Guida all'implementazione di Symantec LiveState Recovery Manager

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida all'implementazione di Symantec LiveState Recovery Manager"

Transcript

1 Guida all'implementazione di Symantec LiveState Recovery Manager

2 Guida all'implementazione di Symantec LiveState Recovery Manager 6.0 Il software descritto in questo manuale viene fornito con contratto di licenza e può essere utilizzato solo in conformità con i termini del contratto. Versione documentazione 2.2 Note legali Copyright 2006 Symantec Corporation. Tutti i diritti riservati. Acquisizioni federali: software commerciale - L'acquisto da parte di utenti governativi è soggetto ai termini e alle condizioni di licenza standard. Symantec, il logo Symantec, Symantec LiveState, LiveUpdate, Symantec pcanywhere, Symantec Backup Exec, Symantec NetBackup e Symantec LiveState Recovery Restore Anyware sono marchi o marchi registrati di Symantec Corporation o delle relative filiali negli Stati Uniti e in altri paesi. I nomi di altri prodotti possono essere marchi dei rispettivi proprietari. Microsoft, Windows, Windows NT, MS-DOS,.NET e il logo Windows sono marchi o marchi registrati di Microsoft Corporation negli Stati Uniti e/o in altri paesi. VeriSign(r) è un marchio registrato di Verisign, Inc. Il prodotto descritto nel presente documento è distribuito su licenze che ne limitano l'utilizzo, la copia, la distribuzione e la decompilazione/decodificazione. Nessuna parte di questo documento può essere riprodotta in qualsiasi forma e con qualsiasi mezzo senza previa autorizzazione scritta di Symantec Corporation e dei relativi licenziatari, se presenti. LA DOCUMENTAZIONE VIENE FORNITA "COSÌ COM'È" E TUTTE LE CONDIZIONI, RAPPRESENTAZIONI E GARANZIE, ESPLICITE O IMPLICITE, DI COMMERCIABILITÀ O IDONEITÀ PER UNO SCOPO SPECIFICO O DI NON VIOLAZIONE SONO ESCLUSE, AD ECCEZIONE DEI CASI RITENUTI LEGALMENTE NON VALIDI. SYMANTEC CORPORATION NON POTRÀ ESSERE RITENUTA RESPONSABILE DI EVENTUALI DANNI INCIDENTALI O CONSEQUENZIALI LEGATI ALLE PRESTAZIONI DEL PRODOTTO O ALL'UTILIZZO DELLA PRESENTE DOCUMENTAZIONE. LE INFORMAZIONI CONTENUTE IN QUESTA DOCUMENTAZIONE SONO SOGGETTE A MODIFICHE SENZA PREAVVISO. Il software concesso in licenza e la relativa documentazione sono da considerarsi "software commerciale per computer" e "documentazione del software commerciale per computer" come definito nelle sezioni FAR e nella sezione DFARS Symantec Corporation, Stevens Creek Blvd., Cupertino, CA USA

3 Supporto tecnico Symantec dispone di centri di supporto tecnico a livello mondiale. Il ruolo principale del supporto tecnico è di rispondere a domande specifiche sulle funzionalità del prodotto, incluse le operazioni di installazione e di configurazione. Il gruppo del supporto tecnico crea inoltre i contenuti della Knowledge Base on-line e collabora con altre aree operative di Symantec per poter rispondere in modo tempestivo alle domande degli utenti. Ad esempio, il gruppo del supporto tecnico lavora a stretto contatto con le sezioni Product Engineering e Symantec Security Response per fornire servizi di avviso e aggiornamenti delle definizioni dei virus. I servizi di manutenzione di Symantec offrono quanto segue: Un'ampia gamma di opzioni di supporto da scegliere con la massima flessibilità in base alle esigenze e alle dimensioni dell'azienda Il supporto tramite Web e telefono che offre una risposta rapida e informazioni aggiornate all'ultimo minuto L'assicurazione di aggiornamento che fornisce automaticamente gli aggiornamenti del software Il supporto tecnico è disponibile in tutto il mondo 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana. Il servizio viene fornito in più lingue per tutti i clienti che hanno sottoscritto il programma Platinum Support Funzionalità avanzate, incluso il Technical Account Management Per informazioni sui programmi di manutenzione di Symantec, visitare il sito Web disponibile al seguente indirizzo: Selezionare il paese o la lingua desiderati. Le funzioni specifiche disponibili possono variare in base al livello di manutenzione acquistato e al prodotto utilizzato. Come contattare il supporto tecnico I clienti che dispongono di un contratto di manutenzione in corso di validità possono accedere alle informazioni di supporto tecnico disponibili all'indirizzo seguente: Selezionare la regione o la lingua desiderata. Prima di contattare il supporto tecnico, verificare la compatibilità con i requisiti di sistema elencati nella documentazione del prodotto. Inoltre, è necessario trovarsi

4 Licenza e registrazione vicino al computer nel quale si è verificato l'errore nel caso in cui venga richiesto di ricreare il problema. Quando si contatta il supporto tecnico, è necessario avere a disposizione le seguenti informazioni: Versione del prodotto Informazioni sui componenti hardware Memoria disponibile, spazio su disco, informazioni sulla scheda di rete Sistema operativo Versione e livello delle patch Topologia della rete Informazioni su router, gateway e indirizzo IP Descrizione del problema: Messaggi di errore e file di registro Operazioni di risoluzione dei problemi eseguite prima di contattare Symantec Recenti modifiche alla configurazione software e alla rete Se il prodotto Symantec acquistato richiede la registrazione o il codice di licenza, accedere alla pagina Web del supporto tecnico disponibile al seguente indirizzo: Selezionare la pagina Licenze d'uso e registrazione. Servizio clienti Le informazioni sul servizio clienti sono disponibili all'indirizzo seguente: Selezionare il paese o la lingua desiderati. Il servizio clienti fornisce assistenza per i tipi di problemi seguenti: Domande relative alle licenze dei prodotti o alla serializzazione Aggiornamenti della registrazione dei prodotti, ad esempio cambi di nome o di indirizzo Informazioni generali sui prodotti (funzioni, lingue disponibili, rivenditori locali)

5 Informazioni più recenti sugli aggiornamenti dei prodotti Informazioni sull'assicurazione di aggiornamento e sui contratti di assistenza Informazioni sul programma Symantec Value License Consigli sulle opzioni di supporto tecnico Symantec Domande di argomento non tecnico (prevendita) Problemi relativi ai CD-ROM o ai manuali Risorse sui contratti di manutenzione Servizi Enterprise supplementari Per ulteriori informazioni sui contratti di manutenzione esistenti, contattare il team di Symantec responsabile della gestione dei contratti di manutenzione nei rispettivi paesi: Asia-Pacifico e Giappone: Europa, Medio Oriente e Africa: Nord America e Sud America: Symantec offre una gamma completa di servizi che consentono di ottimizzare l'investimento nei prodotti Symantec e di ampliare le conoscenze sulle soluzioni offerte, garantendo un approccio proattivo alla gestione dei rischi aziendali. Sono disponibili i seguenti servizi Enterprise: Symantec Early Warning Solutions Servizi di sicurezza gestiti Servizi di consulenza Educational Services Queste soluzioni forniscono segnalazioni tempestive di attacchi informatici, analisi complete delle minacce e contromisure necessarie a prevenire gli attacchi. Eliminano l'onere della gestione e del monitoraggio dei dispositivi e degli eventi di sicurezza e garantiscono una rapida risposta alle minacce reali. I servizi di consulenza di Symantec consentono di portare presso la sede del cliente tutta l'esperienza tecnica di Symantec e dei suoi partner di fiducia. Si tratta di una serie di pacchetti personalizzabili che includono attività di valutazione, di progettazione, di implementazione, di monitoraggio e di gestione, ciascuno dei quali è stato sviluppato per garantire la massima integrità e disponibilità delle risorse IT. Una gamma completa di programmi di formazione tecnica, educazione alla sicurezza, certificazione e sensibilizzazione in materia di protezione dei dati.

6 Per ulteriori informazioni sui servizi Enterprise, visitare il sito Web al seguente indirizzo: Selezionare il paese o la lingua desiderati.

7 Sommario Supporto tecnico Capitolo 1 Capitolo 2 Presentazione di Symantec LiveState Recovery Manager Informazioni su Symantec LiveState Recovery Manager Componenti di Symantec LiveState Recovery Manager Funzionalità di Symantec LiveState Recovery Manager Procedure ottimali per la protezione dei punti di ripristino Prima di un processo Durante un processo Dopo un processo Ulteriori informazioni Installazione di Symantec LiveState Recovery Manager Preparazione all'installazione Requisiti di sistema del prodotto Requisiti di sistema per i pacchetti di installazione Integrazione con Symantec LiveState Delivery Requisiti dei diritti utente Versione di prova valida 30 giorni Informazioni sull'installazione del prodotto Installazione del server Symantec LiveState Recovery Manager Installazione della console di Symantec LiveState Recovery Manager Operazioni dopo l'installazione Avvio della console Aggiornamento con LiveUpdate Informazioni sulla disinstallazione di Symantec LiveState Recovery Manager Disinstallazione della console di Symantec LiveState Recovery Manager Disinstallazione del server Symantec LiveState Recovery Manager... 38

8 8 Sommario Capitolo 3 Capitolo 4 Avvio rapido Informazioni sull'uso della console Avvio della console Accesso al server mediante la console Modifica della password account utente agente Modifica della password della console Spostamento tra le viste della console Modifica delle opzioni del server Modifica dei dettagli del riquadro Aggiornamento di Symantec LiveState Recovery Manager Informazioni sull'integrazione dei computer nella console Creazione dei pacchetti di installazione Eliminazione dei pacchetti di installazione Informazioni sul rilevamento dei computer Rilevamento dei computer non gestiti Scansione dei computer per rilevazione versioni di LiveState Recovery Aggiunta di computer non gestiti Rimozione di computer gestiti Implementazione di LiveState Delivery Agent for Windows Rimozione di LiveState Delivery Agent for Windows Distribuzione dei pacchetti di installazione Attivazione di Symantec LiveState Recovery sui computer gestiti Disinstallazione di Symantec LiveState Recovery dai computer gestiti Informazioni sull'organizzazione dei gruppi di computer Aggiunta di gruppi di computer Modifica di gruppi di computer Eliminazione di gruppi di computer Aggiunta di computer a un gruppo Rimozione di computer da un gruppo Procedure per l'esecuzione delle operazioni Gestione dei processi Informazioni sui processi Suggerimenti per la creazione di punti di ripristino Backup di sistemi dual boot Backup di database VSS Opzioni di memorizzazione per i punti di ripristino Opzioni di pianificazione Opzioni generali per la creazione di punti di ripristino... 81

