L EMERGENZA CEREALI NON GIUSTIFICA I RINCARI di GIUSEPPE ALTAMORE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L EMERGENZA CEREALI NON GIUSTIFICA I RINCARI di GIUSEPPE ALTAMORE"

Transcript

1 I SEGRETI DEL FATTORE W L EMERGENZA CEREALI NON GIUSTIFICA I RINCARI di GIUSEPPE ALTAMORE L emergenza cereali tocca in modo drammatico i Paesi più poveri, dove il forte rialzo delle quotazioni di riso, frumento e mais sta provocando una strage. In Italia, per fortuna, il rincaro di pane e pasta tocca per il momento solo la sensibilità del nostro portafoglio. Mentre i profitti delle multinazionali del cibo crescono fino al 40 per cento e la speculazione alla Borsa dei cereali di Chicago prende il toro per le corna, segnaliamo nel nostro piccolo qualche stranezza relativa al prezzo del pane che dipende dal fattore W. Sì, proprio così. Una lettera che il consumatore può talvolta trovare sulle confezioni di farina al dettaglio. W è un indice della capacità panificabile della farina, ovvero il volume che DIFFERENZA TRA IL PREZZO DEL GRANO E IL PREZZO FINALE DI PANE E PASTA Da 0,26 euro al chilo per il grano tenero a 2,70 al chilo per il pane Da 0,46 euro al chilo per il grano duro a 1,50 al chilo per la pasta Elaborazioni Coldiretti su dati ismea Sms consumatori l impasto con l acqua può raggiungere. Più il valore W è alto e più la farina è buona. Fino a 170 W è scadente e può servire per fare i pasticcini, poiché assorbe circa il 50 per cento del suo peso in acqua. Oltre i 350 W la farina è ottima, perché trattiene fino al 90 per cento del suo peso in acqua e, ovviamente, tutto ciò dipende dal grano. Una W alta è anche indice di una migliore qualità organolettica. Fra i due tipi di farina descritti, la differenza di prezzo all ingrosso può superare il 40 per cento e lo stesso vale per la semola di grano duro (con la quale si fa la pasta), che può essere scadente o della migliore qualità. Che senso ha, allora, parlare di rincari di pane e pasta perché i prezzi all ingrosso del grano sono aumentati? Quale grano, quale farina, quale semola? Con quale W? E poi, come si fa a digerire certi rincari quando il prezzo del grano incide il per cento sui costi finali di pane e pasta? Al massimo possiamo giustificare un rincaro del 3 per cento! All interno INVESTIMENTI Prezzo dell oro: attenti agli sbalzi 2 Così si punta sulle materie prime 4 CONSUMI La spesa al computer sempre più di moda 6 SERVIZI Gas ed elettricità: dov è la concorrenza? 8 DIRITTI Se le Poste sbagliano c è la conciliazione 10 AGEVOLAZIONI Sconti e promozioni per chi ha 65 anni 12 IMMOBILI Impianti non a norma, ma il rogito si fa 14 Questioni di casa 16 ARTIGIANI Meno mamme 17 FISCO Le cartelle pazze: come difendersi 18 A CURA DI 2C EDIZIONI 1

2 BENI RIFUGIO L oro, meglio depositarlo o imparare a speculare? È considerato da sempre sicuro, ma l esperienza di millenni insegna a prestare attenzione ULTIMAMENTE HA SFIORATO I MILLE DOLLARI AD ONCIA MA NEL Per i patiti dell oro che non hanno l esigenza di rigirarsi tra le mani una scintillante moneta ma si accontentano di fare un buon investimento, esistono da anni due buone alternative: le azioni delle società aurifere (soprattutto sudafricane) e le quote di fondi comuni specializzati in investimenti nel metallo giallo. Le azioni aurifere rappresentano un investimento che non è proprio in oro ma è ad esso collegato: le società che estraggono il prezioso minerale hanno Il personaggio di Walt Disney più invidiato dai risparmiatori è sicuramente Paperon de Paperoni, per la sua smisurata ricchezza e per il suo deposito di monete d oro in cui si tuffa ogni giorno, in quanto nuotare nell oro è il sogno di chi investe. Da millenni l oro è stato associato a ricchezza e sicurezza e, a riprova, tesaurizzare l oro è una forma d investimento che risale alla notte dei tempi e, pur con alti e bassi, l idea di accumularlo ha affascinato milioni di persone in tutti i Paesi del mondo. In questi ultimi mesi poi, la corsa dell oro sembra inarrestabile: nel 1999 il prezzo oscillava intorno a 290 dollari l oncia troy (una misura inglese usata per i metalli preziosi, che vale un po più di 30 grammi); oggi sfiora i 1.000, con una crescita di oltre il 200%. Ma non è sempre andata così bene. SUL LUNGO PERIODO SONO MEGLIO I BTP... Vale allora la pena tesaurizzare l oro o è meglio usarlo come ogni altra forma d investimento, IN ALTERNATIVA A MONETE E LINGOTTI una valutazione di borsa che riflette nel tempo abbastanza fedelmente l andamento delle quotazioni dell oro, perché se queste sono in rialzo, le società guadagnano forte, mentre, se sono in ribasso, guadagnano poco o rischiano di perdere. Si tratta di un investimento tipico per speculatori e per chi conosce abbastanza bene le regole della Borsa e dell acquisto di titoli all estero. La Borsa di Johannesburg è abbastanza tranquilla, tuttavia resta un mercato non indicato ai cercando di sfruttare i periodi positivi e vendendolo quando l onda del rialzo si esaurisce? Dalla fine del 1998 al 2007 il prezzo è salito da 294 a 850 dollari; ma dal 1995 fino al 2001 il prezzo è sceso da 384 a 270 (con una flessione del 30%). E nel più lungo periodo, notiamo che nel 1981 la quotazione oscillava in- cassettisti. Per questi, invece, può essere interessante l alternativa del fondo comune, che consente di affidare ad un gestore acquisti e vendite senza la preoccupazione di dover effettuare le scelte. Tra l altro, i gestori dei fondi utilizzano anche strumenti sofisticati come i futures e le options, che consentono di conseguire forti guadagni (nel caso le operazioni siano ovviamente azzeccate), anche superiori alle oscillazioni fatte registrare dal prezzo dell oro. LUNGO PERIODO È MENO VANTAGGIOSO DI ALTRE SOLUZIONI VANTAGGI Aggancio dell investimento al dollaro Mercato mondiale Possibilità di forti guadagni nel breve periodo Massima riservatezza Nessuna tassazione (neanche di successione, se conservato in casa) torno ai 400 dollari, quindi nell arco di vent anni (dal 1981 al 2001) il rendimento è stato pesantemente negativo, con una perdita nella misura del 32,5 per cento. A questo punto, si può trarre una prima conclusione: chi ha tesaurizzato l oro, in 26 anni ( ) ha visto lievitare il suo deposito aureo da 400 a 850; chi ha preferito i Btp, si è messo in tasca interessi annuali calanti sì (dal 12-13% annuo al 4% attuale), ma che, reinvestiti anno per anno, hanno fatto crescere il capitale da 400 ad oltre Come mai, dopo millenni in cui il fascino dell oro è rimasto sostanzialmente invariato, si è verificato questo forte cambiamento? Il fatto è che oggi non sussistono più certe motivazioni di un tempo che mantenevano vivo l interesse per l oro. Intendiamo riferirci, ad esempio, alla sua facile custodia (un grande capitale poteva essere tenuto nascosto in poco spazio), alla sua intassabilità (nessuno poteva imporre imposte sul possesso di monete d oro), alla sua incorruttibilità (vale a dire l oro non deperisce nel tempo), alla sua facile trasferibilità da un possessore all altro e così via. Oggi, però, il mondo della finanza è cambiato e certe caratteristiche dell oro si ritrovano in altre soluzioni d investimento ritenute più interessanti e moderne: i dossier titoli delle banche custodiscono migliaia di miliardi, molti investimenti non sono tassati o comunque sono tassati in forma anonima, la Borsa valori consente facilmente la vendita di titoli permettendo di recuperare in pochi giorni gli investimenti; insomma, il vecchio oro è andato in pensione. Nonostante questa constatazione rimane una soluzione valida per i pochi affezionati, ancorati ai modesti, residui vantaggi che offre. Tuttavia, in un mondo che ha conquistato la luna, che può spostare miliardi da un paese all altro con un tasto di computer, forse non c è più posto per i suoi romantici cultori. I PRO E I CONTRO SVANTAGGI Nessun reddito Alto costo di compravendita Possibilità di forti perdite Rischio di acquistare pezzi falsi NON È TUTTO PREZIOSO QUELLO CHE LUCCICA... Diverso, invece, il discorso per uno speculatore attento e capace: nel 1860, ad esempio, durante la guerra civile americana la quotazione dell oro passò da 22 a Anni Oro (dollari) 850 dollari Si tratta del valore conosciuto dal capitale aureo di chi dal 1981 al 2007 ha scelto di tesaurizzare l oro IL PREZZO DELL ORO DAL 1999 AD OGGI Var. % ($) Oro (euro) Var. % ( ) , , , , , , , , , ,1 2004/ ,5 +2, , , , , , ,0 2007/ ,4 +9,0 2 3

3 RISPARMIO Materie prime, gli strumenti su cui scommettere 60 dollari l oncia, triplicando il proprio valore in pochissimo tempo. Ma, appena sopraggiunta la pace, la quotazione tornò sui precedenti livelli. Alla fine della seconda guerra mondiale (dopo 80 anni) il prezzo era arrivato a 35 dollari l oncia e restò immutato fino alla fine della convertibilità in oro del dollaro, quando il prezzo balzò, in 4 anni, ad oltre 150 dollari. L ultimo grande boom si verificò negli anni 80, con un prezzo impazzito cresciuto fino al massimo storico (superato solo ora, dopo quasi trent anni) di 850 dollari l oncia. Insomma, l oro trasmette valore attraverso i secoli ed i millenni, ma non è un affare nel lungo periodo, anzi. Basti pensare che un dollaro investito in oro nel 1801 si è trasformato in 0,98 dollari reali nel Dal 1700 a oggi questo metallo si è incrementato, in termini reali, dell 1,5% all anno. Un ultima annotazione: negli ultimi anni il business dell oro è stato ottimo per gli americani; molto meno per gli europei. Infatti la sua quotazione è in dollari ed il dollaro negli ultimi 5 anni ha perso circa il 40% del suo valore. E così, se l investitore americano è soddisfatto perché il suo capitale è cresciuto del 14% all anno, l investitore europeo si deve accontentare del 9% annuo (e fra il 1999 ed il 2004 ha portato a casa molto meno di un Btp). In conclusione, pertanto, non è tutto oro quello che luccica; nemmeno l oro Gianluigi De Marchi PER CHI INVESTE IN BORSA L AUMENTO Le materie prime sono sempre più interessanti per chi investe in Borsa. A riprova, da tempo, gli strumenti finanziari che permettono di cavalcare l andamento positivo di prodotti agricoli, metalli preziosi, gas e petrolio si stanno moltiplicando. Ma non tutte le commodities offrono le stesse possibilità di guadagno e comunque si tratta di investimenti rischiosi. Tuttavia, qualche opportunità, con le dovute attenzioni, è possibile scovarla. In Borsa Italiana sono disponibili certificati, alcuni fondi d investimento e gli Exchanged traded commodities (Etc), scambiati sul mercato Etf Plus da poco più di un anno. Rivolgendosi a banche, società di intermediazione finanziaria o di gestione del risparmio, per esempio, si può investire in fondi legati alle materie prime. «I costi di gestione di questi strumenti spiega Giovanni Cuniberti, analista finanziario di Analisi dati Borsa sono piuttosto alti, nell ordine dell 1,5-2% all anno, ma garantiscono una maggiore diversificazione». È bene però cercare un buon gestore poiché dalle sue capacità di pesare i titoli dipenderà il trend positivo del fondo. Inoltre, va messo in conto di investire intorno ai 2mila euro, visto che è difficile trovare un taglio minimo più basso. Un problema, quest ultimo, che può essere risolto rivolgendosi agli Etc: questi non hanno scadenza e permettono di investire anche una sola quota, che può essere pari a pochi euro. Inoltre, gli Etc hanno costi di gestione davvero ridotti, intorno allo 0,5% annuo, e replicano fedelmente la singola materia prima, l'indice o il sottoindice a cui si decide di legare l investimento. Una scelta, questa, che dipende soprattutto dalla personale propensione al rischio: «Puntare su una sola commodity è assai rischioso visto che i dati sulle scorte, ad esempio, possono influire molto sull andamento», prosegue l analista. Per stare più tranquilli, quindi, Cuniberti suggerisce di rivolgersi a indici generali, che permettono di suddividere il rischio su un paniere più ampio. Il responsabile dell analisi tecnica di Websim-Intermonte, Enrico Nicoloso, consiglia uno degli strumenti più diffusi: «Per non fare scommesse forti su singole commodity, si può puntare sull indice Crb, che sta per Commodity Research Bureau, costruito su diverse materie prime». DELLA DOMANDA PUÒ DARE OCCASIONI : FONDI, CERTIFICATI... Le commodities in Borsa Italiana sono molte. Gli Etc possono replicare il valore dei prezzi di metalli preziosi, come oro, argento, platino, o quello di prodotti agricoli, come soia, grano, caffè o zucchero. E non mancano gli energetici, soprattutto petrolio e gas naturale, che nell ultimo anno hanno dato guadagni anche sopra il 50 per cento. Tra i più redditizi dei mesi scorsi, poi, ci sono prodotti agricoli come i cereali, ma si può anche scegliere di agganciare l investimento alla carne di maiale o ai metalli industriali, come il nichel. GRANDI GUADAGNI, GRANDI PERDITE La valutazione va fatta con grande attenzione visto che si possono guadagnare cifre considerevoli ma anche perderne altrettante. Nicoloso ritiene che gas naturale e petrolio siano un buon affare in questo periodo, dato che su entrambi c è un deficit d offerta rispetto alla domanda e questa è una tendenza che proseguirà nei prossimi anni, a meno di una recessione feroce. Per questo motivo, per Nicoloso, ogni flessione nel prezzo del greggio è una buona opportunità d ingresso. L analista Adb, invece, consiglia di evitare il petrolio, perché è già a un livello piuttosto alto e potrebbe aver concluso la sua corsa almeno per un po. Più ottimismo sui prodotti agricoli. Negli ultimi tempi i cereali, e in particolare il mais, sono cre- sciuti molto. Questa tendenza è legata soprattutto a un deficit delle scorte e al loro impiego per produrre combustibili ecologici. Tra le commodities sconsigliate ci sono poi diversi metalli industriali: «Stagno e rame hanno ancora una buona domanda sostiene Nicoloso ma alluminio e piombo, per esempio, sono più rischiosi». Va inoltre ricordato che la maggioranza delle materie è quotata in dollari Usa e pertanto, se la valuta americana dovesse perdere ancora contro l euro, i guadagni si ridurrebbero. Inoltre, tutti gli operatori del settore sono concordi nel consigliare di mettere nelle materie prime solo una piccola quota dei propri investimenti, non superiore al per cento. Altri strumenti tra cui scegliere, infine, sono i certificati, sia con leva finanziaria, più rischiosi, sia senza. Le commissioni di gestione sono basse, paragonabili a quelle richieste per gli Etc, ma in alcuni casi possono avere una liquidità bassa, per cui ci si potrebbe ritrovare a pagarli troppo. Hanno una scadenza, di solito dopo un anno, perciò occorre seguire il loro andamento con cura. Per queste ragioni, Cuniberti spiega che Etc e fondi di investimento sono più adatti per i meno esperti e per chi ha una visione di medio-lungo periodo, mentre i certificati dovrebbero essere presi in considerazione solo da chi li conosce molto bene. Marco Ratti L ANDAMENTO A PIAZZA AFFARI I cinque ETC migliori e i cinque peggiori alla Borsa di Milano MATERIA Nav al Il 20% degli investimenti È la quota massima che gli analisti del settore consigliano di riservare alle materie prime Nav al Var. % ETFS CRUDE OIL Greggio 27,81 43, ,44 ETFS HEATING OIL Gasolio da riscaldamento 16,54 25, ,90 ETFS PETROLEUM DJ-AIGCI Greggio 25,71 36, ,46 ETFS SOYBEAN OIL Olio di soia 5,20 7, ,00 ETFS SOYBEANS Semi di soia 8,30 11, ,51 ETFS LEAN HOGS Carne di suino 2,23 1, ,95 ETFS LIVE CATTLE Bovini 7,91 5, ,86 ETFS LIVESTOCK DJ-AIGCI Bestiame 5,12 3, ,17 ETFS NICKEL Nichel 44,33 22, ,71 ETFS ZINC Zinco 11,76 6, ,64 Nota: il Net Asset Value (Nav) misura il valore di una quota di un fondo di investimento e corrisponde, nel caso degli Etc, al taglio minimo che può acquistare un investitore. I dati sono in euro. Borsa Italiana 4 5

4 CONSUMI La spesa fatta al computer va sempre più di moda DAL NORD AL SUD DELLA PENISOLA È POSSIBILE COMPRARE PRODOTTI Molte catene distributive offrono condizioni più favorevoli a chi ha superato i 60 anni È il supermarket on line del Gruppo Despar; serve Milano, Bergamo, Varese, Como e le loro province. Il numero verde è , oppure l è Frutta, verdura, latte, salumi, formaggi e altri prodotti di stagione coltivati senza ogm, né diserbanti. Le consegne sono gratuite in tutta Italia e l importo minimo di spesa è di 38 euro. Info: e il tel. è Usare Internet per fare la spesa per risparmiare tempo e denaro. Con il web si evitano code e si trovano subito le promozioni: basta avere un computer collegato alla rete. Nei supermercati on line si può navigare in siti pieni di prodotti, scegliere tra le offerte e ricevere a domicilio le buste con i nostri acquisti. Da Milano a Palermo sono tanti i supermarket dove si può fare la spesa via web. In Lombardia, così come a Bologna, Parma, Reggio Emilia, Firenze, Prato e Verona, la catena DOVE ANDARE A CLICCARE Vendita di vino on line, con offerte speciali e una mappa dell Italia per scoprire le regioni enologiche della penisola. Tel , La consegna è gratuita per importi superiori ai 75 euro, tranne che nelle isole minori e a Livigno. L acquisto minimo è di sei bottiglie anche di vini diversi. E per avere un po di consigli quando andiamo a fare la spesa tradizionale, con un carrello non virtuale? C è il libro presentato nella libreria on line Bol all indirizzo html. Il volume, scritto da Alessandro Di Pietro, si intitola Occhio alla spesa, è edito da Mondadori e costa 15 euro. Scopriremo così, per esempio, che esistono Pesci sosia che vengono spacciati per il gemello più pregiato. Inoltre, nel libro troviamo anche consigli su come leggere le etichette dei vari prodotti alimentari. Esselunga propone acquisti dal sito Il contributo per la consegna della spesa è di 7,90 euro (6,90 per importi superiori a 110 euro). La consegna è gratis per i disabili. Per chi ha più di 70 anni la consegna costa, dal lunedì al venerdì, fino alle 18, solo 3,45 euro. Il personale porta i prodotti a casa anche se il condominio è privo di ascensore. Il risparmio è assicurato per alcune promozioni esclusive e sul sito viene segnalato che tutti i libri sono sempre scontati del 20% rispetto al prezzo di copertina. Per informazioni, si può chiamare l o compilare un modulo direttamente su In Liguria, la catena Basko ha una sua versione on line che permette consegne nella maggior parte della regione. Il sito è e promuove anche la Prima Card 60 dedicata a chi ha più di 60 anni: i possessori non pagano nulla alla consegna e possono fare gli ordi- STANDOSENE IN POLTRONA E RICEVERE GLI ACQUISTI A CASA ni anche via telefono. Per informazioni si può contattare l o scrivere una a Il servizio La spesa on line della Coop è attivo su Roma e per saperne di più basta un click su Per chi possiede l attestato di invalidità la consegna della spesa è gratuita. Il contributo di consegna standard è di 6,90 euro. A Napoli, per fare una spesa di pasta di qualità, un sito interessante è in questa boutique del gusto è possibile fare acquisti e si va dai paccheri a 2,24 euro per mezzo chilo agli scialatielli a 2,33 euro. Per avviare l ordine la spesa minima è di 20 euro, mentre i costi di consegna partono da 4 euro per la Campania. Per info, il tel. è o si può scrivere a In Sicilia, gli acquisti on line passano dal portale Per info: tel o un click sul sito Il pagamento on line sui siti, di solito, viene effettuato con carta di credito o anche con carte prepagate, ormai proposte da quasi tutte le banche, su cui si carica un importo preciso. Ma quasi tutti i supermarket on line permettono ormai di pagare l importo alla consegna con bancomat o contanti. Sergio Demarchi NON SOLO SUPERMARKET Sono sempre di più i negozi, anche rionali, che scelgono di affiancare alla loro attività principale anche un punto vendita on line. Il web diventa quindi una nuova possibilità di acquisto in cui, però, è importante seguire qualche regola. Per esempio, quando si comprano alimenti occorre verificare che i surgelati e i prodotti freschi seguano la catena del freddo. Devono cioè rimanere alla stessa temperatura dal negozio fino a casa. Si legge su che fa consegne in alcune zone di Roma e in tutta Torino: I furgoni ProntoSpesa sono coibentati e refrigerati. I prodotti freschi vengono trasportati a una temperatura mai superiore ai quattro gradi centigradi. I prodotti freschi, come i formaggi, la frutta e il latte fresco, vengono confezionati a parte. I prodotti surgelati vengono trasportati a una temperatura di meno diciotto gradi centigradi. Vengono confezionati a parte e trasportati in contenitori isotermici ermetici a norma. Per informazioni il numero verde da contattare è , l è Un buon consiglio è leggere con attenzione le pagine on line di presentazione del servizio sui siti dei supermercati. Molto importanti anche le schede prodotto presentate sulle pagine web che ci forniscono l immagine, il peso, il prezzo e le offerte di ciò che stiamo per comprare. In generale è bene, prima di fare un acquisto on line, soprattutto in siti con marchi poco conosciuti, cercare di controllare che siano indicate alcune informazioni fondamentali, come l indirizzo della sede sociale, le condizioni di vendita, le spese di spedizione, le modalità di consegna e quelle per esercitare il diritto di recesso. Per qualunque dubbio si può telefonare ai numeri per informazioni indicati sui siti. Tra l altro, spesso si tratta di numeri verdi gratuiti. C È ANCHE IL DRIVE-IN Il supermercato drive-in? Esiste già a Torino, all Auchan. Si tratta dell unione di Internet e del modo tradizionale di fare gli acquisti. Come funziona questa modalità? Ci si collega al sito si sceglie in un catalogo di 400 prodotti, in cui si può navigare per marca di prodotto e per tipologia. Poi si segnala a che ora si andrà a ritirare la spesa, indicando sempre un appuntamento due ore dopo rispetto all ordinazione. All ora stabilita si raggiunge l ipermercato e i commessi riempiranno il bagagliaio della nostra auto con le sacche della spesa. Si paga e poi si torna verso casa con la spesa già fatta: il risparmio di energie e di tempo è forte. 6 7

5 SERVIZI Gas e luce, la concorrenza c è ma difficile da utilizzare Non lasciando tv ed elettrodomestici in stand-by si risparmiano fino a 50 euro annui IL MERCATO È LIBERALIZZATO DA ANNI PER GLI UTENTI DOMESTICI, Cambiare il proprio venditore di gas quando si trovano offerte vantaggiose è possibile dal 1 gennaio Si tratta di un opportunità che non presenta particolari rischi, visto che i clienti domestici possono sempre ritornare alle condizioni economiche di riferimento dell Autorità per l energia elettrica e il gas. In ogni caso, è bene essere consapevoli delle caratteristiche dell offerta commerciale che il venditore è obbligato a fornire. Innanzitutto, l esercente deve specificare tutte le prestazioni previste, la data di avvio e il prezzo del servizio, la durata del contratto e le possibili variazioni nel tempo. Inoltre, è obbligato a indicare gli oneri a carico del cliente e le garanzie richieste. Ma non è tutto: l utente deve essere informato di come e quando saranno misurati i consumi, quando saranno emesse le bollette, in che modo si potrà saldarle e cosa accadrà in caso di ritardo nel pagamento. Infine, dovranno essere indicati i casi in cui l impresa di vendita deve versare un indennizzo automatico e come fare per avere informazioni, presentare un reclamo o risolvere una controversia. L elenco dei venditori CON IL CONTATORE ELETTRONICO SI POSSONO RIDURRE LE SPESE Con un po di paziente ricerca si può risparmiare sulla bolletta elettrica. Diversi operatori, per esempio, propongono tariffe biorarie, ma per aderire occorre un contatore elettronico o uno tradizionale in grado di misurare l energia consumata nei diversi momenti della giornata. Si tratta di un offerta che prevede prezzi inferiori di notte e nel fine settimana. L Autorità per l energia elettrica e il gas ha calcolato che per avere un risparmio con le proprie condizioni biorario standard bisogna concentrare almeno i due terzi dei consumi nelle fasce orarie più convenienti. Altre offerte prevedono prezzi bloccati a chi acquista gas ed energia elettrica dallo stesso venditore. Si tratta di proposte competitive, ma bisogna ricordare che il prezzo non può essere completamente congelato dall esercente, visto che una parte è stabilita dall Autorità. Ogni operatore è libero di fare le proposte che crede, ma ci sono possibilità a cui ogni cliente domestico ha diritto di aderire. Tra queste c è quella di rateizzare i pagamenti nel caso di conguagli elevati rispetto alle bollette di acconto. Il venditore deve concedere questa opportunità, ad esempio, quando il conguaglio supera del 150% l addebito medio delle ultime bollette di stima. Naturalmente, suddividendo il pagamento bisognerà pagare gli interessi, pari al tasso di riferimento fissato dalla Banca centrale europea. Altri diritti dei clienti sono legati alle regole stabilite dall Autorità per la regolazione della qualità commerciale dei servizi di distribuzione, misura e vendita dell energia elettrica. Questi riguardano la tempestività nell esecuzione da parte del venditore e di alcune prestazioni richieste dai clienti, TUTTAVIA SCOVARE OFFERTE VANTAGGIOSE NON È ANCORA SEMPLICE di gas è riportato all indirizzo Oltre agli obblighi di trasparenza, è bene conoscere come sono composte le bollette. Per prima cosa, bisogna sapere che possono essere a conguaglio o in acconto. Nel primo caso l importo da pagare è calcolato in base ai consumi effettivi e la fattura è inviata in seguito alla lettura del contatore. Le bollette in acconto, invece, sono basate su una stima dei consumi. Nel documento devono essere riportate alcune indicazioni di utilità immediata, come il numero di telefono del pronto intervento e le indicazioni per potersi informare sulle assicurazioni previste. Oltre all ammontare da pagare, la data di come preventivi, allacciamenti, attivazioni, verifiche tecniche. Sono stati stabiliti standard specifici e standard generali di qualità. Per i primi, gli esercenti che non vengono a completare la prestazione entro il tempo previsto, concederanno un indennizzo. Gli standard generali, invece, riguardano servizi più complessi e il venditore deve solo rispettare i tempi massimi in una percentuale di queste prestazioni. In questo caso non sono previsti indennizzi automatici. emissione e di scadenza. L importo totale riportato in bolletta è composto da una quota fissa (30 euro l anno) e da una variabile. In quest ultima sono comprese le spese per la vendita, il trasporto, lo stoccaggio, la distribuzione e la materia prima. Il prezzo è calcolato in base a sette scaglioni di consumo. Inoltre, attraverso alcuni coefficienti, anche l area geografica di residenza andrà a pesare sul conteggio finale. Per arrivare all importo definitivo, bisognerà aggiungere l accisa e l Iva, pari al 10% sui primi 480 metri cubi di gas e al 20% sui successivi. Spesso è previsto anche un deposito cauzionale. Per cambiare venditore basta recedere dal precedente contratto e sottoscriverne uno con la nuova società che, di solito, si occupa di tutti gli aspetti burocratici legati al passaggio. Per completare l iter, l Autorità stima che siano necessari da uno a due mesi di tempo. Spesso, però, non è semplice trovare offerte vantaggiose. Uno dei principali motivi è che molte voci di spesa della tariffa sono fisse per i venditori. Le imposte pesano il 37,7% del totale, seguite da materia prima (37%), distribuzione locale (10,3%), trasporto (4,7%) e stoccaggio (1,4%). In questo modo, sostengono gli operatori, i margini potenziali di guadagno sono talmente risicati che è difficile proporre sconti. Matteo Rossi CONSIGLI UTILI Con qualche accorgimento nei gesti quotidiani si può consumare meno gas e anche energia elettrica. Il primo consiglio è quello di far fare la manutenzione alle apparecchiature a tecnici qualificati almeno una volta all anno: con il bruciatore della caldaia dell acqua calda efficiente si risparmia, infatti, fino al 20% dei consumi annui. Per le caldaiette, inoltre, è ancora consigliabile evitare quelle con la fiamma pilota sempre accesa. Un alternativa sono quelle ad accensione istantanea, che bruciano gas solo quando si apre l acqua calda. Infine, sempre in materia di gas, è importante pulire i fornelli con i prodotti indicati dai tecnici. Alcuni spray, infatti, lasciano residui sui fori di uscita del gas che non scompaiono neppure quando la fiamma è accesa e compromettono un buon funzionamento del piano cottura. Per quanto riguarda l energia elettrica, la prima attenzione da avere è quella di non lasciare mai televisione, computer o altri elettrodomestici in modalità stand-by quando non servono: in questo modo si può arrivare a risparmiare fino all 8% dei consumi, pari a circa 50 euro l anno per una famiglia di quattro persone. Va poi considerato che una lampadina a basso consumo richiede l 80% di energia in meno rispetto a una tradizionale a incandescenza. 8 9

6 DIRITTI Se il pacco è andato perso, c è la via della conciliazione L ITER ALTERNATIVO ALLA GIUSTIZIA ORDINARIA PERMETTE DI CHIUDERE IN TEMPI BREVI LE CONTROVERSIE CON LE POSTE 500 euro È il tetto fissato per i risarcimenti al di sotto del quale si può ricorrere a questa modalità extragiudiziale l postino suona sempre due Ivolte, recitava il titolo del fortunato romanzo di James Cain, ma nella vita reale può accadere che il postino non suoni e la raccomandata, la lettera, il pacco che stiamo aspettando non arrivino. Spesso anche con danni economici non indifferenti, se si pensa che il mancato rispetto di una scadenza può far perdere la partecipazione a un concorso, la firma di un contratto, o una bolletta su cui si dovrà pagare la mora. Ferma restando la richiesta dei danni in sede civile, qualora l entità economica del pregiudizio subito sia superiore, Poste Italiane ha avviato dal 1 aprile del 2006 una procedura di conciliazione per i risarcimenti di entità inferiore ai 500 euro. Un modo per veder riconosciuti i propri diritti in tempi certi (dura al massimo 120 giorni), ma ancora poco utilizzato, visto che nel 2007 alle 10 Commissioni regionali competenti per territorio sono pervenute meno di domande, se pur in crescita di circa il 40% rispetto al La conciliazione è un sistema di risoluzione extragiudiziale delle controversie, che si fonda sull equità. La procedura adottata dalle Poste recepisce le indicazioni in materia della Ue ed è il frutto di un lungo lavoro con le principali associazioni dei consumatori, partner dell iniziativa (tra cui Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Codacon, ecc). La procedura è gratuita e nel 2007 nel 97% dei casi si è conclusa con un accordo. Può essere esperita per: raccomandate, assicurate, postacelere 1, corriere espresso nazionale, paccocelere 1, paccocelere 3, pacco ordinario e telegramma, nelle ipotesi di ritardi, perdita, danneggiamento totale o parziale in cui emerga un danno economico accertato, di natura non indiretta derivante da un provato disservizio di Poste Italiane. Il cliente, però, può presentare domanda di conciliazione solo dopo aver presentato il reclamo. Se non è soddisfatto dell esito del reclamo stesso o non riceve risposta entro 40 giorni, può presentare la domanda di conciliazione entro 30 giorni lavorativi, compilando il modulo disponibile presso tutti gli uffici postali e le sedi delle associazioni dei consumatori o scaricabile dal sito con cui è anche possibile compilare on line il reclamo. Legittimati a proporre domanda sono il mittente, il destinatario o persone da questi delegate. La commissione di conciliazione, composta da un delegato dell azienda e da un conciliatore dell associazione dei consumatori che rappresenta il cliente, deve valu- tare la ricevibilità della domanda ed entro 60 giorni iniziare il tentativo di conciliazione della controversia con il rappresentante del cliente che ha accesso, nei limiti di legge, alla documentazione relativa al caso prospettato. In caso di esito positivo, la sottoscrizione del verbale di conciliazione ha effetti transattivi e la controversia si intende risolta con la conseguente rinuncia a ogni relativo diritto o azione. Poste Italiane si impegna ad accreditare quanto pattuito nel verbale, entro 90 giorni, sul conto corrente BancoPosta o a inviare un assegno postale vidimato all indirizzo indicato dal cliente. In caso di esito negativo si stende un verbale di mancato accordo; il termine per l esperimento della procedura di conciliazione è fissato in 120 giorni e sino a quando non si conclude la procedura stessa sono sospesi i termini di prescrizione e quindi rimangono impregiudicate eventuali ulteriori azioni in sede civile. A un identica procedura si possono affidare, nel caso di controversie, i titolari, persone fisiche, del conto corrente BancoPosta, per quanto riguarda spese e commissioni, valute sui versamenti, prelievi e addebiti, servizi accessori, oneri fiscali e problematiche relative alla Carta Postamat Maestro. GLI STANDARD DI QUALITÀ Poste Italiane ha sottoscritto uno standard di qualità, per la gestione dei propri servizi, rendendo così espliciti i diritti dei suoi utenti. Obiettivi e tempi di recapito. Per la prioritaria le Poste si impegnano alla consegna entro un giorno lavorativo più quello di spedizione nell 88,50% delle missive. Per la posta raccomandata e assicurata, 3 giorni lavorativi più quello di spedizione nel 92,5% dei casi. I pacchi ordinari devono arrivare entro 5 giorni lavorativi (sabato escluso) più quello di spedizione nel 93,5% degli invii. Il paccocelere 3 deve arrivare a destinazione in 3 giorni lavorativi (sabato escluso), salvo 33 piccole località (l elenco è disponibile presso gli uffici postali) per le quali lo standard di consegna è maggiorato di un giorno. Il paccocelere 1 plus corriere espresso deve arrivare in un giorno lavorativo, più quello di consegna, escluse le 33 località, e alcune città godono del servizio anche il sabato. La postacelere 1 plus corriere espresso deve arrivare in un giono lavorativo con gli stessi standard del paccocelere 1 plus. I reclami. Possono essere presentati presso gli uffici postali o con altre modalità: inviando una lettera non affrancata a Poste Italiane, casella postale Roma; telefonando al Contact Center al numero verde ; inviando una a o ancora compilando il modulo sul sito Per la posta prioritaria, raccomandata e assicurata, i reclami vanno presentati dal sesto giorno lavorativo successivo alla spedizione e non oltre i 3 mesi. Per il pacco ordinario dal decimo giorno successivo alla spedizione e non oltre i 3 mesi; per i pacchiceleri nazionali e internazionali dal primo giorno successivo a quello di prevista consegna e non oltre i 3 mesi nel primo caso, 2 mesi dall accettazione della spedizione per quello internazionale. Per i pacchi ordinari internazionali dal 20 giorno lavorativo successivo alla data di spedizione e non oltre i 6 mesi per le spedizioni in Europa dal 40 (ed entro sei mesi) per gli altri Paesi. I Rimborsi. Sono previsti per tutti i prodotti presenti nella Carta della Qualità, salvo posta prioritaria, qualora non vengano rispettati gli obiettivi prefissati. Hanno diritto al rimborso il mittente, il destinatario previa rinuncia del mittente all esercizio del diritto, ovvero le persone da questi delegate. Posta raccomandata in Italia: il recapito oltre il decimo giorno lavorativo successivo alla spedizione dà diritto al rimborso del costo della spedizione; il recapito oltre il 30 giorno, il mancato recapito o il danneggiamento vengono rimborsati con 25,82 euro. Posta assicurata in Italia: il recapito oltre il decimo giorno dà diritto al rimborso del costo della spedizione eccetto quello di assicurazione; quello oltre il 30 giorno viene rimborsato con 25,82 euro; il mancato recapito e il danneggiamento totale fanno sì che venga risarcito il valore dichiarato più il costo di spedizione. Per il pacco ordinario il recapito oltre il decimo giorno successivo alla spedizione dà diritto al risarcimento del costo della spedizione; la consegna avvenuta oltre il 30 giorno lavorativo, la perdita o il danneggiamento, anche parziale, vengono risarciti con 25,82 euro più il costo di spedizione. Questo genere di rimborsi è automatico per il mancato servizio nei termini previsti, ma non tiene conto dei maggiori danni subiti, la cui esistenza e il cui ammontare andranno definiti in una causa civile o con la conciliazione. Marco De Ciuceis Per ogni servizio sono stabiliti livelli qualitativi e termini di consegna che vanno osservati 10 11

7 VANTAGGI Per chi ha raggiunto i 65 anni, sconti e promozioni SI SENTONO GIOVANI E HANNO VOGLIA DI FARE SPORT E VIAGGI. ECCO PERCHÉ DAL MERCATO ARRIVANO TANTE OFFERTE DEDICATE A Bolzano per 25 corse all anno ci si può spostare in taxi con la riduzione di cinque euro Ricercati da operatori turistici o direttori di supermercati, i clienti ideali sono gli over 60 in quanto, liberi da impegni di lavoro o figli da crescere, hanno più tempo libero e possono partire, andare in palestra o fare acquisti quando vogliono. Un target di consumatori a cui il mercato offre molte promozioni, se pur in minor misura per chi non ha ancora raggiunto i 65 anni. Il primo vantaggio arriva dal settore dei trasporti: Trenitalia offre agli over 60 la Carta Argento che con un costo fisso annuale di 30 euro dà diritto a sconti del 15% su tutti i biglietti nazionali e del 25% per le tratte internazionali. Abbonamenti sui mezzi pubblici ridotti dal 20 al 50% in tutte le IL VADEMECUM DELLE AGEVOLAZIONI principali città italiane. I più fortunati sono però i veneti: per chi ha compiuto 75 anni, il Comune di Venezia offre vaporetti e altri mezzi gratuiti. A Milano e Bolzano, invece, gli over 75 possono usufruire di buoni offerti dal Comune per i viaggi in taxi, vale a dire 5 euro in meno a corsa per 25 viaggi all anno. LE VACANZE Molti operatori turistici offrono promozioni fuori dall alta stagione, sia al mare sia in montagna. «La disponibilità a partire in periodi meno affollati o in giorni a metà della settimana ci consente di offrire tariffe vantaggiose, garantiamo infatti sconti dal 10 al 30% a tutti gli over 60 o 65 a seconda della località scelta», spiegano gli operatori di Alpitour. Anche Francorosso prevede agevolazioni per chi ha più di 55 anni, mentre con I viaggi del Ventaglio gli over 60 hanno diritto a una riduzione di 50 euro a settimana MUSEI E GALLERIE over 65 gratis gli statali, sconti per quelli comunali CINEMA over 60 biglietto a 6 euro invece di 7,50 il pomeriggio dal lunedì al venerdì SUPERMERCATI over 60/65 Coop ed Esselunga: trasporto gratuito o scontato a casa della spesa POSTE over 70 bollettini a 0,77 centesimi invece che a 1 euro e sconti sui conti correnti per pensionati TRENI over 60 Carta Argento: al costo di 30 euro annui, sconto del 15% su tutti i biglietti nazionali, del 25% su quelli internazionali MEZZI PUBBLICI over 60/65 sconti su abbonamenti diversi da città a città (dal 20 al 50%), gratis a Venezia per over 75 CALCIO over 65 sconti allo stadio sulle partite di serie A e B per i soggiorni dall 1 al 26 di agosto. Diversi anche gli alberghi che hanno un occhio di riguardo per i clienti over 60: tanti non applicano il supplemento singola per chi viaggia da solo, mentre in alcuni centri di villeggiatura ci sono sconti per i nonni che passano le vacanze con un nipotino. La catena Orea hotel ha addirittura pensato a una carta per i suoi clienti: la Senior pass dà diritto a tutti gli over 55 a uno sconto del 20% su alloggio e servizi aggiuntivi come soggiorni termali o curativi; la carta vale anche per 4 amici o parenti, purché sopra i 55 anni. Ancora, per chi ama la spiaggia le strutture balneari di Lazio, Liguria ed Emilia Romagna offrono ombrellone e lettino scontati del 30% per gli over 65 da lunedì a venerdì, agosto escluso. In montagna le agevolazioni sono sullo skipass: meno 10% sulle Dolomiti per gli ultrasessantenni. Molte le compagnie che invece offrono sconti sui traghetti: per chi ha più di 60 anni e sceglie di andare a passare le vacanze o un week-end in Sardegna, per esempio, le Grandi navi veloci applicano una tariffa ridotta del 10% se si è disposti a viaggiare tra il lunedì e il giovedì. IL TEMPO LIBERO Il Ministero dei Beni culturali stabilisce che in tutta Italia i musei e le gallerie statali sono gratuiti per gli over 65, mentre ci sono riduzioni per le mostre temporanee e anche nei principali teatri italiani, come la Scala di Milano e il Teatro Valli di Reggio Emilia. Se invece preferite il cinema meglio andarci di pomeriggio: nei giorni feriali chi ha più di 60 anni in alcune città pagherà 6 euro invece di 7,50. La domenica qualche tifoso di squadre di calcio può ben vantare la propria età: per i fedelissimi over 65 le squadre di serie A e B offrono sconti sull abbonamento annuale fino al 40%. Alcune squadre, come il Milan e l Inter, applicano la riduzione anche sui singoli biglietti, sia per il campionato sia per le coppe. Per chi lo sport preferisce farlo, invece che seguirlo dalla curva, ci sono le convenzioni con piscine e palestre: a Padova, per esempio, la Carta Argento, inviata per posta a tutti i cittadini che hanno compiuto il 65esimo anno d età, dà diritto ad agevolazioni per seguire corsi di sport nelle strutture comunali. Ma il ventaglio degli sconti è davvero ampio e vale la pena tirar fuori la carta d identità per l ingresso in molti locali, anche i più impensabili: a Milano, per esempio, il biliardo Eurojolly fa lo sconto agli appassionati sopra i 60 anni che vanno a giocare nel pomeriggio. I SUPERMERCATI Nella vita di tutti i giorni sono i supermercati quelli che offrono maggiori servizi per gli anziani anche se molte iniziative vantaggiose per gli over 60 hanno avuto vita breve: «Alcune idee come lo sconto per gli anziani che facevano la spesa in determinati giorni della settimana non hanno mai avuto applicazione spiegano dall ufficio marketing della Coop mentre grande successo è stato riscontrato dalla consegna a domicilio gratuita, un progetto nato nel 1992 e ancora attivo». LA FORMAZIONE Da un indagine Istat sulla partecipazione degli adulti a corsi di formazione nel 2006, emerge che il 28,1% delle persone tra 60 e 64 anni e il 17,1% degli over 65 hanno partecipato ad attività di formazione. Sempre più servizi sono sul web e la rete può dare accesso a molte comodità: per questa ragione, l associazione onlus Eldy offre gratuitamente agli over 55 un programma informatico per imparare a utilizzare il pc con istruzioni elementari. Eleonora Della Ratta A Milano chi è appassionato di biliardo risparmia se gioca di pomeriggio 12 13

8 IMMOBILI Gli impianti fuori norma non bloccano i rogiti IN OCCASIONE DEL TRASFERIMENTO DI PROPRIETÀ, GRAVANO SUL VENDITORE NUOVI ADEMPIMENTI. MA NON SONO OBBLIGATORI 800 euro È quanto si può arrivare a pagare per l impianto elettrico quando serve il certificato di rispondenza Il Ministero dello Sviluppo economico (www.sviluppoeconomico.gov.it) con un documento ha precisato i due aspetti essenziali per l applicazione della nuova normativa. In sintesi, sono due i casi che si possono presentare: a. il venditore, come accade per il costruttore che vende l appartamento nuovo, garantisce la sicurezza degli impianti e possiede la relativa documentazione; b. il venditore non ha la documentazione o non intende LE INDICAZIONI GIUNTE DAL MINISTERO garantire gli impianti a norma. In particolare, nella prima ipotesi, la documentazione deve essere consegnata all acquirente (e va soltanto facoltativamente allegata al rogito) il quale, se poi si accorge che l impianto non è a norma, può chiedere di essere risarcito nella misura in cui abbia subito danni per aver dovuto in proprio procedere alla messa a norma. Il secondo caso, invece, è quello dell acquirente che accetta anche per spuntare un prezzo più basso Dallo scorso 27 marzo, per dare in vendita o anche in affitto un appartamento, ci si deve preoccupare maggiormente dello stato degli impianti domestici, da quelli elettrici e radiotelevisivi a quelli di riscaldamento, climatizzazione, idrici e sanitari. Lo ha previsto il decreto n. 37/2008, varato dal Ministero dello Sviluppo economico per garantire l efficienza e la sicurezza nelle nostre case. Pertanto, per evitare di vedersi applicata una sanzione (che per le mancanze più gravi può arrivare a 10mila euro) sarà bene conservare documenti, libretti d uso e manutenzione e, se si vende l immobile, consegnarli al nuovo proprietario. Vediamo perciò nel dettaglio queste nuove regole. Innanzitutto, secondo le indicazioni del Ministero, non ci sono problemi per chi stesse per concludere la vendita di uno stabile al momento dell entrata a regime della nuova disciplina. La sicu- rispetto a quello richiesto per un fabbricato a norma di comprare una casa con impianti non a norma o comunque privi della certificazione. In quest ultima ipotesi, ha precisato il Ministero, è opportuno che il contratto approfondisca il fatto che la trattativa immobiliare è stata condotta (e il prezzo è stato concordato) nella trasparente intesa tra i contraenti di considerare gli impianti nello stato in cui si trovano e di sgravare il venditore dell obbligo di certificarli a norma. rezza degli impianti, però, deve essere rigorosamente oggetto di apposite clausole contrattuali nelle compravendite e negli altri contratti che comportino il trasferimento di fabbricati. In particolare, l articolo 13, comma 2 del Dm 37/08, fissa due specifiche prescrizioni, prevedendo poi all articolo 15, nel caso di inosservanza, l applicazione di una sanzione amministrativa che va dai mille ai 10mila euro: 1. l atto deve contenere la garanzia del venditore in ordine alla conformità degli impianti alla vigente normativa in materia di sicurezza; 2. l atto deve portare in allegato, salvo espressi patti contrari, la dichiarazione di conformità dell impianto alla normativa tecnica. Entrambe le dichiarazioni devono essere redatte da un tecnico abilitato; tuttavia, per i vecchi impianti, se la dichiarazione di conformità non è stata prodotta o non è più reperibile, questa potrà essere sostituita da una dichiarazione di rispondenza dell impianto alle norme di sicurezza, redatta a posteriori da un professionista iscritto all Albo (ingegneri, architetti ecc.) che abbia esercitato per almeno 5 anni nel settore di competenza; dichiarazione che in linea generale dovrà essere allegata dal venditore al rogito nel caso di compravendita. «L interpretazione delle norme sottolinea Alberto Pizzirani, Presidente della Fimaa ha sancito che le parti si possono accordare di non allegare la documentazione al contratto; pertanto, se il venditore ha il dovere di garantire gli impianti a norma, l acquirente che intende ristrutturare può ancora esonerarlo da questo obbligo, accettando di comprare l immobile PER TUTELARE LA QUALITÀ DELL ACQUA L impianto idraulico domestico dovrebbe rispondere ai requisiti del Dlgs n. 31/2001, relativo alla qualità dell acqua ad uso umano. In base a questa norma, la responsabilità del gestore del servizio idrico cessa dal contatore in poi. Può accadere che l acqua rispetti tutti i parametri di potabilità all origine ma la sua qualità sia alterata da autoclavi e altri impianti non corretti. Per questa fuori norma, proprio perché così viene a pagare un prezzo inferiore». Resta fermo che, se l impianto è a norma, la documentazione dovrà esistere ed essere consegnata all acquirente. Le maggiori perplessità, però, riguardavano l obbligo di garanzia, ritenuto inizialmente inderogabile; tuttavia, secondo una successiva lettura, la norma crea sul mercato due livelli di fabbricato: di serie A e B, con impianti a norma e non. ragione, i materiali impiegati nelle nuove case devono rispettare la normativa, in modo da non compromettere l acqua. È quanto prevede l articolo 9 del Dlgs: Garanzia di qualità del trattamento delle attrezzature e dei materiali. Dunque, chi costruisce una nuova casa o ristruttura, dovrà prestare attenzione ai materiali idraulici che devono essere conformi I COSTI DELLE DICHIARAZIONI Quali rincari per il proprietario? Cambiano caso per caso, in base al tipo di impianto. Ad esempio, per un impianto in un alloggio di normali dimensioni, installato da un tecnico o professionista abilitato, questi al termine dei lavori si limiterà a compilare la scheda del modello allegato al Dm 37/08. Se si tratta invece di vecchi impianti che richiedono il certificato di rispondenza, per attestare la conformità alle norme in vigore quando furono realizzati, i costi salgono: si va da 350 a 800 per l impianto elettrico, da 250 a 300 per il riscaldamento, da 200 a 400 per l impianto del gas ecc. Inoltre, andranno allegati il progetto e lo schema dell impianto, che prima non erano necessari per gli interventi di poca rilevanza. Chiara Conti L immobile dato in locazione, comodato, diritto di abitazione, casa vacanze o altro, è soggetto a un regime di documentazioni simile a quello delle compravendite. L articolo 13 del Dm 37/08 impone, infatti, la consegna all utilizzatore (cioè a chi abiterà l immobile, o lo userà come ufficio alla legge. Se al rubinetto di casa i parametri dovessero risultare alterati rispetto a quelli certificati dall acquedotto, la legge prevede una sanzione amministrativa pecuniaria da 250 a euro se i provvedimenti riguardano edifici o strutture in cui l acqua non è fornita al pubblico; la sanzione passa da 5mila a 30mila euro nel caso in cui l acqua sia invece distribuita al pubblico. SE SI AFFITTA L ALLOGGIO o struttura produttiva) di copia della stessa documentazione che spetta a chi compra. Tra l altro, non essendo fissati limiti minimi al periodo di permanenza nell unità immobiliare, l intera documentazione andrà consegnata quando si parte per le vacanze anche se si affida la casa al portiere o a un vicino

9 Questioni di casa IL TERRENO ABBANDONATO PUÒ OSPITARE POSTI AUTO Ai margini dell area fabbricabile dove è costruito il nostro condominio c è un pezzetto di terreno, spazio originariamente (dal 1974, data della costruzione) destinato a stendi panni mai utilizzato e dove crescono erba e sterpi. La maggioranza dei condomini intenderebbe utilizzare questo spazio per realizzare 4/5 posti macchina da usare, eventualmente, a turno e a pagamento, in modo da non ledere gli interessi di nessuno dei 17 condomini. Il nostro regolamento non è contrattuale, ma assembleare; tuttavia se occorresse saremmo disposti a modificarlo. Come procedere per essere in regola? Giorgio G., Milano Se non prevede opere edili, l affitto dello spazio per posto auto, anche senza uso turnario, a nostro avviso è possibile con decisione regolamentare dell assemblea (maggioranza degli intervenuti e di quella dei millesimi), come tutte le locazioni di beni comuni. Anche l uso turnario è possibile, ma senza alcun VOI DOMANDATE GLI ESPERTI RISPONDONO Club3 fornisce ai lettori anche un servizio di consulenza da parte dei suoi esperti. Le domande e le risposte di interesse generale potranno essere pubblicate, per gli altri quesiti la risposta sarà privata. Chi desidera usufruire di questa opportunità deve utilizzare il modulo qui a fianco versando un contributo spese di 25,82 Euro. Il contributo va versato mediante bonifico sul c/c c/o Banco Desio Ag.42 di Milano ABI CAB IBAN: IT95W intestato a 2C Edizioni. Allegare questo modulo e copia del bonifico e spedire in busta chiusa a: GLI ESPERTI DI CLUB3 c/o 2C Edizioni, Via Albani 21, Milano. pagamento e per il via libera servono le stesse maggioranze. La realizzazione di box è anche possibile, ma occorre il consenso dell unanimità. Nel caso in questione, infatti, non è possibile rifarsi all art. 9 della legge 122/1989, che prevede il consenso della maggioranza degli intervenuti e di quella dei millesimi, in quanto si riferisce alla realizzazione nel sottosuolo degli stessi ovvero nei locali siti al piano terreno dei fabbricati o, in alternativa, anche nel sottosuolo di aree pertinenziali esterne al fabbricato, purché non in contrasto con i piani urbani del traffico, tenuto conto dell uso della superficie sovrastante e compatibilmente con la tutela dei corpi idrici. Quindi, solo se vengono realizzati nel sottosuolo dell area pertinenziale esterna (e non sopra), sono utilizzabili le maggioranze assembleari ridotte, con i vincoli pertinenziali. Con la decisione all unanimità si può pure vendere lo Nome e Cognome Via (o piazza) Cap Città Provincia Telefono a cura di SILVIO REZZONICO spazio ai condomini interessati. In caso di utilizzo dell art. 9, l uso turnario deve essere garantito a tutti i residenti, di cui i parcheggi sono pertinenza. Secondo noi (ma c è chi afferma il contrario) resta possibile che un residente dia in locazione a pagamento all altro o ad altri il suo turno, con le regole dettate per la locazione dal Codice civile. In ogni caso, la questione non può essere decisa da un assemblea anche per chi non vuole locare o non partecipa all assemblea. Perciò l unica decisione assembleare vincolante sulla cessione di tutti i turni è quella assunta all unanimità, come impegno contrattuale dei singoli che configura un contratto multilaterale, che non potrà eccedere i 30 anni di validità della locazione. Chi percepisce il canone dovrà poi farne denuncia nella dichiarazione dei redditi e registrare il relativo contratto. Comunque, anche il regolamento contrattuale prevede per la sua validità l unanimità dei consensi. Gli esperti di Club3 rispondono ad ogni domanda di carattere economico, finanziario, fiscale, normativo e previdenziale purché sia esposta in forma breve e non si tratti di un quesito multiplo. Gli esperti di Club3 si riservano di non dare seguito a quesiti ritenuti impropri, a loro insindacabile giudizio, rimborsando il contributo spese al lettore. Per informazioni su questo servizio si può telefonare ogni mercoledì dalle 14 alle 15 al numero ARTIGIANI Aumentano le autonome ma diminuiscono le mamme NEL NOSTRO PAESE SU CIRCA 9 MILIONI DI LAVORATRICI, QUASI 2 MILIONI FANNO MOLTA FATICA A CONCILIARE VITA PROFESSIONALE E FAMILIARE Lavoratrici autonome e mamme, un binomio sempre più difficile da vivere nella quotidianità, in quanto ancora poco tutelate. Il loro diritto alla maternità è messo in discussione da condizioni d accesso al congedo parentale svantaggiose. Senza contare che l annosa carenza di asili nido in tutta Italia (salvo qualche rara eccezione) fa il resto. Risultato: le lavoratrici fanno meno figli e faticano di più a conciliare vita professionale e familiare. È questo il quadro che emerge dall analisi dell Ufficio Studi Confartigianato presentata in occasione di un seminario promosso dal Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri sul tema L evoluzione delle politiche di conciliazione tra vita familiare e vita lavorativa: azioni e prospettive. UNO SCENARIO POCO ROSEO Sul totale delle lavoratrici di età compresa tra i 15 e i 39 anni, l Italia è il Paese europeo con la maggiore incidenza di autonome (il 16,6%): il 2,5% in più della Grecia (secondo tra i Paesi europei) e più del doppio rispetto alla media del continente che si attesta attorno al 7,4% (dati Eurostat del 2006). Sulle donne occupate in Italia nel 2006, (il 20,5%) sono lavoratrici indipendenti. A fronte, le tutele sociali e previdenziali di cui queste donne possono disporre sono davvero scarse. La percentuale che usufruisce di un lavoro part-time è di 6,5 punti inferiore rispetto alla media europea. In Italia la spesa per la protezione sociale si attesta sull 8,1% del Pil, contro il 21,9% della Germania e il 22,6% della Francia (dati Eurostat del 2004). In particolare, sul fronte spesa sociale per la voce Famiglia e maternità, l Italia è fanalino di coda in Europa e le prospettive non sono rosee se si continuerà a seguire il trend degli ultimi anni. Dal 1997 al 2006, infatti, la spesa per il sostegno delle famiglie è scesa dal 3,5% al 3% del Pil. Se a questi dati si aggiunge che una lavoratrice autonoma lavora in media 7-8 ore (il 24,2%) in più di una dipendente (dati Istat), non è difficile immaginare le difficoltà a progettare una maternità. Tra i 15 e i 49 anni il rapporto tra figli e donne lavoratrici autonome (1,8%) e in proprio (1,4%) è inferiore rispetto a quello delle lavoratrici dipendenti (3,1%). IL CONGEDO PARENTALE Se il lavoro dipendente consente sia alla madre sia al padre di avere accesso al congedo parentale, nel lavoro autonomo questo diritto spetta solo alla donna; tuttavia, anche in questo caso, il diritto sulla carta non equivale all esercizio di questo diritto. Solo lo 0,25% delle lavoratrici autonome è nelle condizioni di andare in congedo parentale, percentuale 37 volte inferiore rispetto alle dipendenti private. Ad aggravare la situazione, i pochi asili nido: il rapporto tra utenti del servizio all infanzia e popolazione 0-3 anni, è solo dell 11,4% e si avvicina all obiettivo di Lisbona del 33% solo in regioni come Valle d Aosta (56,5%) ed Emilia Romagna (27,1%), ma precipita all 1,7% in regioni ad alta densità di popolazione 0-3 anni come la Campania. Silvia De Carli 0,25% in maternità È molto bassa la percentuale delle donne che lavorano in proprio e che riescono ad andare in materinità 16 17

10 FISCO Come reagire se la cartella esattoriale si rivela pazza DI FRONTE ALLA CONTESTAZIONE DI UN DEBITO È BENE ANALIZZARE IL DOCUMENTO, MEGLIO SE CON LA CONSULENZA DI UN CONTABILE 1998 Il Fisco sbaglia Dieci anni fa, per la prima volta, il Ministero delle Finanze effettuò notifiche errate Le cartelle esattoriali non sono altro che documenti di cui l agente della riscossione (esattore) si avvale per informare il cittadino dell esistenza di un debito nei confronti di un Ente e sulla cui base, in caso di mancato pagamento, è possibile agire in vari modi, che la legge ha via via reso sempre più potenti e incisivi. Infatti, è riconosciuta la possibilità di aggredire i beni del debitore con provvedimenti esecutivi come per esempio il fermo amministrativo, l ipoteca della casa o addirittura il pignoramento della stessa con successiva vendita giudiziaria. Di conseguenza, quando si riceve una cartella esattoriale è consigliabile non dimenticarla in qualche angolo nascosto della propria casa e neppure provvedere immediatamente al pagamento, ma piuttosto esaminarla tempestivamente con attenzione. COME MUOVERSI A tutti gli effetti è assimilabile a un titolo esecutivo al pari di una cambiale non onorata o di una sentenza passata in giudicato. Tutto ciò però non significa che di fronte a una cartella esattoriale si debba necessariamente subire, ma solamente che è bene essere consapevoli della sua forza giuridica. È quindi diritto (e in un certo senso anche dovere) di tutti i cittadini comprendere questo documento e valutarlo con precisione, per identificare il motivo dell addebito e il suo importo, in modo da poterne verificare la legittimità e la congruità. Fatto questo primo passaggio, sarà possibile decidere il comportamento più opportuno da tenere: corrispondere il dovuto, quando la si ritenga correttamente emessa, o viceversa contestarne il contenuto, quando si dovesse ritenere che la pretesa sia ingiusta (perché magari la si è già onorata) o addirittura illegittima. Negli ultimi anni a molti è capitato di vedersi recapitare cartelle esattoriali relative ad annualità molto vecchie, quindi prescritte o per tasse i cui debiti erano completamente ignorati o mal conteggiati. Le prime notifiche errate risalgono all anno 1998, quando il Ministero delle Finanze inviò a ignari contribuenti migliaia di cartelle esattoriali errate. UN PROBLEMA ANNOSO Questo grave problema, frutto del tentativo dell Amministrazione finanziaria di procedere all informatizzazione del servizio del sistema fiscale italiano, fu battezzato dalla stampa proprio come Fenomeno delle cartelle pazze. Chi in particolare si adoperò nell opera di sensibilizzazione dell opinione pubblica su tale questione, fu il gesuita Padre Massimo Rastrelli, promotore della Fondazione antiusura San Giuseppe Moscati, il quale, in un programma televisivo dell epo- ca, denunciò che più di un milione di cartelle pazze erano state iscritte nei ruoli delle esattorie nell anno A seguito si scatenò una vera e propria sommossa civile e le prime a scendere in campo con azioni concrete furono le associazioni dei consumatori, che insieme a Padre Rastrelli organizzarono anche una grandissima manifestazione contro il Ministero delle Finanze. Negli anni, purtroppo, il problema si è ripetuto numerose volte; l avvento dell informatizzazione, pur ormai consolidatosi, non ha impedito il ripetersi di errori e disguidi, nonostante la passata esperienza. Ogni volta a danno degli incolpevoli contribuenti. GLI ELEMENTI DA ACCERTARE Perciò, prima di effettuare il pagamento nei termini imposti, è davvero consigliabile prestare molta attenzione al documento che ci è stato notificato, esaminandone con precisione gli elementi costitutivi che ne permetteranno, se sussistono i requisiti, l eventuale contestazione. In primo luogo, è necessario distinguere tra le cartelle esattoriali aventi per oggetto sanzioni emesse a seguito di infrazioni al Codice della strada e cartelle che riguardino pagamenti di tasse e tributi: nel primo caso, infatti, l autorità giudiziaria competente a decidere sulla contestazione sarà l Ufficio del Giudice di pace, mentre nell ipotesi di richiesta di pagamento di tasse e tributi, il ricorso di impugnazione andrà inoltrato, entro sessanta giorni dalla notifica, alla Commissione Tributaria che risulta competente per territorio. Al riguardo, è necessario sottolineare che valido strumento alternativo al ricorso è l istanza di annullamento ai sensi della cosiddetta legge sull autotutela (sulla cui base un Ente pubblico può annullare un proprio provvedimento risultato palesemente illegittimo o infondato) da inoltrare all Ente impositore. Va fatta, però, una precisazione: questo strumento di difesa è utilizzabile con successo solo nel caso di evidente nullità della cartella esattoriale (per esempio nel caso di un pagamento già effettuato), perché questo tipo di impugnativa non interrompe i termini per proporre l opposizione e quindi, in caso di diniego, ci si può trovare nell impossibilità di proporre altri sgravi. IL TERMINE DI PRESCRIZIONE Ma non è tutto. Fatte le predette verifiche preliminari, occorrerà accertarsi dell eventuale intervenuta prescrizione dell oggetto della materia del contendere; si ritiene infatti che quasi nel 60 per cento dei casi le cartelle siano nulle in quanto emesse oltre i termini previsti dalla legge. Ecco allora che il termine di prescrizione per le sanzioni amministrative è pari a cinque anni, mentre per le tasse e i tributi è di dieci anni. Di conseguenza, se sussiste questa irregolarità, prima di proporre opposizione ci si potrà rivolgere all Ufficio informazione dell Ente impositore (e non all esattoria in quanto essa si occupa esclusivamente della riscossione) in modo da ottenere gli eventuali sgravi e/o rettifiche. L IMPORTANZA DELLA NOTIFICA Altro aspetto essenziale a cui badare parlando di cartelle esattoriali è la procedura relativa alla notifica: la cartella, infatti, deve essere recapitata a mezzo Ufficiale Giudiziario e firmata dal ricevente. La notifica inviata, invece, tramite la posta ordinaria o prioritaria è considerata nulla. Inoltre, prima della notifica della cartella esattoriale, è obbligatorio far recapitare al contribuente un avviso bonario di pagamento da parte dell Ente creditore, a pena di nullità. È questo l orientamento seguito dalle diverse Commissioni Tributarie, fra le quali la Commissione Tributaria di Milano, che si è espressa in questo senso con la sentenza n. 220/ 40/2006, e ancora la Commissione Tributaria di Napoli con due sentenze: la n. 517/12/2005 e la seconda, più recente, n. 576/ 09/2007. Alessandro Varriale IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Un altro elemento formale a cui badare e che può essere utilizzato in sede di opposizione per ottenere l annullamento della cartella di pagamento è la presenza o meno del nome e della firma del responsabile del procedimento. L obbligatorietà di queste indicazioni è stata richiamata più volte dalla Corte Costituzionale e confermata dai giudici tributari. Infine, va precisato che, sebbene il cittadino possa provvedervi da solo, presenziando anche in u- dienza, è consigliabile rivolgersi a un commercialista, un avvocato o a un associazione di consumatori, nel caso in cui le questioni all esame siano complesse, al fine di aumentare le probabilità di accoglimento. Le sanzioni riguardano infrazioni stradali o il pagamento di tasse e tributi 18 19

11 Risparmio gestito C È UN GARANTE PER CHI INVESTE NEGLI ETF Vorrei capire meglio come funzionano gli Etf e a proposito non mi è chiaro qual è il compito preciso del market maker. Cosimo, Piacenza Il market maker ha il compito di esporre proposte impegnative di acquisto e di vendita su certi titoli e sugli Etf, che sono fondi indicizzati quotati in Borsa. Deve garantire senza interruzioni lo scambio di determinate quantità minime, a differenza del dealer, che a sua discrezione può sospendere per un certo periodo l esposizione delle proposte negoziali. A Piazza Affari, la liquidità degli Etf è garantita dalla presenza di almeno un market maker ufficiale che si impegna a quotare un prezzo di acquisto e di vendita, con obblighi di trattazione in continua conformità di uno spread massimo e di una quantità minima stabiliti dalla Borsa. IL MAGNA GRECIA È STATO INCORPORATO Posseggo quote del fondo Magna Grecia, obbligazionario di UBI Pramerica Sgr, ma non riesco più a verificare la quotazione del fondo; cosa succede? Quali sono le prospettive? Giorgio F., Livorno Dall 11 aprile scorso il fondo è stato incorporato nell UBI Pramerica obbligazioni globali, insieme con Capitalgest Bond Yen e Capitalgest Global Bond. L operazione rientra nel rinnovo della gamma di UBI Pramerica in seguito all accentramento della gestione dei fondi che erano di Capitalgest. Ma la politica di investimento resta focalizzata sui titoli obbligazionari internazionali di medio termine con una buona qualità del credito. Morningstar assegna al fondo 3 stelle che lo collocano nella fascia intermedia della sua categoria, ma da inizio anno ha ottenuto un rendimento positivo e superiore alla media e all indice di riferimento. È chiaro che il rendimento dell investitore dipende dal valore di acquisto del precedente fondo. IL RENDIMENTO ASSOLUTO PUÒ ESSERE UNA CHIMERA Ho sottoscritto un fondo absolute return di una grande società di gestione italiana, lanciato alla fine del Mi era stato assicurato un rendimento più alto dei Bot anche con la discesa dei mercati. Purtroppo, però, non è stato così. Ora come devo comportarmi? Claudio R., Roma I fondi absolute return si propongono di ottenere un rendimento assoluto, ossia svincolato dalle dinamiche di mercato, che in genere viene indicato nel prospetto informativo in termini di Euribor+, Mts BoT+, ecc. In termini pratici, questi comparti cercano di dare un risultato superiore di mezzo punto percentuale, un punto e così via, rispetto a quello che si otterrebbe investendo sul mercato monetario. In genere, l obiettivo è annuo su un orizzonte temporale di tre anni. Comunque, dato che il fondo è molto giovane, è ancora troppo presto per esprimere giudizi negativi. Tuttavia, se l andamento finora è stato sotto gli obiettivi che si era prefissato, significa che la gestione attiva, che resta fondamentale per i fondi a ritorno assoluto, non è stata del tutto efficace. COME MI DIFENDO DALL INFLAZIONE? Dato che l inflazione è in aumento, vorrei acquistare un fondo che mi metta al riparo da questo rischio. Esistono fondi del genere sul mercato italiano? Con quali caratteristiche? Mirella, Genova Sul mercato italiano esistono una sessantina di fondi cosiddetti inflation-linked, cioè indicizzati all inflazione. In particolare, si caratterizzano perché investono in obbligazioni che si propongono di preservare, nel lungo periodo, il potere di acquisto reale del capitale investito, in quanto sia il valore nominale sia l ammontare delle cedole semestrali si rivalutano in base all inflazione dell area Euro. Possono essere uno strumento per salvaguardare il patrimonio dal caro-vita. Se, però, l inflazione si rivela più bassa di quella attesa e incorporata nei titoli, il rendimento nominale scende, penalizzando il titolo. di SARA SILANO Morningstar, società indipendente, è leader mondiale nell analisi e valutazione del risparmio gestito. Morningstar e i suoi dipendenti non forniscono alcun tipo di consulenza, né su investimenti né su specifici fondi. 20

REGOLAMENTO DI CONCILIAZIONE. Giugno 2013

REGOLAMENTO DI CONCILIAZIONE. Giugno 2013 REGOLAMENTO DI CONCILIAZIONE Giugno 2013 1 DISPOSIZIONI GENERALI 1. Poste Italiane S.p.A. (d ora innanzi indicata come POSTE ITALIANE) e le Associazioni dei consumatori firmatarie del presente accordo

Dettagli

Allegato 1 REGOLAMENTO DI CONCILIAZIONE

Allegato 1 REGOLAMENTO DI CONCILIAZIONE Allegato 1 REGOLAMENTO DI CONCILIAZIONE 1 DISPOSIZIONI GENERALI 1. Poste Italiane S.p.A. (d ora innanzi indicata come POSTE ITALIANE) e le Associazioni dei consumatori firmatarie del presente accordo (d

Dettagli

Conciliazione. Regolamento e Domanda. Risolviamo le controversie con regole semplici e trasparenti.

Conciliazione. Regolamento e Domanda. Risolviamo le controversie con regole semplici e trasparenti. Conciliazione Regolamento e Domanda. Risolviamo le controversie con regole semplici e trasparenti. In collaborazione con: Acu Adiconsum Adoc Adusbef Altroconsumo Arco Assoutenti Casa del Consumatore Centro

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONCILIAZIONE BUSINESS. Giugno 2013

REGOLAMENTO DI CONCILIAZIONE BUSINESS. Giugno 2013 REGOLAMENTO DI CONCILIAZIONE BUSINESS Giugno 2013 1 DISPOSIZIONI GENERALI 1. Poste Italiane S.p.A. (d ora innanzi indicata come POSTE ITALIANE) definisce la procedura di Conciliazione Business secondo

Dettagli

Oggi parliamo di. Liberalizzazione del mercato elettrico

Oggi parliamo di. Liberalizzazione del mercato elettrico The sole responsibility for the content of this presentation lies with the authors. it does not necessarily reflect the opinion of the European Communities. The European Commission is not responsible for

Dettagli

Conciliazione. Regolamento e Domanda. Risolviamo le controversie con regole semplici e trasparenti.

Conciliazione. Regolamento e Domanda. Risolviamo le controversie con regole semplici e trasparenti. Conciliazione Regolamento e Domanda. Risolviamo le controversie con regole semplici e trasparenti. In collaborazione con: Acu Adiconsum Adoc Adusbef Altroconsumo Arco Assoutenti Casa del Consumatore Centro

Dettagli

La liberalizzazione del mercato elettrico

La liberalizzazione del mercato elettrico Test noi consumatori - Periodico settimanale di informazione e studi su consumi,servizi, ambiente - anno XXI supplemento al n. 1 del 9 gennaio 2009 - sped. in abb. post. DL 353/2003 ( conv. in L. 46/2004)

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO - CARTE DI CREDITO FIDEURAM FIDEURAM AMBRA - FIDEURAM ORO - FIDEURAM PLATINO

FOGLIO INFORMATIVO - CARTE DI CREDITO FIDEURAM FIDEURAM AMBRA - FIDEURAM ORO - FIDEURAM PLATINO Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari FOGLIO INFORMATIVO - CARTE DI CREDITO FIDEURAM FIDEURAM AMBRA - FIDEURAM ORO - FIDEURAM PLATINO (Mod. 262140 - data aggiornamento Marzo 2014)

Dettagli

Foglio informativo n. 062/032. Buono di Risparmio.

Foglio informativo n. 062/032. Buono di Risparmio. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 062/032. Buono di Risparmio. Cassa dei Risparmi di Forlì e della Romagna S.p.A. Sede Legale e Amministrativa: Corso della Repubblica 14-47100 Forlì. Tel.:

Dettagli

www.fastferrovie.it SEGRETERIA REGIONALE PIEMONTE E VALLE D AOSTA

www.fastferrovie.it SEGRETERIA REGIONALE PIEMONTE E VALLE D AOSTA informa www.fastferrovie.it SEGRETERIA REGIONALE PIEMONTE E VALLE D AOSTA FOGLIO INFORMATIVO STAMPATO IN informa PROPRIO - ANNO 4, N. 261 - LUGLIO 2011 FAST FerroVie Piemonte e Valle d'aosta Via Sacchi,

Dettagli

Foglio informativo n. 1.01.09. Buono di Risparmio.

Foglio informativo n. 1.01.09. Buono di Risparmio. # L O G O _ B A N C A # Foglio informativo n. 1.01.09. Buono di Risparmio. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo Private Banking S.p.A. Sede Legale e Amministrativa: Via Hoepli 10 20121 Milano Sito

Dettagli

Foglio informativo n. 062/051. Buono di Risparmio.

Foglio informativo n. 062/051. Buono di Risparmio. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 062/051. Buono di Risparmio. Cassa di Risparmio del Veneto S.p.A. Sede Legale: Corso Garibaldi, 22/26-35122 Padova. Tel.: 800.303.306 (Privati), 800.343.034

Dettagli

BANDO PUBBLICO SPERIMENTALE PER LA SELEZIONE DI ALLOGGI

BANDO PUBBLICO SPERIMENTALE PER LA SELEZIONE DI ALLOGGI Comune di Parma BANDO PUBBLICO SPERIMENTALE PER LA SELEZIONE DI ALLOGGI da destinare alla locazione transitoria a studenti universitari fuori sede, nell ambito del progetto denominato Affitti Garantiti

Dettagli

Foglio informativo n. 062/055. Buono di Risparmio.

Foglio informativo n. 062/055. Buono di Risparmio. Informazioni sulla Banca. Foglio informativo n. 062/055. Buono di Risparmio. Banco di Napoli S.p.A. Sede Legale e Amministrativa: Via Toledo, 177-80132 Napoli. Tel.: 800.303.306. Sito internet: www.bancodinapoli.it.

Dettagli

A) Se il servizio non è erogabile, il cliente non ha nessun obbligo e non sostiene alcun costo: il Contratto verrà invalidato automaticamente.

A) Se il servizio non è erogabile, il cliente non ha nessun obbligo e non sostiene alcun costo: il Contratto verrà invalidato automaticamente. Torino, 13-02-2015 NOTE SULL INSTALLAZIONE, L ATTIVAZIONE, LA FATTURAZIONE DEL SERVIZIO, L ASSISTENZA TECNICA, LA DISDETTA DEL CONTRATTO E NOTE GENERALI PER I SERVIZI ICCOM Con il presente documento intendiamo

Dettagli

Conciliazione. Uffici Postali. Regolamento e Modulo di Domanda. Per gli eventi accaduti tra il 1 e il 10 giugno 2011

Conciliazione. Uffici Postali. Regolamento e Modulo di Domanda. Per gli eventi accaduti tra il 1 e il 10 giugno 2011 Conciliazione Uffici Postali Regolamento e Modulo di Domanda. Per gli eventi accaduti tra il 1 e il 10 giugno 2011 In collaborazione con: Acu Adiconsum Adoc Adusbef Altroconsumo Arco Assoconsum Assoutenti

Dettagli

OroVero Servizio di Deposito Oro

OroVero Servizio di Deposito Oro OroVero Servizio di Deposito Oro INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Lecchese s.p.a Piazza Manzoni angolo Via Azzone Visconti - 23900 Lecco Tel.: 0341.357511 Fax: 0341/282478 Indirizzo telematico:

Dettagli

INDICE. 2. I prodotti di corrispondenza. 3. Spedizioni pacchi e tracciabilità. 4. Gestione dei reclami e/o rimborsi

INDICE. 2. I prodotti di corrispondenza. 3. Spedizioni pacchi e tracciabilità. 4. Gestione dei reclami e/o rimborsi CARTA DEI SERVIZI INDICE 1. Premessa 2. I prodotti di corrispondenza 3. Spedizioni pacchi e tracciabilità 4. Gestione dei reclami e/o rimborsi 1. Premessa OBIETTIVI E PRINCIPI ISPIRATORI La Carta della

Dettagli

NEWSLETTER N.117 7 AGOSTO 2013

NEWSLETTER N.117 7 AGOSTO 2013 NEWSLETTER N.117 7 AGOSTO 2013 Mercati GRANO TENERO MONDO Per la campagna 2013/14 il dato di IGC dell 1 agosto stima stock iniziali pari a 175,0 milioni di tonnellate, valore superiore di 0,43 milioni

Dettagli

Foglio informativo n. 2.01.04. Carta di credito. Carta Visa Oro.

Foglio informativo n. 2.01.04. Carta di credito. Carta Visa Oro. Foglio informativo n. 2.01.04. Carta di credito. Carta Visa Oro. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo Private Banking S.p.A. Sede Legale e Amministrativa: Via Hoepli 10 20121 Milano Sito Internet:

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA IPERDRIVE. Gentile Cliente,

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA IPERDRIVE. Gentile Cliente, Gentile Cliente, CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA IPERDRIVE il servizio IperDrive (di seguito IperDrive ) è una nuova modalità di fare la spesa dedicata ai titolari di Carta Vantaggi e che consente di effettuare

Dettagli

TASI: Guida alla Tassa sui Servizi Indivisibili

TASI: Guida alla Tassa sui Servizi Indivisibili 2 TASI: Guida alla Tassa sui Servizi Indivisibili La prima casa La TASI è, dopo la cancellazione dell IMU, l unica imposta sul valore dell immobile che viene pagata dal contribuente a livello comunale.

Dettagli

NEWSLETTER N.116 18 LUGLIO 2013

NEWSLETTER N.116 18 LUGLIO 2013 NEWSLETTER N.116 18 LUGLIO 2013 Mercati GRANO TENERO MONDO Per la campagna 2013/14, i dati USDA dell 11 luglio 2013 prevedono esportazioni pari a 149,1 milioni di tonnellate di grano tenero con un aumento,

Dettagli

Il mercato nazionale, con le sue dinamiche, continua ad offrire alle aziende innumerevoli possibilità di espansione e di sviluppo.

Il mercato nazionale, con le sue dinamiche, continua ad offrire alle aziende innumerevoli possibilità di espansione e di sviluppo. Il mercato nazionale, con le sue dinamiche, continua ad offrire alle aziende innumerevoli possibilità di espansione e di sviluppo. Ad esempio, il settore specifico Business to Consumer, trainato in gran

Dettagli

Guida alle forniture domestiche di Gas

Guida alle forniture domestiche di Gas Guida alle forniture domestiche di Gas Uno strumento utile per capirne di più. Guida realizzata da Mdc Puglia Via Idomeneo 78 73100 Lecce Tel e Fax: 0832/301587 e-mail:puglia@mdc.it Introduzione Informazioni

Dettagli

LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA. Il conto corrente. in parole semplici

LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA. Il conto corrente. in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici Cosa c è in questa guida? Le domande di base 2 i diritti 3 passi per scegliere il conto del cliente 3 7! 9 Le attenzioni del cliente Aalla

Dettagli

GUIDA ALL USO. COme pagare OnLIne e vivere tranquilli.

GUIDA ALL USO. COme pagare OnLIne e vivere tranquilli. GUIDA ALL USO. Come pagare online e vivere tranquilli. Indice PayPal, il tuo conto online...pag.3 Ti sei appena registrato? Completa l attivazione del conto in 3 passi...pag.4 1. Conferma il tuo indirizzo

Dettagli

TSD@1@4412292@FAG@1@20150708@8@ENDTSD 24010. Dati Fornitura

TSD@1@4412292@FAG@1@20150708@8@ENDTSD 24010. Dati Fornitura TSD@1@4412292@FAG@1@20150708@8@ENDTSD 24010 #1# *10* MERCATO LIBERO Sede Legale: CORSO ITALIA, 650 20121 - MILANO Codice Fiscale: 656940860165 Partita Iva: 656940860165 Codice Cliente: 1444417 CORSO ITALIA,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI. Deposit@

FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI. Deposit@ FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Deposit@ INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE ED AMMINISTRATIVA IN BOLOGNA: Piazza della

Dettagli

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO SERVIZIO CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO SERVIZIO CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO SERVIZIO CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER MANUTENZIONE DI IMPIANTO TERMICO CENTRALIZZATO CON NOMINA DEL TERZO RESPONSABILE 1 CONTRATTO DI MANUTENZIONE

Dettagli

Conciliazione. Regolamento e Domanda. Risolviamo le controversie con regole semplici e trasparenti.

Conciliazione. Regolamento e Domanda. Risolviamo le controversie con regole semplici e trasparenti. Conciliazione Regolamento e Domanda. Risolviamo le controversie con regole semplici e trasparenti. In collaborazione con: Acu Adiconsum Adoc Adusbef Altroconsumo Arco Assoutenti Casa del Consumatore Centro

Dettagli

ACCESSO AL SITO. 1. Come si effettua un ordine? 2. È possibile aggiungere/togliere prodotti una volta messi nel carrello? 3. Come ci si registra?

ACCESSO AL SITO. 1. Come si effettua un ordine? 2. È possibile aggiungere/togliere prodotti una volta messi nel carrello? 3. Come ci si registra? ACCESSO AL SITO 1. Come si effettua un ordine? 2. È possibile aggiungere/togliere prodotti una volta messi nel carrello? 3. Come ci si registra? 4. Cosa sono i servizi digitali? 5. Si possono stampare

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 A) LOCATORE CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 COGNOME E NOME, nato a Luogo (CO) in data data e residente in Luogo(CO), Indirizzo e n. civico, C.F. Se società:

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE (USO COMMERCIALE)E RELATIVA PERTINENZA TRA

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE (USO COMMERCIALE)E RELATIVA PERTINENZA TRA CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE (USO COMMERCIALE)E RELATIVA PERTINENZA TRA L ASP(Azienda Pubblica di Servizi alla Persona) RETE - Reggio Emilia Terza Età con

Dettagli

Conciliazione. Regolamento e Domanda. Risolviamo le controversie con regole semplici e trasparenti. In collaborazione con:

Conciliazione. Regolamento e Domanda. Risolviamo le controversie con regole semplici e trasparenti. In collaborazione con: Conciliazione Regolamento e Domanda. Risolviamo le controversie con regole semplici e trasparenti. In collaborazione con: Acu Adiconsum Adoc Adusbef Altroconsumo Arco Assoutenti Casa del Consumatore Centro

Dettagli

Clausole ed informazioni generali

Clausole ed informazioni generali Clausole ed informazioni generali Qualora non diversamente indicato nel contratto stipulato fra le Parti (come infra definito), valgono le seguenti : PREMESSE DEFINIZIONI cliente è intesa la persona fisica

Dettagli

Sicurezza per i genitori

Sicurezza per i genitori Sicurezza per i genitori Cari Genitori, Noi di ScuolaZoo siamo ben consapevoli, dopo anni di lavoro a contatto con i ragazzi e i loro genitori, di quante ansie e preoccupazioni vive un genitore nel momento

Dettagli

I PRINCIPALI INDICI APPLICATI ALLE COMMODITIES AUTORE: A.PALAMIDESSI

I PRINCIPALI INDICI APPLICATI ALLE COMMODITIES AUTORE: A.PALAMIDESSI I PRINCIPALI INDICI APPLICATI ALLE COMMODITIES AUTORE: A.PALAMIDESSI 04/02/2010 Tra i tanti strumenti per monitorare i vari settori delle materie prime, quelli più validi ( utilizzati che per investire

Dettagli

CONTO CORRENTE SCUDO FISCALE

CONTO CORRENTE SCUDO FISCALE FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE SCUDO FISCALE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Sistema S.p.A. Sede legale e amministrativa Corso Monforte, 20-20122 Milano Telefono +39 02 802801 - Fax +39 02 72093979 Codice

Dettagli

Informazioni e Tendenze Immobiliari

Informazioni e Tendenze Immobiliari LUGLIO/AGOSTO 2015 NUMERO 41 Informazioni e Tendenze Immobiliari In questo numero 1 Introduzione 2 L Indagine 5: le famiglie italiane e il mercato immobiliare nelle sei grandi città la sicurezza in casa

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO 1. NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO DIECICENTO è soggetto organizzatore di viaggi, vacanze o giri turistici tutto compreso, che sono commercializzati direttamente o per il

Dettagli

Carta della qualità dei servizi postali della società SHARDANA MULTIMEDIA SRLS

Carta della qualità dei servizi postali della società SHARDANA MULTIMEDIA SRLS Carta della qualità dei servizi postali della società SHARDANA MULTIMEDIA SRLS Carta della qualità dei servizi postali Art. 12.1 D. Lgs 261/99 AGGIORNATA AL 07/10/2015 Carta della qualità dei servizi postali

Dettagli

Illumina il tuo futuro

Illumina il tuo futuro Illumina il tuo futuro INTRODUZIONE I contribuenti che sostengono spese per interventi mirati al risparmio energetico possono usufruire di una particolare agevolazione fiscale, avvalendosi di una specifica

Dettagli

La garanzia post vendita è legge.

La garanzia post vendita è legge. ******************* Vademecum del consumatore La garanzia post vendita è legge. Vademecum del consumatore Indice pagina 04 IL CODICE DEL CONSUMO TUTELA I TUOI ACQUISTI Lo sapevi che hai una garanzia legale

Dettagli

CARTA DI CREDITO MONTEPASCHI UNICA MULTIFUNZIONE

CARTA DI CREDITO MONTEPASCHI UNICA MULTIFUNZIONE Pag. 1 / 6 Foglio Informativo CARTA DI CREDITO MONTEPASCHI UNICA MULTIFUNZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena Numero verde 800.41.41.41

Dettagli

NEWSLETTER N.99 17 OTTOBRE 2012. Mercati GRANO TENERO

NEWSLETTER N.99 17 OTTOBRE 2012. Mercati GRANO TENERO NEWSLETTER N.99 17 OTTOBRE 2012 Mercati GRANO TENERO MONDO - Per la campagna 2012/13, i dati USDA dell 11 ottobre 2012 prevedono esportazioni pari a 130,9 milioni di tonnellate di grano tenero con una

Dettagli

REGOLAMENTO CASE VACANZE

REGOLAMENTO CASE VACANZE REGOLAMENTO CASE VACANZE La Night & Day Immobiliare di Cardinale Maria ha sede in via Cutino, 58, 90040 Isola delle Femmine (PA) Italia. I nostri numeri di cellulare sono 3299872773, Agenzia tel./fax 091/8678616.

Dettagli

SDA EXPRESS COURIER SPA CARTA DELLA QUALITA DEI SERVIZI

SDA EXPRESS COURIER SPA CARTA DELLA QUALITA DEI SERVIZI SDA EXPRESS COURIER SPA CARTA DELLA QUALITA DEI SERVIZI LUGLIO 2013 1) POSTA RACCOMANDATA - POSTA RACCOMANDATA ASSICURATA; 2) POSTA RACCOMANDATA UNO POSTA RACCOMANDATA UNO ASSICURATA. 1) POSTA RACCOMANDATA

Dettagli

Assicurazione Auto. Diritti del consumatore. Campagna di informazione in tema di RC Auto e Conciliazione

Assicurazione Auto. Diritti del consumatore. Campagna di informazione in tema di RC Auto e Conciliazione Assicurazione Auto Diritti del consumatore Campagna di informazione in tema di RC Auto e Conciliazione GLOSSARIETTO ANIA: è l'associazione che rappresenta le imprese di assicurazione operanti in Italia.

Dettagli

LIBRETTI NOMINATIVI LIBRETTI AL PORTATORE. FOGLIO INFORMATIVO Libretto di deposito a risparmio INFORMAZIONI SULLA BANCA

LIBRETTI NOMINATIVI LIBRETTI AL PORTATORE. FOGLIO INFORMATIVO Libretto di deposito a risparmio INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO Libretto di deposito a risparmio INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Capaccio Paestum Soc. Coop. Via Magna Graecia n. 345 84047 Capaccio (SA) Tel.: 0828 814111 -

Dettagli

NEWSLETTER N.114 4 GIUGNO 2013

NEWSLETTER N.114 4 GIUGNO 2013 NEWSLETTER N.114 4 GIUGNO 2013 Mercati GRANO TENERO MONDO Per la campagna 2013/14 il dato di IGC del 31 maggio 2013 stima stock iniziali pari a 177,7 milioni di tonnellate, valore inferiore di 2,5 milioni

Dettagli

SERVIZI VARI / SERVIZI ALLO SPORTELLO

SERVIZI VARI / SERVIZI ALLO SPORTELLO SERVIZI VARI / SERVIZI ALLO SPORTELLO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Via San Carlo 8/20 41121 Modena Telefono 059/2021111 (centralino) Indirizzo email bpergroup@bper.it

Dettagli

NOTA INFORMATIVA. Il contraente deve prendere visione delle condizioni di assicurazione prima della sottoscrizione della polizza

NOTA INFORMATIVA. Il contraente deve prendere visione delle condizioni di assicurazione prima della sottoscrizione della polizza NOTA INFORMATIVA contratto di assicurazione Novit Auto- NATANTI contratto di assicurazione di responsabilità civile per la circolazione dei natanti modello n. 1060 del 1 dicembre 2010 La presente nota

Dettagli

INVESTIRE NEGLI STATI UNITI

INVESTIRE NEGLI STATI UNITI INVESTIRE NEGLI STATI UNITI L attuale periodo è caratterizzato da un forte disagio economico. Come sempre se da un lato c è crisi, dall altro esistono opportunità di investimento e di guadagno. Come non

Dettagli

C LIBRETTI DI DEPOSITO A RISPARMIO

C LIBRETTI DI DEPOSITO A RISPARMIO Normativa sulla Trasparenza Bancaria (T.U. Leggi Bancarie D.Lvo 385/93 e norme di attuazione) C LIBRETTI DI DEPOSITO A RISPARMIO - CERTIFICATI DI DEPOSITO FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI

Dettagli

SOMMARIO 1. L ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA PER I CONTRATTI DI COMPRAVENDITA E LOCAZIONE DI IMMOBILI

SOMMARIO 1. L ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA PER I CONTRATTI DI COMPRAVENDITA E LOCAZIONE DI IMMOBILI A cura dello Studio Battaini, Corso Sempione 15, Gallarate e-mail : infocsp@tin.it SOMMARIO 1. L ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA PER I CONTRATTI DI COMPRAVENDITA E LOCAZIONE DI IMMOBILI 2. GLI INTERESSI

Dettagli

GRUPPO IREN: CHI SIAMO?

GRUPPO IREN: CHI SIAMO? GRUPPO IREN: CHI SIAMO? IREN è nata il 1 luglio 2010 dalla fusione tra IRIDE, la Società che nel 2006 aveva riunito AEM Torino ed AMGA Genova, ed ENÌA, l Azienda nata nel 2005 dall unione tra AGAC Reggio

Dettagli

Flessibilità e Trasparenza per un Nuovo Mercato degli Affitti DANIELA PERCOCO. MILANO 30 Gennaio 2014

Flessibilità e Trasparenza per un Nuovo Mercato degli Affitti DANIELA PERCOCO. MILANO 30 Gennaio 2014 Flessibilità e Trasparenza per un Nuovo Mercato degli Affitti DANIELA PERCOCO MILANO 30 Gennaio 2014 Temi trattati Il mercato della locazione in Italia: trend recenti di contratti, domanda, offerta, quotazioni

Dettagli

La certificazione energetica degli edifici. Guida per il cittadino. http://energia.regione.emilia-romagna.it/

La certificazione energetica degli edifici. Guida per il cittadino. http://energia.regione.emilia-romagna.it/ La certificazione energetica degli edifici Guida per il cittadino http://energia.regione.emilia-romagna.it/ Testo redatto a cura di: Mariangela Giorgini, Kristian Fabbri Filippo Padoan Ottobre 2014 SOMMARIO

Dettagli

Contratto-tipo di manutenzione di impianto termico condominiale centralizzato con nomina del terzo responsabile

Contratto-tipo di manutenzione di impianto termico condominiale centralizzato con nomina del terzo responsabile Contratto-tipo di manutenzione di impianto termico condominiale centralizzato con nomina del terzo responsabile Contratto di manutenzione dell impianto termico centralizzato di potenza superiore a 35 kw

Dettagli

NEWSLETTER N.115 3 LUGLIO 2013

NEWSLETTER N.115 3 LUGLIO 2013 NEWSLETTER N.115 3 LUGLIO 2013 Mercati GRANO TENERO MONDO Per la campagna 2013/14 il dato di IGC dell 1 luglio stima stock iniziali pari a 179,4 milioni di tonnellate, valore inferiore di 0,5 milioni di

Dettagli

CARTA POSTEPAY NEWGIFT

CARTA POSTEPAY NEWGIFT FOGLIO INFORMATIVO AI SENSI DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI (Istruzioni di vigilanza della Banca d Italia) CARTA POSTEPAY NEWGIFT PARTE I: INFORMATIVA SU

Dettagli

Conciliazione. Regolamento e Domanda. Risolviamo le controversie con regole semplici e trasparenti.

Conciliazione. Regolamento e Domanda. Risolviamo le controversie con regole semplici e trasparenti. Conciliazione Regolamento e Domanda. Risolviamo le controversie con regole semplici e trasparenti. In collaborazione con: Acu Adiconsum Adoc Adusbef Altroconsumo Arco Assoutenti Casa del Consumatore Centro

Dettagli

CARTA DELSERVIZIO PER LA VENDITA DEL GAS

CARTA DELSERVIZIO PER LA VENDITA DEL GAS PREMESSA La carta del servizio per la vendita del gas di Loro F.lli S.p.a. recepisce quanto previsto dall Autorità per l energia Elettrica e il Gas attraverso la deliberazione n. 168/04 ove vengono definiti

Dettagli

Schema di convenzione fra il proprietario dell unità immobiliare da adibire ad alloggio vacanze ed il soggetto gestore

Schema di convenzione fra il proprietario dell unità immobiliare da adibire ad alloggio vacanze ed il soggetto gestore Schema di convenzione fra il proprietario dell unità immobiliare da adibire ad alloggio vacanze ed il soggetto gestore Soc./Cons./Coop./Sig. Rappresentata dal Sig. Nato a Prov. il Sede Via/Piazza n Partita

Dettagli

TITOLO III COMPRAVENDITA E LOCAZIONE DI IMMOBILI URBANI

TITOLO III COMPRAVENDITA E LOCAZIONE DI IMMOBILI URBANI TITOLO III COMPRAVENDITA E LOCAZIONE DI IMMOBILI URBANI SEZIONE I: MEDIAZIONE IN TEMA DI COMPRAVENDITA E DI LOCAZIONE DI IMMOBILI URBANI Mediazione semplice Art. 1 Elementi dell incarico di vendita» 2

Dettagli

FAQ del Progetto Energia: diritti a viva voce

FAQ del Progetto Energia: diritti a viva voce FAQ del Progetto Energia: diritti a viva voce D. Quali sono le imprese che possono vendere l elettricità nel mercato libero? R. L elettricità nel mercato libero NON può essere venduta né dalla società

Dettagli

LIBERALIZZAZIONE DEL MERCATO E I CONSUMATORI FINALI

LIBERALIZZAZIONE DEL MERCATO E I CONSUMATORI FINALI Cosa vuole dire che il mercato del gas è "libero"? Con chi avrà rapporti contrattuali il cliente finale? Con la liberalizzazione cambierà la qualità del servizio? Cosa fa il distributore? Cosa fa il venditore?

Dettagli

CONTO CORRENTE DI FINANZIAMENTO

CONTO CORRENTE DI FINANZIAMENTO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI CONTO CORRENTE DI FINANZIAMENTO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE ED AMMINISTRATIVA

Dettagli

1. Identità e contatti del finanziatore e dell intermediario del credito

1. Identità e contatti del finanziatore e dell intermediario del credito INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI CARTA DI CREDITO BANCOPOSTA CLASSICA offerta a Clienti titolari del conto BancoPosta che hanno in essere un mutuo Banco Posta erogato da Deutsche

Dettagli

CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE. Relativo alla fornitura di energia elettrica ai clienti del mercato vincolato

CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE. Relativo alla fornitura di energia elettrica ai clienti del mercato vincolato COMUNE DI A N D A L O PROVINCIA DI TRENTO CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE Relativo alla fornitura di energia elettrica ai clienti del mercato vincolato Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO 1 CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO WWW.OROVILLA.COM Le presenti Condizioni Generali di Contratto disciplinano le modalità di erogazione da parte di 8853 S.p.A. del servizio piano di accumulo di oro, argento,

Dettagli

MODELLO 730/2014: alcune novità

MODELLO 730/2014: alcune novità MODELLO 730/2014: alcune novità a cura di: Dott. Maurizio Belli Dott. Alberto Bandinelli 1.1 Il modello 730/2014 Con Provvedimento del 15 gennaio 2014 l Agenzia delle Entrate ha pubblicato il modello definitivo

Dettagli

CARTA DELLA QUALITA. dei servizi postali. di: Gruppo La Nuova Posta Srl con Socio Unico. Rapidità Professionalità Assistenza alla clientela

CARTA DELLA QUALITA. dei servizi postali. di: Gruppo La Nuova Posta Srl con Socio Unico. Rapidità Professionalità Assistenza alla clientela Carta della qualità dei servizi postali Art. 12.1 D. Lgs 261/99 CARTA DELLA QUALITA dei servizi postali di: Gruppo La Nuova Posta Srl con Socio Unico Rapidità Professionalità Assistenza alla clientela

Dettagli

Informazioni di base...3. Principali tipologie di prestito...5 PRESTITO FINALIZZATO...5 PRESTITO NON FINALIZZATO...6. Tipi di prestito...

Informazioni di base...3. Principali tipologie di prestito...5 PRESTITO FINALIZZATO...5 PRESTITO NON FINALIZZATO...6. Tipi di prestito... GUIDA SUI PRESTITI Sommario Informazioni di base...3 Principali tipologie di prestito...5 PRESTITO FINALIZZATO...5 PRESTITO NON FINALIZZATO...6 Tipi di prestito...7 PRESTITO PERSONALE...7 CESSIONE DEL

Dettagli

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p.

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p. Gas: le Regioni Italiane con il maggior numero di consumi e quelle con il risparmio più alto ottenibile Indice: Indice. p. 1 Introduzione. p. 2 Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2 Il costo del

Dettagli

DEPOSITI DI TITOLI A CUSTODIA ED AMMINISTRAZIONE

DEPOSITI DI TITOLI A CUSTODIA ED AMMINISTRAZIONE FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI DEPOSITI DI TITOLI A CUSTODIA ED AMMINISTRAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Chiedere subito all'agenzia il costo del servizio di intermediazione per evitare sorprese.

Chiedere subito all'agenzia il costo del servizio di intermediazione per evitare sorprese. Guida pratica e giuridica per la ricerca di un alloggio in Italia Affittare una casa 1 Leggi di riferimento Legge 27 Luglio 1078 n. 392 (equo canone) Legge 8 Agosto 1992, n.359 (patti in deroga) Legge

Dettagli

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI STABILI SEDE DEGLI UFFICI DEL CONSIGLIO REGIONALE IN TRIESTE LOTTO UNICO PERIODO TRE ANNI Articolo 1 PROCEDURA DI GARA L aggiudicazione

Dettagli

Carta della Qualità. Carta della Qualità IG2014-002. pag. 1 di 12

Carta della Qualità. Carta della Qualità IG2014-002. pag. 1 di 12 Carta della Qualità pag. 1 di 12 S O M M ARIO 1. Introduzione... 4 1.1 Caratteristiche dei prodotti e standard di qualità... 4 1.2 Reclami e conciliazione... 4 1.3 Per consultare la Carta della Qualità...

Dettagli

Servizi pubblici locali e utenze domestiche: un salasso da 5.349 a famiglia, negli ultimi 4 anni + 314

Servizi pubblici locali e utenze domestiche: un salasso da 5.349 a famiglia, negli ultimi 4 anni + 314 Servizi pubblici locali e utenze domestiche: un salasso da 5.349 a famiglia, negli ultimi 4 anni + 314 5.349 ogni anno. A tanto ammonta la spesa per una famiglia tipo per acqua, luce, gas, rifiuti, bus

Dettagli

Cambio Conto. Come cambiare il conto corrente

Cambio Conto. Come cambiare il conto corrente Cambio Conto Come cambiare il conto corrente INDICE Caro Cliente... 3 Cosa offre l iniziativa Cambio Conto come cambiare il conto corrente... 4 CAMBIARE IL CONTO CORRENTE IN 5 MOSSE... 5 2 1. SCEGLIERE

Dettagli

Coordinato da Valeria Lai. agenzia adiconsum anno XVII - n. 67 16 settembre 2005. Stampato in proprio in settembre 2005. In questo numero: Speciale

Coordinato da Valeria Lai. agenzia adiconsum anno XVII - n. 67 16 settembre 2005. Stampato in proprio in settembre 2005. In questo numero: Speciale Coordinato da Valeria Lai agenzia adiconsum anno XVII - n. 67 16 settembre 2005 Stampato in proprio in settembre 2005 In questo numero: Speciale Giornata di lotta 14 settembre 2005 Consumatori - Speciale

Dettagli

Contratto di locazione di immobile ad uso Cantina / Soffitta / Magazzino 1

Contratto di locazione di immobile ad uso Cantina / Soffitta / Magazzino 1 Contratto di locazione di immobile ad uso Cantina / Soffitta / Magazzino 1 L anno a questo giorno del mese di, in - il Sig./la Sig.ra 2, nato/a a, il, residente in via, C.F./ Partita IVA, in proprio quale

Dettagli

Condizioni contrattuali Contratto di compravendita

Condizioni contrattuali Contratto di compravendita Condizioni contrattuali Contratto di compravendita della società Karatbars International GmbH Königstr. 52 D 70173 Stuttgart, Germania Presidente del Consiglio di Amministrazione: Pietro Fazio Tel.: 0049(0)711-120

Dettagli

LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA. Il conto corrente. in parole semplici

LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA. Il conto corrente. in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici Cosa c è in questa guida? Le domande di base 2 i diritti 3 passi per scegliere il conto del cliente 3 7! 9 Le attenzioni del cliente Aalla

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA

OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali Comune di Bologna OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA SINTESI DELLA RICERCA SU: Le famiglie povere nelle regioni italiane. Aspetti oggettivi e soggettivi

Dettagli

Foglio informativo n. 062/059. Buono di Risparmio.

Foglio informativo n. 062/059. Buono di Risparmio. Informazioni sulla Banca. Foglio informativo n. 062/059. Buono di Risparmio. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306. Sito Internet: www.intesasanpaolo.com.

Dettagli

Guida alla Certificazione Energetica degli edifici

Guida alla Certificazione Energetica degli edifici Guida alla Certificazione Energetica degli edifici Il consumo energetico degli edifici Gli edifici, nella loro costruzione e utilizzo, rappresentano oltre il 40% del consumo finale di energia della Comunità

Dettagli

Nome e Cognome Indirizzo Telefono E-mail Qualifica

Nome e Cognome Indirizzo Telefono E-mail Qualifica FOGLIO INFORMATIVO DEPOSITI A RISPARMIO LIBERI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Cassano delle Murge e Tolve S.C. Via Bitetto n. 2, - 70020 Cassano delle Murge (Ba) Tel. 0803467511

Dettagli