VERBALE DI ACCORDO. E' presente il Direttore di Leggo. Premesso che:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VERBALE DI ACCORDO. E' presente il Direttore di Leggo. Premesso che:"

Transcript

1 VERBALE DI ACCORDO Il 24 ottobre 2011 nella sede della Fieg in Roma si sono incontrati il rappresentante della Soc. Leggo S.p.a., assistita dalla Fieg, e il CdR di LEGGO assistito dalla FNSI e dalle Associazioni territoriali della stampa competenti, per completare il confronto sul "Piano di riorganizzazione aziendale in presenza di crisi" già consegnato ed illustrato al CdR in data 15 settembre 2011 e trasferito alla FNSI, per tramite FIEG, ai sensi ed agli effetti di quanto previsto dal protocollo di consultazione sindacale allegato D al CNLG, il 15 settembre E' presente il Direttore di Leggo. Premesso che: - nell'odierno incontro le parti hanno completato gli approfondimenti avviati il 18 ottobre 2011 con l'esame del l'organizzazione del lavoro nelle sedi di Roma e Milano conseguente alla cessazione intervenuta a partire dal 21 ottobre c.a. delle edizioni precisate nel Piano (Bari, Napoli, Veneto, Torino, Bologna, Firenze); - l'azienda ha confermato che l'aggravamento delle condizioni economico gestionali determinatosi a seguito consistente calo di ricavi pubblicitari negli ultimi tre anni, nonostante l'avvenuta riduzione dei costi e delle spese di gestione (come precisato nel piano), rende improcrastinabile ed urgente un radicale intervento sui costi industriali e di conseguenza sulla struttura del costo del lavoro giornalistico per evitare la cessazione dell'intera attività editoriale di Leggo SpA; - per reperire le risorse finalizzate allo sviluppo del nuovo giornale e valorizzare il prodotto presso gli inserzionisti pubblicitari, l'azienda ha ritenuto indispensabile procedere alla cessazione delle edizioni diverse da quelle realizzate a Roma e Milano ed alla valorizzazione di quest'ultime attraverso un recupero graduale di professionalità già operanti presso le edizioni cessate e mirati investimenti finalizzati all'eventuale incremento di foliazione ed alla valorizzazione della multimedialità da realizzarsi nell'arco di impegno del Piano di riorganizzazione allegato; 1 / 5

2 - per le eccedenze occupazionali che conseguono alla cessazione delle edizioni previste dal Piano, pari a 12 giornalisti oggi operanti presso le sedi interessate dalla chiusura tenendo conto del programma di riorganizzazione previsto dal Direttore allegato al Piano, le Parti convengono di procedere a tutti gli interventi utili al fine di evitare soluzioni traumatiche attraverso il blocco del turn over, la mobilità interna, l'intervento della Cigs stante la condizione di riorganizzazione in presenza di crisi anche finalizzata al prepensionamento di un giornalista che maturerà i relativi requisiti, oltre a soluzioni individuali concordate con gli interessati. - il Piano di riorganizzazione allegato passa alla fase attuativa, con le integrazioni precisate nel presente accordo e, per quanto attiene all'utilizzo della CIGS, interesserà l'arco temporale di 12 mesi, partendo dal 7 novembre 2011 e si concluderà il 6 novembre Nelle more dell'attivazione dell'intervento di Cigs come di seguito precisato, i 12 giornalisti già operanti nelle edizioni cessate, provvederanno a smaltire le ferie maturate e non godute alla data odierna. Tutto ciò premesso ed intendendosi la premessa parte integrante e correlata con quanto di seguito precisato, si è convenuto quanto segue: 1. con effetto dalla prima settimana del mese di novembre 2011 verrà attivato intervento di Cigs ai sensi di quanto previsto dalla legge 416/81 e successive modifiche e integrazioni, stante la condizione di riorganizzazione in presenza di crisi, anche ai fini di consentire il pensionamento anticipato di un giornalista che maturerà i relativi requisiti di legge nell'arco del periodo di intervento della Cigs (vedi allegato); 2. ai fini della gestione dei 12 giornalisti inquadrati ex art. 1 Cnlg che operano per le edizioni cessate si richiederà l'intervento di Cigs per le sedi di Bari, Napoli, Torino e Padova ( edizioni del Veneto); il giornalista collocato in Cigs in possesso dei requisiti per il pensionamento anticipato potrà risolvere il proprio rapporto di lavoro per accedere a tale beneficio previdenziale. Stante il venir meno delle attività relative alle edizioni cessate, i relativi giornalisti eccedenti verranno collocati in Cigs a zero ore senza rotazione. L'Azienda anticiperà il trattamento di CIGS di competenza dell'inpgi; 3. al fine di attuare le iniziative di sviluppo delle attività di Leggo l incremento della foliazlone come precisato nel Plano allegato per le edizioni di Roma e Milano, Il Direttore procederà, in sintonia con quanto previsto dal protocollo D del CNLG, a richiamare stabilmente in servizio 2 / 5

3 entro il 31 dicembre 2011 sei giornalisti da inserire nella nuova organizzazione del lavoro. Un ulteriore giornalista verrà richiamato dalla Cigs ed inserito stabilmente nell'organizzazione del lavoro entro il mese di gennaio 2012; 4. in caso di eventuali ulteriori esigenze di effettiva integrazione di organico, anche temporanea, il Direttore, fermo restando quanto previsto dal punto 8 dell'allegato D), richiamerà dalla CIGS il giornalista adeguato alla specifica necessità operativa; 5. le parti si danno atto dell'esigenza di operare attraverso il ricorso alla mobilità interna per una effettiva e positiva gestione delle eccedenze. In caso di non adesione del singolo giornalista in Cigs alla sua ricollocazione nella sede di destinazione, tale mancata adesione verrà comunicata alle parti firmatarie e il Direttore farà ricorso ad altro giornalista in Cigs; 6. le Parti aziendali verificheranno attraverso incontri bimestrali, il primo dei quali si realizzerà nel corso del mese di gennaio 2012, l'andamento dell'intervento di Cigs ai fini della gestione non traumatica delle eccedenze occupazionali. Una specifica verifica verrà realizzata tra le parti firmatarie due mesi prima della conclusione dell'intervento di Cigs al fine di individuare soluzioni non traumatiche per quei giornalisti che dovessero permanere in CIGS; 7. le Parti, nel darsi atto della sussistenza per l'azienda delle condizioni di riorganizzazione in presenza di crisi ai fini del riconoscimento degli ammortizzatori sociali previsti dalla citata legislazione di settore e dal presente accordo, si impegnano ad ogni intervento utile per un positivo e tempestivo esito della relativa procedura di consultazione presso il Ministero del Lavoro e per la relativa istanza aziendale. L'Azienda dichiara ai fini degli accertamenti ispettivi relativi alla concessione del Decreto di riorganizzazione in presenza di crisi che gli eventuali accertamenti che la sede amministrativa dell'azienda è in Roma. Letto, confermato e sottoscritto. DIREZIONE AZIENDALE C.D.R. LEGGO 3 / 5

