PIANO ESECUTIVO. Obiettivi e dotazioni. Volume 6: SERVIZI DELL AREA EA RISORSE FINANZIARIE. di GESTIONE PROVVISORIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIANO ESECUTIVO. Obiettivi e dotazioni. Volume 6: SERVIZI DELL AREA EA RISORSE FINANZIARIE. di GESTIONE PROVVISORIO"

Transcript

1 PIANO ESECUTIVO di GESTIONE PROVVISORIO 2012 Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n del 24/01/2012 Obiettivi e dotazioni Volume 6: SERVIZI DELL AREA EA RISORSE FINANZIARIE

2 Piano esecutivo di gestione provvisorio 2012 Obiettivi e dotazioni Indice del Volume 6 - Servizi dell'area EA Risorse finanziarie EA0 - Direttore Area Risorse finanziarie EA1 Servizio Bilancio e reporting economico e finanziario EA2 - Servizio Ragioneria EA3 - Servizio Finanze, tributi e statistica EA4 - Servizio Economato e liquidità Provincia di Torino

3 Provincia di Torino

4 Piano esecutivo di gestione 2012 Obiettivi e dotazioni SERVIZIO: EA0 - DIREZIONE AREA RISORSE FINANZIARIE Dirigente responsabile: Roberta DOGLIONE

5 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 2 Servizio: EA0 FINALITA' DA CONSEGUIRE Al servizio vengono assegnati obiettivi di gestione che contribuiscono specificatamente al raggiungimento delle seguenti finalità da conseguire definite nella Relazione previsionale e programmatica. CODICE PROGRAMMA FINALITA' DA CONSEGUIRE MIGLIORARE I RAPPORTI CON L'UTENZA (FORNITORI) ANCHE ATTRAVERSO UNA MIGLIOR TRASPARENZA DEI FLUSSI INFORMATIVI, POTENZIANDO L'UTILIZZO DELLA FIRMA DIGITALE E DEI CONSEGUENTI STRUMENTI APPLICATIVI OTTIMIZZAZIONE DELLE RISORSE DELL'ENTE, AL FINE DI CONFERIRE PIU' EFFICIENZA ED EFFICACIA ALL'AZIONE AMMINISTRATIVA

6 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 3 Servizio: EA0 SEZIONE 1: OBIETTIVI GESTIONALI Il Servizio contribuisce, per quanto di propria competenza, alla realizzazione di tutti gli obiettivi prioritari dell'ente, individuati nel documento degli indirizzi di governo. Al dirigente responsabile sono inoltre assegnati gli specifici obiettivi indicati nella presente Sezione 1, articolati in "obiettivi di mantenimento delle attività correnti" e "obiettivi strategici". Per conseguire in modo ottimale l'insieme di tali obiettivi sono affidate alla autonomia gestionale del responsabile del Servizio la combinazione e l'organizzazione dei fattori produttivi assegnati e specificamente determinati nella successiva Sezione 2. L'insieme degli obiettivi, delle attività e degli indirizzi del Piano esecutivo di gestione, nella dialettica tra amministrazione e responsabile del Servizio, potrà essere all'occorrenza ulteriormente dettagliato e specificato al presentarsi di occasioni o circostanze non pianificabili ad inizio esercizio. Vengono, inoltre, forniti eventuali indirizzi specifici per il perseguimento di ciascun obiettivo gestionale, indirizzi che vanno intesi come ulteriore e specifica integrazione degli "Indirizzi generali di gestione" (Parte I del presente PEG) ai quali tutta l'attività dell'ente deve comunque attenersi e fare riferimento. OBIETTIVI STRATEGICI CODICE OBIETTIVO: EA0/2010/587 DESCRIZIONE: INDIVIDUAZIONE MODALITA' ALTERNATIVE DI PAGAMENTO DI SPESE IN CONTO CAPITALE RILEVANTI AI FINI DEL PATTO DI STABILITA' INTERNO RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ GESTIONE RICORSO A CESSIONI DI CREDITO PRO-SOLUTO ANNO 2011 CODICE OBIETTIVO: EA0/2011/249 DESCRIZIONE: INDIVIDUAZIONE DEGLI EFFETTI DEL "FEDERALISMO FISCALE" E PROSECUZIONE NELL'ATTIVITA' DI MONITORAGGIO DEI TRIBUTI PROVINCIALI 1 ANALISI DEGLI EFFETTI DEL "FEDERALISMO FISCALE" (IN TERMINI DI TRIBUTI PROVINCIALI) SUL BILANCIO PROVINCIALE E EVENTUALE CONFRONTO CON ALTRI ENTI. PREDISPOSIZIONE REPORT SEMESTRALI

7 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 4 Servizio: EA0 2 VALUTAZIONE DEGLI IMPATTI DEL "FEDERALISMO FISCALE" IN TERMINI DI COSTI STANDARD. PREDISPOSIZIONE REPORT SEMESTRALI CODICE OBIETTIVO: EA0/2011/251 DESCRIZIONE: ARMONIZZAZIONE CONTI PUBBLICI. STUDIO AI FINI DELL'ADEGUAMENTO DEGLI STRUMENTI CONTABILI 1 STUDIO, IN COLLABORAZIONE CON IL SIT, DELLE PROCEDURE INFORMATICHE DI BILANCIO E RENDICONTO CODICE OBIETTIVO: EA0/2011/252 DESCRIZIONE: ADEGUAMENTO GESTIONE FINANZIARIA ALLA NORMA SULLA TRACCIABILITA' DEI FLUSSI 1 RIALLINEAMENTO MANDATI IN ATTESA DI PAGAMENTO GIACENTI PRESSO I SERVIZI FINANZIARI 2 PREDISPOSIZIONE CIRCOLARI ESPLICATIVE A SUPPORTO DEI SERVIZI PROVINCIALI IN MATERIA DI GESTIONE FINANZIARIA CODICE OBIETTIVO: EA0/2011/254 DESCRIZIONE: STUDIO ED ANALISI DELL'IMPATTO SUL BILANCIO PROVINCIALE IN RELAZIONE ALLA SOPPRESSIONE DAL 01/01/2012 DELL'ATO ACQUE, ATO E CONSORZI RIFIUTI (OBIETTIVO ELIMINATO CON LA QUARTA VARIAZIONE DI PEG N /11 DEL 4/10/2011) 1 PREDISPOSIZIONE RELAZIONE OBIETTIVI DI MANTENIMENTO

8 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 5 Servizio: EA0 CODICE OBIETTIVO: EA0/2007/299 DESCRIZIONE: PREDISPOSIZIONE DEI DOCUMENTI DI PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA (IN COLLABORAZIONE CON IL SERVIZIO BILANCIO E REPORTING EC. E FIN. -EA1) 1 SCHEMI DI PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2011 PER LA PARTE DI COMPETENZA 2 SCHEMI DI BILANCI PREVENTIVI ANNUALI E PLURIENNALI 2012/2014, RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2012/2014, PROGRAMMA TRIENNALE DEI LAVORI PUBBLICI 2012/2014 E RELATIVI ALLEGATI CODICE OBIETTIVO: EA0/2007/301 DESCRIZIONE: VARIAZIONE DEI DOCUMENTI DI PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA (IN COLLABORAZIONE CON IL SERVIZIO BILANCIO E REPORTING EC. E FIN. -EA1) 1 MONITORAGGIO CONTESTUALE ALLE VARIAZIONI AI DOCUMENTI PREVISIONALI DELLA GESTIONE FINANZIARIA AI FINI DEL RISPETTO DEL NUOVO PATTO DI STABILITA' 2 REDAZIONE PROSPETTI PERIODICI DEL SALDO FINANZIARIO E RELATIVE PROIEZIONI 3 AGGIORNAMENTO PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI E RAPPORTI CON L'OSSERVATORIO CODICE OBIETTIVO: EA0/2007/302 DESCRIZIONE: DOCUMENTI DI RENDICONTAZIONE FINANZIARIA (IN COLLABORAZIONE CON IL SERVIZIO BILANCIO E REPORTING EC. E FIN. -EA1)

9 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 6 Servizio: EA0 1 SCHEMI DEI CONTI FINANZIARIO ED ECONOMICO, DEL CONTO DEL PATRIMONIO (PER LA PARTE DI COMPETENZA), DELLA RELAZIONE AL RENDICONTO NELLA VALUTAZIONE GENERALE DELLE RISORSE E DEGLI IMPIEGHI 2 VERIFICA SISTEMATICA DELLE MOTIVAZIONI DOCUMENTATE DI CONSERVAZIONE DEI RESIDUI E RELATIVA CANCELLAZIONE IN ASSENZA DEI CORRELATI PRESUPPOSTI NORMATIVI O DI INDIRIZZO GENERALE DELL'AMMINISTRAZIONE 3 VERIFICA DELLA CORRELAZIONE IN SEDE DI GESTIONE DEI FONDI VINCOLATI IN TERMINI DI ECONOMIE ED INSUSSISTENZE CON RIFERIMENTO ALL'AVANZO DI AMMINISTRAZIONE VINCOLATO CODICE OBIETTIVO: EA0/2010/4 DESCRIZIONE: COORDINAMENTO DELLE AZIONI VOLTE AL RIPRISTINO DELLE DISPONIBILITA' DI FONDI FINANZIATI CON AVANZO (AV) E PROVENTI PATRIMONIALE (RI) (IN COLLABORAZIONE CON IL SERVIZIO BILANCIO E REPORTING EC. E FIN. -EA1) 1 MONITORAGGIO DEGLI IMPEGNI ASSUNTI AI SENSI DELL'ART. 183 DEL D.LGS. N. 267/2000 E CONSEGUENTE SOLLECITO AI SERVIZI INTERESSATI CODICE OBIETTIVO: EA0/2010/8 DESCRIZIONE: GESTIONE ATTIVITA' DI SEGRETERIA DELL'AREA E PROCEDURA RAP PER LA DIREZIONE DELL'AREA, SERVIZI RAGIONERIA E BILANCIO E REPORTING ECONOMICO E FINANZIARIO 1 ESPLETAMENTO DELL'ATTIVITA' DI SEGRETERIA E INSERIMENTO NELLA PROCEDURA RAP PER LA DIREZIONE DELL'AREA, SERVIZI RAGIONERIA E BILANCIO E REPORTING ECONOMICO E FINANZIARIO

10 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 7 Servizio: EA0 SEZIONE 2: DOTAZIONI AL 31/01/ RISORSE FINANZIARIE TITOLO INTERVENTO IMPORTO ATTUALE TOTALE 0, RISORSE UMANE CATEGORIA QUANTITA' ATTUALE * VALORE ATTUALE ** C 3, ,82 D 3, ,98 DR 0, ,80 TOTALE 6, ,60 * Il numero di addetti indicato e' stato calcolato su base annua e rapportato al tempo contrattuale (part-time, contratti a tempo determinato, impegno su più servizi). ** Il valore attribuito alle risorse umane è calcolato al costo medio di ciascuna posizione economica. 2.3 RIEPILOGO RISORSE RISORSE VALORE (EURO) 1. FINANZIARIE 0,00 2. UMANE ,60 TOTALE ,60

11 Piano esecutivo di gestione 2012 Obiettivi e dotazioni SERVIZIO: EA1 - BILANCIO E REPORTING ECONOMICO E FINANZIARIO Dirigente responsabile: Roberta DOGLIONE

12 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 2 Servizio: EA1 FINALITA' DA CONSEGUIRE Al servizio vengono assegnati obiettivi di gestione che contribuiscono specificatamente al raggiungimento delle seguenti finalità da conseguire definite nella Relazione previsionale e programmatica. CODICE PROGRAMMA FINALITA' DA CONSEGUIRE MIGLIORARE I RAPPORTI CON L'UTENZA (FORNITORI) ANCHE ATTRAVERSO UNA MIGLIOR TRASPARENZA DEI FLUSSI INFORMATIVI, POTENZIANDO L'UTILIZZO DELLA FIRMA DIGITALE E DEI CONSEGUENTI STRUMENTI APPLICATIVI OTTIMIZZAZIONE DELLE RISORSE DELL'ENTE, AL FINE DI CONFERIRE PIU' EFFICIENZA ED EFFICACIA ALL'AZIONE AMMINISTRATIVA

13 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 3 Servizio: EA1 SEZIONE 1: OBIETTIVI GESTIONALI Il Servizio contribuisce, per quanto di propria competenza, alla realizzazione di tutti gli obiettivi prioritari dell'ente, individuati nel documento degli indirizzi di governo. Al dirigente responsabile sono inoltre assegnati gli specifici obiettivi indicati nella presente Sezione 1, articolati in "obiettivi di mantenimento delle attività correnti" e "obiettivi strategici". Per conseguire in modo ottimale l'insieme di tali obiettivi sono affidate alla autonomia gestionale del responsabile del Servizio la combinazione e l'organizzazione dei fattori produttivi assegnati e specificamente determinati nella successiva Sezione 2. L'insieme degli obiettivi, delle attività e degli indirizzi del Piano esecutivo di gestione, nella dialettica tra amministrazione e responsabile del Servizio, potrà essere all'occorrenza ulteriormente dettagliato e specificato al presentarsi di occasioni o circostanze non pianificabili ad inizio esercizio. Vengono, inoltre, forniti eventuali indirizzi specifici per il perseguimento di ciascun obiettivo gestionale, indirizzi che vanno intesi come ulteriore e specifica integrazione degli "Indirizzi generali di gestione" (Parte I del presente PEG) ai quali tutta l'attività dell'ente deve comunque attenersi e fare riferimento. OBIETTIVI STRATEGICI CODICE OBIETTIVO: EA1/2010/582 DESCRIZIONE: INDIVIDUAZIONE MODALITA' ALTERNATIVE DI PAGAMENTO DI SPESE IN CONTO CAPITALE RILEVANTI AI FINI DEL PATTO DI STABILITA' INTERNO RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ GESTIONE RICORSO A CESSIONI DI CREDITO PRO-SOLUTO ANNO 2011 CODICE OBIETTIVO: EA1/2011/270 DESCRIZIONE: INDIVIDUAZIONE DEGLI EFFETTI DEL "FEDERALISMO FISCALE" E PROSECUZIONE NELL'ATTIVITA' DI MONITORAGGIO DEI TRIBUTI PROVINCIALI 1 ANALISI DEGLI EFFETTI DEL "FEDERALISMO FISCALE" (IN TERMINI DI TRIBUTI PROVINCIALI) SUL BILANCIO PROVINCIALE ED EVENTUALE CONFRONTO CON ALTRI ENTI. PREDISPOSIZIONE REPORT SEMESTRALE

14 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 4 Servizio: EA1 2 VALUTAZIONE DEGLI IMPATTI DEL "FEDERALISMO FISCALE" IN TERMINI DI COSTI STANDARD. PREDISPOSIZIONE REPORT SEMESTRALE CODICE OBIETTIVO: EA1/2011/271 DESCRIZIONE: ARMONIZZAZIONE CONTI PUBBLICI. STUDIO AI FINI DELL'ADEGUAMENTO DEGLI STRUMENTI CONTABILI 1 STUDIO, IN COLLABORAZIONE CON IL SIT, DELLE PROCEDURE INFORMATICHE DI BILANCIO E RENDICONTO CODICE OBIETTIVO: EA1/2011/272 DESCRIZIONE: ADEGUAMENTO GESTIONE FINANZIARIA ALLA NORMA SULLA TRACCIABILITA' DEI FLUSSI 1 RIALLINEAMENTO MANDATI IN ATTESA DI PAGAMENTO GIACENTI PRESSO I SERVIZI FINANZIARI 2 PREDISPOSIZIONE CIRCOLARI ESPLICATIVE A SUPPORTO DEI SERVIZI PROVINCIALI IN MATERIA DI GESTIONE FINANZIARIA CODICE OBIETTIVO: EA1/2011/273 DESCRIZIONE: STUDIO ED ANALISI DELL'IMPATTO SUL BILANCIO PROVINCIALE IN RELAZIONE ALLA SOPPRESSIONE DALL'01/01/2012 DELL'ATO ACQUE, ATO E CONSORZI RIFIUTI (OBIETTIVO ELIMINATO CON LA QUARTA VARIAZIONE DI PEG N /11 DEL 4/10/2011) 1 PREDISPOSIZIONE RELAZIONE OBIETTIVI DI MANTENIMENTO

15 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 5 Servizio: EA1 CODICE OBIETTIVO: EA1/2003/2901 DESCRIZIONE: PREDISPOSIZIONE DEI DOCUMENTI DI PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA 1 SCHEMI DI PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2011 PER LA PARTE DI COMPETENZA 2 SCHEMI DI BILANCI PREVENTIVI ANNUALI E PLURIENNALI 2012/2014, RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2012/2014, PROGRAMMA TRIENNALE DEI LAVORI PUBBLICI 2012/2014 E RELATIVI ALLEGATI CODICE OBIETTIVO: EA1/2003/2902 DESCRIZIONE: VARIAZIONE DEI DOCUMENTI DI PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA 1 MONITORAGGIO CONTESTUALE ALLE VARIAZIONI AI DOCUMENTI PREVISIONALI DELLA GESTIONE FINANZIARIA AI FINI DEL RISPETTO DEL NUOVO PATTO DI STABILITA' 2 REDAZIONE PROSPETTI PERIODICI DEL SALDO FINANZIARIO E RELATIVE PROIEZIONI 3 AGGIORNAMENTO PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI E RAPPORTI CON L'OSSERVATORIO CODICE OBIETTIVO: EA1/2003/2903 DESCRIZIONE: DOCUMENTI DI RENDICONTAZIONE FINANZIARIA 1 SCHEMI DEI CONTI FINANZIARIO ED ECONOMICO, DEL CONTO DEL PATRIMONIO (PER LA PARTE DI COMPETENZA), DELLA RELAZIONE AL RENDICONTO NELLA VALUTAZIONE GENERALE DELLE RISORSE E DEGLI IMPIEGHI

16 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 6 Servizio: EA1 2 VERIFICA SISTEMATICA DELLE MOTIVAZIONI DOCUMENTATE DI CONSERVAZIONE DEI RESIDUI E RELATIVA CANCELLAZIONE IN ASSENZA DEI CORRELATI PRESUPPOSTI NORMATIVI O DI INDIRIZZO GENERALE DELL'AMMINISTRAZION 3 VERIFICA DELLA CORRELAZIONE IN SEDE DI GESTIONE DEI FONDI VINCOLATI IN TERMINI DI ECONOMIE ED INSUSSISTENZE CON RIFERIMENTO ALL'AVANZO DI AMMINISTRAZIONE VINCOLATO CODICE OBIETTIVO: EA1/2010/6 DESCRIZIONE: COORDINAMENTO DELLE AZIONI VOLTE AL RIPRISTINO DELLE DISPONIBILITA' DI FONDI FINANZIATI CON AVANZO (AV) E PROVENTI PATRIMONIALI (RI) 1 MONITORAGGIO DEGLI IMPEGNI ASSUNTI AI SENSI DELL'ART. 183 DEL D.LGS. N. 267/2000 E CONSEGUENTE SOLLECITO AI SERVIZI INTERESSATI

17 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 7 Servizio: EA1 SEZIONE 2: DOTAZIONI AL 31/01/ RISORSE FINANZIARIE TITOLO INTERVENTO IMPORTO ATTUALE 1 - SPESE CORRENTI ACQUISTO DI BENI DI CONSUMO E/O DI MATERIE PRIME 1.000,00 AMMORTAMENTI DI ESERCIZIO 0,00 FONDO DI RISERVA ,00 FONDO SVALUTAZIONE CREDITI 0,00 IMPOSTE E TASSE 8.000,00 ONERI STRAORDINARI DELLA GESTIONE CORRENTE 0,00 PERSONALE 0,00 PRESTAZIONI DI SERVIZI ,00 TRASFERIMENTI ,00 UTILIZZO DI BENI DI TERZI 0, SPESE IN CONTO CAPITALE ACQUISIZIONE BENI MOBILI, MACCHINE, ATTREZZATURE ,00 TECNICO-SCIENT. ACQUISIZIONE DI BENI IMMOBILI 0,00 ACQUISTO DI BENI SPECIFICI PER REALIZZAZIONI IN 0,00 ECONOMIA INCARICHI PROFESSIONALI ESTERNI 0,00 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 0,00 UTILIZZO DI BENI DI TERZI PER REALIZZAZIONI IN ECONOMIA 0,00 TOTALE , RISORSE UMANE CATEGORIA QUANTITA' ATTUALE * VALORE ATTUALE ** D 1, ,55 DR 0, ,80 TOTALE 2, ,35 * Il numero di addetti indicato e' stato calcolato su base annua e rapportato al tempo contrattuale (part-time, contratti a tempo determinato, impegno su più servizi). ** Il valore attribuito alle risorse umane è calcolato al costo medio di ciascuna posizione economica. 2.3 RIEPILOGO RISORSE RISORSE VALORE (EURO) 1. FINANZIARIE ,00 2. UMANE ,35 TOTALE ,35

18 Piano esecutivo di gestione 2012 Obiettivi e dotazioni SERVIZIO: EA2 - RAGIONERIA Dirigente responsabile: Laura ALESIANI

19 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 2 Servizio: EA2 FINALITA' DA CONSEGUIRE Al servizio vengono assegnati obiettivi di gestione che contribuiscono specificatamente al raggiungimento delle seguenti finalità da conseguire definite nella Relazione previsionale e programmatica. CODICE PROGRAMMA FINALITA' DA CONSEGUIRE MIGLIORARE I RAPPORTI CON L'UTENZA (FORNITORI) ANCHE ATTRAVERSO UNA MIGLIOR TRASPARENZA DEI FLUSSI INFORMATIVI, POTENZIANDO L'UTILIZZO DELLA FIRMA DIGITALE E DEI CONSEGUENTI STRUMENTI APPLICATIVI OTTIMIZZAZIONE DELLE RISORSE DELL'ENTE, AL FINE DI CONFERIRE PIU' EFFICIENZA ED EFFICACIA ALL'AZIONE AMMINISTRATIVA EFFICIENTAMENTO NELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA, ECONOMICA DELLE RISORSE STRUMENTALI, CON PARTICOLARE RIGUARDO A QUELLE DI'UTILIZZO IMMEDIATO' IN UN'OTTICA DI OTTIMIZZAZIONE DELLE RISORSE FINANZIARIE DISPONIBILI E DI MIGLIOR UTILIZZO DELLE MEDESIME

20 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 3 Servizio: EA2 SEZIONE 1: OBIETTIVI GESTIONALI Il Servizio contribuisce, per quanto di propria competenza, alla realizzazione di tutti gli obiettivi prioritari dell'ente, individuati nel documento degli indirizzi di governo. Al dirigente responsabile sono inoltre assegnati gli specifici obiettivi indicati nella presente Sezione 1, articolati in "obiettivi di mantenimento delle attività correnti" e "obiettivi strategici". Per conseguire in modo ottimale l'insieme di tali obiettivi sono affidate alla autonomia gestionale del responsabile del Servizio la combinazione e l'organizzazione dei fattori produttivi assegnati e specificamente determinati nella successiva Sezione 2. L'insieme degli obiettivi, delle attività e degli indirizzi del Piano esecutivo di gestione, nella dialettica tra amministrazione e responsabile del Servizio, potrà essere all'occorrenza ulteriormente dettagliato e specificato al presentarsi di occasioni o circostanze non pianificabili ad inizio esercizio. Vengono, inoltre, forniti eventuali indirizzi specifici per il perseguimento di ciascun obiettivo gestionale, indirizzi che vanno intesi come ulteriore e specifica integrazione degli "Indirizzi generali di gestione" (Parte I del presente PEG) ai quali tutta l'attività dell'ente deve comunque attenersi e fare riferimento. OBIETTIVI STRATEGICI CODICE OBIETTIVO: EA2/2011/235 DESCRIZIONE: ADEGUAMENTO DELLA GESTIONE FINANZIARIA ALLE NORME SULLA TRACCIABILITA' DEI FLUSSI. Presidente A. SAITTA 1 RIALLINEAMENTO MANDATI IN ATTESA DI PAGAMENTO GIACENTI PRESSO I SERVIZI FINANZIARI 2 PREDISPOSIZIONE CIRCOLARI ESPLICATIVE E SUPPORTO AI SERVIZI PROVINCIALI IN MATERIA DI GESTIONE FINANZIARIA CODICE OBIETTIVO: EA2/2011/236 DESCRIZIONE: ARMONIZZAZIONE DEI CONTI PUBBLICI. STUDIO AI FINI DELL'ADEGUAMENTO DEGLI STRUMENTI CONTABILI. RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ Presidente A. SAITTA 1 STUDIO IN COLLABORAZIONE CON IL SIT DELLE PROCEDURE INFORMATICHE DI BILANCIO E RENDICONTO

21 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 4 Servizio: EA2 CODICE OBIETTIVO: EA2/2011/237 DESCRIZIONE: INFORMATIZZAZIONE DELLE MODALITA' DI PAGAMENTO E RISCOSSIONE. (OBIETTIVO ELIMINATO CON LA QUARTA VARIAZIONE DI PEG N /11 DEL 4/10/2011) Presidente A. SAITTA 1 ATTIVAZIONE DI UNA FASE SPERIMENTALE DI MANDATI E REVERSALI INFORMATICI. CODICE OBIETTIVO: EA2/2011/238 DESCRIZIONE: INDIVIDUAZIONE MODALITA' ALTERNATIVE DI PAGAMENTO DI SPESE IN CONTO CAPITALE RILEVANTI AI FINI DEL PATTO DI STABILITA' INTERNO. RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ GESTIONE RICORSO A CESSIONI DI CREDITO PRO SOLUTO - ANNO OBIETTIVI DI MANTENIMENTO CODICE OBIETTIVO: EA2/2005/919 DESCRIZIONE: CONTROLLO DELLA GESTIONE FINANZIARIA DEGLI ATTI ADOTTATI DAI SERVIZI E RILASCIO VISTI E PARERI Presidente A. SAITTA 1 CARICO DI LAVORO MEDIO GIORNALIERO PRO CAPITE (N. ATTI CONTROLLATI/N. OPERAZIONI VERIFICATE)PARI AI LIVELLI MEDI AL COORDINAMENTO DI AZIONI FINALIZZATE ALL'UTILIZZO DELLE RISORSE A DESTINAZIONE VINCOLATA 3 RILASCIO DEI VISTI ENTRO 15 GG. LAVORATIVI IN MEDIA PER L'INTERO ENTE E IN MAX 16 GG. LAVORATIVI IN MEDIA PER CIASCUN SERVIZIO

22 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 5 Servizio: EA2 CODICE OBIETTIVO: EA2/2008/473 DESCRIZIONE: SUPPORTO AI SERVIZI PROVINCIALI IN MERITO ALLE TEMATICHE FISCALI, PREVIDENZIALI ECC. Presidente A. SAITTA 1 PRESTAZIONI DI ASSISTENZA CONTABILE, FISCALE, PREVIDENZIALE ECC. IN SEDE DI PREDISPOSIZIONE DEGLI ATTI AMMINISTRATIVI 2 REPORT TRIMESTRALI AL DIRETTORE DELL'AREA SULLE PRINCIPALI CRITICITA' INDIVIDUATE.

23 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 6 Servizio: EA2 SEZIONE 2: DOTAZIONI AL 31/01/ RISORSE FINANZIARIE TITOLO INTERVENTO IMPORTO ATTUALE 1 - SPESE CORRENTI ACQUISTO DI BENI DI CONSUMO E/O DI MATERIE PRIME 1.000,00 IMPOSTE E TASSE ,00 PRESTAZIONI DI SERVIZI 3.000,00 TRASFERIMENTI ,00 TOTALE , RISORSE UMANE CATEGORIA QUANTITA' ATTUALE * VALORE ATTUALE ** C 5, ,73 D 2, ,96 DR 1, ,60 TOTALE 8, ,29 * Il numero di addetti indicato e' stato calcolato su base annua e rapportato al tempo contrattuale (part-time, contratti a tempo determinato, impegno su più servizi). ** Il valore attribuito alle risorse umane è calcolato al costo medio di ciascuna posizione economica. 2.3 RIEPILOGO RISORSE RISORSE VALORE (EURO) 1. FINANZIARIE ,00 2. UMANE ,29 TOTALE ,29

24 Piano esecutivo di gestione 2012 Obiettivi e dotazioni SERVIZIO: EA3 - FINANZE, TRIBUTI E STATISTICA Dirigente responsabile: Enrico MINIOTTI

25 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 2 Servizio: EA3 FINALITA' DA CONSEGUIRE Al servizio vengono assegnati obiettivi di gestione che contribuiscono specificatamente al raggiungimento delle seguenti finalità da conseguire definite nella Relazione previsionale e programmatica. CODICE PROGRAMMA FINALITA' DA CONSEGUIRE POTENZIARE, NELL'AMBITO DELL'EVENTUALE RICORSO ALL'INDEBITAMENTO, L'UTILIZZO DI MUTUI CHE, SULLA BASE DI CRITERI ECONOMICI, CONSENTANO DI RAPPORTARE L'INCIDENZA DELLE RELATIVE RATE DI AMMORTAMENTO CON L'EFFETTIVO UTILIZZO DELLE RISORSE DISPONIBILI OTTIMIZZAZIONE DELLE RISORSE DELL'ENTE, AL FINE DI CONFERIRE PIU' EFFICIENZA ED EFFICACIA ALL'AZIONE AMMINISTRATIVA

26 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 3 Servizio: EA3 SEZIONE 1: OBIETTIVI GESTIONALI Il Servizio contribuisce, per quanto di propria competenza, alla realizzazione di tutti gli obiettivi prioritari dell'ente, individuati nel documento degli indirizzi di governo. Al dirigente responsabile sono inoltre assegnati gli specifici obiettivi indicati nella presente Sezione 1, articolati in "obiettivi di mantenimento delle attività correnti" e "obiettivi strategici". Per conseguire in modo ottimale l'insieme di tali obiettivi sono affidate alla autonomia gestionale del responsabile del Servizio la combinazione e l'organizzazione dei fattori produttivi assegnati e specificamente determinati nella successiva Sezione 2. L'insieme degli obiettivi, delle attività e degli indirizzi del Piano esecutivo di gestione, nella dialettica tra amministrazione e responsabile del Servizio, potrà essere all'occorrenza ulteriormente dettagliato e specificato al presentarsi di occasioni o circostanze non pianificabili ad inizio esercizio. Vengono, inoltre, forniti eventuali indirizzi specifici per il perseguimento di ciascun obiettivo gestionale, indirizzi che vanno intesi come ulteriore e specifica integrazione degli "Indirizzi generali di gestione" (Parte I del presente PEG) ai quali tutta l'attività dell'ente deve comunque attenersi e fare riferimento. OBIETTIVI STRATEGICI CODICE OBIETTIVO: EA3/2010/591 DESCRIZIONE: OTTIMIZZAZIONE DELLE RISORSE DELL'ENTE 1 MONITORAGGIO DEI FLUSSI DEI COSTI DI FINANZA DERIVATA, SU 4 31/12/2012 RICHIESTA DEL DIRETTORE D'AREA CODICE OBIETTIVO: EA3/2011/244 DESCRIZIONE: ATTIVAZIONE PROTOCOLLO D'INTESA CON LA REGIONE PIEMONTE PER UN INCROCIO FRA LA BANCA DATI IPT E LA TASSA AUTOMOBILISTICA REGIONALE. 1 REPORT SEMESTRALE SU CONTROLLI EFFETTUATI ED EVENTUALI 2 31/12/2012 AZIONI DI RECUPERO CORRELATE. CODICE OBIETTIVO: EA3/2011/245

27 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 4 Servizio: EA3 DESCRIZIONE: ANALISI DEI FLUSSI DI CASSA 1 MONITORAGGIO VALUTA D'INCASSO DELL'IPT E DELL'ADDIZIONALE 4 31/12/2012 ENERGIA ELETTRICA. CODICE OBIETTIVO: EA3/2011/246 DESCRIZIONE: INDIVIDUAZIONE DEGLI EFFETTI POSSIBILI DEL "FEDERALISMO FISCALE" E PROSECUZIONE NELL'ATTIVITA' DI MONITORAGGIO DEI TRIBUTI PROVINCIALI. 1 PARTECIPAZIONE A GRUPPI DI LAVORO AL FINE D'INDIVIDUARE GLI EFFETTI DEL "FEDERALISMO FISCALE" SUL BILANCIO PROVINCIALE. CODICE OBIETTIVO: EA3/2011/261 DESCRIZIONE: PARTECIPAZIONE DELLA PROVINCIA DI TORINO ALL'ORGANIZZAZIONE SU CENSIMENTO ISTAT PARTECIPAZIONE ALLA COMMISSIONE TECNICA TERRITORIALE VI 2 31/12/2012 CENSIMENTO AGRICOLTURA. VERIFICA DELLE METODOLOGIE ADOTTATE PER LA RACCOLTA DEI DATI. 2 PARTECIPAZIONE UFFICIO PROVINCIALE DEL CENSIMENTO C/O PREFETTURA DI TORINO 2 31/12/2012 OBIETTIVI DI MANTENIMENTO CODICE OBIETTIVO: EA3/2005/207 DESCRIZIONE: GESTIONE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE.ADEMPIMENTI CONNESSI ALL'ACCERTAMENTO E ALLA RISCOSSIONE, GESTIONE DEGLI ASPETTI FINANZIARI DELL'EVENTUALE CONTENZIOSO.

28 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 5 Servizio: EA3 1 MONITORAGGIO PERIODICO SULL'ANDAMENTO ATTUALE DEL GETTITO E PROIEZIONI FUTURE DELLE PRINCIPALI ENTRATE TRIBUTARIE: ADDIZIONALE ENERGIA ELETTRICA - RCA - IPT - TRIBUTO E CONTRIBUTO IN DISCARICA - TEFA. 2 31/12/2012 CODICE OBIETTIVO: EA3/2007/314 DESCRIZIONE: GESTIONE ED ANALISI SITUAZIONE INDEBITAMENTO ATTUALE. RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ ANALISI PERIODICA AD OGNI NUOVO INDEBITAMENTO DELL'ANDAMENTO DELLA SITUAZIONE DEBITORIA AVENTE PER OGGETTO: CAPACITA' D'INDEBITAMENTO - UTILIZZO EVENTUALE PLAFOND DEL DEBITO GARA DI TESORERIA - AMMONTARE DEL DEBITO 2 31/12/2012 CODICE OBIETTIVO: EA3/2009/93 DESCRIZIONE: RISCOSSIONE DELLE ENTRATE NON TRIBUTARIE E RECUPERO DEL CANONE SULLE CONCESSIONI RILASCIATE DALLA PROVINCIA. 1 RECUPERO MANCATI O PARZIALI PAGAMENTI DI COSAP E CANONI REGIONALI. 2 GESTIONE DEI TRASFERIMENTI ERARIALI DA RESTITUIRE ALLO STATO. 2 31/12/2012 CODICE OBIETTIVO: EA3/2009/95 DESCRIZIONE: ANALISI SU POSSIBILE NUOVA SELEZIONE PER RICORSO AL MERCATO CREDITIZIO RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/

29 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 6 Servizio: EA3 1 PREDISPOSIZIONE GARA DI SELEZIONE PER CONTRAZIONE MUTUI ED ACCENSIONE PRESTITI OBBLIGAZIONARI.

30 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 7 Servizio: EA3 SEZIONE 2: DOTAZIONI AL 31/01/ RISORSE FINANZIARIE TITOLO INTERVENTO IMPORTO ATTUALE 1 - SPESE CORRENTI ACQUISTO DI BENI DI CONSUMO E/O DI MATERIE PRIME 8.000,00 FONDO SVALUTAZIONE CREDITI ,00 INTERESSI PASSIVI E ONERI FINANZIARI DIVERSI ,00 PRESTAZIONI DI SERVIZI ,00 TRASFERIMENTI ,00 UTILIZZO DI BENI DI TERZI 0, SPESE IN CONTO CAPITALE ACQUISIZIONE DI BENI IMMOBILI 0, SPESE PER RIMBORSO DI PRESTITI RIMBORSO DI PRESTITI OBBLIGAZIONARI ,00 RIMBORSO DI QUOTA CAPITALE DI MUTUI E PRESTITI , SPESE PER SERVIZI PER CONTO DI TERZI SPESE PER SERVIZI PER CONTO TERZI ,00 TOTALE , RISORSE UMANE CATEGORIA QUANTITA' ATTUALE * VALORE ATTUALE ** C 3, ,29 D 4, ,42 DR 0, ,80 TOTALE 8, ,51 * Il numero di addetti indicato e' stato calcolato su base annua e rapportato al tempo contrattuale (part-time, contratti a tempo determinato, impegno su più servizi). ** Il valore attribuito alle risorse umane è calcolato al costo medio di ciascuna posizione economica. 2.3 RIEPILOGO RISORSE RISORSE VALORE (EURO) 1. FINANZIARIE ,00 2. UMANE ,51 TOTALE ,51

31 Piano esecutivo di gestione 2012 Obiettivi e dotazioni SERVIZIO: EA4 - ECONOMATO E LIQUIDITA' Dirigente responsabile: Enrico MINIOTTI

32 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 2 Servizio: EA4 FINALITA' DA CONSEGUIRE Al servizio vengono assegnati obiettivi di gestione che contribuiscono specificatamente al raggiungimento delle seguenti finalità da conseguire definite nella Relazione previsionale e programmatica. CODICE PROGRAMMA FINALITA' DA CONSEGUIRE MIGLIORARE I RAPPORTI CON L'UTENZA (FORNITORI) ANCHE ATTRAVERSO UNA MIGLIOR TRASPARENZA DEI FLUSSI INFORMATIVI, POTENZIANDO L'UTILIZZO DELLA FIRMA DIGITALE E DEI CONSEGUENTI STRUMENTI APPLICATIVI OTTIMIZZAZIONE DELLE RISORSE DELL'ENTE, AL FINE DI CONFERIRE PIU' EFFICIENZA ED EFFICACIA ALL'AZIONE AMMINISTRATIVA

33 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 3 Servizio: EA4 SEZIONE 1: OBIETTIVI GESTIONALI Il Servizio contribuisce, per quanto di propria competenza, alla realizzazione di tutti gli obiettivi prioritari dell'ente, individuati nel documento degli indirizzi di governo. Al dirigente responsabile sono inoltre assegnati gli specifici obiettivi indicati nella presente Sezione 1, articolati in "obiettivi di mantenimento delle attività correnti" e "obiettivi strategici". Per conseguire in modo ottimale l'insieme di tali obiettivi sono affidate alla autonomia gestionale del responsabile del Servizio la combinazione e l'organizzazione dei fattori produttivi assegnati e specificamente determinati nella successiva Sezione 2. L'insieme degli obiettivi, delle attività e degli indirizzi del Piano esecutivo di gestione, nella dialettica tra amministrazione e responsabile del Servizio, potrà essere all'occorrenza ulteriormente dettagliato e specificato al presentarsi di occasioni o circostanze non pianificabili ad inizio esercizio. Vengono, inoltre, forniti eventuali indirizzi specifici per il perseguimento di ciascun obiettivo gestionale, indirizzi che vanno intesi come ulteriore e specifica integrazione degli "Indirizzi generali di gestione" (Parte I del presente PEG) ai quali tutta l'attività dell'ente deve comunque attenersi e fare riferimento. OBIETTIVI STRATEGICI CODICE OBIETTIVO: EA4/2010/592 DESCRIZIONE: MIGLIORAMENTO ED ACCELERAZIONE DEI FLUSSI DI INFORMAZIONE CON I FORNITORI DELLA PROVINCIA. RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ (OBIETTIVO ELIMINATO CON LA QUARTA VARIAZIONE DI PEG N /11 DEL 4/10/2011) 1 VALUTAZIONE DI UNA FASE SPERIMENTALE PER UNA POSSIBILEINFORMATIZZAZIONE DEI PAGAMENTI E DELLE RISCOSSIONI, IN COLLABORAZIONE CON IL SIT. CODICE OBIETTIVO: EA4/2010/593 DESCRIZIONE: INDIVIDUAZIONE DI MODALITA' ALTERNATIVE DI PAGAMENTO DI SPESE IN CONTO CAPITALE RILEVANTI AI FINI DEL PATTO DI STABILITA' INTERNO. RIFERIMENTO FINALITA' DA CONSEGUIRE (da R.P.P.): 2012/ CONCLUSIONE ITER PROCEDURALE DI PAGAMENTO, SECONDO LE RISPETTIVE SCADENZE, DELLE CESSIONI PRO SOLUTO 2011.

34 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 4 Servizio: EA4 CODICE OBIETTIVO: EA4/2010/594 DESCRIZIONE: OTTIMIZZAZIONE DELLE RISORSE DELL'ENTE. 1 MONITORAGGIO SEMESTRALE DEGLI ANTICIPI SULLE TRASFERTE 2 31/12/2012 RENDICONTATE PRESSO L'ECONOMO. 2 MONITORAGGIO SEMESTRALE DI ALCUNE TIPOLOGIE DI SPESE FISSE ATTIVATE CON CASSA ECONOMALE. 2 31/12/2012 CODICE OBIETTIVO: EA4/2011/260 DESCRIZIONE: ADEGUAMENTO GESTIONE FINANZIARIA ALLA NORMA SULLA TRACCIABILITA' DEI FLUSSI 1 CONTROLLO MANDATI IN ATTESA DI PAGAMENTO GIACENTI PRESSO I SERVIZI FINANZIARI OBIETTIVI DI MANTENIMENTO CODICE OBIETTIVO: EA4/2005/213 DESCRIZIONE: GESTIRE IL FONDO ECONOMALE DELL'ECONOMO PROVINCIALE E SUPPORTARE LE ATTIVITA' GESTIONALI DELLE LIQUIDITA' DI TUTTI GLI AGENTI CONTABILI. 1 ADEGUAMENTO UTILIZZO FONDO CASSA ECONOMALE ALLA RECENTE NORMATIVA SULLA TRACCIABILITA' DEI FLUSSI DI CASSA. 2 MONITORAGGIO SU ADEGUAMENTO PERIODICO ATTI AMMINISTRATIVI DI NOMINA DEI DIVERSI AGENTI CONTABILI. CODICE OBIETTIVO: EA4/2007/297 DESCRIZIONE: GESTIONE DEI RAPPORTI CON IL TESORIERE PROVINCIALE.

35 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 5 Servizio: EA4 1 PREDISPOSIZIONE E CONTROLLO DELLE VERIFICHE DI CASSA TRIMESTRALI DA PARTE DEI REVISORI DEI CONTI IN CORRELAZIONE CON I DATI DEL TESORIERE 4 31/12/2012 CODICE OBIETTIVO: EA4/2011/81 DESCRIZIONE: ANALISI DEI FLUSSI DI CASSA 1 MONITORAGGIO DI ALMENO 2 CASI DI TRASFERIMENTI REGIONALI SUPERIORI A 1 MILIONE DI EURO CON RAFFRONTO FRA TEMPO DI VALUTA D'INCASSO DELLA TESORERIA DELLA PROVINCIA E TEMPO DI INVIO DEL MANDATO DA PARTE DELL'ENTE VERSANTE /12/2012

36 Piano esecutivo di gestione 2012 Pagina 6 Servizio: EA4 SEZIONE 2: DOTAZIONI AL 31/01/ RISORSE FINANZIARIE TITOLO INTERVENTO IMPORTO ATTUALE 1 - SPESE CORRENTI ACQUISTO DI BENI DI CONSUMO E/O DI MATERIE PRIME ,00 IMPOSTE E TASSE 6.000,00 INTERESSI PASSIVI E ONERI FINANZIARI DIVERSI ,00 ONERI STRAORDINARI DELLA GESTIONE CORRENTE ,00 PRESTAZIONI DI SERVIZI , SPESE PER RIMBORSO DI PRESTITI RIMBORSO PER ANTICIPAZIONI DI CASSA , SPESE PER SERVIZI PER CONTO DI TERZI ANTICIPAZIONI DI FONDI PER IL SERVIZIO ECONOMATO ,00 RESTITUZIONE DI DEPOSITI CAUZIONALI ,00 SPESE PER SERVIZI PER CONTO TERZI ,00 TOTALE , RISORSE UMANE CATEGORIA QUANTITA' ATTUALE * VALORE ATTUALE ** C 8, ,02 D 4, ,55 DR 0, ,80 TOTALE 13, ,37 * Il numero di addetti indicato e' stato calcolato su base annua e rapportato al tempo contrattuale (part-time, contratti a tempo determinato, impegno su più servizi). ** Il valore attribuito alle risorse umane è calcolato al costo medio di ciascuna posizione economica. 2.3 RIEPILOGO RISORSE RISORSE VALORE (EURO) 1. FINANZIARIE ,00 2. UMANE ,37 TOTALE ,37

PIANO ESECUTIVO. Obiettivi e dotazioni. Volume 6: SERVIZI DELL AREA EA RISORSE FINANZIARIE. di GESTIONE 2012

PIANO ESECUTIVO. Obiettivi e dotazioni. Volume 6: SERVIZI DELL AREA EA RISORSE FINANZIARIE. di GESTIONE 2012 PIANO ESECUTIVO di GESTIONE 2012 Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 550-25679 del 28/06/2012 Obiettivi e dotazioni Volume 6: SERVIZI DELL AREA EA RISORSE FINANZIARIE Piano esecutivo

Dettagli

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2011. Parte II: obiettivi e dotazioni. Volume 1: SERVIZI NON COMPRESI NELLE AREE

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2011. Parte II: obiettivi e dotazioni. Volume 1: SERVIZI NON COMPRESI NELLE AREE PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2011 Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 51-1793/11 del 01/02/2011 Parte II: obiettivi e dotazioni Volume 1: SERVIZI NON COMPRESI NELLE AREE Provincia di

Dettagli

Gestione Risorse ed Obiettivi

Gestione Risorse ed Obiettivi Profilo del Servizio 2010 Gestione ed Obiettivi SERVIZIO: EA0 - DIREZIONE AREA RISORSE Dirigente responsabile: Roberta DOGLIONE Dal 01/01/2010 Fino al 31/12/2010 Data di Stampa 29/03/2011 Profilo del Servizio

Dettagli

PIANO ESECUTIVO. Obiettivi e dotazioni. Volume 5: SERVIZI DELL AREA DA RISORSE UMANE. di GESTIONE 2012

PIANO ESECUTIVO. Obiettivi e dotazioni. Volume 5: SERVIZI DELL AREA DA RISORSE UMANE. di GESTIONE 2012 PIANO ESECUTIVO di GESTIONE 2012 Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 550-25679 del 28/06/2012 Obiettivi e dotazioni Volume 5: SERVIZI DELL AREA DA RISORSE UMANE Piano esecutivo di

Dettagli

Servizio Bilancio e Controllo di Gestione

Servizio Bilancio e Controllo di Gestione Servizio Bilancio e Controllo di Gestione Responsabile settore: Mara Fabbiani Telefono: 0522 610 214 e mail: m.fabbiani@comune.castelnovo-nemoti.re.it Dotazione organica Loretta Marciani Rossella Tognetti

Dettagli

Agenzia Speciale APOF- IL

Agenzia Speciale APOF- IL Agenzia Speciale APOF- IL Provincia di Potenza Relazione dell organo di revisione sulle proposte di bilancio di previsione 2012 e di bilancio pluriennale 2012_2014 con i relativi documenti allegati L organo

Dettagli

28/07/2014. In collaborazione con. www.risorsecomuni.it 7 novembre 2013 / MILANO, Palazzo delle Stelline

28/07/2014. In collaborazione con. www.risorsecomuni.it 7 novembre 2013 / MILANO, Palazzo delle Stelline il BILANCIO dell Ente Locale e i vincoli del PATTO di STABILITA interno In collaborazione con 26 luglio 2014 / MILANO MILANO, Palazzo delle Stelline www.risorsecomuni.it 7 novembre 2013 / MILANO, Palazzo

Dettagli

CDR009 - resp. segreteria generale 7.265,00 7.373,98 7.484,59 22.123,57. CDR011 - resp. amministrazione del personale

CDR009 - resp. segreteria generale 7.265,00 7.373,98 7.484,59 22.123,57. CDR011 - resp. amministrazione del personale AREA: A ORGANI ISTITUZIONALI C.d.G.: 002 CDC ORGANI ISTITUZIONALI SETTORE: A.01 UNITA' OPERATIVA ORGANI ISTITUZIONALI Responsabile: DIRETTORE GENERALE / COORDINATORE OPERATIVO Pag.1 Funzione 01 Servizio

Dettagli

Legge regionale 24 dicembre 2008, n. 32

Legge regionale 24 dicembre 2008, n. 32 Legge regionale 24 dicembre 2008, n. 32 Bilancio di Previsione 2009 e Pluriennale Triennio 2009 2011 (B. U. Regione Basilicata N. 60 del 29 dicembre 2008) Articolo 1 Stato di Previsione dell Entrata 1.

Dettagli

Legge Regionale 30 dicembre 2010 n.34

Legge Regionale 30 dicembre 2010 n.34 CONSIGLIO REGIONALE DELLA BASILICATA Legge Regionale 30 dicembre 2010 n.34 Bilancio di Previsione per l Esercizio Finanziario 2011 e Bilancio Pluriennale per il Triennio 2011 2013. * * * * * * * * * *

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2010

BILANCIO DI PREVISIONE 2010 CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2010 Approvato con deliberazione Consiglio Comunale n. 55-315 del 28 aprile 2010 ENTRATA COMUNE DI CONEGLIANO Pagina 1 Parte Entrata - Anno

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE DI INIZIATIVA DELLA GIUNTA

DISEGNO DI LEGGE DI INIZIATIVA DELLA GIUNTA REGIONE BASILICATA DISEGNO DI LEGGE DI INIZIATIVA DELLA GIUNTA Bilancio di Previsione pluriennale per il triennio 2015-2017. Potenza, Dicembre 2014 * * * * * * * * * * Articolo 1 Stato di Previsione dell

Dettagli

Allegato A2 alla deliberazione della GIUNTA COMUNALE n. 50 del 15 marzo 2011

Allegato A2 alla deliberazione della GIUNTA COMUNALE n. 50 del 15 marzo 2011 Allegato A2 alla deliberazione della GIUNTA COMUNALE n. 50 del 15 marzo 2011 Dott.ssa Paola BULFON SEGRETARIO COMUNALE TITOLARE DELLA POSIZIONE ORGANIZZATIVA ECONOMICO - FINANZIARIA RESPONSABILE DEI SERVIZI

Dettagli

STATUTO DEL COMUNE DI LADISPOLI. Titolo VII GESTIONE ECONOMICO FINANZIARIA E CONTABILITA' Capo I PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA. Art.

STATUTO DEL COMUNE DI LADISPOLI. Titolo VII GESTIONE ECONOMICO FINANZIARIA E CONTABILITA' Capo I PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA. Art. Pagina 1 di 5 STATUTO DEL COMUNE DI LADISPOLI Titolo VII GESTIONE ECONOMICO FINANZIARIA E CONTABILITA' Capo I PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA Art. 72 La programmazione di bilancio 1. La programmazione dell'attività

Dettagli

CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2008

CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2008 CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2008 ENTRATA COMUNE DI CONEGLIANO Pagina 1 Parte Entrata - Anno 2008 Risorsa Accertamenti Previsioni Avanzo di Amministrazione 1.326.30 376.60

Dettagli

CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2009

CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2009 CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2009 ENTRATA COMUNE DI CONEGLIANO Pagina 1 Parte Entrata - Anno 2009 Risorsa Accertamenti Previsioni Avanzo di Amministrazione 376.60 875.00

Dettagli

Parte I LEGGI, DECRETI E REGOLAMENTI DELLA REGIONE

Parte I LEGGI, DECRETI E REGOLAMENTI DELLA REGIONE Parte I N. 14 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 30-4-2014 2399 Parte I LEGGI, DECRETI E REGOLAMENTI DELLA REGIONE Legge Regionale 30 aprile 2014, n. 9 BILANCIO DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO

Dettagli

COMUNE DI CORCIANO. Provincia di Perugia

COMUNE DI CORCIANO. Provincia di Perugia Oggetto: Parere del Responsabile dell Area Economico-Finanziaria ai sensi dell art. 153 del D.Lgs 267/2000. Bilancio di previsione anno 2014. Bilancio Pluriennale 2014/2016. Il sottoscritto Stefano Baldoni,

Dettagli

Comune di LEVERANO Provincia di LECCE. BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2011

Comune di LEVERANO Provincia di LECCE. BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2011 Provincia di LECCE BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2011 PARTE I - ENTRATA 22/06/2011 9:15 Pag. 1 Risorsa Accertamenti Previsioni PREVISIONI DI COMPETENZA AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 314.100,35 34.790,99

Dettagli

IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE Promulga

IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE Promulga Parte I N. 4 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 31-1-2015 253 Parte I LEGGI, DECRETI E REGOLAMENTI DELLA REGIONE Legge Regionale 27 gennaio 2015, n. 6 BILANCIO DI PREVISIONE PLURIENNALE

Dettagli

Il Bilancio 2013 in sintesi

Il Bilancio 2013 in sintesi Il Bilancio 2013 in sintesi Analisi dei principali aggregati di entrata e di spesa Giugno 2013 ENTRATE IL BILANCIO IN POCHI NUMERI Il bilancio dell anno 2013 della Provincia di Milano ammonta a 848,6 milioni

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2012

BILANCIO DI PREVISIONE 2012 COMUNITA MONTANA ESINO-FRASASSI Provincia di Ancona PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2012 E DOCUMENTI ALLEGATI L ORGANO DI REVISIONE Rag.Floriano Flori Parere dell

Dettagli

* * * * * * * * * * * *

* * * * * * * * * * * * CONSIGLIO REGIONALE DELLA BASILICATA Legge Regionale: Bilancio di Previsione per l Esercizio Finanziario 2009 e Bilancio Pluriennale per il Triennio 2009 2011. * * * * * * * * * * * * Articolo 1 Stato

Dettagli

COMUNE DI FRANCAVILLA IN SINNI CONTO DEL BILANCIO - Esercizio 2014 GESTIONE DELLE ENTRATE 22/04/2015 11:13 Pag. 1

COMUNE DI FRANCAVILLA IN SINNI CONTO DEL BILANCIO - Esercizio 2014 GESTIONE DELLE ENTRATE 22/04/2015 11:13 Pag. 1 GESTIONE DELLE ENTRATE 22/04/2015 11:13 Pag. 1 Residui conservati N. di Conto del tesoriere Determinazione dei Maggiori o e stanziamenti riferimento residui minori CODICE DESCRIZIONE definitivi allo Riscossioni

Dettagli

Proposta di Legge regionale Bilancio di previsione per l anno finanziario 2015 e Pluriennale 2015/2017 SOMMARIO

Proposta di Legge regionale Bilancio di previsione per l anno finanziario 2015 e Pluriennale 2015/2017 SOMMARIO Proposta di Legge regionale Bilancio di previsione per l anno finanziario 2015 e Pluriennale 2015/2017 Preambolo SOMMARIO Art. 1 Art. 2 - Bilancio annuale - Bilancio pluriennale Art. 3 - Allegati ex art.

Dettagli

ORDINAMENTO CONTABILE E FINANZIARIO DEI COMUNI DELLA REGIONE AUTONOMA TRENTINO ALTO ADIGE

ORDINAMENTO CONTABILE E FINANZIARIO DEI COMUNI DELLA REGIONE AUTONOMA TRENTINO ALTO ADIGE REGIONE AUTONOMA TRENTINO ALTO ADIGE Ripartizione II Affari Istituzionali, competenze ordinamentali e previdenza AUTONOME REGION TRENTINO SÜDTIROL Abteilung II Institutionelle Angelegenheiten, Ordnungsbefugnisse

Dettagli

AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE

AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE servizi per la gestione delle risorse economico-finanziarie servizi di provveditorato ed economato servizi tributari servizio del personale servizi istituzionali

Dettagli

Ente Codice 000700930 Ente Descrizione REGIONE BASILICATA Periodo MENSILE 12/2010 Prospetto INCASSI PER CODICI GESTIONALI

Ente Codice 000700930 Ente Descrizione REGIONE BASILICATA Periodo MENSILE 12/2010 Prospetto INCASSI PER CODICI GESTIONALI Ente Codice 000700930 Ente Descrizione REGIONE BASILICATA Periodo MENSILE 12/2010 Prospetto INCASSI PER CODICI GESTIONALI 000700930 - REGIONE BASILICATA TITOLO 1o: ENTRATE DERIVANTI DA TRIBUTI PROPRI DELLA

Dettagli

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI BOLOGNA

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI BOLOGNA ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI BOLOGNA RENDICONTO GENERALE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31/12/2008 - Rendiconto Finanziario al 31/12/2008 - Conto Economico Consuntivo al 31/12/2008

Dettagli

COMUNE DI SCARMAGNO Provincia di Torino

COMUNE DI SCARMAGNO Provincia di Torino COMUNE DI SCARMAGNO Provincia di Torino * * * * * * REGOLAMENTO DEL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI (Approvato con Deliberazione Consiglio Comunale n. 3 del 6/03/2013) pag 1 Regolamento sui controlli interni

Dettagli

COMUNE DI CRESPINO PROVINCIA DI ROVIGO BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2013. Stampa per Codice di Bilancio. Accertamenti ult. eser.

COMUNE DI CRESPINO PROVINCIA DI ROVIGO BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2013. Stampa per Codice di Bilancio. Accertamenti ult. eser. BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2013 Stampa per Codice di Bilancio R I S O R S A Accertamenti ult. eser. chiuso 1 1 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE VINCOLATO 0,00 33.001,17 0,00-33.001,17 0,00 0.00.0000

Dettagli

REGIONE TOSCANA. Bilancio di previsione per l anno finanziario 2013 e Bilancio pluriennale 2013 2015. Assestamento.

REGIONE TOSCANA. Bilancio di previsione per l anno finanziario 2013 e Bilancio pluriennale 2013 2015. Assestamento. REGIONE TOSCANA Proposta di Legge Bilancio di previsione per l anno finanziario 2013 e Bilancio pluriennale 2013 2015 Assestamento SOMMARIO Preambolo Capo I Assestamento del bilancio Art. 1 - Variazioni

Dettagli

VERBALE DEL REVISORE DEI CONTI DELL UNIONE DEI COMUNI LOMBARDA DI LONATE POZZOLO E DI FERNO

VERBALE DEL REVISORE DEI CONTI DELL UNIONE DEI COMUNI LOMBARDA DI LONATE POZZOLO E DI FERNO Verbale n. 2/2014 VERBALE DEL REVISORE DEI CONTI DELL UNIONE DEI COMUNI LOMBARDA DI LONATE POZZOLO E DI FERNO Il giorno 18 del mese di aprile dell anno 2014 alle ore 10,15 il sottoscritto Dott. Damiano

Dettagli

PARERE DEL COLLEGIO DEI REVISORI AL BILANCIO DI PREVISIONE 2013 E SUOI ALLEGATI

PARERE DEL COLLEGIO DEI REVISORI AL BILANCIO DI PREVISIONE 2013 E SUOI ALLEGATI PARERE DEL COLLEGIO DEI REVISORI AL BILANCIO DI PREVISIONE 2013 E SUOI ALLEGATI 1 PARERE SUL BILANCIO DI PREVISIONE DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA PER L'ESERCIZIO 2013 E RELATIVI ALLEGATI IL COLLEGIO DEI

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE PLURIENNALE PER IL TRIENNIO 2016/2018" IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE Promulga

BILANCIO DI PREVISIONE PLURIENNALE PER IL TRIENNIO 2016/2018 IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE Promulga 770 N. 6 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 9-2-2016 Parte I Legge Regionale 9 febbraio 2016, n. 4 BILANCIO DI PREVISIONE PLURIENNALE PER IL TRIENNIO 2016/2018" IL CONSIGLIO REGIONALE ha

Dettagli

ANTONIO TALONE. a.talone@provincia.roma.it

ANTONIO TALONE. a.talone@provincia.roma.it CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ANTONIO TALONE Telefono 0667667159 Fax 0667667157 E-mail a.talone@provincia.roma.it Nazionalità ITALIANA Data di nascita 08/01/1967 ESPERIENZA LAVORATIVA Nome

Dettagli

87083 -Amministrazione e controllo delle aziende pubbliche

87083 -Amministrazione e controllo delle aziende pubbliche 87083 -Amministrazione e controllo delle aziende pubbliche Sistema di bilancio delle Regioni Bilancio delle Regioni D.lgs. 28 marzo 2000, n.76: Stabilisce il concorso della finanza regionale al perseguimento

Dettagli

ISTITUTO DEI CIECHI DI CAGLIARI

ISTITUTO DEI CIECHI DI CAGLIARI ISTITUTO DEI CIECHI DI CAGLIARI Azienda pubblica di servizi alla persona Cagliari - Via Aurelio Nicolodi n 1 - codice fiscale 80026990921 BILANCIO DI PREVISIONE PER L' ESERCIZIO 2013 PARTE PRIMA: ENTRATE

Dettagli

IL NUOVO REGOLAMENTO DI CONTABILITA

IL NUOVO REGOLAMENTO DI CONTABILITA IL NUOVO REGOLAMENTO DI CONTABILITA Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 41 del 15.05.2008 ed in vigore dal 03.06.2008 Il nuovo Regolamento di Contabilità del Comune di Montecatini Terme,

Dettagli

Proposta di Legge regionale Bilancio di previsione per l anno finanziario 2013 e Pluriennale 2013/2015 SOMMARIO

Proposta di Legge regionale Bilancio di previsione per l anno finanziario 2013 e Pluriennale 2013/2015 SOMMARIO Proposta di Legge regionale Bilancio di previsione per l anno finanziario 2013 e Pluriennale 2013/2015 Preambolo SOMMARIO Art. 1 Art. 2 - Bilancio annuale - Bilancio pluriennale Art. 3 - Allegati ex art.

Dettagli

PIANO ESECUTIVO. Obiettivi e dotazioni. Volume 12: SERVIZI DELL AREA LC RISORSE IDRICHE E QUALITA DELL ARIA. di GESTIONE 2012

PIANO ESECUTIVO. Obiettivi e dotazioni. Volume 12: SERVIZI DELL AREA LC RISORSE IDRICHE E QUALITA DELL ARIA. di GESTIONE 2012 PIANO ESECUTIVO di GESTIONE 2012 Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 550-25679 del 28/06/2012 Obiettivi e dotazioni Volume 12: SERVIZI DELL AREA LC RISORSE IDRICHE E QUALITA DELL ARIA

Dettagli

SETTORE 2 DIPENDENTE CATEGORIA SERVIZIO/UFFICIO FARRIS GIANCARLO C ISTRUTTORE CONTABILE RAGIONERIA RAGIONERIA CONTABILE

SETTORE 2 DIPENDENTE CATEGORIA SERVIZIO/UFFICIO FARRIS GIANCARLO C ISTRUTTORE CONTABILE RAGIONERIA RAGIONERIA CONTABILE SETTORE 2 RESPONSABILE LINDIRI DANIELA DIPENDENTE CATEGORIA SERVIZIO/UFFICIO FARRIS GIANCARLO C ISTRUTTORE CONTABILE RAGIONERIA NONNIS GINO D ISTRUTTORE DIRETTIVO CONTABILE RAGIONERIA GRAMAI ANNARELLA

Dettagli

REGIONE TOSCANA. Bilancio di previsione per l esercizio finanziario 2012 e Bilancio pluriennale 2012 2014. Assestamento.

REGIONE TOSCANA. Bilancio di previsione per l esercizio finanziario 2012 e Bilancio pluriennale 2012 2014. Assestamento. REGIONE TOSCANA Proposta di Legge Bilancio di previsione per l esercizio finanziario 2012 e Bilancio pluriennale 2012 2014 Assestamento SOMMARIO Preambolo Capo I Assestamento del bilancio Art. 1 - Variazioni

Dettagli

Quadro generale riassuntivo

Quadro generale riassuntivo BILANCIO DI PREVISIONE 2005 Entrate Quadro generale riassuntivo Spese Titolo I: Entrate tributarie 31.047.465,00 Titolo I: Spese correnti 51.822.716,00 Titolo II: Entrate da contributi e trasferimenti

Dettagli

Comune di Mendicino Esercizio: 2012 CONTO DEL BILANCIO - GESTIONE DELLE ENTRATE Data: 21-01-2014 Pag. 1

Comune di Mendicino Esercizio: 2012 CONTO DEL BILANCIO - GESTIONE DELLE ENTRATE Data: 21-01-2014 Pag. 1 Comune di Mendicino Esercizio: 2012 CONTO DEL BILANCIO - GESTIONE DELLE ENTRATE Data: 21-01-2014 Pag. 1 1 - ENTRATE TRIBUTARIE 01 - IMPOSTE 1.01.0010 - I.M.U. RS 0,30 1 0,00 0,00 0,00-0,30 INS CP 1.097.859,00

Dettagli

REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI

REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI UNIONE MONTANA ALTA VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera del Consiglio n. 1 del 07.01.2013 1 CAPO I PRINCIPI GENERALI INDICE Art. 1 Oggetto

Dettagli

Bilancio di Previsione esercizio finanziario 2014

Bilancio di Previsione esercizio finanziario 2014 Bilancio di Previsione esercizio finanziario 2014 La scadenza ordinaria per l approvazione del bilancio di previsione è stabilita al 31 dicembre di ogni anno (art. 151 del D. Lgs. n. 267/2000). Entro tale

Dettagli

COPIA 116 30.04.2016 4 29896606 10121955 63008441 9623860 288.71096 179.67844 102.158,31 68.384.403,91 78.809.762,85 Patto di stabilità interno 2014 - Art. 31, commi

Dettagli

C.O.VE.VA.R. PARERE DEL REVISORE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2015 E DOCUMENTI ALLEGATI IL REVISORE. Dr. Tino Candeli

C.O.VE.VA.R. PARERE DEL REVISORE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2015 E DOCUMENTI ALLEGATI IL REVISORE. Dr. Tino Candeli C.O.VE.VA.R. Consorzio Obbligatorio Comuni del Vercellese e della Valsesia per la gestione dei rifiuti urbani della Provincia di Vercelli PARERE DEL REVISORE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2015

Dettagli

Patto di stabilità interno degli enti locali

Patto di stabilità interno degli enti locali Patto di stabilità interno degli enti locali (da www.ilsole24ore.com) PER CAPIRE Il patto di stabilità si riferisce a province e comuni con più di 5mila abitanti ed è vincolato alla crescita del saldo

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2014

BILANCIO DI PREVISIONE 2014 COMUNE DI _MOLINO DEI TORTI Provincia di _Alessandria PARERE DEL REVISORE DEI CONTI SULLA PROPOSTA DI: riapprovazione BILANCIO DI PREVISIONE 2014 E DOCUMENTI ALLEGATI Espresso il _07/07/2014 Richiesta

Dettagli

Prospetto dei dati SIOPE (Incassi)

Prospetto dei dati SIOPE (Incassi) Prospetto dei dati Prospetto dei dati (Incassi) Esercizio : 2014 Voci di : ENTRATA Mese di : Dicembre Calcolato su : REVERSALI Titolo 1 - Entrate tributarie 1101 ICI - IMU riscossa attraverso ruoli 569,81

Dettagli

1101 Competenze fisse per il personale a tempo indeterminato 287.432,05 1.874.713,06

1101 Competenze fisse per il personale a tempo indeterminato 287.432,05 1.874.713,06 Ente Codice 000028339 Ente Descrizione COMUNE DI CASTELFRANCO DI SOTTO Categoria Province - Comuni - Citta' metropolitane - Unioni di Comuni Sotto Categoria COMUNI Periodo MENSILE Dicembre 2012 Prospetto

Dettagli

CONFRONTO CON LE REGIONI SPERIMENTATRICI SULL ARMONIZZAZIONE CONTABILE DELLE REGIONI

CONFRONTO CON LE REGIONI SPERIMENTATRICI SULL ARMONIZZAZIONE CONTABILE DELLE REGIONI CONFRONTO CON LE REGIONI SPERIMENTATRICI SULL ARMONIZZAZIONE CONTABILE DELLE REGIONI IL RISULTATO DI AMMINISTRAZIONE (SECONDO L ATTUALE PRINCIPIO APPLICATO) E costituito dal fondo di cassa esistente al

Dettagli

PROSPETTO DEI DATI SIOPE ALLEGATO F

PROSPETTO DEI DATI SIOPE ALLEGATO F PROSPETTO DEI DATI SIOPE ALLEGATO F INCASSI PER CODICI GESTIONALI SIOPE Pagina 1 Ente Codice 025616978 Ente Descrizione AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI MONZA E DELLA BRIANZA Categoria Province - Comuni

Dettagli

COMUNE DI CISLIANO PROVINCIA DI MILANO BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2012. Stampa per Codice di Bilancio. Accertamenti ult. eser.

COMUNE DI CISLIANO PROVINCIA DI MILANO BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2012. Stampa per Codice di Bilancio. Accertamenti ult. eser. Stampa per Codice di Bilancio 1 0 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 0.00.0000 1 1 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE - FONDO INVESTIMENTO 0,00 38.560,00 0,00-38.560,00 0,00 0.00.0000 1 2 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE - FONDO

Dettagli

Città di Fabriano CONSIGLIO COMUNALE

Città di Fabriano CONSIGLIO COMUNALE ( 174 20/11/2012) Oggetto: VARIAZIONE AL BILANCIO ANNUALE DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 - ASSESTAMENTO GENERALE DI BILANCIO Premesso: IL - che con iberazione Consiglio Comunale n. 56 26/07/2012

Dettagli

COMUNE DI FRANCAVILLA IN SINNI Provincia di POTENZA. PROSPETTO DI CONCILIAZIONE Esercizio 2009

COMUNE DI FRANCAVILLA IN SINNI Provincia di POTENZA. PROSPETTO DI CONCILIAZIONE Esercizio 2009 Provincia di POTENZA PROSPETTO DI CONCILIAZIONE Esercizio 2009 PROSPETTO DI CONCILIAZIONE 2009 (ENTRATE) Accertamenti RISCONTI PASSIVI RATEI ATTIVI ALTRE RETTIFICHE AL CONTO AL CONTO DEL PATRIMONIO Titolo

Dettagli

SOMMARIO. - Bilancio annuale. - Bilancio pluriennale. Art. 4 - Disavanzo dell esercizio 2007

SOMMARIO. - Bilancio annuale. - Bilancio pluriennale. Art. 4 - Disavanzo dell esercizio 2007 SOMMARIO Art. 1 Art. 2 Art. 3 - Bilancio annuale - Bilancio pluriennale - Allegati Art. 4 - Disavanzo dell esercizio 2007 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 - Intervento per il Programma pluriennale degli

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA DEL CASENTINO Pagina 1

COMUNITÀ MONTANA DEL CASENTINO Pagina 1 COMUNITÀ MONTANA DEL CASENTINO Pagina 1 Parte Entrata - Anno 2011 Risorsa Accertamenti Previsioni Avanzo di Amministrazione 373.866,30 309.907,89 297.201,89 12.706,00 di cui Vincolato 357.565,30 309.907,89

Dettagli

COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI Provincia di Livorno REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI

COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI Provincia di Livorno REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI Provincia di Livorno REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 7 del

Dettagli

4 CONTABILITA' E FINANZE. Nr. Servizio RAGIONERIA E PROGRAMMAZIONE

4 CONTABILITA' E FINANZE. Nr. Servizio RAGIONERIA E PROGRAMMAZIONE Settore CENTRO RESPONSABILITA' Categoria TEOLDI SILVIA D3G RAGIONERIA E PROGRAMMAZIONE ordinaria PROGRAMMAZIONE: BILANCIO/PEG/PDO 2 GESTIONE: INVENTARIO 3 GESTIONE: BILANCIO/PEG/PDO RENDICONTAZIONE: RENDICONTO

Dettagli

Comune di Mango. VARIAZIONI Ultimo esercizio

Comune di Mango. VARIAZIONI Ultimo esercizio Tipo: ENTRATA RISORSA ACCERTAMENTO Avanzo di Amministrazione + Fondo Pluriennale Vincolato iscritto in Entrata di cui: 65.000,00 39.448,06 - Fondi Vincolati 8.418,25 - Finanziamento Investimenti - Fondo

Dettagli

32 31.12.2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 63 LEGGE REGIONALE 24 dicembre 2013, n. 78

32 31.12.2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 63 LEGGE REGIONALE 24 dicembre 2013, n. 78 32 31.12.2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 63 LEGGE REGIONALE 24 dicembre 2013, n. 78 Bilancio di previsione per l anno finanziario 2014 e pluriennale 2014-2016. Il Consiglio regionale

Dettagli

COMUNE DI CARZANO. Provincia di Trento

COMUNE DI CARZANO. Provincia di Trento COMUNE DI CARZANO Provincia di Trento PARERE DEL REVISORE ALLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2014 E PLURIENNALE 2014-2016 IL REVISORE Rag. Roberto Tonezzer 2 Verifiche preliminari Il sottoscritto

Dettagli

COMUNE DI MODOLO Provincia di Oristano

COMUNE DI MODOLO Provincia di Oristano COMUNE DI MODOLO Provincia di Oristano RELAZIONE AL RENDICONTO DELLA GESTIONE ANNO Relazione Al Rendiconto Comune Di Modolo 1 Premessa La relazione al rendiconto della gestione costituisce il documento

Dettagli

ELENCO DELLE PREVISIONI ANNUALI DI COMPETENZA E DI CASSA SECONDO LA STRUTTURA DEL PIANO DEI CONTI - ESERCIZIO 2015

ELENCO DELLE PREVISIONI ANNUALI DI COMPETENZA E DI CASSA SECONDO LA STRUTTURA DEL PIANO DEI CONTI - ESERCIZIO 2015 ELENCO DELLE PREVISIONI ANNUALI DI COMPETENZA E DI CASSA SECONDO LA STRUTTURA DEL PIANO DEI CONTI - ESERCIZIO Denominazione voce del Pag.1 U.1.00.00.00.000 Spese correnti 27.056.236,83 25.928.848,76 U.1.01.00.00.000

Dettagli

RENDICONTO DELLA GESTIONE DELL ESERCIZIO 2014 CONTABILITA ECONOMICO PATRIMONIALE

RENDICONTO DELLA GESTIONE DELL ESERCIZIO 2014 CONTABILITA ECONOMICO PATRIMONIALE RENDICONTO DELLA GESTIONE DELL ESERCIZIO 2014 CONTABILITA ECONOMICO PATRIMONIALE Relazione Conto economico e stato patrimoniale Maggio 2014 1 Relazione economica 2014 Il D.Leg.vo n. 77/1995 ha introdotto

Dettagli

COMUNE DI CORCIANO PROVINCIA DI PERUGIA REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI

COMUNE DI CORCIANO PROVINCIA DI PERUGIA REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI COMUNE DI CORCIANO PROVINCIA DI PERUGIA REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10 DEL 19 MARZO 2015 CAPO I PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto

Dettagli

COMUNE DI BUSTO GAROLFO PROVINCIA DI MILANO BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2014. Stampa per Codice di Bilancio

COMUNE DI BUSTO GAROLFO PROVINCIA DI MILANO BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2014. Stampa per Codice di Bilancio Stampa per Codice di Bilancio 1 0 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 0.00.0000 1 1 AVANZO AMMINISTRAZIONE: VINCOLATO 0,00 682.808,90 92.602,01 0,00 775.410,91 0.00.0000 1 2 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE FINANZIAMENTO

Dettagli

COMUNE DI CORDOVADO. Provincia di Pordenone ESERCIZIO 2012 PIANO DETTAGLIATO DEGLI OBIETTIVI AREA FINANZIARIA/AMMINISTRATIVA

COMUNE DI CORDOVADO. Provincia di Pordenone ESERCIZIO 2012 PIANO DETTAGLIATO DEGLI OBIETTIVI AREA FINANZIARIA/AMMINISTRATIVA COMUNE DI CORDOVADO Provincia di Pordenone ESERCIZIO 2012 PIANO DETTAGLIATO DEGLI OBIETTIVI AREA FINANZIARIA/AMMINISTRATIVA U.O. PROGRAMMAZIONE-BILANCIO-TRIBUTI-SERVIZIO PERSONALE Coordinatore Responsabile:

Dettagli

Criteri di aggregazione

Criteri di aggregazione INCASSI PER CODICI SIOPE Pagina 1 Criteri di aggregazione Categoria Regioni e province autonome di Trento e di Bolzano Sotto Categoria REGIONI - GESTIONE SANITARIA Circoscrizione ITALIA NORD-OCCIDENTALE

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ENTRATE

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ENTRATE - Ordine Assistenti Sociali Regione Sardegna ANNO PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ENTRATE l'anno 01 001 Contributi ordinari 155.720,00 3.280,00 159.000,00 159.000,00 01 001 Contributi prima iscrizione

Dettagli

3LDQRHVHFXWLYRGLJHVWLRQH

3LDQRHVHFXWLYRGLJHVWLRQH &RPXQHGL6DQ0DUWLQR%XRQOEHUJR %,/&,2',59,6,2 LDQRHVHFXWLYRGLJHVWLRQH P.E.G. Servizio: ECONOMICO FINANZIARIO RESPONSABILE: Firma: " ) ) % ' # I Centro di Costo Bilancio e Ragioneria coordina le attività

Dettagli

COMUNE DI VEGLIE Provincia di LECCE. BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2014

COMUNE DI VEGLIE Provincia di LECCE. BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2014 COMUNE DI VEGLIE Provincia di LECCE BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2014 COMUNE DI VEGLIE BILANCIO DI PREVISIONE - ESERCIZIO 2014 PARTE I - ENTRATA : Pag. 1 Risorsa Accertamenti Previsioni PREVISIONI

Dettagli

Comune di Corneliano d'alba

Comune di Corneliano d'alba Comune di Corneliano d'alba Tipo: ENTRATA Avanzo di Amministrazione + Fondo Pluriennale Vincolato iscritto in Entrata di cui: - Fondi Vincolati - Finanziamento Investimenti - Fondo Ammortamento 18.912,00

Dettagli

REGOLAMENTO PROVINCIALE SUI CONTROLLI INTERNI IN ATTUAZIONE DELL ART. 3 DEL DECRETO LEGGE 10 OTTOBRE 2012, N. 174, CONVERTITO IN LEGGE 7 DICEMBRE

REGOLAMENTO PROVINCIALE SUI CONTROLLI INTERNI IN ATTUAZIONE DELL ART. 3 DEL DECRETO LEGGE 10 OTTOBRE 2012, N. 174, CONVERTITO IN LEGGE 7 DICEMBRE REGOLAMENTO PROVINCIALE SUI CONTROLLI INTERNI IN ATTUAZIONE DELL ART. 3 DEL DECRETO LEGGE 10 OTTOBRE 2012, N. 174, CONVERTITO IN LEGGE 7 DICEMBRE 2012, N. 213 TITOLO I PRINCIPI GENERALI Articolo 1 Oggetto

Dettagli

DIREZIONE RISORSE FINANZIARIE

DIREZIONE RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE RISORSE FINANZIARIE SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO P.O. PROGRAMMAZIONE E BILANCIO E responsabile della formazione del bilancio di previsione annuale e pluriennale e della predisposizione relativi

Dettagli

Il bilancio degli enti locali

Il bilancio degli enti locali Il bilancio degli enti locali - Introduzione - I principi - La struttura del bilancio - Armonizzazione dei bilanci degli enti locali attenzione :fase di traduzione nel bilancio delle scelte politiche Tipologie

Dettagli

Città di Trani * * * * * *

Città di Trani * * * * * * Città di Trani * * * * * * Allegato 4 CONTO DEL BILANCIO 2013 Prospetti dati SIOPE INCASSI PER CODICI GESTIONALI SIOPE Pagina 1 Ente Codice 800000094 Ente Descrizione COMUNE DI TRANI Categoria Province

Dettagli

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE PARTE II - SPESA Centro di Costo 10101 ex Organi collegiali - Giuffrida

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE PARTE II - SPESA Centro di Costo 10101 ex Organi collegiali - Giuffrida TITOLO I Spese correnti Funzione Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo Servizio Organi istituzionali, partecipazione e decentramento Oneri straordinari della gestione corrente

Dettagli

4 - IL RISULTATO ECONOMICO E IL PROSPETTO DI CONCILIAZIONE

4 - IL RISULTATO ECONOMICO E IL PROSPETTO DI CONCILIAZIONE 4 - IL RISULTATO ECONOMICO E IL PROSPETTO DI CONCILIAZIONE Il conto economico, redatto con il supporto delle rilevazioni finanziarie e del prospetto di conciliazione, pone in evidenza un risultato economico

Dettagli

Estratto dalla Relazione al bilancio consuntivo per l esercizio finanziario 2012 (aggiunti alcuni schemi di sintesi).

Estratto dalla Relazione al bilancio consuntivo per l esercizio finanziario 2012 (aggiunti alcuni schemi di sintesi). Estratto dalla Relazione al bilancio consuntivo per l esercizio finanziario 2012 (aggiunti alcuni schemi di sintesi). 1 Il bilancio consuntivo per l esercizio 2012 è stato approvato con Delibera del Cda

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CONTROLLI INTERNI I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 85 PROVINCIA DI PADOVA

REGOLAMENTO DEI CONTROLLI INTERNI I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 85 PROVINCIA DI PADOVA I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 85 PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO DEI CONTROLLI INTERNI Approvato con D.C.P. del 14.3.2013 n. 6 reg. e modificato con D.C.P. del 28.4.2014 n. 22 reg. INDICE Art. 1 Art. 2

Dettagli

Osservatorio Enti Locali Febbraio 2013

Osservatorio Enti Locali Febbraio 2013 CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI Osservatorio Enti Locali Febbraio 2013 a cura DELL ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI Stefano

Dettagli

PROSPETTI DATI CONSUNTIVI SIOPE

PROSPETTI DATI CONSUNTIVI SIOPE P R O V I N C I A D I Settore Risorse Finanziarie S A S S A R I Allegato alla deliberazione del Consiglio Provinciale n. 15 del 30.04.2014 PROSPETTI DATI CONSUNTIVI SIOPE ESERCIZIO FINANZIARIO 2013 (ART.

Dettagli

COMUNE DI AMALFI ELENCO RESIDUI DA RIPORTARE AL TERMINE DELL ANNO USCITE

COMUNE DI AMALFI ELENCO RESIDUI DA RIPORTARE AL TERMINE DELL ANNO USCITE COMUNE DI AMALFI ELENCO RESIDUI DA RIPORTARE AL TERMINE DELL ANNO 2012 USCITE GESTIONE DELLE USCITE TOTALE DEI RESIDUI AL TERMINE DELL ANNO 2012 Pag. 2 1010102 ACQUISTO DI BENI DI CONSUMO E/O DI MATERIE

Dettagli

RENDICONTO 2012 FIDELIS ELABORAZIONI GRAFICHE. Comune di Brescia

RENDICONTO 2012 FIDELIS ELABORAZIONI GRAFICHE. Comune di Brescia XIA FIDE L I S ELABORAZIONI GRAFICHE Comune di Brescia B RIXIA FIDELIS ELABORAZIONI GRAFICHE INDICE Risultato della gestione finanziaria esercizio 2012 pag. 3 Andamento dell avanzo di amministrazione nel

Dettagli

DLgs 118/ 2011 DLGS 126/ 2014

DLgs 118/ 2011 DLGS 126/ 2014 L AVVIO DELLA RIFORMA CONTABILE DLgs 118/ 2011 DLGS 126/ 2014 Fonti: www.rgs.mef.gov.it/versione-i/e-governme1/arconet/- IFEL - Fondazione Anci: L armonizzazione alla luce della proroga Civetta E. L armonizzazione

Dettagli

OBIETTIVI P.R.O. 2015 AREA SERVIZI FINANZIARI E PERSONALE

OBIETTIVI P.R.O. 2015 AREA SERVIZI FINANZIARI E PERSONALE OBIETTIVI P.R.O. 2015 AREA SERVIZI FINANZIARI E PERSONALE Responsabile: Istruttore Direttivo Luciana Saggini Servizi: 1. Contabilità e bilancio 2. Personale 3. Tributi - Economato OBIETTIVI ANNO 2015 Codice:

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

Prospetto dei dati SIOPE

Prospetto dei dati SIOPE COMUNE DI DOLO Prospetto dei dati (Incassi) Prospetto dei dati Titolo 1 - Entrate tributarie 1101 ICI riscossa attraverso ruoli 2.326,62 2.576,31 1102 ICI riscossa attraverso altre forme 297.648,93 2.302.042,02

Dettagli

Comune di Roccavione

Comune di Roccavione Tipo: ENTRATA RISORSA ACCERTAMENTO Avanzo di Amministrazione 152.989,91 148.585,09 di cui Fondi Vincolati Finanziamento Investimenti Fondo Ammortamento Fondi Non Vincolati 152.989,91 148.585,09 Entrate

Dettagli

Comune di Villa Guardia. Bilancio preventivo 2004

Comune di Villa Guardia. Bilancio preventivo 2004 Comune di Villa Guardia Bilancio preventivo Entrate Quadro generale riassuntivo Spese Titolo I: Entrate tributarie 2.345.977,46 Titolo I: Spese correnti 3.626.368,07 Titolo II: Entrate da contributi e

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ENTRATE Residui presunti finali dell'anno 2014

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ENTRATE Residui presunti finali dell'anno 2014 PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ENTRATE Avanzo iniziale di amministrazione presunto 327.910,65 347.044,33 01 001 Contributi ordinari 198.000,00-3.000,00 195.000,00 01 001 Tassa prima iscrizione Albo

Dettagli

CARATTERISTICHE DEL BILANCIO Torino, 20 maggio 2014

CARATTERISTICHE DEL BILANCIO Torino, 20 maggio 2014 CORSO DI FORMAZIONE REVISORI ENTI LOCALI Armonizzazione dei sistemi contabili D.Lgs.118/2011 CARATTERISTICHE DEL BILANCIO Torino, 20 maggio 2014 Cristina CHIANTIA dottori commercialisti Massimo STRIGLIA

Dettagli

3^ Giornata di Corso. Relatore: Dr. PiersanteFabio

3^ Giornata di Corso. Relatore: Dr. PiersanteFabio 3^ Giornata di Corso Decreto Legislativo 118/2011 Relatore: Dr. PiersanteFabio Guida operativa D.Lgs. 118/2011 per l anno 2015 Enti NON Sperimentatori Riaccertamento dei residui e Gestione esigibilità

Dettagli

LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI. Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune

LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI. Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI L elevata varietà e complessità di servizi e funzioni come

Dettagli

Art. 1 Oggetto e affidamento del servizio di tesoreria

Art. 1 Oggetto e affidamento del servizio di tesoreria Allegato B REGOLAMENTO SERVIZIO TESORERIA Art. 1 Oggetto e affidamento del servizio di tesoreria 1. Il servizio di tesoreria consiste nel complesso delle operazioni riflettenti la gestione finanziaria

Dettagli

P R O V I N C I A D I C A G L I A R I

P R O V I N C I A D I C A G L I A R I Allegato alla deliberazione del C.P. n del P R O V I N C I A D I C A G L I A R I PROVINCIA DE CASTEDDU PROPOSTA DI DELIBERAZIONE N. 0091205310003 IL CONSIGLIO PROVINCIALE Proponente: ASSESSORATO FINANZE

Dettagli