Sport Idee per un programma elettorale. Comunicazione del 14 Aprile 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sport Idee per un programma elettorale. Comunicazione del 14 Aprile 2014"

Transcript

1 Sport Idee per un programma elettorale Comunicazione del 14 Aprile 2014

2 L attività motoria e sportiva è uno strumento fondamentale di socializzazione, di cooperazione, di lotta contro ogni forma di esclusione, di educazione ai riferimenti di una società civile. Definizione di «sport» stabilita dal Consiglio d Europa: «qualsiasi forma di attività fisica che, mediante una partecipazione organizzata o meno, abbia come obiettivo il miglioramento delle condizioni fisiche e psichiche, lo sviluppo delle relazioni sociali o il conseguimento di risultati nel corso di competizioni a tutti i livelli.»

3 In Italia In Italia la Legge De Sanctis n del 7 luglio 1878 introduce l insegnamento dell educazione fisica caratterizzato da finalità altamente educative. Il binomio educazione salute è espressamente indicato dalla stessa Organizzazione Mondiale della Sanità La sentenza n. 225 del 1990 della Corte Costituzionale sancisce come principio: la parità dei sessi nell'insegnamento e di fronte all'educazione; l educazione fisica effettuata anche per adulti e anziani, che sono interessati marginalmente dalla scuola.

4 La sentenza n. 225 del 1990 della Corte Costituzionale dice ancora che: 1. la maggior parte della popolazione nazionale è costituita da adulti. 2. Scopo principale dell'educazione l'educazione fisica degli adulti è l'aumento della qualità della vita attraverso la valorizzazione delle competenze in campi specifici, quali l'equilibrio, la flessibilità, la forza, ecc. 3. Bisogna superare i pregiudizi sul rapporto tra età ed educazione fisica (che che è praticabile in tutte le stagioni dell'uomo dell'uomo), ed estendere la programmazione istituzionale e la pratica dell educazione fisica a tutti i soggetti e gli ambiti sociali.

5 Attività sportiva per fasce d età CONI - Comunicazione e Rapporti con i Media Roma, 27 aprile 2011

6 Nel decennio : CONI - Comunicazione e Rapporti con i Media Roma, 27 aprile 2011

7 Una foto dell Italia CONI - Comunicazione e Rapporti con i Media Roma, 27 aprile 2011

8 Come cambia lo sport Si registrano nuove tendenze nel modo di praticare sport, in particolare per i giovani: sempre più in modo individuale piuttosto che collettivo in una struttura organizzata, con una conseguente diminuzione dei volontari attivi nelle società sportive amatoriali

9 Una indagine a Bovisio Nel Maggio 2008 è stata fatta una indagine sulla pratica sportiva dei ragazzi E stato distribuito un questionario nella scuola elementare di via C. Cantù e nella scuola media di via Tolmino In totale sono stati distribuiti 1120 questionari e riconsegnati 720 pari al 64 64,,29 29% %.

10

11 ATTIVITA FISICA E SEDENTARIETA Indagine Locale 6-10 anni anni Indagine ISTAT Praticano attività Non praticano fisica o lo sport attività fisica o lo sport 80.96% 19.04% 78.10% 21.90% Praticano attività Non praticano fisica o lo sport attività fisica o lo sport 6-10 anni 77.4% 22.6% anni 81.0% 19.0%

12 ATTIVITA SPORTIVA PRATICATA Sport Nuoto Calcio Danza e ballo Pallavolo Atletica Pallacanestro Sci Tennis Arti marziali/ marziali/comb comb.. Pattinaggio Pesca Scherma Rugby Baseball 6-10 anni 28.52% 18.04% 10.48% 6.19% 7.04% 6.36% 3.78% 4.30% 5.33% anni 20.33% % % 4.88% 6.50% 5.68% 1.63% solo M solo M solo M solo M solo M

13 LA POLISPORTIVITA N attività sportive 1 sport 2 sport 3 sport % 17.62% 2.07% Maschi 3 discipline Femmine max 2 discipline

14 DOVE SI SVOLGE L ATTIVITÀ SPORTIVA In Bovisio M % Fuori paese 53.62% Questo dato è fortemente condizionato dal fatto che lo sport più praticato è il nuoto e pertanto, non essendoci nel nostro territorio piscine aperte al pubblico, chi vuole seguire dei corsi si deve recare nei Comuni limitrofi. In minor parte, per ovvi motivi, il dato è condizionato anche da chi va a sciare. I giovani che invece fanno atletica atletica,, pallavolo e baseball, baseball, li praticano quasi esclusivamente a Bovisio Masciago.

15 IL MOTIVO DELLA SEDENTARIETA FASCIA ETA 6-10 Maschi Femmine TOT. %. Indecisione Mancanza di tempo Mancanza impianti Motivi economici Motivi di salute Età Pigrizia Disinteresse Motivi familiari Motivi non indicati TOT % 15.1% 0.9% 2.6% 8.1% 29.4% 24.1% 9.8% 100% FASCIA ETA Indecisione Mancanza di tempo Mancanza impianti Motivi economici Motivi di salute Età Pigrizia Disinteresse Motivi familiari Motivi non indicati TOT. Maschi Femmine TOT %. 8.6% 15.6% 0.8% 2.4% 7.8% 32.8% 21.1% 10.9% 100%

16 Conclusione dell indagine: la valenza educativa dell attività motoria la conquista di abilità motorie sono fonte di gratificazione che incentivano l autostima dell alunno; così pure lo sperimentare il successo o l insuccesso; la vittoria o la sconfitta contribuiscono a controllare e gestire le proprie emozioni; vanno incentivate le esperienze collettive e lo stare bene assieme.

17 Le associazioni sportive a Bovisio M.

18 ASSOCIAZIONI AFFILIATE ALLA FONDAZIONE PER LO SPORT E TEMPO LIBERO AC Calcio Ass.ne Ragazzi Disabili Associazione Fotografica Ikona Associazione Tennis Baseball e Softball Bocciofila Donzelli CAI Ginnica Judo Karate Karate--San L'Anima Guerriera Minigolf PBM Atletica Salsa Swing Virtus Bovisio Masciago Volley Bovisio Masciago 17. Softball Flames Flash ( esterna esterna)) ASSOCIAZIONI SPORTIVE NON AFFILIATE ALLA FONDAZIONE DELLO SPORT E TEMPO LIBERO APS Grifoni Astrocai Alpi Team PSB Squali Lega navale italiana

19 Associazioni affiliate alla Fondazione dello Sport ASSOCIAZIONI AC Calcio Virtus BM Baseball e softball Volley Associazione Tennis Ginnica Judo Karate Karate-- San L Anima Guerriera PBM atletica CAI Bocciofila Donzelli Minigolf Salsa Swing Tipologia di Sport Sport di squadra e agonistico Sport di squadra e agonistico Sport di squadra e agonistico Sport di squadra e agonistico Sport individuale e agonistico Sport individuale e agonistico Sport individuale e agonistico Sport individuale e agonistico Sport individuale e agonistico Sport individuale e agonistico Sport individuale Sport individuale Sport individuale Disciplina Calcio Calcio Baseball Volley Tennis Arti marziali Arti m,arziali Arti marziali Arti marziali Atletica Sci-Roccia Bocciodromo Minigolf Ballo Spazi Via Europa Via Europa Via Europa Palestra scolastica Via Europa Palestra privata Palestra privata Palestra privata Palestra privata Via Europa Palestra via Venezia Bocciodromo Minigolf Palestra privata Sono maggiori le discipline ad attività individuale rispetto a quelle con attività organizzata.

