Tutorato Programmazione 1 Modulo 2

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tutorato Programmazione 1 Modulo 2"

Transcript

1 Tutorato Programmazione 1 Modulo 2 Matrici e Stringhe Do#. Michele Ciampi Esercizi svol5 con standard C99

2 Matrici Prendere in input una matrice NxN (controllare che N<100)di interi e stampare: gli elemen5 della diagonale; la somma degli elemen5 per ogni riga; la somma degli elemen5 per ogni colonna la matrice trasposta Scomporre opportunamente il programma in funzioni e non u5lizzare matrici di appoggio non u5lizzare mai la notazione con le parentesi [] per accedere agli elemen5 della matrice Esempio di esecuzione

3 Soluzione #define DIM 100 #include<stdio.h> void print_sum_righe(int matr[dim][dim], int n); void print_sum_colonne(int matr[dim][dim], int n); void riempi_matrice(int matr[dim][dim], int n); void print_matrice(int matr[dim][dim], int n); void print_diagonale(int matr[dim][dim], int n); void print_trasposta(int matr[dim][dim], int n); int main() "int n; "int matr[dim][dim]; "do " " "printf("inserisci la dimensione della matrice "); " "scanf("%d", &n); " "}while(n>dim); " " "riempi_matrice(matr, n); "printf("\n La matrice inserita è la seguente\n"); "print_matrice(matr, n); "print_sum_righe(matr, n); "print_sum_colonne(matr, n); "printf("\ngli elementi della diagonale sono: "); "print_diagonale(matr, n); "printf("\nla matrice trasposta è la seguente\n"); "print_trasposta(matr, n); " }

4 Soluzione void riempi_matrice(int matr[dim][dim], int n) "for(int i=0;i<n;i++) " " "for(int j=0;j<n;j++) " " " " "printf("%d:%d)-> ", i, j); " " "scanf("%d", &matr[i][j]); " } void print_sum_righe(int matr[dim][dim], int n) "int sum; "for(int i=0;i<n;i++) " " "sum=0; " "for(int j=0;j<n;j++) " " " " "sum+=matr[i][j]; " " " " " "printf("\nla somma degli elementi della riga %d e' %d", i, sum); }

5 Soluzione void print_sum_colonne(int matr[dim][dim], int n) "int sum; "for(int i=0;i<n;i++) " " "sum=0; " "for(int j=0;j<n;j++) " " " " "sum+=matr[j][i]; " " "printf("\nla somma degli elementi della colonna %d e' %d", i, sum); " } void print_diagonale(int matr[dim][dim], int n) "for(int i=0;i<n;i++) " " "printf("%d ", matr[i][i]); }

6 Soluzione void print_diagonale(int matr[dim][dim], int n) "for(int i=0;i<n;i++) " " "printf("%d ", matr[i][i]); } void print_trasposta(int matr[dim][dim], int n) "for(int i=0;i<n;i++) " " "for(int j=0;j<n;j++) " "{ " " " "printf("%d\t", matr[j][i]); " " "printf("\n"); }

7 Stringhe Prendere in input una stringa e stampare la medesima in maiuscolo Es: ciao à CIAO ciao à CIAO Non è possibile u5lizzare le funzioni delle librerie ctype.h e string.h, quindi funzioni del 5po: tolower(.), toupper(.), strlen(.), ecc. Scrivere il programma sia u5lizzando la notazione con le parentesi [] per accedere alla stringa sia u5lizzando in puntatori

8 Stringhe

9 #define DIM 1000 #include<stdio.h> void my_tolower(char *s); int main() "char str[dim]; "printf("inserisci una stringa "); "scanf("%s", str); "my_tolower(str); "printf("%s", str); " " } void my_tolower(char *s) while(*s) "if ((*s >= a') && (*s <= z')) " " "*s-=32; "s++; } Soluzione

10 Matrici e stringhe Scrivere un programma che prende in input una frase (di al massimo 100 cara#eri) e mostra a video quali parole sono state inserite, e quante volte una parola occorre (il programma è case insensi5ve, inoltre bisogna considerare solo parole, dunque non i segni di interpunzione, apici ecc.). Es. Input: Dire: andiamo a mangiare, nonna risulta diverso dallo scrivere: andiamo a mangiare nonna Output: andiamo: 2 a: 2 mangiare: 2 nonna: 2 risulta: 1 diverso: 1 dal: 1 dire: 1 U5lizzare, quando possibile, le funzioni della libreria string.h (usare getchar) Non u5lizzare la notazione con le parentesi [] per accedere a matrici, array e stringhe.

11 Soluzione #define DIM 100 #include<stdio.h> #include<string.h> #include <ctype.h> void tolower_string(char *str); int is_exists(char * str,char matr[dim][dim], int n); int main() "char str[dim]; "char matr[dim][dim]; "int numero_occorrenze[dim]; "int nuova_stringa_trovata=0; "int index=0; "printf("inserisci la frase "); "int c; "int n=0; "char* app=str; "int exists; "while(1) " " "c=getchar(); " "if(c > 47) " " " " "nuova_stringa_trovata=1; " " "*(app++)=c; " " " " " "if((c<=47 c=='\n') && nuova_stringa_trovata) " " " " "nuova_stringa_trovata=0; " " "*(app)=0; " " " " " "tolower_string(str); " " "if((exists=is_exists(str, matr, n))==-1) " " " " " " "strcpy(*(matr+n), str); " " " "*(numero_occorrenze+(n++))=1; " " "}

