VIII ROBERTO FORMIGONI LUCA DANIEL FERRAZZI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VIII ROBERTO FORMIGONI LUCA DANIEL FERRAZZI"

Transcript

1 VIII ROBERTO FORMIGONI GIOVANNI ROSSONI Vice Presidente DAVIDE BONI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI MASSIMO BUSCEMI RAFFAELE CATTANEO ROMANO COLOZZI LUCA DANIEL FERRAZZI ROMANO LA RUSSA STEFANO MAULLU FRANCO NICOLI CRISTIANI MASSIMO PONZONI MARIO SCOTTI DOMENICO ZAMBETTI MASSIMO ZANELLO dell'assessore Mario Scotti DETERMINAZIONI IN MERITO AL PROGRAMMA DI VALORIZZAZIONE E RAZIONALIZZAZIONE DEL PATRIMONIO ERP DI PROPRIETÀ DI ALER MILANO ED AL RELATIVO PIANO DI REINVESTIMENTO DEI PROVENTI - (ART. 46, L.R. 27/2009 E S.M.I.) Il Dirigente della U.O. Politiche e interventi per la casa Il Direttore Generale Francesco Bargiggia Maria Pia Redaelli

2 VISTI: l art. 46 della Lr. 4 dicembre 2009, n. 27 Testo unico delle leggi regionali in materia di edilizia residenziale pubblica e s.m.i.; la Dgr. 12 marzo 2008, n. VIII/6785 Modalità per la predisposizione dei programmi ai fini della valorizzazione e razionalizzazione del patrimonio di Erp ; la Dgr 30 marzo 2009, n. VIII/9203 Programma regionale per l'edilizia residenziale pubblica Secondo programma annuale (art.3, comma 52, lett. b), Lr. n. 1/2000. VISTA la richiesta di Aler Milano di approvazione del piano di razionalizzazione e valorizzazione del patrimonio di Erp pervenuta in data 28 gennaio 2010, prot. Regione Lombardia n. U , che trasmette la copia conforme all originale della delibazione del CdA n. MI/5/20010 del 27 gennaio 2010 e relativi allegati; CONSIDERATO che dalla documentazione sopracitata si evince che: con delibera di CdA n. MI/5/2010 del 27 gennaio 2010 Aler Milano ha deciso di procedere alla vendita di unità abitative occupate esclusivamente per esigenze di razionalizzazione ed economicità della gestione del patrimonio; alla data del 28 novembre 2007 Aler Milano disponeva di un patrimonio immobiliare costituito da numero unità abitative; il numero massimo di alloggi alienabili da Aler Milano corrisponde a numero unità abitative, pari al 20% del totale; con deliberazioni del Consiglio di Amministrazione: - n. MI/99/08 del 4/9/2008 e n. MI/171/08 del 18/12/2008 ha approvato le modalità attuative per l alienazione ai sensi dell art 46 della L.r. 27/2009 di alloggi e, ove esistenti, di boxes e posti auto, in Milano e Provincia agli assegnatari di alloggi collocati in stabili condominiali nonché in stabili per i quali sono stati ritenuti sussistenti motivi di razionalizzazione ed economicità della gestione ed ha deciso di procedere preliminarmente alla rilevazione dell interesse all acquisto nei confronti di tutti i soggetti che risultassero assegnatari, salvo verifica dei requisiti fino alla data dell eventuale acquisto, con espressa esclusione degli occupanti senza titolo e degli assegnatari di alloggi esclusi dall edilizia residenziale pubblica; - n. MI/18/09 del 19/2/2009 ha approvato i valori di cessione dei boxes/posti auto collocati negli stabili oggetto dell indagine - n. MI/187/09 del 3/12/09 ha rilevato che, a fronte dell invio di n comunicazioni da parte di Aler Milano, sono pervenute alla data del 20 novembre 2009, n adesioni delle quali in 1

3 Milano e n. 846 in Provincia; pertanto ha approvato il programma di vendita di n alloggi con relative pertinenze ipotizzando un incasso presunto di ,00; gli assegnatari che hanno positivamente risposto all indagine svolta circa l interesse all acquisto hanno contestualmente versato 500,00 ciascuno (ad eccezione degli assegnatari che avevano versato a suo tempo l importo per spese amministrative richiesto per l adesione a precedente invito a norma della L.560/93) e tale importo è da considerare acconto sul futuro prezzo di cessione ove si perfezioni l acquisto e deve essere restituito in caso contrario; gli assegnatari rispondenti all indagine in stabili condominiali con minoranza di millesimi Aler in Milano e Provincia sono 1949, come risulta nell Allegato A, al fine di aderire alle finalità di razionalizzazione ed economicità della gestione patrimoniale espresse dalla legislazione regionale, Aler Milano ritiene opportuno inserire tali alloggi nel programma di valorizzazione e razionalizzazione del patrimonio Erp; gli assegnatari rispondenti all indagine in stabili condominiali con maggioranza di millesimi Aler in Milano e Provincia sono n. 1248, come risulta nell Allegato A, ( con l esclusione di n 7 alloggi in Via Tracia 2, dove è in corso un intervento inserito nel programma nazionale Contratto di quartiere II, e di n. 4 alloggi in Via Segneri in quanto è allo studio un intervento di rigenerazione urbana nel quartiere) Aler Milano ritiene opportuno procedere alla vendita di tali alloggi in considerazione della conseguente diminuzione dei millesimi di proprietà pubblica e del realizzabile risparmio di spese condominiali; per quanto attiene gli stabili in Milano e Provincia a totale proprietà Aler, come elencati nell Allegato A, per i quali, anche a fronte dell interesse preliminarmente espresso in prevalenza dagli assegnatari, è stata svolta l indagine e risultano pervenute 263 adesioni Aler Milano ritiene opportuno procedere alla vendita degli interi edifici previa adesione da parte della totalità degli assegnatari e comunque nel rispetto dell art. 46 comma 3 della L.R. 27/09 come modificato dall art. 3 della L.R. n. 30/09; il prezzo di vendita è stato determinato abbattendo del 20% il valore di mercato degli alloggi; a tale riduzione si applica una ulteriore riduzione del 20% (ovvero del 30% nei confronti di assegnatari che avessero aderito a precedente offerta a norma della L. 560/93 e versato l importo richiesto per oneri della procedura, a condizione che non vi sia una lite ovvero, se avviata, vi rinuncino entro 60 giorni dalla ricezione della proposta di acquisto); il valore di mercato è stato individuato in base ai dati pubblicati nel secondo semestre 2008 dall Osservatorio dell Agenzia del Territorio con riferimento alla tipologia abitazioni di tipo economico con stato manutentivo normale nell ambito delle zone e micro zone catastali di riferimento ed effettuando la moltiplicazione dei mq catastali per il valore /mq nella misura pari alla media tra il minimo e il massimo; per gli alloggi situati in stabili costruiti in diritto di superficie Aler Milano ha provveduto ha decurtare il valore di mercato di una percentuale che, non conoscendo le future richieste dei Comuni interessati, può essere, allo stato, determinata in via presuntiva secondo un calcolo sintetico e quantificata nel 20%, con la precisazione che detta decurtazione sarà soggetta a nuova determinazione a seconda della data dell eventuale acquisto e della scadenza del diritto di superficie; 2