20 Fondazione dello Sport. Finalità Diffondere tra i cittadini le varie discipline sportive come mezzo di educazione fisica, morale e culturale Promuovere la costituzione di un patrimonio la cui rendita sia permanentemente destinata al finanziamento di attività dello sport dilettantistico Promuovere attività culturale di interesse sportivo Promuovere la raccolta fondi Promuovere il perseguimento di finalità di solidarietà sociale

21 Le strutture Centro sportivo comunale via Europa Struttura via Europa Campo di calcio in erba Pista di atletica con pedana salto in lungo e fossa Tribuna spettatori Struttura centrale: magazzino, spogliatoi, bagni, sede Associazioni sportive, sede Centro Medicina sportiva Campo di calcio in erba sintetica e annessa tribuna 2 campi da tennis scoperti 1 campo da tennis coperto Blocco spogliatoi,magazzino, segreteria ad uso campi da tennis Centro Natalino Endrigo 1 campo da baseball 1 campo da softball 3 tribune 4 strutture ricovero atleti con magazzino e servizi igienici 1 tunnel di battuta 1 tensostruttura

22 Centro Natalino Endrigo Centro sportivo comunale via Europa

23 Pista di atletica Campo di calcio in erba Tribuna Struttura centrale Blocco spogliatoi

24 2 campi da tennis Campo di calcio in erba sintetica 1 campi da tennis coperto

25 1 campo da softball 4 strutture ricovero atleti 3 tribune 1 tunnel di battuta 1 campo da baseball 1 tensostruttura

26 Obblighi Fondazione Pulizia ordinaria (con imbiancatura) delle strutture e attrezzature Manutenzione ordinaria impianti termici, idrici,elettrici Manutenzione ordinaria e straordinaria dei locali bar e centro medicina sportiva Segnalare al comune gli inconvenienti Sostenere spese relative ai consumi delle utenze (acqua,luce,telefono,gas) Stipulare idonea polizza per qualsiasi danno in materia di sicurezza del pubblico Gestione diretta o indiretta del bar.orario di apertura coincidente con gli orari del centro e durante le manifestazioni sportive. Divieto apparecchi da gioco e vendita superalcolici Concessione in locazione dei locali per la medicina sportiva introitando il canone Trasmettere al comune entro il 30 aprile di ogni anno : relazione gestionale, proposte, programmi e attività Effettuare la pubblicità commerciale nel rispetto norme

27 Obblighi del Comune Manutenzione straordinaria degli impianti e strutture Conduzione centrali termiche Manutenzione del verde Stipula assicurazione furto e incendio Il comune può apportare modifiche e migliorie al centro. centro. La Fondazione può apportare modifiche e migliorie su autorizzazione del Comune

28 Palestre Comunali Palestre scolastiche Palestra polifunzionale via Cantù Palestra seminterrato scuola elementare via Cantù Palestra scuola media Palestre non scolastiche Palestra ex scuola via Isonzo

29 Palestra via C. Cantù

30

31 Palestra via Isonzo

32 Palestra Scuola Media

33 Palamedia

34 Obblighi della Fondazione Pulizia a carattere continuativo e gestione rifiuti per tutte le palestre Custodia e controllo continuativo durante l utilizzo delle palestre Custodia Palamedia Per la custodia della Palestra e del Palamedia il comune mette a disposizione, in comodato alla Fondazione, un alloggio di servizio per l utilizzo esclusivo del custode a cui spetta la pulizia e la manutenzione ordinaria dell alloggio. Al Comune spetta la manutenzione straordinaria ed utenze. Le spese telefoniche sono a carico del custode. Provvede alle pulizie con prestazioni giornaliere, settimanali, bimestrali e annuali annuali.. Provvede, con proprio personale con nominativi comunicati al comune, al controllo e custodia delle palestre e Palamedia con tenuta delle chiavi, controllo afflusso/deflusso, afflusso/deflusso, attivazione e disattivazione impianti elettrici e termici. La Fondazione assume ogni responsabilità civile e patrimoniale per eventuali danni e predispone apposita polizza assicurativa.

35 Obblighi del Comune Tutte le spese gestionali (energia, acqua e gas), manutenzione e conduzione impianti di riscaldamento, opere di manutenzione straordinaria e ordinaria, ordinaria sono a carico del comune Il comune può effettuare interventi previo 10 giorni di preavviso

36 Rapporti economici e giuridici Alla Fondazione competono le seguenti entrate: dall utilizzo centro sportivo e palestre, derivanti da tariffe sstabilite dal comune dalla pubblicità commerciale dall affidamento in gestione del bar dalla locazione dei locali del Centro di Medicina Sportiva. Gli utili di gestione sono reinvestiti nel Centro, o in interventi in conto capitale, o in progetti di promozione sportiva concordati col Comune. La fondazione può solo sub concedere la gestione del bar, il servizio di custodia degli impianti ed i servizi di pulizia. Può avvalersi della collaborazione dei soci per la gestione di specifici spazi.

37 Alcune proposte di programma Promuovere una indagine sulla attività fisica della popolazione e ssu u sport/disabilità Promozione progetti per adulti/anziani e promozione delle discipline assenti Convegno sullo sport e salute come prevenzione sanitaria e progetto terapeutico Messa in rete delle associazioni e realtà territoriali su progetti Continuazione progetti dell attività con le scuole Valorizzazione del volontariato e fformazione ormazione delle associazioni su progettualità e fund raising raising Potenziare la Fondazione con le altre associazioni Strutture sportive a consumo zero (compreso via Venezia) Insonorizzazione palestre scolastiche Ombreggiatura/alberatura nel perimetro del centro sportivo e del parco Perlasca Copertura secondo campo da tennis Pista pattinaggio Progetto di rivalutazione dell attività del bar Convenzione per utilizzo spazi parrocchiali Recupero del parco di via desio anche per attività fisica scolastica

38 Le 5 cose importanti per un programma 1. La città non vive di sole strutture ed organizzazione, ma delle relazioni che esprime. 2. I servizi e le opere danno vita alla città, ma le relazioni danno un anima. 3. Dimmi dove batte il tuo pensiero ed il tuo cuore : li sta anche la tua buona politica. 4. Il programma è dare un senso alle cose che si fanno. La buona politica è creare relazioni vere e paritarie nella città. 5. La sobrietà e la convivialità generano la tenerezza di un popolo. Grazie per l attenzione

PER UNA MAPPA DELLO SPORT. l uso delle strutture sportive - analisi e prospettive

PER UNA MAPPA DELLO SPORT. l uso delle strutture sportive - analisi e prospettive PER UNA MAPPA DELLO SPORT l uso delle strutture sportive - analisi e prospettive Premessa Con questa presentazione si intende evidenziare lo scenario sportivo a Paderno Dugnano e condividere con le associazioni

Dettagli

L ACCESSO E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI RELATIVI AL CALCIO, AL RUGBY, ALL ATLETICA LEGGERA, ALLE BOCCE, AL TENNIS E DELLE PALESTRE.

L ACCESSO E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI RELATIVI AL CALCIO, AL RUGBY, ALL ATLETICA LEGGERA, ALLE BOCCE, AL TENNIS E DELLE PALESTRE. REGOLAMENTO per L ACCESSO E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI RELATIVI AL CALCIO, AL RUGBY, ALL ATLETICA LEGGERA, ALLE BOCCE, AL TENNIS E DELLE PALESTRE. approvato con delibera di C.C. n. 128 del

Dettagli

COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari REGOLAMENTO

COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari REGOLAMENTO COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COPERTA COMUNALE, DEL CAMPO DI CALCIO E DELLA PISTA POLIVALENTE Approvato con delibere consiliari n. 79 dell 11.10.1994 e n. 97

Dettagli

ALLEGATO E SCHEDA DI REGISTRAZIONE ICARO/PO-NET - ASSOCIAZIONI SPORTIVE

ALLEGATO E SCHEDA DI REGISTRAZIONE ICARO/PO-NET - ASSOCIAZIONI SPORTIVE I campi sottolineati sono obbligatori SEZIONE 1: INDIRIZZO E CONTATTI 1.1 - Denominazione Associazione/Cooperativa. 1.2 - Tipologia Associazione Sportiva Dilettantistica con personalità giuridica Associazione

Dettagli

COMUNE DI VERGIATE PROVINCIA DI VARESE

COMUNE DI VERGIATE PROVINCIA DI VARESE CAPITOLATO SPECIALE PER LA CONCESSIONE IN GESTIONE DELL'IMPIANTO SPORTIVO AD INVARIANZA ECONOMICA PALAZZETTO DELLO SPORT di CIMBRO DEFINIZIONI Art. 1 OGGETTO Art. 2 REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE Art.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 41 DEL 12.05.2005 FINALITA ART. 1 Il presente regolamento viene emanato in esecuzione di

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI E ATTIVITA DEL CENTRO SOCIO CULTURALE DI LONIGO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI E ATTIVITA DEL CENTRO SOCIO CULTURALE DI LONIGO Allegato A Adottato con delibera di Consiglio Comunale n. 10 del 2 marzo 2011 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI E ATTIVITA DEL CENTRO SOCIO CULTURALE DI LONIGO Art. 1 Il presente regolamento disciplina

Dettagli

CLASSICO SCIENZE UMANE LINGUISTICO SCIENTIFICO

CLASSICO SCIENZE UMANE LINGUISTICO SCIENTIFICO Licei Camerino SCIENTIFICO sezione ad indirizzo SPORTIVO CLASSICO SCIENZE UMANE LINGUISTICO SCIENTIFICO Istituto di Istruzione Superiore Costanza Varano CAMERINO Il Regolamento del Liceo Sportivo Il Regolamento

Dettagli

************* CONVENZIONE D USO E DI GESTIONE DEL CAMPO COMUNALE DI BASEBALL E DI SOFTBALL ADRIANO GURIAN, TRA IL COMUNE

************* CONVENZIONE D USO E DI GESTIONE DEL CAMPO COMUNALE DI BASEBALL E DI SOFTBALL ADRIANO GURIAN, TRA IL COMUNE COMUNE DI MALNATE (Provincia di Varese) ************* CONVENZIONE D USO E DI GESTIONE DEL CAMPO COMUNALE DI BASEBALL E DI SOFTBALL ADRIANO GURIAN, TRA IL COMUNE DI MALNATE E LA SOCIETA SPORTIVA A.S.D.

Dettagli

Il nuovo Liceo Scientifico Sportivo

Il nuovo Liceo Scientifico Sportivo ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE G. CARDANO Via Natta, 11-20151 MILANO TEL. 0238005599-0238007204 - FAX 0233402739 -C.F.: 80122690151 e-mail - info@iiscardano.it Il nuovo Liceo Scientifico Sportivo LA

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO UFFICIO ATTIVITA SPORTIVE Agenzia Provinciale per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili presentazione a cura dell UFFICIO ATTIVITA SPORTIVE Trento, loc. Centochiavi,

Dettagli

Regolamento. Per l uso e la gestione degli impianti sportivi comunali del Comune di Viano. COMUNE DI VIANO Provincia di Reggio Emilia

Regolamento. Per l uso e la gestione degli impianti sportivi comunali del Comune di Viano. COMUNE DI VIANO Provincia di Reggio Emilia COMUNE DI VIANO Provincia di Reggio Emilia UFFICIO SEGRETERIA SCUOLA - Via San Polo,1 42030 VIANO (RE) Regolamento Per l uso e la gestione degli impianti sportivi comunali del Comune di Viano Approvato

Dettagli

a manifest. Patrocinio Comunale ( ridotta della metà) Senza Patrocinio Comunale

a manifest. Patrocinio Comunale ( ridotta della metà) Senza Patrocinio Comunale ALLEGATO A TARIFFE IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI. ANNO 2015 Impianto Vecchia Nuova Nuova Fraz. di tempo 10% 20% Palasport Campo Centrale allenamenti 12 13,2 per ora a Palasport Campo Centrale allenamenti

Dettagli

Progetto per la Scuola Primaria Attività motorie e sportive

Progetto per la Scuola Primaria Attività motorie e sportive Progetto per la Scuola Primaria Attività motorie e sportive Premessa La Scuola Primaria di Casamicciola Terme è una realtà educativa che da sempre pone l alunno al centro del processo di apprendimento

Dettagli

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI CAPO II AFFIDAMENTO IN USO CAPO III AFFIDAMENTO IN GESTIONE

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI CAPO II AFFIDAMENTO IN USO CAPO III AFFIDAMENTO IN GESTIONE Apppprroovvaat too ccoonn ddeel libbeerraazzi ioonnee nn..003366/ /CC ddeel l 2200..0044..22000099 - REGOLAMENTO PPER L AFFFFIIDAMENTO IIN USSO E IIN GESSTIIONE DEGLII IIMPPIIANTII SSPPORTIIVII COMUNALII

Dettagli

COMUNE DI CALDERARA DI RENO Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE TEMPORANEA IN USO DEI LOCALI DI VIA ROMA 12/C A CALDERARA DI RENO

COMUNE DI CALDERARA DI RENO Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE TEMPORANEA IN USO DEI LOCALI DI VIA ROMA 12/C A CALDERARA DI RENO COMUNE DI CALDERARA DI RENO Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE TEMPORANEA IN USO DEI LOCALI DI VIA ROMA 12/C A CALDERARA DI RENO Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 16

Dettagli

Nuove vie di promozione sportiva

Nuove vie di promozione sportiva Nuove vie di promozione sportiva l'esperienza di Udine Torino, 10 settembre 2015 Raffaella Basana Assessore allo Sport, all'educazione e agli Stili di Vita Comune di Udine Udine e lo sport 100mila abitanti

