The Square di Ruben Östlund recensione di Enrico Carli

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "The Square di Ruben Östlund recensione di Enrico Carli"

Transcript

1 The Square di Ruben Östlund recensione di Enrico Carli Genere: commedia Durata: 142 min. Cast: Claes Bang, Elisabeth Moss, Dominic West, Terry Notary Paese: Svezia/Germania/Francia/Danimarca Anno: 2017 Siamo tutti invitati a entrare nella piazza. Solo che a differenza di quanto recita la targhetta dell installazione (un invito alla solidarietà e alla fiducia), potremmo trovarci all interno di un quadrato nel quale i virtuosi sono lasciati soli a se stessi come chiunque altro. Il regista svedese Ruben Östlund, che in Forza maggiore aveva invertito l ordine delle priorità (il titolo, più che alla valanga, si riferisce alla fifa del protagonista), con sguardo distaccato e una buona dose di sarcasmo, preferisce inquadrare le risibili piccinerie della specie. La maniera con cui si mercanteggia sempre qualcosa, ivi compresi i buoni propositi, come manifesto della fumosità delle intenzioni e del loro disvelamento. La risata è quasi intertestuale, anziché rimandare però a un testo letterario rimanda al contesto dell arte contemporanea, e, pur essendo lo stesso Östlund l autore dell opera che nella finzione viene attribuita a un artista argentina (l opera The Square è permanente nella piazza di Värnamo), il regista sembra voler ammiccare a tutti coloro che guardano con sospetto all arte relazionale e al suo corredo simbolico. Non lo fa fino in fondo: perché l ingenuità con cui il curatore protagonista vuole crederci è probabilmente anche la sua, che è autore della sceneggiatura, eppure così come Christian annaspa tra le contraddizioni (che diventano virali per tramite della cattiva pubblicità e del cicaleggio che ne deriva) Östlund si rifugia nel grottesco per trasporre cinematograficamente una contemporaneità autoreferenziale che non potrebbe darsi altrimenti. Al di là della misantropia con cui questo genere guarda al mondo, c è forse un rigore morale svilito dalla stessa critica che pone a un etica frustrata e assurda quanto i suoi attori sociali. Che siano padri che smettono il ruolo di genitore con tutta l urgenza del panico (Forza Maggiore), o baby-gang che invertono i ruoli accusando il soggetto della rapina (Play), il condizionamento sociale e il suo intempestivo rilascio sono al centro dello sguardo dell autore, e in The Square la mostra d arte contemporanea mette proprio l accento su quest ultima parola. Che cos è il

2 contemporaneo? In alcune riflessioni intitolate proprio con questa domanda il filosofo Giorgio Agamben provava a darci una risposta: [ ] contemporaneo è colui che percepisce il buio del suo tempo come qualcosa che lo riguarda e non cessa di interpellarlo, qualcosa che, più di ogni luce, si rivolge direttamente e singolarmente a lui. Contemporaneo è colui che riceve in pieno viso il fascio di tenebra che proviene dal suo tempo. Ma facciamo un passo indietro: Christian (l ottimo attore danese Claes Bang), il curatore della mostra di arte contemporanea allestita presso il Palazzo Reale di Stoccolma, subisce un furto nei caotici giorni della première. Nel tentativo di recuperare gli oggetti perduti s imbarca in un impresa dai risvolti tragicomici, e trascura così il suo ruolo di supervisore, il lancio pubblicitario della mostra fa scandalo e lui non se ne avvede. Intanto il giorno dell inaugurazione si avvicina. Il focus sul mondo dell arte contemporanea si presta dunque non solo allo spaccato di elitarismo e denaro che gli gravita intorno, contrapposto a quello dagli onnipresenti mendicanti in cui Christian s imbatte in centro (ignavi e pretenziosi quanto i ricchi borghesi) e al quartiere criminale dov è situato il palazzo in cui va in cerca del suo cellulare, ma anche a un discorso che sconfina al di là del museo coinvolgendo la piazza di cui ognuno fa parte. La pubblica opinione, di fronte a dei valori diventati un mucchietto di polvere e macerie come i cumuli esposti in una sala del museo, più che respingere il provocatorio spot di lancio della rassegna (che ricorda molto da vicino quello delle merendine-meteorite di cui si è discusso in Italia), potrebbe forse fare ammenda delle sue stesse esplosive contraddizioni (anziché quadrato all interno della presunta integrità da cui guarda al resto del mondo). Il video lancio, infatti, spopola su internet, e poco importa della malafede degli ideatori che sopperiscono alle poche idee con la dissacrazione, la regola promozionale del bene o male, purché se ne parli è onorata. L opinione pubblica crea e distrugge, e spesso fa le due cose simultaneamente. Ma per fortuna Östlund non è esplicito, preferisce semmai svagarsi mentre il racconto si prende la libertà di diramare senza farsi sermone, alternando tensioni interiori (e conseguenti tentativi di riscatto) a siparietti corrosivi sulla commedia umana. Nel suo metodo di ripresa europeo c è tutta la distanza stilistica e ideologica dal campo e controcampo americano. Con l occultamento di alcune reazioni ottiene tensione e realismo, e alla maniera del nostro Sorrentino Östlund inserisce musiche elettroniche stilose (Justice, Fedde Le Grand) come commento musicale diegetico alla storia. Tra gli attori, oltre al già citato Claes Bang, sono degni di nota l americana Elisabeth Moss (la Peggy Olson di Mad Men) e lo scimmione Terry Notary, protagonista di una scena madre da antologia, costruita nella precedente riproposizione maxischermo dell antenato che darà una scossa di animalesca autenticità agli ingessati evoluti. Palma d oro al Festival di Cannes.

3 La ragazza nella nebbia di Donato Carrisi recensione di Enrico Carli Genere: thriller Durata: 127 min.

4 Cast: Toni Servillo, Alessio Boni, Lorenzo Richelmy, Galatea Ranzi, Michela Cescon, Lucrezia Guidone, Greta Scacchi, Jean Reno Paese: Italia/ Francia/ Germania Anno: 2017 Lo scrittore Donato Carrisi, alla sua prima regia, traspone il suo romanzo omonimo del 2015, e il risultato è buon prodotto di genere capace di avvincere lo spettatore nella sua fitta trama ricca di contenuti e sorprese. Convince di meno (anche questa è una sorpresa) Toni Servillo, che qui e là si fa prendere la mano e carica il suo personaggio con una recitazione drammatica poco naturale, soprattutto all inizio, quando lo vediamo a colloquio con lo psichiatra interpretato da Jean Reno. L agente speciale Vogel, incaricato di ritrovare la ragazzina Anna Lou, scomparsa nel paese di montagna Avechot, ha un metodo d indagine tutto suo, che consiste nel coinvolgere nel caso i media, con l intenzione di creare lo scompiglio necessario a spingere il responsabile del rapimento a commettere sciocchezze. E così, al di là del suo metodo, ci viene in mente la cronaca nera televisiva nazionale cui abbiamo assistito nel corso di questi anni, con tanto di ricostruzione in plastico (ce n è uno anche nel film) del luogo del misfatto e i molti opinionisti a riempire il palinsesto. Perché si sa, se c è l incidente ci si ferma a vedere, e questo atteggiamento umano è quello che sfruttano i media per l audience. Tematiche non nuove ma sempre attuali. Vogel è in questo senso un personaggio originale, si muove benissimo nell ambiente dello spettacolo e lo usa, e sul suo comportamento grava sempre l ombra del dubbio, mettendo lo spettatore nel ruolo di giudice morale che non sa se assolverlo o condannarlo (se il mondo va così, è davvero un male che si sappia come muoversi all interno dello show must go on?). E questa oscurità di fondo è nascosta in tutti i personaggi, dalle presunte vittime ai presunti colpevoli, anche con un guizzo da meta-racconto, quando il personaggio del professore Loris Martini (ben interpretato da Alessio Boni) dice in classe che i veri cattivi, in letteratura, sono tutti ambigui. Abbiamo tutti gli ingredienti e le atmosfere del buon noir, la critica sociale e, se non proprio l azione, un modo di procedere coinvolgente, con continui cambi di prospettiva tra l ispettore e il presunto colpevole, in modo da empatizzare con entrambi. Abbiamo una storia che inizia a cose già avvenute e un punto in cui tornare prima del balzo in avanti. Molti ingredienti stravisti nel cinema di genere, di rado tutti insieme. Carrisi è molto abile, e prima come ideatore della storia, nel tessere questa tela che ci acchiappa, nel creare delle atmosfere un po sospese, e nel rivestire gli spazi oltre la ragnatela con carta da parati un po retrò, che si rifà, come è stato ampiamente notato, a certo cinema americano, dai Coen a Lynch. Se qualcosa a lungo andare non funziona, nella maniera in cui questi richiami sono poi sviluppati nella trama, è uno strano assembramento di due modelli di thriller, quello italiano (il poliziesco di denuncia) e quello americano (l indagine sui generis killer-chesfidano-la-legge).

