L attività della Consob nel mese di Aprile 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L attività della Consob nel mese di Aprile 2012"

Transcript

1 Commissione Consultiva Finanza e Controllo di Gestione L attività della Consob nel mese di Aprile 2012 I provvedimenti adottati dalla Consob vengono pubblicati nel Bollettino dell'istituto e, quando previsto, anche nella Gazzetta Ufficiale. In questa sede sono riportati, con cadenza mensile, i provvedimenti di maggiore e più generale rilevanza in maniera molto sintetica in modo da fornire, quasi come in un indice, una rapida informazione circa l'attività svolta dalla Consob. Solo per ciò che presumibilmente potrebbe essere di interesse per la professione, particolarmente le risposte a specifici quesiti, viene riportato, in allegato, il testo integrale così come redatto dalla Consob. Le informazioni contenute nella presente hanno un carattere meramente informativo e la loro diffusione ha il solo scopo di informare circa l attività della Consob. Rimane pertanto a carico dei singoli utenti l eventuale approfondimento di ogni specifica problematica. Adempimento di obblighi di diffusione, stoccaggio e deposito di informazioni regolamentate La Commissione, con comunicazione del , è tornata sul tema delle modalità di adempimento degli obblighi di diffusione, stoccaggio e deposito delle informazioni regolamentate fornendo chiarimenti sul regime transitorio tra l'inizio dell'attività del sistema SDIR-NIS e la data di avvio dell'attività del futuro meccanismo di stoccaggio autorizzato. Con la delibera del la Commissione ha autorizzato, ai sensi dell'art. 113-ter, comma 4, lett. a), del Tuf, la BIt Market Services spa, appartenente al gruppo Borsa Italiana, all'esercizio del sistema di diffusione delle informazioni regolamentate (SDIR) denominato "SDIR-NIS". Dal , data di avvio dello SDIR, per la diffusione dei comunicati price sensitive e delle comunicazioni di internal dealing gli emittenti quotati potranno optare tra il sistema SDIR-NIS o la diffusione in proprio. Con l'entrata in funzione del nuovo sistema decade il regime transitorio previsto dalla delibera dell mentre rimangono in vigore, fino all'avvio del meccanismo di stoccaggio autorizzato, le disposizioni transitorie relative allo stoccaggio (storage) e al deposito presso la Consob (filing) delle informazioni regolamentate. Comunicazione circa l estensione del sistema di Teleraccolta La comunicazione del segnala l ampliamento del sistema di Teleraccolta al fine del recepimento degli adempimenti previsti dal regolamento emittenti relativi agli "Emittenti aventi l'italia come stato membro di origine i cui valori mobiliari sono ammessi alla negoziazione in un altro Stato membro dell'unione Europea" (art. 116 bis del Regolamento emittenti). Tali adempimenti prevedono che gli emittenti che hanno l'italia come Stato membro di origine, ai sensi dell'art. 1 comma 1 lett. w-quater del Tuf, in occasione dell'ammissione dei propri valori mobiliari alla negoziazione nei mercati regolamentati di altri Stati membri e non in Italia, ne diano informazione alla Consob. Le comunicazioni sono state finora effettuate con l'invio dei dati relativi ai valori mobiliari ammessi alle negoziazioni nei mercati regolamentati degli Stati membri dell'unione Europea. Analoghe informazioni sono state trasmesse in caso di revoca dalla quotazione o rimborso anticipato. Per un periodo di 3 mesi è consentita agli emittenti la facoltà dell'invio cartaceo in sostituzione dell'invio con il nuovo sistema di Teleraccolta. Gli emittenti che ammettono a negoziazione per la prima volta strumenti finanziari in mercati regolamentati non italiani devono comunicare la scelta dello Stato membro di origine e successivamente dovranno richiedere le credenziali di accesso al sistema di Teleraccolta ed effettuare le comunicazioni sui valori mobiliari ammessi alla negoziazione nei mercati regolamentati degli Stati membri dell'unione Europea con le modalità riportate nella comunicazione. Gli emittenti a cura di Alberto Gafforio pagina 1

2 dovranno comunicare i valori mobiliari ammessi a quotazione, i rimborsi anticipati in misura totale o le revoche dalla quotazione, entro 5 giorni lavorativi dall'evento. Tutti i valori mobiliari quotati già comunicati alla Consob con la precedente procedura non dovranno essere trasmessi con il nuovo sistema on line. Gli emittenti, tuttavia, dovranno segnalare con il nuovo sistema di Teleraccolta i rimborsi anticipati in misura totale o le revoche dalla quotazione dei titoli comunicati in precedenza con il sistema cartaceo. Partecipazioni personali incrociate nei mercati bancari, assicurativi e finanziari L'art. 36 del d.l. "Salva Italia" ha introdotto il divieto di assumere o esercitare cariche tra imprese o gruppi di imprese concorrenti operanti nei mercati del credito, assicurativo e finanziario (cosiddetto divieto di interlocking). La norma, che risponde all'esigenza di evitare situazioni potenzialmente lesive della concorrenza, presenta alcuni elementi di complessità sotto il profilo applicativo. Quesiti e dubbi interpretativi sono stati avanzati da parte dei soggetti destinatari della norma, associazioni di categoria e studi legali. Per promuoverne un'applicazione agevole e uniforme da parte del mercato e assicurare trasparenza e coordinamento dell'operato delle Autorità di Vigilanza che sono chiamate a garantirne il rispetto, la Banca d'italia, la Commissione Nazionale per le Società e la Borsa e l'istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di Interesse Collettivo hanno pubblicato, il , un documento circa i criteri ai quali, in attesa di ulteriori chiarimenti normativi, si atterranno, ciascuna per il proprio settore di competenza, qualora debbano valutare la sussistenza di cariche incrociate in violazione della legge. I lavori sono stati svolti nell'ambito di un "tavolo tecnico", istituito presso il Ministero dell'economia e delle finanze. L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha fornito la propria collaborazione e condivide i criteri individuati. Approvate modifiche al Regolamento dei mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana La Consob, con delibera del , ai sensi dell'art. 63, comma 2, del Tuf ha approvato alcune modifiche al Regolamento dei mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana e alle relative Istruzioni, deliberate dall'assemblea della società di gestione del mercato del Le modifiche introdotte traggono origine della decisione di Borsa Italiana di sostituire la piattaforma di negoziazione "TradElect" con quella denominata "MillenniumIT" che ha reso opportuna anche una revisione del Regolamento dei mercati e delle relative Istruzioni, per tenere conto delle diverse caratteristiche tecniche e operative del nuovo sistema. Sono state inoltre approvate alcune deroghe (waiwer) alla trasparenza pre-negoziazione. Tutte le deroghe alla trasparenza pre-negoziazione presentate da Borsa Italiana sono state sottoposte all'esame dell'european Securities and Markets Authority (Esma), l'autorità europea per i mercati finanziari, e ritenute "Mifid compliant". Sarà infine operativa a breve la trasformazione del mercato Tah (Trading after hours) in sistema multilaterale di negoziazione, a suo tempo deliberata dall'assemblea di Borsa Italiana. Comunicazione Consob su titoli di risparmio per l'economia meridionale La Consob, con comunicazione del , ha disciplinato le modalità di adempimento degli obblighi informativi in materia di emissione di titoli di risparmio per favorire il riequilibrio territoriale dei flussi di credito per gli investimenti a medio e lungo termine delle piccole e medie imprese (Pmi) e per sostenere progetti etici nel Mezzogiorno, prevedendo che gli emittenti trasmettano alla Consob l'informativa sull'offerta a mezzo posta elettronica certificata (pec), tra i 30 e i 20 giorni lavorativi precedenti la data di emissione o l'inizio del periodo di offerta. Le banche autorizzate ad operare in Italia possono emettere i titoli a condizione che abbiano scadenza non inferiore a 18 mesi, non siano subordinati, corrispondano interessi con periodicità almeno annuale, siano sottoscritti da persone fisiche che non esercitano attività di impresa, non siano computabili nel patrimonio di vigilanza dell'emittente. La norma stabilisce inoltre un plafond nominale complessivo massimo annuo e limiti individuali per singolo emittente e gruppo bancario. In ogni caso, il controvalore delle emissioni non può superare il 30% del patrimonio di base (tier 1) risultante dall'ultimo bilancio di esercizio pubblicato o dall'ultima semestrale. Il periodo d'offerta non può essere superiore a 60 giorni lavorativi. Ai titoli si applica un'imposta sostitutiva sugli interessi del 5%.Qualora entro 10 giorni lavorativi dalla data di ricezione dell'informativa la Consob non informi l'emittente di eventuali a cura di Alberto Gafforio pagina 2

3 impedimenti all'emissione o non richieda chiarimenti, l'emittente si intenderà autorizzato a procedere nell'ambito dei limiti comunicati. Entro i 5 giorni lavorativi successivi alla chiusura del periodo d'offerta l'emittente comunicherà alla Consob il controvalore dei titoli emessi e, ove differente, l'ammontare effettivamente collocato, insieme all'informativa sui requisiti che il dm stabilisce per i sottoscrittori dei titoli. La stessa comunicazione andrà inoltrata al Ministero dell'economia e delle finanze. Le offerte dovranno svolgersi nel rispetto delle disposizioni legislative e regolamentari italiane e comunitarie che disciplinano la distribuzione e all'offerta al pubblico di strumenti finanziari. Consultazione su modifiche al regolamento della Camera di Conciliazione e Arbitrato La Commissione ha messo in consultazione un documento che propone alcune modifiche al Regolamento di attuazione del d.lgs 179 dell che disciplina la Camera di Conciliazione e Arbitrato presso la Consob, adottato con delibera del I profondi mutamenti intervenuti dall'adozione del Regolamento hanno reso necessaria una radicale riformulazione della disciplina della Camera. Le principali modifiche sottoposte a consultazione riguardano la ridefinizione della composizione e dell'organizzazione della Camera, prevedendone la sua internalizzazione con componenti scelti tra dipendenti Consob e nominati dalla Commissione. Per mantenere un costante raccordo con le associazioni di categoria degli utenti e degli intermediari (a seguito della soppressione della loro facoltà di designare 2 membri della Camera) e di assicurare comunque il rispetto dell'art. 2, comma 5, lettera b) del d.lgs 179/2007, si prevede l'istituzione di un apposito Comitato consultivo, formato anche da rappresentanti delle stesse associazioni. Tale Comitato, che in sede di prima applicazione delle nuove disposizioni regolamentari sarà composto dagli attuali membri della Camera, è chiamato a fornire un supporto qualificato di consulenza, anche attraverso il rilascio di pareri. Altre modifiche riguardano la definizione dei requisiti di professionalità per l'iscrizione negli elenchi dei conciliatori e arbitri, come l'aggiornamento professionale obbligatorio in materia di conciliazione, con l'obiettivo di migliorare l'efficienza della Camera e garantire e sviluppare la fiducia nell'istituto come strumento di risoluzione delle controversie alternativo alla tutela giurisdizionale. In particolare, a seguito dell'entrata in vigore del nuovo Regolamento, saranno cancellati dagli elenchi circa 300 soggetti (pari a circa il 10% dei iscritti negli elenchi). Si propone, tra l'altro, un contributo a carico dei conciliatori e degli arbitri per l'iscrizione nei relativi elenchi con l'obiettivo di scoraggiare l'iscrizione di soggetti non motivati e di coprire parte dei costi di gestione degli elenchi. Risposta a quesito circa il diritto di ripensamento nell'offerta fuori sede La Consob, con comunicazione del , ha risposto ad un quesito che le chiedeva conferma che il "diritto di ripensamento", previsto dall'art. 30, comma 6, del Tuf, non vada esteso "ai contratti di ricezione e trasmissione di ordini e di negoziazione, nonché ai singoli ordini impartiti dall'investitore in esecuzione di tali contratti". Al riguardo, è stato evidenziato che il comma 6 dell'art. 30 del Tuf prevede lo ius poenitendi del cliente in taluni specifici casi: collocamento di strumenti finanziari e gestione di portafogli individuali. Secondo la Commissione, la non applicabilità del diritto di ripensamento ai contratti di raccolta e di esecuzione di ordini, e alle operazioni compiute in esecuzione degli stessi, discende oltre che dal tenore letterale del comma 6 dell'art. 30 del Tuf, dalla stessa ratio della disposizione, volta ad assicurare all'investitore il tempo necessario per meditare decisioni contrattuali che, per le relative peculiarità, necessitano di un adeguato spatium deliberandi e che sarebbero in grado di produrre immediati effetti per l'investitore, oggetto di offerta sorprendente. Così, il diritto di ripensamento opera in tutti quei casi nei quali, sulla base di una consulenza non indipendente in ragione di una remunerazione riconosciuta dall'emittente-offerente all'intermediario, quest'ultimo consigli la sottoscrizione o l'acquisto di un determinato strumento finanziario. Nel caso invece della ricezione e trasmissione e dell'esecuzione di ordini per conto dei clienti, non risulta ricorrere una situazione in cui l'investitore sia esposto al rischio di assumere decisioni con effetto immediato e poco meditate in esito ad una "offerta" dell'intermediario. Comunicazioni a tutela dei risparmiatori a cura di Alberto Gafforio pagina 3

4 * la Finanstilsynet, norvegese, segnala che le società Micron Associates (www.micronassociates.com), con sede dichiarata a Barcellona; Securities Trading Board (http://gov.sectb.org/), con sede dichiarata a Washington; Pierce Morgan Trust Management llc, con sede dichiarata a Boston; stanno offrendo servizi di investimento senza autorizzazione. La società Micron Associates è già stata oggetto di segnalazione da parte dell'autorità di vigilanza danese. * la Financial Services Authority, del Regno Unito, segnala che le società Pearce & Clarke, con sede dichiarata a Londra; Michael John Hammond, con sede dichiarata a Londra, che non ha alcun legame con l'omonimo soggetto autorizzato dall'fsa; Crawford Capital Partners (www.crawfordcapitalpartners.com) con sede dichiarata a New York; Mullen and Cheecks Consulting Group (www.mullencheecksconsulting.com), con sede dichiarata a New York; Santiago Mergers and Acquisitions (www.santiagomna.com), con sede dichiarata a Santiago del Cile; First Swiss (www.first-swiss.com), con sede dichiarata a Zurigo; Blackstone Royalty Corporation (www.blackstone-royalty.com), con sede dichiarata a Jersey City (Usa); Ashford Financial Group (www.ashfordfinancialgroup.com), con sede dichiarata a Tokyo; William & Brown Management Group (www.williambrownmanagement.com), con sede dichiarata a New York; Carlson Group Consultancy, (www.carlsonconsultancy.com), con sede dichiarata a New York; Ernest Weiss Securities (www.ernest-weiss.com), con sedi dichiarate a Londra, New York e Vienna; Momentum Securities (www.momentumsec.com), con sede dichiarata a Londra, che non ha alcun legame con la società autorizzata Momentum Global Investment Management Ltd (autorizzazione Fsa ) con sede a Londra; Alpha Fund Management (www.alphafundmanagement.com), con sedi dichiarate a Londra e Dublino, che non ha alcun legame con la società autorizzata Alternative Alpha Fund plc (autorizzazione Fsa ); Windsor Brokers (www.windsorbrokerslimited.com), che non ha alcun legame con la società autorizzata Windsor Brokers Limited (www.windsorbrokers.com), con sede a Cipro (autorizzazione Fsa ); HexagoFinancial (www.hexagonltd.com), che non ha alcun legame con la società autorizzata Hexagon Financial ltd (autorizzazione Fsa ), con sede in Irlanda del Nord (www.hexgroup.eu); Allianz Global Investors, che non ha alcun legame con le società autorizzate Allianz Global Investors (UK) ltd, con sede a Londra (autorizzazione Fsa ), e Allianz Global Investors Capital Limited, con sede a Londra (autorizzazione Fsa ); Global Investment Partners (www.globalinvestmentpartners.net), con sede dichiarata nel Regno Unito, che non ha alcun legame con la società autorizzata Global Investment Partner sprl (autorizzazione Fsa ); Smith and Lockhart Associates (www.smithlockhartassociates.com), con sede dichiarata a New York; Ing Investment Management, che non ha alcun legame con le società Ing Investment Management (UK) limited (autorizzazione Fsa ), con sede a Londra, e Ing Asset Management BV, con sede a Londra; stanno offrendo servizi di investimento senza autorizzazione. La società Ashford Financial Group è già stata oggetto di segnalazione da parte dell'autorità di vigilanza norvegese. * la Jersey Financial Services Commission, del Jersey, segnala che la società Alliance Finance Plc sta offrendo servizi bancari senza autorizzazione * la Central Bank of Ireland, irlandese, segnala che le società Walton Johnson & Co. Corporate Services e Davidson Capital Partners, entrambe con sede dichiarata negli Stati Uniti; Quadrant Mergers & Acquisitions, con sede dichiarata in Giappone; Pratt International KPO Llc, con sede dichiarata negli Stati Uniti; stanno offrendo servizi di investimento senza la prevista autorizzazione. La società Quadrant Mergers & Acquisitions è già stata oggetto di segnalazione da parte dell'autorità di vigilanza del Regno Unito. * la Comision Nacional del Mercado de Valores, spagnola, segnala che la società Frandistrans Group (www.frandistrans-group.co.uk), con sede dichiarata a Madrid, sta offrendo servizi di investimento senza autorizzazione * la Financial Market Authority, austriaca, segnala che le società Hadley Richards (www.hadleyrichards.com), con sede dichiarata a Tokyo; Keizai Group e RJ Haynes & Associates (www.rjhaynesandassociates.com), entrambe con sede dichiarata a Hong Kong; Classicus AG, con sede dichiarata nel Liechtenstein; stanno offrendo servizi di investimento senza autorizzazione. * la Slovene Securities Market Agency, slovena, segnala che la società Tarlin Investment Management sta offrendo servizi di investimento senza la prevista autorizzazione a cura di Alberto Gafforio pagina 4

5 Vietata l'attività pubblicitaria posta in essere da Mauro Messina e da Andrea Visani La Consob, con delibere e del , ha vietato, ai sensi dell'art. 101, comma 4, lett. c), del d.lgs 58/98, l'attività pubblicitaria per l'offerta al pubblico del programma di investimento JSS Tripler posta in essere da Mauro Messina tramite il sito e sospeso, ai sensi dell'art. 101, comma 4, lettera b) del Tuf, per un periodo di ulteriori 30 giorni, l'attività pubblicitaria posta in essere da Andrea Visani per il tramite del sito Le attività pubblicitarie menzionate erano state già sospese in via cautelare per 90 giorni con delibere e del Vietata l'offerta al pubblico dei programmi di investimento Jss Tripler e System Explosion La Consob, con delibere e del , ha vietato, ai sensi dell'art. 99, comma 1, lett. d), del d.lgs 58/98, l'offerta al pubblico avente ad oggetto il programma d'investimento System Explosion, effettuata tramite il sito internet e l'offerta al pubblico avente ad oggetto il programma d'investimento JSS Tripler posta in essere tramite il sito internet Le offerte menzionate erano state già sospese in via cautelare per 90 giorni con delibere e del Vietata l'offerta al pubblico dei contratti di investimento promossa dalla Keroimballi La Consob, con delibera del , ha vietato, ai sensi dell'art. 99, comma 1, lett. d), del d.lgs 58/98, l'offerta al pubblico avente ad oggetto contratti di investimento promossa, attraverso il sito internet nonché la diffusione di messaggi pubblicitari sull'emittente radiofonica "Radio24", dalla società Keroimballi srl, nella persona del legale rappresentante Dario Romano. L'offerta menzionata era stata già sospesa in via cautelare per 90 giorni con delibera del Intimazione alla Rsm Italy La Commissione, con delibera del , ha intimato alla società di revisione Rsm Italy srl, ai sensi dell'art. 163, comma 1, lett. b), del d.lgs 58/98 di non avvalersi nell'attività di revisione contabile del dott. Giorgio Azzellino per un periodo di 2 anni. Il provvedimento è stato assunto a seguito degli accertamenti di vigilanza effettuati sull'attività di revisione svolta dalla Rsm Italy srl nei confronti della Kerself spa. Variazioni ad Albi ed Elenchi La Consob nel corrente periodo ha provveduto ad assumere le seguenti delibere: del : autorizzata ai sensi dell'art. 113-ter, comma 4, lett. a), del d.lgs 58/98 la BIt Market Services spa, con sede in Milano, all'esercizio del sistema di diffusione delle informazioni regolamentate "SDIR-NIS" ed iscritta nel relativo elenco, tenuto dalla Consob, ai sensi dell'art. 116-septies, comma 3, del regolamento concernente la disciplina degli emittenti dell : autorizzata la Cordusio Sim Advisory & Family Office spa, con sede a Milano, all'esercizio del servizio di investimento di cui all'art. 1, comma 5, lettera f) del d.lgs 58/98, consulenza in materia di investimenti, ed iscrizione della stessa Società nell'albo delle Sim. L'autorizzazione è rilasciata con le seguenti limitazioni operative: "senza detenzione, neanche temporanea, delle disponibilità liquide e degli strumenti finanziari della clientela e senza assunzione di rischi da parte della Società stessa" dell : confermata l'iscrizione della VirtualAdvise Sim spa, con sede a Milano, nell'albo delle Sim nella nuova denominazione Advise Only Sim spa Quota per l elezione degli organi di amministrazione e controllo di Damiani e Piquadro La Commissione, con delibera del , sulla base delle previsioni dell art. 147-ter del Tuf e degli artt. 144-ter e seguenti del regolamento emittenti, ha pubblicato la quota minima di partecipazione per la presentazione delle liste dei candidati per l elezione degli organi di amministrazione e controllo delle società quotate Damiani spa e Piquadro spa. Fatta salva l eventuale minor quota prevista dallo statuto, per entrambe le società, il cui esercizio sociale si è chiuso al , la soglia è stata individuata al 2,5%. a cura di Alberto Gafforio pagina 5

6 Risposta a quesito su esenzione opa per Kme Group La Consob, con comunicazione del ha risposto alla richiesta di parere sull'esenzione dall'obbligo di opa ai sensi dell'art. 106, comma 4, del Tuf, in relazione all'offerta pubblica di scambio volontaria totalitaria della Kme Group spa su azioni proprie con strumenti obbligazionari emessi e quotati sul Mot. Con il quesito, la società Kme ha chiesto alla Consob se l'opsc prospettata, che prevede per ogni azione ordinaria l'offerta di 1 titolo obbligazionario, della durata di 5 anni con un interesse annuo dell'8%, esima l'azionista di controllo e/o le sue controllate dall'obbligo di promuovere un'offerta pubblica successiva ai sensi dell'art. 106, comma 3, lett. b) del Tuf e dell'art. 46 del regolamento emittenti della Consob. Infatti, nel caso in cui l'opsc Kme si realizzi per i quantitativi minimi della condizione di adesione, all'esito della stessa, la sua controllante, 422 Holding, accrescerà la propria partecipazione nella Kme dal 41,335% del capitale sociale al 60,070% e, di conseguenza, incorrerà nell'obbligo di opa cosiddetta da consolidamento prevista dagli artt. 106, comma 3, lett. b), del Tuf e 46, del Re. Quanto alle caratteristiche dei titoli offerti in scambio, questi, nell'opzione prospettata nel quesito sub lettera "A", attribuirebbero il diritto di voto per la nomina di 1 amministratore indipendente in via extra-assembleare. Nell'opzione prospettata nel quesito sub lettera "B", attribuirebbero il medesimo diritto di voto per la nomina di 1 amministratore indipendente in via diretta, endoassembleare. Al riguardo, la Commissione ha rappresentato che per i soli strumenti obbligazionari offerti in scambio con le caratteristiche dell'opzione "B", tali da attribuire il "diritto di voto anche limitatamente a specifici argomenti nell'assemblea ordinaria o straordinaria", si può ritenere applicabile l'esenzione. Opvs e quiotazione di azioni Brunello Cucinelli Approvato, con decisione dell' , il prospetto informativo, nella forma di documenti distinti, per l'offerta pubblica di vendita e di sottoscrizione e l'ammissione alle negoziazioni sull'mta delle azioni emesse dalla Brunello Cucinelli spa, per le quali Borsa Italiana ha deliberato l'ammissione a quotazione il L'emittente è una società italiana operante nei beni di lusso, nota per i suoi prodotti in cashmere. La società è controllata, ai sensi dell'art. 93 del Tuf, da Brunello Cucinelli per il tramite di Fedone srl, con il 93,58% del capitale sociale. Fedone è partecipata al 100% da Brunello Cucinelli che ricopre anche la carica di presidente e amministratore delegato dell'emittente. L'offerta globale di vendita e sottoscrizione, finalizzata all'ammissione alle negoziazioni delle azioni sull'mta, ha per oggetto azioni, in parte rivenienti dall'aumento di capitale e in parte poste in vendita dagli azionisti venditori. L'offerta globale consiste in un'offerta pubblica di azioni, pari al 10% delle azioni oggetto dell'offerta globale di vendita e sottoscrizione rivolta al pubblico indistinto in Italia. Non possono aderire all'offerta pubblica gli investitori istituzionali ed in un contestuale collocamento istituzionale di azioni, pari al 90% delle azioni dell'offerta globale, riservato ad investitori istituzionali in Italia ed all'estero, con esclusione di Australia, Canada e Giappone e, limitatamente agli Stati Uniti d'america, ai "Qualified Institutional Buyers". In caso di integrale collocamento delle azioni oggetto dell'offerta globale e di esercizio totale dell'opzione greenshoe, Brunello Cucinelli continuerà ad esercitare, sempre per il tramite di Fedone srl, il controllo sull'emittente, ai sensi dell'art. 93 del Tuf, con una quota pari a circa il 63,3% del capitale sociale. L'offerta globale risponde alla volontà dell'emittente di acquisire lo status di quotata così da poter raggiungere una maggiore visibilità sul mercato di riferimento e accrescere la capacità di accesso ai mercati di capitale e per rafforzare la propria struttura patrimoniale. La Società intende utilizzare i proventi derivanti dall'offerta per consolidare la propria posizione nel mercato del lusso, ampliando i canali di distribuzione e proseguendo la propria espansione geografica. Inoltre, i proventi derivanti dall'offerta in sottoscrizione potranno eventualmente essere utilizzati in parte per rimborsare in tutto o in parte le linee di finanziamento. Obbligazioni Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella La Consob, con decisione dell' , ha approvato i prospetti per l'offerta al pubblico dei 2 prestiti obbligazionari "Rendicassa tasso fisso 6% Subordinato Lower Tier II con Ammortamento 15 apr.22 em.12 s.341" e "Rendicassa tasso fisso 6% Subordinato Lower Tier II con Ammortamento 01 mag.22 em.12 s.342" emessi dalla Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella sc. I prestiti sono classificati come "passività subordinate" di tipo lower tier II. a cura di Alberto Gafforio pagina 6

7 Pertanto, in caso di liquidazione o di sottoposizione a procedure concorsuali dell'emittente, il debito relativo ad essi sarà rimborsato solo dopo che saranno stati soddisfatti tutti gli altri creditori con inferiore grado di subordinazione. I 2 prestiti hanno caratteristiche finanziarie analoghe, in termini di scadenza, piano di rimborso del capitale e tasso cedolare. Le differenze sono invece relative alla periodicità delle cedole e alla data di emissione. Le obbligazioni, di durata decennale, sono emesse il con scadenza al , relativamente al 1 prestito, mentre per il 2 prestito la data di emissione è l con scadenza l Le obbligazioni dei 2 prestiti verranno offerte ad un prezzo pari al 100% del valore nominale e saranno rimborsate alla pari a decorrere dalla fine del 6 anno, in 5 rate annuali a quota costante, pari al 20% del capitale emesso, senza facoltà di rimborso anticipato. Le obbligazioni oggetto di offerta daranno diritto al pagamento di cedole, annuali per il 1 prestito e mensili per il 2 prestito, il cui ammontare è determinato in ragione di un tasso nominale annuo lordo pari al 6%. I titoli del 1 prestito saranno offerti dal al , quelli del 2 prestito dall al I titoli non saranno oggetto di domanda di ammissione alla negoziazione su mercati regolamentati, o presso sistemi multilaterali di negoziazione (MTF), né da parte di internalizzatori sistematici. Determinato il prezzo per l obbligo di acquisto delle azioni ordinarie Benetton Group La Consob, con delibera del , ha fissato il corrispettivo per l adempimento, ai sensi dell art. 108, comma 2 del Tuf, dell obbligo di acquisto delle azioni ordinarie Benetton Group spa da parte di Edizione srl. L obbligo di acquisto è sorto all esito dell offerta pubblica di acquisto volontaria totalitaria promossa dall offerente nel periodo dal 5 al e di acquisti successivamente effettuati, a seguito dei quali l offerente si è trovato a detenere una partecipazione pari al 94,9% del capitale Benetton Group. Il corrispettivo fissato dalla Commissione, pari a quello dell offerta volontaria, è stato determinato ai sensi dell art. 50 del regolamento emittenti, e sarà riconosciuto dall offerente per le azioni ordinarie Benetton Group ancora in circolazione, pari al 5,1% del capitale sociale dell emittente. Risposta ad un quesito di Edf circa il prezzo dell opa Edison La Commissione, con comunicazione del , ha risposto ad una richiesta di parere sul prezzo dell'opa obbligatoria su Edison da parte di Electricité de France, ed ha espresso l'avviso che il prezzo per azione indicato da EdF non appaia rappresentativo del prezzo effettivo convenuto tra le parti. EdF sarebbe tenuta all'obbligo di opa a seguito dell'acquisizione del controllo di Edison conseguente alle intese intercorse con Delmi, che porterebbe la società francese a detenere il 61,28% nel capitale della società. Al perfezionamento dell'accordo il prezzo dell'opa è stato individuato da EdF indicando come prezzo il più elevato pagato dalla stessa EdF per l'acquisto di azioni Edison. La Consob, con una risposta del , aveva prospettato la possibilità che, considerando la particolare complessità dell'operazione e gli elementi di incertezza legati alle valorizzazioni delle sue varie componenti, potesse emergere una componente di remunerazione aggiuntiva da tenere in considerazione ai fini del prezzo dell'opa. In particolare, venivano evidenziati possibili aspetti "compensativi" legati al contratto di fornitura del gas e alla cessione della partecipazione nella Edipower, nel caso che per quest'ultima venisse definito un prezzo inferiore a quello di mercato. Esaminate le perizie predisposte a supporto dell'operazione, la Consob ha ritenuto che il prezzo proposto possa non costituire il prezzo effettivo convenuto tra le parti, in quanto esso rappresenta solo una parte di un'operazione più complessa, che genera meccanismi compensativi da tenere in considerazione. Ciò, in particolare, con riguardo al valore attribuito ad Edipower nell'operazione di riassetto, valore significativamente inferiore al valore attribuito a Edipower in precedenti valutazioni della stessa Edison e alle valutazioni contenute nelle perizie predisposte su incarico della Delmi. Emissione Titoli di Risparmio per l Economia Meridionale La Consob, con decisioni del , sulla base dell art. 1 comma 3 del D.M attuativo dell'art. 8 comma 4 D.L. 70/2011, ha formalizzato il silenzio assenso, non rilevando motivi ostativi, alle seguenti emissioni: - Banca Agricola Popolare di Ragusa scpa per un ammontare massimo di obbligazioni pari ad 130 milioni a cura di Alberto Gafforio pagina 7

