CLUB AMICI DEI BORGHI AUTENTICI Associazione di Promozione Sociale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CLUB AMICI DEI BORGHI AUTENTICI Associazione di Promozione Sociale"

Transcript

1 CLUB AMICI DEI BORGHI AUTENTICI Associazione di Promozione Sociale - RELAZIONE SULLA GESTIONE - BILANCIO CONSUNTIVO al 31/12/ BILANCIO PREVENTIVO 2015

2 RELAZIONE SULLA GESTIONE L IDENTITA DELL ASSOCIAZIONE Il CLUB AMICI DEI BORGHI AUTENTICI il 28 febbraio 2014 si è costituito in associazione di promozione sociale. Le associazioni di promozione sociale (APS) sono associazioni riconosciute e non riconosciute costituite al fine di svolgere attività di utilità sociale a favore di associati o di terzi, senza finalità di lucro e nel pieno rispetto della libertà e dignità degli associati. Queste sono organizzazioni che hanno prevalentemente un indirizzo mutualistico, in cui un gruppo di cittadini si associa con l intento di perseguire un fine comune di natura non lucrativa per contribuire alla crescita morale, sociale e culturale della collettività, avvalendosi principalmente dell impegno volontario dei propri soci, e sono improntate alla trasparenza, alla partecipazione, alla democrazia interna ed all uguaglianza dei propri soci. Il CLUB AMICI DEI BORGHI AUTENTICI nasce inizialmente come community, all interno della rete dei Borghi Autentici d Italia che è un associazione che unisce oltre 200 Enti territoriali impegnati in percorsi di valorizzazione del territorio e miglioramento della qualità di vita locale. Il CLUB AMICI DEI BORGHI AUTENTICI vuole essere una comunità internazionale, aperta, digitale e in continua espansione che ha a cuore il futuro dei borghi autentici italiani e si impegna ad essere un collettore di idee, progetti e iniziative per valorizzare quelle piccole realtà che rendono grande il nostro Paese. L idea nasce dalla considerazione che i temi cari all Associazione Borghi Autentici d Italia quali l inclusione sociale, la valorizzazione delle risorse tipiche sia materiali che immateriali presenti nei nostri borghi, la tutela del patrimonio culturale, ambientale, naturalistico e paesaggistico, lo sviluppo di un turismo sostenibile, la maggiore partecipazione attiva dei cittadini alla vita della comunità e la necessità di approcciarsi alla realtà in modo più coinvolto e partecipe affinchè si possa contribuire a dare al mondo nel quale viviamo un passo più umanamente sostenibile non debba essere relegato solo alle decisioni degli amministratori locali e in particolare a quelli di buona volontà, ma anche i singoli cittadini devono essere in grado di metterci bocca. Il Club Amici dei Borghi nasce quindi per diffondere tra i soci amici le idee che si realizzano all estero, in Italia e in particolar modo nei Borghi Autentici, affinchè laddove giudicate valide possano trovare realizzazione. Da tale diffusione di idee deve nascere il confronto critico che sia esso stesso fonte di altre idee e progetti da realizzare ognuno nella propria comunità, con la propria comunità. Da tale confronto deve nascere lo stimolo affinchè ogni socio-amico si faccia promotore all interno del proprio gruppo di riferimento di rinnovamento culturale per la creazione di comunità sempre più sostenibile e responsabili. L'Associazione ha sede in Salsomaggiore Terme (PR), al viale Matteotti n. 49. Le aree tematiche di attività Il Club si pone l obiettivo generale di costruire una Community propensa a valorizzare i borghi autentici quali beni comuni e può svolgere le seguenti attività: - Approfondire, dibattere e condividere idee, azioni culturali, politiche e sociali;

3 - Lanciare proposte di progetti o intervento, trovare i partecipanti, definire le risorse, stabilirne l organizzazione; - Lanciare petizioni su temi specifici o argomenti, di qualsiasi natura pubblica, che possano interessare i borghi autentici; - Lanciare appelli pubblici, rivolti alle Autorità di ogni livello istituzionale, affinchè sia denunciato un problema, sia auspicata una soluzione oppure che sia promosso un intervento migliorativo; - Raccogliere donazioni all interno e all esterno dell APS per sostenere iniziative e progetti di carattere esemplare, dimostrativo e/o emergenziale, comunque ideati e condivisi fra la rete dei soci-amici; - Organizzare fra la rete dei soci-amici opportunità collettive in merito all acquisto vantaggioso, sul piano economico e qualitativo, di beni e servizi; - Organizzare e condividere programmi di Adozione collettiva a distanza di beni artistici e culturali minori in pericolo, materie prime di qualità e risorse uniche minacciate di estinzione, pratiche culturali ed identitarie minacciate dall oblio, nonché di ogni altro bene comune o ritenuto tale dai soci amici giudicato in grave situazione di depauperamento o di danneggiamento; - Facilitare il dialogo e la proazione fra i cittadini residenti nei borghi autentici e quelli non residenti, perché emigrati all estero o in altre città italiane, siano essi emigrati dai borghi o semplicemente cittadini interessati a lavorare insieme per uno sviluppo di qualità; - Proporre all Associazione Borghi Autentici d Italia iniziative e progetti coerenti con le finalità dell APS da attuarsi all interno della rete nazionale dei borghi autentici. L'ASSETTO ISTITUZIONALE Lo statuto del Club Amici dei Borghi Autentici contempla tra gli organi istituzionali il Portavoce, il Comitato di Gestione e la Rete dei soci amici. Il Portavoce Il Portavoce ha la legale rappresentanza del Club di fronte ai terzi e presiede il Comitato di Gestione e la consultazione della Rete dei soci amici. Egli ha la responsabilità dell amministrazione e della tesoreria e convoca il Comitato di Gestione e la Consultazione della rete dei soci amici. Il Comitato di Gestione Il Comitato di Gestione è composto da 8 membri eletti dai soci-amici tramite consultazione on-line e resta in carica tre anni. Il Comitato di Gestione è investito di tutti i poteri per lo svolgimento dell attività sociale e per il raggiungimento degli scopi associativi, eccetto per le materie riservate alla decisione dei soci-amici. La rete dei soci-amici La Rete dei soci-amici è l organo sovrano del Club ed è consultata online. Essa elegge il Comitato di Gestione, approva o respinge le richieste di modifica dello statuto, approva il bilancio consuntivo e preventivo e il rendiconto, approva il programma annuale dell APS, fissa annualmente l importo della quota sociale di adesione, propone iniziative, stabilisce

4 gli indirizzi e le direttive generali dell APS e si pronuncia su ogni argomento che venga sottoposto alla sua attenzione. L'AMBITO DI ATTIVITA' NELL'ESERCIZIO L APS CLUB AMICI DEI BORGHI AUTENTICI nasce il 28 febbraio 2014, grazie ad un gruppo di 14 persone le quali hanno nominato al proprio interno il primo Comitato di Gestione e il primo Portavoce. Entrambi gli organi, in tale sede,sono stati nominati provvisoriamente in quanto il loro unico compito è stato quello di porre in essere tutti gli adempimenti necessari per la costituzione e la registrazione dello Statuto, dell Atto Costitutivo e richiedere il codice fiscale, perchè fin da subito si è voluto che i soci-amici fossero protagonisti e potessero partecipare attivamente ai momenti fondamentali del Club. Tant è che già nel mese di marzo è partita una consultazione che ha coinvolto più di 700 soci, chiamati a scegliere i consiglieri che avrebbero retto il Club nei successivi tre anni. Nel mese di aprile si è conclusa la consultazione on-line con l elezione dei signori: Castaldini Marina, Corciulo Antonella, D Aloysio Carlo, D Urbano Enzo, Di Cristofano Elettra, Familiare Tiziana, Masi Angela, Messana Paola i quali hanno nominato quale Portavoce Familiare Tiziana. Entro i termini di legge si è provveduto ad inviare all Agenzia delle Entrate il modello EAS. Grazie allo sforzo congiunto dei componenti il Consiglio di Gestione e degli associati, nel corso del 2014, il Club ha cercato di far crescere il numero dei partecipanti sia italiani che stranieri, alla community, ottenendo un ottimo risultato, tanto che al 31 dicembre 2014 il numero dei soci amici era già di In questa fase di esordio si è scelto di comunicare con i soci-amici attraverso strumenti quali mail, newsletter e gruppo facebook. La mail è stata utilizzata soprattutto per lo scambio di informazioni istituzionali e come strumento di partecipazione dei soci-amici alle consultazioni. Attraverso la newsletter si è cercato di informare costantemente i soci-amici sulle opportunità che si presentavano in termini di bandi e concorsi. Il gruppo facebook Club Amici dei Borghi è lo strumento, di più immediato scambio di idee e confronti, dove ogni socio-amico può condividere notizie e opinioni. Inoltre, grazie alla disponibilità dell Associazione Borghi Autentici d Italia, si è potuto disporre di un blog (BAIBlog) che è lo strumento per poter approfondire i diversi aspetti di una società sempre più attenta alla qualità della vita e al recupero di una dimensione più umana delle comunità. BAIBlog è diventato a tutti gli effetti la piazza dei soci-amici. Importante è stato l impegno nel cercare di diffondere i principi, le idee e i progetti contenuti nel manifesto di Borghi Autentici d Italia e di presentare di volta in volta le diverse tipicità dei borghi autentici. A dicembre 2014 è stata lanciata la pagina Facebook Emozioni Autentiche che ha lo scopo di raccogliere gli scorci più caratteristici dei nostri borghi autentici, al fine di farli conoscere. Altra

