ALLEGATO A CONVENZIONE TRA LA PROVINCIA DI RAVENNA ED I COMUNI DEL TERRITORIO PROVINCIALE PER LA GESTIONE DELLA RETE PROVINCIALE DEGLI SPORTELLI UNICI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ALLEGATO A CONVENZIONE TRA LA PROVINCIA DI RAVENNA ED I COMUNI DEL TERRITORIO PROVINCIALE PER LA GESTIONE DELLA RETE PROVINCIALE DEGLI SPORTELLI UNICI"

Transcript

1 ALLEGATO A Parte integrante delibera C.C. n. 114 del 30/03/2006 CONVENZIONE TRA LA PROVINCIA DI RAVENNA ED I COMUNI DEL TERRITORIO PROVINCIALE PER LA GESTIONE DELLA RETE PROVINCIALE DEGLI SPORTELLI UNICI Triennio

2 CONVENZIONE TRA LA PROVINCIA DI RAVENNA ED I COMUNI DEL TERRITORIO PROVINCIALE PER LA GESTIONE DELLA RETE PROVINCIALE DEGLI SPORTELLI UNICI. Triennio TRA: La Provincia di Ravenna con sede in Ravenna, Piazza dei Caduti per la Libertà n 2/4, rappresentata dal Dott. Adriano Manaresi, nella sua qualità di dirigente del settore Attività Produttive, nato a Conselice il 21/02/1946, ove sopra domiciliato per la Sua carica, e I Comuni della Provincia di Ravenna Premesso: - che gli artt. 23 e segg. del D.Lgs. 112/1998 e il DPR 447/1998 e successive modificazioni ed integrazioni hanno stabilito che i Comuni attivino, in forma singola o associata, lo Sportello unico per le attività produttive (d ora in poi Suap); - che l art. 50 della LR 3/1999 stabilisce che le Province svolgano compiti di promozione e coordinamento degli Suap; - che i suddetti obiettivi ed indirizzi risultano ulteriormente specificati dalla delibera della Giunta Regionale n del 10/12/2001 avente ad oggetto Modifiche ed integrazioni alla deliberazione di Giunta Regionale n.1367 recante prime indicazioni per la realizzazione degli sportelli unici per le attività produttive - che, ai sensi della citata normativa nazionale e regionale, lo Suap deve coordinare tutti gli endoprocedimenti di competenza delle diverse Pubbliche amministrazioni (d ora in poi PPAA) e dei diversi uffici comunali, finalizzati a consentire la realizzazione, ampliamento, ristrutturazione, ecc. di tutte le attività produttive di beni e servizi e, quindi, di tutte le attività di impresa e non che producono beni o erogano servizi, rilasciando una unica autorizzazione finale, nella quale confluiscano tutti gli atti endoprocedimentali delle diverse PPAA e dei diversi uffici comunali; - che gli Suap e le PPAA presenti a livello di territorio provinciale hanno sperimentato positivamente modalità di gestione del procedimento unico di cui al DPR 447/1998, definite attraverso specifici Protocolli d intesa, che qui si riconfermano nei principi generali; 1

3 - che nell ottica della costruzione di un sistema provinciale, la Provincia di Ravenna, con delibera del Consiglio Provinciale n. 81 del 22 giugno 1999, approvò in linea tecnica il progetto preliminare generale relativo al "Sistema provinciale per la intrerconnessione degli Enti ravennati - SPIDER" volto ad attuare l'interconnessione e l'armonizzazione dei servizi informatici della Provincia di Ravenna, degli Enti Locali e delle amministrazioni periferiche dello Stato del territorio provinciale. - che successivamente, la Provincia di Ravenna, con delibera della Giunta Provinciale n. 963 del 27 ottobre 1999, e in accordo con essa tutti i Comuni, approvarono, ai fini ed effetti della deliberazione del Consiglio Regionale n del 30 luglio 1999, che fornì gran parte dei finanziamenti, il "Progetto stralcio Suap, relativo allo "Sportello Unico per le attività produttive", che ha trovato negli anni successivi piena attuazione e positivi ulteriori sviluppi. - che la Provincia di Ravenna, con delibera della Giunta Provinciale n. 935 del 12 dicembre 2001, in accordo con i Comuni utilizzatori del progetto Suap, ha approvato il progetto esecutivo e successivamente affidato i lavori per un ulteriore progetto stralcio, finanziato dalla Regione con il Piano Triennale delle attività produttive, volto a consolidare l operatività del sistema e a sviluppare ulteriormente il progetto con l introduzione della firma elettronica sulle pratiche dello Sportello Unico. - che la Regione Emilia-Romagna, sulla scorta di un bando nazionale di e- government, ha promosso la costituzione di un Centro Servizi Territoriali (CST) regionale articolato in nove CST provinciali autonomi ciascuno dei quale fungerà da ambiente cooperativo per la gestione dei servizi, delle procedure e dei sistemi informatici degli enti locali secondo modalità e configurazioni decise localmente; - che lo Suap costituirà pertanto un asset del CST della provincia di Ravenna gestito secondo le modalità previste nella presente convenzione Precisato: - che il suddetto Sistema provinciale degli Sportelli Unici per le attività produttive è attualmente operativo presso tutti i Comuni e le PPAA del territorio provinciale. - che sotto l aspetto tecnico: tale Sistema è basato sull ambiente Lotus Domino e sull applicativo Only One di proprietà della ditta Core Soluzioni Informatiche; l interfaccia a disposizione del singolo sportello è di tipo Web; la struttura servente è ospitata presso il centro di calcolo della Provincia; l infrastruttura di trasporto utilizzata è la rete Spider e pertanto, lo SUAP è a tutti gli effetti un servizio della rete territoriale provinciale. Visto: L Accordo di programma fra la Provincia di Ravenna, i comuni del territorio provinciale e la Comunità Montana dell Appennino faentino per la gestione e lo sviluppo dei servizi della rete territoriale Spider e della rete civica Racine, approvato con deliberazione del Consiglio Provinciale n. 171 del 20 dicembre 2001, che in particolare all art. 2 prevede che: Gli Enti sottoscrittori perseguono le finalità generali dell accordo attraverso: 2

4 il potenziamento e lo sviluppo della rete SPIDER,., mediante la realizzazione di un infrastruttura tecnologica avanzata per l accesso all informazione e alla conoscenza (reti di biblioteche, musei e archivi storici, rete degli URP), per i servizi alle imprese (SUAP, promozione turistica), al territorio (SIT, dati ambientali, protezione civile), ai cittadini (modalità avanzate di accesso ai servizi della P.A, ai servizi socio-sanitari), alla Pubblica Amministrazione (strumenti di supporto alle decisioni, integrazione delle anagrafi, firma digitale, protocollo informatico) il potenziamento e lo sviluppo della rete civica RACINE,.., in quanto strumento di inclusione e coesione sociale, di utilizzo civico delle nuove tecnologie; l individuazione di strutture e strumenti per la gestione tecnica e amministrativa dei sistemi di rete e dei relativi servizi la convocazione di apposite Conferenze di organizzazione. si conviene e si stipula quanto segue: ART. 1 Oggetto della convenzione La presente convenzione contiene gli obiettivi e i criteri per disciplinare i rapporti tra la Provincia di Ravenna ed i Comuni del proprio territorio per la gestione della rete provinciale degli Sportelli Unici quale servizio della rete territoriale provinciale SPIDER, già disciplinata dal sopraccitato accordo provinciale. ART. 2 Gestione del servizio I Comuni riconoscono alla Provincia di Ravenna il ruolo di coordinamento delle relazioni tra gli Suap e tra questi e le PPAA del territorio provinciale, finalizzato allo sviluppo del sistema provinciale degli Suap, alla ricerca di semplificazioni comuni a tutti gli Suap, all amministrazione e potenziamento del sistema informatico provinciale di gestione del procedimento unico, alla ricerca di soluzioni operative uniformi e omogenee delle problematiche di gestione del procedimento unico e degli endoprocedimenti. I soggetti contraenti convengono che per la durata della presente convenzione, la Provincia di Ravenna provveda al coordinamento delle relazioni fra gli enti coinvolti e alla gestione, in proprio tramite il Servizio informatica, o con personale specializzato esterno, delle seguenti attività di servizio: manutenzione ordinaria delle attrezzature hardware di rete; manutenzione ordinaria del software applicativo; assistenza applicativa e sistemistica; attività di piccola implementazione; adeguato supporto al personale delle strutture, all impiego delle funzioni previste dall intera applicazione, al fine di garantire il buon funzionamento del sistema provinciale complessivo, sia con assistenza telefonica help-desk, sia con assistenza on site. 3

5 I Comuni si impegnano: ad utilizzare pienamente il programma informatico; a formare il personale per la sua ottimizzazione; a garantire un adeguata manutenzione e rinnovo delle dotazioni hardware delle postazioni di lavoro Suap; a ricercare tutte le modalità organizzative per la riduzione progressiva della documentazione cartacea; a gestire il procedimento unico attraverso il programma informatico. I dati immessi nel sistema sono di proprietà dei Comuni e devono essere disponibili qualora ne facciano richiesta. ART. 3 Durata La presente convenzione ha la durata di tre anni a decorrere dal 01/01/2006. Alla scadenza le parti contraenti verificheranno i risultati conseguiti e concorderanno le condizioni per il rinnovo. ART. 4 Spesa per la gestione dei servizi e rapporti finanziari Agli oneri necessari per la manutenzione degli apparati di comunicazione e dei PC dislocati presso gli altri enti, stimati in un costo annuo di ,00=, farà fronte direttamente la Provincia di Ravenna con le prestazioni dirette del proprio Servizio Informatica. La spesa annua complessiva per la gestione dei servizi per conto dei Comuni relativi alla presente convenzione, prevista in ,00= per l anno 2006, in ,00= per l anno 2007 e in ,00= per l anno 2008, sarà ripartita secondo la tabella di riparto di cui all allegato 1). Ogni Comune provvederà a versare alla Provincia di Ravenna, entro il mese di aprile di ogni anno, senza onere di richiesta da parte della Provincia, la propria quota di concorso finanziario risultante dalla sopraccitata tabella di riparto. La Provincia di Ravenna fornirà ai Comuni, entro il mese di aprile dell anno successivo a quello di riferimento, il rendiconto annuale sull andamento della gestione della rete provinciale degli Sportelli Unici e sui costi effettivamente sostenuti. ART. 5 Domicilio Le parti, agli effetti della presente convenzione, eleggono domicilio presso la sede della Provincia di Ravenna, Piazza dei Caduti per la Libertà n. 2/4 Ravenna. Letto, approvato e sottoscritto. Ravenna, lì 4

6 GLI ENTI SOTTOSCRITTORI Provincia di Ravenna Comune di Ravenna Comune di Faenza Comune di Lugo Comune di Alfonsine Comune di Bagnacavallo Comune di Bagnara di Romagna Comune di Brisighella Comune di Casola Valsenio Comune di Castelbolognese Comune di Cervia Comune di Conselice Comune di Cotignola Comune di Fusignano Comune di Massalombarda Comune di Riolo Terme Comune di Russi Comune di S. Agata sul Santerno Comune di Solarolo 5

Allegato A PROTOCOLLO PER IL MONITORAGGIO E LA PREVENZIONE DELL INQUI NAMENTO ELETTROMAGNETICO

Allegato A PROTOCOLLO PER IL MONITORAGGIO E LA PREVENZIONE DELL INQUI NAMENTO ELETTROMAGNETICO Allegato A PROTOCOLLO PER IL MONITORAGGIO E LA PREVENZIONE DELL INQUI NAMENTO ELETTROMAGNETICO TRA LA PROVINCIA DI RAVENNA, C.F. 00356680397, con sede legale in Ravenna, P.zza Caduti 2, rappresentata da...

Dettagli

dichiara aperta la seduta ed invita l assemblea a deliberare sul seguente ordine del giorno:

dichiara aperta la seduta ed invita l assemblea a deliberare sul seguente ordine del giorno: AGENZIA DI AMBITO PER I SERVIZI PUBBLICI DI RAVENNA N. 14 delle deliberazioni N. 432 di protocollo del 20/12/2002 DELIBERAZIONE DELLA ASSEMBLEA DELLA AGENZIA L'anno duemiladue addì 16 del mese di dicembre

Dettagli

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE n. 760 / 2014 OGGETTO: IMPEGNO DELLA SPESA DI EURO 1.462,78 PER IL RINNOVO

Dettagli

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE n. 763 / 2014 OGGETTO: APPROVAZIONE DEL CONTRATTO PER LA MANUTENZIONE E

Dettagli

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE n. 795 / 2014 OGGETTO: IMPEGNO DELLA SPESA DI EURO 1.828,78 A FAVORE DI

Dettagli

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE n. 812 / 2014 OGGETTO: IMPEGNO DELLA SPESA DI EURO 6316,55 PER LA FORNITURA

Dettagli

AGENZIA DI AMBITO PER I SERVIZI PUBBLICI DI RAVENNA

AGENZIA DI AMBITO PER I SERVIZI PUBBLICI DI RAVENNA AGENZIA DI AMBITO PER I SERVIZI PUBBLICI DI RAVENNA N. 11 delle deliberazioni N. 255 di protocollo del 2/8/2002 DELIBERAZIONE DELLA ASSEMBLEA DELLA AGENZIA L'anno duemiladue addì 24 del mese di luglio

Dettagli

Regione Calabria Assessorato alle Attività Produttive Dipartimento 5 Settore 1 - Servizio 3. Avviso

Regione Calabria Assessorato alle Attività Produttive Dipartimento 5 Settore 1 - Servizio 3. Avviso Regione Calabria Assessorato alle Attività Produttive Dipartimento 5 Settore 1 - Servizio 3 Avviso Interventi a favore dei Comuni finalizzati allo sviluppo del sistema dei SUAP nella Regione Calabria Indagine

Dettagli

Grado di istruzione della popolazione faentina residente al Censimento 2001

Grado di istruzione della popolazione faentina residente al Censimento 2001 Grado di istruzione della popolazione faentina residente al Censimento 2001 Sintesi del rapporto Possiamo affermare di essere un popolo più istruito rispetto al 1991. Aumentano le persone in possesso del

Dettagli

Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica (DIPE);

Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica (DIPE); PROTOCOLLO D INTESATRA LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI E LA REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PER LA PARTECIPAZIONE ALLA PROGETTAZIONE DEL SISTEMA MONITORAGGIO INVESTIMENTI PUBBLICI MIP PREMESSO

Dettagli

COMUNITA' MONTANA DELL'APPENNINO FAENTINO BRISIGHELLA **************************

COMUNITA' MONTANA DELL'APPENNINO FAENTINO BRISIGHELLA ************************** COMUNITA' MONTANA DELL'APPENNINO FAENTINO BRISIGHELLA ************************** CONVENZIONE FRA I COMUNI DI BRISIGHELLA, CASOLA VALSENIO E RIOLO TERME E LA COMUNITA MONTANA DELL'APPENNINO FAENTINO PER

Dettagli

Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali

Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali PROTOCOLLO D INTESA TRA L AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE E L AGENZIA NAZIONALE PER I SERVIZI SANITARI REGIONALI ****************** L AUTORITÀ NAZIONALE

Dettagli

REGOLAMENTO Per la disciplina della mobilità degli assegnatari negli alloggi E.R.P. ai sensi dell art. 28 della L.R. 8 Agosto 2001, n.

REGOLAMENTO Per la disciplina della mobilità degli assegnatari negli alloggi E.R.P. ai sensi dell art. 28 della L.R. 8 Agosto 2001, n. REGOLAMENTO Per la disciplina della mobilità degli assegnatari negli alloggi E.R.P. ai sensi dell art. 28 della L.R. 8 Agosto 2001, n. 24 Delibera di Consiglio n 61 del 12/10/2011 * * * PREMESSE: I comuni

Dettagli

CONVENZIONE CON AUSER SAVONA PER LA GESTIONE DEL. Il giorno del mese del anno T R A. il Signor... nato a... il... Responsabile dei Servizi Sociali

CONVENZIONE CON AUSER SAVONA PER LA GESTIONE DEL. Il giorno del mese del anno T R A. il Signor... nato a... il... Responsabile dei Servizi Sociali CONVENZIONE CON AUSER SAVONA PER LA GESTIONE DEL PROGETTO FILO D ARGENTO QUILIANO Il giorno del mese del anno, nella sede del Comune di Quiliano T R A il Signor... nato a... il... Responsabile dei Servizi

Dettagli

CONVENZIONE TRA IL CONSORZIO PER I SERVIZI SOCIO-ASSISTENZIALI DEL MONREGALESE E LA COMUNITA MONTANA ALTO TANARO CEBANO MONREGALESE PER LA GESTIONE

CONVENZIONE TRA IL CONSORZIO PER I SERVIZI SOCIO-ASSISTENZIALI DEL MONREGALESE E LA COMUNITA MONTANA ALTO TANARO CEBANO MONREGALESE PER LA GESTIONE Allegato alla Deliberazione dell Assemblea Consortile n.6 del 02.02.2011 CONVENZIONE TRA IL CONSORZIO PER I SERVIZI SOCIO-ASSISTENZIALI DEL MONREGALESE E LA COMUNITA MONTANA ALTO TANARO CEBANO MONREGALESE

Dettagli

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE: CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO ASSOCIATO DI FUNZIONI COMUNALI

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE: CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO ASSOCIATO DI FUNZIONI COMUNALI Comune di San Rocco al Porto Comune di Guardamiglio Comune di Caselle Landi L anno duemilaquattordici il giorno dodici del mese di dicembre presso la sede di del Comune di San Rocco al Porto, in qualità

Dettagli

AGENZIA DI AMBITO PER I SERVIZI PUBBLICI DI RAVENNA

AGENZIA DI AMBITO PER I SERVIZI PUBBLICI DI RAVENNA AGENZIA DI AMBITO PER I SERVIZI PUBBLICI DI RAVENNA N. 6 delle deliberazioni N. 462 di protocollo del 27/05/2008 DELIBERAZIONE DELLA ASSEMBLEA DELLA AGENZIA L'anno 2008 il giorno 16 del mese di aprile

Dettagli

subappaltatori e subcontraenti della filiera delle imprese, nonché a carico dei concessionari di finanziamenti pubblici anche europei, a qualsiasi

subappaltatori e subcontraenti della filiera delle imprese, nonché a carico dei concessionari di finanziamenti pubblici anche europei, a qualsiasi PROTOCOLLO D INTESA TRA LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI E LA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA PARTECIPAZIONE DELLA REGIONE EMILIA- ROMAGNA ALLA PROGETTAZIONE DEL SISTEMA MONITORAGGIO INVESTIMENTI

Dettagli

RELAZIONE SULLA PERFORMANCE 2014

RELAZIONE SULLA PERFORMANCE 2014 COMUNE DI CIVIDATE AL PIANO (Provincia di Bergamo) RELAZIONE SULLA PERFORMANCE 2014 Il Segretario Comunale - Dott. Ivano Rinaldi Nell ambito del processo di riforma della Pubblica Amministrazione, con

Dettagli

TRA. Il Comune di Ravenna, rappresentato dal Sindaco Fabrizio Matteucci;

TRA. Il Comune di Ravenna, rappresentato dal Sindaco Fabrizio Matteucci; SCHEMA DI ACCORDO DI PROGRAMMA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO DENOMINATO RECUPERO BENE CONFISCATO SITO IN VIA G. ROSSINI, 7 LIDO ADRIANO - RAVENNA, IN ATTUAZIONE DEGLI OBIETTIVI PREVISTI DALL ARTICOLO

Dettagli

ALLEGATO AL DECRETO. L anno 2006, nel mese di il giorno TRA

ALLEGATO AL DECRETO. L anno 2006, nel mese di il giorno TRA ALLEGATO AL DECRETO CONVENZIONE TRA LA REGIONE LOMBARDIA E L ISTITUTO EUROPEO DI ONCOLOGIA, QUALE SOGGETTO ATTUATORE PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO FINALIZZATO RETE CURE PALLIATIVE PER PAZIENTI INGUARIBILI

Dettagli

L anno duemila..., il giorno del mese di ( xx/xx/xxxx), nella sede del Comune di Lastra a Signa, con la presente scrittura privata a valere ad

L anno duemila..., il giorno del mese di ( xx/xx/xxxx), nella sede del Comune di Lastra a Signa, con la presente scrittura privata a valere ad Allegato A CONVENZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELLA BANCA DATI DELLE POSIZIONI ASSICURATIVE DEI LAVORATORI ISCRITTI ALLA GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI DELL INPS (EX INPDAP) TRA I COMUNI DI CALENZANO,

Dettagli

Provincia di Ravenna

Provincia di Ravenna Allegato A) Provincia di Ravenna PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E RIQUALIFICAZIONE DELLA SPESA, RIORDINO E RISTRUTTURAZIONE AMMINISTRATIVA, DI SEMPLIFICAZIONE E DIGITALIZZAZIONE, DI RIDUZIONE

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2012/2014

PIANO TRIENNALE 2012/2014 COMUNE DI SIRONE PROVINCIA DI LECCO PIANO TRIENNALE 2012/2014 PER L'INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO,

Dettagli

IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 2000, N. 328, DELLA LEGGE REGIONALE 12 MARZO 2003, N. 2

IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 2000, N. 328, DELLA LEGGE REGIONALE 12 MARZO 2003, N. 2 INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007, PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2007 DEL DISTRETTO DI CESENA VALLE SAVIO E DEI PROGRAMMI PROVINCIALI IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DELLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DELLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DELLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE. Con atto approvato dal Commissario Straordinario del Comune di Roma n.. del.. e dalla Deliberazione Consiliare

Dettagli

Semplificazione e riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP)

Semplificazione e riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) Provincia di Forlì-Cesena Comune di Forlì Comune di Cesena Semplificazione e riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) Normativa di riferimento D.P.R. 20 ottobre

Dettagli

Direzione Provinciale di Trento. Comunità di Primiero Provincia di Trento CONVENZIONE

Direzione Provinciale di Trento. Comunità di Primiero Provincia di Trento CONVENZIONE CONVENZIONE Premesso che in data 28.12.2005 è stata sottoscritta una convenzione tra il Comprensorio di Primiero- e l Agenzia delle Entrate- Direzione Provinciale di Trento per la gestione dello sportello

Dettagli

MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO (Provincia di Agrigento)

MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO (Provincia di Agrigento) MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO (Provincia di Agrigento) Determinazione Dirigenziale N. _162_Reg. Int./P.O. 7 del...12/10/2011... N. Reg. Gen...550... del...12/10/2011... PREMESSO CHE: OGGETTO: Modernizzazione

Dettagli

ALLEGATO B PREMESSO CHE

ALLEGATO B PREMESSO CHE 1 ALLEGATO B SCHEMA DI CONVENZIONE PER REGOLARE I RAPPORTI TRA I CONFIDI/ALTRI FONDI DI GARANZIA E IL GESTORE DEL FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007-2013 PREMESSO CHE La Legge Regionale

Dettagli

COMUNE DI SAN MARTINO BUON ALBERGO (Provincia di Verona) ISTITUZIONE COMUNALE SERVIZI AL CITTADINO (ISAC)

COMUNE DI SAN MARTINO BUON ALBERGO (Provincia di Verona) ISTITUZIONE COMUNALE SERVIZI AL CITTADINO (ISAC) COMUNE DI SAN MARTINO BUON ALBERGO (Provincia di Verona) ISTITUZIONE COMUNALE SERVIZI AL CITTADINO (ISAC) Reg. int. n. CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DELLE FUNZIONI RELATIVE ALLA GESTIONE DEI SERVIZI INFORMATICI

Dettagli

Azienda per l Assistenza Sanitaria n. 5 Friuli Occidentale

Azienda per l Assistenza Sanitaria n. 5 Friuli Occidentale Azienda per l Assistenza Sanitaria n. 5 Friuli Occidentale DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE N. 5 DEL 02/01/2015 OGGETTO Nomina Coordinatore Sociosanitario Dott. Paolo Bordon nominato con D.G.R. 2544 del

Dettagli

A relazione dell'assessore Monferino:

A relazione dell'assessore Monferino: REGIONE PIEMONTE BU42 20/10/2011 Deliberazione della Giunta Regionale 3 ottobre 2011, n. 18-2663 Proseguimento e consolidamento a regime del percorso per la Gestione integrata del diabete di tipo 2 nell'adulto,

Dettagli

PROTOCOLLO D' INTESA PER L ATTUAZIONE DELL ASSE 6 CITTA AT- TRATTIVE E PARTECIPATE DEL POR FESR EMILIA ROMAGNA 2014-2020

PROTOCOLLO D' INTESA PER L ATTUAZIONE DELL ASSE 6 CITTA AT- TRATTIVE E PARTECIPATE DEL POR FESR EMILIA ROMAGNA 2014-2020 Allegato parte integrante - 2 Allegato B) PROTOCOLLO D' INTESA PER L ATTUAZIONE DELL ASSE 6 CITTA AT- TRATTIVE E PARTECIPATE DEL POR FESR EMILIA ROMAGNA 2014-2020 TRA Regione Emilia Romagna, in persona

Dettagli

COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FINANZIAMENTI AGEVOLATI IN CONTO INTERESSE ALLE IMPRESE DEI COMPARTI DEL COMMERCIO, TURISMO, SERVIZI E ARTIGIANATO DEL COMUNE DI MALALBERGO PER INVESTIMENTI PRODUTTIVI.

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 582 del 29 aprile 2014 pag. 1/6

ALLEGATOA alla Dgr n. 582 del 29 aprile 2014 pag. 1/6 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 582 del 29 aprile 2014 pag. 1/6 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DELLA SPERIMENTAZIONE DEL MODELLO DI INTERVENTO IN MATERIA DI VITA INDIPENDENTE L

Dettagli

D E T E R M I N A Z I O N E D E L R E S P O N S A B I L E

D E T E R M I N A Z I O N E D E L R E S P O N S A B I L E {rima} D E T E R M I N A Z I O N E D E L R E S P O N S A B I L E A. AMMINISTRATIVA\\Centro Elaborazione Dati N. 913 del Reg. Generale in data 13/07/2015 Oggetto: IMPEGNO DI SPESA PER SERVIZIO DI TELEDIAGNOSI,

Dettagli

ING. DAVIDE GIOVANNINI

ING. DAVIDE GIOVANNINI ENERG Studio Associato di Ingegneria Ing. Davide Giovannini - Ing. Fabio Mordini Via Giardini, 11 48022 Lugo (RA) tel e fax 054534639 email: energ@studioenerg.it \ ING. DAVIDE GIOVANNINI Curriculum professionale

Dettagli

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/6

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/6 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/6 ACCORDO DI PROGRAMMA PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DESTINATI ALLA POPOLAZIONE IMMIGRATA IN MATERIA DI ACCESSO ALL ALLOGGIO. L anno duemiladieci,

Dettagli

CITTÀ DI MORBEGNO PROVINCIA DI SONDRIO

CITTÀ DI MORBEGNO PROVINCIA DI SONDRIO CITTÀ DI MORBEGNO PROVINCIA DI SONDRIO N 155 N 14052 di prot. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto : APPROVAZIONE PROTOCOLLO D INTESA CON LA PROVINCIA DI SONDRIO RELATIVO ALLA GESTIONE COORDINATA

Dettagli

L anno 2011 il giorno.. del mese di., nelle sede dell Unione Pratiarcati ubicata ad Albignasego in Via Roma n. 224 TRA

L anno 2011 il giorno.. del mese di., nelle sede dell Unione Pratiarcati ubicata ad Albignasego in Via Roma n. 224 TRA CONVENZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DEL SERVIZIO DI GESTIONE GLOBALE DEL CICLO DELLE VIOLAZIONI AL CODICE DELLA STRADA IVI COMPRESA LA RISCOSSIONE DELLE STESSE. L anno 2011 il giorno.. del mese

Dettagli

CONVENZIONE CON L ASSOCIAZIONE LINEA ROSA PER IL SOSTEGNO ALLE DONNE VITTIME DI VIOLENZA

CONVENZIONE CON L ASSOCIAZIONE LINEA ROSA PER IL SOSTEGNO ALLE DONNE VITTIME DI VIOLENZA Esente da bollo ai sensi art. 8 Legge 266/91 Comune di Russi (Provincia di Ravenna) Prot. n. Rep. n. CONVENZIONE CON L ASSOCIAZIONE LINEA ROSA PER IL SOSTEGNO ALLE DONNE VITTIME DI VIOLENZA Periodo: dal

Dettagli

Anagrafe Comunale degli Immobili

Anagrafe Comunale degli Immobili Anagrafe Comunale degli Immobili Attività di pilotaggio organizzativo dell Unione Bassa Romagna Ferrara, 24 maggio 2013 Sommario Contesto territoriale Pilotaggio organizzativo Analisi stato dell'arte Analisi

Dettagli

FRA. il (Soggetto Consultante), in rappresentanza dei propri associati, rappresentato da, nato a il, C.F., che interviene nella qualità di del,

FRA. il (Soggetto Consultante), in rappresentanza dei propri associati, rappresentato da, nato a il, C.F., che interviene nella qualità di del, SCHEMA DI CONVENZIONE FRA LA PROVINCIA DI BOLOGNA E (SOGGETTO CONSULTANTE) PER LA PARTECIPAZIONE DI QUEST ULTIMO, QUALE INTERMEDIARIO DEL CITTADINO, ALLA FASE DI SPERIMENTAZIONE DI EROGAZIONE DEI SERVIZI

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 1. PREMESSA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 1. PREMESSA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2013-2015 1. PREMESSA Il principio della trasparenza, inteso come accessibilità totale a tutti gli aspetti dell organizzazione, è un elemento essenziale

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna REP. 16308 CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DI FUNZIONI

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna REP. 16308 CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DI FUNZIONI COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Provincia di Bologna REP. 16308 CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DI FUNZIONI URBANISTICHE E L lstituzione DI UN UFFICIO DI PIANO ASSOCIATO TRA I COMUNI DI ANZOLA

Dettagli

SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE. Rete telematica e servizi di supporto ICT

SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE. Rete telematica e servizi di supporto ICT SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE Rete telematica e servizi di supporto ICT La rete telematica regionale LEPIDA ed il SISTEMA a rete degli SUAP come esempi di collaborazione fra Enti della PA per

Dettagli

Provincia di Ravenna

Provincia di Ravenna Allegato A) Provincia di Ravenna PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E RIQUALIFICAZIONE DELLA SPESA, RIORDINO E RISTRUTTURAZIONE AMMINISTRATIVA, DI SEMPLIFICAZIONE E DIGITALIZZAZIONE, DI RIDUZIONE

Dettagli

CONVENZIONE FRA LA PROVINCIA DI TORINO E LA CROCE ROSSA ITALIANA PER ATTIVITÀ DI COOPERAZIONE NEL SETTORE DELLA PROTEZIONE CIVILE.

CONVENZIONE FRA LA PROVINCIA DI TORINO E LA CROCE ROSSA ITALIANA PER ATTIVITÀ DI COOPERAZIONE NEL SETTORE DELLA PROTEZIONE CIVILE. CONVENZIONE FRA LA PROVINCIA DI TORINO E LA CROCE ROSSA ITALIANA PER ATTIVITÀ DI COOPERAZIONE NEL SETTORE DELLA PROTEZIONE CIVILE. Premesso che: - la Legge 24/02/1992, n. 225, istitutiva del servizio nazionale

Dettagli

Opportunità imprenditoriali nel territorio di Ravenna

Opportunità imprenditoriali nel territorio di Ravenna Opportunità imprenditoriali nel territorio di Ravenna Company profile Dal 1999 S.TE.P.RA. - Sviluppo Territoriale della Provincia di Ravenna - è l agenzia di marketing territoriale della Camera di Commercio

Dettagli

LA GIUNTA. A voti unanimi e palesi, anche per quanto riguarda l immediata esecutività dell atto:

LA GIUNTA. A voti unanimi e palesi, anche per quanto riguarda l immediata esecutività dell atto: Oggetto: Modifica di alcune condizioni di svolgimento del Telelavoro nella Provincia di Bologna. Approvazione del relativo Progetto Generale e autorizzazione alla sottoscrizione del Contratto Collettivo

Dettagli

CONVENZIONE. Progetto per la semplificazione amministrativa. ComUnica la tua attività commerciale COMUNE DI

CONVENZIONE. Progetto per la semplificazione amministrativa. ComUnica la tua attività commerciale COMUNE DI Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura Lecce COMUNE DI Progetto per la semplificazione amministrativa C O N V E N Z I O N E T R A - la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

COMUNE DI VERBANIA. PROVINCIA DEL V.C.O. 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197 ****** UNITA' STRATEGICHE (S) SISTEMI INFORMATICI

COMUNE DI VERBANIA. PROVINCIA DEL V.C.O. 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197 ****** UNITA' STRATEGICHE (S) SISTEMI INFORMATICI COMUNE DI VERBANIA PROVINCIA DEL V.C.O. 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197 ****** UNITA' STRATEGICHE (S) SISTEMI INFORMATICI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 1635 / 2014 OGGETTO: CIG Z3D119A095

Dettagli

Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile

Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile L. 18 giugno 2009, n. 69 1 e 2 Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile (Estratto relativo all Amministrazione digitale) Art. 24

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI. Misure finalizzate al contenimento della spesa (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008)

UNIONE DEI COMUNI. Misure finalizzate al contenimento della spesa (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008) Area Servizi Interni Servizio Informatica Piazza dei Martiri 1 48022 Lugo (RA) Tel. 0545 38439 Fax 0545 38416 informatica@unione.labassaromagna.it UNIONE DEI COMUNI Misure finalizzate al contenimento della

Dettagli

La soluzione offerta dal Consorzio Civica

La soluzione offerta dal Consorzio Civica SwG-SUAP La soluzione offerta dal Consorzio Civica Sommario - L ARCHITETTURA DEL SISTEMA - LE FUNZIONALITA - EVOLUZIONI PREVISTE - IL SITO INTERNET - REQUISITI DI UTILIZZO - CONDIZIONI COMMERCIALI - IL

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA COMUNE DI FUCECCHIO, LA SOCIETA DELLA SALUTE DI EMPOLI E L AZIENDA USL 11 DI EMPOLI PER L UTILIZZO DEL PROGRAMMA AS.TER.

PROTOCOLLO DI INTESA TRA COMUNE DI FUCECCHIO, LA SOCIETA DELLA SALUTE DI EMPOLI E L AZIENDA USL 11 DI EMPOLI PER L UTILIZZO DEL PROGRAMMA AS.TER. PROTOCOLLO DI INTESA TRA COMUNE DI FUCECCHIO, LA SOCIETA DELLA SALUTE DI EMPOLI E L AZIENDA USL 11 DI EMPOLI PER L UTILIZZO DEL PROGRAMMA AS.TER. DI PROPRIETA CARIBEL L anno duemiladieci e questo giorno

Dettagli

DETERMINAZIONE. Settore Personale e Sviluppo Organizzativo 464 20/03/2014

DETERMINAZIONE. Settore Personale e Sviluppo Organizzativo 464 20/03/2014 DETERMINAZIONE Settore Personale e Sviluppo Organizzativo DIRETTORE NUMERO SEGALINI MAURILIO 55 NUMERO DI Prot. preced. Registro Protocollo Data dell'atto 464 20/03/2014 Oggetto : Affidamento diretto a

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA UFFICIO COMUNE SERVIZI SOCIALI DEL LIVELLO OTTIMALE VALDARNO INFERIORE, LA SOCIETA DELLA SALUTE DEL VALDARNO INFERIORE E

PROTOCOLLO DI INTESA TRA UFFICIO COMUNE SERVIZI SOCIALI DEL LIVELLO OTTIMALE VALDARNO INFERIORE, LA SOCIETA DELLA SALUTE DEL VALDARNO INFERIORE E PROTOCOLLO DI INTESA TRA UFFICIO COMUNE SERVIZI SOCIALI DEL LIVELLO OTTIMALE VALDARNO INFERIORE, LA SOCIETA DELLA SALUTE DEL VALDARNO INFERIORE E L AZIENDA USL 11 DI EMPOLI PER L UTILIZZO DEL PROGRAMMA

Dettagli

ALLEGATO "C" ALLA DELIBERAZIONE 7/12/2011 N 10

ALLEGATO C ALLA DELIBERAZIONE 7/12/2011 N 10 ALLEGATO "C" ALLA DELIBERAZIONE 7/12/2011 N 10 ARTICOLAZIONE TARIFFARIA DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO NELL'AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE N. 7 RAVENNA IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2012 COMUNE DI RAVENNA BACINO

Dettagli

Prot. n. 35 Reg. n. 35 DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE

Prot. n. 35 Reg. n. 35 DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE Prot. n. 35 Reg. n. 35 Strembo, 16 marzo 2015 DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE Oggetto: Affidamento alla Società PC-Copy S.r.l. di Tione di Trento relativo all incarico di erogazione del servizio di Gestione

Dettagli

Oggetto: Regolamento Urbanistico ed Edilizio di Faenza (RUE). INDIRIZZI PER L ADOZIONE

Oggetto: Regolamento Urbanistico ed Edilizio di Faenza (RUE). INDIRIZZI PER L ADOZIONE Oggetto: Regolamento Urbanistico ed Edilizio di Faenza (RUE). INDIRIZZI PER L ADOZIONE Il Presidente sottopone per l approvazione quanto segue: Normativa di riferimento: - Legge regionale n. 47 del 07.12.1978

Dettagli

Monitoraggio dei consumi di farmaci e dispositivi medici delle Aziende sanitarie regionali.rinnovo della convenzione con IMS Health.

Monitoraggio dei consumi di farmaci e dispositivi medici delle Aziende sanitarie regionali.rinnovo della convenzione con IMS Health. REGIONE PIEMONTE BU37 17/09/2015 Codice A14000 D.D. 14 luglio 2015, n. 465 Monitoraggio dei consumi di farmaci e dispositivi medici delle Aziende sanitarie regionali.rinnovo della convenzione con IMS Health.

Dettagli

SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO

SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO Premessa Il Sistema Bibliosan promosso dal Ministero della Salute si avvale della rete delle biblioteche degli Enti di ricerca biomedici italiani. A Bibliosan

Dettagli

COMUNE DI CASOLA VALSENIO Provincia di Ravenna

COMUNE DI CASOLA VALSENIO Provincia di Ravenna VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Deliberazione n. 76 del 29/11/2014 OGGETTO: REGOLAMENTO DEL COMUNE DI CASOLA VALSENIO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI AI CONSORZI FIDI E/O LE COOPERATIVE

Dettagli

Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI

Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 116 del 29/07/2002 modificato con

Dettagli

TRA. , nell articolato denominato comodatario, nel presente atto rappresentato da nella sua qualità di PREMESSO CHE

TRA. , nell articolato denominato comodatario, nel presente atto rappresentato da nella sua qualità di PREMESSO CHE Convenzione per l assegnazione in comodato d uso e successivo trasferimento in proprietà a titolo gratuito delle apparecchiature informatiche acquistate nell ambito dell intervento ottenuto avvalendosi

Dettagli

AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. LAVORO POLITICHE GIOVANILI E SOCIALI

AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. LAVORO POLITICHE GIOVANILI E SOCIALI AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. LAVORO POLITICHE GIOVANILI E SOCIALI Determinazione nr. 754 Trieste 25/03/2015 Proposta nr. 273 del 24/03/2015 Oggetto: L.R. 41/96 art. 21 Programma provinciale di sperimentazione

Dettagli

Approvato con Deliberazione di G.P. n. 293 del 29/11/2005. Visto:

Approvato con Deliberazione di G.P. n. 293 del 29/11/2005. Visto: PROTOCOLLO DI INTESA TRA LA PROVINCIA DI RIMINI, L AZIENDA USL, DELEGATA ALLA GESTIONE DELLE FUNZIONI IN MATERIA DI MINORI, E GLI ENTI AUTORIZZATI PER L ATTIVITA RELATIVA ALL ADOZIONE INTERNAZIONALE Approvato

Dettagli

TRA. con deliberazione del Consiglio di Amministrazione in data.;

TRA. con deliberazione del Consiglio di Amministrazione in data.; CONVENZIONE QUADRO TRA L ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA, IL COMUNE DI FAENZA, LA SOCIETÀ TERRE NALDI E LA FONDAZIONE FLAMINIA RELATIVA AL SOSTEGNO DEGLI ONERI PER IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA TRA COMUNE DI FIRENZE E Azienda ASL 10 DI FIRENZE PREMESSA

ACCORDO DI PROGRAMMA TRA COMUNE DI FIRENZE E Azienda ASL 10 DI FIRENZE PREMESSA ACCORDO DI PROGRAMMA TRA COMUNE DI FIRENZE E Azienda ASL 10 DI FIRENZE PREMESSA - Il Comune è l Ente titolare delle funzioni in materia di servizi sociali ai sensi dell art. 9 L.142/90 - Il Comune gestisce

Dettagli

CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO PERSONALE

CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO PERSONALE CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO PERSONALE SCHEMA CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO PERSONALE L anno il giorno del mese di TRA Il Comune di con sede in via n., Codice

Dettagli

Tra La Regione Emilia-Romagna, rappresentata dal Vice Presidente della Giunta,...; e. Il Comune di Bologna, rappresentato dal,...;

Tra La Regione Emilia-Romagna, rappresentata dal Vice Presidente della Giunta,...; e. Il Comune di Bologna, rappresentato dal,...; SCHEMA DI ACCORDO DI PROGRAMMA RELATIVO AL PROGETTO "IMPLEMENTAZIONE DEL SISTEMA-RETE INTEGRATO DI PROTEZIONE E SICUREZZA" INTEGRATIVO DELL ACCORDO SOTTOSCRITTO IN DATA 06/04/2009 Tra La Regione Emilia-Romagna,

Dettagli

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery COMUNE DI PALOMONTE Provincia di Salerno Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery ai sensi della Circolare n.58 di DigitPA del

Dettagli

Decreta: Roma, 27 novembre 2014. D ordine del Ministro il capo di Gabinetto C OZZOLI IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

Decreta: Roma, 27 novembre 2014. D ordine del Ministro il capo di Gabinetto C OZZOLI IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO l adozione del provvedimento di sottoposizione della cooperativa in oggetto alla procedura di liquidazione coatta amministrativa; Visto l art. 198 del regio decreto 16 marzo 1942, n. 267; Tenuto conto,

Dettagli

Luca Milani Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura Affari istituzionali - Servizio archivistico

Luca Milani Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura Affari istituzionali - Servizio archivistico Tracce digitali Trasparenza e accessibilità dei siti web della PA Luca Milani Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura Affari istituzionali - Servizio archivistico 10 giugno 2015 Archivisti *el web

Dettagli

L'Istituto nazionale di statistica (di seguito denominato ISTAT) con sede in Roma, Via Cesare Balbo, n. 16, C.F. 80111810588, rappresentato da

L'Istituto nazionale di statistica (di seguito denominato ISTAT) con sede in Roma, Via Cesare Balbo, n. 16, C.F. 80111810588, rappresentato da PROTOCOLLO D'INTESA TRA L ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA E L ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO PER LA COLLABORAZIONE IN AMBITO STATISTICO L'Istituto nazionale di

Dettagli

AREA SERVIZI TECNICI U.O. VIABILITA'

AREA SERVIZI TECNICI U.O. VIABILITA' AREA SERVIZI TECNICI U.O. VIABILITA' Determinazione nr. 3695 Trieste 04/12/2014 Proposta nr. 1338 Del 04/12/2014 Oggetto: Trasporti Eccezionali. Affidamento del servizio per la manutenzione, l'aggiornamento

Dettagli

COMUNE DI BREMBILLA Provincia di Bergamo

COMUNE DI BREMBILLA Provincia di Bergamo Allegato alla deliberazione C.C. n. 39 del 19/9/2005 COMUNE DI BREMBILLA Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER LA COMUNICAZIONE ART. 1 - PRINCIPI GENERALI... 2 ART. 2 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO... 2 ART.

Dettagli

Comune di Milano, Direzione Centrale Cultura, con sede legale in Milano p.zza

Comune di Milano, Direzione Centrale Cultura, con sede legale in Milano p.zza ACCORDO DI COLLABORAZIONE FRA Comune di Milano, Direzione Centrale Cultura, con sede legale in Milano p.zza della Scala 3, Cod. Fisc. e P.IVA 01199250158, qui rappresentato dal Direttore del Servizio Polo

Dettagli

Codice dell Amministrazione digitale

Codice dell Amministrazione digitale Dlgs. 7 marzo 2005, n. 82 Codice dell Amministrazione digitale (Estratto relativo ai soli articoli riguardanti il Sistema pubblico di connettività) Capo VIII Sistema pubblico di connettività e rete internazionale

Dettagli

VISTO il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, ed in particolare la parte quarta, relativa alla gestione dei rifiuti;

VISTO il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, ed in particolare la parte quarta, relativa alla gestione dei rifiuti; REGOLAMENTO RECANTE ISTITUZIONE DEL REGISTRO NAZIONALE DEI SOGGETTI OBBLIGATI AL FINANZIAMENTO DEI SISTEMI DI GESTIONE DEI RIFIUTI DI APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE (RAEE), COSTITUZIONE DI

Dettagli

ALLEGATO _A_ Dgr n. del pag. 1/6

ALLEGATO _A_ Dgr n. del pag. 1/6 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO _A_ Dgr n. del pag. 1/6 SCHEMA DI ACCORDO Tra la PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE, l AGENZIA INTERREGIONALE PER IL FIUME

Dettagli

COMUNE DI SANT'ANGELO IN VADO PESARO E URBINO

COMUNE DI SANT'ANGELO IN VADO PESARO E URBINO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI SANT'ANGELO IN VADO PESARO E URBINO C O P I A APPROVAZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE CON PROVINCIA DI PESARO E URBINO PER RINNOVO ADESIONE AL CENTRO SERVIZI TERRITORIALE

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Premessa PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Le recenti e numerose modifiche previste nell ambito del vasto progetto di riforma della P.A. impongono agli Enti Locali il controllo e la

Dettagli

Città Metropolitana di Torino COMUNE DI FOGLIZZO DETERMINAZIONE : UFFICIO RAGIONERIA REGISTRO GENERALE N. : 276

Città Metropolitana di Torino COMUNE DI FOGLIZZO DETERMINAZIONE : UFFICIO RAGIONERIA REGISTRO GENERALE N. : 276 ESTRATTO Città Metropolitana di Torino COMUNE DI FOGLIZZO DETERMINAZIONE : UFFICIO RAGIONERIA REGISTRO GENERALE N. : 276 Responsabile del Servizio : DOTT.SSA CLELIA PAOLA VIGORITO N. 168 OGGETTO : AFFIDAMENTO

Dettagli

Sistema Informativo Sismica (SIS) Art. 4, comma 2, L.R. n. 19/2008

Sistema Informativo Sismica (SIS) Art. 4, comma 2, L.R. n. 19/2008 Gestione Informatica delle pratiche sismiche Forlì 9 ottobre 2014 Sistema Informativo Sismica (SIS) Art. 4, comma 2, L.R. n. 19/2008 La Giunta regionale promuove «lo sviluppo di un sistema integrato che

Dettagli

COMUNE DI ROSSANO VENETO

COMUNE DI ROSSANO VENETO COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA Reg. Gen. n. 390 del 10.08.2015 DETERMINAZIONE DI IMPEGNO DI SPESA N. 192 DEL 10.08.2015 OGGETTO: SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICO SISTEMISTICA HARDWARE E SOFTWARE

Dettagli

COMUNE DI PIOBBICO Provincia di Pesaro e Urbino

COMUNE DI PIOBBICO Provincia di Pesaro e Urbino COMUNE DI PIOBBICO Provincia di Pesaro e Urbino cod. 41049 COPIA Verbale di DELIBERAZIONE di GIUNTA Comunale n. 4 del 27-01-2011 Oggetto: CSTPU - Centro Servizi Territoriale Pesaro e Urbino ADESIONE E

Dettagli

PROVINCIA DI LECCO Allegato alla deliberazione della Giunta Provinciale n. 42 del 07.06.2010

PROVINCIA DI LECCO Allegato alla deliberazione della Giunta Provinciale n. 42 del 07.06.2010 PROVINCIA DI LECCO Allegato alla deliberazione della Giunta Provinciale n. 42 del 07.06.2010 All.2 Schema di Convenzione tra la Provincia di Lecco e l'azienda Sanitaria Locale di Lecco per la regolazione

Dettagli

INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007 PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 DEL DISTRETTO N. 1

INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007 PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 DEL DISTRETTO N. 1 INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007 PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 DEL DISTRETTO N. 1 IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 2000, N. 328 E DELLA LEGGE REGIONALE

Dettagli

Comune di Bassano del Grappa

Comune di Bassano del Grappa Comune di Bassano del Grappa DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Registro Unico 1247 / 2014 Area Staff OGGETTO: ACQUISIZIONE SERVIZIO AGGIORNAMENTO TECNOLOGICO DEL SOFTWARE APPLICATIVO PER LA GESTIONE ECONOMICA

Dettagli

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Deliberazione n. 348 del 02/12/2014 OGGETTO: ADEGUAMENTO DEL SISTEMA INFORMATIVO COMUNALE. ACQUISIZIONE DI LICENZE SOFTWARE PER L'ESTENSIONE DEL SISTEMA DI

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE (art. 38 l. 133/2008 e DPR 160/2010)

PROTOCOLLO D INTESA PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE (art. 38 l. 133/2008 e DPR 160/2010) B O Z Z A (da adattare alla situazione specifica ) PROTOCOLLO D INTESA PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE (art. 38 l. 133/2008 e DPR 160/2010) L anno duemiladieci,

Dettagli

COMUNE DI RIOLO TERME Provincia di Ravenna

COMUNE DI RIOLO TERME Provincia di Ravenna COMUNE DI RIOLO TERME VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Deliberazione n. 78 del 29/11/2014 OGGETTO: REGOLAMENTO DEL COMUNE DI RIOLO TERME PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI AI CONSORZI FIDI

Dettagli

PROGR. N. 633/2004 GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA

PROGR. N. 633/2004 GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA PROGR. N. 633/2004 GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Questo giorno di LUNEDI' 5 (CINQUE) del mese di APRILE dell' anno 2004 (DUEMILAQUATTRO) si e' riunita nella residenza di VIALE A.MORO, 52, la Giunta

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE. N 503 del 24 OTTOBRE 2014

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE. N 503 del 24 OTTOBRE 2014 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N 503 del 24 OTTOBRE 2014 Struttura proponente: U.O.C. Gestione Affari Generali Oggetto: Approvazione schemi-tipo di convenzioni Azienda Ospedaliera Universitaria Federico

Dettagli

CONVENZIONE. tra REGIONE TOSCANA e CONSORZIO CONFCOMMERCIO CAT. TOSCANA s.ca.r.l. e per l attività inerente la qualificazione del ruolo

CONVENZIONE. tra REGIONE TOSCANA e CONSORZIO CONFCOMMERCIO CAT. TOSCANA s.ca.r.l. e per l attività inerente la qualificazione del ruolo ALLEGATO A CONVENZIONE tra REGIONE TOSCANA e CONSORZIO CONFCOMMERCIO CAT TOSCANA s.ca.r.l. e per l attività inerente la qualificazione del ruolo dei Centri di Assistenza Tecnica e iniziative per l ammodernamento

Dettagli

Accordo Quadro tra Regione Abruzzo e Italia Lavoro S.p.A.

Accordo Quadro tra Regione Abruzzo e Italia Lavoro S.p.A. Accordo Quadro tra Regione Abruzzo e Italia Lavoro S.p.A. La Regione Abruzzo, rappresentata dal componente la Giunta preposto alle Politiche attive del lavoro, Formazione ed Istruzione, Politiche Sociali,

Dettagli

COMUNE DI SANTA FIORA. Determinazione

COMUNE DI SANTA FIORA. Determinazione ORIGINALE Determinazione n 18 in data 11/03/2014 COMUNE DI SANTA FIORA PROVINCIA DI GROSSETO Area Amministrativa Determinazione Oggetto: SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA AI PROGRAMMI GESTIONALI PER L'ANNO

Dettagli