Dettagli

COMUNE DI CORBETTA Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L USO DI LOCALI, IMPIANTI E ATTREZZATURE COMUNALI

COMUNE DI CORBETTA Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L USO DI LOCALI, IMPIANTI E ATTREZZATURE COMUNALI COMUNE DI CORBETTA Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L USO DI LOCALI, IMPIANTI E ATTREZZATURE COMUNALI 1. FINALITA Il presente regolamento disciplina l uso dei locali, degli impianti sportivi e ricreativi,

Dettagli

AUSER VOLONTARIATO PROVINCIALE DI PIACENZA PER L USO E IL FUNZIONAMENTO DI IMPIANTI PUBBLICI SPORTIVI SITI IN ROTTOFRENO (Via Tobagi)

AUSER VOLONTARIATO PROVINCIALE DI PIACENZA PER L USO E IL FUNZIONAMENTO DI IMPIANTI PUBBLICI SPORTIVI SITI IN ROTTOFRENO (Via Tobagi) COMUNE DI ROTTOFRENO Assessorato allo Sport CONVENZIONE FRA il COMUNE DI ROTTOFRENO e l ASSOCIAZIONE AUSER VOLONTARIATO PROVINCIALE DI PIACENZA PER L USO E IL FUNZIONAMENTO DI IMPIANTI PUBBLICI SPORTIVI

Dettagli

CITTA DI TORRE DEL GRECO 3^ AREA

CITTA DI TORRE DEL GRECO 3^ AREA CITTA DI TORRE DEL GRECO 3^ AREA Regolamento per la concessione in uso delle palestre coperte e degli spazi aperti adibiti ad attività sportive annessi alle scuole cittadine di proprietà comunale CITTA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DELLE STRUTTURE E PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI PER FINI SPORTIVI E CULTURALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DELLE STRUTTURE E PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI PER FINI SPORTIVI E CULTURALI C i t t à d i B a c o l i (Prov. di Napoli) REGOLAMENTO PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DELLE STRUTTURE E PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI PER FINI SPORTIVI E CULTURALI I N D I C E PREMESSA...3 ART.

Dettagli

LOTTO 1 - CENTRO SPORTIVO ARCOVEGGIO

LOTTO 1 - CENTRO SPORTIVO ARCOVEGGIO LOTTO n. 1 - CENTRO SPORTIVO ARCOVEGGIO 1 campo da calcio a 11 in erba (cat A, mt. 115 X 65) con tribuna coperta con capienza di 1500 unità 1 campo da calcio per allenamenti in terreno (cat B, mt. 100

Dettagli

Comune di Ponte San Nicolò

Comune di Ponte San Nicolò Comune di Ponte San Nicolò SERVIZIO PUBBLICA ISTRUZIONE E SPORT Il Servizio è finalizzato a rendere effettivo il diritto allo studio, alla promozione e valorizzazione delle attività sportive, motorie e

Dettagli

2010_ 2011 X sito web.xls

2010_ 2011 X sito web.xls 2010_ 2011 X sito web.xls PISCINA COMUNALE - 2010/2011 Tariffe valide dall'1.11.2010 al 7.9.2011 UTENZA LIBERA Ingresso singolo intero (oltre 14 anni) nelle giornate dal lunedì alla domenica senza limitazione

Dettagli

La Scuola in Movimento

La Scuola in Movimento La Scuola in Movimento ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE G.B. VACCARINI CATANIA In collaborazione con C.O.N.I. C.U.S. CATANIA Comitato Provinciale di Catania & Federazioni Sportive Nazionali Università di

Dettagli

NOTE PER LA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA (di cui all allegato D)

NOTE PER LA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA (di cui all allegato D) NOTE PER LA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA (di cui all allegato D) 1) SCHEDA N.: se si devono compilare più schede indicarne il numero progressivo; per le schede successive alla prima non è necessario riportare

Dettagli

PROVINCIA DI TARANTO

PROVINCIA DI TARANTO PROVINCIA DI TARANTO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED ATTREZZATURE SCOLASTICHE DI COMPETENZA DELLA PROVINCIA DI TARANTO Art. 1 I Consigli d istituto sono tenuti, per legge, alla programmazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI COMUNE DI MEDICINA (Provincia di Bologna) REGOLAMENTO PER L UTILIZZO IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 46 in data 31/03/2011, dichiarata immediatamente eseguibile

Dettagli

Comune di Potenza. Unità di Direzione Decentramento Istituti di partecipazione popolare Sport Politiche giovanili Ricostruzione Ufficio Sport

Comune di Potenza. Unità di Direzione Decentramento Istituti di partecipazione popolare Sport Politiche giovanili Ricostruzione Ufficio Sport Comune di Potenza Unità di Direzione Decentramento Istituti di partecipazione popolare Sport Politiche giovanili Ricostruzione Ufficio Sport Oggetto: TARIFFE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI ANNO 2013 Relazione

Dettagli

Ufficio Coordinamento Servizi Educazione Motoria Fisica e Sportiva SCHEDA RILEVAZIONE Impianti Sportivi Scolastici

Ufficio Coordinamento Servizi Educazione Motoria Fisica e Sportiva SCHEDA RILEVAZIONE Impianti Sportivi Scolastici Ufficio Coordinamento Servizi Educazione Motoria Fisica e Sportiva SCHEDA RILEVAZIONE Impianti Sportivi Scolastici Inserire il codice Meccanografico della Scuola e salvare il "file con nome" riportando

Dettagli

SPORT IN RETE PROGETTO DI SPORT SOLIDALE NELLE SCUOLE PRIMARIE

SPORT IN RETE PROGETTO DI SPORT SOLIDALE NELLE SCUOLE PRIMARIE SPORT IN RETE PROGETTO DI SPORT SOLIDALE NELLE SCUOLE PRIMARIE Anno Scolastico 2011-2012 L idea del progetto nasce da alcune esperienze maturate nel territorio di Nova Milanese negli ultimi anni: Proposte

Dettagli

- 34 GIRO CICLISTICO D ITALIA UNDER 26-18/19 GIUGNO 2004 - AMICHEVOLE DI BASKET NAZIONALI ITALIA-GRECIA 4 GIUGNO 2005

- 34 GIRO CICLISTICO D ITALIA UNDER 26-18/19 GIUGNO 2004 - AMICHEVOLE DI BASKET NAZIONALI ITALIA-GRECIA 4 GIUGNO 2005 IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI E PALESTRE SCOLASTICHE Gli Impianti Sportivi pubblici presenti nella nostra città sono 21 di cui n.6 palestre scolastiche e n. 15 impianti comunali. Gli impianti vanno da 9 medi

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 14 DEL 2010

REGOLAMENTO PER GLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 14 DEL 2010 REGOLAMENTO PER GLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 14 DEL 2010 TITOLO I Art 1 Definizione di impianto sportivo comunale Si definiscono impianti sportivi comunali

Dettagli

Allegato alla deliberazione del Consiglio comunale n. 20 del 03.05.2012 COMUNE DI SARNONICO. Provincia di Trento

Allegato alla deliberazione del Consiglio comunale n. 20 del 03.05.2012 COMUNE DI SARNONICO. Provincia di Trento Allegato alla deliberazione del Consiglio comunale n. 20 del 03.05.2012 COMUNE DI SARNONICO Provincia di Trento REGOLAMENTO SULL UTILIZZO DI SALE E STRUTTURE COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio

Dettagli

ART. 3 FINALITA ED OBIETTIVI DA PERSEGUIRE NELLA GESTIONE DEL PALAROLLER E RELATIVE PERTINENZE.

ART. 3 FINALITA ED OBIETTIVI DA PERSEGUIRE NELLA GESTIONE DEL PALAROLLER E RELATIVE PERTINENZE. CAPITOLATO D ONERI PER LA GESTIONE DELL IMPIANTO SPORTIVO COMUNALE PALAROLLER E RELATIVE PERTINENZE, UNITAMENTE AL CAMPETTO DA BASKET, ANELLO DI ATLETICA, AREA VERDE SCOPERTA RICOMPRESA NELL AREA D. PAVARINI,

Dettagli

Progetto di attività motoria e sportiva per le Scuole Primarie di Modena

Progetto di attività motoria e sportiva per le Scuole Primarie di Modena Progetto di attività motoria e sportiva per le Scuole Primarie di Modena Anno Scolastico 2014/2015 Finalità Il progetto Scuola-Sport, da molti anni in vigore in tutte le scuole primaria del Comune di Modena,

Dettagli

COMUNE DI LAGONEGRO BOZZA DI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE D'USO DEL PALAZZO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI LAGONEGRO BOZZA DI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE D'USO DEL PALAZZO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI LAGONEGRO BOZZA DI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE D'USO DEL PALAZZO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE ART. 1 FINALITÀ ART. 2 DEFINIZIONE DEGLI AMBIENTI ART. 3 DESTINATARI DEI LOCALI ART. 4 COMODATO

Dettagli

ORARIO SCOLASTICO Norme generali compiti dell insegnante

ORARIO SCOLASTICO Norme generali compiti dell insegnante REGOLAMENTO PALESTRA La palestra è l'aula più grande e frequentata di ogni scuola ed in essa vi si alternano settimanalmente tutti gli alunni per le attività curricolari ed atleti di società sportive autorizzate

Dettagli

Ai Dirigenti Scolastici delle Scuole Secondariedi II grado Statali e non Statali Torino e Provincia Loro Sedi

Ai Dirigenti Scolastici delle Scuole Secondariedi II grado Statali e non Statali Torino e Provincia Loro Sedi Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Ufficio VIII Ambito territoriale per la provincia di Torino Ufficio Educazione Fisica e Sportiva di

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO Via Torquato Tasso, 8 24100 BERGAMO

PROVINCIA DI BERGAMO Via Torquato Tasso, 8 24100 BERGAMO Per le trasmissioni in interoperabilità il numero di protocollo e la data sono contenuti nel file segnatura.xml Prot. n. LM/lc-2530-25 Bergamo, AI DIRIGENTI SCOLASTICI DEGLI ISTITUTI SUPERIORI DELLA PROVINCIA

Dettagli

18. L Accesso alla palestra è consentito solo a coloro che devono svolgere l attività sportiva e che sono iscritti alla Società richiedente.

18. L Accesso alla palestra è consentito solo a coloro che devono svolgere l attività sportiva e che sono iscritti alla Società richiedente. Premessa 5(*2/$0(1723(5/ 862'(//(3$/(675(6&2/$67,&+( 1. L Amministrazione Comunale, nel rispetto della legislazione vigente e dei criteri generali, determinati dal Consiglio Scolastico Provinciale con

Dettagli

COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO

COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO ART. 1 - OGGETTO E FINALITA 1. Il presente Regolamento disciplina l utilizzo

Dettagli

CORSO DI LAUREA Architettura per il Progetto Sostenibile

CORSO DI LAUREA Architettura per il Progetto Sostenibile CORSO DI LAUREA Architettura per il Progetto Sostenibile Abstract Palestre di edifici scolastici in Torino: analisi dell esistente e riprogettazione illuminotecnica di un caso studio. Relatore Valerio

Dettagli

Porta i tuoi bambini a divertirsi tra sport e natura!

Porta i tuoi bambini a divertirsi tra sport e natura! Porta i tuoi bambini a divertirsi tra sport e natura! Un estate di gioco, amicizia e tanto divertimento è quanto propone il Master Club di Rivarossa per bambini dai 5 ai 12 anni. Sport, svago e confronto

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA S. LEONE IX SESSA AURUNCA (CE) ANNO SCOLASTICO 2012/2013

SCUOLA DELL INFANZIA S. LEONE IX SESSA AURUNCA (CE) ANNO SCOLASTICO 2012/2013 SCUOLA DELL INFANZIA S. LEONE IX SESSA AURUNCA (CE) ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Chiunque sia, ovunque si trovi, l uomo vive nel movimento: il suo corpo è un mondo di movimento in sé Il movimento non è verbale

Dettagli

Dall attività motoria all attività sportiva: Benefici fisici e Psichici F. Di Domenica Monza 26/05/2015

Dall attività motoria all attività sportiva: Benefici fisici e Psichici F. Di Domenica Monza 26/05/2015 Dall attività motoria all attività sportiva: Benefici fisici e Psichici F. Di Domenica Monza 26/05/2015 Alimentazione e benessere Il proliferare di informazioni scorrette dal punto di vista alimentare

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED UTILIZZAZIONE DELLA CASA DELLE ASSOCIAZIONI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED UTILIZZAZIONE DELLA CASA DELLE ASSOCIAZIONI COMUNE DI COMUN NUOVO Provincia di Bergamo P.zza De Gasperi, 10 24040 Comun Nuovo Tel. 035/595043 fax 035/595575 p.i.00646020164 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED UTILIZZAZIONE DELLA CASA DELLE ASSOCIAZIONI

Dettagli

DATI QUESTIONARIO DELLE SCUOLE MEDIE

DATI QUESTIONARIO DELLE SCUOLE MEDIE DATI QUESTIONARIO DELLE SCUOLE MEDIE E stata pensata una versione semplificata del questionario per i ragazzi della terza media della scuola Leonardo Da Vinci di Veggiano. La scheda è stata compilata da

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DELLE PALESTRE SCOLASTICHE ED ALTRE STRUTTURE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DELLE PALESTRE SCOLASTICHE ED ALTRE STRUTTURE COMUNALI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DELLE PALESTRE SCOLASTICHE ED ALTRE STRUTTURE COMUNALI Premessa Gli impianti sportivi come le altre strutture comunali hanno preciso intento di dare una

Dettagli

Disposizioni generali per l utilizzo delle palestre scolastiche

Disposizioni generali per l utilizzo delle palestre scolastiche Disposizioni generali per l utilizzo delle palestre scolastiche Il Comune di Giavera del Montello intende incentivare e facilitare un largo accesso alla pratica sportiva da parte dei cittadini, tanto in

Dettagli

SUMMER SPORT CAMP 2014 PROGETTO DI CAMPO ESTIVO SPORTIVO E DI POTENZIAMENTO DELLA LINGUA INGLESE DESTINATO AGLI STUDENTI dai 7 ai 14 anni

SUMMER SPORT CAMP 2014 PROGETTO DI CAMPO ESTIVO SPORTIVO E DI POTENZIAMENTO DELLA LINGUA INGLESE DESTINATO AGLI STUDENTI dai 7 ai 14 anni SUMMER SPORT CAMP 2014 PROGETTO DI CAMPO ESTIVO SPORTIVO E DI POTENZIAMENTO DELLA LINGUA INGLESE DESTINATO AGLI STUDENTI dai 7 ai 14 anni La Società Cooperativa Sociale Kairos, organizza nella prossima

Dettagli

COMUNE DI ROGENO. Provincia di Lecco

COMUNE DI ROGENO. Provincia di Lecco COMUNE DI ROGENO Provincia di Lecco REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL CAMPO DA BEACH VOLLEY/BEACH TENNIS 1 Le presenti norme disciplinano la gestione e l uso del campo da Beach Volley/Beach tennis di Viale

Dettagli

Anno Scolastico 2010/11 Istituto d Istruzione Superiore Artusi Forlimpopoli. Programmazione Disciplina: Educazione Fisica

Anno Scolastico 2010/11 Istituto d Istruzione Superiore Artusi Forlimpopoli. Programmazione Disciplina: Educazione Fisica Anno Scolastico 2010/11 Istituto d Istruzione Superiore Artusi Forlimpopoli Programmazione Disciplina: Educazione Fisica Obiettivi essenziali per il biennio: Ciascun alunno, al termine del biennio, dovrà:

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL CENTRO SOCIO-CULTURALE GAMBARO. ARTICOLO 1 Oggetto e Finalità

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL CENTRO SOCIO-CULTURALE GAMBARO. ARTICOLO 1 Oggetto e Finalità REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL CENTRO SOCIO-CULTURALE GAMBARO ARTICOLO 1 Oggetto e Finalità Il presente regolamento disciplina l uso e la gestione del Centro Socio Culturale Gambaro, denominato

Dettagli

RELAZIONE DELL ASSESSORE ALLA P.I. E SPORT

RELAZIONE DELL ASSESSORE ALLA P.I. E SPORT RELAZIONE DELL ASSESSORE ALLA P.I. E SPORT OGGETTO: Impianti sportivi comunali - determinazione tariffe d uso. Premesso che: - con delibera consiliare n.2 del 07/02/2011 è stato approvato il Regolamento

Dettagli

PROVINCIA DI TERAMO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELL USO TEMPORANEO DI IMMOBILI DEL PATRIMONIO O DI COMPETENZA PROVINCIALE ART.

PROVINCIA DI TERAMO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELL USO TEMPORANEO DI IMMOBILI DEL PATRIMONIO O DI COMPETENZA PROVINCIALE ART. PROVINCIA DI TERAMO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELL USO TEMPORANEO DI IMMOBILI DEL PATRIMONIO O DI COMPETENZA PROVINCIALE ART. 1 Il presente Regolamento disciplina l uso temporaneo da parte di soggetti

Dettagli

COMUNE DI CASIRATE D ADDA (BG) DISCIPLINARE GESTIONE CENTRO SPORTIVO COMUNALE

COMUNE DI CASIRATE D ADDA (BG) DISCIPLINARE GESTIONE CENTRO SPORTIVO COMUNALE COMUNE DI CASIRATE D ADDA (BG) DISCIPLINARE GESTIONE CENTRO SPORTIVO COMUNALE Art.1 - Oggetto dell affidamento L affidamento ha per oggetto la gestione del Centro Ricreativo Sportivo (C.R.S.) con annesso

Dettagli

CITTA DI CAMPI SALENTINA Provincia di Lecce APPROVATO NELLA SEDUTA CONSILIARE DEL 30/11/2010 CON ATTO N. 73

CITTA DI CAMPI SALENTINA Provincia di Lecce APPROVATO NELLA SEDUTA CONSILIARE DEL 30/11/2010 CON ATTO N. 73 CITTA DI CAMPI SALENTINA Provincia di Lecce APPROVATO NELLA SEDUTA CONSILIARE DEL 30/11/2010 CON ATTO N. 73 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

Dettagli

Scheda annuale di rilevamento statistico settembre 2015

Scheda annuale di rilevamento statistico settembre 2015 Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici, Politiche della Famiglia, dell Infanzia e Giovanili, Promozione dello Sport e Qualità della Vita U.O. Gestione Impianti Sportivi Scheda annuale di rilevamento

Dettagli

COMUNE DI LARI (PROVINCIA DI PISA) REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

COMUNE DI LARI (PROVINCIA DI PISA) REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI COMUNE DI LARI (PROVINCIA DI PISA) REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 16 del 16/04/2012 INDICE Articolo 1 Articolo 2 Articolo

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO

PROTOCOLLO D INTESA MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO PROTOCOLLO D INTESA MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA E FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO PROTOCOLLO D INTESA tra MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA (di seguito

Dettagli

Regolamento per la disciplina delle modalità di affidamento, gestione ed utilizzazione degli impianti sportivi comunali

Regolamento per la disciplina delle modalità di affidamento, gestione ed utilizzazione degli impianti sportivi comunali Comune di Oderzo Città archeologica Regolamento per la disciplina delle modalità di affidamento, gestione ed utilizzazione degli impianti sportivi comunali APPROVATO CON DELIBERA CONSILIARE - N 61 del

Dettagli

REGOLAMENTO PALESTRA COMUNALE POLIVALENTE VIA BERLINGUER

REGOLAMENTO PALESTRA COMUNALE POLIVALENTE VIA BERLINGUER COMUNE DI S. AGATA SUL SANTERNO Provincia di Ravenna REGOLAMENTO PALESTRA COMUNALE POLIVALENTE VIA BERLINGUER Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 44 del 11 Settembre 1995 Angela\Regolamenti\Palestra

Dettagli

CURRICULO VERTICALE SCIENZE MOTORIE

CURRICULO VERTICALE SCIENZE MOTORIE CURRICULO VERTICALE SCIENZE MOTORIE Nei primi anni di vita dei bambini il movimento riveste un importanza fondamentale negli apprendimenti e nella socializzazione. Corpo e movimento costituiscono il nucleo

Dettagli

CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI

CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI All. B10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE R.Gio/CPA AMBITO ZONALE ALTO AGRI CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI Art.1 Definizione Il centro di aggregazione giovanile

Dettagli

Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 35 del 4.8.2011. INDICE REVISIONI al REGOLAMENTO N. REVISIONE N. DELIBERA

Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 35 del 4.8.2011. INDICE REVISIONI al REGOLAMENTO N. REVISIONE N. DELIBERA Comune di Villasor Provincia di Cagliari Regolamento comunale per lo Sport Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 35 del 4.8.2011 INDICE REVISIONI al REGOLAMENTO N. REVISIONE N. DELIBERA

Dettagli

La tua scuola di... sport

La tua scuola di... sport La tua scuola di... sport A due passi da Piazza del Popolo, immerso nel verdissimo parco dell Istituto Villa Flaminia, il Centro Sportivo Villa Flaminia offre la possibilità a bambini, ragazzi ed adulti

Dettagli

L ASD GS AMATORI PESCARA BASKET è stata appositamente costituita per la realizzazione del Parco Sportivo Polivalente AMATORI PESCARA.

L ASD GS AMATORI PESCARA BASKET è stata appositamente costituita per la realizzazione del Parco Sportivo Polivalente AMATORI PESCARA. L ASD GS AMATORI PESCARA BASKET è stata appositamente costituita per la realizzazione del Parco Sportivo Polivalente AMATORI PESCARA. La società è composta dagli stessi dirigenti di riferimento delle storiche

Dettagli

COMUNE DI BARLETTA SETTORE ORGANIZZAZIONE E SVILUPPO RISORSE UMANE

COMUNE DI BARLETTA SETTORE ORGANIZZAZIONE E SVILUPPO RISORSE UMANE COMUNE DI BARLETTA SETTORE ORGANIZZAZIONE E SVILUPPO RISORSE UMANE CONTRATTO DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGIO COMUNALE Il presente contratto integrativo di lavoro viene stipulato tra il Comune di Barletta,

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE CRITERI PER LA NON AMMISSIONE ALL ANNO SCOLASTICO SUCCESSIVO

CRITERI DI VALUTAZIONE CRITERI PER LA NON AMMISSIONE ALL ANNO SCOLASTICO SUCCESSIVO CRITERI DI VALUTAZIONE Per la valutazione si richiama il già citato DPR 122/2009. Come previsto dal Regolamento di Istituto (art. 28), che si rifà all art.2 c.4 dello Statuto delle Studentesse e degli

Dettagli

COMUNE DI PALAU Provincia di Olbia-Tempio

COMUNE DI PALAU Provincia di Olbia-Tempio COMUNE DI PALAU Provincia di Olbia-Tempio REGOLAMENTO PER L UTILIZZO E LA GESTIONE DELLE STRUTTURE SPORTIVE DEL COMUNE approvato dal Consiglio Comunale in seduta del 03/06/2004 con deliberazione n.13 integrazione

Dettagli

COMUNE DI SALZANO Provincia di Venezia. AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DA CALCIO CON RELATIVI ANNESSI (triennio 2014 2017)

COMUNE DI SALZANO Provincia di Venezia. AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DA CALCIO CON RELATIVI ANNESSI (triennio 2014 2017) COMUNE DI SALZANO Provincia di Venezia AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DA CALCIO CON RELATIVI ANNESSI (triennio 2014 2017) FOGLIO CONDIZIONI ART. 1 - OGGETTO DELLA CONCESSIONE Il Comune

Dettagli

Regolamento per la concessione in uso delle palestre comunali

Regolamento per la concessione in uso delle palestre comunali COMUNE DI BUSTO GAROLFO Provincia di Milano Regolamento per la concessione in uso delle palestre comunali Area Socio Culturale Premessa Elenco e caratteristiche degli impianti comunali A) PALESTRA SCUOLE

Dettagli

Studio per lo Sviluppo e il Riequilibrio dell Impiantistica Sportiva per Roma Capitale

Studio per lo Sviluppo e il Riequilibrio dell Impiantistica Sportiva per Roma Capitale Studio per lo Sviluppo e il Riequilibrio dell Impiantistica Sportiva per Roma Capitale Dott.ssa Elena Battaglia e Dott. Saverio Fagiani Roma Capitale Dipartimento Sport Dott.ssa Vera Costantini Sysdeco

Dettagli

Comune di Povegliano Provincia di Treviso. Regolamento di utilizzo e gestione degli impianti sportivi comunali

Comune di Povegliano Provincia di Treviso. Regolamento di utilizzo e gestione degli impianti sportivi comunali Comune di Povegliano Provincia di Treviso Regolamento di utilizzo e gestione degli impianti sportivi comunali Indice Titolo I Disposizioni generali 2 Articolo 1 Definizioni 2 Articolo 2 Oggetto, finalità

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'USO DEL PARCO PUBBLICO MONTE DUE MANI E DEGLI IMPIANTI SPORTIVI ANNESSI

REGOLAMENTO PER L'USO DEL PARCO PUBBLICO MONTE DUE MANI E DEGLI IMPIANTI SPORTIVI ANNESSI Comune di Ballabio Cap. 23811 Provincia di Lecco tel. 0341/530111 fax 531057 69 REGOLAMENTO PER L'USO DEL PARCO PUBBLICO MONTE DUE MANI E DEGLI IMPIANTI SPORTIVI ANNESSI Approvato con deliberazione di

Dettagli

Dichiarazione di Amsterdam

Dichiarazione di Amsterdam L.B. Dal P A R E R E del Comitato economico e sociale in merito alla ʺProposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce lʹanno europeo dellʹeducazione attraverso lo sport 2004

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 4 in data 12.03.2015 INDICE Art. 1 DEFINIZIONI Art. 2 OGGETTO E FINALITA

Dettagli

CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DEL PROGETTO

CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DEL PROGETTO CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DEL PROGETTO CREMA SPORTING PARK Crema, 28 gennaio 2015 Sommario Introduzione... 3 Ortofoto dell area oggetto dell intervento... 4 Chi presenta il Progetto e a chi verrà

Dettagli

Comune di Scanzorosciate

Comune di Scanzorosciate Comune di Scanzorosciate Provincia di Bergamo CONVENZIONE CON L'ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA TRIBULINA GAVARNO CALCIO 1973 PER LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DI VIA MONTE MISMA REP.N.222

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA

REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COMUNE DI CORDOVADO Provincia di Pordenone Area Segreteria Area Segreteria/Istruzione/Cultura/Sport Tel 0434/68075 Fax 0434/68319 P.zza Cecchini 24 33073 Cordovado C.F. 80005330933 P. IVA 00410680938 www.comune.cordovado.pn.it

Dettagli

TARIFFE STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 Decorrenza 1.9.2014 PISCINE. Decorrenza 1.9.2014 Ingresso adulti 4,70 Ingresso bambini 0-3 anni

TARIFFE STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 Decorrenza 1.9.2014 PISCINE. Decorrenza 1.9.2014 Ingresso adulti 4,70 Ingresso bambini 0-3 anni ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 31.10.2013 N. 484/105970 P.G. TARIFFE STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 PISCINE Ingresso adulti 4,70 Ingresso bambini 0-3 anni Ingresso bambini-adolescenti

Dettagli

PROGRAMMA DIDATTICO-SPORTIVO

PROGRAMMA DIDATTICO-SPORTIVO CASERTA 7-9-2009 a cura del dipartimento di Ed Fisica A.Manzoni Caserta pag. 1 Al Collegio docenti Al Consiglio di Istituto I.S.I.S.S. "A.MANZONI" A.S.2009_2010 CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO A.MANZONI PROGRAMMA

Dettagli

E QUI LA FESTA! SPORT, GIOVANI, SPETTACOLO E SOLIDARIETA 19 MAGGIO 2013 DALLE 13.30 CENTRO SPORTIVO TOTI

E QUI LA FESTA! SPORT, GIOVANI, SPETTACOLO E SOLIDARIETA 19 MAGGIO 2013 DALLE 13.30 CENTRO SPORTIVO TOTI IN CASO DI MALTEMPO, LA MANIFESTAZIONE VERRÁ POSTICIPATA A DOMENICA 26 MAGGIO (con possibili variazioni del programma) Cordani mail@show-box.it INFO: UFFICIO SPORT 02 91084630 WWW.COMUNE.PADERNO-DUGNANO.MI.IT

Dettagli

CLASSI PRIME PSICOMOTRICITA'(Lami Andrea)

CLASSI PRIME PSICOMOTRICITA'(Lami Andrea) Comune di Pavullo nel Frignano Provincia di Modena Assessorato Servizi Sociali Scolastici e Promozione della Salute Via Giardini, 16-41026 Pavullo nel Frignano (MO) Ufficio 0536/29912 - Fax 0536/29976

Dettagli

IL PROJECT PLAN. Madonna della Strada 0984/502489; 348 0127345

IL PROJECT PLAN. Madonna della Strada 0984/502489; 348 0127345 IL PROJECT PLAN NOME GRUPPO RECAPITO PER CONTATTO: Madonna della Strada 0984/502489; 348 0127345 L IDEA E LE PERSONE Caratteristiche progetto: Descrivere brevemente il progetto e com è nata l idea. Valorizzazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI COMUNE DI CASALBUTTANO ED UNITI (Prov. di Cremona) REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 31 del 14.9.2006 INDICE DEGLI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEL CENTRO POLIFUNZIONALE SPORTIVO DI ALBIANO

REGOLAMENTO PER L USO DEL CENTRO POLIFUNZIONALE SPORTIVO DI ALBIANO COMUNE DI ALBIANO REGOLAMENTO PER L USO DEL CENTRO POLIFUNZIONALE SPORTIVO DI ALBIANO Approvato con deliberazione consiliare del 16/07/2003, n. 36, modificato con successiva deliberazione 5/8/2004, n.

Dettagli

concessionario, viene data in uso la palestra con annesse attrezzature, igienici, siti nel plesso dell edificio scolastico,

concessionario, viene data in uso la palestra con annesse attrezzature, igienici, siti nel plesso dell edificio scolastico, PROVINCIA DI POTENZA ATTO DI CONVENZIONE L anno duemila..( ) il giorno. del mese di.. in Potenza, per il presente atto cui intervengono: 1). nato in. il non in proprio ma quale Dirigente del Settore Edilizia

Dettagli

COMUNE DI VERGIATE PROVINCIA DI VARESE

COMUNE DI VERGIATE PROVINCIA DI VARESE CAPITOLATO SPECIALE PER LA CONCESSIONE IN GESTIONE DELL'IMPIANTO SPORTIVO AD INVARIANZA ECONOMICA SITO TRA LE VIE UGUAGLIANZA, S.EUROSIA E PASQUÈ DEFINIZIONI Art. 1 OGGETTO Art. 2 REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE

Dettagli

Scuola Media dello Sport. -sezione ad indirizzo sportivo- A.S.D. Sport Movimento Salute

Scuola Media dello Sport. -sezione ad indirizzo sportivo- A.S.D. Sport Movimento Salute LO SPORT PREPARA A SUPERARE GLI OSTACOLI DELLA VITA ISTITUTO COMPRENSIVO DI TAVAGNACCO Via Mazzini, 5 Fraz. Feletto Umberto 33010 Tavagnacco (UD) C.F. 80015940309 Tel. 0432.570980 fax 0432.574181 - e-mail:

Dettagli

Modello di riqualificazione energetica per lo sviluppo ecosostenibile e la gestione efficiente di edifici comunali e strutture sportive

Modello di riqualificazione energetica per lo sviluppo ecosostenibile e la gestione efficiente di edifici comunali e strutture sportive 1 Progetto di ricerca per la creazione di un Modello di riqualificazione energetica per lo sviluppo ecosostenibile e la gestione efficiente di edifici comunali e strutture sportive con interventi di riduzione

Dettagli

Comune di Brembate. Regolamento per l'utilizzo degli impianti sportivi comunali

Comune di Brembate. Regolamento per l'utilizzo degli impianti sportivi comunali Comune di Brembate Regolamento per l'utilizzo degli impianti sportivi comunali Approvato con deliberazione di C.C. 22 del 05 aprile 2014 Articolo 1 - Destinazione degli impianti e loro fruibilità Gli impianti

Dettagli

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MUSEO DELLA CULTURA CONTADINA DI CASORE DEL MONTE- MARLIANA - PT

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MUSEO DELLA CULTURA CONTADINA DI CASORE DEL MONTE- MARLIANA - PT STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MUSEO DELLA CULTURA CONTADINA DI CASORE DEL MONTE- MARLIANA - PT Art. 1- L Associazione di volontariato Museo della Cultura Contadina più avanti chiamata per

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO TRASPORTO TRAMITE TAXI SOCIALE. Art. 1 - Finalità

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO TRASPORTO TRAMITE TAXI SOCIALE. Art. 1 - Finalità REGOLAMENTO DEL SERVIZIO TRASPORTO TRAMITE TAXI SOCIALE Art. 1 - Finalità Il Comune di San Giovanni Lupatoto, in un ottica di politica sociale finalizzata al miglioramento della vita dei cittadini che

Dettagli

SCUOLA NUOTO BUSTESE TANTA ATTIVITA' MOTORIA UN VERO CORSO DI NUOTO

SCUOLA NUOTO BUSTESE TANTA ATTIVITA' MOTORIA UN VERO CORSO DI NUOTO SCUOLA NUOTO BUSTESE Viale Piemonte 67 21053 Castellanza telefono: 0331-329946 www.piscinabustese.it Organizza: settimanale nei mesi di Giugno Luglio e Settembre 2015 per i Bimbi e Ragazzi dai 6 ai 14

Dettagli

CITTA DI MONCALIERI Servizio Sport

CITTA DI MONCALIERI Servizio Sport CITTA DI MONCALIERI Servizio Sport Accordo tra il Comune di Moncalieri e le associazioni sportive per la realizzazione dei corsi di formazione sportiva patrocinati dal Comune di Moncalieri nell iniziativa

Dettagli

COMUNE DI MASSA Settore Pubblica Istruzione e Sport

COMUNE DI MASSA Settore Pubblica Istruzione e Sport COMUNE DI MASSA Settore Pubblica Istruzione e Sport BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI SPAZI NELLE PALESTRE COMUNALI E PROVINCIALI UBICATE NEL COMUNE DI MASSA. STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 1. Oggetto del bando

Dettagli

Le palestre: requisiti igienici. Porte con apertura verso l esterno, che si fissino automaticamente in posizione di massima apertura

Le palestre: requisiti igienici. Porte con apertura verso l esterno, che si fissino automaticamente in posizione di massima apertura Le palestre: requisiti igienici Porte con apertura verso l esterno, che si fissino automaticamente in posizione di massima apertura I campi sportivi all aperto aperto Tipo di impianto Verde libero e attrezzato

Dettagli