LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA"

Transcript

1 LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA Martedì 7 giugno 2005, dalle ore 15 alle ore 20, si è svolto il 3 convegno alla Camera dei Deputati dell Associazione Nazionale ConVoglio Valori (per il 1 e il 2 Convegno alla Camera, tenutisi, rispettivamente, il 5 maggio 2004 e il 20 gennaio 2005, clicca su sezione eventi).il convegno si è svolto, anche in questa terza occasione, nella splendida Sala delle Colonne, ubicata a Palazzo Marini, via Poli 19, nei pressi di Piazza San Silvestro. Ore 15-15,45: ingresso nella sala delle persone invitate: hanno partecipato al Convegno 70 persone fra soci e non soci, e 15 inviati, fra giornalisti, fotografi e operatori (ANSA, ASCA, AGI, Imago Economica, Corriere della Sera, Il Messaggero, Avvenire, Il Secolo d Italia, Liberazione, Radio 24 - Il Sole 24 ore, Ufficio Stampa Istituto S. Gallicano - Regina Elena, TG1, TG3, TG5, Radio Radicale). Ore 15,45: introduzione del Presidente dell Associazione, il Dr. Giuseppe Pio Torcicollo. E oggi qui riunita l Associazione Nazionale ConVoglio Valori : siamo nati quasi tre anni fa, e - come amo spesso dire - siamo nati, direi, per germinazione spontanea, cioè dalla volontà spontanea di un gruppo di giovani, di cui facevo parte io. L idea era quella di dar vita ad un laboratorio culturale, che facesse da collegamento

2 fra la società e la politica. Abbiamo con tanta tenacia, tanta determinazione, portato avanti il progetto, nonostante non fosse una cosa molto facile; ma direi che già l evento di oggi ci ripaga di tutta la fatica che abbiamo speso. Non è peraltro, questo, il primo evento importante che abbiamo fatto: vi ricordo che già a gennaio abbiamo fatto un importante evento sulla programmazione sanitaria, con il sottosegretario Cursi, che verrà anche lui oggi pomeriggio, con il Presidente Palumbo, e altre personalità ancora. Ed è quasi un caso, direi, che sempre in materia sanitaria noi si debba riflettere. Perché perché è il tema del momento: il referendum sulla fecondazione assistita. A questo punto vorrei dirvi alcune cose, affrontare alcuni aspetti, su questo tema, ma con una avvertenza: non voglio fare un discorso che possa tendere verso una posizione piuttosto che verso l altra. Questo non perché io non abbia un mio personale convincimento, ma perché in questa veste è giusto che io sia super partes. Purtroppo mi capita di vedere conduttori di talk show o altri giornalisti che non si preoccupano di svolgere questo ruolo super partes. Ma cosa voglio dirvi? Beh, perché si è arrivati alla legge? C era una situazione che, effettivamente, era diventata caotica. Vi ricordo che il primo caso di fecondazione in vitro fu il caso della bambina Louise Brown, nata a Cambridge nel Il problema fu scatenato da quel momento in poi! Non si era certo preparati a fronteggiare questa situazione. C era la classe medica, scientifica, che, ovviamente, non aveva gli strumenti conoscitivi e operativi per fronteggiare questa situazione. E a questo punto che nasce la necessità di legiferare, di porre dei limiti. Sapete che già dal 1984 ci sono proposte di legge volte a dar luogo ad una legge sulla fecondazione assistita. Ma è con la XII legislatura, cioè con il 1 Governo Berlusconi, nel 1994, che si comincia a dar vita ad una proposta di legge che poi sfocerà nell attuale legge sulla fecondazione. Non voglio ora parlare di tutto questo iter perché, tanto, ci sarà l occasione di farlo nel corso di tutto il dibattito. Quello che mi preme ora di dire è questo: perché questa legge? Beh, la legge nasce, secondo me, da una necessità. Quindi, tanto per cominciare, non diciamo che questa legge è inutile. Diciamo che, forse, è stata socialmente determinata da un bisogno. Quale? Quello di porre

3 dei limiti. In qualunque contesto non si può vivere in maniera, come dire, anormativa. La situazione della anomia, di cui parlava Durkeim, non è certo auspicabile! Ovviamente bisogna porre dei limiti. Limiti perché? Perché esisteva un uso selvaggio e indiscriminato della ricerca; e perché esisteva una tendenza a ricorre alla fecondazione assisti- ta, qualunque essa sia, a qualunque c o n d i z i o - ne, e senza a l c u n limite. Ora, io non ri- tengo che si possa auspicare una si- tuazione, p r i v a di alcun limite! Però, attenzione, perché que- sta legge? Beh, questa legge, diciamoci la verità - e sfa- tiamo un luogo comune -, non è una legge cattolica. E una legge, diciamo, laica, ma è una legge laica che è stata determinata da una grande cosa: i dettami della Bioetica. Voi sapete che la Bioetica è una scienza che ha preso molto piede negli ultimi decenni, e che molto tende, oggi, negli ultimi anni, a determinare le nostre leggi del Parlamento, perché autorevoli esponenti (vi ricordo il Professor Casini, Presidente del Movimento per la vita, e le sue innumerevoli sollecitazioni, nei confronti dei parlamentari, a scrivere questo o quello articolo), nel mondo della Bioetica, hanno esercitato un opera di persuasione, di dialogo, come lo si vuol chiamare, con molti esponenti del Parlamento. Il che, di per sé, può anche essere positivo. Però riconosciamo un aspetto: cioè riconosciamo che questa legge è stata sicuramente determinata da un prevalere dei convincimenti della società bioetica su quella laicociamo giuridica. Quindi, comin- a chiarire una casa. Secondo me, la contrappo- sizione non è tra laici e cattolici, dove per laici si intende laici in senso lato, ma è tra laici guidati della bioetica e laici in senso stretto, cioè laici guidati da una concezione giuridica della società. Per i laici non esistono va- lori trascendenti all uomo. Per i laici esistono diritti e doveri. Nel rapporto fra l embrione e l individuo, l embrione non è ancora ma persona in vita, l embrione è qualcosa che dovrà ancora svilupparsi. Il nostro articolo 1 del Codice Civile ci dice che la capacità giuridica si acquista al momento della nascita. Quindi, ci

4 orienta verso un prevalere di questa connotazione: si è soggetto di diritto, nel nostro ordinamento, soltanto quando si nasce. Che poi si possa discutere su questo però questo è ancora un dato di fatto. Che cosa capite, allora. Capite che questa legge, effettivamente, nasce dal prevalere di una componente sull altra. A questo punto, però, io dico una cosa: può dirsi che una tesi sia portatrice di una verità sull altra? Io direi che, a questo punto, tutta questa querelle rischia di diventare un cicero pro domo sua di ciascuna parte che pretende di imporre le proprie verità all altra parte. Io direi che si può dare pari peso all una come all altra tesi. E non lo dico perché voglio fare il cerimoniere che non vuole esporsi perché, ripeto, io la mia personale idea ce l ho. Ma ritengo che il pensiero della Bioetica e il pensiero laico, non sono, uno dei due, più portatori di verità dell altro! E a questo punto che cosa penso? Io penso che, tra i due litiganti, il terzo gode! Che cosa voglio dire? Voglio dire che era giusto andare al Referendum. Perché solo la volontà del popolo, cioè del cittadino della strada, può decidere a quale delle due istanze accordare prevalenza. Quindi, cominciamo a sfatare una cosa: non è vero che questo referendum è inutile. Era necessario. Diciamo anche una cosa: ritengo che i quesiti, così formulati, siano troppi ; talvolta sono ambigui (cosa vuol dire la salute della donna? Fino a che punto è messa in discussione la salute della donna?). Diciamo che i quesiti sono troppi. Secondo me i quesiti potevano essere due, sostanzialmente. Perché sono due i grandi aspetti su cui si gioca tutta la partita: la libertà di sperimentare sugli embrioni, cosa che effettivamente può dare un aiuto a molti malati (12 milioni di malati in Italia); e la possibilità di fecondare oltre quel solo caso di infertilità di coppia, e anche con gameti di soggetti esterni, perché risulta che le coppie vogliono questo. Ora, è su queste due partite che si gioca il referendum. Quindi, è un referendum necessario, non è inutile. Però, attenzione, è un referendum che deve consentire a ogni singolo individuo di avere piena libertà di coscienza. E allora, così come sbagliano coloro che dicono andate a votare, vota si, e lo dicono in maniera ripetuta e insistente, perché in qualche modo possono esercitare, specie sulle menti meno forti, un qualche condizionamento, altrettanto sbagliano

