I Comuni dell Umbria 2017

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I Comuni dell Umbria 2017"

Transcript

1

2

3 I Comuni dell Umbria 2017

4 A cura di IFEL - Fondazione ANCI Coordinamento Andrea Ferri e Walter Tortorella Gli apparati statistici e cartografici sono stati elaborati da Giorgia Marinuzzi, gli apparati statistici relativi agli indicatori finanziari da Carmela Brugnano Si ringrazia per la collaborazione Silvio Ranieri, Segretario Generale ANCI Umbria e Federico Gori, Sindaco del Comune di Montecchio e Coordinatore dei Piccoli Comuni dell Umbria Il presente lavoro si chiude con le informazioni disponibili al 1 gennaio 2017 Progetto grafico Pasquale Cimaroli, Claudia Pacelli cpalquadrato.it

5 Indice Presentazione /5 Introduzione /7 1. Istituzioni I comuni /10 I sindaci in carica /12 I giovani sindaci /14 Il personale dipendente /16 2. Finanza L'autonomia finanziaria /20 L'autonomia tributaria /22 La pressione finanziaria /24 I trasferimenti /26 Le spese /28 La rigidità di bilancio /30 3. Economia La nati-mortalità d'impresa /34 La specializzazione economica /36 Gli sportelli bancari /38 Il reddito imponibile /40 4. Territorio I comuni montani /44 Le aree interne /46 Il rischio sismico /48 Gli impianti alimentati a fonti rinnovabili /50 Il tasso di motorizzazione /52 Le stazioni ferroviarie /54 5. Società La densità abitativa /58 Il tasso di natalità, mortalità ed incremento naturale /60 Gli indicatori demografici /62 Il tasso migratorio /64 La popolazione straniera /66 Glossario /68

6

7 Presentazione È la prima edizione de I Comuni dell Umbria 2017 e non vuole rappresentare una semplice fotografia politico-amministrativa dei nostri territori, ma ci auguriamo possa essere strumento utile e costruttivo per le future programmazioni regionali. Le dinamiche economiche e sociali che attraversano i nostri Comuni con i loro principali protagonisti (amministratori e dipendenti) sintetizzate in questo piccolo manuale, rappresentano un quadro reale della situazione dei nostri territori che ci consentirà una riflessione più seria su quello che avviene nelle nostre amministrazioni. Non abbiamo voluto fare un lavoro comparativo tra Comune e Comune perché oltre a sembrarci inopportuno, rischiava di riprodurre una fotografia distorta delle singole realtà. Infatti, i Comuni di anno in anno subiscono eventi positivi e/o negativi tali da modificare il risultato finale, magari falsandolo anche a seconda dell oggetto dell indagine. La ricerca prende spunto da quella molto conosciuta elaborata da IFEL, strutturata a livello nazionale. Francesco De Rebotti Presidente ANCI Umbria 5

8

9 Introduzione Il volume I Comuni dell Umbria 2017 illustra le principali caratteristiche territoriali, istituzionali, economico-finanziarie e socio-demografiche dei 92 Comuni umbri, utilizzando come fonti primarie i dati ufficiali più recenti e disponibili per ciascun settore d indagine. L unità di rilevazione è il singolo Comune, i cui dati ed indicatori derivati sono stati analizzati a livello provinciale e di classe demografica, con un attenzione particolare ai 60 piccoli Comuni della regione. L analisi di ciascun fenomeno viene inoltre arricchita da una rappresentazione cartografica degli indicatori maggiormente rappresentabili in termini di georeferenziazione. L obiettivo è quello di fornire un agile strumento di lavoro a quanti - politici, amministratori, studiosi dei fenomeni territoriali - si interrogano sui caratteri ed i cambiamenti in atto nei Comuni umbri. Un universo in continua evoluzione che rappresenta saldamente l elemento unificatore in cui i cittadini si trovano, il luogo dove vivono la propria quotidianità, l istituzione più vicina alla quale si rivolgono per avere una risposta ai bisogni, alle difficoltà, alla voglia di partecipazione. Con questa pubblicazione, IFEL mette a disposizione un nuovo strumento di conoscenza e ricerca, profilabile per i singoli ambiti territoriali, finalizzato ad affiancare le ANCI regionali nel loro lavoro quotidiano di supporto ai Comuni. Pierciro Galeone Direttore IFEL 7

10

11 Istituzioni

12 I piccoli comuni dell Umbria, 2016 Piccoli comuni (fino a ab.) su dati Istat,

13 I comuni dell Umbria, per classe demografica, 2016 Classe demografica N. comuni v.a. % Istituzioni ,9% ,3% ,1% ,8% ,7% ,2% Umbria ,0% Piccoli comuni 60 65,2% Comuni > ,8% Italia su dati Istat, 2016 I comuni dell Umbria, per provincia, 2016 Provincia N. comuni N. piccoli comuni v.a. (a) % v.a. (b) 11 % piccoli comuni (b/a) Perugia 59 64,1% 33 55,9% Terni 33 35,9% 27 81,8% Umbria ,0% 60 65,2% Italia ,8% su dati Istat, 2016

14 I sindaci in carica nei comuni dell Umbria, per genere, settembre 2016 Comuni con sindaco donna Comuni con sindaco uomo su dati Ministero dell Interno,

15 I sindaci in carica nei comuni dell'umbria, per genere e classe demografica, settembre 2016 Classe demografica Donne Uomini Istituzioni ,0% 70,0% ,0% 82,0% ,4% 84,6% ,1% 88,9% ,5% 87,5% ,0% 100,0% Umbria 17,4% 82,6% Piccoli comuni 20,0% 80,0% Comuni > ,5% 87,5% Italia 14,0% 86,0% su dati Ministero dell Interno, 2016 I sindaci in carica nei comuni dell Umbria, per genere e provincia, settembre 2016 Provincia Donne Uomini Perugia 23,7% 76,3% Terni 6,1% 93,9% Umbria 17,4% 82,6% Italia 14,0% 86,0% su dati Ministero dell Interno,

16 I sindaci fino a 35 anni di età in carica nei comuni dell Umbria, settembre 2016 Comuni con sindaco fino a 35 anni di età Comuni con sindaco con più di 35 anni di età su dati Ministero dell Interno,

17 I sindaci fino a 35 anni di età in carica nei comuni dell Umbria, per classe demografica, settembre 2016 Classe demografica N. sindaci Incidenza Di cui fino di giovani Totale a 35 anni sindaci ,0% ,0% ,0% ,1% ,0% ,0% Umbria ,3% Piccoli comuni ,0% Comuni > ,1% Italia 7.893* 504 6,4% *In Italia sono 84 i comuni con commissari straordinari e prefettizi, 15 i comuni sciolti per mafia e 6 i comuni con vicesindaco reggente/supplente. su dati Ministero dell Interno, 2016 Istituzioni I sindaci fino a 35 anni di età in carica nei comuni dell Umbria, per provincia, settembre 2016 N. sindaci Incidenza Provincia di giovani Totale Di cui fino a 35 anni sindaci Perugia ,1% Terni ,0% Umbria ,3% Italia 7.893* 504 6,4% *In Italia sono 84 i comuni con commissari straordinari e prefettizi, 15 i comuni sciolti per mafia e 6 i comuni con vicesindaco reggente/supplente. su dati Ministero dell Interno,

18 I dipendenti comunali per abitanti nei comuni dell Umbria, 2014 Dipendenti comunali per abitanti Inferiore a 6,51 6,51 e oltre su dati Ministero dell Economia e delle Finanze ed Istat,

19 I dipendenti comunali nei comuni dell Umbria, per classe demografica, 2010/2014 Dipendenti comunali per ab. Classe demografica Var. % / ,36 11,04-23,1% ,80 6,32-7,1% ,58 5,70-13,3% ,09 5,82-4,4% ,75 6,09-9,7% ,30 7,49-9,8% Umbria 7,16 6,51-9,1% Piccoli comuni 7,11 6,51-8,5% Comuni > ,17 6,51-9,3% Istituzioni Italia 7,44 6,77-9,0% su dati Ministero dell Economia e delle Finanze ed Istat, anni vari I dipendenti comunali nei comuni dell Umbria, per provincia, 2010/2014 Dipendenti comunali per ab. Provincia Var. % /2014 Perugia 7,07 6,45-8,8% Terni 7,42 6,66-10,3% Umbria 7,16 6,51-9,1% Italia 7,44 6,77-9,0% su dati Ministero dell Economia e delle Finanze ed Istat, anni vari 17

20

21 Finanza

22 Indicatore di autonomia finanziaria dei comuni dell Umbria, 2015 Autonomia finanziaria (%) Inferiore a 77,3 77,3 e oltre Fonte: elaborazione IFEL-Dipartimento Finanza Locale su dati CCCB 20

23 Indicatore di autonomia finanziaria dei comuni dell Umbria, per classe demografica, valori espressi in percentuale ed euro pro capite, 2015 Classe demografica Autonomia finanziaria Per memoria (euro pro capite) Entrate tributarie Entrate extratributarie Entrate correnti ,7% 530,2 432, , ,9% 391,6 168,5 758, ,3% 400,5 132,2 689, ,8% 389,1 207,9 721, ,4% 362,9 203,9 714, ,8% 446,0 137,8 780,4 Umbria 77,3% 401,4 173,6 743,5 Piccoli comuni 73,5% 397,4 179,4 784,6 Comuni > ,0% 402,1 172,6 736,7 Finanza Italia 74,4% 414,0 223,5 857,0 Fonte: elaborazione IFEL-Dipartimento Finanza Locale su dati CCCB Indicatore di autonomia finanziaria dei comuni dell Umbria, per provincia, valori espressi in percentuale ed euro pro capite, 2015 Provincia Autonomia finanziaria 21 Per memoria (euro pro capite) Entrate tributarie Entrate extratributarie Entrate correnti Perugia 79,0% 399,2 177,5 730,5 Terni 73,0% 407,8 162,4 781,2 Umbria 77,3% 401,4 173,6 743,5 Italia 74,4% 414,0 223,5 857,0 Fonte: elaborazione IFEL-Dipartimento Finanza Locale su dati CCCB

24 Indicatore di autonomia tributaria dei comuni dell Umbria, 2015 Autonomia tributaria (%) Inferiore a 54,0 54,0 e oltre Fonte: elaborazione IFEL-Dipartimento Finanza Locale su dati CCCB 22

25 Indicatore di autonomia tributaria dei comuni dell Umbria, per classe demografica, valori espressi in percentuale ed euro pro capite, 2015 e scarto 2011/2015 Classe demografica Autonomia tributaria 2015 Per memoria (euro pro capite) Scarto 2011/2015 IMU TASI Add. IRPEF ,9% 19,3% 280,1 85,3 32, ,7% 21,9% 176,7 74,6 66, ,1% 23,0% 160,4 66,2 71, ,9% 23,3% 160,2 97,5 73, ,8% 17,3% 156,8 89,9 68, ,2% 24,7% 207,1 88,7 106,4 Umbria 54,0% 21,8% 176,8 86,3 80,9 Piccoli comuni 50,6% 21,8% 181,0 75,1 65,3 Comuni > ,6% 21,9% 176,0 88,2 83,5 Finanza Italia 48,3% 17,5% 193,7 73,4 74,2 Fonte: elaborazione IFEL-Dipartimento Finanza Locale su dati CCCB Indicatore di autonomia tributaria dei comuni dell Umbria, per provincia, valori espressi in percentuale ed euro pro capite, 2015 e scarto 2011/2015 Provincia Autonomia tributaria 23 Per memoria (euro pro capite) 2015 Scarto 2011/2015 IMU TASI Add. IRPEF Perugia 54,7% 21,7% 178,3 89,2 77,4 Terni 52,2% 22,2% 172,2 78,0 91,0 Umbria 54,0% 21,8% 176,8 86,3 80,9 Italia 48,3% 17,5% 193,7 73,4 74,2 Fonte: elaborazione IFEL-Dipartimento Finanza Locale su dati CCCB

26 Indicatore di pressione finanziaria dei comuni dell Umbria, 2015 Pressione finanziaria (euro pro capite) Inferiore a e oltre Fonte: elaborazione IFEL-Dipartimento Finanza Locale su dati CCCB 24

27 Indicatore di pressione finanziaria dei comuni dell Umbria, per classe demografica, valori espressi in euro pro capite, 2015 e variazione percentuale Classe demografica Pressione finanziaria Variazione % ,1 32,1% 4,2% 18,3% 1,0% 6,0% ,2 46,5% 10,3% 19,4% -9,8% 23,2% ,7 38,2% 8,7% 19,6% -10,5% 18,7% ,9 28,0% 8,2% 7,7% -4,1% 14,6% ,9 27,7% 2,6% 9,9% -3,7% 17,7% ,8 19,0% -1,2% 14,1% -11,4% 19,1% Umbria 575,0 27,9% 3,7% 12,9% -7,7% 18,3% Piccoli comuni 576,7 45,4% 9,9% 19,3% -9,0% 21,9% Comuni > ,7 25,4% 2,8% 11,9% -7,5% 17,8% Finanza Italia 637,5 39,6% 6,1% 15,1% -11,2% 28,7% Fonte: elaborazione IFEL-Dipartimento Finanza Locale su dati CCCB Indicatore di pressione finanziaria dei comuni dell Umbria, per provincia, valori espressi in euro pro capite, 2015 e variazione percentuale Provincia Pressione finanziaria Variazione % Perugia 576,7 29,3% 3,9% 12,6% -6,8% 18,7% Terni 570,1 24,0% 3,4% 13,8% -10,1% 17,3% Umbria 575,0 27,9% 3,7% 12,9% -7,7% 18,3% Italia 637,5 39,6% 6,1% 15,1% -11,2% 28,7% Fonte: elaborazione IFEL-Dipartimento Finanza Locale su dati CCCB

28 Le entrate da trasferimenti (euro pro capite) dei comuni dell Umbria, per classe demografica, 2015 Classe demografica Entrate da trasferimenti Correnti (competenza) Stato Regione Totale ,2 57,4 379, ,7 23,5 181, ,0 35,3 121, ,0 32,3 105, ,1 46,6 135, ,4 43,0 184,4 Umbria 113,3 39,0 152,3 Piccoli comuni 164,5 24,9 189,4 Comuni > ,8 41,4 146,1 Italia 116,9 89,5 206,4 Fonte: elaborazione IFEL-Dipartimento Finanza Locale su dati CCCB Le entrate da trasferimenti (euro pro capite) dei comuni dell Umbria, per provincia, 2015 Entrate da trasferimenti Provincia Correnti (competenza) Stato Regione Totale Perugia 101,0 37,6 138,7 Terni 148,7 43,0 191,8 Umbria 113,3 39,0 152,3 Italia 116,9 89,5 206,4 Fonte: elaborazione IFEL-Dipartimento Finanza Locale su dati CCCB 26

29 Entrate da trasferimenti In conto capitale (cassa) Totale (competenza ibrida) Stato Regione Totale Stato Regione Totale 122,8 372,9 495,7 445,0 430,3 875,4 36,5 134,2 170,8 194,2 157,7 351,9 8,3 163,9 172,2 94,3 199,2 293,5 0,9 152,1 153,0 73,9 184,4 258,3 9,4 84,0 93,5 98,6 130,6 229,2 2,4 22,2 24,6 143,8 65,2 209,0 10,2 91,9 102,1 123,5 130,9 254,4 40,1 144,1 184,2 204,6 169,0 373,5 5,2 83,1 88,3 109,9 124,5 234,5 Finanza 30,9 70,8 101,7 147,8 160,3 308,1 Entrate da trasferimenti In conto capitale (cassa) Totale (competenza ibrida) Stato Regione Totale Stato Regione Totale 7,7 105,1 112,8 108,8 142,7 251,5 17,3 53,9 71,1 166,0 96,9 262,9 10,2 91,9 102,1 123,5 130,9 254,4 30,9 70,8 101,7 147,8 160,3 308,1 27

30 Gli investimenti dei comuni dell Umbria, 2015 Investimenti (euro pro capite) Inferiore a 131,7 131,7 e oltre Fonte: elaborazione IFEL-Dipartimento Finanza Locale su dati CCCB 28

31 La spesa dei comuni dell Umbria (euro pro capite), per classe demografica, 2015 Classe demografica Spesa corrente Spesa in conto capitale Totale di cui investimenti Spesa totale ,5 642,1 575, , ,6 240,5 189,1 878, ,9 289,8 227,5 893, ,1 221,5 125,7 860, ,0 139,0 104,3 791, ,2 108,0 97,0 798,2 Umbria 658,6 173,9 131,7 832,5 Piccoli comuni 661,7 257,1 205,1 918,8 Comuni > ,1 159,9 119,4 818,0 Finanza Italia 740,0 193,4 165,3 933,5 Le spese correnti sono calcolate al netto del Servizio smaltimento rifiuti. Fonte: elaborazione IFEL-Dipartimento Finanza Locale su dati CCCB La spesa dei comuni dell Umbria (euro pro capite), per provincia, 2015 Provincia Spesa in conto capitale Spesa Spesa corrente di cui Totale totale investimenti Perugia 658,0 176,0 122,4 834,0 Terni 660,3 167,8 158,7 828,1 Umbria 658,6 173,9 131,7 832,5 Italia 740,0 193,4 165,3 933,5 Le spese correnti sono calcolate al netto del Servizio smaltimento rifiuti. Fonte: elaborazione IFEL-Dipartimento Finanza Locale su dati CCCB 29

32 Indicatore di rigidità di bilancio dei comuni dell Umbria, 2015 Rigidità di bilancio (%) Inferiore a 43,0 43,0 e oltre Fonte: elaborazione IFEL-Dipartimento Finanza Locale su dati CCCB 30

33 Indicatore di rigidità di bilancio dei comuni dell Umbria, per classe demografica, valori espressi in percentuale ed euro pro capite (dati di competenza), 2015 Classe demografica Rigidità di bilancio Per memoria (euro pro capite) Spesa Interessi personale passivi Rimborso prestiti Spesa rigida ,5% 505,3 58,3 87,0 650, ,4% 225,7 42,6 53,0 321, ,1% 195,7 26,8 33,0 255, ,3% 199,2 41,7 64,0 304, ,0% 222,1 22,5 40,7 285, ,7% 260,6 47,1 64,9 372,6 Umbria 43,0% 230,0 36,6 53,1 319,8 Piccoli comuni 42,7% 237,3 43,3 54,4 335,0 Comuni > ,1% 228,8 35,5 52,9 317,2 Finanza Italia 38,0% 231,2 30,9 63,5 325,7 Fonte: elaborazione IFEL-Dipartimento Finanza Locale su dati CCCB Indicatore di rigidità di bilancio dei comuni dell Umbria, per provincia, valori espressi in percentuale ed euro pro capite (dati di competenza), 2015 Provincia Rigidità di bilancio Per memoria (euro pro capite) Spesa Interessi personale passivi Rimborso prestiti Spesa rigida Perugia 41,6% 227,4 31,0 45,1 303,5 Terni 46,9% 237,7 52,8 76,2 366,6 Umbria 43,0% 230,0 36,6 53,1 319,8 Italia 38,0% 231,2 30,9 63,5 325,7 Fonte: elaborazione IFEL-Dipartimento Finanza Locale su dati CCCB 31

34

35 Economia

36 Il tasso di incremento delle imprese nei comuni dell Umbria, 2015 Tasso di incremento delle imprese Negativo o nullo Positivo su dati Infocamere,

37 Il tasso di nati-mortalità delle imprese nei comuni dell Umbria, per classe demografica, 2015 Classe demografica Tasso di natalità delle imprese Tasso di mortalità delle imprese Tasso di incremento delle imprese ,2% 4,8% 1,4% ,4% 5,8% -0,3% ,7% 5,9% -0,2% ,2% 6,0% 0,2% ,2% 6,1% 0,1% ,9% 7,0% 0,8% Umbria 6,5% 6,3% 0,2% Piccoli comuni 5,5% 5,7% -0,3% Comuni > ,7% 6,4% 0,3% Italia 7,2% 6,9% 0,3% su dati Infocamere, 2016 Economia Il tasso di nati-mortalità delle imprese nei comuni dell Umbria, per provincia, 2015 Provincia Tasso di natalità delle imprese 35 Tasso di mortalità delle imprese Tasso di incremento delle imprese Perugia 6,0% 6,1% -0,1% Terni 8,0% 7,0% 1,0% Umbria 6,5% 6,3% 0,2% Italia 7,2% 6,9% 0,3% su dati Infocamere, 2016

38 La specializzazione economica dei comuni dell Umbria, 2015 Settore economico prevalente Primario Secondario Terziario su dati Infocamere,

39 La specializzazione economica dei comuni dell Umbria, per classe demografica, 2015 Classe demografica % comuni specializzati per settore economico Primario Secondario Terziario Totale ,0% 0,0% 0,0% 100,0% ,0% 4,0% 0,0% 100,0% ,6% 15,4% 0,0% 100,0% ,9% 11,1% 0,0% 100,0% ,5% 25,0% 12,5% 100,0% ,0% 0,0% 100,0% 100,0% Umbria 89,1% 7,6% 3,3% 100,0% Piccoli comuni 96,7% 3,3% 0,0% 100,0% Comuni > ,0% 15,6% 9,4% 100,0% Italia 59,5% 30,7% 9,8% 100,0% su dati Infocamere, 2016 Economia La specializzazione economica dei comuni dell Umbria, per provincia, 2015 % comuni specializzati per settore economico Provincia Primario Secondario Terziario 37 Totale Perugia 86,4% 10,2% 3,4% 100,0% Terni 93,9% 3,0% 3,0% 100,0% Umbria 89,1% 7,6% 3,3% 100,0% Italia 59,5% 30,7% 9,8% 100,0% su dati Infocamere, 2016

40 Gli sportelli bancari nei comuni dell Umbria, 2016 N. di abitanti per sportello bancario Inferiore a e oltre Comuni senza sportelli bancari su dati Banca d'italia ed Istat,

41 Gli sportelli bancari nei comuni dell Umbria, per classe demografica, 2016 Classe demografica % comuni con sportelli bancari N. sportelli bancari Densità di sportelli bancari (n. abitanti per sportello) ,0% ,0% ,0% ,0% ,0% ,0% Umbria 89,1% Piccoli comuni 83,3% Comuni > ,0% Italia 71,1% su dati Banca d Italia ed Istat, 2016 Economia Gli sportelli bancari nei comuni dell Umbria, per provincia, 2016 Provincia % comuni con sportelli bancari 39 N. sportelli bancari Densità di sportelli bancari (n. abitanti per sportello) Perugia 86,4% Terni 93,9% Umbria 89,1% Italia 71,1% su dati Banca d Italia ed Istat, 2016

42 Il reddito imponibile ai fini dell addizionale comunale IRPEF nei comuni dell Umbria, anno d imposta 2014 Reddito imponibile medio per contribuente (migliaia di euro) Inferiore a 20,00 20,00 e oltre su dati MEF-Dipartimento delle Finanze,

43 Il reddito imponibile ai fini dell addizionale comunale IRPEF nei comuni dell Umbria, per classe demografica, anno d imposta 2004/2014 Classe demografica Reddito imponibile medio per contribuente (migliaia di euro) Scarto 2004/ ,70 19,64 2, ,12 19,91 2, ,83 20,66 2, ,95 20,83 2, ,85 22,02 3, ,58 24,66 3,08 Umbria 19,28 22,25 2,97 Piccoli comuni 17,10 19,90 2,80 Comuni > ,62 22,62 3,01 Italia 20,91 24,24 3,33 su dati MEF-Dipartimento delle Finanze, anni vari Economia Il reddito imponibile ai fini dell addizionale comunale IRPEF nei comuni dell Umbria, per provincia, anno d imposta 2004/2014 Reddito imponibile medio Provincia per contribuente (migliaia di euro) Scarto 2004/2014 Perugia 19,18 22,13 2,95 Terni 19,55 22,58 3,03 Umbria 19,28 22,25 2,97 Italia 20,91 24,24 3,33 su dati MEF-Dipartimento delle Finanze, anni vari 41

44

45 Territorio

46 I comuni montani dell Umbria, 2016 Comuni montani Comuni non montani su dati Istat,

47 I comuni dell Umbria montani e non montani, per classe demografica, 2016 Classe demografica Montani Non montani ,0% 10,0% ,0% 16,0% ,5% 38,5% ,6% 44,4% ,5% 37,5% ,0% 100,0% Umbria 75,0% 25,0% Piccoli comuni 85,0% 15,0% Comuni > ,3% 43,8% Italia 43,4% 56,6% su dati Istat, 2016 I comuni dell Umbria montani e non montani, per provincia, 2016 Provincia Montani Non montani Perugia 74,6% 25,4% Territorio Terni 75,8% 24,2% Umbria 75,0% 25,0% Italia 43,4% 56,6% su dati Istat,

48 I comuni di aree interne dell Umbria, 2014 Comuni di aree interne su dati Agenzia per la Coesione Territoriale,

49 I comuni dell Umbria di aree interne, per classe demografica, Umbria Piccoli comuni Comuni > Italia su dati Agenzia per la Coesione Territoriale, 2014 I comuni dell Umbria di aree interne, per provincia, 2014 N. comuni di aree interne Classe demografica Ultraperiferici Intermedi Periferici Totale N. comuni di aree interne Provincia Ultraperiferici Intermedi Periferici Totale Perugia Terni Umbria Territorio Italia su dati Agenzia per la Coesione Territoriale,

50 Il grado di sismicità dei comuni dell Umbria, 2015 Grado di sismicità Alto Medio Basso su dati Protezione Civile,

51 Il grado di sismicità dei comuni dell Umbria, per classe demografica, 2015 % di comuni per grado di sismicità Classe demografica Molto Alto Medio Basso basso ,0% 20,0% 10,0% 0,0% ,0% 54,0% 30,0% 0,0% ,7% 84,6% 7,7% 0,0% ,0% 100,0% 0,0% 0,0% ,0% 62,5% 12,5% 0,0% ,0% 100,0% 0,0% 0,0% Umbria 19,6% 60,9% 19,6% 0,0% Piccoli comuni 25,0% 48,3% 26,7% 0,0% Comuni > ,4% 84,4% 6,3% 0,0% Italia 8,8% 27,4% 35,8% 28,1% su dati Protezione Civile, 2015 Il grado di sismicità dei comuni dell Umbria, per provincia, 2015 % di comuni per grado di sismicità Provincia Molto Alto Medio Basso basso Perugia 23,7% 74,6% 1,7% 0,0% Terni 12,1% 36,4% 51,5% 0,0% Umbria 19,6% 60,9% 19,6% 0,0% Territorio Italia 8,8% 27,4% 35,8% 28,1% su dati Protezione Civile,

52 I comuni dell Umbria con impianti alimentati a fonti rinnovabili in esercizio, dicembre 2015 Comuni con impianti alimentati a fonti rinnovabili su dati GSE - Bollettino aggiornato al

53 Gli impianti alimentati a fonti rinnovabili in esercizio nei comuni dell Umbria, per classe demografica, dicembre 2015 Classe demografica % di comuni con impianti alimentati a fonti rinnovabili N. impianti alimentati a fonti rinnovabili ,0% ,0% ,8% ,8% ,5% ,0% 12 Umbria 32,6% 69 Piccoli comuni 20,0% 16 Comuni > ,3% 53 Italia 29,3% su dati GSE - Bollettino aggiornato al Gli impianti alimentati a fonti rinnovabili in esercizio nei comuni dell Umbria, per provincia, dicembre 2015 Provincia % di comuni con impianti alimentati a fonti rinnovabili N. impianti alimentati a fonti rinnovabili Perugia 37,3% 47 Terni 24,2% 22 Umbria 32,6% 69 Territorio Italia 29,3% su dati GSE - Bollettino aggiornato al

54 Il tasso di motorizzazione dei comuni dell Umbria, 2015 N. autovetture per 100 ab. Inferiore a 69,2 69,2 e oltre su dati ACI-Autoritratto 2015 e Istat,

55 Il tasso di motorizzazione dei comuni dell Umbria, per classe demografica, 2015 Classe demografica v.a. Autovetture Per 100 ab , , , , , ,8 Umbria ,2 Piccoli comuni ,7 Comuni > ,1 Italia ,5 su dati ACI-Autoritratto 2015 e Istat, 2016 Il tasso di motorizzazione dei comuni dell Umbria, per provincia, 2015 Provincia v.a. Autovetture Per 100 ab. Territorio Perugia ,1 Terni ,7 Umbria ,2 Italia ,5 su dati ACI-Autoritratto 2015 e Istat,

56 I comuni dell Umbria con almeno una stazione ferroviaria, 2016 Comuni con stazioni ferroviarie su dati RFI,

57 Le stazioni ferroviarie nei comuni dell Umbria, per classe demografica, 2016 Classe demografica N. stazioni ferroviarie N. comuni con stazioni ferroviarie sul proprio territorio Umbria Piccoli comuni 7 7 Comuni > Italia su dati RFI, 2016 Le stazioni ferroviarie nei comuni dell Umbria, per provincia, 2016 Provincia N. stazioni ferroviarie N. comuni con stazioni ferroviarie sul proprio territorio Perugia Territorio Terni 10 7 Umbria Italia su dati RFI,

58

59 Società

60 La densità abitativa dei comuni dell'umbria, 2016 Densità abitativa (ab./kmq) Inferiore a 105,3 105,3 e oltre su dati Istat,

61 La densità abitativa dei comuni dell Umbria, per classe demografica, 2016 Classe demografica Popolazione residente Superficie territoriale (kmq) Densità abitativa (ab./kmq) , , , , , ,4 Umbria ,3 Piccoli comuni ,6 Comuni > ,0 Italia ,8 su dati Istat, 2016 La densità abitativa dei comuni dell Umbria, per provincia, 2016 Provincia Popolazione residente Superficie territoriale (kmq) Densità abitativa (ab./kmq) Perugia ,5 Terni ,7 Umbria ,3 Italia ,8 su dati Istat, 2016 Società 59

62 Il tasso di incremento naturale nei comuni dell'umbria, 2016 Tasso di incremento naturale Nullo o negativo Positivo su dati Istat,

63 Tasso di natalità, mortalità ed incremento naturale dei residenti nei comuni dell Umbria, per classe demografica, 2016 Classe demografica Tasso di natalità (per ab.) Tasso di mortalità (per ab.) Tasso di incremento naturale (per ab.) ,98 14,08-8, ,62 13,55-6, ,08 12,59-5, ,45 12,02-4, ,50 11,70-4, ,56 11,79-4,22 Umbria 7,34 12,13-4,79 Piccoli comuni 6,59 13,57-6,98 Comuni > ,47 11,89-4,42 Italia 8,01 10,67-2,67 su dati Istat, 2016 Tasso di natalità, mortalità ed incremento naturale dei residenti nei comuni dell Umbria, per provincia, 2016 Provincia Tasso di Tasso di Tasso di incremento natalità mortalità naturale (per (per (per ab.) ab.) ab.) Perugia 7,67 11,70-4,03 Terni 6,39 13,38-6,98 Umbria 7,34 12,13-4,79 Italia 8,01 10,67-2,67 su dati Istat, 2016 Società 61

64 L'indice di invecchiamento nei comuni dell'umbria, 2016 Indice di invecchiamento (%) Inferiore a 24,8 24,8 e oltre su dati Istat,

65 Gli indicatori demografici dei comuni dell Umbria, per classe demografica, 2016 Classe demografica Indice di invecchiamento Indice di vecchiaia Indice di dipendenza ,1% 289,3 64,5% ,0% 212,6 62,0% ,9% 188,9 61,5% ,1% 194,8 61,4% ,3% 185,9 59,8% ,4% 188,6 59,6% Umbria 24,8% 192,4 60,5% Piccoli comuni 26,1% 215,2 62,1% Comuni > ,6% 188,8 60,2% Italia 22,0% 161,4 55,5% su dati Istat, 2016 Gli indicatori demografici dei comuni dell Umbria, per provincia, 2016 Provincia Indice di invecchiamento Indice di vecchiaia Indice di dipendenza Perugia 24,2% 182,8 59,7% Terni 26,6% 222,9 62,6% Umbria 24,8% 192,4 60,5% Italia 22,0% 161,4 55,5% su dati Istat, 2016 Società 63

66 Il tasso migratorio dei comuni dell'umbria, 2016 Tasso migratorio (per ab.) Nullo o negativo Positivo su dati Istat,

67 Il tasso migratorio dei comuni dell Umbria, per classe demografica, 2016 Classe demografica Saldo migratorio Tasso migratorio (saldo per ab.) , , , , , ,62 Umbria 688 0,77 Piccoli comuni ,36 Comuni > ,13 Italia ,52 su dati Istat, 2016 Il tasso migratorio dei comuni dell Umbria, per provincia, 2016 Provincia Saldo migratorio Tasso migratorio (saldo per ab.) Perugia 624 0,94 Terni 64 0,28 Umbria 688 0,77 Italia ,52 su dati Istat, 2016 Società 65

68 L'incidenza della popolazione straniera residente nei comuni dell'umbria, 2016 Incidenza della popolazione straniera (%) Inferiore a 10,9 10,9 e oltre su dati Istat,

69 Popolazione straniera residente nei comuni dell Umbria, per classe demografica, 2016 Classe demografica Popolazione straniera residente Incidenza sulla popolazione residente ,1% ,1% ,0% ,1% ,3% ,0% Umbria ,9% Piccoli comuni ,1% Comuni > ,0% Italia ,3% su dati Istat, 2016 Popolazione straniera residente nei comuni dell Umbria, per provincia, 2016 Provincia Popolazione straniera residente Incidenza sulla popolazione residente Perugia ,2% Terni ,9% Umbria ,9% Italia ,3% su dati Istat, 2016 Società 67

70 Glossario Aree interne: comuni che distano oltre 20 minuti di percorrenza rispetto al più vicino centro di erogazione di servizi scolastici, ferroviari e sanitari ( CCCB: Certificati di Conto Consuntivo di Bilancio (Ministero dell Interno). I dati disponibili per l anno 2015 riguardano su comuni esistenti a tale data. L espansione del campione è stata effettuata utilizzando i tassi di variazione regionali Per i comuni appartenenti alle regioni a statuto speciale, data l esiguità dei CCCB 2015 disponibili, si è ritenuto opportuno colmare le voci mancanti utilizzando i rispettivi valori Densità abitativa: rapporto tra popolazione residente e superficie territoriale. Densità di sportelli bancari: numero di abitanti per sportello bancario. Entrate da trasferimenti correnti dello Stato: per l anno 2015 comprendono il F.S.C. e sono considerate al netto del Contributo ex art. 8 co.10 D.L. 78/15, in quanto non valido ai fini del Patto di stabilità interno. Indicatore di autonomia finanziaria (1) : (Entrate tributarie + Entrate extratributarie)/entrate correnti [accertamenti]. 1) Le entrate tributarie sono per l anno 2011 al netto di Comp. IR- PEF, TARSU, Comp. IVA e F.S.R.; per l anno 2012 al netto di TARSU e F.S.R.; per l anno 2013 al netto di TARES, TARSU e F.S.C.; per gli anni 2014 e 2015 al netto di TARI, TARES, TARSU e F.S.C.. Le entrate extratributarie sono per gli anni al netto di TIA; per gli anni 2014 e 2015 al netto di TARI e TIA. Le entrate correnti sono per gli anni al netto di TARSU e TIA; per l anno 2013 al netto di TARES, TARSU e TIA; per gli anni 2014 e 2015 al netto di TARI, TARES, TARSU e TIA. 68

71 Indicatore di autonomia tributaria (2) : Entrate tributarie/ Entrate correnti [accertamenti]. Indicatore di pressione finanziaria (3) : (Entrate tributarie + Entrate extratributarie) [accertamenti]/popolazione. Indicatore di rigidità di bilancio: Spese (Personale + Interessi passivi + Rimborso prestiti (4) ) [impegni]/entrate correnti (5) [accertamenti]. Indice di dipendenza: rapporto tra la popolazione in età non attiva (tra 0-14 anni e con almeno 65 anni) e la popolazione in età attiva (tra i anni), per 100. Indice di invecchiamento: rapporto tra la popolazione con almeno 65 anni ed il totale della popolazione residente, per 100. Indice di specializzazione economica: rapporto tra quota settoriale del comune (numero di imprese attive di ciascun settore economico nel comune su numero di imprese attive totali dell area) e quota settoriale dell Italia. Indice di vecchiaia: rapporto tra la popolazione con almeno 65 anni e la popolazione di età compresa tra 0-14 anni, per 100. Investimenti: spese in conto capitale relative agli interventi Acquisizione di beni immobili ed Espropri e servitù onerose [pagamenti]. Tasso di incremento delle imprese: differenza tra imprese iscritte e cessate ogni 100 attive. 2) V. nota 1. 3) V. nota 1. 4) Al netto delle anticipazioni di cassa. 5) V. nota 1. 69

72 Tasso di incremento naturale: differenza tra nati e morti ogni residenti. Tasso di mortalità: numero di morti ogni residenti. Tasso di mortalità delle imprese: numero di imprese cessate ogni 100 attive. Tasso di motorizzazione: numero di autovetture circolanti ogni 100 abitanti. Tasso di natalità: numero di nati ogni residenti. Tasso di natalità delle imprese: numero di imprese iscritte ogni 100 attive. Tasso migratorio: rapporto tra il saldo migratorio (iscritti meno cancellati all anagrafe) e il totale della popolazione residente, per

73

74

I Comuni italiani 2016

I Comuni italiani 2016 I Comuni italiani 2016 Numeri in tasca Edizione aggiornata A cura di IFEL - Fondazione ANCI Coordinamento Andrea Ferri e Walter Tortorella Gli apparati statistici e cartografici sono stati elaborati da

Dettagli

I Comuni italiani 2017

I Comuni italiani 2017 I Comuni italiani 2017 Numeri in tasca A cura di IFEL - Fondazione ANCI Coordinamento Andrea Ferri e Walter Tortorella Gli apparati statistici e cartografici sono stati elaborati da Alessia Brinciotti

Dettagli

I Comuni italiani 2015

I Comuni italiani 2015 I Comuni italiani 2015 Numeri in tasca A cura di IFEL - Fondazione ANCI Coordinamento Walter Tortorella Gli apparati statistici e cartografici sono stati elaborati da Giorgia Marinuzzi, gli apparati statistici

Dettagli

I Comuni italiani 2016

I Comuni italiani 2016 I Comuni italiani 2016 Numeri in tasca A cura di IFEL - Fondazione ANCI Coordinamento Andrea Ferri e Walter Tortorella Gli apparati statistici e cartografici sono stati elaborati da Giorgia Marinuzzi,

Dettagli

I Comuni italiani 2014

I Comuni italiani 2014 I Comuni italiani 2014 Numeri in tasca A cura di IFEL - Fondazione ANCI Coordinamento Carla Giorgio e Walter Tortorella Elaborazioni socio-economiche Giorgia Marinuzzi Elaborazioni finanziarie Massimiliano

Dettagli

I Comuni della Lombardia 2018

I Comuni della Lombardia 2018 I Comuni della Lombardia 2018 A cura di IFEL - Fondazione ANCI Coordinamento Andrea Ferri e Walter Tortorella Gli apparati statistici e cartografici sono stati elaborati da Giorgia Marinuzzi, gli apparati

Dettagli

I Comuni italiani 2013

I Comuni italiani 2013 I Comuni italiani 2013 Numeri in tasca Coordinamento Walter Tortorella Cura Valeria Andreani Elaborazioni Giorgia Marinuzzi Progetto grafico BACKUP comunicazione, Roma Indice Istituzioni I sindaci in carica

Dettagli

I Comuni della Lombardia 2017

I Comuni della Lombardia 2017 I Comuni della Lombardia 2017 A cura di IFEL - Fondazione ANCI Coordinamento Andrea Ferri e Walter Tortorella Gli apparati statistici e cartografici sono stati elaborati da Giorgia Marinuzzi, gli apparati

Dettagli

Copyright 2012 by Maggioli S.p.A.

Copyright 2012 by Maggioli S.p.A. Copyright 2012 by Maggioli S.p.A. Maggioli Editore è un marchio di Maggioli S.p.A. Azienda con sistema qualità certificato ISO 9001: 2000 47822 Santarcangelo di Romagna (RN) Via del Carpino, 8 Tel. 0541/628111

Dettagli

I Comuni della Campania: economia, finanza e società

I Comuni della Campania: economia, finanza e società I Comuni della Campania: economia, finanza e società Caratteristiche istituzionali, territoriali e socio-economiche dei comuni della Campania 12/07/2017 Giorgia Marinuzzi Numerosità dei comuni e popolazione

Dettagli

I Comuni della Campania: economia, finanza e società

I Comuni della Campania: economia, finanza e società I Comuni della Campania: economia, finanza e società Il quadro finanziario 12/07/2017 Giuseppe Ferraina La spesa pro capite dei Comuni nel 2015: In Campania i Comuni manifestano un livello di spesa corrente

Dettagli

Dimensione socio-demografica. Numerosità e popolazione residente dei comuni italiani, per regione, 2011. N comuni. Pop. residente

Dimensione socio-demografica. Numerosità e popolazione residente dei comuni italiani, per regione, 2011. N comuni. Pop. residente Numerosità e popolazione residente dei comuni italiani, per regione, 2011 Regione N comuni Pop. residente Densità territoriale Piemonte 1.206 4.457.335 175 Valle d Aosta 74 128.230 39 Lombardia 1.544 9.917.714

Dettagli

I numeri dei Comuni lombardi: demografia, territorio, economia

I numeri dei Comuni lombardi: demografia, territorio, economia I numeri dei Comuni lombardi: demografia, territorio, economia Walter Tortorella Responsabile Dipartimento Studi Economia Territoriale IFEL Milano, 28 settembre 2017 Numerosità dei comuni e popolazione

Dettagli

I Comuni italiani 2013

I Comuni italiani 2013 I Comuni italiani 2013 Copyright 2013 by Maggioli S.p.A. Maggioli Editore è un marchio di Maggioli S.p.A. Azienda con sistema qualità certificato ISO 9001: 2000 47822 Santarcangelo di Romagna (RN) Via

Dettagli

Atlante dei Piccoli Comuni 2015

Atlante dei Piccoli Comuni 2015 Atlante dei Piccoli Comuni 2015 Il volume è stato curato da Massimo La Nave e Paolo Testa dell Area Ricerche, Studi e Banca Dati delle Autonomie di Anci, con la collaborazione di Nicola Di Carlo. I dati

Dettagli

RELAZIONE TECNICA AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2014

RELAZIONE TECNICA AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2014 RELAZIONE TECNICA AL BILANCIO DI PREVISIONE 2014 COMUNE DI BEDONIA Pag. 1 Indice SEZIONE 1 - IL BILANCIO 2014 IN SINTESI 1.1 - Il vincolo del patto di stabilità 1.2 - Le componenti del bilancio SEZIONE

Dettagli

La dinamica demografica

La dinamica demografica 0 La dinamica demografica I Piccoli Comuni sono stati storicamente caratterizzati da un esodo lento e continuo di popolazione. A partire dal secondo dopoguerra il lento processo delle migrazioni interne

Dettagli

La finanza locale. Grafico La composizione delle entrate provinciali. (anno 2006) Entrate derivanti da. accensioni di prestiti 11%

La finanza locale. Grafico La composizione delle entrate provinciali. (anno 2006) Entrate derivanti da. accensioni di prestiti 11% La finanza locale 1. A partire dall introduzione dell Imposta Comunale sugli Immobili nel 1992, gli Enti Locali sono gradualmente passati da un sistema di finanza derivata ad un sistema basato principalmente

Dettagli

Provincia di Reggio Emilia. Servizio Bilancio

Provincia di Reggio Emilia. Servizio Bilancio Provincia di Reggio Emilia Servizio Bilancio OSSERVATORIO SULLA FINANZA LOCALE IN PROVINCIA DI REGGIO EMILIA ANNO 2006 Analisi sui certificati del conto consuntivo e sul rendiconti della gestione dei comuni

Dettagli

IL QUADRO DELLA FISCALITA LOCALE NEI PRINCIPALI COMUNI DELL UMBRIA

IL QUADRO DELLA FISCALITA LOCALE NEI PRINCIPALI COMUNI DELL UMBRIA Umbria IL QUADRO DELLA FISCALITA LOCALE NEI Perugia, 18 marzo 2014 LE ENTRATE E LE SPESE DEI COMUNI NEI BILANCI DI PREVISIONE Le entrate dei Comuni dell Umbria DINAMICA DELLE ENTRATE NEI 18 COMUNI UMBRI

Dettagli

COMUNE DI BRESCIA UNITA DI STAFF STATISTICA Ufficio di Diffusione dell Informazione

COMUNE DI BRESCIA UNITA DI STAFF STATISTICA Ufficio di Diffusione dell Informazione COMUNE DI BRESCIA UNITA DI STAFF STATISTICA Ufficio di Diffusione dell Informazione L andamento demografico della popolazione residente nel Comune di Brescia dal al GRAF. 1 Evoluzione dell ammontare della

Dettagli

Capitolo 3. Popolazione

Capitolo 3. Popolazione Capitolo 3 Variabili e indicatori utilizzati: residente Densità demografica per kmq straniera Saldo migratorio (saldo tra iscritti e cancellati) Saldo naturale Tasso di natalità Tasso di mortalità Composizione

Dettagli

ICI, ADDIZIONALE IRPEF E TARSU NEI COMUNI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA

ICI, ADDIZIONALE IRPEF E TARSU NEI COMUNI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA SUPPORTI DI ANALISI di FINANZA LOCALE ICI, ADDIZIONALE IRPEF E TARSU NEI COMUNI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Analisi delle principali entrate tributarie (anno 2008) (Ottobre 2010) A cura del Servizio Finanza

Dettagli

COMUNE DI BRESCIA UNITA DI STAFF STATISTICA Ufficio di Diffusione dell Informazione COMUNE DI BRESCIA

COMUNE DI BRESCIA UNITA DI STAFF STATISTICA Ufficio di Diffusione dell Informazione COMUNE DI BRESCIA COMUNE DI BRESCIA UNITA DI STAFF STATISTICA Ufficio di Diffusione dell Informazione L andamento demografico della popolazione residente nel Comune di Brescia dal al GRAF. Evoluzione dell ammontare della

Dettagli

Atlante dei Comuni della Sicilia 2015

Atlante dei Comuni della Sicilia 2015 Atlante dei Comuni della Sicilia 2015 Il rapporto è stato realizzato da IFEL Cura e coordinamento: Walter Tortorella - responsabile Dipartimento Economia Locale IFEL I dati relativi agli indicatori finanziari

Dettagli

RENDICONTO 2014 PRINCIPALI INDICATORI DI BILANCIO

RENDICONTO 2014 PRINCIPALI INDICATORI DI BILANCIO RENDICONTO 2014 PRINCIPALI INDICATORI DI BILANCIO Comune di Tarzo Ufficio Ragioneria Principali indicatori di bilancio Nelle diapositive seguenti vengono evidenziati i principali indicatori di bilancio.

Dettagli

1. La popolazione residente

1. La popolazione residente 1. La popolazione residente La popolazione residente in Italia al 31/12/2009 è pari a 60.340.328 unità, con un incremento di 295.260 unità (+0,5%) rispetto al 31 dicembre dell anno precedente dovuto prevalentemente

Dettagli

BILANCIO DEMOGRAFICO 2010 La popolazione del Piemonte nel 2010

BILANCIO DEMOGRAFICO 2010 La popolazione del Piemonte nel 2010 BILANCIO DEMOGRAFICO 2010 La popolazione del Piemonte nel 2010 La pubblicazione presenta i dati dei bilanci demografici ISTAT anno 2010 suddivisi per comune, provincia, Asl, comunità montane, zone altimetriche

Dettagli

ANALISI DEI PRINCIPALI INDICATORI GESTIONALI E FINANZIARI

ANALISI DEI PRINCIPALI INDICATORI GESTIONALI E FINANZIARI ANALISI DEI PRINCIPALI INDICATORI GESTIONALI E FINANZIARI PREMESSA Il regolamento per i controlli interni approvato con deliberazione del C.C. n. 4 del 164/01/2013 all art. 6 definisce una serie di indicatori,

Dettagli

BILANCIO DEMOGRAFICO 2009 La popolazione del Piemonte nel 2009

BILANCIO DEMOGRAFICO 2009 La popolazione del Piemonte nel 2009 BILANCIO DEMOGRAFICO 2009 La popolazione del Piemonte nel 2009 La pubblicazione presenta i dati dei bilanci demografici ISTAT anno 2009 suddivisi per comune, provincia, Asl, comunità montane, zone altimetriche

Dettagli

Il profilo di salute del Friuli Venezia Giulia

Il profilo di salute del Friuli Venezia Giulia Il profilo di salute del Friuli Venezia Giulia Servizio di Epidemiologia Direzione Centrale di Salute, Integrazione Socio Sanitaria e Politiche Sociali Aspetti Demografici del Friuli Venezia Giulia Silvia

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER LA

MATERIALI DI LAVORO PER LA MATERIALI DI LAVORO PER LA COSTRUZIONE DEL PROFILO DI COMUNITÀ PIANI DI ZONA 2013-2015 A CURA DELL OSSERVATORIO PROVINCIALE POLITICHE SOCIALI DELLA PROVINCIA DI TRIESTE Contesto demografico Ambito distrettuale

Dettagli

BILANCI COMUNALI E DOMANDA SOCIALE. UN MODELLO PER LA CONTRATTAZIONE SOCIALE?

BILANCI COMUNALI E DOMANDA SOCIALE. UN MODELLO PER LA CONTRATTAZIONE SOCIALE? 1 BILANCI COMUNALI E DOMANDA SOCIALE. UN MODELLO PER LA CONTRATTAZIONE SOCIALE? COORDINAMENTO CLAUDIO STACCHINI: A CURA DI FRANCESCO MONTEMURRO CON LA COLLABORAZIONE DI AHMED ABBAUOI E CARLOTTA GUARAGNA

Dettagli

CITTA di SPOLETO Bilancio di previsione 2015/

CITTA di SPOLETO Bilancio di previsione 2015/ 2012-2014 LE ENTRATE CORRENTI CITTADINI 26.313.803,00 STATO 897.828,00 REGIONE 4.034.567,08 Regione per funzioni delegate 250.847,00 Altri Enti Pubblici 216.515,00 SERVIZI COMUNALI ENTRATE TRIBUTARIE 26.313.803,00

Dettagli

La finanza comunale in sintesi

La finanza comunale in sintesi La finanza comunale in sintesi Ottobre 2014 Studi e Ricerche Il Volume è stato curato dal Dipartimento Finanza Locale IFEL con il coordinamento di Andrea Ferri Elaborazione dati e testi a cura di Giuseppe

Dettagli

REPORT TECNICO AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2013

REPORT TECNICO AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2013 REPORT TECNICO AL BILANCIO DI PREVISIONE 2013 COMUNE DI PORTO EMPEDOCLE Pag. 1 IL BILANCIO 2013 IN SINTESI Pag. 2 I presenti report espongono una serie di informazioni sintetiche relative ai valori contenuti

Dettagli

I principali risultati

I principali risultati FINANZA LOCALE: ENTRATE E SPESE DEI BILANCI CONSUNTIVI (COMUNI, PROVINCE E REGIONI). ANNO 2014 1 I principali risultati 1 Comuni Nel prospetto 1 sono riportati i principali risultati finanziari di competenza

Dettagli

Il Quadro demografico della città di Messina

Il Quadro demografico della città di Messina DIPARTIMENTO STATISTICA Il Quadro demografico della città di Messina Le principali caratteristiche demografiche 2011 A C U R A D E L DIPARTIMENTO DI STATISTICA Premessa L Istituto Nazionale di Statistica

Dettagli

CONTESTO DEMOGRAFICO DEMOGAFIA

CONTESTO DEMOGRAFICO DEMOGAFIA CONTESTO DEMOGRAFICO DEMOGAFIA In base agli ultimi dati ISTAT disponibili(*), nel biennio 2009-2010, l Italia presenta un saldo totale positivo (+4,8 ), anche se in diminuzione rispetto al biennio precedente.

Dettagli

Fig Cartina ambito

Fig Cartina ambito Studi e analisi per il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale 283 28.. AMBITTO 23 Fig. 28.1 - Cartina ambito Tab. 28.1 - I dell'ambito Codice Istat 16076 Cividate al Piano 16083 Cortenuova 16087

Dettagli

Popolazione. Dinamica della popolazione residente

Popolazione. Dinamica della popolazione residente AREA POPOLAZIONE I dati relativi alla Popolazione sono stati forniti dall Ufficio Anagrafe del Comune di Aosta, e dalla consultazione dell Annuario Statistico e dei Censimenti del 1981-1991-2001-2011.

Dettagli

La pressione fiscale locale sulle famiglie bolognesi nel 2009

La pressione fiscale locale sulle famiglie bolognesi nel 2009 La pressione fiscale locale sulle famiglie bolognesi nel 2009 Dati relativi alle tipologie familiari più significative Febbraio 2009 La presente nota è stata elaborata da un gruppo di lavoro del Settore

Dettagli

Comune di SAN GIORGIO A CREMANO

Comune di SAN GIORGIO A CREMANO Comune di SAN GIORGIO A CREMANO Popolazione residente e relativo trend dal 2001, saldo naturale e saldo migratorio, tasso di natalità, tasso di mortalità, tasso di crescita e tasso migratorio nel Comune

Dettagli

SCHEDA 1 - POPOLAZIONE, CARATTERISTICHE E DINAMICHE DEMOGRAFICHE

SCHEDA 1 - POPOLAZIONE, CARATTERISTICHE E DINAMICHE DEMOGRAFICHE SCHEDA 1 - POPOLAZIONE, CARATTERISTICHE E DINAMICHE DEMOGRAFICHE 1.1 - Popolazione residente 2006 migl. 320 20.756 59.131 Popolazione residente 2005 migl. 321 20.760 58.752 2005-2006 Var -0,3 0,6 Densità

Dettagli

SCHEDA 1 - POPOLAZIONE, CARATTERISTICHE E DINAMICHE DEMOGRAFICHE

SCHEDA 1 - POPOLAZIONE, CARATTERISTICHE E DINAMICHE DEMOGRAFICHE SCHEDA 1 - POPOLAZIONE, CARATTERISTICHE E DINAMICHE DEMOGRAFICHE 1.1 - Popolazione residente 2006 migl. 5.493 11.541 59.131 Popolazione residente 2005 migl. 5.305 11.321 58.752 2005-2006 Var 3,6 1,9 0,6

Dettagli

SCHEDA 1 - POPOLAZIONE, CARATTERISTICHE E DINAMICHE DEMOGRAFICHE

SCHEDA 1 - POPOLAZIONE, CARATTERISTICHE E DINAMICHE DEMOGRAFICHE SCHEDA 1 - POPOLAZIONE, CARATTERISTICHE E DINAMICHE DEMOGRAFICHE 1.1 - Popolazione residente 2006 migl. 1.608 15.631 59.131 Popolazione residente 2005 migl. 1.610 15.551 58.752 2005-2006 Var -0,1 0,5 0,6

Dettagli

Bilancio di previsione 2013

Bilancio di previsione 2013 GIUGNO 25 Agenda Presentazione in sintesi Approfondimenti assessorati dibattito Bilancio di previsione 2013 Ma visto che più persone cercano lavoro Secondo l Istat, nel 2012 l occupazione è rimasta sostanzialmente

Dettagli

LE ENTRATE TRIBUTARIE NEI COMUNI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA

LE ENTRATE TRIBUTARIE NEI COMUNI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA SUPPORTI DI ANALISI di FINANZA LOCALE -------------- Numero 5 /2013 LE ENTRATE TRIBUTARIE NEI COMUNI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Analisi del trend storico e per classi di comuni (2009-2011) (Dicembre 2013)

Dettagli

Osservatorio per le Politiche Sociali - Terzo Rapporto

Osservatorio per le Politiche Sociali - Terzo Rapporto 1 STRUTTURA E DINAMICA DEMOGRAFICA Il capitolo si articola in due paragrafi. Nel primo sono riportati i dati e i commenti riguardanti la struttura demografica della popolazione della Valle d Aosta. Nel

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER LA

MATERIALI DI LAVORO PER LA MATERIALI DI LAVORO PER LA COSTRUZIONE DEL PROFILO DI COMUNITÀ PIANI DI ZONA 2013-2015 A CURA DELL OSSERVATORIO PROVINCIALE POLITICHE SOCIALI DELLA PROVINCIA DI TRIESTE Contesto demografico Ambito distrettuale

Dettagli

ASSESSORATO AL BILANCIO PRESENTAZIONE

ASSESSORATO AL BILANCIO PRESENTAZIONE ASSESSORATO AL BILANCIO PRESENTAZIONE IL COMUNE Residenti al 31.12.2006 70.678 Uomini: 32.919 Donne: 37.759 Famiglie: 35.765 Composizione media a famiglia 1,97 Tasso di natalità: 0,78% Tasso di mortalità:

Dettagli

Comune di San Gregorio nelle Alpi. Bilancio demografico e popolazione residente al 31 dicembre. Anni

Comune di San Gregorio nelle Alpi. Bilancio demografico e popolazione residente al 31 dicembre. Anni Bilancio demografico e popolazione residente al 3 dicembre. Anni 24-25 SAN GREGORIO NELLE ALPI 24 25 Maschi Femmine Totale Maschi Femmine Totale Popolazione al gennaio 778 834.62 78 822.62 Nati 6 4 4 4

Dettagli

Il contesto territoriale

Il contesto territoriale 2. Territorio Il territorio del Comune di Lodi è posto a 87 metri sul livello del mare, toccato a nord-est dal fiume Adda e si estende per 41,42 kmq. Ha una popolazione complessiva pari a 43.112 abitanti

Dettagli

I COMUNI ITALIANI: SINTESI DEI DATI FINANZIARI

I COMUNI ITALIANI: SINTESI DEI DATI FINANZIARI I COMUNI ITALIANI: SINTESI DEI DATI FINANZIARI Dicembre 2008 a cura di Direzione Scientifica IFEL Tel. 06/68816215 direzionescientifica@webifel.it info@webifel.it www.webifel.it Sommario Introduzione...5

Dettagli

Comune di Valle di Cadore. Bilancio demografico e popolazione residente al 31 dicembre. Anni

Comune di Valle di Cadore. Bilancio demografico e popolazione residente al 31 dicembre. Anni Bilancio demografico e popolazione residente al 1 dicembre. Anni 014-015 VALLE DI CADORE 014 015 Maschi Femmine Totale Maschi Femmine Totale Popolazione al 1 gennaio 95 1.06.014 944 1.057.001 Nati 10 8

Dettagli

Processi associativi nei Comuni: stato dell arte e prospettive

Processi associativi nei Comuni: stato dell arte e prospettive Processi associativi nei Comuni: stato dell arte e prospettive Unioni di Comuni: i numeri principali 11/09/2017 Giorgia Marinuzzi Gestioni associate: da facoltative a obbligatorie Dal 1990 (L. 142/1990)

Dettagli

COMUNE DI CASTELNUOVO SCRIVIA BILANCIO DI PREVISIONE 2012

COMUNE DI CASTELNUOVO SCRIVIA BILANCIO DI PREVISIONE 2012 COMUNE DI CASTELNUOVO SCRIVIA BILANCIO DI PREVISIONE 2012 1 COMUNE DI CASTELNUOVO SCRIVIA Al 31 dicembre 2011 Popolazione n. Residenti 5.473 Nuclei familiari 2.329 Alunni asilo nido 36 Alunni scuola materna

Dettagli

Consuntivo Documenti allegati

Consuntivo Documenti allegati Consuntivo 2012 Consuntivo 2012 Documenti allegati Relazione dei revisori dei conti Elenco dei residui attivi e passivi distinti per anno di provenienza Conto del Bilancio Conto economico Conto Patrimoniale

Dettagli

Gli indicatori demografici e la piramide delle età (dati aggiornati al 31-12

Gli indicatori demografici e la piramide delle età (dati aggiornati al 31-12 Gli indicatori demografici e la piramide delle età (dati aggiornati al 31-12 12-2008) 2008) La piramide delle età in provincia di 90-94 Femmine Maschi 80-84 70-74 60-64 50-54 40-44 30-34 20-24 10-14 0-4

Dettagli

Analisi economico-finanziaria

Analisi economico-finanziaria Pagina 1 di 5 Analisi economico-finanziaria Amministrazione: 003049 - Comune di Cerano Periodo: Anno - 2014 ANDAMENTO DELLE ENTRATE Entrate in conto corrente Accertato % Accertato Titolo I - ENTRATE TRIBUTARIE

Dettagli

Comune di Santo Stefano di Cadore. Bilancio demografico e popolazione residente al 31 dicembre. Anni

Comune di Santo Stefano di Cadore. Bilancio demografico e popolazione residente al 31 dicembre. Anni Bilancio demografico e popolazione residente al 3 dicembre. Anni 24-25 SANTO STEFANO DI CADORE 24 25 Maschi Femmine Totale Maschi Femmine Totale Popolazione al gennaio.289.36 2.649.28.345 2.625 Nati 7

Dettagli

Le regioni a confronto

Le regioni a confronto Il racconto, il confronto 2003 Il all apertura del nuovo millennio: struttura dinamica struttura e dinamica 2003 Il all apertura del nuovo millennio: benchmarking europeo struttura benchmarking e dinamica

Dettagli

Gli indicatori demografici e la piramide delle età (Fonte: ISTAT; dati aggiornati al 31-12

Gli indicatori demografici e la piramide delle età (Fonte: ISTAT; dati aggiornati al 31-12 Gli indicatori demografici e la piramide delle età (Fonte: ISTAT; dati aggiornati al 31-12 12-2009) 2009) La piramide delle età in provincia di 90-94 80-84 70-74 60-64 50-54 40-44 30-34 20-24 10-14 0-4

Dettagli

Fonti di finanziamento 2014/2015

Fonti di finanziamento 2014/2015 Fonti di finanziamento 2014/2015 2.750.000,00 2.500.000,00 2.250.000,00 2.000.000,00 1.750.000,00 1.500.000,00 1.250.000,00 1.000.000,00 750.000,00 500.000,00 250.000,00 Tributarie Contributi e trasferimenti

Dettagli

L'Amministrazione Comunale

L'Amministrazione Comunale Il bilancio consuntivo, o rendiconto di gestione, è lo strumento che certifica le entrate e le spese effettivamente sostenute dalla gestione comunale. Cioè, fornisce tutte le informazioni utili a capire

Dettagli

MAPPATURA DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI ROMA

MAPPATURA DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI ROMA a cura dell Ufficio Studi MAPPATURA DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI ROMA Profilo geoterritoriale Struttura socio-demografica Struttura imprenditoriale MAPPATURA DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI ROMA Profilo

Dettagli

INDICE TAVOLE STATISTICHE

INDICE TAVOLE STATISTICHE CAPITOLO 1 : LA DEMOGRAFIA DI IMPRESA INDICE TAVOLE STATISTICHE ANDAMENTO SERIE STORICA DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE A LIVELLO PROVINCIALE Tavola 1.1 Iscrizioni/cancellazioni/stock di imprese registrate/stock

Dettagli

Sistema Informativo Statistico DEMOGRAFIA. Marche popolazione - A nno 2012

Sistema Informativo Statistico DEMOGRAFIA. Marche popolazione - A nno 2012 2013 Sistema Informativo Statistico DEMOGRAFIA Marche popolazione - A nno 2012 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 MARCHE POPOLAZIONE 2012 INDICE Popolazione e famiglie residenti nelle province Densità

Dettagli

COMUNE DI CESENA Bilancio di Previsione 2011 DATI ECONOMICO-FINANZIARI

COMUNE DI CESENA Bilancio di Previsione 2011 DATI ECONOMICO-FINANZIARI COMUNE DI CESENA Bilancio di Previsione 2011 DATI ECONOMICO-FINANZIARI Bilancio Corrente 2009-2011 PREVISIONI INIZIALI valori in migliaia di euro 2009 2010 2011 ENTRATE CORRENTI 78.346 80.005 74.643 SPESE

Dettagli

I trasferimenti correnti dallo Stato

I trasferimenti correnti dallo Stato I trasferimenti correnti dallo Stato La posizione di Bologna nei confronti delle altre città italiane di dimensione demografica superiore a 200.000 abitanti Marzo 2009 I dati relativi ai Certificati di

Dettagli

C omune di B evagna. Statistiche Demografiche. Dati aggiornati al 31 Dicembre 2010

C omune di B evagna. Statistiche Demografiche. Dati aggiornati al 31 Dicembre 2010 C omune di B evagna Statistiche Demografiche Dati aggiornati al 31 Dicembre 2010 Corso Giacomo Matteotti, 58 06031 Bevagna (PG) Tel. 0742-368111 - fax 0742-361647 e-mail: info@comune.bevagna.pg.it Il presente

Dettagli

ANALISI COMPOSIZIONE ENTRATA PER TITOLI ANNO 2016

ANALISI COMPOSIZIONE ENTRATA PER TITOLI ANNO 2016 ANALISI COMPOSIZIONE ENTRATA PER TITOLI ANNO 2016 Situazione su Accertato ENTRATE ACCERTAMENTI INCIDENZA Titolo I - Entrate Tributarie 2.309.295,62 59,28 Titolo II - Trasferimenti Correnti 147.597,92 3,79

Dettagli

PROFILO DEMOGRAFICO AMBITO 1.2 TRIESTE... 3

PROFILO DEMOGRAFICO AMBITO 1.2 TRIESTE... 3 PROFILO DEMOGRAFICO AMBITO 1.2 TRIESTE... 3 Indice Graf. 1 Mappa popolazione residente nella provincia di Trieste al 1 gennaio 2011... 3 Tab. 1 - Popolazione residente nei comuni, nell ambito distrettuale

Dettagli

Piano degli indicatori di bilancio

Piano degli indicatori di bilancio Pagina 1 Allegato n. 1-a U.T.I. DEL NATISONE Indicatori sintetici TIPOLOGIA INDICATORE DEFINIZIONE VALORE INDICATORE (indicare tante colonne quanti sono gli eserci considerati nel bilancio di previsione)

Dettagli

Indicatori finanziari e raffronti tra i Comuni Italiani. Un servizio di Engineering Tributi Progettato e realizzato da LGnet srl e Easy Net srl

Indicatori finanziari e raffronti tra i Comuni Italiani. Un servizio di Engineering Tributi Progettato e realizzato da LGnet srl e Easy Net srl Un servizio di Engineering Tributi Progettato e realizzato da LGnet srl e Easy Net srl Scheda elaborata a partire dai dati dei Certificati di Conto Consuntivo 2009 pubblicati dal Ministero dell Interno

Dettagli

RELAZIONE TECNICA AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2015

RELAZIONE TECNICA AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2015 RELAZIONE TECNICA AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2015 Comune di Barumini Pag. 1 Indice SEZIONE 1 - IL BILANCIO 2015 IN SINTESI 1.1 - Il vincolo del patto di stabilità 1.2 - Le componenti del bilancio SEZIONE

Dettagli

ATLANTE dei COMUNI TOSCANI Prima edizione

ATLANTE dei COMUNI TOSCANI Prima edizione ATLANTE dei COMUNI TOSCANI. 2014 Prima edizione Il rapporto è stato realizzato da IFEL ed Anci Toscana Cura e coordinamento: Walter Tortorella - responsabile Dipartimento Economia Locale IFEL I dati relativi

Dettagli

COMUNE DI CARINARO Provincia di Caserta

COMUNE DI CARINARO Provincia di Caserta BILANCIO CONSUNTIVO 2012 ENTRATE TITOLO I TITOLO II TITOLO III TITOLO IV TITOLO V TITOLO VI ENTRATE TRIBUTARIE TRASFERIMENTI CORRENTI ENTRATE EXTRA -TRIBUTARIE ENTRATE DA TRASFERIMENTI DI CAPITALE ACCENSIONE

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO 2012

BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO 2012 BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO 0 PARTE I - ENTRATA Pagina di 0 Risorsa Accertamenti ultimo 00 0 0 Avanzo di amministrazione di cui: Avanzo vincolato Avanzo finanziamento investimenti Avanzo fondo ammortamento

Dettagli

Statistiche fiscali regionali

Statistiche fiscali regionali Statistiche fiscali regionali REDDITI DELLE PERSONE FISICHE RIEPILOGO SARDEGNA E ITALIA ANNI D IMPOSTA 2010; 2011; 2012; 2013 SINTESI STATISTICHE FISCALI REDDITI DELLE PERSONE FISICHE IN SARDEGNA E IN

Dettagli

Comune di San Vito di Cadore. Bilancio demografico e popolazione residente al 31 dicembre. Anni

Comune di San Vito di Cadore. Bilancio demografico e popolazione residente al 31 dicembre. Anni Bilancio demografico e popolazione residente al 31 dicembre. Anni 214-215 SAN VITO DI CADORE 214 215 Maschi Femmine Totale Maschi Femmine Totale Popolazione al 1 gennaio 874 98 1.854 891 971 1.862 Nati

Dettagli

ENTRATE E SPESE NEI BILANCI DELLE REGIONI A STATUTO ORDINARIO. Maria Flavia Ambrosanio

ENTRATE E SPESE NEI BILANCI DELLE REGIONI A STATUTO ORDINARIO. Maria Flavia Ambrosanio LA STRUTTURA E IL CONTROLLO DEI BILANCI NELLE REGIONI A STATUTO ORDINARIO ENTRATE E SPESE NEI BILANCI DELLE REGIONI A STATUTO ORDINARIO Maria Flavia Ambrosanio Università Cattolica del Sacro Cuore - Milano,

Dettagli

Bilancio di previsione Città di Seriate -

Bilancio di previsione Città di Seriate - Bilancio di previsione 2014-2016 1 Bilancio di previsione 2014-2016 Il comune di Seriate ha aderito alla sperimentazione contabile 2 Anno 2013: conseguiremo gli obiettivi del Patto di stabilità Saldi finanziari

Dettagli

RELAZIONE TECNICA AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2014

RELAZIONE TECNICA AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2014 RELAZIONE TECNICA AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2014 Comune di Barrali Pag. 1 Indice SEZIONE 1 - IL BILANCIO 2014 IN SINTESI 1.1 - Il vincolo del patto di stabilità 1.2 - Le componenti del bilancio SEZIONE

Dettagli

Comune di Auronzo di Cadore. Bilancio demografico e popolazione residente al 31 dicembre. Anni

Comune di Auronzo di Cadore. Bilancio demografico e popolazione residente al 31 dicembre. Anni Bilancio demografico e popolazione residente al 3 dicembre. Anni 24-25 AURONZO DI CADORE 24 25 Maschi Femmine Totale Maschi Femmine Totale Popolazione al gennaio.64.763 3.43.628.76 3.388 Nati 5 4 29 8

Dettagli

4 PRINCIPALI DATI STATISTICI 4.1 DEMOGRAFIA E DENSITÀ SUPERFICIE E DENSITÀ ANDAMENTO DEMOGRAFICO DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE 5

4 PRINCIPALI DATI STATISTICI 4.1 DEMOGRAFIA E DENSITÀ SUPERFICIE E DENSITÀ ANDAMENTO DEMOGRAFICO DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE 5 4 PRINCIPALI DATI STATISTICI 4.1 DEMOGRAFIA E DENSITÀ 4.1.1 SUPERFICIE E DENSITÀ L insieme delle tre province occidentali si estende su una superficie territoriale di circa 8500 Kmq con 1,8 milioni di

Dettagli

Fig Cartina ambito

Fig Cartina ambito Studi e analisi per il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale 261 26.. AMBITTO 211 Fig. 26.1 - Cartina ambito Tab. 26.1 - I dell'ambito Codice Istat 16011 Arcene 16013 Arzago d'adda 16047 Calvenzano

Dettagli

RELAZIONE TECNICA AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2015

RELAZIONE TECNICA AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2015 RELAZIONE TECNICA AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2015 COMUNE DI MENFI Provincia di Agrigento Pag. 1 Indice SEZIONE 1 - IL BILANCIO 2015 IN SINTESI 1.1 - Il vincolo del patto di stabilità 1.2 - Le componenti

Dettagli

1 A cura di: dott. Raimondo Schiavone

1 A cura di: dott. Raimondo Schiavone 3 1 A cura di: dott. Raimondo Schiavone Sommario 1. Introduzione... 5 2. San Teodoro e il Territorio... 6 Dati sul territorio comunale... 8 San Teodoro e le sue frazioni... 9 3. Popolazione... 10 Il Sistema

Dettagli

Annuario demografico 2016

Annuario demografico 2016 Comune di Gabicce Mare Annuario demografico 2016 NOTA: I dati relativi all anno 2016 sono provvisori in quanto non ancora validati dall ISTAT.. Comune di Gabicce Mare Annuario demografico 2016 Indice delle

Dettagli

ATLANTE DEI COMUNI DEL LAZIO 2014

ATLANTE DEI COMUNI DEL LAZIO 2014 ATLANTE DEI COMUNI DEL LAZIO 2014 Il rapporto è stato realizzato da IFEL ed ANCI Lazio Cura e coordinamento: Walter Tortorella - responsabile Dipartimento Economia Locale IFEL Gli apparati statistici e

Dettagli

RELAZIONE TECNICA AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2015

RELAZIONE TECNICA AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2015 RELAZIONE TECNICA AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2015 COMUNE DI UTA Pag. 1 Indice SEZIONE 1 - IL BILANCIO 2015 IN SINTESI 1.1 - Il vincolo del patto di stabilità 1.2 - Le componenti del bilancio SEZIONE

Dettagli

Piano degli Indicatori di Bilancio Previsione Indicatori sintetici

Piano degli Indicatori di Bilancio Previsione Indicatori sintetici Piano degli Indicatori di Bilancio Previsione 2017 1 Rigidità strutturale di bilancio 1.1 Incidenza spese rigide (disavanzo, personale e debito) su entrate correnti (Stanziamenti di competenza Stanziamenti

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PICENA Prov.AP BILANCIO DI PREVISIONE ENTRATE 2016 AREA FINANZIARIA

COMUNE DI ACQUAVIVA PICENA Prov.AP BILANCIO DI PREVISIONE ENTRATE 2016 AREA FINANZIARIA ENTRATE Fondo pluriennale vincolato per spese correnti (1) previsioni di competenza 43.042,01 27.391,81 0,00 0,00 Fondo pluriennale vincolato per spese in conto capitale (1) previsioni di competenza 16.108,74

Dettagli

LA POPOLAZIONE. Tabella 1. Struttura della popolazione residente nella provincia di Torino per classi di età e sesso, anno 2000

LA POPOLAZIONE. Tabella 1. Struttura della popolazione residente nella provincia di Torino per classi di età e sesso, anno 2000 LA POPOLAZIONE La struttura demografica di una popolazione rappresenta un importante determinante dello stato di salute atteso di una popolazione. Molte patologie sono correlate con l età ed hanno una

Dettagli

Bilancio di Previsione PARTE II - Spesa

Bilancio di Previsione PARTE II - Spesa Pagina 1 di 20 Disavanzo di amministrazione 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 N TITOLO 1 - Spese correnti Funzione 1 - Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo Servizio 1 - Organi istituzionali,

Dettagli

PIANO DI ZONA

PIANO DI ZONA SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI AMBITO DISTRETTUALE 5.1 CERVIGNANO DEL FRIULI (UD) PIANO DI ZONA 2013-2015 Profilo di comunità 2015 Sintesi Documento predisposto per l assemblea dei sindaci del 24 marzo 2016

Dettagli

L andamento demografico nel Distretto della Pianura Ovest. Comune di Bologna Settore Programmazione, Controlli e Statistica

L andamento demografico nel Distretto della Pianura Ovest. Comune di Bologna Settore Programmazione, Controlli e Statistica L andamento demografico nel Distretto della Pianura Ovest Comune di Bologna Settore Programmazione, Controlli e Statistica Cresce la popolazione nella Pianura Ovest 80.000 Popolazione residente Anni 1994-2004

Dettagli

IL QUADRO DELLA FISCALITÀ LOCALE NELLA PROVINCIA DI PARMA

IL QUADRO DELLA FISCALITÀ LOCALE NELLA PROVINCIA DI PARMA IL QUADRO DELLA FISCALITÀ LOCALE NELLA PROVINCIA DI PARMA Parma, 15 giugno 2013 Le entrate dei Comuni della provincia di Parma La finanza locale sta vivendo un periodo di profonda trasformazione e incertezza,

Dettagli

ANALISI DELLE CARATTERISTICHE DEMOGRAFICHE DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE NELL ATS INSUBRIA - ANNO 2016

ANALISI DELLE CARATTERISTICHE DEMOGRAFICHE DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE NELL ATS INSUBRIA - ANNO 2016 ANALISI DELLE CARATTERISTICHE DEMOGRAFICHE DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE NELL ATS INSUBRIA - ANNO 2016 A cura di: U.O.S. Analisi Statistiche e Flussi Informativi (Direzione Sanitaria - U.O.C. Epidemiologia)

Dettagli