4 F.I.E.G. F.N.S.I. ASSOCIAZIONI TERRITORIALI DELLA STAMPA Allegato all'accordo del 24 ottobre 2011 sul Piano di riorganizzazione in presenza di crisi di Leggo 1. l'azienda, in relazione a quanto richiesto nell'ambito dell'incontro del 24 ottobre 2011 dalla componente sindacale, per quei giornalisti che verranno collocati in Cigs per un periodo presumibile superiore a tre mesi e che presenteranno specifica richiesta per attività di collaborazione che, sulla base delle valutazione del Direttore, non siano in contrasto con il diritto di non concorrenza, dichiara la disponibilità a sospendere il diritto di esclusiva. Resta inteso che in caso di collaborazioni autonome il giornalista interessato provvederà a darne comunicazioni all'ente previdenziale, precisando gli eventuali compensi percepiti. 2. Per i giornalisti che saranno collocati in Cigs e non richiamati dal Direttore per integrare gli organici di Leggo, nell'ambito ed i limiti delle rispettive prerogative, si attiveranno le azioni utili a facilitarne il possibile reinserimento. 3. Per la destinazione su Roma o Milano dei giornalisti richiamati dalla Cigs dal Direttore come previsto dal punto 3 del citato accordo, si terrà conto della sede di provenienza, salvo diversi accordi individuali. 4 / 5

5 4. Ai giornalisti che dalla CIGS saranno allocati presso una delle due sedi operative di Roma e Milano, l'azienda offrirà un contributo temporaneo per un massimo di tre mesi al fine di favorire la sistemazione stabile in adeguato alloggio. Inoltre, dietro presentazione di idonea documentazione, rimborserà le spese effettivamente sostenute per il trasloco di sede. 5. Ai giornalisti collocati in CIGS che ne facessero richiesta per motivi personali, l'azienda si dichiara disponibile a valutare le proposte di accordi di uscita con incentivi all'esodo. 6. Inoltre l'azienda dichiara di avere già in corso un'avanzata trattativa con la giornalista della cessata sede di Bari, per la sua assunzione presso il Quotidiano di Puglia in qualità di art. 12 ( specifica necessità organizzativa rappresentata dal Direttore ), con un trattamento economico già espresso all'interessata. Leggo Spa C.d.R. di Leggo 5 / 5

Ih M "uh. Sevi ^ fw* Q.T- 3^^ 3 A « Hi, a 8t furari- C^K_. Divi? <: la. ^c? Ui«~fq, ^o> u fife IL. - CjAA^e^ic / Ull/féc.

Ih M uh. Sevi ^ fw* Q.T- 3^^ 3 A « Hi, a 8t furari- C^K_. Divi? <: la. ^c? Ui«~fq, ^o> u fife IL. - CjAA^e^ic / Ull/féc. Ih M "uh ìwij^ Sevi ^ fw* Q.T- 3^^ 3 A «ito? a 8t furari- C^K_ Hi, Divi? U (2>vc 6>vi, Cufico Oc filò fcv>^ jl-jlfwo ^c? Ui«~fq, ^o> u fife IL - CjAA^e^ic / Ull/féc -Ole ^-/0$$'; REGIONE

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico VERBALE DI ACCORDO Il giorno 22 Dicembre 2014, presso il Ministero dello Sviluppo Economico, si è svolto l' incontro convocato per proseguire l'esame delle prospettive

Dettagli

AMMORTIZZATORI SOCIALI _ LA MOBILITA

AMMORTIZZATORI SOCIALI _ LA MOBILITA AMMORTIZZATORI SOCIALI _ LA MOBILITA MOBILITÀ COLLETTIVA E' un ammortizzatore sociale per l'accompagnamento dei lavoratori licenziati per: riduzione di attività o lavoro trasformazione di attività cessazione

Dettagli

IL FONDO DI SOLIDARIETÀ PER IL PERSONALE DEL CREDITO

IL FONDO DI SOLIDARIETÀ PER IL PERSONALE DEL CREDITO Federazione Italiana Sindacale Lavoratori Assicurazioni e Credito Comprensorio di Alessandria Via Cavour, 27-15121 Alessandria - Tel. 0131 308254 e-mail: fisacal@libero.it - Sito Internet www.fisacalessandria.it

Dettagli

PROTOCOLLO PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITA DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA, STRAORDINARIA, IN DEROGA E MOBILITA

PROTOCOLLO PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITA DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA, STRAORDINARIA, IN DEROGA E MOBILITA PROTOCOLLO PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITA DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA, STRAORDINARIA, IN DEROGA E MOBILITA (testo aggiornato con le modifiche, integrazioni e proroghe approvate

Dettagli

CCNL PER IL PERSONALE DIPENDENTE DA IMPRESE ESERCENTI SERVIZI DI PULIZIA E SERVIZI INTEGRATI / MULTISERVIZI

CCNL PER IL PERSONALE DIPENDENTE DA IMPRESE ESERCENTI SERVIZI DI PULIZIA E SERVIZI INTEGRATI / MULTISERVIZI CCNL PER IL PERSONALE DIPENDENTE DA IMPRESE ESERCENTI SERVIZI DI PULIZIA E SERVIZI INTEGRATI / MULTISERVIZI Articolo 4 - CESSAZIONE DI APPALTO Rilevato che il settore è caratterizzato, nella generalità

