Giorgio Ambrosoli: in difesa dello Stato e al servizio del paese

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Giorgio Ambrosoli: in difesa dello Stato e al servizio del paese"

Transcript

1 Giorgio Ambrosoli: in difesa dello Stato e al servizio del paese di Giuseppe Amari Fondazione Di Vittorio (Intervento al convegno: Legal Ethics: l etica delle professioni legali, l esempio di Giorgio Ambrosoli. Roma Tre, Facoltà di Giurisprudenza - Roma, 11 maggio 2011). Parlare di Giorgio Ambrosoli, significa parlare di una delle figure più nobili e limpide del Novecento, non solo italiano, per l alto contributo intellettuale e morale dato in vicende di dimensione internazionale. Nato a Milano, il 17 ottobre del 1933, avvocato, esperto in liquidazioni bancarie, commissario liquidatore della Banca Privata Italiana, la banca di Sindona, fu assassinato, sempre a Milano, nella notte dell 11 luglio del 1979, ad appena 46 anni. L assassinio fu compiuto da un mafioso ingaggiato dal banchiere siciliano, partito da New York e quindi con la consapevolezza e l assenso della mafia. L omicida, reo confesso e condannato all ergastolo, fu poi ucciso nel corso di un tentativo di evasione. Un morte classica per testimoni scomodi. L assassinio, fu preceduto da un crescendo di avvertimenti e minacce sempre più esplicite, nell isolamento e nell omertà diffusa. Ambrosoli non godeva di alcuna protezione, gliela forniva il maresciallo, collaboratore e amico, Silvio Novembre, sul piano volontario. E, quando fu ucciso, Novembre non era a Milano. Giorgio Ambrosoli, indagò sulle attività del banchiere siciliano, comprovandone le malefatte finanziare e gli intrecci con la mafia siciliana e americana, la finanza vaticana, la massoneria, servizi segreti e quelli perversi con la politica. Tra l ostilità, l incomprensione e l indifferenza generale del mondo politico e delle istituzioni, sino al massimo livello. Salvo pochissime eccezioni alcune delle quali saranno ricordate più avanti. 1

2 Soprattutto respinse, con estrema fermezza, insieme alla Banca d Italia, inconsistenti progetti di salvataggio di Sindona e dei suoi sodali a spese della collettività i. Nonostante le fortissime pressioni di mezza Italia, come denunciò l allora ministro del Tesoro, Ugo La Malfa; comprese quelle del Presidente del Consiglio Giulio Andreotti e del Banco di Roma inquinato, come si seppe dopo, dalla Loggia P2. Questo rifiuto di un salvataggio a danno della collettività, indagando a fondo nel labirinto sindoniano per recuperare all attivo della liquidazione risorse altrimenti sommerse e nel rifiutare indebiti inserimenti nel passivo per crediti di cui non si aveva titolo come quelli avanzati dall Istituto per le Opere della Religione (IOR), la banca vaticana, rappresenta il grande merito professionale di Giorgio Ambrosoli, ed anche la sua condanna. Ma dimostrò che si può fare, nonostante tutto. Per questo abbiamo tutti un grande debito nei suoi confronti, e chiunque voglia seguire la sua professione ha un altissimo esempio a cui ispirarsi. Al suo funerale, partecipò solo un esponente delle istituzioni, l allora Governatore della Banca d Italia, Paolo Baffi, anche lui soggetto all attacco dei medesimi ambienti che avevano isolato e poi eliminato Ambrosoli. Ma non la sua lezione che anzi cresce nel tempo. La Sua vicenda, si intreccia con quella umana e professionale di altre eccezionali figure che hanno operato in difesa dello Stato e al servizio del Paese. Mi riferisco al suo più stretto collaboratore il maresciallo Silvio Novembre, a Paolo Baffi e al responsabile della Vigilanza Mario Sarcinelli con i quali la Banca d Italia raggiunse, occorre dirlo, un vertice di autorevolezza e indipendenza rimasto un unicum nella storia della Banca d Italia. E poi a Tina Anselmi, l intrepida Presidentessa della Commissione parlamentare sulla Loggia P2 di Licio Gelli ii. Anche nei confronti di Tina Anselmi, appena possibile, scattò l isolamento e l emarginazione politica, oltre ad essere scampata ad un attentato dinamitardo alla villa di abitazione iii. Ma vanno ancora ricordate altre persone come Pino Gusmaroli, Sinibaldo Tino, Vittorio Coda, collaboratori e amici di Giorgio; i magistrati Ovilio Urbisci e Guido Viola, e poi Gherardo Colombo e 2

3 Giuliano Turone che indagarono sull omicidio dell avvocato; ed è in tale contesto che fu ritrovata la lista degli aderenti alla P2 e il Piano Rinascita. loro. Ambrosoli approverebbe senz altro di essere ricordato insieme a Una vicenda, questa, come altre simili, che ha comportato pesanti mortificazioni e sacrifici ai veri servitori dello Stato. Ma non vanno mai dimenticate le sofferenze delle famiglie, a cui tutti siamo debitori, come invece accade sovente in Italia che concede spesso ingiustificata tribuna a chi infierì, o ne rimase indifferente. In questa occasione emerse, forse per la prima volta, nella sua intera articolazione, il perverso intreccio di poteri visibili, invisibili, legali e criminali, nazionali ed internazionali; complici, collusi e conniventi, prima con Sindona e poi con Roberto Calvi. Un sistema, messo in luce anche dagli atti della Commissione parlamentare sul banchiere siciliano e di quella sulla P2 di Licio Gelli, che, almeno dal dopoguerra, ha inquinato l avanzamento democratico e civile del Paese. Quella storia, rappresenta il paradigma di come il potere, palese ed occulto, risponde a chi, sostenuto dall etica pubblica e professionale, ad esso si oppone. A chi, su quei fondamenti, concorre alla costruzione e alla difesa dello Stato di diritto. Ma è anche l inventario di antiche tare e nodi irrisolti della nostra società. Vediamone alcune. Il fatto che, ad un certo punto, alcuni cervelli non debbano più funzionare. Se non si può oscurarne o delegittimarne il pensiero, si sopprime la persona che lo esprime. In questo destino, l avv. Ambrosoli, come sappiamo, è in tragica e numerosa compagnia. Meno tragica, ma non meno infausta la tara del particulare, sottolineato dal Guicciardini. Il rinchiudersi nel particolare individuale, familiare, di clan o territorio, di sindacato od ordine professionale, 3

4 considerati come luoghi franchi, esentati dalla responsabilità collettiva. Con il risultato di un involuzione generale nell egoismo di quei particolari e nel degrado delle istituzioni democratiche. Mentre, al contrario, vivere attivamente e professionalmente in quegli ambiti, trascendendoli in una dimensione più ampia, anima e rinvigorisce le istituzioni liberaldemocratiche. E non è una novità, quella di lasciar solo chi è impegnato in una battaglia pericolosa, anche se condotta nell interesse collettivo. Il torcere il collo dall altra parte, come denunciò Primo Levi, di fronte alla persecuzione degli ebrei. Né va dimenticata la declinante laicità dello Stato, dove non c entra la religione, ma le indebite pressioni del tutto estranee ad essa, come il caso prima ricordato dello IOR, e che furono respinte decisamente dai Nostri, dai cattolici Andreatta e Tina Anselmi, oltre che dal laico Ugo La Malfa. L assenza, già rilevata da Leopardi nel suo Discorso sullo stato presente dei costumi degli italiani, di una censura dell opinione pubblica e dei circoli intellettuali nei confronti dei furbi e degli arroganti, anzi semmai il contrario. Quello che oggi si chiama il costo reputazionale, soprattutto nel mondo finanziario, è pressoché nullo. Né si può tacere sulle pesanti ombre che tuttora gravano sui tanti misteri d Italia, sui molti aspetti della strategia della tensione degli anni settanta che culminò con l assassinio di Aldo Moro e della sua scorta. Dopo il quale, come disse Tina Anselmi, nulla sarebbe stato come prima. Il vero omaggio alla battaglia, al sacrificio delle tante vittime e delle loro famiglie, dovrebbe essere il concreto e non declamato impegno a fare piena luce. Riconciliando la verità con la Storia e i cittadini con lo Stato. Ricordi, commemorazioni, sono quanto mai necessari in un Paese smemorato come il nostro; ma essendo anche affetto da retorica e da certo dannunzianesimo va evitato il rischio che diventino un palcoscenico per alcuni e un più sottile alibi per continuare a defezionare dall impegno per la verità. 4

5 È la richiesta, che sale da anni da tanta parte della società democratica; soprattutto dai parenti delle vittime e le cui testimonianze rappresentano, ormai, uno dei principali filoni della letteratura civile di questo paese. Che si potrebbe intitolare In nome della verità, prima che In nome della giustizia. Il figlio dello statista democristiano, Giovanni Moro, in una meditata riflessione sugli anni settanta, considera quel decennio come il perno di un passaggio d epoca. Dopo il quale, si invertì il processo di avanzamento democratico e di maggiore partecipazione civile alla vita sociale e politica iv. Penso che si possa ormai affermare che il caso di Ambrosoli e dei suoi compagni di battaglia si passi il termine fu il lato economico di un unica reazione degli stessi avversari della democrazia, che ebbe il lato politico nella strategia della tensione e nel Piano Rinascita di Licio Gelli. Una consapevolezza che allora molti non ebbero e molti altri non vollero e non vogliono avere. Né la ebbe il maggior partito di opposizione di allora, il PCI (Partito Comunista Italiano) che non si rese conto di quel duplice e convergente attacco che minava alla base e al vertice la sua strategia del compromesso storico, che, come è noto, si fondava sull incontro tra le due più grandi forze politiche, la DC e il PCI, rappresentanti insieme oltre il 70% dei consensi popolari. Una strategia che, oltre a minacciare corposi interessi sul piano interno, rappresentava un anomalia negli equilibri tra i blocchi contrapposti Est ed Ovest. Anche il sindacato fece poco, con l eccezione in particolare della Cgil della Banca d Italia in difesa della suddetta aggressione all Istituto; una difesa che vide anche la mobilitazione di larga parte del mondo accademico v. * Un incontro difficile, ma necessario, quello tra diritto ed economia. Su questo, si misurarono, con competenza e rigore, Ambrosoli, Novembre, Baffi, Sarcinelli. Ho prima accennato ad antiche tare. Altri insegnamenti importanti rimangono ancora disattesi: l uso sconsiderato delle piramidi societarie; delle piazze off-shore e dei fondi anonimi con tutte le collusioni e le complicità immaginabili; la permanenza di normative confuse e sempre in 5

6 ritardo rispetto alle manovre speculative nei mercati finanziari; le persistenti opacità aziendali in termini di governance e di conflitti di interesse; i risanamenti a carico della collettività senza perseguire le vere responsabilità dirette ed indirette; la mancata distinzione netta fra funzioni ed incarichi pubblici e quelli privati; il passaggio con insostenibile leggerezza da ruoli pubblici a quelli privati e viceversa (le cosiddette porte girevoli: sliding doors ). I Nostri, praticarono l economia e il diritto della civiltà e della democrazia. Se le libertà sono solidali, come le concepiva Luigi Einaudi, secondo Federico Caffè vi, la loro tutela richiede un impegno altrettanto solidale delle scienze sociali che di queste libertà trattano. Solidali, sono quindi anche l economia e il diritto, se esercitate per la tutela del raggiunto livello di civiltà. Se intendano operare per il suo consolidamento e il suo ulteriore avanzamento. Uomini, economisti o giuristi, che rifiutano le false e comode dicotomie tra efficienza ed equità, tra etica dei principi ed etica della responsabilità; le cui difficili e quotidiane sintesi richiedono non solo innovazioni teoriche e normative, ma anche sensibilità umana ed elevati livelli personali di moralità civile e professionale; uomini, capaci di fornire una visione e alimentare una speranza. * Corrado Stajano, nel suo bel volume, Un eroe borghese, così descrive Ambrosoli: È un uomo serio, brusco, sicuro delle sue scelte, anche se questo non esclude il dubbio. [ ] Attento, forse timido, pieno di pudori, al primo approccio spesso respinge. Ha bisogno di soppesare gli altri, di studiarli a lungo prima di concedere la sua fiducia. Ma con chi gli è amico svela tutta la sua affettività e delicatezza d animo. Ambrosoli, dopo una serena infanzia, nonostante la difficoltà dei tempi di guerra, frequenta il ginnasio e il liceo e poi l università alla Statale di Milano, Facoltà di giurisprudenza. Si laurea nel 1958 in diritto costituzionale. Si sposa nel 1962 con Anna Lorenza Gorla che tutti chiamano Annalori, conosciuta all UMI, l Unione Monarchica Italiana, dove vive un intensa anche se breve esperienza politica; perché, 6

7 nell istituzione monarchica, vedeva la migliore rappresentanza super partes dello Stato. Prende la procura legale ed esercita con studio a Milano. Prima di essere completamente assorbito dall attività professionale, aveva partecipato alla vita culturale e sociale di Milano con la fondazione di un circolo di orientamento liberale a cui ormai inclinava, ma aperto alle diverse correnti di opinione. Partecipa, con Annalori, alla vita delle nuove strutture democratiche delle scuole frequentate dai figli. Nel 1964, l episodio che condizionerà la sua vita. Viene messa in liquidazione la Società Finanziaria Italiana (SFI), e i commissari chiedono un collaboratore. Viene fatto il nome di Ambrosoli che presto diventa il vero cervello della procedura concorsuale. L esperienza maturata e la stima guadagnata in quel difficile compito, saranno ricordate quando Guido Carli, allora governatore della Banca d Italia, lo nominò, nel 1974, liquidatore unico della banca sindoniana. Non è qui possibile, ovviamente, riassumere l arduo e complesso lavoro, per alcuni aspetti anche avvincente, come la scoperta della Fasco S.A., società lussemburghese, il cuore dell impero finanziario di Sindona, che permise ad Ambrosoli di ricostruire e dominare il complicato ed oscuro impero del banchiere siciliano, e le sue operazioni criminali. Compresa la responsabilità per il fallimento della Franklin National Bank di New York vii. Fu dopo aver effettuato la deposizione finale ai magistrati americani, venuti in Italia per ascoltarlo su questa banca, che l avvocato, nella stessa notte, verrà ucciso. Ma ormai ha vinto la battaglia, anche se persa la vita. A 18 anni, il giovane Ambrosoli, scrisse una poesia: * L ho vista la Patria una sera: / l ho vista mentre calava il sole / nel mar di Versilia / e un aria leggera di maestrale / arrivava dal mare portata dai flutti / e sulla verde collina gli olivi/ e le viti ondeggiavano al vento; / lenta una bandiera scendeva dall asta / e dei bimbi tanti bimbi d Italia, cantavano. / L ho vista la Patria quella sera: / c era come un senso della 7

8 sua presenza / in quella pace serena, / in quel canto smorzato dal vento, in quel verde di viti e di olivi. Se Sindona e i suoi sodali l avessero conosciuta, non lo avrebbero certo sottovalutato. Nel febbraio del 1975, quattro anni prima della morte, con sensibilità profetica, aveva predisposto una lettera per la moglie: un vero manifesto di sensibilità civica ed umana. Anna carissima, [ ] sono pronto per il deposito dello stato passivo della B.P.I., atto che ovviamente non soddisferà molti e che è costato una bella fatica. [ ] Non ho timori per me perché non vedo possibili altro che pressioni per farmi sostituire, ma è certo che faccende alla Verzotto e il fatto stesso di dover trattare con gente di ogni colore e risma non mi tranquillizza affatto. È indubbio che, in ogni caso, pagherò a molto caro prezzo l incarico: lo sapevo prima di accettarlo e quindi non mi lamento affatto perché per me è stata un occasione unica di fare qualcosa per il paese. Ricordi i giorni dell UMI, le speranze mai realizzate di far politica per il paese e non per i partiti: ebbene, a quarant anni, di colpo, ho fatto politica e in nome dello Stato e non per un partito. Con l incarico, ho avuto in mano un potere enorme e discrezionale al massimo ed ho sempre operato ne ho la piena coscienza solo nell interesse del paese, creandomi ovviamente solo nemici perché tutti quelli che hanno per mio merito avuto quanto loro spettava non sono certo riconoscenti perché credono di aver avuto solo quello che a loro spettava: ed hanno ragione, anche se, non fossi stato io, avrebbero recuperato i loro averi parecchi mesi dopo. I nemici comunque non aiutano, e cercheranno in ogni modo di farmi scivolare su qualche fesseria, e purtroppo, quando devi firmare centinaia di lettere al giorno, puoi anche firmare fesserie. Qualunque cosa succeda, comunque, tu sai che cosa devi fare e sono certo saprai fare benissimo. Dovrai tu allevare i ragazzi e crescerli nel rispetto di quei valori nei quali noi abbiamo creduto [... ]. Abbiano coscienza dei loro doveri verso se stessi, verso la famiglia nel senso trascendente che io ho, verso il paese, si chiami Italia o si chiami Europa [ ]. Giorgio. Dopo l incriminazione strumentale di Baffi e Sarcinelli, da parte del Giudice Alibrandi che dichiarerà poi in una intervista che si doveva dare loro una lezione per una supposta persecuzione delle banche 8

9 democristiane viii, una delle vicende più inquietanti del dopoguerra e parte integrante di quella strategia antidemocratica, Ambrosoli scrisse subito al Governatore, nell aprile del Tra l altro diceva: [ ] Convinto della natura politica purtroppo dell attacco alla Banca d Italia [ ] ed assai preoccupato per le conseguenze che possono derivare e per la Sua persona e per la banca e soprattutto al paese che vede incrinata l autorità dell ultimo Organo dello Stato che ancora, nel buio e nel grigiore burocratico, sembrava una luce di funzionalità ed imparzialità, non posso che stringerle la mano augurandomi per noi, e per i nostri figli soprattutto, un era migliore di quella che la situazione purtroppo fa prevedere. [ ]. Dopo nemmeno quattro mesi Ambrosoli viene ucciso. Al cordoglio espresso da Paolo Baffi, unica autorità presente al funerale del marito, Annalori Ambrosoli risponde: La ringrazio per le parole di stima, di affetto, per l umana partecipazione dimostrata ai miei figli e a me. La ringrazio perché i miei figli possono ancora credere in un Italiano come Lei. Paolo Baffi risponde a sua volta alla vedova: [ ] Nel rinnovarle la mia affettuosa solidarietà, mi auguro che Ella possa trovare [ ] la forza necessaria per guidare i Suoi bambini secondo gli ideali e l esempio di vita civile lasciatoci in eredità dal Suo amato Giorgio, oggi non più tra noi per aver cercato di avvicinare il nostro paese ad un modello di più civile convivenza. [ ] ix. Colpisce, come nel pieno della temperie, la preoccupazione maggiore sia per i figli, per le nuove generazioni, perché non perdano la fiducia nei valori e nelle istituzioni. La psicologia sociale ha di recente coniato il termine di generatività sociale che va oltre e trascende quella biologica. Ebbene ne abbiamo qui un chiaro e nobile esempio. * Alla luce di un attualità per molti aspetti mortificante si pone la domanda: ma tutti questi sacrifici saranno poi serviti? 9

10 Ha risposto, idealmente, il grande poeta americano il poeta della democrazia come viene chiamato Walt Withman, nel suo appassionato ricordo di Abramo Lincoln x. L utilità finale di una vita eroicamente superiore [ ] sta nel suo indiretto filtrare nella nazione e nella razza, e nel suo dar colore e tempra, spesso a gran distanza ma inevitabilmente, un era dopo l altra, alla personalità dei giovani e delle persone mature di quell epoca e dell umanità tutta. Ecco allora che esiste un cemento che unisce l intero popolo, più sottile, più basilare di qualsiasi costituzione scritta, tribunali o eserciti [ ]. Strano (non è vero?) che battaglie, martirii, agonie, sangue e persino assassinii, debbano così condensare e forse sono i soli che realmente condensano lo spirito di una Nazione. Sia permesso un inciso nel sottolineare come il grande Presidente americano difendesse l unità del suo paese, in uno con il suo avanzamento civile difendendo i diritti del popolo negro; anzi nel difendere questi difendeva quella. Una lezione quanto mai attuale anche per il nostro paese. Qui ci interessa l eroismo che non si risolva nell atto unico ed esemplare, ma di quello che si manifesta nell ordinario e faticoso adempimento del proprio dovere qualunque cosa succeda. Non subito, ma poi nel tempo e sempre di più, come ci ricorda il figlio Umberto nel suo bel volume Qualunque cosa succeda xi, il sacrificio di Ambrosoli è andato cementando lo spirito di tanta parte della società; perché attorno ai suoi valori si riunisca veramente il Paese e lo riconosca tra i suoi capitani. E una prova l abbiamo avuta, quando una cinica affermazione del senatore Andreotti, tentò di svilire il sacrificio di Giorgio Ambrosoli, suscitando una generale indignazione. Lo scrittore Beppe Fenoglio, nel suo romanzo Primavera di bellezza xii, racconta la storia di uno sbandato, dopo la dichiarazione ambigua dell armistizio dell 8 marzo del Questi, come altri, ha abbandonato la divisa ed è arrivato nei pressi della sua abitazione; quando 10

11 incrocia alcuni suoi ex commilitoni che vanno ad arruolarsi nella Resistenza. Quel giovane, non tornò più a casa e si unì ai partigiani. Ebbene, l incontro con Giorgio Ambrosoli anche se sfiduciati o sbandati ci impedisce di rinchiuderci nel nostro comodo particolare, e ci sollecita a prendere, o riprendere, il cammino dell impegno civile, sociale e anche politico. Perché, ci avverte Socrate: La pena che i buoni devono scontare, per aver trascurato la cosa pubblica, è quella di essere governati da uomini malvagi. A Giorgio Ambrosoli, sono oggi dedicate strade, piazze, scuole, aule di tribunale, biblioteche. È stato insignito della medaglia d oro al valore civile. Anche la Cgil, ha voluto di recente assegnare la medaglia coniata per i suoi 100 anni di vita. Ma il riconoscimento che più gradirebbe sono sicuro sarebbe quello di vedere il nostro impegno nel coltivare i due figli della speranza, come indicati dal filosofo S. Agostino: l indignazione per lo stato delle cose presenti; il coraggio intellettuale e morale per modificarlo. Non solo ad Annalori per i suoi figli, ma anche a noi, e a noi per i nostri figli, è rivolto quell invito di Giorgio a vivere nella coscienza dei doveri verso se stessi, verso la famiglia nel senso trascendente che io ho, verso il paese, si chiami Italia o si chiami Europa. A loro, ad Ambrosoli e ai suoi amici, per aver difeso la supremazia dell etica e delle funzioni pubbliche sugli interessi costituiti, ancorché legittimi, si può estendere l elogio che Winston Churchill rivolse ai suoi piloti i quali, mantenendo la supremazia nei cieli dell Inghilterra, impedirono l invasione dell isola: Mai così tanti dovettero così tanto a così pochi. i Una chiara sintesi dei tentativi di salvataggio si può leggere in Marco Onado, Gli anni di piombo della finanza italiana, in Giorgio Ambrosoli e Paolo Baffi, due storie esemplari, a cura di Angelo Porta, Egea, 2010 ii Le cinque personalità e la loro comune battaglia sono ricordate nel volume In difesa dello Stato, al servizio del Paese, la battaglia di Giorgio Ambrosoli, Paolo Baffi, Silvio Novembre, Mario Sarcinelli e di Tina Anselmi, a cura di Giuseppe Amari, Ediesse, Roma 2010 iii Di Tina Anselmi, staffetta partigiana a 17 anni, sindacalista e primo ministro donna, si può leggere la bella autobiografia Tina Anselmi, storia di una passione politica, a cura di Anna Vinci, Sperling Kupfer, Milano,

12 Sempre a cura di Anna Vinci, il recente La P2, nei diari segreti di Tina Anselmi, Chiarelettere, Milano 2011, in cui si pubblicano gli appunti di Tina presi nel vivo dei lavori della Commissione. iv Giovanni Moro, Anni Settanta, Einaudi, Milano v Episodi ricordati in Corrado Stajano, Un eroe borghese, Einaudi, Milano ; Umberto Ambrosoli, Qualunque cosa succeda, Sironi Editore, Milano, 2009; Giuseppe Amari, In difesa dello Stato, al servizio del Paese, Ediesse, Roma vi Federico Caffè, Einaudi, voce del Palgrave dictionary. vii Per questo si rimanda ai già citati volumi di Stajano e Umberto Ambrosoli, oltre naturalmente agli atti della Commissione parlamentare su Sindona presieduta da Francesco De Martino. Nel volume In difesa dello Stato, al servizio del Paese, si riportano in appendice estratti dei lavori della suddetta commissione e di quella sulla Loggia P2 presieduta da Tina Anselmi. viii L intervista rilasciata da Alibrandi su Il Messaggero del 21 aprile 1979 : Alibrandi: Troppo inchieste a senso unico, è riportata in In difesa dello Stato, al servizio del paese, cit., p Una pacata riflessione sull episodio da parte di Paolo Baffi e Mario Sarcinelli, molti anni dopo, nel 1988, in occasione della assegnazione della Targa d oro Siglienti all ex Governatore, si può leggere nel medesimo volume alle pp. 359 e segg. e alle pp. 385 segg. ix La poesia autografa, fornita gentilmente da Umberto Ambrosoli e lo scambio epistolare, sono riportati integralmente in In difesa dello Stato, al servizio del Paese, cit. x Walt Witman, Prospettive democratiche, Il Nuovo Melangolo, Genova 1995 xi xii Giorgio Ambrosoli, Qualunque cosa succeda, cit. Beppe Fenoglio, Primavera di Bellezza, Garzanti, Milano,

La strage di Capaci raccontata da Tina Montinaro

La strage di Capaci raccontata da Tina Montinaro La strage di Capaci raccontata da Tina Montinaro Venerdì 17 aprile, è venuta nella nostra scuola signora Tina Montinaro, vedova di Antonio Montinaro, uno dei tre uomini di scorta che viaggiavano nella

Dettagli

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita Costituita in memoria di Piero Salvati, carabiniere e poi funzionario della Pubblica Amministrazione, ottimo maresciallo dell ANC di Tortona, mancato all affetto dei suoi cari e dei suoi tanti amici il

Dettagli

Storia e valori del servizio civile

Storia e valori del servizio civile Storia e valori del servizio civile Il servizio civile nazionale rappresenta l ultimo passaggio in Italia del lungo viaggio durato oltre 50 anni dall obiezione di coscienza al servizio militare Il dovere

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

Perché un libro di domande?

Perché un libro di domande? Perché un libro di domande? Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano. Indira Gandhi Fin dai primi anni di vita gli esseri umani raccolgono informazioni e scoprono il mondo facendo

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

INTERVENTO PER IL 70 ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE E DELLA FINE DEL SECONDO CONFLITTO MONDIALE 25 APRILE 2015.

INTERVENTO PER IL 70 ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE E DELLA FINE DEL SECONDO CONFLITTO MONDIALE 25 APRILE 2015. INTERVENTO PER IL 70 ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE E DELLA FINE DEL SECONDO CONFLITTO MONDIALE 25 APRILE 2015. A tutti gli oggionesi, ai rappresentanti delle Istituzioni, alle autorità militari e di polizia,

Dettagli

volontario e lo puoi fare bene».

volontario e lo puoi fare bene». «Ho imparato che puoi fare il volontario e lo puoi fare bene». Int. 8 grandi eventi e partecipazione attiva Una fotografia dei volontari a EXPO 2015 Dott.sa Antonella MORGANO Dip. di Filosofia, Pedagogia,

Dettagli

VILLA PAGANINI NO all omertà, SÌ alla memoria

VILLA PAGANINI NO all omertà, SÌ alla memoria VILLA PAGANINI NO all omertà, SÌ alla memoria LICEO GIULIO CESARE 7.03.2015 GIORNATA CONTRO LA MAFIA IN COLLABORAZIONE CON: LIBERA VILLA PAGANINI Le origini di Villa Paganini sono legate al cardinale Mariano

Dettagli

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE Rappresentazione teatrale degli Alunni dell'ic di San Cipirello Esplorazione della Memoria Alle radici del Primo Maggio A.S. 2014 / 15 Narratore È il primo maggio. Un'anziana

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

In occasione della Giornata della Memoria, Green Cross Italia raccoglie le riflessioni del vicepresidente nazionale dell Aned

In occasione della Giornata della Memoria, Green Cross Italia raccoglie le riflessioni del vicepresidente nazionale dell Aned In occasione della Giornata della Memoria, Green Cross Italia raccoglie le riflessioni del vicepresidente nazionale dell Aned Gli anni della persecuzione nazista Dario Venegoni li ha vissuti attraverso

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace

La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace Marcello Pera La Giustizia come fondamento dello sviluppo e della pace Cerisdi, Palermo, 26 novembre 2001 SENATO DELLA REPUBBLICA TIPOGRAFIA DEL SENATO La giustizia come fondamento dello sviluppo e della

Dettagli

La storia di Victoria Lourdes

La storia di Victoria Lourdes Mauro Ferraro La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale Dedicato a Monica e Victoria «La vuoi sentire la storia

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

Nuovi pensieri e ricordi. Forse aforismi

Nuovi pensieri e ricordi. Forse aforismi Nuovi pensieri e ricordi Forse aforismi Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Mauro Baldassini NUOVI PENSIERI E RICORDI

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO Obiettivi: Conoscere le peculiarità del counseling nelle professioni d aiuto Individuare le abilità del counseling necessarie per svolgere la relazione d aiuto Analizzare

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

CERIMONIA DI GIURAMENTO DEGLI ALLIEVI DELL ACCADEMIA NAVALE Intervento del Capo di Stato Maggiore della Difesa Generale Biagio ABRATE

CERIMONIA DI GIURAMENTO DEGLI ALLIEVI DELL ACCADEMIA NAVALE Intervento del Capo di Stato Maggiore della Difesa Generale Biagio ABRATE CERIMONIA DI GIURAMENTO DEGLI ALLIEVI DELL ACCADEMIA NAVALE Intervento del Capo di Stato Maggiore della Difesa Generale Biagio ABRATE Livorno, 3 dicembre 2011 Signor Ministro della Difesa, Ammiraglio Giampaolo

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

l intervento, la ricerca che si sta progettando)

l intervento, la ricerca che si sta progettando) Definizione delle motivazioni che richiedono l attuazione del progetto (contesto e target) Il motivo è quello di lasciare a tutti un pensiero sull essere felici. Definizione chiara e coerente degli obiettivi

Dettagli

Cosa succede all uomo?

Cosa succede all uomo? Cosa succede all uomo? (utilizzo uomo o uomini in minuscolo, intendendo i maschietti e Uomo o Uomini intendendo il genere umano) Recentemente, mi sono trovato in discorsi dove donne lamentavano di un atteggiamento

Dettagli

IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA

IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA Associazione culturale per la promozione del Teatro Musicale contemporaneo P.Iva 04677120265 via Aldo Moro 6, 31055 Quinto di Treviso - Tv IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA TERZA VERSIONE autore:

Dettagli

LA STORIA DEI DIRITTI UMANI

LA STORIA DEI DIRITTI UMANI LA STORIA DEI DIRITTI UMANI IL DOCUMENTO CHE SEGNA UNA TAPPA FONDAMENTALE NELL AFFERMAZIONE DEI DIRITTI UMANI È LA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL UOMO SIGLATA NEL 1948. OGNI DIRITTO PROCLAMATO

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL LIBRO Siria MON AMOUR

PRESENTAZIONE DEL LIBRO Siria MON AMOUR PRESENTAZIONE DEL LIBRO Siria MON AMOUR Reading del libro a cura dei ragazzi della IIIA della scuola media n. 2 "S. Farina" Con la collaborazione della libreria Il Labirinto di Alghero Un matrimonio combinato,

Dettagli

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA?

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? Base: 65 caregiver RESIDENZA PAZIENTE 80% 10% 9% 2% Abita con care givers Abita da solo Abita con altri familiari Altro 20 QUAL E IL GRADO DI VICINANZA TRA CG E MALATO? L

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

Ci sono gesti che sono semplici, che non

Ci sono gesti che sono semplici, che non famiglia oggi Donare, per salvare una vita di Giorgia Cozza Storia di Laura e della sua grave malattia. E di come la speranza possa di nuovo tornare, attraverso un donatore di midollo osseo che risiede

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

La privacy è un diritto fondamentale oggi riconosciuto dall ordinamento giuridico di tutti i paesi europei e delle principali nazioni del mondo.

La privacy è un diritto fondamentale oggi riconosciuto dall ordinamento giuridico di tutti i paesi europei e delle principali nazioni del mondo. LUCERNA IURIS LEGAL EUROPEAN NETWORK STUDIO LEGALE MAGLIO E ASSOCIATI - Cosa è la privacy - Cosa sono i dati personali - I principi fondamentali da conoscere per proteggere i dati personali a. Cosa è la

Dettagli

SINTESI SUL DOCUMENTO TESTAMENTO BIOLOGICO

SINTESI SUL DOCUMENTO TESTAMENTO BIOLOGICO CHIESA CRISTIANA EVANGELICA BATTISTA VIALE MICHELANGELO GRIGOLETTI, 5 PORDENONE Tel. 0434/362431 - Fax 0434/1702623 - Cell. 340-5900148 e-mail: chiesabattistapn@libero.it chiesabattistapn@gmail.com sito:

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

ISTITUTO PER LA STORIA DELL AZIONE CATTOLICA E DEL MOVIMENTO CATTOLICO IN ITALIA PAOLO VI RICERCHE E DOCUMENTI 25

ISTITUTO PER LA STORIA DELL AZIONE CATTOLICA E DEL MOVIMENTO CATTOLICO IN ITALIA PAOLO VI RICERCHE E DOCUMENTI 25 ISTITUTO PER LA STORIA DELL AZIONE CATTOLICA E DEL MOVIMENTO CATTOLICO IN ITALIA PAOLO VI RICERCHE E DOCUMENTI 25 Il volume è pubblicato con i contributi erogati dal Ministero dell Istruzione, dell Università

Dettagli

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo#

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo# LA#SCOPERTA##!!!!!!Giardino#dei#Gius5# #####Associazione#Gariwo# CHI#SONO#I#GIUSTI#,#PROF?## LA#NOSTRA#SCELTA## Un#nome#fra#tuC#con5nuava#a# tornare#con#insistenza## !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Educare#al#coraggio#civile#!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Svetlana#Broz#

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

A. Cosa è la privacy B. Cosa sono i dati personali C. I principi fondamentali da conoscere per proteggere i dati personali

A. Cosa è la privacy B. Cosa sono i dati personali C. I principi fondamentali da conoscere per proteggere i dati personali ACE PROTEGGE LA RISERVATEZZA DEI TUOI DATI Ace European Group Ltd. fin dalla sua nascita ha deciso di ispirare la propria azione ai valori della sicurezza, della trasparenza e della qualità. Il risultato

Dettagli

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti Roberto Denti La mia resistenza con la postfazione di Antonio Faeti 2010 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Rizzoli Narrativa novembre 2010 Prima edizione BestBUR marzo 2014 ISBN 978-88-17-07369-1

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS Maria Luisa Cosso Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007 Via G. Verdi, 8 - Torino Magnifico Rettore, Signor Preside, Professor Conti, Signore e Signori,

Dettagli

VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia

VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia Da oltre 40 anni la vita in Colombia è dominata dalla paura e dai conflitti. Migliaia di colombiani che vivono in zone remote o negli slum

Dettagli

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE Tratto da: M. Cecconi, La morte raccontata ai bambini: il ciclo della vita. Intervista ad Angela Nanetti, Il Pepeverde n. 10, 2001, pp. 10 11. Copyright INTERVISTA ALLA SCRITTRICE ANGELA NANETTI LA MORTE

Dettagli

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire Perché questo progetto? La violenza domestica o intrafamiliare è una violenza di genere (il più delle volte le vittime sono le donne, i responsabili

Dettagli

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 Sintesi per le partecipanti Laboratorio LAVORO 1 e 2 Progetto Leadership femminile aprile-giugno 2013 Elena Martini Francesca Maria Casini Vanessa Moi 1 LE ATTESE E LE MOTIVAZIONI

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO

DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO Cari amici, oggi siamo qui per ricordare e per testimoniare la

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA I GRADO "Gen E. Baldassarre" Trani A.S. 2014-2015. Il Dirigente Scolastico prof.ssa Gabriella Catacchio. Gli alunni della 2^L

SCUOLA SECONDARIA I GRADO Gen E. Baldassarre Trani A.S. 2014-2015. Il Dirigente Scolastico prof.ssa Gabriella Catacchio. Gli alunni della 2^L SCUOLA SECONDARIA I GRADO "Gen E. Baldassarre" Trani A.S. 2014-2015 Il Dirigente Scolastico prof.ssa Gabriella Catacchio Gli alunni della 2^L La docente di lettere prof.ssa Alessandra de Robertis PRESENTANO

Dettagli

Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA.

Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA. Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA. E sicuramente un onore per me, che sono fresco di nomina, avere l incarico di relatore per le Parti

Dettagli

Il mercato dei figli

Il mercato dei figli Il mercato dei figli È una realtà veramente inquietante che finora non riguarda direttamente l Italia almeno dal punto di vista legislativo e ci auguriamo ardentemente non arrivi MAI ad essere permessa.

Dettagli

L ESERCITO DEI BISCOTTI

L ESERCITO DEI BISCOTTI L ESERCITO DEI BISCOTTI Siamo gli alunni del Convitto Nazionale Paolo Diacono, un Istituzione Educativa dello Stato, presente a Cividale del Friuli dal 1876. L offerta formativa del Convitto comprende:

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

SOCRATE E LE LEGGI DELLA CITTA. L esempio di un cittadino nell antichità

SOCRATE E LE LEGGI DELLA CITTA. L esempio di un cittadino nell antichità SOCRATE E LE LEGGI DELLA CITTA L esempio di un cittadino nell antichità Poiché Socrate non ha lasciato testi scritti, conosciamo la sua vita e il suo pensiero attraverso le opere di Platone, famoso filosofo,

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/5 MISSIONE IN CALABRIA 10 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 19.45. PRESIDENTE. Buonasera. Noi abbiamo già assunto una serie di notizie che riguardano la presenza

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO Settore Giovanile. P sico lo g ia e

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO Settore Giovanile. P sico lo g ia e FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO Settore Giovanile Anna Fallco P sico lo g ia e B a sk et Presentazione La dottoressa Anna Falco è entrata a far parte dello staff della Squadra Nazionale A maschile nel

Dettagli

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO UN INCONTRO CON LA STORIA UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO 5 FEBBRAIO 2015 Villafranca Padovana Classe terza A del plesso Dante Alighieri Insegnante: professoressa Barbara Bettini Il valore della

Dettagli

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Signor Presidente della Repubblica, gentili Autorità, cari dirigenti scolastici, cari insegnanti,

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE

VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE Anselm Grün VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE Vivere le nostre relazioni al di là della morte Queriniana Introduzione Nel nostro convento tengo regolarmente dei corsi per persone in lutto, in particolare

Dettagli

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL 1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL BENE COMUNE Una comunità di oltre 139 mila soci impegnati, nel quotidiano come nelle emergenze, in attività sociali e sanitarie di aiuto alle persone in difficoltà

Dettagli

I primi colloqui dello psicologo in Hospice: uno strumento di lavoro

I primi colloqui dello psicologo in Hospice: uno strumento di lavoro I primi colloqui dello psicologo in Hospice: uno strumento di lavoro Le riflessioni del Gruppo Geode Anna Porta Psicologa Hospice l Orsa Maggiore Biella HOSPICE EQUIPE Psicologo Medici Infermieri OSS Volontari

Dettagli

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI INTERVENTO ON.LE BOBBA On. Presidente Boldrini, signori Ministri e membri del Governo,

Dettagli

CAPITOLO VII IL SACRIFICIO DI FILIPPO MERLINO A NASSYRIA

CAPITOLO VII IL SACRIFICIO DI FILIPPO MERLINO A NASSYRIA CAPITOLO VII IL SACRIFICIO DI FILIPPO MERLINO A NASSYRIA Filippo Merlino Nato a Sant Arcangelo il 25/02/1957, era entrato nei carabinieri a soli 17 anni. Maresciallo Maggiore comandava la stazione dei

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

La voce de "Gli Amici"

La voce de Gli Amici La voce de "Gli Amici" Testo più grande Cerca domenica 2 maggio 2004 Home page News Newsletter Disabili mentali: amici senza limiti Handicap e Vangelo Pagina precedente Gli Amici La mostra di pittura Scarica

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

M I S T E R I D E L D O L O R E

M I S T E R I D E L D O L O R E M I S T E R I D E L D O L O R E Mio Dio, dona a tutti, a tutti gli uomini, la conoscenza di te e la compassione dei tuoi dolori. Le rosaire. Textes de, Monastère de Chambarand, Roybon 2009, p. 27 1. L

Dettagli

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI PREGHIERA E IL S. ROSARIO N.B. Queste apparizioni della Madre di Dio non sono ancora state né approvate né smentite dalla Santa Sede. E stata costituita dalla Chiesa una commissione

Dettagli

Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione

Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione Via Arenula 69/70-00186 ROMA - tel. 06 68852036 - fax 06 6869555 www.uidag.it - giustizia@uilpa.it AUDIZIONE PARLAMENTARE DISEGNO DI LEGGE C. 1248 Innanzitutto

Dettagli

LA FAMIGLIA VIVE LA PROVA Riflessioni tratte dalla terza catechesi di preparazione al VII incontro mondiale delle famiglie Milano 2012.

LA FAMIGLIA VIVE LA PROVA Riflessioni tratte dalla terza catechesi di preparazione al VII incontro mondiale delle famiglie Milano 2012. LA FAMIGLIA VIVE LA PROVA Riflessioni tratte dalla terza catechesi di preparazione al VII incontro mondiale delle famiglie Milano 2012. II INCONTRO DI PASTORALE FAMILIARE 23.11.2013 [13] Un angelo del

Dettagli

La Costituzione Italiana per i ragazzi

La Costituzione Italiana per i ragazzi The International Association of Lions Clubs Distretto 108 Ib2 La Costituzione Italiana per i ragazzi www.accademiasantagiulia.it Cari ragazzi, vi domanderete chi sono i Lions e perché distribuiscono opuscoli

Dettagli

MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE

MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE Dalle lunghe meditazioni solitarie di fratel Carlo de Foucauld, ora beatificato dalla Chiesa, era nata l idea della Fraternità. Gesù si era fatto chiamare

Dettagli

SICUREZZA & FORMAZIONE

SICUREZZA & FORMAZIONE SICUREZZA & FORMAZIONE Ieri 19 dicembre 2011 a Taranto una Guardia Giurata viene uccisa durante una rapina al furgone portavalori. Oltre a manifestare il mio più profondo cordoglio alla sua famiglia, colgo

Dettagli

Supronto Back AG, Egolzwil (LU)

Supronto Back AG, Egolzwil (LU) Supronto Back AG, Egolzwil (LU) La Supronto Back AG Il datore di lavoro Willi Suter: «Siamo una tradizionale panetteria-pasticceria industriale. Io e mia moglie abbiamo iniziato 25 anni fa con un apprendista

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 16.45.

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 16.45. 1/6 MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 16.45. PRESIDENTE. Vi ringrazio della vostra presenza, voi sapete naturalmente, anche per l impegno

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Una parola per te Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Prima edizione Fabbri Editori: aprile

Dettagli

Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo

Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo Le parlamentari di Fli e Pdl propongono di modificare le aggravanti dell'omicidio quando la violenza nasce da un atteggiamento discriminatorio".

Dettagli

IN CARCERE MA LIBERI!

IN CARCERE MA LIBERI! PATRIZIO ASTORRI GENNARO CAROTENUTO TULLIO MENGON SILVANO SPAGNUOLO LORENZO ZOCCA IN CARCERE MA LIBERI! Terza edizione Chirico INDICE Presentazione del Cardinale Michele Giordano XI Lettera del cappellano

Dettagli

AUTOSTIMA QUESTA CHIMERA SCONOSCIUTA LUCIA TODARO, PSICOPEDAGOGISTA

AUTOSTIMA QUESTA CHIMERA SCONOSCIUTA LUCIA TODARO, PSICOPEDAGOGISTA AUTOSTIMA QUESTA CHIMERA SCONOSCIUTA Autostima = giudizio che ognuno dà del proprio valore ( dipende sia da fattori interni che esterni ) EricKson: la stima di sé deve venire da dentro, dal nocciolo di

Dettagli

FORMAZIONE DELL UOMO E EDUCAZIONE COSMICA (Dalle conferenze tenute da M.M. al congresso di San Remo del 1949 e da alcuni saggi pubblicati dal 1949 al 1951 e riportati nel quaderno del Consiglio Regionale

Dettagli

Seconda parte Trovami

Seconda parte Trovami Seconda parte Trovami Dal diario di Mose Astori, pagina 1 Dovrei iniziare questo diario inserendo la data in cui sto scrivendo, e poi fare lo stesso per ogni capitolo successivo, in modo da annotare il

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Giornalismo investigativo strumento di verità

Giornalismo investigativo strumento di verità colophon editore delos store Ordinaria Follia a cura di ARIANNA E SELENA MANNELLA Giornalismo investigativo strumento di verità di ARIANNA E SELENA MANNELLA Oggi il problema non è la mancanza di informazione

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

Il Fascismo in Italia (1922-1936)

Il Fascismo in Italia (1922-1936) Il Fascismo in Italia (1922-1936) Le fasi del fascismo 1. Fase legalitaria (1922-1924) I Fascisti fanno parte di un governo di coalizione. Termina con le elezioni del 1924 e l uccisione di Matteotti. 2.

Dettagli

Tatsiana: possiamo finalmente superare molti pregiudizi nei confronti degli altri, che sono diversi solo apparentemente

Tatsiana: possiamo finalmente superare molti pregiudizi nei confronti degli altri, che sono diversi solo apparentemente Buongiorno, mi chiamo Tatsiana Shkurynava. Sono di nazionalità bielorussa, vivo in Italia a Reggio Calabria. In questo breve articolo vorrei raccontare della mia esperienza in Italia. Tutto è cominciato

Dettagli

Testi tratti da: Cent anni di Mafia Storia criminale. G. Lo Schiavo E. Ciconte. N. Dalla Chiesa La convergenza

Testi tratti da: Cent anni di Mafia Storia criminale. G. Lo Schiavo E. Ciconte. N. Dalla Chiesa La convergenza 3^asl 4^bs STORIA DELLA MAFIA Testi tratti da: G. Lo Schiavo E. Ciconte Cent anni di Mafia Storia criminale N. Dalla Chiesa La convergenza Antecedenti storici Agli inizi dell 800 vi era ancora in Sicilia

Dettagli