CNC 8055 MC. Manuale di autoapprendimento REF SOFT: V01.0X

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CNC 8055 MC. Manuale di autoapprendimento REF. 1010 SOFT: V01.0X"

Transcript

1 CNC 8055 MC Manuale di autoapprendimento REF SOFT: V01.0X

2 Tutti i diritti sono riservati. La presente documentazione, interamente o in parte, non può essere riprodotta, trasmessa, trascritta, memorizzata in un sistema di registrazione dati o tradotta in nessuna lingua, senza autorizzazione espressa di Fagor Automation. È vietata la copia, parziale o totale, o uso non autorizzato del software. L'informazione di cui al presente manuale può essere soggetta a variazioni dovute a eventuali modifiche tecniche. La Fagor Automation si riserva il diritto di modificare il contenuto del manuale senza preavviso. Tutti i marchi registrati o commerciali riportati nel manuale appartengono ai rispettivi proprietari. L uso di tali marchi da parte di terzi a fini privati può vulnerare i diritti dei proprietari degli stessi. È possibile che il CNC possa eseguire più funzioni di quelle riportate nella relativa documentazione; tuttavia Fagor Automation non garantisce la validità di tali applicazioni. Pertanto, salvo dietro espressa autorizzazione della Fagor Automation, qualsiasi applicazione del CNC non riportata nella documentazione, deve essere considerata "impossibile". FAGOR AUTOMATION non si rende responsabile degli infortuni alle persone, o dei danni fisici o materiali di cui possa essere oggetto o provocare il CNC, se esso si utilizza in modo diverso a quello spiegato nella documentazione connessa. È stato verificato il contenuto del presente manuale e la sua validità per il prodotto descritto Ciononostante, è possibile che sia stato commesso un errore involontario e perciò non si garantisce una coincidenza assoluta. In ogni caso, si verifica regolarmente l informazione contenuta nel documento e si provvede a eseguire le correzioni necessarie che saranno incluse in una successiva editazione. Si ringrazia per i suggerimenti di miglioramento. Gli esempi descritti nel presente manuale sono orientati all apprendimento. Prima di utilizzarli in applicazioni industriali, devono essere appositamente adattati e si deve inoltre assicurare l osservanza delle norme di sicurezza. In questo prodotto si sta utilizzando il seguente codice fonte, soggetto ai termini della licenza GPL. Le applicazioni busybox V0.60.2; dosfstools V2.9; linux-ftpd V0.17; ppp V2.4.0; utelnet V La libreria grx V Il kernel di linux V Il caricatore di linux ppcboot V Per ricevere una copia su CD di questo codice fonte, occorrerà versare 10 euro alla Fagor Automation per i costi di preparazione e spedizione.

3 INDICE Manuale di autoapprendimento CAPITOLO 1 QUESTIONI TEORICHE SULLA MACCHINA-CNC. 1.1 Assi della macchina Zero macchina e zero pezzo Ricerca di riferimento macchina Limiti di corsa Selezione dello zero pezzo Unità di lavoro CAPITOLO 2 QUESTIONI TEORICHE SULL'UTENSILE. 2.1 Il cambio utensile La tabella utensili Calibrazione utensile CAPITOLO 3 PRATICA MANUALE. 3.1 Descrizione della schermata e della tastiera Descrizione della tastiera Descrizione della schermata standard Descrizione della schermata ausiliare Ricerca di riferimento macchina Mandrino Gamme della velocità Spostamento degli assi Volantini Spostamenti in jog Spostamento di un asse a una quota Cambio utensile Punto di cambio utensile Regolazione utensile Come modificare qualsiasi dato della tabella degli utensili Verifica della corretta calibrazione CAPITOLO 4 OPERAZIONI O CICLI. 4.1 Descrizione della schermata e della tastiera Modalità di lavoro Operazioni o cicli Editare un'operazione o ciclo Simulare un'operazione o ciclo Eseguire un'operazione o ciclo CAPITOLO 5 RIEPILOGO DEI CICLI DI LAVORO. 5.1 Operazione di fresatura profilo Operazione di fresatura di superficie e scanalatura Ciclo di tasche con profilo Ciclo di sporgenze rettangolare e circolare Ciclo di tasca rettangolare e circolare Posizionamento Operazione di barenatura Operazione di alesatura Operazione di maschiatura Operazione di foratura e centratura Posizionamento multiplo di vari punti Posizionamento multiplo su una linea retta Posizionamento multiplo in arco Posizionamento multiplo su un parallelogramma Posizionamento multiplo su una griglia Editor di profili Opzione MC REF

4 Manuale di autoapprendimento CAPITOLO 6 PROGRAMMI PEZZO CONVERSAZIONALI. 6.1 Che cos'è un programma pezzo conversazionale? Editazione di un programma pezzo Modificare un programma pezzo Simulare/eseguire un'operazione Simulare/eseguire un programma pezzo Simulare/eseguire un programma pezzo a partire di un'operazione Copiare un programma pezzo in un altro Cancellare un programma pezzo APPENDICI ESEMPIO DI PROGRAMMAZIONE. Opzione MC REF

5 1 QUESTIONI TEORICHE SULLA MACCHINA-CNC. Come sono denominati gli assi della macchina. Che si intende come zero macchina e allo zero pezzo. Che cos è la "Ricerca del riferimento macchina". Cosa sono i limiti di corsa. Come si preseleziona uno zero pezzo. Quali sono le unità di lavoro.

6

7 QUESTIONI TEORICHE SULLA MACCHINA-CNC Assi della macchina. L'orientamento degli assi dipende dal tipo di macchina e vengono imposti dalla "Regola della mano destra". Orientamento degli assi. Assi rotativi. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 7

8 QUESTIONI TEORICHE SULLA MACCHINA-CNC. 1 Nel manuale si osserva la seguente configurazione d assi. Nella macchina si distinguono due spostamenti; quelli che eseguono i carri e quello che esegue l utensile. Per la programmazione di spostamenti, si presuppone sempre che l utensile si sposta. Pertanto gli assi saranno: MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 8

9 QUESTIONI TEORICHE SULLA MACCHINA-CNC Zero macchina e zero pezzo. Sono i riferimenti di cui ha bisogno la macchina per poter lavorare. Zero macchina (O M ) È impostato dal costruttore ed è il punto di origine degli assi. O M O P Zero pezzo (O P ) È impostato dall operatore. È il punto di origine del pezzo, a partire dal quale si programmano gli spostamenti. Può essere situato in qualsiasi punto del pezzo. O P O M MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 9

10 QUESTIONI TEORICHE SULLA MACCHINA-CNC Ricerca di riferimento macchina. Quando il CNC è spento, gli assi si possono spostare manualmente o accidentalmente. In queste condizioni il CNC perde la posizione reale degli assi, per questo all accensione si consiglia (non obbligatorio) di realizzare l operazione di "Ricerca di Riferimento macchina". Con questa operazione, l'utensile si sposta a un punto definito dal costruttore della macchina, e il CNC sincronizza la relativa posizione assumendo le quote definite dal costruttore per quel punto, riferite allo zero macchina. Riferimento macchina. Riferimento macchina. = Riferimento utensile. Riferimento utensile. O M O M Riferimento macchina: È il punto sul quale si sposta l utensile nella ricerca di riferimento macchina. NOTA: I nuovi sistemi di retroazione (IO codificate) consentono di sapere la posizione degli assi, mediante un corto spostamento degli stessi. In questo modo scompare il concetto di riferimento macchina. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 10

11 QUESTIONI TEORICHE SULLA MACCHINA-CNC Limiti di corsa. Questo tipo di macchine ha due tipi di limiti: Limiti fisici. Vengono imposti dalla macchina, per evitare che i carri fuoriescano dalle guide (camme e fermi meccanici). Limiti del CNC. Sono definiti dal costruttore nel CNC, per evitare che i carri raggiungano i limiti fisici. Limiti fisici. Limiti del CNC. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 11

12 QUESTIONI TEORICHE SULLA MACCHINA-CNC Selezione dello zero pezzo. La selezione dello zero pezzo si esegue sui tre assi. Quando si lavorano vari pezzi, la distanza dallo zero macchina (O M ) al pezzo è diversa per ognuno di essi. Sarebbe necessario realizzare un programma per ogni pezzo. Programmando da uno zero pezzo (O P ) è indipendente da dove è ancorato il pezzo. La programmazione si complica se si fa dallo zero macchina (O M ) e serve solo per quel pezzo in quella posizione. Programmando da uno zero pezzo (O P ) le dimensioni del pezzo si possono estrarre dal piano. O P O M O M O P O M OP O M MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 12

13 QUESTIONI TEORICHE SULLA MACCHINA-CNC Unità di lavoro. Unità di programmazione. Vengono fissate dal costruttore e possono essere millimetri o pollici. Velocità del mandrino. La velocità di rotazione del mandrino si programma in giri/min. Avanzamento degli assi. L'avanzamento (F) degli assi si programma in mm/min (pollici/min). Millimetri. Pollici. GIRI/MIN. F F MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 13

14 QUESTIONI TEORICHE SULLA MACCHINA-CNC. 1 MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 14

15 2 QUESTIONI TEORICHE SULL'UTENSILE. Come si gestisce il cambio utensile. Che cos è la tabella utensili e quali informazioni vi sono registrate. Che cos'è la calibratura dell'utensile? Difetti dovuti a errori nella tabella degli utensili.

16

17 QUESTIONI TEORICHE SULL'UTENSILE Il cambio utensile. Gli utensili con cui lavorerà il CNC possono essere situati in un magazzino sulla macchina. A seconda se la macchina ha o no un magazzino, il cambio si eseguirà in modo diverso: Se la macchina non dispone di magazzino utensili, il cambio si esegue in modo manuale (come su una macchina convenzionale). Se la macchina dispone di magazzino utensili, il CNC si occupa di eseguire il cambio automaticamente. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 17

18 QUESTIONI TEORICHE SULL'UTENSILE La tabella utensili. In questa tabella si salva l informazione relativa agli utensili. Quando si esegue un cambio di utensile, il CNC assume i dati definiti nella tabella per tale utensile. L informazione contenuta nella tabella è: T Numero d'utensile. D Correttore associato all'utensile. Nel correttore sono definite le dimensioni dell'utensile. L Lunghezza dell'utensile. R Raggio dell'utensile. J Usura del raggio. K Usura in lunghezza. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 18

19 QUESTIONI TEORICHE SULL'UTENSILE. 2 Vita nominale. Tempo di lavorazione o numero di operazioni che l'utensile può effettuare. Vita reale. Tempo di lavorazione o numero di operazioni eseguiti. Famiglia. Utensili dalle stesse caratteristiche. Status Questi dati attualizza il CNC. L operatore non può modificarli. Tipo d'utensile. N Utensili normali. S utensili speciali. Stato dell utensile A E R Utensile disponibile. Utensile consumato (vita reale > vita nominale). Utensile respinto dall PLC. Se si richiede un utensile consumato o respinto, il CNC cerca un utensile della stessa famiglia. Se esiste si selezionerà e se non esiste sarà visualizzato il rispettivo errore. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 19

20 QUESTIONI TEORICHE SULL'UTENSILE Calibrazione utensile. La calibrazione utensili è l operazione mediante la quale si definiscono sul CNC le dimensioni dell utensile. È molto importante eseguire bene quest operazione perché i pezzi risultino con le dimensioni corrette e affinché nel fare un cambio utensile si continui a controllare lo stesso punto. X Y T2 X Y Z T1 Z L1 L2 Dimensioni diverse dell'utensile. Lo stesso punto. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 20

21 QUESTIONI TEORICHE SULL'UTENSILE. 2 DIFETTI DOVUTI A UNA CATTIVA CALIBRAZIONE DELLA LUNGHEZZA. Pezzo da lavorare. Utensile. Z1 Lungheza reale. Pezzo con le dimensioni corrette. Z2 Lungheza false. Z2 > Lungheza reale. Pezzo con le dimensioni errate. Lavorazione incorretta. Utensili mal calibrati. Lavorazione corretta. Utensili ben calibrati. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 21

22 QUESTIONI TEORICHE SULL'UTENSILE. 2 DIFETTI DOVUTI A UNA CATTIVA CALIBRAZIONE DEL RAGGIO. Profilo desiderato. Profilo reale. Eccedenza di materiale. Utensile. Raggio reale. Raggio falso. Dovuto alla differenza fra entrambi i raggi, resta un sovraspessore di materiale. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 22

23 3 PRATICA MANUALE. Descrizione della schermata e della tastiera. Come eseguire una ricerca di riferimento macchina. Lavoro con il mandrino. Modalità di spostamento assi (volantini, jog continuo, jog incrementale). Utensile.

24

25 PRATICA MANUALE Descrizione della schermata e della tastiera. All'accensione il CNC visualizzerà la seguente schermata. Se non appare questa schermata, può darsi che il CNC sia in modalità M. Per entrare nel modo MC, premere i seguenti tasti. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 25

26 PRATICA MANUALE Descrizione della tastiera. 1 Tasti per la definizione delle operazioni di lavorazione. 2 Tasti per dispositivi esterni. 3 Tastiera alfanumerica e tasti di comando. 4 Pannello operatore. Descrizione del pannello di comando. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 26

27 PRATICA MANUALE. 3 Tastiera jog per lo spostamento manuale degli assi. Scelta del senso di rotazione ed avvio del mandrino. Variazione percentuale della velocità di rotazione. Variazione dell avanzamento. percentuale Selettore della modalità di lavoro. Jog continuo. Tasto [MARCIA]. Tasto [STOP]. Jog incrementale. Volantini. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 27

28 PRATICA MANUALE Descrizione della schermata standard. 1 Ora, tipo di esecuzione (blocco a blocco/continua), numero di programma, stato dell esecuzione (in posizione, esecuzione, interrotto o reset) e messaggi del PLC. 2 Messaggi del CNC. 3 Posizione dell'utensile rispetto allo zero macchina e zero pezzo. Giri reali del mandrino. 4 Avanzamento degli assi e percentuale applicata. 5 Informazione dell'utensile. 6 Informazione del mandrino. Velocità di lavoro selezionata, percentuale applicata, stato del mandrino (rotazione a destra, sinistra o fermo) e gamma attiva. 7 Messaggi guida. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 28

29 PRATICA MANUALE Descrizione della schermata ausiliare. Cambio schermata. 1 Ora, tipo di esecuzione (blocco a blocco/continua), numero di programma, stato dell esecuzione (in posizione, esecuzione, interrotto o reset) e messaggi del PLC. 2 Messaggi del CNC. 3 Blocchi del programma selezionato. 4 Informazione degli assi. Punto finale dello spostamento (COMANDO), posizione corrente degli assi (CORRENTE), distanza mancante da percorrere (RESTO) e differenza fra la posizione teorica e reale della posizione (ERRORE DI INSEGUIMENTO). 5 Informazione del mandrino. Velocità teorica programmata, velocità reale ed errore di inseguimento. 6 Funzioni G e M attivi. Numero di pezzi consecutivi eseguiti con il programma (PARTC), tempo di esecuzione del pezzo (CYTIME) e timer dell PLC. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 29

30 PRATICA MANUALE Ricerca di riferimento macchina. Dopo aver acceso la macchina, si consiglia di eseguire una ricerca di riferimento macchina degli assi, per verificare che non si siano spostati mentre la macchina era spenta. Vi sono due modi di eseguire la ricerca del riferimento macchina. Ricerca del riferimento macchina automatica. La ricerca di riferimento macchina si esegue su tutti gli assi simultaneamente mediante un sottoprogramma, definito dal fabbricante della macchina. Il CNC conserva lo zero pezzo. Premere: Ricerca del riferimento macchina manuale La ricerca di riferimento macchina di ogni asse si realizza separatamente. Il CNC non conserva lo zero pezzo. Premere: O M O P Premere: O M Premere: Il CNC visualizza le quote riferite allo zero pezzo (O P ), tenendo conto delle dimensioni dell utensile. Il CNC visualizza le quote riferite allo zero macchina (O M ), tenendo conto delle dimensioni dell utensile. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 30

31 PRATICA MANUALE Mandrino. Per quanto riguarda il mandrino, il CNC visualizza la seguente informazione. Velocità selezionata. Percentuale applicata. Senso di rotazione. Gamma mandrino attiva. Per selezionare la velocità di lavoro (in giri/min.), premere la seguente sequenza di tasti: + Velocità di rotazione. + Per avviare il mandrino utilizzare i tasti del pannello di comando. Rotazione mandrino a destra. Sense orario. Arresto della rotazione del mandrino. Rotazione mandrino a sinistra. Senso antiorario. Aumenta o diminuisce percentuale la velocità di rotazione. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 31

32 PRATICA MANUALE Gamme della velocità. Il CNC consente alla macchina di avere una scatola di trasmissione (riduttori). Mediante le gamme, si seleziona la coppia motore (riduttore) che meglio si addice alla velocità programmata. Si consiglia di lavorare sempre a potenza costante per allungare la vita dell utensile. Potenza. Potenza. Potenza costante. Potenza costante. GAMMA DI VELOCITÀ 1 GAMMA DI VELOCITÀ 2 Se la velocità di lavoro è fra N1 e N2, occorrerà usare la GAMMA 1. Se la velocità di lavoro è fra N2 e N3, occorrerà usare la GAMMA 2. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 32

33 PRATICA MANUALE Spostamento degli assi. Il assi si possono spostare dalla tastiera JOG o con volantini. Ogni tasto serve a spostare un asse in un senso, secondo gli assi della macchina. Può avere uno, due o tre volantini. Si rispetta il senso di rotazione del volantino. Tastiera Jog. Volantini. Per selezionare la modalità di avanzamento, utilizzare il comando selettore. Movimento con volantini. Spostamenti in jog incrementale. Spostamenti in jog continuo. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 33

34 PRATICA MANUALE Volantini. Selezionare il tipo di avanzamento con il comando selettore. (1) Spostamento: 1 micron. (10) Spostamento: 10 micron. (100) Spostamento: 100 micron. Se la macchina ha 1 volantino. Selezionare un asse mediante i tasti JOG. La macchina sposta l asse mentre si gira il volantino. Se la macchina ha 2 o più volantini. La macchina sposta un asse per ogni volantino. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 34

35 PRATICA MANUALE Spostamenti in jog. Jog incrementale. Ogni volta che si preme un tasto jog, gli assi si spostano l incremento selezionato e alla velocità di avanzamento programmata (se F=0, avanzamento rapido). Selezionare il tipo di avanzamento con il comando selettore. (1) Spostamento: mm. (10) Spostamento: mm. (100) Spostamento: mm. (1000) Spostamento: mm. (10000) Spostamento: mm. Jog continuo. Mentre si mantiene premuto un tasto jog, gli assi si spostano all avanzamento selezionato, tenendo conto della percentuale (da 0% a 120%) selezionata. Immettere l avanzamento desiderato. + Avanzamento. + Selezionare il tipo di avanzamento con il comando selettore e scegliere la percentuale di avanzamento da applicare. Spostare gli assi mediante la tastiera jog. Spostare gli assi mediante la tastiera jog. Se durante lo spostamento si preme il tasto di avanzamento rapido, lo spostamento degli assi si eseguirà con l'avanzamento rapido specificato dal costruttore della macchina. Tasto di "rapido". MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 35

36 PRATICA MANUALE Spostamento di un asse a una quota. Mediante il tasto di [MARCIA], il CNC consente di spostare un asse a una determinata quota. I passi da eseguire sono i seguenti: Sulla schermata standard, selezionare l asse da spostare. Immettere la quota del punto sul quale si desidera spostare l'asse. Immettere la quota del punto sul quale si desidera spostare l'asse. L asse si sposta sul punto programmato, alla velocità di avanzamento selezionata. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 36

37 PRATICA MANUALE Cambio utensile. Macchina con cambiautensile manuale. Il cambio si esegue come in una macchina convenzionale. 1 Cambiare l'utensile sulla macchina. 2 Premere il tasto [T]. 3 Immettere il numero di utensile in modo che il CNC assuma i dati del nuovo utensile. 4 Tasto [MARCIA]. Macchina con cambiautensile automatico. Il cambio si gestisce mediante il CNC. 1 Premere il tasto [T]. 2 Immettere il numero di utensile. 3 Tasto [MARCIA]. 4 Il CNC esegue il cambio utensile ed assume i dati del nuovo utensile. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 37

38 PRATICA MANUALE Punto di cambio utensile. Il costruttore può consentire di selezionare il punto in cui si eseguirà il cambio utensile. Posizione del punto di cambio rispetto al punto di riferimento macchina. Immettere su X, Y e Z i valori del punto in cui si desidera effettuare il cambio utensile. + + (Valore in X) (Valore in Y) (Valore in Z) + Quando è necessario il cambio utensile, se il costruttore così lo ha definito, il CNC porterà gli assi fino a tale punto affinché sia eseguito il cambio. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 38

39 PRATICA MANUALE Regolazione utensile. Prima di provvedere alla regolazione degli utensili, occorre fari la ricerca di riferimento macchina. Ricerca del riferimento macchina sull'asse Z. Ricerca del riferimento macchina degli assi X, Y. Premere: Premere: Premere: O M O M Per fare la regolazione, occorre una superficie liscia. Usare JOG continuo o volantini per effettuare una fresatura di superfici. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 39

40 PRATICA MANUALE. 3 Entrare nella modalità calibrazione utensili. Il CNC visualizzerà la pagina di calibrazione utensili. Modalità di lavoro. Posizione reale degli assi e condizioni di taglio. Grafico di guida. Numero d utensile e dimensioni dell utensile. Altezza del pezzo che si utilizza nella misura dell utensile. Informazione sullo stato corrente dell'utensile. Per spostare il cursore, utilizzare i tasti. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 40

41 PRATICA MANUALE. 3 Calibrare l utensile come segue. 1 Misurare il pezzo. Andare alla finestra di misura dell'utensile. Immettere il valore in Z. Altezza del pezzo. 2 Avviare il mandrino. 3 Selezionare l'utensile T da misurare. Il CNC assegnerà lo stesso numero di correttore (D). + (Numero di utensile) + 4 Spostare gli assi in manuale fino a toccare il pezzo sull asse Z. Premere: Il CNC calcola ed assegna la nuova lunghezza. Il valore dell usura (K) si inizializza a zero. 5 Immettere manualmente gli altri dati (raggio, vita nominale, vita reale e codice famiglia). Per calibrare un altro utensile, ripetere i passi 3, 4 e 5. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 41

42 PRATICA MANUALE Come modificare qualsiasi dato della tabella degli utensili Per modificare i dati dell utensile (T, D, R, L, I, K, vita nominale, vita reale o famiglia), entrare nella modalità calibrazione e visualizzare i dati dell utensile. + (Numero di utensile) + Il CNC visualizza i dati di questo utensile. Per modificar i dati situarsi sul rispettivo dato, digitare il valore desiderato e premere [INVIO]. Per uscire l'opzione di calibratura, premere il tasto [ESC]. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 42

43 PRATICA MANUALE Verifica della corretta calibrazione. Preselezione del zero pezzo. O M Accostare l utensile su X. Premere: Accostare l utensile su Y. Premere: Accostare l utensile su Y. Premere: O M O P Ritirare l utensile. Posizione dello zero pezzo. Avviare il mandrino e toccare con vari utensili la superficie del pezzo e verificare il valore sulla schermata. Anche se gli utensili sono diversi, il valore sulla schermata deve essere lo stesso. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 43

44 PRATICA MANUALE. 3 MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 44

45 4 OPERAZIONI O CICLI. Tasti associati alle operazioni automatiche. Diverse modi di lavoro. Editare i parametri di un'operazione. Simulare un'operazione. Eseguire un'operazione.

46

47 OPERAZIONI O CICLI Descrizione della schermata e della tastiera. Posizione dei tasti delle funzioni automatiche. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 47

48 OPERAZIONI O CICLI. 4 Tasti di operazioni. Barenatura. Alesatura. Filettatura. Foratura e centratura. Posizionamento. Tasca rettangolare e circolare. Sporgenza rettangolare e circolare. Tasca con profilo. Fresatura di superfici. Fresatura profilo. Selezione dal livello del ciclo. Tasti per associare un posizionamento multiplo al ciclo, in modo che esso si ripeta in vari punti. Non tutti i cicli ammettono posizionamenti multipli. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 48

49 OPERAZIONI O CICLI Modalità di lavoro. Vi sono due modi di lavoro. Modalità editazione. Modalità di esecuzione. Editazione dei parametri dell operazione o del ciclo. Simulazione di un'operazione o ciclo. Simulazione di un'operazione o ciclo. Esecuzione di un'operazione o ciclo. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 49

50 OPERAZIONI O CICLI Operazioni o cicli. Tutti i cicli dispongono di vari livelli di editazione. Ogni livello dispone della propria schermata e la finestra principale del ciclo indica mediante schede i livelli disponibili e quello che è selezionato. Per cambiare livello, usare il tasto [LEVEL CYCLE], o i tasti [Pagina su] e [Pagina giù] per scorrere i vari livelli sia verso l alto che verso il basso. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 50

51 OPERAZIONI O CICLI Editare un'operazione o ciclo. A modo d esempio, scegliere l operazione tasca rettangolare. Ciclo di lavoro. Posizione reale degli assi e condizioni di taglio. Grafico di guida. Definizione della geometria del ciclo. Condizioni di lavorazione del ciclo. Mediante il tasto [LEVEL CYCLE], selezionare il livello di ciclo da eseguire. Ricordare che non tutti i cicli dispongono di vari livelli. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 51

52 OPERAZIONI O CICLI. 4 DEFINIRE I DATI DELL'OPERAZIONE O CICLO. Per selezionare un icona, un dato o una quota: Dopo aver fatto la selezione: Sposta il cursore sui dati o icone. Il CNC seleziona la prima quota corrispondente a tale asse. Premendo un'altra volta, si seleziona la seconda quota. Il CNC seleziona l'avanzamento per la sgrossatura. Premendo un altra volta si seleziona l avanzamento per la finitura. Il CNC seleziona l'utensile per la sgrossatura. Premendo un altra volta si seleziona l'utensile per la finitura. Il CNC seleziona il dato "S" per la sgrossatura. Premendo un altra volta si seleziona il dato "S" per la finitura. Se è un dato, digitare il nuovo valore e premere [INVIO]. Se è un icona, premere il tasto bicolore fino a selezionare quella adeguata e premere [INVIO]. + Se è una quota, vi sono due possibilità: Digitare il nuovo valore e premere [INVIO]. Assegnare al dato la posizione che attualmente occupa il cursore. Premere [RECALL]+[INVIO]. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 52

53 OPERAZIONI O CICLI. 4 ASSOCIARE UN POSIZIONAMENTO MULTIPLO A UN'OPERAZIONE. Alcuni cicli possono essere effettuati nella posizione occupata dall utensile o associati a un posizionamento multiplo, in modo che il ciclo si ripeta in vari punti. Il CNC permette di associare posizionamenti multipli ai seguenti cicli. Operazioni di barenatura, alesatura, filettatura, foratura e centratura. Tasche (compresi le tasche 2D e 3D). Sporgenze. Operazioni o cicli. Posizionamento multiplo. Ogni posizionamento può essere definito in diversi modi. Per scegliere il gruppo di dati adeguato, situarsi sopra l'icona e premere il tasto bicolore. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 53

54 OPERAZIONI O CICLI Simulare un'operazione o ciclo. La simulazione consente di verificare sulla schermata le traiettorie dell utensile. Il CNC accede alla finestra di simulazione grafica e visualizza nel menu di softkey il menu associato. Per accedere alle diverse funzioni, utilizzare i tasti da [F1] a [F7]. Per iniziare la simulazione, premere il tasto [START]. La velocità di simulazione si può regolare mediante il commutatore FEED. Altri tasti utili sono. Interrompi simulazione. Se la simulazione è interrotta, viene ripresa. Se la simulazione è interrotta, si cancella definitivamente. Per mezzo di uno qualsiasi dei due tasti, si esce dalla modalità simulazione. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 54

55 OPERAZIONI O CICLI. 4 OPZIONI GRAFICHE. TIPO DI GRAFICO. Grafico "3D". Mediante linee colorate si descrive la traiettoria dell utensile in tre dimensioni. Grafico "XY, XZ, YZ". Mediante linee colorate si descrive la traiettoria dell utensile sul piano selezionato. Grafico "Congiunta". Questa opzione divide la schermata in quattro quadranti, eseguendo la rappresentazione grafica in ogni quadrante dei piani XY, XZ, YZ, e alla rappresentazione tridimensionale (3D). Grafico "Pianta". Esegue una rappresentazione solida del piano XY con diversi toni di colore, indicanti la profondità del pezzo. Si rappresentano anche due sezioni (XZ e YZ) del pezzo. Grafico "Solido". Esegue una rappresentazione solida tridimensionale. Si parte da un blocco iniziale. Durante la simulazione, si vede come l utensile elimina materiale. Si vede la forma del pezzo risultante. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 55

56 OPERAZIONI O CICLI. 4 OPZIONI GRAFICHE. ZONA DA VISUALIZZARE. Consente di definire la zona di visualizzazione, definendo le quote massima e minima di ogni asse. Selezionare le quote. Convalidare i nuovi errori. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 56

57 OPERAZIONI O CICLI. 4 OPZIONI GRAFICHE. ZOOM. Consente di ampliare o ridurre il grafico rappresentato, o una parte dello stesso. La nuova zona da visualizzare si seleziona mediante una finestra sovrapposta sulla traiettoria rappresentata. Per aumentare o ridurre il grafico, usare i softkey "ZOOM+" e "ZOOM-". Sposta la finestra dello zoom. Convalidare i nuovi errori. Disegna la parte selezionata. Per tornare nella zona di visualizzazione originale, selezionare l opzione "valore iniziale". MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 57

58 OPERAZIONI O CICLI. 4 OPZIONI GRAFICHE. PARAMETRI GRAFICI. Velocità di simulazione: Consente di selezionare la percentuale della velocità di simulazione che si desidera applicare. Colori della traiettoria: Consente di cambiare i colori delle traiettorie nei grafici 3D, XY, XZ, YZ, Congiunta. Colori del solido: Consente di cambiare i colori dell utensile e il pezzo nei grafici Pianta, Solido. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 58

59 OPERAZIONI O CICLI. 4 OPZIONI GRAFICHE. CANCELLA SCHERMATA. Cancella la schermata. In modalità grafico "Solido", visualizza il pezzo non lavorato. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 59

60 OPERAZIONI O CICLI Eseguire un'operazione o ciclo. Una volta definito tutti i dati premere il tasto [ESC]. Il CNC visualizza sullo schermo il simbolo "avvio", indicandone che è possibile eseguire l'operazione. Con questo tasto è possibile selezionare se le operazioni si possono eseguire dall inizio alla fine o passata dopo passata. Inizia l esecuzione dell operazione o del ciclo. Una volta iniziata l'esecuzione: Interrompi esecuzione. Se l'esecuzione è interrotta, viene ripresa. Se l esecuzione è interrotta, si cancella definitivamente. Si accede alla modalità di rappresentazione grafica. L'esecuzione può essere interrotta in qualsiasi momento, eccetto durante l'operazione di filettatura. In questo caso, l'esecuzione si arresterà alla fine della filettatura. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 60

61 OPERAZIONI O CICLI. 4 ISPEZIONE UTENSILE. Questa opzione consente di interrompere l esecuzione dell operazione per ispezionare l utensile, modificare l usura, sostituirlo, ecc.. Interrompi esecuzione. A seconda del costruttore, in alcune macchine per entrare in ispezione si dovrà premere inoltre il tasto [T]. Il CNC scrive il messaggio "ISPEZIONE" sulla parte superiore della schermata. All interno della modalità "ispezione utensile" è possibile spostare gli assi (jog o volantini), controllare l utensile, cambiare l utensile, fermare ed avviare il mandrino, modificare l usura dell utensile, ecc.. Riposizionare gli assi. Se si è spostato più di un asse, il CNC chiederà l ordine di riposizionamento. Continuare l esecuzione MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 61

62 OPERAZIONI O CICLI. 4 MODIFICAZIONE DELL USURA DELL'UTENSILE. Questa opzione consente di variare i valori di I, K. I valori immessi sono incrementali, si sommano a quelli già registrati in precedenza. Questa opzione si può eseguire durante l ispezione utensile o con la macchina avviata. Il CNC entra in modalità calibrazione utensile e visualizza i dati di tale utensile. Selezionare con il cursore il dato I. Introdurre il nuovo valore I e premere [INVIO]. Selezionare con il cursore il dato K. Introdurre il valore K e premere [INVIO]. Per modificare il correttore di un altro utensile, occorre selezionarlo. + (Numero di utensile) + Per concludere, premere [ESC]. NOTA: Le modifiche non vengono registrate finché non si seleziona l utensile. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 62

63 5 RIEPILOGO DEI CICLI DI LAVORO.

64

65 RIEPILOGO DEI CICLI DI LAVORO Operazione di fresatura profilo. In questo livello di ciclo il profilo si definisce mediante punti. (Fino a un massimo di 12 punti). In questo livello di ciclo il profilo si definisce mediante l editor di profili. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 65

66 RIEPILOGO DEI CICLI DI LAVORO Operazione di fresatura di superficie e scanalatura. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 66

67 RIEPILOGO DEI CICLI DI LAVORO Ciclo di tasche con profilo. Tasca con profilo 2D. Tasca con profilo 3D. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 67

68 RIEPILOGO DEI CICLI DI LAVORO Ciclo di sporgenze rettangolare e circolare. Sporgenza rettangolare. Sporgenza circolare. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 68

69 RIEPILOGO DEI CICLI DI LAVORO Ciclo di tasca rettangolare e circolare. Tasca semplice. Tasca rettangolare. In questo livello è possibile scegliere il tipo di angolo e l angolo d inclinazione della tasca rispetto all asse delle ascisse. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 69

70 RIEPILOGO DEI CICLI DI LAVORO. 5 Tasca circolare. Tasca presvuotata. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 70

71 RIEPILOGO DEI CICLI DI LAVORO Posizionamento. In questo livello di ciclo si possono definire le funzioni ausiliari che si eseguiranno prima o dopo lo spostamento. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 71

72 RIEPILOGO DEI CICLI DI LAVORO Operazione di barenatura. Questo livello è disponibile solo quando si lavora con arresto orientato del mandrino. Questo livello consente, dopo aver realizzato la penetrazione del mandrino, di orientare il mandrino e retrocedere il mandrino prima del movimento d uscita, evitando così rigature del pezzo. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 72

73 RIEPILOGO DEI CICLI DI LAVORO Operazione di alesatura. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 73

74 RIEPILOGO DEI CICLI DI LAVORO Operazione di maschiatura. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 74

75 RIEPILOGO DEI CICLI DI LAVORO Operazione di foratura e centratura. Foratura. Foratura. Questo livello consente di fissare la distanza (B) che retrocede l'utensile dopo ogni approfondimento. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 75

76 RIEPILOGO DEI CICLI DI LAVORO. 5 Foratura. Centratura. Questo livello consente di fissare una quota di retrocessione (Zr) dopo ogni ingresso. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 76

77 RIEPILOGO DEI CICLI DI LAVORO Posizionamento multiplo di vari punti. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 77

78 RIEPILOGO DEI CICLI DI LAVORO Posizionamento multiplo su una linea retta. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 78

79 RIEPILOGO DEI CICLI DI LAVORO Posizionamento multiplo in arco. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 79

80 RIEPILOGO DEI CICLI DI LAVORO Posizionamento multiplo su un parallelogramma. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 80

81 RIEPILOGO DEI CICLI DI LAVORO Posizionamento multiplo su una griglia. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 81

82 RIEPILOGO DEI CICLI DI LAVORO Editor di profili. L editor di profili consente di definire i profili nei cicli di "Fresatura di profilo" e "Tasca con profilo". L editor di profili consente di definire i tratti dritti e curvi del profilo (l editor risolve i problemi di intersezioni e tangenze), e quindi di modificare tali tratti aggiungendo arrotondamenti, smussature ed avvicinamenti ed allontanamenti tangenziali. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 82

83 6 PROGRAMMI PEZZO CONVERSAZIONALI. Che cos'è un programma pezzo conversazionale? Come si edita un programma pezzo conversazionale. Come si modifica un programma pezzo conversazionale (inserire o cancellare operazioni). Simulare/eseguire un'operazione. Simulare/eseguire un programma a partire di un'operazione. Simulare/eseguire un programma pezzo. Copiare un programma pezzo. Cancellare un programma pezzo.

84

85 PROGRAMMI PEZZO CONVERSAZIONALI Che cos'è un programma pezzo conversazionale? Un programma pezzo conversazionale è un insieme di operazioni ordinate in modo sequenziale. Ogni operazione si definisce separatamente, e quindi si salvano una per una in un programma. Il nome del programma pezzo può essere un numero fra Fresatura di superfici. Tasca circolare. Foratura + Posizionamento multiplo in arco. Sporgenza circolare. PROGRAMMI - PEZZO CREAZIONE NUOVO PEZZO STAMPI 122 PEZZO NUMERO CICLI 1 - POSIZIONAMENTO 1 2 FRESATURA DI SUPERFICI BIDIREZIONALE. IN X 3 - TASCA CIRCOLARE 4 - SPORGENZA CIRCOLARE 5 - TASCA RETTANGOLARE 6 FORATURA1 + POSIZIONAMENTO. AD ARCO Tasca rettangolare. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 85

86 PROGRAMMI PEZZO CONVERSAZIONALI Editazione di un programma pezzo Per editare il programma pezzo, occorre prima selezionare le operazioni necessarie per eseguire il pezzo e l ordine in cui andranno eseguite. Un pezzo può essere eseguito in diversi modi. Foratura + Posizionamento multiplo in arco. Fresatura di superfici. Tasca semplice. Profilo. Una volta decisa la sequenza delle operazioni, il programma pezzo si esegue editando le operazioni una per una. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 86

87 PROGRAMMI PEZZO CONVERSAZIONALI. 6 SCHERMATA STANDARD PROGRAMMI - PEZZO CICLI PROGRAMMI - PEZZO CICLI - - CREAZIONE NUOVO PEZZO CREAZIONE NUOVO PEZZO STAMPI 122 PEZZO NUMERO BASE STAMPI 122 PEZZO NUMERO BASE CREARE PEZZO N... Selezionare con lo strumento di selezione "Creazione nuovo pezzo". Immettere il numero del programma pezzo. PROGRAMMI - PEZZO CICLI - - CREAZIONE NUOVO PEZZO - - (Immettere il numero) + [INVIO] + (commento) + [INVIO] [INVIO] + ESEMPIO + [INVIO] STAMPI 122 PEZZO NUMERO BASE ESEMPIO MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 87

88 PROGRAMMI PEZZO CONVERSAZIONALI. 6 PROGRAMMI - PEZZO CICLI PROGRAMMI - PEZZO CICLI Scegliere un operazione e definirne i parametri. Quando l'operazione sia stata definita, premere il tasto [P.PROG]. - - CREAZIONE NUOVO PEZZO STAMPI 122 PEZZO NUMERO BASE ESEMPIO - - CREAZIONE NUOVO PEZZO STAMPI 122 PEZZO NUMERO BASE ESEMPIO 1 FRESATURA DI SUPERFICI BIDIREZIONALE. IN X Selezionare con lo strumento il programma. Ripetere questi passi con le altre operazioni. Nel nostro caso, il programma pezzo finito sarà come segue. PROGRAMMI - PEZZO - - CREAZIONE NUOVO PEZZO STAMPI 122 PEZZO NUMERO BASE ESEMPIO CICLI 1 FRESATURA DI SUPERFICI BIDIREZIONALE. IN X 2 - PROFILO 3 - TASCA SEMPLICE 4 - FORATURA1 + POSIZIONAMENTO IN LINEA MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 88

89 PROGRAMMI PEZZO CONVERSAZIONALI Modificare un programma pezzo. Sostituire un'operazione. PROGRAMMI - PEZZO CICLI Scegliere un operazione e premere [RECALL]. - - CREAZIONE NUOVO PEZZO STAMPI 122 PEZZO NUMERO BASE ESEMPIO 1 FRESATURA DI SUPERFICI BIDIREZIONALE. IN X 2 - PROFILO 3 - TASCA SEMPLICE 4 - FORATURA1 + POSIZIONAMENTO IN LINEA Il CNC visualizza l'operazione con tutti i dati. Modificare i parametri come nella modalità editazione. Dopo aver modificato i dati, premere [P.PROG]. PROGRAMMI - PEZZO CICLI - - CREAZIONE NUOVO PEZZO STAMPI 122 PEZZO NUMERO BASE ESEMPIO 1 FRESATURA DI SUPERFICI BIDIREZIONALE. IN X 2 - PROFILO 3 - TASCA SEMPLICE 4 - FORATURA1 + POSIZIONAMENTO IN LINEA Il CNC chiederà un'opzione. Selezionare l'opzione "SOSTITUI- RE" e premere [INVIO]. La nuova operazione sostituisce quella precedente. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 89

90 PROGRAMMI PEZZO CONVERSAZIONALI. 6 Il CNC consente anche di inserire operazioni nuove in un programma pezzo. Inserire un operazione. PROGRAMMI - PEZZO CICLI Selezionare un'operazione. Definire i parametri dell operazione e premere [P.PROG] per accedere al programma pezzo. - - CREAZIONE NUOVO PEZZO STAMPI 122 PEZZO NUMERO BASE ESEMPIO 1 FRESATURA DI SUPERFICI BIDIREZIONALE. IN X 2 - PROFILO 3 - TASCA SEMPLICE 4 - FORATURA1 + POSIZIONAMENTO IN LINEA PROGRAMMI - PEZZO CICLI Scegliere la posizione in cui inserire l operazione e premere [INVIO]. - - CREAZIONE NUOVO PEZZO STAMPI 122 PEZZO NUMERO BASE ESEMPIO 1 FRESATURA DI SUPERFICI BIDIREZIONALE. IN X 2 - PROFILO 3 - TASCA SEMPLICE 4 - SPORGENZA RETTANGOLARE: 5 - FORATURA1 + POSIZIONAMENTO IN LINEA La nuova operazione si inserisce dietro la posizione scelta. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 90

91 PROGRAMMI PEZZO CONVERSAZIONALI. 6 Il CNC consente anche di cancellare operazioni di un programma pezzo. Cancellare PROGRAMMI - PEZZO CICLI Scegliere l'operazione da cancellare e premere [CLEAR]. - - CREAZIONE NUOVO PEZZO STAMPI 122 PEZZO NUMERO BASE ESEMPIO 1 FRESATURA DI SUPERFICI BIDIREZIONALE. IN X 2 - PROFILO 3 - TASCA SEMPLICE 4 - SPORGENZA RETTANGOLARE: 5 - FORATURA1 + POSIZIONAMENTO IN LINEA Il CNC chiederà conferma. Premere [INVIO]. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 91

92 PROGRAMMI PEZZO CONVERSAZIONALI. 6 Il CNC consente anche di cambiare la posizione di un operazione. Cambiare la posizione di un operazione. Selezionare l operazione da spostare e premere il tasto bicolore. PROGRAMMI - PEZZO - - CREAZIONE NUOVO PEZZO STAMPI 122 PEZZO NUMERO BASE ESEMPIO CICLI 1 FRESATURA DI SUPERFICI BIDIREZIONALE. IN X 2 - PROFILO 3 - TASCA SEMPLICE 4 - FORATURA1 + POSIZIONAMENTO IN LINEA Selezionare la nuova posizione per l'operazione e premere [INVIO]. PROGRAMMI - PEZZO CICLI PROGRAMMI - PEZZO CICLI - - CREAZIONE NUOVO PEZZO STAMPI 122 PEZZO NUMERO BASE ESEMPIO 1 FRESATURA DI SUPERFICI BIDIREZIONALE. IN X 2 - PROFILO 3 - TASCA SEMPLICE 4 - FORATURA1 + POSIZIONAMENTO IN LINEA - - CREAZIONE NUOVO PEZZO STAMPI 122 PEZZO NUMERO BASE ESEMPIO 1 - PROFILO 2 - TASCA SEMPLICE 3 FRESATURA DI SUPERFICI BIDIREZIONALE. IN X 4 - FORATURA1 + POSIZIONAMENTO IN LINEA La nuova operazione si inserisce dietro la posizione scelta. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 92

93 PROGRAMMI PEZZO CONVERSAZIONALI Simulare/eseguire un'operazione. Scegliere l operazione da simulare e premere [RECALL]. PROGRAMMI - PEZZO - - CREAZIONE NUOVO PEZZO STAMPI 122 PEZZO NUMERO BASE ESEMPIO CICLI 1 FRESATURA DI SUPERFICI BIDIREZIONALE. IN X 2 - PROFILO 3 - TASCA SEMPLICE 4 - FORATURA1 + POSIZIONAMENTO IN LINEA Schermata di rappresentazione grafica. Scegliere l operazione da simulare e premere [RECALL]. PROGRAMMI - PEZZO - - CREAZIONE NUOVO PEZZO STAMPI 122 PEZZO NUMERO BASE ESEMPIO CICLI 1 FRESATURA DI SUPERFICI BIDIREZIONALE. IN X 2 - PROFILO 3 - TASCA SEMPLICE 4 - FORATURA1 + POSIZIONAMENTO IN LINEA MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 93

94 PROGRAMMI PEZZO CONVERSAZIONALI Simulare/eseguire un programma pezzo. Scegliere il programma pezzo da simulare e premere [GRAPHICS]. PROGRAMMI - PEZZO - - CREAZIONE NUOVO PEZZO STAMPI 122 PEZZO NUMERO BASE ESEMPIO CICLI 1 FRESATURA DI SUPERFICI BIDIREZIONALE. IN X 2 - PROFILO 3 - TASCA SEMPLICE 4 - FORATURA1 + POSIZIONAMENTO IN LINEA Schermata di rappresentazione grafica. Scegliere il programma pezzo da eseguire e premere [START]. PROGRAMMI - PEZZO - - CREAZIONE NUOVO PEZZO STAMPI 122 PEZZO NUMERO BASE ESEMPIO CICLI 1 FRESATURA DI SUPERFICI BIDIREZIONALE. IN X 2 - PROFILO 3 - TASCA SEMPLICE 4 - FORATURA1 + POSIZIONAMENTO IN LINEA MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 94

95 PROGRAMMI PEZZO CONVERSAZIONALI Simulare/eseguire un programma pezzo a partire di un'operazione. Scegliere l operazione a partire dalla quale iniziare la simulazione e premere [GRAPHICS]. PROGRAMMI - PEZZO - - CREAZIONE NUOVO PEZZO STAMPI 122 PEZZO NUMERO BASE ESEMPIO CICLI 1 FRESATURA DI SUPERFICI BIDIREZIONALE. IN X 2 - PROFILO 3 - TASCA SEMPLICE 4 - FORATURA1 + POSIZIONAMENTO IN LINEA Schermata di rappresentazione grafica. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 95

96 PROGRAMMI PEZZO CONVERSAZIONALI. 6 Scegliere l operazione a partire dalla quale iniziare l'esecuzione e premere [START]. PROGRAMMI - PEZZO - - CREAZIONE NUOVO PEZZO STAMPI 122 PEZZO NUMERO BASE ESEMPIO CICLI 1 FRESATURA DI SUPERFICI BIDIREZIONALE. IN X 2 - PROFILO 3 - TASCA SEMPLICE 4 - FORATURA1 + POSIZIONAMENTO IN LINEA MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 96

97 PROGRAMMI PEZZO CONVERSAZIONALI Copiare un programma pezzo in un altro. PROGRAMMI - PEZZO - - CREAZIONE NUOVO PEZZO STAMPI 122 PEZZO NUMERO BASE ESEMPIO CICLI 1 FRESATURA DI SUPERFICI BIDIREZIONALE. IN X 2 - PROFILO 3 - TASCA SEMPLICE 4 - FORATURA1 + POSIZIONAMENTO IN LINEA PROGRAMMI - PEZZO - - CREAZIONE NUOVO PEZZO STAMPI 122 PEZZO NUMERO BASE ESEMPIO CICLI 1 FRESATURA DI SUPERFICI BIDIREZIONALE. IN X 2 - PROFILO 3 - TASCA SEMPLICE 4 - FORATURA1 + POSIZIONAMENTO IN LINEA COPIARE PEZZO N... Scegliere il programma da copiare e premere [P.PROG]. Immettere il numero del nuovo programma. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 97

98 PROGRAMMI PEZZO CONVERSAZIONALI Cancellare un programma pezzo. PROGRAMMI - PEZZO - - CREAZIONE NUOVO PEZZO STAMPI 122 PEZZO NUMERO BASE ESEMPIO CICLI 1 FRESATURA DI SUPERFICI BIDIREZIONALE. IN X 2 - PROFILO 3 - TASCA SEMPLICE 4 - FORATURA1 + POSIZIONAMENTO IN LINEA Il CNC chiederà conferma. Premere [INVIO]. PROGRAMMI - PEZZO - - CREAZIONE NUOVO PEZZO - - CICLI Scegliere il programma da cancellare e premere [CLEAR] STAMPI 122 PEZZO NUMERO BASE MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 98

99 A ESEMPIO DI PROGRAMMAZIONE.

100

101 A Passo 0: Pezzo da lavorare. CONSIDERAZIONI PREVIE. In questo capitolo si riporta un esempio di programmazione di un programma pezzo. È conveniente ricordare che il numero di utensili può essere diverso, a seconda della macchina. Gli utensili utilizzati in questo esempio sono: T1: Fresa Ø40. T2: Fresa Ø25. T3: Fresa Ø10. T4: Punta di centraggio. T5: Broca Ø8. T6: Punta elicoidale Ø5. T7: Maschio M-6. Le velocità di rotazione ed avanzamento sono orientative, e possono essere diverse da quelle qui riportate. Questo simbolo rappresenta la posizione dello zero pezzo. MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 101

102 Passo 1: Fresatura di superfici. A 1 MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 102

103 A Passo 2: Lavorazione di profilo. 2 MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 103

104 Passo 3: Sporgenza rettangolare. A 3 MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 104

105 A Passo 4: Tasca circolare. 4 MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 105

106 Passo 5: Tasca rettangolare. A 5 MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 106

107 A Passo 6: Centratura + Posizionamento multiplo in vari punti 6 MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 107

108 Passo 7: Centratura + Posizionamento multiplo su un parallelogramma. A 7 MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 108

109 A Passo 8: Foratura + Posizionamento multiplo in vari punti 8 MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 109

110 Passo 9: Foratura + Posizionamento multiplo su un parallelogramma. A 9 MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 110

111 A Passo 10: Maschiatura + Posizionamento multiplo su un parallelogramma. 10 MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 111

112 A MANUALE DI AUTOAPPRENDIMENTO 112

CNC 8055 TC. Manuale di autoapprendimento REF. 1010 SOFT: V01.0X

CNC 8055 TC. Manuale di autoapprendimento REF. 1010 SOFT: V01.0X CNC 8055 TC Manuale di autoapprendimento REF. 1010 SOFT: V01.0X Tutti i diritti sono riservati. La presente documentazione, interamente o in parte, non può essere riprodotta, trasmessa, trascritta, memorizzata

Dettagli

CNC. Linguaggio ProGTL3. (Ref. 1308)

CNC. Linguaggio ProGTL3. (Ref. 1308) CNC 8065 Linguaggio ProGTL3 (Ref. 1308) SICUREZZA DELLA MACCHINA È responsabilità del costruttore della macchina che le sicurezze della stessa siano abilitate, allo scopo di evitare infortuni alle persone

Dettagli

FAGOR CNC 800T. Manuale di AUTOAPPRENDIMENTO. Ref. 9804 (ita)

FAGOR CNC 800T. Manuale di AUTOAPPRENDIMENTO. Ref. 9804 (ita) FAGOR CNC 800T Manuale di AUTOAPPRENDIMENTO Ref. 9804 (ita) INDICE Capitolo 1 Questioni teoriche sulla macchina-cnc 1.1.- Assi della macchina...3 1.2.- Zero macchina e zero pezzo.. 4 1.3.- Ricerca del

Dettagli

classe 4 MECCANICI SERALE

classe 4 MECCANICI SERALE TORNIO CNC classe 4 MECCANICI SERALE 1 PARTE COSTRUZIONE DI UN PROGRAMMA TORNIO CNC Il programma di lavorazione deve essere immesso con un formato accettabile dal CNC. Tale formato deve comprendere tutti

Dettagli

METODO PER LA STESURA DI PROGRAMMI PER IL CENTRO DI LAVORO CNC

METODO PER LA STESURA DI PROGRAMMI PER IL CENTRO DI LAVORO CNC METODO PER LA STESURA DI PROGRAMMI PER IL CENTRO DI LAVORO CNC Riferimento al linguaggio di programmazione STANDARD ISO 6983 con integrazioni specifiche per il Controllo FANUC M21. RG - Settembre 2008

Dettagli

Appunti per la programmazione ISO (dal manuale OSAI riservato ai propri clienti)

Appunti per la programmazione ISO (dal manuale OSAI riservato ai propri clienti) ITIS Varese Tecnologia Meccanica ed Esercitazioni Reparto Macchine Utensili TORNIO ANTARES controllo OSAI 8600 T Appunti per la programmazione ISO (dal manuale OSAI riservato ai propri clienti) MOVIMENTI

Dettagli

TORNIO ANTARES controllo OSAI 8600 T

TORNIO ANTARES controllo OSAI 8600 T ITIS Varese Tecnologia Meccanica ed Esercitazioni Reparto Macchine Utensili TORNIO ANTARES controllo OSAI 8600 T Appunti per l utilizzo del modulo di comando (dal manuale OSAI riservato ai propri clienti)

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EIA/ISO Macchine Utensili CNC

PROGRAMMAZIONE EIA/ISO Macchine Utensili CNC PROGRAMMAZIONE EIA/ISO Macchine Utensili CNC A cura di Massimo Reboldi Versione 2.0 7/1/14 La programmazione EIA/ISO! Introduzione! Assi e Riferimenti! Linguaggio di programmazione! Grammatica;! Lessico;!

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE N10 G0 X5 Y5

LA PROGRAMMAZIONE N10 G0 X5 Y5 LA PROGRAMMAZIONE Un programma per una Macchina Utensile CNC è costituito da una sequenza logica di informazioni geometriche, tecnologiche ed ausiliarie (fasi di lavoro). Le informazioni geometriche riguardano

Dettagli

4. Nome e direzione degli assi (2h) (teoria: 1h, pratica: 1h)

4. Nome e direzione degli assi (2h) (teoria: 1h, pratica: 1h) 37 4. Nome e direzione degli assi (2h) (teoria: 1h, pratica: 1h) 4.1 La disposizione degli assi secondo la norma ISO Ogni asse è definito dal verso e dalla direzione di movimento della slitta ed è caratterizzato

Dettagli

Esempi di programmazione di un centro di lavoro verticale a CNC

Esempi di programmazione di un centro di lavoro verticale a CNC Istituto Aldini Valeriani VA meccanica, a.s. 2011/2012 Esempi di programmazione di un centro di lavoro verticale a CNC Andrea Burnelli Esempiprogrammazione Andrea Burnelli Pagina 1 Esempiprogrammazione

Dettagli

CNC PILOT 4290 Asse B e Y

CNC PILOT 4290 Asse B e Y Manuale utente CNC PILOT 4290 Asse B e Y Software NC 625 952-xx Italiano (it) 8/2010 CNC PILOT 4290 Asse B e Y CNC PILOT 4290 Asse B e Y Questo manuale descrive le funzioni disponibili nel CNC PILOT 4290

Dettagli

ESERCITAZIONE Scrittura di un programma CNC per la fresatura di un componente dato

ESERCITAZIONE Scrittura di un programma CNC per la fresatura di un componente dato ESERCITAZIONE Scrittura di un programma CNC per la fresatura di un componente dato Nella presente esercitazione si redige il programma CNC per la fresatura del pezzo illustrato nelle Figure 1 e 2. Figura

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE DELLE MUCN

INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE DELLE MUCN INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE DELLE MUCN 1 MACCHINA UTENSILE CN 2 SISTEMA DI RIFERIMENTO Y X Z 3 SISTEMA DI RIFERIMENTO E ASSI MACCHINA L asse Z è sempre coincidente o parallelo con l asse del mandrino.

Dettagli

Corso di Automazione industriale

Corso di Automazione industriale Corso di Automazione industriale Lezione 11 Macchine utensili e controllo numerico Programmazione CNC Università degli Studi di Bergamo, Automazione Industriale, A.A. 2015/2016, A. L. Cologni 1 Introduzione

Dettagli

CNC 8055 MC. Manuale di Funzionamento. Ref.1501 Soft: V01.6x

CNC 8055 MC. Manuale di Funzionamento. Ref.1501 Soft: V01.6x CNC 8055 MC Manuale di Funzionamento Ref.1501 Soft: V01.6x PRODOTTI DOPPIO USO. I prodotti fabbricati dalla FAGOR AUTOMATION a partire dal 1ºaprile 2014, se contenuti nell elenco dei prodotti a doppio

Dettagli

CNC 8055. Educazionale. Ref. 1107

CNC 8055. Educazionale. Ref. 1107 CNC 855 Educazionale Ref. 7 FAGOR JOG SPI ND LE FEE D % 3 5 6 7 8 9 FAGOR JOG SPI ND LE FEE D % 3 5 6 7 8 9 FAGOR JOG SPI ND LE FEE D % 3 5 6 7 8 9 FAGOR JOG SPI ND LE 3 FEE D % 5 6 7 8 9 FAGOR JOG SPI

Dettagli

IL TORNIO CNC PRINCIPI FONDAMENTALI Tornio a CNC Graziano CTX310 Controllo Siemens 840D con Shop Turn

IL TORNIO CNC PRINCIPI FONDAMENTALI Tornio a CNC Graziano CTX310 Controllo Siemens 840D con Shop Turn ========================================================== SCUOLA PROFESSIONALE PROVINCIALE PER L INDUSTRIA L ARTIGIANATO ED IL COMMERCIO GUGLIELMO MARCONI Via K. WOLF 42. I-39012 Merano (BZ) Tel.: +39

Dettagli

CNC - SERIE S3000-S4000 PROGRAMMA DI PRESETTING UTENSILI AUTOMATICO CON LASER FOCALIZZATO

CNC - SERIE S3000-S4000 PROGRAMMA DI PRESETTING UTENSILI AUTOMATICO CON LASER FOCALIZZATO CNC - SERIE S3000-S4000 PROGRAMMA DI PRESETTING UTENSILI AUTOMATICO CON LASER FOCALIZZATO AGGIORNAMENTO Ed. Data agg. Pagine aggiornate 00 ------- 13/09/00 -------------- Emissione CMAPRL00090I ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

I. Programmazione di un tornio con asse Y. Indice

I. Programmazione di un tornio con asse Y. Indice 1 I. Programmazione di un tornio con asse Y Indice I. Programmazione di un tornio con asse Y... 1 1.1 Introduzione... 2 1.2 Schema di programmazione specifico per il piano G19... 4 1.3 Esempio di programmazione...

Dettagli

Basi di programmazione ISO per macchine CNC con CNC Simulator

Basi di programmazione ISO per macchine CNC con CNC Simulator Basi di programmazione ISO per macchine CNC con CNC Simulator 1. I primi comandi per semplici lavorazioni (coordinate cartesiane assolute)..2 2. Settaggio del software...2 3. Tornitura cilindrica...6 4.

Dettagli

EMCO Win 3D-View Fresatura Descrizione del Software Simulazione Grafica 3D Descrizione del Software EMCO Win 3D-View Fresatura Nr. Rif. TA 1826 Edizione B2006-02 Questo manuale è sempre disponibile in

Dettagli

PROGRAMMAZIONE TORNIO CNC (controllo Olivetti )

PROGRAMMAZIONE TORNIO CNC (controllo Olivetti ) PROGRAMMAZIONE TORNIO CNC (controllo Olivetti ) Il programma è l insieme di istruzioni in codice necessari al controllo di una macchina utensile equipaggiata con controllo numerico. Il codice è l insieme

Dettagli

L automazione. L automazione. Insieme delle tecniche e dei metodi per sostituire o ridurre l intervento umano in un attività lavorativa

L automazione. L automazione. Insieme delle tecniche e dei metodi per sostituire o ridurre l intervento umano in un attività lavorativa L automazione 1 L automazione Insieme delle tecniche e dei metodi per sostituire o ridurre l intervento umano in un attività lavorativa Politecnico di Torino 1 Automazione delle macchine utensili (M.U.)

Dettagli

[ significa: Tutto da un unico fornitore. EMCOMAT E-200 Easy Cycle. Tornio universale con controllo a cicli EMCO

[ significa: Tutto da un unico fornitore. EMCOMAT E-200 Easy Cycle. Tornio universale con controllo a cicli EMCO [ E[M]CONOMY] significa: Tutto da un unico fornitore. EMCOMAT E-200 Easy Cycle Tornio universale con controllo a cicli EMCO EMCOMAT E-200 Easy Cycle [Testa porta mandrino] - Struttura in ghisa stabile

Dettagli

Software per centro di lavorazione

Software per centro di lavorazione Scheda tecnica H-2000-2295-13-B Software per centro di lavorazione - caratteristiche del software NOVITÀ ORA DISPONIBILI Software base EasyProbe Presetting utensili senza contatto Pacchetti software per

Dettagli

Manuale elettronico Selection CAD

Manuale elettronico Selection CAD Manuale elettronico Selection CAD Versione: 1.0 Nome: IT_AutoCAD_V1.PDF Argomenti: 1 Nozioni generali su Selection CAD (AutoCAD)...2 2 Interfaccia AutoCAD...2 2.1 Funzioni di menu...2 2.2 Funzioni delle

Dettagli

EMCO Win 3D-View Tornitura Descrizione del Software Simulazione Grafica 3D Descrizione del Software EMCO Win 3D-View Tornitura Nr. Rif. TA 1827 Edizione B2006-02 Questo manuale è sempre disponibile in

Dettagli

TYRECONTROL «P» A-187

TYRECONTROL «P» A-187 TYRECONTROL «P» A-187 Manuale (IT) 2 Presentazione TYRECONTROL «P» caratteristiche : - Misura e regola la pressione dei pneumatici - Memorizza i dati fino a 99 set ( 1 set = memorizza fino a 4 valori di

Dettagli

CNC. Modulo "ABSIND" (Ref. 1309)

CNC. Modulo ABSIND (Ref. 1309) CNC 8065 Modulo "ABSIND" (Ref. 309) SICUREZZA DELLA MACCHINA È responsabilità del costruttore della macchina che le sicurezze della stessa siano abilitate, allo scopo di evitare infortuni alle persone

Dettagli

PROGRAMMAZIONE della M.U. CNC

PROGRAMMAZIONE della M.U. CNC PROGRAMMAZIONE della M.U. CNC 1 La programmazione delle M.U. CNC 1 Generalità 2 Geometrie di riferimento 3 Grammatica 4 Lessico 5 Sintassi 6 Esempi 7 Linguaggio APT 2 La programmazione delle M.U. CNC Le

Dettagli

Uso della connessione di rete remota

Uso della connessione di rete remota Copyright e marchi di fabbrica 2004 palmone, Inc. Tutti i diritti riservati. palmone, Treo, i logo palmone e Treo, Palm, Palm OS, HotSync, Palm Powered eversamail sono marchi di fabbrica o marchi registrati

Dettagli

CNC: Caratteristiche Software Base

CNC: Caratteristiche Software Base CNC: Caratteristiche Software Base Gestione assi Gestione di controllo fino a 36 assi con 3 processori. Controllo della accelerazione della velocità e dello spazio. Gestione concorrente tra più interpolatori

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ASSISTITA DAL COMPUTER (CAD/CAM)

PROGRAMMAZIONE ASSISTITA DAL COMPUTER (CAD/CAM) PROGRAMMAZIONE ASSISTITA DAL COMPUTER (CAD/CAM) Con la programmazione manuale, il programmatore descrive un ciclo di lavoro nella sequenza voluta ed in un linguaggio comprensibile all unità di governo.

Dettagli

SINUMERIK. SINUMERIK 802D sl Macchina manuale Plus Tornitura. Prefazione. Descrizione 1. Interfaccia software 2

SINUMERIK. SINUMERIK 802D sl Macchina manuale Plus Tornitura. Prefazione. Descrizione 1. Interfaccia software 2 Prefazione SINUMERIK SINUMERIK02Dl SINUMERIK SINUMERIK 802D sl Manuale di programmazione e d'uso Descrizione 1 Interfaccia software 2 Inserzione, ricerca del punto di riferimento 3 Configurazione 4 Lavorazione

Dettagli

UNIVERSITA degli STUDI di BERGAMO FACOLTA di INGEGNERIA. Corso di AUTOMAZIONE INDUSTRIALE

UNIVERSITA degli STUDI di BERGAMO FACOLTA di INGEGNERIA. Corso di AUTOMAZIONE INDUSTRIALE UNIVERSITA degli STUDI di BERGAMO FACOLTA di INGEGNERIA Corso di AUTOMAZIONE INDUSTRIALE Prof. Andrea Cataldo andrea.cataldo@itia.cnr.it ARGOMENTI delle ESERCITAZIONI CONTROLLO NUMERICO in AULA CONTROLLO

Dettagli

MACCHINE A CONTROLLO NUMERICO C.N.C.

MACCHINE A CONTROLLO NUMERICO C.N.C. 1 MACCHINE A CONTROLLO NUMERICO C.N.C. Marino prof. Mazzoni Evoluzione delle macchine utensili Quantità di pezzi 10 10 10 10 6 5 4 3 10 2 1 2 1-MACCHINE SPECIALIZZATE 2-MACCHINE TRANSFERT 3-SISTEMI FLESSIBILI

Dettagli

OE-TL100 SOFTWARE PER RACCOLTA ORDINI MAGAZZINO

OE-TL100 SOFTWARE PER RACCOLTA ORDINI MAGAZZINO OE-TL100 SOFTWARE PER RACCOLTA ORDINI MAGAZZINO Il software OE-TL100 è un software per la raccolta ordini in magazzino creato dalla MC2 per il terminale batch TL100. Il software è composto da due parti,

Dettagli

Centro di lavoro verticale OKUMA MB -56VA Matricola : Rif. Anno : 2013

Centro di lavoro verticale OKUMA MB -56VA Matricola : Rif. Anno : 2013 Centro di lavoro verticale OKUMA MB -56VA Matricola : Rif. Anno : 2013 MACCHINA PROVENIENTE DA NOSTRA SALA DIMOSTRAZIONE Foto da catalogo Condizioni di fornitura Disponibilità : maggio 2015 Trasporto :

Dettagli

AutoCAD 3D. Lavorare nello spazio 3D

AutoCAD 3D. Lavorare nello spazio 3D AutoCAD 3D Lavorare nello spazio 3D Differenze tra 2D e 3 D La modalità 3D include una direzione in più: la profondità (oltre l altezza e la larghezza) Diversi modi di osservazione Maggiore concentrazione

Dettagli

Corso di controllo numerico (Cnc iso)

Corso di controllo numerico (Cnc iso) Corso di controllo numerico (Cnc iso) A cura di Ferrarese Adolfo. - Copyright 2007 - Ferrarese Adolfo - Tutti i diritti riservati - 1 Prefazione: Il corso si articola in 8 sezioni: 7 lezioni più un'ampia

Dettagli

Il controllo della visualizzazione

Il controllo della visualizzazione Capitolo 3 Il controllo della visualizzazione Per disegnare in modo preciso è necessario regolare continuamente l inquadratura in modo da vedere la parte di disegno che interessa. Saper utilizzare gli

Dettagli

CNC S4000 CNC S3000 FUNZIONI DI PROGRAMMAZIONE

CNC S4000 CNC S3000 FUNZIONI DI PROGRAMMAZIONE CNC S4000 CNC S3000 FUNZINI DI PRGRAMMAZINE PRNTUARI FUNZINI G Le funzioni di programmazione elencate nelle pagine seguenti sono disponibili sui modelli di Controllo Numerico segnalati con il simbolo

Dettagli

CNC 800 T Nouve Prestazioni Ref. 0204 (ita)

CNC 800 T Nouve Prestazioni Ref. 0204 (ita) CNC 800 T Nouve Prestazioni Ref. 0204 (ita) Versione 5.2 (Marzo 1995) 1. P621(4). FATTORE DI DIVISIONE DEI SEGNALI DEI VOLANTINI ELETTRONICI Il parametro P621(4) viene usato assieme ai parametri P602(4)

Dettagli

TEbIS TAglIo A FIlo DIrETTAMEnTE DAl MoDEllo CAD un programma A CnC perfetto per Il TAglIo A FIlo.

TEbIS TAglIo A FIlo DIrETTAMEnTE DAl MoDEllo CAD un programma A CnC perfetto per Il TAglIo A FIlo. Tebis Taglio a filo Direttamente dal modello CAD un programma a CNC perfetto per il taglio a filo. Con il nuovo modulo dedicato ai processi di elettroerosione a filo, Tebis rende disponibile un ulteriore

Dettagli

MANUALplus 620 Il controllo numerico continuo per torni ad autoapprendimento e CNC

MANUALplus 620 Il controllo numerico continuo per torni ad autoapprendimento e CNC MANUALplus 620 Il controllo numerico continuo per torni ad autoapprendimento e CNC Dicembre 2012 Start smart Il MANUALplus viene impiegato da anni quotidianamente su torni ad autoapprendimento e si contraddistingue

Dettagli

Iniziare CAPITOLO 1. Obiettivi

Iniziare CAPITOLO 1. Obiettivi CAPITOLO 1 Iniziare Obiettivi Richiamare i comandi di AutoCAD tramite menu, menu di schermo, digitalizzatore, riga di comando o barre degli strumenti Comprendere il funzionamento delle finestre di dialogo

Dettagli

GRAPHPAD - PRO GUIDA PER GLI UTENTI

GRAPHPAD - PRO GUIDA PER GLI UTENTI GRAPHPAD - PRO GUIDA PER GLI UTENTI Settembre 2011 v2.3.0 Di Robert Shawhan Presentazione: 2 Interfaccia: 2 Schizzo: 2 Punti: 2 Linee: 2 Aree: 2 Archi: 2 Dimensioni: 2 Mettere in scala: 2 Frecce: 2 Testo:

Dettagli

Il CAD CAM Automatico da 2 a 5 assi. software house

Il CAD CAM Automatico da 2 a 5 assi. software house Il CAD CAM Automatico da 2 a 5 assi software house WorkNC, la soluzione CAM per le lavorazioni da 2 a 5 assi WorkNC, il software CAD/CAM automatico per lavorazioni da 2 a 5 assi, è stato costantemente

Dettagli

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi Capitolo Terzo Primi passi con Microsoft Access Sommario: 1. Aprire e chiudere Microsoft Access. - 2. Aprire un database esistente. - 3. La barra multifunzione di Microsoft Access 2007. - 4. Creare e salvare

Dettagli

> CNC W6B RAINBOW PER PUNZONATRICI RODITRICI

> CNC W6B RAINBOW PER PUNZONATRICI RODITRICI > CNC W6B RAINBOW PER PUNZONATRICI RODITRICI CARATTERISTICHE TECNICHE : - CNC W6B RAINBOW è un controllo numerico dedicato al controllo di macchine punzonatrici / roditrici mono punzone o multi tool e

Dettagli

TORNI VERTICALI A DUE MONTANTI Mod. 1520, 1525, 1L532

TORNI VERTICALI A DUE MONTANTI Mod. 1520, 1525, 1L532 TORNI VERTICALI A DUE MONTANTI Mod. 15, 155, 1L5 M.I.R.M.U. Via Baldinucci, 4 158 Milano Tel.959 Fax.9954 info @mirmu.it 1 Le macchine sono destinate alle operazioni di sgrossatura e di finitura di pezzi

Dettagli

Manuale utente Programmazione di cicli. itnc 530. Software NC 340 490-05 340 491-05 340 492-05 340 493-05 340 494-05

Manuale utente Programmazione di cicli. itnc 530. Software NC 340 490-05 340 491-05 340 492-05 340 493-05 340 494-05 Manuale utente Programmazione di cicli itnc 530 Software NC 340 490-05 340 491-05 340 492-05 340 493-05 340 494-05 Italiano (it) 3/2009 Il presente manuale È di seguito riportato un elenco dei simboli

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

SprutCAM è un sistema CAM per la generazione di programmi NC per lavorazioni di fresatura con più assi, tornitura motorizzata ed elettroerosione a

SprutCAM è un sistema CAM per la generazione di programmi NC per lavorazioni di fresatura con più assi, tornitura motorizzata ed elettroerosione a SprutCAM è un sistema CAM per la generazione di programmi NC per lavorazioni di fresatura con più assi, tornitura motorizzata ed elettroerosione a filo, su macchine a controllo numerico. Il sistema consente

Dettagli

CNC PER PANTOGRAFO DA TAGLIO E INCISIONE CATALOGO APPLICAZIONI. Versione 1.1 08/08/2013. ISAC S.r.l.

CNC PER PANTOGRAFO DA TAGLIO E INCISIONE CATALOGO APPLICAZIONI. Versione 1.1 08/08/2013. ISAC S.r.l. CATALOGO APPLICAZIONI CNC PER PANTOGRAFO DA TAGLIO E INCISIONE Versione 1.1 08/08/2013 ISAC S.r.l. CAPITALE SOCIALE 100.000,00 C.F. e P.I. 01252870504 VIA MAESTRI DEL LAVORO, 30 56021 CASCINA (PI) ITALY

Dettagli

LAVORAZIONI INDUSTRIALI

LAVORAZIONI INDUSTRIALI TORNITURA 1 LAVORAZIONI INDUSTRIALI Nelle lavorazioni industriali per asportazione di truciolo sono sempre presenti: Pezzo Grezzo Macchina Utensile Utensile Attrezzatura 2 1 TORNITURA 3 TORNITURA Obiettivo:

Dettagli

- Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE. Centrale mod. AXIS 30. Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO

- Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE. Centrale mod. AXIS 30. Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO - Limena (Padova) - &HQWUDOH$;,6 MANUALE PER L UTENTE Centrale mod. AXIS 30 Omologazione IMQ - ALLARME 1 e 2 LIVELLO AXEL AXIS 30 6HJQDOD]LRQLFRQOHG led giallo: se acceso, indica la presenza della tensione

Dettagli

Manuale d Istruzioni Cronometro digitale. Modello 365535

Manuale d Istruzioni Cronometro digitale. Modello 365535 Manuale d Istruzioni Cronometro digitale Modello 365535 Istruzioni Introduzione Questo fantastico cronometro digitale al quarzo professionale dispone di una memoria cumulativa e di giro e funzionalità

Dettagli

Installare Windows Xp Guida scritta da CroX

Installare Windows Xp Guida scritta da CroX Installare Windows Xp Guida scritta da CroX INTRODUZIONE: 2 PREPARAZIONE 2 BOOT DA CD 2 BIOS 3 PASSAGGI FONDAMENTALI 4 SCEGLIERE COSA FARE TRA RIPRISTINO O INSTALLARE UNA NUOVA COPIA 5 ACCETTARE CONTRATTO

Dettagli

INDICE. Pregeo Rilievo Crea righe 3 2. Pregeo Rilievo Crea righe 4, 5 3. Pregeo Rilievo Crea righe 7 9

INDICE. Pregeo Rilievo Crea righe 3 2. Pregeo Rilievo Crea righe 4, 5 3. Pregeo Rilievo Crea righe 7 9 Prodotto da INDICE Pregeo Rilievo Crea righe 3 2 Pregeo Rilievo Crea righe 4, 5 3 Pregeo Rilievo Crea righe 7 9 Pregeo Rilievo Crea righe 7 vertice/direzione 11 Pregeo Rilievo Crea righe per frazionamento

Dettagli

Modelli LINEA DI ROBOT CON: ELEVATE PRESTAZIONI E AFFIDABILITÀ SOFTWARE OPERATIVI SPECIFICI DIVERSE TECNOLOGIE DI SALDATURA DATI TECNICI

Modelli LINEA DI ROBOT CON: ELEVATE PRESTAZIONI E AFFIDABILITÀ SOFTWARE OPERATIVI SPECIFICI DIVERSE TECNOLOGIE DI SALDATURA DATI TECNICI Modelli LINEA DI ROBOT CON: ELEVATE PRESTAZIONI E AFFIDABILITÀ SOFTWARE OPERATIVI SPECIFICI DIVERSE TECNOLOGIE DI SALDATURA DATI TECNICI UP6 UP20 UP20-6 UP6-A00 UP20-A00 UP20-A10 Assi controllati 6 6 6

Dettagli

Centri di lavorazione meccanica. Il centro di lavoro Gli elementi secondari Gli utensili Il mandrino. Il centro di lavoro

Centri di lavorazione meccanica. Il centro di lavoro Gli elementi secondari Gli utensili Il mandrino. Il centro di lavoro Centri di lavorazione meccanica Il centro di lavoro Gli elementi secondari Gli utensili Il mandrino Il centro di lavoro Il centro di lavoro Il centro di lavoro è una macchina utensile dotata di controllo

Dettagli

IL CNC IL LINGUAGGIO DI PROGRAMMAZIONE PER LA MACCHINE UTENSILI A CNC Fondamenti

IL CNC IL LINGUAGGIO DI PROGRAMMAZIONE PER LA MACCHINE UTENSILI A CNC Fondamenti IL CNC IL LINGUAGGIO DI PROGRAMMAZIONE PER LA MACCHINE UTENSILI A CNC Fondamenti Centro per l Automazione e la Meccanica Via Rainusso 138/N 41100 Modena INDICE 1- La metodologia ed il linguaggio di programmazione

Dettagli

Modellazione mediante importazione di. file.dxf. Esempio guidato 4 Pag. 1

Modellazione mediante importazione di. file.dxf. Esempio guidato 4 Pag. 1 Esempio guidato 4 Modellazione mediante importazione di file.dxf Esempio guidato 4 Pag. 1 Esempio guidato 4 - Modellazione mediante importazione di file.dxf In questo Tutorial viene illustrata la procedura

Dettagli

1 Flusso di lavoro di progettazione delle strutture

1 Flusso di lavoro di progettazione delle strutture Lezione 1 Flusso di lavoro di progettazione delle strutture Informazioni generali sulla progettazione delle strutture È possibile creare segmenti di percorso e strutture utilizzando l applicazione Progettazione

Dettagli

Organizzazione dei tasti

Organizzazione dei tasti Utilizzare la tastiera La tastiera è lo strumento principale per l'immissione di informazioni nel computer, che si tratti di scrivere una lettera o di calcolare dati numerici. Non tutti sanno però che

Dettagli

Lavorazioni di estremità a pezzo fermo

Lavorazioni di estremità a pezzo fermo Gianandrea Mazzola Lavorazioni di estremità a pezzo fermo Quando si devono trattare barre o tubi di considerevole dimensione (e peso), con geometrie non sempre regolari, garantire centraggio e presa perfetti

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

S.T.I. Servizi Tecnici Industriali srl Prato 17/10/10. Gestione utensili completa con cnc Fanuc

S.T.I. Servizi Tecnici Industriali srl Prato 17/10/10. Gestione utensili completa con cnc Fanuc S.T.I. Servizi Tecnici Industriali srl Prato 17/10/10 Gestione utensili completa con cnc Fanuc Rev. 1.0.0 *** Lo scopo di questa applicazione, sviluppata su di una fresatrice Fagima modello Dominus equipaggiata

Dettagli

SinuTrain. Guida propedeutica alla fresatura e tornitura SINUMERIK 810D / 840D / 840Di. Manuale d istruzione 10/2003 SINUMERIK

SinuTrain. Guida propedeutica alla fresatura e tornitura SINUMERIK 810D / 840D / 840Di. Manuale d istruzione 10/2003 SINUMERIK SinuTrain alla fresatura e tornitura SINUMERIK 810D / 840D / 840Di Manuale d istruzione 10/2003 SINUMERIK Seconda edizione riveduta e corretta 10/2003 valida a partire dalla versione software HMI06.03

Dettagli

Mr.Cashback. Slot a 5 rulli e 15 linee. Lo scopo di Mr.Cashback è ottenere combinazioni vincenti di simboli facendo girare i rulli.

Mr.Cashback. Slot a 5 rulli e 15 linee. Lo scopo di Mr.Cashback è ottenere combinazioni vincenti di simboli facendo girare i rulli. Mr.Cashback Slot a 5 rulli e 15 linee Lo scopo di Mr.Cashback è ottenere combinazioni vincenti di simboli facendo girare i rulli. Per giocare: Una denominazione di scommessa (Valore della moneta) può essere

Dettagli

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa Maria Maddalena Fornari Impostazioni di pagina: orientamento È possibile modificare le

Dettagli

CONFRONTO TRA METODO DI LAVORO ALLE:

CONFRONTO TRA METODO DI LAVORO ALLE: CONFRONTO TRA METODO DI LAVORO ALLE: Macchine utensili tradizionali Con i sistemi tradizionali il disegno del pezzo è una memoria con tutte le informazioni, ma la macchina utensile non è in grado di interpretare

Dettagli

V20. Novità e migliorie. WorkNC - Sistema CAD/CAM Automatico per lavorazioni da 2 a 5 assi. software house

V20. Novità e migliorie. WorkNC - Sistema CAD/CAM Automatico per lavorazioni da 2 a 5 assi. software house V20 Novità e migliorie WorkNC - Sistema CAD/CAM Automatico per lavorazioni da 2 a 5 assi software house Novità e Migliorie CAD Compatibilità' e Import Import e riconoscimento diretto delle features 3D

Dettagli

Inserimento dei dati

Inserimento dei dati Inserimento dei dati Ulisse Di Corpo Terminata la fase di progettazione della scheda è possibile iniziare ad inserire i dati. A tal fine si seleziona Inserimento/Modifica dal menù Schede. Il programma

Dettagli

Acer erecovery Management

Acer erecovery Management 1 Acer erecovery Management Sviluppato dal team software Acer, Acer erecovery Management è uno strumento in grado di offrire funzionalità semplici, affidabili e sicure per il ripristino del computer allo

Dettagli

ALESATRICE ORIZZONTALE Mod. 2B660

ALESATRICE ORIZZONTALE Mod. 2B660 ALESATRICE ORIZZONTALE Mod. 2B660 M.I.R.M.U. - Via Baldinucci, 40 20158 Milano - Tel 02.39320593 Fax 02.39322954 info @mirmu.it 1 La macchina utensile di tipo universale con un montante anteriore mobile

Dettagli

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma Indice 1. Introduzione...3 2. Installazione di WinEMTLite...3 3. Descrizione generale del programma...3 4. Impostazione dei parametri di connessione...4 5. Interrogazione tramite protocollo nativo...6

Dettagli

CENNI SULLE MACCHINE UTENSILI A

CENNI SULLE MACCHINE UTENSILI A asdf CENNI SULLE MACCHINE UTENSILI A CONTROLLO NUMERICO 18 December 2011 Premessa all'articolo L'intento di questo articolo è quello di parlare brevemente (e relativamente alle mie esigue conoscenze in

Dettagli

Personalizza. Page 1 of 33

Personalizza. Page 1 of 33 Personalizza Aprendo la scheda Personalizza, puoi aggiungere, riposizionare e regolare la grandezza del testo, inserire immagini e forme, creare una stampa unione e molto altro. Page 1 of 33 Clicca su

Dettagli

MANUALE UTENTE. Versione 1.2 novembre 2011 2011 MAILDEM Tutti i diritti sono riservati

MANUALE UTENTE. Versione 1.2 novembre 2011 2011 MAILDEM Tutti i diritti sono riservati MANUALE UTENTE Versione 1.2 novembre 2011 2011 MAILDEM Tutti i diritti sono riservati INDICE ACCESSO AL SERVIZIO... 3 GESTIONE DESTINATARI... 4 Aggiungere destinatari singoli... 5 Importazione utenti...

Dettagli

Manuale di Memo vocale

Manuale di Memo vocale Manuale di Memo vocale Copyright 2002 Palm, Inc. Tutti i diritti riservati. HotSync, il logo Palm e Palm OS sono marchi di fabbrica registrati di Palm, Inc. Il logo HotSync e Palm sono marchi di fabbrica

Dettagli

Procedura di test Software IW7 Eurosystem

Procedura di test Software IW7 Eurosystem Procedura di test Software IW7 Eurosystem Nel seguente documento viene descritto come utilizzare il software IW7 Eurosystem, per effettuare il test dei freni. In particolare verranno descritte due tipi

Dettagli

Solidi comunque inclinati nello spazio e i sistemi di riferimento ausiliari

Solidi comunque inclinati nello spazio e i sistemi di riferimento ausiliari Solidi comunque inclinati nello spazio e i sistemi di riferimento ausiliari Alla fine del capitolo saremo in grado di: Operare su forme tridimensionali comunque inclinate nello spazio rispetto ai piani

Dettagli

FINSON EXTRACAD 6 Manuale d uso minimo

FINSON EXTRACAD 6 Manuale d uso minimo FINSON EXTRACAD 6 minimo AVVIO Attraverso l icona ExtraCAD 2D presente sul desktop o tra i programmi del menù Start. In alcuni casi il software potrebbe non essere stato installato nella cartella Programmi,

Dettagli

EasySTONE 4.5 Scheda Informativa

EasySTONE 4.5 Scheda Informativa EasySTONE 4.5 Scheda Informativa TOP DA CUCINA TOP DA BAGNO TAVOLI DISPOSIZIONE INTERATTIVA PEZZI E SOTTOPEZZI SIMULAZIONE 3D PIATTO DOCCIA VIRTUAL MILLING CORNICI VASCHE E LAVELLI TORNIO INCISIONE CON

Dettagli

Capitolo 11. Il disegno in 3D

Capitolo 11. Il disegno in 3D Capitolo 11 Il disegno in 3D o 11.1 Uso delle coordinate nello spazio o 11.2 Creazione di oggetti in 3D o 11.3 Uso dei piani di disegno in 3D (UCS) o 11.4 Creazione delle finestre di vista o 11.5 Definizione

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI APPLICATIVO PRICA

MANUALE DI ISTRUZIONI APPLICATIVO PRICA MANUALE DI ISTRUZIONI APPLICATIVO PRICA Ver. 1.0 A cura di: Claudia Cimaglia Alessandro Agresta Pierluca Piselli Pag. 1 MANUALE DI ISTRUZIONI PRICA Avvertenza e spirito del software L applicativo PRICA

Dettagli

CORSO AUTOCAD CENNI PRELIMINARI

CORSO AUTOCAD CENNI PRELIMINARI CORSO AUTOCAD CENNI PRELIMINARI Benvenuti a tutti al corso sull utilizzo di Autocad, in questa prima lezione voglio quali sono i principi base del funzionamento di Autocad. Autocad non è nient altro che

Dettagli

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico 1 Finestra principale di Excel 2 Finestra principale di Excel Questi pulsanti servono per ridurre ad icona, ripristinare e chiudere la finestra dell applicazione.

Dettagli

2 - Modifica. 2.1 - Annulla. 2.2 - Selezione finestra. S.C.S. - survey CAD system FIGURA 2.1

2 - Modifica. 2.1 - Annulla. 2.2 - Selezione finestra. S.C.S. - survey CAD system FIGURA 2.1 2 - Modifica FIGURA 2.1 Il menu a tendina Modifica contiene il gruppo di comandi relativi alla selezione delle entità del disegno, alla gestione dei layer, alla gestione delle proprietà delle varie entità

Dettagli

Informazioni tecniche. QWD Macchine per la fabbricazione e la manutenzione degli utensili in PCD con processo di elettroerosione a filo

Informazioni tecniche. QWD Macchine per la fabbricazione e la manutenzione degli utensili in PCD con processo di elettroerosione a filo Informazioni tecniche QWD Macchine per la fabbricazione e la manutenzione degli utensili in PCD con processo di elettroerosione a filo QWD 750/760 Una concezione versatile di macchina per le più elevate

Dettagli

Tutor System v 3.0 Guida all installazione ed all uso. Tutor System SVG. Guida all'installazione ed all uso

Tutor System v 3.0 Guida all installazione ed all uso. Tutor System SVG. Guida all'installazione ed all uso Tutor System SVG Guida all'installazione ed all uso Il contenuto di questa guida è copyright 2010 di SCM GROUP SPA. La guida può essere utilizzata solo al fine di supporto all'uso del software Tutor System

Dettagli

Manuale utente. MIra. venitem.com

Manuale utente. MIra. venitem.com Manuale utente MIra venitem.com INDICE TASTIERA 1. Segnalazione sulla tastiera 2. Segnalazione sul display durante il normale funzionamento 3. Segnalazione sul display dopo la digitazione di un Codice

Dettagli

Progetta Vende Assiste. questo prodotto dal 1980

Progetta Vende Assiste. questo prodotto dal 1980 Progetta Vende Assiste questo prodotto dal 1980 GCAM il CAD/CAM creato da persone che parlano, scrivono, agiscono e pensano come voi e soprattutto... Interamente italiano FORNITURA GCAM è fornito in versione

Dettagli

MATERIA: LABORATORIO DI MECCANICA

MATERIA: LABORATORIO DI MECCANICA UF1 - PRODURRE ALLA FRESATRICE Norme del disegno tecnico. Tolleranze di lavorazione. Lettura degli strumenti di misura e di controllo Conoscenza degli utensili per fresare Calcolo dei parametri di taglio.

Dettagli

MANUALE UTENTE CELLULARE ANZIANI W60 DUAL SIM

MANUALE UTENTE CELLULARE ANZIANI W60 DUAL SIM MANUALE UTENTE CELLULARE ANZIANI W60 DUAL SIM Grazie per aver acquistato il W60. Con questo dispositivo Dual SIM potrete facilmente effettuare telefonate, mandare e ricevere SMS, con una copertura di rete

Dettagli

Il centro di lavoro. Centri di lavorazione meccanica. Il centro di lavoro. Macchina utensile

Il centro di lavoro. Centri di lavorazione meccanica. Il centro di lavoro. Macchina utensile Centri di lavorazione meccanica Il centro di lavoro Gli elementi secondari Gli utensili Il mandrino Il centro di lavoro Il centro di lavoro è una macchina utensile dotata di controllo numerico in grado

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI

MANUALE DI ISTRUZIONI Pagina 1 di 14 MANUALE DI ISTRUZIONI ACCESSIBILITÀ - FUNZIONE VOICE OVER L'applicazione è resa accessibile mediante la funzione voice over attivabile attraverso le impostazioni del dispositivo. É possibile

Dettagli