8 - Banca di Credito Cooperativo di Pachino sc per un ammontare massimo di obbligazioni pari ad 5 milioni - Banca Popolare Pugliese scpa per un ammontare massimo di obbligazioni pari ad 57,80 milioni - Cra Banca di Credito Cooperativo di Fisciano per un ammontare massimo di obbligazioni pari ad 6 milioni - Banca Popolare Etica scpa per un ammontare massimo di obbligazioni pari ad 11 milioni - Banca Popolare di Puglia e Basilicata scpa per un ammontare massimo di obbligazioni pari ad 50 milioni Autorizzazioni concesse La Consob nel corrente periodo ha concesso le seguenti autorizzazioni: con decisioni del alla pubblicazione del supplemento al prospetto informativo per l'offerta in opzione di azioni ordinarie della Banca Carim - Cassa di Risparmio di Rimini spa in amministrazione straordinaria - alla pubblicazione delle note informativa e di sintesi per il programma di offerta di obbligazioni a tasso fisso, a tasso variabile, step up/step down, zero coupon e tasso misto fisso e variabile emesse dal Credito Valtellinese sc - alla pubblicazione del supplemento al prospetto di base per il programma di offerta e/o ammissione alla quotazione di prestiti obbligazionari, con possibilità di subordinazione lower tier II, rimborso anticipato e/o ammortamento: zero coupon, a tasso fisso, a tasso fisso crescente, a tasso fisso decrescente, a tasso variabile con possibilità di cap e/o floor, a tasso misto con possibilità di cap e/o floor, con cedole legate alla variazione dell'indice dei prezzi al consumo con possibilità di cap e/o floor emesse dalla Unicredit spa - alla pubblicazione dei supplementi ai prospetti di base per i programmi di offerta di obbligazioni a tasso fisso, tasso variabile con eventuale minimo e/o massimo, a tasso misto fisso crescente e variabile con eventuale minimo, a tasso misto fisso e variabile con eventuale minimo, con opzione call, a tasso fisso crescente, a tasso misto fisso crescente e variabile con eventuale minimo e/o massimo, a tasso misto fisso e variabile con eventuale minimo e/o massimo, covered warrant cap su euribor, emesse dalla Iccrea Banca spa - alla pubblicazione del supplemento al prospetto di base per il programma di offerta di obbligazioni a tasso variabile, a tasso variabile con cap e/o floor, a tasso misto, a tasso fisso, a tasso fisso callable, zero coupon, step up, step up callable, emesse dalla Banca Popolare dell'alto Adige scpa con decisioni del alla pubblicazione del prospetto di base per il programma di offerta di obbligazioni a tasso fisso/tasso fisso callable, step up/step down, step up/step down callable, a tasso variabile e a tasso misto emesse dalla Banca di Bedizzole Turano Valvestino Credito Cooperativo sc - alla pubblicazione delle note informativa e di sintesi per il programma di offerta di obbligazioni a tasso variabile con floor o cap & floor, a tasso misto con possibilità di floor o cap & floor e step up emesse dal Credito Cooperativo Ravennate e Imolese sc - alla pubblicazione delle note informativa e di sintesi per il programma di offerta di obbligazioni a tasso variabile , a tasso fisso , step up , step down , a tasso misto e zero coupon emesse dalla Hypo Alpe-Adria-Bank spa - alla pubblicazione delle note informativa e di sintesi per il programma di offerta di obbligazioni zero coupon, a tasso fisso, a tasso fisso crescente, a tasso fisso decrescente, a tasso variabile con possibilità di cap e/o floor, a tasso misto con possibilità di cap e/o floor, con cedole legate alla variazione percentuale dell'indice dei prezzi al consumo con possibilità ci cap e/o floor emesse dalla Banca Nazionale del Lavoro spa - alla pubblicazione del supplemento al documento di registrazione e alle note informative e di sintesi per i programmi di offerta di obbligazioni a tasso fisso con eventuale facoltà di rimborso anticipato a favore dell'emittente, a tasso fisso step up con eventuale facoltà di rimborso anticipato a favore dell'emittente, a tasso fisso step down con eventuale facoltà di rimborso anticipato a favore dell'emittente, zero coupon, a tasso variabile, a tasso misto, a tasso variabile con cap e/o floor e a tasso misto con cap e/o floor emesse dalla Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza spa a cura di Alberto Gafforio pagina 8

9 con decisioni dell alla pubblicazione del prospetto di base per i programmi di offerta e/o ammissione a quotazione di obbligazioni subordinate Lower Tier II emesse dalla Unione di Banche Italiane scpa - alla pubblicazione del prospetto di base per il programma di offerta al pubblico di obbligazioni a tasso fisso/callable/amortizing, a tasso fisso step up/step down step up callable/step down callable/ step up amortizing step down amortizing, zero coupon, a tasso variabile con eventuale minimo (floor) e/o massimo (cap)/callable/amortizing, a tasso misto con eventuale minimo (floor) e/o massimo (cap)/callable/amortizing, con opzione call, emesse dalla Banca di Credito Cooperativo di Cambiano (Castelfiorentino Firenze) scpa - alla pubblicazione delle note informativa e di sintesi per il programma di offerta e quotazione di covered warrant su commodities, indici, tassi di cambio, titoli di Stato e future su tassi di interesse emessi dalla Unicredit spa con decisioni del alla pubblicazione del documento di registrazione per la Banca Nuova spa - alla pubblicazione del supplemento al documento di registrazione e ai prospetti di base per i programmi di offerta al pubblico e/o quotazione di certificates protection e collar certificates, protection e collar certificates autocallable, bonus certificates, bonus certificates autocallable, express certificates, express coupon certificates, double win certificates e double win certificates autocallable, emessi dalla Unicredit Bank spa - all'aggiornamento del prospetto d'offerta per la nuova emissione di quote del fondo comune di investimento immobiliare di tipo chiuso "Immobiliare Dinamico" gestito dalla Bnp Paribas Real Estate Investment Management Italy Sgr pa con decisioni del alla pubblicazione del prospetto di base per i programmi di offerta di obbligazioni subordinate a tasso variabile lower tier II con rimborso del capitale in rate periodiche e a tasso fisso lower tier II con rimborso del capitale in rate periodiche emesse dalla Banca Mediolanum spa - alla pubblicazione del prospetto di base per il programma di offerta di obbligazioni a tasso variabile, a tasso variabile con spread crescente o decrescente e a tasso variabile con rimborso del capitale in rate periodiche emesse dalla Banca Mediolanum spa - alla pubblicazione del supplemento al documento di registrazione della Deutsche Bank ag - alla pubblicazione del supplemento al documento di registrazione e ai prospetti di base per i programmi di offerta di obbligazioni strutturate su tassi, con opzione call, valore fruttifero e plain vanilla emesse dalla Banca Popolare di Milano scrl - alla pubblicazione del supplemento al documento di registrazione e ai prospetti di base per i programmi di offerta di obbligazioni strutturate su tassi, con opzione call, valore fruttifero e plain vanilla emessi dalla Banca di Legnano spa - alla pubblicazione del supplemento al documento di registrazione e dei supplementi ai prospetti di base per i programmi di offerta e/o quotazione di obbligazioni zero coupon, a tasso fisso, a tasso fisso step up/step down, a tasso variabile con eventuale minimo e/o massimo, a tasso misto con eventuale minimo e/o massimo, subordinate lower tier II tasso fisso, subordinate lower tier II tasso fisso con ammortamento, subordinate lower tier II tasso fisso step up/step down, subordinate lower tier II tasso variabile, subordinate lower tier II tasso variabile con ammortamento, subordinate lower tier II tasso misto emesse dalla Banca Unione di Banche Italiane scpa - alla pubblicazione del supplemento al documento di registrazione e dei supplementi ai prospetti di base per i programmi di offerta e/o quotazione di obbligazioni a tasso fisso, a tasso fisso step up, a tasso fisso step down, a tasso fisso step up/step down con facoltà di rimborso anticipato a favore dell emittente o dell investitore, a tasso variabile, con possibilità di cap e floor, zero coupon, a tasso misto con opzioni plain vanilla, con opzioni digitali, con opzioni alfa beta, lookback, worst of, best of, rainbow, himalaya, con combinazioni di opzioni predefinite emessi dalla Credit Suisse ag - alla pubblicazione del supplemento al prospetto di base per il programma di offerta di obbligazioni a tasso fisso con eventuale facoltà di rimborso anticipato, a tasso variabile, step up/step down con eventuale facoltà di rimborso anticipato, zero coupon e a tasso misto emesso dalla Banca Nuova spa a cura di Alberto Gafforio pagina 9

10 Incontro annuale della Consob con il mercato finanziario L'incontro annuale della Consob con il mercato finanziario si terrà lunedì a Milano, alle ore 11:00, presso la Borsa Italiana a Palazzo Mezzanotte. All'incontro sarà presente il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Pubblicate in italiano le linee guida Esma sull'high frequency trading E' stata pubblicata la versione ufficiale in lingua italiana delle linee guida sull'high frequency trading (hft) emanate dall'european Securities and Markets Authority (Esma), l'autorità europea per i mercati finanziari alla quale partecipa anche la Consob. Le linee guida sono presentate come Orientamenti sui "Sistemi e controlli in un ambiente di negoziazione automatizzato per piattaforme, imprese di investimento e autorità competenti". Il documento ripropone in italiano il rapporto finale dell'esma in materia di regolamentazione dei sistemi di negoziazione superveloci (high frequency trading) da tempo all'attenzione dell'autorità europea in considerazione della crescente rilevanza del fenomeno e delle sue ripercussioni sull'ordinato svolgimento delle negoziazioni e sui meccanismi di formazione dei prezzi sui mercati regolamentati e sulle piattaforme mtf (multilateral trading facilities). Il documento originale "Guidelines on system and controls in an automated trading environment for trandig platforms, investment firms and competent authorities" (Ref/Esma/2001/456) è stato reso pubblico dall'esma nel dicembre 2011 e, nella versione definitiva il a cura di Alberto Gafforio pagina 10

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE MODIFICA DELL ART. 34 TER COMMA 4 DEL REGOLAMENTO EMITTENTI E DELL ALLEGATO 1M AL REGOLAMENTO EMITTENTI DISCIPLINANTE LA STRUTTURA DEL PROSPETTO SEMPLIFICATO RELATIVO ALL OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BANCARIE

Dettagli

Art. 1. Misura del contributo

Art. 1. Misura del contributo CONSOB - Delibera 23 dicembre 2014, n. 19087 Determinazione della misura della contribuzione dovuta, ai sensi dell'art. 40 della legge n. 724/1994, per l'esercizio 2015 (Provvedimento pubblicato nella

Dettagli

CONSOB Delibera n. 18754 del 23 dicembre 2013 (1)

CONSOB Delibera n. 18754 del 23 dicembre 2013 (1) CONSOB Delibera n. 18754 del 23 dicembre 2013 (1) Determinazione della misura della contribuzione dovuta, ai sensi dell'art. 40 della legge n. 724/1994, per l'esercizio 2014 LA COMMISSIONE NAZIONALE PER

Dettagli

Determinazione della misura della contribuzione dovuta, ai sensi dell art. 40 della legge n. 724/1994, per l esercizio 2016

Determinazione della misura della contribuzione dovuta, ai sensi dell art. 40 della legge n. 724/1994, per l esercizio 2016 Delibera n. 19461 1 Determinazione della misura della contribuzione dovuta, ai sensi dell art. 40 della legge n. 724/1994, per l esercizio 2016 LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA VISTA

Dettagli

BANCA POPOLARE DI VICENZA 15.A EMISSIONE SUBORDINATO CONVERTIBILE EUR 328.878.663,00 2009-2016

BANCA POPOLARE DI VICENZA 15.A EMISSIONE SUBORDINATO CONVERTIBILE EUR 328.878.663,00 2009-2016 SCHEDA PRODOTTO RELATIVA AL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO DENOMINATO BANCA POPOLARE DI VICENZA 15.A EMISSIONE SUBORDINATO CONVERTIBILE EUR 328.878.663,00 2009-2016 CODICE ISIN: IT0004548258 DESCRIZIONE SINTETICA

Dettagli

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15 Iscritta all Albo delle Banche al n. 6175.4 Capogruppo del Gruppo CARIGE iscritto all albo dei

Dettagli

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15 Iscritta all Albo delle Banche al n. 6175.4 Capogruppo del Gruppo CARIGE iscritto all albo dei

Dettagli

CASSA DI RISPARMIO DI CESENA S.P.A.

CASSA DI RISPARMIO DI CESENA S.P.A. CASSA DI RISPARMIO DI CESENA S.P.A. Sede sociale in Cesena (FC), Piazza L. Sciascia n. 141 Iscritta all Albo delle Banche al n. 5726 iscritto all Albo dei Gruppi Bancari Capitale sociale Euro 154.578.832,80

Dettagli

Documento di sintesi della

Documento di sintesi della Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del settembre 2015 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata

Dettagli

Come da successivo comma 2, punto 2/2. Art. 1, lett. h)

Come da successivo comma 2, punto 2/2. Art. 1, lett. h) Art. 1, lett. b) Art. 1, lett. c) Art. 1, lett. d) Art. 1, lett. e) Imprese di investimento comunitarie con succursale in Italia ed imprese di investimento extracomunitarie, con o senza succursale, autorizzate

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE CONDIZIONI DEFINITIVE BANCA AGRICOLA POPOLARE DI RAGUSA Società Cooperativa per Azioni CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA "BANCA AGRICOLA POPOLARE DI RAGUSA OBBLIGAZIONI A TASSO

Dettagli

Il retail funding da parte delle banche Lineamenti normativi di Luigi Rizzi

Il retail funding da parte delle banche Lineamenti normativi di Luigi Rizzi Il retail funding da parte delle banche Lineamenti normativi di Luigi Rizzi Le ragioni della regolamentazione Nell'ambito del retail funding, le obbligazioni bancarie costituiscono lo strumento di raccolta

Dettagli

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA DETERMINAZIONE DELLA MISURA DELLA CONTRIBUZIONE DOVUTA, AI SENSI DELL ART. 40 DELLA LEGGE N. 724/1994, PER L ESERCIZIO 2015 LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA VISTA la legge 7 giugno 1974,

Dettagli

Cassa Padana 11/05/2009 11/11/2011 Tasso Fisso 2,50% ISIN IT0004490352

Cassa Padana 11/05/2009 11/11/2011 Tasso Fisso 2,50% ISIN IT0004490352 ALLEGATO 2 - MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa Sede Sociale: Via Garibaldi 25, Leno Brescia Iscritta all Albo delle Banche al n. 8340.2 Iscritta

Dettagli

REGOLAMENTO. del programma di emissione di prestiti obbligazionari denominato. BANCA POPOLARE DI MILANO S.C.r.l. OBBLIGAZIONI VALORE FRUTTIFERO

REGOLAMENTO. del programma di emissione di prestiti obbligazionari denominato. BANCA POPOLARE DI MILANO S.C.r.l. OBBLIGAZIONI VALORE FRUTTIFERO Banca Popolare di Milano Società Cooperativa a Responsabilità Limitata Sede legale e direzione generale in Milano, Piazza F. Meda, n. 4 Società capogruppo del Gruppo BIPIEMME Iscritta all albo delle banche

Dettagli

* * * * * Milano, 14 giugno 2013 OFFERTA PUBBLICA DI SOTTOSCRIZIONE DI OBBLIGAZIONI

* * * * * Milano, 14 giugno 2013 OFFERTA PUBBLICA DI SOTTOSCRIZIONE DI OBBLIGAZIONI MITTEL S.P.A. Sede in Milano - Piazza A. Diaz 7 Capitale sociale 87.907.017 i.v. Codice Fiscale - Registro Imprese di Milano - P. IVA 00742640154 R.E.A. di Milano n. 52219 Comunicato stampa ai sensi dell

Dettagli

EMITTENTE OFFERENTE E RESPONSABILE DEL COLLOCAMENTO BANCA POPOLARE DI BARI S.C.p.A. PROSPETTO DI BASE

EMITTENTE OFFERENTE E RESPONSABILE DEL COLLOCAMENTO BANCA POPOLARE DI BARI S.C.p.A. PROSPETTO DI BASE Società cooperativa per azioni Sede sociale e Direzione Generale in Corso Cavour 19, 70122 Bari Partita IVA, Cod. Fiscale e iscrizione al Registro imprese di Bari n. 00254030729 Albo aziende creditizie

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 d.lgs. 58/1998 OFFERTA PUBBLICA DI SCAMBIO SU AZIONI ORDINARIE KME GROUP S.P.A. E INTEK S.P.A.

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 d.lgs. 58/1998 OFFERTA PUBBLICA DI SCAMBIO SU AZIONI ORDINARIE KME GROUP S.P.A. E INTEK S.P.A. COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 d.lgs. 58/1998 OFFERTA PUBBLICA DI SCAMBIO SU AZIONI ORDINARIE KME GROUP S.P.A. E INTEK S.P.A. In data odierna i Consigli di Amministrazione di KME

Dettagli

in qualità di Emittente e Responsabile del Collocamento

in qualità di Emittente e Responsabile del Collocamento in qualità di Emittente e Responsabile del Collocamento Società per Azioni Via Lucrezia Romana, 41/47-00178 Roma P. IVA, Codice Fiscale e n. di Iscrizione al Registro delle Imprese di Roma n. 04774801007

Dettagli

[Via p.e.c.] DIVISIONE INTERMEDIARI Ufficio Vigilanza Imprese di Investimento

[Via p.e.c.] DIVISIONE INTERMEDIARI Ufficio Vigilanza Imprese di Investimento [Via p.e.c.] DIVISIONE INTERMEDIARI Ufficio Vigilanza Imprese di Investimento Procedimento: 6109/13 Destinatario: 427932 Spett.le SERVIZI EMITTENTI QUOTATI S.R.L. Via Privata Maria Teresa, 11 20123 MILANO

Dettagli

Sesta Emissione - Scheda informativa

Sesta Emissione - Scheda informativa BTP Italia Sesta Emissione - Scheda informativa Emittente Rating Emittente Annuncio dell emissione Tasso cedolare (reale) annuo minimo garantito Modalità di collocamento sul MOT Quotazione Taglio minimo

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE relative al Prospetto di base sul Programma di emissione

CONDIZIONI DEFINITIVE relative al Prospetto di base sul Programma di emissione Società per Azioni Sede Legale in Aprilia (LT), Piazza Roma, snc Iscrizione al Registro delle Imprese di Latina e Codice Fiscale/Partita Iva n.00089400592 Capitale sociale al 31 dicembre 2007 Euro 6.671.440

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE. Banca di Forlì Credito Cooperativo Obbligazioni a Tasso Step-Up e Obbligazioni a Tasso Step-Up Callable.

CONDIZIONI DEFINITIVE. Banca di Forlì Credito Cooperativo Obbligazioni a Tasso Step-Up e Obbligazioni a Tasso Step-Up Callable. CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA relativa al programma di emissioni denominato Banca di Forlì Credito Cooperativo Obbligazioni a Tasso Step-Up e Obbligazioni a Tasso Step-Up Callable. Banca

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA

CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca Popolare di Spoleto S.p.A. CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA "BANCA POPOLARE DI SPOLETO S.p.A. OBBLIGAZIONI STEP-UP" BANCA POPOLARE DI SPOLETO 28.02.2010 STEP UP, ISIN IT0004176324

Dettagli

INDICE EMITTENTI. 2. INDIVIDUAZIONE DELLE MODALITÀ DI NOMINA CON VOTO DI LISTA DEI COMPONENTI L ORGANO DI CONTROLLO di Francesco Saverio Martorano

INDICE EMITTENTI. 2. INDIVIDUAZIONE DELLE MODALITÀ DI NOMINA CON VOTO DI LISTA DEI COMPONENTI L ORGANO DI CONTROLLO di Francesco Saverio Martorano Introduzione, di Francesco Capriglione... XIII EMITTENTI 1. DETERMINAZIONE DELLA QUOTA DI PARTECIPAZIONE PER LA PRESENTAZIONE DELLE LISTE PER LA NOMINA DEGLI AMMINISTRATORI di Andrea Zoppini 1. Il voto

Dettagli

Comunicato stampa. Una seconda misura, non condizionata all approvazione della prima misura, descritta sopra, da

Comunicato stampa. Una seconda misura, non condizionata all approvazione della prima misura, descritta sopra, da CREDIT SUISSE GROUP AG Paradeplatz 8 Telefono +41 844 33 88 44 Casella postale Fax +41 44 333 88 77 CH-8070 Zurigo media.relations@credit-suisse.com Svizzera Il presente materiale non deve essere emesso,

Dettagli

In qualità di Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento

In qualità di Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento In qualità di Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Sede Legale e Amministrativa: Via Niccoló Tommaseo, 7-35131 Padova Sito Internet:

Dettagli

PROSPETTO PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI OBBLIGAZIONI BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI FORNACETTE. Emissione n. 311 B.C.C. FORNACETTE 2013/2018 STEP UP

PROSPETTO PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI OBBLIGAZIONI BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI FORNACETTE. Emissione n. 311 B.C.C. FORNACETTE 2013/2018 STEP UP Prospetto semplificato per l offerta al pubblico di cui all articolo 34-ter, comma 4, del Regolamento Consob n. 11971/99 (da consegnare al cliente che ne faccia richiesta) Sede sociale: 56012 Fornacette

Dettagli

Banca di Bologna 21/05/2012 21/05/2014 TF 2,65% ISIN IT0004810112

Banca di Bologna 21/05/2012 21/05/2014 TF 2,65% ISIN IT0004810112 Banca di Bologna Credito Cooperativo Società Cooperativa Capitale sociale al 31/12/10: Euro 49.517.389,44 Sede legale in Bologna, Piazza Galvani, 4 Iscritta al Registro delle Imprese di Bologna al n. 00415760370

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE NOTA INFORMATIVA/PROGRAMMA SUL PROGRAMMA. "BANCO POPOLARE Società Cooperativa OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO"

CONDIZIONI DEFINITIVE NOTA INFORMATIVA/PROGRAMMA SUL PROGRAMMA. BANCO POPOLARE Società Cooperativa OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA/PROGRAMMA SUL PROGRAMMA "BANCO POPOLARE Società Cooperativa OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO" PRESTITO OBBLIGAZIONARIO BANCO POPOLARE S.C. SERIE 40 TASSO FISSO 28.08.2008

Dettagli

Cassa Rurale ed Artigiana di Boves Banca Di Credito Cooperativo

Cassa Rurale ed Artigiana di Boves Banca Di Credito Cooperativo DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID Cassa Rurale ed Artigiana di Boves Banca Di Credito Cooperativo La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

ISIN IT000468024 2 CASSA DI RISPARMIO DI ALESSANDRIA S.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO

ISIN IT000468024 2 CASSA DI RISPARMIO DI ALESSANDRIA S.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO CONDIZIONI DEFINITIVE relative all offerta delle obbligazioni Cassa di Risparmio di Alessandria 4 Marzo 2011/2016 Tasso Fisso 3,25%, ISIN IT000468024 2 da emettersi nell ambito del programma CASSA DI RISPARMIO

Dettagli

BANCA POPOLARE FRIULADRIA S.p.A.

BANCA POPOLARE FRIULADRIA S.p.A. BANCA POPOLARE FRIULADRIA S.p.A. Sede sociale in Piazza XX Settembre 2, 33170 Pordenone Capitale sociale Euro 120.689.285,00 interamente versato Codice fiscale, partita I.V.A. e numero iscrizione nel Registro

Dettagli

"CASSA DI RISPARMIO DI ALESSANDRIA S.p.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO" Cassa di Risparmio di Alessandria 4 Febbraio 2008/2012

CASSA DI RISPARMIO DI ALESSANDRIA S.p.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO Cassa di Risparmio di Alessandria 4 Febbraio 2008/2012 CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA/PROGRAMMA SUL PROGRAMMA "CASSA DI RISPARMIO DI ALESSANDRIA S.p.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO" Cassa di Risparmio di Alessandria 4 Febbraio 2008/2012 Tasso Fisso

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA

CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Società cooperativa CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA POPOLARE DELL EMILIA ROMAGNA soc. coop. OBBLIGAZIONI A TASSO VARIABILE INDICIZZATO AL RENDIMENTO DELL ASTA BOT per il

Dettagli

BANCA DI ROMAGNA S.P.A.

BANCA DI ROMAGNA S.P.A. BANCA DI ROMAGNA S.P.A. Sede sociale in Faenza (RA), Corso Garibaldi n. 1 Iscritta all Albo delle Banche al n. 5294 Appartenente al Gruppo CASSA DI RISPARMIO DI CESENA iscritto all Albo dei Gruppi Bancari

Dettagli

CREDITO VALTELLINESE S.C. DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE AI SENSI DELL ART. 54 DELIBERA CONSOB 11971/1999 (REGOLAMENTO EMITTENTI)

CREDITO VALTELLINESE S.C. DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE AI SENSI DELL ART. 54 DELIBERA CONSOB 11971/1999 (REGOLAMENTO EMITTENTI) CREDITO VALTELLINESE S.C. DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE AI SENSI DELL ART. 54 DELIBERA CONSOB 11971/1999 (REGOLAMENTO EMITTENTI) Aggiornamento al 19 aprile 2010 Il documento contiene l elenco delle

Dettagli

FINANZA & FUTURO BANCA S.P.A.

FINANZA & FUTURO BANCA S.P.A. FINANZA & FUTURO BANCA S.P.A. Sede sociale Piazza del Calendario n. 1 Milano con socio unico Iscritta all Albo delle Banche codice 3170 Appartenente al Gruppo Deutsche Bank Iscritto all Albo dei Gruppi

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE al PROSPETTO DI BASE SUL PROGRAMMA

CONDIZIONI DEFINITIVE al PROSPETTO DI BASE SUL PROGRAMMA Banca CR Firenze S.p.A. Sede legale e Direzione Generale: Via Bufalini 6-50122 Firenze Capitale Sociale euro 828.836.017,00 int. vers. Registro delle Imprese di Firenze, Cod. Fisc. e Part. IVA 04385190485

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

FINANZA & FUTURO BANCA S.P.A.

FINANZA & FUTURO BANCA S.P.A. FINANZA & FUTURO BANCA S.P.A. Sede sociale Piazza del Calendario n. 1 - Milano Iscritta all Albo delle Banche codice 3170 Appartenente al Gruppo Deutsche Bank Iscritto all Albo dei Gruppi Bancari codice

Dettagli

PRIMO SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE

PRIMO SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE Unione di Banche Italiane S.c.p.A. Sede Sociale e Direzione Generale: Bergamo, Piazza Vittorio Veneto, 8 Sedi operative: Brescia e Bergamo Codice Fiscale, Partita IVA ed Iscrizione al Registro delle Imprese

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo a: DEPOSITO A CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE TITOLI

FOGLIO INFORMATIVO relativo a: DEPOSITO A CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE TITOLI NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Redatto ai sensi del decreto legislativo 1 settembre 1993, titolo VI del Testo Unico ed ai sensi delle Istruzioni di Vigilanza

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA

CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca Popolare di Spoleto S.p.A. CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA "BANCA POPOLARE DI SPOLETO S.p.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO" BANCA POPOLARE DI SPOLETO 05.03.2011 A TASSO FISSO

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

II SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE

II SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE Società per Azioni Via Lucrezia Romana, 41/47-00178 Roma P. IVA, Codice Fiscale e n. di Iscrizione al Registro delle Imprese di Roma n. 04774801007 soggetta a direzione e coordinamento di ICCREA HOLDING

Dettagli

AGGIORNAMENTO NORMATIVO N. 19/2014

AGGIORNAMENTO NORMATIVO N. 19/2014 AGGIORNAMENTO NORMATIVO N. 19/2014 del 23 maggio 2014 1) Poteri dell EIOPA e dell ESMA: pubblicata in Gazzetta Ufficiale dell Unione Europa la Direttiva 2014/51/UE 2) CRR e CRD IV: pubblicate in Gazzetta

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO TASSI/CEDOLE. Semestrale, al 01 maggio e 01 novembre sino al 01/11/2021 incluso. PREZZO/QUOTAZIONE

SCHEDA PRODOTTO TASSI/CEDOLE. Semestrale, al 01 maggio e 01 novembre sino al 01/11/2021 incluso. PREZZO/QUOTAZIONE Emittente Rating Emittente Denominazione delle Obbligazioni Codice ISIN Grado di Subordinazione del Prestito Autorizzazione all emissione Ammontare totale del prestito Valore Nominale e Taglio Minimo Periodo

Dettagli

CREDITO VALTELLINESE S.C. TF 1,85% 18/11/2009-18/11/2012 153^ ISIN IT0004550205

CREDITO VALTELLINESE S.C. TF 1,85% 18/11/2009-18/11/2012 153^ ISIN IT0004550205 Credito Valtellinese Società Cooperativa Sede in Sondrio Piazza Quadrivio, 8 Codice fiscale e Registro Imprese di Sondrio n. 00043260140 Albo delle Banche n. 489 Capogruppo del Gruppo bancario Credito

Dettagli

ISIN IT000469394 8 CASSA DI RISPARMIO DI ALESSANDRIA S.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO

ISIN IT000469394 8 CASSA DI RISPARMIO DI ALESSANDRIA S.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO CONDIZIONI DEFINITIVE relative all offerta delle obbligazioni Cassa di Risparmio di Alessandria 6 Aprile 2011/2018 Tasso Fisso 4,10%, ISIN IT000469394 8 da emettersi nell ambito del programma CASSA DI

Dettagli

Banca di Legnano 3 Settembre 2010/2016 Tasso Fisso 2,90%, ISIN IT000462499 2

Banca di Legnano 3 Settembre 2010/2016 Tasso Fisso 2,90%, ISIN IT000462499 2 CONDIZIONI DEFINITIVE relative al Prestito Obbligazionario Banca di Legnano 3 Settembre 2010/2016 Tasso Fisso 2,90%, ISIN IT000462499 2 DA EMETTERSI NELL AMBITO DEL PROGRAMMA DI OFFERTA DENOMINATO "BANCA

Dettagli

Banca Popolare di Mantova 31 Maggio 2011/2013. Tasso Fisso 2,60%, ISIN IT000471447 0. "BANCA POPOLARE DI MANTOVA S.p.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO"

Banca Popolare di Mantova 31 Maggio 2011/2013. Tasso Fisso 2,60%, ISIN IT000471447 0. BANCA POPOLARE DI MANTOVA S.p.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO CONDIZIONI DEFINITIVE relative all offerta delle obbligazioni Banca Popolare di Mantova 31 Maggio 2011/2013 Tasso Fisso 2,60%, ISIN IT000471447 0 da emettersi nell ambito del programma "BANCA POPOLARE

Dettagli

IMMOBILIARE DINAMICO

IMMOBILIARE DINAMICO SUPPLEMENTO AL PROSPETTO RELATIVO ALL OFFERTA AL PUBBLICO E AMMISSIONE ALLE NEGOZIAZIONI DI QUOTE DEL FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO IMMOBILIARE CHIUSO IMMOBILIARE DINAMICO depositato presso la Consob in

Dettagli

Banca di Legnano 23 Agosto 2013/2017 Tasso Misto,

Banca di Legnano 23 Agosto 2013/2017 Tasso Misto, CONDIZIONI DEFINITIVE al PROSPETTO DI BASE SUL PROGRAMMA BANCA DI LEGNANO S.P.A. OBBLIGAZIONI PLAIN VANILLA Banca di Legnano 23 Agosto 2013/2017 Tasso Misto, ISIN IT000494075 2 Obbligazioni a Tasso Misto

Dettagli

Comunicazione DIN/0019719 del 13-3-2014. inviata alla società

Comunicazione DIN/0019719 del 13-3-2014. inviata alla società Comunicazione DIN/0019719 del 13-3-2014 inviata alla società OGGETTO: Richiesta di chiarimenti in merito alle attività esercitabili da parte di una SIM autorizzata a svolgere esclusivamente il servizio

Dettagli

Banca di Legnano 17 Maggio 2013/2016 Tasso Misto,

Banca di Legnano 17 Maggio 2013/2016 Tasso Misto, CONDIZIONI DEFINITIVE al PROSPETTO DI BASE SUL PROGRAMMA BANCA DI LEGNANO S.P.A. OBBLIGAZIONI PLAIN VANILLA Banca di Legnano 17 Maggio 2013/2016 Tasso Misto, ISIN IT000490924 5 Obbligazioni a Tasso Misto

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE. Banca di Forlì Credito Cooperativo Obbligazioni a Tasso Step-Up

CONDIZIONI DEFINITIVE. Banca di Forlì Credito Cooperativo Obbligazioni a Tasso Step-Up CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA relativa al programma di emissioni denominato Banca di Forlì Credito Cooperativo Obbligazioni a Tasso Step-Up Banca di Forlì Credito Cooperativo 12/2007 12/2010

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

SUPPLEMENTO AL DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE, ALLA NOTA DI SINTESI ED ALLA NOTA INFORMATIVA SUGLI STRUMENTI FINANZIARI

SUPPLEMENTO AL DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE, ALLA NOTA DI SINTESI ED ALLA NOTA INFORMATIVA SUGLI STRUMENTI FINANZIARI Società cooperativa per azioni Sede sociale: Vicenza, Via Btg. Framarin n. 18 Iscritta al n. 1515 dell Albo delle Banche e dei Gruppi Bancari, codice ABI 5728.1 Capogruppo del "Gruppo Banca Popolare di

Dettagli

SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE

SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE BANCA DEL FUCINO S.P.A. Sede legale Via Tomacelli 107 00186 Roma Iscritta all Albo delle Banche al n. 37150 Iscritta al Registro delle Imprese di Roma al n. 1775 Codice Fiscale: 00694710583 B - Partita

Dettagli

UniCredit S.p.A. Procedura in tema di Internal Dealing PROCEDURA INTEMADI INTERNAL DEALING

UniCredit S.p.A. Procedura in tema di Internal Dealing PROCEDURA INTEMADI INTERNAL DEALING UniCredit S.p.A. Procedura in tema di Internal Dealing PROCEDURA INTEMADI INTERNAL DEALING Edizione aprile 2013 1 Premessa L art. 114, comma 7, del D. lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 ( TUIF ) introdotto nell

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

in qualità di emittente, offerente e responsabile del collocamento

in qualità di emittente, offerente e responsabile del collocamento BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CASTAGNETO CARDUCCI S.C.P.A. Sede sociale: 57022 Castagneto Carducci (LI), via Vittorio Emanuele, 44 Codice ABI 08461 - Iscritta all albo delle Banche al n. 2185 - Capitale

Dettagli

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 129 TASSO FISSO 30.10.2009 30.12.2011 ISIN IT0004536436

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 129 TASSO FISSO 30.10.2009 30.12.2011 ISIN IT0004536436 CONDIZIONI DEFINITIVE RELATIVE AL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO BANCO POPOLARE S.C. SERIE 129 TASSO FISSO 30.10.2009 30.12.2011 ISIN IT0004536436 EMESSE NELL AMBITO DEL PROGRAMMA DI EMISSIONE DENOMINATO "BANCO

Dettagli

Punti all ordine del giorno per l Assemblea generale straordinaria del 19 novembre 2015

Punti all ordine del giorno per l Assemblea generale straordinaria del 19 novembre 2015 CREDIT SUISSE GROUP AG Paradeplatz 8 Telefono +41 844 33 88 44 Casella postale Fax +41 44 333 88 77 CH-8070 Zurigo media.relations@credit-suisse.com Svizzera Il presente materiale non deve essere distribuito

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MERCATO INTERNO DELLE AZIONI EMESSE DALLA BANCA POPOLARE DI PUGLIA E BASILICATA S.C.P.A.

REGOLAMENTO DEL MERCATO INTERNO DELLE AZIONI EMESSE DALLA BANCA POPOLARE DI PUGLIA E BASILICATA S.C.P.A. REGOLAMENTO DEL MERCATO INTERNO DELLE AZIONI EMESSE DALLA BANCA POPOLARE DI PUGLIA E BASILICATA S.C.P.A. TITOLO I- DISPOSIZIONI GENERALI INDICE Art. 1 - Oggetto del Mercato Interno. Art. 2 Modifiche al

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA

CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA SEZIONE 4 Società per Azioni CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA "BANCA CRV CASSA DI RISPARMIO DI VIGNOLA S.p.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO BANCA CRV CASSA DI RISPARMIO DI VIGNOLA

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca Santo Stefano Credito Cooperativo Martellago-Venezia Società Cooperativa aggiornato con delibera C.d.A. del 13/02/2013

Dettagli

CASSA DI RISPARMIO DI FERMO S.p.A. CONDIZIONI DEFINITIVE

CASSA DI RISPARMIO DI FERMO S.p.A. CONDIZIONI DEFINITIVE CASSA DI RISPARMIO DI FERMO S.p.A. CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA CASSA DI RISPARMIO DI FERMO S.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO VARIABILE CASSA DI RISPARMIO DI FERMO S.P.A. TASSO VARIABILE

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE RELATIVE AL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO BANCO POPOLARE S.C. SERIE 124 ZERO COUPON 31.08.2009 28.02.2014 ISIN IT0004519218

CONDIZIONI DEFINITIVE RELATIVE AL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO BANCO POPOLARE S.C. SERIE 124 ZERO COUPON 31.08.2009 28.02.2014 ISIN IT0004519218 CONDIZIONI DEFINITIVE RELATIVE AL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO BANCO POPOLARE S.C. SERIE 124 ZERO COUPON 31.08.2009 28.02.2014 ISIN IT0004519218 EMESSE NELL AMBITO DEL PROGRAMMA DI EMISSIONE DENOMINATO "BANCO

Dettagli

Banca Veneta 1896 Credito Cooperativo delle province di Verona e Rovigo

Banca Veneta 1896 Credito Cooperativo delle province di Verona e Rovigo ALLEGATO 2C - MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE OBBLIGAZIONI STEP UP/STEP DOWN Banca Veneta 1896 Credito Cooperativo delle province di Verona e Rovigo Sede sociale: Largo Don Quirino Maestrello, 12 Carpi

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE Sede Legale in Corso San Giorgio, 36 64100 Teramo Iscritta all Albo delle Banche al n. 5174 Capitale Sociale Euro 26.000.000,00 i.v. N.ro iscrizione nel Registro delle Imprese di Teramo 00075100677 CONDIZIONI

Dettagli

Pagina 1 di 6 MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

Pagina 1 di 6 MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE Pagina 1 di 6 DECRETO 14 ottobre 2005, n.256 MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE Modifiche al regolamento emanato con decreto ministeriale 24 maggio 1999, n. 228, attuativo dell'articolo 37 del TUF,

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA

CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Sede sociale: Via Principi di Piemonte n. 12-12042 Bra CN Iscritta all'albo delle Banche al n. 5087 Capitale sociale Euro 20.800.000,00 interamente versato Iscritta al Registro Imprese di Cuneo al n. 00200060044

Dettagli

PRESTITO OBBLIGAZIONARIO EMITTENTE CREDITO SICILIANO S.P.A.

PRESTITO OBBLIGAZIONARIO EMITTENTE CREDITO SICILIANO S.P.A. Credito Siciliano Società per Azioni Sede Legale: Via Siracusa, 1/E 90141 Palermo Codice Fiscale, Partita IVA e Registro delle Imprese di Palermo n. 04226470823 Albo delle Banche n. 522820 Società del

Dettagli

Commissione Nazionale per le Società e la Borsa

Commissione Nazionale per le Società e la Borsa Pagina 1 di 6 English - Versione accessibile - Mappa - Contatti e PEC - Privacy - Avvertenze - Link utili - Ricerca - RSS Albi Elenchi Società quotate Prospetti/documenti opa Equity Crowdfunding La Consob

Dettagli

BANCA DI VITERBO Credito Cooperativo S.C.p.A. OBBLIGAZIONI Step-Up 20/12/2013-20/12/2016

BANCA DI VITERBO Credito Cooperativo S.C.p.A. OBBLIGAZIONI Step-Up 20/12/2013-20/12/2016 Società Cooperativa per Azioni Fondata nel 1911 Sede sociale: 01100 Viterbo, Via Polidori,72 Iscritta all'albo delle Banche al n. 2727.6.0 Capitale sociale e riserve al 31/12/2012 58.939.724,50 numero

Dettagli

PRIMO SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE

PRIMO SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE Unione di Banche Italiane S.c.p.A. Sede Sociale e Direzione Generale: Bergamo, Piazza Vittorio Veneto, 8 Sedi operative: Brescia e Bergamo Codice Fiscale, Partita IVA ed Iscrizione al Registro delle Imprese

Dettagli

Cassa di Risparmio di Alessandria 6 Aprile 2010/2015 Step-Up Callable, ISIN IT000458572 2

Cassa di Risparmio di Alessandria 6 Aprile 2010/2015 Step-Up Callable, ISIN IT000458572 2 CONDIZIONI DEFINITIVE relative al Prestito Obbligazionario Cassa di Risparmio di Alessandria 6 Aprile 2010/2015 Step-Up Callable, ISIN IT000458572 2 DA EMETTERSI NELL AMBITO DEL PROGRAMMA DI OFFERTA DENOMINATO

Dettagli

BANCA DI CESENA CREDITO COOPERATIVO DI CESENA E RONTA SOCIETA COOPERATIVA

BANCA DI CESENA CREDITO COOPERATIVO DI CESENA E RONTA SOCIETA COOPERATIVA BANCA DI CESENA CREDITO COOPERATIVO DI CESENA E RONTA SOCIETA COOPERATIVA CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA BANCA DI CESENA OBBLIGAZIONI STEP COUPON BANCA DI CESENA 04/02/2008 04/02/2011 STEP

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

comunicazione dell avvenuto rilascio del provvedimento di approvazione con nota del 14 novembre 2012, protocollo n. 12089829 (il Prospetto ).

comunicazione dell avvenuto rilascio del provvedimento di approvazione con nota del 14 novembre 2012, protocollo n. 12089829 (il Prospetto ). AVVISO DI AVVENUTA PUBBLICAZIONE DEL PROSPETTO RELATIVO ALL OFFERTA PUBBLICA DI SOTTOSCRIZIONE E ALLA CONTESTUALE AMMISSIONE A QUOTAZIONE SUL MERCATO TELEMATICO DELLE OBBLIGAZIONI ( MOT ) DELLE OBBLIGAZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO DEL PROGRAMMA DI EMISSIONE BANCA MONTERIGGIONI CREDITO COOPERATIVO SOC. COOP. ZERO COUPON

REGOLAMENTO DEL PROGRAMMA DI EMISSIONE BANCA MONTERIGGIONI CREDITO COOPERATIVO SOC. COOP. ZERO COUPON REGOLAMENTO DEL PROGRAMMA DI EMISSIONE BANCA MONTERIGGIONI CREDITO COOPERATIVO SOC. COOP. ZERO COUPON Il presente regolamento disciplina i titoli di debito, le Obbligazioni, che la Banca Monteriggioni

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Ottava Emissione - Scheda informativa

Ottava Emissione - Scheda informativa BTP Italia Ottava Emissione - Scheda informativa Emittente Rating Emittente Annuncio dell emissione Tasso cedolare (reale) annuo minimo garantito Repubblica Italiana Baa2 / BBB- / BBB+ / A- (Moody s /

Dettagli

SUPPLEMENTO AL DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE

SUPPLEMENTO AL DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE Aletti & C. Banca di Investimento Mobiliare S.p.A., in forma breve Banca Aletti & C. S.p.A. - Sede legale in via Roncaglia, 12 Milano Capitale Sociale interamente versato pari ad Euro 121.163.538,96 Registro

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA PADANA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO SOCIETA COOPERATIVA

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA PADANA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO SOCIETA COOPERATIVA DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA PADANA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO SOCIETA COOPERATIVA (08 giugno 2010) La Markets in Financial Instruments

Dettagli

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETA' E LA BORSA

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETA' E LA BORSA Delibera Consob 19 dicembre 2014 n. 19084 Modifiche al regolamento di attuazione del d.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58, concernente la disciplina degli emittenti adottato con delibera del 14 maggio 1999 n.

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA DELLA BERGAMASCA CREDITO COOPERATIVO STEP UP/STEP DOWN STEP UP/STEP DOWN CALLABLE

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA DELLA BERGAMASCA CREDITO COOPERATIVO STEP UP/STEP DOWN STEP UP/STEP DOWN CALLABLE ,3.,/0,07,2,8., 70/ 9444507,9 ;4 70/ 9444507,9 ;4 36:, 9 / 2 990390 CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA DELLA BERGAMASCA CREDITO COOPERATIVO STEP UP/STEP DOWN STEP UP/STEP DOWN

Dettagli

LOWER TIER II FIX TO FLOAT CON POSSIBILITÀ DI RIMBORSO ANTICIPATO;

LOWER TIER II FIX TO FLOAT CON POSSIBILITÀ DI RIMBORSO ANTICIPATO; Sede Legale e Direzione Generale: Bergamo, Piazza Vittorio Veneto, 8 Sedi operative: Brescia e Bergamo Iscritta all Albo delle Banche al n. 5678 ABI n. 3111.2 Capogruppo del "Gruppo UBI Banca" iscritto

Dettagli

CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI CANTÙ Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa CONDIZIONI DEFINITIVE

CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI CANTÙ Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa CONDIZIONI DEFINITIVE in qualità di Emittente Sede legale in Cantù, Corso Unità d Italia 11 Iscritta all Albo delle Banche al n. 719 (Cod. ABI 08430), all Albo delle Cooperative al n. A165516, al Registro delle Imprese di Como

Dettagli

Banca della Bergamasca CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA DELLA BERGAMASCA CREDITO COOPERATIVO STEP UP/STEP DOWN

Banca della Bergamasca CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA DELLA BERGAMASCA CREDITO COOPERATIVO STEP UP/STEP DOWN Banca della Bergamasca - Credito Cooperativo - in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA DELLA BERGAMASCA CREDITO COOPERATIVO STEP UP/STEP DOWN BANCA DELLA

Dettagli

BANCA DEL MUGELLO - CREDITO COOPERATIVO SOCIETA COOPERATIVA CONDIZIONI DEFINITIVE

BANCA DEL MUGELLO - CREDITO COOPERATIVO SOCIETA COOPERATIVA CONDIZIONI DEFINITIVE BANCA DEL MUGELLO - CREDITO COOPERATIVO SOCIETA COOPERATIVA CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA "Banca del Mugello TASSO VARIABILE" Banca del Mugello - Credito Cooperativo Società

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE NOTA INFORMATIVA/PROGRAMMA SUL PROGRAMMA. "BANCO POPOLARE Società Cooperativa OBBLIGAZIONI ZERO COUPON"

CONDIZIONI DEFINITIVE NOTA INFORMATIVA/PROGRAMMA SUL PROGRAMMA. BANCO POPOLARE Società Cooperativa OBBLIGAZIONI ZERO COUPON CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA/PROGRAMMA SUL PROGRAMMA "BANCO POPOLARE Società Cooperativa OBBLIGAZIONI ZERO COUPON" BANCO POPOLARE S.C. SERIE 25 ZERO COUPON 31.07.2008 31.07.2012 CODICE ISIN

Dettagli

Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente

Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente Banca di Credito Cooperativo di Alba, Langhe e Roero società cooperativa in qualità di Emittente CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA BANCA D ALBA CREDITO COOPERATIVO ZERO COUPON BCC

Dettagli

PROSPETTO BASE. CONDIZIONI DEFINITIVE per il programma di emissione prestiti obbligazionari

PROSPETTO BASE. CONDIZIONI DEFINITIVE per il programma di emissione prestiti obbligazionari CASSA RURALE DI TRENTO - Banca di Credito Cooperativo - Società Cooperativa con sede legale in Trento, via Belenzani 6. Iscritta all albo delle banche tenuto dalla Banca d'italia al n. 2987.6; al Registro

Dettagli