9 Sommario 9 Opzioni avanzate per la creazione di punti di ripristino Esecuzione dei file di comandi durante la creazione di un punto di ripristino Informazioni sui processi incrementali Modalità d'uso dei punti di ripristino di base e incrementali Opzioni di evento Consolidamento dei punti di ripristino incrementali Creazione dei processi Esecuzione immediata di un processo pianificato Creazione immediata di un punto di ripristino Modifica dei processi Ridenominazione processi Eliminazione di processi Informazioni sull'assegnazione dei processi Aggiunta di processi ai computer Aggiunta di processi ai gruppi di computer Informazioni sull'organizzazione dei processi Aggiunta di categorie processi Aggiunta di processi alle categorie Ridenominazione delle categorie processi Rimozione di processi dalle categorie Disattivazione dei processi dei computer Rimozione dei processi dai computer Eliminazione delle categorie processi Informazioni sul monitoraggio dei computer Visualizzazione dei dettagli unità di un computer Visualizzazione dei processi in un computer Visualizzazione della cronologia di un computer Visualizzazione degli eventi in un computer Visualizzazione dello stato in un computer Richiesta di informazioni aggiornate sul client Impostazione della velocità di esecuzione durante un processo Elaborazione dei processi in sospeso nei computer Apertura di un registro del computer Visualizzazione di un registro del server Esportazione di una tabella della console in un file Informazioni sul ripristino di file o dischi Avvio di Symantec pcanywhere dalla console Configurazione dei processi di Backup Exec Eliminazione dei processi di Backup Exec Gestione delle posizioni di memorizzazione dei punti di ripristino

10 10 Sommario Definizione delle posizioni di memorizzazione dei punti di ripristino Modifica delle posizioni di memorizzazione dei punti di ripristino Eliminazione delle posizioni di memorizzazione dei punti di ripristino Visualizzazione di un riepilogo delle posizioni di memorizzazione dei punti di ripristino definite Capitolo 5 Appendice A Appendice B Appendice C Uso della visualizzazione Strumenti Informazioni sulla vista Strumenti Aggiunta di un collegamento strumenti alla vista Strumenti Modifica di un collegamento strumenti Eliminazione di un collegamento strumenti dalla vista Strumenti Metodi alternativi per la gestione di Symantec LiveState Recovery Aggiunta di computer non gestiti senza installare LiveState Delivery Agent Disinstallazione di Management Control dai computer Disinstallazione dell'agente di Symantec LiveState Recovery dai computer Configurazione delle porte TCP/IP per la comunicazione in rete Porte utilizzate da Symantec LiveState Recovery Manager Configurazione delle porte TCP/IP per una nuova installazione di Symantec LiveState Recovery Manager Configurazione delle porte TCP/IP per un computer gestito esistente Soluzione dei problemi relativi a Symantec LiveState Recovery Manager Soluzione dei problemi relativi a Symantec LiveState Recovery Visualizzazione dei risultati di Crea punto di ripristino nella console Aggiunta del server alla console Distribuzione di un processo a un computer con una licenza di Symantec LiveState Recovery scaduta

11 Sommario 11 È stato aggiunto un computer remoto due volte da installazioni diverse del server Symantec LiveState Recovery Manager Quando si aggiunge un computer remoto viene visualizzato un nome utente sconosciuto Il rilevamento dei computer genera uno stato di errore nella console Distribuzione degli agenti utilizzando un indirizzo IP specifico da un server che dispone di più schede d'interfaccia di rete Collegamento al server LiveState Recovery Manager da un computer che non dispone di tastiera o mouse collegati Come nascondere l'icona di LiveState Delivery Agent for Windows nell'area di notifica Installazione server non eseguita poiché il driver selezionato non è NTFS Indice

12 12 Sommario

13 Capitolo 1 Presentazione di Symantec LiveState Recovery Manager Questo capitolo contiene i seguenti argomenti: Informazioni su Symantec LiveState Recovery Manager Componenti di Symantec LiveState Recovery Manager Funzionalità di Symantec LiveState Recovery Manager Procedure ottimali per la protezione dei punti di ripristino Ulteriori informazioni Informazioni su Symantec LiveState Recovery Manager Symantec LiveState Recovery Manager è progettato per funzionare con i prodotti indicati di seguito al fine di offrire attività di gestione a livello aziendale per la protezione di server e desktop: Symantec LiveState(tm) Recovery Advanced Server Symantec LiveState(tm) Recovery Standard Server Symantec LiveState(tm) Recovery Desktop Symantec LiveState(tm) Recovery Restore Anyware(tm) Option Symantec LiveState(tm) Recovery LightsOut Restore Option

14 14 Presentazione di Symantec LiveState Recovery Manager Informazioni su Symantec LiveState Recovery Manager Per ulteriori informazioni su Restore Anyware Option and LightsOut Restore Option, consultare la Guida all'implementazione di Symantec LiveState Recovery Advanced/Standard Server Edition. Il prodotto consente di controllare da una posizione centrale e mediante una singola console lo stato dei punti di ripristino di migliaia di server e desktop Windows remoti di un'organizzazione. Rende inoltre semplice l'identificazione dei computer già protetti e di quelli che richiedono l'installazione di Symantec LiveState Recovery. Symantec LiveState Recovery Manager include le funzioni principali di Symantec LiveState Recovery e la procedura guidata concepita per l'azienda Crete LiveState Recovery Files. Tale procedura consente di creare pacchetti di installazione dell'agente Symantec LiveState Recovery o del prodotto completo Symantec LiveState Recovery e di archiviarli nel server Symantec LiveState Recovery Manager. I pacchetti possono essere successivamente distribuiti ai computer o ai gruppi di computer dell'organizzazione. La versione di Symantec LiveState Recovery già in possesso dell'utente (Advanced Server, Standard Server o Desktop Edition) include i componenti indicati di seguito: Console standard di Symantec LiveState Recovery Agente di Symantec LiveState Recovery Recovery Point Browser Symantec Recovery Environment Per ulteriori informazioni su questi componenti, consultare la guida all'implementazione del prodotto. Tenere presente che la console di Symantec LiveState Recovery Manager non include la console standard, Recovery Point Browser o Symantec Recovery Environment. I pacchetti di installazione predefiniti di Symantec LiveState Recovery - solo agente per le versioni Advanced Server, Standard Server e Desktop sono inclusi in Symantec LiveState Recovery Manager. La console del prodotto include funzioni simili alla console standard e le funzioni aziendali aggiuntive sopra elencate. È necessario accedere alla versione installata o al CD di installazione di Symantec LiveState Recovery Advanced Server, Standard Server o Desktop Edition per effettuare le seguenti operazioni: Utilizzare l'ambiente di ripristino di Symantec per eseguire un ripristino bare-metal di un sistema operativo o di file e cartelle. Utilizzare Recovery Point Browser per creare punti di ripristino o recuperare singoli file e cartelle da un punto di ripristino.

15 Presentazione di Symantec LiveState Recovery Manager Componenti di Symantec LiveState Recovery Manager 15 Utilizzare il CD di Symantec LiveState Recovery nella console di Symantec LiveState Recovery Manager per creare pacchetti di installazione. Componenti di Symantec LiveState Recovery Manager L'installazione di Symantec LiveState Recovery Manager include diversi componenti principali per la gestione dei punti di ripristino nei computer e consente di creare e aggiornare i pacchetti di installazione di Symantec LiveState Recovery nei computer. Nota: Symantec LiveState Recovery Manager non richiede l'installazione di un file di licenza software per l'attivazione del prodotto. Il prodotto non richiede alcuna attivazione, a meno che l'utente non stia utilizzando una versione di prova. Vedere Versione di prova valida 30 giorni a pagina 30. Tabella 1-1 illustra i principali componenti indicati di seguito. Tabella 1-1 Componente Componenti di Symantec LiveState Recovery Manager Descrizione Console di Symantec LiveState Recovery Manager Server and database di Symantec LiveState Recovery Manager La console, che può essere installata su un qualsiasi computer (Windows 2000 o versione successiva), consente di eseguire e gestire le attività di backup su computer remoti da una postazione centrale e funziona come interfaccia principale per il server Symantec LiveState Recovery Manager. Dalla console è possibile creare pacchetti di installazione di Symantec LiveState Recovery e processi, quindi distribuirli ai computer di destinazione. Il server e il database forniscono i file di supporto necessari all'integrazione con la console. Il database memorizza le informazioni sui processi di ciascun computer (cronologia, posizione, dimensione del file, consolidamento, pianificazione, layout disco, eventi).

16 16 Presentazione di Symantec LiveState Recovery Manager Componenti di Symantec LiveState Recovery Manager Componente LiveState Delivery Agent for Windows Descrizione LiveState Delivery Agent è un componente opzionale per la distribuzione dei pacchetti di installazione di Symantec LiveState Recovery. L'agente riceve una notifica dal database di Symantec LiveState Recovery Manager quando i processi devono essere scaricati e inoltra le informazioni di stato alla console. Un computer viene considerato "gestito" da Symantec LiveState Recovery Manager quando nel computer è installato l'agente LiveState. Quando si aggiungono computer alla console, LiveState Delivery Agent viene distribuito automaticamente dal server Symantec LiveState Recovery Manager e installato nei computer con un'icona a forma di "semaforo", visibile nella barra delle applicazioni di Windows, simile alla seguente immagine: I diversi colori degli indicatori dell'icona hanno il seguente significato Rosso: l'agente sta eseguendo un pacchetto di installazione. Giallo: l'agente sta comunicando con il server Symantec LiveState Recovery Manager per ottenere informazioni sul processo. Verde: l'agente è inattivo. È inoltre possibile passare il puntatore del mouse sopra l'icona per ottenere informazioni sullo stato. Vedere Aggiunta di computer non gestiti a pagina 59. Nota: È inoltre disponibile un metodo alternativo per installare l'agente di Symantec LiveState Recovery e Management Control che non richiede l'installazione di LiveState Delivery Agent for Windows. Vedere Aggiunta di computer non gestiti senza installare LiveState Delivery Agent a pagina 131.

17 Presentazione di Symantec LiveState Recovery Manager Componenti di Symantec LiveState Recovery Manager 17 Componente Management Control Descrizione Management Control è un componente di Symantec LiveState Recovery Manager che viene installato durante la distribuzione di un pacchetto di installazione di Symantec LiveState Recovery nei computer aggiunti alla console. Dopo l'installazione del componente, vengono pubblicate varie informazioni nel server relative allo stato dei computer gestiti, incluso lo stato dei punti di ripristino e dei processi. Se una versione supportata di Symantec LiveState Recovery è già installata nel computer remoto, Management Control viene installato insieme all'agente LiveState. Management Control può essere installato/disinstallato o aggiornato separatamente da Symantec LiveState Recovery. Vedere Creazione dei pacchetti di installazione a pagina 52. Vedere Distribuzione dei pacchetti di installazione a pagina 63. Nota: È inoltre disponibile un metodo alternativo per installare l'agente di Symantec LiveState Recovery e Management Control che non richiede l'installazione di LiveState Delivery Agent for Windows. Vedere Aggiunta di computer non gestiti senza installare LiveState Delivery Agent a pagina 131.

