provinciale Sintesi anno 2016 A cura del Servizio Studi Padova, marzo 2017 2 Andamento export e fatturato estero provincia di Padova nel 2016 Fonti disponibili ibili Dati Istat

Dettagli

La bilancia commerciale agroalimentare nazionale. gennaio-settembre 2017

La bilancia commerciale agroalimentare nazionale. gennaio-settembre 2017 La bilancia commerciale agroalimentare nazionale gennaio-settembre 2017 Roma, 21/12/2017 La bilancia agroalimentare nazionale nel periodo gennaio-settembre 2017 Le esportazioni agroalimentari italiane

Dettagli

10.15 RAPPORTO MENSILE

10.15 RAPPORTO MENSILE 10.15 RAPPORTO MENSILE Ottobre 2015 Crescita economica, Imprese 1 Mercato del lavoro 3 Inflazione 5 Commercio estero 6 Turismo 8 Credito 9 Frutticoltura, Costruzioni 10 Congiuntura internazionale 11 Autori

Dettagli

Bollettino Mezzogiorno Calabria

Bollettino Mezzogiorno Calabria Bollettino Mezzogiorno 01 2017 Calabria INDICE IL QUADRO MACROECONOMICO 1.1 Struttura economica ed andamento del Pil in Calabria 1.2 Occupazione e disoccupazione in Calabria LE IMPRESE 2.1 Struttura e

Dettagli

Variazione % tendenziale. Industria (escl.costruzioni) -0,6

Variazione % tendenziale. Industria (escl.costruzioni) -0,6 Rallenta la produzione industriale in termini sia congiunturali sia tendenziali per lo stesso valore: -0,6%. Prosegue il trend positivo dell industria automotive: +9,3% su aprile 2016 e +6,6 su maggio

Dettagli

04.17 RAPPORTO MENSILE

04.17 RAPPORTO MENSILE 04.17 RAPPORTO MENSILE Aprile 2017 Crescita economica, Imprese 1 Mercato del lavoro 3 Inflazione 5 Commercio estero 6 Turismo 8 Credito 9 Frutticoltura, Costruzioni 10 Congiuntura internazionale 11 Autori

Dettagli

Settore manifatturiero regionale. Dati aggiornati e previsioni

Settore manifatturiero regionale. Dati aggiornati e previsioni Al servizio di gente unica Settore manifatturiero regionale Dati aggiornati e previsioni Direzione Generale Le imprese manifatturiere Il 10,3% delle imprese attive è manifatturiero per un totale di 9.649

Dettagli

09.15 RAPPORTO MENSILE

09.15 RAPPORTO MENSILE 09.15 RAPPORTO MENSILE Settembre Crescita economica, Imprese 1 Mercato del lavoro 3 Inflazione 5 Commercio estero 6 Turismo 8 Credito 9 Frutticoltura, Costruzioni 10 Congiuntura internazionale 11 Autori

Dettagli

EXPORT 2016: CRESCONO LE VENDITE ALL ESTERO DELLA LIGURIA

EXPORT 2016: CRESCONO LE VENDITE ALL ESTERO DELLA LIGURIA EXPORT 2016: CRESCONO LE VENDITE ALL ESTERO DELLA LIGURIA Nei primi 9 mesi del 2016 in Italia si è registrata una crescita tendenziale dell export pari allo 0,5%, sintesi del contributo positivo dell Italia

Dettagli

Bollettino Mezzogiorno Abruzzo

Bollettino Mezzogiorno Abruzzo Bollettino Mezzogiorno 01 2017 Abruzzo INDICE IL QUADRO MACROECONOMICO 1.1 Struttura economica ed andamento del Pil in Abruzzo 1.2 Occupazione e disoccupazione in Abruzzo LE IMPRESE 2.1 Struttura e dinamica

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE ROMANIA 2015

NOTA CONGIUNTURALE ROMANIA 2015 NOTA CONGIUNTURALE ROMANIA 2015 Biroul de la Bucuresti Str. A.D.Xenopol, nr.15, sector 1-010472 Bucuresti T +40 21 2114240 F +40 21 2100613 bucarest@ice.it www.italtrade.com/romania marzo 2016 CONGIUNTURA

Dettagli

OPEN - Fondazione Nord Est Febbraio 2013

OPEN - Fondazione Nord Est Febbraio 2013 E4. ESPORTAZIONI E IMPORTAZIONI DI SERVIZI Scambi di servizi nel mondo e posizionamento dell Italia In base alle stime provvisorie dell Organizzazione Mondiale del Commercio (WTO), le esportazioni di servizi

Dettagli

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 24/04/2018

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 24/04/2018 Milano Vicenza Bologna Treviso Verona Brescia Firenze Reggio-Emilia Torino Varese Modena Padova Bergamo Monza-Brianza Parma Cuneo Rimini Roma Fermo Gorizia Como Mantova Macerata Piacenza Forlì-Cesena Ancona

Dettagli

Bollettino Mezzogiorno Abruzzo

Bollettino Mezzogiorno Abruzzo Bollettino Mezzogiorno 02 2014 Abruzzo INDICE IL QUADRO MACROECONOMICO 1.1 1.2 Struttura economica ed andamento del Pil in Abruzzo Occupazione e disoccupazione in Abruzzo LE IMPRESE 2.1 Struttura e dinamica

Dettagli

Bilancia dei pagamenti della tecnologia

Bilancia dei pagamenti della tecnologia Bilancia dei pagamenti della tecnologia Statistiche 18 ottobre 2017 Per informazioni: statistiche@bancaditalia.it www.bancaditalia.it/statistiche/index.html I principali risultati 1 Nel 2016 il saldo complessivo

Dettagli

Centro Studi SUPPLEMENTO FOCUS TRIMESTRALE SULL EXPORT DELLA PROVINCIA DI CUNEO I TRIMESTRE 2008

Centro Studi SUPPLEMENTO FOCUS TRIMESTRALE SULL EXPORT DELLA PROVINCIA DI CUNEO I TRIMESTRE 2008 SUPPLEMENTO Centro Studi FOCUS TRIMESTRALE SULL EXPORT DELLA PROVINCIA DI CUNEO I TRIMESTRE 2008 Decr. Trib. di Cuneo n. 71 - Poste Italiane SpA. Spedizione in A.P.- D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004

Dettagli

Il commercio estero dell Italia con i nuovi paesi membri dell Unione europea

Il commercio estero dell Italia con i nuovi paesi membri dell Unione europea 3 settembre 2004 Il commercio estero dell Italia con i nuovi paesi membri dell Unione europea Ufficio della comunicazione Tel. + 39 06 4673.2243-2244 Centro di informazione statistica Tel. + 39 06 4673.3105

Dettagli

Indice. Lo scenario economico globale. Il posizionamento dell Italia. Le imprese italiane e l internazionalizzazione. Focus Emilia-Romagna e Rimini

Indice. Lo scenario economico globale. Il posizionamento dell Italia. Le imprese italiane e l internazionalizzazione. Focus Emilia-Romagna e Rimini 1 2 Indice Lo scenario economico globale Il posizionamento dell Italia Focus Emilia-Romagna e Rimini Le imprese italiane e l internazionalizzazione 3 Evoluzione dell economia globale previsioni 8, Dinamica

Dettagli

Commercio con l estero (scambi con i paesi extra Ue) Agosto 2009

Commercio con l estero (scambi con i paesi extra Ue) Agosto 2009 Commercio con l estero (scambi con i paesi extra Ue) Agosto 2009 1 ottobre 2009 I dati diffusi con questo comunicato riguardano l interscambio con i paesi extra Ue del mese di agosto 2009. I risultati

Dettagli

PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 30 dicembre 2015 Novembre 2015 PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI Nel mese di novembre 2015 l indice dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali diminuisce dello 0,5% rispetto al mese

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE INDUSTRIA METALMECCANICA (giugno 2017)

NOTA CONGIUNTURALE INDUSTRIA METALMECCANICA (giugno 2017) NOTA CONGIUNTURALE INDUSTRIA METALMECCANICA (giugno 2017) In Italia nei primi mesi dell anno in corso, sembra consolidarsi la moderata fase espansiva che sta caratterizzando il settore metalmeccanico a

Dettagli

Istituto nazionale per il Commercio Estero. Nota Congiunturale PARAGUAY

Istituto nazionale per il Commercio Estero. Nota Congiunturale PARAGUAY Istituto nazionale per il Commercio Estero Nota Congiunturale PARAGUAY Gennaio 2011 Nel 2010 l economia paraguaiana ha registrato una eccellente performance presentando cifre storiche di crescita. Secondo

Dettagli

Elaborazione flash. Alcuni dati sul Settore della Meccanica in Lombardia FOCUS PROVINCIA DI VARESE

Elaborazione flash. Alcuni dati sul Settore della Meccanica in Lombardia FOCUS PROVINCIA DI VARESE Elaborazione flash Osservatorio MPI Confartigianato Lombardia 29/06/2016 Alcuni dati sul Settore della Meccanica in Lombardia FOCUS PROVINCIA DI VARESE HIGHLIGHTS SETTORE MECCANICA DEL TERRITORIO DI VARESE

Dettagli

Tavola 16.1 - Interscambio commerciale della Puglia - Anni 1994-2004 (dati in migliaia di euro - eurolire fino al 1998)

Tavola 16.1 - Interscambio commerciale della Puglia - Anni 1994-2004 (dati in migliaia di euro - eurolire fino al 1998) Tavola 16.1 - Interscambio commerciale della Puglia - Anni 1994-2004 (dati in migliaia di euro - eurolire fino al 1998) ANNI Interscambio commerciale Esportazioni Var. % Importazioni Var. % Saldi 1994

Dettagli

Fatti & Tendenze - Economia 3/2006 IL SETTORE DELLA ROBOTICA IN ITALIA NEL 2005

Fatti & Tendenze - Economia 3/2006 IL SETTORE DELLA ROBOTICA IN ITALIA NEL 2005 Fatti & Tendenze - Economia 3/2006 IL SETTORE DELLA ROBOTICA IN ITALIA NEL 2005 UCIMU - SISTEMI PER PRODURRE maggio 2006 1 IL SETTORE DELLA ROBOTICA NEL 2005 1.1 L andamento del settore nel 2005 Dopo un

Dettagli

TAB 8.1 Commercio estero delle province italiane. Valore delle importazioni ed esportazioni e variazione percentuale (valori in euro)

TAB 8.1 Commercio estero delle province italiane. Valore delle importazioni ed esportazioni e variazione percentuale (valori in euro) TAB 8.1 Commercio estero delle province italiane. Valore delle importazioni ed esportazioni 2006 2007 e variazione percentuale (valori in euro) IMPORTAZIONI ESPORTAZIONI Regioni e province 2006 2007 Var.06/07

Dettagli

PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 6 marzo 2015 Gennaio 2015 PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI A partire dai dati riferiti a gennaio 2015, gli indici dei prezzi alla produzione sono calcolati utilizzando il mese di dicembre

Dettagli

INTERSCAMBIO ITALIA-RUSSIA

INTERSCAMBIO ITALIA-RUSSIA ANALISI CONGIUNTURALE INTERSCAMBIO ITALIA-RUSSIA DICEMBRE 2016 Agenzia ICE Mosca INDICE TAB01 INTERSCAMBIO FEDERAZIONE RUSSA ITALIA TAB02 INTERSCAMBIO FEDERAZIONE RUSSA MONDO TAB03 IMPORTAZIONI FEDERAZIONE

Dettagli

Riflessioni sull andamento dell economia di Parma nel 2015 e 2016

Riflessioni sull andamento dell economia di Parma nel 2015 e 2016 Riflessioni sull andamento dell economia di Parma nel 2015 e 2016 Parma, 16 giugno 2016 Giordana Olivieri Responsabile Ufficio Studi Camera di Commercio di Parma Scenario internazionale Prodotto interno

Dettagli

Abruzzo. Cresa traccia il bilancio del 2014: Pil in flessione ma ci sono timidi segnali di ripresa

Abruzzo. Cresa traccia il bilancio del 2014: Pil in flessione ma ci sono timidi segnali di ripresa Abruzzo. Cresa traccia il bilancio del 2014: Pil in flessione ma ci sono timidi segnali di ripresa - 16 giugno 2015 In un contesto nazionale ancora negativo, per il 2014 le stime disponibili ed elaborate

Dettagli

Monza, 10 giugno 2014 SPAGNA. Uscita dalla crisi economica ed opportunità per le imprese italiane

Monza, 10 giugno 2014 SPAGNA. Uscita dalla crisi economica ed opportunità per le imprese italiane Monza, 10 giugno 2014 SPAGNA Uscita dalla crisi economica ed opportunità per le imprese italiane Dopo un lustro di crisi.. Primi dati positivi, segnale di una timida ma constante ripresa economica Banca

Dettagli

PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 29 Gennaio 2016 Dicembre 2015 PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI Nel mese di dicembre 2015 l indice dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali diminuisce dello 0,7% rispetto al mese

Dettagli

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 15 gennaio 2015 Novembre 2014 PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI Nel mese di novembre 2014 l indice dei prezzi all importazione dei prodotti industriali diminuisce dell 1,0% rispetto al mese

Dettagli

LA CRISI SI AGGRAVA: ANCHE L EXPORT CALA

LA CRISI SI AGGRAVA: ANCHE L EXPORT CALA 309 LA CRISI SI AGGRAVA: ANCHE L EXPORT CALA 17 Settembre2013 1 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente EXECUTIVE SUMMARY 2 Il 16 settembre

Dettagli

Bollettino Mezzogiorno Mezzogiorno

Bollettino Mezzogiorno Mezzogiorno Bollettino Mezzogiorno 02 2015 Mezzogiorno INDICE IL QUADRO MACROECONOMICO 1.1 Struttura economica ed andamento del Pil 1.2 Occupazione e disoccupazione LE IMPRESE 2.1 Struttura e dinamica imprenditoriale

Dettagli

Il commercio estero in provincia di Cremona Dati trimestrali in migliaia di euro - provvisori Dati grezzi Dati destagionalizzati

Il commercio estero in provincia di Cremona Dati trimestrali in migliaia di euro - provvisori Dati grezzi Dati destagionalizzati Il commercio estero di beni nella provincia di Cremona 4 trimestre 2014 Dati generali I dati ISTAT del quarto trimestre 2014 sul commercio estero, ancora provvisori, indicano che nel periodo ottobredicembre,

Dettagli

Le dinamiche del commercio estero bellunese e trevigiano nel primo semestre 2017

Le dinamiche del commercio estero bellunese e trevigiano nel primo semestre 2017 Comunicato Stampa Treviso, 15 settembre Le dinamiche del commercio estero bellunese e trevigiano nel primo semestre L ACCELERAZIONE DELLA CRESCITA MONDIALE PERMETTE ALLE ESPORTAZIONI TREVIGIANE DI CRESCERE

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio dicembre 2007 13 marzo 2008 Nel 2007 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un aumento dell 8 per cento rispetto al 2006 (più 6,1 per cento verso

Dettagli

IL COMMERCIO ESTERO MANTOVANO

IL COMMERCIO ESTERO MANTOVANO C O M U N I C A T O S T A M P A IL COMMERCIO ESTERO MANTOVANO Diffusi i dati relativi all import-export 2003 Mantova, 30.03.2004 Dall analisi dei dati sul commercio estero, condotta dal Servizio Informazione

Dettagli

Il commercio estero in provincia di Cremona Dati trimestrali in milioni di euro provvisori per il 2016

Il commercio estero in provincia di Cremona Dati trimestrali in milioni di euro provvisori per il 2016 Il commercio estero di beni nella provincia di Cremona 3 trimestre 2016 Dati generali I dati di fonte Istat del terzo trimestre 2016 sul commercio estero, ancora provvisori, indicano che nel periodo lugliosettembre,

Dettagli