Dettagli

LÊINDENNITAÊ DI MOBILITAÊ (Legge n 223 del 23/07/1991)

LÊINDENNITAÊ DI MOBILITAÊ (Legge n 223 del 23/07/1991) LÊINDENNITAÊ DI MOBILITAÊ (Legge n 223 del 23/07/1991) CHI HA DIRITTO AD ESSERE INSERITO NELLE LISTE DI MOBILITA : 1) CON INDENNITA DI MOBILITA : a) Gli operai, impiegati e quadri dipendenti da imprese

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

Circolare N. 11 del 22 Gennaio 2015

Circolare N. 11 del 22 Gennaio 2015 Circolare N. 11 del 22 Gennaio 2015 Assunzioni obbligatorie e categorie protette - quando sono costretto ad assumere? Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che il Ministero del Lavoro,

Dettagli

SCHEDA SINTETICA (dati aggiornati al 30-4-2015)

SCHEDA SINTETICA (dati aggiornati al 30-4-2015) FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE DEI GIORNALISTI ITALIANI FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I LAVORATORI DEL SETTORE DEI GIORNALISTI PROFESSIONISTI,PUBBLICISTI E PRATICANTI SCHEDA SINTETICA

Dettagli

CASSA MUTUA NAZIONALE per il personale delle Banche di Credito Cooperativo Nuovo Statuto. Art. 1 Costituzione della Cassa

CASSA MUTUA NAZIONALE per il personale delle Banche di Credito Cooperativo Nuovo Statuto. Art. 1 Costituzione della Cassa CASSA MUTUA NAZIONALE per il personale delle Banche di Credito Cooperativo Nuovo Statuto Art. 1 Costituzione della Cassa In attuazione degli accordi collettivi nazionali, le parti stipulanti, associandosi,

Dettagli

SCHEDA SINTETICA (dati aggiornati al 30/04/2014)

SCHEDA SINTETICA (dati aggiornati al 30/04/2014) FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE DEI GIORNALISTI ITALIANI FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I LAVORATORI DEL SETTORE DEI GIORNALISTI PROFESSIONISTI,PUBBLICISTI E PRATICANTI SCHEDA SINTETICA

Dettagli

Si illustrano qui di seguito gli interventi che incidono sia sulle entrate contributive che sulle uscite per prestazioni.

Si illustrano qui di seguito gli interventi che incidono sia sulle entrate contributive che sulle uscite per prestazioni. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA DEI GIORNALISTI ITALIANI GIOVANNI AMENDOLA Via Nizza n. 35 00198 Roma SINTESI DEGLI INTERVENTI DI RIFORMA ADOTTATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL INPGI NELLA SEDUTA

Dettagli

NOTA TECNICA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CIG E MOBILITA IN DEROGA

NOTA TECNICA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CIG E MOBILITA IN DEROGA NOTA TECNICA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CIG E MOBILITA IN DEROGA In attesa di definire con accordo quadro, stipulato in sede regionale con le Parti Sociali e Sindacali, le priorità di intervento

Dettagli

IPOTESI D I A C C O R D O

IPOTESI D I A C C O R D O IPOTESI D I A C C O R D O Procedura ai sensi dell art. 15 del CCNL 8.12.2007 in tema di armonizzazione, così come previsto dagli accordi conclusivi delle procedure sindacali relative alle operazioni societarie.

Dettagli

INCENTIVI ALL OCCUPAZIONE

INCENTIVI ALL OCCUPAZIONE INCENTIVI ALL OCCUPAZIONE Le agevolazioni contributive ed economiche previste dalla normativa vigente per i datori di lavoro che assumono lavoratori di specifiche categorie Mattia Passero INDICE Introduzione...4

Dettagli

Articolo 1 Iscrizione all'inps dei dipendenti degli enti creditizi esclusi o esonerati dall'ago

Articolo 1 Iscrizione all'inps dei dipendenti degli enti creditizi esclusi o esonerati dall'ago D.Lgs. 20 Novembre 1990 n. 357 Disposizioni sulla previdenza degli enti pubblici creditizi. Pubblicato nella Gazz. Uff. 3 dicembre 1990, n. 282, S.O Articolo 1 Iscrizione all'inps dei dipendenti degli

Dettagli

Inoltre, nel campo di applicazione dell ASPI, poiché non espressamente esclusi, rientrano anche i ASPI E NUOVO ASSETTO DEGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI

Inoltre, nel campo di applicazione dell ASPI, poiché non espressamente esclusi, rientrano anche i ASPI E NUOVO ASSETTO DEGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI Attenzione: la Guida che state stampando è aggiornata al 28/03/2013. I file allegati con estensione.doc,.xls,.pdf,.rtf, etc. non verranno stampati automaticamente; per averne copia cartacea è necessario

Dettagli

Tutto ciò premesso: Convengono che:

Tutto ciò premesso: Convengono che: Premessa. Protocollo d intesa in tema di anticipazione sociale dell indennità di Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria e in Deroga per il sostegno ai lavoratori e alle imprese. La Provincia, la Camera

Dettagli

AMMORTIZZATORI SOCIALI

AMMORTIZZATORI SOCIALI AMMORTIZZATORI SOCIALI Ammortizzatori Sociali Cosa Sono? Ammortizzatori Sociali Art. 38 I lavoratori hanno diritto che siano preveduti ed assicurati mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso di

Dettagli

V E R B A L E D I A C C O R D O

V E R B A L E D I A C C O R D O V E R B A L E D I A C C O R D O Fusione per incorporazione di Banca Antonveneta Spa in Banca Monte dei Paschi di Siena Spa e contestuale conferimento di ramo d azienda nella Nuova Banca Antonveneta SpA.

Dettagli

E veniamo ai dettagli:

E veniamo ai dettagli: Alle prime luci dell'alba di sabato 29 settembre si è chiusa, con la sottoscrizione di un verbale di accordo, la procedura avviatasi in data 22/06/2012 a seguito della presentazione da parte della Banca

Dettagli

VERBALE DI RIUNIONE. si sono incontrate in ordine al rinnovo della Contrattazione Integrativa Aziendale ai sensi dell'art 21 del vigente CCNL.

VERBALE DI RIUNIONE. si sono incontrate in ordine al rinnovo della Contrattazione Integrativa Aziendale ai sensi dell'art 21 del vigente CCNL. VERBALE DI RIUNIONE II giorno 18 febbraio 2005 la Banca di Roma S.p.A. e la Rappresentanza Sindacale Aziendale UGL Credito dell'unità Produttiva Riscossione Tributi della Provincia di Frosinone si sono

Dettagli

Poligrafici Editoriale

Poligrafici Editoriale COMUNICATO STAMPA (redatto ai sensi della Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni) Il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione Finanziaria semestrale

Dettagli

Verbale di Accordo. BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA S.p.A. (di seguito Banca MPS) Premesso che

Verbale di Accordo. BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA S.p.A. (di seguito Banca MPS) Premesso che Verbale di Accordo Il giorno 21 dicembre 2013 in Siena Tra BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA S.p.A. (di seguito Banca MPS) FRUENDO srl (di seguito Fruendo) e le OO.SS. FABI, FIBA/CISL, UGL CREDITO e UILCA

Dettagli

Circolare n. 1 del 20/01/2015

Circolare n. 1 del 20/01/2015 Circolare n. 1 del 20/01/2015 Inviato da adminweb il 19 Gennaio 2015 SERVIZIO ENTRATE CONTRIBUTIVE Circolare n. 1 del 20/01/2015 e p.c. A TUTTE LE AZIENDE E LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI ISCRITTE Loro Sedi

Dettagli

DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE

DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE VISTO l articolo 3 della legge 28 giugno 2012, n. 92, volto ad assicurare, ai lavoratori dei settori non coperti dalla normativa in materia d integrazione salariale, una tutela in costanza di rapporto

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Informativa n. 5 del 12 gennaio 2010 Legge Finanziaria 2010

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 2. Seduta del 2 febbraio 2007

DELIBERAZIONE N. 2. Seduta del 2 febbraio 2007 Allegato 1 ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE COMITATO AMMINISTRATORE DEL FONDO DI SOLIDARIETA PER IL SOSTEGNO DEL REDDITO, DELL OCCUPAZIONE, DELLA RICONVERSIONE E RIQUALIFICAZIONE PROFESSIONALE

Dettagli

Premesso che l'azienda ha illustrato il seguente scenario:

Premesso che l'azienda ha illustrato il seguente scenario: Addì 20.2.1994 presso il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, con la mediazione del Ministro Sen. Gino Giugni assistito dal Capo di Gabinetto Avv. Massimo Massella, dalla Dott.ssa Maria Chiara

Dettagli

Direzione Generale della Previdenza e Assistenza Sociale. Circolare n.47/2001

Direzione Generale della Previdenza e Assistenza Sociale. Circolare n.47/2001 Direzione Generale della Previdenza e Assistenza Sociale Protocollo n. 102865 del 3 maggio 2001 Circolare n.47/2001 Oggetto : Legge 7 marzo 2001, n. 62, recante "Nuove norme sull editoria e sui prodotti

Dettagli

Istituto Nazionale della Previdenza Sociale

Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Messaggio numero 8881 del 19-11-2014 Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Entrate Roma, 19-11-2014

Dettagli

Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori

Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori Dipartimento Democrazia Economica, Economia Sociale Fisco, Previdenza, Formazione Sindacale 31-5-2013 VP Decreto Interministeriale 22 aprile 2013 e Tabelle

Dettagli

UFFICIO CENTRALE PER L'ORIENTAMENTO E LA FORMAZIONE PROFESSIONALE DEI LAVORATORI. Divisione VI

UFFICIO CENTRALE PER L'ORIENTAMENTO E LA FORMAZIONE PROFESSIONALE DEI LAVORATORI. Divisione VI UFFICIO CENTRALE PER L'ORIENTAMENTO E LA FORMAZIONE PROFESSIONALE DEI LAVORATORI Divisione VI Premessa CIRCOLARE n. 98/95 NATURA DEI COSTI AMMISSIBILI PER LE ATTIVITÀ FORMATIVE COFINANZIATE DAL F.S.E.

Dettagli

DICEMBRE 2006. Applicazione dell accordo 1 dicembre 2006 nel Gruppo Sanpaolo Imi FISAC

DICEMBRE 2006. Applicazione dell accordo 1 dicembre 2006 nel Gruppo Sanpaolo Imi FISAC CENTRO INFORMATIVO DICEMBRE 2006 FISAC FONDO DI SOLIDARIETÀ PER IL SOSTEGNO DEL REDDITO Applicazione dell accordo 1 dicembre 2006 nel Gruppo Sanpaolo Imi Internet: http://www.cgil.it/fisac.sanpaolo E-mail:

Dettagli

Legge 10 ottobre 2014, n. 147: nuove disposizioni in materia di salvaguardia pensionistica (cd. sesta salvaguardia).

Legge 10 ottobre 2014, n. 147: nuove disposizioni in materia di salvaguardia pensionistica (cd. sesta salvaguardia). Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Entrate Roma, 19-11-2014 Messaggio n. 8881 Allegati n.2 OGGETTO: Legge 10 ottobre 2014, n. 147: nuove

Dettagli

- - - - - - - - - - - 3

- - - - - - - - - - - 3 1 2 - - - - - - - - - - - 3 - - 4 - - - - 5 - - - - - - - 6 7 8 - - - - 9 - - 10 11 12 - - - - 13 14 15 A i, 16 17 18 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - 19 - - - - 20 21 22 23 ACCORDO

Dettagli

la Mobilità e le Eccedenze dopo la Riforma Brunetta, sono in grassetto. Stralcio D.Lgs. 165/01 aggiornato

la Mobilità e le Eccedenze dopo la Riforma Brunetta, sono in grassetto. Stralcio D.Lgs. 165/01 aggiornato la Mobilità e le Eccedenze dopo la Riforma Brunetta, sono in grassetto. Stralcio D.Lgs. 165/01 aggiornato CAPO III - UFFICI, PIANTE ORGANICHE, MOBILITÀ E ACCESSI ART. 29-BIS MOBILITÀ INTERCOMPARTIMENTALE

Dettagli

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO GLI INCENTIVI PER L OCCUPAZIONE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO GLI INCENTIVI PER L OCCUPAZIONE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO GLI INCENTIVI PER L OCCUPAZIONE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 INCENTIVI PER I LAVORATORI IN CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA

Dettagli

VERBALE DI ACCORDO. In data 12luglio 2014, presso il Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture sono presenti

VERBALE DI ACCORDO. In data 12luglio 2014, presso il Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture sono presenti < VERBALE DI ACCORDO In data 12luglio 2014, presso il Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture sono presenti - Alitalia- Compagnia Aerea Italiana S.p.A., Air One S.p.a., anche in nome e per con to

Dettagli

la Deutsche Bank S.p.A. (di seguito la Banca ) rappresentata dai Sigg. F. Zambruno, F. Ponti, F. Cimmino e M. Panizza e

la Deutsche Bank S.p.A. (di seguito la Banca ) rappresentata dai Sigg. F. Zambruno, F. Ponti, F. Cimmino e M. Panizza e ACCORDO EX ART. 4 L. 300/70 per l installazione e l utilizzo dei sistemi TVCC digitali denominati Time-Lapse e All in One installati presso gli sportelli della rete PBB e DB Easy In Milano, in data 23

Dettagli

Incentivi alle assunzioni

Incentivi alle assunzioni Incentivi alle assunzioni Principali incentivi alle assunzioni Esonero contributivo Legge Stabilità 2015 Bonus Garanzia Giovani Incentivo donne e over 50 Incentivo iscritti liste mobilità indennizzata

Dettagli

JOBS ACT LEGGE 10 dicembre 2014, n. 183

JOBS ACT LEGGE 10 dicembre 2014, n. 183 JOBS ACT LEGGE 10 dicembre 2014, n. 183 Livorno, c/o CGIL Livorno Via Giotto Ciardi, 8 Porta a Terra JOBS ACT LEGGE 10 dicembre 2014, n. 183 (G.U. 15.12.2014, n. 290) Deleghe al Governo in materia di riforma

Dettagli

A tutte le imprese associate e alle Associazioni Territoriali. OGGETTO: Rinnovo del CCNL per i lavoratori addetti all industria delle Calzature

A tutte le imprese associate e alle Associazioni Territoriali. OGGETTO: Rinnovo del CCNL per i lavoratori addetti all industria delle Calzature Milano, 10 dicembre 2013 A tutte le imprese associate e alle Associazioni Territoriali OGGETTO: Rinnovo del CCNL per i lavoratori addetti all industria delle Calzature Si informa che in data 29 novembre

Dettagli

Incentivi a sostegno dei contratti di solidarietà

Incentivi a sostegno dei contratti di solidarietà Nota informativa marzo 2014 Direzione Sindacale Welfare Sicurezza sul lavoro Incentivi a sostegno dei contratti di solidarietà Provincia di Milano, Unione Confcommercio Milano, Associazioni imprenditoriali

Dettagli

A relazione dell'assessore Ferraris:

A relazione dell'assessore Ferraris: REGIONE PIEMONTE BU9S1 05/03/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 2 marzo 2015, n. 25-1122 Attuazione dell'art. 2 del D.L. n. 101 del 31.8.2013, convertito con modificazioni in L. n. 125 del 30.10.2013.

Dettagli

VERBALE DI ACCORDO. Premesso che

VERBALE DI ACCORDO. Premesso che VERBALE DI ACCORDO Il giorno 1 agosto 2001, in Milano tra BANCA CARIGE S.p.A. IntesaBci S.p.A. Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza S.p.A. Biverbanca S.p.A. Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno S.p.A.

Dettagli

Roma, 17 giugno 2010. Prot. n. 302/A. Al Consiglio Nazionale della Fnsi. Alle Associazioni Regionali di Stampa. Ai Comitati di Redazione

Roma, 17 giugno 2010. Prot. n. 302/A. Al Consiglio Nazionale della Fnsi. Alle Associazioni Regionali di Stampa. Ai Comitati di Redazione Federazione Nazionale della Stampa Italiana Il Segretario Generale Roma, 17 giugno 2010 Prot. n. 302/A Al Consiglio Nazionale della Fnsi Alle Associazioni Regionali di Stampa Ai Comitati di Redazione Oggetto:

Dettagli

OGGETTO PROBLEMI POSTI DALLA CARENZA DELLA DOTAZIONE ORGANICA

OGGETTO PROBLEMI POSTI DALLA CARENZA DELLA DOTAZIONE ORGANICA 1 OGGETTO PROBLEMI POSTI DALLA CARENZA DELLA DOTAZIONE ORGANICA QUESITI (posti in data 19 giugno 2012) Sono il responsabile facente funzioni di una unità operativa complessa di anestesia e rianimazione,

Dettagli

ALLEGATO 1 CRITERI APPLICATIVI E PROCEDURE DELL ACCORDO QUADRO SUGLI AMMORTIZZATORI IN DEROGA IN LOMBARDIA TERZO QUADRIMESTRE 2014 del 5 agosto 2014

ALLEGATO 1 CRITERI APPLICATIVI E PROCEDURE DELL ACCORDO QUADRO SUGLI AMMORTIZZATORI IN DEROGA IN LOMBARDIA TERZO QUADRIMESTRE 2014 del 5 agosto 2014 ALLEGATO 1 CRITERI APPLICATIVI E PROCEDURE DELL ACCORDO QUADRO SUGLI AMMORTIZZATORI IN DEROGA IN LOMBARDIA TERZO QUADRIMESTRE 2014 del 5 agosto 2014 Il presente Allegato definisce i criteri per l accesso

Dettagli

Breve guida alle assunzioni e agli incentivi.

Breve guida alle assunzioni e agli incentivi. Breve guida alle assunzioni e agli incentivi. Giovani Under 30 svantaggiati L. 99/13 Aziende Interessate Possono accedere al beneficio tutti i datori di lavoro che : -Risultano in regola con obblighi contributivi

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE VENETO

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE VENETO COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI NOTIZIARIO SPECIALE N.08/2009 AGLI ENTI ASSOCIATI DEL VENETO - LORO SEDI BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE VENETO Contributi per interventi finalizzati

Dettagli

newsletter DICEMBRE 2014

newsletter DICEMBRE 2014 newsletter DICEMBRE 2014 4. Scadenziario gennaio 2015 4. SCADENZIARIO GENNAIO 2015 Scadenze contrattuali Autotrasporto merci e logistica: Trasferta Il CCNL 1 agosto 2013 per i dipendenti da imprese di

Dettagli

Dispositivo 3 Interventi a supporto della riqualificazione dei lavoratori in CIGS o in mobilità legge 223/91

Dispositivo 3 Interventi a supporto della riqualificazione dei lavoratori in CIGS o in mobilità legge 223/91 Dispositivo 3 Interventi a supporto della riqualificazione dei lavoratori in CIGS o in mobilità legge 223/91 1. Obiettivi e priorità Il dispositivo 1 è finalizzato a sostenere la realizzazione di interventi

Dettagli

ACCORDO SINDACALE 1. RELAZIONI SINDACALI 2. FINANZIAMENTO 3. SPORTELLI PERIFERICI

ACCORDO SINDACALE 1. RELAZIONI SINDACALI 2. FINANZIAMENTO 3. SPORTELLI PERIFERICI ACCORDO SINDACALE 1. RELAZIONI SINDACALI A seguito di ampio confronto sui problemi del settore e sui riflessi degli stessi nei confronti delle imprese, dell occupazione e dei lavoratori impiegati, le parti

Dettagli

ARMONIZZAZIONE FONDO DI PREVIDENZA EX BAV & ARMONIZZAZIONE FONDI A PRESTAZIONE DEFINITA

ARMONIZZAZIONE FONDO DI PREVIDENZA EX BAV & ARMONIZZAZIONE FONDI A PRESTAZIONE DEFINITA Coordinamenti RSA Banca Monte dei Paschi Siena Spa ARMONIZZAZIONE FONDO DI PREVIDENZA EX BAV & ARMONIZZAZIONE FONDI A PRESTAZIONE DEFINITA Nei giorni scorsi, sulla base delle previsioni codificate nell

Dettagli

(modulo da utilizzare per CIGO)

(modulo da utilizzare per CIGO) (modulo da utilizzare per CIGO) ALLEGATO 1 Spettabile Banca... Filiale di.. Cremona, li Oggetto: comunicazione ai sensi del Protocollo per l anticipazione sociale in favore dei lavoratori in cassa integrazione

Dettagli

Milano, 5 marzo 2013 Assimpredil. Dott. Paolo Castellano Direzione Relazioni Industriali

Milano, 5 marzo 2013 Assimpredil. Dott. Paolo Castellano Direzione Relazioni Industriali Milano, 5 marzo 2013 Assimpredil Dott. Paolo Castellano Direzione Relazioni Industriali L Assicurazione Sociale per l impiego (ASPI) E riconosciuta per gli eventi di disoccupazione involontaria verificatisi

Dettagli

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori 30/01/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 9

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori 30/01/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 9 Regione Lazio Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Deliberazione 21 gennaio 2014, n. 30 Approvazione delle Linee Guida per l'attivazione dell'intervento sperimentale denominato "Staffetta generazionale"

Dettagli

Quadro di sintesi normativa

Quadro di sintesi normativa Allegato n.1 Quadro di sintesi normativa Articolo 19 del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2 Articolo 7 ter del decreto legge 10 febbraio 2009, n. 5, convertito

Dettagli

a) operino in regime di monocommittenza;

a) operino in regime di monocommittenza; Art. 19. Potenziamento ed estensione degli strumenti di tutela del reddito in caso di sospensione dal lavoro o di disoccupazione, nonche' disciplina per la concessione degli ammortizzatori in deroga 1.

Dettagli

LA CIGS PER CRISI AZIENDALE

LA CIGS PER CRISI AZIENDALE LA CIGS PER CRISI AZIENDALE (la riflessione che segue è frutto esclusivo del pensiero dell autore e non vincola in alcun modo l Amministrazione di appartenenza) Il progressivo aggravarsi della crisi economica

Dettagli

ANTICIPAZIONE SOCIALE

ANTICIPAZIONE SOCIALE CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO ANTICIPAZIONE SOCIALE PER I LAVORATORI IN CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA E IN DEROGA, A ZERO ORE E A ROTAZIONE Tra Cassa di Risparmio del Veneto

Dettagli

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA (CIGS)

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA (CIGS) MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA (CIGS) Aziende destinatarie del trattamento di cigs Possono accedere alla cigs le seguenti categorie di aziende, a condizione che abbiano occupato

Dettagli

Poligrafici Editoriale

Poligrafici Editoriale COMUNICATO STAMPA (redatto ai sensi della Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni) Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto intermedio di gestione

Dettagli

Atti Parlamentari - 1 - Camera dei Deputati XVI LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI CAMERA DEI DEPUTATI

Atti Parlamentari - 1 - Camera dei Deputati XVI LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI CAMERA DEI DEPUTATI Atti Parlamentari - 1 - Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato NARDUCCI Modifica agli articoli 1, 2, 3 e 4 della legge 5 giugno 1997, n. 147, concernente la

Dettagli

Commento al rapporto annuale delle assicurazioni

Commento al rapporto annuale delle assicurazioni Commento al rapporto annuale delle assicurazioni Nazzareno Mollicone, segretario nazionale dell'ugl/assicuratori, ha rilevato che dal rapporto annuale dell'ania, l'associazione delle Compagnie di Assicurazioni,

Dettagli

Ferie. Le ferie sono: IRRINUNCIABILI - NON MONETIZZABILI - LA MALAT- TIA INTERROMPE IL PERIODO DI FERIE DA CHI VENGONO FISSATI I TURNI DI FERIE?

Ferie. Le ferie sono: IRRINUNCIABILI - NON MONETIZZABILI - LA MALAT- TIA INTERROMPE IL PERIODO DI FERIE DA CHI VENGONO FISSATI I TURNI DI FERIE? Ferie Le ferie sono: IRRINUNCIABILI - NON MONETIZZABILI - LA MALAT- TIA INTERROMPE IL PERIODO DI FERIE DA CHI VENGONO FISSATI I TURNI DI FERIE? Tempestivamente dall azienda, confermati al personale e rispettati.

Dettagli

Capitalia Solutions: firmato l accordo.

Capitalia Solutions: firmato l accordo. www.fabi.it Capitalia Solutions: firmato l accordo. Dopo due giorni di trattativa ininterrotta raggiunto l accordo tra la delegazione FABI e Capitalia sulla cessione dei rami aziendali di Banca di Roma,

Dettagli

NOTA INFORMATIVA N. 04/2010. Legge Finanziaria 2010 (L. 23.12.2009 n. 191) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza.

NOTA INFORMATIVA N. 04/2010. Legge Finanziaria 2010 (L. 23.12.2009 n. 191) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza. Dottori Commercialisti Associati ASSOCIATI: GIOVANNI ALBERTI Professore Ordinario di Economia Aziendale all Università di Verona CLAUDIO UBINI ALBERTO CASTAGNETTI COLLABORATORI: ELISABETTA UBINI RITA MAGGI

Dettagli

COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni)

COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni) COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni) Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto intermedio di gestione al 30 settembre

Dettagli

SCHEDA SINTETICA CARATTERISTICHE DELLA FORMA PENSIONISTICA COMPLEMENTARE

SCHEDA SINTETICA CARATTERISTICHE DELLA FORMA PENSIONISTICA COMPLEMENTARE CARATTERISTICHE DELLA FORMA PENSIONISTICA COMPLEMENTARE Informazioni generali Lo scopo La costruzione della pensione complementare Il modello di governance La contribuzione Il TFR La quota a carico dell

Dettagli

Patto politiche attive del 16 giugno 2009

Patto politiche attive del 16 giugno 2009 Patto politiche attive del 16 giugno 2009 1 Premessa: per il lavoro oltre la crisi L'Accordo sottoscritto in Lombardia il 4 maggio 2009 prevede uno stretto rapporto tra le politiche passive, attraverso

Dettagli

- Lo stato di disoccupazione

- Lo stato di disoccupazione Indice La disoccupazione - Lo stato di disoccupazione - Che cos è - Disoccupati: una categoria trasversale - La dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro - Immediatamente disponibili - La perdita

Dettagli

RISTRUTTURAZIONI D IMPRESA E OPERAZIONI STRAORDINARIE:

RISTRUTTURAZIONI D IMPRESA E OPERAZIONI STRAORDINARIE: RISTRUTTURAZIONI D IMPRESA E OPERAZIONI STRAORDINARIE: ASPETTI GIUSLAVORISTICI Ordine degli Avvocati di Milano Fondazione Forense di Milano Milano, 21 marzo 2013 Avv. Francesco Rotondi Founding Partner

Dettagli

LA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI

LA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI LA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI Nel corso del rapporto lavorativo può accadere che il datore di lavoro si trovi impossibilitato, soprattutto per oggettivi motivi economici e di mancanza di lavoro, a ricevere

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2187

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2187 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2187 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori MICHELONI, BARBOLINI, PEGORER, BERTUZZI e RANDAZZO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 14 MAGGIO 2010 Modifiche alla

Dettagli

Verbale di accordo. premesso che

Verbale di accordo. premesso che Verbale di accordo Il giorno 19 marzo 2014, in Milano Intesa Sanpaolo S.p.A. (di seguito ISP), anche nella qualità di Banca Capogruppo e le società del Gruppo; e le Segreterie Nazionali e le Delegazioni

Dettagli

Fondo di solidarietà per il sostegno del reddito, dell'occupazione e della riconversione e riqualificazione professionale

Fondo di solidarietà per il sostegno del reddito, dell'occupazione e della riconversione e riqualificazione professionale Federazione Autonoma Bancari Italiani Segreterie di Coordinamento info@fabiunicredit.org - www.fabiunicredit.org capitalia@fabigruppocapitalia.org www.fabigruppocapitalia.org Nota riservata alle strutture

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero dell Economia e delle Finanze

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero dell Economia e delle Finanze Comune di Catania DOMANDA DI CARTA ACQUISTI SPERIMENTALE Modello di dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà

Dettagli

Interventi a favore della famiglia

Interventi a favore della famiglia QUESITI FORUM LAVORO 2015 * * * L INPS RISPONDE Interventi a favore della famiglia 1. In caso di parto gemellare il bonus bebè viene riconosciuto per entrambi i figli? Manca ancora il decreto attuativo

Dettagli

del 13/12/2006 decorrenza

del 13/12/2006 decorrenza Emittente DIREZIONE PERSONALE E ORGANIZZAZIONE Area Organizzazione e Personale Oggetto CIRCOLARE 13548 del 13/12/2006 decorrenza immediata Prodotto ASPETTI LEGISLATIVI E CONTRATTUALI DEL RAPPORTO DI LAVORO

Dettagli

PROGRAMMA P.A.R.I. INVITO A MANIFESTARE INTERESSE DIRETTO AI DATORI DI LAVORO

PROGRAMMA P.A.R.I. INVITO A MANIFESTARE INTERESSE DIRETTO AI DATORI DI LAVORO ALLEGATO A PROGRAMMA P.A.R.I. INVITO A MANIFESTARE INTERESSE DIRETTO AI DATORI DI LAVORO 1. FINALITA La Provincia del Medio Campidano, d intesa con l Assessorato Regionale al Lavoro, Formazione Professionale,

Dettagli

tra in relazione: si conviene quanto segue:

tra in relazione: si conviene quanto segue: Addì 26 giugno 2009, in Roma tra Alitalia - CAI e le organizzazioni sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Ugl-TA in relazione: ai confronti avviati nel trimestre in corso ed alle questioni emerse

Dettagli

% ovvero,00 (indicare in alternativa l importo del prelievo)

% ovvero,00 (indicare in alternativa l importo del prelievo) MODULO C ADESIONE GIORNALISTA DIPENDENTE Compilare il modulo in stampatello ed in ogni sua parte Corso Vittorio Emanuele II, 349 00186 Roma Tel. 066893545 Fax 066865919 www.fondogiornalisti.it mail: segrefnsi2@tin.it

Dettagli

[SOVVENZIONE EUROPEA MARIE CURIE PER IL REINSERIMENTO] [SOVVENZIONE INTERNAZIONALE MARIE CURIE PER IL REINSERIMENTO]

[SOVVENZIONE EUROPEA MARIE CURIE PER IL REINSERIMENTO] [SOVVENZIONE INTERNAZIONALE MARIE CURIE PER IL REINSERIMENTO] ALLEGATO III DISPOSIZIONI PARTICOLARI [SOVVENZIONE EUROPEA MARIE CURIE PER IL REINSERIMENTO] [SOVVENZIONE INTERNAZIONALE MARIE CURIE PER IL REINSERIMENTO] III. 1 Definizioni Oltre alle definizioni di cui

Dettagli

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza Informativa - ONB Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza INDICE 1 Premessa... 2 2 Sintesi delle principali novità in materia di lavoro e previdenza...

Dettagli

Funzioni di un sistema di ammortizzatori sociali

Funzioni di un sistema di ammortizzatori sociali Funzioni di un sistema di ammortizzatori sociali Oltre che ad evidenti obiettivi di equità, un sistema di assicurazione sociale contro la disoccupazione risponde a motivazioni di efficienza economica,

Dettagli

L AZIENDA REGIONALE EMERGENZA URGENZA (AREU) DELLA LOMBARDIA

L AZIENDA REGIONALE EMERGENZA URGENZA (AREU) DELLA LOMBARDIA AVVISO PER IL RECLUTAMENTO DI ALMENO N. 5 LAVORATORI SOCIALMENTE UTILI IN CIGS A ZERO ORE E SENZA ROTAZIONE O IN MOBILITA, AI SENSI DEL D.LGS. N. 468/1997 E S.M.I., PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO SERVIZIO

Dettagli

P r o v i n c i a d i P a d o v a SETTORE LAVORO E FORMAZIONE Ufficio Categorie Protette Provinciale

P r o v i n c i a d i P a d o v a SETTORE LAVORO E FORMAZIONE Ufficio Categorie Protette Provinciale P r o v i n c i a d i P a d o v a SETTORE LAVORO E FORMAZIONE Ufficio Categorie Protette Provinciale CONVENZIONE D'INTEGRAZIONE LAVORATIVA ex art. 11, comma 4, legge 68/99 in enti pubblici Il giorno I

Dettagli

NEWSLETTER RUCELLAI&RAFFAELLI. Studio Legale. Milano Via Monte Napoleone, 18 Telefono: +39 02 7645771 Fax: +39 02 783524

NEWSLETTER RUCELLAI&RAFFAELLI. Studio Legale. Milano Via Monte Napoleone, 18 Telefono: +39 02 7645771 Fax: +39 02 783524 RUCELLAI&RAFFAELLI Studio Legale Milano Via Monte Napoleone, 18 Telefono: +39 02 7645771 Fax: +39 02 783524 Roma Via dei Due Macelli, 47 Telefono: +39 06 6784778 Fax: +39 06 6783915 Bologna Via Cesare

Dettagli

1. Modalità di esposizione incentivo art. 7 ter, co. 7, decreto legge n. 5 del 10 febbraio 2009, conv., con modd, con legge n. 33 del 9 aprile 2009.

1. Modalità di esposizione incentivo art. 7 ter, co. 7, decreto legge n. 5 del 10 febbraio 2009, conv., con modd, con legge n. 33 del 9 aprile 2009. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 13-04-2010 Messaggio n. 10025 OGGETTO: Flusso UniEmens Individuale -Modalità di esposizione incentivo art. 7 ter, co.

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA

PROTOCOLLO DI INTESA ASSOLOMBARDA PROTOCOLLO DI INTESA Addì, 26 novembre 2014, in Milano, c/o la sede di Assolombarda Tra IBM Italia S.p.A. (d'ora in poi "l'azienda"), nelle persone di: Fabio Mariano, Massimiliano Duilio,

Dettagli

PROVINCIA OGLIASTRA. PROGRAMMA P.A.R.I. Programma d Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati

PROVINCIA OGLIASTRA. PROGRAMMA P.A.R.I. Programma d Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati PROVINCIA OGLIASTRA PROGRAMMA P.A.R.I. Programma d Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati INVITO A MANIFESTARE INTERESSE, DIRETTO AI DATORI DI LAVORO 1. FINALITA La Provincia dell Ogliastra,

Dettagli

Norme di applicazione del protocollo aggiuntivo all'accordo di immigrazione tra il Brasile e l'italia, firmato a Brasilia il 30 gennaio 1974

Norme di applicazione del protocollo aggiuntivo all'accordo di immigrazione tra il Brasile e l'italia, firmato a Brasilia il 30 gennaio 1974 Norme di applicazione del protocollo aggiuntivo all'accordo di immigrazione tra il Brasile e l'italia, firmato a Brasilia il 30 gennaio 1974 Articolo 1 All'applicazione delle presenti Norme provvedono:

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DECRETO 4 dicembre 2014 Istituzione di un nuovo regime di aiuto finalizzato a promuovere la nascita e lo sviluppo di societa' cooperative di piccola e media dimensione.

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DIPARTIMENTO PER LE POLITICHE DEL LAVORO E DELL'OCCUPAZIONE E TUTELA DEI LAVORATORI

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DIPARTIMENTO PER LE POLITICHE DEL LAVORO E DELL'OCCUPAZIONE E TUTELA DEI LAVORATORI MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DIPARTIMENTO PER LE POLITICHE DEL LAVORO E DELL'OCCUPAZIONE E TUTELA DEI LAVORATORI Direzione Generale degli ammortizzatori sociali e degli incentivi alla

Dettagli

TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE AI BENEFICIARI E PENSIONI LIQUIDATE AL 31.01.2014

TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE AI BENEFICIARI E PENSIONI LIQUIDATE AL 31.01.2014 TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE AI BENEFICIARI E PENSIONI LIQUIDATE AL 31.01.2014 OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI ** PENSIONI LIQUIDATE* 1^ SALVAGUARDIA

Dettagli

INFORMATIVA LEGGE 68/99

INFORMATIVA LEGGE 68/99 INFORMATIVA LEGGE 68/99 OBBLIGHI PER LE AZIENDE Con il sistema del collocamento obbligatorio viene imposto alle imprese sia pubbliche che private, di determinate dimensioni, l'obbligo di assumere una percentuale

Dettagli