FIBIS Federazione Italiana Biliardo Sportivo sezione STECCA. c o m i t a t o FIRENZE PRATO PISTOIA AREZZO SIENA. stagione agonistica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FIBIS Federazione Italiana Biliardo Sportivo sezione STECCA. c o m i t a t o FIRENZE PRATO PISTOIA AREZZO SIENA. stagione agonistica 2014 2015"

Transcript

1 FIBIS Federazione Italiana Biliardo Sportivo sezione STECCA c o m i t a t o FIRENZE PRATO PISTOIA AREZZO SIENA stagione agonistica CAMPIONATI A SQUADRE 2014 / 2015 SERIE A SERIE B SERIE C1 SERIE C2 vers

2 FIBIS Federazione Italiana Biliardo Sportivo sezione STECCA comitato FI PO PT AR SI CAMPIONATI A SQUADRE FI PO PT AR SI 2014 / 2015 I CAMPIONATI A SQUADRE FIPOPTARSI (CaS) si svolgono fra i CSB affiliati sulle province di Firenze, Prato, Pistoia, Arezzo e Siena 1 e fra i giocatori per essi tesserati 2. In base alle regole imposte per la formazione delle squadre, ovvero in base alle categorie 3 di appartenenza di tutti i componenti, si hanno 4 distinti Campionati a Squadre: campionato di SERIE A, campionato di SERIE B e campionato di SERIE C1 ed il campionato di SERIE C2. I campionati inizieranno verosimilmente venerdì 7 novembre 2014 e termineranno entro la fine del mese di maggio Un giocatore può partecipare ad un solo Campionato a Squadre FI PO PT AR SI e può giocare in una sola squadra criteri di inserimento nei 4 campionati premessa: si intende per formazione l insieme dei tre giocatori che vengono schierati in una determinata serata (cui si aggiungono le riserve eventualmente presenti); si intende invece per organico l intera rosa dei giocatori iscritti in una squadra (di norma da 4 a 6 elementi), indipendentemente dal fatto che vengano o no presentati in formazione (come titolari o come riserve); si intende per Eccellenza l insieme delle tre categorie PRO, Nazionali e Master categoria che agli effetti degli handicap sono equipollenti (doverosamente ricordiamo che anche nei CaS verranno sempre applicati gli handicap federali ogni volta che si troveranno di fronte categorie diverse). Ciò premesso, come già adeguatamente anticipato sul sito ufficiale del Comitato, riportiamo i criteri di appartenenza ad ognuno dei 4 Campionati, sottolineando che i componenti dell organico di una squadra possono sempre e comunque giocare, senza alcun vincolo di alternanza fra categoria: CAMPIONATO di SERIE A: (iscr. 200) giocano in questo campionato tutte quelle squadre nel cui organico vi siano almeno 2 giocatori di 1 categoria oppure anche una sola Eccellenza; se nell organico vi è un PRO non può esservi un Nazionale; con un PRO o con un Nazionale può esservi non più di un Master; non potranno aversi squadre nel cui organico vi siano più di 3 Master Pertanto in base alla composizione degli organici le migliori formazioni (terne) schierabili potranno essere: PM1 PM2 PM3 P11 P12 P13 P22 P23 P33 NM1 NM2 NM3 N11 N12 N13 N22 N23 N33 MMM MM1 MM2 MM3 M11 M12 M13 M22 M23 M CAMPIONATO di SERIE B: (iscr. 180) giocano in questo campionato quelle squadre che nel proprio organico hanno UNA 1 cat. oppure TRE 2 cat. (e che quindi hanno come miglior terna schierabile una delle seguenti: 122 / 123 / 133 / 222) CAMPIONATO di SERIE C1: (iscr. 160) giocano in questo campionato quelle squadre il cui organico sia composto da giocatori di 3a cat. oltre ad UNO oppure DUE giocatori di 2a cat. (pertanto potranno scendere in campo una delle seguenti terne di titolari: 223 / 233 / 333 ma le migliori potenzialmente schierabili da ogni squadra saranno le prime due) 1 Possono esserci eccezioni: il CSB Imelde pur figurando su Pistoia fa parte, geograficamente della provincia di Bologna (Porretta) 2 Vi è la possibilità di ospitare anche giocatori esterni, di cat. PRO o Nazionale, o Master solo se di altre regioni, indipendentemente da loro eventuali altri impegni di squadra, ma questi atleti dovranno essere autorizzati sia dal Comitato di appartenenza che dal comitato FIPOPTARSI e dovranno in ogni caso giocare di venerdì; per poter accedere alla 2 a fase e 3 a fase inoltre tali giocatori dovranno aver preso parte, giocando, ad almeno 3 incontri della 1 a fase Vi è anche la possibilità, per tutti, di giocare in una squadra di altro CSB, previo nullaosta dei presidenti dei due CSB interessati 3 P = professionista / N = nazionale / M = master / 1 = 1 categoria / 2 = 2 categoria / 3 = 3 categoria P, N e M compongono la cosiddetta Eccellenza

3 CAMPIONATO di SERIE C2: (iscr. 140) qualunque squadra il cui organico sia composto UNICAMENTE da giocatori di 3 a categoria Fermo restando il limite di 6 giocatori 4 una squadra può acquisire nuovi componenti, o cederne dei suoi, anche dopo l inizio del campionato, ma non oltre il termine del girone di andata iniziale e solo a condizione che i cambiamenti non contrastino con i criteri di appartenenza allo specifico campionato. Inoltre il passaggio di un giocatore da una squadra ad un altra è possibile solo se lo stesso non ha ancora preso parte ad alcuna partita del CaS HANDICAP In ogni fase dei quattro campionati ribadiamo verrà applicato l handicap ogniqualvolta in una partita (o frazione) saranno contrapposti giocatori di diversa categoria FIBIS. Gli handicap saranno quelli federali unificati, e cioè i seguenti: Eccellenza (PRO Nazionale Master) > 8% > 1 cat. > 8% > 2 cat. > 8% > 3 cat. Queste percentuali dovranno essere sommate in caso di più salti di categoria ed incideranno per metà nelle partite (o frazioni) di coppia. La specifica percentuale dovrà essere moltiplicata per la lunghezza punti della partita (o frazione) ed il prodotto risultante indicherà i punti da assegnare in negativo all inizio di ogni partita (o frazione) alla parte (singolo o coppia) categorialmente più forte. Il tutto come chiaramente riportato sugli schemi che verranno pubblicati dal Comitato Organizzatore e che dovranno essere sempre a disposizione dei capitani delle squadre. Nel caso di staffette (SERIE A) l eventuale handicap verrà applicato prima di ogni frazione come meglio precisato più oltre Le 3 FASI dei CAMPIONATI A SQUADRE PRIMA FASE: gironi all italiana le varie squadre iscritte sono suddivise in gironi formati di norma da 8 squadre 5 i gironi verranno composti ricercando, in particolare per la SERIE A, un certo equilibrio di forze complessivo, e, per la SERIE B, la SERIE C1 e la SERIE C2, la riduzione dei tempi e delle distanze per gli spostamenti. Il tutto compatibilmente con le molte richieste e le numerose condizioni 6 poste dai CSB, dalle squadre e da esigenze organizzative di vario genere. Ogni squadra incontrerà tutte le altre del proprio girone per 2 volte, all andata (A) ed al ritorno (R), ovvero in casa ed in trasferta. Sulla base delle classifiche finali dei vari gironi e delle medie punti ( punti fatti / incontri disputati ) al termine della prima fase verrà stilata una classifica generale per ogni campionato. Questa PRIMA FASE non eliminerà alcuna squadra ma servirà solo per ordinare dalla prima all ultima tutte le squadre di ogni Campionato; sarà peraltro importante profondere il massimo impegno in tutti gli incontri poiché tali classifiche daranno vantaggi ben precisi nella SECONDA e nella TERZA fase Criteri per la determinazione della classifica generale al termine della prima fase: fra squadre di gironi diversi si terrà conto della media ( punti realizzati / incontri disputati ); fra 2 squadre dello stesso girone giunte a pari punti si terrà conto dello scontro diretto; se le squadre interessate sono più di 2 si ricorrerà alla c.d. classifica avulsa. Ove i criteri appena esposti non bastassero si procederà con sorteggio (da effettuarsi con le estrazioni del lotto previa pubblicazione delle regole sul sito del Comitato). Ma attenzione: se servisse ad evitare nella seconda fase lo scontro fra squadre appartenenti allo stesso CSB, in luogo del suddetto sorteggio la scelta verrebbe compiuta d ufficio 4 Per particolari motivi il Comitato può autorizzare anche un numero superiore 5 saranno possibili anche gironi di 7 squadre con un turno di riposo 6 anticipi, turni dei biliardi, abbinamenti o contrapposizioni di squadre di uno stesso csb, cambi di avversari rispetto alle stagioni precedenti ecc. Tutte richieste che devono essere riportate in modo chiaro nel modulo di iscrizione

4 ed insindacabilmente da parte del Comitato Organizzatore SECONDA FASE: in base alle classifiche di cui sopra nella seconda fase le squadre verranno raggruppate in gironi da 3 squadre, da ognuno dei quali UNA sola squadra passerà al tabellone finale ad eliminazione diretta (terza fase). Come regola la 1 classificata nella prima fase di ogni Campionato verrà messa nel girone con l ultima e la penultima, la 2 classificata con la terzultima e la quartultima e così via. Se il numero delle squadre di un Campionato fosse superiore di 1 ad un multiplo di 3 allora ultima e penultima effettuerebbero spareggio ad eliminazione diretta in capo neutro. Se il numero delle squadre di un Campionato fosse inferiore di 1 ad un multiplo di 3 allora la 1 e l ultima si affronterebbero in un incontro A/R ad eliminazione diretta per l accesso diretto al tabellone finale. Nella seconda fase dunque avremo gironi A/R (in due turni consecutivi) a 3 squadre dove la sequenza degli incontri è determinata dalla classifica nella prima fase ma anche dai risultati ottenuti in questa seconda fase (la perdente infatti rigiocherà subito). Riportiamo a titolo d esempio un ipotetico girone della seconda fase: 1 classificata SQUADRA X, 2 classificata SQUADRA Y, 3 classificata SQUADRA Z 1 ser.: Z vs Y / 2 ser.: Y vs Z / 3 ser.: perd.te di Y Z vs X / 4 ser.: X vs perd.te di Y Z / 5 ser.: vinc.te di Y Z vs X /6 ser.: X vs vinc.te di Y Z Il risultato dopo l A/R dovrà essere o vittoria o sconfitta indipendentemente dai punti fatti: in caso di parità al termine del Ritorno, e cioè o a seconda dei Campionati, si considera vincitrice la squadra meglio classificata nella prima fase. Si noti bene: in caso di una vittoria per squadra al termine delle 6 serate (ovvero dei 3 incontri A/R), si procederà il venerdì successivo ad incontro a 3 di spareggio in campo neutro (staffette di singoli di italiana a 150 punti: Z vs Y / la perdente vs X / la vincente vs X in caso di ulteriore parità la 1 e la 2 in base alla differenza punti si affronteranno con la stessa formula e passerà alla terza fase, ovviamente, la vincente) TERZA FASE: è la fase finale dei CaS, quella ad eliminazione diretta andata ritorno Tutti gli schemi per la fase ad eliminazione diretta (tabelloni finali) saranno equilibrati integralmente, così da favorire sin dall inizio dei CaS il massimo impegno da parte di tutte le squadre (quanto più alto sarà stato il rendimento di una squadra nella prima fase, tanto più agevole dovrebbe presentarsi la sua strada nelle fasi successive); la collocazione nel tabellone finale delle squadre che hanno superato la seconda fase avverrà sempre e comunque col rispetto della contrapposizione integrale e sulla base del piazzamento nella prima fase delle varie squadre qualificate, riducendo pertanto il rischio, sempre presente nei gironi all italiana, di indebiti accordi e favori fra squadre 7 Negli incontri della terza fase le squadre meglio classificate nella prima fase giocheranno l andata in trasferta. In caso di parità dopo l Andata/Ritorno, un tie break 8 in appendice all incontro di Ritorno stabilirà quale squadra resterà in corsa per il titolo e quale invece uscirà di scena Facciamo notare che in tutti e 4 i Campionati potrà accadere che squadre dello stesso girone iniziale (prima fase) si ritrovino nelle fasi successive, e questo perché è sempre stata privilegiata, anche per esplicito desiderio dei csb, l assoluta trasparenza ed equità dei vari abbinamenti. Le 4 finalissime si svolgeranno nel mese di maggio 2015, separatamente, in campo neutro, su incontro unico e su distanze variate per le singole partite 9 pur mantenendo la stessa formula di gioco e 7 come si ripete questo sistema potrà far incontrare nuovamente squadre dello stesso girone ma in passato è stato preferito a grande maggioranza dall assemblea dei CSB proprio per la sua trasparenza e la sua equità 8 Staffetta di italiana con sequenza C A B 9 per SERIE B, SERIE C1 e SERIE C2 stessa lunghezza per singoli e coppie, e lunghezza assoluta eguale per tutte le specialità: / per la SERIE A presumibilmente finali al sab. pom. con lunghezze modificate in 100 punti per i singoli di italiana, 400 punti per il singolo di goriziana, invariata la staffetta a coppie di Tutti Doppi mentre verrà portata a 225 punti la staffetta di italiana di singoli (4 punti premio per i singoli, 8 punti premio per la staffetta a coppie di Tutti Doppi e 9 punti premio per la staffetta di singoli all italiana)

5 sequenza di incontri di tutto il Campionato. Anche tutte le semifinali dei 4 CaS si svolgeranno in campo neutro, incontro unico e con arbitro inviato dal Comitato Organizzatore a maggior salvaguardia della regolarità di gioco PREMI: rispettando le percentuali generali degli scorsi CaS si prevedono premi per le prime 4 squadre in SERIE A, e per le prime 8 squadre in SERIE B, SERIE C1 e SERIE C2 (per le vincitrici: trofeo, scudetti, premi/rimborso in denaro e medaglie per tutti i componenti; per le altre squadre: targhe e premi/rimborso in denaro nonché medaglie anche alle 2e e 3e classificate), il tutto percentualmente in linea con quanto fatto nelle ultimissime stagioni agonistiche, ciò che ha rappresentato il massimo rispetto al passato come rapporto premi/iscrizioni. Ove non dovessero disputarsi le Finali Regionali a Squadre (giugno 2015) le relative quote di iscrizione, in passato sempre da questo comitato pagate oltre ai premi, verrebbero riversate sui premi stessi REGOLE dei CAMPIONATI, norme di comportamento, modalità di invio risultati ecc. Si giocherà di norma il venerdì sera 10 e solo per particolarissime ed imprescindibili esigenze 11 alcune squadre giocheranno il giovedì sera (soltanto in casa o sempre 12, a seconda dei casi). La squadra che anticipa ha l obbligo di ricordare telefonicamente l impegno del giovedì al capitano della squadra avversaria 13. Di norma in nessun girone può esservi più di una squadra anticipatrice. Per impegni agonistici diversi (purché noti o dimostrabili) si potrà chiedere e concordare fra capitani un anticipo o un posticipo, quest ultimo solo col benestare del Comitato Gli incontri inizieranno alle ore 20:45 (il che presuppone un arrivo degli ospiti attorno alle 20:30), con una tolleranza di 15 minuti e fatti salvi particolari imprevisti (sulle note del referto in ogni caso il capitano ospitante registrerà l ora di arrivo ed eventuali giustificazioni). Un minimo di elasticità è richiesta, ma le squadre che accumuleranno più ritardi (riportati sul referto) verranno poi penalizzate. Si raccomanda il rispetto degli orari soprattutto nella SERIE A dove per via di distanze mediamente maggiori ed anche per male abitudini consolidate si tende sempre ad arrivare in ritardo: sottolineiamo che la nuova formula di gioco della SERIE A è lievemente più lunga di quella delle scorse stagioni. In ogni caso devono essere garantiti 3 minuti di prova biliardo ad ogni giocatore prima dell inizio dell incontro. Di norma i giocatori di casa al momento dell arrivo degli ospiti (20:30) avranno già provato il biliardo. Se una squadra ha difficoltà per giocare in una certa data deve cercare di risolvere il problema tempestivamente, provando come ultima soluzione a concordare un anticipo con l avversaria in questione. Nel girone di andata i posticipi saranno (mal) tollerati, in quello di ritorno saranno vietati Se nel girone di andata a causa di imprevisti personali sopravvenuti nella giornata di gara 14 una squadra non è in grado di presentarsi deve avvisare sùbito il capitano della formazione avversaria. In linea generale se la comunicazione avviene entro le ore 14 il rinvio deve essere accordato; dopo tale ora può essere respinto senza che possano esservi lamentele o code polemiche. Il Comitato deve ricevere comunicazione a mezzo e mail. Nel girone di ritorno ciò non sarà possibile e si perderà direttamente l incontro Diversa la situazione per impedimenti collettivi evidenti e noti (ad es. neve) dove il rinvio è 10 per inaggirabili necessità organizzative (ad es. presenza di un girone a 9 squadre come è accaduto nella scorsa s.a.) non potranno escludersi in assoluto turni infrasettimanali durante la prima fase del campionato 11 Tali esigenze dovranno essere adeguatamente esposte e motivate al Comitato che si riserva il diritto comunque di respingere la richiesta a suo inappellabile giudizio 12 La richiesta di anticipo totale, sia in casa che fuori, è mal tollerato da tanti CSB per cui si può chiedere solo per motivi gravi; inoltre, ammesso che venga concesso, obbliga la squadra a rendersi disponibile per altra data ove l avversaria fosse impossibilitata al giovedì 13 Si potrà farlo dal lunedì al mercoledì precedenti l incontro (in tal senso verranno messi a disposizione i num. cell. dei vari capitani) 14 devono essere impedimenti inattesi, gravi e facilmente dimostrabili (se necessario) e devono riguardare un numero di componenti tale da rendere non giocabile l incontro

6 doveroso o imposto dal Comitato anche all ultimo momento (laddove possibile anche con comunicato sul sito). In ogni caso la decisione ultima spetta inappellabilmente al Comitato La squadra che non si presenta di norma perde a 0 (zero) l incontro, fatta salva la possibilità di provvedimenti per antisportività sui quali potrà anche decidere il GUSR (Giudice Unico Sportivo Regionale) e che potranno colpire singoli giocatori, l intera squadra e lo stesso CSB. L accertato 15 accordo fra due squadre per non disputare un incontro fornendo un risultato fittizio darà altresì luogo a denuncia, con tutte le conseguenze del caso 16. Se un incontro per qualunque motivo non dovesse essere giocato nella sede, nella data e nell orario previsto è obbligo dare di ciò preventiva e tempestiva comunicazione al Comitato, rigorosamente a mezzo e mail 17. Arbitri o osservatori potranno essere inviati senza alcun preavviso dal Comitato a dirigere o controllare qualunque incontro e le squadre devono rendersi assolutamente disponibili con i suddetti. Durante le serate di gara il Comitato potrà altresì telefonare nelle sedi di gara e chiedere ai componenti delle squadre aggiornamenti sui risultati: anche in questo caso le squadre ed i CSB debbono fornire la massima collaborazione. Si ribadisce che ogni irregolarità rilevata direttamente dal Comitato oppure da arbitri/osservatori specificamente inviati potrà trasformarsi in denuncia al GUSR: si diffidano pertanto tutti i giocatori e soprattutto i capitani ad accettare proposte per accordi indebiti E datata ampia facoltà al Comitato Organizzatore riunito di deliberare in caso di episodi anomali occorsi in relazione ai CaS, senza necessariamente ricorrere all intervento del GUSR Come indirizzo generale questo Comitato desidera che gli incontri vengano sempre giocati, tuttavia la necessità di una regola valida e di garanzia per tutti e le difficoltà organizzative che ogni rinvio determina impongono talvolta l applicazione di risultati/provvedimenti a tavolino. Per evitare ciò si fa appello alla buona organizzazione dei CSB e delle squadre ATTENZIONE: le squadre di CSB non in regola coi pagamenti (ad es. entro la fine del girone di andata tutto deve essere già stato saldato) potranno essere escluse dal Campionato ad insindacabile decisione del Comitato, in qualunque momento e senza preavvisi, e fatte salve ulteriori sanzioni a carico di giocatori, squadra e/o CSB 18. Ciò premesso l eventuale prosecuzione di una squadra non condona affatto la condizione irregolare di un CSB e dei propri tesserati. In caso di uscita forzosa di una squadra tutti gli incontri disputati dalla stessa in precedenza potranno essere annullati 19 FORMULE di GIOCO e modalità di compilazione dei referti gara In questa s.a. le formule di gioco della SERIE A si differenzierà da quella degli anni passati, che resterà invece invariata per SERIE B, SERIE C1 e SERIE C2 SERIE A Ecco nell ordine le partite da disputare, i giocatori interessati, le specialità, la distanza della partita ed i punti in palio: 1 A ITALIANA singolo 75 punti (vittoria = 3 punti) 2 BC CA AB TUTTI DOPPI staffetta a coppie 1200 punti (vittoria = 8 punti) 3 B GORIZIANA singolo 300 punti (vittoria = 3 punti) 4 C ITALIANA singolo 75 punti (vittoria = 3 punti) 5 A B C ITALIANA staffetta di singoli 150 punti (vittoria = 6 punti) 15 Testimonianza circostanziata e firmata di un tesserato, ad esempio, oppure a séguito di verifica di un osservatore o arbitro specificatamente inviato dal Comitato 16 I provvedimenti potrebbero riguardare tutti i componenti delle squadre o persino i CSB (che devono essere garanti della condotta delle proprie squadre), con squalifiche, ammende ecc. 17 Faranno fede data ed ora riportati sul messaggio 18 I CSB, le squadre ed i giocatori rischiano la sospensione di ogni attività, denunce alla giustizia sportiva ed ordinaria, multe ecc. 19 Ogni decisione comunque spetta inappellabilmente al Comitato Organizzatore

7 In ogni incontro (serata) di SERIE A sono in palio quindi 23 punti che potranno essere così distribuiti: NON ci sono punti premio aggiuntivi per la vittoria nella serata. Questi punteggi differenziati (che sono proporzionali alla lunghezza assoluta di ogni partita) non solo forniscono classifiche molto attendibili ma riducono anche sensibilmente le possibilità di fastidiosi ex aequo al termine della 1 a fase. 23 punti in palio per ogni incontro, per un totale massimo di 322 punti (276 in caso di gironi a 7 squadre) teoricamente realizzabili da una squadra nella 1 a fase, ovvero di 161 (138) punti mediamente a disposizione di ogni squadra Nelle partite a staffetta i cambi avvengono appena raggiunti o superati un terzo e poi i due terzi della distanza complessiva, e quindi 400 e 800 punti per il TUTTI DOPPI e 50 e 100 per l ITALIANA. Nella staffetta di TUTTI DOPPI, che è a coppie, dopo il cambio rimangono in stecca gli stessi giocatori o coloro che sono loro specificamente subentrati Per l applicazione degli handicap negli incontri a staffetta: l handicap si applica prima di ogni frazione e solo sulla frazione stessa, in base alle eventuali differenze di categoria dei giocatori che iniziano la frazione (pertanto non potrà escludersi la possibilità che una volta applicato l handicap la formazione che ha concluso in testa la frazione precedente venga a trovarsi indietro rispetto all altra, o persino indietro rispetto alla soglia di fine frazione). Il Comitato fornirà come sempre tabelle di facile consultazione per la rapida applicazione degli handicap in ogni incontro SERIE B, SERIE C1, SERIE C2 Ecco nell ordine le partite da disputare, i giocatori interessati, le specialità, la distanza della partita ed i punti in palio: 1 A GORIZIANA singolo 300 punti (vittoria = 9 punti) 2 BC GORIZIANA coppia 400 punti (vittoria = 12 punti) 3 B ITALIANA singolo 100 punti (vittoria = 12 punti) 4 AC ITALIANA coppia 100 punti (vittoria = 12 punti) 5 C TUTTI DOPPI singolo 400 punti (vittoria = 8 punti) 6 AB TUTTI DOPPI coppia 500 punti (vittoria = 10 punti) In ogni incontro (serata) di SERIE B, SERIE C1 o SERIE C2 sono in palio quindi 63 punti che potranno essere così distribuiti: NON ci sono punti premio aggiuntivi per la vittoria nella serata. Questi punteggi differenziati (che sono proporzionali alla lunghezza assoluta di ogni partita) non solo forniscono classifiche molto attendibili ma anche riducono drasticamente le possibilità di fastidiosi ex aequo al termine della 1 a fase. 63 punti in palio per ogni incontro, per un totale massimo di 882 punti (756 in caso di gironi a 7 squadre) teoricamente realizzabili da una squadra nella 1 a fase, ovvero di 441 (378) punti mediamente a disposizione di ogni squadra regole comuni a tutti i CaS A inizio serata su un foglio a parte i capitani separatamente abbinano in modo chiaro ed inequivocabile i nomi dei propri giocatori alle lettere A B C del referto e riportano anche i nomi delle riserve eventualmente presenti; mostrano poi contemporaneamente l uno all altro i suddetti fogli e ne trascrivono il contenuto sul referto ufficiale. E buona norma, in considerazione anche dell adozione degli handicap, che i capitani portino fotocopia dei documenti dei propri giocatori da mostrare tutte le volte che si incontrano due squadre che non si conoscono; in ogni caso a richiesta è fatto obbligo di dimostrare la propria identità senza che ciò debba costituire motivo di polemica sia pur minima. 3 sono i giocatori che vengono schierati come titolari sul referto di gara. Essi vengono contrassegnati con A B e C e devono giocare per intero il loro primo turno di gioco (ovvero per la SERIE A il primo singolo di ITALIANA e la prima frazione a coppie della staffetta a TUTTI DOPPI, mentre per SERIE B, SERIE C1 e SERIE C2 le due GORIZIANE ). Successivamente possono essere effettuate sostituzioni, anche a partita o frazione iniziata purché il subentrante non sia di categoria migliore rispetto all atleta sostituito; in caso di cambio a partita/frazione iniziata con un giocatore di categoria peggiore l handicap non viene comunque modificato

8 Un giocatore sostituito non può rientrare. Un giocatore che ha sostituito un compagno può poi a sua volta essere sostituito. Ogni sostituzione deve essere riportata sulle note del referto, precisando con chiarezza in quale partita, su quale punteggio ed al posto di chi, entra il nuovo giocatore. La squadra di casa ha sempre la bilia bianca e sarà quindi posta sempre a sinistra, sia nel segnapunti sia nel referto. L accosto si gioca prima di ogni partita ed attribuisce solo il diritto a scegliere se iniziare o no la partita stessa. Le coppie possono giocare l accosto indifferentemente con uno o l altro giocatore. Chi gioca l accosto poi è in stecca, aprendo o rispondendo al tiro di apertura dell avversario. Per gli incontri di coppia si ricordi: nel tiro d apertura solo un fallo toglie di stecca, mentre non tolgono di stecca una semplice bevuta o la marcatura dell avversario in risposta. Ricordiamo che la linea entro cui devono stare i piedi di appoggio per il tiro d apertura o per il tiro con bilia libera corrisponde alla verticale del bordo laterale del tavolo E obbligatoria la divisa di gara (peraltro per i soli Campionato a Squadre è ammessa anche la polo) che deve essere, come è ovvio, uniforme per tutta la squadra (anche per giocatori eventualmente in prestito che dovranno differenziarsi solo per il logo del CSB). I giocatori devono esibire gli scudetti di titoli dei quali siano eventualmente detentori Vige naturalmente il regolamento tecnico FIBIS ma con alcuni piccoli adattamenti tesi a ridurre la possibilità di discussioni: la steccaccia non è mai fallo; prima di un tiro si può richiedere la verifica della posizione di un birillo solo se esso è stato abbattuto nel tiro immediatamente precedente altrimenti non può essere toccato; le posizioni eventualmente irregolari sull impostazione con bilia libera devono essere fatte notare prima del tiro. Ogni partita sarà sempre arbitrata da uno dei giocatori non impegnati, al quale è richiesta come è ovvio assoluta imparzialità. Sportività, obiettività, rispetto, educazione e correttezza sono del resto doti sempre apprezzabili ma particolarmente richieste negli incontri del CaS. Comunque sia ogni eventuale contestazione non appianata deve essere riportata sulle note del referto, ma si fa appello al buon senso dell intera squadra, ove insufficiente quello di un singolo, per evitare strascichi, sanzioni, ripetizioni di partite ecc. In nessun caso i giocatori possono ergersi a giudici ma solo a testimoni di eventuali scorrettezze ed irregolarità. Tutte le note del referto che non riguardino sostituzioni (discussioni, irregolarità di gioco, divisa, omologazioni, bollini, ritardi ecc. devono essere accompagnate da sintetica comunicazione alla segreteria telefonica che ne segnali la presenza) Si devono registrare con esattezza i punteggi finali di tutte le partite (fra l altro indispensabili per la compilazione del modulo digitale) e si deve annotare ogni sostituzione. I referti sia nella versione stampabile, sia nella classica versione a 3 copie ricalcanti, sia nella versione modulo excel sono molto simili ed immediatamente comprensibili sì da non richiedere spiegazioni: si faccia solo attenzione, a fianco di ogni partita, di segnare nella prima cella il punteggio finale della partita stessa e nella seconda cella i punti conseguiti (nella SERIE A punti 8, 6, 3 oppure 0; nella SERIE B, SERIE C1 e SERIE C2 punti 12, 10, 9, 8 oppure 0). Il modulo excel come si è detto si aggiorna automaticamente inserendo il punteggio conclusivo di ogni partita ATTENZIONE: per la SERIE B, la SERIE C1 e la SERIE C2 verranno distribuiti come sempre i referti in triplice copia ricalcante, per la SERIE A, invece, che ha formula di gioco diversa, verrà solo distribuito il file in formato.pdf per la stampa del referto a cura dei CSB (stampa duplice, una copia anche per gli ospiti) La squadra di casa ha l obbligo di inviare tempestivamente copia del referto al comitato usando unicamente la posta elettronica (e mail), di cui tutti i CSB adesso dispongono 20. I risultati devono essere spediti alla casella e mail creata appositamente per questo. Sarà possibile o digitalizzare il referto mediante scanner o foto ed inviare come allegato l immagine alla casella sopra indicata, oppure, in alternativa, avvalersi del modulo excel disponibile on line (che non richiede uno scanner) spedendolo allo stesso indirizzo, una volta 20 Se non direttamente per il tramite di un giocatore, di un socio, di un sostenitore (il c.d. referente informatico )

9 compilato 21. Sono assolutamente vietate le telefonate dirette, gli sms ed il fax. Per la comunicazione immediata, che da sola comunque non è sufficiente, si lasci messaggio in segreteria telefonica ( ) entro le ore 15 del sabato, fornendo con voce ben udibile le seguenti informazioni e niente più: giornata / serie / girone / risultato 22 (parlare in modo chiaro, evitare saluti, commenti e soprattutto incertezze, preparando in precedenza ciò che c è da dire) A vantaggio di tutti i CSB virtuosi verrà inviata necessariamente denuncia al GUSR per tutti i CSB che per più di 3 volte non invieranno nei tempi e nei modi previsti i risultati delle proprie squadre. Gli originali dei referti dovranno essere conservati con cura dal presidente/responsabile del CSB per essere consegnati poi tutti assieme a fine stagione o consultati su richiesta. Classifiche e risultati saranno pubblicati settimanalmente sulle news stecca di E fatto obbligo al presidente/responsabile di ogni CSB di stamparli ed affiggerli sùbito sullo specifico pannello (o bacheca) della sala. Si dovranno altresì segnalare e contestare tempestivamente al Comitato eventuali errori. Le news stecca del sito sono peraltro lo strumento ufficiale per tutte le comunicazioni ai CSB anche inerenti i Campionati a Squadre. Si ricorda che anche per tutte le comunicazioni di routine col Comitato si deve usare esclusivamente la posta elettronica (e mail) Il Comitato si riserva la facoltà di apportare modifiche o integrazioni considerate utili o necessarie anche durante lo svolgimento dei Campionati; per quanto eventualmente non previsto nel presente Regolamento il Comitato valuterà e deciderà insindacabilmente caso per caso il presente Regolamento si intende inoltre salvo errori ed omissioni 21 Il file deve essere rinominato di volta in volta (salva con nome) riportando il nome della squadra e la giornata (ad es. Bar Stella C 7R.xls oppure circolo ASSI B 4iA.xls ) 22 ad es.: settima di andata, serie B, girone CINQUE, Scandicci A: 30 Fiesole B: 33 )

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora.

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora. WCM Sport è un software che tramite un sito web ha l'obbiettivo di aiutare l'organizzazione e la gestione di un campionato sportivo supportando sia i responsabili del campionato sia gli utilizzatori/iscritti

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ Stagione Sportiva 2014/2015 Tornei organizzati da società Norme, disposizioni

Dettagli

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 PERIODO TEMPORALE CONSIDERATO Viene considerata tutta l attività svolta dalla prima settimana di novembre 2012 (5 11 novembre 2012 ), all ultima

Dettagli

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 04-2013 COMUNICAZIONI

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 04-2013 COMUNICAZIONI COMUNICAZIONI Si comunica che al fine di disporre in tempo utile dei risultati delle gare per poterli trasmettere in tempo a giornali e televisioni locali, si invitano i responsabili delle società che

Dettagli

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 03-2013 COMUNICAZIONI

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 03-2013 COMUNICAZIONI COMUNICAZIONI Si comunica che al fine di disporre in tempo utile dei risultati delle gare per poterli trasmettere in tempo a giornali e televisioni locali, si invitano i responsabili delle società che

Dettagli

VADEMECUM GARE. Fipav Monza Brianza CAMPIONATI PROVINCIALI DI SERIE E DI CATEGORIA NORME GENERALI VALIDE PER LA STAGIONE AGONISTICA 2013/14

VADEMECUM GARE. Fipav Monza Brianza CAMPIONATI PROVINCIALI DI SERIE E DI CATEGORIA NORME GENERALI VALIDE PER LA STAGIONE AGONISTICA 2013/14 Fipav Monza Brianza VADEMECUM GARE CAMPIONATI PROVINCIALI DI SERIE E DI CATEGORIA NORME GENERALI VALIDE PER LA STAGIONE AGONISTICA 2013/14 Il presente fascicolo è parte integrante delle Circolari di Indizione

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI ALTRE DISPOSIZIONI Vengono di seguito fornite le informazioni relative a: campo di gioco attrezzature controlli preliminari modulo CAMP3 componenti delle squadre assenza della squadra o degli Ufficiali

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 Art. 1 PRINCIPI GENERALI Il football a 9 contro 9 Master (o 7 contro 7) verrà giocato secondo le regole del regolamento ufficiale NCAA per i campionati a 11 giocatori,

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N.

1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N. 1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N. A) Disposizioni generali [1] Il vincolo di tesseramento degli atleti in favore delle società è temporaneo e la sua durata e l eventuale

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 -AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 Arcore 26/03/2015 REGOLAMENTO Art. 1 - ORGANIZZAZIONE Il GILERA CLUB ARCORE con sede in Arcore via N. Sauro 12 (mail : motoclubarcore@gmail.com) e il MOTO CLUB BIASSONO con

Dettagli

WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT. L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani

WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT. L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani Il programma ideato da Luigi Pelizzari con il Patrocinio del Comitato Regionale Lombardo della

Dettagli

REGOLAMENTO NOTTI SUL GHIACCIO Aggiornato al 21 gennaio 2015

REGOLAMENTO NOTTI SUL GHIACCIO Aggiornato al 21 gennaio 2015 REGOLAMENTO NOTTI SUL GHIACCIO Aggiornato al 21 gennaio 2015 Notti sul ghiaccio è una gara di pattinaggio a coppie ad eliminazione in cui alcune celebrità hanno accettato di far coppia con altrettanti

Dettagli

FIN - Comitato Regionale Ligure

FIN - Comitato Regionale Ligure FIN - 1. 0 NORMATIVE GENERALI Iscrizioni alle gare 1. Le iscrizioni alle gare vanno effettuate tramite procedura online dal sito http://online.federnuoto.it/iscri/iscrisocieta.php utilizzando il software

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

CAMPIONATO ITALIANO CURLING STAGIONE 2014-15

CAMPIONATO ITALIANO CURLING STAGIONE 2014-15 Pagina 1 CAMPIONATO ITALIANO CURLING STAGIONE 2014-15 FINALI NAZIONALI SERIE B MASCHILE DOCUMENTO INFORMATIVO PER IL TEAM MEETING Team Meeting Finali B Maschili Pagina 1 Pagina 2 Sommario 1 INTRODUZIONE...3

Dettagli

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO Le comunicazioni che seguono sono suggerimenti che serviranno ad una buona gestione della Manifestazione e ad ottenere una uniformità interpretativa in tutte le gare. Sono suggerimenti

Dettagli

Prendere visione del regolamento della manifestazione. A) Selezionare il programma GESTIONE ISCRIZIONI.

Prendere visione del regolamento della manifestazione. A) Selezionare il programma GESTIONE ISCRIZIONI. Prendere visione del regolamento della manifestazione A) Selezionare il programma GESTIONE ISCRIZIONI. Se si conosce già la password di accesso inserire il codice FIN della società sportiva nella forma

Dettagli

NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A.

NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A. NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A. Art. 1 - Organi tecnici A. ORGANI TECNICI NAZIONALI Gli Organi Tecnici Nazionali dell A.I.A. composti da un Responsabile e più componenti, sono:

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

Federazione Italiana Nuoto. Propaganda-Scuole Nuoto Prot. AP/pr/ar/2013/8904 Roma 15 novembre 2014

Federazione Italiana Nuoto. Propaganda-Scuole Nuoto Prot. AP/pr/ar/2013/8904 Roma 15 novembre 2014 Federazione Sportiva Nazionale riconosciuta dal Coni Federazione Italiana Nuoto F.I.N.A. LE.N. I.LS.E. I.L.S. Propaganda-Scuole Nuoto Prot. AP/pr/ar/2013/8904 Roma 15 novembre 2014 Ai Presidenti dei Comitati

Dettagli

BANDO DEV REPORTER NETWORK

BANDO DEV REPORTER NETWORK BANDO DEV REPORTER NETWORK Premessa La Federazione Catalana delle Ong per lo Sviluppo (FCONGD), il Consorzio delle Ong Piemontesi (COP) e la Rete Rhône-Alpes di appoggio alla cooperazione (RESACOOP) realizzano

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Comitato Regionale del Piemonte

Comitato Regionale del Piemonte Il Comitato Regionale ha programmato anche per quest anno il Progetto Giovani, il cui Regolamento Nazionale presenta una novità importante riguardante le sedi di svolgimento che saranno abbinate alle tappe

Dettagli

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 SOGGETTO PROMOTORE: F.C. Internazionale Milano Spa, Corso Vittorio Emanuele II 9, 20122 Milano P.IVA 04231750151 (di seguito Promotore ). SOGGETTO

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

TITOLO I. Regolamento Organico F.I.N. INDICE CAPO I CAPO II CAPO III

TITOLO I. Regolamento Organico F.I.N. INDICE CAPO I CAPO II CAPO III Regolamento Organico F.I.N. INDICE TITOLO I CAPO I LE SOCIETA Art. 1 Affiliazione pag. 1 Art. 2 Domanda di affiliazione pag. 1 Art. 3 Domanda di riaffiliazione pag. 2 Art. 4 Accettazione della domanda

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI

ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI Il Regolamento del Giuoco del Calcio corredato dalle Decisioni Ufficiali FIGC e dalla Guida Pratica AIA Edizione 2013 FEDERATION INTERNATIONALE DE FOOTBALL ASSOCIATION (FIFA)

Dettagli

47 Anno Domini Triathlon Festival

47 Anno Domini Triathlon Festival 47 Anno Domini Triathlon Festival Campionati Italiani Assoluti di Triathlon Sprint Staffetta a squadre Coppa Crono a Squadre Sabato 05 ottobre 2013 Domenica 06 ottobre 2013 Parco Le Bandie, Lovadina (TV)

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

Il Mobile Significante 2015 XII edizione

Il Mobile Significante 2015 XII edizione Internazionale Fondazione Aldo Morelato sull arte applicata nel mobile. Il Mobile Significante XII edizione I Luoghi del relax 2.0 oggetti d arredo per il relax domestico Art. 1 Tema del concorso Lo spazio

Dettagli

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta)

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 Articolo -1 Denominazione e sede sociale STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 - E costituita con sede in. ( ) Via un Associazione sportiva, ai sensi degli art. 36 e ss. Codice Civile denominata

Dettagli

Regolamenti 2013: parti generali

Regolamenti 2013: parti generali Regolamenti 2013: parti generali Regole Generali Attraverso gli sport del nuoto, tuffi, sincronizzato, pallanuoto e nuoto in acque libere il programma Master deve promuovere il benessere, l'amicizia, la

Dettagli

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014 Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma BANDO DI CONCORSO CORSO DI FORMAZIONE PER ISTRUTTORE DI 1 GRADO DI TENNIS ISTRUTTORE DI 1 LIVELLO DI BEACH TENNIS

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

CALENDARIO REGIONALE 2014/2015

CALENDARIO REGIONALE 2014/2015 CALENDARIO REGIONALE 2014/2015 www.federnuoto.piemonte.it nuoto@federnuoto.piemonte.it INDICE REGOLAMENTO ATTIVITÀ...pag.4 AVVERTENZE DI CARATTERE GENERALE...pag.5 ISCRIZIONI...pag.6 Norme generali...pag.6

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIOCO BRIDGE

FEDERAZIONE ITALIANA GIOCO BRIDGE FEDERAZIONE ITALIANA GIOCO BRIDGE Norme Integrative al Codice Internazionale del Bridge Edizione 2012 a cura di Maurizio Di Sacco Direttore della Scuola Arbitrale Italiana Modificata con Delibera del C.F.

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

SETTORE NUOTO CALENDARIO ATTIVITA REGIONALE REGOLAMENTO MANIFESTAZIONI REGIONALI ANNO NATATORIO 2014 2015 BOZZA

SETTORE NUOTO CALENDARIO ATTIVITA REGIONALE REGOLAMENTO MANIFESTAZIONI REGIONALI ANNO NATATORIO 2014 2015 BOZZA SETTORE NUOTO CALENDARIO ATTIVITA REGIONALE REGOLAMENTO MANIFESTAZIONI REGIONALI ANNO NATATORIO 2014 2015 BOZZA Agg. al 31/10/2014 1 INDICE Calendario Attività Agonistica 2014-2015 e scadenze pag. 3 Norme

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

Le schede di Sapere anche poco è già cambiare

Le schede di Sapere anche poco è già cambiare Le schede di Sapere anche poco è già cambiare LE LISTE CIVETTA Premessa lo spirito della riforma elettorale del 1993 Con le leggi 276/1993 e 277/1993 si sono modificate in modo significativo le normative

Dettagli

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio Lo sport è caratterizzato dalla RICERCA DEL CONTINUO MIGLIORAMENTO dei risultati, e per realizzare questo obiettivo è necessaria una PROGRAMMAZIONE (o piano di lavoro) che comprenda non solo l insieme

Dettagli

Lega Pattinaggio a Rotelle UISP Norme di Attività di Pattinaggio Artistico 2013

Lega Pattinaggio a Rotelle UISP Norme di Attività di Pattinaggio Artistico 2013 Agg. Al 05 dicembre 2012 1 INDICE REGOLE GENERALI Specialità: definizione Attività: struttura Attività di singolo Coppie Artistico e Coppie Danza Categorie: singolo Formula Uisp Livelli Coppia artistico

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

OPERATORI TECNICI ALTA SCUOLA TECNICI ALTA SCUOLA FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO

OPERATORI TECNICI ALTA SCUOLA TECNICI ALTA SCUOLA FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO OPERATORI TECNICI ALTA SCUOLA TECNICI ALTA SCUOLA FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO 1 GENERALITA L Alta Scuola nasce in Italia nel XV sec. I tra i grandi maestri, i più noti ci sono: Giambattista Pignatelli,

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 GRAND SOLEIL CUP CALA GALERA 2015 Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 Il Circolo Nautico e della Vela Argentario, in collaborazione con il Marina Cala Galera, il Cantiere del Pardo,

Dettagli

CON ADEGUAMENTO A NUOVI PRINCIPI INFORMATORI CONI APPORTATE DAL COMMISSARIO AD ACTA

CON ADEGUAMENTO A NUOVI PRINCIPI INFORMATORI CONI APPORTATE DAL COMMISSARIO AD ACTA STATUTO FEDERALE CON ADEGUAMENTO A NUOVI PRINCIPI INFORMATORI CONI APPORTATE DAL COMMISSARIO AD ACTA APPROVATO CON DELIBERA PRESIDENTE CONI N. 130/56 E RATIFICATO DALLA GIUNTA C.O.N.I. IL 4/9/2012 INDICE

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

In base alla formula di torneo adottata i tornei possono pertanto prevedere lo svolgimento di una o più partite.

In base alla formula di torneo adottata i tornei possono pertanto prevedere lo svolgimento di una o più partite. Formule di gioco La successione di mani necessarie per l eliminazione del penultimo giocatore o per la determinazione dei giocatori che accedono ad un turno successivo costituisce una partita. In base

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Svolgimento del gioco. Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni

Svolgimento del gioco. Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni Anno 1413 Il nuovo re d'inghilterra, Enrico V di Lancaster persegue gli ambiziosi progetti di unificare l'inghilterra e di conquistare la corona

Dettagli

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n.

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n. INDICE pag. FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY PREMESSA 3 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA Under 14/12/10/ 8/ 6 TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5 TABELLA RIASSUNTIVA n. 2 6 REGOLAMENTO U14 8 REGOLAMENTO U12

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile)

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D1. COSA SONO LE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE? D2. COME SI OTTENGONO

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla?

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla? FAQ ITALO PIU 1- Cos è la Carta Italo Più? 2- Cosa puoi fare con Italo Più? 3- Dove e come posso acquistarla? 4- Quanto costa? 5- Come posso ricaricare la carta? 6- Dove posso controllare il saldo ed i

Dettagli

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo I corsi del C.A.S. in collaborazione con le Scuole Sci Monte Pora, Spiazzi, Vareno, 90 Foppolo e Alta Valle Brembana Stagione 2010-2011 Formula Località Giorno e Orario Livelli Età bus (*) White M. Pora

Dettagli

17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015

17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015 17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015 Il Campionato di Borsa con Denaro Reale, organizzato in collaborazione con Directa Sim, Binck Bank, Finanza on Line Brown

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE ARTICOLO 1 (Istituzione e scopo) Con Protocollo di intesa, posto in allegato (All. 1),

Dettagli

Cenni sul calcolo combinatorio

Cenni sul calcolo combinatorio Cenni sul calcolo combinatorio Disposizioni semplici Le disposizioni semplici di n elementi distinti di classe k con kn sono tutti i gruppi di k elementi scelti fra gli n, che differiscono per almeno un

Dettagli

SOGGETTO PROMOTORE RCS Mediagroup SpA divisione Quotidiani- con sede in via Rizzoli 8 20132 Milano (di seguito: Promotore )

SOGGETTO PROMOTORE RCS Mediagroup SpA divisione Quotidiani- con sede in via Rizzoli 8 20132 Milano (di seguito: Promotore ) REGOLAMENTO ART.11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001,430 CONCORSO A PREMI DENOMINATO MAGIC+3 CAMPIONATO 2014-2015 PROMOSSO DALLA SOCIETA RCS MEDIAGROUP SPA MILANO CL 410/2014 SOGGETTO PROMOTORE RCS Mediagroup SpA

Dettagli

Tessera del Tifoso. Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico. Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1

Tessera del Tifoso. Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico. Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1 Tessera del Tifoso Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1 Indice degli argomenti Cos è la tessera del tifoso I punti

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

Pomara Scibetta & Partners Commercialisti Revisori dei Conti

Pomara Scibetta & Partners Commercialisti Revisori dei Conti Pomara Scibetta & Partners Commercialisti Revisori dei Conti Luciana Pomara Giuseppe Scibetta Onorina Zilioli Alessia Carla Vinci Roberto Scibetta Stefania Zilioli Rosaria Marano Sabrina Iannuzzi Your

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO ALL. D) REGOLA 5 Persone ammesse nel recinto di gioco 1) Per le gare organizzate dalla LNP, dalla Lega PRO e dalla Lega Nazionale Dilettanti in ambito nazionale sono ammessi

Dettagli

CARIBBEAN POKER. Come si gioca

CARIBBEAN POKER. Come si gioca CARIBBEAN POKER INDICE Caribbean Poker 2 Il tavolo da gioco 3 Le carte da gioco 4 Il Gioco 5 Jackpot Progressive 13 Pagamenti 14 Pagamenti con Jackpot 16 Combinazioni 18 Regole generali 24 CARIBBEAN POKER

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ A) ASPETTI GENERALI SU CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD na Carta di Credito TOP senza uguali sul mercato. Per gli Associati che non vorranno o non potranno avere

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Campo di applicazione Art. 3 Contingente che può essere destinato al tempo

Dettagli

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità Zucchetti Software Giuridico srl - Viale della Scienza 9/11 36100 Vicenza tel 0444 346211 info@fallco.it

Dettagli

Consorzio Stradale Lido dei Pini Lupetta Il Consiglio di Amministrazione

Consorzio Stradale Lido dei Pini Lupetta Il Consiglio di Amministrazione Consorzio Stradale Lido dei Pini Lupetta Il Consiglio di Amministrazione REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL SITO WEB Art. 1 (Finalità) Il Sito Web del Consorzio è concepito e utilizzato quale strumento istituzionale

Dettagli

STATUTO DELLA S.I.A.

STATUTO DELLA S.I.A. STATUTO DELLA S.I.A. Art. 1 È costituita a tempo indeterminato una Associazione sotto la denominazione Società Italiana di Agopuntura S.I.A. Art. 2 La Società Italiana di Agopuntura ha lo scopo di dare

Dettagli

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Il presente documento applica il Regolamento sulla gestione delle segnalazioni e dei reclami

Dettagli

,OQXRYRSDUWWLPH 7LSRORJLHFRQWUDWWXDOLDPPHVVH

,OQXRYRSDUWWLPH 7LSRORJLHFRQWUDWWXDOLDPPHVVH ,OQXRYRSDUWWLPH $PELWRGLDSSOLFD]LRQH La circolare ministeriale n. 9 del 18 marzo 2004 ha integrato ed in alcuni casi ampliato, la revisione all istituto del part- time attuata con il D.lgs. n. 276/2003

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE

LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE La programmazione nel settore giovanile P R O G R E S S I O N I D I D A T T I C H E, S

Dettagli

A CONTI FATTI Edizione 2014-2015

A CONTI FATTI Edizione 2014-2015 A CONTI FATTI Edizione 2014-2015 RAI-Radiotelevisione italiana dall 8 settembre 2014 al 29 maggio 2015 realizza un programma televisivo dal titolo A CONTI FATTI diffuso da RAIUNO tutti i giorni, dal lunedì

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana - Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Matteo Freddi L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Youcanprint Self-Publishing Titolo L arte di vincere al fantacalcio Autore Matteo Freddi Immagine di copertina a cura dell Autore ISBN 978-88-91122-07-0 Tutti

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio - Direzione Generale Ufficio III Coordinamento Regionale del Servizio di Educazione Motoria Fisica e

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Regolamento. sullo status e sui trasferimenti dei calciatori

Regolamento. sullo status e sui trasferimenti dei calciatori Regolamento sullo status e sui trasferimenti dei calciatori 1 REGOLAMENTO SULLO STATUS E SUL TRASFERIMENTO DEI CALCIATORI... 3 DEFINIZIONI... 4 I. DISPOSIZIONE INTRODUTTIVA... 5 II. STATUS DEI CALCIATORI...

Dettagli

NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA

NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA FEDERAZIONE ITALIANA VELA Settore Programmazione Attività Sportiva Nazionale NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA Edizione 2009 (versione n. 15 con variazioni del 25.03)

Dettagli

REGOLE DI TENNIS. Approvate dalla ITF International tennis federation (1) edizione 2015 (A.A.U.U. 11/12 di novembre - dicembre 2014)

REGOLE DI TENNIS. Approvate dalla ITF International tennis federation (1) edizione 2015 (A.A.U.U. 11/12 di novembre - dicembre 2014) REGOLE DI TENNIS Approvate dalla ITF International tennis federation (1) edizione 2015 (A.A.U.U. 11/12 di novembre - dicembre 2014) INDICE Prefazione pag. 2 Regola 1 Il campo pag. 3 Regola 2 - Arredi permanenti

Dettagli

- La denuncia di inizio, di modifica e di cessazione dell attività delle società

- La denuncia di inizio, di modifica e di cessazione dell attività delle società Registro Imprese - La denuncia di inizio, di modifica e di cessazione dell attività delle società - I trasferimenti di sede da altra provincia Come descrivere l attività Sintetica, chiara e concreta SI

Dettagli

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430.

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Ditta Promotrice Billa Aktiengesellschaft sede secondaria

Dettagli

Campo di Tiro Le Macchie Regolamento

Campo di Tiro Le Macchie Regolamento Campo di Tiro Le Macchie Regolamento Allo scopo di garantire al Tiro sportivo con armi da fuoco un crescente sviluppo anche all interno del Nostro poligono e che i sacrifici di chi si è prodigato perché

Dettagli