4 conseguentemente ove si procedesse alla vendita di tutti gli alloggi specificati nell Allegato A, unito al presente atto quale parte integrante e sostanziale, l incasso stimato sarebbe di ,00; i valori di cessione dei singoli alloggi sono soggetti a modificazioni fino alla data dell offerta per variazioni oggettivamente rilevate ed in particolare per le oscillazioni dei valori di mercato applicabili pro tempore; peraltro per alcuni immobili potrebbe essere necessaria una riduzione del prezzo in funzione del carente stato manutentivo ovvero della mancanza di pubblicazione del valore di riferimento da parte dell Agenzia del Territorio; nell attuazione del programma di valorizzazione e razionalizzazione del patrimonio Erp, si terrà conto di criteri oggettivi di priorità quali : la circostanza che si realizzi il completamento delle vendite nei singoli condomini, la sussistenza della piena proprietà dello stabile in capo ad Aler, la disponibilità delle prescritte certificazioni, l avvenuta verifica della mancanza di interesse storico - artistico, ovvero la data di costruzione infra cinquantennale; il piano di reinvestimento dei proventi derivanti dal presente programma di valorizzazione è composto da una relazione tecnica e da un dettaglio delle opere di manutenzione programmate per il triennio 2010/2012 come meglio specificato negli allegati B e C uniti al presente atto quale parte integrante e sostanziale; il piano di reimpiego comprende una spesa presunta, pari ad ,00, imputabile alla fiscalità, al costo del personale interno dedicato alle vendite, agli incarichi professionali esterni (certificazione energetica, verifiche e aggiornamenti dati catastali, ecc) ed altre spese (cancelleria, comunicazione, ecc); il CdA da indicazione al Direttore Generale di: - predisporre annualmente l elenco degli alloggi che, nel rispetto dei suddetti criteri, saranno oggetto di vendita; - procedere alle vendite, qualora negli stabili con minoranza di proprietà Aler, pervengano ulteriori adesioni di acquisto da parte di assegnatari segnalando successivamente alla Regione Lombardia l ampliamento del programma approvato; - procedere, qualora negli stabili con maggioranza di proprietà Aler pervengano ulteriori adesioni di acquisto da parte di assegnatari, ad elaborare singoli microprogrammi di alienazione da sottoporre all approvazione della Regione Lombardia; le somme che saranno incassate a seguito delle suddette alienazioni, pari ad ,00, saranno destinate alla realizzazione degli interventi specificati nel Piano di reinvestimento dei proventi come meglio specificato negli allegati B e C uniti al presente atto quale parte integrante e sostanziale; RITENUTO OPPORTUNO dare indicazioni al Direttore Generale di Aler Milano affinché provveda: alla predisposizione degli elenchi annuali degli alloggi di cui all allegato A che saranno oggetto di 3

5 vendita e del relativo piano di reinvestimento dei proventi; alle vendite, qualora negli stabili con minoranza di proprietà Aler pervengano ulteriori adesioni di acquisto da parte di assegnatari, comunicando successivamente a Regione Lombardia l ampliamento del programma approvato. Regione Lombardia autorizzerà con apposito atto deliberativo le integrazioni ed il relativo utilizzo dei proventi; ad elaborare singoli microprogrammi di alienazione, qualora negli stabili con maggioranza di proprietà Aler pervengano ulteriori adesioni di acquisto da parte di assegnatari, da sottoporre all approvazione di Regione Lombardia; all accantonamento di risorse vincolate, derivanti dalle vendite del presente programma di valorizzazione e razionalizzazione del patrimonio di ERP, da destinarsi in parte alla riqualificazione del patrimonio esistente ed in parte allo sviluppo, come meglio specificato negli allegati B e C ; all utilizzo delle somme accantonate previa autorizzazione del Consiglio d amministrazione e con obbligo di comunicazione a Regione Lombardia; al reimpiego di tali somme che dovrà avvenire entro 5 anni dall accantonamento stesso e Aler Milano verserà a Regione Lombardia le eventuali somme non utilizzate entro i termini sopradetti; alla rendicontazione della spesa presunta di ,00 sulla base di modelli predisposti dalla competente struttura regionale, nei quali saranno riportati, sulla scorta dei giustificativi contabili debitamente quietanzati e della debita imputazione al competente centro di costo tutte le spese annualmente sostenute, i costi relativi alla fiscalità, al costo del personale interno dedicato alle vendite, agli incarichi professionali esterni (certificazione energetica, verifiche e aggiornamenti dati catastali) ed altre spese (materiale di consumo, comunicazione). a comunicare, con cadenza annuale, l'andamento delle vendite relative al presente programma di valorizzazione e razionalizzazione del patrimonio ERP di proprietà di Aler Milano; alla verifica delle condizioni per l aggiornamento del valore locativo sugli alloggi oggetto di ristrutturazione prima di nuova assegnazione, così come previsto dall art. 31 comma 7 della Lr. 27/2009 e s.m.i.; CONSIDERATO che la proposta di vendita di alloggi occupati e relative pertinenze, dei boxes e dei posti auto ed il riutilizzo dei proventi formulata da Aler Milano è coerente con quanto disposto dall art. 46 della Lr. 4 dicembre 2009, n. 27 e s.m.i.; RITENUTO NECESSARIO procedere all'autorizzazione prevista dall' art. 46 della Lr. 4 dicembre 2009, n. 27 e s.m.i.; A voti unanimi, espressi nelle forme di legge 4

6 DELIBERA Per le ragioni elencate in premessa che qui si intendono integralmente riportate: 1. di autorizzare, ai sensi dell art. 46 della Lr. 4 dicembre 2009, n. 27 e s.m.i., il programma di valorizzazione e razionalizzazione del patrimonio di ERP di Aler Milano, approvato con delibera di CdA n. MI/5/2010 del 27 gennaio 2010 per un importo totale di ,00, come meglio dettagliato nell allegato A unito alla presente deliberazione quale parte integrante e sostanziale; 2. di approvare, ai sensi dell art. 46 della Lr. 4 dicembre 2009, n. 27 e s.m.i., il piano di reimpiego dei proventi di cui al precedente punto 1) per la valorizzazione e la riqualificazione del patrimonio di ERP di proprietà di Aler Milano, per un totale complessivo di ,00 come meglio specificato negli allegati B e C uniti alla presente deliberazione quale parte integrante e sostanziale; 3. di conferire mandato al Direttore Generale di Aler Milano affinché provveda: - alla predisposizione degli elenchi annuali degli alloggi di cui all allegato A che saranno oggetto di vendita e del relativo piano di reinvestimento dei proventi; - alle vendite, qualora negli stabili con minoranza di proprietà Aler pervengano ulteriori adesioni di acquisto da parte di assegnatari, comunicando successivamente a Regione Lombardia l ampliamento del programma approvato. Regione Lombardia autorizzerà con apposito atto deliberativo le integrazioni ed il relativo utilizzo dei proventi; - ad elaborare singoli microprogrammi di alienazione, qualora negli stabili con maggioranza di proprietà Aler pervengano ulteriori adesioni di acquisto da parte di assegnatari, da sottoporre all approvazione di Regione Lombardia; - all accantonamento di risorse vincolate, derivanti dalle vendite del presente programma di valorizzazione e razionalizzazione del patrimonio di ERP, da destinarsi in parte alla riqualificazione del patrimonio esistente ed in parte allo sviluppo, come meglio specificato negli allegati B e C ; - all utilizzo delle somme accantonate previa autorizzazione del Consiglio d amministrazione e con obbligo di comunicazione a Regione Lombardia. - al reimpiego di tali somme che dovrà avvenire entro 5 anni dall accantonamento stesso; Aler Milano verserà a Regione Lombardia le eventuali somme non utilizzate entro i termini sopradetti; - alla rendicontazione della spesa presunta di ,00 sulla base di modelli predisposti dalla competente struttura regionale, nei quali saranno riportati, sulla scorta dei giustificativi contabili 5

7 debitamente quietanzati e della debita imputazione al competente centro di costo tutte le spese annualmente sostenute, i costi relativi alla fiscalità, al costo del personale interno dedicato alle vendite, agli incarichi professionali esterni (certificazione energetica, verifiche e aggiornamenti dati catastali) ed altre spese (materiale di consumo, comunicazione); - a comunicare, con cadenza annuale, l'andamento delle vendite relative al presente programma di valorizzazione e razionalizzazione del patrimonio ERP di proprietà di Aler Milano; - alla verifica delle condizioni per l aggiornamento del valore locativo sugli alloggi oggetto di ristrutturazione prima di nuova assegnazione, così come previsto dall art. 31 comma 7 della Lr. 27/2009 e s.m.i.; 4. di dare atto che: - il presente programma di valorizzazione e razionalizzazione del patrimonio Erp di proprietà di Aler Milano ed il relativo piano di reimpiego hanno validità quinquennale ai sensi dell art. 46 comma 4 della Lr. 4 dicembre 2009, n. 27 e s.m.i.; - Regione Lombardia provvederà ad effettuare ispezioni e controlli allo scopo di verificare lo stato di attuazione del presente provvedimento e la veridicità delle dichiarazioni e delle informazioni prodotte da Aler Milano; 5. di pubblicare il presente provvedimento sul sito internet IL SEGRETARIO 6

DELIBERAZIONE N IX / 2351 Seduta del 13/10/2011

DELIBERAZIONE N IX / 2351 Seduta del 13/10/2011 DELIBERAZIONE N IX / 2351 Seduta del 13/10/2011 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente GIULIO DE CAPITANI DANIELE BELOTTI ROMANO LA RUSSA GIULIO BOSCAGLI CARLO

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 2555 Seduta del 24/11/2011

DELIBERAZIONE N IX / 2555 Seduta del 24/11/2011 DELIBERAZIONE N IX / 2555 Seduta del 24/11/2011 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente GIULIO DE CAPITANI DANIELE BELOTTI ROMANO LA RUSSA GIULIO BOSCAGLI CARLO

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 993 Seduta del 29/11/2013

DELIBERAZIONE N X / 993 Seduta del 29/11/2013 DELIBERAZIONE N X / 993 Seduta del 29/11/2013 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

Art. 2 - Condizioni di alienabilità degli alloggi e destinazione dei relativi proventi

Art. 2 - Condizioni di alienabilità degli alloggi e destinazione dei relativi proventi ALLEGATO A Proposta di legge Alienazione degli immobili di edilizia residenziale pubblica finalizzata alla razionalizzazione e valorizzazione del patrimonio di edilizia residenziale pubblica (ERP) Sommario

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 3301 Seduta del 18/04/2012

DELIBERAZIONE N IX / 3301 Seduta del 18/04/2012 DELIBERAZIONE N IX / 3301 Seduta del 18/04/2012 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente VALENTINA APREA DANIELE BELOTTI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI RAFFAELE

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 3095 Seduta del 07/03/2012

DELIBERAZIONE N IX / 3095 Seduta del 07/03/2012 DELIBERAZIONE N IX / 3095 Seduta del 07/03/2012 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente VALENTINA APREA DANIELE BELOTTI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI RAFFAELE

Dettagli

ANDREA GIBELLI Vice Presidente GIULIO DE CAPITANI ALESSANDRO COLUCCI DOMENICO ZAMBETTI

ANDREA GIBELLI Vice Presidente GIULIO DE CAPITANI ALESSANDRO COLUCCI DOMENICO ZAMBETTI IX / ROBERTO FORMIGONI ANDREA GIBELLI Vice Presidente GIULIO DE CAPITANI DANIELE BELOTTI ROMANO LA RUSSA GIULIO BOSCAGLI CARLO MACCARI LUCIANO BRESCIANI STEFANO MAULLU MASSIMO BUSCEMI MARCELLO RAIMONDI

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 3848 Seduta del 25/07/2012

DELIBERAZIONE N IX / 3848 Seduta del 25/07/2012 DELIBERAZIONE N IX / 3848 Seduta del 25/07/2012 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente VALENTINA APREA DANIELE BELOTTI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI RAFFAELE

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 3855 Seduta del 25/07/2012

DELIBERAZIONE N IX / 3855 Seduta del 25/07/2012 DELIBERAZIONE N IX / 3855 Seduta del 25/07/2012 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente VALENTINA APREA DANIELE BELOTTI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI RAFFAELE

Dettagli

PARTE SECONDA. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 27 luglio 2015, n.1515. di un programma di recupero e razionalizzazione

PARTE SECONDA. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 27 luglio 2015, n.1515. di un programma di recupero e razionalizzazione 32941 PARTE SECONDA Deliberazioni del Consiglio e della Giunta DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 27 luglio 2015, n.1515 Programma di recupero e razionalizzazione degli immobili e degli alloggi di edilizia

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 3493 Seduta del 23/05/2012

DELIBERAZIONE N IX / 3493 Seduta del 23/05/2012 DELIBERAZIONE N IX / 3493 Seduta del 23/05/2012 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente VALENTINA APREA DANIELE BELOTTI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI RAFFAELE

Dettagli

D.G.R. 22 dicembre 2008 n. 8/8745 Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia 2 suppl. straordinario 15 gennaio 2009 e s.m.i

D.G.R. 22 dicembre 2008 n. 8/8745 Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia 2 suppl. straordinario 15 gennaio 2009 e s.m.i D.G.R. 22 dicembre 2008 n. 8/8745 Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia 2 suppl. straordinario 15 gennaio 2009 e s.m.i Notiziario SEGU S.r.l. Legislazione Categoria: certificazione energetica edifici

Dettagli

TRA PREMESSO, a formare parte integrante e sostanziale del presente atto,

TRA PREMESSO, a formare parte integrante e sostanziale del presente atto, ACCORDO DI PROGRAMMA TRA IL COMUNE DI AOSTA, LA REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA E L AZIENDA REGIONALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA VALLE D AOSTA (A.R.E.R.) PER L AFFIDAMENTO ALL A.R.E.R DELLA GESTIONE

Dettagli

Proposta di legge Alienazione degli immobili di ERP. Documento preliminare

Proposta di legge Alienazione degli immobili di ERP. Documento preliminare ALLEGATO A Proposta di legge Alienazione degli immobili di ERP Documento preliminare 1. Inquadramento normativo La materia dell edilizia residenziale pubblica comprende il complesso delle attività delle

Dettagli

Deliberazione originale della Giunta Comunale

Deliberazione originale della Giunta Comunale Deliberazione originale della Giunta Comunale N. 35 del Reg. Data 18 marzo 2015 OGGETTO: Piano di vendita alloggi ERP richiesta del sig. EC - determinazioni L anno duemilaquindici, il giorno diciotto del

Dettagli

RegioneLombardia LA GIUNTA

RegioneLombardia LA GIUNTA DELIBERAZIONE N IX / 2555 Seduta del 24/11 /2011 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente DANIELE BELOTTI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI MASSIMO BUSCEMI RAFFAELE

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 3852 Seduta del 25/07/2012

DELIBERAZIONE N IX / 3852 Seduta del 25/07/2012 DELIBERAZIONE N IX / 3852 Seduta del 25/07/2012 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente VALENTINA APREA DANIELE BELOTTI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI RAFFAELE

Dettagli

NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 133 8 luglio 2015 Immediatamente Eseguibile

NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 133 8 luglio 2015 Immediatamente Eseguibile Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 133 8 luglio 2015 Immediatamente Eseguibile Oggetto : Manifestazione di interesse per gli interventi di recupero e

Dettagli

Schema di CONTRATTO DI SERVIZIO tra REGIONE ed A.T.E.R. in attuazione dell art. 50 della Lr n. 27/2006 come modificato dalla Lr n. 11/2007.

Schema di CONTRATTO DI SERVIZIO tra REGIONE ed A.T.E.R. in attuazione dell art. 50 della Lr n. 27/2006 come modificato dalla Lr n. 11/2007. ALLEGATO 1 Schema di CONTRATTO DI SERVIZIO tra REGIONE ed A.T.E.R. in attuazione dell art. 50 della Lr n. 27/2006 come modificato dalla Lr n. 11/2007. L anno il giorno del mese di in Roma, con la presente

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 1577 Seduta del 20/04/2011

DELIBERAZIONE N IX / 1577 Seduta del 20/04/2011 DELIBERAZIONE N IX / 1577 Seduta del 20/04/2011 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente GIULIO DE CAPITANI DANIELE BELOTTI ROMANO LA RUSSA GIULIO BOSCAGLI CARLO

Dettagli

VIII. Delibera 7433 del 13 giugno 2008 ROBERTO FORMIGONI

VIII. Delibera 7433 del 13 giugno 2008 ROBERTO FORMIGONI Delibera 7433 del 13 giugno 2008 VIII ROBERTO FORMIGONI VIVIANA BECCALOSSI Vice Presidente GIAN CARLO ABELLI DAVIDE BONI LUCIANO BRESCIANI MASSIMO BUSCEMI RAFFAELE CATTANEO ROMANO COLOZZI MASSIMO CORSARO

Dettagli

Servizio Edilizia Pubblica

Servizio Edilizia Pubblica Servizio Edilizia Pubblica SCHEMA ACCORDO DI PROGRAMMA PER LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI DI CUI ALL ARTICOLO 1, COMMA 1, LETT. B) ED E) DEL PIANO NAZIONALE DI EDILIZIA ABITATIVA ALLEGATO AL D.P.C.M.

Dettagli

ALLEGATO A QUADRO SINOTTICO DELLE MODIFICHE APPORTATE ALLA CONVENZIONE TIPO PER L ATTUAZIONE IN LOMBARDIA DEL PIANO NAZIONALE DI EDILIZIA ABITATIVA

ALLEGATO A QUADRO SINOTTICO DELLE MODIFICHE APPORTATE ALLA CONVENZIONE TIPO PER L ATTUAZIONE IN LOMBARDIA DEL PIANO NAZIONALE DI EDILIZIA ABITATIVA QUADRO SINOTTICO DELLE MODIFICHE APPORTATE ALLA CONVENZIONE TIPO PER L ATTUAZIONE IN LOMBARDIA DEL PIANO NAZIONALE DI EDILIZIA ABITATIVA DGR n. IX/2756 del 22 dicembre 2011 Sono fatte salve le premesse

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 1453 Seduta del 28/02/2014

DELIBERAZIONE N X / 1453 Seduta del 28/02/2014 DELIBERAZIONE N X / 1453 Seduta del 28/02/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

L.R. n.27 del 28. 12.2006 Legge finanziaria regionale per l esercizio 2007 (estratto degli articoli riguardanti l Edilizia Residenziale Pubblica)

L.R. n.27 del 28. 12.2006 Legge finanziaria regionale per l esercizio 2007 (estratto degli articoli riguardanti l Edilizia Residenziale Pubblica) L.R. n.27 del 28. 12.2006 Legge finanziaria regionale per l esercizio 2007 (estratto degli articoli riguardanti l Edilizia Residenziale Pubblica) CAPO III Edilizia residenziale pubblica Art. 48 (Alienazione

Dettagli

COMUNE DI PROVAGLIO D ISEO UFFICIO TECNICO

COMUNE DI PROVAGLIO D ISEO UFFICIO TECNICO Allegato A) alla Determinazione n. 166 del 07/07/2015 Prot. 20150005696 UTC/MC/mc li 09 luglio 2015 AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DEI COMPONENTI DELLA COMMISSIONE PER IL PAESAGGIO AI SENSI DELL ART.81

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 3246 Seduta del 04/04/2012

DELIBERAZIONE N IX / 3246 Seduta del 04/04/2012 DELIBERAZIONE N IX / 3246 Seduta del 04/04/2012 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente VALENTINA APREA DANIELE BELOTTI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI RAFFAELE

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012

DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012 DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente VALENTINA APREA DANIELE BELOTTI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI RAFFAELE

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE CONCESSIONE DELLA DEROGA AI SENSI DELLA L. 106/2011, DELLA CIRCOLARE REGIONE PIEMONTE 7/UOL E DELL ART. 72 DELLE N.T.A. DEL P.R.G.C. A ESACASE S.R.L. PER AMPLIAMENTO DELLA VOLUMETRIA, NUMERO DEI PIANI,

Dettagli

P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 41

P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 41 Estratto web C O M U N E D I C A V A G N O L O P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 41 OGGETTO: APPROVAZIONE CONVENZIONE

Dettagli

REGIONE LAZIO GIUNTA REGIONALE STRUTTURA PROPONENTE. OGGETTO: Schema di deliberazione concernente: ASSESSORATO PROPONENTE DI CONCERTO

REGIONE LAZIO GIUNTA REGIONALE STRUTTURA PROPONENTE. OGGETTO: Schema di deliberazione concernente: ASSESSORATO PROPONENTE DI CONCERTO REGIONE LAZIO DELIBERAZIONE N. DEL 230 19/05/2015 GIUNTA REGIONALE PROPOSTA N. 7826 DEL 15/05/2015 STRUTTURA PROPONENTE Direzione Regionale: Area: PROGRAM. ECONOMICA, BILANCIO, DEMANIO E PATRIMONIO Prot.

Dettagli

95 00146 1.750,00 07456230585 620609 R.E.A. C.F.

95 00146 1.750,00 07456230585 620609 R.E.A. C.F. REGOLAMENTO INTERNO della FUTURHAUS Società Cooperativa Edilizia a r.l. Sede in Roma Lungotevere di Pietra Papa, 95 00146 Capitale Sociale versato e sottoscritto Euro 1.750,00 Iscritta al n. 07456230585

Dettagli

Comune di Padova REGOLAMENTO PER LE ALIENAZIONI DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DEL COMUNE DI PADOVA

Comune di Padova REGOLAMENTO PER LE ALIENAZIONI DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DEL COMUNE DI PADOVA Comune di Padova REGOLAMENTO PER LE ALIENAZIONI DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DEL COMUNE DI PADOVA Approvato con deliberazione consiliare n. 35 del 3 aprile 2001 INDICE DEGLI ARTICOLI: ART.1 FINALITA ED OGGETTO

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 2916 Seduta del 18/01/2012

DELIBERAZIONE N IX / 2916 Seduta del 18/01/2012 DELIBERAZIONE N IX / 2916 Seduta del 18/01/2012 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente GIULIO DE CAPITANI DANIELE BELOTTI ROMANO LA RUSSA GIULIO BOSCAGLI CARLO

Dettagli

DICHIARAZIONE DELLE PRESTAZIONI ENERGETICHE DEGLI EDIFICI OGGETTO DI ANNUNCIO COMMERCIALE

DICHIARAZIONE DELLE PRESTAZIONI ENERGETICHE DEGLI EDIFICI OGGETTO DI ANNUNCIO COMMERCIALE DICHIARAZIONE DELLE PRESTAZIONI ENERGETICHE DEGLI EDIFICI OGGETTO DI ANNUNCIO COMMERCIALE Delibera IX/2555 del 24/11/2011 della Giunta regionale della Lombardia L obbligo dell indicazione della classe

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEI CONTRIBUTI PER L ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEI CONTRIBUTI PER L ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEI CONTRIBUTI PER L ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE PREMESSE In data 27 ottobre 2004 tra i Comuni di Castelnuovo Val di Cecina, Montecatini Val di Cecina, Monteverdi

Dettagli

Aggiornamento dei limiti massimi di costo degli interventi di Edilizia Sociale Agevolata e Sovvenzionata a decorrere dal 30 giugno 2013.

Aggiornamento dei limiti massimi di costo degli interventi di Edilizia Sociale Agevolata e Sovvenzionata a decorrere dal 30 giugno 2013. REGIONE PIEMONTE BU48 28/11/2013 Codice DB0803 D.D. 18 novembre 2013, n. 582 Aggiornamento dei limiti massimi di costo degli interventi di Edilizia Sociale Agevolata e Sovvenzionata a decorrere dal 30

Dettagli

ANDREA GIBELLI Vice Presidente GIULIO DE CAPITANI ALESSANDRO COLUCCI DOMENICO ZAMBETTI

ANDREA GIBELLI Vice Presidente GIULIO DE CAPITANI ALESSANDRO COLUCCI DOMENICO ZAMBETTI IX / ROBERTO FORMIGONI ANDREA GIBELLI Vice Presidente GIULIO DE CAPITANI DANIELE BELOTTI ROMANO LA RUSSA GIULIO BOSCAGLI CARLO MACCARI LUCIANO BRESCIANI STEFANO MAULLU MASSIMO BUSCEMI MARCELLO RAIMONDI

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Lazio

Bollettino Ufficiale della Regione Lazio Repubblica Italiana Bollettino Ufficiale della Regione Lazio Disponibile in formato elettronico sul sito: www.regione.lazio.it Legge Regionale n.12 del 13 agosto 2011 Data 22/10/2013 Numero 87 Supplemento

Dettagli

LA GIUNTA. A voti unanimi e palesi, anche per quanto riguarda l immediata esecutività dell atto:

LA GIUNTA. A voti unanimi e palesi, anche per quanto riguarda l immediata esecutività dell atto: Oggetto: Modifica di alcune condizioni di svolgimento del Telelavoro nella Provincia di Bologna. Approvazione del relativo Progetto Generale e autorizzazione alla sottoscrizione del Contratto Collettivo

Dettagli

ALLEGATO B Dgr n. 2067 del 07/07/2009 pag. 1/6

ALLEGATO B Dgr n. 2067 del 07/07/2009 pag. 1/6 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATO B Dgr n. 2067 del 07/07/2009 pag. 1/6 DISCIPLINARE ADESIONE PIATTAFORMA PATTIZIA E CONTRIBUTI PER L ATTUAZIONE DEL PIANO DI ZONIZZAZIONE ART. 1 - I DESTINATARI

Dettagli

COMUNE DI PALERMO Settore Risorse Immobiliari Servizio Fitti

COMUNE DI PALERMO Settore Risorse Immobiliari Servizio Fitti COMUNE DI PALERMO Settore Risorse Immobiliari Servizio Fitti Regolamento per l autogestione degli alloggi E.R.P. e dei relativi servizi accessori e degli impianti e degli spazi comuni condominiali in edifici

Dettagli

Il Comune di Rosignano Marittimo

Il Comune di Rosignano Marittimo OGGETTO: AVVISO PUBBLICO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE A LOCARE A CANONE SOSTENIBILE, PER ALMENO 15 ANNI, FABBRICATI RESIDENZIALI ESISTENTI, FABBRICATI DA REALIZZARE SU AREE EDIFICABILI O FABBRICATI

Dettagli

COD. PRATICA: 2014-001-595. Regione Umbria. Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 961 DEL 28/07/2014

COD. PRATICA: 2014-001-595. Regione Umbria. Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 961 DEL 28/07/2014 Regione Umbria Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 961 DEL 28/07/2014 OGGETTO: Disposizioni regionali per la gestione degli impianti termici. Adozione. PRESENZE Marini Catiuscia Presidente

Dettagli

ALLEGATO A Atto di indirizzo

ALLEGATO A Atto di indirizzo ALLEGATO A Atto di indirizzo Programma di finanziamento degli interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo degli immobili destinati ad asilo nido e/o micro-nido comunali

Dettagli

REGIONE TOSCANA LIVELLO OTTIMALE DI ESERCIZIO DELL EDILIZIA PUBBLICA PER LA PROVINCIA DI MASSA CARRARA COMUNE DI MASSA

REGIONE TOSCANA LIVELLO OTTIMALE DI ESERCIZIO DELL EDILIZIA PUBBLICA PER LA PROVINCIA DI MASSA CARRARA COMUNE DI MASSA REGIONE TOSCANA LIVELLO OTTIMALE DI ESERCIZIO DELL EDILIZIA PUBBLICA PER LA PROVINCIA DI MASSA CARRARA COMUNE DI MASSA POTENZIAMENTO DELL OFFERTA DI EDILIZIA SOCIALE MODALITA INNOVATIVE DI ACQUISIZIONE

Dettagli

COMUNE DI DOLEGNA DEL COLLIO PROVINCIA DI GORIZIA

COMUNE DI DOLEGNA DEL COLLIO PROVINCIA DI GORIZIA COMUNE DI DOLEGNA DEL COLLIO PROVINCIA DI GORIZIA D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E n. 7 d.d. 12 GENNAIO 2010 OGGETTO: Imposta comunale sugli immobili (ICI) determinazone

Dettagli

Servizio Edilizia Pubblica

Servizio Edilizia Pubblica Servizio Edilizia Pubblica SCHEMA ACCORDO DI PROGRAMMA PER LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI DI CUI ALL ARTICOLO 1, COMMA 1 LETT. B) ED E) DEL PIANO NAZIONALE DI EDILIZIA ABITATIVA ALLEGATO AL D.P.C.M.

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA E DIREZIONE NAZIONALE DEGLI ARMAMENTI

MINISTERO DELLA DIFESA SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA E DIREZIONE NAZIONALE DEGLI ARMAMENTI MINISTERO DELLA DIFESA SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA E DIREZIONE NAZIONALE DEGLI ARMAMENTI SGD G 030 LE INVENZIONI DEI DIPENDENTI DEL MINISTERO DELLA DIFESA ROMA EDIZIONE 2015 MINISTERO DELLA DIFESA

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Recupero edilizio: ampliato il raggio d azione dell agevolazione Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che l Agenzia delle

Dettagli

Programma regionale AUTOCOSTRUZIONE ASSOCIATA IN AFFITTO: NUOVE SPERIMENTAZIONI

Programma regionale AUTOCOSTRUZIONE ASSOCIATA IN AFFITTO: NUOVE SPERIMENTAZIONI Unità Organizzativa Casa Struttura Programmi per l edilizia residenziale pubblica Programma regionale AUTOCOSTRUZIONE ASSOCIATA IN AFFITTO: NUOVE SPERIMENTAZIONI Ancitel Lombardia- Risorse Comuni Milano,

Dettagli

ALLEGATO B DGR nr. 1110 del 18 agosto 2015

ALLEGATO B DGR nr. 1110 del 18 agosto 2015 pag. 1 di 6 AVVISO PER L ALIENAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA DESTINATI ALLA LOCAZIONE PERMANENTE LA GIUNTA REGIONALE RENDE NOTO CHE Con deliberazione n. 118 del 19 settembre 2012,

Dettagli

O P E R A R O M A N I

O P E R A R O M A N I O P E R A R O M A N I (Azienda Pubblica di Servizi alla Persona) Via Roma, 21 38060 - NOMI (TN) Costituita ai sensi della L.R. 21 settembre 2005, n. 7. DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE Determinazione n. 4

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI, AGEVOLAZIONI ECONOMICHE E CONTRIBUTI FINANZIARI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI, AGEVOLAZIONI ECONOMICHE E CONTRIBUTI FINANZIARI C I T T A D I F E R M O Via Mazzini, 4 63900 Fermo Tel. 0734.2841 Fax 0734.224170 Codice fiscale e partita iva 00334990447 - Sito web: www.comune.fermo.it REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI,

Dettagli

Regolamento per l'erogazione Errore. Il segnalibro non è definito. di contributi a titolo di prestito d'onore Errore. Il segnalibro non è definito.

Regolamento per l'erogazione Errore. Il segnalibro non è definito. di contributi a titolo di prestito d'onore Errore. Il segnalibro non è definito. Regolamento per l'erogazione Errore. Il segnalibro non è definito. di contributi a titolo di prestito d'onore Errore. Il segnalibro non è definito. APPROVATO CON DELIBERAZIONE COMUNALE N 46 DEL 11-05-2009

Dettagli

RELAZIONE TECNICO-AMMINISTRATIVA BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2015

RELAZIONE TECNICO-AMMINISTRATIVA BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2015 RELAZIONE TECNICO-AMMINISTRATIVA BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2015 Il Bilancio di Previsione dell esercizio 2015 (All.A), è stato redatto in conformità alle norme contenute nel regolamento di cui al D.M.

Dettagli

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 01826/104 Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti CT

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 01826/104 Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti CT Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 01826/104 Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti CT 0 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

La fiscalità dei contratti di locazione. Milano, 29 gennaio 2013

La fiscalità dei contratti di locazione. Milano, 29 gennaio 2013 La fiscalità dei contratti di locazione Milano, 29 gennaio 2013 1 Fiscalità connessa ai contratti di locazione Imposte dirette Per il locatore non imprenditore, ai fini della determinazione del reddito

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 3913 Seduta del 06/08/2012

DELIBERAZIONE N IX / 3913 Seduta del 06/08/2012 DELIBERAZIONE N IX / 3913 Seduta del 06/08/2012 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente VALENTINA APREA DANIELE BELOTTI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI RAFFAELE

Dettagli

I Comuni Associati di Cecina, Bibbona, Castagneto Carducci

I Comuni Associati di Cecina, Bibbona, Castagneto Carducci OGGETTO: AVVISO PUBBLICO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE A LOCARE A CANONE SOSTENIBILE, PER ALMENO 15 ANNI, FABBRICATI RESIDENZIALI ESISTENTI, FABBRICATI DA REALIZZARE SU AREE EDIFICABILI O FABBRICATI

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 3229 Seduta del 04/04/2012

DELIBERAZIONE N IX / 3229 Seduta del 04/04/2012 DELIBERAZIONE N IX / 3229 Seduta del 04/04/2012 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente VALENTINA APREA DANIELE BELOTTI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI RAFFAELE

Dettagli

DELIBERA DEL COMMISSARIO PER LA GESTIONE PROVVISORIA N.486 DEL 23/7/2015

DELIBERA DEL COMMISSARIO PER LA GESTIONE PROVVISORIA N.486 DEL 23/7/2015 azienda regionale pro s edilitzia abitativa DELIBERA DEL COMMISSARIO PER LA GESTIONE PROVVISORIA N.486 DEL 23/7/2015 Oggetto: DELIBERAZIONE G.R. N 21/9 DEL 06/05/2015 INTERVENTO DI ACQUISTO E RECUPERO

Dettagli

Citta di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Citta di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA CONFORME Citta di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ Codice n. 10965 Data: 01/08/2005 GC N. 277 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: CONTRATTO DI QUARTIERE II -

Dettagli

COMUNE DI LOCERI Provincia dell' Ogliastra

COMUNE DI LOCERI Provincia dell' Ogliastra COPIA COMUNE DI LOCERI Provincia dell' Ogliastra DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 49 del 21/07/2015 OGGETTO: BANDO GAL MISURA 322 SVILUPPO E RINNOVAZIONE DEI VILLAGGI AZIONE 1 INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE

Dettagli

Regione Toscana Giunta Regionale Direzione Generale della Presidenza

Regione Toscana Giunta Regionale Direzione Generale della Presidenza Regione Toscana Giunta Regionale Direzione Generale della Presidenza Settore Strumenti per la Valutazione e per lo Sviluppo Sostenibile Arch.. Pietro Novelli Le competenze degli EELL in merito alle autorizzazioni

Dettagli

Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 7 - Venerdì 14 febbraio 2014

Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 7 - Venerdì 14 febbraio 2014 11 D.g.r. 7 febbraio 2014 - n. X/1339 Incentivi per la riqualificazione degli ostelli della gioventù di proprietà di enti pubblici attraverso l adeguamento al regolamento regionale n. 2/2011 recante Definizione

Dettagli

proposta di regolamento n. 3/11

proposta di regolamento n. 3/11 REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA proposta di regolamento n. 3/11 a iniziativa della Giunta Regionale presentata in data 1 dicembre 2011 ULTERIORI MODIFICHE AL REGOLAMENTO REGIONALE 24 OTTOBRE 2008,

Dettagli

RISOLUZIONE N.350/E. agosto Roma,07 agosto 2008

RISOLUZIONE N.350/E. agosto Roma,07 agosto 2008 RISOLUZIONE N.350/E agosto Roma,07 agosto 2008 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Interpello. - Articolo 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. IVA - Cessione di bene immobile a favore di un

Dettagli

VIVERE VICINI IN VIA VOLTRI AVVISO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN LOCAZIONE A CANONE SOCIALE NEL COMUNE DI MILANO VIA VOLTRI

VIVERE VICINI IN VIA VOLTRI AVVISO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN LOCAZIONE A CANONE SOCIALE NEL COMUNE DI MILANO VIA VOLTRI VIVERE VICINI IN VIA VOLTRI AVVISO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN LOCAZIONE A CANONE SOCIALE NEL COMUNE DI MILANO VIA VOLTRI Ai sensi della Convenzione tra Comune di Milano e Pessina Costruzioni S.P.A.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE. DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS

REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE. DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS Ufficio Tecnico Settore Urbanistica DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 13 del 21.01.2010 1 DEI PARCHEGGI PRIVATI

Dettagli

PIANO PROVINCIALE ORIENTAMENTO OBBLIGO ISTRUZIONE E OCCUPABILITA 2010-2012

PIANO PROVINCIALE ORIENTAMENTO OBBLIGO ISTRUZIONE E OCCUPABILITA 2010-2012 PIANO PROVINCIALE ORIENTAMENTO OBBLIGO ISTRUZIONE E OCCUPABILITA 2010-2012 Disposizioni di dettaglio per la gestione e il controllo della realizzazione di progetti mirati alla lotta alla dispersione scolastica

Dettagli

COMUNE di. L anno 2012, il giorno. del mese di.. in, presso.. alle ore. tra

COMUNE di. L anno 2012, il giorno. del mese di.. in, presso.. alle ore. tra Allegato A alla delibera avente per oggetto: Piano nazionale di edilizia abitativa. D.P.C.M. 16 luglio 2009. Accordo di Programma tra il Ministero delle Infrastrutture e i Trasporti e la Regione Piemonte

Dettagli

COMUNE IM COLOGNO AL SERIO. Provincia di Bergamo. / / Deliberazione n. 18. del 28.01.2009 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO:

COMUNE IM COLOGNO AL SERIO. Provincia di Bergamo. / / Deliberazione n. 18. del 28.01.2009 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: indicato. SINDACO - assume RICHIESTA OGGETTO: VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N J del 28.01.2009 / / Deliberazione n. 18 Provincia di Bergamo COMUNE IM COLOGNO AL SERIO L anno duemilanove,

Dettagli

l estensione all imprenditoria giovanile del Fondo di garanzia già costituito a favore dell imprenditoria

l estensione all imprenditoria giovanile del Fondo di garanzia già costituito a favore dell imprenditoria interventi inseriti nell Accordo di Programma Quadro Potenziamento delle infrastrutture dei Patti Territoriali - Delibera CIPE n. 20/2004 (acc. n. 101249 e acc. n. 101250). La presente deliberazione sarà

Dettagli

Ministero dell Interno

Ministero dell Interno Ministero dell Economia e delle Finanze DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO di concerto con il Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI VISTO il decreto

Dettagli

VISTI i piani di erogazione e degli interventi predisposti dalle singole regioni allegati al presente decreto;

VISTI i piani di erogazione e degli interventi predisposti dalle singole regioni allegati al presente decreto; VISTO il decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 8 novembre 2013, n. 128, recante misure urgenti in materia di istruzione, università e ricerca (di seguito,

Dettagli

EQUITALIA ESATRI S.p.A. AVVISO DI RICERCA DI UN IMMOBILE A MILANO AD USO UFFICIO

EQUITALIA ESATRI S.p.A. AVVISO DI RICERCA DI UN IMMOBILE A MILANO AD USO UFFICIO EQUITALIA ESATRI S.p.A. AVVISO DI RICERCA DI UN IMMOBILE A MILANO AD USO UFFICIO 1. OGGETTO Equitalia Esatri S.p.A., società appartenente al Gruppo Equitalia, ricerca un immobile in locazione ubicato in

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CESSIONE DI AREE PER STANDARD URBANISTICI

REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CESSIONE DI AREE PER STANDARD URBANISTICI COMUNE DI BARDONECCHIA Provincia di Torino CAP. 10052 UFFICIO TECNICO EDIIZIA PRIVATA REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CESSIONE DI AREE PER STANDARD URBANISTICI Maggio 2010 Approvato con deliberazione

Dettagli

VISTA la proposta formulata dal GSE in data 10 luglio 2014; VISTA la legge 7 agosto 1990, n. 241 e, in particolare, l articolo 1;

VISTA la proposta formulata dal GSE in data 10 luglio 2014; VISTA la legge 7 agosto 1990, n. 241 e, in particolare, l articolo 1; Il Ministro dello Sviluppo Economico VISTO l articolo 26, comma 2, del decreto-legge n. 91 del 2014, convertito dalla legge 11 agosto 2014, n. 116, (di seguito: decreto-legge n. 91 del 2014) il quale dispone

Dettagli

CITTÀ DI PORTICI Provincia di Napoli

CITTÀ DI PORTICI Provincia di Napoli CITTÀ DI PORTICI Provincia di Napoli BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI COSTRUENDI ALLOGGI DI E.R.P. (N. 22) SOSTITUTIVI DEGLI ALLOGGI PROVVISORI POST SISMA 80 E PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI DI CUI AL DECRETO

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINALIZZATO ALL INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI DI

BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINALIZZATO ALL INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI DI BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINALIZZATO ALL INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI DI RIMOZIONE E SMALTIMENTO DELL AMIANTO DA FABBRICATI ED EDIFICI CIVILI, PRODUTTIVI, COMMERCIALI/TERZIARI,

Dettagli

Comune di Putignano Provincia di Bari

Comune di Putignano Provincia di Bari Comune di Putignano Provincia di Bari COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 42 del 10-04-2015 del Registro Deliberazioni Oggetto: LAVORI DI MANUTENZIONE ED ADEGUAMENTO A NORME DELL'EDIFICIO SCOLASTICO

Dettagli

Assemblea ordinaria: 29 aprile 2014

Assemblea ordinaria: 29 aprile 2014 Assemblea ordinaria: 29 aprile 2014 Relazione degli Amministratori sul terzo punto all ordine del giorno Relazione degli Amministratori redatta ai sensi dell art. 73 del Regolamento Emittenti, adottato

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 16 gennaio 2013, n. 3

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 16 gennaio 2013, n. 3 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 16 gennaio 2013, n. 3 Sistema di valutazione del livello di sostenibilità ambientale degli edifici in attuazione della Legge Regionale Norme per l abitare sostenibile

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ CULTURALI, SOCIALI E RICREATIVE PER GLI STUDENTI

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ CULTURALI, SOCIALI E RICREATIVE PER GLI STUDENTI REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ CULTURALI, SOCIALI E RICREATIVE PER GLI STUDENTI (emanato con decreto rettorale n. 688 del 16 luglio 1997; modificato con delibere del Consiglio di Amministrazione nelle sedute

Dettagli

Legge Regionale 24 febbraio 2005, n. 39 - Disposizioni in materia di energia

Legge Regionale 24 febbraio 2005, n. 39 - Disposizioni in materia di energia Legge Regionale 24 febbraio 2005, n. 39 - Disposizioni in materia di energia (come modificata dalla LR 23 novembre 2009, n. 71 e s.m.i.) Capo IV Razionalizzazione della produzione e dei consumi, risparmio

Dettagli

Acquisto Acquisto e ristrutturazione beni immobili

Acquisto Acquisto e ristrutturazione beni immobili Acquisto Acquisto e ristrutturazione beni immobili Documentazione 1 da produrre per l istruttoria di affidamento ai sensi della Circolare 1273 del 22 luglio 2008 e s.m.i. Domanda di prestito (Mod. EP001/prestito

Dettagli

REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA IX LEGISLATURA. deliberazione n. 39 REGOLAMENTO CONCERNENTE:

REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA IX LEGISLATURA. deliberazione n. 39 REGOLAMENTO CONCERNENTE: REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA deliberazione n. 39 REGOLAMENTO CONCERNENTE: ULTERIORI MODIFICHE AL REGOLAMENTO REGIONALE 24 OTTOBRE 2008, N. 2 CRITERI PER IL CALCOLO DEI CANONI LOCATIVI DEGLI ALLOGGI

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA Riferimenti normativi e direttive - D.lgs. n. 469/97 che ha

Dettagli

1.3 SERVIZIO LAVORI, SICUREZZA, PROVVEDITORATO E PATRIMONIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. n. 344 del 04/07/2012

1.3 SERVIZIO LAVORI, SICUREZZA, PROVVEDITORATO E PATRIMONIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. n. 344 del 04/07/2012 AGENZIA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DELL UMBRIA 1.3 SERVIZIO LAVORI, SICUREZZA, PROVVEDITORATO E PATRIMONIO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE n. 344 del 04/07/2012 E direzione lavori all Ing. Numa

Dettagli

In caso di adesioni all OPSC per quantitativi di azioni superiori alle azioni oggetto dell Offerta, si farà luogo al riparto secondo il metodo

In caso di adesioni all OPSC per quantitativi di azioni superiori alle azioni oggetto dell Offerta, si farà luogo al riparto secondo il metodo Proposta di autorizzazione all acquisto di azioni ordinarie proprie, ai sensi dell art. 2357 del codice civile, dell art. 132 del D.Lgs. 58/1998 e relative disposizioni di attuazione, con la modalità di

Dettagli

A relazione del Vicepresidente Pichetto Fratin: Visto:

A relazione del Vicepresidente Pichetto Fratin: Visto: REGIONE PIEMONTE BU11 13/03/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 17 febbraio 2014, n. 11-7110 Programma Operativo di cooperazione transfrontaliera Italia-Svizzera 2007-2013. Approvazione della scheda

Dettagli

C I T T A di S A R Z A N A

C I T T A di S A R Z A N A C I T T A di S A R Z A N A Provincia della Spezia A R E A 1 S E R V I Z I I N T E R N I Servizio Economato Provveditorato Patrimonio e Gare D E T E R M I N A Z I O N E N. 331 DEL 27.11.2013 Oggetto: Affidamento

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEL CONTO FORMATIVO AZIENDALE

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEL CONTO FORMATIVO AZIENDALE LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEL CONTO FORMATIVO AZIENDALE Roma - 22 settembre 2015 IL CONTO FORMATIVO AZIENDALE (CFA) Le imprese aderenti a For.Agri versano all INPS lo 0,30% delle retribuzioni dei propri

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone: N. 2007/120811 Disposizioni in materia di individuazione dei criteri utili per la determinazione del valore normale dei fabbricati di cui all articolo 1, comma 307 della legge 27 dicembre 2006, n. 296

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU12 26/03/2015

REGIONE PIEMONTE BU12 26/03/2015 REGIONE PIEMONTE BU12 26/03/2015 Codice DB1815 D.D. 5 dicembre 2014, n. 607 Realizzazione di azioni di promozione, comunicazione e web-marketing. Affidamento alla societa' in house Sviluppo Piemonte Turismo

Dettagli

DIREZIONE GENERALE SPORT E POLITICHE PER I GIOVANI

DIREZIONE GENERALE SPORT E POLITICHE PER I GIOVANI 758 05/02/2014 Identificativo Atto n. 26 DIREZIONE GENERALE SPORT E POLITICHE PER I GIOVANI BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELLA PRATICA SPORTIVA - INIZIATIVE

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE (SEDUTA DEL 7 SETTEMBRE 2005)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE (SEDUTA DEL 7 SETTEMBRE 2005) Protocollo RC n. 15297/05 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE (SEDUTA DEL 7 SETTEMBRE 2005) L anno duemilacinque, il giorno di mercoledì sette del mese di settembre, alle ore

Dettagli

Il SEGRETARIO GENERALE

Il SEGRETARIO GENERALE Bologna, 1 Marzo 2013 Prot. n. 35/13 AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO AVENTE AD OGGETTO LA DEFINIZIONE DI UNA PROPOSTA DI LINEE GUIDA PER L ADEGUAMENTO ALLE REGOLE DI CONTABILITA

Dettagli

Deliberazione della Giunta Provinciale

Deliberazione della Giunta Provinciale Deliberazione della Giunta Provinciale N 704 del 30/11/2010 pagina 1 Prot. n. 227242/08.20.00.01 OGGETTO: Legge Regionale n. 38 del 16 Agosto 2001 Approvazione bozza di Protocollo di Intesa tra Regione

Dettagli