5 funzione importante di questa pagina è quella di far in modo che attraverso uno strumento di immediato impatto quale è la fotografia, siano sempre più le persone che vengono a contatto con il Club. Anche questa pagina ha avuto molto successo tanto che ad oggi ha avuto più di mille like. AREA AMMINISTRAZIONE Bilancio Previsionale 2015 E stato predisposto il documento relativo all attività programmata del Club per l esercizio 2015, con lo scopo di individuare, in forma sintetica, gli obiettivi e le modalità operative cui fare riferimento nello svolgimento dell attività istituzionale nell esercizio successivo. Bilancio Consuntivo 2014 al 31/12/2014 Si è provveduto a sovrintendere a tutte le attività connesse alla predisposizione del bilancio relativo all esercizio 2014 fino al 31/12/2014. Il legislatore ha indicato espressamente che le associazioni devono redigere un rendiconto economico e finanziario e quindi un bilancio che contenga Stato Patrimoniale e Conto Economico redatti secondo il principio contabile della competenza. Dal punto di vista pratico l associazione che svolge solamente servizi di natura non commerciale, ossia attività rivolte solo ai soci, può provvedere solamente alla compilazione di un rendiconto economico e finanziario annuale. Poiché nel corso del 2014, il club non ha provveduto a chiedere ai soci-amici la quota di iscrizione, né ha svolto attività commerciali, né attività di raccolta fondi, non sono state rilevate attività. Le uniche spese sostenute sono state quelle relative alla registrazione presso l ufficio del registro dello statuto e dell atto costitutivo che sono state gentilmente pagate dall Associazione Borghi Autentici d Italia, quindi non essendo state rilevate passività, né attività si è ritenuto superfluo redigere lo Stato Patrimoniale. Per cui il bilancio consuntivo relativo all anno 2014 è costituito dal solo rendiconto gestionale e dal conto economico. Inoltre, essendo il 2014 il primo anno di attività, non si è proceduto al raffronto dei valori esposti con l annualità precedente. ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE CLUB AMICI DEI BORGHI AUTENTICI

6 BILANCIO CONSUNTIVO DELL ANNO 2014 PROVENTI Contributo Asso Bai 3.611,57 Contributi da altri enti 0,00 Contributi da privati 0,00 Quote sociali 0,00 Rimborsi 0,00 TOTALE PROVENTI 3.611,57 Eventuale disavanzo 0,00 TOTALE GENERALE 3.611,57 COSTI Manutenzione sede 0,00 Rimborsi spese 0,00 Spese per servizi 180,63 Spese pubblicitarie 0,00 Spese di rappresentanza 0,00 Spese di cancelleria 0,00 Compensi a terz 3.102,94 Spese per costituzione 328,00 TOTALE COSTI 3.611,57 Firma del legale rappresentante

7 RENDICONTO GESTIONALE anno 2014 Oneri 2014 Proventi e ricavi Oneri da attività tipiche 0,00 1 Proventi e ricavi da attività tipiche 3.611, Acquisti 1.1 Da contributi su progetti 1.2 Servizi 1.2 Da contratti con enti pubblici 1.3 Godimento di beni di terzi 1.3 Da soci ed associati 1.4 Personale 1.4 Da non soci 1.5 Ammortamenti 1.5 Altri proventi e ricavi 3.611, Oneri diversi di gestione 2 Oneri promozionali e di raccolta fondi 0,00 2 Proventi da raccolta fondi 0, Raccolta Raccolta 1 Attività ordinaria di 2.2 promozione 2.2 Altri 3 Oneri da attività accessorie 0, Acquisti 3 Proventi e ricavi da attività accessorie 0,00 Da gestioni commerciali e accessorie 3.2 Servizi Godimento di beni di terzi 3.2 Da contratti con enti pubblici 3.4 Personale 3.3 Da soci ed associati 3.5 Ammortamenti 3.4 Da non soci 3.6 Oneri diversi di gestione 3.5 Altri proventi e ricavi 4 Oneri finanziari e patrimoniali 0,00 4 Proventi finanziari e patrimoniali 0, Su rapporti bancari 4.1 Da rapporti bancari 4.2 Su prestiti 4.2 Da altri investimenti finanziari 4.3 Da patrimonio edilizio 4.3 Da patrimonio edilizio 4.4 Da altri beni patrimoniali 4.4 Da altri beni patrimoniali 5 Oneri straordinari 0,00 5 Proventi straordinari 0, Da attività finanziaria 5.1 Da attività finanziaria 5.2 Da attività immobiliari 5.2 Da attività immobiliari 5.3 Da altre attività 5.3 Da altre attività 6 Oneri di supporto generale 3.611, Acquisti 128, Servizi 180, Godimento di beni di terzi 6.4 compensi a terzi 3.102, Ammortamenti 6.6 Altri oneri 200,00 Totale oneri 3.611,57 Totale proventi 3.611,57 Risultato gestione positivo Risultato gestionale negativo

8 Rendiconto degli incassi e dei pagamenti e situazione patrimoniale SEZIONE A Incassi e pagamenti A1 - Incassi della gestione A2 - Incassi in conto capitale Attività tipiche Raccolta fondi Attività accessorie Incassi straordinari Dotazione Altri incassi 3.611,57 Sub totale 3.611,57 Incassi derivanti da disinvestimenti Incassi da prestiti ricevuti Sub totale 0,00 A3 - Totale incassi 3.611,57 A4 - Pagamenti della gestione A5 - Pagamenti in conto capitale Attività tipiche Attività promozionali e di raccolta fondi Attività accessorie Attività di supporto generale 3.611,57 Pagamenti straordinari Altri pagamenti Sub totale 3.611,57 Investimenti Rimborso debiti Sub totale 0,00 A6 - Totale pagamenti 3.611,57 Differenza tra incassi e pagamenti 0,00 A7 Fondi liquidi iniziali A8 - Fondi liquidi di fine anno SEZIONE B - Situazione attività e passività al termine dell'anno Categorie Dettagli Euro B1 Fondi liquidi 0,00 B2 Attività monetarie e finanziarie B3 Attività detenute per la gestione dell'ente B4 Passività Debiti 0,00

9 NOTA INTEGRATIVA Il Bilancio e gli altri documenti collegati sono redatti nell osservanza dei principi contabili in linea con le normative vigenti, anche ai fini della massima trasparenza. Il Bilancio è stato redatto in base al criterio della competenza che consiste nel rilevare contabilmente ed attribuire all esercizio l effetto delle operazioni svolte nell anno stesso, indipendentemente dal momento in cui si concretizzano i relativi movimenti finanziari. Stato Patrimoniale Come già precedentemente detto, poiché nel corso del 2014, non sono state rilevate passività, né attività si è ritenuto superfluo redigere lo Stato Patrimoniale. Conto Economico dell anno 2014 Oneri Sono state rilevate spese per servizi relative al rinnovo DB del blog e spese di viaggio e alloggio. Nella voce spese di costituzione sono indicati il costo delle marche da bollo e l imposta di registro necessarie alla registrazione dell Atto Costitutivo e dello Statuto. Nei compensi a terzi sono indicati prevalentemente i compensi erogati per la gestione del blog e degli altri strumenti di comunicazione utilizzati dal club. Proventi L unico provento rilevato nel corso del 2014 è il contributo erogato dall Associazione Borghi Autentici d Italia per far fronte alle spese di costituzione. E doveroso evidenziare che al di là di un bilancio contabile caratterizzato da modesti volumi di entrate e uscite, se si considera il tempo/lavoro dedicato alle attività del Club da parte dei componenti del Comitato di Gestione e di alcuni soci, si capisce che dietro quelle cifre c è un capitale sociale ben più significativo, fatto di passione, competenze e professionalità che non trova riscontro nella sintetica quadratura dei conti.

10 LINEE PROGETTUALI E OBIETTIVI FUTURI Ogni borgo dovrebbe essere inteso come un bene comune da tutelare. L insieme delle tradizioni, delle materie prime tipiche, dei saper fare, dei monumenti, dei rapporti umani che sono le reali ricchezze delle piccole realtà dovrebbero essere recuperate, laddove necessario, portate a conoscenza della comunità stessa e dei terzi per poi poterne fruire ed ottenerne un arricchimento culturale, ma anche un utilizzo più economico. Il Club degli Amici dei Borghi anche per l anno 2015, si pone l obiettivo di essere una community attenta a captare e divulgare le idee e i progetti che vengono realizzati, nei borghi autentici e non solo, per il miglioramento della qualità della vita. Una rete di persone capace di proporre azioni che tendino all inclusione sociale, alla valorizzazione delle risorse tipiche sia materiali che immateriali presenti nei nostri borghi, alla tutela del patrimonio culturale, ambientale, naturalistico e paesaggistico, allo sviluppo di un turismo sostenibile, alla maggiore partecipazione attiva dei cittadini alla vita della comunità. Anche per il 2015, si dovrà continuare ad incentivare l adesione al Club, impegnandosi su due fronti: 1) cercare maggiori adesioni tra i residenti dei borghi autentici 2) coinvolgere maggiormente coloro che non risiedono in borghi autentici A tal fine, si propone: - di allestire un corner dedicato a BaiClub ogni qualvolta si organizza, in un Comune Bai, un evento in collaborazione con AssoBai. Sarà cura del Club, preventivamente informato, di contattare un socio-amico, residente in quel Comune, che si voglia impegnare fattivamente e invitare all evento tutti i soci amici che risiedono nelle vicinanze; - organizzare eventi nell ambito delle feste sia regionali che nazionali di BAI, dove coinvolgere i soci- amici. Inoltre, in occasione della Festa Nazionale Bai che si terrà a Saluzzo, in uno stand che BAI metterà a disposizione di BAIClub, sarà esposto materiale del Club e schede di adesione e si organizzeranno i seguenti eventi: - Estemporanea di fotografia - Racconti di Resistenza Nel prosieguo vengono illustrati alcuni dei progetti che ci vedranno impegnati nel corso del DI BORGO IN BORGO - ESTEMPORANEA DI FOTOGRAFIA E rivolta ad un numero ristretto di fotografi (non più di 10) i quali vengono invitati a fotografare uno borgo specifico e per farlo dovranno trascorrere una giornata intera all interno di quel borgo, Le loro foto saranno poi proiettate all interno di un convegno avente a tema immagine ed identità del borgo. Gli scatti saranno pubblicati anche sulla pagina face book Emozioni Autentiche. Alla fine della proiezione, una giuria popolare sceglierà la foto più bella. Tale evento dovrà essere organizzato ogni anno, in un borgo diverso e in collaborazione con il comune ospitante, altri enti locali e degli sponsors legati al mondo della fotografia. Con questa estemporanea di fotografia si cercherà di creare le condizioni per una contemporanea esposizione mediatica del borgo, di Bai e del club,ma anche di coinvolgere la comunità locale nelle attività del club, recuperare del buon materiale per fare mostre nei borghi e approfondire il tema delle immagini dei borghi.

11 2. MUSICA AUTENTICA L idea consiste nel raccogliere materiale audio o video di musica popolare/tradizionale di artisti poco conosciuti. Tutti gli artisti che invieranno i loro lavori artistici saranno sottoposti alla votazione dei soci-amici on-line. I più votati saranno ospiti della festa nazionale BAI dove potranno esibirsi, dando loro anche la possibilità eventuale di essere ingaggiati per le feste in altri borghi. L obiettivo è quello di recuperare le musicalità e il dialetto dei nostri borghi e dare la possibilità soprattutto ai giovani artisti di poter farsi conoscere anche fuori dal loro ambiente di riferimento. 3.CUSTODI DI AUTENTICITA L art. 118 della Costituzione Italiana sancisce il principio di sussidiarietà, prevedendo che Stato, Regioni, Province, Città Metropolitane e Comuni debbano favorire l autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati per lo svolgimento di attività di interesse generale. Con l applicazione di tale principio le Pubbliche Amministrazioni, promuovendo e incentivando la partecipazione attiva dei cittadini alla vita collettiva possono migliorarne la capacità di elaborare risposte più efficaci ai bisogni della comunità e al contempo i Cittadini, possono rendersi partecipi e protagonisti della realizzazione di un interesse generale, prendendosi cura e diventando custodi di beni che appartengono alla comunità. Per bene autentico si intende sia un bene materiale che immateriale che caratterizzano i borghi aderenti all'associazione Borghi Autentici d'italia. La custodia si baserà su di un Accordo di custodia approvato dalla Giunta Comunale. Sarà cura del Club fornire un proforma di accordo di custodia, modulato in base alle esigenze dell Ente. Affinchè questo progetto possa essere realizzato occorrerà che, in ogni borgo aderente siano presenti almeno 7/10 soci amici custodi o che siano affiancati da soci amici residenti in Comuni limitrofi. Per la realizzazione di tale progetto si prevede la possibile collaborazione con altre associazioni. 4. PREMIO DELL'AUTENTICITÀ Con tale progetto si vuole istituire un premio dell Autenticità. Il premio andrà ad un libro o un saggio o una rivista. Inizialmente i soci amici saranno coinvolti nella scelta dei libri/saggi/rivista da sottoporre alla giuria. La giuria sarà una giuria popolare costituita dagli iscritti al club e la votazione avverrà on-line. La premiazione del vincitore avverrà in uno dei borghi autentici o durante la festa bai. Il premio da stabilire di volta in volta. Gli obiettivi che si vogliono perseguire sono: coinvolgere gli iscritti al club in una iniziativa culturale di rilievo e premiando personaggi di cultura possiamo avere testimonials del Club. Rimane tra gli obiettivi del Club quello di iscriversi al Registro Nazionale delle A.P.S. ma ciò potrà avvenire solo dopo una più capillare diffusione presso i borghi Bai.

12 ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE CLUB AMICI DEI BORGHI AUTENTICI BILANCIO PREVENTIVO DELL ANNO 2015 PROVENTI Contributo Asso Bai 0,00 Contributi da altri enti ,00 Contributi da privati 0,00 Tessere e abbonamenti 0,00 Rimborsi 0,00 TOTALE PROVENTI ,00 Eventuale disavanzo 0,00 TOTALE GENERALE ,00 COSTI Rimborsi spese 500,00 Acquisto attrezzature 0,00 Spese pubblicitarie 1000,00 Spese di rappresentanza 500,00 Spese di cancelleria 0,00 Affitti 0,00 Spese per progetti 8.000,00 Spese per collaborazioni 0,00 TOTALE COSTI ,00 Firma del legale rappresentante

13 RENDICONTO GESTIONALE PREVISIONALE anno 2015 Oneri 2015 Proventi e ricavi Oneri da attività tipiche 9.000,00 1 Proventi e ricavi da attività tipiche , Acquisti 500, Da contributi su progetti , Servizi 8.000, Da contratti con enti pubblici 1.3 Godimento di beni di terzi 1.3 Da soci ed associati 1.4 Personale 1.4 Da non soci 1.5 Ammortamenti 1.5 Altri proventi e ricavi 1.6 Oneri diversi di gestione 500,00 2 Oneri promozionali e di raccolta fondi 1.000,00 2 Proventi da raccolta fondi 0, Raccolta 2.1 Raccolta 2.2 Attività ordinaria di promozione 1.000, Altri 3 Oneri da attività accessorie 0,00 Proventi e ricavi da attività 3.1 Acquisti 3 accessorie 0,00 Da gestioni commerciali e 3.2 Servizi 3.1 accessorie 3.3 Godimento di beni di terzi 3.2 Da contratti con enti pubblici 3.4 Personale 3.3 Da soci ed associati 3.5 Ammortamenti 3.4 Da non soci 3.6 Oneri diversi di gestione 3.5 Altri proventi e ricavi 4 Oneri finanziari e patrimoniali 0,00 4 Proventi finanziari e patrimoniali 0, Su rapporti bancari 4.1 Da rapporti bancari 4.2 Su prestiti 4.2 Da altri investimenti finanziari 4.3 Da patrimonio edilizio 4.3 Da patrimonio edilizio 4.4 Da altri beni patrimoniali 4.4 Da altri beni patrimoniali 5 Oneri straordinari 0,00 5 Proventi straordinari 0, Da attività finanziaria 5.1 Da attività finanziaria 5.2 Da attività immobiliari 5.2 Da attività immobiliari 5.3 Da altre attività 5.3 Da altre attività 6 Oneri di supporto generale 0, Acquisti 6.2 Servizi 6.3 Godimento di beni di terzi 6.4 compensi a terzi 6.5 Ammortamenti 6.6 Altri oneri Totale oneri ,00 Totale proventi ,00 Risultato gestione positivo Risultato gestionale negativo

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede)

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) 1) E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa in

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D.

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. Convegno del 7 dicembre 2010 Dott. ssa Mariangela Brunero Il rendiconto: criteri e modalità di redazione ed approvazione Introduzione Attività

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART.

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. 1 E costituita, nello spirito della Costituzione della Repubblica

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta)

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 Articolo -1 Denominazione e sede sociale STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 - E costituita con sede in. ( ) Via un Associazione sportiva, ai sensi degli art. 36 e ss. Codice Civile denominata

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

Statuto della CIIP - Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione

Statuto della CIIP - Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione Statuto della CIIP - Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione Articolo 1 - Costituzione E' costituita una Associazione denominata: Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione (CIIP)

Dettagli

ARTICOLI GENERALI Articolo 1 (Denominazione) Articolo 2 (Sede Legale) Articolo 3 (Finalità e attività) costruzione di un centro

ARTICOLI GENERALI Articolo 1 (Denominazione) Articolo 2 (Sede Legale) Articolo 3 (Finalità e attività) costruzione di un centro 1 ARTICOLI GENERALI Articolo 1 (Denominazione) È istituita per opera dei coniugi GASPARINI LUCIANO e PRAVATO CANDIDA, l Associazione UNA NUOVA SPERANZA O.N.L.U.S. con sede in Mirano (VE) Scaltenigo Via

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE AL SZIGET & HOME SOUND FEST 2015 PREMESSE FONDAMENTALI

REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE AL SZIGET & HOME SOUND FEST 2015 PREMESSE FONDAMENTALI REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE AL SZIGET & HOME SOUND FEST 2015 -- selezioni nazionali per il Sziget Festival 2015 di Budapest (HU) e per l Home Festival 2015 di Treviso -- La selezione denominata SZIGET

Dettagli

9) promozione della cultura e dell'arte ; 10) tutela dei diritti civili ; 11) ricerca scientifica di particolare interesse sociale svolta

9) promozione della cultura e dell'arte ; 10) tutela dei diritti civili ; 11) ricerca scientifica di particolare interesse sociale svolta Le ONLUS Secondo le previsioni dell'art. 10 del decreto 460/97 possono assumere la qualifica di Onlus le associazioni riconosciute e non, i comitati, le fondazioni, le società cooperative e tutti gli altri

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

Convenzione sulla protezione e la promozione della diversità delle espressioni culturali

Convenzione sulla protezione e la promozione della diversità delle espressioni culturali Traduzione 1 Convenzione sulla protezione e la promozione della diversità delle espressioni culturali Conclusa a Parigi il 20 ottobre 2005 La Conferenza generale dell Organizzazione delle Nazioni Unite

Dettagli

PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA

PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA FONDAZIONE VITAE MYSTERIUM NUOVO STATUTO DELLA FONDAZIONE VITAE MYSTERIUM Preambolo La Fondazione autonoma "Vitae Mysterium" è stata eretta canonicamente dall'em.mo Card. Angelo

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis

Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PER LA FORMAZIONE DEL PIANO OPERATIVO GIOVANI (POG) Anno 2015 PREMESSA:

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO DELLA STRUTTURA DI PROTEZIONE CIVILE

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO DELLA STRUTTURA DI PROTEZIONE CIVILE FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Premessa La Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento di Protezione Civile, in base alla Legge

Dettagli

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti ........ Reperimento risorse per interventi in ambito culturale e sociale Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti di Federica Caponi Consulente di enti locali... Non è

Dettagli

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO Allegato A alla deliberazione n. 11 dell 08/06/2012 MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO 1. COMPITI E FINALITA

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

CAPITOLO I - COSTITUZIONE

CAPITOLO I - COSTITUZIONE CAPITOLO I - COSTITUZIONE ART. 1- FONDAZIONE E' fondata per coloro che aderiscono e aderiranno al presente statuto, che prende vigore immediato, un' associazione per la pratica e la diffusione del Viet

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Progetto Nazionale di Educazione al Patrimonio 2011-2012 Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Presentazione Sul presupposto che si conserva

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Lettera d invito... 3. SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento...

Lettera d invito... 3. SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento... Bando Ambiente 2015 Sommario Lettera d invito... 3 SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento... 4 SEZIONE 2. CRITERI PER LA PARTECIPAZIONE

Dettagli

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti STATUTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E costituita ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile un Associazione di rappresentanza,

Dettagli

OGGETTO: Giornata del dono e Concorso "Donare, molto più di un semplice dare"

OGGETTO: Giornata del dono e Concorso Donare, molto più di un semplice dare Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione e la Partecipazione Ufficio

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

Termini e condizioni dell iniziativa Scopri il valore di stare con Samsung

Termini e condizioni dell iniziativa Scopri il valore di stare con Samsung Termini e condizioni dell iniziativa Scopri il valore di stare con Samsung Samsung Electronics Italia S.p.A., con sede legale in Cernusco sul Naviglio (MI), Via C. Donat Cattin n. 5, P.IVA 11325690151

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti BANDI 2015 2 Guida alla presentazione La Fondazione Cariplo è una persona giuridica privata, dotata di piena autonomia gestionale, che, nel quadro delle disposizioni della Legge 23 dicembre 1998, n. 461,

Dettagli

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in

Dettagli

ATTO DI INDIRIZZO LINEE GUIDA E SCHEMI PER LA REDAZIONE DEI BILANCI DI ESERCIZIO AGENZIA PER LE ONLUS DEGLI ENTI NON PROFIT

ATTO DI INDIRIZZO LINEE GUIDA E SCHEMI PER LA REDAZIONE DEI BILANCI DI ESERCIZIO AGENZIA PER LE ONLUS DEGLI ENTI NON PROFIT AGENZIA PER LE ONLUS ATTO DI INDIRIZZO ai sensi dell art. 3, comma 1, lett. a) del D.P.C.M. 21 marzo 2001 n. 329 LINEE GUIDA E SCHEMI PER LA REDAZIONE DEI BILANCI DI ESERCIZIO DEGLI ENTI NON PROFIT Approvato

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Anno Scolastico 2013-2014 PERSONE IN CAMMINO OLTRE LE FRONTIERE PER RICONQUISTARE IL FUTURO Premessa Il Concorso Sulle vie dell Europa è promosso

Dettagli

ASSOCIAZIONE ORTI URBANI TRE FONTANE

ASSOCIAZIONE ORTI URBANI TRE FONTANE ASSOCIAZIONE ORTI URBANI TRE FONTANE sede: Casella Postale N.6 C/O Ufficio Postale Rm 161 Via della Fotografia 107 00142 Roma Mail: orti.urbani.tre.fontane@gmail.com REGOLAMENTO INTERNO Art. 1 - Scopo

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

Obblighi contabili per gli Enti non commerciali D. Quali sono gli obblighi contabili minimi per gli Enti non commerciali?

Obblighi contabili per gli Enti non commerciali D. Quali sono gli obblighi contabili minimi per gli Enti non commerciali? Obblighi contabili per gli Enti non commerciali D. Quali sono gli obblighi contabili minimi per gli Enti non commerciali? 1 R. Per gli enti non commerciali non sussiste, ai fini civilistici, relativamente

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI Soggetto delegato #WHYILOVEVENICE PROMOSSO DALLA SOCIETA BAGLIONI HOTELS SPA BAGLIONI HOTELS S.P.A. CON

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU PROMOSSO DALLA SOCIETA SCA HYGIENE PRODUCTS SPA Via XXV Aprile, 2 55011 ALTOPASCIO (LU) PIVA 03318780966 REA 186295 AREA:

Dettagli

CSV Daunia CENTRO SERVIZI VOLONTARIATO

CSV Daunia CENTRO SERVIZI VOLONTARIATO CSV Daunia CENTRO SERVIZI VOLONTARIATO Guida pratica alle domande ricorrenti nel mondo del volontariato Indice: Introduzione pag. 6 Nota del Curatore 7 Come si fa a costituire un associazione? 8 Come

Dettagli

STUDIO DE POLI - VENEZIA

STUDIO DE POLI - VENEZIA IL TRUST: COS È, IN BREVE di Ilaria Della Vedova Avvocato dello Studio De Poli Venezia Membro dell organismo Professionisti Accreditati in materia di Trust 1) Che cos è il trust? È un istituto di origine

Dettagli

STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI. La Parrocchia

STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI. La Parrocchia STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI La Parrocchia Art. 1. La parrocchia è una persona giuridica pubblica, costituita con decreto dell Ordinario Diocesano (can. 515,3 ), riconosciuta

Dettagli

RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014

RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014 Nucleo di Valutazione RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014 (ex art. 5, comma 21 della Legge 24 dicembre 1993 n. 537) - GIUGNO 2015 - DOC 07/15 Sommario: 1. Obiettivi e struttura

Dettagli

Guida alla promozione, all adesione e al sostegno dell iniziativa europea Uno di Noi.

Guida alla promozione, all adesione e al sostegno dell iniziativa europea Uno di Noi. Guida alla promozione, all adesione e al sostegno dell iniziativa europea Uno di Noi. 6 maggio 2013 Perché l embrione umano è già uno di noi Comitato italiano UNO DI NOI Lungotevere dei Vallati 10, 00186

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari + CON Il bando AMNU e STET promuovono un bando rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del territorio dell Alta Valsugana e Bersntol. Il bando sollecita l attivazione di progetti finalizzati al risparmio

Dettagli

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione tra Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione F.I.N. C.N.S. FIAMMA La Federazione Italiana Nuoto (F.I.N.), con sede legale in Roma, rappresentata

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

Erogazione di altri benefici

Erogazione di altri benefici N. Operazione Esecutore Note/moduli/ attrezzature connessi alla borsa di studio borsa servizi 1 Mobilità Internazionale: Il bando di concorso per la borsa di studio prevede che l Azienda conceda integrazioni

Dettagli

STATUTO DELLA S.I.A.

STATUTO DELLA S.I.A. STATUTO DELLA S.I.A. Art. 1 È costituita a tempo indeterminato una Associazione sotto la denominazione Società Italiana di Agopuntura S.I.A. Art. 2 La Società Italiana di Agopuntura ha lo scopo di dare

Dettagli

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 -

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 Milano ospiterà l Esposizione Universale dal tema Nutrire il Pianeta, Energia per

Dettagli

Le società di capitali. Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata

Le società di capitali. Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata Le società di capitali Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata Le Società per azioni Art. 2325. Responsabilità. Nella societa' per azioni per le obbligazioni

Dettagli

ACQUA CHE CANTA ACQUA CHE INCANTA: DOV E IL VALORE DEL LAVORO DELLE DONNE? Concorso Artistico per il recupero dei lavatoi

ACQUA CHE CANTA ACQUA CHE INCANTA: DOV E IL VALORE DEL LAVORO DELLE DONNE? Concorso Artistico per il recupero dei lavatoi ACQUA CHE CANTA ACQUA CHE INCANTA: DOV E IL VALORE DEL LAVORO DELLE DONNE? Concorso Artistico per il recupero dei lavatoi Bando e Regolamento L Associazione culturale La rosa e la spina di Villanuova sul

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 REGIONE ABRUZZO Servizio Politica Energetica, Qualità dell aria, SINA Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 anno scolastico 2014-2015 1. PREMESSA La Regione Abruzzo - insieme al MIUR (Ministero della Pubblica

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

UNO SCATTO DI DIGNITA ed. 2014

UNO SCATTO DI DIGNITA ed. 2014 CONCORSO FOTOGRAFICO NAZIONALE UNO SCATTO DI DIGNITA ed. 2014 Progetto Donna & Artigianato REGOLAMENTO ART. 1 OBIETTIVO DEL CONCORSO La Commissione Pari Opportunità della Regione Abruzzo, in collaborazione

Dettagli

CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE

CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE REGOLAMENTO 2015 ART. 1. IL CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE 2015 A CARATTERE INTERNAZIONALE SI SVOLGERA ATTRAVERSO VARIE TAPPE IN TUTTA ITALIA DA AGOSTO A NOVEMBRE. LE TAPPE

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE

GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE INTRODUZIONE Uno degli obiettivi che il nuovo consiglio federale si è posto all atto del proprio insediamento

Dettagli

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Articolo 1 Oggetto... 3 Articolo 2 Sistema

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

PARIGI 16.11.1972. I. Definizioni del patrimonio culturale e naturale

PARIGI 16.11.1972. I. Definizioni del patrimonio culturale e naturale PARIGI 16.11.1972 Materia: RECUPERO E PROTEZIONE DI BENI CULTURALI - ECOLOGIA CONVENZIONE RIGUARDANTE LA PROTEZIONE SUL PIANO MONDIALE DEL PATRIMONIO CULTURALE E NATURALE Data Firma Accordo: 16/11/1972

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI

LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI Articolo 1 Son fissati, conformemente alle disposizioni del secondo alinea dell art. 45 della Costituzione, gli obiettivi fondamentali dell azione delo Stato, per i prossimi

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli