Giorgio Ambrosoli: in difesa dello Stato e al servizio del paese

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Giorgio Ambrosoli: in difesa dello Stato e al servizio del paese"

Transcript

1 Giorgio Ambrosoli: in difesa dello Stato e al servizio del paese di Giuseppe Amari Fondazione Di Vittorio (Intervento al convegno: Legal Ethics: l etica delle professioni legali, l esempio di Giorgio Ambrosoli. Roma Tre, Facoltà di Giurisprudenza - Roma, 11 maggio 2011). Parlare di Giorgio Ambrosoli, significa parlare di una delle figure più nobili e limpide del Novecento, non solo italiano, per l alto contributo intellettuale e morale dato in vicende di dimensione internazionale. Nato a Milano, il 17 ottobre del 1933, avvocato, esperto in liquidazioni bancarie, commissario liquidatore della Banca Privata Italiana, la banca di Sindona, fu assassinato, sempre a Milano, nella notte dell 11 luglio del 1979, ad appena 46 anni. L assassinio fu compiuto da un mafioso ingaggiato dal banchiere siciliano, partito da New York e quindi con la consapevolezza e l assenso della mafia. L omicida, reo confesso e condannato all ergastolo, fu poi ucciso nel corso di un tentativo di evasione. Un morte classica per testimoni scomodi. L assassinio, fu preceduto da un crescendo di avvertimenti e minacce sempre più esplicite, nell isolamento e nell omertà diffusa. Ambrosoli non godeva di alcuna protezione, gliela forniva il maresciallo, collaboratore e amico, Silvio Novembre, sul piano volontario. E, quando fu ucciso, Novembre non era a Milano. Giorgio Ambrosoli, indagò sulle attività del banchiere siciliano, comprovandone le malefatte finanziare e gli intrecci con la mafia siciliana e americana, la finanza vaticana, la massoneria, servizi segreti e quelli perversi con la politica. Tra l ostilità, l incomprensione e l indifferenza generale del mondo politico e delle istituzioni, sino al massimo livello. Salvo pochissime eccezioni alcune delle quali saranno ricordate più avanti. 1

2 Soprattutto respinse, con estrema fermezza, insieme alla Banca d Italia, inconsistenti progetti di salvataggio di Sindona e dei suoi sodali a spese della collettività i. Nonostante le fortissime pressioni di mezza Italia, come denunciò l allora ministro del Tesoro, Ugo La Malfa; comprese quelle del Presidente del Consiglio Giulio Andreotti e del Banco di Roma inquinato, come si seppe dopo, dalla Loggia P2. Questo rifiuto di un salvataggio a danno della collettività, indagando a fondo nel labirinto sindoniano per recuperare all attivo della liquidazione risorse altrimenti sommerse e nel rifiutare indebiti inserimenti nel passivo per crediti di cui non si aveva titolo come quelli avanzati dall Istituto per le Opere della Religione (IOR), la banca vaticana, rappresenta il grande merito professionale di Giorgio Ambrosoli, ed anche la sua condanna. Ma dimostrò che si può fare, nonostante tutto. Per questo abbiamo tutti un grande debito nei suoi confronti, e chiunque voglia seguire la sua professione ha un altissimo esempio a cui ispirarsi. Al suo funerale, partecipò solo un esponente delle istituzioni, l allora Governatore della Banca d Italia, Paolo Baffi, anche lui soggetto all attacco dei medesimi ambienti che avevano isolato e poi eliminato Ambrosoli. Ma non la sua lezione che anzi cresce nel tempo. La Sua vicenda, si intreccia con quella umana e professionale di altre eccezionali figure che hanno operato in difesa dello Stato e al servizio del Paese. Mi riferisco al suo più stretto collaboratore il maresciallo Silvio Novembre, a Paolo Baffi e al responsabile della Vigilanza Mario Sarcinelli con i quali la Banca d Italia raggiunse, occorre dirlo, un vertice di autorevolezza e indipendenza rimasto un unicum nella storia della Banca d Italia. E poi a Tina Anselmi, l intrepida Presidentessa della Commissione parlamentare sulla Loggia P2 di Licio Gelli ii. Anche nei confronti di Tina Anselmi, appena possibile, scattò l isolamento e l emarginazione politica, oltre ad essere scampata ad un attentato dinamitardo alla villa di abitazione iii. Ma vanno ancora ricordate altre persone come Pino Gusmaroli, Sinibaldo Tino, Vittorio Coda, collaboratori e amici di Giorgio; i magistrati Ovilio Urbisci e Guido Viola, e poi Gherardo Colombo e 2

3 Giuliano Turone che indagarono sull omicidio dell avvocato; ed è in tale contesto che fu ritrovata la lista degli aderenti alla P2 e il Piano Rinascita. loro. Ambrosoli approverebbe senz altro di essere ricordato insieme a Una vicenda, questa, come altre simili, che ha comportato pesanti mortificazioni e sacrifici ai veri servitori dello Stato. Ma non vanno mai dimenticate le sofferenze delle famiglie, a cui tutti siamo debitori, come invece accade sovente in Italia che concede spesso ingiustificata tribuna a chi infierì, o ne rimase indifferente. In questa occasione emerse, forse per la prima volta, nella sua intera articolazione, il perverso intreccio di poteri visibili, invisibili, legali e criminali, nazionali ed internazionali; complici, collusi e conniventi, prima con Sindona e poi con Roberto Calvi. Un sistema, messo in luce anche dagli atti della Commissione parlamentare sul banchiere siciliano e di quella sulla P2 di Licio Gelli, che, almeno dal dopoguerra, ha inquinato l avanzamento democratico e civile del Paese. Quella storia, rappresenta il paradigma di come il potere, palese ed occulto, risponde a chi, sostenuto dall etica pubblica e professionale, ad esso si oppone. A chi, su quei fondamenti, concorre alla costruzione e alla difesa dello Stato di diritto. Ma è anche l inventario di antiche tare e nodi irrisolti della nostra società. Vediamone alcune. Il fatto che, ad un certo punto, alcuni cervelli non debbano più funzionare. Se non si può oscurarne o delegittimarne il pensiero, si sopprime la persona che lo esprime. In questo destino, l avv. Ambrosoli, come sappiamo, è in tragica e numerosa compagnia. Meno tragica, ma non meno infausta la tara del particulare, sottolineato dal Guicciardini. Il rinchiudersi nel particolare individuale, familiare, di clan o territorio, di sindacato od ordine professionale, 3

4 considerati come luoghi franchi, esentati dalla responsabilità collettiva. Con il risultato di un involuzione generale nell egoismo di quei particolari e nel degrado delle istituzioni democratiche. Mentre, al contrario, vivere attivamente e professionalmente in quegli ambiti, trascendendoli in una dimensione più ampia, anima e rinvigorisce le istituzioni liberaldemocratiche. E non è una novità, quella di lasciar solo chi è impegnato in una battaglia pericolosa, anche se condotta nell interesse collettivo. Il torcere il collo dall altra parte, come denunciò Primo Levi, di fronte alla persecuzione degli ebrei. Né va dimenticata la declinante laicità dello Stato, dove non c entra la religione, ma le indebite pressioni del tutto estranee ad essa, come il caso prima ricordato dello IOR, e che furono respinte decisamente dai Nostri, dai cattolici Andreatta e Tina Anselmi, oltre che dal laico Ugo La Malfa. L assenza, già rilevata da Leopardi nel suo Discorso sullo stato presente dei costumi degli italiani, di una censura dell opinione pubblica e dei circoli intellettuali nei confronti dei furbi e degli arroganti, anzi semmai il contrario. Quello che oggi si chiama il costo reputazionale, soprattutto nel mondo finanziario, è pressoché nullo. Né si può tacere sulle pesanti ombre che tuttora gravano sui tanti misteri d Italia, sui molti aspetti della strategia della tensione degli anni settanta che culminò con l assassinio di Aldo Moro e della sua scorta. Dopo il quale, come disse Tina Anselmi, nulla sarebbe stato come prima. Il vero omaggio alla battaglia, al sacrificio delle tante vittime e delle loro famiglie, dovrebbe essere il concreto e non declamato impegno a fare piena luce. Riconciliando la verità con la Storia e i cittadini con lo Stato. Ricordi, commemorazioni, sono quanto mai necessari in un Paese smemorato come il nostro; ma essendo anche affetto da retorica e da certo dannunzianesimo va evitato il rischio che diventino un palcoscenico per alcuni e un più sottile alibi per continuare a defezionare dall impegno per la verità. 4

5 È la richiesta, che sale da anni da tanta parte della società democratica; soprattutto dai parenti delle vittime e le cui testimonianze rappresentano, ormai, uno dei principali filoni della letteratura civile di questo paese. Che si potrebbe intitolare In nome della verità, prima che In nome della giustizia. Il figlio dello statista democristiano, Giovanni Moro, in una meditata riflessione sugli anni settanta, considera quel decennio come il perno di un passaggio d epoca. Dopo il quale, si invertì il processo di avanzamento democratico e di maggiore partecipazione civile alla vita sociale e politica iv. Penso che si possa ormai affermare che il caso di Ambrosoli e dei suoi compagni di battaglia si passi il termine fu il lato economico di un unica reazione degli stessi avversari della democrazia, che ebbe il lato politico nella strategia della tensione e nel Piano Rinascita di Licio Gelli. Una consapevolezza che allora molti non ebbero e molti altri non vollero e non vogliono avere. Né la ebbe il maggior partito di opposizione di allora, il PCI (Partito Comunista Italiano) che non si rese conto di quel duplice e convergente attacco che minava alla base e al vertice la sua strategia del compromesso storico, che, come è noto, si fondava sull incontro tra le due più grandi forze politiche, la DC e il PCI, rappresentanti insieme oltre il 70% dei consensi popolari. Una strategia che, oltre a minacciare corposi interessi sul piano interno, rappresentava un anomalia negli equilibri tra i blocchi contrapposti Est ed Ovest. Anche il sindacato fece poco, con l eccezione in particolare della Cgil della Banca d Italia in difesa della suddetta aggressione all Istituto; una difesa che vide anche la mobilitazione di larga parte del mondo accademico v. * Un incontro difficile, ma necessario, quello tra diritto ed economia. Su questo, si misurarono, con competenza e rigore, Ambrosoli, Novembre, Baffi, Sarcinelli. Ho prima accennato ad antiche tare. Altri insegnamenti importanti rimangono ancora disattesi: l uso sconsiderato delle piramidi societarie; delle piazze off-shore e dei fondi anonimi con tutte le collusioni e le complicità immaginabili; la permanenza di normative confuse e sempre in 5

6 ritardo rispetto alle manovre speculative nei mercati finanziari; le persistenti opacità aziendali in termini di governance e di conflitti di interesse; i risanamenti a carico della collettività senza perseguire le vere responsabilità dirette ed indirette; la mancata distinzione netta fra funzioni ed incarichi pubblici e quelli privati; il passaggio con insostenibile leggerezza da ruoli pubblici a quelli privati e viceversa (le cosiddette porte girevoli: sliding doors ). I Nostri, praticarono l economia e il diritto della civiltà e della democrazia. Se le libertà sono solidali, come le concepiva Luigi Einaudi, secondo Federico Caffè vi, la loro tutela richiede un impegno altrettanto solidale delle scienze sociali che di queste libertà trattano. Solidali, sono quindi anche l economia e il diritto, se esercitate per la tutela del raggiunto livello di civiltà. Se intendano operare per il suo consolidamento e il suo ulteriore avanzamento. Uomini, economisti o giuristi, che rifiutano le false e comode dicotomie tra efficienza ed equità, tra etica dei principi ed etica della responsabilità; le cui difficili e quotidiane sintesi richiedono non solo innovazioni teoriche e normative, ma anche sensibilità umana ed elevati livelli personali di moralità civile e professionale; uomini, capaci di fornire una visione e alimentare una speranza. * Corrado Stajano, nel suo bel volume, Un eroe borghese, così descrive Ambrosoli: È un uomo serio, brusco, sicuro delle sue scelte, anche se questo non esclude il dubbio. [ ] Attento, forse timido, pieno di pudori, al primo approccio spesso respinge. Ha bisogno di soppesare gli altri, di studiarli a lungo prima di concedere la sua fiducia. Ma con chi gli è amico svela tutta la sua affettività e delicatezza d animo. Ambrosoli, dopo una serena infanzia, nonostante la difficoltà dei tempi di guerra, frequenta il ginnasio e il liceo e poi l università alla Statale di Milano, Facoltà di giurisprudenza. Si laurea nel 1958 in diritto costituzionale. Si sposa nel 1962 con Anna Lorenza Gorla che tutti chiamano Annalori, conosciuta all UMI, l Unione Monarchica Italiana, dove vive un intensa anche se breve esperienza politica; perché, 6

7 nell istituzione monarchica, vedeva la migliore rappresentanza super partes dello Stato. Prende la procura legale ed esercita con studio a Milano. Prima di essere completamente assorbito dall attività professionale, aveva partecipato alla vita culturale e sociale di Milano con la fondazione di un circolo di orientamento liberale a cui ormai inclinava, ma aperto alle diverse correnti di opinione. Partecipa, con Annalori, alla vita delle nuove strutture democratiche delle scuole frequentate dai figli. Nel 1964, l episodio che condizionerà la sua vita. Viene messa in liquidazione la Società Finanziaria Italiana (SFI), e i commissari chiedono un collaboratore. Viene fatto il nome di Ambrosoli che presto diventa il vero cervello della procedura concorsuale. L esperienza maturata e la stima guadagnata in quel difficile compito, saranno ricordate quando Guido Carli, allora governatore della Banca d Italia, lo nominò, nel 1974, liquidatore unico della banca sindoniana. Non è qui possibile, ovviamente, riassumere l arduo e complesso lavoro, per alcuni aspetti anche avvincente, come la scoperta della Fasco S.A., società lussemburghese, il cuore dell impero finanziario di Sindona, che permise ad Ambrosoli di ricostruire e dominare il complicato ed oscuro impero del banchiere siciliano, e le sue operazioni criminali. Compresa la responsabilità per il fallimento della Franklin National Bank di New York vii. Fu dopo aver effettuato la deposizione finale ai magistrati americani, venuti in Italia per ascoltarlo su questa banca, che l avvocato, nella stessa notte, verrà ucciso. Ma ormai ha vinto la battaglia, anche se persa la vita. A 18 anni, il giovane Ambrosoli, scrisse una poesia: * L ho vista la Patria una sera: / l ho vista mentre calava il sole / nel mar di Versilia / e un aria leggera di maestrale / arrivava dal mare portata dai flutti / e sulla verde collina gli olivi/ e le viti ondeggiavano al vento; / lenta una bandiera scendeva dall asta / e dei bimbi tanti bimbi d Italia, cantavano. / L ho vista la Patria quella sera: / c era come un senso della 7

8 sua presenza / in quella pace serena, / in quel canto smorzato dal vento, in quel verde di viti e di olivi. Se Sindona e i suoi sodali l avessero conosciuta, non lo avrebbero certo sottovalutato. Nel febbraio del 1975, quattro anni prima della morte, con sensibilità profetica, aveva predisposto una lettera per la moglie: un vero manifesto di sensibilità civica ed umana. Anna carissima, [ ] sono pronto per il deposito dello stato passivo della B.P.I., atto che ovviamente non soddisferà molti e che è costato una bella fatica. [ ] Non ho timori per me perché non vedo possibili altro che pressioni per farmi sostituire, ma è certo che faccende alla Verzotto e il fatto stesso di dover trattare con gente di ogni colore e risma non mi tranquillizza affatto. È indubbio che, in ogni caso, pagherò a molto caro prezzo l incarico: lo sapevo prima di accettarlo e quindi non mi lamento affatto perché per me è stata un occasione unica di fare qualcosa per il paese. Ricordi i giorni dell UMI, le speranze mai realizzate di far politica per il paese e non per i partiti: ebbene, a quarant anni, di colpo, ho fatto politica e in nome dello Stato e non per un partito. Con l incarico, ho avuto in mano un potere enorme e discrezionale al massimo ed ho sempre operato ne ho la piena coscienza solo nell interesse del paese, creandomi ovviamente solo nemici perché tutti quelli che hanno per mio merito avuto quanto loro spettava non sono certo riconoscenti perché credono di aver avuto solo quello che a loro spettava: ed hanno ragione, anche se, non fossi stato io, avrebbero recuperato i loro averi parecchi mesi dopo. I nemici comunque non aiutano, e cercheranno in ogni modo di farmi scivolare su qualche fesseria, e purtroppo, quando devi firmare centinaia di lettere al giorno, puoi anche firmare fesserie. Qualunque cosa succeda, comunque, tu sai che cosa devi fare e sono certo saprai fare benissimo. Dovrai tu allevare i ragazzi e crescerli nel rispetto di quei valori nei quali noi abbiamo creduto [... ]. Abbiano coscienza dei loro doveri verso se stessi, verso la famiglia nel senso trascendente che io ho, verso il paese, si chiami Italia o si chiami Europa [ ]. Giorgio. Dopo l incriminazione strumentale di Baffi e Sarcinelli, da parte del Giudice Alibrandi che dichiarerà poi in una intervista che si doveva dare loro una lezione per una supposta persecuzione delle banche 8

9 democristiane viii, una delle vicende più inquietanti del dopoguerra e parte integrante di quella strategia antidemocratica, Ambrosoli scrisse subito al Governatore, nell aprile del Tra l altro diceva: [ ] Convinto della natura politica purtroppo dell attacco alla Banca d Italia [ ] ed assai preoccupato per le conseguenze che possono derivare e per la Sua persona e per la banca e soprattutto al paese che vede incrinata l autorità dell ultimo Organo dello Stato che ancora, nel buio e nel grigiore burocratico, sembrava una luce di funzionalità ed imparzialità, non posso che stringerle la mano augurandomi per noi, e per i nostri figli soprattutto, un era migliore di quella che la situazione purtroppo fa prevedere. [ ]. Dopo nemmeno quattro mesi Ambrosoli viene ucciso. Al cordoglio espresso da Paolo Baffi, unica autorità presente al funerale del marito, Annalori Ambrosoli risponde: La ringrazio per le parole di stima, di affetto, per l umana partecipazione dimostrata ai miei figli e a me. La ringrazio perché i miei figli possono ancora credere in un Italiano come Lei. Paolo Baffi risponde a sua volta alla vedova: [ ] Nel rinnovarle la mia affettuosa solidarietà, mi auguro che Ella possa trovare [ ] la forza necessaria per guidare i Suoi bambini secondo gli ideali e l esempio di vita civile lasciatoci in eredità dal Suo amato Giorgio, oggi non più tra noi per aver cercato di avvicinare il nostro paese ad un modello di più civile convivenza. [ ] ix. Colpisce, come nel pieno della temperie, la preoccupazione maggiore sia per i figli, per le nuove generazioni, perché non perdano la fiducia nei valori e nelle istituzioni. La psicologia sociale ha di recente coniato il termine di generatività sociale che va oltre e trascende quella biologica. Ebbene ne abbiamo qui un chiaro e nobile esempio. * Alla luce di un attualità per molti aspetti mortificante si pone la domanda: ma tutti questi sacrifici saranno poi serviti? 9

10 Ha risposto, idealmente, il grande poeta americano il poeta della democrazia come viene chiamato Walt Withman, nel suo appassionato ricordo di Abramo Lincoln x. L utilità finale di una vita eroicamente superiore [ ] sta nel suo indiretto filtrare nella nazione e nella razza, e nel suo dar colore e tempra, spesso a gran distanza ma inevitabilmente, un era dopo l altra, alla personalità dei giovani e delle persone mature di quell epoca e dell umanità tutta. Ecco allora che esiste un cemento che unisce l intero popolo, più sottile, più basilare di qualsiasi costituzione scritta, tribunali o eserciti [ ]. Strano (non è vero?) che battaglie, martirii, agonie, sangue e persino assassinii, debbano così condensare e forse sono i soli che realmente condensano lo spirito di una Nazione. Sia permesso un inciso nel sottolineare come il grande Presidente americano difendesse l unità del suo paese, in uno con il suo avanzamento civile difendendo i diritti del popolo negro; anzi nel difendere questi difendeva quella. Una lezione quanto mai attuale anche per il nostro paese. Qui ci interessa l eroismo che non si risolva nell atto unico ed esemplare, ma di quello che si manifesta nell ordinario e faticoso adempimento del proprio dovere qualunque cosa succeda. Non subito, ma poi nel tempo e sempre di più, come ci ricorda il figlio Umberto nel suo bel volume Qualunque cosa succeda xi, il sacrificio di Ambrosoli è andato cementando lo spirito di tanta parte della società; perché attorno ai suoi valori si riunisca veramente il Paese e lo riconosca tra i suoi capitani. E una prova l abbiamo avuta, quando una cinica affermazione del senatore Andreotti, tentò di svilire il sacrificio di Giorgio Ambrosoli, suscitando una generale indignazione. Lo scrittore Beppe Fenoglio, nel suo romanzo Primavera di bellezza xii, racconta la storia di uno sbandato, dopo la dichiarazione ambigua dell armistizio dell 8 marzo del Questi, come altri, ha abbandonato la divisa ed è arrivato nei pressi della sua abitazione; quando 10

11 incrocia alcuni suoi ex commilitoni che vanno ad arruolarsi nella Resistenza. Quel giovane, non tornò più a casa e si unì ai partigiani. Ebbene, l incontro con Giorgio Ambrosoli anche se sfiduciati o sbandati ci impedisce di rinchiuderci nel nostro comodo particolare, e ci sollecita a prendere, o riprendere, il cammino dell impegno civile, sociale e anche politico. Perché, ci avverte Socrate: La pena che i buoni devono scontare, per aver trascurato la cosa pubblica, è quella di essere governati da uomini malvagi. A Giorgio Ambrosoli, sono oggi dedicate strade, piazze, scuole, aule di tribunale, biblioteche. È stato insignito della medaglia d oro al valore civile. Anche la Cgil, ha voluto di recente assegnare la medaglia coniata per i suoi 100 anni di vita. Ma il riconoscimento che più gradirebbe sono sicuro sarebbe quello di vedere il nostro impegno nel coltivare i due figli della speranza, come indicati dal filosofo S. Agostino: l indignazione per lo stato delle cose presenti; il coraggio intellettuale e morale per modificarlo. Non solo ad Annalori per i suoi figli, ma anche a noi, e a noi per i nostri figli, è rivolto quell invito di Giorgio a vivere nella coscienza dei doveri verso se stessi, verso la famiglia nel senso trascendente che io ho, verso il paese, si chiami Italia o si chiami Europa. A loro, ad Ambrosoli e ai suoi amici, per aver difeso la supremazia dell etica e delle funzioni pubbliche sugli interessi costituiti, ancorché legittimi, si può estendere l elogio che Winston Churchill rivolse ai suoi piloti i quali, mantenendo la supremazia nei cieli dell Inghilterra, impedirono l invasione dell isola: Mai così tanti dovettero così tanto a così pochi. i Una chiara sintesi dei tentativi di salvataggio si può leggere in Marco Onado, Gli anni di piombo della finanza italiana, in Giorgio Ambrosoli e Paolo Baffi, due storie esemplari, a cura di Angelo Porta, Egea, 2010 ii Le cinque personalità e la loro comune battaglia sono ricordate nel volume In difesa dello Stato, al servizio del Paese, la battaglia di Giorgio Ambrosoli, Paolo Baffi, Silvio Novembre, Mario Sarcinelli e di Tina Anselmi, a cura di Giuseppe Amari, Ediesse, Roma 2010 iii Di Tina Anselmi, staffetta partigiana a 17 anni, sindacalista e primo ministro donna, si può leggere la bella autobiografia Tina Anselmi, storia di una passione politica, a cura di Anna Vinci, Sperling Kupfer, Milano,

12 Sempre a cura di Anna Vinci, il recente La P2, nei diari segreti di Tina Anselmi, Chiarelettere, Milano 2011, in cui si pubblicano gli appunti di Tina presi nel vivo dei lavori della Commissione. iv Giovanni Moro, Anni Settanta, Einaudi, Milano v Episodi ricordati in Corrado Stajano, Un eroe borghese, Einaudi, Milano ; Umberto Ambrosoli, Qualunque cosa succeda, Sironi Editore, Milano, 2009; Giuseppe Amari, In difesa dello Stato, al servizio del Paese, Ediesse, Roma vi Federico Caffè, Einaudi, voce del Palgrave dictionary. vii Per questo si rimanda ai già citati volumi di Stajano e Umberto Ambrosoli, oltre naturalmente agli atti della Commissione parlamentare su Sindona presieduta da Francesco De Martino. Nel volume In difesa dello Stato, al servizio del Paese, si riportano in appendice estratti dei lavori della suddetta commissione e di quella sulla Loggia P2 presieduta da Tina Anselmi. viii L intervista rilasciata da Alibrandi su Il Messaggero del 21 aprile 1979 : Alibrandi: Troppo inchieste a senso unico, è riportata in In difesa dello Stato, al servizio del paese, cit., p Una pacata riflessione sull episodio da parte di Paolo Baffi e Mario Sarcinelli, molti anni dopo, nel 1988, in occasione della assegnazione della Targa d oro Siglienti all ex Governatore, si può leggere nel medesimo volume alle pp. 359 e segg. e alle pp. 385 segg. ix La poesia autografa, fornita gentilmente da Umberto Ambrosoli e lo scambio epistolare, sono riportati integralmente in In difesa dello Stato, al servizio del Paese, cit. x Walt Witman, Prospettive democratiche, Il Nuovo Melangolo, Genova 1995 xi xii Giorgio Ambrosoli, Qualunque cosa succeda, cit. Beppe Fenoglio, Primavera di Bellezza, Garzanti, Milano,

SCHEDA FIGURE DEL MOVIMENTO OPERAIO PIETRO AMENDOLA

SCHEDA FIGURE DEL MOVIMENTO OPERAIO PIETRO AMENDOLA PIETRO AMENDOLA Pietro Amendola nasce a Roma il 26/10/1918, ultimo figlio di Giovanni Amendola, martire della Libertà, e di Eva Kuhn. Dopo la morte del padre avvenuta a causa dei postumi di un ennesimo

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Il Fascismo in Italia (1922-1936)

Il Fascismo in Italia (1922-1936) Il Fascismo in Italia (1922-1936) Le fasi del fascismo 1. Fase legalitaria (1922-1924) I Fascisti fanno parte di un governo di coalizione. Termina con le elezioni del 1924 e l uccisione di Matteotti. 2.

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 Cari, amici, cari abitanti della Tasmania. 1. La mia

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

La storia di Victoria Lourdes

La storia di Victoria Lourdes Mauro Ferraro La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale Dedicato a Monica e Victoria «La vuoi sentire la storia

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Nuovi pensieri e ricordi. Forse aforismi

Nuovi pensieri e ricordi. Forse aforismi Nuovi pensieri e ricordi Forse aforismi Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Mauro Baldassini NUOVI PENSIERI E RICORDI

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA LEGALITA

EDUCAZIONE ALLA LEGALITA EDUCAZIONE ALLA LEGALITA 1 FEBBRAIO 2012 INCONTRO CON CARLO SMURAGLIA LE ORIGINI DELLA COSTITUZIONE: «Se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra CosItuzione, andate nelle montagne

Dettagli

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO 20 ANNIVERSARIO EVANGELIUM VITAE 25 MARZO 2015... 1) Oggi ricordiamo il Sì di Maria alla vita, quella vita che prodigiosamente sbocciò nel suo grembo immacolato. Mentre ricordiamo

Dettagli

La parola tutela è molto ricca di significati, e ha una storia molto lunga che affonda le sue radici nel

La parola tutela è molto ricca di significati, e ha una storia molto lunga che affonda le sue radici nel Il Tutore volontario... quasi un Microgarante Tutela e protezione La parola tutela è molto ricca di significati, e ha una storia molto lunga che affonda le sue radici nel diritto romano. In generale, nella

Dettagli

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG intervento di alfredo mantovano Care amiche e cari amici! una giornalista poco fa mi chiedeva di riassumere in poche parole-chiave il messaggio che il popolo

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

Progetti ed eventi per promuovere la Cultura della Legalità realizzati nel nostro secondo anno di attività operativa

Progetti ed eventi per promuovere la Cultura della Legalità realizzati nel nostro secondo anno di attività operativa Associazione di Volontariato per la promozione e lo sviluppo della Cultura della Legalità CON L ADESIONE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Milano, 3 settembre 2014. Progetti ed eventi per promuovere la Cultura

Dettagli

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative Art.5. Agisce senza fini di lucro anche indiretto e non accetta regali o favori, se non di modico valore. ASSOCIAZIONE VOLONTARI ASSISTENZA PAZIENTI ONCOLOGICI Codice Deontologico del Volontario adottato

Dettagli

Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze.

Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze. Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze. Roberto Babini (Allenatore di base con Diploma B UEFA) svolge da 13 anni l attività di allenatore.

Dettagli

Testo redatto dalla Commissione ad hoc ex DD.RR. di nomina 477 e 524 /2011 CODICE ETICO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI ROMA TRE

Testo redatto dalla Commissione ad hoc ex DD.RR. di nomina 477 e 524 /2011 CODICE ETICO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI ROMA TRE Testo redatto dalla Commissione ad hoc ex DD.RR. di nomina 477 e 524 /2011 CODICE ETICO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI ROMA TRE in attuazione della Legge 240/2010, art. 2, comma 4 Preambolo 1. Correttezza

Dettagli

Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1

Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1 Relazione Incontro del 30 Settembre 2008 BAMBINI ADOTTIVI E BIOLOGICI INSIEME IN FAMIGLIA Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1 La genitorialità

Dettagli

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 per l Omelia domenicale a cura dell Arcivescovo Mons. Vincenzo Bertolone XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 Non più sofferenza ma amore Introduzione La parabola discendente di queste due

Dettagli

Sui passi di Ambrosoli

Sui passi di Ambrosoli Anna carissima, è il 25.2.1975 e sono pronto per il deposito dello stato passivo della B.P.I. atto che ovviamente non soddisfarà molti e che è costato una bella fatica. Non ho timori per me perché non

Dettagli

Sequestro Confisca Lavoro: conversazione sulla legalità alla presenza del Ministro Alfano

Sequestro Confisca Lavoro: conversazione sulla legalità alla presenza del Ministro Alfano Sequestro Confisca Lavoro: conversazione sulla legalità alla presenza del Ministro Alfano Il convegno, svoltosi ad Acireale il 27 febbraio 2015 per iniziativa della Diocesi di Acireale assieme alla Associazione

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Carta dei. Valori PREMESSA. La Carta dei Valori rappresenta la sintesi dei principi e dei valori su cui si fonda l associazione

Carta dei. Valori PREMESSA. La Carta dei Valori rappresenta la sintesi dei principi e dei valori su cui si fonda l associazione PREMESSA La rappresenta la sintesi dei principi e dei valori su cui si fonda l associazione Bhalobasa. Nel perseguire questo nucleo di valori, la Carta individua le responsabilità e ispira i comportamenti

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON C è un libro sui ragazzini agitati, dal titolo On agite un enfant: è un gioco di parole, perché c era una pubblicità di una bevanda gassata che se non ricordo

Dettagli

Strumenti chiari e strategie efficaci per Vincere!

Strumenti chiari e strategie efficaci per Vincere! Luca d Alessandro COME VIVERE PROSPERANDO ATTRAVERSO L INVESTIMENTO IMMOBILIARE ----------- O ----------- Strumenti chiari e strategie efficaci per Vincere! 2 Titolo COME VIVERE PROSPERANDO ATTRAVERSO

Dettagli

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Dicembre 2009 ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Sabato 28 novembre si è svolta la tredicesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Anche nella nostra provincia la mobilitazione è stata

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Il mercato dei figli

Il mercato dei figli Il mercato dei figli È una realtà veramente inquietante che finora non riguarda direttamente l Italia almeno dal punto di vista legislativo e ci auguriamo ardentemente non arrivi MAI ad essere permessa.

Dettagli

L immagine di Roma capitale tra giornalismo e letteratura (1870)

L immagine di Roma capitale tra giornalismo e letteratura (1870) L immagine di Roma capitale tra giornalismo e letteratura (1870) Maria Grazia Bianchi Eger, 13 febbraio 2012 1 L immagine di Roma classica «Roma, 1 novembre 1786 [ ] non osavo quasi confessare a me stesso

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

Donne e omicidio: una ricerca in Grecia. Dtinos Vassilis Associazione Euronem Atene

Donne e omicidio: una ricerca in Grecia. Dtinos Vassilis Associazione Euronem Atene Donne e omicidio: una ricerca in Grecia. Dtinos Vassilis Associazione Euronem Atene L indagine Donne e l omicidio, condotta dal Centro di Ricerca per Pari Opportunità (KETHI), ha cercato di investigare

Dettagli

Le attività non profit

Le attività non profit Qualche frase: «Quando sento parlare di volontariato sono sempre sospettoso!» «Se non ci pensa lo Stato, chi ci deve pensare?» «Ma lo Stato non può occuparsi di tutto!» «Tutte le imprese hanno un solo

Dettagli

FORMAZIONE DELL UOMO E EDUCAZIONE COSMICA (Dalle conferenze tenute da M.M. al congresso di San Remo del 1949 e da alcuni saggi pubblicati dal 1949 al 1951 e riportati nel quaderno del Consiglio Regionale

Dettagli

Inizio a lavorare come consulente a questo progetto per tutto il 1997 senza nessuna copertura di contratto.

Inizio a lavorare come consulente a questo progetto per tutto il 1997 senza nessuna copertura di contratto. SINTESI VICENDA GRAPPOLINI FRIGO Fase iniziale. Frigo insieme alla figlia con il marito ed un italiano come interprete vengono in visita presso l azienda alla fine del 1996. Dopo l incontro-intervista

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

volontario e lo puoi fare bene».

volontario e lo puoi fare bene». «Ho imparato che puoi fare il volontario e lo puoi fare bene». Int. 8 grandi eventi e partecipazione attiva Una fotografia dei volontari a EXPO 2015 Dott.sa Antonella MORGANO Dip. di Filosofia, Pedagogia,

Dettagli

Nota importante all'articolo!

Nota importante all'articolo! Nota importante all'articolo! In seguito alla pubblicazione della seguente intervista ci sono giunte diverse segnalazioni attendibili che, contrariamente a quanto lasciato intendere nell intervista stessa,

Dettagli

PERCORSO DIDATTICO SUL RISPARMIO Immagini sul risparmio

PERCORSO DIDATTICO SUL RISPARMIO Immagini sul risparmio PERCORSO DIDATTICO SUL RISPARMIO Immagini sul risparmio La virtù del risparmio è cosa da adulti, ma fin da bambini occorre prenderne l abitudine e capirne il valore. Perché gli uomini risparmiano? Per

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

ISTITUTO PER LA STORIA DELL AZIONE CATTOLICA E DEL MOVIMENTO CATTOLICO IN ITALIA PAOLO VI RICERCHE E DOCUMENTI 25

ISTITUTO PER LA STORIA DELL AZIONE CATTOLICA E DEL MOVIMENTO CATTOLICO IN ITALIA PAOLO VI RICERCHE E DOCUMENTI 25 ISTITUTO PER LA STORIA DELL AZIONE CATTOLICA E DEL MOVIMENTO CATTOLICO IN ITALIA PAOLO VI RICERCHE E DOCUMENTI 25 Il volume è pubblicato con i contributi erogati dal Ministero dell Istruzione, dell Università

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Testi tratti da: Cent anni di Mafia Storia criminale. G. Lo Schiavo E. Ciconte. N. Dalla Chiesa La convergenza

Testi tratti da: Cent anni di Mafia Storia criminale. G. Lo Schiavo E. Ciconte. N. Dalla Chiesa La convergenza 3^asl 4^bs STORIA DELLA MAFIA Testi tratti da: G. Lo Schiavo E. Ciconte Cent anni di Mafia Storia criminale N. Dalla Chiesa La convergenza Antecedenti storici Agli inizi dell 800 vi era ancora in Sicilia

Dettagli

LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO C A R TA D E I VA L O R I 2 0 0 9 LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO C A R TA D E I VA L O R I 2 0 0 9 LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO La Carta dei valori è

Dettagli

Tenersi per mano nella società dell incertezza.

Tenersi per mano nella società dell incertezza. Tenersi per mano nella società dell incertezza. Ricerca Spi Cgil Lombardia-AASter, settembre 2004 Discorsi sugli anziani. Viviamo, anziani e non anziani, nel postmoderno. Che in prima approssimazione si

Dettagli

La maestra Stefania G.

La maestra Stefania G. A 90 anni dalla fine della 1 guerra mondiale, mi è sembrato particolarmente importante ricordare con i miei alunni di classe 3 della Scuola Primaria di Liedolo i fatti senza retorica, ma in modo chiaro

Dettagli

TRENTA DOMANDE SUI DERIVATI CHE FANNO TREMARE IL PAESE

TRENTA DOMANDE SUI DERIVATI CHE FANNO TREMARE IL PAESE 898 TRENTA DOMANDE SUI DERIVATI CHE FANNO TREMARE IL PAESE R. Brunetta per Il Giornale 22 marzo 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi

Dettagli

Come ti immagini gi insegnanti?

Come ti immagini gi insegnanti? a Come ti immagini gi insegnanti? Quello dell insegnante è un ruolo complesso, in cui entrano in gioco diverse caratteristiche della persona che lo esercita e della posizione che l insegnante occupa nella

Dettagli

Percorso didattico Cittadinanza e Costituzione Rosa Sergi

Percorso didattico Cittadinanza e Costituzione Rosa Sergi A SCUOLA DI COSTITUZIONE COLORA IL TITOLO BIANCO, ROSSO E VERDE. PER VIVERE BENE IN CLASSE ABBIAMO BISOGNO DELLE DIRITTI REGOLE DOVE VI SONO DEI DIRITTI E DEI DOVERI SENZA LEGGI e REGOLE DA RISPETTARE

Dettagli

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA Cari figli, la strada sarà breve per colui che verrà con il desiderio di fare un lungo cammino. Sappiate, voi tutti, che il fuoco si diffonderà in varie nazioni,

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

GIUSEPPE IMPASTATO. Una vita contro la mafia, un cognome ingombrante, un eccezionale forza di volontà 1948-1978

GIUSEPPE IMPASTATO. Una vita contro la mafia, un cognome ingombrante, un eccezionale forza di volontà 1948-1978 GIUSEPPE IMPASTATO Una vita contro la mafia, un cognome ingombrante, un eccezionale forza di volontà 1948-1978 L infanzia e la giovinezza 5 gennaio 1948! nasce a Cinisi (PA) da una famiglia mafiosa Rompe

Dettagli

Lewis Hine e l indagine sociale

Lewis Hine e l indagine sociale Lewis Hine e l indagine sociale Con Hine la fotografia degli Stati Uniti raggiunge una maturità di testimonianza sociale. Dopo aver studiato sociologia e pedagogia, Hine scopre che l apparecchio fotografico

Dettagli

Istituto Comprensivo De Amicis- Laterza A.S 2012-2013. Classe II D. Prof.ssa Daniela Simone

Istituto Comprensivo De Amicis- Laterza A.S 2012-2013. Classe II D. Prof.ssa Daniela Simone Istituto Comprensivo De Amicis- Laterza A.S 2012-2013 Classe II D Prof.ssa Daniela Simone PRESENTAZIONE DEL PROGETTO Radio Kreattiva, web radio scolastica per la diffusione della cultura della legalità,

Dettagli

I mass-media. di Roberto Cirone

I mass-media. di Roberto Cirone I mass-media di Roberto Cirone I mass-media, conseguenza dello sviluppo tecnologico, condizionano ormai tanta parte del nostro vivere quotidiano. Analizziamo gli effetti socialmente positivi e quelli negativi.

Dettagli

Ci sono gesti che sono semplici, che non

Ci sono gesti che sono semplici, che non famiglia oggi Donare, per salvare una vita di Giorgia Cozza Storia di Laura e della sua grave malattia. E di come la speranza possa di nuovo tornare, attraverso un donatore di midollo osseo che risiede

Dettagli

La vita quotidiana durante la guerra

La vita quotidiana durante la guerra La vita quotidiana durante la guerra 1936: il discorso di Giuseppe Motta Ascoltiamo il discorso pronunciato da Giuseppe Motta, allora Consigliere federale, e quindi leggiamo il testo qui sotto riportato

Dettagli

8 Il futuro dei futures

8 Il futuro dei futures Introduzione Come accade spesso negli ultimi tempi, il titolo di questo libro è volutamente ambiguo, ma in questo caso non si tratta solo di un espediente retorico: come spero si colga nel corso della

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il delitto Custra e la fuga a Rio. Il latitante Mancini ora è libero, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

E quindi un emorragia di cervelli

E quindi un emorragia di cervelli Intervistato: Angelo Colaiacovo, Sindaco di Aliano Soggetto: prospettive per i giovani, Parco Letterario Carlo Levi, vivibilità di Aliano Luogo e data dell intervista: Aliano, agosto 2007 Audio file: Colaiacovo_2

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

COMMISSIONI RIUNITE. I (Affari costituzionali, della Presidenza del Consiglio e interni) e XII (Affari sociali)

COMMISSIONI RIUNITE. I (Affari costituzionali, della Presidenza del Consiglio e interni) e XII (Affari sociali) Martedì 15 febbraio 2011 3 Commissioni riunite I e XII COMMISSIONI RIUNITE I (Affari costituzionali, della Presidenza del Consiglio e interni) e XII (Affari sociali) S O M M A R I O SEDE REFERENTE: Istituzione

Dettagli

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank.

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank. Anna Frank era una ragazza ebrea-tedesca, oggi divenuto simbolo dell'olocausto, ovvero dello sterminio degli Ebrei per mano della Germania nazista e dai suoi alleati ai tempi della seconda guerra mondiale.

Dettagli

CONVEGNO ALLA CONQUISTA DEL SUD. Il risiko bancario sulle spalle del Meridione Palermo, 9 novembre 2011

CONVEGNO ALLA CONQUISTA DEL SUD. Il risiko bancario sulle spalle del Meridione Palermo, 9 novembre 2011 CONVEGNO ALLA CONQUISTA DEL SUD. Il risiko bancario sulle spalle del Meridione Palermo, 9 novembre 2011 INTERVENTO PROF. DOMINICI Il mio tema è Banca, sviluppo e territorio, il quale sta nel contesto di

Dettagli

"IL CONTRIBUTO DEGLI ASSISTENTI SOCIALI NELLA COSTRUZIONE DELLO STATO DI DIRITTO"

IL CONTRIBUTO DEGLI ASSISTENTI SOCIALI NELLA COSTRUZIONE DELLO STATO DI DIRITTO Intervento al Convegno organizzato dall associazione assistenti sociali il 3 dicembre 2011 sul tema "IL CONTRIBUTO DEGLI ASSISTENTI SOCIALI NELLA COSTRUZIONE DELLO STATO DI DIRITTO" Titolo dell intervento:

Dettagli

ISOKE RACCONTA LA TRATTA NIGERIANA Isoke Aikpitanyi

ISOKE RACCONTA LA TRATTA NIGERIANA Isoke Aikpitanyi ISOKE RACCONTA LA TRATTA NIGERIANA Isoke Aikpitanyi Sono nigeriana, sono stata migrante, clandestina, vittima della tratta e vedo la violenza in modo diverso dalle donne italiane, europee, occidentali.

Dettagli

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti Roberto Denti La mia resistenza con la postfazione di Antonio Faeti 2010 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Rizzoli Narrativa novembre 2010 Prima edizione BestBUR marzo 2014 ISBN 978-88-17-07369-1

Dettagli

COME ARRIVARE DI NUOVO A FINE MESE

COME ARRIVARE DI NUOVO A FINE MESE MARTINO CARRIERI COME ARRIVARE DI NUOVO A FINE MESE Conversazioni e consigli di dieci famiglie italiane Disegni di Alfredo Pompilio Dellisanti MARTINO CARRIERI COME ARRIVARE DI NUOVO A FINE MESE (Conversazioni

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Raffaella una cassiera

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza per il conferimento della laurea in honoris causa in architettura al Prof.

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza per il conferimento della laurea in honoris causa in architettura al Prof. Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza per il conferimento della laurea in honoris causa in architettura al Prof. Salvatore Settis Magnifico Rettore, Gentili docenti e studenti, Caro Professor

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Storia e civiltà d'italia. Il fascismo. Giorgio Cadorini Università della Slesia giorgio ad cadorini.org. Opava

Storia e civiltà d'italia. Il fascismo. Giorgio Cadorini Università della Slesia giorgio ad cadorini.org. Opava Storia e civiltà d'italia Il fascismo. Giorgio Cadorini Università della Slesia giorgio ad cadorini.org Opava Ideologia fascista? Il fascismo nasce come movimento, non come pensiero politico. La parola

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE. Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie di persone :

LA RIVOLUZIONE FRANCESE. Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie di persone : LA RIVOLUZIONE FRANCESE In Francia la società è divisa in tre ordini o stati: 1) Nobiltà 2) Clero 3) Terzo Stato Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie

Dettagli

Il processo di unificazione (1849-1861)

Il processo di unificazione (1849-1861) Il processo di unificazione (1849-1861) Il Piemonte dopo il 48 Il Regno di Sardegna è l unico stato italiano che mantiene lo Statuto. Crisi tra il re Vittorio Emanuele II e il suo ministro D Azeglio e

Dettagli

Caro Sindaco, ti scrivo...

Caro Sindaco, ti scrivo... a cura di Nadia Mazzon e Francesco Vivacqua Caro Sindaco, ti scrivo... I bambini si rivolgono al Sindaco di Milano Giuliano Pisapia www.culturasolidarieta.it Indice. Prefazione. Analisi pedagogica. Analisi

Dettagli

Nel dominio del padre

Nel dominio del padre Daniela Lucatti Elena Liotta Massima Baldocchi Bambini e bambine ostaggi delle separazioni Con la collaborazione di Désireé Olianas e Riccardo Guercio Indice Ringraziamenti 9 In apertura Sui diritti e

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. Progettazioni didattiche disciplinari per gli alunni della classe II Disciplina: STORIA

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. Progettazioni didattiche disciplinari per gli alunni della classe II Disciplina: STORIA UNITÀ DI APPRENDIMENTO n 1 UNA NUOVA VISIONE DEL MONDO Durata prevista: SETTEMBRE - OTTOBRE Individuare e definire i caratteri fondamentali del nuovo periodo storico che ha inizio con l Umanesimo Cogliere

Dettagli

Benvenuti a Sezze Rumeno

Benvenuti a Sezze Rumeno Facoltà di Scienze Politiche Sociologia Comunicazione Corso di Laurea Magistrale Scienze Sociali Applicate Sociologia e management della sicurezza Tesi di Laurea Anno accademico 2011/2012 Benvenuti a Sezze

Dettagli

2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana

2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana Biblioteca Nazionale Braidense presenta: DOMANI AVVENNE 2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana Sala Microfilm 30 maggio - 30 giugno 2009 1 Rassegna DOMANI AVVENNE : ciclo di mostre documentarie di

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

RISORSE UMANE E CONTATTI

RISORSE UMANE E CONTATTI RISORSE UMANE E CONTATTI TEAM EDU Sonia Forasiepi Nata nel 1963, laureata in Economia e Commercio, dirigente. Nel 2009 decide di dedicare tutto il suo tempo e le sue energie, come volontaria, alla protezione

Dettagli

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA CONVERSAZIONE CLINICA Classe VA 1) Che cosa ti fa venire in mente la parola ''volontariato''? -Una persona che aiuta qualcuno in difficoltà. (Vittoria) -Una persona che si offre per aiutare e stare con

Dettagli

Filosofia e ambiente. Filosofia e ambiente. 28 Marzo 2008. Dott.ssa Isotta Burlin. Dott.ssa Isotta Burlin. Università di Napoli Federico II

Filosofia e ambiente. Filosofia e ambiente. 28 Marzo 2008. Dott.ssa Isotta Burlin. Dott.ssa Isotta Burlin. Università di Napoli Federico II Filosofia e ambiente Filosofia e ambiente 28 Marzo 2008 Filosofia e ambiente Può la filosofia dirci qualcosa riguardo l ambiente, la sicurezza, le tecnologie, anche se è una disciplina che di solito si

Dettagli