12 Soluzione " " "else " " " " " " "(*(numero_occorrenze+exists))++; " " " " "app=str; " " " " " "if(c=='\n') " " " " "break; " "} " "for(int i=0;i<n;i++) " " "printf("%s\t ->\t %d\n", *(matr+i), *(numero_occorrenze+i)); " " } int is_exists(char * str,char matr[dim][dim], int n) "//restituisce la posizione all'interno di matr se str è già presente, -1 altrimenti "for(int i=0;i<n;i++) " " "if(strcmp(*(matr+i), str)==0) " " " " "return i; " "return -1; } void tolower_string(char* str) "for ( ; *str; ++str) *str = tolower(*str); }

Linguaggio C - Array. Array: tipo nome_array[num_elementi]

Linguaggio C - Array. Array: tipo nome_array[num_elementi] Linguaggio C - Array Array: Gli array o vettori sono delle strutture dati in grado di contenere un insieme di valori tutti dello stesso tipo. Un array lo possiamo immaginare come un contenitore suddiviso

Dettagli

Tutorato Programmazione 1 Modulo 2

Tutorato Programmazione 1 Modulo 2 Tutorato Programmazione 1 Modulo 2 Lezione 1 Do#. Michele Ciampi Esercizio 1 pagina 122 Esercizio 1 pagina 122 (Loops) Scrivere un programma che trova il più grande valore inserito dall utente. L utente

Dettagli

Corso di Informatica 1 Esercitazione n. 4

Corso di Informatica 1 Esercitazione n. 4 Corso di Informatica 1 Esercitazione n. 4 Marco Liverani Esercizio n. 1 Letti in input due numeri interi n > 0 e k > 1 costruire un array A di n numeri interi casuali minori di 100 che non siano multipli

Dettagli

18/01/16. Soluzione degli esercizi svolti in aula alla lavagna. Seconda lezione. Cast

18/01/16. Soluzione degli esercizi svolti in aula alla lavagna. Seconda lezione. Cast Soluzione degli esercizi svolti in aula alla lavagna Seconda lezione Cast 1 Esempio Scriviamo un programma che converte temperature Fahrenheit in temperature Celsius La formula è cels = (fahr 32) * 5 *

Dettagli

Esercizio 1: calcolo insieme intersezione

Esercizio 1: calcolo insieme intersezione Esercitazione Fondamenti di Informatica B Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica 3 Esercitazione: 19 ottobre 2005 Esercizi su array e matrici Esercizio 1: calcolo insieme intersezione Problema: *******************************************************************

Dettagli

Caratteri e stringhe

Caratteri e stringhe Caratteri e stringhe Caratteri Dato che un computer può memorizzare esclusivamente sequenze di bit, per memorizzare un carattere (e quindi testi) è necessario stabilire una convenzione che associa a un

Dettagli

Informatica B

Informatica B Informatica B 2016-2017 Esercitazione 8 Array e Stringhe Alessandro A. Nacci alessandro.nacci@polimi.it - www.alessandronacci.it 1 Esercizio 1: stringhe - vocali consecutive Scrivere un programma che data

Dettagli

Stringhe Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR

Stringhe Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR Domenico Daniele Bloisi Docenti Parte I prof. Silvio Salza salza@dis.uniroma1.it http://www.dis.uniroma1.it/~salza/fondamenti.htm

Dettagli

giapresente( ) leggi( ) char * strstr(char * cs, char * ct) NULL

giapresente( ) leggi( ) char * strstr(char * cs, char * ct) NULL Materiale di ausilio utilizzabile durante l appello: tutto il materiale è a disposizione, inclusi libri, lucidi, appunti, esercizi svolti e siti Web ad accesso consentito in Lab06. L utilizzo di meorie

Dettagli

Informatica 1. Corso di Laurea Triennale in Matematica. Gianluca Rossi

Informatica 1. Corso di Laurea Triennale in Matematica. Gianluca Rossi Informatica 1 Corso di Laurea Triennale in Matematica Gianluca Rossi gianluca.rossi@uniroma2.it Dipartimento di Matematica Università di Roma Tor Vergata 11: Stringhe (www.informatica-uno.blogspot.com)

Dettagli

Esercitazione 6. Array

Esercitazione 6. Array Esercitazione 6 Array Arrays Array (o tabella o vettore): è una variabile strutturata in cui è possibile memorizzare un numero fissato di valori tutti dello stesso tipo. Esempio int a[6]; /* dichiarazione

Dettagli

Non ci sono vincoli sul tipo degli elementi di un vettore Possiamo dunque avere anche vettori di

Non ci sono vincoli sul tipo degli elementi di un vettore Possiamo dunque avere anche vettori di ARRAY DI PUNTATORI Non ci sono vincoli sul tipo degli elementi di un vettore Possiamo dunque avere anche vettori di puntatori Ad esempio: char * stringhe[4]; definisce un vettore di 4 puntatori a carattere

Dettagli

Array Tipi di dato semplici e strutturati strutturati array elementi omogenei numero d ordine indice lunghezza dimensione

Array Tipi di dato semplici e strutturati strutturati array elementi omogenei numero d ordine indice lunghezza dimensione Array Tipi di dato semplici e strutturati i tipi di dato visti finora erano tutti semplici: int, char, float,... i dati manipolati sono spesso complessi (o strutturati) con componenti elementari o strutturate

Dettagli

Esercizio 1: funzione con valore di ritorno di tipo puntatore

Esercizio 1: funzione con valore di ritorno di tipo puntatore Esercitazione Fondamenti di Informatica B Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica 7 Esercitazione: 14 dicembre 2005 Esercizi su ricorsione, manipolazione stringhe, strutture dinamiche Problema: Esercizio

Dettagli

Esercizio 2 (punti 7) Dato il seguente programma C: #include <stdio.h> int swap(int * nome, int length);

