ALLEGATO A CONVENZIONE TRA LA PROVINCIA DI RAVENNA ED I COMUNI DEL TERRITORIO PROVINCIALE PER LA GESTIONE DELLA RETE PROVINCIALE DEGLI SPORTELLI UNICI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ALLEGATO A CONVENZIONE TRA LA PROVINCIA DI RAVENNA ED I COMUNI DEL TERRITORIO PROVINCIALE PER LA GESTIONE DELLA RETE PROVINCIALE DEGLI SPORTELLI UNICI"

Transcript

1 ALLEGATO A Parte integrante delibera C.C. n. 114 del 30/03/2006 CONVENZIONE TRA LA PROVINCIA DI RAVENNA ED I COMUNI DEL TERRITORIO PROVINCIALE PER LA GESTIONE DELLA RETE PROVINCIALE DEGLI SPORTELLI UNICI Triennio

2 CONVENZIONE TRA LA PROVINCIA DI RAVENNA ED I COMUNI DEL TERRITORIO PROVINCIALE PER LA GESTIONE DELLA RETE PROVINCIALE DEGLI SPORTELLI UNICI. Triennio TRA: La Provincia di Ravenna con sede in Ravenna, Piazza dei Caduti per la Libertà n 2/4, rappresentata dal Dott. Adriano Manaresi, nella sua qualità di dirigente del settore Attività Produttive, nato a Conselice il 21/02/1946, ove sopra domiciliato per la Sua carica, e I Comuni della Provincia di Ravenna Premesso: - che gli artt. 23 e segg. del D.Lgs. 112/1998 e il DPR 447/1998 e successive modificazioni ed integrazioni hanno stabilito che i Comuni attivino, in forma singola o associata, lo Sportello unico per le attività produttive (d ora in poi Suap); - che l art. 50 della LR 3/1999 stabilisce che le Province svolgano compiti di promozione e coordinamento degli Suap; - che i suddetti obiettivi ed indirizzi risultano ulteriormente specificati dalla delibera della Giunta Regionale n del 10/12/2001 avente ad oggetto Modifiche ed integrazioni alla deliberazione di Giunta Regionale n.1367 recante prime indicazioni per la realizzazione degli sportelli unici per le attività produttive - che, ai sensi della citata normativa nazionale e regionale, lo Suap deve coordinare tutti gli endoprocedimenti di competenza delle diverse Pubbliche amministrazioni (d ora in poi PPAA) e dei diversi uffici comunali, finalizzati a consentire la realizzazione, ampliamento, ristrutturazione, ecc. di tutte le attività produttive di beni e servizi e, quindi, di tutte le attività di impresa e non che producono beni o erogano servizi, rilasciando una unica autorizzazione finale, nella quale confluiscano tutti gli atti endoprocedimentali delle diverse PPAA e dei diversi uffici comunali; - che gli Suap e le PPAA presenti a livello di territorio provinciale hanno sperimentato positivamente modalità di gestione del procedimento unico di cui al DPR 447/1998, definite attraverso specifici Protocolli d intesa, che qui si riconfermano nei principi generali; 1

3 - che nell ottica della costruzione di un sistema provinciale, la Provincia di Ravenna, con delibera del Consiglio Provinciale n. 81 del 22 giugno 1999, approvò in linea tecnica il progetto preliminare generale relativo al "Sistema provinciale per la intrerconnessione degli Enti ravennati - SPIDER" volto ad attuare l'interconnessione e l'armonizzazione dei servizi informatici della Provincia di Ravenna, degli Enti Locali e delle amministrazioni periferiche dello Stato del territorio provinciale. - che successivamente, la Provincia di Ravenna, con delibera della Giunta Provinciale n. 963 del 27 ottobre 1999, e in accordo con essa tutti i Comuni, approvarono, ai fini ed effetti della deliberazione del Consiglio Regionale n del 30 luglio 1999, che fornì gran parte dei finanziamenti, il "Progetto stralcio Suap, relativo allo "Sportello Unico per le attività produttive", che ha trovato negli anni successivi piena attuazione e positivi ulteriori sviluppi. - che la Provincia di Ravenna, con delibera della Giunta Provinciale n. 935 del 12 dicembre 2001, in accordo con i Comuni utilizzatori del progetto Suap, ha approvato il progetto esecutivo e successivamente affidato i lavori per un ulteriore progetto stralcio, finanziato dalla Regione con il Piano Triennale delle attività produttive, volto a consolidare l operatività del sistema e a sviluppare ulteriormente il progetto con l introduzione della firma elettronica sulle pratiche dello Sportello Unico. - che la Regione Emilia-Romagna, sulla scorta di un bando nazionale di e- government, ha promosso la costituzione di un Centro Servizi Territoriali (CST) regionale articolato in nove CST provinciali autonomi ciascuno dei quale fungerà da ambiente cooperativo per la gestione dei servizi, delle procedure e dei sistemi informatici degli enti locali secondo modalità e configurazioni decise localmente; - che lo Suap costituirà pertanto un asset del CST della provincia di Ravenna gestito secondo le modalità previste nella presente convenzione Precisato: - che il suddetto Sistema provinciale degli Sportelli Unici per le attività produttive è attualmente operativo presso tutti i Comuni e le PPAA del territorio provinciale. - che sotto l aspetto tecnico: tale Sistema è basato sull ambiente Lotus Domino e sull applicativo Only One di proprietà della ditta Core Soluzioni Informatiche; l interfaccia a disposizione del singolo sportello è di tipo Web; la struttura servente è ospitata presso il centro di calcolo della Provincia; l infrastruttura di trasporto utilizzata è la rete Spider e pertanto, lo SUAP è a tutti gli effetti un servizio della rete territoriale provinciale. Visto: L Accordo di programma fra la Provincia di Ravenna, i comuni del territorio provinciale e la Comunità Montana dell Appennino faentino per la gestione e lo sviluppo dei servizi della rete territoriale Spider e della rete civica Racine, approvato con deliberazione del Consiglio Provinciale n. 171 del 20 dicembre 2001, che in particolare all art. 2 prevede che: Gli Enti sottoscrittori perseguono le finalità generali dell accordo attraverso: 2