5 È anche percepibile, a livello tematico, la giusta volontà dell autore di creare, sempre per tramite del personaggio del professor Martini, dei cattivi riconoscibili, che hanno delle motivazioni inedite, più o meno recondite, più o meno indagate nel film, che siano il vizio della pesca o un venale peccato di sostentamento. Carrisi costruisce con cura e anche poesia questi retroterra, senza smettere di chiedersi, come i migliori detective visti al cinema e con la consapevolezza di quelli, cos è che conduce un uomo a commettere delitto. La passione, era la bellissima risposta che dava al quesito un personaggio del thriller argentino Il segreto dei suoi occhi, che La ragazza nella nebbia ricorda per la capacità di creare delle psicologie convincenti all interno di un disegno tutto sommato convenzionale. Come accennavamo sopra, il miscuglio, potenzialmente vincente, di thriller di genere europeo e hollywoodiano, giocato nell epilogo coi ritmi un po troppo sbrigativi di quest ultimo, accelera inverosimilmente un film che si era guadagnato la sua lentezza, lasciando alcune sequenze all immaginazione (spesso un bene, ma raramente in un meccanismo di questo tipo) per lo sfarzo di inanellare colpi su colpi di scena. Del resto oggi perfettamente adeguati a quella serialità che vuole concedersi l opportunità e il tornaconto di farlo ancora.

6 Blade Runner 2049 di Denis Villeneuve recensione di Enrico Carli Genere: fantascienza Durata: 163 min. Cast: Ryan Gosling, Harrison Ford, Robin Wright, Jared Leto, Ana de Armas, Dave Bautista Paese: USA Anno: 2017 Cominciamo da una supposizione facile (tanto più col senno di poi): nel proporre, dopo 35 anni, il sequel di un capolavoro di science fiction di questo calibro, è dato presumere che gli ideatori avessero ben poco da concedere all aggiornamento di velocità più azione richiesto dal pubblico odierno, trovando controproducente non solo scontentare i molti fan dell originale, ma anche tradire lo spirito del cult dell 82. Anche se pur sempre di affari si tratta, bisognava comunque usare un po di riguardo (il massimo del tatto sarebbe stato ovviamente non pensarci nemmeno, a un seguito). È dunque ragionevole supporre che, chiunque avesse dovuto prendere in mano il sequel del film di Ridley Scott (stavolta nelle vesti di produttore), sarebbe dovuto essere un regista con all attivo un curriculum che avesse convinto sia pubblico che critica, che si fosse già misurato con la fantascienza, e che l avesse

7 fatto con intenti seri. Chi meglio di Denis Villeneuve per rifare Blade Runner? Questa lunga premessa vuole portarci a una breve considerazione: il sequel di Blade Runner non avrebbe potuto essere che così. Senza voler attribuire più meriti di quelli che abbia a questo nuovo capitolo, ciò non significa che il sequel di Blade Runner non avrebbe potuto essere meglio di così. E non perché, necessariamente, fosse lecito aspettarsi di più (le aspettative sono per chi vuole che le cose rimangano come sono, appena appena aggiornate), ma perché Villeneuve sembra puntare a non offendere nessuno più che a riaggiornare un film che non aveva alcuna necessità (perlomeno artistica) di essere riproposto quasi sulla copia carbone del precedente. In maniera molto simile a un altro recente sequel come T2 Trainspotting che rifà qui la scena di Renton-sul-cofano, là rimanda, remixata, Born Slippy BR 2049 impiega troppo tempo a citare il già fatto piuttosto che a sviluppare tematiche e personaggi che avrebbero meritato un trattamento meno schematico e furbo. Come se non potesse darsi un sequel a ricambio generazionale che tralasci di riprendere scene e musiche iconiche del genitore. In un ottica priva dei filtri della nostalgia o meglio, della moda della nostalgia si potrebbe immaginare ben altro dispiegamento di forze creative, che mirano ad aumentare l universo fantascientifico di riferimento piuttosto che riproporne il modello. Più che di ossequioso rispetto, operazioni del genere sanno un po troppo di facile ammiccamento. Non erano necessarie le ambientazioni, il ritmo lento del noir fantascientifico, certe tematiche replicant-esistenzialiste, l androide ultima generazione cacciatore di androidi obsoleti e il tutto sommato buon soggetto di partenza per conseguire il mirabile intento di non replicare? È dunque parso necessario che i compositori (J. Jòhannsson, H. Zimmer e B. Wallfisch) riecheggiassero i Vangelis, che ogni tanto qualcuno, intenzionalmente o meno, sfondasse qualche parete (come dimenticare lo scontro attraverso le pareti di Rick Deckard e Roy Batty in BR di Ridley Scott), che manufatti in legno sostituissero gli origami, che qualche personaggio indossasse il guardaroba di qualcuno del film precedente e, non da ultimo, che sequenze madri fossero sulla falsariga di quelle già viste, con affine intento poetico. Omaggi dei quali si poteva fare a meno tanto più che, inseriti in una sceneggiatura che fa già del suo meglio per ricalcare i tempi e l incedere della precedente (lo script è del redivivo Hampton Fancher), abbondano e eccedono di tutto il peso della caduta di stile. Il talentuoso regista canadese osa ben poco, non corre il rischio di deludere fan, cinefili e grande pubblico, che in larga misura sa, anche se non l ha visto, che BR è un film di fantascienza lento. Si prende un paio di belle libertà d autore, organizzando i suoi spazi metafisici e riproponendo in altro universo finzionale quelle che in Arrival erano le maxi-navicelle aliene e che qui (stessa forma, stesso colore nero opalino ma mini dimensioni) sono una specie di hardware ad uso del produttore di replicanti Niander Wallace. Purtroppo quest ultimo è, anche se lo

8 vediamo incidere un addome nel presentarci la sua crudeltà, un cattivo ben poco incisivo (i suoi monologhi non aiutano ma anche Jared Leto lavora in maniera un po scontata), come anche la sua assistente che mena calci marziali e utilizza lame taglienti così come vuole il copione standard del perfetto braccio destro coi tacchi. Invece Ryan Gosling, qualificatosi in ruoli dove è richiesta la minima capacità espressiva, ogni tanto strafà e mostra una collera che si addice meno a lui che al replicante cui dà il volto. La sorpresa è invece il wrestler Dave Bautista, capace di dare profondità al suo personaggio nella sola sequenza in cui appare. Al netto dei suoi difetti e preso in sé (se fosse possibile farlo) Blade Runner 2049 non è un film insoddisfacente sul piano dell intrattenimento e della realizzazione. Come è stato ormai ampiamente detto, puntando unitamente a reggere il confronto col cult movie anni ottanta viene meno la sua necessità di essere.

9 Mother! di Darren Aronofsky recensione di Enrico Carli Genere: drammatico Durata: 120 min. Cast: Jennifer Lawrence, Javier Bardem, Ed Harris, Michelle Pfeiffer Paese: USA Anno: 2017 Mother! arriva in sala con l eco dei fischi del pubblico del festival di Venezia. Darren Aronofsky sembra esserci abituato, Tutti i film di Darren sono stati fischiati ai festival ai quali sono stati presentati, dichiara in un intervista Jennifer Lawrence. E se alcuni si scandalizzano dello scandalo altrui, ne sono in seconda battuta più che soddisfatti e gridano al capolavoro; altri si uniscono al coro dei fischi e bocciano la deriva neobiblica del regista, che l abbiano capita o meno. I più moderati stanno sempre in mezzo: o si ama o si odia. Questo il panorama intorno all ultimo discusso film del regista di The Wrestler e Il cigno nero. Questa volta l autore fa ammenda della versione hollywoodiana vecchio stampo del diluvio universale (Noah, sua penultima fatica) e attualizza il vecchio testamento. Ma procediamo per ordine, la trama: un poeta di successo in crisi creativa sta cercando di ritrovare l ispirazione nella sua vecchia dimora andata in fiamme e in corso di ristrutturazione da parte della giovane moglie tuttofare. La casa è in una radura in mezzo al bosco, lontana da tutto e tutti, ma ecco che arriva un ospite inatteso (e poi un altro, e poi ) a portare nella storia qualche scossone e il quasi sempre benvenuto ulteriore mistero: chi sono i nuovi venuti, che cosa vogliono? (Tra parentesi, il mistero di partenza era: siamo nella veglia o nel sogno? Giacché la vicenda, dopo le veloci, enigmatiche sequenze introduttive che comprendono fiamme, corpi bruciati e auto-rigeneramento delle pareti della casa, inizia con la donna che si sveglia da sola nel letto). Se si potesse filmare il subconscio durante una notte particolarmente agitata e rivederlo da svegli, avremo più o meno il procedere di Mother! In questo senso il film è riuscito: è intenso come una di queste notti da incubo; ma purtroppo l autore insiste troppo sul piano allegorico, come se Freud o chi per lui stesse lì a spiegarci le situazioni contenute nel sogno mentre assistiamo alla registrazione (e un po come quando nei dvd si guarda il film col commento del regista). E siccome

10 quest incubo che codifichiamo non è in questo caso il prodotto del nostro sonno, la cosa può non risultare particolarmente interessante è risaputo che i sogni siano la cosa più barbosa da ascoltare, anche se chi li racconta ne prova evidentemente un certo gusto. Aronofsky dirige comunque bene, il suo incubo è più teso che tedioso, come già ne Il cigno nero si incolla alla soggettiva della protagonista per invischiare lo spettatore nelle percezioni liminali di una donna che sta avvertendo lo sconvolgimento in atto. Il film vuole infastidire e disturbare ma riesce in questo intento programmatico solo a metà, l altra metà soffre invece della ripetitività delle situazioni irritanti, esasperando così la visione più per l appesantirsi delle reiterazioni che per l effetto drammatico che queste vorrebbero ottenere. Si pensi ad altri inferni femminili, per esempio quelli di Von Trier (che segue da sempre il teorema ferradini prendi una donna trattala male), dove però la prospettiva di realtà non si riduce a quell unico personaggio mentre tutti gli altri sono strambi e sopra le righe (e devono sempre correre da qualche altra parte quando gli viene chiesta spiegazione dei loro atteggiamenti a dir poco bizzarri), ma anzi laddove è proprio la forte potenza (e violenza) della volontà altrui a far sì che le sventurate si ritrovino ad essere vittime sempre più inermi e lo spettatore, anch esso impotente di fronte alla sequenza di disgrazie cui assiste, patisca per e con loro. I grandi autori hanno sempre avuto il desiderio di prendere a cazzotti il pubblico, ma non è affatto facile tirare colpi così efficaci da lasciare il segno. Il ricorso continuo e ridondante al simbolo biblico, come si è detto, di cui Aronofsky fa un uso fin troppo didascalico, è un altro di quei motivi che portano il colpo alla cintola piuttosto che al volto e, per rimanere nella metafora pugilistica (trasgredendo così l articolo delle stesse obiezioni che muove ma guadagnandoci in stile), se il pubblico fischia non è perché gli arrivano schizzi di sangue dal ring, ma perché il colpo risulta un po troppo basso rispetto alla cintura che si era precedentemente meritata il campione. Le stesse interpretazioni degli attori risultano ingessate in questa struttura straniante, la Lawrence misuratamente attonita per quasi tutto il corso del film, Bardem ambiguo/diabolico come molti dei suoi villain seduttivi. Ed Harris e Michelle Pfeiffer si limitano a portare il loro carisma a due personaggi invasivi originali quanto lo erano i nostri più remoti antenati (originali in quanto i primi, ma dalla notte dei tempi a nulla serve vietare qualcosa, l uomo si caccerà sempre nel peggiore dei guai per la sua Eva). E, a proposito di costole, vale la pena notare che la Lawrence ha dichiarato di essersene incrinata una mentre giravano una scena del film. Viene da domandarsi se Aronofsky, suo partner nella vita, si sia preso la rivincita sul genere, oppure se la provvidenza divina gli abbia reso il favore originario. In ogni modo una strana coincidenza o un ennesima, smaccata allegoria. Di lancio.

11 Mektoub, My Love: Canto Uno di Abdellatif Kechiche recensione di Alessandro Faralla Presentato in concorso ufficiale alla 74. Mostra d Arte Cinematografica di Venezia In un film come Mektoub, My Love: Canto Uno dove la carnalità, la sensualità sono il filo che lega un racconto di vita lungo tre ore, la sola scena di sesso e nudo è quella che vediamo nel prologo tra Toni e Ophélie. Abdellatif Kechiche (La vita di Adele, Venere Nera, Cous Cous) porta al lido l estate di Amin, giovane aspirante sceneggiatore, tornato per le vacanze dalla frenetica Parigi nella sua cittadina natale, nel sud della Francia. La sequenza citata vede coinvolti, Toni, il cugino di Amin mentre Ophelìè è un amica

12 di infanzia che tradisce il compagno arruolato sulla portaerei Charde de Gaulle. Tra ragazze conosciute in spiaggia, visite al ristorante di famiglia, bevute al bar con amici e parenti, Amid attirerà su sé l attenzione di numerose ragazze, attratte dal suo essere disincantato e quasi insensibile ai piaceri della gioventù. Appagato dalla quiete e dalla purezza del paesaggio mediterraneo, Amin trascorre le sue giornate aspettando l ispirazione per i suoi scatti fotografici e bramando intimamente un esperienza di appagamento totale. Chi non è mai sazio è invece Toni, il cugino che morde la vita come un frutto dagli infiniti sapori. E sembrano non cessare mai le serate di un film che segue i propri personaggi sempre da vicino, elevando di rado la camera al di sopra delle loro teste, come se l orizzonte in realtà fosse il presente da vivere, da liberare osservando e glorificando la fisicità, la bellezza di corpi che si lasciano andare, ballano, si bagnano e sudano. Altrove il desiderio di un uomo, lo zio di Amin, verso ragazze poco più che ventenni avrebbe stonato, in Canto Uno non c è volgarità nel fotografare l impeto di accarezzare i capelli, di vedere giovani fanciulle sedersi con disinvoltura sulle gambe di un uomo maturo. Il mondo ritratto da Kechiche è circolare: i luoghi, le facce, i dialoghi sono sempre gli stessi. L ambientazione temporale, siamo agli inizi degli anni 90, permette alla visione di percepire una naturalità diffusa, non schiava del tempo e dell artificio che si sposa ad una convivialità che è contaminazione di suoni, colori ed sensazioni. Il ritratto del corpo, di entrambi i sessi, in Mektoub, My Love: Canto Uno non è vezzo edonistico, al contrario è un inno alla passione, all amore, al desiderio di calore, e di vita. Kechiche un po come Linklater osserva il quotidiano rispettandone gli umori, gli sguardi e le parole così che un momento di vita può essere seguito per più di venti minuti non dovendo invadere quell istante, o renderlo altro da ciò che è. È un flusso vitale, dove l immediatezza attende un destino il cui canto non è decifrabile, gli si può solo andar incontro vivendo quasi sempre nel bagliore della luce calda delle albe e dei tramonti d estate.

13

Prof. Alessandro Rizzi Laboratorio di Multimedia II

Prof. Alessandro Rizzi Laboratorio di Multimedia II CHI E UNO SCENEGGIATORE (scriptwriter; nel cinema: screenwriter) E uno autore che scrive per il cinema e ha il compito di trasformare un idea in linguaggio cinematografico. La sua funzione principale è

Dettagli

Il signor Rigoni DAL MEDICO

Il signor Rigoni DAL MEDICO 5 DAL MEDICO Per i giornali, Aristide Rigoni è l uomo più strano degli ultimi cinquant anni, dal giorno della sua nascita. È un uomo alto, forte, con due gambe lunghe e con una grossa bocca. Un uomo strano,

Dettagli

La locorotondese Angela Curri protagonista su Rai 1 con la serie tv "La mafia uccide solo d'estate"

La locorotondese Angela Curri protagonista su Rai 1 con la serie tv La mafia uccide solo d'estate La locorotondese Angela Curri protagonista su Rai 1 con la serie tv "La mafia uccide solo d'estate" L attrice locorotondese Angela Curri sarà protagonista della nuova serie tv di Rai 1 La mafia uccide

Dettagli

La Bussola dell Attore

La Bussola dell Attore SCRITTURA E REGIA TELEVISIVA 2016/17 1 Provino di accesso ottobre 2016 L autore televisivo ed il regista Tv sono due lavori ben distinti l uno dall altro. A differenza del cinema, lo scrittore e il realizzatore

Dettagli

Alberto Burri e il secondo principio della termodinamica

Alberto Burri e il secondo principio della termodinamica Alberto Burri e il secondo principio della termodinamica Questa poi! Che c entrano i sacchi e i cretti con le leggi della fisica? Probabilmente molto poco, eppure mi è venuta questa strana associazione

Dettagli

DRAMMATURGIA E SCRITTURA SCENICA

DRAMMATURGIA E SCRITTURA SCENICA DRAMMATURGIA E SCRITTURA SCENICA Seminario di Maria Letizia Compatangelo Totale ore : 24 Articolazione : 6 incontri settimanali di due ore 4 incontri settimanali di tre ore Tra le professioni che si prospettano

Dettagli

Come creare il tuo valore di Libero Professionista in 3 passi

Come creare il tuo valore di Libero Professionista in 3 passi Ciao Come creare il tuo valore di Libero Professionista in 3 passi E benvenuto in questo video articolo dal titolo Come creare il tuo valore di Libero Professionista in 3 passi Spesso incontro liberi professionisti

Dettagli

REMAKE. è sempre la stessa storia?

REMAKE. è sempre la stessa storia? REMAKE è sempre la stessa storia? IL FANTASMA DELL OPERA di Rupert Julian USA 1925 92 b/n con Lon Chaney, Mary Philbin, Norman Kerry di Joel Schumacher USA / GB 2004 143 colore con Gerard Butler, Emmy

Dettagli

La maschera del cuore

La maschera del cuore La maschera del cuore Francesco De Filippi LA MASCHERA DEL CUORE romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Francesco De Filippi Tutti i diritti riservati Al mio prof Renato Lo Schiavo che ha permesso

Dettagli

ANNO: MARMO BIANCO E LEGNO DORATO DIMENSIONE: 160 X 120 CON LETTO DI 192 COLLOCAZIONE: ROMA. GALLERIA BORGHESE. LUOGO DI ESECUZIONE:

ANNO: MARMO BIANCO E LEGNO DORATO DIMENSIONE: 160 X 120 CON LETTO DI 192 COLLOCAZIONE: ROMA. GALLERIA BORGHESE. LUOGO DI ESECUZIONE: ANTONIO CANOVA. NASCE A TREVISO NEL 1757.POCO PIU CHE ADOLESCENTE SI TRASFERISCE A VENEZIA PER FREQUENTARE L ACCADEMIA DELLE BELLE ARTI. L ARTE VENETA ERA ANCORA IMPREGNATA DEL ROCOCO E CANOVA NON NE E

Dettagli

Il trasformista. #Tempo libero #Collaboratori #Teatro #Attore filodrammatico /8

Il trasformista. #Tempo libero #Collaboratori #Teatro #Attore filodrammatico /8 Già durante le prove Michael Gsell si cala completamente nel personaggio: nell opera teatrale «La morte nel villaggio» recita la parte dell ispettore. Il trasformista #Tempo libero #Collaboratori #Teatro

Dettagli

È VERO, L HO LETTO SUL GIORNALE! Il linguaggio dei mass media nei casi di violenza alle donne e ai minori

È VERO, L HO LETTO SUL GIORNALE! Il linguaggio dei mass media nei casi di violenza alle donne e ai minori È VERO, L HO LETTO SUL GIORNALE! Il linguaggio dei mass media nei casi di violenza alle donne e ai minori IL GRUPPO DI LAVORO SUI MASS MEDIA DI LINEA ROSA Dal 1996 Rassegna Stampa provinciale, regionale

Dettagli

venerdì 30 e sabato 31 marzo ore con il patrocinio della Provincia di Firenze presenta

venerdì 30 e sabato 31 marzo ore con il patrocinio della Provincia di Firenze presenta venerdì 30 e sabato 31 marzo ore 21.00 con il patrocinio della Provincia di Firenze presenta LA RAGAZZA DI BUBE di Carlo Cassola adattamento teatrale Biribò Toloni regia Biribo Toloni Costumi Antonio Musa

Dettagli

Wim Wenders: "Fotografare è un atto di presunzione e di ribellione"

Wim Wenders: Fotografare è un atto di presunzione e di ribellione Wim Wenders non si è mai considerato un vero narratore, ma qualcuno che ama preoccuparsi delle immagini, siano esse quadri, disegni o fotografie: queste ultime lo hanno da sempre interessato e più di qualsiasi

Dettagli

Elementi che caratterizzano i racconti di AVVENTURA

Elementi che caratterizzano i racconti di AVVENTURA Elementi che caratterizzano i racconti di AVVENTURA LUOGHI lontani Nel tempo nello spazio PERSONAGGI reali o verosimili EROE Forte ANTAGONISTA aiutante Coraggioso aiutante Astuto Avventuroso Curioso Riesce

Dettagli

DIZIONARIO DELLE FRASI PIÙ SAGGE ANTI-TRISTEZZA. Ispirato al romanzo La tristezza ha il sonno leggero di Lorenzo Marone

DIZIONARIO DELLE FRASI PIÙ SAGGE ANTI-TRISTEZZA. Ispirato al romanzo La tristezza ha il sonno leggero di Lorenzo Marone DIZIONARIO DELLE FRASI PIÙ SAGGE ANTI-TRISTEZZA Ispirato al romanzo La tristezza ha il sonno leggero di Lorenzo Marone A sull amore «L Amore è un bellissimo fiore, ma bisogna saperlo cogliere sull orlo

Dettagli

BISOGNI E PUBBLICITA. mila del corno

BISOGNI E PUBBLICITA. mila del corno BISOGNI E PUBBLICITA mila del corno BOMBARDAMENTO Una tecnica fondamentale è la ripetizione in contemporanea degli inviti all'acquisto attraverso uno o più mezzi di comunicazione LA PUBBLICITÀ OCCULTA

Dettagli

MORA EDITRICE SANREMO

MORA EDITRICE SANREMO 1 2 MORA EDITRICE SANREMO 3 ISBN 978-88-942513-3-3 Copyright 2017 by Mora Editrice Edizioni Leucotea Srl Via Fratti 18 18038 Sanremo (IM) Per l immagine di copertina e nel testo: Copyright 2017 by Silvia

Dettagli

RASSEGNA STAMPA SPETTACOLO NOVECENTO 1 APRILE 2016 TEATRO TRAETTA (BITONTO)

RASSEGNA STAMPA SPETTACOLO NOVECENTO 1 APRILE 2016 TEATRO TRAETTA (BITONTO) RASSEGNA STAMPA SPETTACOLO NOVECENTO 1 APRILE 2016 TEATRO TRAETTA (BITONTO) Articolo al link: http://www.bitontolive.it/news/spettacolo/419458/news.aspx BITONTO - DOMENICA 03 APRILE 2016SPETTACOLO Stagione

Dettagli

Da Cannes al Sundance l ascesa di Sara Serraiocco

Da Cannes al Sundance l ascesa di Sara Serraiocco Da Cannes al Sundance l ascesa di Sara Serraiocco ARIANNA FINOS Il video MAD MAX INCONTRA VERDI Il video L IMPERDIBILE LEONARD COHEN Da Cannes al Sundance l ascesa di Sara Serraiocco ARIANNA FINOS L ESORDIO

Dettagli

Bloody Mary MARY POPPINS TRAILER RECUT

Bloody Mary MARY POPPINS TRAILER RECUT Bloody Mary MARY POPPINS TRAILER RECUT OBIETTIVO Realizzare un trailer recut. L obiettivo che si pone questa forma di audiovisivo consiste nello stravolgere l intreccio narrativo di un film famoso contestualizzandolo

Dettagli

Giusy Versace, Francesco, Titti Vinci: la sostenibile leggerezza dell essere, diversamente, abili Sabato 07 Maggio :26

Giusy Versace, Francesco, Titti Vinci: la sostenibile leggerezza dell essere, diversamente, abili Sabato 07 Maggio :26 di GIUSEPPE LABATE - All improvviso, un uomo, con la stampella in mano, appare alla porta. Prima fa finta di nascondersi, poi qualcuno pronuncia il suo nome: uno scroscio di applausi lo accompagna, mentre

Dettagli

Prima della lettura. Forse avete capito chi sarà la vittima, ma l assassino? Abbiamo comunque un primo indiziato: Giulia. Vi ricordate perché?

Prima della lettura. Forse avete capito chi sarà la vittima, ma l assassino? Abbiamo comunque un primo indiziato: Giulia. Vi ricordate perché? Prima della lettura Forse avete capito chi sarà la vittima, ma l assassino? Abbiamo comunque un primo indiziato: Giulia. Vi ricordate perché? E cosa dite della storia d amore tra Ginevra e Christian? Secondo

Dettagli

I vignaioli. Riferimento biblico: Matteo 20, 1-16

I vignaioli. Riferimento biblico: Matteo 20, 1-16 I vignaioli Riferimento biblico: Matteo 20, 1-16 Introduzione: Così infatti è il regno di Dio - comincia a spiegare Gesù, circondato da tanta gente che lo sta ascoltando attentamente Un signore era padrone

Dettagli

Maddalena Tassan CHIMICA DELL AMORE

Maddalena Tassan CHIMICA DELL AMORE Maddalena Tassan CHIMICA DELL AMORE racconto A Vale, Davide, Lorenzo, Patty, Roberta, Caterina Con amore incondizionato, Maddalena T. INDICE 05 Introduzione 11 Capitolo uno Anna 21 Capitolo due Come

Dettagli

LA TRAMA l inizio di un amicizia speciale

LA TRAMA l inizio di un amicizia speciale L AMICO RITROVATO L amico ritrovato L amico ritrovato è stato scritto dall autore tedesco Fred Uhlman ed è un romanzo con riferimenti storici e autobiografici. Il libro è stato pubblicato per la prima

Dettagli

Il Bianco, Il Nero e l Arcobaleno

Il Bianco, Il Nero e l Arcobaleno Antonio Simeone Il Bianco, Il Nero e l Arcobaleno e altri racconti d Amore Edizioni www.corebook.net redazione@corebook.net A mia Mamma, a mio Padre, mie prime impronte d amore. Indice Introduzione Il

Dettagli

7 soluzioni per gestire clienti difficili

7 soluzioni per gestire clienti difficili 7 soluzioni per gestire clienti difficili Ciao E ti do il benvenuto in questo Video Articolo dal titolo 7 soluzioni per gestire clienti difficili. Alzi la mano a chi non è capitato come professionista

Dettagli

ITALO SVEVO. prof.ssa Bosisio Laura

ITALO SVEVO. prof.ssa Bosisio Laura Nacque a Trieste nel 1861, il suo vero nome è Aron Hector Schmitz; Genitori ebrei; Settimo di otto fratelli; Studiò in un collegio tedesco; 1887: Rientra a Trieste ed inizia studi tecnici ma coltiva grande

Dettagli

l altra, arriva sulla sua scrivania il caso di alcune vittime uccise con un modus operandi

l altra, arriva sulla sua scrivania il caso di alcune vittime uccise con un modus operandi Harry Hole è un detective con una forte dipendenza dall alcol. Tra una sbornia e l altra, arriva sulla sua scrivania il caso di alcune vittime uccise con un modus operandi particolare e macabro. Quando

Dettagli

8.2 Cristina, Ha dato la sua opinione il 11/02/2013 Da solo 3.0 Patrizia, Ha dato la sua opinione il 09/02/2013 In coppia

8.2 Cristina, Ha dato la sua opinione il 11/02/2013 Da solo 3.0 Patrizia, Ha dato la sua opinione il 09/02/2013 In coppia LA MELA DI EVA - I MIEI ULTIMI 400 EURO FONTE: www.atrapalo.it Opinioni dei nostri utenti Tutti (24) (8) Buono Basato su 24 opinioni (5) Da solo (1) Voto complessivo 7.7 (10) Per lavoro (0) Per criterio

Dettagli

Ognuno di noi ha una SUA CASA. E, soprattutto, una sua idea di casa... La casa è l'ambiente dove cresciamo, dove impariamo, dove stiamo bene...

Ognuno di noi ha una SUA CASA. E, soprattutto, una sua idea di casa... La casa è l'ambiente dove cresciamo, dove impariamo, dove stiamo bene... Ognuno di noi ha una SUA CASA. E, soprattutto, una sua idea di casa... La casa è l'ambiente dove cresciamo, dove impariamo, dove stiamo bene... E lì, tutto parla di noi pochi oggetti, alcune piccole cose,

Dettagli

Lo Spazio Bianco. Linea di sangue: temi classici in fuga dal banale 1/4

Lo Spazio Bianco. Linea di sangue: temi classici in fuga dal banale 1/4 Una delle situazioni più rischiose, per uno sceneggiatore, è trovarsi a scrivere una storia che si svolga in un contesto storico e culturale particolarmente battuto in passato. La difficoltà raddoppia

Dettagli

Testata: Il Mattino Data: 30 Novembre 2015 Pag.: 16

Testata: Il Mattino Data: 30 Novembre 2015 Pag.: 16 Testata: Il Mattino Data: 30 Novembre 2015 Pag.: 16 Testata: Il Quotidiano del Sud Data: 30 Novembre 2015 Pag.: 19 Testata: Report web.tv Data: 29 Novembre 2015 Una favola a teatro: Il Principe Abusivo

Dettagli

10 LEZIONI DI VITA TRATTE DA IL PICCOLO PRINCIPE

10 LEZIONI DI VITA TRATTE DA IL PICCOLO PRINCIPE 10 LEZIONI DI VITA TRATTE DA IL PICCOLO PRINCIPE Avete mai letto Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupery? Forse quando ne sfogliavate le pagine eravate bambini e ora più che le vere e proprie vicende

Dettagli

Chi Siamo.

Chi Siamo. Chi Siamo Una grande passione comune per il teatro, il cinema, i giochi di ruolo e la ricerca di forme di divertimento nuove e coinvolgenti oltre a tanta fantasia, creatività e tanta voglia di giocare

Dettagli

Anna Cherubini. L amore vero. Rizzoli

Anna Cherubini. L amore vero. Rizzoli Anna Cherubini L amore vero Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2016 Rizzoli/RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08349-2 Prima edizione: marzo 2016 p. 139 Linea d ombra (Lorenzo Cherubini Michele

Dettagli

DOMENICA 16 DICEMBRE CONSEGNA DEI LIBRI ALLA SCUOLA MURATORI DI SAN FELICE SUL PANARO

DOMENICA 16 DICEMBRE CONSEGNA DEI LIBRI ALLA SCUOLA MURATORI DI SAN FELICE SUL PANARO DOMENICA 16 DICEMBRE CONSEGNA DEI LIBRI ALLA SCUOLA MURATORI DI SAN FELICE SUL PANARO Ci siamo trovati di buon mattino immersi nella nebbia. Eravamo 2 famiglie della scuola Massaua: Davide di 2C, con la

Dettagli

In I A, di questo percorso, ci vogliamo tenere in mente

In I A, di questo percorso, ci vogliamo tenere in mente In I A, di questo percorso, ci vogliamo tenere in mente la bellezza di descrivere l oggetto che ci rappresenta e scoprire cosa significa per l altro il suo oggetto. x che è stato bello! Ho capito più cose

Dettagli

BIANCO E NERO IL CASTORO CINEMA CIAK

BIANCO E NERO IL CASTORO CINEMA CIAK BIANCO E NERO DESCRIZIONE: Mensile con articoli sulla storia del cinema, sulla teoria e sull'estetica cinematografica, approfondite analisi su generi, autori e cinematografie. Ogni mese Cineforum riporta

Dettagli

NILO CIARI L EMOZIONE DEL COLORE E I COLORI DELLE SENSAZIONI. duemiladieci

NILO CIARI L EMOZIONE DEL COLORE E I COLORI DELLE SENSAZIONI. duemiladieci NILO CIARI L EMOZIONE DEL COLORE E I COLORI DELLE SENSAZIONI duemiladieci Nilo Ciari Nasce nel centro storico di Carrara nell anno 1947, il giorno 4 del mese di Agosto. Fin dall infanzia con il suo carattere

Dettagli

PROGETTO BULLISMO, CYBERBULLISMO E ALTRI ECCESSI A.s

PROGETTO BULLISMO, CYBERBULLISMO E ALTRI ECCESSI A.s PROGETTO BULLISMO, CYBERBULLISMO E ALTRI ECCESSI A.s. 2016-2017 VIDEO E MOTIVAZIONI L attività è stata inserita nell ambito di due progetti Educare alla Legalità e Teatro e legalità che da anni il nostro

Dettagli

Taccuino di una generazione di donne italiane

Taccuino di una generazione di donne italiane Taccuino di una generazione di donne italiane Le 50-64enni in Italia sono 5.964.168, insomma quasi 6 milioni cioé il 10% di tutta la popolazione in Italia (il 19.7% delle donne in Italia: 1 su 5 é in questa

Dettagli

Giovani, da 120 anni.

Giovani, da 120 anni. Giovani, da anni. Festeggiamo insieme i anni di Banca d Alba. Un traguardo importante che la Banca ha raggiunto grazie a voi. Questo programma è la nostra festa, la festa di tutti. Amici di Alec mostre

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ANGELO MUSCO. Il teatro a scuola DESCRIZIONE MODALITA ORGANIZZATIVA SCUOLA PRIMARIA PROGRAMMAZIONE ATTIVITA

ISTITUTO COMPRENSIVO ANGELO MUSCO. Il teatro a scuola DESCRIZIONE MODALITA ORGANIZZATIVA SCUOLA PRIMARIA PROGRAMMAZIONE ATTIVITA ISTITUTO COMPRENSIVO ANGELO MUSCO Il teatro a scuola DESCRIZIONE MODALITA ORGANIZZATIVA SCUOLA PRIMARIA PROGRAMMAZIONE ATTIVITA Insegnante Enrica Mallo ANNO SCOLASTICO 2015/16 Premessa Il laboratorio è

Dettagli

Corso di scrittura creativa Dalla creazione di un romanzo al suo invio alle case editrici

Corso di scrittura creativa Dalla creazione di un romanzo al suo invio alle case editrici Corso di scrittura creativa Dalla creazione di un romanzo al suo invio alle case editrici Esercitazione finale Domande 1. Cosa si consiglia di fare quando un autore alle prime armi ha davanti il foglio

Dettagli

ANNA MARCHESINI È arrivato l arrotino

ANNA MARCHESINI È arrivato l arrotino ANNA MARCHESINI È arrivato l arrotino Proprietà letteraria riservata 2016 Rizzoli / Rizzoli Libri S.p.A. ISBN 978-88-17-08911-1 Prima edizione: ottobre 2016 È arrivato l arrotino Nota dell editore Anna

Dettagli

LA MEDICINA, UN ENTUSIASMANTE SCOPERTA UN PROGETTO DELL ASSOCIAZIONE MERCURIO

LA MEDICINA, UN ENTUSIASMANTE SCOPERTA UN PROGETTO DELL ASSOCIAZIONE MERCURIO dagrandeanch IO LA MEDICINA, UN ENTUSIASMANTE SCOPERTA UN PROGETTO DELL ASSOCIAZIONE MERCURIO TITOLO LEZIONE APRI GLI OCCHI! FORMAT LA STRUTTURA DI OGNI LEZIONE (90/120 MINUTI), ISPIRATA AL MODELLO DELLE

Dettagli

Istituto Tecnico S. Bandini Siena. Corso Grafica e comunicazione. Anno Scolastico PROGRAMMA SVOLTO

Istituto Tecnico S. Bandini Siena. Corso Grafica e comunicazione. Anno Scolastico PROGRAMMA SVOLTO Istituto Tecnico S. Bandini Siena Corso Grafica e comunicazione Anno Scolastico 2016-17 PROGRAMMA SVOLTO Classe: 4 GRA MATERIA : LAB. MULTIMEDIALE DOCENTE: Prof. Giorgio Lorenzoni I.T.P. : Prof.sa Virginia

Dettagli

Concorso Nazionale per Cortometraggi realizzati da Under 19

Concorso Nazionale per Cortometraggi realizzati da Under 19 www.ragazziecinema.it Concorso Nazionale per Cortometraggi realizzati da Under 19 Bellaria Igea Marina Dal 4 al 7 maggio 2017 Il Festival Il Ragazzi e Cinema Festival nasce dal desiderio del Gruppo Ragazzi

Dettagli

Argomentazione A braccia aperte S. Ferrari. Alice

Argomentazione A braccia aperte S. Ferrari. Alice Argomentazione A braccia aperte S. Ferrari Alice Stefano Ferrari ha preparato un documentario che s intitola A braccia aperte pubblicato nel 2009 che parla di un ragazzo, Christian che è alla ricerca di

Dettagli

Soffri di rimandite acuta? Ecco 5 passi per curarla definitivamente

Soffri di rimandite acuta? Ecco 5 passi per curarla definitivamente Soffri di rimandite acuta? Ecco 5 passi per curarla definitivamente Ciao Ti do il benvenuto in questo video articolo dal titolo Soffri di rimandite acuta? Ecco 5 passi per curarla definitivamente In questo

Dettagli

Giuseppe Limone (7) SEI FOTO, UN BOSCO E UNA RADURA

Giuseppe Limone (7) SEI FOTO, UN BOSCO E UNA RADURA (7) Giuseppe Limone SEI FOTO, UN BOSCO E UNA RADURA Queste sei fotografie di Diana Pacelli intitolate Esercizi ermeneutici danno a pensare. Il titolo è parte integrante dell insieme, che si legge come

Dettagli

SENSO: VISCONTI E IL MELODRAMMA

SENSO: VISCONTI E IL MELODRAMMA SENSO: VISCONTI E IL MELODRAMMA Storia e critica del cinema 20 aprile 2017 LUCHINO VISCONTI DI MODRONE 1906-1976 discendente di una nobile famiglia milanese regie teatrali e cinematografiche uno dei maggiori

Dettagli

Viaggio nei tuoi occhi

Viaggio nei tuoi occhi www.catani aperte.com/ teatro/artico li/viaggiotuoiocchi.htm Viaggio nei tuoi occhi di Carmelo La Carrubba Non sempre le feste sono ricche di rose e fiori e, a volte, lo starnuto sintomo di un raffreddore

Dettagli

Alessandro Cola. Mail: colaalessandro@tiscali.it Data di nascita: 14/12/1983 Lingue: Italiano, Inglese

Alessandro Cola. Mail: colaalessandro@tiscali.it Data di nascita: 14/12/1983 Lingue: Italiano, Inglese Alessandro Cola Mail: colaalessandro@tiscali.it Data di nascita: 14/12/1983 Lingue: Italiano, Inglese Attore nell ambito professionistico, co-regista e adattatore di testi per la scena. Monologhista e

Dettagli

Teatroteatro.it di Simone Nebbia

Teatroteatro.it di Simone Nebbia Teatroteatro.it di Simone Nebbia Pop-up. La terza dimensione del libro di Fabrizio Pallara - Dario Garofalo Regia di - Fabrizio Pallara Al teatro India di Roma 15.09.2009 Pop-up è la pubblicità non richiesta

Dettagli

Cinema: La Viaggiatrice di Davide Vigore alla Mostra del Cinema di Venezia

Cinema: La Viaggiatrice di Davide Vigore alla Mostra del Cinema di Venezia Cinema: La Viaggiatrice di Davide Vigore alla Mostra del Cinema di Venezia di Carmelinda Comandatore - 24, Ago, 2016 http://www.siciliajournal.it/98515-2/ Carmelinda Comandatore Capita di viaggiare pur

Dettagli

Scriviamo! CORSO-PERCORSO DI SCRITTURA CREATIVA

Scriviamo! CORSO-PERCORSO DI SCRITTURA CREATIVA Scriviamo! CORSO-PERCORSO DI SCRITTURA CREATIVA 1 Corso-percorso di scrittura creativa Premessa Il mondo dello spettacolo, dell intrattenimento e dell informazione sono in questi anni alla ricerca di profili

Dettagli

Il Mahabharata di Jean-Claude Carriére - Vallardi Industrie Grafiche ( )

Il Mahabharata di Jean-Claude Carriére - Vallardi Industrie Grafiche ( ) Il Mahabharata di Jean-Claude Carriére - Vallardi Industrie Grafiche (1989-2003) Per chi non ne sa nulla è bene ricordare che il Mahabharata non è un romanzo scritto da Jean-Claude Carriére, bensì il più

Dettagli

A Davide, che sono io, non piace la zucca. Per farmela piacere hanno fatto come tutte le mamme quando i figli non vogliono mangiare: hanno detto che

A Davide, che sono io, non piace la zucca. Per farmela piacere hanno fatto come tutte le mamme quando i figli non vogliono mangiare: hanno detto che Andrea Valente 3 A Davide, che sono io, non piace la zucca. Per farmela piacere hanno fatto come tutte le mamme quando i figli non vogliono mangiare: hanno detto che uno dei miei desideri si sarebbe avverato.

Dettagli

Information summary: La persuasione

Information summary: La persuasione Information summary: La persuasione - Copia ad esclusivo uso personale dell acquirente - Olympos Group srl Vietata ogni riproduzione, distribuzione e/o diffusione sia totale che parziale in qualsiasi forma

Dettagli

Indice. Prefazione... pag. XI. pag. 1. Prima parte Concreti aiuti alla vita...

Indice. Prefazione... pag. XI. pag. 1. Prima parte Concreti aiuti alla vita... Indice Prefazione... Prima parte Concreti aiuti alla vita... pag. XI pag. 1 Gennaio Uomo e donna, visione d insieme Destra e sinistra, le altre dimensioni... Il mio corpo... L abbraccio... Esercizio L

Dettagli

Il risparmio energetico e la tutela dell ambiente

Il risparmio energetico e la tutela dell ambiente Il risparmio energetico e la tutela dell ambiente Dai consumi energetici agli impatti sull ambiente: una guida per imparare a usare le risorse energetiche in modo responsabile ed efficiente e contribuire

Dettagli

CANTO di NATALE. A Christmas Carol di Charles Dickens. Laboratorio di Lettura Svolto dalla classe 1 F a.s.2014/2015

CANTO di NATALE. A Christmas Carol di Charles Dickens. Laboratorio di Lettura Svolto dalla classe 1 F a.s.2014/2015 CANTO di NATALE A Christmas Carol di Charles Dickens Laboratorio di Lettura Svolto dalla classe 1 F a.s.2014/2015 Presentazione Charles Dickens nacque nel 1812 a Portsmouth, in Inghilterra. La sua infanzia

Dettagli

UN INVITO PER LE UNIVERSITÀ

UN INVITO PER LE UNIVERSITÀ UN INVITO PER LE UNIVERSITÀ Gentile Rettore, gentili docenti, con questo invito avremmo il piacere di coinvolgervi nel progetto di Sophia la Filosofia in festa, un festival di due giorni dedicato agli

Dettagli

Positiva-mente. La Psicologia positiva

Positiva-mente. La Psicologia positiva Positiva-mente La Psicologia positiva Nicola Di Pinto POSITIVA-MENTE La Psicologia positiva Saggio www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Nicola Di Pinto Tutti i diritti riservati A chi ha il tempo,

Dettagli

In un regno lontano lontano viveva tanto tempo fa un ragazzo, Martino. Questo ragazzo era molto stimato dal Re, per i suoi modi gentili e per il suo

In un regno lontano lontano viveva tanto tempo fa un ragazzo, Martino. Questo ragazzo era molto stimato dal Re, per i suoi modi gentili e per il suo In un regno lontano lontano viveva tanto tempo fa un ragazzo, Martino. Questo ragazzo era molto stimato dal Re, per i suoi modi gentili e per il suo cuore coraggioso. 1 Presto Martino imparò a cavalcare,

Dettagli

PON SCRITTURA CINEMATOGRAFICA 2012

PON SCRITTURA CINEMATOGRAFICA 2012 PON SCRITTURA CINEMATOGRAFICA 2012 CALENDARIO LEZIONI n. lezione giorno data orario n. ore (tot 50) 1 giovedì 12 aprile 15-17 2 2 lunedì 16 aprile 15-18 mercoledì 18 aprile 15-18 4 lunedì 2 aprile 15-18

Dettagli

p r e s e n t a A F F R O N T A R E U N C O L L O Q U I O C O N S U C C E S S O

p r e s e n t a A F F R O N T A R E U N C O L L O Q U I O C O N S U C C E S S O p r e s e n t a A F F R O N T A R E U N C O L L O Q U I O C O N S U C C E S S O ALCUNI CONSIGLI UTILI Se vieni invitato ad un colloquio di lavoro hai già motivo di essere soddisfatto: il tuo CV e la tua

Dettagli

VIDES CREDENDO ENSEMBLE

VIDES CREDENDO ENSEMBLE VIDES CREDENDO ENSEMBLE Se credi, vedi! Se hai Fede riesci a vedere l Invisibile. VIDES CREDENDO Nella Spiritualità, l Arte è intesa come manifestazione della Bellezza Divina sul piano Materiale. Nell

Dettagli

La collina dei bambini. Riflessioni sull incontro del 26 giugno 2012 con il grande alpinista Fausto De Stefani

La collina dei bambini. Riflessioni sull incontro del 26 giugno 2012 con il grande alpinista Fausto De Stefani La collina dei bambini Riflessioni sull incontro del 26 giugno 2012 con il grande alpinista Fausto De Stefani Si chiama La collina di Lorenzo perché apparteneva ad un amico, ma da quando Fausto De Stefani

Dettagli

Milano Inedito Crepax Guido Crepax Valentina Valentina, Antonio, Caterina e Giacomo Crepas commistione tra cinema e fumetto

Milano Inedito Crepax Guido Crepax Valentina Valentina, Antonio, Caterina e Giacomo Crepas commistione tra cinema e fumetto Il 9 gennaio è stata inaugurata a Milano, presso la Feltrinelli di Piazza Piemonte la mostra dedicata a Inedito Crepax, volume edito Edizioni BD che raccoglie alcune delle ultime tavole di Guido Crepax,

Dettagli

ALESSIO BERNABEI JACK È USCITO DAL GRUPPO

ALESSIO BERNABEI JACK È USCITO DAL GRUPPO ALESSIO BERNABEI JACK È USCITO DAL GRUPPO Il vostro futuro non è ancora stato scritto... quello di nessuno. Il vostro futuro è come ve lo creerete. Perciò createvelo buono! Doc Emmett L. Brown in Ritorno

Dettagli

VISITE E ATTIVITÀ DIDATTICHE. De Nittis e Tissot, pittori della vita moderna PER LE SCUOLE

VISITE E ATTIVITÀ DIDATTICHE. De Nittis e Tissot, pittori della vita moderna PER LE SCUOLE De Nittis e Tissot, pittori della vita moderna Palazzo della Marra, Barletta - 12 marzo 2006 / 02 luglio 2006 VISITE E ATTIVITÀ DIDATTICHE PER LE SCUOLE VISITA ANIMATA A CHI SI RIVOLGE: 6-18 anni DURATA:

Dettagli

ORVIETOFEST MIRACOLO DI BELLEZZA GIUGNO 2016

ORVIETOFEST MIRACOLO DI BELLEZZA GIUGNO 2016 MIRACOLO DI BELLEZZA ORVIETOFEST 17-18-19 GIUGNO 2016 per sfogliare fai click con il tasto sinistro o destro del mouse oppure con > e < sulla tastiera Il tema di questa edizione prende spunto dall enciclica

Dettagli

GIUSEPPE TORNATORE, UNA VITA DEDICATA AL CINEMA

GIUSEPPE TORNATORE, UNA VITA DEDICATA AL CINEMA GIUSEPPE TORNATORE, UNA VITA DEDICATA AL CINEMA Ho avuto la fortuna di poter intervistare uno dei più noti registi italiani del nostro tempo, parlo di Giuseppe Tornatore (figura1). I film da lui realizzati,

Dettagli

Come sprigionare il magnetismo di un vero Professionista Libero!

Come sprigionare il magnetismo di un vero Professionista Libero! Come sprigionare il magnetismo di un vero Professionista Libero! Ciao E ti do il benvenuto in questo Video Articolo dal titolo Come sprigionare il magnetismo di un vero Professionista Libero Hai notato

Dettagli

Martina Sergi IL TUTTO NEL NIENTE

Martina Sergi IL TUTTO NEL NIENTE Il tutto nel niente Martina Sergi IL TUTTO NEL NIENTE poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Martina Sergi Tutti i diritti riservati Non si vede bene che col cuore. L essenziale è invisibile

Dettagli

FILM Valutazione contenuti specifici (da 0 a 4): Azione (AZ), Amore (AM), Lacrime (L), Risate (R), Sesso (S), Violenza (V)

FILM Valutazione contenuti specifici (da 0 a 4): Azione (AZ), Amore (AM), Lacrime (L), Risate (R), Sesso (S), Violenza (V) FILM Valutazione contenuti specifici (da 0 a 4): Azione (AZ), Amore (AM), Lacrime (L), Risate (R), Sesso (S), Violenza (V) Lilo & Stitch Anno 2002 Inizio-Fine 37:55-39:20 1.- Chi sono? Animazione 1.- Trama

Dettagli

Hai una mente creativa? Copyright EdiTEST 2010

Hai una mente creativa? Copyright EdiTEST 2010 Hai una mente creativa? Copyright EdiTEST 2010 Il termine creatività si riferisce a quei processi mentali che portano a soluzioni, idee, concetti, forme artistiche, teorie o prodotti che sono unici e originali.

Dettagli

Spagna VALENCIA LA CREATIVITÀ FATTA A CITTÀ CITY

Spagna VALENCIA LA CREATIVITÀ FATTA A CITTÀ CITY Spagna CITY VALENCIA LA CREATIVITÀ FATTA A CITTÀ Valencia è una delle città più creative che io abbia mai visto durante i miei viaggi. Con il termine creativa intendo specificare il fatto che, oltre ad

Dettagli

La vita dell uomo ha senso? 13/09/1991 Molte persone non si pongono il problema del senso dell esistenza umana, alcuni per scelta personale, altri

La vita dell uomo ha senso? 13/09/1991 Molte persone non si pongono il problema del senso dell esistenza umana, alcuni per scelta personale, altri La vita dell uomo ha senso? 13/09/1991 Molte persone non si pongono il problema del senso dell esistenza umana, alcuni per scelta personale, altri per indifferenza o per immaturità. Eppure il problema

Dettagli

Fare squadra! Luglio 2006 Partenza del gruppo di lavoro.

Fare squadra! Luglio 2006 Partenza del gruppo di lavoro. Di dieci teste, nove attaccano, una pensa. Non stupite che si scorni una bestia lottando per l idea. Antonio Machado, Poesie. Fare squadra! Luglio 2006 Partenza del gruppo di lavoro. Che cos è una squadra

Dettagli

Non restare indietro. Laboratorio didattico sul libro di Carlo Greppi. Ludovico Jacopo Cipriani

Non restare indietro. Laboratorio didattico sul libro di Carlo Greppi. Ludovico Jacopo Cipriani Non restare indietro Laboratorio didattico sul libro di Carlo Greppi Ludovico Jacopo Cipriani 1 Il grande scrittore e corrispondente di guerra, Vasilij Grossman, disse: Chi scrive ha il dovere di raccontare

Dettagli

Incontri tra i banchi di scuola

Incontri tra i banchi di scuola Incontri tra i banchi di scuola Valeria Biraghi INCONTRI TRA I BANCHI DI SCUOLA romanzo autobiografico www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Valeria Biraghi valebir@katamail.com Tutti i diritti riservati

Dettagli

FRANCESCA GIULIANI SERA

FRANCESCA GIULIANI SERA Il personaggio Il principe azzurro suona il pianoforte A 32 anni David Fray è già una star della classica Bello, biondo e sorridente si è innamorato dell Italia e di un italiana, Chiara Muti E a giorni

Dettagli

PER UN ANALISI DEL TESTO NARRATIVO

PER UN ANALISI DEL TESTO NARRATIVO PER UN ANALISI DEL TESTO NARRATIVO TRAMA PERSONAGGI TEMPO TESTO NARRATIVO SPAZIO NARRATORE TESTO NARRATIVO: un testo è narrativo quando è caratterizzato dallo sviluppo di una trama, dalla presenza di un

Dettagli

Piccoli consigli per ottenere successo e felicità

Piccoli consigli per ottenere successo e felicità Piccoli consigli per ottenere successo e felicità Gianluigi Fattori PICCOLI CONSIGLI PER OTTENERE SUCCESSO E FELICITÀ romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Gianluigi Fattori Tutti i diritti

Dettagli

LA TUA VITA COME UN FILM LA TRAMA DI UN FILM DI CUI SIAMO REGISTI ED ATTORI AL TEMPO STESSO. INOCHI Pagina 1

LA TUA VITA COME UN FILM LA TRAMA DI UN FILM DI CUI SIAMO REGISTI ED ATTORI AL TEMPO STESSO. INOCHI  Pagina 1 LA TUA VITA COME UN FILM LA TRAMA DI UN FILM DI CUI SIAMO REGISTI ED ATTORI AL TEMPO STESSO INOCHI Pagina 1 Come funziona la programmazione che noi facciamo della nostra vita su questo pianeta? Funziona

Dettagli

PRESENTANO I VINI D ITALIA SUPERVISORE ALLA CINEMATOGRAFIA VITTORIO STORARO PRODUZIONE GIOVANNI STORARO LUCA MARONI

PRESENTANO I VINI D ITALIA SUPERVISORE ALLA CINEMATOGRAFIA VITTORIO STORARO PRODUZIONE GIOVANNI STORARO LUCA MARONI PRESENTANO I VINI D ITALIA SUPERVISORE ALLA CINEMATOGRAFIA VITTORIO STORARO PRODUZIONE GIOVANNI STORARO DIREZIONE SCIENTIFICA e narrazione LUCA MARONI Vittorio Storaro, Luca Maroni, quando il vino diventa

Dettagli

Dialogiche. Descrittive

Dialogiche. Descrittive ANALISI DI UN TESTO NARRATIVO Modello narrativo In ogni testo narrativo sono presenti: Situazione di equilibrio iniziale Esordio Avventure e peripezie Climax e spannung Scioglimento Tipologie delle sequenze

Dettagli

A N N O " " " " ! La scuola si avvale di insegnanti qualificati :

A N N O     ! La scuola si avvale di insegnanti qualificati : 1 A N N O 2 0 1 7 2 0 1 8! La scuola di recitazione cinematografica RC Casting, si pone come obbiettivo la preparazione completa di artisti emergenti e l avviamento alla carriera dell attore da parte di

Dettagli

Luchino Visconti. Nasce a Milano il 2 Novembre A metà degli anni 30 è assistente di Jean Renoir

Luchino Visconti. Nasce a Milano il 2 Novembre A metà degli anni 30 è assistente di Jean Renoir Ossessione Luchino Visconti Nasce a Milano il 2 Novembre 1906 A metà degli anni 30 è assistente di Jean Renoir Luchino Visconti La scampagnata (Une partie de campagne, Jean Renoir, 1936) Luchino Visconti

Dettagli

riikka Pulkkinen L armadio dei vestiti dimenticati romanzo

riikka Pulkkinen L armadio dei vestiti dimenticati romanzo riikka Pulkkinen L armadio dei vestiti dimenticati romanzo «nel vestito anna si sente un altra. Quante volte l avrà indossato la nonna, una o due volte all anno? ci sarà andata a teatro con gli amici,

Dettagli

Ma che bella sorpresa con Claudio Bisio Frank Matano Valentina Lodovini Chiara Baschetti

Ma che bella sorpresa con Claudio Bisio Frank Matano Valentina Lodovini Chiara Baschetti MEDUSA FILM Presenta MAURIZIO TOTTI Presenta una produzione COLORADO FILM in collaborazione con MEDUSA FILM Ma che bella sorpresa con Claudio Bisio Frank Matano Valentina Lodovini Chiara Baschetti con

Dettagli

A cura di Dott.ssa Ilaria Adriani A.S. 2009-2010

A cura di Dott.ssa Ilaria Adriani A.S. 2009-2010 A cura di Dott.ssa Ilaria Adriani A.S. 2009-2010 Il talk-show è un genere televisivo di stampo giornalistico basato su interviste e dialoghi tra un giornalista o presentatore e uno o più intervistati o

Dettagli

DAL 23 AL 29 NOVEMBRE

DAL 23 AL 29 NOVEMBRE DAL 23 AL 29 NOVEMBRE Acquario Purtroppo è un periodo in cui dovete pensare a tante cose e siete un po agitati. Dovete stare attenti, soprattutto venerdì. Le maggiori difficoltà sorgeranno con persone

Dettagli

forse le cose non sono come sembrano

forse le cose non sono come sembrano forse le cose non sono come sembrano dipende dall altezza! Se sei più alto vedi in modo diverso di chi è più basso! dipende dal colore degli occhi! tjidee.it L illusione di Ponzo Tavola 1 (2 e 3 sovrapposte)

Dettagli

PROGETTO GUGGENHEIM A. SC. 2012/ ARTE E LETTERATURA TEMA:Grafia e segno Titolo del progetto. Sez.3B AZZURRI

PROGETTO GUGGENHEIM A. SC. 2012/ ARTE E LETTERATURA TEMA:Grafia e segno Titolo del progetto. Sez.3B AZZURRI PROGETTO GUGGENHEIM A. SC. 2012/ 2013 ARTE E LETTERATURA TEMA:Grafia e segno Titolo del progetto SCUOLA DELL INFANZIA xxv APRILE Sez.3B AZZURRI Visita alla mostra sul NOVECENTO al museo di Bassano. Percorso

Dettagli