Esercizio 2 (punti 7) Dato il seguente programma C: #include <stdio.h> int swap(int * nome, int length); Fondamenti di Informatica L-A (A.A. 004/005) - Ingegneria Informatica Prof.ssa Mello & Prof. Bellavista I Prova Intermedia del 11/11/004 - durata h - COMPITO B Esercizio 1 (punti 1) Una associazione di

Dettagli

Stringhe. Concetti chiave

Stringhe. Concetti chiave Concetti chiave Stringhe Variabili strutturate: array di caratteri Carattere di fine stringa Copiare, concatenare, confrontare e convertire stringhe Funzioni standard strcpy, strcat, strcat, strcmp, atoi,

Dettagli

ARRAY E TYPEDEF. A volte è utile definire un nuovo tipo di dato come array. Si usa la solita sintassi del linguaggio C

ARRAY E TYPEDEF. A volte è utile definire un nuovo tipo di dato come array. Si usa la solita sintassi del linguaggio C A volte è utile definire un nuovo tipo di dato come array. Si usa la solita sintassi del linguaggio C Es typedef ; typedef char stringa[10]; dichiara che il tipo stringa è un array

Dettagli

Esercizio 1. Esercizio - 1

Esercizio 1. Esercizio - 1 Sia data la struttura Esercizio 1 struct time { int hour, minute, second; ; Per semplicità si può definire il tipo Time typedef struct time Time; 1 Esercizio - 1 Si realizzi in un modulo tempo.h/tempo.c

Dettagli

Lezione 6: Funzioni di I/O avanzate

Lezione 6: Funzioni di I/O avanzate Lezione 6: Funzioni di I/O avanzate Laboratorio di Elementi di Architettura e Sistemi Operativi 11 Aprile 2012 Funzioni avanzate di I/O Il buffer di tastiera I caratteri digitati da tastiera rimangono

Dettagli

Esercizio 1. Esercizio 1 - Soluzione

Esercizio 1. Esercizio 1 - Soluzione Esercizio 1 Realizzare un programma che, aperto un file di testo di nome Prova.txt in modalità scrittura, provveda a leggere da input delle parole separate da spazi (stringhe di al più 63 caratteri) e

Dettagli

Esercizio 1 - cicli. Esercizio 1 cicli - Soluzione

Esercizio 1 - cicli. Esercizio 1 cicli - Soluzione Sequenze di cifre Esercizio 1 - cicli Realizzare un programma che prende in input una sequenza di cifre (tra 1 e 9) e calcola la somma massima fra le sotto- sequenze di cifre non decrescente Il programma

Dettagli

Corso di Informatica B - Sezione D. Esercitazioni Linguaggio C

Corso di Informatica B - Sezione D. Esercitazioni Linguaggio C Facoltà di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica, Meccanica e dei Trasporti Corso di Informatica B - Sezione D Esercitazioni Linguaggio C Esercitazione del 2012-10-11 Davide Chicco davide.chicco@elet.polimi.it

Dettagli

Una stringa di caratteri in C è un array di caratteri terminato dal carattere '\0' a p e \0

Una stringa di caratteri in C è un array di caratteri terminato dal carattere '\0' a p e \0 STRINGHE: ARRAY DI CARATTERI Una stringa di caratteri in C è un array di caratteri terminato dal carattere '\0' s a p e \0 0 1 2 3 Un vettore di N caratteri può dunque ospitare stringhe lunghe al più N-1

Dettagli

Il linguaggio C Puntatori

Il linguaggio C Puntatori Il linguaggio C Puntatori Moreno Marzolla Dipartimento di Informatica Scienza e Ingegneria (DISI) Università di Bologna http://www.moreno.marzolla.name/ Linguaggio C - puntatori 2 Ringraziamenti Questi

Dettagli

#include<stdio.h> #include<stdlib.h> #include<string.h> typedef char Griglia [3][3];

#include<stdio.h> #include<stdlib.h> #include<string.h> typedef char Griglia [3][3]; /*REALIZZARE IL GIOCO DEL TRIS COMPLETAMENTE FUNZIONANTE,CIOE'IL PROGRAMMA DEVE: -PERMETTERE DI GIOCARE A TRIS SU UN CAMPO 3x3 -STAMPARE IL CAMPO DOPO OGNI INSERIMENTO AGGIORNANDO LA POSIZIONE DEI SIMBOLI

Dettagli

Esercizio 1 - Soluzione

Esercizio 1 - Soluzione Esercizio 1 Realizzare un programma che provveda a leggere da input delle parole separate da spazi (stringhe di al più 63 caratteri) e le ripeta su standard output (servizio di echo ). Il programma deve

Dettagli

Allocazione dinamica della memoria

Allocazione dinamica della memoria Allocazione dinamica della memoria Allocazione statica: limiti Per quanto sappiamo finora, in C le variabili sono sempre dichiarate staticamente la loro esistenza deve essere prevista e dichiarata a priori

Dettagli

Laboratorio di Programmazione: Linguaggio C Lezione 21 del 19 maggio 2014

Laboratorio di Programmazione: Linguaggio C Lezione 21 del 19 maggio 2014 Laboratorio di Programmazione: Linguaggio C Lezione 21 del 19 maggio 2014 Damiano Macedonio Esercizio 1 Scrivere una funzione che riceve in ingresso un puntatore ad un array di interi e modifica tale array

Dettagli

Programmazione I - Laboratorio

Programmazione I - Laboratorio Programmazione I - Laboratorio Esercitazione 4 - Puntatori, vettori e stringhe Gianluca Mezzetti 1 Paolo Milazzo 2 1. Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ mezzetti mezzetti

Dettagli

STRINGHE: ARRAY DI CARATTERI! a p e \0

STRINGHE: ARRAY DI CARATTERI! a p e \0 STRINGHE: ARRAY DI CARATTERI! Una stringa di caratteri in C è un array di caratteri terminato dal carattere '\0' s a p e \0 0 1 2 3 Un vettore di N caratteri può dunque ospitare stringhe lunghe al più

Dettagli

Esercitazione 7. Tutor: Ing. Diego Rughetti. Anno Accademico 2007/2008

Esercitazione 7. Tutor: Ing. Diego Rughetti. Anno Accademico 2007/2008 Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Esercitazione 7 Corso di Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Informatica (Canale di Ingegneria delle Reti

Dettagli

Operazioni sulle stringhe Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR

Operazioni sulle stringhe Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR Domenico Daniele Bloisi Docenti Parte I prof. Silvio Salza salza@dis.uniroma1.it http://www.dis.uniroma1.it/~salza/fondamenti.htm

Dettagli

# include<stdio.h> int main() { // Dichiarazioni int n; int i;

# include<stdio.h> int main() { // Dichiarazioni int n; int i; /* CALCOLIAMO I DIVISORI DI UN NUMERO. INSERIAMO UN CONTROLLO CHE IL NUMERO SIA EFFETTIVAMENTE POSITIVO UTILIZZIAMO IL DO...WHILE PER SEMPLIFICARE IL CODICE # include int main() // Dichiarazioni

Dettagli

Esercizi per la preparazione. Alessandra Giordani Lunedì 13 maggio 2013

Esercizi per la preparazione. Alessandra Giordani Lunedì 13 maggio 2013 Esercizi per la preparazione all esame pratico Alessandra Giordani agiordani@disi.unitn.it Lunedì 13 maggio 2013 http://disi.unitn.it/~agiordani/ Date Appelli 18 giugno 2013 Pratica: 9.00-13.00 Aula pc

Dettagli

Esercizio 1. Esercizio 1 - Soluzione

Esercizio 1. Esercizio 1 - Soluzione Esercizio 1 Progettare e Codificare in C un programma che permetta di Chiedere all utente quanti numeri vuole inserire Leggere i numeri inseriti dall utente e calcolare la somma dei fattoriali Esempio:

Dettagli

Programmazione I - Laboratorio

Programmazione I - Laboratorio Programmazione I - Laboratorio Esercitazione 3 - Array Gianluca Mezzetti 1 Paolo Milazzo 2 1. Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ mezzetti mezzetti di.unipi.it 2. Dipartimento

Dettagli

Introduzione al C. Unità 8 Stringhe

Introduzione al C. Unità 8 Stringhe Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR Introduzione al C Unità 8 Stringhe D. Bloisi, A. Pennisi, S. Peluso, S. Salza Sommario Unità 8 Array di

Dettagli

Esercizio 1 - Soluzione

Esercizio 1 - Soluzione ESERCIZIO 1 Scrivere una funzione che data una stringa A calcoli la sua lunghezza. int lunghezza(char A[]); Scrivere una funzione che date due stringhe A e B copi il contenuto di A in B e restituisca il

Dettagli

Linguaggio C: Stringhe di caratteri e File

Linguaggio C: Stringhe di caratteri e File Linguaggio C: Stringhe di caratteri e File ESEMPIO: Lettura da tastiera e stampa a video di una sequenza di caratteri #include main() int c; printf("inserisci dei caratteri"); printf("(

Dettagli

Esercizio 1. Esercizio 1 Soluzione

Esercizio 1. Esercizio 1 Soluzione Esercizio 1 I numeri complessi Data la notazione cartesiana di un numero complesso (in parte reale ed immaginaria), Realizzare una procedura che ne restituisca la notazione polare (tramite parametri passati

Dettagli

Multidimensionali. Array Multidimensionali. Tipi di array. Matrice: array bidimensionale. Array multidimensionale. Dichiarazione di una matrice

Multidimensionali. Array Multidimensionali. Tipi di array. Matrice: array bidimensionale. Array multidimensionale. Dichiarazione di una matrice Tipi di array Array Multidimensionali Antonella Santone Monodimensionali (vettore) Multidimensionali Array multidimensionale Un array multidimensionale è un array, i cui elementi sono a loro volta degli

Dettagli

ERRATA CORRIGE. void SvuotaBuffer(void); void SvuotaBuffer(void) { if(getchar()!=10) {svuotabuffer();} }

ERRATA CORRIGE. void SvuotaBuffer(void); void SvuotaBuffer(void) { if(getchar()!=10) {svuotabuffer();} } ERRATA CORRIGE Pulizia del buffer di input: come fare? (1) Dopo aver richiamato getchar() per prelevare un carattere dal buffer di input, inseriamo una seconda chiamata a getchar(), senza assegnare il

Dettagli

Un esempio per iniziare. Il controllo del programma in C. Altri cenni su printf() Esercizi (printf) printf( 8!=%d, fatt);

Un esempio per iniziare. Il controllo del programma in C. Altri cenni su printf() Esercizi (printf) printf( 8!=%d, fatt); Un esempio per iniziare Il controllo del programma in C DD Cap.3 pp.91-130 /* calcolo di 8!*/ #include #define C 8 int main() int i=1; int fatt=1; while (i

Dettagli

Linguaggio C - Funzioni

Linguaggio C - Funzioni Linguaggio C - Funzioni Funzioni: Il linguaggio C è di tipo procedurale; ogni programma viene suddiviso in sottoprogrammi, ognuno dei quali svolge un determinato compito. I sottoprogrammi si usano anche

Dettagli

Record in C: il costruttore struct.

Record in C: il costruttore struct. Record in C: il costruttore struct. Le variabili di tipo record e i nuovi tipi record si dichiarano in C tramite il costruttore di tipo struct:. ::= ;

Dettagli

Le librerie standard. ! La libreria standard del C è in realtà un insieme di librerie

Le librerie standard. ! La libreria standard del C è in realtà un insieme di librerie ! La libreria standard del C è in realtà un insieme di librerie! Per usare una libreria, non occorre inse -rirla esplicitamente nel progetto: ogni ambiente di sviluppo sa già dove cercarle! Ogni file sorgente

Dettagli

Stringhe. In C le stringhe ben formate sono in realtà array di caratteri terminati sempre da un carattere speciale, \0, detto anche

Stringhe. In C le stringhe ben formate sono in realtà array di caratteri terminati sempre da un carattere speciale, \0, detto anche Fondamenti di Informatica T-1 modulo 2 Laboratorio 04: stringhe 1 Stringhe In C le stringhe ben formate sono in realtà array di caratteri terminati sempre da un carattere speciale, \0, detto anche terminatore

Dettagli

Array. Maurizio Palesi Salvatore Serrano. In C si possono definire tipi strutturati Vi sono due costruttori fondamentali

Array. Maurizio Palesi Salvatore Serrano. In C si possono definire tipi strutturati Vi sono due costruttori fondamentali MASTER Information Technology Excellence Road (I.T.E.R.) Array Maurizio Palesi Salvatore Serrano Master ITER Informatica di Base Maurizio Palesi, Salvatore Serrano 1 Tipi di dato stutturati In C si possono

Dettagli

Input/Output. Lettura e scrittura Caratteri e Stringhe: Terminale e file. Input/output. caratteri stringhe formattato ascii binari

Input/Output. Lettura e scrittura Caratteri e Stringhe: Terminale e file. Input/output. caratteri stringhe formattato ascii binari Input/Output Lettura e scrittura Caratteri e Stringhe: Terminale e file Input/output console file caratteri stringhe formattato ascii binari Linguaggio ANSI C Input/Output - 1 La libreria standard del

Dettagli

Saggio di Informatica Classe 3A (B)

Saggio di Informatica Classe 3A (B) 04 Marzo 2015 Saggio di Informatica Classe 3A (B) CONSEGNE Scegli uno o più quesiti a piacere e svolgili in modo completo. Per ciascun quesito affrontato, produci: 1. Un frammento significativo del DABS

Dettagli

LIBRERIE STANDARD in C. LIBRERIE STANDARD in C

LIBRERIE STANDARD in C. LIBRERIE STANDARD in C LIBRERIE STANDARD in C La libreria standard del C è in realtà un insieme di librerie Per usare una libreria, non occorre inserirla esplicitamente nel progetto: ogni ambiente di sviluppo sa già dove cercarle

Dettagli

Alcuni esercizi. 1. Valutazione in cortocircuito 2. If e if innestati 3. Switch 4. Cicli

Alcuni esercizi. 1. Valutazione in cortocircuito 2. If e if innestati 3. Switch 4. Cicli Alcuni esercizi 1. Valutazione in cortocircuito 2. If e if innestati 3. Switch 4. Cicli Stampa di voti Esempio 1 (switch) Realizzare un programma che legge da input un voto (carattere tra A ed E ) e ne

Dettagli

CARATTERI E STRINGHE Caratteri e stringhe Funzioni della libreria standard I/O Funzioni della libreria di gestione delle stringhe

CARATTERI E STRINGHE Caratteri e stringhe Funzioni della libreria standard I/O Funzioni della libreria di gestione delle stringhe CARATTERI E STRINGHE Caratteri e stringhe Funzioni della libreria standard I/O Funzioni della libreria di gestione delle stringhe Caratteri e stringhe Caratteri Sono i blocchi costitutivi di ogni programma:

Dettagli

Funzioni con numero variabile di parametri: Funzioni Variadiche in C. Massimo Benerecetti Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati

Funzioni con numero variabile di parametri: Funzioni Variadiche in C. Massimo Benerecetti Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Funzioni con numero variabile di parametri: Funzioni Variadiche in C Massimo Benerecetti Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Funzioni «variadiche» Le funzioni che ricevono un numero variabile di

Dettagli

Corso di Informatica Medica Esercitazione 1I 2013-2014.! Alessandro A. Nacci nacci@elet.polimi.it - alessandronacci.com

Corso di Informatica Medica Esercitazione 1I 2013-2014.! Alessandro A. Nacci nacci@elet.polimi.it - alessandronacci.com Corso di Informatica Medica Esercitazione 1I 2013-2014! Alessandro A. Nacci nacci@elet.polimi.it - alessandronacci.com 1 2 Esercizio 1 Scrivere un programma che legga due array di interi da tastiera dica

Dettagli

Tipi di dati fondamentali. Tipi di dati fondamentali. Utilità dei tipi di dati nelle dichiarazioni. Il tipo di dati char. Codice ASCII.

Tipi di dati fondamentali. Tipi di dati fondamentali. Utilità dei tipi di dati nelle dichiarazioni. Il tipo di dati char. Codice ASCII. Tipi di dati fondamentali Tipi di dati fondamentali Linguaggi di Programmazione I Ferdinando Cicalese caratteri: char signed char unsigned char interi short int long interi unsigned short unsigned unsigned

Dettagli

Esercizi proposti. Caratteri e stringhe. Esercizio Parola palindroma. Esercizi proposti. Palindromia. Analisi. o t t o. m a d a m

Esercizi proposti. Caratteri e stringhe. Esercizio Parola palindroma. Esercizi proposti. Palindromia. Analisi. o t t o. m a d a m Esercizio Parola palindroma Esercizio Iniziali maiuscole Esercizio Alfabeto farfallino Caratteri e stringhe 2 Esercizio Parola palindroma Sia data una parola inserita da tastiera. Si consideri che la parola

Dettagli

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Funzioni standard del C: Funzioni di I/O Allocazione dinamica della memoria Funzioni su stringhe di caratteri Testo di riferimento B.W. Kernighan & D.M. Ritchie

Dettagli

Fondamenti di Informatica L-A

Fondamenti di Informatica L-A Fondamenti di Informatica L-A Esercitazione del 30/10/07 Ing. Giorgio Villani Ripasso Teoria Ciclo do while do {istruzioni while(espressione); int i; do { printf( Scegli un numero tra 1 e 3 ); scanf( %d,

Dettagli

#include<stdlib.h> #include<stdio.h> #include<string.h> typedef char mese[20]; typedef struct { int giorno; mese month; int anno; } data;

#include<stdlib.h> #include<stdio.h> #include<string.h> typedef char mese[20]; typedef struct { int giorno; mese month; int anno; } data; /* Inserire una data in formato dd/mm/yyyy e stampare la date da quella inserita all ultima del mese, sostituendo al mese numerico il nome. In: 11/05/1982 Out: 11 Maggio 1982 12 Maggio 1982... 31 Maggio

Dettagli

Istruzioni decisionali

Istruzioni decisionali Istruzioni decionali 1. if 2. if-else 3. switch 115 switch Struttura di scelta plurima che controlla se una espresone assume un valore all interno di un certo ineme di costanti e comporta di conseguenza

Dettagli

Linguaggio C. Esercizio 1

Linguaggio C. Esercizio 1 Linguaggio C Esercizi su puntatori e liste Walter Didimo (e-mail:didimo@dia.uniroma3.it) supplemento al Corso di Calcolatori Elettronici (Riccardo Torlone) 1 Esercizio 1 Siano p e q due puntatori a variabili

Dettagli

Istruzioni Condizionali in C

Istruzioni Condizionali in C Concetti chiave Istruzioni Condizionali in C Tipi di Istruzioni Condizionali Espressioni Blocchi d istruzioni Istruzioni Condizionali: if-else Istruzioni Condizionali: switch-case Istruzione break Istruzioni

Dettagli

1. Realizzare una funzione: int trovaritardatari(file *fprestiti, FILE *frate, Prestito *dest, int dim)

1. Realizzare una funzione: int trovaritardatari(file *fprestiti, FILE *frate, Prestito *dest, int dim) Fondamenti di Informatica L-A (A.A. 2005/2006 - CdS Ingegneria Informatica) Prof.ssa Mello & Prof. Bellavista Seconda Prova Intermedia del 07/12/2005 - durata 2.30h COMPITO C ESERCIZIO 1 (14 punti) Una

Dettagli

Ricerca binaria ricorsiva!

Ricerca binaria ricorsiva! ESERCIZIO: RICERCA BINARIA! Soluzione Iterativa! int ricerca_bin (int vet[], int el) {int first=0, last=n-1, med=(first+last)/2; int T=0; while ((first

Dettagli

Vitoantonio Bevilacqua.

Vitoantonio Bevilacqua. Funzioni e puntatori a variabili o strutture dati. Vitoantonio Bevilacqua vitoantonio.bevilacqua@poliba.it Parole chiave: Dichiarazione, chiamata e definizione di una funzione, passaggio per valore di

Dettagli

Array multidimensionali e stringhe

Array multidimensionali e stringhe Andrea Marin Università Ca Foscari Venezia Laurea in Informatica Corso di Programmazione part-time a.a. 2011/2012 Array uni-dimensionali (richiami) Dichiarazione: int vet[100]; float x[50]; Gli elementi

Dettagli

Introduzione a. Funzioni di Ingresso e Uscita. Compilazione

Introduzione a. Funzioni di Ingresso e Uscita. Compilazione Introduzione a Funzioni di Ingresso e Uscita Compilazione 2 Come si termina...... un programma in esecuzione (processo)? Ctrl + C In UNIX ci si basa sul concetto di terminale Anche da GUI, quello che si

Dettagli

Cicli annidati e matrici di variabili

Cicli annidati e matrici di variabili Linguaggio C Cicli annidati e matrici di variabili 1 Cicli annidati! 2 cicli FOR annidati richiedono 2 differenti variabili contatori! Il contatore del ciclo interno può dipendere dal contatore del ciclo

Dettagli

Programmazione di base

Programmazione di base Fondamenti di Informatica Testo A Secondo Appello 016-17 febbraio 017 Rispondi alle domande negli appositi spazi. I punti assegnati per ogni domanda sono indicati nel riquadro a lato. L'esame contiene

Dettagli

Stringhe e allocazione dinamica della memoria

Stringhe e allocazione dinamica della memoria Stringhe e allocazione dinamica della memoria Esercizio Scrivere un programma strings.c che legge da standard input una sequenza di parole separate da uno o più spazi, e stampa le parole lette, una per

Dettagli

Lezione 5 Sottoarray di somma massima

Lezione 5 Sottoarray di somma massima Lezione 5 Sottoarray di somma massima Rossano Venturini rossano@di.unipi.it Pagina web del corso http://didawiki.cli.di.unipi.it/doku.php/informatica/all-b/start Esercizio 1 My strcat 1 Esercizio Implementare

Dettagli

ARRAY E STRINGHE. ESERCIZIO 2 Scrivere un programma che calcola il numero di doppie e di dittonghi (2 vocali vicine) presenti in una stringa.