4 il potenziamento e lo sviluppo della rete SPIDER,., mediante la realizzazione di un infrastruttura tecnologica avanzata per l accesso all informazione e alla conoscenza (reti di biblioteche, musei e archivi storici, rete degli URP), per i servizi alle imprese (SUAP, promozione turistica), al territorio (SIT, dati ambientali, protezione civile), ai cittadini (modalità avanzate di accesso ai servizi della P.A, ai servizi socio-sanitari), alla Pubblica Amministrazione (strumenti di supporto alle decisioni, integrazione delle anagrafi, firma digitale, protocollo informatico) il potenziamento e lo sviluppo della rete civica RACINE,.., in quanto strumento di inclusione e coesione sociale, di utilizzo civico delle nuove tecnologie; l individuazione di strutture e strumenti per la gestione tecnica e amministrativa dei sistemi di rete e dei relativi servizi la convocazione di apposite Conferenze di organizzazione. si conviene e si stipula quanto segue: ART. 1 Oggetto della convenzione La presente convenzione contiene gli obiettivi e i criteri per disciplinare i rapporti tra la Provincia di Ravenna ed i Comuni del proprio territorio per la gestione della rete provinciale degli Sportelli Unici quale servizio della rete territoriale provinciale SPIDER, già disciplinata dal sopraccitato accordo provinciale. ART. 2 Gestione del servizio I Comuni riconoscono alla Provincia di Ravenna il ruolo di coordinamento delle relazioni tra gli Suap e tra questi e le PPAA del territorio provinciale, finalizzato allo sviluppo del sistema provinciale degli Suap, alla ricerca di semplificazioni comuni a tutti gli Suap, all amministrazione e potenziamento del sistema informatico provinciale di gestione del procedimento unico, alla ricerca di soluzioni operative uniformi e omogenee delle problematiche di gestione del procedimento unico e degli endoprocedimenti. I soggetti contraenti convengono che per la durata della presente convenzione, la Provincia di Ravenna provveda al coordinamento delle relazioni fra gli enti coinvolti e alla gestione, in proprio tramite il Servizio informatica, o con personale specializzato esterno, delle seguenti attività di servizio: manutenzione ordinaria delle attrezzature hardware di rete; manutenzione ordinaria del software applicativo; assistenza applicativa e sistemistica; attività di piccola implementazione; adeguato supporto al personale delle strutture, all impiego delle funzioni previste dall intera applicazione, al fine di garantire il buon funzionamento del sistema provinciale complessivo, sia con assistenza telefonica help-desk, sia con assistenza on site. 3

5 I Comuni si impegnano: ad utilizzare pienamente il programma informatico; a formare il personale per la sua ottimizzazione; a garantire un adeguata manutenzione e rinnovo delle dotazioni hardware delle postazioni di lavoro Suap; a ricercare tutte le modalità organizzative per la riduzione progressiva della documentazione cartacea; a gestire il procedimento unico attraverso il programma informatico. I dati immessi nel sistema sono di proprietà dei Comuni e devono essere disponibili qualora ne facciano richiesta. ART. 3 Durata La presente convenzione ha la durata di tre anni a decorrere dal 01/01/2006. Alla scadenza le parti contraenti verificheranno i risultati conseguiti e concorderanno le condizioni per il rinnovo. ART. 4 Spesa per la gestione dei servizi e rapporti finanziari Agli oneri necessari per la manutenzione degli apparati di comunicazione e dei PC dislocati presso gli altri enti, stimati in un costo annuo di ,00=, farà fronte direttamente la Provincia di Ravenna con le prestazioni dirette del proprio Servizio Informatica. La spesa annua complessiva per la gestione dei servizi per conto dei Comuni relativi alla presente convenzione, prevista in ,00= per l anno 2006, in ,00= per l anno 2007 e in ,00= per l anno 2008, sarà ripartita secondo la tabella di riparto di cui all allegato 1). Ogni Comune provvederà a versare alla Provincia di Ravenna, entro il mese di aprile di ogni anno, senza onere di richiesta da parte della Provincia, la propria quota di concorso finanziario risultante dalla sopraccitata tabella di riparto. La Provincia di Ravenna fornirà ai Comuni, entro il mese di aprile dell anno successivo a quello di riferimento, il rendiconto annuale sull andamento della gestione della rete provinciale degli Sportelli Unici e sui costi effettivamente sostenuti. ART. 5 Domicilio Le parti, agli effetti della presente convenzione, eleggono domicilio presso la sede della Provincia di Ravenna, Piazza dei Caduti per la Libertà n. 2/4 Ravenna. Letto, approvato e sottoscritto. Ravenna, lì 4

6 GLI ENTI SOTTOSCRITTORI Provincia di Ravenna Comune di Ravenna Comune di Faenza Comune di Lugo Comune di Alfonsine Comune di Bagnacavallo Comune di Bagnara di Romagna Comune di Brisighella Comune di Casola Valsenio Comune di Castelbolognese Comune di Cervia Comune di Conselice Comune di Cotignola Comune di Fusignano Comune di Massalombarda Comune di Riolo Terme Comune di Russi Comune di S. Agata sul Santerno Comune di Solarolo 5

Grado di istruzione della popolazione faentina residente al Censimento 2001

Grado di istruzione della popolazione faentina residente al Censimento 2001 Grado di istruzione della popolazione faentina residente al Censimento 2001 Sintesi del rapporto Possiamo affermare di essere un popolo più istruito rispetto al 1991. Aumentano le persone in possesso del

Dettagli

PROGR. N. 633/2004 GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA

PROGR. N. 633/2004 GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA PROGR. N. 633/2004 GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Questo giorno di LUNEDI' 5 (CINQUE) del mese di APRILE dell' anno 2004 (DUEMILAQUATTRO) si e' riunita nella residenza di VIALE A.MORO, 52, la Giunta

Dettagli

ALLEGATO "C" ALLA DELIBERAZIONE 7/12/2011 N 10

ALLEGATO C ALLA DELIBERAZIONE 7/12/2011 N 10 ALLEGATO "C" ALLA DELIBERAZIONE 7/12/2011 N 10 ARTICOLAZIONE TARIFFARIA DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO NELL'AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE N. 7 RAVENNA IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2012 COMUNE DI RAVENNA BACINO

Dettagli

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE n. 763 / 2014 OGGETTO: APPROVAZIONE DEL CONTRATTO PER LA MANUTENZIONE E

Dettagli

popolazione scolastica, 1.1.2009 per i dati sui residenti)

popolazione scolastica, 1.1.2009 per i dati sui residenti) La scuola ravennate multietnica Responsabile al trattamento dei dati: Dott. Paolo Montanari Incaricato al trattamento dei dati: D.ssa Paola Alessandri Fonte: DWH Scolastico Provincia di Ravenna elaborazione

Dettagli

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE n. 795 / 2014 OGGETTO: IMPEGNO DELLA SPESA DI EURO 1.828,78 A FAVORE DI

Dettagli

REGOLAMENTO Per la disciplina della mobilità degli assegnatari negli alloggi E.R.P. ai sensi dell art. 28 della L.R. 8 Agosto 2001, n.

REGOLAMENTO Per la disciplina della mobilità degli assegnatari negli alloggi E.R.P. ai sensi dell art. 28 della L.R. 8 Agosto 2001, n. REGOLAMENTO Per la disciplina della mobilità degli assegnatari negli alloggi E.R.P. ai sensi dell art. 28 della L.R. 8 Agosto 2001, n. 24 Delibera di Consiglio n 61 del 12/10/2011 * * * PREMESSE: I comuni

Dettagli

La Provincia di Ravenna in cifre*

La Provincia di Ravenna in cifre* analisi con- sul ter- Ldotta ritorio della provincia di Ravenna ha messo in luce una realtà caratterizzata da due anime, distinte, ma allo stesso tempo strettamente connesse: da una parte l economia di

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI. Misure finalizzate al contenimento della spesa (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008)

UNIONE DEI COMUNI. Misure finalizzate al contenimento della spesa (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008) Area Servizi Interni Servizio Informatica Piazza dei Martiri 1 48022 Lugo (RA) Tel. 0545 38439 Fax 0545 38416 informatica@unione.labassaromagna.it UNIONE DEI COMUNI Misure finalizzate al contenimento della

Dettagli

PROGETTO HOME CARE PREMIUM 2014 ASSISTENZA DOMICILIARE (DAL 1 MARZO 2015 AL 30 NOVEMBRE 2015)

PROGETTO HOME CARE PREMIUM 2014 ASSISTENZA DOMICILIARE (DAL 1 MARZO 2015 AL 30 NOVEMBRE 2015) PROGETTO HOME CARE PREMIUM 2014 ASSISTENZA DOMICILIARE (DAL 1 MARZO 2015 AL 30 NOVEMBRE 2015) L Unione dei Comuni della Bassa Romagna ha aderito, anche per l'anno 2015, all iniziativa Home Care Premium

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI DELLA BASSA ROMAGNA

UNIONE DEI COMUNI DELLA BASSA ROMAGNA Area Servizi Interni Servizio Informatica Piazza dei Martiri 1 48022 Lugo (RA) Tel. 0545 38439 Fax 0545 38416 informatica@unione.labassaromagna.it UNIONE DEI COMUNI DELLA BASSA ROMAGNA Misure finalizzate

Dettagli

TRA. Il Comune di Ravenna, rappresentato dal Sindaco Fabrizio Matteucci;

TRA. Il Comune di Ravenna, rappresentato dal Sindaco Fabrizio Matteucci; SCHEMA DI ACCORDO DI PROGRAMMA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO DENOMINATO RECUPERO BENE CONFISCATO SITO IN VIA G. ROSSINI, 7 LIDO ADRIANO - RAVENNA, IN ATTUAZIONE DEGLI OBIETTIVI PREVISTI DALL ARTICOLO

Dettagli

PROGRAMMA ATTIVITA E PREVENTIVO DEL SETTORE ORGANIZZAZIONE RISORSE UMANE ANNO 2012

PROGRAMMA ATTIVITA E PREVENTIVO DEL SETTORE ORGANIZZAZIONE RISORSE UMANE ANNO 2012 SETTORE ORGANIZZAZIONE RISORSE UMANE Corso Garibaldi, 62 48022 Lugo Tel. 0545 38310 Fax 0545 38440 suzzir@unione.labassaromagna.it PROGRAMMA ATTIVITA E PREVENTIVO DEL SETTORE ORGANIZZAZIONE RISORSE UMANE

Dettagli

LE UNIONI DI COMUNI E IL RIFORMISMO MUNICIPALE: L ESPERIENZA DELL UNIONE BASSA ROMAGNA

LE UNIONI DI COMUNI E IL RIFORMISMO MUNICIPALE: L ESPERIENZA DELL UNIONE BASSA ROMAGNA Un nuovo modello di sviluppo e di governo del territorio per uscire dalla crisi Proposte di Laboratorio urbano Bologna, 13 gennaio 2012 LE UNIONI DI COMUNI E IL RIFORMISMO MUNICIPALE: L ESPERIENZA DELL

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA

PROTOCOLLO DI INTESA ALLEGATO A PROTOCOLLO DI INTESA TRA Regione Toscana e Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani UNCEM Toscana Associazione Regionale dei Comuni della Toscana ANCI Toscana Unione Province Toscane UPI

Dettagli

REGOLAMENTO GESTIONE ASSOCIATA SERVIZIO TRIBUTI. Art. 1 - Oggetto del servizio associato

REGOLAMENTO GESTIONE ASSOCIATA SERVIZIO TRIBUTI. Art. 1 - Oggetto del servizio associato REGOLAMENTO GESTIONE ASSOCIATA SERVIZIO TRIBUTI Art. 1 - Oggetto del servizio associato 1. La gestione associata del servizio tributi, realizzata attraverso una struttura di coordinamento operativo a supporto

Dettagli

LE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI Relatore Il caso di SENIO ENERGIA Dino Tartagni Settembre 2009 SENIO ENERGIA s.r.l. CASOLA VALSENIO Chi è Senio Energia s.r.l.? Società a r.l. costituita a luglio 2008

Dettagli

Regione Calabria Assessorato alle Attività Produttive Dipartimento 5 Settore 1 - Servizio 3. Avviso

Regione Calabria Assessorato alle Attività Produttive Dipartimento 5 Settore 1 - Servizio 3. Avviso Regione Calabria Assessorato alle Attività Produttive Dipartimento 5 Settore 1 - Servizio 3 Avviso Interventi a favore dei Comuni finalizzati allo sviluppo del sistema dei SUAP nella Regione Calabria Indagine

Dettagli

GIUNTA PROVINCIALE DI TORINO -----------------------

GIUNTA PROVINCIALE DI TORINO ----------------------- GIUNTA PROVINCIALE DI TORINO ----------------------- Verbale n. 15 Adunanza 30 aprile 2013 OGGETTO: PROPOSTA DI ACCORDO PER L ATTUAZIONE DELLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE APPROVAZIONE. Protocollo:

Dettagli

AGGIORNAMENTO anno 2010

AGGIORNAMENTO anno 2010 Allegato alla delibera di G.C. n. 117 del 21/12/2010 PIANO TRIENNALE 2009-2011 PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

9 comuni 1 sistema territoriale

9 comuni 1 sistema territoriale 9 comuni 1 sistema territoriale Le gestioni associate in Italia 8.094 Comuni 337 Unioni di Comuni (solo16 nel 1999) 264 Comunità montane 5.683 Comuni fino a 5.000 abitanti di cui 4.085 fanno parte di Unioni

Dettagli

CENTRALE DI COMMITTENZA SCHEMA CONVENZIONE ATTUATIVA

CENTRALE DI COMMITTENZA SCHEMA CONVENZIONE ATTUATIVA A l l e g a t o A ) CENTRALE DI COMMITTENZA SCHEMA CONVENZIONE ATTUATIVA L'anno... il giorno... del mese di... presso la sede della Comunità Montana dei Monti Sabini Tiburtini Cornicolani Prenestini, in

Dettagli

Provincia di Ravenna

Provincia di Ravenna Allegato A) Provincia di Ravenna PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E RIQUALIFICAZIONE DELLA SPESA, RIORDINO E RISTRUTTURAZIONE AMMINISTRATIVA, DI SEMPLIFICAZIONE E DIGITALIZZAZIONE, DI RIDUZIONE

Dettagli

COMUNE DI SANT'ANGELO IN VADO PESARO E URBINO

COMUNE DI SANT'ANGELO IN VADO PESARO E URBINO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI SANT'ANGELO IN VADO PESARO E URBINO C O P I A APPROVAZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE CON PROVINCIA DI PESARO E URBINO PER RINNOVO ADESIONE AL CENTRO SERVIZI TERRITORIALE

Dettagli

Atto Aziendale della Azienda Unità Sanitaria Locale di Ravenna

Atto Aziendale della Azienda Unità Sanitaria Locale di Ravenna Atto Aziendale della Azienda Unità Sanitaria Locale di Ravenna Adottato con deliberazione del Direttore Generale n. 413 del 13.06.2007 Conforme alle direttive regionali ex D.G.R. n. 86/2006 Verificato

Dettagli

COMUNE DI S.AGATA SUL SANTERNO Provincia di Ravenna

COMUNE DI S.AGATA SUL SANTERNO Provincia di Ravenna COMUNE DI S.AGATA SUL SANTERNO Provincia di Ravenna Id. 151318 Fascicolo n. 2013/04 09/000001 D E T E R M I N A Z I O N E N. 6 del 31/01/2013 Pubblicata ai sensi dell art. 18 del Regolamento di Organizzazione

Dettagli

Bando di concorso per il Premio "Il giusto, più del dovuto"

Bando di concorso per il Premio Il giusto, più del dovuto Provincia di Ravenna Bando di concorso per il Premio "Il giusto, più del dovuto" Riconoscimento alle imprese della provincia di Ravenna che si sono distinte nell'assunzione di persone con disabilità Anno

Dettagli

Determinazione n. 1692 del 29/06/2010

Determinazione n. 1692 del 29/06/2010 COPIA dell ORIGINALE Prot. N. 43544/ 2010 Determinazione n. 1692 del 29/06/2010 OGGETTO: L.R. 75/97. ELENCO BENEFICIARI ANNO 2010. IMPEGNO DI SPESA. AREA 1- POLITICHE PER IL LAVORO, SOCIALI, CULTURALI,

Dettagli

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI FAUGLIA E L UNIONE VALDERA PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEI SERVIZI INFORMATICI E TELEMATICI TRA

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI FAUGLIA E L UNIONE VALDERA PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEI SERVIZI INFORMATICI E TELEMATICI TRA Comuni di Bientina, Buti, Calcinaia, Capannoli, Casciana Terme, Chianni, Crespina, Lajatico, Lari, Palaia, Peccioli, Ponsacco, Pontedera, S. Maria a Monte, Terricciola ZONA VALDERA Provincia di Pisa CONVENZIONE

Dettagli

Progetto Calore Pulito 2010 - Linee guida per l informatizzazione

Progetto Calore Pulito 2010 - Linee guida per l informatizzazione Progetto Calore Pulito 2010 - Linee guida per l informatizzazione Premessa Ad oggi le procedure di informatizzazione, con inserimento manuale dei dati di controllo degli impianti termici, regolate attraverso

Dettagli

Sistema Informativo Sismica

Sistema Informativo Sismica Sistema Informativo Sismica https://servizifederati.regione.emilia-romagna.it/sis/ aggiornamenti settembre/ottobre 2014 Alcune info SIS Comunicazione prot. N. PG/2014/88206 del 31/03/2014, a firma dell'assessore

Dettagli

Provincia di Ravenna

Provincia di Ravenna Allegato A) Provincia di Ravenna PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E RIQUALIFICAZIONE DELLA SPESA, RIORDINO E RISTRUTTURAZIONE AMMINISTRATIVA, DI SEMPLIFICAZIONE E DIGITALIZZAZIONE, DI RIDUZIONE

Dettagli

COMUNE DI PIOBBICO Provincia di Pesaro e Urbino

COMUNE DI PIOBBICO Provincia di Pesaro e Urbino COMUNE DI PIOBBICO Provincia di Pesaro e Urbino cod. 41049 COPIA Verbale di DELIBERAZIONE di GIUNTA Comunale n. 4 del 27-01-2011 Oggetto: CSTPU - Centro Servizi Territoriale Pesaro e Urbino ADESIONE E

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA

PROTOCOLLO D INTESA TRA PROTOCOLLO D INTESA TRA L Unione delle Province d Italia (di seguito UPI) con sede in Piazza Cardelli n. 4, Roma, nella persona del Presidente Antonio Saitta; E L Associazione Nazionale dei Dirigenti e

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE (PSR 2007-2013) MISURA 311 Diversificazione in attività non agricole AZIONE 1 Agriturismo AVVISO PUBBLICO

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE (PSR 2007-2013) MISURA 311 Diversificazione in attività non agricole AZIONE 1 Agriturismo AVVISO PUBBLICO ALLEGATO A PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE (PSR 2007-2013) Reg. (CE) del Consiglio n. 1698/2005 MISURA 311 Diversificazione in attività non agricole AZIONE 1 Agriturismo AVVISO PUBBLICO Provincia di Ravenna

Dettagli

L anno 2011 il giorno.. del mese di., nelle sede dell Unione Pratiarcati ubicata ad Albignasego in Via Roma n. 224 TRA

L anno 2011 il giorno.. del mese di., nelle sede dell Unione Pratiarcati ubicata ad Albignasego in Via Roma n. 224 TRA CONVENZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DEL SERVIZIO DI GESTIONE GLOBALE DEL CICLO DELLE VIOLAZIONI AL CODICE DELLA STRADA IVI COMPRESA LA RISCOSSIONE DELLE STESSE. L anno 2011 il giorno.. del mese

Dettagli

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE n. 743 / 2014 OGGETTO: FORNITURA DI SERVIZI DI MANUTENZIONE DEI SISTEMI

Dettagli

ALLEGATO A PROTOCOLLO DI INTESA

ALLEGATO A PROTOCOLLO DI INTESA 1 ALLEGATO A PROTOCOLLO DI INTESA TRA Regione Toscana e Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani UNCEM Toscana Associazione Nazionale dei Comuni della Toscana ANCI Toscana Unione Province Toscane

Dettagli

CONVENZIONE FRA CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO, AGRICOLTURA DI TORINO, CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TORINO

CONVENZIONE FRA CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO, AGRICOLTURA DI TORINO, CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TORINO CONVENZIONE FRA CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO, AGRICOLTURA DI TORINO, CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TORINO E MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIREZIONE GENERALE PER I SISTEMI INFORMATIVI

Dettagli

COMUNE DI SOSPIROLO Provincia di Belluno

COMUNE DI SOSPIROLO Provincia di Belluno COMUNE DI SOSPIROLO Provincia di Belluno DELIBERA DELLA GIUNTA COMUNALE n. 53 del 14.10.2014 Prot. n. 7548 OGGETTO: Cat. 1 Cl. XI Fasc. 4 Pratica 0. RINNOVO CONVENZIONE TRA I COMUNI DI SEDICO, SOSPIROLO

Dettagli

Provincia di Ravenna Piazza dei Caduti per la Libertà, 2

Provincia di Ravenna Piazza dei Caduti per la Libertà, 2 Provincia di Ravenna Piazza dei Caduti per la Libertà, 2 Provvedimento n. 4073 Proponente: Produzioni Classificazione: 17-04-11 2012/2 del 20/12/2013 Oggetto: INTERVENTI A SUPPORTO DEL MIGLIORAMENTO GENTICO

Dettagli

DIRITTI TECNICI - DIRITTI DI SEGRETERIA

DIRITTI TECNICI - DIRITTI DI SEGRETERIA DIRITTI TECNICI - DIRITTI DI SEGRETERIA (ccp 12212502 - intestato a "Comune di Signa - Servizi di Tesoreria" o bonifico ccp IBAN IT66 I076 0102 8000 0001 2212 502 nella causale specificare se Diritti di

Dettagli

Sistema Informativo Sismica

Sistema Informativo Sismica Sistema Informativo Sismica https://servizifederati.regione.emilia-romagna.it/sis/ aggiornamenti settembre/ottobre 2014 Alcune info SIS Comunicazione prot. N. PG/2014/88206 del 31/03/2014, a firma dell'assessore

Dettagli

Campagne di comunicazione

Campagne di comunicazione Campagne di comunicazione Di seguito i principali progetti di comunicazione curati da Atlantide, suddivisi per provincia di riferimento e per cliente. Provincia di Ravenna AREA Azienda Ravennate Energia

Dettagli

SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE. Rete telematica e servizi di supporto ICT

SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE. Rete telematica e servizi di supporto ICT SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE Rete telematica e servizi di supporto ICT La rete telematica regionale LEPIDA ed il SISTEMA a rete degli SUAP come esempi di collaborazione fra Enti della PA per

Dettagli

Ambito Territoriale Ottimale n. 7 Ravenna CARTA DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO

Ambito Territoriale Ottimale n. 7 Ravenna CARTA DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO Ambito Territoriale Ottimale n. 7 Ravenna CARTA DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO Approvata dall Agenzia d ambito per i servizi pubblici di Ravenna con deliberazione n. 13 del 25/07/2008 - Indice - Carta del

Dettagli

Deliberazione della Giunta Comunale COPIA. COMUNE DI VARANO DE MELEGARI Medaglia di Bronzo al V.M. PROVINCIA DI PARMA

Deliberazione della Giunta Comunale COPIA. COMUNE DI VARANO DE MELEGARI Medaglia di Bronzo al V.M. PROVINCIA DI PARMA Deliberazione della Giunta Comunale COPIA Delibera N. 53 in data 15.05.2015 OGGETTO: GESTIONE RETE DI MONITORAGGIO QUALITA DELL ARIA PER L ANNO 2015. APPROVAZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE. L anno DUEMILA

Dettagli

Collegio dei Geometri della Provincia di Ravenna

Collegio dei Geometri della Provincia di Ravenna Collegio dei Geometri della Provincia di Ravenna Il Collegio dei Geometri della provincia di Ravenna è una realtà storica, è infatti presente ed attivo da oltre 80 anni. La sede attuale è a Ravenna via

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

CONVENZIONE PER L ESERCIZIO ASSOCIATO DELLA FUNZIONE CATASTO, AD ECCEZIONE DELLE FUNZIONI MANTENUTE ALLO STATO DALLA NORMATIVA VIGENTE

CONVENZIONE PER L ESERCIZIO ASSOCIATO DELLA FUNZIONE CATASTO, AD ECCEZIONE DELLE FUNZIONI MANTENUTE ALLO STATO DALLA NORMATIVA VIGENTE CONVENZIONE PER L ESERCIZIO ASSOCIATO DELLA FUNZIONE CATASTO, AD ECCEZIONE DELLE FUNZIONI MANTENUTE ALLO STATO DALLA NORMATIVA VIGENTE L anno DUEMILATREDICI, il giorno del mese di nella residenza municipale

Dettagli

31 del D.Lgs. 267/00..

31 del D.Lgs. 267/00.. SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE UN SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE TRA I COMUNI DI MEZZANE DI SOTTO, SAN GIOVANNI LUPATOTO E SAN MARTINO BUON ALBERGO Premesso che i comuni di Mezzane di Sotto

Dettagli

Pina Civitella pina.civitella@comune.bologna.it

Pina Civitella pina.civitella@comune.bologna.it Pina Civitella pina.civitella@comune.bologna.it La timeline del quadro normativo (1) 1998 2000 2004 2005 Protocollo informatico Regole tecniche per il protocollo informatico di cui al decreto del Presidente

Dettagli

LA INTRANET DELL UNIONE DEI COMUNI DELLA BASSA ROMAGNA

LA INTRANET DELL UNIONE DEI COMUNI DELLA BASSA ROMAGNA Servizio Organi Istituzionali Governance Comunicazione Piazza Martiri 1 48022 Lugo Tel. 0545 38485-38473 Fax 0545 38348 piombinig@unione.labassaromagna.it PROGETTO LA INTRANET DELL UNIONE DEI COMUNI DELLA

Dettagli

Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale COMUNE DI FARRA D ALPAGO Provincia di Belluno COPIA Deliberazione n. 46 del 20.4.2015 Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: NUOVO SOFTWARE APPLICATIVO PER I SERVIZI COMUNALI. DELEGA ALL'UNIONE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE CONTROLLO DIREZIONALE Contributi Opere Pubbliche I L F U N Z I O N A R I O I N C A R I C A T O

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE CONTROLLO DIREZIONALE Contributi Opere Pubbliche I L F U N Z I O N A R I O I N C A R I C A T O REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE CONTROLLO DIREZIONALE Contributi Opere Pubbliche Proposta nr. 218 del 09/10/2015 - Determinazione nr. 2384 del 09/10/2015 OGGETTO: L.R. 17/2008 articolo

Dettagli

UNIONE DEICOMUNI DELLA BASSA ROMAGNA Area Sviluppo Economico

UNIONE DEICOMUNI DELLA BASSA ROMAGNA Area Sviluppo Economico ALLEGATO 1 ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. DELL UNIONE N. DEL UNIONE DEICOMUNI DELLA BASSA ROMAGNA Area Sviluppo Economico Sportello Unico per le Attività Produttive REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA

Dettagli

Luca Milani Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura Affari istituzionali - Servizio archivistico

Luca Milani Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura Affari istituzionali - Servizio archivistico Tracce digitali Trasparenza e accessibilità dei siti web della PA Luca Milani Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura Affari istituzionali - Servizio archivistico 10 giugno 2015 Archivisti *el web

Dettagli

RELAZIONE SUL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE DEI COMUNI DELLA BASSA ROMAGNA

RELAZIONE SUL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE DEI COMUNI DELLA BASSA ROMAGNA Servizio Controllo di gestione e controllo strategico Piazza Martiri 1 48022 Lugo Tel. 0545 38424 Fax 0545 38348 schedaa@unione.labassaromagna.it RELAZIONE SUL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE DEI COMUNI

Dettagli

Provincia Regionale di Caltanissetta

Provincia Regionale di Caltanissetta ALLEGATO B Provincia Regionale di Caltanissetta PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO N. 150 DEL 27 OTTOBRE 2009 PUBBLICATO NELLA G.U. N. 254 DEL 31.10.2009 PREMESSA E INQUADRAMENTO

Dettagli

SETTORE PROGRAMMAZIONE, ORGANIZZAZIONE E RISORSE INTERNE AVVISO PUBBLICO

SETTORE PROGRAMMAZIONE, ORGANIZZAZIONE E RISORSE INTERNE AVVISO PUBBLICO SETTORE PROGRAMMAZIONE, ORGANIZZAZIONE E RISORSE INTERNE AVVISO PUBBLICO OGGETTO: Concessione temporanea di un immobile ed annessi, appartenente al patrimonio indisponibile della Regione Emilia-Romagna,

Dettagli

PUBBLICAZIONI SU SITO WEB ISTITUZIONALE ED ACCESSO DEI CITTADINI dati già presenti nel 2010 e anni precedenti -

PUBBLICAZIONI SU SITO WEB ISTITUZIONALE ED ACCESSO DEI CITTADINI dati già presenti nel 2010 e anni precedenti - PUBBLICAZIONI SU SITO WEB ISTITUZIONALE ED ACCESSO DEI CITTADINI dati già presenti nel 2010 e anni precedenti - IL COMUNE ATTIVITA PREVISTE NEL TRIENNIO 2011-2013 SETTORI, SERVIZI DI COMPETENZA Il Sindaco

Dettagli

Comune di Milano, Direzione Centrale Cultura, con sede legale in Milano p.zza

Comune di Milano, Direzione Centrale Cultura, con sede legale in Milano p.zza ACCORDO DI COLLABORAZIONE FRA Comune di Milano, Direzione Centrale Cultura, con sede legale in Milano p.zza della Scala 3, Cod. Fisc. e P.IVA 01199250158, qui rappresentato dal Direttore del Servizio Polo

Dettagli

COMUNE DI BAGNACAVALLO Provincia di Ravenna SERVIZI CULTURALI

COMUNE DI BAGNACAVALLO Provincia di Ravenna SERVIZI CULTURALI Id. 742115 Fascicolo n. 2013/VII 6 1/000001 BAGNACAVALLO Provincia di Ravenna SERVIZI CULTURALI D E T E R M I N A Z I O N E N. 5 del 30/01/2013 Pubblicata ai sensi dell art. 18 del Regolamento di Organizzazione

Dettagli

COMUNE DI BRESSANA BOTTARONE PROVINCIA DI PAVIA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AMBIENTE E TERRITORIO

COMUNE DI BRESSANA BOTTARONE PROVINCIA DI PAVIA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AMBIENTE E TERRITORIO COMUNE DI BRESSANA BOTTARONE PROVINCIA DI PAVIA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AMBIENTE E TERRITORIO N. 282 del Reg. Gen.le OGGETTO: N. 87 AMBIENTE E FORNITURA E INSTALLAZIONE SOFTWARE PER

Dettagli

INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007 PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 DEL DISTRETTO N. 1

INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007 PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 DEL DISTRETTO N. 1 INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007 PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 DEL DISTRETTO N. 1 IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 2000, N. 328 E DELLA LEGGE REGIONALE

Dettagli

BILANCIO DI MISSIONE 2012

BILANCIO DI MISSIONE 2012 AZIENDA USL DI RAVENNA BILANCIO DI MISSIONE 2012 RENDICONTO 2011 Gruppo di lavoro Coordinamento Milva Fanti Redazione dei capitoli Presentazione e conclusioni: Capitolo 1: Giuliano Silvi Capitolo 2: Gianni

Dettagli

Roma, 28/03/2014. e, per conoscenza, Circolare n. 45

Roma, 28/03/2014. e, per conoscenza, Circolare n. 45 Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Comunicazione Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione

Dettagli

G E M E L L A G G IO CON LA PROVINCIA OSTALBKREIS GERMANIA

G E M E L L A G G IO CON LA PROVINCIA OSTALBKREIS GERMANIA G E M E L L A G G IO CON LA PROVINCIA OSTALBKREIS GERMANIA Premessa Nel corso del 1990 la Provincia di Ravenna, tramite la Regione Emilia Romagna ha avviato delle relazioni socio-culturali con la Provincia

Dettagli

- Altri allegati al Bilancio di Previsione 2014

- Altri allegati al Bilancio di Previsione 2014 Piazza Martiri Libertà, 1 48022 Lugo (RA) C.F. e P. IVA 02291370399 - Altri allegati al Bilancio di Previsione 2014 Risultanze dei Rendiconti o conti consolidati delle Unioni dei Comuni, aziende speciali,

Dettagli

pluriennale 2008/2010, Programma Investimenti 2008/2010 e Programma triennale delle opere pubbliche.

pluriennale 2008/2010, Programma Investimenti 2008/2010 e Programma triennale delle opere pubbliche. IL PRESIDENTE sottopone per l approvazione quanto segue: *** Normativa Decreto Presidente della Repubblica n. 285/1990 Regolamento nazionale di polizia mortuaria. Circolare Ministero Sanità n. 24/1993

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA

PROTOCOLLO D INTESA TRA PROTOCOLLO D INTESA Allegato A, parte integrante e sostanziale della Delibera G.P. n 288 del 26.10.2010 TRA Provincia di Siena Prefettura di Siena Comunità Montana Amiata Val D Orcia Unione de Comuni della

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA FESR 2007 2013

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA FESR 2007 2013 UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA Dipartimento 10 - Lavoro, Politiche della Famiglia, Formazione Professionale, Cooperazione e Volontariato PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA FESR 2007

Dettagli

CENTRI STORICI DIGITALI

CENTRI STORICI DIGITALI GAL L ALTRA ROMAGNA S. CONS. A R.L. Via Roma, 24 47027 Sarsina (FC) Tel. 0547.698301 Fax 0547.698345 altrarom@tin.it COD. FISC. e P. IVA 02223700408 www.altraromagna.it PSR ASSE 4 Leader MISURA 413 Azione

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PRESTAZIONE DI SERVIZI FORNITI NELL AMBITO DEL SISTEMA INFORMATIVO INTEGRATO REGIONALE (S.I.I.R.)

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PRESTAZIONE DI SERVIZI FORNITI NELL AMBITO DEL SISTEMA INFORMATIVO INTEGRATO REGIONALE (S.I.I.R.) PROTOCOLLO D INTESA PER LA PRESTAZIONE DI SERVIZI FORNITI NELL AMBITO DEL SISTEMA INFORMATIVO INTEGRATO REGIONALE (S.I.I.R.) TRA la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia (di seguito Regione ), con sede

Dettagli

Accordo Quadro tra Regione Abruzzo e Italia Lavoro S.p.A.

Accordo Quadro tra Regione Abruzzo e Italia Lavoro S.p.A. Accordo Quadro tra Regione Abruzzo e Italia Lavoro S.p.A. La Regione Abruzzo, rappresentata dal componente la Giunta preposto alle Politiche attive del lavoro, Formazione ed Istruzione, Politiche Sociali,

Dettagli

L anno 2010 il giorno del mese di.., presso in Via n., Premesso che

L anno 2010 il giorno del mese di.., presso in Via n., Premesso che Protocollo d intesa metodologico-operativo tra la Provincia di Fermo Settore Formazione Professionale, Scuola e Politiche del Lavoro e Settore Politiche Sociali, gli Ambiti Territoriali Sociali XIX e XX

Dettagli

CONVENZIONE TRA PER LA REALIZZAZIONE DELLA CARTA GEOGRAFICA UNICA DEL TERRITORIO FERRARESE

CONVENZIONE TRA PER LA REALIZZAZIONE DELLA CARTA GEOGRAFICA UNICA DEL TERRITORIO FERRARESE CONVENZIONE TRA AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI FERRARA - CONSORZIO GENERALE DI BONIFICA DELLA PROVINCIA DI FERRARA COMUNE DI FERRARA - REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA REALIZZAZIONE DELLA CARTA GEOGRAFICA

Dettagli

di Claudio Facchini, dirigente del settore sviluppo economico del Comune di Faenza ARTICOLO PUBBLICATO NELLA RIVISTA AZIENDITALIA N.

di Claudio Facchini, dirigente del settore sviluppo economico del Comune di Faenza ARTICOLO PUBBLICATO NELLA RIVISTA AZIENDITALIA N. SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA E SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE A CONFRONTO Nell articolo vengono messe in luce le differenze radicali tra il procedimento disciplinato dal DPR 447/1998, per

Dettagli

Procedimenti di prevenzione incendi più semplici e rapidi grazie allo Sportello Unico

Procedimenti di prevenzione incendi più semplici e rapidi grazie allo Sportello Unico SICUREZZA. Procedimenti di prevenzione incendi più semplici e rapidi grazie allo Sportello Unico GLI EFFETTI DELLA COLLABORAZIONE TRA REGIONE SARDEGNA E VIGILI DEL FUOCO Il regolamento per la semplificazione

Dettagli

REFERTO DEL CONTROLLO DI GESTIONE DEI COMUNI DELL UNIONE DELLA BASSA ROMAGNA ANNO 2012

REFERTO DEL CONTROLLO DI GESTIONE DEI COMUNI DELL UNIONE DELLA BASSA ROMAGNA ANNO 2012 Servizio Controllo di gestione e controllo strategico Piazza Martiri 1 48022 Lugo Tel. 0545 38424 Fax 0545 38348 schedaa@unione.labassaromagna.it REFERTO DEL CONTROLLO DI GESTIONE DEI COMUNI DELL UNIONE

Dettagli

Osservatorio scolastico provinciale. Relazione annuale sul sistema scolastico della Provincia di Ravenna. Analisi ed elaborazione dati a.s.

Osservatorio scolastico provinciale. Relazione annuale sul sistema scolastico della Provincia di Ravenna. Analisi ed elaborazione dati a.s. Prov iinciia d ii Ravenna SS ee t t oo rr ee FF oo rrm aa zz i oo nn ee, LLaa vv oo rr oo, I ss t rr uu zz i oo nn ee ee PP oo l i t i cchh ee SS oo cc i aa l i Osservatorio scolastico provinciale Relazione

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA PER L'INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILI NELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME DEL

ACCORDO DI PROGRAMMA PER L'INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILI NELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME DEL CITTA DI SAVONA DISTRETTO SOCIOSANITARIO N. 7 SAVONESE ACCORDO DI PROGRAMMA PER L'INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILI NELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME DEL DISTRETTO SOCIOSANITARIO N. 7 SAVONESE Anni

Dettagli

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in PROGRAMMA STRATEGICO TRIENNALE 2011-2013 Per La Realizzazione Del Sistema Informativo Regionale Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli

Dettagli

MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI

MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI Premessa Ai sensi dell art. 2 comma 594 e 598 della Legge n.244/2007 (Legge Finanziaria 2008),

Dettagli

COMUNE DI TONARA. Provincia di Nuoro SCUOLA CIVICA DI MUSICA DELLA MONTAGNA. dei COMUNI di: FONNI DESULO OROTELLI ORGOSOLO OLIENA - TONARA

COMUNE DI TONARA. Provincia di Nuoro SCUOLA CIVICA DI MUSICA DELLA MONTAGNA. dei COMUNI di: FONNI DESULO OROTELLI ORGOSOLO OLIENA - TONARA COMUNE DI TONARA Provincia di Nuoro SCUOLA CIVICA DI MUSICA DELLA MONTAGNA dei COMUNI di: FONNI DESULO OROTELLI ORGOSOLO OLIENA - TONARA Schema di Convenzione della SCUOLA CIVICA DI MUSICA DELLA MONTAGNA

Dettagli

preso atto dell esigenza di:

preso atto dell esigenza di: REGIONE PIEMONTE BU12 20/03/2014 Codice DB0802 D.D. 27 novembre 2013, n. 629 DGR n. 48-4757 del 15-10-2012. Adesione alla convenzione Consip S.p.A. Pcdesktop12 per la fornitura di PC Desktop ed al servizio

Dettagli

ALLEGATO _A_ Dgr n. del pag. 1/6

ALLEGATO _A_ Dgr n. del pag. 1/6 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO _A_ Dgr n. del pag. 1/6 SCHEMA DI ACCORDO Tra la PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE, l AGENZIA INTERREGIONALE PER IL FIUME

Dettagli

DECISIONE n. 047 Modena, 11 febbraio 2015

DECISIONE n. 047 Modena, 11 febbraio 2015 Dipartimento Amministrativo e Tecnico Centrale Servizio Acquisti e Logistica DECISIONE n. 047 Modena, 11 febbraio 2015 OGGETTO: Rettifica della decisione n. 14/2015 Ampliamento dell adesione, di cui alla

Dettagli

Incontro dematerializzazione DURC 12 dicembre 2011

Incontro dematerializzazione DURC 12 dicembre 2011 Incontro dematerializzazione DURC 12 dicembre 2011 I vantaggi della dematerializzazione > Il termine dematerializzazione viene utilizzato per indicare la progressiva perdita di consistenza fisica degli

Dettagli

COMUNE DI BARDONECCHIA

COMUNE DI BARDONECCHIA COMUNE DI BARDONECCHIA PROVINCIA DI TORINO DETERMINAZIONE SERVIZIO AFFARI GENERALI N. 69 DEL 06 NOVEMBRE 2014 OGGETTO: SOSTITUZIONE PROGRAMMA PROTOCOLLO INFORMATICO DELL ENTE AFFIDAMENTO FORNITURA ALLA

Dettagli

Consorzio S.I.R. Umbria (L.r. 31 luglio 1998, n.27)

Consorzio S.I.R. Umbria (L.r. 31 luglio 1998, n.27) CONVENZIONE TRA LA REGIONE DELL UMBRIA, LE AMMINISTRAZIONI PROVINCIALI DI PERUGIA E TERNI, I COMUNI DELL UMBRIA LE COMUNITÀ MONTANE DELL UMBRIA PREMESSO CHE: - La legge regionale 31 luglio 1998, n. 27

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. Tra. Roma Capitale, Gabinetto del Sindaco, con sede in Roma, Via del

PROTOCOLLO D INTESA. Tra. Roma Capitale, Gabinetto del Sindaco, con sede in Roma, Via del PROTOCOLLO D INTESA Tra Roma Capitale, Gabinetto del Sindaco, con sede in Roma, Via del Campidoglio 1, cod. disc. 02438750586 nella persona dell On. Giovanni Alemanno nella sua qualità di Sindaco di Roma

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016 COMUNE DI COLLAZZONE Provincia di Perugia PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016 Adottato con deliberazione di Giunta Comunale n.. del. Premessa: Il presente programma triennale

Dettagli

GIUNTA PROVINCIALE DI TORINO -----------------------

GIUNTA PROVINCIALE DI TORINO ----------------------- GIUNTA PROVINCIALE DI TORINO ----------------------- Verbale n. 42 Adunanza 18 ottobre 2011 OGGETTO: NOLEGGIO FOTOCOPIATORI PER GLI UFFICI E GLI ISTITUTI SCOLA- STICI DELLA PROVINCIA DI TORINO. APPROVAZIONE

Dettagli

VISTI i piani di erogazione e degli interventi predisposti dalle singole regioni allegati al presente decreto;

VISTI i piani di erogazione e degli interventi predisposti dalle singole regioni allegati al presente decreto; VISTO il decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 8 novembre 2013, n. 128, recante misure urgenti in materia di istruzione, università e ricerca (di seguito,

Dettagli

Comune di Massa Lombarda

Comune di Massa Lombarda Comune di Massa Lombarda (Ravenna) Annibale Luigi Bergamini Somarello RELAZIONE AL BILANCIO 2010 1 2 RELAZIONE AL BILANCIO 2010 SOMMARIO PATTO PER UNA CITTA SOLIDALE Il Bilancio Partecipato...7 Verso una

Dettagli

DPR 160/2010 SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE IN FORMA TELEMATICA INDICAZIONI OPERATIVE

DPR 160/2010 SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE IN FORMA TELEMATICA INDICAZIONI OPERATIVE COMUNE DI CASTELNUOVO RANGONE PROVINCIA DI MODENA Servizio Attività Produttive DPR 160/2010 SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE IN FORMA TELEMATICA INDICAZIONI OPERATIVE Lo sportello Unico per le

Dettagli

COMUNE DI BREMBILLA Provincia di Bergamo

COMUNE DI BREMBILLA Provincia di Bergamo Allegato alla deliberazione C.C. n. 39 del 19/9/2005 COMUNE DI BREMBILLA Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER LA COMUNICAZIONE ART. 1 - PRINCIPI GENERALI... 2 ART. 2 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO... 2 ART.

Dettagli

MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO (Provincia di Agrigento)

MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO (Provincia di Agrigento) MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO (Provincia di Agrigento) Determinazione Dirigenziale N. _162_Reg. Int./P.O. 7 del...12/10/2011... N. Reg. Gen...550... del...12/10/2011... PREMESSO CHE: OGGETTO: Modernizzazione

Dettagli

TRA PREMESSO, a formare parte integrante e sostanziale del presente atto,

TRA PREMESSO, a formare parte integrante e sostanziale del presente atto, ACCORDO DI PROGRAMMA TRA IL COMUNE DI AOSTA, LA REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA E L AZIENDA REGIONALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA VALLE D AOSTA (A.R.E.R.) PER L AFFIDAMENTO ALL A.R.E.R DELLA GESTIONE

Dettagli