SISTEMA FONDI CARIGE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SISTEMA FONDI CARIGE"

Transcript

1 SISTEMA FONDI CARIGE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le informazioni generali sull offerta. INFORMAZIONI GENERALI SOCIETA DI CARIGE Asset Management SGR S.p.A. (di seguito la SGR), Società di nazionalità italiana con sede GESTIONE e direzione generale in Genova, Via Pisa n. 58, autorizzata dalla Banca d Italia ed iscritta al numero 175 dell Albo delle Società di Gestione del Risparmio, fa parte del Gruppo Banca CARIGE, iscritto all Albo dei Gruppi Bancari. Il sito internet della Società è richieste e comunicazioni possono essere inoltrate, oltreché presso la sede sociale, al numero telefonico 010/ e all indirizzo di posta elettronica PROPOSTE D INVESTIMENTO FINANZIARIO SISTEMA FONDI CARIGE Il Sistema è composto dai seguenti Fondi comuni di investimento mobiliare aperti: CARIGE AZIONARIO ITALIA CARIGE AZIONARIO EUROPA CARIGE AZIONARIO AMERICA CARIGE AZIONARIO INTERNAZIONALE CARIGE BILANCIATO 50 CARIGE BILANCIATO 30 CARIGE BILANCIATO 10 CARIGE OBBLIGAZIONARIO INTERNAZIONALE CARIGE CORPORATE EURO CARIGE OBBLIGAZIONARIO EURO LUNGO TERMINE CARIGE OBBLIGAZIONARIO EURO CARIGE MONETARIO EURO CARIGE LIQUIDITA EURO CARIGE FLESSIBILE CARIGE FLESSIBILE PIU Per tutti i fondi, ad esclusione dei fondi Carige Bilanciato 10 e Carige Bilanciato 30, sono previste due Classi di quote, denominate quote di Classe A e quote di Classe B che si differenziano per il livello di commissioni di gestione e di performance applicato, per la tipologia di investitori cui sono riservate e per la modalità di sottoscrizione delle quote. Al riguardo, per maggiori dettagli si rinvia a quanto specificato al paragrafo 12 della Parte I del Prospetto Completo d offerta. Per ciascun Fondo, ad esclusione dei fondi Carige Bilanciato 10 e Carige Bilanciato 30, sono previste proposte di investimento Classe A PIC, Classe A PAC e Classe B PIC. Per i Fondi Carige Bilanciato 10 e Carige Bilanciato 30 sono previste proposte di investimento Classe A PIC e Classe A PAC. Le quote di Classe B sono riservate esclusivamente agli investitori istituzionali intendendosi, ai fini del presente prospetto, i soggetti indicati alla voce Investitori istituzionali del Glossario contenuto nell Appendice del Prospetto Completo d offerta. Informazioni più dettagliate in merito a ciascuna proposta di investimento sono illustrate nella parte Informazioni Specifiche del presente Prospetto d offerta. INFORMAZIONI AGGIUNTIVE INFORMAZIONI SULLE Modalità di sottoscrizione delle quote MODALITA DI La sottoscrizione dei Fondi/Classi può essere effettuata direttamente presso la SGR o presso uno SOTTOSCRIZIONE E dei soggetti incaricati del collocamento. RIMBORSO L acquisto delle quote può avvenire esclusivamente mediante la sottoscrizione dell apposito Modulo di sottoscrizione ed il versamento del relativo importo. Per le quote di Classe A la sottoscrizione delle quote può avvenire con le seguenti modalità: a) versamento in unica soluzione (c.d. PIC): importo minimo 500 euro per ciascun Fondo, tanto per la prima sottoscrizione che per le successive; il versamento in unica soluzione può essere effettuato anche tramite la c.d. sottoscrizione multipla che, a fronte del versamento del 1 di 5

2 SWITCH E VERSAMENTI SUCCESSIVI corrispettivo in unica soluzione, consente di sottoscrivere quote di più Fondi fino a un massimo di quattro, fermo restando l importo minimo della sottoscrizione previsto per i singoli Fondi; b) versamento mediante Piano di Accumulazione (c.d. PAC): importo minimo unitario di ciascun versamento 50 euro (al lordo degli oneri di sottoscrizione). Il piano può prevedere fino ad un massimo di 240 versamenti con cadenza mensile, bimestrale, trimestrale, quadrimestrale, semestrale o annuale. Il sottoscrittore può effettuare in qualsiasi momento nell ambito del Piano versamenti anticipati purché multipli del versamento unitario prescelto. Il sottoscrittore può in qualunque momento variare il Fondo oggetto dell investimento, l importo e la cadenza dei versamenti, il numero delle rate ed il giorno di versamento. La prima sottoscrizione di quote di Classe B può avvenire esclusivamente tramite investimenti in unica soluzione di importi non inferiori a (centomila) euro. Per gli investimenti in unica soluzione successivi al primo vale il limite minimo di euro, a condizione che il sottoscrittore detenga quote di Classe B dello stesso Fondo per un controvalore non inferiore a (centomila) euro. Le quote considerate ai fini di tale verifica sono quelle immesse nel certificato cumulativo. Per le quote di Classe B non è prevista la possibilità di sottoscrizione mediante Piano di Accumulo (PAC). La sottoscrizione delle quote di Classe A può essere effettuata direttamente dal sottoscrittore anche mediante tecniche di comunicazione a distanza (Internet), nel rispetto delle disposizioni di legge e regolamentari vigenti. Per ulteriori informazioni si rinvia alla Parte III, Sez. C) del Prospetto Completo. Il numero delle quote di partecipazione e frazioni millesimali arrotondate per difetto da attribuire ad ogni partecipante si determina dividendo l importo del versamento, al netto degli oneri e dei rimborsi spese, per il valore unitario della quota relativo al giorno di riferimento. Ai fini della attribuzione delle quote ai sottoscrittori il giorno di riferimento è il giorno in cui la SGR ha ricevuto notizia certa della sottoscrizione o, se successivo, il giorno di decorrenza dei giorni di valuta riconosciuti al mezzo di pagamento e indicati nel modulo di sottoscrizione. Le quote vengono assegnate sulla base del valore relativo al giorno di riferimento. Quando in tale giorno non sia prevista la valorizzazione del Fondo, le quote vengono assegnate sulla base del valore relativo al primo giorno successivo di valorizzazione della quota. Nel caso di sottoscrizioni effettuate presso soggetti collocatori, salvo problemi di trasmissione dati, il giorno di riferimento è il giorno successivo a quello di sottoscrizione. Convenzionalmente si considerano ricevute in giornata le sottoscrizioni pervenute entro le ore 12,00. A fronte di ogni versamento la SGR, entro sette giorni lavorativi dalla data di regolamento dei corrispettivi, invia al sottoscrittore una lettera di conferma. Per una più puntuale descrizione delle modalità di sottoscrizione delle quote si rinvia, comunque, al Regolamento di gestione del Sistema Fondi Carige. Modalità di rimborso delle quote In qualsiasi giorno lavorativo è possibile richiedere il rimborso delle quote acquistate senza dover fornire alcun preavviso. Le modalità per la richiesta e l effettuazione del rimborso ed i termini di valorizzazione delle quote sono descritti nel Regolamento di Gestione dei Fondi. Per le operazioni di rimborso non sono previsti oneri a carico del sottoscrittore. Oltre che in un'unica soluzione, il sottoscrittore di quote di Classe A può ottenere il rimborso anche tramite piani programmati di disinvestimento. A fronte di ogni richiesta di rimborso la SGR invia al sottoscrittore entro il giorno successivo dalla data di regolamento, una lettera di conferma dell avvenuto rimborso. Per ulteriori informazioni si rinvia alla Parte I, Sez. D) del Prospetto Completo. Il partecipante al Fondo/Classe gestito dalla SGR può effettuare versamenti successivi e operazioni di passaggio a tutti i Fondi/Classi gestiti dalla SGR (switch). Contestualmente al rimborso di quote di un Fondo/Classe, il partecipante ha facoltà di sottoscrivere quote di altri Fondi/Classi gestiti dalla SGR, purché le quote oggetto del trasferimento e quelle rivenienti dal rimborso siano immesse in un certificato cumulativo. L operazione di passaggio tra Fondi/Classi può essere effettuata direttamente ovvero per il tramite dei soggetti collocatori, che provvedono a trasmettere le richieste entro il giorno successivo a quello di ricezione. L operazione di reinvestimento nel Fondo/Classe degli importi rivenienti dal contestuale rimborso di quote di altro Fondo/Classe della SGR, ove non risulti da una disposizione del sottoscrittore prevista dal contratto stipulato in precedenza, richiede la sottoscrizione di un nuovo contratto. Le operazioni di passaggio tra Fondi/Classi possono avvenire per richiesta scritta o anche mediante l utilizzo di tecniche di comunicazione a distanza. La SGR, verificata la disponibilità delle quote, dà esecuzione dell operazione di passaggio tra i Fondi/Classi con la seguente modalità: - il valore del rimborso è determinato il giorno di ricezione della richiesta di trasferimento. Si intendono convenzionalmente ricevute in giornata le richieste pervenute entro le ore 12; - il giorno di regolamento della sottoscrizione del Fondo/Classe prescelto dal partecipante coincide con quello del pagamento del rimborso, che avviene entro il giorno successivo a quello di ricezione della richiesta di trasferimento. Dell avvenuta operazione la SGR invia al sottoscrittore la lettera di conferma. Gli oneri a carico del sottoscrittore sono quelli indicati nella Parte I del Prospetto d offerta. 2 di 5

3 DIRITTO DI RECESSO ULTERIORE INFORMATIVA DISPONIBILE STRATEGIA PER L ESERCIZIO DEI DIRITTI INERENTI AGLI STRUMENTI FINANZIARI BEST EXECUTION I Fondi/Classi successivamente inseriti nel Prospetto, o appartenenti ad altro Sistema, possono essere oggetto di versamenti successivi o di operazioni di switch previa consegna al partecipante del relativo Prospetto d offerta aggiornato. Ai sensi dell art. 30, comma 6, del D. Lgs. n. 58 del 24 febbraio 1998, l efficacia dei contratti finanziari conclusi fuori sede è sospesa per la durata di sette giorni decorrenti dalla data di sottoscrizione da parte del sottoscrittore. In tal caso, l esecuzione della sottoscrizione ed il regolamento dei corrispettivi avverranno una volta trascorso il periodo di sospensiva di sette giorni. Entro detto termine, l investitore può comunicare il proprio recesso, senza spese né corrispettivo, ai soggetti incaricati del collocamento. Tale facoltà, indicata nel Modulo di sottoscrizione consegnato all investitore non si applica alle sottoscrizioni effettuate presso la sede legale o le dipendenze dell emittente, del proponente l investimento o del soggetto incaricato della promozione e/o del collocamento nonché nei confronti dei clienti istituzionali. La sospensiva non riguarda, inoltre, le successive sottoscrizioni e le operazioni di passaggio tra Fondi (c.d. switch) appartenenti al medesimo sistema e riportati nel Prospetto Completo (ove i Fondi risultino da un contratto precedentemente sottoscritto dall investitore), nonché quelle dei Fondi ivi successivamente inseriti, per i quali sia stato preventivamente fornito al partecipante il Prospetto Semplificato aggiornato o il Prospetto Completo aggiornato con l informativa relativa al Fondo oggetto della sottoscrizione. L investitore può richiedere alla SGR l invio anche a domicilio dei seguenti ulteriori documenti: a) Prospetti Semplificati di tutti i fondi disciplinati dal Regolamento di Gestione a cui si riferisce il Prospetto Completo. b) Parte I, II e III del Prospetto Completo. c) Regolamento di Gestione dei Fondi. d) Ultimi documenti contabili redatti (rendiconto e relazione semestrale, se successiva); i partecipanti a ciascun Fondo hanno diritto di richiedere anche i documenti contabili relativi agli altri Fondi le cui quote sono offerte con il presente Prospetto d offerta. e) Documento di illustrazione dei prodotti aggiuntivi abbinati alla sottoscrizione dei Fondi. La sopra indicata documentazione dovrà essere richiesta per iscritto alla CARIGE Asset Management SGR S.p.A., Via Pisa n. 58, GENOVA, che ne curerà l inoltro a stretto giro di posta e, comunque, non oltre 20 giorni, all indirizzo indicato dal richiedente. L inoltro della richiesta della documentazione può essere effettuato anche per via telefax utilizzando il seguente numero di telefax: 010/ L invio ai partecipanti dei documenti sopra indicati è gratuito. I documenti contabili del Fondo sono altresì disponibili presso la SGR, la Banca Depositaria e le dipendenze della medesima situate nei capoluoghi di regione, nonché sul sito internet della SGR. La documentazione indicata, ove richiesto dall investitore, potrà essere trasmessa anche in formato elettronico mediante tecniche di comunicazione a distanza che siano con ciò compatibili e che consentano al destinatario dei documenti di acquisirne la disponibilità su supporto duraturo. Le Parti I, II e III del Prospetto d offerta, i Prospetti Semplificati ed il Regolamento di Gestione sono pubblicati, con modalità tali da consentirne la stampa, sul sito Sul sito internet della Società è disponibile anche l archivio storico dei valori giornalieri della quota. La SGR è tenuta a comunicare tempestivamente agli investitori le variazioni delle informazioni del Prospetto d offerta concernenti le caratteristiche essenziali del prodotto, tra le quali la tipologia di gestione, il regime dei costi ed il profilo di rischio. Ai sensi del Regolamento Congiunto emanato dalla Banca d Italia e dalla Consob il 29 ottobre 2007 la SGR ha predisposto una strategia per l esercizio dei diritti di intervento e di voto inerenti agli strumenti finanziari di pertinenza degli OICR gestiti, al fine di assicurare che tali diritti siano esercitati nell esclusivo interesse dei partecipanti degli OICR. Il corretto adempimento dell obbligo di esercitare i diritti di intervento e di voto in assemblea esclusivamente a vantaggio degli investitori richiede: un attento monitoraggio degli eventi societari rilevanti, riguardanti gli strumenti finanziari in portafoglio; una corretta valutazione dell opportunità di esercizio dei diritti di voto. Ai sensi della Delibera Consob n del 29 ottobre 2007 la SGR, nell esercizio della propria attività, adotta tutte le misure ragionevoli e mette in atto meccanismi efficaci per ottenere il miglior risultato possibile quando esegue o trasmette ordini su strumenti finanziari per conto dei patrimoni gestiti. A tal fine, la SGR individua, per ciascuna categoria di strumento finanziario, gli intermediari negoziatori ai quali trasmettere gli ordini in ragione della strategia di esecuzione da essi stessi adottata, ovvero le sedi di esecuzione qualora essa vi proceda direttamente. I principali fattori di cui la SGR tiene conto nell esecuzione e nella trasmissione degli ordini sono: il prezzo degli strumenti finanziari; i costi di esecuzione; la rapidità e la probabilità di regolamento; la rapidità e la probabilità di esecuzione; la natura e la dimensione dell ordine; qualsiasi altra considerazione pertinente ai fini dell esecuzione. Con riferimento ai predetti fattori, la SGR tiene altresì conto dei seguenti criteri: obiettivi, politica di investimento e rischi specifici dell OICR, come indicati nel presente prospetto informativo ovvero, in mancanza, nel regolamento di gestione; 3 di 5

4 caratteristiche dell ordine; caratteristiche degli strumenti finanziari oggetto dell ordine e delle condizioni di liquidabilità dei medesimi. La SGR ha individuato le sedi di esecuzione e gli intermediari negoziatori cui trasmettere gli ordini ed utilizza intermediari caratterizzati da elevato standing (in termini di merito creditizio, affidabilità, professionalità e quota di mercato), in grado di assicurare la corretta esecuzione delle operazioni, di minimizzare il rischio di controparte e assoggettati alle vigenti disposizioni nazionali e comunitarie in tema di best execution. Nell ambito della propria strategia di esecuzione e trasmissione, la SGR, per ciascuna tipologia di strumenti finanziari, individua le controparti e le sedi di esecuzione descritte in un apposita Policy predisposta dalla SGR ai sensi della normativa vigente. Nel rispetto di quanto previsto dagli artt. 49 e 71 del Regolamento Intermediari la SGR è tenuta a: applicare misure che assicurino una trattazione rapida, corretta ed efficiente degli ordini dei clienti/oicr rispetto agli ordini di altri clienti/oicr o della stessa SGR; registrare e assegnare prontamente ed accuratamente al cliente/oicr di pertinenza gli ordini eseguiti per conto degli stessi; trattare gli ordini in successione, a meno che le condizioni di mercato e/o dell ordine lo rendano impossibile; adottare tutte le misure ragionevoli per assicurare che gli strumenti finanziari o le somme di denaro di pertinenza dei clienti/oicr ricevuti a regolamento dell ordine eseguito siano prontamente e correttamente trasferiti sul conto del cliente/oicr di riferimento; non fare un uso scorretto delle informazioni relative agli ordini disposti per conto dei clienti/oicr in attesa di esecuzione e adottare tutte le misure ragionevoli per impedire l uso scorretto di tali informazioni da parte di uno qualsiasi dei soggetti rilevanti, come previsto dall art. 6 comma 2-bis del Testo Unico della Finanza. Qualora la SGR, intenda aggregare gli ordini trasmessi per conto dei clienti/oicr, coerentemente con le disposizioni dell art. 72 del Regolamento Intermediari, verifica il rispetto delle seguenti condizioni: l aggregazione non può costituire pregiudizio per uno o più clienti/oicr; la Società deve avere adottato e applicato con efficacia una strategia di assegnazione degli ordini che preveda in termini sufficientemente precisi una ripartizione corretta degli ordini aggregati e delle operazioni; in caso di esecuzione parziale dell ordine aggregato, la SGR deve ripartire l operazione in conformità alla strategia adottata. La strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini, nonché l elenco complessivo delle controparti negoziatrici utilizzate dalla SGR, è riesaminato con cadenza annuale e comunque al verificarsi di circostanze tali da determinare nuove valutazioni in merito all ottenimento del miglior risultato possibile in relazione all esecuzione/trasmissione degli ordini per conto dei clienti/oicr gestiti. INCENTIVI Ai sensi dell art. 25, comma 2, lett. C), del Regolamento Congiunto di Banca d Italia e Consob del 29 ottobre 2007 e dell art. 73 del Regolamento Intermediari emanato da Consob con Delibera n /2007, la SGR ha adottato una Policy interna in materia di incentivi percepiti o riconosciuti nel rispetto degli interessi dei clienti e nella piena trasparenza informativa e provvede al costante monitoraggio del rispetto di tali misure. In particolare: 1. le eventuali retrocessioni commissionali ricevute dalla SGR a fronte di rapporti d'affari con gli emittenti di OICR non collegati oggetto di investimento sono interamente accreditate ai relativi Fondi; 2. la SGR non conclude accordi che prevedano la percezione o il riconoscimento di incentivi anche in forma di prestazioni non monetarie (c.d. soft commission ), ivi compresa l attività di ricerca in materia di investimenti; 3. qualora il patrimonio degli OICR venga investito in quote di OICR collegati, sul fondo acquirente non vengono fatte gravare spese e diritti di qualsiasi natura relativi alla sottoscrizione e al rimborso di detti OICR e le relative commissioni di gestione e performance sono dedotte dal compenso spettante alla SGR; 4. la quota parte della provvigione di gestione annua gravante sui Fondi riconosciuta ai collocatori viene definita in misura percentuale fissa e non dipendente dall entità delle masse collocate. L esistenza, la natura e l importo dei compensi, commissioni o prestazioni sopra descritte od il relativo il metodo di calcolo sono esplicitati nella documentazione di offerta degli OICR oltre che a richiesta del cliente. Per ulteriori informazioni si rinvia alla Parte I del Prospetto Completo. RECLAMI Ai sensi dell art. 17, comma 1, del Regolamento Congiunto Banca d Italia e Consob emanato il 29 ottobre 2007, la SGR ha adottato una procedura per la trattazione dei reclami presentati dai clienti. I reclami devono essere inoltrati in forma scritta a CARIGE A.M. SGR S.p.A., Via Pisa n. 58, Genova, tramite fax al numero 010/ o all indirizzo di posta elettronica nonché per il tramite dei soggetti collocatori. La responsabilità e la trattazione dei reclami è affidata alla Funzione di Compliance. La SGR assicura una sollecita trattazione del 4 di 5

5 reclamo e comunica per iscritto l esito finale all investitore, a mezzo lettera raccomandata A/R, entro il termine di 60 (sessanta) giorni dal ricevimento del reclamo stesso. La SGR, inoltre, conserva tutti i dati e le informazioni concernenti i reclami comprese le misure poste in essere per la soluzione degli stessi. Restano fermi i diritti e le garanzie previsti dal D.Lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 in materia di tutela dei dati personali. Per ulteriori informazioni si rinvia alla Parte I del Prospetto Completo. Avvertenze: La partecipazione al fondo comune di investimento è disciplinata dal Regolamento di gestione del Fondo. Il Prospetto d offerta non costituisce un offerta o un invito in alcuna giurisdizione nella quale detti offerta o invito non siano legali o nella quale la persona che venga in possesso del Prospetto d offerta non abbia i requisiti necessari per aderirvi. In nessuna circostanza il Modulo di sottoscrizione potrà essere utilizzato se non nelle giurisdizioni in cui detti offerta o invito possano essere presentati e tale Modulo possa essere legittimamente utilizzato. La pubblicazione del Prospetto d offerta non comporta alcun giudizio della Consob sull opportunità dell investimento proposto. Data di deposito in Consob della parte Informazioni Generali: 24 febbraio 2010 Data di validità della Parte Informazioni Generali: 1 marzo di 5

6 PROSPETTO SEMPLIFICATO - INFORMAZIONI SPECIFICHE CARIGE MONETARIO EURO - CLASSE B - PIC La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche del fondo. La politica di investimento di ciascun fondo di seguito descritta è da intendersi come indicativa delle strategie gestionali del fondo, posti i limiti definiti nel relativo regolamento di gestione. I termini tecnici utilizzati nel prospetto d offerta sono definiti nel Glossario contenuto nell Appendice del prospetto d offerta al quale si rimanda. INFORMAZIONI GENERALI SUL FONDO Denominazione CARIGE MONETARIO EURO Nazionalità ed armonizzazione alla Fondo comune di investimento mobiliare aperto di diritto italiano armonizzato alla Direttiva 85/611/CEE Direttiva 85/611/CEE Gestore CARIGE Asset Management SGR S.p.A (di seguito la SGR), Società di nazionalità italiana con sede e direzione generale in Genova, Via Pisa n. 58, autorizzata dalla Banca d Italia ed iscritta al numero 175 dell Albo delle Società di Gestione del Risparmio, fa parte del Gruppo Banca CARIGE, iscritto all Albo dei Gruppi Bancari. ALTRE INFORMAZIONI Data Istituzione 26/02/2008 Codice ISIN portatore IT Valuta di denominazione Euro Proventi, risultati della gestione e modalità Il Fondo è a capitalizzazione dei proventi. I proventi realizzati non vengono, pertanto, di ripartizione distribuiti ai partecipanti ma restano compresi nel patrimonio del Fondo. OBIETTIVI E POLITICA DI INVESTIMENTO TIPOLOGIA DI GESTIONE DEL FONDO Tipologia di gestione del Fondo A benchmark con stile di gestione attivo. Benchmark 50% JP Morgan EMU Bond 1-3 anni - Indice rappresentativo delle performance dei Government bond emessi dai Paesi dell Area Euro con vita residua compresa fra 1 e 3 anni. 50% MTS BOT Lordo - Indice rappresentativo delle performance dei BOT scambiati sul mercato telematico MTS. Il parametro di riferimento sopra indicato è a capitalizzazione dei proventi (c.d. Total return benchmark). Per un corretto raffronto il rendimento del benchmark deve essere depurato degli oneri fiscali gravanti sul Fondo. I citati indici si intendono espressi in euro. Ove fossero espressi in valuta diversa, si intendono convertiti in euro, valuta di denominazione dei Fondi, al tasso di cambio rilevato dalla Banca Centrale Europea (BCE) alla data di riferimento. Per i benchmark composti da più indici, i Pesi di ciascun indice sono mantenuti costanti tramite ribilanciamento su base giornaliera. Obiettivo della gestione Conservare il valore del capitale conferito perseguendo una politica di investimento finalizzata a creare valore aggiunto rispetto al benchmark di riferimento. ORIZZONTE TEMPORALE D INVESTIMENTO CONSIGLIATO 1 anno PROFILO DI RICHIO DEL FONDO Grado di rischio connesso all investimento Basso nel fondo Questo grado di rischio indica una variabilità bassa dei rendimenti degli strumenti finanziari in cui è allocato il capitale investito. Scostamento dal benchmark Rilevante. Questo grado di scostamento dal benchmark è in linea con lo stile di gestione del fondo per cui in relazione alle caratteristiche della gestione, si prevedono scostamenti dell andamento del Fondo rispetto al proprio benchmark anche rilevanti. La SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark ed investe, perciò, anche in strumenti finanziari non presenti nell indice o presenti in proporzioni diverse. Finalità del Fondo Conservare il valore del capitale conferito POLITICA DI INVESTIMENTO E RISCHI SPECIFICI DEL FONDO Categoria Assogestioni Tipologia degli strumenti finanziari Obbligazionari euro governativi breve termine Il Fondo investe principalmente in strumenti finanziari di natura obbligazionaria e/o monetaria, denominati in euro, emessi da enti sovrani e/o da istituzioni sovranazionali promosse da enti sovrani dell area euro, quotati in mercati regolamentati europei. Il Fondo può investire in OICR compatibili con la politica di investimento. L investimento in OICR collegati può raggiungere il 100% della quota di portafoglio investita in OICR. In via residuale possono essere effettuati investimenti anche in strumenti finanziari denominati in valute diverse dall euro ed in strumenti finanziari non quotati. È consentito l investimento in depositi bancari. Con riferimento alla Rilevanza degli investimenti si rinvia a quanto specificato nel 1 di 5

7 Aree geografiche Categoria di emittenti Specifici fattori di rischio Operazioni in strumenti finanziari derivati Tecnica di gestione Glossario riportato nell Appendice del Prospetto d offerta Completo. Principalmente area euro. Principalmente enti sovrani ed organismi internazionali ed, in misura fino al 20%, società con rating medio - alto. Duration: 6 mesi - 2 anni Rating: gli emittenti hanno rating pari almeno all investment grade. Paesi Emergenti: sono esclusi investimenti in strumenti finanziari di emittenti dei Paesi Emergenti. E previsto, nei limiti ed alle condizioni stabilite dalle vigenti disposizioni, l utilizzo di strumenti finanziari derivati allo scopo di coprire i rischi di mercato e di credito, realizzare una più efficiente gestione del portafoglio del Fondo e di investimento, con l obiettivo di cogliere opportunità di mercato. In tali eventualità la leva finanziaria non può superare il 10%, il che comporta un amplificazione degli effetti delle variazioni dei prezzi degli strumenti finanziari in cui il fondo è esposto sul valore della quota. La politica di investimento si basa sull analisi delle caratteristiche dei titoli con l obiettivo di identificare quelli che presentano il miglior profilo di rischio/rendimento e sullo studio della probabile evoluzione dei mercati finanziari basato su variabili di analisi fondamentale e quantitativa. Il Fondo utilizza tecniche di gestione dei rischi. Per la loro illustrazione si rimanda alla Parte III, Sez. B del Prospetto d offerta. Per le informazioni di dettaglio sugli obiettivi e la politica di investimento del Fondo, si rinvia alla Sez. B), Parte I del Prospetto Completo 2 di 5

8 COSTI Tabella dell investimento finanziario Sottoscrizione di quote di Classe B mediante versamento in un unica soluzione (PIC) La seguente tabella illustra la scomposizione percentuale dell investimento finanziario riferita sia al momento della sottoscrizione sia all orizzonte temporale d investimento consigliato. Con riferimento al momento della sottoscrizione, l importo versato al netto dei diritti fissi d ingresso rappresenta il capitale nominale; quest ultima grandezza, al netto delle commissioni di sottoscrizione e di altri costi iniziali, rappresenta il capitale investito. MOMENTO DELLA SOTTOSCRIZIONE ORIZZONTE TEMPORALE D INVESTIMENTO CONSIGLIATO (valori su base annua) VOCI DI COSTO* A Commissioni di sottoscrizione 0,00% 0,00% B Commissioni di gestione 0,00% 0,15% C Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0,00% 0,00% D Altri costi contestuali all investimento 0,00% 0,00% E Altri costi successivi all investimento** 0,00% 0,08% F Bonus e premi 0,00% 0,00% G Diritti fissi d ingresso 0,05% 0,05% COMPONENTI DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO H Importo Versato 100,00% I=H-G Capitale Nominale 99,95% L=I-(A+C+D-F) Capitale Investito 99,95% *L incidenza dei costi fissi è parametrata ad un versamento unitario pari ad Euro ,00. Il costo effettivo dell investimento sarà proporzionale all importo effettivamente versato. ** La presente voce si compone dei seguenti oneri periodici: - costi fissi nel tempo, espressi in percentuale del patrimonio del Fondo (compenso di banca depositaria); - costi variabili nel tempo, espressi in termini monetari (spese di revisione, oneri di pubblicazione e contributo di vigilanza). I costi periodici, i cui valori sono variabili nel tempo, sono stati determinati ipotizzando costante, nell orizzonte temporale d investimento consigliato, la loro incidenza percentuale riferita all ultimo anno solare sul patrimonio medio giornaliero del Fondo. Avvertenza: La tabella dell investimento finanziario rappresenta un esemplificazione realizzata con riferimento ai soli costi la cui applicazione non è subordinata ad alcuna condizione. Per un illustrazione completa di tutti i costi applicati si rinvia alla Sez. C), Parte I del Prospetto Completo. Descrizione sintetica dei costi Oneri a carico del Fondo Carige Monetario Euro Classe B mediante versamento in un unica soluzione (PIC) Gli oneri di gestione a carico del Fondo sono rappresentati da: - La commissione fissa di gestione annua e dalla commissione di incentivo nella misura di seguito indicata: Fondo Provvigione annua di gestione Provvigione annua di incentivo Carige Monetario Euro 0,15% non prevista Per ulteriori dettagli in ordine alla provvigione di gestione e alla provvigione di incentivo si rinvia alla Parte I del Prospetto Completo. - Il compenso riconosciuto alla Banca depositaria per l incarico svolto, calcolato giornalmente sul valore complessivo del Fondo e prelevato mensilmente, nella misura di seguito indicata: Fondo Compenso Annuo % Carige Monetario Euro 0,08% - 3 di 5

9 - Le commissioni di negoziazione, ossia gli oneri di intermediazione inerenti alla compravendita degli strumenti finanziari, che non sono quantificabili a priori in quanto variabili. - Le spese di pubblicazione del valore unitario delle quote e dei prospetti periodici dei Fondi, degli avvisi inerenti la liquidazione del Fondo, le modifiche regolamentari richieste da mutamenti della legge o delle disposizioni dell Organo di Vigilanza, i costi della stampa dei documenti destinati al pubblico. - Gli oneri derivanti dagli obblighi di comunicazione alla generalità dei partecipanti purché tali oneri non attengano a propaganda o a pubblicità, o comunque al collocamento delle quote. - Le spese per la revisione della contabilità e dei rendiconti del Fondo, ivi compreso quello finale di liquidazione. - Gli interessi passivi connessi all eventuale accensione di prestiti nei casi consentiti dalle disposizioni vigenti. - Le spese legali e giudiziarie sostenute nell esclusivo interesse del Fondo. - Gli oneri fiscali di pertinenza del Fondo. - Il contributo di vigilanza dovuto alla Consob, nonché alle Autorità estere competenti, per lo svolgimento dell attività di controllo e di vigilanza. Tra tali spese non sono in ogni caso comprese quelle relative alle procedure di commercializzazione del Fondo nei Paesi diversi dall Italia. Le spese ed i costi annuali effettivi sostenuti dal Fondo nell ultimo triennio sono indicati nella Parte II del Prospetto d offerta. Per le informazioni di dettaglio sui costi, sulle agevolazioni e sul regime fiscale del fondo, si rinvia alla Sez. C), Parte I del Prospetto Completo 4 di 5

10 DATI PERIODICI Rendimento Storico 8% Rendimento annuo del Benchmark e del Fondo Fondo (Cl. B) Benchmark 6% 4% 2% 4,00% 4,60% 4,20% 2,60% 2,44% 1,86% 2,09% 3,56% 5,58% 2,68% 1,60% 0% -2% I dati di rendimento del fondo non includono i costi di sottoscrizione (né gli eventuali costi di rimborso) a carico dell investitore. Avvertenza: I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri Total Expense Ratio (TER) Rapporto tra costi complessivi e patrimonio medio (Istituito il 26/02/2008) n.d. 0,23% Retrocessioni ai Distributori Oneri Quota parte percepita in media dai Collocatori Classe B Provvigione di gestione 0% Provvigione di incentivo 0% Commissione di sottoscrizione non prevista Diritti fissi e altre spese 0% Per le informazioni di dettaglio sui dati periodici, si rinvia alla Parte II del Prospetto Completo INFORMAZIONI ULTERIORI Valorizzazione dell investimento Il valore unitario della quota, espresso in Euro, viene determinato con periodicità giornaliera, salvo i giorni di chiusura della borsa italiana e i giorni di festività nazionale italiana. Relativamente alla Classe B il valore unitario della quota è reso noto con comunicazione elettronica all indirizzo dei partecipanti. Il valore unitario della quota è, inoltre, reperibile sul sito internet della Società Ogni eventuale modifica regolamentare è pubblicata mediante avviso sul quotidiano Il Sole24ore. Il Prospetto Semplificato deve essere consegnato all investitore prima della sottoscrizione delle quote del Fondo unitamente al Modulo di sottoscrizione Avvertenza: La partecipazione al Fondo comune di investimento è disciplinata dal Regolamento di gestione dei Fondi Data di deposito in Consob della parte Informazioni Specifiche: 24 febbraio 2010 Data di validità della parte Informazioni Specifiche: 1 marzo 2010 La pubblicazione del Prospetto d offerta non comporta alcun giudizio della Consob sull opportunità dell investimento proposto DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITA CARIGE Asset Management SGR S.p.A. si assume la responsabilità della veridicità e della completezza delle informazioni contenute nel presente Prospetto d offerta, nonché della loro coerenza e comprensibilità. Il Presidente Dott. Fulvio Rosina 5 di 5

SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE B.P.Vi FONDI SGR S.p.A. Gruppo Bancario Banca Popolare di Vicenza S.c.p.a. PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all Investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all Investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo Finanza Etica versamento in unica soluzione

Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo Finanza Etica versamento in unica soluzione Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo Finanza Etica versamento in unica soluzione Informazioni specifiche La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all Investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo PrimaClasse Flessibile adesione a piani di accumulo

Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo PrimaClasse Flessibile adesione a piani di accumulo Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo PrimaClasse Flessibile adesione a piani di accumulo Informazioni specifiche La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato,

Dettagli

Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo Finanza Etica adesione a piani di accumulo

Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo Finanza Etica adesione a piani di accumulo Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo Finanza Etica adesione a piani di accumulo Informazioni specifiche La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore-contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

FULL OPTION Ed. 2009

FULL OPTION Ed. 2009 Offerta al pubblico di FULL OPTION Ed. 2009 Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE Option Trend a premio unico (Mod. VM2SSISOT137-0414 ed. 04/2014)

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

Prospetto Semplificato. Informazioni Generali. Sistema UniCredit Soluzione Fondi. Informazioni Generali. Informazioni Generali

Prospetto Semplificato. Informazioni Generali. Sistema UniCredit Soluzione Fondi. Informazioni Generali. Informazioni Generali Sistema UniCredit Soluzione Fondi Informazioni Generali Prospetto Semplificato Informazioni Generali La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore

Dettagli

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked. Raiffplanet Aggressiva a premio unico

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked. Raiffplanet Aggressiva a premio unico Offerta al pubblico di RAIFFPLANET Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE Raiffplanet Aggressiva a premio unico (Mod. V70SSISRA137-0415) Pagina 1

Dettagli

Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo PrimaClasse Valore adesione a piani di accumulo

Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo PrimaClasse Valore adesione a piani di accumulo Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo PrimaClasse Valore adesione a piani di accumulo Informazioni specifiche La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato,

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazione Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all Investitore-Contraente prima della sottoscrizione, è volta a illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

Prospetto Semplificato. Informazioni Generali. Sistema Pioneer Fondi Italia. Informazioni Generali. Informazioni Generali

Prospetto Semplificato. Informazioni Generali. Sistema Pioneer Fondi Italia. Informazioni Generali. Informazioni Generali Sistema Pioneer Fondi Italia Informazioni Generali Prospetto Semplificato Informazioni Generali La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazione Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all Investitore-Contraente prima della sottoscrizione, è volta a illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazione Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all Investitore-Contraente prima della sottoscrizione, è volta a illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

Arca Formula II EuroStoxx 2015

Arca Formula II EuroStoxx 2015 Arca Formula II EuroStoxx 2015 PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente

Dettagli

ETICA AZIONARIO SISTEMA VALORI RESPONSABILI

ETICA AZIONARIO SISTEMA VALORI RESPONSABILI Società di Gestione del Risparmio appartenente al Gruppo Banca Popolare Etica Informazioni chiave per gli Investitori (KIID) Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori

Dettagli

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked. Combinazione Libera 80RP/20RA a premio unico

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked. Combinazione Libera 80RP/20RA a premio unico Offerta al pubblico di RAIFFPLANET Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE Combinazione Libera 80RP/20RA a premio unico (Mod. V70SSISCL137-0415) Pagina

Dettagli

Sistema Pioneer Fondi Italia. Prospetto Semplificato. Informazioni Generali. Informazioni Generali

Sistema Pioneer Fondi Italia. Prospetto Semplificato. Informazioni Generali. Informazioni Generali Sistema Pioneer Fondi Italia Informazioni Generali Prospetto Semplificato Informazioni Generali La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore

Dettagli

FULL OPTION ED. 2009

FULL OPTION ED. 2009 Offerta al pubblico di FULL OPTION ED. 2009 Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE Euroquota Aggressiva a premio periodico limitato (Mod. VM2SSISEA138-0414

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO CARIGE

FONDO PENSIONE APERTO CARIGE FONDO PENSIONE APERTO CARIGE INFORMAZIONI SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE I dati e le informazioni riportati sono aggiornati al 31 dicembre 2006. 1 di 8 La SGR è dotata di una funzione di Risk Management

Dettagli

Sistema Mediolanum Fondi Italia

Sistema Mediolanum Fondi Italia Informazioni chiave per gli Investitori (KIID) Sistema Mediolanum Fondi Italia Società di Gestione del Risparmio Collocatore Unico retro di copertina Informazioni chiave per gli investitori (KIID) Il presente

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazione Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all Investitore-Contraente prima della sottoscrizione, è volta a illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

Data di deposito in Consob del Modulo di sottoscrizione: 29 giugno 2012 - Data di validità del Modulo di sottoscrizione: dal 2 luglio 2012.

Data di deposito in Consob del Modulo di sottoscrizione: 29 giugno 2012 - Data di validità del Modulo di sottoscrizione: dal 2 luglio 2012. 2 cointestatario (*) Cognome e nome di nascita Prov. di nascita 3 cointestatario (*) Cognome e nome di nascita Prov. di nascita 4 cointestatario (*) Cognome e nome di nascita Prov. di nascita cumulativo

Dettagli

COMUNICAZIONE A NUOVI SOTTOSCRITTORI. Modifiche al Regolamento unico dei Fondi e conseguenti aggiornamenti alla

COMUNICAZIONE A NUOVI SOTTOSCRITTORI. Modifiche al Regolamento unico dei Fondi e conseguenti aggiornamenti alla COMUNICAZIONE A NUOVI SOTTOSCRITTORI Modifiche al Regolamento unico dei Fondi e conseguenti aggiornamenti alla documentazione d offerta (Prospetti Informativi) in vigore dal 1 aprile 2009 (o dal 18 maggio

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazione Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all Investitore-Contraente prima della sottoscrizione, è volta a illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

LINEA GARANTITA. Benchmark:

LINEA GARANTITA. Benchmark: LINEA GARANTITA Finalità della gestione: Risponde alle esigenze di un soggetto con bassa propensione al rischio attraverso una gestione che è volta a realizzare, con elevata probabilità, rendimenti che

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

Sistema Pioneer Fondi Italia. Prospetto Semplificato. Informazioni Generali. Informazioni Generali

Sistema Pioneer Fondi Italia. Prospetto Semplificato. Informazioni Generali. Informazioni Generali Sistema Pioneer Fondi Italia Informazioni Generali Prospetto Semplificato Informazioni Generali La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore

Dettagli

Data di deposito in Consob del Modulo di sottoscrizione: 29 giugno 2012 - Data di validità del Modulo di sottoscrizione: dal 2 luglio 2012.

Data di deposito in Consob del Modulo di sottoscrizione: 29 giugno 2012 - Data di validità del Modulo di sottoscrizione: dal 2 luglio 2012. 2 cointestatario (*) Cognome e nome di nascita Prov. di nascita 3 cointestatario (*) Cognome e nome di nascita Prov. di nascita 4 cointestatario (*) Cognome e nome di nascita Prov. di nascita cumulativo

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazione Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all Investitore-Contraente prima della sottoscrizione, è volta a illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

Regolamento del Fondo Interno LVA Euro Index Azionario Previdenza

Regolamento del Fondo Interno LVA Euro Index Azionario Previdenza Regolamento del Fondo Interno LVA Euro Index Azionario Previdenza Art. 1 - Aspetti generali Al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti dell Aderente in base alle Condizioni di Polizza, la

Dettagli

REGOLAMENTO FONDI INTERNI APTUS

REGOLAMENTO FONDI INTERNI APTUS REGOLAMENTO FONDI INTERNI APTUS Art. 1 - Aspetti generali Al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti del Contraente in base alle Condizioni di Polizza, la Compagnia ha costituito tre Fondi

Dettagli

B.P.Vi FONDI SGR S.p.A. Gruppo Bancario Banca Popolare di Vicenza S.c.p.a.

B.P.Vi FONDI SGR S.p.A. Gruppo Bancario Banca Popolare di Vicenza S.c.p.a. B.P.Vi FONDI SGR S.p.A. Gruppo Bancario Banca Popolare di Vicenza S.c.p.a. PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE INFORMAZIONI GENERALI SULL INVESTIMENTO FINANZIARIO

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE INFORMAZIONI GENERALI SULL INVESTIMENTO FINANZIARIO SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore-contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazione Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all Investitore-Contraente prima della sottoscrizione, è volta a illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

Testo delle parti del Regolamento Unico di Gestione modificate e comparate con la formulazione del testo in vigore.

Testo delle parti del Regolamento Unico di Gestione modificate e comparate con la formulazione del testo in vigore. Comunicazione relativa alle modifiche al Regolamento Unico di gestione semplificato dei fondi comuni di investimento mobiliari aperti istituiti e gestiti da 8a+ Investimenti SGR S.p.A. deliberate il 18

Dettagli

COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI AL FONDO COMUNE D INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO ARMONIZZATO DENOMINATO BANCOPOSTA OBBLIGAZIONARIO FEBBRAIO 2014

COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI AL FONDO COMUNE D INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO ARMONIZZATO DENOMINATO BANCOPOSTA OBBLIGAZIONARIO FEBBRAIO 2014 COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI AL FONDO COMUNE D INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO ARMONIZZATO DENOMINATO BANCOPOSTA OBBLIGAZIONARIO FEBBRAIO 2014 LA SOSTITUZIONE DELLA SOCIETÀ GESTORE A partire dal 3 giugno

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazione Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all Investitore-Contraente prima della sottoscrizione, è volta a illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI KEY INVESTOR INFORMATION (KIID)

INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI KEY INVESTOR INFORMATION (KIID) INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI KEY INVESTOR INFORMATION (KIID) Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori devono disporre in relazione a questo fondo. Non

Dettagli

Informazioni generali

Informazioni generali Prospetto Semplificato Informazioni Generali La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore-contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO ASSICURATIVO PREVILINK

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO ASSICURATIVO PREVILINK Allegato 4 REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO ASSICURATIVO PREVILINK Art. 1 - Denominazione del Fondo Interno La Società gestisce, con le modalità stabilite dal presente Regolamento, un portafoglio di valori

Dettagli

Anima Tricolore Sistema Open

Anima Tricolore Sistema Open Società di gestione del risparmio Soggetta all attività di direzione e coordinamento del socio unico Anima Holding S.p.A. Informazioni chiave per gli Investitori (KIID) Il presente documento contiene le

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazione Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all Investitore-Contraente prima della sottoscrizione, è volta a illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA BANCA DI CESENA OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO. Isin IT0004233943

CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA BANCA DI CESENA OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO. Isin IT0004233943 BANCA DI CESENA CREDITO COOPERATIVO DI CESENA E RONTA SOCIETA COOPERATIVA CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA BANCA DI CESENA OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO BANCA DI CESENA 01/06/07-01/06/10 - TF

Dettagli

Scheda sintetica informazioni specifiche

Scheda sintetica informazioni specifiche Scheda sintetica informazioni specifiche La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all Investitore-Contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

Il Prospetto d offerta è volto ad illustrare all Investitore-Contraente le principali caratteristiche dell investimento proposto.

Il Prospetto d offerta è volto ad illustrare all Investitore-Contraente le principali caratteristiche dell investimento proposto. Offerta al pubblico di CREDEMVITA Opportunità prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Assicurazione a vita intera ed a premi liberi - Codice Tariffa 60063) Si raccomanda della lettura della

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS UNIATTIVA (scad. 12/2017)

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS UNIATTIVA (scad. 12/2017) REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS UNIATTIVA (scad. 12/2017) 1 - ISTITUZIONE, DENOMINAZIONE E CARATTERISTICHE DEL FONDO INTERNO CREDITRAS VITA S.p.A. (di seguito Società) ha istituito e gestisce,

Dettagli

Vigilanza bancaria e finanziaria

Vigilanza bancaria e finanziaria Vigilanza bancaria e finanziaria DISPOSIZIONI DI VIGILANZA IN MATERIA DI POTERI DI DIREZIONE E COORDINAMENTO DELLA CAPOGRUPPO DI UN GRUPPO BANCARIO NEI CONFRONTI DELLE SOCIETÀ DI GESTIONE DEL RISPARMIO

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

concernente la proposta di autorizzazione all acquisto e all alienazione di azioni Signori Azionisti,

concernente la proposta di autorizzazione all acquisto e all alienazione di azioni Signori Azionisti, Relazione del Consiglio di Amministrazione all Assemblea in sede ordinaria convocata per il giorno 29 aprile 2013 in merito al punto n. 4) dell ordine del giorno, concernente la proposta di autorizzazione

Dettagli

Cognome e nome / Denominazione / Ragione sociale Luogo di nascita - Sede sociale Prov. Data di nascita

Cognome e nome / Denominazione / Ragione sociale Luogo di nascita - Sede sociale Prov. Data di nascita di validità del Modulo di adesione al servizio Dynamic Investment: dal 2 luglio 2012 Cognome e nome / Denominazione / Ragione sociale di nascita - Sede sociale Prov. di nascita 1 cointestatario (*) Cognome

Dettagli

MODIFICHE AL REGOLAMENTO N. 11768/98 IN MATERIA DI MERCATI

MODIFICHE AL REGOLAMENTO N. 11768/98 IN MATERIA DI MERCATI MODIFICHE AL REGOLAMENTO N. 11768/98 IN MATERIA DI MERCATI DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE 27 luglio 2006 Le osservazioni al presente documento di consultazione dovranno pervenire entro il 7 agosto 2006 al

Dettagli

PARTE II DEL PROSPETTO DI OFFERTA AL PUBBLICO E DI AMMISSIONE ALLE NEGOZIAZIONI

PARTE II DEL PROSPETTO DI OFFERTA AL PUBBLICO E DI AMMISSIONE ALLE NEGOZIAZIONI PARTE II DEL PROSPETTO DI OFFERTA AL PUBBLICO E DI AMMISSIONE ALLE NEGOZIAZIONI ILLUSTRAZIONE DEI DATI PERIODICI DI RISCHIO-RENDIMENTO E COSTI DEI FONDI Sistema Fondi Zenit ZENIT BREVE TERMINE ZENIT OBBLIGAZIONARIO

Dettagli

Il Prospetto d offerta è volto ad illustrare all Investitore-Contraente le principali caratteristiche dell investimento proposto.

Il Prospetto d offerta è volto ad illustrare all Investitore-Contraente le principali caratteristiche dell investimento proposto. Offerta al pubblico di CREDEMVITA GLOBAL VIEW prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Assicurazione a vita intera ed a premi liberi - Codice Tariffa 60064) Si raccomanda la lettura della

Dettagli

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked PARTE II (Mod. V70PII-0615)

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked PARTE II (Mod. V70PII-0615) Offerta al pubblico di RAIFFPLANET Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked PARTE II (Mod. V70PII-0615) Pagina 1 di 8 PARTE II DEL PROSPETTO D OFFERTA ILLUSTRAZIONE DEI DATI PERIODICI DI RISCHIO/RENDIMENTO

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI Signori Azionisti, Vi abbiamo convocato

Dettagli

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI Art. 1 - Aspetti generali Al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti del Contraente in base alle Condizioni di Polizza, la Compagnia ha costituito quattro Fondi

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI Total Return SGR S.p.A. - In Amministrazione Straordinaria La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore

Dettagli

In caso di adesioni all OPSC per quantitativi di azioni superiori alle azioni oggetto dell Offerta, si farà luogo al riparto secondo il metodo

In caso di adesioni all OPSC per quantitativi di azioni superiori alle azioni oggetto dell Offerta, si farà luogo al riparto secondo il metodo Proposta di autorizzazione all acquisto di azioni ordinarie proprie, ai sensi dell art. 2357 del codice civile, dell art. 132 del D.Lgs. 58/1998 e relative disposizioni di attuazione, con la modalità di

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1. INTRODUZIONE Come previsto dalla disciplina in materia di best execution della direttiva MiFID 2004/39/CE e della direttiva 2010/43/UE (recante modalità

Dettagli

Allianz Special Capital

Allianz Special Capital Allianz S.p.A. Società appartenente al Gruppo Allianz SE Offerta pubblica di sottoscrizione di Allianz Special Capital prodotto finanziario di capitalizzazione Il presente Prospetto Informativo completo

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS E AZIONARIO EUROPA

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS E AZIONARIO EUROPA REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO Il presente Regolamento è composto dall'allegato al Regolamento del Fondo interno e dai seguenti articoli specifici per il Fondo interno. 1 - PROFILI DI RISCHIO DEL FONDO

Dettagli

Offerta al pubblico di LIFE INCOME 360 prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL14UI) Regolamento dei Fondi interni

Offerta al pubblico di LIFE INCOME 360 prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL14UI) Regolamento dei Fondi interni Offerta al pubblico di LIFE INCOME 360 prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL14UI) Regolamento dei Fondi interni REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS INCOME 360 1

Dettagli

OSSERVAZIONI SUL DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE CONSOB AVVIO DEL LIVELLO 3 SUL NUOVO REGOLAMENTO INTERMEDIARI CONFRONTO CON IL MERCATO

OSSERVAZIONI SUL DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE CONSOB AVVIO DEL LIVELLO 3 SUL NUOVO REGOLAMENTO INTERMEDIARI CONFRONTO CON IL MERCATO Roma, 30 gennaio 2008 OSSERVAZIONI SUL DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE CONSOB AVVIO DEL LIVELLO 3 SUL NUOVO REGOLAMENTO INTERMEDIARI CONFRONTO CON IL MERCATO L ANIA ha esaminato i contenuti della documentazione

Dettagli

PARTE I DEL PROSPETTO COMPLETO CARATTERISTICHE DEL FONDO E MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

PARTE I DEL PROSPETTO COMPLETO CARATTERISTICHE DEL FONDO E MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE appartenente al Gruppo Poste Italiane PARTE I DEL PROSPETTO COMPLETO CARATTERISTICHE DEL FONDO E MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE Collocatore Pagina 1 di 11 A) INFORMAZIONI GENERALI 1. LA SGR BancoPosta Fondi

Dettagli

Offerta al pubblico di UNIVALORE PLUS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL12UD)

Offerta al pubblico di UNIVALORE PLUS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL12UD) Società del gruppo ALLIANZ S.p.A. Offerta al pubblico di UNIVALORE PLUS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL12UD) Regolamento dei Fondi interni REGOLAMENTO DEL FONDO

Dettagli

Prestito Obbligazionario Banca di Imola SpA 185^ Emissione 02/04/2007-02/04/2010 TV% Media Mensile (Codice ISIN IT0004219223)

Prestito Obbligazionario Banca di Imola SpA 185^ Emissione 02/04/2007-02/04/2010 TV% Media Mensile (Codice ISIN IT0004219223) MODELLO DI CONDIZIONI DEFINITIVE relative alla Nota Informativa sul Programma di Offerta di Prestiti Obbligazionari denominati Obbligazioni Banca di Imola SPA a Tasso Variabile Media Mensile Il seguente

Dettagli

Diritti di Opzione Aumento di Capitale Banca Prospetto Informativo Regolamento Biverbanca

Diritti di Opzione Aumento di Capitale Banca Prospetto Informativo Regolamento Biverbanca REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDIAZIONE DIRITTI DI OPZIONE DERIVANTI DALL AUMENTO DI CAPITALE DI BANCA C.R. ASTI SPA (art. 1 comma 5, lett. e) e comma 5 sexies del D.Lgs. n. 58/98) 1. Oggetto del Regolamento

Dettagli

LINEA BILANCIATA. Grado di rischio: medio

LINEA BILANCIATA. Grado di rischio: medio LINEA BILANCIATA Finalità della gestione: rivalutazione del capitale investito rispondendo alle esigenze di un soggetto che privilegia la continuità dei risultati nei singoli esercizi e accetta un esposizione

Dettagli

Punto 3 all Ordine del Giorno dell Assemblea Ordinaria

Punto 3 all Ordine del Giorno dell Assemblea Ordinaria Punto 3 all Ordine del Giorno dell Assemblea Ordinaria Autorizzazione all acquisto e alla disposizione di azioni proprie. Delibere inerenti e conseguenti. 863 Relazione del Consiglio di Gestione sul punto

Dettagli

(iii) per adempiere alle obbligazioni di consegna delle azioni derivanti da programmi di distribuzione, a titolo oneroso o gratuito, di opzioni su

(iii) per adempiere alle obbligazioni di consegna delle azioni derivanti da programmi di distribuzione, a titolo oneroso o gratuito, di opzioni su MONCLER S.p.A. Sede sociale in Milano, Via Stendhal, n. 47 - capitale sociale euro 50.000.000,00 i.v. Registro delle Imprese di Milano, codice fiscale e partita IVA 04642290961 - REA n 1763158 Relazione

Dettagli

PARTE II DEL PROSPETTO D OFFERTA ILLUSTRAZIONE DEI DATI PERIODICI DI RISCHIO - RENDIMENTO E COSTI EFFETTIVI DELL INVESTIMENTO

PARTE II DEL PROSPETTO D OFFERTA ILLUSTRAZIONE DEI DATI PERIODICI DI RISCHIO - RENDIMENTO E COSTI EFFETTIVI DELL INVESTIMENTO 1/5 PARTE II DEL PROSPETTO D OFFERTA ILLUSTRAZIONE DEI DATI PERIODICI DI RISCHIO - RENDIMENTO E COSTI EFFETTIVI DELL INVESTIMENTO La Parte II del Prospetto d offerta, da consegnare su richiesta all Investitore-Contraente,

Dettagli

Linea. Fondo Interno Volatilità rilevata nel 2014 Step Azionario 8,87% Step Obbligazionario 2,33% Obbligazionario Breve Termine Bis 0,54%

Linea. Fondo Interno Volatilità rilevata nel 2014 Step Azionario 8,87% Step Obbligazionario 2,33% Obbligazionario Breve Termine Bis 0,54% 1/8 PARTE II DEL PROSPETTO D OFFERTA - ILLUSTRAZIONE DEI DATI PERIODICI DI RISCHIO - RENDIMENTO E COSTI EFFETTIVI DELL INVESTIMENTO La Parte II del Prospetto d offerta, da consegnare su richiesta all Investitore-Contraente,

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

Banca Intermobiliare SpA Obbligazioni a tasso variabile

Banca Intermobiliare SpA Obbligazioni a tasso variabile Sede legale in Torino, Via Gramsci, n. 7 Capitale sociale: Euro 154.737.342,00 interamente versato Registro delle imprese di Torino e codice fiscale n. 02751170016 Iscritta all Albo Banche n. 5319 e Capogruppo

Dettagli

SOTTOSCRITTORE. Cognome/Denominazione sociale Nome Data di nascita Comune di nascita. Cognome Nome Data di nascita Comune di nascita Pr/Stato

SOTTOSCRITTORE. Cognome/Denominazione sociale Nome Data di nascita Comune di nascita. Cognome Nome Data di nascita Comune di nascita Pr/Stato Offerta pubblica di sottoscrizione di quote del Fondo Comune di Investimento Immobiliare di tipo Chiuso IMMOBILIARE DINAMICO Modulo valido per la sottoscrizione nell ambito di emissioni successive alla

Dettagli

Fondo Interno Azionario Intraprendenza bis Categoria Azionario globale Valuta di denominazione Euro Grado di rischio Alto

Fondo Interno Azionario Intraprendenza bis Categoria Azionario globale Valuta di denominazione Euro Grado di rischio Alto EUROPENSION 1/6 La presente Parte II è stata depositata in CONSOB il 31 marzo 2008 ed è valida a partire dal 1 Aprile 2008. PARTE II DEL PROSPETTO INFORMATIVO ILLUSTRAZIONE DEI DATI STORICI DI RISCHIO/RENDIMENTO,

Dettagli

Politica di Valutazione Pricing per le obbligazioni emesse dalla Banca di Credito Cooperativo di Cernusco Sul Naviglio s.c.

Politica di Valutazione Pricing per le obbligazioni emesse dalla Banca di Credito Cooperativo di Cernusco Sul Naviglio s.c. Politica di Valutazione Pricing per le obbligazioni emesse dalla Banca di Credito Cooperativo di Cernusco Sul Naviglio s.c. (Adottata ai sensi delle Linee guida interassociative per l applicazione delle

Dettagli

INFORMATIVA SUI PRESTITI OBBLIGAZIONARI RICONDUCIBILI ALLA TIPOLOGIA TITOLI A TASSO VARIABILE SUBORDINATO UPPER TIER II BANCA C.R.

INFORMATIVA SUI PRESTITI OBBLIGAZIONARI RICONDUCIBILI ALLA TIPOLOGIA TITOLI A TASSO VARIABILE SUBORDINATO UPPER TIER II BANCA C.R. Sede Legale e Direzione Generale in Asti, Piazza Libertà n. 23 Iscritta all Albo delle Banche autorizzate al n. 5142 Capogruppo del Gruppo Bancario Cassa di Risparmio di Asti S.p.A. Iscritto all Albo dei

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto il decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto

Dettagli

MITTEL S.p.A. PROCEDURA RELATIVA ALLE OPERAZIONI EFFETTUATE DAI SOGGETTI RILEVANTI AI SENSI DELL ART. 114, COMMA 7 DEL D. LGS. N.

MITTEL S.p.A. PROCEDURA RELATIVA ALLE OPERAZIONI EFFETTUATE DAI SOGGETTI RILEVANTI AI SENSI DELL ART. 114, COMMA 7 DEL D. LGS. N. MITTEL S.p.A. PROCEDURA RELATIVA ALLE OPERAZIONI EFFETTUATE DAI SOGGETTI RILEVANTI AI SENSI DELL ART. 114, COMMA 7 DEL D. LGS. N. 58/1998 (PROCEDURA INTERNAL DEALING ) Premessa Tenuto conto: - che dal

Dettagli

Modifiche regolamentari: comunicazione ai partecipanti

Modifiche regolamentari: comunicazione ai partecipanti Modifiche regolamentari: comunicazione ai partecipanti 3 Comunicazione Teodorico Monetario Febbraio 2008 Allegato n 4 Teodorico Monetario 3 COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI DELLE MODIFICHE REGOLAMENTARI

Dettagli

Offerta al pubblico di UNIVALORE STARS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL13US) Regolamento dei Fondi interni

Offerta al pubblico di UNIVALORE STARS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL13US) Regolamento dei Fondi interni Offerta al pubblico di UNIVALORE STARS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL13US) Regolamento dei Fondi interni REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS F INFLAZIONE

Dettagli

Discovery OFFERTA AL PUBBLICO DI PRODOTTO FINANZIARIO-ASSICURATIVO DI TIPO UNIT LINKED

Discovery OFFERTA AL PUBBLICO DI PRODOTTO FINANZIARIO-ASSICURATIVO DI TIPO UNIT LINKED ED. febbraio 2011 OFFERTA AL PUBBLICO DI Discovery PRODOTTO FINANZIARIO-ASSICURATIVO DI TIPO UNIT LINKED Si raccomanda la lettura della (Informazioni sull investimento e sulle coperture assicurative),

Dettagli

PARTE II DEL PROSPETTO INFORMATIVO ILLUSTRAZIONE DEI DATI STORICI DI RISCHIO/RENDIMENTO, COSTI E TURNOVER DI PORTAFOGLIO DEI FONDI

PARTE II DEL PROSPETTO INFORMATIVO ILLUSTRAZIONE DEI DATI STORICI DI RISCHIO/RENDIMENTO, COSTI E TURNOVER DI PORTAFOGLIO DEI FONDI PARTE II DEL PROSPETTO INFORMATIVO ILLUSTRAZIONE DEI DATI STORICI DI RISCHIO/RENDIMENTO, COSTI E TURNOVER DI PORTAFOGLIO DEI FONDI ANIMA LIQUIDITA Fondo Liquidità Area FONDO LIQUIDITA Fondo Liquidità Area

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

Pioneer Fondi Italia. Valido a decorrere dal 2 maggio 2012.

Pioneer Fondi Italia. Valido a decorrere dal 2 maggio 2012. Pioneer Fondi Italia Regolamento Unico di Gestione dei Fondi comuni di investimento mobiliare aperti armonizzati appartenenti al Sistema Pioneer Fondi Italia Valido a decorrere dal 2 maggio 2012. . A)

Dettagli

Pioneer Fondi Italia. Valido a decorrere dal 2 Luglio 2012.

Pioneer Fondi Italia. Valido a decorrere dal 2 Luglio 2012. Pioneer Fondi Italia Regolamento Unico di Gestione dei Fondi comuni di investimento mobiliare aperti armonizzati appartenenti al Sistema Pioneer Fondi Italia Valido a decorrere dal 2 Luglio 2012. . A)

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli