Aler Bergamo on the road Vendita alloggi: un poker di offerte. n ottobre

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Aler Bergamo on the road Vendita alloggi: un poker di offerte. n. 19-2010 ottobre"

Transcript

1 n ottobre A Z I E N D A L O M B A R D A P E R L E D I L I Z I A R E S I D E N Z I A L E D E L L A P R O V I N C I A D I B E R G A M O Periodico dell ALER di Bergamo - Anno 6 - Numero 19 - OTTOBRE Aut. Trib. Bergamo n 3 del 27/01/2005 Poste Italiane Spa - Spedizione in abbonamento postale - 70% DCB Bergamo Aler Bergamo on the road Vendita alloggi: un poker di offerte

2 A Z I E N D A L O M B A R D A P E R L E D I L I Z I A R E S I D E N Z I A L E D E L L A P R O V I N C I A D I B E R G A M O Editoriale del Presidente pag. 3 Aler Bergamo on the road pag. 4 Periodico dell ALER di Bergamo Anno 6 - Numero 19 - Ottobre 2010 Aut. Trib. Bergamo n 3 del 27/01/2005 Poste Italiane Spa Spedizione in abbonamento postale 70% - DCB Bergamo DIRETTORE RESPONSABILE: Ing. Arch. Narno POLI REDAZIONE: Narno Poli Bruno Marzia Vinicio Sesso Franco Pavone Claudia Conti Roberto Castelletti Anna Bettinelli Giuseppe Giordano Monica Poloni Massimo Ruotolo Arnaldo Villettaz SEDE DELLA REDAZIONE: Via Mazzini, 32/a BERGAMO Tel Fax Fotocomposizione e stampa: Maggioni Lino s.r.l. Via Marconi, 65 - Ranica Vendita alloggi: un poker di offerte Treviglio: vendita alloggi in housing sociale Posta Elettronica Certificata (PEC) Liti condominiali: conciliazione obbligatoria Bacheca ALER pag. 6 pag. 8 pag. 10 pag. 12 pag. 14 aler di bergamo via mazzini 32 A bergamo tel fax i n a l e r b g. i t w w w. a l e r b g. i t

3 EDITORIALE Il sogno di una casa di proprietà Le proposte di vendita, sommando le quattro diverse strategie di alienazione degli immobili, 1 e 2 stralcio per gli assegnatari degli alloggi popolari, il nuovo bando per le abitazioni di Calusco d Adda e l asta pubblica per gli immobili lasciati liberi dall utenza ALER, superano il migliaio di appartamenti, con offerte per tutte le tasche. g entili lettori, sto scrivendo questa lettera dopo aver partecipato alle Festa dei nonni nel quartiere Carnovali. Anche quest anno ALER, con la preziosa collaborazione di Don Cesare Passera che ha messo a disposizione l oratorio, e del gruppo volontari, che ringraziamo calorosamente, ha voluto organizzare questa festa in onore dell Angelo Custode, una bellissima festa dedicata alla persona che più di tutte ci protegge e ci salvaguarda. E da quando ALER ha iniziato a promuoverla qualche anno fa, l ha voluta dedicare ai nonni (e alle nonne che sono la prevalenza), come quelle persone che incarnano al meglio la missione di protezione, cura ed affetto verso i nipoti. Adesso passo ad informarvi sullo stato dell arte in tema di vendita degli alloggi. Innanzitutto è bene ricordare che la cessione di alloggi riguarderà anche appartamenti ormai sfitti o lasciati recentemente liberi dagli inquilini, come pure alloggi costruiti da ALER e messi sul mercato a prezzi decisamente vantaggiosi per l eventuale acquirente. Complessivamente le proposte di vendita, sommando le quattro diverse strategie di alienazione degli immobili, 1 e 2 stralcio per gli assegnatari degli alloggi popolari, il nuovo bando per le abitazioni di Calusco d Adda e l asta pubblica per gli immobili lasciati liberi dall utenza ALER, superano il migliaio di appartamenti, con offerte per tutte le tasche. 1 stralcio. Nei mesi scorsi, gli inquilini assegnatari dei 270 alloggi compresi in questo primo lotto di vendita ed in regola con i pagamenti, quindi non morosi, hanno ricevuto una lettera con la quale ALER Bergamo gli sottoponeva una proposta di acquisto dell immobile attualmente concesso loro in affitto. Diversi sono stati coloro che hanno ritenuto vantaggiose le proposte avanzate dall Azienda e che, di conseguenza, hanno proceduto all acquisto dell alloggio nel quale hanno vissuto per molti anni e dove sono cresciuti i propri figli. Allo stesso tempo, però, molti inquilini hanno ritenuto di non esprimersi nel merito (né in senso negativo, né in quello positivo) e proprio per questa ragione l Azienda ha ritenuto di poter concedere ancora un poco di tempo ai diretti interessati e fissare la nuova scadenza alla fine di quest anno. 2 stralcio. Il secondo Piano casa, invece, prevede un elenco di oltre 800 immobili da offrire a prezzo calmierato agli assegnatari degli appartamenti posti in vendita. Gli alloggi saranno proposti all utenza interessata (alcune lettere sono già pervenute) sulla base di calcoli effettuati utilizzando le valutazioni attuali dell Osservatorio Mercato Immobiliare (OMI) dell Agenzia del Territotio (il Catasto), ridotte del 36%. Anche per questa tranche, ALER Bergamo ha stipulato una serie di convenzioni con diversi istituti di credito al fine di garantire ai nostri inquilini la sottoscrizione di mutui che coprano addirittura il 100% dell importo richiesto. Infine, il Piano casa non prevede alcuna limitazione dettata dall età anagrafica, mentre permangono le agevolazioni fiscali sull imposta del registro e l esenzione dalle imposte ipotecarie e catastali a favore degli immobili di edilizia residenziale pubblica. Calusco d Adda. È stato pubblicato sul nostro sito il nuovo bando per promuovere la vendita del nuovo immobile realizzato in via Pertini a Calusco d Adda. Interessanti le modifiche apportate al bando: l offerta è rivolta a tutti i cittadini italiani che abbiano residenza o svolgano l abituale attività lavorativa all interno del nostro Paese; l ALER, assecondando le diverse esigenze e richieste avanzate da diversi cittadini interessati all acquisto, ha deciso di alzare i limiti dei redditi familiari, ampliando così la platea dei possibili richiedenti. Asta pubblica. ALER mette in vendita, mediante asta pubblica, quattordici alloggi sfitti siti nel Comune di Bergamo ed in Provincia. Un operazione che costituisce un opportunità per le famiglie che stanno cercando soluzioni abitative di buon livello e a prezzo accessibile sul nostro territorio. Lo scopo di tutta questa operazione è di riorganizzare il patrimonio immobiliare disponibile, acquisendo nuove risorse economiche da poter reinvestire nella realizzazione di nuovi alloggi e valorizzare il patrimonio esistente. Per tutte le informazioni del caso chiamate ALER o consultate il sito internet A presto. OTTOBRE 2010 ALER NOTIZIE 3

4 FOCUS Aler Bergamo on the road Se è vero, come è vero, che oggi basta un clic con il proprio mouse per collegarsi al sito web di ALER Bergamo e segnalare un problema, avanzare una richiesta od un reclamo e scaricare una serie infinita di moduli, rimane essenziale, per qualsiasi azienda di qualsivoglia settore merceologico o produttivo, il contatto diretto con la persona. Ovvero: on the road, sulla strada. c i si lamenta spesso, con qualche ragione, della lontananza di Enti e Istituzioni dal territorio di riferimento, dalla gente e dai loro problemi, dalla società insomma. Loro, che semplificando potremmo genericamente definirli come burocrati, vivono e si riproducono (eh?, il loro numero è in costante ascesa ) in ambienti quasi sterilizzati ed il solo contatto con il cittadino/ utente è causa di fastidiosissime orticarie. Nel tempo, qualcosa è cambiato e sempre di più questi soggetti pubblici hanno dovuto rivedere l impostazione del servizio e della propria organizzazione. Beh, siamo nel terzo Millennio ormai da alcuni anni e, certo, anche le nuove tecnologie hanno avuto un ruolo fondamentale nel colmare il fossato tra paese reale e paese legale, accumulato in anni trascorsi spensieratamente e allegramente nella gestione della cosa pubblica (con i risultati che tutti noi conosciamo bene, purtroppo). Le ALER, vuoi per le finalità sociali, vuoi per le problematiche quotidiane da risolvere in modo rapido e puntuale, si sono sempre distinte per la vicinanza e le capacità di ascolto verso la propria utenza. E, certo, l Azienda di Bergamo ha fatto ampiamente la propria parte per venire incontro alle nuove esigenze e aspettative degli inquilini in termini di velocizzazione delle informazioni (informatizzazione del sistema amministrativo), pianificazione degli interventi (manutenzioni ordinarie e straordinarie, uguale a migliore comfort per i residenti), elaborazione di nuovi progetti di insediamenti residenziali. Investimenti sempre più consistenti, in personale e mezzi a disposizione, hanno accompagnato questo percorso virtuoso di potenziamento dei servizi offerti e di innalzamento della qualità dei lavori resi all inquilinato. Se è vero, come è vero, che oggi basta un clic con il proprio mouse per collegarsi al sito web di ALER Bergamo e segnalare un problema, avanzare una richiesta od un reclamo e scaricare una serie infinita di moduli, rimane essenziale, per qualsiasi azienda di qualsivoglia settore merceologico o produttivo, il contatto diretto con la persona (sia essa considerata come un cliente, un consumatore o, appunto una persona). In questo senso, dietro l iniziativa dell Azienda di organizzare diversi incontri di quartiere sul territorio, non si celava nessun tipo di marketing sofisticato a monte ma, bensì, solo l esigenza di toccare con mano la realtà e confrontarsi con i residenti. In circa sei mesi di transumanza, sono state organizzate ben dieci riunioni (l ultima, prevista per i residenti di Verdello/Verdellino il 20 di ottobre, è fissata proprio nel periodo nel quale andiamo in stampa), alle quali hanno partecipato numerosi inquilini. È significativo che, durante queste assemblee, non siano emersi problemi particolarmente gravi, questo conforta il lavoro e l attenzione posta da ALER Bergamo sia negli interventi di riqualificazione del proprio patrimonio immobiliare, sia nelle fi- OTTOBRE 2010 ALER NOTIZIE 4

5 FOCUS nalità di una migliore convivenza civile e sociale. Durante tutti gli incontri, erano presenti per ALER Bergamo il direttore generale, ingegner Bruno Marzia, il dirigente gestionale, dottoressa Claudia Conti ed il responsabile della manutenzione ordinaria, geometra Giuseppe Giordano. Vita di condominio. Sappiamo tutti benissimo come la convivenza civile in un caseggiato sia spesso messo a dura prova dalla maleducazione di pochi. Nel nostro viaggio nei quartieri, da Monterosso a Carnovali, da Colognola a Malpensata e giù giù fino a Treviglio, sono state diverse, ovviamente, le segnalazioni di inosservanze al Manuale d uso degli alloggi ERP. Dal caso del mancato rispetto dell utilizzo delle parti comuni (parcheggi abusivi, cani lasciati liberi nel verde condominiale, appropriazione indebita di spazi verdi di uso comune, ecc.), alla inadempienza delle norme condominiali sulle attività non consentite (biancheria stesa che toglie luce agli alloggi sottostanti, stillicidio da acqua proveniente dall innaffiatura abbondante dei vasi di fiori), fino al disturbo della quiete pubblica (rumori molesti, prolungati ed a tutte le ore del giorno) sono, questi, solo alcuni esempi di situazioni denunciate e registrate sulle quali stiamo cercando di porre rimedio (alcune di queste condizioni sono già state rimosse o risolte). Ad esclusione di alcuni casi, i quali vedono la segnalazione di persone che, sembra, alloggino in strutture ALER senza averne titolo (e sul quale stiamo facendo una approfondita verifica), complessivamente le lamentele si riferiscono a situazioni, ahinoi, ricorrenti, in tutti i fabbricati italiani, isole comprese. Questo non significa assolutamente che la maleducazione o l indifferenza la debbano avere vinta sull osservanza delle norme e la sana predisposizione alla convivenza civile. Tutt altro. Per quanto ci riguarda, tenderemo sempre l orecchio all ascolto di lamentele o segnalazioni per migliore, ove possibile, i comportamenti a volte bislacchi di alcuni inquilini. Piccola manutenzione. Anche sul fronte degli interventi sui caseggiati o nelle aree di pertinenza, non si registrano particolari richieste. Ci pare una chiara conferma dell ottimo lavoro svolto in questi anni, attraverso piani di intervento di manutenzione ordinaria e straordinaria mirati e calibrati a soddisfare le giustificate richieste degli inquilini di una maggiore qualità del comfort degli alloggi ALER. Le richieste di intervento raccolte durante le riunioni nei quartieri, hanno sostanzialmente riguardato lavori di piccola manutenzione come: infissi da sostituire, tinteggiatura delle scale, sigillatura dei canali di gronda, montaggio di corrimano, rappezzo di tratti di asfalto e la disinfestazione da zanzare (in diversi casi, si è già provveduto ad intervenire a risolvere il problema). La gestione, conservazione e valorizzazione del nostro patrimonio immobiliare è e rimane un punto irrinunciabile della strategia d impresa pianificata da ALER Bergamo. Un segno di attenzione che, ne siamo certi, i nostri inquilini condividono e apprezzano. IN COLLABORAZIONE CON GLI UFFICI GESTIONI IMMOBILIARI E CANONI E MANUTENZIONE ORDINARIA ALER OTTOBRE 2010 ALER NOTIZIE 5

6 CITTÀ ALER Vendita alloggi: un poker di offerte Complessivamente le proposte di vendita, sommando le quattro diverse strategie di alienazione degli immobili, superano il migliaio di appartamenti, un pacchetto di proposte immobiliari un po per tutte le tasche. c ase popolari: su Bergamo è prevista un intensa precipitazione di offerte a pioggia di alloggi per tutti i gusti, metrature, tipologie e, naturalmente, portafogli. Per alcune di queste proposte la data di scadenza è stata prolungata fino al 31 dicembre dell anno in corso (primo stralcio di vendita), per altre, invece, i termini delle offerte di vendita sono prossimi all apertura. Bene specificare che la cessione di alloggi riguarderà anche appartamenti ormai sfitti o lasciati recentemente liberi dagli inquilini, come pure alloggi costruiti da ALER e messi sul mercato a prezzi, diciamo così, calmierati e decisamente vantaggiosi per l eventuale acquirente. Complessivamente le proposte di vendita, sommando le quattro diverse strategie di alienazione degli immobili (1 e 2 stralcio per gli assegnatari degli alloggi popolari, il nuovo bando per le abitazioni di Calusco d Adda e l asta pubblica per gli immobili lasciati liberi dall utenza ALER) superano il migliaio di appartamenti, un pacchetto di proposte immobiliari, come detto, un po per tutte le tasche. Il 1 stralcio. La vendita di questi alloggi (delle loro pertinenze, nonché relativi box ove esistenti), come per quelli della seconda tranche, è regolata dalla legge regionale 27/09, la quale ne disciplina le modalità e le procedure di dismissione, nonché il reimpiego dei proventi derivanti dalle azioni di compravendita (copertura finanziaria alla costruzione di nuove abitazioni o altri interventi di carattere manutentivo del patrimonio immobiliare esistente delle singole aziende ALER). Nei mesi scorsi, gli inquilini assegnatari dei 270 alloggi compresi in questo primo lotto di vendita ed in regola con i pagamenti, quindi non morosi, hanno ricevuto una lettera con la quale ALER Bergamo gli sottoponeva una proposta di acquisto dell immobile attualmente concesso loro in affitto. Diverse le utenze che hanno ritenuto vantaggiose le proposte avanzate dall Azienda e che, di conseguenza, hanno proceduto all acquisto dell alloggio nel quale hanno vissuto per molti anni e dove sono cresciuti i propri figli. Allo stesso tempo, però, molti inquilini hanno ritenuto di non esprimersi nel merito (né in senso negativo, né in quello positivo) e proprio per questa ragione l Azienda ha ritenuto di poter concedere ancora un poco di tempo ai diretti interessati e fissare la nuova scadenza alla fine del Il 2 stralcio. Il secondo Piano vendite, invece, prevede un elenco di oltre 800 immobili da offrire a prezzo calmierato agli assegnatari degli appartamenti posti in vendita. Gli alloggi saranno proposti all utenza interessata (alcune lettere sono già pervenute) ad un prezzo pari all ultimo valore dell Osservatorio del Mercato Immobiliare (OMI) ridotto fino ad un massimo del 36%. Anche per questa tranche, ALER Bergamo ha stipulato una serie di convenzioni con diversi istituti di credito al fine di garantire ai nostri inquilini la sottoscrizione di mutui che coprano addirittura il 100% dell importo richiesto. Infine, il Piano casa non prevede alcuna limitazione dettata dall età anagrafica, mentre permangono le agevolazioni fiscali sull imposta del registro e l esenzione dalle imposte ipotecarie e catastali a favore degli immobili di edilizia residenziale pubblica. Calusco d Adda. È stato pubblicato sul nostro sito il nuovo bando, diciamo così, riveduto e corretto, predisposto dall Azienda per provvedere alla vendita dell ancora intonso immobile realizzato in via Pertini a Calusco d Adda. Due le modifiche apportate. La prima. L offerta è rivolta a tutti i cittadini italiani che abbiano residenza o svolgano l abituale attività lavorativa all interno dello Stato Italiano (il precedente bando prevedeva, invece, residenza e lavoro circoscritti alla sola Lombardia). La seconda. ALER Bergamo, assecondando le diverse esigenze e richieste avanzate da diversi cittadini interessati all acquisto, ha deciso di alzare in modo significativo l asticella dei limiti posti ai redditi familiari. In effetti, si è passati da un tetto di euro lordi annui, ad una forbice compresa tra i 20 ed i euro. Sedici gli alloggi ancora disponibili. Asta pubblica. Al solito, le linee guida sono sempre le stesse: riorganizzare il patrimonio immobiliare dispo- OTTOBRE 2010 ALER NOTIZIE 6

7 CITTÀ ALER nibile, acquisendo nuove risorse economiche da poter reinvestire (nuovi alloggi ERP e valorizzazione del patrimonio esistente). Sono questi i concetti chiave che hanno portato ALER Bergamo a mettere in vendita, mediante asta pubblica, quattordici alloggi sfitti in caseggiati siti nel comune di Bergamo ed in provincia. Un operazione che prevede una base d asta complessiva prossima al 1 milione di euro e che costituisce sicuramente un opportunità per l Azienda di fare cassa ma, di riflesso, anche per le famiglie che stanno cercando soluzioni abitative di buon livello e a prezzo accessibile sul nostro territorio. Sul sito i cittadini interessati agli immobili in vendita, troveranno l avviso completo di vendita, con tutte le ulteriori informazioni e la necessaria modulistica. L asta, comunque, si terrà con il sistema delle offerte segrete in aumento rispetto al prezzo di base indicato per ciascun alloggio. Si ricorda che il bando è rivolto indistintamente a tutti, sia a persone fisiche che giuridiche, mentre, in questo caso, nessun diritto di prelazione, benefici o sconti sono previsti a favore di inquilini ALER. Per maggiori informazioni e ragguagli, gli interessati possono mettersi in contatto con il nostro Ufficio Vendite ALER al numero telefonico: IN COLLABORAZIONE CON L UFFICIO VENDITE DI ALER AZIENDA LOMBARDA PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI BERGAMO Via Mazzini 32/A Bergamo Tel Fax BANDO di vendita, mediante asta pubblica, di alloggi ERP sfitti e relative autorimesse, ove disponibili, siti in stabili in Bergamo e provincia. ai sensi della L.R. n. 27/2009 art. 47 e successive modifiche ed integrazioni Le offerte dovranno essere consegnate a mano al Protocollo generale di ALER in via Mazzini, 32/A, a Bergamo, entro le ore 12,00 del giorno 9/12/2010 o fatte pervenire a mezzo raccomandata entro la stessa data (farà fede il timbro di ricezione dell Azienda) a pena di esclusione. L asta si terrà a partire dalle ore 9,00 il giorno 10/12/2010 presso la sede ALER di Bergamo. Le caratteristiche del bando, l elenco degli alloggi e la modulistica sono disponibili presso Ufficio Vendite di ALER o scaricabile dal sito internet. Per maggiori informazioni e/o visite agli alloggi: Ufficio Vendite ALER tel o sito internet Alcune proposte degli immobili sfitti posti in vendita: CALCIO Via Covo, 23 Bilocale di mq 55 con box Valore base asta: ,00 CANONICA D ADDA Via Torino, 8 Quadrilocale di mq 81 con box Valore base asta: ,00 SERIATE Via G. Garibaldi, 2/F Trilocale di mq 77 con box Valore base asta: ,00 TRESCORE BALNEARIO Via Abbadia, 30 Trilocale di mq 71 con cantina Valore base asta: ,00 OTTOBRE 2010 ALER NOTIZIE 7

8 LAVORI IN CORSO Treviglio: vendita alloggi in housing sociale ALER Bergamo sta costruendo nel capoluogo della Bassa un edificio con dieci alloggi, tutti destinati alla vendita a prezzi calmierati e con criteri prestabiliti. Un altra risposta concreta della nostra Azienda ai bisogni abitativi sia dei giovani precari, come di quel ceto medio sempre più in difficoltà e alle prese con l erosione del proprio potere d acquisto. s i è parlato spesso, recentemente, della cosiddetta bolla finanziaria e dei suoi devastanti risultati sui mercati internazionali, con effetto domino su tutte le principali Borse in caduta libera, meno, invece, delle nuove bolle sociali. Se non proprio di larghissime fasce di nuovi poveri, occorre parlare sicuramente di strati di popolazione per i quali è diventato un problema arrivare alla fine del mese con il proprio stipendio. La busta paga di occupati interinali o precari, status che riguarda principalmente giovani ventenni ma anche diversi trentenni (l età media del precario è 35 anni!) è notoriamente ben al di sotto delle remunerazioni degli altri lavoratori. Ingenerosamente qualcuno, solo alcuni anni fa, bollò come bamboccioni quei giovani che, per diversi motivi, non ultimo quello dell autosostentamento economico, rimangono nella famiglia originaria ben oltre i 25/30 anni canonici. Si fa un gran parlare in questo sgangherato Paese, soprattutto a livello politico, di temi come la famiglia ma, poi, in concreto, di aiuti economici a sostegno dei nuovi nuclei ne arrivano davvero pochini. Formare una nuova famiglia (in tempi di recessione poi, è diventata impresa ardua per pochi ), presuppone l acquisto di un immobile. Sul tema della casa, stanno sempre più prendendo piede i cosiddetti programmi di social housing orientati al soddisfacimento di quella fascia di domanda intermedia attualmente esclusa sia dal comparto pubblico (per il superamento del reddito) che dal mercato dell affitto privato (per i livelli, eleva- tissimi, raggiunti dai prezzi di mercato negli anni più recenti). Una politica abitativa che comincia a dare i suoi frutti. A Treviglio, ad esempio, ALER Bergamo sta costruendo un edificio con dieci alloggi, tutti destinati alla vendita a prezzi calmierati con criteri prestabiliti. Un altra risposta concreta della nostra Azienda ai bisogni abitativi sia dei giovani precari, come di quel ceto medio sempre più in difficoltà e alle prese con l erosione del proprio potere d acquisto. Il Progetto ALER. Il Piano casa aziendale prevede, per la costruzione di Treviglio, la realizzazione di dieci appartamenti ricavati in un unico corpo di fabbrica e distribuiti su tre piani, con relativi box e cantina di pertinenza posizionati nel piano sottoterra. L area interessata dal progetto prevede una volumetria complessiva di circa mc e non presenta particolari vincoli di natura storico-archeologica né, tanto meno, paesaggistica e idrogeologica. I lavori di esecuzione sono iniziati alla fine di aprile dell anno in corso e termineranno presumibilmente verso la fine del Al momento, il cantiere procede con celerità e nel pieno rispetto del cronoprogramma adottato dall Azienda. In effetti, occorre evidenziare come l impresa aggiudicatrice dell appalto abbia già terminato le strutture dell interrato ed è giunta alla realizzazione del secondo impalcato strutturale che sorregge il piano. La tipologia edilizia proposta dal progetto redatto dall architetto Monica Poloni, con Direttore Lavori l ingegnere Elisabetta Foresta, entrambi OTTOBRE 2010 ALER NOTIZIE 8

9 LAVORI IN CORSO tecnici ALER Bergamo è quella in linea con doppio fronte di affaccio e balconi su ambo i lati. Al piano terra ed al primo piano sono previsti due alloggi quadrilocali di 87,09 mq e altri due appartamenti trilocali di 74,12 mq (complessivamente otto alloggi), mentre al secondo piano ci saranno solamente due abitazioni con tipologia trilocale e di dimensioni simili a quelle dei piani inferiori. La casa popolare cambia volto. Mutano le tecniche di costruzione, i materiali impiegati e gli standard di qualità, difficile, oggi, riconoscere a colpo d occhio una nuova abitazione ERP da un alloggio esibito dal mercato libero. L attenzione e la cura con le quali le aziende ALER costruiscono i propri edifici non ha certo nulla da invidiare alle imprese immobiliari private che vanno per la maggiore. In effetti, nulla viene tralasciato al caso nella relazione tecnica esecutiva del progetto di via Peschiera a Treviglio: dagli aspetti del comfort (benessere visivo, acustico, respiratorio e igrotermico, termine quest ultime che intende un agevole regolazione e controllo dei sistemi di climatizzazione) al risparmio energetico ed idrico, dall eliminazione delle barriere architettoniche (principi di visitabilità e adattabilità) fino all utilizzo di particolari materiali di isolamento: vetrocamera per l esterno, strisce desolidarizzanti in sughero biondo, migliorando ulteriormente le performance acustiche del sistema fonoassorbente. Particolari. Risparmio energetico. Detto dei materiali di isolamento e la presenza di doppi vetri a tutte le finestre, sul tema chiave dell efficienza calorifica occorre segnalare come l adozione di un unica caldaia a condensazione (alimentata a gas metano e ubicata nel locale centrale termica a quota -3,20 del piano interrato) e la posa di valvole termostatiche su ogni calorifero, consentono un facile e rapido controllo della temperatura in ogni ambiente. Il sistema a condensazione della caldaia, invece, è tra i più moderni ed ecologici oggi esistenti. Riesce infatti ad ottenere rendimenti molto elevati grazie al recupero del calore latente di condensazione del vapore acqueo contenuto nei fumi, come pure riduzioni delle emissioni di ossidi di azoto (NOx) e monossido di carbonio (CO) che possono raggiungere il 70% rispetto agli impianti tradizionali. Per quanto riguarda i consumi ed i relativi costi, nessun problema, l utente pagherà esclusivamente l utilizzo in termine di prelievo calore, sia per riscaldare l ambiente che per produrre acqua calda. Per quanto riguarda, invece, l utilizzo del gas metano in cucina, è prevista, al solito, una contabilizzazione separata per singolo alloggio. Ascensori. Essendo una struttura con più di tre piani fuori terra, l edificio deve includere ascensori proporzionati al numero degli alloggi, in questo caso due. La corsa dell ascensore prevede anche una fermata al piano interrato, mentre la portata è limitata alle sei persone. Infine, le dimensioni della cabine, ben superiori a quelle indicate dalla normativa vigente, permettono manovre agevoli alle persone diversamente abili in carrozzina. IN COLLABORAZIONE CON UFFICIO PROGETTAZIONE ALER OTTOBRE 2010 ALER NOTIZIE 9

10 PRIMO PIANO Posta Elettronica Certificata (PEC) Anche in ambito ALER Bergamo, l utilizzo della PEC - - permetterà di sostituire la raccomandata e il fax nei rapporti ufficiali, oltre alla trasmissione di fatture, ordini o bollettini di pagamento, convocazioni di assemblee condominiali, recepimento di reclami, avvisi, modulistica varia (disdetta contratto, variazione numero componenti, autocertificazione, revisione canone d affitto, ecc.) c ominciamo subito con il dire, anticipando la spiegazione e tutto il resto, che il servizio di posta certificata è assolutamente gratuito. Già, la premessa è doverosa in quanto, nel passato come nel presente, quando si anticipa un servizio aggiuntivo e/o innovativo, la prima cosa che passa per la mente è proprio il suo costo, quanto andrà ad incidere sul nostro portafoglio. Di che cosa si tratta in definitiva? La Posta Certificata è un servizio di comunicazione elettronica tra Cittadino e Pubblica Amministrazione. Il servizio è offerto a titolo gratuito e si rivolge a tutti i cittadini italiani maggiorenni che ne facciano richiesta (anche se residenti all estero) - specifica il sito web e-gov - Attraverso la Posta Certificata ogni cittadino può dialogare in modalità sicura e certificata con la Pubblica Amministrazione comodamente da casa o con qualsiasi dispositivo in grado di connettersi ad internet senza recarsi presso gli Uffici della PA per il normale disbrigo delle pratiche d ufficio. In buona sostanza, il servizio di Posta Certificata rappresenta un valido sostituto della raccomandata, ma non solo, in quanto permette, inoltre, di: dare alla la piena validità legale nei casi previsti dalla normativa, garantire data e ora riferiti all accettazione e alla consegna del messaggio e l integrità del contenuto trasmesso. Da poche settimane, anche ALER Bergamo ha avviato questo servizio aggiuntivo per la propria utenza: utilità, comodità, velocità e sicurezza delle informazioni, sono solo alcuni vantaggi che la moderna tecnologia mette a disposizione dell Azienda per ridurre sensibilmente le distanze con i cittadini e fornire uno strumento di dialogo efficace, economico (costa nigòt) e dal valore legale equiparato ad una raccomandata con ricevuta di ritorno, come stabilito dalla vigente normativa (DPR 11 febbraio 2005, n. 68). L importanza della PEC. In questi ultimi anni gli sforzi di ammodernamento di Enti Locali e apparati pubblici in genere, è stato certamente notevole sia da un punto di vista economico e sia, conseguentemente, dal punto di vista dell investimento sulle nuove tecnologie. Vediamo di capire bene in che cosa si differenzia la Posta Certificata da una semplice (posta elettronica standard). Come già anticipato più sopra, la PEC garantisce in assoluto alcune caratteristiche di sicurezza e di certificazione della trasmissione che rendono, appunto, questi messaggi addirittura opponibili ai terzi. Con il sistema di Posta Certificata è garantita la certezza del contenuto: i protocolli di sicurezza utilizzati fanno si che non siano possibili modifiche al contenuto del messaggio e agli eventuali allegati. Il termine certificata si riferisce al fatto che il gestore del servizio rilascia in automatico al mittente una ricevuta, la quale costituisce prova legale dell avvenuta spedizione del messaggio ed eventuali allegati. Allo stesso modo, il gestore del destinatario invia al mittente la ricevuta di avvenuta consegna. I gestori certificano quindi con le proprie ricevute che il messaggio è stato spedito, consegnato e non è stato alterato. OTTOBRE 2010 ALER NOTIZIE 10

11 PRIMO PIANO Differenza tra raccomandata con ricevuta di ritorno e PEC (dal punto di vista legale, economico, di tempo e praticità del servizio). Il servizio di PEC consente di effettuare l invio di documenti informatici avendo la garanzia di certificazione dell invio e dell avvenuta (o mancata) consegna. Il servizio ha, pertanto, tutti i requisiti della raccomandata con A/R cui si aggiungono notevoli vantaggi sia in termini di tempo che di costi. In particolare, nella PEC si riscontra: semplicità ed economicità di trasmissione, inoltro e riproduzione; facilità di invio multiplo, cioè a più destinatari contemporaneamente; velocità della comunicazione ed inoltre non è necessaria la presenza del destinatario per completare la consegna; possibilità di consultazione ed uso anche da postazioni diverse da quella del proprio ufficio o abitazione (basta un qualsiasi PC connesso ad Internet e un normale browser web), ed in qualunque momento grazie alla persistenza del messaggio nella casella di posta elettronica; che, diversamente dalla raccomandata, nella ricevuta di avvenuta consegna sono presenti anche i contenuti del messaggio originale. Anche in ambito ALER, l utilizzo della PEC permetterà di sostituire la raccomandata e il fax nei rapporti ufficiali o per l inoltro di comunicazioni che attestino l invio ma non richiedano la certificazione della consegna: trasmissione di fatture, ordini o bollettini di pagamento; convocazioni di assemblee condominiali inoltro di circolari e direttive; recepimento di reclami, avvisi, modulistica varia (disdetta contratto, variazione numero componenti, autocertificazione, revisione canone d affitto, ecc.) Caratteristiche principali della posta certificata. Una trasmissione può essere considerata PEC solo se le caselle del mittente e del destinatario sono entrambe certificate, altrimenti il sistema potrà fornire solo una parte delle funzionalità di certificazione previste (per esempio, non viene fornita la ricevuta di avvenuta consegna). Inoltre, nel caso di smarrimento della ricevuta, i gestori di posta certificata sono obbligati a registrare e mantenere in archivio tutte le operazioni relative alle trasmissioni effettuate per trenta mesi. I gestori sono anche tenuti ad utilizzare sempre un riferimento orario allineato, con gli istituti ufficiali che garantiscono l ora esatta. Quindi le registrazioni e tutti gli elementi descritti in seguito (ricevute, buste,...) conterranno sempre l ora esatta. PEC gratis per tutti. Dal 26 aprile scorso è possibile collegarsi al sito e richiedere la propria PEC, la procedura prevede di compilare un modulo online e poi recarsi presso un ufficio postale per depositare la propria firma. L invio di una mail o la trasmissione di un documento, una segnalazione od un reclamo alla PEC di ALER Bergamo - - è possibile solo se il mittente utilizza a sua volta un indirizzo di Posta Certificata. OTTOBRE 2010 ALER NOTIZIE 11

12 VITA DI CONDOMINIO Liti condominiali: conciliazione obbligatoria L intento è quello di snellire e velocizzare la risoluzione delle controversie e, indirettamente, ridurre il carico di lavoro dei Tribunali. Con la nuova normativa, in effetti, è stata data attuazione alla delega sulla conciliazione, che ha previsto così l obbligatorietà del tentativo di accordo in molte materie, compresa quella condominiale. p er una volta, vediamo di far parlare i numeri, i quali non dicono necessariamente la verità ma aiutano a capirla o ad interpretarla. Nei tribunali del Bel paese sono pendenti ben 5,5 milioni di processi civili ed oltre 3 milioni di processi penali, mentre l aspettativa di vita per una sentenza civile raggiunge la ragguardevole tempistica di 6 anni e 10 mesi prima di essere emessa. Tutto ciò senza tenere in minimo conto dell inadeguatezza, tecnologica, organizzativa e procedurale, che condiziona pesantemente la struttura ed il buon funzionamento della macchina giudiziaria italiana. Insomma, facile immaginare gli angusti locali di un Tribunale qualsiasi ed a qualsivoglia latitudine, con faldoni, pratiche e scartoffie varie, impilate una sopra l altra ed in attesa di essere istruite da qualche giudice. Le liti fra vicini aumentano a dismisura e per le cause più disparate. Secondo una statistica dell AIDAA sportello animali, in Italia vi è una discussione ogni 12 minuti per la presenza di animali domestici in un palazzo! Infine, anche se molto spesso, addirittura quattro volte su cinque, le controversie non arrivano mai davanti ad un giudice, la mole dei procedimenti civili instaurati ogni anno resta impressionante: nuove cause ogni 12 mesi, secondo le stime elaborate partendo dai dati del tribunale e dell ufficio del giudice di pace di Roma. Di fronte a queste cifre e, certo, prima di bloccare definitivamente i già fragili meccanismi giudiziari, il legislatore ha pensato bene di porre rimedio alla situazione ricorrendo ad una sorta di disincentivazione del ricorso alla causa civile. Vediamo come. Decreto Legislativo 28/2010. Con l intento di snellire e velocizzare la risoluzione di controversie e, indirettamente, ridurre il carico di lavoro dei Tribunali, con la nuova normativa è stata data attuazione alla delega sulla conciliazione, che ha previsto così l obbligatorietà del tentativo di accordo in molte materie, compresa quella condominiale. La previsione legislativa è così forte che cambieranno le abitudini dei proprietari/condomini ma, senz altro, anche quelle degli amministratori condominiali e di tutte le parti coinvolte. È bene precisare che vi è ancora quasi un anno di tempo prima che la conciliazione diventi obbligatoria, in quanto la legge ha previsto questa dilazione di tempo per permettere, tra l altro, agli organismi di conciliazione di organizzarsi. A far data dal prossimo 20 marzo 2011, quindi, prima di intraprendere un azione legale le parti debbono cercare di accordarsi, tanto che il tentativo di conciliazione diventa addirittura condizione di procedibilità. Se, come detto, l obiettivo primario della riforma è quello di alleggerire il peso del lavoro della giustizia civile, in seconda battuta, invece, queste nuove norme, per altro obbligatorie, consentono ai cittadini di fruire di uno strumento di risoluzione delle controversie piuttosto semplice, rapido, veloce e, cosa molto importante, a basso costo. In particolare, oltre alle liti condominiali, il ricorso alla conciliazione è previsto anche per: cattiva sanità, contratti di assicurazione, finanziari OTTOBRE 2010 ALER NOTIZIE 12

13 VITA DI CONDOMINIO e bancari, controversie sulla locazione. Al solito, vagamente interessata alla questione, la categoria degli avvocati ha molto criticato questa svolta epocale nel trattamento delle controversie civili, bollandola come una mera perdita di tempo. Staremo a vedere, anche se, secondo una prima stima fatta dal Ministero della Giustizia, sono circa le cause che saranno interessate dalla conciliazione obbligatoria. Gli effetti. Dal prossimo 20 marzo, quindi, sarà un mediatore civile ad occuparsi delle controversie degli italiani. La novità obbliga gli avvocati ad informare i clienti per iscritto della possibilità di accedere alla nuova procedura di conciliazione in alternativa al ricorso in Tribunale, pena l annullamento del mandato. Questi, in sintesi, le principali novità. I cittadini possono scegliere il mediatore liberamente nell Albo degli organismi di conciliazione del Ministero della Giustizia e, all atto della presentazione della domanda, viene fissato anche il primo incontro entro i successivi 15 gironi. Il procedimento può anche svolgersi per via telematica; in questo modo non si perde tempo e ore di lavoro per recarsi fisicamente agli incontri. Il mediatore civile, fin troppo chiaro, ha lo scopo di favorire un accordo equo e amichevole, il più velocemente possibile. Le parti hanno quattro mesi a disposizione per far loro la proposta dall arbitro, un periodo decisamente congruo per poter valutare l eventuale risoluzione. Se i condomini accettano il lodo suggerito, la lite si interrompe ed il verbale di accordo viene omologato dal giudice. Diversamente, se durante questi 120 giorni i tentativi di arrivare ad una soluzione condivisa risultano nulli, allora, solo in questo caso, è possibile ricorrere al Tribunale per ottenere una sentenza che soddisfi le aspettative del ricorrente. Attenzione, però, perché nel caso il giudice facesse propria la proposta del mediatore civile, la parte che l aveva precedentemente rifiutata verrà obbligata al pagamento delle spese processuali e legali anche della controparte, oltre alle tasse aggiuntive. Gli atti e le dichiarazioni rilasciate durante la fase di mediazione sono coperte dal segreto professionale e non possono essere utilizzate in eventuali procedimenti successivi davanti al giudice. Per favorire la mediazione, al posto del ricorso al tribunale è stato previsto un incentivo fiscale: per chi trova un accordo è riconosciuto un credito d imposta rapportato alle spese pagate fino ad un massimo di 500 euro, ridotto della metà in caso di insuccesso della mediazione. Inoltre, non è dovuta alcuna spesa di registrazione del verbale fino ad un importo della lite pari a euro. OTTOBRE 2010 ALER NOTIZIE 13

14 BACHECA Bacheca Aler ZAMBETTI: PRIMI 50 MILIONI PER IL FONDO SOSTEGNO AFFITTI Fino al 20 ottobre si potranno presentare le domande per ottenere i contributi del Fondo sostegno affitto. La Giunta regionale, su proposta dell assessore alla Casa, Domenico Zambetti, ha infatti approvato i documenti necessari ad attivare il Fondo stesso: il bando Sportello affitto (Fondo sostegno affitto), uno schema di bando tipo per i Comuni e lo schema di convenzione con i Centro di assistenza fiscale (Caaf). Il Fondo sostegno affitto è uno strumento di aiuto per i nuclei familiari con particolari disagi economici che abitano in alloggi in affitto sul libero mercato. Si parte con una dotazione di 50 milioni di euro. A queste risorse si aggiungeranno quelle a carico dei Comuni che apriranno lo Sportello affitto. Per raggiungere questa cifra la Regione ha aumentato lo stanziamento delle risorse proprie, a fronte della diminuzione dei trasferimenti di risorse statali. Voglio sottolineare afferma l Assessore Zambetti - come, rispetto allo scorso anno, il bando presenti innovazioni che agevoleranno i cittadini. Tra le novità la possibilità di presentare domanda anche se si è chiesta la detrazione, nella dichiarazione dei redditi, del canone di locazione versato e l opportunità, per le parti interessate, di stipulare accordi con il Comune per prevenire la morosità e ottenere dai locatori sconti sul canone. Sono esclusi dalla possibilità di ottenere il contributo del Fondo sostegno affitto quanti siano proprietari di altro alloggio in Lombardia o abbiano ottenuto un alloggio realizzato con contributi pubblici o di cooperativa edilizia. Per garantire che i contributi siano realmente erogati a quanti ne abbiano davvero bisogno - aggiunge Zambetti - abbiamo introdotto novità sul versante dei controlli, prevedendo indici di performance sulle verifiche cui i Comuni devono adeguarsi così da rendere omogeneo il monitoraggio su tutto il territorio regionale. Per ottenere i contributi del Fondo, come in passato, potranno presentare domanda, dal 30 agosto al 20 ottobre presso il Comune di residenza o un Caaf, coloro che risiedono in Lombardia e sono in possesso di un regolare e registrato contratto di locazione sul libero mercato. Il contributo che verrà erogato sarà calcolato sulla base di diversi criteri tra cui la situazione reddituale e patrimoniale, la composizione del nucleo familiare e l importo del canone di locazione del Sono tutti parametri che concorrono alla formazione dell Isee (Indicatore della situazione economica equivalente) che non dovrà superare il valore di ,42 euro. Lo scorso anno le domande presentate sono state e circa avevano i requisiti per ottenere il finanziamento che è stato erogato. Regione Lombardia - conclude Zambetti - monitorerà l andamento delle richieste ed è pronta a fare fronte a un aumento delle domande rispetto a quelle dello scorso anno. La casa è un bene primario e il Governo lombardo ha a cuore che ogni cittadino di questa regione possa beneficiare di un abitazione. (MILANO, 29 LUGLIO 2010) GLI INQUILINI DANNO I VOTI Come ben sappiamo, sono diversi i lavori di manutenzione che spesso alcune ditte eseguono all interno degli alloggi di nostra proprietà. E fin qui, nulla di nuovo, alla fine dell intervento, l impresa consegnava un modulo all assegnatario, nel quale l inquilino per presa visione, diciamo così, certificava che i lavori erano stati effettivamente eseguiti in quel determinato appartamento al quale venivano aggiunte le ore effettive di manodopera impiegata. Niente di più, niente di meno. Si è ritenuto di aggiungere alla normale modulistica di accettazione un valore aggiunto o, meglio, un giudizio di merito sulle opere eseguite. L assegnatario, dunque, avrà la possibilità di valutare nel merito la prestazione dei singoli interventi manutentivi. È evidente che l Azienda, a fronte di una valutazione negativa (il grado di giudizio a disposizione degli utenti sarà: scarso, sufficiente e buono), dopo un attenta e puntuale verifica, potrà immediatamente contestare all impresa il proprio operato ed in presenza di una serie di voti insufficienti rinviare la ditta interessata agli esami di riparazione. OTTOBRE 2010 ALER NOTIZIE 14

15 BACHECA FESTA DEI NONNI La Festa dei Nonni è ormai divenuto uno dei più classici appuntamenti della nostra Città, una giornata veramente speciale per festeggiare tutti i nonni e le nonne d Italia. In seguito alla proclamazione del 2 Ottobre come ricorrenza a loro dedicata, ALER Bergamo organizza ogni anno grazie all impegno e alla dedizione della dottoressa Claudia Conti una manifestazione pensata e studiata proprio per tutta la famiglia. Lo scopo principale di tutte le iniziative ideate per queste giornate, è promuovere la comunicazione ed i rapporti intergenerazionali fornendo delle opportunità di coinvolgimento per giovani ed anziani. In particolare, ovviamente, si vuole mettere in luce il loro importante ruolo di educatori, soprattutto in un contesto sociale assai difficile come quello attuale. Anche la nostra Azienda non ha voluto essere da meno, organizzando la ricorrenza presso l Oratorio della Parrocchia del Sacro Cuore, in quartiere Carnovali, grazie alla disponibilità dei suoi volontari. Dopo un graditissimo rinfresco, la festa è entrata subito nel vivo con una serie ininterrotta di partecipatissime tombolate, nelle quali a colpi di cinquine i giocatori si sono suddivisi i molti premi in palio. Infine, grazie alla verve artistico/musicale di un pensionato, nonni scatenatissimi sulle note del ballo liscio. Alla fine del pomeriggio, con l aroma e l atmosfera d altri tempi, caldarroste per tutti e l auspicio che le possibilità d incontro si ripetano anche in altri periodi dell anno (come la Festa di Primavera insegna ). (BERGAMO, 1 OTTOBRE 2010) ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO UFFICIO GESTIONI IMMOBILIARI - UFFICIO ASSEGNAZIONI UFFICIO MANUTENZIONE - UFFICIO RECUPERO CREDITI UFFICIO RELAZIONI COL PUBBLICO - UFFICIO VENDITE LUNEDÌ dalle 9,00 alle 12,00 MARTEDÌ dalle 14,00 alle 17,00 MERCOLEDÌ dalle 9,00 alle 12,00 GIOVEDÌ dalle 14,00 alle 17,00 ALER di Bergamo - Via Mazzini, 32A Bergamo Tel Fax OTTOBRE 2010 ALER NOTIZIE 15

16

BANDO DI CONCORSO. per l assegnazione in proprietà (VENDITA) di n. 10 alloggi e box in corso di costruzione siti nel comune di TREVIGLIO Via Peschiera

BANDO DI CONCORSO. per l assegnazione in proprietà (VENDITA) di n. 10 alloggi e box in corso di costruzione siti nel comune di TREVIGLIO Via Peschiera Azienda Lombarda per l Edilizia Residenziale della Provincia di Bergamo 24128 BERGAMO Via Mazzini, 32/a Tel. 035/259595 Fax 035/251185 www.alerbg.it info@alerbg.it L A.L.E.R. informa, in applicazione della

Dettagli

BANDO DI CONCORSO. per l assegnazione in proprietà (VENDITA) di n. 14 alloggi siti nel comune di CALUSCO D ADDA Via Pertini, Via Mozart e Via Moro

BANDO DI CONCORSO. per l assegnazione in proprietà (VENDITA) di n. 14 alloggi siti nel comune di CALUSCO D ADDA Via Pertini, Via Mozart e Via Moro Azienda Lombarda per l Edilizia Residenziale della Provincia di Bergamo 24128 BERGAMO Via Mazzini, 32/a Tel. 035/259595 Fax 035/251185 www.alerbg.it info@alerbg.it L A.L.E.R. informa, in applicazione della

Dettagli

COMUNE DI MASSA POLITICHE SOCIALI, DELLA CASA E PARI OPPORTUNITA UFFICIO CASA

COMUNE DI MASSA POLITICHE SOCIALI, DELLA CASA E PARI OPPORTUNITA UFFICIO CASA COMUNE DI MASSA POLITICHE SOCIALI, DELLA CASA E PARI OPPORTUNITA UFFICIO CASA BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE Indetto ai sensi dell art. 11 della legge 9

Dettagli

AVVISO DI LOCAZIONE. FONDAZIONE CASA AMICA i n c o l l a b o r a z i o n e c o n COMUNE DI BERGAMO

AVVISO DI LOCAZIONE. FONDAZIONE CASA AMICA i n c o l l a b o r a z i o n e c o n COMUNE DI BERGAMO AVVISO DI LOCAZIONE FONDAZIONE CASA AMICA i n c o l l a b o r a z i o n e c o n COMUNE DI BERGAMO RACCOLTA DELLE DOMANDE PER LA LOCAZIONE DI N. 10 UNITA ABITATIVE (BILOCALI) DI NUOVA COSTRUZIONE O CHE

Dettagli

Comune di Rosignano Marittimo

Comune di Rosignano Marittimo Comune di Rosignano Marittimo Provincia di Livorno BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNO 2014 ISTRUZIONI PER POTER PRESENTARE LA DOMANDA OCCORRE: 1) essere

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE DELIBERA

LA GIUNTA COMUNALE DELIBERA OGGETTO: Criteri per la ripartizione del Fondo per il sostegno all accesso alle abitazioni in locazione di cui all art. 11, L. 431/98. Anno 2006. Approvazione Bando. LA GIUNTA COMUNALE Su proposta dell

Dettagli

DAL 21 luglio al 12 agosto 2010

DAL 21 luglio al 12 agosto 2010 Sede operativa di Medicina via Saffi 73 AVVISO PUBBLICO PER LA LOCAZIONE DI ALLOGGI A CANONE CONTENUTO UBICATI NEL COMUNE DI MEDICINA Delibera del consiglio comunale di Medicina n 153 Del 07/11/2005 e

Dettagli

WELHOME! MOLINI RIUNITI ALLOGGI IN LOCAZIONE A CANONE MODERATO

WELHOME! MOLINI RIUNITI ALLOGGI IN LOCAZIONE A CANONE MODERATO WELHOME! MOLINI RIUNITI ALLOGGI IN LOCAZIONE A CANONE MODERATO AVVISO PUBBLICO PER LA RACCOLTA DI CANDIDATURE PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN LOCAZIONE A CANONE MODERATO A COLOGNOLA (BG) 0. PREMESSA Il

Dettagli

CASA INTEGRA - BOCCALEONE UN OPPORTUNITÀ ABITATIVA TRA LA CITTÀ E IL QUARTIERE

CASA INTEGRA - BOCCALEONE UN OPPORTUNITÀ ABITATIVA TRA LA CITTÀ E IL QUARTIERE CASA INTEGRA - BOCCALEONE UN OPPORTUNITÀ ABITATIVA TRA LA CITTÀ E IL QUARTIERE AVVISO PUBBLICO PER LA RACCOLTA DI CANDIDATURE PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN LOCAZIONE A CANONE MODERATO E CON PATTO DI

Dettagli

Unione Inquilini - Segreteria di Roma e Lazio

Unione Inquilini - Segreteria di Roma e Lazio PROPOSTE UNIONE INQUILINI Per quanto riguarda nello specifico le norme sul canone calmierato proponiamo le seguenti osservazioni all Art. 1 commi 7, 8 e 9 della PdL 075 : Le modifiche proposte dalla Giunta

Dettagli

VIVERE VICINI IN VIA VOLTRI AVVISO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN LOCAZIONE A CANONE SOCIALE NEL COMUNE DI MILANO VIA VOLTRI

VIVERE VICINI IN VIA VOLTRI AVVISO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN LOCAZIONE A CANONE SOCIALE NEL COMUNE DI MILANO VIA VOLTRI VIVERE VICINI IN VIA VOLTRI AVVISO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN LOCAZIONE A CANONE SOCIALE NEL COMUNE DI MILANO VIA VOLTRI Ai sensi della Convenzione tra Comune di Milano e Pessina Costruzioni S.P.A.

Dettagli

BANDO PER LA FORMAZIONE DI GRADUATORIA PER L ACQUISTO DI ALLOGGI DI EDILIZIA A PREZZO CONVENZIONATO IN VIA CURIEL

BANDO PER LA FORMAZIONE DI GRADUATORIA PER L ACQUISTO DI ALLOGGI DI EDILIZIA A PREZZO CONVENZIONATO IN VIA CURIEL BANDO PER LA FORMAZIONE DI GRADUATORIA PER L ACQUISTO DI ALLOGGI DI EDILIZIA A PREZZO CONVENZIONATO IN VIA CURIEL SI RENDE NOTO che l Amministrazione Comunale, nell ambito delle proprie politiche abitative

Dettagli

www.regione.lombardia.it LA CASA PER LE FAMIGLIE LOMBARDE

www.regione.lombardia.it LA CASA PER LE FAMIGLIE LOMBARDE www.regione.lombardia.it LA CASA PER LE FAMIGLIE LOMBARDE Ascolto, attenzione, accompagnamento verso il bisogno primario della casa. Questo è l impegno costante che Regione Lombardia garantisce alle giovani

Dettagli

Ristrutturazione edilizia e risparmio energetico: le famose detrazione del 36% e del 55% Molti contribuenti hanno già conosciuto e utilizzato le

Ristrutturazione edilizia e risparmio energetico: le famose detrazione del 36% e del 55% Molti contribuenti hanno già conosciuto e utilizzato le Ristrutturazione edilizia e risparmio energetico: le famose detrazione del 36% e del 55% Molti contribuenti hanno già conosciuto e utilizzato le detrazioni relative alle spese su manutenzioni e ristrutturazioni

Dettagli

COMUNE DI CESANO BOSCONE

COMUNE DI CESANO BOSCONE CENTRO COSTRUZIONI CASE S.a.s. COMUNE DI CESANO BOSCONE BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN VENDITA A PREZZO CONVENZIONATO NUOVI INTERVENTI RESIDENZIALI PIANI ATTUATIVI VIA VESPUCCI/SALVO D ACQUISTO

Dettagli

DOMANDA DI CONTRIBUTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI ATTO DI NOTORIETA. Via n. e residente a CAP Prov. Via n.

DOMANDA DI CONTRIBUTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI ATTO DI NOTORIETA. Via n. e residente a CAP Prov. Via n. Allegato B ( domanda di contributo) Regione Toscana D.G. Diritti di cittadinanza e coesione sociale Settore politiche abitative Via di Novoli 26-50127 Firenze AVVERTENZE. Compilare la domanda in stampatello.

Dettagli

La / il sottoscritt. nat_ a Prov., il. residente nel Comune di Prov. Via n. CAP. La / il sottoscritt. nat_ a Prov., il. residente nel Comune di Prov.

La / il sottoscritt. nat_ a Prov., il. residente nel Comune di Prov. Via n. CAP. La / il sottoscritt. nat_ a Prov., il. residente nel Comune di Prov. finestra PERIODO DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA: dal 15 ottobre al 21 dicembre 2012 Allegato B ( domanda di contributo) Regione Toscana D.G. Diritti di cittadinanza e coesione sociale Settore politiche

Dettagli

AZIENDA CASA EMILIA-ROMAGNA (ACER) FERRARA

AZIENDA CASA EMILIA-ROMAGNA (ACER) FERRARA AZIENDA CASA EMILIA-ROMAGNA (ACER) FERRARA Ente Pubblico Economico ex L.R. 24/2001 Corso Vittorio Veneto, 7 44121 Ferrara - C.F. - Partita IVA 00051510386 Centralino Tel. 0532 230311 - Servizio Clienti

Dettagli

Proposta di legge Alienazione degli immobili di ERP. Documento preliminare

Proposta di legge Alienazione degli immobili di ERP. Documento preliminare ALLEGATO A Proposta di legge Alienazione degli immobili di ERP Documento preliminare 1. Inquadramento normativo La materia dell edilizia residenziale pubblica comprende il complesso delle attività delle

Dettagli

Decreto casa. Un miliardo e 800 milioni per l emergenza abitativa. Che cosa prevede? Decreto Casa.

Decreto casa. Un miliardo e 800 milioni per l emergenza abitativa. Che cosa prevede? Decreto Casa. Decreto casa. Un miliardo e 800 milioni per l emergenza abitativa. Che cosa prevede? Ministero delle Infrastrutture Decreto Casa. SOSTEGNO ALL AFFITTO 200 MILIONI DI EURO AL FONDO AFFITTO Ai 100 milioni

Dettagli

COMUNE DI SAN VITO AL TAGLIAMENTO

COMUNE DI SAN VITO AL TAGLIAMENTO COMUNE DI SAN VITO AL TAGLIAMENTO PROVINCIA DI PORDENONE CAP 33078 L.R.6/2003 ART.6 e L.431/98 ART.11 INTERVENTI A SOSTEGNO DELLE LOCAZIONI ASSESSORATO ALLA TUTELA SOCIALE Vista la Legge Regionale 07.03.2003

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE BANDO PUBBLICO IL DIRETTORE

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE BANDO PUBBLICO IL DIRETTORE COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE BANDO PUBBLICO IL DIRETTORE VISTO il Decreto n. 4114 del 25 luglio 2005 con il quale il Dirigente della Direzione Generale Politiche Territoriali e Ambientali

Dettagli

BANDO DI ASSEGNAZIONE ALLOGGI A CANONE MODERATO di proprietà dell A.L.E.R. di Pavia in via Fossarmato 25 27 27/A

BANDO DI ASSEGNAZIONE ALLOGGI A CANONE MODERATO di proprietà dell A.L.E.R. di Pavia in via Fossarmato 25 27 27/A BANDO DI ASSEGNAZIONE ALLOGGI A CANONE MODERATO di proprietà dell A.L.E.R. di Pavia in via Fossarmato 25 27 27/A PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE ENTRO IL 14 MARZO 2008 1. INDIZIONE DEL BANDO E indetto il bando

Dettagli

La / il sottoscritt. nat_ a Prov., il. residente nel Comune di Prov. Via n. CAP. La / il sottoscritt. nat_ a Prov., il. residente nel Comune di Prov.

La / il sottoscritt. nat_ a Prov., il. residente nel Comune di Prov. Via n. CAP. La / il sottoscritt. nat_ a Prov., il. residente nel Comune di Prov. FINESTRA Allegato B (domanda di contributo PERIODO DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA: 15 DICEMBRE 2014 31 GENNAIO 2015 Regione Toscana D.G. Diritti di cittadinanza e coesione sociale Settore politiche abitative

Dettagli

PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI A CANONE CONTENUTO

PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI A CANONE CONTENUTO Comune di Imola Provincia di Bologna Via Mazzini n. 0026 Imola Tel. 052-602111-Fax 602289. REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI A CANONE CONTENUTO Approvato con delibera C.C. n. 160 del 18.07.2005,

Dettagli

ANNO DI RIFERIMENTO: 2009. (ai sensi della Legge Regionale n. 6/2003 art. 6 - secondo periodo)

ANNO DI RIFERIMENTO: 2009. (ai sensi della Legge Regionale n. 6/2003 art. 6 - secondo periodo) BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DI SOGGETTI PUBBLICI O PRIVATI CHE METTONO A DISPOSIZIONE ALLOGGI A FAVORE DI LOCATARI MENO ABBIENTI ANNO DI RIFERIMENTO: 2009 (ai sensi della Legge

Dettagli

Settore Servizi alla Persona

Settore Servizi alla Persona BANDO DI CONCORSO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA DEGLI ASPIRANTI ALL ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA SOVVENZIONATA NEL COMUNE DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO IL DIRIGENTE SETTORE

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO. Provincia di Udine n 3151 Protocollo Lì, 28/04/2009

COMUNE DI DIGNANO. Provincia di Udine n 3151 Protocollo Lì, 28/04/2009 COMUNE DI DIGNANO Provincia di Udine n 3151 Protocollo Lì, 28/04/2009 BANDO 2009 PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER LE SPESE SOSTENUTE PER IL PAGAMENTO DI CANONI DI LOCAZIONE (L. 09.12.1998, N.431, ART.

Dettagli

AVVISO PUBBLICO IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

AVVISO PUBBLICO IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AVVISO PUBBLICO Per la messa a disposizione di alloggi non utilizzati, arredati o non arredati da assegnare in locazione provvisoria a nuclei familiari in condizioni di disagio socio economico. IL RESPONSABILE

Dettagli

Al Comune di Gaggio Montano P.zza A. Brasa, 1 40041 Gaggio Montano

Al Comune di Gaggio Montano P.zza A. Brasa, 1 40041 Gaggio Montano Protocollo: Al Comune di Gaggio Montano P.zza A. Brasa, 4004 Gaggio Montano DOMANDA PER LA PARTECIPAZIONE AL CONCORSO GENERALE PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA Legge regionale

Dettagli

CONTRIBUTI PER L ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE NEGLI EDIFICI PRIVATI

CONTRIBUTI PER L ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE NEGLI EDIFICI PRIVATI CONTRIBUTI PER L ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE NEGLI EDIFICI PRIVATI Legge n. 13 del 09/01/1989 e circolare ministeriale Ministero dei Lavori Pubblici n. 1669 del 22/06/1989 La Legge n. 13

Dettagli

DATI DA DICHIARARE AL FINE DELLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA E DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (AUTOCERTIFICAZIONE) Il RICHIEDENTE:

DATI DA DICHIARARE AL FINE DELLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA E DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (AUTOCERTIFICAZIONE) Il RICHIEDENTE: Il presente modulo N sostituisce la domanda di assegnazione che dovrà essere inserita nel sistema informatico appositamente predisposto dalla Regione Lombardia e sottoscritta esclusivamente presso la sede

Dettagli

L HOUSING SOCIALE A MILANO E REALTA VIA AL BANDO PER 124 ABITAZIONI CENNI DI CAMBIAMENTO SULLA CITTA

L HOUSING SOCIALE A MILANO E REALTA VIA AL BANDO PER 124 ABITAZIONI CENNI DI CAMBIAMENTO SULLA CITTA COMUNICATO STAMPA L HOUSING SOCIALE A MILANO E REALTA VIA AL BANDO PER 124 ABITAZIONI CENNI DI CAMBIAMENTO SULLA CITTA Per la prima volta a Milano un bando per assegnare la abitazioni a canone calmierato.

Dettagli

Abrogazione e sostituzione integrale del regolamento n 3 del 23 ottobre 2001: Regolamento di attuazione della legge regionale n. 25 del 6 luglio 2001.

Abrogazione e sostituzione integrale del regolamento n 3 del 23 ottobre 2001: Regolamento di attuazione della legge regionale n. 25 del 6 luglio 2001. Abrogazione e sostituzione integrale del regolamento n 3 del 23 ottobre 2001: Regolamento di attuazione della legge regionale n. 25 del 6 luglio 2001. Art. 1 (Finalità) 1. Il presente regolamento viene

Dettagli

Comune di Ponte dell Olio

Comune di Ponte dell Olio Comune di Ponte dell Olio AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER L ASSEGNAZIONI DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIARIA PUBBLICA. Prot. n. 10300 del 26/10/2010 (L.R. 24/01 Regolamento comunale

Dettagli

COMUNE DI PALAZZUOLO SUL SENIO AVVISO PUBBLICO

COMUNE DI PALAZZUOLO SUL SENIO AVVISO PUBBLICO COMUNE DI PALAZZUOLO SUL SENIO AVVISO PUBBLICO Il Sindaco rende noto che: A seguito della pubblicazione del Decreto n. 4363 del 15/08/2010 Del. C.R. 29/07/2009 n. 43 Misure straordinarie, urgenti e sperimentali,

Dettagli

FAQ. La risposta alla domanda richiede una serie di precisazioni:

FAQ. La risposta alla domanda richiede una serie di precisazioni: FAQ L.r. 8 novembre 2007, n. 27: Criteri generali per la determinazione dei canoni per l'edilizia residenziale pubblica e norme sulla valorizzazione e razionalizzazione del patrimonio di edilizia residenziale

Dettagli

L indagine Borsa Immobiliare di Roma 2015: le famiglie romane e il mercato immobiliare

L indagine Borsa Immobiliare di Roma 2015: le famiglie romane e il mercato immobiliare L indagine Borsa Immobiliare di Roma 2015: le famiglie romane e il mercato immobiliare Transazioni effettuate, previste e mutui luglio 2015 Luglio 2015-1/12 Acquisti effettuati 6,1 5,8 7,2 7,0 4,5 2015

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA A FAVORE DI NUCLEI FAMILIARI MONOPARENTALI

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA A FAVORE DI NUCLEI FAMILIARI MONOPARENTALI Allegato A) BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA A FAVORE DI NUCLEI FAMILIARI MONOPARENTALI DIREZIONE PROGRAMMAZIONE INNOVAZIONE E COMPETITIVITA DELL UMBRIA SERVIZIO POLITICHE

Dettagli

del 10 luglio 2012 Il decreto crescita e sviluppo (DL 22.6.2012 n. 83) - Novità in materia di detrazioni del 36% e del 55% INDICE

del 10 luglio 2012 Il decreto crescita e sviluppo (DL 22.6.2012 n. 83) - Novità in materia di detrazioni del 36% e del 55% INDICE Circolare n. 24 del 10 luglio 2012 Il decreto crescita e sviluppo (DL 22.6.2012 n. 83) - Novità in materia di detrazioni del 36% e del 55% INDICE 1 Premessa... 2 2 Detrazione IRPEF per interventi di recupero

Dettagli

Fondo Sostegno Affitti in Lombardia e nuovi interventi per edilizia residenziale pubblica verso il tracollo?!

Fondo Sostegno Affitti in Lombardia e nuovi interventi per edilizia residenziale pubblica verso il tracollo?! Unione Inquilini Conferenza Stampa Fondo Sostegno Affitti in Lombardia e nuovi interventi per edilizia residenziale pubblica verso il tracollo?! Scheda 1: Andamento della spesa destinata al fondo affitti

Dettagli

L.R. n.27 del 28. 12.2006 Legge finanziaria regionale per l esercizio 2007 (estratto degli articoli riguardanti l Edilizia Residenziale Pubblica)

L.R. n.27 del 28. 12.2006 Legge finanziaria regionale per l esercizio 2007 (estratto degli articoli riguardanti l Edilizia Residenziale Pubblica) L.R. n.27 del 28. 12.2006 Legge finanziaria regionale per l esercizio 2007 (estratto degli articoli riguardanti l Edilizia Residenziale Pubblica) CAPO III Edilizia residenziale pubblica Art. 48 (Alienazione

Dettagli

I SERVIZI IMMOBILIARI

I SERVIZI IMMOBILIARI I SERVIZI IMMOBILIARI Agec signifi ca Azienda di Gestione degli Edifici Comunali: l Azienda infatti è nata con l obiettivo istituzionale di amministrare e gestire gli immobili di civile abitazione di proprietà

Dettagli

Comune di Pisa AVVISO PUBBLICO IL DIRETTORE

Comune di Pisa AVVISO PUBBLICO IL DIRETTORE Comune di Pisa AVVISO PUBBLICO FONDO SOLIDARE AIT: RIMBORSO CONSUMI IDRICI ICI 2012 PER UTENZA DEBOLE COMUNE DI PISA IL DIRETTORE VISTI Il Decreto Legislativo n. 152/2006 Norme in materia ambientale che

Dettagli

Art. 2 - Condizioni di alienabilità degli alloggi e destinazione dei relativi proventi

Art. 2 - Condizioni di alienabilità degli alloggi e destinazione dei relativi proventi ALLEGATO A Proposta di legge Alienazione degli immobili di edilizia residenziale pubblica finalizzata alla razionalizzazione e valorizzazione del patrimonio di edilizia residenziale pubblica (ERP) Sommario

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNO 2015 indetto ai sensi della Legge 9 dicembre 1998, n. 431, del Decreto del Ministero dei Lavori Pubblici 7 giugno 1999,

Dettagli

COMUNE DI BOSA. Provincia di Oristano

COMUNE DI BOSA. Provincia di Oristano COMUNE DI BOSA Provincia di Oristano C.A.P. 08013 C.so Garibaldi S.n.c. C.C.P. 11870086 C.F. 83000090916 P.I. 00202690913 Tel. 0785/368000 Fax 0785/373949 REGOLAMENTO SULLA MOBILITA AI SENSI DEL TITOLO

Dettagli

AVVISO DI VENDITA DELL IMMOBILE SITO IN MATERA, PIAZZA SAN FRANCESCO 2, SENZA BASE D ASTA 2. DATI E INQUADRAMENTO URBANISTICO DELL IMMOBILE

AVVISO DI VENDITA DELL IMMOBILE SITO IN MATERA, PIAZZA SAN FRANCESCO 2, SENZA BASE D ASTA 2. DATI E INQUADRAMENTO URBANISTICO DELL IMMOBILE AVVISO DI VENDITA DELL IMMOBILE SITO IN MATERA, PIAZZA SAN FRANCESCO 2, SENZA BASE D ASTA 1. OGGETTO DELLA VENDITA La Banca d Italia, con sede legale in Roma, Via Nazionale, 91, intende alienare l immobile

Dettagli

C I T T À D I C O N E G L I A N O

C I T T À D I C O N E G L I A N O Prot. n. 47660/AEP del 15/09/06 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE L ALLACCIAMENTO ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DEL GAS METANO PER LA TRASFORMAZIONE A GAS NATURALE DEGLI IMPIANTI PER RISCALDAMENTO

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA BANDO N. 9

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA BANDO N. 9 Dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà ai sensi del regolamento Regionale n. 1 del 10.02.2014 e s.m.i. Il sottoscritto Residenza Provincia Comune Indirizzo Civico CAP telefono fax mail Codice

Dettagli

COMUNE DI MONDAVIO Provincia di Pesaro e Urbino

COMUNE DI MONDAVIO Provincia di Pesaro e Urbino COMUNE DI MONDAVIO Provincia di Pesaro e Urbino Ufficio Tecnico IL RESPONSABILE DELL'AREA TECNICA Vista la legge regionale Marche n. 36 del 16/12/2005 e successive integrazioni e modificazioni; Visto l

Dettagli

Allegato alla deliberazione di G.C. n. 133 del 13/10/2011

Allegato alla deliberazione di G.C. n. 133 del 13/10/2011 Allegato alla deliberazione di G.C. n. 133 del 13/10/2011 PROTOCOLLO D INTESA PROMOSSO DALLA PREFETTURA DI BOLOGNA TRA TRIBUNALE DI BOLOGNA, REGIONE EMILIA-ROMAGNA, PROVINCIA DI BOLOGNA, COMUNI DELLA PROVINCIA

Dettagli

Normative, obblighi e procedure per la certificazione energetica

Normative, obblighi e procedure per la certificazione energetica Normative, obblighi e procedure per la certificazione energetica La certificazione energetica, oggi, è tra i documenti più importanti e tra quelli obbligatori nel mercato immobiliare. Cosa bisogna sapere?

Dettagli

C I T T À D I C O N E G L I A N O

C I T T À D I C O N E G L I A N O Prot. n. 47613/AEP del 15/09/06 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER LA TRASFORMAZIONE A GAS NATURALE DEGLI IMPIANTI PER RISCALDAMENTO DI EDIFICI AD USO RESIDENZIALE. Finalità Il Comune di Conegliano

Dettagli

Oggetto: DL 13.05.2011 n. 70 convertito nella L. 12.7.2011 n. 106 (c.d. decreto sviluppo ) - Novità in materia di imposte dirette

Oggetto: DL 13.05.2011 n. 70 convertito nella L. 12.7.2011 n. 106 (c.d. decreto sviluppo ) - Novità in materia di imposte dirette PIAZZA DELLA VITTORIA, 8/20 16121 GENOVA TEL: 010 553241 FAX: 010 5532460 E-MAIL: studio.genova@stsnet.it C. F. E P. IVA: 03022160109 Ai Signori Clienti Loro Sedi Genova, 2 settembre 2011 CIRCOLARE N.

Dettagli

www.regione.lombardia.it LA CASA PER LE FAMIGLIE LOMBARDE

www.regione.lombardia.it LA CASA PER LE FAMIGLIE LOMBARDE www.regione.lombardia.it LA CASA PER LE FAMIGLIE LOMBARDE AGEVOLAZIONI ALLE GIOVANI COPPIE PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA Regione Lombardia e ABI, in collaborazione con Finlombarda S.p.a., supporta le

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2015 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2015 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2015 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE TRANSAZIONI EFFETTUATE E MUTUI a cura del Centro Studi sull Economia Immobiliare - CSEI Tecnoborsa Roma 18 giugno

Dettagli

GLOBAL SERVICE PER GESTIONE INTEGRATA DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE A DESTINAZIONE ERP ESTRATTO DELLA CARTA DEI SERVIZI

GLOBAL SERVICE PER GESTIONE INTEGRATA DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE A DESTINAZIONE ERP ESTRATTO DELLA CARTA DEI SERVIZI GLOBAL SERVICE PER GESTIONE INTEGRATA DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE A DESTINAZIONE ERP ESTRATTO DELLA CARTA DEI SERVIZI SPORTELLO DI CONTATTO via Benedetto Croce n.28 Sesto San Giovanni (MI) (c/o Uffici comunali)

Dettagli

Finint ha incaricato quale soggetto che fungerà da Gestore Sociale la Società Consortile C.A.S.A. FVG (di seguito Gestore Sociale )

Finint ha incaricato quale soggetto che fungerà da Gestore Sociale la Società Consortile C.A.S.A. FVG (di seguito Gestore Sociale ) AVVISO PER LA RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE A SPORTELLO Alloggi in locazione nel sito AbitaPordenone Non solo una casa Viale Grigoletti 92-94/A - Pordenone PREMESSA Il Fondo Immobiliare Housing

Dettagli

ALLEGATO A) alla d.g.r. n. 4154 del 8 ottobre 2015

ALLEGATO A) alla d.g.r. n. 4154 del 8 ottobre 2015 ALLEGATO A) alla d.g.r. n. 4154 del 8 ottobre 2015 Reddito di autonomia. Sostegno alle famiglie residenti nei Comuni ad elevata tensione abitativa (Delibera CIPE 87/2003 e PRERP 2014-2016) per il mantenimento

Dettagli

i Servizi immobiliari

i Servizi immobiliari i Servizi immobiliari case in affitto case comunali a canone convenzionato G e s t i o n e E d i f i c i i requisiti per accedere a una casa comunale I requisiti per accedere a una casa comunale sono previsti

Dettagli

Assessorato Casa, Housing sociale e Valorizzazione patrimonio

Assessorato Casa, Housing sociale e Valorizzazione patrimonio Area Pianificazione urbana, Tutela ambientale e Casa Assessorato Casa, Housing sociale e Valorizzazione patrimonio Servizio Housing sociale e Piani di Zona Servizio Patrimonio ed Inventari Servizio Casa

Dettagli

INFORMATIVA IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) ANNO 2013. Novità acconto 2013

INFORMATIVA IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) ANNO 2013. Novità acconto 2013 Comune di Piacenza Servizio Entrate INFORMATIVA IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) ANNO Novità acconto Con il D.L. n. 102/ il legislatore ha escluso dal pagamento dell acconto dell IMU: le abitazioni principali

Dettagli

CRITERI E PROCEDURE FINALITA

CRITERI E PROCEDURE FINALITA Allegato A) CONTRIBUTI A FAVORE DI GIOVANI COPPIE PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA CRITERI E PROCEDURE FINALITA La presente normativa ha la finalità di agevolare l acquisto della prima casa da parte di

Dettagli

COME SI CALCOLA L ISEE

COME SI CALCOLA L ISEE Introdotto dal decreto legislativo 31 marzo 1998, n.109, successivamente modificato dal decreto legislativo n.130 del 3 maggio 2000 è lo strumento necessario per poter accedere ad una serie di prestazioni

Dettagli

TASI: Guida alla Tassa sui Servizi Indivisibili

TASI: Guida alla Tassa sui Servizi Indivisibili 2 TASI: Guida alla Tassa sui Servizi Indivisibili La prima casa La TASI è, dopo la cancellazione dell IMU, l unica imposta sul valore dell immobile che viene pagata dal contribuente a livello comunale.

Dettagli

Art.1 ( finalità ) Fascia Valore ISEE Contributo concesso

Art.1 ( finalità ) Fascia Valore ISEE Contributo concesso Regolamento per la concessione di un contributo sui costi del Servizio Idrico Integrato a favore dei titolari di utenze domestiche residenti che versano in condizioni di disagio sociale ed economico Anno

Dettagli

Prot. 240 Roma, 21 aprile 2011. degli Enti Associati

Prot. 240 Roma, 21 aprile 2011. degli Enti Associati (FC_lettera_intestata_ Ed_04_Rev_01 / K:\TRIENNIO 2009_2011\CIRCOLARI\Lettere ai presidenti\audizione 19 apr 11.doc / 21/04/11) Prot. 240 Roma, 21 aprile 2011 trasmissione e-mail Ai Signori Presidenti

Dettagli

OGGETTO: BONUS CASA, LEGGE DI STABILITA 2016 NUOVE SPESE RIENTRANTI NELLA DETRAZIONE FISCALE SOGGETTI IN NO TAX AREA IRPEF PROROGHE

OGGETTO: BONUS CASA, LEGGE DI STABILITA 2016 NUOVE SPESE RIENTRANTI NELLA DETRAZIONE FISCALE SOGGETTI IN NO TAX AREA IRPEF PROROGHE Alle imprese assistite OGGETTO: BONUS CASA, LEGGE DI STABILITA 2016 Grazie alla recente legge di Stabilità 2016, la detrazione d imposta al 65 % per gli interventi di riqualificazione energetica degli

Dettagli

Domanda per la concessione del contributo integrativo per il pagamento del canone di locazione anno 2015

Domanda per la concessione del contributo integrativo per il pagamento del canone di locazione anno 2015 Domanda per la concessione del contributo integrativo per il pagamento del canone di locazione anno 2015 Al Comune di Prato Ufficio Protocollo Piazza del Pesce, 9 59100 PRATO Responsabile del Servizio

Dettagli

Guida alla Certificazione Energetica degli edifici

Guida alla Certificazione Energetica degli edifici Guida alla Certificazione Energetica degli edifici Il consumo energetico degli edifici Gli edifici, nella loro costruzione e utilizzo, rappresentano oltre il 40% del consumo finale di energia della Comunità

Dettagli

GUIDA VELOCE ALLA MEDIAZIONE

GUIDA VELOCE ALLA MEDIAZIONE GUIDA VELOCE ALLA MEDIAZIONE WWW.IOCONCILIO.COM RES AEQUAE ADR srl omnibus aequa CHE COSA E UN SISTEMA ADR? La nostra ragione sociale è RES AEQUAE ADR, dove ADR sta per ALTERNATIVE DISPUTE RESOLUTION,

Dettagli

Il/la sottoscritto/a CHIEDE

Il/la sottoscritto/a CHIEDE Bollo Al Comune di Cento Servizio Casa 44042 CENTO (Fe) OGGETTO: DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001) Il/la sottoscritto/a CHIEDE

Dettagli

Delibera Giunta Comunale n. 2533/2010 Determina n. 2247 del 15/09/2010

Delibera Giunta Comunale n. 2533/2010 Determina n. 2247 del 15/09/2010 BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI TITOLI SOCIALI PER IL SOSTEGNO AL REDDITO DI PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI CRISI PER LA PERDITA DEL LAVORO Delibera Giunta Comunale n. 2533/2010 Determina n.

Dettagli

Il Comune di Rosignano Marittimo

Il Comune di Rosignano Marittimo OGGETTO: AVVISO PUBBLICO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE A LOCARE A CANONE SOSTENIBILE, PER ALMENO 15 ANNI, FABBRICATI RESIDENZIALI ESISTENTI, FABBRICATI DA REALIZZARE SU AREE EDIFICABILI O FABBRICATI

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA Comune di Cinisello Balsamo

REGIONE LOMBARDIA Comune di Cinisello Balsamo REGIONE LOMBARDIA Comune di Cinisello Balsamo BANDO DI ASSEGNAZIONE ALLOGGI per la formazione della graduatoria valevole ai fini dell assegnazione in locazione a canone concordato di n. 7 alloggi. 1. Indizione

Dettagli

CONTRO LA CRISI ECONOMICA IN CAMPO AIUTI CONCRETI

CONTRO LA CRISI ECONOMICA IN CAMPO AIUTI CONCRETI CONTRO LA CRISI ECONOMICA IN CAMPO AIUTI CONCRETI 22 25 MILIONI DI EURO PER AIUTARE LE FAMIGLIE E I LAVORATORI IN DIFFICOLTà PERCHÉ L INTERVENTO Le difficoltà di cittadini e famiglie a stare al passo con

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Salerno Indicatori socio-economici -0,60% -28,3%

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Salerno Indicatori socio-economici -0,60% -28,3% Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 SALERNO NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione

Dettagli

Decreto sblocca Italia Sintesi delle principali novità

Decreto sblocca Italia Sintesi delle principali novità Decreto sblocca Italia Sintesi delle principali novità E stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, dopo un attesa di ben 2 settimane e tante modifiche, il Decreto Sblocca Italia, D.L. 133/2014. Dall analisi

Dettagli

BANDO DI GARA UFFICIOSA PER LA LOCAZIONE DI N. 6 UNITA ABITATIVE.

BANDO DI GARA UFFICIOSA PER LA LOCAZIONE DI N. 6 UNITA ABITATIVE. Allegato alla deliberazione n. 58 del 25/07/2011 BANDO DI GARA UFFICIOSA PER LA LOCAZIONE DI N. 6 UNITA ABITATIVE. L I.P.A.B. di Vicenza con sede amministrativa in Contrà San Pietro n. 60, - ai sensi della

Dettagli

COMUNE DI CAMPAGNANO DI ROMA

COMUNE DI CAMPAGNANO DI ROMA COMUNE DI CAMPAGNANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA Tel. 06-9015601 Fax. 06-9041991 Piazza C. Leonelli n 15 C.A.P. 00063 www.comunecampagnano.it SETTORE IV - Servizi 2/3 Politiche Sociali BANDO PER L ASSEGNAZIONE,

Dettagli

Il nuovo codice della PA digitale

Il nuovo codice della PA digitale Il nuovo codice della PA digitale 1. Cosa è e a cosa serve Le pubbliche amministrazioni sono molto cambiate in questi ultimi anni: secondo i sondaggi i cittadini stessi le vedono mediamente più veloci

Dettagli

2. CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI CONTINUATIVI

2. CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI CONTINUATIVI 2. CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI CONTINUATIVI I benefici che seguono sono continuativi. Potrebbero però modificarsi di anno in anno parte dei requisiti di accesso, periodo di raccolta delle domande e

Dettagli

Contratti di Quartiere II - Milano. Ponte Lambro

Contratti di Quartiere II - Milano. Ponte Lambro Contratti di Quartiere II - Milano 44 Ponte Lambro Quartiere Ponte Lambro Quartiere Ponte Lambro 45 Stato d avanzamento del Programma e sintesi della relazione sull andamento della Progettazione Partecipata

Dettagli

che, diversamente dalla raccomandata, nella ricevuta di avvenuta consegna sono presenti anche i contenuti del messaggio originale.

che, diversamente dalla raccomandata, nella ricevuta di avvenuta consegna sono presenti anche i contenuti del messaggio originale. Di seguito sono riportate le risposte relative a quesiti pervenuti circa i seguenti aspetti del servizio: caratteristiche generali; funzionamento; attivazione; gestori; Indice PA. 1. Introduzione Che cos'è?

Dettagli

Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013.

Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013. BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA SOSTITUZIONE DI GENERATORI DI CALORE Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013. 1. FINALITÀ DELL INIZIATIVA La Provincia di

Dettagli

VERBALE N. 94 del 22.12.2014

VERBALE N. 94 del 22.12.2014 VERBALE N. 94 del 22.12.2014 . Prego Assessore Mauro Scroccaro. Ancora grazie. Anche questo

Dettagli

COMUNE DI ZOGNO Provincia di Bergamo. REGOLAMENTO per l Applicazione dell ISEE (Indicatore Situazione Economia Equivalente)

COMUNE DI ZOGNO Provincia di Bergamo. REGOLAMENTO per l Applicazione dell ISEE (Indicatore Situazione Economia Equivalente) COMUNE DI ZOGNO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO per l Applicazione dell ISEE (Indicatore Situazione Economia Equivalente) Regolamento per l Applicazione dell ISEE (Indicatore Situazione Economia Equivalente)

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2014 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2014 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2014 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE TRANSAZIONI EFFETTUATE E PREVISTE - MUTUI a cura del Centro Studi sull Economia Immobiliare - CSEI Tecnoborsa

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Informativa n. 22 del 27 luglio 2011 DL 13.5.2011 n. 70 convertito

Dettagli

COMUNE DI PAGLIETA ( Prov. di Chieti) REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI

COMUNE DI PAGLIETA ( Prov. di Chieti) REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI COMUNE DI PAGLIETA ( Prov. di Chieti) REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 20 del 09/05/2011 Capo I Disposizioni

Dettagli

offrire un abitazione migliore a chi già abita nell immobile da decenni e che costituisce la memoria storica del luogo.

offrire un abitazione migliore a chi già abita nell immobile da decenni e che costituisce la memoria storica del luogo. IL PROGETTO Il progetto Maison du monde è realizzato grazie al Fondo Immobiliare di Lombardia e si propone di recuperare e valorizzare un edificio collocato in Via Padova 36, realizzando e offrendo alloggi

Dettagli

PROT. 362 ROMA, 17 giugno 2011

PROT. 362 ROMA, 17 giugno 2011 (H:\docs\2011\6\17\16743.doc/ 03/01/12) PROT. 362 ROMA, 17 giugno 2011 e-mail Caro Presidente, Ai Presidenti degli Enti Associati LORO SEDI il Consiglio Direttivo di Federcasa, come a tua conoscenza, ha

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI CUORE DELLO STELLA

UNIONE DEI COMUNI CUORE DELLO STELLA UNIONE DEI COMUNI CUORE DELLO STELLA tra i Comuni di Rivignano, Pocenia e Teor BANDO PER LA CORRESPONSIONE DEI CONTRIBUTI PER L ABBATTIMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE DI IMMOBILI ADIBITI AD USO ABITATIVO,

Dettagli

La mediazione civile e commerciale

La mediazione civile e commerciale D Lvo 4mar2010 n 28 presentazione La mediazione civile e commerciale Il decreto legislativo 4 marzo 2010, n.28 (pubblicato nella G.U. n.53 del 5 marzo 2010) sulla mediazione in materia civile e commerciale

Dettagli

CITTA DI COLLEGNO Provincia di Torino BANDO DI CONCORSO

CITTA DI COLLEGNO Provincia di Torino BANDO DI CONCORSO Allegato alla Determinazione Dirigenziale n. 833 del 21/11/2014 C.I.S.A.P. CITTA DI COLLEGNO Provincia di Torino SETTORE POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI SERVIZIO SICUREZZA SOCIALE BANDO DI CONCORSO PER L

Dettagli

COMUNE DI SOMMACAMPAGNA

COMUNE DI SOMMACAMPAGNA COMUNE DI SOMMACAMPAGNA Provincia di Verona REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO SUI MUTUI CONTRATTI PER L ACQUISTO O IL RECUPERO EDILIZIO DELLA PRIMA CASA DI ABITAZIONE

Dettagli

le soluzioni software per la tua impresa

le soluzioni software per la tua impresa APRILE 2010 è un servizio www.interhosting.it Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI MINI ALLOGGI PROTETTI PER ANZIANI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI MINI ALLOGGI PROTETTI PER ANZIANI CITTÀ DI ALZANO LOMBARDO PROVINCIA DI BERGAMO ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI MINI ALLOGGI PROTETTI PER ANZIANI Articolo 1: Oggetto Il presente regolamento disciplina

Dettagli

BISOGNI E POTENZIALITA NELL EDILIZIA RESIDENZIALE

BISOGNI E POTENZIALITA NELL EDILIZIA RESIDENZIALE IL DECRETO DI RECEPIMENTO DELLA DIRETTIVA 27/2012: Strategie e metodi per l efficienza energetica del patrimonio edilizio nazionale BISOGNI E POTENZIALITA NELL EDILIZIA RESIDENZIALE MARCO CORRADI Presidente

Dettagli