18 18 Presentazione di Symantec LiveState Recovery Manager Componenti di Symantec LiveState Recovery Manager Componente Pacchetti di installazione di Symantec LiveState Recovery Descrizione Symantec LiveState Recovery Manager consente di creare e aggiornare pacchetti di installazione di Symantec LiveState Recovery (inclusi Symantec LiveState Recovery Restore Anyware Option e Symantec LiveState Recovery LightsOut Restore Option) per la distribuzione su uno o più computer gestiti in una rete LAN o WAN. Symantec LiveState Recovery Manager viene fornito con tre pacchetti di installazione predefiniti: Symantec LiveState Recovery Manager 6.0 Advanced Server - solo agente. Symantec LiveState Recovery Manager 6.0 Standard Server - solo agente. Symantec LiveState Recovery Manager 6.0 Desktop - solo agente. È possibile utilizzare questi pacchetti esistenti e, se si dispone già di Symantec LiveState Recovery, creare pacchetti del prodotto completo. In base alle singole esigenze, è possibile creare pacchetti di installazione della versione completa di Symantec LiveState Recovery, della versione di Symantec LiveState Recovery con il solo agente o di entrambe. Il pacchetto di installazione, che contiene anche il componente Management Control, viene distribuito ai computer di destinazione selezionati nella console. Vedere Creazione dei pacchetti di installazione a pagina 52. Vedere Distribuzione dei pacchetti di installazione a pagina 63. Nota: È inoltre disponibile un metodo alternativo per installare l'agente di Symantec LiveState Recovery e Management Control che non richiede l'installazione di LiveState Delivery Agent for Windows. Vedere Aggiunta di computer non gestiti senza installare LiveState Delivery Agent a pagina 131.

19 Presentazione di Symantec LiveState Recovery Manager Funzionalità di Symantec LiveState Recovery Manager 19 Componente LiveUpdate Descrizione La tecnologia che consente a tutti i prodotti Symantec installati di connettersi a un server di Symantec automaticamente e ricevere gli aggiornamenti dei programmi e le nuove definizioni dei virus. Consente di avere sempre la versione più aggiornata della console di Symantec LiveState Recovery Manager. Figura 1-1 illustra una situazione tipica per l'uso dei prodotti Symantec LiveState Recovery. Sono possibili molti altri utilizzi in base alle proprie esigenze. Figura 1-1 Situazione tipica per l'uso dei prodotti Symantec LiveState Recovery Funzionalità di Symantec LiveState Recovery Manager Symantec LiveState Recovery Manager consente di proteggere i dati di server remoti e computer desktop e laptop da un'unica postazione.

20 20 Presentazione di Symantec LiveState Recovery Manager Funzionalità di Symantec LiveState Recovery Manager È possibile utilizzare LiveState Recovery Manager per effettuare le seguenti operazioni: Schermata di stato Home Page con opzioni di risoluzione. È possibile utilizzare la visualizzazione consolidata per monitorare lo stato dei punti di ripristino di un'intera rete. È inoltre possibile visualizzare rapidamente il numero di punti di ripristino corretti, i computer che non hanno ottenuto una risposta dal client e quelli che non dispongono di processi pianificati. I numeri complessivi relativi agli stati vengono visualizzati graficamente. Selezionare i collegamenti ipertestuali per risolvere qualsiasi problematica identificata. Distribuzione di agenti per server e desktop. È possibile installare o rimuovere in modalità remota il software LiveState Recovery e gli agenti dai server e dai desktop Windows che si desidera proteggere. Processi da disco a nastro. Utilizzando la versione esistente di Symantec Backup Exec(tm), è possibile utilizzare la procedura guidata di configurazione del processo di Backup Exec con Symantec LiveState Recovery per eseguire il backup delle posizioni di archiviazione dei punti di ripristino di una rete su un supporto. Accelerazione delle prestazioni. È possibile regolare la velocità delle prestazioni di Symantec LiveState Recovery prima della creazione di punti di ripristino nei computer remoti. È inoltre possibile impostare il livello di accelerazione della rete specificando la velocità effettiva massima per i punti di ripristino che si desidera memorizzare su un'unità di rete condivisa. Posizioni di memorizzazione dei punti di ripristino. È possibile definire posizioni di memorizzazione per punti di ripristino salvati e resi disponibili nelle procedure guidate per la configurazione dei processi e per la creazione di punti di ripristino, nonché nel riquadro Posizioni punti di ripristino della vista Risorse. Definendo posizioni di memorizzazione distinte dai processi e dai computer per i punti di ripristino, è possibile visualizzare rapidamente i computer dei quali viene eseguito il backup in una determinata posizione, consentendo quindi di ottimizzare il bilanciamento del carico di rete durante i processi. Distribuzione dei processi. È possibile definire processi immediati, giornalieri, settimanali o mensili per gruppi di computer e distribuirli mediante un'interfaccia contestuale. Monitoraggio delle prestazioni di backup di computer remoti. È possibile risolvere i problemi utilizzando un percorso centralizzato per ogni informazione del computer, incluso il nome del volume, la dimensione, lo spazio utilizzato, l'ultimo punto di ripristino creato, il percorso del punto di ripristino e il tipo di file system. Sono inoltre disponibili la cronologia dei processi e gli eventi, incluse le informazioni sull'agente.

21 Presentazione di Symantec LiveState Recovery Manager Procedure ottimali per la protezione dei punti di ripristino 21 Verifica dell'integrità dei punti di ripristino. Quando si crea un processo per server e desktop locali e remoti, è possibile definire la verifica dell'integrità dei file dei punti di ripristino risultanti. Collegamento a Symantec pcanywhere(tm) direttamente dalla console. È possibile risolvere problemi e ripristinare file e cartelle su server e desktop remoti da qualsiasi posizione remota. LiveState Recovery Manager include una licenza che consente di installare un host e un client pcanywhere. È necessario installare pcanywhere sullo stesso computer in cui è installata la console di LiveState Recovery Manager. Consultare la documentazione di Symantec pcanywhere per istruzioni sull'installazione e sull'uso del prodotto. Collegamento a strumenti software esterni direttamente dalla console. È possibile configurare lo spazio di archiviazione mediante le versioni installate della console di Symantec NetBackup(tm), della console di Symantec NetBackup Java e degli accessori SNAP. Aggiunta di collegamenti alla vista Strumenti. La console di Symantec LiveState Recovery Manager consente di aggiungere collegamenti a programmi esterni, URL o file esterni alla console. Procedure ottimali per la protezione dei punti di ripristino Prima di un processo Nel seguente elenco sono contenute alcune delle procedure ottimali per la creazione di punti di ripristino indipendenti. Prima di un processo Durante un processo Dopo un processo Le seguenti strategie possono servire ad assicurare la riuscita della creazione di punti di ripristino. Semplificare il recupero e ridurre il tempo impiegato per creare i punti di ripristino. Dove possibile, separare il sistema operativo/di avvio dai dati aziendali. Salvare il sistema operativo/di avvio e i dati sui rispettivi volumi. Questa separazione consente di velocizzare la creazione dei punti di ripristino e di limitare la quantità di dati da ripristinare.

22 22 Presentazione di Symantec LiveState Recovery Manager Procedure ottimali per la protezione dei punti di ripristino Comprendere il funzionamento di processi eseguiti su computer localizzati in zone con fusi orari diversi. Quando la console viene utilizzata per creare punti di ripristino di computer dislocati in uno o più fusi orari, il processo verrà eseguito nella data e all'orario locale della zona in cui il computer si trova fisicamente. Utilizzare le posizioni di memorizzazione definite per i punti di ripristino. La definizione di posizioni di memorizzazione dei punti di ripristino separate da processi e computer consente di visualizzare in modo semplice il numero dei computer sottoposti a backup in una data posizione e di ottimizzare il bilanciamento del carico di rete durante un processo. Eseguire le utilità di deframmentazione dischi e chkdsk di Windows prima di creare punti di ripristino indipendenti. Durante un processo Dopo un processo Symantec LiveState Recovery Manager semplifica notevolmente la creazione di punti di ripristino. Per sfruttare al meglio tale possibilità, tenere presente le seguenti strategie. Creare punti di ripristino di frequente e a cadenza regolare. Utilizzare l'opzione Configurazione guidata processi per pianificare la creazione uniforme di punti di ripristino. Utilizzare la procedura guidata di configurazione dei processi di Backup Exec per pianificare il backup delle posizioni dei punti di ripristino su supporto. Spostare tutti i punti di ripristino nella posizione più adatta. Questo prodotto supporta il salvataggio di file di punti di ripristino su posizioni di rete oppure su unità locali (comprese unità USB e FireWire, REV, Zip, e Jaz e magneto-ottiche). Utilizzare la procedura guidata di configurazione del processo di Backup Exec dalla console di LiveState Recovery Manager per eseguire il backup delle posizioni di archiviazione dei punti di ripristino su un supporto, quale un nastro. Non archiviare le immagini di backup sul server Symantec LiveState Recovery Manager. Poiché con l'aumento del numero o delle dimensioni dei backup determina una riduzione dello spazio disponibile sul disco per le operazioni di routine del server. Per risolvere il problema, salvare il le immagini di backup su un'unità diversa, su una posizione di rete o su un supporto rimovibile. Le seguenti strategie possono servire a garantire la gestione ottimale dei punti di ripristino dopo la loro creazione. Conservare i punti di ripristino duplicati per una maggior sicurezza.

23 Presentazione di Symantec LiveState Recovery Manager Ulteriori informazioni 23 Conservare i punti di ripristino non solo in una posizione di rete, ma anche su CD, DVD o nastri da conservare in un luogo sicuro presso un'altra sede (utilizzare la procedura guidata di configurazione dei processi di Backup Exec per eseguire il backup delle posizioni di archiviazione dei punti di ripristino sulla rete). Verificare che il punto di ripristino o il set di punti di ripristino sia stabile e utilizzabile. Documentare e testare il processo di ripristino effettuando a intervalli regolari operazioni di recupero dei punti di ripristino (tramite la console di LiveState Recovery), nonché di singoli file (utilizzando Recovery Point Browser in LiveState Recovery). In tal modo sarà possibile scoprire tempestivamente possibili problemi hardware o software. Utilizzare l'opzione Verifica punto di ripristino dopo creazione al momento della creazione del punto di ripristino. Consolidare i set di punti di ripristino. Combinare i punti di ripristino incrementali per ridurre il numero di file che si desidera conservare. Questa strategia consente anche di utilizzare in maniera più efficiente lo spazio sul disco rigido. Rivedere le informazioni sulla scheda Eventi. Esaminare periodicamente il contenuto della scheda Eventi per accertarsi della stabilità del sistema. Nella vista Risorse della console, fare clic su Computer gestiti nel riquadro di sinistra, quindi selezionare un computer nel riquadro di destra. La scheda Eventi viene visualizzata nel riquadro inferiore destro. Esaminare il contenuto dei punti di ripristino. Accertarsi di aver eseguito il backup dei dati essenziali esaminando periodicamente il contenuto dei file di punti di ripristino mediante Recovery Point Browser in LiveState Recovery utilizzando Symantec pcanywhere. Ulteriori informazioni Questa documentazione del prodotto contiene una Guida in linea, un file Leggimi e la Guida all'implementazione. Oltre alla documentazione del prodotto, controllare il sito Web e il Knowledge Base Symantec per le risposte alle domande più frequenti, i suggerimenti per la risoluzione dei problemi, i tutorial in linea e le informazioni più recenti sul prodotto. In Internet, visitare il sito Sono disponibili una o più delle seguenti risorse:

24 24 Presentazione di Symantec LiveState Recovery Manager Ulteriori informazioni Guida all'implementazione (userguide.pdf) e file Leggimi (leggimi.txt) nel CD Symantec LiveState Recovery Advanced/Standard Server Edition. Guida dell'utente (userguide.pdf) e file Leggimi (readme.txt) nel CD Symantec LiveState Recovery Desktop Edition. Nota: Per visualizzare le guide in linea in formato PDF è necessario disporre di Acrobat Reader.

25 Capitolo 2 Installazione di Symantec LiveState Recovery Manager Questo capitolo contiene i seguenti argomenti: Preparazione all'installazione Informazioni sull'installazione del prodotto Operazioni dopo l'installazione Informazioni sulla disinstallazione di Symantec LiveState Recovery Manager Preparazione all'installazione È possibile che le procedure di installazione siano diverse in base all'ambiente di lavoro dell'utente e alla modalità di installazione della console e del server Symantec LiveState Recovery Manager. È possibile installare la console e il server Symantec LiveState Recovery Manager nello stesso computer o in computer diversi in modo da personalizzare l'installazione. È possibile eseguire più installazioni della console in un unico dominio di rete, nonché eseguire una o più istanze della console contemporaneamente nel dominio. Prima di installare il prodotto, verificare la conformità dei requisiti di sistema. Consultare il file Leggimi nel CD di installazione per un elenco dei problemi noti. Nota: L'installazione del prodotto non è supportata nei file system crittografati (EFS).

26 26 Installazione di Symantec LiveState Recovery Manager Preparazione all'installazione Requisiti di sistema del prodotto Per poter installare e utilizzare questo prodotto, è necessario che il computer in uso soddisfi i requisiti minimi illustrati in Tabella 2-1. Tabella 2-1 Componente Processore Sistema operativo Requisiti minimi di sistema Requisiti Pentium 3-1 GHz o versione superiore (Pentium GHz o versione superiore consigliata) Vedere Sistemi operativi supportati a pagina 26. RAM Server: 1 GB Console: dipendente dal sistema operativo Spazio libero sul disco rigido Software Server: 2 GB (4 GB consigliato) Console: 256 MB Microsoft.NET Framework 1.1: necessari 110 MB di spazio su disco nel server, 40 MB di spazio su disco aggiuntivo per il programma di installazione (150 MB in totale), se questo non è già installato Internet Explorer 5.5 o versione successiva necessaria. Spazio di memorizzazione in rete per i punti di ripristino Quando viene installata la console, la procedura guidata verifica che Microsoft.NET Framework 1.1 sia installato. In caso contrario, provvede all'installazione in modo automatico..net Framework è un componente necessario per eseguire il prodotto. Sistemi operativi supportati Tabella 2-2 descrive i sistemi operativi Windows supportati dalle installazioni della console e del server Symantec LiveState Recovery Manager. Tabella 2-2 Sistemi operativi supportati per le installazioni della console e del server Sistema operativo Windows Server 2003 Small Business Server 2003 Console X X Server X X

27 Installazione di Symantec LiveState Recovery Manager Preparazione all'installazione 27 Sistema operativo Windows 2000 Advanced Server (SP4 o versioni successive) 2000 Server (SP4 o versioni successive) 2000 Small Business Server (SP4 o versioni successive) XP Professional (SP1 o versioni successive) 2000 Professional (SP2 o versioni successive) Console X X X X X Server X X X Supporto per i controller di dominio solo come sistemi gestiti Il server Symantec LiveState Recovery Manager non è supportato se viene eseguito da un controller di dominio, indipendentemente dalla versione di Windows in uso. Ciò avviene poiché Symantec LiveState Delivery, ossia l'infrastruttura per il server, non è supportata in un controller di dominio. Un controller di dominio, tuttavia, è supportato come sistema gestito in Symantec LiveState Recovery Manager se l'utente Smeclnt è configurato come utente di dominio con diritti di amministratore e di amministratore di dominio. Dopo avere impostato un utente di dominio Smeclnt, è possibile installare il server Symantec LiveState Recovery Manager. Accertarsi di selezionare l'opzione Utente di dominio per Smeclnt durante l'installazione guidata e di fornire la password corretta. L'uso di un utente di dominio per Smeclnt richiede di configurare l'utente con tutti i diritti necessari per gli altri domini o di creare l'utente Smeclnt con la stessa password su ciascun dominio in cui è necessario gestire un sistema con Symantec LiveState Recovery Manager. Requisiti di sistema per i pacchetti di installazione È possibile installare i pacchetti di installazione di Symantec LiveState Recovery, creati mediante Symantec LiveState Recovery Manager, nei diversi sistemi operativi Windows. I requisiti hardware specifici per i pacchetti di installazione variano in base al contenuto dei pacchetti (versione completa o solo agente). Per i requisiti completi, consultare la documentazione del prodotto Symantec LiveState Recovery. Questo prodotto supporta fino a installazioni di Symantec LiveState Recovery. Tuttavia, poiché le prestazioni della rete variano notevolmente in base alle aziende, il numero complessivo delle installazioni supportate di Symantec LiveState Recovery può essere maggiore o minore. È necessario monitorare le

28 28 Installazione di Symantec LiveState Recovery Manager Preparazione all'installazione prestazioni della rete per assicurarsi che le installazioni di Symantec LiveState Recovery non superino le capacità della propria rete. Questo prodotto viene fornito con tre pacchetti di installazione predefiniti per i seguenti prodotti: Symantec LiveState Recovery6.0 Advanced Server - solo agente Symantec LiveState Recovery6.0 Standard Server - solo agente Symantec LiveState Recovery6.0 Desktop - solo agente Tuttavia, per creare i pacchetti di installazione della versione completa, è necessario accedere a uno o più CD di prodotto tra quelli sopra elencati, in base al pacchetto che si intende creare. Vedere Creazione dei pacchetti di installazione a pagina 52. Symantec LiveState RecoveryAdvanced/Standard Server Tabella 2-3 descrive i pacchetti di installazione di Symantec LiveState RecoveryAdvanced/Standard Server 6.0 (inclusi Symantec LiveState RecoveryRestore Anyware Option e Symantec LiveState RecoveryLightsOut Restore Option), supportati nei sistemi operativi Windows. Tabella 2-3 Pacchetti di installazione supportati nei sistemi operativi Windows Sistema operativo Windows Server 2003 Small Business Server Advanced Server (SP4 o versioni successive) 2000 Server (SP4 o versioni successive) Small Business Server 2000 Versione completa X X X X X Solo agente X X X X X Symantec LiveState RecoveryDesktop Tabella 2-4 descrive i pacchetti di installazione di Symantec LiveState RecoveryDesktop 6.0 (tra cui Symantec LiveState RecoveryRestore Anyware Option), supportati nei sistemi operativi Windows.

29 Installazione di Symantec LiveState Recovery Manager Preparazione all'installazione 29 Tabella 2-4 Pacchetti di installazione supportati nei sistemi operativi Windows Sistema operativo Windows XP Professional (SP1 o versioni successive) XP Home (SP1 o versioni successive) 2000 Professional (SP2 o versioni successive) Versione completa X X X Solo agente X X X Integrazione con Symantec LiveState Delivery 6.0 Se Symantec LiveState Delivery 6.0 è già stato installato, il server Symantec LiveState Recovery Manager deve essere installato nello stesso computer. In tal modo è possibile sfruttare i vantaggi delle tecnologie basate su LiveState Delivery 6.0 già esistenti nello stesso server host e nella struttura del database. Se Symantec LiveState Delivery 6.0 non è installato, è possibile installare il server Symantec LiveState Recovery Manager su un server Windows supportato. Compatibilità e integrazione con l'architettura unificata di Symantec LiveState Recovery Tabella 2-5identifica la compatibilità e l'integrazione con l'architettura unificata attuale di Symantec LiveState. Tabella 2-5 Compatibilità e integrazione Versione di Symantec LiveState Recovery Manager Versione dell'architettura di Symantec LiveState Symantec LiveState Delivery 6.0 icommand 3.0 Compatibile e integrata Sì Parzialmente. Il database Symantec LiveState Delivery viene automaticamente aggiornato alla versione 6.0. Tuttavia, icommand 3.0 deve essere aggiornato alla versione 6.0 di Symantec LiveState Delivery per poter funzionare con Symantec LiveState Recovery Manager 6.0.

30 30 Installazione di Symantec LiveState Recovery Manager Preparazione all'installazione Versione di Symantec LiveState Recovery Manager Versione dell'architettura di Symantec LiveState Symantec LiveState Delivery 6.0 icommand 3.0 icommand 1.x-2.x Compatibile e integrata No. È necessario aggiornare Symantec LiveState Recovery Manager alla versione 6.0. Sì No Requisiti dei diritti utente Compatibilità e integrazione con l'architettura unificata di Symantec Backup Exec per server Windows Symantec LiveState Recovery Manager include la procedura guidata di configurazione dei processi di Backup Exec. Tale procedura guidata è una versione definita della finestra di dialogo completa Proprietà processi di backup presente in Symantec Backup Exec(tm) 10.0 per server Windows (in precedenza VERITAS Backup Exec(tm) 10.0 per server Windows). Mediante l'installazione esistente di Backup Exec, è possibile utilizzare Symantec LiveState Recovery Manager per eseguire il backup dei punti di ripristino memorizzati nella rete direttamente nei supporti. Gli utenti di Windows NT/2000/2003 Server/XP devono disporre dei diritti di amministratore per poter installare e utilizzare Symantec LiveState Recovery Manager o per distribuire i pacchetti di installazione di Symantec LiveState Recovery. Versione di prova valida 30 giorni Se si installa la versione di prova di Symantec LiveState Recovery Manager valida per 30 giorni, è possibile installare tutte le applicazioni Symantec LiveState Recovery e creare punti di ripristino dei volumi di dati e di sistema per un massimo di 10 computer. Con la versione di prova è inoltre possibile accedere alla libreria del supporto tecnico in linea di Symantec, per visualizzare informazioni di supporto aggiornate e accedere a un archivio in cui eseguire ricerche, a file di librerie software, alle domande frequenti, ai newsgroup customer-to-customer e a informazioni tecniche aggiuntive.

31 Installazione di Symantec LiveState Recovery Manager Informazioni sull'installazione del prodotto 31 La versione di prova di Symantec LiveState Recovery Manager scade 30 giorni dopo il primo utilizzo del software. A quel punto, è possibile eseguire l'aggiornamento alla versione completa (anche dopo la scadenza della versione di prova) oppure continuare a utilizzare la console di Symantec LiveState Recovery Manager, ma solo per rimuovere i computer dall'elenco Computer gestiti e per disinstallare Symantec LiveState Recovery. Informazioni sull'installazione del prodotto Il programma di installazione di Symantec LiveState Recovery Manager verifica l'esistenza delle risorse hardware e software necessarie, consente all'utente di selezionare la cartella di installazione, aggiorna le impostazioni di registro e quindi copia i file richiesti sul disco rigido. Il programma di installazione della console verifica inoltre che Microsoft.NET Framework 1.1 sia installato. In caso contrario, provvede all'installazione. Vedere Installazione del server Symantec LiveState Recovery Manager a pagina 31. Vedere Installazione della console di Symantec LiveState Recovery Manager a pagina 34. Installazione del server Symantec LiveState Recovery Manager Prima di iniziare, controllare attentamente i requisiti di installazione del server Symantec LiveState Recovery Manager. Vedere Requisiti di sistema del prodotto a pagina 26. Nota: Il server Symantec LiveState Recovery Manager non richiede l'installazione di un file di licenza software per l'attivazione del prodotto. Il prodotto non richiede alcuna attivazione, a meno che l'utente non stia utilizzando una versione di prova. Vedere Versione di prova valida 30 giorni a pagina 30. Il prodotto si basa sull'architettura unificata LiveState di Symantec. Pertanto, se è già stato installato Symantec LiveState Delivery 6.0, il server deve essere installato nello stesso computer, senza che sia necessario disinstallare la versione 6.0 del server. In tal modo è possibile condividere la struttura del database di LiveState Delivery e l'architettura dell'agente e del server già esistenti. Se si installa il server Symantec LiveState Recovery Manager in un nuovo ambiente nel quale Symantec LiveState Delivery e Symantec LiveState Recovery non esistono, l'installazione del server creerà una nuova struttura di database nella quale archiviare dati relativi a computer e attività di backup.

32 32 Installazione di Symantec LiveState Recovery Manager Informazioni sull'installazione del prodotto Nota: In seguito all'installazione del server, potrebbe essere necessario riconfigurare i numeri di porta TCP/IP per consentire le comunicazioni con Symantec LiveState Recovery Manager. Vedere Configurazione delle porte TCP/IP per una nuova installazione di Symantec LiveState Recovery Manager a pagina 140. Avvertimento: Per motivi di sicurezza, il server Symantec LiveState Recovery Manager deve essere installato su un disco rigido formattato NTFS. Per installare il server Symantec LiveState Recovery Manager 1 Inserire il CD del prodotto Symantec LiveState Recovery Manager nell'apposita unità del computer server. Se è attivata l'esecuzione automatica da CD, viene visualizzata la finestra di installazione del browser. In caso contrario, fare clic su Start > Esegui, digitare unità:\autorun (dove "unità" sta per la lettera assegnata all'unità), quindi fare clic su OK. 2 Fare clic su Installa server LiveState Recovery Manager. 3 Selezionare la lingua desiderata dall'elenco, quindi fare clic su OK. 4 Nella finestra Introduzione all'installazione fare clic su Avanti. 5 Leggere il contratto di licenza, selezionare Accetto i termini del contratto di licenza, quindi fare clic su Avanti. 6 Nella finestra Account utente agente eseguire una delle seguenti operazioni (l'account utente agente viene utilizzato quando un computer remoto esegue il download di agenti o installa pacchetti dal server Symantec LiveState Recovery Manager): Fare clic su Utilizza account locale. Se lo si desidera, è possibile utilizzare il nome account predefinito (smecint) oppure digitare un nuovo nome per l'account locale nella casella di testo Nome account. Digitare una password e una password di conferma nelle relative caselle di testo. La password deve contenere da tre a 32 caratteri dei set a-z, A-Z, 0-9, or # $ % ^ & ( )! - _. Il primo carattere deve essere una lettera. Non sono consentiti altri caratteri speciali. Nota: Scegliere la password con attenzione, poiché deve rispondere ai criteri relativi alla password per ciascun computer che si desidera gestire nel dominio; non viene eseguita alcuna conferma della password.

33 Installazione di Symantec LiveState Recovery Manager Informazioni sull'installazione del prodotto 33 Fare clic su Utilizza account di dominio. Selezionare dall'elenco a discesa un dominio nel quale è stato già creato un account. Digitare la password, quindi la password di conferma. Avvertimento: Per tale password è necessario utilizzare almeno tre caratteri; essa deve inoltre rispondere ai requisiti dei criteri di password del dominio nel quale l'account è stato creato. Non viene eseguita alcuna conferma della password. 7 Fare clic su Avanti. 8 Nella finestra Account amministratore Recovery Manager, digitare la password e la password di conferma per il server Symantec LiveState Recovery Manager. La password verrà utilizzata per accedere al server al momento della connessione alla console. La password deve contenere da tre a 32 caratteri dei set a-z, A-Z, 0-9. Non sono consentiti caratteri speciali. Se la password inserita non è corretta oppure se è stata dimenticata, non sarà possibile accedere al server tramite la console. In tal caso, sarà necessario disinstallare e reinstallare il software del server. Conservare la password in un posto sicuro, in quanto Symantec non dispone di alcun metodo per recuperare una password per il server. 9 Fare clic su Avanti. 10 Nella finestra di selezione della cartella d'installazione, eseguire una delle seguenti operazioni: Per installare il server Symantec LiveState Recovery Manager nel percorso predefinito della cartella, fare clic su Avanti. Per cambiare cartella di installazione, selezionare Scegli, individuare la cartella nella quale installare il server, quindi fare clic su Seleziona. Nel pannello di selezione della cartella d'installazione, fare clic su Avanti. Per inserire di nuovo il percorso della cartella predefinita, fare clic su Ripristina cartella predefinita, quindi fare clic su Avanti. 11 Nella finestra Pronto per l'installazione, verificare l'esattezza del percorso, quindi fare clic su Installa per avviare l'installazione del server Symantec LiveState Recovery Manager.

34 34 Installazione di Symantec LiveState Recovery Manager Informazioni sull'installazione del prodotto Installazione della console di Symantec LiveState Recovery Manager Prima di iniziare, controllare attentamente i requisiti di installazione della console di Symantec LiveState Recovery Manager. Vedere Requisiti di sistema del prodotto a pagina 26. Nota: La console di Symantec LiveState Recovery Manager non richiede l'installazione di un file di licenza software per l'attivazione del prodotto. Il prodotto non richiede alcuna attivazione, a meno che l'utente non stia utilizzando una versione di prova. Vedere Versione di prova valida 30 giorni a pagina 30. È possibile installare la console in qualsiasi posizione dell'azienda dalla quale si desidera accedere al server e al database di Symantec LiveState Recovery Manager. È possibile eseguire più installazioni della console in un unico dominio di rete, nonché eseguire una o più istanze della console contemporaneamente nel dominio. Non è necessario disinstallare le versioni precedenti della console di Symantec LiveState Recovery Manager 3.0, soprattutto se si desidera continuare a utilizzare un'installazione esistente del server Symantec LiveState Recovery Manager 3.0. La console di Symantec LiveState Recovery Manager 6.0 viene installata in un percorso predefinito differente, mentre è possibile installare il server 6.0 in un'installazione precedente del server 3.0 (nel qual caso la console versione 3.0 non potrà utilizzare tutte le nuove funzionalità della versione 6.0 né quelle incluse nella versione 6.0 del server) o in un server nuovo. Per installare la console di Symantec LiveState Recovery Manager 1 Inserire il CD del prodotto Symantec LiveState Recovery Manager nell'apposita unità del computer della console. Se è attivata l'esecuzione automatica da CD, viene visualizzata la finestra di installazione del browser. In caso contrario, fare clic su Start > Esegui, digitare unità:\autorun (dove "unità" sta per la lettera assegnata all'unità), quindi fare clic su OK. 2 Fare clic su Installa console LiveState Recovery Manager. 3 Selezionare la lingua desiderata dall'elenco, quindi fare clic su OK. 4 Nella finestra Introduzione all'installazione fare clic su Avanti. 5 Leggere il contratto di licenza, selezionare Accetto i termini del contratto di licenza, quindi fare clic su Avanti. 6 Nella finestra di selezione della cartella d'installazione, eseguire una delle seguenti operazioni:

35 Installazione di Symantec LiveState Recovery Manager Operazioni dopo l'installazione 35 Per installare la console di Symantec LiveState Recovery Manager nel percorso della cartella predefinita (C:\Programmi\Symantec\LiveState Recovery), fare clic su Avanti. Per cambiare cartella di installazione, fare clic su Scegli, individuare la cartella nella quale installare la console, quindi fare clic su Seleziona. Nella finestra di selezione della cartella d'installazione, fare clic su Avanti. Per inserire di nuovo il percorso della cartella predefinita, fare clic su Ripristina cartella predefinita, quindi fare clic su Avanti. 7 Nel pannello Seleziona posizioni per collegamenti a programmi, deselezionare le posizioni nelle quali non si desidera inserire un collegamento al programma (i collegamenti al desktop e al menu Start sono selezionati per impostazione predefinita), quindi fare clic su Avanti. 8 Verificare le opzioni di installazione selezionate, quindi fare clic su Installa per avviare l'installazione della console di Symantec LiveState Recovery Manager. 9 Dopo l'installazione, fare clic su Fine per uscire dall'installazione guidata. Operazioni dopo l'installazione Dopo avere installato il prodotto, è possibile modificare alcune impostazioni di installazione o eseguire attività che sono state ignorate durante il processo di installazione. È possibile eseguire le seguenti attività successive all'installazione: Vedere Avvio della console a pagina 35. Vedere Aggiornamento con LiveUpdate a pagina 36. Avvio della console È possibile avviare la console dalla barra delle applicazioni di Windows oppure dal desktop di Windows. Per avviare la console Eseguire una delle seguenti operazioni: Nella barra delle applicazioni di Windows, fare clic su Start > Programmi > Symantec > LiveState Recovery> LiveState Recovery Manager. Nella barra delle applicazioni di Windows XP, fare clic su Start > Programmi > Symantec > LiveState Recovery > LiveState Recovery Manager.

36 36 Installazione di Symantec LiveState Recovery Manager Informazioni sulla disinstallazione di Symantec LiveState Recovery Manager Aggiornamento con LiveUpdate Sul desktop di Windows, fare doppio clic sull'icona di Symantec LiveState Recovery Manager. Dopo avere avviato la console, accedere specificando il nome del computer o l'indirizzo IP del server e digitando la password specificata durante l'installazione del server Symantec LiveState Recovery Manager. È possibile ricevere aggiornamenti associati alle versione del prodotto attraverso la propria connessione a Internet. Quando si esegue LiveUpdate, viene stabilita una connessione con il server Symantec LiveUpdate da cui è possibile selezionare gli aggiornamenti del prodotto che si desidera installare. Aggiornamento del prodotto Eseguire LiveUpdate dopo l'installazione del prodotto. Una volta aggiornati i file, eseguire periodicamente LiveUpdate per ottenere gli aggiornamenti del programma. Per ottenere gli aggiornamenti con LiveUpdate 1 Dal menu?, fare clic su LiveUpdate. 2 Nella finestra LiveUpdate fare clic su Avanti per individuare gli aggiornamenti. 3 Se vi sono aggiornamenti disponibili, fare clic su Avanti per scaricarli e installarli. 4 Una volta completata l'installazione, fare clic su Fine. Alcuni aggiornamenti del programma richiedono il riavvio del computer prima di applicare le modifiche. Informazioni sulla disinstallazione di Symantec LiveState Recovery Manager È possibile disinstallare la console o il server Symantec LiveState Recovery Manager o entrambi. Il programma di disinstallazione rimuove i file e le impostazioni di registro copiate nel disco rigido del computer durante l'installazione. Per disinstallare il prodotto, utilizzare l'opzione Installazione applicazioni del Pannello di controllo di Windows. Dopo avere avviato il processo di rimozione, non è possibile interromperlo.

37 Installazione di Symantec LiveState Recovery Manager Informazioni sulla disinstallazione di Symantec LiveState Recovery Manager 37 Symantec LiveState Recovery Manager elimina automaticamente tutti i file relativi al prodotto, inclusi i collegamenti ai programmi presenti sul desktop e nel menu Start di Windows (se si disinstalla la console). Vedere Disinstallazione della console di Symantec LiveState Recovery Manager a pagina 37. Vedere Disinstallazione del server Symantec LiveState Recovery Manager a pagina 38. La disinstallazione del server Symantec LiveState Recovery Manager non implica la disinstallazione di Symantec LiveState Recovery o di LiveState Delivery Agent for Windows dai computer aggiunti alla console. Per disinstallare da tali computer Symantec LiveState Recovery e gli agenti ad esso associati, è necessario rimuovere i computer dalla console prima di disinstallare il server Symantec LiveState Recovery Manager. Vedere Rimozione di computer gestiti a pagina 60. Disinstallazione della console di Symantec LiveState Recovery Manager Durante la disinstallazione della console Symantec LiveState Recovery Manager, vengono automaticamente eliminati i file relativi al prodotto, tra cui i collegamenti ai programmi presenti sul desktop e nel menu Start di Windows. Se non si disinstalla il server Symantec LiveState Recovery Manager, i computer, i gruppi di computer, i processi o le categorie di processi aggiunti alla console rimarranno nel database di Symantec LiveState Recovery Manager. Se si decide di installare di nuovo la console in un secondo momento, tutti i dati relativi a computer, gruppi, posizioni di archiviazione dei punti di ripristino e processi del database verranno aggiunti all'interfaccia della console. Per disinstallare la console di Symantec LiveState Recovery Manager 1 Sulla barra delle applicazioni di Windows, fare clic su Start > Impostazioni > Pannello di controllo. 2 Nella finestra Pannello di controllo, fare doppio clic su Installazione applicazioni. 3 Nella finestra Installazione applicazioni, fare clic su Symantec LiveState Recovery Manager 6.0 console. 4 Fare clic su Cambia/Rimuovi programmi.

38 38 Installazione di Symantec LiveState Recovery Manager Informazioni sulla disinstallazione di Symantec LiveState Recovery Manager 5 Nella finestra di disinstallazione di Symantec LiveState Recovery Manager 6.0 fare clic su Disinstallazione. 6 Fare clic su Fine per uscire dalla procedura guidata. Fare clic su Sì alla richiesta di riavviare il computer. Questo passaggio è necessario per garantire che tutti i componenti vengano rimossi correttamente. Disinstallazione del server Symantec LiveState Recovery Manager La disinstallazione del server Symantec LiveState Recovery Manager non implica la disinstallazione di Symantec LiveState Recovery-versione completa o di Symantec LiveState Recovery-solo agente dai computer aggiunti alla console. Per disinstallare da tali computer Symantec LiveState Recovery e gli agenti ad esso associati, è necessario rimuovere i computer dalla console prima di disinstallare il server Symantec LiveState Recovery Manager. Per disinstallare il server Symantec LiveState Recovery Manager 1 Sulla barra delle applicazioni di Windows, fare clic su Start > Impostazioni > Pannello di controllo. 2 Nella finestra Pannello di controllo, fare doppio clic su Installazione applicazioni. 3 Nella finestra Installazione applicazioni, fare clic su Symantec LiveState Recovery Manager 6.0 Server. 4 Fare clic su Cambia/Rimuovi programmi. 5 Nella finestra di disinstallazione di Symantec LiveState Recovery Manager 6.0 Server fare clic su Disinstallazione. 6 Fare clic su Fine per uscire dalla procedura guidata. Fare clic su Sì alla richiesta di riavviare il computer. Questo passaggio è necessario per garantire che tutti i componenti vengano rimossi correttamente.

39 Capitolo 3 Avvio rapido Questo capitolo contiene i seguenti argomenti: Informazioni sull'uso della console Informazioni sull'integrazione dei computer nella console Creazione dei pacchetti di installazione Informazioni sul rilevamento dei computer Aggiunta di computer non gestiti Implementazione di LiveState Delivery Agent for Windows Rimozione di LiveState Delivery Agent for Windows Distribuzione dei pacchetti di installazione Informazioni sull'organizzazione dei gruppi di computer Procedure per l'esecuzione delle operazioni Informazioni sull'uso della console Se si utilizza Symantec LiveState Recovery Manager per la prima volta, può risultare utile leggere queste informazioni prima di integrare i computer nella console e distribuire i processi. La console consente di creare e distribuire i processi dalla workstation, nonché di gestire e visualizzare lo stato completo di quei processi su tutti i computer gestiti. Tramite la console è possibile collegarsi agli agenti su tutti i computer di un dominio di rete o di un gruppo di lavoro in cui è già installato l'agente.

40 40 Avvio rapido Informazioni sull'uso della console Avvio della console È possibile avviare la console dal menu Start di Windows oppure dal desktop di Windows. Dopo l'apertura della console, per completare le operazioni è necessario eseguire l'accesso alla console. Per avviare la console Eseguire una delle seguenti operazioni: Nella barra delle applicazioni di Windows, fare clic su Start > Programmi > Symantec > LiveState Recovery> LiveState Recovery Manager. Nella barra delle applicazioni di Windows XP, fare clic su Start > Programmi > Symantec > LiveState Recovery> LiveState Recovery Manager. Accesso al server mediante la console Sul desktop di Windows, fare doppio clic sull'icona di Symantec LiveState Recovery Manager. Al momento dell'installazione del server Symantec LiveState Recovery Manager, è stato necessario specificare una password di account amministratore Recovey Manager. Dopo avere avviato la console, per accedere al server mediante l'interfaccia della console è necessario specificare tale password sensibile alle maiuscole/minuscole. Per accedere al server mediante la console 1 Nel menu File della console di Symantec LiveState Recovery Manager, fare clic su Accesso. 2 Nella finestra di dialogo Accesso, digitare il nome del computer oppure l'indirizzo IP del server Symantec LiveState Recovery Manager. 3 Digitare la password per la console. 4 Fare clic su OK. Disconnessione dal server. Quando si esegue la disconnessione dalla console, la vista iniziale della console resta aperta fino all'uscita dal programma o fino a quando non viene effettuato nuovamente l'accesso alla console. Tutti i processi distribuiti ai computer continueranno a funzionare regolarmente. È inoltre possibile eseguire la disconnessione dalla console mediante l'uscita dal programma.

41 Avvio rapido Informazioni sull'uso della console 41 Per eseguire la disconnessione dal server 1 Nel menu File della console di Symantec LiveState Recovery Manager, effettuare una delle operazioni riportate di seguito: Fare clic su Disconnetti per eseguire la disconnessione dal server mantenendo aperta la console. Fare clic su Esci per eseguire la disconnessione dal server e chiudere la console. 2 Fare clic su OK. Modifica della password account utente agente Se i criteri del sito richiedono la modifica periodica di tutte le password, è possibile che occorra modificare la password per l'account utente agente. Al momento dell'installazione del server Symantec LiveState Recovery Manager, il nome e la password relativi all'account utente agente sono stati memorizzati dal programma in un account locale oppure di dominio e nel sistema operativo in cui è installato il server Symantec LiveState Recovery Manager. La password dovrà essere identica in entrambi i percorsi. Pertanto, se si modifica la password in un percorso, è necessario modificarla anche nell'altro. Se le due password non sono identiche, è possibile che si verifichi un errore di distribuzione (visualizzato nella console). I computer che vengono gestiti con il prodotto dispongono di account utente agente e di password assegnati automaticamente da LiveState Delivery Agent for Windows. Se la password account utente agente viene modificata, LiveState Delivery Agent for Windows legge la nuova password dal file smelogin del server e la assegna automaticamente a tutti i computer gestiti dalla console; non è necessario modificare manualmente la password account utente agente in ciascun computer remoto. Per modificare la password account utente agente 1 Nella barra delle applicazioni di Windows del server in cui è installato il server Symantec LiveState Recovery Manager, fare clic su Start > Impostazioni > Pannello di controllo > Strumenti di amministrazione > Gestione computer. 2 Nel riquadro di sinistra, fare doppio clic su Utenti e gruppi locali per espandere la struttura. 3 Fare clic sulla cartella Utenti per visualizzare un elenco di account utente nel riquadro a destra. 4 Selezionare l'account utente agente creato al momento dell'installazione del server Symantec LiveState Recovery Manager.

42 42 Avvio rapido Informazioni sull'uso della console 5 Nel menu Azione, fare clic su Imposta password, quindi seguire le istruzioni visualizzate fornite da Windows. Modificare la password sul server Symantec LiveState Recovery Manager. 6 Sul server in cui è installato il server Symantec LiveState Recovery Manager, individuare il file ChangeAgentPassword.bat (il percorso predefinito è C:\Symantec\LiveState\config\utilities). 7 Da un prompt dei comandi, digitare la seguente sintassi (quando vengono specificate la password precedente e quella nuova) e fare clic su <Invio>. C:\Symantec\LiveState\config\utilities\ChangeAgentPassword.bat -o <password precedente> -n <password nuova>. Modifica della password della console È possibile modificare la password di accesso alla console dopo avere effettuato l'accesso. Le password effettuano la distinzione tra maiuscole e minuscole. Nota: Se la password inserita non è corretta oppure se è stata dimenticata, non sarà possibile accedere al server Symantec LiveState Recovery Manager tramite la console. In tal caso, sarà necessario disinstallare e reinstallare la console e il software del server. Conservare la password in un posto sicuro, in quanto Symantec non dispone di alcun metodo per recuperare una password per il server. Per modificare la password della console 1 Verificare l'avvenuta esecuzione dell'accesso alla console. 2 Nel menu Strumenti, fare clic su Modifica password console. 3 Digitare la password che si desidera modificare nella casella di testo Vecchia password. 4 Digitare la nuova password nelle caselle di testo Nuova password e Conferma nuova password. 5 Fare clic su OK. Spostamento tra le viste della console La console include cinque viste principali: Avvio rapido, Home page, Risorse, Eventi e Strumenti.

43 Avvio rapido Informazioni sull'uso della console 43 Vista Avvio rapido La vista Avvio rapido, disponibile sotto forma di scheda accanto alla scheda Home page nella finestra principale, è la vista iniziale quando si accede per la prima volta alla console (in seguito, la vista Home page diventerà automaticamente la vista predefinita). Avvio rapido è la vista iniziale ideale se si utilizza Symantec LiveState Recovery Manager per la prima volta. Infatti, essa consente di iniziare a utilizzare la console fornendo un elenco delle operazioni da completare nell'ordine consigliato. Vista Home page La vista Home page, disponibile nella finestra principale vicino alla scheda Avvio rapido, fornisce una panoramica sullo stato dei server e desktop protetti da Symantec LiveState Recovery. I dati effettivi relativi agli eventi dei computer verranno inclusi in questa vista nel momento in cui si aggiungono i computer alla console e si assegnano i processi a tali computer. Tabella 3-1 illustra le informazioni disponibili nella vista Home page.

44 44 Avvio rapido Informazioni sull'uso della console Tabella 3-1 Tipo di stato Stato rapido Informazioni sulla vista Home page Descrizione Consente di visualizzare lo stato dei server e dei desktop È possibile fare clic sul collegamento ipertestuale in questa area per aprire la vista Eventi e ottenere informazioni dettagliate su un computer selezionato nella tabella. Questa funzione è particolarmente utile ai fini della soluzione dei problemi. I tipi di stato rapido includono: Punti di ripristino non riusciti: consente di visualizzare il numero di desktop e di server in cui il processo di punti di ripristino non è riuscito rispetto al numero totale di desktop e server gestiti. Computer senza risposta: consente di visualizzare il numero di desktop e di server gestiti che non rispondono rispetto al numero totale di desktop e server gestiti. Processi pianificati: consente di visualizzare il numero di desktop e di server in cui i processi pianificati sono stati eseguiti correttamente rispetto al numero totale di desktop e server gestiti. Vedere Informazioni sul monitoraggio dei computer a pagina 111. Vedere Vista Eventi a pagina 48.

45 Avvio rapido Informazioni sull'uso della console 45 Tipo di stato Collegamenti rapidi Descrizione Fornisce collegamenti ipertestuali per operazioni comuni, quali: Acquisizione di informazioni sull'acquisto di LiveState sul sito Web di Symantec. Ricerca dei computer da aggiungere alla console. Vedere Informazioni sul rilevamento dei computer a pagina 56. Esecuzione di LiveUpdate. Vedere Aggiornamento di Symantec LiveState Recovery Manager a pagina 51. Disconnessione dalla console/dal server. Vedere Disconnessione dal server. a pagina 40. Tendenza (cronologica) Consente di visualizzare il numero di computer in cui si sono verificati eventi Symantec LiveState Recovery negli ultimi sette giorni. È possibile fare clic su una barra a destra della data per passare alla vista Eventi e ottenere informazioni più dettagliate sullo stato e sull'evento.

46 46 Avvio rapido Informazioni sull'uso della console Tipo di stato Grafici a torta dello stato corrente dei server e dei desktop Descrizione Visualizza un grafico a torta che mostra le proporzioni relative ad alcuni tipi di stato corrente per tutti i server e i desktop abilitati al ripristino. Se su un computer vengono installati Symantec LiveState Recovery e LiveState Delivery Agent for Windows, tale computer viene considerato abilitato al ripristino. I tipi di stato includono: Processi pianificati: il numero di computer gestiti di cui è stato eseguito il backup da parte di un processo assegnato con una pianificazione. Nessun processo pianificato: il numero di computer gestiti a cui non sono stati assegnati processi. LiveState Recovery non installato: il numero di computer gestiti su cui non è installato Symantec LiveState Recovery. Senza licenza: il numero di computer gestiti su cui non è installato un file di licenza Symantec LiveState Recovery oppure in cui il file di licenza è scaduto. Eventi: il numero di computer gestiti in cui si sono verificati errori nei processi e nella distribuzione, che non forniscono alcuna risposta (ad esempio, perché spenti) oppure riportano uno o più problemi contemporaneamente. Impostazione di Avvio rapido come vista predefinita al momento dell'accesso È possibile sostituire la vista Home page con la vista Avvio rapido come vista di avvio predefinita al momento dell'accesso alla console. Per impostare Avvio rapido come vista predefinita al momento dell'accesso 1 Nel menu Visualizza della console, fare clic su Home page. 2 Fare clic sulla scheda Avvio rapido nell'angolo superiore sinistro della finestra principale. 3 Selezionare Mostra questa pagina subito dopo l'accesso nella parte inferiore della vista Avvio rapido.

47 Avvio rapido Informazioni sull'uso della console 47 Vista Risorse La vista Risorse, disponibile sotto forma di pulsante nel riquadro sinistro della console, in genere viene utilizzata per visualizzare tutti i computer attualmente gestiti dal server oppure quelli non gestiti. La vista Risorse consente di effettuare le seguenti operazioni: Utilizzare la funzione Rileva computer per analizzare un dominio di rete o un gruppo di lavoro specifico. Quando l'analisi è completa, nella console saranno elencati tutti i computer non gestiti visibili (accesi) di una rete, di un dominio, di un gruppo di lavoro o di un intervallo di indirizzi IP. Un computer viene considerato gestito solo se vi è installato LiveState Delivery Agent for Windows. Se su un computer sono installati Symantec LiveState Recovery e LiveState Delivery Agent for Windows, tale computer viene considerato abilitato al ripristino. Aggiungere alla console, dall'elenco Rileva computer, i computer che si desidera gestire e proteggere. Definire le posizioni di memorizzazione per i punti di ripristino che è possibile utilizzare nei processi. Distribuire i pacchetti di installazione di Symantec LiveState Recovery, inclusi Symantec LiveState RecoveryRestore Anyware Option Symantec LiveState RecoveryLightsOut Restore Option o Management Control, ai computer che sono stati aggiunti alla console. Installare sui computer i file delle licenze per attivare le installazioni distribuite di Symantec LiveState Recovery, inclusi Symantec LiveState Recovery Restore Anyware Option e Symantec LiveState Recovery LightsOut Restore Option. Visualizzare i dettagli unità di un computer (ad esempio lo spazio utilizzato e quello libero dell'unità, l'ultimo punto di ripristino, il percorso dell'ultimo punto di ripristino e i processi assegnati), la cronologia dei punti di ripristino o i dettagli relativi agli eventi per verificare il corretto funzionamento di Symantec LiveState Recovery. Creare un gruppo di computer personalizzato con un nome specifico per semplificare la gestione. Il nuovo gruppo sarà aggiunto alla struttura Gruppi computer. Creare categorie di processi per organizzare i processi utilizzati con maggiore frequenza. Ad esempio, è possibile creare una categoria di processi denominata "Giornalieri" in cui rappresentare diverse pianificazioni di processo richieste oppure obbligatorie che sono state approvate per specifici computer dell'azienda.

48 48 Avvio rapido Informazioni sull'uso della console Vista Eventi La vista Eventi consente di ottenere informazioni sullo stato di un computer selezionato nel dominio di rete o nel gruppo di lavoro aggiunto alla console. La vista Eventi, disponibile sotto forma di pulsante nel riquadro sinistro della console, viene utilizzata per visualizzare in modo alternato le informazioni elencate di seguito: Errori di punto di ripristino: il numero dei computer server e desktop gestiti in cui si sono verificati errori di processo. Gli errori nei processi possono essere causati dall'esaurimento dello spazio su disco nella posizione di memorizzazione del punto di ripristino o dall'impossibilità del processo di collegarsi alla posizione di memorizzazione del punto di ripristino specificata (in genere un percorso non locale). Senza risposta: il numero di computer server e desktop gestiti che non forniscono risposta al server Symantec LiveState Recovery Manager. Un computer viene considerato senza risposta se è stato assegnato un processo al computer remoto e il server non ha ricevuto alcuna risposta al momento della successiva creazione pianificata del punto di ripristino. Tale situazione spesso è causata da problemi di connettività della rete, ad esempio quando il computer oppure il portatile non è connesso alla rete oppure è semplicemente spento. Errori di distribuzione: il numero dei computer server e desktop gestiti in cui si sono verificati errori di distribuzione. Gli errori di distribuzione includono le situazioni in cui un pacchetto di installazione oppure un processo viene distribuito ma il computer remoto non è in grado di remoto non è in grado di eseguire il pacchetto correttamente. I collegamenti ipertestuali nell'area Stato rapido della vista Home page sono collegati alla vista Eventi in modo da consentire la risoluzione dei problemi. Vista Strumenti È possibile utilizzare la vista Strumenti nella console di Symantec LiveState Recovery Manager per aggiungere collegamenti a programmi esterni, URL o file esterni alla console. Al momento dell'installazione della console, alla vista Strumenti vengono aggiunte automaticamente icone predefinite di collegamento ai programmi per Symantec pcanywhere, Symantec NetBackup Console, Symantec NetBackup Java Console, Symantec Backup Exec e Snap Server Manager. Tali collegamenti saranno attivi se i programmi (o qualsiasi altro programma della famiglia di prodotti LiveState) sono installati sullo stesso computer su cui è installata la console.

49 Avvio rapido Informazioni sull'uso della console 49 Modifica delle opzioni del server È possibile personalizzare alcuni aspetti della console e del server Symantec LiveState Recovery Manager in modo da adattarli all'ambiente operativo. Nelle comunicazioni con il server per ottenere gli eventi necessari all'aggiornamento dei dati visualizzati nella console, Symantec LiveState Recovery Manager utilizza porte dinamiche. Tuttavia se la console è stata installata in un computer protetto da un firewall, le porte dinamiche non funzionano. In questo caso, è possibile utilizzare la scheda Avanzate della finestra di dialogo Opzioni per specificare la porta corretta da utilizzare. È opportuno impostare tale numero di porta solo se la console di Symantec LiveState Recovery Manager è installata su un lato del firewall e il server Symantec LiveState Recovery Manager è installato sull'altro lato. Le modifiche apportate alle opzioni restano valide (anche dopo l'uscita da Symantec LiveState Recovery Manager) fino a quando non vengono modificate nuovamente. Vedere Porte utilizzate da Symantec LiveState Recovery Manager a pagina 137. Nota: È possibile riconfigurare i numeri di porta TCP/IP per consentire le comunicazioni con una nuova installazione di Symantec LiveState Recovery Manager oppure con i computer gestiti esistenti. Vedere Configurazione delle porte TCP/IP per un computer gestito esistente a pagina 143.

50 50 Avvio rapido Informazioni sull'uso della console Per modificare le opzioni del server 1 Nel menu Strumenti, fare clic su Opzioni. 2 Nella scheda Generale della finestra di dialogo Opzioni, specificare le seguenti informazioni: Porta server protetta: Porta server non protetta: Timeout sessione (minuti): Porta client predefinita di LiveState Recovery utilizzata dalla console per comunicare con i servizi Web mediante https. utilizzata dalla console per comunicare con i servizi Web mediante http. specifica il numero di minuti di inattività prima che nella sessione corrente venga richiesto di effettuare nuovamente l'accesso al server o di rimanere disconnessi. Il valore predefinito è 763 (porta non protetta). Utilizzata da Management Control su computer remoti per comunicare al server Symantec LiveState Recovery Manager informazioni sui processi LiveState Recovery, sullo stato dei punti di ripristino e sullo stato corrente di ogni computer. Per modificare il valore della porta, è necessario eseguire la connessione alla console di Symantec LiveState Recovery Manager. 3 Nella scheda Avanzate della finestra di dialogo Opzioni, selezionare Utilizza porta dinamica per aggiornamento smart e digitare il numero di porta da utilizzare. Modifica dei dettagli del riquadro Nel riquadro di destra della vista Risorse, è possibile scegliere le informazioni che si desidera visualizzare selezionando intestazioni di colonna diverse. È inoltre possibile organizzare le informazioni trascinando le intestazioni di colonna in un'altra posizione all'interno della stessa barra. Per modificare i dettagli del riquadro 1 Nel riquadro superiore destro della vista Risorse, trascinare le intestazioni di colonna in altre posizioni della stessa barra. 2 Fare clic con il pulsante destro del mouse su un punto qualsiasi di un'intestazione di colonna. 3 Eseguire una delle seguenti operazioni:

51 Avvio rapido Informazioni sull'integrazione dei computer nella console 51 Selezionare l'intestazione di colonna che si desidera visualizzare. Deselezionare l'intestazione di colonna che si desidera nascondere. Aggiornamento di Symantec LiveState Recovery Manager È possibile ricevere aggiornamenti software associati alla versione della console di Symantec LiveState Recovery Manager in uso mediante la connessione al server Symantec LiveUpdate e la selezione degli aggiornamenti da installare. Per ottenere gli aggiornamenti utilizzando LiveUpdate 1 Dal menu? in Symantec LiveState Recovery Manager, fare clic su LiveUpdate. 2 Nella finestra LiveUpdate fare clic su Avanti per individuare gli aggiornamenti. 3 Se vi sono aggiornamenti disponibili, fare clic su Avanti per scaricarli e installarli. 4 Una volta completata l'installazione, fare clic su Fine. Alcuni aggiornamenti del programma richiedono il riavvio del computer prima di applicare le modifiche. Informazioni sull'integrazione dei computer nella console Prima che sia possibile eseguire il backup dei computer di una rete, è necessario innanzitutto integrarli nel server/database di Symantec LiveState Recovery Manager mediante la console. Si tratta di un processo a più fasi che inizia con l'aggiunta dei computer al server Symantec LiveState Recovery Manager e termina con la distribuzione dei pacchetti di installazione di Symantec LiveState Recovery ai computer aggiunti. Per integrare i computer nella console di Symantec LiveState Recovery Manager, effettuare quanto segue: È possibile creare pacchetti di installazione di Symantec LiveState Recovery. Vedere Creazione dei pacchetti di installazione a pagina 52. Rilevare e identificare i computer di un dominio o di un gruppo di lavoro che si desidera proteggere. Vedere Informazioni sul rilevamento dei computer a pagina 56. Aggiungere i computer rilevati alla console oppure assegnare le installazioni esistenti di Symantec LiveState Recovery alla gestione di Symantec LiveState Recovery Manager.

52 52 Avvio rapido Creazione dei pacchetti di installazione Vedere Aggiunta di computer non gestiti a pagina 59. Distribuire il pacchetto di installazione appropriato di Symantec LiveState Recovery ai computer aggiunti alla console. Vedere Distribuzione dei pacchetti di installazione a pagina 63. Una volta integrati i computer nella console, è possibile creare i processi e distribuirli ai computer. Vedere Creazione dei processi a pagina 97. Creazione dei pacchetti di installazione Symantec LiveState Recovery Manager non include i pacchetti di installazione per la distribuzione della versione completa di Symantec LiveState Recovery (Advanced Server, Standard Server, Desktop Edition, Restore Anyware Option o LightsOut Restore Option) ai computer. Per distribuire la versione completa di Symantec LiveState Recovery oppure una delle opzioni di ripristino di Symantec LiveState Recovery, è necessario creare pacchetti di installazione mediante la procedura guidata Crea/aggiorna file di LiveState Recovery e il CD di Symantec LiveState Recovery. Nota: Symantec LiveState Recovery Manager viene fornito con tre pacchetti di installazione predefiniti di Symantec LiveState Recovery6.0 (solo agente) per le versioni Advanced Server, Standard Server e Desktop. Non è necessario creare pacchetti di installazione di Symantec LiveState Recovery, a meno che non si decida di installare le versioni complete di Symantec LiveState Recovery sui computer. In tal caso, è possibile procedere con il rilevamento dei computer. Vedere Informazioni sul rilevamento dei computer a pagina 56. Un pacchetto di installazione consiste in un'installazione singola che contiene il componente Management Control e l'agente Symantec LiveState Recovery oppure la versione completa di Symantec LiveState Recovery. I pacchetti di installazione possono essere distribuiti ai computer aggiunti alla console in qualsiasi momento. I pacchetti di installazione sono memorizzati sul server Symantec LiveState Recovery Manager.

53 Avvio rapido Creazione dei pacchetti di installazione 53 In genere, i pacchetti di installazione vengono creati una sola volta e utilizzati fino al rilascio di una versione nuova oppure aggiornata di Symantec LiveState Recovery. In quella fase, è sufficiente eseguire nuovamente la procedura guidata

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

Guida dell'utente di Norton Save and Restore

Guida dell'utente di Norton Save and Restore Guida dell'utente Guida dell'utente di Norton Save and Restore Il software descritto in questo manuale viene fornito con contratto di licenza e può essere utilizzato solo in conformità con i termini del

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Guida introduttiva 1 Informazioni sul documento Questo documento descrive come installare e iniziare ad utilizzare

Dettagli

Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control

Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control Il software descritto nel presente

Dettagli

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione.

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Indice Trovare le informazioni necessarie... 3 Ripristino e backup... 4 Cos'è il ripristino

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 INDICE Indice File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2...4 Requisiti di sistema: QLA Server...5 Requisiti di sistema:

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale Protezio Protezione Protezione Protezione di tutti i dati in ogni momento Acronis Backup & Recovery 11 Affidabilità dei dati un requisito essenziale I dati sono molto più che una serie di uno e zero. Sono

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Manuale installazione DiKe Util

Manuale installazione DiKe Util Manuale installazione DiKe Util Andare sul sito Internet: www.firma.infocert.it Cliccare su software nella sezione rossa INSTALLAZIONE: comparirà la seguente pagina 1 Selezionare, nel menu di sinistra,

Dettagli

CA Asset Portfolio Management

CA Asset Portfolio Management CA Asset Portfolio Management Guida all'implementazione Versione 12.8 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in

Dettagli

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione 2013. 12 (Revisione 2.6.) Esclusione di responsabilità legale SAMSUNG ELECTRONICS SI RISERVA IL DIRITTO DI MODIFICARE I PRODOTTI, LE INFORMAZIONI

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer,

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Guida Introduttiva Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Heike Schilling. Data di rilascio:

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Bitdefender Total Security 2015 Manuale d'uso

Bitdefender Total Security 2015 Manuale d'uso MANUALE D'USO Bitdefender Total Security 2015 Manuale d'uso Data di pubblicazione 20/10/2014 Diritto d'autore 2014 Bitdefender Avvertenze legali Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo manuale

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Manuale dell'amministratore

Manuale dell'amministratore Manuale dell'amministratore di LapLink Host 2 Introduzione a LapLink Host 4 Requisiti per LapLink Host 6 Esecuzione dell'installazione silent di LapLink Host 8 Modifica del file di procedura per l'installazione

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Per Iniziare con Parallels Desktop 10

Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Copyright 1999-2014 Parallels IP Holdings GmbH e i suoi affiliati. Tutti i diritti riservati. Parallels IP Holdings GmbH Vordergasse 59 8200 Schaffhausen Svizzera

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

CA Asset Portfolio Management

CA Asset Portfolio Management CA Asset Portfolio Management Note di rilascio Versione 12.8 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in avanti indicata

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma Guida Categoria alla registrazione StockPlan Connect Il sito web StockPlan Connect di Morgan Stanley consente di accedere e di gestire online i piani di investimento azionario. Questa guida offre istruzioni

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili 2012 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta,

Dettagli

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 ApplicationServer XG Versione 11 Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 Indice Indice... i Introduzione a 2X ApplicationServer... 1 Cos'è 2X ApplicationServer?... 1 Come funziona?... 1 Su questo documento...

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

Acronis Compute with Confidence, Acronis Startup Recovery Manager, Acronis Active Restore ed il logo Acronis sono marchi di proprietà di Acronis, Inc.

Acronis Compute with Confidence, Acronis Startup Recovery Manager, Acronis Active Restore ed il logo Acronis sono marchi di proprietà di Acronis, Inc. Copyright Acronis, Inc., 2000-2011.Tutti i diritti riservati. Acronis e Acronis Secure Zone sono marchi registrati di Acronis, Inc. Acronis Compute with Confidence, Acronis Startup Recovery Manager, Acronis

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

CA Process Automation

CA Process Automation CA Process Automation Glossario Release 04.2.00 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in avanti indicata come

Dettagli

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Assistenza tecnica Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Meeting

TeamViewer 8 Manuale Meeting TeamViewer 8 Manuale Meeting Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Arcserve Replication and High Availability

Arcserve Replication and High Availability Arcserve Replication and High Availability Guida operativa per Oracle Server per Windows r16.5 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Maggiori informazioni su come poter gestire e personalizzare GFI FaxMaker. Modificare le impostazioni in base ai propri requisiti e risolvere eventuali problemi riscontrati. Le

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI...

INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI... ambiente Windows INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI...8 GESTIONE DELLE COPIE DI SICUREZZA...10 AGGIORNAMENTO

Dettagli

Per iniziare con Parallels Desktop 9

Per iniziare con Parallels Desktop 9 Per iniziare con Parallels Desktop 9 Copyright 1999-2013 Parallels Holdings, Ltd. and its affiliates. All rights reserved. Parallels IP Holdings GmbH. Vordergasse 59 CH8200 Schaffhausen Switzerland Tel:

Dettagli

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Sommario Per iniziare............................................ 3 Il WiFi Booster......................................... 4 Pannello

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY Con Kaspersky, adesso è possibile. www.kaspersky.it/business Be Ready for What's Next SOMMARIO Pagina 1. APERTI 24 ORE SU 24...2

Dettagli

Guida del prodotto. McAfee SaaS Endpoint Protection (versione di ottobre 2012)

Guida del prodotto. McAfee SaaS Endpoint Protection (versione di ottobre 2012) Guida del prodotto McAfee SaaS Endpoint Protection (versione di ottobre 2012) COPYRIGHT Copyright 2012 McAfee, Inc. Copia non consentita senza autorizzazione. ATTRIBUZIONI DEI MARCHI McAfee, il logo McAfee,

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Guida introduttiva. Installazione di Rosetta Stone

Guida introduttiva. Installazione di Rosetta Stone A Installazione di Rosetta Stone Windows: Inserire il CD-ROM dell'applicazione Rosetta Stone. Selezionare la lingua dell'interfaccia utente. 4 5 Seguire i suggerimenti per continuare l'installazione. Selezionare

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Easy-TO è il software professionale per il Tour Operator moderno. Progettato e distribuito in Italia e all estero da Travel Software srl (Milano), un partner

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO

PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO Informazioni generali Il programma permette l'invio di SMS, usufruendo di un servizio, a pagamento, disponibile via internet. Gli SMS possono essere

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali Manuale d uso Gestione Aziendale Software per l azienda Software per librerie Software per agenti editoriali 1997-2008 Bazzacco Maurizio Tutti i diritti riservati. Prima edizione: settembre 2003. Finito

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Progettisti dentro e oltre l impresa MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Pag 1 di 31 INTRODUZIONE Questo documento ha lo scopo di illustrare le modalità di installazione e configurazione dell

Dettagli

Manuale di utilizzo software Ne.Me.Sys. Versione 2 Dicembre 2011

Manuale di utilizzo software Ne.Me.Sys. Versione 2 Dicembre 2011 Manuale di utilizzo software Ne.Me.Sys. Versione 2 Dicembre 2011 Sommario 1. Generalità su Ne.Me.Sys...2 2. Registrazione e Download di Ne.Me.Sys...4 2.1 Informazioni legali...4 2.2 Registrazione al sito...4

Dettagli

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione Assistenza Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero di serie riportato sull'etichetta del prodotto e utilizzarlo per registrare

Dettagli

Guida all'installazione Powerline AV+ 500 Nano XAV5601

Guida all'installazione Powerline AV+ 500 Nano XAV5601 Guida all'installazione Powerline AV+ 500 Nano XAV5601 2011 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta, archiviata

Dettagli