5 coloro - e qui ce ne sono alcuni che poi parleranno - che invitano all astensione. Perché io direi che noi possiamo solo far capire alle persone come stanno le cose. Stasera noi vogliamo che i nostri magnifici 10 relatori vi aiutino a capire qual è la verità, qual è la realtà. Questa è la mia speranza! Dopo di che, ognuno di noi cittadini dovrà nella propria libertà decidere cosa votare, se votare - e quindi votare sì - o non votare, perché è evidente che, se vogliamo lasciare le cose così, ci si può tranquillamente astenere. Ma, nessuno può dirci in quale direzione dobbiamo andare. Non ammetto pressioni. Perché significherebbe, questo sì, snaturare il referendum! Si può anche non andare a votare, ci può anche essere l astensione: la nostra Costituzione non impone necessariamente di votare. Ma, quello che più conta, è che, il Referendum, come strumento di democrazia diretta, è una occasione del cittadino per riflettere con se stesso. Allora, riflettiamo, serenamente, liberamente! Saranno gli italiani a decidere se la bilancia dovrà pendere verso le ragioni della bioetica o verso le ragioni di uno Stato completamente laico! E a questo punto do la parola ai primi relatori, grazie.

6 Dr. DANIELE CAPEZZONE Ore 16:00 : la parola viene data al Dr. Daniele Capezzone, Segretario Nazionale dei Radicali Italiani, che è tra i promotori del Referendum. Il Presidente, nel dargli la parola, gli chiede: quali gli scopi del referendum? Buona sera a tutti e grazie per questo invito graditissimo e per questa occasione di discussione. Entrando sono stato accolto da un sobrio volantino che preannuncia la X Crocia- ta, che a pagina 5 definisce noi radicali portatori di una volontà satanica, a pagina 7 si parla di un burattinaio mercatista americano che vuole co- struire l androide temporizzato Insommatutto ciò è fantastico, io sono onorato di questa attenzione!! Ma, con questo buon umore, vi comunico 3 telegrammi, a cui tengo davvero: 1) si possono soste- nere molte opinioni, e molte tesi, a favore o contro la legge che è oggetto di questo refe- rendum. Dal mio punto di vista si tratta di una legge estremista e dirò perché. Ci sono tante leggi nel mondo che regolano questi fenomeni, e ciascuna di queste leggi pone dei limiti : una pone dei limiti di un certo tipo alla fecondazione omologa, oppure alla fecondazione eterologa, oppure alla possibilità di ricerca. Ma, non esiste, con una eccezione, nessuna legge nel mondo che ponga tutti e tutti insieme i divieti della legge italiana! Se vi pigliate ad uno ad uno i singoli commi di questa legge, vedrete che in essa si dice, 55 volte, è vietato, è vietato, è vietato, che è anche indice di una forma mentale, dell approccio del legislatore. Ecco, una cosa così c è soltanto nel Costa Rica, che non so se sia diventato il nostro modello di riferimento! Non è così nell Inghilterra di Tony Blair, non è così nella Spagna di Zapatero, non era così nella Spagna di Aznar! Non è così nell America di George W Bush! Dove, certo, non c è il finanziamento pubblico per la creazione di embrioni a scopo di ricerca, ma è consentita la via privata, è consentito l uso degli embrioni sovranumerari, Si è fatto molto rumore per la conferenza - stampa del Presidente Bush con i 21 bimbi quei 21 bimbi con la legge 40 non sarebbero potuti nascere! Come si è fatto molto rumore per il Comitato di bioetica che è stato costituito dal Presidente Bush, e che ha al suo vertice un filosofo Straussiano, un bello- cattivo, di quelli che piacciono al mio amico Giuliano Ferrara, che si chiama Leon Cass, e questo Comitato di bioetica, che propone soluzioni restrittive, ne propone 4, due o tre delle quali si discute sarebbero anch esse vietate dalla legge 40. Allora comprendete che, se voi pigliate il mappamondo, lo girate da una parte all altra,

7 da sotto a sopra, da sinistra a destra, per trovare un altro Paese dove le cose stanno esattamente come il nostro, dovete andare in Costa Rica! Io credo che questo sia il punto. Un referendum non è un ordalia, non è un giudizio di Dio, è un giudizio su una legge! Io non appartengono alla scuola di pensiero per cui, se l Italia fa una cosa col Costa Rica, e tutto il mondo ne fa un altra, noi siamo all avanguardia! Appartengo alla scuola di pensiero per cui è più facile che noi siamo un anomalia. Se, a comportarsi diversamente sono quasi tutte le destre liberali e quasi tutte le sinistre liberali del mondo occidentale. E allora, per chiudere su questo 1 telegramma, quali sono i due problemi di questa legge? Per un verso, è, appunto, una legge eccessivamente restrittiva sul lato della procreazione assistita, e produce un effetto semplice e classico: le coppie che hanno i soldi se ne vanno all estero, le coppie che non hanno mezzi restano qui con i loro problemi. Con l elemento in più che, dinanzi ad una tecnica di questo tipo, sarebbe proprio particolarmente opportuno lasciare uno spazio di movimento all operatore, a chi opera. Ma quando invece in modo così rigido si impone una e una sola forma di applicazione, le distorsioni sono lì, dietro l angolo. Basti pensare al fatto che questa legge, con le sue imposizioni, facilita quelle gravidanze plurigemellari, che sono a maggiore rischio handicap! Risposta: ma tanto poi si può abortire! Bella roba! Come se fosse divertente per una donna, prima scoprire che la sua gravidanza è a rischio handicap, e poi scegliere di interrompere o no! Come pure l altro argomento: ma tanto si può adottare! Bella roba anche qui! Fate una legge liberale sulle adozioni, fate una legge liberale sulla fecondazione, e poi ciascuno sceglierà la sua strada. Secondo aspetto che per noi è grave di questa legge è che questa legge blocca la ricerca scientifica che la quasi totalità del mondo scientifico ritiene la più promettente, la ricerca sulle cellule staminali embrionali, la più promettente per sconfiggere malattie terribili, in prospettiva, dal cancro, al Parkinson, all Alzheimer, ecc. E vero che c è anche la ricerca sulle cellule staminali adulte. Tanto siamo favorevoli a quella che il nostro Presidente e Simbolo, Luca Coscioni, è stato tra i primissimi a fare su di sé un esperimento! Ma il nostro punto, che è condiviso, devo dire, anche dal Professor Vescovi (prendetevi il suo libro a

8 pagina 65, 3 paragrafo - poi nelle tribune non lo dice troppo, ma lo diciamo noi per lui -), è che ci sono due strade, guai a noi se ce ne chiudiamo una: proviamo a percorrerle entrambe. Peggio ancora se poi, attraverso questa legge, decidiamo di buttare via perfino gli embrioni che esistono già: gli embrioni sovranumerari, che sono il prodotto in eccesso dei programmi di fecondazione già realizzati. Ripeto, cosa che non accade nell America di Bush, per fare un esempio. Ditemi voi che cosa c è di gionevole nel preferire che quegli embrioni siano buttati nella spazzatura, anziché es rasere destinati ad una ricerca che potrebbe salvare tante vite! Allora questo era un po il 1 telegramma : l anomalia italiana rispetto alle legislazioni di tutto il resto del mondo. Perché un blocco così compatto e granitico di divieti non esiste negli altri Paesi occidentali, con i due punti di caduta che dicevo: restrizione sulla procreazione, restrizione sulla libertà di cura. 2 telegramma : siamo cittadini, consentitemelo. Io voglio dir questo: farò tra poco una previsione su come andranno le cose Ma, una campagna come questa, segnata dall illegalità, e dall illegalità istituzionale, cioè con le istituzioni italiane che si fanno loro stesse promotrici di illegalità, è qualcosa di inaudito, di cui il mondo parlerà. Perché il mondo saprà che i militari italiani, cioè coloro che si battono per portare il diritto di voto in Afganistan, in Iraq, a loro è impedito di votare! Perché il mondo saprà che ci sono 100 mila invalidi intrasportabili a cui si nega perfino quella forma di accompagnamento, o di voto con seggio volante, che la legge prescrive! Perché il mondo saprà che c è un altro milione di italiani, che fa un di quorum, italiani all estero a cui si dice potete votare, e poi non li si fa votare, e comunque li si conteggia nel quorum! Io lo dico in particolare a chi fa la campagna astensionista : proprio se si vuole giocare sull astensione consapevole, beh, annettere coloro che invece sono costretti ad astenersi, con l inganno, col trucco, è un illegalità clamorosa! Che si aggiunge all illegalità radiotelevisiva Che si aggiunge ai comportamenti, ancora di oggi, dei Presidenti delle Camere! Io sono un militante politico, e adoro i militanti politici. Ma fare i militanti politici non è il mestiere dei Presidenti delle Camere, della seconda e della terza carica dello Stato! Oggi il Presidente della Camera si permette addirittura di irridere i promotori del Referendum! Io spero che il Capo dello Stato intervenga per fermare questa illegalità. Non si è mai visto Le cariche dello Stato non possono usare la loro postazione istituzionale per rap-

9 presentare una parte contro l altra. I Presidenti delle Camere hanno diritto, sacro, alle loro opinioni, ma non possono fare una campagna di parte! Varrebbe anche se la facessero per il sì, se la facessero per il no, se la facessero per il nì. Non importa. Ciò nonostante - e qui chiudo il 2 telegramma, e do una notizia agli amici della stampa - nonostante questa sequenza di illegalità, io non vi do cifre, ma vi dico che. il quorum è là! Il quorum è a un passo. E c è da attendersi, nelle sime ore, e nei prossimi giorni, di tutto. A questo bisogna rispondere: davvero, ciascuno pros- pensi ad una persona cara malata, e vada a votare anche per lei. Visto che tanti altri sono arruolati nel modo che dicevo: militari, italiani all estero, cittadini disinformati. Eppure, insisto, ciò nonostante, il quorum è là, è a un passo da noi! 3 e ultimo telegramma (ed è quasi la cosa a cui tengo di più): ma, si può dire, che, da un lato c è da esser felici, perché la politica italiana, di solito chiamata a discutere di temi appassionanti, come la cicoria, può, invece, finalmente, parlare di una cosa importante. Ma dall altra parte, c è da essere sconcertati! Io non so scrivere la data, se sarà tra un anno, tra due, tra cinque, e non so scrivere il luogo, della cosa che sto per dire, se accadrà in Corea del Sud o negli Stati Uniti, ma noi siamo in una fase spettacolare della storia dell umanità. In cui, sarà con le staminali adulte, sarà con le staminali embrionali, sarà con le scoperte sul genoma umano, sarà con altro, ma noi siamo in attesa di guarigioni straordinarie. Che faranno i nostri avversari, faranno un comunicato di protesta, tra 4 anni, tra 3 anni, tra 5; tra alcuni anni ci troveremo a sorridere, del buio, delle bende, delle chiusure di questa campagna referendaria, e ci sembreranno preistorici i dibattiti di questi giorni. Gli unici che non potranno sorridere saranno coloro a cui, nel frattempo, si sarà tolta una speranza! Ecco, io voglio chiudere su questo. Il primo trapianto avvenne nel 1968, lo fece Burner, e successe l ira di Dio, e di Allah, e di tutti, insomma! Apriti cielo! Si dovettero attendere 31 anni, nel 1999, perché da parte Papa Wojtila si dicesse: si può fare. Credo che dobbiamo, con tanto rispetto, dire, che non possiamo ogni volta attendere 31 anni! Ci sono persone che non hanno 31 anni di tempo da attendere, ed io so che tanti credenti italiani, che sono sottoposti, in questi giorni, a pressioni inaudite, a colpevolizzazioni inaudite, nei piccoli centri, dove il controllo sociale è mag-

10 giore, io penso, proprio, alla libertà religiosa dei sacerdoti, delle suore come fanno nei piccoli centri? Ve l immaginate! Beh, invece io so che tanti di loro andranno a votare, come hanno fatto sul divorzio e sull aborto, perché i cattolici italiani sono dei liberali, e non dei fondamentalisti. Hanno sempre saputo distinguere tra la loro personale opinione e la necessaria laicità delle leggi dello Stato E davvero, ho detto prima, il quorum è là, quel pezzo di strada appartiene alla libertà, voglio dire, delle donne cattoliche, italiane, di terza età. Saranno quelle donne, cattoliche, italiane, di terza età, a farci percorrere l ultimissimo pezzo di strada che manca, lo ripeto, da un risultato straordinario, nonostante tanta illegalità. Grazie davvero. Terminata la relazione del Dr. Capezzone, che sta per andare via, il Presidente moderatore chiede a qualcuno fra i presenti, giornalisti o altri relatori, se intendono fare una domanda al Segretario dei Radicali. Interviene Padre Gonzalo Miranda: vorrei fare un chiarimento, perché siccome, l ho sentito proprio ieri, ad Olbia, questo dibattito, alla persona che ha detto queste cose ho detto, guardi, è meglio che lasciate da parte questo discorso rico, perché è del tutto sba- stogliato. Cioè, il primo Papa che ha parlato a favore della d o n a z i o n e degli organi, a favore dei trapianti di organi, dan- do anche un criterio mol- to preciso, è stato Papa Pio XII, Papa Pacelli, parecchi anni prima di Burner, quan- do si facevano già altri tipi di trapianti. Già questo Papa disse che il dono dei pro- pri organi è un gesto di generosità. Egli ha anche detto che, per estirpare gli organi, prima bisogna accertare, con metodi scientifici, la morte avvenuta; che questo è un compito della scienza, e non della fede, ecc ecc. Questo l ha detto nel 57. Se non siete informati, informatevi! O almeno non parlate, cioè non azzardate a parlare di certe cose. Replica di Capezzone: ringrazio Padre Miranda, perché da una notizia spettacolare, nel senso che, che ci si dichiari a favore di una cosa 11 anni prima che avvenga, è fantastico! Ma Padre Gonzalo Miranda sa quello che Papa Wojtila ha detto, nel 1999, 31 anni dopo. Detto questo, io ho fatto questo esempio, e lo ribadisco. Se Padre Gonzalo preferisce che io faccia altri esempi, parlerò dei casi in cui la Chiesa ci ha messo 300 o 400 anni a chiedere scusa. Ora, se vuole, passiamo a quelli. Io credo, Padre Gonzalo, che tante volte, tante, tante volte, è capitato alla Chiesa di essere sintonizzata sulla lunghezza d onda del proprio tempo. Tante altre volte no. E quando è successo di no, è stato doloroso per centinaia di migliaia, e a volte per milioni di donne e di uomini. Lei sa, Padre Miranda, che, con la sua impostazione, lei resta liberissimo di non accedere ad alcuni percorsi terapeutici. Mentre, con la mia impostazione, io resto libero, invece, di avvalermene, se del

11 caso. Qui il problema non è imporre a Rocco Buttiglione chissà quali acrobatiche fecondazioni, o chissà quali terapie. Resterà libero di non accedere. Il problema è Rocco Buttiglione che impedisce a Luca Coscioni, e a tanti altri Luca Coscioni, di percorrere una strada di speranza e di guarigione! Io questa cosa non la concedo, né a un Imam, né a Rocco Buttiglione, né alle autorità ecclesiastiche italiane, che hanno il diritto alle loro opinioni, ma non possono entrare a gamba tesa in una campagna elettorale. Questo è il punto. Lei non può, Padre Gonzalo, ignorare secoli di storia, che indurrebbero la Chiesa ad un po di cautela, per le sofferenze causate, bloccando la ricerca con la sacralizzazione dei cadaveri, contro le autopsie (che oggi sono l antecedente storico della sacralizzazione degli embrioni). Allora, e con questo chiudo, io invito Padre Gonzalo, e tanti altri, ad essere attenti alla propria storia. Che può ripetersi, e quando ha toccato alcuni capitoli, nei secoli passati, ha prodotto morte e sofferenza, morte e sofferenza Avete il diritto di prometterci l inferno nell altra vita, ma non avete il diritto di imporci l inferno già qui, in questa vita. A questo punto di nuovo un obiezione di Padre Miranda: Questi sono slogan, sono solo slogan. Le dico solo questo, mentre lei va via. Alcuni anni fa c era la grande promessa delle cellule neuronali, estratte dai feti abortiti. Negli Stati Uniti, ma anche fuori, ci fu un grandissimo parlare, una grandissima polemica. Perché con queste cellule - non erano le cellule staminali -, sarebbero guariti da Parkinson, da Diabete, ecc. La Chiesa disse solo questo: 1) non è lecito uccidere, abortire (uccidere un feto), per ottenere le sue cellule altro è se avviene l aborto in modo spontaneo; 2) non dite che le terapie, con queste cellule neuronali, sono dietro la porta, perché è una falsa speranza, perché la scienza, ancora, non l ha dimostrato. Ha chiesto solo prudenza. Oggi nessuno parla più di queste cellule, perché gli unici tentativi che hanno fatto, con quelle cellule, hanno provocato dei disastri! Si trattava di un autentico bluf, dal punto di vista scientifico. Quindi, dobbiamo sempre essere prudenti, prima di dire la terapia sta là.

12 Riprende la parola Capezzone: Padre Gonzalo, lei sa che, sulle cellule staminali adulte la ricerca procede da 50 anni, mentre, sulle staminali embrionali la ricerca è cominciata ieri, dal La ricerca si chiama ricerca perché si cerca. Ora, lei può ritenere che Rita Levi Montalcini sia una nazista, che Umberto Veronesi sia un nazista, che quegli altri siano Mengel, che il 98 % del mondo scientifico siano dei sadici assassini Io mi fido più di loro che di Carlo Giovannardi. E se ci dicono che ci sono due porte, e proviamo a tenerle aperte entrambe, perché la scienza va avanti col confronto tra soluzioni diverse Lo dice il vostro campione Vescovi, nel suo libro.. Si inserisce a questo punto il Prof. Severino Antinori: Io l ho detto ieri a radio Radicale: il signor Vescovi, che è un biologo che ha fatto qualche studio sulle cellule nervose dei topi, nel 2001, in un Congresso Mondiale, mi ha chiesto, di fronte a testi (e lo porterò in tribunale!), fondi per le ricerche sulle cellule embrionali E un falso! Questo guru, che il mondo cattolico porta come esempio, è stato sovvenzionato, come molti scienziati che vivono perché sovvenzionati dal mondo cattolico, ma non è egli convinto! Facciamo allora una ricerca su questi scienziati! Riprende la parola Capezzone: affermo e ribadisco qui che, sulle cellule staminali adulte si cerca da 50 anni, sulle cellule staminali embrionali si cerca da ieri, cioè da 7 anni, che la quasi totalità del mondo scientifico (evidentemente tutti nazisti, tutti Mengel, tutti sadici, tutti assassini!) chiedono, scongiurano, implorano (oggi, ancora, decine di premi Nobel) non chiudete quella porta, tenetele aperte tutte e due La scienza vive di approssimazioni successive, di confronti, di paragoni!. Ed anche il campione della tesi avversa - e presentato come tale -, il Prof. Vescovi, nel suo libro dice ci sono due strade, percorriamole tutte e due. Quindi,

13 da questo punto di vista, qui non si tratta di imporre niente a nessuno, si tratta di evitare che una legge laica proibisca a qualcuno la strada della speranza e della guarigione, come troppe volte è accaduto nei secoli passati. Una volta c erano i roghi, oggi ci sono tecnologie diverse, ma il risultato è lo stesso. Grazie. Mentre Capezzone esce dalla sala, il Presidente avverte: non scaldiamoci, perché poi, i relatori che sono qui presenti potranno continuare questa discussione Perché, come vedete, quello che vi ho detto io nell introduzione, sta prendendo corpo. In realtà, esistono due modi di pensare alla realtà : c è un modo di pensare bioetico, e c è un modo di pensare laico-giuridico. E questo il punto. Ora, noi dobbiamo prima ascoltare l uno e ascoltare l altro, con serenità, con equilibrio. Poi ognuno si farà la sua personale visione, ogni individuo dirà dove deve pendere la bilancia. Io voglio sottolineare questo aspetto, perché parliamo di verità scientifiche, sociologiche, psicologiche Si parla di prove dell esistenza dell embrione, e si parla anche di contro-prove di questa non esistenza. Ma, insomma, l individuo deve capire, l individuo deve ascoltare, e, poi, come individuo dovrà scegliere, quel giorno, cosa votare se votare, e cosa votare. E quindi, andiamo avanti in questa attività di chiarimento.

14 PROF. PAOLO DE NARDIS Ore 17.45: Il Presidente dà subito la parola ad un altro esponente del si, che è il Professor Paolo De Nardis: è un esponente del mondo universitario, ma è anche un esponente, schierato, dei democratici di sinistra: lui rappre- senta, oggi, i democratici di sinistra, anche se, ora, non riveste un ruolo politico attivo. E Professore ordinario di Sociologia presso la Facoltà di sociologia dell Università La Sapienza di Roma. E stato il Presidente della Facoltà di Sociologia dal 1999 al Direttore del Master in Management pubblico, sanitario e dei servizi presso la facoltà di Sociologia dell Università La Sapienza. Codirettore della rivista trimestrale di Scienze dell amministra- zione. Presidente dell A.N.S., Associazione Nazionale So- ciologi (di cui, se vi ricordate, un anno fa, abbiamo avuto il Vicepresidente, il Dott. Pietro Zocconali). Docente di discipline manageriali e amministrative presso la Scuola Su- periore di Pubblica Amministrazione. E autore di numerosi saggi e volumi : Teoria sociale ed analisi istituzionale Elementi di sociologia del diritto, ecc. ecc.. L ultimo libro è Questione di vita o di morte, edito da Guerini, Milano. A questo punto, nel dargli la parola, gli chiedo: ma la società civile, secondo lei - visto che prima l abbiamo detto: ci sono, dal punto di vista della elaborazione teorica, queste due grandi campane; la campana della bioetica e la campana del pensiero laico-giuridico, - sul piano dell uomo della strada, a cosa vorrebbe accordare la preferenza : alle istanze bioetiche o ai bisogni e diritti dell individuo? Innanzi tutto la ringrazio di questo invito. La presente iniziativa ha un grosso merito, ovviamente, che è quello dell informare, in un momento in cui si denuncia la carenza di informazione. Informare in maniera poliedrica (e abbiamo infatti sentito molte voci). Tra le atre cose io vengo qui sì come studioso, e come cittadino, non come politico. E vero, in passato ho militato politicamente: sono stato consigliere comunale, delegato del sindaco per le politiche comunitarie, nella 1ª amministrazione Rutelli; non ho però rinnovato la tessera per molti anni, per cui non posso ora essere considerato come un organico del partito. In buona sostanza, ho chiesto di parlare immediatamente dopo

15 l amico Antinori proprio perché, tutto sommato, io penso di poter integrare, da un punto di vista di quella che è un po l analisi sociologica, quello che Antinori ci ha raccontato. Sarò molto, molto, rapido. Qui mi premeva tener presenti 3 punti fondamentali. Discorso scientifico : quanto, effettivamente, la zero struttura, anche il cittadino di medioalta cultura riesca a seguire questo nostro ragionamento. Discorso etico: che è un discorso di scelte personali, però, badate bene, non sono soltanto scelte morali personali : molto spesso si tratta di etica pubblica, in quanto, non c è niente da fare, le agenzie di socializzazione primaria, anche la famiglia, ormai si sono deprivatizzate sempre di più, hanno sempre più un ruolo pubblico, checché se ne dica. Infine, discorso di comunicazione. E qui siamo in qualche modo a creare, attraverso informazione (1 gradino della partecipazione demografica) anche comunicazione. Primo punto, il discorso scientifico. Io credo, in effetti, che i cittadini della strada, il cittadino di qualunque tipo di livello culturale, anche livello sociale (è molto interclassista il discorso) sia, ad onta di quanto qualcuno asserisca, quanto mai sensibile all argomento. All argomento, dico. Perché, poi, la partecipazione effettiva degli elettori al referendum è un altro discorso. Perché, come dire, una certa stucchevolezza di partecipazione referendaria, per la struttura logica del referendum (come mi sembra di aver sentito prima), c è. Ma c è perché, in qualche modo, noi siamo stati, negli ultimi anni, soprattutto negli ultimi anni, inflazionati dai referendum. Altro discorso nel 74, quando per la prima volta andavamo al referendum abrogativo sulla legge sul divorzio dopo, circa, 30 anni. Perché l ultimo referendum, il primo e l ultimo referendum, era stato quello del 46, quando abbiamo dovuto votare tra la forma monarchica o la forma repubblicana come assetto istituzionale del paese. Voglio ricordare che, nel 74, ci fu grande partecipazione referendaria, in un momento in cui, poi, sull onda dei movimenti del 68 e della fine degli anni sessanta, c era forte partecipazione politica. Stessa partecipazione avemmo nell 81, a proposito della legge sull aborto del 78. I risultati dei due referendum

16 furono, nella sostanza, identici, nel senso che vinse il fronte non abrogativo, anche se la legge sull aborto, la 194, fu considerata una legge molto più popolare del- la legge sul divorzio, e veniva considerata, soprattutto dai partiti della sinistra tradizionale, con più algidità : si trattava più di un braccio di ferro, di tipo politico, fra fronte laico e fronte confessionale, che non fra destra e sinistra. I liberali di Malagodi parteciparono alla campagna antiabrogazionista, mentre invece per l abrogazione si schierarono soltanto l allora Democrazia Cristiana e il Movimento Sociale Italiano. Il sociologo, povero cristo, è un po come il medico: tutti a un certo punto si improvvisano medici ( io ho un grosso mal di testa ; ah, guarda, guarda, prendi questo farmaco, che fa tanto bene ). Tutti sono capaci di fare sociologia: in realtà noi abbiamo una cassetta degli attrezzi specifica, con metodi, tecniche di indagine, e via discorrendo, che non hanno tutti. Ciò nondimeno, tutti vogliono fare sociologia, senza sociologi (vivere con il sociologo è un po come vivere con la suocera in casa!). Il problema è che, è fondamentale capire, prima di ogni tipo di ragionamento, se questo tipo di discorso (tutti i discorsi che si sono fatti: Palumbo, Antinori, ecc. ) è sentito o meno anche da chi non ha di questi problemi. La mia risposta, dal punto di vista di quello che può essere un presondaggio che abbiamo fatto, è sì, sono quanto mai sentiti. C è una contraddizione: raggiungeremo il 50% al Referendum? Non lo so. Ma non perché l argomento non interessa. Non interessa il tipo di partecipazione (il referendum). Si tratta di un discorso scientifico, è vero. Ma la verità è che questo discorso è stato pasticciato, attraverso anche l intervista della Fallaci sul Corriere della Sera. Ma che cosa centra l eugenetica? Ma che ben vengano e ben vivano persone che sono infelici su questo mondo! Il problema è capire se possiamo evitare che altri infelici vengano su questo mondo! Si rovescia allora tutto il discorso. Il problema non è capire se sia legittimo o no che un genitore possa volere un figlio con certe caratteristiche e via discorrendo! Ma scusate, ma quando abbiamo già un bambino, noi che siamo stati padri (io personalmente sono da qualche anno perfino nonno) non sognamo magari per i nostri figli che diventino, che so, dei virtuosi del pianoforte, se siamo amanti della musica. o degli abili ginnasti, se siamo amanti delle scienze motorie, o degli intellettuali, o dei politici, se ab-

17 biamo ancora questo pallino (speriamo che ci sia ancora) per la partecipazione politica, e via discorrendo. Quindi vorrei un po sdrammatizzare quello che si dice sull eugenetica. Per carità, l eugenetica hitleriana era un altra cosa! Era la soppressione in massa di individui già adulti, a volte anziani, che, purtroppo vivevano in una situazione di infelicità. Perché? Perché era una società che aveva ucciso qualunque forma di solidarietà. Quindi, sostanzial- mente, se noi non facciamo i conti anche con un concetto sociologico damentale, che è l esisten- za di una società, tutto il discorso viene a cadere. E, come diceva Durkheim, fon- sono le solidarietà fra gli uomini che formano le società. Quando determina- ti sistemi sociali, come quello, evidentemente, nato nel 33 in Germania, uccidono le forme di soli- darietà, è chiaro poi che si ha quel tipo di discorso, di eugenetica, di scienza completamente staccata, scollata, che forma un divario, una dicotomia, un burrone fra individuo sociale e forme di ricerca scientifica. Ma quando la ricerca scientifica si muo- ve per la qualità di una vita migliore, ma di una vita che verrà, allora, sostanzialmente, mi sembra che abbia ragione Antinori. Si tratta di muoversi per una promessa di vita che possa essere, che possa avere tutte le possibilità, dal punto di vista dei punti di partenza, quindi anche dal punto di vista di un concetto che non è solo scientifico, ma è essenzialmente giuridico, di uguaglianza, per poter, in qualche modo, avere una vita che abbia diritto alla felicità. Oppure, evidentemente, abbiamo in mente qualche cosa che, in maniera molto farisaica, neghiamo a noi stessi. Fino a che non, anche da un punto di vista religioso, riconosceremo per lo stesso embrione il diritto al battesimo e il diritto ai funerali! Ora, tutto questo discorso è un discorso che la gente comune, della strada, sente fortemente. E si rischia veramente uno scollamento forte tra precetti dogmatici e quelle che sono esigenze che si muovono non sulla base di un egoismo biologico, ma sulla base dell alterità, del rapporto con gli altri. E quando io parlo di forme di solidarietà anche per i soggetti così detti infelici (i quali poi, ben inteso, possono anche trovare la felicità nell infelicità ), evidentemente ci si pone proprio dal punto di vista dell altro. Ecco qui, quindi, il rapporto fra scienza ed etica. Se questo non lo condensiamo in apposite forme di comunicazione, che riescano a parlar chiaro, finalmente, che riescano, finalmente, anche dal punto di vista della Chiesa (e lo dico da laico), a creare una Pastorale, che possa veramente prendere per mano, e andare dal punto di vista dell altro. Ovviamente, non si può sempre fare di tutta l erba un fascio. Ma, attraverso un ragionamento, l argomentazione razionale, ecco che, forse, tutto il quesito referendario non sarebbe poi così peregrino ; e di fatto, di volta in volta, quando dobbiamo in qualche modo avere questi grossi afflati partecipativi, forse un po di diagnosi sociale (noi sociologi diamo

18 le diagnosi, non diamo le terapie ) ci aiuterebbe a capire meglio, e a dialogare, attraverso razionali argomentazioni, e non invece attraverso le guerre di religione che, spesso, io ho incontrato (negli anni passati più che oggi), nella commissione nazionale di Bioetica, o nei vari comitati etici dove, casualmente, ho partecipato, e che, di fatto, dal punto di vista della ragion teoretica, non trovano soluzioni, se rimaniamo intorno a questo tavolo; ma, dal punto di vista della ragion pratica, trovano la soluzione, secondo il buon senso e secondo quello che è il contatto umano di individui sociali che vivono all interno di contesto o di un ambiente. Conclusa la relazione di De Nardis, interviene a questo punto Claudio Manna, ginecologo: E importante quello che ha detto De Nardis, ma mi pare che ancora non si riesca a dare alla gente gli strumenti per capire che cosa sta succedendo. Ancora la gente non ha capito cos è la fecondazione in vitro, cos è l embrione, cos è l ovocita. La gente però ci chiede di capire che cosa noi stiamo andando a votare. Solo se si hanno gli strumenti per capire, poi, ognuno di noi può decidere che cosa votare, se votare sì, votare no, o non andare a votare. A questo punto il Presidente chiede al pubblico presente se vuole fare osservazioni o domande. Si alza una ragazza che dice: sono Flavia Murabito e sono una sociologa. Saluto il Prof. De Nardis. Io mi ricollego, sentitamente, all intervento del Prof. Manna, per fare una domanda al mio ex Preside, e dico questo : è verissimo che la maggior parte delle persone non ha ben chiaro per cosa si sta andando a dare un parere. Ci sono anche, certo, molte persone che ne sanno un po di più e che, quindi, hanno subodorato che

19 certi passi in avanti potrebbero essere fatti in modo alternativo come diceva Manna. Allora io chiedo: l informazione, che certamente arriva in modo poliedrico, ma arriva mal fatta, male; molto spesso l informazione, a diversi livelli, sotto diverse proposte, poi, alla fine, come diceva lei, si riduce a uno scontro di religioni, di laicità, e quindi crea ancora più confusione. Ma, da un punto di vista sociologico, un referendum simile colpisce le persone, sicuramente, perché ognuno ha intimamente occasione di chiedersi come si pone rispetto a questa problematica; ma, ancora di più, una volta che noi siamo andati a votare male informati, o comunque, dovendo prendere decisioni anche per il futuro, che ancora non conosciamo, non è un impresa prematura? Cioè noi stiamo andando a votare per cambiare la società! Noi la cambieremo! E non siamo preparati. Dare un parere a questo referendum cambia la società, perché si porta un discorso così particolare, su cui pochissimi di noi sono realmente informati, o pochissimi possono capire quello che dice Antinori (perché, obiettivamente, è così: la cultura, adesso, si è alzata, ma chi è così informato per poter dire la propria?). Noi stiamo facendo cambiare la società senza che tutte le persone che la compongono siano al passo. Io penso questo e, come sociologa, le chiedo il suo parere. Risponde De Nardis: Lei è una sociologa, una mia laureata, o, comunque, laureata nella Facoltà che io ho diretto e fondato, quando forse lei ancora non era nata (quest anno faccio 36 anni di insegnamento universitario). Lei sa bene che le società non sono statiche. La società è il mutamento sociale! Cambiamo, cambia tutto, e via discorrendo. La par- tecipazione elettorale può cambiare ma, anche la legge cambia. Il problema è capire qual è il trend di cambiamento che vogliamo dare. Il trend di cambiamento che vogliamo dare io lo recupero, sostanzialmente, attraverso questi 3 elementi, fondamentali per chi si occupa di altri uomini (cittadini che si occupano di altri cittadini). Il mestiere di cittadini è molto difficile, perché dobbiamo occuparci di valori, e via discor-

20 rendo, e siamo imbevuti di questi valori. Nella buona sostanza i 3 pilastri sono questi: la scienza, l etica e il comunicare queste cose. Partecipare, soprattutto nelle società aperte, società democratiche, è innanzi tutto essere informati. Lo dice anche un grande sociologo francese, Bodier. Non è che votando il referendum, cambiamo, non votando non cambiamo. Il problema è capire questo mutamento da che parte va, qual è il trend del mutamento. E, sostanzialmente, le nostre scelte sono sul trend del mutamento. Quello che ha detto Antinori mi sembra molto chiaro. Magari ci fosse tanta chiarezza, tanta didascalicità! Si può essere più o meno d accordo: per carità, questo è un fatto personale. Ma dal punto di vista descrittivo esplicativo, vorrei dire anche la signora Carolina ci può capire, ci può seguire. Interviene ora il dr. Losito della Facoltà di Bioetica dell Università Regina Apostolorum: proprio per fare chiarezza, visto che il Prof. Antinori ha dimostrato di saper fare chiarezza in questo senso, volevo dire che, da quanto abbiamo capito lei andrà a votare i 4 sì. Una delle cose che i sì aboliranno sono i diritti del concepito, paragonando così il concepito alla cosa. Una domanda molto semplice: quando una donna, una sua paziente, viene da lei, ha fatto il test di gravidanza, e questo test di gravidanza è positivo, lei che cosa le dice, signora, mi dispiace dirglielo, lei ha qualcosa nella pancia, o signora, lei sta aspettando un figlio? Risponde Antinori : Io dico semplicemente, signora, lei è in stato di gravidanza. C è gravidanza e gravidanza. Può esserci una gravidanza blither, cioè una camera senza embrione, oppure con l embrione già formato. Solo quando vedrò il movimento, vedrò

LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA

LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA Martedì 7 giugno 2005, dalle ore 15 alle ore 20, si è svolto il 3 convegno alla Camera dei Deputati dell Associazione Nazionale ConVoglio Valori (per il 1

Dettagli

staminali Ricercatore su cellule

staminali Ricercatore su cellule Ricercatore su cellule staminali Ci sono molte buone ragioni per accettare questo progetto: La ricerca sulle cellule staminali embrionali offre la possibilità di accrescere le nostre conoscenze sulle cellule

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Città di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Città di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Città di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ COPIA CONFORME Codice n. 10965 Data: 31/05/2005 CC N. 35 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: ORDINE DEL GIORNO PRESENTATO

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 725 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori RIPAMONTI, PALERMI, SILVESTRI e TIBALDI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 30 GIUGNO 2006 Modifiche alla legge 19 febbraio

Dettagli

CHE COSA SI INTENDE PER PROCREAZIONE ASSISTITA?

CHE COSA SI INTENDE PER PROCREAZIONE ASSISTITA? CHE COSA SI INTENDE PER PROCREAZIONE ASSISTITA? Oggi la scienza può interferire coi processi riproduttivi, e modificarli in vitro al di fuori delle loro modalità naturali. Preliminarmente dobbiamo allora

Dettagli

Rilevazioni audiovisive

Rilevazioni audiovisive TRASCRIZIONE Nº 47 RADIO 3 SCIENZA ORE 11:30 DATA 14/11/2007 PIETRO GRECO (CONDUTTORE): E' dunque in discussione al Parlamento Europeo una proposta che è quella che gli esperti chiamano di pubblicità diretta

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi

Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi Cammino 3-6 anni 13 gennaio 2015 Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi Premessa Prima di condividere con voi le idee che come equipe abbiamo pensato di

Dettagli

Mons. Claudio Maria CELLI

Mons. Claudio Maria CELLI Mons. Claudio Maria CELLI Nella nostra storia c è quel detto famoso: tu uccidi un uomo morto, credo che dopo queste mattinate e pomeriggi così intensi è mio dovere essere il più breve possibile. Per me

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE Grazie a voi ragazzi, ai vostri Professori, ai vostri Presidi che vi hanno dato il permesso di partecipare al nostro incontro. Il nostro incontro formativo di oggi ha un titolo particolare: Facebook: Dalla

Dettagli

ti scrivo... padrino Ma,

ti scrivo... padrino Ma, Caro padrino ti scrivo... Se Ti I N T R O D U Z I O N E hai tra le mani questo opuscolo è perché qualcuno ti ha chiesto di fargli da madrina o da padrino... forse una coppia di amici che ti vogliono padrino

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE?

L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE? L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE? Quando si ha l inseminazione e la fecondazione artificiali omologhe? Quando lo spermatozoo e l ovulo provengono dalla stessa

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 12

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 12 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 12 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori BIANCONI e CARRARA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 29 APRILE 2008 Modifiche alla legge 20 maggio 1985, n. 222, in

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON C è un libro sui ragazzini agitati, dal titolo On agite un enfant: è un gioco di parole, perché c era una pubblicità di una bevanda gassata che se non ricordo

Dettagli

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 Ottavo punto all O.d.G. O.d.G. del Consigliere Musa sulle celebrazioni matrimoniali in luoghi diversi della casa comunale Illustra il Consigliere

Dettagli

V INCONTRO. L atto di FEDE

V INCONTRO. L atto di FEDE V INCONTRO L atto di FEDE Siamo al quinto incontro. Come per tutte le altre volte vogliamo fare un riassunto delle puntate precedenti. Per questo lavoro chiediamo l aiuto di un personaggio conosciuto a

Dettagli

DIVENTARE GENITORI OGGI

DIVENTARE GENITORI OGGI In collaborazione con DIVENTARE GENITORI OGGI Indagine sulla fertilità/infertilità in Italia Sintesi della ricerca Roma, 1 ottobre 2014 La genitorialità come dimensione individuale L esperienza della genitorialità

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI PREGHIERA E IL S. ROSARIO N.B. Queste apparizioni della Madre di Dio non sono ancora state né approvate né smentite dalla Santa Sede. E stata costituita dalla Chiesa una commissione

Dettagli

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato.

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Traccia Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Per la preghiera: impariamo il canto per la celebrazione del perdono recitiamo insieme il Confesso e l Atto di dolore

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

Verso Nuovi Standards di Assistenza Sociale e Sanitaria: il ruolo del volontariato e delle associazioni private

Verso Nuovi Standards di Assistenza Sociale e Sanitaria: il ruolo del volontariato e delle associazioni private con il Patrocinio di Regione Lazio Assessorato alle Politiche Sociali e Promozione della Salute Presenta Atti del Convegno Verso Nuovi Standards di Assistenza Sociale e Sanitaria: il ruolo del volontariato

Dettagli

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO Danilo Toneguzzi Psichiatra, psicoterapeuta direttore dell Istituto Gestalt di Pordenone "INformazione Psicologia Psicoterapia Psichiatria", n 41-42, settembre - dicembre

Dettagli

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG intervento di alfredo mantovano Care amiche e cari amici! una giornalista poco fa mi chiedeva di riassumere in poche parole-chiave il messaggio che il popolo

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 3

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 3 PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... pazza! MODULO 3 Fino ad ora abbiamo lavorato sulla consapevolezza, identificando le 4 chiavi che ci servono per aver successo nel nostro

Dettagli

Città nuova n 3/2005. Antonio Maria Baggio

Città nuova n 3/2005. Antonio Maria Baggio Città nuova n 3/2005 Antonio Maria Baggio Per la democrazia e la vita I referendum che vogliono modificare la legge sulla procreazione medicalmente assistita attaccano fondamentali diritti della persona

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

CELLULE STAMINALI E FECONDAZIONE ASSISTITA: COME LA PENSANO GLI ITALIANI?

CELLULE STAMINALI E FECONDAZIONE ASSISTITA: COME LA PENSANO GLI ITALIANI? CELLULE STAMINALI E FECONDAZIONE ASSISTITA: COME LA PENSANO GLI ITALIANI? Primo appuntamento con l di Observa -Science in Society e tuttoscienzetecnologia - La Stampa di Massimiano Bucchi e Federico Neresini

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

IVAN E PADRE LIVIO TESTIMONIANZA SU GIOVANI E FAMIGLIE

IVAN E PADRE LIVIO TESTIMONIANZA SU GIOVANI E FAMIGLIE IVAN E PADRE LIVIO TESTIMONIANZA SU GIOVANI E FAMIGLIE Padre Livio: Vediamo ora tre incontri di Ivan con tre gruppi di pellegrini. Sono in gran parte dei giovani. E possiamo ben dire che gli incontri con

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

PROCREAZIONE ASSISTITA

PROCREAZIONE ASSISTITA Il documento approvato dall Esecutivo nazionale dei Cristiano Sociali Partecipare per decidere La Corte Costituzionale, il 13 gennaio scorso, ha dichiarato inammissibile la richiesta di referendum popolare

Dettagli

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO I La norma giuridica Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione della

Dettagli

INDICE. Prefazione... v Introduzione... 1. Parte prima BIOETICA GENERALE

INDICE. Prefazione... v Introduzione... 1. Parte prima BIOETICA GENERALE Prefazione...................................... v Introduzione..................................... 1 Parte prima BIOETICA GENERALE Capitolo I CHE COSA È LA BIOETICA 1. Definizione di bioetica e suo statuto

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

"Il cammino Vocazionale nel Catechismo dei bambini 0-6 anni" Relatore don Valentino Bulgarelli, direttore Ufficio catechistico regionale

Il cammino Vocazionale nel Catechismo dei bambini 0-6 anni Relatore don Valentino Bulgarelli, direttore Ufficio catechistico regionale "Il cammino Vocazionale nel Catechismo dei bambini 0-6 anni" Relatore don Valentino Bulgarelli, direttore Ufficio catechistico regionale Uno dei catechismi più invidiati nel mondo redatto da una delle

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 Oggetto: Quarto Punto all OdG: Modifica Elenco Annuale LL.PP. Anno 2013 e Piano Triennale OO.PP. 2013-2015. PRESIDENTE: Quarto Punto all OdG: Modifica

Dettagli

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana G.Gatti - Evangelizzare il Battesimo - 199 ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana UNO SGUARDO ALL AVVENIRE L amore vero guarda lontano Chi ama, guarda sempre lontano, al futuro. L amore, infatti,

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

CONVEGNO ASEAP Facsimile del Depliant originale (in questa pagina la 4^ e 1^ facciata; nella pagina seguente la 2^ e 3^ facciata)

CONVEGNO ASEAP Facsimile del Depliant originale (in questa pagina la 4^ e 1^ facciata; nella pagina seguente la 2^ e 3^ facciata) CONVEGNO ASEAP Facsimile del Depliant originale (in questa pagina la 4^ e 1^ facciata; nella pagina seguente la 2^ e 3^ facciata) più giù.: quattro pagine di relazione sul Convegno con foto L embrione

Dettagli

Nuovi poteri e/o nuove responsabilità?

Nuovi poteri e/o nuove responsabilità? Nuovi poteri e/o nuove responsabilità? Antinomie degli effetti del movimentismo femminile sulla bioetica Liana M. Daher Dipartimento di Scienze della Formazione Università degli Studi di Catania daher@unict.it

Dettagli

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto Indice Cominciamo 7 La curiosità di Alice 9 Un po di imbarazzo 25 Innamorarsi 43 Fare l amore 55 Concepimento 71 Gravidanza 83 La nascita 95 Il nostro corpo: le donne 111 Il nostro corpo: gli uomini 127

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

Rilevazioni audiovisive

Rilevazioni audiovisive TRASCRIZIONE N. 7 MOEBIUS ORE 20:00 DATA 31/07/2011 FEDERICO PEDROCCHI (CONDUTTORE): La Fondazione Sigma Tau con una serie di appuntamenti di seminari, in particolare concentrati sul Festival della Scienza

Dettagli

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 738 DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

La bioetica tra fede e ragione

La bioetica tra fede e ragione La bioetica tra fede e ragione PROF. ANDREA PORCARELLI D o c e n t e d i P e d a g o g i a g e n e r a l e e s o c i a l e a l l U n i v e r s i t à d i P a d o v a D o c e n t e d i E t i c a g e n e

Dettagli

IL LINGUAGGIO NELLE RELAZIONI GENITORI FIGLI

IL LINGUAGGIO NELLE RELAZIONI GENITORI FIGLI Titolo documento: IL LINGUAGGIO NELLE RELAZIONI GENITORI FIGLI Relatore/Autore: DON. DIEGO SEMENZIN Luogo e data: S. FLORIANO, 22 APR. 2001 Categoria Documento: Classificazione: Sintesi/Trasposizione di

Dettagli

LA PSICOLOGA VA A SCUOLA!

LA PSICOLOGA VA A SCUOLA! LA PSICOLOGA VA A SCUOLA! I piccoli reporter della Guglielmo Marconi intervistano la dott.ssa Laura Bottini, psicologa che collabora con il nostro istituto. A cura del gruppo 4 dei Piccoli Reporter Quando

Dettagli

Health Care Proxy (delega per assistenza sanitaria) Nomina del proprio fiduciario per la salute nel New York State

Health Care Proxy (delega per assistenza sanitaria) Nomina del proprio fiduciario per la salute nel New York State 1 Health Care Proxy (delega per assistenza sanitaria) Nomina del proprio fiduciario per la salute nel New York State La New York Health Care Proxy Law vi permette di nominare una persona di fiducia, ad

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace

La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace Marcello Pera La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace Cerisdi, Palermo, 26 novembre 2001 SENATO DELLA REPUBBLICA TIPOGRAFIA DEL SENATO La giustizia come fondamento dello sviluppo e della

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi In mare aperto: intervista a CasAcmos Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi Nel mese di aprile la Newsletter ha potuto incontrare presso Casa Acmos un gruppo di ragazzi

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Delega per assistenza sanitaria Nomina di un fiduciario per la salute nel New York State

Delega per assistenza sanitaria Nomina di un fiduciario per la salute nel New York State Delega per assistenza sanitaria Nomina di un fiduciario per la salute nel New York State La New York Health Care Proxy Law (Legge in materia di direttive di delega sanitaria) vi permette di nominare una

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

1. una scelta responsabile

1. una scelta responsabile 1.a tappa : preparazione al Battesimo Chiediamo il Battesimo di nostro figlio 1. una scelta responsabile Parrocchia di S. Ambrogio - Via G. Di Vittorio, 23 - Mignanego (GE) Coloro che li sentivano raccontare

Dettagli

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Intervento di Stefano Tabò Condivido molto, quasi tutto di quello che è

Dettagli

Tutto ciò che sappiamo di noi due

Tutto ciò che sappiamo di noi due Colleen Hoover Tutto ciò che sappiamo di noi due Traduzione di Giulia De Biase Proprietà letteraria riservata Copyright 2012 by Colleen Hoover Italian language rights handled by Agenzia Letteraria Italiana,

Dettagli

Cons 18-12 - 06 NUOVO REGOLAMENTO E.R.P.

Cons 18-12 - 06 NUOVO REGOLAMENTO E.R.P. Cons 18-12 - 06 NUOVO REGOLAMENTO E.R.P. Grazie Presidente. Parto dall'ultima considerazione che faceva il collega Monteventi con cui mi trovo assolutamente d'accordo, nel senso che credo anch'io che ci

Dettagli

www.carloflamigni.it

www.carloflamigni.it LUGLIO 2007 STAMINALI NON CI SIAMO Chiedo a coloro che non hanno particolare competenza sui problemi della biologia e della ricerca scientifica di fare un sacrificio e di prestare attenzione al problema

Dettagli

Avete spirito scientifico?

Avete spirito scientifico? GIOCO n. 1 a Avete spirito scientifico? Fare ricerca richiede anche di sapere e comprendere quali sono gli atteggiamenti verso la conoscenza di chi partecipa all impresa scientifica. Per capire se possiedi

Dettagli

SCRIVERE UNA (BUONA) TESINA PER L ESAME DI STATO

SCRIVERE UNA (BUONA) TESINA PER L ESAME DI STATO SCRIVERE UNA (BUONA) TESINA PER L ESAME DI STATO di Aurelio Alaimo I. I. S. Caduti della Direttissima - Castiglione dei Pepoli (Bologna) aurelio.alaimo@iperbole.bologna.it (critiche, osservazioni e commenti

Dettagli

La votazione sulla diagnosi preimpianto Diagnosi preimpianto Un passo verso l eugenetica o semplice tecnica medica?

La votazione sulla diagnosi preimpianto Diagnosi preimpianto Un passo verso l eugenetica o semplice tecnica medica? Diagnosi preimpianto Il tema è tecnico, ma non manca di suscitare emozioni, anche perché sottende problemi etici e morali non di poco conto che attraversano e dividono praticamente Un passo verso l eugenetica

Dettagli

Relazione Incontro del 28 Ottobre 2014. CASA DOLCE CASA Gli ingredienti per STARE BENE IN FAMIGLIA

Relazione Incontro del 28 Ottobre 2014. CASA DOLCE CASA Gli ingredienti per STARE BENE IN FAMIGLIA Relazione Incontro del 28 Ottobre 2014 CASA DOLCE CASA Gli ingredienti per STARE BENE IN FAMIGLIA Relatrici: Dott.ssa Barbara Meroni (Psicologa e psicoterapeuta gestaltica) L argomento della serata è dedicato

Dettagli

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo:

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo: LITURGIA DEL MANDATO PER IL SERVIZIO DI ANIMATORE DEI GRUPPI DI ASCOLTO DEL VANGELO Sabato 29 novembre 2014 (Rm 10,9-18; Mr 16,9-15) ITALO CASTELLANI Arcivescovo di Lucca Nella mia Lettera ai cristiani

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

LE SFIDE SULLE SPALLE!

LE SFIDE SULLE SPALLE! LE SFIDE Questo quarto incontro vuole aiutare a riflettere sulle sfide che l animatore si trova a vivere, sia in rapporto all educazione dei ragazzi, sia in riferimento alla propria crescita. Le attività

Dettagli

2014 I DIRITTI DELLA PERSONA

2014 I DIRITTI DELLA PERSONA Cendon / Book Collana diretta da Bruno de Filippis I DIRITTI DEL PRIMO LIBRO DEL CODICE CIVILE 02 2014 I DIRITTI DELLA PERSONA LEGISLAZIONE E PROSPETTIVE Bruno de Filippis Edizione NOVEMBRE 2014 Copyright

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a Buja. Prego. Cons. FASIOLO Rudi (senza microfono) Un altra interrogazione

Dettagli

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Sono nell aula, vuota, silenziosa, e li aspetto. Ogni volta con una grande emozione, perché con i bambini ogni volta è diverso. Li sento arrivare, da lontano, poi sempre

Dettagli

RILEGGENDO LA LETTERA ALLE FAMIGLIE DI GIOVANNI PAOLO II / 4. La dignità della procreazione

RILEGGENDO LA LETTERA ALLE FAMIGLIE DI GIOVANNI PAOLO II / 4. La dignità della procreazione RILEGGENDO LA LETTERA ALLE FAMIGLIE DI GIOVANNI PAOLO II / 4 La dignità della procreazione Non è sicuramente casuale che Giovanni Paolo II, nella Lettera alle famiglie, cominci a trattare della procreazione

Dettagli

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE Tratto da: M. Cecconi, La morte raccontata ai bambini: il ciclo della vita. Intervista ad Angela Nanetti, Il Pepeverde n. 10, 2001, pp. 10 11. Copyright INTERVISTA ALLA SCRITTRICE ANGELA NANETTI LA MORTE

Dettagli

2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO

2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO AIMC PIEMONTE S. DAMIANO ( convegno UCIIM) 2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO Sentiamo ormai da qualche anno parlare di emergenza educativa ma io amo di più l espressione Sfida educativa

Dettagli

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai:

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai: Unità 6 Al Pronto Soccorso In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come funziona il Pronto Soccorso parole relative all accesso e al ricovero al Pronto Soccorso l uso degli

Dettagli

YQA 061 English Original Host: John Vennari / Guest: Father Gruner Topic: La contraccezione Your Questions Asked Shoot Date: 03-05-14

YQA 061 English Original Host: John Vennari / Guest: Father Gruner Topic: La contraccezione Your Questions Asked Shoot Date: 03-05-14 YQA 061 English Original Host: John Vennari / Guest: Father Gruner Topic: La contraccezione Your Questions Asked Shoot Date: 03-05-14 Time: 8:08[Musical Intro to 0:07] 2 voci maschili: - M1 = John Vennari,

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità Il percorso in quinta elementare La proposta di lavoro è finalizzata a sostenere gli alunni nella fase di passaggio alla scuola media. È necessario infatti un azione orientativa che aiuti gli alunni a

Dettagli

CANOVACCIO 6. In pausa pranzo nel parco Come evitare l avarizia quando si è dalla parte del potere?

CANOVACCIO 6. In pausa pranzo nel parco Come evitare l avarizia quando si è dalla parte del potere? CANOVACCIO 6 Estratto da: L azienda senza peccati scagli la prima pietra! I sette peccati capitali dalla vita personale alla vita professionale. Il teatro chiavi in mano. In pausa pranzo nel parco Come

Dettagli

Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1

Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1 Relazione Incontro del 30 Settembre 2008 BAMBINI ADOTTIVI E BIOLOGICI INSIEME IN FAMIGLIA Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1 La genitorialità

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli