Monitoraggio e Controllo nei Processi di Saldatura Laser: nuove soluzioni e prospettive

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Monitoraggio e Controllo nei Processi di Saldatura Laser: nuove soluzioni e prospettive"

Transcript

1 Monitoraggio e Controllo nei Processi di Saldatura Laser: nuove soluzioni e prospettive Daniele Colombo, Barbara Previtali - SITEC Laboratorio per le Applicazioni Laser Luca Cevasco, Claudio Cenati, Diego Parazzoli, Nicola Pedrocchi CNR ITIA

2 Our competencies in laser material processing: Laser Welding Laser Cutting Laser Hardening Laser Cladding Laser Micromachining (drilling, cutting, texturing) Monitoring and Control of Laser Processes Our major equipment: Fiber Laser IPG YLR1000 Fiber Laser IPG YLS3000 Fiber Laser IPG YLP-1/100/50/50 Trumpf Nd:YAG HL 124P PowerWeld Robots ABB IR 2400 and IR 4400 Robot COMAU Smartlaser BLM AdigeSys LTCombo fiber laser cutting system Aerotech ALS and ACS moving stages

3 IRAS group competencies Artificial Vision: development of 3D laser scanning systems development of stereoscopic vision systems for optical tracking Industrial Controls: development of embedded Linux images with Xenomai and RTAI realtime extension development of modules for interfacing with advanced sensors (vision, laser scanner, manual guidance, etc...) design and configuration of Embedded Systems study and implementation of devices for data collection, remote configuration and management (GSM Ehternet or encrypted), advanced web interfaces etc...! Mechanical design with 3D solid modeling CAD-CAM.! Electronic boards design and programming (signal conditioning, IO management, interfaces to devices, battery management, FPGA, etc...)

4 Indice della presentazione 1. INTRODUZIONE 2. LA SALDATURA LASER 3. LE TECNOLOGIE ABILITANTI LA SALDATURA LASER 3D 3 A DI PROCESSO 3 B DI SISTEMA 4. CONCLUSIONI

5 Indice della presentazione 1. INTRODUZIONE 2. LA SALDATURA LASER 3. LE TECNOLOGIE ABILITANTI LA SALDATURA LASER 3D 3 A DI PROCESSO 3 B DI SISTEMA 4. CONCLUSIONI

6 Settori Applicativi della Saldatura Laser

7 Tecnologie di giunzione tradizionale MIG/ MAG Cold Metal Transfer TIG/ Plasma Hybrid (MIG/ MAG + Laser) Laser con filo d apporto Laser autogeno Remote Laser Welding aumento della QUALITA del giunto saldato, in termini di minor deformazione termica del componente, maggior ripetibilità e controllo del processo; aumento della PRODUTTIVITA in termini di velocità di saldatura

8 Indice della presentazione 1. INTRODUZIONE 2. LA SALDATURA LASER 3. LE TECNOLOGIE ABILITANTI LA SALDATURA LASER 3D 3 A DI PROCESSO 3 B DI SISTEMA 4. CONCLUSIONI

9 La saldatura laser Sorgenti Laser ad Elevata Brillanza: Sorgenti Laser in Fibra: λ = 1070 nm Sorgenti Laser a Disco: λ = 1030 nm Sorgenti Laser a Diodi: λ nm [W.Steen J.Mazumder, 2010]

10 La saldatura laser cortesia IPG Photonics IT [W.Steen J.Mazumder, 2010]

11 e of the nt gas iation is /He es from velength aximum Nitrogen mw is n levels ographs, or laser nd filter ing the 300 nm T.O.C. ere also roscopic and off fixed at erred to e to the d in the (ASTM ess. Butt m were e Focus position [z] Shielding gas Collimating focal length Focusing focal length Beam spot diameter elapsed mean irradiance Depth of field 0 mm He / Ar 60 mm 125 mm 114 µm 7.7 x 1010 W/m2 Ar/He He/He La saldatura laser (λ = 1070 nm) 1,5 mm 40 Power Ti6Al4V, [kws=2mm ] SITEC Figure 6 Weld bead cross section of the welding condition used in the off-axis/t.o.c. monitoring comparison. λ=1070nm, P=1kW SITEC Ar/He AZ31B, s=5mm He/He Cu60Zn40 SMA, B.o.P. λ=1070nm, P=2.6kW 3 SITEC / CNR-IENI λ=1070nm, P=1kW 2.6 Power B.o.P. [kw]cu60zn40, λ=1070nm, P=1kW 3 5 SITEC SITEC SITEC! AISI, s=2mm λ=1070nm, P=0.6kW AISI, buttλ=1070nm, P=1.0kW Acciaio, s=6mm λ=1070nm, P=4.0kW

12 La saldatura laser (λ = 1070 nm) SALDATURA LASER (componente in Ti6Al4V, s=2su6mm, SITEC)

13 mission. To evaluate the ability of each method to identify the effect of e parameters (gap and location), the analysis of variance NOVA) is performed using the set of indicators provided by e three approaches as response variables. The ANOVA results re used as performance indicators to compare the effectiveness f the three approaches in analysing emission spectra. In partiular, the adjusted coefficient of determination R 2 -adj and the -value of each factor (gap and location) in the analysis of ariance are used as indicators. The coefficient of determination escribes the proportion of variability in a data set that is ollected by the statistical Saldatura model di andacciaio provides azincato: measure of ow well future outcomes are likely to be predicted by the model. he use of the adjusted form of the coefficient of determination nables one to take into account the effects of a number of able 5 ata-analysis methods used in the present paper. Data-analysis method Analysis of the overall emission Analysis of the selected emission ranges factor. The comparison of the F-value is used in heuristic approaches for model selection (as stepwise regression) and is effective for models that have approximately the same number of significant factors. The full results from the statistical analysis are presented in an appendix. The main hypotheses of the ANOVA test (residuals that are independently and identically distributed as a normal variable with constant variance) have always been checked but are not reported here for the sake of brevity. La saldatura laser (λ = 1070 nm) Indicators 4. Results and discussion 4.1. Joints analysis The quality of the remote laser welding process was evaluated by visual inspection of the weld seams and metallurgical analyses performed on cross and longitudinal sections of the welded samples. Fig. 3 shows representative macro-photographs and sections of the welding condition at each of the three gaps. With an optimal gap value of 200 mm, the weld bead is regular and does not present local defects. Welding defects such as pores or cracks are not present and the weld bead is sound. Furthermore a constant penetration is observed along the whole welding seam. 1. Laser Dimpling PCs[Ferrarini, 2013] Premio Laurea Mag. AITeM 2013 Spectra normalisationþprincipal component analysis Overall emission Plasma emission Laser emission Thermal emission On the contrary, when the gap is moved from its reference value, IPG YLR ElEn Thetafiber + ABB SITEC 2. Remote Laser Welding [Gattere, 2014] Premio L.M. UCIMU 2014 SITEC 3. Monitoraggio del gap [Colombo, Colosimo, Previtali, 2013] IPG YLS COMAU SITEC

14 Indice della presentazione 1. INTRODUZIONE 2. LA SALDATURA LASER 3. LE TECNOLOGIE ABILITANTI LA SALDATURA LASER 3D 3 A DI PROCESSO 3 B DI SISTEMA 4. CONCLUSIONI

15 Criticità nella saldatura di assemblati

16 Criticità nella saldatura di assemblati Precisione dell Attrezzaggio Tolleranze Dimensionali Parte A Tolleranze Dimensionali Parte B Robustezza del Processo di Saldatura Precisione del Robot

17 La saldatura laser 3D: le tecnologie abilitanti Precisione dell Attrezzaggio Tolleranze Dimensionali Parte A Tolleranze Dimensionali Parte B Robustezza del Processo di Saldatura Precisione del Robot

18 Le Tecnologie Abilitanti: Technology Layers Precisione dell Attrezzaggio Livello 1: Sistema Livello 2: Ciclo Produttivo Livello 2: Ciclo Produttivo Tolleranze Dimensionali Parte A Tolleranze Dimensionali Parte B Livello 0: Processo Robustezza del Processo di Saldatura Precisione del Robot Livello 1: Sistema

19 Le Tecnologie Abilitanti: Technology Layers Precisione dell Attrezzaggio Livello 1: Sistema Livello 2: Ciclo Produttivo Livello 2: Ciclo Produttivo Tolleranze Dimensionali Parte A Tolleranze Dimensionali Parte B Livello 0: Processo Robustezza del Processo di Saldatura Precisione del Robot Livello 1: Sistema

20 Le Tecnologie Abilitanti: Technology Layers Livello 0: Processo di Saldatura Process Knowledge Process Monitoring Laser Beam Shaping Diagnosi sistemi accessori al processo Livello 1: Sistema di Saldatura Programmazione mediante Manual Guidance Visione: Inseguigiunto (programmazione off-line, machine Vision, interazione uomo/macchina, etc)

21 Indice della presentazione 1. INTRODUZIONE 2. LA SALDATURA LASER 3. LE TECNOLOGIE ABILITANTI LA SALDATURA LASER 3D 3 A DI PROCESSO 3 B DI SISTEMA 4. CONCLUSIONI

22 Le Tecnologie Abilitanti Livello 0: Processo di Saldatura Process Knowledge Process Monitoring Diagnosi sistemi accessori al processo Laser Beam Shaping cortesia SITEC/HZG/IPG Robustezza del processo di saldatura a variazioni di - gap tra i lembi - posizione del piano di fuoco Saldatura di lega AZ31B s = 2 mm butt-joint P = 3 kw diametro fibra = 50 µm spot size = 100 µm

23 Le Tecnologie Abilitanti Livello 0: Processo di Saldatura Process Knowledge Process Monitoring Diagnosi sistemi accessori al processo Laser Beam Shaping cortesia SITEC/HZG/IPG Robustezza del processo di saldatura a variazioni di - gap tra i lembi - posizione del piano di fuoco Saldatura di lega AZ31B s = 2 mm butt-joint P = 3 kw diametro fibra = 50 µm spot size = 100 µm

24 Le Tecnologie Abilitanti Livello 0: Processo di Saldatura Process Knowledge Process Monitoring Diagnosi sistemi accessori al processo Laser Beam Shaping cortesia SITEC/HZG/IPG Variazione del diametro della fibra ottica " effetto del diametro del fascio (in prima approx) Saldatura di lega AZ31B s = 2 mm butt-joint M = 1 E [J/mm] = P/v = 40 J/mm (cost) Gap = 0 mm

25 Le Tecnologie Abilitanti Livello 0: Processo di Saldatura Process Knowledge Process Monitoring Diagnosi sistemi accessori al processo Laser Beam Shaping Variazione del diametro della fibra ottica " effetto del diametro del fascio (in prima approx) cortesia SITEC/HZG/IPG Heat Input 40 j/mm Base material UTS 276 MPa Saldatura di lega AZ31B s = 2 mm butt-joint E [J/mm] = P/v = 40 J/mm (cost) Gap = 0 mm UTS(MPa) Power (kw)

26 Le Tecnologie Abilitanti Livello 0: Processo di Saldatura Process Knowledge Process Monitoring Diagnosi sistemi accessori al processo Laser Beam Shaping (wobbling) cortesia IPG Photonics IT Sovraimporre alla velocità di avanzamento del fascio laser una oscillazione (circolare) ad elevata frequenza per generare uno spot laser apparente

27 Le Tecnologie Abilitanti Livello 0: Processo di Saldatura Process Knowledge Process Monitoring Diagnosi sistemi accessori al processo Laser Beam Shaping (wobbling) cortesia SITEC/HZG/IPG D = 177µm D = 355µm D = 557µm Sovraimporre alla velocità di avanzamento del fascio laser una oscillazione (circolare) ad elevata frequenza per generare uno spot laser apparente D = diametro di wobbling D = 952µm D = 1445µm D = 1950µm

28 4.1. Laser spot and keyhole area When the applied laser power is high enough, the laser beam fully penetrates the materials, the keyhole opens to the bottom surface and a dark spot becomes visible within the laser spot 5,6. This well-known full-penetration hole occurs Le Tecnologie Abilitanti Livello 0: Processo di Saldatura Process Knowledge Process Monitoring Diagnosi sistemi accessori al processo Laser Beam Shaping Optical Emission Spectroscopy (O.E.S.) Optical Emission Monitoring (O.E.M.) Si attenuated welding direction Fig. 3: Comparison of images of the welding zone and its surrounding as taken with a Si- (left) or an InGaAs- (right) camera. The weld pool is more clearly observable in the InGaAs (=NIR) image, the thermal trace is virtually only detectable in the NIR. (Welding direction is from right to left here and in all following images. The laser spot in the Si-image is not saturated, but its appearance is just an effect of the print. The left quarter of the InGaAs-image is attenuated by a filter.) Visual Monitoring (V.M.) 4. EXPERIMENTS InGaAs We have conducted many sets of experimental welds of ferrous materials in various configurations that reflect industrial relevance. In TRUMPF s application laboratory we used commercial equipment, like a TruDisk thin disk laser with up to 16 kw cw output power and an industrial grade beam delivery system. The process sensor head SeamLine Pro was connected to the laser by a standard industry D-type fiber connector. The core diameter of the used optical fiber determines the spot size on the work piece: The BEO welding optics that we used has a magnification of 1.4, which results in a 280 µm or 560 µm spot size with 200 µm or 400 µm core diameter fiber, respectively. The smaller spot of 280 µm corresponds to typical industrial welding applications of several millimeter thicknesses, whereas a 560 µm spot represents the typical spot for lap welding of sheet metals of approx. 1 mm thickness. laser spot / keyhole attenuated weld pool (liquid) thermal trace (solidified) Fig. 4: The NIR-image of a laser beam welding process shows three significant regions. The area of the laser spot and the keyhole is attenuated by a neutral density filter (left quarter of the image) to increase the overall dynamic of the image. (Material: Mild steel S235) spectral domain [nm] time domain [t] spatial domain [m] The NIR-image of the welding zone reveals different features that can be evaluated (see fig. 4):

29 Le Tecnologie Abilitanti Livello 0: Processo di Saldatura Process Knowledge Process Monitoring Diagnosi sistemi accessori al processo Laser Beam Shaping [Colombo, Capello, Previtali, 2009] Scatterplot of pc2 vs pc1 Identificazione di variazioni di potenza laser e portata di gas di protezione mediante O.E.S. Saldatura di lega Ti6Al4V s = 2 mm lap-joint pc2 0,0050 0,0025 0,0000-0,0025-0,0050 r r r z r r rr r r z z z z zr z r z z z z r z z rr z gas50 p15 p15 p15 p15 p15 p15 p15 p15 p15 p15 p15 gas50 gas50 gas50 p15 gas50 gas50p15 gas50 gas50 gas50 p15 gas50 p30 p30 p30 p30 p30 p30 p30 p30p30 p30 p30 p30 p30 p30 gas50 gas50 gas50 gas50 gas50 gas100 gas50 p15 p30 r z -0,0075-0,0100-0,015-0,010-0,005 gas100 gas100 gas100 gas100 gas100 gas100 gas100 gas100 0,000 0,005 0,010 0,015 pc1 0,020 0,025

30 Le Tecnologie Abilitanti Livello 0: Processo di Saldatura Process Knowledge Process Monitoring Diagnosi sistemi accessori al processo Laser Beam Shaping [Colombo, Previtali, Riva, Semeraro, 2013] Identificazione del piano di fuoco mediante automatizzazione della procedura secondo UNI 10300

31 Le Tecnologie Abilitanti Livello 0: Processo di Saldatura Process Knowledge Process Monitoring Diagnosi sistemi accessori al processo Laser Beam Shaping [Colombo, Previtali, Riva, Semeraro, 2013] [Colombo et al, US Patent , 2012] Identificazione del piano di fuoco mediante automatizzazione della procedura secondo UNI 10300

32 Le Tecnologie Abilitanti Livello 0: Processo di Saldatura Process Knowledge Process Monitoring Diagnosi sistemi accessori al processo Laser Beam Shaping [Colombo, Previtali, Riva, Semeraro, 2013] Identificazione del piano di fuoco mediante automatizzazione della procedura secondo UNI 10300

33 Indice della presentazione 1. INTRODUZIONE 2. LA SALDATURA LASER 3. LE TECNOLOGIE ABILITANTI LA SALDATURA LASER 3D 3 A DI PROCESSO 3 B DI SISTEMA 4. CONCLUSIONI

34 Le Tecnologie Abilitanti Livello 1: Sistema di Saldatura Programmazione mediante Manual Guidance Visione: Inseguigiunto L.M.Tosatti et al, 2009 MGD: E un dispositivo che facilita il movimento intuitivo del robot, remotando a tutti gli effetti gli scomodi tasti di movimentazione del Jpad del Teach Pendant

35 Le Tecnologie Abilitanti Livello 1: Sistema di Saldatura Programmazione mediante Manual Guidance Visione: Inseguigiunto L.M.Tosatti et al, 2009 L'operatore può programmare il robot, trascinando intuitivamente l'end-effector attraverso la traiettoria di lavoro, salvando i punti caratteristici per creare il path program link al video sulla PMG

36 Le Tecnologie Abilitanti Livello 1: Sistema di Saldatura Programmazione mediante Manual Guidance Visione: Inseguigiunto Saldatura di testa o di spigolo lega AA7020, s = 2mm P = 3 kw

37 Le Tecnologie Abilitanti Livello 1: Sistema di Saldatura Programmazione mediante Manual Guidance Visione: Inseguigiunto Saldatura di testa di acciaio Fe P04 zincato s = 0.8/0.8 mm Gap = 0 mm! # P = 1 kw v = 2 m/min

38 Le Tecnologie Abilitanti Livello 1: Sistema di Saldatura Programmazione mediante Manual Guidance Visione: inseguigiunto L.M.Tosatti et al, 2010 Cevasco et al, 2011 Cevasco et al, 2012 Lo scanner laser 3D a triangolazione per l'inseguimento di un giunto, riconosce un profilo (es. uno scalino o un gap, un cordone, etc) come feature chiave a cui agganciarsi, con triplice funzionalità: Programmazione: ausilio alla generazione del programma Correzione programma robot on line: segue deformazione della lamiera durante la saldatura Controllo Qualità : analisi 3D del giunto a saldatura eseguita

39 Le Tecnologie Abilitanti Livello 1: Sistema di Saldatura Programmazione mediante Manual Guidance Visione: Inseguigiunto L.M.Tosatti et al, 2010 Cevasco et al, 2011 Cevasco et al, 2012 Inseguigiunto per programmazione la scrittura del programma di saldatura vine ulteriormente facilitata con l'utilizzo combinato di uno scanner inseguigiunto durante la generazione della traiettoria di saldatura 3D tramite la manual guidance In particolare il robot viene costretto ad agganciarsi al giunto (centraggio sulla feature), alla distanza Z necessaria al processo di saldatura, correggendo anche l'angolo di inclinazione del polso in modo da mantenere costante l'angolo di attacco al piano di saldatura impostato. L'unico grado di libertà che rimane è l'ascissa curvilinea del giunto da seguire

40 Le Tecnologie Abilitanti Livello 1: Sistema di Saldatura Programmazione mediante Manual Guidance Visione: Inseguigiunto L.M.Tosatti et al, 2010 Cevasco et al, 2011 Cevasco et al, 2012 Inseguigiunto per correzione del programma robot on-line in processi la dove è attesa la deformazione termica del componente che si sta saldando

41 Le Tecnologie Abilitanti (CNR) Livello 1: Sistema di Saldatura Programmazione mediante Manual Guidance Visione: Inseguigiunto L.M.Tosatti et al, 2010 Cevasco et al, 2011 Cevasco et al, 2012 Controllo Qualità : analisi 3D del giunto a saldatura eseguita Il controllo del giunto saldato può essere fatto anch'esso on line utilizzando un secondo scanner che inquadri il giunto appena saldato, oppure offline ripercorrendo la traiettoria a valle del processo. Con la modalità online si possono retroazionare i parametri di processo in un loop che mantenga la forma del cordone entro certe tolleranze, ma spesso l'ingombro di 2 teste di scansione ne preclude l'utilizzo Il controllo può essere fatto anche indirettamente monitorando la forma della pozza durante il processo

42 Indice della presentazione 1. INTRODUZIONE 2. LA SALDATURA LASER 3. LE TECNOLOGIE ABILITANTI LA SALDATURA LASER 3D 3 A DI PROCESSO 3 B DI SISTEMA 4. CONCLUSIONI

43 Conclusioni La saldatura laser è un processo maturo e robusto. Tecnologie abilitanti sono disponibili per la saldatura laser 3D. I robot di saldatura non saranno più solo tools ma veri assistenti di processo.

44 Gli autori ringraziano per la collaborazione:

45 Grazie per l attenzione! Ing. Daniele Colombo, PhD Dipartimento di Meccanica Politecnico di Milano via La Masa, , Milano (IT) website: Ing. Luca Cevasco Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto di Tecnologie Industriali e Automazione via Bassini, , Milano (IT) website:

46 Riferimenti Bibliografici [Steen, Mazumder, 2010] W.Steen J.Mazumder, Laser Material Processing, Springer, 2010 [Ferrarini, 2013] Tesi di Laurea Magistrale: Characterization of the laser dimpling process on galvanized steels for automotive applications;supervisor. Prof.Barbara Previtali (PoliMi), Co-Superviosor: Prof.Darek Ceglarek (WMG-UK) Premio di Laurea Magistrale UCIMU 2014 [Gattere, 2014] Tesi di Laurea Magistrale: Development of an Optical Based Monitoring Device for Remote Laser Welding of Zinc Coated Steels. Supervisor: Prof.Barbara Previtali (PoliMi),Co-Superviosor: Prof.Darek Ceglarek (WMG-UK) Premio di LaureaMagistrale AITeM 2013 F.Soavi [Colombo, Colosimo, Previtali, 2013] D.Colombo, B.M.Colosimo, B.Previtali Comparison of methods for data analysis in the remote monitoring of remote laser welding Optics and Lasers in Engineering 51 (2013) D.Colombo, B.Previtali Laser dimpling and remote welding of zinc coated steels for automotive applications International Journal of Advanced Manufacturing Technology (2014) (DOI: /s ) - Febbraio 2014

47 Riferimenti Bibliografici [Colombo, Capello, Previtali, 2009] E.Capello, D.Colombo, B.Previtali Process monitoring through the optical combiner in fiber laser welding applications Proceedings of the Fifth international WLT-Conference on Laser in Manufacturing 2009, Munich, June 2009 [Colombo, Previtali, Riva, Semeraro, 2013] D.Colombo, B.Previtali, G.Riva, Q.Semeraro Procedure for the identification of the focal plane position in high power fiber laser systems Proceedings del convegno AITeM San Benedetto del Tronto (IT), Settembre 2013 [Colombo et al, US Patent , 2012] No. WO/2012/036664, 22 March Industrial high power fiber laser system with optical monitoring assembly Applicant: IPG Photonics Corp. (US). Inventors: G. Moroni, D. Colombo, B. Previtali, S. Cattaneo, L. Rossotti

48 Riferimenti Bibliografici [Cevasco et al, 2011] C. Cenati & G. Borroni & L. Cevasco & D. Parazzoli & M. Danesi National Research Council (CNR) Institute of Industrial Technologies And Automation (ITIA), Milano, Italy "An innovative methodologie for laser scanner integration in a robot cell for small batch production of sculpture artworks" [Cevasco et al, 2012] C. Cenati & L. Cevasco & G. Borroni & N. Pedrocchi & L.M. Tosatti National Research Council (CNR) Institute of Industrial Technologies And Automation (ITIA), Milano, Italy "Low Cost Scanning Device Application for Footwear Industry" [Tosatti et al, 2010] Deposito di Brevetto 23/07/2010 CIA S.r.l. & L.M. Tosatti & C. Cenati & G. Borroni & L. Cevasco & D. Parazzoli & M. Danesi "Sistema e metodo per la ricostruzione tridimensionale di oggetti [Tosatti et al, 2009] Deposito brevetto 16/11/ COMAU S.p.a. & L.M. Tosatti & D. Parazzoli & M. Danesi & E. Scari "Robot System"

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer)

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer) HSF PROCESS HSF (High Speed Fimer) HIGH SPEED FIMER The development of Fimer HSF innovative process represent a revolution particularly on the welding process of low (and high) alloy steels as well as

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

LA DIFFERENZA È NECTA

LA DIFFERENZA È NECTA LA DIFFERENZA È NECTA SOLUZIONI BREVETTATE PER UNA BEVANDA PERFETTA Gruppo Caffè Z4000 in versione singolo o doppio espresso Tecnologia Sigma per bevande fresh brew Dispositivo Dual Cup per scegliere il

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 MADE IN ITALY SOL - Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2013 Sol è un sistema basato interamente sull interpretazione di innovativi principi di calcolo

Dettagli

La Visione Artificiale: Controllo di Qualità, Fotogrammetria e Realtà Virtuale

La Visione Artificiale: Controllo di Qualità, Fotogrammetria e Realtà Virtuale La Visione Artificiale: Controllo di Qualità, Fotogrammetria e Realtà Virtuale D. Prattichizzo G.L. Mariottini F. Moneti M. Orlandesi M. Fei M. de Pascale A. Formaglio F. Morbidi S. Mulatto SIRSLab Laboratorio

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

VOLTA S.p.A. RETE = antivolatile e antitopo di protezione in acciaio elettrosaldato installata sul retro

VOLTA S.p.A. RETE = antivolatile e antitopo di protezione in acciaio elettrosaldato installata sul retro Caratteristiche costruttive A singolo ordine di alette fisse inclinate 45 a disegno aerodinamico con passo 20 mm e cornice perimetrale di 25 mm. Materiali e Finiture Standard: alluminio anodizzato naturale

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema Res User Meeting 2014 con la partecipazione di Scriviamo insieme il futuro Paolo Ferrandi Responsabile Tecnico Research for Enterprise Systems Federico Bonelli Engineer Process mining & Optimization Un

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Il colore Mapei nel progetto. The Mapei colour in the project. Effetti Estetici Decorative Effects

Il colore Mapei nel progetto. The Mapei colour in the project. Effetti Estetici Decorative Effects Il colore Mapei nel progetto The Mapei colour in the project Effetti Estetici Decorative Effects Marmorino Marmorino Effetto Classico Marmorino Classical Effect Effetti Estetici Decorative Effects 3 Applicazione

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

SAFAP 2012, Napoli 14-15 giugno ISBN 978-88-7484-230-8

SAFAP 2012, Napoli 14-15 giugno ISBN 978-88-7484-230-8 Valutazione della Minimum Pressurizing Temperature (MPT) per reattori di elevato spessore realizzati in acciai bassolegati al Cr-Mo, in esercizio in condizioni di hydrogen charging Sommario G. L. Cosso*,

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati Robotica Mobile Lezione 20: Strutture di controllo di robot Come costruire un architettura BARCS L architettura BARCS Behavioural Architecture Robot Control System Strategie Strategie Obiettivi Obiettivi

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

OMEGA-P BY DAY BOLLARD DISSUASORE

OMEGA-P BY DAY BOLLARD DISSUASORE BOLLARD DISSUASORE dissuasori bollards materiali materials acciaio steel dimensioni dimensions SHORT BASE - 220 x 120 x h 840 mm LONG BASE - 400 x 120 x h 840 mm niture nishes struttura structure 74 75

Dettagli

Tiziano Bettati, Maria Teresa Pacchioli Centro Ricerche Produzioni Animali

Tiziano Bettati, Maria Teresa Pacchioli Centro Ricerche Produzioni Animali Il Divulgatore n.10/2002 Sicurezza alimentare PARTENDO DALLA DOP Tr@ce.pig è un progetto di tracciabilità della filiera del suino pesante utilizzato come materia prima per i Prosciutti di Parma a Denominazione

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

KOBRA 240 S4 KOBRA 240 S5

KOBRA 240 S4 KOBRA 240 S5 Distruggidocumenti Paper Shredders KOBRA 240 S4 KOBRA 240 S5 Cod.99.700 Cod.99.710 KOBRA 240 SS2 Cod.99.760 KOBRA 240 SS4 Cod.99.705 KOBRA 240 SS5 Cod.99.720 KOBRA 240 C2 KOBRA 240 C4 KOBRA 240 HS Cod.99.730

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO

UNIVERSITA DI PALERMO PILLAR OBIETTIVO SPECIFICO MASTER CALL CALL INDUSTRIAL LEADERSHIP LEADERSHIP IN ENABLING AND INDUSTRIAL TECHNOLOGIES (LEIT) H2020-SPIRE-2014-2015 - CALL FOR SPIRE - SUSTAINABLE PROCESS INDUSTRIES H2020-SPIRE-2014

Dettagli

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO VIDEO SMA : I SISTEMI OFF GRID LE SOLUZIONI PER LA GESTIONE DELL ENERGIA Sistema per impianti off grid: La soluzione per impianti non connessi alla rete Sistema

Dettagli

Componenti per illuminazione LED. Components for LED lighting

Componenti per illuminazione LED. Components for LED lighting 2014 Componenti per illuminazione LED Components for LED lighting Legenda Scheda Prodotto Product sheet legend 1 6 3 7 4 10 5 2 8 9 13 11 15 14 12 16 1673/A 17 2P+T MORSETTO Corpo in poliammide Corpo serrafilo

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013 Istituto per l Energia Rinnovabile Catasto Solare Alta Val di Non Relazione Versione: 2.0 Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Coordinamento e Revisione: dott. Daniele Vettorato, PhD (daniele.vettorato@eurac.edu)

Dettagli

KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012

KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012 KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012 CLASSE I - IP20 IT Avvertenze La sicurezza elettrica di questo apparecchio è garantita con l uso appropriato di queste istruzioni. Pertanto

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione 1 Carlo Sabbarese Gruppo di ricerca: R. Buompane, F. De Cicco, V. Mastrominico, A. D Onofrio 1 L attività di ricerca è svolta

Dettagli

STRUMENTAZIONE INNOVATIVA E NUOVE METODOLOGIE PER LA VALUTAZIONE DELL ESPOSIZIONE A CAMPI ELETTROMAGNETICI

STRUMENTAZIONE INNOVATIVA E NUOVE METODOLOGIE PER LA VALUTAZIONE DELL ESPOSIZIONE A CAMPI ELETTROMAGNETICI STRUMENTAZIONE INNOVATIVA E NUOVE METODOLOGIE PER LA VALUTAZIONE DELL ESPOSIZIONE A CAMPI ELETTROMAGNETICI Gaetano Licitra, Fabio Francia Italia - Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Toscana

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA 2 La SINDROME DI BRUGADA è una malattia generalmente ereditaria, a trasmissione autosomica dominante, che coinvolge esclusivamente

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - aprile 2011 2011 IBM Corporation Evoluzione dei modelli di computing negli anni Cloud Client-Server

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

24 TIRANTI - PULL STUDS - ANZUGSBOLZEN - TIRETTES

24 TIRANTI - PULL STUDS - ANZUGSBOLZEN - TIRETTES Pag. 339 DIN 69872 340 ISO 7388/2 A 341 ISO 7388/2 B 342 CAT - METRIC 343 MAS 403 BT 344 JS - B 6339 345 347 OTT - HURCO MITSUI - KITAMURA C.B. FERRARI CHIRON - CINCINNATI etc. etc. 348 CHIAVE DINAMOMETRICA

Dettagli

< EFFiciEnza senza limiti

< EFFiciEnza senza limiti FORM 200 FORM 400 < Efficienza senza limiti 2 Panoramica Efficienza senza limiti Costruzione meccanica Il dispositivo di comando 2 4 6 Il generatore Autonomia e flessibilità GF AgieCharmilles 10 12 14

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

Progetti ARTEMIS-JU CAMMI & D3CoS

Progetti ARTEMIS-JU CAMMI & D3CoS Progetti ARTEMIS-JU CAMMI & D3CoS Cognitive Adaptive Man Machine Interface for Cooperative Systems 19 Settembre 2012 ENAV ACADEMY Forlì (IT) Magda Balerna 1 ARTEMIS JU Sub Project 8: HUMAN Centred Design

Dettagli

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy da noi ogni sapone è unico alveare soap gori 1919 soap factory lavorazione artigianale italiana Handmade in Italy I nostri saponi sono il frutto di un

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

Condivisione delle risorse e Document Delivery Internazionale: Principi e linee guida per le procedure.

Condivisione delle risorse e Document Delivery Internazionale: Principi e linee guida per le procedure. Condivisione delle risorse e Document Delivery Internazionale: Principi e linee guida per le procedure. TRADUZIONE A CURA DI ASSUNTA ARTE E ROCCO CAIVANO Prima versione dell IFLA 1954 Revisioni principali

Dettagli

Il vantaggio della velocità. SpeedPulse, SpeedArc, SpeedUp. Saldare è ora chiaramente più veloce, offrendoti maggior produttività.

Il vantaggio della velocità. SpeedPulse, SpeedArc, SpeedUp. Saldare è ora chiaramente più veloce, offrendoti maggior produttività. Il vantaggio della velocità SpeedPulse, SpeedArc,. Saldare è ora chiaramente più veloce, offrendoti maggior produttività. Perche velocità = Produttività Fin da quando esiste l'umanità, le persone si sforzano

Dettagli

Kaba PAS - Pubblic Access Solution

Kaba PAS - Pubblic Access Solution Kaba PAS - Pubblic Access Solution Fondata nel 1950, Gallenschütz, oggi Kaba Pubblic Access Solution, ha sviluppato, prodotto e venduto per oltre 30 anni soluzioni per varchi di sicurezza automatici. Oggi

Dettagli

Windows Compatibilità

Windows Compatibilità Che novità? Windows Compatibilità CODESOFT 2014 é compatibile con Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2 CODESOFT 2014 Compatibilità sistemi operativi: Windows 8 / Windows 8.1 Windows Server 2012 / Windows

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat

MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat with cap. 3015001 with cap. 3900001 with connector 3900200 with cable A richiesta disponibile la versione certifi- Version available on request 124

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Festo Mobile Process Automation

Festo Mobile Process Automation Festo Mobile Process Automation Caratteristiche dei prodotti Valvole di processo per controllo dei fluidi ad azionamento elettrico Valvole di processo per controllo dei fluidi ad azionamento pneumatico

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari Profilati in alluminio a disegno/standard/speciali Dissipatori di calore in barre Dissipatori di calore ad ALTO RENDIMENTO Dissipatori di calore per LED Dissipatori di calore lavorati a disegno e anodizzati

Dettagli

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007 Security Governance Chief Security Advisor Microsoft Italia feliciano.intini@microsoft.com http://blogs.technet.com/feliciano_intini

Dettagli

I l Cotto Nobile Arrotat o

I l Cotto Nobile Arrotat o I l Cotto Nobile Arrotat o RAPPORTO DI PROVA N. 227338 Data: 25062007 Denominazione campione sottoposto a prova: NOBILE ARROTATO UNI EN ISO 105454:2000 del 30/06/2000 Piastrelle di ceramica. Determinazione

Dettagli

email: vito.introna@uniroma2.it telefono: +39.0672597179 luogo: Dip. di Ing. Mecc., st. 2102/13 Sito internet personale: non disponibile

email: vito.introna@uniroma2.it telefono: +39.0672597179 luogo: Dip. di Ing. Mecc., st. 2102/13 Sito internet personale: non disponibile email: vito.introna@uniroma2.it telefono: +39.0672597179 luogo: Dip. di Ing. Mecc., st. 2102/13 Sito internet personale: non disponibile Orario di ricevimento studenti: su appuntamento via mail * foto

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm 2011 IBM Corporation Cosa si intende per Cloud Computing Cloud è un nuovo modo di utilizzare e di distribuire i servizi IT,

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli