PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE MISURA 19 L.E.A.D.E.R. FASE PREPARATORIA DEFINIZIONE DELLA STRATEGIA SLTP CEMBRA 17 MARZO 2016

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE MISURA 19 L.E.A.D.E.R. FASE PREPARATORIA DEFINIZIONE DELLA STRATEGIA SLTP CEMBRA 17 MARZO 2016"

Transcript

1 PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE MISURA 19 L.E.A.D.E.R. FASE PREPARATORIA DEFINIZIONE DELLA STRATEGIA SLTP CEMBRA 17 MARZO 2016

2 OBIETTIVI INCONTRO 1) PRESENTAZIONE OPPORTUNITA E VINCOLI DELLA MISURA 19 LEADER 2) PRIMO APPROCCIO ALLA STRAGEGIA SLTP

3 CHE COS E UN PROGETTO LEADER?

4 COLLEGAMENTO TRA AZIONI DI SVILUPPO NELL ECONOMIA RURALE OBIETTIVI promuovere lo «sviluppo integrato, endogeno e sostenibile delle aree rurali»

5 MISURA 19 LEADER DOVE VIENE ATTUATA DISPONIBILITA FINANZIARIA SOGGETTO PROPONENTE ASSEGNAZIONE FONDI 2 MACRO AREE MACRO AREA 1) COMUNITA DEL 1) PRIMIERO, 2) VALSUGANA E TESINO, 3) ALTA VALSUGANA E BERNSTOL, 4) ALTIPIANI CIMBRI MACRO AREA 2) COMUNITA VALLE DEI LAGHI, ROTALIANA KONIGSBERG, VALLE DI CEMBRA AREA 1 : ,00 EURO AREA 2 : ,00 EURO GRUPPO DI AZIONE LOCALE PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO BANDO PAT PER LA PRESENTAZIONE DI UNA STRATEGIA SLTP TEMPISTICA FASE PROPEDEUTICA: SCADENZA 20 GIUGNO 2016 FASE GESTIONALE: IMPEGNI 2020 RENDICONTAZIONE 2023

6 SOTTOMISURE/ OPERAZIONI PREVISTE FASE PREPARATORIA SOSTEGNO PREPARATORIO FASE GESTIONALE SOSTEGNO ALL ESECUZIONE DI INTERVENTI NELL AMBITO DELLA STRATEGIA SLTP (A BANDO PUBBLICO) PREPARAZIONE E REALIZZAZIONE ATTIVITA DI COOPERAZIONE DEL GRUPPO DI AZIONE LOCALE (A BANDO PUBBLICO) SOSTEGNO PER I COSTI DI GESTIONE E ANIMAZIONE (MAX 20% DELLA SPESA PUBBLICA DELLA 19.2)

7 FASE PREPARATORIA

8 PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEL GAL COMPONENTE PUBBLICA COMPONENTE PRIVATA: PARTE ECONOMICA COMPONENTE PRIVATA : SOCIETA CIVILE PREVALENZA RAPPRESENTATIVITA INTERESSI PRIVATI SU QUELLI PUBBLICA A LIVELLO DI PARTENARIATO ED A LIVELLO DECISIONALE DELLE INIZIATIVE NO CONFLITTI DI INTERERSSE PER I COMPONENTI NO INCARICHI O CONSULENZE AI COMPONENTI GAL COSTITUZIONE IN FORMA GIURIDICAMENTE RICONOSCIUTA RAPPRESENTANTE PARI OPPORTUNITA

9 FASE PREPARATORIA 1) INDIVIDUAZIONE PARTENARIATO/GAL INDIVIDUAZIONE RAPPRESENTANTI ELETTIVA E FORMALIZZATA SOGGETTI PROMOTORI (AREA PUBBLICA) 1) CONSORZIO BIM ADIGE (CAPOFILA FINANZIARIO) 2) COMUNITA DELLA VALLE DEI LAGHI (x2) 3) COMUNITA DELLA VALLE DI CEMBRA (x2) 4) COMUNITA ROTALIANA - KONISBERG (x3) 5) RAPPRESENTANTE COMMISSIONE PARI OPPORTUNITA (OBBLIGATORIO)

10 FASE PREPARATORIA 1) INDIVIDUAZIONE PARTENARIATO/GAL IPOTESI SOGGETTI PROMOTORI (AREA PRIVATA) 1) SETTORE AGRICOLO (x3) 2) SETTORE TURISTICO (x3) 3) SETTORE ARTIGIANALE (x1) 4) ASSOCIAZIONISMO (x3) 5) ISTITUTI DI CREDITO (x1) 6) FONDAZIONE MACH (x1)

11 FASE PREPARATORIA 2) DEFINIZIONE E PRESENTAZIONE DELLA STRATEGIA SLTP OBIETTIVI DELLA STRATEGIA RAFFORZAMENTO DEL LEGAME TRA AGRICOLTURA AMBIENTE E TURISMO SOSTENIBILE, CONTRIBUIRE ALLO SVILUPPO SOCIO- ECONOMICO ED ALLA SALVAGUARDIA DELL AMBIENTE, ANCHE ATTRAVERSO UN APPROCCIO INNOVATIVO INDIVIDUAZIONE DEGLI AMBITI E DELLE MISURE DI INTERVENTO - MAX N. 3 AMBITI TEMATICI SUI 10 DISPONIBILI - MISURE DI INTERVENTO TRA QUELLE PRESENTI NEL PSR ED ALTRE (ART. 5 REG. UE 1305/2013)

12 FASE PREPARATORIA AMBITI DI INTERVENTO PREVISTI (MAX 3) DALLA MISURA 19 1) SVILUPPO ED INNOVAZIONE DELLE FILIERE E DEI SISTEMI PRODUTTIVI LOCALI (AGROALIMENTARI, ARTIGINALI E MANIFATTURIERE) 2) SVILUPPO DELLA FILIERA DELL ENERGIA RINNOVABILE 3) TURISMO SOSTENIBILE 4) CURA E TUTELA DEL PAESAGGIO, DELL USO DEL SUOLO E DELLA BIODIVERSITA 5) VALORIZZAZIONE E GESTIONE DELLE RISORSE AMBIENTALI E NATURALI 6) VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E PATRIMONIO ARTISTICO LEGATO AL TERRITORIO 7) ACCESSO AI SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI 8) INCLUSIONE SOCIALE DI SPECIFICI GRUPPI SVANTAGGIATI O EMARGINATI A. RIQUALIFICAZIONE DEL TERRITORIO RURALE CON LA CREAZIONE DI SERVIZI E SPAZI INCLUSIVI PER LA COMUNITA B. DIVERSIFICAZIONE DELLE ATTIVITA NON AGRICOLE DA PARTE DELLE IMPRESE AGRICOLE

13 QUALCHE ESEMPIO

14 TURISMO SOSTENIBILE AMBITO/ PRIORITA LEADER VAL DI SOLE VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL PATRIMONIO ARTISTICO LEGATO AL TERRITORIO DIVERSIFICAZIONE DELLE ATTIVITA NON AGRICOLE DA PARTE DELLE IMP..AGRICOLE. SVILUPPO ED INNOVAZIONE DELLE FILIERE E DEI SISTEMI PRODUTTIVI LOCALI CURA E TUTELA DEL PAESAGGIO, DELL USO DEL SUOLO E DELLA BIODIVERSITA VALORIZZAZIONE E GESTIONE DELLE RISORSE AMBIENTALI E NATURALI SVILUPPO DELLA FILIERA DELL ENERGIA RINNOVABILE VALORIZZAZIONE E GESTIONE DELLE RISORSE AMBIENTALI E NATURALI ACCESSO AI SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI INCLUSIONE SOCIALE DI SPECIFICI GRUPPI SVANTAGGIATI O EMARGINATI RIQUALIFICAZIONE DEL TERRITORIO RURALE CON L EVENTUALE CREAZIONE DI SERVZI E SPAZI INCLUSIVI PER LA COMUNITA

15 SVILUPPO E INNOVAZIONE DELLE FILIERE

16 FILIERA DELL ENERGIA RINNOVABILE IMPIANTO DI BIOGAS PRESSO AZIENDA AGRICOLA

17 TURISMO SOSTENIBILE

18 TURISMO SOSTENIBILE

19 TURISMO SOSTENIBILE

20 TURISMO SOSTENIBILE

21 CURA E TUTELA DE PAESAGGIO

22 VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI

23 VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI

24 DIVERSIFICAZIONE DELLE ATTIVITA NON AGRICOLE

25 2) ELABORAZIONE DELLA STRATEGIA FATTORI LIMITANTI DELLE MISURE DEL PSR 1) PARZIALE COPERTURA DEI POSSIBILI INTERVENTI ATTUABILI SUL TERRITORIO 2) BENEFICIARI SOLO AZIENDE AGRICOLE ED ENTI PUBBLICI 3) LE MISURE DELLA STRATEGIA DEVONO ESSERE COMPLEMENTARI E SINERGICHE CON QUELLE DEL PSR DEMARCAZIONE TRA PSR E LEADER VINCOLI OPERATIVI 1) SOLO 3 AMBITI DI INTERVENTO 2) DIFFICOLTA A MODIFICARE IN CORSO D OPERA IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE E LA RELATIVA DISTRIBUZIONE DELLE RISORSE (PIANO FINANZIARIO) 3) SCADENZA PER LA PRESENTAZIONE MOLTO RAVVICINATA (20 GIUGNO 2016)

26 FASE PREPARATORIA 2) ELABORAZIONE DELLA STRATEGIA 1) ANALISI DELLE POTENZIALITA DEL TERRITORIO E DELLE STRATEGIE IN ATTO O GIA ELABORATE ( ES. PIANO TERRITORIALE DI COMUNITA ) 2) RACCOLTA IDELLE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DAGLI OPERATORI DEL TERRITORIO - MISURARE LA VOLONTA EFFETTIVA DI ATTUARE GLI INTERVENTI DA PARTE DEGLI OPERATORI LOCALI - DEVE BASARSI SU INZIATIVE CONCRETE POSSIBILMENTE CON UNA PREVISIONE DI SPESA

27 PIANO TERRITORIALE DI COMUNITA VALLE DI CEMBRA APPROFONDIMENTO E VALORIZZAZIONE DELLE RETI ECOLOGICHE E AMBIENTALI DELL AVISIO RETE DI RISERVE VALORIZZAZIONE PRODOTTI LOCALI RECUPERO AREE DISMESSE O BOSCATE VALORIZZAZIONE DEL PAESAGGIO E DELTERRITORIO VALORIZZAZIONE BENI CULTURALI/ AMBIENTALI E CENTRI STORICI COOPERAZIONE CON I TERRITORI LIMITROFI DIVERSIFICARE LA RICETTIVITA QUALIFICARE LA RETE VIARIA CON SERVIZI DI INFORMAZIONE E SEGNALETICA COOPERAZIONE TRA AGRICOLTURA E PORFIDO AZIONI CULTURALI DI PROMOZIONE DEL PAESAGGIO VALORIZZAZIONE DELLA RICETTIVITA MONTANA SENTIERISTICA E TRATTI CICLABILI SOVRACOMUNALI POTENZIAMENTO DEL SETTORE ZOOTECNICO MISURE PER LA VALORIZZAZIONE DELLE MALGHE

28 SCHEMA ARGOMENTI PER LA DESCRIZIONE DELLA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE - ANAGRAFICA DEL SOGGETTO PROPONENTE (NOME, COGNOME, INDIRIZZO, RUOLO, ENTITA RAPPRESENTATA) - DESCRIZIONE DELL ATTIVITA E/O FUNZIONE SVOLTA DAL SOGGETTO PROPONENTE - DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA PROGETTUALE/INTERVENTO PREVISTO (OBIETTIVI, CONTESTO TERRITORIALE ED EVENTUALI ALTRI SOGGETTI COINVOLTI, INTERVENTI ED INVESTIMENTI PREVISTI, FATTIBILITA URBANISTICA, ECC.., UTILIZZATORI FINALI E/O SERVIZI OFFERTI, ECC.. ) - DESCRIZIONE DELLE MODALITA GESTIONALI PREVISTE PER L INTERVENTO PROPOSTO (SOGGETTO GIA INDIVIDUATO O DA DEFINIRE, EVENTUALI COMPETENZE PROFESSIONALI POSSEDUTE O DA ACQUISIRE,PROBLEMATICHE RILEVATE, ECC..) ALLEGATI: ES. PLANIMETRIA, RIFERIMENTI CARTOGRAFICI, PROGETTI PRELIMINARI, PREAUTORIZZAZIONI, PARERI, ECC.. (INFO: - Tel.: )

29 ATTIVITA DI ANIMAZIONE E INFORMAZIONE 1) ORGANIZZAZIONE DI ULTERIORI RIUNIONI SU PROGETTI ED INIZIATIVE SPECIFICHE O DI SETTORE 2) ATTIVAZIONE DI UNO SPORTELLO INFORMATIVO PRESSO LA CDV ( LUNEDI POMERIGGIO) SCADENZE PREVISTE SCADENZA RACCOLTA MANIFESTAZIONI DI INTERESSE APRILE 2016

30 GRAZIE PER L ATTENZIONE

CONSORZIO DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI TRENTO COMPRESI NEL BACINO IMBRIFERO MONTANO DELL'ADIGE TRENTO - PIAZZA CENTA, 13

CONSORZIO DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI TRENTO COMPRESI NEL BACINO IMBRIFERO MONTANO DELL'ADIGE TRENTO - PIAZZA CENTA, 13 CONSORZIO DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI TRENTO COMPRESI NEL BACINO IMBRIFERO MONTANO DELL'ADIGE TRENTO - PIAZZA CENTA, 13 DELIBERAZIONE NR. 60 DEL CONSIGLIO DIRETTIVO Oggetto: Piano di sviluppo rurale

Dettagli

PSL Da dove si riparte:

PSL Da dove si riparte: PSL 2007-2013 Da dove si riparte: Mis. 311 Diversificazione Mis. 312 Start up microimprese Mis. 313 Turismo rurale Cooperazione GAL Terra dei Trulli e di Barsento Mis. 321 Servizi sociali Mis. 331 Formazioneinformazione

Dettagli

GAL ANGLONA - ROMANGIA

GAL ANGLONA - ROMANGIA GAL ANGLONA - ROMANGIA Perfugas, 1 febbraio 2016 - Assemblea degli Associati PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE per la Regione Sardegna 2014-2020 MISURA 19 - Sostegno allo sviluppo locale LEADER (CLLD) PROGRAMMA

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE PIANI DI SVILUPPO LOCALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE PIANI DI SVILUPPO LOCALE Misura 19, Sostegno allo sviluppo locale LEADER - (SLTP - sviluppo locale di tipo partecipativo) criteri di valutazione dei Programmi di Sviluppo Locale (PSL) SCHEDA DI VALUTAZIONE PIANI DI SVILUPPO LOCALE

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE per la Regione Sardegna MISURA 19 - Sostegno allo sviluppo locale LEADER (CLLD) Percorso, attori e strumenti

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE per la Regione Sardegna MISURA 19 - Sostegno allo sviluppo locale LEADER (CLLD) Percorso, attori e strumenti PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE per la Regione Sardegna 2014-2020 MISURA 19 - Sostegno allo sviluppo locale LEADER (CLLD) Percorso, attori e strumenti PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE per la Regione Sardegna

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE STRATEGICA PER LO SVILUPPO LOCALE INTEGRATO

LA PROGRAMMAZIONE STRATEGICA PER LO SVILUPPO LOCALE INTEGRATO LA PROGRAMMAZIONE STRATEGICA PER LO SVILUPPO LOCALE INTEGRATO di Francesco Mantino Rete Rurale Nazionale (INEA) Obiettivi e metodi per la costruzione del PSR 2014-2020 Campobasso, 24 giugno 2013 Gli elementi

Dettagli

CHI PARTECIPA CONDIVIDE!

CHI PARTECIPA CONDIVIDE! 30.07 2016 10,30 CHI PARTECIPA CONDIVIDE! Ciclo di Incontri Presentazione della Strategia di Sviluppo Locale AltoCasertano 2020 Consorzio di Bonifica del SannioAlifano Viale della Libertà n.75 Piedimonte

Dettagli

costituendo GalMolise Rurale

costituendo GalMolise Rurale costituendo GalMolise Rurale MISURA 19 APPROCCIO LEADER - SSL STRATEGIA DI SVILUPPO LOCALE Burm n.19 del 24/05/2016 ISERNIA 21.costituendo Gal Molise Rurale 1 M19 Aree rurali M19 - BASE GIURIDICA Schema

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO N. 20

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO N. 20 COPIA CONSORZIO DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI TRENTO COMPRESI BEL BACINO IMBRIFERO MONTANO DEL FIUME BRENTA con sede in BORGO VALSUGANA (Provincia di Trento) VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO

Dettagli

GAL quattro Parchi a Lecco Valorizzare la tradizione agricola locale unendo tradizione ed innovazione, lavoro e ambiente, turismo e sostenibilità

GAL quattro Parchi a Lecco Valorizzare la tradizione agricola locale unendo tradizione ed innovazione, lavoro e ambiente, turismo e sostenibilità FEARS Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 Reg. (UE) n. 1303/2013 e 1305/2013 del 13 dicembre 2013 FEASR D.G. Agricoltura - D.d.u.o. 31 luglio 2015 - n. 6547 Programma di sviluppo rurale 2014 2020 della

Dettagli

AZIONE Sintesi Piano di Sviluppo Locale Gal GardaValsabbia

AZIONE Sintesi Piano di Sviluppo Locale Gal GardaValsabbia AZIONE 2020 Sintesi Piano di Sviluppo Locale 2014 2020 Gal GardaValsabbia Il Programma di Sviluppo Rurale 2014 2020 di Regione Lombardia è il principale strumento di programmazione e finanziamento degli

Dettagli

Allegato 2 SCHEMA PER LA REDAZIONE DEL PIANO DI AZIONE LOCALE MISURA 19.2 (SLTP sviluppo locale di tipo partecipativo)

Allegato 2 SCHEMA PER LA REDAZIONE DEL PIANO DI AZIONE LOCALE MISURA 19.2 (SLTP sviluppo locale di tipo partecipativo) ALLEGATO 2 PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 REG. (UE) N. 1305/2013 Allegato 2 SCHEMA PER LA REDAZIONE DEL PIANO DI AZIONE LOCALE MISURA 19.2 (SLTP sviluppo locale di tipo partecipativo) 1. PARTENARIATO

Dettagli

NetTARE opera nei seguenti ambiti:

NetTARE opera nei seguenti ambiti: Grazie ad una rete di professionisti e consulenti, NetTARE lavora con un approccio interdisciplinare sistemico e partecipativo mettendo a disposizione le proprie competenze in diversi ambiti: mobilità

Dettagli

STATO DI ATTUAZIONE - ASSE 4 LEADER -

STATO DI ATTUAZIONE - ASSE 4 LEADER - STATO DI ATTUAZIONE - ASSE 4 LEADER - AL 31.12.2012 MORI (TN) 10 GIUGNO 2013 Il GAL VAL DI SOLE si è costituito in forma giuridica di Associazione senza scopo di lucro il 21 febbraio 2009 attraverso la

Dettagli

PATTO FORMALE. tra: PMI agricole, zootecniche, agroforestali,

PATTO FORMALE. tra: PMI agricole, zootecniche, agroforestali, Associazione Italiana per l Agricoltura Biologica Bio-Distretti Il Bio-Distretto è un area geografica, non amministrativa ma funzionale, nella quale l approccio allo sviluppo sostenibile, inclusivo e innovativo

Dettagli

IL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DELLA LOMBARDIA MILANO 1 APRILE 2014

IL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DELLA LOMBARDIA MILANO 1 APRILE 2014 IL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014 2020 DELLA LOMBARDIA MILANO 1 APRILE 2014 LA STRATEGIA E stata costruita in base a: gli orientamenti per le politiche di sviluppo rurale della Commissione gli strumenti

Dettagli

Regione Liguria Dipartimento Agricoltura e Protezione Civile

Regione Liguria Dipartimento Agricoltura e Protezione Civile Regione Liguria Dipartimento Agricoltura e Protezione Civile Seminario I Progetti Integrati come strumento di attuazione del programma di sviluppo rurale 2007-2013 della Regione Liguria Genova, 7 febbraio

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Reg. delib. n. 1548 Prot. n. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE OGGETTO: Programma di Sviluppo Rurale della Provincia Autonoma di Trento 2014-2020: approvazione

Dettagli

COMUNE DI CORROPOLI (Provincia di Teramo)

COMUNE DI CORROPOLI (Provincia di Teramo) COMUNE DI CORROPOLI (Provincia di Teramo) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE SEDUTA DEL 8 agosto 2016 N. 51 OGGETTO: MANIFESTAZIONE DI INTERESSE DEL COMUNE DI CORROPOLI PER ADERIRE AL PARTENARIATO PUBBLICO/PRIVATO

Dettagli

Come finanziare la sostenibilità in agricoltura? Fabrizio Adriano Dagostin Responsabile Servizio Agricoltura della Provincia Autonoma di Trento

Come finanziare la sostenibilità in agricoltura? Fabrizio Adriano Dagostin Responsabile Servizio Agricoltura della Provincia Autonoma di Trento COLTIVARE LA SOSTENIBILITÀ I valori della cooperazione e la sostenibilità d impresa SALA DELLA COOPERAZIONE GIOVEDÌ 11 FEBBRAIO 2016 Come finanziare la sostenibilità in agricoltura? Fabrizio Adriano Dagostin

Dettagli

PSR ABRUZZO

PSR ABRUZZO PSR ABRUZZO 2014-2020 Competitività e trasferimento di innovazioni Agro-ambiente e tutele delle risorse naturali Cooperazione e sviluppo economico delle aree rurali Università G. D Annunzio Dipartimento

Dettagli

ANIMAZIONE TERRITORIALE verso il nuovo PIANO DI SVILUPPO LOCALE PSR

ANIMAZIONE TERRITORIALE verso il nuovo PIANO DI SVILUPPO LOCALE PSR GAL LAGHI E MONTI DEL VCO Domodossola, Giovedì 15 Ottobre 2015 ore 21:00 ANIMAZIONE TERRITORIALE AMBITI TEMATICI PRIORITARI Alcuni ambiti tematici proposti dall Accordo di Partenariato si adattano maggiormente

Dettagli

PERCORSO DI DEFINIZIONE DELLA STRATEGIA DI SVILUPPO LOCALE (SSL)

PERCORSO DI DEFINIZIONE DELLA STRATEGIA DI SVILUPPO LOCALE (SSL) PERCORSO DI DEFINIZIONE DELLA STRATEGIA DI SVILUPPO LOCALE 2015-2020 (SSL) PERCORSO DI DEFINIZIONE DELLA STRATEGIA DI SVILUPPO LOCALE 2015-2020 Cos è un GAL? Il gruppo di azione locale(o semplicemente

Dettagli

Progettiamo insieme il nostro futuro

Progettiamo insieme il nostro futuro Progettiamo insieme il nostro futuro Maniago 25 gennaio 2016 G.A.L. UNO STRUMENTO PARTECIPATO A SERVIZIO DEL TERRITORIO E DELLO SVILUPPO LOCALE Area Leader G.A.L. Opera sul territorio dal 1997: Iniziativa

Dettagli

Difendere e Promuovere i Prodotti dell Apicoltura

Difendere e Promuovere i Prodotti dell Apicoltura Difendere e Promuovere i Prodotti dell Apicoltura 26 novembre 2017 Presso CREA LA COOPERAZIONE NEL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014 2020 LA MISURA 16 RELATORE: Marco Alimonti - Agronomo LA COOPERAZIONE

Dettagli

7 Bollettino PSR Pag. 1

7 Bollettino PSR Pag. 1 7 Bollettino PSR 2014-2020 Pag. 1 7. Servizi di base e rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali SOTTOMISURA 7.2. INVESTIMENTI FINALIZZATI ALLA CREAZIONE, AL MIGLIORAMENTO E ALL ESPANSIONE DI OGNI TIPO

Dettagli

I GRANDI CAMMINI SULLE TRACCE DELLA STORIA

I GRANDI CAMMINI SULLE TRACCE DELLA STORIA I GRANDI CAMMINI SULLE TRACCE DELLA STORIA La Strategia di Sviluppo Locale del GAL Trentino Orientale: obiettivi ed interventi sostenuti con i fondi del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 CHE COS E

Dettagli

REGIONE CALABRIA PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE

REGIONE CALABRIA PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE CALABRIA PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014 2020 AVVISO PUBBLICO Misura 19 SOSTEGNO ALLO SVILUPPO LOCALE LEADER Sottomisura 19.1 Sottomisura 19.2 Sottomisura 19.3 Sottomisura 19.4 Sostegno preparatorio

Dettagli

Il PSR Emilia-Romagna e il ruolo degli Enti Locali: il quadro di riferimento e gli strumenti di sostegno - ruolo dei Comuni. Bologna, 11 luglio 2017

Il PSR Emilia-Romagna e il ruolo degli Enti Locali: il quadro di riferimento e gli strumenti di sostegno - ruolo dei Comuni. Bologna, 11 luglio 2017 Il PSR Emilia-Romagna e il ruolo degli Enti Locali: il quadro di riferimento e gli strumenti di sostegno - ruolo dei Comuni Bologna, 11 luglio 2017 RUOLO DEI COMUNI Ente pubblico: Comune, Ente gestore

Dettagli

SCENARI POSSIBILI PER L APPLICAZIONE DI LEADER di Francesco Mantino. Il leader nei PSR Roma 22 maggio 2013

SCENARI POSSIBILI PER L APPLICAZIONE DI LEADER di Francesco Mantino. Il leader nei PSR Roma 22 maggio 2013 SCENARI POSSIBILI PER L APPLICAZIONE DI LEADER 2014-2020 di Francesco Mantino Il leader nei PSR 2014-2020 Roma 22 maggio 2013 L approccio Leader nel regolamento generale Community-led Local Development

Dettagli

PSR PUGLIA LA MISURA 19 SOSTEGNO ALLO SVILUPPO LEADER E RUOLO DEI GRUPPI DI AZIONE LOCALE

PSR PUGLIA LA MISURA 19 SOSTEGNO ALLO SVILUPPO LEADER E RUOLO DEI GRUPPI DI AZIONE LOCALE PSR PUGLIA 2014-2020 LA MISURA 19 SOSTEGNO ALLO SVILUPPO LEADER E RUOLO DEI GRUPPI DI AZIONE LOCALE Attività di animazione a valere sull avviso pubblico a valere sul PSR Puglia 2014/20 misura 19 «Sostegno

Dettagli

Leader Principali caratteristiche della Misura 19. Bologna 28 aprile 2015 Arch. Maria Luisa Bargossi

Leader Principali caratteristiche della Misura 19. Bologna 28 aprile 2015 Arch. Maria Luisa Bargossi Leader 2014-2020 Principali caratteristiche della Misura 19 Bologna 28 aprile 2015 Arch. Maria Luisa Bargossi I 7 principi Partenariato Strategia locale Bottom up LEADER Network Multisettorialità Cooperazione

Dettagli

Progettiamo insieme il nuovo PSL MISURA 19 Sviluppo Locale Leader - PSR

Progettiamo insieme il nuovo PSL MISURA 19 Sviluppo Locale Leader - PSR FEASR REGIONE DEL VENETO Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l Europa investe nelle zone rurali Progettiamo insieme il nuovo PSL 2014-2020 MISURA 19 Sviluppo Locale Leader - PSR 2014 2020 Sede

Dettagli

P.S.R REGIONE MOLISE

P.S.R REGIONE MOLISE P.S.R. 2014-2020 REGIONE MOLISE MISURA 19 APPROCCIO LEADER SSL - STRATEGIA di SVILUPPO LOCALE costituendo Gal «Molise Rurale» ISERNIA 13_14 Luglio 2016 1 estratto copia SSL presentata in Regione Molise

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE FVG: LE MISURE A FAVORE DELL AGRICOLTURA SOCIALE

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE FVG: LE MISURE A FAVORE DELL AGRICOLTURA SOCIALE PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 DELLA REGIONE FVG: LE MISURE A FAVORE DELL AGRICOLTURA SOCIALE Adottato con decisione della Commissione C(2015) 6589 final del 24 settembre 2015 Convegno Lo sviluppo

Dettagli

Gal Terre Astigiane nelle Colline patrimonio dell Umanità Programmazione Leader

Gal Terre Astigiane nelle Colline patrimonio dell Umanità Programmazione Leader Gal Terre Astigiane nelle Colline patrimonio dell Umanità Programmazione Leader 2014-2020 Costigliole d Asti, Calamandrana 23 marzo 2016 I contenuti del PSL 2014-2020 POPOLAZIONE Popolazione ammissibile:

Dettagli

I P.I.F. in Piemonte

I P.I.F. in Piemonte I P.I.F. in Piemonte Aspetti organizzativi e metodologici Moreno SOSTER Responsabile Programmazione e valorizzazione del sistema agro-alimentare 1 Contesto Fabbisogno 7 Sviluppare forme di integrazione

Dettagli

Rete Rurale Nazionale RRN - Task Force Rete Leader INEA, Via Barberini Roma tel

Rete Rurale Nazionale RRN - Task Force Rete Leader INEA, Via Barberini Roma tel Regione LIGURIA Aree Eligibili Aree selezionate Nessun GAL beneficiario nel Leader I Obiettivi Asse IV L Asse IV del PSR della Liguria, attraverso l attivazione dei Piani di Sviluppo Locale elaborati e

Dettagli

P.S.R REGIONE MOLISE

P.S.R REGIONE MOLISE P.S.R. 2014-2020 REGIONE MOLISE MISURA 19 APPROCCIO LEADER PSL -PIANO di SVILUPPO LOCALE Gal «Molise Rurale» ASSEMBLEA SOCI 03/11/2016 ISERNIA 03 NOVEMBRE 2016 1 SI PARTE DALLA SSL APPROVATA in Regione

Dettagli

ANIMAZIONE TERRITORIALE verso il nuovo Piano di Sviluppo Locale LEADER - PSR

ANIMAZIONE TERRITORIALE verso il nuovo Piano di Sviluppo Locale LEADER - PSR GAL Langhe Roero Leader ASSE IV LEADER P.S.R. REGIONE PIEMONTE 2007-20132013 ANIMAZIONE TERRITORIALE verso il nuovo Piano di Sviluppo Locale LEADER - PSR 2014-2020 16 Giugno 2014 - Bossolasco 1 La fase

Dettagli

L esperienza della programmazione LEADER in Toscana. GAL Start

L esperienza della programmazione LEADER in Toscana. GAL Start L applicazione della MISURA 124 a livello locale L esperienza della programmazione LEADER in Toscana Leonardo Romagnoli Tommaso Neri GAL Start Firenze, 13 settembre 2013 Le Strategie Integrate di Sviluppo

Dettagli

Bio e Territorio: una Strategia vincente.

Bio e Territorio: una Strategia vincente. Bio e Territorio: una Strategia vincente. Alessandro Triantafyllidis Presidente Biodistretto Val di Vara Feltre - 5 Novembre 2016 LIGURIA: La l.r. 66/2009 Disciplina degli interventi per lo sviluppo, la

Dettagli

L anno duemilaquindici, il giorno mese di.( ) in. Breno, presso la sede del Consorzio Comuni Bacino Imbrifero Montano di Valle Camonica, in TRA

L anno duemilaquindici, il giorno mese di.( ) in. Breno, presso la sede del Consorzio Comuni Bacino Imbrifero Montano di Valle Camonica, in TRA ALLEGATO A) (ALLEGATO A) CONSORZIO COMUNI B.I.M. DI VALLE CAMONICA BRENO (BS) *************************** DISCIPLINARE DI INCARICO PROFESSIONALE Per la predisposizione del Piano di Sviluppo Locale in attuazione

Dettagli

P.S.R REGIONE PUGLIA

P.S.R REGIONE PUGLIA P.S.R. 2014 2020 REGIONE PUGLIA VERSO il PAL PIANO di AZIONE LOCALE 2014 2020 PAL 2014 2020 1 Dott. Pasquale Lorusso Direttore Gal Terre di Murgia GAL PSR 2014 2020 Il PSR prevede che per la definizione

Dettagli

Imprenditori di sé stessi Insieme si può

Imprenditori di sé stessi Insieme si può Imprenditori di sé stessi Insieme si può Rovereto 30 gennaio 2017 TRA DOMANDE E (VECCHI) STEREOTIPI Giovani italiani mammoni e poco inclini a rimboccarsi le maniche? Trentini seduti e (male) abituati al

Dettagli

PROGETTIAMO IL FUTURO

PROGETTIAMO IL FUTURO Gruppo di Azione Locale VALLI DEL CANAVESE PROGETTIAMO IL FUTURO verso il nuovo Piano di Sviluppo Locale LEADER PSR 2014-2020 DAL PSR REGIONALE AL PSL LOCALE RISORSE il volume d investimento assegnato

Dettagli

PIANO D AZIONE LOCALE (PdA)

PIANO D AZIONE LOCALE (PdA) PIANO D AZIONE LOCALE (PdA) LE TAPPE DEL PERCORSO PARTECIPATIVO INCONTRO DATA SEDE PARTECIPANTI Scenario workshop di lancio 18 luglio San Gavino 72 Analisi di contesto, SWOT 21 luglio Serramanna 46 Individuazione

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 sintesi 1 Il Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 > Il Programma di Sviluppo Rurale costituisce il principale strumento di programmazione ed attuazione della strategia

Dettagli

LO SVILUPPO RURALE IN VENETO. Franco Contarin Sezione Piani e Programmi Settore Primario Regione del Veneto

LO SVILUPPO RURALE IN VENETO. Franco Contarin Sezione Piani e Programmi Settore Primario Regione del Veneto LO SVILUPPO RURALE IN VENETO Franco Contarin Sezione Piani e Programmi Settore Primario Regione del Veneto Italia 301.338 superficie territoriale (km2) 18.264 6% Veneto 128.560 superficie agricola utilizzata

Dettagli

PSR SICILIA 2014/2020. I giovani, quale futuro

PSR SICILIA 2014/2020. I giovani, quale futuro PSR SICILIA 2014/2020 I giovani, quale futuro Caltagirone 13 febbraio 2016 La dotazione finanziaria del PSR 2014/2020 = 2.212.747.107,44 Le Priorità: promuovere il trasferimento della conoscenza e l innovazione

Dettagli

Incontro di Partenariato /Bernalda 13.aprile.2017/

Incontro di Partenariato /Bernalda 13.aprile.2017/ Incontro di Partenariato /Bernalda 13.aprile.2017/ Premessa Metodologica START/Strategia Territoriale Accessibile Responsabile Turistica/ per l area territoriale Matera Orientale - Metapontino : è stata

Dettagli

I Programmi di Sviluppo Rurale cofinanziati dal FEASR: le opportunità per i Comuni. Francesco Mantino 13 aprile 2017

I Programmi di Sviluppo Rurale cofinanziati dal FEASR: le opportunità per i Comuni. Francesco Mantino 13 aprile 2017 I Programmi di Sviluppo Rurale 2014-2020 cofinanziati dal FEASR: le opportunità per i Comuni Francesco Mantino 13 aprile 2017 LA PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA DEL FONDO EUROPEO AGRICOLO DI SVILUPPO RURALE

Dettagli

ALLEGATO C Dgr n del 15/09/2015 pag. 1/8

ALLEGATO C Dgr n del 15/09/2015 pag. 1/8 giunta regionale 10^ legislatura ALLEGATO C Dgr n. 1214 del 15/09/2015 pag. 1/8 REGIONE DEL VENETO PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE PER IL VENETO 2014-2020 BANDO PUBBLICO REG. UE 1303/2013, Artt. 32-35; REG

Dettagli

L.E.A.D.E.R

L.E.A.D.E.R L.E.A.D.E.R. nei Programmi di Sviluppo Rurale 2014-2020 L.E.A.D.E.R. nei Programmi di Sviluppo Rurale 2014-2020 Settembre, 2016 LeaderConta è una pubblicazione informativa periodica realizzata dal CREA

Dettagli

La Proposta di strategia di sviluppo locale

La Proposta di strategia di sviluppo locale GAL Baldo Lessinia La Proposta di strategia di sviluppo locale Assemblea dei Soci 17 dicembre 2015 IL PERCORSO cosa è stato fatto Maggio 2015: selezione di 6 facilitatori. Maggio/Giugno 2015: 7 incontri

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 35 LA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 35 LA GIUNTA COMUNALE C o p i a VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 35 OGGETTO : MANIFESTAZIONE DI INTERESSE DEL COMUNE PER ADERIRE ALL'INIZIATIVA DEL CONSORZIO DEGLI ENTI LOCALI DELLA VALLE D'AOSTA DI PARTECIPARE

Dettagli

Il PSR 2014/2020 della Toscana e la Rete Natura 2000 e la biodiversità

Il PSR 2014/2020 della Toscana e la Rete Natura 2000 e la biodiversità Il PSR 2014/2020 della Toscana e la Rete Natura 2000 e la biodiversità Rita Turchi Regione Toscana 12 luglio 2016 CREA - Centro di ricerca per le Politiche e la Bioeconomia - Roma La Rete Natura 2000 in

Dettagli

Misura M19. Sostegno allo sviluppo locale LEADER (da art. 42 a 44) Interventi

Misura M19. Sostegno allo sviluppo locale LEADER (da art. 42 a 44) Interventi M19 Sostegno allo sviluppo locale LEADER (da art. 42 a 44) Interventi 19.1.1 Sostegno preparatorio 19.2.1 Sostegno all esecuzione degli interventi nell ambito della strategia di sviluppo locale di tipo

Dettagli

Azione 1: crescita intelligente - Cooperazione transfrontaliera e sviluppo delle competenze per l innovazione economica

Azione 1: crescita intelligente - Cooperazione transfrontaliera e sviluppo delle competenze per l innovazione economica Azione 1: crescita intelligente - Cooperazione transfrontaliera e sviluppo delle competenze per l innovazione economica Questa misura vuole aumentare la capacità dell di creare valore aggiunto attraverso

Dettagli

PSR E APPROCCIO LEADER informazioni preliminari per la progettazione del PSL del GAL DELTA 2000

PSR E APPROCCIO LEADER informazioni preliminari per la progettazione del PSL del GAL DELTA 2000 L Europa investe nelle zone rurali PSR 2014-2020 E APPROCCIO LEADER informazioni preliminari per la progettazione del PSL del GAL DELTA 2000 Angela Nazzaruolo Coordinatore GAL Luglio 2014 I PROGETTI LEADER

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO N. 24

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO N. 24 COPIA CONSORZIO DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI TRENTO COMPRESI BEL BACINO IMBRIFERO MONTANO DEL FIUME BRENTA con sede in BORGO VALSUGANA (Provincia di Trento) VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO STATI GENERALI DELL EDILIZIA

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO STATI GENERALI DELL EDILIZIA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO STATI GENERALI DELL EDILIZIA 26 marzo 213 Quadro generale EDILIZIA PRIVATA Spesa Provincia Numero Interventi Interventi recupero e miglioramento energetico 25 Mil 1.2-1.4 (1)

Dettagli

GAL GIAROLO LEADER. Animazione degli attori locali per la programmazione PSR 2007/13 MISURA 431 2b

GAL GIAROLO LEADER. Animazione degli attori locali per la programmazione PSR 2007/13 MISURA 431 2b GAL GIAROLO LEADER Animazione degli attori locali per la programmazione 2014-2020 PSR 2007/13 MISURA 431 2b L attività svolta dal GAL Giarolo nel periodo di programmazione 2007/2013 Piano Finanziario Rispetto

Dettagli

II Pilastro PAC Politiche di Sviluppo Rurale. Parte Generale. Simone Severini

II Pilastro PAC Politiche di Sviluppo Rurale. Parte Generale. Simone Severini II Pilastro PAC Politiche di Sviluppo Rurale Parte Generale Simone Severini Tre diversi modelli di Sviluppo Rurale: modello settoriale: sviluppo rurale imperniato sul settore agricolo modello redistributivo:

Dettagli

PSR V a l t i e r o M a z z o t t i

PSR V a l t i e r o M a z z o t t i PSR 2014-2020 Struttura e contenuti del Programma V a l t i e r o M a z z o t t i D i r e t t o r e G e n e r a l e A g r i c o l t u r a, E c o n o m i a i t t i c a, A t t i v i t à f a u n i s t i c

Dettagli

Convegno finale Progetto ARCHAEA - Fontane di Villorba (TV) 16 ottobre 2014

Convegno finale Progetto ARCHAEA - Fontane di Villorba (TV) 16 ottobre 2014 Il Partenariato Europeo dell'innovazione Produttività e Sostenibilità dell'agricoltura (PEI-AGRI) nella proposta nel PSR 2014-2020 2020 della Regione del Veneto Convegno finale Progetto ARCHAEA - Fontane

Dettagli

Nuovo slancio a una terra unica. Valore Leader. Luciano Correggi

Nuovo slancio a una terra unica. Valore Leader. Luciano Correggi Nuovo slancio a una terra unica Valore Leader Luciano Correggi STATO DI ATTUAZIONE DEL LEADER NELL APPENNINO MODENESE E REGGIANO. Efficacia Risorse pubbliche disponibili 10.306.599,00 Risorse pubbliche

Dettagli

MODIFICHE AL DOCUMENTO DI ATTUAZIONE FINANZIARIA (DAF) DEL PSR approvato con DGR n.314/2014 e s.m.i.

MODIFICHE AL DOCUMENTO DI ATTUAZIONE FINANZIARIA (DAF) DEL PSR approvato con DGR n.314/2014 e s.m.i. ALLEGATO A MODIFICHE AL DOCUMENTO DI ATTUAZIONE FINANZIARIA (DAF) DEL PSR 2007-2013 approvato con DGR n.314/2014 e s.m.i. 1. Paragrafo 2.2 Ripartizione della spesa pubblica per asse e per anno la tabella

Dettagli

PO FEAMP ITALIA

PO FEAMP ITALIA CONTENUTI MINIMI PER LA PREDISPOSIZIONE DEL FORMULARIO AI FINI DELLA CANDIDATURA AL SOSTEGNO PREPARATORIO AI SENSI DELL ART. 35.1 REG. (UE) N. 1303/2013 DELL ART. 62 REG. (UE) N. 508/2014 Visto l avviso

Dettagli

Il Programma di sviluppo rurale (PSR 14-20) Fondo europeo agricolo di sviluppo rurale (FEASR)

Il Programma di sviluppo rurale (PSR 14-20) Fondo europeo agricolo di sviluppo rurale (FEASR) Il Programma di sviluppo rurale 2014-2020 (PSR 14-20) Fondo europeo agricolo di sviluppo rurale (FEASR) Aosta, 21 novembre 2016 Il Programma di sviluppo rurale 14-20 (PSR 14-20): Il Programma di Sviluppo

Dettagli

TRENTO 08 GIUGNO 2011 PROGETTO LEADER VAL DI SOLE

TRENTO 08 GIUGNO 2011 PROGETTO LEADER VAL DI SOLE TRENTO 08 GIUGNO 2011 PROGETTO LEADER VAL DI SOLE RELAZIONE PER COMITATO DI SORVEGLIANZA COSTITUZIONE DEL GRUPPO DI AZIONE LOCALE Il GAL VAL DI SOLE si è costituito in forma giuridica di Associazione senza

Dettagli

PO di cooperazione transfrontaliera Bacino del Mediterraneo

PO di cooperazione transfrontaliera Bacino del Mediterraneo PROGRAMMA DI SOSTENGO ALLA COOPERAZIONE REGIONALE APQ Paesi della sponda sud del Mediterraneo PO di cooperazione transfrontaliera Bacino del Mediterraneo Potenza, 26 giugno 2008 CBC Mediterraneo : le 4

Dettagli

Interventi a sostegno del comparto turistico: le novità del sistema agevolativo regionale

Interventi a sostegno del comparto turistico: le novità del sistema agevolativo regionale Interventi a sostegno del comparto turistico: le novità del sistema agevolativo regionale Antonello Piras Coordinatore Gruppo di lavoro Politiche per le imprese e la competitività Centro Regionale di Programmazione

Dettagli

Complementarietà e sviluppo di sinergie con il programma per l ambiente e l azione per il clima LIFE a supporto dei PSR 2014/2020

Complementarietà e sviluppo di sinergie con il programma per l ambiente e l azione per il clima LIFE a supporto dei PSR 2014/2020 Complementarietà e sviluppo di sinergie con il programma per l ambiente e l azione per il clima LIFE a supporto dei PSR 2014/2020 1. Istituzione proponente Consiglio per la ricerca in agricoltura e l analisi

Dettagli

REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA ATTUAZIONE DELL ASSE 4 DEL PSR

REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA ATTUAZIONE DELL ASSE 4 DEL PSR REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA ATTUAZIONE DELL ASSE 4 DEL PSR Costituzione dei Gruppi di Azione locale (GAL) e presentazione dei Piani di sviluppo locale (PSL) Come compilare la cartella di lavoro Quadro

Dettagli

Coerenza con il PSR: le Misure, le Azioni.

Coerenza con il PSR: le Misure, le Azioni. Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Asse 4 Attuazione dell approccio Leader Coerenza con il PSR: le Misure, le Azioni. Macomer 27 febbraio 2009 Misura 311 Diversificazione verso attività non agricole

Dettagli

Strategia e Misure per lo «Sviluppo locale delle aree rurali»

Strategia e Misure per lo «Sviluppo locale delle aree rurali» INCONTRI DI INFORMAZIONE E CONSULTAZIONE DEL PARTENARIATO FASE 3 PSR 2014-2020: PROPOSTA TECNICA PER LA STRATEGIA E LE MISURE Strategia e Misure per lo «Sviluppo locale delle aree rurali» Walter Signora

Dettagli

VALORIZZAZIONE TURISTICO-CULTURALE DELLA LOMBARDIA. Cremona, 13 luglio 2017

VALORIZZAZIONE TURISTICO-CULTURALE DELLA LOMBARDIA. Cremona, 13 luglio 2017 VALORIZZAZIONE TURISTICO-CULTURALE DELLA LOMBARDIA Cremona, 13 luglio 2017 Finalità e obiettivi L Avviso intende valorizzare dal punto di vista turistico-culturale le seguenti famiglie di grandi attrattori,

Dettagli

Animali Vivi Carni e frattaglie Pesci, crostacei e molluschi Zucchero Latte e derivati, uova, miele Piante vive e prodotti della floricoltura Legumi, ortaggi, piante, radici e tuberi Vino, Sidro, Aceto

Dettagli

LE OPPORTUNITA OFFERTE DALLA NUOVA PROGRAMMAZIONE DEI PSR PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DELLE AREE RURALI TAVOLA ROTONDA

LE OPPORTUNITA OFFERTE DALLA NUOVA PROGRAMMAZIONE DEI PSR PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DELLE AREE RURALI TAVOLA ROTONDA LE OPPORTUNITA OFFERTE DALLA NUOVA PROGRAMMAZIONE DEI PSR PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DELLE AREE RURALI TAVOLA ROTONDA Perugia, 21 novembre 2013 Ore 16,15 BUONE PRATICHE PER L UTILIZZO DEI FONDI PIF: LA

Dettagli

Le potenzialità della nuova programmazione per lo sviluppo rurale della regione Molise PIERLUIGI MILONE PERUGIA UNIVERSITY

Le potenzialità della nuova programmazione per lo sviluppo rurale della regione Molise PIERLUIGI MILONE PERUGIA UNIVERSITY Le potenzialità della nuova programmazione per lo sviluppo rurale della regione Molise PIERLUIGI MILONE PERUGIA UNIVERSITY Gli elemnti chiave per la nuova programmazione Orientamenti generali Integrazione

Dettagli

Politiche di Sviluppo Rurale. Simone Severini

Politiche di Sviluppo Rurale. Simone Severini Politiche di Sviluppo Rurale Simone Severini Problemi delle aree rurali Redditi agricoli e forestali bassi e instabili Disoccupazione Senilizzazione Deterioramento risorse naturali Scarsa produzione di

Dettagli

Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione ASSE I. Programma di Sviluppo Rurale

Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione ASSE I. Programma di Sviluppo Rurale Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione Miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione

Dettagli

AGIRE POR Sviluppo locale orientato alle pari opportunità Sardegna Calabria Itinerari di Sardegna Itinerari del cavallo e della transumanza

AGIRE POR Sviluppo locale orientato alle pari opportunità Sardegna Calabria Itinerari di Sardegna Itinerari del cavallo e della transumanza CALABRIA AGIRE POR Sviluppo locale orientato alle pari opportunità Sardegna Calabria Itinerari di Sardegna Itinerari del cavallo e della transumanza Cristina Schirru - Bova 22 Aprile 2008 Presidenza del

Dettagli

La progettazione integrata per le aree montane nel PSR

La progettazione integrata per le aree montane nel PSR SERVIZIO AMBIENTE E AGRICOLTURA La progettazione integrata per le aree montane nel PSR 2014-2020 Lorenzo Bisogni Sarnano 24 Aprile 2014 1 I temi della relazione Le risorse ed i tempi della programmazione

Dettagli

1=2+7 2= = =7/ , , , , , , ,20 30,00%

1=2+7 2= = =7/ , , , , , , ,20 30,00% Tabella 1 PSR 2007-2013: Asse 4 'Leader' Misura Descrizione misure Costo Totale Spesa pubblica FEASR Quota Nazionale Altri Fondi % 411 Strategie di sviluppo locale - Competitività 413 Strategie di sviluppo

Dettagli

L Innovazione per l agricoltura sostenibile: i progetti del Bacino Scolante. Giorgio Trentin Area Sviluppo Economico Direzione Agroalimentare,

L Innovazione per l agricoltura sostenibile: i progetti del Bacino Scolante. Giorgio Trentin Area Sviluppo Economico Direzione Agroalimentare, L Innovazione per l agricoltura sostenibile: i progetti del Bacino Scolante Giorgio Trentin Area Sviluppo Economico Direzione Agroalimentare, Contenuto della presentazione Considerazioni preliminari Il

Dettagli

La legge regionale sull Agricoltura Sociale tra presente e futuro

La legge regionale sull Agricoltura Sociale tra presente e futuro Intervento di Roberto Barichello R E G I O N E L I G U R I A Dip. Agricoltura, Sport, Turismo e Cultura Str. Servizi alle Imprese Agricole - Floricoltura La legge regionale sull Agricoltura Sociale tra

Dettagli

declino delle forme di agricoltura tradizionale valorizzazione delle tipicità produttive e delle produzioni biologicamente controllate

declino delle forme di agricoltura tradizionale valorizzazione delle tipicità produttive e delle produzioni biologicamente controllate Il concetto di sviluppo rurale declino delle forme di agricoltura tradizionale valorizzazione delle tipicità produttive e delle produzioni biologicamente controllate necessità/opportunità di integrare

Dettagli

9 ECOMUSEO del MEDITERRANEO SR

9 ECOMUSEO del MEDITERRANEO SR PIT N TITOLO DEL PIT PROVINCIA 9 ECOMUSEO del MEDITERRANEO SR IDEA FORZA Caratteristiche L idea forza che sottende il Progetto Integrato Territoriale Ecomuseo del Mediterraneo si concretizza nel rafforzamento

Dettagli

PSR MOLISE 2014/2020 VERSO IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE MISURA 16 COOPERAZIONE

PSR MOLISE 2014/2020 VERSO IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE MISURA 16 COOPERAZIONE PSR MOLISE 2014/2020 VERSO IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE MISURA 16 COOPERAZIONE 2 CICLO DI INCONTRI 6 7 LUGLIO 2016 1 Sub misura 16.1 sostegno per la costituzione e la gestione dei gruppi operativi del PEI

Dettagli

PARTECIPAZIONE E COINVOLGIMENTO DELLE COMUNITÀ LOCALI ALL ELABORAZIONE DELLA STRATEGIA

PARTECIPAZIONE E COINVOLGIMENTO DELLE COMUNITÀ LOCALI ALL ELABORAZIONE DELLA STRATEGIA PARTECIPAZIONE E COINVOLGIMENTO DELLE COMUNITÀ LOCALI ALL ELABORAZIONE DELLA STRATEGIA M19 - Sostegno allo sviluppo locale LEADER - (SLTP - sviluppo locale di tipo partecipativo) [articolo 35 del regolamento

Dettagli

GAL ALTA MARCA TREVIGIANA AGENZIA DI SVILUPPO

GAL ALTA MARCA TREVIGIANA AGENZIA DI SVILUPPO GAL ALTA MARCA TREVIGIANA AGENZIA DI SVILUPPO Michele Genovese Coordinatore del GAL GAL ALTA MARCA COSTITUZIONE: 19/02/2008 PROMOSSA DA: Provincia di Treviso e CCIAA OBIETTIVO: ACCEDERE AI FONDI DEL PSR

Dettagli

Università di Torino - Centro Studi per lo Sviluppo Rurale della Collina. Silvia Novelli, Bruno Giau

Università di Torino - Centro Studi per lo Sviluppo Rurale della Collina. Silvia Novelli, Bruno Giau Silvia Novelli, Bruno Giau La valorizzazione della cintura verde della città di Asti: il Parco Agricolo periurbano Gestione dell agricoltura in territori periurbani (Pisa, 11 Giugno 2009) Inquadramento

Dettagli

Proposta Programma di Sviluppo Rurale

Proposta Programma di Sviluppo Rurale Proposta Programma di Sviluppo Rurale 2014 2020 Roberto Pagni Regione Toscana 1 aprile 2015 Agricoltura sociale e ristorazione Campi Bisenzio 02/04/2015 1 La governance Strategia Europa 2020 Quadro Strategico

Dettagli

I Gruppi di Azione Costiera: opportunità, strategie e percorsi di sviluppo delle zone di pesca

I Gruppi di Azione Costiera: opportunità, strategie e percorsi di sviluppo delle zone di pesca I Gruppi di Azione Costiera: opportunità, strategie e percorsi di sviluppo delle zone di pesca Alberto Pili Dipartimento per le Produzioni Zootecniche Servizio Risorse Ittiche Asse IV - FEP GAC - Gruppi

Dettagli

La proposta di PSR della Regione Piemonte Franco Consogno Regione Piemonte - Direzione Agricoltura

La proposta di PSR della Regione Piemonte Franco Consogno Regione Piemonte - Direzione Agricoltura La proposta di PSR della Regione Piemonte 2014-2020 Franco Consogno Regione Piemonte - Direzione Agricoltura FEASR Reg. UE n. 1305/2013 Reg. UE n. 807/2014 (D) Reg. UE n. 808/2014 (E) Reg. UE n. 1307/2013

Dettagli

ASSE II. Obiettivi, articolazione e criticità. Parte I - Agricoltura. Antonella Trisorio Istituto Nazionale di Economia Agraria

ASSE II. Obiettivi, articolazione e criticità. Parte I - Agricoltura. Antonella Trisorio Istituto Nazionale di Economia Agraria Rete Rurale Nazionale 2007-2013 Principi e strumenti della Politica di Sviluppo Rurale Hotel Diana, Roma, 8 settembre 2009 ASSE II Obiettivi, articolazione e criticità Parte I - Agricoltura Antonella Trisorio

Dettagli

Agenzia investimenti FVG per le imprese - Rodolfo Martina-

Agenzia investimenti FVG per le imprese - Rodolfo Martina- Direzione centrale attività produttive, turismo e cooperazione Competitività e occupazione: leve di sviluppo in FVG Strumenti regionali a sostegno delle imprese Agenzia investimenti FVG per le imprese

Dettagli

Lo sviluppo locale nella programmazione

Lo sviluppo locale nella programmazione Lo sviluppo locale nella programmazione 2014-2020 Vibo Valentia - 11 aprile 2014 Presentazione a cura di Raffaella Di Napoli (INEA RRN Task Force Leader) Regolamenti e documenti comunitari e nazionali

Dettagli