ARRAY E STRINGHE. ESERCIZIO 2 Scrivere un programma che calcola il numero di doppie e di dittonghi (2 vocali vicine) presenti in una stringa. 3 ITI - a.s. 2007-2008 Compiti di Informatica ESTATE 2008 ARRAY E STRINGHE Scrivere una funzione che carica da tastiera un array di n elementi e lo stampa invertendo il primo elemento con l'ultimo, il

Dettagli

Puntatori. Un puntatore contiene un numero che indica la locazione di memoria dove è presente la variabile puntata

Puntatori. Un puntatore contiene un numero che indica la locazione di memoria dove è presente la variabile puntata Puntatori int i = 10; int * pi = &i; pi i = 10 116 int * pi = pi contiene un informazione che mi permette di accedere ( puntare ) ad una variabile intera Un puntatore contiene un numero che indica la locazione

Dettagli

Corso sul linguaggio C Modulo Tipi di dato

Corso sul linguaggio C Modulo Tipi di dato Corso sul linguaggio C Modulo 1 1.3 - Tipi di dato 1 Prerequisiti Concetto di espressione Cenni sulla struttura del calcolatore 2 1 Introduzione In questa lezione si esaminano i tipi di dato. I tipi di

Dettagli

Esercizi di programmazione in linguaggio C Ricerca

Esercizi di programmazione in linguaggio C Ricerca Esercizi di programmazione in linguaggio C Ricerca Nota: memorizzare i programmi in cartelle separate. Ogni cartella deve contenere, oltre al codice sorgente e al file eseguibile, gli eventuali file di

Dettagli

Lezione 9: Puntatori a funzioni. Tipi enumerativi e orientati ai bit

Lezione 9: Puntatori a funzioni. Tipi enumerativi e orientati ai bit Lezione 9: Puntatori a funzioni. Tipi enumerativi e orientati ai bit Vittorio Scarano Laboratorio di Informatica I Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Salerno Struttura della lezione

Dettagli

Allocazione Dinamica. Allocazione Statica. malloc() La funzione malloc()

Allocazione Dinamica. Allocazione Statica. malloc() La funzione malloc() Allocazione Statica Finora abbiamo visto che le variabili sono sempre definite staticamente. Questo è un limite perché la loro esistenza deve essere prevista e dichiarata a priori. In particolare per variabili

Dettagli

5 Stringhe. Esiste una libreria di C che gestisce le stringhe string.h essa ci permette di:

5 Stringhe. Esiste una libreria di C che gestisce le stringhe string.h essa ci permette di: Le stringhe di caratteri sono gestite in C come dei vettori di char con alla fine un tappo dato dal carattere \0. E possibile acquisire un intera stringa di caratteri in una sola istruzione grazie all

Dettagli

Linguaggi di programmazione + laboratorio a.a. 2012/2013

Linguaggi di programmazione + laboratorio a.a. 2012/2013 Linguaggi di programmazione + laboratorio a.a. 2012/2013 Scrivere un programma in linguaggio C che legga da tastiera una sequenza di lunghezza ignota a priori di numeri interi positivi. Il programma, a

Dettagli

Esercitazione 4. Comandi iterativi for, while, do-while

Esercitazione 4. Comandi iterativi for, while, do-while Esercitazione 4 Comandi iterativi for, while, do-while Comando for for (istr1; cond; istr2) istr3; Le istruzioni vengono eseguite nel seguente ordine: 1) esegui istr1 2) se cond è vera vai al passo 3 altrimenti

Dettagli

È dato un file di testo PEOPLE.TXT che più di 20), una persona per riga

È dato un file di testo PEOPLE.TXT che più di 20), una persona per riga Esercizio i 1: Strutture tt e file Esercizio - lettura/filtro/scrittura È dato un file di testo PEOPLE.TXT che contiene i dati di una serie di persone (non più di 20), una persona per riga Si vuole realizzare

Dettagli

Le basi del linguaggio Java

Le basi del linguaggio Java Le basi del linguaggio Java Compilazione e interpretazione Quando si compila il codice sorgente scritto in Java, il compilatore genera il codice compilato, chiamato bytecode. È un codice generato per una

Dettagli

Realizzare un programma che legga da input tre numeri interi e stampi a video la loro somma e la media.

Realizzare un programma che legga da input tre numeri interi e stampi a video la loro somma e la media. Esercizio 1 Realizzare un programma che legga da input tre numeri interi e stampi a video la loro somma e la media. #include Esercizio 1 - Soluzione int main() int num1, num2, num3, somma; float

Dettagli

1. Realizzare una funzione int trovaevasori(file * fcatasto, FILE * ftasse, Lotto * dest, int dim)

1. Realizzare una funzione int trovaevasori(file * fcatasto, FILE * ftasse, Lotto * dest, int dim) Fondamenti di Informatica L-A (A.A. 2005/2006 - CdS Ingegneria Informatica) Prof.ssa Mello & Prof. Bellavista Seconda Prova Intermedia del 07/12/2005 - durata 2.30h COMPITO B ESERCIZIO 1 (14 punti) L ufficio

Dettagli

Università degli Studi di Brescia. Vettori di variabili. ! Sono variabili aggregate in grado di memorizzare una collezione (organizzata) di oggetti

Università degli Studi di Brescia. Vettori di variabili. ! Sono variabili aggregate in grado di memorizzare una collezione (organizzata) di oggetti Linguaggio C 1! Sono variabili aggregate in grado di memorizzare una collezione (organizzata) di oggetti Oggetti dello stesso tipo Identificazione univoca degli oggetti! Il tipo più semplice ha una sola

Dettagli

Politecnico di Milano - Dipartimento di Elettronica, informazione e Bioingegneria Prof. Mauro Negri

Politecnico di Milano - Dipartimento di Elettronica, informazione e Bioingegneria Prof. Mauro Negri Politecnico di Milano - Dipartimento di Elettronica, informazione e Bioingegneria Prof. Mauro Negri Fondamenti di Informatica II appello 6 luglio 2015 Matricola/codice persona Cognome Nome Durata prova:

Dettagli

Esercizio 1: calcolo del massimo di una sequenza (versione 1)

Esercizio 1: calcolo del massimo di una sequenza (versione 1) Esercitazione Fondamenti di Informatica B Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica 2 Esercitazione: 12 ottobre 2005 Primi esercizi in C Esercizio 1: calcolo del massimo di una sequenza (versione 1) Si legga

Dettagli

Allocazione dinamica della memoria: calloc() Se T è il nomed di un tipo, la chiamata calloc(n, sizeof(t)) è equivalente a malloc(n * sizeof(t))

Allocazione dinamica della memoria: calloc() Se T è il nomed di un tipo, la chiamata calloc(n, sizeof(t)) è equivalente a malloc(n * sizeof(t)) Allocazione dinamica della memoria: malloc() In C è possibile allocare dinamicamente un area di memoria (ossia, durante l esecuzione di un programma) tramite le funzioni malloc() e calloc() (occorre includere

Dettagli

Fondamenti di Informatica T-1

Fondamenti di Informatica T-1 Fondamenti di Informatica T-1 Argomenti di questa esercitazione Stringhe Strutture ESERCIZIO 1 (stringhe) Scrivere una funzione che date tre stringhe A, B e C concateni in C il contenuto di A e B e restituisca

Dettagli

Alcuni Richiami sul C

Alcuni Richiami sul C Alcuni Richiami sul C Maurizio Palesi DIIT Università di Catania Viale Andrea Doria 6, 95125 Catania mpalesi@diit.unict.it http://www.diit.unict.it/users/mpalesi Sommario In questo documento saranno richiamati

Dettagli

Istruzioni di Ciclo. Unità 4. Domenico Daniele Bloisi

Istruzioni di Ciclo. Unità 4. Domenico Daniele Bloisi Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR Domenico Daniele Bloisi Docenti Parte I prof. Silvio Salza salza@dis.uniroma1.it http://www.dis.uniroma1.it/~salza/fondamenti.htm

Dettagli

ESERCIZIO n. 1. Soluzione: (Uso dei vettori) #include <iostream.h> #include <stdlib.h> #define MAXLEN 100. int main( ) {

ESERCIZIO n. 1. Soluzione: (Uso dei vettori) #include <iostream.h> #include <stdlib.h> #define MAXLEN 100. int main( ) { ESERCIZIO n. 1 (Uso dei vettori) Scrivere un programma in linguaggio C che verifichi se una parola inserita dallo standard input è palindroma e in caso contrario stampa a video la parola inserita partendo

Dettagli

Corso di Reti di Calcolatori L-A

Corso di Reti di Calcolatori L-A Università degli Studi di Bologna Facoltà di Ingegneria Corso di Reti di Calcolatori L-A Esercitazione 9 (svolta) RPC: Inizializzazione Strutture Dati sul Server Luca Foschini Anno accademico 2010/2011

Dettagli

Esercizi. Stringhe. Stringhe Ricerca binaria

Esercizi. Stringhe. Stringhe Ricerca binaria Politecnico di Milano Esercizi Stringhe Stringhe Array di caratteri Funzioni: strcpy() strcmp() strlen() char stringaa[10], stringab[10]; strcpy(stringaa, stringab); Copia if (strcmp(stringaa, stringab)

Dettagli

1. Esercizio tipo per prova pratica

1. Esercizio tipo per prova pratica 1. Esercizio tipo per prova pratica Testo: Si realizzi un programma nel linguaggio C che, data una sequenza di 10 interi da standard input, facendo uso di una funzione di nome media1, stampi tutti i valori

Dettagli

Complementi. - Ridefinizione di tipo - - Costrutto switch - - Programmazione su più file - - Parametri della funzione main - Funzione system -

Complementi. - Ridefinizione di tipo - - Costrutto switch - - Programmazione su più file - - Parametri della funzione main - Funzione system - Complementi - Ridefinizione di tipo - - Costrutto switch - - Programmazione su più file - - Parametri della funzione main - Funzione system - Università degli Studi di Brescia Prof. Massimiliano Giacomin

Dettagli

Stringhe e tipi di dati strutturati

Stringhe e tipi di dati strutturati Stringhe e tipi di dati strutturati Marco D. Santambrogio marco.santambrogio@polimi.it Ver. aggiornata al 21 Marzo 2013 Info sui Labs http://tinyurl.com/ieimlabextra Ricordate di portare un adattatore!

Dettagli

Esercitazione 9. Array come puntatori. Aritmetica dei puntatori. Array multidimensionali. Ricapitolazione su Ricorsione e Array.

Esercitazione 9. Array come puntatori. Aritmetica dei puntatori. Array multidimensionali. Ricapitolazione su Ricorsione e Array. Esercitazione 9 Array come puntatori Aritmetica dei puntatori Array multidimensionali Ricapitolazione su Ricorsione e Array Stringhe Array come puntatori Gli array e i puntatori in C sono strettamente

Dettagli

Laboratorio di Informatica Grafica Linguaggio C

Laboratorio di Informatica Grafica Linguaggio C Laboratorio di Informatica Grafica Linguaggio C Ing. Antonio Marullo Istruzioni compilatore 1) Si lancia da Compilatori - > TurboC++ - > TurboC++ a) Project - > new Project b) Browse su E: nomescelto.ide

Dettagli